UNA SERATA..A META’

19 set 2018 by andrea.lazzara, 103 Commenti »

Sampdoria e Fiorentina prendono un punto a testa, comandano un tempo a testa in uno stadio con la metà (più o meno) delle persone attese per una sfida del genere. Insomma, una serata al 50% che ha avuto il merito di farci comprendere come Audero sia un buonissimo portiere, che peraltro può ancora crescere ( e mi pare che abbia una dote fondamentale: guida la difesa),  che il ritorno di Praet è importante, che Caprari forse, dai e dai, sta prendendo convinzione nei propri mezzi. Nel primo tempo la difesa ha un po’ ballato anche sulle palle alte mentre centrocampo e attacco erano lontani anni luce; poi nella ripresa è cambiato l’atteggiamento e la Sampdoria è stata, a tratti, quella bella vista con Napoli e Frosinone. Il punto, per me,  va bene, in attesa della sfida di sabato sera contro l’Inter che avrà molte cose da raccontare e spero serva a cancellare l’onta dello 0-5 subito lo scorso anno. Non mi preoccupo più di tanto per i mugugni di Quagliarella per la sostituzione e il rimbrotto a distanza di Giampaolo: Fabio è un esempio per i giovani, ma anche un essere umano. Vuole vincere ed essere protagonista se non riesce ci sta di prendersela. Sulla protesta contro l’orario della partita, invece (io allargherei, non solo l’orario, ma il giorno) mi pare di poter dire che la tifoseria sampdoriana abbia aderito finendo comunque, come spesso le capita, per dividersi quasi equamente: per carità ogni idea è rispettabile e, anche chi non ha voluto cogliere lo spirito dell’iniziativa ed ha scelto di andare allo stadio, per parte sua ha fatto bene. Una manifestazione più compatta avrebbe avuto certamente maggiore risalto ma così, , in un calcio dove si parlerà per 5 giorni filati dell’espulsione di Cristiano Ronaldo e dove una squadra ligure, l’Entella, ha esordito in C e forse continuerà in B, cosa volete che siano le richieste di maggiore “umanità” (perchè di questo si trattava) da parte di una tifoseria. Dite la vostra anche questa volta, sempre, e ve lo raccomando, nell’ambito della civiltà e del rispetto. Ognuno è libero di dire il proprio pensiero e sono sicuro che alla fine il dato incontrovertibile, che ne dica qualcuno, è che siamo tutti abbiamo tutti un unico grande amore calcistico. Perché, a leggere anche i social questa sera, sembra che a volte i nemici più feroci si ritengano essere i propri stessi compagni di fede. Ed è una cosa che fa malissimo, soprattutto alla Sampdoria e ai sampdoriani.

103 Commenti

  1. alan scrive:

    Buon pareggio contro una squadra di livello. Un tempo per uno (nel primo tempo forse ha influito anche la strana atmosfera sugli spalti. )Meglio la ripresa e si è capito che Praet, al di là del ruolo, in questa squadra è importante. Bene Audero che tra i pali mi pare proprio forte.

  2. Marco scrive:

    Una bella partita, con errori individuali macroscopici da ambo le parti all’inizio, risultato giusto.
    Speriamo che la vittoria ,immeritata tra l’altro, dei meneghini nel finale in champions non li galvanizzi. Vincere contro l’Inter sarebbe favoloso.

    Una cosa orripilante la maglia della Fiorentina.

  3. Fra Zena scrive:

    Sul campo, sicuramente bicchiere mezzo pieno. La Fiorentina nel primo tempo ha giocato benissimo e abbiamo sofferto molto, soprattutto sulle mezzali e in difesa; nel secondo tempo sono calati e noi siamo stati bravi a trovare il pari. Per quanto riguarda la protesta, oggettivamente bicchiere mezzo vuoto: il messaggio anti Lega e anti Pay tv non so quanto sia passato, gente allo stadio ce n’era . UTC e Fedelissimi, evidentemente, non sono più in grado di influenzare la gradinata come in passato, o forse le ragioni della protesta non erano sentite da molti. Pazienza, andiamo avanti, di questo recupero si è già parlato fin troppo

    • Zaccotenay scrive:

      6.600 che non sono entrati non sono pochi, ma sono d’accordo nell’avere permanentemente un dubbio,erano dentro i tifosi della Sampdoria oppure fuori? Non sono ancora consapevole se qualcuno è tifoso dell’Istrice, o della Sampdoria, certo 8 anni senza andare in trasferta, non mettere gli striscioni, non portare i tamburi e megafoni,francamente mi hanno stufato, anche se ieri per coerenza con il gruppo non sono andato insieme a mio figlio l’ho seguita da casa, mentre mia moglie con l’altro figlio sono entrati. Complimenti al pubblico, sono riusciti a spingere la squadra nonostante la mancanza del tifo organizzato, sono rimasto piacevolmente sorpreso a vedere un pubblico così, siamo unici Sampdoria Sopra Tutto

  4. Solosamp1946 scrive:

    Il punto va bene…la Fiorentina è una bella squadra quindi va bene così ora testa all Inter sperando di vedere principalmente una buona Sampdoria poi se si fanno punti bene altrimenti amen non sono queste le partite che deve vincere la Sampdoria

  5. Luca scrive:

    Sono più tranquillo è positivo dopo aver visto questa partita rispetto a Domenica scorsa dopo lo 0 a 5 di Frosinone , bravi tutti! Così e’ impossibile criticare o contestare ( perché c’è la rabbia, l’impegno !) sono invece contrariato ma rispettoso sulla scelta di metà tifoseria di disertare
    lo stadio ( il nostro tifo unito avrebbe spinto la squadra verso la vittoria ) spero che chi e’ rimasto a casa abbia tenuto almeno tutte le energie e tutta la voglia di tifare e spingere la squadra per Sabato sera !!!! Dev’essere una bolgia, l’inferno Marassi , bisogna aiutare la squadra a lavare l’onda dello scorso anno del 5 a 0 incassato e salutare quel gran sumpsticone e riconoscente ex di nome Mauro e di cognome mmmmhhhh non lo ricordo più!

  6. Paolo1966 scrive:

    Per me ottimo punto. Partita “paludosa” dove ogni errore si poteva pagar caro. Averla raddrizzata con squadra un po’ sottotono va benissimo. Io sono partito da Sanremo alle tre per venire allo Stadio. A Pegli ho rinunciato e l’ho vista in un Bar. P.S. Unica nota… Ramirez deve IMPARARE A NON PERDERE PALLA…

  7. Michele G. scrive:

    Io sono soddisfatto. Inizialmente, abbiamo commesso qualche errore di troppo in difesa, ai quali ci ha messo una pezza Audero, davvero bravo sia tra i pali che nelle uscite (deve forse migliorare un po’ nei rilanci). Sottotono, secondo me, sia Defrel che Quagliarella (scocciatissimo per il cambio, ma dovrebbe capire che Sabato si rigioca). Caprari da strabuzzarsi gli occhi per efficacia e per il magnifico gol, peraltro nato da un tracciante da un lato all’altro di Barreto, che deve aver letto che ho detto di lui che ha i piedi ruvidi e ha voluto smentirmi (sono felicissimo che lo abbia fatto). A Caprari perdono anche quell’errore nel primo tempo, quando ha sbagliato un rigore in movimento su perfetto lancio di Murru. A proposito, visto che sontuoso stop e ripartenza su Chiesa? Non male Andersen, dopo quell’errore all’inizio, quando ha effettuato un passaggio di testa un po’ stitico, rimediato molto bene da Audero. Nota dolente, secondo me, Sala, che ha preso delle giostre prima da Piaca e poi da Chiesa, quando Pioli li ha invertiti di posizione.
    Mi rimane un piccolo rammarico per non essere riusciti a sferrare il colpo del KO una volta raggiunto il pareggio. Ma, come ho già detto, un punto lo ritengo soddisfacente. È ora sotto con l’Inter! Come mi piacerebbe rendere a Icardi tutti i dispiaceri che ci ha procurato finora è farlo uscire in lacrime da Marassi!
    Per quanto riguarda la protesta, direi che sia riuscita neanche a metà. Non ho visto neanche uno striscione (sono arrivato a casa quando la partita era appena iniziata; non so se l’abbiano esposto prima) e, per uno spettatore neutrale che non conoscesse i retroscena, potrebbe essere sembrato semplicemente che ci fosse possibile poca gente per altri motivi. Insomma, non me ne vogliano i promotori, ma direi che la protesta sia un po’ abortita e me ne duole, perché io l’avevo appoggiata. Sabato sarà senz’altro tutt’altra musica!

  8. Jetta scrive:

    Ottimo pareggio contro una buonissima squadra.
    Audero sempre sicuro e ben posizionato, Caprari ha dimostrato di avere qualità.
    Da notare la costante crescita di Murru mentre Sala che ha fatto male nel primo tempo si è ripreso nel secondo grazie alla fiducia del mister che non lo ha tolto.
    Quagliarella dimostra che ha sempre voglia di vincere e poi il ritorno importante di Praet.
    Come sempre ottimo Giampaolo.
    Sono molto soddisfatto, avanti così!

    • Michele G. scrive:

      Vorrei essere ottimista come te su Sala, che nel primo tempo ci ha fatto correre più di un pericolo, visto che dal suo lato, prima Piaca e poi Chiesa lo saltavano regolarmente, uno con la tecnica, l’altro con la corsa (mi ricorda tanto suo padre). Nel secondo tempo è cresciuta tutta la squadra e gli attaccanti viola (ieri, verdi: lo avranno fatto per passare inosservati e confondersi col terreno :-) ) hanno avuto molto meno occasioni per impensierirci.
      Sono d’accordo, invece, su Murru, che molti continuano a non apprezzare. Ieri, basterebbero due episodi per fargli meritare un bel voto in pagella: lo spunto sulla sinistra nel primo tempo, con lancio al bacio per Caprari, che ha praticamente sbagliato un rigore in movimento (era libero e non pressato); e, nel secondo tempo, il contrasto con ripartenza su Chiesa, che il cronista francese (l’ho seguita su un canale francese, visto che vivo in Francia, appunto) ha definito “sontuoso e magnifico”. Praet risulterà molto importante nei prossimi impegni; al momento, non sembra avere ancora i 90 minuti nelle gambe, ma utilizzato a partita in corso, potrà riguadagnare tonicità e sarà la nostra arma in più (come Saponara, del resto). A me è piaciuto anche Tonelli.
      Su Audero, come ho già detto, sono assolutamente d’accordo. Vorrei aggiungere una piccola notazione: quello che sembrava a Frosinone un intervento fortunoso sull’attaccante avversario che aveva raccolto di testa un rilancio lunghissimo del portiere, ieri l’ha ripetuto due volte. Evidentemente, fa parte dei suoi fondamentali. Riesce a rimanere in piedi, arrivando fino al limite dell’area, “oscurando” letteralmente l’avversario che può solo tentare un pallonetto, che lui controlla con bravura. Spero proprio che lo riscattino e che la Juve non eserciti il controriscatto, anche se temo che, essendo molto bravo, sarà tentato da grossi club. Ma a questo ci penseremo a tempo debito; per il momento ce lo godiamo noi!

  9. piero scrive:

    Dividersi quasi equamente? Ieri sera mancavano solo le bandiere. Per il resto era praticamente piena la gradinata. Una protesta assurda, ipocrita e probabilmente fatta per ben precisi motivi politici. Se avessero un minimo di coerenza costoro dovrebbero saltare tutte le partite casalinghe da qui alla ricostruzione del ponte. Per il resto dico solo che se ci fosse stato lo stadio pieno e ringhiante come al solito ieri sera si vinceva. Ma è una mia sensazione

    • Faso scrive:

      Tirando fuori ipotetici motivi politici hai dato la prova di non aver capito proprio nulla della protesta di ieri che era tutto tranne che assurda ed ipocrita.
      Il rispetto verso una città ridotta come Genova vale ben più di uno stadio pieno e due punti in più in classifica !!!

      • piero scrive:

        Senza dubbio hai ragione. Il problema è che alla prossima partita in casa si riproporrà e così via finchè il ponte non verrà ricostruito.
        Quindi? Campo neutro? Porte chiuse?

    • flex scrive:

      Non ho capito.
      1) Se la gradinata era praticamente piena di che protesta parli?
      2) Se la protesta è stata fatta a causa dell’orario perchè per coerenza si dovrebbero saltare le partite che si giocheranno ad orari differenti?
      3) Quali sarebbero i ben precisi motivi politici?
      4) Se lo stadio fosse stato pieno e ringhiante come al solito ieri sera si vinceva. Visto che la gradinata era praticamente piena te la stai prendendo con i tifosi degli altri settori?
      5) Ieri tu eri allo stadio?

      Ti ringrazio anticipatamente per le spiegazioni che senz’altro mi darai

      • piero scrive:

        1) la protesta di coloro i quali hanno dato il diktat di non andare allo stadio, per motivi di traffico intenso. Cosa che ovviamente ha poco senso visto che il 90% di chi va allo stadio ci va in moto, a piedi o coi mezzi pubblici e visto il dispiegamento di mezzi speciali che domenica il comune aveva messo a disposizione
        2) la protesta era per l’orario ma in relazione al traffico. Ovviamente le prossime partite,soprattutto quelle serali avrebbero lo stesso problema. Mi aspetto quindi che chi ha fatto questo proclama lo rispetti fino in fondo e non si faccia vedere fino a ricostruzione ponte avvenuta.
        3)visibilità e pubblicità, cavalcando la tragedia. cui prodest?
        4)la parte mancante in gradinata era quella del tifo organizzato, quindi niente bandiere striscioni cori.
        5) certo che ero allo stadio. ci mancherebbe..

        Grazie per l’attenzione accordata
        Resto in ogni caso a disposizione per qualsiasi chiarimento ulteriore
        Cordiali saluti

        • flex scrive:

          Ciao Piero
          prima di tutto grazie per i chiarimenti.

          Tuttavia:
          1) che il 90% della gente che va allo stadio ci va come scrivi tu credo che sia del tutto da verificare. Senza offesa ma mi sembra una percentuale buttata così senza troppo criterio. A leggerti sembrerebbe quasi che non ci siano problemi.
          Parlare di diktat è improprio. Era un semplice invito. Nessuno ha proibito niente a nessuno.
          2) la protesta era per l’orario, in relazione al traffico, in relazione alla data infelice che precedeva di pochi giorni l’inaugurazione del salone nautico.
          In sintesi una data assolutamente inopportuna a un orario demenziale.
          E’ del tutto evidente come sia differente l’afflusso e soprattutto il deflusso dallo stadio alle 17.00 piuttosto che alle 19.00 piuttosto che alle 20.45.
          Mi sembra talmente evidente che spiegartelo sarebbe un’offesa alla tua intelligenza. Tieni conto, inoltre, che trattandosi di un recupero, non c’era l’assoluta necessità di scegliere quella data. Cambiare data avrebbe consentito di cambiare orario e di ridurre, non azzerare ovviamente, ma almeno ridurre i disagi. Lo hanno scritto un pò tutti, l’unico che sembra non percepire il problema sei tu.
          3) continuo a non capire. Non mi risulta che i gruppi organizzati della sud facciano riferimento a partiti e/o movimenti politici.
          4) ti rimando al punto 1)
          Il tifo organizzato nella sud non sono esattamente quattro gatti …
          Ridurre il tifo organizzato a “mancavano solo le bandiere” mi sembra un’affermazione infelice e priva di fondamento

          In tutto questo ti segnalo la richiesta che il Comune intenderebbe fare alla lega calcio riguardo a date e orari di anticipi e posticipi delle partite di genoa e sampdoria.

          Grazie per il confronto.
          Spero di incontrarti allo stadio.
          Di domenica alle 15.00
          ;-)

          • Michele G. scrive:

            E allora mi sa che non vi incontrerete tanto presto, visti i giorni e gli orari delle partite dei prossimi turni; ci sono addirittura due Lunedì!

          • piero scrive:

            Eccomi. Chiedo scusa per il ritardo ma ero via per il we. Hai perfettamente ragione. Ho letto anche io che il Comune intenda fare quella richiesta. Speremmu ben. Per il resto, che in gradinata non ci siano interferenze politiche mi pare un po’ ottimistica come posizione. Ma magari sono io che misbaglio. Questioni di sensazioni. Per il resto ci vedremo sicuro alle prossime partite. Traffico permettendo ;)

  10. Francesq scrive:

    Se fossi stato un calciofilo disinteressato, se ieri sera mi fossi imbattuto per caso in Doria -Fiorentina, divanizzato dopo il lavoro… beh, mi sarei divertito parecchio.

    È stata una partita bellissima e ben giocata dal Doria, contro un’avversaria secondo me superiore (chiesa e pjaca assomigliano molto a dei campioni) dal punto di vista dei valori assoluti. Ce la siamo battuta, coi nostri valori in rialzo abbastanza costante. Andrea dice bene di Audero, anche se deve diventare più sicuro in fase di costruzione bassa del gioco. Caprari deve giocare lì, nel fatidico slot della “sottopunta”, per almeno due motivi: uno, lui non è una punta vera ma un atipico, che deve partire da distante; due, nel gioco di GP il trequarti è uno che tocca e fila in area, è – giusto – una “sottopunta”, quindi è più utile che sia un attaccante piuttosto che un rifinitore classico (Saponara il prototipo perfetto di 3/4 coi cingoli. Comunque il Capra ha davvero giocato bene e fatto un gol bellissimo che mi fa sperare in un futuro migliore. Poi, ancora, il carattere: ho notato che tutti gli avversari provano a metterci sotto dall’inizio, tentando di mandarci in confusione: l’udinese ci riuscì, il Napoli quasi, il Frosi no, la Viola di nuovo quasi; il bello però è che abbiamo sempre reagito, nel primo caso invano, negli altri portando a casa la pagnotta.

    Poi, si, ci sono i difetti. Sala, mi spiace, ma dopo tre anni ancora mi pare un pesce fuor d’acqua; in quel ruolo andava preso un puntello sul mercato, sperando che Murru non interrompa i suoi progressi. E poi l’intensità di gioco è ancora intermittente, ma ci sta a settembre. Io comunque non ho visto un primo tempo solo viola, il Doria ha sempre punto, senza disunirsi dopo il gol subito a freddo.

    Ora l’inter. Non sono d’accordo con Andrea quando scrive che domenica capiremo di che pasta siamo fatti. È un po’ impietoso ritenere una sfida impari come quella di domenica il crocevia del nostro futuro. Loro sono trenta volte più forti di noi, siamo onesti. Mi basterebbe vedere lo stesso spirito di ieri e di queste settimane per essere soddisfatto. Perché mi parrebbe già un consistente punto di partenza, in cerca della nostra identità.

    PS. Capitolo mugugnoni. Ripeto fino alla nausea: il mugugno sistematico è figlio delle spacconate di Ferrero che, una volta insediatosi, aveva instillato l’idea (balzana) che la Samp avrebbe presto lottato per obiettivi siderali. Le iper critiche di oggi sono figlie della delusione, del brusco ritorno alla realtà. Ma questa realtà, la verità, è più consolante di quanto si pensi. Ne sono convinto. E presto torneremo a remare tutti uniti e felici.

    • Daniele da Rapallo scrive:

      Quoto al 1000X1000 Non solo Ferrero : ancheil Guru Sabatini ha parlato di alti obiettivi dopo una scorsa stagione come sesti per due terzi di campionato…

    • Michele G. scrive:

      Francesq, su molte cose che hai detto concordo. Per quanto riguarda l’Inter, se tu ritieni che sia trenta volte più forte di noi, allora il Napoli, che io ritengo migliore dei nerazzurri e che abbiamo sonoramente battuto, senza se e senza ma, cosa dovrebbe essere? Per carità, è fuor di dubbio che sulla carta siano più forti di noi, ma alle volte mettere insieme dei nomi importanti potrebbe non bastare. Io sono ottimista e fiducioso che anche Sabato sera (e non Domenica, altrimenti rischi di non vederla la partita ;-) :-) ), con lo stesso spirito fatto vedere a partire dai 15 minuti finali di Udine in poi, gli daremo del bel filo da torcere, non pensi?

      • francesq scrive:

        mmm, vediamo… per me è più forte l’inter del napoli, almeno come potenziale dei giocatori. Credo che il valore aggiunto del Napoli fosse il gioco di sarri. Quella squadra (pur forte) non vale i 90 punti che ha fatto e ripetuto in questi anni. Vediamo se poi i fatti mi smentiranno.

        Poi, ci mancherebbe, il calcio è bello perché tutto può essere e le partite vanno giocate. Certo, se fai il paragone giocatore per giocatore, sulla carta questi ci asfaltano, non c’è partita. Sulla carta, appunto. Però ti confesso che su sabato, vista la loro esaltazione post tottenham, non ripongo grosse speranze.

        Spero di sbagliarmi!!

        • Michele G. scrive:

          Anch’io spero che ti sbagli! :-) Però, sotto sotto sono fiducioso, vuoi perché, come l’anno scorso, nel girone di andata ed in casa abbiamo dato le giostre a più d’uno (Rubentus inclusa) e poi perché adesso ho più fiducia nella nostra difesa, nella quale non ci sono Silvestre e Regini, che la volta scorsa hanno offerto all’innominabile praterie su cui scorazzare e prendere con calma la mira.
          Per quel che riguarda il Napoli, in panca hanno Ancelotti, che ovunque sia andato ha vinto; inoltre, hanno vinto tre partite su quattro ed hanno perso solo con noi. L’Inter ne ha perse due con squadre che si chiamano Sassuolo (fuori) e Parma (neo promosso ed in casa). Col Tottenham hanno vinto, ma non convinto, secondo me.
          Comunque, come dici tu, ogni partita ha una storia a sé e questa volta spero proprio che siano i nostri a firmarne una bella pagina.

          • francesq scrive:

            Speriamo michele!

            Come dicevo a marco però, una o due partite non significano nulla. E il potenziale lo hanno, eccome.

            Di certo sarà una partita interessantissima

        • Sand66 scrive:

          Mah individualmente hanno elementi che da soli possono risolvere la partita ma come gioco collettivo non sono un granché certo ci vorrà una partita di sostanza ma vedremo…

    • Marco scrive:

      Sono più forti di noi ma hanno perso con sassuolo e Parma, non mi sembrano 30 volte più forti

      • Francesq scrive:

        Non mi convince come ragionamento.

        Prendere due partite storte e battezzare una squadra, secondo me, è sbagliato.

        Lo stesso vale per due partite imbroccate.

        Solito discorso su giudizi universali tagliati su dettagli e non sull’insieme.

        La qualità dell’inter è imparagonabile alla nostra, almeno in astratto.

        Poi, la palla è rotonda, speriamo bene! ;)

        • Marco scrive:

          In concreto l inter è più forte, l astrattismo non mi interessa, ma non c è tutto quel divario che hai menzionato.
          Il momento vede 2 squadre alla pari, poi se fosse facile fare pronostici non ci sarebbero milioni di aziende di scommesse sportive

  11. Daniele da Rapallo scrive:

    Ottima analisi Andrea. Buon pareggio contro una squadra costruita con più soldi e (sulla carta) più forte che molto probabilmente finirà sopra a noi; per altro ben allenata pure lei.
    Bravi tutti (alcuni in crescita) ma se devo trovare spunti di miglioramento affermo che purtroppo alcune riserve non sono all’altezza e le lacune degli ultimi due anni di campagna acquisti si vedono :
    1) Il terzino destro (Berezinsky) non ha riserve : Sala è inguardabile; non sono riusciti a venderlo e se lo tengono senza aver pensato ad alternative.
    2) Terzino sinistro (Murru, che sarà pure in crescita) : riserva ? Incognita pura; alla più sporca, piuttosto, ci fa giocare Sala e magari un domani Regini.
    3)Affollamento sulla trequarti. Ripiegando in all’ultimo giorno di mercato su un trequartista forte, ma di cristallo, che è Saponara, ci sono anche Caprari ed Alvarez : si perchè Caprari (che è in netta e positiva crescita) si trova meglio in quel ruolo quindi il lento e macchinoso Alvarez farà molta panchina.
    Molto Bene Barreto (speriamo giochi su questi livelli più di uno o due mesi..), mentre mi sarei aspettato anche qualche minuto per Jankto per provare a vincerla. E’ entrato invece un leggerino ed un po effimero Kownasky che vuole scrtarsi 6 avversari per entrare in porta : direi che non è il caso. Praet su altro livello.

    Conclusioni : una squadra forse più omogenea, che magari fornirà prestazioni più costanti tra casa e trasferta, che sta giocando bene forte anche della continuità di allenatore per la terza stagione. Bene anche l’attacco. Personalmente, come affermato anche da Francesco Flachi, continuo coerentemente (sulla carta) a non ritenerla più forte dell’anno nscorso, anzi….ma ogni partita ed ogni campionato fanno storia a se.

    Infine, e lo dico adesso ma varrà per l’intera stagione (dove spero onorino la coppa Italia), mi auguro che non succeda per il terzo anno di fila che la squadra di Giampaolo abbia un crollo verticale nell’ultimo terzo di campionato, vanificando tutto e piazzandosi undicesima. E’ cambiato il preparatore e voglio pensarla in positivo.

  12. Matte Genovese scrive:

    Risultato giusto, buon pareggio, ottimo numero 1, ha salvato il risultato con un gesto istintivo che nn si vedeva da tempo… Devo dire che questa Samp comincia a piacermi, anche se ci sono ancora cose da rivedere, andersen mi e sembrato un po troppo statico, non bene ieri sera linetty,sala in confusione totale (nn mi ha mai convinto) e fabio, secondo me dovrebbe tirare un pokino il fiato, non si puo pretendere che giochi ogni tre giorni ed essere sempre brillantissimo, per questo io avrei proposto il givane kownacki dall inizio, cmq bene cosi, adesso testa alla dificilissima gara contro l iner e vada come vada… Un ultima considerazione sulla protesta di ieri sera : malissimo, il messaggio nn ha avuto esito positivo, anzi vedere la sud mezza piena (e non mezza vuota) e stato per me addirittura molto irritante, certo, ognuno fa quello che crede, e come ha gia scritto fra zena mi pare che ormai UTC e FEDE abbiano perso molta popolarita, mi spiego meglio, ultimamente come credo se ne siano accorti anche i muri del ferraris il tifo della sud non e piu certamente quello di un tempo, questa spaccatura che dura ormai da anni e anni secondo me sta portando ad un logorio, lento e inesorabile dell entusiasmo della stessa gradinata,e non mi pare che i contrasti con la dirigenza o i risultati sportivi centrino un gran che con questo,decadimento, la protesta ormai perpetua dello sciopero degli striscioni da parte degli ultras non sta portando da nessuna parte, anzi , a vedere quella gradinata con le ringhiere rosse in evidenza, vuota senza colore e davvero una roba squallida, forse dovrebbero capire (come del resto la protesta di ieri sera che sembra solo loro hanno messo in opera e mi trova completamente d accordo sia chiaro) che primo alla lega, la prefettura o chi per essa riguardo i permessi degli striscioni, nn puo fregar di meno di queste loro o nostre se preferite iniziative. Ci stiamo rimettendo solo noi punto. Pare che in questi ultimi tempi la gente sia un po stufa di tutto questo, magari un rinnovamento da parte dei gruppi principali della gradinata sarebbe da prendere in considerazione a sto punto, mi piacerebbe sentire qualche vostra opinione ragazzi a proposito di questo, e ovviamente anche la tua Andre…. Ciao a tutti e Forza Doria.

    • Zaccotenay scrive:

      Ti ho già dato ragione, fatto presente alle riunioni insieme a dei vecchi storici, ma sbatti contro un muro, non ci sentono

    • Solosamp1946 scrive:

      Fedelissimi 1961 ultras tito 1969…se durano da oltre 50 anni evidentemente usano le carte giuste…detto questo si anche a me non piace vedere la sud nuda di striscioni così come non mi piace non vedere coreografie e così come non mi è piaciuto vedere per anni settori ospiti vuoti…ma i gruppi ultras della sud sono così prendere o lasciare..hanno delle idee ( che condivido totalmente anche se so che portano a scarsi risultati tranne al potersi ” guardare allo specchio ” ) e le portano avanti fino alla fine coerentemente. Vedi battaglia sulla tessera del tifoso…alla fine l hanno vinta . È anche vero che alle volte mettono troppo avanti la loro mentalità al bene della squadra ma è altrettanto vero che ne nel 90% dei casi solo il polmone della squadra. Quindi boh è tutto molto difficile da giudicare , va rispettato e basta

      • Marco scrive:

        Non tutte le battaglie sono giuste e nobili. Questo vale in qualsiasi campo.

      • Fra Zena scrive:

        Condivido in pieno i vostri post. Premetto che ho massimo rispetto per chi porta avanti la Sampdorianita’ con orgoglio e passione come fanno i gruppi della Sud, che sono gli unici a esserci sempre e metterci la faccia. Però è evidente che i loro comportamenti appaiono autoreferenziali a molti tifosi, che non li seguono più. Soprattutto gli UTC sono ormai uno dei pochi gruppi ultra’ in Italia a porre questioni di principio che, pur quasi sempre sensate, sembrano spesso battaglie contro i mulini a vento. La maggior parte delle persone, me incluso fra l’altro, va allo stadio per divertirsi , tifare senza farsi troppe domande. Da qua nasce la reciproca incomprensione. Cito gli Ultras non perche mi siano antipatici, anzi, ma perche’ sono il cuore pulsante del tifo. Farei carte false per rivederli “di sotto”. Tutto nasce da li, dal loro isolamento, che addirittura nel 2011 era diventato autoesilio nella Nord con le conseguenze che tutti conosciamo. Ripeto, ognuno tifa come vuole, non voglio giudicare nessuno. Però lo sfilacciamento che abbiamo vissuto negli ultimi 20 anni, e di cui non si vede la fine, alla nostra tifoseria ha fatto e fa ancora molto male

    • flex scrive:

      Spiegami cosa intendi quando auspichi di un rinnovamento dei gruppi principali della gradinata perchè non mi è chiaro: chi dovrebbe andare al posto loro? Chi adesso sta nella nord? chi sta nei distinti o in tribuna? tifosi che non vanno allo stadio a causa loro e che se non ci fossero loro ci andrebbero? Altro?

      Senza polemica, se mi spieghi questo poi ti dirò volentieri come la penso.

      • Matte Genovese scrive:

        ho parlato di rinnovamento, non di rimpiazzo, ma quando leggi quello che scrivo fai finta di non capire o cosa, mi pare che il tono con cui ti rivolgi a me sia un po provocatorio, come sempre, allora se le mie ideee o i miei commenti nn ti vanno bene, vi ho gia detto di nn rispondere nemmeno, allora se ti va di rispondermi le mie considerazioni giuste o sbagliate che siano le hai lette… quindi senza polemica e senza toni provocatori se mi scrivi come la pensi tu mi fa piacere. Ti vorrei ricordare che se scrivo certe cose e perche tengo al bene della Samp, e vorrei rivedere la sud come dovrebbe essere…..

        • flex scrive:

          Caro Matte
          Quando scrivi qualcosa vuoi conoscere le opinioni degli altri o vuoi solo sentirti dare ragione? Ammetto di non condividere quasi mai i tuoi interventi, ma non ne fare una questione personale, nemmeno ti conosco.

          A me sembra che rinnovamento e rimpiazzo siano sinonimi. Gli ultras hanno le loro idee, giuste o sbagliate, e sono coerenti alle loro idee. Non li cambi. Quindi loro non si rinnovano perchè non sentono il bisogno di farlo. Considera che soprattutto per loro il tifo si avvicina per molti aspetti a una fede, non sono disposti a compromessi. E io li rispetto, anche se molte volte non condivido le loro battaglie e la loro intransigenza, Ma loro sono, per definizione, duri e puri. Per questo motivo se vuoi cambiare la gradinata devi metterci dell’altra gente, ma non puoi pensare di cambiare chi ci sta. In verità ci era riuscito Paolo Mantovani, ma lui era il Presidente e il solo paragonarlo a chi c’è ora mi sembrerebbe una mancanza di rispetto nei suoi confronti.

          La mia opinione riguardo al tuo intervento è la seguente:
          1) la Sud di una volta non c’è più, come non c’è più la Sampdoria di una volta e come non c’è più il calcio di una volta. E non tornerà più nemmeno se si rinnovasse la tifoseria organizzata
          2) tutto sommato a me la gradinata Sud va ancora bene così come è. Sono più di 25 anni che ci vado e ancora non mi sono stancato.
          3) ero assolutamente d’accordo con la protesta, sia nella forma che nei contenuti. tra l’altro è stata portata avanti non solo dagli Ultras, ma anche dai Fedelissimi e dagli altri principali gruppi. un’adesione di 6.600 tifosi non rappresenta un fallimento, ma anche se lo volessimo considerare come tale, rimango dell’idea che i motivi che hanno dato luogo alla protesta mantengano inalterato il loro valore indipendentemente dal successo della protesta stessa.
          4) dai giornali di oggi sembrerebbe che il comune abbia fatto richieste ben precise alla lega calcio in relazione agli orari delle prossime partite che si giocheranno a Genova.
          Non dico che sia dipeso dalla protesta di ieri, magari è stao solo un segnale, ma forse anche questa volta la tifoseria organizzata tutti i torti non li aveva …

          Un abbraccio

    • ale scrive:

      Mah. Anche no grazie che in giro vedo gradinate ben peggiori. Questa smania di cambiare non importa se in peggio non la condivido.

      Io condivido le loro scelte

      Avanti Sampdoria!

      • ale scrive:

        Tra l’altro pare che il Comune abbia deciso di chiedere ufficialmente alle autorità calcistiche di evitare d’ora in poi orari feriali diurni, proprio inutile non è stato

  13. Tito Marassi scrive:

    Cari amici,La Samp ieri e’ stata bella a meta’ prprio come dice Andrea,nel primo tempo il passivo avrebbe potuto essere maggiore,nel secondo ,probabilmente,avremo meritato di vincere..la Samp e’ cosi’ ..sempre sull’altalena.
    Io ierii sera sono andato allo stadio ed e’ stato triste vederlo semideserto,forse una Sud piena avrebbe potuto trascinare alla vittoria.iop sono bndato non perche’ non sia sensibile a quanto accadutoma perche’ era una forma di sciopero del tifo che non porta risultati,leggete i giornali stamattina..non c’e’ ne uno che riporta quanto e’ successo e lo stesso cronista di Sky ha fatto solo un cenno brevissimo e ha piu’ volte rimarcato che a Marassi c’era opca gente senza scendere nei dettagli,L’opinione non sa nulla della astensione di spettatori e la lega e’ felice perche’ ci vuole tutti davanti alle tv in salotto a pagare i Vari Premiun,Dazn,Sky,tutti davanti alla tv e stadio vuoto esattamente come hanno fatto coloro che non sono venuti.Le forme di protesta hanno una valeza se scatenano una reazioopne nell’opinione pubblica,sollevano il problema,se ne parla..qui non ne ha parlato nessuono tranne Andrea sul suo Blog.

  14. robmerl scrive:

    un anno fa l’avremmo persa; ieri abbiamo rischiato di vincerla giocandocela (bene) fino all’ultimo. Per una squadra con le nostre possibilità e con le ambizioni è OK

  15. Cicciosestri scrive:

    Ottima partita dove le squadre si sono suddivise i due tempi, è stato fondamentale andare al riposo sotto di un solo goal anche se la viola avrebbe meritato il doppio vantaggio. Secondo tempo molto ben giocato che testimonia ancora una volta come tutte le squadre, per metterci sotto, debbano avere un ritmo forsennato che non possono mantenere novanta minuti. E’ sintomatico che quasi sempre facciamo un ottimo secondo tempo a causa di quanto ho detto e per i determinanti correttivi che il mister comunica negli spogliatoi. Adesso l’Inter che ha un ottimo gioco sulle fasce e che ci metterà molto in difficoltà nel primo tempo, sarà importante tenere botta per poi giocarci tutto nel secondo.
    Visto che forse Praet non ha i 90 minuti io sabato una possibilità dall’inizio a Jankto la darei al posto di Linetty e farei giocare Colley al fianco di Tonelli con il rientro di Bere a destra, ad oggi Ekdal e Barreto sono infatti imprescindibili, farei poi un po’ rifiatare Quaglia per Kowna per poi inserirlo l’ultima mezz’ora.
    Capitolo stadio, io e la mia famiglia non siamo andati nonostante 4 abbonamenti; la protesta non era contro SKY o il calcio moderno, bensì chi non è andato lo ha fatto per non congestionare il traffico, come da ultimo comunicato dei gruppi. Su chi è andato non metto becco, dico solo che chi critica i gruppi dovrebbe ricordarsi di farlo anche quando andrà a vantarsi di coreografie, bandiere e tifo.
    IO STO CON GIAMPAOLO!

    • Michele G. scrive:

      Ciccio, vedi che quando parli solo di calcio dici cose sensate? ;-)
      A parte gli scherzi, condivido la tua analisi sui singoli e sullo spirito con cui abbiamo affrontato queste ultime partite.
      In difesa, a parte Sala, adesso direi che non siamo messi male, con Bere imprescindibile, Andersen che sta diventando una sicurezza, Murru che, personalmente ritengo un buon elemento e Tonelli e Colley che possono alternarsi. Su Tavares sembra invece calato il silenzio più assoluto. Non lo vedo citare da nessuna parte.
      Per quanto riguarda Jankto, finora tenuto in panca dopo i problemi ambientali di Udine, preferirei inserirlo a partita in corso. Però, togliere il Caprari visto ieri (e a Frosinone) mi dispiacerebbe un po’, come d’altra parte non vedere all’opera Praet, che mi sembra abbia un gran voglia di far bene.

  16. Martino Imperia scrive:

    Faccio un discorso generale e poi spendo 2 parole su 2 singoli che per me lo meritano.

    Credo che, contro ogni pronostico e pagella di mercato estiva, la Samp potrebbe rivelarsi PIU’ FORTE dell’anno scorso.
    E lo sta dicendo uno che questa estate qualche perplessità ce l’aveva.

    Credo che sia più forte in quanto più ricca di TITOLARI interscambiabili, laddove l’anno scorso quando mancava uno in un ruolo chiave eravamo letteralmente nella nassa.

    Eppure abbiamo venduto la spina dorsale della squadra (Viviano Silvestre Torreira Zapata)……ma:
    -in difesa abbiamo 3 centrali validi (tonelli colley andersen)
    -a centrocampo coppie solide Ekdal -Viera, Linetty -Praet, Barreto-Jankto, Caprari-Gaston (ma anche lo stesso Praet potrebbe fare il rifinitore).
    -stessa cosa con I 3/4 attaccanti (il reparto per me con più incognite…..e son felice di non capirci niente)

    Anche da parte di chi lo critica, va dato atto a Giampaolo di aver portato chiarezza. Cioè, si vedono squadre ben più ricche e forti di noi senza nè capo nè coda.

    Sui SINGOLI.

    Audero: secondo me ha I numeri per diventare fortissimo. Non sembra sia la sua prima stagione in A. E’ freddo, non si butta mai in anticipo, rimane in piedi fino all’ultimo.
    E’ presto, sbaglierà, ma è convincente ( e cmq anche in questo reparto abbiamo il sostituto Rafael “la Muraglia Santista”)

    Caprari: davvero contentissimo per il buon avvio di stagione. Secondo me in questo momento merita la Nazionale. per generosità, velocità e FINALMENTE mira aggiustata.
    Anche l’anno scorso giocava bene, ma la fortuna non girava.

    • Michele G. scrive:

      Martino, speriamo che Caprari abbia sempre la mira del secondo tempo, perché quello del primo mi ha fatto mangiare le mani fino agli avambracci per quello che è riuscito a sbagliare. :-)
      Non parlo ovviamente della punizione spedita sulla traversa, ma di quel tiro all’altezza del dischetto, su perfetto invito di Murru.

    • Stefano 1970 scrive:

      Se non più forte dello scorso anno è sicuramente più bilanciata a centrocampo dove tolto Torreira (gran recuperatore di palloni, etc etc ma con raggio di azione limitato) ed innestato altro centrocampista (reputato più scarso, etc etc ma che copre almeno un 50% di campo in più rispetto al predecessore) ti puoi permettere di far lavorare meno i due centrali di centrocampo che ora “soffrono” di meno il dove aiutare gli esterni di difesa.

    • Bulgaro scrive:

      Hai tralasciato Saponara… Secondo me a gennaio Ramirez saluta…

  17. ale scrive:

    Bene bella Samp!
    Bene ancora Ekdal e Barreto, sempre meglio Murru che già mi era sembrato in crescita e ieri sera si occupava di Chiesa, non proprio uno scarso.

    Bene anche Caprari che già non era male ma non segnava mai….bravo!

    Peccato non disporre di Saponara…vabbè. Notizie sui tempi?

    Avanti Sampdoria!

  18. Michele G. scrive:

    Daniele, penso che dicendo Alvarez tu intenda Ramirez, anche perché pare che di Ricky Maraviglia ce ne siamo sbarazzati! :-) E’ una battuta, ovviamente!
    Un fraterno abbraccio blucerchiato.

  19. Meistro scrive:

    Ciao a tutti, per la prossima partita contro inter consiglierei di non fischiare Icardi ma di ignorarlo, anche perché più lo fischiamo e lui più gode quando ci fa goal. Anno scorso purtroppo lui ha goduto tanto e io e altri ci siamo fatti un fegato………

  20. petrino scrive:

    ma anche regalandoli sala e ramirez non li vuole proprio nessuno ??????
    La negazione del calcio di serie A.
    Ci si domanda come hanno fatto a ingaggiarli.
    Comunque dopo il pareggio pensavano entrambe le squadre alla partita di sabato.
    Onore ai 6600 che non sono andati. Hanno dimostrato coerenza al al di la’ dello sterile mugugno genovese, al pusillanime borbottio che non si risolve in nulla.

  21. maurosampbolzano scrive:

    giusto commento, partita dai due volti, si poteva vincere,ma si poteva perdere,peccato che nel finale abbiamo giocato in 10 con l’ingresso di Gaston,perdinci se non lo vedi in campo e perde palloni assurdi, mettine un altro, a parte questo brava Samp a crederci sempre e non demordere mai, la viola è tosta e si sapeva, ma nel secondo drittel eravamo noi a tirare le fila, ora con l’inter servirà una Samp come nel secondo tempo almeno per tutta la partita più recuperi, ma io ho fiducia, visto anche Praet. avanti SAMP

  22. Tito Marassi scrive:

    X Ciccio Sestri,per carita’..comprendo la tua posizione,io credo che il pubblico a Marassi possa apportare molto e il traffico sara’ congestionato ugualmente con il Salone Nautico e altre manifestazioni.Questo governo parla molto ma prodce poco,il ponte non sara’ pronto tra un anno e allora?che facciamo ?Per i prossimi due anni ,ogni volta che la Samp gioca di feriale e con negozi apert,i non ci andiamo piu’?Ogni opinione e’ rispettabikle per carita’,io e i mei amici andremo sempre e comunque anche a costo di arrivare da sampierdarena a Marassi in bici.Per quanto riguarda le coreografie..parli con gente che tutti gli anni raccoglie soldi tra i dipendenti dell’ospedale per crearle,ricordi i fuochi degli anni scorsi?prima di criticare magari meglio informarsi.

  23. Sand66 scrive:

    Voglio andare un po’ controcorrente per me la squadra è migliorata e non la vedo più debole della Fiore, specie se devo considerare un centrocampo con Praet, Ekdal e Jankto e una tre quarti con Saponara.
    Ho visto un gran portiere ed un ottimo Caprari, i nostri esterni bassi sono sempre la nota dolente, passi Murru che con il raddoppio di Linetty se la cava ma Sala a me sembra impresentabile (anche aiutato dal bravo Barreto era in difficoltà).
    Un tempo ciascuno e pari e patta, ci sta, considero i viola allo stesso livello nostro e non considero l’Inter 30 volte superiore a noi, che poi sta mania di valutare la forza delle squadre sulla carta è noiosa, le partite vanno giocate e vinte sul campo sennò non si capisce come fai a buscarle dal Benevento o dal Cagliari (infatti non l’ho capito).
    L’Inter gioca come la Fiorentina ma con maggior fisico è chiaro che non sarà una passeggiata ma ritengo che sia importante resistere la prima frazione e sfruttare il secondo tempo per provarci (solitamente calano di brutto) insomma mi accontento della prestazione ma non ritengo impossibile un pareggio.
    Forza Doria sempre e comunque.

  24. Luigi scrive:

    Giudizi condivisibili e quasi unanimi quindi la domanda sull’unico appunto sorge spontanea, se sala è improponibile come terzino DX perché l’allenatore continua a proporlo con berenziski in panchina destinato a grandi club? Turnover? Non credo dopo tre giornate e senza coppe. Nella vita purtroppo le simpatie nei luoghi di lavoro contano eccome questo è il mio pensiero non vedo altre motivazioni. Tutto il resto positivo bravi tutti bella Samp cosi ho letto (non ero presente ma sabato si)finalmente un po’ di quadratura. Sulla protesta sorrido perché non è servita proprio a nulla, contenti loro contenti tutti.

    • Michele G. scrive:

      Luigi, se Bere lo tieni in panca perché l’anno prossimo se ne andrà altrove, allora tanto valeva darlo via subito. Io sono propenso a credere che abbia fatto turn over e che con l’Inter lo schiererà, non fosse altro che per metterlo in vetrina! ;-)

  25. Marco scrive:

    Sbaglio o jankto è stato individuato da Giampaolo come principale indiziato nella debacle di Udine? Mi pare che non abbia più messo piede in campo.

  26. Michele G. scrive:

    Scusate, chiedo a coloro che hanno visto la partita di chiarirmi un episodio, che mi è in parte sfuggito, perché ho avuto qualche secondo di blackout. Mi riferisco all’azione ficcante di Kownacky verso la fine, quando Ramirez, sulla ribattuta ha fatto un pallonetto che anche il portiere dei pulcini avrebbe preso. Non ho capito se l’arbitro abbia fischiato qualcosa e il buon Gaston abbia semplicemente appoggiato la palla al portiere per la rimessa, oppure se l’implacabile argentino (implacabile nel perdere palloni, si intende )abbia proprio ceffato di brutto. Ripeto, non ho visto la rimessa in gioco a causa del blackout di mezzo minuto circa ed il cronista non ha fatto alcun cenno alla clamorosa occasione mancata. E’ per questo che mi si è insinuato il dubbio che l’arbitro abbia visto qualcosa.

  27. Stefano 1970 scrive:

    Brava la Samp a “rimanere in partita” (come è uso a dire il mister).
    Viola ha impostato tutto il match sul miss match tra uno qualsiasi e Sala. Quel Ferrari comprato in estate non ha capacità a giocare sulla destra (sempre che abbia più senso di far giocare “Bere” contro la Fiorentina, eventualmente giocartela 11 vs 11 e magari portare a casa bottino pieno e poi pensare alla partita di sabato)?

    Grande sofferenza sulle palle alte (Colley doveva riposare?) ed ad inizio partita anche sui lanci lunghi a scavalcare il centrale.
    Ho visto finalmente Audero fare una parata e questo mi rincuora perchè non lo ho ancora inquadrato a dovere.
    Barreto migliore a centrocampo (e non è normale) ma Praet piano piano rientra e porterà qualità.

    Circa la manifestazione della Sud poco da dire visto che si può leggere in mille modi quindi meglio non avventurarsi in esercizi di logica.

  28. petrino scrive:

    audero e’ buono, solo che e’ in prestito secco.

    • Solosamp1946 scrive:

      Non mi sembra che sia in prestito ma in prestito con obbligo di riscatto a 11 milioni e possibilità della Juve di riaverlo a 14 se non sbaglio. Secondo me è bravo , sicuramente meglio di Viviano e cmq consideriamo che è la sua prima stagione in a da titolare a soli 21 anni . Per ora ha fatto buone parate zero papere

    • Marco scrive:

      Audero è in prestito con diritto di opzione è contro opzione a favore Juve.

    • Michele G. scrive:

      Per essere precisi è in prestito con diritto di riscatto già fissato a 10 milioni, ma è previsto il controriscatto della Juve per 15 milioni, sempre che lo voglia esercitare. Il mio timore è che la Juve lo (contro)riscatterà, per poi cederlo ad una cifra ben superiore.

      • Marco scrive:

        La mia idea è che ora è talmente troppo presto che non vale la pena nemmeno farli certi discorsi, potrebbero anche trovare un accordo che soddisfi entrambe le parti, un prolungamento del prestito, ma come già detto è veramente troppo presto.

  29. giovanni scrive:

    ciao a tutti e ciao ad andrea, scaricato dalla responsabilità di conduzione di gradinata sud (a proposito una marea di auguri di buon lavoro a matteo, sampdoriano a cominciare dai..calzini…)sono certo che sarai sempre più presente in questo spazio perchè andre probabilmente quest’anno ti divertirai anche tu a maggiore ragione di chiacchierare su partite “giocate”; con la fiorentina il pari me lo aspettavo, ribadisco quanto detto in post di settimana scorsa, per me meglio due punti “veri” che una vittoria magari di cxxxo ed un’imbarcata stile l’anno scorso che a distanza di tre gg ti avrebbe fatto dimenticare tutto e minato le sertezze che questa squadra si sta costruendo.
    una certezza è che purtroppo sala comunque lo metti…fa fatica, è giusto dare fiato al beres ma francamente se già con pjaca ha stentato un bel pò (per non dire del rinvio sul gol con palla centrale, doppiato poi nemmeno cinque minuti, dopo esattamente uguale, al punto cheho pensato anche che fosse un’uscita preparata ma mi pare proprio strano per via del rischio che corri) pioli ad un certo punto ha spostato chiesa a sx proprio perchè con murru non aveva grossi spazi anzi, mentre con sala per prima cosa lo ha fatto ammonire; e va beh, il secondo tempo più alto con un pò di fiducia e la squadra più propositiva meglio, ma sabato di li passa perisic…
    bene tutti direi, i primi 15 minuti potevamo essere 2-2 vista la molteplicità di erroracci qui e la nostri e loro, ma tonelli da garanzie, forse poteva essere affiancato da colley a questo giro di testa abbiamo sofferto.
    ekdal bene, in certe partite diventerà l’anima della squadra, ad esempio sabato se dovessimo tracciare in corso d’opera la medesima trincea che difende a spada tratta con i colori della sua nazionale…secondo me qualche stinco lo fa saltare speriamo argentino, sai mai.
    su barreto non c’è da dire nulla: ribadisco che chi non ha capito perchè mister giampaolo lo ha schierato centrale ad udine…pazienza, certo è che finchè avrà fiato chiunque sa di calcio lo schiererebbe come nelle ultime due, nel suo ruolo naturale.
    linetty per una volta un pò stranamente confusionario, caprari bene, defrel che stavolta era guardato a vista comunque bene, ha una velocità di pensiero abbinata alla corsa che altri non hanno, sposta la palla in corsa in maniera sapiente, deve andarsi a cercare più spesso l’uno/due con il rifinitore o l’altra punta (resto dell’idea che saponara sia l’uomo giusto per innescarlo) a volte sul rinvio quaglia e defrel sono distanti quasi larghi e sul contrasto con il difensore il fallo spesso non lo hanno assegnato (a volte secondo me non lo assegnano per dispetto), fatto sta che uno contro due andremmo via più facile.
    audero bene dai ricordimoci che ha 21 anni…è vero che ogni tanto pare a caccia di pericoli, ma la giuda e la posizione sono sempre quelle giuste, confido in un’altra prestazione da …juventino (e quindi dopo l’antifiorentino ora antinterista…)
    mister giampaolo cambierà qualcosa, ma secondo me saranno decisivi i cambi in corsa, nel senso che chi entrerà bene in una partita come questa farà la differenza, loro se a destra non recuperano nessuno dovranno schierare skriniar e forse l’unica chiave certa di potere giocare un 1/1 è li; milan centrale è roccioso, sulla fascia bloccato si può, speriamo in miranda che abbia un paio di passaggia vuoto ed affidiamoci alla nostra voglia di non lasciarli passare senza stare a leggere la formazione percè se ci soffermiamo su di loro, fanno paura ed inoltre saranno eccitati dalla vittoria di martedi; perlatro è la squadra che ha il migliore score contro di noi, ci ha fatto più gol, più vittorie, li abbiamo battuti poche volte…
    occasione buona per limargli un pò le ali e tenerli ancora un pò dietro, se arrivasse un buon pari sarebbe già una soddisfazione enorme!
    ciao, un abbraccio e forza sampdoria!

    • Michele G. scrive:

      Bello l’eufemismo su Sala “…comunque lo metti…fa fatica”! Io, invece, faccio fatica a capire perché lo metta in campo.
      Con squadre che schierano giocatori tipo Piaca o Chiesa, GP dovrebbe astenersi dal metterlo in campo, se non in caso di estrema necessità (leggi infortunio di un difensore, tiè, tiè!!!). Eviterebbe a lui delle brutte figure e a noi degli inutili patemi d’animo.

  30. Luigi scrive:

    Una domanda sorge spontanea: è normale parlare di giocatori che devono rifiatare dopo 4 giornate? A parte quagliarella avanti con gli anni per me non ci sono altri che devono riposare ma altri che fanno le coppe tutto l’anno cosa dovrebbero dire? Assurdo!!!

  31. Matte Genovese scrive:

    OK, Flex, primo ti ringrazio per la tua risposta, che cmq in buona parte condivido, forse a volte nn mi spiego bene, e gli altri magari nn riescono a capire, nn lo so, io come rinnovamento intendevo solo il modo di proporsi, e magari essere un pochino piu elastici su certe prese di posizione, , le idee di base rimangono sicuramente quelle, guai se fosse il contrario,ma forse tornare a discutere su certe decisioni gioverebbe sicuro a tutto l ambiente della gradinata.. Riguardo alla protesta, io sono con loro al 100%100 … Ho pero visto purtroppo che la gente che nn appartiene principalmente ai gruppi organizzati (UTC e FEDE in primis) allo stadio e corsa comunque, quindi secondo me il segnale e passato solo in minima parte. Secondo, riguardo a quello che hai scritto nella prima parte, nn voglio assolutamente che gli altri ragazzi te compreso mi diano ragione, se la pensi diversamente da me è giusto che tu esprima la tua idea che io cmq rispetto sempre, e tantomeno ne faccio una questione personale, ci mancherebbe, quindi se quello che scrivo non lo condividi quasi mai , non e assolutamente un problema per me, anzi, mi confronto con le tue idee e quelle di altri e, la trovo una cosa costruttiva !!! Quindi Flex, senza alcun rancore , e spero che tu abbia capito che nn ce alcuna malizia nei mie commenti… Siamo tutti Doriani. Un abbraccio anche a te.

  32. flex scrive:

    Ma ci mancherebbe ;-)

    Se tutti la pensassimo allo stesso modo sai che noia?

    Siamo tutti Doriani e quindi non ci sbagliamo mai :D

  33. giovanni scrive:

    appena due cose andrea: hanno recuperato anch d’ambrosio e martinez…si fa ancora più dura, ma ho comunque notato una certa loro euforia, sono tranquilli perchè ad icardi noi portiamo bene, tuti gli ex intervistati nostri e loro parlano della partita della svolta, il buon lucio ha indicato come questa la partita che li può lanciare e che devono vincere per dare continuità alle loro prestazioni (!…) quindi noto una certa dose di puzzetta sotto il naso…ripeto a guardare i poster delle due squadre che andranno in campo, non c’è neanche da iniziare, ma se stiamo buoni e non ci facciamo prendere dall’entusiasmo, reggiamo il loro prevedibile assalto “pesante” del primo tempo e non andiamo a giocarla solo di nervi come facemmo l’anno passato, tienili 0-0 più che puoi, che poi ci pensa defrel…ma bisogna tenere, non andare sotto per fargli un favore o perchè sono l’inter e vengono qui con tuitti i milioni di euro che valgono, scavare un’antica trincea a costo di difendere anche e solo la porta ad ogni costo, poi al momento buono con il nostro scooter …..oooppsss scusa andre!!! un abbraccio, ci si sente dopo!

Lascia un commento

ALL’ULTIMO RESPIRO

Un pareggio che equivale ad una vittoria per il modo rocambolesco in cui è arrivato. La Sampdoria esce a testa

LA VITTORIA DEI REIETTI

E’ stata la vittoria dei reietti. Di Marco Giampaolo, della sua coerenza, delle sue idee, del suo gioco, sia pure

DERBY, BENE COSI’. E ABBRACCIAMO TUTTI GIANLUCA

Non è stato un gran derby quello giocato dalla Sampdoria, forse il peggiore dell’era Giampaolo. Che, tuttavia, rimane imbattuto nella

SAMPDORIA POVERA, POVERA SAMPDORIA

Anche all’Olimpico con la Roma – terza sconfitta consecutiva, undici gol beccati nelle ultime tre gare, un solo punto raccolto