Archivio - Settembre, 2019

28 Set
2019

POST MUTO

Giuro, non è una questione di mancanza di volontà di lavorare. Ma non vi va di scrivere niente, perché dovrei sparare sulla croce rossa e questa croce rossa è la mia, la nostra amata Sampdoria. Scrivete voi, vi leggerò con piacere. Io quello che avevo da dire l'ho detto, anche in tempi non sospetti e attirandomi qualche antipatia. Adesso tocca ad altri. Posso solo aggiungere che è una tristezza arrivare allo stadio e vedere che per l'attuale Sampdoria la principale preoccupazione è "minacciare", con tanto di volantino consegnato all'ingresso, chi magari fa una foto della Sud dalla tribuna stampa per metterla sul sito. E' l'era moderna, si dirà, sono i regolamenti. Tutto giusto, tutt...
26 Set
2019

SINCHE’ LA BARCA… AFFONDA

Giusto due cosette sulla sconfitta di Firenze, la quarta in cinque partite. Ok che Murillo non era da espellere, ok che se entra la traversa di Rigoni magari cambia qualcosa, ok, ok, ok... Ma se qui non si prende coscienza che questa è una stagione pasticciata, il rischio è enorme. Ribery, da solo, vale mezza Samp: assist e tre ammonizioni provocate. Non c'è qualità, non c'è organizzazione, non c'è gioco. Di Francesco è l'ultimo colpevole di quanto sta accadendo, ma qualunque allenatore, all'espulsione di Murillo, avrebbe subito reagito inserendo un difensore centrale. Non lui. Ed è arrivato il raddoppio di Chiesa. Non ce l'ho con Difra, che è sicuramente un ottimo allenatore, ma a...
22 Set
2019

OSSIGENO MA NON PER IL CONTESTATO FERRERO

Primo gol su azione, prima partita conclusa senza subire reti e primi tre punti in campionato per la Sampdoria di Eusebio Di Francesco, che ha meritato la vittoria contro un Torino messo alle corde sin dall’inizio. I blucerchiati schierati con tre difensori, pronti a diventare cinque per i ripiegamenti di De Paoli e Murru, sono parsi più solidi e tutta la squadra nel complesso più equilibrata. I due mediani Ekdal e Vieira hanno svolto un gran lavoro, Rigoni ha fatto il pendolo, peraltro non benissimo, tra centrocampo e attacco, Quagliarella e Gabbiadini vicini hanno avviato finalmente le prove di dialogo. Gran tifo da parte della Gradinata Sud e dei tifosi, che hanno raggiunto la quota ...
14 Set
2019

LA FINE DI UN CICLO

La Sampdoria ha perso a Napoli la terza partita su tre, subendo in totale nove gol senza segnarne alcuno su azione. Di Francesco ha schierato tre formazioni diverse e al "San Paolo" ha pure radicalmente cambiato modulo, rispolverando persino Regini. Con gli stessi risultati, a parte qualche occasionale sussulto nel primo tempo dilapidato dal neo acquisto Rigoni. Un bilancio - al di là dello score e della situazione di classifica - raccapricciante per il modo in cui è maturato, ovvero al termine di operazioni complesse e confuse. E' la fine di un ciclo, quello targato Massimo Ferrero. Che ha pure avuto dei meriti, sebbene non si possa dimenticare che è scattato dai nastri di partenza dell...
2 Set
2019

LIBERACI DAL MALE

Sette gol subiti, uno solo realizzato su calcio di rigore: è questo il bilancio delle prime due giornate di campionato per la Sampdoria di Eusebio Di Francesco, tristemente ultima in classifica per differenza reti. Dopo la disfatta casalinga contro la Lazio, ne è arrivata un'altra in trasferta contro il più modesto Sassuolo. E se a ciò aggiungiamo che con il Crotone in Coppa Italia era andata di lusso perché gli avversari avevano sprecato più volte il raddoppio, ecco che tre indizi costituiscono una prova: questa squadra è fortemente indebolita e non ha nemmeno più un'organizzazione a cui aggrapparsi, anzi, è proprio senza capo né coda. O senza equilibri, come ha detto l'allenator...

BUNKER

La Sampdoria ferma il migliore attacco della serie A e conquista contro l’Atalanta a Marassi un altro punto prezioso nella [&hellip

NON ILLUDERSI MA COSTRUIRE

Il tenace cross di De Paoli, l’intelligente spizzata di Ramirez e la decisiva deviazione di Caprari hanno regalato alla Sampdoria [&hellip

SOS

Di buono, c’è soprattutto che il Lecce alla fine non ha raccolto tre punti ma soltanto uno. Come la Sampdoria, [&hellip

CVD

Come volevasi dimostrare, non è bastato cambiare l’allenatore per trasformare la Sampdoria, in caduta libera anche a Bologna dopo il [&hellip