PUNTO E A CAPO

2 Nov 2020 by Maurizio.Michieli, 131 Commenti »

Non è stato un brutto derby, anche se è finito in parità. Primo tempo ai punti meglio il Genoa, nella ripresa la Sampdoria. Che, forse, ha un pizzico di rimpianto in più per non avere saputo approfittare del calo fisico alla distanza palesato dai rossoblù, indeboliti dal covid. Peraltro, su qualche ripartenza innescata da palloni malamente persi dai blucerchiati, anche il Genoa ha avuto la possibilità di vincere, dunque il risultato è sostanzialmente giusto, sebbene il palo di Keita e l’errore successivo di Daamsgard abbiano rappresentato opportunità davvero ghiotte. La partita è cominciata col fuori programma del fumogeno atterrato sul prato del “Ferraris” con il paracadute, poi Pandev ha aperto le danze con una conclusione imprecisa. Le ammonizioni di Quagliarella e Goldaniga hanno riportato all’atmosfera della stracittadina, vista l’invalidante mancanza di pubblico. La Samp ci ha provato con Ramirez al volo ma a trovare la rete è stato Jankto con una giocata personale importante: l’azione è nata da un fallo di Tonelli su Pandev non visto da La Penna, che poco prima aveva negato a Ramirez un promettente vantaggio. Resta il fatto che il ceco, in gol per la seconda partita consecutiva, ha confezionato una perla impossibile da neutralizzare da parte dell’ottimo Perin. Il Genoa ha avuto il merito di sapere reagire subito, senza abbattersi, prima con il colpo di testa in coabitazione tra Zapata e Thorsby, su cui Audero ha compiuto un autentico miracolo, poi con il pareggio di Scamacca, lasciato un po’ troppo solo in area dai difensori blucerchiati. Il finale di tempo si è chiuso con un brivido per la Samp, ma Rovella ha sbagliato la mira da buona posizione. Nella ripresa la squadra di Ranieri, che dopo una fiammata di Pandev controllata da Audero ha calato le carte dei nuovi acquisti Silva, Verre, Keita e poi anche Candreva, ha preso campo, dominando il gioco per ampi tratti. Al 72° Keita si è inventato un tiro che Perin ha abilmente deviato sul palo, il pallone è arrivato a Daamsgard che non è riuscito a mettere in porta da pochi passi. Poco dopo ancora Keita ha impegnato Perin, ma da quella posizione l’attaccante senegalese avrebbe potuto e dovuto aggiustare la mira. Il Genoa ha avuto qualche lampo in contropiede ma senza affondare il colpo. Dopo tre minuti di recupero, è giunto il fischio di La Penna a decretare un tutto sommato equo pareggio. Nella Sampdoria sono mancati i lampi di Ramirez e Quagliarella mentre il solito pasticcione Bereszinsky ha complicato i piani alla difesa. Ma va bene così, la striscia positiva si è allungata muovendo la classifica. Punto e a capo, ora il Cagliari. Poi ci sarà un nuovo derby di Coppa Italia a fine novembre, magari stavolta da vincere per passare il turno.

131 Commenti

  1. Nicola ha detto:

    Buongiorno a tutti, poche storie, è mancata cattiveria in area di rigore. Bene difesa e centrocampo ma le punte hanno deluso ieri sera: Ramirez e Quagliarella impalpabili, nella ripresa i vari Keita, Verre, Candreva e Damsgaard avrebbero dovuto affondare il colpo ai danni di un Genoa stanco e rintanato nella propria metà campo per 45 minuti. Mi sembra di poter affermare che il senegalese possiede ottimi spunti in velocità ma deve assolutamente angolare maggiormente i tiri in porta ed essere più efficace in area, concordo con Maurizio. Detto ciò, possiamo vincere a Cagliari, le squadre di Di Francesco hanno un atteggiamento molto offensivo, a maggior ragione tra le mura domestiche, e quindi il Doria può esprimere al meglio le proprie caratteristiche ovvero compattezza e ripartenze veloci. AVANTI MARINAI!!!!

  2. Marco ha detto:

    Ciao a tutti,
    prendiamoci questo punto che in un derby va sempre bene, anche se loro sono una delle squadre più scarse del campionato ( e basta con l’alibi del covid…).
    10 punti dopo 6 partite…ricordiamoci che TUTTI in questo blog pensavamo di averne 0 a questo punto.
    Avanti così
    VATTTENE CIALTRONE.

  3. belmondo' ha detto:

    un punto che ci sta, bravo ranieri a gestire benissimo i cambi infatti nel secondo tempo non c’è stata partita. purtroppo non siamo stati bravi a buttarla dentro.

    un abbraccio virtuale a Nicolini, uomo meraviglioso e uno dei pochi a capirne davvero di calcio senza essere prevenuto

  4. Daniele da Rapallo ha detto:

    La tua analisi è precisa.
    Personalmente sono deluso dagli ultimi 2 derby nel senso che il secondo non si sarebbe giocato se la Samp avesse giocato il primo contro un Genoa allora inferiore che sarebbe retrocesso.
    Ora il Genoa ha un ottima difesa ed ottimi giocatori (forse un pelo superiore e più tecnica la samp nell’undici teorico titolare) per cui sarà più dura.
    Ho avuto la sensazione che i cambi fossero un po tardivi, ma probabilmente era dovuto al minutaggio delle riserve. Era un derby e molti interpreti non hanno mantenuto la calma richiesta : Ramirez nervoso e non molto decisivo, mentre Quagliarella ha toccato poche palle ed è stato anullato dai corazzieri della loro retroguardia.
    Nella ripresa è venuta fuori la tecnica ( non so se solo per il loro calo fisico…) e sono state fallite 2 occasioni abbastanza clamorose.
    Forse affrontare i derby senza pubblico è diverso…..insomma do un 6 alla Samp.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Concordo, 6 o 6,5 è il voto complessivo che avrei dato anche io. Con un pizzico di cattiveria in più da parte di Keita o di Daamsgard potevano anche arrivare i tre punti, ma va bene così.

    • ROBY LEVANTE ha detto:

      Non capisco perchè Ranieri si intestardisca a far giocare centrali Tonelli e Yoscida invece di Colley e Yoscida.Tonelli non marca mai stretto l’avversario e già con la Fiorentina aveva lasciato libero in area l’uomo che aveva segnato il pareggio .Stessa cosa è successa con il cenoa con Scamacca.E’ inutile continuare a dire che dobbiamo essere più cattivi,bisogna essere più attenti,come hanno fatto quelli del cenoa che anticipavano o facevano fallo sempre con l’uomo che marcavano.Quagliarella e Ramirez ne sanno qualcosa.

  5. Dino Ravera ha detto:

    Soddisfatto del risultato ma un po deluso dalla prestazione.
    Mi aspettavo più determinazione specialmente nel primo tempo dai ns.attaccanti,più voglia di vincere .
    Una tirata di orecchie a Tonelli che sul gol ha avuto una reattività da bradipo e a Bere che si va a cercare il male come i dottori.Bene damsgard jankto yoshida Augello Audero e Thorsby nel secondo tempo .Vivace keita ma controlli i tacchetti…scivolava spesso.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Caro Dino, io credo che ci sia troppa enfasi nel giudicare le vittorie (dopo Bergamo qualche tifoso ha parlato di Champions) e troppa negatività nel giudicare pareggi come quello con il Genoa. La Sampdoria non è il Real Madrid, a mio parere farà un buon campionato, senza soffrire minimamente per la salvezza ma non sarà un rullo compressore che si abbatte su ogni avversario. Io non so (ancora) quale sia la reale forza del Genoa, ma non credo che ci sia un abisso con la Samp (che per me resta comunque un po’ superiore). Dunque, ci sta l’1-1 nella stracittadina, dopo tre eccellenti prestazioni. A me non “scandalizza” questo, semmai mi aveva dato molto fastidio l’atteggiamento con la Juve e la superficialità col Benevento, come ammesso onestamente dallo stesso Ranieri. Che, ieri sera, ha detto: “Nel derby abbiamo fatto bene, non benissimo”. Sono d’accordo con lui. Ma non è stato uno schifo. E di fronte c’era un avversario che si giocava molto.

      • Marco ha detto:

        Concordo Maurizio,ma i primi a non avere equilibrio siete voi giornalisti(e non è un attacco verso di te); ieri sera dopo la partita su sky, i vari Bergomi Caressa e compagnia cantante cercavano di far dire a Ranieri che la squadra è da posizioni alte…bravo ed intelligente il mister “a fare il pompiere” e parlare di raggiungere i 40 punti al più presto dopo un anno vissuto sott’acqua…

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Sono d’accordo, la mia categoria (me compreso) a volte o addirittura spesso è imbarazzante per mancanza di equilibrio, di conoscenza o di onestà intellettuale. L’altra sera ho visto uno spot di Raidue che parlava degli Stati Uniti come di un paese in guerra civile (usava proprio questo termine). Ho amici che vivono negli Usa, gliel’ho girata e ridevano come matti. Giusto per fare un esempio.

          • ale ha detto:

            Forse i giornalisti Rai hanno esagerato nei toni ma ridere come matti mi sembra superficiale con un Presidente in carica che ha già affermato di non riconoscere i risultati delle urne in caso di sconfitta…..non credi?
            Speriamo, anche per noi, che non siano i tuoi amici ad essere poco attenti ai segnali

          • Maurizio.Michieli ha detto:

            A me risulta che abbia detto che si rivolgerà (eventualmente) alla Corte Suprema, che è un organo costituzionale degli Stati Uniti. Non mi pare la strada per un colpo di Stato. Continuiamo a prendere come modelli Cina, Russia, Arabia Saudita, poi vediamo dove ci porta rispetto agli schifosissimi Stati Uniti d’America. Comunque, non è questo il luogo per dibatterne. Ho solo risposto ad una domanda con un esempio che a me personalmente ha colpito, giacché non vedo altrettanti processi mediatici a Paesi che violiano sistematicamente i diritti e umani e dove, tra l’altro, non puoi neanche dirlo…

          • ale ha detto:

            Spero veramente con tutto il cuore che tu abbia ragione

      • francesq ha detto:

        Stra concordo su tutto

  6. Matteo Genovese ha detto:

    Pareggio sostanzialmente giusto, i cambi di ranieri non hanno portato gli effetti sperati ma va bene cosi . Comunque per quanto mi riguarda , il derby senza i tifosi non ha veramente motivo di esistere, cosi come tutte le altre partite !!!! Manca davvero tutto. m.f VATTENE .

  7. Alessio ha detto:

    Buongiorno, io ho la sensazione che in mezzo la manovra sia lenta e a volte impacciata perche i nordici sono lunghi non molto fluidi nei movimenti. Va bene essere panesalamisti, vanno bene i 10 punti, va bene che potremmo navigare peggio…. ma con i giocatori che abbiamo un abbozzo di manovra offensiva leggermente più spregiudicata anche dall’inizio si può fare. Infatti tra noi e loro quelli che sono contenti sono loro di aver pareggiato, mentre noi rosichiamo per non avere vinto.
    Il ragazzino e forte. Godiamocelo che poi dovrà diventare succosa plus valenza.
    Dato che lo sapevano anche i muri che giocava scamacca, mettere colley che fisicamente gli avrebbe tenuto testa era così peregrino? Tonelli si è visto dal primo contrasto che avrebbe faticato.
    Al netto due punti persi.

    • robmerl ha detto:

      per me colley lo usano col contagocce per venderlo in buona salute a gennaio

      • alessio ha detto:

        Un bene si valorizza mostrandolo, non tenendolo in cantina.
        Ma a prescindere, Colley era il marcatore giusto per Scamacca. Tonelli il primo tempo lo ha passato ad arrampicarcisi in ogni modo. Poi quando non ne aveva più ( Scamacca) ha iniziato a respirare, però intanto le manovre del Genoa del primo tempo sono arrivate da sponde e movimenti della loro punta che ha giocato senza troppi impacci.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        sono d’accordo rombler. perchè ieri era il centrale perfetto per marcare scamacca che è un corazziere ma non è lento e colley è un armadio ma veloce e sinceramente per me superiore a tonelli.

    • FIORI PER TUTTI ha detto:

      Ma se Scamacca non ha vinto un contrasto con Tonelli..
      E’ stato bravo a sfruttare l’unica occasione avuta

  8. jan ha detto:

    Bene ma non benissimo, chissà magari con il pubblico l’avremmo vinta……..
    Comunque un buon punto, buoni i dieci punti e come sono arrivati viste le previsioni di inizio campionato. Io per primo ero molto più pessimista, per cui mi godo, per il momento, la buona posizione in campionato e condivido l’analisi di Maurizio.

    Avanti così e Forza Magica Samp….!!!

    Ferrero vattene…..!!!

  9. Marcoco ha detto:

    Direi che non dovrebbero chiamarsi derby gli ultimi due, non ci sono alternative, lo so bene, ma queste partite con il derby non hanno niente a che vedere, sono incontri fra una squadra da metà classifica e una da lotta per non retrocedere ed un pareggio ci sta ma non chiamateli derby

  10. aston ha detto:

    Pareggio giusto. Prestazione sufficiente contro un sufficiente Genoa che ha chiuso bene gli spazi e i cui centrali hanno sempre accorciato con i tempi giusti sui nostri attaccanti i quali troppo spesso si sono fatti anticipare. Pazienza . Constato che loro hanno trovato dalla primavera l’ennesimo giocatore adeguato. Noi siamo molto indietro .

    • andreap ha detto:

      il settore giovanile sampdoriano è stato più volte riorganizzato in questi anni, purtroppo con scarsi successi.
      tanti tecnici vengono dagli anni d’oro dei soriano, obiang e kristicic; a memoria l’ultimo giocatore che ha esordito con discreti risultati fu david ivan.
      vrioni è stato venduto quanto prima alla juve under23 ed ora in prima squadra.
      la gestione del settore giovanile è abbastanza scadente, per fortuna riusciamo a rimanere in primavera A ogni anno..

      • Fio' ha detto:

        La primavera del Genoa due anni fa è retrocessa in B , ripescata perché il Palermo , fallendo, non ha potuto presentare la squadra primavera. Noi l’ abbiamo rischiate, loro ci sono finiti in B , solo che col loro proverbiale fondelli sono stati ripescati

  11. Fra Zena ha detto:

    Pareggio giusto e tutto sommato accettabile, nei derby l’importante è sempre anzitutto non buscarle.
    Tra l’altro il genoa è sempre bravissimo a presentarsi come agnello sacrificale, in modo da non avere poi nulla da perdere in caso di sconfitta . Poi se si va a vedere hanno un monte ingaggi molto più alto del nosrro,si possono addirittura permettere di tenere un giocatore di grandi qualità come Schone fuori rosa per loro scelta. E poi basta con sto alibi del covid su…che son guariti tutti da settimane…
    Io tutto questo Davide contro Golia non lo vedo, anzi: per me loro sono una buona squadra, con un buon allenatore, e il pareggio non lo butto via. Non si può pensare di vincere sempre, ma la squadra c’e’ e lo ha dimostrato anche ieri
    Unico rammarico non avere tenuto il vantaggio qualche minuto in più: allora per loro sarebbe diventato tutto difficilissimo. Pace, è andata così. Ci si rivede tra meno di un mese
    Ora andiamo a Cagliari e spero molti nostri giocatori avranno il dente avvelenato verso un allenatore che, con qualche alibi per carità, alla Sampdoria ha fatto più danni della grandine

  12. Moneglia89 ha detto:

    Concordo come sempre con la tua Maurizio, prendiamoci il punto e pensiamo alla prossima.

    FERRERO VATTENE

  13. Tenente Colombo ha detto:

    La tua analisi è giusta e ci sarebbe ben poco altro da aggiungere. Giocavamo contro una squadra in evidente difficoltà fisica che ci è stata nel complesso superiore per tutto il primo tempo. Poi loro nel secondo tempo sono vistosamente calati ma, a parte un estemporanea azione di Keita sul palo e la tragica ribattuta fuori misura di Damsgaard, ho visto veramente poco.
    Ho visto la solita vecchia Samp un pò rinunciataria nel 1°tempo e poco concreta e propositiva quando nel 2° tempo aveva in mano la partita…ma mi accontento del punto guadagnato e lo metto in cassaforte aggiornando a -30 il nostro personale 1° obbiettivo stagionale.
    Per concludere alla fine mi ritengo soddisfatto perché partite così lo scorso anno le avremmo pure perse e poi perché è evidente che ci sono alcuni giocatori ancora da integrare nella rosa che potrebbero nel corso del campionato garantire maggiore qualità ed esperienza.

  14. Vincenzo ha detto:

    Va bene così, 10 punti e una buona classifica: cosa vogliamo di più?… .

    Forza Sampdoria

    p.s.: anche se non c’entra, mi piace sottolineare (condividendolo in pieno) il comunicato degli ultras della salernitana verso i loro concittadini per sostenere le attività e il commercio della propria città, mettendo da parte internet… .

  15. Dino Ravera ha detto:

    Scusa Maurizio se replico ma io non ho mai detto che è stato uno SCHIFO o che sono SCANDALIZZATO ho semplicemente detto che pur soddisfatto del risultato sono rimasto un po deluso dalla prestazione poco determinata di alcuni ns. giocatori.

  16. alan ha detto:

    In partite come questa un po’ rimpiango il mancato arrivo di Llorente o di uno come lui da buttare nella mischia nel finale.

  17. giorgio48 ha detto:

    E‘ inutile nascondercelo, un pò di delusione c‘è. Mi aspettavo una partita di questo tipo con tanti falli e falletti ma non mi aspettavo i troppi errori che abbiamo commesso. Abbiamo regalato 4-5 palle che potevano costerci molto se soltanto avessimo avuto davanti giocatori più pericolosi di quelli di cui dispone il Genoa (n.d.r.: terribile l‘errore di Bereszynki !) ed abbiamo avuto scarsissima pericolosità nelle ns due punte. Il risultato è sostanzialmente giusto anche se Damsgaard poteva risultare decisivo nella più chiara occasione del secondo tempo. Peccato. Jankto, Thorsby, Augelloe Audero per me ben sopra la sufficienza. Male Quagliarella, Ramirez e Bereszynsky in generale mentre Tonelli da bacchettare pesantemente nell‘azione del gol subito. Keita ha mostrato incoraggianti passi verso la migliore condizione e questa è, nella sostanza, la nota positiva della serata unitamente alla crescita di Jankto ed alla conferma di Damsgaard. Non siamo da Coppe Europee ma, per lo meno, potremo toglierci qualche soddisfazione ogni tanto.

  18. MAURIZIO MONTOGGIO ha detto:

    CIAO
    CAPITOLO DERBY…..
    I COMMENTATORI DI SKY ESORDISCONO SULLA PRESTAZIONE(NEGATIVA) DI Bereszinsky NELL’ULTIMO DERBY È LUI X NON SMENTIRSI DIVENTA A TRATTI IL DODICESIMO DEL cenua…..NON SO SE HANNO BAGNATO IL TERRENO PRIMA DELLA PARTITA MA PIÙ CHE UN CAMPO SEMBRAVA UNA PISTA DI PATTINAGGIO….CMQ UN PUNTO LO MARCHIAMO IN CLASSIFICA E SIAMO A -30….VOTO MEDIO DELLA SQUADRA 6 / 6,5…..PECCATO DOPO LE SOSTITUZIONI CON IL cenua IN DIFFICOLTÀ NON ESSERE RIUSCITI HA DARGLI IL COLPO DEL KO ORA PENSIAMO AL CAGLIARI MI VA BENE ANCHE UN PAREGGIO (NON È CHE LA SARDEGNA CI HA PORTATO TANTI PUNTI NEGLI ULTIMI ANNI 🤬🤬)…..X ULTIMO UN SOL PENSIERO FERRERO VATTENE

  19. Matteo Genovese ha detto:

    Ciao Mauri, avrei una domanda per te, adesso ho seguito il tg delle 13 sulla rai, arrivati allo sport hanno parlato di tutti tranne che il derby della lanterna….. Secondo te ormai la citta di genova è cosi ai margini di tutto o ci sono altre motivazioni…. Davvero uno schifo !!!! Tisarei grato per una tua opinione.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Se parli del Tg nazionale, sì. In genere riservano lo spazio dello sport solo alle grandi squadre. E’ un fatto di platea di pubblico.

  20. Pier56 ha detto:

    Pareggio a mio avviso non scandaloso, anche se nel secondo tempo le occasioni per passare in vantaggio le abbiamo avute in modo indiscutibile. Però mi chiedo due cose: come mai i genoani picchiavano come fabbri, con una cattiveria ben superiore a quella dei nostri, e non venivano mai ammoniti, mentre per i giocatori della Samp , al primo intervento falloso scattava l’ammonizione dello scandaloso arbitro ? E poi come mai i genoani nel primo tempo correvano come matti nonostante abbiano avuto molti contagiati dal covid? Non ha ridotto la loro resistenza fisica? Come non sono un medico non posso saperlo, ma il dubbio rimane. Si può dire che nel 2t siano calati, ma io credo che non avrebbero potuto reggere quei ritmi e, sopratutto, Ranieri ha messo in campo Silva, Candreva e Keita che hanno cambiato volto alla squadra. Forza Doria, sempre!

    • Fra Zena ha detto:

      Pier quello del covid è un paravento dietro cui si sono furbescamente protetti per giustificare le loro prestazioni scadenti contro Verona e Inter. La gran parte dei loro contagiati è negativa da oltre due settimane ed era pure asintomatica, parliamo di atleti di 25/30 anni, ma che strascichi vuoi che abbiano? Erano in forma tanto quanto noi , forse di più …
      Ieri CR7 (positivo per 20 giorni e fino al giorno prima) è entrato e ha fatto doppietta. Tanto per dare un’idea. Idem ibrahimovic contro l’Inter.
      genoani come sempre scaltri a metter le mani avanti le trovare scuse. Cosi possono fare passare il pareggio per un trionfo

    • Marco ha detto:

      Giusto Pier56, l’ho notato anche io…con un arbitro normale Biraschi non avrebbe finito la partita visto che ha passato il primo tempo aggrappato alla maglia di Damsgaard visto che non lo prendeva mai…

  21. Ivano Magna Romagna ha detto:

    Io ieri sera ho provato solo una grande tristezza vedendo quello stadio vuoto..non sono riuscito a entusiasmarmi a prescindere dal risultato,il derby senza pubblico e senza coreografie non e’ derby..sembrava una amichevole,se tutto si ferma in Italia e’ giusto fermare anche il calcio,un anno sabatico senza vincitori ne vinti

  22. livio ha detto:

    Il risultato , visto anche il bellissimo gol iniziale, mi ha lasciato un po deluso….
    Concordo con i colleghi di tifo che hanno criticato la scelta di Tonelli su Scamacca.
    I molti centimetri di differenza hanno inciso e non poco. Per di più la difesa non mi è apparsa impeccabile , grazie anche alla regressione di Beresinski sui livelli abituali
    ( insoddisfacenti ).
    Il Genoa, i cui tifosi, opinionisti e non, continuano a paraventarsi dietro la scusa del Covid, mi è sembrato globalmente piuttosto inferiore sia a livello tecnico che di insieme; Ciò accresce maggiormente il rammarico per non aver raccolto i 3 punti, veramente alla nostra portata.
    Bisogna riconoscere che alcuni giocatori, Quagliarella e Ramirez su tutti, hanno fornito una prestazione molto sotto le aspettative, nonostante i cross dal fondo ( Augello su tutti) siano arrivati numerosi. Soprattutto Gaston è apparso nervoso ed irascibile; mi chiedo se non lo stia influenzando la situazione del contratto in scadenza e le soluzioni che tardano ad arrivare. I nuovi arrivati stentano alquanto; si capisce la riluttanza di Ranieri ad impiegarli per un minutaggio più consistente.
    Un cenno anche all’arbitraggio: nessun errore grossolano ma sempre negativo nelle valutazioni dei falli. Le ammonizioni dispensateci con tanta generosità mi sono sembrate eccessive. Ed intollerabile la condiscendenza nei confronti di Pandev che si è letteramente accasciato decine di volte senza venir sanzionato neppure verbalmente!

  23. andreap ha detto:

    sul fallo prima del gol di jankto: se sei fiscale, è evidente..se vuoi far giocare, non lo fischi mai.
    la penna ha sbagliato il metro di giudizio durante la partita più volte: es. fermando damsgaard in contropiede per una precedente trattenuta vs lascia giocare sulla trattenuta di jankto, a fine azione ammonisce il sampdoriano vs trattenuta di rovella (o biraschi) su damsgaard, lascia giocare senza neanche fischiare fallo.

    sull’episodio del gol, pandev ha giocato di esperienza e si cercava un fallo: negli ultimi anni fischiano sempre meno (a mio avviso correttamente) queste piccole pressioni/spinte anche perchè sono biunivoche. il macedone tiene tonelli..

  24. Ivano ha detto:

    Personalmente e’ un buon punto. Non ho rimpanti. Avessimo perso nel finale non staremmo a parlare di 2 punti persi come dice qualcuno. Ci vuole equilibrio. Il derby ha denunciato un problema che gia’ era di nostra conoscenza. Quando la Samp deve impostare il gioco abbiamo dei problemi nel trovare le imbucate giuste. Insistevamo sistematicamente sugli esterni verticalizzando poco il gioco. Quando e’ accaduto nella ripresa,complice l’ingresso di Keita, abbiamo rischiato di vincere. Dobbiamo comunque ritenerci soddisfatti perche’ 10 punti in 6 partite sono un buon bottino vista la partenza con 2 sconfitte. Siamo una squadra tenace ed orgogliosa, diamo meriti anche agli avversari che hanno giocato una gara unicamente nel limitarci viste le loro precarie condizioni. Con Cagliari e Bologna troviamo 2 squadre che amano giocare e concedono spazi,potrebbero essere ottimali per il nostro gioco di rimessa. Appena Silva Keita Candreva saranno in condizione,potremmo divertirci ulteriormente.
    Sarebbe importante il rientro di Gabbiadini,un giocatore sottovalutato che quando manca si sente ed ha un’alta incidenza di reti in base alle gare giocate.
    Avanti cosi’

  25. luigi ha detto:

    A me un pari nel derby dopo essere passato in vantaggio lascia sempre l’amaro in bocca, a maggior ragione con l’aggiunta del palo colpito da keita ( come sempre godono di un culo enorme ma si lamentano in continuazione). Sarò troppo esigente, ma provo a pensare questa squadra con un presidente ( serio ) maggiormente facoltoso cosa avrebbe potuto ottenere sopperendo al terzino dx e un centrale degno di nota in termine di risultati,ammesso che il salto di qualità lo si voglia veramente, anche perché coloro che hanno preceduto l’attuale proprietario non è che avessero un’eccessivo prurito di disputare coppe europee. Concordo con te Maurizio quando dici un derby finito in pareggio non ha sapore.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Il tuo ragionamento è condivisibile, anche se siamo stati in vantaggio troppo poco per abituarci all’idea di vincere il derby. Hai ragione anche sulla proprietà precedente, ricordavamo oggi in redazione quando Marotta suggerì Hamsik e Pastore (ancora poco conosciuti), giusto per fare due nomi. I Garrone non hanno mai compreso la differenza tra costo e investimento. Detto ciò, ci hanno rimesso soldi (per inadattabilità al calcio) e comunque hanno portato la Sampdoria quattro volte in Europa ed una in finale di Coppa Italia. Sino alla serie B il bilancio era questo.

      • Lollo ha detto:

        Verissimo Maurizio ! Ma un industriale con non conosce ( o finge di non conoscere ) la differenza fra costo e investimento….

      • mino53 ha detto:

        MI PUOI DIRE CORTESEMENTE LE QUATTRO VOLTE CHE SIAMO STATI IN EUROPA CON I GARRONE ? RICORDO UN ANNO CON NOVELLINO E POI I PRELIMINARI DI CHAMPIONS CON RETROCESSIONE A FINE ANNO. LA COPPA ITALIA AVEVA UNA FORMULA DIVERSA QUINDI ANDARE IN FINALE ERA DIFFERENTE RICORDO ANCHE ALESSANDRIA IN SEMIFINALE

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Con Novellino, con Mazzarri, con Delneri. E pure con Mihajlovic, perché quella squadra e quell’allenatore erano della gestione Garrone. Questa tua scarsa conoscenza dei trascorsi europei della Sampdoria ti smaschera, anche se personalmente non avevo bisogno di questa prova 🙂

          • Kreek ha detto:

            1) 2004-2005 Novellino Coppa UEFA (2005-2006)
            2) 2007-2008 Mazzarri (Coppa Uefa 2008-2009)
            3 ) 2009-2010 Delneri (Champion’s e d Europa League 2010-2011)

            4) E, volendo, 2006-2007 (con Novellino 9° in classifica) iNTERTOTO poi trasformatosi in Europa “vera” con Mazzarri nell’estate 2007 (Cherno More Varna e Hajduk Spalato, poi eliminati dall’Aalborg al primo turno).
            (Intertoto e coppam UEFA 2007-20078)

            Queste sono le 4 volte.

            La prima ed unica di Ferrero, invece, risale al 2014-2015 (Europa League 2015-2016). Vero che ereditò l’ossatura e l’allenatore da Garrone, ma arrivò a giugno 2014, confermò l’allenatore (conferma all’epoca non scontata, ricordo tweet di Marangon in merito da Roma) e comunque intervenne sul mercato in maniera significativa sia in estate: arrivarono Viviano, Romagnoli, Silvestre e DeSilvestri, (ma partì Mustafi) e anche a gennaio Muriel, Correa ed Eto’o (ma partì Gabbiadini).

            Arrivammo 7° e ci qualificammo grazie alla ,ancata licenza dei dirimpettai.

          • Pier56 ha detto:

            Fuori i barbari! Anzi, i cenoani…🤣🤣

          • Maurizio.Michieli ha detto:

            Più che a me “dovevi” rispondere a Mino 53 🙂 Comunque, quella di Mihajlovic l’avevo aggiunta a buon peso, in realtà non andammo in Europa sul campo ma appunto per la disgrazia del Genoa. Hai fatto bene a rammentare a Mino anche l’Intertoto. Ma vedrai che, persino di fronte a questo tuo dettagliato riepilogo, riuscirà a sostenere che Ferrero ha fatto meglio di Garrone. Mi consola il fatto che, con questa uscita sull’Europa, si è “tradito”. Ma almeno ci divertiamo un po’.

        • belmondo' ha detto:

          ma prima di scrivere un commento del genere, non puoi fermarti cinque minuti e pensare?

          • El Cabezon ha detto:

            Tra l’altro la formula della Coppa Italia è pressochè identica DA ANNI, nel 2009 arrivammo in finale non certo per chissà quali stranezze regolamentari ma semplicemente perchè, essendo arrivati sesti nel 2008, come tutte le prime otto godemmo di un percorso agevolato…
            Belin, i Viperetta Boys pur di non far sfigurare il loro idolo le studiano proprio tutte :-)))

          • Massimo Pittaluga ha detto:

            tra l’altro battemmo l’Inter di Mourinho in semifinale che mi vidi a marassi (e non c’era il pienone…con parate incredibili di castellazzi) e a milano dove invece andammo in tanti e poi a roma dove si era proprio in tanti. li secondo me poteva cambiare la storia dei garrone alla samp soprattutto dopo l’anno dopo con del neri se avessero un attimo puntellato i punti deboli avremmo forse vissuto un altra storia ma smontarono tutto a mio modo di vedere in modo incomprensibile e insensato. poi ora siamo in mani solide quindi di cosa ci possiamo lamentare.

  26. pier ha detto:

    Due punti persi senza tante storie pensavamo tutti vincere. Non perchè il cenua fosse scarso ma perchè noi siamo tecnicamente più forti in questo momento.
    Invece come spesso accade quando abbiamo i favori del pronostico ci cag… addosso.
    Rimprovero sopratutto ai ragazzi un approccio emotivamente non all’altezza.
    Era molto difficile ma ce la dovevamo fare.
    Colley al posto di Tonelli ieri forse sarebbe stata la mossa vincente.
    QUELLO DI COPPA VA VINTO.

    • Fra Zena ha detto:

      D’accordo con l’ultima frase, non con la prima
      Io temevo molto il genoa, discreta squadra con un solido allenatore e alcune individualità interessanti. Non facciamoci ingannare dai loro soliti piagnistei, siamo circa sullo stesso livello, forse noi un filo sopra ma non molto (specie senza candreva). Sono contento del pareggio, lo avrei firmato ad inizio partita

      • Pier ha detto:

        Nooo dai ti prego firmare un pareggio contro quelli li? Non scherziamo io il pareggio non lo firmo neanche col Liverpool.Belin abbiamo preso 2 pali e sbagliato un gol a porta vuota. Giocando maluccio. Dai.

    • Bernardo Velluti ha detto:

      Il derby vale una stagione. Ne sa di beffa fare un filotto con Lazio e a Firenze e a Bergamo e poi aver rimediato solo un pareggio, e poi in questo modo un po’ rocambolesco. Secondo me i nostri obiettivi sono vincere i derby prima di tutto, oltre partite prestigiose e salvarci con comodità. Buona Samp a tutti

  27. Sand66 ha detto:

    Pareggio giusto, non ho visto grande supremazia di una nei confronti dell’altra, si è andato un pò a folate. I piccioni sono partiti forti ma poi tutto quel dispendio lo hanno pagato nella ripresa, palesemente in affanno e rintanati a difendere con i nostri incapaci di approfittarne.
    Un punto va bene, si muove la classifica, si mantiene la striscia positiva e si mette benzina nelle gambe degli ultimi arrivati.
    Avanti così… Forza Doria sempre e comunque.

  28. Mino53 ha detto:

    Maurizio, questo e’ un campionato molto strano vedo che ci sono spesso risultati contrastanti e tutte le partite hanno un esito incerto, ho seguito lo Spezia ieri pomeriggio e fino all’entrata del fenomeno in campo il risultato era in bilico, Inter Parma e’ stata sabato una partita incertissima ed infine l’Atalanta e’ passata a Crotone con difficoltà. Quindi un Derby pareggiato finendo in crescendo (risultato sostanzialmente giusto comunque) e’ da accettare senza cercare particolari ed insignificanti ragioni; non c’e’ una partita certa ed anche quando passeggi con risultato in tasca un episodio puo’ cambiare tutto come e’ successo anche con il Benevento oppure al Torino ieri con la Lazio. I giudizi di una settimana possono essere smentiti la successiva. Quello di buono che c’e’ nella Sampdoria adesso e’ lo spirito del gruppo, la rosa ampia che comprende 17 titolari praticamente, ed infine l’attitudine consolidata della squadra a giocare a porte chiuse; sono ottimista per questo si vede una predisposizione ed una abitudine della intera rosa a giocare in queste condizioni estreme . Le cinque sostituzioni per noi al momento sono un vantaggio e quindi speriamo bene per il futuro anche se Cagliari Bologna e Torino saranno un banco di prova per vedere dove possiamo posizionarci in classifica a Dicembre. Grazie

  29. Massimo Pittaluga ha detto:

    bel comunicato. dobbiamo ritornare ad un economia umanistica ed invece con questo maledetto virus si fanno crescere le multinazionali che distruggono negozi tessuto sociale e lavoro. paradossalmente chi rischia lavoro e condizione sociale dovrebbe essere il primo a capire che se non si limitano certi modi d’acquisto poi non avrà più un lavoro. temo purtroppo però che saremo una minoranza a operare cosi. per risparmiare pochi euro nell immediato si distrugge molto di più. siamo su una brutta china

    • aston ha detto:

      Totalmente d’accordo. Se si vuole non solo tutelare non solo il tessuto sociale ma anche la nostra consolidata idea del vivere insieme bisogna intervenire rendendo più onerose le modalità di acquisto on line di beni ( per i servizi il discorso è diverso ). La vendita on line penalizzata fiscalmente, diverse aliquote iva , se chi la propone non ha un esercizio commerciale sul territorio.

      Personalmente compro meno cose ma mai su internet.

      a.

  30. Massimo Pittaluga ha detto:

    sinceramente non sono deluso, mio figlio pre adolescente l’ha presa male invece e ci sta. troppe aspettative senza considerare che se guardiamo la squadra scesa in campo dasmagrd a parte per linetty era quella dello scorso anno. i tre arrivi di qualità erano tutti in panchina per motivi oggettivi di condizione.
    quindi a mio avviso la samp ha fatto la sua partita con ottimi audero augello jankto, buone prestazioni di Yoshida damsgard e thorsby cresciuto come sempre alla distanza, un po sottotono ekdhal tonelli (colley per me più adatto a scamacca) maluccio ramirez, male quaglia e berez quando gioca i derby va in crisi mistica e combina dei guai assurdi. bene dopo i cambi con predominio tutto il secondo tempo e occasioni scaturite da manovra per vincere mentre occasione concessa grossa su ns errori per perdere. il pari ci sta anche se a mio avviso la samp tecnicamente è superiore ma loro hanno messo tanto cuore e buona organizzazione. sul crollo del genoa causa post covid non sono d’accordo in toto. con i 5 cambi mezza squadra la cambi e 45 minuti un atleta li può fare come dimostrano keita anche lui post covid e fermo da mesi. la samp post lock down dopo il covid diede il meglio di se ed è un fatto. poi i 5 cambi danno anche tanto ricambio. a mio avviso il genoa aveva speso tanto corso tanto per 60 minuti per tenere botta e poi non ne aveva molto a prescindere. solo che loro devono trovare sempre il lato epico, il ritorno del guerriero, pandev che si butta su tutti i palloni e che viene falcidiato dai falli (quali poi) mentre noi non si capisce perchè abbiamo sempre dei vantaggini a sentirli (maran si è già calato bene nella parte). comunque ieri non solo berez mi ha fatto saltare le coronarie ma anche silva ha fatto un passaggio in orizzontale rischioso che tra un po ci fa prendere gol anche se ha piedi sontuosi e credo che appena entreranno lui e kieta in forma con candreva jankto damsgard a potersi dare il cambio sulle fasce ci sia ricambio per dare qalità nei 90 minuti, aspettando gabbiadini che a mio avviso per questa squadra ha una sua importanza. per me 10 punti dopo questo ciclo di partite sono un buon risultato e l’unica partita dove dobbiamo recriminare per esserci spenti è col benevento. siamo in una buona posizione con i tre acquisti di qualità ancora in rodaggio e un ragazzo giovane che sembra avere numeri, un giocatore giovane come jankto rigenerato da ranieri tornato quello di udine. se ferrero non smonta tutto a gennaio e si da un freno la stagione dovrebbe essere tranquilla. se poi se ne andasse oltre che tranquilla mi darebbe finalmente una gioia. temo non accadrà presto ma Ferrero Vattene è d’obbligo.

  31. MatteoB ha detto:

    Ciao Maurizio,
    è da domenica sera che mi gira per la testa l’idea che, a parti invertite, avrebbero vinto 3 a 1. Il secondo tempo, senza cambi o quasi è con mezza squadra che nn si é allenata per due settimane nell’ultimo mese, nn c’è la facevano più. Genoa (come sempre ahimè) più “squadra da derby” della Samp. Concordo con il buon punto tutto sommato, nulla più.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Il Genoa nei derby ha spesso sopperito con la “garra” all’inferiorità tecnica, ma è anche vero che storicamente la Sampdoria ha vinto parecchi derby di più perché in possesso di squadre migliori.

    • Fra Zena ha detto:

      Il genoa ha vinto un solo derby negli ultimi 8 eppure molti ancora lì considerano squadra da derby…mah
      Io so che il è genoa più bravo a piangere, come al solito, e a far passare partite normalissime per imprese epiche
      I loro giocatori erano tutti guariti da settimane, stavano benone…
      Persino Barak ieri sera al rientro dal covid andava a duemila all’ora e ha fatto doppietta..solo i bibini continuano a piagnucolare

      • MatteoB ha detto:

        Ciao Fra Zena, hai ragione, I numeri dicono quello, tuttavia ti ramme to che, quando loro si sono presentati ‘superiori’ sulla carta (raramente), ci hanno asfaltato senza pietà, mentre ricordo, giusto per parlare degli ultimi 8 e senza voler andare troppo indietro nel tempo, che dopo un primo tempo chiuso sul 3 a zero, abbiamo rischiato di prendere il 3 a 3,oppure svariati 2 a 0 che si sono trasformati in 2 a 1 con finali da patema. In realtà è te lo dico da 46enne, ricordo quelli della b con bazzani e un 4 a 1 con bertarelli e mancini (quello della carta igienica) inz cui li abbiamo asfaltati, mentre per il resto ricordi si delle vittorie, ma (quasi) sempre contro un avversario inferiore sulla carta che nn ha mai mollato un centimetri fini al 95mo….

        • Fra Zena ha detto:

          Grazie della risposta, mi divertono queste discussioni “storiche”!
          Allora io ho qualche anno in meno ma di derby ne ho visti parecchi. Diciamo che la contrapposizione schematica tra Sampdoria forte / svagata e genoa modesto / battagliero secondo me è validissima nell’epoca Mantovani. Li’ davvero eravamo spesso molto più forti ma derby ne abbiamo vinti relativamente pochi, quasi sempre soffrendo molto. Ricordo poi sconfitte quasi assurde come il ritorno del 94/95 in cui il genoa riuscì a ribaltare il gol di Platt , e addirittura un 2-0 in coppa Italia con noi in A e loro in B, per non parlare dello 0-1 di carparelli
          Da quando il genoa è tornato in pianta stabile in A, cioè nel 2007, la situazione è decisamente più sfumata. Non sempre c’è stata una grande differenza di valori tra le due squadre, anzi spesso nell’epoca gasperini il genoa era parecchio più forte. Ricordo vittorie loro, ma anche grandi imprese nostre come il 3-1 del 2012 con Icardi all’esordio e il 2-1 del 2016 con giampaolo che salvò la panchina
          Insomma secondo me quello del genoa “più grintoso”nei derby è attualmente un luogo comune, alimentato anche da loro per presentarsi sempre come povere vittime e giustificare eventuali sconfitte. Secondo me quest’anno le nostre rose sono circa sullo stesso livello e il campionato lo dimostrerà
          Un saluto!

          • MatteoB ha detto:

            Ciao Fra zena
            Nelle sconfitte assurde mettici pure quello del 91…la settimana prima avevamo asfaltato il Napoli di Maradona con il gol di Mancio al volo con piede invertito….loro erano messi male come al solito, indovinarono la partita e nn si fermarono più fino al quarto posto.
            In generale ai ragione concordo con te sulle considerazioni dei tempi recenti…. Forse speravo di vedere una partita a senso unico e mi sono ritrovato con un misero pareggio che alla fine fa felici loro (che pensavano di venir asfaltati) e lascia l’amaro in bocca a noi.

  32. solosamp1946 ha detto:

    buon punto , leggo tanti delusi dal pareggio ma non capisco perchè . Abbiamo sempre questa idea di essere superiori come squadra al genoa ma in realtà alle volte non è cosi. Loro hanno , sulla carta , una buona squadra e un allenatore che sa difendersi bene quindi non era facile portare a casa i 3 punti …inoltre era un derby quindi la cosa più importante è sempre non perderlo. La squadra poi , secondo me , ha provato a vincerlo (rischiando anche di perderlo prendendo goal in una delle loro ripartenze) quindi direi bene cosi. 10 punti in sei giornate non poteva immaginarli neanche il più ottimista dei tifosi , soprattutto dopo la sconfitta con il benevento.
    Analisi generica…peccato che durante il mercato estivo non si sia puntato a rinforzare la difesa , con un buon terzino destro e un centrale leggermente superiore a tonelli probabilmente questa squadra poteva giocarsi qualcosa perchè in mezzo e in avanti quando tutti staranno bene (silva keita ancora fuori forma , gabbiadini ancora non pervenuto) abbiamo un bel potenziale .
    FERRERO VATTENE

    • Fra Zena ha detto:

      condivido ogni singola riga
      Dobbiamo scrollarci di dosso questo “complesso di superiorità” nei confronti del genoa (alimentato anche dal loro costante piangersi addosso), che fa passare ogni nostra vittoria nei derby come un fatto dovuto e ogni pareggio come una delusione.
      Teniamocelo stretto questo punto, che fa classifica e fa morale

      • Pippo65 ha detto:

        Non è un complesso di superiorità, è la statistica che dice questo. Poi negli ultimi anni glene abbiamo date talmente tante, che ci abbiamo fatto l’abitudine.
        I complessi di superiorità (con slogan fascistoidi in latino) li lasciamo a loro.

        • solosamp1946 ha detto:

          si la statistica dice questo a livello storico , però non tutte le stagioni abbiamo avuto squadre superiori alla loro. Per me , ovviamente sempre parlando sulla carta , quest anno tra noi e loro non c’è un abisso , anzi , dietro secondo me sono più forti loro. In mezzo bisogna vedere il vero valore di Silva (per me è forte ma deve parlare il campo) altrimenti siamo stesso livello e in avanti siamo più forti noi…quindi tutto sommato siamo lì

  33. ale ha detto:

    Un derbicchio….un derby senza pubblico è come una spiaggia senza il mare, senza senso.
    Un buon match con grandissime parate di Audero nel 1°T e Perin nel 2° e con un erroraccio davanti la porta che non mi sarei aspettata da Damsgaard, che mi sembra possedere doti tecniche notevoli.

    A breve ce n’è un altro. Spero che lo si giochi con i titolari. Dai ragazzi

    Avanti Sampdoria! Ferrero sparisci

  34. Roby Colangelo ha detto:

    Comunque in 4 mesi il Genoa ci ha preso 4 punti su 6 disponibili(da luglio a Novembre)e noi siamo sempre stati piu’ forti ma non abbiamo la cattiveria giusta,troppi sorrisini,ammiccamenti e smaccata cortesia,lo scorso anno lo abbiamo praticamente salvato il grifo e ora gli abbiamo regalato un punto,spero che i nostrinon si facciano pure buttare fuori dalla coppa la prossima,cosa ne pensi Mauri?

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non penso lo abbiano fatto apposta. La Samp ha vinto tanti derby negli ultimi anni, non può vincerli tutti perché non è il Barcellona.

      • El Cabezon ha detto:

        E, diciamola tutta, parecchi vinti anche per episodi alquanto e inusualmente fortunati per noi ( autoreti, scivolate, retropassaggi folli ecc…), per manifesta superiorità ne ricordo giusto un paio…

    • Fra Zena ha detto:

      Io ho visto anche grandi sorrisi dei genoani l’altra sera, criscito era sempre a ridacchiare
      Non siamo così più forti secondo me, tecnicamente siamo li li
      Il punto mi sta bene

      • Henry ha detto:

        Tu dici che criscito ridacchiava, io ho sentito perin a inizio secondo tempo
        che diceva “dai ragazzi che tra poco ce ne andiamo” e un suo compagno
        è scoppiato a ridere.
        Insomma direi che l’atmosfera era abbastanza rilassata,
        del resto i due padroni si vogliono un gran bene e quando possono
        si danno una mano, conviene ad entrambi che le due squadre
        restino in serie A…

        • Fra Zena ha detto:

          Eh si..
          Tra l’altro l’assenza dei tifosi ha contribuito ad accrescere il clima di “amicizia” tra calciatori (questo in generale, non solo nel derby)

    • Solosamp1946 ha detto:

      Lo scorso campionato non eravamo più forti…anzi probabilmente dopo il mercato di gennaio eravamo più scarsi e mentalmente più deboli di loro…poi la sosta forzata ha giovato più a noi che a loro e meglio così. Quest anno globalmente , sempre parlando sulla carta, forse siamo più forti individualmente…ma a livello di rosa non c è tutta questa differenza…quindi a mio avviso il punto è ottimo

  35. Ste75 ha detto:

    Maurizio. Oltre che stressarti nel tuo blog…delle volte lo faccio anche in TV. Ieri ho chiamato in trasmissione calcio e pepe.. Ti ricorderai del mio intervento che si concentrava
    Sulle potenzialità della samp ancora inespresse con l’inserimento dei dei nuovi acquisti.. Penso che se si fanno giocare solo 25 30 minuti ci metteranno il doppio del tempo x entrare in forma. Te nn eri daccordo.. Ribadisco che a Cagliari partirei con candreva keita e quagliarella dall inizio xche, a parte Godin, dietro sono grammini… E senza mancare di rispetto nn la penso neanche cm Rissetto sul fatto che nei derby abolire be i colpi di tacco o le veroniche… Il calcio è magia.. E anche il discorso sulla contrarietà del 5 a zero, a suo modo di vedere umiliante x l’avversario.. X gli inglesi e più umiliante fermarsi ad un certo punto xche ritengono che la partita va giocata seriamente x 90 minuti.. L,’Ajax dieci giorni fa ne ha fatti 13.cosa ne pensi?

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non stressi, ci mancherebbe. Candreva, che è stato mandato subito in campo per mancanza di solide alternative, si è mezzo stirato quasi subito. Rispetto assolutamente la tua opinione, ma penso che Ranieri non sia uno sprovveduto o un autolesionista. Keita non giocava da febbraio, Silva idem. Un inserimento graduale è sintomo di buon senso. Ma ognuno ha le sue idee. Peraltro, penso ci siano ottime possibilità che Keita a Cagliari giochi dall’inizio (tatticamente è anche meno utile Ramirez, non avendo il Cagliari un play da contrastare, come ha spiegato bene Nicolini). Sui 13 gol dell’Ajax, invece, io sono tra quelli che ritengono irrispettoso umiliare gli avversari. Quando gliene hai fatti sei o sette, hai ampiamente dimostrato di essere superiore e credo che far girare un po’ la palla senza affondare non sia una mancanza di rispetto verso chi hai di fronte, che evidentemente è in confusione, poiché tra professionisti di una stessa categoria nel calcio non può esistere questo divario senza un motivo.

  36. NYC ha detto:

    il penultimo derby e stato regalato al Cenoa , fa comodo a tutti e 2 avere 2 squadre in serie A, loro erano veramente grammi come quasi sempre tranne un paio di anni con Gasperini antipatico come una merda ma unico a dare qualcosa in piu’ alle squadre che allena , gli altri nel miglior caso possibile non fanno danni poi ci sono i fenomeni alla DiFra o Montella che fanno danni e sono sopravvalutati dal mondo del calcio non so bene per quale ragione.

    Questo ultimo derby a mio modo di vedere ha visto difronte 2 squadre migliori dell’anno scorso (non ostante noi avessimo nella formazione titolare 10/11 della passata stagione) il genoa coem al solito turbillon di cambi per alimentare il pollaio delle plusvalenze di Preziosi che campa da 13-14 anni cosi …… idolo per l’altro personaggio che ambisce a fare lo stesso.

    Detto questo il Cenoa ha giocato bene a mio modo di vedere piu’ aggressivo piu ordinato nel primo tempo poi sono calati come logioco fosse ma noi non siamo riusciti a dare il colpo del KO anzi un paio di ripartenze potevano costarci la partita ….
    5 ammoniti ad 1 sono un assurdita’ in un derby equilibrato , peccato ma va bene cosi , il casino e quando dobbiamo fare noi la partita siamo molto prevedibili aggiungi anche il fatto che Quagliarella e Ramirez non lhanno mai vista e Keita non e’ ancora al 100%.

  37. gianluca tattini ha detto:

    personalmente credo che il derby sia stato pareggiato perche stavolta le conclusioni non sono state all’altezza, mi spiego meglo ,, Damsgaard ha tirato fuori da 5 metri a porta vuota e per uno con la sua tecnica sembra del tutto casuale e Keita e scivolato quando si era liberato a 2 metri dalla porta,,
    per il resto , finche il genoa ha retto fisicamente ci ha messo in difficolta e lo hanno fatto bene, poi sono calati e ci stava la vittoria,, per me 2 punti persi, ma del resto mica si puo sempre vincere,,..
    in ogni caso , gradirei mortificare il grande allenatore Di Francesco al prossimo giro,,,
    e come sempre Ferrero vattene

  38. petrino ha detto:

    il vero derby lo vedremo nel girone di ritorno, covid permettendo.
    Questo di andata e’ stato una parodia.

  39. Vincenzo ha detto:

    La situazione è sempre più seria: andiamo avanti con dpcm legittimamente sempre più stringenti, però, quando tutto sarà veramente finito, perchè non incontrarci tutti insieme noi che scriviamo su questo blog, magari prima di una partita della nostra amata Samp: un “mega assembramento” e una colossale bevuta di birra con Michieli a dirigere il tutto come capopopolo; in fondo al di là di opinioni, giudizi e, a volte, commenti un po’ sopra le righe e un pochino offensivi, dopo una catastrofe epocale come questa, forse non ce lo meriteremmo?

    Forza Sampdoria

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Molto volentieri, tra l’altro sono un accanito bevitore (e discreto intenditore) di birra, astenersi da battute 🙂

      • Maraschi ha detto:

        Io sono per la weiss, tu?

      • Daniele da Rapallo ha detto:

        Apprezzi la Busalla dell’ amico Lollo ?

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Sì, sono bravi. Anche se per me il miglior birrificio artigianale italiano è il Borgo di Rieti, seguito da La Granda di Saluzzo. E poi la Ipa scozzese del Brewdog, la bianca belga del Lupulus e una scura quasi introvabile (Beamish). Ecco, ti ho fatto l’elenco delle mie preferite. Ma ne esistono a centinaia, c’è persino un ottimo birrificio maltese. E come non parlare della birra al succo d’ostrica o di una pale ale con aghi di pino? Quindi, la Duchesse de Bourgogne per concludere degnamente con una bella botta alcolica. Se ti piacessero quelle al cioccolato, fidati che la migliore è di un birrificio newyorkese. Vabbé, mi fermo. Ma mi avete stuzzicato su un argomento per il quale mi “scaldo” più che per Ferrero. Ciao!

    • francesq ha detto:

      Magari!!!

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      io ci sto sperando che con la prossima primavera inoltrata (maggio giugno) si possa cominciare a vedere la fine di questa situazione che temo nei prossimi mesi sarà ben presente. non sono un intenditore di birre ma una birretta fresca in amicizia ci starebbe bene. poi facendolo probabilmente all’aperto ovviamente potrei portare una bella cassa di franciacorta che ci starebbe pure bene per chi magari preferisce le bollicine del vino……e se ferrero se ne andasse potremmo anche mischiare 🙂

    • ale ha detto:

      Caro Vincenzo, io credo che tutto questo finirà quando, come nei secoli passati, saremo capaci di accettare che l’immortalità non è umana.
      Ma non mi sembra che ce la possiamo fare.

      Preferiamo smettere di vivere che accettare di morire

      Questa, secondo me è la vera malattia della società odierna.
      Scusate la sincerità

      Avanti Sampdoria!

  40. Riccio samp ha detto:

    Per la bevuta dovrei venire in trasferta da Reggio Emilia, ma non sarebbe assolutamente un problema… Magari un sabato sera quando la Samp gioca la domenica, e la si potrà andare a vedere senza problemi… Ahimè ora come ora sembra un sogno lontano…. Per quanto riguarda derby e prestazione ho visto una Samp matura e tosta. Ci si poteva far ingolosire dalla posta intera, ma se prendevamo gol in contropiede, vedi Pjaca, era un dramma. Portiamo a casa il punto, la classifica è bellissima… Ora testa a Cagliari. Fossi tu Ranieri Maurizio, faresti una gara in stile Firenze, oppure proveresti a fare la partita? Dietro ballano parecchio loro, però sono una buona squadra e con Di Fra con il dente avvelenato bisognerà fare molta attenzione…

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Mah, la Samp di Ranieri ha confermato, anche nel derby, di essere più brava a giocare sull’avversario che a fare la partita. Mi aspetto che il Cagliari di Di Francesco la faccia e quindi di colpirlo tipo Fiorentina. Ma, per quanto sia banale, è vero che ogni partita ha una storia diversa. Probabilmente se giocassero insieme dall’inizio Quagliarella e Keita, la Samp sarebbe chiamata a proporsi di più. Vediamo.

      • NYC ha detto:

        Maurizio, diamo per scontato che Quagliarella sia sempre in campo e semrpe al meglio secondo me non puo’ esserlo visto l’eta’ ( cio non toglie nulla al fatto che sia un gran giocatore) Keita non lo vedo come punta centrale , poi c’e’ l incognita Gabbiadini che nessuno ha tirato in mezzo ma e’ un giocatore che il Genoa si puo’ solo sognare , Manolo anche lui non e’ una punta centrale ma di sicuro i suoi goals li fa ogni anno ed offre alternative al tecnico spero torni presto si sa qualcosa ?

        il 4-4-2 e scontato e quando devi fare tu la partita fai tremendamente fatica contro chiunque…

  41. Francesco11SP ha detto:

    Vedremo prima o poi Keita seconda punta anche in campionato? penso che girando intorno ad una punta e/o partendo dall’esterno potrebbe essere più determinante perchè la porta la vede piuttosto piccola per fare il centravanti
    Anche Candreva sulla sinistra “alla Damsgaard” non mi sembra possa offrire il solito rendimento di quando parte da destra. che ne pensate?
    Come anche A.Silva sono giocatori destinati a partire dal 1′ quindi andrebbero messi n condizione di fare la differenza perchè insieme a Fabio sono di ben altra pasta rispetto agli altri benchè volenterosi
    Non includo Gaston che Ranieri ormai ha destinato a quel ruolo dietro la punta anche se lui sta più dietro all’arbitro. . .

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Keita si è infortunato, problema muscolare Qualcuno lo voleva in campo dall’inizio, visto cosa succede a prendere giocatori inattivi da mesi? Lui e Candreva si sono rotti subito. Speriamo non sia nulla di serio.

      • Kreek ha detto:

        @Maurizio Michieli

        Si sono rotti subito…cosa mi tocca leggere!!!

        Candreva, finora, ha saltato solo Bergamo (fra l’altro abbiamo vinto).

        Keita è stato inserito gradualmente, così come Adrien Silva.

        Incrocio le dita e tocco ferro, ma credo che dopo la sosta li vedremo con più continuità.

        Keità e Adrien Silva erano inattivi da marzo perchè in Francia il campionato non è ripreso dopo il lockdown.

        Ma il valore di questi 2 giocatori, come di Candreva, è indiscutibile!

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Non mi pare di avere discusso il valore dei calciatori. Ho risposto a qualche blogger che criticava Ranieri perché non faceva giocare titolari Keita e Silva. E avevo proprio spiegato che non giocavano da mesi per le ragioni che tu hai scritto. Detto questo, Candreva di fatto ha saltato anche il derby. E incrociamo le dita per Keita. La sostanza del mio discorso, che ti adoperi vanamente a confutare, è corretta: se prendi calciatori inattivi da tempo, c’è un prezzo da pagare, a fronte del fatto che costano meno. Mancata disponibilità immediata (il mercato si è chiuso oltre un mese fa e nessuno dei nuovi acquisti ha disputato un’intera gara) e rischio infortuni (contrattura Candreva, vediamo cosa Keita). Ti agiti per nulla 🙂

          • Kreek ha detto:

            @Maurizio.Michieli

            Ma no che non mi agito mi sorprendo se mai 😂

            Dare per rotto un calciatore con una contrattura… Mah

            Molti giocatori, di molte squadre anche a causa di lockdown, covid ecc. Non sono ancora entrati in forma, inoltre ricordo quest’anno, niente ritiri, no vera preparazione, pausa estiva praticamente dimezzata…

            Per me meglio scegliere “cavalli di razza” da mettete in forma che “somari” sani e poi le riserve e le rose da 25 servono anche a questo…

  42. roberto merlini ha detto:

    genoa irriso nel primo tempo da toro. Sono leoni solo due volte all’anno

  43. Pippo65 ha detto:

    Messaggio agli anti-Giampaoliani:
    Tranquilli ragazzi, Giampaolo le partite che deve vincere le vince ! 😉

    • aston ha detto:

      Ammetto, con piacere, che con gli altri ha un eccellente score. Spero prosegua … con gli altri.

    • Heisenberg ha detto:

      Maran è l’unico allenatore al mondo che ho visto attaccare il Vate per vie centrali per 70 minuti..

  44. Pier56 ha detto:

    Oggi ho rivalutato apprezzato: grazie, hai fatto il tuo dovere!😊

  45. Pier56 ha detto:

    Era rivolto a Giampaolo!

  46. Pier ha detto:

    Ora Ranieri è nella bratta perchè rientra Candreva e non sadove mettere Jankto.
    Bene glielo dico io :
    Candreva a destra Damsgard a sinistra e Jankto in panca.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Se lo fa, ti pago una cena. Un allenatore che toglie di squadra un calciatore che ha segnato in due partite consecutive giocando bene perde la propria credibilità all’interno dello spogliatoio in un secondo.

      • Tenente Colombo ha detto:

        Maurizio… non capisci!! Ranieri sabato farà turn over …Jankto lo tiene per la champions martedì sera

        • pier ha detto:

          Jankto in champions league metterebbe piede sul campo solo con il carretto della calce per tirare le righe bianche.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        sono d’accordo con te maurizio e poi non ha solo segnato, ha fatto assist importanti e coperto bene il campo. un giocatore rigenerato. poi coi 5 cambi se partisse damsgard in panchina (o candreva se non ancora al meglio) ci sono i secondi tempi. visti i guai muscolari avuti dai giocatori nuovi che avevano giocato meno e l’importanza che questi avranno preservarli come ha fatto ranieri è giusto. con un cagliari molto atletico partirei con jankto e candreva e il ragazzo nella ripresa che ha corsa e tecnica a squadre più stanche e non l’opposto. il problema senza keita e gabbiadini poco considerato ma è un assenza pesante. a proposito ma quando rientra? pubalgia?

      • pier ha detto:

        Hai ragione Maurizio infatti non lo farà per quello l’ho istruito!
        Se mette Candreva toglie Damsgard e fa tornare Jankto a sinistra che vale poco o niente su quella fascia.Quindi meglio il Danese.
        Se non mette Candreva e lo lascia sulla dx allora va bene.
        Comunque intendiamoci Jankto resta un mediocre.Ci sta come rincalzo.
        POI A CAGLIARI CI SONO LE STREGHE POTREMMO ANCHE METTERE 11 MESSI CHE PERDIAMO LO STESSO.

      • Pippo65 ha detto:

        Dopo le invettive contro Giampaolo (che evidentemente gli portano male, perchè continuano a buscarle) adesso il bersaglio è Jankto, che guarda caso ha segnato nel derby. Sono messi veramente male.

    • NYC ha detto:

      C’e spazio pe rtutti e 3 , Candreva non ha certo 90 minuti nelle gambe il problema non sono quei 3 … ma Leris e gente del genere, speriamo Keita recuperi e la partita adatta per come gioca DiFra che lascia praterie di spazi in contropiede.

      • pier ha detto:

        Quoto al 100%. Però ci siamo liberati di quasi tutti i bolliti inguardabili che avevamo elenco Murru,Depaoli,Viera,Bonazzoli,Murillo.
        Resta Leris è questo è un problema perchè a volte lo mette!

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        sono d’accordo che leris non sia all’altezza dei 3 infatti lo utilizza come quarto e come ultima sostituzione però accontentiamoci. a me preoccupa quest’assenza prolungata di gabbiadini che a mio avviso è un giocatore magari poco appariscente ma pesante a fine stagione quando si vanno a contare gol e assist. essendo scaramantico non parlo di di francesco che probabilmente alla samp ha anche fatto vedere il suo peggio e non credo che un uomo che ha vissuto da calciatore ad un certo livello e comunque allenato roma e sassuolo sia un incompetente, magari un po talebano sul modulo si. il cagliari è sempre stata una brutta bestia per noi speriamo di sfatare per una volta la tradizione ma storicamente laggiù è sempre dura. l’importante sarebbe dare continuità anche con 1 punto

        • Pier ha detto:

          Gabbia se prende la forma e il morale ci darà una mano grandissima e alla ripresa dovremmo averlo a disposizione. E teoricamente un titolare.

  47. Fabrizio ha detto:

    Ciao a tutti! Si i nuovi acquisti sono buoni giocatori ma senza dubbio ne vengono o da mesi di inattività parlo di partite intere in campo, o da infortuni muscolari e quindi gli va dato tempo come sta facendo il Mister giustamente, cosa non capisco è perchè Ranieri continui a preferire tonelli secondo me inguardabile sia come difende sia come imposta e con i bibini abbiamo rischiato grosso 2-3 volte sulle sue uscite alla Franco Baresi a Colley ? Sarà successo qualcosa? poi con molto rammarico ripenso al derby e penso che potevamo solo e soltanto noi come nella maggioranza delle volte farli diventare una buona squadra e addirittura far pensare ai loro tifosi che ai punti il derby lo avrebbero meritato loro!!!!! In panca nel derby nonostante lo apprezzassi ma non senza mai criticarlo tutta la vita GIAMPY!!!

  48. ROBY LEVANTE ha detto:

    Attento al Cagliari Ranieri ma sopratutto a Ioao Pedro ,forte fisicamente e bravo a colpire di testa.E’ necessario inserire Colley al posto di Tonelli.Peccato per Keità,non ci voleva.Forza Doria.

  49. El Cabezon ha detto:

    Nell’enfasi della partita non avevo “apprezzato” la dormita di Tonelli!
    Non solo, chissà perchè, rimane a guardare il pallone e si dimentica di Scamacca, ma quando poi se ne accorge resta quasi immobile, come ad ammirarlo, lo lascia calciare in assoluta libertà senza provare neppure un recupero, che so un disperato tentativo in scivolata, zero assoluto, A L L U C I N A N T E!!!!
    Lento e approssimativo, va bene solo quando sei costretto dall’avversario a erigere un bunker difensivo…

    • carlo46 ha detto:

      e non è l’unico errore, infatti un attimo prima salta di testa cinque centimetri, in modo scoordinato, su un pallone dalla traiettoria facilmente leggibile e consegna la palla al bibino che poi serve Scamacca. Tre errori nella stessa azione; salta e colpisce male di testa, non recupera la posizione e non tenta un intervento in scivolata che sarebbe stato sicuramente possibile e decisivo.

      Il problema con Colley è quello del dualismo al contrario, nel senso che chiunque giochi tempo due partite e fa rimpiangere l’altro. Ne ho visti a centinaia dualismi così in 42 anni di Sampdoria .

  50. ivano Magna Romagna ha detto:

    Senza attacco a Cagliari,Gabbiadini lungodegente,Keita’ fuori per due mesi(forse ce lo hanno venduto gia’ rotto)Restano Quagliarella che regge un solo tempo e La Gumina che non e’ esattamente un fenomeno,siamo carenti davanti perche’ ramirez secondo me e’ un trequartista e non una punta,inoltre e’ molto nervoso in questo periodo e pare deconcentrato…

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non dirlo, di Keita. Se no Kreek e gli altri ferreriani ti mettono all’indice 🙂 come hanno fatto con me. Dai, speriamo comunque di farcela con il Cagliari. Anche un pareggio andrebbe bene.

UOVO MEZZO… PIENO

Poteva essere una Pasqua sontuosa, con una vittoria alla scala del calcio. Ma alla fine la Sampdoria ha dovuto accontentarsi [&hellip

MISSIONE COMPIUTA (CON FATICA)

Alla faccia dei catastrofisti e dei detrattori di Ranieri, anche quest’anno la Sampdoria archivia con largo anticipo la pratica della [&hellip

GALLERIA DEGLI ERRORI

La Sampdoria torna per l’ennesima volta dallo stadio “Dall’Ara” di Bologna senza la miseria di un punto, al termine di [&hellip

NON BASTA SUPER MANOLO

Dopo il pareggio nel derby, la Sampdoria raccoglie un altro punto a Marassi con il Cagliari ma stavolta viene rimontata [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta