5 mar
2016

SU, ANCORA UNO SFORZO…

Cari amici di Samplace, vincere a Verona era l'imperativo e la vittoria è arrivata. Nel modo più semplice e netto, contro una squadra che ha ammainato i pappafichi e deve pensare alla ricostruzione per tornare subito in serie A (in bocca al lupo agli amici dell'Hellas!). Tre punti fondamentali, frutto, finalmente del necessario cinismo, che ha permesso alla Sampdoria di capitalizzare almeno una parte delle occasioni create. Poi, che ci siano state leziosità, un po' di sufficienza, la sensazione che il famoso nerbo sia ancora di là da venire, beh, resta una sensazione che, stasera, mi permetto di soffocare. Perché avere 31 punti è importante, perché mi vengono in mente i pensieri che tutti facevamo 7 giorni fa, la sera della vigilia di Sampdoria-Frosinone. E il calcio è bello proprio perché fa parlare e tacere. Intendiamoci: la salvezza, secondo me, è comunque ancora da conquistare. Ma serve  uno sforzo(magari due) e poi questa tormentatissima stagione sportiva potrà essere ...
28 feb
2016

IL CUORE DELLA SUD PER TRE PUNTI PESANTI

Cari amici di Samplace, la vittoria contro il Frosinone è assolutamente importante per la Sampdoria, in una corsa salvezza dove fare tre punti, quando spesso ci si muove a pareggi, ha un valore capitale. Per la Samp, poi, è un successo che vuol dire tanto, visto che arriva 54 giorni dopo l'ultimo nel derby del 5 gennaio. Una vittoria che fa respirare, nonostante la classifica resti tutt'altro che serena,  e che manda messaggi di speranza: avversario modesto, è vero, ma difesa meno distratta, un Correa in giornata di grazia (l'anno prossimo questo ragazzo potrebbe davvero esplodere), un Alvarez concreto e prezioso e un Quagliarella che ha raccolto, alla lettera l'invito dei tifosi: ci ha messo il cuore. Già, quel cuore che i tifosi, quelli che per qualcuno "devono fare i tifosi", hanno messo nei 90 minuti e oltre di tifo, svolgendo alla grande, il loro ruolo, appunto. Forse qualcosa di più. La Sud in particolare ha caricato la squadra sabato e domenica non ha mollato mai di un ...
21 feb
2016

IL MOMENTO DELLA VERITA’

Cari amici di Samplace, la sconfitta contro l'Inter a San Siro lascia la sensazione amara di una parabola discendente senza fine che però...dovrà finire se, l'anno prossimo, vogliamo essere tutti qui a raccontare e commentare di una Sampdoria in serie A. Una buona prova, con la Samp in campo più che dignitosamente, con un fraseggio piacevole, anche con tante conclusioni a rete ma dove è mancato, come sempre, quel "quid" che è indispensabile per trasformare un insieme di giocatori in una squadra. Gli episodi, certo, raccontano tante cose. Ad esempio che il fallo di mano di D'Ambrosio è la reclamè del rigore e il fatto che nessuno lo abbia visto lascia molto molto perplessi ( lo stesso Bergomi che mi sembra vagamente interista ha detto subito: è rigore. La lista degli episodi si allunga...): peccato che nessun giocatore, o quasi, di Montella abbia protestato subito dopo il tocco con la mano. E anche questo è un segnale inquietante. I gol su calcio da fermo, poi, che denotano err...
14 feb
2016

A.A.A. CERCASI UN’ANIMA PER TROVARE LA SALVEZZA

Cari amici di Samplace, il titolo me lo hanno suggerito alcuni tifosi che ho intervistato appena finita la partita contro l'Atalanta. Tralasciando espressioni come "tristezza" o "scarsi" mi ha colpito il riferimento che hanno fatto 3 o 4 di loro, apparentemente anche di estrazione nel tifo..diversa, alla mancanza di personalità e, appunto, di anima, di questa Sampdoria. Lo 0-0 contro i bergamaschi consegna alla squadra di Montella e a tutti noi una classifica preoccupante , con la prospettiva di una sfida, quella di sabato sera a San Siro contro l'Inter di Eder e Icardi, che potrebbe portare poco o nulla in termini di punti. Ma in una gara da vincere come quella vista nel freddo pungente del Ferraris non si può, secondo me, cercare soluzioni improvvisate, metterci impegno si, ma non quel cuore che è necessario per salvarsi. Si, salvarsi. Perchè se non lo hanno capito i giocatori ( e Montella) è questa la dimensione della Sampdoria: portar via le tende dalle zone basse e anche pres...
8 feb
2016

MA ADESSO BASTA REGALI

Cari amici di Samplace, la sconfitta di Roma porta con sé il gusto amaro dell'ennesima occasione sprecata. Contro una squadra giallorossa sotto tono, con una difesa balbettante, con El Shaarawy in serata no, la Sampdoria per 50 minuti (come al solito) ha recitato il compitino: ha contenuto, ha abbozzato, ha preso un gol (abbastanza casuale) ed è rimasta li. Incassato il secondo schiaffo, come sempre, si è svegliata, e sinceramente alla fine il pari se lo sarebbe meritato tutto. Ma gli applausi non fanno punti e allora mi domando: perché sempre questi regali? Una squadra incapace di iniziare la partita con il piglio giusto vuol dire che non la prepara bene soprattutto di testa. Vuol dire che l'allenatore non riesce a trasmettere i suoi concetti e soprattutto a dare la carica, almeno quella minima, che il suo ruolo impone o imporrebbe. Vuol dire anche che le scelte di formazione sono sbagliate. Intendiamoci: continuo a pensare la Sampdoria come una squadra costruita male, o meglio as...
4 feb
2016

LA FOTOGRAFIA AMARA DELLA SAMP DI QUEST’ANNO

Cari amici di Samplace, l'immagine del gol di Belotti al 94' o forse anche più in là, è la fotografia, amara, della squadra blucerchiata quest'anno. Con limiti, evidenti, di complesso, di gioco, dove qualche individualità ogni tanto tira fuori il colpo vincente, ma in cui manca completamente o quasi la componente mentale e, dunque gli scivoloni sono pericolosamente all'ordine del giorno. Tornando dal Ferraris, girando tra i social network, intervistando i tifosi appena finita la partita ne ho sentite di ogni: colpa di Viviano, colpa dell'arbitro che ha prolungato il recupero, colpa di Montella che non ci ha capito ancora nulla. C'è un pò di tutto, è vero. Ma credo anche che la "pollaggine" (passatemi il neologismo) di questa squadra sia  figlia di macroscopici difetti. Una squadra senza nerbo si perde alle prime difficoltà o si impaurisce come ha fatto nei minuti di recupero. I limiti sono evidenti cominciando dalla difesa che rimanda ai film dell'orrore: Ranocchia ha sulla co...
31 gen
2016

CHIUDA IL MERCATO E POI TUTTI UNITI PER SALVARE LA PELLE

Cari amici di Samplace, confesso che ci ho creduto. Quando Correa ha segnato il gol del 2-2 e dopo aver visto una squadra che, sinceramente, nel secondo tempo, aveva dimostrato di poter fare male al Bologna ho pensato : "Beh, almeno oggi un punto arriva". E invece no, invece è ancora così, sempre così, come nelle annate di maledetta sofferenza. Una sofferenza indotta, ancora una volta, da un primo tempo disastroso, con una squadra fragile,molle e messa male in campo da Montella che, infatti, quando è corso ai ripari nella ripresa, si è anche visto ripagato da una prestazione convincente. Cosa insegna questa partita? Che devi tirare fuori gli attributi, ora più che mai. Che forse hai una squadra che, adesso, è più portata ad essere offensiva più che di attesa. Che una punta, dopo lo scempio della cessione di Eder (perdonatemi ma che la società non pensasse alla sua cessione da tempo è come credere a Ferrero quando disse a fine mercato estivo che era felice e voleva tenere sia...
24 gen
2016

TROPPI LIMITI, IL CORAGGIO NON BASTA

Cari amici di Samplace, la sconfitta della Sampdoria contro il Napoli era prevedibile per il netto divario tecnico tra le due squadre. Anzi, dopo la prima mezz'ora alzi la mano chi non ha temuto una disfatta di proporzioni gigantesche. Poi, però, sono usciti fuori il coraggio e qualche buona qualità di alcuni elementi (mi sono piaciuti Correa e Carbonero) e la Samp è riuscita a restare in partita fino a dieci minuti dalla fine. Anzi, se non fosse stata tradita dall'ingenuità di uno dei suoi giocatori più esperti, Cassani, chissà.... Onore al Napoli (per me se lo giocano loro e la Juventus lo scudetto) ma proprio una partita "impossibile" come questa penso sia la cartina di tornasole più evidente di quanto vale, adesso, la squadra blucerchiata. Dietro siamo alla galleria degli orrori: Regini il meno peggio, gli altri fanno ammutolire. In mezzo Barreto deve evidentemente essere, magari momentaneamente, magari no, accantonato, con Fernando che, per me, è giocatore che ha buoni pie...
17 gen
2016

UNA SCONFITTA-MONITO

Cari amici di Samplace, la sconfitta della Sampdoria a Modena contro il Carpi, da ormai vecchio osservatore di cose blucerchiate, un po' la temevo. Non dico che me l'aspettavo, non faccio da auto-menagramo, ma la vedevo come la classica partita che la Samp patisce, contro un avversario tecnicamente più debole, ma che se la butta sul carattere e sul sacro fuoco può fare male. E così, purtroppo, è stato. Ho visto una Sampdoria che ha gettato via la partita che, se solo avesse avuto più determinazione, avrebbe anche potuto vincere. Occasioni ne ha avute, sfortuna (tanta) anche, ma ha ragione Montella quando parla di atteggiamento sbagliato: vero è che lui, da allenatore, sta provando a far cambiare qualcosa nella testa di questa squadra (che, comunque, è migliorata rispetto a un paio di mesi fa) ma per i miracoli non è ancora attrezzato. Serve una grinta diversa, soprattutto nelle partite contro squadre alla portata in cui fare i punti che servono per chiudere al più presto la...
10 gen
2016

PECCATO SAMP!

Cari amici di Samplace, la sconfitta contro la Juventus era prevedibile, un ko che ci sta, ovviamente, vista la forza dell'avversario, ma che un po' di recriminazioni le lascia. Al di là dell'occasionissima al 94', la Sampdoria è stata per 50 minuti solida, attenta, anche se poco propositiva. Merito di una Juventus operaia, ovviamente, ma dietro c'era anche l'attenzione a non perdere mai le distanze da parte dei blucerchiati. Il secondo gol di Khedira ha come "sbloccato" la Sampdoria e sono arrivate le occasioni. Certo, un segnale inequivocabile è arrivato dalla difesa: così non va, non solo come uomini ma anche come meccanismi. Urgono interventi sul mercato. Cassano è stato ancora una volta protagonista, gol a parte, e come dice Montella se gioca così il posto è suo: la meritocrazia vince sempre con il tecnico blucerchiato. Il girone d'andata si chiude a 23 punti: per com'era messa un mese fa va bene così, gli errori vengono da lontano e si sta cercando di rimediare. Servirà...

Mister, ma perché ?

C’è modo e modo per uscire dalla Coppa Italia. Marco Giampaolo ha scelto il peggiore schierando la Samp 2. Quattro

Cercasi la vera Samp

Partita scialba, punto scialbo. La Sampdoria ha abituato a prove di questo tipo, alternate a partire da far stropicciare gli

Cominciamo bene…

Che dire ? Il nuovo anno sarebbe certamente potuto iniziare con un risultato diverso. Non voglio parlare dell’atbitro e dell’espulsione

Scialbo Natale

Mai avrei pensato di dover definire la Sampdoria “moscia” e invece contro l’Udinese mi è parsa, inspiegabilmente, proprio così. Per