15 mag
2016

RISPETTO

Cari amici di Samplace, se Dio vuole il campionato è finito ma, adesso, inizia la partita più importante, forse una delle più importanti che si siano giocate nella storia della Sampdoria. Il futuro è un'ipotesi, come cantava negli anni ottanta Enrico Ruggeri e lo schifo (si, schifo) a cui abbiamo assistito in queste ultime tre partite è un tremendo campanello d'allarme in vista di quello che potrebbe accadere in un domani che è dietro l'angolo. Questa squadra, quella che ha preso 10 gol ( a 0) in tre partite non ha nessun futuro, neppure se giocasse in terza categoria e va rifondata quasi completamente. Ma con che soldi? Con quale progetto tecnico? Con quale progetto economico? Il Presidente Massimo Ferrero parli apertamente, senza battute, doppi sensi, frizzi e lazzi. Perché anche se è venuto qui per fare business si sarà reso conto (speriamo) che nel calcio esistono altre componenti come i risultati tecnici, la passione, la storia che contano eccome. Dopo una stagione inizia...
8 mag
2016

KO VERGOGNOSO. E ORA LA RESA DEI CONTI

Cari amici di Samplace, è finita come in tanti temevano, anche se la salvezza è uno zuccherino (pensate un po'), in un pomeriggio da incubo. Tutto troppo brutto ma anche tutto, purtroppo, troppo scontato. Perché la Sampdoria è questa, perché è l'immagine di come è stata costruita(male) e speriamo che non lo sia anche di dove va. Della partita c'è poco( o tanto) da dire: Montella non ci ha capito niente, la squadra passeggiava e della grinta che servirebbe in una partita del genere non si è visto praticamente nulla. Nella galleria degli orrori questa gara finisce, per me, alla stregua del ko contro la Vojvodina: e sembra proprio che le leghi un filo rosso, li eravamo ad inizio stagione, ora siamo alla fine. A questo punto, dopo una pagina vergognosa (e bisogna rendere  merito a Gasperini per come ha fatto giocare il suo Genoa in questo finale di stagione) è il momento della resa dei conti. I tifosi lo hanno promesso alla società ( e hanno promesso, mantenendo l'impegno, che...
1 mag
2016

SENZA FINE

Cari amici di Samplace, la sofferenza in questa stagione, sembra essere l'inevitabile compagna dei tifosi sampdoriani( e di qui il titolo "senza fine"). La sconfitta di Palermo, figlia di un atteggiamento abulico e di colossali errori individuali, come quello di Ranocchia, ci consegna di nuovo una squadra impaurita o troppo rilassata (vedete voi) che ora ha di fronte due partite come derby e Juventus da affrontare in una condizione psicologica complicata, anche se i numeri (che bisogna guardarli con obiettività) dicono che, con due partite da giocare, la Sampdoria ha ancora 5 punti di vantaggio sulla zona calda. Ma se la squadra che scenderà in campo nella stracittadina domenica pomeriggio sarà, come atteggiamento, quella vista al Barbera sarà meglio passare il tempo ad osservare cosa succederà tra Carpi e Lazio e tra Fiorentina e Palermo. Perché solo da li  potrebbe arrivare la notizia liberatoria. La scelta di Montella di non far riposare nessuno dei diffidati (legittima e per...
24 apr
2016

93′ DI SAMPDORIA-LAZIO: UN ANNO DA INCUBO VISSUTO IN UN MINUTO

Cari amici di Samplace, credo che il titolo rappresenti la sensazione provata in quel momento della partita da tanti che hanno assistito a Sampdoria-Lazio. Con i 3 punti conquistati i blucerchiati hanno praticamente agguantato la salvezza( e facciamolo subito 'sto benedetto punto), al termine di una partita soffertissima, piena di errori e anche di cose belle, dove un mostro in porta (Viviano) ha ipnotizzato Candreva, dove la grinta dell'insospettabile (Diakitè) ha regalato cuore e gol a una squadra con il fiato corto e il cuore a mille dalla paura. Ci voleva anche un pizzico di fortuna, forse c'è stata o forse no ma non importa. La Sampdoria è a 40 punti, ne manca uno per la matematica salvezza ma ormai siamo sullo striscione del traguardo. Ma quando Biglia si è presentato sul pallone per battere quel calcio di punizione dal limite al 93', nella mia postazione in tribuna stampa, ho rivisto un anno, tutto insieme: la Vojvodina, i 5 gol nel primo tempo al Carpi, Soriano venduto anzi...
20 apr
2016

LE MANI DI VIVIANO SULLA SALVEZZA

Cari amici di Samplace, il punto di Reggio Emilia pesa come un macigno. Alla fine non mi importa come sia arrivato, stare a fare filosofia quando ti manca il respiro è un esercizio che non mi interessa. L'affondamento del Frosinone da parte del Chievo, il pareggio del Palermo (e vedremo il Carpi), porta la Sampdoria a +7 sulla zona calda con 4 partite ancora da giocare. Chiudiamo al più presto questa maledetta stagione e ripartiamo sperando che ci siano le energie sufficienti per costruire qualcosa di meglio di quello che abbiamo visto quest'anno. Nei mesi anche sul blog si sono scatenate feroci discussioni anche sulle qualità di Emiliano Viviano: guascone, un po' sopra le righe forse ma sicuramente un buon portiere. Che è diventato buonissimo, anzi, fondamentale con le sue parate nel momento topico della stagione. Se la Samp ha subito solo 4 reti in 8 partite non è solo merito dell'atteggiamento "da squadra" costruito ma anche di chi ha messo una toppa agli inevitabili buchi. E l...
17 apr
2016

SOFFERENZA SENZA FINE

Cari amici di Samplace, la sconfitta contro il Milan fa male, malissimo, soprattutto alla classifica. La Sampdoria non meritava di perdere, ha dimostrato, comunque, che Montella ha trovato la quadratura di una squadra che resta costruita male (mi ripeterò fino alla nausea, ma penso sia così) e il ko nella sfida ai rossoneri lascia tanto amaro in bocca. Blucerchiati che ci hanno messo anche il cuore, un po' di quel carattere che tante volte è mancato (anche se lo schiaffo del gol è stato uno scoglio troppo alto da superare). De Silvestri monumentale, difesa che, comunque, non se l'è cavata male, Soriano un po' sottotono, bene in mezzo Krsticic e poi la vera ombra sulla serata, ovvero il gol di Dodò. Chi ha assistito in tv al replay del labiale di Quagliarella, a inizio ripresa, con Balotelli, non può non aver colto il suo "io non l'ho toccata". Fabio è ragazzo onesto, ne parlava con un avversario non essendo nemmeno certo di essere ripreso dunque, io mi fido di lui. Questione di...
10 apr
2016

QUASI IN PORTO

Cari amici di Samplace, la vittoria della Sampdoria contro l'Udinese è, inevitabilmente, fondamentale. Essere a +8 dalle terz'ultime a sei giornate dalla fine è importantissimo, ma soprattutto è importante notare come la squadra abbia reagito allo scivolone interno contro il Chievo giocando una partita gagliarda a Firenze e vincendo una partita che...andava vinta. Non è successo spesso in questa stagione, peccato che accada sul finale, ma è un segnale incoraggiante per il futuro, per il lavoro che Montella dovrà compiere. Sul podio metto Quagliarella, che anche quando non segna è il vero trascinatore (avercene di 33enni finiti come lui), De Silvestri sempre importante per il suo apporto dinamico e anche qualitativo e lo stesso Dodò. Bene anche Soriano, non male il rientro di Barreto, non è mi dispiaciuto anche come sicurezza Diakitè mentre Muriel credo benedica la deviazione di Armero perché sennò, della sua partita resterebbe negli occhi l'erroraccio, pesantissimo, del pri...
3 apr
2016

PUNTO D’ORO

Cari amici di Samplace, il punto preso dalla Sampdoria a Firenze è d'oro. Perché non mi interessa cosa hanno fatto Atalanta, Udinese, anche il Genoa. Il Carpi, il Frosinone, il Palermo hanno perso e questo conta nella lotta "mors tua vita mea". Stop. Certo, poteva finire in tutti i modi: con la sconfitta blucerchiata ma anche con una vittoria che sarebbe stata...di platino. Accontentiamoci, però pensare a quella manina galeotta di Tatarasanu sulla botta di Quagliarella all'88mo fa rabbia. La Sampdoria del Franchi, un po' stravolta da Montella, non è stata certo una squadra gagliardissima (la Sampdoria non lo è mai stata, devo dire soprattutto con l'aeroplanino in panchina) ma, insomma, quando porti a casa un punto da Firenze giocando l'ultimo spezzone di partita in 10 (ahia, Correa, cresci in fretta, con le doti che hai) beh, qualche motivo per essere soddisfatto è giusto averlo. Benissimo, nuovamente, Viviano, bene Ranocchia, gran gol Alvarez mentre Quagliarella è stato solo ...
20 mar
2016

PUNTO E A CAPO

Cari amici di Samplace, la Sampdoria deve ricominciare tutto ( o quasi) daccapo. La sconfitta interna contro il Chievo, squadra tignosissima, ostica, rompiscatole (se poi le permetti tutto, come ha fatto il modestissimo arbitro Pairetto, addio!) fa ripiombare i blucerchiati nell'incubo anche perché le vittorie di Carpi e Atalanta e i pareggi di Udinese, Palermo e Frosinone fanno si che, dietro, tutte abbiano mosso la classifica tranne, proprio la Sampdoria. Quello che mi ha preoccupato di più, però, è stato l'atteggiamento della squadra: ha ragione Montella che lo stigmatizza ( ovviamente, però, le sue responsabilità in questo senso ci sono perché li allena lui e, dunque, in settimana è lui quello che deve "stimolare" il gruppo a dovere). Nel primo tempo, soprattutto, la Samp ha preso la partita quasi come se fosse una di quelle gare di fine stagione, con la classifica già definita. E no, cari ragazzi! La Sampdoria non era e non è ora (figuriamoci! ) salva perché è una squa...
13 mar
2016

UN PUNTO CHE…DIVIDE

Cari amici di Samplace, il titolo mi sembra che rispecchi le sensazioni che ho raccolto, in queste ore, dai tifosi blucerchiati sentiti " a voce" e letti sui social network. Lo dico subito: il punto di Empoli me lo prendo per tante ragioni. Perché dà continuità, fiducia, perché, prima del gol di Quagliarella, la Sampdoria poteva trovarsi tranquillamente sotto e li sarebbe stata dura mettersi ai remi e risalire la corrente. Poi, che nel secondo tempo la squadra di Montella sia stata poco cinica quando avrebbe potuto chiudere la partita, che Lazaros sia stato sciagurato con quel fallo da cui è nata la rete di Laurini, che Cassani e Viviano non siano esenti da colpe sul gol non ci piove. Ma alzi la mano chi avrebbe detto, fino alle 17.59 di sabato: pareggio? No grazie. Bisogna essere realisti, soprattutto in una situazione che resta difficile, in termini di classifica, come quella della Sampdoria. E' chiaro che negli ultimi 8 minuti abbiamo tutti visto i fantasmi, mi sembra chiaro c...

Mister, ma perché ?

C’è modo e modo per uscire dalla Coppa Italia. Marco Giampaolo ha scelto il peggiore schierando la Samp 2. Quattro

Cercasi la vera Samp

Partita scialba, punto scialbo. La Sampdoria ha abituato a prove di questo tipo, alternate a partire da far stropicciare gli

Cominciamo bene…

Che dire ? Il nuovo anno sarebbe certamente potuto iniziare con un risultato diverso. Non voglio parlare dell’atbitro e dell’espulsione

Scialbo Natale

Mai avrei pensato di dover definire la Sampdoria “moscia” e invece contro l’Udinese mi è parsa, inspiegabilmente, proprio così. Per