UN BRUTTO FINALE

14 mag 2018 by andrea.lazzara, 360 Commenti »

Avrei voluto dedicare il pezzo ad altro ma la cronaca mi impone di scrivere di quanto successo al Ferraris, dei cori, della sospensione della gara e del resto. Premetto: pubblicherò anche i post contrari al mio pensiero ma (per quanto riuscirò a fare con il tempo a mia disposizione) commenterò in tutti “non sono d’accordo”. Prima di scrivere ho dato una veloce occhiata a Facebook: vi annuncio già che sono un ipocrita e perbenista. Perchè è stata un’emerita cavolata fare tutto quello che è stato fatto, per gran parte della partita. Una cavolata. Leggo di paragoni con accoglienze fatte a Napoli, cori legati all’alluvione: agli errori altrui non si risponde sbagliando a propria volta. Almeno a me hanno insegnato così. E non vale neppure dire che si sono “sempre fatti”: e allora? Se ora ci sono anche sanzioni di un certo tipo ci sarà un motivo no? Secondo me, comunque, Ferrero, ha fatto bene a scendere in campo per cercare di fermare questa degenerazione. Ora vediamo cosa deciderà il Giudice Sportivo ma è stata una brutta pagina. Detto questo credo sia anche giusto che il mondo del calcio (ma forse anche di qualche altro sport) trovi una linea comune di comportamento: e soprattutto si investa in “cultura sportiva”, che porti, alla fine, a situazione del genere che nascono, a monte, magari da partite di ragazzini con i genitori che urlano “spaccagli le gambe”. Utopia, lo so, soprattutto nel paese dei mille campanili. Ma si deve provare.

Il campo. Niente Europa, e lo si sapeva, ma dopo una buona partita, la solita contro una grande. Gli striscioni nella Sud a fine gara sono stati un messaggio chiaro,  per società e giocatori: i tifosi ci credevano, qualcuno un po’ meno. Uno di quelli che ci credeva di più, secondo me, era Giampaolo che, però, a questo punto rischia di andarsene infoltendo la lista dei partenti. Continuo a domandarmi e a domandarvi uno o più nomi plausibili che non siano il solito Mihajlovic mentre ora che la stagione è praticamente finita i nodi verranno al pettine e, dunque, capiremo chi si siederà a luglio sulla panchina blucerchiata. Una cosa, però, vorrei che accadesse: vorrei che nella nuova Sampdoria ci fossero giocatori sanguigni, che davvero non dicono siano attaccati alla maglia (oggi è sempre più dura trovarli) ma che si facciano rispettare. Perchè stasera Milik che esulta in quel modo sotto la Sud (come aveva fatto Caicedo), Kownacki “spaccato” in fronte da Albiol come se niente fosse più le partite con 6 falli in 90 minuti sono segnali di poca personalità e poca “rabbia” agonistica. Uno degli elementi indispensabili per alzare l’asticella nella prossima stagione.

360 Commenti

  1. Marco scrive:

    VERGOGNA. Si applaude uno 0-5 per mostrare,a non si sa bene chi, il distinguo delle tifoserie e poi si degenera in episodi come quelli odierni.
    Atti di inciviltà estremi ,pensando nel branco di essere impuniti,nel 2018 dovrebbero essere estinti.
    Ed invece ritornarnano puntualmente,poi ci si chiede perché c è sempre meno gente allo stadio.

    Il sostituto di Giampaolo potrebbe essere Filippo Inzaghi.

    • andrea.lazzara scrive:

      Inzaghi è una soluzione a cui ho pensato anche io (forse l’avevo anche scritto, non mi ricordo :-) sono vecchio ormai..)

      • Maurizio Arcini scrive:

        Quindi l’altra squadra di Genova ha tifosi più a modo dei nostri? Ci hanno sempre chiamato calabresi gabibbi e altro poi fanno un gemellaggio con il Napoli e di colpo diventi civile.Questo è terreno fertile per massimo picozzi.

      • El Cabezon scrive:

        L’hai detto in trasmissione:-)

      • marco scrive:

        Aggiungerei anche dei nomi forse impossibili
        Domenico Tedesco Schalke 04(quasi impossibile che si ridimensioni)
        Pablo Machin Girona
        Cristophe Pellissier Amiens

        questi ultimi 2 hanno portato nella massima serie le rispettive squadre e disputando il loro primo campionato tra le grandi con ottimi risultati.

  2. Lorenzo scrive:

    Ciao Andrea,
    Non sono d’accordo nemmeno io con quel tipo di cori…sarebbe però interessante vedere l’anno prossimo la stessa identica indignazione da parte del giudice di gara,della lega e di Mister Sarri quando a Napoli gli amici napoletani sentiranno nuovamente puzza di pesce…o forse il San Paolo è troppo grande e non tutti sentono bene.
    il ‘vincerete il tricolor’ Però lasciatelo passare!!!

    Per quanto riguarda il campo…con una guida tecnica più accorta si poteva andare in Europa…per me è un’occasione persa da parte di tutti.
    Lorenzo

  3. Alex scrive:

    Ferrero sotto la Sud e’ come Sentinelli quando va a ritirare la pensione.
    Fanno “anguscia”!!

  4. Solosamp1946 scrive:

    E ci avrei scommesso…ma finiamola con sta boiata del razzismo territoriale e via dicendo…cori da stadio ne più ne meno che si fanno da 50 anni ( non ve ne siete mai accorti?) …che si fanno in tutti gli stadi ( mai bloccata una partita per cori contro il napoli…lo si fa a Genova in una partita che non conta un cazzo solo per il gusto di parlarne poi)…allota interrompiala anche ai ” si sente puzza di pesce” ai ” solo la nebbia” e via dicendo…gli stessi napoletani si prendono per il culo cantandosi ” noi non siamo napoletani” e ” lavaci col fuoco”…ieri stesso se lo cantavano loro…per me questa è pura e semplice ipocrisia di un mondo ( quello del calcio ma non solo) dove ci sono cose ben peggiori…e non dico cosa perché come dici te Andrea siamo in uno spazio dove rischierei un denuncia…ma ci sarebbe da aprire un libro dove ce ne sarebbe per tutti…giornalisti dirigenti presidenti giocatori arbitri ecc ecc quindi finiamola con queste . ( fino al gesto di milik e al successivo di reina alla nord il clima era più che tranquillo). Della partita c è poco da dire tranne che del portiere…un buon esoridio

    • andrea.lazzara scrive:

      Non sono d’accordo…

      • Solosamp1946 scrive:

        Nel mondo del tifo urlare ” napoli napoli vaffanculo” piuttosto che ” vesuvio lavali col fuoco” non fa differenza…nella rivalità conta l insulto non cosa dici nell insulto…nessuno di quelli che ha cantato spera che il vesuvio bruci tutta Napoli….è un modo come un altro per fare arrabbiare una tifoseria rivale…se poi vogliamo fare i perbenisti facciamoli continuo a pensare sia assurdo. E cmq meglio due cori stupidi che ( come succede sistematicamente a Napoli…ma forse qui dentro nessuno è stato nel settore ospiti del san Paolo) razzi bombe carta sacchetti pieni di piscio per 90 minuti

        • Heisenberg scrive:

          Esatto… Il problema è che gli “indignados” non hanno mai fatto una trasferta più lontano di Vesima. Il Napoli ha la tifoseria peggiore del mondo

        • Mauro scrive:

          Concordo

        • Marco scrive:

          Ti è difficile comprendere che da una scintilla spesso scoppia un incendio vero? I cori ci possono stare quando sono sporadici, quando sono reiterati no e dopo essere stati richiamati dallo speaker i cori sono aumentati con una rabbia che nulla sapevano di sfottò.

          • Solosamp1946 scrive:

            Proprio perché richiamati dallo speaker sono aumentati…il mondo delle curve non è così difficile da capire e ti assicuro che ai napoletani presenti nel settore ospiti di ieri ( intendo quelli realmente arrivati da Napoli) i cori di ieri non li hanno infastiditi minimamente

    • Maurizio Arcini scrive:

      Non sono cori razzisti, con le altre squadre del sud non succede nulla, bari ad esempio,c’è anche un forte gemellaggio, è forse il gemellaggio che hanno con il Genoa che ti porta a inveire contro nulla di più che cori da stadio, il razzismo non è questo, buon esordio del portiere? Una saponetta

      • solosamp1946 scrive:

        sul portiere…bho campo bagnato palla scivolosa non rischiava nel bloccare la palla e la buttava via con i pugni

    • Maurizio Arcini scrive:

      Però anche qui qualcuno può chiamare imbecille ,qualcun’altro no. Due pesi

    • Fra Zena scrive:

      fino al gesto di Milik tutto tranquillo? Ma se l’altoparlante nell’intervallo aveva già ammonito tre volte di smetterla con i cori? Per quello che è successo ieri siamo senza scuse, punto. Se lo fanno in tutta Italia francamente non mi interessa, non è un buon motivo per farlo anche noi, se non altro per furbizia. Vedrai ora che stangata che prendiamo, minimo se ci va bene una multona e una partita a porte chiuse

    • caste scrive:

      giustificare questi atteggiamenti significa fare 100 passi indietro non ci sono giustificazioni. Anche se tutti rubano, a mia figlia continuo a dire che non si ruba.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Giusto ,qualcuno che sa come funziona allo stadio, cori solo cori, chi non ha un amico napoletano? Io ne ho molti due erano vicino a me e doriani, mi dispiaceva per loro ma loro non si sentivano offesi in quanto napoletani sapevano che non c’erano discriminazioni di razza, è solo odio sportivo come c’è nei derby. Non cambierà mai

  5. Luca scrive:

    Che dire forse saranno contenti quelli che qui dicono a chi critica ( e a volte io sono uno di quelli ! Anche se sempre educatamente) che non abbiamo amore , che
    siamo tifosi da poltrona etc. Si preferisco avere questo “poco” amore per la Samp essere definito tifoso con le pantofole ( ma vado allo stadio) che avere tutto questo grande AMORE per la squadra , odiare ed insultare chi a volte la critica e poi fare queste figure di …. allo stadio senza contare che tutto questo amore comporterà sanzioni ( e con noi eccedono sempre !!!!!! A differenza di altre piazze) e disagi per il prossimo torneo ! Questo si che e ‘ amore e non quello che anche dopo la partita di ieri sera porterà parecchi a postare su questo blog le perplessità e le critiche per una squadra ed una Società che con evidenza si sono praticamente sedute negli ultimi 2 mesi ( alla faccia del tifoso) ed ora sono quasi certo ( ma spero che prevalga la sportività! La lealtà sportiva verso chi ancora lotta per non andare in B) che a Ferrara ci “scanseremo” ! Scusa lo sfogo Andrea ma sono certo che comprenderai anche tu!

  6. Solosamp1946 scrive:

    Ah ora ci sono sanzioni di un certo tipo perché si vuole trasformare lo stadio in un teatro…dove se accendi un fumogeno per una coreografia ti diffidano 5 anni dove non puoi portare un microfono perché parlare alla gente diffondendo quelle informazioni di cui nessuno ( voi giornalisti anche) parla non va bene….dove per andare allo stadio che tu sia un anziano un bambino o Donato bilancia devi avere il tuo fascicolo in questura….dove non puoi fare uno striscione perché non te lo fanno entrare ( ma come la costituzione dice tante belle cose ma poi…)…quella è solo repressione

  7. Disraeli scrive:

    Altra sconfitta.
    Speriamo vada a Napoli che di questo gioco monocorde e noioso con continui passaggi demenziali indietro non se ne può più.
    Chiunque al suo posto ma liberate la Samp da questo strazio.

    • robmerl scrive:

      voglio uno con le 00, che abbia in testa delle alternative di gioco e si faccia sentire con il gruppo dirigente sui profili dei giocatori da acquistare.
      Inzaghi mi sembra un buon candidato.
      PS. Niente cavalli di ritorno, né in panchina né tra i giocatori

    • ROBYLEVANTE scrive:

      Probabilmente il goal lo avremmo preso comunque;purtroppo li abbiamo regalati come al solito e ciò è dovuto all’assurda tattica di gioco che il ” maestro di calcio”ha insegnato ed imposto ai giocatori.Nel vocabolario di Giampaolo non esistono le parole ANTICIPO,GRINTA,VELOCITA’ DI GIOCO,MARCAMENTO STRETTO ed è per questo che prendiamo caterve di goal.Spero vivamente che a fine stagione trovi una grande squadra cosi’ ci alleggeriamo del suo suntuoso contratto e prendiamo un allenatore che ci faccia giocare a calcio e non a…….rugby(andare avanti passando la palla SEMPRE indietro).

  8. Sirbiondo scrive:

    Sulla partita: per me è stata giocata senza personalità ( ancora, zero tiri in porta e Reina inoperoso) contro un napoli che non ha certo giocato alla morte. A conti fatti il girone di ritorno è stato decisamente modesto e sarebbe il caso che qualcuno ne paghi le conseguenze. Sul resto: non mi esaltano quei cori, ma possono essere tranquillamente ricondotti alla dialettica dello sfottò, non vedo perché di punto in bianco siano diventati il male assoluto. Ci sono tifoserie che cantano “giovinezza” col bravcio teso e espongono celtiche e svastiche, ma per loro niente sospensione. Alcuni animali sono più uguali degli altri.

  9. Fra Zena scrive:

    Sono veramente deluso e disgustato da quanto successo ieri sera. Non mi capacito di quanto si possa essere così idioti. Non mi ero mai illuso che la nostra tifoseria avesse uno “stile” diverso dalle altre, molti episodi in passato hanno dimostrato il contrario, ma speravo almeno fossimo più furbi. Vorrei che qualcuno mi spiegasse che senso ha comportarsi così, a chi serve. Certamente non alla Sampdoria, che l’anno prossimo dovrà giocare almeno una partita a porte chiuse e vedrà diminuire ulteriormente il numero di abbonati. Gli stessi cretini che hanno fatto i cori ieri sera poi magari sono gli stessi che esultano ai gol di Quagliarella o che in passato hanno idolatrato Montella. Gente nata a Napoli, ohibò, ma questo al gregge di pecore non entra in testa. E non mi vengano a dire che erano una sparuta minoranza, perchè non è vero, erano tanti. Nella classifica del masochismo siamo sempre in testa, sia in campo che fuori
    Sulla partita: prestazione dignitosa, ma eravamo spuntati e alla lunga si è visto. Caprari insufficiente, Kownacki meglio ma troppo leggero. Bene Belec in compenso. Sono d’accordo sulla necessità di inserire muscoli in mezzo al campo per l’anno prossimo, mentre per quanto riguarda la personalità secondo me più che i giocatori incide l’allenatore: il carattere troppo morbido e razionale è forse il limite più grande di Giampaolo, che spero vada via ma credo rimarrà

    • Solosamp1946 scrive:

      I laziali fanno cori razzisti a tutti i giocatori di colore…e nella loro storia hanno esultato al goal di molti giocatori di colore…. L insulto da stadio è fine a se stesso…per fare incazzare l avversario fine senza stare a pensare che quagliarella è napoletano o montella idem…io per primo ho origini napoletane eppure non mi danno alcun fastidio quei cori in quel contesto

      • Fra Zena scrive:

        è il tuo pensiero e lo rispetto, ma per me quello che è successo ieri sera non ha giustificazione. Le uniche scuse che tu e altri sapete trovare sono: 1) lo fanno tutti 2) allo stadio ci può stare. Per me sono entrambe due frasi senza senso. Un comportamento sciocco e autolesionista non diventa intelligente se lo fanno tutti

        • Solosamp1946 scrive:

          Il punto base non è se è giusto sbagliato o se lo fanno da tutte le parti…ma la strumentalizzazione di quello che è successo ( per me il nulla per te e altri magari no)…

          • Martino Imperia scrive:

            Belin ma se sai che la cosa verrà strumentalizzata a maggior ragione non devi farla. se no sei pure tonno

          • Fra Zena scrive:

            io non mi offendo, figurati. Ma non per tutti può essere così. Ci sono persone con pensieri diversi sul calcio e vanno rispettate. C’è anche, guarda un po’, chi va allo stadio per godersi la partita e sostenere la propria squadra, senza per forza dover insultare gli altri. La strumentalizzazione è figlia della nostra recidività. Facile dare colpe alla Lega, ai napoletani piagnoni o alla mentalità italiana (e basta con questa scusa), ma siamo noi che siamo stati polli e ne pagheremo le conseguenze. Tutti, anche quelli – come me – a cui dei napoletani non frega proprio nulla, mentre invece del Doria frega molto. E se permetti questo a me fa arrabbiare moltissimo

      • Marco scrive:

        I laziali tanto per citare un episodio conosciuto bloccarono un derby assieme ai loro cugini.
        Per non citare i morti.
        L’odio qualunque esso sia non ha giustificazioni e va perseguito.
        In altri sport se ti comporti incivilmente , vieni zittito o buttato fuori dagli altri spettatori, altro che teatro.

        • Solosamp1946 scrive:

          Non in Italia…ogni paese ogni città ogni nazione ha la sua cultura…noi siamo quelli dei bombardoni a capodanno dei piatti lanciati dalle finestre del colosseo ecc ecc ecc in inghilterra altro mondo in argentina peggio che qua ecc ecc ecc …siamo il paese che ha inventato il tifo…e che tutto il mondo ci ha copiato

          • Marco scrive:

            In Inghilterra si è arrivato allo scioglimento delle firm ai tempi, a me è capitato di assistere a manifestazioni importanti di altri sport ( rugby ,basket, pallavolo) ed il comportamento era ben diverso e parlo di Italia non della Groenlandia.

    • ambarabàciccicoco scrive:

      Ohhh ohhh ma sta a vedere che quell’ignorantone di ambarabaccicicoco ha ragione quando dice che il sampdoria style è esistio ma oggi non c’è più…. Quattro persone sono riuscite a ripetere una brutta figura solo apari a quella dei rubinetti… E qualcuno riesce pure a gustificarli… Chiuso l’argomento tifoseria senza disinguo: hanno sbagliato e pesantemente si volesse andare ad un commento della partita di buono c’è che con una difesa rimaneggiata abbiamo retto per un’ora .abbondante al secondo attacco del campionato. Sicuramente Silvestre al posto di Ferrari e un esterno sinistro non arrangiato come Regini avebbero probabilmente retto anche fino alla fine . Di estremamente positivo c’è l’ingresso di Belec..Non so a voi ma da quello che ho visto la difesa era molto più sicura di tutte le altre volte e il ragazzo si è dimostrato un portiere e non un citofono arrocchito…. Oggi incominceranno qui e nei bar i processi sommari nei confronti di questo e quello ( Ferrero in testa , ovviamente) e invece dovrebbe essere il giorno in cui i tifosi sampdoriani dovrebbero stingersi accanto alla Società, ai Tecnici ai Giocatori ringraziandoli per l’impegno comunque messo in tutta la stagione con la convinzione che la prossima sarà ancora migliore… Grazie e forza Sampdoria 1946…

      • Michele G. scrive:

        Ambarabàciccicoco, sono d’accordo sul tuo post, ma solo fino al punto in cui fai l’elogio sul portiere, che anche a me è sembrato non fare una brutta figura (non certo peggiore di alcune di quelle fatte da Viviano). Ma non sono assolutamente d’accordo quando dici che i giocatori dovrebbero essere ringraziati per l’impegno, e lo striscione srotolato a fine partita lo conferma, dicendo che gli unici a crederci sono stati i tifosi, gli altri no! Torreira, per esempio, ha smesso ormai da alcune partite e ieri sera questo suo atteggiamento rinunciatario è stato ancor più evidente. Altri, invece di fare congetture sul loro prossimo futuro, farebbero bene a concentrarsi su quello che stanno facendo adesso, altrimenti rischiano di fare la figura di Schick.

  10. Lapo scrive:

    Sono uno di quelli che credono che Giampaolo abbia fatto il suo tempo. E’ vero che non c’è molto in giro, ma non si continua un matrimonio aspettando di trovare una moglie migliore: non è signorile e alla lunga fiacca i testicoli. A parte la faccia da colica intestinale, non apprezzo le “fissazioni” del Giampa, la sua rigidità di idee, le sue “innovazioni” tipo Sala terzino sinistro o Alvarez titolare. Credo che non sappia motivare i giocatori e nel calcio moderno la motivazione fa almeno il 50% della prestazione (chiedete al Cagliari di ieri o al Sassuolo di domenica scorsa). Anche ieri sembravamo attendere il loro gol con una rassegnazione degna di una squadra di vacanzieri senza più stimoli.
    Magari Inzaghi lo vedrei bene e non mi dispiacerebbe nemmeno Andreazzoli. E comunque va bene anche un magazziniere, ma con un po’ di piglio e sana rabbia…

  11. piero scrive:

    Ieri sera sono successe parecchie cose brutte.
    I cori contro il Napoli, che personalmente a me hanno fatto solo venire voglia di andarmene dallo stadio. Perchè non si fa tifo contro. Perchè non serve a niente. Perchè alla fine restiamo noi “cornuti e mazziati”, visto che quando c’è da punire la Samp in modo esemplare, in Lega non si fanno mai scrupoli, nonostante in altri stadi succeda anche di peggio.
    L’arbitro Gavillucci che vuole fare l’eroe davanti al designatore Rizzoli, presente in tribuna, e interrompe la partita. Ma che però non fa restare il Napoli in 9 come avrebbe dovuto essere.
    I nostri giocatori che non hanno, nessuno escluso, le palle (ad eccezione forse di Quagliarella che ieri era però assente) per restituire le botte che hanno ricevuto, per far capire ai giocatori avversari che non si esulta sotto la Sud. Io personalmente credo che con la Samp, non dico di Vialli e Mancini, ma anche quella di Flachi e Bazzani nessuno avrebbe osato. Oggi invece lo fanno tutti, Che tristezza.
    La sud che ha insultato Ferrero quando è sceso in campo. Mi viene da vomitare. Che tifosi stiamo diventando? Abbiamo fatto un campionato in linea con la rosa che avevamo. Cosa ci si aspettava?
    Giampaolo vuole andare via? Farebbe solo bene. Successori? Boh. Forse Maran. Forse qualche insospettabile dalla serie B. Sinceramente ora come ora non saprei a che santo (nel senso di allenatore) votarmi.

    • Marco scrive:

      Il discorso è un altro
      Quando sei 6°in classifica per parecchi mesi , girala come vuoi, diventa lecito sognare e rimanere delusi se in 2 mesi dilapidi tutto.
      L Atalanta ha giocato le partite finali con Barrow che è 1 primavera.

      La stagione rimane positiva ma è da 6.5 massimo.
      Un girone di andata splendido rovinato da uno di ritorno pessimo. (Ennesima partita senza segnare)

    • andrea_samp scrive:

      a me non piace Ferrero …anzi ferrero …con le minuscole fin dal giorno della famosa conferenza stampa a sorpresa ..
      de gustibus ….

  12. GIANNI scrive:

    Premetto che disapprovo e sempre didapprovatp fermamente certi episodi ma chissà perché a Marassi.gli arbitri ci sentono molto bene, mentre a Milano, Roma , Torino e soprattutto Napoli sono tutti sordi!!!
    Sempre 2 pesi e 2 misure

    • Marco scrive:

      Perché ovunque ,da che mondo e mondo, comanda chi ha il potere.

    • Michele G. scrive:

      D’accordissimo con te!!!

    • andrea_samp scrive:

      infatti !! il problema è che tutta italia insulta il napoli però guarda un po’ solo Gavillucci si è preso la briga per ergersi a protagonista di sentire i cori e interrompere la partita …allora perché nn ha cacciato via Milik x provocazione ?? …ipocriti..e poi ci sono tifoserie che fan di peggio e creano caos e disordini e nn gli si fa nulla o quasi …ma per favore !! lega e federazione cialtroni !!

  13. Massimo Pittaluga scrive:

    Parto dalla partita. Hanno messo in campo quello che avevano. per un ora abbiamo retto ma si capiva che prima o poi avrebbero segnato tale e tanta era la superiorità tecnica e di ritmo. detto questo le note positive sono state il portiere che ha fatto alcuni buoni interventi e come dodicesimo può essere valido e chissà se non qualcosa in più, bene andersen e kovnacy entrambi due giovani su cui puntare. benino anche regini che ieri ha tenuto bene il campo. un po sottotono gli altri ma meglio che a sassuolo. sui cori ritengo che proprio perchè cori da stadio non si possano catalogare come razzisti in senso stretto ma che scaturiscano da una rivalità tra le tifoserie (il napoli ha un gemellaggio storico del Genoa). diciamo che è stata la ripetizione più e più volte dopo l’avviso dello speaker a essere fuori luogo ma la vedo molto come una sciocchezza grave che come una vera presa di posizione razzista che non c’è. infatti proprio quagliarella che è naopletano è amato dalla tifoseria ad esempio. ritengo che cori del genere siano squallidi e incivili ma che siano dettati dal momento più che dal razzismo. dal razzismo sono dettati i fatti successi a roma sponda lazio ad esempio (molto più gravi ed elaborati). non giustifico la sud (di cui sono abbonato) ma non ne farei un caso sociologico piuttosto un indecorso sfoto che sarebbe molto meglio si facesse diversamente (il vincerete il tricolor….era molto meglio). su ferrero che scende e cerca di fermare i cori Andrea sono d’accordo con te. Un Presidente lo deve fare. Il problema è che questo presidente proprio per come si è proposto e si propone non è credibile ed è stato deriso da tanti tifosi (da alcuni in modo volgare e da stigmatizzare) da altri deriso punto e basta. Mi farei qualche domanda se fossi in lui perchè capisco che possa pensare di essere più furbo di tanti e magari lo è anche, ma pensare che una tifoseria accetti teatrini, vendite compulsive, smantellamenti e ricostruzioni e tutto questo infarcito di battute spesso volgari fa si che la credibilità verso la tifoseria sia poca a parte qualche estimatore. lo scrivo qui da tempo che Ferrero è tollerato perchè tra i tanti difetti la tifoseria della sampdoria non è una tifoseria che crede (e giustamente) di essere proprietaria del club come qualche altra, tuttavia la credibilità te la devi guadagnare coi comportamenti e l’operato. Ferrero dopo le dichiarazioni iniziali da avanspettacolo come scudetto in 3 anni etc….poi è passato al polo opposto (tutti all’asta pagare e vedere cammello come ripete sempre…..) battute e comparsate imbarazzanti. La conseguenza è stata quella che andando sotto la gradinata non è stato riconosciuto come figura di riferimento dai tifosi o da molti di loro. tutto qui. analizziamo le cose a 360 gradi e non solo a pezzetti altrimenti non si comprende uno stato d’animo di una larga parte di tifoseria. sugli allenatori se non dovesse rimanere Gianpaolo anche io vedrei bene pippo inzaghi e neppure male un ritorno di iachini che qui secondo me con l’empatia che ha con l’ambiente potrebbe fare bene se gli verrà messa insieme una squadra di discreto livello. aspetto con curiostià l’ennesima campagna estiva. speriamo abbiano l’abilità e la fortuna di pescare bene. in questi anni si è potuto rischiare vista la scarsezza delle ultime 3 4 5 squadre e probabilmente si potrà fare anche il prossimo anno ma spero anche di vedere ogni tanto anche un po di consolidamento della squadra e non il solito stravolgimento. eviterei il ritorno di sinisa. ogni volta che è andato via da giocatore e mr ha lasciato l’amaro in bocca. se però arrivasse ben tornato.

    • andrea.lazzara scrive:

      Il problema della discesa in campo di Ferrero è che ha evidenziato in modo lampante il corto circuito che si è creato in questi anni, la frattura con gran parte della tifoseria. Ed è un aspetto sul quale sarà bene riflettere.

      • Massimo Pittaluga scrive:

        sono d’accordo ed è quello che scrivo qui da tempo. deve comprendere che una squadra di calcio non è cosa solo sua. la società è sua ma tutto quello che ruota intorno è patrimonio comune di cui lui dovrebbe essere una parte importante. ecco di tutto quello che ruota intorno lui non è per nulla parte importante. da qui a oltraggiare brutalmente e poi sputare ci passano km, quelli sono peggio di ferrero, ma diciamo che ferrero sta raccogliendo quello che ha seminato sotto il profilo della credibilità che è zero o poco sopra. non ha mai curato il rapporto con la tifoseria ha usato la samp a puro fine di business ma per fortuna le squadre di calcio non sono solo business. la disafezione dei più tiepidi è la conseguenza che vedi col calo degli abbonamenti, quello che è successo ieri è quello che succede quando la parte più calda non ti riconosce per quello che dovresti essere. del resto a sfottere, a rilasciare dichiarazioni da avanspettacolo a fare battute volgari come pensava di poter essere percepito dalla maggior parte di ni tifosi. nella migliore delle ipotesi come un personaggio che sbertuccia la nostra storia e la passione dei tifosi. lo striscione di ieri era bello nella sua semplicità. vorremmo una società e poi a cascata una squadra che ci credesse come fanno i tifosi che con un atto di fede si abbonano per vedere dare il proprio meglio. un anno può essere la salvezza il tuo meglio un anno l’europa ma questa squadra molla sempre a un certo punto e non solo con gianpaolo ricordiamoci anche di sinisa. sarà un caso ma succede da qualche anno e questo la tifoseria lo patisce. si tifa una squadra per passione ma anche perchè si vuole ogni tanto gioire per dei risultati sportivi. questo presidente da chiaramente l’impressione di essere su un altra lunghezza d’onda e dopo i proclami di 4 anni fa (a cui nessuno credeva ovviamente) questo stride. il lavoro più grosso che ha davanti la società è quello di recuperare il feeling con la tifoseria che è ai minimi. c’è un distacco totale e non è una furbata della proprietà continuare così.

        • Fra Zena scrive:

          sottoscrivo al 100% e se leggi i miei post nelle giornate passate vedrai che anche io lo dico da mesi

      • ambarabàciccicoco scrive:

        Mi scuso ma non capisco: chi ,sampdoriano autentico può avercela con questa Dirigenza? A me sembra che in quattro anni abbia fatto solo bene e qualche volta benissimo, Non riesco a ricordare brutte figure sue pari a quelle fatte subire da mitomani del Sampdoria style anche prima del suo arrivo… Eppure c’è qualcuno che tende a stigmatizzare errori di bon ton del presidente e per quelli giustificare le figuracce dei nostri tifosi. Una volta la tifoseria sapeva anche esprimere giudizi tecnici sul comportamento dei tecnici e dei giocatori basandosi sulle prestazioni, oggi e non da oggi invece è sufficiente che qualcuno si autodefinisca sampdoriano per renderlo inattaccabile anche dalle critiche più ovvie. A quei tifosi che ieri ancor più dell’altro ieri hanno criticato Società e Tecnico per non aver raggiunto il traguardo a loro dire minimo, la EL, ( si perchè c’era qualcuno che voleva la C.L. da giocatori giudicati insufficienti a luglio e agoisto)v orrei solo far presente che anche solo con il portiere in campo ieri sera avremmo sicuramente tre / quattro punti in più..ma quali sarebbero stati gli strali di lesa maestà se si fosse deciso di relegare in panchina il portiere più scarso della serie A ma amato da quella tifoseria che ieri sera ci ha dato una bella palata di melma? Vorrei far presente che in questa stagione la Sampdoria ha vinto contro la Juve ( in maniera striminzia? Si grazie sempre a qualcuno…) non ha perso con la Roma , e negli scontri diretti ha fatto meglio di Milan , Fiorentina Atalanta e pari con il Toro….incidenti di percorso tanti e infortuni pesanti nel momento dell’ultimo rush..

        • robmerl scrive:

          analisi lucida: i mecenati e gli incedibili non ci sono più, e il calcio di oggi richiede investimenti enormi ma anche un indebitamento contenuto per le regole del fairplay finanziario.
          Ferrero ha fatto bene: da tifoso vorrei anch’io qualche sacrificio in più per trattenere i migliori, e un allenatore capace di fare risultati che vadano al di là dei pronostici.
          Razionalmente è difficile, ma se non crediamo nei miracoli non arriveremo mai all’impossibile.
          Io continuo a sperarci. Con un bravo allenatore e degli inserimenti ben pianificati possiamo salire ancora più in alto…
          Però teniamoci Pecini

        • El Cabezon scrive:

          Quindi chi critica non è un sampdoriano autentico (?), ne prendo atto…
          Enzo Tirotta e Claudio Bosotin sono nomi che ti dicono qualcosa?
          Prova a chiederli cosa pensano del’attuale dirigenza e soprattutto di Ferrero, ma magari per te non sono doriani autentici neppure loro…

        • Massimo Pittaluga scrive:

          ciao amba (lo abbrevio perchè è lungo:) io credo di essere sampdoriano come tanti altri ed in realtà non ho criticato la dirigenza che risponde alla proprietà. la dirigenza con le linee guida di guadagnare sempre e comunque è stata in grado di allestire in questi due anni squadre da tranquilla salvezza con tanti giovani comprati spesso a poco da un ottimo scounting che abbiamo potuto aspettare grazie a un campionato a 20 squadre di cui ogni anno almeno 3 4 improponibili per la serie A. ogni anno se ne salvano un paio che solo una decina di anni fa sarebbero andatte giù a piombo. con le regole attuali una persona sveglia come ferrero può fare business (che è altra cosa rispetto a fare il presidente di una compagine di calcio) con buoni risultati senza rischiare retrocessioni avendo in dote diritti TV per molte decine di milioni in più delle vere piccole e introiti da cessioni ben maggiori grazie ad un fatturato che ben gestito da una dirigenza valida crea plusvalenze e squadre discrete. questo è il mio pensiero ormai da 3 anni. la sampdoria con questa serie A scompensata sta alla Juve come il Benevento sta alla sampdoria ovvero puoi perdere la partita secca per sbaglio ma in 38 partite non c’è partita. l’anno prossimo ci saranno le solite 4 5 a lottarsi la serie A con un paio di squadre cusinetto e 2 3 squadre o poco più nella melma per il 3 e ultimo posto.con questo sistema di fatturati dai 300 mln della juve ai 90 100 di una media ai 30 di una piccola retrocedere oggi vuol dire cannare veramente tutto e ancora di più. il buon lavoro io lo vedo all’Atalanta sia dirigenziale che della proprietà. fanno calcioe business come è giusto che sia. non senti il loro presidente fare aste di tappeti. ferrero più che un Presidente sembra un piazzista. il mio non è perbenismo vado in gradinata sin da bambino negli anni 80 quando c’era ancora boso e poi gente come tirotta and co che di cori come quelli di ieri ne lanciavano ma che rispettavano un presidente che era un presidente. ieri è stata la dimostrazione plastica che tra il cuore caldo del tifo e questo presidente non c’è feeling perchè ferrero tratta la sampdoria come puro business e lo fa sfaccitamente. basterebbe un po di metodo perchè i modi contraddistiguono anche le persone. te come tutti noi non troveresti simpatico uno che ti sbertuccia ognio due per tre. diciamo non diventerà mai un tuo amico o una persona che stimi. poi può essere capace intelligente ma solo per se stesso. questo non si incontra con la figura del Presidente che non è un presidente e propretario di un srl o spa comune ma di una società di calcio che è qualcosa di più di puro business. il puro business porta i tiepidi tifosi e simpatizzanti (loro diritto esserlo a fare altro) e il cuore caldo a scaldarsi. piaccia o meno va così da che mondo è mondo. non è così impossibile smussare qualche angolo volendolo fare. lui vuole fare il padre padrone ma lo è di uc sampdoria spa non del mondo sampdoria. quello c’era prima e ci sarà dopo. nel frattempo lo sopporto e mi abbono ma appunto lo sopporto e non mi piace. penso sia legittimo.

        • Moussa Dembele scrive:

          “…..dichiarazioni di ferrero. Sempre intempestivo, sempre fuori luogo, sempre distante dal cuore, sempre teatrale, mai interessante, mai intelligente, mai condivisibile, mai simpatico. Zero carisma, zero fascino, zero argomenti… la società sembra andare bene, da sempre l’impressione di sparare quando il leone è troppo vicino, esiste il timore che una campagna acquisti sbagliata possa essere letale, ma davvero non si possono non riconoscere meriti a questa dirigenza, e nonostante limiti palesi nella gestione dell’annata sportiva, il lavoro svolto sembra essere buono. Ma perché parlare sempre? E soprattutto perché dimostrare infallibilità solo nello sparare immani cazzate? Io l’ho già detto in.passato e lui stesso si è offeso: ho un proprietario ma non un presidente, ed in questi lunghissimi anni non è riuscito a farmi cambiare idea…”
          Lo ha scritto sui social un certo Enzo Tirotta. Non sarà un sampdoriano autentico? Io la pensò esattamente come lui

        • andrea_samp scrive:

          si si …questo amba ecc.ecc. è ferrero che scrive sul blog , o romei, per autodifendersi … ne sono sempre più certo !!

      • solosamp1946 scrive:

        forse è la prima cosa che fa da presidente…purtroppo quando vai in giro , a sparare cavolate (le ha sparate anche ieri sulla tifoseria) , quando non ti presenti mai ad un evento di qualsiasi club ecc ecc ecc puoi anche ottenere discreti risultati sul campo e ottimi sul bilancio però non sarai mai ben accetto. Abbiamo Osti Pradè e ci metto nel mezzo anche Romei che mi sembrano ottime persone…lui rovina tutto!

    • petrino scrive:

      ricordarsi la battuta di ferrero sulle donne e le porte del campo.
      un vero gentleman

    • Edoardo scrive:

      Ottima disamina, concordo su tutto…

  14. Heisenberg scrive:

    Puzza di pesce e milano in fiamme ě goliardia… I cori contro i napoletani invece discriminazione territoriale…puzza di pesce e milano in fiamme non li sente mai nessuno; il Vesuvio basta nominarlo che si sospendono le partite….a prescindere da quanto sia incivile questo o quello bisognerebbe prima di tutto cominciare a giudicare in modo uniforme….

  15. Francesq scrive:

    Voglio bene alla Sud come al più caro amico.

    Anzi. Ogni Doriano, a ogni latitudine, è il più caro amico.

    Ma è da tempo che noto un imbarbarimento del nostro tifo: dalla perenne scontentezza, fino alle critiche parecchio becere di alcuni (non di tutti: il criticare, se fatto a modo e senza preconcetti, è la più democratica delle arti), alle presenze in calo e, ancora, fino a ieri sera… e su ieri sera quoto decisamente Andrea, senza nulla aggiungere.

    Ripeto che secondo me Giampaolo andrà via. E lo rimpiangeremo, per i modi, per l’attaccamento all’ambiente, per il garbo comunicativo, beceramente – appunto! – passato per mancanza di carattere. Non mi rivolgo alla parte del post di Andrea sulla mancanza di falli, sia chiaro. Non sono d’accordo sul punto specifico, perché la fallosità è attributo dei calciatori fisici che a noi fan difetto, ma ho parlato in generale. E non mi sognerei di denigrare una critica onesta e garbata come quella che ho letto.

    Io ho sempre visto la sampdorianita in questo allenatore: nello stile, nella ricerca di soluzioni competenti ai problemi del quotidiano. La sampdorianita di una volta, di tempi neppure troppo lontani, di quando ero bambino e ho imparato il significato della maglia più bella del mondo.

    Per il futuro… Inzaghi non mi piace per nulla, non vale certo il fratello… De Zerbi mi intriga molto, anche se il Benevento non ha avuto difesa sotto la sua guida. Solo attacco e bel gioco. Anche se spesso ci si dimentica che poi la vera differenza sono i calciatori. Come abbiamo visto ieri sera: Napoli e Samp giocano esattamente allo stesso modo, con risultati diversi. Chissà perché.

    • giorgio48 scrive:

      Che Napoli e Samp giochino nello stesso modo è pura fantasia. Il gioco del Napoli è fatto di possesso palla con continui movimenti dei giocatori che consentono di facilitare il passaggio al compagno che in quel momento ha la palla, di continue aperture sulle fasce opposte alla “cieca” perchè il movimento è studiato a memoria. Noi, invece, facciamo possesso palla SENZA alcun movimento dei giocatori con la speranza di trovare un varco centrale che quasi mai, specialmente con le squadre meno tecniche, troviamo. L’alternativa a questo stucchevole possesso palla è la verticalizzazione per la punta centrale che, spesso con spalle alla porta, dovrebbe tenere palla favorirendo l’inserimento del trequartista o della mezzala. Da una parte movimento continuo dei giocatori studiato perfettamente, dall’altra la ricerca UNICA del varco centrale.Ti sembra che i due moduli siano uguali ?

      • Maurizio Arcini scrive:

        Loro fanno un 433 puro e usano le fasce durante una partita come le usiamo noi in tutto il campionato, è diverso il modulo, il sistema di gioco che non è la stessa cosa e sarri adotta il più moderno possesso palla progressivo sulla falsa riga di klopp e guardiola…. Praticamente due o tre anni avanti agli altri, altro che uguale scusami

        • Francesq scrive:

          Rispondo a entrambi, trattenendo commenti triviali e invitandovi a guardare le partite.

          I movimenti della difesa sono identici.

          I movimenti delle mezzeali sono identici.

          Il possesso palla è identico, almeno nelle intenzioni.

          La differenza è numerica, nel senso che nel Doria il tre quarti parte centrale, Insigne invece parte largo, pur rientrando quasi sempre in mezzo per calciare o fare assist. Poi hanno mertens prima punta e callejon seconda punta (vi prego, ditemi che ve la siete data che non fa l’ala…), che entrano in area a scaglioni. Così come noi abbiamo prima e seconda punta. ha rivisitato il 4312 di Empoli, allargando il trequartista. Giampaolo lo ha confermato.

          Per la tredicimiliardesima volta ribadisco che è una panzana quella del Doria che non va sulle fasce e che basta riguardarsi solo che la partita di ieri per avvedersene.

          Klopp, da voi citato, è antinomico rispetto al possesso palla, gioca diretto e di folata. E il solo fatto che qualcuno lo accosti a guardiola lascia intendere tante cose…

          Naturalmente senza offesa, ma chiacchierando al bar.

          • Massimo Pittaluga scrive:

            D’accordo con Francescq. Il liverpool punta dritto dritto in porta gioco totalmente diverso da quello di guardiola. tutti e due con gli interpreti giusti bello da vedersi ma diverso. personalmente il gioco verticale di klopp a me piace molto, ma ha due frombolieri come sallah e firmino che si adattano bene. il gioco di gianpapolo non è così diverso da quello di sarri solo che il napoli ha qualità tecniche davanti e fisiche tecniche dietro di prima fascia noi siamo piuttosto sotto. sacchi non l’ultimo scemo diceva che col suo gioco a parma divertiva col milan divertiva e vinceva perchè alla fine la differenza la facevano i giocatori a certi livelli….e come dargli torto. ce li ricordiamo ancora noi dai quaranta in su e forse anche qualche ultratrentenne cosa fece una certa sampdoria con certi giocatori in campo. a mio avviso da questa rosa tanto di più in 38 partite non potevi cavare. siamo dove potevamo essere con anche tante belle partite viste, anche alcune figuracce ma insomma il saldo di mr e squadra per me è positivo.

          • Maurizio Arcini scrive:

            Il possesso palla progressivo è un tema dibattuto nelle ultime riunioni di aggiornamenti UEFA per allenatori klopp ,infatti lo fa in avanti in profondità ed in modo progressivo ,guardiola lo alterna con il suo 3241 come la lezione di calcio data alla Roma 7 a 0

          • Sand66 scrive:

            Mi tocca dare ragione a francesq, anche a me sembra la stessa idea di calcio, solo con interpreti diversi…

          • Francesq scrive:

            @maurizio arcini

            Una delle caratteristiche di klopp è quella di non iniziare da dietro l’azione, di verticalizzare ossessivamente, a palla medio-lunga, che guardiola detesta. Infatti il punto debole delle sue squadre è la perdita di molti palloni a squadra “aperta” con conseguente contropiede. Di Francesco mise la squadra alta a Liverpool sottoponendosi costantemente alla palla lunga “scavalcante” e alla folata delle super punte dei rossi. Fu errore banale di superbia.

            A klopp rimproverano proprio di non insistere sul possesso, come fanno quasi tutte le grandissime squadre.

            È proprio l’anti Guardiola, sono cose visibili già in Tv.

            Comunque discorsi bellissimi, dico sul serio.

            Purtroppo vani però, perché non credo che il buon jurgen sia il sostituto designato di Giampaolo… ;)

      • Marco scrive:

        Giorgio48 analisi perfetta

    • Lollo scrive:

      Condivido la tua analisi, come sempre o quasi. Condivido anche quanto scrivi su Giampaolo, solo continuo a non spiegarmi il penoso andamento in trasferta e il fatto che le sue squadre ( ma non solo le sue .. ) a Febbraio smettano di giocare…forse senza questi due difettucci sarebbe un allenatore da big…

      • Francesq scrive:

        Ti riferisci a me?

        Si sì sono d’accordo. Il rendimento in trasferta dev’essere migliorato. E Giampaolo non è certo perfetto, anzi, secondo me si fissa troppo sul possesso palla, che impone di avere giocatori non solo iper tecnici ma anche di forte personalità, capaci di giocarla in qualunque situazione. Quindi rischia troppo, a mio avviso.

        Però il calcio lo capisce, il giovane lo alleva. E secondo me è anche un buon gestore del gruppo, visto che i giocatori – mi pare – lo hanno sempre rispettato.

        Vedremo se saprà reggere una grande, ammesso che davvero lo chiami.

  16. andre scrive:

    buongiorno,

    io sono uno di quelli contenti di andare allo stadio a cantare “vincerete il tricolore”
    io ho cantato cori contro il napoli, cori non razzisti perchè di razzismo non ce n’è; il razzismo è ben altro.
    io ho uno strano concetto di discriminazione territoriale(non razziale): “benvenuti in italia” è discriminazione territoriale…”lavali col fuoco”(fatto storico di xx centinaia di anni fa o “doriano alluvionato”(fatto recente dove ci sono stati dei morti) sono cori beceri ma non razzisti ne discriminatori (uguale i corti contro Antonioni, superga o altro).
    “si sente puzza di pesce, avete il mare inquinato, bxxxx blucerchiato”
    “senti che puzza scappano anche i cani, sono arrivati i napoletani, napoli mxxxx, napoli colera..siete la vergogna dell’italia intera” sono cori beceri, discriminano un territorio la tifoseria della samp e del napoli…
    però vengono usate due pesi e due misure.
    non difendo quello che ho fatto insieme a decine di centinaia di persone (anche in preda alla rivalità storica, all’astio verso alcuni giocatori avversari ed aizzati da loro stessi,v.milik); però cara Paola, vorrei essere aiutato a capire le differenze.
    perchè la tifoseria sampdoriana dovrebbe esser marchiata come “razzista”(e qui non si parla di bianco,nero o verdone..perchè il napoletano è italiano e vale quanto me..nessuno dice il contrario), perchè tutto sto moralismo?
    per me è uno questione finta, becera magari, deplorevole magari..come tante altre.
    guardiamoci dentro, tante città italiane sono classiste: napoli e genova sono classiste: ci si tratta sempre in maniera diversa in base al quartiere..è inutile negarlo: i fighetti, i provinciali, albarini, quelli di sestri..etc..etc..
    nel ns privato cadiamo tutti in questo tranello, purtroppo è una debolezza umana.

    io ho fatto quei cori, come li ho fatti contro la juve, milan, inter, lazio, roma e genoa: forse contro il genoa sono stati peggio ma lì tutti a dire”sfottò”, “rivalità cittadina”…però nei ns derby è molto peggio di ieri sera.

    io non sono perfetto e posso aver sbagliato nei 90 minuti..ma rimane lì per 90 minuti e dentro la gradinata..oggi facevo colazione con pasquale, esposito o gennaro..bianco nero o cenuano.

    per me si fà del vittimismo e del moralismo fine a se stesso pur di riempire giornali e talk show.

    campionato finito, la juve lo ha strameritato..il napoli ha perso per colpe sue e di nessun altro.
    la samp ha fatto la sua buona stagione (dove si poteva osare di più ma forse a gennaio sono state fatte valutazioni sbagliate).
    il genoa è dove si merita, anni luce sotto.

    per il resto ci si vede il prossimo anno (forse perchè in nome di qualche benpensante verremo messi sulla gogna).

    • andrea.lazzara scrive:

      Intanto sono Andrea e non Paola :-) ….

      • Maurizio Arcini scrive:

        Come non essere d’accordo con te non c’è da aggiungere altro penso…hai chiarito alla perfezione… Finalmente ma temo che per qualcuno sia inutile, non ci arriva, pazienza dare dei titoli li fa sentire meglio si vede, però non allo stadio

    • Solosamp1946 scrive:

      Prendo spunto…quindi i cori dei genoani ” siete ospiti” è razzismo territoriale…dovrebbero giocare a porte chiuse da 72 anni circa…ma che cavolo è sto razzismo territoriale poi? Troppe ….mentali mi sa

  17. Daniele da Rapallo scrive:

    Visto che si è consumata l’ultima partita in casa è tempo di bilanci.
    La Sampdoria chiude questo campionato al nono posto. Dico nono poiché, anche se la Fiorentina potrebbe perdere a Milano e noi vincere a Ferrara, mi aspetto che questo non succeda e che noi si vada a salvare la Spal nostro malgrado. In caso di Miracolo la Samp arriverebbe ottava ed allora SI : avrebbe fatto il suo. Darebbe un senso ancora maggiore al campionato, con i vantaggi di turni coppa Italia e forse maggiori introiti. La volpe non è arrivata all’uva ma credo che l’Europa fosse prematura con l’attuale dirigenza.
    La partita di ieri ha dimostrato che la squadra non è maschia da un punto di vista della cattiveria anche fisica e verso un Milik andato sotto la sud. E’ stata tuttavia in partita contro una squadra più forte, nonostante le defezioni in attacco e le cattive condizioni fisiche di elementi fondamentali. Leggerino ed evanescente il giovane attaccante polacco annullato da un grande Kulibalì, fumoso Ramirez.
    Nota lieta il portiere che risulta molto più abile con i piedi e nelle uscite rispetto a Viviano. Potrebbe essere un bel secondo e personalmente spero che il primo non sia più Viviano; ritengo infatti che la Samp quest’anno abbia avuto anche un meno evidente problema portiere anche se para bene i rigori.
    Capitolo allenatore. A sti punti spero rimanga (viste le voci di Ancelotti a Napoli..) nel segno di una continuità di lavoro (magari correggendo alcuni errori), ma tutto sarà determinato da campagna acquisti e scelte di “asticella” societarie.

    Caro Andrea, ho avuto il piacere e l’onore di conoscerti così altrettanto. Penso di poter dire che (pur conoscendoci molto superficialmente) possa esserci una iniziale stima reciproca. Da qui partirò per esprimere il mio parere sulla vicenda cori, forò anche mie alcune parole non mie, che magari riconoscerai ma che mi trovano assolutamente d’accordo e che sfrutto poiché espresse meglio rispetto a quanto io possa fare. Come disse Jak Gambardella nella “grande bellezza” alla mia età non posso più perdere tempo a fare cose che non mi va di fare e, aggiungerei, a dire cose che non mi va di dire.
    Non averne a male se non mi trovo d’accordo con te sulla vicenda avvenuta contro una delle peggiori tifoserie italiane, non per niente gemellata con i cugini (fattore che come ha detto Giampaolo influisce).
    Intanto distinguerei il tutto dal razzismo vero verso persone di altro colore e nazionalità. Lo sfottò territoriale frutto di un’Italia mai veramente unita (forse farà prima l’Europa) lo collocherei in altro ambito.
    Su Ferrero : Caro Andrea, non volermene, ti rinnovo la mia stima in un giusto clima di differenti vedute non omologate.
    Daniele

    • Daniele da Rapallo scrive:

      Mi sono perso dei pezzi:
      la discriminazione territoriale è una sciocchezza, tant’è che il coro “Genova alluvionata” non viene punito. Gavillucci ha voluto fare l’eroe davanti a Rizzoli, che era in tribuna. Certe cose non dovrebbero accadere, ma accadono, in tutti gli stadi italiani. Il razzismo è una cosa seria e in queste situazioni c’entra nulla
      su Ferrero .quando Ferrero è andato sotto la Sud, ha raccolto quanto seminato. Insulti, acqua, sputi. Non è bello e non dovrebbe succedere, ma è successo. La società, questa società – che bene sta facendo sul piano dei risultati sportivi, economici e strutturali – è distante anni luce da quella che dovrebbe essere la sua gente

      • aston scrive:

        Il razzismo non c’entra nulla . D’altra parte ormai qualsiasi episodio che entrerebbe nell’alveo della cattiva o pessima educazione è abitudine definirlo come episodio di razzismo.
        Lo sport dovrebbe contribuire ad accrescere il rispetto nei confronti del prossimo.
        Non è ancora così e bisogna continuare a lavorare molto evitando però di etichettare in maniera del tutto inappropriata episodi che appartengono alla cattiva educazione.
        Mi piacerebbe vedere un calcio dove accanto alla passione alle gioie e alle delusioni e perchè no alle arrabbiatture sia sempre presente, prima durante e dopo, il rispetto. La strada è lunga e difficile. A chi fa informazione il compito di contribuire in questo percorso non tralasciando critiche e censure pesanti nei confronti di tutti quei comportamenti che contraddicono il senso dello sport. Lo stadio non è un’arena e i tifosi non sono guerrieri. Dobbiamo stare insieme per condividere emozioni accettando anche con la necessaria serenità le delusioni. Ma all’informazione tutta,locale e sopratutto nazionale, l’invito a:
        - tenere ben distinti gli atteggiamenti maleducati e spesso violenti dal razzismo che è cosa completamente diversa ,
        - sottolineare sempre gli episodi di scarsa civiltà dovunque questi si manifestino evitando di utilizzare il campanile o l’ opportunismo come strumento per le valutazioni.
        Gli stadi di Roma e Napoli non sono due oasi di civiltà sportiva.

        • Maurizio Arcini scrive:

          Tutte le raccolte che fanno i ragazzi della sud ce le siamo già dimenticate? Alluvioni terremoti, per i malati del gaslini ,Gigi Ghirotti ,Giovanna etc.

          • aston scrive:

            Il problema non può essere addebitato ad una gradinata o alle gradinate in genere. E’ un problema che coinvolge tutti perchè riguarda l’approccio allo sport. Si potrebbe amare intensamente una maglia senza dovere detestare le altre. Si potrebbe essere avversari senza essere nemici. Io sono fiducioso: ci arriveremo . Ma ci sarà bisogno dello sforzo di tutti.

            Che bel giorno quello in cui si potesse uscire senza voce dallo stadio e poter bere una birra con gli avversari: entrambi pronti ad una rivincita.

      • ROBYLEVANTE scrive:

        Ringraziamo Edoardo Garrone che ce lo ha regalato……

    • Claudio61 scrive:

      Ho paura che chiuderemo al decimo ….

  18. Cicciosestri scrive:

    Io non sono Napoletano! Quindi non faccio la vittima … non ho risonanza nazionale … non arrivo a Genova e occupo abusivamente parte dei distinti senza che nessuno possa dire niente … io non butto piscio sulla curva ospite … io non vado in trasferta senza pagare … … non auguro un’altra alluvione ai Sampdoriani senza sapere che la auguro anche ai miei gemellati … io non giustifico il tuffo simulatore di Reina come una furbata … non ho la situazione spazzatura peggiore d’Italia … … non faccio finti miracoli per abbindolare gli ignoranti miei concittadini … non costruisco case abusive sul Vesuvio … IO NON SONO NAPOLETANO!
    I cori prima della sceneggiata di Milik si erano tranquillamente circoscritti a poche persone, dopo PER COLPA DI MILIK le cose sono peggiorate.
    Se ci squalificano il campo per i cori dovrebbero allora farlo anche con Icardi Caicedo e Milik, ma loro possono perché appartengono alla mafia del calcio e possono tranquillamente provocare i tifosi avversari.
    Vorrei anche sottolineare come nella Sud l’arrivo di Ferrero sia stato accolto con un corale e unico VAFFA, e visto che so che qualcuno me lo chiederà OGGI IO NON STO CON FERRERO, che deve sciacquarsi la bocca quando parla della gradinata Sud invece di parlarne come 4 scappati di casa! Per incios, i cori non si sono placati per merito del suo intervento …
    Concordo invece col fatto che ormai sono 20 anni che non abbiamo un leader che si faccia sentire, neanche un fallo e neanche un calcio dopo che ci hanno esultato in faccia TUTTI. Invece di pensare a sostituire il mister dobbiamo dargli giocatori con le palle e che ti facciano volare all’azione dopo se fai un’esultanza come quella di ieri.
    La Sud ieri per me è stata encomiabile come tifo e ha solo reagito alle continue provocazioni di questi …..
    Il mister qualche responsabilità sicuramente così come la dirigenza ma, come lui ha giustamente ribadito ieri, non dobbiamo avere rimpianti ma solo pensare a come migliorare, preferisco essere fuori dalla zona calda a febbraio e poi mollarci un po’ (complici anche i mondiali e gli infortuni) piuttosto che fare un percorso omogeneo ed arrivare con l’acqua alla gola come le 4 – 5 squadre che si giocano la salvezza all’ultima giornata.
    P.S.: Con la Spal abbiamo già perso ed è giusto così, abbiamo dato punti a tutte le squadre scarse … diamoli anche a loro … tanto noni o decimi cambia poco.
    IO STO CON GIAMPAOLO!

    • andrea.lazzara scrive:

      Non sono d’accordo e alcuni passaggi li ho edulcorati. Come quelli sulla malavita che è innegabile esista ma è come se io che sono siciliano fossi automaticamente un mafioso. Sui furti, guarda, hanno svaligiato o tentato di svaligiare in una settimana due dei tre appartamenti rimanenti sul pianerottolo dove abito: siamo a Genova. Città dove, per molte ragioni, non mi pare regni tutta questa sicurezza.

      • Maurizio Arcini scrive:

        Vedo con soddisfazione che siamo in buona compagnia, la sud ieri è stata magica anche sotto la pioggia, siamo unici e basta orgogliosi dei ragazzi della sud, grazie ragazzi dovrebbero gridarlo i giocatori a voi unici veri profeti di questa meravigliosa Sampdoria

        • Maurizio Arcini scrive:

          Andrea allora mi trasferisco, vado a vivere a Napoli, dove l’assicurazione di un motorino ti costa come un trapianto di rene

          • Straker scrive:

            … e infatti la metà delle auto e delle moto circolano allegramente senza assicurazione… tanto i sinistri li paga il fondo vittime della strada, cioè TUTTI NOI

          • andrea.lazzara scrive:

            Vi rendete conto di dove siamo arrivati con la “discussione” ?

  19. Edoardo scrive:

    Il vero miracolo quest’anno è stato di finire dalla parte sinistra della classifica con ben 57 gol subiti alla penultima giornata, nel girone d’andata la condizione psico-fisica era al top e Quagliarella la buttava dentro anche con gli occhi chiusi, ma nel girone di ritorno venuti meno questi elementi favorevoli abbiamo tenuto una media quasi da retrocessione, attenzione perché il prossimo anno se non puntelliamo bene la difesa e non variamo un po’ gli schemi offensivi io la vedo assai grigia, speremmu ben…

    • Cicciosestri scrive:

      Sono contento di tutti questi profeti di sventura, portano fortuna, anche ad agosto parlavate così e invece … meno male che i nostri dirigenti capiscono di calcio più di noi …

      • alan scrive:

        Eh ma lui si porta già avanti. D’altra parte il suo pensiero è chiaro. Se la Samp vince è solo ed esclusivamente fortuna, se perde è sempre una sconfitta strameritata. Sicuro come l’oro che questo schema non cambierà con un altro allenatore come non variava con i precedenti.

      • Edoardo scrive:

        Profeta di sventura? Belin abbiamo perso una marea di partite nel girone di ritorno e anche malamente, beati voi che siete contenti e ottimisti, evviva la logica…

        • alan scrive:

          No, beato te che per consolarti dopo le vittorie tiravo in ballo la fortuna, a proposito di coerenza

    • Marco scrive:

      Ci sono già dei fans accesi di Belec, dove il secondo gol è una comica, quindi avanti così nella speranza di un Quagliarella bis.

  20. claudio scrive:

    Buongiorno
    Non so chi verrà al posto di Gianpaolo ma spero un allenatore con piu grinta e che sappia i propri errori. Anche ieri sera ennesimo goal preso per un disimpegno che purtroppo uno con Regini non sa gestire e il secondo sull’ennesimo calcio d’angolo dove si continua a marcare a solo a zona e quindi gli attaccanti riescono a partire soli soletti da dietro senza ostacoli e poi logicamente segnano. Poi obbiettivamente continuare a elogiare Gianpaolo per gli 8 punti in più. L’unica squadra con la nostra forza che abbiamo lasciato indietro e’ il Torino , quindi mi dite cari giornalisti che super campionato abbiamo fatto ? O dobbiamo essere strafelici con i cugini quando la loro Champions e’ la salvezza . Io vedo volentierila Samp se gioca bene ( ed e’ mesi che non vedo una partita decente ) e se centra degli obiettivi che non siano solo la salvezza.

    • maurosampbolzano scrive:

      Claudio mi hai tolto le parole da bocca,giocando così cj facciamo solo del male,spero vivamente che questo allenatore se ne vada,non riesce ha capire dove sbaglia ed è cocciuto nei suoi credi calcistici,spero tanto che torni Jaco mi sembra un atto dovuto o Inzaghi del venezia,( credo abbiano grande carisma e capacità di motivare chi va in campo) ma con questo perseverare è diabolico. saluti

    • Marco scrive:

      La colpa è una bag…. che nessuno vuole si dice.
      SARRI da colpa addirittura al fatto che la juve ha quasi sempre giocato prima di loro…….che motivazione lucida e valida…..

    • Michele G. scrive:

      Occhio che non è ancora detta che restiamo davanti al Torino. Se loro dovessero vincere con i piccioni e noi regalare la solita partita in trasferta con la Spal, temo che al nono posto ci andrebbero proprio i granata, vista la parità negli scontri diretti, ma la loro migliore differenza reti. Per questo vorrei che, almeno per l’ultimo impegno del campionato, questi tirassero fuori gli attributi, cosa quasi mai fatta in trasferta quest’anno (con le debite eccezioni, vedi Firenze e Bergamo).

      • Marco scrive:

        Finire decimi o noni poco cambia.

        Tanto i più diranno comunque che la stagione è superpositiva

        • Michele G. scrive:

          Non vorrei sbagliare (se ci fosse qualcuno che lo sappia con certezza mi corregga) che ci ballino un paio di milioni di differenza nel bonus della lega. Tutto qui.

          • Marco scrive:

            2 milioni nel calcio equivalgono 2 euro per una famiglia da inserire in una giostrina.
            Cambia poco a livello sportivo che poi è quello che dovrebbe interessare ai tifosi

          • Michele G. scrive:

            Con 2 milioni ci paghi l’ingaggio di almeno 3 giocatori della nostra rosa attuale. Meglio riceverli come bonus che doverli tirare fuori dal proprio portafoglio, per chiunque, Garrone compreso.

          • Marco scrive:

            Se fosse come dici lottavano sino alla fine per il sesto posto che di milioni in più ne portava 15

          • Michele G. scrive:

            Marco, prova un po’ a chiederlo a Giampaolo e ai giocatori (e probabilmente anche a Ferrero e soci) come mai non abbiano lottato per conservare il sesto posto!

          • Marco scrive:

            Quindi di finire decimi o noni conta poco

      • petrino scrive:

        e’ proprio cosi’. E a Ferrara ci aspettano con il barbecue acceso.

  21. Alessio scrive:

    Buongiorno. L’ Italia del politicamente corretto si sveglia in un terreno fertilissimo per l’iprocrisia più assoluta: premettendo che, a mio modestissimo parere, l’unico coro da non fare è stato “lavali col fuoco”, è assurdo, etichettare la gradinata sud come razzista per dei puri cori di scherno dettati da una rivalità calcistica (BILATERALE) che esiste da sempre; è assurdo sentirsi fare la morale da un ambiente che permette di tenere al suo interno personaggi come Tavecchio (che insultò omosessuali, neri ed ebrei), Belloli (che bollò come 4 lesbiche le giocatrici), e mi viene in mente anche De Rossi , convocato in nazionale nonostante i ripetuti “zingaro di m..” ad un suo avversario. E sarri?? Si è dimenticato di come chiamò Mancini in un Napoli – Inter?! O di come rispose ad una giornalista qualche settimana fa?
    È un’ ultimo pensiero su Ferrero: ci ha apostrofati come 4 scappati di casa, salendo anche lui sul bancone dei moralisti, ma vorrei fargli notare che la maggior parte di quei 4 scappati di casa, ha la fedina penale pulita e si guadagna da vivere lavorando….quindi, giusto dire che non si risponde agli errori facendo notare altri errori…ma almeno la predica, questi signori, abbiano l’ umiltà di non farla.

    • El Cabezon scrive:

      Ti abbraccio virtualmente…
      Stamattina guardavo la replica su SportItalia del programma che fanno la domenica sera, la bella conduttrice ci ha definito CRIMINALI e DELINQUENTI, siamo un paese ( p volutamente minuscola ) veramente incredibile…

    • Mauro scrive:

      Bravissimo,ottimo post.D’accordo con te in toto.

    • Marco scrive:

      Basta andare in politica e vedere chi ci ha governato per decenni, lo specchio dell’Italia è questo.
      Il problema è che si poteva evitare benissimo di farsi mettere in mezzo ,invece di esempi negativi la tifoseria ultimamente ne ha tantissimi. Ferrero non lo si scopriva certo ieri che persona fosse.

      Il Napoli ha sempre avuto trattamenti di favore, infatti loro possono dichiarare impunemente coi loro tesserati che hanno perso scudetto per furti arbitrali.

      • petrino scrive:

        hai detto giusto. Non vi e’ stata sollevazione di nessuno della FIGC e della Lega calcio., e neppure di Nicchi.

    • Daniele da Rapallo scrive:

      Ti quoto al 1000 X 1000 ed aggiungo che se continua così, pur mantenendo i conti in regola e lavorando anche bene, si perderà molti abbonati grazie a questo atteggiamento di allontanamento e poca chirezza. Adirittura rompono le scatole per centellinare i giocatori alle feste di club.

      In un paese per il quale Dante scrisse “Ahi serva Italia, di dolore ostello,nave sanza nocchiere in gran tempesta,non donna di province, ma bordello!”… il tifoso Sampdoriano, comunque di gran lunga uno dei migliori d’Italia, non accetta moralismi da network e signorine della tv soprattutto se conditi da ipocrisia.

  22. P.SOLARI scrive:

    Avremo sanzioni come da regolamento, ovvio …… pero’ come al solito con noi saranno inflessibili ma con certi precedenti visti di recente girano …… la Lazio con le meschine azioni della curva dovrebbe giocare a porte chiuse 8-10 partite a campionato, la Roma almeno 5-6, invece …….. solito andazzo italiota.

    • Marco scrive:

      Basta vedere de Laurentiis e tutti i tesserati che dichiarazioni rilasciano ogni giorno e rimangono impuniti.

  23. Sand66 scrive:

    Stavolta sugli spalti si è offerto uno spettacolo indecoroso e privo da ogni logica, considerando che il campionato è ormai finito e che non ci si giocava praticamente nulla.
    La squadra ha giochicchiato ma siamo a corto di idee e di energie e si è perso contro un Napoli in apnea.
    Tirando un po le somme il girone di ritorno è stato disastroso, gli ultimi tre mesi la squadra si è “piantata” fisicamente ed anche mentalmente al contrario, ad esempio, di un Benevento che anche se retrocesso ha sempre giocato al massimo delle sue possibilità (vincendo con i bicolor) e questo è un grosso limite di GP (stesso andamento con Empoli e Samp l’altro anno) che, evidentemente, spreme i giocatori nel girone di andata oltre misura e li ritrova cotti gli ultimi mesi.
    Dal punto di vista tecnico prevedo uno stravolgimento importante in estate, con giocatori che partiranno ed ennesime scommesse che arriveranno, forse il cambio di guida è auspicabile, almeno per riportare un minimo di aspettativa ed interesse.
    Che dire, mi sono entusiasmato e incazzato in egual misura ma se penso ai Ferrara, Zenga, Motella e Delio Rossi mi si stampa un sorriso in faccia.
    Daje Doria sempre e comunque.

  24. caste scrive:

    l’ho gia’ scritto ma io spero rimanga Giampaolo con tutti i suoi limiti. Nel caso voto De Zerbi

  25. SANDOIA scrive:

    Il campionato della Samp è stato come quella di una batteria :all’inizio era in ricarica ,ogni tanto è mancato il contatto ma ha raggiunto la carica completa ugualmente e si è riusciti a dominare per lunghi tratti la Juve dei record il falso contatto si è manifestato subito dopo a Bologna dopo le 2 soste oltre a non avere più una carica ottimale sono divenuti frequenti i falsi contatti ; ogni tanto si è ripristinato il collegamento quasi inaspettatamente Udinese ,Bergamo ,Bologna ,Cagliari sia rimasti in corsa anticipi a parte fino 2 dal termine.
    Personalmente considero comunque un passo indietro questa stagione sia come società,mister squadra.
    Purtroppo come è successo altre volte :ultimo anno di Garrone per esempio il maledetto sorteggio??? di calendario ci mette il Napulè l’ultima in casa :le scorie della stagione si concentrano gli episodi da parte di tifoseria e giocatori avversari si accumulano :loro hanno fallito tutti gli obiettivi ,noi anche la tensione è nell’aria il fair player della Magliana mettendo alla vigilia Berenszinsky sul mercato non penso calmi gli animi anzi il contrario.
    Non voglio commentare i precedenti fatti di Firenze ,gli ospiti si presentano con i fiori per Astori ma vengono comunque insultati con cori razzisti per tutta la gara nonostante per i viola tutto si era messo molto bene da subito,senza che la partita sia stata sospesa e fatto tutto il can can di marassi.
    Un personaggio del genere non ha ne il rispetto ,la personalità e la serietà per calmare una gradinata incazzata l’unico che poteva intervenire era Quagliarella purtroppo assente .
    Capisco ,ma non condivido del tutto anche la contrarietà verso Gianpaolo :sicuramente ci mette del suo l’abbraccio finale reina strinic poteva evitarcelo così come alvarez inviso da tutti che senso ha ? Capezzi 1 partita con vittoria a bergamo non più un minuto in campo con Torreira che dopo la nazionale ha fatto veramente poco .
    In generale per esempio :Quagliarella ,Gaston e Duvan sono andati oltre le righe poi,cali ed infortuni hanno fermato l’a'ttacco ed avidenziato ancor più i problemi difensivi.
    Grave errore la vendita di Bruno Fernandes :goals da cineteca e viaggia sui 50 milioni di valutazione :vendono tutti ed hanno tenuto capraro con 16+2 offerti Pecini avrebbe preso un giocatore valido per reparto .
    La mia impressione è che se parte Gianpaolo presto ,prestissimo lo rimpiangeremo ,un segnale sarebbe prendere un mister inglese o spagnolo che lotta per le coppe o giù di li come outsider il mister del Salisbugo :ha fatto 6 pere ai pennuti laziali giocano con coraggio ed una determinazione di altri tempi.
    Per cambiare la squadra ci vorrebbero 3 rinforzi della nazionale uruguaiana che vinse il mundialito i non più giovani ricorderanno : Leon .De la Pena e sopratutto Diogo lo metti trequartista a rompere il gioco avversario oppure in marcatura su icardi o insigne ,non avrebbe problemi nemmeno con il var e con milik .

    • petrino scrive:

      il Salisburgo e’ di proprieta’ della Red Bull.
      Hanno soldi a palate da investire.
      Non vengono certo da noi che si vendono anche le panche dello spogliatoio.

      • Marco scrive:

        Se venisse la Red bull primo che dovresti chiamarti Red bull SAMPDORIA e sinceramente no grazie , chi gli venderebbe l arredo da spogliatoio se fossero loro i proprietari scusa?

  26. Luigi scrive:

    Mamma mia quanti buonisti io sto con Andrea non facciamo i bigotti nella vita c’è di peggio eppure nessuno muove un dito.Nessuno a messo le mani a qualcuno (ci mancherebbe) però ora condannare cosi drasticamente mi sembra eccessivo.Ritornando a parlare di sport campionato da voto 6 allenatore sopravvalutato però per quel che mi riguarda va bene cosi sceicchi non c’è ne come dice sempre qualcuno e sotto di noi squadre molto modeste a parte il toro.PS.Ferrero sotto la gradinata ci dice come il formaggio sui funghi.

  27. Tommy scrive:

    A me di quella gente non me ne frega niente.
    Parlo dei tifosi napoletani…ovviamente.
    Forza Magica SAMP.

  28. Bulgaro scrive:

    Non ho voglia di parlare dei cori, perché non mi sono piaciuti, ma sinceramente mi pare anche che qualcuno ci metta dell’impegno per evitare di tirarseli addosso..

    Somme, che possiamo già tirerei perché nessuno con raziocinio giocherebbe un X2 a Ferrara.
    Io ritengo che sia stata nel complesso una buona stagione, macchiata nel finale dalla carenza cronica di carattere che da 2 anni si evidenzia quando arriviamo a giocarci qualcosa o incontriamo qualcuno che ci mette l’anima. Questo è l’unico vero limite che vedo sia nella rosa che nell’allenatore. Per il resto non concordo con le critiche sul gioco monocorde, monoschema e compagnia cantante, quando abbiamo messo le motivazioni giuste abbiamo abbattuto con merito squadroni blasonati o avversari chiusi a riccio, quando non le abbiamo messe abbiamo fatto figuracce imbarazzanti.

    Se andrà via Giampaolo, mi auguro di no, ma mi immagino di sì, credo che Donadoni potrebbe essere un buon sostituto, è preparato e lancia i giovani. In generale vorrei qualcuno esperto di A, o se si deve scommettere qualcuno con gioco propositivo (tipo De Zerbi, di cui si sente parlare un po’ come di Giampaolo agli albori).

  29. FABIO scrive:

    Partendo dal presupposto che i cori sono stati fuori luogo e finiranno per farci passare per quelli che non siamo, ci ritroveremo ora la solita ondata moralista e forcaiola che vorrà vedere all’ergastolo l’intera gradinata. Sono gli stessi peraltro che trovano sempre colpevoli gli altri, una volta e la lega che fa giocare prima la juve e questi poveri agnellini rimangono turbati e scendono in campo depressi e quindi perdono lo scudetto, una volta è il var, una volta interviene il sindaco…. sempre colpa degli altri. Questo non giustifica ma aumenta di sicuro l’antipatia verso chi utilizza simili scuse. Circa la partita e più in generale la situazione Samp, penso che Ferrero dovrebbe pensare bene prima di lapidare quel pubblico, o parte di esso, con cui non ha mai creato un feeling. Gli spettatori sono sempre in diminuzione frustrati da una squadra che è continuamente sul mercato, una dirigenza che sa solo dire “dare denaro vedere cammello”, giocatori che fanno il loro ma senza un minimo di coinvolgimento emotivo…Il il tifo è sentimento, rabbia, amore, non è uno spettacolo teatrale dove speri che gli attori siano bravi per godere del miglior spettacolo possibile..Il tifo è altra cosa, io di questi ultimi anni ricordo poco, ricordo invece benissimo il salvataggio di Rispoli di petto sulla linea a Sassuolo che ci permise di andare avanti nei playoff, o il colpo di testa di Gastaldello con il varese sotto la sud, o il gol di Pozzi a Varese, o la gioia di Iachini… Questo e il tifo e parlo di play off di serie B , non di finale di Champion, peraltro vista e vissuta, cosi come lo scudetto. Si passa quindi dalla partita vinta con il Malines 3 a 0 sotto la pioggia ( penso la più bella partita mai vista) al RIspoli di Sassuolo e va bene tutto perché quello che vale è la maglia. Quindi serie A, Europa league, serie B è lo stesso basta che ci siano società e giocatori che ti facciano sentire di essere un tuttuno con i tifosi e l’ambiente in genere. Quindi consiglierei a ferrero di evitare frasi tipo “scappati di casa” qui non siamo in uno dei suoi cinema.. sopportiamoci a vicenda in attesa di tempi migliori…

  30. alan scrive:

    Si però Andrea alle provocazioni si reagisce o no? Come si spiega a milik che certi atteggiamenti non devono nemmeno passargli per il cervello? Invitandolo ad un simposio? O con modi bruschi che però porterebbero a espulsioni e squalifiche?
    I cori sono stati brutti anche perché premeditati visto a l’antipatia (reciproca) ma mi piacerebbe vedere lo stesso sdegno dopo che invece dei cori partono le lame, invece in quel caso è tutto un negare che ci siano connessioni con la tifoseria.

  31. Matte Genovese scrive:

    Non ce molto da dire su questo nauseante finale di stagione, societa, mister, giocatori, tifoseria che non si capisce bene cosa ha in mente, un ambiente in confusione totale, giocatori che si fanno picchiare, che non reagiscono, che fanno esultare gli avversari sotto la sud, ed era gia successo con icardi con gastaldello capitano (belin che capitano ), ma gente come Pietro, Roberto, Lo stesso Sergio Volpi, gente con i coglioni ma dove sono finiti??, qui ce solo una manica di senzapalle, con i capelli alla moda ,tatuaggi da fighette e quant altro, un altra partita contro il detestato napoli , l ultima davanti al nostro pubblico a dir poco indegna, spero vivamente in un rapido cambio di rotta a partire gia da quest estate, perche cosi davvero non si puo piu andare avanti….. Sono mortificato da tutto. Un saluto….P:S Riguardo ai cori, chi e senza peccato scagli la prima pietra. . . .

  32. titti scrive:

    ma quanta ipocrisia…….è quindi normale che io mi senta urlare che puzzo di pesce o che devo annegare sotto il fango….questi a furia di piangere e lamentarsi sono riusciti nell’intento….discriminazione territoriale vale solo con loro…..improponibili e inguardabili….la colpa è SEMPRE degli altri….ma se in tutta Italia hanno lo stesso trattamento…..farsi qualche domanda?????
    parlare di razzismo poi….ma come mai a Genova quest’anno, tanto per fare un esempio, con Benevento o Crotone solo festa e canti?
    Che siano gemellati con i bibini è solo una concausa….non certo l’origine del tutto…..

  33. petrino scrive:

    Scontato che il napoli avrebbe vinto la partita, avendo un’ organico ben migliore del nostro, come squadra, fuori dai confini campani, non suscita molta simpatia e di questo il maggior colpevole e’ sarri che ricordo, solo come esempio, negli anni scorsi, non riuscendo a vincere dava la colpa al manto erboso del campo, ai piccioni che volavano sul campo e quant’ altro.
    Aggiungiamo la scena di reina fulminato da silvestre, le intromissioni di ADL ai tempi di sinisa, e per cui le scorie sono molte.
    Le curve sono’ comunque lo specchio delle societa’, del bullismo imperante, , e questo e’ un fenomeno nazionale, avviene a roma, a milano, a torino.
    Gavillucci ha voluto fare il pierino scodinzolante per ottenere l’ approvazione di rizzoli che era in tribuna.
    Avendo visto la partita in Tv, ho visto distintamente centinaia di dita medie rivolte a ferrero e la tv ha messo il primopiano in evidenza.
    Avra’ capito che a genova c’ entra quanto i cavoli a merenda????
    A lui interessa solo il quarantino per torreira,che Giampaolo vada dove vuole il …..cuore e tutte le altre melensaggini che dice quando parla.
    A Ferrara ci attendono con lo spiedo acceso.
    saluti a tutti

  34. petrino scrive:

    Con tutti i suoi difetti,se andra’ via, rimpiangeremo Giampaolo.
    L’ unico senza grilli per la testa e’ iachini, che ha preso il sassuolo al penultimo posto e lo ha portato al dodicesimo.
    Se a Sassuolo non pretendono la luna, se lo tengono stretto, anche se politano vale il 50% della squadra.

  35. Joe Pirandello scrive:

    Concordo pienamente. Una vergogna che quei tifosi ci hanno fatto provare, come genovesi e come sampdoriani. Detesto tutto il tifo contro, particolarmente quello contro le città e le identificazioni. Poi…Napoli, un pezzo così immenso della cultura e del sentimento di tutti noi italiani. Dispiace non poter identificare quelle …. e cacciarli per sempre dalla gradinata sud e dallo stadio (cosa solo possibile, in realtà, con stadio di proprietà, che diventa “luogo privato” gestito dal club).

    • Solosamp1946 scrive:

      Quelle …sono l unica cosa buona che ha la Sampdoria e la sua tifoseria

      • andrea.lazzara scrive:

        Ho cancellato una parola che non piaceva dal post a cui ti riferisci. Mi scuso per averla fatta passare.

    • Cicciosestri scrive:

      scherzi?

    • Massimo Pittaluga scrive:

      esageri e ho detto tutto.

    • Heisenberg scrive:

      Quelli che tu cacceresti dalla gradinata sono, siamo l’uc Sampdoria.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Ti rispondo, ma vale per tutti quelli che la pensano come te, parlo chiaro la pagina nera della Samp sono i tifosi come voi, sono curioso di vedervi magari non avete neanche una sciarpa blucerchiata al collo magari non hai mai alzato una bandiera, magari non sei mai rimasto intrappolato in uno scompartimento a brignole ,con i napoletani che cercavano di accoltellarci (noi stavamo andando a Firenze) la cosa più agghiacciante che io possa andare allo stadio ed avere uno come te vicino, che non sa niente di storie di curve. Adesso va di moda chiaccherare come fa fusaro(filosofo politico) .la vera pagina nera è la gente come voi. Organizzerei una raccolta fondi per allontanarvi dalla gradinata

  36. aldo scrive:

    cori razzisti rivolti a personaggi che da millantanni li supportiamo e sopportiamo…..queste persone bisognerebbe ignorarle ma quando si entra nello stadio e questi personaggi già presenti sugli spalti……..viene quasi spontaneo rispondere….poi pur essendo sbagliato viene da pensare che non stiamo assistendo ad una funzione religiosa e credo…senza ombra di smentita…che sul rettangolo di gioco girano bestemmie da fare impallidire….mai visto punire o fermare la partita per ciò….a fare eccezione il signor pozzi fermato dal giudice sportivo perché a fine partita…nello spogliatoio….aveva proferito frase blasfema….cosa unica in italia…ma la samp deve fare apripista e dare un forte esempio…mai più seguito….

  37. flex scrive:

    Razzismo
    La maggior parte degli insulti che escono da uno stadio sono allucinanti, ma non credo che chi urli l’odiosissimo “devi morire” si auguri realmente la morte di qualcuno, vanno considerati nel loro contesto. In un derby ci si urlano le peggiori cose, ma l’indomani si prende il caffè insieme. Non dico che sia giusto, anche se succede così dal tempo del colosseo, ma farne un’analisi sociologica mi sembra fuori luogo.
    Frequento gradinate da più di 25 anni e ho sentito di tutto, non mi sono mai offeso, mi disturba di più la mancanza di uniformità e il loro vittimismo.
    Non sopporto i granata e non sopporto il napoli, ma se insulto il toro non succede niente, se insulto il napoli sono razzista; milano in fiamme, il riferimento a un vulcano e a un’alluvione o a un incidente aereo, all’heisel e altri che ora non ricordo sono pessimi allo stesso modo, ma vengono giudicati in modo differente. Da questo punto di vista è corretto dire che “noi non siamo napoletani” e infatti subiremo una sanzione esemplare secondo il motto “forte con i deboli, debole con i forti”

    Ferrero
    Lo facevo più furbo.
    Ma davvero quell’omino pensava di avere il carisma, l’autorevolezza e, soprattutto, la credibilità per tentare di calmare una gradinata incazzata? La stragrande maggioranza dei sampdoriani non si riconosce in quel presidente, non si sente rappresentato, nella migliore delle ipotesi, lo sopporta sperando che se ne vada via prima di combinare qualche grosso casino. Indipendentemente dai risultati sportivi e gestionali, oggettivamente apprezzabili.

    Allenatore
    Per me giampaolo tutta la vita. dovesse andare via chiunque ad eccezione di mihailovich e di zenga.

  38. Mauro scrive:

    Sinceramente mi sono un po’ stufato di tutto questo perbenismo.Lo stadio non è la Scala o il Carlo Felice.Ho visto la mia prima partita della Samp a 7 anni quindi da circa 45 vado allo stadio e ho sempre,dico sempre,sentito urla,insulti,cori contro la tifoseria rivale di turno,gemellati a parte.Contro le squadre di Milano che hanno “solo la nebbia”,contro gli juventini “rubapartite e scudetti”,contro i pennuti,ovviamente,e,al giro,contro tutti gli altri,vaffa di qua e vaffa di là.Ma se osi urlare contro i napoletani parte l’insurrezione mediatica,si interrompono partite,arrivano sanzioni.I napoletani,per contro possono urlare quello che vogliono contro chi vogliono o,come ha scritto qualcuno,lanciare petardi e bombe carta e nessuno ha da ridire.Domanda:perchè???Cosa sono una specie protetta?Si può anche discutere sul contenuto di certi cori,ma vogliamo una buona volta catalogarli per quello che sono(ovvero cori da stadio né più né meno) e non come atteggiamento razzista (i buuuu contro i giocatori di colore quelli si son roba da razzisti da condannare senza se e senza ma)dove di razzista non c’è assolutamente nulla?A meno che nella società perbenista del terzo millennio il campanilismo faccia comodo,per motivi che sinceramente mi sfuggono,catalogarlo come razzismo.I cori che ci riservano i napoletani al San Paolo non hanno nulla da invidiare a quelli che pari pari ricevono o hanno ricevuto.Però loro son quelli corretti,simpatici,passionali (alcuni dei termini usati dai giornalisti nel descrivere i tifosi del Napoli).Noi siamo i razzisti.Basta,davvero!

    • petrino scrive:

      quando mesi fa e’ morto luigi necco, voce del napoli a 90^ minuto degli anni d’ oro di tale trasmissione, ci sono state commemorazioni a non finire, sia in tv , sia sui giornali.
      Qualche mese dopo e’ morto Giorgio Bubba che era la voce delle squadre genovesi dell’ epoca. E per la Samp. stavano cominciando i tempi d’ oro dell’ Immortale, anno 1982.
      Ebbene la morte di Bubba ha avuto un decimo della risonanza di quanto sopra.
      Basta sentire quanto dice varriale, sul napoli ………………

      • andrea.lazzara scrive:

        Petrino, non diciamo cavolate. Ora se mi permetti qui a fare il vittimista sei tu: di Bubba ci sono stati ricordi anche su testate web e sui telegiornali (li ho visti io! E non erano quelli locali). Poi Luigi Necco, oltre a essersi preso una pallottola, era un giornalista che aveva fatto numerose inchieste, anche importanti. Fare la gara al morto più ricordato e a quello meno, perdonami ma è deprimente.

        • petrino scrive:

          io non dico cavolate. Censuro te stavolta e se vuoi puoi pure cancellarmi.

          • andrea.lazzara scrive:

            “Io non dico cavolate”. Bravo! No no, figurati se ti cancello, meglio che ti leggano tutti…

  39. Mauro scrive:

    Dimenticavo,la partita….poco da dire,la squadra è in vacanza da tre mesi…logico epilogo ad un girone di ritorno nauseabondo.

  40. Stefano 1970 scrive:

    CAPITOLO CORI
    Per come lo vivo io il tifo i cori dovrebbero essere sempre solo a sostegno della propria squadra e border line di scherno verso gli avversari (…per scherno intendo roba del livello “vincerete il tricolore”…)
    Ovviamente mi trovo in netta minoranza altrimenti cori come quelli di ieri sera sarebbero stati annullati da fischi o fragorosi “boooh”….

    Gavillucci è stato presumibilmente imbeccato dai “piani alti” perché faccio fatica a credere che in altri stadi durante il campionato corrente Napoli e tifoseria napoletana siano stati accolti in pompa magna (…ad eccezione delle trasferte presso tifoserie gemellate…). A campionato concluso (già prima della partita la Juve era campione d’Italia) si presentava sul piatto la ghiotta occasione di “dare un segnale” all’Italia intera a monito tangibile per il campionato prossimo venturo. Ora aspettiamo di vedere se A) si tratta di una manovra che si conclude con un ammenda (…e qui i tifosi ci perdono solo la faccia per quanto accaduto…) oppure B) se per puro esercizio di potere verranno presi provvedimenti più pensati (…tipo una partita casalinga a porte chiuse…quindi pago un abbonamento per un numero di partite ridotto…). Poi ci sarebbe l’opzione C) ovvero arriva l’estate, tutto dimenticato fino al prossimo Agosto.

    Condannare l’accaduto mediaticamente è lecito. Occorrono poi le azioni politiche/societarie/civili affinché non si ripeta in futuro ne qui ne altrove.
    Trovo enormi difficoltà a vedere una soluzione “funzionale”. Andrea tu indichi un depauperamento nell’educazione civica / sportiva (…ad esempio il genitore che dagli spalti urla al figlio “spaccagli le gambe”…) ma senza cadere nella retorica capirai che Scampia-Quartieri Spagnoli a Napoli o parte del centro storico genovese siano problemi che esistono e vengono da molto lontano. La stagione del “buonismo” ha prodotto una società spaccata, senza certezze, sfiduciata nell’affrontare i problemi individualmente contro tutto e contro tutti. Regole certe ed intransigenza illuminata avrebbero probabilmente prodotto risultati migliori. Forse prima di fare demagogia sul calcio (…ed il calcio ha davvero bisogno di una svolta epocale su più versanti…) occorrerebbe partire da altri ambiti credo più importanti. Al momento (…”momento” che dura da 50 anni e passa…) non mi sembra che ci sia la volontà di fare qualcosa di incisivo…

    CAPITOLO CAMPO
    Troppo il divario tecnico e tattico ben sperare in un risultato differente. Il Napoli ha “macinato” gioco fino ad ottenere il bottino pieno.

    ANDERSEN: Ha dimostrato nelle ultime partite di avere una buona impostazione e di non perdere l’uomo in marcatura. Non ricordo quanto costi riscattare Ferrari (…ma sarà sempre troppo….) pertanto suppongo la Samp lo valuterà se non considerarlo titolare per la prossima stagione.

    REGINI: Ieri si è impegnato molto più del solito prendendo l’iniziativa (qualche discesa sulla fascia) ed ha addirittura fatto a sportellate con un avversario. Poi però… arrivato al dunque (…quando Gavillucci lo ha chiamato a se invitandolo a stoppare i cori della curva…) ha dimostrato (…nuovamente dal mio punto di vista…) la sua scarsa personalità. Infatti ha compiuto solo pochi passi dal centrocampo verso la curva (…quasi avesse timore…) a cui ha rivolto solamente qualche gesto (…nemmeno troppo convinto…). Ferrero e Romei sono dovuti scendere dalla tribuna… per molti sembrerà anche normale…. a me no.

    PRAET/LINETTY sono i due giocatori che spero non vengano sacrificati (…a prescindere da chi sarà l’allenatore per la stagione a venire…). Mettono sostanza alla manovra e con un organico/impianto tattico migliore possonpo crescere nel rendimento.

    BELEC nel primo tempo mi ha dato l’impressione di essere un po’ “sgarruffato”. Comunque si è mostrato efficace. Ora manca un titolare (oppure un percorso riabilitativo serio per Viviano)

    • Solosamp1946 scrive:

      Concordo…ma su regini no…cosa doveva fare? Già poveraccio viene insultato da mezzo stadio…andare sotto la gradinata l avrebbe messo seriamente in difficoltà…poteva farlo un Viviano che per la gradinata è uno che ” conta” ma lui no

      • Stefano 1970 scrive:

        Nella vita qualche volta occorre metterci la faccia.
        Chiaro che quando sai già che te la mangeranno ci pensi due volte… ma occorre essere responsabili. Per avere responsabilità occorre avere maturità….e queato era un frangente che gli avrebbe permesso di crescere un po….

        Detto questo hanno affidato la fascia di capitano a lui. Non è un obbligo e poteva rifiutarla se non si sentiva ‘altezza del ruolo.

  41. Marco scrive:

    Un analisi, se è concessa, sulle parole di Giampaolo a fine gara.
    Monocorde è il suo gioco come lo è nei suoi discorsi.
    Lazio con 2 marce in più,Napoli di un altra categoria,Milan nettamente superiori, Inter idem e via così.
    Se per lui , la SAMPDORIA siccome vende tutti, dobbiamo ambire al massimo al nono posto, citando il Torino che tiene Bellotti e guardandosi bene di parlare di Atalanta, credo sia giusto che se ne vada.
    Se è questo che trasmetti ai tuoi giocatori torna ad allenare l Empoli.

    • petrino scrive:

      ho la sensazione che nello spogliatoio dica alcune cose, e ne dica altre, diametralmente opposte nell’ intervista finale del dopo partita per giustificare la prestazione..
      Non lo faccio cosi’ ingenuo e tapino.
      L’ Atalanta ha il miglior vivaio d’ italia, mentre la nostra Primavera si e’ salvata per miracolo.
      I Caldara, Spinazzola, Mancini, Gagliardini per citarne alcuni,non nascono per caso.

    • Mauro scrive:

      Bravissimo

    • El Cabezon scrive:

      Ecco…
      Diciamo che quello che ( negativamente ) mi ha colpito di Giampaolo in questi mesi è proprio questa sorta di…rassegnazione post sconfitta, come se fosse un evento assolutamente inevitabile, da cui non poter sfuggire, evidentemente non doveva aver questa gran considerazione dell’organico a disposizione…
      E poi mai una volta che l’abbia sentito recitare un mea culpa, anche solo di facciata…mah…

  42. Luigi scrive:

    Bravo Matte ora ci flagelliamo da soli e ci critichiamo pure. Siamo proprio nesci passami il termine Andrea non mi sembra offensivo sempre pronti a flagellarci abbiamo un pubblico corretto tutto sommato in giro c’è di molto peggio ma la cosa che mi preoccupa maggiormente e spero che in TV se ne parli caro Andrea è la voragine che si è creata tra dirigenza e tifo la perdita di tifosi è la cosa peggiore sportivamente parlando che possa accadere ad una società. Sull’attuale posizione in classifica nulla da obiettare siamo la Samp ottenere di più è alquanto difficile.

    • andrea.lazzara scrive:

      Sulla voragine credo che non ci piova ma ne hanno parlato anche già diversi ospiti (anche tifosi, anche esponenti di club) che abbiamo avuto

  43. Joe Kidd scrive:

    La Samp sta chiudendo la stagione non brillantemente ma la posizione finale ritengo sia in linea con il valore della rosa.
    Ora inizierà la solita rivoluzione/trading…

    Per il resto: sogno che un giorno gli stadi possano essere liberati dai decerebrati che al loro interno si sentono impuniti e onnipotenti.
    Cori da condannare senza se e senza ma.

  44. Chicco 78 scrive:

    Scusami il post sul settore ospiti l’ha scritto solosamp scusa maurizio e ripeto è verissimo poi per il resto del post confermo tutto

  45. Marco - Verona scrive:

    Non ho letto tutti i commenti, perciò può darsi che ripeta quanto già scritto da altri. Le offese gratuite sono sempre da condannare. Paolo Mantovani era di questa opinione e infatti sappiamo tutti cosa disse e cosa era pronto a fare se la nostra tifoseria avesse continuato l’andazzo della spedizione punitiva a Pisa e via dicendo. Dobbiamo metterci in testa che quel modo di tifare non va bene e bisogna respingerlo nel modo più assoluto. Detto questo spero che Giampaolo rimanga anche se dovrà fare meglio specie fuori casa di quanto ha fatto sin qui. Se però dovesse andar via vedrei bene anch’io Pippo Inzaghi.
    Un saluto a tutti i Sampdoriani.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Dopo aver visto il TG stasera la ragazza americana violentata da i dipendenti di un albergo, e il servizio di brumotti a Pozzuoli dove si spaccia e si confeziona cocaina nel casotto vicino alla scuola dei bambini ci si meraviglia dei cori…. Pazzesco, come mai in altre regioni non succede? Anche se voglio ribadire che allo stadio si grida di tutto a tutti gli avversari più acerrimi ,ma quello non è razzismo

      • andrea.lazzara scrive:

        Quindi, per assioma, io che sono siciliano (mamma e papà) sono mafioso?

        • alan scrive:

          No esattamente come i sardi non sono tutti rapitori né i vicentini mangiatori di gatti, eppure se lo sentono ripetere costantemente, negli stadi e non (penso a qualche sketch televisivo pseudo comico) senza che si sollevi altrettanta indignazione.

        • Alex scrive:

          La storia dice “si”!

          • andrea.lazzara scrive:

            Ottimo. LO pubblico caro Alex, e lo farò leggere anche a chi non frequenta il blog. Non ho parole, giudicate voi.

          • Michele G. scrive:

            Questo sillogismo porterebbe, allora, a dire che, per il solo fatto che io e un altro siamo nati lo stesso giorno e nella stessa città, siamo fratelli gemelli! Complimenti! Candidato al Nobel!

        • Maurizio Arcini scrive:

          Più o meno, ma non lo sai fino a che te ne rendi conto è cambi modo di pensare, mio padre era in un orfanotrofio di Pompei mia madre è di scafati, anche io dentro sono camorrista, ma misono civilizzato

  46. Martino Imperia scrive:

    Semplicemente INACCETTABILE quanto accaduto.

    Non si può pretendere serietà da parte dei nostri giocatori quando quelli che la chiedono sono gli stessi che ci espongono a ste figuracce.

    Mi spiace, ma mi dissocio.

    E c’è l’aggravante che si è recidivi e si vuol negare l’evidenza.

    Pari pari l’anno scorso con Insigne. Milik provoca? fischi Milik. Insigne provoca? fischi Insigne.
    Senza passare dalla parte del torto marcio.

    Deve esserci un limite al becerume negli stadi sennò avanti cosi’ sdoganiamo pure i cori contro Superga, l’Heysel, gli ebrei, i giocatori di colore o quelli morti.

    ci vuole una seria autocritica: non me ne frega nulla a me da sampdoriano dire che dappertutto fanno cosi. o continuar a ripetere che siamo i più belli e i più bravi.

    Né mi consola pensare che qualcuno lo abbia fatto apposta per danneggiare Ferrero con l’inevitabile multa (anche perché potrebbe esserci anche squalifica della curva).

    p.s. Bravo Andrea. Voler bene alla Sampdoria significa anche questo: dire le cose come stanno.

  47. NYC scrive:

    Sul tema cori si rischia di entrare in in terreno minato pertanto e’ molto difficile essere sereni, dico solo che ci sono dei passati molto tesi tra le due tifoserie e pertanto I cori ci sono sempre stati, poi se vogliamo anche interrompere le partite sul si sente puzza di pesce , mare inquinato ect allora andiamo a teatro che facciamo prima.

    Il fatto dell’essere vittimisti dentro non te lo toglie l’arbitro , detto questo ho visto il monte ingaggio che ha la Sampdoria e’ l’Ottavo , arriveremo noni (speriamo) forse decimi avendo fatto in girone di andata ottimo ed uno di ritorno mediocre , Giampaolo ha fatto il suo , io sono contento ma non ci sono miracoli sportive o altro .

    Detto cio’ e’ la societa’ che ci deve mettere in qualcosa in piu’ per avere altri obiettivi , onore all’Atalanta che con il decimo monte ingaggio arriva o sesta o settima …. complimenti .

  48. Henry scrive:

    Dalla faccia di Ferrero si capiva la rabbia che provava pensando alla forte multa in arrivo
    a causa di quei cori, e la sua discesa in campo ha avuto lo scopo di provare a limitare
    l’entità di questa multa.
    A proposito di cori di tifosi, di tutte le squadre, bisogna dire che sono sempre gli stessi,
    questi contro i napoletani si sentono da 30-40 anni, così come quello che inizia con
    “la gente vuol sapere”. Hanno veramente poca fantasia questi tifosi delle curve…

    • Solosamp1946 scrive:

      Il problema è che con la multa non può fare plusvalenze

    • El Cabezon scrive:

      Esattamente!
      Io ricordo un servizio del TG2 della sera di questo tipo: video che manda in onda le immagini di Verona-Napoli senza commento, si sentono solo i cori della tifoseria gialloblù e per farli meglio comprendere al telespettatore mettono i sottotitoli!
      Erano praticamente gli stessi cori che si sentono oggi!
      Quanti anni sono passati?
      Più o meno trenta!

  49. Chiara80 scrive:

    Ciao Andrea e ciao a tutti……ieri sera avrei voluto vedere qualche nostro giocatore allontanare i giocatori del Napoli.che esultavano in modo indegno sotto la sud……come fece palombo qualche anno fa con Icardi. …..ma palombo era grammo per molti tifosi…..per me era sampdoriano vero e a volte questo basta……alcuni…..forse troppi nostri giocatori invece sono fenomeni ma senza anima……giusto??
    Per l anno prossimo vorrei vedere da parte della società impegno nel costruire qualcosa di serio e non solo distruggere perché avanti di questo passo prima o poi si rischia.
    Da parte mia un grazie al mister per tutto quello che ha fatto con questa squadra. ….per me i miracoli……e per la serietà in questi anni alla samp
    Sempre e solo.forza doria

    Chiara

    • Marco scrive:

      Se ci sono sempre più giocatori che scherniscono la sud qual è il motivo?

      • Mauro scrive:

        Il motivo è molto semplice:manca completamente il senso di appartenenza,l’amore per la maglia,chiamatelo come volete ma di quello si tratta.Ai tempi di Vierchowood,Mancini e company,i signori Icardi,Suso(nel derby)e Milik probabilmente avrebbero avuto bisogno non del massaggiatore ma dell’ortopedico.Adesso niente,questi si comportano come se nulla fosse successo.Salvo poi portarsi la mano sul cuore o baciare la maglia in caso di gol.Ridicoli.

      • petrino scrive:

        Icardi in testa, poi caicedo e ora milik.
        E ricordo anche l’ ex bibino palladino, che fu strattonato da palombo.

  50. Fra Zena scrive:

    Leggendo i commenti, mi pare che all fin fine questo “brutto finale” (sconfitta, cori, Ferrero in campo, etc.) almeno un merito lo ha avuto: ha squarciato il velo di “buonismo” della Sampdoria di quest’anno, quella sorta di Truman Show dove tutti dicono che tutto va bene, ma in realtà sotto sotto covano molti problemi. Soprattutto, ha fatto capire le ragioni principali del distacco di molti Sampdoriani verso questa Sampdoria: un presidente non riconosciuto come tale e privo di qualunque autorità, un allenatore preparato e onesto ma monocorde nel gioco e nelle dichiarazioni, giocatori magari apprezzabili per le capacità tecniche ma abulici e privi di qualunque personalità

  51. Maraschi scrive:

    Vado al sodo, il razzismo, pur nella sua turpitudine, è un fenomeno intellettualmente molto superiore alla maleducazione da stadio (white man burden).
    Per me il peggiore dei cori è “devi morire” rivolto aa un giocatore infortunato.
    Infine questa politically correctness, secondo la quale è peggio dare a uno dell’omosessuale che del figlio di p…, mi ha stufato

    • Marco scrive:

      Forse dovresti documentarti meglio e vedere quanti feriti e purtroppo morti ci sono nel calcio a livello mondiale per odio razziale.
      Rimanendo in italia ,quasi tutte le tifoserie organizzate hanno o hanno avuto, influenze politiche molto forti e di frange di estrema destra per lo più.
      Non credo che debba ricordarti i dogmi di estrema destra vero?
      Omofobia e razzismo sono sempre presenti e vanno condannati sempre in qualsiasi luogo.

      • Maraschi scrive:

        A livello mondiale, nel senso in certi paesi africani dove l’odio razziale esiste davvero anche se non corroborato da teorie, ma non Italia, qui si può parlare di campanilismo esagerato o al massimo di xenofobia.
        Secondo te i cori della Sud sono l’esplicitazione di dogmi di estrema destra?
        Comunque, per carità, ognuno ha le sue idee rispettabilissime.

        • Marco scrive:

          Verona Inter Lazio roma sono solo 4 esempi di frange di estrema destra. Non sto qui ad elencare i loro percorsi e le loro gesta andrei OT oltremodo , la SAMPDORIA non ha potere mediatico ed è stata usata come veicolo pubblicitario, ci sono cascati in pieno nel trappolone.
          A Roma a Torino a Milano e Bologna c erano striscioni inneggianti al vesuvio. Qualcuno prima o poi paga dazio per tutti

  52. Luigi scrive:

    Per Martino: vai a sentire sugli altri campi di serie A cosa gridano c’è molto peggio ovviamente non parlo di premiare certi cori ma non facciamo troppo i moralisti gli stadi di calcio sono lo specchio di una società dove poco funziona i valori li abbiamo persi da una decina d’anni quindi piantiamola con tutto questo can can giusto una romanzina ma non esageriamo altrimenti ce ne sarebbe da dire su quello che ruota intorno all’azienda calcio e credimi so quello che scrivo

  53. Claudio scrive:

    Lazzara sei come l’arpal non ne azzecchi una

    • andrea.lazzara scrive:

      Bravissimo :-) . Grazie anche da parte dei colleghi di Arpal e io…ti ringrazio per la stima! :-)

      • Marco scrive:

        Andrea
        Il calcio fa parlare e straparlare, le passioni gli amori per forza di cose rendono meno lucidi.
        Tutti noi siamo imperfetti ma SAMPDORIANI
        Il tuo lavoro nel blog è più per passione e ti ringrazio per renderlo vivo,con frequenti aggiornamenti, e soprattutto meno stantio come altri moderatori.
        In questo spazio ,almeno per me, non sei giornalista ma un compagno di tifo.

        • andrea.lazzara scrive:

          Ti ringrazio Marco, davvero, visto che spesso le nostre visioni non sono convergenti. Ma io ringrazio anche Claudio, sul serio! E Maurizio Arcini, e Pietrino e tutti quelli con i quali non mi trovo in accordo spesso. Conosco peraltro bene i meccanismi del web e sono sicuro che davanti a una bella birra sarebbe diverso.

          • Marco scrive:

            Divergenze significano arricchimento, l importante è il rispetto dell opinione altrui e mi pare di averlo sempre o quasi dimostrato.
            Ovvio che parlando di SAMPDORIA che è pura passione ogni tanto si straparli.

  54. Marco scrive:

    Visto che la SAMPDORIA ha i conti in ordine , più che un nuovo portiere,allenatore,ds etc , dovremmo chiedere un nuovo presidente.
    Dopotutto ferrero l ha rilevata a 0 quindi anche se la vendesse a 1 ci avrebbe comunque guadagnato.
    Come si è defilato il finto SAMPDORIANO Edoardo Garrone può farlo anche questo “signore”.
    Che sia delegittimato credo sia ovvio.

    • Michele G. scrive:

      Il problema, caro Marco, è che alla porta di Corte Lambruschini non mi pare che ci sia la coda di aspiranti compratori (a meno che Ferrero non li abbia fatti scappare). Anch’io ambirei ad avere ben altro presidente, ma temo che per un po’ ci dovremo tenere il cinematografaro romano! In quanto a Garrone, io non ho dubbi sul fatto che sia autenticamente Sampdoriano, ma è anche autenticamente Genovese e fa molto caso anche al centesimo! :-)

      • Marco scrive:

        Michele

        Sul fatto che sia SAMPDORIANO ne dubito, per il resto non diamo per scontato che la SAMPDORIA non abbia appeal.

        Poi se da tanti viene decantato come il re Mida che vende tutto a peso d oro non dovrebbe aver problemi a sbolognarsi la società no?

        Per me se ne deve andare è anche di corsa

    • andrea_samp scrive:

      applausi !!!

  55. Marco scrive:

    Per puro caso mi è capitato di ascoltare le parole di ungiornalista di fede romana che fa spesso comparsate in emittenti locali (s)parlando di SAMPDORIA, stigmatizzando quanto fatto in SAMPDORIA Napoli. Magari alla grande penna sarebbe doveroso ricordare che i grandi tifosi della Roma esposero uno striscione (ma non c era obbligo di presentarli in questura?) Con scritto “sarà un piacere quando il vesuvio farà il suo dovere” senza dover scomodare omicidio di Ciro Esposito o la recente scampagnata a Liverpool?

  56. Luigi scrive:

    Caro Marco concordo pienamente sui tuoi 2 ultimi post il primo sul blog dove hai fatto i complimenti giusti ad Andrea e l’ultimo sul presidente. Purtroppo non credo che questo signore passi la mano per vari motivi dalla visibilità alla possibilità di percepire un lauto stipendio (parole sue quando asserisce di essere retribuito ) in più rimanere a contatto con alcune persone importanti cosa che in questo mondo chiunque non ha mai disdegnato. Sul mercato non dico nulla perché è troppo presto e il calcio fa parlare e tacere. Non sono in nomination grazie Andrea (smile)

  57. Daniele da Rapallo scrive:

    Ho sentito voci di penalizzazioni e turni a porte chiuse si sa nulla ? Vorrei aggiungere Andrea alcune considerazioni.
    La tifoseria ha sbagliato, non è stata furba soprattutto dovessero arrivare le sanzioni minacciate. Io però vorrei anche ripercorrere il clima che si è creato durante la partita che ha portato ad un escalation di inviperimento.

    La tifoseria napoletana (si vedano le cronache per collocarla in termini di pericolosità..) ha iniziato già dal prepartita a rompere le scatole con cori ingiuriosi più di altre e, considerando la loro vicinanza alla tifoseria con cui siamo costretti a vivere in città , il tutto ha assunto un ruolo più acceso.

    Quando poi Milik ha segnato ed è andato sotto la sud, apriti cielo. Credo che di questo gli organi opportun debbano tenere conto. Lo speaker che continuava a ripetere la litania con le sanzioni previste in caso di cori sortiva, purtroppo, l’effetto opposto di accendere ancora di più gli animi.
    Arriva poi il presidente a calmare gli animi….. beh : lascio a voi le conclusioni. Più di una volta abbiamo discusso del suo operato positivo ma del distacco creato con la tifoseria nei modi e negli atteggiamenti……avesse mandato Romei o Palombo, sarebbe stato meglio.

    Personalmente mi ferisce l’ipocrisia di tutte le trasmissioni televisive (visto anche quanto successo, o meglio non successo, in Juventus-Napoli) che si ergono sul pulpito del moralismo in una nazione (abbastanza banana repubblic) in cui Tavecchio dice che Pogbà mangia le banane o che le calciatrici sono impedite. Il tutto dipingendo una delle più tranquille tifoserie italiane, quella sampdoriana, come razzista. Magari avremo la sfortuna di essere gli unici a beccarci sanzioni.

    Non esprimo, caro Andrea, il mio parere circa Napoli e la regione Campania per non metterti in difficoltà. Mi limiterò a dire che i loro eccessi a livello nazionale superano di gran lunga tutti quelli del nostro amato sud Italia anche a livello di famose organizzazioni….. E’ la cultura dell’eccesso che secondo me non ha zone rivali nel nostro paese. Certamente mai fare di tutta l’erba un fascio ma neanche negare l’evidenza.
    Qua mi fermo al rischio di attirarmi anche le critiche di tue o di alcuni amici del blog.
    P.S. Vedremo cosa decideranno per Juventus-Napoli.

    • Marco scrive:

      Caro Daniele si doveva trovare il capro espiatorio e lo si cerca in una squadra che ha molto pubblico ma zero potere mediatico.

      Purtroppo ci sono cascati con piedi e testa e ne paghi le conseguenze.

      Dello schifo della Roma a Liverpool , ma anche un Roma manchester united che dovremmo dire?

    • fabio scrive:

      Non credo proprio che -nell’eventualità accadesse- saremo i primi ad incorrere in quel tipo di sanzione; parecchie altre società hanno avuto questa sanzione, pure la Juventus. Eviterei quindi i vittimismi perchè non siamo davvero nella condizione di farli, speriamo soltanto che la mano sia leggera, dato che c’è stata pure la sospensione, e siamo recidivi (lo scorso anno 14.000 euro di multa per lo stesso motivo, ma non eravamo recidivi).

  58. Martino Imperia scrive:

    No vi prego. non ricominciate

    Il disco rotto della richiesta di un presidente ricco, ricchissimo, tifoso della Samp e soprattutto GENOVESE DOC che viene e ci salva e ci porta in paradiso no, vi prego risparmiatemela.

    Non posso resistere a dover leggere di nuovo qualcuno che crede a st’utopia irrealizzabile, inesistente

    • Faso scrive:

      Ciao Martino,
      io non pretendo un presidente ricco, genovese doc etc etc, ma che sia una persona seria ed abbia il giusto rispetto verso i tifosi… purtroppo requisiti che per l’attuale sembrano lacune incolmabili.

    • Marco scrive:

      A me va bene anche iraniano il presidente, basta che non insulti ad ogni occasione Colori,tifosi,storia,maglia della SAMPDORIA.

      ferrero via da subito

    • Massimo Pittaluga scrive:

      tranquillo Martino abbiamo Ferrero che è romano, non è ricchissimo e quindi ci risparmiamo tutti il disco rotto. senza polemica ma sperare di migliorare la propria condizione fa parte della vita. almeno sperare in qualcuno di meglio è legittimo oppure dobbiamo anche limitarci nella speranza e desideri. e che tristezza

      • Martino Imperia scrive:

        La speranza è legittima. ci mancherebbe.

        Ma bisogna ragionare da adulti: un conto è cio’ che vorremmo, un conto ciò che è.

        E a me non sembra di vedere all’orizzonte truppe di presidenti migliori di Ferrero pronti a rilevare la Samp. Ma non solo la Samp, una squadra di calcio in generale.

        Onestamente, ma chi è quell pazzo che prenderebbe una squadra di calico oggi in italia?

        Detto questo, I modi caserecci di Ferrero sono criticabili.

        Ma da che pulpito viene la predica? da chi dice che cantare certe cose è assolutamente normale? dopo la figuraccia che si è fatto? e che temo si ripeterà l’anno prossimo?

        Lasciamo perdere lo stile va che è morto e sepolto con Mantovani

  59. Edoardo scrive:

    Comunque Andrea qui Samplace mi pare che ci siano sempre meno tifosi che esprimono opinioni costruttive (uno dei pochi è il buon Pittaluga!) e sempre più gente che si diletta a fare polemiche attaccandosi a ogni cosa, belin ci sta di avere delle idee diverse, per carità ci mancherebbe altro, ma quelli che si ergono a paladini della sampdorianità pretendendo che tutti la debbano pensare per forza come loro francamente mi hanno un po’ stufato, detto questo sempre Forza Doria e Forza Primocanale… Ciao…

  60. livio scrive:

    UDITE! UDITE!.. Quanto segue non è estrapolato da un romanzo di fantascienza;

    Leggo dal “Mattino ” di Napoli che i tifosi napoletani avrebbero deciso , rappresentati da un Avvocato ( tale Pisani..) di intraprendere una Class Action contro la Società Sampdoria, a scopo educativo, rea di non aver formato i propri abbonati ad un comportamento corretto nei loro confronti……
    Sono un tifoso moderato, anziano, da ” distinti ” .Ho pure disapprovato i cori di domenica per palese inutilità e cattivo gusto. Ma ora mi pento di ciò e mi unisco ai suddetti cori con un seppur tardivo vaff……
    Non c’è davvero limite al peggio ed alla piagnucolisità di questa squadra, giustamente gemellata come sappiamo!!!

    • Massimo Pittaluga scrive:

      se fosse così supererebbero toto che vendeva la fontana di trevi. ma aspettiamoci di tutto. se però per riabilitarci ci offrono un soggiorno a posillipo in un resort io ci vado ad espiare.

    • Michele G. scrive:

      Dio li fa e poi li accoppia! O, per usare una perifrasi di Giobbe Covatta, Dio li fa e poi li accoppa!

    • Mauro scrive:

      Beh,che i napoletani siano piagnucoloni per antonomasia lo sanno anche su Alfa Centauri.E’ la cosa che gli riesce meglio.Sono d’accordissimo con quanto detto da Maurizio Michieli ieri sera:”I cori che hanno un certo contenuto sono tutti da condannare,ma perché solo quelli contro il Napoli?”.Se qualcuno degli “indignados” ,e mi riferisco a certi giornalisti ,si degnasse di registrare i cori dei napoletani al San Paolo contro le altre tifoserie…..

  61. andrea_samp scrive:

    FORZA SAMPDORIAAAAAAAAAAA !! … E BASTA ..!!!

  62. Giuly scrive:

    x Edoardo,
    11 trasferte perse con punteggi tennistici,57 gol subiti ti sembra attaccarsi a qualsiasi cosa?Sono dati reali e facilmente riscontrabili..se poi si vuole mascherare la realta’ con il “volemose bene” e’ un’altro discorso.

  63. vincenzo scrive:

    Su Sampdorianews di oggi: Samp-Napoli, tifosi azzurri pronti a iniziativa legale contro i cori razzisti…alcuni sostenitori azzurri si sarebbero rivolti all’avvocato Angelo Pisani per verificare la possibilità di istituire una class action contro la società blucerchiata a titolo educativo, affinché “sia la società sportiva ad educare i propri tifosi e a mettere ordine pagando di tasca propria”.
    Sempre secondo le parole dell’avv. Pisani, questa iniziativa sarebbe “solo la prima di una lunga serie, in quanto risponderanno in giudizio anche la Lazio, l’Inter, e tutte quelle società i cui tifosi hanno offeso i napoletani con i loro cori”.
    ???????
    Siamo proprio una tifoseria “ineducata”…

    Forza Sampdoria e Forza Hellas!!

    • Marco scrive:

      Se viene fatta contro di loro la class action pagano per i 20000 anni A venire.

    • Massimo Pittaluga scrive:

      programma della rieducazione:
      Gita a Posillipo
      Resort con Spa e massaggiatrici e/o per le signore massaggiatori diplomati (massaggio svedese rilassante perchè cosi allo stadio siamo più educati)
      cena tipica napoletana (a livello culinario sono molto validi)
      serata di Gala con gemellaggio dopo aver chiesto loro scusa
      pernottamento in Hotel 5 stelle vista mare
      colazione con cornetto e caffè.
      Sono colpevole lo confesso

    • Michele G. scrive:

      Per il loro comportamento i tifosi del Napoli dovrebbero essere deferiti alla corte dell’Aia e all’ONU! Sono proprio senza ritegno!

  64. Sirbiondo scrive:

    Nelle ultime 25 partite (circa 2/3 di campionato) la samp ha fatto 27 punti e subito 44 reti, tenendo un ritmo da bassa serie A, quasi (ma non ancora ) da retrocessione. La guida tecnica ha salvato la faccia (circa) in virtù dell’eccellente primo terzo di campionato, ma può bastare questa fredda considerazione numerica a porre dei dubbi sull’ operato del tecnico più sopravvalutato della serie A ? Se fai 2/3 di campionato da tredicesimo posto, potrai essere messo un tantino in discussione? Oppure il fatto che sia una “brava persona” e altre amenità del genere devono sempre prevalere?

  65. alan scrive:

    Samp multata di 20000 euro. Ancora una volta la legge analizza i fatti (coro becero) e li sanziona, senza dare retta alle vestali lacrimanti che chiedevano “punizioni esemplari” per “lanciare un messaggio” ergendosi a povere vittime dei barbari.

  66. Mr.Manga scrive:

    Un saluto a Mr.Lazzara (che stimo molto)e a tutti voi amici doriani,questa è la prima volta che scrivo su questo sito che,comunque,leggo sempre con interesse.Caro Andrea,ti voglio fare alcune domande che frullano nella mia testa da un paio d’anni ormai,ma prima ho voluto aspettare alcune settimane per vedere come sarebbe finita la stagione ed ecco qua:secondo te,sinceramente,da tifoso in primis e addetto ai lavori…ma qual è il problema di questa squadra?L’allenatore(tu che ne pensi,è o non è quello giusto,serve un’altro tipo di carattere/personalità)?La qualità della rosa?Una società non ambiziosa che rende altrettanto non ambizioso tutto l’ambiente?Al di là dei numeri e delle statistiche(marea di gol presi fuori casa con relative imbarcate e numerose sconfitte,l’anno scorso 55 gol subiti in totale,addirittura 57 fino ad ora),io vorrei capire davvero che cosa c’è dietro a queste stagioni che puntualmente finiscono in maniera pessima con largo anticipo(da Marzo quest’anno,con 7 sconfitte nelle ultime 11 gare)e che spesso vedono la squadra avere dei periodi più o meno lunghi di veri e propri black-out(tipo da 1 punto in 4-5 gare,cosa successa sia l’anno scorso che quest’anno e più volte).Io non pretendo di vincere titoli o trofei(che chiaramente farebbe piacere a tutti,non nascondiamoci),ma almeno cercare di fare campionati almeno competitivi e cercare di dare qualche soddisfazione ai tifosi.Va bene il bilancio attivo e tante altre cose positive,ma forse queste cose sono più d’interesse per la società che per chi tifa…fa rabbia che dopo aver trascorso ben 5 mesi stabilmente al 6° posto,si sia finiti sotto a ben 3 squadre(che siano più o meno attrezzate di noi non può essere sempre una scusante) che stavano a molti punti di distanza fino a poco tempo fa.Sinceramente-e non credo di essere il solo-sono molto deluso ed amareggiato.

    • andrea.lazzara scrive:

      Ciao, grazie e benvenuto :-) . I problemi sono molteplici anche se penso, come tutti, che se a inizio stagione ci avessero detto che la Sampdoria si sarebbe ritrovata in questa posizione a fine campionato saremmo stati felici. E invece è inevitabile essere un po’ delusi non tanto per l’obiettivo Europa sfumato ma per il come e dove. Ecco, più che sui numeri mi concentrerei sul “come” la Sampdoria si è persa per strada. Con le ultime otto della classifica la Sampdoria ha lasciato per strada 19 punti: ne avesse fatti, che ne so, un terzo, facciamo sei o sette quindi un rendimento neppure eccezionale, immagina dove sarebbe. Questione tecnica si, di sprint del mister forse ma io punto forte sulla mancanza di personalità della rosa. Mancano i trascinatori, i giocatori carismatici che quando c’è la difficoltà si rimboccano le maniche e portano a galla gli altri. E che sanno fare il muso cattivo quando serve (tipo esultanze di Caicedo e Milik).

      • Marco scrive:

        Non è vero assolutamente, tant è che lo striscione finale ha deluso pure l anima più dura del tifo.
        Se hai un monte ingaggi da ottavo posto e finisci decimo non ti stracci le vesti ma non ne vai neppure fiero.
        Se ci supera il Torino dietro rimarranno solo squadre nettamente inferiori.
        Poi che tanti ,me compreso, vivano con ansia ogni azione di ferrero è palese, ma che si debba gioire per finire decimi anche no.

      • Daniele da Rapallo scrive:

        Concordo con entrambi, su questo punto, in particolare con Marco.
        Che ad inizio anno, sulla carta, la squadra sembrasse più che meno forte, non certo rafforzata è un dato di fatto; anche se gli arrivi di Stinic e Zapata hanno un po riequilibrato la cosa; la continuità con lo stesso allenatore ha fatto il resto.
        Sono però d’accordo sul fatto che se la samp arrivasse ottava, avrebbe fatto decisamente bene ma nulla di miracoloso come rivelazione del campionato : avrebbe fatto bene, ma il suo. Ovviamente non è una scelta esatta il fatto che monte ingaggi e valore rosa debbano rispecchiare per forza la classifica. Se arrivi nono va benino ma ti mangi le mani in ottica Coppa Italia e non so per i proventi televisivi. Spero quindi in una nostra vittoria fuori casa ed in una sconfitta Viola.
        La società decida intanto sulla dirigenza e se vuole alzare lievemente l’asticella senza svenarsi, continuando a lavorare bene, senza svenarsi. Fondamentale mettere Pecini sotto una campana di vetro e magari confermare Pradè.
        I giocatori di questa rosa sono anche buoni tecnicamente ma, in gran numero, deboli caratterialmente. Si scelga prima l’uomo e poi il calciatore come faceva Marotta (anche se lui pescava soprattutto in Italia alla Samp).

        • Daniele da Rapallo scrive:

          Mi scuso per errori….volevo dire scienza esatta ….ho ripetuto senza svenarsi..

      • Matte Genovese scrive:

        Esattamente !!!!

  67. Solosamp1946 scrive:

    Questione presidente…io penso che l ultimo presidente della Sampdoria sia stato Riccardo Garrone , persona seria intelligente mai fuori dalle righe con uno stile inattaccabile…era un presidente vero e presente…magari non ci faceva sognare ma solo il potere e il nome che portava ci faceva stare non tranquilli di più. Poi il figlio… Pensavo e speravo potesse fare bene e invece ha fatto la cosa peggiore che poteva fare ovvero metterci nelle mani sbagliate. A me questo presidente non mi piace eanchw se a livello di risultati non sta facendo male. Non mi sento rappresentato da lui ma ora lui c è quindi nel bene o nel male dobbiamo tenecerlo. Io non sono nessuno solo un semplice tifoso della Samp ma chi “conta” dovrebbe trovare il modo di chiedere e ottenere un incontro. Lontano da telecamere e tutti…e fargli capire cos è la Sampdoria e chi sono i sampdoriani in modo che da qui in avanti il signor Ferrero cambi definitivamente i modi di porsi …cosa quasi impossibile ma per ricompattare un ambiente serve questo a mio avviso.

    • Marco scrive:

      Non sei l unico a pensarlo

    • Massimo Pittaluga scrive:

      credo che i tifosi storici lo abbiano già fatto tempo fa e credo che lo scoramento di qualcuno e le critiche di altri come tirotta siano appunto dovute ai riscontri ricevuti. A me ferrero non piaceva dall’inizio anzi diciamo proprio ero basito ma mi sono sforzato di vedere le cose buone fatte dalla società e ce ne sono state. a mio avviso però ben compensate da quanto di negativo ferrero ha portato e rappresenta. detto questo le responsabilità sono anche di chi ha ceduto la samp a ferrero. tuttavia se ci guardiamo attorno si vede di peggio. qui almeno la squadra è dignitosa a volte discreta, la società è sana e quindi poteva andare anche peggio. sono tra quelli però a cui farebbe piacere a parità di risultati vedere una persona diversa a guidare la società.

  68. Fra Zena scrive:

    Ce la siamo cavata con 20.000 Euro di multa e il campo diffidato. Per molti sarà esagerato, per me invece il giudice ha avuto la mano leggera, visto il contesto (recidività, partita sospesa, presidente in campo, enorme eco mediatica, etc.).

    Tornando al campo, ho fatto un sogno: che domenica a Ferrara onoriamo il campionato e vinciamo contro una Spal incerottatissima. Parallelamente il Milan si sbarazza della Fiorentina, ormai demotivata, e noi in forza degli scontri diretti arriviamo ottavi in classifica, evitando l’inutile e rischioso turno di coppa Italia agostano. Chiedo troppo? Temo di sì

    • Marco scrive:

      Per me la multa invece è una sanzione equa, ovunque ci sono cori simili.
      Io sarò masochista ma a questo punto preferisco perdere, almeno vedrò 2 partite in più della SAMPDORIA l anno prossimo e spero di non vedere la farsa del Crotone che vince a Napoli, perché se dovesse succedere altro che cori razzisti, sarebbe combina.

      • El Cabezon scrive:

        Ma si dai, senza farci prendere a pallonate e salvando l’onore però su..i 3 punti lasciamoglieli, che se lo meritano di restare in A, anche perchè se di contro vedessi i nostri lottare come dei leoni nella partita per noi più inutile della stagione mi farei del gran nervoso…

        • solosamp1946 scrive:

          lasciarli vincere non penso sia giusto , sicuramente vinceranno perchè più motivati e per altri motivi come ad esempio il nostro rendimento in trasferta…comunque penso che retrocederà il crotone , a meno che il napoli non sia in vena di regali ma non penso

      • Fra Zena scrive:

        io preferisco vincere perchè l’ottavo posto sono soldi e si gioca l’ottavo di Coppa Italia in casa. Tra l’altro la Spal avrà tre squalificati e alcuni infortunati dopo la partita persa malamente a Torino. Una squadra con un minimo di amor proprio andrebbe lì per vincere, ma sono sicuro che noi saremo stanchi, non avremo stimoli, saremo appagati, ecc ecc
        Quanto al Crotone, temo sia spacciato

    • alan scrive:

      Mi spieghi per quale diamine di motivo la “enorme eco mediatica” dovrebbe contare qualcosa nella decisione di un qualunque giudice?

  69. Mauro scrive:

    Caro Fra Zena mi sa che hai ragione.Sara’ la solita Samp formato trasferta molle e inconsistente quando in ballo c’era l’Europa figurati ora che l’obbiettivo è sfumato.Per me il campionato è finito a Reggio Emilia.Fossi in Giampaolo darei spazio a Capezzi e Verre che sono freschi e riposati perché impiegati col contagocce.

  70. Mauro scrive:

    Domanda:sbaglio o è la prima volta che si interrompe una partita per cori contro un’altra tifoseria?Discriminazione territoriale…….ahahahaha,bello questo termine coniato ad hoc dai soloni del calcio.

    • solosamp1946 scrive:

      mi pare sia la prima volta , anche se in tutti gli stadi tutte le domeniche si sento questi e altri cori…come ho detto in precedenza , lotta scudetto finita , c’era bisogno di qualcosa di cui parlare relativo al Napoli e hanno trovato il modo…altrimenti dopo 37 giornate e almeno altri 35/40 anni di campionati precedenti mi viene difficile capire come mai sia stata fermata proprio questa partita

  71. Cicciosestri scrive:

    Faccio completamente mio il comunicato delle Federclub … ma tu Andrea non sei d’accordo … con immutata stima nei tuoi confronti …

    • Faso scrive:

      Concordo e non è la prima volta che il “nuovo corso” della Federclub mi trova completamente in linea con loro.
      Peccato che il comunicato avrà nemmeno un milionesimo di esposizione mediatica rispetto all’accaduto, ma ci voleva.

    • ale scrive:

      Concordo completamente con il comunicato della Federclub. Bravi

      Avanti Sampdoria!

    • marco scrive:

      mi sa che te ne sei persi di comunicati della FEDERCLUB

      Tu sei quello che si firma quasi sempre
      IO STO CON GIAMPAOLO! IO STO CON FERRERO!

      Loro con ferrero sono anni che non ci stanno.

      • Cicciosestri scrive:

        Io fino a domenica stavo con Ferrero e non lo nego e non lo negherò mai, ma se tu leggi il comunicato dei gruppi, con il quale io concordo, c’era una tregua che adesso è finita.
        Quello che ha detto e fatto domenica sera chiude ogni rapporto … ANCHE PER ME!
        IO STO CON GIAMPAOLO!

  72. vincenzo scrive:

    Domenica Spal Sampdoria: partita decisiva, trasferta di massa come ai vecchi tempi, ci meritiamo l’Europa tutti a Ferrara, ci sarà un clima infuocato ma tutta la curva canterà e sventolerà 90′ e più: ci dobbiamo credere, siamo più forti!.
    Scusate, mi sono sbagliato, lo avevo preparato neanche un mese fa…
    Già quello che poteva essere e non è stato: al di là di tutto a me dispiace ancora molto.

    Forza Sampdoria

    (p.s. mi devo consolare con un 0 a 3 a Ferrara dei primi anni 80 sotto un sole cocente…)

  73. ambarabàciccicoco scrive:

    Certo : ce la si poteva risparmiare .Una brutta figura pari a quella dei rubinetti .Però questo gudice così solerte nei confronti di qualche centinaia o anche meno di tifosi anonimi non lo è stato con Reina…eppure avrebbe potuto intervenire anche li…. Non lo è stato con Insigne sempre a Marassi e non lo è stato neppure durante la stessa partita i nuovo con Rejna e con Milick… perchè contro i tifosi si contro i giocatori no?

  74. Amedeo Struppa scrive:

    A me hanno dato particolarmente fastidio i sorrisi( quasi liberatori) di Giampaolo a fine partita..sembrava un uomo sollevato ed il suo viso diceva:”finalmente e’ finita!”Quest’uomo non ci ha mai creduto di andare in europa League,fondamentalmente e’ un perdente ed il suo curriculum parla per Lui.A Ferrara?sara’ la dodicesima trasferta persa cosi’ come a Benevento,Crotone,Chievo,cagliari,Udine,Bologna…chiunque abba bisogno di punti in casa sua..con noi vince.Sarei veramente felice se il “maestro” andasse ad erudire altre piazze..mi accontenterei di un modesto e onesto Beppe Iachini che invece del tic-toc e della marcatura a zone facesse una feroce marcatura a uomo..58 gol non li subirebbe il Beppe.State tranquilli..se Giampaolo andra’ a una big,fara’ la fine di Del Neri,Sinisa e Montella…4 mesi e a casa!

    • marco scrive:

      Iachini è un grande, detto questo il male per i nostri colori è solo uno: ferrero, anzi 2 , anche quello che gliel’ha regalata.

  75. cerchiatodiblu scrive:

    x ambarabàciccicoco ,
    ho letto il tuo commento,ti posso dire che ero in gradinata Sud sul piano superiore e ti assicuro che non erano qualche centinaia di tifosi che lanciavano i cori..era mezza gradinata..se poi vogliamo metterci le fette di prosciutto sugli occhi facciamolo pure ma..la realta’ e’ un’altra.

  76. matteop scrive:

    Faccio una considerazione col senno di poi che peró puó essere la “cartina al tornasole” per molte opinioni lette qua sopra : quanto é stata inaspettatamente sciagurata la scelta di far partire Puggioni? Abbiamo perso un’alternativa valida a Viviano che ha avuto un’involuzione tecnica e atletica difficilmente accettabile da un professionista. Nello spogliatoio abbiamo perso l’unico sampdoriano che la lingua a Milik sarebbe andato a strappargliela.
    La rosa, per come la vedo, ha reso piú di quanto valga soprattutto per la disomogeneitá con cui sono stati distribuiti i punti degoli. La difesa nei suoi cinque interpreti titolari ha avuto solo Silvestre e Beresinsky (quando stava in piedi) come punti di forza. Tutti gli altri, a turno o insieme, sono stati disastrosi specialmente nella seconda parte di stagione.
    Giampaolo vorrei rimanesse anche se é un allenatore pretenzioso perché ha bisogno di qualitá per far girare le sue squadre. É piu’facile fare un ulteriore salto in avanti con lui alla guida e qualche ritocco piuttosto che ripartire da un Maran qualsiasi a cui basta mettere il bus davanti alla porta.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Ho notato una cosa allo stadio, dopo il coro puggioni uno di noi, lui era presente al piano superiore dagli ultras per intenderci, caso strano Viviano ha un risentimento ed esce visibilmente scocciato. A pensar male a volte dicono….

    • marco scrive:

      Basterebbe che se ne andasse ferrero.

    • petrino scrive:

      mi e’ stato detto che puggioni chiese un contratto da dirigente per 5 anni alla scadenza da quello di giocatore, ma gli risposero picche.
      Per cui se ne e ‘ andato.

  77. marco scrive:

    Cambiando argomento, giocatori da mandare via:
    Caprari
    Alvarez
    Ferrari
    Regini
    Barreto
    Viviano
    Belec
    Sala

    Me ne son dimenticato qualcuno?

  78. petrino scrive:

    SE avete visto la finale di E.L. nella zona dei tifosi del Marsiglia c’ era un enorme bandierone della Samp.
    LO ha segnalato perfino Bonan.

    • giovanni scrive:

      petrino, lo striscione degli utc c’è sempre alle partite del marsiglia, c’è gemellaggio…

      • Solosamp1946 scrive:

        C è nquando i ragazzi del gruppo vanno a far visita..idem quando i marsigliesi vengono qua a Genova

  79. Massimo Pittaluga scrive:

    Ho letto il comunicato della Federclub. che dire quello che covava da tanto tempo è uscito fuori e non poteva essere diversamente. Ferrero che va sotto la gradinata fa capire quanto sia scollegato con la realtà e la percezione che i tifosi hanno di lui. però dopo 4 anni possiamo dire che questo è l’uomo e che questo è quello che ci ha passato in eredità edoardo Garrone che credo nel lasciare la samp a ferrero abbia sotto sotto goduto al pensiero “e ora beccatevi questo”. fortunatamente i risultati (a parte due anni fa con la quasi retrocessione) sono stati discreti per la squadra ed hanno attutito le negatività. per Ferrero la samp è il bingo. è entrato nel momento in cui i prezzi dei giocatori sono schizzati. solo 5 6 anni fa shcik o skrinar non li mettevi a bilancio a certe cifre. se e sino a che durerà questa bolla e che la dirigenza pescherà bene il buon Ferrero rimarrà attaccato alla barca. non si può biasimarlo per questo. è venuto per fare business e ritengo stia andando oltre le sue più rosee speranze di guadagno. chi non lo farebbe. è stato legittimo chiedergli di comportarsi un po meglio e già questo fa pensare. dovrebbero essere i presidenti a invitare i tifosi semmai a maggior civiltà. ecco lo ha fatto domenica scorsa, ma nessuno lo riconosceva in quel ruolo anzi…….se spari diciamo “belinate” in continuazione come puoi poi essere credibile. Le soluzioni che abbiamo davanti sono due: 1 tenercelo senza esasperare gli animi a vicenda sperando che la squadra che allestiscono sia sempre discreta, 2 fare un muro contro muro che però a mio avviso sarebbe piuttosto controproducente. Non vedo altre soluzioni al momento perchè nessuno si presenta con 100 mln per la sampdoria oggi e ferrero oggi l’osso che guadagna come credo mai nella vita non lo molla e dal suo punto di vista lo si può capire. il nostro, quantomeno di tanti di noi, è diverso da anni a questa parte. temo che nel medio periodo non ci siano tante soluzioni diverse e non sono tra quelli che si augurano dei pessimi risultati nella speranza che se ne vada. ci siamo ritrovati in questo senso il peggio che ci poteva capitare. una persona che fa della sampdoria il suo core business. difficile pensare di trovare un apassionato sampdoriano super ricco che abbia 100 mln da offrire e anche poi altro da investire in questo momento storico. facciamocene una ragione e speriamo che la gente competente che abbiamo in società rimanga e sia in grado di costruire squadre di discreta qualità. la cosa positiva è che ormai la maggior parte del tifo organizzato ha reso nota la sua posizione su Ferrero così anche per lui non ci sono più dubbi su quanto sia amato dalla maggior parte di noi.

    • Michele G. scrive:

      Massimo, concordo con la tua analisi ed aggiungo che ce lo stanno dimostrando i nostri dirimpettai cosa produca il muro contro muro con il loro presidente. Tuttavia, giudico positivo che i tifosi organizzati abbiano fatto capire a Ferrero che il suo credito con la nostra tifoseria, peraltro già alquanto scarso, è finito. Apprezzo, in particolare, la tua osservazione che, con le sue esternazioni spesso oltre le righe, Ferrero era l’ultimo a poter chiedere ai contestatori di calmarsi.

      • Massimo Pittaluga scrive:

        sono d’accordo ma credo lo abbia fatto per limitare i danni. l’uomo è furbo quantomeno. sul resto sono tra i tanti a cui ferrero non è mai piaciuto ma non passo dal non mi piace alla contestazione inutile e dannosa sino a che la gestione sarà accettabile. certo è che vorrei qualcosa di diverso sulla poltrona che fu di Paolo Mantovani ed altri presidenti più che validi a modo loro. edoardo garrone ci ha lasciato in un bel ginepraio visto il personaggio ma credo sia intelligente non esasperare gli animi. ormai credo lo abbia capito che il credito è poco.

        • Fra Zena scrive:

          capirlo lo ha capito, Ferrero non è uno stupido. Il problema è che non gliene frega niente, perchè per lui la Sampdoria s.p.a. e i suoi tifosi sono due entità totalmente separate. Parlo dei tifosi veri, non di quelli che gli commentano le scemenze su twitter. Il contrasto tra presidente e tifoseria, seppure non esplosivo, è ben presente, solo che finora è stato attutito dai risultati sportivi accettabili e (negli ultimi due anni) dalla presenza di un allenatore come Giampaolo che tende a smussare i contrasti. Il problema è che prima o poi la stagione negativa stile 2015/2016 o peggio arriverà di nuovo; lì si rischierà davvero di arrivare al muro contro muro stile bibini

          • Massimo Pittaluga scrive:

            questo lo sappiamo e che per lui la samp sia stato un bingo è evidente. i rischi di retrocessione con questa serie A non sono molti se mantiene un minimo di criterio e con dirigenti come Prade e Romei credo che non ci sarà lo sbraco. sul fatto che sia dispisaciuto di non andare in europa non ci credo nemmeno un secondo. per lui va bene così. un centroclassifica con un mr che gli valorizza i giovani da rivendere. questo lo ha detto. poi che sia venuto qui solo per business credo non ci siano mai stati dubbi, però crdo che contestarlo tipo genoano vs preziosi gioverebbe poco a tutto l’ambiente. questo sino a che guadagna non si scolla. ripeto la mia delusione di tifoso è stata edoardo garrone su cui contravo come giovane presidente sampdoriano, non per follie ma per vedere una discreta squadra garantita da un presidente solido e signorile. non è andata così. oggi c’è ferrero e si comporta per quello che è. a mio avviso le cose stanno andando sul campo e fuori meno peggio di ciò che temevo. la samp è società sana, con una squadra discreta (sperando non la smonti troppo) e anche alcuni dirigenti competenti. questi sono i lati positivi. quelli negativi: Ferrero che non ha nessun interesse nella sampdoria come comunità e nella sua storia che non conosce. ma non mi aspettavo niente di diverso anzi ripeto mi aspettavo di peggio. speriamo di non vederlo nelle difficoltà perchè la cosa mi farebbe timore. però questo c’è oggi e non certo per responsabilità solo sua. qualcuno gli ha detto ok e lasciato la società.

  80. giovanni scrive:

    ahia andrea: va via pecini… (fonte samp news 24)

    • Michele G. scrive:

      La possibile partenza di Pecini (fra l’altro, alla volta di Empoli, non della Juventus) è riportata anche da Primocanale, oltre che dal noto quotidiano genovese. Sempre su detto quotidiano, è riportato il pensiero di Ferrero circa la valorizzazione dei talenti, che poi vengono regolarmente ceduti: oltre che una plusvalenza, la loro cessione rappresenta un vanto per noi!!! E che ce ne facciamo del vanto, egregio signor Ferrero??? Ecco, se consenti a Pecini di andarsene, essendo egli uno dei migliori scovatori di talenti che ci sia in circolazione, neanche più il vanto avrai, perché di talenti da valorizzare non ce ne saranno più!!!

  81. Bulgaro scrive:

    Ora andare creare tensioni per dei cori del cavolo mi pare aggiungere cavolate…
    Non avevo testa ad affrontare l’argomento che è stato iper strumentalizzato da qualsiasi personaggio pubblico che non avesse la lingua impegnata altrove, i cori erano evitabili? Si.
    I cori sono discriminazione territoriale? No, sono cori contro una tifoseria che si è sempre dimostrata pessima con noi (e non solo).
    Ferrero ha fatto bene ad andare sotto la curva e a stigmatizzare i comportamenti? Si perché così facendo ha evitato la squalifica del campo e altre peggiori conseguenze.
    Il comunicato dei tifosi è giusto? Probabilmente mesi fa, ora da un senso di evitabile permalosaggine.
    In tutto ciò se queste tensioni mandano a catafascio il prossimo campionato siamo dei fenomeni..

  82. Daniele da Rapallo scrive:

    Non ho ancora notizie certe dalle mie fonti, ma se Pecini andasse via sarebbe un colpo durissimo. Si perchè non era Osti a sciegliere i giocatori era lui a fare tutto, compreso viaggiare all’estero e nogoziare.
    Urgerebbe in tal caso trovare figure di Scouting con la S maiuscola altrimenti il modus operandi rischia di andare in malora.

    • Bulgaro scrive:

      Leggevo un intervista a Pecini in cui raccontava un po’ la struttura dello scouting, e sono 5 o 6 i collaboratori di cui si avvale. Se va via bisogna vedere se i suoi scout rimangono a libro paga.

    • Marco scrive:

      Osti può giusto scegliere Barilla bjarnason e campioni di questo lignaggio.

  83. SANDOIA scrive:

    Brutte notizie non arrivano mai sole
    Confermati Osti e Pradè responsabili del mercato italiano e/o legato all’inter esempio :circa 20 milioni circa per Dodò,Sala ,Murru + Strinic arrivato con levaligie in mano .
    Pecini : Mustafi,Skriniar,Andersen meno di 5 milioni totali solo un esempio di come si è arrivati comunque ad essere ancora in attivo ha scelto Empoli non la Juventus bastava farlo salire di grado o di stipendio per tenerlo .
    Garrone che ha fatto un grandissimo lavoro nel riconvertire la ERG :ha finito il suo discorso dicendo :il calcio è un investimento ad alto rischio …capisco che Ferrero pur ottimo presidente non possa offrire le mie garanzie…
    Senza le plusvalenze di Pecini ,vendendo i migliori e tenendo i peggiori la società va’ in mora non in Europa.!

  84. Cicciosestri scrive:

    Faccio mio il comunicato dei gruppi su Ferrero

  85. marco scrive:

    Consigli per gli acquisti

    Matheus Cunha

    • giovanni scrive:

      marco, ma quello del sion?

      • Marco scrive:

        Si quello

        • giovanni scrive:

          con mister giampaolo la vedo dura marco; è un ’99, certamente con buone doti, ma nel 4-3-4-2 dove lo metti? mi pare uno che parta dalla fascia e che tenda ad accentrarsi…o un altr’anno cambiamo modulo o temo che dovrai continuare a vederlo da un’altra parte.
          comunque il mitico eder balanta che abbiamo cercato per un intero calciomercato ora gioca a basilea (ed è pure infortunato)…quello che a noi non hanno voluto vendere nemmeno per 10milioni di euro…quindi puoi tenerli sott’occhio nella raiffesen super league, si sa mai…
          a proposito vuoi scommettere su quanti nomi usciranno da qui alla fine del calciomercato?
          ciao! un saluto!

          • giovanni scrive:

            4-3-1-2….magari potessimo giocare in 14!!!

          • Marco scrive:

            Compie 19 anni A breve, quindi penso che abbia la duttilità richiesta nel calcio moderno.
            Per me le cifre nel calcio sono gonfiate ad arte per generare plusvalenze, una mia sensazione.

  86. ambarabàciccicocco scrive:

    So che questo post non sarà certo un problema per nessuno qui ma anche se un bel tacer non fu mai scritto questo ve lo devo: dopo gli ultimi squallidi post letti in questi giorn non solo qui, ho deciso di non postare neppure un emoticon… prima di lasciare il campo a tecnici master non di Coverciano ( troppo poco) che riescono a sentenziare sulle capacità tecniche dei gocatori e dell’allenatore senza mai aver messo piede su un campo di calcio e quei pochi a farlo per raccogliere figure di melma sui campi a sette , dopo aver ascoltato e letto contumelie ingiurie spropositate e senza senso nei confronti di chi mettendoci del suo ha migliorato notevolmente in ogni settore la Societa ( e senza Società non si va da nessuna parte) dopo aver sentito persone che si gonfiano il petto per la più brutta figura rimediata dalla Tifoseria dopo la brutta notte dei rubinetti, dopo aver visto dare spazio a tifosi che nel periodo della Sampdoro non erano neppure ammessi in sede . ecco dop tutto questo e soprattutto dopo aver letto a fondo le parole del Presidente Ferrero e averne recepito il senso tottale non una sola frase e averne valutato l’impatto molto meno devastante ,sffermo e cnfermo che i tifosi della Sampdoria e segnatamente la Sud stanno avvicinandsi ahimè di molto al comportamenti degli altri a Genova e i risultati saranno anche peggio… Povera la mia Sampdoria…

    • El Cabezon scrive:

      Ce ne faremo una ragione, noi poveracci che abbiamo l’ardire di commentare le partite avendo al massimo solo frequentato i campi e gli spogliatoi di San Desiderio…

      • Maraschi scrive:

        Hai ragione. Ho frequentato per anni, a livello infimo (terza categoria) tutti i campi di Genova e del circondario (Branega, Sottocolle ecc,.) e commento quello che mi pare!

    • Sand66 scrive:

      Amen…

    • maurosampbolzano scrive:

      appunto un bel tacer non fu mai scritto, impara

    • Moussa Dembele scrive:

      Prima di andare a scrivere sul blog del Real Madrid, rispondi a questa domanda: “il più grande patrimonio della Sampdoria sono i suoi tifosi”. Chi lo ha detto?

  87. cerchiatodiblu scrive:

    x ambarabàciccicocco ,
    i saccentoni che giudicano tutti gli altri li detesto

  88. SANDOIA scrive:

    “Dispiace solo che la Samp passi come una società cattiva, quando invece abbiamo sempre dato dimostrazione del contrario, di educazione e rispetto degli avversari, vincendo anche Coppe Disciplina di cui mio padre era fiero. Con lui, forse, non si sarebbe arrivati a questa reazione generalizzata sugli spalti, e partecipata da altre parti dello stadio. Sarebbe stato meglio che non fosse successo, ma non siamo antisportivi”.

    Questo è solo uno stralcio di quello che Francesca Mantovani ha dichiarato sull’accaduto era presente in gradinata Sud :difficile valutare se sia più grande la fede nella Sampdoria o la sua umiltà.

  89. Hermwn scrive:

    D’altronde il messaggio esposto dalla gradinata sud In occasione della partita col Napoli era abbastanza chiaro noi ci abbiamo creduto l’anno prossimo credeteci anche voi Quindi una esplicita constatazione che ne mister ne squadra hanno mai creduto nella qualificazione Europea

  90. Daniele da Rapallo scrive:

    Spero facciano una buona squadra perchè, dalle premesse, dall’altra parte del bisagno sembrano alzare un pochino l’asticella.

    • Paolo1968 scrive:

      Onestamente il mio problema non sta al di là del Bisagno… diciamo che non è mai stato un mio problema, anzi me ne può fregar di meno.
      A me preoccupa che sia in atto di nuovo una certa rottura tra società e tifosi e pure tra tifosi stessi (questo blog ne è una dimostrazione lampante, qui non c’è solo esposizione di opinioni, vedo astio, rancore, poco rispetto… e non mi sottraggo).
      Il tutti contro tutti non porterà nulla di buono.
      Da parte nostra non vedo possibile cambiare la testa ad un signore di 67 anni che se non ha capito dopo 4 anni qual è il nostro ambiente non lo capirà mai. Se non ha capito che tacere sarebbe meglio nel 99% dei casi, non lo capirà mai.
      Concordo con la disapprovazione dei comportamenti (personalmente NON dell’operato societario), ma mi auspico non si facciano delle bibinate. Già così siam fin troppo sulla bocca di tutti in italia e non in modo positivo. Ci aggiungiamo le scemate di domenica sera… beh, fermiamoci lì, se ci riteniamo intelligenti

      • Fra Zena scrive:

        Paolo di solito sono d’accordo con te, ma stavolta non condivido le prime tre righe. È inutile sperare che i bibini scompaiano dai radar, ci sono e sono un rivale importante per noi, forse il più importante. Non nascondiamo la testa sotto la sabbia. Per il fragile Doria di questi anni la supremazia cittadina deve essere un obiettivo.

        • Paolo1968 scrive:

          Ma se io scrivo “che non è mai stato un mio problema”, al limite puoi scrivere che lo sia per te, non che lo debba essere per me….
          A me della supremazia cittadina interessa zero.

      • Marco scrive:

        Ferrero non c entra niente con la SAMPDORIA, bisognerebbe innanzitutto avere orgoglioso ed autostima, quel “signore di 67 a nni” avrebbe avuto lo stesso spazio di manovra in altre società? La SAMPDORIA merita ben altro ed accettare continui insulti e mancanza di rispetto dal suo proprietario(?) Non è certo la strada da seguire. Gli ultimi anni sono abbastanza positivi ma parecchio anonimi con un annata dove abbiamo rischiato concretamente la serie b contro avversari tipo Carpi e Frosinone.

        • Paolo1968 scrive:

          a onor del vero, c’è da dire che 2 anni prima di quel signore abbiamo centrato in pieno la B….

    • Fulvio Vassalli scrive:

      Ad agosto son sempre più forti. poi inizia il campionato.

    • Solosamp1946 scrive:

      Vabbe gli altri nel periodo abbonamenti ( da fine campionato all inizio di quello nuovo) comprano 100 fenomeni e sono forti tutte le volte…poi a ottobre inizio a contestare e a febbraio miracolosamente inizio a far punti e cessano le contestazioni.

  91. petrino scrive:

    l’ unico indispensabile e’ Pecini.
    Ha ancora 2 anni di contratto, ma, escludendo penali a suo carico per una risoluzione anticipata, puo’ dimettersi quando vuole.
    Bisogna vedere se la societa’ lo ” promuove”, sia a livello decisionale, sia a livello economico.

    Anche Sarri diceva di volersene andare, ma quando ADL gli ha proposto 4,5 mln. netti annui di contratto, ha detto che rimane a napoli. CVD.

  92. Tommy scrive:

    Leggo della crisi dei rapporti tra la Gradinata Sud e Mr Ferrero.
    Dopo un anno in cui si sarebbe dovuto festeggiare un buon piazzamento, ecco il veleno in coda della stagione (in cauda venenum).
    Ho sempre pensato che la nostra squadra è femmina e il suo ambiente spesso tocca vertici di masochismo.
    La lite generalizzata (direi quasi rissa tra Garrone, Marotta, Paratici, Del Neri poi Gasparin Cassano e Pazzini) e quest’ ultima nell’annata 2018, ne sono la testimonianza.
    Continuiamo così, facciamoci del male, direbbe Nanni Moretti. Solo che lui si riferiva alla misconoscenza della Sacher torte…

  93. Maurizio scrive:

    Caro Andrea,spero mi pubblicherai ,un doveroso messaggio di CONGRATULAZIONI ai nostri fratelli Gialloblu’ del Parma che ieri sono tornati in seria A centrando tre promozioni di fila..BENTORNATI!

  94. giovanni scrive:

    ciao andrea, mi lascio andare un pò ai ricordi…ed oggi mi pare la giornata giusta…19 maggio…ah, se ci penso ho i brividi ancora adesso…genova fasciata di blucerchiato, ovunque c’era del blucerchiato e quella la mattina percepivi l’attesa di quello che poteva succedere solo qualche ora dopo nello stadio, l’avvicinarsi al ferraris, quel sole splendente, quel vociare allegro e quegli occhi vivi che si sarebbero trasformati in lucidi e bagnati di gioia da li a qualche ora!!!…andre..ed allora sia io che te avevamo vent’anni, avevamo avuto l’incredibile fortuna di vincere uno scudetto con la sampdioria a ventanni con tutta la vita davanti…e quindi tutto mi sembrava possibile, dopo lo scudetto alla sampdoria cosa c’era di impossibile? nulla! si era raggiunto un Traguardo impensabile per i nostri nonni, per il mio papà che non ci credeva ancora nemmeno alla sera e mi confessò che quel 19 maggio ripensò commosso a quel giorno appena passata la guerra che lui bimbo di sette anni scelse subito quello “strano” blubianconerorossobiancoblu appena nato in mezzo a tutti gli altri bambini purtroppo bicolori…oggi possiamo dire che abbiamo visto come ciò sarà impossibile anche per i nostri figli e per qualcuno forse anche per nipoti, ma per noi era li e lo abbiamo davvero toccato ed assaporato…
    ecco senza andare oltre con le lacrime e le sensazioni a pelle, ti confesso che se potessi tornare indietro per una sola volta nella vita non avrei dubbi e fra tutti i giorni vissuti, tra matrimoni, donne, affetti, gioie, figli, ecc vorrei rivivere quella giornata e nessun’altra!
    e da qui si dovrebbe partire per volere bene al di la di ogni cosa alla Nostra Sampdoria e ciò al di la di presidenti, di giocatori, di gruppi, di schieramenti, e chi indossa quella maglia dovrebbe avere almeno un pò del nostro affetto verso di Lei….
    la pianto qui…mando un abbraccio a tutti i Sampdoriani, in particolare a te Andrea che ci hai sopportato e non dev’essere stato facile e spero vorrai emozionarti un secondo a riveder… le stelle ed a mamma Paola!
    ciao!

    • andrea.lazzara scrive:

      Il 19 maggio 1991 per un sampierdarenese come me fu poi un giorno particolare…il Tempietto di via Rolando fasciato di blucerchiato, i tir scorazzanti, e poi l’appuntamento. Partita alle 16 entrato alle 13….e poi…e poi sapere che mio padre e mia madre si erano comprati una bandiera nuova di zecca e si erano messi a bordo strada in via XX a festeggiare…. l’immagine di mio padre con quella bandiera mi fa piangere ancora adesso

    • Massimo Pittaluga scrive:

      vero allora eravamo tutti coetanei ahhhhhh. che periodo e che felicità. vero anche io ho cominciato a tifare samp quando si era in B e si sperava con mantovani di risalire. poi un decennio indimenticabile anche qualcosa in più sino al 94 95 eravamo sempre una delle migliori squadre italiane. ricordo anche l’anno del terzo posto con erikson e coppa italia. quella squadra era di fenomeni e non vinse il secondo scudetto per questione forse di stimoli e anche qualche aiutino alle milanesi. dico una bestemmia quella squadra li era ancora più forte di quella dello scudetto anche se non c’era la stessa atmosfera. oggi siamo lontani anni luce. intravedemmo una speranza quando con riccardo garrone e marotta si sarebbe potuto costruire una squadra di buon livello ma il buon beppe aveva per motivi di badget il freno a mano tirato. ora viviamo alla giornata e speriamo che la società (non ferrero) ma chi credo alla fine capisca qualcosa di calcio e di persone come romei e prade limitino le vendite ed investano a sufficienza per ridare al mr che ci sarà una squadra discreta. oggi è così ma non dobbiamo essere troppo negativi. come è arrivato Ferrero non è detto che in un futuro a medio lungo periodo possa cambiare qualcosa. mettiamoci un po di speranza dai che non sempre tutto rimane uguale. certo ci vorrà quantomeno del tempo ma un po di ottimismo non fa male. mio figlio ha quasi dodici anni, magari a 20 25 ci sarà un presidente diverso.

    • Marco scrive:

      E ci metto pure ,se l anno dopo 20 maggio avessimo vinto la coppa campioni, credo che la SAMPDORIA avrebbe riscritto una storia ben differente da come la conosciamo oggi.

      • maverick scrive:

        Eh già… molto probabile… quello era il rammarico più grande… sapere che non era una finale ma tutta la storia futura

  95. giovanni scrive:

    ed un bentornato al Parma in serie A!

  96. Marco scrive:

    La SAMPDORIA primavera si salva x il rotto della cuffia , perde a napoli ma grazie ai risultati degli altri campi scongiura i playout.

    Un sospiro di sollievo, ma urge un cambiamento repentino di rotta nell immediato futuro, per quasi tutto il settore giovanile.

    • petrino scrive:

      hanno mandato via pedone, Invernizzi.
      E i risultati sono stati questi. E dobbiamo ringraziare Pavan subentrato al carneade di roma, di cui mi sfugge il nome.
      Per cui teniamoci giampolo, il certo per l’ incerto,.

      • Maurizio Arcini scrive:

        Un disastro credetemi, bisogna vederli dal vivo quello che aveva la primavera prima, ora crea problemi anche all’altra leva che gli hanno dato. Dicevano che era un fenomeno a me sembra che io Liguria come lui ce ne sono molti, non c’è bisogno di andare a Roma a prenderli.

    • Fra Zena scrive:

      Bravo Marco, volevo scriverlo anche Io!

  97. El Cabezon scrive:

    Ehhh…Casa Samp:-)))
    Mio personale sarcasmo a parte, il piazzamento finale della squadra Primavera non è di fondamentale importanza, sarebbe meglio che ogni anno invece uscissero almeno un paio di elementi che possano far parte dell’organico della prima squadra nella stagione successiva…

    • Marco scrive:

      L Atalanta è prima o quasi in tutti i settori ed infatti sforna giovani potenziali campioni, Inter idem.
      Se sei sul fondo significa che hai ben poco da proporre.
      Ricordando che il salto primavera serie a è abissale.

DIFESA SOLIDA, ATTACCO BOOM: E LA SAMP VA

A Frosinone la Sampdoria si conferma. E confermarsi, nel calcio, è sempre più difficile che raggiungere un traguardo. Stadio nuovo

E ADESSO?

Premessa: come ha scritto un telespettatore stasera la Sampdoria non è un disastro (o meglio ,quella del primo tempo si,

PUNTI BUTTATI E FATTI EVIDENTI

Nella domenica calcistica più difficile per i tifosi genovesi, sospesi tra la passione per il pallone che alla fine prende

SI TORNA IN CAMPO, MA CON IL CUORE GONFIO DI DOLORE, RABBIA E ANCHE TANTO ORGOGLIO

Amici di Samplace, non avrei mai pensato, nessuno di noi avrebbe mai pensato di vivere giornate come queste. Avevo scritto