L’AZZARDO RIUSCITO

25 Gen 2021 by Maurizio.Michieli, 169 Commenti »

Sei punti nelle ultime due partite ed uno scatto in avanti che ha portato la Sampdoria a + 12 dalla zona calda – con dieci squadre alle spalle – e saldamente nella parte sinistra della classifica. Un risultato importante, che premia il lavoro di Ranieri, dei suoi giocatori e della società, che la scorsa estate aveva lavorato bene sul mercato mettendo a disposizione dell’allenatore rinforzi da spessore. Non è un caso che, avuti finalmente tutti in organico ed in buono stato di forma, si è materializzata la svolta. A Parma il tecnico ha rischiato volutamente molto, schierando una formazione ultra offensiva. L’azzardo è riuscito, malgrado qualche brivido di troppo all’inizio della gara, quando il solito, eccellente Audero ha sbarrato la porta della Samp. E dove non è arrivato il portiere, ha pensato Colley salvando sulla linea un pallone destinato in fondo al sacco. La rete di Yoshida – innescata da un errore grossolano dei ducali in difesa – ha spianato la strada al successo dei blucerchiati. Il bellissimo raddoppio di Keita, armato da un Ramirez energico e sontuoso, ha sigillato il primo tempo sullo 0-2. La Samp ha ottenuto il massimo con il minimo sforzo. Nella ripresa è bastato controllare la partita, rischiando poco e dominando in lungo e in largo. Ranieri ha ripristinato il 4-4-2 e non è stato difficile condurre in porto la sfida. Il punteggio non è più cambiato e la squadra di Ranieri ha messo in cascina tre punti salvifici. Sabato c’è la Juventus, un jolly da amministrare senza ansia.

169 Commenti

  1. Ivano Magna Romagna ha detto:

    Ciao Maurizio ed un saluto a tutti i frateli di tifo.Ti diro’ che negli scorsi anni non ho mai apprezzato troppo Audero ma,devo ricredermi,quest’anno e’ davvero migliorato,lo vedo molto reattivo tra i pali ed ha iniziato anche a uscire meglio…tanti complimenti a Lui e spero che continui cosi’.Balde e’ una garanzia e fa sempre il suo ma dovrebbe imparare a litiigare meno e prendere meno cartelini ed espulsioni.Torregrossa e’ un acquisto che mi piace e penso che sara’ utile alla causa,ilnostro capitano e’ generoso ma quasi non pervenuto..ho l’impressione che lui ormai dovrebbe essere inserito l’ultima mezzoretta perche’ mi sembra che vada in apnea giocando dall’inizio.Una ultima considerazione che vuole essere costruttiva…Audero ha fatto tre splendide parate,il parma ha prso un palo e una traversa,Colley ha salvato un tiro sulla riga…se alla Juve lasceremo tutte queste occasioni verremmo sicuramente puniti,una sconfitta con la Juve e’ nell’ordine della cose ma,se una volta tanto,potessimo dare un dispiacere alla vecchia signora..non mi dispiacerebbe affatto!

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non dispiacerebbe a nessuno, altro che! Ma non stracciamoci le vesti in caso di sconfitta o di risultati meno brillanti nelle prossime partite impegnative. Il nostro campionato è questo. Dobbiamo arrivare a 40 il prima possibile e poi, rispetto all’anno scorso, cercare di non tirare i remi in barca.

  2. Franco T. ha detto:

    Grazie Maurizio, hai detto l’essenziale. Da qui in avanti dovremmo vedere delle partite certamente non noiose. Con gli attaccanti a disposizione ovviamente. Sarà una mia “fissazione”, ma manca in rosa un centrocampista da contrasto, come copertura di difesa. Ma in Società la pensano diversamente. Bravo Audero, ormai da inizio torneo, la personalità non manca, ed è questo che fa grande un portiere. Cordiali Saluti

    • robmerl ha detto:

      non è una tua fissazione, lo penso anch’io da tempo; quando c’è da coprire la difesa (cioè quasi sempre) ci vorrebbero due thorsby; invece ne abbiamo uno solo

  3. aston ha detto:

    Molto dipende e dipenderà da Adrien Silva. Dietro ancora un pò troppo svagati….

    a.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      E lo saremo sempre, non ancora. Pregi e difetti, siamo al giro di boa, i valori sono questi.

      • NYC ha detto:

        esatto sono questi decimo posto non 15 o 17 ….
        ch difendano la parte sinistra della classifica perche i valori sono giusti poi se sei Gasperini arrivi sesto ma questo e’ un altro discorso.

  4. Daniele da Rapallo ha detto:

    Ottima analisi che fotografa perfettamente ciò che è stato e ciò che è.
    A volte mi chiedo cosa potrebbe fare la squadra ( a parte i misteriosi ingredienti che portano le squadre alla continuità di risultati ) se avesse qualche alternativa in più sui terzini.
    Al netto del recupero di Ferrari, forte ma sempre soggetto ad infortuni; un ricambio sarebbe necessario per Augello ed anche Berezinski…magari giocatori di prospettiva.in pieno stile Pecini.
    E’ chiaro che stanno cercando di anticipare riscatti per poter spendere qualcosa.
    Sono onesto : io credevo che l’avremmo persa per i soliti discorsi storici di discontinuità della Samp…invece avere la rosa più completa ed in forma ha portato alla classica vittoria cinica da squadra più tecnica assistita anche da quel “San Culino” che aiuta gli audaci.
    Sottolineo la prestazione di Silva…..che Dio lo conservi.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Se avessimo qualche alternativa in più sui terzini, non saremmo la Sampdoria attuale e lotteremmo per l’Europa League. Ad inizio stagione dissi e scrissi che eravamo ampiamente attrezzati per una salvezza tranquilla. Stiamo rispettando appieno questa aspettativa, andare a cercare il pelo nell’uovo all’inizio del girone di ritorno è un esercizio accademico poco pratico, caro Daniele. Adesso ci aspetta un calendario impegnativo, magari faremo pochi o meno punti, ma il giudizio complessivo non può, a mio parere, variare da una settimana all’altra. Ciao, abbraccione.

      • Kreek ha detto:

        @Maurizio.Michieli

        Concordo sul concetto.

        E aggiungo: a questa squadra serviva un attaccante di peso che non pretendesse la titolarità ed è arrivato Torregrossa, colmando una lacuna dell’ultimo mercato.

        L’altra lacuna è una riserva del terzino sinistro che all’occorenza possa anche giocare a destra (dove peraltro all’occorrenza può agire Ferrari).

        Io credo che colmeranno questa lacuna, assodato che nè Rocha nè Regini, per ragioni diverse, sono considerate alternative reali ai titolari.

  5. jan ha detto:

    Risultto importante, queste sono le partite da vincere per arrivare ad una salvezza tranquilla. Sono decisamente soddisfatto, al di la di pregi e difetti dell asquadra, del nostro piazzamento a questo punto della stagione. Ma la strada da fare è ancora lunga, per cui non bisogna esaltarsi, bisogna rimanere concentrati ed andare avanti fino alla fine.

    FORZA SAMP !!!

    FERRERO VATTENE !!!

  6. solosamp1946 ha detto:

    finalmente una gara giocata senza fare calcoli , senza chiudersi. E’ girata bene negli episodi iniziali (il palo con miracolo di audero e il goal nostro su un loro errore ) ma fa parte del gioco . Silva penso sia giocatore fondamentale per la Sampdoria. Secondo te gestito bene , si poteva chiudere in un paio di circostanze ma va bene così. Ora testa alla Juve , non abbiamo bisogno di guardare la classifica quindi mi aspetto una gara “spensierata” , possiamo osare e secondo me quest’anno la Juve messa sotto pressione non è irresistibile come nelle passate stagioni.

    Ultima considerazione…ho letto l articolo su bonazzoli. Credo che non possa passare al Crotone. Quest’anno ha già vestito prima la maglia della sampdoria e poi quella del torino , non credo possa scendere in campo con una terza maglia. E’ cambiato il regolamento ?

    • Fra Zena ha detto:

      il regolamento è stato modificato, credo temporaneamente. E’ quindi possibile che Bonazzoli possa passare al Crotone, così come DePaoli al Benevento

  7. Vincenzo ha detto:

    BATTERE i gobbi così addio scudetto!….Con noi lo hanno festeggiato troppe volte!. Non abbiamo niente da perdere quindi: DISTRUGGETELI!

    Forza Sampdoria

    Forza PORTO!

  8. MatteoB ha detto:

    Ciao Maurizio,
    felice per il risultato e per aver visto finalmente un modulo piu’ ‘orientato’ a cercare di vincere certe partite.

    Ombra sul fatto che, tornati al 442 o 4411, abbiamo visto la solita Samp bruttina e ferma, forse il tutto è stato figlio del risultato ampiamente acquisito e di un Parma in affanno che non dava certo l’impressione di poter ribaltare il risultato, ma tant’è….
    Ombra sulla difesa.A sinistra Augello, sufficiente in fase offensiva, è largamente insufficiente in fase difensiva. Certo che fare avanti e indietro non lo aiuta a mantenere la lucidità, ma al momento non si riesce a vedere piu’ il giocatore dell’anno scorso e di inizio stagione.
    I due centrali sono un po’ così, alternano buone giocate a svarioni da paura.
    Bere è sempre lì….. ti da l’impressione che stia per fare il salto di qualità, ma alla fine non lo fa mai.
    Luce sul centrocampo, quella di Adrian Silva, giocatore dalle geometrie di altri tempi e … lunga vita al Norvegese, attacca difende, fa tutto…certo la tecnica è quella che è, ma senza di lui siamo fritti. Ni per Candreva va a fasi alterne, il ruolo e l’età non lo aiutano.
    Luce e ombra per l’attacco: Quaglia è un po’ giu’ (di morale, di forma, entrambi?). Ramirez per me deve giocare sempre, so che è discontinuo, ma se non lo fosse, giocherebbe in ben altri club…. Keità è un top player, c’è poco da dire, basta vedere il secondo gol.
    Saluti e buona settimana a tutti.

  9. Cicciosestri ha detto:

    Finito il girone di andata si possono trarre le prime conclusioni. Come da me già previsto una decina di partite fa la Samp, con il rientro di alcuni infortunati, e l’entrata in forma dei nuovi acquisti, e nonostante l’assenza di 3 potenziali titolari, è una squadra che non ha nulla a che vedere con la retrocessione e bene ha fatto la nostra dirigenza a dire che puntiamo all’ottavo posto che è ampiamente alla nostra portata.
    Io non sono dell’avviso di tenere i piedi per terra, i giocatori devono essere ambiziosi e cattivi per raggiungere un obbiettivo che ci consentirebbe di non ripetere i finali di campionato in infradito che abbiamo sempre fatto. E noi tifosi dobbiamo sognare il miglior piazzamento degli ultimi anni.
    Questa settimana ci saranno un po’ di “cessioni” ed arriveranno un paio di puntelli dove mancano e la società avrà fatto ampiamente il suo dovere, nonostante gli innumerevoli detrattori, e poi toccherà a giocatori e mister rendere tutto più interessante. Proviamo a divertirci per le prossime 3 o 4 partite e poi faremo un altro punto della situazione. Sono convinto che al ritorno c’è la possibilità di fare più punti che all’andata e quindi il mio pronostico, che da inizio anno faccio, di 50 punti finali, è da rivedere al rialzo.
    P.S.: A chi pronosticava la fine del gioco delle plusvalenze già da quest’anno vorrei far notare che io ne conto di nuovo almeno 6 … non sono un contabile ma per la società con il presidente più miscio della serie A, questo è di vitale importanza.

    • El Cabezon ha detto:

      Mah…
      Che i nostri si spremeranno per centrare un sostanzialmente inutile ottavo posto la vedo durissima, anzi vedendo il trend degli ultimi anni credo che nel girone di ritorno ben difficilmente faremo più di 26 punti, ma sarò ben lieto di sbagliarmi…

  10. frankye ha detto:

    Ora viene la partita più difficile superare l ultima settimana di mercato senza che “qualchuno” ci smonti il giocattolo ABBIAMO GIA” DATO

  11. steva ha detto:

    Non è stata una vittoria di cui andare fieri. Di “se” e di “ma” il calcio è pieno ma la realta’ è che il primo tempo lo abbiamo fatto proprio male. Diciamo che Ranieri se l’e’ rischiata e gli è andata bene. Candreva in quella posizione lascia troppo spazio e infatti i pericoli sono venuti tutti da li dove Pezzella e Gervinho imperversavano e lo tagliavano sempre fuori. Subito ho pensato che si mettesse a tre dietro come aveva finito con l’Udinese. In quel modo forse avrebbe avuto piu’ senso.
    Silva e Audero migliori in capo. Janko non deve mai stare fuori

  12. belmondo' ha detto:

    vittoria strameritata con un audero superlativo (in questo momento dopo donnarumma il miglior portiere italiano per distacco). bene tutti ma mi permetto ancora una volta di tessere le lodi di mr Ranieri. in una societa’ con un presidente giullare che passa piu’ tempo in tribunale che in tribuna, un organigramma mai ben definito con statuine di pezza messe qua e la e una rosa costruita con i procuratori invece che con i tecnici, si trova ad essere presidente, direttore tecnico, allenatore e “padre”. trovatemi un altro allenatore che sarebbe in grado di fare questo.
    la sampdoria gioca male? si, la sampdoria non ha un bel gioco, non e’ spettacolare e non diverte. Ranieri ne e’ conscio? penso proprio di si ma giustamente sa quali sono gli obiettivi societari e sa che questo e’ l’unico modo di raggiungerli.
    con buona pace delle vedove inconsolabili e di chi considera vergognose partite perse di misura per giunta con rigore inesistente.
    grazie Mr Ranieri e grazie San Audero.

    p.s. Maurizio complimenti per il tuo ricordo di Duccio, bello e commovente

  13. Luca B ha detto:

    Sarò ripetitivo ma ottimi 3 punti e ora -14
    Partita giocata bene per lo standard della Sampdoria.
    Mi è piaciuto l’atteggiamento, la fomazione schierata e i cambi.
    Ranieri, che se ne dica è sempre il nostro valore aggiuto.

    Sugli scudi un sempre più forte Audero (l’ho sempre difeso) che ha fatto una paratona deviando il tiro sul palo, altri interventi notevoli e di istinto ed un’uscita al limite dell’area di piede da grande.
    Silva, ottimo a centrocampo, si vede che è buono
    Thorsby che nonostante non abbia brillato ieri è sempre fondamentale. Chi lo avrebbe mai detto a inizio stagione.
    Avanti così Mainè

    • Fra Zena ha detto:

      ho rivisto gli highlights e ho notato l’esultanza di Audero dopo la parata su Gervinho: tira un urlo come se avesse segnato un gol
      Anche questi sono segnali. L’anno scorso la sua voce non si sentiva neanche senza pubblico. Quest’anno è carichissimo

      • Ste75 ha detto:

        D’accordo… X me, sarà un caso, ma da quando nn c’è pubblico è più sereno.. Probabilmente partiva i mugugni e i fischi… Mia opinione che sia chiaro

  14. Martino Imperia ha detto:

    Obiettivo CONFERENCE LEAGUE sempre più alla portata. Non siamo peggio di Verona e Sassuolo. Dobbiamo crederci. E avere coraggio. 2 punte sempre.

  15. Mino53 ha detto:

    Appena siamo stati tutti sani (a parte Gabbiadini e Ferrari Tonelli) Ranieri ha potuto fare ciò che non era possibile fare prima e cioè giocare con un modulo più consono alla potenzialità della rosa . La rotazione ora è veramente efficace e la lucidità ne guadagna. Questa è la normalità della squadra . Adrien Silva Candreva e Keita Balde danno la cifra esatta del mercato fatto. Ora recuperando Tonelli e Ferrari potrebbe verificarsi una cessione importante dietro almeno è possibile questo per l’unico giocatore veramente in mercato. So che è possibilissimo e sarebbe il minore dei mali per poter permettere alla samp di finire onorevolmente il campionato e restare per i prossimi altrettanto competitiva con la stessa filosofia. Se invece restassimo come siamo Alleluia

    • Davide 797 ha detto:

      Vittoria importante, meritata e un pizzico fortunata, risultato che da grande tranquillità in vista del girone di ritorno, siamo perfettamente in linea con le aspettative di inizio campionato, avanti così samp!

  16. Fra Zena ha detto:

    qualche pensiero velocissimo:
    – girare a 26 punti è veramente un grande traguardo, per come era partita la stagione (ricordo lo psicodramma dopo la sconfitta col Benevento). Bravo Ranieri e brava, va detto, anche la società nel supportarlo sul caso Candreva: sarà un caso, da lì in poi abbiamo svoltato con 15 punti in 8 partite. Sono anche rientrati a regime Keita e Silva, nel frattempo, e la differenza si vede. Ora sta a Ranieri tenga alta la guardia.
    – speriamo di non vendere nessuno e di acquistare almeno un rincalzo per la difesa, spesso ai minimi termini tra infortuni e squalifiche varie. Non so se sarò esaudito. La cosa più importante è non fare cessioni sanguinose a dirette concorrenti (es Ekdal al Parma, MAI nella vita)
    – in una prima parte di stagione soddisfacente nel complesso, due partite non mi sono andate giù: la sconfitta di Spezia e il derby di Coppa Italia buttato via. I bibini non sono peggio di noi come rosa, anzi, ma con Maran erano un’armata brancaleone. Dovevamo vincere, avremmo incotrato le riserve della Juve e poi la Spal. Peccato davvero
    – Di Francesco si sta rivelando per quel che è: un allenatore mediocrissimo e arrogante. Ha fatto molti danni in poco tempo alla Sampdoria, con alcune scusanti ovviamente, ma si è comportato malissimo secondo me. Sono contento di vederlo annaspare

  17. Alberto ha detto:

    Grande Samp.
    Ma secondo lei, Maurizio, inchiodarsi pragmaticamente su sto chiodo fisso dei 40 punti non sminuisce le potenzialità? Certe motivazioni, energie, entusiasmi si materializzano se, realisti più del re, senza infantili entusiasmi, non ti fossilizzi su: prima arriviamo a 40 e poi vedremo.
    Capisco, è giusto: intanto arriviamoci, dà più serenità giocare senza assilli, ma se dobbiamo tirare fuori il 130% sempre, per fare risultati e avere continuità, con il minimo sindacale dei 40, arriviamo tredicesimi.
    Questione di mentalità, non presuntuosa, diciamo ambiziosa/costruttiva, con intelligenza, motivazionale.

    Grazie del blog!

  18. pier ha detto:

    Devo ammettere che cominciando a conoscere Ranieri per una Samp con un obbiettivo limitato ad un decimo posto non è male. Ha sbagliato e l’ho criticato in passato ma ha saputo rimediare.
    Continuo a pensare ( ma lo pensa anche Ranieri) che la Samp abbia tantissima qualità specialmente in mezzo e davanti e debba essere sfruttata.
    Per questo dico che dovremmo giocare sempre offensivi con un 3-5-2 o 3-4-1-2 infatti così abbiamo battuta Udinese e Parma.
    Il 4-4-2 a questa Samp serve solo contro juve e inter .
    Ora sotto con la juve partita durissima ..ma noi ci siamo..eccome!

  19. Dino Ravera ha detto:

    Massimo risultato con il minimo sforzo, hai detto bene Maurizio,ed è proprio quello il pregio e nello stesso tempo il difetto di questa squadra che da quasi sempre l’impressione di fare il compitino.
    Allora il mister schiera una squadra più offensiva ma l’atteggiamento iniziale non cambia, passaggetti,pressing amichevole,errori che non paghiamo perché quest’anno Audero e tornato ad essere un grande portiere.ed in questo momento (vedi anche prmo tempo con Udinese) ci sta girando bene.Poi gli errori avversari e la nostra qualità in avanti fanno la differenza e portiamo a casa tre punti importanti. Ora parlando con amici e cercando di capire perché le ns.parite iniziano quasi ..sempre cosi.,la spiegazione che ci pare più logica ,è che il mister abbia capito che almeno mezza squadra, vuoi per Età per acciacchi o per lunga inattività, non possa reggere alti ritmi per tutta la partita ed il moto cianin cianin che Yoshida ha subito imparato, sarà il ns.ritmo anche in futuro…speriamo anche i risultati.

  20. Claudio ha detto:

    Concordo sulla tua analisi Maurizio.
    Quando ho letto la formazione mi si prospettava un’altra Spezia e l’inizio balbettante della partita sembrava confermare nefaste previsioni…..ma a quanto pare Ranieri un po’ di esperienza ce l’ha ed ha avuto ragione lui.
    Un plauso ad Audero e anche ad Adrien Silva, sarà lento, ma se sta bene fisicamente è di un’altra categoria.
    Siamo a 2/3 dell’opera, con 26 punti ne mancano 13 all’obiettivo, tutto il resto è aggratissss

  21. Livio ha detto:

    La buona sorte ci ha assistito in dosi massicce…..e nel calcio ciò è fondamentale.
    Lo dimostra il campionato del Parma cui non ne va una dritta….
    Mi faceva poi piacere far pervenire un lungo applauso ideale ad Audero, al quale in passato ho riservato molte critiche ( meritate..) per le prestazioni incerte e le lacune evidenti. Se continuerà così sino al termine del campionato credo che l’anno venturo lo vedremo con maglia di una squadra tra le top!!. Auguri per la carriera!!!

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Le critiche erano meritate, la virulenza delle stesse a mio parere no. Passava il messaggio che la Sampdoria era uno squadrone penalizzato dal portiere. Mi ricordo il refrain su Giampaolo: colpa sua se non siamo andati in Europa. Mah, resto sempre perplesso di fronte a queste prese di posizione che non tengono conto dei valori reali, ma come sempre accetto e rispetto. Un caro saluto.

      • El Cabezon ha detto:

        Il linciaggio mediatico subìto da Audero a mia memoria non ha mai avuto precedenti, incredibile sentire e leggere che qualsiasi gol preso fosse colpa sua, anche quelli siglati da un metro o su calcio di rigore!
        Il tutto perchè è diventato suo malgrado l’acquisto più oneroso della nostra storia dopo Zapata, come se la valutazione da 20 milioni se la fosse fatta lui da solo…

  22. Souness ha detto:

    Mi dispiace insistere ma anche ieri sera l’unica nota negativa oltre alla solita difesa è stato Quagliarella. Prima si diceva che era poco fornito, poi che giocava da solo ieri sera gli hanno messo di fianco un attaccante e dietro un rifinitore ed il risultato è stato il solito anche contro una difesa che ha preso 36 goal in 19 partite.
    Il mio timore è che la scelta non dipenda da Ranieri come a dire che quasi gli è imposta perché altrimenti non ci sarebbe spiegazione a fare harakiri dall’inizio della stagione.
    Sono contento poi che i fatti stiano smentendo tutti quelli che a Primocanale sostenevano che la squadra rispetto all’anno passato era stata indebolita. Credo che la Samp abbia azzeccato tutti gli acquisti ed ora abbia soprattutto davanti fin troppe alternative.
    Certamente se potessero intervenire in difesa dove abbiamo, li si, giocatori mediocri ci permetterebbe di fare anche qualche pareggio e portare a casa più punti.
    Anche io non sono un estimatore di Audero ma gli devo fare i complimenti per la continuità di rendimento molto positivo che sta avendo quest’anno.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Meno male che ci sono gli scritti e le registrazioni, che ti inchiodano alla tua malafede. Tutti, proprio tutti, a Primocanale hanno sempre sostenuto che quest’anno la rosa della Sampdoria era stata rinforzata e la squadra si sarebbe salvata senza affanni. A volte basta la lingua in bocca per parlare e scrivere, col rischio di fare pessime figure. Contento tu.

      • Souness ha detto:

        Anche se non era rivolta a te ti ricordo cosa hai scritto dopo le prime due giornate:
        “La Sampdoria, che è scesa in campo con gli stessi uomini dello scorso campionato, senza Linetty e priva di rinforzi, deve già cambiare marcia e mentalità sabato alle 18 con il Benevento, gara che si annuncia fondamentale per evitare, complice un calendario sfortunato, di ritrovarsi dopo poche giornate nella stessa situazione che costò il posto a Di Francesco. La società deve inserire al più presto nuovi innesti – oltre a Keita, serve un forte centrocampista – sebbene Ferrero in settimana risulti probabilmente assorbito più dall’udienza penale per il caso Obiang che dagli interessi della squadra.”
        E ancora ” A pochi giorni dalla chiusura del mercato (5 ottobre) Ranieri, per non fare la fine del suo predecessore, deve chiedere ed ottenere i rinforzi necessari per non infliggere ai sampdoriani un altro anno di passione anche sul campo.”
        Se guardi la formazione con il Benevento ha giocato sia Verre sia Candreva e c’era ancora Bonazzoli. Quindi tolto Adrien Silva e Torregrossa arrivato ora non vedo grandi differenze.
        E non riporto i commenti nei confronti di Ranieri perché tutti possono leggerli.
        La verità è un’altra è che alcuni di voi non cercano altro quando possono di schierarsi contro la società per poi salire sul carro dei vincitori quando le cose vanno meglio.
        Contenti voi ! Sarebbe più onorevole ogni tanto ammettere gli errori e dire mi ero sbagliato, ma forse è chiedere troppo !

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          C’era anche l’incognita Keita e, soprattutto, Ramirez e Colley stavano per essere venduti. Francamente, benché nessuno sia perfetto, men che meno il sottoscritto, non mi sembra di avere scritto grosse belinate. Dopodiché, i sampdoriani come te appartengono, mi pare, ad una categoria: 1) ti definiscono servo di Garrone o di chicchessia, se non critichi quando lo vogliono loro; 2) ti definiscono genoano o interista, quando critichi. Semplicemente, a mio parere, le critiche rappresentano anche uno stimolo, un faro puntato. Spesso non servono a niente, qualche volta sì. Quanto al “carro”, l’ultimo che sparò questa cazzata fu Pasquale Sensibile, desaparecido. Vedi, io non appartengo alla schiera di coloro che, dopo qualche risultato positivo, tornano ad esaltare Ferrero e a sputare su chi ha portato avanti, quando era il momento, una battaglia fondamentale per il futuro e la sopravvivenza della Sampdoria. Se ora non ne parlo e scrivo più, è solo perché non c’è più alcuna battaglia da fare, le cartucce si sono esaurite e bisogna prenderne responsabilmente atto. Io non “contesto” tanto per farlo, l’ho fatto, dati alla mano, quando c’era un’alternativa credibile. A questo punto, avanti con Ferrero. Contento tu, contenti tutti. L’importante è che, se succede, non si venga a piangere qui.

          • Souness ha detto:

            Mi sembra di scrivere in una lingua differente perché io parlo di mele e tu mi rispondi di pere comunque ognuno ha le sue opinioni e ammette gli errori se lo vuole e gli altri vivono lo stesso se questi non lo fanno. L’unica cosa che ti chiedo è di non scrivere che sono in malafede perché io ti ho criticato anche aspramente ma sempre senza mancarti di rispetto.

  23. Giulio ha detto:

    Siamo già alle plusvalenze.A Genova si dice che i soldi fanno soldi e i puffi (debiti) fanno puffi. Così torneremo a vederci portare via i migliori talenti e a sperare che Pecini (insisto) non decida di andare a lavorare per l Inter, la Juve, il Milan (altro che Empoli, con tutto il rispetto) come forse meriterebbe. Ogni anno cava dal cilindro qualche sconosciuto che ci salva dalla bancarotta. Eppure fino a qualche anno fa mi pare si dicesse che la Samp fosse una delle poche squadre con bilanci perfetti. Forse ricordo male.

  24. alex ha detto:

    C’e’ ancora qualcuno che e’ convinto che SILVA e’ bollito, scarso ecc….
    Io non capisco come certe persone vedano il calcio, SILVA si vedeva da subito
    che di un’altra dimensione in una squadra come la nostra e non lo dico adesso
    lo dicevo mesi fa………
    Cmq direi a questo punto che se la salvezza e’ a 40 punti ne mancano 14……
    Vuoi vedere che magari la nostra dimensione di quest’anno con la rosa che abbiamo e’
    leggermente superiore???
    Ciao a tutti e forza SAMP

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Per Silva parlava il suo eccellente curriculum, ma complimenti a te se avevi visto sul campo da mesi il suo valore. Io ammetto che, pur aspettandomelo valido per forza di cose, sino ad un mesetto fa non lo avevo ancora visto esprimersi ai livelli attesi.

  25. beppe ha detto:

    vittoria importante, tutto fieno in cascina. squadre come il parma, genoa e il torino (dopo aver cacciato mr esonero) verranno su ed e’ essenziale accumulare piu’ punti possibili per non farsi risucchiare sotto.

  26. Riccio samp ha detto:

    Per me gran bella vittoria!! Da squadra tosta, cinica… Insomma non vorrei eccedere ma da grande squadra… Silva sontuoso, Audero super e keita tanta roba. E Ranieri bravo a capire che ogni tanto si può anche osare…. Soprattutto se la classifica è bella. Ti faccio una domanda Maurizio, sai qualcosa del rinnovo di Ranieri? Ce il rischio concreto di perderlo a giugno?? Per me sarebbe folle, da tranquillità a tutto l’ambiente, non avrà un gioco spumeggiante ma è un grande allenatore. Saluti.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Ranieri, per restare, dovrebbe abbassare di parecchio il suo attuale stipendio. Lui qui sta bene, ma è chiaro che ha mercato. Vedremo in Primavera, tutto è possibile.

  27. gio48 ha detto:

    Siamo forse diventati cinici ? Per due giornate di fila abbiamo rischiato più volte di subire l‘iniziale intraprendenza dei nosti avversari e poi, alla prima occasione utile se non casuale, colpiamo. Raramente in tanti anni che seguo la Samp mi era capitato di assistere a due vittorie consecutive ottenute così. Ottimo, perchè per molte delle “grandi“ il fatto è diventato spesso consuetudine. Rigorino, rimpallo, pali ed occasioni sbagliate dagli avversari fanno parte del gioco ! Quelli di ieri sono 3 punti che fanno tanta classifica, classifica che , vista l‘estremo equilibrio che regola questo campionato, ci collocano in una posizione invidiabile : distante dalla terzultima e vicino a quell‘ottavo posto che si può considerare il risultato massimo ottenibile. Magari con il Capitano che ritrova la forma perduta, Candreva sui livelli di pochi mesi or sono, Keita al 100%, un macino in grado di supplire a qualche assenza in difesa e con un Torregrossa come buon peso, chissà che qualche bella sorpresa non si riesca a vivere. Forza Samp e complimenti per ieri ad Audero e Silva : veramente bravi !

  28. Sand66 ha detto:

    La partita, specie nel primo tempo, è stata giocata male però gli episodi ci hanno girato bene, ora incassiamo che per pagare c’è sempre tempo.
    Sinceramente trovo il Mister un valore aggiunto ma vedere Keita spalle alla porta mi fa piangere il cuore, sarebbe meglio farlo giocare con a fianco Torregrossa che, lui si, si trova meglio a fare da sponda e magari con Silva alle loro spalle.
    Comunque, disquisizioni a parte, 26 punti nel girone di andata sono oltre le più rosee aspettative, grazie ragazzi, continuiamo così.
    Chiosa finale, ma quanto è diventato forte Audero?
    Forza Doria sempre e comunque.

  29. Alessandro Storace ha detto:

    Devo dire la verità: conoscendo la tendenza di questa squadra a risultati alterni dopo la vittoria in rimonta sull’Udinese sarebbe stato logico aspettarsi ottimisticamente un sofferto pari e invece no ! la squadra è rimasta grintosa e combattiva come sempre dovrebbe essere ed è arrivata la vittoria ..sarà forse l’inizio di un cambiamento ? Speriamolo anche se alle delusioni siamo abituati da molto troppo tempo e un cambiamento con una tranquilla seconda parte del campionato e qualche soddisfazione contro le grandi e anche contro i cugini sarebbe veramente il benvenuto ! a volte i miracoli succedono !!

  30. go69 ha detto:

    Ciao!
    Michele scusa, ma perche azzardo?
    non capisco, giocare con due punte e un trequartista non mi pare un azzardo. Dovrebbe essere la normalita essere propositivi soprattutto se si gioca con la penultima in classifica. Del resto lo abbiamo fatto per anni, dovrebbe essere la normalita iniziare con un modulo piu aggressivo e se mai come ieri ritoccare qualcosa a risultato acquisito. dovrebbe essere la normalita spostare il baricentro 20 mt piu avanti. Non mi pare niente di azzardato. soprattutto, mi ripeto, contro la penultima in classifica.
    avanti cosi!

  31. Daniele da Sestri ha detto:

    Francamente, con la famosa legge delle discontinuità pensava ad una sconfitta, soprattutto dopo l’ottimo inizio del Parma e un modulo un po’ anomalo adottato da Mr. Ranieri, poi… la sfiga del Parma e un po’ di fortuna ci ha portato in 9 minuti sul 2 a 0. Da lì partita in discesa, naturale reazione del Parma nei primi 15 minuti poi grazie al maggior tecnica dei nostri a dei cambi/ricambi azzeccati non si è più sofferto.
    Sugli scudi Audero, Silva e il soldatino Thorsby.
    Colley, Ramirez e Yoshida bravi quel tanto che basta per salvataggio, assist e goal poi hanno fatto il loro.
    Il Parma non è certo la Juventus e poi se vogliamo fare i pignoli:
    Candreva mi è sembrato fuori ruolo, Quaglia praticamente non ha avuto palle decenti e Baldè (a parte il bel gol) non mi ha convinto: troppo lezioso nei dribbling, in certe occasioni lento, come se non avesse ancora l’autonomia per partire dal primo minuto.

    Comunque “piggemmu i 3 punti e annemmu a ca’ ”
    FORZA SAMP

  32. Maurizio.Michieli ha detto:

    Due punte, un trequartista e Candreva terzo di centrocampo. Thorsby unico incontrista. Comunque massimo rispetto per la tua opinione, anche se non sono sicuro che, qualora avessimo preso gol (come poteva capitare, se Colley non avesse salvato sulla linea), avresti scritto le stesse cose. Io, invece, avevo detto che non avrei cambiato idea neanche se avessimo perso a Parma. E comunque mi chiamo Maurizio 🙂 Con simpatia.

  33. Emanuele ha detto:

    Ciao Maurizio….neanche il tempo di godere per la rete di Keita che le telecamere inquadrano il capellone, incappucciato con gli anelli ai mignoli esultante….che anguscia!!! Possibile che debbano sempre mostrarcelo? Ma chi lo vuole vedere??
    FERRERO VATTENE

  34. Alup ha detto:

    Azzardo riuscito merito anche di un super Silva che assieme a Thorby hanno fatto diga a centrocampo , Keita ha fatto un super gol ma tutti meritano un sufficienza ampia, ora possiamo puntare ad un 8 posto visto che Verona e Sassuolo sono alla nostra portata.
    Finalmente un campionato tranquillo e una posizione di classifica migliore.

  35. go69 ha detto:

    ti chiedo scusa per l’errore. se pero vai indietro nella cronologia dei tuoi posto gia in passato mi ero espresso in tal senso. preferisco vedere giocare un calcio propositivo sempre e contro chiunque. e se devo perdere perdo ma almeno senza il rammarico di non avere giocato come quest’anno spesso purtroppo e’ successo.
    Sono comunque d’accordo con te se per azzardo intendessi Candreva mezz’ala…
    grazie per la tua repentina risposta.

  36. Maraschi ha detto:

    Non se a voi ma a me Adrien Silva ha ricordato il Volpi dei tempi migliori.
    Grande Audero!

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Il paragone, vista la partita di Parma, ci sta. Forse Volpi aveva un lancio più lungo, ma si assomigliano abbastanza. Adesso dovrà dare continuità alle prestazioni.

      • NYC ha detto:

        Volpi segnava anche diversi goals, punizioni e tiri da lontano , Silva mi sembra piu tecnico nel senso proprieta’ di palleggio e dribbling speriamo ci faccia vedere anche qualche bella conclusione da fuori area ( mi viene in mente solo quella al derby di CI).

        come giocatore non si discute

    • aston ha detto:

      Maraschi… il paragone non ci sta. Adrien muove la palla più nello stretto e più rapidamente ed è anche più rapido nei movimenti. Volpi aveva maggiore visione periferica e maggior capacità di calcio…

      a.

  37. luigi ha detto:

    C’è una cosa che qualche sampdoriano dovrebbe capire ed è questa: se un giocatore ritenuto eccellente fa alcune prestazioni scarse e in modo continuativo non è perché poi incomincia a giocare bene che non era giustificabile la critica precedente belin con il senno di poi siamo tutti fenomeni. Classifica ottima tutti contenti ma continuiamo a tenere un profilo basso senza voli pindarici perché sono sempre le motivazioni a farla da padrona nel calcio ovviamente associate a un discreto tasso tecnico.

  38. Matteo Genovese ha detto:

    Tre punti pesantissimi per arrivare in porto, ma si continua come sempre a soffrire, anche ieri sera la dea bendata ci ha dato una mano (la fortuna aiuta gli audaci e va bene cosi) un solo incontrista, con un modulo cosi offensivo secondo me e poco, forse va bene contro il parma ma con altri centrocampi ci vuole piu sostanza, , adesso sotto con i “gobbi” senza paura, sperando che succeda un altro miracolo come contro l inter—– FORZA DORIA E FERRERO VATTENE !!!

  39. Tenente Colombo ha detto:

    Ciao Maurizio, la scorsa settimana ho voluto essere ottimista sperando finalmente in un atteggiamento più spregiudicato, specialmente contro avversari alla portata e son stato abbondantemente accontentato… addirittura con l’aggiunta di Ramirez trequartista…devo ammettere che stavolta Ranieri mi ha spiazzato.
    La partita non è stata eccezionale ed abbiamo beneficiato di parecchie componenti a nostro favore quali: pali, traverse, miracoli del portiere, salvataggi sulla linea e regali degli avversari…ma so bene che gli episodi a volte ti sono amici ed altre volte ti mettono alle corde (esempio: siamo la squadra che ha subito più rigori contro…ben 7).
    Però, fortuna a parte, ho visto una squadra tecnicamente superiore all’avversario…infatti, a mio giudizio, i giocatori bravi tecnicamente vanno sempre schierati in campo, non vanno tenuti in naftalina o centellinati…e la differenza si è vista!! Hai capitalizzato al massimo gli episodi a favore e poi hai controllato la partita senza grossi affanni perché in campo c’era gente che sapeva cosa fare con il pallone. In più … il valore e livello dei tuoi cambi rispetto al povero Parma, hanno ulteriormente evidenziano il gap che le due formazioni hanno attualmente in classifica.
    Un giro di boa al quale avrei messo la firma e che francamente non mi aspettavo…ora spero solo di poter vedere delle partite gradevoli affrontate a viso aperto e giocate a calcio e non in trincea.

  40. Massimo Pittaluga ha detto:

    credo che ieri si sia rischiato di andare sotto come con l’udinese ma che la sorte e delle ottime parate di audero e colley ci abbiano tenuto sullo 0-0. poi carambola in area parma e gol di yoshida e li la partita gira. il parma si perde la samp cresce. ramirez e keita confezionano una gran bella azione e sul 0-2 la samp va in controllo. molto felice dei 6 punti contro dirette concorrenti e molto contento di aver visto un silva in continua crescita ed anche keita come bene ramirez oltre a un combattivo come sempre thorsby che fa una montagna di km a tappare buchi. però come sono sempre poco tendente al dramma sono anche realista e questi 6 punti potevano anche essere 2 o 3 se non girava bene come è girata. poi a mio avviso siamo superiori al parma e non poco oggi ed anche un poco meglio come rosa dell’udinese però le due partite hanno girato bene. la certezza è ranieri che non ci farà vedere calcio zemaniano ma è concreto, ha in mano la squadra e cosa non da poco e compensa un po ferrero che sebbene da qualcuno (legittimamente per carità) è anche apprezzato a mio avviso resta una sciagura per la samporia. a mio avviso ieri come a spezia ci bucavano facilmente e per fortuna alcune di queste squadre non hanno gli attaccanti che ha la samp e quindi ci hanno graziato i vari lasagna cornelius and company. il bicchiere è mezzo pieno perchè 26 punti al giro di boa e giocatori come silva e keita in crescendo possono ulteriormente crescere cosi come gabbiadini che se ritorna in tempi accettabili potrà dare un contributo oltre a ferrari da centrale dove magari deve fare meno strappi che da esterno viste le sue fragilità. insomma un campionato tranquillo è già tanta roba. quando arriveremo attorno ai 40 punti inizierò a gustarmi la stagione. per ora girone d’andata nel complesso buono perchè i punti non sono pochi e certi giocatori iniziano ora a rendere. un bel Ferrero Vattene io lo scrivo lo stesso perchè prescinde dai risultati sul campo che comunque già sono tanta roba visto la paura che a me fa il ns attuale presidente.

  41. Pier56 ha detto:

    Condivido il commento di Michieli, ma vorrei aggiungere alcune cose. A mio giudizio nel 1t siamo stati anche molto fortunati all’inizio con due legni colpiti dal Parma e una ribattuta sulla linea di Colley. Poi siamo stati bravissimi a sfruttare le poche opportunità trasformandole in gol: pratici ed essenziali. La squadra ha reagito bene, senza disunirsi e dimostrando, finalmente, attenzione in difesa: bravissimi Bereszinsky e Yoshida, ottimo Audero fra i pali e nelle uscite a terra. Purtroppo sulle palle alte nell’area piccola non c’è mai. Speriamo che impari e non dimostri più coraggio a uscire. A centrocampo mostruoso Silva. Da quanti anni non avevamo un centrocampista così bravo a difendere e così preciso nell’impostazione? Ramirez come sempre decisivo, peccato perderlo a giugno. Molto bene anche Keita, non solo per il gol. Direi che 26 punti sono un buon bottino e rappresentano effettivamente la dimensione della squadra, quella di un onesto, anche se non esaltante centroclassifica. Sabato arriva la Juve…proviamoci!

  42. pier ha detto:

    Ho scritto 3 mesi fa che siamo da Europa League con una difesa scarsa.
    Serviva Asamoah al posto dell’inutile terzino destro e un centrale (speravo al prestito di Rugani che invece è andato in prestito in Francia).
    Detto questo dobbiamo fare di necessità virtù perciò giocare con il 3-5-2 sarebbe meglio.
    Trosby centrale di difesa ( unico che ci dà di testa) con Yoshida e Colley.
    Candreva Ekdal Silva Ramirez(Verre) Jancto
    Keità Damsgard(Quagliarella Torregrossa).

  43. NYC ha detto:

    formazione a trazione anteriore , e andata bene come con l Udinese , secondo me con Torregrossa in coppia con Keita si sarebbe chiusa prima, non ho visto benissimo Quagliarella, ho visto bene Ramirez che se in forma e molto meglio di Verre che a mio modo di vedere e’ piu una mezzala che un tre quartista .

    Per il resto 26 punti e il decimo posto rispecchiano i valori della Sampdoria basti vedere i cambi le ns riserve sarebbero stati titolarissimi nel Parma che vedo veramente male quest’anno

  44. Alberto ha detto:

    Aspetto il rientro di Ferrari come a Napoli quando aspettavano il rientro di Maradona….. Solo per dire, quando le cose si mettono in bene, che l’appetito viene mangiando …. In difesa si trema e balla, vero che servirebbe anche un clone di Thorsby, in aiuto, ma allora chiediamo la luna, e facciamo prima. Poi con questo essere alla guida societaria, mamma mia….. si sa che la squadra è una specie di sfondo, chi servirebbe lo vedono tutti, ma ad “colui” serve altro, non certo rinforzarci per farci rivivere antichi fasti, ma fare i suoi personali comodi. Alla faccia dei più bei colori del mondo. Tristezza, squallore. E ogni tanto sganciarci il contentino….. per non farci incazzare troppo. Si crede furbo.

    Dai comunque tanto si sa, salvo miracoli, giri scambi ecc, in difesa non arriverà nessuno.
    Dico questo, ovviamente, per scaramanzia, x chiamare smentite insperate. Chissà ….

    Ranieri parte dalla difesa, l’anno scorso ha fatto tutto quel discorso sulla casa che si costruisce dal basso, e adesso ci troviamo con 4 attaccanti, + La Gumina Ramirez, Verre, Leris.
    Chissà cosa c’è dietro …. Boh
    E senza terzini e un difensore affidabile e forte… Con Ranieri!

    Il pelo nell’uovo si trova sempre!

    Forza Samp sempre e comunque, si fa solo per divertirsi un po’.
    Grazie di tutto.

  45. Massimo Sestri ha detto:

    Squadra gioca come gioca centrocampo avrebbe detto un grande Vujadin.E così
    è’ stato.Quando il nostro centrocampo ha iniziato a fraseggiare con scioltezza il Parma si è liquefatto.Forza marinai avanti così!

  46. Mauro ha detto:

    Il grande Fulvio Bernardini amava ripetere,forse con un’idea un po’ arcaica del calcio ma neanche troppo in fondo,…”Datemi un centravanti che segni e un portiere che pari.In mezzo metteteci un po’ chi vi pare….”

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Mi pare non fosse Bernardini ma Annibale Frossi, potrei sbagliarmi.

      • Mauro ha detto:

        In un’articolo di 4 anni su Piero Battara,riportano questa citazione di,secondo l’articolo,Fulvio Bernardini ma c’è anche chi la attribuisce a Nereo Rocco.Mah,vai a sapere….

        • Franco T. ha detto:

          @Mauro
          Era Bernardini che diceva “datemi un portiere e un centravanti..” ma naturalmente a centrocampo aveva Bulgarelli, Fogli e Haller nel Bologna dello scudetto; e Salvi, Bob Vieri e Frustalupi nella Samp. Silva, secondo me, assomiglia un po’ a Pecci e De Sisti, per chi li ha visti giocare, e anche a Torreira nel gioco stretto. Concordo con chi ha detto che Sergio Volpi era un altro tipo di giocatore, più lancio e, almeno fino ad ora, più tiro, appunto, di Silva. (Novellino docet) . Comunque Silva, come da tradizione Portoghese, è un buon palleggiatore e organizzatore di gioco. Per inciso, penso che sarebbe andato bene anche a Giampaolo. Cordiali Saluti

          • petrino ha detto:

            piu’ Harald Nielsen centravanti, che l’ anno del loro scudetto vinse la classifica cannonieri,
            Venne da noi, successivamente ma era in fase calante, calante.

  47. Alup ha detto:

    Azzardo riuscito da parte di Ranieri che ha schierato una squadra offensiva che dopo i rischi corsi a inizio partita si è vista regalare il primo gol di Yoshida e poi ha costruito quello molto bello di Keita su assist di Ramirez. Silva è stato il migliore in campo ma tutti hanno giocato sopra la sufficienza ed i cambi sono stati efficaci e tempestivi. Ora si potrebbe tentare di recuperare su Verona e Sassuolo che sono alla nostra portata ed arrivare a quel ottavo posto che rispecchia la qualità della rosa a disposizione di Ranieri.
    Finalmente un campionato tranquillo con alcune partite giocate veramente bene.

  48. MASSIMILIANO ha detto:

    Buongiorno Maurizio

    volevo chiedere se c’erano novità sulla cessione della società?

    Volevo chiedere la stessa domanda a Stefano Rissetto

    Grazie mille . Buona giornata

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Che io sappia, assolutamente no.

      • alan ha detto:

        Ma no figurati, secondo fonti autorevoli su fb si aspetta solo che il Tribunale imponga con una perizia il prezzo di vendita di una societa che non è fallita, è in mano al,proprietario e tecnicamente è collocata all’esterno del concordato come garanzia.

        • andreap ha detto:

          l’attuale valutazione (che non è quella di 182mln perchè aveva solo l’obiettivo di fare da specchietto per le allodole in sede di diritti tv..la solita gara con il righello) è quella di parte ferrero, se il giudice prenderà per buono il piano di rientro allora saranno i creditori a dover accettarlo: ovvio che facilmente verrà chiesta un’altra valutazione aggiornata sia su farvem che su eleven finance.
          il trust esiste ma la sampdoria ne farà parte solo all’accettazione del piano concordatario.

          • alan ha detto:

            Infatti nel piano per il concordato è inserita la valutazione di Deloitte che tiene conto dei debiti, a differenza di quella da 182 mln. Se il giudice accetterà il piano accetterà quella valutazione, poi starà ai creditori decidere se chiederne un’altra dato che comunque anche quella di Deloitte è di parte. E comunque c’è gente che blatera di sentenze di concordato e ha pure seguito.

    • Stefano Rissetto ha detto:

      Ciao Massimiliano, stessa risposta di Maurizio.

  49. samp75 ha detto:

    Contento per i tre punti, ma con questo Parma ci speravo.
    A questo punto veramente l’ 8° posto sarebbe il nostro scudetto.
    8° posto che lo ricordo oltre a qualche milioncino in più nelle casse della Samp consentirebbe di entrare più avanti nel tabellone di Coppa Italia e giocare una partita in più in casa (visto il pessimo vizio italiano di far giocare le gare in casa della meglio piazzata, al contrario in Inghilterra e Spagna in Coppa si gioca in casa della più debole…)

  50. matteop ha detto:

    Tre punti importantissimi questi poichè dopo le sconfitte con Benevento, Cagliari, Bologna e Spezia serviva una vittoria contro una squadra che ci sta dietro dopo l’unica con il Crotone. Abbiamo giocato la stragrande maggioranza delle partite del girone con un modulo (4-5-1) chiaramente improntato al pareggio ma ne abbiamo ottenuti solo 2. Sorprendentemente col Parma è scesa in campo una formazione abbastanza squilibrata in avanti e solo una prestazione mostruosa di Silva ha nascosto la fragilità del centrocampo. Il mister continua a ritenere Ekdal e Silva alternativi l’uno all’altro mentre mi piacerebbe tanto vederli assieme anche a costo di sacrificare il maratoneta Thorsby che però in fase di possesso non è granchè utile. Altra considerazione è che Augello a sinistra spinge e crossa molto più che Bere sulla destra, magari una difesa a 3 con un centrocampo a 4 formato da Augello, Ekdal, Silva e Candreva potrebbe avere un senso. Dalla trequarti in su per tre posti finalmente abbiamo una varietà di soluzioni da squadra di livello superiore. Speriamo di divertirci un pò di più nel girone di ritorno!

  51. francesq ha detto:

    E’ stato giusto rischiare, provare a spremere un po’ di gioco in più da una rosa che qualcosina ci concede in fatto di qualità pura.

    Ne è venuta fuori una partita piacevole, con caterve di errori in appoggio nel primo tempo (e altrettanti contropiede presi), più per disabitudine al palleggio che per “scarsezza” dei nostri, che un minimo di piedi – ripeto – li hanno; e forse anche più del minimo.

    Del resto se ce l’hai tu non ce l’hanno gli altri, mantra del gioco guardioliano. Tenerla impedisce agli altri di attaccarti e dunque riduce il rischio di prendere gol. Certo, occorre abituarsi al gioco fraseggiato e forse, nel DNA del Doria operaio, manca un po’ quell’attitudine. L’esperimento comunque è da riproporre, perché avvicinare Gastone a Keita e Quaglia aumenta di netto le capacità di produrre gol. E vale anche per Damsgaard (che però vedo meglio sulla fascia) e Torregrossa.

    In ordine sparso.

    Audero semplicemente splendido. Rispetto all’anno scorso è cresciuto da matti. Tecnicamente si è sempre intuito un portiere di qualità, però sembrava prigioniero di alcune titubanze che non gli permettevano il salto di qualità. Beh, alla faccia del salto. Un canguro proprio. Un salto fin sulla luna. Tanta roba.

    Keita lo preferisco quando corre verso la porta, specie se imbeccato al bacio da uno come Ramirez. Mi ha convinto meno quando “scendeva” a difendere palla da seconda punta classica. Anche in questo caso la qualità è estremamente alta; ed è un peccato che uno così si sia perso in questi anni. Vabbè, almeno ce lo godiamo un po’ noi. A patto che la smetta di smoccolare e provi ad essere meno falloso.

    Silva ha fatto una partita da urlo. Difesa del pallone, regia e anche rottura del gioco. Giocatore che col livello del Doria – in assoluto – c’entra poco; viene da pensare che in mezzo, tra la generosità vichinga di Thorsby, la saggezza e l’essenzialità di Ekdal e la qualità di Adrien, non stiamo malissimo.

    Candreva è imprescindibile e speriamo che si sia convinto di stare alla Samp volentieri.

    Il Colley in ciabatte di Spezia ha lasciato il campo a quello coi cingoli, che sa essere un gran difensore. Yoshida, specie dopo il gol, pareva in trance agonistica, spazzava tutto, con enorme senso della posizione e attenzione suprema. Vorrei che entrambi acquisissero più continuità nella prestazione; quando giocano così, anche dietro non agonizziamo affatto, ecco.

    Sotto con la Juve. E che la serenità sia la nostra forza. Vada come vada, non sarà un dramma.

  52. Franco T. ha detto:

    Sono curioso di vedere come Sir Claudio impostera’ la gara contro la Juve. È un notevole banco di prova all’inizio del girone di ritorno e con la Squadra sostanzialmente al completo. Secondo me a centrocampo con Ekdal, Silva e Ramirez, la Samp ha la possibilità di dare fastidio alla Juve. Inoltre i guastatori non mancano, la velocità di Keita, Janko, Dasmgaard e anche Candreva, può mettere in difficoltà la difesa Juventina. Tocca a Ranieri studiare delle intriganti possibilità di gioco durante tutta la durata della partita. Bloccare i rifornimenti a Ronaldo, contenere le incursioni di Quadrado e tenere sotto pressione Il classico Arthur e il dinamico e svelto McKennie, saranno le principali situazioni di gioco nelle quali i giocatori Sampdoriani dovranno dimostrare le loro capacità di contrasto e ripartenza. Ci sono tutti gli ingredienti per poter assistere ad una grande partita. Forza Ragazzi.! Forza Samp.! Cordiali Saluti

    • robmerl ha detto:

      giusto: almeno stavolta possiamo permetterci di non fare le barricate che non servono a niente (“Difendi difendi, e ci scappa il golletto”, diceva il grande Nicolò
      Carosio). Poi vada come vada, ma ormai abbiamo dimostrato di potercela giocare con dignità

  53. jan ha detto:

    Maurizio oggi, se non ricordo male, il Tribunale doveva dare un risconstro su uno dei fallimenti, si sa niente ?

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Al momento non ho riscontri, ma oggi ho lavorato su altre cose. Comunque, da quello che sapevo, si andava ancora alle lunghe.

  54. El Cabezon ha detto:

    Personale riflessione:
    sei anni fa, vincendo l’ultima di andata sempre a Parma e sempre per 2-0 ( reti di Bergessio, credo la prima e ultima con la nostra maglia, e Soriano ) girammo terzi in classifica a 33 punti, assieme al Napoli, oggi con 33 punti saresti a malapena ottavo…
    Incredibile come nel volgere di poche stagioni la qualità generale in serie A si sia drasticamente abbassata…

  55. Frank Tamburo ha detto:

    Ottima classifica per chiudere l’andata!
    E sabato ci possiamo divertire, a testa libera.
    La Juve scenderà in campo con più pressione di noi.
    Al mercato chiederei in extremis rinforzi sugli esterni difensivi, ma in questo momento bisogna sapersi arrangiare.
    Anche perché, per prendere gente a caso, ce la giochiamo con quelli che siamo.

  56. pier ha detto:

    Credo che contro la Juve la coppia di attaccanti debba essere Keita Torregrossa.

  57. Riccio samp ha detto:

    Maurizio secondo te Knaster potrebbe fare davvero bene al Pisa!? Sarebbe un bel boccone amaro da mandare giù per noi doriani, che il nostro possibile nuovo presidente faccia super investimenti in una squadra storicamente rivale, oltre al danno la beffa. Io sono di Reggio Emilia e guardo emittenti tv emiliane, e a Bologna non sono assolutamente contenti di Saputo, e Kraus a Parma non sta facendo bene anche se è molto presto…. Piazza 2 anni fa ha fatto fallire la Reggiana…. Insomma sti americani non danno super certezze… Ovviamente anche er viperetta non fa stare assolutamente più tranquilli…. Sperom bein!!

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non ho idea, non lo conosco. Conoscevo il piano per la Sampdoria – garantito da Vialli – ed era interessante, specie sul piano delle prospettive di medio e lungo periodo, di “sopravvivenza” a lungo termine ad un certo livello. Poi, le cose un conto è dirle ed un altro realizzarle. Del progetto Pisa però non so nulla.

      • Fra Zena ha detto:

        aggiungerei anche Commisso a Firenze che finora non sta ottenendo grandi risultati, nonostante investimenti di tutto rispetto. Lo stesso Pallotta a Roma così così, mai amato dal pubblico e conti perennemente in rosso
        Secondo me gli americani vengono da una cultura sportiva diversissima dalla nostra: lì hanno leghe professionistiche a invito, dove si entra solo con un dettagliato “business plan” approvato dalla Lega (stadio di proprietà, sponsor, ricavi da merchandising, etc.). Non ci sono retrocessioni, aspetto non secondario, e lo sport è visto come intrattenimento puro, senza grandi implicazioni sociali o storiche. In Italia è tutto diverso, i tifosi si considerano molto più che semplici “spettatori” e ci sono pesanti ingerenze politiche. L’incontro tra queste due mentalità così diverse non è facile
        Detto ciò, io oggi preferirei 10.000 volte avere Dinan e Knaster come proprietari e Vialli come presidente, rispetto all’organigramma attuale

  58. Fabrizio ha detto:

    Ciao a tutti io cmq patisco sempre troppo, quindi la registro e se è andata bene me la guardo con calma e tranquillità, oltretutto sembra porti bene …… Meno male che è andata bene perchè già mi ero rovinato il tardo pomeriggio con il risultato dei bibini…….dopo aver visto la partita, un piccolo commento, abbiamo avuto un pò di culo innegabile come con udinese e inter ma ci sta! Ottimo Audero, dico solo che ci bucano troppo facilmente!!! Buona giornata e Buon lavoro a tutti!

  59. Moneglia89 ha detto:

    Comunque vorrei sottolineare che il nostro ex presidente edoardo col mondo del calcio, proprio non è portato. Ricordo che quando partecipò alla vostra trasmissione, di qualche tempo fa, disse in sostanza che ferrero doveva cedere anche perché sicuramente i diritti televisivi sarebbero sicuramente scesi e lo sapevano tutti. Nel mondo del calcio non ci azzecca mai purtroppo….

    VIA FERRERO DALLA SAMP

  60. Varese ligure ha detto:

    Maurizio tu scrivi che ferrero si sta attivando x ottenere ulteriori linee di credito…. a me non sembra una cosa positiva anche le ottenesse. Sono debiti che aumentano

  61. Massimiliano ha detto:

    https://www.primocanale.it/notizie/ferrero-come-conte-il-piano-per-la-sopravvivenza-alla-guida-della-samp-227243.html

    Maurizio, come mai sei passato nel giro di un anno alla guerra contro Ferrero a tesserne le lodi?

    Mi risponderai che non eri in guerra allora e non ne stai tessendo le lodi, ma sarebbe una risposta vacua (per me).
    Eri ai ferri corti con Ferrero, non è un delitto dirlo.
    Ora è peace&love, a giudicare dagli ultimi articoli…

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non mi pare proprio. Racconto la realtà, per come la conosco io almeno. Ferrero sta facendo di tutto, abilmente e con l’aiuto di professionisti come Vidal, per prolungare la propria remunerativa esperienza alla guida della Sampdoria e tra rinvii, prestiti, concordati, plusvalenze, alleanze etc. ha ottime possibilità di riuscirci. Tutto qui. Resto dell’idea che uno come Ferrero possa portare la Sampdoria alla rovina e la squalifichi dal punto di vista dell’immagine, al di là di qualche discreto risultato.

      • fulvio ha detto:

        Maurizio io sono sempre d’accordo con te, ma comparare Conte che comunque la si pensi politicamente è una persona seria, colta e soprattutto incensurata ad uno come Ferrero mi pare un pochino esagerato.

        Un abbraccio

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Ciao Fulvio, il riferimento era esclusivamente rivolto alla “capacità di sopravvivenza”, di cui mi pare che anche Conte sia un maestro, anzi, forse il maestro. Per il resto non c’è dubbio che il presidente del Consiglio sia incensurato e anche colto. Il concetto di serietà, invece, è labile ed ognuno può interpretarlo come ritiene, probabilmente la mia opinione differirebbe dalla tua. Detto ciò, nessuna comparazione personale tra i soggetti in questione, solo “politica”. Grazie di avermi permesso di precisare il mio pensiero.

  62. Giulio ha detto:

    Della serie:siamo tutti C. T.
    Con la Juve è teoricamente persa in partenza. Allora io mi giocherei la difesa a 3,con marcature a uomo su Ronaldo (Colley) e Chiesa (Bere). Centrocampo a 5 con tutti i migliori palleggiatori a disposizione(il centrocampo della Juve non è trascendentale) , due attaccanti da corsa per tenere lontani Cuadrado e Bonucci. Questa volta darei un turno di riposo ad Augello che con Chiesa rischia la giostra. Forza Samp

    • Franco T. ha detto:

      @Giulio
      Marcare Ronaldo e Chiesa non è facile per nessuno, tantomeno per i difensori della Samp…quindi anche Bere è a rischio giostre. Vediamo cosa si potrà inventare Ranieri, temo non molto. Oltretutto CR7 e Chiesa sono bravi ad andarsi a prendere i palloni, “farsi vedere”, come si dice in gergo. Forse bisogna cercare di farli giocare il meno possibile e infastidirli attaccando. Ci vorrà molta fortuna, come sempre. Cordiali Saluti

  63. luigi ha detto:

    Ciao Maurizio Varese Ligure mi ha preceduto, il sottoscritto non è un commercialista ne tantomeno all’interno del sistema calcio, detto questo la domanda sorge spontanea, ovvero la crisi di liquidità del soggetto aggiunta al ” giocattolo ” Samp giocattolo remunerativo per il personaggio in questione non rischia a lungo termine di provocare un debito esponenziale che può mettere a serio rischio la sopravvivenza dell’attuale società? Molto contento della posizione di classifica che stiamo occupando e dei risultati sino a qui ottenuti, però un’occhio al futuro non guasta.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      A chi lo dici, ma siamo in pochi a preoccuparci. Sarà quel che sarà e pazienza.

      • sillyname ha detto:

        A me non sembra che siamo in pochi, semmai siamo la stragrande maggioranza. Il problema è che non ci sono alternative. Provando per un istante a non prendere in considerazione i terrapiattisti, che sono una minoranza presente in qualunque classe e categoria, gli altri me compreso sono semplicemente rassegnati, e da molto prima del 2014. In questi giorni non sono intervenuto perché si celebrava una personalità “eccellente” ed era il caso di sottolinearne l’impatto, la personalità, il ruolo anche storico per la nostra Città. Ma tornando alla vita normale, a mio giudizio dobbiamo ringraziare Garrone per aver preso la Sampdoria (dicono per una questione di onore, e io la prendo per buona) e soprattutto per aver avuto l’intuizione o la botta di fortuna di affidarsi a Marotta. Punto. Per me (e sottolineo per me) il resto, da sempre e in particolare dal gennaio 2010, giorno in cui c’è stata la rottura e il successivo divorzio da Marotta, è stato tutto una discesa verso il baratro, e non mi riferisco all’episodio della retrocessione, che però resta un simbolo e una conseguenza, non un accidente di percorso. Semmai una prova. Ma ce ne sono molte altre, a iniziare solo a titolo di esempio dall’agonia del settore giovanile, che è iniziata molto molto prima dell’avvento di Ferrero. Non parlo della Primavera, parlo del settore giovanile in toto, dai più piccoli in poi.
        Fra corde che si spezzano, delusioni cocenti, liti, salvezze tranquille e plusvalenze, i tifosi della Sampdoria hanno progressivamente smesso di fare i tifosi. Oggi l’atteggiamento è “se ci danno 20 milioni per Daamsgard, glielo porto io in camaletta”, cosa che per me è la morte per asfissia e noia. Sono certo che nessun tifoso avrebbe pensato lo stesso negli anni ’80 per Vialli, Mancini o Lombardo. Ma ho il sospetto che non lo avrebbero pensato nemmeno negli anni 70 per Salvi e Cristin. Oggi non appena sentiamo parlare di un prospetto giovane e promettente, dopo tanti anni di abitudine reagiamo come il cane di Pavlov e facciamo già i conti come se i soldi dovessero finire nelle nostre tasche. Siamo stati ammaestrati, o nella migliore delle ipotesi siamo stati educati sotto la costante e reiterata minaccia di una corda che si poteva spezzare. Sempre grazie ai Garrone, dopo Tosi, Cavasin e i Comitati strategici adesso ci dobbiamo pure subire il Viperetta, il quale non ha altro fine che garantirsi 1,2 Milioni di stipendio all’anno. Per carità, in teoria non c’è nulla di male, anche io lavoro per guadagnarmi da vivere, quindi perché dovrei criticare Ferrero per questo? La differenza con l’era Mantovani è che a quell’epoca il nostro Presidente e i tifosi avevano lo stesso obbiettivo, pur se con ruoli e compiti del tutto diversi. Oggi gli obbiettivi te li devi far andare bene, quali essi siano e, per buon peso, ci hanno portati a venir meno al ruolo e alla natura stessa del “tifoso”, che è quella di sostenere la propria squadra e preoccuparsi solo che vinca. Oggi siamo prima di tutto esperti di diritto societario e fallimentare, di player trading e di bilancio. Forse è anche divertente ma non è certo essere dei Sostenitori.
        L’unica cosa che ci può dare un barlume di speranza è il pensiero che l’obbiettivo di Ferrero debba per forza coincidere con il fatto di non andare in serie B. E quindi per questa ragione possiamo goderci i vari Ranieri, Silva, Keita e Damsgaard, anche se tutti con le valigie perennemente in mano. Non c’è nulla di male a dire che è stata costruita una buona squadra (anche se con qualche difetto altrimenti saremmo in CL) e di certo non vuol dire fare apologia di Ferrero. Non lo è nemmeno osservare gli altri. Visti i risultati non è che dobbiamo invidiare i tifosi del Parma o quelli della Fiorentina ma nemmeno quelli della Roma e molti altri. I Pozzo hanno il cuore e il portafogli altrove e sarà tutto da vedere cosa vorranno fare i cinesi dell’Inter. Il che non vuol dire che Ferrero è da difendere, sono il primo che non lo può vedere, vuol solo dire che non ci sono prospettive o ragioni di ottimismo.
        L’occasione di salvezza, che poi si è tramutata nell’ennesima delusione e forse la più cocente, è stata quella di avere alla guida un vero sampdoriano, una persona perbene e culturalmente figlia del periodo d’oro della sampdorianità, non tanto per le vittorie quanto per il modo e l’educazione con il quale quelle vittorie sono state raggiunte. Ma anche questo ci è stato negato e siamo nuovamente tornati alla dura realtà.
        Il dato di fatto è che questa storia è come la favola della rana e dello scorpione. La rana è la Sampdoria (e i suoi tifosi) ma lo scorpione sulla schiena ce lo ha messo qualcun altro. Possiamo sperare che tutto vada bene ma la natura è la natura….
        Ripeto, secondo me non siamo in pochi a preoccuparci perché l’epilogo è evidente e ineluttabile, anche se ancora non proprio nei radar, e i prodromi di questa situazione erano invisibili solo per chi non voleva guardare. Solo che preoccuparsi non serve, tanto meno ora. I buoi sono scappati molti anni fa. Ci tocca un personaggio sguaiato, impresentabile e per conoscere la sua natura basta guardare al suo curriculum. Ma non c’è assolutamente nulla che possiamo fare per togliercelo dalla schiena. Quindi capisco anche chi se lo faccia andare bene e voglia evitare di fare come faccio io, cioè di continuare a tirare delle testate contro un muro che tanto non verrà mai giù.

        • flex ha detto:

          Caro Silly la penso esattamente come te, anche sui Garrone.
          Poi ognuno è libero di credere che i Sampdoriani siano una manica di beline che si lascino intortare da Ferrero, che non si preoccupino di nulla, che non abbiano la percezione del personaggio che è, della sua solidità patrimoniale e come i passeggeri del Titanic festeggino per un paio di vittorie.
          Quello che non si capisce, anche se a me sembra palese, è che per un Mino53 che scrive legittimamente la sua opinione c’è la stragrande maggioranza di gente come te e me che è trova avvilente e del tutto inutile sprecare tempo per commentare le vicende societarie perchè, come disse Rissetto in tempi non sospetti, Ferrero per sua volontà non venderà mai la Sampdoria.

          • Fra Zena ha detto:

            per quel che vale mi associo ai pensieri espressi da Sillyname sulla Sampdoria degli anni 2010/2020, prima con i Garrone e poi con ferrero
            Ricordo quando andavo allo stadio in B nel 2002 e tutti davamo per scontato, pur nella difficoltà del momento, che saremmo tornati stabilmente a competere per l’Europa prima o poi
            Nella tifoseria c’era più ambizione allora, a vedere Sampdoria Crotone 0-2, che non adesso
            Ora c’è talmente tanta paura di spezzare la famosa corda che si digerisce di tutto. Ed è comprensibile sia così: al momento non c’è alternativa a questa gestione, l’attuale proprietario ha intenzione di non mollarci per molto tempo, e quindi tanto vale accontentarsi purtroppo

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      solo chi non vuol vedere può pensare che il trend della samp non sia simile alle altre società ormai a bagno maria di ferrero. finite le garanzie dei garrone e diminuite le plusvalenze la samp ha già chiuso lo scorso bilancio se non erro a -13 mln, vediamo quello 2020 magari andrà meglio……. non si sa mai. inoltre in piena controtendenza il ns presidente operaio si aumenta l’emolumento e continua a drenare legalmente ma sempre drenare affitti dalla sede di ex proprietà e marchio. io rimango della mia idea ovvero che più riesce a rimanere più soldi si porta a casa anche perchè la valutazione di deloitte di 182 mln fa ridere anche i polli (per carità fatta per la ripartizione dei diritti tv dice qualcuno ma appunto talmente di parte da risultare poco attendibile per essere gentili). la sostanza è semplice più resiste più guadagna anche perchè ormai è chiaro che gente pronta a scucirgli soldi pesanti in questa situazione ingarbugliata non ne trova (come un personaggio cosi possa avere ancora credito fa specie vista la sequela di fallimenti e concordati e pensare che la samp non segua il solco delle altre nel tempo a mio avviso una pia illusione). se becca qualche finanziamento sportivo e tira avanti ancora 1 2 anni si porta a casa qualche milione e allora la samp probabilmente avrà una situazione debitoria maggiore di oggi (che già sembra peggiore di un paio d’anni fa). Il problema è che se fai impresa senza capitali e aumenti annualmente i debiti poi fai la fine di tutto il resto . speriamo che quando si arriverà al dunque ci sia qualcuno che ci metta una pezza. sento solo parlare di advisors, due diligence e tanti bei discorsi che fanno tanto figo usando la lingua inglese ma la sostanza è che quando la samp sarà nella bratta serve di la qualcuno con le palanche che ripiani i puffi. il resto sono chicchere perchè altrimenti l’alternativa la conosciamo tutti ovvero l’ennesimo viaggetto in tribunale prima o dopo e nel frattempo ferrero si sarà legittimamente intascato tanti bei milioncini. eticamente poi è tutta un altra cosa ma l’etica non è di moda molto più di moda due diligence,advisor, trust. più che preoccupato ormai sono rassegnato e spero che qualcuno ci raccatti quando la samp sarà sul ciglio del burrone intanto con ferrero è solo questione di tempo. un cordiale saluto

      • aston ha detto:

        Ciao Massimo Pittaluga. Deloitte non ha valutato 182 milioni la Samp.
        Ha valutato 182 milioni l’attivo della Samp.
        Poi c’è il passivo.

        a.

        • Massimo Pittaluga ha detto:

          avevo letto male io allora chiedo venia aston ma poco cambia la sostanza. per silly comunque di valutazioni pro committente da parte di questi certificatori ne sono piene le fosse…..
          a prescindere da ciò mi sembra che quello che in alcuni non vogliono vedere sia la china in cui la nostra sampdoria è finita.
          A me sembra una serie infinita di supercazzole da parte di ferrero caro aston ( e lo scrivo senza polemica alcuna nei tuoi confronti che sei preciso e circostanzi meglio di me ci mancherebbe). Ribadisco ciò che ritengo non lontano dalla realtà: ferrero sta appiccato alla sampdoria perchè quello che porta a casa se lo intasca per ora, se cedesse li vedrebbe passare sotto il naso a tappare i buchi suoi…e delle sue molte aziende di successo. scusa il linguaggio un poco di basso profilo ma la sostanza a mio avviso cambia poco. la samp per me ogni mese che passa con questo signore al timone va di male in peggio. poi saranno gli eventi a dire chi sbaglia e chi meno. sarò più esplicito per me la samp è nella bratta e lo sarà sempre di più.
          Il resto tutto il resto a partire dagli attivi, due diligence etc sono delle grandi supercazzole. in sostanza c’è chi sa condurre un impresa e chi quell’impresa la succhia sino al midollo. per me la samp è nel secondo caso e mi scuso di nuovo per il linguaggio poco forbito che a me però piace tanto e non ci metto neppure le virgole. un cordiale saluto

          • aston ha detto:

            Ci mancherebbe. Ognuno ha le proprie opinioni che sono tutte rispettabilissime quando non offendono. Mi riferivo esclusivamente alla cifra.

            cari saluti.

            a.

      • sillyname ha detto:

        Massimo, io non credo che la valutazione di E&Y faccia ridere. Prendendo in cosiderazione solo gli asset una valutazione del genere ci può anche stare. Peccato che appunto il numero tenga in considerazione (ed era detto in modo esplicito negli articoli) solo i beni materiali e immateriali. Una valutazione del valore della società deve tenere conto di moltissimi altri elementi, come a esempio i ricavi e i debiti. Volendo fare i conti della serva, se a 182 milioni sottrai 156 milioni di debiti, ecco fatto che se ti do una ventina di milioni dovresti essere contento. RIcavi in questo periodo la vedo dura, a parte i diritti televisivi, ma comunque un valore lo hanno. Quindi a occhio la valutazione di Vialli &C sui 70/80 milioni forse non sarà stata generosa (e lo credo, chi compra non fa beneficienza) ma magari tanto scandalosa non era…..
        Ciò detto, ma ripeto che era solo un conto della serva, il Vipera non vende. E chi glielo fa fare, mica che con 20 milioni risolverebbe i suoi problemi. Anzi. Un conto è gestire una società che potenzialmente vale quel capitale, un altro è se quel capitale lo hai liquido in mano. Te lo congelano prima ancora che tu lo abbia visto.
        Inoltre se vende perde pure uno stipendio milionario. Quindi non se ne esce proprio. E, hai ragione, si finisce nella bratta ed è solo questione di tempo

        • Massimo Pittaluga ha detto:

          caro silly valutazione a parte che avevo letto in modo superficiale ed è una mia mancanza, sul resto siamo d’accordo. ferrero sta semplicemente allungando il brodo per mettersi in tasca soldi da emolumenti e vari riovoli. lascerà l’osso se non interviene qualcosa o qualcuno.

          • flex ha detto:

            E proseguendo nel vostro condivisibile ragionamento, per allungare il brodo (come dice l’ottimo pittaluga) si ricorre all’indebitamento come se non ci fosse un domani ….

  64. Vincenzo ha detto:

    Fermo restando che tutti sappiamo come gira il mondo e che i soldi permettono tutto….,vedere Cr7 che liberamente in barba ai divieti e ai sacrifici che tutti (o quasi) facciamo quotidianamente, va da una regione all’altra per festeggiare il compleanno della moglie sulla neve è veramente sconfortante e offensivo; prima c’era stato l’esame di italiano….che stile e che rispetto delle regole… .

    Forza Sampdoria

  65. Paolo_65 ha detto:

    Scusa Maurizio,
    tornando alle questioni tecniche, secondo te si prenderà qualcuno come terzino sinistro oppure si reputa che lo spostamento eventuale di Beres a sinistra in caso di assenza di Augello e la possibilità di schierare a destra Ferrari, Yoshida, Thorsby e forse Candreva la coperta si abbastanza lunga ? Grazie

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Se capiterà l’occasione, lo faranno. Però è anche vero che più o meno la salvezza è nel mirino, dunque avrebbe poco senso, per una società che chiede prestiti, spendere soldi per arrivare dove? A me l’Europa pare irraggiungibile, ma è un giudizio soggettivo. Se Ranieri e Osti riterranno di poterci arrivare, chiederanno rinforzi, ammesso che la Lega consenta alla Samp ulteriori margini di manovra.

      • Paolo_65 ha detto:

        Si si per carità, era anche per interpretare le parole di Ranieri di Spezia quando dava per fatto l’arrivo di Sy e soprattutto la necessità di dare fiato ad Augello.
        Comunque anche le tue argomentazioni possono giustificare un’inattività sul mercato , tanto più che rimangono pochi giorni.

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Non credo che Sy avrebbe rinforzato la Sampdoria, sarebbe stato un profilo per il futuro, operazione che può anche avere senso, correndo la squadra pochi rischi.

  66. Rubba ha detto:

    Anche nel 2011 girammo a 26..e poi…attenzione!

  67. Vincenzo ha detto:

    Leggo adesso: “Quindici giorni fa erano stati depositati, entro i termini previsti, tutti gli approfondimenti richiesti, ma essendo cambiato il giudice (Daniela Cavaliere, non segue più la procedura relativa a Eleven Finance) alcuni ulteriori chiarimenti dovranno essere forniti nei prossimi giorni. Nuovo confronto a metà febbraio”.
    Chi l’avrebbe detto?…

    Forza Sampdoria

  68. Mino53 ha detto:

    Intanto siccome leggo tanti menagrami e Cassandre vorrei dire che la Sampdoria come sempre ha puntualmente pagato gli emolumenti ai suoi Professionisti e che come ha dichiarato recentemente il Dottor Praga (ex consigliere di Amministrazione non un qualunque passante ) i conti della Sampdoria sono in regola e che la situazione debitoria e’ lontana dall’essere preoccupante. Infine sempre Praga ha dichiarato che la valutazione della Società ai tempi della trattativa famosa con questo nuovo Dirigente del Pisa era del tutto in linea (parlo della richiesta) con il valore della stessa. Ma noto che questo AAnglo Russo Americano ha ripiegato sul Pisa piu’ in linea magari con le sua disponibilità. Inoltre anche questo mercato di Gennaio come gli utlimi si chiude senza particolari uscite che diminuiscano il valore tecnico . Classifica infine onorevole dopo che in estate Adrein Silva Keita Balde Candreva Daamsgard e recentemente Torregrossa sono stati acquistati a fronte di cessioni di Linetty Bonazzoli De Paoli Chabot e Murru . Non sarà certo tutto rose e fiori ma neanche sudore e lacrime.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Li ha pagati grazie al prestito dello Stato ed un altro prestito è stato richiesto. Quanto all’anglo russo, se le sue disponibilità gli consentono di acquistare al massimo il Pisa, quelle di Ferrero dovrebbero permettergli di comprare (di tasca propria) almeno il glorioso Baiardo.

      • petrino ha detto:

        dalle ultime indiscrezioni sembra che Giuseppi , con una classica mossa a tenaglia del biancocrinito, venga elegantemente accantonato.
        Se tanto mi da tanto.

      • Stefano64 ha detto:

        E i debiti aumentano….vattene malandrino.
        saluti a tutti gli amici blucerchiati

      • Mino53 ha detto:

        Egregio Signor Michieli se uno prende il prestito a garanzia Statale deve avere i requisiti ed evidentemente la Sampdoria ha i requisiti, non e’ che l’istruttoria la facciamo io o Lei. Poi mi pare che Lei sottovaluti parecchio Ferrero forse le fotografie con la sciarpa in testa che postate sempre ad arte la influenzano negativamente se e’ vero che viene inserito nel Comitato di Lega che deve negoziare con le Media Companies i rinnovi dei diritti Tv e riesce ad inserire Vidal nell’altro Board che rappresenta la Lega Calcio in altri ambiti. Che gliene pare ?

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Ottime notizie, che confermano quanto comunico da tempo (Ferrero resta), sebbene poco creduto. La Sampdoria è in una botte di ferro, anzi, “de fero”.

          • Pier56 ha detto:

            Ahahah divertente ironia, Michieli. Ironizzare è forse il modo più diretto per superare lo sconcerto nel vedere che esistono ancora tifosi che apprezzano e stimano un personaggio come Ferrero. Veramente incredibile.

        • Cicciosestri ha detto:

          Concordo con Mino53, anche se tocca sorbirci le battutacce di Michieli … (de fero)

          • jan ha detto:

            Dai ragazzi va bene tutto, ma definire affidabile Ferrero mi pare sia una esagerata forzatura !
            Ce lo dobbiamo tenere e fino a che resta speriamo di poter mantenere la Serie A e la salvezza economica dei conti. Qua le uniche battutacce che ci dobbiamo sorbire sono quelle del Signor Ferrero che umilia la Sampdoria e la sampdorianità !

      • Klaus Lavagna ha detto:

        Sinceramente avrei dei dubbi anche su questo.Comunque,visto che è di attualità, prima darei un …incarico esplorativo al revisore dei conti Mino 53.

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      ultimamente avevo scritto poco su ferrero e parlavo di campo per non avere travasi di bile e godermi qualche vittoria e i bei modi del mr. poi leggo che la samp è ben gestita, e che knaster essendo un po miscio compra il pisa (ci può stare) e allora ferrero cosa compra l’album delle figurine panini con più fallimenti e concordati di un campo minato?
      è una domanda non una provocazione.
      se poi i fatti smentiranno le cassandre come me sarò il primo a chiedere scusa per non aver compreso il genio di ferrero e l’ottima gestione della sampdoria. sarei felicissimo da tifoso di non aver capito un emerita mazza e che in effetti si usa un linguaggio colorito è un po sopra le righe ma le società le sa gestire bene…….ops questa l’ho sentita già nel 2014 quel famoso giugno e già mi sembrava una previsione ottimistica.

    • Andreap ha detto:

      Mino è il gatto? Dopo il cane snop..la tua è prostituzione intellettuale.

  69. Faso ha detto:

    Quindi guai se sabato contro i gobbi ci uscisse proprio un pareggino che in casa non esce da quel fatidico 2011…
    😉

    FERRERO VATTENE

  70. luigi ha detto:

    Caro Maurizio leggendo certi commenti pro Ferrero concordo pienamente con la tua affermazione ” siamo in pochi a preoccuparci ” nonostante tante nefandezze gode ancora di buona fama il “signore” romano, detto questo vorrei dire a Rubba che è vero che nel lontano 2011 girammo a quota 26 però per onor di cronaca quella squadra aveva due campioni del calibro di Cassano e Pazzini il resto erano onesti comprimari, quindi ceduti i due pezzi migliori non è stato poi così difficile retrocedere nella serie cadetta dopodichè la scelta Cavasin è stata sicuramente inopportuna. Con affetto a due sampdoriani veri Maurizio e Rubba.

  71. Matteo Genovese ha detto:

    Contro la juve un sogno …… Vincere su calcio di rigore al 95 del secondo tempo….. Sognare non costa un centesimo—– Forza Doria !

  72. Vincenzo ha detto:

    Hai ragione Matteo Genovese sognare non costa un centesimo e allora: vincere al 95′ su autorete di Cr7 dopo un assedio di 90′ dei gobbi che prendono un palo, una traversa sotto il diluvio, con il loro portiere inoperoso per tutta la partita e che al 94′ vedono anche annullarsi un gol al Var, dopo che nel primo tempo hanno calciato un rigore alle stelle!
    In fondo non mi sembra di chiedere tanto.

    Forza Sampdoria

  73. Cicciosestri ha detto:

    Sul fronte societario arrivano tante belle notizie che confermano che la Sampdoria sta lavorando bene su tutti i fronti.
    Ferrero e Vidal sono andati ad occupare posti di prestigio per la contrattazione dei nuovi diritti TV che pongono la società Sampdoria in una ottima posizione politica all’interno del sistema calcio e della serie A.
    Proseguono i rinnovi dei contratti con quello di Verre, un rinnovo fatto in maniera ottimale sia come tempi che come esborso economico.
    Yankto e Colley rifiutano le varie destinazioni testimoniando che alla Samp si sta bene.
    Direi che per essere una società allo sbando come molti ritengono non è male.
    Io sono un po’ stanco di sentire che siamo sull’orlo del fallimento o che molti sono preoccupati per il futuro, mi attengo ai fatti.
    Certo che se uno tutte le sere va a dormire dicendo che domani pioverà prima o poi ci azzecca.
    Io sono contento di tutte queste notizie così come della classifica che occupiamo, questi sono fatti, e i fatti non sono opinabili, il resto è tutta fuffa.
    A proposito di fuffa, io sono convinto che entro lunedì sera avremo effettuato gli interventi di mercato in entrata ed in uscita che sono necessari.
    P.S.: So che mi direte che la Samp è in pesante passivo e che ci siamo fatti prestare dei soldi quindi vi invito a verificare i conti di tutte le altre società di serie A, in tempo di Covid 19, tutte sono, proporzionalmente al proprio fatturato, alla canna del gas.
    FORZA SAMPDORIA!

    • alan ha detto:

      Quindi è deduco che sei contento che il Doria sia stato trascinato dentro una procedura fallimentare. Beato te.

      • Cicciosestri ha detto:

        Alan posso sapere da quali parole fai questa deduzione? Ho elencato dei fatti, e ho detto che sono soddisfatto di quello che i sta facendo, della procedura fallimentare non ne ho parlato, poi puoi dedurre tutto quello che vuoi

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      senza polemica ciccio se ci atteniamo ai fatti la domanda è:
      quante aziende riconducibili a ferrero sono fallite in questi anni?
      quante sono in attesa di sapere se verrà accettato il concordato o meno?
      la sampdoria a ferrero è stata garantita dai garrone sino a 2 anni fa, ripulita prima da debiti e ceduta gratis. dopo la rottura con garrone e termine delle fidejussioni lo scorso anno la samp ha cominciato ad essere gestita da ferrero in solitaria e
      bilancio a -13 mln 2019
      attendiamo il 2020 spero per la samp sia migliore (non godo affatto a vedere la squadra che tifo in difficoltà)
      Io sono di parte lo ammetto non posso vedere ferrero alla guida della samp e lo dico in modo intellettualmente onesto, sebbene non abbia mai insultato ferrero perchè porto rispetto sempre a chiunque.
      tuttavia pur essendo di parte la sua storia è li e non l’ho scritta io, Michieli o una lobby di complottisti.
      Ultima domanda. La sampdoria secondo te con una proprietà che ha appunto più debiti che capelli in testa è così al sicuro? I prestiti te li danno certo in quanto la uc sampdoria spa ancora oggi ha un valore ma questo valore con bilanci in perdita e prestiti lo erodi e poi? e poi devi ripianare e con cosa lo fai? con i capitali che non ha la proprietà che con molte altre società è con i libri in tribunale.
      ripeto senza polemica io mi dichiaro di parte, perchè personalmente per la prima volta nella storia della sampdoria ritengo ferrero inadatto alla presidenza della sampdoria, ma appunto è un opinione di parte.
      Il resto però sono fatti poi sarà il tempo a dire se tutti i fallimenti di ferrero sono stati un complotto della spectre o magari qualcosa di suo ci ha messo.
      Intendiamoci non lo demonizzo lui fa quello sa fare. ritengo appunto quello che sa fare una rovina per la sampdoria questa però è di nuovo un opinione personale quindi attendo gli eventi ma definire fuffa tutto ciò che ruota intorno al personaggio mi sembra di grande ottimismo. spero tu abbia ragione.
      un cordiale saluto

      • Fra Zena ha detto:

        godiamoci almeno un altro lustro con ferrero
        zero ambizione sportiva, zero passione, zero empatia con la tifoseria, zero attenzione alle nuove generazioni.
        Però dobbiamo essere contenti se riceviamo i prestiti dallo stato, esultiamo perchè vengono pagati gli stipendi (!) e gioiamo perchè Vidal entra nel cda della media company della Lega
        Io ormai sono rassegnato. Spero solo 1) di rimanere in serie A 2) di non fallire. Ma finchè ci sara’ ferrero al comando, pur riconoscendogli le sue doti relazionali con chi detiene il potere, non dormirò mai sonni tranquilli

      • Cicciosestri ha detto:

        Caro Massimo, è un piacere scambiare pareri con chi è almeno tanto “educato2 quanto me e con chi non fa inutili battute al vetriolo.
        Io purtroppo non so rispondere alle tue domande, non sono un commercialista ma faccio altro per lavoro, però sono una persona pragmatica e in questo momento ho fatto un’analisi dei fatti. A me Ferrero come uomo è molto antipatico ed è di quanto più lontano dal mio modo di essere, però io sono un tifoso e sono contento dei risultati che sta avendo la Sampdoria, si potrebbe sicuramente fare meglio, però vedo i risultati degli ultimi due anni di proprietà ben più ricche di quella della Samp come Torino, Fiorentina, Bologna, Parma e non ne invidio nemmeno una. Questo è quanto, non difendo Ferrero ne i suoi fallimenti ma mi attengo a quanto sta accadendo quest’anno alla Samp. I risultati di una squadra di calcio di medio livello come la nostra dipendono da una miriade di fattori quindi al domani non penso, non sono abituato a fasciarmi la testa prima di essermela rotta. Fuffa era solo riferito alla parte che attiene la Samp, il resto non lo conosco e sinceramente no mi interessa neanche.
        Un cordiale saluto anche a te.

        • flex ha detto:

          Caro Ciccio
          prendo spunto da una tua frase per spiegarti il mio punto di vista

          I risultati di una squadra di calcio di medio livello come la nostra dipendono da una miriade di fattori quindi al domani non penso, non sono abituato a fasciarmi la testa prima di essermela rotta. Fuffa era solo riferito alla parte che attiene la Samp, il resto non lo conosco e sinceramente no mi interessa neanche.

          Siccome i risultati di una squadra di calcio di medio livello come la nostra dipendono da una miriade di fattori non posso basarmi esclusivamente sui risultati per essere tranquillo o preoccupato.
          Siccome al domani io ci penso preferisco preoccuparmi prima di rompermi la testa, perchè una volta che è rotta fasciarmela serve a poco.
          Proprio perchè il resto non lo conosco mi interesserebbe conoscerlo.

          Se Ferrero ottiene un prestito tu sei contento perchè aumenta la liquidità, io sono preoccupato perchè aumentano i debiti. Quello che ci differenzia è proprio questo: a te non importa nulla della solidità del presidente della Sampdoria, per me è fondamentale.

          Non voglio convincerti a pensarla come me, volevo solo provare a spiegarti per quale motivo non sono così ottimista.

          Un abbraccio

    • Daniele da Rapallo ha detto:

      Mi permetto, Cicciosestri, di risponderti io, pur condividendo in pieno la tua analisi.

      Qua la questione non è vedere come lavora la società, che in molti casi lavora anche bene come da te elencato, la questione è capire che, pur in tempo di covid e di generale deficit delle squadre di A, il nostro è il presidente più disastrato a livello finanziario personale.
      Faccio un paragone che forse non regge, ma è come essere sull’orlo di un burrone ed essere felici ammirandone momentaneamente il paesaggio senza contare che da un momento all’altro può precipitare tutto.
      Grazie alla Presenza di Pecini, dopo aver lasciato a casa un sacco di gente appena arrivato, e grazie anche a persone valide a cui si appoggia male o bene è riuscito a rimanere a galla in questi anni. Abbiamo visto (e li vediamo anche quest’anno..) giocatori di livello vestire la nostra maglia, di questo glie ne diamo atto anche se abbiamo buchi in difesa che forse verranno colmati ? Diverso il discorso degli immobili e lavori a Bogliasco.
      Tutto finisce però qua, con delle certezze :
      -sai che non andrai mai a più di metà classifica o in coppa
      -sai che potrai rischiare, magari raramente, di retrocedere
      -hai visto passare un treno che ti poteva portare più in alto.

      Le domande sono due :
      Quanto dura, vista la situazione patrimoniale di questo ?
      Chi si accontenta gode ? Io sono tra quelli che ritengono che godi poco, ma è legittamissimo anche il pensiero contrario.
      Personalmente di anni ne ho 55 per cui sono cresciuto ed ho vissuto prevalentemente (e mi sono dilettato) nell’era Mantovani e Garrone. Sono forse abituato troppo bene e non trovo nulla di romantico a stringersi insieme e lottare tutti gli anni sull’orlo della retrocessione, godendo nel salvarsi (mi sa di s….a cinese). C’è tuttavia chi rimpiange quei tempi, specialmente quelli dall’altra perte del Bisagno.

      Credo sia tutta li la differenza di vedute tra i tifosi, senza ovviamente contare lo stile del soggetto e l’allontanamento fisico progressivo che ha creato fra squadra e tifosi.

      Il fatto poiu che questi 3 elementi siano delegati a trattare i diritti delle Tv, ti fa capire il livello del nostro Paese, ma non voglio entrare in discorsi politici.

    • andreap ha detto:

      pure tanzi e cragnotti erano dentro al palazzo..ovvio è mf è la nuova testa di legno di lotito (dopo preziosi)..mica per meriti o capacità.
      nella sua vita non ha mai avuto così tanta visibilità.
      vidal è un grande esperto di fallimentare..sta bene vicino a ferrero e nei palazzi del calcio…

  74. The Nightmare ha detto:

    Devo dire che questo post ha scatenato tutta una serie di commenti da parte di (soliti) utenti, che mi fanno veramente cadere le braccia. Forse più di altre volte.

    Anche all’orchestra del Titanic venne chiesto di continuare a suonare, tanto non stava succedendo nulla.

    È solo una questione di tempo, bisogna capire quanto grosso sarà il danno in quel momento. È solo un gioco, alla fine.

    Oramai, Maurizio, mi stai diventando come Gandhi, in quanto a pazienza.

  75. Luigi ha detto:

    Fidati delle coincidenze, sono il sussurro che tradisce il legame tra il possibile e l’inevitabile.

  76. Carlo46 ha detto:

    Vorrei condividere alcune considerazioni con tutti ma in particolare con chi, eventualmente sul forum, avesse esperienze di bilanci di società calcistiche. Voglio anche premettere che il mio è un ragionamento assolutamente neutro e laico, né pro né contro Ferrero, che detesto ma non voglio far entrare in questa analisi. Un mio primo pensiero è che oggi in Europa pressochè tutte le squadre professionistiche sono più o meno pesantemente indebitate, con una ratio normalmente proporzionale al proprio fatturato. Parrebbe pertanto non essere nemmeno più considerata “virtuosa” una gestione che preveda continue ricapitalizzazioni e debito zero, bensì anacronistica ed “incapace” di stare al passo con i tempi. Ammesso ne esista anche solo una; qualcuno conosce ad esempio a grandi linee la situazione dell’Atalanta? Tornando ad un mediamente recente passato ricordo che i Garrone ricapitalizzavano sempre, probabilmente per orgoglio familiare, oltre che per ovvie possibilità. Ma lo facevano anche Moratti, Berlusconi, Dalla Valle, Cellino, più volte lo stesso Preziosi che invece ora, notate, non lo fa più da anni. E’ come se il passaggio delle proprietà da singoli imprenditori capitalisti a società di gestione, multinazionali, fondi et similia, parlo sempre in generale visto che a noi è toccato il peggio del ventaglio delle possibilità, avesse anche modificato le modalità operative gestionali delle società calcistiche. Di fatto, ma naturalmente posso sbagliare, io non ho memoria recente di società calcistiche italiane realmente ricapitalizzate in sede di bilancio annuale. All’estero poi, e non solo in ambito calcistico, va molto più di moda la ristrutturazione che la ricapitalizzazione del debito. Quindi può anche darsi che la situazione della nostra adorata Sampdoria , al netto del soggetto detentore del pacchetto azionario, sia in linea con lo stato dell’arte (si fa per dire…). Concentriamoci ora però un attimo sulla Natura dei debiti. Io un’analisi approfondita in tal senso non l’ho mai letta e da profano mi domando quali essi siano. Perché se fossero nei confronti dell’erario (cosa che non risulta per la Samp) e di banche (cosa che invece risulta) è un discorso.
    Ma se viceversa il ‘grosso’ è, come da ignorante ritengo, concentrato sui ‘pagherò’ del parco giocatori attuale e passato allora andrebbe anche considerato il ‘ci pagheranno’ di molti giocatori che non fanno più parte della rosa. In soldoni come esiste Torregrossa, per il quale ci siamo indebitati, esistono ancora Schick, Fernandes e compagnia per i quali attendiamo rate di pagamento ancora negli anni futuri.
    Senza contare che si dovrebbe a maggior dettaglio entrare nel merito degli eventuali diritti od obblighi di riscatto, sia attivi (giocatori di nostra proprietà che attualmente militano altrove) che passivi (giocatori di altrui proprietà che attualmente militano nel Doria). Come i casi recenti di Murru, Bonazzoli, La Gumina e decine di altri dimostrano. Come sono inseriti costoro a bilancio? Recentemente vi è stata la stima di Ernst & Young, che va detto per onestà intellettuale è una società di tale caratura e prestigio mondiale che non svilisce certamente il proprio nome facendosi complice delle marmellate di Ferrero, sulle proprietà della Società; stima che va a mio avviso pertanto ritenuta degna di credibilità, almeno sino ed evidenza contraria.
    Ma se, come giustamente si è fatto notare, andrebbe integrata con le partite debitorie, osservo che altrettanto andrebbe fatto con i crediti. A me che i debiti attuali vengano già calcolati come saldo netto residuo dai crediti. Qualcuno può fare chiarezza?

  77. Claudio ha detto:

    Strano….. si torna a parlare di ferrero (rigorosamente minuscolo)….. contenti voi.
    Dal momento a me piace parlare di calcio e le discussioni su quell’elemento insignificante mi interessano meno di zero, ci aggiorniamo quando si tornerà a parlare di squadra e dei 13-14 punti mancanti all’obiettivo (e che obiettivo).
    Buon proseguimento. Bye

  78. petrino ha detto:

    Se la Dell comprasse lo Spezia……………….

Lascia un commento

IL DERBY SU TUTTO

Schierando la formazione bis a Marassi contro l’Atalanta, Claudio Ranieri ha lanciato un messaggio chiaro alla Sampdoria: stavolta il derby [&hellip

PAPALE PAPALE

La Sampdoria, dopo la visita a Papa Francesco, perde di misura all’Olimpico contro la Lazio al termine di una partita [&hellip

BRUTTI MA BUONI

Una Sampdoria non bella sul piano estetico ma concreta ed efficace su quello realizzativo conquista tre punti con la Fiorentina [&hellip

RIN… VIGORITI DA DAMSGAARD

La Sampdoria torna dalla trasferta di Benevento con un punto, firmato da Keita a dieci minuti dal termine della partita [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta