UN PUNTO DI BUON SENSO

20 Ott 2019 by Maurizio.Michieli, 181 Commenti »

L’avventura di Claudio Ranieri sulla panchina della Sampdoria è cominciata con un buon punto conquistato contro la”sua” Roma nel giorno del suo 68° compleanno. Un risultato figlio del buon senso e dell’applicazione. Il buon senso lo ha dimostrato l’allenatore, schierando una squadra senza svolazzi e soprattutto con ogni giocatore nel proprio ruolo. Il 4-4-2 ha contribuito a blindare la difesa, uscita dal campo finalmente senza gol sul groppone. Il più beneficiato di tutti è stato il bistrattato Murillo, apparso stavolta all’altezza del compito. L’applicazione l’hanno messa i calciatori, scesi sul terreno di gioco con il piglio giusto, mantenuto dall’inizio alla fine dell’incontro. Non è una svolta vera e propria – solo le prossime tre partite con Bologna, Lecce e Spal – potranno rivelare di più sulla situazione presente e futura della Samp, ma si tratta comunque di una buona base di partenza per il nuovo tecnico. Persino Bertolacci, preferito in extremis all’acciaccato Ekdal, ha trasmesso importanti segnali di vitalità, oltre che di tecnica già nota. Certo, per vincere le gare contro avversari più alla portata servirà ben altro in fase offensiva, ma Ranieri lo sa e non ha abdicato definitivamente al più spregiudicato 4-3-1-2. Una Sampdoria che, approfittando anche di una Roma alle prese con alcune defaillance durante il match, ha confermato di potersi salvare, sebbene a gennaio servano rinforzi, specie in attacco: Quagliarella si è battuto, pur senza grandi risultati, mentre Gabbiadini è sembrato il solito pulcino bagnato. Lo 0-0 con la Roma è risultato un po’ stretto alla Samp, il tiro di De Paoli ha dato l’illusione del gol, ma nel complesso è giusto. Adesso si tratta di continuare su questa strada. L’unica nota stonata, come sempre, l’ha suonata il presidente Ferrero, protagonista di un’altra inopportuna e provocatoria scenetta sul campo al fischio finale, quando i tifosi – meravigliosi nell’incitamento alla squadra per cento minuti – lo hanno beccato. Anziché tirare dritto, ha irriso il pubblico con una marcetta e il gesto della vittoria. Ma per lui è stata l’ennesima sconfitta.

181 Commenti

  1. petrino ha detto:

    Primo non prenderle, poi possibilmente darle.
    Lo diceva Gianni Brera , il principe dei giornalisti sportivi ora e sempre.
    I Di Francesco, Zeman, Galeone non hanno vinto e non vinceranno mai nulla.
    Invece i Rocco, i Trap, e anche Ranieri hanno vinto eccome.
    Rigoni e Jankto sono da panchina, oltretutto per Rigoni vi e’ obbligo di riscatto dopo un certo numero di partite.
    Stessa sorte per Gabbiadini. Indisponente nella sua pochezza.
    Bonazzoli sempre in campo, ci mette voglia impegno e gioventu’.
    E nel grigiore che ci avvolge e’ l’ unica cosa positiva.
    Del burino si puo’ dire: tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.
    Ride bene chi ride ultimo.

  2. Marco ha detto:

    Ranieri ha già messo mezza toppa alla falla enorme che aveva contribuito ad ingigantire Di Francesco, ma comunque la strada rimane molto lunga e perigliosa.
    Quagliarella appare ancor troppo isolato, la rinucia del trequartista e il non voler sfruttare le fasce gli rendono la vita ancor piu complicata di quello che già è.
    Muovere la classifica era fondamentale, ma è chiaro che nella prossima settimana ci saranno 3 partite fondamentali ed è obbligatorio fare 5/6 punti per rimettersi in gioco.
    Perdere ulteriore terreno è un lusso che non possiamo assolutamente permetterci.

    • Leonardo ha detto:

      La verità è che Quagliarella non ha più il passo per giocare a calcio, ma non volete guardare in faccia alla realtà. Il 4-3-3 non andava bene perché Quagliarella era troppo isolato, il 3412 e 352 non andavano ugualmente bene perché Quagliarella era troppo isolato, il 442 non va ancora bene perché Quagliarella è sempre isolato. Se invece di cambiare modulo, provassimo a togliere Quagliarella?

      • Heisenberg ha detto:

        finalmente qualcuno che ha aperto gli occhi….quotone integrale. grazie eterno al buon Fabio. può esser utile ancora partendo dalla panchina ma non ce la fa più. siamo in 10 con lui in campo.

      • Solosamp1946 ha detto:

        Io ho visto un Quagliarella dannarsi per 95 minuti e un Gabbiadini ( unico insieme a Rigoni che non mi è piaciuto) mollo come la m…. Penso che Quagliarella abbia bisogno al suo fianco di uno che ci metta corsa e grinta e in questo momento direi che l’unico che può farlo è bonazzoli

        • Leonardo ha detto:

          Non c’entra nulla l’impegno e il furore agonistico, se per ragioni anagrafiche non riesci a coprire uno spazio di 40 metri in attacco. Adesso con il gioco di Ranieri abbiamo bisogno di attaccanti dinamici per le ripartenze e continuamo a giocare con un giocatore che ha il passo di un ex calciatore. Non possiamo permettercelo. I tempi in cui la squadra restava corta in 30 metri di campo da centrocampo in su sono finiti! Quello era un gioco in cui erano gli altri a dover faticare soprattutto la seconda punta. E’ giunto il momento del prepensionamento anticipato.

      • fulvio vassalli ha detto:

        Qualcuno diceva lo stesso un anno fa di questi tempi …

    • Leonardo ha detto:

      Ma cosa dici? Abbiamo giocato con due ali di ruolo e dici che non vogliamo sfruttare le fasce laterali? La verità è che Quagliarella non ha più il passo per giocare, ma faticate a rendervene conto. Il 4-3-3 non andava perché era troppo isolato, il 3412 e 352 non andavano ugualmente bene perché era troppo isolato, il 4-2-2 non va ancora bene perché è troppo isolato. Se invece di cambiare modulo, provassimo a togliere Quagliarella?

      • Marco ha detto:

        2 ali di ruolo che non hanno mai saltato 1 volta l’uomo, Rigoni inguardabile, sbaglia anche milioni di passaggi ed inserimenti, molto meglio Jankto ma troppo confusionario.

        Quagliarella si è trovato di fronte ad un Mancini monumentale.

        Criticare il capitano, colui che per 2 anni ha fatto miracoli, consentendoci di arrivare a metà classifica è ridicolo.

        • Paolo1968 ha detto:

          Stessi commenti su Quagliarella di un anno fa. Identici. Anch’io stento a credere che possa ripetersi, ma è certo che non è uomo da cercare col lancio lungo come domenica. Nemmeno da più giovane è mai stato un portento con quel tipo di gioco e/o a proteggere il pallone, una volta messo per terra. Ma domenica si doveva far legna tutti e portare a casa un risultato….

        • Leonardo ha detto:

          Tu hai scritto che la squadra non voleva sfruttare le fasce laterali, invece era messa in campo proprio per sfruttare le corsie esterne e coprire la zona centrale attraverso la densità. Il fatto che né Rigoni né Jankto siano riusciti a sfruttarle bene, non vuol dire che le fasce laterali non siano state importanti ai fini del gioco.
          Per me conta solo il presente, non quello che ha fatto Quagliarella nei campionati precedenti. Se vogliamo glorificarlo facciamoli un monumento, ma evitiamo di continuare a farlo giocare. E’ un nonnetto statico che non dà profondità alla manovra e non crea spazi per i compagni. Un ex calciatore in parole povere. Chi non se ne accorge ha gli occhi accecati dal tifo.

    • Edoardo ha detto:

      Io ho visto tutta la partita e secondo me le fasce questa volta le abbiamo coperte abbastanza bene, poi certo fare gol è un altro discorso…

  3. Matte Genovese ha detto:

    Sono contento per la buona prestazione della squadra, la classifica è cortissima e adesso bisogna fare punti importanti con spal e lecce, in attacco siamo sterili, e questo preoccupa, la salvezza passa per il ferraris , finalmente ho sentito una Sud piu viva, ma serve fare gol, l attacco va assolutamente rinforzato senza se e senza ma.. E poi, cè il caso del pagliaccio, adesso io vorrei capire , se, qualcuno dentro la societa stessa possa fermarlo, dargli dei limiti, no, perche questo continua a provocare la tifoseria,in un modo veramente spregiudicato , io non so se ha dei seri problemi comportamentali, o mentali, non lo so e non mi riguarda, ma vorrei che fosse fermato , davvero per il bene di tutti.

  4. Marco B. ha detto:

    Ci portiamo a casa un buon punto frutto della concretezza e dell umiltà del nostro allenatore . Ma la strada sarà lunga e sofferta anche perché onestamente ho visto a marassi una delle roma più scarse degli ultimi 10 anni

    Per quel che riguarda il pagliaccio io mi auguro caldamente che qualcuno di cui si fida gli consigli di non farsi vedere più a marassi perché un altra ed ennesima sceneggiata come quella di oggi credo che non potrebbe essere tollerata.

    FERRERO UOMO DI MERDA VAI VIA DA GENOVA !!!!!

    • Davide ha detto:

      Bene così. Sembra un altro atteggiamento tattico.e.mentale ma secondo me a prescindere da rurro abbiamo un attacco debolissimo ed è la cosa più importante su cui puntare per risollevare la classifica. Ma secondo voi non si potrebbe puntare a gennaio su mandzukic? Non credo abbia molte pretese e a noi andrebbe bene anche al 50%

  5. Edoardo ha detto:

    Caro Maurizio,

    io è dai tempi di Novellino che non vedevo una squadra così concentrata e ben organizzata in fase difensiva e ciò dimostra che se giochi semplice, coi giocatori giusti al posto giusto e incominci a costruire la tua casa partendo dalle fondamenta (la difesa) anziché dal tetto (l’attacco) poi i risultati alla fine tanto o poco arrivano. Io sinceramente non ne potevo più di difese alte, fuorigioco sistematico a tutti i costi ed estenuanti quanto improduttivi fraseggi nella propria metà campo. Quest’oggi invece ho apprezzato moltissimo Jankto, Murru, De Paoli e Bonazzoli che hanno fatto delle ottime ripartenze sulle fasce e là in mezzo Bertolacci è stata una piacevolissima sorpresa per corsa e geometrie. La strada è questa. Se non sei un top-club devi prima di tutto pensare a non prenderle e dopo provi a colpire in contropiede. Sul finale di partita abbiamo avuto anche un paio di occasioni per fare il bottino pieno, ma Quagliarella si vede che non è ancora ai livelli dell’anno scorso, pazienza. Adesso andiamo avanti così. Ranieri sarà anche un allenatore della vecchia scuola, ma proprio per questo a me piace moltissimo. Spero di non rivedere mai più difese a tre e gioco di possesso a tutti i costi anche a dispetto dei santi. La strada verso la salvezza è ancora lunga e difficile, ma grinta, spirito di gruppo e un bel semplice 442, questa è la ricetta giusta secondo me.

    Bravo mister, complimenti e buon compleanno!!!!!!!!!!!!!

    FORZA DORIAAAAAAAAAAAAAAAAA

  6. Massimo Pittaluga ha detto:

    bravo il mr che ha messo i giocatori al posto giusto e credo che oggi il 442 fosse corretto per limitare spazi e proteggere la difesa che non sarà di prima fascia ma che non è quel disastro visto prima, dopotutto i 4 della difesa sono giocatori che in serie A a medi livelli ci stanno. nel mezzo hanno retto mentre davanti sincermente non pungiamo e a gennaio servirà come il pane un centravanti che segni. nel mentre bonazzoli sarà per l’impegno che mette ma mi sembr il più incisivo del mazzo. pareggio importante e speriamo di dare continuità. con lecce e spal e bologna servirebbe almeno 5 6 punti per rimettere in piedi la classifica. su ferrero cosa rimane da dire. non fa altro che provocare e questo è molto grave. temo che lo faccia per ottenere qualcosa da chi sta provando a levarlo di li. il messaggio a me sembra chiaro. volete levarmi di li bene cacciate il grano altrimenti continuo allegramente. un comportamento indegno ma del resto questo è il personaggio e non sarà affatto facile levarlo di li se Garrone non alzerà il buono uscita anche perché altri non credo lo faranno aspettando sapendo di poterlo fare. temo che continuerà sino a che non gli daranno di più o sino a che non ci porterà fondo. mai visto un presidente di una squadra di calcio provocare così una tifoseria aizzandola e la sta aizzando a mio avviso anche contro l ex presidente per ottenere quello che vuole. un vero esempio di cosa non si deve fare. nel frattempo Ranieri almeno è un uomo saggio e professionale che speriamo ci riporti a galla sul campo. per il resto siamo nelle mani di garrone e ferrero lo sa purtroppo.

    • Edoardo ha detto:

      E’ vero che davanti siam messi maluccio e segnamo col contagocce, ma secondo me aver sistemato la difesa è già una gran cosa e poi qualche golletto prima o poi lo butteranno dentro, Quagliarella ha di nuovo il piglio giusto (probabilmente con Di Francesco non c’era feeling) e uno tra Maroni e Bonazzoli credo che alla distanza verrà fuori, poi certo se prendessimo Ibrahimovic o Robben sarebbe senz’altro meglio, ma per prendere le solite mezzepunte alla Caprari-Gabbiadini allora tanto vale puntare su quelli che hai già in casa, comunque ben venga Ranieri, io degli allenatori/filosofi non ne potevo proprio più, prima pensiamo a non prenderle e poi si vedrà, il gioco/champagne lasciamolo fare ai top-club che possono permetterselo, quando c’hai una Fiat Punto forse se sei (molto) bravo puoi trasformarla in un’Abarth ma non diventerà mai una Ferrari, facciamocene una ragione ed evitiamo i voli pindarici che poi a cadere ci si fa molto più male…

  7. Mr.Manga ha detto:

    Dopo 7 gare di NULLA assoluto,almeno oggi la squadra-nonostante i limiti che ha-è tornata a giocare a calcio…dispiace dirlo,ma la gestione Di Francesco è stata un vero disastro.Piena fiducia in Sir Claudio Ranieri.P.S.Bertolacci migliore in campo…e che questo sia l’inizio di un nuovo campionato per noi.

  8. Alup ha detto:

    Il malato è ancora grave, non so giocando così come si possano realizzare dei gol con Gabbiadini impalpabile, il solito Quagliarella troppo solo al centro, confido molto su Maroni che a mio avviso è il solo che potrebbe verticalizzare il gioco e su un impiego più continuo di Bonazzoli
    che mi sembra pur con i suoi limiti il solo che possa affiancare Quagliarella in attacco. Mi sembra che Ranieri anche se in una sola settimana di allenamenti abbia capito i ns problemi e la squadra schierata contro la Roma è la migliore con giocatori non fuori ruolo sperando che il mercato di gennaio ci porti qualcuno migliore.

  9. Franco ha detto:

    Discreto inizio con Ranieri. Difesa più attenta in quattro dietro. Attacco però impalpabile. In avanti ha sempre ragione chi non gioca, e questo non è bello. A questo punto sono per proporre il modulo di Giampaolo. Con tre a centrocampo e il rifinitore di supporto a Quagliarella, che risulta troppo isolato in avanti. Bisogna fare delle reti. E mi sembra un problema da risolvere non facile. Ranieri conosce le Avversarie della Samp, e quindi proporrà di sicuro le soluzioni migliori. Le prossime tre gare sono decisamente importanti. Con la classifica attuale ci vorrebbero nove punti. Sette proprio da fare, se no diventa dura, anche se il campionato è lungo. Vedremo. Però oggi c’è stata la conferma che l’Allenatore incide molto. Più di quello che si crede. Cordiali Saluti.

  10. Frank ha detto:

    FERRERO VATTENE!

  11. Dorian ha detto:

    A me interessa solo che Ferrero se ne vada, solo allora tornerò allo stadio

    • andreasamp55 ha detto:

      @Dorian …
      e dillo a me che sono 5 anni che mi sono autoesiliato x via del cialtrone !! ero già li pronto a rifare abbonamento non appena si fosse averato il sogno che avevavmo tutti …e poi la delusione … e continua l’esilio …soffro a non vedere i ragazzi magari arrabbiarmi anche ..però un cent a quello li ..che poi è indagato per sottrazione fondi alla Samp non glielo do manco sotto tortura …

      • andreasamp55 ha detto:

        P.S. ..piuttosto soffro alla tv …pagando ..e già li mi fa schifo comunque …nn sopporto le pay tv hanno rovinato tutto …ma almeno non li do al mentecatto !! da 5 anni che soffro e sto male …maledizione a lui e a chi ce l ha messo !!

        • Michele G. ha detto:

          Andrea, ci sono mezzi alternativi che ti consentono di vedere non solo le partite di calcio, ma tanti altri avvenimenti sportivi, senza spendere un centesimo, se non l’abbonamento annuo ad una piattaforma VPN, il cui costo è inferiore a 5 euro al mese.

          • Andrea ha detto:

            Complimenti per incoraggiare la pirateria…. Comunque ti devo correggere perché il vero IP è facilmente identificale dalla polizia postale se proprio quest’ultima ha intenzione di farlo. Riescono a risalire all’utente finale bypassando le reti TOR e vuoi che non riescano a bypassare una VPN e i vari filtri impostai nei provider? Probabilmente tu vivi all’estero, ma qui in Italia stanno facendo molte multe.

  12. giorgio48 ha detto:

    Un brodino che sicuramente farà bene. Ranieri ha fatto le cose semplici senza rischiare nulla e questa, in questo momento, è l‘unica medicina che ci serve. Una difesa finalmente attenta ed un centrocampo a 4 con un buon Bertolacci che si è fatto trovare pronto, un Vieira buon combattente ed un Jankto pronto a raddoppiare. Peccato che Rigoni non abbia portato alcun contributo dopo i primi 15-20 minuti risultando alquanto fumoso. Su Gabbiadini stendo un velo pietoso perchè si stenta persino a credere che abbia giocato. Il momento di Quagliarella, poi, non è ceramente dei migliori e questo è sicuramente il più grosso interrogativo che ci frena e che ci impensierisce per il futuro speriamo solo immediato. Speriamo che Bonazzoli e Caprari possano darci qualche contributo perchè in avanti siamo veramente al lumicino. Ci vorrà tanta calma e tanta fiducia per rimetterci in carreggiata, tanta applicazione ed anche quache episodio fortunato che possa aiutarci a ritrovare quell‘autostima che certamente non abbiamo avuto in questi primi 2 mesi di campionato. Sarà durissima ma ce la possiamo fare. Forza Samp !

  13. Lupo83 ha detto:

    Un punto che deve interpretarsi come un cambio di rotta. Oggi s’è visto in campo l’equilibrio che è mancato finora.
    Non me ne voglia Di Francesco, ma questo Signore del Calcio di 68 anni ha capito subito cosa serve per salvare la pelle.
    Oggi non averle buscate è già una vittoria.
    I prossimi incontri ci chiameranno la squadra a fornire prestazioni più aggressive se vorremmo staccarci dal fondale, ma per oggi… ça bene così.
    Applausi ed ottimismo!
    Ps: di presidenti e dirigenti non mi curo. La verità su tante cose stasera non è chiara. E penso che le priorità siano diventate altre. Adesso conta la passione. In campo e sugli spalti.

  14. maverick ha detto:

    Una cosa che ho notato di Ranieri (almeno in questa prima gara) sono le spiegazioni nell intervista… fa capire che sa il fatto suo… spiegare ti fa avvicinare ai tifosi..un primo piccolo passo ma quast anno dovremo andare avanti di piccoli passi… forza mister!

  15. ale ha detto:

    Buona Samp, finalmente con garra. Ho visto finalmente una squadra
    Mi dispiace molto che Claudio Ranieri sia arrivato sulla ns panchina in un momento come questo. Per me, il peggiore della nostra storia.

    Quella persona DEVE essere assolutamente essere allontanata da ogni contatto con la tifoseria. Chi ce lo ha messo deve impedirgli di provocare con questa continuità prima che la situazione degeneri gravemente. È pericoloso ed è ora che chi di dovere si assuma le sue enormi responsabilità, prima che qualcuno si faccia male o finisca nei guai.
    MA NON LE SENTITE QUESTE RESPONSABILITÀ? MA CHE RAZZA DI CLASSE DIRIGENTE SIETE? Cosa vi hanno insegnato nelle prestigiose università che avete frequentato?
    Che poi anche volendo considerare la ns amata come un qualunque asset aziendale, NOI SIAMO I CLIENTI NON QUELLI DA OFFENDERE E PROVOCARE

    Forza Doria Sempre

  16. Danilo ha detto:

    Intanto non prendiamo gol… poi prima o poi uno lo facciamo in qualche modo

  17. Emanuele ha detto:

    Buona sera Maurizio….solo una considerazione: FERRERO VATTENE A FERRERO VATTENE FERRERO VATTENE FERRERO VATTENE FERRERO VATTENE FERRERO VATTENE FERRERO VATTENE FERRERO VATTENE!!!!!

  18. Martino Imperia ha detto:

    1)Il manico di Ranieri per me si è visto nei cambi: perfetti.
    2) non ho sentito, ma dicono che ci sono stati, cori razzisti verso Viera: bene che la società Roma con comunicato ufficiale si sia subito scusata.
    3) abbiamo un problema in attacco
    4) tutto quello che succede dopo i 90min conta meno di 0 pertanto va ignorato. Non notizia.

    • Fra Zena ha detto:

      Sinceramente il punto 4 mi lascia basito. Sarà che per me la Sampdoria non si esaurisce nei 90 minuti della domenica, la ho sempre trattata come qualcosa di più di un passatempo e vederla in mano a questo soggetto mi fa davvero male. Sono un tifoso, non un consumatore di calcio. Ma probabilmente sbaglio io.

      • Frank ha detto:

        Tu rappresenti ,come me , l’essenza del tifoso. Chi, mercoledì alle 19.30 ,scrive sul pc di Samp e di calcio,con un occhio alla champions in diretta(Ajax Chelsea).
        Quindi ti quoto, e in tutti i momenti della giornata prego che Ferrero se ne vada!

      • Zaccotenay ha detto:

        Non sbagli caro amico, Sampdoria Sopra Tutto h24

      • Martino Imperia ha detto:

        A me interessa parlare di calcio giocato. Ero allo stadio domenica, contento per il punto. Rinfrancato. Stavo per scendere le scale. Ad un certo punto un tizio sui 55/60 si gira di colpo, spintona e spinge tutti, impreca “c’è il bastardo!”, corre come un pazzo, gli occhi fuori dalle orbite. Ho pensato avesse visto uno che gli aveva rigato la macchina, o uno che gli avesse piantato le corna: no. Aveva visto Ferrero. Doveva guadagnare la posizione sopra l’uscita per insultarlo.
        Questa si chiama ossessione.

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      sui primi tre punti concordo sul quarto sono in totale disaccordo. quello che succede con ferrero alla presidenza sarà eccome una cosa che non potremo ignorare e quello che fa nel provocare tutti compreso l’ex presidente quando fa finta di difenderlo aizzandogli contro i tifosi è solo per ottenere altro grano. quello che succede fuori dal campo è forse ancora più importante visto che ranieri come gestore della squadra è oggi il meglio che si poteva avere e fuori ferrero da solo da qualche mese il peggiore e purtroppo te ne accorgerai anche tu in 6 mesi un anno da oggi.

  19. pier56 ha detto:

    Direi che la mano e la testa di Ranieri si è vista eccome. Squadra compatta, soprattutto in difesa. L’allenatore, personaggio carismatico di trentennale esperienza sulla panchina, sa benissimo che quando una squadra subisce una valanga di gol la prima cosa è aggiustare la difesa. Certo bisogna migliorare ancora tra il reparto di centrocampo e l’attacco che appaiono ancora scollegati. Quagliarella un leone e il gol arriverà, speriamo presto. Gabbiadini sarà anche un “pulcino” bagnato” ma finora l’unica vittoria è venuta da lui con una rete da attaccante vero. Bisogna insistere ancora su di lui. Male Janckto. Credo che nelle prossime partite potremo vedere anche un 4312. Mi piacerebbe un duo argentino a centrocampo: Maroni e Rigoni e credo possano integrarsi bene ; in alternativa a Maroni, Ramirez, per portare più qualità nelle giocate. Speriamo bene, coraggio. Della cloaca Massima, per una volta, non intendo parlare…

  20. Nyc ha detto:

    Bene oggi siamo stati squadra e si è raccolto qualcosa , come inizio non c’è male ma per salvarsi servono 3 punti delle vittorie e non sarà facile perché tutte se la giocano alla morte vedi Lecce.

    Lascerei stare il buffone basso e con il ciuffo e mi concentrerei sul campo…. forza Mister forza Sampdoria

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Il campo è importante, molto. Ma il futuro della Sampdoria, a mio parere, lo è ancora di più

      • petrino ha detto:

        e’ la seconda che hai detto !!!!!

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        sono d’accordo con te maurizio e mentre ranieri sul campo ci può mettere una pezza anche se non sarà facile ferrero fuori può solo portarci al disastro ma sembra che qualcuno non abbia ancora capito quale sia il patrimonio e la situazione extra sampdoria del personaggio. purtroppo temo che tra qualche mese le cose saranno molto più chiare anche a chi ancora fatica o non vuole vedere

      • Marco ha detto:

        E forse te non ti rendi conto che dal campo passa la salvezza della SAMPDORIA , sia come permanenza nella serie A sia come società.

        Se conserva la serie A, le possibilità di cambiare proprietà saranno maggiori, se si retrocede il rischio di sparire e di finire in mano ad altri avvoltoi è molto concreto.

        • Massimo Pittaluga ha detto:

          caro marco certo è meglio anzi fondamentale con ferrero rimanere in A ma se non hai portafogli adatti potrebbe non bastare……..certo è ovvio che mantenere la categoria sarebbe comunque un passo importante per mantenere anche un valore per i giocatori che se si andasse in B si svaluterebbero e molto ma a mio avviso maurizio intende come penso anche io che questa è condizione necessaria ma non sufficiente

      • Edoardo ha detto:

        Secondo me siamo destinati a fare la fine dei cugini (nella migliore delle ipotesi), ormai è evidente, ma il coltello dalla parte del manico ce l’ha Ferrero, c’è poco da fare, comunque il buon Enrico ad ingaggiare Thiago Motta di coraggio (o follia?) ce n’ha avuto parecchio, probabilmente anche quest’anno finiremo davanti noi, dovremmo dare a Preziosi una tessera blucerchiata “ad honorem”, almeno ci fa divertire e ci permette di stare quasi sempre davanti anche nelle stagioni più disgraziate ah ah…

      • Zaccotenay ha detto:

        Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani, perciò oggi è il giorno giusto per amare, credere, fare e, principalmente, vivere.
        Sampdoria Sopra Tutto

      • Martino Imperia ha detto:

        Maurizio, devi fare 2 editoriali ogni volta, non c’è altra via. 🙂
        Uno per questioni societarie, cessione, bilancio, etc.
        Un altro per il calcio giocato, allenatore, partite, giocatori.
        E ognuno posti e segua quel che gli pare

        Almeno potrò smetterla di sentirmi in colpa se manifesto non dico godimento (vietato), ma composta positività se raramente qualche volta la Samp vince (o pareggia) invece che giusta tristezza per Ferrero e per il futuro tragico che mi attende.
        “Ricordati Frate che devi morire…..ricordati Frate che devi morire……” Vado bene ? 🙂

  21. Giovi ha detto:

    La classifica è corta e un punto di questi tempi è grasso che cola il cambio allenatore ha dato qualche frutto, ora vediamo ops speriamo di continuare su questa strada….
    Ferrero continua a provocare ma non dobbiamo cadere nel tranello…questo non ha nulla da perdere….e teme il mese di febbraio che si avvicina.

  22. Nicola ha detto:

    Finalmente ardore in campo, grazie mister Ranieri. Unici suggerimenti: in campo Depaoli, Bonazzoli e Ferrari per Rigoni, Gabbiadini e Colley, quest’anno non possiamo aspettare eterne promesse. AVANTI MARINAI.

  23. Fra Zena ha detto:

    Finalmente ho visto una squadra di calcio e non un’accozzaglia sgangherata, e questo è già qualcosa. Ho anzi un filo di rammarico per non averla vinta, visto che la Roma era rimaneggiatissima. Comunque mi tengo il punto, se andremo in B non sarà certo per la partita di ieri.
    Rimango tuttavia pessimista per il prosieguo della stagione principalmente per tre motivi: davanti siamo leggerissimi (4 gol in 8 partite parlano chiaro!); a gennaio non ci sarà spazio per intervenire sul mercato; infine, forse più importante: questo clima di contrasto perenne tra proprietà e tifoseria non è gestibile alla lunga per un ambiente come la Sampdoria. Molti sosterranno che è colpa della tifoseria, io come sapete proprio non ci riesco a pensarla così. Ma la avete vista la passeggiata di Ferrero in campo a fine partita??? Ma vi pare possibile avere un presidente che provoca incessantemente la gradinata??? Io sono rimasto allibito. Si richiede sempre il buon esempio a noi tifosi che mettiamo cuore e anima per la Sampdoria, ma i vertici societari si comportano come bulli al campetto di periferia. La colpa di questi attriti è solo di Ferrero, ma all’orizzonte compratori non se ne vedono e quindi ce lo dobbiamo tenere. Una classica situazione senza uscita. Non ci vedo bene

    • ale ha detto:

      E sai quale è la cosa più incredibile? I giocatori di colore che vengono incessantemente offesi durante la partita, per comprensibili ragioni di ordine pubblico, non possono reagire pena l’espulsione. Invece quella persona viene accompagnata dalla Digos a provocare la gradinata. Mi rivolgo al Questore, non glielo permetta!

      Inoltre, personalmente, considero un atto “violento” anche avergli regalato la Samp. Soprattutto se fosse, come vogliono raccontarci, per una metafora sgradita. Un po’ come quelli che se gli suoni al semaforo ti danno una coltellata. C’è una tale sproporzione tra il presunto danno e la reazione perpretata anche sugli innocenti che ancora non me ne capacito.

      Forza Doria Sempre

      • Michele G. ha detto:

        Perfetto Ale, non avresti potuto dare spiegazione più efficace, specie per definire la gravità della provocazione messa in atto dal guitto nei confronti dei tifosi. Mi ricorda un po’ quella mano all’orecchio del mezzo uomo (il signor Wanda Nara), quando segnò sotto la Sud e provocò i tifosi che lo avevano fischiato come per dire “urlate più forte che non vi sento”. E questo è tanto più grande considerando il ruolo istituzionale del guitto.

  24. Daniele da Rapallo ha detto:

    Maurizio, apprezzo la tua analisi secondo me un po troppo dolce.
    Ottimo il pragmatismo di Ranieri con una formazione bando alle ciancie….ma la Roma di ieri era veramente inguardabile e ai mini termini. Alla luce di ciò mi preoccupa il fatto che siamo veramente spuntati. Abbiamo sbagliato una quantità di passaggi, rimesse, disimpegni, corner che la metà basta. Gente che andava a battere il corner camminicchiando come stesse vincendo.
    Credo che l’ottimo Ranieri avrà parecchio, parecchio da fare. Dal mercato di Gennaio deve arrivare almeno un centravanti di stazza forte : ma chi e con quali soldi, a Gennaio Poi ?
    La gente continua ad esaltare Osti, Maurizio, ma io non sono d’accordo perchè le squadre (anche con mezzi limitati) vanno sapute costruire e già l’anno passato era fatta malissimo pur con un Giampaolo (che in un campionato modesto) ci ha messo una pezza. Continuo ad assere convinto che come DS, valga veramente poco (anche secondo il parere di addetti ai lavori..).

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non credo Ranieri potesse fare di più in quattro giorni e la rosa è quello che è. Nella Roma sono entrati Pastore, Dzeko e non ricordo il terzo. Ci manca assolutamente un centravanti per salvarci, uno bravo da affiancare a Quagliarella.

    • Moussa Dembele ha detto:

      Non sono tanto d’accordo sulla svalutazione della Roma, anche così è di un altro pianeta ha giocatori che noi ci sognamo, Zaniolo su tutti. La fortuna è stata non subire gol nel primo tempo e non dover testare la tenuta psicologica dei nostri.. fortuna ma anche maggiore ordine e compattezza difensiva. Quindi bravo Ranieri. Alla fine ho sperato anche di vincerla.
      A chi dice che quello che è successo dopo il 90′ non conta, dico che non è vero. Sbirulino è un provocatore che non si merita quello che gli è stato regalato così come noi non ci meritiamo lui.

    • Pescheria da Federico ha detto:

      Io ricordo che Osti, se non sbaglio nell’ultimo anno con Garrone presidente, vinse il premio di TMW come miglior D.S. dell’anno, votato peraltro dagli addetti ai lavori.
      Sicuramente non avrà il talento più unico che raro di Marotta o Paratici, ma credo che in questi ultimi anni convincere calciatori di spessore o prospettiva a sposare la causa blucerchiata, stia diventando sempre più arduo.
      Mi vengono in mente quattro nomi:

      – La Gumina, che scelse l’Empoli destinato alla B
      – Berisha, vittima alla Lazio di infortuni e scelte tecniche
      – Zaza, titolare a intermittenza al Torino
      – Ilicic, ancora atteso per le visite mediche

      Sicuramente ce ne sono altri, come ad esempio Malinovskij, che hanno optato per altre destinazioni, e qui Maurizio o Stefano possono contribuire con dettagli e retroscena a riguardo.

      L’unica cosa che contesto a Osti è l’incapacità di tenere la bocca chiusa, come parlare di “consapevolezze ritrovate” dopo il fuoco di paglia contro il Torino. A volte il troppo aziendalismo (paura di rimanere a piedi a stagione comunciata??) fa fare dei passaggi a vuoto.
      Sul piano del mercato, invece, difficile fare acquisti se la tua società ha problemi economici e di credibilità…

  25. Vincenzo ha detto:

    Analisi più che condivisibile: era importante non perdere e fornire una buona prestazione contro un avversario che ha dimostrato molto fumo e poco arrosto.. .
    Adesso domenica ci attende una partita molto difficile e tradizionalmente ostica: secondo me il Bologna ha meno punti di quelli che dovrebbe avere, comunque ce la giochiamo.. .
    Per quanto riguarda tutto il resto: “ai posteri l’ardua sentenza…”.

    Forza Sampdoria

  26. ste75 ha detto:

    ottimo punto..x quanto riguarda il pagliaccio poco da dire..ho la soluzione .avete visto ieri sassuolo Inter il tifoso che è sceso con il paracadute? nessuno di noi è in grado di fare altrettanto con una bella bullaccata di merda sulla testa al suo passaggio?ciao ragazzi

    • Michele G. ha detto:

      Sarebbe una bella botta di pubblicità gratuita per il guitto. Te lo immagini come ci marcherebbe uno che sfrutta tutte le occasioni possibili per mettersi in mostra? No, mi spiace, ma non mi trovi d’accordo su quest’idea.

  27. Lapo ha detto:

    Buon punto, figlio di un gioco meno aritmico e scellerato di quello visto fino ad oggi.
    Ho dei dubbi sulla formazione iniziale: con l’ingresso di Depaoli e Bonazzoli la squadra ha virato decisamente in meglio, dando addirittura la sensazione di schiacciare la Roma in difesa e poter fare bottino pieno.
    La difesa, finalmente, ha difeso, e non è poco, senza andare troppo in affanno e senza perdersi in un bicchier d’acqua come sempre prima d’ora.
    Forse c’è speranza, se continuano a dare il fiato e restare compatti come hanno fatto ieri. Forse c’è speranza…
    Dell’omino è meglio non parlare.

  28. lukino ha detto:

    Si è vista una squadra scarsa, con limiti tecnici palesi e che avrà grossissimi problemi a segnare.
    Però si è vista anche una squadra ordinata, organizzata, con gente messa nel suo ruolo e tutto sommato abbastanza sicura di sé.
    A dimostrazione di quanto mr eusebio ci mettesse del suo.
    La condizione atletica non mi pare delle migliori.

  29. Luca B ha detto:

    Ottimo punto e finalmente una Samp sempre in partita.
    Gara accorta dove si è vista la mano dell’allenatore che, impostando i giocatori in un certo modo e dando compiti ben precisi, ha fatto si che tutte le azioni imbastite della Roma, diventassero lente con un giro palla poco incisivo. Copertura di tutto il campo e giocatori avversari portati sempre “a morire” sulle fasce.
    Grande determinazione dei nostri, corsa, volontà, non più secondi sui palloni.
    Peccato solo per Jankto, giocatore di grinta e corsa ma niente di più
    Gabbiadini, il solito, da anni, Gabbiadini…inutle. E non è un discorso di ruolo
    Rigoni, impalpabile
    VIera non male, ha corso più di tutti, ma non azzecca un passaggio corto che sia uno.
    Ottimi De Paoli e Bonazzoli, che mi ricorda nella corsa, nella postura e nella caparbietà, il grande GIanluca con i capelli. Merita più chance
    Comunque avanti così che la strada è buona
    MIster top, come la tifoseria che come sempre è meravigliosa

    Quello lì, innominabile, ha in testa una guerra tra lui e noi. Peccato che lui sia solo. Qualcuno lo fermi perchè non si dica poi che la tifoseria ha fatto uan follia. Non si può sempre stare buoni ad ogni provocazione

    • Zaccotenay ha detto:

      Rigoni è l’unico giocatore vero che abbiamo altro che impalpabile è l’unico che salta l’uomo, non è colpa sua se Quagliarella e gabbiadini non tengono un pallone e non concludono mai.

  30. Fabrizio ha detto:

    Caro Marco B concordo pienamente con il tuo pensiero, ma un ennesima sceneggiata del pregiudicato cosa vuoi possa comportare? Il solito coretto da Chiesa al massimo?

    • Marco B. ha detto:

      Perdonami ma essere preso per il culo da un buffone simile per me comporta …e molto.
      Sta riuscendo a fare incazzare della gente che serenamente dopo mille battaglie in gioventù si godeva le partite nella serenità della matura età raggiunta….e non è un buon segnale. …..per nessuno

      • Michele G. ha detto:

        Esatto Marco! Riesce a far incazzare me, che sono più vicino ai 70 che ai 60 anni e nella vita, come allo stadio, sono sempre stato uno piuttosto tranquillo, pur cantando ed incitando la squadra a squarciagola.

  31. ROBY LEVANTE ha detto:

    D’accordo che siamo in convalescenza ,ma non riuscire a battere la Rometta di ieri mi preoccupa molto.Giocatori come Gabbiadini e Rigoni aiutano poco la squadra,Jankto non azzecca una giocata (anche se si impegna) .Occorre la grinta e la corsa di Linetty , Barreto,Depaoli e Bonazzoli e speriamo che Quagliarella ritorni quello degli scorsi anni.
    Sempre Forza Samp.

    • maverick ha detto:

      Posso elencare almeno 4 giocatori che rendono la rometta più foerr della samp

      • Michele G. ha detto:

        Di quelli visti in campo Domenica io potrei citarne almeno tre (Zaniolo, il mostruoso Mancini, e Dzeko che, per il tempo che è rimasto in campo, ha messo in apprensione la nostra difesa) che da soli valgono come tre quarti della nostra rosa.

  32. Lorenzo ha detto:

    Buongiorno Maurizio,
    buon punto e speriamo bene.
    Mister Ranieri, ultima opzione per MF, ma probabilmente azzeccata.
    I tragici eventi che ci hanno visto, nostro malgrado, protagonisti hanno avuto in me un effetto sorprendente: mi hanno permesso di vedere il mondo Sampdoria non più con gli occhi del tifoso ma in modo un po’ più distaccato e quindi credo più razionale.
    Alla luce di quanto scriverò credo che per la nostra amata Sampdoria la retrocessione in serie B potrebbe essere il male minore rispetto a ciò a cui siamo indirizzati.
    Mi spiego meglio:
    1. Finché MF sarà presidente, la Sampdoria non avrà futuro: già forse non ne ha, nel senso che è impossibile fare il presidente di una squadra di calcio senza portafoglio. Sono finite le plusvalenze, ci siamo venduti il possibile e l’impossibile, abbiamo obblighi di riscatto a cifre tragiche, il settore giovanile non sforna un talento che sia uno, e la società praticamente non fattura nulla se non i proventi delle TV.
    In più non mi sembra che tutto sia cristallino come dovrebbe…ci sono delle pericolose zone d’ombra.
    2. Pecini: mi sembra un po’ appannato dopo l’esperienza empolese e per così dire poco convinto. A sua discolpa però il punto nr.1, anche i giovani promettenti costano.
    3. Romei: purtroppo non è più il faro di MF. Fosse stato per lui a quest’ora saremmo a stelle e strisce e faremmo discorsi ben diversi.
    4. Osti: sicuramente esperto del mondo del calcio…ma non mi sembra un DS che sappia fare le nozze con i fichi secchi tipo Marotta per intenderci.
    Questa è la mia idea di fondo maturata in questi anni, perché si vedeva a occhio che prima o poi saremmo arrivati alla resa dei conti…
    Mi piacerebbe sapere l’opinione di qualche mio compagno di tifo perché magari la mia è solo un’idea nata dagli eventi di questo mesi.
    La Sampdoria sopra tutto !!!

    • Daniele da Rapallo ha detto:

      Ti rispondo io perchè hai detto tutto giusto.
      Non so cosa sia successo a Pecini ad Empoli e perchè abbia litigato con Iachini, tuttavia è tornato perchè fortemente rivoluto dalla società, anche se in famiglia non glielo consigliavano molto.
      I margini operativi di questo mercato sono stati pessimi, per i motivi risaputi….ma posso dirti che concordo al 100% con te sul giudizio riguardo ad Osti.
      Per il resto la tua analisi è oggettiva e corretta al 100 % anche sulla figura di Romei…che si è mimetizzato senza ricevere troppi improperi dai tifosi…

    • petrino ha detto:

      pero’ marotta aveva le fideiussioni di riccardo garrone alle spalle

    • El Cabezon ha detto:

      Io la penso ESATTAMENTE come te!
      Con la differenza che per me il giochino è piuttosto evidente fin dal 2016: finchè funziona bene, tutti felici e contenti, ma quando poi il meccanismo s’incepperà, ed è quasi inevitabile che ciò possa accadere, allora saranno dolori, a meno che mf non abbia risorse economiche nascoste e a noi ignote…

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      la vedo come te e purtroppo mentre prima ferrero era coperto da garanzie di garrone ora senza quelle non può neppure rischiare l’acquisto del zapata di turno che ci servirebbe come il pane e dico uno zapata di due anni fa ma anche meno forte. serve un centravanti di categoria perché davanti siamo troppo leggeri. sugli altri punti concordo e anzi ripeto la caduta ritardata è dovuta a quella nidiata tirata fuori da pecini che ha drogato l’ego di ferrero che credeva di ripetere i torrieria schick skrinar andresen in eterno a pagare poco e vendere a tanto a mazzi da 3 4 per anno. poi finito la protezione di garrone a causa della rivolta di marzo del proprietario senza portafoglio anzi magari fosse senza portafoglio perché mi sembra che lo abbia in negativo, siamo qui a sperare che ranieri che è un signor allenatore ci tiri fuori con grande fatica ma io sono qui a sperare che Garrone lo accontenti e lo paghi perché questo è quello che vuole il fenomeno. altri che gli diano più di quello che gli hanno offerto non ne troverà alla faccia di chi diceva che 100 mln erano pochi ma dove ma quando ma per cortesia. tutti sanno che possono aspettare intanto questo da solo non ha grano e si dovrà vendere anche gli asciugamani. l’unico che può levare la samp dalle mani di ferrero è garrone e come ho scritto già mesi fa alla fine o andremo a bagno o dovrà ricomprarsela dopo aver pagato per venderla. sembra quasi una barzelletta ma già 20 mln li aveva messi e quindi troppo distante non c’ero andato mesi fa e temo di non esserlo neppure ora. ferrero sta in modo disgustoso provocando la tifoseria e non solo ma è andata bene per sin troppo tempo con uno così li dove non avrebbe mai dovuto arrivare. prima o poi doveva finire in questo modo e speriamo si riesca in qualche modo a levarlo di li prima che qualcuno da fuori ce lo levi il che vorrebbe dire ripartire come napoli fiorentina o palermo

    • Lollo ha detto:

      DIsamina plausibile e lucida, la condivido.
      Alla luce di quello che scrivi emerge prepotente una sola domanda, la solita a cui nesuno degli addetti ai lavori risponde:
      – perchè Ferrero non ha ceduto la società nè il 29 marzo ( dicevano tutto fatto, fatto cosa ? ) nè dopo ?

  33. Stefano_1970 ha detto:

    Gara interpretata bene dalla Samp e male dalla Roma che forse anche per ragioni di contingenza non è riuscita a mettere a nudo i problemi individuali della difesa. Meglio così perchè rialzare la testa permetter di guardare oltre. Bertolacci ha portato grinta che spero sia contagiosa come l’influenza di Natale.

    In generale quando vedi Ronaldo Vieira marcare sui calci d’angolo Smalling un pò di domande sull’allestimento atletico della rosa uno se le può anche porre (….Atalanta, Torino, Inter, Juve, Roma, Lazio, etc….tutte nettamente superiori in centimetri, chilogrammi, etc…)

    Ranieri deve essere fiducioso per infondere fiducia alla squadra ed afferma che in futuro con il lavoro di campo migliorerà la qualità offensiva. Lo spero vivamente perchè al momento Quagliarella non riesce a tenere botta (…sempre sovrastato fisicamente…), Gabbiadini latitante (…da quando aveva 16 anni…), Rigoni ancora fuori dalla realtà del calcio italiano, Caprari che non da continuità, Maroni che non ha ancora recuperato completamente e Bonazzoli con tanto impegno ma senza numeri. Un quadro non proprio entusiasmante che può essere modificato a gennaio (…da vedere chi ti vende/presta chi ed a quali condizioni…) ma nel frattempo occorrono punti. Le prossimo tre partite sono la chiave per ribaltare l’inerzia. Allo stato attuale della rosa la si può mettere solo sul piano della grinta, della corsa e della fame. Se mancheranno questi tre elementi la fatica sarà doppia e la speranza si ridurrà a sperare che ci siano a maggio tre squadre con meno punti dei blucerchiati.

    Sul Presidente non esprimo nessun commento. Non ho una linea editoriale da seguire (rispettabilissima) ne l’aspirazione a unirmi alla contestazione che piano piano sale di tono (…quando poi una sonata diventa frastuono la magia viene sostituita dal caos e il caos è sempre cattivo consigliere…) ne tantomeno un livore personale nei confronti di una persona che sta facendo i propri interessi. Semplicemente non mi diverto a guardare lo spettacolo in campo e fuori dal campo. Resto fiducioso dalle parole di Edoardo Garrone rilasciate in televisione… nel caso la Sampdoria fosse in difficoltà lui interverrebbe…che voglio interpretare come la possibilità di riprensersi la squadra nel malaugurato caso il fallimeno fosse alle porte o peggio.

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      stefano purtroppo credo che se ferrero chiede più di quello che gli hanno proporsto o li da garrone per farlo andare via oppure l’alternativa è quella di tornare alle sue garanzie alla società che credo giustamente non sia disposto a fare e ci mancherebbe altro visto cosa sta combinando ferrero. non è che una società intestata ad un altro la puoi rilevare prima di un fallimento o pre fallimento e quindi li vicino dovremo arrivare se non riescono a farlo schiodare prima. per me ferrero sta facendo anche teatro provocando la tifoseria per mettere pressione e ottenere di più. non credo lo faccia solo per pura follia ma perché sta mostrando quello che è altro che filtri. diciamo che a qualcuno ferrero è esploso in mano andando oltre le peggiori aspettative. io temevo succedesse prima ma alla fine prima era coperto da soldi e garanzie poi doveva accomodarsi e non lo ha fatto e ora sta provando in modo border line a ottenere di più. io temo sia così altrimenti sarebbe un idiozia totale aver fatto quello che ha fatto domenica. dove si è mai visto un presidente che provoca così la tifoseria. io temo che siamo di fronte a un gioco per nulla piacevole e nella sua follia pure pensato

  34. jan ha detto:

    Ottima giornata direi !
    Bella manifestazione, buona partita dei ragazzi sotto la perfetta guida di mister Ranieri…….un buon punto di partenza.

    Unica nota negativa il solito uomo di merda !

    FERRERO PAGLIACCIO VATTENE !

  35. Paolo1968 ha detto:

    Della partita voglio dire solo che mi è piaciuto l’atteggiamento di giocatori e allenatore, che ha messo in campo una squadra non scriteriata. Buon inizio e buon lavoro sir Claudio.
    Dedico 1 minuto al volume degli altoparlanti prima della partita: insostenibile, fastidioso, al limite dell’accettabile. In discoteca ci si va al sabato sera nei locali giusti, non allo stadio alle 3 del pomeriggio.

    Su Ferrero, vorrei semplicemente sapere se il suo atteggiamento non può essere visto come una provocazione a 20000 persone da perseguire per legge, con DASPO o qualcosa del genere. Se io fossi andato sotto la curva dei romanisti a irriderli, tempo due minuti e sarei stato protato via dalla polizia e magari menato. Questo pezzo di … signore aizza un intero stadio e nessuno dice niente, anzi lo fa scortato da una decina di persone che ovviament non paga lui perché non ha i soldi. A me sembra incredibile, nè polizia, nè FIGC e neppure tutti i soliti censori dei cattivi comportamenti dei tifosi aprono bocca. Perché, aspettiamo una disgrazia? Credevo che la sua “intelligenza” da guitto del cavolo gli indicasse di evitare. Non è così. Finirà malissimo, per lui.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Concordo, Paolo. Il Daspo dovrebbe essere esteso a tutti, anche a quei giornalisti che fanno gestacci in tribuna. Oltre che ovviamente ai dirigenti.

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      concordo ma mi sembra che a livello nazionale interessi poco quello che sta combinando ferrero.

      • Giovi ha detto:

        Sicuramente Ferrero interessa fuori Genova più come pagliaccio da circo che come presidente della Samp.Ma come presidenre con i suoi comportamenti istiga e provoca 20.000 e più persone e istigare è un reato.

        • Massimo Pittaluga ha detto:

          sono d’accordo ma visto che se lui provoca mi sembra di vedere che nessuno a livello nazionale ne dia risalto succedesse che qualcuno gli tira qualcosa o gli rifila due pattoni passerebbe pure per vittima e noi per una tifoseria violenta. purtroppo le tifoserie sono prese spesso di mira soprattutto la parte calda e il personaggio ci puccia il pane in tutti i modi. siamo finiti in pessime mani sia sotto il profilo economico che etico.

  36. Massimiliano ha detto:

    Buon punto senza dubbio.
    Avessimo in rosa un attaccante degno di questo nome oltre Quagliarella, una partita così, contro una Roma decimata, avremmo dovuto portarla a casa agevolmente ma la scandalosa campagna acquisti del presidente Ferrero ci obbliga ad accontentarci e sperare di salvarci.

  37. franco genova ha detto:

    visto che quel “signore” cerca visibilità da tutte le parti .. e questo in fondo è l’unico scopo
    della sua vita… da questo momento in poi io suggerirei da tifoso con abbonamento dal 1982
    di IGNORARLO COMPLETAMENTE come se non esistesse è la cosa peggiore che gli possiamo fare assoluta INDIFFERENZA….(divente Verde dalla rabbia) ..risultato assicurato

    Sempreesoloforzasamp…

    • Martino Imperia ha detto:

      Concordo. La strategia dell’indifferenza. Anche perché se no diventa un loop provocazione/reazione/insulto destinato a non finire mai.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        per me è in illusione se lo si ignora farà qualcosa lo stesso provocherà lo stesso. lui ha bisogno di soldi per le sue aziende extra samp e sta cercando di ottenerli dall’unico che potrebbe darglieli per riparare all’errore fatto. a me sembra che anche se la tifoseria domani la smettesse di contestarlo tirerebbe fuori qualcosa lo stesso. nel mentre romei è mimetizzato come rambo nel bosco. tra un po ci vorrà un identikit e chiamare chi l’ha visto. a me tutto questo non sembra casuale. romei si fa da parte perché ferrero lo esautora nella trattativa ma rimane nel cda a maggioranza garroniana. mi sembra una partita a schacchi ancora aperta con ferrero che istigando la piazza mette pressione facendo nel mentre la vittima a livello nazionale la cui stampa distratta e poco interessata stigamtizzerà i comportamenti della tifoseria se ci fossero. di solito come successe per il parma si accorgono dei crack solo a crack avvenuto…….per me pensare che ferrero si comporti così per pura follia è riduttivo è solo senza vergogna.

        • Edoardo ha detto:

          Concordo, ma non saremo noi tifosi a salvare la situazione, come dici tu è una partita a poker e noi non siamo stati invitati al tavolo…

  38. sabre ha detto:

    Innanzi tutto buongiorno a tutti.

    Ho frequentato questo posto per molto tempo ed ho pensato che fosse
    il caso di tornare, visto il momento difficile.

    Ieri partita attenta e come giustamente ha detto Mauri “di buon senso”

    C’è da lavorare soprattutto nella testa e nella convinzione, perchè lottare
    per la salvezza è lotta di trincea…un metro alla volta. Ed anche noi tifosi
    dobbiamo rendercene conto. Alcuni ancora ricordano i tempi in cui questi
    campionati di retrovia erano la normalità…ma molti no.

    La difesa ha tenuto (anche specie i centrali a me fanno sempre un pò paura)

    Centrocampo abbastanza bene nei centrali (bene Bertolacci mentre Vieira
    a volte continua a complicarsi la vita evitando le cose semplici) dei laterali
    non mi convince Rigoni (ma forse non è un laterale ma un’ala) e Jankto non riesce
    ad essere continuo.

    Quaglia sta cercando di ritrovarsi ma è imprescindibile per classe e capacità
    di inventare la giocata. Gabbiadini continuo a non capire cosa abbia…

    Bene Bonazzoli…davvero
    Bene anche De Paoli.

    Del Mister bene…sta facendo cose intelligenti

    Quella non persona che siede in tribuna al posto del presidente è appunto
    una non persona. Un “it” .
    Anche ieri un’altra provocazione.
    Mi ricorda “Sir bliss” il serpente del cartone animato di Robin Hood.

    Sui ragazzi in gradinata ho finito le parole. Encomiabili e fantastici come sempre.

    n.b. stiamo organizzando corsi di recupero sullo stile. A presto date e orari sui corsi.

    🙂 state bene e Forza Doria

  39. Dino Ravera ha detto:

    Meglio era difficile fare.non abbiamo concesso occasioni alla Roma.
    Certo davanti abbiamo in questo momento dei fucili a tappi e questo mi preoccupa in questo ciclo di 3 partite contro squadre del ns. livello..speriamo che Ranieri riesca a far sì che la squadra mantenga almeno l’atteggiamento visto ieri e non si vada in trasferta con le infradito…

  40. Luigi ha detto:

    Ma non lo avete ancora capito che per l’idiota romano vige il motto ‘nel bene o nel male basta che ne parliate’ è un megalomane presuntuoso burino e bugiardo lo sappiamo ma finché qualche diavolo non se lo prende ci tocca e la cosa più intelligente è snobbarlo lui questo soffre non essere considerato. Sulla squadra benino ho visto qualche progresso e pur apprezzando Ranieri per la salvezza senza uomini gol la vedo molto dura. Ovviamente felice di essere smentito.

    • Marco B. ha detto:

      In linea di massima potrei essere d accordo con te .
      Ma poi rimanere indifferenti quando una persona in ogni dichiarazione che fa ti prende per il culo ti umilia e butta merda su di te e la tua storia perdonami ma risulta un po complicato…

    • Zaccotenay ha detto:

      Un allenatore seppur bravo può fare poco se non hai davanti chi ti fa vincere le gare. E poi alla fine (se non sei proprio incapace come di Francesco che parlava sempre male dei suoi giocatori già da quando era alla roma) portiere che para e attaccante che segna prima regola, (ho dubbi in entrambi i casi) seconda regola spina dorsale non ancora decisa ma fondamentale. Sarà dura vincere delle partite a meno che il calcio non cambi le regole. Qualcuno propone il 272, ne vedremo delle belle. Se non si prende un centrocampista ed una punta discreta non vedo squadre più deboli di noi. Giocano tutte alla morte e bene escluso il real val bisagno che prendendo motta preferisce avere già un panettone in casa

  41. roberto merlini ha detto:

    Ho visto una squadra logica e ben messa in campo, e una difesa attenta e ben coperta. Con Ranieri possiamo salvarci, e forse anche toglierci qualche soddisfazione, ma dobbiamo dare sempre il 120%.
    Bonazzoli merita il posto di titolare

  42. Sand66 ha detto:

    Per ora mi astengo, una rondine non fa primavera (pure con il Torino sembrava tutto a posto) e le prossime tre serviranno a capire la reale forza di questa rosa (davanti si fatica tantissimo).
    Mi tengo stretto il punto e… forza Doria sempre e comunque.

  43. Jetta ha detto:

    Esordio molto positivo di Ranieri, evidentemente Di Francesco non era all’altezza perchè la rosa è indubbiamente da metà classifica.
    Ha blindato la difesa e alla fine meritavamo i 3 punti ma va bene lo stesso.
    Grande intuizione l’ingaggio di Bertolacci, che esordio!
    Molto bene i 2 centrali di difesa.
    Possiamo solo migliorare! Ottimismo e forza Samp!

  44. Cimi81 ha detto:

    Finalmente una squadra ordinata, niente di stratosferico, ma dopo tanta confusione si è rivista una squadra organizzata che si è muoveva insieme ed unita a conferma che la nostra rosa, seppur indebolita rispetto allo scorso anno, non vale la classifica che abbiamo. È giusto quindi ammettere che “l’ultimo dei colpevoli” (come ho sentito chiamare l’ex mister) qualche colpa c’è l’aveva. Vero, Ferrero ha fatto un mercato da “liberi tutti” e poi si è trovato con il cerino in mano, però, anche se a Di Francesco erano state date garanzie non rispettate, questo non lo giustifica dal non essere stato capace di organizzare una squadra. Poi sarei curioso di sapere veramente cosa è successo con la squadra, perché 3 allenamenti non possono aver trasformato un gruppo che non sapeva stare in campo in uno che si muove all’unisono (come tra l’altro faceva nella stagione precedente). Forse Di Francesco oltre che pecche a livello tattico è mancato proprio a livello motivazionale perché era il primo a non volere stare nella Samp e per me questo è imperdonabile. Ciò non toglie le responsabilità che rimarranno indelebili del teatrino costruito sulla trattativa, sulla quale, chi più e chi meno, tutti sono in parte responsabili: Ferrero, acquirenti, simpatizzanti degli acquirenti, giornalisti e certi (storici) tifosi, tutti sono stati partecipi di mesi schizofrenici che hanno solo creato tensioni
    Spero che abbiamo tutti imparato una lezione, la Samp deve essere sopra tutto e tutti: sono il primo a non digerire Ferrero, ma adesso c’è una priorità, tutti uniti sino ai 40 punti e basta con le chiacchiere e le false speranze. Spero di cuore che se
    dovesse anche riaprirsi uno spiraglio per la cessione, si stia in silenzio sino alla firma.

    • Lollo ha detto:

      Condivido.
      Miei impressioni:
      – il mercato è stato sulla falsariga di quello degli anni precedenti ovvero prima incamerare e poi “comprare” cioè arraffare con le più svariate modalità ( parametri 0, prestiti con diritto/obbligo/prelazione di riscatto etc.. ) quelli che rimanevano liberi le ultime ore di mercato. Se poi quelli liberi sono Zapata e Strinic molto bene anzi benissimo, se sono Tonelli e Saponara un po’ meno bene se è Rigoni male, molto male ( almeno per ora )
      – quello che manca veramente è una punta di peso che faccia salire la squadra e la butti dentro: Quagliarella da solo non basta, Gabbiadini non pervenuto, Bonazzoli acerbo ( e sinceramente abbastanza scarso ): questa carenza secondo me peserà e non poco. Se vuoi toglierti di lì devi vincere e per vincere devi fare gol
      – La difesa mi sembra discretamente attrezzata così come il centrocampo
      – La colpa di DiFrancesco , al netto delle promesse mai mantenute da questa entità che chiamano dirigenza ( Romei , Osti, Pecini esistono ? parlano ? operano ? ) è stata quella di fare tutta la preparazione con giocatori nei quali probabilmente non credeva, per le più svariate ragioni, i giocatori ( che sono tutto fuorchè professionisti ) probabilmente non se la sentivano di impegnarsi troppo per poi finire in tribuna all’arrivo dei Verdi/Berardi di turno ( i nomi erano pura fuffa ma loro non lo potevano sapere ). I risultati si sono visti già contro la Lazio: la Lazio sembrava( era ) una squadra noi sembravamo 11 giocatori di calcio messi in campo a caso e insieme per la prima volta.
      Non credo Ranieri possa fare più di tanto e più di questo ad ogni modo il mini ciclo di ferro che ci attende ( scrivo ferro perchè Bologna, Lecce, Spal sono dirette concorrenti ) dirà se possiamo ambire alla salvezza o no, a prescindere dai punti che faremo.

  45. francesq ha detto:

    Condivido l’analisi.

    E se un po’ di ordine in campo trasforma Murillo in un signor difensore, chissà che un po’ di ordine nel mio armadio non mi trasformi in un fusto alto bello e biondo. E magari così aveva ragione mia moglie a rompermi le scatole, sull’ordine.

    Ordine. La parola del giorno. Ordine.

    4-4-2 e linee strette. Nel mezzo non si passa. Murillo fa una grande gara, Murru torna caparbio, Beres torna… terzino (frecciata al cianuro, per chi la coglie), Colley torna sensato, della serie sparala in fallo laterale se – in quel momento – non ti senti Baresi e non ti viene da impostare palla a terra.

    E così chiudi la porta, per diana. Almeno non le prendi. E se riesci a blindare la difesa, probabilmente riesci a salvarti, fermo restando che l’impresa resta ardua.

    Davanti, invece, poco poco, ma ci sta, non è che Mastro Claudio in cinque giorni ti scaravolta la galassia. Ci vuole tempo. E forse ci vorrebbero anche altri uomini, lassù in attacco. Mi piace Bonazzoli, perché col 442 serve una punta un po’ più fisica, che la tiene su, come faceva Fabio Bazzani, tanto per capirci, che la stoppa di petto e la difende mentre la difesa risale. Non mi piace, almeno per ora, il nostro immenso Fabio, che a quasi 37 anni fa un po’ fatica a rincorrere la palla lunga della ripartenza, a battere in velocità i centrali, a sgusciare tra terzino e stopper come faceva Jamie Vardy ai tempi del Leicester e del “dillyding dillydong”. E’ dura, per Fabio. Lui che era abituato al giampaolismo bailado, palla lenta, che gira, e che gli permetteva di posizionarsi.

    Giù all’inferno serve altro, che “bailar”. Devi difendere al meglio che ti riesce e poi salire veloce, quando l’avversario smargiasso pensa di farti male e – allocco – scopre le natiche. Lì, proprio in quel momento, serve la puntura.

    Questione di tempo, penso. Ci adatteremo tutti a questa nuova dimensione, alle nuove logiche, ai nuovi obiettivi.

    Intanto, resta la sensazione che Claudio Ranieri sia un allenatore di ottimo livello. Esperienza, comprensione, conoscenza.

    E che Difra, mi perdonerete, non ci aveva capito granché.

    • Martino Imperia ha detto:

      Concordo. Ma aggiungo che “difesa blindata” non ha significato partita catenacciara tuttindietroecontropie’ . Per quanto nei limiti abbiamo proposto qualcosa. Ci fossimo chiusi avremmo perso. Ranieri bravo, lo si è visto nei cambi tutti azzeccati. Già l’idea di avere staffette (Quaglia/bonazzoli, Rigoni/DePaoli etc) è già meno confusionaria di prima.
      Resta per me mistero Difra, lodatissimo dai giocatori a parole, ma che lo hanno mal ripagato sul campo

      • francesq ha detto:

        Un po’ catenacciara si, dai.. Ma ci sta, è giusto. E’ quello che bisogna fare per togliersi dai casini, come dicevano i francesi.

  46. livio1 ha detto:

    L’inizio è incoraggiante: la Roma per quanto molto dimessa rappresenta pur sempre un avversario molto ostico per il nostro attuale livello. Sono convinto che negli anni precedenti avremmo incamerato i 3 punti. Ma ora di più non si poteva fare…..La nostra debolezza offensiva è emblematica; voglio sperare che il rendimento di Quagliarella possa avere una repentina impennata…..e che il presidente si convinca che a Gennaio è necessario aumentare in peso e statura le bocche da fuoco.
    Per fortuna credo che Ranieri possa rappresentare la miglior scelta possibile per cavarci d’impaccio. Bisogna dare atto a Ferrero di essere stato stato tempestivo perchè tale scelta avrebbe potuto far comodo anche ai derelitti Cugini. Al proposito il campionato sta delineando con chiarezza i valori . E mi pare che siano poche le squadre al nostro livello; Spal, Lecce, Brescia, Genoa. E forse quest’ultimo mi pare la peggiore del gruppo.
    La salvezza resta un obiettivo primario e credo, molto difficile da conseguire senza notevoli investimenti che temo non verranno effettuati…..Sarà fondamentale l’apporto del Mister…..

  47. Paolo67 ha detto:

    Finalmente si intravede un Po di luce… benvenuto e grazie mister Ranieri…persona semplice e garbata.. nello spirito e nello stile SAMP…

  48. Nicola ha detto:

    Compattezza ritrovata, ora serve una maggior continuita’ nelle azioni d’attacco. Depaoli e Bonazzoli devono giocare. AVANTI MARINAI!!

  49. Sestri levante ha detto:

    Unica cosa che conta x il bene della Samp è che Ferrero se ne vada!

    • Enrico ha detto:

      Giusto!!a me personalmente quest’anno del campo interessa poco….il nostro problema più grande è il futuro della nostra amata SAMP…futuro che con la ritirata del gruppo Vialli,non è per niente certo e scontato….qui non è questione di seria A o retrocessione,qui il problema è sopravvivere a livello di società,avendo un presidente con le pezze al culo e pure inguaiato con la giustizia!secondo me finiremo per ripartire come il palermo con Garrone presidente.

  50. fulvio vassalli ha detto:

    ma non c’è nessuno della numerosa (e costosa per la comunità) scorta Digos che intimi a Ferrero di non provocare pena un … “alla prossima ti arrangi”.

    Troppo facile fare lo sbruffone con 10 che ti proteggono, vorrei vedere se da solo abbassa la cresta.

    Oltre che ladro, ignorante, presuntuoso anche vile.

  51. Daniele da Rapallo ha detto:

    Tutti i vostri giudizi sulla partita e sull’allenatore sono giusti…Io consiglierei di aspettare con cautela.
    Squadra messa in campo più chiusa e pragmatica e compatta, però contro una Roma inguardabile.
    Non abbiamo preso goal ma i due centrali hanno fatto pena, compiendo diversi errori e tirando diverse ciabattate in disimpegno, specialmente Colley.
    L’allenataore dovrà trovare la quadra per l’attacco che ahinoi è al momento spuntato con un Quagliarella in difficoltà ma poco supportatato. E’ chiaro che a Gennaio serve un attaccante e, casomai, faremo una colletta noi.
    Piccola nota ovvia : nel calcio non vi è riconoscenza e la società lo dimostra con un Quagliarella che è stato capocannoniere, ed uno degli attaccanti meno pagati in rapporto ai goal segnati, non riconoscendogli il pattuito sembrerebbe.
    Quindi cauti : la squadra è gramma e mal costruita anche se non da ultimo posto (io direi da dodicesimo-quindicesimo, non di più), l’allenatore ha esperienza e pragmaticità (dovrà assumere psichiatri per la testa deigiocatori), la società è impresentabile in un clima caldo. Cautela quindi con l’entusiasmo aspettando i primi punti. Il calcio non è una scienza esatta.

  52. Luigi ha detto:

    Domanda secca per Maurizio perché anche il sottoscritto è preoccupato di ciò che non concerne la squadra ed è questa: la Samp potrebbe rischiare moltissimo anche in caso di permanenza in serie A ?

  53. ale1960 ha detto:

    Livio ma con che soldi l’innominabile può fare campagni acquisti a gennaio, con i tuoi? Lui non ha un euro e per poter comprare deve fare delle plusvalenze e l’unico che può vendere in questo modo è Audero che gli frutterebbe sui 20 milioni di euro.Quindi l’unica cosa che deve succedere è questa
    ……vatteneeeeeeeeee
    I puntini al posto dell’innominabile circense

    • Luca B ha detto:

      per ale1960. A gennaio può fare mercato in 2 modi
      Vendendo Audero, tanto c’è pronto VIviano, + Caprari e Gabbiadini (Dio lo volesse per entrambi, inutii). Penso che una cifra attorno ai 45 milioni la può prendere. Bisogna poi vedere se la spende o la mette in tasca

      Oppure come fa da sempre, altri puffi in giro, tanto è abilissimo a fare questo

      • Michele G. ha detto:

        Luca, la Sampdoria per quello li è il bancomat da cui può attingere soldi per le sue spese correnti. Quindi gli eventuali introiti provenienti dalla vendita dei giocatori da te citati (a proposito, la cifra di 45 milioni mi sembra eccessivamente ottimista come possibile ricavato) finirebbero molto probabilmente da qualche altra parte che non siano le casse societarie.

  54. ale1960 ha detto:

    Sono convinto, purtroppo, che se anche ci dovessimo salvare sul campo, il prossimo anno non faremo il campionato di serie A, salvo un miracolo che è quello della cessione della società.
    Maurizio hai ragione il campo conta ma soprattutto conta molto di più il futuro della società e con pseudo presidente purtroppo non ci sarà futuro.

  55. paolo63 ha detto:

    Caro Maurizio vorrei essere una voce fuori dal coro e porti 3 quesiti che esulano dalle solite polemiche che abbiamo tutti noi nei confronti dell’essere.
    1)Se un dipendendente viene licenziato dalla sua ditta/azienda se ne va a casa e perde il lavoro;un allenatore che firma un triennale come spalletti viene licenziato e percepisce lo stipendio fino alla fine del contratto stesso e se trova un’altra squadra chiede buonuscita.Non trovi che le societa’ sono in ostaggio?
    2)Ho letto nel fango del dio pallone scritto da carlo petrini.Ebbene se leggi spiega come il sig.Mazzone faceva bere pozioni magiche prima,durante e dopo le partite;allenava la Fiorentina e guarda caso Beatrice,Saltutti etc.etc. sono deceduti.La lega controlla seriamente?nON VORREI altri Borgonovo,Signorini,Lombardi e forse Gorin.
    3)Il giorno dopo la morte del compianto Morosini l’allora presidente della federazione disse che tutte le squadre avrebbero dovuto avere per legge il defribillatore a bodo campo.Ho fatto un’indagine personale mandando email alle societa’ professionistiche e semi e il dato allucinante e’ che solo un 30/40 % di queste lo possiede.Poi quando ci scappa il morto tutti commenti inutili quando la prevenzione e’ legge!!!!!!!!!!!!!!
    A parte il primo punto tu che sei un cardine nello sport giornalistico genovese puoi indagare e se c’e’ qualcosa di sbagliato farti paladino di questa mia battaglia che dura da sempre ,ma essendo un signor nessuno qualunque non mi si fila.Grazie per l’attenzione forza e sempre DORIA

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      1) No, sono le società che fanno quei contratti, è giusto che paghino se sbagliano; 2) io sono garantista, a carico di Mazzone non ci sono sentenze di condanna. Questo non significa che non si fosse abusato di farmaci ma temo fosse una prassi corrente; 3) grazie dell’indicazione, faremo una verifica.

      • Kreek ha detto:

        @Maurizio Michieli

        Mi fa piacere apprendere che tu sia garantista,ma atrove leggo che consideri un eventuale rinvio a giudizio come un “baratro”…

        E’ un garantismo a fasi alterne? 😉

        https://www.radiosportiva.com/Michieli-A-febbraio-potrebbe-spalancarsi-un-baratro-per-la-Samp.htm

        SU FERRERO: “A febbraio sarà chiamato a fronteggiare la liquidazione della Eleven Finance e la richiesta di rinvio a giudizio per distrazione fondi dalla Sampdoria. Se dovessero andare in porto tutte e due si spalancherebbe un baratro per la Samp”

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Non vedo contraddizioni, sinceramente. Se Eleven Finance (società che “controlla, coordina e gestisce le palazzine di Bogliasco”, come recita il bilancio della Sampdoria) finisce in liquidazione, non farei la ruota come un pavone e avrei qualche brivido nella schiena.
          Così come se Ferrero fosse rinviato a giudizio con l’accusa di avere distolto illegalmente soldi dalla Sampdoria, non vedo come potrebbe continuare ad esserne il presidente sino a processo concluso (almeno sei, sette anni, salvo prescrizioni).
          La responsabilità penale è personale e per questa vale la presunzione di non colpevolezza, quella gestionale è altra cosa (per non dire quella morale, ma almeno questa la lasciamo perdere). Tant’è che in casi simili è bastato che un pm intravvedesse il rischio di reiterazione del reato per far scattare provvedimenti restrittivi. Cosa che ovviamente non auspico.
          Ma a differenza tua sarei più tranquillo ad avere come presidente della Sampdoria una persona incensurata o quantomeno senza precedenti per bancarotta fraudolenta, senza processi a carico e senza società in stato di liquidazione.
          Dopodiché, dormo lo stesso. Si fa per parlare.

          • Andreap ha detto:

            maurizio,
            io su elevan finance non dormo la notte…

          • Kreek ha detto:

            @Maurizio.Michieli

            Se uno è garantista, è garantista sempre.

            Non a corrente alternata .

            La “morale” italiana funziona a corrente alternata, a seconda di chi venga colpito.

            Nulla c’entra cosa fa stare più tranquillo me o cosa pensi io.

            Il garrantismo è roba seria 😉

          • Kreek ha detto:

            Ovviamente non garrantismo, ma garantismo 🙂

          • andreap ha detto:

            eleven finance per evitare la liquidazione se non il fallimento(si spera di non dover rientrare nella nuova legge fallimentare), ha bisogno di minimo 45 milioni di ricapitalizzazione.
            ovviamente il ricchissimo proprietario della sampdoria sarà in grado di provvedere…

        • maverick ha detto:

          Forse dovresti aprire un dizionario e leggere la definizione di garantista.

          • Kreek ha detto:

            @Maverick

            Sono una persona umile, così ho studiato e…guarda un pò sotto 😉

            O si è o non si è garantisti. Non c’è scelta.

            Non vale il principio a “fasi alterne”.

            Non esiste un giudizio “gestionale” o “morale” altro quando si parla di garantismo.

            Non vale per Mazzone o per Ferrero, vale per entrambi.

            garantista agg. e s. m. e f. [der. di garantismo] (pl. m. -i). – Che, o chi, accoglie e segue i principî del garantismo; sostenitore del rispetto delle garanzie costituzionali: ordinamento giuridico garantista.

            http://www.treccani.it/vocabolario/garantismo/

            garantismo s. m. [der. di garant(ire), garanzia]. – Dottrina politica e correlativo movimento d’opinione che si sono sviluppati nel corso dell’Ottocento liberale in favore del necessario rispetto dei diritti individuali e delle garanzie costituzionali poste a loro tutela contro le interferenze e gli eccessi dei pubblici poteri. Il termine ha anche assunto il significato più ristretto di richiamo a una maggiore osservanza delle garanzie giuridiche nello svolgimento delle indagini e dei processi penali, al fine di tutelare adeguatamente il diritto di difesa e di libertà dell’imputato in ogni stato e grado del procedimento. Altre volte è usato con connotazione negativa per denunciare pretese esagerazioni che certe leggi o interpretazioni giuridiche determinerebbero: gli eccessi di g. nello statuto dei lavoratori limitano l’efficienza delle imprese.

            @ andreap

            Parlavo di garantismo rispetto alll’eventuale rinvio a giudizio di Ferrero…Sulle altri questioni vedremo…ormai sono 5 anni abbondanti che ascolto Cassandre….speriamo che si sbaglino anche questa volta!!!

            @Marco B.

            Il bilancio della sampdoria è in attivo nel 2018 e stessa cosa sarà per il 2019, vedremo il 2020.
            Ma smettiamola di accostare realtà che sperperavano milardi di lire e con miliardi di passivo alla Sampdoria, la cui gestione efficiente è stata lodata dal Grande Gianluca Vialli in persona…

            “Avevo la convinzione che avrei fatto un buon lavoro con chi è alla Sampdoria, senza che gli venga riconosciuto il giusto merito perché se lo prende tutto Ferrero. C’è una struttura efficiente, a cui volevo aggiungere passione, orgoglio, coraggio e umiltà per aiutare il popolo sampdoriano e per rappresentarlo”.

            (da primocanale.it)

        • Marco B. ha detto:

          Kreek la questione e molto semplice e scritta sui libri.
          Ti vai a rileggere che fino hanno fatto la Lazio di Cragnotti ed il parma di tanzi dopo che i tribunali li hanno ingabbiati

      • paolo63 ha detto:

        Grazie Maurizio

  56. Marco ha detto:

    E chi elogia in conferenza stampa Ranieri? Quagliarella.

    Perchè sa che è dal capitano che si deve passare, gladiatore , mal supportato da un inesistente Gabbiadini, con 2 esterni Rigoni(inguardabile) Jankto(un po meglio) perchè gente di lotta serve.

    Gabbiadini,Ramirez e Caprari fighette che han paura di sporcarsi la maglietta, correndo sudando lottando su ogni pallone.

    Ranieri ha capito, che se pungola in modo positivo Quagliarella, possa trascinare anche la squadra fuori dalle sabbie mobili.

    Bisogna arrivare a gennaio in una posizione più consona e sperare di trovare giocatori importanti.

    In attacco ci si è voluti suicidare con Bonazzoli, confermando Ramirez, Caprari e Gabbidini , sarà veramente molto dura.

    • Luca B ha detto:

      x Marco
      Su Caprari e Gabbiadini sono daccordo, lo sanno anche le pietre che per me sono grammi e irrecuperabili. Sono questi. Caprari lo aspettiamo da 3 anni, da predestinato nella Roma è stato scaricato dalla stessa all’inter e l’inter ha fatto lo stesso dandolo al Pescara. Poi siamo arrivati noi e l’abbiamo preso nello stoppino. Gabbiadini è mediocre. Da quando è andato al Napoli, passato al Southampton e tornato qui è sempre lo stesso.

      Su Rigoni non sono daccordo, è un trequartista e come tale vorrei vederlo giocare prima di giudicarlo

      Jankto è ancora un mistero, certo è che riesce a sbagliare spessissimo anche le cose più semplici

      Bonazzoli invece è un giocatore sul quale puntare, ha fisico, gamba, cattiveria (cosa sconosciuta a Caprari e Gabbiadini), segna, ed è l’unica punta di ruolo insieme a Quagliarella.

  57. Rapallin 92 ha detto:

    Maurizio, secondo te, la famiglia di ferrero, compagna e figli, non hanno spinto affinché vedesse? 2) ma chi glielo fa fare a Romei di restare in quel caos? Ferrero vattene!

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      No, perché essendo proprio loro (la figlia Vanessa e il nipote Giorgio) i veri proprietari della Sampdoria, se volevano potevano vendere.

      • Paolo1968 ha detto:

        Difficile rinunciare a 3 lauti stipendi…. quando pensi di farla franca per anni con la legge e comunque vendere quando si vuole.

  58. Klaus Lavagna ha detto:

    Maurizio,secondo te Garrone è ancora disposto a farsi perdonare lo sgarbo fatto a noi tifosi nel 2014 dopo lo sgarbo subito da parte dei tifosi l’altra sera ad Albaro?Se sì, in caso di probabile pericolo di fallimento,con che tipo di intervento(aiuto nella ricerca di un acquirente incentivandolo economicamente oppure addirittura con subentro diretto allo sfacciato supermiscio)?

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non lo so, non ho certezze. So però che Edoardo Garrone è più sampdoriano di quanto non appaia e alla Sampdoria tiene. Questo al netto (lo scrivo per scansare le solite obiezioni) dell’errore del 2014.

  59. Pazzoperlasamp ha detto:

    Mi risulta che il parassita, oltre a percerpire un lauto stipendio da oltre un milione netto all’anno, stia usando la Samp come un bancomat…tutte le spese extra vengono rimborsate portando la spesa complessiova ad oltre 2 milioni di euro ( le speranze di Stefano RIssetto sono vane…) e cioè il costo maggiore fra giocatori , staff e dirigenza presente attualmente a cassa….
    Inoltre mi risulta anche che tutto il consiglio di amministrazione, tranne l’avvocato romei , stiano dalla parte del caciottaro per poter continuare a percepire compensi e usare anche loro la samp come una carta di credito …
    Maurizio indaga…ma purtroppo le notizioe sono veritiere…

    • Marco ha detto:

      Ma ferrero come cavolo ci é arrivato li?

      Ce lo ha messo qualcuno di proposito, regalandogli la SAMPDORIA.

      Vorrei vedere se a te regalassero un azienda e ti garantissero fidejussioni….

      ferrero é sempre stato cosi , la colpa è solo di chi ce lo ha messo

  60. Franco ha detto:

    Dico solo questo: se Ranieri salva la Samp e’ un “miracolo” superiore a quello che ha fatto Mihajlovic con il Bologna. A patto che definire un “miracolo” superiore o inferiore abbia un senso. Se ci riesce, spero che venga nominato Allenatore-Manager il più a lungo possibile. Da qualsiasi Presidente ci sia alla Sampdoria. E’ un grande Allenatore nel senso più completo del termine. Cordialmente.

    • Edoardo ha detto:

      Ottenuta la salvezza, ammesso che riusciremo a salvarci, credo che prenderanno subito un altro allenatore: ormai le medio-piccole vogliono tutte fare il gioco spumeggiante alla Guardiola per valorizzare i giovani talenti e fare maggiori plusvalenze, tanto per intenderci il gioco alla Ranieri o alla Novellino non va più di moda proprio perché è finalizzato “solo” al risultato sportivo e basta, vedi anche il Genoa, hanno l’acqua alla gola (forse peggio di noi) eppure ciononostante continuano a prendere allenatori “propositivi e integralisti” tipo Andreazzoli e Thiago Motta, comunque sportivamente parlando per me è una bestemmia, io dico tutta la vita Ranieri, Boskov e Novellino, prima di fare gol bisogna saper difendere bene…

      FORZA SIR CLAUDIOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!

      • fulvio ha detto:

        Ranieri ha il rinnovo automatico in caso di salvezza mi pare, pagano 2 allenatori ?

        • Michele G. ha detto:

          Non credo che debbano pagare anche Di Francesco, perché penso che lo abbiano già liquidato con una buonuscita, risolvendo così il contratto.

        • Edoardo ha detto:

          Sì sì, ma quello che volevo dire è che gli allenatori all’antica (secondo me i migliori) con dei presidenti come Ferrero e Preziosi durano poco, giusto il tempo di salvarsi (quando va bene), ovviamente mi auguro di sbagliarmi e spero che Ranieri resti qui per altri 5 anni…

  61. ste75 ha detto:

    se usciamo indenni da Bologna allora sì può parlare di squadra fuori dal tunnel altrimenti siamo punto a capo..dopo nove giornate rimanere a quattro punti.sarebbe disastroso…in ..proiezione sarebbero18 punti a fine campionato…so che è una stronzata xché ora le squadre sono più alla nostra portata ma recuperare diventa complicato. ma x la legge dei grandi numeri ho buone sensazioni. è troppi anni che veniamo umiliati in Emilia

  62. Varese lugure ha detto:

    Maurizio, secondo te, in parole povere, perché Ferrero non ha venduto e non vuole vendere? È pazzo, sfida la gente, orgoglioso. ..ma possono essere queste le tesi giuste?, secondo me c’è dell’altro. Se è messo così male economicamente, ha tt contro, nessun altro offre di più, perché non cede, cosa vuole realisticamente? Non mi torna. O è veramente pazzo o c è qualcosa che non sappiamo.
    Grazie

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Guarda, io credo che ora sia piuttosto preoccupato di essere rimasto con il cerino in mano. Ma non vado oltre. Lui dalla Sampdoria guadagna molto, lo ha ammesso e questo gli fa onore (altri presidenti negano eppure fanno questo da anni, sono presidenti di professione, l’elenco è lunghissimo). Difficile rinunciare a soldi e popolarità (prima della Sampdoria nessuno sapeva chi fosse Ferrero). Ecco perché resiste. E anche perché spera sempre di fare più soldi, giacché buona parte di un’eventuale vendita gli vengono subito assorbiti dai debiti delle sue “aziende”.

  63. Edoardo ha detto:

    X MAURIZIO – problema attacco

    Ma secondo te Maurizio che giocatori sono Caprari e Gabbiadini, voglio dire sono veramente giocatori da A? Non fanno quasi mai la differenza, non dribblano, non tirano, non inventano e men che meno recuperano palloni, io non capisco perché insistiamo così tanto su questi giocatori, poi Gabbiadini sembra quasi che non ce n’abbia più voglia, vedi anche come si presenta, mal pettinato, con la barba sempre mal fatta, la testa bassa e lo sguardo perennemente spento, belin almeno Bonazzoli ce la mette tutta, va avanti a testa alta, prova quache dribbling o qualche numero, è questo che deve fare un attaccante, un centravanti o una seconda punta non possono limitarsi solo al compitino e basta, almeno Ramirez quando entra qualche tiro lo fa e sulle punizioni è l’uomo più pericoloso che abbiamo, io proverei lui come seconda punta in appoggio a Quagliarella e nei secondi tempi magari butti dentro Bonazzoli, secondo me Caprari e Gabbiadini sono dei giocatori che non possono partire titolari in A, questa è la mia opinione…

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Beh, da serie A sì, soprattutto questa serie A, dove arriva Ribery al tramonta e fa faville, Quagliarella vince la classifica cannonieri a 37 anni, Toni a 38, Totti gioca sino a 40. Però Gabbiadini e Caprari di certo non sono da prima fascia, ma da squadre di metà classifica, come comprimari. Quanto a Bonazzoli, non vorrei diventasse il Fornaroli di turno solo perché ha fatto vedere due sprazzi di buona volontà. Detto questo, speriamo si confermi anche in caso di partenza dall’inizio. La realtà è che a gennaio serve un centravanti da affiancare al capitano, che può ancora dare molto se lasciato libero di occupare lo spazio che ritiene in base alla sua (notevole) intelligenza calcistica.

      • Edoardo ha detto:

        Da qui a gennaio è lunga, io punterei subito su Ramirez dall’inizio come seconda punta e Bonazzoli lo terrei per i secondi tempi, invece Quaglia lo lascerei sempre in area a fare il lavoro di rapina alla Inzaghi, dobbiamo stare attenti a non spomparlo troppo perché nonostante i 37 anni Fabio è l’unico vero campione che abbiamo e comunque prima o dopo qualche golletto ce lo farà sicuramente, adesso dobbiamo supportarlo nella maniera giusta e poi vedremo a gennaio, ma di attaccanti validi da doppia cifra disposti a venire da noi io francamente non ne vedo in giro, a settembre perfino Defrel ci ha fatto una ricca leva…

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        caro Maurizio a mio avviso bonazzoli essendo se non erro un 98 ha margini. lo avevano dipinto come un fenomeno a 16 17 anni e sicuramente fenomeno non è però potrebbe anche rivelarsi nel tempo un giocatore che cresce perché l’età è giovane ma nella situazione in cui siamo anche si rivelasse bel tempo un buon centravanti o attaccante non credo sia oggi sufficiente e credo l’investimento per la salvezza debba essere un centravanti vero di categoria. sulla serie A attuale non sono d’accordissimo con te perché rispetto a qualche anno fa è più competitiva specialmente le squadre di prima fascia sono squadre ora competitive anche a livello europeo che con le squadre come la ns ci scherzano troppa differenza. juve inter e napoli sono squadre che riescono a giocare con le inglesi e le spagnole magari la sola juve può arrivare lontano in Champions ma il napoli e l’inter con squadre forti tedesche spagnole e inglesi mi sembra da un paio d’anni reggano. il ns campionato secondo me è medicore dalla sesta settima in giù quello si ma lo è anche quello tedesco e anche quello spagnolo. l’unico che ha più squadre forti è quello inglese ma a mio avviso avere qualità con campionati a 20 squadre e rose allargate è dura. fossimo a 16 18 squadre vedremmo una serie A diversa ma temo anche le ns squadre molto più a rischio. perdona la digressione era solo per non pensare sempre a chi abbiamo come presidente. in questo paese sembra ormai che per fare il presidente o il ministro si debba dare il peggio di se……..

    • Zaccotenay ha detto:

      Caprari e gabbiadini giocano senza ambizione, e quando vengono sostituiti fanno anche le facce di chi pensa di aver subito una ingiustizia, caprari insieme a Quagliarella non abbiamo mai vinto, sono incompatibili, proverei a lasciare a riposo il capitano qualche partita e provare ramirez falso 9 ha fisico e tiro, peggio non può fare.

    • Luca B ha detto:

      X Edoardo e Maurizio
      Sono totalmente daccordo con te Edoardo.
      Calcisticamente parlando, Caprari e Gabbiadini, li odio eritengo siano degli inutili, proprio per tutto uello che hai elencato tu Edoardo

      Ho avuto modo di incontrare Caprari in un noto risotrante qui a Genova, era al tavolo vicino al mio. A fine serata, quando avevamo entrambi finito ed eravamo alla cassa, mi sono avvicinato e chiaccherato con lui. Sembrava avesse paura della sua ombra, era spaurito, sembrava un cucciolo di bambi. Ma uno con un carattere così può essere un professionista? Gabbiadini invece è lo scazzo fatto in persona. Desidero con tutto il cuore vederli partire a gennaio e non rivederli mai più con i nostri colori

      • Zaccotenay ha detto:

        Sono senza palle, ma non è colpa loro, ma di chi li ha presi, qui a Genova siamo stufi di aspettarli. Non è che gli altri davanti facciano meglio, è la squadra che è mal costruita, non puoi basarti su un 37enne per il futuro.

  64. Franco ha detto:

    Ranieri punta a stimolare i giocatori. E’ ovvio. Ormai la Samp deve giocare con i giocatori in rosa. Almeno fino a gennaio. Amen. Purtroppo ,solo come semplice considerazione, mi viene da chiedere; come mai avendo Quaglia , la Società non le ha chiesto , in via indicativa , quale tipo di giocatori di attacco avrebbe preferito ?. Con la sua esperienza ed età, almeno quest’anno, si sarebbe dovuto ascoltare. Non credo che se fosse dipeso da lui gli attaccanti della Samp sarebbero quelli di adesso. Senza nulla togliere a nessuno. Quaglia mi sembra parecchio sfiduciato. Qualche ragione ci deve essere. Se lui non fa’ qualche rete sono dolori. Cordialmente.

  65. Gino rapallo ha detto:

    L’unica cosa che conta è che il pagliaccio se ne vada, non conta altro.

  66. ste75 ha detto:

    x Maurizio…ho sentito l’interesse x raggi….è solo un augurio dopo tanta pioggia..o davvero siamo interessati a un 35 enne?ma in attacco come svincolato da buttare già nella mischia nn esiste? con bertolacci è andata bene….

  67. Giovi ha detto:

    In punti 2-3-4 sono una conseguenza del punto 1
    Il problema è che mf non ha nulla da perdere,
    La Samp gli è stata regalata e della stessa non gliene frega niente, le sue società sono piene di debiti in pratica fallite e ha un baratro davanti , nella sua vita ha sempre camminato sul filo del rasoio producendo prevalentemente sconquassi, quello che gli sarebbe stato offerto non sarebbe stato sufficiente per sistemare la sua situazione debitoria… e allora tenta in ogni modo vergognoso di spillare quello che gli serve al Dr Garrone. Non vedo vie di uscita.

  68. belmondo' ha detto:

    Ciao Maurizio, sono d’accordo con te, vedo molte analogie tra bonazzoli e fornaroli ovvero un giocatore mediocre che si conquista le simpatie del pubblico grazie alle “buona volontà”. Purtroppo in serie a con la buona volontà non vai da nessuna parte, prova ne è che bonazzoli faceva panchina nel padova ed è rimasto qui semplicemente perché non lo volevano neppure in serie c. pero’ la gente se vede uno fare un paio di scatti per correre dietro ad un pallone si esalta e lo elegge a nuovo idolo, se vede gabbiadini spettinato e con la barba lunga lo accusa di poco impegno ( per altro su gabbiadini sono d’accordo, è indisponente). Io ricordo Ronaldo, per dirne uno, che passava dei quarti d’ora senza toccare palla o senza correre a vuoto dietro agli avversari. A gennaio serviranno due attaccanti, non uno. Era successo con muriel ed eto’o qualche anno fa, speriamo le cose vadano nuovamente in quella direzione e che bonazzoli possa trovare fortuna a villa gentile sui 400 metri

  69. Chicco 78 ha detto:

    Cmq ragazzi occhio a dare per finito Quagliarella perché, aldilà della riconoscenza e dell’amore per la samp e il suo capitano che la rappresenta,tipo una settantina di goal in tre anni che è alla samp dovrebbero dirvi qlcs perché se anche quest’anno ne facesse anche solo 10,anche se sono convinto che ne farà pure di più,tanto di cappello per un grande uomo oltreche’ gramde calciatore….quindi per quanto mi riguarda con il quaglia semper fidelis altroché panchina

  70. Sandoia ha detto:

    Ma come si fa’ a salvarsi
    Se Mancosu e Donnarumma
    Segnano più di Lukaku
    Anche Djuricic ed Okaka la buttano dentro!

  71. ste75 ha detto:

    ma questo Maroni che fine ha fatto? è da ferragosto quasi che si allena a parte..potrebbe essere uno dei pochi a dare fantasia a centrocampo…che cosa ha di preciso?

Lascia un commento

BUNKER

La Sampdoria ferma il migliore attacco della serie A e conquista contro l’Atalanta a Marassi un altro punto prezioso nella [&hellip

NON ILLUDERSI MA COSTRUIRE

Il tenace cross di De Paoli, l’intelligente spizzata di Ramirez e la decisiva deviazione di Caprari hanno regalato alla Sampdoria [&hellip

SOS

Di buono, c’è soprattutto che il Lecce alla fine non ha raccolto tre punti ma soltanto uno. Come la Sampdoria, [&hellip

CVD

Come volevasi dimostrare, non è bastato cambiare l’allenatore per trasformare la Sampdoria, in caduta libera anche a Bologna dopo il [&hellip