DOVE ERAVAMO RIMASTI…

8 ott 2018 by Maurizio.Michieli, 272 Commenti »

Dove eravamo rimasti? Ben ritrovati amici di Samplace, prestigioso blog di Sampdoria dove le fantasie volano libere. Ringrazio i colleghi che avevano raccolto la mia eredità e che adesso mi hanno ripassato il testimone nella grande casa di Primocanale, dove ho l’onore e il piacere di continuare la mia avventura professionale. L’emozione è forte e il modo migliore per superarla è entrare subito nel vivo della vittoria di Bergamo, la seconda consecutiva sotto la gestione Giampaolo. Eh sì, ero e resto un “giampaoliano” di ferro, anche e soprattutto nelle difficoltà. In queste due stagioni e quasi mezza, ne ho sentite di tutti i colori: talebano, triste, integralista. Per soprassedere su “ha mandato via Zapata per Defrel”, “la difesa prende un sacco di gol”, “sì, vabbé, chi se ne frega di battere Juventus, Roma, Inter, Milan e Napoli se poi si perde a Benevento”. Intendiamoci: Giampaolo, in quanto allenatore ed essere umano, non è certo perfetto, sbaglia anche lui e sulle singole questioni può e deve essere criticato. Ma ne ho davvero letto e sentito troppe di ingenerose sul suo conto per non indignarmi. A volte ci si dimentica di chi va in campo, degli interpreti. L’organizzazione difensiva di Giampaolo è sempre la stessa, ma gli attori sono diversi: Audero, Andersen, Tonelli, lo stesso Colley sono più bravi dei loro predecessori. Bere e Murru vantano un anno di addestramento in più. La squadra, poi, ha sempre una sua identità, nonostante le rivoluzioni di mercato. Torreira è andato via a trenta milioni ed è stato sostituito con Ekdal, pagato due e mezzo. Solo per fare un esempio. Chiaro che con l’Atalanta poteva accadere di tutto, potevano vincere anche loro, quando si giocano le partite è così, specie tra due tecnico come Gasperini e Giampaolo. Io sposo questa linea, sempre e comunque. Lo farò anche quando arriveranno le sconfitte e la classifica si ridimensionerà. Su questo non mi faccio illusioni. Ma viva la Samp di Giampaolo, a cui la società dimostra di saper dare linfa senza sfasciare un bilancio appeso non alle risorse del “padrone” ma alla gestione finanziaria. Per ora mi fermo e lascio spazio a voi, sarà un piacere leggere e integrare i vostri commenti. Un abbraccio a tutti.

Tag:, , ,

272 Commenti

  1. Heisenberg scrive:

    Beh…”indignarsi” per le critiche a Giampaolo… Addirittura…felicissimo x la vittoria di ieri… Due belle settimane x noi

  2. Fulvio scrive:

    Bemtornato !

  3. FurioZara scrive:

    In bocca la lupo per questa nuova avventura professionale, caro Michieli, la leggerò sempre con estremo interesse.

  4. Lollo scrive:

    Bentornato Maurizio ! Un saluto e un ringraziamento anche ao bravissimo Andrea Lazzara. Mi sembra che quest’ anno l’ atteggiamento con cui affrontiamo le trasferte sia diverso e più consono. .infatti i risultati stanno arrivando.

  5. Claudio Gianferrara scrive:

    Benvenuto! Sono felice di ritrovare un giornalista sampdoriano su questa emittente. Lei è competente e bene educato. W il Doria! Claudio Gianferrara da Pietra Ligure.

  6. Jetta scrive:

    Bentornato Maurizio e un saluto ad Andrea Lazzara;
    sposo in pieno il tuo pensiero.
    Giampaolo è un valore aggiunto e l’allenatore ideale per noi, è incomprensibile chi ne voleva l’esonero.
    Brava la società tra gli altri molti meriti a confermarlo.
    Ieri grande prova, la Samp sa soffrire ma sa anche lottare sino alla fine.
    La difesa è granitica grazie al valore dei singoli ma anche all’impostazione del mister: Murru era grammo, Tonelli uno scarto e Andersen acerbo.
    Audero è sempre presente.
    Sembrava che senza Torreira sarebbe caduto il mondo: bene, Ekdal ha dato personalità e solidità anche alla difesa.
    Defrel non avrebbe segnato con le mani eppure il tanto rimpianto Zapata, a sua volta paracarro per qualcuno quando arrivò alla Samp, è a zero gol.
    E se non era per il rigore sbagliato parleremmo di una classifica strepitosa.
    La “solita imbarcata” (da ridere “solita” per la miglior difesa del campionato) tanto evocata ha lasciato spazio ad un’altra ottima prestazione in trasferta.
    Forza Samp e buon lavoro Maurizio!

  7. P.SOLARI scrive:

    Bentornato sig. Michieli , prima di tutto …..
    Mi allineo in toto alla sua disamina, in particolare su quel che ha detto del nostro Mister ….
    Nonostante ogni stagione debba ripartire quasi da zero viste le cessioni “necessarie” a mantenere a galla la Societa’, riesce a ricavare il meglio dai suoi giocatori. Certo e’ un modulo con schemi “faticosi” in difesa, ma anche in queste prime partite si vede la sua mano ( difesa migliore del campionato ). Poi occorre anche quella dose di fortuna come ieri a Bergamo, ma nel calcio e’ cosi’, una volta tocca a te l’ altra agli avversari. Molto bene Audero, ma lo avevo gia’ visto in B e mi sembrava in prospettiva davvero bravo.
    Ma ieri direi tutti ben oltre la sufficienza, anche Ramirez ed e’ tutto dire. Ora finalmente una sosta che cade benissimo per vederci qualche giorno in piu’ ai piani alti e che servira’ , si spera , a recuperare qualche infortunato ed a far rifiatare chi ha sempre giocato.

  8. P.SOLARI scrive:

    Ed un saluto ed un grazie ad Andrea Lazzara.

  9. Mauro scrive:

    Ciao Maurizio,bentornato e buon lavoro.D’accordo con la tua analisi.Aggiungerei che quest’anno a differenza degli anni precedenti,abbiamo una squadra più fisica,più arcigna e la maggiore fisicità in partite da tripla come quella di ieri può fare la differenza.Inoltre la crescita,oserei dire la metamorfosi,di Murru e la maggiore confidenza con gli schemi di Bere aggiunti alle qualità ottime dei centrali fanno si che ad oggi noi si abbia la miglior difesa.Chi l’avrebbe mai detto dopo le imbarcate dello scorso anno.Dimenticavo,finalmente una squadra che “mena”.Quattro ammoniti contro uno della Dea.Avanti così.

  10. Sand66 scrive:

    Che dire… Me la godo come un riccio.
    La squadra è a corto di fiato e in alcuni elementi si è visto (Quagliarella e Ekdall) ma è rimasta sempre compatta e lucida, specie nella fase difensiva, Caprari non è riuscito ad alimentare la fase offensiva e Ramirez peggio (certe sue scelte di gioco sono paragonabili a teoremi di fisica quantistica per quanto complicate) nonostante ciò la Samp non è sembrata mai in balia degli avversari (che a casa giocavano in contropiede).
    In ultima analisi mi piace ribadire che l’approccio mentale in trasferta (vero nostro punto debole) finalmente è sembrato all’altezza delle aspettative.
    Forza Doria sempre e comunque.

  11. Rikke scrive:

    Intanto bentornato Maurizio, sempre stimato per il tuo equilibrio sobrio e mai sopra le righe. Per quanto riguarda la Samp, rispetto allo scorso anno mi sembra, per ora, più compatta in tutti i reparti e poi in trasferta….beh un gol subito 6 fatti 7 punti frutto di solide prestazioni (Udine esclusa). Una bella inversione di tendenza. Un saluto a tutti i sampdoriani.

  12. Matte Genovese scrive:

    Allora intanto bentornato Maurizio, lascio un caloroso abbraccio ad Andrea che ha condotto la nave fino a qui in maniera eccellente. Partita terribile, come ci si aspettava, dura e intensa, alla fine si è risolta a nostro favore con un gol di un centrale difensivo (contentissimo per Tonelli) , bene, benissimo cosi, la squadra ha mostrato carattere, e ha saputo soffrire senza andare in bambola, tre punti fuori casa che sono arrivati anche con un pokino di fortuna, che cmq non guasta mai, ma certamente cercati e voluti , nonostante le isufficienze dei centrocampisti e sopratutto degli attaccanti, ieri defrel e caprari quasi inesistenti, La cosa piu bella comunque è stato vedere Gasperini strapparsi la giacca di dosso, questo davvero non ha prezzo, per il resto bebe benissimo cosi, la difesa e veramente una nota lietissima (la meno battuta della serie A) gli aquisti in difesa credo siano stati indovinati, e molto bene Murru, la classifica ci sorride. Ciao a tutti.

  13. giovanni scrive:

    bentornato Maurizio; ma un enorme saluto ad andrea e Paola; sarà un piacere dialogare con te nuovamente! davvero bentornato

  14. Ricky68 scrive:

    ma bentornato Maurizio !! che sorpresa !!
    Ti faccio gli auguri di buon lavoro e saluto tuoi colleghi che hanno portato avanti il blog in questi anni.
    Ho visto la partita di ieri e concordo sul fatto che poteva finire in qualsiasi modo, ma gli episodi a questo giro hanno detto bene a noi (cosa che non è successa con Cagliari ed Inter) . Quindi consideriamolo un parziale risarcimento…..
    Un salutone e sempre forza Samp!

    Riccardo

  15. Andrea_M scrive:

    Ciao Maurizio e bentornato :)

    Che dire, per i “giampaoliani” di questo blog (fra i quali mi annovero) è un periodo ricco di soddisfazioni e di piccole rivincite personali.

    Per me poi, che conosco lo spessore dell’uomo, ancor di più.

    Ma in questo momento lungi da me il desiderio di far polemica, specie con persone che condividono la mia fede calcistica.

    Quindi: forza Doria e non vedo l’ora di sentirti urlare “li ha giustiziati!!!!!” :)

  16. luca scrive:

    godiamoci il momento (giusto come sostieni tu senza illusioni !) io ero tra i critici (NON feroci ovviamente ) supponevo un campionato altalenante e non pensavo di certo a individualità tipo Andersen, Ekdal e Defrel , l’unico per cui stravedo è Saponara (secondo me fortissimo) speriamo abbia sempre meno contatti durante l’anno con l’infermeria (allora si che potremmo diventare una mina vagante) ! per il resto ringraziando l’ottimo Andrea e Paola) per le gestioni passate t’invio un bentornato e un grazie anticipato per la pazienza che a volte dovrai avere nel gestire il nostro BLOG :-)

  17. Michele G. scrive:

    BENTORNATO MAURIZIO!!!
    Sarà un piacere dialogare nuovamente con te. Lasciami ringraziare anche da parte mia tutti i coloro che si sono alternarti in questo blog come moderatori, facendo del loro meglio per mantenerlo ad un certo livello di interesse e vivacità (talvolta, pure troppa!).
    Per i commenti a questo felice momento della squadra, ne riparliamo dopo.

  18. Marco scrive:

    Sembra che la tabula rasa fatta in difesa , mandando via Viviano, ferrari silvestre stia dando ottimi risultati.

    Un plauso all artefice del cambiamento.

    Battere Gasperini così non ha prezzo.

  19. Moussa Dembele scrive:

    Bentornato Maurizio sul “tuo” blog ed un ringraziamento ed un saluto ad Andrea che, a mio modo di vedere, lo ha condotto e moderato in maniera perfetta durante il periodo in cui ne è stato responsabile.
    Noi siamo sempre più o meno gli stessi ma “qualcosa” è cambiato da quando tu hai passato il testimone e questo qualcosa è la proprietà della nostra amata Samp. Rimane immutato il nostro amore per questi colori ma troverai dei blogger divisi fra coloro che non sopportano il presidente ed il suo modo di fare, coloro che “si tifa a prescindere e guai a contestare”, coloro che se ne sono fatti una ragione ed in modo zen vanno avanti..
    Hai trovato un lunedì speciale per rientrare: tre punti d’oro a casa di una squadra forte, contro un allenatore forte allo stesso modo ma insopportabile per la sua attitudine piagnona.
    L’analisi tecnica l’hai introdotta bene tu. Quest’anno la difesa è fortissima. Onore a chi ha acquistato Tonelli, a chi ha avuto fiducia in Murru a chi allena e organizza Berezynsy e Andersen. L’Atalanta ha cozzato contro una retroguardia rocciosa ben supportata dai centrocampisti e pazienza se gli atttaccanti sembravano già senza benzina. La sosta aiuterà a ritrovare le forze con un Saponara in più al rientro.
    Buon lavoro a Primocanale (diciamocelo… cosa ci facevi a TN vicino a Brenzini :-) )

  20. francesq scrive:

    Uh che sorpresa!

    Bentornato e un saluto ad Andrea, che evidentemente non ne poteva più di noi. Giustamente, direi ;)

    Affermo la mia giampaolite cronica, non da oggi questo allenatore mi piace, per serietà, conoscenze e attaccamento. E spero che quest’anno possa raccogliere il tanto seminato in questi anni.

    Aggiungo… Ma Murru quest’estate cos’ha mangiato per diventare così? No perché mi faccio immediatamente consigliare la dieta… E’ tornato fortissimo. La diagonale su Zapata nel secondo tempo è da manuale del calcio; tecnicamente ha acquisito sicurezze, palleggia con scioltezza; contrasta con efficacia; ha tolto dal repertorio certe “mattate” che ne sporcavano le prestazioni.

    Celebro lui per sottolineare come il lavoro dello staff tecnico sui singoli sia stato esemplare; e come la continuità e la testardaggine talvolta paghino.

    Fermo restando che l’aver acquisito “peso” dietro e in mezzo, in trasferta sta aiutando tantissimo.

  21. petrino scrive:

    da una difesa che ha preso 60 goal siamo passati alla migliore dell’ attuale campionato con 4 goal al passivo.
    I campionati si vincono con le difese migliori. E difatti il migliore e’ stato tonelli.
    Tolto il peso morto caprari, ieri gaston si e’ svegliato.
    Comunque per il ruolo il migliore e’ saponara.

  22. Daniele da Rapallo scrive:

    Ben tornato a te….Maurizio : sono contento e, mi confesso, molto sorpreso, tanto da averci messo alcuni minuti per realizzare chi gestisse ora la pagina….molto bene.
    Che dire di questa Samp : non ritratto affatto alcune critiche estive da me fatte (alcuni concetti espressi anche da te) riguardo ad un mercato quantomeno bizzarro nei tempi e nei modi condotto dalla società. Ciò che è successo negli ultimi giorni di mercato, il ripiegamento su un trequartista forte ma un po cagionevole ed altro; il fatto di ver un po subito il mercato, non mi avevano convinto e non ritratto. Personalmente ritengo ci volesse un’altra punta (oltre ad un trequartista) di prospettiva o di esperienza vista anche l’involuzione del giovane polacco su cui vorrei un tuo parere, se puoi. Serviva altresì un sostituto in più per Berezinsky.
    Ma ovviamente non sono un esperto del settore e, per ora, il quadro che ne è uscito è quello di una squadra più quadrata ed equilibrata con i punti forti nei reparti che non ti aspetti (vedi Ekdal), forse con meno artiglieria offensiava ma con un migliore assetto generale (portiere, difesa, centrocampo)….tutto questo nonostante l’abbassamento del monte ingaggi.
    La Samp è stata corsara ed ha portato a casa una partita soffrendo, cosa che è successa anche a Cagliari, nonostante lo sciagurato rigore che avrebbe portato altro fieno in cascina.
    Tendenzialmente tendo, purtroppo a vedere il bicchiere mezzo vuoto piuttosto che mezzo pieno anche se il bicchiere è di fatto a metà. Così, nonostante il cambio di preparatore atletico, spero ed auspico che non ci sia il solito calo fisico-mentale che ha caratterizzato le ultime due stagioni pur con uomini diversi. Questa potrebbe essere la chiave di volta…
    Mi auguro altresì che finalmente non snobbino la coppa Italia puntando forte su quelle partite, unico trofeo realmente raggiungibile in teoria o scorciatoia per E.L, credo, in caso di sconfitta in finale contro la solita Juventus.

  23. Caste scrive:

    Sono d’accordo verranno tempi duri ma intanto godiamoci quelli buoni senza illuderci. Se una delle grandi fa cilecca possiamo arrivare sesti, il settimo posto lo lascio volentieri a chi voglio male…
    La squadra mi sembra più equilibrata e con un anno in più di esperienza. I giudizi sui singoli lì darei più avanti ma per ora un defrel così forte non me l’ aspettavo proprio e Murru? Quello si che è opera di Giampaolo

    • Michele G. scrive:

      Ci aggiungerei Barreto, encomiabile sempre per l’impegno, ma ora anche efficace, finalmente schierato in un ruolo a lui congeniale.

  24. Luca Pavia scrive:

    Bentornato Maurizio. Non scriverò molto, lo stato d’animo a causa di problemi di salute di chi mi sta vicino, non è dei migliori.. Ma vi leggerò sempre, sperando di cogliere nuovi ed interessanti spunti da quel che si scriverà.
    Buon lavoro.

  25. robmerl scrive:

    bentrovato maurizio, e grazie di cuore ad andrea.
    Squadra tosta, ben messa in campo e “corta” fino a metà del secondo tempo.
    L’unico neo, secondo me, è che cerchiamo di strafare sui contropiede, avventurandoci in improbabili triangolazioni al centro della difesa avversaria. Oggi abbiamo dei punteros che allargano bene il gioco. Forse dovrebbero sfondare dai lati invece di cercare le finezze .Però che bello avere una difesa così…

  26. livio scrive:

    Bentornato allo storico Moderatore..
    e ben tornata a questa inaspettata vittoria, ottenuta contro un avversario ostico, ben allenato …….e pure un pò sfortunato.
    Finalmente mi pare che si possa considerare acquisita la crescita tanto attesa; più che maturi i giocatori e saggia la gestione di una partita difficile, condotta senza i gravi errori che troppo spesso in passato hanno condizionato le prestazioni.
    Credo che la squadra possa ancora migliorare con il rientro di Saponara ed una migliore condizione di alcuni elementi (Praet, Ramirez, Caprari). Unica nota dubbia l’attacco, ove mancano adeguati ricambi : Il Polacchino mi delude sempre e senza Quagliarella e Defrel (non potranno fare 30 partite filate!!) la vedo dura ……
    Il tanto rimpianto Zapata si è confermato quello di sempre…..pochi gol ed infortunio sempre in agguato!!

  27. robin scrive:

    Vorrei sottolineare l’immensa crescita di Murru. Da disastro a valore aggiunto. Grandissimo lavoro da parte di Giampaolo e di Murru stesso. Lo abbiamo criticato e fischiato per un anno ma adesso sta facendo molto bene da qualche giornata a questa parte, soprattutto difensivamente. Ieri un recupero sensazionale nell’area piccola. Poi con la palla nei piedi deve crescere ancora molto.
    Invece non so voi ma io sono stufo di vedere Quagliarella in campo, uno zombie che cammina, lentissimo e inconcludente.

  28. Luigi scrive:

    Mi soffermerei su una tua frase emblematica: sono cambiati gli interpreti ma l’organizzazione difensiva è sempre quella dell’anno precedente. Andersen Colley Tonelli l’esplosione di Murru e un Ekdal che non fa rimpiangere Torreira. Non mi illuso arriveranno tempi grigi usiamo questo termine sicuramente vedo uomini più stimolati ad ottenere risultati e questo è determinante in una qualsiasi azienda. Nota dolente vedere ottimi giocatori come Andersen passare come meteore nota A del paragrafo Plusvalenze. Peccato.

  29. Paolo60 scrive:

    Prima di tutto , bentornato Maurizio. Questa Samp e’ ancora difficilmente analizzabile ma dopo otto partite (di cui 4 con le prime 7 dell’anno scorso) credo che si possa dire che non vedremo magari grandissimi exploit ma nemmeno grosse cadute con tanti gol subiti.
    Finora in trasferta solo un gol subito e grandissima organizzazione con Andersen (prossima plusvalenza) e Tonelli sigli scudi , anche se Colley mi sembra ottimo e Murru sembra il fratello buono di quello passato.Centrocampo roccioso e attacco pungente ( manca solo l’acuto di Kownacky). Una domanda per il mister : quando vedremo in campo più spesso JANKTO, RONALDO VIEIRA (si dice un gran bene) e TAVARES ?

    • Michele G. scrive:

      Tavares temo che non lo vedremo tanto spesso. C’è chi dice che andrà direttamente a casa senza passare per il via. Io non saprei, perché non ho avuto mai il piacere di vederlo giocare e, quindi, non sono in grado di valutare. Chi, invece, non vorrei vedere è Dodò, che temo ritornerà alla base. Più lo vedo e più maledico gli “affari” (per loro, s’intende) fatti con l’Inter.

  30. Tito Marassi scrive:

    Caro Maurizio,bentornato!il tuo ritorno coincide con una importante vittoria della Samp che ci ha un pochino ripagato dei punti lasciati tra Inter e Cagliari.Prprio vero che il calcio ti fa parlare e ti zittisce subito..lo scorso anno avavamo la difesa colabrodo e segnavamo a raffica,quest’anno la migliore difesa del campionato e attacco un pochino pigro ma godiamoci questa sosta con due convocati in Nazionale e una bella classifica.Il mio auspicio che, nel derby del prossimo mese,si possa per una volta mostrare le proprie coreografie senza insultare la gradinata opposta,sarebbe una bella forma di manifestare coesione per una citta’ colpita a morte.Ancora bentornato ed un abbraccio ad Andrea che tanto bene si e’ comportato con noi,FORZA GENOVA!

  31. Edoardo scrive:

    Ciao Maurizio!… Io non sono un giampaoliano, ma se mi è consentito vorrei esprimere ugualmente il mio parere sulla partita… La vittoria di Bergamo secondo me è stata molto importante per la classifica, ma direi anche abbastanza casuale… Nel primo tempo l’Atalanta ci ha sovrastati e Zapata nel gioco aereo sembrava davvero incontenibile, io pensavo che nella ripresa avremmo capitolato, ma poi Dùvan al 60° è uscito per infortunio e lì qualcosa è cambiato a nostro favore… I bergamaschi hanno arretrato un po’ il loro baricentro e noi invece con l’innesto di Ramirez abbiamo preso coraggio e siamo cresciuti… Poi al 76° Tonelli ha tirato fuori il coniglio dal cilindro (gran bel colpo di testa!) e alla fine Audero in zona Cesarini ci ha salvati con una parata a dir poco strepitosa… Insomma si poteva vincere e si poteva anche perdere… Io sono molto felice per il risultato, ma anziché parlare di Champion’s io continuerei a testa bassa cercando di arrivare il prima possibile a 40 punti, almeno questa è la mia modestissima opinione da semplice tifoso antigiampaoliano… Detto ciò, sempre e comunque Forza Doriaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!

    • Marco scrive:

      Le opinioni come le tue sono legittime perché educate , però non condivido il dover arrivare a 40 in fretta come se fossimo da retrocessione. Frosinone chievo mi pare abbiano già mostrato difficoltà enormi, senza dimenticare Bologna,Empoli, cagliari, spal,Parma e bibini che sono inferiori,poi una o due possono anche superarci, ma 3 da mettere dietro ci sono anche quest anno

      • Jetta scrive:

        Sono lontani i tempi in cui, agosto, sostenevi che dovevamo trovarne 3 da mettere dietro sperando per le stesse in 20 punti di penalizzazione.
        È divertente andare a ritroso nell’archivio e leggere i tuoi commenti passati…

        • Michele G. scrive:

          Jetta, per te non è divertente, è una vera e propria malattia! Non c’è un tuo commento in cui non rinfacci qualcosa a qualcuno. D’accordo, ogni tanto può capitare, ma tu ne fai una vera e propria missione. E rilassati dai! Non è che facendo così dimostri di essere più doriano degli altri o il depositario della verità (blucerchiata) assoluta. Quando si dice qualcosa, bisogna vedere quale sia lo stato d’animo di quel momento; magari capita di dire qualcosa che non si pensa realmente e si è felici poi di essersi sbagliati, se si era previsto qualcosa di negativo.

          • Jetta scrive:

            No Michele…vai a rileggere la miriade di post scritti tra luglio ed agosto: fango a getto continuo…non troverai 1 commento positivo, solo discredito per la società e bocciature per qualsiasi nome accostato alla Samp.
            Facile poi dimenticarsi tutto e fare tripli salti carpiati passando da un estremo all’altro…io però non dimentico.

          • Marco scrive:

            Tra l altro jetta è l autovettura più brutta dei crucchi.

            Ma sicuramente viene da jettatore

          • Jetta scrive:

            La verità ti fa male lo so

          • Marco scrive:

            Ah ecco ci si era dimenticati che tu eri il depositario della verità

          • Jetta scrive:

            Il problema è che tu speri gli altri dimentichino quello che scrivi a luglio e ad agosto.
            Ma io non dimentico e ho pronte altre chicche…

          • Marco scrive:

            La speranza è che ritrovi il cervello, ma evidentemente sarebbe perorare una causa persa.

          • Jetta scrive:

            La speranza è che diventi Doriano…

  32. Paolo1968 scrive:

    Ben tornato Maurizio. Lucida sintesi che condivido appieno.
    Aggiungo che vedere Gasperini che schiuma rabbia quando perde con la Samp mi provoca un sottile piacere.

  33. UnaVitaDiSamp scrive:

    Ma bentornato!
    Ovviamente devi salutare da parte “nostra” Andrea Lazzara e Paola Balsomini, che come dici tu, hanno tenuto altissimo il livello di questo blog.
    Ma in ogni caso, ben ritrovato !

    E tornando alla fine dell’ultimo post di Andrea “Bergamo potrebbe essere la prima vera prova di maturità per la Sampdoria edizione 2018-2019″. Beh, che dire : prova superata !
    E con merito.
    Su Giampaolo non mi esprimo. Io come te l’ho sempre sostenuto, anche se a volte le partite le ha perse lui, ma può succedere, è normale, specialmente se i giocatori non girano come dovrebbero.
    Mi piace molto il fatto che tantissimi detrattori dicevano che lui non era in grado di trasmettere forza, voglia e intensità ai giocatori quando in trasferta. Come la mettiamo con quest’anno ? Tutti i secondi tempi in trasferta (e anche qualcuno in casa) quest’anno hanno visto la squadra metterci “la cazzimma” per portare a casa un buon risultato. E’ ovviamente merito dell’allenatore, alla faccia di chi diceva che non sapeva motivare.
    Io spero che il mercato di gennaio non faccia andare nel pallone alcuni giocatori (Andersen su tutti), come successo gli anni scorsi, perché se non accade, quest’anno potrebbe essere l’anno buono che si torna in Europa …

  34. Giuse scrive:

    Buongiorno Maurizio, condivido completamente l’analisi fatta sulle capacità del nostro allenatore, aggiungendo che quando vinciamo spesso avviene attraverso il bel gioco! Nella mia esperienza di tifoso pluridecennale ciò era accaduto solo alcune volte con Sven Goran Eriksson!
    Quindi W Giampaolo
    E forza Doria

  35. Fra Zena scrive:

    Grande Maurizio, bentornato! Io non sono un giampaoliano ma devo dire che il mister quest anno mi sembra aver ripreso il filo che aveva interrotto a novembre dello scorso anno. La squadra è concentrata, tonica , quadrata e combatte su ogni pallone. Bene così. Non gasiamoci ma i presupposti sembrano buoni, a patto che non ci siano troppi infortuni perché la rosa è cortissima (questo non è colpa del mister ovviamente). Ieri bene tutti tranne i trequartisti, inefficaci nel ribaltare l’azione. Speriamo saponara torni presto. Forza Doria (E grazie parma)

  36. Marina scrive:

    Eccoti! Mancavi molto su altra emittente dove ero solita seguirti; oggi per caso mi sono collegata ( vivo all’estero) e ho avuto la bella sorpresa ! E’ un po’ come risentirmi a Genova ,saluti grazie e complimenti

  37. NYC scrive:

    la difesa e’ la prima cosa , l’anno scorso oltre 60 goals al passive hanno determinate il tracollo finale facendosi superare anche dal t’Orino, speriamo quest’anno la musica sia diversa I 3 centrali ( metto anche Coley) mi sembrano tosti il giovane Danese un baluardo Tonelli bello tosto e appunto Coley… questo e’ di buon auspicio, con una difesa cosi riesci a vincere partite complicate ed equilibrate come quella di ieri .

    Centrocampo solido grazie alla sorpresa Ekdal io aspetterei a giudicarer Jatko che per me e’ forte, attacco ? non davo un centesimo a Defrel devo recitare il mea culpa perche’ fino ad ora sta dando il bianco , forse l’unico un po appannato e’ il giovane polacco anche per l’esplosione dell’altro polacco che gioca e segna nell’altra sponda del bisagno….

    in attesa di Saponara grandissimo giocatore secondo me….

    Forza Doria ! Avanti Marinai

  38. Pier scrive:

    Buongiorno Signor Micheli.
    Giampaolo è un signor allenatore sono d’accordo.Ma su alcune scelte in passato ha sbagliato.
    Se schieri Sala e Regini la difesa torna quella di prima.
    Ora ha inerpreti completamente diversi.
    Ieri si poteva anche non vincere ma con quella difesa alla fine ce la fai.
    Peccato non avere una punta di livello superiore ,secondo me si poteva puntare in alto.
    Cmq sono fiducioso per questa stagione.

  39. Pier scrive:

    Volevo aggiungere che ora abbiamo anche un portiere.
    E la differenza si vede eccome.

  40. fabio scrive:

    bentornato,maurizio

  41. fabius64 scrive:

    Una gradita sorpresa ritrovarla qui, ritengo sua collocazione naturale all’interno del panorama televisivo ligure, uno dei più autorevoli giornalisti sportivi locali che meriterebbe palcoscenici nazionali per la proprietà di linguaggio, la professionalità e la sobrietà nel presentare i propri interventi, sia giornalistici in senso stretto che televisivi…E soprattutto sampdoriano doc…. La prossima volta che ci lascia (se capiterà…) la voglio seguire su una tv nazionale

  42. MatteoB scrive:

    Ciao Maurizio e bentornato. Ti (ri)leggo con piacere. Condivido la tua analisi. Se gp riuscisse a trovare un sistema di gioco senza trequartista, per quelle fasi finali in cui sei pressato dall’avversario, magari da usare a partita in corso, sarebbe perfetto. Penso al punto con l’Inter perso per nn giocare 5 minuti con due uomini sulla fascia invece di uno soltanto, jankto spostato sulla tre quarti e dentro sala sulla fascia….
    Un saluto al mitico Lazzaro, spero possiate alternarvi qualche volta, ho apprezzato tantissimo i suoi commenti in questi anni e vorrei ogni tanto ci scrivesse ancora qualche post. Grazie

  43. ale scrive:

    Bentornato!
    A Bergamo grande prestazione. Loro erano bisognosi di punti e ce l’hanno messa tutta ma il ns rendimento (soprattutto caratteriale) in trasferta sembra migliorato. Innesti come Ekdal e Tonelli, secondo me, hanno aumentato l’esperienza e il carattere.
    Benissimo la difesa, sontuosi i centrali (Andersen è un fenomeno, secondo me meglio di Skriniar) ma vorrei applaudire i terzini sia Bere che Murru hanno fatto bene su Gomez che svariava su entrambe le fasce. Il rendimento di Murru al momento è finalmente in linea con i soldi sborsati dalla Samp perprenderlo.
    Anche centrocampo e attacco si sono sacrificati una vittoria di squadra, sembra un buon gruppo.

    Secondo me se e quando rientrasse Saponara (ho ancora negli occhi la prestazione contro il Napoli!) anche la manovra d’attacco diventerebbe più frizzante (anche se hanno fattobene, meglio del previsto da molti tifosi).

    Bene così, Avanti Sampdoria!

    PONTE SUBITO!

  44. andrea_samp scrive:

    ben tornato … e ottimo talismano direi visto (ri)esordio nel blog e a Gradinata Sud con una vittoria esterna su campo ostico e allenatore difficile e lamentoso …
    bravo Maurizio e in bocca al lupo per la nuova avventura a Primocanale .
    su domenica che dire ? vittoria di caparbietà e saldezza di nervi cuore e muscoli …quest’anno sembra che la tendenza fuori casa sia finalmente rovesciata rispetto gli ultimi 2 campionati ..spero che in casa si continui il trend del “fortino blucerchiato” senza (o con poca ) speranza e “trippa” per I “gatti” ospiti …:-D
    allora si che ne vedremo delle belle !!
    ciao a tutti e FORZA SAMPDORIA !!
    P.S. Ferrero NON mi rappresenti !

  45. Paolo scrive:

    Ben tornato!
    Viva Giampaolo e i “Giampaoliani”!

  46. Francesco scrive:

    Bentornato Maurizio

  47. Jeko scrive:

    Bentornato Maurizio!

    Pare che questa Samp abbia imparato a soffrire, la difesa è solida e in generale la sensazione è quella di un maggior equilibrio tra le fasi di gioco rispetto allo scorso anno.
    Ekdal si è dimostrato affidabile e congeniale: non ardito e meno offensivo di Torreira ma più solido e di maggior copertura.
    Classifica a mio avviso giusta per quanto mostrato fino ad oggi.
    Mi auguro di ”recuperare” Jankto e Kowa… e poi c’è il rientro di Saponara, tassello importante. Forza Samp!

  48. vincenzo scrive:

    Caro Maurizio ben tornato!, per quanto riguarda la Samp va bene così, abbiamo la miglior difesa del campionato e la terza in Europa; probabilmente nel tempo ci sarà un ridimensionamento in classifica e alcuni periodi difficili ma l’unica cosa che chiedo e di non vedere il finale di campionato dell’anno scorso.. .
    Peccato che ci sia la sosta.
    Domenica scorsa per un impegno precedente non ero a Bergamo ma a Bolzano e così ho colto l’occasione per andare a vedere Alto Adige Albinoleffe (già mi ricordo ancora il 4 a 1 della serie B con rigore sbagliato dal mitico(?) Piovaccari.. .: prima dell’inizio all’altoparlante hanno comunicato che all’interno dello stadio “è vietato fumare”.
    Curiosità: sai se è un divieto imposto dalla FIGC o sono le singole società che possono scegliere, a Genova non l’ho mai sentito all’altoparlante.., fermo restando che sono daccordo: è un segno di civiltà e di rispetto verso gli altri anche se i fumatori sicuramente non saranno daccordo.. .

    Forza Sampdoria

  49. Faso scrive:

    Bentornato Maurizio,
    non so se è più clamoroso il tuo rientro a Primocanale o il gol del Doria su calcio d’angolo
    ;-)

  50. Matteo scrive:

    Bentornato Maurizio! La doppia conduzione di ieri sera ad anteprima calcio è stato un piacevole tuffo nel passato più o meno recente. Sarebbe bello vedere “Derby in terrazza” condotto da te e Giovanni. Buon lavoro e Forza Doria.

  51. Ziggy scrive:

    Bentornato Maurizio!
    Concordo pienamente con quanto dici, essendo anche io decisamente “giampaoliano”.
    Proprio perché tale, due cose mi aspetto ancora dal mister:

    1) riuscire a motivare e tenere sulla corda le prime riserve, per essere pronte ad incidere a gara in corso. Ipotizzando l’11 iniziale con l’Atalanta quello titolare (è solo una ipotesi) quest’anno ci sono a disposizione ragazzi come Colley, Saponara, Barreto, Ramirez, Jankto e Kownacki (e aggiungo il baby Viera, per me sarà un crack) in grado di potere cambiare – ciascuno con le proprie caratteristiche – le sorti di un match, perché potenzialmente titolari come i primi 11. Ma ci vuole la testa per farlo…e qui serve il mister!

    2) (forse la più difficile) provare alternative offensive agli attacchi per via centrale. Arriveranno squadre a giocare raccolte dietro la linea della palla e trovare spazi sarà durissima. Ma in qualche frangente quest’anno mi aspetto una sorta di 4-3-3, con Caprari, Defrel o Jankto (che ne hanno le caratteristiche) a variare il gioco, attaccando anche esternamente.

    Blucerchiatamente
    Ziggy.

  52. Matte Genovese scrive:

    Ma funziona sto blog ??

  53. Stefano 1970 scrive:

    Bentornato.

    Misurare e misurarsi è sempre stata una prerogativa dell’essere umano.
    Credo che dovrebbe essere in primis Mr. Giampaolo a volersi misurare perchè se da una parte nel complesso sta ottenendo risultati interessanti (le due ultime stagioni ha raggiunto classifiche dignitose) dall’altra ha avuto periodi di performance scostanti e (almeno nella seconda parte dei campionati) senza reazione. Aggiungo che benchè tutti i campionati partano sulla carta con Juve / Napoli / Roma / Lazio / Inter / Milan davanti a tutti è altresi vero che squadre come Fiorentina / Torino / Atalanta partano da presupposti societari di grandezza simile a quella doriana….la differenza la dovrebbero fare le pianificazioni, il mercato e qualche altro dettaglio. Vuoi i media…vuoi i risultati…vuoi che per creare un team societario di valore occorra tanto tempo… ma al momento queste tre Società hanno dimostrato di essere un passo avanti. Prima si riuscirà a colmare il gap con loro….prima sarà possibile ambire all’Europa con constanza.

  54. Sampdoriano veterano scrive:

    Nessun commento?

  55. maverick scrive:

    Dove eravamo rimasti? Ah si a Lazzara che aggironava il blog :) il dai e servira’ un po di assestamento… Buon lavoro

  56. maurosampbolzano scrive:

    appunto dove eravamo rimasti ..cosa è successo..

  57. ale scrive:

    Caro Andrea,
    grazie di tutto,ci mancherai

    Avanti Sampdoria!

  58. Sampdoriano veterano scrive:

    Mi pare davvero strano che nessun tifoso e/o simpatizzante della Samp abbia voluto finora esprimere le proprie impressioni sulla prova gagliarda della Samp a a Bergamo contro l’Atalanta, La partita ha espresso contenuti interessanti, sopratutto per l’intensità e la determinazione con le quali la squadra blucerchiata ha dimostrato di saper reggere per quasi tutta la gara, per la tenuta fisica e mentale con la quale ha fatto fronte alle ripetute incursioni dell’Atalanta, rispondendo in maniera spregiudicata con poche ma efficaci azioni di rimessa e per aver saputo capitalizzare al meglio la propria prestazione con la pregevole incornata di Tonelli che ha determinato il risultato. Mi pare di poter dire che la Samp, in questa prima fase di campionato, sta mostrando elementi tattici nuovi rispetto al passato, meno fraseggi orizzontali fini a sé stessi, più passaggi ficcanti in verticale dei centrocampisti per le punte, maggior utilizzo dei percorsi laterali da parte degli esterni.Queste, soni solo alcune delle apprezzabili innovazioni introdotte dal mister che dimostra di aver fatto tesoro delle esperienze, positive e negative, degli scorsi campionati e che al terzo anno al comando sportivo della Samp pare aver eliminato quelle note negative che, soprattutto in trasferta, appesantivano la manovra tecnico tattica e mentale della squdra. Molto altro ci sarebbe da dire sulla bella Samp attuale ma, da utente esordiente in questa rubrica, non mi parrebbe corretto occupare troppo spazio. Concludo con l’auspicio di aver dato spunto con questo mio scritto a numerosi altri commenti e che la Sampdoria continui a darci altre soddisfazioni e altre emozioni per il prosieguo del campionato. Grazie dello spazio concessomi, saluti e “forza Sampdoria! “.

    • Matte Genovese scrive:

      i l ho fatto ma ancora nn me le hanno pubblicate…

    • Michele G. scrive:

      Benvenuto anche a te “Sampdoriano veterano”. Se hai avuto la possibilità di leggere i topics precedenti, avrai potuto notare che non ci facciamo di certo pregare per commentare tutte le vicende della nostra SAMP. Solo che questa volta, con il passaggio di consegne fra Andrea (che ringrazio tantissimo per il garbo e la passione con cui ha curato questo blog) e Maurizio, che è tornato a prendersi cura della sua stessa creatura, c’è stato questo attimo di vuoto gestionale e la partita di Bergamo è ormai lontana più di una settimana.
      Concordo ed apprezzo tutte le tue considerazioni e vorrei far notare come, nell’occasione del gol di Tonelli, Andersen abbia operato una sorta di blocco tipo basket, tenendo alla larga in maniera regolare ed efficace il difensore atalantino e si sia spostato al momento giusto, lasciando al compagno di squadra e di reparto spazio e tempo per prendere bene la mira ed indirizzare con forza la palla in rete. E’ una cosa che mi è piaciuta molto, anche perché un gol da calcio d’angolo per noi è merce rara!

  59. Silvano scrive:

    Dove eravamo rimasti?
    A domenica,
    Siamo a giovedi e nessun commento pubblicato…

  60. giovi scrive:

    Dove eravamo rimasti, siamo rimasti !

  61. Marco62 scrive:

    Ben tornato, concordo con la tua analisi, qui non si è contro oppure a favore di qualcuno,qui si è Sampdoriani, si critica a volte dimenticando la nostra attuale dimensione, quest’anno la squadra mi sembra più compatta e credo che X il settimo posto possiamo competere. Speriamo di poterci godere ,dopo averlo sognato anni, Sabatini perché a gennaio una bella punta deve arrivare per far rifiatare Quagliarella e mandare in prestito il giovane polacco , avete notizie su Sabatini,come procede la guarigione, grazie ed ancora ben tornato

  62. Renato scrive:

    come mai nessun commento?

  63. michele scrive:

    Bentornato Maurizio.
    Squadra equilibrata, difesa solida e ordine tattico. Manca un po’ di iniziativa fuori casa, aspettiamo sempre sia passata la sfuriata degli altri per cominciare a giocare. Dietro i nuovi dimostrano, fino ad ora, di essere migliori di quelli del passato recente che ci hanno appena lasciato. Anche Murru sembra rigenerat.o, speriamo continui cosi. La davanti manca uno bravo sulle palle alte, siamo un po leggerini..
    Saluti

    • Michele G. scrive:

      Ciao omonimo! Per quanto riguarda l’iniziativa fuori casa, non è che ci si possa scagliare in forze contro la difesa avversaria; secondo me, bisogna anche saper attendere che l’avversario si sfoghi, per colpirlo quando le energie iniziano a scemare. Comunque, quest’anno, tolti i primi 70 minuti di Udine, anche fuori casa abbiamo avuto una bella iniziativa.

  64. SkyWalker scrive:

    Siamo un po piu’ tosti dell’anno scorso in trasferta , comunque c’e'da dire che L’Atalanta ha creato piu’ occasioni da goal di noi e per quasi tutto il secondo tempo non riuscivamo a creare una ripartenza . Direi che l’entrata di Ramirez x Caprari e’ stata la svolta positiva. Non mi faccio comunque illusioni e penso che sia un bene se teniamo I piedi x terra.
    Le nostre concorrenti per EL rimangono Fiorentina,Sassuolo.Torino ed Atalanta .
    Buono l’esonero di Ballardini perche’ con Juric abbiamo piu’ possibilita’ di vincere il derby. Sempre forza Doria dalla California !

  65. SANDOIA scrive:

    Buona Sampdoria a tutti.
    ben ritornato Maurizio
    Se ci sei batti un colpo!

  66. Michele G. scrive:

    Maurizio, sono io che ho difficoltà col PC (l’ho appena cambiato) o non siamo ancora partiti?

  67. Remo scrive:

    Dove eravamo rimasti si ma mi sembra che cominciamo male…a una settimana dalla partita scorsa non hai pubblicato nemmeno un commento, scegliendo la facile strada di eliminarli tutti,complimenti per il ritorno in pompa magna..censura pure questo ..sei bravo a fare qeste cose e abbiamo scritto in tanti,molto meglio Andrea

    • Michele G. scrive:

      Remo, conoscendo un po’ il modo di gestire di Maurizio, che ho seguito fin dal primo blog da lui postato, non penso proprio che abbia eliminato tutti i commenti. Se lo ha fatto in passato, era per eliminare quelli più beceri o che avrebbero potuto esporre gli interlocutori a conseguenze anche spiacevoli (giuridicamente, se qualcuno si sentisse offeso da un commento pubblicato, potrebbe anche arrivare alla querela!). Sono passati alcuni anni da quando aveva lasciato Primocanale ed il blog; immagino che siano cambiate molte cose da quel giorno e che, proprio da un punto di vista pratico, debba riprendere un po’ nelle sue mani gli strumenti per poter gestire questo spazio. Comunque, anche se li avesse eliminati, penso che avrà avuto le sue ragioni, delle quali potrà eventualmente renderci edotti o meno.

  68. petrino scrive:

    nel cambio c’ abbiamo rimesso.

  69. giovanni scrive:

    ancora bentornato maurizio, ma dpo una settimana che siamo a zero commenti, se non possiamo più commentare nulla sulla samp qui sul blog fatto per scambiarci pareri, opinioni e magari chiccchierare con te…nemmeno dopo una vittoria a bergamo, con i piccioni agitati in voliera ecc. ecc., beh, …dispiace un pò soprattutto non potere scambiare pareri; avrai avuto un monte di cose da fare, ma un occhio al blog…
    scusami, ma è un piacere con i vari francesq, paolo 1968, luigi, solosamp, marco, jetta, luca, simone….e tutti gli altri…a costo di dire cose totalmente diverse è comunque un arricchirsi tutti…
    scusami, magari non mi sono aggiornato qualcosa io e comunque ti mando un abbraccio ed un augurio di buon lavoro!

  70. petrino scrive:

    oggi 14 ottobre il ricordo imperituro per l’ Immortale.

  71. Fioretta scrive:

    Dedicato a chi diceva che avremmo preso “la solita imbarcata”……

  72. Andrea Chiantore scrive:

    Ciao e ben ritrovato Maurizio!

  73. amministrazione scrive:

    Rieccoci :-) Risolto un problema tecnico… buona discussione!

    • Matte Genovese scrive:

      scusate ma il commento numero 1 e numero 2 di Matte Genovese che fine ha fatto ???? Perche partono dal 3 e i miei sono in attesa di moderazione… (scritti l 8 di ottobre..)….Grazie.

    • Michele G. scrive:

      Questa è la spiegazione logica alla mancanza di commenti. Nessuna eliminazione di messaggi, nessuna volontà di censura. Solo un problema tecnico occorso in concomitanza con il passaggio di consegne. Tutto qui!

  74. Solosamp1946 scrive:

    Come al solito quando si vince nessun commento : )

    • Michele G. scrive:

      Spiritoso! E ci stavo pure cascando, pronto ad armare il dito e scaricare tutta la forza sulla tastiera per risponderti! :-)

  75. giovanni scrive:

    ok, quindi riparte il blog, confesso che per qualche gg ho pensato che fosse successo qualcosa; beh, parlare della partita di domenica scorsa è un comunque un pò tardi, bella partita dove poteva venire fuori qualsiasi cosa ma dalla quale siamo venuti fuori con i tre punti che hanno permesso a tutti noi di passare una settimana dove ci siamo davvero gustati il sapore della classifica con con ogni accezione di meticolosa sapienza e goduria; i piccioni di la che tutta la settimana la voliera l’hanno trasformata in polveriera con piume e becchime che si stagliano all’esterno con preoccupanti risvolti per la bile degli stessi che si vedono defraudati del salvatore di diverse situazioni pericolose…ma io sto con licalzi…vediamoli all’opera con il nuovo mister e poi ne riparliamo, per ora lasciamoli starnazzare e limitiamoci ad osservarli, grati che esistano per mille motivi, ciascuno scelga il proprio…
    per il resto due considerazioni: è passato il 25° anniversario della morte di Paolo Mantovani e mi pare impossibile…ma se c’è stata una profonda ragione per la quale noi siamo ancora qui a scriverne oggi ed a ricordarlo ancore è certamente per la grandezza della persona, imparagonabile ormai con tutto il resto del mondo fors’anche non solo calcistico, per quanto insegnato, coltivato, lasciato e arricchito ad ognuno di noi…ancora oggi grazie paolo
    e, personalmente, vorrei salutare antonio cassano, che, sommessamente e definitivamente lascia il calcio…ah antonio è bastato un anno e mezzo, ma quanto mi hai fatto divertire…quanta tecnica e classe che ho visto nascere quelle giornate quando palla a te lo stadio ammutoliva improvvisamente in attesa che succedesse qualcosa… ma sei stato davvero un “pazzo”…un folle, un improbabile eroe che ha finito per limitare se stesso a causa di se stesso, pur ammettendo che proprio forse solo perchè sei stato te stesso nei tuoi 18 anni sei riuscito ad emergere da una realtà che diversamente ti avrebbe portato chissà dove…ma un saluto davvero lo meriti, non fosse altro perchè per un periodo hai veramente fatto non la differenza ma ben di più; va così antonio, chi nasce quadrato tondo non lo diventa, ma avessi imparato prima a smussare gli angoli…dai ci si vede sui campi a 7…!
    buon lavoro maurizio

  76. Matte Genovese scrive:

    Be dai, i commenti restano in cantina, spiegazioni nessuna, e nessuna risposta ai saluti…….. Freddezza totale come sempre. Non mi sembra che siamo partiti bene con la nuova gestione. Poi fate quello che volete.

    • Michele G. scrive:

      Matte, una domanda: tu partecipavi al blog ai tempi in cui lo aveva creato e gestito Maurizio? Se sì, allora ricorderai come lui tendesse a rimanere abbastanza fuori dallo scambio di opinioni, intervenendo nella discussione solo quando lo riteneva strettamente necessario o perché tirato in ballo direttamente. Io non scambierei questo atteggiamento per freddezza o menefreghismo. Poi, tu interpretalo come vuoi, ma anche la tua, allora, non mi sembra una partenza delle migliori!

      • Matte Genovese scrive:

        non sono io che devo partire bene. michele di solito sai che sono sempre daccordo con te……. nn mi va di discutere per ste cose, scrivero della samp e finita li….

  77. Luigi scrive:

    Partiamo da un concetto base: a noi viene concesso una libertà d’espressione ma nulla è per caso in quanto l’emittente guadagna ascolti ma va bene è un do ut des detto questo la sensazione a pelle è che Andrea rispetto a Maurizio sia un po’ più dei nostri(Maurizio non è un’offesa credo un dato oggettivo) l’unica cosa che ti chiedo se possibile è di interagire maggiormente altrimenti questo blog perde a mio parere di fascino infatti il numero dei presenti è inferiore rispetto ai precedenti. Un saluto particolare al saggio Giovanni

    • Michele G. scrive:

      Luigi, ricordo degli argomenti che, sotto la gestione di Maurizio, avevano superato i mille e più commenti. Personalmente, se volessi il parere di Maurizio, glielo chiederei direttamente. Non mi sembra abbia mai evitato di rispondere, se richiesto.

    • giovanni scrive:

      saggio…lascia perdere luigi…:-)

  78. Jetta scrive:

    Bentornato Maurizio e un saluto ad Andrea Lazzara;
    sposo in pieno il tuo pensiero.
    Giampaolo è un valore aggiunto e l’allenatore ideale per noi, è incomprensibile chi ne voleva l’esonero.
    Brava la società tra gli altri molti meriti a confermarlo.
    Ieri grande prova, la Samp sa soffrire ma sa anche lottare sino alla fine.
    La difesa è granitica grazie al valore dei singoli ma anche all’impostazione del mister: Murru era grammo, Tonelli uno scarto e Andersen acerbo.
    Audero è sempre presente.
    Sembrava che senza Torreira sarebbe caduto il mondo: bene, Ekdal ha dato personalità e solidità anche alla difesa.
    Defrel non avrebbe segnato con le mani eppure il tanto rimpianto Zapata, a sua volta paracarro per qualcuno quando arrivò alla Samp, è a zero gol.
    E se non era per il rigore sbagliato parleremmo di una classifica strepitosa.
    La “solita imbarcata” (da ridere “solita” per la miglior difesa del campionato) tanto evocata ha lasciato spazio ad un’altra ottima prestazione in trasferta.
    Forza Samp e buon lavoro Maurizio

  79. Michele G. scrive:

    Jetta, ti do ragione sulla censura preventiva dei giocatori. Per mia abitudine, aspetto un po’ di partite di campionato per esprimermi su questo o quell’altro. Circa Giampaolo (non scrivo più GP, altrimenti uno dei vari Marco se ne risente), capisco il tuo apprezzamento, che è anche quello di Maurizio. Ti do atto che, al momento, sembra aver trovato la quadra per la difesa, grazie anche alla qualità degli interpreti rispetto agli scorsi due campionati, al netto miglioramento di Murru, alla bravura di Audero (speriamo di poterlo trattenere e che la Juve non eserciti il diritto di recompra). Mi auguro che lo stesso spirito mostrato in questo inizio di campionato continui anche da Gennaio in poi e non si verifichi quello spegnimento della luce a cui abbiamo assistito l’anno scorso e quello prima. Nella sua introduzione Maurizio, nel dichiararsi “giampaoliano”, accennava alle definizioni date al nostro allenatore, fra le quali “triste”. Ebbene, sembrava proprio che avesse letto e citato i miei commenti. Ovviamente, io auguro a Giampaolo un campionato ricco di successi e soddisfazioni, perché vorrebbe dire che è la SAMP che fa bene (e questa è la sola cosa che mi importa, non chi ci sia in panchina o in campo), però posso dire che mi mette tristezza? Non posso farci niente, è più forte di me! Così come non posso farci niente nel considerare il nostro presidente un giullare, che ogni volta che apre bocca mi fa cadere le braccia, per non dire qualcos’altro. E’ ovvio che, finche’ i protagonisti della SAMP, siano essi il presidente, l’allenatore, i giocatori o i dirigenti, si prenderanno cura della nostra amata SAMP, l’unica cosa che mi auguro è che facciano bene. Ciò non esclude che non mi dispiacerebbe affatto sperare che un giorno, il più vicino possibile, Ferrero se ne torni a Roma a curarsi di qualcos’altro che non sia la Sampdoria.
    Jetta, amico mio, sostenere la SAMP è giusto e sacrosanto. Lodare sempre e non criticare mai, quando potrebbe essere necessario, non mi sembra una giusta politica. Talvolta, scusami, ma tu non ti sei tirato indietro neanche di fronte all’evidenza o ad errori marchiani. Non si critica solo per dileggio.
    Comunque, per quel che possa importare, da me avrai solo giudizi obiettivi, senza pregiudizi, criticando quando e se necessario, lodando quando si deve, ed in questo inizio di campionato, tolti i primi 70 minuti di Udine, posso solo esprimere lodi a tutti, Giampaolo compreso.

  80. Daniele da Rapallo scrive:

    Ben tornato a te….Maurizio : sono contento e, mi confesso, molto sorpreso, tanto da averci messo alcuni minuti per realizzare chi gestisse ora la pagina….molto bene.
    Che dire di questa Samp : non ritratto affatto alcune critiche estive da me fatte (alcuni concetti espressi anche da te) riguardo ad un mercato quantomeno bizzarro nei tempi e nei modi condotto dalla società. Ciò che è successo negli ultimi giorni di mercato, il ripiegamento su un trequartista forte ma un po cagionevole ed altro; il fatto di ver un po subito il mercato, non mi avevano convinto e non ritratto. Personalmente ritengo ci volesse un’altra punta (oltre ad un trequartista) di prospettiva o di esperienza vista anche l’involuzione del giovane polacco su cui vorrei un tuo parere, se puoi. Serviva altresì un sostituto in più per Berezinsky.
    Ma ovviamente non sono un esperto del settore e, per ora, il quadro che ne è uscito è quello di una squadra più quadrata ed equilibrata con i punti forti nei reparti che non ti aspetti (vedi Ekdal), forse con meno artiglieria offensiava ma con un migliore assetto generale (portiere, difesa, centrocampo)….tutto questo nonostante l’abbassamento del monte ingaggi.
    La Samp è stata corsara ed ha portato a casa una partita soffrendo, cosa che è successa anche a Cagliari, nonostante lo sciagurato rigore che avrebbe portato altro fieno in cascina.
    Tendenzialmente tendo, purtroppo a vedere il bicchiere mezzo vuoto piuttosto che mezzo pieno anche se il bicchiere è di fatto a metà. Così, nonostante il cambio di preparatore atletico, spero ed auspico che non ci sia il solito calo fisico-mentale che ha caratterizzato le ultime due stagioni pur con uomini diversi. Questa potrebbe essere la chiave di volta…
    Mi auguro altresì che finalmente non snobbino la coppa Italia puntando forte su quelle partite, unico trofeo realmente raggiungibile in teoria o scorciatoia per E.L, credo, in caso di sconfitta in finale contro la solita Juventus.

    • giovanni scrive:

      dani, concordo con te per la coppa italia ma…. arriviamoci in finale, poi la sconfitta dalla solita gjuve la prenderemo certamente si, ma intanto dove hai detto che si firma per arrivare in finale???
      un abbraccio

      • Daniele da Rapallo scrive:

        ….Beh si hai ragione naturalmente. Purtroppo mi è rimasto impresso quando la snobbammo pochi anni orsono quando poi, incontrando l’ Alessandria, avevamo una corsi preferenziale per la finale…Io ci punterei sacrificando piuttosto la partita di campionato.
        Aggiungo come Post Scrittum, tra i peli nell’uovo negativi, l’ennesimo acquisto fallimentare sulla sinistra che voci vogliono già rispedito in Brasile a Gennaio. Ti rimane solo un Regini che potrà giocare li un domani quando ristabilito….e vi prego non ditemi Sala.

        • giovanni scrive:

          un attimo snobbammo…incontrasti il milan in casa e che poi ebbe la corsia preferenziale ma pure loro sapevano ciò, scrissi un post quel pomeriggio, ma la partita a genova fu anche la prima con montella (!) dopo la parentesi zenga (!!!)…comunque 1-0 per loro espulsione di zukanovic tanto per evitare di rimontare… il milan trovò poi carpi ed alessandria prima di trovare la solita gjuve in finale…vorresti oggi si ripresentasse l’occasione, a volte basta poco…ed il calcio è un’altra cosa…
          sul terzino purtroppo pare rientri dodò che manco in brasile tengono e se recuperi regini ed in effetti tavares…boh sai cos’ha in ballo sabatini laggiù…
          un saluto

          • Daniele da Rapallo scrive:

            E’ vero nello specifico del Milan (neanche ricordavo bene…): ma quello che critico io è che da Mialovich in poi (e sotto la gestione Ferrero) più di una volta è stato fatto turn-over in gare di coppa Italia o quantomeno non sono state giocate con la giusta determinazione da “partita importante” sacrificando piuttosto la domenica dopo in campionato. Classifica che non ha mai portato nulla se no decimi o undicesimi posti, tranne la parentesi di EL dovuta alle finanze dei bicolor.
            Per altro il settimo posto (se non per il ranking e l’affacciarsi in Europa, ovviamente di per se positivi in assoluto…) non lo augurerei neanche al miglior nemico di questi tempi. O sesto (difficilissimo se non impossibile) o ottavo (per una posizione dignitosa ed i turni di coppa Italia più avanzati).

  81. Martino Imperia scrive:

    Bentornato all’Inferno.

    Il riassunto durante la tua assenza grossomodo è questo:

    quando vinciamo è culo

    quando perdiamo è sempre giusto

    I nostril giocatori sono bidoni da serie C a giugno

    I nostril giocatori (gli stessi) sono campioni venduti solo per far plusvalenze

    Gaimpaolo è khomeinista

    Viperetta una macchietta e ci vuole un presidente miliardario e Genovese (con analisi dna che lo certifichi)

    Faremo la fine del parma.

    La squadra non ha mai obiettivi anche quando ci sono.

    L’Atalanta è sempre meglio di noi anche se abbiam fatto 9 punti in tre partite contro di loro.

    A giugno noi smantelliamo la squadra e le altre no (anche se l’Atalanta vende Gagliardini Caldara Kessie oppure Spinazzola Cristante e Petagna)

    Vietato godere, bisogna essere stitici, grigi, non illudersi.

    Meglio non andare in Uefa per andare a far figuracce.

    Non lottiamo mai per l’Uefa.

    Insomma ci siamo capiti

    • Michele G. scrive:

      Martino, il tuo commento è la fiera del qualunquismo! Sinceramente, il sottoscritto (ed altri) non ha mai detto una sola delle cose che tu hai elencato. Lo so, ci sono anche quelli che dici tu, diciamo un po’ pessimisti, ma non è affatto la regola in questo blog. Se tu credi davvero che sia come quello che hai scritto, allora dimostreresti tu stesso di essere un talebano, adagiato sulle posizioni societarie, indipendentemente da quello che fanno o dicono. Per favore, te lo dico con affetto, non fare di ogni erba un fascio!

    • Cicciosestri scrive:

      Io invece concordo con Martino che la media dei commenti è molto ben descritta nel suo “post”

      • Michele G. scrive:

        Beh, Ciccio, la media vorrebbe dire che un 50% la pensa come Martino e l’altro 50% no. ;-) :-)
        Comunque, che ci siano i pessimisti ad oltranza non posso disconoscerlo, ma che siano la maggioranza o la regola in questo blog, no, non sono d’accordo. E non mi piace essere confuso con i pessimisti e criticoni a prescindere. Io ho sempre espresso le mie idee e quando c’è da lodare e festeggiare non mi sono mai tirato indietro. E poi sono un ottimista sempre: mi piace pensare positivo, come direbbe Jovanotti. Poi, ognuno è libero di pensarla come vuole e io rispetto il pensiero di tutti, anche se non lo condivido.

      • Daniele da Rapallo scrive:

        Ognuno vede il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto come vuole e tutti non siamo addetti ai lavori o addetti al mercato ma di acqua passare sotto i ponti ne abbiamo vista.
        I talebani lasciamoli fare a quelli fondati dagli inglesi; noi discendenti della gloriosa e genovese Andrea Doria nonchè della operaia e portuale Sampierdarena siamo diversi proprio per lo spirito critico e la libertà dal pensiero unico che ci contraddistingue in primis da quelli la. Saranno talebani i catastrofisti, saranno talebani gli aziendalisti : a me sembra che la maggior parte delle persone analizzi e critichi per il bene della squadra o per quello che pensa di capire di calcio per una squadra comunque con un recente passato glorioso pur con i tempi cambiati.
        Poi, peò ci sono i dati di fatto, difficilmente confutabili :

        - Che il mercato sia stato bizzaro, un po subito e confusionario nei tempi e nei modi (almeno ai nostri occhi) è un dato di fatto con una Sampdoria che tenta e cerca una punta fino all’ultimo giorno per poi prendere un trequartista forte ma di cristallo.

        -Che (indipendentemente dalla sorpresa per la crescita di Murru) si sia fallito nuovamente l’acquisto del terzino sinistro sembra delinearsi un’ altro datodi fatto così come il non avere un degno sostituto di Berezinsky.

        -Che Kownasky sia al momento involuto è per ora un dato di fatto.

        -Che la samp siano due o tre anni di fila che crolla verticalmente (perdendo tante posizioni) nell’ultimo terzo di campionato è un dato di fatto

        -Ma è anche un dato di fatto che quest’anno la squadra sembra molto più quadrata e che portiere e difesa siano per ora siano ottimi. Che la continuità con lo stesso allenatore porti i propri frutti.

        -Che il centrocampo sia ottimo con un Ekdal che non fa rimpiangere Torreira e con un Barreto per ora rinato è un dato di fatto.

        -Che si sia migliorati sulla trequarti con Saponara e Caprari e forse si sia un po meno efficaci in attacco è pur vero.

        Prendiamoci quindi i pro ed i contro, sperando di raggiungere gli obiettivi (mai veramente chiariti dalla società) in primavera senza crollare….ma sentiamoci liberi di commentare gli aspetti positivi e negativi (spesso dati oggettivi e fattuali) per il bene della Samp ognuno commentando il mezzo pieno o il mezzo vuoto che sono due facce della stessa medaglia.

        • Michele G. scrive:

          Daniele, sottoscrivo tutto!

        • Fra Zena scrive:

          Assolutamente d’accordo, Daniele. Aggiungo che con una società che basa la propria sopravvivenza unicamente sulle plusvalenze e i diritti tv pensare ad obiettivi europei é durissima. Ci mancano i ricavi da stadio, da sponsor e da merchandising, nonché un settore giovanile che sia in grado di fornire elementi da serie A. Sognare a occhi aperti senza basi solide è molto pericoloso e può portare a bruciarsi le ali. Nella stagione 2015 2016 tra un Po ci lasciamo le penne

        • Daniele da Rapallo scrive:

          Visto che la Samp vive giustamente di plusvalenze…
          Tenete anche presente che i giovani (uova d’oro) da plusvalenza portati da Pecini (sarà meglio si sbrighino a trovare un’altro talent scout simile), con Andersen, sono ormai esauriti. Rimangono Praet (che però è stato pagato di più) cosi come Berezinsky e forse Colley o Linetty….alcuni di loro però non certo acquistati a costo zero.

          • Marco scrive:

            Pecini è anche quello che ci voleva far prendere la gumina che poi ,grazie al cielo, si è portato ad Empoli.

            Ps magari la prossima partita la gumina fa tripletta :)

          • Jetta scrive:

            Ma parli di quel Pecini di cui quest’estate lamentavi l’orrenda “defenestrazione”?
            E parli proprio di quel La Gumina per il quale a luglio ha scritto molti post in cui lamentavi il fatto per cui l’Empoli ce lo avesse “soffiato da sotto il naso”?
            Coerenza…

          • Daniele da Rapallo scrive:

            Caro Jetta io non trovo incoerenza. La perdita di Pecini (e dei suoi contatti ad iniziare dalla famiglia) è abbastanza grave. Il perchè sia andato via io lo so, forse tu no. Non so se sia forte La Gumina (sicuramente era un acquisto di prospettiva) ma fa parte di alcuni forfait ricevuti che hanno fatto si che il mercato sia stato più subito che fatto. Anche il terzino brasiliano sembra sul piede di partenza.
            Non sto dicendo che, alla fine, non ne sia uscita una squadra più quadrata che per ora sta facendo bene….e spero lo faccia anche in primavera senza crolli verticali….Sto dicendo coerentemente che Pecini è una perdita molto pesante in ottica di giovani e di plusvalenze future……e per ora (augurando tutto il bene ed una pronta guarigione a Sabatini) è tutto da dimostrare che sia stato degnamente sostituito.
            Credo di essere coerente e continuo a non dare un voto alto almercato anche in caso di risultati migliorativi, proprio perchè il calcio non è una scienza esatta e quindi imprevedibile se non a grandi linee.
            Tutto li..

          • Jetta scrive:

            Daniele,
            non mi riferivo a te.

          • Daniele da Rapallo scrive:

            Allora chiedo scusa, Jetta.
            Erano comunque concetti che volevo esprimere…

          • Marco scrive:

            Jetta

            Capisco che hai problemi psichici.

            La gumina era l obbiettivo n 1 per l attacco della SAMPDORIA.

            Si è esposto pure in prima persona il tuo dio ferrero indignato con Zamparini.

            Se vuoi fare il bullo con me vieni a farlo di persona

          • Jetta scrive:

            Insulti e minacce, se c’era ancora qualche dubbio.

          • Marco scrive:

            Bravo nasconditi troll

          • Jetta scrive:

            Sei chiaramente genoano.

    • Marco scrive:

      Martino

      Rispetto la tua visione del tifo blucerchiato ma non la condivido.

      Premesso che ognuno è libero di pensarla come meglio crede , ti faccio notare che Allegri alla sconfitta a Genova con la SAMP fu messo in discussione, Allegri l allenatore più vincente della Juve, quindi che ci sia discussione quando le cose vanno male è normale.

      Su Ferrero lo sanno pure su Marte perché ci è indigesto, a te piace? Benissimo, è un tuo diritto, come è un nostro diritto dovere difendere la SAMPDORIA in particolar modo se è il proprietario a sminuire la storia con le sue uscite strampalate.

      E uno dei punti cardine del malcontento è proprio il comportamento di questo personaggio che i risultati sportivi passano in secondo piano.

      Capisco non condiverlo ma non volerlo capire dopo migliaia di spiegazioni no

      • Michele G. scrive:

        Marco mi trovi d’accordo, specie su Ferrero.

        • Martino Imperia scrive:

          Rispondo qua un po’ a tutti.

          La prova provata che ho qualche ragione è che mi avete detto che ho torto in 9 e che solo 1 mi ha detto che in effetti il mio ragionamento (volutamente provocatorio) ha basi di verità. :)

          La proporzione è 90% critiche mugugni, 10% sostegno obiettivo. altro che 50-50

          Io francamente, e l’ho gia detto altre volte, sono stufo di sentirmi dire che è sbagliato godersi la Samp.

          Vinciamo col Napoli 3-0? non bisogna illudersi
          Vinciamo a Bergamo? piedi per terra

          ma fatemi capire, vivendosela col freno a mano tirato, le sconfitte quando arrivano vi fanno meno male?

          Ripetendo siamo scarsi siamo scarsi siamo scarsi……quando perdiamo stiamo meglio?

          A me francamente non capita. Ci patisco uguale.

          Altra cosa @Michele: ma poniamo anche che l’elenco di perplessità del tuo post sopra siano anche vere.
          In pratica indirettamente stai dicendo che nonostante tutto cio’, nonostante tutte ste cose che non vanno……..la squadra gira lo stesso?

          E non è questo motive di rallegramento anziche’ di nuovo di invito alla cautela?

          Secondo me si sta dimenticando un aspetto fondamentale: l’entusiasmo è un carburante preziosissimo, fondamentale.

          va preso, assaporato e possibilminte moltiplicato. perchè porta punti.

          Se dopo una vittoria della Samp volete prendervi una camomilla fate pure.

          Io preferisco aprirmi una bottiglia di Pommery.

          • Michele G. scrive:

            Scusa Martino, potresti citarmi anche uno solo dei miei commenti in cui io non abbia gioito per la vittoria o una bella prestazione della SAMP? Io, francamente, non me ne ricordo e mi autoinvito al brindisi con il Pommery (o, visto che vivo in Francia, magari con Taittinger). Io mi sono ampiamente dissociato dai mugugnoni ad oltranza e non ho mai criticato a prescindere. Per cui, ribadisco, non mi va di essere messo nel calderone e citato nella schiera dei pessimisti.

          • Martino Imperia scrive:

            Levo Michele dal calderone dei pessimisti per meriti enologici :)

          • Matte Genovese scrive:

            Martino i mugugni ci stanno sempre, e pure una bottiglia di Pommery quando si vince magari contro il napoli….. Il discorso e che l entusiasmo é figlio di belle vittorie e buone prestazioni sopratutto sul piano del gioco, forse i tifosi me compreso sono un po stufi dei soliti cali di rendimento dal girone di ritorno in poi, mandando alle ortiche le belle prestazioni dell andata e una classifica ottimale per ambire a un buon piazzamento per
            E.L.. (secondo me anche volutamente )..questo e quello che succede gia da qualche tempo o mi sbaglio ?? per il resto hai detto cose giuste e le condivido assolutamente..

          • Fra Zena scrive:

            Martino io apprezzo alcune delle cose che dici, ma nn puoi etichettare ogni visione diversa dalla tua come mugugno. Il mio non è un mugugno, sono fatti obiettivi. Prova a citare una sola parte del mio ragionamento di sopra che sia mugugnona, credo non ne troverai nessuna. Io godo come un riccio ad ogni vittoria del Doria, ma non posso dimenticare la nostra realta’. Nel calcio ci vogliono basi solide, non si improvvisa, l’entusiasmo da solo non basta, le plusvalenze neppure, lo testimoniano il Bari in serie D e il Sassuolo in serie A. Paolo Mantovani diceva: sognare di volare è facile, è molto più difficile imparare a camminare bene. Ecco, quando io vedrò una squadra solida, che tiene botta per 38 partite e non viene smantellata ma migliorata a giugno, allora inizierò a pormi obiettivi maggiori di una salvezza tranquilla. Finora nelle 3 stagioni di Ferrero ( la prima non la conto, la squadra era gia quasi fatta al suo arrivo) ho visto una quasi retrocessione e due anni in centroclassifica, tutti i mercati estivi hanno rivoltato la squadra come un calzino e la rosa ha sempre presentato ottimi elementi affianco a buchi clamorosi, questo non è mugugno, é realismo. Quindi per quanto io sia contentissimo quando vinciamo credo che parlare di obiettivi Europei sia esagerato e controproducente , perche’ non ci sono le basi per farlo. Spero di esser stato chiaro , un saluto!

          • Martino imperia scrive:

            Premessa: il mio era un discorso volutamente, lo ribadisco, provocatorio.

            Quindi non me la stavo prendendo con utenti specifici del blog : certo che se qualcuno si è sentito chiamato in causa vuol dire che un pò ho fatto centro.

            Ma non era certo mia intenzione fare di tutta l’erba un fascio e rispetto le idee diverse ci mancherebbe.

            Idee diverse però che credo io possa criticare se non condivise. Sempre col max rispetto.

            @FraZena : secondo me il tuo ragionamento è un pò mugugnone nel senso che non tiene tanto in considerazione il resto del mondo di squadre che girano intorno oltre noi.

            intendo dire per criticare Noi Samp, bisogna confrontarci con il resto giusto?

            Allora, penso che converrai con me che Juve Napoli Roma Inter Milan sulla carta facciano un campionato a parte disponendo di risorse economiche non paragonabili. Su questo penso non si possa farne una colpa a Ferrero (a meno di non metter sul banco degli imputati tutti I presidenti della restante serie A)

            Quindi possiamo dire che è più corretto confrontarci con Fiorentina Atalanta Udinese Genoa Torino etc….insomma realtà più simili.

            E queste realtà cosa fanno? Ogni anno rinforzano la squadra o fan partire qualche pezzo forte col sistema delle plusvalenze? (bernardeschi? Spinazzola? Piatek secondo te quanto dura? etc)

            Sono meglio di noi come scouting di giovani? o peggio? (noi abbiamo 12 nazionali di cui 6 under 21 e 2 under 24)

            Sono organici senza buchi in qualche reparto?

            Qualcuna (poche) ha lo stadio vero, ma è colpa della samp?

            Come progetto tecnico tattico di gioco meglio un Giampaolo un pò rigido o il tourbillon di cambi di allenatori che fanno gli altri?

            Cioè, io non vedo intorno a noi società modello e noi ultimi della classe.

            Mi sembra di essere obiettivo nel dire cio’.

            Vero è che nelle ultime stagioni sul finale ci sono stati cali di tensione inaccettabili. E’ un dato, cè poco da dire. la partita dell’anno scorso a sassuolo fu incomprensibile.
            Sulla tenuta mentale stagionale dobbiamo migliorare.

            Ma se noi tifosi siamo I primi a non crederci e ad aspettarci il peggio….

            Io quest’anno voglio credere che quelle alla nostra portata riusciremo a mettercele alle spalle

  82. Edoardo scrive:

    Ciao Maurizio, vedo che il mio commento del 8/10/2018 sul match di Bergamo è ancora in attesa di moderazione, posso chiederne il motivo? Problemi tecnici o altro? Aspetto un tuo chiarimento in merito, grazie… Edoardo

    • Matte Genovese scrive:

      x edo. Ciao anche io ho scritto un paio di commenti proprio nella tua stessa data, e come i tuoi sono in attesa di moderazione, secondo me c e stato un problema tecnico a sto punto, ho chiesto anche io una motivazione ma nn ho avuto alcuna risposta…. Provero a riscriverlo….

  83. Luigi scrive:

    Ciao Michele e ciao Giovanni lungi da me polemizzare c’è ne già tanti che in questo blog lo fanno “ma va bene” però pur apprezzando molto la serietà e la professionalità di Maurizio al momento è molto silente forse non avrà tempo però il dato è questo. Ripeto è solo una considerazione spicciola e la diversità di opinione c’è da dai tempi di Romolo e remo quindi….un’abbraccio a prescindere a tutti e due anzi tre compreso Maurizio.

    • Michele G. scrive:

      Per carità Luigi, ho capito ed apprezzato il tuo commento e non volevo assolutamente fare polemica. Credo molto nel dialogo, anche con chi la pensa in maniera diametralmente opposta alla mia, purché rimanga nell’ambito dell’educazione e della civiltà. Volevo solo ricordare che, secondo me, Maurizio, a differenza di altri che hanno gestito il blog, tende a rimanere dietro le quinte, intervenendo solo quando lo ritenga necessario o se direttamente chiamato in causa. E’ un suo modo di gestire la discussione, lasciandola in gran parte al dialogo tra tifosi. Forse, taluni preferirebbero un suo maggior coinvolgimento, ma ciò, come dicevo prima, non ha impedito che ci fosse una partecipazione attivissima fra di noi, con centinaia di commenti per ogni argomento lanciato. Comunque, prova a chiedergli direttamente cosa ne pensi lui. Sono convinto che ti darà una risposta esauriente.
      Con affetto.
      Michele

    • giovanni scrive:

      risponde sotto, post 37 mi pare, luigi
      ciao

  84. Jetta scrive:

    È appena arrivato…belin avrà anche altro da fare no?

  85. giovanni scrive:

    pare di capire che una delle novità introdotte è la pubblicazione “in automatico” quasi a tempo zero dei commenti se non ci sono chiaramente offese gratuite, parolacce ecc. ecc…quindi preso atto che abbiamo a che fare con un alter ego di maurizio elettronico in sede di introduzione messaggi saremo più noi sul pezzo del solito da subito, quindi bene così, ma ogni tanto maury, mettici alla prova per vedere se siamo attenti… e divertiti anche tu a rispondere e commentare oltre a farci sapere qualcosa di nuovo e fresco!!! ciao!

  86. P.SOLARI scrive:

    Ragazzi, diamo un po’ di tempo di rodaggio, via……. e’ appena ritornato a PrimoCanale e
    deve prendere le misure ….. :0))

  87. SANDOIA scrive:

    Buona Sampdoria a tutti.
    Non è mia intenzione alimentare la polemica tuttavia è evidente che un problema tecnico può fermare un utente non una società di informazione per così lungo tempo e lo scarno comunicato dell’amministrazione lo conferma .
    Penso che più che gli interpreti sia mancato il gioco di squadra può capitare punto.
    Si poteva rimediare con un post sul 25 anniversario scomparsa di Paolo Mantovani ,anche se il suo ricordo è sempre ben Vivo in tutti noi.
    Speriamo venga ricordato adeguatamente anche a Gradinata Sud.

  88. Maurizio.Michieli scrive:

    Anzitutto, mi scuso per il ritardo con cui sono stati pubblicati i vostri commenti. Difetto di comunicazione interna sulla moderazione, comunque colpa mia, non succederà più. Per Martino di Imperia: concordo sul fatto che, in generale, sulla Sampdoria aleggi sempre, sia da parte dei tifosi che della critica, uno strano pessimismo. Su Giampaolo mi è capitato di leggere commenti dai quali traspariva che fosse il clone di Cavasin. Per Jetta: Ekdal sembra… Torreira perché inserito in un contesto che funziona come un orologio svizzero (sempre nel rispetto della dimensione tecnica della Sampdoria). So di essere noioso nel mio Giampaolismo, ma guardate che fine fanno certi giocatori estrapolati dalla Samp (Schick, Zapata, Eder…). Stasera, se lo gradite, vi aspetto a Gradinata Sud dalle 21 con la commemorazione di Paolo Mantovani a 25 anni dalla scomparsa (in studio ci sarà Francesca), i collegamenti con la serata organizzata dal Mugnaini, gli aggiornamenti di mercato e la sfida con il Sassuolo. Scusatemi ancora per il disguido.

    • giovanni scrive:

      stasera già che c’è Francesca ti pregherei di portarle i miei saluti per il nostro Paolo, che lo dico con una punta di orgoglio oltre a loro ha un educato anche una parte di me; eternamente grato!

    • Matte Genovese scrive:

      ho visto che hai risolto tutto, anche i commenti in cantina….. avanti cosi va bene.

    • Marco scrive:

      Che Giampaolo abbia dei meriti è indubbio,sarebbe disonesto non ammetterlo,ma dargli anche meriti che non ha,cosa c entra Eder? Poi ha quasi sempre ottime partenze con finali a volte disastrosi che nel complesso gli fanno perdere credito.

      Insomma in questo campionato finire 2 volte decimi e uscire presto in coppa italia non sarà vergognoso ma neppure glorioso.

      L anno scorso per esempio dopo un girone d andata meraviglioso si è chiuso in affanno un campionato mettendo dietro solo squadre inferiori, quelle più forti e del nostro livello ci sono finite tutte davanti.

      • Jetta scrive:

        Strano che quelle più forti arrivino davanti e quelle che lo sono meno finiscano dietro…
        Campionato in affanno?
        Per te forse che ogni estate prevedi retrocessioni e paracarri in arrivo o gente che non farebbe gol neppure con le mani (cit. Defrel)
        È stato un buon campionato in linea con quelle che sono le aspettative per un club, non gestito da un magnate, con un determinato bacino d’utenza.
        Con ottime soddisfazioni se penso a Jeve, Roma, Fiorentina e derby.
        Altro che affanno.

        • Marco scrive:

          La stupidaggine su defrel ,come il 90% delle assurdità che scrivi sono tue invenzioni.

          Zapata ha fatto 0 gol in campionato su 8 partite e ben pochi nel girone di ritorno con noi 4 gol appena.
          Non mi pare che siano numeri sui quali discutere.

          La SAMPDORIA ha fatto un campionato normale con picchi altissimimi e capitomboli rovinosi.

          Impara a rispettare l idea altrui anche se non la condividi

          • Zaccotenay scrive:

            Tutti gli allenatori non sono perfetti, ma se ci penso bene,( anche se io non condivido chi non usa le fasce laterali e non cura i calci piazzati a favore e contro) non lo cambierei con nessuno neanche De Zerbi (che a differenza del nostro mister non cura la fase difensiva ma molto i piazzati)

      • Matte Genovese scrive:

        questa e la realta, si vede che qualcuno alla fine vede un altra squadra….

      • francesq scrive:

        Però secondo me la squadra dello scorso anno fu sopravvalutata; non era poi sto granché. Dietro, quest’anno, siamo meglio. Sperando di non sbagliarmi.

        • Matte Genovese scrive:

          Dietro certamente meglio, ma davanti manca qualcosa.

        • Marco scrive:

          L anno scorso c era Viviano che è stata una iattura.

          E non dico la mia idea su di lui che verrei censurato

          • Zaccotenay scrive:

            Manca manca, il problema purtroppo anche se lo adoro è Fabio Q. Poiché prima o poi bisogna pensare al futuro già da ora se vogliamo sopravvivere. Tanto i più buoni a ottobre sono già venduti o quasi e noi non siamo preparati, anche perché dal settore giovanile le notizie non sono incoraggianti anzi…

        • El Cabezon scrive:

          Per me l’anno scorso solo sei squadre erano realmente superiori a noi, sette se ci vogliamo mettere l’Atalanta…

          • Marco scrive:

            El Cabezon

            se i campionati dovessero finire per il reale valore della rosa, non saremmo retrocessi nemmeno una volta negli ultimi 30 anni.

  89. SANDOIA scrive:

    Belin che skeggia questo blog è diventato veloce come la Samp di Gianpaolo o almeno ce lo auguriamo per la Samp naturalmente.
    Non sappiamo se cè anche un evoluzione del Mister ,sicuramente sono cambiati gli interpreti lascio perdere l’aspetto tecnico tattico ,sotto il profilo caratteriale ,motivazionale ,di spogliatoio erano tanti anni che non si vedevano elementi come : Tonelli,Ekdal,Defrel e speriamo Saponara ,ripeto tralasciando l’aspetto tecnico :Shcick,Torreira ,Strinic ecc presentavano notevoli contrinicazioni …prendiamo il primo :non molto gradito allo Sparta viene girato in prestito al Bohemians e li stà un pò sulle palle perchè tra l’altro gudagna di più,tornato allo Sparta gli viene proposto un rinnovo al ribasso perchè lo vogliono vendere poi sappiamo come è andata tutto il suo impegno è stato rivolto ad avere un elevato ingaggio ed una cessione eccelente ,situazione molto diversa per Torreira ma stesso obiettivo tanto è vero vero che dopo il goal e la partita con la Juventus il suo obittivo era raggiunto quello della squadra no nel prosiguo dei campionati questi diversi obiettivi hanno fatto la differenza oltre che plusvalenza.
    Nel parallelo con lo scorso campionato ho citato una vittoria che avrebbe potuto dare una svolta importante ,questo anno quando siamo arrivati ai dettagli con l’Inter bastava che Defrel fosse un metro indietro e su assist di Jankto era vittoria ed in panchina avremmo avuto Charls Bronson… invece si è dovuto sostiure Ramirez per problemi fisici ed Andersen ,meno di dieci presenze in serie A quindi giustificabile in perfetto stile colpisce di testa e il pallone arriva sui piedi di quello là inutile farsi delle pippe mentali su chi avrebbe dovuto contrastarlo per qualcuno è stata colpa del Belinone Gianpaolo ,probabilmente se Andersen avesse angolato in corner e sullo sviluppo si fosse preso gol la colpa ricadeva sul difensore roba da matti !
    Giampaolo a fine partita era distrutto ,già si era affrontato la partita con 4 infortunati il turno infrasettimanale Inter al completo e migliore della stagione quindi rivincita rimandata, scalpo di spalletti pelato e viscido difficile da prendere ma non impossibile.
    Speriamo sia stata comunque una svolta : in campo Tonelli al 60/70 % della condizione oltre a tenere la linea quando ha potuto ha marcato Icardi in tutte le parti del campo e questa è una novità ,la tenacia dimostrata in campo e le dichiarazioni post partita di giocatori appena arrivati fanno ben sperare non dimentichiamo che il capitano FQ27 lo scorso anno dopo la pesante sconfitta subita disse solo ” in quanto capitano FORSE dovevo arrabbiarmi un pò di più in campo”

  90. El Cabezon scrive:

    Una mia amica che tifa Toro mi ha detto ” tutti gli anni partite bene, e poi…”
    E in effetti, nonostante io la insulti ripetutamente a causa della squadraccia per la quale parteggia, come si può darle torto?
    Per cui, non me ne vogliano i sempresuper positivi di questo blog ma memore di ciò che è accaduto nel passato, recente e remoto, pur nella mia ovvia soddisfazione resto coi piedi neanche per terra, ma affondati nella terra, fino alle caviglie!
    Persino con Ciro Ferrara partimmo alla grandissima…
    P.S la moderazione di questo blog negli ultimi anni è più instabile della panchina del Palermo:-)))

  91. giovanni scrive:

    grazie di avere portato i miei piccoli saluti a francesca addirittura tramite lettura post maurizio e davvero, complimenti per la trasmissione: ieri sera sono stati brividi continui con la visione dei filmati degli anni d’oro uno via l’altro e di tutte le migliaia di storie e ricordi che affioravano sulla figura del grande Presidente…davvero una cosa via l’altra che anche per chi come noi ci ha passato dentro nella gioventù era ancora oggi da stropicciarsi gli occhi e ripensare che tutto è stato vero e che è successo tutto proprio a noi, perchè eravamo noi la capolista e quella che girava per l’europa ammirata da tutti e con dei tifosi da applausi anche nelle sere più nere…
    grazie di cuore.
    una punta di dolore quando hai parlato del papà di stefano..; purtroppo come tanti ci sono passato anch’io; papà è papà per ciascuno di noi e quando a qualsiasi età va via, il dolore, chiunque tu sia artigiano, giornalista, operaio o chiccessia, diventa difficle da sostenere in ogni caso ed il vuoto difficile da colmare…un abbraccio stefano…

  92. Marco scrive:

    Paolo Mantovani non fu solo il presidente delle vittorie fu quello che portò anche rispetto empatia per i nostri colori che continua fino ai giorni odierni e gli saremo sempre riconoscenti ,nonostante il figlio ci portò al quasi fallimento e sull orlo della serie c. Una persona talmente rara che dopo 25 anni penso non si sia più rivisto uno come Paolo nel panorama calcistico italiano .

  93. vincenzo scrive:

    Maurizio scusami se esulo un attimo dai nostri amati colori ma oggi leggo su internet partita v.s. contro cugini : “i bimbi delle scuole nella curva squalificata”…personalmente penso: fatta la legge, trovato l’inganno!, non sono assolutamente daccordo: invitare i bambini a una partita è sempre una iniziativa lodevole ma proprio quando una curva doveva rimanere vuota per squalifica e quindi senza alcun tifo mi sembra veramente la classica soluzione ipocrita e ibrida all’italiana!.
    A scanso di equivoci, naturalmente lo stesso vale anche se il caso avesse riguardato qualsiasi altra squadra compresa la Samp.

    Forza Samp e anche se è lunedì e Audero e Andersen andranno via a giugno… tutti allo stadio a tifare.. .

    • giovanni scrive:

      ciao vincenzo; era già capitato nel 2013 con la squalifica delle curve (proprio per insulti al napoli…) ed i bimbi delle scuole calcio in curva a divertirsi ed incitare per una bella iniziativa culturale, finanche a gridare per i propri beniamini…ma gridare tanto bene che su ogni rinvio dal fondo del portiere avversario Brkic ed ad ogni ripartenza da fermo dell’udinese che giocò quella partita essi facevano la stessa cosa dei tifosi più “grandi” ovvero gridare “m…..” allo stesso ed agli avversari…ma la gjuve prese la multa per quello eh…5000 euro…la stessa che prese viperetta per avere detto che la rete è come una porta e va p…….a… (non lo scrivo nemmeno maury, ok così?

      • Matte Genovese scrive:

        Mi sembra che anche nella partita Italia – Polonia mercoledi scorso a Marassi cera un coro del genere fatto dai ragazzini quando il loro portiere rinviava…. che nn me ne vogliano , i ragazzini ormai sono veramente maleducati, ma la colpa e dei loro bei genitori che invece di insegnarli l educazione li lasciano per tutto il giorno soli con la compagnia di un bel telefonino o videogioco che sia…… Questa e la realta del giorno d oggi.

        • Michele G. scrive:

          Quanto hai ragione Matte! Quel coro dei ragazzini mi aveva dato un enorme fastidio, soprattutto pensando che non è che fossero da soli, ma sicuramente accompagnati da qualcuno. Ne ho visti tanti che indossavano la tuta di qualche squadra o società sportiva; ne deduco che dovessero esserci con loro degli accompagnatori/educatori (si fa per dire), che avrebbero avuto il compito di stoppare sul nascere questa pessima iniziativa dei ragazzi. Invece, niente! E’ veramente demoralizzante!

        • Zaccotenay scrive:

          Anche quando abbiamo giocato a Cagliari dalla tribuna un coro di soli bambini che ci mandavano a…..imbarazzante se lo avessero fatto quelli del Verona o noi ci avrebbero marciato per mesi

          • Michele G. scrive:

            Quella di Cagliari mi era sfuggita perché ho visto la partita senza audio (non funzionava). Ma ormai la lega ha orecchie solo per gli insulti rivolti ai tifosi del Napoli (ma attenzione, non viceversa, con l’augurio di una nuova alluvione).

  94. Maraschi scrive:

    Volevo solo esprimere il mio apprezzamento per la bella trasmissione di ieri sera. A proposito, nel maggio 1974 a San Siro c’ero, la maglia era come quella attuale solo col rosso al posto del blu. Per la cronaca, goal di Badiani poi Bonimba e ciao ciao: perso , retrocessi ma poi…ripescati!

  95. Matte Genovese scrive:

    Che tristezza la partita al lunedi sera. Insopportabile.

    • Paolo 1966 scrive:

      Dillo a me che lavoro a Sanremo e mi devo prendere ferie Lunedì e Martedi…oltre ai consueti 240 km…

      • Marco scrive:

        Notavo:

        Partite in contemporanea massimi campionati nazionali

        Francia 5 partite alle 20.00 di sabato
        Germania 5 partite alle 15.30 di sabato
        Inghilterra 6 partite alle 16.00 di sabato
        Italia 3 partite alle 15.00 di domenica

        Tranne la Spagna , dove sognano di giocare il campionato spagnolo negli USA(siamo alla follia) siamo diventati quelli che frammentano di più il campionato.

        Una deriva incontrovertibile e chi se ne infischia se gli stadi, eccetto per alcune eccezioni (tipo Juventus) , siano deserti.

      • Zaccotenay scrive:

        Grande, complimenti

  96. andrea_samp scrive:

    chiedo venia .. e mi scuso ..ma un grosso saluto e grazie ancora ad Andrea Lazzara che ha retto degnamente il blog . e anche alla Balsomini ..con in bocca al lupo per la sua avventura nuova in un altra emittente

  97. Maurizio.Michieli scrive:

    Ho notato anche io il brutto coro dei bambini contro il portiere dell’Ucraina e mi sarei aspettato che qualcuno intervenisse… Ennesima brutta figura del calcio italiano. Sulle partite al lunedì e lo “spezzatino” in generale, dico una cosa semplice (e non da “concorrente”): basterebbe che sempre più persone non si abbonassero alle pay tv e alle varie piattaforte (Dazn etc), invece sino a quando ci sarà mercato ci sarà anche questo effetto collaterale…

    • Marco scrive:

      Bisogna tener conto anche dell’avidità delle società di calcio , che giocherebbero pure su marte basta averne un tornaconto economico.
      Il calcio grezzo nazional-popolare degli annio 80/90 è tramontato.

      • Matte Genovese scrive:

        caro Marco , ormai il calcio non è piu uno sport popolare, ormai e diventato uno show business…….. dalla quale io personalmente mi astengo….seguo questo mega baraccone globale. solo per la Samp, il resto e noia….

        • Maraschi scrive:

          Hai ragione di base. Però, di la verità, se ci togliessero anche questa specie di calcio (business, tv ecc.) di che cosa parliamo? Scherzo! Sicuramente tu hai molti più argomenti di me su cui parlare. Però non raccontiamoci musse il calcio ce l’abbiamo nel sangue . Quando vediamo una palla rotolare guardiamo subito dove va a finire, sia che siamo ai giardini o al Mezza

          • Maraschi scrive:

            Meazza

          • Matte Genovese scrive:

            su questo non ce dubbio Maraschi, se vedo due ragazzini che giocano a pallone ,,,,, ahah, be minimo mi fermo due minuti a guardarli…. e mi viene voglia di tirare un calcio al pallone come ai tempi miei… Il tuo discorso e bello pari al mio… (cmq ora nn ho molti argomenti di cui parlare, siamo tutti nella stessa barca….. forse !!!! )

          • Marco scrive:

            Il calcio ha perso molto appeal rispetto a 25 anni fa.

            Basta vedere l italia che vince 1 partita in 365 giorni e tutti gioiscono come se avessimo vinto il mondiale.

            Prima rimanevano fuori giocatori come Mancini ora lo stesso fa giocare Kevin lasagna

    • Matte Genovese scrive:

      per fortuna che il telecronista della partita almeno lo ha fatto notare…… Davvero squallido sentire i bambini fare certe cose…….

    • Michele G. scrive:

      Giustissimo Maurizio! E potrai vedere, scorrendo alcuni nostri commenti passati (in particolare quando c’è stato il recupero con la Fiorentina di Mercoledi’, originariamente programmato in orario di lavoro) come molti di noi l’avessero invocato questa sorta di boicottaggio delle Pay-Tv. Bisogna dire, però, che alla base dell’assurdo sistema di ripartizione dei diritti TV e della trasmissione delle partite c’è proprio la lega calcio, che ha preteso di suddividere l’assegnazione dei diritti a più di una piattaforma. Della lega calcio fanno parte tutti i presidenti di serie A. Ormai, per le nostre società di calcio l’introito degli abbonamenti e dei biglietti venduti per le singole partite rappresentano una quota minoritaria rispetto a quanto incamerano dalle TV. Il gap fra i due introiti è enormemente a favore delle pay TV. Quindi, se 1+1 fa sempre due, alle società di calcio che gli stadi si svuotino a favore dei divani di casa può dispiacere fino ad un certo punto e, semmai, si consolano contando i soldi incamerati da Sky e DAZN.
      Personalmente, vivendo all’estero, ho trovato un sistema per vedermi le partite gratis, sistema che, con un artificio, è applicabile anche in Italia. Ma anche quando rientrerò in Italia, da me le pay TV non avranno un centesimo e potrò finalmente godermi il mio DORIA allo stadio!

    • maurosampbolzano scrive:

      scusa Maurizio se mi intrometto, ma io abito a Bolzano quindi lontanino da Genova, sono nonno e sono Sampdoriano da tanti tanti anni, 60 ti bastano, allora cosa devo fare, non guardare la Samp per farti piacere, forse non ti viene in mente che anche la Samp sta in piedi con i soldi delle tv, non degli abbonamenti, certo che se abitassi vicino o a Genova da casa mia ci sarebbero più abbonamenti ma faccio le trasferte vicine, quindi quelle che posso, per il resto per fortuna che vedo la Samp in tv, spero di non aver detto nulla di male, ma solo una cosa ragionevole e evidente.al contrario della tua. saluti

      • Matte Genovese scrive:

        scusa Mauro, ma una volta, quando nn esistevano queste pay tv e la partita te la guardavi allo stadio o la sentivi con la radio la gente moriva ??? No,,,, ed era tutto piu sano e divertente…. Senza polemiche poi ognuno la pensa come vuole.

        • maurosampbolzano scrive:

          ciao Matte cosa mi dici, morivo io,la radio la portavo anche al cinema( stavo per portala in Chiesa poi mi hanno fermato i parenti) con l’auricolare anche mentre andavo in bici o nel bosco a funghi, e soffrivo come una bestia a non vedere la Samp, ma ovvio per tanti motivi non potevo fare sempre trasferte ovvio, ora che sono anziano e ho la possibilità, perché dimmi perché non posso farlo, dai suvvia, il sano e divertente non conta un belin

          • Matte Genovese scrive:

            vedo che non ci siamo capiti. Cmq ti ho scritto anche che ognuno la pensa come vuole. Senza polemiche assurde. Pensa che io vivo lontano da Zena gia da qualke anno quindi niente stadio, ho di mezzo anche il mare…. Per me la Samp esiste solo via radio….. E non faccio l abbonamento a sky. Chiudo il discorso caro Mauro…. P:s Mi dispiace davvero che un uomo della tua eta (senza offesa naturalmente) scriva che il sano e divertente non conta piu un belin….. NN credo sia un buon esempio per i ragazzini di oggi.

        • maurosampbolzano scrive:

          Matte con il sano e divertente mi riferivo esclusivamente al fatto che non poteva essere solo tramite via radio, ma lo ò se la partita la riesci a vedere senza alcuna polemica ciao

      • Michele G. scrive:

        Mauro, con quello che spendi in un mese per Sky e/o DAZN, ti ci fai un bell’abbonamento annuale ad un VPN, che è un sistema virtuale che, collegandosi con i sever collocati in una qualsiasi nazione, fa risultare che l’indirizzo IP sia proprio in quella nazione. Dopodiché, ti colleghi con i server, che so, dell’Austria, o della Svizzera, dove Rojadirecta non è bannata, ed il gioco è fatto! Troverai per ogni evento sportivo numerosi collegamenti che ti offrono la possibilità di vedere la partita con il commento che preferisci, in Italiano, Inglese, Spagnolo, ecc. (puoi anche togliere l’audio, se preferisci). L’unica spesa è costituita dal l’abbonamento a VPN, che si aggira sui 50/60 euro all’anno.

        • maurosampbolzano scrive:

          ciao Michele che casino mi hai scritto hahahahah lo farò tradurre da azzeccagarbugli grazie ciao

          • Michele G. scrive:

            Hai ragione, scusa. Mi riprometto di preparare delle istruzioni molto più chiare e semplici da seguire. In sintesi, comunque, si può dire che, facendo un abbonamento ad un VPN affidabile (per fare giusto un nome IP VPN VANISH, costo 77 dollari l’anno, ma in questo periodo fa delle offerte scontate), il cui costo può andare dai 50 ai 70 euro all’anno, tu puoi accedere alla rete simulando di essere in un paese di tua scelta, Italia compresa, naturalmente (ma questo collegamento con l’Italia è utile se ti trovi fuori dell’Italia stessa e volessi vedere le trasmissioni RAI, che all’estero sono criptate). Il secondo passo è, attraverso il VPN che hai installato, collegarsi con il server di un paese straniero, per esempio Svizzera o Austria, dove il sito di “ROJADIRECTA” non sia stato chiuso (lo è in molti paesi europei, che hanno accolto le proteste delle pay-tv, Italia compresa). Una volta che risulti come se fossi in Svizzera o Austria, ti colleghi con il sito di Rojadirecta (riconoscibile dal logo dell’ex arbitro Collina che mostra un cartellino rosso), che ti propone tutti gli avvenimenti sportivi di quel giorno. Fra questi troverai sicuramente la partita della Samp che ti interessa. Cliccandoci sopra, si apre un menu a tendina che ti propone diversi canali su cui poter vedere la partita ed in quale lingua vuoi il commento. Se ci fossero i canali di “Vipracing” o Extremo, sei sicuro che la trasmissione è quella di Sky, con il commento di Luca Pellegrini, a meno che sia un anticipo del Sabato o posticipo, perché allora è DAZN ed il commento è di Pier Luigi Pardo e Roberto Cravero.

        • robmerl scrive:

          se vi accontentate di un commento in russo o in portoghese o meglio delle sole immagini senza audio (nei casi più fortunati si può anche beccare sky italia) andate su http://www.focuscalcio.it

    • andrea_samp scrive:

      bravo Maurizio una vita che lo dico e anche qui …inutile lamentarsi se poi alcuni o molti degli stessi lamentosi poi si abbonano e sonno sempre attaccati alle paytv o ai supporti portatili e alle piattaforme che forniscono partite anche li sopra ..vuoi il calcio più tradizionale ?? non vederlo più con la pay tv! ( c’è anche la rima LOL ;-D) e chissenefrega se le società prenderanno meno se si sgonfia il fenomeno ..si rimodulerebbe tutto anche i mega ingaggi ole quotazioni da delirio di mercato ecc… piuttosto stadio di proprietà e riempirlo altro che tv !!

      • Michele G. scrive:

        Andrea, in linea di massima e filosoficamente parlando, sarei d’accordo con te. Purtroppo, questo nostro comune desiderio è decisamente utopistico. Per i motivi più disparati la gente va molto meno allo stadio e di questo le Pay-Tv hanno senz’altro una buona fetta di colpa, ma non tutta. Ci sono tante altre ragioni. Le big, sia italiane che straniere, tendono ad avere stadi più piccoli (la Juve l’ha costruito da 40 mila, i progetti di Roma, Inter o Milan, peraltro ancora in discussione, prevedono una capienza massima ridotta rispetto ai loro stadi tradizionali, Olimpico e San Siro). Le stesse big introitano dalle Pay-Tv una marea di soldi e, quindi, possono permettersi giocatori che costano varie volte l’intera rosa delle medio-piccole. A queste società ed alle pay-tv non gliene può fregare di meno di perdere spettatori delle società normali. Ci guadagnano abbastanza con le sole big. Mi dirai, a maggior ragione potremmo fare a meno delle pay-tv, ma per noi, per esempio, sarebbe difficile rinunciare ai compensi che ci derivano dai diritti televisivi, che superano di enne volte quello derivante da abbonamenti e biglietti. Vorrebbe dire un declino molto rapido. E’ triste, ma è così. Un tempo qualcuno, non ricordo più chi, disse che il calcio è destinato a diventare uno sport da salotto, e questo lo disse più di venti anni fa, quando le pay-tv o non c’erano o muovevano i primi passi. Ci vide lungo!

      • maurosampbolzano scrive:

        ciao Andrea spero non mi consideri un “lamentoso” in quanto non mi ci sento proprio

        • Michele G. scrive:

          Dai dai Mauro, disdici l’abbonamento e collegati tramite VPN. Cerca in rete le istruzioni: ce ne sono a bizzeffe!

          • P.SOLARI scrive:

            Mai, ripeto mai avuto alcun tipo di abbonamento a Pay Tv; lo concepisco solo per coloro che tifano una certa squadra ma vivono o fuori regione o all’ estero …..e nemmeno mi sogno di andare in un locale pubblico dove trasmettono partite; il boicottaggio lo applico da sempre.

    • maverick scrive:

      Il problema è che dovrebbe avvenire in tutto il mondo.. Magari è esempio estremo ma se i “milanesi” smettessero di abbonarsi ecco che i milioni di cinesi coprirebbeto le poche migliaia di italiani che dovessero abbandonare le paytv… se non sbaglio la supercoppa italiana l hanno giocata all estero.. siamo troppo avanti nella globalizzazione ormai….

  98. Zaccotenay scrive:

    Odio il calcio odio la Pay TV, Amo solo la Sampdoria ed i suoi tifosi lo stadio l’atmosfera , prima, durante e dopo.. Sampdoria Sopra Tutto

  99. ale scrive:

    Ciao a tutti!
    Un OT pallavolistiuco, complimenti alle ragazze argento ai mondiali e al tecnico che in poco tempo ha fatto veramente un lavorone!
    la Serbia è più forte , per ora, ma se Ofelia Malinov non avesse ceffato la partita più importante forse sarebbe andata diversamente, alle prossime Olimpiadi ce la ri-giocheremo.

    Grandi Ragazze >Brave tutte

    Avanti Sampdoria!

    • Marco scrive:

      Un vero peccato perderla , occasioni così raramente ricapitano ,alla fine la palla bruciava.
      Però di italiano ha ben poco e non mi si venga a raccontare la baggianata dell’ integrazione, nello sport si danno accessi solo per tornaconto, per una persona “normale” la trafila è ben più dura anche per stranieri sposati con italiani.

      • Jetta scrive:

        Peccato che la Enogu, la Sylla e la Malinov siano italiane quanto te…sono nate in Italia rispettivamente a Cittadella, Palermo e Bergamo.
        Cosa c’entra l’integrazione?

        • Marco scrive:

          Lo ius soli in Italia non esiste , quindi nessuno che nasce in italia se non per discendenza prende la cittadinanza italiana,solo dopo il compimento del diciottesimo compleanno su suolo italiano. E mi pare che Enogu siano parecchi anni che gioca nelle giovanili italiane.

          Ma cosa ci perdo ancora tempo a fare con un ignorante come te?

          • Jetta scrive:

            Semmai “nessuno che NASCA” e “siano parecchi anni che GIOCHI” a proposito di ignoranza…
            Infatti nel dibattito politico recente c’era il discorso legato allo ius soli per abbattere le ingiuste barriere per coloro che nascano in Italia.

            Di fatto sono italiane, forse anche più di te.
            Non considerarle italiane è la vera ignoranza.

          • Marco scrive:

            Questo è il mio ultimo messaggio rivolto a te , come sempre inutile

            Vuoi opinare anche su una legge dello stato ?

            IUS SOLI non esiste in italia conta solo questo.

            Persone normalissime dopo 10 anni che lavorano in italia , persone sposate con cittadini italiani passano per vessazioni assurde.

            Nello sport, per vincere invece si bypassano tutti i filtri.

            Quindi smetti di fare ipocrisia e qualunquismo.
            e per chiudere grandissimo ignorante illeterato
            l’indicativo è quello che esprime la realtà e la certezza che una certa azione sia avvenuta, avvenga adesso o avverrà nel futuro. Per esempio, si veda la differenza tra indicativo e congiuntivo nelle due frasi seguenti:
            Alberto arriverà domani (indicativo: non ci sono dubbi che Alberto sarà qui domani);
            Credo che Alberto arrivi domani (congiuntivo: non è certo ma solo probabile che Alberto sarà qui domani).

            IGNORANTE tutti quelli che NASCONO in Italia non hanno diritto allo Ius Soli.

            Se vuoi un confronto o lo fai di persona oppure sparisci verrai ignorato da qui all’eternità.

          • Jetta scrive:

            Che fai minacci?
            E cosa mi devi dire o fare di persona? Insulti? Altro?
            Che nonostante la frittata che tenti di rigirare non conosci i verbi? Perchè “mi pare siano parecchi anni che gioca” vale “io speriamo che me la cavo”…ignorante!!!!

            E una legge obsoleta che pone barriere a chi è nato in Italia è giusta?
            Posto che parlavi inizialmente di INTEGRAZIONE per ragazze nate in Italia e quindi chiaramente traspariva un sentimento chiamiamolo brutto.

            Come me i tuoi giochini non funzionano.
            E potrai anche imparare a scrivere leggendomi.

          • Joe Kidd scrive:

            Avete rotto, ma tanto.
            Spero vi bannino.

          • Marco scrive:

            Joe kidd

            Basterebbe poco per vedere chi provoca ad ogni mio commento.

            Ma come ho scritto su non riceverà più risposte da parte mia.

      • ale scrive:

        Che pena!

        Addio

        Avanti Sampdoria!

  100. Jetta scrive:

    Semmai “nessuno che NASCA” a proposito di ignoranza…

    Di fatto sono italiane, forse anche più di te.

    • Matte Genovese scrive:

      E diventato un blog politico ??? Michieli sta dando spazio a un arena…. ahahah . Pensa che l inter ha vinto di nuovo all ultimo minuto, ha rubato contro la spal , la samp e ora ha vinto pure il derby con il milan all ultimo….. A proposito, preziosi il solito culo, ha esonerato ballardini , ha ripreso juric senza tirare fuori una lira e ha pure fatto un punto a torino contro la corazzata juve…. dai raga tanto per sdramatizzare pensiamo a vincere domani contro il sassuolo e nn facciamo politica distruttiva… un saluto a marco e anche a jetta…..

      • Marco scrive:

        Se avessimo la fortuna dell’ Inter altro che triplete

      • petrino scrive:

        anche lo scorso anno, merce’ la fortuna che li contraddistingue, erano arrivati nientemeno che in testa alla classifica.
        Poi pero’ si sono sgonfiati.
        Lo stesso faranno quest’ anno.
        Per intanto il tatuato , che si e’ fatto male da solo, per un po’ se ne sta fuori.

    • Michele G. scrive:

      Jetta, sui congiuntivi hai il mio più completo appoggio. Purtroppo, sullo Ius Soli ha ragione il tuo avversario linguistico. Tuttavia, Marco forse non sa che chi sia nato in Italia da genitori stranieri, acquisisca la cittadinanza italiana al compimento della maggiore età (18 anni) e le tre giocatrici in questione sono, appunto, maggiorenni, quindi cittadine italiane a tutti gli effetti. Lo sport, in questo caso, non c’entra un bel niente.
      A proposito di ignoranza: spesso si legge, e non solo nei blog, ma persino in articoli di giornale, “centra”, anziché “c’entra”, o, ancora, pò con l’accento, invece di po’ con l’apostrofo, in quanto elisione di “poco”. Per me sono altrettanti pugni nello stomaco, specie se provengono da chi si suppone debba conoscere bene la grammatica italiana!

      • Marco scrive:

        Michele
        Le giocatrici in questione giocano per l Italia da ben prima del compimento dei 18 anni .
        La questione Delle agevolazioni agli sportivi non ha nulla a che vedere con la integrazione o il razzismo. Basta avere amici o familiari extracomunitari per capire cosa significhi essere normali in Italia.
        L indicativo presente è la forma corretta e la ho anche scritto da esempio , nasca di userebbe nel caso ” che nascano in Italia o in Francia” . Invece coloro che nascono in Italia non hanno diritto allo ius soli.

        Poi caro Michele la egonu ha ricevuto la cittadinanza italiana a 14 anni. Sylla uguale , giocavano entrambe ben prima dei 18 anni.

        Come la storia del calcio a 5 di tutti brasiliani.

        Comunque chiedo venia se ho portato la discussione OT

        stasera finalmente c è la SAMP

        • Michele G. scrive:

          Sì Marco, sui congiuntivi si può discutere, anche se io rimango della mia opinione (diciamo che l’uso dell’indicativo è andato via via tollerato ed accettato), ma sulle offese no. Non si può dare dell’ignorante a qualcuno che non la pensa come te, o sfidarlo ad un confronto de visu. E’ ovvio che qualcuno pensi che tu voglia dirimere la questione passando a vie di fatto. E questo è inaccettabile.
          Quanto alla cittadinanza italiana, ho semplicemente detto che questa è automatica al compimento dei 18 anni. Quindi, al fine di schierarle nella nazionale maggiore, avrebbero potuto farlo già da tempo (poco più di un anno per la Egonu). Sinceramente, non sapevo quando fosse stata loro accordata, ma è da tempo immemore che questo criterio è stato seguito per chi pratica uno sport e non solo in Italia. Mi ricordo di Sivori ed Altafini, che, dopo aver giocato nelle rispettive nazionali, erano stati dichiarati “Italiani” e giocato per la nostra nazionale. Ai recenti campionati del mondo di Russia, i russi hanno schierato uno o due brasiliani naturalizzati solo poco tempo prima. Tante altre nazionali, Francia compresa (dove io vivo) hanno schierato giocatori naturalizzati, pur essendo nati altrove, specie in Africa. Insomma, io non mi scandalizzerei per questo. Se mai dovessimo porre delle restrizioni, saremmo gli unici al mondo a farlo.

          • Marco scrive:

            Se rileggi sopra l’ho scritto che si può richiedere al compimento dei 18.
            Cosa che invece è avvenuta molto prima.
            Dare dell’ignorante non è offendere ma un dato di fatto, quando un disturbatore sa solo rispondere schernendo l’opinione altrui in ogni occasione possibile, sostenendo di sapere ogni verità, disquisendo pure su una legge dello stato.
            Mai detto di voler passare alle vie di fatto, ma credo che di persona non si permetterebbe tanta baldanza.
            Non ho mai chiesto nessuna restrizione, la Francia, come Olanda come Inghilterra hanno passati da colonizzatori quindi i percorsi sono totalmente differenti.
            Io sono sposato con 1 brasiliana e so benissimo cosa significhi la vita da extracomunitario in Italia.
            Rimango dell’idea che nello sport usano scorciatoie non per integrazione ma per puro interesse.
            Quindi mi da fastidio.In qualsiasi contesto.

            Poi che su 14 della nazionale almeno 5 siano di altre nazioni mi fa pensare male.

          • Paolo1968 scrive:

            Non si può negare che nel mondo dello sport leggi, leggette e leggiucchie vengano clamorosamente aggirate.
            Si può discutere per 10 anni sull’argomento, che peraltro non riguarda solo le “naturalizzazioni” (per cui sarebbero tutti contenti di “naturalizzare” un Pelè, trovargli parenti e passaporti italiani, mentre non fregherebbe a nessuno di “naturalizzare” un Dodò… e non certo nel nome dell’integrazionee…).
            Senza voler offendere nessuno (neppure con il mio utilizzo della lingua italiana), ritengo che il blog sia diventato solo un luogo di scontro che contribuisce, insieme a tutto ciò che di negativo orbita attorno al mondo del calcio e in particolare a quello italiano, ad allontanarmi sempre più da questo ex-sport.

  101. Marco scrive:

    La SAMPDORIA ha vinto il derby primavera , prima importantissima vittoria, vista la partenza in salita ci voleva.

  102. giovanni scrive:

    già, bravi ragazzi, conta davvero molto, via dal penultimo posto e scorpacciata di “selvaggina” con risultato all’inglese…davvero complimenti ragazzi!

  103. Michele G. scrive:

    @ Paolo 1968
    Paolo, capisco il tuo punto di vista e le tue perplessità. Non posso darti torto, ma il mio disamore per il calcio, non certo per la SAMP, ovviamente, nasce più dallo stravolgimento di questo sport, che è diventato un enorme spot pubblicitario al servizio di pay-tv e sponsors vari. Per quel che riguarda le naturalizzazioni o la concessione di cittadinanza ad atleti stranieri o nati in Italia da genitori stranieri, non mi scandalizzerei più di tanto, perché la nostra, come quella di tante altre nazioni occidentali, sta diventando una società sempre più multietnica e le seconde e terze generazioni sono ormai integrate ed hanno diritto di cittadinanza, essendolo diventati i loro genitori di prima generazione al compimento del 18o anno di età. Nell’atletica, addirittura, vediamo gareggiare per una nazione diversa atleti nati in altri paesi, perché magari chiusi da altri in patria. Gli danno una cittadinanza in fretta e furia ed il gioco è fatto. Questo lo accetto molto meno volentieri.
    Comunque, hai ragione; chiudiamola qui con discorsi più adatti ad una tribuna politica che ad un blog che riguarda il calcio e la SAMP in particolare.

Lascia un commento

ALL’ULTIMO RESPIRO

Un pareggio che equivale ad una vittoria per il modo rocambolesco in cui è arrivato. La Sampdoria esce a testa

LA VITTORIA DEI REIETTI

E’ stata la vittoria dei reietti. Di Marco Giampaolo, della sua coerenza, delle sue idee, del suo gioco, sia pure

DERBY, BENE COSI’. E ABBRACCIAMO TUTTI GIANLUCA

Non è stato un gran derby quello giocato dalla Sampdoria, forse il peggiore dell’era Giampaolo. Che, tuttavia, rimane imbattuto nella

SAMPDORIA POVERA, POVERA SAMPDORIA

Anche all’Olimpico con la Roma – terza sconfitta consecutiva, undici gol beccati nelle ultime tre gare, un solo punto raccolto