I QUARANTA GIORNI PIU’ LUNGHI NELLA STORIA DELLA SAMPDORIA

22 Ago 2019 by Maurizio.Michieli, 135 Commenti »

Dopo mesi in cui Massimo Ferrero aveva bollato la trattativa con il Gruppo Vialli come una buffonata (“Gli state facendo fare una brutta figura”, aveva urlato in faccia ai giornalisti), oggi il Viperetta ha comunicato di avere firmato, attraverso Holding Max srl, una lettera di intenti con il Consorzio CalcioInvest LLC (guidato dall’ex “gemello” con gli investitori Jamie Dinan e Alex Knaster) in relazione all’acquisto di U.C. Sampdoria spa. La trattativa, insomma, non solo non è una “buffonata” ma esiste e proseguirà in esclusiva sino a settembre “con il fine auspicato di concludere l’operazione”. Ferrero chiude il suo sospirato comunicato elogiando Vialli, che in passato aveva persino cercato di mettere in cattiva luce additandolo grottescamente come un personaggio in cerca di pubblicità. Ora, per fortuna, anche per il Viperetta il sommo Gianluca è diventato “persona di grande spessore e indiscussa leggenda della storia blucerchiata”.

Ma non è questo il momento di fare “processi” al passato o “processi” alle intenzioni di questa mossa. Ferrero, come avevamo specificato ieri, non ha ceduto oggi la Sampdoria a Vialli ma si è impegnato a farlo entro il mese di settembre, che a questo punto risulterà davvero decisivo: dentro o fuori, adesso o mai più. Nel comunicato, peraltro, Ferrero specifica che l’operazione potrà concludersi “una volta che siano preventivamente smarcati i punti ancora non definiti, nonché negoziati e convenuti i testi contrattuali definitivi”. Ovvero: il vil denaro, quella parte di soldi che manca a soddisfare completamente il venditore. Ma cosa comporta tutto questo nei dettagli?

Allora, intanto sottolineiamo che Ferrero ha emesso questo comunicato, assolutamente unilaterale e non congiunto con i potenziali acquirenti, dopo che il gruppo Vialli un paio di settimane fa, come Primocanale aveva raccontato nei dettagli, era pronto a farne uscire uno in cui avrebbe annunciato il definitivo ritiro dalla trattativa di fronte all’ennesimo rifiuto da parte del presidente di considerare qualsiasi offerta. Una sorta di ultimatum, che ha fatto cumulo con le recenti dichiarazioni dell’allenatore Eusebio Di Francesco: “Vorrei che fosse fatta chiarezza sulla situazione societaria”, ha detto il tecnico dopo la Coppa Italia, in vista dell’esordio in campionato e in presenza di un mercato in stallo.

Veniamo ai dettagli ancora da appianare per giungere al closing. L’offerta complessiva del gruppo Vialli è di circa 120 milioni, così ripartiti: 65 liquidi messi sul piatto, a titolo personale, da Dinan e Knaster, fondatori rispettivamente del Fondo York e del Fondo Pamplona; 30 subordinati al verificarsi di alcune condizioni non impossibili (la permanenza in serie A); 25 di debiti, accollati dalla nuova proprietà. Una parte dei bonus per Ferrero sono stati garantiti dall’ex presidente Edoardo Garrone, intervenuto a giugno in prima persona per sbloccare la trattativa in stallo.  La sua partecipazione a Gradinata Sud, durante la quale aveva duramente attaccato Ferrero, aveva rappresentato un punto di svolta cruciale nei rapporti tra i due: Garrone di fatto aveva messo Ferrero alla Sampdoria nel 2014 e poi lo aveva sempre protetto, sia nelle dichiarazioni che attraverso le fidejussioni. Venuto a mancare in tutti i sensi l’appoggio dell’ex presidente, il Viperetta e la sua famiglia (la figlia Vanessa e il nipote Giorgio) – in difficoltà finanziarie di loro con Eleven srl – si sono ritrovati da soli, complice anche la rottura dello storico legame con l’avvocato Antonio Romei.

Ciò che ora resta da definire, come spiega bene il collega Carlo Festa de Il Sole 24 ore, intervenuto tempo fa a Gradinata Sud, sono le percentuali sulla rivendita di alcuni giocatori, tra i quali Muriel e Fernandes: ballano ancora una decina di milioni. Al lavoro ci sono l’avvocato Scarduelli (studio Cms, parte acquirente) e il commercialista Vidal (parte venditrice). La due diligence sui conti della Sampdoria era già stata approfondita da Ernst&Young e dalla piattaforma Tifosy di Vialli e Zanetton (quest’ultimo indicato come potenziale nuovo amministratore delegato della Sampdoria, con Gianluca presidente operativo sulla parte tecnica).

Tutto fatto, dunque? No, assolutamente no. Ferrero con questo atto ha preso tempo: una lettera di intenti, dopo otto mesi di trattative serrate, non è moltissimo ed è cosa ben diversa da un vero e proprio preliminare di vendita. Però ci sono due paletti importanti: 1) Ferrero ha riconosciuto pubblicamente la credibilità dell’operazione e degli interlocutori; 2) il presidente ha definito i tempi per la conclusione: il mese di settembre. Non va dimenticato, tuttavia, che proprio il 20 di settembre, salvo spostamenti, Ferrero saprà se sarà rinviato a giudizio per presunta distrazione fondi dalla Sampdoria oppure se il procedimento chiesto dalla Procura di Roma verrà archiviato. Il Viperetta potrebbe anche avere messo in conto di tenersi la Sampdoria, se si scamperà il processo. Un’eventualità da non scartare – visti i repentini voltafaccia di Ferrero – ma che di certo rappresenterebbe un salto nel buio per la Samp, per la sua storia, per il suo presente, per il suo futuro e per il dissolversi dello straordinario e appassionato impegno di un combattente come Gianluca Vialli. Che non vuole diventare presidente della Sampdoria per illudere i tifosi – i suoi finanziatori sono “speculatori” non magnati e benefattori a fondo perduto – ma per regalare a se stesso e alla gente di fede blucerchiata il sogno di poter credere ancora alla Favola.

135 Commenti

  1. Frank ha detto:

    Bah, fino poco tempo fa asserivi che al 99,9% era tutto fatto, in alcuni casi ammonivi gli scettici dicendo”ma come ve lo devo dire? La Samp è venduta!”.Ora che anche MF si espone, insinui dubbi? Non capisco….

    • fulvio ha detto:

      Ma ancora non l’avete capito che personaggio è Ferrero ? Che è completamente inaffidabile ? I dubbi sono leciti.

      • Frank ha detto:

        Seeee vabbe, cercate di essere un po più originali. Trovo solo incredibilmente incoerenti dichiarazioni fino 20 giorni fa ottimistiche , ed ora che ci sono i presupposti per esserlo, quasi disfattiste.
        Il sogno si sta avverando, VIALLI e facvoltosi investitori dovrebbero essere accolti con tappeti rossi,invece qualcuno riesce a rimpiangere il rozzo squattrinato…Mah

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Non insinuo dubbi, non abbasso la guardia. Tutto qui.

  2. Massimiliano ha detto:

    Buongiorno Maurizio,

    non sono d’accordo sulla teoria del 20 settembre, nel senso che se vi sarà o meno il processo non è discriminante nel tenersi o meno la Sampdoria da parte di Ferrero.

    Più determinante potrebbe essere la scadenza relativa ai debiti con Unicredit, non rinnovabili senza le garanzie di Garrone. 30 mlioni + 50 di debito della società della figlia, senza vendere come fa a coprirli e non andare a bagno?

    Se è vero che il comunicato non congiunto, la lettera di intenti è un passo che è stato sollecito dal Gruppo Vialli: per me vuol dire che ora ferrero non ha più il manico in mano.

    Io da oggi sono sereno, abbiamo un comunicato e un impegno ufficiale da ambo le parti e una scadenza. Penso anche che questo passo possa rasserenare l’ambiente e sbloccare il mercato.

  3. roberto piccardo ha detto:

    Grazie Maurizio. La mia paura come dici tu è l’esito del rinvio a giudizio del 20 settembre, se andrà archiviato il tutto mi sa che potrebbe far saltare nuovamente il tutto. Visto gli otto mesi di trattativa (quasi una gravidanza) speriamo che non si protragga come quella degli elefanti.Forza Samp e Forza Luca (accontenta il romano ad andare a vedere la sua magica).

  4. giovanni ha detto:

    Gianluca non mollerà Maurizio, perchè il giorno della cessione alla juve si impegnò con il Presidente Mantovani per tornare alla Sampdoria, altrimenti avrebbe già preso la natia Cremonese, che gli costava meno, potenzialmente può farla crescere di più (immagina spazi, centri sportivi e stadio stile atalanta, sassuolo ecc) di quello che potrà fare qui da noi ove ci aspettiamo già grandi cose ecc. e ne sarebbe già in sella,.
    Personalmente mi sento di ringraziarlo fin d’ora vada come vada, aveva già fatto quel che mi bastava da giocatore, ho imparato tanto da lui, ora potrò “perdonargli” quelle due palle lasciate nel secondo tempo a wembley che ancora mi gocciolano di sangue…e perfino quella rete con gli zebrati a genova, quella sera del febbraio ’95, scatto furibondo e destro sotto la nord…
    dai Gianluca, ti prego, torna a casa!

    • petrino ha detto:

      La Cremonese e’ di Arvedi, e vorrei averlo.
      E’ un Gozzi all’ ennesima potenza.

      • giovanni ha detto:

        petrino, il cav. arvedi è oggi presidente onorario, la cremonese, di fatto, la guidano un manipolo di avvocati/commercialisti/conoscitori di calcio a livelli di media capacità e senza infamia e senza lode galleggiando in serie b/c; di certo salvò di fatto la società una decina di anni fa dalla sparizione dal calcio; arvedi che è del ’37 (81 anni), mi ricorda un pò il nostro riccardo garrone e, secondo me, ci mancherebbe opinione mia, se arrivasse gianluca vialli a capo di una cordata di facoltosi miliardari americani ecc. ecc. con amche meno delle cifre che girano qui, magari sostenuto anche da qualche imprenditore locale disposto a dare il suo contributo in termini economici e di conoscenze, senza considerare l’entusiasmo che porterebbe sotto il torrazzo, avrebbe, credo, il buon senso che purttroppo non puoi chiedere al vipe, di dire “grazie buongiorno e se seve qualcosa sono qui” intanto il centro sportivo è già intitolato in famiglia magari lasciatemi la presidenza onoraria guadagnandosi ancora di più la gloria e la stima infinita dei cremonesi…
        detto ciò al posto del vipe anh’io subito ci mancherebbe, ma era per dire che a vialli la cosa non tange, vuole la samp, nonostante le lungaggini e tutta la fatica…
        a parere mio eh… un abbraccio

        • giovanni ha detto:

          scusa…la guidano con soldi suoi, che ci mette ma non sparge in lungo ed in largo…al di la che è ricchissimo, da qui il paragone…, se non il ragionamento non fila…

    • Michele G. ha detto:

      Giovanni, come non sottoscrivere ogni tua singola parola?! Quelle due occasioni mancante da Vialli davanti al portiere del Barcellona mi ritornano alla mente e mi fanno sanguinare il cuore!

      • giovanni ha detto:

        quella che esce a fil di palo…probabilmente era l’unico ciuffo d’erba non perfetto del prato, quella quando trattiene koeman fregandolo e che poi mette fuori su cross di lombardo….sighh!!!
        comunque orgoglioso di esserci stato con una squadra che era di più di una squadra…quanto cose imparai quella sera comunque…un abbraccio michele!

  5. Daniele da Rapallo ha detto:

    Che dire, Maurizio, tutti noi speravamo che la situazione fosse un po più netta …: rimane sempre quel margine di incertezza legato alla pazzia ed al rinvio a giudizio che tranquilli non ci fa stare, sicuramente non al 100%.
    Ho rinnovato l’abbonamento proprio oggi e proprio con la speranza di veder seduto in quella tribuna al Ferraris una figura diversa più avanti nell’anno.
    Ho rinnovato l’abbonamento pensando anche che casomai il mercato buono lo vedrò forse a Gennaio (in caso di necessità) o più probabilmente la prossima estate.
    La squadra è fondamentalmente la stessa tranne lo scambio Andersen Murillo, al momento migliorativo come esperienza….ne parlavo stamattina al Sampdoria point con un illustre tifoso spesso tuo ospite in trasmissione il quale mi confermava le indiscrezioni scritte in questo tuo Post.
    L’arrivo di Defrel se non unito a quello di un altro esterno è per me agghiacciante (come direbbe Conte) in quanto a parte la discontinuità non è ne un centravanti forte ne un’esterno che fa meraviglie saltando l’uomo crossando e tutto quello che ci si aspetta da un Ben Harfà o un Verdi del caso, per dire dei nomi.
    Occhio, perché a centrocampo manca qualità e come gioca centrocampo gioca squadra : il solo Ekdal non basta, ci vogliono mezzali forti.
    Spero che voglia fare un mercato decente nel caso resti ma, visto l’indebolimento degli ultimi anni, non credo.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Abbi fede. Io sono speranzoso e abbastanza convinto che l’operazione alla fine andrà in porto e ho anche molta fiducia nella capacità di Vialli di far appassionare Dinan e Knaster al “giocattolo” e di indurli ad investire per rafforzare la Sampdoria.

  6. Matte Genovese ha detto:

    Bell articolo che dice tanto ma di concreto non cè nulla, ripeto che finche non cè firma per me è tutto come prima, aspettiamo con ansia (io cmq sono fiducioso ) questo storico passo che potrebbe significare finalmente la vera svolta per la Samp, almeno per un esplosione di entusiasmo che farebbe da volano per tutto , e ripeto Tutto l ambiente Sampdoria, sicuramente con Gianluca al timone ci si sentirebbe davvero alla vecchia amata casa !!! Con questo adesso pero testa al campionato, domenica bruttissima partita interna con la solita bestia nera lazio, non sara di certo come contro il crotone, ci vorranno gambe corsa e cattiveria agonistica….. Per il bel gioco di Difra ci vorra ancora un po….. Domenica mi basta il coltello fra i denti e almeno un punto. Forza Doria.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Se io fossi pagato per aspettare le firme e i comunicati ufficiale, sarei alla fame 🙂 Un abbraccio

      • Matte Genovese ha detto:

        Maurizio io rispetto il tuo lavoro, lo so bene che non dipende da te questa vicenda che ha dell incredibile, anzi ti ringrazio per essere sempre presente , ma sono mesi che stiamo aspettando…… Un abbraccio sincero anche a te …

  7. andreasamp55 ha detto:

    bene speriamo e incrociamo le dita … e che la magistratura di Roma faccia il suo dovere ..in qualunque senso anche per fare chiarezza su questo lato di vicenda ferreriana .

  8. Javiez2008 ha detto:

    Michieli, la toppa è peggio del buco.

  9. solosamp1946 ha detto:

    Scusa Maurizio , io fino ad oggi ho appoggiato completamente la vostra scelta di mettere “al muro” Ferrero , cosa che avrei fatto dal giorno dopo che si è seduto sulla poltrona di Mantovani e Garrone (Riccardo) , giusto per citarne due …ora però questo articolo francamente non lo capisco. Finalmente siamo giunti ad una svolta , c’è un comunicato ufficiale di ferrero e Gruppo Vialli …dove non dicono che l operazione è conclusa ma dove comunque tra le righe si capisce che ormai è fatta e voi tirate fuori un articolo che praticamente butta a terra l entusiasmo che si è creato in questa giornata? non ci stò capendo più nulla.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Caro amico, ti sbagli: il comunicato ufficiale è unilaterale, non è firmato dal Gruppo Vialli, ma solo da Holding Max di Ferrero. E c’è scritto questo: “Le parti lavoreranno con il fine auspicato di concludere l’operazione a settembre, una volta che siano preventivamente smarcati i punti ancora non definiti, nonché negoziati e convenuti i testi contrattuali definitivi”. Tu sei libero di fidarti al 100% di Ferrero, io di continuare a non abbassare la guardia. Per quanto possa servire il mio contributo.

      • lukino ha detto:

        La tua lettura è corretta e capisco anche i dubbi, qualche mese ne fa ne avevo anche più di te. Però se è vero che il comunicato è unilaterale è anche vero che attribuisce a entrambi i soggetti una firma (ad una mera lettera di intenti, certo) e inoltre, letta nel contesto attuale e in politichese, dal punto di vista simbolico vale comuqnue molto.
        Se io dicessi pubblicamente che ho firmato una lettera di intenti assieme a Maurizio Michieli o ho il suo permesso di dirlo o questi mi smentirebbe.
        Poi, certo, ci sono tutti gli spazi, dato il personaggio di cui trattasi in questo caso, affinché accada nulla, questo è chiaro.

      • Zaccotenay ha detto:

        Che Pazienza che hai avuto Maurizio, dovevi fare il sacerdote. A pensarci bene sapere che adesso anche gli indecisi ammutinati si potrebbero abbonare viste le ultime buone nuove mi rende felice , ti confermo che la mia unica sensazione imprescindibile è avere già il fiato sospeso solo al pensiero di rivederla di nuovo uscire dal tunnel vestita a festa di certo lei ci riconoscerà Sampdoria Sopra Tutto

  10. Grendel ha detto:

    C’è ancora da soffrire, la trattativa è poco più che all’inizio e le firme, quelle decisive, sono tutt’altro che scontate.
    Quello che però mi chiedo è su quali basi i media genovesi abbiano scritto di “Ore cruciali”, piuttosto che ” Cessione vicinissima”, “Trattativa ormai ai dettagli” oppure “Cessione ormai definita al 99/99,5/99,9%”. Il tutto ripetuto curante i continui rinvii con i tempi che inevitabilmente si dilagavano. Personalmente ne ho sempre intuito le ragioni: audience, tirature ed aumento dei ricavi derivati dalla pubblicità.
    Ora tutti a dire che da mesi avevano scritto e previsto questo tipo di (eventuale) svolta. Niente di più ipocrita. Perché così non è e comunque anche un orologio rotto, 2 volte al giorno, segna l’ora esatta…

  11. livio ha detto:

    Caro Maurizio, il tuo pezzo giustamente non può rassicurare chi sperava si potesse mettere la parola fine a questo disgustoso teatrino che il nostro beneamato presidente ci infligge da mesi………
    Quando si tiene tanto alla realizzazione di un desiderio pare che il tempo necessario al suo concretizzarsi non passi mai.
    Questa serie infinita di schermaglie e di patetiche smentite ha logorato tutti ed umiliato quanti – per lavoro o per passione – hanno seguito e trepidato giornalmente in attesa di una svolta che sembrava non dovesse giungere.
    Questo primo passo ” UFFICIALE ” , lungi dal tranquillizzarmi , mi fa temere che la
    ” controparte ” , dedita con estrema disinvoltura a dire tutto ed il contrario di tutto, a smentire l’evidenza ed a negare quanto appare universalmente plausibile, possa come d’incanto rimangiarsi quanto dichiarato ed operare l’ennesima vergognosa giravolta.
    Esistono alcuni punti – pro e contro – che rendono la cessione ancora problematica:
    Pro ;
    l’ urgenza per Ferrero di entrare in possesso di un’ingente somma ( 50/60 Milioni..!) che gli permetterebbe di far fronte alle note difficoltà finanziarie in cui versa.
    Contro;
    la sfrenata ambizione del Viperetta di comparire ed apparire su qualsiasi ribalta. gli si offra. Quale miglior palcoscenico di quello offerto dalla nostra Samp, per continuare a presenziare su TV , CineRotocalchi, ecc,? Inoltre la possibilità di proseguire in questo trading esasperante di giocatori e risorse che potrebbero ancora a lungo appagarne la sete di arricchimento e di figurare ancora sui media…..
    Possiamo solo sperare; sperare che abbia termine questo spiacevole rapporto con una personalità imbarazzante e contraddittoria che non ha a cuore la crescita e l’affermarsi dei nostri colori, come ampiamente dimostrato da questa campagna di compravendite caotica e raffazzonata.

  12. alan ha detto:

    Certo che passare da “è fatta al 99,5 per cento” quando TUTTO (dichiarazioni di Ferrero, silenzio del gruppo Vialli ) faceva pensare il contrario a “E’ finita! È imminente un comunicato del gruppo Dinan che annuncia la fine di tutto”, (mai visto) per poi passare a ” non c’è più del 10 per cento di possibilità di positiva conclusione” è una bella montagna russa.
    Ps. Se anche Ferrero dovesse essere rinviato a giudizio nulla gli impedirebbe di tenersi il Doria visto che in Italia grazie a Dio e forse non per molto vige ancora la presunzione di innocenza fino a condanna definitiva e al massimo dovrebbe rinunciare alla carica, non aveva bisogno di una dichiarazione di intenti per prendere tempo.

  13. Franco ha detto:

    Secondo me, benvenuto a Vialli se arriverà, ma non rilasciare “certificati” di credito sportivo a priori. Si vedra’ dai risultati. Il denaro non lo regala nessuno. Anzi. Le società economiche devono produrre profitti. Lapalissiano. Anche la Samp di Vialli dovra’ farlo. E’ una legge oggettiva. Il Presidente Ferrero ha operato fino ad ora bene. Dal punto di vista economico naturalmente. Non dimenticarlo mai. Ora ha ingaggiato un ottimo allenatore secondo me. E non era scontato. La campagna acquisti lascia a desiderare per ovvi motivi. Speriamo che negli ultimi giorni di mercato riescano a completare la rosa secondo le richieste di Di Francesco. Sulla carta l’inizio campionato sara’ duro. Ora devono agire in fretta e bene. Vedo un torneo piu’ difficile e complesso di quello passato. Quindi attenzione. In bocca al lupo a Vialli, se arrivera’. Conciliare profitti, adesione popolare e risultati sportivi non sara’ facile. Ci vuole competenza e fortuna. Forza Samp. Cordiali Saluti.

  14. Sammy ha detto:

    Ricordo che il gruppo Dinan mesi fa aveva fatto uscire comunicato dove dichiarava di interrompere tutte le trattative per la samp e addirittura avevano fatto filtrare l’interesse per il Genoa.
    Calma, che sto comunicato non vuol dire un bel niente, per ora.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Il presunto interesse per lo Spezia lo aveva fatto filtrare qualcun altro… E poi Dinan interviene nella Sampdoria a titolo personale.

  15. Paolo Solari ha detto:

    Questa sensazione pessimistica, anche dopo il comunicato, e’ dovuta ovviamente alle precedenti uscite del romano del quale ormai noi sampdoriani non ci fidiamo piu’; certo dopo quel che e’ stato scritto oggi nero su bianco ( per quanto non sia la cessione vera e propria ) se ci fosse entro fine Settembre un’ essesima giravolta, Ferrero non credo potrebbe piu’ mettere piede a Genova ed al Ferraris . Folle fino a questo punto ?

    • robmerl ha detto:

      folle sì, aspirante suicida (si spera) no. Per me sta solo cercando di dare l’ultimo strappo alla corda sapendo che se non chiude ha perso tutto

  16. Chiara80 ha detto:

    Ciao Maurizio il comunicato di oggi mi fa ritrovare speranza.
    Credo che il problema non sia solo legato al 20 settembre, perché è innegabile che l’illecito sia stato commesso……piuttosto alla brama di pubblicità di Ferrero, all’esigenza del pagliaccio di esibirsi in pubblico…..
    Forza Gianluca siamo tutti con te….sogno un ferraris strabordante che urla il tuo nome…..la nostra favola deve continuare ancora

    Forza Samp
    Chiara

  17. marco 69 ha detto:

    ciao maurizio,
    scusa ma quoto parte del comunicato
    “«Holding Max srl, il veicolo di investimento della famiglia Ferrero, – sottolinea il gruppo del presidente della Samp in una dichiarazione all’ANSA – ha firmato una lettera di intenti con il consorzio CalcioInvest, LLC (guidato da Gianluca Vialli, James Dinan ed Alex Knaster) in relazione all’acquisto di U.C. Sampdoria spa, prestigioso club di serie A».”
    se non leggo male, c’e’ scritto “ha firmato una lettera di intenti CON il consorzio Calcioinvest, llc.
    Con immagino significhi che hanno firmato insieme.
    mi puoi chiarire questo punto ? grazie mille

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Ribadisco: il comunicato è di Holding Max, ovviamente la lettera di intenti è firmata da entrambi i soggetti.

  18. Bobo50 ha detto:

    Io sono stato sempre convinto che l’innominabile debba vendere per forza. Qualche momento di vacillamento c’è stato ma poi quella convinzione tornava subito.

    Questo comunicato ufficiale serve solo a ufficializzare quello che già si sapeva: l’unico interessato all’acquisizione della Sampdoria e il gruppo Vialli. Altri non ce ne sono e non ce ne sono mai stati (Aquilor ahahahahahaha).

    Saranno giornate infinite. Quando sembra esserci vicini, ecco che si allontana ancora una volta.

    Ricordiamoci che anche il 30 marzo era tutto pronto, c’era pure il banchetto allestito. Poi quello squilibrato ha fatto saltare tutto. Prudenza ci vuole, prudenza.

  19. vincenzo ha detto:

    Concordo con Michieli: va bene la lettera di intenti che può rappresentare un primo passo concreto verso la chiarezza ma visto il personaggio starei sempre con i piedi per terra; c’è qualcosa che non mi quadra ma sicuramente è solo una sensazione. La lettera di intenti è uscita proprio pochi giorni prima dell’esordio a Marassi, naturalmente solo una coincidenza.. .

    L’unica cosa certa è che domenica 25/08 si avvicina!

    Forza Sampdoria

  20. Francesco ha detto:

    Sperando che finisca presto positivamente…
    Maurizio secondo te chi lo fa il mercato da qui alla chiusura?
    Grazie mille
    Francesco

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Ferrero e i suoi.

      • Daniele da Rapallo ha detto:

        Parlate di Verdi in un articolo, anche se lui preferisce il Torino. Non so se sia Ferrero a fare il mercato (o tenga conto di altri fattori) …di sicuro se Osti riesce a portare Verdi o un altro esterno serio oltre al Jolly Defrel…. allora sono pronto a venire in ginocchio sotto al grattacielo di Primocanale con il capo intriso di cenere a prendere le giuste rimostranze da Domenico e voi tutti…

        • Michele G. ha detto:

          Visto che il Torino si è preso tre pappine in casa dagli inglesi e probabilmente uscirà prematuramente dalla coppa, a meno di un improbabile ribaltone in Inghilterra, a quel punto noi e i granata saremmo sullo stesso piano entrambi fuori dalle coppe, qualora Verdi avesse voluto optare per loro per via delle coppe. Comunque, io sono convinto che Verdi non verrà da noi per via del costo del suo cartellino.

  21. ste75 ha detto:

    penso che il romano sia cn le spalle al muro.debiti pendenti,contestazione che sta raggiungendo livelli pericolosi x noi tifosi blucerchiati .è vero che l’annuncio è solo di Ferrero ma smentite dall’ altra parte nn ce ne sono state .resto fiducioso . certamente se fosse stato anticipato tutto di qualche mese sarebbe stato meglio.la campagna acquisti è deprimente mentre le altre compagini hanno alzato lasticella.basterebbero due innesti cm defrel e ben arfa…il primo cn i soldi di schick una forma di sottrazione e il secondo a parametro zero.ricordiamoci che vita da cinema tra praet andersen e mule sui 60 milioni si è già incassato

  22. Graziano ha detto:

    Ciao a tutti!
    A me, fonte Ansa, risulta che la lettera sia stata firmata dal gruppo Vialli.
    Pertanto ne deduco che sia una normale procedura…
    Grazie
    Forza Sampdoria ✊🏼

  23. petrino ha detto:

    l’ articolo che appare in prima pagina sul sito parla di ” hanno firmato una lettera d’ intenti in cui si impegnano ” etc etc.
    E i soggetti sono Holding max e la societa’ facente capo a Vialli and company.

  24. Marziano ha detto:

    imbarazzante la tracotanza del pezzaro! indisponente fino alla fine dei suoi giorni…pochi si spera! benvenuto luca, hai mantenuto la promessa fatta al grande vecchio!
    via ferrero ed i suoi boys!!

  25. Antonino ha detto:

    Caro Maurizio, capisco la tua prudenza ma rimarcare quello che hai scritto vuol dire che sottovaluti gli eventuali compratori, sicuramente persone che nell’ambIto finanziario non sono degli sprovveduti, quando esce un comunicato congiunto del genere vuol dire che sono avviati ad una conclusione positiva ( non certa ) non vorrei che ciò che hai scritto sia un modo di difendere quello che Primocanale aveva scritto qualche giorno fa ( trattativa saltata in modo definitivo)

  26. Federico ha detto:

    Io non capisco come, aldilà dell’indiscusso affetto di Vialli verso i colori blucerchiati, non venga dato peso a come il fondo da lui rappresentato abbia presentato una prima offerta a mio parere irrispettosa.

    45 milioni. Poco più del valore di vendita dei soli Andersen e Praet.

    Domanda: se a rappresentanza di questa cordata ci fosse stato un qualsiasi altro soggetto però lontano all’orbita blucerchiata (quindi neanche necessariamente facente parte della “Sampd’oro”, ma anche un Nicolini di turno), la tifoseria organizzata e l’ambiente intorno cosa avrebbero detto?

    Che garanzie dà la nuova potenziale proprietà, riguardo al futuro della Samp?
    Anche Chinaglia amava la Lazio, ma abbiamo visto che fine fecero i biancocelesti sotto la sua presidenza. E cosa dire della Presidenza Rivera al Milan?

    Forse Edoardo Garrone, stanco e spalle al muro per tutte le congiunture che ben ricordiamo, cinque anni fa diede la Samp in gestione ad un fantoccio qualsiasi, in attesa che si sviluppassero occasioni per un passaggio ad una proprietà vera.
    Magari sperava in cuor suo che quelle occasioni si sarebbero materializzate ben prima del 2019, chissà.

    Sta di fatto che il disprezzo per il fantoccio rauco è arrivato a così alte vette da far sì che un ex gloria sampdoriana, senza alcuna esperienza dirigenziale (chiedo scusa in anticipo se non fosse così), venga identificata come il salvatore della patria, nonostante stia rappresentando una serie di imprenditori che giocano da subito al ribasso, forti delle magagne economiche e giudiziarie del signor VitaDaCinemaHorror.
    Capisco il mercanteggiare, ma 45 milioni….

    E questi dovrebbero salvare la Sampdoria? Con l’anticipo di Garrone per finalizzare l’acquisto della società?

    Scusate ma questa cordata con quali soldi ha intenzione di gestire le prossime sessioni di mercato?
    La Sampdoria, con o senza Defrel forse in rientro a Bogliasco, è attualmente da 12° posto, e si rischia di uscire dalla Coppa Italia già contro il Cagliari fuori casa.
    Il mercato di gennaio come al solito è una finestra troppo complicata per pensare di fare miracoli e rientrare tra le prime sette in classifica o arrivare in fondo alla coppa.
    Quindi?
    Questa nuova proprietà come ha intenzione di mantenere la Samp per lo meno nella parte sinistra? Di quale “favola” stiamo parlando?

    Forse non è un caso che i bonus sembrano legati alla mera permanenza in serie A, ovvero a classificarsi tra le prime 17. Ah beh, però tutti contenti perchè sulla poltrona che fu di Paolo Mantovani ci sarà LucaVialliFacciUnGol…

    Lo so che verrò additato come un finto sampdoriano, pazienza.

    Solo perchè la biscia romanesca è una disgrazia tout court non vuol dire che per forza bastino Vialli e un gruppo di imprenditori con Stampella-Garrone a rendere le cose migliori.

    Vogliamo parlare di ritorno alla sampdorianità? Ok. Qui nessun dubbio. Si va sul sicuro.
    Vogliamo parlare di prospettive sportive e risultati futuri? Nessunissima garanzia.

    Incrociamo le dita.

    Io non ho mai contestato i Garrone ed ero allo stadio sia contro il Napoli che l’anno successivo contro Lecce, Brescia e Palermo. Mai un fischio da parte mia.
    Però qui ormai siamo nel caos e questa, sì, è solo responsabilità di Edoardo Garrone.

    Scusate lo sfogo.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      🙂

    • belmondo' ha detto:

      in effetti quale garanzie puo’ dare questo fondo con vialli? vuoi mettere le garanzie che dava un condannato in via definitiva per bancarotta indagato per appropriazione indebita?

    • Beppe62 ha detto:

      Edoardo Garrone non ha dato in gestione la Sampdoria a Ferrero ma gliéla regalata, ed ammesso che ciò sia vero e che non ci siano stati altri accordi sottobanco… poteva mettere una clausola per potersela riprende a distanza di pochi anni, magari sborsando una cifra decisamente inferiore di quanto pretende adesso il viperetta, che si è ritrovando ed ha saputo cogliere un’occasione “straordinariamente” unica. Se invece ha cappellato in quel modo, fossi in lui, metterei la differenza che manca all’acquisto e la chiuderei qui! visto che ormai la differenza non è di molti milioni. Sarebbe un bel modo per farsi perdonare per averci buttato ad un personaggio tanto improbabile quanto sgradevole allo stile Sampdoria.

    • robmerl ha detto:

      accontentiamoci, per ora (se andrà come speriamo tutti) di un ritorno alla sampdorianità. Sarebbe già tanta roba

    • nick ha detto:

      Scrivi di imprenditori che vogliono solo lucrare, di incertezza per il futuro della Sampdoria… ma scusa, negli ultimi 5 anni dov’eri?
      Dinan e Knaster mica vengono a buttare soldi dalla finestra, ma almeno qualche soldo in tasca per far fronte agli imprevisti ce l’hanno.
      Ferrero ha una scadenza a Settembre dove deve tirare fuori 40 milioni, soldi che non ha. Vive ogni anno sul trading di giocatori senza avere uno straccio di copertura nel caso di una campagna acquisti sbagliata.
      Di quali garanzie parli?
      Prospettive e risultati alla Sampdoria non potrebbe garantirtele nemmeno Abramovich, perché Genova non è Londra.

      • Federico ha detto:

        Appunto.

        Sono più che conscio dell’assenza di garanzie, per quello contesto il concetto di “favola”, memore delle esperienE di ex calciatori osannati all’approdo in testa a società dove avevano fatto la storia.

        Come detto, accontentiamoci della sampdorianità del futuro presidente ma lì fermiamoci.

    • Luca B ha detto:

      per Federico…hai detto un sacco di inesattezze a partire dall’inesistente esperienza dirigenziale di VIalli. Scommetto che non sai neanche che lavoro faccia Vialli nell’ambito sportivo e che società abbia creato.
      Senza contare che ha uno spessore altissimo nel mondo del calcioNnazionale e internazionale, sia per quello che è stato e per quello che rappresenta.

      Per quanto riguarda l’offerta che ritieni ridicola per la MILIARDESIMA volta faccio presente quanto segue:
      La U.C. Sampdoria Spa è controllata dalla Sport Spettacolo Holding S.r.l. che è controllata al 100% dalla Holding Max S.r.l.e che controlla anche le società cinematografiche Eleven Finance, V Production e Do & Go.[

      Bogliasco con la sua Accademy è stata creata per mezzo di un mutuo bancario, quindi è delle banche

      Il Marchio (il Baciccia) è in leasing (già dai tempi di Edoardo Garrone)

      La Sede a Corte Lambruschini è di un’altra società facente parte sempre delle varie scatole cinesi di Ferrero.

      Quindi il Gruppo Vialli cosa comprerebbe alla fin fine? Non si sa e perciò l’offerta iniziale è congrua, come è congura quella finale (120 milioni tra cash, debiti e bonus).

      Quando fate il paragone con la Fiorentina sbagliate. La Fiorentina era dei Della Valle i quali era proprietari di tutto il “panorama” Fiorentina e tutto hanno ceduto.

      Questi sono fatti e non chiacchere da bar

      • Luca B ha detto:

        Aggiungo, da quando la famiglai Garrone ha ceduto la Samp a Ferrero, nella Sampdoria ci ha messo 65 milioni di euro. Ferrero 3 sotto forma di prestito.
        Anche questi sono dati verificabili.

        Quindi Ferrero è indifendibile sotto tutti i punti di vista e tacciare Vialli e il suo gruppo di repezzini è inaudito

      • Federico ha detto:

        Grazie per il tuo tempo, hai dato tanti dettagli e risposte ad alcuni dei miei dubbi.
        Sono conscio dell’impegno di Vialli nella sua Fondazione, nella creazione della piattaforma Tifosy con Zanetton.

        Ho letto che si ipotizza Zanetton A.D. e Vialli presidente con supervisione dell’area tecnica, giusto?
        Ho cercato su wikipedia (conscio che non sia propriamente una Sacra Scrittura) per vedere se avessefatto un corso da dirigente, un master in MBA o il corso da direttore sportivo. Lì non se ne trova traccia ma non vuol dire che non sia preparato per il ruolo.

        In sostanza, io per carattere non sopporto i facinorosi tanto quanto i facili entusiasti.

        Se l’attuale presidente autostipendiato si ejettasse fuori dalla Samp saremo tutti quantomeno sollevati, ma non spelliamoci le mani per Dinan, Knaster o chi per loro, solo perché al timone c’è il capocannoniere dello Scudetto.

        Grazie ancora per le risposte, comunque. Leggo grande passione comune, e alla fine questo conta.
        Come diceva Mantovani (quello vero), “Finché i tifosi della Sampdoria canteranno non ci saranno problemi per il futuro.”

      • Martino Imperia ha detto:

        Perdonami non capisco.

        Stai dicendo che non subentrerebbero nel mutuo di Bogliasco e nel leasing del marchio. E neppure comprerebbero la sede?

        Macchina modello base senza optional per risparmiare?

        Se a questo aggiungiamo i bonus (malus per noi) che non pagherebbero in caso di retrocessione (quasi un incentivo alla B)……..non mi sembrano dei bei biglietti da visita.

        Ribadisco, comprino e paghino. No giochetti. E la chiudano li.

    • MatteoB ha detto:

      Veramente era NoiTiAmiamoETiAforiamoTuSeiMeglioDiPele, se nn lo sai… Sallo 🙂

  27. Marcello ha detto:

    Caro Maurizio, detto che molte volte mi sono trovato d’ accordo con quello che scrivi, questa volta , con tutto il rispetto , non sono d’accordo con quello che hai scritto, sembra più una difesa a quello scritto da Primocanale qualche giorno fa ( saltata in modo definitivo la trattativa con Vialli) grazie e buona giornata

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Si capiranno molte cose, con un piccolo sforzo si possono comprendere già ora…

      • Solosamp1946 ha detto:

        Io non le comprendo 😀

      • Sikk ha detto:

        Perdonami Maurizio, ma sono un po’ tonto.. 🙂 Cosa intendi? Grazie per la tua disponibilità.

        • Maurizio.Michieli ha detto:

          Nessuno è tonto, ci mancherebbe. Ma concentratevi sul fatto che Primocanale è molto schierato a favore di questa operazione, quindi, in qualche caso, potrebbe anche essere capitato di tirare o mollare un po’ la corda in funzione del pesce… Non posso dire di più.

          • Lollo ha detto:

            Maurzio, detto così è un po’ più chiaro, poi spero che a cose fatte ( in un modo o nell’altro ) tu ci possa svelare i vari retroscena.

    • ale ha detto:

      Caro Marcello, io la prima cosa che ho pensato quando primocanale ha pubblicato quella notizia (mentre Ferrero dava il consueto indecoroso spettacolo a Ibiza con Preziosi e anziane soubrettes) è stata: Dinan si è rotto e ha dato un ultimatum al pagliaccio. Da quel momento ha smesso di dire fregnacce e infine esce oggi un comunicato.
      Ma magari sbaglio
      VIALLI PRESIDENTE!

  28. Luigi ha detto:

    Mai vista sulla faccia della terra una cosa del genere pur capendo che non si tratta di vendere un rolex ma una società è abberrante dopo otto mesi di trattative leggere firmata una lettera di intenti. Sconvolge e fa rabbia speriamo solo di esserne ripagati in futuro se…..

    • andreap ha detto:

      invece lo trovo abbastanza normale..purtroppo il clamore mediatico ha reso noi tifosi troppo ansiosi..al fuga d inotizie, gli spettacoli del clown..e purtroppo ci ha rimesso il mercato (finora).

  29. Stefano_1970 ha detto:

    Dal 3 Settembre partiranno i ragionamenti finali…

    “mâle non faire, paura non avere” recita spesso Ferrero (chez poi circola con autista/bodyguard…). Confido piu che nella saggezza del personaggio Anelka concreta possibilita di fare il colpo della vita

  30. danilo ha detto:

    Escludo che un’eventuale rinvio o non rinvio a processo possa incidere sulla vendita.
    Se fosse comunque intenzione del romano solo il pensiero di aspettare la sentenza ….. Vialli ed i suoi legali non sono cosi stolti da prolungare la trattativa oltre il 20.

    • danilo ha detto:

      Caro Maurizio, per tua info , senbrera’ assurdo quello che sto per dire, ma sostanzialmente è LA VERTITA’ Il Viperetta non puo’ piu’ cambiare idea o giocare al rialzo.
      A questo punto con tale comunicazione unilaterale del romano dove lo stesso suo avv. Vidal sottolinea come la lettera di intenti sia stata firmata su un accordo base da cui partire e solo alcuni dettagli sia pur economici rimangono da definire.
      (diciamo 10 ML circa riguardanti provv. su rivendite?)
      Il che significa che i pilastri su cui si basa la cessione ormai sono definiti, il Viperetta non puo’ piu’ ne ritirarsi ne giocare al rialzo. E’ Ovvio che il gruppo Vialli tentera’ ancora una mediazione su questi punti. Ma se venissero accettati e soddisfatti per intero dall’acquirente, la trattativa è chiusa. Punto. I soggetti si liberano e nessuno puo’ piu’ tirarsi indietro se non con pesanti penali presumo. Automaticamente si convoca il CDM e la cessione è fatta. Invece se a fine settembre questi particolari sono ancora in discussione il Viperetta potrebbe accettare nuove proposte , aumentare la posta o tenersi la Samp.
      PER DIRLA TUTTA ORA DIPENDE SOLO DA VIALLI & CO:
      IL VIPERETTA SINO AL 30 SETT. SI E’ MESSO NEL SACCO.
      per questo che autorevoli giornali come il sole 24 ore sottolineano che manca solo la firma. Sinceramente non si è mai visto far sfumare una trattativa dall’acquirente per alcuni particolari se pur economici.

      • Maurizio.Michieli ha detto:

        Impossibile che dipenda solo da Vialli e Co. La Sampdoria non è loro. Alla fine dipende sempre da chi vende. Ciao!

        • danilo ha detto:

          Trattasi di lettera di intenti ESCLUSIVA al 30-9. quindi vincolante sino a tale data.
          Questo vuol dire che se la parte acquirente ottempera in toto a cio’ che è scritto sulla lettera il venditore non puo’ tirarsi indietro , non puo’ alzare la posta non puo ‘ altro che andare dal notaio e firmare salvo pagare enormi penali che manco i cinema del Viperetta basterebbero.
          Vialli & co. vorranno trattare ancora su dettagli, modalita’ di pagamento provvigioni e quant’altro, ma se vogliono comprare la Samp fino al 30-9 sono sicuri di poterlo fare alle condizioni scritte sulla lettera di intenti sottoscritta da entrambi. Da oggi al 30-9 il Viperetta non potrebbe neanche trattare o accettare una qualsiasi altra offerta superiore . Presumo , invece, che il 30 marzo scorso il Viperetta si alzo’ dal Tavolo di Vialli per sedersi su quello di Aquilor in quanto non c’era ancora nessun vincolo o esclusiva di trattativa. ORA VIALLI HA IL PALLINO IN MANO

  31. Euge ha detto:

    Ciao Maurizio,
    due considerazioni:
    l’ultimo problema di ferrero è la giustizia, con i tempi attuali non subirà mai una condanna definitiva.
    Credo che a questo punto per Vialli è doveroso rilasciare una dichiarazione.

  32. Jordan ha detto:

    Io ho fiducia. L’incubo sta finendo, non mi devo più vergognare per la presenza di un pagliaccio come presidente. Domani vado a fare l’abbonamento, Vialli alla Boniperti lo merita.

  33. Massimo Pittaluga ha detto:

    una lettera d’intenti non è una cessione ma un ammissione ufficiale che si sta trattando il che vuol dire che sulle cifre si è vicini e forse anche sulle modalità. è già qualcosa e un po di ottimismo ci vuole. arrivasse anche verdi a chiusura con anche defrel che non sarà un fenomeno ma 10 gol li ha fatti e di francesco lo consoce bene per aggiustare l’attacco. forse troppo ottimismo ma ci vuole visto che tra poco si comincia dopo tanti mesi tribolati. a qesto punto siano 2 3 settimane non cambia più nulla basta che arrivi Ginaluca e che si torni a sognare un po che non guasta

    • Daniele Simonelli ha detto:

      Massimo mi permetto di risponderti in quanto ho molta stima di te e dei tuoi post.
      Condivido quasi in toto la tua analisi in quanto l’ottimismo comunque aiuta (aiutati che il ciel ti aiuta..). Parlando solo dell’ immediato (in quanto Domenica sera, tutti saremo a seguire la Samp che va in campo) io non sono assolutamente fin qua d’accordo però sull’entusiasmo circa la squadra e relativa campagna acquisti. Doveroso dire che visto ciò che c’è in ballo non si può capire veramente chi influisca su di essa (vedi anche il distacco di Romei ed un ritorno di un Pecini bloccato), qualcuno paventa ci sia già ok di futuri proprietari ma a me sembra improbabile.
      Mi piacerebbe un tuo parere sul fatto che sostanzialmente la squadra sia la stessa dello scorso anno (includendo anche Defrel a parziale contropartita del pacco Shick tirato alla Roma..)…la stessa con un Praet in meno che credo avrebbe potuto finalmente esprimersi nel gioco di DIFRA.
      So per certo, e Maurizio ha in parte confermato, che Leris, De Paoli, Seculin se si farà, sono favori fatti al Chievo da Osti anche per permettere loro di iscriversi al campionato (dei tre De Paoli un po meglio); anche perché il tecnico non vede Leris come Thornsby.
      Non sei riuscito a cedere Ramirez e gabbiadini anche perché per ora fanno numero ma sono uno palesemente fuori ruolo ed uno ormai sul viale del tramonto in quanto involuto e mezzo giocatore.
      Non è arrivato nessuno dei nomi fatti che voleva il mister perché costavano tanto (addirittura lo stesso kamano), allora invece di due (un esterno forte ed un vice Quagliarella di peso) ne prendi uno che fa da jolly ma non è eccelso in nessuno dei due ruoli (col 433 il 37 enne Fabio soffrirà). Quindi centrocampo indebolito, difesa direi uguale, fulcro del gioco sugli esterni indebolito. Questo ameno che poi gli ultimi giorni non vadano a prendere Verdi (se il Torino esce dalla coppa) ed il Napoli fa i saldi. Vedo diversi fuori ruolo e nessun nome che dia pepe in una serie A globalmente rinforzata.

    • Daniele da Rapallo ha detto:

      Mi permetto di risponderti perché apprezzo sempre i tuoi commenti.
      Concordo con te sull’ottimismo (aiutati che il ciel ti aiuta) e questo post non varrà nulla se poi alla fine mi prendono verdi L’ultimo giorno in quanto il toro, per vari motivi, rinuncia e il Napoli fa i saldi. Così come è giusto ammettere che in questo momento di marasma societario non si capisca chi avvalli gli acquisti, oltretutto con l’allontanamento di Romei. Ci sono però alcuni dati di fatto che non mi piacciono alla vigilia del campionato, quando poi saremo a farci o meno il sangue marcio durante le partite.
      Vorrei condividere con te la mia analisi :

      Dando per scontato l’arrivo di Defrel la squadra è uguale a quella dello scorso anno con un Praet in meno (meno qualità a centrocampo); Praet che col nuovo gioco sono convinto avrebbe potuto dare di più.
      I favori fatti al Chievo da Osti per permettere loro l’iscrizione al campionato (questa è una mia fonte che proteggo, ma in parte risulta anche a Maurizio) non portano a nulla o quasi…Leris oggetto misterioso che insieme a Thornsby non sembra colpire il tecnico. De Paoli un po meglio ma ti costringe a disfarti di uno dei due che avevi, Seculin non mi esprimo (avevi Rafael e Belec).
      Defrel, molto incostante, se non dopo l’incidente, non è quell’ esterno paragonabile ai nomi fatti e neanche un attaccante di peso da Vice Quagliarella (che col 433 potrebbe coi sui 37 anni risentirne un pochino). Gabbiadini mezzo giocatore da anni, Ramirez completamente fuori ruolo (lo sarebbe anche Maroni ma è giovane può riciclarsi nel ruolo). Tutto questo in un una serie A generalmente rinforzata.
      In sostanza nuovo tecnico, nuovo modulo, vecchi giocatori, rosa indebolita.
      Ripeto : se poi fanno i colpi buoni l’ultimo giorno…..ma abbiamo visto l’anno scorso l’ultimo giorno. Incassati 50 milioni per ora…spesi..? Direi meno.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        ciao Daniele la stima è reciproca e ci mancherebbe altro. Vorrei solo chiarire che il mio ottimismo non è ad oggi sulla squadra ma nello sperare di avere vialli come presidente che non credo per la persona che è che venga qui a pettinare le bambole. è sempre stato un vincente in campo e un combattente dentro e fuori e mi sembra evidente dalla sua storia. persona intelligente e credo anche che venga qui con le spalle coperte da due finanzieri senza tralasciare Garrone che alla fine nuovamente interviene come pensavo per risolvere la situazione societaria. furbo ferrero ad averlo capito, scontato dal primo giorno che l’ha ceduta che ferrero se ne sarebbe approfittato e tirato la corda. stava nelle cose. detto ciò se si arriva alla chiusura si potrà ripartire con entusiasmo. purtroppo sulla squadra attuale sono d’accordo con te, però se arriva defrel che difrancesco conosce aiuta e si spera un altro esterno e un centrocampista. gli arrivi del chievo sono per forza seconde linee e o speranze. su gabbiadini sono in parte d’accordo anche se con sinisa nel 433 stava largo a destra e fece bene. dipende da lui. non ha mantenuto le promesse ma ha pur sempre fisico e un gran sinistro. certo ci vedo inferiori rispetto allo scorso anno inutile negarlo. ci manca praet nel mezzo e credo anche che in un 433 quaglia avrà più difficoltà. vediamo cosa arriva entro fne mercato magari mettono assieme un paio di colpi come due anni fa e si sistemano un poco le cose. certo sarà un anno di transizione a livello tecnico, l’importante è stare fuori da zone pericolose di classifica questa stagione visto che come sempre si sono venduti i pezzi pregiati e per ora soprattutto per praet non sono stati rimpiazzati. quindi si ad oggi siamo più debobili senza esterni di qualità direi a parte caprari e se arrivasse defrel andrebbe un po meglio pur mancando sempre almeno un paio di giocatori per vivere sonni tranquilli. non credo però che la samp rischi di trovarsi coinvolta in zone pericolose anche se la distanza con squadre come fiorentina atalanta e toro oggi è aumentata e trovo il genoa attuale sul ns livello mentre lo scorso anno era oggettivamente inferiore. ad oggi simo da metà classifca bassa a mio avviso su livello di genoa e forse un po meglio del cagliari sicuramente meglio di udinese spal lecce brescia verona e direi anche del bologna. 6 7 più scarse e un paio al ns livello. speriamo che arrivino un paio d’innesti per alzare un attimo l’asticella. il mio ottimismo si basa soprattutto sullo sperabile arrivo di vialli e sulla costruzione magari lenta di una società e squadra che possa negli anni competere con torino fiorentina ed atalanta, ma ci vorrà del tempo. nel frattempo aspettiamo che la cessione si concretizzi perché sino a che non ci sono le firme……

  34. Fabrizio GE ha detto:

    Buonasera a tutti, scrivo per la prima volta anche se seguo spesso il blog. Mi decido dopo molto tempo perché sento l’esigenza di provare a riassumere le parole che, forse, non si vogliono o non si possono scrivere circa la paradossale situazione che si è venuta a creare. Forse, ripeto forse, si dovrebbe dare credito per una volta a quanto riportato dal Secolo XIX e passato quasi inosservato: un comunicato congiunto si attendeva già ieri. Quello che potrebbe essere avvenuto, congetturando, è che la firma sia già stata posta oppure che manchi davvero solo quella. A quel punto, visti gli animi che si scaldano e i mormorii non proprio lusinghieri sulle operazioni di mercato a pochi giorni dall’inizio del campionato, la parte che intende acquistare ha ritenuto “più sano” chiarire le cose e, invece, chi intende vendere (o magari lo ha fatto o sta per farlo) ha voluto cedere solo un po’ a questa legittima richiesta. Per quale motivo non saprei ma posso immaginare sia una questione legata alla sete di immagine che qualcuno ha da sempre palesato; addirittura questo qualcuno potrebbe aver provato a gestire fino all’ultimo in prima persona i possibili ricavi delle cessioni che entrerebbero in qualche modo nelle sue tasche. Si aggiunga che il comunicato da parte del gruppo Vialli con cui si informava della decisione di rinunciare a proseguire le trattative abbia diritto una accelerata che ci ha condotti fino a questo nuovo comunicato da parte della Holding Max. Chissà, quel qualcuno potrebbe addirittura puntare a rendere l’annuncio dell’ avvenuto passaggio di mano un evento su cui ricavare ancora (non solo in termini meramente economici). Vi sono altre incognite legate alle famose scadenze che l’attuale presidente deve affrontare e che potrebbero in qualche modo avere ripercussioni sulle modalità con cui la trattativa è stata condotta, soprattutto negli ultimissimi mesi, insomma, tutto è possibile e persino plausibile. Certo, ritengo che Michieli avrebbe potuto dire qualcosa in più e rendere meno enigmatico il garbuglio almeno in questa sede (questa è l’impressione che ho ricavato e percepito personalmente) eppure questo suo titubare è comunque sintomatico di una operazione che si è rivelata tutto fuorché lineare, che appare in ogni modo passibile di ulteriori sorprese (auspico solo positive e orientate al pensiero che qui condividiamo quasi tutti). Chiedo scusa per la prolissità. Un caro saluto a tutti.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Benvenuto nel blog, ti ho letto con interesse. Io credo di avere sempre cercato di fare chiarezza, per quello che posso. Su alcuni aspetti, talora, è necessario glissare per il rispetto di fonti che magari ti dicono le cose per aiutarti a farti un quadro e mantenere dritta la barra dell’informazione ma senza svelare dettagli compromettenti. IN qualche altro caso, posso semplicemente non sapere le cose. Abbraccione e scrivi ancora.

  35. Ivano ha detto:

    Dobbiamo solo che ringraziare un giornalista come Maurizio. Ha anticipato prima di tutti la veridicità della trattativa quando altri la definivano una pagliacciata. Quando si è esposto è perché sicuramente la sua fonte gli aveva dato delle garanzie. Il problema è che colui che ricopre la carica di presidente ha sempre di continuo cambiato le carte in tavola. Nessun altro giornalista si è preso una querela. Quando Maurizio ha saputo degli americani ha iniziato insieme a Primocanale una legittima crociata costellata da fatti concreti, nel tentativo di sollevare l’attuale presidente che non nomino nemmeno. Sono convinto che alla fine andremo tutti alla Guardia a festeggiare. Ma a prescindere dal l’epilogo Maurizio e Primocanale per la loro coerenza avranno sempre la mia stima.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Grazie Ivano. Per correttezza, il primo a rivelare l’esistenza di una possibile trattativa con il Gruppo Vialli fu il Secolo XIX lo scorso 24 dicembre. Da allora iniziai a lavorarci anche io, trovando conferme e poi aggiungendo dettagli attraverso le mie fonti. Devo dire che i mezzi di informazione – quelli seri – su questa storia hanno svolto e stanno svolgendo un eccellente lavoro, compreso il mio amico Stefano Zaino su Repubblica. Il che non significa non commettere errori, per carità, ma sostanzialmente la narrazione è stata sempre poi confermata dai fatti. E questo fa onore ad una categoria che ha mille difetti, me compreso, ma annovera anche professionisti di qualità. Sempre meno, purtroppo. Personalmente feci uno scoop da solo quando rivelai l’acquisto della Sampdoria da parte di Riccardo Garrone e tutti mi vennero a ruota. Ma al di là di chi dà le notizie (quelle attendibili, intendo), l’importante in questa vicenda è che ci sia una positiva conclusione per il bene della nostra amata Sampdoria. Anche se ci sarà sempre chi rimpiangerà Ferrero, ma ognuno ha i suoi gusti e va rispettato. Adesso speriamo ancora che si arrivi all’happy end, per dirla in anglo-americano 🙂 Un abbraccio e grazie ancora del tuo attestato di stima.

    • Carlo ha detto:

      Bravo ed è propio per questo che non capisco questo pessimismo di questi ultimi giorni …sarà la troppa prudenza?

  36. Paolo ha detto:

    Secondo te Maurizio, ci sono le possibilità di una chiusura per fine Agosto in modo che il nuovo gruppo abbiamo qualche giorno di tempo per finire il mercato?

  37. nick ha detto:

    Detto che Ferrero è uomo dalle mille risorse, non vedo come potrebbe far fronte agli impegni finanziari di Settembre senza venedere.
    Se vuole tenere la Samp deve trovare altre fideiussioni, e magari le riuscirà a trovare.
    Ma se non le trova, non c’è alternativa a vendere la società.
    L’ipotesi che ho letto di dare in garanzia le azioni della Samp alle banche creditrici mi sembra fanta-economia, perché in quel caso è vero che manterrebbe (forse, non è detto) il controllo di maggioranza e quindi continuerebbe a tradare giocatori e fare utile, ma il valore delle azioni cedute sarebbe molto probabilmente inferiore in proporzione a una cessione integrale della società.
    Per non parlare del fatto che quando hai una banca in assemblea degli azionisti, magari hai la maggioranza tu ma devi fare i conti con gente che poi ti viene a chiedere conto al primo errore.

  38. Giox ha detto:

    Ciao Maurizio, io personalmente escluderei che Ferrero stia portando avanti una strategia in attesa di eventuali sviluppi giudiziari, anche perché chi meglio di lui sa se effettivamente è stato commesso o meno un reato. In ogni caso concordo con te che sia più prudente tenere alta la guardia finché la nave non è arrivata in porto con il nuovo capitano Gianluca. Grazie

  39. Remo Quezzi ha detto:

    Intanto quota 16.000.abbonamenti che e’ di tutto rispetto e mancano ancora due giorni,inoltre ho saputo che,a novembre,quando riapriranno le tribune,verra’ riaperta la campagna abbonamenti per le due tribune a prezzo interessante per gli abitue’ del settore..se arrivasse l’ufficialita’ di vialli sono convinto che si potrebbe arrivare a superare i 222/23.000 abbonati.

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Se a fine settembre dovesse arrivare Vialli con gli americani, non escludo anche 25.000.

      • Kreek ha detto:

        @Maurizio.Michieli

        non sono d’accordo.

        La Sampdoria Campione d’italia fece staccare 25.186 che è anche il record genovese…

        Nel 1991 Genova contava 678.771, nel 2011 586.180, oggi circa 578.000.

        La vedo dura…

        Fra l’altro il dato sugli abbonamenti 2019-2020 è tutt’altro che disastroso, considerando che mancano tutti gli abbonamenti di tribuna (per ovvie ragioni).

      • giovanni ha detto:

        dopo la prima ne abbiamo du fuori consecutive con la sosta di mezzo, si rientra con il torino il 22 e poi l’inter il 29 dopo la trasferta del mercoledi…, non c’è tempo ma se si chiudesse davvero i primi di settembre a mercato chiuso non lo escludo neanch’io, l’entusiasmo sarebbe contagioso, anche se chi si abbona lo fa per la maglia, per i colori…ma credo che chi non ha più avuto il fuoco dentro sentirebbe un bruciorino nel cuore che si riattizza no?

  40. Daniele da Rapallo ha detto:

    Certo che quella letterina di intenti li, sai come ti fa schizzare gli abbonamenti ? Parlano già di proroga, onori delle armi alla furbizia del Viperetta. Sicuramente non schizzano per una campagna acquisti ingessata : squadra uguale all’anno scorso meno Praet.

  41. andreap ha detto:

    maurizio,

    si parla di defrel per cui è decisiva la parola di vialli (così si legge sui media): perchè se holding max dichiara che se si firma, si fa a settembre, dovrebbe chiedere al compratore?

  42. Zaccotenay ha detto:

    Magari caro amico, ormai L’entusiasmo sopito dei senza tessera (nn del tifoso) si risveglierebbe solo se comprassi metà Barcellona e real madrid. Avrebbero da criticare su chiunque, purtroppo, una vera tifoseria dimostrerebbe il proprio attaccamento nei momenti più bui, quando ne hai veramente bisogno. È più facile giocare a poker con 10 carte in mano…. Vi piace vincere facile? Avete sbagliato squadra…. Sempdoria se avessi due vite ti seguirei in entrambe Ps. Vi prego astenersi risposte di pentiti dell’ultima ora Sampdoria Sopra Tutto

    • Maurizio.Michieli ha detto:

      Ti sfugge che per molti, ora come ora, non è una questione tecnica. Vialli, infatti, non scenderebbe in campo…

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      caro zacco sono doriano come te e tanti altri ed un conto è abbonarsi per passione e lo abbiamo fatto in 16000 altra cosa è criticare chi non lo ha fatto in dissenso (ci avevo pensato pure io ma mi abbono da sempre compresa la B con i daversa e traversa) ma lo facevo con più entusiasmo perché comunque anche coi suoi difetti enrico mantovani ci teneva alla samp. con ferrero sono 4 anni che fatico ad abbonarmi e lo faccio giusto per la passione verso la squadra. non è un delitto però avere un po di ambizione e sperare in una società nuova un po più vicina ai tifosi e magari con qualche ambizione in più. non sono un pentito dell’ultima ora avendo il mio abbonamento di sud nella tasca da tempo ma se una nuova gestione porta entusiasmo e nuovi abbonamenti e un clima diverso cosa ci sia di scandalso non lo capisco. se qualcuno decide di tornare allo stadio grazie a Vialli and company ben venga.

      • Mauro ha detto:

        Certo,un conto quando si va allo stadio guardando la tribuna,vedere il clown con la nostra sciarpa sulla testa,altra cosa è vedere un vero gentleman,un pezzo di storia della Samp,una nostra icona,uno che ama la nostra maglia e la nostra storia,non uno che la calpesta.L’hai ancora capito Zaccotenay????

      • Zaccotenay ha detto:

        Meglio tardi che mai amico, però…..

      • Daniele da Rapallo ha detto:

        Ti quoto al 100 X 1000.

      • ale ha detto:

        Io ho scelto una terza via. Ho rinnovato (sulla base delle rassicurazioni dipersone più affidabili di ferrero) ma finche esso non è fuori, sto fuori io.

        Non ce la faccio

        Soffro come una bestia ma non posso. Grazie Mondini/Garrone

        VIALLI PRESIDENTE

    • Matte Genovese ha detto:

      Zacco, l unico vero , indissolubile tifoso Doriano !!!! Tutti gli altri sono come i guidatori della domenica. Dovresti essere un pokino meno presuntuoso e cercare di capire anche i punti di vista delle altre persone. Te lo scrivo senza malizia, ma ne hai sempre per tutti …..

  43. petrino ha detto:

    25.000 abbonati mi sembrano un po’ tanti in previsione.
    La viola, che ha tenuto chiesa e ha preso boateng. lirola, Badelj, Pulgar e Ribery ha chiuso a 20.000 =.

  44. solosamp1946 ha detto:

    25mila magari no , ma 20-21 mila ne sono certo

  45. Marco ha detto:

    Le squadre con piu tifosi secondo te sono manchester united o fanfulla? Real Madrid o chievo verona?

    E lo sono per atti di talebanesimo estremo da te decantato o perché vincono,convincono ed hanno un fascino unico?

    Mettici che te hai 24h al giorno libere,mentre tanti altri devono lavorare per campare e capirai,forse, che non é così semplice andare allo stadio.

    Ogni tanto avere una visione meno distorta non guasterebbe.

    Ferrero é un male per la SAMPDORIA e la causa é garrone edoardo senza se e senza ma.

    La SAMPDORIA si ama , non per forza però come la ami tu.

    • Mario ha detto:

      Se i tifosi contassero qualcosa il chievo e il sassuolo non sarebbero mai venuti in serie a, ma i templari del tifo non sono abbastanza lucidi per accorgersene

  46. Ale ha detto:

    Ciao Maurizio,
    e’ dall’ 11 Giugno che vorrei scrivere ma per scaramanzia ho atteso…….quella mattina da ambienti bancari avevo conferme inerenti la cessione societaria; i motivi per cui pareva tutto fermo erano legati alle cessioni di Andersen e Praet per i bonus.
    L’ufficialità sarebbe stata data una volta terminato il mercato.
    Avevo dubbi ma tutto sta procedendo come anticipato……toccando ferro (c’è di mezzo un tal Ferrero….)inizia la discesa…..credo che, una volta chiusa questa parentesi tutto, dagli abbonati allo stile ecc avverrà naturalmente e serenamente, da Samp…..grazie per lo spazio

    • todomo ha detto:

      ma perche’ non la finite di fare quelli che hanno notizie che altri non hanno, che sanno cose segrete che non possono dire… non sapete NULLA, nessuno sa nulla, tanto meno voi. state in silenzio e incrociate le dita come gli altri

  47. Daniele da Rapallo ha detto:

    Vorrei questa sera, in preda ai fumi dell’alcool, spezzare una lancia in favore di Jacopo Sala. Ho criticato molto questo giocatore in passato, anche perché era un adattato fuori ruolo (tanto per cambiare); ma devo dire che nell’ultimo anno ha fatto bene e gli auguro tutto il bene a Parma, città amica. Vederlo andare via sostanzialmente solo per i buoni rapporti col Chievo (anche se De Paoli non è male) mi sa tanto di quello scambio “un cane per un gatto” detto dal saggio Delio Rossi. Così, tanto per rimarcare la non enorme fiducia nel nostro uomo mercato titolare…….ho già la cenere in mano ed il capo chino se faranno qualche acquisto degno di nota per un piccolo salto di qualità.

  48. NYC ha detto:

    Vedendo gli abbonati delle altre squadre 17-18000 sarebbe un gran risultato lo stesso, detto ciò sono contento del riacquisto di Defrel ( si erano fatti tanti nomi ma nessuno di importante) serve un centrocampista che vada a prendere il posto di Praet altrimenti la squadra e più debole dell anno scorso.

    Maurizio a quando L ufficialità di Defrel ?

  49. Martino Imperia ha detto:

    Concordo con la prudenza di Micheli questa volta.

    Finché non c’è accordo economico, non c’è nulla, meglio star calmi.

    Peraltro personalmente continuo a ritenere irricevibili i bonus (che tradotti in parole povere significa che i nuovi risparmierebbero 30 mln se la Samp va in B, quasi un incentivo a fare male).
    Nessuno butta i soldi, ma un surplus di buona volontà economica da parte dei miliardari Diban e knaster sarebbe cmq un bel biglietto da visita. E si chiuderebbero i giochi.

  50. Martino Imperia ha detto:

    Lato Squadra.

    Con il ritorno di Defrel la squadra in buona sostanza è quella dello scorso anno con la differenza Andersen/Murillo (male in precampionato) e Praet/ Jankto ( o Thorsby (benissimo in precampionato) o Leris).

    Siamo in linea. Ma per il salto ci vuole il colpo (per me uno solo, Berardi o Ben Arfa).

    Certo le prime uscite rispetto alla Samp giampaoliana sono state traumatiche. Dal titikaka all”antikitaka spinto con palla sempre dritta in verticale senza un minimo fraseggio. Tifo DiFrancesco, ma non butti a mare tutto il buono che c’era prima. Ci metta del suo salvando quel che andava bene. Sta sensazione tra i giocatori che si respira di “finalmente in vacanza dall’ossessivo mister precedente” che li fa felici un po’ mi preoccupa.

  51. petrino ha detto:

    se il metro degli arbitri e’ quello di massa per favorire il napoli, si salvi chi puo’.

    • Marco62 ha detto:

      Si vabbè nulla di nuovo, ribadisce quello che ha sempre sostenuto, se è vero che ballano 10 mil ,non saranno bruscolini ma neanche un grande ostacolo, ribadisco se gli investitori di Vialli la vogliono la prendono…

  52. ale ha detto:

    Ecco un altro che parla dei propri figli a sproposito. Che livello

    Vattene

  53. petrino ha detto:

    MI pareva strano che non facesse prendere aria alla bocca .
    Fa ostruzione fino alla fine.

  54. petrino ha detto:

    e’ detto da uno che non ha mai messo 1 euro né per l’ acquisto, né per comprare un giocatore, ma che lucra anche uno stipendio.

  55. sillyname ha detto:

    Una volta tanto le parole di Ferrero sono corrette e condivisibili. Che si può dire? Mi colpisce il tono deciso ma tutto sommato civile, al punto da suscitare qualche sospetto.
    Questa nuova uscita fornisce un ulteriore elemento di riflessione in linea con l’impressione che ho avuto dal comunicato di qualche giorno fa. Il silenzio di Vialli è soltanto positivo, non dimentichiamo che è figlioccio di un tipo che diceva che smentire (o confermare) una volta costringerebbe a farlo sempre. Finchè sta in silenzio vuol dire che le cose procedono. Farà sentire la sua voce solo a cose fatte, in un modo o nell’altro. Ma Ferrero un comunicato lo ha voluto far uscire. Era necessario? Ha fornito qualche elemento significativo? Proprio per niente. In fatto, temo che l’obbiettivo fosse soltanto di sottolineare con molta chiarezza la disponibilità di Ferrero a vendere (vera o falsa che sia) ma non con l’obbiettivo di semplificare la trattativa o per diffondere ottimismo, quanto per mettersi al vento rispetto all’eventuale fallimento. Infatti il comunicato non è congiunto. Come dire: io sono disponibile a vendere ma, che sia chiaro a tutti, non accetterò di essere messo sotto scacco o a condizioni dettate da chi compra.
    Verso la piazza Ferrero è in una posizione che definire perdente è poco, quindi deve giocare la partita con tutti i mezzi che ha, inclusa anche un pò di comunicazione ben orchestrata. Se Vialli passa solo e sempre come il salvatore della patria e lui come il buffone, diciamo che la sua posizione resta debole. Se non vuole solo giocare in difesa, qualche iniziativa la deve pur prendere. E infatti oggi se ne esce con un altro “messaggio” al pubblico.
    Tutto questo fa pensare che, nonostante siano passate ere geologiche e che noi spettatori siamo ormai sfiancati dall’incertezza e dall’attesa, ci sia ancora troppa strada da fare e troppe insidie. Nel business una trattativa la cui conclusione viene rimandata a oltranza, alla fine non si concretizza mai positivamente.
    Adesso sembra pure che sia partita una nuova due diligence e questa notizia da sola dà la misura dello stato di avanzamento della trattativa e del clima che regna fra le parti in causa. Fa cascare le braccia.
    Diciamo che adesso non riesco a condividere alcun ottimismo. E la situazione non mi piace per niente. Ma sicuramente sbaglierò.

  56. Alessandro ha detto:

    Brutta sconfitta con la Lazio, altro bel regalo di Ferrero che invece di vendere subito la tira alle lunghe facendo apposta un mercato asfittico solo per il gusto di danneggiare la squadra e chi la comprerà (sperando che il sogno si avveri). Comunque Di Francesco deve lavorare sulla difesa perché qui si balla alla grande, speriamo bene….

  57. Marcello ha detto:

    Ma dovete andare tutto sotto casa sua o tutti sotto la società c’è ne vogliono almeno 100.000 se fossi a Genova lo organizzerei io, ci ha sempre preso per il culo ha indebitato la Sampdoria ci ha sempre preso per il culo sto scammer, e L ora di farla finita facciamo valere i valori del sampdoriano, tutti sotto casa a urlare pacificamente ,
    A casa devi andar devi andare romano di merda, non se degno di stare qui, ale Doria ale , ale Doria ale

  58. Marcello ha detto:

    Ci vogliono segnali importanti, non si può lasciare sto cretino a fare quel che vuole, io sono a Seoul se potessi verrei lì ora, a organizzare sotto la sede ci vogliono segnali forti non bastano lettere o striscioni del tifo organizzato bisogna andargli sotto casa inteso come società , bisogna proteggere la Sampdoria, non si può stare lì inermi ad aspettare Vialli il nostro grande gianluca, ci vuole azione

Lascia un commento

LA FINE DI UN CICLO

La Sampdoria ha perso a Napoli la terza partita su tre, subendo in totale nove gol senza segnarne alcuno su [&hellip

LIBERACI DAL MALE

Sette gol subiti, uno solo realizzato su calcio di rigore: è questo il bilancio delle prime due giornate di campionato [&hellip

IMBARAZZANTE

Peggior esordio non poteva esserci, al di là della sconfitta. Nel pomeriggio l’ennesima sparata di Ferrero sulla trattativa con Vialli, [&hellip

I QUARANTA GIORNI PIU’ LUNGHI NELLA STORIA DELLA SAMPDORIA

Dopo mesi in cui Massimo Ferrero aveva bollato la trattativa con il Gruppo Vialli come una buffonata (“Gli state facendo [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta