GLI ANTI EUROPEISTI SENZA QUALITA’

10 feb 2019 by Maurizio.Michieli, 281 Commenti »

La Sampdoria si è confermata antieuropeista, perdendo maldestramente in casa con il Frosinone e lasciando per strada punti pesanti nella lotta per un posto al sole, dove hanno invece riguadagnato campo l’Atalanta del rimpianto Zapata e il Torino di Mazzarri. A giustificare questo rovescio, non basta il fatto che i laziali abbiano raccolto undici punti su sedici in trasferta. La squadra di Giampaolo ci ha messo l’impegno – tant’è che alla fine i tifosi l’hanno comunque acclamata sotto la Sud – ma è mancata completamente sul piano della qualità, l’aspetto che doveva fare la differenza contro i modesti ancorché volenterosi avversari. A fallire l’appuntamento sono stati i giocatori più dotati sul piano tecnico: da Praet a Saponara, da Ramirez a Gabbiadini, nessuno di loro è mai riuscito ad accendere la luce, a creare la superiorità numerica, a produrre una giocata individuale. La Samp, supportata da gregari come Bereszkisnky ed Ekdal, è risultata molto asfittica in fase offensiva: il palo di Quagliarella nel primo tempo e il colpo di testa di Colley nella ripresa prodigiosamente respinto da Sportiello hanno rappresentato un bilancio troppo magro per sperare di vincere la partita. L’unica disattenzione difensiva è invece costata cara ai blucerchiati, puniti da Ciofani con un tocco sottomisura. Da lì in poi il Frosinone ha eretto il fortino e la Sampdoria non è riuscita a scardinarlo, nonostante la foga agonistica. Tavares a sinistra non ha mai spinto e nemmeno il cambio di modulo negli ultimi venti minuti – con la squadra schierata con il 4-2-3-1 – ha determinato cambiamenti, anzi, la confusione è aumentata. Alla fine è arrivata una sconfitta nel complesso meritata, considerando la differenza di valori in partenza con il Frosinone e la Samp è scivolata di nuovo al nono posto, probabilmente la posizione che le compete. Ma sbagliare gare come questa è imperdonabile. Ferrero in tribuna è rimasto impietrito e non solo per le voci su Vialli, che il presidente ha categoricamente smentito. Adesso si profila la sfida in trasferta con l’Inter, a cui la Samp si presenta con il fardello di due sconfitte consecutive e l’ennesima resa anticipata a qualsiasi ambizione europea.

281 Commenti

  1. DoriaForEver scrive:

    Maurizio buonasera, dobbiamo secondo te sopportare Ferrero ancora a lungo ? Avevo confidato che l’avvento in società di Fiorentino portasse buone nuove ma la smentita dello stesso Fiorentino qualche giorno fa e di Ferrero oggi sulle indiscrezioni di Repubblica mi abbattono parecchio

  2. Vera scrive:

    Complimenti a chi ha perorato (non ho certezze ma un sospetto si)la cessione di Zapata all’Udinese per Ritrovarsi con Marco sau,Defrel e company.Complimenti anche ai commentatori della settimana scorsa che,alle mie critiche e di altri rispondevano,”Ma cosa pretendevi?IlNapoli e’ di un’altra dimensione”,adesso ho capito che anche il Frosinone(penultimo in classifica) e’ di un’altra dimensione”..una domanda sorge spontanea:Quali sono le squadre della nostra dimensione?Come mai l’unico tiro pericoloso veramente lo fa Colley di testa a fine partita’La verita’ che il maestro ha ben poco da insegnare ed e’ quello che sostengo da sempre,ha iniziato il suo “solito” girone di ritorno catastrofico con le giostre che seguiranno,milano ci attende e icardi e Martinez stanno gia’ pregustando.Anche quest’anno niente qualificazione in coppa Italia,niente Europa perche’ sara cosa dell’Atalanta che una squadra ed un allenatore vero.Tiriamo a campare come sempre nella mediocrita’ piu’ assoluta.Questo uomo non ha ideee,e’ testardo e talebano al limite del suicidio,la partite sono noiose con questo stressante tic e toc che non produce mai nulla.Il Frosinone ha meritato di vincere asolutamente.Adesso ci sara’ il solito impedito che mi invitetra’ a tifare dall’altra parte ma ormai lo so,nulla di piu’ becero di chi non ha capacita’ di critica.

    • solosamp1946 scrive:

      premesso che ieri abbiamo fatto una partita bruttissima…se fosse come dici te probabilmente la sampdoria sarebbe ultima , invece no, con le squadre della nostra dimensione mi pare che abbiamo perso , fino ad oggi , con frosinone ieri e udinese alla prima , poi basta

    • Luca B scrive:

      Sottoscrivo tutto Vera

    • Mauro Avreggi scrive:

      Volevi il solito impedito che ti risponderà? Mi hai trovato!! Non ti invito a tifare dall’altra parte. Hai ragione su tutto!!!! Infatti il suo solito girone catastrofico è lo stesso da quando siamo tornati in A che ha fatto Delio Rossi (subentro Ferrara nel girone di andata) partito sparato e poi il ritorno decrescente, è lo stesso “suo catastrofico girone di ritorno” fatta da Sinisa 13 punti avanti ai tuoi cugini e finiti un punto sotto, è lo stesso “suo catastrofico girone di ritorno” fatto da Montella. Ora ti chiedo questi suoi catastrofici gironi di ritorno fatti dai suoi predecessori te li ricordavi o visto che non giocavano con il tic toc li avevi dimenticati? Ti chiedo una cosa e, vorrei mi rispondessi sinceramente quando abbiamo vinto derbies, due volte a Milano (primo anno di Gianpaolo, tra l’altro la seconda vittoria in suo catastrofico girone di ritorno), la vittoria con la Juve,Milan e Roma dell’anno scorso ( Roma di nuovo nel suo solito catastrofico girone di ritorno) e quest’anno vittoria sul Napoli, pareggio a Roma con la Lazio e sconfitta (rocambolesca e qualche recriminazione) con la Juve era il suo solito tic toc eri contenta o ti giravano le scatole perché è’ un gioco noioso? Talebano? ieri ha cambiato negli ultimi 20′ schema e a detta di tutti c’è stata parecchia confusione in campo. Comunque tranquilla sopportalo ancora per questo suo catastrofico girone di ritorno che l’anno prossimo avremo un altro allenatore. A proposito tu chi vorresti?
      Mauro Avreggi

    • Mauro Avreggi scrive:

      Mi sono dimenticato di Zapata! Sei proprio sicura che qualcuno (Gianpaolo) ha voluto la cessione di Zapata? Premesso che l’anno scorso appena preso il ritornello era ” belin abbiamo preso un cane di marmo, belin abbiamo preso un para carro” poi verso la fine del girone di ritorno il ritornello è diventato ” belin è sempre infortunato!!!”. Secondo me è andata così lo abbiamo preso in prestito con l’obbligo di riscatto a 20.000.000 e, siccome non avevamo i soldi per pagarlo e il Napoli non scontava niente lo abbiamo venduto all’Atalanta a 26.000.000, plus valenza ( genialata)
      Mauro Avreggi

    • Edoardo scrive:

      Hai ragione, io sono d’accordo con te, vivacchiamo nella mediocrità più assoluta e se non la sbatte dentro Quagliarella gli altri non riescono a centrare la porta neanche con le mani, ma c’è chi è contento così e si diverte pure, de gustibus…

    • ROBY LEVANTE scrive:

      @Vera.Concordo al 100% il tuo post.Con questo allenatore non vinceremo mai nulla e non capisco come possa essere supportato da giornalisti bravi come Rissetto ed ex giocatori come Arnuzzo.

  3. giorgio48 scrive:

    Se la settimana scorsa “non c‘era nulla da eccepire“ la sconfitta di oggi non può certo essere considerata la normalità. Abbiamo perso contro una squadra che su 22 partite ne aveva vinto 2, contro la squadra terzultima difesa del campionato (unico tiro in porta all‘84° e su calcio d‘angolo), contro la squadra che ha il peggior attacco. Ecco quindi che se c‘era qualche interrogativo sul perchè tantissimi mal sopportano Giampaolo, questa col Frosinone fornisce la spiegazione più logica : con questo allenatore e questo gioco assai poco spettacolare di tocchetti avanti e indietro non andremo mai da nessuna parte. Senza una punta centrale, poi, elimini qualsiasi possibilità del gioco aereo nell‘area avversaria. Se con l‘Udinese ci aveva salvato un rigore che aveva necessariamente fatto mutare la maniera di giocare dei bianconeri dopo mezz‘ora di niente, oggi è bastata nuovamente una difesa chiusa al centro dei ns avversari per rendere inutile qualsiasi fraseggio. E questa, però, è una sistematica ripetizione di quanto abbiamo già visto e rivisto negli anni passati. Sperare sempre in San Quagliarella è molto limitativa come tattica. Siamo a -5 rispetto all‘anno scorso, l‘unica squadra tra le prime 10 che ha perso pur avendo il calendario più favorevole, perdiamo punti nei momenti cruciali (vedi Cagliari,Firenze ed oggi) per cui mettiamoci il cuore il pace : evitiamo di fare voli pindarici che alimentano solo vane speranze. Sperare che Gabbiadini, Defrel e Sau si trasformino in implacabili cecchini (n.d.r.: in 2 anni hanno segnato insieme quanto Quagliarella in 6 mesi) è sperare nei miracoli per cui lunga vita a Fabio per permetterci di raggiungere quel 9°/12° posto che rispecchia il reale valore della squadra. Amen.

  4. Fra Zena scrive:

    Sconfitta senza attenuanti, nulla da dire. Alla prima difficoltà ci siamo afflosciati, come purtroppo spesso ci accade. Dopo il loro gol abbiamo prodotto troppo poco, sole due occasioni in 70 minuti. Frosinone superiore non tecnicamente, ma certamente come grinta e voglia di vincere. C è grande amarezza e soprattutto tanta preoccupazione perché il rischio di una ennesima spirale negativa, visto anche il calendario, c è tutto. Attenzione perché a 40 punti bisogna arrivarci, possibilmente a breve

  5. Marcello scrive:

    Direi solito girone di ritorno..nulla di nuovo

  6. Disraeli scrive:

    Solito copione…a questo punto della stagione dopo mesi di gioco massacrante fatto di pressing a tutto campo, soprattutto per i centrocampisti, i giocatori non stanno più in piedi e il nostro campionato finisce nuovamente a febbraio.
    Oggi uno scempio: anche i neonati sapevano che il Frosinone avrebbe fatto le barricate eppure solito centrocampo a 3 e solito tiki taka cervellotico fatto di passaggi laterali e indietro…una roba che mi stavo per addormentare.
    Incapace di cambiare assetto, niente, anche il 2 tempo peggiore pure del primo…tiki taka per andare in porta col pallone con demenziali uno due sempre prevedibili e neutralizzati.
    I cambi poi…sempre i soliti…ma prova il tutto per tutto e non togliere Gabbiadini santo cielo.
    Niente, ci avviamo al solito campionato mediocre finito già a febbraio…eppure la società aveva dato un segnale con un mercato perfetto.
    Purtroppo schemi, modulo e fissazioni tattiche del mister, ottima persona per carità, hanno logorato i ragazzi che hanno finito benzina fisica e mentale.
    Unica luce il possibile cambio in panchina a giugno, speriamo.
    Ora i soliti soloni almeno non potranno più nascondersi dietro alle uniche sconfitte contro Juve e Napoli.

  7. NYC scrive:

    Stavolta il maestro non ha brillato, passaggini insulsi e lenti non servono a nulla si profila il solito girone di ritorno senza senso, la cosa peggiore è che Ferrero non si vuole levare dai piedi e con lui i suoi adepti che nella Sampdoria hanno trovato uno stipendio sicuro finché durano le plusvalenze …….

    Da questo noi tifosi dovremmo imparare molto da Mantovani a Garrone ci si ritrova ad essere prigionieri dei Ferrero & Co…..

  8. Marziano scrive:

    Ma non eri tu ad incensare il mago di Giulianova?
    Luca Vialli for president!

  9. Claudio61 scrive:

    Ecco… É iniziata la parabola discendente del maestro…

  10. Luca scrive:

    Dove sono finiti adesso quelli che esaltavano il mister 3/4 settimane fa????? Ecco lo ripeto io sono per GP allenatore Samp anche il prossimo anno ma i suoi limiti sono evidenti ! Non trasemette carattere alla squadra ! Non si giocava forse per l’Europa?oggi mi sono recato allo stadio fiducioso e sono tornato a casa deluso e convinto che il calo di spettatori continuerà ( se non cambieranno le cose) anche per la prossima stagione , non c’è più passione , manca l’entusiasmo e soprattutto la programmazione ! Questo Presidente per l’ennesima volta “uccide” ogni ns ambizione a metà campionato con affermazioni senza senso ( Tonelli, Defrel e Gp) spero vivamente che le notizie sul fondo Americano siano vere, fondate ( e qui dovresti essere tu stasera a dare info certe ) inutile ho veramente paura che il ns campionato sia già finito ( avvilente) ma sper di essere smentito , anche criticato da voi del blog !!!!!

  11. Paolo1968 scrive:

    Sensa scuse, pollice verso. Per favore non cominciamo al 10 febbraio la parata “trionfale” del girone di ritorno che caratterizza il nostro ultimo decennio.

  12. pier56 scrive:

    A Michieli non è mai venuto il dubbio scettico che oltre alla qualità degli interpreti, che oggi è mancata, ci vorrebbe anche un’altra organizzazione di gioco che il monocorde Giampaolo non sa dare? Tutto perfetto in campo o quasi: l’ossessivo tiki taka, i soliti schemi che con squadre catenaccio sono controproducenti: la ragione genera anche mostri e in panchina occorrerebbe un po più di duttilità. Invece No, cambia gli interpreti con le loro fotocopie. E la difesa? Fa segnare anche Cofani, attaccante più scarso della A, non marcadolo. Veramente mal messa in campo…

  13. Andrea scrive:

    Dopo Benevento e Crotone pensavo di aver visto abbastanza….mi sbagliavo.Una sola parola:VERGOGNA.

  14. Sand66 scrive:

    La definisco la vittoria della semplicità (e sconfitta per noi), i ciociari hanno espresso il più semplice dei catenacci e hanno segnato con il più semplice dei contropiedi (non ne hanno fatti due per pochi centimetri di fuorigioco), che dire siamo schiavi del nostro stesso gioco che se lo esprimi con intensità è velocità è spettacolare se cali, e ogni stagione in questo periodo caliamo, diventi lento e prevedibile e chiunque, ultima compresa, riesce ad annullarti. Giro palla noioso, verticalizzazioni sbagliate e nessuno che salta l’uomo, per gli avversari basta marcare a uomo e raddoppiare, aggiungiamo che con mezza occasione gli avversari sagnano e la sconfitta è servita.
    Penso che la nostra dimensione reale sia questa, decimo posto, inutile fare proclami su Europa, non lo siamo, e non perché scarsi gli interpreti (per vincere con il Frosinone non credo che serva uno squadrone) ma per i limiti cronici del nostro gioco, se vai sotto ritmo sei inguaiato con tutti, e se contro il Napoli c’erano tutte le attenuanti del caso (obbiettivamente sono più forti) con il Frosinone proprio non ce la faccio a trovare una giustificazione, siamo alle solite, la solita gastrite da fine campionato comincia ad affiorare. Sperando in tempi migliori, forza Doria sempre e comunque.

  15. Alberto Belloni scrive:

    Siamo alle solite…. Media Giampaolo del girone di ritorno… Ma vi sorprendere???

  16. Francesco scrive:

    Sono d’accordo sulla Disamina della partita ma. Sugli obiettivi é troppo presto per amainare la. Bandiera probabilmente rispetto agli altri ci manca qualcosa ma. Possiamo e dobbiamo fare di più…. Forza ragazzi non molliamo

  17. petrino scrive:

    e anche per quest’ anno, ne riparliamo al prossimo !!!!
    In fondo la squadra rispecchia il carattere dell’ allenatore.
    Palleggiavano a centrocampo come stessimo vincendo 3 a 0 , mentre invece perdevano.
    Nessuna volonta’ vincente, ma rassegnati a perdere con il frosinone, che ha subito 43 goal a oggi.1
    Peraltro con febbraio, come tutti gli anni, la squadra comincia a perdere posizioni e nonostante tale fatto ricorrente, il maestro non trova mai un’ antidoto a tale picchiata.
    Quando si dice ” fai un nome al suo posto” non e’ compito mio.
    Non conosco le caratteristiche dei vari trainer italiani e poi , come l’ avvocato penalista deve difendere il suo cliente,e non scovare l’ assassino, e’ la dirigenza che ha tale compito, e la rosa deve soddisfare i desiderata dell’ allenatore.
    Anche l’ atalanta perdeva in casa 1 a 0 con la spal, ma ha poi vinto 2 a 1 , con 1 goal del ripudiato zapata e con un’ altro suo assist.
    A meno che questi cali e queste figuracce siano pilotati per evitare l’ europa..
    Pochi introiti e molte spese.per rinforzare la rosa.
    Non e’ certo la filosofia di ferrero.
    Il maestro ha dichiarato che i punti persi verranno recuperati con l’ inter !!!!!!!!!!!
    Ho toccato ferro.

    A Napoli hanno preso 2 gol in 75 secondi. Sara’ difficile migliorare tale record negativo.

  18. Maraschi scrive:

    Scrivevo l’altra volta che l’ottavo posto era una buona posizione, ora siamo noni, quindi su di un gradino accettabile, speriamo di non scivolare ancora più in basso.
    Secondo me arrivare sotto al decimo posto, come lo scorso anno (undicesimi), è un insuccesso perché le rose delle ultime dieci del campionato, a mio giudizio, sono inferiori alla nostra.
    Non parlo del gioco perché per me, a prescindere dai risultati, è molto noioso (tiri in porta col contagocce) ma forse è una questione di gusti.

  19. Michele G. scrive:

    Come si fa a commentare una partita così? Non ci sono aggettivi o similitudini da invocare per definire ciò che mi è toccato vedere oggi. So solo che il mio stomaco ne ha risentito ed alla fine avevo un grande senso di nausea.

    • Edoardo scrive:

      Concordo sul gioco noioso e aggiungerei spesso inefficace, in molte partite abbiamo chiuso il primo tempo senza neppure 1 tiro in porta, ma a onor del vero bisogna dire anche che la qualità degli interpreti (escluso Quagliarella) è assai mediocre, oltretutto senza Zapata là davanti di testa non la prende più nessuno…

  20. livio scrive:

    Bene ..bene…. è cominciato il girone di ritorno Giampaoliano……ma non dobbiamo nè stupirci nè arrabbiarci. Sono anni che ci viene propinato questo copione horror, che proprio per esserci arcinoto, non ha neppure il pregio di procurare suspence. Sappiamo già tutti come andrà a finire……
    A questo punto sono già portato a pensare a come saremo il prossimo campionato….
    Se avremo ancora il Filosofo triste a farci da guida….se la Società si sobbarcherà 40/50 milioni di riscatti….se vedremo ancora Andersen, Praet, Colley….se Quagliarelle e Barreto si reggeranno ancora sulle ginocchia……se arriveremo ancora a Natale a riempierci la bocca e gli occhi di Coppa Uefa, salvo poi finire così malamente…. Appunto come si sta mettendo anche quest’anno……
    Eppure oggi poteva essere la giornata perfetta: un pubblico entusiasta, bandiere, ombrellini, la consapevolezza che i Club sanno fare molto bene una generosa beneficenza….. Invece questa truppa di ignavi e di sfigati ha pensato bene – con una prova incolore ed avvilente ( per noi ) – di allargare la beneficenza al povero Frosinone, che ha gradito l’omaggio gentile senza farsi troppi problemi.
    Sono queste le giornate che caratterizzano nel tempo un campionato. Ce ne ricorderemo per anni!! Sono queste le prove che portano i tifosi ad andare la domenica in Riviera, anzichè illanguidire in gradinata….Di questo passo non ci dobbiamo stupire se da oltre 20.000 presenze ci contiamo a scarsi 15,000 …..e di questo passo non può che essere un conto alla rovescia!!!!
    I prossimi obiettivi? Prestigiosi e corroboranti : finire prima dei Bibini ( non perdendo il derby!!) , evitare di scivolare oltre il 12^ posto……

  21. Beppe62 scrive:

    Purtroppo non è nelle corde di Giampaolo provare a modificare lo schema di gioco, quando si trova in situazioni di stallo….non è tanto il modulo: passare dal 4-3-1-2 al 4-2-3-1, quanto la capacità di come modificare la costruzione del gioco e di non insistere pervicacemente in quell’asfissiante Tiki Taka, ma di velocizzare la manovra ed arrivare subito a concludere in porta. Questo è forse il suo più grande limite. A sua discolpa non abbiamo l’attaccante alla Pazzini che possa sfruttare i cross, che sarebbero uno dei modi possibili per scavalcare l’intasamento in area di rigore; non a caso il tiro più pericoloso è stato il colpo di testa di Colley dal calcio d’angolo insieme al palo di Quagliarella. Ecco, avremmo bisogno di un attaccante alla “Colley”, c’è l’avevamo ma l’abbiamo dato all’Atalanta. Allora la soluzione poteva essere puntare sulle bocche di cannone: Gabbiadini e Ramirez, ovviamente avendo le direttive dal mister evitando di insistere su quel Tiki Taka improduttivo e mettendo questi due giocatori in condizioni di tirare spesso fuori dall’area. Ma sono alternative che si dovrebbero provare spesso in allenamento. Non è possibile che col Frosinone si arrivi a tirare solo un paio di volte in porta, è questa la cosa grave. Ho paura che Giampaolo faccia suonare la squadra sempre e solo su un unico spartito. Tra l’altro, mi è sembrato di rivedere il Tiki Taka dello scorso campionato e non mi è piaciuto. Comunque non facciamone una tragedia, può capitare in un campionato partite come queste. Piuttosto il Giampy ne faccia tesoro e si sforzi di trovare delle valide alternative.

  22. Aldo Ottaviaini scrive:

    Speriamo non sia l’inizio dell’ennesima insulsa, malinconica primavera, passata ad aspettare che la stagione finisca… Ma temo proprio di sì-
    Aldo

  23. Flavius scrive:

    Una BREXIT calcistica

  24. Evo scrive:

    Quando Giampaolo dice in conferenza pre partita: “questa settimana li ho visti bene” immancabilmente perdiamo!!!
    E io continuo a puntare il dito su Praet, che ci veniva sbandierato come un talento, ma che non fa mai una giocata che giustifichi l’aumento di ingaggio che gli hanno dato…tra l’altro parliamo di un trequartista che non fa un dribbling manco a pagarlo…non a caso non c’era e non c’è la corsa per averlo alla cifre folli che sperava di ricavare Ferrero.

    • El Cabezon scrive:

      Hai pienamente ragione, questa cosa di Giampaolo che elogia i suoi in settimana per il lavoro svolto ma che viene poi seguito da un’orrenda prestazione domenicale l’ho notata pure io, io ricordo che lo disse prima di Palermo, Crotone e Inter in casa…
      E ti do ragione pure su Praet, mi ha deluso e stufato, al terzo anno non è più possibile aspettare la sua “esplosione”…

  25. card scrive:

    ciao Maurizio, in merito alla cessione nei confronti della cordata con vialli come garante.
    la notizia era gia uscita tempo fa, proprio nei giorni successivi alla notizia sulle gravi condizioni di salute di vialli.
    a mio avviso giustamente, molti di voi giornalisti si erano schierati contro queste speculazioni criticandone soprattutto i tempi. in questo caso pero’ non vedo lo stesso calore nello schierarsi contro queste uscite, pensi che dipenda dal fatto che la penna che ha riportato questa notizia sia in questo caso una penna amica ?

    • melzo scrive:

      io anche ricordo di prese di posizione assolutamente critiche nei confronti di chi aveva fatto uscire questa notizia. questa volta pero’ non è succeso

  26. alan scrive:

    Quando si scende in campo convinti di aver già vinto… il risultato è sempre questo è contro le squadre che fanno catenaccio e contropiede come piace a qualche utente (il quale vorrebbe che la Samp giocasse così , contento lui…) non avere una bestia (fisicamente) tra gli attaccanti è un handicap.

    • giovanni scrive:

      ciao alan, ti scrivo in quanto so quanto soffri per la sampdoria, ma se l’assunto di non avere una bestia fra gli attaccanti è un handicap significherebbe che l’anno scorso il napoli di sarri non poteva vincerne una…la realtà a mio parere, poi figurati è che una parte hai perfettamente centrato il problema con la prima parte del post, la seconda più squisitamente tecnica è la velocità con cui fai le cose, nel far muovere la palla, nello spostarsi nelle posizioni giuste, nei movimenti che si devono fare, negli inserimenti senza palla ecc. ecc, quando lo fai a 10 km all’ora o gli altri si fanno del male o non segni mai più se lo fai con la palla a velocità alta e pressando gli avversari che di loro dei fenomeni non sono, almeno non ti dai del pirla a fine partita quando vai a rivedere la classifica.
      detto questo ci sarà stato dell’altro figurati; un abbraccio

      • alan scrive:

        Ma io infatti ho scritto che la punta servirebbe nelle giornate “storte”. E il Napoli aveva Milik proprio per quelle.

        • giovanni scrive:

          ciao alan, faccio seguito: magari potere avere uno del valore di milik che sta in panchina nella sampdoria senza fare cagnara e all’occorrenza ti risolve il problema che hai in certe partite…avercene di quel livello, da noi come ti ricorderai, in quel ruolo l’ultimo che passò quale apposito grimaldello delle partite da vincere con la…forza era il buon alejandro rodriguez….che arrivò qui con la benedizione di mister di carlo che lo aveva a cesena…so che invce non ti ricordi dei gol che fece il ragazzo perchè infatti non ne fece nemmeno uno…
          si vede che siamo destinati a soffrire, magari anche un dybala che dopo sei minuti la mette là starebbe bene qui da noi non pensi?; si sogna e si scherza, ma sai mai magari il produttore cinematografico gli fa fare un film…:-)
          teniamo duro domani sera, ci sarà da soffrire vedo che hanno apparecchiato per bene la tavola del banchetto che vogliono farci, ma speriamo invece che la settimana prossima si possa stare dietro alla tastiera sorridendo, un abbraccio

    • Sand66 scrive:

      Uno Zapata in panchina avrebbe fatto comodo ma pure uno come Gasperini che sa spremere dai giocatori il cento per cento tutte le partite avrebbe fatto comodo, se poi si incontrano…

  27. Stefano 1970 scrive:

    Credo che la parabola di forma atletica cominciata un paio di partite dopo il derby sia prendendo inesorabilmente la discesa verso il basso.

    Tavares il migliore per come è stato in campo.
    Non so se sia mancata la qualità… di certo ho visto confusione…. anche nei cambi.

  28. Daniele da Rapallo scrive:

    Caro Maurizio, io concordo in pieno con la tua analisi ma ora dirò ciò che forse nessuno si vuol sentir dire…: Siamo a Febbraio e non vorrei che fosse iniziato, per il terzo anno consecutivo, il solito girone di ritorno fallimentare marchiato Samp.

    Se così fosse in primis sarebbe colpa del tecnico, ma soprattutto della società che allestisce la rosa.

  29. Marco scrive:

    Piccolo inciso : che la SAMPDORIA perda in un campionato col Frosinone di turno ci sta eccome.

    Da sempre abbiamo avuto l’appellativo di squadra femmina e tanti risultati sono sfumati proprio per mancanza di cattiveria e fame con avversari più deboli.

    Il post di Michieli sembra la conferenza stampa di Giampaolo, che sa di piaggeria.
    Lui sempre e comunque esente da colpe, che invece ne ha da sempre.

    Contro il Frosinone è andato di scena l’ennesimo atto del giampaoliano pensiero, partita nata storta e finita peggio, 2 mosse solo 2 per cercare di avere la meglio sul Frosinone.

    La prima i soliti cambi stucchevoli attaccante per attaccante e trequartista per trequartista, che hanno fatto peggio persino di chi hanno sostituito.

    La seconda la carta Sau per Ekdal .

    Risultato 2 tiri nel secondo tempo neutralizzati da Sportiello.

    Ma ripeto, per me non c’è nulla di strano a perdere punti cosi.

    primo anno di Giampaolo abbiamo regalato punti a Palermo,Empoli e Pescara tutte retrocesse, Crotone Chievo

    l’anno scorso a Crotone,Verona e Benevento retrocesse oltra a solito Chievo , Spal.

    Quindi non c’è nulla di strano.

    Poi la SAMPDORIA si è vero vale l’ottavo posto(in verità dal 6° al 10°) ma al momento è sempre finita decima.

    Quest’anno il campionato è ancora lungo, un incidente di percorso era inevitabile, può ancora succedere di tutto, ma Giampaolo non è il valore aggiunto della SAMPDORIA il valore aggiunto della SAMPDORIA è Quagliarella.

    Poi la SAMPDORIA ha un presidente non debole, di più.
    La SAMPDORIA non ha l’ambizione ne la caratura per ambire ad oggi a palcoscenici europei.

    Speriamo che prima o poi ci sia veramente un acquirente serio e che si possa tornare ad ambire a qualcosa di piu di un decimo posto.

    L’Atalanta può ambirlo, noi no, vendiamo tutti …. peccato che l’Atalanta spesso e volentieri vende 2 volte tanto.

  30. Zaccotenay scrive:

    Può succedere che una giornata possa andare storta, è mancata anche la solita spinta del pubblico nel secondo tempo. La squadra ha confermato problemi sulla preparazione atletica ,principalmente, e sulla lentezza della manovra. Sembravano poco motivati, specialmente il capitano che era prigioniero del record personale, adesso si è liberato mentalmente e si è visto .Non importa vinceremo a san Siro Sampdoria Sopra Tutto

  31. GIANNI scrive:

    Come dico sempre apprezzo il lavoro di Giampaolo che ha favorito le plusvalenze per ferrero ma come al solito presenta sempre lo stesso gioco monotematico ormai conosciuto dagli avversari di turno per cui o segnamo per primi o andiamo in difficoltà!
    70% di possesso palla senza concludere mai!

    • Marco scrive:

      Cosa non ci si inventa per dare meriti a qualcuno più del dovuto.

      I meriti delle plusvalenze sono ben altri

      Un mercato dopato globalmente per aggirare il fair play finanziario ha prodotto quotazioni senza senso.

      Il gran merito va dato comunque a Pecini, che certi giocatori li ha trovati , basti pensare Schick che era il Kownacki dell’anno prima. Non giocava mai eppure è stato il giocatore piu pagato alla SAMPDORIA.

  32. Sirbiondo scrive:

    Mi spiace, ma oggi l’impegno proprio non si è visto. Dopo una sconfitta del genere, paragonabile a Benevento, forse fischiare avrebbe avuto una funzione pedagogica. Gli applausi sono sinonimo di resa e di contentezza per una mediocrità che, forse, una parte della tifoseria sente come propria. Con gli applausi si dimostra che va tutto bene. Inaccettabile. Cerchiamo di finire il campionato con dignità e non finire oltre il dodicesimo posto. Ottimo affare defrel per zapata: la migliore società possibile, il miglior mister possibile, grazie a tutti

    • Massimo Pittaluga scrive:

      siribondo per ferrero si venduto zapata con plusvalenza preso defrel in prestito che non riscatteranno. defrel è un buon giocatore compatibile per gioco con zapata e non certo un centravanti. il centravanti non lo abbiamo

  33. Dado scrive:

    Ma cosa c’è di vero sulla cessione scritta su repubblica? Maurizio tu sai qualcosa?

  34. Paolo scrive:

    ovviamente su questo blog non si possono esprimere critiche all inventore del calcio Giampaolo… ma tutti gli anni la sua squadra si scioglie come neve al sole appena inizia il girone di ritorno… se questo non è un limite fate voi…

  35. Fabio Gatti scrive:

    È il nostro destino, e forse il nostro obiettivo, finire tutti gli anni il campionato a Gennaio/Febbraio. Peccato, giocassimo fino in fondo, potremmo fare qualcosa di meglio del decimo posto.

  36. Trevor scrive:

    Tutto giusto, aspettiamoci il solito girone di ritorno alla giampaolo… Senza ambizioni vere… Tanto i più bravi sono già tutti venduti, a che pro andare in europa per poi rischiare di retrocedere x i troppi impegni?

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Ciao Trevor, con un nickname così dovrei solo che darti ragione, congratulazioni! Tuttavia, credo che focalizzare le responsabilità solo su Giampaolo sia fuorviante, tu stesso scrivi che i più bravi sono venduti, quindi inconsciamente non hanno a cuore il risultato sportivo. Giampaolo di certo non è un grande motivatore (dovrebbe in questo supportarlo la società, è vero) ma con il Frosione la Sampdoria ha giocato con lo stesso modulo con cui aveva schiantato Napoli, Udinese, Juventus etc. etc. e addirittura con i giocatori “voluti” dai tifosi, Saponara, Gabbiadini e Tavares. Che, onestamente e detto con rispetto per i professionisti, hanno fatto individualmente schifo. Magari Giampaolo non li avrà caricati a dovere, può essere un suo limite (difatti allena la Sampdoria, cioé una squadra media), ma ritengo che nella sconfitta di ieri la maggior parte delle responsabilità siano dei calciatori.

      • Stefano_1970 scrive:

        Tavares l ho visto propositivo e sempre in spinta. Ad un certo punto del secondo tempo ha quasi giocato da interno di centrocampo. Per uno che praticamente esordiva a me non é dispiaciuto come personalità e modo di stare in campo.

      • Marco scrive:

        No ma cosa dici? Giampaolo non ha nessun limite, d’altronde se il NONO allenatore più pagato della serie A finisce DECIMO è un limite della squadra mica suo.

        La SAMPDORIA gli va stretta, lui che ha vinto ovunque in tutto il continente prima di approdare in una squadraccia che conoscevano dall’edicola di brignole fino al Bigo del porto antico.

        Non è mica la squadra che ne ha presi 7 dalla Lazio 5 in casa dall’Inter 4 dal crotone 3 dal Benevento etc etc

        Lui è quello che ha demolito Juventus Napoli che ha 22 trofei in bacheca vinti in appena 2 anni.

      • giorgio48 scrive:

        Maurizio, è certo che la massima responsabilità è dei giocatori ma il Nostro in panchina che cosa ci sta a fare ? Faccio un’ipotesi assurda per il modo di pensare di Giampaolo : se a 20 minuti dalla fine, dopo che per 70 minuti di inutili e prevedibilissimi tentativi, invece di inserire Sau ( h 1,10) inserisci Ferrari e metti Colley a fare la punta nell’area avversaria per cercare di sfruttare quella che prevedibilmente sarebbe stata l’unica possibilità (qualche cross in area) che
        ancora ti era rimasta, ti senti defraudato del titolo di MAESTRO del calcio ?

      • Sand66 scrive:

        Forse però dovresti riflettere sul fatto che con giocatori diversi il prodotto è rimasto lo stesso, cerchiamo di non sminuire l’idea di calcio di GP che se vince è merito del suo gioco e se perde è colpa dei calciatori scarsi.
        Gasperini cambia squadra ogni anno, ha valorizzato giocatori mediocri tipo Gagliardini e Petagna che con lui sembravano dei fuoriclasse e riesce a centrare obbiettivi ambiziosi, il mister è una componente importante del gioco (e mi tocca pure incensare quel mezzo bibino) sennò quando vince che lo fa con una squadra diversa? In fondo la Samp ieri ha giocato sempre allo stesso modo solo che non ha funzionato, e ci può stare.

      • Michele G. scrive:

        Scusami Maurizio, ma se Saponara, Gabbiadini e Tavares, da te citati, hanno fatto individualmente schifo, cosa dire degli altri (escluso Audero, quasi mai impegnato)? Sinceramente, non vedo perché buttare la croce sui tre che dici tu, quando c’è stata una prestazione collettiva che definire schifosa sarebbe già farle un complimento!!! Ti dirò di più: Tavares non mi è dispiaciuto affatto; mi è sembrato abile nella marcatura e non mi pare abbia mai perso la palla nei contrasti con l’avversario diretto. Tenendo Murru come titolare, mi sembra che il brasiliano possa rappresentare una valida alternativa. Di sicuro è enne volte meglio di Dodo’! E visto il costo contenuto, non mi dispiacerebbe se rimanesse almeno ancora un anno. Chi invece continua a deludermi è Praet. Quanto ancora dovremo aspettare che il suo talento nascosto (e molto ben nascosto, direi) sbocci?

      • Mauro scrive:

        D’accordo con te Maurizio.Gianpaolo ha le sue colpe perché,che diamine,se vedi che cozzi per un’ora contro un muro prova quantomeno ad aggirarlo,magari con qualche sovrapposizione (questa sconosciuta).Ma se i vari Gabbiadini,Saponara,Ramirez e Praet non riescono una volta che è una,a fare quello per cui vengono fatti scendere in campo cioè,tra le altre cose,saltare l’uomo per creare la superiorità numerica lì Gianpaolo può veramente poco.

      • Trevor scrive:

        Caro Maurizio io sono convinto che si tratti di un problema di preparazione. Non solo con la samp, anche con altre squadre che ha allenato ha avuto lo stesso problema. Addirittura con l’empoli ha rischiato di farsi risucchiate in basso dopo un girone da europa league (con mario rui, zielinski, hisai, saponara etc…). Persino l’ascoli ripescato crollò nel ritorno, dopo un girone d’andata super (con quagliarella e co.). Da febbraio in poi il gioco diventa troppo dispendioso perchè le sue squadre smettono di correre. o cambia la preparazione o modifica il suo calcio nel girone di ritorno adattandolo alla nuova condizione fisica. Se per qualche partita butta la palla in tribuna e limiti i danni non si scandalizza nessuno, nel frattempo fai un richiamo di preparazione. Poi si può discutere a lungo sul fatto che giocare con le “valigie” non porta risultati, ormai anche il cardiff si può permettere di venire qua con 40 mila e portarsi via chi vuole e che il comportamento della società con defrel e soprattutto con tonelli è vergognoso. Forza samp, viva trevor francis

        • Edoardo scrive:

          Hai centrato il problema Trevor, il 70% dei nostri giocatori giocano appunto con la valigia in mano perché sanno che possono essere venduti da un momento all’altro oppure non verranno riscattati, questo è uno dei motivi principali per cui nel girone di ritorno ci mollano, se io fossi Tonelli non rischierei pù un contrasto da qui fino a giugno, se la società non voleva investire 7 milioni su un giocatore già formato è inutile che poi lo prende con queste formule ridicole, allora che si punti direttamente su un giovane magari della Primavera visto che si decanta sempre ai quattro venti il settore giovanile e le palazzine nuove di Bogliasco… Comunque evviva Trevor Francis, mito della Samp nei gloriosi Anni80 quando il calcio poteva ancora considerarsi uno sport, ottimo nick complimenti!!!!!!!!!!!!!!

  37. pier56 scrive:

    Altra riflessione: perché Gabbiadini giocava così lontano dalla porta e batteva lui i corner? Cosa pensavano che bastasse Quagliarella per segnare? Non è una questione di giocatori me di modulo, infatti defrel è stato inutile nel 2 tempo, così come l’inserimento di Ramirez al posto di saponara. Non puoi giocare sempre allo stesso modo, a maggior ragione se vedi che non combini nulla. Vogliamo dire anche della mancanza di fisicità? Oggi un Zapata sarebbe servito per scardinare il Frosinone. Me No! Giampaolo non lo voleva…

  38. Ivan78 scrive:

    Ciao Maurizio.. Concordo sulla tua analisi, difficile, se non impossibile, ambire all’Europa, quando sei così sterile contro squadre sulla carta inferiori. Io aggiungo che anche contro l’ udinese abbiamo fatto fatica il primi 25 minuti..sembrava l a partita di oggi, sbloccata da un episodio un rigore generato da un errore della difesa avversaria. Ritengo che, oggettivamente, perdendo uno come Zapata che sapeva giocare spalle alla porta abbiamo perso tanto in attacco e fatichiamo soprattutto in casa con squadre che si difendono in 11 davanti la porta.
    P. S. Secondo le tue fonti quanto c’è di vero nelle nuove voci di cessione al fantomatico fondo Americano..?
    Grazie
    Ivan

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Io sulla questione della vendita della società posso riferirvi in maniera trasparente le indiscrezioni che ho io. Qualcosa attorno alla Sampdoria si muove, Paolo Fiorentino è stato messo lì per quello: è un manager bancario, amministratore di Fondi di investimento, è tifoso del Napoli e curò il passaggio della Roma da Unicredit a Pallotta. Con la Sampdoria non c’azzecca nulla, se non allo scopo di trovare un acquirente tra i Fondi. Si sta cercando il modo di far uscire “onorevolmente” Ferrero. Quanto a Vialli, ho riscontri contrastanti, tra chi mi dice che è stato contattato per fare il presidente ma per ora ha detto no e chi mi conferma invece un suo potenziale coinvolgimento. Il collega e amico Zaino su Repubblica ha scritto di un incontro mercoledì a Londra, Ferrero ha risposto che mercoledì si farà un selfie davanti al duomo di Milano e che la Sampdoria non è in vendita (ieri allo stadio, presente anche io, ci ha detto di scriverlo a caratteri cubitali). Ma può anche essere che al vertice, se ci sarà, vadano Fiorentino e Romei. Vedremo. In tutta sincerità, immaginare che qualcuno sganci non meno di 100 milioni per acquistare la Sampdoria mi sembra complicato. E’ altrettanto chiaro che Ferrero alla Sampdoria ha fatto il suo tempo, quindi qualcosa dovrà succedere.

      • Stefano_1970 scrive:

        Non capisco la frase conclusiva. Ci sono leve politiche/economiche/contingenti per far sì che l’attuale presidente sia costretto ad andarsene? Da spettatore immaginavo che finché ha il suo tornaconto non lasciasse la poltrona.

      • petrino scrive:

        Se vi sara’ trattativa ritengo che sara’ condotta da Fiorentino e Romei.
        Siamo sicuri che i 100 mln. vadano a ferrero???

      • robmerl scrive:

        bravissimo, questa dirigenza ha fatto il suo tempo … da tempo!

      • NYC scrive:

        Il casino che siamo prigionieri di Ferrero, che non mi sembra tanto in linea con l’uscire onorevolmente la cosa mi spaventa non poco, e anche vero che con 2 acquisti sbagliati e con il fatto che I Ferrero , Romei ect non ci mettono mezzo euro per la Sampdoria il momento di cedere e’ adesso ….

        Speriamo bene di liberarcene presto .

  39. petrino scrive:

    se le voci, apparse oggi su repubblica on line, hanno un fondamento e non sono fake, Vialli, che sembra essere il rappresentante di tale fondo, dovrebbe convocare una conferenza stampa e comunicare le condizioni di acquisto proposte..
    A quel punto ferrero non potra’ piu’ liquidare come ” pubblicita’”quanto apparso sul quotidiano. e la pressione della tifoseria aumentera’.
    in Inghilterra e in Usa la stragrande maggioranza delle societa’ di calcio sono in proprieta’ ai fondi, che naturalmente entrano per avere un guadagno sul trading dei calciatori e sullo sfruttamento dello stadio, disponendo peraltro di fondi cospicui, che a loro volta debbono remunerare ai sottoscrittori.
    Marotta sta prendendosi Pecini dall’ Empoli.
    Quello che ha fatto guadagnare lui alla samp con i suoi acquisti presi a 2 e venduti a 30/40 quelli di adesso se lo scordano.
    .

  40. Sampdoriano a vita scrive:

    Purtroppo è avvenuto quello che tutti i tifosi Sampdoriani temevano; la nostra Beneamata è naufragata sullo scoglio del Frosinone. Ovviamente non che questo stop fosse ne prevedibile ne preventivabile ma è bastato un manipolo di arcigni mestieranti per farci capire quanto fallaci fossero le nostre aspettative. Poco gioco, poche idee ma tanta confusione. È bastato che il Mister avversario presidiasse ( chiudesse ) il centro dell’area e i nostri giocatori si sono trovati nell’impossibilità di segnare quel gol che quanto meno ci avrebbe risparmiato l’onda della sconfitta. Colpa dei giocatori sicuramente ma anche il “Maestro” che è seduto in panchina non reputo sia esente da responsabilità con un gioco lento involuto noioso ed asfittico che non prevede mai un cambio di marcia. No, così proprio non Và. Speriamo che alla prossima i nostri giocatori trovino quelle energie e quegli stimoli che oggi sono mancati. FORZA SAMP

  41. Martino Imperia scrive:

    Purtroppo la sconfitta più grave dell’intero campionato.
    Forse paragonabile solo alla sconfitta col Torino.

    Un break tennistico che potrebbe avere conseguenze anche il prossimo turno.

    Il controbreak con l’Inter è difficilissimo.

    • Kreek scrive:

      @Martino Imperia

      La mia stessa impressione e a San Siro non la vedo bene.

      Però rimarrei concentrato senza isterismi pur di fronte alla pessima prova fornita da squadra e allenatore contro il Frosinone.

      Dopo l’Inter, infatti, ospitiamo il Cagliari, andiamo a Ferrara e ospitiamo l’Atalanta.

      Tra un mese giusto (10 marzo ore 17:00) ne riparliamo e vediamo come siamo messi.

      • Martino Imperia scrive:

        Sono daccordo, figurati se perdo l’ottimismo per una pur grave partita persa (se mi hai già letto qualche volta, saprai che penso che il problema non è esser tristi quando si perde, ma esser disfattisti quando si vince…e qui è pieno).

        I giochi si fanno in primavera guai a mollare prima.

        il nostro obiettivo deve essere proprio questo: NON MOLLARE IN ANTICIPO come purtroppo capitato anni scorsi.

        Se riusciamo a non mollare, qualcosa porteremo a casa

    • Michele G. scrive:

      Visto che Icardi è a secco da un paio di mesi o più, come è stato per Insigne col Napoli e, più in là col tempo, con Belotti (ritornato nel frattempo in letargo), vuoi vedere che alla vista dei colori blucerchiati, a lui particolarmente invisi, risorge anche lui? E’ chiaro che mi auguro che rimangano a secco, non solo il signor “Wanda Nara”, ma tutti coloro che indossano la maglia nerazzurra; tuttavia, finora ci è riuscito benissimo far resuscitare gli attaccanti al palo da lungo tempo. Speriamo di interrompere questa poco felice tradizione.
      Comunque, la partita non l’abbiamo ancora né persa, né tantomeno disputata. Vedremo Domenica sera cosa sarà successo.

  42. Mauro scrive:

    Analisi perfetta Maurizio.Nulla da aggiungere se non solo una parola:peccato….

  43. Luca scrive:

    Questa squadra rispecchia il carattere del proprio allenatore………manca la cattiveria giusta per vincere certe partite anche giocate male . Troppo poco un palo e un colpo di testa all’indirIzzo della porta avversaria visto sulla carta il divario tra le due formazioni . Concordo con te Maurizio che siamo da nono posto . La Samp merita Giampaolo come Giampaolo merita la Samp ………. ps la Samp nel cuore ……..

  44. Solosamp1946 scrive:

    Nell era Ferrero ( escluso l anno disastroso con montella) ogni volta che ci siamo trovati a un bivio importante della stagione per provare ad arrivare a certi traguardi siamo crollati …i conti non tornano

  45. P.SOLARI scrive:

    Una delle prestazioni piu’ brutte che abbia mai visto a Marassi, con una squadra penultima in classifica ……. se volevamo la “brexit” direi che si e’ a buon punto.

  46. rexth scrive:

    I fatti dicono quanto sia poco produttivo continuare a giustificare giocatori e allenatore.
    Dire “nelle ultime dieci abbiamo perso solo con juve e napoli, che sono di altra categoria” ha portato a questa prestazione con un modestissimo Frosinone, che ha corso il doppio di noi. Quindi davvero non comprendo il forza ragazzi di fine partita che supporta quei soliti privilegiati (già ampiamente ripagati del loro talento dagli stipendi) che tutti gli anni pensano a mettersi in vetrina per cosidetti top club o per europei/mondiali di turno per poi tirare la carretta fino al decimo posto finale.
    Specchio di una tifoseria troppo generosa dove non è isolato il pensiero che l’Europa League sia una distrazione rinunciabile. E allora a cosa si deve ambire? Va bene la salvezza tranquilla?
    Il risultato è questo.
    Beiamoci degli uomini di qualità, di un Praet che non punta mai l’uomo (che qualità avrebbe?), di un Giampaolo maestro che non ci fa mai sfuttare un angolo e allena la difesa ad amnesie collettive.
    Il Frosinone ha fatto 3 azioni: un gol valido e uno in fuorigioco. Quando non hanno sbagliato loro, non abbiamo mai respinto noi.
    Forza ragazzi…

  47. aldo scrive:

    acclamata sotto la sud…giusto…come giusto non siano venuti sotto la nord perché non sarebbe stato lo stesso …..c’è da vergognarsi ad aver giocato …o non giocato… come ieri contro una squadra che ha già …da molto tempo…. più di un piede nella serie di loro competenza…forse è per quello che hanno mandato un direttore di orchestra che già conoscevano…poi noi naturalmente ci abbiamo messo del nostro…il più difficile sarà richiamare i nostri eroi dalle ferie anticipate perché pare il campionato non sia ancora finito….come d’altronde non era finito anche anni fa….

  48. Marco Guidetti scrive:

    Probabilmente alla fine del campionato avrai avuto ragione tu ma , secondo me darci già per fuori dalle coppe all’inizio di febbraio e’ prematuro ed eccessivamente pessimista.
    tutti i nuovi debbono ancora integrarsi, ci sono molte squadre in pochi punti e nessuna delle quali mi pare il Bayern di Monaco, insomma , ventre a terra e sangue agli occhi.
    Poi pfv l’anno prossimo assumiamo un allenatore meno tattico ma più sanguigno.

  49. Riccio scrive:

    La Samp spesso sviluppa un gioco divertente quando è fatto in velocità, ma talvolta si perde in troppi passaggi orizzontali che consentono il possesso palla e contemporaneamente alla squadra avversaria di organizzarsi in difesa. Vorrei far notare che la maggio parte dei goal si fanno con ripartenze veloci in campo aperto, tre passaggi e tiro ( vedi Atalanta ieri) oppure su palla ferma (angolo o punizione). Non sempre il possesso palla premia ed a volte sarebbe più utile una buona difesa ed un cotropiede manovrato, la Francia ha vinto i mondiali in questa maniera. Naturalmente ci vogliono i giusti interpreti, ma se andiamo a vedere le nostre reti fatte, li abbiamo anche noi. In conclusione : Giampaolo ottimo allenatore ma a volte sarebbe meglio essere più pratici e meno narcisi.

    • Stefano_1970 scrive:

      Giochi in orizzontale perché non hai giocatori capaci di aggredire la profondità (… Non hai il tridente della Fiorentina per intenderci…). In più loro non hanno fatto altro che aspettarti togliendo ogni varco alle giocate verticali. Senza quello scarso del polacco incapace di segnare nei 5 minuti in cui veniva impiegato o qualsiasi altro giocatoe con struttura fisica in grado di farti variare gli schemi… Beh… Occorre ingaggiare giocatori che sappiano saltare l uomo ed andare in porta. in rosa non ne vedo

  50. naxkom scrive:

    Classica partita dove si e’ palesemente evidenziato la mancanza di un pennellone al centro dell’attacco. Quando la squadra non gira come ieri l’unica soluzione per cercare di sfondare o di prendere qualche punizione dal limite era inserire la punta di sfondamento …..SAU . Ecco perche’ mi fa incazz….Gianpaolo. Cosa ti costa avere in rosa un attaccante di peso anche in prestito.

  51. MARCO scrive:

    PURTROPPO ARRIVIAMO VICINO IL TRAGUARDO E SEMPRE MOLLIAMO

  52. francesq scrive:

    Ieri non ho visto la partita, ero fuori per motivi di lavoro; quindi non so dire nulla di specifico o di particolarmente furbo. Anche se posso immaginare il tipo di gara che è stata.

    Diciamo che è un brutto segnale; perché quest’anno – diversamente da quanto accadde nelle stagioni passate – la Samp non si è mai impantanata di fronte all’avversario sparagnino, ma è sempre riuscita a trovare la via di bucarlo, con pazienza e qualità. Sembra quindi di essere di fronte ad una brutta ricaduta.

    Ho invece letto della cessione societaria. Ferrero smentisce, ancora una volta; e va bene.

    Ma possibile che siano solo invenzioni? Sempre e solo invenzioni?

  53. Massimiliano scrive:

    Impeccabile, che altro dire? Prendere gol e così presto, ha complicato tutto. Loro hanno potuto pensare solo a difendere e hanno speso in questo tutte le loro energie. La Samp ci ha provato, è mancata la giocata, il guizzo, un episodio favorevole. Ora solo una serie di vittorie consecutive (a cominciare dalla prossima, dunque difficilissimo) potrebbe rilanciarci, altrimenti anche per quest’anno niente Europa. Però sinceramente, se guardo le squadre davanti, sono tutte più forti di noi. Forse il Toro è alla pari, forse, col resto non possiamo competere. Questo per rispondere preventivamente a chi ora attaccherà il Mister ancora di più. Non so se qualcuno dei grandissimi allenatori, dei vincenti come si suol dire, saprebbe fare meglio, di quelli alla nostra portata sinceramente credo di no. Anzi dato che è dilagante ormai il pensiero: Speriamo che a fine stagione vada via. Chi vorreste al suo posto? Quale o quali allenatori sono secondo voi capaci di fare meglio del tanto odiato Giampaolo? Buona settimana a tutti e sempre, sempre, forza Doria

  54. Federico scrive:

    Spero soltanto che il profeta, lo scienziato, il maestro di calcio venga prelevato da una grande squadra (lazio, roma, milan, inter etc) e vada ad infondere il suo sapere altrove, lasciando la samp libera di assumere un allenatore “pane e salame” , che so donadoni, iachini, novellino stesso, paulo sosa mandorlini-nicolini e vedere finalmente una squadra vivace, “garibaldina” . Non credo che l’Atalanta abbia una rosa molto superiore alla nostra : perchè non sbagliano mai una partita? Hanno un SIGNOR ALLENATORE, il migliore d’Italia. Ci voleva lo Scienziato a dar via uno Zapata …….. E’ soltanto un gran presuntuoso e un un po’ di autocritica non quasterebbe….. Il buongiorno si vedeva già dal mattino, alla prima di coppa Italia, quando abbiamo “spezzato le reni” alla castrense col gol di Jankto al 75°…… E’ un allenatore specializzato nel rovinare i giocatori, vedi lo stesso Jankto, fortissimo ad Udine scarso con lui. La storia si ripete con lo stesso Zapata…. Ma tutta la stampa a difenderlo ed osannarlo…… B A S T A ! N O N S E NE P U O’ P I U .

    Amo lo SAMP , sono abbonato di Gradinata SUD dalla stagione 1975-1976

    Federico

  55. Massimo Pittaluga scrive:

    questa era la partita della maturità quella che si doveva vincere e che invece si è persa. a dire la verità ogni anno prima o dopo sembra lo stesso spartito a un certo punto la squadra perde compattezza e ritmo e si perdono quei punti che ti ricacciano nel limbo. perdere dal Frosinone è oggettivamente un brutto segnale e un bel ridimensionamento. non so e non riesco a capire il perché questa squadra quando arriva li a potersela giocare poi si squaglia. non so se sia la società che in europa non ci vuole andare oppure se siano limiti di mr e giocatori ma il risultato è l’ennesimo appuntamento mancato. non tutto è perduto per l’europa ligue ma queste cadute fanno pensare che non ci siano gli attributi che invece vedo a bergamo che per rosa non ci è superiore ma lo è per grinta e diciamocelo anche per gioco. la ns squadra è tra il mucchio di metà classifica con sassuolo atalanta fiorentina e torino ma rispetto ad alcune di queste mi sembra ci sia in fondo meno spinta e meno voglia di arrivare a fare uno step in più. concordo con te che la sconfitta sia meritata perché il migiore del Frosinone faticherebbe a stare in panchina nella samp e sebbene abbiano avuto una sola vera occasione noi anche ne abbiamo create solo due ed in casa contro la peggior squadra tecnicamente parlando della serie A è poco. vorrei fare un chiosa sulla società. tutte le voci che parlano da mesi e mesi di una cessione non credo possano essere solo fuffa. Tu Maurizio hai sicuramente più informazioni di un normale tifoso come me però da quello che si sente nell’aria proprio tutta fuffa un avvicendamento non credo che lo sia e da quello che si sente questo più che da fuori sembra essere venire da dentro. certo fosse vero quello che dice ferrero che vuole oltre 100 mln per andare ritengo non troverà la fila da fuori ma neppure in casa. A me la squadra sembra distratta e poco sul pezzo e sperabilmente sarebbe da sistemare una situazione societaria poco chiara e comprensibile

  56. Lollo scrive:

    Probabilmente la nostra dimensione è questa, e va benissimo così sia chiaro, però resta il rimpianto perchè in una serie A del genere basterebbe veramente poco per fare il salto di qualità, quest’anno, poi, la zona Europa League sarebbe ( stata ? ) tranquillamente alla nostra portata. Al di là del rimpianto Zapata, gli attaccanti che ti scardinano le difese con un guizzo servono come il pane soprattutto quando trovi squadre che si chiudono a riccio..

  57. vincenzo scrive:

    Analisi condivisibile e comunque nell’arco di un campionato ci può stare una sconfitta così inattesa: comunque si sono impegnati anche se inutilmente: non piangiamoci addosso e pensiamo subito all’Inter: andare là per cercare solo di vincere!, secondo me non è impossibile..
    In una domenica negativa per il risultato e quello delle antagoniste: bellissima e originale la coreografia con gli ombrellini blucerchiati, naturalmente aspettiamoci repliche o cose simili dalle altre tifoserie…. .

    Forza Sampdoria

  58. Maurizio scrive:

    Bravo Maurizio analisi perfetta la solita Samp con le solite defezioni e la solita mancanza di attributi nel momento in cui sarebbero richiesti. Comunque noi siamo questi per cui sempre solo forza Samp.

  59. Enrico scrive:

    Una squadra che riesce a perdere in casa con il Frosinone (!) non merita più nessun credito o fiducia.

    Campionato finito, ma non la vergogna: quella resta e resterà.

  60. Heisenberg scrive:

    A parte colley ekdal e beres squadra sulle ginocchia…speriamo in un sussulto d’orgoglio a san siro…

  61. Paolo60 scrive:

    buongiorno Maurizio, sono d’accordo su quasi tutto il tuo commento tranne sul fatto che la squadra ha avuto foga agonistica. Infatti nel secondo tempo giocato sotto la SUD mi aspettavo un altro tipo di prestazione con il Frosinone costretto nella sua area con attacchi pressanti e continui , invece si e’ cercato inutilmente di aggirare la loro difesa con una ragnatela continua di passaggi fatti con una lentezza esasperante tanto che si e’ avuta in tutto il secondo tempo solo un’occasione su colpo di testa di Colley. Per quanto riguarda i ssingoli forte delusione da Saponara e Gabbiadini che non si sono mai visti e poi Defrel quasi indisponente. BAH !!!!!!

    • Stefano_1970 scrive:

      Non concordo sul fatto che il giro palla fosse particolarmente lento. Piuttosto il Frosinone ti ha tolto la profondità giocando con baricentro basso…. Quindi la ragnatela si esauriva sul fondo campo senza possibilità di cross puliti o passaggi filtranti….

    • Matte Genovese scrive:

      Nel secondo tempo la Sud è stata praticamente muta…… Applausi a fine partita per una sconfitta sconcertante contro una candidata alla serie B….. Ognuno ha quello che si merita… NN so se ti ho reso bene l idea…. Forse anche noi ci siamo rassegnati alla mediocrita. Evviva la tranquilla salvezza.

  62. paolo scrive:

    Aveva ragione maurizio a natale a dire che giampaolo doveva dare le dimissioni adesso ci aspetta il solito girone come l’anno se non peggio ma forse ci salviamo…..

  63. tiziano scrive:

    Le voci su eventuali vendite non devono essere prese come una scusa .. raramente ricordo negli ultimi 10 anni una squadra con valori in campo cosi alti , con giocatori regolarmente convocati nelle rispettive nazionali .. e allora torniamo a bomba a un tecnico che purtroppo inciampa sempre negli stessi difetti sui quali non ha intenzione di lavorare ne affrontare .. i salti di qualità in chiave europea passano attraverso partire sporche dove porti a casa un punto rubacchiato , dove fai intensità e non lasci spazi ( cosa che squadre inferiori fanno regolarmente ) .. invece continua a proporre il monoschema .. il trequartista è nocivo in mancanza totale di spazi . ci si priva di attaccanti potenti alla zapata o kownacky e ci si toglie l unico schema alternativo in attacco .. purtroppo quando il centrocampo perde intensità questa squadra non ha alternative tecniche da proporre e un baroni qualsiasi trova il modo di tagliarti spazi con l intensità che purtroppo questa samp almeno in trasferta non riesce mai a proporre … e allora decimo posto forse .. che anche un zenga qualsiasi ti portava . peccato trovarsi con 3 mesi davanti dove le motivazioni e l interesse necessariamente crollera ..

  64. Michele G. scrive:

    Scusa Maurizio, chi ha scritto l’articolo non firmato, pubblicato sul sito di Primocanale, intitolato “Sampdoria, la storia si ripete: società e squadra già in disarmo”? Non credo che sia tu, perché non mi sembra di riconoscere il tuo stile.

  65. Meistro scrive:

    Il problema è che con queste partite nessuna big vorrà ” il maestro”, così ci tocca ancora un paio d’anni.
    é riuscito a far diventare “normali” Praet e Jankto

  66. Meistro scrive:

    Vorrei che tutti leggessero il paragrafo -statistiche- del “Maestro” su wikipedia………dice tutto.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Statistiche per statistiche, Giampaolo è il miglior allenatore per punti e risultati della Sampdoria dal ritorno in serie A, ancor più in proporzione all’entità delle plusvalenze realizzate dalla società. Dopodiché, ribadisco: per me a giugno andrà via, quindi serve solo un po’ di pazienza.

      • Matte Genovese scrive:

        Ciao Mauri, solo una domanda, ma per te a questo punto il problema della Samp è il Gianpaolo, che sono ormai tre anni che dopo Gennaio tira i remi in barca come tutta la squadra, o il problema viene dalla testa della societa, scusatemi ma ancora nn si riesce a capire quale sia il male oscuro di questa squadra, a questo punto dopo proclami fatti a inizio campionato si parlava adirittura di zona Champions.. ma io ora mi kiedo, dopo che anche con un miracolo si potesse accedere all Europa bisognerebbe investire molti soldi per avere una squadra competitiva che sia in grado di affrontare tre competizioni….. NN mi pare che la societa sia su questa linea… Ed allora poche parole e sincerita io pretendo come il resto dei nostri tifosi. L articolo che hai postato su Primocanale nn da spazio ad ulteriori dubbi…. Ma se puoi darmi un chiarimento, anche solo tuo per come la vedi tu te ne sarei grato !! Ciao.

      • Edoardo scrive:

        Scusa Maurizio, ma quante partite abbiamo vinto senza i gol di Quagliarella? Le statistiche vanno sempre contestualizzate, oltretutto la Serie A assomiglia sempre di più a un campinato di B1 o A2 se escludiamo ovviamente Juve, Napoli e a tratti l’Atalanta, dobbiamo dire anche queste cose…

      • Marco scrive:

        Altro articolo di pura piaggeria, media punti Mihajlovic 1,49 media punti Giampaolo 1,42 ma si sa Giampaolo è l’unico al mondo che può portare la SAMPDORIA al 10 posto, tutti gli altri al massimo possono sperare nella salvezza all’ultima giornata.

  67. luca scrive:

    Maurizio perdona provo a lanciarti una provocazione (ovviamente senza malizia) sono convinto anch’io che l’eventuale passaggio di proprietà non sia sinonimo di ambizioni certe, vittorie presunte e trofei certi da conquistare ! sarebbe però la scossa giusta per ridare entusiasmo alla nostra gente che di questo personaggio NON ne può più (niente da dire per i risultati ma per la persona …..) allora se effettivamente ci fosse qualcosa di vero (come tra le righe sostieni anche tu) per la trattativa “Vialli” perchè anche voi addetti ai lavori per questa volta non “supportate ” con vigore, non contribuite con la vostra potenzialità di giornalisti a far si che questa notizia sia qualcosa di più che una semplice “cazzata” (solita elegante definizione del ns Pres)? buona giornata

      • strazz scrive:

        Mi permetta Maurizio. Questo articolo (di cui lei pubblica il link) è offensivo. Abbiamo perso male una partita, abbiamo perso tre punti pesantissimi. Ma arrivare già a dire che la squadra è in disarmo mi sembra prematuro. Allenatore e squadra si sono costruiti abbastanza credibilità da aspettare ancora 4/5 partite.
        E comunque l’articolo punta il dito solo sulla società. Quest’anno a Gennaio non è andato via nessuno e sono arrivati Gabbiadini e Sau. A me sembra che la società ci creda.

        • livio scrive:

          @ Strazz
          Perdere una partita (Frosinone) può succedere a tutti. E non bisognerebbe allarmarsi: il problema è che questo ritornello pietoso si ripete da anni ed è tipico della annate di Giampaolo. Mi sembra più che comprensibile lo scoramento generale…..

      • AlexSamp95 scrive:

        In questo articolo si parla di nuove rivelazioni provenienti da Roma riguardo all’inchiesta di Ferrero. Cosa significa?

      • alan scrive:

        Con tutto il rispetto ogni tanto bisognerebbe ricordarsi di pesare le parole perché – Moretti docet – “le parole sono importanti”. Lei è proprio sicuro di parlare di DISARMO a ragion veduta o ha usato la parola sull’onda dell’emotività del momento? Se, per assurdo, domenica si dovesse vincere cambierebbe idea (tornando magari al “e adesso esonerate Giampaolo”, altro articolo molto “emotivo” o confermerebbe il disarmo?

        • Maurizio.Michieli scrive:

          Il gol preso in superiorità numerica al 93° con la Fiorentina, i due minuti di follia a Napoli e la sconfitta col Frosinone sono sintomo di disarmo. Se poi la squadra reagirà, tanto meglio e tutti felici. Le critiche servono a stimolare, non a demolire. Questo ambiente soft e dove tutto è sempre madama la marchesa porta a niente.

          • alan scrive:

            Critica stimolante…parlando di squadra e società in disarmo neanche fossimo nelle condizioni del Palermo, per dire. Il giorno che vorrà criticare davvero che farà? Direttamente copia e incolla dalle celebrazioni funebri?
            Lo ripeto, massima stima ma i post “di pancia” sarebbe meglio lasciarli ai tifosi sanguigni (quale io dono, ad esempio).

          • Luca b scrive:

            Sono daccordissimo con te Maurizio

      • Stefano_1970 scrive:

        Concordo con l’articolo nel suo complesso. La parte della dorsale smantellata estate 2018 non mi convince perché per 3/4 (audero/colley è andersen/ekdal) credo si sia migliorato parecchio.

      • Fra Zena scrive:

        non dimentichiamo che sette punti per la salvezza dobbiamo ancora farli. Prima di parlare di disarmo almeno arriviamo a 40. 2011 docet

      • Kreek scrive:

        @Maurizio Michieli

        Ho letto il pezzo al link da te segnalato, ti chiedo senza giri di parole:

        1) di chi è il pezzo visto che non mi sembra di leggere firme
        2) da quanto tempo era pronto questo coccodrillo

        • Maurizio.Michieli scrive:

          Pezzo mio, scritto ieri in tempo reale. E non è un coccodrillo, la Sampdoria esisterà anche dopo me, te e Ferrero.

          • Kreek scrive:

            @Maurizio Michieli

            A volte,forse,sarebbe meglio contare fino a cento…

            Ma almeno così si chiarisce meglio la linea editoriale di Primocanale.

            Grazie per la risposta e concordo:la Sampdoria esisterà sempre,certo non grazie a Primocanale e al suo editore,fortunatamente.

            E per ora esiste grazie a questa Società.

        • Martino Imperia scrive:

          Firmato Controcalcio, ricordi? :)

    • Lollo scrive:

      Il pezzo che Maurizio riporta nel link ( tra l’altro complimenti ! ) è emblematico: Primocanale si espone moltoe probabilmente qualcosa bolle davvero in pentola..ce lo dirà il tempo

  68. Matte Genovese scrive:

    Campionato gia finito per la Samp ??? Non credo proprio, i punti salvezza bisogna ancora farli, e dopo c è da onorare anche il derby delle meraviglie, Detto questo ieri toccato il fondo , sopratutto per l ennesima bella figura contro una possibile candidata alla retrocessione… Sto finendo anche io la benzina per arrabbiarmi…. Morale sotto le fondamenta, e adesso c è l inter a S. Siro….. Ciao a tutti.

    • Michele G. scrive:

      Matte, d’accordo che nel calcio tutto può succedere, ma farsi rimontare quasi 20 punti dalla terzultima, sinceramente, mi sembra alquanto improbabile, oltre che di un pessimismo cosmico!

    • Zaccotenay scrive:

      Non siate così ingenerosi verso la nostra Sampdoria, contiamo solo noi che la sosteniamo il resto non conta nulla lo capite? Noi la ameremo per sempre a prescindere, ora che siamo un po’ in difficoltà stiamole vicino, lei ha bisogno di noi. Le critiche non aumentano i punti in classifica, la rassegnazione é per i deboli. Noi siamo diversi dagli altri tifosi, almeno ci voglio credere ancora, gli obbiettivi stagionali a me francamente non interessano più di tanto, sono tutti capaci di fuggire e contestare dopo una sconfitta, sostenerla quando vince é bello, sostenerla anche quando perde è stupendo.

      • Matte Genovese scrive:

        Forse non hai capito tu che tutti amiamo la Samp, non sei il solo , cmq a me sinceramente applaudire la Samp dopo una sconfitta cosi mi sembra una presa per i fondelli su chi ci tiene sul serio…. Non sopporto questa mediocrita, se a te sta bene a me no.

        • Michele G. scrive:

          Matte, concordo pienamente con te! Io, sinceramente, trovo allucinante applaudire la squadra dopo un KO come quello di Domenica, o come avvenne con l’Inter (5-0, con 4 gol del signor Wanda Nara), o col Torino quest’anno. Io non ho mai fischiato i nostri, ma da qui ad applaudirli quando ci sarebbe da vergognarsi ce ne corre!

  69. Ferolandia scrive:

    Ciao a tutti,

    questa sconfitta viene da lontano, la squadra è figlia della società ricordatelo sempre. Una società forte, solida, trasmette una senso di tranquillità e determinazione a giocatori ed allenatore.
    Cosa trasmette questa società? Con dirigenti e giocatori che escono ed entrano ad ogni sessione di mercato. Questa sconfitta viene da lontano…
    Stimo Giampaolo, lo trovo talebano (come molti dicono) ma credo se ad inizio anno gli avessero detto ti teniamo Zapata e prendiamo anche Defrel non avrebbe battuto ciglio. Invece si vende Zapata, si va su Defrel e poi l’ultimo giorno si vira su Zaza, salta tutto, e quindi dentro Saponara e Caprari punta. Questa sconfitta viene da lontano….
    A gennaio per forza maggiore avresti dovuto rifare tutto il parco attaccanti eccetto Quagliarella, invece decidi di tenere Defrel dopo una prima parte di stagione deludente e con il piede in partenza per 6 mesi (non sarà riscattato e lo sanno tutti), prendi Gabbiadini (diciamo che nei 4 ci può stare), ma manca il giocatore quello che ti deve dare qual qualcosa in più. Questa sconfitta viene da lontano…
    Settimana scorsa perdiamo a Napoli e sento dire che abbiamo giocato bene e che ci sta perdere a Napoli. Non ci sta perdere da nessuna parte devi sempre e dico sempre cercare di fare i 3 punti su ogni campo, poi puoi anche perdere ma se metti nella testa dei tuoi giocatori che puoi anche perdere è finita, inconsciamente ti siedi. Questa sconfitta viene da lontano….

    • Stefano_1970 scrive:

      Il ragionamento estivo sul attacco é andato in malora per la vicenda Zaza. Allora era chiaro che un giocatore con certe caratteristiche era necessario per avere più opzioni offensive.
      A gennaio non hanno saputo interpretare il mercato oppure il mercato non offriva nulla…. E Gabbiadini era il meglio a cui si potesse puntare….

    • Marco scrive:

      Giampaolo e Sarri non amano le punte come Zapata.

      Lo dimostrano i fatti che hanno sempre preferito attaccanti con caratteristiche differenti.

      Infatti Giampaolo mi pare si sia sbilanciato dichiarando Kownachi va Defrel resta, se non avesse nessuna voce in capitolo non avrebbe fatto tale dichiarazione.

      Poi il perchè sia stato venduto lo sanno solo in società, ma se hanno speso 15milioni per Jankto che al momento è un flop , non vedo perchè avrebbero dovuto aver problemi a pagarne 20 per Zapata.

      • petrino scrive:

        Difatti sarri faceva giocare numero 9 Mertens !!!
        Si vocifera che zapata valga 40 meloni e vada all’ inter se icardi se ne va.
        Dando per scontato che zapata non si confaceva al gioco di Giampaolo, non so se i 20 milioni di riscatto erano tout cour o ratealizzati.
        Nel primo caso penso che fosse dura pagarli, credendo che i 15 di jankto siano ratealizzati e ADL non fa sconti su quanto pattuito in precedenza.

    • Michele G. scrive:

      Scusa, non mi sembra di aver capito quali siano le origini temporali di questa sconfitta!!! ;-) :-)

    • Simone scrive:

      Ohhhh finalmente un commento che ho letto con piacere! Non si parla di Giampaolo incapace o peggio, si parla invece dei limiti oggettivi della nostra Samp, con la metà dei centravanti inadeguata, e riprendendo un commento di prima, con i più buoni già promessi sposi ad altri…è normale che(anche se inconsciamente) qualcuno si sieda, e vada alla metà rispetto al girone d’andata…Io chiedo ai ragazzi di qui di essere un pelo obiettivi e di non sparare a 0 sul mister come se fosse la causa di tutto, anche se errori ne ha commessi…

    • Edoardo scrive:

      Disamina perfetta, concordo su tutto…

  70. Vera scrive:

    e’ comparso un articolo su Primocanale Sport e l’autore dell’articolo ha detto la verita’(seppur scomoda)Abbiamo da tre anni Gianpaolo e sono tre anni che si getta alle ortiche la qualificazione piu’ che possibile) in Coppa Italia e a febbraio si va’ in vacanza inanellando giostre a suon di 3 e 4 a zero del girone di ritorno con umiliazioni cocenti.So che la verita’ brucia e la lingua batte dove il dente duole ma il giornalista ha ragione.Anche grazie a quegli scappati di casa che ,dopo una umiliazione vergognosa,e dopo aver infangato la maglia chiamano i giocatori sotto la gradinata per ringraziarli e sostenerli..ringraziarli per cosa?per avere infangato la maglia?Con una prestazione ai limiti del sospetto e indagine dell’ufficio inchieste?La societa’ non ha bisogno di essere screditata perche’,da quando ha Ferrero,e’ gia’ abbondantemente screditata.E il giornalista ha ragione..Zapata lo ha mandato via Giampaolo perche’ non seguica i suoi dettami di rientro cosa che il defrel (poveretto) fa’ abbondantemente.21.000 spettatori medi nel 2011 in serie B e guardate ora..capite che siete voi dalla parte sbagliata?

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Scusa Vera ma hai stravolto il senso dell’articolo. Il giornalista in questione stima molto Giampaolo e non pensa che abbia mandato via lui Zapata. Quanto ai gironi di ritorno molli, è accaduto anche con il duro Mihajlovic e il filosofo Montella.

  71. Luigi scrive:

    Bravo Maurizio condivido tutto l’articolo purtroppo abbiamo a che fare con una parte di tifosi senza attributi con il prosciutto davanti agli occhi a cui va bene anche perdere con il Frosinone dopodiché se continua il proprietario a parlare a sproposito con giocatori e allenatore sempre pronti ad andare via a livello psicologico o inconscio ovvio che i risultati poi sono questi. Sulla vendita dico verba volant scripta manent

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Non penso sia così, la Sud semmai è apertamente contro Ferrero. Però ha riconosciuto l’impegno della squadra, anche se io personalmente ritengo che a livello inconscio (come dimostrano gli episodi di Firenze, Napoli e con il Frosinone) i giocatori ci abbiano di nuovo mollato. Fermo restando che per me questa Sampdoria è da nono, decimo posto.

  72. luca scrive:

    come non detto Maurizio ho letto il link da te inviato, scusa e buon lavoro

  73. Luca B scrive:

    La Samp è come una buona auto da corsa guidata però da un mediocre pilota che, anche quando le condizioni di motore, pista e fattori ambientali sono tutti favorevoli, guida dimenticando un finestrino aperto vanificando tutto quanto, incaponendosi con le solite soluzioni che non cambiano il risultato. Poi a fine gara se ne esce dicendo “vinciamo la prossima al Nurburgring”.

    Vogliamo prendere coscienza che Gianpaolo E’ un mediocere?! Senza se e senza ma. Lo è in tutto. Non sto qui a ripetere tutto ciò che tutti dicono e che si dice anche in Sud, voglio però aggiungere una cosa che è sfuggita ai più e probabilmente anche a te Maurizio, come ad Arnuzzo ed a Rissetto. Lo stop alla partenza di Tonelli! Come sappiamo la Società non lo riscatterà e l’obbligo scatta tra 7 partite. Bene questo uomo ha deciso di tenere un giocare abile per sole 6 partite, togliendo numericamente un’interprete alla rosa. I miei complimenti mister!

    Altro spunto…ma vi siete per caso accorti che la Samp ogni volta che gioca contro un centrocampo a 5 non vince una partita? Vi sento sempre parlare di identità di gioco, di bel calcio che ha dato alla Sampdoria. Io vedo solo del gran torello in campo, nessun guizzo, nessun lampo e non è proprio tutta colpa dei giocatori perchè basta stare attenti per accorgersi quante volte i giocatori in campo, a seguito di una giocata, guardino la panchina per capire se hanno seguito i diktat dell’allenatore. Gianpaolo è un’allenatore da CALCIOBALILLA. Avete presente? Gli Ometti con la stecca che li vincola uno agli altri e permette loro di fare solo determinati movimenti? Ora a scanso di equivoci, sono 3 anni che continuo a dire che è un mediocre e che il suo gioco è noioso. E’ come Sarri (stessa scuola Galeone), stesso gioco. Sarri cosa ha mai vinto pur avendo rose ben più forti delle nostre? Ieri ha beccato pure 6 pere. Come è arrivato il tempo per Viperetta è arrivato anche quello di Gianpippa che va bene solo per far crescere giocatori da plusvalenza. Ora la classifica per me va benissimo così, ma non accetto l’ennesima figura di M…. contro una squadraccia che aveva fino a quel momento vinto 2 partite su 22, fatto 17 goals subendone 43, per giunta in casa!.E poi mi sento prendere in giro con dichiarazioni tipo “andremo a fare punti a Milano”. Certo se regaliamo sempre un tempo e con le grandi ci scansiamo, ci credo proprio che faremo risultato.
    Gianpaolo vai a fare filosofia a Empoli, quella è la tua dimensione!

    Chiudo facendo notare a Maurizio, Rissetto e Arnuzzo che 3 domeniche fa intervenuto telefonicamente in trasmissione parlando di Defrel, sono stato praticamente sbeffeggiato perchè ho detto che è grammo come lo è Caprari. Beh i numeri non mentono mai e purtroppo ho ragione.

    • giovanni scrive:

      luca, per dire alla “scuola” di geleone si sono formati anche allegri e gasperini…definirli di gioco noioso e non vincente, meh… poi con ragione avrebbe senso alle volte sapere interpretare le partite, le necessità, gli uomini a disposizione, le situazioni e momenti assai diversi e comunque si può vincere (e perdere sia chiaro) contro chiunque…
      sarri è di altra estrazione, poi che il gioco si assomigli a quello di giampaolo è vero, ma la velocità di scorrimento della palla…è altra; per controprova avere la tecnica dei maertens, higuain, insigne ecc ecc a disposizione di giampaolo potrebbe farlo rassegnare che qualcosa sbaglia anche lui no?
      un saluto

  74. Edoardo scrive:

    Ciao Maurizio,

    non ho visto ancora pubblicato il mio commento, comunque ribadisco un paio di concetti molto semplici:

    1.A mio avviso l’unico posto dove possiamo andare con questa dirigenza e questi giocatori non è l’Europa, ma Corso Europa!

    2.Terminare tutti gli anni a centroclassifica in questa Serie A di scapoli e ammogliati non è che sia poi tutto questo gran merito e alla lunga la gente si stufa di farsi prendere per i fondelli, 1.800 paganti esclusi gli abbonati sono un segnale inequivocabile di dove sta andando non solo la Sampdoria ma tutto il calcio professionistico in generale, comunque complimenti per il pezzo “Sampdoria, la storia si ripete: società e squadra già in disarmo”, sottoscrivo ahimè anche le virgole…

    • alan scrive:

      Domanda (tanto so già che non risponderai, a te interessa solo buttare fango).
      Ma se la sei e A è così mediocre, cosa che peraltro scrivi dolo quando il Doria vince, sempre per il motivo del fango, cosa ti importerebbe di avere una squadra competitiva in un campionato così tanto mediocre? La soddisfazione di vincere facile o contro nessuno ce l’hanno soli i bibini…

      • Michele G. scrive:

        Alan, scusa, ma tu e Jetta avete problemi con il fango? Lo citate ad ogni piè sospinto! Io, sinceramente, avendo dovuto spalarlo già nell’alluvione del 1970 e, purtroppo, in altre occasioni, meno parlo di fango e meglio è. E’ legato a brutti ricordi.

        • Maraschi scrive:

          Hai proprio ragione. Anch’io ho spalato nel 1970 a Borgo Incrociat e, a parte il fatto che avevo 14 anni e una vita davanti, non è un bel ricordo

        • alan scrive:

          Meno male che non ho scritto “buttare melma” altrimenti sarei stato rimproverato da qualche concimatore di terreni agricoli…

  75. pier56 scrive:

    Così, tanto per sapere, qualcuno conosce il nome del “giornalista” che ha scritto l’articolo sulla samp oggi su primocanale? Credo dovrebbe avere il coraggio di firmarsi (come ogni anno squadra e società hanno tirato i remi in barca…) e invece assistiamo al solito articolo fazioso antisampdoriano di qualche bibino frustrato che vuole uscire dall’anonimato in cui la storia sportiva cittadina li ha confinati. Vabbè, non ti curar di loro ma guarda e passa, dice il divino poeta… certo che questa è proprio meschinità; sembra che non aspettassero altro per prendersi questa “soddisfazione”, i poverini! Credo che la critica debba essere costruttiva e non anti e dunque giudicare la partita, i giocatori e l’allenatore, senza fare dietrologia, ma questo sarebbe chiedere ciò che certi personaggi non possono dare…

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Credo che il mio collega e amico Giovanni Porcella non gliele abbia mandate a dire, a Preziosi… Ognuno vede ciò che vuole vedere.

  76. FRANCESCO scrive:

    buona sera a tutti, ma andando in europa il valore della rosa nn diminuisce?o aumenta?
    se aumenta, e quindi puoi fare delle ottime cessioni +i proventi dai diritti tv vuoi dire che nn si abbiano le risorse per allestire una rosa decente x stare su 3 fronti.
    Saluti a tutti ed evitiamo un finale balneare.

  77. BIKERS scrive:

    ieri ho sentito l’intervista di GP: a un certo momento dice “abbiamo fatto bene sotto l’aspetto dell’attivazione mentale”. Per cortesia potete spiegarmi cosa vuole dire? Io amo il calcio e vedere Sarri, maestro di GP prendere 6 gol e ad ogni gol scrivere su un blocchetto mi sono chiesto perchè Guardiola non scrive mai? Forza ragazzi che anche quest’anno ci siao salvati.

    • Luca b scrive:

      Sarri non è il maestro di Gianpaolo. Semmai entrambi sono discepoli di Galeone…GA LE O NE!!! Ci rendiamo conto?!?! Un’allenatore di caratura internazionale che ha allenato squadroni come Udinese, Pordenone, Adriese
      Cremonese, Sangiovannese, Grosseto, Spal, Pescara, Como, Perugia, Ancona e Napoli (1 stagione). Ad essere onesti anche Allegri è un discepolo di Galeone, ma evidentemente si è evoluto rispetto ai due diligentissimi alunni.

      • Michele G. scrive:

        Anche Gasperini lo è stato. Nella storia spesso gli allievi hanno superato il proprio maestro. Allegri e Gasperini ne sono la riprova.

      • petrino scrive:

        Allegri e’ un ottimo gestore di uomini, e con la caratura di milan e iuve non puo’ essere altrimenti. Persona molto concreta e pragmatica.
        Galeone e’ pari a Zeman. Avanti miei prodi sguarnendo la difesa e le ali. E cosi’ perdi senz’altro.

  78. pier56 scrive:

    Domando scusa, l’autore si è autoriconosciuto, non l’avevo letto sopra… Abbandono il forum perché non mi riconosco in questa linea di pensiero che considero ondivaga. Anch’io critico società, giocatori, allenatori, quando ritengo giusto farlo, ma questo attacco alla samp mi sembra eccessivo e ingiustificato. Cari saluti a tutti.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Me ne dispiace, Pier. Ma ho cercato di spiegare bene le ragioni di questa linea, che non è ondivaga ma dettata da argomentazioni, che sei libero di non condividere. Spero di reincrociarti in futuro e comunque sarai sempre ben accetto, anche nel contraddittorio.

  79. Renato , Zurigo scrive:

    Per fortuna che Gianpaolo non vedeva Zapata in squadra….! Su 36 cross ne abbiamo preso uno ( Colley) per sbaglio !! Normale con 4 babanetti li davanti !!!!! Insieme a Quagliarella ci voleva uno proprio comw Zapata altro che balle !

  80. Jetta scrive:

    Io sto con Ferrero e Giampaolo…e quindi con la Sampdoria.

  81. Paolo1966 scrive:

    Noi vinciamo solo se siamo in bolla, se no non c’e’ niente da fare. Se non siamo in bolla diventiamo lenti e prevedibili. Se non siamo in bolla e diventiamo lenti e prevedibili alla minima disattenzione ci castigano. Fisso come l’oro

    In organico non abbiamo giocatori cazzuti che non vogliono perdere neanche a ruba mazzo (per chi lo ha visto cito sempre Souness) e nemmeno un bomber fisico che insacca di prepotenza quando il gioco non gira (lo avevamo…)

    La classifica e’ corta, con due vittorie si sale con due sconfitte si scende di brutto. Matematico.

    Guardando la classifica davanti abbiamo squadre piu’ attrezzate di noi, con piu’ qualita’, piu’ peso politico etc,. etc. etc., e l’Atalanta, alla cui societa’, pubblico e allenatore (ebbene si) va fatto tanto di cappello, probabilmente meriterebbero piu’ di tutti di centrare l’obbiettivo grosso. Per me vederli giocare sempre in velocita’ con la bava alla bocca e’ uno spettacolo, e pensare che a Bergamo ci abbiamo pure vinto…

    Noi siamo dove dobbiamo stare e va bene così. Abbiamo un top player (Fabio), alcuni buoni giocatori, alcuni normali e tante speranze, ma chi vive sperando muore c……. (come diceva il Sergente Lorusso in una piccolo isola greca durante la Seconda Guerra Mondiale…)

    Io Domenica sera saro’ comunque a San Siro non fosse altro che per gridare Milano s…

    Noto che si e’ alzata una fronda contro Ferrero mica da ridere…

  82. Paolo1968 scrive:

    In moltissimi reputano che il crollo alle soglie della primavera (sempre che pure quest’anno ci sia un crollo) sia legato a Giampaolo. Altri a Ferrero. Forse la memoria mi inganna, ma non trovo differenze tra ere Edoardo Garrone e Ferrero, e poi tra Giampaolo, Mihailovic, Montella Delio Rossi e pincopallino. Nel mezzo ci stanno un centinaio di giocatori ben pagati che hanno girato…. Sarà il clima di Genova….

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Sottoscrivo. Non c’è tensione. O forse, più semplicemente, i veri valori alla lunga vengono fuori. L’unico che li altera è Gasperini, capace di portare due volte in Europa squadre come Genoa e Atalanta che non avevano certo confidenza con questo obiettivo. Tuttavia, Giampaolo in questi tre anni ha dato identità, bel gioco, serietà e fatto realizzare plusvalenze.

      • robmerl scrive:

        è un cane che si morde la coda: senza continuità di risultati non possiamo ambire alla EL (e andiamo regolarmente fuori dalla TIM Cup); senza EL non possiamo investire per rinforzare la squadra; non potendo investire dobbiamo puntare sulle plusvalenze per portare il bilancio in attivo; senza investimenti navigheremo sempre intorno al decimo posto.
        MA per fare risultati dobbiamo avere allenatore e giocatori in grado di copiare il modello atalanta: pressing a tutto campo, giro palla veloce e ripartenze improvvise con copertura costante delle fasce. Oltre a una determinazione fortissima, Tutte cose che con GP non avremo mai!

      • Daniele da Rapallo scrive:

        Be, ammetterete che con Giampaolo è più scientifica : due anni di fila nello stesso modo e , speriamo non il terzo….Mihailovjch arrivò comunque settimo se non erro con una squadra non certo da scudetto. Per me questo gioco è troppo dispendioso (Sarri docet..) per cui se non hai doppia rosa con giocatori anche atleticamente campioni, alla lunga la paghi.

      • Edoardo scrive:

        Sul bel gioco ci sarebbe da discutere parecchio, dipende dai punti di vista…

    • Francesq scrive:

      Bravissimo

    • Solosamp1946 scrive:

      Ma Garrone non è che è Ferrero? Dopo 5 anni ancora non abbiamo scoperto come sia stata venduta alla società e quali siano i collegamenti tra ferrero e Garrone…due persone che per modi e portafoglio probabilmente non prenderebbero neanche un caffè insieme…i misteri che nessuno ci dirà o non ci vuole dire. Sugli allenatori un po’ di differenza la.vedo…ci vorrebbe l.attuale allenatore con il carisma di Sinisa. I cali in primavera? Chiedere alla società…unica responsabile…ma ancora , per ora , siamo in gioco…vedremo tra 3 turni

      • Michele G. scrive:

        Un bel po’ di anni fa il grande Giorgio Gaber cantava “Barbera e champagne”, per significare che, a volte, gli estremi si toccano.

  83. Franco scrive:

    Buongiorno Sig. Michieli. Grazie per il suo lavoro. Un saluto a tutti. Il Sig. Gianpaolo secondo me fa’ giocare un tipo di calcio troppo prevedibile. Durante le gare si presentano diverse situazioni di gioco che bisogna affrontare con una tipologia di giocatori piu’ varia rispetto a quella che ha la Samp. Il gioco puo’ richiedere di fare lanci lunghi e cross e quindi e’ evidente che ci vogliono anche colpitori di testa fisicamente prestanti. Il gioco del calcio e’ fatto anche di “palloni sporchi” da conquistare. La Societa’ doveva tenere Zapata. Praet non e’ un interno di centrocampo, bensi’ un giocatore di movimento avanzato. Andersen e’ un tipo di giocatore da posizionare davanti a due centrali difensivi. La posizione in classifica sostanzialmente rispecchia il valore qualitativo della rosa. Con Zapata si poteva aspirare ad una posizione “Europea”. Il tipo di gioco e quindi la rosa ed il Tecnico vanno cambiati. Cordiali Saluti.

  84. Martino Imperia scrive:

    http://www.primocanale.it/notizie/sampdoria-la-storia-si-ripete-societ-e-squadra-gi-in-disarmo-204935.html

    Mi scuso in anticipo Micheli, la ritengo obiettivo, ma mi stavo domandando se siamo tornati ai tempi di Primocanale degli articoli firmati Controcalcio (forse lei non c’era ma basta cercare indietro nel tempo per capire a cosa mi riferisco) che tutti speravamo dimenticar per sempre

    No perchè a leggere articoli del genere viene proprio da pensare che a giornalisti disfattisti (o meglio opportunisti in negativo, pronti lì ad uscir fuori come se non aspettassero altro al primo passo falso) ben si abbini squadra disfattista come gli anni scorsi.

    La paura che il film si ripeta è un conto, ma dar già per scontata il crollo quando non è ancora accaduto è roba da tafazzi.

    Lo sappiamo, il primo obiettivo di quest’anno, prima che l’europa, è NON MOLLARE IN ANTICIPO. Non si puòperò pretenderlo dalla squadra se a mollare in anticipo sono tifosi e giornalisti (fuoco amico).

    I giochi si faranno in primavera, questa brutta sconfitta si può ancora assorbire.

    Mi facevano notare post sopra che il calendario potrebbe esser determinante (non solo per noi, ma anche per le altre)

    E allora compatti e bocche cucite, niente piagnistei. c’è ancora tanto da giocare

    • Paolo1968 scrive:

      Purtroppo da anni i giochi si fanno anche prima della primavera e abbiamo visto quali. Io sono sempre molto tranquillo, ma un po’ di tensione preventiva ritengo sia l’ora di manifestarla, proprio per dimostrare il nostro affetto e attaccamento alla squadra.

  85. Massimiliano scrive:

    Per me è stata una giornata storta come può capitare, sono mancati i giocatori di qualità, i dribbling e i tiri in porta, è mancato Quagliarella, è mancato Gabbiadini, Saponara, Ramirez e Defrel….non Giampaolo che ha impostato la partita come molte altre che abbiamo vinto 2 o 3 a zero.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Ti pubblico, ma non ti condivido. Magari lo hai scritto anche di Garrone, poi è arrivato Ferrero, che per te magari è peggio. Le critiche, a mio parere, devono essere costruttive. E prima di congedare un presidente bisognerebbe conoscere il suo successore. Gestire una società di calcio non è facile. Tutti i club che negli ultimi anni hanno cambiato gestione sono andati peggio (Inter, Milan, Cagliari, Bologna), almeno a Ferrero questo bisogna riconoscerlo. Sul resto, sfondi una porta aperta.

      • Matte Genovese scrive:

        Non mi condividi ?? Va benissimo, non credo pero di fare critiche distruttive Mauri, Credo che tutti vorremmo vedere la Samp che lotta e combatte tutti gli anni per arrivare un pochino piu in alto, ma sinceramente con questo Ferrero che compra e vende fa e disfa non credo sia possibile. Dopo tutto lo hai scritto anche tu nel tuo articolo o mi sbaglio ?? Un pokino di chiarezza allora. PS , il mio ferrero vattene è e rimane un personale sfogo da tifoso , dopo tutto i soldi li mette e li guadagna lui, e noi vediamo spettacoli a dir poco meschini tipo quello di domenica scorsa…. Anche il fegato nostro ne patisce…..

        • Michele G. scrive:

          Posso correggerti Matte? Quando dici, riferendoti a Ferrero: “…dopo tutto i soldi li mette e li guadagna lui…”, secondo me dici solo metà della verità, perché, mentre è certo che i soldi li guadagna, non è assolutamente certo (anzi, direi è sicuro) che i soldi non ce li metta affatto. Diciamo che li gestisce, ma lui finora nella Sampdoria non ci ha messo un solo centesimo di tasca sua! Se non ci fosse stata la copertura di Garrone, non credo proprio che Ferrero avrebbe potuto mai permettersi di acquistare una società di calcio, anche molto più modesta della nostra.

      • moussa dembele' scrive:

        Ferrero taci

  86. El Cabezon scrive:

    Voglio sforzarmi di essere ottimista…
    Sconfitta senza attenuanti ( che poi sono le più brutte…) ma, per l’appunto, LA PRIMA della stagione, gli altri k.o., bene o male, ci avevano fatto aggrappare a qualcosa…
    La mia sensazione è che sarà decisiva domenica prossima contro l’Inter: se arriverà una bella prestazione con risultato annesso allora ok, altrimenti possiamo già prepararci alla prova costume…

  87. Roby 68 scrive:

    Salve a tutti , credo che l’obiettivo sportivo dell’U.C.Sampdoria sia quello di classificarsi tra l ’8 e il 12 posto,e che ogni altro piazzamento ( Uefa o retrocessione ) vanificherebbe lo scopo principale di questa proprietà : le plusvalenze.Quindi ,per ora e al di là di dichiarazioni di facciata,difficilmente andremo in Uefa e altrettanto difficilmente retrocederemo; che poi il galleggiare in questo mare sia dolce o meno non lo so…certo che a naufragare rischiano di essere la passione e le aspettative della gente sempre più frustrate da tanta passività.Auspico quindi che i tifosi sampdoriani ( non quelli che vanno allo stadio e cantano ) ma quelli che sentono venir meno il loro sentimento ,facciano esercizio quotidiano di senso di appartenenza e tornino al nostro fianco allo stadio che il patrimonio più grosso della Sampdoria è la sua gente !complimenti e saluti.

  88. Vera scrive:

    Maurizio ha ragione e la sua mano si vedeva un articolo Purtroppo la verità la seguente una squadra che non ambisce a nulla una gestione nebulosa che aspetta chissà quale assoluzione sinceramente gli spettatori persi dal 2011 a oggi devono veramente fare riflettere perché sei in serie B è una media di 21000 in Serie A ai 18 mila scarsi Qualcosa deve essere successo no

  89. Vera scrive:

    Volete sapere qual è la verità? Forse io dirò qualcosa fuori dai denti ma che pensiamo in molti Ferrero non ci rappresenta Noi siamo una società abituata al doppiopetto di Mantovani di Garrone e questo personaggio stracotta Raw a Romano di Testaccio non c’era presente per nulla Noi ci sentiamo defraudati e non ci sentiamo rappresentati da questa persona Mi dispiace ma devo assolutamente affermarlo

  90. pier scrive:

    A Napoli avevamo fatto anguscia il primo tempo ..troppa anguscia per non esserci qualcosa sotto….e infatti col Frosinone stessa partita…Sono completamente sulle gambe è quello il problema principale.
    Poi Giampaolo ci mette del suo.
    Mediocri.Peccato.
    Mi sà che in estate va fatto un cambio di timone.

  91. spega scrive:

    Ha proprio ragione. W Gianpaolo La rotonda e un po’ pittoresca – a causa del disinvolto utilizzo del Var da parte di Calvarese – vittoria di Empoli proietta la Sampdoria al sesto posto in classifica, nell’attesa che il quadro della giornata pre natalizia si completi. E con la prospettiva di affrontare il Chievo al “Ferraris” nel giorno di Santo Stefano. Più o meno la stessa situazione dell’anno scorso di questi tempi. E’ il momento giusto, dunque, per esonerare Giampaolo, il principale artefice di questa scalata, accompagnata dal solito gioco spumeggiante, ricco di gol. Da tre stagioni a questa parte la sua Samp fa punti e diverte per larghi tratti del campionato, valorizza giocatori, comincia una stagione da zero e la porta avanti con grande spessore di contenuti. E allora, prima che tutto ciò si ridimensioni, come fatalmente accadrà, dando quindi la stura alla perpetua litania degli antiGiampaolo (talebano, prevedibile, noioso, chi più ne ha, più ne metta) che attribuiranno a lui il calo della squadra e il suo ritorno nell’alveo naturale dei valori reali, sarebbe meglio esonerarlo e affidare la Sampdoria ad una traghettatore gradito ai più. Un tecnico che sfrutti questa scia e quanto di buono i blucerchiati hanno realizzato sinora sotto la guida di Giampaolo per conservare il sesto posto e migliorarlo, centrando magari l’Europa più nobile della Champions. Uno che faccia meglio di Giampaolo, insomma, così non resterà il dubbio che senza di lui si sarebbe potuto raggiungere l’obiettivo grosso. Ave Marco, tifosi oltranzisti te salutant. Io ti ringrazio, perché in questi due anni e mezzo me la sono passata mediamente benone, ho goduto nei derby, nelle vittorie con Juventus e Roma, nella manovra ragionata e brillante, mi sono un po’ incazzato per qualche imbarcata di troppo, ma nel complesso ti ho apprezzato tantissimo e mi auguro che tu ora possa trovare il giusto equilibrio e la giusta dimensione anche in una “grande”. Auguro ogni bene anche al tuo successore, che di certo saprà presidiare meglio le fasce, subire meno reti e battere qualche piccola in più. Con affetto, stima e riconoscenza. Maurizio.

    • Maraschi scrive:

      Abbi pazienza, seguo il tuo ragionamento.
      L’alveo naturale della Sampdoria è il decimo-undicesimo posto? Cioè quello centrato da Giampaolo, quindi il mister attuale è un allenatore “naturale” cioè normale come tanti altri, non vedo quindi il rammarico se venisse sostituito.
      Francamente io ci sono rimasto male quando se n’è andato Mihailovich che ci aveva portato “nell’innaturale” alveo del settimo posto.
      Poi vabbè c’è stato il Vojvodina, ma quella è un’altra storia.

  92. Alfio Borgoratti scrive:

    Comunque vi terro’ aggiornati sul carrierona che fara’ Gianpaolo una volta andato via da qui,qualcuno dovra’ rimangiarsi alcuni giudizi espressi sul maestro

  93. Max scrive:

    Solito tiky taka di Giampaolo e zero tiri in porta,speriamo abbia ragione Maurizio ,che a fine stagione se ne va..

  94. Marco r. scrive:

    Michieli, l’articolo di ieri è vergognoso.
    Un attacco immeritato a Sampdoria, Sampdoriani e Presidenza, dopo la prima brutta prestazione da almeno due mesi a questa parte.
    E un travisamento imperdonabile della realtà.
    Avrete le vostre buone ragioni per fare la guerra alla Sampdoria ma non fa certamente onore al vostro lavoro di giornalisti.
    Poi la prossima volta, magari, mettetela una firma.

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Nessuna guerra, Marco. Questa idea dei mezzi di informazione che remano contro per oscuri motivi è grottesca. Si può condividere o meno una linea editoriale (io qui ospito volentieri anche chi non la condivide), ma anche noi abbiamo interesse che le cose vadano bene, sia per ragioni di cuore che per ragioni commerciali. Semplicemente, l’andazzo degli ultimi tempi (inchieste per distrazioni fondi, dichiarazioni folli contro la città, la Sampdoria e persino l’allenatore, perdita costante di abbonati e tifosi etc. etc.) non ci stanno più bene e poiché siamo un mezzo di informazione libero lo diciamo. Poi ognuno è libero di criticare.

      • moussa dembele' scrive:

        Stra quoto. Ferrero taci.
        Sulla città su Giampaolo che va via, sullobstadio Flaminio.
        Ti hanno regalato un mestiere ma non sei un sampdoriano. Non sei il mio presidente

      • Martino Imperia scrive:

        Va tutto bene, tutto legittimo e libero.

        Ma se le cose per una assurda combinazione astrale dovessero andare bene sul carro non ci sarà spazio.

        Perché se no è tutto stramaledettamente troppo comodo .

        Chi spinge spinge. Chi sta lì critica (esageratamente) e sta seduto non salirà. Abbonato perso, abbonato guadagnato.

  95. Alup scrive:

    Gioco inesistente, lentezza e prevedibilità senza saper creare occcasioni da gol, solita mancanza di volontà nelle partite decisive, ora se perdiamo a Milano campionato finito .
    Dei singoli non parlo non saprei quale é stato il peggiore ,
    GIAMPAOLO continua imperterrito in un gioco che non porta risultati con cambi sempre uguali, è monotono e manca grinta e voglia di vincere che lui non riesce a trasmettere alla squadra

  96. vassalli fulvio scrive:

    Ma Macron invece di ritirare l’ambasciatore non può ritirare Defrel ?

  97. Luca B scrive:

    Ciao Maurizio, perdonami, ma non vedo più il mio post per il quale mi sarebbe piaciuto leggere il tuo commento.
    Forse sono stato troppo polemico con te e con Arnuzzo e Rissetto?
    Se così fosse, cercherò di esserlo di meno la prossima volta

    Leggo che secondto te a fine stagione Gianapaolo andrà via
    EVVIVA!!!

  98. Edoardo scrive:

    X MAURIZIO

    Ma questi giocatori come Zapata (l’anno scorso), Defrel, Tonelli, ecc. ma sono da considerarsi dei veri acquisti oppure dei prestiti? Queste formule poco chiare con obbligo di riscatto legato a parametri mi sembrano un’arma a doppio taglio, è vero che così la società si tutela da eventuali bidoni ma è anche vero che così i giocatori sanno di essere sempre in transito e le loro motivazioni soprattutto nel girone di ritorno mi pare che calino parecchio, ultimamente Defrel quando entra sembra che faccia una sgambata d’allenamento e per quanto riguarda la difesa Andersen ha deluso molto nelle ultime partite e adesso secodo me sarebbe giusto vedere anche l’accoppiata Colley-Tonelli, allora il bilanco sarà pure in attivo ma sul campo i conti per me non tornano tanto, voglio dire l’obiettivo è vincere o fare plusvalenze? Se contano solo le plusvalenze allora è normale che poi i tifosi si disaffezionino e non vadano più allo stadio, io difatti è da un bel po’ che non ci vado più…

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Tutte le società di calcio sui bilanci fanno equilibrismi, ma sinché si resta nella legalità, nulla da eccepire.

      • Edoardo scrive:

        Forse non mi sono spiegato bene, certi equilibrismi saranno anche legali sulla carta, su questo non ho nulla da eccepire, però io dico una cosa, puoi vendere 1 o 2 pezzi pregiati all’anno (come fa l’Atalanta) ma se tutte le volte smantelli mezza squadra i giocatori percepiscono di essere in transito e la gamba non ce la mettono più di tanto, i gironi di ritorno così deludenti degli ultimi anni si spiegano con questo clima di precarietà/transito in cui si vive perennemente a Bogliasco, il caso Tonelli ne è l’ennesimo esempio, l’anno scorso Torreira nel girone di ritorno correva la metà rispetto a quello di andata, Dùvan e Gàston pensavano già ai Mondiali, ecc., insomma i tifosi pagano il biglietto per vedere giocare al calcio tutto il campionato e non solo metà, è una questione di correttezza verso la tifoseria…

  99. andrea_samp scrive:

    @marcello
    quoto lui che è in uno dei primi post…nulla di nuovo ..però vorrei una volta essere speranzoso …spero sia sta veramente uno sfortunato incidente di percorso e che nelle prossime partite ( Inter esclusa xchè ci va sempre male anche di sfiga a volte) si riprenda il passo ..ma ripeto è una mia speranza ..
    ciao e FORZA SAMPDORIA !!

  100. Francesq scrive:

    Michieli ha scritto cose forti, fortissime.

    Ma non mi sembra che risparmi le lodi, quando sono meritate.

    Alla fine i giornalisti fanno opinione, la creano – o meglio – la stimolano. È il loro mestiere.

    Quindi, pur considerando l’articolo in questione molto sferzante (forse un pelo troppo), personalmente ne apprezzo l’intento. Pungolare. Svegliare. Ci sta, eccome, finché non è troppo tardi.

    E comunque il fatto che molti lettori e blogger si siano mossi a difesa della bandiera non mi dispiace affatto. Anzi, mi fa capire che ci siamo ancora. E ci saremo sempre.

  101. Marziano scrive:

    Grande editoriale, bravo M2! E che domani sia un ritorno al futuro.
    #ferrero non mi rappresenti

  102. pazzoperlasamp scrive:

    Volevo precisare che Audero deve essere riscattato per 20 miioni pagabili in 4 anni cioè 5 milioni anno e non 20 subito come si continua adaffermare…
    Inoltre nel contratto di acquisto e’ stato inserito il giocatore della primavera Peeters al quale viene dato un valore che non conosciamo…tutto mi fa pensare che sotto ci sia il solito giochino di ingegneria finanziaria:.aumentare il valore di un giocatore per aumentare la plusvalenza ..generalmente succede se sono interessati due giocatori che si interscambiano…e’ il giochino che fa spesso anche l’altro beneamato Bresidende bicolore…quindi l’operazione Audero non risulta così fuori dai sensi come sembra…
    Ciao a tutti e incrociamo le dita x oggi…Maurizio dacci buone notizie

  103. Giulio scrive:

    Costano cari solo per NOI i biglietti?qyuelli dell’altra sponda allo stadio ci vanno,sono tutti tifosi ricchi i bibini?

  104. Luca b scrive:

    Ma davvero pensate che la rosa sia scarsa o di medio livello?
    Io la penso così solo per una manciata di interpreti. Penso che per molti i valori non vengano fuori perchè prigionieri delle vedute di Gianpaolo. Faccio un esempio.
    Sento e leggo che Praet non è quel giocatore che tutti si aspettano, che non incide mai, che per quello che è costato dovrebbe spostare gli equilibri. Praet è IL TREQUARTISTA, ma per le visioni del mister gioca la prima stagione alla Linetty, la seconda stagione mediano, l’attuale parte regista per poi spostarsi, sempre a centrocampo, a destra. Gli fa fare un gioco di rottura con grande dispendio di energie. Ora dunque come potete aspettarvi che rompa il gioco, tiri fuori le giocate, i guizzi, salti l’uomo, faccia superiorità numerica, tiri da fuori ecc. ecc. Secondo me i giocatori devono giocare nel loro ruolo, sempre! Non si può prendere una punta e “vederlo” in altro ruolo. E non si può pretendere altro se vengono poi vincolati in schemi ben precisi. Il guizzo non ci può essere mai se addirittura neanche le palle inattive vengono curate in allenamento. Tutti e dico tutti, segnano su calcio d’angolo, noi? Secondo me la rosa è tecnicamente più forte delle 2 precedenti. Certo ci manca uno Zapata, un Muriel, ma i due non sono giocatori da Gianpaolo, non tornano, coprono poco. Meglio un Defrel o un Caprari che fanno tante sponde (2 seconde punte che segnano per caso), “fanno” tanto centrocampo. Ecco perchè dare via Kownacki che vi ricordo era l’UNICO sostituto di ruolo di Quagliarella. Facendo i nomi, secondo me, gli unici giocatori che sono così così, ma spacciati dal guru del calcio come ottimi giocatori sono Murru (un esterno di sinistra nella media), Sala (un centrocampista che qui non ha fatto mai il suo ruolo), Defrel (mediocre), Caprari (tecnicamente forte ma inconsistente, abbandonato dalla Roma dove era considerato un predestinato, abbandonato dall’inter, un giocatore che ha avuto il suo top in B con il Pescara). Gli altri che non giocano non li cito neanche eccetto Jankto. Possibile che da ottimo giocatore nell’Udinese, si sia imbrocchito? Sarà che caso strano non gioca nel suo ruolo e caso strano sia vittima degli schemi (UNO) del filosofo del calcio? Se durante una partita chiusa, l’allenatore non è in grado di cambiare qualcosa per sbloccare la situazione, a cosa serve il mister? I giocatori non fanno giocate fuori dai dettami perchè, se dopo 3 anni non ve ne siete accorti, chi ci mette del suo o finisce in panca o viene ceduto a fine campionato. Quando andate allo stadio provate a fare attenzione al comportamento dei singoli dopo una giocata. Vi accorgerete che tutti guardano la panchina per capire se “andava bene”. Possibile che sotto di 1 goal si cerchi ancora e ancora il fraseggio al limite dell’area piuttosto che tirare come fanno anche le squadracce? Sono i dettami del mister, tanto prima o poi si apriranno e si farà goal. Intanto il tempo passa. Ricordate il CV non mente e la Samp è il punto massimo di una carriera fallimentare, a tratti mediocre, di Gianpaolo

    • robmerl scrive:

      questa è un’analisi obiettiva, non è fatta per gettare fango su GP. Jankto è un terno sinistro che deve sgroppare sulla fascia, se gli fai fare il mediano non ne cavi un tubo. Allora lo vendi all’Inter e lì fa grandi cose… è un film in bianco e nero visto alla tv

  105. Luca b scrive:

    Mi piacerebbe sviluppare meglio il punto di vista di Rissetto sul calo degli spettatori e il paragone con l’affiliazione e la cura per il tifoso praticata dal Presidente Percassi dell’Atalanta. Ecco noi eravamo così, ma dall’era Edoardo Garrone non lo siamo più!

    • melzo scrive:

      si pero’ edoardo primocanale si guarda bene dal criticarlo, con ferrero invece dagli tutta, chissa come mai

    • Solosamp1946 scrive:

      A Bergamo partono da lontano…sono partiti gli ultras più di 10 anni fa nel cercare di creare un modello di curva diverso…che non sia solo curva ma vera aggregazione…hanno cambiato stile e striscione…tutti si riconoscono dietro la sigla BERGAMO …da lì hanno lavorato su tutto l ambiente…ora l.ultras della curva mette una giacca e il signore di 60 anni che va nei distinti mette la stessa giacca. Hanno creato un vero tifo unico che vive di due cose…Bergamo e l Atalanta ( sicuramente la cosa è resa facile dal fatto di essere l.unica squadra della città)…noi qua non siamo capaci di fare una cosa del genere

  106. Michele G. scrive:

    Leggo sul sito di Primocanale che Ferrero ha provato a contattare con ogni mezzo il Comune di Roma, per concordare il refitting del Flaminio per farne l’Academy Samp e dal Comune non lo hanno c…onsiderato neanche di striscio! Come c’è scritto nel Vangelo: “Nemo propheta in patria”!!!

  107. P.SOLARI scrive:

    Ora esce la storia che Ferrero vuole il Flaminio ( Roma, stadio usato per un po’ dalla nazionale di Rugby per il 6 Nazioni poi lasciato andare in malora ) per l’ Academy Samp …
    boh, ma i soldi prima non servirebbero qui a Genova per lo stadio, Bogliasco e per rinforzare la rosa ?

  108. Luca scrive:

    Con tutto il rispetto per Roma e i suoi ragazzi ! Ma proprio nella Capitale necessita aprire l’Acafemy Samp ? Con tutte le Società e le dure realtà che esistono nella nostra Regione i nostri soldi sono dirottati con quali dirittia Roma? Il Flaminio , la cittadella dello sport etc la definisco un’altra caduta di stile e irrispettosa nei confronti della nostra città , un motivo in più perché la trattativa “vialli” possa andare avanti e chissà concretizzarsi !! Basta con queste “romanate”!!!

  109. Andrea scrive:

    Buongiorno a tutti.
    Io credo, come altri, che più che un onorevole 8°-9° posto non si possa pensare di ottenere quest’anno. Non vedo squadre che ci stanno sopra inferiori a noi e probabilmente sotto c’è la Fiorentina che è quantomeno al nostro livello. Non è né colpa di Giampaolo ne dei giocatori, un altro allenatore non otterrebbe molto di piu, questi sono i valori in campo. Si può discutere sul modo di vincere o perdere o giocare determinate partite, ma allenatori che fanno miracoli senza la materia prima, o comunque senza una materia prima adeguata all’obiettivo, non ne conosco personalmente.
    È dalla retrocessione che la Samp è costruita per vivacchiare in serie A. Si vendono i migliori per comprarne altri che si spera facciano uguale o meglio. Se non si consolida una rosa resta la supremazia cittadina e qualche piccola soddisfazione nel vincere cn qualche squadra più blasonata sperando di non prendere più di tante giostre.
    Saluti e forza Doria!

  110. petrino scrive:

    di quanta poca considerazione usufruisca ferrero, anche a roma, lo si evince dal rifiuto della sindaca di roma a riceverlo.
    E voleva parlare dello stadio flaminio!!!!!l

  111. Massimo Pittaluga scrive:

    se devo dire la verità anche da abbonato sud non tutte le partite quest’anno le vado a vedere come accadeva in passato ma l’abbonamento lo faccio a prescindere malgrado i campionati senza ambizioni che ogni anno prima o dopo si trasformano in noiose repliche dei precedenti. anche quest’anno sembra andare così ma aspettiamo ancora due o tre partite prima di mettere di nuovo la parola fine alle ambizioni ridimensionate post Frosinone. Maurizio probabilmente si sarà sbilanciato nel fondo di primocanale avendo notizie che noi non abbiamo circa la gestione della società. da esterno e da semplice tifoso ho però sempre pensato che ferrero fosse un presidente a sovranità limitata e del resto cariche o non cariche ufficiali nelle società comanda chi tiene in mano la borsa e ritengo che ferrero di investimenti dentro la samp di denaro suo non ne abbia mai fatto. il nuovo cda fa trasparire una volontà di terzi di dare un messaggio di cambiamento di schemi e di mettere ferrero ancora più sotto controllo. se sia stato garrone io non lo so ma è probabile e sicuramente maurizio ne saprà di più, ma questa proprietà ufficiale sa di proprietà esecutiva ben pagata e che comunque malgrado gli scivoloni lessicali del presidente attuale ha in fondo condotto bene la barca. la samp a parte l’anno di montella non ha mai rischiato di retrocedere (vorrei vedere con le squadre che ci sono) e non appena ha rischiato di andare in europa hanno tirato i remi in barca. se non è una decisione voluta direi poco ci manca. quello che mi sembra di capire dall’articolo di primocanale è comunque una richiesta di chiarezza come chiedono i tifosi prendendo di mira però a mio avviso un po troppo ferrero perché in fondo lui li si è trovato ed ha preso la palla al balzo. la samp non sel’è autocomprata ma qualcuno l’ha ceduta. poi i modi in cui è stata ceduta rimangono ancora oggi misteriosi ma si è capito che di denaro non ne ha investito ma anzi è stato garantito. quindi che sia un presidente a sovranità limitata lo dicono i fatti, chi lo limiti (per fortuna) si deve ancora ben capire ma insomma pensare che garrone proprio estraneo totalmente alla samp lo sia è quantomeno poco credibile. insomma che sia quantomeno un garante e che ne influenzi la gestione credo sia non lontano dalla verità. se non lui qualcuno vicino a lui. questa è la mia modesta opinione da 4 anni a questa parte e credo anche che sarebbe bello oggi che questa pagina si voltasse e la samp avesse un presidente un po più presidente senza però in questo momento dare troppo addosso a ferrero perché in fondo come ho scritto sopra li da solo non ci è finito. spero solo che la squadra non vada veramente in disarmo perché 15 16 partite come ieri e napoli sarebbe una nuova vergognosa pagina verso i tifosi. non chiediamo l’europa quello sarebbe un in più visti i tempi ma almeno di onorare maglia e campionato. poi se cominciano i valzerr di quello non gioca per il riscatto quell’altro gioca perché va venduto e deve stare in vetrina ma senza farsi male rivedere 15 partite da valium sarà una conseguenza naturale ma spero di no. ne parliamo tra due tre partite e speriamo di parlare di belle prestazioni. spero di non vedere troppe prestazioni come le ultime sarebbero l’ennesima mancanza di rispetto verso abbonati e tifosi. poi non ci si lamenti se non si va allo stadio

  112. luca scrive:

    approvo totalmente il tuo articolo di oggi Maurizio (Complimenti !) direi che la parte focale è :perchè il Presidente non partecipa ad una vostra trasmissione e risponde esaustivamente a tutti i quesiti ? magari poi riuscirà a convincere il pubblico !

  113. petrino scrive:

    a commento dell’ articolo di Michieli sulla reale proprieta’ di alcune strutture del Centro Sportivo di Bogliasco,in cui viene riportato che la proprieta’di tali nuove strutture non e’ ‘ dell’ UC Sampdoria, ma di altra societa’ facente capo a ferrero,che percepisce un canone di locazione per le stesse, vorrei ricordare che nell’ istruttoria preliminare al fallimento del Parma Calcio, di cui in questi giorni e’ in corso il processo prossimo a sentenza,era stato accertato con prove documentali che il Centro Sportivo di Collecchio non era piu’ di proprieta’ del Parma calcio, bensi ‘ di una societa’ facente capo a Ghirardi, ultimo presidente del Parma, inquisito unitamente al DG Leonardi.

    • Michele G. scrive:

      Petrino, sapessi come è difficile per me scrivere senza utilizzare le mani, impegnate come sono in un gesto apotropaico! ;-) Dai, speriamo che finisca in maniera diversa da quella del Parma!!!

  114. melzo scrive:

    ma come mai nessuno di voi grandi giornalisti d’assalto va da garrone a chiedere ” ma perchè hai regalato la sampdoria a ferrero? perchè proprio a lui? ”
    non “perche’ hai venduto ma perche’ HAI REGALATO la sampdoria

  115. melzo scrive:

    ma perchè voi giornalisti d’assalto non andate da garrone a chiedere perchè abbia REGALATO e non venduto la sampdoria a ferrero? e perchè proprio a lui? mi piacerebbe capirlo

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Anche tu devi esserti perso qualcosa, Edoardo Garrone è stato mio gradito ospite in tv e ha raccontato per filo e per segno il passaggio della Sampdoria a Massimo Ferrero. La storia non è tanto complicata. I tifosi hanno invitato Garrone ad andarsene (“il pesce puzza dalla testa”), lui era pressato da tempo dalle due famiglie Erg (Garrone e Mondini) affiché uscisse dalla Sampdoria, Ferrero gli è stato presentato da un avvocato a lui vicino dello studio Romei, Ferrero gli ha manifestato l’interesse a gestire la Sampdoria 24 ore su 24 e allora Garrone, pur di risolvere quello che per lui e la sua famiglia stava diventando un problema (contestazione esterna e dissensi interni) non è andato troppo per il sottile e ha messo Ferrero nelle condizioni di poter partire e poi viaggiare con le sue gambe. Lo ha fatto, quello di elargirgli la società, anche per il bene della Sampdoria. Io non sono né d’assalto né di retroguardia, cerco di raccontare i fatti, intervisto gli interlocutori (con rispetto ed educazione) quando accettano di farsi intervistare. Mi pare che ti fai troppi problemi dietrologici.

      • card scrive:

        io ricordo discorsi del tipo ” e’ stato l’interlocutore piu’ credibile”, quali sarebbero stati gli interlocutori meno credibili? garrone non era a conoscenza che ferrero aveva un processo in corso per bancarotta fraudolenta? in tutto questo l’amore per la sampdoria dove si colloca?io non ho mai visto NESSUNO regalare una societa’ in questa maniera, anzi, piu’ che regalarla visto che ha anche coperto i debiti per anni

      • petrino scrive:

        ricordo tale intervista a telenord.
        Anche a me altra persona non genovese, anni fa, mi parlo’ di tale incontro romano,
        Comunque dopo quanto ho letto essere successo a porcella a pegli, l’ aria diventa sempre piu’ pesante. su entrambe le sponde.
        Non che nei decenni passati ci fossero delle mammolette e difatti ricordo quando a Bogliasco fu interdetto l’ ingresso ad un giornalista sportivo del secolo xix, ai tempi di mancini.

  116. Matte Genovese scrive:

    E intanto il bimbo viziato continua a fare i capricci con la sua bella mogliettina….. Certa gente dovrebbe farsi 10 ore al giorno in cava per assaporare un pochino la fortuna che ha e rispettare chi non ha nulla….. speriamo che destabilizzi un po l ambiente nerazzuro , magari con un po di rabbia agonistica ne potremmo pure approfittare……. Scusate ma quello davvero non lo posso sopportare.

  117. Edoardo scrive:

    Ottima disamina nell’articolo “Ferrero, Vialli e il reale valore della Sampdoria”, bravo Maurizio, hai inquadrato perfettamente la situazione, ma queste cose le sapevamo già da un bel po’ di tempo però si diceva che tutto andava bene a patto di non retrocedere e invece la situazione è molto più complessa e più delicata, non possiamo dare dei giudizi certi non avendo ahimè le carte in mano, ma come dice il buon Rissetto l’impressione è che stiamo camminando su un filo teso nel vuoto senza il paracadute, speriamo di non sbagliare la prossima campagna-acquisti perché se il giochino delle plusvalenze si inceppasse rischiamo di grosso visto che abbiamo un presidente che anziché metterci i soldi addirittura si autostipendia e direi più che lautamente, credo caso unico in Italia…

  118. Solosamp1946 scrive:

    Non capisco questa linea dura intrapresa da primocanale…o sapete qualcosa che noi non sappiamo o boh vedo un attacco alla Sampdoria in un momento delicato della stagione che non farà il bene della Sampdoria stessa. E lo dice uno che non vede l.ora di avere un nuovo presidente.

  119. fabrizio perfumo scrive:

    Ci ho messo qualche giorno a smaltire la rabbia per la partita con il frosinone.
    Non solo il risultato ma il modo mi ha offeso ( detto in senso agonistico – sportivo).
    A parte l’evidenza di un modo di giocare che, purtroppo, o funziona o non funziona, e l’incapacità di cogliere punti sporchi, magari giocando male ma con vis atletica sono dati sotto gli occhi di tutti e che, dopo tre anni, costituiscono prova e non indizio.
    Detto questo focalizzerei alcune situazioni che, secondo me, stanno incidendo negativamente.
    L’esclusione di Tonelli tra i papabili ad una maglia a causa della volontà di non fargli maturare il numero di partite che obbligherebbero al riscatto non voluto. Non credo a questa circostanza come negativa sul piano puramente tecnico ma come elemento disturbatore di quella armonia di spogliatoio ed unione di intenti che sapevamo di dover tenere in conto per non ripetere i gironi di ritorno al cloroformio già visti.
    Altra questione, quella di defrel: l’acquisto di Gabbiadini, con un investimento corposo, appalesa che anche Defrel, per il quale esiste diritto e non obbligo, è fuori dal piano per il futuro della samp. Certo anche questo non da morale nè garra ad un giocatore venuto qui a ritrovarsi dopo un anno orribile e che aveva iniziato piuttosto bene per poi spegnersi. Difficile per lui , rebus sic stantibus, riaccendere la voglia di superare un periodo difficile data l’incertezza gravante sul suo futuro.
    Concludo con l’assenza, ora totale, di un vero centravanti, indipendentemente dal valore dello stesso, in grado di far rifiatare Quagliarella, magnifico interprete e realizzatore fondamentale ma, comunque, non in grado di reggere tutte le partite per tutto l’anno. La partenza di kownaci doveva essere ovviata dall’acquisto di un attaccante con qualità simili perchè nè defrel, nè gabbiadini, nè sau possono occupare quel tipo di posizione se non in forma adattata e dagli esiti non certi. Perchè defrel lo ha fatto un pò al sassuolo ma non riuscendoci a roma. Perchè gabbiadini ci ha creduto, indotto dal suo incauto procuratore e ci si è forse giocato la carriera, fallendo a napoli e anche in premier. e dovendo tornare dove sembrava essersi lanciato.
    Quindi, come dice Giampaolo, la differenza la fanno i particolari e la samp, nei particolari, ha mancato e sta mancando . Ed è in quei particolari realizzati che sta la differenza tra un decimo – undicesimo posto e la zona europa league.

    • Daniele da Rapallo scrive:

      Applauso : quoto al 1000 X mille.
      Tutto parte sempre dalla società, dalla capacità di scouting e dalla campagna acquisti. Molti errori sono stati fatti in tal senso. Questa rosa può essere da ottavo posto poiché un po più ampia in certi reparti, non di più.

  120. Jetta scrive:

    Io sto con Ferrero

  121. NYC scrive:

    Solidarieta’ a Maurizio e alla redazione di primocanale !

  122. Klaus Lavagna scrive:

    Mi spiace per Maurizio che dovra’cercarsi un legale per difendersi ma cercando di vedere il bicchiere mezzo pieno finalmente riusciremo a vedere cuello(si’con la c)costretto a mostrare le carte davanti al giudice senza poter ricorrere alle sue solite non risposte che mai hanno fatto ridere noi tifosi neanche nella versione Crozza.L’unico aspetto negativo e’rappresentato dai tempi biblici che occorreranno per avere una sentenza,Tutta la mia solidarieta’ e stima per Maurizio.

  123. Luigi scrive:

    Per Martino di Imperia: ma di quale carro dei vincitori stai parlando perché è da tre anni che continui a ripeterlo e io al momento vedo solo tanta confusione societaria e una squadra con un gioco prevedibile dopodiché nessuno in questo blog pretende finali champion o scudetti e di carri neanche l’ombra

  124. Michele G. scrive:

    WOW! E vi siete beccati una bella querela da Ferrero! Nell’articolo incriminato tu concludevi con il perentorio invito: “Ferrero, se ci sei, batti un colpo”. E il colpo Ferrero lo ha battuto, eccome! Solo che non intende rispondere alle domande che gli hai posto; anzi, vuole che siate voi a rispondere. Ovviamente, avendovi chiamati a rispondere davanti al magistrato, sarà in quella sede che dovrete ribadire con le carte che avete in mano. Tuttavia, conoscendovi da tempo, non credo che a Primocanale vi siate inventati notizie e circostanze che in realtà non esistono (a detta dei vertici della società, almeno). Nell’articolo non hai mai usato il condizionale parlando di chi sia proprietario e di cosa. Sono riferimenti diretti e non prefigurano alcuna ipotesi. Si direbbe che ne abbiate la certezza e che non per sentito dire.
    Pur senza entrare nei dettagli, Maurizio potresti a grandi linee confermare che ciò che hai/avete scritto abbia un riscontro oggettivo?
    Ora il prossimo passo quale sarà, quello di sbattervi fuori da Bogliasco?

  125. Massimo Pittaluga scrive:

    ciao Maurizio e ciao a tutti. ho letto i tuoi editoriali e la risposta della sampdoria direi più di massimo ferrero. le tue domande sono pienamente legittime e come vado scrivendo da qualache anno il valore della sampdoria intesa come uc sampdoria non è non può essere 200 mln ma molto di meno anche a mio avviso riportando a casa il marchio ceduto in leasing back nel pacchetto se non le proprietà immobiliari quali sede e palazzine vicine all’impianto di bolgiasco quello in concessione e quindi anch’esso staccato dal tutto il valore sarebbe sempre comunque molto meno di 200 mln. credo che la sede sia un asset trascurabile quando si parla di certe cifre in quanto un fondo che sborsasse anche solo metà dei 200 mln chiesti da ferrero vedrebbe nella sede un valore residuale. da imprenditore direi tenetevela a genova con 500 600000 euro ne prendo una bellissima da ristrutturare in Via XX settembre. detto questo per me la domanda di tutte le domande resta la seguente e la pongo con tutto il rispetto possibile. Ma perché attaccate così ferocemente Ferrero e mai e dico mai ponete un serio quesito pubblico ad Eodardo Garrone (che da tifoso avrei voluto e vorrei al timone della sampdoria malgrado certa parte fosse iper critica)? Da tifoso e per interposta persona (cioè tu come moderatore) pongo questa domanda. Dottor Garrone ma come ha fatto a cedere la Sua e Nostra (solo come tifosi) Sampdoria a un personaggio come Ferrero (che lei ha dichiarato aver passato i filtri) che ovviamente si è attaccato con le radici a questa società smembrando in più asset la stessa, ponendo quelle dal reddito sicuro fuori da UC sampdoria ovvero marchio e sede e lasciando in sampdoria ovviamente ed obbligatoriamente la rosa dei giocatori unico patrimonio vero visto che non c’è neppure il marchio in proprietà per un tot di anni ancora. chi subentra poi se vuole subentrare deve ricomprarsi anche il marchio e qui sta il truschino furbo. se compri i pezzi paghi di più o paghi per anni chi ne detiene i diritti. allora porto la domanda sempre ad Edoardo Garrone tramite te se possibile. Ma come è possibile non aver pensato che questo sarebbe accaduto? Hanno messo pagando li una persona che qui ha fatto 13 ha vinto la lotteria e staccarlo da qui malgrado l’ambiente contro perché noi tifosi siamo contro in maggioranza a questa presidenza, la stampa contro perché voi per motivi oggettivi siete contro. Allora la domanda a me viene spontanea. Ma siamo sicuri che Ferrero non stia proprio resistendo a chi lo ha messo li e che ora avrebbe deciso di cambiare e lui visto che non vuole lasciare il giochino sta rilanciando oltre modo? ecco se devo sintetizzare ritengo che il giochino sia esploso in mano a chi ha permesso a ferrero di acquisire la samp anni fa regalando e finanziando. ferrero o chi per lui direi Romei ha fatto un ottimo lavoro di ristrutturazione e valorizzazione ma ora che i tempi sono maturi per cedere e rientrare in parte di quanto speso il presidente esecutivo attuale alza la posta per andare via e lo fa in modo furbo. per me e spero di sbagliarmi ma lo scrissi anni fa proprio qui la guerra ora sarà interna perché se le cose andavano male era colpa di garrone mentre se le cose andavano bene scrollarsi di dosso ferrero sarebbe stato molto difficile. oggi secondo me tutte queste mosse societarie e tutto quello che sta accadendo dimostra come ferrero sia difficile da liquidare e questo lo scrissi anni fa. attenzione perché una persona così non mollerà l’osso facilmente ed è quello che sta succedendo. facendo impresa da anni e conoscendo certe dinamiche lo ebbi a scrivere qui al tempo di Andrea Lazzara. la partita è aperta ma il cambio al vertice non sarà indolore e a basso prezzo. l’uomo uscirà se non alle sue condizioni (diverse da quelle che qualcuno pensava anni fa) non troppo lontano da esse. mi sbaglierò ma non credo di essere troppo lontano dalla realtà. un cordiale saluto a te Maurizio e a tutti e ritengo che le cose vadano viste nella loro interezza perché nel bene e nel male Edoardo Garrone per cui farei carte false ci fosse ancora e mi sono sempre scontrato con chi criticava eccessivamente la sua conduzione ritengo delle responsabilità le abbia. se cedi un bene di interesse pubblico devi anche calcolare le conseguenze possibili nell’affidarlo a chi viene dopo di te e non solo calcolare quanto in fretta te ne vuoi disfare. a mio avviso operazione all’epoca poco ponderata nelle conseguenze perché presa di pancia almeno questo è quello che penso

    • petrino scrive:

      la Federcalcio o la Lega di serie A hanno approvato una serie di ” paletti” recentemente, per cui vanno valutate da un loro collegio le potenzialita’ economiche e quant’ altro di nuovi soggetti che acquisiscono societa’ di serie A e B.
      Infatti hanno bocciato l’ acquisizione del Palermo da parte di un fondo inglese di cui non erano chiare tali potenzialita’ economiche e di governance.
      Difatti il Palermo e’ finito al Sindaco della citta’ poi ceduto a Rino Foschi.
      Nella Premier Ligue inglese tali ” paletti” esistono da quel di’.
      E difatti dovette battagliare assai Cellino per acquisire il Leeds, poi venduto.
      Solo in Italia e’ tutto concesso e mai si e’ valutato chi acquisiva societa’ di calcio, in quanto non sono societa’ che vendono pop corn, ma rivestono una valenza pubblica..
      , .

    • Marco62 scrive:

      Concordo , ma non la faranno mai a Garrone questa domanda il perché spero lo spieghino ….

  126. Marco62 scrive:

    Noto che puntualmente ,quando mancano tre mesi alla fine del campionato , cominciano le destabilizzazioni dell’ambiente Samp con la logica conseguenza di calo di rendimento , mi chiedo perché e chiedo al moderatore perché questo improvviso astio nei confronti di Ferrero che tra l’altro mi chiedo perché dovrebbe rispondere alle vostre domande, visto che la società comunque fa utili ,fa il suo onesto campionato, propone bel gioco e ottimi prospetti , come mai non le rivolgete a Preziosi queste domande ma solo ed esclusivamente a Ferrero con un accanimento che trovo veramente disgustoso, ma veramente volete il bene della Samp? Ribadisco ogni anno in questo periodo succede , la società giustamente dice basta ,le partite sono tante e gli obiettivi sono ancora raggiungibili ,però ci vuole tranquillità in tutto l’ambiente sia tifosi sia media , calmatevi tutti e sostenete la squadra ..poi se arriva Vialli saremmo ancora più felici , ma la Samp prima di tutto

    • Maurizio.Michieli scrive:

      Mi sa che non ci segui molto (e non è una colpa), credo che Primocanale tutto sia tranne la tv di riferimento di Preziosi, a cui il mio collega Porcella non risparmia nulla! Argomenta meglio il tuo dissenso, entra nel merito e non avrò alcun problema a dialogare con te.

      • NYC scrive:

        Maurizio, continuate cosi posso solo dire che andava fatto prima, pertanto per quanto mi riguarda massima solidarieta’ alla vs linea, spero tutti I tifosi si schierino dalla parte giusta e non si facciano ammaliare da derby vinti ( contro nessuno) e squallidi decimi posti !

    • card scrive:

      ma perche’ un giornalista dovrebbe sostenere la squadra? ma che ragionamento e’? un giornalista deve fare il suo lavoro, non sostenere la squadra

  127. Vera scrive:

    Secondo me non e’ una questione di soldi,manca completamente l’entusiasmo,ci hanno ucciso i sogni..vedere che con questo mister si getta alle ortiche la Coppa Italia(sempre fiore all’occhiello nostro)Vedere un allenatore e societa’ che non credono in nulla,sanno benissimo che in Europa non ci andremo e il nostro campionato(ormai da tre stagoni) termina a Febbraio e poi si prendono le giostre del girone di ritorno a suon di 3 e 4-0.Quando giocavamo nelle coppe in famiglia si faceva di tutto per seguire la Samp ,anche i debiti..si avete capito bene per andare a Wembley in 4 noi avevamo ottenuto un piccolo finanziamento..se vale la pena i sacrifici si fanno e allo stadio ci si va..magari si fuma un pacchetto di sigarette in meno,si rinuncia a qualche bira ma allo stadio si va.Quando ti uccidono i sogni,distruggono lsa nostra passione.

  128. DoriaForEver scrive:

    X Maurizio Michieli
    Maurizio hai novità per il passaggio di proprietà ? Ci sono stati altri incontri?

  129. Edoardo scrive:

    Io esprimo piena solidarietà a Maurizio Michieli e alla redazione di Primocanale che stanno cercando di far luce sulle tante tantissime ombre della gestione Ferrero, noi tifosi non abbiamo le carte in mano per dare dei giudizi certi e definitivi, ma io non credo che Maurizio e Primocanale parlino così a vanvera, attendiamo sviluppi e chiarimenti prima di tutto nell’interesse dell’UC Sampdoria e in secondo luogo anche come forma di rispetto verso noi tifosi e la stessa città di Genova, il gioco delle scatole cinesi è come una partita a poker e in gioco ci sono i colori della nostra beneamata maglia, non dimentichiamocelo…

  130. petrino scrive:

    TMW, citando tuttosport, riporta che il prezzo della sampdoria e’di 140 milioni.

  131. marco scrive:

    dopo partita con inter

  132. Solosamp1946 scrive:

    Ah le interviste o indagini vere…Non quelle con le domande già stabilite prima

  133. Solosamp1946 scrive:

    Aggiungo sul.calo.degli spettatori…dato vero e che sicuramente , in parte , dipende dai modi del.presidente…ma.anche dai prezzi assurdi…la.nord , settore popolare , arriva a costare fino a 35 euro in diverse occasioni…mediamente 25…ogni tanto ( tipo.domenica scorsa 10.euro)…in coppa.italia ( partita in diretta sulla Rai) costava 25 euro..è ovvio che la gente non compra biglietti

  134. Maurizio.Michieli scrive:

    Ma i prezzi assurdi chi li ha introdotti?

  135. fede scrive:

    Atalnata juventus di Coppa Italia trasmessa alla tele, Lo stadio era pieno nonostante la neve e il ghiaccio sulle capocce degli spettatori.

  136. alan scrive:

    Ti rodeva

  137. Solosamp1946 scrive:

    Ovviamente Ferrero e infatti se vai a rileggere i miei post passati io sono contro Ferrero per vari motivi ( questo è uno dei tanti) ma non appoggio un pezzo del genere in questo momento della stagione…poi se tra 3 giornate la situazione sarà questa allora si…ora non mi pare il momento. Gennaio è iniziato con una prestazione di spessore in coppa italia con una vittoria con l.udinese un pari a Firenze una sconfitta a Napoli ( quindi fino a qui tutto nella normalità) e in una sconfitta amara con il Frosinone che se non sbaglio è il secondo stop con medio piccola su 22 giornate. Tra tre domeniche vedremo ma ora no

  138. Beppe62 scrive:

    Scusa Maurizio se mi permetto di chiederti una cosa che c’entra relativamente poco col tuo quesito; ma visto che abbiamo perso Zapata e il mercato è finito, non si potrebbe prendere uno svincolato? tipo: Fredréic Gounongbe giocatore del Benin ma nato in Belgio, a trentanni punta Centrale alt. 1,91 Costa euro mln 1,00 e non credo possa chiedere molto. Gli ultimi due campionati a giocato pochissimo e non riesco a trovarne il motivo, ma non è stato convocato per molte partite.Invece nel campionato Jupiter Pro League anno 15/16 in 28 presenze 13 gol e 4 assist. Non sono il suo procuratore e non voglio prendere il posto di Walter Sabatini. Ho visto qualche video e forse nel gioco aereo potrebbe essere utile alla causa blucerchiata, se non dovesse avere problemi fisici o extra calcistici. Grazie

  139. Lollo scrive:

    Infatti….alcune partite sono pressochè inavvicinabili. Temo comunque sia un male diffuso: io vivo in Romagna, sono a stato a vedere il Doria a Parma, Cesena, Bologna, Modena e Ferrara e anche qui i prezzi sono tutt’altro che popolari. In più ti abboni a Sky e ti fanno vedere metà delle partite, poi si chiedono perchè i tifosi si disaffezionano, nei mitici anni 80 c’era solo la radio ( di un romanticismo inarrivabile ) ma poi sapevi che dalle 18 ( 90° minuto ) in avanti le azioni salienti ( che ora si chiamano highlights ) le avresti riviste fino alla nausea sui tutte le reti RAI, adesso 90° è inguardabile e per vedere ” le highlights ” delle squadre non di prima fascia devi aspettare l’una di notte…Come hai scritto tu tempo fa, Maurizio, la questione dei diritti TV è stata gestita abbastanza male e tutto il resto ne è, a mio avviso, una conseguenza.

  140. Lollo scrive:

    Infatti….alcune partite sono pressochè inavvicinabili. Temo comunque sia un male diffuso: io vivo in Romagna, sono a stato a vedere il Doria a Parma, Cesena, Bologna, Modena e Ferrara e anche qui i prezzi sono tutt’altro che popolari. In più ti abboni a Sky e ti fanno vedere metà delle partite, poi si chiedono perchè i tifosi si disaffezionano, nei mitici anni 80 c’era solo la radio ( di un romanticismo inarrivabile ) ma poi sapevi che dalle 18 ( 90° minuto ) in avanti le azioni salienti ( che ora si chiamano highlights ) le avresti riviste fino alla nausea sui tutte le reti RAI, adesso 90° è inguardabile e per vedere ” le highlights ” delle squadre non di prima fascia devi aspettare l’una di notte…Come hai scritto tu tempo fa, Maurizio, la questione dei diritti TV è stata gestita abbastanza male e tutto il resto ne è, a mio avviso, una conseguenza.

  141. Solosamp1946 scrive:

    Non conosco i prezzi applicati…sicuramente influiscono fattori che al.momento qui non abbiamo. Tifoseria ( da sempre) compatta , unità d intenti tra società mister giocatori tifoseria e mentalità vincente che qui non abbiamo

  142. Marco scrive:

    La città ha ben altri problemi che seguire una partita di calcio.

  143. Solosamp1946 scrive:

    Atalanta Juve QUARTI DI FINALE 14 euro le curve abbonati e non…Samp milan OTTAVI DI FINALE 15 euro abbonati 25 euro non abbonati…c è una bella differenza…a 10 euro portavi 20mila e passa spettatori e magari ( vista anche la buona prestazione) un goal prima lo facevamo noi

  144. giovanni scrive:

    a bergamo avevano un’ccasione straordinaria, si …faceva la storia e l’hanno fatta…perlatro come ho già scritto l’atalanta ha lavorato in questi anni per rendere bergamo città, squadra, zingonia, un tutt’uno in cui identificarsi e gioire di qualcosa che in parte è tuo, è del proprio territorio, fa identità, non ti è distante come purtroppo sta accadendo qui, non scivola via nonostante milano sia ad un passo, perchè chi lo fa chi è di li, con capitali che nascono li, con una testardaggine che è tipica dei bergamaschi e che porta inevitabilmente alla voglia di superarsi di migliorarsi, tutto ciò ben rinfocolato da una squadra che sputa l’anima in campo perchè ha un allenatore che evidentemente sa fare giocare e che ti mette nelle condizioni di rendere al 100%; un ulteriore segreto è chiaramente il settore giovanile…se due/tre ragazzi all’anno arrivano in prima squadra come immaginerai tutto funziona al meglio, scandito da tempistiche chiare e ragazzi che…probabilmente ci credono perchè sanno che è possibile e ciò aiuta a chi gli sta accanto a seguire, sostenere no? hai più visto un pivello genovese della nostra primavera arrivare all’esordio in serie A? ripeto, il carattere dei bergamaschi (lo so per averne conosciuto bene diversi a naja con cui mi sento ancora oggi ed in altre occasioni) in questo aiuta è chiaro, pochi fronzoli, massimo impegno, fiducia di ferro nelle proprie capacità, sprazzi di assoluta genialità (caravaggio, donizetti…), ma in fondo ricordo che quando pettinammo l’inter 3-0 in semifinale con mazzarri allo stadio c’eravamo nemmeno in 20.000…un abbraccio fede

  145. Edoardo scrive:

    Lo stadio dell’Atalanta è circa la metà del Ferraris e poi Percassi ha creato un progetto anche sportivo che dà entusiasmo alla piazza, non per niente ci hanno soffiato prima Ilicic e poi anche Zapata, al momento duole ammetterlo ma l’Atalanta ci è superiore sia come dirigenza che come squadra…

  146. Matte Genovese scrive:

    Marco, io credo che il benessere, lo stato d animo, il lavoro, una citta sempre piu straniera ed ostile verso chi è ancora è Genovese, vadano di pari passo con il calcio nostrano, Genova è una citta ormai in crisi perenne ormai da decenni, gli abitanti sono sempre meno ((apparte gli stranieri) citta vecchia, senza idee, senza futuro senza alcuna motivazione che incentivi la gente a restare e costruire un futuro… Due squadre non ne fanno una, presidenti foresti che di genova e delle risp squadre gli frega poco , che dobbiamo pretendere ?? Solo mediocrita bassa, tutto il resto è solo noia. (te lo sto scrivendo con il cuore in mano perche ci patisco da morire di questa situazione generale) ciao .

  147. Edoardo scrive:

    Hai perfettamente ragione, peccato che non si può tornare indietro ai mitici Anni80…

  148. pier scrive:

    Non vogliono fare un caxxo sti qui , non gli interessa di andare in europa sono tutti finti.
    L’ho scritto primo di Samp milan che 25 euro le gradinate era un suicidio una cosa contro la Samp.
    Abbiamo una dirigenza che rema contro.
    Domani a S.Siro ne prendiamo 5.
    Ma se ferrero spera di prendere dei soldi da me ha sbagliato di grosso.

Lascia un commento

INTERDETTI

Terza sconfitta di fila, un punto in quattro partite. I numeri inchiodano la Sampdoria nel girone di ritorno, anche se

GLI ANTI EUROPEISTI SENZA QUALITA’

La Sampdoria si è confermata antieuropeista, perdendo maldestramente in casa con il Frosinone e lasciando per strada punti pesanti nella

DOPPIO STOP

Doppio stop per la Sampdoria a Napoli. La squadra di Giampaolo perde 3-0 e Fabio Quagliarella non riesce a battere

FQ 27

Ma che ci importa di CR7, noi abbiamo FQ 27. Lo ha scritto un tifoso della Sampdoria, dopo la sontuosa