INTERDETTI

17 feb 2019 by Maurizio.Michieli, 305 Commenti »

Terza sconfitta di fila, un punto in quattro partite. I numeri inchiodano la Sampdoria nel girone di ritorno, anche se la prestazione a Milano con l’Inter non è mancata e il k.o. punisce oltremodo i blucerchiati. Ma ciò che manca in questo periodo alla squadra di Giampaolo – ed è mancata anche a San Siro – è la cattiveria agonistica. Dopo un primo tempo equilibrato, con occasioni da rete da una parte e dell’altra, la gara si è incendiata nella ripresa. Meglio, molto meglio la Samp sul piano dell’organizzazione del gioco e della manovra, meglio l’Inter nelle individualità. Peraltro, a spezzare l’equilibrio è stato un difensore, D’Ambrosio, che ha sfruttato l’assist di Perisic, lasciato troppo libero di agire da uno svagato Bereszinsky. Ma la Sampdoria è stata brava e fortunata a trovare subito il pareggio con il subentrato Gabbiadini, tenace e freddo sotto porta con il suo sinistro chirurgico. A quel punto l’inerzia del match era, doveva essere favorevole alla Samp, che invece si è addormentata, consegnandosi letteralmente all’avversario. Come era accaduto nel tempo di recupero a Firenze, come si era ripetuto nei due minuti di follia a Napoli, come era successo con il Frosinone al Ferraris. Il gol di Nainggolan ha regalato all’Inter tre punti non completamente meritati, ma ottenuti con quella determinazione che non ha avuto la Sampdoria, che poteva tranquillamente strappare almeno un pareggio. Di chi sia la responsabilità di queste assenze caratteriali nei momenti topici della stagione e delle partite resta da capire. Forse Giampaolo non è un grande motivatore, ma anche la società del presidente Ferrero ha comportamenti stravaganti: anziché rispondere a dieci, elementari domande posta da Primocanale sul presente ed il futuro del club preferisce emettere comunicati ufficiali che annunciano querele. Liberissima di farlo, ovviamente. Ma la stessa tenacia dovrebbe essere utilizzata per spronare la squadra e magari per chiarire alcune situazioni (poste da Primocanale) non del tutto definite, come le presunte trattative per la cessione e alcuni asset interni. Siamo tutti un po’ Inter… detti, insomma. Diamoci una mossa. Domenica arriva il Cagliari e servono tre punti per non trasformare l’ennesimo buon campionato in un film soporifero e già visto.

305 Commenti

  1. Alfio scrive:

    L’ennesimo girone di ritorno (solito) di mister Giampaolo..sono tre stagioni che fa cosi’..vi stupite ancora?Quest’anno e’ in pericolo anche la supremazia visto che ormai “gli altri” sono ad una incollatura,io non mi stupisco piu’..il maestro allena cosi’,tico-toc e zero tiri in porta,Quagliarella si e’ bloccato,Defrel non segna nemmeno se lo torturi e Gabbiadini il piede caldo lo ha ma langue in panca.Ho sempre detto se si ferma Quagliarella sono guai,Il Quaglia si e’ fermato ed i guai ono iniziati..3-0 con il Napoli,0-1 con il Frosinone a marassi,2-1 con l’Inter,totale 6 gol incassati e solo uno segnato da un panchinaro,siete ancora sicuri che side sulla nostra panca sia un “maestro?’”Sono tre stagioni che fa sempre cosi’..crolla nel girone di ritorno,sono veramente stufo di questo uomo scellerato che ha avallato la cessione di Zapata all’Atalante,manca come il pane quel giocatore!

  2. Luigi scrive:

    Maurizio ma ti rendi conto che se prendiamo il blog degli ultimi tre anni ripetiamo sempre le stesse cose, questo appiattimento della dirigenza si riflette sulla squadra in primis sui tifosi in netto calo e su ùn’allenatore che di motivare non ha nulla basta guardare l’espressione che ha in panchina. La mia rabbia è quella di vedere certi tifosi che provano a giustificare sempre tutto sono senza attributi e femminucce che applaudono anche se si perde senza lottare. La mia preoccupazione è la stessa di Rissetto l’anno che sbagli campagna acquisti con una dirigenza miscia sono cavoli amari nel frattempo chi vuole salire sul carro di Martino..

  3. francesco scrive:

    e 3 …. dai che ripartiamo.

  4. Luca scrive:

    Nuovamente d’accordo con la tua analisi Maurizio , dal presidente che con le sue esternazioni ha già chiuso il ns ennesimo campionato ( tralascio le non risposte alle 10 domande che non darà mai!) e dal carattere della squadra ! Ma e’ mai possibile che i nostri campionati durino solo una girone ( andata)? Io sento un allenatore come l’odiato Gasp che dopo una sconfitta in una partita fondamentale per il 4 posto dice ” perfetto ripartiamo da domenica senza alcun timore!” Mentre il nostro avrebbe detto ” non siamo ancora pronti per certi traguardi e non all’altezza di certe squadre” ecco anche questi sono piccoli ma significanti dettagli tra una squadra con la mentalità vincente ed una che si accontenta e si trascina nella normalità !

    • petrino scrive:

      Giampaolo non ha la vis pugnandi e neppure l’ ars vincendi.
      E volete che i suoi giocatori contestino tale atteggiamento ????
      Si adeguano, faticano meno, fisicamente e mentalmente, e intanto comunque i compensi maturano.
      L’ uomo e’ questo. E’ il solito ruminare e cosi’ sia.

  5. Daniele da Rapallo scrive:

    Caro Maurizio, la tua analisi è ottima ma questa sera non riesco ad essere d’accordo con te al 100%. Scrivo un po a caldo, incavolato assai ma cerco di far valere la ragione.

    Ci metto solo una piccola premessa che già ho scritto prima della partita, ovvero che l’assenza di Ramirez mi preoccupava alquanto per la partita di stasera ed i fatti mi hanno dato in parte ragione.

    Premetterei che contro una inter sciupona e non al meglio, la miglior Sampdoria del girone di andata avrebbe dovuto vincere, invece non è stato così. Anche perché tiri in porta veramente pochi.

    Ora si dirà che la prestazione c’è stata, il tecnico dirà che è contento dell’atteggiamento e che la partita col Cagliari sarà quella della svolta per i tre punti : ma non è così !!!

    La verità è che la Sampdoria paga una campagna acquisti infarcita di errori, ma la paga nel girone di ritorno in cui le forze vengono un po meno per il gioco di questo allenatore scelto da Ferrero e non (si badi..) dalla parte tecnica.

    Paga la cessione di Zapata
    Paga il non averlo sostituito, tentando fino all’ultimo giorno maldestramente
    Paga non aver trovato altre alternative sicure ai terzini
    Paga 20 milioni con l’operazione Audero e paga Sau (169cm) in coppia all’ottimo Gabbiadini. Paga Jankto
    Paga l’addio di Pecini, il solito Osti ed un Sabatini ahinoi a mezzo servizio. Infine paga dichiarazioni a vanvera a destra e a manca (coppe comprese) che di certo non hanno aiutato l’ambiente. E, a mio parere, forse comincia a pagare anche questo tecnico scelto.

    Non so se questo girone di ritorno sarà come gli ultimi 2 (al momento tutto farebbe pensare di si), spero invece che così non sia e di non vedere un altro decimo/undicesimo posto. La partita col Cagliari sarà dura, durissima : non voglio esprimermi ma soprattutto non voglio dire ciò che più di tutto farebbe arrabbiare un tifoso sotto la lanterna : vedere l’altra squadra mangiarti il vantaggio accumulato.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Anche secondo me l’ultima campagna acquisti è stata meno brillante delle altre, sia in entrata che in uscita. Penso che la Samp abbia scontato il viavai Pecini/Sabatini/Pradé.

  6. Fra Zena scrive:

    Film soporifero? Guardiamoci dietro che è meglio. Finché non arriviamo a 40 non sarò tranquillo. Dietro corrono

    • Solosamp1946 scrive:

      Ok.che siete tutti pessimisti…ma.queste sono cagate colossali ( corrono così tanto che il genoa con tre risultati è andato a più 10 dalla zona retrocessione)

      • Fra Zena scrive:

        Nel 2011 dicevamo le stesse cose. Parliamo di salvezza raggiunta quando davvero la avremo raggiunta. Prima i punti facciamoli, poi parliamo

        • El Cabezon scrive:

          Come puoi paragonare la situazione del 2011 a quella attuale?
          Capisco la delusione, la rabbia, l’amarezza, capisco tutto, ma non gli scenari apocalittici costruiti sul nulla…dai su!

          • Fra Zena scrive:

            Non è un paragone, solo una constatazione! Si dice che siamo senza obiettivi, invece ne abbiamo uno molto grosso ancora da raggiungere: i 40 punti

  7. Marco scrive:

    Non ho visto una SAMPDORIA in palla, brillante , anzi tutt’altro.

    Contro una squadra che nelle ultime 4 partite aveva appena segnato 1 rete abbiamo arrancato, messo Tonelli, che non fa della fisicità la sua forza, e contro l’inter servivano piu cm.

    Una squadra dove si spegne Quagliarella difficilmente trova lampi per colpire l’avversario.

    Cambi tardivi, la squadra era in apnea , la sorte ti arride portando Gabbiadini al gol ed invece di mettere li forze fresche aspetta di prendere il 2-1

    Cagliari e Spal saranno scontri decisivi per le nostre ambizioni, nel mentre testa bassa e lavorare.

  8. Maraschi scrive:

    Più che un film soporifero (sarebbe già buono!), non vorrei che si trasformasse un un disastro (siamo riusciti a perdere in casa col Frosinone…).
    Venendo a stasera, non sono d’accordo sul paragone con Firenze e Napoli.
    A Firenze abbiamo giocato molto peggio di oggi e, prima di rimanere in superiorità numerica, siamo stati presi a pallonate; a Napoli, sembravamo i Monti Pallidi.
    Quindi meglio stasera.
    Un encomio al “bandito” Gregorie Defrel.

  9. DoriaForEver scrive:

    Maurizio hai novità sulla cessione?

    • Maurizio.Michieli scrive:

      No, a me personalmente risulta che nessuno abbia offerto e offra la cifra che chiede Ferrero per la Sampdoria (200 milioni per ottenerne almeno 150).

  10. Vera scrive:

    Complimenti al maestro Giampaolo che ha perorato la cessione di Zapata Atalanta perché il giocatore non rispecchiava i suoi parametri di gioco in attacco complimenti vivissimi ha visto lungo a canta Quagliarella adesso non c’è niente defrel fa piangere Gabbiadini fa la panca Marco Sara oggetto misterioso tre sconfitte consecutive di cui una con il Frosinone a Marassi sei gol subiti uno solo marcato da un panchinaro Complimenti mister Giampaolo il suo solito girone di ritorno come sta facendo con lei da tre anni a questa parte lo sfascio completo le sue squadre crollano nel girone di ritorno

  11. Joe Kidd scrive:

    E siamo al solito girone di ritorno del vostro idolo…terza sconfitta consecutiva contro una squadra dimessa e problemi interni.
    Solite chicche: Gabbiadini in panchina che viene inserito al settantesimo e poi? Dulcis in fundo mette Sala e Vieira…cioè stai perdendo e non inserisci la quarta punta ma un terzino e un centrocampista e soprattutto non cambi modulo ma metti Defrel(!!!!!!!) trequartista.
    Cose da esonero immediato, speriamo di liberarci al più presto da questo incubo.
    Ritengo che la società abbia fatto tutto quello che poteva a gennaio per rinforzare la rosa, purtroppo la panchina vanifica tutto…il nostro campionato anche quest’anno finisce a febbraio.

    Per il resto io difendo società e Ferrero: abbiamo una squadra stabile in serie A e che con un allenatore diverso poteva andare in Europa, conti a posto e una gestione positiva.
    Non capisco il vostro accanimento contro Ferrero nè perchè sarebbe obbligato a rispondervi e non condivido anche se mi è permesso che nel commento post partita venga inserita questa polemica che col campo c’entra nulla.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Caro Joe, anche a te chiedo gentilmente di leggere la risposta a Simone sull’argomento società. Grazie di avere scritto.

  12. Vera scrive:

    Dimenticavo piuttosto che sparare querele a destra e a manca il presidente Ferrero farebbe bene imbarcare giocatori su un bel bus levare il giorno di riposo e portarli in ritiro fino alla partita con il Cagliari come avrebbe fatto un presidente di vecchio stampo come Rozzi o anconetani questi giocatori sono bambolotti i nostri hanno bisogno di uno scrollone

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Un po’ la penso come te, questo ambiente spesso è troppo ovattato. In passato ci sono stati allenatori (tipo Novellino) che quando avvertivano cali di tensione incendiavano la squadra con qualche pretesto. E’ anche vero che nei momenti di crisi l’ovatta aiuta a mantenere la compattezza e la barra dritta. Difficile capire cosa sia meglio. Forse un po’ di bastone e di carota, ma dosarli non è così semplice.

  13. Manuel scrive:

    Ancora una volta il buon Michieli dimostra la sua malafede e il suo voler cercare a tutti i costi il marcio. Inizia commentando la partita finisce attaccando Giampaolo e la società. Io fossi in lei penserei a fare meglio il suo lavoro….. volete far credere di sapere le cose e poi cercate chiarimenti a tutti i costi. Io se sono sicuro non ho bisogno di risposte…… e semmai la società volesse spiegare qualcosa lo deve fare a noi tifosi non di certo a certi giornalisti che remano contro….. tipo lei o rissetto. A proposito prima di arrivare ai livelli di zaino dovete farne di strada….

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Concordo su Zaino, amico e collega. Insieme, lavorando spesso in tandem, abbiamo raccontato pagine bellissime e meno belle degli ultimi 25 anni della Sampdoria. Poi spesso ciascuno va per la propria strada e ho tifato che Stefano avesse ragione su Vialli, non per pregiudizio ideologico su Ferrero (anzi, a me i fondi nel calcio non convincono), ma per Vialli. Sul resto, cercare il marcio è compito della Magistratura e lo sta facendo. Io chiedo solo qualche risposta a qualche domanda. Non mi pare un delitto di lesa maestà. Il remare contro dipende dai punti di vista. E poi, perché? Se mi dai una motivazione plausibile, ti rispondo volentieri.

  14. Massimo Pittaluga scrive:

    tutto vero maurizio ma diciamo la verità quando eravamo sullo 0 0 a 20 dalla fine non ha effettuato un cambio che uno uando avevamo qualcuno in difficoltà poi due cambi di colpo sul 2-1. per me oggi buona samp e ben messa in campo ma Gianpaolo a volte sui cambi e lettura della partita ci mette tanto. peccato e comunque in poche partite gettato o quasi il campionato. serve come dici tu una vittoria col cagliari più che altro per non entrare in una spirale negativa e per mettere punti per mantenere almeno la parte sinistra. credo anche che nelle ultime due partite qualche episodio sia girato storto ma un po più di reattività del mr in panchina ci vorrebbe. tenere tre cambi negli ultimi 20 minuti e non utilizzare secondo me Ramirez per defrel sul 1-1 e non fare entrare prima gabbiadini quando erano 10 minuti che ci pressavano sono responsabilità del mr che prepara spesso bene le partite ma durante a mio avviso ha un po il limite di lasciare andare le cose senza contromosse tempestive. peccato si poteva uscire con un pari meritato e con uno spirito diverso. ora spero in una reazione e in 3 punti perché altrimenti le cose iniziano a farsi pesanti. sul finale tuo preciso trasformare buoni gironi d’andata in film soporiferi

    • giovanni scrive:

      massimo, fare entrare ramirez ieri non si poteva…non era in panca altrimenti avrebbe giocato dall’inizio, infortunato come jankto.

      • Massimo Pittaluga scrive:

        ok grz come no detto rimango però della stessa opinione sulla gestione dei cambi questa volta secondo me troppo ritardata

  15. petrino scrive:

    la squadra e i giocatori che la compongono rispecchiano il carattere e lo stato d’ animo dell’ allenatore, ossia di una persona che non e’ mai riuscito a dare una carica agonistica a chi va in campo.
    Grande teorico del calcio, buon affabulatore per quanto rispecchia nelle interviste, ma non lo vedo capace a dare la carica a questa banda di smidollati, calcisticamente parlando, che non hanno nerbo, grinta. e si adagiano nel tran tran giornaliero.
    Lo si vede nei cambi che fa.
    Mai un’ invenzione ha Giampaolo, uno scatto d’ ingegno.
    Bianco per bianco, nero per nero e vai col tango .
    Si stanno mangiando quel poco vantaggio che avevano.
    Su entrambi i gol Audero ha colpe. Quando si rivedra’ in tv lo capira’.
    Specie sul primo che non prende la palla che attraversa tutta l’ area.
    Non si capisce perché Giampaolo si ostina a mettere in campo defrel.
    Almeno gabbiadini entra e segna.

    • El Cabezon scrive:

      Ecco qui…colpa di Audero!
      Che forse forse sul secondo si potesse fare qualcosina di più potrei anche condividere ( anche se immagino che coperto da compagni e avversari non abbia neanche visto partire il tiro…), ma sul primo…come può essere colpa sua?

    • Lollo scrive:

      Handanovic vs Audero, la sconfitta sta in parte anche qui…

  16. Massimiliano scrive:

    La squadra ha giocato, è stata molto più organizzata dell’Inter e ha sviluppato una buona manovra, il problema è sempre la qualità e la cattiveria giusta nell’ultimo passaggio e nelle conclusioni, sia dagli attaccanti che dalle mezzali che non riescono ad essere incisive, linetty in particolare sbaglia sempre troppi passaggi nonostante dia sempre il massimo.
    Bene Gabbiadini, meglio del solito Defrel.

  17. petrino scrive:

    vorrei fare presente che il distacco dal genoa si e’ ridotto a 5 punti soltanto.
    Non essendoci altro score, la banda Giampaolo se ne rendera’ conto o meno ?????

  18. Paolo1966 scrive:

    Peccato. Con un po’ di palle (intesnendo attributi) si vinceva. Invece more solito abbiamo guarito il malato di turno. Peraltro regalando 18 milioni di calci d’angolo. Malizia zero. Cattiveria zero. Rabbia zero. Vorrà dire che vinceremo il Nobel per la Pace

  19. livio scrive:

    Poco da dire…..
    .buona prestazione generale, condita però da piccole disattenzioni che, al momento giusto, concedono la vittoria all’avversario di turno.
    E’ evidente il gap tecnico e fisico con l’inter, ma proprio per questo non bisogna regalare calci d’angolo a cuor leggero. E questo avviene troppo di frequente. E pure le rimesse laterali – in equilibri così instabili – hanno grande importanza. Beresinski ha difeso male su Perisic nel secondo gol. E Audero, che nel complesso ha fatto buone parate, lo trovo poco incisivo sulle palle alte., dove guarda caso, la difesa soffre terribilmente.
    Poi mettiamoci la campagna di compraVENDITE…..anticipata già a gennaio , che mina non poco la serenità dei giocatori ed il morale di tutti………..
    Solo una serie di vittorie (???) a questo punto ci può sottrarre dal grigiore di un finale già visto che ha ampiamente stancato i più.

  20. alan scrive:

    Cosa colleghi il risultato sul campo alla sua inchiesta mi sfugge. Come mi sfugge per quale motivo una società accusata quotidianamente con articoli dettagliati che presuppongono comportamenti quantomeno “allegri” più e più volte smentiti debba rispondere a primocanale (“smentisci una volta e ti ritroverai a dover smentire sempre” diceva qualcuno ) e non ad un giudice davanti al quale si presume entrambe le parti porteranno le prove a sostegno delle proprie azioni.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Infatti, non deve. Può.

      • alan scrive:

        E allora perché non prende atto che non vuole fare come lei pretenderebbe? Scommetto che è già pronto il prossimo articolo per dire “che cattivo Ferrero che ci querela invece di rispondere a semplici domande, noi non accusiamo nessuno (ma nel frattempo si insinuano per filo e per segno i comportamenti ritenuti scorretti )” etc etc…

  21. marco scrive:

    Cagliari,spal,atalanta, se vanno male
    Altra annata buttauta nel ce…….
    Pero giochiamo bene va be…..

  22. Paolo scrive:

    Per favore solo non dite che perdere a Milano ci sta. Dove ha vinto il Bologna e pareggiato il Sassuolo. A forza di dire che perdere con le grandi ci sta e che perdere con le piccole può succedere arriveremo al derby a posizioni invertite

    • petrino scrive:

      verissimo. Cosi’ dicendo, in entrambi i casi, si offre una comoda scusante ai calciatori.

    • Zaccotenay scrive:

      Ma perché non scrivi sul forum dei bibini? Vergognatevi sono. Tutti capaci di criticare, per voi la domenica ideale il Genoa ha vinto e noi abbiamo perso, siamo l’unica squadra dove i tifosi sono più contenti quando perde che quando vince

  23. Martino Imperia scrive:

    1) SULLA PARTITA: purtroppo gli effetti negativi della prima vera grave partita persa nell’ultimo periodo, quella col Frosinone; si sono ripercossi oggi.
    Io non rimprovero granchè alla squadra per stasera che ha fatto una discreta partita con buone cose e qualche errore puntualmente punito. Forse nel finale è emersa anche un po’ di stanchezza.

    Sui singoli tocco dei punti fermi ma sono piuttosto deluso da:

    -Audero: perché ok il senso della posizione e l’essere piazzato sempre come requisito fondamentale del buon portiere, ma cribbio ogni tanto è bene anche provarci, buttarsi alla disperata, rischiare una garellata. In sostanza non ho digerito il gol di Ningolann senza tuffo, ma guardando la palla rotolare in rete.

    -Qualgliarella: il nostro campione, ci sta, può essere stanco. Ho visto bene Gabbiadini, ma anche Defrel si è speso tantissimo. Ipotizzare un cambio? magari facendo entrare Fabio nel sec tempo?

    2) SULLA POLEMICA DI PRIMOCANALE.
    A me francamente interessa poco, ma frequentando questo blog un’idea me la sono fatta.
    Secono me Micheli, e lo dico con la massima stima, è stato tutto un po’ esagerato e fuori luogo subito dopo una sconfitta

    Una polemica che è apparsa talmente anomala, virulenta e inaspettata che addirittura molti avevano dubitato che la firma dell’articolo fosse la sua tanto distante dal suo stile.

    A che pro? avete motivato con un generico “l’andazzo non va bene” o anche “l’ambiente ovattato non porta risultati”……( bhe mi sembra che nemmeno le polemiche lo stian facendo :) …..)

    Se il motivo fosse invece assecondare un pò quelle voci, rumorosissime, ma minoritarie, di contestatori striscianti senza una prospettiva ( via Ferrero, via Giampaolo, mercato fallimentare, la fine del parma e tutto il repertorio che conosciamo da 3 anni), mi sembra stiate rincorrendo una facile consenso, uno sorta di POPULISMO CALCISTICO, dal fiato corto, buono per subito, ma che alla lunga non fa il bene della Samp.

    Perché per costoro, anche se arrivasse il Ferrero della Nutella e Ancelotti in panchina, non sarebbe abbastanza, e dopo un po’ direbbero che l’olio di palma non va bene e il culatello fa venire il colesterolo :)

    • Luca b scrive:

      Per me la stanchezza c’è stata in tutta la partita. Semmai si sono svegliati gli ultimi 15 minuti.

      Quagliarella non lo puoi far rifiatare perchè l’unico sostituto di ruolo (Kownacki) si è pensato bene di scazzarlo tanto che ha chiesto di andare via a tutti i costi. In rosa non c’è una prima punta, quindi Gianpaolo dovrebbe cambiare modo di giocare ed è più facile che si faccia impiccare piuttosto che farlo.

      Per me Gianpaolo era da sostituire alla fine del primo anno.

    • Michele G. scrive:

      Tu intanto faccelo venire il Ferrero della Nutella, e poi vediamo! ;-)

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Caro Martino, credo che ognuno di noi abbia la sua storia, con luci ed ombre. Però se io fossi uno che cavalca contestazioni striscianti non avrei difeso Enrico Mantovani ed Edoardo Garrone quando venivano contestati dai tifosi. Così come oggi, peraltro, non mi associo assolutamente ai “Ferrero vattene”. Gestire una società di calcio non è facile e Ferrero, tra risultati sportivi ed economici, lo sta facendo abbastanza bene. Chiedo però che venga fatta un po’ di chiarezza sui criteri di gestione, tutto qui. Che problema c’è a rispondere a quelle domande?

      • alan scrive:

        La veradomanda è “che problema c’è a dover dimostrare le accuse davanti ad un giudice”?

      • Martino Imperia scrive:

        Capisco.
        Non concordo con lo stile crociata puritana però.

        Cioè, l’articolo che ha fatto indispettire società e molti tifosi è il primo, non quello delle 10 domande.

        Però le faccio una domanda io: se la società rispondesse a tutti i 10 punti, molti dei quali riguardano comportamenti assolutamente leciti (e su questo non vedo cosa possa dire la Samp se non tutto nelle regole) vi basterebbe. Prendereste atto? Chiederete eventualmente scusa se il caso?

        • Maurizio.Michieli scrive:

          Ok Martino, grazie della precisione sul primo articolo. Per quanto concerne le domande, nessuno presuppone comportamenti illeciti. E’ solo per sapere come viene gestita la Sampdoria sul piano pratico. Chiedere scusa per una domanda lecita mi sembra un po’ troppo, o no? In ogni caso, fossi in te mi farei due domande sul perché Ferrero non risponde, sul perché fa interviste generiche e sdraiate e comunica attraverso video blindati su youtube. Ma non ti viene da pensare che le domande danno fastidio? E perché dovrebbero dare fastidio???

      • Massimo Pittaluga scrive:

        caro maurizio abbiamo circa la stessa età e sinceramente ricordo che enrico mantovani all’epoca non lo difendesti più di tanto tu e i diversi giornalisti. non dico che fosse giusto o sbagliato ma è dopo che rivedeste un poco le cose alla luce di quanto successe negli anni di moggi. enrico mantovani fu difeso da una parte della tifoseria e nella fattispecie dagli ultras tito e da altri tifosi un po meno da un altra fetta di tifoseria organizzata e di stampa. perché le cose vanno ricordate come sono andate con un po meno revisionismo. cordiali saluti

    • Antonio giuffrè scrive:

      il miglior commento di questo Blog ,

  24. Edoardo scrive:

    Caro Maurizio…

    Io non credo che questa volta sia mancata la cattiveria agonistica, abbiamo lottato per tutta la partita dal primo all’ultimo minuto, per me il problema è che manca proprio la qualità negli ultimi 30 metri, nessuno dribbla, nessuno tira da fuori, nessuna inventa la giocata, Quagliarella deve andare a fare a sportellate a centrocampo per conquistarsi qualche mezza palla giocabile e poi Defrel non segna più da oltre 3 mesi, insomma là davanti se Quagliarella non è in giornata siamo messi molto male, io è dall’inizio del campionato che lo dico, noi non abbiamo il Nainggolan di turno che tira la bomba da fuori e ti risolve la partita, noi abbiamo Praet che fa il passaggino laterale e Defrel/Saponara che non la buttano dentro neanche con le mani sulla riga di porta, e poi vabbé aggiungici pure l’arbitraggio che è stato veramente scandaloso (come sempre d’altronde in casa delle strisciate!), insomma io da questo campionato ormai non mi aspetto più nulla se non di concludere con un dignitoso 10°/12° posto che secondo me è il massimo a cui possiamo ambire e poi speriamo che a giugno arrivi un vero presidente, magari non ricchissimo, ma almeno sampdoriano e con un minimo di stile…

    FORZA SAMPDORIA E FORZA PRIMOCANALEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  25. Franco scrive:

    Buongiorno Sig. Michieli. Un saluto a tutti. Intanto grazie a Primocanale per il suo lavoro giornalistico di informazione e dibattito. Per restare alla Samp non riesco proprio a capire come si possa vanificare tanta fatica e lavoro dei giocatori per non volere prevedere nella rosa della squadra almeno un (dico uno) giocatore di peso e forza fisica in attacco che possa dare il suo contributo in zona gol. Mi sembra evidente che la Samp butta via molti punti in classifica in modo impropio. A questo punto mi domando come possano accettare ed continuare a non vedere questa situazione, oltre l’allenatore, anche i massimi dirigenti della Societa’. Non si possono costruire squadre di calcio di alto livello senza giocatori abili nel gioco aereo nelle tre fasi di gioco. Difesa, centrocampo e attacco.
    Sopratutto nel calcio attuale che si e’ evoluto e trasformato radicalmente rispetto al passato. E’ diventato un mix di calcio tradizionale, football statunitense, soft-rugby al limite del regolamento calcistico. Il tiki-taka ha fatto il suo tempo. Il pubblico vuole vedere una attivita’ agonistica veloce e creativa, che diverta e non sia noiosa. Se no, a parte altre e piu’ “sociologiche” considerazioni, si dedichera’ ad altre cose. In Italia di sicuro, e penso anche in “occidente”. Grazie e Cordiali Saluti a tutti.

  26. petrino scrive:

    TMW adombra il concetto che gabbiadini debba entrare alla scik, ossia negli ultimi 20 minuti al massimo, e cosi’ facendo ha segnato 1 gol ogni 15 minuti di gioco.
    Basta che qualcuno faccia i gol.
    Perlomeno calcia in porta e anche bene e non pretende di andare in porta con la palla.

  27. petrino scrive:

    l’ assenza di icardi ha giovato all’ inter. e penalizzato noi.
    Hanno voluto dimostrare che possono benissimo fare a meno di lui in campo.
    Correvano come tanti satanassi, quando nelle partite precedenti il menefreghismo imperava. e andavano a 2 all’ ora.
    Perfino il pubblico li sosteneva, quando prima li fischiava.

    • Henry scrive:

      In effetti io che sono interista e in questa stagione le partite le ho viste tutte,
      non avevo mai visto i giocatori correre come hanno fatto ieri,
      nelle partite precedenti erano zombi che si trascinavano per il campo.
      Quindi direi che per la partita di ieri a Giampaolo e ai suoi giocatori
      non si può rimproverare niente.

  28. Sand66 scrive:

    Che si riuscisse a fare bottino pieno a Milano era alquanto difficile, speravo nel pareggio, ma dopo aver incassato il primo gol ho capito che sarebbe stato difficile.
    Non ho visto quella voglia di rivalsa che si dovrebbe avere dopo l’inqualificabile sconfitta in casa con il Frosinone, si gioca bene anche con ordine ma appena l’avversario la mette sull’agonismo ci si sfalda e si perde la testa.
    Credo che arriveremo ai nostri 40 punti come tutti gli anni ed intorno al decimo posto ma, e me lo dice la mia gastrite, le soddisfazioni da qui in avanti non saranno molte (spero nella vittoria nel derby). Aspettando tempi migliori, forza Doria sempre e comunque.

  29. BIKERS scrive:

    ma l’hai vista la partita o te l’hanno raccontata. Primo tempo equilibrato con occasione da rete da una parte e dall’altra? Dopo 10 minuti potevano già farci tre gol e noi non abbiamo fatto un tiro i porta.Ma sei sereno oppure vuoi rifarti per quella causa che ti farà la Società per quello che ti sei inventato? Mah!

    • Luca b scrive:

      Sono daccordo con Bikers per quanto riguarda la partita. Io ho visto i soliti nostri rincorrere affannosamente, non superare mai la metà campo, Un Murru che dire che sia buono è una bestemmia, un Bereszinski un po’ in affanno, il solito centrocampo a 3 che contro l’avversario messo a 5 non ne becca una (è questione di numeri). Poi ho visto la reazione gli ultimi 15 minuti. Dire che abbiamo fatto la prestazione è da ciechi.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Mah, nel secondo tempo ricordo un tiro di Defrel parato da Handanovic da pochi metri e un colpo di testa di Quagliarella sventato dal portiere sotto la traversa. Mi sa che sei tua non avere visto la partita. Io sono serenissimo.

  30. SANDOIA scrive:

    Per fortuna i punti sono 3 nelle ultime 4 partite.
    Sulle trattative di cessione vera o presunta meglio che i media e le tv locali siano informate il meno possibile.
    La sconfitta di Napoli è stato un campanello di allarme inascoltato :un bel 3 0 con un Napoli non trascendentale che aveva giocato poco prima in Europa ,Mertens in panca ,Allan distratto ,Insigne quasi fermo che ha comunque segnato; era stato archiviato con la purtroppo famosa frase ” ne abbiamo perse solo 2″ che già detto al bar tra amici magari ti tocchi in basso ,anche Giampaolo ha pensato di far sua la frase che diciamo prima di giocare con il Frosinone dal punto di vista scaramantico è anche autolesionista.
    Naturalmente con L’Inter la squadra ha giocato meglio comunque ha sempre perso meritatamente si sono rilanciati Spalletti e Naingollan ,telenovela Wanda in fase di risoluzione ,dopo aver salvato per 3 volte la panca a Rinchio Gatt il talismano di Milan lo abbiamo noi.
    Ho visto giocare la Sampdoria di Giancarlo Salvi e di Ermanno Cristin a quei tempi che ti dovevi salvare entravi in campo pensando che perdere con Napoli ,Inter ecc ci stà è normale basta giocare al calcio….. a 16 squadre retrocedevi di sicuro .
    Empoli Sassuolo e Parma Cagliari sono un esempio vero Giampy ” Sempre Assolto con formula piena Qualsiasi cosa succeda in Campo e Fuori ”
    Il presidente Atalanta ha messo sul mercato Zapata ed Ilicic anche se con toni e modi differenti ai nostri vediamo se riescono ad arrivare al 10 posto o se Gasperini inzia a perdere delungo se viene sempre assolto con formula piena .

  31. Marcello scrive:

    Manca sempre cattiveria agonistica..e siamo al 3 k.o di fila

  32. Simone scrive:

    Buonasera Maurizio, tolto che come sempre mi trovo a darti ragione(dal lato sportivo, di discorsi extra campo non me ne interesso), mi viene da dire che in questa occasione ci siano state delle decisioni arbitrali che hanno fatto svoltare la partita.
    In primis l’espulsione mancata di d’Ambrosio,che poi ha segnato,su quagliarella(difesa aggirata e solo davanti alla porta), e poi il corner battuto a seguito di un fallo esagerato su ekdal.Che ne pensi?

    • Simone scrive:

      Inoltre ci tengo ad aggiungere che come al solito è mancata si la cattiveria agonistica ma penso più sia determinata da un livello medio della squadra da decimo posto(come tu spesso hai rimarcato).
      Defrel che calcia ad occhi chiusi, un Saponara ad intermittenza ed un limitato inserimento dei centrocampisti. Muriel, Fernando e Bruno Fernandes ci avrebbero sicuramente fatto lasciare San Siro con i 3 punti…quindi ci tengo a ribadire che chi parla male di Giampaolo dovrebbe farsi un esame di coscienza prima..

  33. Nicola scrive:

    Che dire, nulla di nuovo sotto il sole. Mancanza di cattiveria agonistica, furbizia e concentrazione sono caratteristiche inamovibili di questa squadra, puoi anche esprimere un gioco per molti tratti superiore all’avversario ma poi getti via la partita in pochi minuti con una facilita’ disarmante. Urge cambiare guida tecnica a giugno, abbiamo sopportato per tre anni.

  34. Francesq scrive:

    Ieri non avremmo meritato di perdere.

    Tatticamente siamo stati superiori, anche se da alcune scelte sbagliate nei passaggi o nell’affrettare la Conclusione, si capisce che non siamo in grande forma. Penso che il momento di down stia passando, sinceramente. Perché la ripresa s’è vista rispetto alle ultime due.

    Tra le cose belle, il modo in cui passavamo sistematicamente il pressing alto dell’inter, che non riusciva mai a prenderci alti e il cui recupero palla era affidato quasi esclusivamente ai due formidabili centrali di difesa che si ritrova. Tra le cose negative: non si può uccellare il pressing alto così tante volte (parlo soprattutto del primo tempo, nel secondo l’inter era più guardinga) e non segnare, sempre per errori di scelta, di fretta o di leggerezza. Anche il loro gol nasce da una belinata in appoggio sulla 3/4.

    Credo comunque che questo momento di semi confusione ai piani alti (con relative tensioni) non giovi alla tranquillità della squadra. Specie se si parla di errori di scelta, fretta o leggerezza (appunto). Manca un po’ di lucidità e ci sarà un perché…

    Comunque non è finita.

    PS il var quest’anno fa ridere. Dipende da cosa credono di fare. A volte stanno ore a scandagliare azioni finché non trovano un motivo per annullare un gol (Juventus stadium? Così, mi sovviene questo collegamento mentale). Altre volte ignorano enormità. E il calcio dei “medi” agonizza. Rantola.

  35. piero scrive:

    Dai belin,abbiamo perso a Napoli e a Milano di misura,senza meritarlo e subendo l’ennesimo furto contro una strisciata. Non tenerne conto è malafede. Contro il Frosinone unico passo falso di un campionato sin qui positivo. Vediamo alla fine cosa succederà. Ma basta con ste litanie da funerale annunciato

  36. Michele G. scrive:

    Maurizio, tu sai quanto io non sopporti Ferrero, e quanto desidererei che alzasse i tacchi anche oggi, ma volergli attribuire la svagatezza della squadra per non rispondere alle domande che gli hai/avete posto mi sembra un po’ azzardato. Sinceramente, dopo il pareggio conseguito dopo solo due minuti, io stesso avrei predicato prudenza, perché ieri l’Inter ha mostrato delle ripartenze e dei ribaltamenti davvero pericolosi. Resta il fatto che il secondo gol glielo abbiamo letteralmente regalato, perché un rinvio verso il centrocampo, anziché in calcio d’angolo (da cui è nato il gol) sarebbe stato possibile ed opportuno. Sinceramente, non ricordo il presunto fallo su Ekdal che ha invocato Giampaolo, o perlomeno, mi è sfuggito. Rimane l’amaro in bocca per una sconfitta evitabilissima, contro un Inter decisamente abbordabile. La prestazione, pur non eccelsa, mi è parsa più che accettabile. Certo, l’EL ora appare un po’ più lontana, con Toro e Fiorentina (assistita da San VAR) che ci sopravanzano e viaggiano ad una buona media. Certo, col Cagliari i nostri dovranno sfoderare una prestazione degna di questo nome e non ripetere le “svagatezze” dei recenti incontri, specie quello col Frosinone.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Caro Michele, ti invito, se ne avrai la cortesia, a leggere la risposta che ho dato a Simone sulla questione Ferrero. Per il resto, concordo in pieno con la tua analisi.

      • Michele G. scrive:

        L’ho letta e devo dire che concordo con la tua risposta. Da una prima lettura a caldo, il tuo post iniziale mi sembrava collegare più direttamente la sconfitta di San Siro con la querelle Ferrero/Primocanale, da qui dire che mi sembrava un po’ azzardato. Che la gestione della società influisca anche sul rendimento della squadra, è sicuramente un dato di fatto e ti do ragione al 100%. Da parte di Ferrero, il voler anticipare già a Gennaio quel che succederà a Giugno, indubbiamente fa sì che non tutti prendano con la dovuta grinta l’impegno di questi mesi che ci separano dalla fine del campionato (se tanto già sappiamo che al 90% Giampaolo se ne andrà….).
        Speriamo bene che almeno questi prossimi impegni ci vedano un po’ più attivi e, passami il termine, “cazzuti” per spuntarla con avversari abbordabilissimi (Atalanta a parte).

  37. vincenzo scrive:

    Fermo restando che condivido le riflessioni e le perplessità di Michieli, bisogna continuare a credere all’Europa malgrado tutto, battiamo il Cagliari e poi vediamo: non dimentichiamo che Atalanta, Fiorentina, Torino e Lazio hanno ancora la coppa Italia; certo che ci vuole convinzione e furore agonistico.. .

    Forza Sampdoria

    a proposito di “Interdetti” avete visto lo scempio, la farsa in serie C di Cuneo Pro Piacenza: è una vera e propria offesa a tutti coloro che amano il calcio: incompetenza?, malafede?…17/02/2019: una pagina vergognosa del calcio italiano.

  38. Enrico scrive:

    Campionato finito. Speriamo di fare presto quanto manca per arrivare a 40 punti.

    Penso che siano tutti stanchi di questa squadra priva di carattere e di voglia.

    Il problema è che il pesce puzza dalla testa….

  39. Zaccotenay scrive:

    Squadra che non ha mai dato l’impressione di poter fare risultato, lenti, macchinosi, giocatori che non vincono mai un contrasto, Fabio si è sgonfiato dopo il record personale, e la Sampdoria ne risente.Tifosi stupendi ieri a san Siro eravamo pochi come non mai ma abbiamo sostenuto fino alla fine, a prescindere dal risultato. La squadra non ha mai dato l’impressione di poter fare risultato. Peccato, siamo una squadra modesta. Teniamo duro, non molliamo Sampdoria Sopra Tutto

    • giovanni scrive:

      quindi zacco al momento che è entrata la palla calciata dal gabbia due minuti dopo avere preso il gol eri già certo che avremmo preso gol tre minuti dopo dopo un fallo su ekdal, l’angolo regalato da murru che, solo in area appoggia di testa in corner quando sai chiaramente che sono fisicamente più forti quindi te la cerchi proprio, skriniar che salta in appoggio sulle spalle di tonelli e la palla del ninja che passa tra otto gambe assortite? mah…, io credo che ieri abbiamo dato l’impressione di avere un pensiero chiaro in testa di gioco, una serie di uscite palla a terra che l’inter le sogna nonostante i centoventi milioni di stipendi che paga, una capacità di portare difficoltà nella metà campo dgli avversari anche attraverso gioco propositivo nonchè le croniche errate valutazioni dei singoli per la poca attenzione posta troppe volte, murru che è solo e non marca nessuno sul primo gol guarda la palla e peresic per venti secondi quando d’ambrosio (d’ambrosio…ma si può?) dal limite entra e lo anticipa che nemmeno in serie…, defrel che di destro spara sui guantoni di handa, saponara che prova a tirare quando ha quaglia e defrel dietro a rimorchio…bereszinsky che molla peresic perchè pensa che si accontanti della rimessa laterale, poi lo affronta blandamente mandandolo sul sinistro con due metri di campo liberi nell’area di porta in pratica… sarà di certo siamo talismani chiari di chi ha ogni tanto bisogno di risollevarsi, ma fossi un tifoso dell’inter contentissimo ieri sera non sarei stato; peraltro da sampdoriano ero inc….to ancora di più, figurati.
      comunque, a me ha dato l’impressione dell’ennesima partita in cui potevi eccome fare risultato, salvo che hai giocatori di livello inferiore agli altri, guardalinee contro (eri li, quello sotto i “distinti ha dato mai rimessa nostra sui dubbi? e sul fallo su ekdal a cinque metri dallo stesso…velo sopra, lascia stare via) arbitro che sul dubbio dell’espulsione a d’ambrosio se la cava con il giallo…(ti immagini la stessa situazione al contrario, che so un lautaro che sembra steso ma inciampa sulle scarpe di tonelli? quanti minuti di var ci sarebbero voluti?) quindi episodi a parte, non avremmo meritato il pari perchè una partita così probabilmente se la perdi ti sta bene…un abbraccio, seppure nella piccionaia del terzo anello era un bel sentire!

      • Zaccotenay scrive:

        È l’agonismo che aveva l’Inter che dava chiaramente l’impressione di avere più voglia di fare risultato. Tenere palla con passaggio stucchevoli non fa fare risultato purtroppo nel calcio contano tante cose che messe insieme ti fanno vincere… Arbitro compreso. Io non ho mai pensato di poterla vincere confermo, ormai conosco i miei polli, che adoro per altro. Va bene l’idea di gioco, Giampaolo mi va più che bene visto che ho giro non c’è di meglio alla nostra portata, ma la squadra mi sembra fisicamente a pezzi, lenta, stanca quasi. Per quello caro amico non mi sono mai illuso di poterla vincere, ma sono andato a san Siro con mia moglie credimi per starle vicino e sostenerla il più possibile, non ti immagini neanche quanto soffro a leggere certi commenti, il trionfo degli eroi disperati che cercano il pretesto per criticare la Sampdoria… Una vera vergogna sono disgustato

        • giovanni scrive:

          pensa che a me bastava il pari…non mi sognavo nemmeno di vincere visto che statisticamente l’inter da sempre ci fa di riffa o di raffa la pellle…comunque grazie zacco, di amici ce n’è sempre bisogno e ti confesso, con una punta di invidia, che riuscire a conciliare moglie e sampdoria a me non riesce ed anzi spesso riesco solo ad inc….mi con una perchè sono inc…to anche con l’altra… :-) un abbraccio!

  40. vincenzo scrive:

    Ho sbagliato, naturalmente Milan al posto del Torino.. .

    Forza Sampdoria

  41. aldo scrive:

    d’accordo su tutto….manca cattiveria agonistica e…non…mancano da sempre due otre figli di buona donna… come hanno altre squadre…per farsi rispettare…e poi un pò di fattore c …mi ripeto…come hanno altre squadre….ma quello non lo si può acquistare…vorrei concludere queste poche righe con…io speriamo che me la cavo….

  42. rexth scrive:

    D’accordo con le parole di Maurizio.
    Frosinone a parte, gli avversari erano tosti e dobbiamo credere di ricominciare a vincere per rientrare nel gruppo europa league.
    Soprattutto la squadra deve trovare motivazioni; tema su cui manchiamo da anni.
    Nel calcio fisico di oggi a tratti sembriamo camminare sulle uova mentre gli altri la sparano in porta.
    Nella prima parte di campionato abbiamo fatto vedere velocità e qualità, con tutti i nostri limiti.
    Speriamo di ritrovarle presto e fino alla fine.
    Vi leggo sempre volentieei. Forza Samp.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Io non ho mai reputato questo organico da Europa League e ho sempre sostenuto che fosse più debole di quello dell’anno scorso. Tuttavia, concordo con te e non “seppellirei” ancora le ambizioni, a San Siro ho visto una squadra viva, pur con tutti i suoi limiti. La partita con il Cagliari sarà il crocevia della stagione.

  43. simone samp scrive:

    guai a dare contro giampaolo eh? ora la colpa è di ferrero che non risponde alle domande E forse ma forse forse forse di Giampaolo che non è un grande motivatore. La samp è una squadra fondamentalmente scarsa, da undicesimo dodicesimo posto in serie a e giampaolo è un allenatore da undicesimo dodicesimo posto in serie a, è tutto qui il succo del discorso. Nonostante i vari rissetto e company quest’anno abbiamo deciso che Giampaolo sia un grande allenatore. Ricordo ancora gli elogi al suddetto perchè era da ANNI che aveva chiesto defrel e finalmente era stato accontentato. Eh gia, defrel per zapata, lui si chi ci aveva visto lungo. Ennesimo campionato buttato a febbraio, e ora è pure a rischio la supremazia cittadina.
    Ma la colpa è di ferrero che non risponde alle domande. Perchè poi dovrebbe rispondere alle vostre domande? Chi siete? La santa inquisizione? Io personalmente detesto ferrero come persona e mai mi sognerei di difendere un pregiudicato, ma a mio avviso stavolta hai toppato

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Caro Simone, questo rapporto di causa ed effetto lo hai visto tu, o forse mi sono espresso male io. Nulla c’entrano le mancate di risposte di Ferrero con la sconfitta di San Siro, dove peraltro a mio parere la Samp ha ben figurato e ha perso per le solite distrazioni, consentimi il termine volgare ma accettabile in un blog scanzonato, da belino mollo (come a Firenze, a Napoli e col Frosionone). Di chi sia la responsabilità di questo, come ho scritto, non ho la pretesa di saperlo. Certo è che se la situazione si ripete con tre allenatori diversi (Mihajlovic, Montella e Giampaolo), la colpa non è tutta degli allenatori ma probabilmente dell’ambiente nella sua generalità. La società è tendenzialmente più interessata al mercato che al risultato sportivo e una volta conseguita la salvezza è già paga e forse, non riesce più a trasmettere ulteriori motivazioni. Oppure, più semplicemente, la rosa vale il 10° posto e nella prima parte del campionato sfrutta abilmente l’organizzazione di gioco consolidata da Giampaolo per avere la meglio su avversari ancora in rodaggio. Poi, i veri valori vengono a galla alla distanza (vedi Milan). Sono soltanto ipotesi, ragionamenti che condivido con voi, ma ribadisco che non ho verità da vendere. Quanto al resto, sei liberissimo di non interessarti alle vicende societarie. Io ovviamente non sono né santo né inquisitore, ma solo un giornalista che pone domande finalizzate a ottenere chiarezza sulla gestione della Sampdoria, che dalle carte dell’inchiesta Fuorigioco non sembra risultare del tutto cristallina. Domande, non accuse. Quello semmai è compito della magistratura. Ma compito di un giornalista è, quando ha un dubbio, chiedere, anche in nome dell’opinione pubblica che ha fiducia in lui (tu puoi liberamente considerarmi un reietto, forcaiolo, inaffidabie). Rispondere è cortesia. E forse anche un po’ dovere, considerato che la Sampdoria è una spa privata ma dal forte impatto emotivo su migliaia di persone. Peraltro, la tua frase finale (detesto il pregiudicato Ferrero) mi farebbe ipotizzare che tu abbia un po’ a cuore il desiderio di conoscere quale sia il presente e soprattutto il futuro della Sampdoria. Dopodiché, liberi tutti. E’ il mio motto. Grazie di avere scritto.

      • simone samp scrive:

        sono d’accordo con te Maurizio ma Ferrero puo’ tranquillamente (e sai che sarà così) non rispondere alle vostre domande. vorrei dire quello che penso di ferrero ma dubito che verrei pubblicato.

    • Edoardo scrive:

      Caro Simone, Maurizio Michieli è un giornalista professionista e credo che faccia parte del suo normale lavoro porre delle domande a chicchesia per informare e far luce su quei fatti poco chiari che in una certa misura riguardano un po’ tutti noi tifosi e anche la città di Genova, la Sampdoria non è una semplice azienda di rubinetti, detto questo come si dice domandare è lecito e rispondere è cortesia, oltretutto Maurizio ha sempre difeso a spada tratta sia l’attuale dirigenza che Giampaolo e adesso criticarlo per aver chiesto un po’ di chiarezza mi sembra davvero ingeneroso, ben vengano le inchieste giornalistiche fatte in modo serio e coscienzioso che magari l’Italia andrebbe un po’ meglio, bravo Maurizio continua così…

  44. Luca b scrive:

    Come ho già più vlte detto, contro un avversario che schiera 5 centrocampisti, perdi in partenza. Che giramento di scatole vedere un torino pareggiare a Napoli, mentre noi abbiamo fatto la figura della vittima sacrificale.
    Mi pesa fare il paragone ma, vi immaginate Gianpaolo sulla panchina dei bibini? Gli comprano Sanabria, Lerager Radovanovic e lui li schiera tra 6 mesi perchè devono imparare i movimenti da calcio balilla. Gli altri allenatori hanno i nuovi acquisti el i buttano da subito in campo, il nostro genio no, meglio un Defrel che si, si è mosso meglio ma non serve a nulla. Per chi dice che la sconfitta a S.Siro ci poteva stare, ricordo le parole di GIanpoalo dopo Frosinone “andiamo a Milano a fre risultato”. Come al solito ho visto un gran torello.

    Tanto per….sabato parlavo con alcuni tifosi della Cremonese (CREMONESE!!!) e mi dicevano testuali parole “ce lo siamo tolti dal c…o quell’id…à che non capisce niente di calcio, fatelo anche voi”
    Aspetto fiducioso la fine della stagione

    • Zaccotenay scrive:

      Pareggiare come ha fatto il Torino, preferisco perdere. Ora chiamo mazzarri e gli chiedo di tornare a Genova che ho nostalgia delle sue barricate calci pugni e ppmtdptdtpdp la pioggia, per il campo, per l’arbitro….. Non meritate nulla più di tutto questo piccoli fans siete piccoli fans rimarrete

      • El Cabezon scrive:

        Ah bè sicuro…
        Meglio perdere 3-0 prendendo due gol in 2 minuti col primo realizzato in 3 passaggi 3! piuttosto che uno 0-0 sporco, magari fortunoso e che comunque fa morale e classifica, contento tu…

  45. Fabrizio scrive:

    Ciao Maurizio dai non disperiamoci siamo alle solite Messe Dette il girone di ritorno come sempre non ci appartiene e ne vedremo delle belle piu avanti quando incontrerai avversari disperati che devono salvarsi o che rincorrono l Europa, e noi come sempre senza Obiettivi,su questa squadra questa società sul Maestro si è detto tutto, sapevamo che saremmo crollati, squadra modesta senza punte di ruolo gioco noioso centrocampisti portati allo sfinimento , siamo tornati a tirare in porta di nuovo 2 volte ogni 3 partite, venduto Zapata e il Polacco trattato da <deportato senza mai una chances vera e propria ma ora abbiamo Defrel il Morto Sau uomo d area e Manolo che si qualche gol lo fa ma cosa vuoi aspettarti….su…è piu triste di me quando torno dalla Montagna…..vediamo le cose positive tutte le squadre davanti a noi ci sono superiori secondo me anche Sassuolo e temo con Prandelli in panchina i cugini ci passano davanti molto prima del derby è il loro obiettivo noi non abbiamo nemmeno piu quello,ci voleva una svolta tempo fa… quando Prandell era libero sarebbe venuto di corsa e con un minimo di programma si ripartiva come hanno fatto sull altra sponda che invece gli hanno venduto Piontek .io Giampaolo lo ringrazio ma non vedo l ora che se ne vada ho perso la voglia di veder giocare la Samp mi annoio sempre stesso gioco stesse soluzioni…..mai qualcosa di nuovo ieri si andava ancora piu lenti di loro che avevano giocato giovedi…preparazione atletica? Mi spiace per aver trasmesso pessimismo ma la situazione èquesta…Un caro saluto a tutti!!

  46. Lapo scrive:

    Giochiamo benissimo, come vuole il mister, dando prova di aver bene in mente gli schemi e di lottare con tenacia. Come il mister, anche noi non possiamo chiedere di più alla squadra, sempre perfetta nell’applicare i soliti tre schemi, nell’evitare il dribbling, e nello schierarsi in difesa col modulo “w l’estate, w le ferie!”. Peccato che gli avversari non lo capiscano fino in fondo e ci battano ogni domenica…

  47. Zaccotenay scrive:

    Siamo talmente lenti che quelle poche volte che recuperiamo palla non riusciamo a fare contropiede, ci fermiamo e palleggiamo inutilmente tornando anche indietro perché incapaci di giocare in velocità, il preparatore atletico ha molte responsabilità, il mister purtroppo è questo finché sarà con noi lo sostengo, però il gioco è obsoleto ormai si gioca in velocità, e noi non siamo veloci Sampdoria Sopra Tutto

  48. Matte Genovese scrive:

    Contro l inter non si riesce a strappare nemmeno un punto anche se non si gioca malisimo, purtroppo questa squadra ha dei grossi limiti, sopratutto di carattere, la qualita poi è mediocre, si ferma Quagliarella , la Samp non esiste piu… Incredibile come ne sia totalmente dipendente…. Speriamo di arrivare alla stracittadina un pokino piu in Forma sia ficica che mentale perche se no a sto punto la vedo male. Ciao a tutti.

  49. ROBY LEVANTE scrive:

    Con il gioco di Giampaolo dove nessuno marca gli avversari, dove le fasce sono sempre una prateria e, di conseguenza, i giocatori avversari fanno quello che vogliono,dove la grinta e il pressing sono parole sconosciute al nostro allenatore, non riusciremo a vincere mai nulla ma solo qualche partita e ,si spera,almeno il derby.Una campagna cessioni/acquisti decisamente deficitaria per i giocatori persi (Torreira ma sopratutto Duvan ) e quelli acquistati (Jankto,Defrel) grazie a una Società che pensa solo a fare soldi e a un DS che non è in grado di saper scegliere i giocatori.Sono deluso,bisogna cambiare marcia .
    Sempre Forza Samp.

  50. Lino scrive:

    Potete spiegarmi perché D’Ambrosio ha ricevuto solo il giallo e non è stato espulso per fallo da ultimo uomo e chiara occasione da rete? Grazie

    • Maurizio.Michieli scrive:

      L’arbitro ha ritenuto che non fosse chiara occasione da gol perché altri due difensori stavano sopraggiungendo. A parti invertite non so se avrebbe fatto la stessa valutazione.

  51. Alup scrive:

    Solita Samp che nel girone di ritorno crolla, 3 sconfitte consecutive, gioco lento e pochissime occasioni da gol, il difetto sta nel manico, cambiano i ns giocatori , gli avversari ma Giampaolo insiste con il suo modulo , i suoi cambi prevedibili senza motivare i giocatori soliti finali di campionato privi di senso

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Non ho visto un gioco così lento, a me è piaciuta più la Sampdoria dell’Inter, che è nettamente più forte nelle individualità.

      • Paolo1966 scrive:

        Arrivavamo molto bene fino alla tre quarti, poi mancava il guizzo. Manca secondo me un po’ di cazzutaggine da abbinare agli schemi, una volta che si è vicini alla porta. Ok gli schemi. Ok l’organizzazione. Ok il fraseggio. Ma ogni tanto farsi venire la bava alla bocca, abbassare la testa e cercare la porta e’ indidpensabile

    • pazzoperlasamp scrive:

      Volevo precisare una volta per tutte che il costo di Audero e’ rateizzato per 4 anni cioe’ 5 milioni/anno meno il costo del cartellino del giocatore della primavera Peeters che presumibilmente avra’ acquisito un valore maggiore causa plus valenza come del resto e’ stato per Audero….
      Poi riguardo la famosa “mentalita’ vincente” che il nostro mister sta allenando cercando di giocare le partite in tutti i campi anche a costo di perdere…bene… ma se la squadra con la mentalita’ vincente poi viene smantellata nel mercato estivo..ogni anno si rincomincia da capo…
      A mio avviso la squadra cresce solo nella continuita’, solo con il tempo si riescono a migliorare la mentalita’, gli automatismi, l’attaccamento alla maglia.
      Infine la figura del nostro presidente che dovrebbe rappresentare il punto di massima carica …quale leadership puo’ avere una personalita’ del genere….?
      Se io mi metto nei panni di un 25 enne (eta’ media della rosa della samp) cosa posso pensare de nostro l presidente …esattamente quello che pensiamo ciascuno di noi…MANCA UNA LEADERSHIP societaria nei confronti del gruppo…

      • robmerl scrive:

        verissimo, e manca una leadership tecnica in panchina. Serve un allenatore ruspante coi piedi per terra – e un po’ sergente di ferro – che assicuri grinta e copertura del campo. Butto lì un nome da usato sicuro – Novellino – e metto già in conto le critiche

        • Michele G. scrive:

          Rob, per carità, nessuna critica! Il tuo è un rispettabilissimo parere che conta come tutti gli altri in questo blog. Io, personalmente, ritengo che Novellino abbia fatto il suo tempo e non abbia più un granché’ da offrire come tecnico di una squadra di Serie A. Così come aveva fatto il suo tempo Delio Rossi quando venne da noi, caldeggiato, penso, dalla grande maggioranza dei tifosi, che ebbero poi a rimanere delusi da quella scelta. Persino Iachini, che io ammiro e adoro, penso che non farebbe al caso nostro. Io sarei più orientato verso uno degli emergenti in Serie A, tipo De Zerbi, per fare un nome. Ci serve uno relativamente giovane, che abbia un minimo di esperienza della massima serie ed idee chiare ed in linea con il calcio di oggi. Almeno, questo è il mio opinabile parere.

          • robmerl scrive:

            mi piace dezerbi e mi piace anche semplici della spal. Sono allenatori che vanno bene per la nostra dimensione attuale.
            Certo, se ferrero la pianta di tenere in ostaggio la società e vende al prezzo giusto – intorno a 90 mln (di più non gli danno) possiamo fare il salto di qualità che in panchina.
            Incrociamo le dita!!!

        • Edoardo scrive:

          Novellino è l’allenatore che dopo Boskov e Eriksson a me è piaciuto più di tutti in assoluto, il suo profilo sarebbe perfetto per una squadra di medio livello come la nostra, ma dopo tanti anni in panca non so se lui ha ancora le motivazioni e la voglia di allenare, un profilo simile e altrettanto valido era Iachini ma a gennaio ce lo siamo fatti scappare…

          • El Cabezon scrive:

            Novellino è nel cuore di tutti noi ma dopo la sua esperienza blucerchiata non ha più azzeccato nulla, credo che sia stato esonerato ovunque sia poi stato…

  52. GIANNI scrive:

    Caro Maurizio sopratutto fuori casa noto che i nostri terzini fanno sempre delle figuracce perché nn hanno copertura sulle fasce come con un 4 4 2!
    Ma vallo un po’ a spiegare al nostro professore mentre gli allenatori avversari lo hanno capito “e benissimo “!
    Mai un cross o un tiro da fuori area ma solo possesso palla sterile!
    Ciao a tutti e Forza Doria.

  53. Daniele da Rapallo scrive:

    Non sanno fare mercato. O meglio lo sanno fare da un punto di fista finanziario bilanci/plusvalenze. Costruire una squadra solida e quadrata è un’altra storia. Scegliere l’allenatore giusto un’altra. Si colmi la lacuna Pecini.

  54. giorgio48 scrive:

    Game over. Ancora una volta chiudiamo il campionato alla fine del girone di andata e se qualcuno avesse ancora qualche illusione per quello che poteve essere e non è stato, si può mettere tranquillamente il cuore in pace. Perdiamo contro un‘Inter che ha fatto poco più di noi ma meritando sicuramente più di noi. Paghiamo costantemente per scarsa grinta e determinazione (vedi Murru sul gol di D‘Ambrosio) e per scarsa lucidità (vedi sempre Murru che regala il corner da cui scaturisce poi il secondo gol), per incapacità di andare a rete con i centrocampisti, per la mancanza di una punta di peso, per il subire costantemente il gioco aereo sia nella nostra area che in quella degli avversari. Se poi Quagliarella si prende un po‘ di meritato riposo (splendido comunque l‘unico suo acuto) siamo a rincorrere qualcosa che non abbiamo : un altro che possa segnare. Forse schierare Gabbiadini e non Defrel sarebbe più logico visto che Gabbiadini è l‘unico in grado di calciare in porta da fuori area ma Giampaolo è di diverso avviso (n.d.r.: eppure dopo 24 partite avrebbe dovuto capire che tipo di (non)punta è Defrel !). A questo punto del campionato, poi, continuare a schierare Defrel (in prestito) non ha più senso. Ora ci rimane poco : arrivare prima dei cugini mi sembra un traguardo molto riduttivo (siamo arrivati davanti 4 volte su 5) ma, purtroppo, dobbiamo accontentarci di questi obiettivi. Nota a margine : a chi credeva di avere una rosa più competitiva rispetto allo scorso campionato, ricordo che ad oggi siamo a -8 (33 vs 41).

    • livio scrive:

      @Giorgio 48

      Ieri abbiamo visto forse la miglior partita di Defrel che obiettivamente ha lottato, coperto la difesa con molti ripiegamenti, e pure tirato in porta……ma il risultato? Pericolosità = a zero .
      Se gli attaccanti ogni tanto non ” rubacchiano ” qualche gol , cè poco da fare….
      I fortunatissimi bibini ieri hanno derubato la Lazio ( con 6 riserve! ) segnando casualmente con un rinvio della difesa rimpallato sullo stinco del centravanti, ed un tiro della Domenica che quasi non credevano ai loro occhi!!.Ma almeno ci provano……con rabbia e grinta!!!
      A cosa serve invece girare sempre al largo e a porta spalancata passare sempre la palla al compagno peggio piazzato?? A cosa dobbiamo questa assurda mentalità?

      • ROBY LEVANTE scrive:

        @livio .Questo è il credo di Giampaolo.Gioco in orrizontale e cercare di andare in porta con la palla, manco avessimo in squadra dei fenomeni tecnicamente dotati.
        Duvan non piaceva perchè non attuava questo tipo di gioco,Jankto non è in grado di giocare in questa maniera,Praet non è una mezzala e sta regredendo di partita in partita,Vieira può sostituire,e con poco minutaggio SOLO Ekdal,Beres e Murru devono aiutare i centrali,Gabbiadini langue in panchina e forse giocherà titolare solo nella prossima stagione quando avrà imparato la linea,le conoscenze e via così.Secondo voi di chi è la colpa ? Forza Samp.

  55. Luigi scrive:

    Il netto calo di spettatori lo si deve a: tifosi che nonostante prestazioni squallide applaudono che continuano a giustificare sempre tutto un proprietario che si diverte a prendere in giro tutto e tutti dicendo vorrei vincere qualcosa con la Samp sapendo molto bene che non gli può interessare per niente altre dichiarazioni farneticanti caro prezzi arbitri pro grandi e il gioco è fatto. Un saluto al caro Maurizio che sono sicuro che se potesse scrivere tutto apriti cielo ma la mia è solo una sensazione di un giornalista che a me piace molto professionalmente.

    • Zaccotenay scrive:

      Dimmi tu caro, cosa faresti? Contestiamo ? Chiediamo maglietta e pantaloncini? Noi sosteniamo la Sampdoria…noi tifosi intendo, per i simpatici occupanti dei divani, ognuno fa quello che gli pare. Io sto vicino alla squadra quando ha bisogno e la sostengo se ti sentite meglio a buttarle fango addosso fatti vostri…

      • Luigi scrive:

        Poverini poveri giocatori povero Ferrero io frequento lo stadio da 40anni ma non mi faccio prendere per i fondelli e non applaudo dopo prestazioni indegne dopodiché se a te va di farlo accomodati ma non venirmi a dire cosa devo fare. Ognuno la vede a modo suo infatti tutti quelli che non vengono più allo stadio tutti idioti vero? Io persevero e quando mi stufero’ pace mi dedicherò ad altro ma non vengo da te a dirti cosa devi fare tu.

        • P.SOLARI scrive:

          Pero’ dai, “prestazioni indegne” ad ora non se ne ‘e viste, forse “brutte” come con il Torino ed in parte con il Frosinone, ma per definirle “indegne” ce ne vuole ….

      • Moussa Dembele scrive:

        Rispetto anzi plaudo il tuo sostegno alla squadra.
        Se ami la Sampdoria (e non ho dubbi visto che ieri eri a S. Siro) difendi la tua fede e sorveglia cosa fa Ferrero. Chiediti perché abbonati e spettatori sono in calo. Chiediti se la società sta lavorando bene a livello giovanile, se fa qualcosa nelle scuole, se attira i giovanissimi o no.. chiediti perché non ha più il patrocinio del Ravano. Chiediti se Ferrero può essere additato come un esempio ogni volta che apre bocca qualcuno si vergogna..
        I tempi di Mantovani purtroppo sono finiti, se andiamo dietro a questo personaggio fra qualche anno finisce anche la Sampdoria.
        Te lo dico con stima

  56. Luca b scrive:

    Scusate ma davvero ritenete ancora Gianpaolo un grande allenatore? Ma davvero?
    Vorrei che qualcuno mi spiegasse come sia possibile. E’ da quando ha iniziato la sua carriera che Gianpaolo è così, non è mai cambiato e i risultati sono nel suo curriculum. Peraltro carriera “povera” dove il suo massimo è la panchina della Samp (agevolo i Gianpaoliani con il seguente link https://it.wikipedia.org/wiki/Marco_Giampaolo)

    Attenzione non accetto il paragone con i precedenti allenatori avuti perchè, se sono stati cambiati, voleva dire che non andavano bene, vuol dire che non conoscete altro allenatore all’infuori di Gianpaolo, vuol dire avere la memoria cortissima che si azzera ogni fine stagione. Possibile che non vi ricordiate i 60 goals presi la prima stagione, i70 goal nella seconda ed i 32 allo stato attuale? Possibile che non vi ricordiateche ogni stagione ci sono le stesse polemiche sul suo stucchevole gioco, sui mille passaggi, sui pochi tiri in porta, sui giocatori improponibili che però ci ha fatto sussare, sulle figuracce rimediate con le squadre gramme, sul solito piazzamento in classifica, sulla solita rimonta dei bibini che alla fin fine ti arrivano al sedere, sullo stesso crollo nel girone di ritorno.

    Possibile che non vi ricordiate che l’anno scorso abbiamo fatto 3 punti su 21 disponibili? Che abbiamo regalato punti alle squadre che lottavano per non retrocedere? Possibile che vi basti vincere il derby, battere a spot una grande e poi il nulla? Possibile vi piacciano i mille passaggi senza sbocco?

    Se mi dite che è il “migliore” allenatore che ci possa essere per lanciare giocatori e fare plusvalenze, posso ancora essere daccordo, ma per il resto per me è una sciagura. Maurizio per favore dimmi che ci sono ottime probabilità che questo sia il suo ultimo campionato

  57. DoriaForEver scrive:

    Ma è mai possibile che è solo colpa di Giampaolo ?!? Mihajlovic/Zenga-Montella/Giampaolo… con l’avvento della nuova proprietà i risultati nel girone di ritorno sono sempre stati gli stessi, sapete che idea mi sono fatto ?
    Andare in Europa comporta la costruzione di un organico competitivo perché andarci con 11 giocatori affidabili (come con l’era Garrone) non porta a niente di buono e si rischia la retrocessione…. e se rischiamo la retrocessione come fa la società a garantirsi plusvalenze ?

    Per alzare l’asticella occorre un cambio di proprietà. Ferrero nulla può fare di più di quello che sta facendo non avendo palanche…

    • Maraschi scrive:

      Con Mihailovich comunque in Europa ci siamo andati

      • Paolo1966 scrive:

        Dilapidando 11 punti di vantaggio sui piccioni e perché il loro capo si era dimenficato di rinnovare il passaporto…

      • Solosamp1946 scrive:

        In Europa ci siamo andati per demeriti dirigenziali del Genoa…altrimenti ci sarebbero andati , GIUSTAMENTE, loro…che se la.sono guadagnata sul campo recuperando 11 punti e finendo con , se non ricordo male , 4 punti di vantaggio.

    • Luca b scrive:

      La differenza è che a Mihajlovic è succeduto Zenza (mediocre) al quale è succeduto Montella che non è un’allenatore tanto da essere ben più scarso di Gianpaolo, mentre Gianpalo sono 3 stagioni che allena sempre con gli stessi risultati che ho ripetuto, ripetuto e ripetuto (punti fatti, classifica, goal fatti e subiti, figure di cacca, gioco trito, ecc. ecc.) Quindi se cambiando allenatore ogni anno è probabile che non si riesca a cambiare la tendenza, è molto meno probabile che la stessa si ripeta sempre e peggio con lo stesso allenatore che dovrebbe aver capito quali sono i punti su cui migliorare. Il problema vero dei GIanpaoliani è che Gianpaolo non l’hanno mai visto prima che allenasse la Sampdoria. Gianpaolo è sempre stato si, come oggi nella Samp, in tutte le squadre che ha allenato, solo che le rispettive Società lo hanno sempre esonerato senza lode. Qui invece lo considerate maestro di calcio

      • Solosamp1946 scrive:

        Veramente il.primo anno Giampaolo ha fatto 48 punti il secondo 54 e il terzo è da vedere…quindi migliorando il.risultato sportivo…poi se ogni anno si danno via i pezzi migliori e si costruisce la rosa dal 15 agosto al 30 agosto non è semplice per nessuno

    • livio scrive:

      @ Doria for ever

      hai centrato il problema: per andare in Europa bisogna investire!!
      E fare un lavoro di costruzione lenta e programmata.
      Dovremmo tenere Andersen, Beresinski,ecc,ecc. Come gli anni precedenti i vari Fernando, Skriniar, Gabbiadini, Muriel, Scik, Torreira, Zapata……(tralascio per brevità il lungo elenco…).
      E non mi pare davvero che questo sia l’orientamento.
      Ciò premesso credo che Giampaolo – al netto dei limiti caratteriali – abbia tante attenuanti.

      • P.SOLARI scrive:

        Esatto, tenere almeno 2 anni i cosiddetti “buoni” ( non uno, tutti ) invece che venderli alla fine della prima stagione, come per ovvie questioni sta facendo la Societa’….. con i suoi pregi e difetti Giampaolo ha dovuto rifare gia’ due volte la squadra, con momenti molto buoni e purtroppo altri non all’ altezza come si sta ripetendo ora; e’ tutto da dimostrare che altro allenatore avrebbe fatto sicuramente meglio ma , visto che pare sia in partenza, molti saranno soddisfatti in attesa del “mago” che arrivera’ in sostituzione. Resti lui o arrivi un altro sara’ sempre da sostenere fino alla fine del campionato.

  58. roby 66 scrive:

    buon pomeriggio Sig. micheli…..trovo al quanto innoportuno scatenarsi contro un Presidente incapace di intendere e volere…sono il primo a detestare un personaggio del genere… il problema maggiore e questo allenatore … piu volte sorretto da lei.. ma si rende conto che ha solo un impostazione tattica … il calcio oggi nn permette tutto questo..in ogni partita ci sono piu partite… si deve leggere le difficolta … cercando di aggiustare e mettere l avversario in difficolta, si deve avere giocatori nn esclusivamente tecnici ma ci vuole forza,, si deve sopportare la pressione della squadra avversaria,si deve attaccare sugli spazi, si deve giocare in tutte le zone del campo, si deve correre, si deve combattere,si deve utillizzare la rosa utilizzando quei cambi in base all avversario che incontri…il tutto condito dalla sua faccia durante l ingresso in campo …un uomo triste senza energia.. su perfavore cerchi di vedere la realta.. tutto questo a prescindere dalla vittoria… lui puo anche ottenere delle vittorie ma sono soporifere..creda che andare a vedere la partita al di la che si vince e noia pura.. i tifosi che capiscono se ne stanno a casa ….. poi vorrei dire che il sig. osti e un povero incapace ..bravo uomo ma incompetente calcisticamente ..fa i propri interessi con il suo fido.. …x rimanere attaccato al carro…. dopo tutto porta a casa i suoi soldi profumatamente..ha una bellissima casa a lerici… e vive felicemte! questo molto laconicamente e il mio pensiero…. ma permettimi sono tutte verita!!!!

  59. Jetta scrive:

    Samp sfortunata che non meritava di perdere e che è stata penalizzata dall’arbitro.
    La classifica rimane buona e la prestazione lascia ottimismo.

    Trovo poco opportuno parlare di questa personale “campagna” verso la società mischiandola con i commenti post partita.
    Lascia perplessi anche la tempistica, appena è arrivato un fisiologico momento no è nata questa singolare vis polemica: la società in questi anni ha lavorato bene e risanato i bilanci, pubblici, e non penso proprio debba dare conto a nessuno.
    Io sto con Ferrero, Giampaolo e quindi con la Sampdoria.

    • Matte Genovese scrive:

      Jetta, ma sei sicuro di essere doriano ?? Secondo me tu sei un parente di GP o di ferrero………. Mi sembra diabolico cio che tu scrivi ……. ma ti stai rendendo conto che sei l unico ormai a difendere societa e squadra ???

      • Zaccotenay scrive:

        Siamo almeno io due allora, la Sampdoria si sostiene non si critica, chi siamo noi per farlo? Siamo solo tifosi e comportiamoci come tali, solo i deboli protestano sempre, la soluzione? Noi sosteniamo la Sampdoria la la la la la…… B….. do è chi non lo fa

        • Matte Genovese scrive:

          Sempre sostenuta anche in B caro Zaccotenai ….. Non darmi lezione sul tifo che nn credo tu possa permettertelo, perpiacere… …….. Sono stufo di questa societa, potro almeno dire la mia opinione o no ??

    • Sammy scrive:

      dai torna a commentare il Genoa sul Secolo, sei fantastico!

      • Jetta scrive:

        Guardate che siete voi in minoranza, è un dato di fatto…basta parlare un po’ in giro e leggere i social blucerchiati; capisco vi dia fastidio ma è così.
        La Samp ha perso 3 partite: 1 a Napoli contro la 2 forza del campionato e contro la quale tradizionalmente perdiamo, la 2 contro il Frosinone in una giornata oggettivamente storta e la 3 ieri a Milano contro una certa Inter dopo una ottima prestazione come tutti hanno rilevato e con annessa penalizzazione arbitrale.
        Siamo ancora a febbraio, mancano tante partite e siamo nella parte sinistra della classifica.
        Anche qui capisco che lottare per la retrocessione sarebbe stato il massimo viste le profezie estive ma è andata male.

        La società è solida, sana con il bilancio in attivo, pubblico e con le visure consultabili per chi volesse altre notizie: trovo paradossale quanto esilarante che voi, spalatori di fango a prescindere e scommetto che lo avete fatto anche con la famiglia Garrone, vi permettiate di dire chi sia o meno Sampdoriano.

      • Michele G. scrive:

        No, sul Secolo c’è un tale Pino che lo aspetta a braccia aperte ed intanto commenta l’articolo sulla Samp con la stessa identica espressione che Jetta ha scritto ad ogni sconfitta dei bibini.

  60. Fabrizio scrive:

    Purtroppo non ho nemmeno piu nè la forza nè la voglia per dire qualcosa….Sono Rassegnato!!!

  61. caste scrive:

    le prossime 3/4 partite diranno chi siamo veramente, se possiamo tenere vivo il campionato fino alla fine o se invece ci aspettano le solite imbarcate di fine campionato.
    Io credo che questa squadra piu’ di questo non possa fare, giochiamo bene ma non pungiamo. Se non ricordo male primeggiavamo nella classifica del rapporto tra goal e tiri in porta. Non pensavo che fosse positiva e infatti adesso che la mira (e anche la fortuna) è un po’ meno precisa, non riusciamo piu’ a segnare. Facciamo tanto bel gioco ma al dunque veniamo meno… peccato

    Mi chiedo perche’ ultimamente non faccia giocare Gaston lo trovo piu’ concreto di Saponara

  62. Solosamp1946 scrive:

    Peccato un punto era meritato…e poi d Ambrosio andava espulso.dopo 17 min…sarebbero rimasti in 10 non avrebbe poi segnato…sarebbe stata un altra partita. Non sono comunque questi i punti da rimpiangere ma quelli di domenica scorsa

  63. Sampdoriangelo scrive:

    Buongiorno a tutti.La partirà di ieri la abbiamo, secondo me, giocata bene.Però alcuni dettagli, come dice il mister, ci fRegano troppo spesso. Nei tre minuti intercorsi tra il pareggio e il 2 a 1, loro hanno perso 3 volte il pallone e noi per 3 volte non siamo riusciti a recuperarlo.Sono convinto, come dice Maurizio che a quel punto la partirà sarebbe stato più facile vincerla che perderla perché noi giochiamo al calcio e loro vanno avanti di fisico e di individualità, anche se notevoli.Per quanto riguarda le polemiche in questo momento lascerei perdere. Ne riparliamo più avanti anche se penso che fare chiarezza, con toni pacati, rispondendo alle domande do Primocanale, gioverebbe alla fine anche alla Società.

  64. marcos scrive:

    come sempre ci sono i pro e i contro
    Ma se per un momento vi soffermate
    a rivedere mentalmente le partite
    della samp sono giocate tutte alla stessa
    maniera,senza possibilita di varianti,
    arriva nell’aria avversaria e nessuno
    tira si ritorna in dietro,e se per disgrazzia
    si tira arrivano delle ciofeche.
    Al sig. Murru bisogna dire che la palla
    non va buttata sempre in angolo
    ma si cercare di mandarla fuori
    Perche noi la paghiamo spesso sui calci d’angolo.
    Per fortuna che ho tutte le partiti
    Della Grande Samp
    Con un Grande presidente
    E un Grande Allenatore non era un prof.
    Vivo di ricodi molto belli
    Pero’ sempre con i colori piu’ belli
    FORZA SAMP.

    • francesq scrive:

      Vivere di ricordi (dei nostri ricordi, soprattutto) è bellissimo.

      Ma era un altro calcio, quello. Bastava che ci fosse uno coi soldi a comandare. Le società ruotavano attorno a mecenati singoli, che appunto da singoli agivano. I padri-padroni. Che se poi capivano di calcio e di uomini, allora era fatta davvero.

      Ora le società sono complesse. Il calcio è diventato finanza. Il padre-padrone è in pensione, ci sono i CDA, gli equilibri sociali, gli azionisti; il fatto che certe società quotate in campo borsistico non possono perdere sul campo calcistico, perché sennò ne risente il mercato intero, il PIL. Mentre altre, invece, sono più sacrificabili perché muovono meno denaro.

      Quindi è inutile vivere di nostalgia. Ben vengano fondi esteri a sparigliare le carte e a creare un po’ di equità. Come in Inghilterra, dove sono tutti talmente ricchi che nessuno vuole perderci.

      E dove quindi, magari, vince il Leicester.

  65. petrino scrive:

    che almeno per una settimana allenatore, vice presidente, giocatori stiano zitti e non promettano mirabolanti riscosse, rivincite sonanti e tutto l’ armamentario disarmato che usano mettere in campo in momenti simili.

  66. andrea scrive:

    Io sono convinto che se veramente c’è stato l’incontro con il fondo questo è l’atto conclusivo dove si concorda il prezzo perchè prima di sedersi ad un tavolo e sentire il prezzo il fondo avrà analizzato bilanci pendenze etc in modo che quando si parla di prezzo (ora) loro possono dire per me vale tot e noi diremo per me vale tot. E la vendita della società riguarda i Garrone certo per la stampa opionione pubblica etc. è Ferrero ma sappiamo tutti noi tifosi che i soldi della vendita vanno alla Fam.Garrone, perchè non ci credo che un personaggio come Ferrero che se ci mettiamo tutti insieme noi del blog abbiamo più soldi di lui possa improvvisamente in 4 anni diventare milionario.

    • Michele G. scrive:

      Beh! Se dovesse rimanere ancora qualche anno alla presidenza, milionario lo diventerebbe sul serio, visto che si concede un bello stipendio attorno al milione annuo! :-)

    • maverick scrive:

      Lo riposto perche ancora in attesa di moderazione:
      se invece si becca lui i 200 (beh saranno meno ovviamente) milioni ha fatto il colpo della vita!

  67. Davide scrive:

    Mancano semplicemente gli uomini! Giocatori di qualità, qualcuno che salti l’uomo e crei superiorità.. Non tiriamo mai da fuori area, vogliamo entrare in porta con la palla, defrel non segna manco con le mani e siamo aggrappati alla vena di Quagliarella…

    • Zaccotenay scrive:

      Pensa te, hai scoperto l’acqua calda, quindi?…… Che facciamo? Non andiamo più allo stadio perché abbiamo un allenatore testardo? Oppure la campagna acquisti non ti ha soddisfatto? Il presidente non va bene?perché abbiamo perso con l’Inter?…. I difetti della Sampdoria sono ormai evidenti a tutti, ma criticare e lamentarsi non serve proprio a nulla. Sampdoria Sopra Tutto

  68. Chiara80 scrive:

    Ciao Maurizio, l’ultima partita da samp è stata contro l’Udinese poi bene come atteggiamento contro il Napoli, poi nel momento in cui serve la spinta per fare il salto di qualità…..arriva il Frosinone…….crollo totale…
    Ti sembra folle iniziare a pensare che dai nostri vertici arrivino messaggio di …..rallentare il ritmo?????
    La persona che per disgrazia abbiamo come presidente non è così limpida e corretta….vediamo contro il Cagliari…..
    Grazie

    Un saluto a tutti e forza samp

  69. federico scrive:

    Molti parlano di bel gioco…..ma dove lo vedono il bel gioco! una squadra che non va mai sulle fasce che non fa mai un cross del fondo… solo uno stucchevole giro palla ( palle che girano dei tifosi….);
    una considerazione che mi sta a cuore: i tanto considerati murru bereschinki sala valgono un giocatore come Rispoli che con 3 Max 4 milioni di euro potevamo acquistare giocatore prestante amato dai tifosi e lui stesso affezionato ai colori ricordate la sera di Varese? lo ricordo con le lacrime agli occhi…..oltretutto dotato di un gran tiro …. chissà se lo avessimo avuto il Maestro lo avrebbe inserito negli indici… sai le gerarchie, gli schemi,la linea……

  70. federico scrive:

    ancora una piccola riflessione….. il REAL NAPOLI mi pare che abbia pareggiato col Torino …. Non è che siamo noi una squadretta e quando gli altri gicanoi con noi hanno vita troppo facile? voglio Donadoni o Iachini o Mandorlini-Nicolino il prossimo anno. Giampy ormai è pronto per una Big. Voi di Primocanale siete molto critici con Ferrero ma il Profeta non lo incalzate mai sul perché delle sue scelte e del suo modulo di gioco. avete notato che non c e mai e dico mai una ripartenza veloce e che giochiamoo sempre a difesa avversaria schierata? Perche non lo fate notare.? Vi accontetate di qualche commento su ed nelle vostre trasmissioni che non fanno altro che ripetere a pappagallo le vostre opinioni. perché non invitate mai qualcuno

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Caro Federico, ti è sfuggito qualcosa. Venti giorni fa ho invitato anche voi del blog in trasmissione, ma è intervenuto “solo” Daniele da Rapallo. Ne rifaremo una più avanti, scrivimi a maurizio.michieli@primocanale.it e ti riserverò un posto, sarai ben accettato e potrai dire ciò che vuoi.

    • Edoardo scrive:

      Ti dò ragione Federico, anche a me non piace il gioco di Giampaolo che alla lunga trovo anche abbastanza inefficace, ma è la società che lo ha ingaggiato, volevano fare il gioco-champagne così da aumentare le plusvalenze, ma quest’anno tanti giocatori della nostra rosa ahimè non sono capaci nemmeno a fare un dribbling o un cross preciso, dunque i giocatori e il mister hanno sicuramente le loro colpe, ma secondo me la responsabilità maggiore è della società che ha creato questa situazione…

  71. federico scrive:

    qualcuno che abbia opinioni diverse rispetto alle vostre…. Non tutti la pensano come Rossetti ed Arnuzzo.
    Comunque e sempre FORZA SAMPDORIA
    Federico abbonato Gradinata Sud del 1975 – 1976….. quella Sampdoria povera ma battagliera mi è rimasta nel cuore.

  72. Fra Zena scrive:

    Mi ripeto: non diamo per scontata la salvezza, ragazzi. Ci siamo caduti già nel 2011 e abbiamo rischiato molto anche nel 2006, nel 2013 e nel 2016. Sosteniamo la squadra fino ai 40 punti raggiunti, non sono affatto scontati con la rosa che abbiamo. Ogni volta che sento qualcuno che parla di squadra già salva, mi tocco…

    • Massimo Pittaluga scrive:

      fra io vedendo la squadra ieri non riscontro analogie con il 2011 sinceramente. li c’era stata una serie di sfighe megagalattiche come: malattia di riccardo garrone crisi isteriche di cassano, pazzini che è stato lasciato andare via e cavasin che con il rispetto per l’uomo non era adatto a subentrare in quella polveriera. bastava tenere di carlo e ci si salvava ma in tanti tifosi si misero a contestare un mr a cui avevano disintegrato per forza maggiore con cassano e faciloneria con pazzini la squadra levati 30 gol e classe in un amen. ora mi semrba che la squadra segua il mr e che la terzultima il bologna sia a 15 punti 16 considerati gli scontri diretti. a 37 38 punti si è salvi direi anche quest’anno ammentteno che il bologna faccia da qui alla fine 20 punti in 14 partite mi sembra che sarebbe una media spaventosa e noi solo 5 …….insomma questo timore non lo avrei ma il timore che ho è che la contestazione ormai palese a ferrero, oltre alla solita situazione samp dei gironi di ritorno mi fa temere per il solito girone di ritorno in discesa. spero tanto di no perché sarebbe brutto buttare via l’ennesima stagione. stia tranquilla la società che in europa ligue non ci andiamo ma almeno stimolino un attimo la squadra e anche il mr a metterci un po più di cuore. un po meno schemi magari sempre ripetuti alla noia e un più di voglia giusto perché mancano ancora tante partite e le prossime sono tutte squadre con cui lottando possiamo ottenere qualcosa di buono. guardiamo il lato postivio gia fuori inter e napoli in trasferta. di grandi ci rimane la juve l’ultima giornata magari con la pancia piena, il milan a genova e la roma credo anche a genova. le prossime partite saranno fondamentali. un paio di vittorie e la classifica cambia di nuovo ma serve farle e interrompere questo ciclo negativo. Frosinone a parte le ultime paritite erano difficili e a milano la squadra seppur non al meglio come ritmo ha però giocato discretamente. concordo con chi scrive che i calci d’angolo sono un angoscia sempre per noi ma probabilmente questo marcamento a zona pura sulle palle da fermo mette i difensori in difficoltà. sui calci da fermo non farei mai marcare a zona ma è una mia idea.

    • Zaccotenay scrive:

      Vedrai che ci salviamo all’ultima giornata, complimenti per l’ottimismo. Anche se un po’ di serie B farebbe bene. Ma penso sia una impresa impossibile retrocedere ,mi dispiace

      • Fra Zena scrive:

        Ma non sono pessimista, constato solo che prima di avere raggiunto i 40 punti non parlerei di squadra senza più obiettivi, tutto qua! Ci siamo già passati altre volte, e non solo noi. Da qua a vedere analogie con il 2011 ce ne passa

    • Matte Genovese scrive:

      Caro Fra Zena, sono d accordo con te, l andamento e il morale della squadra in questo periodio è da retrocessione, bisogna darsi una svegliata e anche alla svelta, ho visto una Samp molto demotivata e sono alquanto preoccupato…. Ciao.

    • Massimiliano scrive:

      Quando vedo voi che pensate che il Doria possa retrocedere mi tocco… Madonna come siete messi male

  73. Solosamp1946 scrive:

    Ogni tanto mi tiro i pizzicotti per vedere se sono nella realtà oppure no…questo blog al 90% dei commenti è di un disfattismo unico ( c è chi parla ancora di salvezza da conquistare) …e la cosa che mi preoccupa di più è che è la piazza che è così. 500 doriani a Milano ( Milano non Napoli) rendono chiaro il.mio pensiero…siamo una tifoseria ormai priva di passione. Ok io sono il primo a dire che questa dirigenza , anzi , questo presidente , fa letteralmente cadere i coglioni in terra…ma io prima di Ferrero ero sampdoriano e dopo di lui lo sarò anche più di oggi…e sarà così fino alla.morte. iniziamo , prima di lamentarci , a fare la nostra parte…che consiste nel.sostenere indipendentemente dagli eventi i nostri colori ( casa o trasferta che sia in base alle possibilità) poi alla.fine tiriamo i conti…qua i conti li tiriamo ad ogni sconfitta. Siamo peggio dei genoani. Vero 3 sconfitte consecutive , due prevedibili ( una non meritata) e una non prevedibile, Frosinone che a mio avviso equivale all unico stop , insieme a quello interno con il Torino, imbarazzante di questa stagione. Poi per il resto un andamento costante con più o meno buone prestazioni…Non vedo dove fare tragedie. Adesso un mini ciclo di 4 partite tutte alla portata …vediamo cosa ne esce fuori …se faremo male vi darò ragione altrimenti no. Intanto cerchiamo di non essere i soliti 17 mila domenica con il Cagliari. La nord costa 10 euro ( finalmente lo stanno capendo) riempiamo anche la nord …tifo incessante , senso di appartenenza e sampdorianità…facciamo la.nostra parte prima di rompe sistematicamente i coglioni. Scusate lo sfogo

    • P.SOLARI scrive:

      Tutte considerazioni ragionevoli, bravo Solosamp1946 … e soprattutto cerchiamo di essere allo stadio un po’ di piu’ del solito , per la squadra senza pensare ai vertici almeno il giorno della partita.

    • Zaccotenay scrive:

      Ma che sfogo, è la verità… Basta!

    • giovanni scrive:

      ciao solosamp e scusami, ma mi hai fatto venire in mente il mitico Peppino Prisco (ce ne fossero ancora oggi…) che una volta disse che sarebbe diventato milanista a cinque minuti dalla morte, così sarebbe scomparso uno di loro…io non ce la farei e vedo neppure tu; ti chiedo scusa, ma ho avuto un pensiero che mi ha fatto sorridere e lo volevo condividere…
      ci si vede, urla e sente domenica all’ora di pranzo sui gradoni del ferraris con portate da casa e più o meno regolarmente conservate in sacchetti “anonimi” frittatona di cipolle, familiare di per…i gelata, tifo indiavolato e rutto libero…un abbraccio

  74. Maurizio.Michieli scrive:

    Vi propongo questo sondaggio, se desiderate rispondere: http://www.primocanale.it/single_poll.php?id=276

    • Michele G. scrive:

      Ho visto il sondaggio e devo dire che, personalmente, dividerei in parti uguali le responsabilità: 33,3 periodico ciascuno.

    • Martino Imperia scrive:

      Avrei messo anche “Altro”

    • Edoardo scrive:

      La società ha venduto Zapata, continua tutti gli anni a fare trading esasperato senza nessun progetto sportivo, i giocatori vanno e vengono come in un porto di mare con prestiti senza obbligo di riscatto certo e probabilmente hanno scelto anche l’allenatore sbagliato che predica un gioco molto bello (in teoria) ma difficilmente applicabile con continuità dai giocatori a disposizione visto il loro modesto valore, dunque caro Maurizio per me la società è quella maggiormente responsabile sui risultati sportivi della squadra, poi certo la classifica è ancora accettabile (per adesso) e il bilanco pare che sia in attivo (per poco e non si sa ancora per quanto), ma come dice il nostro buon Rissetto stiamo camminando sul filo del rasoio e sotto c’è un precipizio molto alto e pericoloso, dunque attenzione a non abbassare la guardia, le domande di Michieli sono assolutamente ragionevoli e più che legittime…

    • Daniele da Rapallo scrive:

      Mi sono divertito a rispondere anche io al sondaggio ed è chiaro che la principale responsabile sia la società; è logico e lapalissiano in quanto è lei che fa le scelte.

      E’ lei che sceglie i dirigenti (DG,DS) ed i collaboratori tecnici nonchè gli umini mercato che dovranno fare campagna acquisti secondo le direttive finanziarie.

      E’ sempre lei, insieme a quest’ultimi, che sceglie l’allenatore.

      E’ lei che da l’imprinting e deve essere in grado di essere dura o flessibile a seconda dei casi.

      Il fatto che quest’anno fossero tutti convinti in società (forse tranne Osti, che stimo come persona ma non come uomo mercato) di aver allestito una rosa più forte dell’anno precedente fino a spingersi a parlare di Europa (giocatori compresi anche ieri…) ….beh la dice lunga.

      Senza tornare sulla campagna acquisti bizzarra (che ha portato ad avere una rosa forse lievemente più ampia nelle scelte di panchina ma non in qualità assoluta..) e tralasciando anche le lacune di uomini mercato che non è stata colmata, vorrei dare un mio piccolo parere sulla croce delizia della Sampdoria, sull’oggetto del contendere più profondo che divide la tifoseria e gli opinionisti come il mar rosso di Mosè : L’allenatore GiaMpaolo.

      Giampaolo è un ottima persona ed un allenatore MEDIO; spiegherò peerchè dico medio.
      E’ vero che ha una grande idea di calcio, un’idea quasi scientifica e molto teorica, anche, che esprime tramite il suo gioco complesso (anche per i calciatori da imparare) e dispendioso. Si potrebbe fare un analogia con Sarri che aveva giocatori e rosa molto più forti.
      Quindi Giampaolo compensa con questo spartito preciso gli eventuali limiti di rosa.
      Di contro manca di duttilità e forse fattore motivazionale.
      Così come non sarebbe pronto, secondo me, per una grande. Non è un Allegri che fa bene alla Juventus ma farebbe bene, per assurdo, anche da noi.
      Non è più un emergente ma le statistiche non somno poi molto a suo favore di contro, come altri allenatori, è riuscito a valorizzare (coi suoi tempi lunghi) diversi giocatori.
      Ecco alcuni motivi per cui, secondo me, è affascinante nel mondo addetti ai lavori ma mediocre alla resa dei conti. Tu poi, Maurizio, in ritiro ne hai visti all’opera molti…ma di veramente completi o quasi forse citerei Mazzarri (pur con qualche problema di comunicazione o brame di gloria).

  75. Jetta scrive:

    La Samp ha ceffato la partita col Frosinone: che avrebbe perso a Napoli e Milano lo sapevano anche i sassi e a Milano con ottima prestazione e torto arbitrale.
    A gennaio la Samp non ha ceduto nessuno se non esuberi o teste calde ma ha comprato Gabbiadini e Sau.
    Siamo a febbraio con tante partite da giocare…parlare di sindrome da girone di ritorno è pretestuoso per me.
    Non ho letto sondaggi quando le cose giravano bene per individuare di chi fossero i meriti.

  76. Martino Imperia scrive:

    Cmq a leggere i commenti disfattisti dei più, mi viene da pensare che ben si meritino una squadra disfattista.

    Come si fa a pretendere che la squadra non molli quando i primi a mollare sono (certuni) tifosi?

    Ma che razza di tifoseria sdebosciata è mai questa?
    Me ne dissocio.

    • Jetta scrive:

      Si meritavano Pane…ma hanno avuto il coraggio di criticare anche Garrone che ci salvò dalla sparizione.

      • petrino scrive:

        una volta duccio garrone affermo’ che la sponsorizzazione di ERG sulle maglie della Samp dell’ Immortale gli frutto’ il raddoppio del fatturato.nella vendita di benzina e quant’ altro.
        Per cui il suo intervento successivo per non farci andare a gambe all’ aria fu un qualcosa di doveroso e di gratitudine. e lo riconobbe lui stesso.

    • Fra Zena scrive:

      Ragazzi credetemi in questo momento il problema della Sampdoria non sono di certo i suoi tifosi

  77. Sampdoriangelo scrive:

    Io di solito sono pessimista ma parlare di salvezza adesso mi sembra esagerato.Dovremmo perderlo tutte.Comunque invito tutti a calarsi un Po criticare meno e sostenere la squadra domenica. Anche se non si va in Europa bisogna fare un finale dignitoso e non lasciarsi andare come spesso è avvenuto negli ultimi anni (anche per mancanza di stimoli)
    Un saluto a tutti e sempre FORZA SAMPDORIA.

    • maverick scrive:

      speriamo che quel “calarsi” immagino al posto di calmarsi non sia stato un lapsus freudiano per dire calare la braghe :)

    • Fra Zena scrive:

      Bravo! È quello che sostengo anche io ma mi danno tutti del pessimista e catastrofista. Batto o belin dell’Europa, finiamo bene questa stagione però

  78. fabrizio perfumo scrive:

    Vorrei esprimere la mia solidarietà , per quello che possa contare, a Maurizio Michieli e a Primocanale per la querelle insorta la scorsa settimana in merito all’articolo pubblicato e al conseguente comunicato emesso dalla Sampdoria UC.
    Ho trovato l’articolo analitico e coraggioso il che mi sembra una cosa rara di questi tempi.
    Legittimo avere opinioni diverse, più triste, per me, voler risolvere il tutto per via legale.
    E’ una cosa che mi inquieta, proprio perchè faccio l’avvocato, questo ricorso o paventato ricorso – in questo caso della Sampdoria – in luogo del sano confronto di opinioni.
    E’ una tendenza diffusa, purtroppo, quella di cercare di zittire chi esprime idee o concetti non compiacenti o , semplicemente, chi avanza dubbi o chiede risposte. Mi pare un segnale di illiberalità che tutti dovremmo temere.
    Mentre a parole sembriamo vivere in un ordinamento libero che consente a ciascuno di esprimere civilmente la propria idea, naturalmente motivandola e rendendola intellegibile, di fatto mi pare che siamo tornati ad un’epoca buia nella quale si vorrebbero i media solo quale cassa di risonanza .
    Io invece credo che i giornalisti siano sentinelle e intermediari tra i protagonisti delle vicende e coloro che a quelle vicende assistono, confidando negli strumenti interpretativi della realtà e della sua complessità forniti dai professionisti dedicati al tema.
    Ecco perchè, nel rispetto di qualunque opinione in merito, che sia questo o altro, mi schiero al fianco di chi prova a fare informazione corroborata di elementi oggettivi.
    Per me non si tratta di essere a favore o contro qualcuno.
    Si tratta di esercitare l’intelligenza , certamente favorita dal dialogo e dal confronto più che dalla mera contrapposizione.
    Per questo mando il mio ringraziamento a Michieli e Primocanale.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Grazie Fabrizio. Credo che al di là di un preponderante manicheismo (chi sta con chi e contro chi, molti la mettono in questi termini, sbagliando) tu hai centrato il problema. I giornalisti non sono certo infallibili, però spesso tentano di fare il loro lavoro: porre domande, per dare agli interlocutori anche la possibilità di rispondere e spiegare, nell’interesse di terzi (in questo caso la Sampdoria e i suoi tifosi). Il fatto che non lo facciano… beh, di per sé è una risposta. Ma al di là di questo, ti ringrazio, il tuo messaggio e la tua analisi dei rapporti dilaganti mi dà forza. D’altronde oggi dettano (legittimamente) legge le tv a pagamento, le quali foraggiano le società di calcio con tanti soldi in cambio di notizie, interviste, esclusive etc. Il che presuppone anche un certa (altrettanto legittima) connivenza. Noi siamo un po’ fuori dal coro. Amiamo le nostre società e, nel nostro piccolo, cerchiamo di preservarle. Senza alcuna pretesa di essere sempre nel giusto. Ma per saperlo, bisogna scavare, indagare, capire. Grazie ancora.

    • Edoardo scrive:

      Ottimo intervento, sottoscrivo anche le virgole e ribadisco anche da parte mia piena solidarietà a Maurizio Michieli e a Primocanale…

  79. Vera scrive:

    La salvezza non è un problema quest’anno 37 punti c’ha la salvezza avendo il Chievo già condonato a tempo però il problema che c**** facciamo al campionato a fare per non avere mai nessun obiettivo Ma questo è il problema

  80. Paolo1966 scrive:

    Tanto per esemplificare quali giocatori manchino cito quelli che ricordo con piu affetto dal passato: Romei, Souness, Katanec. Ci sarebbero anche lo Zar (ma qui mi direbbero tutti grazie al caz..) e il primo Bazzani

    • maverick scrive:

      Per evitare i grazie al ca.. e quindi non giocare facile…

      A me e’ venuto in mente il primo Gullit… quello 0 a 2 ribaltato tutto nel secondo tempo in 3 a 2 proprio al milan e proprio col suo gol della vittoria….

    • Massimo Pittaluga scrive:

      caro paolo senza toccare mostri sacri dell era mantovani mi ccontenterei di vedere li davanti il primo bazzani che in quanto a cuore ne metteva e tanto o volpi per citarne un altro non fenomeno ma certamente di spessore. però c’è da dire che l’orchestra era diretta da marotta e garrone che con tutto il rispetto per gli attuali erano nel loro campo di un altra categoria. credo che Giampaolo non sia il top ma credo anche che se gli lasciassero 9 11 della squadra e non ne cambiassero mezza ogni anno qualcosa di più farebbe. ci manca comunque il centravanti da tutta la stagione

      • Paolo1966 scrive:

        Giampaolo lo lascio fuori. Volevo dire che a prescindere da società e allenatore ci dev’essere l’amor proprio e la voglia di vincere da parte dei giocatori. Secondo me parte della disaffezione dei tifosi alla lunga può dipendere anche, ma non soko, proprio dal non vedere più gente che a perdere non ci sta. E grazie di aver ricordato Volpi, un vero capitano, un gentiluomo con le palle quadrate

    • Sand66 scrive:

      A me manca persino Cassano, che in mancanza di una punta riusciva a far segnare Maggio…

  81. andrea scrive:

    Maurizio volevo chiederti se domani in trasmissione parlerai se hai notizie di eventuali sviluppi situazione ipotetica vendita società?grazie

  82. Stefano_1970 scrive:

    @ Maurizio michieli

    Non vorrei che passasse il messaggio che Giampaolo non ha gli attriibuti. A trasformare acqua in vino ho letto di una sola persona. I problemi sono molteplici e Giampaolo probabilmente é una componente (gioco non adatto alla rosa) ma non la causa di tutto… Così come non lo é Ferrero che semplicemente ha trovato una dimensione remunerativa in un sistema che non permette piani industriali al di fuori di una stretta cerchia di club “eletti”.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Caro Stefano, non so se ti riferissi a me su Giampaolo! Credo di essere al di sopra di ogni sospetto, vengo insultato da anni perché ritengo che abbia fatto e stia facendo un ottimo lavoro alla Sampdoria. Semplicemente ho ipotizzato che tra le cause dello scarso rendimento della Samp nel girone di ritorno possa esserci anche la difficoltà di Giampaolo a tenere corda la tesa per tutta la stagione. E’ un’ipotesi, così come lo è quella che chiama in causa la società, più interessata al mercato che al risultato sportivo e quindi poco stimolante verso lo spogliatoio. In tutta sincerità, dovessi votare io al sondaggio, attribuirei la maggior parte delle responsabilità (non colpe) ai calciatori, perché li ritengo buoni ma non eccelsi. A mio parere l’unico giocatore di alto livello della Sampdoria è il 36enne capitano, dunque penso che il decimo posto sia la collocazione naturale di questa Sampdoria. Più di tanto, alla lunga, questi elementi non possono dare. Lunga vita a Giampaolo, per me. Anche se ho anticipato che a giugno potrebbe esserci il divorzio dalla Sampdoria.

      • Stefano_1970 scrive:

        Nel sondaggio in effetti ho indicato i giocatori anche io.

        Per il resto intendevo la piega che sta prendendo il blog. Lecite tutte le posizioni ma il nocciolo della questione sono sempre i diritti tv. Il gap di un anno tra eletti e non é assorbibile ma in un piano aziendale a 5 anni no. Quindi i presidenti di un club non “importante” non possono acquistare e tenere i giocatori migliori… Di riflesso gli allenatori hanno materiale umano non all altezza e che cambia frequentemente…

        Forse… E sottolineo forse…occorrerebbe maggiormente sottolineare il circolo vizioso voluto dai grandi club e per il quale in un paese singolare come l ‘Italia qualcosa non funziona da tempo nel mondo del calcio sia da un punto di vista di appeal (chi si prende società con la consapevolezza di essere non competitivo finanziariamente?) che sportivo (il tifoso italiano non é proprio lineare nelle logiche e se poi si comincia con il pesce puzza dalla testa… Beh…)

      • Sand66 scrive:

        Maurizio non sono d’accordo, ma ormai lo avrai capito, non vedo giocatori così scarsi o basso livello, tant’è che nessuno ci ha messo veramente sotto (forse il Napoli e il Toro) come negli anni precedenti con squadre infime e con rosa di livello, non c’è più la sindrome da sbracamento fuori casa che era l’abitudine, segno che è aumentato il tasso di personalità dei singoli poi, ripeto, in tre anni e con rose diverse i piazzamenti sono stati gli stessi.
        Detto ciò ritengo che le colpe non siano tutte di GP (che non è un motivatore) ma da dividere con la Società che mette il business (leggittimo) prima dei risultati ottenendo la conseguente mentalità a tirare i remi in barca dopo aver ottenuto la salvezza (giocatori in primis).
        Se ci fai caso quelli che si impegnano di più e costantemente sono quelli che non hanno pronte le valigie (Quaglia, Barreto, Ekdal) gli altri (chi più chi meno) in questo periodo cominciano a fare calcoli e correre meno (Praet, Linetty, Beres) ma non è che all’andata erano di livello ed ora no, è una questione di obbiettivi.
        Chiaramente è una mia opinione e senza polemica.

  83. Daniele da Rapallo scrive:

    …Che poi : la società dichiara che siamo più forti dell’anno scorso; parole del presidente.
    La maggior parte della gente afferma che anche la campagna acquisti di Gennaio sia positiva..però misteriosamente abbiamo 8 punti in meno rispetto allo scorso anno a questa giornata…mah.

  84. Fabrizio scrive:

    Ciao comunque questo come detto da tutti è il solito girone di ritorno a cui siamo abituati da anni…..e va benissimo xkè ormai abbiamo capito tutti che il Nostro Obiettivo con questa Società è di vivacchiare tranquilli tra il 10-13 posto, il fatto che siamo tutti passami il termine incazzati è che temiamo io moltissimo che i Bibini finiscano davanti e ci facciano il sedere a strisce nel derby come stavano x farcelo all andata e con Juric in panchina…figuriamoci con Prandelli…. visto Domenica ? gol all ultimo secondo e stadio esploso ma noi quando la vinciamo una partita all ultimo secondo? Oppure forse è meglio scrivere quando non la perdiamo? Ciao Maurizio appuntamento a stasera rispondetemi vi prego,e basta banalità bel gioco possesso palla…..bla bla quando l abbiamo visto l ultimo tiro in porta…..?? Di Giampaolo non ne posso piuuuuuuuu!!!!!!!

  85. Matte Genovese scrive:

    Ciao Mauri, credo che sul sondaggio non ci siano dubbi ……. Mister e giocatori fanno quello che viene loro imposto dall alto…….. Questa Sampdoria al giorno d oggi non si puo permettere l europa……. questo e il quanto.

    • maverick scrive:

      Io ho votato societa’… ma non perche credo imponga loro di tirare il freno (sarebbero arrivati a quota 40 prima di farlo!) … Ma perche disfare ogni anno la squadra non permette alcuna programmazione… Secondo me potrebbe essere che ogni anno ripartendo da zero si punti alla salvezza e la preparazione sia fatta di conseguenza.. Da che mondo e’ mondo le squadre che hanno quell’obiettivo fanno i punti all’inizio e poi crollano.. certo ora le preparazioni si adeguano anche durante l’anno ma…

  86. Luigi scrive:

    Società 50% allenatore 25% giocatori 20% il restante 5% certi tifosi che con certi comportamenti giustificano sempre tutto

    • Zaccotenay scrive:

      Maglietta e pantaloncini facciamogli togliere allora, certe cose lasciamole volentieri a quelli dell’altra squadra della val bisagno .Noi siamo Sampdoriani ,ricordalo sempre e abbi fede.

  87. Federico scrive:

    Grazie Maurizio, ti apprezzo molto come giornalista, sei con Zaino il migliore sulla piazza di Genova. Ho deciso di scrivere sul tuo blog dopo la sconfitta col Frosinone, quindi non sapevo del tuo invito in studio.
    Sono un antico tifoso, figurati che probabilmente sono coetaneo di Stefano Rissetto di cui leggevo negli anni 70′ i suoi articoli sui Sampdoria Club dell’ epoca, già allora era portato per una scrittura brillante ed immaginiFica….. Ero un suo “fan” ma negli ultimi anni noto in lui una sorta di livore e nervosismo verso l’ambiente Sampdoria.
    Cordiali saluti Blucerchiati

    Federico abbonato gradinata SUD da stagione 1975/1976

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Ho chiesto a Stefano Rissetto se desidera risponderti, visto che sei un suo fan, ancorché un po’ deluso. Ti faccio sapere. Da parte mia posso solo commentare che l’onestà intellettuale di Stefano è al di sopra di ogni sospetto e se è animato da quello che tu definisci nervosismo e livore avrà i suoi motivi (non personali, ovviamente, ma legati alla situazione della Sampdoria vista dal suo punto di vista di attento osservatore di cose blucerchiate ahinoi da decenni).

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Ecco la risposta di STEFANO RISSETTO per Federico:

      Ciao Federico,
      se siamo coetanei può darsi quindi che ci si conosca di persona.
      Grazie per il ricordo elogiativo della mia prima “palestra” di scrittura, agli ordini di Ernesto Gherardi e Dario G. Martini, a fianco di un gigante come Edoardo Guglielmino e di acuti polemisti come Gianni Damonte e i suoi sodali (Mugnai, Traverso, Durante, Merlo) del clan dello Squalo/Graffiti. La rivista “Sampdoria Club” è stata la mia via Gluck e anche quella Sampdoria lo è stata.
      Mi rincresce invece che tu veda in me «livore e nervosismo verso l’ambiente Sampdoria».
      Non è infatti mai cambiato il mio atteggiamento e il mio stato d’animo – mai rinnegati, anche a costo di pagare qualche prezzo – verso i Colori, la Bandiera, la Maglia che avevo 39 anni fa, ai tempi del mio primo pezzo su quella rivista, febbraio 1980.
      Può darsi che io sia cambiato. Ovviamente in peggio.
      Però, sulla mia linea di pensiero sulla Sampdoria di oggi – linea che tu dici «livorosa e nervosa» – mi trovo insieme con molti dei miei più cari amici e compagni di ventura di allora.
      Tutti diventati livorosi e nervosi, i miei amici più cari, verso i Colori, la Bandiera, la Maglia che hanno sempre amato e sempre ameranno di un amore romantico, di un amore quasi simile a quello che si prova per una persona? Possibile.
      Ma può anche essere che a cambiare non sia stato io, non siano stati quasi tutti i miei amici di una vita. Forse a cambiare, dimmi tu se in meglio o in peggio, è stata – non nei Colori, non nella Bandiera, non nella Maglia – la Sampdoria.

      Cordiali saluti.

      • Massimo Pittaluga scrive:

        Mi volevo agganciare a questo commento per sottoscrivere ogni singola parola. aggiungendo del dott Rissetto. purtroppo è cambiato il calcio è cambiata la società e non credo in meglio, ma soprattutto negli ultimi anni è cambiata la sampdoria. urge un cambio al vertice per non demolire pezzo per pezzo quel senso d appartenenza che in tanti di noi hanno ancora. debbo dire che il calcio da anni a questa parte è più business gossip che campo ma qui questa società è andata oltre finendo nell’operetta per essere gentili. sono tra quelli nervosi come Lei che però sostengono e si abbonano in gradinata perché li ho visto la prima volta la sampdoria nel 1982 dal vivo e li ho continuato ad andare prima con la famiglia poi con gli amici e a volte anche in solitaria intanto gli amici dopo 36 anni sono dentro sempre da qualche parte per incontrali. dire che provo meno piacere mi sembra non dovuto all’età che avanza ma al trend che si sta vivendo e come Lei credo che la samp sia sul filo di un rasoio. speriamo di restarci in equilibrio

      • Matte Genovese scrive:

        Grande Rissetto. Ma il discorso è ….. Si potra mai piu trovare un uomo alla Mantovani ??? Per me è improbabile, fosse possibile una via di mezzo, non certamente il Ferrero della situazione. E allora magari si potra tornare a sognare uin pochino di piu. Oggi l ambiente mi pare molto triste, nulla da vedere con la situazione del delirio frizzante di una volta……. Quindi pienamente ragione a Rissetto. Un saluto.

  88. Luigi scrive:

    Lo scrivo con dispiacere ma nonostante i risultati sportivi non siano terribili il dato su cui bisognerebbe riflettere tutti è la disaffezione ti tanti tifosi allo stadio e tante spaccature tra la tifoseria. Il comportamento poco trasparente della società e un proprietario che le spara a destra e a manca come fossimo cartoni animati ha sicuramente avuto un’ incidenza fortissima

  89. Luigi scrive:

    PS. ho la sensazione caro Maurizio che la società non voglia vendere, plusvalenze e notorietà sono cose a cui è difficile rinunciare

  90. NYC scrive:

    Maurizio e tutta Primocanale .

    A N D A T E – A V A N T I !!!

  91. Solosamp1946 scrive:

    Io dico società 80% il restante 20 lo divido per 3…ci metto anche una piccola responsabilità nei tifosi che non sono in grado di tenere sulle spine la squadra…per.il resto la società ogni anno rivoluziona la.rosa , si priva dei.migliori e non da continuità al mister…prende i giocatori gli ultimi giorni di mercato ( a cosa serve il.ritito? ) e da gennaio inizia a vendere tutti mediaticamente. Ambizioni zero. E questo quando si parla del mister bisogna dirlo .

  92. NYC scrive:

    Maurizio, come detto prima ANDATE AVANTI !.
    ma detta come va detta se siamo ostaggio di questo personaggio e’ colpa anche dei Garrone che hanno sbolognato la Sampdoria al primo venuto che non avesse nulla da perdere ( infatti veniva da una bancarotta fraudolenta , patteggiamento) ……

  93. pier scrive:

    L’Inter di domenica avrebbe perso con il 90% delle squadre di serie A, erano stanchi, grammi e senza icardi….(ha perso col bologna 2 domeniche fa)
    mumble mumble…meglio zapata o defrel ..meglio gabbiadini o caprari…stiamo perdendo mancano 10 minuti metto sala o sau.. mumble mumble…
    Queste sono le cose che fanno la differenza non le geometrie e gli schemi.
    E un pò di grinta per favore un po di corsa.

  94. Michele G. scrive:

    Purtroppo, questa sera non potrò seguire Gradinata Sud, perché ho un impegno di lavoro che mi costringerà in ufficio fino a tardi. Mi sarebbe piaciuto ascoltare quale sia la situazione dell’incontro di Londra che, a dire di Sampdoria News24, che a sua volta riprende La Repubblica, c’è stato eccome, nonostante le smentite dei vertici societari. Pare, secondo l’articolo, che Vialli, pur non presente all’incoantro, abbia chiesto un ruolo attivo e decisionale, ponendo come limite di tempo per la risposta due settimane, dovendo egli decidere se accettare il ruolo offertogli dalla FIGC. Pare, sempre secondo l’artic, che Ferrero abbia fatto sapere ai possibili investitori che la cifra che lui pretende per cedere la società si aggiri sui 180 milioni, cifra giudicata sproporzionata rispetto al valore stimato dagli interlocutori. Insistendo Ferrero su quella cifra, nessuno sarebbe disposto a pagarla. Ora, se davvero Ferrero abbia sparato una simile pretesa, sapendo che nessuno la paghi e negando a Vialli, autentico monumento blucerchiato, la possibilità di dedicarsi attivamente alla Samp, mi domando come farebbe a presentarsi allo stadio senza che le sue orecchie vengano distrutte dai fischi ed ululati dei tifosi che, di fronte alla scelta fra Ferrero e Vialli, non ho dubbi che sceglierebbero in massa il nostro ex bomberà!
    Fatemi sapere se ne avrete discusso e con sa abbiat detto. Domani spero di leggere un video atro resoconto.

    • Michele G. scrive:

      Scusate i tanti errori di battitura, ma sto scrivendo col cellulare ed è difficile evitare che il correttore automatico ci metta lo zampino!

  95. Sampdoriangelo scrive:

    Scusate volevo appunto scrivere “calmarsi”, è stato un errore di battitura.
    Per me comunque le colpe più grosse le ha la società che lavora anche bene ma non dà certo garanzie in prospettiva. Il mister tutto sommato mi piace e se andrà via non sarà facile sostituirlo, anche se tre anni alla guida della stessa squadra di questi tempi e in Italia
    sono gia un buon risultato.
    La squadra è da decimo posto e alla fine, almeno negli ultimi due anni, è finita decima.
    Fa incazzare che vada a fiammate: dieci partite da quinto posto e poi dieci da quindicesimo.Questo è abbastanza inspiegabile. Ciao . Forza Samp.

  96. Trevor scrive:

    Dai ragazzi,, adesso per 24 ore dimentichiamoci della nostra amata sampdoria e cerchiamo di concentrarci tutti per una super mega gufata per far perdere la “rubentus”. Forza colconeros, tutta l’italia è con voi, vendicateci… Sbattete fuori dall’europa quei ladri schifosi, padroni del campionato più falsato e marcio d’europa. Atletico, atletico, atletico..

    • giovanni scrive:

      trevor…ammettilo, dormi con il pigiama della giuventus tu eh…. :-) tieni duro per il ritorno vedrai come apparecchiano in tavola a torino…

    • Marco scrive:

      Insomma in Spagna hanno il Real che a furti è pari alla Juve se non peggio, per non parlare di quell’altra squadraccia bicolors.

  97. petrino scrive:

    a proposito di meteore da cui abbiamo subito gol, come si diceva a gradinata sud, ricordo marignho di pietro, oriundo brasiliano, che nel 1955/56 ci fece 2 goal in un derby perso. Dicevano che aveva le ginocchia tenute dal fil di ferro e fatti 2 gol se ne torno’ in brasile. Ed ero presente- con mio papa’.
    .

  98. andrea scrive:

    Maurizio volevo chiederti 2 cose: secondo te la valutazione della Samp quanto può essere? quante probabilità dai per una conclusione positiva per la vendita della società? grazie

    • Maurizio.Michieli scrive:

      E’ quello che chiediamo a Ferrero. Dipende da molti aspetti: la sede, il marchio, gli investimenti immobiliari di Bogliasco. Rientrano nelle attività o no? Solo lui può chiarirlo. Per come è configurata ora l’architettura finanziaria della Sampdoria, l’unico patrimonio sono i calciatori. Ma se Ferrero fa tornare nelle disponibilità del club anche le altre voci, il prezzo sale. Bisogna capire. Ma lui non risponde, non chiarisce.

  99. Marco scrive:

    Io direi che la colpa è degli alieni che essendo noti arbitri in malafede e simpatizzanti bibini, scendono a metà campionato in quel di bogliasco, rapiscono i giocatori e li fanno rendere la metà.

    Esenterei da ogni responsabilità Giampaolo che l’anno prossimo allenerà Manchester United, Real Mardid , PSG e Bayern Monaco tutte assieme.

  100. Luca scrive:

    Maurizio ieri sera ho avuto l’occasione di seguirvi a gradinata sud e devo ammettere che la puntata e’ stata gradevole per due motivi : il primo che ho particolarmente apprezzato la vena a tratti umoristica , quasi di divertimento che scorre tra di voi ( Arnuzzo ed Olcese in particolare, ma anche Licalzi non scherza) finalmente il calcio preso anche meno seriamente di quello che “merita”, complimenti davvero ! La seconda la vostra ( o tua ) insistenza nel ribadire le dieci domande o quesiti ( e tu ben sai che non otterrai mai risposta) per la Dirigenza , intravedo in questa continua pressione ( che denota anche una vostra certezza di affermazioni ) una conferma che qualcosa d’importante sta accadendo ( o almeno potrebbe accadere) mi sto forse sbagliando Maurizio ?

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Un paio di trattativa ci sono, Ferrero chiede 200 milioni per ottenerne 180. Al momento nessuno è disposto a darglieli. Entro un mese, forse meno, dentro o fuori.

  101. fede scrive:

    Paolo Fiorentino, esperto in materia , poco tempo fa in una intervista ha dichiarato che i fondi internazionali sono attratti dalle società di calcio italiane per: accrescere il proprio brand, investire ed accrescere il loro patrimonio immobiliare oppure fare plusvalenze nella compravendita di giocatori.Vi pare che venendo a Genova potrebbero realizzare le prime due opportunità? Siamo l’unica regione del Nord dove autostrade e ferrovie fanno veramente angoscia, per raggiungere la nostra beneamata città occorrono peripezie micidiali.Dello stadio di proprietà c’è il veto assoluto..E qualcuno parla di ambizioni? De che?

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Anche a me i Fondi nel calcio non fanno impazzire, ma il futuro è quello, in assenza di imprenditori disposti a metterci del loro, sia a livelli finanziario che di impegno.

      • petrino scrive:

        I fondi nel calcio sono come la pay tv agli albori della loro esistenza.
        Come non si puo fare a meno delle pay tv per la sopravvivenza del calcio, lo stesso accadra’, per l’ ingresso dei fondi, naturalmente in serie A, Premier inglese, e altre massime serie. in europa .
        O i fondi d’ investimento alla Elliot, o la famiglia reala saudita che sta offrendo 4 miliardi per il MU.??????
        Ce li vedete Bill Gates, o Besoz nel calcio europeo???
        In ITalia solo Del Vecchio, il sig., Nutella, Benetton, hanno disponibilita’ enormi, ma del calcio se ne ……….

  102. Vera scrive:

    Ragazzi Ma vi siete chiesti come mai il Napoli fa 0 a 0 con tutti ultimamente in casa compreso domenica scorsa e noi siamo gli unici a cui ne ha dati tre Vi siete domandati che per ritrovare due gol dell’Inter in casa dopo che aveva pareggiato col Sassuolo a San Siro è perso col Bologna San Siro a noi ce ne ha dati due in questa squadra c’è qualcosa che non va e secondo me il problema sta nel manico

  103. petrino scrive:

    invito tutti a leggere quanto scrive oggi 20 febbraio Renzo Parodi su Repubblica online, e sulla trattativa per la cessione del club e sulle sue considerazioni finali, che giudico magistrali, risolutive del rapporto tra ferrero e la platea blucerchiata.

  104. SANDOIA scrive:

    Ho visto Atletico Juve è finita come immaginavo.
    Nel secondo tempo pensavo alle parole sempre valide del Vuja ” Come gioca centrocampo gioca squadra ” .
    Nella Attuale Sampdoria il Trequartista ha il compito di equilibrare il reparto anche in fase di non possesso e copertura : quando Gaston Ramirez riesce a farlo si soffre meno ,se poi è presente Barreto nella condizione di inizio stagione si ha un buon equilibrio che protegge la difesa .
    Saponara è un buon giocatore ma non è adatto alla fase di copertura ,Barreto è infortunato e FQ27 ogni tanto deve ricaricarsi come ogni batteria.
    OLtre a quanto dibattuto sopra i risultati negativi sono dipesi da questi motivi.

    Forza Sampdoria

    • giovanni scrive:

      eh Sandoia (nick fantastico, proprio come mio papà chiamava, in genovese, la sua Samdoria, con affetto) ti piace vincere facile eh…dagli al nostro mister i vari Saul, Gimenez, Correa, Rodrigo, Thomas, Griezman che all’occorrenza fa il terzino, una punta come Diego Costa, Godin, Felipe Luis ecc., e probabilmente qualcosa di meglio probabilmente farebbe…o forse no? magari proverebbe a schierare Correa trequartista scambiandolo per Joaquin quello che avevamo qui…e provando a schierare comunque il 4312 anche con loro…
      in realtà l’atletico ha tirato fuori la partita dell’anno, ma quello che non cambia per loro è che fanno giocare male tutti quelli che affrontano e più sono forti, più li fanno giocare male, è proprio un’impostazione diversa da mister giampaolo che prima di tutto predilige giocare noi a calcio avere palla, girarla, ecc. e non giocare “contro” gli altri a raddoppi continui, palle intercettate, scontri fisici (noi siamo indietro in questo senso, rimbaziamo regolarmente sui vari naingollan, allan, ma anche cisbah…) anche duri e palle a viaggiare, imbucata per la punta…
      però gli strisciati che zuccano è sempre un discreto vedere…
      un abbraccio

    • Franco scrive:

      Bravo Sandoia !. Il centrocampo e’ la base per lo sviluppo del gioco. Verita’ eterna del calcio. Oltre ad altre cose ovviamente. Una su tutte secondo me. “L’aggressivita’” deve essere portata sulla palla, quindi su l’anticipo dello sviluppo del gioco. Non sull’uomo, quando si fa’ quest’ultima cosa si e’ in ritardo e basta. Per questo, da un certo punto di vista purtroppo, il calcio non e’ solo “estetica”. Non basta Rivera, ci vuole anche Furino o Gattuso. Ma gli allenatori dovrebbero saperlo !!. Petagna e Pavoletti (che peraltro ha un ottimo colpo di testa), “pascolando” in area di rigore sono in doppia cifra di gol. Gabbiadini in campo per favore, e’ l’unico insieme al “vecio” Quaglia che vede la porta. Resto dell’idea che si possano allestire ottime Squadre anche senza tanti soldi. Basta intendersene un po’. Simeone docet. Cordiali Saluti a tutti.

      • petrino scrive:

        Perché Diego Costa, Grizmann, Godin sono tre scartine???
        Squadre senza tanti soldi mi sembra il concetto di”
        decrescita felice “. Vulgo: per fare squadre competitive ci vogliono i soldi, eccome.

  105. vincenzo scrive:

    Nell’attesa di domenica (forse dovremmo trovare il modo di manifestare solidarietà con i pastori sardi per quello che sta accadendo con le quote latte…) mi sono reso conto che con un materasso si dorme bene ma con due ancora di più!…ogni riferimento a quanto scritto da Trevor è puramente VOLUTO!!

    Io ci credo Forza Sampdoria

    • Marco scrive:

      Poi magari , dico io, gli stessi pastori sardi comprano dalle multinazioni smartphone etc.

      Quindi quando toccano gli altri va bene e quando tocca a te essere globalizzato no?

  106. Massimo Pittaluga scrive:

    letto il vs articolo e speriamo vialli riesca a staccare ferrero dall’osso certo è che a certe cifre la vedo dura. in tanti non amiamo i fondi ma siamo onesti quale imprenditore privato italiano o genovese (a parte garrone e mi viene in mente poco altro diciamo malacalza) può comprare una sampdoria a 150 mln diciamo e poi investirne altri per rinforzare la squadra. perché se entri mettendo certe cifre ritengo che non vieni a prendere la società per galleggiare. che senso avrebbe? chi può avere in disponibilità tra i privati nostrani certe cifre da investire. con il calcio arrivato a queste cifre non è secondo me tanto questione di volontà ma anche per gente facoltosa l’impossibilità di farlo. credo che faticherebbe molto anche un ricco signore intelligente e carismatico come Paolo Mantovani. Quindi magari ce la facesse Vialli con un fondo.

    • Edoardo scrive:

      Ci vorrebbe per noi un presidente alla Percassi, ma fintantoché Ferrero spara certe cifre la vedo dura, su Vialli invece non saprei, come tifoso mi piacerebbe moltissimo, ma mi sembra una trattativa non semplice e poi bisogna vedere anche questi fondi se sono roba davvero seria perché non vorrei che ci facessero fare la fine del Palermo o o del Parma e qui mi dò una gran bella tastatina…

  107. Edoardo scrive:

    Godo moltissimo per la sconfitta della Juve con l’Atletico Madrid, nel paese dei guerci (Serie A) chi ha un occhio è il re, ma in Europa le cose vanno un po’ diversamente per fortuna…

    • Zaccotenay scrive:

      E protestavano anche, veramente ridicoli, in Italia dominano anche perché la classe arbitrale é in una evidente sudditanza psicologica, e poi se sono veramente 18 milioni di tifosi come da ultimi sondaggi, metà di loro è juventino. Sono scandalosi, temo che a Torino il fischietto lo prenderà Nedved & friendly, spero in una difesa optalica da parte dell’Atletico. Di questi tempi mi accontento di poco, mi basta non veder vincere i prepotenti per essere felice. Ma comunque Sampdoria Sopra Tutto

    • Marco scrive:

      Premesso che io godo solo per mie soddisfazioni( se il mio vicino di casa è sposato con miss universo non godo di certo se lo fa cornuto con un altro) la Juventus ha strameritato la sconfitta .

      Una bolgia infernale ,un tifo vecchio stile come piace a me.

      Attenzione però a pensare che i gobbi siano defunti, sarebbe errore madornale.

      • Edoardo scrive:

        Normalmente anch’io non godo per le disavventure altrui, ma diciamocelo per gli zebrati e i cugini ci sta eccome! Comunque a Torino non credo che riescano a ribaltare il risultato a meno che Ronaldo non tiri fuori una prestazione delle sue, staremo a vedere…

    • luigi scrive:

      Ciao Edo hai ragione sui fondi però è anche vero che Vialli potrebbe essere un buon garante purtroppo come ho scritto prima non credo proprio che il romano voglia vendere in quanto addio notorietà che per uno come lui è il succo della vita e plusvalenze quindi introiti. la domanda che ci poniamo in tanti compreso il buon Rissetto ottimo giornalista e grande sampdoriano è: qualora non sia più possibile ottenere questi guadagni perchè sbagli acquisti chi avrà la solidità economica per sostenere la squadra?……

    • Maraschi scrive:

      A me invece è molto dispiaciuto. Al di là dello spirito nazionalistico, per il calcio italiano è bene che le sue squadre vadano avanti. Infine spero che Simeone, si strizzi le p….e per la rabbia, al ritorno anziché per esultare

      • Maurizio.Michieli scrive:

        Devo dire che anche io, per natura, non riesco mai a gioire per le “disgrazie” degli altri, ma dopo quanto accaduto allo Stadium in Juventus-Sampdoria avevo parecchia carogna da smaltire…dunque ho fatto un’eccezione e ho goduto. Almeno per ora. C’è ancora il ritorno.

  108. Sampdoriangelo scrive:

    Mi unisco ai complimenti per l’analisi di SANDOIA e capisco perché Giampaolo preferisce se può iniziare sempre con Gaston.Inoltre la mancanza di Barreto si fa sentire più del dovuto (che cosa ha di preciso? Si è infortunato col Torino!).
    Per quanto riguarda la cessione c’è da sperare che la trattativa vada avanti dopodiché Vialli dovrebbe uscire allo scoperto in modo che Ferrero a quel punto, di fronte a una buona offerta e a Gianluca Vialli non potrebbe ancora rifiutare e presentarsi allo stadio.
    Speriamo bene. Forza Samp!.

  109. Fulvio Sturla scrive:

    E pensare che ,mentre guidavo,sentivo a radio sportiva i commenti dei tifosi Juventini disperati che dicevano letteralmente”Siamo stufi di vincere scudetti,vogliamo vincere in Europa” vi rendete conto?noi cosa dovremmo fare?evirarci in massa?

  110. Fulvio Sturla scrive:

    X Massimo Pittaluga
    Uno con le spalle enormi ci sarebbe ed e’ il vero Ferrero..ossia quello della Ferrero cioccolato…ha tanti soldi che ci potrebbe tenere in champions per anni..sembra che un timido approccio lo abbia fatto ma timido appunto

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Da quello che so, mai nel calcio i Ferrero della Nutella. Non ci pensano proprio.

    • Massimo Pittaluga scrive:

      fulvio pensa te che quando seppi in mattinata la sampdoria a ferrero pensai va beh via garrone e dentro ferrero. ero un po dispiaciuto ma dissi dentro di me con ferrero si farà di più poi vidi la presentazione e capi che non era ferrero….almeno quello che pensavo…pensai che fossimo su scherzi a parte. magari venisse qualcuno di quel livello ma anche il fondo con vialli presidente magari lo stesso. io temo solo che per ora sia difficile scollare ferrero da li è come un parlamentare voterà qualsiasi cosa per non rischiare di andare a casa. insomma un po di timore che rimanga incollato sinchè può c’è e ripeto la mia opinione edoardo garrone ha fatto una pessima scelta perché per tutti è lui che l’ha ceduta a ferrero e se le cose dovessero andare male non credo ne uscirebbe bene. per come la penso io ha fatto a prescindere un grosso errore. mi trovo in totale disaccordo su quanto ha scritto maurizio ovvero non c’era altro. beh allora non la cedevi ed aspettavi delegando braida un signore che di calcio ne capiva eccome. per me mossa poco giustificabile ed evitabile. non si può cedere un qualcosa a qualsiasi costo e non essere criticabili.

  111. Martino Imperia scrive:

    Volevo chiedere se solo io ritengo paradossale dirsi tifosi e nel contempo sostenere che “domenica è decisiva solo se si perde, se si vince no”.

    Sono io che vivo sulla luna, sono io che sono in povero illuso che vuole crederci? mentre i tifosi fanno così, aspettano il cadavere sul fiume??

    No, per capirci.

  112. Michele G. scrive:

    Non oso immaginare come potrebbe essere difficile la convivenza di Ferrero con i tifosi blucerchiati, tranne qualche eccezione di ferreriani di … ferro, qualora dovesse trincerarsi nel suo fortino, come scrivete nel vostro articolo, con l’osso (la società) ben stretto fra i denti, impedendo ad un monumento sampdoriano come Vialli di occuparsi della sua e nostra Sampdoria! Vialli ha dato la propria disponibilità ancora per pochi giorni, dovendo rispondere all’invito della FIGC di ricostituire nella Nazionale azzurra la coppia dello scudetto con l’amico Mancini. Dopodiché’, tramonterebbe l’idea di vedere il grande Gianluca al timone della Samp e svanire contemporaneamente i fondi, possibili acquirenti della società. Personalmente, dato che Ferrero lo vedo già come fumo negli occhi, non gliela perdonerei mai!
    Oltretutto, sull’onda dell’entusiasmo, penso che vedremmo tornare allo stadio le migliaia di tifosi che se ne sono ultimamente allontanati.

    • maverick scrive:

      In due giorni non si vende una società. .. se Vialli fosse davvero interessato non penserebbe alla nazionale… sarebbe un sogno averlo di nuovo tra noi

  113. P.SOLARI scrive:

    Lasciando da parte le nostre “ridicole” beghe, un commosso ricordo ed una preghiere per Giovanna Romanato che ci ha lasciati. Continuerai da lassu’ a gridare con noi Forza Sampdoria !

  114. Grimbergen scrive:

    Buon pomeriggio sig. Michieli,
    ricordo di aver letto pochi anni fa una ricerca (KPMG) in cui il Siviglia veniva valutato circa 190 milioni di euro, cioè con poche differenze la stessa cifra richiesta da Ferrero per la cessione della società.
    Su queste basi, quale potrebbe essere oggettivamente il valore di vendita reale della Samp? Personalmente non credo che nessun fondo internazionale, solitamente alla ricerca di profitti consistenti per quantità e rapidità, sia disposto a investire le cifre sentite sui media in questi giorni.
    Un saluto.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Come cerco di fare comprendere da giorni, anche a me stesso, il valore dipende da cosa c’è dentro alla Sampdoria (come a qualunque società). C’è dentro il marchio? C’è dentro la sede? C’è dentro Bogliasco? Oppure no? Lo stiamo chiedendo a Ferrero, ma non risponde e preferisce querelare. Senza queste informazioni, è impossibile capire quanto vale.

      • Massimo Pittaluga scrive:

        querela inutile visto che non hai diffamato nessuno ha domandato. poi che querelare sia ormai una moda è fuori di dubbio. ma non mi risulta che domandare sia diffamare e che ci sia il reato di opinione credo

  115. SANDOIA scrive:

    X Giouà
    Nel mio post non intendevo fare nessun confronto tra Atletico M e Sampdoria , tantomeno fra gli allenatori siamo su due galassie diverse .
    Era solo per distogliere l’attenzione sulla trattativà che ci stà prendendo ,appassionando,preoccupando ecc.
    Nel’Atletico mi sembra che ci sia un mix di imprenditori locali e fondi di investimento , stanno facendo un ottimo lavoro non sono i Jallisse dell’inter per intenderci.
    Hanno sistemato anche l’attacco con Griezmann,Diego Costa e Morata secondo me la partita dell’anno la devono ancora fare .
    Una cosa però mi sento di dire il loro allenatore se perde il casa con il Girona o il Huesca può permettersi di dire certe frasi che il nostro ha detto dopo la partita .
    il nostro che è crollato nei sondaggi NO ! deve tenere una LINEA come quella di De Zerbi per esempio.

  116. giovanni scrive:

    eh no…giovanna…ci hai lasciati soli mannaggia… :-( ; ovunque tu sarai, libera, dai uno sguardo alla nostra sampdoria, pur non conoscendoci, io sarò li a gridare anche per te r.i.p.

  117. Fulvio Sturla scrive:

    A prescindere da tutte le polemiche,apprendo della morte di Giovanna Romanato,persona che ho avuto la fortuna di conoscere e sostenere(minimamente nell’ambito delle mie possibilita’)Guardaxci da lassu’ Giovanna,Insieme a Gloriano,Beppe,Damiano e tanti altri..condoglianze alla famiglia,siamo dispiaciuti tutti..eri nata nel 46 come la nostra amata SAMP,sono sicuro che da lassu’ ci vedrai e aiuterai..ciao Giovanna!

  118. Franco scrive:

    Gentile Sig. Michieli Le scrivo due righe non per essere pubblicato, ma per complimentarmi con l’Editore di Primocanale Sig. Maurizio Rossi per la coraggiosa posizione assunta circa le questioni Tav e Gronda. Non sono argomenti facili in un momento veramente difficile per il nostro Paese e non solo purtroppo. Faccio mie, da semplice cittadino, le gravi problematiche che il Sig. Rossi ha posto all’attenzione di tutti e in particolare modo al settore imprenditoriale/amministrativo.

  119. Franco scrive:

    Mi scusi Sig. Michieli ma e’ saltato il commento. Termino facendo gli Auguri al Sig. Rossi di trovare il modo di fare delle idonee e interessanti iniziative, ed ringrazio Lei per la gentilezza di avermi ospitato forse impropriamente. Cordiali Saluti.

  120. Zaccotenay scrive:

    Purtroppo ho sentito che è mancata Giovanna Romanato, un giorno triste, un giorno che fa riflettere.

  121. andrea scrive:

    ciao maurizio volevo chiederti su che canale del pacchetto sky si può vedere primocanale grazie

  122. Michele G. scrive:

    È con grande dolore che leggo la notizia che Giovanna Romanato se n’è andata per sempre. Non vi nascondo di aver pianto ed ora, mentre scrivo, ho gli occhi velati di lacrime. Giovanna costituiva un esempio di come si possano affrontare le terribili avversità della vita con una forza interiore grandissima, mantenendo un sorriso dolce sulle labbra. Pur costretta all’immobilità, ha smosso più gli animi lei di tanti che hanno gambe e braccia e libertà di muoversi, ma a cui manca la forza di volontà che lei aveva. Che la terra ti sia lieve e continua da lassù a guardarci con benevolenza ed a cantare con gli angeli per la tua è la nostra amata Sampdoria! Spero che Domenica la società chieda di osservare un minuto di silenzio in suo onore. Sono certo, comunque, che i tifosi non mancheranno di renderle omaggio come merita.

  123. Massimo Pittaluga scrive:

    Buon Viaggio Giovanna.

  124. Luca B scrive:

    Il più bel regalo che spero possiamo ricevere è la fumata bianca per il fondo e Vialli Presidente!!!

  125. robmerl scrive:

    caro presidente ferrero,
    al di là del suo stile colorito che ha fatto storcere il naso a molti di noi, lei ha chiuso la bocca a tutti e ha dimostrato di saper gestire bene una società di serie A, portandola a un livello dignitoso e valorizzando molti giovani, spesso con un bel gioco.
    Il bilancio è in attivo, la samp non ha debiti e sta investendo in infrastrutture, ha una buona immagine internazionale e può vantare un discreto palmarés e la maglia più bella del mondo.
    Con le sue risorse non può fare più di così; può vendere i giocatori più promettenti per realizzare delle plusvalenze e comprare altri giovani da far crescere. é molto, e non creda che i tifosi, al di là delle intemperanze verbali, non l’abbiano capito.
    Oggi ci sono tutte le condizioni per passare la mano con il giusto e meritato compenso. I nuovi investitori hanno le risorse finanziare che potrebbero consentirci quel salto di qualità che comporta l’accesso all’Europa League.
    I grandi campioni sanno quando è il momento giusto per uscire di scena: lo faccia anche lei, senza prendere in ostaggio la società e i tifosi con delle richieste che non stanno né in cielo né in terra, mettendo definitivamente in fuga i potenziali acquirenti.
    Gliene saremo grati, senza dimenticare quello che ha fatto per i nostri colori.

  126. Luca scrive:

    Un doveroso saluto alla super tifosa Giovanna ( sarà sempre in mezzo a noi)! Io penso che alla luce di quanto uscito oggi su Repubblica ( e onestamente la cosa m’infastidisce un po’ ma potrei sbagliarmi anzi spero di sbagliarmi) sia un’occasione unica , forse irripetibile ! Io con l’eventuale nuova proprietà non pretendo ne mi aspetto vittorie a go-go o campionati di vertice e sicure partecipazioni alle coppe , mi aspetto stabilità economica ( che oggi non abbiamo se non grazie ad operazioni ingegnose di plusvalenze) mi aspetto sicurezza in caso di stagione negativa, mi aspetto passione , amore e il ritorno in tutti noi di un po’ di ambizione ! Spero non se la lascino scappare anche perché verte cifre per la Samp ( e se sono uscite penso siano vere) non capiteranno più !

  127. Sand66 scrive:

    Grazie Giovanna, un esempio di vita per tutti noi…

Lascia un commento a livio

GRAZIE SAMP, GRAZIE MARCO. E A FERRERO DICO…

La Sampdoria ha vinto con merito anche il derby numero 118, che non è mai stato in discussione. Due colpi

PUNITI DA UN EPISODIO

Battuta, non sconfitta. La Sampdoria ha perso la seconda partita consecutiva ma dalla sfida con la Roma non è uscita

BRUSCO RISVEGLIO

Dopo la vittoria dell’andata al “Ferraris”, il Torino si è preso i tre punti anche nella sfida di ritorno, confermando

COME RINGHIA LA SAMP

Una grande vittoria, ottenuta in virtù di una superiorità schiacciante in fatto di occasioni da gol ma anche grazie ad

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta