MALEDETTO RECUPERO!

27 set 2018 by andrea.lazzara, 166 Commenti »

…anzi maledetti recuperi! Perché se con Inter e Cagliari le cose, nei minuti extra novantesimo fossero andate..come dovevano andare, la Sampdoria avrebbe 3 punti in più, sarebbe a quota 11, quarta da sola. E invece la notte di Sardegna (tabù ancora duro da abbattere) ci regala una squadra che meritava la vittoria per essere uscita alla distanza dopo un primo tempo insipido, anche a tratti affannato e affannoso. Nella ripresa, però, i blucerchiati hanno alzato il tono tecnico e anche fisico del confronto e, dopo aver rischiato sul palo di Farias, hanno preso a loro volta due legni (già, la fortuna…), rischiato di farsi assegnare un rigore (Defrel lanciato a rete era convinto di poter segnare comunque ma se avesse frenato..il penalty sarebbe stato netto. Che poi non è mica detto, come sostiene Giampaolo, che non ci fosse comunque) e preso un tiro dal dischetto. Qui resta da capire se lo stesso Defrel, che se lo era guadagnato, si sia fatto soverchiare caratterialmente dalla voglia di Kownacki di essere protagonista, glielo abbia..concesso o cosa: fatto sta che il tiro del polacchino è stato davvero un..delitto. Riavvolgendo il nastro della partita ho visto una buona difesa dove Colley fa capire che sull’uomo è bravo ma che la famosa “linea” giampaoliana la deve ancora imparare; in mezzo Barreto corre, Praet anche ma con questi sballottamenti si sta perdendo un po’ ed Ekdal è proprio l’uomo del taglia e cuci. Insomma, un centrocampo diverso e anche un modo di giocare diverso rispetto all’era Torreirana dove tutti i palloni passavano (anche 2, 3, 5 volte in un’azione) dai piedi dell’uruguaiano. Ramirez continua a non essere nè carne nè pesce ( e se Caprari fosse quello delle prime giornate, aspettando Saponara…) mentre davanti Quagliarella e Defrel si sbattono come matti e a volte finiscono per non essere lucidissimi. Ma l’idea che questa Sampdoria sia decisamente più solida rispetto a quella dello scorso anno c’è ed è un’idea che arriva anche dai numeri che, per contraltare, generano anche una preoccupazione: la Sampdoria, con 3 reti al passivo, ha la miglior difesa del campionato (sembra incredibile!) mentre l’attacco è al sesto posto. Ottimi piazzamenti non c’è dubbio. Ma se per la retroguardia il dato arriva da tre partite a “porta chiusa”, le 9 reti sono figlie degli exploit con Napoli e Frosinone. Questo significa che nelle restanti 4 gare la Sampdoria ha segnato solo un gol. Un dato che deve far riflettere soprattutto sulla costruzione della manovra, sul mondo per portare al tiro per esempio i centrocampisti (che non ci arrivano quasi mai, ed è un peccato vedi conclusione oggi di Linetty) e di servire gli attaccanti che, impegnati in un super lavoro anche in fase di pressing, devono essere messi in condizione di avere forze ed energie per “vedere” la porta. Il tempo per migliorare c’è, la Spal lunedì sera sarà, in questo senso, un’ottima cartina di tornasole.

166 Commenti

  1. Marco scrive:

    Il Cagliari è inutile rimane sempre la bestia nera per diritto.

    Ogni partita contro i sardi pare stregata.

  2. Luca scrive:

    Che dire? Sicuramente la squadra dimostra solidità anche in trasferta ( per ora) e questo rispetto allo scorso anno e’ positivo ! Due aspetti però : perché bisogna sempre regalare un tempo agli avversari? Perché il giovane polacco appena entrato a battere il rigore e non Defrel che a Sassuolo mi sembra fosse un rigorista infallibile? 3 punti regalati in due partite , peccato! Ora bisogna battere a tutti i costi la Spal senza se e senza ma , speriamo rientrino Caprari e soprattutto Saponara , mi spiace ma Ramirez sta veramente deludendo

    • Michele G. scrive:

      Domanda legittima Luca: perché regalare sempre un tempo agli avversari? Io penso che la risposta più ovvia che mi venga in mente sia perché il gioco di Giampaolo richieda un gran dispendio di energia fisica e, di conseguenza, mentale e noi non ne abbiamo a sufficienza per mantenere un ritmo elevato per tutta la partita. Comunque, se proprio dovessi scegliere, preferirei “resistere” nel primo tempo ed uscire in forze nella ripresa. A meno che, come è successo con il Napoli, non si riesca a segnare un paio di gol già nel primo tempo e giocare di rimessa nel secondo.

      • giovanni scrive:

        per michele e luca: cinque partite in 15 gg “nu se possono fà” tutte a mille allora, meno che meno senza cambi alle punte che sono i primi a rincorrere l’inizio azione avversario; se all’inter avessi però concesso il primo tempo ti smazzuola (e ci era comunque andata vicino sul gol di nainggollann) come e forse peggio dell’anno scorso e ciao quindi la provi a tenere li magari spendendo troppo nel primo tempo e a costo di soffrire tutto il secondo tempo la affronti cercando di metterla alle corde e pressandola, al cagliari puoi concede qualcosa subito, traccheggi un tempo a ritmi blandi (peraltro cagliari che sette gg fa aveva schiantato il milan dei campioni nella prima mezzora e che contro di noi non è riuscito, magari qualcosa di buono in fase di palleggio, di copertura spazi e palla a noi facciamo bene…) per poi uscire nella ripresa e provare a vincerla…se poi si potesse fare tutta la partita meglio, ma nemmeno la juve, che anzi per ampi tratti dall’alto del suo carisma e della tecnica ti tiene li senza fartela mai prendere…(anche ieri sera per dire 2-0 al 16 e poi sostanziale noia)
        idea mia eh.. ciao ragazzi

        • Michele G. scrive:

          A Giova’, e stamo a di’ la stessa cosa! Si nun semo atrezati pe’ fa tutte le partite a mille, poi penza’ de falle una ogni tre giorni? Se vedemo Giova’! ;-) :-)

      • Edoardo scrive:

        Tu dici perché regaliamo sempre un tempo agli avversari? Semplice, perché non siamo abbastanza forti per giocare bene 90 minuti di fila…

        • giovanni scrive:

          edo, nel turno infrasettimanale il real madrid ne ha presi tre a siviglia ed il barcellona è riuscito a perdere con il leganès ultimo in classifica addirittura il manchester united è riuscito a farsi eliminare dalla coppa di lega dal derby county che gioca nella serie inferiore… e probabilmente ammetterai che loro sono abbastanza forti per giocare bene 90 minuti e che abbiano anche qualche cambio di qualità no? è semplicemente il calcio ed è straordinariamente bello così…
          un abbraccio!

          • Edoardo scrive:

            Sì sì hai ragione Giova, ma io parlo della Samp, secondo me siamo una squadra discreta da centro-classifica e dunque pretendere che giochiamo sempre bene dal 1° al 90° è un’utopia, bisogna un po’ accontentarsi, anzi guarda cosa ti dico io sono pure molto soddisfatto perché visto il mercato estivo direi “tragico-comico” mi aspettavo una squadra molto più debole, invece Audero, Colley, Tonelli e Ekdal mi hanno sorpreso davvero molto positivamente, dunque vedi io non mi lamento, anzi dico che non dobbiamo pretendere troppo, questo era il senso del mio discorso…

  3. Jetta scrive:

    Peccato, dopo un primo tempo difficile nel secondo siamo usciti alla grande: 2 traverse, 1 errore sottoporta, 1 rigore solare con espulsione non dato e un rigore sbagliato.
    4 punti nelle ultime 2 gare in trasferta significano un ottimo trend e una incoraggiante inversione di tendenza fuori casa.
    1 punto in 2 gare casalinghe ma considerate le avversarie era da mettere sicuramente in conto.
    Ho visto poi un gran bel gioco, partita preparata molto bene dal mister.
    Ottima prova di Colley e Murru conferma il buon momento, Audero sicuro, Ramirez in crescita; sul rigore dispiace ma anche Baggio lo sbagliò in finale ai mondiali ergo nessuna croce addosso al ragazzo.
    Ora aspettiamo anche il recupero degli infortunati.
    Meritavamo indubbiamente 3 punti ma va bene così, ottima prestazione.

    • Michele G. scrive:

      Che dire, sintesi perfetta nelle prime due righe del tuo post.
      Per quanto riguarda Kownacki, comunque, mi aveva dato una sensazione non positiva persino quando aveva realizzato il rigore a Frosinone. Defrel, che mi risulti, si è dimostrato in passato un cecchino inesorabile dagli 11 metri col Sassuolo (e con la Roma, se non erro, l’unico gol realizzato da lui è stato su rigore. Correggetemi se sbaglio); perché farlo battere dal ragazzo polacco, rimasto in dubbio fino alla vigilia per problemi fisici? Giusto riferendomi alla finale dei mondiali da te citata e persa ai rigori, un errore madornale fu, secondo me, includere fra i rigoristi Baresi che, dopo un recupero incredibile e quasi miracoloso da un’operazione al menisco nel corso dei mondiali stessi, accusò forti crampi nella partita ed, in particolare, nei supplementari. Non sono un medico, né tantomeno un fisioterapista, ma un giocatore che abbia qualche défaillance muscolare sarebbe bene che non calciasse un rigore. Almeno, questo è il mio parere opinabilissimo.
      D’accordissimo su Murru, che non si è lasciato vincere dall’emozione. D’accordo in parte anche su Colley, che ha giganteggiato in difesa ed in particolare sulle palle alte, ma in un paio di occasioni mi ha fatto salire i brividi lungo la schiena per rilanci sui piedi degli avversari. Probabilmente, come dice Andrea, deve ancora assimilare gli schemi difensivi dell’allenatore. Di Ramirez ho apprezzato unicamente la difesa della palla a centrocampo, con successiva imbucata su Defrel, lanciato (e steso) a rete. Altro di buono da lui, permettimi, ma non l’ho visto.

  4. Aston scrive:

    In difesa molto meglio. andarsene mi pare veramente bravo. Il gioco non mi piace. Troppo prevedibile. Mai nessuna variazione sul tema. Detto questo i tre punti erano in saccoccia. Peccato

    • Edoardo scrive:

      Sono d’accordo con te Aston, il gioco di Giampaolo non piace neanche a me, per riuscire a fare 1 tiro in porta ci servono 200 passaggi (per forza che poi alla fine siamo scoppiati e non reggiamo per 90 minuti!) e oltretutto io ritengo questo tipo di gioco inadatto al nostro target da centro-classifica, ma ci sono tanti tifosi invece che dicono di divertirsi eccome, allora ognuno ha il suo punto di vista, probabilmente la verità come al solito sta nel mezzo…

  5. Cicciosestri scrive:

    Concordo completamente con la disamina di Andrea. Aggiungo alcune cose:
    - come già detto le squadre per attaccarci devono giocare sopra ritmo e pagano nel secondo tempo dove, a parte con l’Inter, usciamo sempre molto bene;
    - la difesa da molte garanzie e quest’anno abbiamo 5 ottimi elementi, anche Murru è cresciuto tantissimo, per 4 posti;
    - il centrocampo risente un po’ delle condizioni di forma non ottimali di Praet e Yankto, Barreto anche ieri secondo me tra i migliori in campo, Ekdal dopo un primo tempo al di sotto delle sue possibilità, è uscito molto bene alla distanza, Linetty un po’ stanco ma molto bene quando entra nel secondo tempo;
    - per quanto riguarda l’attacco non sono preoccupato, le occasioni le creiamo sempre e anche ieri nel secondo tempo ne abbiamo avute almeno 5 pulite, Ramirez ha problemi fisici che lo condizionano, Caprari e Saponara garantirebbero un buon cambio passo ma ora sono out, Kownasky vuole un po’ strafare ma è un buon giocatore e forse ora risente un po’ psicologicamente della concorrenza dell’altro polacco in città, io però lo metterei titolare insieme a Defrel con la Spal.
    Sono molto soddisfatto di questa squadra che, come mi aspettavo e avevo scritto, quest’anno avrà un andamento più lineare dello scorso anno e che ritengo diversa ma non inferiore.
    Adesso è importante riuscire a vincere e a convincere contro la Spal, dopo 5 giorni di riposo.
    BE HAPPY! BE SAMP! IO STO CON GIAMPAOLO!

  6. Fra Zena scrive:

    il calcio è strano, la Sampdoria ancora di più. Prima della partita avrei firmato per il pareggio; nell’intervallo avrei firmato col sangue; dopo il palo del Cagliari ero convinto avremmo perso…e invece alla fine ci tocca essere di nuovo amareggiati per una grande occasione persa, peggio di quella di sabato scorso perchè qua il pallino era nettamente in mano nostra. Non butto la croce su Kownacki per il rigore, peraltro tirato malissimo, può capitare di sbagliare (allora cosa dovremmo dire del gol sbagliato da Defrel da un metro dalla porta?); il polacco però mi sembra in involuzione da tempo, sia tecnica che caratteriale. Urge recuperarlo perchè davanti la coperta è corta e servono tutti. Il punto su un campo difficile comunque rimane, non dimentichiamoci che per 55 minuti abbiamo sofferto non poco. La prestazione, soprattutto a livello difensivo, è stata all’altezza. Colley non sarà pulitissimo ma contro gente come Pavoletti serve come il pane. La squadra c’è, con tutti i limiti di questa rosa il gruppo almeno sembra essersi formato bene. Vediamo di non sbagliare lunedì contro la Spal

    • francesq scrive:

      Concordo su molti punti, il tuo commento è ampiamente condivisibile.

      Dissento solo su due questioni.

      Non ho visto una gran sofferenza nei primi 55′: o meglio, voglio pensare che abbiamo provato a controllare, aspettando un pelo di più e difendendo bene nel complesso, salvo qualche sbavatura; diciamo che il palo di Farias è stata una genialata del singolo (così come la traversa di Linetty, figlia di azione personale), giocata da paura su cui ben poco avremmo potuto fare.

      Aggiungo, ma punti di vista, che Defrel ha fatto il meglio possibile in occasione della traversa, perché Barreto (tra l’altro uno dei migliori di questo inizio: davvero imprescindibile) ha crossato troppo forte, costringendolo alla torsione.

      • Fra Zena scrive:

        Sul secondo punto forse hai ragione. Sul primo invece non sono molto d’accordo. Vero che il Cagliari non ha fatto poi nulla di che, ma noi siamo stati troppo passivi nel primo tempo. Nessuna azione offensiva degna, molti contrasti persi. Capisco dorare le energie ma così si rischia troppo

        • Francesq scrive:

          Però fra, c’e di buono che quando ci attaccano difendiamo bene; lo scorso anno ci saremmo spappolati.

          Non è che si possa sempre dominare, specie quando vai su un campo comunque ostico con molti assenti e altrettanti zoppi.. se capisci che non riesci a offendere aspetti, limiti i danni e aspetti che l’avversario si stanchi (com’e Stato).

    • Paolo1966 scrive:

      Mi accodo, avrei firmato come te…

      Alcuni spunti:

      - tiri da fuori, grosso limite e’ una lacuna importante perche’ qualche tiraccio riuscito puo’ portare punti e nessuno eccelle in questo, jankto tantoper fare un esempio ha avuto un ottima palla con l’Inter ma ha ucciso un fagiano che volava sul tetto delal Sud…

      - il polacchino onestamente a me non e’ mai sembrato un grande prospetto, probabilmente deve maturare e forse giocare con continuita’, e’ arrivato sull’onda di Schick e conseguenti aspettative ma e’ un altro livello (non che l’altro messo alla prova della continuita’ abbia fatto sfracelli peraltro)

      - secondo me ci manca la consapevolezza e cattiveria del ko, siamo piu’ forti di quello che ci sentiamo, ma nessuno ha quel grado di cazzutaggine che ti fa vincere di cattiveria – parliamo di ere geologiche fa, ma all’epoca della prima Samp di Mancini cominciammo a vincere con l’arrivo di Souness, uno cattivo che non voleva perdere nemmeno a ruba mazetto e cera gia’ lo Zar…

      - un po’ il DNA di squadra femmina un po’ la ricerca del gioco sempre e comunque… ogni tanto riuscire a rubacchiare una partita giocando male e vincendo per un episodio non farebbe male…

      - capitol fortuna sperando che andre mi passi il francesismo… per ogni una botta di culo che ci capita ogni tanto abbiamo dieci botte nel c… a fare da contreppeso…

      Ciao a tutti

      • Fra Zena scrive:

        Su kownacki inizio a pensare tu abbia ragione. Il ragazzo non sembra avere qualità clamorose per giocare in A. Correa e schick, per dirne due passati da noi, erano immaturi ma si vedeva che avevano grandi colpi. Lui è spesso passivo e mai decisivo. Possibile soffra anche un Po l’esplosione di piatek? Non lo escluderei

      • giovanni scrive:

        ciao paolo; ti ricordo che se hai il porto d’armi ( e venendo dall’est europa, terra di caccia da secoli jantko avrà almeno i cromosomi e la genetica di quel tipo no?) nel periodo giusto (e proprio dalla terza domenica di settembre al 30 novembre quest’anno) ai fagiani si può sparare, soprattutto se sono di due colori ed ormai vecchi e stanno a spiare dove non devono… (si scherza andre…)
        un abbraccio

    • Zaccotenay scrive:

      Farlo battere al polacco appena entrato che ha il pensiero sicuramente al suo connazionale che segna sempre è un carico di legna troppo grande al 92 mo. Poi togliere quagliarella a 4 minuti dalla fine non l’ho capito, per farlo rifiatare? Per me timore che lo mandasse nuovamente a fare in…. Se rimaneva almeno forse lo avrebbe segnato dopo una partita deludente in tutti i sensi, come di praet, giocatore che non riesco ancora ad inquadrare, da trequartista non ne ha presa una poi di testa ci da chiudendo gli occhi come fanno i bambini nelle scuole calcio. Per jankto non mi pronuncio, senza voto e senza qualcosa d’altro. Per il resto Ekdal si è dimostrato molto più utile di torreira specialmente nelle palle alte dove noi siamo carenti. Ultimo appunto su un calcio piazzato alla mezz’ora del secondo tempo abbiamo difeso con una linea da oratorio tutti sul lato vicino al pallone lasciando liberi tre giocatori del Cagliari che erano ad attaccare alle nostre spalle. Tutti sanno come giocare con noi calci piazzati angoli e cambi di gioco alle spalle del quarto di destra o di sinistra. Murru si conferma coraggioso e concentrato, ce la mette tutta e si vede

  7. Solosamp1946 scrive:

    6 giornate non sono molte per fare bilanci però a mio avviso qualcosa si può intravedere. Anche se non l avrei mai detto siamo , a mio avviso , più forti dello scorso anno…siamo più quadrati sappiamo soffrire ma teniamo botta e soprattutto abbiamo più uomini oltre all 11 titolare che possono cambiare la partita. Peccato per il rigore ma ci può stare , il ragazzo è giovane e secondo me è condizionato dalla concorrenza data anche dal.buon inizio di caprari. Lunedì lo metterei titolare. Aggiungo rigore su defrel più espulsione come si fa a non dare è incredibile

  8. Francesq scrive:

    Sorella Samp ha messo i muscoli.

    Meno graziosa di un tempo. Ma meno piagnona. E prova a farla incacchiare, vedi che ti succede…

    Beh, ricordo le (poche) parole che Sabatini pronunció quest’estate prima di fare il mercato: “dobbiamo migliorare in trasferta: servono chili in più”. I chili sono arrivati (Ekdal, ma anche il gigante del Gambia e/o il buon Tonelli) e con essi arriva la solidità. Dura farci gol; dura prenderci sulla grinta, come ha provato a fare il Cagliari, memore del Doria che fu. Il mantra dell’avversario è stato: picchiali, stiamo bassi, tanto glielo facciamo prima o poi, glielo fanno sempre tutti. Eh no, amante dell’ichnusa. E ringrazia che il carasau sia meno amaro di quanto avresti meritato.

    Buona samp, che sa aspettare senza troppo forzare (primo tempo, con qualche affanno), aspettando il momento giusto per crescere e ferire. Certo, girano. Perché ieri poteva essere Vittoria e con Inter e Udinese pareggio; non sarebbe stato scandaloso.. ma quel che si vede, ultimamente, fa sperare e credere in questa squadra.

    Tornando a ieri:

    - costruiamo diversamente rispetto allo scorso anno: palla ai centrali, scende una mezz’ala, Ekdal scappa in avanti, si disinteressa del pallone, va subito a fare la “preventiva”; e farci il contropiede, se la perdiamo, diventa dura per gli altri.

    - dietro siam più forti dell’anno scorso: di Pavoletti non ti sei accorto mai, ieri sera; perché Colley l’ha brutalizzato perfino sulle palle alte… Andersen è un bijoux, ancora con qualche sbavatura, e anche quando c’e Tonelli la musica è quella; ah, Audero cresce e cresce bene (ha fatto un’uscita di pugno sul pavo da fenomeno).

    - non butterei la croce addosso all’attacco: quarta gara (e di che gare parliamo) in una settimana… uno ha quasi 36 anni, l’altro viene da un anno di pseudo inattività, e comunque pungono sempre. Siamo ai primi posti per i legni colpiti: avremmo segnato anche a Udine e a Cagliari con un pelo di sorte in più.

    - aspetto il sottopunta designato (Saponara) e rimpiango Caprari, perché Gastone ha un tipo di gioco troppo bailado, ci mette troppo a girarsi e a scaricare: però, dai, non l’ho visto così tragico, ci prova e si danna, per me il 6 l’ha meritato.

    Leggo ancora diffidenza, tra i commentatori… sosteniamola, che le premesse ci sono. Eccome.

  9. andrea scrive:

    4 partite in 11 giorni con gli uomini contati a sx ed davanti…
    2 gol subiti
    5 punti che potevano essere 8.

    purtroppo siamo arrivati a questo tour de force con gli uomini contati e paghiamo la stanchezza regalando delle buone mezz’ore agli avversari.
    primo tempo in affanno, il cagliari ha giocato con più intensità ma non ci siamo disuniti, con il ns ritmo siamo andati lontano.
    purtroppo ci penalizzano gli episodi, le traverse ed il rigore: manca lucidità o freschezza(defrel).
    aver avuto un caprari o un saponara e potevamo spaccare la partita.
    peccato per il polacco, mi piace, ha numeri ma manca di cattiveria: salta gli uomini con facilità ma si perde nelle conclusioni..se continua così, a fine anno avrà fatto il suo

  10. Maraschi scrive:

    Un rigore si può anche sbagliare, un goal fatto come quello di Defrel no.

  11. alan scrive:

    Fino al 94 era un buon punto, dopo il rigore sono due punti buttati. Kownacki ha sbagliato ma sul dischetto è andato lui, non ho visto la coda per tirarlo. Per il resto troppi giocatori out o fuori forma, ieri Caprari sarebbe servito, Ramirez quasi da Fermo ha messo due palloni da urlo ma è troppo indolente, ginocchio o non ginocchio.

    • Michele G. scrive:

      Io penso che a Frosinone sul 4-0 ci stava che lo battesse lui, che se lo era anche procurato. L’avesse sbagliato, non sarebbe cambiato assolutamente niente, se non la statistica per l’almanacco di questo campionato. Ieri sera no, il rigorista c’era eccome! Defrel mi risulta che non ne abbia mai sbagliati in Italia ed era in campo. Io lo avrei fatto tirare a lui, tanto più che se lo era guadagnato (anche quello non dato in maniera incredibile).

      • alan scrive:

        Si, ok ma tu hai visto Defrel andare deciso a prendersi il pallone? Perché io ho visto che lo ha fatto kownacki…

        • Michele G. scrive:

          Bisognava avere un’inquadratura più generale per giudicare i vari movimenti ed atteggiamenti. Per esempio, non ho potuto vedere se ci siano state comunicazioni con la panchina o se ci fossero accordi precostituiti su chi debba essere il rigorista. Non penso che funzioni in base al primo che va sulla palla batte il rigore. Dovranno pur esserci degli accordi preventivi, e lasciami dubitare che, con Defrel in campo, il rigorista designato sia invece Kownacki! Almeno, io la penso così.

  12. Tito Marassi scrive:

    La Samp ha fatto la solita partita ,purtroppo questa squadra gioca solo un tempo a partita,gettato allòe ortiche il primo(dove il passivo poteva essere maggiore)nel secondo meritava di stravincere,purtroppo le partite sono formate da due tempi piu’ recupero e non durano solo 45 minuti..con l’inter era successo lo stesso.Tre punti buttati letteralmente nella rumenta in 4 giorni,davvero mancheranno ala fine questi punti!Discutibile anche la sceklta di Giampaolo di NON far tirera Defrel,il ragazzo ci teneva era secondo nella classifica cannoinieri e poteva incrementare il suo bottino personale,certamente poteva sbagliare anche lui ma,psicologicamente,scelta assolutamente sbagliata.Kownacki..che dire?ne carne ne pesce ma non solo per il rigore,in generale,purtroppo sembra che il Polacco forte l’abbiano preso gli “altri”,ora speriamo con la Spal che gioca un ottimo calcio e bisognera stare attenti perche’ mi sembra che quest’anno(a differenza dello scorso) il problema non e’ la difesa bensi l’attacco asfittico,Quagliarella ieri sottotono,Ramirez inguarda<bile(come al solito) e Defrel si danna,si da da fare ma non e' certamente un killer da area.

  13. Michele G. scrive:

    Fa male, fa tanto male perdere punti in questo modo! Riuscire a colpire la traversa in tuffo di testa e ad un metro dalla porta ti può capitare una volta su cento. Ebbene, a noi è riuscito di confermare la statistica. Ricordo le parole del malefico arbitro Moreno, quello che di fatto ci cacciò fuori dai mondiali di Corea e Giappone. Alla contestazione per le incredibili decisioni a nostro sfavore disse che, se Vieri non avesse sbagliato un gol con la palla sulla riga di porta, a quest’ora non parlereste dei miei errori. Con questo non voglio dire che Defrel sia stato uno sciagurato, ma me la prendo con la sorte per l’occasione così incredibilmente mancata.
    Se potessi rubare dei versi al sommo poeta Dante direi: “de la bella vittoria che mi fu tolta e ‘l modo ancor m’offende”! Ma porca pu…..! Perché sbagliare un rigore al 91′, perché? Ho voglia di piangere! :-)
    Infine, lasciatemi fare un encomio a Barreto, al quale non ho risparmiato critiche in passato, ma mai rivolte alla persona ed al suo impegno, ma al modo di (non) giocare schierato in un ruolo a lui non congeniale. Anche ieri ha ripetuto un cross dal fondo che richiedeva soltanto di essere appoggiato in rete, fotocopia di quello fatto a Frosinone. Si danna l’anima ed è molto efficace e merita in questo momento, secondo me, la fascia di capitano quando non c’è Quagliarella.

  14. Daniele da Rapallo scrive:

    Caro Andrea, questa volta non sono molto d’accordo : o meglio lo sono per quanto riguarda lo svolgimento della partita, ma non per le cause.
    Innanzitutto Giampaolo ha detto una mezza belinata dicendo che Kownasski (che da tendere a Levandoschi, sta involvendo alla Petagna, quasi come ha fatto la promessa Bonazzoli..) ha tirato il rigore perchè lo ha tirato a Frosinone. Ma secondo voi è la stessa cosa tirare un rigore in una partita dove fai 5 reti, tutta in discesa contro una squadra materasso, e tirarne una ieri sera fondamentale per portare a casa una vittoria ? Li lo deve tirare uno di esperienza. Uscito Quagliarella non poteva tiralo Defrel, Ramirez, Ekdal ? Tutti meno lui. Così hai perso del fieno da mettere in cascina, per poi ritrovarti momentaneamente sotto a quelli la con una partita in meno.

    E’ vero : la squadra è più quadrata (alcune statistiche lo testimoniano), ma ugualmente incompleta e questo non me lo toglie dalla testa nessuno.
    Altrimenti non avrebbero tentato di prendere una punta di peso fino all’ultimo giorno. Altrimenti non avrebbero ripiegato su un trequartista forte ma di cristallo per spostare Caprari in avanti (che invece rende proprio come trequartista)
    Invece :
    ci volevano numericamente sia punta forte che trequartista, mettendo Ramirez in disparte.
    Invece c’è stata la telenovela Piaca, poi la telnovela Zaza, poi dicono (ma li non ci credo e per fortuna…) il rifiuto di Destro. Poi 2 mesi di telenovelas Obiang (meno male che è arrivato Ekdal, migliore di tutti). Poi ci sono stati i 2 BOOG ZOOM (oggetti misteriosi) portati da Sabatini (non dimenticatevi ai che ha parlato di coppe, minmo EL e di crescita..), in particolare il terzino.
    Le plusvalenze portate da Pecini sono quasi terminate (rimane Andersen…); tenete presente anche questa cosa. Se poi Sabatini ci farà vendere agli arabi allore gli tributeremo il giusto riconoscimento, ma sembra siano bufale.
    E’ vero : la squadra è più quadrata (forte anche della continuità con lo stesso allenatore) ma perchè devono mancare sempre due centesimi per fare una lira ? Perchè non c’è un minimo, non dico tanta, di ambizione ? Arrivano questi momenti critici ed intensi e ti ritrovi pieno di infortunati (anche li…boh…) e di gente spompata e mezza acciaccata.
    E’ vero : l’anno scorso questa partita la perdevi ed anche l’arbitraggio è stato pessimo, ma alla fine del campionato questi 2 punti persi non te li da più nessuno .
    Infine : nell’ultimo terzo di campionato vi dirò se la squadra ha fatto un minimo di salto di qualità nella quadratura. Se non avrà la cduta verticale avuta negli ultimi 2 anni allora avremo fatto il vero passo avanti.

    • Michele G. scrive:

      Per quanto riguarda la tua considerazione finale dico “speriamo di sì”! Già quest’anno, pur nella conservazione dello stesso modulo, Giampaolo ha beneficiato di alcune pedine che si sono rivelate azzeccate per la variazione del gioco e mi riferisco a Ekdal, in particolare, meno talento di Torreira, ma tanta sostanza e supporto importante in difesa quando c’è da sventare i cross avversari sulle palle alte. Anche se qualcuno storcera’ il naso, vedo molto meglio Murru, che si propone anche sulla fascia. Vedo una maggiore verticalizzazione dopo meno passaggi, rispetto all’infinità di quelli che si facevano prima e che raramente portavano ad una soluzione d’attacco. Visto che qualcosa comunque è cambiata rispetto al recente passato, speriamo che cambi anche il rendimento nella seconda parte del campionato.

      • francesq scrive:

        Bravo Michele, concordo e condivido la tua speranza.

        E qui torniamo al paradosso, il calcio ne è pieno zeppo: Torreira è più forte di Ekdal, ma di brutto. Però l’uruguaiano era diventato… un punto debole: lo marcavano, lo pestavano a sangue, sapevano tutti che il gioco passava da lui. Con il più modesto (tecnicamente) svedese, si deve andare dritti. E si ha più copertura sulle palle alte, spesso lo trovi in mezzo ai centrali a saltare.

  15. P.SOLARI scrive:

    Concordo in toto con il moderatore …… certo che a Cagliari, per un motivo o per l’ altro c’ e’ sempre qualche episodio tecnico od altro che incide sul risultato che pare sorriderci, non e’ purtroppo la prima volta. Porteremo un esorcista sul terreno di gioco da qui in avanti …..

  16. Sand66 scrive:

    Un tempo ciascuno e pari e patta, certo a volte bisognerebbe essere più pratici, prima i tre punti poi la gloria, far tirare un calcio di rigore così importante al più giovane in rosa non mi sembra la scelta più idonea e li forse l’allenatore doveva imporre Defrel, poi ovvio, anche lui poteva sbagliare ma ad onor di logica mi pareva la scelta migliore (comunque la personalità al ragazzino non manca).
    Detto questo la prestazione non è mancata nonostante il solito Ramirez (indolente e arruffone), un Praet non ancora al massimo e l’aria da trasferta che a noi fa tanto male.
    Unica perplessità, ad oggi Jankto non mi sembra valere i soldi che è stato pagato e Kownacky dovrebbe giocare di più (sembra un po smarrito).
    Bene la difesa (e qualcuno dovrebbe ammettere che i giocatori presi sono buoni), il centrocampo necessita di un vero vertice alto per funzionare al meglio e l’attacco è in apnea.
    Forza Doria sempre e comunque

  17. Bulgaro scrive:

    Mi permetto un osservazione, con 2 traverse e un rigore sbagliato non è un problema di gioco quello dell’attacco della Samp, magari di freddezza o fortuna, ma quando ti crei quelle occasioni…

    • andrea.lazzara scrive:

      Certamente, in questa occasione la componente “sfiga” è stata..importante…

      • Michele G. scrive:

        Ricordati Andrea, la fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo ed ha una mira infallibile. A fronte di un episodio in cui avrebbe potuto dirci male (palo di Farias), abbiamo avuto la sfiga di un rigore solare (con conseguente espulsione) che solo Rocchi non ha visto. Ed in campo avremmo avuto Quagliarella o Defrel per batterlo. Una traversa colpita di testa da un metro di distanza, che a provarci altre 100 volte non ci riesci. Sfiga che sul dischetto si sia presentato il polacchino, che ha malamente sbagliato (fotocopia del rigore calciato a Frosinone, stesso angolo, stessa poca intensità, ma stavolta il portiere si è buttato dalla parte giusta, per lui si intende). La partita della sfiga l’abbiamo purtroppo vinta noi per 4-1!

        • Marco scrive:

          Credo che il designato da Giampaolo fosse Kownacki.

          • francesq scrive:

            Si si, giampaolo lo ha detto chiaramente; non so se per “coprire” il polacco dopo la figuraccia, ma l’ha detto.

          • Marco scrive:

            Non credo Giampaolo usi questi stratagemmi , Kownacki non aveva mai sbagliato ad oggi un rigore, è anche un responsabilizzare in un percorso di crescita un giocatore.

            Fa male l’aver buttato 2 punti ma un rigore lo può sbagliare chiunque.

  18. El Cabezon scrive:

    Condivido a grandi linee sia il commento di Andrea che degli altri bloggers, era una trasferta che temevo tantissimo sia per motivi… storici che attuali ( il Cagliari è andato vicinissimo a battere il Sassuolo e nella prima mezz’ora ha messo alle corde il Milan ) e anche io alla vigilia avrei firmato per un punticino…
    Al netto del rammarico per il rigore fallito e di una certa superiorità mostrata nella ripresa dove secondo me siamo usciti bene alla distanza sono perciò soddisfatto!
    P.S: non crocifiggiamo Kownacki, i rigori capita anche a celebrati campioni di sbagliarli…

  19. Martino Imperia scrive:

    Premessa.

    Difendo Defrel a spade tratta per il colpo di testa schiacciato e rimbalzato sulla traversa.
    Trattasi di SFIGA PURA e basta, niente altro. I colpi di testa vanno sempre (SEMPRE) chiusi.se no volano in cielo.
    Peraltro, per chi è anzianotto e se lo ricorda, capitò una cosa identica a Vierchowod in uno spareggio UEFA contro il Milan (e certo non possiamo dire che di testa non fosse bravo).

    Ma concordo che secondo me, in una squadra complessivamente (e inaspettatamente per me) più solida e con più ricambi in ogni reparto, l’attacco sia la zona più incerta.

    Capiamoci, è anche presto per valutare. E magari con Caprari che appare guizzante finiva diversamente.
    però qualche dubbio ce l’ho. Non fai in tempo a glorificare I 4 moschettieri di Frosinone che uno canna il rigore, l’altro non brilla, una divora e uno è rotto……incredibile.

    Sul rigore io avrei fatto battere Ekdal che mi sembra un bel ghiacciolo scandinavo.

    A questa squadra mancano un punto con l’inter e 2 col Cagliari.

    Una cosa è certa: a noi la sfiga dell’ultimo minuto non si compensa MAI, anzi raddoppia.

    A<sto punto mi console perchè dopo il rigore avrenno potuto perdere (e già me lo prefiguravo)

    Ora SCHIANTARE LA SPAL SENZA SE E SENZA MA.

    • Zaccotenay scrive:

      Non in quel momento, la scelta è stata sbagliata non l’esecuzione. Era appena entrato spettava di diritto a defrel al massimo ad Ekdal ,il ragazzino soffre secondo me il suo connazionale che frequenta anche spesso che ogni volta che mette una moneta vince alle slot

      • petrino scrive:

        e’ la fotocopia di fornaroli.
        Se uno e’ buono, a questo punto avrebbe sfondato.
        vedere il connazionale dell’ altra sponda. Come calcia centra la porta.

    • giovanni scrive:

      però tecnicamente se la spal vince stasera il derby con il sassuolo (sarebbero tre su tre) lunedì affrontiamo la terza in classifica…quindi una delle grandi…

      • Matte Genovese scrive:

        ha buscato 2 a 0…..

        • Michele G. scrive:

          E di brutto, per giunta! L’ho detto che quel De Zerbi è in gamba!

        • giovanni scrive:

          però è ancora avanti a noi in classifica, quindi a leggere commenti del blog è più forte di noi matte…, così come il g….a che se vince il facile recupero che ha con il milan, squadra di centroclassifica in chiara difficoltà tecnica e di gioco è quarto ed in piena lotta per la champions league e con l’ormai desiganto capocannoniere del campionato; chiaro il concetto matte, si fa per …aiutarli… :-)
          un saluto

          • Marco scrive:

            Senza usare gli sfottò di rito, purtroppo pare abbiano azzeccato in pieno l’acquisto dell’attaccante, cosa che avevano ceffato l’anno precedente

    • francesq scrive:

      Sull’attacco..

      Mi permetto di dire che c’è un terzo componente: ossia il trequartista o “sottopunta”.

      E’ evidente che un giocatore più “dritto” e offensivo (Saponara o Caprari), abbiamo spaccato; con Ramirez, più in vena di ricami, meno dedito all’inserimento, ci siamo invece un po’ ingolfati.

      Fermo restando che la nostra dose di pali non ce l’ha mai tolta nessuno.

  20. Edoardo scrive:

    Pareggio giusto. Nel primo tempo il Cagliari ci ha soverchiato come dinamismo e anche come gioco. Poi nella ripresa siamo cresciuti. Peccato per la traversa di Defrel e il rigore ceffato da Kownacki. Ma anche i cagliaritani hanno avuto le loro buone occasioni. Ottimi Audero e Ekdal e 1 nota di merito anche per Colley perché in area di rigore i suoi centimetri e i suoi muscoli si sentono eccome! Andiamo avanti così che va abbastanza bene, di più non si può pretendere…

  21. Heisenberg scrive:

    Sintetizzerei il tutto con un semplice “Belin che nervoso”…

    • andrea.lazzara scrive:

      Ahaha siamo in due…volevo scriverlo…

    • Michele G. scrive:

      SOTTOSCRIVO!!!!!

    • Faso scrive:

      Sintesi perfetta.
      Personalmente mi sono girate più ieri sera che con l’inter perchè belin, un rigore al 90′ non puoi calciarlo così !!!

      • giovanni scrive:

        tutto vero, però ragazzi se avesse segnato ora saremmo qui a lodarne il carattere glaciale, la personalità, il talento sbocciato…i rigori non li ha sbagliati chi non li ha mai tirati…fa male accidenti se fa male, personalmente la mia televisione ieri sera ha seriamente rischiato la condanna al servizio r.a.e.e. però è così purtroppo è il bello del calcio, emozioni forti che possono essere anche negative; vero è che dawid si sente un pò in distacco dal polacco che sta dalla parte sbagliata (che a proposito, ma di tutti quelli che sono andati in polonia dei nostri…ma nessuno ci aveva fatto mai caso? eppure di punte ne abbiamo cercato no?), che pensava che qui alla samp poteva essere già un titolarissimo ed invece deve stare ancora a guardare un giovanotto di 35 anni che ancora gli ha da insegnare un mondo di cose su quello che vuol dire essere professonisti sul serio e uomini con due OO così…per non parlare di calcio giocato e movimenti da punta vera, da un pò anche a me sembra che ogni volta che è chiamato faccia un favore a risponderti e poi in campo s metta un pò troppo spesso in proprio (e non è un dribblomane anzi…) comunque problemi del mister che se ci sono gerarchie non avrà tardato a farglielo sapere; piuttosto dopo il rigore ho avuto il timore che lo prendessimo noi il gol visto che spesso siamo riusciti nel capolavoro…
        ma stavolta nell’azione dopo loro e nel calcio d’angolo conseguente è venuta fuori la fisicità che l’anno scorso ti mancava completamente; io ero tra quelli che un punto non lo avrebbero buttato vio e l’ho anche scritto.
        un abbraccio a tutti

  22. Matte Genovese scrive:

    Forse a GP e compagnia bella dovrebbero spiegare che anche in trasferta esiste il primo tempo……. Ora, apparte un pochino di ironia, non so ancora quanto il buon vecchio fabio riuscira a tirare la carretta la davanti, mi chiedo come mai una valta tanto GP nn faccia partire il polacco sin dall inizio, aspettando il rientro di caprari e saponara con ansia, anche perche ramirez mi sembra abbastanza inutile in questo momento, nn si capisce il perche ma è davvero indisponente…. Peccato davvero per il finale , siamo gia in credito con la fortuna… Si fara viva !!!! …..

    • Zaccotenay scrive:

      Figurati se Giampaolo con il carattere che ha mette in panca quagliarella, sei mai stato in uno spogliatoio? Dove ci sono dei leader è difficile agire con merito. Guarda De rossi giocherebbe anche con la gamba amputata, il mister sa che un leader contro ti può nuocere alla salute e alla carriera

      • Matte Genovese scrive:

        Zacco, se è come dici tu allora farebbe meglio a dare le dimissioni , se un allenatore non ha le palle di scegliere chi far giocare, (e pure imporsi su chi deve tirare i rigori) per me puo andare a vendere lupini fuori dallo stadio.

      • francesq scrive:

        Ma ha scippato tua zia ‘sto giampaolo che riconduci a lui ogni umana miseria? :)

    • Bulgaro scrive:

      Perché è mezzo rotto
      Inoltre siamo alla quarta partita in 12gg ci sta che abbiano deciso di risparmiarsi nel primo tempo per non finire in apnea..

      • Matte Genovese scrive:

        guarda che giocano tutti , e che si risparmiano il primo tempo nn ci credo. Poi se il giovane e mezzo rotto nn lo so, allora cambi modulo… Ma con GP e cosa assai improbabile.

        • Bulgaro scrive:

          Con l’Inter hai giocato ad alto ritmo il primo tempo e sei andato in apnea nel secondo. I momenti in cui alzare o abbassare i ritmi, li decidono durante la partita vedendo l’avversario, la condizione fisica, squadre come la nostra difficilmente reggono 90 minuti a manetta, men che meno se giochi ogni 3gg.
          Poi sto belin di cambio modulo.. Il modulo cambia con gli interpreti, con Ramirez o Barreto fai più copertura, con caprari e Praet sei quasi al 433, Giampaolo è molto meno statico di quello che dice il numero 4 3 1 2.

      • francesq scrive:

        Appunto

    • Michele G. scrive:

      Guarda cosa ti dico, mi basterebbe che la sfiga si bendasse un po’ gli occhi, mentre invece il c..o si scatenasse tutto nel derby. A me non interessa vincerlo bene, a me interessa vincerlo e basta, non importa come. Anzi! più ci fosse da farli rosicare e meglio sarebbe! ;-)

  23. petrino scrive:

    ora che hanno una difesa con i fiocchi, sempre che non giochi sala, sbagliano i rigori !!!!!
    Comunque Kown. vale quanto vale
    Anche con il Frosinone c’ e’ voluta tutta che segnasse il rigore.
    SE il rigore se lo e’ guadagnato defrel, doveva essere lui a tirarlo.

    • Edoardo scrive:

      Più che altro far tirare il rigore così “a freddo” a uno che è entrato da 5 minuti lascia un po’ perplessi, ma ormai è andata così…

      • Michele G. scrive:

        Giusto Edoardo, concordo. Inoltre, non solo era freddo, ma ne veniva da un guaio muscolare ed era persino in dubbio per Cagliari. Come ho scritto in risposta a Jetta più sopra, mi ricordo che ai mondiali del 1994, Baresi, che aveva già recuperato nel giro di pochi giorni da un’operazione al menisco, fu preso da forti crampi, specie nei supplementari, ma ciononostante andò a battere un rigore, che sbagliò malamente.

      • giovanni scrive:

        oh beh, agli europei zaza entrò per sceta tecnica di conte apposta al 121′ per battere il rigore…stanno ancora cercando il pallone :-)
        un saluto edo

        • Edoardo scrive:

          Sì hai ragione Giova, far tirare i rigori “a freddo” da quelli appena entrati è proprio una gran bella fesseria! E comunque per conto mio i rigori vanno quasi sempre tirati di potenza perché a piazzarli rischi sempre qualcosa, poi certo se ti chiami Totti è un altro discorso… Saluti anche a te, ciauuuuuu!!!!!!!

        • Michele G. scrive:

          E’ vero, lo avevo rimosso dalla memoria, tanto mi aveva fatto schifo (anche a vedere come ridevano i tedeschi)!

    • Marco scrive:

      Ci sono delle gerarchie da rispettare, se Giampaolo ha designato lui come rigorista è giusto che lo tiri lui.

      • Edoardo scrive:

        Io non so di chi è stata l’idea – Giampaolo? Kownacki? Forse Defrel era stanco e non se la sentiva? – ma tirare un rigore al 90° col piede freddo dopo 5 minuti che sei in campo per me è una c…a, poi ognuno la vede a modo suo…

    • Kreek scrive:

      @petrino

      “Hanno”?

      Lapsus freudiano…?

    • giovanni scrive:

      credo che defrel, per cabala, non tirerebbe comunque i rigori che si guadagna, così come faceva un certo platini, francese come lo stesso defrel…

    • El Cabezon scrive:

      E dove sta scritto che il rigore deve tirarlo chi l’ha conquistato?
      Credo che ci siano delle gerarchie ben precise su chi deve battere un penalty, salvo che poi qualcuno dei designati non se la senta per qualsiasi motivo…
      P.S: l’esecuzione di Kownacki a Frosinone fu impeccabile!

      • Michele G. scrive:

        A Frosinone pallone da una parte e portiere dall’altra. L’esecuzione di Kownacki è impeccabile, a patto che il portiere non azzecchi l’angolo dove buttarsi. Se lo indovina, glielo para di sicuro, perché è un tiro preciso, ma con poca forza. Cragno non ha dovuto neanche tuffarsi con molto anticipo; gli è bastato rimanere fermo fino all’ultimo ed ha intuito da che parte glielo avrebbe tirato. Fosse stato almeno forte e teso. A me è sembrato un po’ debole, anche se angolato, esattamente come a Frosinone.
        Per quanto riguarda chi debba battere un rigore, non sto dicendo che lo debba fare per forza chi se l’è conquistato, ma che Defrel finora aveva realizzato tutti i rigori che ha battuto e che, quindi, avesse titolo per batterlo lui. Permettimi, ma stento a credere che il rigorista designato sia il giovane polacco se Defrel fosse in campo. Men che meno se ci fosse Quagliarella, ovviamente.

  24. Tito Marassi scrive:

    Poi,a fine stagione,mancheranno i soliti 6/7 punti per andare in coppa,come al solito regalando punti per strada ma,intanto,che ci andiamo a fare in Europa?abbiamo 7un allenatore che dichiara aopertamente che giocare a meta’ settimana lo infastidisce e rompe i suoi equilibri e in Europa League si gioca il giovedi’,quindi…traete le coseguenze.
    Ragazzi,abbiate pazienza ma di questo allenatore non riesco proprio a innamorarmi enel mio gruppo tanti la pensano cosi’..non ti diverti mai,sempre partita speculare giocando solo 45 (se va bene) su 95 di regolamentare piu’ recupero,io sinceramente sono molto perplesso..l’anno scorso siamo partiti a razzo, salvo poi scioglierci nel girone di ritorno,quest’anno nemmeno la partenza a razzo.Faccio una previsione:Ballardini verra’ licenziato a breve(vittoria con chievo non fa testo)e Preziosi prendera’ Davide Nicola,bene io spero che Nicola(di cui Andrea conosce qualita’) spero venga assunto prima da noi perche’ il mister attualei sta stufando tutti!Il calcio e’ divertimento,azioni,non e’ un algoritmo inventato dal signore con barbetta incolta che risponde:”il rigore dovevo tirarlo io?”No..semplicemente il rigore doveva tirarlo chi se lo era procurato,psicologicamente hai ucciso Defrel

    • Fulvio scrive:

      Nicola ? ma per cortesia …

    • Marco scrive:

      Dovrebbe esonerare Ballardini che ne ha vinte 4 su 6? Compresa quella di coppa Italia.

      Per quale ragione?

      E incomprensibile è anche l fatto che tu auspichi Nicola al posto di Giampaolo.

    • Martino Imperia scrive:

      Perchè porsi limiti.
      Fai Bellotto…. o Montella

    • Kreek scrive:

      @Tito Marassi

      Belin ma hai Giampaolo e vuoi Nicola?
      Ma sei serio?
      Oppure vuoi solo allenatori che abbiano il cognome che sembri un nome? :)

    • Michele G. scrive:

      Scusa, ma piuttosto che Nicola prenderei De Zerbi del Sassuolo o Semplici della Spal, che mi sembrano più preparati e propongono un gioco un po’ più bello da vedere. Se nessuno dei due fosse praticabile, allora prenderei piuttosto Iachini, non fosse altro che per la passione che ci mette di sicuro, oltre ad essere Doriano dentro!
      Ciò premesso, anche a me Giampaolo non riesce a piacermi (un po’ di tempo fa lo paragonai a Battiato, molto colto, ma noioso). Non mi entusiasma. Ogni volta che parla dovrei prendere la coramina per quanto mi mette tristezza! Però, per il momento mi ha fatto vedere qualcosa di meglio rispetto al passato. Dovesse fare meglio dello scorso campionato, me lo farò piacere, anche perché non penso che il signore di Testaccio che abbiamo come presidente sia disposto a cambiare. Cambiare tanto per cambiare non mi sembra una buona strada da seguire. Comunque, se posso dirlo, Nicola proprio no!

      • Marco scrive:

        Michele

        De Zerbi e semplici per quest anno non li puoi avere e se de zerbi continua così neppure i prossimi anni

      • Marco62 scrive:

        Semplici, guarda io abito a Ferrara e lui è un idolo , però ti assicuro che la Spal bene non gioca, poi è serio , preparato, tutto quello che vuoi ma anche lui ha 1 modulo solo e non lo cambia mai il 352

    • Solosamp1946 scrive:

      Nicola ? Ma per cortesia…giampaolo non sarà un maestro come alcuni lo definiscono ma è persona seria ambiziosa e che sa dare un identità precisa e riconosciuta alla squadra.. poi in campo ci vanno i ragazzi quindi se certe volte ( in trasferta più che altro) non si è vista una bella Samp la colpa non è solo del mister ma anche e soprattutto dei giocatori privi di personalità. Quest anno mi pare diverso , ci sono uomini con più personalità e i vecchi giocano insieme da più tempo , magari mi sbaglierò ma quest anno non faremo le figure dello scorso campionato in trasferta ( non dico che faremo tanti punti , non è nel dna della Samp la.vittoria in trasferta). Comunque l unico allenatore valido in circolazione per una squadra come la nostra è de Zerbi per il resto tolto lui mi tengo giampy a vita

    • maverick scrive:

      Eh si col Balla ti saresti divertito di piu come loro con Lazio e Sassuolo.. si si…

  25. Luigi scrive:

    Premesso che la sfiga che abbiamo noi non ce l’ha nessuno in serie A giustificare sempre tutto non aiuta a crescere perché anche ieri sera qualcuno ha messo del suo: Ramirez il copia e incolla di Alvarez con lui giochi in 10 dopodiché se farà una partita magistrale dopo 10 inconcludenti ci saranno i soliti soloni pronti a dire avete visto? Punto 2 come ha scritto qualcuno a Frosinone sul 4 a 0 ci sta far battere un rigore al giovanotto ma appena entrato a Cagliari sullo 0 a 0 non di certo. La difesa è buona i tre centrali sono bravi purtroppo Andersen sarà la prossima plusvalenza godiamocelo ora.

  26. Daniele da Rapallo scrive:

    E comunque, possiamo fare tutte le considerazioni che vogliamo : sulle TV, sulle presenze allo stadio, sullo stadio, sul calcio moderno, i conti in regola ed il fairplay finanziario….Financo alle considerazioni tecniche o di mercato; chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi mezzo vuoto, in uno stadio che sembra sempre più vuoto.
    Ma una cosa su tutte è vera :
    Non c’è come la mancanza di ambizione di una società o la poca chiarezza che fanno appiattire gli animi….un po come la moglie sciatta, burbera o noiosache rammollisce certe parti dove non picchia il sole. Non so se regga il paragone.

    • Michele G. scrive:

      Beh Daniele, dipende da come lo prendi il sole! Se andassi in una spiaggia per naturisti, ci batterebbe eccome! :-)

    • Martino Imperia scrive:

      Vero, ma non solo.
      Parliamo di un campionato completamente squilibrato alla partenza per quanto riguarda ricavi televisivi.
      Non puoi competere nemmeno volendo.

      questa è la realtà.

      il tuo discorso è valido per noi, ma anche per Atalanta, Udinese, Torino, Genoa, Fiorentina etc.

      A turno una acciuffa l’Uefa….piu per una serie di combinazioni tecniche che per programmazione…..

      Purtroppo il sistema è studiato cosi. E’ voluto.

    • El Cabezon scrive:

      Ok ma…che c’entrano adesso tutte queste considerazioni, condivisibili o meno che possano essere, con la partita di ieri sera?

  27. Kreek scrive:

    @Daniele da Rapallo

    Non è la prima volta che esprimi queste sensazioni.

    A me questa squadra,allenatore e società mi sembrano tutto tranne che ammosciati.

    E gli abbonati son più dell’anno scorso…quindi davvero ho l’impressione che sia tu a non avere la passione di un tempo per il Doria…Oppure che sia una questione di risultati?

    • Marco scrive:

      Quanti abbonati più dell anno scorso ? 5 ? Ma dai sarebbe meglio evitarlo questo argomento.

      Le presenze allo stadio sono un emorragia che non trova soluzione

      • Kreek scrive:

        @Marco

        407 abbonati in più, +2,5% circa

        Media scorso anno: 20.156

        Media quest’anno (parziale): 20.333

        20.000 presenze medie abbondanti sono un lusso per una città in declino di 578.924 abitanti (dato al 31/3), con 2 squadre!!!

        Alcuni dati per approfondire meglio:

        2018-19 (media spettatori 3 partite):

        Napoli 27.000
        Torino 19.999 (20.000)
        Un’altra squadra cittadina: 19.488

        Un consiglio: cerchiamo di renderci conto della stituazione generale…

        • Daniele da Rapallo scrive:

          Giustissimo. !
          Proprio per questo, dico : pensate un po quanti abbonati ci sarebbero se :

          1) Non aumenti i prezzi degli abbonamenti col solo risultato di fare inviperire la gente su una voce che incide minimamente a bilancio.

          2) Mostrare un cicinin in più di ambizione : provare a puntare puntare magari a E.L. o coppa Italia.

          3) Fare campagne acquisti (magari ugualmente concrete) ma un po più stimolanti senza rifiuti e telenovelas.

          Magari costerebbe di più ma 20000 abbonati li faresti tutti.

        • petrino scrive:

          analisi perfetta. Rispetto alla popolazione, all’ eta’ media degli abitanti anche della provincia, alle 2 squadre, il numero degli abbonati e’ oltre qualsiasi media.
          Per cui le varie lamentele sono inappropriate.

        • Marco scrive:

          Il Napoli non fa testo come abbonati lo sa chiunque che i 3/4 di chi entra non paga.

          Le presenze allo stadio sono calate tantissimo , a maggior ragione dove fai notare ben 407 abbonati in piu.

          Poi almeno un 2000 abbonati non sono nemmeno di Genova.

        • Zaccotenay scrive:

          Fanno veramente poco per portare gente allo stadio, i piccioni hanno delle offerte più interessanti per forze dell’ordine ad esempio e il 3 per 2 nei distinti, ma anche il tifoso doriano ci mette del suo troppo tiepido ed esigente. Se penso che in B eravamo 20000 abbonati circa, ne abbiamo perso 4000 in tre anni. Ma cosa volevano che li portassero la Samp a giocare sotto casa? Mi fanno una rabbia, se poi penso che parlano e criticano anche…. Gli chiedi ma sei abbonato? Risposta di quasi tutti, ma l’ho fatto a Sky. Manca sempre di più la passione, allo stadio è tutta un’altra cosa SAMPDORIA Sopra Tutto

        • Solosamp1946 scrive:

          Secondo me il.problema non è sugli abbonati…17mila non sono pochi , ma sui paganti di ogni singola partita. Prezzi troppo alti da parte di questa dirigenza. La nord in una partita di medio basso interesse costa 20/25 in una di cartello 30/35…ed è un settore popolare…costasse dai 10 ai 20 euro massimo a mio avviso ci sarebbe una media spettatori più alta. Comunque è un problema generale…Genova è solo rossoblu ma alla fine hanno una media spettatori simile alla nostra…il grande Toro che ogni anno deve andare in Europa fa si è no 14mila spettatori…ecc ecc ecc

      • Faso scrive:

        Infatti, ne abbiamo già discusso diverse volte e purtroppo allo stato attuale del cosiddetto calcio moderno (e in parte della ns gestione societaria) più che emorragia è un coma irreversibile….vedi domani derby di roma

      • Kreek scrive:

        @ Marco (2)

        E aggiungo: è un piacere vedere questa Sampdoria che va sostenuta , per chi può sia chiaro, il più possibile dal vivo!!!

        Forza Sampodoria!!!

    • Daniele da Rapallo scrive:

      Be, alcune squadre come Fiorentina e Torino non le citerei proprio perché più ambiziose sia come campagna acquisti che come solidità economica. Solidità che alla Samp deriva invece da buona gestione e da grandi plusvalenze. Per quello mi incavolo se non sono buoni a fare mercato, se la squadra non ha appeal per certi giocatori….perché non è chiaro, neanche velatamente, dove voglia andare ed ogni figura fa dichiarazioni a se stanti. Intanto quest’anno l’obiettivo era anche diminuire il monte ingaggi e lo hanno fatto.
      Può darsi che ci sia anche qualche abbonato in più (forse anche complice Sky DAZN e tutti gli abbonamenti che devi fare)….intanto il viperetta ha aumentato di 50 euro i distinti e 10 o 20 le gradinate, con un settore rimasto vuoto per lavori mai iniziati.

      Parere mio… eh…

      • Marco scrive:

        I piccioni sono dei repressi ed hanno più abbonati come mai?

        • Daniele da Rapallo scrive:

          Semplice : perché i piccioni sono repressi e morbosi, alcuni di loro godono anche nelle difficoltà, anche in serie B. A noi per fare tanti abbonati serve anche fare una squadra buona e non prenderci per il culo (fra le altre..) : scusa eh…se siamo, secondo me, superiori e più furbi di loro.
          Nato a Genova, tifo doria proprio per non essere come loro.

  28. Tito Marassi scrive:

    Con L’inter a Marassi lo stadio non mi pareva per niente vuoto..anzi!Se tieni presente che la tribuna superiore e’ inagibile,quanti spettatori vuoi?80.000?

  29. Tito Marassi scrive:

    X Fulvio,se non credi in Nicola Davide,chiedi ad Andrea Lazzara (che lo conosce)per referenze..se questo allenatore torna in A..fara’ benissimo,si accettano scommesse.

    • Fulvio scrive:

      Non metto in dubbio la bontà e la serietà di Nicola, ma è un genoano sfegatato non credo accetterebbe mai di venire alla Samp.

    • Michele G. scrive:

      Se un giorno dovesse diventare il nostro allenatore, lo sosterrò, ma, al momento, se potessi scegliere, lo lascerei dov’è. Penso che sia senz’altro un buon allenatore, ma se fosse stato al di sopra della media, penso che a quest’ora sarebbe ad allenare una squadra da medio-alta classifica di serie A. Non credo che sia fermo per scelta, anche se si è dimesso lui dal Crotone. Scusa Andrea, so che è un tuo amico, ma questa è la mia opinabile opinione.

      • andrea.lazzara scrive:

        No no aspetta, amico no..:-) Lo conosco, eravamo…vicini di classe (insieme a un operatore di Primocanale) ma amici no. Però lo ricordo come un ragazzo serio.

  30. giovanni scrive:

    da ex difensore ho visto un paio di belle cose: il “simpatico” leo pavoletti chedi testa le prende sempre lui ed ha un discreto score contro di noi, ieri sera ha iniziato facendo la voce grossa in area, e come al solito lamentandosi con l’arbitro come di suo costume per trattenute, gomitate, ginocchiate ecc, poi ho visto che nel silenzio più totale e senza neppure troppa appariscenza tra ekdal (spesso a centrocampo per lo più sul rinvio loro), colley, andersen e bereszinsky che devono avergli piantato i gomiti nelo sterno una decina di volte fino a farlo sostanzialmente scomparire dal campo…lasciatemi pensare che finalmente possiamo menare anche noi…

  31. Zaccotenay scrive:

    Regge regge

  32. Massimo Pittaluga scrive:

    pareggio buono anche si si poteva vincere, tuttavia se fosse entrata qualche palla al cagliari nel primo tempo….girano per il rigore sbagliato ma può succedere. a me sembra che kovnacy avendo poco spazio voglia dimostrare tutto in poco tempo. prima di bocciarlo come leggo da qualcuno vorrei vederlo un po di partite con continuità pèerchè a forza di 10 15 minuti si fa fatica a dimostrare il proprio valore. per il resto buona partita di squadra con alcuni giocatori che stanno facendo veramente bene. peccato perchè fosse girata diversamente 2 3 punti in più li potremmo avere meritatamente ma il campionato è lungo e credo che prima o poi il gioco di ssquadra paghi. a mio avviso un centravanti di razza manca tanto ma forse con un caprari in crescendo e magari un saponara in palla si potranno vedere cose migliori che con un ramirez che ha piede e qualità ma sembra sempre un po troppo lento e a volte poco attivo quando perde palla. credo che la vivacità di caprari e la qualità di saponara potranno portare miglioramenti.

  33. Pier scrive:

    Il Cagliari porta male ed è un dato inconfutabile.
    Detto questo ribadisco che la difesa ,il centrocampo e il gioco ci sono eccome.
    Purtroppo come temevo in estate l’attacco ,escluso il formidabile Quaglia, è mediocre.
    Il colpo di testa di defrel e il rigore di kownaki la dicono lunga sul loro valore.
    Penso che se avessimo in squadra per sbaglio polacco buono (piatek) potremmo essere probabilmente primi in classifica.
    Peccato un vero peccato davvero.

    • Solosamp1946 scrive:

      Io questo grosso problema in attacco non lo vedo…in 6 giornate i 4 attaccanti hanno segnato 9 goal se non sbaglio…il.problema piuttosto è stato avere contemporaneamente fuori saponara caprari e kownaki in questo periodo inteso a livello di partite e quindi quaglia e defrel hanno tirato il carro più del dovuto perdendo inevitabilmente forze e soprattutto lucidità

    • maverick scrive:

      Beh Defrel e’ a quota 4 ma si sa che l’erba del vicino…..E che vicino…. Bah…

    • Faso scrive:

      Oua… primi in classifica, non esagerare…
      Condivido invece le perplessità sull’attacco e le ultime assurde ore di mercato sono testimonianza che le condividessero anche a Bogliasco, ma occorre programmare e non improvvisare.

    • Marco scrive:

      Il rigore sembra calciato con sufficienza, ma anche messi e Ronaldo li sbagliano.

      Defrel ha avuto 1 frazione di secondo per decidere come colpirla anche se è stato un errore abbastanza importante.

      Devi mettere in conto che di fronte avevamo il Cagliari che ogni anno ci toglie il sorriso.

      Comunque se Defrel ha sempre segnato relativamente poco qualche limite lo avrà , ma ad oggi è un primo bilancio positivo con la SAMP.

    • Sand66 scrive:

      Basta una tre quarti efficace e i nostri attaccanti funzionano alla grande, certo con Ramirez che cuce il gioco fai enorme fatica a segnare.

  34. Solosamp1946 scrive:

    Aggiungo una cosa io nel mio piccolo gioco in attacco ( anche se mi sento mentalmente un trequartista

    • Solosamp1946 scrive:

      Mi è saltato parte del messaggio…volevo dire che gioco come punta ( a piccoli livelli) e non era così semplice fare goal nell azione della traversa di defrel. Il cross era forte e teso e il rischio di spararla alta era concreto…lui ha fatto la cosa giusta ha provato a schiacciarla…se ci riprova 20 volte 18 segna. È stata sfiga totale. Mentre su kownaki dico che cmq la responsabilità di tirarlo l ha presa lui quindi ha carattere…poi non sempre si segna su rigore ma non gli darei troppo contro per questo errore ( magari fosse stata una finale si )

      • andrea.lazzara scrive:

        Ho sempre giocato malissimo ma anche io ho avuto la sensazione che non fosse proprio..semplicissimo. Il cross era forte, poi resta da capire se sia stata colpa di Defrel non arrivare coordinatissimo o del passaggio leggermente..impreciso. Ma tanto, ormai cosa cambia (purtroppo) ?

      • Matte Genovese scrive:

        tipo l altro 99 a roma ?? (finale coppa italia)

  35. moussa dembele' scrive:

    Divagazione..
    Abbiamo tutti i trequartisti acciaccati. Per quale motivo non si fa mai il nome di Jankto per la loro sostituzione? È in quel ruolo che giocava ad Udine no?

  36. luca scrive:

    solosamp1946 sono d’accordo con te (soprattutto Saponara !!!) avessimo avuto un paiop di ricambi in più davanti forse ne avremmo tratto vantaggio e poi io resto della mia opinione, se contro la Fiorentina non ci fisse stata la contestazione (che reputo ahimè inutile !) ma lo stadio pieno e il tifo trascinante sono convinto che avremmo battuto la viola!
    Lunedi sera tutti a Marassi (è troppo importante accompagnare la squadra al successo)!!!!!!

    • Matte Genovese scrive:

      Troppi se , e troppi ma, riguardo alla contestazione , e stata inutile perche come sempre la gente non ha capito il vero motivo per cui e stata fatta, quindi sono andati beatamente allo stadio, con una sud semipiena e beatamente muta…. Ma mi pare che anche contro l inter non ci sia stata molta spinta, nonostante i gruppi portanti erano presenti, quindi per battere la spal bisogna fare una grande partita, tifo o non tifo…..

      • Edoardo scrive:

        Beh il tifo che c’era negli Anni 70/80 non esiste più e non parlo solo di presenze numeriche, non c’è più quell’entusiasmo, giochiamo senza obiettivi se non il mantenimento della categoria, i giocatori si impegnano solo per mezzo campionato e poi tirano indietro la gamba, non ci sono più gli striscioni, non ci sono più i tamburi, per comprare un biglietto poco ci manca che serve il commercialista e poi si gioca tutta la settimana anche in orari lavorativi, l’abbiamo già detto tante volte anche su questo blog, ormai il calcio è più che altro uno show, i valori dello sport e della sana e giusta competizione non esistono più nell’attuale Serie A, questa purtroppo è la minestra che piaccia o no…

        • Matte Genovese scrive:

          D accordo con te !! Questa è la tristissima situazione. Cmq senza andare troppo lontano nei tempi, io ricordo nell anno della promozione in serie A con Novellino una Sud veramente alla grande, e il motivo era molto semplice, c era entusiasmo da vendere….

  37. Tito Marassi scrive:

    X SoloSamp,1946,
    Allora inizia a scaldarti che ti prendiamo al posto della buonanima Ramirez

  38. luigi scrive:

    Un’altro allenatore con un campionato mediocre come il nostro e la rosa della Samp farebbe gli stessi punti di Giampaolo quindi piantatela li con questa storia del maestro bravissimo a far giocare la squadra.Non lo sto bocciando dico soltanto che un Gasperini un De Zerbi un Maran non farebbero peggio.

    • Edoardo scrive:

      Nello sport cosi come nella vita c’è chi vede solo 2 colori (bianco e nero) e chi invece sa apprezzare tutte le diverse tonalità e sfumature, il nostro allenatore evidentemente appartiene alla prima categoria di persone, comunque alla fine gli schemi contano quel che contano, le partite le decidono i giocatori che vanno in campo, avrei proprio voluto vedere Sacchi e Allegri cosa avrebbero vinto senza i vari Van Basten, Baresi, Maldini, Gullit, Rijkaard, Buffon, Higuain, Mandzukic, Pogba, Cuadrado e compagnia bella…

  39. Hermwn scrive:

    Ragazzi non vorrei dire però con tutto il rispetto che ho per il nostro grande ex capitano Luca Pellegrini ho notato che ogni volta che c’è lui come seconda voce in commento su Sky non ne vinciamo mezza Non me né voglia il buon Luca però se magari andasse a commentare un’altra partita Può darsi che noi potremmo sganciarsi da questa maledizione ho fatto le percentuali non vinciamo mai quando c’è lui come seconda voce

    • andrea.lazzara scrive:

      Capisco le scaramanzie dei tifosi ma “la patente” pirandelliana no eh…

    • Zaccotenay scrive:

      È poi come ci dà addosso,on quella erre moscia non si capisce nulla, sembra che abbia qualche retaggio non fortunato con la società, perché smembra addirittura peggio di quando commenta onofri, per farci un complimento quando giochiamo bene da la colpa all’altra squadra che gioca male.

      • Matte Genovese scrive:

        Anche a me nn sta simpatico, ma insomma… Dai ragazzi, adesso se la samp non vince vuoi vedere che è colpa del commentatore…… Pensiamo a giocare e a segnare…..

      • Massimo Pittaluga scrive:

        questo è ingeneroso e scorretto. pellegrini è stato quasi tutta la carriera alla samp ed è stato il capitano dello scudetto. ritengo cerchi di essere imparziale nei commenti e non credo certo antisampdoriano. portava talmente sfiga che con lui abbiamo vinto lo scudetto ed ha alzato la coppa delle coppe etc….ci andrebbe un po di equilibrio e di memoria storica

    • Edoardo scrive:

      Luca Pellegrini era il nostro capitano storico ai tempi d’oro, le sue critiche forse un po’ severe sono per me un attestato di amore e anche di competenza tecnica perché poi tutto quel bel gioco negli ultimi anni sinceramente io non l’ho visto…

  40. Hermwn scrive:

    Ahhaaa…Andrea!Sai com’è..ci si attacca a tutto quando le cose vanno male.A proposito di Prandelli ..è libero e non vorrei che se dovesse essere esonerato Giampaolo il brillante Ferrero penso proprio ingaggiare lex CT della Nazionale sarebbe la ciliegina sulla torta ho già toccando tutti i cornetti che ho intorno e anche altre cose..ahhaaa

  41. Jetta scrive:

    Intanto la battibile Inter ha vinto la quarta consecutiva coppa compresa…

  42. luca scrive:

    lancio una provocazione: perchè non riprenderci Marotta !!!!!! d’altronde sua moglie è di Genova e Genovese e mi risulta abbiano ancora casa a Genova , che ne pensi Andrea ?:-)

  43. Tito Marassi scrive:

    Credo che marotta abbia un ingaggio “leggermente” superiore alle nostre possibilita’..magari avvevisse questo.A prposito..stasera la seconda voce e’ di nuovo Pellegrini…….non dico niente ma…speriamo bene!

  44. luca scrive:

    direi che a Bergamo per Domenica stanno preparando proprio un bel ambientino , ne stanno dicendo di ogni sull’arbitro di ieri e il rigore fischiato contro (effettivamente è un bel tuffo di Chiesa) speriamo di vincere stasera per poi andare a giocarcela senza assilli !!!!!!!!1 vedo già Gasp indemoniato (tra le nostre maglie, le loro furiose lamentele e la classifica deficitaria ….)

Lascia un commento

ALL’ULTIMO RESPIRO

Un pareggio che equivale ad una vittoria per il modo rocambolesco in cui è arrivato. La Sampdoria esce a testa

LA VITTORIA DEI REIETTI

E’ stata la vittoria dei reietti. Di Marco Giampaolo, della sua coerenza, delle sue idee, del suo gioco, sia pure

DERBY, BENE COSI’. E ABBRACCIAMO TUTTI GIANLUCA

Non è stato un gran derby quello giocato dalla Sampdoria, forse il peggiore dell’era Giampaolo. Che, tuttavia, rimane imbattuto nella

SAMPDORIA POVERA, POVERA SAMPDORIA

Anche all’Olimpico con la Roma – terza sconfitta consecutiva, undici gol beccati nelle ultime tre gare, un solo punto raccolto