Vedi Napoli e poi… ti rilanci

Uno Spezia tosto, quadrato e perfetto sbanca il Maradona di Napoli per la seconda volta in due anni e mette in cassaforte tre punti preziosi in chiave salvezza. La vittoria è una boccata d’ossigeno anche per Thiago Motta, dato per spacciato alla vigilia della trasferta in Campania.

Il Napoli, che deve vincere per non perdere contatto con la vetta della classifica, parte con il piglio della grande squadra: il primo a suonare la sveglia è Politano con un tiro che non esce di molto.

Al 34esimo è poi Mertens a seminare il panico a sinistra e a concludere sul corpo di Provedel: la difesa spezzina protesta poiché il pallone lavorato dall’esterno belga era probabilmente uscito dal campo.

Al 37esimo arriva l’episodio che fa svoltare la serata: Bastoni scaglia in area un cross da calcio di punizione, Juan Jesus salta per liberare, colpisce male e batte il suo stesso portiere. Lo Spezia va in vantaggio.

Nella ripresa, dopo un botta e risposta Manaj – Lozano (NON NEGLI HIGHLIGHTS), il Napoli sale d’intensità e al 53 esimo arriva il pareggio: Politano trova il corridoio e mette in mezzo per Lozano che batte Provedel. Ma la gioia azzurra dura poco: Politano, il Var lo chiarisce, era partito in posizione irregolare. Il punteggio resta fissato sullo 0-1.

Al 59esimo è ancora l’arbitro a salvare lo Spezia: Politano incontenibile a destra scarta un cioccolatino per Petagna che in area è troppo irruento e abbatte il suo marcatore. Il fallo è evidente, l’azione è fermata in tempo reale.

E’ sempre Politano ad animare il Napoli: al 61esimo conclude direttamente in porta con un sinistro a giro che viene deviato in calcio d’angolo dall’onnipresente Erlic.

Al 63esimo lo Spezia tenta il suicidio: Politano, sempre lui, mette un pallone che la difesa gestisce bene. Poi Gyasi impazzisce e scarica una palla a metà strada tra Provedel ed Erlic: alla fine alla conclusione arriva Lozano che va a sbattere sul corpo di Erlic che indossa il mantello dell’eroe.

A 6 dal termine Ounas trova Di Lorenzo in area, Provedel è attento poi Rhamani non trova la porta.

Al 91esimo il Napoli ha ancora un’occasione con Aguissa ma Provedel è bravissimo, sugli sviluppi Rhamani sviene area ma l’arbitro non ci casca. Ci casca invece Spalletti che, forse non ricordando il suo passato allo Spezia, protesta volgarmente e senza criterio.

L’ultima chance, con il cross dell’ave maria, è per Elmas che impatta di testa ma il suo pallone bacia la traversa e finisce fuori.

Così si chiude Napoli – Spezia: tre punti per i bianchi, zero per il Napoli e il campionato, in testa come nel fondo, si conferma apertissimo.

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli