SAMP SPUNTATA, MILAN ANCHE MA CI PENSA CALVARESE

7 Dic 2020 by Maurizio.Michieli, 226 Commenti »

“Calvarese non fa rimpiangere l’assenza di Ibrahimovic”. Sampdoria-Milan verrebbe da titolarla così, considerato che l’arbitro ha prima concesso un rigore piuttosto generoso ai rossoneri per il tocco di mano in area di Jankto con il pallone destinato al fondo e poi ne ha negato uno ai blucerchiati su un intervento analogo di Gabbia dalla parte opposta. Risultato? Il Milan ringrazia e porta a casa tre punti forse eccessivi per quanto visto in campo. Ad alterare gli equilibri è stato il penalty trasformato da Kessie, a cui la Samp non è riuscita a rispondere adeguatamente. Tanti, troppi cross in mezzo all’area senza qualcuno in grado di capitalizzarli a dovere. Il raddoppio di Castillejo nella ripresa ha di fatto chiuso l’incontro, anche se Ekdal lo ha riaperto con una deviazione vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Ma la squadra di Pioli si è difesa bene, anche se proprio a tempo quasi scaduto ancora Ekdal ha avuto sulla testa il pallone per pareggiare senza riuscire a trovare l’equilibrio necessario per centrare la porta. La Sampdoria nel primo tempo era anche partita bene, impegnando Donnarumma con una zuccata ravvicinata di Tonelli ma il Milan al suo attivo ha potuto vantare anche un palo colpito in avvio di ripresa. Ci stava il pareggio, al netto dell’arbitraggio. La Samp, tuttavia, deve anche meditare sui soli due punti raccolti nelle ultime cinque gare, inframmezzati dalla sconfitta nel derby di Coppa Italia. E alle porte c’è la trasferta di Napoli.

226 Commenti

  1. Maraschi ha detto:

    Niente da fare. Partita stile Samp anni 70, quando le grandi squadre venivano a Genova e col minimo sforzo e magari qualche aiutino arbitrale, si portavano via due punti. Unica differenza: ora ne portano via tre. Pazienza. Ultima notazione: Thorsby ed Ekdal dovrebbero insegnare alle nostre punte (?) come si entra sui cross in area.

    • ROBY LEVANTE ha detto:

      Le nostre punte attuali chi sarebbero ? Gabbiadini ,sempre rotto; Keità,rotto; Quagliarella, purtroppo,non pervenuto ma anche lui con qualche guaio;; La Gumina sarebbe un attaccante ? Forse da promozione eppure Ranieri lo manda in campo invece di Gaston; forse Leris,tuttofare e per Ranieri anche un attaccante.Il nostro grosso problema è il gioco che non esiste,giochiamo sempre di rimessa come se avessimo dei fulmini per il contropiede.Come con Giampaolo,la squadra gioca 1 solo tempo ma Ranieri dice che corriamo più degli avversari ma non siamo concentrati.E chi dovrebbe svegliarli ,il magazziniere ? O Ranieri mette in campo i migliori giocatori oppure dia le dimissioni.Domenica giochiamo a Napoli,prepariamoci a una grandinata di goal:Sono avvilito perchè anche con questi giocatori non si possono perdere certe partite.i

  2. luca ha detto:

    “negato al 69’ un rigore ai padroni di casa: Romagnoli salta e con il braccio largo colpisce sul volto Damsgaard. Calvarese non fischia, il Var non può intervenire perché l’entità del contatto è valutabile in campo, ma sarebbe da penalty” da “GAZZETTA DELLO SPORT” di questa mattina (pertanto da Milano) ma cosa pretendiamo con questa Società ? e poi per la prima volta mi sento di criticare il nostro Mister , un pò troppo “signore”!!!! il penalty a nostro favore era netto ! pertanto ci si poteva lamentare un pò anzi ….altri allenatori avrebbero montato un “caos” e così non và bene , poi sempre la solita storia “abbiamo regalato un tempo” adesso però basta sono ormai 3 partite che sento la solita autocritica, o si stà zitti e pazienza (siamo questi punto e basta) …. oppure si cambia effettivamente l’approccio alle partite .

    • Souness ha detto:

      Premesso che l’anno passato in un episodio simile con il Bologna di Murru ci è stato dato rigore contro e mi pare che l’arbitro sia stato richiamato dal VAR, quindi non capisco l’affermazione della gazzetta dello sport devo dire che come a Torino abbiamo regalato il primo tempo non giocando. 70 a 30 per cento di possesso palla a favore del Milan come si fa a sentire che la prestazione c’è stata? Poi sostituendo due giocatori nell’intervallo l’atteggiamento è cambiato e alla fine si è sfiorato anche il pareggio. Temo che anche Ranieri sia un po in confusione sbagliando gli 11 iniziali e poi essere costretto a rimediare dopo il primo tempo ancora una volta. Forse non era la partita per schierare contro un Milan muscolare e primo in classifica Silva al posto di Ekdal (graziato dal rosso) e Gabbiadini insieme a Quagliarella, due giocatori poco mobili e con poca grinta.
      A questo punto si va a Napoli dove sarà difficile portare via punti poi il Sassuolo e salvo sorprese saremo risucchiati in piena lotta per non retrocedere avendo dilapidato quanto di buono fatto ad ottobre.

  3. belmondo' ha detto:

    al netto degli episodi dubbi (a mio avviso non c’era nessuno dei due sui tocchi di mano, mentre quello su daamsgard si poteva dare) la squadra sta vivendo un periodo di involuzione drammatico, l’attacco non esiste, tiriamo poco e siamo davvero leggerini.
    gabbiadini un fantasma, quagliarella idem. adrien silva e’ un mistero, un giocatore di una lentezza imbarazzante, da campionato di altro livello (forse potrebbe dire la sua in portogallo dove i ritmi sono completamente diversi).
    la squadra e’ davvero lo specchio della societa’, e’ triste e male organizzata.
    salvo solo colley tonelli e thorsby che il suo 6 in pagella lo porta sempre a casa.

  4. robmerl ha detto:

    forse poteva scapparci un pareggio, ma noi siamo troppo chiusi. Per fare il contropiede servono giocatori che si smarcano e fanno viaggiare la palla, oltre a una difesa d’acciaio. Noi non li abbiamo, e si vede.

  5. Fra Zena ha detto:

    a volte non ho condiviso i toni troppo negativi di alcuni interventi, Maurizio. Oggi, al contrario, lo trovo eccessivamente “morbido”
    Io sono invece molto deluso e preoccupato perchè ieri sera era un’occasione unica per portare via punti ad una squadra di alta classifica reduce da un dispendioso impegno di coppa e priva di almeno 3 titolari fissi; invece ancora una volta usciamo sconfitti. Vista anche la prossima partita a Napoli, il nostro scivolamento verso i bassifondi appare ormai completato. E questo fa rabbia, perchè belin dopo 6 partite avevamo 10 punti e abbiamo gestito malissimo questo tesoro nei confronti delle inseguitrici. La partita di ieri e quella contro il Bologna gridano vendetta
    Ieri l’arbitro ci ha messo del suo, anche sulla gomitata di Romagnoli a Damsgaard, ma i principali responsabili siamo noi: un primo tempo timorosissimo, schiacciati negli ultimi 20 metri; una ripresa volenterosa ma pasticciata. A Torino ce l’eravamo sfangata, ma non si può pensare di fare punti lasciando sistematicamente agli avversari il 70% di possesso palla. Anche perchè la nostra difesa, ormai si è capito, se messa sotto pressione prima o poi la cappella la fa, vedi Jankto ieri (anche sfortunato va detto).
    Insomma un’altra partita che ha messo a nudo le lacune di questa rosa, che molti (me incluso) a inizio anno credevano più forte di quello che in realtà non è. Ci eravamo illusi, purtroppo. E ieri oltre ai danni le beffe: Beres e Gabbiadini infortunati, il polacco credo non lo rivedremo prima del 2021 se si è stirato o strappato; Gabbia speriamo si sia fermato in tempo. In più la dolorosa conferma che Adrien Silva sia molto vicino ad essere un ex giocatore, perde palloni sanguinosi e non fa mai nulla che giustifichi la sua fama. Lento come un bradipo e sempre ammonito
    Ieri mi aspettavo di più, ma forse sbaglio io che mi aspetto sempre troppo da questa Sampdoria, dovrei accontentarmi di “onorevoli” sconfitte come sembrano fare in tanti

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Insomma, non ti vado mai bene 🙂 Ci sta. Io credo che dipenda molto dalle aspettative. Penso che contro il Milan capolista la Samp abbia fatto una partita accettabile, condita da errori e poca incisività in attacco, dove c’è penuria. Abbiamo perso di misura e con un arbitraggio non certo “favorevole”. Io non mi aspettavo molto di più.

      • Fra Zena ha detto:

        🙂
        Ma no anzi grazie per mantenere vivo questo spazio
        Senza stadio e senza bar è rimasto uno dei posti dove si può parlare, e bene, di Sampdoria
        Su ieri sera probabilmente hai ragione tu, mi ero illuso per il fatto delle tante assenze tra i rossoneri ma il risultato più logico era la sconfitta

      • NYC ha detto:

        sono daccordo con Maurizio, ieri la samp ha giocato una discrete partita poi episodi arbitrali e sterilita’ offensiva ( speriamo bene per Gabbiadini) hanno fatto il resto…se avessimo giocato cosi contro Cagliari – bologna – genoa avremmo fatto piu’ punti di sicuro.

        speriamo ranieri abbia capito che deve giocare con 2 punte anche se aime’ una dovesse essere LaGumina…

        vediamo a Gennaio la squadra va puntellata

    • ROBY LEVANTE ha detto:

      Abbiamo un numero di giocatori infortunati eccessivo dopo così poco tempo.Perchè?
      Sono poco allenati fisicamente o male ? Lo staff medico non è all’altezza di salvaguardarli ? Bisogna chiedere a Ranieri il perchè, forse siamo inferiori fisicamente e non riusciamo a sostenere i carichi di lavoro dal momento che riusciamo ad essere competitvi solo per un tempo (come con Giampaolo).Purtroppo in queste condizioni non riusciremo a rimanere in Serie A senza cambiare tipo di gioco ,acquistare almeno un difensore forte atleticamente già pronto a giocare e un attaccante che riesca a tenere la palla per far rifiatare la squadra.Il ringraziamento va al nostro presidente giullare che non conta niente e cioò si vede dal fatto che prendiamo rigori dubbi senza che nessuno protesti a livello Federazione.

  6. vedder74 ha detto:

    Dal mio punto di vista abbiamo assolutamente meritato la sconfitta.
    Contiamo un attimo i tiri in porta? Azioni pericolose?
    Non è possibile affrontare un campionato dove proviamo a giocare 30 minuti su 90.
    Questa è responsabilità dei giocatori.
    Poi se in rosa hai un 38 enne (che meno male che la butta ancora dentro), uno falcidiato da problemi fisici (Gabbiadini cmq nn lo annovero tra i “bomber”, uno manco buono per la B ed infine un giovanotto che è venuto a svernare e forse sarà pronto a giugno….facciamoci due conti.
    Sarebbe interessante chiedere a Pastorello chi possa proporci nel mercato di Gennaio, conosci qualche suo assistito fuori rosa? Rotto? o magari poco impiegato?
    Discutiamo di un rigore….quando la Samp è messa a garanzia di un FALLIMENTO?
    Questa la sconfitta più grande.
    LIBERATE LA SAMPDORIA

  7. ale ha detto:

    Ho visto una buona Samp a tratti ma siamo spuntati. Farei giocare Dasmgaard unpo’di più.
    Arbitraggio censurabile ma inizia ad essere un filotto di sconfitte preoccupante.

    Ho letto in rete altri stralci della proposta di concordato e mi sembra di aver capito che la fam Ferrero propone questo:
    Vendete tutto quello che riuscite delle società in via di fallimento (cinema, case popolari di Roma, ecc), la Samp è fuori da ciò se volete la vendo a chi mi da 110 milioni più debiti (quasi 200 a cui aggiungere investimenti iniziali) cioè nessuno. Se non vi va bene fate pure fallire tutto, ma la Samp ne è fuori perchè l’ho messa nel Trust.

    Chiedo a chi ne sa: si può fare? Se i creditori rifiutano il concordato falliscono le altre società di ferrero e lui può tenere la Samp fuori dai giochi e tenersela nei secoli dei secoli?
    Se lo accettano lui può dire il prezzo è solo quello che dico io anche se è totalmente fuori mercato?

    In altre parole si possono “fregare” i propri creditori in questo modo? O il Giudice Fallimentare può in quelche modo cambiare il merito della proposta di concordato se la ritiene lesiva dei diritti dei creditori?

    Avanti Sampdoria!
    Ferrero sparisci

  8. Ivano Magna Romagna ha detto:

    5 Partite,4 sconfitte tra cui un derby casalingo,una banda del buco che prende almeno due gol a partita e,personalmente,non ricordo un allenatore della SAMP che perde DUE derby su tre in 4 mesi ..record dei record.Poi l’iirritante intervista del dopo partita che dice pazienza,ripartiamo tutte le volte e non si rende conto di cosa significa perdere due derby casalinghi a Genova in meno di 4 mesi,non e’ entrato nello spirito della citta’ ranieri e ha una media devastante negli ultimi due mesi,a Leicester avra’ fatto il miracolo ma qui non si vede nulla,anzi si vede solo un ricco ed anziano signore garbato che si trova bene a svernare qui e commette errori grossolani,In nessuna squadra della fascia della SAMP Ramirez,Ekkdal e Damsgard resterebbero in panca ma da noi si.Dare una svolta immediiata oppure qui si va a rischiare grosso redarguendo anche l’allenatore se necessario.Guardi giocare la Squadra di de Zerbi e resti incantato,persino lo Spezia di Italiano ma noi galleggiamo da anni ma,almeno,Giampa i derby non li perdeva.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Hai citato due società – Sassuolo e Spezia – molto forti. Ma forse ora il pesce non puzza più dalla testa… Ranieri fa quel che può, con una squadra costruita senza tenere conto delle esigenze tecniche e – ormai è chiaro – senza essere stata rinforzata: Keita non esiste, Silva è un fantasma sistematicamente bocciato dall’allenatore, Candreva (grande giocatore) va a strappi. Ci sarà da soffrire, ma penso che ci salveremo. Con Ranieri. Non penso che un Semplici o un D’Aversa – tanto per fare i nomi di due tecnici disponibili – potrebbero fare di più.

      • Nicola ha detto:

        Il mio parere è che Ranieri, che ho criticato nelle partite precedenti, ieri abbia fatto quelle mosse che un po’ tutti abbiamo sollevato nelle precedenti partite: due attaccanti dall’inizio per non lasciare solo Quagliarella, inserimento di Ferrari sulla destra in luogo di Regini per sostituire l’infortunato Berezsinsky (a proposito, Maurizio si sa qualcosa sull’entità dell’infortunio in un ruolo così, ahinoi, scoperto?).. cambio Jankto-Damsgaard nella ripresa..
        Anche a me hanno lasciato perplesso le parole del mister sullo scandaloso arbitraggio nel post -gara. Credo che non abbia voluto alimentare la (giusta) polemica per non creare alibi ai giocatori, probabilmente in questo momento ritiene sia meglio così per la squadra.

        Come dici tu Maurizio purtroppo i nodi dei colpi estivi (sulla carta) vengono al pettine: Keita rotto e Silva fantasma. D’altra parte se questi due fossero stati in forma non sarebbero qui ora.. Per Keita il Monaco paga parte dell’ingaggio, Silva un trentenne (quindi nel pieno della forma fisica) campione d’Europa è venuto qui a parametro 0.. Questo ci fa pensare. Il solo Candreva non basta a far salire di livello la compagine dello scorso anno. C’è da sperare che col tempo e con il minutaggio questi acqusiti possano dare parte del contributo atteso..vista anche che purtroppo (credo causa contratto) Ramirez (uno dei pochi con qualità) ha la testa altrove.
        Io nel mercato di gennaio darei prioirità assoluta alla ricerca di una punta, e, se dovessi scegliere, lo farei a scapito dei terzini..nonostante ce ne sia bisogno: trovo fondamentale risolvere il problema della conclusione a rete.
        .

      • ale ha detto:

        A Sassuolo e Spezia non il pesce non puzza

      • NYC ha detto:

        la squadra non e malaccio, hai letto la formazione del Bologna o del Cagliari ?

        Non cito Benevento – Crotone …..

        Siamo stati penalizzati dgli infortune di keita e Gabbiadini che di fatto hanno azzerato l’attacco….

  9. GIANNI ha detto:

    Con Napoli, Sassuolo e Verona alle porte rischiamo di ritrovarci con l’acqua alla gola e in compenso ho visto, salvo rare eccezioni, giocatori svogliati come se non fossero motivati (direi un’altra parola sca…ti) e un Gabbiadini penoso e di conseguenza Quagliarella sempre circondato da avversari, Pagliuca si è chiesto come mai Ramirez in panchina gli assenti hanno sempre ragione …..??

  10. Francesq ha detto:

    Ragionando sul calcio di oggi, mi viene da tirare una martellata al decoder.

    Basta.

    Faziosità, partigianeria, stucchevolezza; anche se i miei soldi, a fine mese, valgono come quelli del milanista.

    Nemmeno due nomi di Doriani per l’uomo partita. Nemmeno quello. “Vista la partita, faccio tre nomi di milanisti e uno solo della Samp”. Si perché siamo 7-0 in effetti. E c’è un Milan dominante che girar la testa fa.

    E passi quel silenzio eloquente nel commentare il replay sul fallo – nettissimo – di Gabbia. Prima si affrettano a gridare “non c’è nulla! Nulla!”. Poi tacciono, mandando il replay, quella misera volta. Perché una volta sola l’han mandato. Anzi, non passi. Han rotto le scatole.

    Caro ex calciatore, neo commentatore, i miei soldi – ripeto – valgono come quelli di un po’ qualunque baluba milanes. E un briciolo di rispetto per chi, a prescindere dal colore della bandiera, foraggia tutti i mesi l’azienda che ti paga lo stipendio non sarebbe sgradito.

    Ma che facessero davvero la super lega e ci togliessero dalle scatole le grandi. Tanto ormai il miracolo Doria, il Cagliari, il Verona, non esistono più. E non sono più possibili. E con quei miracoli vanno in soffitta il romanticismo, le farfalle nello stomaco, la sorpresa e la magia.

    Insomma, va in soffitta quel lumicino di speranza che il calcio possa ancora chiamarsi sport, nonostante tutto.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Mi stupisco (benevolmente) che ti stupisci. Io, quando guardo le partite, tolgo la telecronaca.

    • gio ha detto:

      Condivido al 200%!!
      E’ uno scandalo che il principale network di sport in italia, e tra i primi al mondo, trasmetta telecronache del genere, di un provincialismo vergognoso!!
      Va bene, togliamo l’audio, ma non paghiamo anche per quello? Io pretendo di avere commenti tecnici al di sopra delle parti, non esiste questo appiattimento a 4-5 club che fanno il bello e il cattivo tempo. Poi ci stupiamo che la Serie A è diventata ridicola…
      Basta!!!!

      • livio ha detto:

        Rabbia e disgusto insieme…….non fingono neppure di ostentare un minimo di imparzialità…..
        ……e non trovare due (2) giocatori della Samp da citare tra i migliori in campo…..Ambrosini un vero ……(mi autocensuro)….

        Come ha ben ricordato qualcuno nemmeno nell’anno dello Scudetto ci veniva riconosciuta una evidente superiorità, ma solo le problematiche altrui.

    • robmerl ha detto:

      sono un milanese sampdoriano, ma non mi prendo del baluba (scherzo ovviamente)

      • Francesq ha detto:

        😉

        Ho abitato tanti anni a Milano anche io.

        Ovviamente era un’esagerazione scherzosa. Ma il messaggio di fondo resta.

        • Fra Zena ha detto:

          Francesq sei un grande e hai ragionissima, ma intanto è inutile recriminare su queste cose
          Il calcio degli anni ’80 e anche ’90 non tornerà più, e comunque non è che all’epoca i favoritismi per le grandi non ci fossero, anzi facevano più porcate di adesso forse
          Io mi accontenterei di avere una società come quelle di Cagliari e Bologna, per dirne due a caso, che hanno dimostrato di saperci stare con dignità in questo calcio. Quella dignità e quella testa alta che noi tra magheggi giuridici, plusvalenze compulsive e mercati dettati dai procuratori stiamo perdendo goccia a goccia

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        seri eroico.

        • Massimo Pittaluga ha detto:

          sei eroico

          • robmerl ha detto:

            no, massimo, sono solo uno che ama la maglia più bella del mondo, la liguria e un’idea di calcio che non è solo vincere ma fare quello che riesci a fare con dei mezzi normali. Vincere perché hai più soldi degli altri o corrompi gli arbitri, la stampa o i professori di lingua italiana che magari bocciano un povero aspirante netturbino ma promuovono un calciatore multimiliardario è una soddisfazione (?) che lascio agli strisciati, di tutti i colori.Però la maglia più bella in assoluto era la rossa cerchiata che ci ha fatto sognare negli anni settanta. Siete d’accordo, blue-circled brothers?

    • Ivan ha detto:

      Commentatore Sky sul fallo di Romagnoli:”effettivamente questo è un fallo che fuori area si poteva fischiare”
      E perché in area no? Ah era contro il Milan….a voi il commento…

  11. livio ha detto:

    La giornata a mio parere non deve essere considerata negativa. E’ stato ritrovato un bello spirito battagliero che, se verrà mantenuto nelle prossime gare, darà i suoi frutti.
    Resta l’amarezza perchè, si aggiornano i regolamenti, cambiano gli arbitri, ma restano la sudditanza psicologica che premia le ” grandi ” a danno delle ” piccole “.
    Il campionato scorso, con l’uso metodico del VAR, ci avrebbe visto assegnare 2 rigori contro 1 al Milan. Con l’avvento delle concessioni ” ragionate ” , ecco che si è tornati ai vecchi tempi.
    1/2 rigoretto pro Milan = 1 rigore; due 1/2 rigoretti pro Samp = zero assoluto.
    Siamo alle solite……
    Mi ha poi meravigliato la grande e forse eccessiva arrendevolezza mostrata da Ranieri nelle interviste post partita; mi è parso assecondare troppo il nutrito parterre degli opinionisti Sky che non osano nemmeno sussurrare- impegnati come sono a lodare ed incensare un Milan beneficiario di rigori ogni partita – che forse ci è stato fatto un torto. Lo ” stile Sampdoria ” non paga più; credo abbia fatto bene la Roma che ha scatenato un pandemonio , prima sul campo e poi mediatico, dopo un arbitraggio spigoloso ed impreciso.
    Comunque, come ho premesso, alcune buone impressioni. Un Ferrari eccellente, un Tonelli in ripresa,un Candreva rabbioso, i rimanenti, concentrati ed attenti.
    Note negative la fragilità di Gabbiadini e la conferma che Silva, forse non è più competitivo per la Serie A. E la conferma – per l’ennesima volta – che non si può affrontare un torneo così impegnativo con 2 ( DUE) terzini ed un solo centravanti , valoroso ma stradatato….

  12. Massimo Pittaluga ha detto:

    ieri la samp ha fatto del suo meglio oggettivamente. diciamo che quello che si scriveva da inizio stagione sulla mancanza di terzini in alternativa è uscito ieri con l’infortunio di berez ferrari (per me ottimo ieri in entrambi i ruoli) è andato a tappare il buco ma da centrale a mio avviso è meglio e soprattutto ha dovuto abbassare molto jankto su teo hernandez. a mio avviso non c’era nessuno dei due rigori. sul primo l’arbitro non consulta neppure il var ma la palla usciva e jankto era in contrasto con un bestione come hernandez insomma quale danno ha creato al milan nulla. anche il braccio di gabbia viene dopo il petto e comunque poco a mio avviso per dare un rigore. sbaglierò ma la manata involontaria di romagnoli era il più rigore dei 3 (che non avrei dato intendiamoci) ma se è rigore quello di jankto lo è anche quello su damsgard perchè lo centra mentre vanno a contrasto. il milan non ha rubato nulla e la samp ha fatto una partita dignitosa. speriamo gabbiadini e berez non abbiano cose serie. silva ha ottimi piedi ma deve mettere minuti e giustamente ranieri gli da minuti altrimenti non lo metti in forma. migliori per me thirsby e ferrari nella samp. è entrato bene anche colley. a mio avviso abbiamo giocato come si poteva contro una squadra superiore e lo dicono i giocatori e la classifica ma dobbiamo cercare di fare punti anche con queste per non finire troppo giù. ieri voglio far presente a chi critica pellegrini che la seconda voce di ambrosini era insentibile. dire pro milan è dire poco, altrochè zaccarelli col toro che si sa è un tifoso e grande ex granata ma molto più moderato e diciamo se non equidistante discreto nel contenere un tifo. ambrosini con chiunque giochi la samp sembra che siamo dei grammoni e che ci asfaltino sempre. maurizio ora il napoli. giocano prima con la real sociedad giusto? se si ed essendo una partita tirata speriamo si stanchino molto anche se a mio avviso il napoli malgrado la classifica è più forte del milan.
    certo cedere la società che controlla ad un trust uninominale del proprio commercialista è veramente un operazione di una spudoratezza tale che non servono altri commenti. operazione fatta per spremere lo spremibile nel tempo che gli verrà concesso se gli verrà concesso. differentemente bisognerebbe prendere a vidal la sampdoria se le aziende di ferrero fallissero. se ci fosse ancora qualcuno che non avesse capito in che mani siamo

    • Fra Zena ha detto:

      Silva non ha un problema di forma; se lo avesse giocherebbe bene e uscirebbe stremato al 60′
      Silva è lento, svagato e commette errori da matita blu ogni volta che mette piede in campo. A differenza di Candreva che sbaglia molto ma lotta come un leone, lui sembra estraneo al contesto
      Temo sia un ex giocatore, soprattutto per una squadra molto di lotta e poco di governo.
      Capolavoro di pastorello che ha gabbato tutti facendogli strappare un contrattone

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        può essere ma aspetterei un attimo a scrivere il de profundis. da bambino ( senza fare paragoni irriverenti) c’era un certo platini che ci mise 6 mesi ad ambientarsi ed era platini non silva. credo che ranieri cerchi di dargli minutaggio e anche di avere ekdal fresco per mezza partita invece che sfiancato. ragazzi siamo la squadra dello scorso anno senza linetty con in più per ora damsgard e candreva senza murru come riserva e se escono con silva e keita in più. in generale dovremmo essere migliorati e a mio avviso lo siamo ma mentre lo scorso anno si era da salvezza col coltello quest’anno siamo un poco meglio ma il coltello lo dobbiamo sempre avere. poi ripeto sino alla nausea, teniamo duro assieme a mr e squadra perchè con questa proprietà che scappa a jersey cedendo ad un trust la controllante (per allungare il brodo e mettere delle difficoltà ulteriori qualora vi fosse un fallimento delle altre società). già salvare la pelle un altro anno sul campo è un risultato importante. pensiamo un po se la società in cui si lavora portasse la controllanete all’estero passandola ad un trust unipersonale con i soci invischiati in diversi fallimenti e concordati. ecco avessi una scelta diversa andrei a lavorare in un posto diverso e comunque non ci lavorerei sereno. credo che la salvezza sul campo tenga in piedi si parzialmente ferrero ma molto di più la samp. se si sprofonda in B sarebbe un viaggio senza ritorno con una spoliazione di quello che rimane. facciamo attenzione la situazione è molto delicata e ranieri un uomo navigato. se poi facciamo 41 42 43 punti va bene e firmerei domattina aspettando tempi migliori.

        • Fra Zena ha detto:

          Spero che Tu abbia ragione su silva
          Anche secondo me rispetto allo scorso anno siamo migliorati, ma è un fatto che le stiamo perdendo tutte
          L’unico punto recente rubacchiato a Torino in una partita con Audero migliore in campo
          Insomma segnali positivi non ce ne sono molti

        • maurosampbolzano ha detto:

          ciao Massimo in questo periodo credo che non siamo la squadra dello scorso anno,intanto ci manca Linetty che era ben inserito nel sistema, inoltre causa defezioni multiple e prolungate il nostro attacco è un carro armato che spara con la mitraglietta,quindi continuando a prendere i soliti peri regolarmente,con cosa possiamo replicare,con cosa con chi,un salutone da bolzano

  13. Vincenzo ha detto:

    Malgrado i 2 punti presi i nelle ultime 5 partite siamo sempre undicesimi (bicchiere mezzo pieno…) anche se racchiusi in un fazzoletto, quindi testa bassa e pedalare a partire da Napoli: fermo restando che ci asfaltano… si parte comunque dallo 0 a 0 senza pubblico!
    Non entro nel merito dell’arbitraggio e del commento degli opinionisti (massimo esempio di imparzialità…) riportato da Francesq: niente di nuovo sotto il sole.
    Nota di colore: mi è piaciuta molto la divisa indossata dalla squadra, vorrei vederla più spesso, sembrava il Blackburn Rovers… .

    Forza Sampdoria

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      senza polemica sembravamo la mitica Andre Doria…….mancava la Cajenna

    • maurosampbolzano ha detto:

      lasciami il blucerchiato, lo adoro grazie

    • jan ha detto:

      Caro amico Vincenzo,
      settimana scorsa io dissi che il Milan ci avrebbe asfaltato e tu che gliene avremmo fatti due : non ci hanno asfaltati ma abbiamo perso, un goal lo abbiamo fatto. Partita che poteva essere pareggiata…….ci sei andato più vicino tu !
      Purtroppo sul prossimo impegno siamo concordi con l’asfaltatura, ma peggio è che la coperta, come ben fai notare, è sempre più corta e le inseguitrici sono ormai li……

  14. Jordan ha detto:

    Var o non var l’andazzo e’sempre lo stesso. Non mi stupisce più la facilità con cui nel dubbio l’arbitro ci fischia contro il rigore. Cagliari Atalanta Milan 3 rigori contro ridicoli. Riguardo al calcio giocato siamo nella perfetta media che avevo previsto. Una partita su due la perdiamo, vedrai che ne vinceremo 11 e pareggiando le altre 8 arriveremo agli agognati 40/41 punti…di più non possiamo pretendere. Accetto scommesse 😃

  15. Franco T. ha detto:

    Di fronte ad un Milan non trascendentale, la Samp è stata un po’ sfortunata, scontando negativamente le decisioni arbitrali, sempre a favore, quando è il caso, alle Squadre più blasonate. C’è da dire però, che i blucerchiati hanno palesato i soliti cronici difetti di qualità tecnico-tattica della rosa in tutte le zone del campo. Soprattutto nella zona nevralgica del gioco, manca almeno un giocatore di qualità che a tempo debito sia capace di innescare qualche passaggio filtrante per le punte. Secondo me, Ranieri non prende atto che con i giocatori a disposizione, deve rinunciare sia al 4-4-2 che al 4-3-3. Dovrebbe affidarsi al 4-3-1-2 rinunciando, almeno in partenza, a certi giocatori dati per titolari in questo momento. La qualità complessiva della rosa è quella che è, ma credo che la modifica del modulo di gioco possa apportare dei miglioramenti per poter fare punti, altrimenti vedo difficile fare risultati utili per la salvezza. Le tre vittorie consecutive hanno sicuramente illuso un po’ tutti sulle reali qualità della rosa della Samp. Mi dispiace dirlo ancora, ma gli inserimenti di Candreva e Silva non servono, tenuto conto della rosa a disposizione. Spero di sbagliarmi. Cordiali Saluti

  16. Tenente Colombo ha detto:

    Io non sono per niente così ottimista anche al netto di possibili torti o sviste arbitrali che generano solamente alibi nei tifosi, nell’allenatore e nella squadra…alibi inutili poi quando nella casella punti fatti nelle ultime 6 partite c’è un misero 2 e alla voce gioco espresso c’è scritto: assente.
    Ieri, fossi stato in Ranieri, invece che far scendere la squadra in campo con quell’atteggiamento, sarei rimasto a casa con mia moglie sul divano a vedere “Live non è la D’Urso”. Giusto per un briciolo di rispetto verso noi tifosi che dobbiamo già farci deridere da mezza Italia a causa dalle vergognose pubbliche apparizioni di chi ci rappresenta.
    Complimenti poi per l’intuizione Adrien Silva…la società ha fatto bene ad assecondarlo: un metronomo. Anche se non in condizione dispensa di giocate di alto livello in favore degli avversari…è proprio colui che ci farà fare il salto di qualità. Lunga vita ad Ekdal.
    Complimenti poi per la recidiva idea di inserire sempre il suo più fidato scudiero Leris…non ne può proprio fare a meno e infatti lo ripaga puntualmente con prestazioni di sostanza.
    Ripeto…per la situazione societaria disastrosa che abbiamo, la rosa a disposizione è meno drammatica di quel che poteva essere, oggettivamente confermo che ha valori da 11°-15º posto, ma purtroppo adesso, i gravi errori in sede di allestimento squadra, il non avere ricambi per i terzini e l’aver puntato su un 38enne e La Gumina in attacco…vengono a galla e ne aumenteranno il coefficiente di difficoltà.
    Adesso si fa sempre più dura anche perché l’unica certezza del Mister ad oggi è l’avere spazzato via qualsiasi idea e principio di gioco e l’aver tolto fiducia ai già non eccelsi discreti giocatori. Ad ogni intervista fotocopia dichiara di aver regalato un tempo agli avversari dimenticandosi che la mentalità della squadra la infonde lui. Mi rammarica doverne sempre parlare male però non ci si può sempre nascondere sul fatto che l’anno scorso ci ha salvati (…ci ha salvato il post COVID e la non espulsione di Bonazzoli) o che è un Signore del Calcio o il Leicester….ecc ecc….
    Sarò anche fuori luogo ma io cambierei subito l’allenatore e punterei sul 352 per ottimizzare i giocatori a disposizione tenendo in campo i migliori… variabile a 3412 se vuoi essere più offensivo… non diventi certo il PSG ma almeno scendi in campo per giocare a calcio.

  17. Vincenzo ha detto:

    A proposito della maglia indossata ieri: a una tv privata lombarda molto seguita e oggi sui social continuano a disquisire/ironizzare sul perchè la Samp abbia giocato con la maglia indossata dalla zebrata l’anno scorso: forse non è stato sottolineato abbastanza nelle varie cronache l’anniversario di una gloriosa società e, magari, un pizzico di conoscenza storica in più non farebbe male!. Questo l’ammetto, mi ha dato e mi da molto fastidio.

    Forza Sampdoria

  18. gio48 ha detto:

    Male, molto male. Continuiamo a regalare un tempo ai nostri avversari indipendentemente dal loro valore. Sappiamo giocare solo di rimessa ma rischiamo tantissimo ogni volta che perdiamo palla a centrocampo. Contro difese schierate non abbiamo mai o quasi mai la forza e la capacità di giocare nello stretto se Ramirez è in panchina. Non abbiamo una punta su cui appoggiarsi per consentire l‘inserimento dei centrocampisti e, chiaramente, non possiamo crossare palle alte al centro nelle azioni veloci di contropiede. Abbiamo giocato tre splendide partite di rimessa pressando alti ed evitando pericolosissime amnesie a centrocampo ma da lì in avanti, purtroppo, ci siamo fermati. Ieri abbiamo tirato 3 volte verso la porta di Donnarumma con Thorsby, Ekdal e Tonelli e sempre su azioni da calcio da fermo : in pratica non abbiamo MAI fatto un‘azione una. Non so come Ranieri possa variare il gioco di questa squadra ma so soltanto che vedendo giocare Verona e Spezia, ad esempio,mi viene difficile fare un confronto con il nostro atteggiamento in campo. Speriamo bene ma l‘elettroencefalogramma è pericolosamente tendente al piatto.

  19. Marco ha detto:

    Ma cosa stiamo a parlare di tattiche, uomini ,moduli quando poi vedi ste cose in campo?Pensavo di averle viste tutte due anni fa allo juventus stadium invece al peggio non c’è mai fine….sono nauseato da sto schifo

  20. gio48 ha detto:

    Maurizio, ho visto i due episodi a cui ti riferisci ed ho sentito il commento di Ranieri su SKY che concorda con il giudizio di Calvarese. Non so se tu hai visto la ripresa che vede dal davanti Jankto e l’attaccante del Milan perchè si vede chiaramente che sul nostro difensore non c’è alcuna spinta. Sul braccio di Gabbia, poi, il pallone tocca prima il petto del giocatore. Io, Invece, avrei molto da ridire sulla gomitata di Romagnoli sul volto di Damsgaard

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Sì, anche Romagnoli su Damsgaard è molto dubbio. Ranieri fa bene a non dare alibi, ma l’arbitraggio è stato imparziale. Credo che per una volta possiamo dirlo. Dopodiché, va pure sottolineato che Candreva ha preso per un orecchio un avversario e non è stato punito.

      • solosamp1946 ha detto:

        e che Silva già ammonito ha fatto un fatto da secondo giallo

        • belmondo' ha detto:

          esatto, ci si ricorda sempre solo degli episodi a sfavore.
          il rigore non dato alla roma ieri e’ uno scandalo e fa pensare male, non quello di gabbia di ieri che non c’era assolutamente

  21. aston ha detto:

    Il Milano ha vinto noi spuntati e con Adrien Silva che, per ora , non giustifica il suo acquisto ma:
    – sul salvataggio di Tonelli sul palo Rebic lo trattiene vistosamente e l’arbitro & C nulla vedono;
    – sul rigore a loro favore hernandez si appoggia e sbilancia evidentemente Jankto e nulla vedono;
    – sul rigore di Boccia idem;
    – Romagnoli in area colpisce saltando Damsgaard ed è tutto ok .

    Insomma arbitraggio diciamo non perfetto….

    a.

  22. rocco lombardo ha detto:

    buongiorno a tutti voi, leggo sempre con piacere, attenzione e vicinanza i commenti settimanali, d’accordo con alcuni spunti meno con altri…..non sempre però riesco a trovare e riservare la giusta attenzione nel partecipare attivamente al blog, ma oggi non posso non condividere con voi un intimo disagio, che ritengo possa accomunare chiunque abbia a cuore i nostri colori, constatando amaramente di essere ripiombati in un apatia disarmante, vedere dei normali calcianti, (purtroppo il livello è questo ancorchè condiviso da anni con le altre squadre di questo campionato narcotizzato..), senza voglia, molli, imbarazzanti, senza fame ed attributi…..eccetera ….e la mia considerazione è perchè??!!
    ….vada bene per gli arbitraggi “a sfavore” da un mese e mezzo circa, vada bene che anche un uomo di calcio, ancorchè attempato, si sia accorto di che aria tiri, entrando più volte in conflitto con lo “staus quo” politico-amministrativo della modestissima lega calcistica cui siamo affiliati, rimediando financo espulsioni e quant’altro, forse quanto mai nella sua lunga carriera,….dura la vita dalle nostre parti caro mister!! l’aplombe non sempre porta simpatie, figuriamoci risultati, anche se ad onor del vero nel post partita di ieri sera, sia risultato superlativo nel prendere “in giro” il gotha degli assoldati commentatori della tv a pagamento, disinnescando sul nascere inutili, sarcastiche e beffarde alzate di scudi a tutela del sistema….
    Ciò che non comprendo, o meglio non digerisco, è il perchè i nostri, pur sempre amati e coccolati beniamini pro-tempore, ci abbiano “illuso” nel famoso trittico di inizio autunno, facendoci presagire un inversione di rotta, un’embrionale consapevolezza di poter ambire ad inopinati lidi di adrenaliniche domeniche calcistiche, per poi farci mestamente maledire ogni minuto di agonia calcistica che ci propinano ogni volta…
    Oggi, mi perdonerà il caro Maurizio, pur condividendo ed addebitandone la matrice ….( Aristotele la definiva il “motore immobile”) non mi interessano argomenti triti e ritriti…quali società, condanne, patteggiamenti, assoluzioni, trust…ora anche paradisi fiscali…(VERGOGNE E MACCHIE INDELEBILI DELLA NOSTRA STORIA!!)… .a me basterebbe e piacerebbe solo vedere giocare al pallone, con i limiti insiti e propri di una squadra come la nostra per carità!!, ma con la voglia e la legittimazione morale di poter recriminare e gridare ad alta voce, quando si subiscono torti e condizionamenti come quelli subiti ieri sera al cospetto di una pur modesta capolista, con l’orgoglio e la “coscienza pulita” di aver assistito ad un gara in cui tutti abbiano comunque dato l’anima, senza addurre alibi di assenze, infortuni, mala gestio e quant’altro, ma mangiando l’erba e solcando il campo, ….come noi comuni mortali mestamente e figurativamente facciamo dai nostri telematici gradoni…TRISTEZZA ED IMPOTENZA…un caro saluto

  23. Moneglia89 ha detto:

    Comunque siamo veramente scarsi, ma tristezza vedere questa samp. Arbitraggio di parte sicuramente, ma noi veramente poca cosa

  24. solosamp1946 ha detto:

    io non mi attaccherei più di tanto agli episodi arbitrali , tanto abbiamo una non società che non si farà sentire …ma piuttosto all’assenza continua di gioco. Vero , ieri la Sampdoria poteva anche meritare il pareggio ma tutto figlio di foga agonistica e gioco sporco. Vorrei vedere 4 passaggi di fila e non i soliti lanci lunghi a cercare la testa di nessuno visto che in avanti non abbiamo uno in grado di tenere palla…e basta con questi 50 cross a partita tanto non servono a nulla…ah vero a questo poteva pensarci la società comprando una punta di spessore fisico (augello candreva jankto quando riesce e lo stesso damsgard mettono almeno una quindicina di palle importanti in area di rigore) ma si sà…per farlo servono a soldi b progetto sportivo…mancano entrambe le cose

  25. Dino Ravera ha detto:

    Primo tempo sconfortante…ripresa un po meglio per lo meno come atteggiamento e voglia..poi quando a pochi minuti dalla fine vedo entrare LERIS e non Ramirez, che per carità non sta facendo un gran campionato,ma se troviamo una punizione almeno la sa battere…..be’ ho spento la tv

  26. Pier ha detto:

    Partita rubata dall’arbitraggio nonostante le scelte sconsiderate di Ranieri.
    Il Rigore non dato per la gomitata di romagnoli su dasmargd è una decisione voluta non un errore. Vergogna. Il calcio è fatto di episodi quindi la disamina della partita potrebbe finire qui. Ma detto ciò Ranieri che fai????? Che tattica era quella del primo tempo????
    Fai ancora giocare Jankto e leris e tieni in panca Verre e Ramirez e Damsgard????Gli avversari ringraziano.
    Spero ma non credo che purtroppo ci sarà un cambio dell’allenatore.

  27. Andreas ha detto:

    Mi dispiace dirlo ma Ranieri, riesce a salvare le squadre in difficoltà’ ma il secondo anno non ci siamo, vedi anche la Roma. Ieri il Milan faceva il torello con noi, se non hai un gioco,
    Gioca all’Italiana con i giovani. Ieri Candreva avrà crossato 2000 palloni, ma a chi??? Se non hai una torre??? Un bisonte che fa salire la squadra ?? La Gumina deve andare a giocare in.B e devi cercare un sostituto di Quagliarella, le primavere crescono.

  28. Pinzer 1973 ha detto:

    Buongiorno Maurizio, prima di iniziare qualsiasi commento bisogna sempre capire quali sono le aspettative di questa sampdoria, ed è per questo concorso col tuo giudizio “morbido “ , una società a garanzia di un fallimento non che può ambire al massimo che ad una salvezza , tranquilla ? Lo vedremo , al momento il percorso è in linea , bisogna capire quali saranno le altre concorrenti per i 2 posti rimanenti e quali saranno gli interventi sul mercato di gennaio. Poi tutto il resto conta davvero poco , il Mister fa quello che può per quello che ha , poi L altra volta per un semplice commento si è preso un rosso, quindi ieri ha fatto bene .saluti

  29. Grendel ha detto:

    Che coraggio, sig. Michieli. Un coraggio da leone a parlare di pesce che puzza dalla testa. Fa tenerezza ed anche un po’ pena la sua appassionata e buffa difesa del padrone.
    Nello specifico, Sassuolo e Spezia hanno presidenti ricchi, con le braccia della giusta lunghezza e che mai avrebbero venduto la.loro società al sig. Ferrero.

  30. gianluca ha detto:

    saluti a tutti qualche mio pensiero per coloro che avessero voglia e tempo di leggerseli,,
    1) commenti di parte.. e sempre stato cosi e sara sempre cosi, chi ha qualche anno di Samp come me ricordera che anche negli anni 90 dove la societa e la squadra era fortissima in occasione di scontri con le grandi i commenti erano sui motivi della sconfitta delle cosiddette grandi e non sui meriti della samp, in questo calcio nuovo del nuovo millennio e ancora peggio come tutti sappiamo,
    soluzione non abbonarsi a Sky o se preferite levare il commento,, nei siti delle scommesse che utlizzo non ci sono ed io preferisco arrabbiarmi con i miei giocatori e non con i commentatori
    io non sono abbonato a sky ne a a Dazn per questi motivi, sono stanco di sentire Caressa Ambrosini Marocchi e Beppe Bergomi,, non pago per sentirli,, una scelta mia ovviamente ma mia moglie che e tifossissima genoana dice le stesse cose,, quindi evidentemente e una strategia specifica dell’azienda, Liberissimi di seguire la loro strategia cosi come io sono liberissimo di non abbonarmi a loro e spendere i miei soldi in altro modo
    a lungo andare se in molti facessero come me ne verrebbero penalizzati e quindi sarebbero costretti a cambiare qualcosa, per ora non lo hanno fatto quindi vuole dire che alla maggior parte delle persone va bene cosi
    2) rigori, un rigore come quello di Janko ad una grande lo danno sempre,,ed infatti non ha nemmeno controllato la var,, bello deciso sul dischetto
    il fallo di mano del Milan secondo me non e rigore ( casuale ) mentre e’ rigore tutta la vita quello su Damsgaard, ma per darlo ci vuole un arbitro vero non quello di ieri, preoccupato solo di non scontentare squadre che possano nuocere alla sua carriera
    3) partita, abbiamo dato quello che possiamo dare in questo momento potevamo anche pareggiare,, ma in attacco non siamo stati incisivi ed abbiamo preso goal nei 2 momenti in cui controllavamo la partita abbastanza bene, ,episodi sfavorevoli anche questa volta indubbiamente ma anche nostre solite colpe
    speriamo nella prossima ,, ho vissuto a Napoli tanti anni per motivi di lavoro e per me e particolarmente importante ,, so gia che restero deluso ma resto fiducioso
    grazie

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      sono d’accordo ma a sky mi sono abbonato da quando ci hanno chiusi in casa e poi senza stadi. e credo come me altri. quando finirà questa piaga e si tornerà allo stadio saluterò anche sky calcio

  31. aldo campi io speriamo che me la cavo ha detto:

    cambia il calcio, le regole, gli arbitri, viene istituita la var…ma rimane consolidata la sudditanza psicologica…la discrezionalità vale per società di “peso” che possono fare e dire quello che vogliono, vedere totti, se come società non hai “peso” ti devi accontentare del nulla…

  32. luigi ha detto:

    Premesso che il Milan quest’anno è spudoratamente aiutato, infatti condivido il titolo Calvarese non fa rimpiangere Ibrahimovic, è innegabile che se stai per terminare il girone d’andata con undici punti non hai soldi in cassa e ceffi gli unici tre acquisti, i risultati non possono che essere questi, nonostante un campionato dal tasso tecnico molto ma molto mediocre. Detto questo bisogna trovare oltre al Cosenza ancora due candidate alla retrocessione perchè è questo che conta e ad oggi è ancora prematuro riuscire ad individuarle, comunque bisogna dirlo se il “signor” Calvarese avesse assegnato il rigore a nostro favore (ammesso si fosse realizzato) probabilmente i commenti sarebbero diversi.Che agonia, sia sportiva che dirigenziale.

  33. belmondo' ha detto:

    come fa silva dopo 4 mesi che e’ qui ad avere una preparazione fisica del genere? e’ forse questo il suo livello?
    io non lo conoscevo, come il 99,99% dei tifosi della samp, compresi quelli che invece dicevano di conoscerlo, ma il giocatore visto fino ad oggi e’ imbarazzante, ha fatto sembrare ekdal pirlo

    • IvanoMagna Romagna ha detto:

      Io non lo conoscevo ma ero andato a cercare dei suoi video sulla rete e avevo visto cose pregevoli,sembrava un metronomo alla Sergio Volpi,irriconoscibile ilgiocatore rispetto ai video,fondamentalmente abbiamo sbagliato tutti gli acqusti..o perche’ giocatori vecchi o perche’ rotti,se non sbaglio erano tre nomi suggeriti da Ranieri

      • Maurizio.Michieli ha detto:

        Stessa cosa che ho fatto io, mi aspettavo un simil Volpi, anche da come mi era stato descritto. Ma per ora siamo lontani anni luce. Aspettiamo fiduciosi, fermo restando che dopo oltre due mesi da un giocatore comunque esperto mi aspettavo qualcosa di più. E, quindi, mi sorgono i dubbi.

        • belmondo' ha detto:

          io non mi fido mai dei video su youtube, ricordo ancora quelli di fornaroli…
          dopo 4 mesi direi che si possa esprimere un giudizio ed il giocatore e’ totalmente inadatto al campionato italiano (a me ricorda veloso, ma almeno lui aveva un ottimo sinistro)

  34. petrino ha detto:

    nelle ultime 10 partite al Milan hanno concesso 8 rigori a favore.
    A buon intenditor!!!!
    Al club di SKY il fallo di Romagnoli sul danesino era da rigore.
    Se manca Ibra arriva Calvarese.
    La classe arbitrale e’ sempre piu’ scalcinata
    Basta vedere i disastri di maresca in roma sassuolo, per non parlare delle precedenti giornate.

    • belmondo' ha detto:

      due anni fa ci diedero mi pare una quindicina di rigori a favore, non mi ricordo di aver letto qualche commento scandalizzato…

      • petrino ha detto:

        se a favore del milan tengono questa proporzione, a fine campionato avra’ beneficiato di almeno 34/35 rigori, che mi pare ben oltre i 15 a nostro favore.

  35. Agenore ha detto:

    Gli episodi dubbi fanno parte ormai del gioco, ci si può attaccare all’arbitro o al Var per un episodio discutile certamente, resta comunque il fatto che il Milan ha legittimato meglio, in termini di occasioni, il risultato finale. La sampdoria fa quello che può, in alcuni momenti gioca a calcio con buone idee, in altri si smarrisce e li emergono alcuni valori non solo tecnici che mancano: personalità, estro e talvolta rabbia e furore agonistico.
    Purtroppo non basta svolgere il compitino, servono anche motivazioni. Non penso che la qualità della squadra sia modesta, l’allenatore come vedete centellina la presenza di alcuni elementi ai margini della rosa, credo ed è un fatto oggettivo, che alcuni calciatori importanti, si esprimano ad intermittenza, gli stessi che in passato hanno letteralmente preso per mano la situazione. Manca a mio giudizio una punta solida e concreta, Quagliarella resta un grande ma non è eterno. Manca un cagnaccio a centrocampo, manca un terzino di fascia robusto. Come si vede manca qualche chilo in termini di massa muscolare e fisicità da far “sentire” agli avversari. Gennaio è vicino ormai…

  36. bieffe61 ha detto:

    Ciao Maurizio, il rigore al Milan è semplicemente ridicolo considerato dove sarebbe finito il pallone,ma il primo tempo lo abbiamo regalato ai rossoneri.Giocando quasi sempre nella tua trequarti può succedere un episodio negativo che ti manda al riposo in svantaggio.
    Nella ripresa si è visto che il Milan se attaccato poteva soffrire un po’ ma non siamo stati in grado di impensierire più di tanto la difesa rossonera.Mi stupisce questo filotto di sconfitte perché la squadra non sembra più scarsa dello scorso anno,al contrario ci sono anche uomini in panchina che valgono come i titolari,a me sembra che il mister che ammiro incondizionatamente sia un po’ in confusione.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Analisi condivisibile, la tua. E’ anche vero che abbiamo difficoltà oggettive, sotto forma di pesanti assenze in attacco.

  37. Franco T. ha detto:

    Scusatemi, per me adesso si sta vedendo che la situazione è come quella dello scorso anno. Ci vuole parecchia fortuna per salvarsi ancora. Sono sincero, mi ha deluso Ranieri, visto la sua carriera, pensavo che fosse in grado di fare acquistare dei giocatori funzionali ad un gioco più propositivo. Non si può sapere del perché non è riuscito a farlo, e soprattutto, come voleva farlo. Ma la situazione è questa. Pecini non può fare i miracoli. Lui i giovani li sceglie bene individualmente, ma la Squadra la devono assemblare altri. Cordiali Saluti

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      “Pensavo che Ranieri fosse in grado di fare acquistare dei giocatori funzionali ad un gioco più propositivo”. Il tuo ottimismo è commovente ma purtroppo non contagioso… Oggi il presidente è andato a piangere miseria in Regione.

      • petrino ha detto:

        Voglio vedere se domani la stampa cittadina ne parla .
        A livello di attacco finche’ non rientra Keita sono messe cantate.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        la famiglia del presidente se non erro maurizio ha ceduto la controllante della samp a un trust di jersey unipersonale (vidal) quindi vidal potrebbe in teoria fare come ha fatto ferrero con garrone. cari ferrero o mi date 100 mln o la samp è mia. a parte le battute ma mica tanto se ho compreso bene e se la controllante è ora nelle mani del trust il proprietario è il trust stesso. oppure hanno fatto un tipo di operazione diversa?
        fosse così sarebbe il tentativo ridicolo di levare la samp dalle mani dei creditori della galassia ferrero e in caso di fallimento ci vorrebbe una revocatoria a quel punto vista la cessione in tempi un po sospetti.
        credo che quanto sta succedendo sia molto peggio di quanto successo al napoli e fiorentina anni fa perchè li ci sono state bancherotte senza però fughe di ferlaino o cessione a galassie di società con tanto di fritti misti, la sede qui il marchio li etc. ha reso la samp una società talmente spezzettata che è quasi incomprabile e temo anche che chi possa o voglia a questo punto aspetti gli eventi. il mio timore credo fondato è questo.
        poi che vada da toti e ovunque cosa vuoi che faccia ormai cerca di raccattare qualsiasi cosa fingendo di aver perso chissà quali quote abbonati e stadio se va bene il 10 15% del fatturato. sta grattando il fondo del barile e poi andrà ancora sotto al fondo. temo che dovremo vederne ancora delle belle. ci manca ancora attaccarsi a ranieri che per carità commette errori ma chi ci viene di meglio qui oggi e poi credo che per salvarci sul campo candreva se tiene e quaglia idem e qualche altro possano portarci a quei 38 40 punti che ormai vogliono dire salvezza. non sarà una passeggiata ma la squadra sinceramente non la vedo non provarci. ci manca un centravanti ci mancano giocatori sani (sempre senza gabbiadini e non è poco senza keita con anche giocatori come ekdahl e colley spesso non al meglio). però la squadra non sta sbracando ieri ha provato a stare in partita. l’arbitro ha inciso ma ha fatto anche un errore per loro. se manda via silva finisce la partita subito. poi sperare con questa società di avere potere negoziale mi viene da ridere. va già bene cosi che non ci tartassino nelle partite con dirette concorrenti. sarà una stagione tesa da stare sulla corda. certo a gennaio sarebbe il caso di sistemare la questione ramirez se non rinnova e portare un centravanti di peso almeno anche uno che non gioca quasi mai in squadre magari importanti. utopia con ferrero ma necessità per il mr ammenochè keita non si rimetta e cominci a dare qualcosa in aiuto a quaglia. sono convinto ci salveremo sul campo temo molto per quanto sta accadendo fuori e mi chiedo come sia possibile che in questo paese a società serie controllino i peli del naso e in altri casi si vedano cose che vanno oltre la fantasia dei film commedia di paolo villaggio e johnny dorelli ( a tu per tu) consiglio di vederlo mi sembra in tema. un cordiale saluto

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Sinché il Tribunale non omologa i concordati è tutto fermo. Quando lo avrà fatto, Ferrero avrà messo insieme un sistema per sopravvivere almeno ancora due anni e mezzo, tirando a campare come ha sempre fatto. Niente di nuovo sotto il sole…

          • Zaccotenay ha detto:

            Ferrero da Toti mi puzza parecchio.

          • Marco ha detto:

            Tutto vero ma se mette a garanzia la Samp la deve vendere nel breve termine perché per ora è ancora solida ma cammina su una lama di un coltello,vista la crisi per via del covid le plusvalenze non saranno un gran che non penso che la Samp tra 12/16 mesi sarà così solida e appetibile

        • ale ha detto:

          Anche io leggendo i documenti che circolano ho avuto l’impressione che il tentativo sia quello di escludere la Samp da ciò su cui i creditori si possono rifare. La cosa peggiore per noi. Ma ti chiedo Massimo, è una cosa che si può fare? Lo chiedevo più sopra ma nessuno mi ha risposto

          • Massimo Pittaluga ha detto:

            tutto si può fare ale anche intestare il tuo appartamento al figlio di un anno se hai un attività come una snc e stai fallendo poi però che l’operazione vada a buon fine direi di no. detto questo le tempistiche in cui lo fa la fam ferrero (azionista) e non massimo (presidente) direi che sono fuori tempo limite è dire poco altrimenti tutti e dico tutti intesterebbero durante una richiesta di concordato i propri beni a terzi senza che questi siano aggredibili creerebbero società con capitali sociali risibili che possano acquisire un bene invece con asset cederlo a un terzo in un paradiso fiscale e rimanere legali rappresentanti con tanto di emolumenti affitti etc…… tutto si può provare a fare ma insomma se uno oltretutto crea un trust ad hoc neppure esistente magari da qualche anno e con affari oliati……..insomma questo è un tentativo mi sembra di chi cerca di continuare a spremere l’unico limone spremibile (non so per quanto). io Maurizio non credo che con un sistema del genere ferrero possa durare 2 3 anni, che ci stia provando siamo d’accordo, riuscirci è un altra storia. certo ha talmente ingarbugliato la situazione che per arrivare a centrare il punto ovvero rimettere insieme i pezzi smembrati della uc sampdoria sarà un impresa ardua. spero ( e credo che a istinto di non sbagliarmi) che edoardo garrone e chi può con lui non lasceranno smembrare e fare a pezzi in questo modo la sampdoria perchè questo è smembrare e vendere a tranci una passione di decine di migliaia di persone. spero e credo che ad un certo punto ferrero troverà il modo di intascare dei soldi (oltre a quelli che si sta già mettendo in tasca) e lascerà una società in brandelli una squadra speriamo ancora viva (se passano 2 anni non credo) ma dopo una tifoseria che si dovrà stringere vicino alla nuova proprietà (datemi del pazzo spero ancora in vialli presidente) perchè dopo questa indecorosa lunga parentesi la samp avrà bisogno di un presidente in completa antitesi a quanto stiamo vedendo non di uno qualunque anche ricco anche perbene ma di qualcuno che rimetta insieme i cocci con sentimento verso questa maglia perchè alla fine si tifa quella. certo questa per noi è e sarà una severa lezione. poteva capitare è capitato ed è capitato con la proprietà più assurda credo mai vista in serie A. speriamo di non vederne troppe da qui a quando finirà questa storia. dopo il trust ritengo non ci sia più nulla se non la fossa delle marianne o il triangolo delle bermuda

        • Aston ha detto:

          Scusa …senza polemiche…ma conosci il funzionamento du un trust…perché si crea…perché a volte si sceglie nelle procedure concorsuali.?Lo domando perché leggendo quello che viene scritto in questo blog qualche dubbio in proposito mi sorge.

          • ale ha detto:

            No io non lo so per questo chiedo. Potresti spiegare?
            Grazie mille

          • Massimo Pittaluga ha detto:

            se ti riferisci a me direi di si. si costituisce anche (tra l’altro e non solo) ex novo (tra l’altro e non solo) per gestire e proteggere società beni etc, appartenenti ad una o più società o persona persone fiscihe ammistrate diciamo da un garante di questi beni/società etc……insomma scritto con parole mie. ma a te sembra che sia fatto per questo? insomma ti sembra costituito per proteggere un patrimonio? in questo specifico caso un cordiale saluto e ripeto dopo il trust rime il triangolo delle bermude

          • Zaccotenay ha detto:

            Se fai un trust è perché te la fai sotto e hai paura dei pignoramenti, è il rifugio migliore per mettere al sicuro il denaro

          • aston ha detto:

            Ho capito caro Pittaluga.

            Le perplessità aumentano.

            a.

          • ale ha detto:

            Caro Aston, ma perché invece di spiegarci che il nostro Pittaluga non ne sa abbastanza, non ci spieghi tu la cosa? Non è mica l’esame di diritto fallimentare di Massimo! Non è interessante per tutti noi sapere se il buon Massimo è un esperto o no. Ci interessa il merito. Puoi spiegare tu per favore?
            Senza polemica
            Grazie mille

      • Davide ha detto:

        Attendo con ansia le prossime mosse dello squattrinato. Io mi chiedo come sia possibile, per FIGC e Lega, accettare che la proprietà di una delle società di calcio sia riconducibile ad un Trust che, per stessa natura, cela il nominativo dei proprietari.Poi ci dicono che vogliono combattere il calcio scommesse. Roba da matti. Riderò ancora di più nel leggere di enti o Banche che presteranno fideiussioni o linee di credito. Nel mentre, il Presidente operaio galleggerà grazie ai soldi delle TV e si incasserà un’altro paio di stipendi…nel silenzio assoluto dei media nazionali.

      • Kreek ha detto:

        Sampdoria clamorosamente danneggiata, che era riuscitava imbavagliare la capolista.Peccato.

        Molto bene il recupero di Ferrari, difensore molto importante per questa squadra, bene anche la conferma di Damsgaard checsi s si sta confermando a buoni livelli, bene Candreva.

        In difficoltà Silva e Jankto, ben rimpiazzati da Ekdal e, appunto, Damsgaard.

        Obiettivo salvezza tranquilla: calma e gesso.

      • alex ha detto:

        Ciao Maurizio immagino e spero gli abbiano risposto picche avrà chiesto aiuto alla politica suino barbuto…..
        Come ampiamente previsto ho idee che in lega un fallito lo eliminino più che volentieri purtroppo
        tempi grammi ci aspettano ……
        immagino anche la squadra verra ritoccata ….con sole cessioni per andare avanti

      • Kreek ha detto:

        @Maurizio.Michieli

        Un normale incontro istituzionale diventa “piangere miseria”?

        Non è forse vero che il sistema calcio viva una crisi economica senza precedenti?

        Chiedo perché davvero non comprendo il commento

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Dipende dai punti di vista. Il solo termine “incontro istituzionale” quando c’è di mezzo uno come Ferrero a ma fa ridere (per non piangere). E poi piangere miseria al pomeriggio e alla sera recarsi in auto con autista a soggiornare nell’albergo più costoso della città con sulle spalle decine e decine di milioni di debiti a me fa pensare più ad un film di Totò e Peppino, che però non fa ridere. Ma ad ognuno i legittimi punti di vista.

          • Kreek ha detto:

            @Maurizio.Michieli

            Continuo a non capire: piangere miseria… De che?

            Sono incontri che periodicamente avvengono. Avvenivano con Biasotti, con Burlando e ora con Toti… Chiunque fossero i rispettivi presidenti, Mantovani, Garrone, Ferrero…

            Ferrero è il Presidente…Per cui…

            Su hotel, autista ecc. Credo sia un vezzo di molti (tutti o quasi, credo) presidenti di Serie A e di SpA in generale a prescindere dalla situazione della prooria Società o dalla propria situazione patrimoniale…

            Davvero non comprendo una polemica su questo, come su uno scambio d’auguri istituzionale… Contento tu…ma è un peccato perché mi capita spesso di riflettere su quando scrivi “aprite gli occhi” ecc. e argomentazioni del genere mi lasciano perplesso ee mi fanno dubitare sulla “serenità” del tuo punto di vista senza mettere in discussione la tua buona fede

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Quando argomenti le tue tesi paragonando Ferrero a Mantovani e Garrone mi sento male. So che per te chiunque sia presidente della Sampdoria è il Messia, ma io non ragionerò mai così, quindi come io accetto te anche tu “devi” accettare” me e non stupirti ogni volta. Io sono fatto così, “discrimino”, nel senso che distinguo, persino tra i Papi, figuriamoci tra i presidenti di società di calcio. Questo non significa che io abbia ragione, l’ho ribadito mille volte.
          Benissimo fa Ferrero a lamentarsi con Toti dei mancati introiti al botteghino, benissimo fa a soggiornare al Melia anziché a Casa Samp, benissimo fa a spostare la proprietà nominale della Sampdoria in un paradiso fiscale, benissimo fa a darne in garanzia le azioni per evitare il fallimento delle sue aziende, benissimo fa Ferrero a chiedere prestiti allo Stato, benissimo fa Ferrero a dichiarare che i tifosi nel calcio non contano più niente, benissimo fa Ferrero a ridicolizzare Vialli, benissimo fa Ferrero a creare un sistema di scatole cinesi, benissimo fa Ferrero ad andare da Chiambretti a parlare di cazzi, culi e coglioni, benissimo faceva Ferrero a saltare sulle balaustre dello stadio urlando “attaccatevi al cazzo”, benissimo fa Ferrero a commemorare Maradona… Non vado avanti perché sono mi fanno male le dita della tastiera, ma prosegui pure tu. Io sottoscrivo. Spero che basti.

          • Kreek ha detto:

            @Maurizio.Michieli

            Comprendo e rispetto, il tuo punto di vista ci mancherebbe!

            Io, però, ti ho fatto 2 esempi precisi, tu hai elencato una serie di comportamenti che vedo e che non piacciono e mai piaceranno, neanche a me.

            Allo stesso tempo, però non riesco a insultare il presidente della Sampdoria, anche se non penso che sia il “Messia”…e penso che Ferrero sia inascoltabile, anche se garantisce, a mio avviso, una gestione più che dignitosa.

            E ribadisco che l’unica cosa in comune che ha Ferrero con Mantovani e Garrone è essere Presidente della Sampdoria.

            In un certo senso, comunque, hai chiarito i miei dubbi: Ferrero, qualunque cosa faccia e chiunque incontri, non ti sta bene.

            Io, invece, faccio alcuni distinguo.

            Fra questi: alloggiare dove preferisce e incontrare il Presidente della Regione Liguria, chiunque esso sia, non mi sembrano “stranezze” ma “ordinaria amministrazione”.

          • Maurizio.Michieli ha detto:

            Io non insulto nessuno, men che meno Ferrero. Se per te criticare o smascherare equivale ad insultare, parliamo due lingue diverse. E la questione, nella fattispecie, non è l’incontro con Toti, come tu superficialmente sostieni, ma il contenuto dell’incontro. Per me andare dal Governatore di una Regione a lamentarsi perché il piatto del calcio piange (lo ha riferito Toti, sia pure in termini meno coloriti dei miei) è deplorevole, ancora di più per un personaggio come Ferrero e per quello che sta vivendo a livello imprenditoriale. Quanto alla gestione più che dignitosa, non ti dico che ne riparleremo perché non amo gli 8 settembre.

      • Franco T. ha detto:

        Lo dicevo non certo nel senso di dover fare spendere di più al Viperetta!, per carità, non sia mai detto! ; ma in quello di scegliere giocatori, a parità di costo, più funzionali, secondo me, di Candreva e Silva. Unitamente alla vendita di qualcuno della rosa che non mi pare possa dare un gran contributo. Keita invece lo considero un acquisto su cui si poteva contare. Poi si è infortunato purtroppo. Grazie. Ciao

      • Davide ha detto:

        Attendo con ansia le prossime mosse dello squattrinato. Io mi chiedo come sia possibile, per FIGC e Lega, accettare che la proprietà di una delle societá di calcio sia riconducibile ad un Trust che per stessa natura cela il nominativo dei proprietari.Poi ci dicono che vogliono combattere il calcio scommesse. Roba da matti. Riderò ancora di più nel leggere di enti o che presteranno fideiussioni

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Figc e Lega hanno assistito silenziosamente alle sparizioni di Fiorentina, Napoli, Palermo, Parma, Bari, Pisa etc. etc. Così come la stampa sportiva e non. Qualcuna si è risollevata, qualcun’altra no.

  38. Sand66 ha detto:

    Onestamente pensare di pareggiare con la squadra più in forma del campionato (così almeno dicono) quando non riesci a fare punti con Cagliari e Bologna mi era sembrato utopistico però, realisticamente, sul campo lo avremmo meritato.
    Ultimamente i problemi arbitrali si presentano con preoccupante frequenza, mi sembra che la discrezionalità del direttore sia tornata all’era pre VAR, ieri non ha mai palesato un dubbio niente da controllare e verificare, i falli di mano erano insulsi tutti e due ma uno era da sancire e l’altro no e, ripeto, senza nessun tentennamento così come il cartone rifilato a Daasmgart in piena area, tutto regolare però poi ti trovi che vanno alla moviola per verificare un fallo da ultimo uomo dato per giallo (in quel momento la discrezionalità dell’arbitro non valeva).
    Superato lo sfogo, la squadra in questo momento è quello che è, davanti siamo nulli, Quaglia non riesce a ripartire di rimessa perchè non ha la velocità necessaria e a fianco non c’è nessuno (Lagumina neanche mi sono accorto che c’era) oltretutto in questo sistema di gioco mi sembra alquanto depresso, dietro mancano rincalzi veri e al centro con Silva tutta l’organizzazione va a rotoli, non è un caso che inserito Ekdall la squadra abbia alzato il baricentro.
    Ribadisco, i punti devono essere fatti con formazioni del nostro livello, sperare di vincere con il Milan o con il Napoli non è realistico (anche se alla portata) considerando anche l’alto tasso di minchiate che commettiamo a partita e l’alta probabilità che queste formazioni le sappiano sfruttare (vedi secondo goal).
    Sperando in meglio forza Doria sempre e comunque.

  39. Pier56 ha detto:

    Meno male che Calvarese portava bene alla Sampdoria, si con le squadre del suo livello o neopromosse, ma quando arriva una grande questi arbitri pensano solo alla carriera e si mettono sull’attenti, anzi a 90°. Non è per fare dietrologia, ma la storia del calcio italiano insegna, con i numerosi scandali scoperti e quelli rimasti occulti…Ieri la direzione di Calvarese è stata scientifica, rigore dubbio al momento oppportino al Milan e due rigori perlomeno analoghi per la samp ignorati. Calvarese? Si, quello del rigore inesistente concesso all’Atalanta su fallo inesistente di Keita. Come a Bergamo il supponente arbitro si é rifiutato di ricorrere al var con gli atri tre suoi amichetti. Peccato perché ieri specie nel 2t abbiamo giocato e resa dura la vita a una corazzata come il Milan primo in classifica. E che nessuno mi venga a dire che gli mancava Ibrahimovic. Noi avevamo un Gabbiadini in campo solo per fare numero e che, infatti, non pronto, si è di nuovo infortunato e un Keita ancora desaparecido. Insomma con un attacco che si regge solo su un trentanovenne…Tralascio poi di giudicare il servile commento pro-Milan su Sky, tanto è risaputo il loro ruolo di cortigiani delle cosiddette grandi in Italia e piccole in Europa!

  40. luigi ha detto:

    Rimango annichilito quando leggo comprare giocatori funzionali ma vi domando con quali soldi se colui che dovrebbe provvedere è pieno di debiti dopodiché sentire che alla Samp in un campionato ne hanno assegnati quindici omettendo tutti quelli a sfavore negli ultimi cinque mi verrebbe da dire che certi pseudo tifosi meriterebbero di vedere fallire questa società fortunatamente ce ne sono ancora tanti con un po’ di sale in zucca.

  41. alex ha detto:

    Secondo me silva in un contesto come il nostro ci sta benissimo, bisognera’ aspettarlo.
    Il problema grosso secondo me che creiamo troppo poco, siamo poco presenti nell’aria
    avversaria. Ieri primo nel primo tempo non ricordo un tiro in porta eccetto il colpo di testa di
    tonelli. Noi cerchiamo di pressare alti e rubare palla per ripartire ma se devi costruire
    allora sono dolori. e anche ripartire ci vuole giocatori veloci e se san quagliarella lo servi
    sul lungo non la piglia mai logicamente. Mi sembrava un ottimo acquisto keita balde ma
    per una cosa o per due non e’ mai disponibile.
    Meno male che abbiamo preso quei punti prima. tanta manna
    Speremmu ben……

  42. Stefano_1970 ha detto:

    @ Maurizio Michieli

    Il copione era già scritto.
    Calvarese ha recitato la sua parte.
    Chiaro che una squadra competitiva in campo avrebbe potuto sovvertire la “tendenza”.

  43. pier ha detto:

    Voglio immediatamente Beppe Iachini

  44. Matteo Genovese ha detto:

    Siamo messi male………….. Sara un altra stagione di sofferenza,,, ferrero VATTENE !!!!!

  45. Maraschi ha detto:

    Ottimo pareggio (per noi) fra Fiorentina e Genoa. Ora facciamo finta che domenica non si giochi (tanto zero punti) poi almeno 5 punti nelle successive tre. Dai Doria!

  46. Alessio ha detto:

    Ranieri e una brava persona, stile impareggiabile. Tuttavia e altrettanto impareggiabile il livello del calcio che propone con una squadra non di certo oscena tecnicamente. Possibile non avere mai mai mai uno straccio di manovra offensiva ? Mai.
    Sembra quasi che a bogliasco ci sia divietò di tattiche offensive. Un calcio anni 70’ dove persino il Benevento e lo Spezia se la giocano a viso aperto e con schemi ( mi sono guardato un paio di volte entrambe e giocano….).
    Con Improta, Nzola e compagnia….devo pensare che Ramirez, Candreva e Verre siano più grammi tecnicamente?
    Guardarei la Samp perdere anche volentieri se giocasse, almeno avrei l’idea che giocando prima o poi una la vinciamo. Qui invece si vince per robe fortuite ( verre a Firenze), squadre senza i migliori ( Lazio) o giornate storte degli avversari (Atalanta) che comunque ti prendono a pallonate col gioco e li batti con 3 tiri 3.
    Siamo l’unica squadra su 20 che non tenta una manovra. Allucinante nel
    2020.
    Non si chiede di vedere city o Liverpool, nemmeno il
    Sassuolo, ma almeno una roba tipo Bologna si…

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Io non voglio e non devo difendere Ranieri, tanto più che anche a me piaccioni più altri tipi di allenatore. Ma senza attaccanti cosa può fare? Keita via, Gabbiadini via, La Gumina come non averlo, Quagliarella immenso ma comunque 37enne… Ma dai!

      • Tenente Colombo ha detto:

        Intuizioni… tipo Mertens falso nueve che fece la fortuna del Napoli di Sarri… era rimasto senza attaccanti ed ha improvvisato…io lo farei con Verre.

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Si può fare tutto, certo. Ma paragonare Verre a Mertens… insomma.

          • Tenente Colombo ha detto:

            Il mio era un esempio e non un paragone di valori ci mancherebbe … era solo fare di necessità virtù… piuttosto che fare entrare La Gumina poteva essere una suggestione nemmeno tanto azzardata…pareri😜

          • Maurizio.Michieli ha detto:

            Rispetto pienamente il tuo parere ma io, a differenza di altri come te, non riesco mai a “disinteressarmi” all’aspetto tecnico. Mi ricordo l’anno dello scudetto, quando di fatto mancava un terzino sinistro. Boskov ci mise Beppe Dossena, che era un centrocampista con i fiocchi. Lo fece benissimo, ma perché era Beppe Dossena. Intendo dire che, a mio parere, non basta spostare i calciatori come figurine se i giocatori, più o meno, sono dello stesso (modesto) valore. Tutto qui. Ma tutto si può fare, ci mancherebbe. Dubito solo dell’efficacia. Un rimpasto può funzionare in una partita ma alla lunga, secondo me, il valore non cambia.

      • Alessio ha detto:

        Ciao Maurizio, io ho parlato di manovra. Gioco. Idee. A me sembra che manchi un idea di gioco corale. Dico Giampaolo ad esempio tanto per capirci, perché è uno che la manovra te la faceva vedere (tralascio sul gusto, aveva i suoi limiti, sempre soliti cambi, niente variazioni dallo spartito e via dicendo…). Intanto se la squadra prova a giocare almeno si identifica in un qualche cosa, muove la palla e cerca schemi nuovi, manovre…poi io non ho il patentino ma gli unici cambi che fa sono L’inversione dei tornanti stile novellino. Si sarà evoluto il calcio in quasi 20 anni ?!
        Noi con Ranieri attuiamo una strenua difesa che si tramuta in sconfitta se prendi gol per primo ( sempre che non fai come con il Benevento di Inzaghi, non guardiola….) oppure speri in un’azione sporadica che ti porti al gol sul quale speculare. Poi,ripeto, non pretendo guardiola… siamo la Samp. Ma una benedetta idea di gioco non stile anni 70’ mi piacerebbe vederla, tanto più che qualcuno che tocca la palla quest’anno c’è. Avessimo solo dei leris capirei.
        Poi nel 2020 se quasi tutti le squadre giocano e tu no devi proprio sperare che vada bene sempre col catenaccio, chiunque abbia giocato sa che tenere la palla tra i piedi ti fa stancare anche di meno come energie. Se la lasci agli altri corri e ti stanchi fisicamente e mentalmente e inevitabilmente finisci per primo la benzina sul singolo match o nel lungo periodo.
        Niente di personale, ma continuò a pensare che come gioco, che e il biglietto da visita di una squadra, siamo proprio grezzi.

        • Alessio ha detto:

          Ps poi dire ai vari Ramirez, candreva e co di corrrere e pressare, alla fine oltre che stancarli, per me li demotiva pure. Se io in campo sono buono e mi fai correre e stop dopo un po’ inizio ad avere il rifiuto. E allora vai di jankto e thorsby, bravi ( A volte) e volenterosi…ma dovessi affidarmi a loro per risolvere le partite qualche dubbio mi verrebbe…quagliarella ( premetto non è una critica al giocatore ma a cosa gli si chiede) domenica faceva tenerezza. Gabbia, non Nesta, che gli mangiava in testa. E evidente che non deve fare la sponda( che non riesce per comprensibili limiti anagrafici )ma più dei movimenti che liberino gli inserimenti….

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Hai anche ragione per carità, ma nell’attuale marasma che è la Sampdoria non sarei così sicuro che qualcun altro (D’Aversa, Semplici etc.) saprebbe fare meglio.

          • Alessio ha detto:

            Mi fa piacere che il post sia condivisibile, io non dico nemmeno che si debba chiamare un altro…però o cambia modo di presentarsi in campo oppure i risultati prima o poi imporranno scelte anche purtroppo dolorose.

  47. El Cabezon ha detto:

    Considerazioni sparse:

    – Che partita noiosa!
    Fino a pochissimi anni fa Samp-Milan era una partita combattuta, magari anche divertente, l’altra sera se l’avessi vista sdraiato a letto mi sarei certamente addormentato!

    – Pensare che questo Milan sia primo in classifica con addirittura 5 punti di vantaggio sulla più diretta inseguitrice e abbia perso una sola partita nelle ultime 30 è incredibile, per certi versi inquietante…

    E qui veniamo a noi:
    se neanche contro un Milan alquanto mediocre, privo di tre grossi calibri in tutti i reparti, reduce da una dispendiosa gara europea neppure 72 ore prima riusciamo a renderli la vita dura non è un bel segnale, anzi…
    Io continuo a non vedere uno straccio di gioco, ma quel che è peggio è che la squadra a me sembra spenta, senza animus pugnandi, siamo capaci di accenderci improvvisamente per 10-15 minuti, poi di spegnerci di nuovo, poi ancora qualche sussulto, più d’orgoglio che di altro, e via così…
    Resto dell’idea che questo organico, con un’altra mentalità e un’idea di gioco, potrebbe fare di più. non tanto di più, ma meglio di adesso…
    Molto interessante la riflessione di un blogger che ha scritto sopra:
    Ranieri, al secondo anno, fa sempre peggio rispetto al primo…
    E, pensandoci bene, non di rado è andata proprio così, vedi Leicester…

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      La statistica di Ranieri è vera, ma in questo momento non credo che Semplici o D’Aversa farebbero molto meglio. Dobbiamo sperare che riesca lui a raddrizzare ancora la barca. E, soprattutto, che a gennaio recuperi qualche giocatore.

    • Tenente Colombo ha detto:

      Pienamente d’accordo su Ranieri ma vedo che il 90% qui ancora continua a difenderlo…spero di essere un fuori dal coro stonato che presto verrà smentito… ma io la vedo sempre più in salita. D’Aversa lo andrei a prendere in bici…

    • Francesq ha detto:

      Boh, che tu veda poco gioco ci sta.

      Ma l’animus pugnandi, almeno l’altra sera, si è visto eccome. La squadra ha lottato e – ai punti – avrebbe meritato il pareggio.

      Personalmente penso manchi un po’ di qualità. Gira che ti rigira prendiamo sempre gol un po’ farlocchi, figli di ingenuità o errori individuali, a loro volta figli della qualità non eccelsa.

      Mettici anche Guardiola, ma temo che questo non cambierebbe

  48. Claudio ha detto:

    il var utilizzato negli anni precedenti guardava tutto, ma proprio tutto, e rigori, espulsioni, episodi controversi “picchiavano” su tutte le squadre piccole o grandi che fossero.
    poi se ne sono accorti e con l’utilizzo a “discrezione” hanno rimesso a posto le cose a favore delle solite note…..
    questo è il campionato itaGliano, con la G maiuscola…..dove i ladri sono tali alla luce del sole e i peones sono sempre più misci.
    se i due episodi in area rossonera nel secondo tempo si fossero verificati nella nostra, tranquilli che altri 2 rigorini al milan li davano.

  49. Claudio ha detto:

    e cmq, episodi a parte (che alla fine però avrebbero inciso pesantemente sull’esito finale della partita), cmq niente di nuovo in casa Samp…..si gioca sempre una porzione di partita e alla fine raccogli ciò che semini.
    troppo ambiziosa l’idea del primo tempo di non prenderle, di provare a fare 0-0, IMPOSSIBILE, questa squadra i gol è destibata a prenderli sempre, e ce li facciamo generalmente da soli….
    dietro siamo senza terzini di fascia, con Bere infortunato e Augello “beatificato”, dura essere presentabili…..speriamo Ferrari possa tapullare alla meno peggio.
    in mezzo, ogni partita è una giostra diversa, chi fa bene la partita prima, regolarmente sbaglia quella dopo.
    davanti, non ci voleva il problema di Gabbiadini (ecco perché Ranieri lo faceva giocare con i minuti contati); la gumina è il”meglio” che possiamo presentare vicino a ghost-Quaglia.
    A proposito, avete visto che fine hanno fatto Verre e Ramirez con i rossoneri?
    la mission resta sempre a 27-28 punti di distanza

  50. Doriano_Roma ha detto:

    Non sono di Genova e non sono abbonato alla pay-tv…

    1) Conviene usare il 4-4-2 o 4-4-1? Userei un 4-3-3 con Verre falso 9 se si decide di giocare a 4 dietro

    2) Abbiamo una moria di terzini a sto punto avendo 5 difensori centrali meglio a 3 anche se considero Regini inutile

    3) Nello Spezia oltre a Ferrer c’è N’zola che nelle movenze mi ricorda Zapata fossi Ferrero più di un pensiero a questi due…

    4) Quest’anno in attacco stiamo messi male Gabbia e Keyta quasi mai hanno giocato… Quaglia non può portare sempre la croce… E La Gumina è da B/C ma nella Primavera non c’è nessuno da buttare in mischia?

  51. Pier ha detto:

    Poi a notte fonda capito per sbaglio sul tiki taka e ti prendono ancora per il cu… Ti dicono che il rigore su Damsgard è netto e c’era pura l’ammonizione per romagnoli…
    W il Bilan la Rubentus e la lazie!!

  52. Riccio samp ha detto:

    Scusate però secondo me Keita, Candreva e Silva sono ottimi acquisti per la Samp. Se poi sono sottotono, oppure afflitti spesso da infortuni è un altro discorso. Candreva è venuto perché a fine carriera 32 anni penso? Non sarebbe mai venuto a 25/27 come del resto Quagliarella… Silva per Ranieri, e perché anche lui era da qualche hanno ai margini delle società in cui giocava. E Keita? Si sapeva benissimo che aveva problemi fisici, in più il giocare poco non ha aiutato. Mettiamoci il cuore in pace perché alla Samp la situazione è questa, giocatori forti nel pieno degli anni non ne vengono. Vengono giocatori forti ma a fine carriera, e giovani di buone speranze oppure dei 27enni in stile Augello molto volenterosi che non hanno sfondato… Non la pensi come me Maurizio? Facciamo punti tra Verona, Crotone e Sassuolo… Saluti.

  53. Pier ha detto:

    La Samp con un arbitraggio neutrale la partita l’avrebbe vinta o pareggiata.
    Non è inferiore al Bilan lo dimostra il secondo tempo dove l’abbiamo presi a pallonate nonostante fossimo sotto di 2 gol con Ranieri in panchina, leris in campo e l’arbitro contro.
    Un gol fatto due rigori non dati e due gol (trosby e ekdal) sbagliati da un metro. Lasciando pure praterie al contropiede avversario.

  54. Giulio ha detto:

    Ancora una volta, non giocano mai tutti i migliori;Ranieri vorrebbe sempre metterci un po’ della sua proverbiale prudenza ma non si possono tenere fuori Colley e Ramirez e forse bisognerebbe fare giocare quagliarella come gli ultimi anni di Altafini al Milan, cioè gli ultimi 15 minuti. Damsgaard dall inizio allora, perché qualcosa inventa sempre. Bisogna giocare non difendersi e sperare nello zero a zero o nella fortuna.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      E chi avresti schierato all’inizio al posto di Quagliarella? La Sampdoria ha perso partite anche con Colley e Ramirez dall’inizio. Questa idea che un calciatore del livello di Colley o dell’attuale Ramirez possa stravolgere gli equilibri di una squadra è davvero bislacca. Io credo che puoi rimestare la polenta quanto vuoi, ma il gusto è quello. Bisogna sperare di renderla più appetitosa, magari recuperando piano piano Keita, Gabbiadini, Silva.

  55. alex ha detto:

    Sostenere che non abbiamo niente di meno del milan e’ da pazzi.
    Ricordo che abbiamo fatto due partitacce anche con i dirimpettai di cui una pareggiata e l’altra persa con una squadra, la loro secondo me olto inferiore nell’organigo e nel gioco.
    Se guardate qualche partita di spezia,bologna,cagliari,benevento ecc…. vi accorgerete
    che giocano molto meglio, che creano sistuazioni di attacco durante la partita, che hanno
    un minimo di gioco offensivo corale. Noi no…… Il nostro credo e’ pressare e ripartire
    e non sempre riusciamo, ma se devi costruire un giocooffensivo allora siamo praticamente nulli. E’ inutile fare 200 cross se non hai gente che la prende di testa (thorsby a parte)
    Ciao a tutti

  56. Nicola ha detto:

    Data la mancata incidenza di Silva e Keita (tutti pensavamo e speravamo meglio, invece uno è perennemente rotto e l’altro mi pare la stessa storia di Schone…), la squadra è praticamente quella dello scorso anno (togli Linetty e metti Candreva).
    Ramirez per un verso (contratto) e Gabbiadini per l’altro (infortunio) ci fanno perdere quella maggiore qualità che potremmo avere rispetto a 4 o 5 squadre.
    Quindi squadra dell’anno scorso = aspettiamoci un campionato come quello dell’anno scorso.

  57. Dria84 ha detto:

    Ciao Maurizio, volevo fare un ragionamento perché quelacosa non mi torna: allora Ferrero con l’aiuto di Vidal crea un trust che ,per stessa ammissione del commercialista, serve a mettere al riparo la Sampdoria dai creditori. Nei documenti scritti però la figlia e il nipote,proprietari delle azioni, mettono nero su bianco che lo stesso trust è stato creato per vendere le azioni della sport e spettacolo e dare corpo al concordato. Ora, se fosse vero quello che millanta il buon Viperetta perché il giudice e soprattutto i creditori dovrebbero accettare una proposta in cui comunque non potrebbero ricavare assolutamente nulla, di per scontato che gli immobili del Ferrero in questo periodo storico valgano nulla o poco più e visto che non se ne è liberato fino ad ora non capisco perché dovrebbe provare a venderli, e in più si vedrebbero levare da sotto il naso l’unica cosa che potrebbe soddisfarli. A me sembra che ci sia un po’ di confusione, quella che ha fatto Ferrero è una “proposta” che i creditori possono accettare , e non trovo logica in questo caso, modificare o rifiutare. Credo che Ferrero sappia benissimo che se il concordato gli venisse rifiutato andrebbe a bagno nel giro di 5/6 mesi. La mia supposizione è che i familiari si siano rotti il belino di lui( che ricordiamo non ha alcuna azione della Samp come delle altre aziende tutte intestate alla figlia) e che abbiano preso in mano la situazione. Un mio strettissimo conoscente,che trovo attendibilissimo, mi disse che già ai tempi della trattativa Vialli la famiglia Ferrero ha cercato in tutti i modi di convincere Massimo a cedere. Detto questo se non ci sarà una cessione in tempi brevi vedo nerissimo il futuro prossimo della nostra Samp. Un caro saluto

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Può darsi che sia come dici tu, anche se non ce lo vedo Massimo Ferrero nel ruolo del burattino. Di certo i concordati hanno da essere accettati (o respinti) prima di poter fare qualunque valutazione e/o previsione.

    • petrino ha detto:

      se il concordato non venisse accettato dai creditori, il fallimento delle societa’ oggetto di concordato e’ automatico sic et simpliciter.

    • petrino ha detto:

      Per cui ritengo che l’ avere messo il pacchetto azionario della Sampdoria all’ interno di un ” Trust” la preserva e protegge da qualsiasi procedura esecutiva.che potrebbe subire.
      Il Trust e’ regolato dal diritto comunitario europeo che prevede tali guarentigie per qualsiasi bene facente parte di un Trust.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        petrino credo però che la tempistica di costituzione sia fondamentale perchè per quanto ne so (poco rispetto ad esperti in materia) i trust servono a garantire il tuo patrimonio ma qui lo si è creato nel bel mezzo del marasma. non credo che basti costituire un trust infilarci gli unici asset sani e lasciare fuori tutto il resto sia consentito. altrimenti ogni qual volta si costituisce un trust e ci metto detto la good company mentre la bad company o le varie bed company tenetevele pure intanto non c’è nulla. se fosse così (Magari lo è) lo vedremo e a quel punto organizziamoci tutti a costituire trust dopo non aver pagato fornitori e creditori (fntastico). nella mia ignoranza su questo istituto (ne so poco) e per quel che ne sapevo i trust venivano utilizzati da ricchi ricchissime persone per preservare società e beni facendoli amministrare da persona diciamo esterna al patrimonio od eredi dello stesso. qui mi sembra si sia costituito per cercare di tenere fuori la samp e allungare il brodo ma sbaglio io probabilmente. credo che le guarentigie viste le tempistiche dovrebbero essere per i creditori (visto che è stato costituito recentemente) e sembra evidente per certi scopi (ovvero non farsi prendere la good company). se mi spieghi dove sbaglio mi fai una cortesia. grazie

  58. Moussa Dembele ha detto:

    Ma Verre mezz’ala no? A Roma giocava così. Serve un uomo a centrocampo in grado di palleggiare. Se Silva è questo allora è un acquisto sbagliato. Ekdal quest’anno è andato a corrente alternata. Valerio in mezzo coi suoi piedi potrebbe fare la differenza, altre collocazioni negli schemi di Ranieri che non prevedono il trequartista non ce ne sono, salvo fargli fare il falso nove perché mancano gli attaccanti.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Quando ha giocato a Roma?

      • belmondo' ha detto:

        in prima squadra mai quindi nessuno puo’ averlo visto giocare mezz’ala

        • Moussa Dembele ha detto:

          Faccio ammenda (parziale). Con la prima squadra della Roma ha giocato una sola partita, quindi non fa testo. Ma non è venuto a Genova da debuttante, di partite con Udinese, Pescara, Perugia ecc ne ha fatte tante e da mezzala. Mauri, tu che hai la possibilità di confrontarti con ex professionisti come Nicolini, perché non chiedi loro cosa ne pensano? Mi piacerebbe saperlo

  59. Andreap ha detto:

    Maurizio,

    Che le amicizie(preziosi e lotito) nel calcio si paghino..lo sappiamo bene..
    Che pur di avere un’alternativa alla juve, il palazzo ingigantisca pure il milan..

    Tema concordato: secondo te perché un creditore dovrebbe accettare di escludere la sampdoria dalla ristrutturazione? Cioè se non ho capito male, un’eventuale cessione della società garantirebbe massimo 33/35mnl per i creditori..

  60. Fra Zena ha detto:

    Il gol di Milenkovic lo ha fatto Maraschi (ex Doria e Fiorentina) da lassù 🙂 grazie Mario
    Cinque minuti di godimento in un periodo grigissimo
    Ah, bereszinsky torna a gennaio …

  61. Marziano ha detto:

    #salvateilmarinaio

  62. Marziano ha detto:

    Salvate Il marinaio Baciccia!

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Bello slogan, ma a me piaceva di più #Salviamo, quando era il momento. Adesso, ormai, le cose faranno il loro corso e non sono più minimamente “controllabili”.

  63. Franco T. ha detto:

    A questo punto dico solo che se fossi stato Ranieri non avrei mai “accettato”, o “contribuito a fare”, una rosa come quella attuale. Come ogni allenatore, alla fine sarà lui il responsabile se le cose non andranno bene. Cordiali Saluti

  64. pier ha detto:

    Una domanda per tutti ..perchè io non ne ho idea…ma quante pere ci fà il napoli domenica? No perche quelli giocano bene per davvero al pallone … se il nostro mago in panchina pensa di andare li a fare il catenaccio con tonelli e compagnia cantante penso non basti il pallottoliere!

  65. Zaccotenay ha detto:

    Se fai un trust è perché te la fai sotto e hai paura dei pignoramenti, è il rifugio migliore per mettere al sicuro il denaro

  66. Zaccotenay ha detto:

    Quagliarella mai visto così triste, io proverei Ramirez centravanti e verre dietro ai lati damsgard e candreva thorsby e ekdal davanti alla difesa dietro tonelli colley augello e leris a destra. Ranieri è il peggiore allenatore della serie A. Questa è la dura verità. Proviamo almeno a fare 3 passaggi di seguito, sarebbe un buon inizio. Siamo bruttissimi e non possiamo fare niente per aiutarli, questo mi da fastidio, questo distanziamento sociale non ha favorito squadre come la nostra che in casa contava sul pubblico. Quante volte Giampaolo ringrazia a la sud per la spinta che dava?

  67. Daniele da Rapallo ha detto:

    Caro Maurizio, la tua analisi è corretta e precisa e , piuttosto che niente, questa volta ci si mettono anche arbitro e mancata Var.
    Partiamo tuttavia dai punti fermi :
    1) La situazione societaria, madre di tutte le disgrazie, è entrata o sta per entrare nel turbine degli eventi legati al concordato….ancora oggi il secolo scrive di qualche retroscena anche se (non volermene), ma la mia stima nei suoi confronti non riesce ad essere elvata.

    2) Anche se abbiamo giocato contro una squadra più forte, ma non trascendentale nella sua ultima partita….siamo brutti : io li vedo brutti e con poco nerbo.
    E’ evvio che ciò sia dovuto ad una campagna acquisti poco intelligente tatticamente parlando, ma mi chiedo e ti chiedo per esempio : ok Silva non giocava da parecchio; ma quanto ci vuole, di grazia, per un giocatore con quei trascorsi ad entrare in forma, 2 anni ? Cavolo forse facevo prima io. Lungi da ma fare discorsi da quinta elementare ma qualche mese mi sembra più che sufficiente….fosse il Shone de noantri ?
    E poi errori tecnici, passaggi sbagliati, morale altalenante…..un buon Ekdal che si divora il pareggio, pur reduce da un goal e da una buona prestazione….insomma : la paura che il doria sia più questo che quello delle tre vittorie di fila, comincia a farsi strada. Che ne pensi ?

  68. Maraschi ha detto:

    Ho letto, sul Secolo di oggi, la ricostruzione della famosa trattativa col gruppo Vialli che conferma quanto mi era stato riferito da fonte molto attendibile (si prega di astenersi da commenti del tipo “sì me l’ha detto il cugino di un mio amico che va al bar sotto casa ecc.”) e cioè che non è stato Ferrero a rifiutare l’offerta ma gli americani a ritirarsi dalla trattativa.
    Questo non cambia niente ai fini del futuro della Sampdoria, solo per amore di verità.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Se vuoi ragionare con la tua testa, visto che sono fatti stranoti, chiediti eventualmente come mai e non fermarti alla superficie del gioco di Ferrero. Poi, puoi pure accontentarti.

      • matteo ha detto:

        a me sembra abbastanza chiaro che l’impianto societario e finanziario ideato da Vidal &Co abbia generato delle, chiamiamole, perplessità che andavano a minare la valutazione societaria.

      • Maraschi ha detto:

        Scusa, ma andrei un po’ cauto col termine stranoti. Non ricordo documenti o dichiarazioni ufficiali. Ma sicuramente mi sbaglio io.

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Puoi non seguirmi, ma 83 milioni è la cifra che ho sempre sostenuto io. Se in 30 anni di lavoro avessi dovuto seguire le dichiarazioni ufficiali starei ancora pensando al “vaso tempestato di diamanti”.

          • Maraschi ha detto:

            Touché. Quella del vaso tempestato di diamanti è veramente carina

          • andreap ha detto:

            tra l’offerta da 83 mln e l’offerta presunta al ribasso…beh i compratori sono venuti a genova, non sono stati inviati a vedere bogliasco, con i presunti lavori di valorizzazione, la sede della società..si è completato il primo vero mercato di indebolimento sportivo…hanno visitato lo stadio, in gestione al 50% con il genoa: degrado ed investimenti da fare (tribuna stampa esclusa).
            secondo me la ricostruzione di vidal è veritiera fino agli 83 mln di agosto..poi vorrei sentire anche l’altra campana…

          • Maurizio.Michieli ha detto:

            Figurati, non intendevo punzecchiarti. Semplicemente ricordarti che chiunque tira sempre l’acqua al mulino di qualcuno. Giornalista compresi, ovviamente. Ciao!

        • aston ha detto:

          Caro Maraschi peccato che non abbiano mai offerto ne 83 ne 75. Avevano offerto 45 e qualcuno ha cercato di far credere che l’offerta fosse di 75 perchè prevedeva l’accollo di 30 milioni di debiti. Resta il dubbio che invece di farlo credere lo credesse davvero. In tal caso forse è peggio..

      • Mino53 ha detto:

        Caro Michieli è inutile che giri la
        Minestra la verità è che questi volevano prendere la Samp per niente e Ferrero non ha accettato . Meglio così quei due dovevi rincorrerli fino al Delaware invece Ferrero lo hai sotto casa visto che fotografi la sua macchina davanti all’Hotel di riferimento .

    • aston ha detto:

      Infatti… era definito il metodo ma alla fine non hanno fatto alcuna offerta.

      a.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        anche fosse è perchè l’ha tirata per le lunghe e se quello che scrive il secolo è vero l’offerta l’avevano fatta lui se l’è menato per mesi e poi si sono spaventati ed hanno offerto al ribasso vista la squadra con vendite fatte e classifica……un bene non ha un valore immutabile aston……vediamo il ns eroico presidente dove porterà la samp e poi ne parliamo. a me se offrono una macchina nuova con optional a 50000 euro però aspettano a vendermela poi ci girano e consumano ruote e lvano optional non intendo pagarla quanto prima…..tu? senza polemica ma il problema per te è ferrero o tutti i possibili acquirenti scappati per motivi ignoti? credo tu sia un commercialsta o comunque qualcosa di simile da come parli e va bene ma tu pensi che un imprenditore o un gruppo di imprenditori non si spaventi a dover rilevare 4 5 società per rimetterne assieme 1? il problema è chi si avvicina cattivo speculatore e vialli come ha scritto qualcuno da paravento (ma per cortesia) o questa gestione di scatole cinesi trust controllanti che ha fatto a tranci la uc sampdoria spa? solo per capire perchè per me il problema è ferrero e chi a ferrero ha ceduto (i Garrone hanno le loro responsabilità grosse e credo però non si aspettassero di arrivare a questo punto). perchè tu lasci sempre commenti caustici ma un bene non ha un valore immutabile e la samp con praet ed altri giocatori validi aveva un valore senza un altro la samp a centro classifica un valore in fondo un altro, la samp con i bilanci in attivo un valore in perdita un altro. non faccio il commercialista ma impresa e a me sembra che la samp rischi di valere sempre meno ma ovviamente non ci capisco una mazza d’impresa facendolo solo da 16 anni e dovendo capire che sono i fallimenti multipli gli asset e non le società in utile con un patrimonio netto col segno + che danno dividendi ai soci. um cordiale saluto

        • aston ha detto:

          Guarda la questione mi pare molto più semplice e lineare.

          – la Samp ha un suo proprio bilancio che all’epoca dell’inizio della trattativa evidenziava un patrimonio netto di circa 44 milioni di euro. In questo valore non è compreso il marchio che la controllante conduce in leasing con la possibilità di riscattarlo nel 2023;
          – nel marzo 2019 la Samp era ancora in corsa con l’Europa e con alcune plusvalenze potenziali da realizzare; d’altra parte erano da valutare le eventuale perdite da gestione ordinaria ( al netto delle plusvalenze ) maturande al 31.12.2019.
          – in questa situazione dove l’oggetto dell’interesse degli acquirenti erano due società in bonis l’offerta ( l’unica ) per il pacchetto è stata di circa 45 milioni, offerta che in allora è stata valutata non accoglibile ( sostanzialmente il net book value della Samp);
          – non mi dilungo sulle rappresentazioni in base alle quali in realtà si riferiva che l’offerta sarebbe stata di 75 perchè prevedeva l’accollo di 30 milioni di debiti. Fai l’imprenditore e sono certo che Tu ben capisca che trattasi di sciocchezze;
          – successivamente sono stati ripresi i fili della trattativa e sono stati definiti ( i parametri attraverso i quali, all’avverarsi di determinate condizioni ( cessioni di Praet e Andersen ), sarebbe stato individuato il prezzo; il tutto soggetto a due diligence a posteriori . ricorderai in tal senso il comunicato di agosto 2019;
          – tale percorso non è stato formalizzato attraverso un impegno ” binding”; sostanzialmente gli interessati convenivano sul metodo di valutazione e sul risultato conseguente ma non si sono impegnati a formulare l’offerta;
          – l’offerta non è stata formulata.

          Punto.

          Se poi vogliamo ragionare sul fatto che sia stato un peccato facciamolo. E allora aggiungo che Vialli presidente sarebbe stato un toccasana per mille motivi. Per me principalmente avrebbe riacceso l’entusiasmo in un momento nel quale l’entusiasmo verso questo sport sta venendo meno.
          Avrebbe rappresentato il ritorno ad un sentiment di appartenenza svanito.
          Aggiungo inoltre che , pur non conoscendolo, credo avesse tutte le carte in regola per navigare in un mare difficile ed infido.
          Però l’offerta non c’era Massimo Pittaluga. Forse l’amore per l’iniziativa di Vialli non era così condiviso dai suoi investitori. O forse è colpa di Ferrero. Non però di non avere accettato un’offerta che non c’era.
          ricambio i saluti.
          a.

          • Massimo Pittaluga ha detto:

            tu ragioni da “contabile” senza alcun intento dispregiativo da parte mia ma riferendomi essenzialmente ai numeri. l’imprenditore ragiona per affari. ferrero ha fatto a suo tempo un super affare rilevando in certi modi dai garrone, poi voleva fare un altro affare x 10 rivendendola diciamo se hai ragione tu al 100% del valore peccato che non ha le forze per sostenerla una società come la samp e chi acquista lo sa. nel mentre quella situazione cosi florida che descrivi tu qui sopra non esiste più. non voglio fare il tuo mestiere ma fare il mio e se so che uno è in palese difficoltà e so che la società a breve varrà molto meno io che compro la devo poter comprare a meno e lui che vende addattarsi un po (soprattutto lui che se l’è presa gratis e garantito con dote). decontesulaizzare caro aston riduce tutto alla tua contabilità ed infatti c’è la fila a comprarla la samp alle condizioni di ferrero e se le sta inventando tutte per rimanerci attaccato. l’affare se lo vuole sempre fare solo lui temo che rimarrà col cerino in mano e una samp fatta a fette.
            credo che se non si parte da questo non si arriva da nessuna parte e più che qualche compratore interessato vedremo ancora dei mesi di fantastica gestione creativa. un cordiale saluto

          • aston ha detto:

            Sai …ragionare di affari con il portafoglio degli altri è sempre complicato.

            Ho preso atto , avendolo più volte tu sottolineato,che fai impresa.
            Ottimo.

            Qualche cda l’ho frequentato e lo frequento. Non pretendendo di poter paragonare la tua visione di imprenditore alla mia di contabile ( peraltro non mi occupo di contabilità e dichiarazioni da 30 anni ), vorrei però rassicurarti che determinate dinamiche non mi sono del tutto estranee

            Quanto a decontestualizzare mi pare antitetico a riferire fatti.

            Probabilmente ho maturato una irrefrenabile idiosincrasia alle notizie imprecise , al pressapochismo, all’ansia di voler dire la propria a qualunque costo comunque pur non avendo nozioni dell’argomento trattato o comunque informazioni necessari, condizioni che imporrebbero quantomeno l’uso del condizionale.
            Ormai si hanno solo certezze.
            Mi rendo conto che i tempi sono questi ma per quanto posso garbatamente spero mi oppongo.

            Rinnovo i saluti.

          • carlo46 ha detto:

            Premetto subito così non vengo strumentalizzato da nessuno che detesto Ferrero e brinderò quando se ne andrà. Ma la ricostruzione di Aston, con il quale sono quasi sempre in disaccordo, qui sopra mi trova perfettamente allineato. Questi furono i fatti. Lo scarso convincimento degli americani fu dimostrato anche dalla incomprensibile richiesta di prestito a garanzia a Garrone per venti milioni sulla famosa clausola di permanenza in serie A.
            Nessuno ha mai saputo darne una spiegazione plausibile. Poi che avessero ragione o torto nel non essere convinti sono fatti loro, insindacabili. Ricordo anche che Ferrero, è scritto ovunque sul web dell’epoca, quando non presentarono offerta disse chiaramente che gli andava bene anche quella precedente. Da ultimo come scrissi all’epoca: se putacaso avessimo iniziato bene il campionato, tipo con un tris di vittorie belle e prestigiose come quest’anno NOI TIFOSI avremmo legittimato Ferrero a chiedere un aumento consistente su quanto preliminarmente pattuito? Se date una risposta intellettualmente onesta allora vale anche pe il contrario. Purtroppo gli speculatori erano da una parte e dall’altra e l’unico sentimento era il nostro e quello di Gianluca, ovviamente.

          • Maurizio.Michieli ha detto:

            Posso solo ribadire quanto ho sempre sostenuto: di fronte a Ferrero e ai suoi sistemi di gestione, mi domanderei perché gli americani di Vialli non hanno preso la Sampdoria e mi darei una risposta. Ma qui mi fermo, mi devo fermare. E d’ora in poi su questo argomento mi taciterò per sempre, lasciando massima libertà a tutti di sostenere qualunque cosa.

          • Kreek ha detto:

            @aston

            Davvero ben illustrato: complimenti!

            L’offerta non arrivò.

            E’ giusto riflettere sulle ragioni per cui non arrivò, come suggerisce @Maurizio.Michieli e capisco anche ciò che intende @Massimo Pittaluga…

            Tuttavia io mi pongo un’altra domanda…e se questa benedetta offerta fosse arrivata?

            Usando le tue parole:

            Se…”gli interessati convenivano sul metodo di valutazione e sul risultato conseguente…”si fossero impegnati a formulare l’offerta?

            La Sampdoria oggi avrebbe un altro proprietario?

  69. andreap ha detto:

    perchè un creditore di eleven finance e farvem dovrebbe accettare un accordo in cui viene escluso (in parte) l’unico bene liquidabile?

    chiedo da ignorante

    • petrino ha detto:

      se prova a vendere la sampdoria, la societa’ deve essere senza oneri e pesi.
      E chi e’ quel matto che la prenderebbe se vi sono rischi di revocatorie indirette???
      Cosi’ facendo e’ franca da oneri e con il ricavato puo’ tentare di salvare tutta la parte soggetta a procedura.

    • aston ha detto:

      valuterà che alternative ha per tutelare il proprio credito.

      In generale tieni presente che una società di capitali risponde solo delle proprie obbligazioni.

      a.

  70. Fabrizio ha detto:

    Ciao a tutti non parlo di Società e provo un pò a leggere i commenti di Maurizio e di voi tutti per cercare di tirarmi un po su, ma non ci riesco, rileggo la classifica vedo come vanno le altre squadre e non riesco a trovarne oltre al crotone (che dobbiamo ancora battere) altre 2 da mettere dietro di noi! Sinceramente secondo me facciamo schifo, Ranieri è in confusione e pochi lottano e sudano per la maglia! Credo guardando le prossime 4 partite che se tutto va bene potremo fare giusto 4 punti e passare un Bel Natale da retrocessi, per poi ripartire con Roma e Inter……………..

    • Fra Zena ha detto:

      Alla “maglia sudata” ormai credo poco. Quella poteva valere fino agli anni ’90.
      Penso che i giocatori rendano al massimo se hanno dietro una società seria e motivata, che fa mercato con razionalità, tenendo conto delle caratteristiche tecniche ed umane dei calciatori e dei loro obiettivi professionali
      La Sampdoria attuale non è nulla di tutto ciò. E infatti la nostra rosa, che sulla carta è certamente superiore a quella di almeno 5/6 squadre, si sta rivelando purtroppo un’accozzaglia. Gente con la valigia pronta (Colley, Ramirez), gente che sverna dopo carriere dispendiosissime (Silva, Yoshida), infortunati perenni (Keita), miracolati (Regini, Leris)…
      Un problema simile lo avevamo avuto nel 2015/16, l’anno di Zenga e Montella. Solo l’anno dopo, il primo di Giampaolo, la Sampdoria di Ferrero aveva fatto davvero un mercato funzionale e mirato. I risultati, in positivo, si erano visti eccome

  71. paolo63 ha detto:

    Buon giorno Maurizio come al solito leggo gente che invoca Ramirez che sino a 10 gg.fa era considerato impresentabile.Il problema non e’ il Calvarese di turno ma e’ sempre solo uno ovvero sia il caciottaro.Quando la societa’ non esiste si finissce cosi’.Poi quando arriva a Bogliasco a visitare la squadra i giocatori e lo staff che rispetto vuoi che portino a un personaggio del genere?Va in regione a piangere ma con quale credibilita’?Abbiamo in personaggio che rincorreva un treno nel colossal ULTRAS.Ma finiamola di contestare la squadra , Ranieri e il suo staff.Quando siamo retrocessi avevamo il palazzo contro per via di Platt e ti mandavano Trentalange.Ranieri messo in discussione?Come dici tu Maurizio non e’ il migliore come gioco e ha sempre giocato cosi,ma teniamocelo stretto perche’ in giro di fenomeni non vedo.Finche’ avremo il premio OSCAR come attore o comico come presidente non ci si dovremo meravigliarci di niente.Maurizio tu mi capisci quando per assurdo rimpiango LOLLI GHETTI, COLANTUONI (avvocato di campagna) non di certo miliardari noi scarsi ma a petto in fuori e orgogliosi di essere sampdoriani.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Certo che ti capisco, benissimo. Ad essere sinceri, ci è andata persino bene con Ferrero più di quanto avessi immaginato, ma alla lunga i nodi vengono sempre al pettine, non si può rinviare tutta la vita. Era fatale che prima o poi ci ritrovassi in questa situazione, sia tecnica che societaria. Un abbraccio blucerchiato.

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      vallo a spiegare a chi ancora pensa che le società sono solo numeri e carta. ci sono uomini, sentimenti e passione nella migliore delle ipotesi e quantomeno impegno e professionalità per farle funzionare se non ci sono le prime. se in questa proprietà qualcuno li vede chiedo scusa ma io non ne vedo l’ombra. io lolli ghetti e colantuoni non li ricordo ma Paolo Mantovani si ed enrico pure molto bene. avrà commesso i suoi errori ma insultatemi pure baratterei 1 enrico mantovani per 10 ferrero così come anche edoardo garrone (a parte quello che ha fatto alla fine). io temo che a qualcuno non siano chiare le conseguenze e continui a prendersela con chi non è venuto che forse e dico forse sarebbe stato meglio di quanto ci stiamo sorbendo. mi accontento quest’anno di avere ranieri che ci faccia fare 40 41 punti e di sperare che prima o dopo qualcuno la samp la raccatti e dubito come scrive qualcuno pagandola 80 90 100 mln ma sbaglierò io

      • Klaus Lavagna ha detto:

        Io purtroppo(solo però per questioni anagrafiche)ricordo perfettamente Lolli Ghetti e Colantuoni.Il primo,armatore di buon calibro e dalle spalle ben coperte dal proprio patrimonio,è stato un presidente senza alti e bassi caratterizzato da una conduzione societaria oculata e scevra da rischi,il secondo ,avvocato di grido,era persona molto empatica,appassionatissima,abilissimo nel condurre trattative specie con società famose per averci sempre fregato(riuscì a cedere alla Juve Roberto Vieri per una cifra esorbitante).Quando le telecamere di sky o Dazn inquadrano quel personaggio in tribuna come posso non rimpiangere tutti i presidenti che lo hanno preceduto anche, seppure a grandissima fatica, lo stesso Edoardo Garrone prima del suo fatale colpo di sole!

    • robmerl ha detto:

      quanta saggezza in questo post! dovrebbe esprimere la voce e il pensiero di TUTTI i sampdoriani

  72. Vincenzo ha detto:

    A proposito di colossal: nessuno cita mai l’ultimo uscito, secondo me il più grande, anche se poco pubblicizzato (chissà perchè?) e in confronto, la corsa al treno è niente…mi riferisco al colossal “un esame è per sempre!!”…. .

    Forza Sampdoria, a Napoli nuova maglia nuova vita!…

  73. garellaarnuzzoromei ha detto:

    buonasera.
    La parola inglese TRUST in italiano si pronuncia TRAST…
    Dove voleva fare lo stadio nuovo Riccardo Garrone?
    Coincidenze?!?
    Non credo….
    😉

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Sinceramente lascerei riposare in pace Riccardo Garrone. La sua idea di uno stadio di proprietà, peraltro, non risulta così bislacca al giorno d’oggi.

  74. Massimo Pittaluga ha detto:

    e anche Paolo Rossi se ne va in questo 2020 che si sta portandio via il vecchio mondo. Bearzot quella squadra e quel mondiale unico nella storia di chi ha avuto la fortuna di vederlo a qualsiasi età. ero un bambino ragazzino in quel lontano 82 e quell’Italia Brasile è stata la partita che ricordo più di tutte con la spiaggia che si svuotava 1 ora prima che iniziasse con tutti i grandi che capivano di calcio con poche speranze contro un grande Brasile che sembrava invincibile. quel mundial alla fine fu vinto battendo le migliori squadre del pianeta come una favola irripetibile. buon viaggio Paolo e grazie ancora da quel ragazzino a cui fecesti provare un emozione irripetibile

  75. Tenente Colombo ha detto:

    Ciao Maurizio, senza entrare in cervellotici dettagli tecnici di difficile comprensione…per come si stanno evolvendo le questioni societarie ho paura che le speranze di sopravvivenza della società Sampdoria siano ahimè quasi nulle…
    Vedo parecchi di noi passivamente rassegnati, quasi come degli affetti da una malattia cronica che decidono di sospendere la terapia conservativa consapevoli della ormai fine certa.
    C’è purtroppo una combinazione tra elementi oscuri, circostanze sfavorevoli ed ostacoli impervi per sperare di essere tratti in salvo da qualche insperato principe azzurro benefattore.
    Peccato davvero!!!…Sono almeno 3 anni che sogno di svegliarmi una mattina e leggere la notizia del passaggio di consegna della Società Sampdoria ad un fantomatico imprenditore magari col turbante in testa e invece…apro le notizie e 2 volte su 3 vedo la faccia di quell’essere che mi rovina sistematicamente la colazione!

  76. Franco T. ha detto:

    Maradona e Paolo Rossi, due Grandi Campioni da Ricordare e Rispettare per sempre. Giocare domenica a Napoli nella Sampdoria è un onore e un privilegio. Auguri per una grande partita. A Tutti. Cordiali Saluti

  77. aston ha detto:

    Paolo Rossi una persona semplice che ha regalato emozioni a milioni di italiani.

    Di lui mi piace ricordare il Lanerossi Vicenza, quella squadra fatta con poco che per un paio di anni regalò un bellissimo calcio. Ricordo quella squadra nella quale esplodeva il Tuo talento , caro Paolo, e nella quale giocava uno di noi, Giancarlo Salvi. Anche lui persona semplice anche lui ci ha lasciato.

    Riposa in pace e grazie di cuore.

    a.

    • Faso ha detto:

      Che tristezza ieri alla notizia della scomparsa di Pablito, non nascondo di essermi commosso perchè sebbene non avesse mai vestito la maglia più bella del mondo è un mito per tutti quelli come me che nel 1982 erano dei bambini, oltre che essersi rivelato un grande Uomo.
      Ricordo come fosse ieri quel pomeriggio di Italia-Brasile, partita vista a casa di mia nonna che aveva appena comprato la tv a colori e poi i caroselli di auto per tutta la città; così come ricordo la finale contro la Germania vista in campagna su tv in bianco e nero.
      Che tempi… estate 1982, estate magica iniziata con la ns promozione in serie A, proseguita con la vittoria del mondiale e conclusasi con l’incredibile tris di vittorie all’esordio in campionato Juve-Inter-Roma che ci portò da neopromossi a capolista.
      Altri tempi, altro calcio, altro mondo.

      Ciao Paolo

  78. luigi ha detto:

    Pablito persona veramente splendida purtroppo venuto a mancare troppo presto in un mondo che di luminosità e splendore non ha poi molto, detto questo un piccolo inciso caro Maurizio, ebbi modo in passato di salutare il dottor Riccardo Garrone e nei due minuti di dialogo che seguirono gli dissi che difficilmente ( conoscendo un pochino l’amministrazione locale )sarebbe riuscito a costruire un nuovo stadio a Genova o zone limitrofe, lui sorrise e rispose: noi ci proviamo dopodichè…. un’uomo molto intelligente peccato non averlo ancora tra noi, sicuramente sarebbe ancora il presidente della squadra con i colori più belli del mondo.

  79. Massimo Pittaluga ha detto:

    cAston volevo rispondere al tuo post un po piccato di sopra. ho tanti difetti ma non quello di credere di avere la verità in tasca e di vivere di assoluti. reputo solo che la samp sia in una situazione societaria molto particolare e gestita oggettivamente in modi possiamo dirlo non usuali.
    non era mio intento attaccarti o voler imporre la mia idea.
    su un unica cosa mi permetto di dissentire: sul pressapochismo sbagli abbastanza indirizzo a me sembra di vedere molto pressapochismo in chi gestisce la samp e scrivo pressapochismo per essere gentile e a volte ripeto il modellino sulla carta bisogna metterlo sul terreno e cambiano un po le cose. ci sono i cda (ne ho visto qualcuno pure io) e poi c’è il confronto sul terreno e scusami il primo esiste solo perchè c’è il secondo (si lo so sono pressapochista ma la pratica è questa terra terra).
    Poi dirà la storia ad un certo punto se quelli come me maurizio e molti altri avevano visto giusto (ognuno con i suoi modi diversi di vedere questa società ma nel succo esserne assai preoccupati) o chi si limita a difendere o a diciamo non definire preoccupanti queste continue costruzioni societarie e gestione. a me vedi è sempre piaciuto tifare sampdoria per vedere le partite persino in B quando ci si divertiva proprio poco anzi si soffriva ma si andava a casa sapendo che di la c’era un presidente comunque che teneva alla sampdoria e nel bene e nel male non sbertucciava e prendeva per i findelli tutti. a me sembra ora un po tanto diverso ora ma sicuramente non voglio vivere o imporre alcuna opinione e soprattutto essere pressapochista od impreciso e che questo urti. resta il fatto che tutta questa gente ad offrire decine di milioni per la samp non ci sia e magari qualche domanda farsela al riguardo…..sono poi tra quei pressapochisti che pensa che se gli americani alla fine gli versavano solo 50 mln totali erano persino tanti visto quanto l’ha pagata e quanto ha investito di suo. c’è una differenza tra imprenditore che investe e chi lo fa senza la i……ma capisco che anche questo è pressapochista. il tempo è galantuomo e non sono parole al vento. speriamo di averle il piacere di riparlarne con un lieto fine tra qualche anno. un cordiale saluto e senza acredine caro Aston ogni opinione è legittima ci mancherebbe e quindi pure la mia anche se non ti piace.

    • Klaus Lavagna ha detto:

      Approvo in pieno quanto scritto da Massimo Pittaluga.

    • dexter ha detto:

      Chiedo a tutti. Riuscite a leggere i post di Massimo Pittaluga?Le maiuscole e la punteggiatura sono importanti.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        hai ragione su questo, scrivo di fretta e spesso male

      • Klaus Lavagna ha detto:

        I post di Pittaluga sono sempre molto lunghi e il suo periodare similproustiano li rende poco scorrevoli,però il contenuto è sempre equilibrato ed interessante.Non stiamo quindi a valutare qui esercizi di stile ma limitiamoci a prendere atto delle valutazioni approfondite dello scrivente

      • andreap ha detto:

        giusto per fare i precisi:

        “chiedo a tutti, riuscite a leggere i posti di tizio o caio?”

        la punteggiatura è importante…

      • Pippo65 ha detto:

        Dopo il punto interrogativo è necessario uno spazio.

    • sillyname ha detto:

      A volte anche io mi stufo di riprendere certi temi quando sarebbe tanto meglio parlare di Samp e basta. Ma, perdonatemi, il campo e il gioco sono ormai diventati molto meno importanti del contesto, ed è per quello che non mi scaldo più di tanto per i primi quanto non lo faccia per il secondo. Non sono io ad averlo deciso: se non sbaglio Paolo Mantovani aveva già previsto un cambiamento epocale nel momento in cui si rese conto che non poteva più tenere Vialli. Da lì in poi tutto è progressivamente cambiato fino ad arrivare oggi a un calcio che ha fatto lo stesso cambiamento strutturale di tutto il resto. Così come oggi non esiste un mondo senza internet, a quell’epoca nessuno aveva telefoni portatili, se dovevi cercare informazioni andavi sulla Treccani, il nostro paese era pieno zeppo di imprese eccezionali e italiane che hanno fatto la storia nel mondo e che poi sono state cannibalizzate nel nome della globalizzazione.
      Il calcio fatto da imprenditori, appassionati miliardari come Paolo Mantovani non esiste più. Oggi non ha nemmeno senso desiderare come president uno “con le palanche” perché non è più quello il parametro. Mantovani i soldi ce li metteva proprio e lo poteva fare come e quando voleva. Oggi le squadre sono aziende che devono avere bilanci sostenibili e in ordine (almeno teoricamente) e quindi ci sta pure che un buon presidente o A.D. di una società non sia uno sceicco e anzi si prenda uno stipendio. Ogni riferimento a persone o cose non è casuale ma a me il fatto che Ferrero si assegni uno stipendio non scandalizza affatto: basterebbe che gestisse bene la società e in modo etico.
      Ma è qui che casca l’asino e che mi incazzo fin dai tempi dei Garrone. Avere avuto loro prima e poi, sempre grazie a loro, uno come Ferrero vuol dire semplicemente una cosa: “estinzione”. Ho sperato in Vialli ma purtroppo sappiamo come è andata. E ho sperato non perché Vialli abbia i soldi, ma perché avrebbe potuto riportare dei “valori” intorno ai quali raccogliere entusiasmo, passione, visibilità e, attraverso questi, garantire un futuro.
      Non tornerò a dilungarmi con parole mie ma con due citazioni, fatte a circa 40 anni di distanza:
      1979: “La utopistica (forse) aspirazione che ispira il programma della nostra Società è di renderla forte, molto forte, in tutte le sue strutture in modo che, una volta esplosa, questa realtà venga a essere mantenuta anche per il futuro. […] Io credo che uno faccia determinati passi, che non ho mai definito sacrifici, determinate iniziative o investimenti unicamente per vedere qualcosa che possa sbocciare, possa migliorare in fatto di gioco, in fatto di spettacolo e successivamente questo enorme deficit di gestione che ha legato le precedenti gestioni della Sampdoria possa in qualche modo venire a sparire proprio da una maggior partecipazione del pubblico che deve essere sempre e senz’altro successiva a quello che è la prestazione della squadra”
      2020: “… Ma so che nello sport bisogna vincere. Se vinci le partite guadagni più soldi, hai più sponsor e se guadagni più soldi puoi investirli nella tua idea di società. È una sfida che mi interessa”
      Lascio a voi tutti trovare le fonti e dare le interpretazioni.

    • aston ha detto:

      Continuo a non riuscire a farmi capire.
      In sintesi caro Massimo Pittaluga credo che possano coesistere critica anche molto aspra e esposizione dei fatti nel loro sviluppo. Non mi pare che sia sempre avvenuto.
      Poichè credo questo espongo , penso avendone diritto, le mie valutazioni.

      Aggiungo che non auguro il naufragio della Samp per togliermi di torno Ferrero. Anzi penso che una Samp non a rischio possa essere oggetto di attenzione di investitori veramente intenzionati a entrare nel complicato mondo del calcio.

      Tutto qui.

      Circa il modo in cui si interloquisce sono per natura un fan del rispetto. Ed il rispetto, per me, consiste anche nella accettazione del pensiero altrui anche quando non lo si condivide.
      Lo schernire, il supporre ,di fronte a considerazioni differenti, l’esistenza di interessi, l’insinuare, il tagliare corto , negare la replica sono atteggiamenti che mi provocano disagio percependoli come prepotenze.

      Questa è la mia posizione …. immagina un pò se non rispetto la tua. Eccome.

      Ricambio il cordiale saluto (ovviamente senza alcuna acredine).

      a.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        Per quel che vale le leggo volentieri, spesso non condividendole, ma cercando di non mancare di rispetto nel risponderti. Con questo chiudiamola qui. Spero presto di vedere una nuova proprietà e di tornare a parlare delle partite come si faceva prima . ora le preoccupazioni sono altre per me e credo per molti. un cordiale saluto e da parte mia sempre per quel che vale ogni opinione vale tanto quanto la mia

  80. luigi ha detto:

    Ciao Sillyname ce’ poco ormai da interpretare il dato oggettivo e’: squadra tecnicamente molto modesta, presidente pieno di debiti,senza soldi, e che vuole trarre profitto succhiando il sangue come un vampiro in termini economici alla squadra per cui tifiamo e il futuro è a tinte fosche o quantomeno buie. Il resto è aria fritta.

  81. flex ha detto:

    Ancora una volta mi inserisco nel confronto fra massimo pittaluga e aston cercando di dare il mio contributo all’interessante discussione.

    1) il trust
    se partiamo dal presupposto che le società di capitali sono soggetti giuridici autonomi la Sampdoria è controllata da società che non verrebbero “risucchiate” dal fallimento delle società per le quali ferrero ha proposto il concordato. In altri termini queste società potrebbero serenamente fallire senza nessuna conseguenza per la Sampdoria. E’ precisa volontà di ferrero coinvolgere la Sampdoria nei suoi problemi (che non sono quelli dei tifosi) inserendo la Sampdoria (rectius: l’impegno a vendere la Sampdoria) come garanzia per offrire maggiore appeal alla sua proposta di concordato. Se questa è la situazione a mio parere la costituzione del trust non può avere come finalità sottrarre la Sampdoria dalle richieste dei creditori per un semplicissimo motivo: se così fosse perderebbe la sua funzione di garanzia e il concordato non verrebbe omologato.
    Ribadisco, e se scrivo una belinata qualcuno mi smentisca, che ad oggi la Sampdoria non rischierebbe nulla dai problemi di altre società che fanno capo a ferrero, inizierà a rischiare solo dopo l’omologa (se mai avverrà e speriamo di no) del concordato.
    Il coinvolgimento della Sampdoria nei problemi di ferrero è una diretta volontà di ferrero (e indiretta di colui che, regalandogliela, l’ha fatta entrare fra le sue disponibilità).

    2) la trattativa relativa alla (saltata) cessione
    la ricostruzione di aston non fa una grinza: tecnicamente non c’è stata nessuna offerta da parte degli americani. E quindi? Il fatto che non sia stata formulata un’offerta significa che gli investitori non erano interessati? siccome è gente che non ha un belino da fare hanno perso tempo per quasi un anno dietro a ferrero per un affare del quale non importava nulla? Per come la vedo io il fatto che non ci sia stata un’offerta significa semplicemente una cosa: le parti non si sono messi d’accordo sul prezzo, ma siccome aston non è uno sprovveduto mi domando (e gli domando) se attraverso la sua ineccepibile ricostruzione intendesse sottointendere altro, magari una qualche responsabilità del fallimento della trattativa da parte degli investitori.
    Siccome ho sentito anche gente che dipinge ferrero come una povera vittima di “sciacalli” che approfittando del suo stato di necessità volevano tirare sul prezzo e prendersi la Sampdoria con due lire (che sarebbero cmq due lire in più rispetto al prezzo che l’ha pagata lui) mi piacerebbe sapere se anche aston ha questa opinione.

    Una considerazione finale: credo che pittaluga, aston, io e la maggior parte di chi scrive su questo blog non avrebbe mai immaginato di discutere della Sampdoria per questi motivi. Il fatto stesso che succeda è una sconfitta per tutti coloro che amano la Sampdoria e, senza essere forcaioli, è giusto che ognuno si prenda le sue responsabilità.

    Non sta succedendo per caso.

    • aston ha detto:

      provo a risponderti ribadendo che non conosco le carte e quindi faccio delle ipotesi.

      1) la costituzione del trust può essere stata una richiesta dei creditori della società che ha richiesto il concordato. La logica è che se un debitore vuole ottenere un beneficio ( il placet al concordato ) deve mettere sul piatto della bilancia qualche cosa di ulteriore rispetto ai beni della società in difficoltà.

      2) Gli americani ( quelli che avrebbero dovuto finanziare l’operazione ) hanno delegato la trattativa ai cosidetti advisors ( nel caso Vialli e Zanetton più società di revisione ) ; è abbastanza frequente che società analizzate dai fondi non vengano poi acquisite. I costi relativi vengono denominati ” abort costs” e sono voci ricorrenti nei conti delle ” società ” di investimento.

      Per quanto riguarda le tue considerazioni finali mi trovi pienamente d’accordo. Purtroppo sono due anni che non si discute d’altro. Per parte mia ne farei volentieri a meno….

      a.

  82. Rubba ha detto:

    mA..COME MAI SONO SPARITI I DISCEPOLI DEL “MAESTRO?”Si sta veramente facendo onore altrove,che peccato averlio perso!Ahaaaaaaaaa

  83. Claudio ha detto:

    “Quando un uomo con il fucile incontra un uomo con la pistola, l’uomo con la pistola è un uomo morto”……
    “Quando la Samp riposata da una settimana incontra una squadra reduce dal giovedì di Uefa, la squadra reduce dal giovedì di Uefa è una squadra felice e omaggiata di 3 punti”

Lascia un commento a pier

PAPALE PAPALE

La Sampdoria, dopo la visita a Papa Francesco, perde di misura all’Olimpico contro la Lazio al termine di una partita [&hellip

BRUTTI MA BUONI

Una Sampdoria non bella sul piano estetico ma concreta ed efficace su quello realizzativo conquista tre punti con la Fiorentina [&hellip

RIN… VIGORITI DA DAMSGAARD

La Sampdoria torna dalla trasferta di Benevento con un punto, firmato da Keita a dieci minuti dal termine della partita [&hellip

BUONISTI

Alla Juventus è bastato il minimo sforzo per ottenere il massimo risultato al “Ferraris”. La Sampdoria ha contribuito con un [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta