LA LUCE SI E’ SPENTA

18 mar 2018 by andrea.lazzara, 435 Commenti »

Faccio davvero fatica, anche questa settimana, a trovare le parole per spiegare come ho visto la partita della Sampdoria. Negli occhi e nelle orecchie ho ancora la Gradinata Sud che ha cantato per 90 minuti, anche sul 5-0. Nel cuore e in classifica però, domina l’allucinante sequenza di schiaffi incassati, non solo nel pomeriggio di pioggia del Ferraris ma anche, sette giorni prima, a Crotone. Credo che rivendicare il diritto di criticare non sia un delitto di lesa passione per nessuno: i sampdoriani, come tutte le persone umane, reagiscono come meglio credono ai momenti difficili. Per fortuna, dico io, perché se fossimo tutti uguali sai che noia! E allora da 8 (come da inconsueto voto che ho assegnato in pagella) sono i tifosi, da 4 tutti i giocatori (inutili i distinguo in un’occasione simile). Ma dire che in questo momento le cose non vanno bene è talmente palese che è dovere di un cronista ( e anche di un sampdoriano) esprimere i propri umori, i propri sentimenti e anche le proprie critiche. L’amore si manifesta anche così. E allora ecco il titolo: il black out, la luce che si è spenta a mio giudizio è mentale, motivazionale più che fisica. E Crotone è stato uno spartiacque: questi giorni dopo il ko allo Scida non sono, evidentemente, serviti a Giampaolo per motivare a sufficienza una squadra che sembra non credere più a quel salto di qualità che abbiamo auspicato anche a Gradinata Sud. E che, di conseguenza, “sbraca”. Ho letto da qualche parte su Facebook un amico che faceva un ragionamento sul fatto che, di solito, nella vita professionale, quando hai vicino un obiettivo di grande importanza sei portato a dare il 101%  (anche se, magari, stai trattando con un’altra azienda per un posto meglio retribuito) mentre nel calcio, a volte, capita il contrario. Giampaolo, in sala stampa, ha fatto intendere che nei prossimi giorni ripartirà da zero e toccherà anche a lui (e ci mancherebbe altro!) offrire ai suoi giocatori gli elementi per riaccendere la luce. Ma anche le parole sul mercato fanno riflettere: ho la sensazione, ad esempio, che a gennaio sia stato un bene non aver venduto nessuno ma che un elemento almeno (per esempio per sostituire l’allora infortunato Praet, uno dei pochi che oggi ci ha almeno provato) Giampaolo se lo aspettasse. Che poi quest’anno il progresso rispetto allo scorso anno e nonostante le cessioni, ci sia stato è un dato di fatto: ma come spesso si ricorda, non sempre può andar bene. Il riferimento, poi, alla prossima stagione è emblematico anche di quello che teme il mister e che ricorda molto le parole post derby dello scorso anno (non starei a dilungarmi troppo sull’aspetto tattico, stavolta. Sappiamo tutti che qualche volta sarebbe il caso di mutare un po’ il dogmatico modulo di gioco ma, oggi, importa davvero questo? ). E qui veniamo al tema degli stimoli: è inevitabile che le sirene del mercato suonino e che nessuno faccia nulla per, in qualche modo, zittirle (le dichiarazioni del manager di Torreira sono state illuminanti in tal senso). E poi metteteci anche i Mondiali. Bene, detto questo la Sampdoria viene prima di tutto e la società lo sa bene anche perché rischia di veder depauperato il proprio patrimonio). Apro anche una piccola parentesi arbitrale: rigore per me un po’ dubbio ma proprio per questo far sentire la propria voce sarebbe necessario visto l’imminente delicato passaggio stagionale. Così come diventa indispensabile che qualche giocatore tenga la testa sul collo sempre: l’amico Mauro Bergonzi mi ha mandato un breve filmato che evidenzia un tocco di mano di Murru in area, a braccia non attaccate al corpo. No replay, non visto :meglio così ma con i precedenti che tutti conosciamo mi domando perché un giocatore di serie A debba fare queste cose. Chiudiamo con gli obiettivi (scusandomi se mi sono dilungato): la Sampdoria ha fatto un grande campionato ma, in 8 giorni, ha dilapidato buona parte del suo patrimonio non di classifica ma di energia morale. Ed è un delitto assurdo. Sei li e anche se andrai al Milan, al Chelsea, al Manchester City, al Cippa Lippa, se farai i Mondiali devi pretendere da te stesso prima di tutto di ottenere il massimo per raggiungere l’obiettivo più alto possibile (in questo caso l’Europa). E’ evidente che la Sampdoria ha fatto benissimo, è evidente che qualcosa è a lungo girato per il verso giusto, è evidente che la rosa è corta con pochi rincalzi affidabili ( a Verona, Milan o non Milan, vorrei rivedere Strinic). I 15 giorni fino alla sfida contro il Chievo (che come sapete temo particolarmente) devono servire a tutti, società, allenatore, giocatori, per trovare non so dove (lo sapranno loro!) le risorse andare verso un finale dignitoso e possibilmente vincente di campionato. Lo devono soprattutto a quei tifosi che sotto la pioggia e sotto di 5 reti non li hanno mai abbandonati con la loro voce. E anche a quelli che sono andati a casa mugugnando in silenzio e magari, adesso, non parlano con la moglie o il marito, con gli amici, i figli perchè troppo incavolati. Ognuno soffre a suo modo ma tutti vogliono che quella luce che si è spenta, si riaccenda al più presto. Se lo meritano e non si meritano di essere presi a schiaffi come in questo plumbeo pomeriggio del Ferraris.

435 Commenti

  1. Alex scrive:

    Peggio l’intervista di ferrero o la linea difensiva di giampaolo?
    Via tutti! La Samp ai Doriani! Viva Volpi!

    • petrino scrive:

      Magari arrivasse Volpi. Se vuol vincere qualcosa nel calcio e far si che il suo nome dica qualcosa agli italiani e’ meglio che se ne vada dall Spezia, anche perché “vinceranno sempre l’ anno prossimo”.

      • fabio scrive:

        Volpi l’ha detto chiaro e tondo che non è interessato alla sampdoria, inoltre ha già una valanga di problemi di suo….

        • petrino scrive:

          nel recente aumento di capitale di banca carige ha sborsato 6 milioni di euro. Se i problemi sono questi !!!!!

      • Tommy scrive:

        Non so se Volpi ha detto questo, ma lui e Gozzi non li sopporto. Se erano veramente sampdoriani dovevano buttarsi a pesce per comprarla e invece sono solo due tiepidoni che mi fanno anguscia.

  2. Daniele da Rapallo scrive:

    La tua analisi fa una fotografia precisa… ma purtroppo tutto l’ambiente (anche chi dovrebbe conservare maggiore razionalità) si è gonfiato di un appetito arrivato mangiando, che oggi l’allenatore con dichiarazioni oggettive ha smontato. Partiamo però dai punti fermi, altrimenti ci si perde dentro l’irrazionalità di questo sport.

    1) Come più volte hai affermato, spesso il monte ingaggi delle squadre ne rispecchia poi la classifica finale, con le dovute sorprese positive o negative. La Samp è, mi pare. all’ottavo posto e credo che alla fine dovrà lottare per quello.

    2) Vengono al pettine quelle lacune reiterate che la società ha commesso in campagna acquisti anche a Gennaio. La più significativa che ancora incide è stata quella di non prendere un terzino destro in più (come l’Atalanta ci soffiò Ilicic, la Fiorentina ci soffiò quel Laurini) che ora pesa veramente tanto. Se Berezinsky non c’è arriva il buio a destra (anche se oggi non è quello il motivo)….rimane poi il mistero Strinic.

    3) L’allenatore è bravo e considerato tale da tutto il mondo degli addetti ai lavori, ma ovviamente ha qualche limite denotato dalla sua carriera (che sta sbocciando qua). Forse è un buon professore di calcio ma non tanto motivatore e un pò rigido.

    4) Eviterei di continuare a parlare di Europa…obiettivo per il quale bisogna essere attrezzati. Ricordando le imbarazzanti uscite di scena degli ultimi anni passando per un preliminare di Champions buttato al vento fino ad arrivare al Vojvodina con Zenga. Onorerei invece le partite di “Coppa Italia” che da troppi anni a questa parte la Samp decide di snobbare (al netto di dichiarazioni opposte) compreso quest’anno. Se proprio vuoi l’Europa, raggiungila tramite un trofeo tangibile e ricco di storia per noi.
    E’ impossibile poi raggiungere chissà quale traguardo se tutti gli anni sei costretto a vendere più prezzi pregiati. Pensiamo solo a chi andrà via questa estate…

    5) Analizzare le ultime due partite è difficile se non si è addetti ai lavori. E’ chiaro che si tratta di un problema mentale e che molti di questi giocatori non hanno come caratura tecnico mentale. Quando il gioco si fa duro, dovrebbero iniziare a giocare i duri. Per altro a me hanno dato impressione di essere fermi sulle gambe. Siccome i campionati si vincono in primavera, non vorrei vedere cali fisici dovuti ad errori di preparazione fisica.
    Eviterei, per altro, ulteriori buonismi su fischi o meno. Ora li meritano.

    Infine lasciami fare un plauso a Barreto che, fresco di rinnovo, ha provocato un rigore e fatto un assist ad Icardi, oltre a farsi male. Davvero notevole…

  3. Aston scrive:

    Quindi il problema sono le motivazioni. Prendo atto e dissento completamente. Mi pare un’analisi sbagliata. Il problema, principale, è il signore in panchina che dimostra limiti di adattamento e di interpretazione elevatissimi. Da noi è stato molto fortunato ottenendo risultati superiori ai meriti. Siamo salvi e ne siamo felici ma è chiaro, spero se non a tutti almeno alla dirigenza, che la storia con Giampaolo debba finire al termine di questo campionato. Queste disfatte per intenderci non sono colpa di sala e murru

    • andrea.lazzara scrive:

      In due anni non può avere avuto solo fortuna, dai. E, comunque, non sarà colpa solo di Sala e Murru, ma se oltre gli 11 titolari hai pochi cambi all’altezza…

      • Edoardo scrive:

        E se non c’hai i cambi all’altezza allora a maggior ragione devi fare un gioco più semplice e un po’ più difensivo no???????????

        Scusa Andrea, ma quest’oggi anch’io dissento completamente dalla tua analisi e poi dai lasciamo stare questa storia del sesto/settimo posto che quest’anno la Serie A se ci togli Juve e Napoli equivale alla Serie B degli Anni 80/90, è da novembre che facciamo pena e se siamo ancora lì (credo per poco) è più che altro per i demeriti altrui, vedi Torino e Fiorentina che hanno ceffato l’annata, il Milan che si è svegliato tardi e l’Atalanta che ha lasciato punti qua e là a causa degli impegni europei, la tattica di gioco di Giampaolo va bene per il Subbuteo o quando c’ha una rosa tipo Real Madrid altrimenti sono più i danni che il profitto…

      • Aston scrive:

        Non fortunato… molto fortunato. I dati statistici dei legni colpiti contro di noi dalle squadre avversarie mi pare possano rappresentare un primo elemento di giudizio. Se poi non fosse sufficiente invito a rivedere con animo obiettivo le seguenti tre partite giocate in casa: Chievo, Atalanta, Udinese. Aggiungo poi che è di una cocciutaggine al limite dell’ incredibile. E dice sciocchezze qual è quella che un difensore deve apprendere per sei mesi prima di poter assimilare il suo sistema di gioco. Ma ci rendiamo conto! Quella delle motivazioni e delle voci di mercato è una motivazione inconsistente. Tutte le medio piccole hanno le stesse problematiche. Invito a considerare quale esempi9 la posizione di spinazzola nell’atalanta. La verità è che l’ Allenatore mostra tutti i suoi limite. Le sue dichiarazioni oggi possono solo giustificarsi se ha la consapevolezza che non sarà al suo posto il prossimo anno. Nessuno gli ha mai chiesto alcunché. Personalmente chiedo solo di non fare figuracce che rimangano in negativo nell storia del club.

        • Edoardo scrive:

          Concordo pienamente, era meglio vincere qualche partita in meno con le big, fare qualche pareggio in più ed evitare certe figuracce che ahimè resteranno per sempre nella storia del club…

      • Stefano 1970 scrive:

        Hai centrato una parte del problema ovvero i “rincalzi”.

        Non capisco se sia una scelta stretegica (ingaggiare Rispoli o Romulo al posto di Sala non credo sia fuori dai budget aziendali ma posso intuire che non siano investimenti che portano ad un valore aggunto nel breve/medio periodo) o mancanza di una visione su quello che vogliono essere.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Criticare ora temo sia inutile , Giampaolo ha fatto capire chiaramente che con questa rosa riuscire a fare meglio dell’anno scorso sarebbe un miracolo. Tolto zapata abbiamo una una rosa da salvezza tranquilla nulla di più, le parole del tecnico sono fin troppo chiare. Se caprari e verre non ne vincevano una a Pescara, capezzi e Ferrari a Crotone anche, se rinnovi a due vecchietti e fai partire i migliori, la risposta è troppo scontata. Ma oggi almeno vado a casa sempre di più orgoglioso di essere uno di quelli che la sostengono sempre anche sotto di 5 goal, siamo unici a dir poco, a parte qualcuno che sta sempre con le mani in tasca e le tira fuori per imprecare o fischiare contro i nostri giocatori. Non so ma cantare quando si vince è bello cantare quando si perde è stupendo grazie ragazzi della sud

      • aston scrive:

        Ma .. guarda. Intanto a me Giampaolo non convince da un pò come puoi verificare da miei post E poi mi pare che si tratti di capirsi. Io non sono particolarmente deluso ed indispettito se la samp perde diverse partirte nel corso del campionato; ci stà. Il nostro obiettivo ragionevole è un campionato tranquillo.
        Io sono molto amareggiato quando veniamo travolti . Questo accade troppo spesso. I singoli in questo ci entrano poco.

  4. petrino scrive:

    Partita fasulla e scansasamp ridicola.
    Oggi contro la samp avrebbe segnato anche gambadilegno.
    Abbiamo preso 9 goal e 2 relative sconfitte, penso record negativo nazionale, da 2 squadre, di cui una a rischio retrocessione e l’ altra che si arrabatta per andare in C.L.

    Guarda che caso
    Ricordo che fino a domenica scorsa spalletti dichiarava che la sua squadra era senza qualita’. Oggi di colpo la qualita’ e’ salita a mille.
    Ai tempi miei, quando c’ erano meno soldi, ma piu’ onorabilita’,la gradinata aspettava gli undici eroi fuori in via del piano o corso de Stefani per dirgliene quattro, per essere educati.
    Oggi invece per il politicamente corretto gli applaudono.
    Sono tutti bolliti e scoppiati. Siamo la terza peggior difesa della serie A.
    Sul primo goal ferrari invece di saltare di testa, si e’ abbassato, chinato, cosi’ da lasciare colpire al meglio icardi. Era l’ antipasto.
    Il colpo di barreto l’ ammacaffe’. e gli hanno rinnovato il contratto !!!!!
    A verona con il chievo non abbiamo nessun obbligo??????

    • Edoardo scrive:

      Pare che Ferrari andrà pure in Nazionale, pensa te il livello del calcio nostrano a che abissi è arrivato…

      • petrino scrive:

        e’ stato convocato, poi bisognera’ vedere se gioca. .

        • Edoardo scrive:

          Spero proprio di no…

          • Michele G. scrive:

            E perché mai sperare di no?! Fosse mai che, rivendendolo, non si rifacciano dei soldi spesi per prenderlo! Basta la sola convocazione. Certo, se poi dovesse davvero giocare e fallire, beh, allora temo che avresti ragione tu!!! :-)

  5. Aldo Versilia Blucerchiata scrive:

    Troppo facile dichiare a Gennaio,”e’ stato un grande mercato perche’ non e’ partito nessuno dei migliori”salvo poi rimangiarsi tutto quando le cose vanno male.Il “maestro” di calcio ha fallito perche’ ha dimostrato di non saper infondere mentalita’ vincente,equilibrio e fiducia ai suoi calciatori.Con l’Inter si puo’ perdere a Marassi ma non in quel modo orribile e passivo.la famosa linea difensiva del “maestro” che fine ha fatto?9 gol incassati tra Crotone e Inter peggior sconfitta di tutte le ere(voi ricordate 4 gol subiti nel primo tempo a Marassi?)Unica squadra ad aver dato 6 punti a Benevento e Crotone,mi fermo qui e dico:A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca..sono reali queste sconfitte oppure piolotate?Ai posteri l’ardua sentenza..non vorrei che ci trovassimo l’ufficio inchieste alle calcagna tra qualche mese..mi sembrano troppo strane queste sconftte clamorose ed improvvise.

  6. Disraeli scrive:

    Esonero imnediato!!! lSeconda umiliazione consecutiva…nove gol subìti in due partite.
    Per non parlare del portiere tifoso oggi da lega pro: 2 metri fuori sul 1 gol e uscita da comiche su Icardi…manco in parrocchia si esce così…ah bè ma para i rigori…
    Come da copione le squadre di Giampaolo mollano indecorosamente a marzo.
    Addio Europa.
    Cacciatelo: non è possibile giocare sempre allo stesso modo, è
    assurdo.
    Ora per molti l’Inter sembra il Barca ma il problema è il nostro gioco monotematico, monolitico…mai mai mai mai mai un diversivo.
    Cosa ha fatto l’Inter di speciale oggi? Ha coperto il campo in ampiezza, ha chiuso in fase passiva al centro, ha messo uno fisso su Torreira e ha sfondato sulle fasce.
    Noi il solito tedioso e inoffensivo tic tac più fumoso del solito grazie al pressing avversario alto.
    Aggiungiamo una condizione fisica precaria grazie ad un gioco eccessivamente dispendioso soprattutto per i 3 centrocampisti.
    Schiera un terzino che da subito aveva problemi, poi mette Barreto e dopo una vita si accorge che forse era meglio mettere subito Regini a destra.
    Come sottolineato anche da Adani la Samp concede praterie ed occasioni da inizio campionato e spesso è andata bene.
    4 gol a Udine, 3 a Bologna, 3 a Benevento, 4 a Crotone e 5 oggi.
    E mai si impara dagli errori ma persevera con una presunzione inaccettabile.
    E si osa ancora criticare la società, che sta lavorando magnificamente, senza mai mai mai fare autocritica: me se non gli sta bene…perchè non si dimette?
    Peccato, l’Europa è andata.
    Spero che l’avventura alla Samp di questo mediocre allenatore, il curriculum non mente, si concluda quest’anno.
    La Samp non merita queste umiliazioni.

    • Alup scrive:

      Sono pienamente d’accordo con te,via subito un mister arrogante, testardo nelle sue scelte ed incapace di motivare la squadra verso alti traquardi

    • robmerl scrive:

      d’accordissimo: squadra pluriumiliata, allenatore esonerato. E basta con le bubbole sul problema mentale: questi sono cotti e pensano chi al mondiale chi al prossimo squadrone in cui andare a guadagnare gli zirilioni
      Come rimpiango la samp-operaia degli arnuzzo, rossinelli ecc. onesti pedatori ma attaccati ferocemente alla maglia!

      • Edoardo scrive:

        Nel calcio come in molti altri sport (ad esempio la boxe) non c’è più la “fame” di una volta, sei un mediocre, arrivi in Serie A coi punti della Miralanza e in un paio d’anni ti sistemi per tutta la vita, c’è gente che corre 1 partita su 3 quando va bene e a gennaio sono già tutti in vacanza coi nuovi contratti, ormai i Salvi e i Cristin possiamo pure scordarceli ma se lo dici ti danno dell’antiquato o addirittura del bibino, dunque diciamolo sì ma sottovoce che maniman eh…

    • Maurizio Arcini scrive:

      Anche a me il mister non convince, ma temo non sia una questione tattica, forse è fisica, ma abbiamo una rosa da mani nei capelli, dopo le dichiarazioni di Giampaolo o lo mandano via perché ha detto la verità, oppure il colpevole non siede in panchina. Siamo l’unica squadra che ha una rosa che può fare solo un modulo 3 trequartisti, quindi….

      • Paolo1968 scrive:

        é la stessa squadra con cui ha riscosso gloria con Juve, Milan, Roma, Fiorentina, Genoa…. allora andava bene.
        Io non parlo di tecnica e di tattica, perché ritengo di non capirne nulla.
        Ma posso parlare di passione, cuore, grinta, motivazione, professionalità e onestà intellettuale (non di attaccamento alla maglia, concetto che nel calcio di oggi mi fa sempore ridere… amaro, ma ridere).
        Ho sempre difeso Giampaolo, ritenendolo un ottimo allenatore con evidenti problemi a gestire la tensione dei giocatori in trasferta. In due anni ho quasi sempre visto una squadra tosta, unita, con un gioco preciso e sprazzi di ottimo calcio.
        Ma non accetterò mai il comandante che finchè va bene, bene , poi a fine marzo scopre di avere un equipaggio scarso che gli impedisce di navigare a gonfie vele, come ha fatto fino a qualche settimana prima.
        Troppo facile addossare le colpe alla società, che in realtà non sta operando così male.
        E non riesco più ad accettare squadre che a fine inverno tirano i remi in barca, chi tranquillo di aver rinnovato cospicui contratti, chi sereno di averne firmato di nuovi ancora più cospicui, chi fiducioso di farlo. Tutti comunque felici che i tifosi continuino a cantare fino al 90° con 5 pappine sul gobbone.

      • aston scrive:

        Alvarez solo per Giampaolo è un trequartista. E’ un , modesto, attaccante esterno.

      • Fra Zena scrive:

        La posizione di classifica che abbiamo avuto fino a qualche settimana fa non rispecchia il nostro valore, questo è ovvio. La società ha sbagliato a gettare benzina sul fuoco dell’entusiasmo parlando di Europa League quando evidentemente ci sono squadre superiori. Detto ciò prendere queste imbarcate non dipende dalla società, ma dai giocatori e soprattutto dal mister. 9 gol in due partite sono segno di un’armonia che non c è più, inutile parlare di questioni tecnico tattiche e di valore dei singoli giocatori se l’allenatore ha perso la squadra. Giampaolo nelle imbarcate delle ultime settimane è il primo responsabile

    • SkyWalker scrive:

      Concordo , molte partite in casa si sono vinte o pareggiate dopo che gli avversari si sono mangiati tante facili occasioni . Questa sqaudra non sa’ mai chiudere bene gli spazi a centrocampo e concede troppo in difesa , sopratutto all’esterno dell’aria dove i nostril prendono sempre delle rumbe mostruose !!
      Se questra squadra svacca nelle prossime 10 partite bisogna montare una campagna x fare esonerare l’allenatore ! Questo e’ il twitter link di Ferrero : https://twitter.com/unavitadacinema

      • andrea.lazzara scrive:

        SkyWalker, per curiosità. Faccio a te e agli altri tre domande perchè potrebbe essere un utile spunto di discussione: 1) se esoneri Giampaolo preferisci un traghettatore fino al termine della stagione o un allenatore con il quale progettare anche la prossima stagione? 2) se non si tratta di un traghettatore, che caratteristiche dovrebbe avere? 3) qualche nome gradito?

        • aston scrive:

          Non mi pare il caso di esonerare subito Giampaolo, mi pare il caso di programmare la prossima stagione con un allenatore diverso.

          Il mio massimo è l’odioso Gasperini: impossibile. Guarda Ti faccio un nome low cost esonerato quest’anno e che ha un passato, che non è facilmente digeribile, del quale però ho apprezzato il lavoro fatto : Davide Nicola. Non conosco allenatori in B e neppure esteri abbordabili.

          • andrea.lazzara scrive:

            Credo che Nicola sia impraticabile per ovvie ragioni. Su “Daddi” metto la mano sul fuoco umanamente: vicino di classe alle superiori, ragazzo già all’epoca serissimo e che ha saputo con grande forza d’animo risollevarsi dall’enorme tragedia che lo ha colpito. (attenzione, è solo una mia descrizione di Nicola non è lo sponsorizzare una candidatura che credo, francamente e per molte ragioni, quasi improponibile)

        • Stefano 1970 scrive:

          1) Giampaolo lo puoi anche tenere fino a fine stagione SE al contempo prospetti ai tesserati un cambio di rotta che non li faccia propendere per “cambiare aria” immediatamente

          2) Se cambi ora o a fine stagione occorrerebbe trovare un allenatore che gioca 4-4-2 o 4-4-1-1 visto che per giocare (con profitto) a 3 in difesa o a centrocampo il tasso tecnico è troppo superiore a quello della rosa attuale.

          3) Bella domanda. Diciamo che propenderei per quegli allenatori che hanno dimostrato nelle categorie inferiori di riuscire a blindare la difesa mantenendo il gioco costruttivo.

        • Marco scrive:

          Si dovrebbero multare i giocatori , che sono strapagati anche dopo certe figure

        • SkyWalker scrive:

          Andrea grazie della considerazione .Non dico di esonerarlo subito ma se si continua con questo trend x le ultime 10 partite , allora cercherei alternative. Niente di personale contro Gianpaolo che reputo una buona ed onesta persona, ma anche lui si deve rendere conto che il suo curriculum fino a qui e’ stato molto mediocre. Una serie infinita di esoneri e direi solo un buon campionato con l’Empoli 2 anni fa’ ed uno discreto con noi l’anno scorso. Per questo motivo non puo’ continuare ad incapponirsi nel voler prioratizzare sempre e comunque il suo gioco a discapito del risultato .La Juve gioca male e vince ! Il Tottenham ha giocato molto ma molto meglio le 2 partite di champions ma e’ passata la Juve con due giocate dei suoi fuori classe . Noi non abbiamo i fuori classe e non siamo il Barcellona ! Vorrei tanto che il nostro mister imparasse come si vince in trasferta con le piccole da Ballardini o anche da Mihajlovic che a volte quando chiedeva la vittoria in trasferta contro squadre alla nostra portata (tipo un Chievo-Samp 0-1 goal di Eder o Verona-Samp 1-3 ) riusciva ad ottenerla . Per ottenerla devi saper chiudere bene gli spazi , lottare su ogni palla ed essere cattivo sotto porta, non importa fare il gioco del Barcellona a Benevento o Crotone !
          Infine voglio dire che lui qui si gioca un bel pezzo del suo futuro , se fa’ bene da noi magari fra un anno o due va’ in una sqaudra piu’ blasonata se fallisce onestamente bisogna vedere quante altre chance avra’ ad allenare ad alti livelli.
          Onestamente preferirei che la squadra avesse dei risultati positivi x le restanti 10 gare e magari arrivasse 7 e che Gianpaolo fosse riconfermato perche’ ritengo importante la continuita’ ed avere un proggetto.
          In caso contrario in questo momento non saprei quali nomi fare .
          Allenatori alla nostra portata con un discreto curriculum mi sembrano al momento per lo piu’ occupati : Gasperini ( ovviamente da noi non viene), Mazzarri (da noi ha fatto piu’ che bene), Iachini ( c’e il fattore feeling ma in Serie A ha avuto risultati altalenanti), Maran ( con il chievo sempre bene a parte quest’anno), Guidolin (attualmente libero).

        • piero scrive:

          1) l’esonero ormai non serve a nulla. I giocatori sono quelli. Bisogna dar loro la sveglia facendogli capire che la stagione non è ancora finita.
          2) più che altro io propenderei per far capire all’allenatore di cambiare modulo. O difesa a 3, oppure un 442 in modo da infoltire il centrocampo e concedere meno spazi alle altre squadre. Il trequartista serve solo quando fa davvero la differenza, altrimenti è solo un uomo in meno.
          3) nel caso di cambio allenatore l’anno prossimo ci vorrebbe un buon motivatore e uno che sappia cosa vuol dire sudarsi le partite alla faccio del tiki taka. Mi piace un sacco Maran. Iachini loo porterei a Genova in spalletta. Guidolin anche secondo me non sarebbe male. Altri nomi non ne vedo…

    • SkyWalker scrive:

      Gianpaolo da esonerare subito ! Twittate Ferrero !
      https://twitter.com/unavitadacinema

    • Heisenberg scrive:

      Ti quoto in tutto… Non avrei saputo spiegare meglio il concetto espresso.

    • ROBYLEVANTE scrive:

      Da come parla Giampaolo assomiglia più a un filosofo che a un maestro di calcio……

  7. Luca scrive:

    Ciao Luca parto dal mio arrivo a casa alle ore 14 (si perché ho abbandonato lo stadio nauseato sul 5 a 0!) volevo portare mio figlio allo stadio perché convinto di vedere una bella partita ( soprattutto della Samp dopo l’ignobile spettacolo di Crotone) il che non vuol dire convinto di vincere ( avrei accettato anche una sconfitta ma non onore ) fortunatamente mio figlio non e’ venuto e appena entrato in casa sorpreso dall’orario insolito del mio rientro alla domanda “cosa abbiamo fatto” ho risposto ” pena , scusa hai fatto bene a stare a casa” !!!!!! Vergogna da parte di tutti giocatori , indegni di giocare con i nostri colori qualunque sia la motivazione per queste due partite NON giocare Quagliarella potrebbe stare zitto invece che andare in sala stampa a dire cretinate ) Gianpaolo ” il maestro” troppo presuntuoso per mettere Strinic e poi troppo facile dire ” se tutto gli anni mi vendono….” Per ultima la Società ! Come fa un presidente a 12 partite dalla fine a parlare già di Torreira qui , Torreira la ( dare soldi vedere cammello) “mi hanno chiesto Linetty , Praet e non solo!” Come si fa ? Questi pensano solo ad incassare e basta ( qui il mister dice una sacrosanta verità!!!) e per ultima cosa chiedo a te Andrea visto che c’è chi continua a chiedere maggior partecipazione dei tifosi allo stadio di dire a queste ” persone” che a volte spendere 50/60 euro per certe famiglie rappresenta un grosso sacrificio ( non tutti siamo senza problemi economici come chi ….) e molto spesso ahimè lo spettacolo offerto dai nostri giocatori sono quelle di Crotone, di oggi !!!!! A proposito mi aspetto dai soliti di essere ” accusato” di essere un pennuti, un catastrofista, un ” tema contro” beh sono proprio curioso di vedere cosa scrivono questi signori dopo cquesti due spettacoli ignobili ! Grazie Andrea e scusa lo sfogo

    • andrea.lazzara scrive:

      Ecco, Luca, capisco la rabbia, capisco tutto…ma dire di stare zitto a uno che ha fatto 17 gol a 35 anni e non so quanti assist mi sembra un tantinello eccessivo. Però, ripeto capisco il tuo, capisco gli sfoghi di tutti, capisco chi non la pensa come me (anzi, ne sono felice!). Vi invito, comunque, a usare (non c’è un riferimento particolare a un messaggio eh..è…preventivo) termini appropriati, a non fare allusioni che possono, alla fine, danneggiare solo voi ( e anche chi mette a disposizione questo spazio). Vi ricordo, lo faccio semrpe ma è il caso, che un blog è uno spazio pubblico e dunque soggetto a certe regole. Abbiamo preso 9 gol in 2 partite, 8 in 135 minuti, umiliati, derisi; ma, come diceva mastro Vuja…testa fredda!

      • petrino scrive:

        a vedere questi scempi nonno Vuja si rivolterra’.
        Vorrei ricordare che fu allenatore del real madrid, tra le tante squadre, e pertanto ce ne corre da Giampaolo. Con tutto il rispetto.

        • andrea.lazzara scrive:

          Petrino, proprio non ci capiamo o non vuoi capire. Ho fatto una citazione su Boskov che non è contestualizzata con la situazione. E’ una sua frase usata ormai anche in molti altri ambiti: posso usarla o devo chiedere il permesso?

          • Edoardo scrive:

            Resta il fatto che il vero “Maestro” semmai era il Vuja e non certo Giampaolo…

          • andrea.lazzara scrive:

            Mi pare che io non lo abbia mai definito maestro. Mi pare che l’italiano sia univoco in questo caso. La rabbia di qualcuno verso il tecnico è fortissima e ci sta, nel senso che ognuno se la prende con chi vuole. Una domanda, come dice sempre un ex giocatore come Domenico Arnuzzo: ma i giocatori, responsabilità, mai?

          • Paolo1968 scrive:

            La dote più grande di Vuja era l’umiltà unita alla capacità di plasmare un gruppo che lo considerava come un papà da rispettare.
            L’umiltà negli allenatori adesso è dote sconosciuta. E senza paragoni o polemiche.
            Mi rendo conto di aver avuto una fortuna incredibile a vivere nei miei anni migliori una Samp fatta soprattutto di uomini di spessore ENORME, a prescindere dai risultati ottenuti.

          • Marco scrive:

            O i giocatori hanno girato le spalle a Giampaolo( Zapata che doveva essere multato e Ramirez sostituito dopo 30 minuti scarsi) oppure il problema è con la società.
            Prestazioni vergognose come le ultime 2 ( ma anche contro il milan e l udinese avevamo disputato gare opache) sono segnali preoccupanti, qualcosa si è rotto.
            Anche le stesse dichiarazioni dell allenatore sono chiarissime.
            Ferrero vuole vivere di mera speculazione pensando che Barreto Quagliarella Silvestre possano giocare in serie A fino a 40 anni.
            Riusciamo a buttare al vento un altra stagione.
            Fu cosi con mihailovic poi con Montella idem l anno scorso ed ora facciamo 4. Finali di stagione imbarazzanti

      • Michele G. scrive:

        Vuja è stato il miglior allenatore che abbiamo mai avuto, secondo me. Alle sue spalle aveva il miglior presidente che abbiamo mai avuto, sempre secondo me. Inoltre, a quel tempo, erano i giocatori che volevano venire da noi e quelli che già c’erano, non intendevano certo andarsene. E i procuratori, autentica gramigna del calcio d’oggi, rimanevano fuori della porta. Purtroppo, la sorte ci ha privato prematuramente del grande Paolo Mantovani e quel che è accaduto dopo è noto a tutti.

        • petrino scrive:

          Dopo Wembley e’ tutta un’ altra storia.
          Abbiamo avuto l’ Immortale per 14 anni. Non lamentiamoci.
          Escluso iuve, milan e inter nessuna squadra ha avuto tale privilegio per tutti questi anni.

      • giuliano farnetani scrive:

        Magari VUJA

    • petrino scrive:

      e ci sono persone che lo tengono in palmo di mano.Dovrebbe solo e sempre tacere.

      La vera guida di questa societa’ e’ lo Studio legale DBL, di cui l’ avv. Romei e’ uno dei titolari, composto da oltre 20 professionisti a Roma e Milano, specializzato in amministrativo e societario e oltre.

  8. aldo scrive:

    se oggi l’inter avesse giocato contro il Benevento il risultato finale sarebbe stato senza ombra di dubbio diverso….credo che oggi nel campionato di serie a e b non esista altra squadra con personaggi come quelli che compongono la nostra squadra….sto aspettando interventi significativi dalla dirigenza…oltre le parole vorrei seguissero i fatti…l’indignazione va bene ma deve essere accompagnata da sonore multe e ritiri punitivi….qualcuno farà notare che di conseguenza i nostri eroi potrebbero creare problemi e non impegnarsi a fondo….credo ciò eventualmente non sposterebbe le prestazioni fornite in queste ultime domeniche…il tifoso deve fare il suo e quindi incitare ma credo che abbia il diritto di non essere preso in giro…ed ultimamente su quello si è esagerato…

  9. Luigi scrive:

    Ognuno ha le sue idee e rispetto chi non la pensa come me ma la cosa che oggi mi ha fatto venire il vomito è stata quella di assistere a una scena deplorevole e meschina ovvero applaudire e cantare con questi pseudo giocatori venuti sotto la sud. Ho sentito anche i fischi quello si ma tutto il resto è da schifo dopo quarant’anni che seguo la Samp mai mi sono vergognato tanto 9 gol in una partita e mezza senza mai tirare in porta e ora parlate pure di settimo ottavo posto per me può pure andare in lega pro’ una società senza dirigenti senza attributi anzi i dirigenti li ha eccome ma per fare bisness.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Non venire più a marassi vai a san Siro se vuoi vedere vincere sempre e non cantare mai, se hai le mani in tasca e ti ripari dalla pioggia non venirci più ne facciamo a meno di tifosi da divani&divani

      • Paolo1968 scrive:

        Per vincere sempre è meglio andare a Torino….

        • petrino scrive:

          sponda Iuve.
          Sono odiosi e odiati ma hanno la cultura della vittoria e dell’ impegno, anche s e la rosa che hanno e’ di valore mondiale.
          Chiellini e Barzagli, carichi di soldi e gloria, ci danno dentro come due esordienti,

        • Marco scrive:

          Dopo uno 0-5 non si può applaudire. È come se applaudissi tua moglie dopo un amplesso col suo amante

          • PieroValleregia scrive:

            salve
            scusate l’intromissione (sono genoano) ma devo applaudire la battuta di Marco … davvero epica.
            vi richiedo scusa e vi lascio
            un saluto
            Piero e famiglia

          • andrea.lazzara scrive:

            Prego Piero (persona che è già intervenuto qui, e che scrive abitualmente sul blog di Giovanni). Persona garbata e con stile. Effettivamente la battuta di Marco ha fatto sorridere anche me…

          • ROBYLEVANTE scrive:

            Marco, devi capire che gli Ultras vogliono avere la visibilità dai media ed è per questo che continuano ad incitare i nostri giocatori,a sventolare le bandiere e a cantare anche quando in campo fanno piangere.Credono,a torto,di essere i soli depositari del tifo e lo dimostrano con i loro proclami e striscioni a dir poco assurdi.Vedremo se saranno ancora felici e contenti quando,purtroppo,perderemo il derby.

          • andrea.lazzara scrive:

            Credo che tutto si possa dire degli Ultras tranne che vogliano la visibilità dei media. Se dici una cosa del genere mi sa che non hai proprio capito la situazione, perdonami se te lo dico.

  10. Fra Zena scrive:

    inizio con una battuta: per favore, non parliamo più di Europa, porta una sfiga nerissima…sdrammatizzo perchè è davvero difficile trovare parole oggi. Scrivo solo perchè faccio parte di quelli, menzionati alla quartultima riga, che stasera fanno fatica persino a parlare con la propria fidanzata (non ti dico a fare altro!), quindi almeno occupo il tempo. Io mi aspettavo una partita così, oggi, e me ne aspetto altre da qua alla fine. Per come la vedo io, potremmo anche perderle tutte e 10, e lo dico con assoluta obiettività, senza pessimismo da tifoso deluso. Il giocattolo si è palesemente rotto, non da oggi, e mettere insieme i cocci richiederà molto più di una settimana o due. La società parla di Europa, fingendo di ignorare che la rosa allestita è troppo leggera e palesemente inferiore a quella delle concorrenti; in più, non è neppure in grado di gestire “casi” come quello di Strinic, che in altre squadre (esempi Anderson e De Vrij alla Lazio, Reina al Napoli) vengono ammortizzati senza difficoltà o quasi. Il mister propone cocciutamente, come una mosca che sbatte sul vetro, un modo di giocare insostenibile per questi giocatori, con un palleggio cervellotico e una difesa masochista che lascia a qualunque avversario spazi mai visti in serie A. Inoltre non riesce a trasmettere motivazione alla squadra, nè ad adattarsi agli avversari; e sarà una mia impressione, ma a mio avviso parte dello spogliatoio (uno su tutti Ramirez) non lo sopporta. I giocatori appaiono non solo spremuti fisicamente, ma anche svuotati di ogni motivazione e personalità (siamo la squadra di serie A che ha fatto meno rimonte). I segnali c’erano da tempo, sono stati ignorati a causa di una classifica buona, ma piano piano nel calcio si raccoglie quello che si è seminato. Dopo vittorie come quella con l’Atalanta all’andata o l’Udinese al ritorno, avvenute quasi solo per episodi, era necessario farsi qualche domanda. Invece società e allenatore si sono cullati sugli allori, ed ecco i risultati. Io quindi non sono per nulla stupito, solo molto molto preoccupato: spero fortissimamente di sbagliarmi, ma prevedo un finale di stagione davvero da brividi. Sempre forza DORIA

  11. Sirbiondo scrive:

    È necessario un cambio di guida tecnica. Era già necessario dopo Benevento. Non avverrà, ma almeno per l’anno prossimo si spera che avremo in panchina non.un accademico borioso e arrogante, bensì un allenatore.
    E
    Mi raccomando, un altro bel comunicato a difesa dei nostri ragazzi da parte della nostra meravigliosa tifoseria organizzata!

    • Edoardo scrive:

      Sarebbe bene che cambiasse anche il presidente e l’intera dirigenza…

      • sirbiondo scrive:

        Non posso che concordare… quando i sampdoriani apriranno gli occhi sarà troppo tardi. La Sampdoria non è più una squadra di calcio, è un mezzo per fare speculazione edilizia ed economica. Che tristezza infinita.

      • Marco scrive:

        Edoardo ma magari fosse

    • Maurizio Arcini scrive:

      Non serve un comunicato per sostenerla, serve un comunicato per farvi restare a casa, ma siete doriani o no? Non si capisce

      • sirbiondo scrive:

        Io sono sempre allo stadio, ma in Sud, finchè, come ora, non sarà permessa alcuna forma di dissenso, non metterò più piede. La mollezza dell’ambiente è imputabile, anche se ovviamente solo in minima parte, al fatto che qui non si contesta mai, e quando lo si fa è troppo tardi ( vedi 2010). I giocatori sono dei damerini ai quali ogni tanto andrebbe ricordato che questo sport, per come è fatto, ha una fortissima ed atipica componente sociale/emotiva, che lo rende splendidamente unico. Applaudendo sempre i risultati sono quelli degli ultimi finali di stagione.

  12. Gianni scrive:

    Caro Andrea i problemi sono anche tattici perché oggi Perisic a sinistra Candreva a destra contro Murru (giocatore da promozione altro fallo di braccia ) e Rafigna a bloccare Torreira e la frittata è fatta,
    un altro allenatore avrebbe provato non so un 3 – 5 – 2 infoltendo il centrocampo , memtre lui cocciuto ha continuato nel suo modulo suicida con Barreto terzino!
    Anche Atalanta e Fiorentina hanno giocatori nazionali e appetibili per il mercato ma giocano con grinta e voglia!
    Non ultimo ma Ferrero e soci vogliono andare in Europa?
    Cosi dovrebbero rinforzare la squadra e non intascare dei bei miglioncini!
    Comunque forza Samp!
    Gianni

    • NYC scrive:

      Ma infatti secondo voi Ferrero fa 2 squadre per L Europa League?

      Ma dove , ma quando quello pensa solo a fare plusvalenze a metà marzo ha già imbastito le trattative , ma che segnale dai alla squadra ? Di lottare per L europa ?

      Io non capisco di cosa vi meravigliate

      • Disraeli scrive:

        Plusvalenze che ti assicurano un bilancio che pochi in serie A possono vantare e dietro non abbiamo emiri.

    • Lollo scrive:

      quello che non capisco è proprio questo: a parte che se non vuoi andare in EL basta perderle tutte 1 – 0 non 5 – 0, o 4 – 1 comunque puoi dare tutto e arrivare settimo , vai al preliminare, non compri nessuno e ti fai buttare fuori ( non fosse mai successo vero ? ), chi ti obbliga a rinforzare la squadra ?? i tifosi che ti applaudono sul 5-0 in casa ?..suvvia..

      • petrino scrive:

        Se si partecipa non possiamo andare con il cappello in mano e in braghe di tela.
        In caso opposto, meglio starsene a casa.

    • Stefano 1970 scrive:

      Dal tuo post vorrei estrapolare una domanda:
      Se Torreira vale 50 milioni Rafinha quanti ne vale?

  13. Edoardo scrive:

    Caro Andrea…

    Ma di quale problema mentale stiamo parlando??????

    Il problema ce l’ha il mister!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    I giocatori hanno evidentemente finito la benzina e adesso servono degli schemi di gioco più semplici e anche un po’ più vari altrimenti di figuracce ne faremo ancora parecchie da qui alla fine…

    Voto alla squadra: 4

    Voto a Giampaolo: 2!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    E’ come pretendere di andare sempre a 200 all’ora con una Fiat Punto, prima o poi spacchi il motore ma il nostro “Gran Maestro” pare che non l’abbia ancora capito, belin me tastu se ghe sun…

  14. Marco scrive:

    Meno male che sono in Brasile!
    Dichiarazioni di Giampaolo allucinanti, lui non ha mai colpe…. Prendi 9 gol in 2 partite , dovresti stare solo che zitto.
    Come zitto dovrebbe stare quello che , purtroppo , è il presidente della SAMPDORIA. La squadra da quel che si percepisce da lontano è alla deriva completa. Non capisco sempre tirare in ballo il mercato, la nazionale etc come se fosse solo un problema della SAMPDORIA.
    Questo allenatore è limitatissimo, ha solo 1 idea di calcio , dove se ti gira : fai 4 tiri e 4 gol come contro il chievo. Se non ti gira prendi schiaffi da chiunque.
    Per non parlare della dirigenza, che prende uno scarto del Benevento come portiere
    Squadra da rifondare completamente.
    Difesa vergognosa in particolare Murru,Sala,Ferrari e Viviano.
    centrocampo : rinnovi a Barreto ??? Ma perché????
    Attacco caprari bidone inutile , quagliarella non poteva fare sfracelli x tutto il campionato .

    Grazie x le continue umiliazioni. Ma mi raccomando, difendiamo sempre e comunque l operato dei Ferrero Osti Giampaolo.

  15. Lapo scrive:

    Quando il vanto di una società è quello di riuscire a vendere a 30 giocatori che ha comprato a 10, credo che tutto il resto sia superfluo. Anche la gradinata che applaude, canta e festeggia è il sgnale che infondo va bene così. Non ci possiamo neanche permettere il lusso di sognare. Ci siamo salvati anche quest’anno e questo è tutto. Adesso porte aperte a chi compra, siamo il discount più ambito della serie A.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Sull’ultimo pezzo direi che ci azzecchi in pieno, noi siamo tifosi non possiamo fare altro che starle vicino lo capite o no? Questo è il nostro modo di amare, da sempre sostenerla a prescindere contro tutto e tutti.

      • livio scrive:

        E’ qui che sbagli alla grande , caro amico Maurizio….Te lo dico umilmente e rispettosamente perchè intuisco il tuo attaccamento ai colori…..Ma anche i genitori per educare i figli, quando è necessario , li debbono pure sgridare.
        Puoi pure catalogarmi ” tifoso da Divani & Divani “, come hai fatto con un pizzico di arroganza con l’amico Luigi poche righe sopra, ……ma continuare a sostenere giocatori svogliati e senza dignità è un errore capitale!!
        Su tutti i campi d’Italia (e credo del mondo) dopo prove come quella di ieri i giocatori vengono sonoramente fischiati.
        Non concordo affatto con l’applauso a tutti i costi come la Sud ha espresso ieri pomeriggio.
        Sono mercenari senza orgoglio, e quando serve devono essere richiamati a dimostrare un pò di amore per la maglia.
        Chi , come me, ha i capelli bianchi, per rammentare una umiliazione del genere, deve risalire con la memoria a Samp- Inter del 1963/1964, quando Mazzola e Jair ci fecero 5 gol, vanamente inseguiti da Bernasconi e dal povero “Martello Delfino “, che li inseguiva per tutto il campo , senza prenderli mai!!!! Ma almeno lui, in quella sciagurata partita, dimostrava tutta la rabbia e l’impotenza per un avversario troppo forte. Non come ieri , dove TUTTI hanno sbracato senza un minimo di grinta e di rispetto per il pubblico….

        • petrino scrive:

          ai tempi miei, dopo la partita di ieri, aspettavano i giocatori o il pullman in corso De Stefani per dirgliene quattro, per essere educati nelle parole.
          Ora invece, “per il politicamente corretto “gli applaudono.
          Forse perché ne hanno preso solo 5 e non 8.

        • Maurizio Arcini scrive:

          I panni sporchi si lavano in casa, voi non sapete nulla a Bogliasco gli ultras ci vanno e si fanno sentire quando c’è bisogno senza fare le figure dei bicolori io ho 58 anni mai e poi mai fischieró un giocatore che indossa la nostra maglia .se voi ve la sentite, sono io a vergognarmi di voi. Non sapete cosa è la fede e l’amore a prescindere, chi siamo noi per permetterci di educare la squadra bacchettarla, bisogna bacchettare chi fischia al primo errore di murru o regini o altri. State sereni l’amore a prescindere ci ripagherà con gli interessi ,anche se per quanto mi riguarda non chiedo alla Samp nulla in cambio. Sampdoria ti amo

        • Matte Genovese scrive:

          guarda livio, a me il buon maurizio, mi ha scritto di baciare dove passano gli ultras, e che praticamente sono un tifoso con le mani intasca e quindi nn alla sua altezza, solo perche ho scritto che dopo un umiliazione simile nn e giusto applaudire e ci vorrebbe un po di linea dura, ma a quanto pare lui che dice che anche a casa continuava a cantare , come se avessimo vinto un derby si sente in diritto di insultare tutti quelli che sono davvero incazzati perche davvero attaccati alla nostra maglia…… Scusate il pizzico di sarcasmo ma nn ne posso piu davvero di sentirmi dire che io nn sono pronto per la samp dopo decenni vissuti in gradinata a fottermi le corde vocali !!!!

          • Maurizio Arcini scrive:

            Mi ha riferito mio figlio che sala su Facebook ha messo mi piace, sui festeggiamenti degli atalantini a fine partita, questo si mi fa arrabbiare…

          • andrea.lazzara scrive:

            Ribadisco a tutti che parolacce, insulti e anche epiteti diciamo coloriti rivolti a tesserati dell’Uc Sampdoria o altri blog ( a me dite pure quello che volete…) non sono pubblicabili. Grazie

    • Paolo1968 scrive:

      Se riusciamo a criticare anche la Sud di ieri, siamo da ricovero.

      • Maurizio Arcini scrive:

        Ma veramente voi siete tifosi della Samp? Calmatevi non si può reagire così, stiamo uniti facciamo come se fosse un mostro figlio che è in difficoltà abbracciamola il nostro affetto è fondamentale, noi siamo diversi dagli altri

      • Michele G. scrive:

        No Paolo, questa volta (e forse è la prima volta) permettimi di dissentire. Se dopo la vergognosa prestazione messa in mostra ieri continui a cantare e persino ad applaudire i giocatori che vengono sotto la gradinata, secondo me dai l’impressione che, qualunque cosa facciano, tanto noi siamo là a cantare ed applaudirli. Giocatori che hanno già la mente (e non solo quella) altrove, quale stimolo potrebbero avere ad impegnarsi se tanto, e lo ripeto fino alla nausea, noi siamo lì a cantare? Come potremmo far loro capire che figuracce come quella di ieri non vorremmo mai e poi mai vederne? Continuando a cantare?

        • Paolo1968 scrive:

          Sappiamo per certo che contestare o arrivare a menarli (è capitato) porta a risultati incredibili….. campionati e coppe vinte!!!
          Se una persona è poco più che un primate, ieri ha capito che la Sud sosteneva la Sampdoria in quanto tale, non i giocatori. E quel primate avrebbe capito che deve comportarsi diversamente. Altrimenti si sa che i muli non si smuovono nemmeno a cannonate.
          Noi dovremmo sapere bene che figura fa una tifoseria (leggi bicolors) che contesta pesantemente giocatori e presidente dopo aver preso una legnata: io ho sempre pensato che fossero meschini e che i panni sporchi vanni lavati lontano dai riflettori.
          Se poi credete che contestare porti anche un punto in più in un campionato, fate pure. Non sarò certo io a tappare la bocca a nessuno.

          • Paolo1968 scrive:

            Prima che sia frainteso: primate si riferiva ad un componente della squadra, allenatore compreso.

          • Michele G. scrive:

            Paolo, lungi da me pensare di arrivare a menare i giocatori o andare ad aspettarli fuori all’uscita dallo stadio (anche se ciò, come puoi ben ricordare, è avvenuto), ma qualche fischio invece degli applausi glielo avrei tirato> E invece no, tutto va bene madama la marchesa, come il buon Maurizio che è tanto innamorato che a lui del risultato non frega niente. Che ci siano giocatori che disonorano la maglia che indossano, non frega niente. Basta cantare è contento, anche se la sua “amata” gli mette le corna (nella fattispecie, la Samp si fa umiliare in maniera indecente). No, scusa un rimprovero glielo farei, altro che cantare ed applaudire!

          • Paolo1968 scrive:

            Michele, basta capire una volta per tutte che non è la SUD che risolve le sorti della Samp.
            Non le solleva (magari in una partita secca aiuta eccome) e non le affossa.
            Io sento troppo spesso tifosi che dicono: domenica devono fare una bolgia, domenica devono contestare, domenica devono fare questo e quello. Ma che pretese sono?
            Se non hanno desiderio di contestare, ma è possibile che lo debbano fare perché piace a qualcun altro? Gli altri non son capaci a farlo senza attaccarsi alla gona degli Ultras?
            Ma ringraziamo che siano un gruppo di filosofi, invece chedi beceri contestatori o “puncicatori”. Non credo proprio che rappresentino un male per la Samp

      • Maurizio Arcini scrive:

        Perdere le corde vocali, musica per le mie orecchie, ti stimo, ma sai i problemi della Samp sono una cosa, l’amore per la Sampdoria un altra. Io non do mai dei titoli, quindi non insulto, rispetto chi rispetta la Sampdoria, chi oltraggia, non meriterebbe neanche la risposta, spero solo che sia perché la ferita è ancora è aperta, ma sai ognuno è felice a modo suo nelle difficoltà mi accontento di vedere che alla domenica almeno una bandiera nuova nasce nella sud .Io lo trovo meraviglioso, non mi preoccupo più di tanto del risultato, siete già in troppi a pensarci, io non guardo la categoria, vado anche nelle amichevoli fuori casa, tanto per rendere l’idea. Sampdoria non vedo l’ora di esserti ancora a fianco.

  16. Alup scrive:

    Partita ignobile come a Crotone, 9 gol subiti in due patite, sveglia Mister gli altri giocano e noi stiamo a vedere, se Beresinki non era al top perché non provare Regimi a destra e poi sempre secondi sulla palla, niente pressing gioco latitante sperando nelle invenzioni dei singoli, nella sosta spero che il Mister riveda alcune sue convinzioni tanto ormai l’Europa cela possiamo scordare. Spero che Ferrero abbia toccato il tempo al Mister a mio avviso troppo sopravvalutato.

    • ROBYLEVANTE scrive:

      Giampaolo non rivedrà mai le sue convinzioni per un semplice motivo: non è capace di dare un’alternativa di gioco alla squadra,altro che ” maestro di calcio”.

  17. Disraeli scrive:

    Oggi salvo Silvestre che almeno ha avuto gli attributi per “accarezzare” sul muso quella #@$&% di Icardi.
    Speravo che anche altri gli togliessero quel sorriso provocatorio.

    • petrino scrive:

      Proprio vero. E’ stata l’ unica soddisfazione.

    • Matte Genovese scrive:

      peccato che nn e bastato a fargli segnare quattro, e dico quattro reti….. se io fossi stato in campo, come altri icardi giocava cinque minuti e io e lui negli spogliatoi !!! nn so se ho reso bene l idea !!!!!!

      • Michele G. scrive:

        Hai reso benissimo l’idea! Anzi, aggiungo che se ci fosse stato in campo qualcuno con il 10% della “cattiveria” del prode Vierchowod, probabilmente MI9 non avrebbe neanche iniziato la partita!

    • Matte Genovese scrive:

      caro amico mio , se le palle le lasci a casa questo e il risultato…….. purtoppo questa e e rimane una squadra di senza palle. e il risultato lo hai sotto i tuoi occhi.

  18. SANDOIA scrive:

    Situazione veramente brutta ,ma buon commento di Andrea Lazzara :lo scorso scritto troppo a caldo non mi era piaciuto .
    Ho sempre pensato che a Gennaio si è persa una grande opportunità per migliorare la squadra sia in vista del prosieguo del campionato per poter provare a lottare sino in fondo che in prospettiva futura ,considerate le future vendite la frase #per ora tengo tutti poi a Giugno # già di per sè non è stata un granchè .
    Se poi noi vi è stata una programmazione ed un unione di intenti tra le varie componenti tecniche e societarie ;purtroppo finire così è molto facile ,mettiamoci la complicazione Strinic e qualche infortunio ,giocatori datati che hanno dato moltissimo ,ma una pausa o un calo era evidente aspettarlo.
    Sono sempre stato euroscettico :pensando ad esempio all’asse :Silvestre ,Berreto ,Quagliarella …hanno dato moltissimo : alle prese con il turno settimanale Europeo il prossimo anno ,se poi aggiungi le varie partenze qualche dubbio viene ,naturalmente come tifoso ho cullato il sogno.
    LA doppia Debacle non può che coinvolgere tutte le componenti sicietarie ,problemi psico-fisici ,cali fisiologici ,elementi societari “Ferrero nel pre partita ha parlato solo di giocatori ,richiesti ,prezzi soliti argomenti”
    Questa era la gara Spartiaque per mille motivi oltre la classifica naturalmente per tenere saldo e concentrato un ambiente prima si volatilizzasse deel tutto fra nazionali ,mondiali,calciomercato si è sottovaluto in partenza questa Inter che ha ritrovato tutti i titolari ed avevano motivazioni extra i 100 goals ECC ,noi tifosi avevamo i nostri per esempio i 10 milioni per Dodò E Bonazzoli ecc,ecc ,ecc in altre occasioni si è trovata la giusta rabbia OGGI si è pensato ad altro,importante non era vincere ma non fare brutte figure .

    • petrino scrive:

      Bonazzoli non gioca nemmeno nella Pro Vercelli, sempre che ci sia sempre.
      Neanche Pino Lorenzo arrivo’ a tanto.

  19. Stefano 1970 scrive:

    Oggi ho visto la fine di Giampaolo.

  20. Paolo scrive:

    Sono triste perchè sento un Giampaolo che se ne tira fuori dando colpa ai giocatori come non si fosse accorto che è tutto l’anno che prendiamo minimo 2 gol a partita e la difesa la imposta lui. Prima di riffa o di raffa si segnava anche ora non piú. La seconda tristezza e nel vedere Ferrero che quando parla dei giocatori richiesti ne fa sempre una questione di soldi, il pensiero di trattenere i gicatori migliori per tentare un traguardo migliore non lo sfiora neanche. Oggi come a Crotone era evidente che i giocatori migliori sono disinteressati ad una squadra che sanno tra poco non essere più la loro, e quelli scarsi…sono scarsi. Ora come ora terrei solo Torreira Praet e Berezinsky….e saranno proprio quelli che partiranno per primi.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Ma che squadra gli hanno dato? Guardate bene la formazione prima di parlare. A me non piace ma con questi giocatori merita la panchina d’oro

      • Paolo1968 scrive:

        Se ne accorge oggi? Quindi dopo le vittorie che ha ottentuo con certe squadre possiamo dire che Giampaolo sta a Mourinho, come Messi a Dodò?

      • aston scrive:

        Abbi pazienza ma non ci siamo; se per Te Giampaolo è da panchina d’oro perchè la rosa è scarsa allora vediamo le cose in maniera così diversa da rendere difficile un dibattito sul tema.

      • Sand66 scrive:

        Concordo sulla qualità dei giocatori a disposizione ma no sulla panchina d’oro.
        Si può perdere fornendo prestazioni più dignitose, almeno all’andata abbiamo reagito, ieri è stato imbarazzante.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Non mi fa impazzire neanche a me il suo modo di giocare, ma voi non avete mai fatto gli allenatori. Se ti vendono i migliori e rinnovi a due ex giocatori se hai una primavera imbarazzante e a febbraio fai capire che l’importante è vendere cosa ci può fare Giampaolo? Ha detto la verità finalmente prima era anormale la situazione ora si è normalizzata

      • petrino scrive:

        a mio parere le sue parole sui giocatori stanno a significare che i migliori, ossia torreira, praet, linetty e altri sono gia’ stati venduti.

      • Maurizio Arcini scrive:

        Appunto non rispondermi più per favore, se vuoi chiarimenti sono dietro la porta a cantare, posso smettere anche 5 minuti e risponderti e spiegarti cosa vuole dire fare l’allenatore che fa 44 punti con questa rosa ,temo però che sia inutile

      • aston scrive:

        Come cosa ci può fare: ma ti pare normale essere presi a pallonate una partita su due? Non dico perdere che ci sta. Dico essere travolti.

      • Michele G. scrive:

        Caro Maurizio, il problema è che non se ne può accorgere a metà Marzo. Se aveva qualcosa da dire, non avrebbe dovuto aspettare delle umilianti batoste per parlare. E’ come si vede nei film americani, quando il celebrante pronuncia la famosa formula: “Se qualcuno ha qualcosa da dire, parli ora o taccia per sempre”! Ecco, avrebbe dovuto dirle queste cose almeno due mesi fa. E poi, ammesso che sia riuscito a cavare il sangue dalle rape, dovrebbe anche rendersi conto che ormai le rape sono anemiche e trovare qualche altra soluzione e schemi di gioco!

  21. Matte Genovese scrive:

    Ciao , saro brevissimo, stavolta sono io che rimango senza parole; squadra bollita gia a marzo, mister nella confusione piu totale (solo ora parla di rosa non all altezza.. mahh) dirigenza che nn si sa che cosa voglia veramente, e per ultimo una gradinata che dopo quest ultima umiliazione (quattro pere da il giocatore penso piu odiato dalla tifoseria negli ultimi anni che per lui avrei riservato un trattamento molto speciale , ma contro di noi sembra diventare maradona… ) ancora a fine partita applaude ??? mi ricordo sonori fischi e grande arrabiature per molto meno, ma si vede che la sud come tutto l ambiente secondo me vive una parabola discendente con annessa rassegnazione… questa e la cosa che mi fa piu male al cuore !!!! sono veramente avvilito .

    • Aston scrive:

      Senza contare che in ogni caso uno dei compiti di chi è in panchina è quello di trovare delle motivazioni…. sempre. Il nostro maestro lo scorso anno disse a sette giornate dalla fine”… dobbiamo lasciare una scia di profumo” . Risultato tre punti in sette partite. Stessa frase quest’ anno a dicembre. Meno scie ma sopratutto meno stupidaggini.

  22. Klaus Lavagna scrive:

    Non commento le partite di Crotone e di oggi perché al solo pensiero provo una vergogna che mai ho provato da quando seguo il Doria dal lontano 1955.Annoto solo che oltre ad essere inc…..o come una bestia a fine partita ho dovuto anche….. sopportare gli applausi della sud alla squadra e purtroppo non erano all’insegna dello sfotto’.Non chiedo di scendere ai livelli di contestazione continua dei cugini nei confronti di giocatori,presidente e amenicoli vari ma insomma,vogliamo farci vedere diversi dagli altri non accorgendoci pcosi’che tale comportamento e’solo un viatico per continuare da parte di calciatori e allenatore a prendere in giro noi tutti.Quindi applaudiamo ed incitiamo pure ma solo se vediamo concentrazione,impegno,grinta e coltello tra i denti in campo!Giampaolo,basta parlare di gioco sporco,atteggiamento ludico,problemi di mentalita’ e amenita’ varie!Adatta il gioco agli avversari e ai vari momenti della partita e chi si mostra senza attributi inchiodanl alla panchina.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Le contestazioni lasciamole alla squadra di bargagli

    • Maurizio Arcini scrive:

      Non mi fa impazzire neanche a me il suo modo di giocare, ma voi non avete mai fatto gli allenatori. Se ti vendono i migliori e rinnovi a due ex giocatori se hai una primavera imbarazzante e a febbraio fai capire che l’importante è vendere cosa ci può fare Giampaolo? Ha detto la verità finalmente prima era anormale la situazione ora si è normalizzata .

      • Marco scrive:

        Dirlo dopo le sconfitte è troppo di comodo. Ad un certo punto a furia di sentirti chiamare “maestro” finisci col crederlo davvero anche tu.

      • Paolo1968 scrive:

        No. Normalizzata non è una soituazione in cui ti travolge il Crotone e che ti ridicolizza.l’Inter in casa.
        Se queste sono le situazioni normalizzate, l’anno prossimo vado in bocciofila.

  23. Tommy scrive:

    Fuori Giampaolo e dentro Strinic!
    9 gol incassati in due partite è un record negativo che non può lasciare indifferenti.
    Abbiamo giocato con una squadra di pellegrini (il Crotone) e una squadra che ha fatto pena per almeno un terzo del campionato (l’Inter). Eppure due batoste senza precedenti. In vista del Derby c’è da piangere…
    Giampaolo a casa, lo dico qua, ma non mi permetterei mai di fischiare la squadra allo stadio. 1. Perché non è colpa dei giocatori se sembrano mosche che vanno a sbattere sui vetri. Il corridoio centrale, per Giampaolo c’è solo questo. 2.Perché la mia Samp non lo merita mai e i panni sporchi si lavano in disparte. A Bogliasco dovrebbe volare qualche bell’urlo da parte della dirigenza. E magari noi tifosi dovremmo dire la nostra.
    Gli Ultras cantano anche sullo 0-5?? Non sono d’accordo. E’ come regalare la moto al figlio che ha picchiato la ragazza. Pessima idea. Si fossero impegnati a bomba e avessero perso per sfortuna, benissimo, ma in questo caso sono SOLO canti cacofonici, totalmente insensati. Ma d’altra parte quando si è ancora convinti che non bisogna mettere gli striscioni…[polemico]

    • Matte Genovese scrive:

      caro tommy, e qui che mi trovi nel tasto piu dolente secondo me, ovvero concordo in pieno la tua analisi sul tifo, mi spiego, io gli ultras nn sono mai riuscito a capirli, nn mi identifico con la loro mentalita, io sono molto piu spartano e scusami il termine ma oggi mi viene cosi, l unica cosa che nn condivido con te e la questione fischi, nn sono daccordo i giocatori devono mettere tutto, icardi e stato lasciato libero di fare quello che gli e parso piu giusto e cioe segnare…. tutti senza attributi , e quindi giu fischi a nastro caro tommy…… per tutti nessuno escluso. . . . Puoi leggere il mio post per capire quanto io sia veramente deluso e ferito da questa situazione.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Dovresti baciare dove camminano gli ultras, ti dovete vergognare voi finti tifosi con le mani in tasca. È stata per me una delle domeniche che sono uscito con fierezza di averla sostenuta, perché per me è amore la Samp, forse per voi una moda da seguire ogni tanto. Mi fate troppo incazzare, stiamo vicino alla squadra dimostriamo chi siamo

      • Paolo1968 scrive:

        Concordo al 100%.
        Fare il tifo quando conviene non si può chiamare “tifo”.

      • Tommy scrive:

        Forse non mi hai letto bene.
        Io allo stadio esco senza voce, non ho mai gridato contro la SAMP e mai contestato.
        Solo ai tempi di Riccomini mi sono attaccato alle reti e tra un po’ faccio invasione.
        Dire quelle cose ‘mani in tasca’ permettimi di affermare che è banale, la solita accusa, poi viene ‘genoani’ (fai conto che sono tanto bibino che piuttosto di andare vestito con una camicia blu e qualcosa di rosso, mi mangio una m.).
        Dai Maurizio e Matte, FORZA DORIA, SEMPRE.
        Però che domenica penosa che ho passato…

        • Maurizio Arcini scrive:

          Tranquillo,non c’è problema anche io non abbino mai il zozzo e il blu, vorrei però far capire a tutti che non serve criticare, noi siamo solo dei tifosi e basta a prescindere dalla categoria che bello è cantare quando perdi, che noia quando vinci, lo fanno tutti ,vi aspetto tutti a Verona, Sampdoria se avessi due vite ti seguirei in entrambe. Abbiate fede ragazzi

        • Michele G. scrive:

          Io bacerei la tastiera da cui hai scritto! Sono d’accordo con te. Ed anch’io evito come la peste l’abbinamento del blu con il rosso e, nonostante sia ormai a metà del guado fra i 60 ed i 70, mostro con orgoglio il braccialetto blucerchiato, la spillina sulla giacca (anche su quella da cerimonia), il pupazzetto del baciccia appeso alla borsa del computer e, magari anche, la cravatta blucerchiata quando sono vestito con giacca e cravatta (cioè, quasi sempre). Ma forse tu ed io non siamo veri tifosi, perché non ce la sentiamo di cantare anche a fronte di una vergognosa esibizione. Io ieri mi sono sentito tradito da chi amo di più. Per cui, cornuto e mazziato proprio no!

          • Tommy scrive:

            Un saluto anche a te, Michele G.!!
            Pure per me 9 gol subiti in due partite non meritano i miei canti.
            Però nemmeno i fischi (anche se mi sono dovuto mordere le labbra per non farlo)

          • Maurizio Arcini scrive:

            No ti sbagli di persona io canterò finché vivrò, ce l’ho scritto sulla bandiera che compare dietro ai giornalisti di telemerd quando parlano di Samp

      • Edoardo scrive:

        Ma finiscila Arcini di dare giudizi gratuiti e inveire contro i tifosi che non la pensano come te!

        l blog servono proprio per confrontare idee magari anche diverse e non gridare solo “Forza Olé” che per quello c’è già lo stadio, basta per favore con la tua teoria dei “veri tifosi” e dei “finti tifosi “che ci hai stancato, se non ti piace il blog non leggerlo e soprattutto non scriverci sopra, forse il moderatore potrebbe anche intervenire e dire qualcosa in merito…

      • Matte Genovese scrive:

        Caro maurizio, io nn bacio proprio da nessuna parte, e ognuno ha il diritto di pensarla come vuole, arrabbiati pure che tanto nn cambia la mia opinione.

        • Maurizio Arcini scrive:

          Non sei una persona simpatica, alzati dal divano e canta con noi ultras, vedrai che ti renderai conto di come sei meschino nei confronti di chi invece dovresti amare. Io sono dietro la porta nella sud con la bandiera gialla, non ti puoi sbagliare se vuoi cancellarmi….

          • andrea.lazzara scrive:

            Lascio il messaggio ma non le minacce e gli inviti a vedersi….

          • Matte Genovese scrive:

            Senti , sei tu che mi hai risposto, e sinceramente avere discussioni con un tipo come te mi sembra che sia solo una perdita di tempo, ti rispedisco i tuoi soliti insulti , io amo la samp da quando sono nato bello mio, ma che ti rendi conto delle….. che scrivi…. ????? cmq dai facciamola finita qua sta tiritera. . Dacci un taglio. . .

        • Maurizio Arcini scrive:

          Spero per te che tu sia maggiorenne, perché ti esprimi come un bambino capriccioso lunga vita agli ultras Tito

        • Michele G. scrive:

          Concordo con te al 100%!

      • Marco scrive:

        Quindi caro Maurizio gli unici tifosi x te al mondo sono gli ultras tito. Tutti gli altri dei belinoni? Guarda che applaudire uno 0-5 è da fessi.

      • livio scrive:

        Per favore Maurizio…..
        basta pontificare contro i tifosi con le mani in tasca!!
        Corri il rischio di cadere nell’apologia!!
        Ci sono molti che vanno allo stadio dagli anni ’50 e per motivi di età non possono più stare in piedi 3 ore a tifare nella Sud…….L’amore per la Samp significa anche rinnovare l’abbonamento da 40 ANNI , nonostante tutte le delusioni.
        E cantare a squarciagola dopo partite imbarazzanti incoraggia i giocatori a continuare tranquilli, qualsiasi cosa succeda….E’ dai tempi di Omero che i poeti cantano gli eroi ( e spernacchiano i pelandroni!!!!!!!).
        E l’amore per la Samp lo dimostrano tutti coloro che dopo la serie di batoste vergognose subite quest’anno, hanno ancora voglia di pensare alla domenica successiva e di scrivere su queste colonne!!!

    • Solosamp1946 scrive:

      Sullo 0 5 o su qualsiasi altro punteggio si canta…perché non canto per il risultato o per la prestazione o se la squadra mi trascina…canto per il mio essere sampdoriano sia da primo in classifica sia da ultimo in legapro…non ho bisogno del risultato per andare allo stadio a sostenere…ho solo bisogno ddei miei colori. Poi ci sono situazioni in cui alla fine via libera se vuoi fischi altrimenti no e ieri era una di quelle situazioni. Io personalmente non ho fischiato. Certamente ero deluso e incazzato nero come dopo Crotone ma voglio ancora dare credito…perché il credito se lo sono guadagnati nei mesi precedenti. Poi sera tra 3 giornate la situazione sarà sempre questa allora anche il.mio credito finirà. E cmq gli ultras ( inteso in generale come la tifoseria organizzata) stanne certo che nei 90 minuti canteranno sempre a squarciagola ma a differenza di tutti noi quando c è da dare una tirata d orecchie la qualcuno…lo fanno mettendoci la faccia e purtroppo anche altro.

      • Maurizio Arcini scrive:

        Ti rispetto, e se le perdessimo tutte? Mi chiedo… cambiano squadra ? È pazzesco quello che riuscite a dire ,non riesco a credere che accanto a me nella sud ci possa essere gente così, questo mi fa soffrire.pazzesco

  24. Pier scrive:

    Oggi ci avete semplicemente fatto vergognare di essere Sampdoriani.
    Applaudo solo il moto d’orgoglio di Caprari.
    Tutti gli altri per me possono anche cambiare squadra nessuno escluso.

    • Fra Zena scrive:

      Non ci si vergogna mai di essere doriani. Neppure in terza categoria. Non siamo noi quelli che si devono vergognare

      • Michele G. scrive:

        Hai ragione. Non ci si deve mai vergognare di essere Doriani. E’ qualcun altro che dovrebbe farlo, specie quelli che limitano il proprio impegno, essendo già virtualmente altrove. Ecco, a quelli sì che canterei a squarciagola nelle orecchie, fino a fargliele scoppiare. Vergognatevi voi, mercenari da quattro soldi!

    • Paolo1968 scrive:

      Caprari ha avuto il merito di far capire all’Inter che non doveva farcene una decina….

      • Marco scrive:

        Se ne prendavamo 10 era meglio. Forse non si applaudiva lo scempio alla fine

        • Paolo1968 scrive:

          Se retrocedessimo ancora meglio, così si riparte da zero… quando avevo sentito l’ultima volta queste…. cose?

          • Marco scrive:

            Retrocedere forse farebbe piacere a te. Se perdere 0-5 grazie alla clemenza dell inter non basta a mamdare al diavolo 11 indegni allora si era meglio prenderne 10 e se non bastava 15.

            Non esiste essere umiliati da chi viene strapagato per vestire i colori che amiamo

    • Solosamp1946 scrive:

      Mai vergognato di essere sampdoriano…neanche dopo nocerina sampdoria e forse li si che c era da vergognarsi

  25. Sand66 scrive:

    Le luci si sono spente, il sipario si chiuso ma gli spettatori ignari non si sono accorti.
    Si può perdere in tanti modi, la Samp ha scelto la peggiore.
    Inutile dire colpa di tizio o colpa di caio, siamo alla frutta con 10 giornate di anticipo è questa l’amara verità. Poi mi si dirà (come al solito) che l’Inter è una squadra stellare (come il Milan) e che i nostri sono mediocri giocatori ma, vi giuro, secondo me una delle partite più penose viste quest’anno e ci metto pure le ultime in classifica.
    Mi sono fatto 500 km per vedere uno spettacolo sportivo imbarazzante, forse, e dico forse, le partite andrebbero preparate in base all’avversario e no ad inculcare la sola idea del proprio calcio che ormai hanno capito tutti pure i raccattapalle ( gli schemi cervellotici non funzionano più). Gli avversari hanno memorizzato le nostre linee di passaggio, in pressione perdi palla con mezza squadra sbilanciata con praterie spalancate, una festa per tutti (crotone compreso).
    Ci sarà un motivo per cui Sarri con la stessa idea di calcio e con milioni investiti in qualità non ha mai vinto niente.
    A tempi migliori, forza Doria sempre e comunque.

    • aston scrive:

      Parole condivisibili. Considera però che Sarri:
      a) imbarcate ne prende raramente;
      b) proprio con il Napoli dopo tre giornate deludenti ha avuto il buon senso di cambiare modulo passando al 4.3.3.

      Il nostro non cambia un tubo e prende degli sberloni

  26. Maurizio Arcini scrive:

    Sempre con te Sampdoria, sempre con te Sampdoria, con te….. Sampdoria. Io sto continuando a cantare anche da casa, per me la Samp è qualcosa di diverso. Non siete ancora pronti per lei. Grazie ultras, mi brucia la gola cantando per te

  27. Maraschi scrive:

    Premetto che non ho visto la partita, o meglio solo l’ultima mezz’ora (con un confortante parziale di 0 a 0…).
    Comincio con un racconto: la prima partita che ho visto della Samp è stata proprio con l’Inter, in una bella giornata di sole del dicembre 1965, risultato identico a quello di oggi. Peccato che la formazione dell’Inter recitasse, se non ricordo male, Sarti Burnich Facchetti Bedin Guarnieri Picchi Jair Mazzola Peirò Suarez Corso e, quell’anno, quella squadra vinse scudetto, coppa dei campioni e, mi pare, coppa intercontinentale, mentre il Doria finì per la prima volta in serie B.
    Oggi le premesse erano diverse.
    E’ vero, come dice il mio amico Aston, che finora abbiamo avuto parecchia fortuna (in effetti, forse ho la memoria corta, ma, a parte i primi tempi di Roma e Cagliari, ricordo solo quattro partite dominate dalla Samp (a Genova): Crotone, Milan, Fiorentina e Verona).
    Comunque il settimo posto fino a ieri era una realtà che, come a Crotone, andava difesa con i denti e possibilmente (vero Giampaolo?) con maggiore acume tattico.
    In conclusione, metto sul banco degli imputati società, giocatori e allenatore, con un posto “d’onore” per quest’ultimo e penso che sia giusto, in caso di mancata vittoria col Chievo o almeno di una partita feroce e tatticamente giusta, liberarsi del più colpevole e ovviamente del più facile da sostituire, mandandolo, il giorno dopo, a mangiare la colomba pasquale in Abruzzo e lì rimanere.

  28. kreek scrive:

    Condivido le parole di Lazzara, comprese le virgole!

    Testa fredda, cuore caldo.

    Poche parole e tanti fatti. Approfittando della sosta. E ciò vale per Società, Alllenatore e Squadra.

    La Sud, oggi, ha dato una risposta da “vecchia Sud”, questa è stata una bella soddisfazione.

    Una risposta che può sorprendere solo chi non conosce l’essenza della vera Sampdorianità.

    • Andrea scrive:

      Kreek è inutile,
      c’è gente in questo forum che aspettava da mesi un’occasione così per spalare letame.

      Quest’anno, grazie a Giampaolo, abbiamo visto uno straccio di gioco moderno dopo una marea di anni con allenatori zen e/o sopravvalutati, ma adesso dopo le due imbarcate lui è l’origine di tutti i mali.

      Lui, non i calciatori che evidentemente stanno tirando la gambetta indietro, non i procuratori che fanno trattative a dicembre e ne parlano ai giornali da gennaio, non la società che compra dei terzini sostituti (sia a dx che a sx) non all’altezza della serie A (ed impone di non far giocare Strinic). Lui.

      Ci siamo dimenticati di avere 44 punti a metà campionato, di aver bastonato Juve-Milan-Roma, di aver vinto gli ultimi 3 derby su 3.

      La memoria di questa gente è corta ma le palle che mi fanno venire sono lunghissime.

  29. Sammy scrive:

    Giampaolo a fine stagione saluta e Crotone è stato l inizio della fine. Ma se ora sconfitta a Verona di nuovo tutti idoli perchè battuto il Genoa? Solito provincialismo?

  30. Bulgaro scrive:

    Game over

  31. bigrobby scrive:

    il peggior allenatore che la samp abbia mai avuto, nemmeno cavasin arrivò a tanto. quindi la colpa è della società perchè vende i migliori: ma chi te lo ha detto di voler giocare come il barcelona con giocatori come sala, regini, murru, barreto e viviano.però quando eri sesto godevi come un riccio, e te la tiravi, nelle interviste sembravi guardiola. ma ritorna ad allenare l’empoli, vattene che non ti sopportiamo più. e prima di andartene, ci dici cosa scrivi sui bigliettini?

    • livio scrive:

      Hai messo il dito nella piaga……
      .Prima che il Genoa cambiasse allenatore e modulo, era sotto Crotone e Benevento.
      Ora, con gli stessi uomini ed un pò di acume tattico, per fargli un gol TUTTI devono sudare sette camicie!!!!

    • Maurizio Arcini scrive:

      Sentiamo… Chi prenderesti? Bisogna stare uniti, difendere chiunque indossi la nostra maglia anche sala murru ecc. Finché saranno blucerchiati io sarò al loro fianco. Noi siamo la Sampdoria

      • aston scrive:

        Scusa abbi pazienza: io penso che coloro che scrivano qua siano tutti molto sampdoriani. Ognuno con le proprie idee le proprie convinzioni e le proprie simpatie. Siamo tutti innamorati della samdoria e si volesse vincere facile avremmo già trovato altre squadre da sostenere. Siamo sul blog per discutere, spero rispettosamente, di qualcosa che ci appassiona. Mi pare che dare rating di tifo sia abbastanza inutile così come mi pare inutile l’idea di censurare eventuali critiche alla gestione tecnica o ad alcuni giocatori. La gestione tecnica la proprietà e i giocatori passano la maglia resta e a quella vorremo sembpre bene credo tutti.

        • livio scrive:

          Finalmente un pò di buon senso……nessuno ha il brevetto del tifo!!
          E ciascuno ha il diritto , su queste colonne, di esprimere il proprio parere con civiltà ed educazione, senza dover subire pistolotti farneticanti da chi crede di essere l’unico depositario della Verità.
          E nel tifo , da parte degli spettatori paganti e degli abbonati, c’è pure il diritto alla C R I T I C A.!!

      • ROBYLEVANTE scrive:

        A quanto sembra, su questo blog tu e pochissimi altri si vantano di essere la Sampdoria………meno male !

    • petrino scrive:

      Ma ve li ricordate i riccomini, i Giorgis, i canali.
      Perfino di Boskov alcune volte dicevano che quando parlava sembrava un’ ubriacone.!!!
      44 punti li hanno fatti anche se sono bolliti e scoppiati e mancano ancora 10 gare.
      Gli manca la duttilita’ tattica durante la partita, anche se i rincalzi sono modesti.
      Quando sono usciti Ramirez e barreto non si sono neanche guardati.
      E questi sono segnali !!!

  32. Paolo1968 scrive:

    Mie opinioni sparse.
    Allenatore in stato confusionale, anche fuori dal campo.
    I 4 minuti di Ramirez nel secondo tempo mi fanni pensare che lo spogliatotio non sia più tanto unito.
    Giocatori in vacanza mentalmente. Si vede che vorrebbero reagire, ma con la testa stanno chissà dove.
    E questo è una conseguenza dell’atteggiamento della società, che secondo me opera bene, ma non può sempre sempre sempre esprimersi come la direzione di un supermercato. Manca solo che stampi i manifestini per le offerte della settimana.
    Riassumendo: squadra e società rispettano poco i tifosi, federazione rispetta nulla i tifosi, la sud canta a squarciagola fino al 90′. I tifosi sono dei romantici psicotici, con una vena di masochismo.
    Domandiamoci perché negli stadi ci sono sempre meno persone, altro che bolgie (oggi prenoto dallo psicanalista, devo capire cosa mi spinge…. e me lo sto domandando da anni, non da ieri, da quando la passione nel calcio non esiste più – momento depression :-) )

    • Tommy scrive:

      Sono d’accordo, mi sembra di percepire dei dissapori fra i giocatori (l’avevo scritto anche in occasione dello 0-1 a Roma). Ma parlando di difesa: non esisteva, non esiste e se Giampaolo non riesce a cambiare assetto, non esisterà nemmeno per il Derby. E allora i lazzi saranno di… rigore. Ciao Paolo!

    • ROBYLEVANTE scrive:

      Analisi interessante,sono d’accordo.

  33. Paolo1968 scrive:

    PS: parlare dopo una sconfitta del genere di mercato, rimarcare oggi le cessioni eccellenti (peraltro ci sono stati anche gli acquisti eccellenti e gli avvalli di alcune figurine di cartone) di agosto, affermare che la squadra non era coesa e quello fa la differenza vista in campo e la sostituzione di Ramirez mi hanno fatto scadere non poco il mister.

    • sirbiondo scrive:

      Hai ragione. Per me è un tecnico modesto, e lo pensavo anche quando tutto girava. Però è segno anche di mancanza di sincronia con le altre componenti societarie. Mi ricorda un po’ il finale di stagione montelliano, con Osti che rimbeccava Montella e questi che rispondeva piccato.

      • Paolo1968 scrive:

        Però io non l’ho mai considerato un tecnico modesto e neppure adesso lo faccio.
        Come già scritto, mi fa inca….re a mille chi cerca di mettere fuori il naso dalla cacca, lasciando denrto gli altri e dando la colpa alla società per quell’inaspettato bagno.

    • Michele G. scrive:

      Ecco Paolo, ora ti riconosco! Sono d’accordo con te, a parte il sostegno con i canti anche a fine partita, quando invece, secondo me, bisognava far capire a quei rammolliti scesi in campo che figure così non vogliamo proprio vederne!

      • Paolo1968 scrive:

        Ribadisco, allo stadio contestazione per me NO!
        Se qualcuno ha voglia di andare a Bogliasco e dire direttamente ai giocatori il proprio dissenso prego si accomodi. Ma allo stadio no.
        E non sto facendo rating tifosi, per me quelle sono bambinate.

        PS: amici interisti, compresa la mia capa, mi hanno detto che la Sud è stata ineguagliabile, incredibile e l’unica cosa da salvare in “un’accozzaglia di cadaveri”….

  34. Mr T scrive:

    Secondo me il mister

    Si riferiva al fatto che molti giocatori oggi

    Vadano in campo con la scritta “for sale” sulla schiena”

    Quando sotto la maglia Samp non ne abbiano una diversa…

    E quindi la testa sia altrove

    Non sono un suo estimatore

    Ma certe figure io le imputo ai giocatori

    Altro che applausi a fine gara

    • andrea.lazzara scrive:

      Mi sa anche a me…

      • Maurizio Arcini scrive:

        Non capisco, ma se siete in difficoltà se la fortuna vi gira le spalle, se non avete la salute,cosa preferite? Che vi stiano vicino quelli che ti amano e ti sostengano, oppure preferite che ti insultino a fine gara e ti abbandonino nel momento di difficoltà? Pensateci bene… Non fatevi contagiare dell’amarezza, e proprio adesso che viene fuori il vero amore, e sono sicuro che anche voi sapete amare. Non lasciamola da sola la Sampdoria ha bisogno di noi e noi di lei soffriamo e gioiamo insieme ,soffro a leggere certi commenti non posso credere che siate così. Sono già pronto per Verona e Bergamo. Sampdoria non ti lascerò mai sola

      • aston scrive:

        Scusa ma… solo i nostri hanno scritto for sale ?

    • fabio scrive:

      Questa è la solita tiritera che ogni tifoso di squadra medio-piccola fa in Italia, senza accorgersi che vale per tutti, perchè con gli attuali costi e con i mecenati defunti o scomparsi ormai da anni (addirittura Mantovani da quasi 30 anni), l’unico modo per sopravvivere a buoni livelli e’ maturare plusvalenze. Ciò non solleva i giocatori dall’essere seri ed impegnati anche se pensano di poter essere ceduti, ciò non solleva gli allenatori da quella che dovrebbe essere la loro principale mansione a metà campionato: tenere alte motivazioni attenzioni e serietà della squadra. Ciò premesso, che la squadra abbia grossi problemi in difesa (da mesi, rilevati com’è logico soprattutto in trasferta) è cosa sotto gli occhi di chiunque, e non mi limiterei a parlare dei 10 gol subiti in 3 partite, ma piuttosto delle varie imbarcate prese qua e la, come a Bologna Udine Benevento Inter all’andata (che se non fosse stato per i legni ce ne avrebbe cioccato altre 5). Io non so se Giampaolo sia un maestro, un incapace o un testone, so soltanto che non è in grado di sistemare la difesa. Questo è poco ma sicuro, e in serie A, in Italia, è un handicap non da poco.

      • petrino scrive:

        siamo la terza peggior difesa della serie A dopo Benevento e verona.
        Gli scudetti, ma non e il nostro caso, si vincono con le migliori difese, non con i migliori attacchi e questo e’ stato detto da tutti i grandi del calcio.
        Ferrari non ha reso quanto speravano, lo stesso vale per Murru, Berez e’ spesso infortunato. e degli altri e’ meglio tacere.
        E comunque le squadre di Giampaolo calano vistosamente da marzo in poi, vedi lo scorso anno e l’ empoli 2 anni fa.
        Sono spremuti come limoni, cotti e bolliti. Molti sono gia’ venduti o prenotati.

        • Danilo71 scrive:

          Scusa Petrino, non voglio certo difendere la fase difensiva della Samp perchè sicuramente è quantomeno rivedibile ( eufemismo…ovvio ) ma, solo per onor di cronaca, oltre a Benevento e Verona, anche Crotone, Spal, Chievo, Sassuolo, Cagliari ( pari merito ) hanno fatto peggio. Ripeto, non è un’esaltazione o un vanto….solo una giusta precisazione.
          Salutie Forza Samp e Forza Sud ( ricordate cosa diceva il “PRESIDENTE” sul fatto di cantare sempre e comunque…..?)

      • Michele G. scrive:

        No, non siamo gli unici ad avere giocatori con il cartello “for sale”, ma la differenza sta nel fatto che altrove i giocatori che sanno già di partire, intensificano l’impegno per dimostrarsi degni dei futuri datori di lavoro. Un esempio? L’Atalanta, dove i vari Gagliardini l’anno scorso, o Caldara quest’anno, lavorano al massimo nella loro squadra e non tirano di sicuro il piede indietro. Possiamo dire altrettanto dei nostri futuri partenti?

      • ROBYLEVANTE scrive:

        Quando tu dici ai difensori di non guardare l’avversario ma la palla raccogli semplicemente quello che hai seminato.

    • Sand66 scrive:

      concordo in pieno

  35. Francesq scrive:

    Tutto ciò che sta succedendo lascia sul palato un vago retrogusto di deja vu.

    Sembra di essere tornati indietro, agli anni 90, all’epoca dei fenomeni d’autunno. A quelli che spazzavano avversari, collezionavano perle, incantavano le platee, finché gli alberi fogliavano e in gradinata il freddo intirizziva. A quelli che, coi primi sentori di primavera, improvvisamente calavano fin quasi a sparire, afflitti da cronico “gambacortismo” e anche da pragmatismo magari, perché sai, c’e il mondiale, l’europeo. E poi d’estate vado via, vado ad una grande. Se mi faccio male è un casino.

    Allora c’erano Karembeu, Boghossian, la streghetta Juan Sebastian. Oggi c’e torreira, c’e ramirez, forse perfino Zapata.

    La diagnosi, per quanto mi riguarda è: a questi calciatori, salve rare eccezioni, non importa il più beato nulla. Basta, han fatto il loro. Amen. Quest’estate si va al mondiale. Poi si parte per fare i panchinari ricchi di qualche squadrone corazzato. Il Doria è un trampolino, non una squadra. E i trampolini non hanno anima e non hanno obiettivi. Sono contenitori da svuotare, vetrine da ammirare, supermercati a basso costo.

    Ma vadano al diavolo.

    Loro e i procuratori, che già affermano urbi er orbi che questo o quello se ne andrà (vero Torreria? Che ti succede? Tiri indietro la gamba?)

    Loro e i presidenti, che già parlano di cammelli e monete. Presidenti che fanno benissimo quando tacciono è appena parlano si crepa qualche vaso.

    E spiace perché a pagare, a essere mangiato vivo, sarà l’unico, coi suoi pregi e i suoi difetti, a cui importa qualcosa di questo nostro fastidioso Doria.

    Che schifo.

    • Sand66 scrive:

      concordo con te e me ne stupisco.

    • Michele G. scrive:

      Standing ovation!!!

    • livio scrive:

      Nel tuo discorso, lo dico con tristezza, non c’è da cambiare una virgola.
      Il presidente, nonostante dichiarazioni contarie , già da mesi ha allestito la bancarella con il cartellino dei prezzi.
      E sebbene non mi piacciano gli schemi di Giampaolo, capisco quanto sia difficile il suo compito, in queste condizioni…..La concentrazione dei giocatori va a farsi benedire; i procuratori hanno già tracciato l’immediato futuro e quindi a che pro impegnarsi quando non esistono altri obiettivi che l’interesse personale?

      • Francesq scrive:

        Tristissimo.

        Diciamo che il calo primaverile è abbastanza una costante della Samp, storicamente poco capace a “difendersi” dagli agenti esterni, come il mercato.

        Tutti gli anni ce n’è una. Tra giocatori e allenatori (non Giampaolo che mi risulta abbia rifiutato lusinghe) con la valigia in mano ci rimettiamo sempre caterve di punti. L’impressione è che questi puntino ad ottenere un’offerta migliorativa, o la nazionale. Una volta ottenuto l’obiettivo personale, arrivederci e buongiorno.

        Ad esempio, ho trovato di cattivo gusto la foto social di ramirez e torreira (due etoplasmi tra Crotone e Inter) sull’aereo per la nazionale. “Ciao mamma! Sono forte, vado in nazionale!” Ma dai su, non c’è limite al cattivo gusto.

        Ora sta a Giampaolo. Delneri, nel 2010, affrontó una crisi simile. Spogliatoio poco unito, invidie per i privilegi di un Cassano primadonna e indolente. L’allenatore, tattico e professorale con quello attuale, puntó i piedi, mise in riga Cassano inserendo Pozzi. E sappiamo come finì. Con la Champions, una squadra solidissima è un Cassano magico. La mossa di Delneri fece bene a tutti.

        Bene, ripetiamola. Fuori i “distratti”, dentro gli affamati. Vedi come cambia la musica. Tanto peggio di domenica, i Verre e i Capezzi non possono fare.

        • Lollo scrive:

          Verissimo Francesco…purtroppo allora c’erano un certo Marotta e un Presidente con tanti difetti ma con la spina dorsale…

  36. Moussa Dembele scrive:

    Atalanta e Udinese sono anni che fanno la politica dei giocatori “for sale”. La prima grazie ad un settore giovanile modello, la seconda pescando quasi ogni anno jolly in giro per il mondo. Pero’ non mi capita di sentire o vedere i Percassi ed i Pozzo tutti i giorni sui media a pubblicizzare i giocatori. Ferrero ci è capitato e ci tocca tenercelo, del resto prima di lui “ci conoscevano solo fino a Zoagli, no…”
    Con gente come questa i giocatori mercenari vanno a nozze.
    I tifosi illuminati applaudono ad oltranza (e non parlo degli Ultras di vent’anni, a quell’eta ragionavo nello stesso modo).
    Abbiamo fatto sei mesi al di sopra delle nostre possibilità al sesto posto. Ora cerchiamo di mantenere la parte sinistra della classifica e di non fare di queste figure al derby.
    E poi ci godremo tre mesi di viperetta al calciomercato, con le sue Ambasciate blucerchiate e mischiate varie che poco hanno a che vedere con il calcio giocato

  37. Mauro scrive:

    1)Gianpaolo ha in parte ragione quando dice che se fai 48 punti e vendi i migliori non è scontato fare meglio,Anzi.Però se fino a 15 gg fa eravamo sesti vuol dire che la società così male non ha operato(Pasticcio Ilicic e investimento Murru a parte)e comunque questo non deve diventare un alibi.

    2)Pubblico da 8???Per me da 4 come la squadra.Perché se prendi 5 gol in casa (dopo averne presi 4 a Crotone non al Bernabeu) e anziché abbandonare lo stadio alla fine del primo tempo(sullo 0-4)applaudi e canti a fine gara delle due una:o sei grullo o tremendamente provinciale.Essere attaccati alla maglia non vuol dire cantare sempre e comunque.Mica siamo al carnevale di Rio.Vuol dire,quando e’ il caso,e ora mi sembra lo sia,disapprovare nei fatti chi dimostra palesemente di non rispettare né la maglia che indossa né chi ti segue in giro per l’Italia investendo tempo e soprattutto denaro.A mio avviso una tifoseria troppo compiacente alla lunga può rappresentare un problema.
    I cacciatori di ingaggi e bonifici vanno trattati come tali.

    3)In Europa alla fine andrà l’Atalanta perché è squadra vera,perché ha un allenatore che,per quanto mi stia antipatico,oltre a dare un gioco spumeggiante alla squadra sa trasmettere ai suoi giocatori quella rabbia agonistica essenziale per ottenere certi risultati soprattutto in trasferta.Ai coniglietti bagnati in maglia blucerchiata mi sembra che manchi soprattutto un motivatore(perché,poverini,loro devono essere pungolati e stimolati per dare l’anima e per meritare le vagonate di soldi che puntualmente tutti i mesi percepiscono)
    Peccato ma,in fondo,è giusto così.

  38. DANILO scrive:

    Ora ha rotto veramente i co…..-Fino a ieri allenava l’Empoli, fino all’altroieri era quasi disoccupato. Stai allenando la miglior squadra della tua carriera e ti lamenti.
    A fine anno sei libero di portare via i co….. da Genova perche’ un allenatore mediocre con questa squadra farebbe gli stessi punti.

    • Michele G. scrive:

      Il problema e che, secondo me, fino a due mesi fa le cose giravano per il verso giusto e lui, ovviamente, taceva e gongolava ai complimenti che gli piovevano addosso. Ora che il giocattolo mostra delle crepe, se ne è accorto anche lui di ciò che ad altri (noi tifosi, almeno una parte) era evidente da prima.

    • ROBYLEVANTE scrive:

      Figurati se si dimette con un signor contratto fino al 2020……mica è scemo!

  39. Daniele da Rapallo scrive:

    Caro Andrea, amici del blog….Vi è mai capitato, nella vita, di riscoprire dopo tanto tempo che spesso la prima impressione è quella conta ?
    Magari si conosce una persona, si vede una squadra, si valuta una cosa. Si ha subito una prima impressione che magari è, per esempio, negativa. Poi passa il tempo, conosci meglio quella persona, vedi quella squadra all’opera, valuti quella cosa e ti dici : però, forse mi sbagliavo in effetti conoscendola, guardandola…
    Passa ancora del tempo, le cose si definiscono meglio e, alla resa dei conti, ti ricredi e giungi alla conclusione che la prima impressione era quella che contava davvero. A me è capitato diverse volte, e mi capita con la Samp.
    Si, perché, traslando queste considerazioni sulla vita, al mondo Samp diverse sono le cose da dire.
    1) Squadra. Alzi la mano chi dopo la campagna acquisti avrebbe detto che la rosa fosse da Europa Ligue : credo che la maggioranza delle persone (dopo gli acquisti di Strinic e Zapata al photo-finish) pensasse più o meno che la rosa era, seppur con caratteristiche diverse, più o meno assimilabile a quella dell’anno prima, migliorata per il terzino sinistro (sulla carta) ma deficitaria a destra per il mancato acquisto di un altro terzino. Rebus per i centrali. Mercato di Gennaio deficitario per voler consolidare il sesto posto.

    2) Allenatore. Personalmente lo promuovo ma , anche qui, alzi la mano chi era contento quando annunciarono il suo ingaggio, vista la carriera.

    3) Società, prime impressioni su Ferrero ?
    Adesso che si possono tirare le somme, e tornare alle prime impressioni, personalmente direi che questa rosa è al massimo da ottavo posto (tale il monte ingaggi) se ci arriva. Troppi deficit di organico per ambire a non fare figure barbine in Europa. Mi auguro per altro, da un punto di vista fisico e mentale, si possa evitare un finale di stagione tipo l’anno passato.
    L’allenatore ha fatto bene ma palesa troppi limiti caratteriali. Sufficiente (a volte buono) per questa dimensione e non di più.
    Sono più generoso sulla società perché, pur essendo tra quelle povere come proprietà, devo dire che cerca di lavorare bene con le infrastrutture ed anche con la squadra (visto il bisogno di cedere per autofinanziamento). Eviterei solo di fare proclami di crescita di classifica che non potrà, di fatto, mantenere.
    Forse ci siamo illusi, tutti troppo ?

  40. Damiano albaro scrive:

    Caro Andrea sono d’accordo con la tua analisi della prestazione e delle ultime prestazioni e vorrei chiederti una cosa secondo il tuo parere il curriculum ha un’importanza oppure non ha nessuna importanza soltanto un pezzo di carta perché il mister Giampaolo il cosiddetto maestro del calcio a un curriculum vitae esperienze professionali veramente misero misero misero non andrà mai ad allenare una bic e casomai lo facesse farebbe la fine di del neri e di Sinisa ovvero esonerato dopo due massimo tre mesi anche tu pensi che il curriculum sia importante per un allenator….. lui ha allenato sempre Lega Pro piccole squadre

    • andrea.lazzara scrive:

      Io all’arrivo di Giampaolo ero molto diffidente. Un caro amico che scriveva sul blog e con il quale continuo a sentirmi via whatsapp me ne è testimone. Ma mentre lui scettico lo è rimasto (ma ovviamente come tutti ha gioito alle vittorie) mi sono in gran parte ricreduto. Premessa: l’unica persona che ho sentito definire Giampaolo un maestro è Ferrero. Per me è un buonissimo allenatore, con idee importanti, che qui a Genova ha trovato un ambiente a tutto tondo ideale per lui e il tipo di struttura di squadra a lui congeniale. Detto questo sono convinto anche io che abbia dato un’impronta ben definita alla squadra e che questo sia anche un suo limite. E sono anche convinto che non sia “Giampaolo, dopo di lui il diluvio”, che si possa anzi, si debba migliorare. Ma, per esempio, cambiare adesso sarebbe un salto nel buio, una follia totale. Ma, ripeto, è una mia opinione che spero rispettiate come io rispetto quelle di tutti.

      • Edoardo scrive:

        Ben detto Andrea, è giusto che ognuno possa esprimere educatamente le proprie opinioni e che queste vengano rispettate anche da chi la pensa diversamente, io personalmente sono stato “pro-Giampaolo” fino alla disfatta di Firenze in Coppa Italia – fatto per me gravissimo! – ma dopo il suo integralismo è iniziato a risultarmi parecchio indigesto e francamente a giugno io non lo riconfermerei, non si può esporre tifosi e club a certe figuracce in nome di un presunto “bel gioco” che oltretutto la tua squadra ha dimostrato di non saper applicare con la dovuta continuità, bisogna trovare un sistema di gioco più equilibrato che possa andare bene per tutto l’anno e non solo per 2/3 mesi, questa è la mia opinione da ex-sportivo/dilettante e da semplice tifoso che segue le partite al circolo e comunque per questo non mi sento di certo meno tifoso di altri che hanno la possibilità e la fortuna di andare tutte le domeniche in gradinata…

      • maurosampbolzano scrive:

        ok Andrea sarà anche bravo, avrà anche gli attori più o meno adeguati, ma chiedo come fa da bordo campo a non vedere che ogni volta dalla ns parte sx il candreva di turno a trenta metri di vuoto, dove può avanzare indisturbato e fare quello che vuole. io vedo poi Reina nel napoli che gioca tranquillamente e anche bene, perché strinic è in panca,forse poi Regini è più scarso di murru, come esperienza sicuramente no,perchè si continua a marcare altissimi e in area solo a zona, perché ci ostiniamo a entrare solo centralmente e mai usare le corsie esterne, perché non sappiamo cambiare modulo in corso partita. scusami Andrea non volevo scrivere ma poi è stata una liberazione, e quindi credo che tante colpe sono dell’allenatore , ma tante anche della società che non è forte, specula e magari un po’ presuntuosa e quindi il gioco è fatto salutissimi da bz

      • ROBYLEVANTE scrive:

        Sono d’accordo con Andrea;certamente non si può esonerare adesso perchè,probabilmente,perderemmo tutte le ultime dieci partite.

  41. luca scrive:

    Mr T sono d’accordo ! un giocatore come Vierchowod si ribellò DA SOLO ad uno sciopero della categoria motivando la sua scelta con un “noi calciatori facciamo sacrifici ? ma per favore dovremmo avere vergogna, io gioco !!!!!!” ma lo Zar era un UOMO, un GIOCATORE (e che giocatore) insomma rappresentava la Samp di allora , questi come potresti definirli ? scarichi mentalmente , senza motivazioni ? cribbio ma si stanno giocando l’E.L !!!!!!!!! Andrea lo riconosco anch’io che Quagliarella abbia fatto una stagione super ma perdona non mi risulta che lui in queste due partite si sia comportato diversamente dagli altri suoi compagni o che si sia ribellato dentro lo spogliatoio per la penosa figura fatta fare ai nostri colori !!!!!! pertanto secondo me doveva risparmiarsi quell’infelice uscita in sala stampa “chiediamo scusa ai tifosi” e perchè dopo Udine, Benevento e Crotone non era da chiedere scusa ? tutto qui

    • andrea.lazzara scrive:

      Luca, io sarò molto modesto come intenditore di calcio ( e lo sono sicuramente). Ma uno che a 35 anni fa la sua miglior stagione con, in 26 partite giocate, 17 gol, 20 assist di cui 5 vincenti..se sbaglia due partite (in cui peraltro gli saranno arrivati 3 palloni si e no) lo giustifico (anche se si è beccato 4 in pagella anche lui).

      • Marco scrive:

        Quagliarella ha pure 35 anni, direi che ad oggi è l unico che possa permettersi di parlare. Pretendere che giochi da solo è chiedere un po troppo.

      • aston scrive:

        Quagliarella mi pare incontestabile francamente…

  42. Claudio61 scrive:

    Buongiorno.Con prestazioni del genere la colpa di solito è di tutti , ma il principale responsabile è l’allenatore ! , Troppo buonismo anche dai media locali , con la scusa che eravamo sempre sesti ! , E ora ? D’accordo sul tifo per quasi tutta la partita , poi a un quarto d’ora dalla fine giù fischi pesanti ! Infine un appunto al solito tifoso qui sul blog che non fa altro che criticare i giudizi degli altri , arrogandosi quasi di essere l’unico tifoso corretto … È fastidioso ! Saluti e Forza Samp comunque !!!

  43. Bulgaro scrive:

    Anch’io credo volesse dire questo, ma propendo piu per la parte di “immaturità” mentale del gruppo, mister compreso.Vedo che quando il gioco si fa duro c’è chi tira fuori gli attributi, mentre da noi spariscono completamente. Secondo me in queste situazioni sono 2 componenti determinanti:

    La rosa, in cui servono elementi forti che trasmettono la giusta tensione al gruppo, elementi da noi assenti secondo me; la nostra rosa è piena di bravi ragazzi ma priva di carogne vincenti.

    L’allenatore, è quell’elemento che deve dare un in piu ai giocatori in campo in termini di organizzazione di gioco e di tensione. Giampaolo si dimostra molto bravo nella prima, ma pessimo sulla seconda visto che sta ricalcando le orme del fine campionato scorso.

    Se devo fare una quadra l’errore è societario, dopo lo scorso anno si doveva portare temperamento in squadra per sopperire alle carenze di rosa e mister; invece si sono puntati giocatori d’esperienza, ma non leader, e i soliti giovanotti da plusvalenza.

    Detto cio mi appresto realisticamente ad un finale avaro di soddisfazioni, sperando di essere smentito.
    Inoltre mi domando se Tabarez ha dato un occhio ai suoi nuovi convocati in queste ultime partite..

  44. giovanni scrive:

    andrea, ti faccio una domanda: tu giocheresti a battaglia navale con il tuo avversario che conosce tutte le posizioni dei tuoi vascelli, le tue mosse ed i tuoi colpi (pochi a farlo apposta) ed inoltre ha un maggior numero di pezzi e solo portaerei, incrociatori, cacciatorpedinieri di ultima generazione ecc. ecc. guidate da fenomeni del mare mentre tu sei a petto nudo?
    io no, ma se vai allo scontro a quel modo almeno devi sperare di metterti in posizioni guardinghe, magari affidandoti al mare un pò mosso, al brutto tempo, magari alle coste frastagliate ecc…
    se all’inter concedi tutto ed inoltre alla loro qualità non puoi opporre nulla perchè hai anche finito il carburante…ma purtroppo il problema non è (solo) aver perso con l’inter ma avere la settimana prima preso un’imbarcata a crotone (che ha regolarmente perso la terza sulle ultime quattro) col benevento (ove solo noi potevamo fare quel che abbiamo fatto) e che infatti ieri ha perso l’ennesima partita decisiva perchè è troppo più scarsa delle altre, ecc. ecc.
    poi giocoforza se in campo tu giocatore non hai la lucidità di capire come cancelo imbuca sempre per gagliardini, che sale e non hai mai le contromisure per rafinha, puoi anche aspettarti di prendere la quaterna da mister nara…cosa che ti affumica il cervello, ma tant’è…peccato
    tutta la settimana che si parla delle fasce dove sono nettamente più forti di noi e nemmeno il barlume di una contromisura, ramirez che perde almeno tre dei cinque palloni con cui prendiamo gol…peresic che salta indisturbato…ora non insisto nemmeno, lascio perdere, peccato un anno che rischia di chiudersi male dopo un’ottima parte di stagione

  45. Edoardo scrive:

    x Andrea

    Arnuzzo è stato una grande bandiera della Samp e tanto di cappello ci mancherebbe altro per carità, ma alcuni sui commenti da opinionista mi lasciano un po’ perplesso, mettiamo pure che i giocatori c’abbiano la loro parte di responsabilità e che nel calcio moderno sia meglio giocare a zona, ma come si spiega che in area di rigore lasciamo le praterie e questo succede dall’inizio dell’anno, è una cosa giusta e normale? Va bene difendere a zona, ma non puoi basarti solo sul fuorigioco specialmente con dei centrali lenti come Silvestre e Ferrari o mi sbaglio? E poi che sulle fasce non ci vada mai nessuno per provare a saltare l’uomo e mettere un bel cross teso dal fondo per Zapata non è forse una scelta tattica dell’allenatore o nessuno è più capace a dribblare e a fare cross decenti? I giocatori ci mettono del loro sicuramente tra calciomercato e il resto, ma anche certe idee tattiche di Giampaolo a me sembrano parecchio insensate…

    In merito poi al Sig.Arcini vorrei ricordare che il blog è fatto proprio per scrivere commenti e idee sulle partite e non solo per gridare “Doria Olé” che per quello c’è già lo stadio, certi giudizi su “veri e finti tifosi” sono francamente un po’ anticipatici da leggere…

    • Maurizio Arcini scrive:

      Non sei una persona simpatica, non fai neanche ridere. Vergognatevi

      • andrea.lazzara scrive:

        Ho letto ora. Maurizio l’italiano un pochino lo conosco: nel riferimento ai tuoi post Edoardo è stato educato ed ha semplicemente detto di non essere d’accordo sul tuo pensiero o il tuo modo di pensare. Il blog, in questo senso è libero e nessuno, neppure tu, puoi pretendere che tutti la pensino come te. Quindi, il vergognati ritiralo. Poi possiamo ricominciare a discutere. Certo che alla nostra età (perchè dubito qui ci siano quindicenni) dover costringere un emerito sconosciuto come me a comportarsi come un maestro delle elementari è deprimente. Capisco la passione, siamo tutti con il…. girato ma l’educazione e il rispetto verso il prossimo non devono mancare mai. Nella vita, più che in questo spazio (che, vi ricordo, l’emittente non è neppure obbligata a concedere)

      • Edoardo scrive:

        Ma vergognati tu che sei una persona incivile e non sai rispettare neanche le opinioni altrui, se fosse per me non ti pubblicherei più neanche mezzo post…

        • andrea.lazzara scrive:

          Bene, ora che vi siete detti “vergogna” reciprocamente vi annuncio che se la diatriba continuerà cancellerò tutti i messaggi.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Ti brucia perché forse ti sei riconosciuto in quello che dico?. Io non giudico chi sostiene a prescindere la propria squadra. Organizzate una contestazione a Bogliasco se siete così incazzati, ti voglio contare dal vivo.

      • Michele G. scrive:

        Ti vedrei bene come il presidente del club “Talebani”!

      • Chicco 78 scrive:

        Scusami Maurizio se mi permetto ma adesso hai proprio rotto il b……o,le persone infami che fanno del male agli innocenti devono essere tacciati di vergogna ,non chi non la pensa come te per quanto riguarda la nostra beneamata…regolati perché gli anni per capire quando si sbaglia ce li hai quindi vedi te….e ti chiedo scusa per essermi permesso di darti un semplice consiglio per come comportarsi nel sociale…se no a parer mio fai a meno di scrivere su un blog…qualsiasi esso sia!!!!

        • Chicco 78 scrive:

          Scusami Andrea ma sinceramente credo sia esageratamente non costruttivo il modo che ha maurizio di rapportarsi nel blog poi se credi che abbia esagerato nel commento non pubblicarlo ma sinceramente neanche il boso o tirotta si permettono di fare certe osservazioni e non perché io li considero degli dei ma forse qlcs in più della maggior parte di noi ne sanno o sbaglio?grazie e scusa ancora a te e a maurizio se non sono stato rispettoso….

  46. flex scrive:

    Buongiorno a Tutti

    vorrei confrontarmi con Lazzara e con chiunque ne abbia voglia sul nostro allenatore.

    Giampaolo probabilmente è vittima della sua poca flessibilità. Però io ho sempre pensato che una squadra funziona dalla sintesi di due componenti: organizzazione di gioco e qualità dei giocatori, le due componenti sono complementari e in qualche modo inversamente proporzionali. Se hai giocatori poco dotati devi sopperire alla loro bassa qualità con schemi di gioco, se hai fuoriclasse puoi permetterti il lusso di lasciare loro maggiore libertà e aspettare che ti risolvano la partita con una giocata. Se sei obbligarto a concentrarti sull’organizzazione di gioco poi diventa anche più difficile chiedere ai tuoi giocatori di fare qualcosa di differente e allora forse, almeno in parte, la sua rigidità non è una causa, ma una conseguenza. Perchè mi rifiuto di pensare che un allenatore tanto preparato non veda che qualunque squadra con delle ali forti ci devasta e non credo di essere più furbo di lui quando vedo che murru è inadeguato e ha bisogno del centrocampista che va a raddoppiare e non credo che sia così semplice e si risolva tutto mettendo un uomo in più a centrocampo. Non essendo un tecnico non ho la presunzione di pensare che i nostri problemi di gioco si risolvino così banalmente cambiando schema e passando a un 4-4-2 quando affronti detrminate squadre.
    E’ anche vero, per contro, che io non sono un tecnico, ma lui si e, nel limite del possibile, faccia in modo di evitare partite come le ultime due.

    Ma al di là dell’aspetto tecnico io vorrei sottolineare l’aspetto umano: per il poco che percepisco dalle interviste a me sembra una gran bella persona, coerente, mai banale, seria, non è il ruffiano che si presente in campo con la sciarpa e se deve dire una cosa la dice, come ad esempio l’anno scorso appena finito il derby, come si dice in sud america un “hombre vertical”. A me piacciono queste persone e quindi sono leggermente prevenuto, ma se analizziamo i risultati oggettivamente, ossia attraverso i numeri, posizione di classifica e valorizzazione di giocatori (che è poi l’unica cosa che importa alla proprietà) credo che sia l’allenatore ideale per noi e sarebbe una fesseria sostituirlo. Escluso gasperini, chi a ogni partita persa lo vuole esonerare, con chi lo sostituirebbe?
    Troppo facile dirlo dopo il derby o contro la yuve: io non capirò un belino ma continuo a pensare che giampaolo sia il miglior allenatore che potremmo avere.

    off topic. Saluto Stefano Rissetto, uno dei miei giornalisti preferiti, che seguo e apprezzo dai tempi di Sampdoria Club.

    • Michele G. scrive:

      Flex, accetto il confronto, perché l’hai posto con educazione e pacatezza. Poiché io ieri non l’ho notato (e neanche a Crotone, a dire il vero), potresti dirmi quali siano stati gli accorgimenti adottati da Giampaolo per arginare le devastanti ali, come le hai giustamente definite tu? Secondo me, nessuno. E poi, siamo riusciti a far apparire dei fenomeni quelli dell’Inter fischiati dai loro stessi tifosi fino ad una settimana prima, vulgo Candreva e Rafinha! La realtà, secondo me, è che ieri non sono stati stratosferici quelli dell’Inter; sono stati vergognosi i nostri ed anche mal guidati. Almeno, questa è la mia opinabilissima opinione. Comunque, grazie per la tua opinione, che rispetto, anche se non la condivido.

      • flex scrive:

        Michele G.

        io non ho visto accorgimenti e infatti ci hanno massacrati.
        E’ suo compito cercarli e sua colpa non averli trovati. Quello che dico a sua parziale difesa è che forse non è così semplice individuarli. Se ben ricordi con strinic e berezinski abbiamo fatto partitoni, sala, murru e regini non sono assolutamente all’altezza. Abbiamo questi difetti strutturali, la rosa è del tutto inadeguata. Con gli undici titolari in forma e motivati possiamo fare la nostra figura, in caso contrario siamo una squadra scarsa, molto scarsa. Il limite di giampaolo è di non essere in grado di disegnare schemi alternativi quando si trova ad affrontare situazioni di difficoltà tipo queste. Ribadisco che è un suo limite, ma sostengo che forse con una rosa leggermente più adeguata si sarebbero potute evitare queste figure mortificanti. e in questo contesto inserisco anche lo sfogo di ieri, dettato, secondo me, non tanto dal tentativo di pararsi il culo, ma piuttosto dalla delusione per la partita indegna.

        E comunque, riconosciuta la sua parte di responsabilità, la mia domanda rimane: alla luce dei risultati raggiunti, della qualità del gioco, della valorizzazione di tanti giocatori, tu lo confermeresti o lo manderesti via?
        In caso di esonero, ad eccezione dell’odioso gasperini, con chi lo sostituiresti?
        Un’ulteriore provocazione: fra tutti gli allenatori della serie A (mettiamoci dentro anche gli esonerati) chi avrebbe fatto senz’altro meglio di lui?

        • Michele G. scrive:

          Mandarlo via adesso sarebbe controproducente. Per quanto possa andare male di qui al termine del campionato, siamo in posizione tranquilla e possiamo permetterci il lusso di poter aspettare. Chi al suo posto? Quelli bravi costano. Nell’ambito di quelli abbordabili, vedrei Iachini, per l’entusiasmo con cui verrebbe, o Pioli. Anche Donadoni non mi dispiacerebbe. Però, dopo la scottatura presa con Montella, che mi aspettavo come la miglior soluzione della vita, non azzardo più giudizi.

    • sirbiondo scrive:

      ciao flex, mi confronto volentieri con te. Io sono ed ero pervicacemente scettico sul tecnico: ritengo che quasi sempre il curriculum non sbagli, e non volevo fidarmi di chi due anni prima era stato cacciato in malo modo da cremona. è poi evidente come abbia fatto un discreto lavoro qui, a tratti buono. Ma il suo modo di intendere il calcio è concettualmente sbagliato. Sei tu che devi adattarti alla partita quando questa non va per il verso giusto (credo si chiami tattica applicata). Devi allargare un attaccante, scambiare gli esterni, invertire posizioni, cose così. Sei in vantaggio e patisci ? Butti un difensore od un mediano in campo e cerchi di portare la pelle a casa. Il problema del Nostro è che non ha mai provveduto ad operare in questa direzione: se il suo modo di giocare è funzionale, ottimo, si vince, magari anche in surplace. Quando qualcosa non gira nel verso giusto, non c’è verso di cambiare rotta (ricordo 3 mesi di alvarez l anno passato in luogo di B. Fernandes, o il centellinamento di schick). Penso che la ragione dei suoi numerosi allontanamenti in carriera sia questa.
      Sull’uomo poi è difficile dire qualcosa, le chiacchiere da telecamera sono sovente stereotipate. Certo che l’uscita sulla società, pur se corretta nella sostanza, è sbagliata nella forma e nei tempi.
      Io come tecnico vorrei Pioli. Con un Fiorentina modesta ( davvero, a parte Chiesa il nulla) è comunque solo pochi punti indietro.
      Un saluto.

      • flex scrive:

        Ciao sirbiondo

        condivido il tuo punto di vista: è’ rigido fino all’autolesionismo.

        Ho solo un dubbio: è così rigido (talebano proprio non mi piace) per sua natura o perchè la rosa a disposizione non gli consente di fare diversamente?
        L’anno scorso ad esempio gli ho bestemmiato dietro per tutto il campionato per non giocare mai sulle fasce. Quest’anno con strinic e berezinsky lo faceva, con murru e sala no. Ieri quando è uscito berezinsky e ha spostato barreto non sapevo se ridere o se piangere. quando poi ha messo dentro regini non avevo più la forza nè di rdere nè di piangere.

        Su alvarez/bruno fernandes mi trovi d’accordo: a me bruno fernandes piaceva moltissimo e, a mio parere, è stato venduto male. la gestione di scick, invece, è stata eccellente, un capolavoro

    • Bulgaro scrive:

      Ciao Flex,
      secondo me Giampaolo tecnicamente e tatticamente è bravo, mentre il suo limite è motivazionale.
      Non è un caso che si vada bene finché non ci sono aspettative, ma quando gli obiettivi diventano stringenti salta sempre il banco.. abbiamo fallito tutti i possibili “salti di qualità”, in parte per per la rosa oggettivamente risicata in difesa e a centrocampo, in buona parte per approcci patetici ai match.
      Se devo cercare un “colpevole” io dico la società che, nonostante il finale dello scorso anno che ha palesato questi problemi, non ha aggiunto grinta in squadra, componente assente da parecchio tempo.
      Abbiamo una squadra fatta da bravi ragazzi, ma per essere vincenti serve altro.
      Io non esonererei Giampaolo, ma dovessi prendere un altro allenatore penserei a Maran, che ha accusato tanto il lungo infortunio di Castro, ma che secondo me rimane un profilo valido. Sinceramente non Iachini, a cui voglio bene, ma che è un allenatore da salvezza al massimo.
      Tra gli emergenti Oddo è interessante, ha un gioco arioso e offensivo, con tutti i limiti d’esperienza del caso.

      • flex scrive:

        Ciao Bulgaro
        sono d’accordo con te.
        Ogni volta che dovevamo fare il salto di qualità siamo miseramente falliti.
        Giampaolo, almeno all’apparenza, non è un leone e il resto lo fa il nostro presidente che va in giro con il listino prezzi e a ogni intervista gli esce fuori il simbolo dei $ sugli occhi come a paperon de paperoni.
        Capisco bene che una società come la nostra deve autofinanziarsi con le plusvalenze, ma vendere in modo così sguaiato induce a pensare che non esista un progetto tecnico, che non esisterà mai e che a nessuno importa che ci sia. Se passa questo concetto è sciocco e anche ipocrita dare dell’indegno o del mercenario al giocatore che pensa alla nazionale, al prossimo ingaggio o ai fatti suoi, o prendersela con il procuratore di turno e diventa ancora più complicato motivare gente che sa benissimo di essere qui di passaggio.

        Detto questo effettivamente Giampaolo mi ricorda più ericksson di mourinho.

        Maran è pragmatico, non mi dispiacerebbe, Oddo è affascinante, ma un pò mi spaventa, più che Oddo allora il tipo che allena la Spal. Se ne avesse ancora voglia a me piacerebbe Guidolin, è simpatico come la sabbia nelle scarpe, ma le sue squadre giocavano bene.
        Io comunque continuerei a tenermi Giampaolo

        • Bulgaro scrive:

          Semplici è un buon mister, ma ha un gioco molto più essenziale e pragmatico, visto che tanto non ci si gioca un bellino almeno vedere giocare bene a pallone :-)
          Poi magari dipende dalla rosa che ha a disposizione..

          Guidolin lo avrei preso fino a 3 anni fa pur concordato con la simpatia, ma mi pare che le ultime esperienze non siano state esaltanti e pure lui sia molto umore.

          Comunque la differenza la farà la capacità di valorizzare i giovani, che come hai scritto tu sono l’ossigeno della società.

  47. Ferolandia scrive:

    Ciao Andrea,

    scusami ma ci siamo.
    Trovo le parole di Giampaolo inaccettabili.
    Trovo le parole di Ferrero vergognose.
    Trovo la prestazione dei giocatori inqualificabile.
    Però ti chiedo ma l’Atalanta lo scorso anno è partita per arrivare quarta?
    A gennaio ha venduto Gagliardini, aveva giocatori non di proprietà (vedi Spinazzola e poi Caldara) eppure non ha sentito l’enorme peso della responsabilità, o il poco impegno dettato dalla ormai prossima cessione di alcuni giocatori, od altre speudocavolate che si sentono in giro. Hanno corso, lottato e giocato fino in fondo.
    Ed a fine anno hanno venduto quasi tutti.
    Quindi basta dire che hanno la testa altrove, sta a società ed allenatore dare segnali precisi e forti (anche con scelte dure, tipo esclusioni eccellenti se non c’è impegno).
    Poi però c’è un problema tecnico e qui Giampaolo ha in parte ragione (perchè i cambi non sono all’altezza Murru, Sala, Verre, Capezzi ed Alvarez non sono alternative plausibili) in parte torto perchè se non posso giocarmela alla pari con te, oppure se non ho la tecnica per palleggiare a centrocampo od ancora gli esterni difensivi all’altezza, cambio gioco e modifico il mio modo di stare in campo.

    • andrea.lazzara scrive:

      Comunque mi sembra chiaro che ci sia un “concorso di colpe” che rende peraltro ancor meno semplice la soluzione. Anche se immagino che molti una soluzione pronta ce l’avrebbero, anzi, l’avrebbero voluta attuata già questa mattina…

      • sirbiondo scrive:

        é quasi sempre un concorso di colpa Andrea… Ma permettimi di dire che se la Società non ti fa capire che l’Europa è un obiettivo reale, tu, calciatore della Samp che l’anno prossimo sarà lontano da qui, ti rilassi. Non voglio giustificare calciatori e tecnico, ma ho sempre l’impressione che “il pesce puzzi dalla testa”.

    • Marco scrive:

      Ma saremmo inferiori a benevento e crotone? Dove abbiamo preso giostre vergognose?
      Se voleva rinforzi doveva battere i pugni a gennaio non a marzo dopo sconfitte indegne.

  48. luca scrive:

    per me Giampaolo dopo le dichiarazioni di ieri ha finito con la Samp (e purtroppo penso sia finito anche il nostro campionato !!!) io non chiedo l’allontanamento immediato del mister (chi al suo posto ?) chiedo un pò più di serietà e coerenza da parte della Società (ma forse chiedo l’impossibile ) trovo giustissime le considerazioni di ferolnadia (sull’Atalanta)

  49. David Rizzi scrive:

    Ciao Andrea, sono uno di quei tifosi che vivono lontani e che appena possono si fanno centinaia di km per essere allo stadio e ogni volta che non possono restano amareggiati e delusi per non aver visto dal vivo il proprio amore, però ieri sono stato felice di non essere riuscito a venire a Genova ma di essere stato a casa con la mia bambina che ha visto parte della partita con me sul divano e ad un certo punto se ne è andata perchè “tanto ormai papà abbiamo perso”. A mente fredda questa è la cosa che mi fa più male, l’essere felice di non aver visto dal vivo la mia squadra e non perchè abbiamo giocato male o siamo stati sfortunati ma perchè siamo stati umiliati così come la domenica precedente.
    Dove sta la colpa di tutto questo? Direi ovunque a partire da giocatori di dubbie qualità morali che stanno pensando ad altro da circa 1 mese, passando per una società fantoccio che non è in grado di riportare sulla retta via gli individui di cui sopra (guardate De Vrij, non ha rinnovato, andrà via ma tutte le partite va in campo ed è uno dei migliori difensori della lazio e dell’intero campionato) ma pensa soltanto a vendere nel miglior modo possibile (e questo mi sta anche bene perchè ci permette di sopravvivere ma lo si potrebbe fare come fa l’Atalanta, a giugno si vende ma finchè siete qui sputate sangue) per finire ad un allenatore per il quale non ho parole o meglio che non riesco a catalogare fino in fond: è indubbio che non sia uno sprovveduto, è altrettanto indubbio che la sua non possa essere solo fortuna ma è chiaro che quando la posta si alza si scioglie come neve al sole palesando limiti caratteriali e tattici; siamo tutti allenatori in Italia ma non credo che serva un genio a capire e vedere che ogni volta che incontriamo delle squadre con esterni rapidi e abili nel saltare l’uomo per noi è un massacro sia che si giochi con l’inter sia che lo si faccia col benevento,
    Vorrei finire con una nota sulla gradinata sud: finchè ho potuto ho sempre preso posto nella mia gradinata ma negli anni abbiamo anche contestato e fischiato così come riservato applausi dopo sconfitte rotonde maturate in partite dove avevamo però dato l’anima in campo, ieri i cori sono stati assolutamente fuori luogo, la contestazione per essere stati presi in giro sarebbe stata la reazione più normale e forse un piccolo shock per quelli che aveva calcato l’erba di Marassi. Applaudirle e cantare dopo una prestazione simile è come dare una pacca sulla spalla a tuo figlio dicendogli bravo dopo che ha preso a schiaffi un compagno o rubato in un negozio

    • Michele G. scrive:

      Ciao David. Purtroppo, condivido con te la lontananza da Genova e l’impossibilità di poter vedere dal vivo le partite, come facevo fino ad un certo tempo fa. Solo che io dovrei farne molti di più di chilometri, vivendo all’estero da più di 10 anni. Mi devo accontentare, quindi, di vederle alla TV le partite e ieri non ti dico l’angoscia che mi prendeva durante lo svolgersi di quello che per me era un dramma. Pertanto, quei canti ed applausi, doverosi nel corso della partita, espressi a fine partita mi sono parsi fuori luogo, perché hanno dato l’impressione a chi non ci ha messo un briciolo di impegno, che, comunque vada, nessuno gli dice niente, anzi, lo applaude pure! Pensa che il cronista straniero che commentava la partita ha fatto persino una battuta, dicendosi incerto se considerare encomiabili i tifosi che cantavano a fine partita, o se, probabilmente, i tifosi avevano visto un’altra partita, visto che quella andata in scena a Marassi era stata deprimente da parte nostra.

  50. marcozin scrive:

    basta riguardare indietro a prestazioni come col chievo e atalanta o anche con l’udinese (2 pali per loro) per capire che quest’anno abbiamo avuto anche tanta fortuna e che quando questa gira escono fuori tutti i limiti di una squadra costruita per una salvezza dignitosa. quello che mi fa arrabbiare è il modo in cui arrivano le sconfitte. si puo’ perdere con chiunque ma non a botte di 3,4,5 gol per volta. io tengo molto alla bella figura della mia squadra e sconfitte come quella di ieri, quella di crotone di benevento e quella di roma con la lazio l’anno scorso sono macchie indelebili che non si cancellano con 3 derby vinti contro un genoa da serie c

    • Marco scrive:

      Non sono solo i gol incassati. Ma l essere in totale balia degli avversari. Bisognerebbe rivedersi il secondo tempo di benevento, la peggior squadra d europa che ci ha fatto vedere le “streghe” . Sarei curioso di vedere quanti tiri ha fatto la SAMPDORIA in tutto il campionato. Credo all ultimo posto.

      • ROBYLEVANTE scrive:

        Però con il possesso palla fra Silvestre e Ferrari,Ferrari e Murru,Silvestre e Beres o Sala o Regini e così via, siamo tra le prime squadre del campionato…….

  51. piero scrive:

    Belin, io lo dicevo in tempi non sospetti che Milan, Atalanta e Fiorentina ci sarebbero finite davanti e mi tacciavano di essere un pennuto infiltrato…
    Va beh.. Scherzi a parte, avrei solo due cose da dire.
    Primo, che secondo me è gravissimo quello che ha detto Giampaolo in conferenza stampa. Puoi avere torto o ragione ma certe cose si dicono tra quattro mura, non davanti ai giornalisti. E ora che hai deresponsabilizzato i giocatori davanti a tutti? In che modo arriviamo a fine campionato? Ho sempre difeso il mister ma qui ha toppato di brutto secondo me.
    Secondo, cosa è successo dentro lo spogliatoio? A chi erano dirette le esternazioni di Quagliarella, quando ha parlato genericamente di “nazionali” che devono tornare a calarsi nella realtà Samp? Qualcosa si è rotto nello spogliatoio evidentemente.
    Per fortuna abbiamo già fatto i punti necessari a salvarci…

    • Michele G. scrive:

      Caro Piero, secondo me, più che l’ambiente in cui si è espresso, Giampaolo ha toppato il momento. E’ comodo tacere quando le cose ti girano per il verso giusto e poi tirare fuori le critiche quando, invece, ti gira tutto storto e prendi sberle da quelle squadre che possono definirsi poco più che sparring partners. Passi per l’Inter che ha giocatori molto più forti dei nostri (ed in parte erano nostri), anche se fino alla settimana scorsa erano messi sulla graticola dai propri stessi tifosi! Ma prendere dei pattoni, senza reagire, da squadre come Benevento e Crotone, questo proprio non mi va giù! Ciò che ha detto Quagliarella è solo la conferma di ciò che in molti avevamo già intuito anche noi: qualcuno pensa ormai alla propria futura destinazione, che sia essa una squadra blasonata (e che paga bene) o la nazionale, e vive con fastidio il fatto di dover ancora giocare per noi fino a tutto Maggio! Ma tanto c’è chi continua a cantare!

    • livio scrive:

      Giampaolo è esasperato, come noi tutti.
      Non mi piace e non condivido il suo gioco, asfittico e prevedibile.
      Ma la Società da un lato dichiara di voler andare in Europa , ma dall’altro ha già allestito gli scaffali con i prezzi – siamo al Super- Supermercato blucerchiato – pregustando già le grasse plusvalenze che ci saranno , specie se i mondiali daranno lustro agli articoli in vetrina!!

  52. SerAmsterdam23 scrive:

    Ciao Andrea,
    La tua analisi rispecchia davvero bene a mio parere la situazione e le sensazioni di tanti sampdoriani che, come me hanno visto diverse epoche inclusa quella d’oro di Mancini e Vialli.
    Forse per questo, pur capendo la ‘rabbia’ di alcuni nei confronti di tizio, caio e sempronio cerco di guardare alla cosa, non cercando i colpevoli o chi mandare via ma, come uscire da questo momento e migliorare le cose per il futuro.
    Anche io mi sono rovinato la domenica, l’umore e mi sono sentito deluso e disgustato per lunga parte (ieri ancor di piu’ giocando alle 12.30) della giornata. Siamo Sampdoriani…
    Ma a cosa serve dire e’ colpa di Giampaolo, di Quaglia, di Murru o della difesa? E’ chiaro che qui c’e’ un mix di ragioni mentali e tecnico-tattiche con ognuno le proprie colpe dalla societa’ in giu’ (o su).
    Come uscirne? Magari saperlo, ma il capire e l’analizzare (e poi intervenire e risolvere) sono virtu delle buone organizzazioni non solo di quelle grandi. Evidentemente credevamo di essere migliori sotto tanti aspetti di quello che in realta’ siamo. C’e’ un management a diversi livelli e settori? Credo che questo sia proprio il loro compito. Ognuno ne ha uno e dai risultati ma soprattutto dalle prestazioni, si evidenzia che non viene ben fatto.
    Quindi Ferrero smetta di dire quanto vale Torreira, che ci chiedono anche Praet e Linetty e gestisca la SOCIETA Sampdoria; Faccia impresa, come ha sempre sostenuto. Stessa cosa per gli altri dirigenti: il messaggio di Giampaolo di ieri sul vendere i migliori e migliorare in classifica mi pare piu’ di un segnale di frizione. Lo stesso mister, senza voler dare consigli tecnici, capisca che si deve trovare un’alternativa di gioco perche per es. Torreira ormai lo marcano a uomo tutte le squadre; ancora, e’ vero che le motivazioni per essere all’altezza i professionisti le dovrebbero avere dentro, ma oggi il calcio professionistico e’ basato anche su questo aspetto psicologico. Difficile vedere gli ‘occhi della tigre’ nello sguardo di Giampaolo (c’e’ piu’ similitudine con la triglia…e’ una battuta!).
    Sta a lui questa funzione con i giocatori. Se Strinic ha perso sicurezze a seguito di questo o quest’altro, lo recuperi, non lo escluda punto e basta! Finche’ sta li, lo si usi.
    I giocatori stiano sul pezzo, qualunque siano i loro pensieri, perche’ adesso fino a fine stagione c’e’ solo la SAMP!
    Chiudo con una picoola domanda per sdrammatizzare: non credete che Regini possa fare meno danni a destra che in altri ruoli? Ieri ad un certo punto quasi emergeva al posto di Beres. Lungi da me il proporlo, se in campo e’ comunque…fuori ruolo ;-) ma piuttosto che Sala o la controfigura di ieri…
    A questo punto non credo ci sia da temere il Chievo ma la Sampdoria 2018

    • flex scrive:

      Ottimo intervento.
      Individuare tutte le colpe nell’allenatore è facile, troppo facile.

  53. Pino scrive:

    Cari amici del Blog, che amarezza. Nessuna Squadra ha la mancanza di spina dorsale come la nostra. Inutile commentare oltre. Se andate a rileggere il Blog del 18 febbraio, quando paventai che sarebbe avvenuto quello che poi si è puntualmente verificato, qualcuno mi disse che ero un pessimista, fortuna che non mi han dato del “Troll”. Francamente non ho più voglia di stare dietro a una banda di cialtroni senza orgoglio, senza senso della professionalità. Ieri sera mi son visto la partita dei rossoblu col Napoli. Quelli hanno una verve e alcune caratteristiche (potenza, velocità, grinta) che nei nostri sono assenti. Prepariamoci, dopo il poker che prenderemo con Chievo (squadra che io ammiro molto) e Atalanta, ad essere asfaltati (sai che gioa per quelli li) dai cugini. Unica, ultima mossa disperata da farsi : l’allontanamento immediato di questo pseudoallenatore. Qualsiasi altra persona potrà solo che far meglio. Altrimenti…scialuppe a mare. Ciao a tutti.

  54. Paolo1966 scrive:

    Purtroppo i conti si fanno a Maggio.
    Siamo stati sesti per tanto tempo ed eravamo salvi a fine anno.
    Bene.
    Ora pero’ stiamo attraversando un trend negativo e ci stiamo incartando.
    Dalla partita con la Juve in poi a parte le due partite con la Roma e quella con la Fiorentina abbiamo sempre faticato (e nel mezzo preso delle imbarcate).
    Il discorso che ha fatto ieri il Mister sarebbe stato corretto se fatto a Settembre, non oggi. I giocatori sono gli stessi del periodo buono.
    Sinceramente, e qui sono d’accordo con Stefano Rissetto, non tutti hanno voglia di andare in Europa, ma questo non vuol dire legittimare figuracce come quelle di Benevento, Crotone e ieri.
    C’e’ modo e modo di perdere.
    I giocatori sono privi di personalita’, mancano un Souness o un Zar 2.0, il mister vede un solo modo di giocare (efficace se sono tutti col belino duro, se no diventa stucchevole e molto pericoloso, infatti quasi chiunque con noi crea tante occasioni) e probabilmente non ha nel DNA vincere in modo sporco e cazzuto, la societa’ va per conto suo pianificando le cessioni e suppongo rinfacciando al Mister di aver perso ritmo nonostante a Gennaio nulla fosse stato toccato…
    Ora come ora mi viene da dire che da qui a fine anno rimane una sola partita da non sbagliare, per il resto proverei a far giocare quelli che rimarranno e farei sedere tutti quelli che hanno voglia di andare avendo il contratto in scadenza o la clausola intoccabile, questo non per punizione, ma per valorizzare quello che resta ed evitare che a fine anno ci sia da rifare totalmente la squadra. Onestamente fatico a vedere il gruppo, questo gruppo con questo tipo di gioco, che si ricompatta e parte coeso verso l’obbiettivo, anche perche’ Milan e Atalanta ne hanno di piu’ e la Fiorentina e’ ad un passo

  55. Maurizio Arcini scrive:

    Non sei una persona simpatica, non fai neanche ridere. Vergognatevi Andrea scusa ma puoi permettere questo scempio? È un blog di doriani? Altro che comunicato ci vorrebbe mi fate venire da vomitare

    • andrea.lazzara scrive:

      Scusa… “Il non sei una persona simpatica” a chi è riferito? Il tuo commento non è legato a nessun’altro. Giusto per capire. Comunque ribadisco, rispettatevi. Tutti. Altrimenti chiudiamo baracca e burattini.

      • livio scrive:

        Grazie…Finalmente. E’ opportuno che il moderatore ” moderi ” chi trascende!!

      • Paolo1968 scrive:

        Bè, Andrea… Con tutto il rispetto, mi sembra che ci sia uno solo che in questo momento stia esagerando. Nessuno può assurgere al ruolo di selezionatore dei veri e dei falsi doriani, nemmeno se avesse 12 anni.
        Non vedo perché si dovrebbe chiudere baracca e burattini

        • Paolo1968 scrive:

          Poi, per carità, sei il padrone di casa…. :-)

        • andrea.lazzara scrive:

          E’ un discorso vecchio come il mondo legato non alla Samp, non a questo blog ma a quello che la virtualità scatena. Ma qui andiamo fuori tema…

  56. luca scrive:

    Caro Maurizio senza nulla togliere alle tue idee di super – tifoso e assiduo difensore della causa Samp ad ogni costo ! ti ricordo (ma forse non eri ancora nato o forse hai rimosso dalla tua mente) che un certo PAOLO MANTOVANI (il più grande dei nostri Presidneti e forse di tutta la Storia del calcio Italiano) che amava la Samp ed i suoi tifosi dopo un’invasione di campo al termine di una vittoria (e non di una sconfitta) ricordò bacchettando a dovere con il suo immenso aplomb e carisma “certi ” tifosi della Samp che solo le capre o le pecore (ora non ricordo esattamente il termine) calpestano i terreni d’erba per ruminare !!!!!!!! non sò se mi spiego ! minacciando di allontanarsi definitivamente dal pianeta blucerchiato se avessero continuato a farlo (e infatti non successe mai più) immagino che anche Andrea ricordi questo particolare !!!!!!!!!!!!!! pertanto caro Maurizio a volte certe bacchettate vanno date anzi sono d’obbligo quando a farla da padrone è la mancanza di rispetto ( e da due Domeniche per la nostra maglia e i nostri colori è successo questo )!!!! sei d’accordo ?

    • andrea.lazzara scrive:

      Cremona, Sampdoria-Dinamo Bucarest 0-0, quarti di finale Coppa delle Coppe 88-89 (c’ero)

      • Maurizio Arcini scrive:

        Esatto purtroppo c’ero anche io a vedere, e non solo aveva ragione il grande Paolo, erano anche frasi di circostanza per rispetto di chi ci aveva ospitato ma in cuore suo penso che godesse come un riccio, comunque Andrea non era in risposta a te non sono avvezzo alla nuova tecnologia, sono del 1961 caro, ero già nato, ogni domenica sono allo stadio con i miei due figli,una bandiera a testa, due Andrea sono molto riconoscibili una è giallo cerchiata ,l’altra c’è scritto canterò finché vivrò. Capito il messaggio? Ti seguo sempre anche se perdi sempre….. non fa niente Sampdoria soprattutto

        • Marco scrive:

          maurizio arcini cos e che non riesci o non vuoi capire?
          Primo non tutti vivono il calcio come una crociata
          Secondo nessuno chiede di vincerne 38 su 38
          Terzo se veramente ami la SAMPDORIA non accetti maltrattamenti da nessuno.
          Rispetta l idea altrui anche se non la condividi.

      • NYC scrive:

        Anche io c ero, Dossena rosso come un peperone…

    • Klaus Lavagna scrive:

      Concordo Luca.Ogni tanto ai nostri figli che pur amiamo sopra ogni cosa quando si comportano male non dico un buffetto ma un rimprovero siamo in dovere di regalarglielo perché l’amore cieco non porta da nessuna parte(temo che anche Arcini un giorno se ne rendera’conto!)

    • giuliano farnetani scrive:

      Concordo pienamente ero allostadio!!!!! Ricordateviche a volte fischiavamo anche un certo BOBBY_gol quando giocava da supponente !!!!!

    • ROBYLEVANTE scrive:

      Scusa Luca, ma secondo te a chi si riferiva il nostro grandissimo PAOLO MANTOVANI, forse ai “tifosi di scrivania”…….?

  57. maverick scrive:

    Dopo le dichiarazioni post partita l’unica cosa coerente che il mister poteva fare era di rassegnare le dimissioni. Che poi la Società non le avesse accettate per opportunità è un altro discorso, ma per me il “non essere all’altezza” di svolgere un determinato lavoro, qualunque esso sia, comporta inevitabilmente la rinuncia immediata all’incarico. Punto.

    • maverick scrive:

      ciao andrea il commento qua sopra NON e’ mio… non so se altri possano usare il mio stesso nick o se ci sia un controllo…

      • andrea.lazzara scrive:

        Ho controllato..stranissimo..altra mail…chiedo quando posso a chi gestisce la parte informatica. Grazie e scusa

  58. luca scrive:

    non avevo dubbi Andrea che tu fossi sugli spalti (eravamo in due ad esserci !!!!!!!) dobbiamo ritenerci fortunati per aver vissuto quei momenti , forse a volte pretendiamo più di quello che realmente ed onestamente questa Società può dare (memori forse di anni che non potranno più ripetersi e non solo per la mancanza di un Presidente come Paolo Mantovani )!!!!! ma il rispetto per la maglia , per i nostri colri e la nostra Storia (ricca o povera che sia ) questo si !!!!! e secondo me (e forse molti altri) questo da un pò NON avviene da parte di tutte le componenti societarie : giocatori, Dirigenti e allenatore mi spiace dirlo e constatarlo , penso che su questo anche Maurizio concordi

    • andrea.lazzara scrive:

      Guarda, da qualche parte ho anche una foto…ricordo che con amici e amiche ci eravamo pure dipinti le guance di blucerchiato. Cosa non si fa a 18 anni!

  59. Maurizio Arcini scrive:

    No ti sbagli di persona io canterò finché vivrò, ce l’ho scritto sulla bandiera che compare dietro ai giornalisti di telemerd quando parlano di Samp.

    • Maurizio Arcini scrive:

      Se vuoi mi trovi

      se vuoi mi trovi
      Trova una scusa anche la più squallida Se anche farà ridere, sarò felice Non c’è niente che tu mi possa dire che mi possa fare cambiare idea Nessuna delusione potrebbe essere tanto grande quanto il dolore che sento all’idea di vederti fischiare.Se per la Samp non provi niente vai via Ma se quello che provi è vero Se lo senti dentro permettimi di trovarti Voglio te Sampdoria a prescindere , perchè mi hai fatto innamorare e mi hai dato amore Sei nascosta cosi bene che… ma io ti vedo dappertutto Io ti sento dentro di me e non so piu darti un volto Il vuoto può essere riempito solo da chi lo ha creato Tu dentro me, hai creato un mondo meraviglioso dove la mia anima si intreccia alla tua… e tutto diventa stramaledettamente perfetto Mi volto avanti e indietro Pesco date e numeri giorni e ore nella memoria Foto della gradinata immagini, canzoni Quanti volti hai? Ti provoco ma non so dove colpire Ti cerco ma non so da che parte tirare Ho una mezza strada ma non è abbastanza La mia vita non è meravigliosa ma non fa neanche schifo Con te sarebbe quello che vorrei. AMALA SE HAI CORAGGIO Non farlo mai per dovere Non amare mai nessuno perchè -devi- Ma AMA se lo senti Ti sto cercando… Perchè se non ti amassi non sarei qui a scriverti Sei intorno Sei nell’anima Ma è accanto che ti desidero Se non hai il coraggio di amarla dimenticala e lascia tutto com’è Ma non cercare mai più niente in lei… perchè se scappi, il niente, è la sola cosa che resta Ti Amo e tu lo sai..Sampdoria

  60. luca scrive:

    Maurizio non è necessario , da parte mia massimo rispetto anche per chi canta o la pensa diversamente da me , spero che lo stesso sia per te nei confronti di chi critica (con ragione in ogni caso questa volta) e poi scusate io un plauso (QUESTO SI E’ DOVEROSO) lo farei ad Andrea (Lazzara) sempre sul pezzo, sempre presente , puntuale e preciso nelle sue risposte o disamine, un grande amministratore di blog (senza nulla togliere a Paola) si vede che sei coinvolto anche tu (da Sampdoriano vero) ma sempre nel rispetto delle parti e sempre mai sopra le righe !!! complimenti è un piacere scrivere in questi casi ! vorrei da tutti il vostro pensiero a tal proposito.i

  61. fester-69 scrive:

    CHE DIRE… PRESTAZIONE SCONCERTANTE. OCCORRE TROVARE QUANTO PRIMA DEI RIMEDI. GIAMPAOLO DEVE METTERE IN CAMPO GIOCATORI CHE ABBIANO VOGLIA DI ONORARE LA MAGLIA LOTTANDO SU OGNI PALLONE E SACRIFICARSI L’UNO PER L’ALTRO. CHI NON RECEPISCE QUESTO MESSAGGIO E’ FUORI. NON MI INTERESSA IL MODULO, NON MI INTERESSA CHI GIOCA, MI INTERESSA CHE QUESTI COSIDDETTI CAMPIONI SIANO DEGNI DI INDOSSARE LA MAGLIA GLORIOSA DELLA SAMPDORIA.
    AL PRESIDENTE VORREI DIRE CHE NON SEMPRE VENDENDO I MIGLIORI SI RIESCE L’ANNO SEGUENTE A RIPETERSI. SPESSO SI RETROCEDE… ATTENZIONE ALLA NAVIGAZIONE A VISTA… SPESSO E’ ALLA CIECA.

  62. Chiara80 scrive:

    Ciao Andrea commento perfetto……grazie per le parole sui tifosi…..sì. …..ci saremmo anche noi che soffriamo sul campo e ci portiamo fuori nella vita quotidiana le scorie di una partita che non vorresti mai vedere….intendiamoci si può perdere ma bisogna perdere con dignità e a testa alta …..e la squadra ieri la testa l’ha tenuta sotto la sabbia ben piantata.
    Giusto criticare il.mister…..ma solo lui è un po poco…..e chi va in campo ieri dove era? Con la testa al Napoli prossima squadra? A stare bene attento a non farsi male preservandosi per la prossima squadra in cui giocherà? In attesa di quell’aumento di stipendio che Ferrero non ha ancora firmato? Sono tante le possibili risposte e intanto questi professionisti indossano indegnamente la nostra meravigliosa maglia, giocando la prestazione più indegna della storia.
    Noi cantiamo e battiamo le mani…..ovviamente spero solo per la maglia…..perché attenzione per chi non lo avesse capito……rischiamo di farci prendere in giro da questi giocatori….facciamo attenzione
    Paolo Mantovani diceva che finché i tifosi avessero cantanto non ci sarebbero stati problemi. …..io vivo di quella filosofia …..ma all’epoca i giocatori onoravano la squadra e la maglia…..oggi no…..non gliene frega nulla.
    Scusate lo sfogo…..ho ancora addosso la rabbia di ieri…..io ad agosto 2016 72 ore prima di partorire ero allo stadio …..so cosa vuol dire essere sampdoriana. ….oggi mi sento presa in giro da 11 imbecilli
    Forza Samp

    Chiara

  63. maxdpz scrive:

    buon pomeriggio a tutti. io credo che un po di calma e buon senso non guasterebbe.
    premesso che penso che giampaolo sia un buon tecnico ma limitato nel suo modo di essere e di giocare mi ricordo di tante partite molto ben giocate e commentate da gente che di calcio se ne intende in maniera molto positiva e quindi non credo sia lui la causa di tutti i mali. ha dei difetti come tutti ma personalmente avendo fatto l’allenatore credo che tanto sia anche quello che ci mettono quelli che vanno in campo. la cosa strana e che dopo le convocazioni nelle varie nazionali e le conferme di chi andrà ai mondiali ci sono giocatori che hanno smesso di lottare e stanno attenti a non farsi male (tortiera su tutti) mi spiace dirlo perche l’ho sempre stimato ma credo che oggi le priorità di certi giocatori siano altre.
    il calcio e cambiato e non credo sia il caso di fare i moralisti e credere che non sia vero. i giocatori giovani pensano solo a fare soldi e sfruttare gli anni di carriera che hanno davanti
    dei tifosi della maglia non gliene frega più di tanto e ciò si riflette anche sulle società dove oggi se non hai un mecenate o una finanziaria cinese non puoi più competere con gli squadroni che investono miliardi ed alla fine vince solo una nel bene o nel male.
    almeno in italia. quindi anche a ferrero non sta simpatico per mille motivi ma almeno ogni tanto negli ultimi due o tre anni mi sono divertito a vedere giocare la samp.
    cacciare oggi il mister per prendere chi??? a fine anno qualcuno si libera e magari si può cercare di cambiare se si trova uno all’altezza che possa farci giocare per quello che avrà a disposizione ma e chiaro che spiace se vende qualche giocatore importante ma come fai a non vendere i vari schic a 40 milioni o torriera a 50? basterebbe venderne uno o due all’anno e puntare su qualche giovane come stanno facendo magari pero italiano.
    leggere pero che era meglio cavassi e contro l’intelligenza umana perdonatemi e pur capendo la rabbia non credo sia il caso di esagerare in negativo. con quello siamo retrocessi quest’anno almeno siamo già salvi. io non mi accontento ani mi incazzo pero direi che tra le versioni estremiste bisogna sempre avere una certa lucidità e valutare le cose per quello che sono. stringiamoci intorno alla Samp in questo momento difficile e speriamo ne escano fuori tutti insieme noi tifosi compresi

  64. Alfio Borgoratti scrive:

    Pero’ gli insulti non passateli per favore..

    • andrea.lazzara scrive:

      Se mi sfugge qualcosa segnalatemeli. Scusate, come sapete ora la mia attività è divisa (anzi è un po’ più di là) con un altro ruolo in un ente per cui cerco di stare dietro a tutto e in queste ore siete…torrenziali. Può capitare…

  65. giovanni scrive:

    ciao andrea, una cosa di positivo l’ho trovata! hai 219 post al lunedi, roba che neanche dopo il derby o samp-juve…quindi di positivo c’è che si capisce che l’amore che nutriamo per la sampdoria è chiaramente enorme, sia quello incondizionato, sia quello inc…o, sia quello tiepido oggi direi che molti di noi che scrivono poco o nulla si sono sentiti il dovere di dire la propria…quindi è evidente come tutti abbiamo enormemente a cuore le sorti della sampdoria, magari quando ci fa incaz….e ancora di più, ma l’amore che fa male è un sentimento profondo…lo sappiamo tutti, quindi ripartiamo da noi ragazzi, siamo così diversi anche tra noi che di più è impossibile e lo si legge nel blog, siamo distanti da tutto e da tutti per quanto non è immaginabile, ma d’altra parte amiamo tutti una squadra (non parlo di giocatori) che mette insieme 4 diversi colori colori, che più diversi di così non potrebbero essere fondendoli in un’unica cosa meravigliosa: la nostra SAMPDORIA.
    magari lo capiscano anche quelli che mettendo la maglia alla domenica non mettono una canottiera a caso…
    altra cosa (e provo a riderci su anche se non è facile ma qualcuno più sopra ci è riuscito): la samp prende gol spesso nel primo e nell’ultimo quarto d’ora, ieri in questi due periodi siamo rimasti imbattuti… ma vaff…..

  66. Fra Zena scrive:

    Leggo tanti dibattiti sulla tifoseria…ma siamo sicuri che siano i tifosi il problema del Doria? Ma credete davvero che con i fischi a fine partita da qua alla fine le vinciamo tutte? Poi oh ognuno la pensa come gli pare..ma a me pare che i tifosi siano una delle poche cose da salvare nella sofferente Sampdoria degli anni 2010. Non saremo perfetti, avremo fatto errori (la stagione 2011, di Carlo, gli striscioni a Garrone, mettete quello che volete) , ma belin non è colpa dei tifosi se ogni maledetto anno a marzo smettiamo di giocare. Non crediate che i giocatori si impegnino di più se li fischi a fine partita

    • Maurizio Arcini scrive:

      Ti stimo fratello

      • Fra Zena scrive:

        io non sono degli UTC; dico questo solo perche’ penso che al giocatore medio del Doria di oggi (spesso straniero tra l’altro) di quello che fanno/ dicono i tifosi non importa poi molto. Se bastasse fischiare e contestare per vincere trofei, sarebbe tutto molto facile. Lo scorso anno i bibini hanno quasi menato i giocatori dopo lo 0-5 di Pescara. Risultato? due settimane dopo hanno perso il derby giocandolo con mollezza unica e dopo ne hanno pure prese 5 in casa dall’Atalanta. Guardando in casa nostra, credete sia servito a qualcosa rompere il naso a Rispoli nel 2012? O fare quel video con Poli e Palombo (che roba brutta…) nel 2011? Mancano 10 partite, tra cui il derby, la Juve e il Napoli, e non siamo neppure matematicamente salvi tra l’altro, quindi urge ritrovare forza e motivazioni. Non credo che fischi e insulti in questo momento siano utili in tal senso.

    • Michele G. scrive:

      Io sono pronto a spellarmi le mani e ad urlare fino a rimanere senza voce (e mi succedeva sempre di rimanere afono fino al Martedì dopo la partita negli oltre 50 anni di militanza Blucerchiata) anche quando perdiamo, ma lo facciamo con dignità! Dignità che non ho visto Domenica in campo. E quei rammolliti che hanno disonorato la maglia più bella che esista al mondo non meritano i miei canti o gli applausi, ma un assordante silenzio (bada che non ho detto fischi)!

    • Moussa Dembele scrive:

      Scusa Fra ma questa non sta ne in cielo ne in terra.
      Incitiamoli per 90 minuti ma se fanno queste prestazioni a fine partita facciamo sentire loro che la maglia va onorata. E’ sempre stato cosi da che mondo è mondo, con Beppe Andreotti, con Bosotin, con Tirotta… stai a vedere adesso che per essere doriani bisogna cantare sempre, come se si fosse nella doccia, perché tanto non vale più niente, i giocatori non migliorano se li fischi.
      Gliela passi col Crotone, gliela passi con l’Inter, vediamo a Verona.
      Poi c’è il derby, ed io ho ancora negli occhi lo 0-3 di tre anni fa.
      Che guardino bene di non sbragare più e specialmente in quella partita, che poi voglio vedere se gli Ultras gli vanno a mettere gli striscioni di incitamento a Bogliasco

      • Fra Zena scrive:

        Certo che i fischi a fine partita sono legittimi, ci mancherebbe, l’atteggiamento dei giocatori domenica ha fatto schifo anche a me. Io poi non ho il monopolio del tifo, allo stadio ognuno fa quello che gli pare ed è bello così. Lo spirito del mio post era: primo, evitiamo processi alla gradinata che non mi pare il maggior problema del Doria, anzi; secondo, occhio a pensare che con due fischi si risolve tutto, perché a volte invece si peggiorano le cose. Soprattutto se hai giocatori di scarsa personalità come i nostri, con poche eccezioni. Il periodo che si avvicina è delicato, come giustamente hai rimarcato tu,

        • Fra Zena scrive:

          (Continua) per il momento la gradinata ha scelto di non forzare la.mano e secondo me é legittimo.Se dopo la sosta arriveranno altre scoppole, sarò il primo a dire che bisogna farsi sentire, non solo con i giocatori e l’allenatore ma anche con chi li paga. Perché se il pesce puzzava dalla testa con Garrone, figuriamoci con questo qua. Spero di essermi chiarito!

    • Marco scrive:

      fra zena. I giocatori la società l allenatore, vanno sostenuti difesi nel 95% dei casi. Quando umiliano la maglia che indossano (4 gol dal crotone rendiamoci conto) e 5 gol dall inter che ci ha ridicolizzati in ogni modo, beh fargli capire che cosi non va è doveroso.

  67. Solosamp1946 scrive:

    Secondo me qua si sta un po uscendo dai binari…esoneri di qua grammi di là società di qua…ecc ecc ecc. E mi chiedo se tutte le persone che scrivono qua ( ma anche da altre parti) siano relamente sampdoriani. Capisco l incazzatura per domenica e per la domenica precedente ma poi bisogna anche fermarsi a riflettere. La Sampdoria è ancora lì ottava in classifica e sta disputando un campionato che per il momento è andato oltre le aspettative di , penso , tutti noi. Ha vissuto momenti meravigliosi e momenti di bassissimo livello ma facendo un bilancio generico al momento la stagione per quanto mi rigurda è da 7 in pagella ( sperando ovviamente che a partire da verona con il chievo si risveglino tutti). Il mister non è un fenomeno ma da quando c è lui vediamo qualcosa in campo almeno nel 70% dei casi…forse non avete negli occhi le partite che si facevano con del Neri mazzarri ( l unica cosa che li salvava era la coppia in attacco) in parte Novellino senza poi ricordarne altri . poi vi pongo una domanda visto che siete così delusi da questa Sampdoria…voi cosa vi aspettate all inizio di un campionato? Così per capire da dove viene questo “odio” verso l ambiente Sampdoria che , scusate , vi rende poco Sampdoriani

    • Mauro scrive:

      Ti ricordo che,comunque,con Novellino,Mazzarri,Del Neri e pure Sinisa,la Samp è andata in Europa cogliendo anche dei quarti (Del Neri) e quinti posti.E Novellino davanti non aveva “quei due”ma Rossini,Bazzani e Flachi.

      • Solosamp1946 scrive:

        Con Sinisa sul campo non è andata da nessuna parte e con mazzarri e del Neri ci è andata grazie ai cassano e pazzini. Di novellino infatti ho detto in parte e comunque ritengo che il gioco di giampaolo sia migliore di quello di Walter( parere personale ovviamente)

        • Mauro scrive:

          Dimentichi Storari,Poli,Palombo (quello di 8 anni fa),Semioli e Mannini senza dimenticare Lucchini e Gastaldello che quell’anno sembravano Bonucci e Chiellini(o quasi)

      • Marco scrive:

        FLACHI idolo indiscusso non me lo toccare grazie.

    • Faso scrive:

      Il problema è che le ripetute figure di m…a vanno a minare la credibilità di una posizione di classifica che finora è stata aldisopra delle aspettative, ma vedremo a maggio come si finisce perchè questa è una squadra in caduta libera svuotata del giusto approccio mentale e fisico.
      Io fino al penultimo giorno di mercato estivo speravo in una salvezza tranquilla, con gli arrivi in extremis di Zapata e Strinic ho alzato l’aspettativa a parte sinistra della classifica, ma dopo essere stati sesti per lungo tempo e con enorme vantaggio almeno un ottavo posto vorrei portarlo a casa…
      Aldilà di questo però non tollero vedere gente che non lotta, non corre e non si danna l’anima, ovvero gente che non ha il minimo rispetto verso i tifosi che sono l’anima di ciò che resta del giuoco del calcio.
      Ritengo doveroso il sostegno durante i 90 minuti ma patetici i cori e gli applausi dopo ripetute prestazioni imbarazzanti.

  68. Daniele da Rapallo scrive:

    Nessuno dice di menarli. Se è per questo Pozzi si prese anche un casco da motociclista in faccia. Guai a chi, ovviamente illegalmente, alza le mani.
    E’ pur vero che molte volte quando i tifosi sono andati a protestare a Bogliasco e chiedere lumi, spesso poi la reazione c’è stata. Ora la società, appena sente aria di contestazione, ci metto la digos e comunque a Bogliasco fra un po di tempo non si entrerà più.
    GIusto cantare e sostenere la squadra durante la gara……però, non rompiamoci i cosiddetti :
    …Io ti incito e tutto, ma è mio sacrosanto diritto, quando vedo che non scendi in campo, non ti impegni, hai la testa altrove fischiarti sonoramente ! Alla fine pago per vedere questo spettacolo. In questi tempi di impoverimento c’è gente che fa grosse rinunce per comprare un abbonamento a questo spettacolo, perchè anche il calci è spettacolo. Ergo, se società, calciatori, allenatore mi prendono per i fondelli, o mi fanno girare le scatole….. i sacrosanti fischi se li prendono tutti.
    Se leggete i miei commenti di solito sono pacati e credo anche abbastanza equilibrati. Cerco di scriverli bene e farli più “profondi possibile”…tuttavia non vengano a rompere le scatole con i loro commenti a tacciarti di bibinismo i tifosi ultrà puri a prescindere. Quelli che la squadra si ama e basta e non si contesta, quelli che sono tifosi solo loro che vanno allo stadio e gli altri tifosi da tastiera e divano. NO !
    Ognuno tifa a modo suo, io sono abbonato e se vedo spettacoli come Crotone e Inter, rido e ti fischio….Se pernmetti.

    • Mauro scrive:

      Condivido in pieno!!!!!!

    • Mauro scrive:

      E comunque gli integralisti del tifo vorrei che capissero che fischiare la squadra dopo che ha fatto letteralmente schifo non significa “disonorare”la maglia,tutt’altro.Significa anzi non approvare l’atteggiamento di chi quella maglia la indossa e troppo spesso non ne è nemmeno degno.Se un giocatore si impegna allo spasimo rispettando quindi non solo la maglia ma anche chi paga il biglietto,io lo applaudo comunque sia il risultato finale.Se,al contrario,corricchia mollicciamente per il campo pensando a dove giocherà l’anno prossimo o alla convocazione in nazionale,merita solo fischi per non dire altro.Poi chi vuole cantare e soprattutto ne ha stranamente voglia dopo aver assistito a spettacoli deprimenti e imbarazzanti come quello di domenica e quelli di Crotone,Benevento,Bologna,Udine,Milano,liberissimo di farlo,ci mancherebbe.A me sinceramente la voglia passa.

    • maverick scrive:

      ” e comunque a Bogliasco fra un po di tempo non si entrerà più” cioe?

      • Fra Zena scrive:

        Ho scritto sopra un post che spero chiarisca come la vedo. Mi spiace essere passato da integralista perché sono tutt’altro, ma va beh. Per maverick: l’accesso al campo di allenamento da tempo è interdetto ai tifosi causa lavori in corso e pare si continuerà così anche in futuro

      • Daniele da Rapallo scrive:

        Cioè circola voce che (ora hanno la scusa dei lavori…) ma che facciano come tante altre squadre in Italia in cui gli allenamenti sono a porte chiuse tranne alcuni giorni prestabiliti in cui aprono, magari uno o due max a settimana. (alcune squadre adirittura a pagamento). La Samp era una delle poche ad aprire praticamente tutti i giorni.
        Questo lo dice gente abbastanza vicina all’ambiente Bogliasco.
        Per me è una belinata privare anche quelle persone e quei pensionati (per esempio) che si passavano li il pomeriggio a contatto con la squadra. Non credo giovi ne a tifosi, ne a società e tutto sommato neanche ai giocatori privarli del contatto. Ma questa è una mia opinione. Ho paura tuttavia che queta voce sia vera.

    • Matte Genovese scrive:

      Caro daniele, siamo la maggior parte a pensarla cosi, per esprimere la mia opinione che e uguale alla tua mi son sentito dire che ho le mani in tasca e nn amo la samp….. questi elementi sono invasati da una mentalita che al giorno d oggi nn deve esistere, loro decidono, loro permettono se tu devi applaudire, cantare , ecc ecc…. ma io nn sono una pecora che segue le altre, e quindi dopo prestazioni del genere fischio, e mi arrabbio !!! Quindi condivido in pieno il tuo post.

      • Daniele da Rapallo scrive:

        ……Giusto : e facendo così non si rendono conto proprio di assomigliare a quelli la dell’altra sponda. Il doriano a volte è mugugnone, dotato di spirito critico e pensa con la propria testa. Fai schifo e mi prendi per i fondelli ? L’anno prossimo metà abbonati. Tifoso non talebano ed elegante, il doriano, mai troppo invasato nei due sensi. Stiamo parlando di gente che guadagna miliardi di lire (sono nostalgico), come altra gente dello spettacolo.
        Detto questo, un plauso tuttavia ai noccioli duri ultrà che accompagnano la squadra sempre…..non sono però loro i padroni.

  69. Luigi scrive:

    Per Maurizio arcini : non sei simpatico neanche tu anzi sei molto supponente e presuntuoso se poi sei anche masochistico affare tuo puoi applaudire finché ti pare ma non venirmi a dire dove tifare chiaro? È da quarant’anni che seguo la Samp la adoro ma non mi identifico negli ultras dopodiché ad ognuno le proprie opinioni.

  70. silver scrive:

    Cantare tutta la partita va bene perchè almeno noi tifosi il nostro dovere lo facciamo, però dopo partite come le ultime due quando i giocatori vengono sotto la gradinata, per dimostrare il nostro dissenso dovremmo voltargli le spalle, come era stato fatto nel periodo che allenava Novellino, non ricordo più in quale partita. Prima canti e poi contesti molto civilmente, se ne fregano lo stesso i giocatori ma almeno non si passa per fessi.

  71. Mauro scrive:

    …E poi finiamoli con certi atteggiamenti del tipo “io son più sampdoriano di te..”,manco fossimo bambini all’asilo…

  72. Paolo1966 scrive:

    Se posso permettermi, relativamente alla questione applaudire/fischiare… mi ricordo una stupenda “contestazione” ai tempi di Novellino: tutti a cantare ma dando la schiena al campo. Segno di attaccamento alla squadra ma sottolineando la disistima di giocatori che si scansano davanti agli avversari.
    Per inciso lo stopper del Montoggio col cavolo che lasciava staccare Perisic in quel modo, oltre tutto a difesa piazzata con cross mollo dalla tre quarti… e questo a prescindere da chi sia l’allenatore

    • andrea.lazzara scrive:

      Lo stopper del Montoggio di..qualche anno fa mi sa che sia un mio amico :-) (era per cercare di sorridere un po’ in giorni pesanti…)

      • Matte Genovese scrive:

        belin andre, altro che fiume in piena dopo il tuo post….. qui e una vera alluvione !!!! Per cercare di sdrammatizzare come dici tu dopo sto delirio……. E nn voglio piu prendermi a voci virtuali in questo blog con nessuno, amiamo tutti la nostra Samp ma nn siamo tutti uguali …….. Vorrei spezzare una lancia stasse, per tutti, La samp la amiamo a prescindere, quindi vogliamo solo il suo e il nostro bene, e secondo me ogni tanto tirare le orecchie a mister societa e in primis ai giocatori nn fa mai male.. anzi … E qui la chiudo , sperando (e ogni volta lo spero con tutto il cuore) di commentare il prossimo tuo post con una bella vittoria. Forza Doria Sempre. Ciao a tutti .

    • aston scrive:

      Hai ragione Paolo1966: se però le istruzioni sono di guardare la palla disinteressandoti dell’uomo si prendono goal del genere. Per esempio ricorderai Pavoletti a Cagliari . la lista è lunga… troppo.

      • flex scrive:

        se avesse guardato la palla un pò meglio di testa ci dava lui e non peresic :-)

      • Fra Zena scrive:

        verissimo, ricorderei anche Dzeko contro la Roma. La difesa del mister è impostata così. Se davanti hai Trotta, Galabinov, Icardi o Higuain non cambia nulla: si guarda solo la palla

  73. Enrico scrive:

    Temo che si ripresenti il problema dello scorso anno: per arrivare ad un certo livello occorrono giocatori di valore; nel momento esatto in cui questo avviene il mercato, drogato dai procuratori, prevale su tutto e tutti.
    Per cui inevitabilmente, magari inconsciamente, i giocatori sono condizionati, pensano al futuro, sono preda di interessi enormi, e tutto va a sfasciarsi.

    Questo è ormai il calcio: non c’è più spazio per realtà di medio livello, se non accettando il ruolo e partecipando ai campionati da comparse.

    E lasciamo stare la “Europa Legue”, competizione faticosa, che interessa molto poco e che, smembrando la rosa ogni anno, rischia di essere solo una occasione di pessime figure.

    Tutti noi amiamo la Sampdoria, tutti soffriamo per lei, ma il giocattolo calcio ormai è brutto, corrotto, truccato. Facciamo solo finta di non saperlo perchè, in fondo, vogliamo giocare ancora un poco.

  74. Maurizio Arcini scrive:

    SoloSamp 1946….ti rispondo…. me lo chiedo anche io, però ho deciso di non rispondere più a nessuno, temo sia inutile vi lascio la certezza errata di sentirvi doriani. Grazie della ospitalità a Paola e Andrea buon proseguimento e FORZA SAMPDORIA

  75. Jetta scrive:

    300 messaggi in 2 giorni…dopo la vittoria contro l’Udinese 147 in 1 settimana.
    Gente che non si leggeva da mesi o altri mai visti.
    Questo siamo diventati.
    Massì esoneriamo Giampaolo e riprendiamo Sinisa che ha fallito ovunque o Zenga o il fenomeno Montella.
    E stiamo parlando di una delle migliori annate in assoluto della Samp come punti.
    3 derby, Juve, Roma, Milan…già tutto dimenticato: vi meritate Cavasin, quello oramai è il vostro target e forse qualcuno lo aveva capito.
    Ma questi vogliono scudetto e champions, eccezioni nella nostra Storia.
    Che tristezza.

    • Mauro scrive:

      I tifosi son tifosi,punto!!!Poiché il tifo è a volte o quasi sempre irrazionale,si vorrebbe vedere sempre la propria squadra vincere e primeggiare anche se dentro di te sai che non è e non sarà mai possibile.Hai letto o sentito cosa dicevano i tifosi Juventini di Allegri e della società dopo il 2-2 interno col Totthenam???E parliamo di una squadra che vince da sei anni lo scudetto e disputato due finali di Champions in tre anni.Il tifo è questo.Così è se vi pare.

    • Aston scrive:

      Mi spiace essere stato poco chiaro e quindi mi ripeto. Non ambisco ad altro che non sia una tranquilla salvezza. Non sopporto però le umiliazioni specie se causate da perniciosa testardaggine. Questo per me è l’ insopportabile difetto di Giampaolo chE per soddisfare la propria identità calcistica sacrifica le ragioni tattiche della squadra.

    • Fra Zena scrive:

      i punti si contano a fine anno, non a metà marzo. Ad ora non è ancora deciso niente. Comunque qui nessuno ha da ridire sulla classifica, ma sui 9 gol subiti in una settimana dal Crotone (il CROTONE!) e dall’Inter che non vinceva in trasferta da novembre. L’andazzo degli ultimi due mesi mi pare molto preoccupante, no? Poi come vedi sopra io sono il primo a dire di andarci piano con la contestazione, per ora. Quanto al numero di messaggi…il grande Bruno Lauzi, doriano doc, diceva: “Io scrivo canzoni solo quando sono triste, perchè quando sono felice…esco!” :)

    • Marco scrive:

      Allora perdiamole tutte 7-0 vivaaaaaaa.

    • Sand66 scrive:

      Allora siccome abbiamo vinto con Juve, Milan e Roma prendiamone 3 dal Benevento, 4 dal Crotone e 5 dall’Inter (e dobbiamo pure essere contenti).
      Magari evitare di farsi irridere dagli avversari…

    • Sammy scrive:

      torna a scrivere sul Secolo sulle pagine del genoa dove ormai sei di casa a sfottere i genoani più che a incensare il doria. sei antigenoano e non doriano. via

      • Jetta scrive:

        Capisco ti dia fastidio sentire qualcuno che sfotte il tuo genoa.
        Vai, c’è un blog anche per te …grifhouse: ti aspettano ad ali aperte.

  76. Jetta scrive:

    Dopo Samp-Juve 85 commenti!!!!!! E fu una vittoria strepitosa.
    Dopo Genoa-Samp 195 commenti!!!! Ed era il 3 derby consecutivo vinto da Giampaolo!!!!!
    Dopo Samp-Inter 295 in 2 giorni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Non aggiungo altro.

    • andrea.lazzara scrive:

      Non c’entra tanto..diciamo che…ho avuto più tempo per moderare :-) . Per fortuna non c’erano allerte in questi giorni….(oltre al resto di cui mi occupo…nell’altra mia vita professionale)

    • Luca Pavia scrive:

      Metà li ha scritti Arcini….

    • Solosamp1946 scrive:

      È il motivo per il quale ho iniziato a scrivere…se la samp vince niente tutti in silenzio se perde ( male o meno male non cambia) giù a sparare su tutto e tutti… I tempi sono cambiati ho sempre più l idea che il primo nemico della Sampdoria siano certi suoi tifosi ( grazie a Dio una minoranza…ma purtoppo ci sono)

    • Daniele da Rapallo scrive:

      Inutile stupirsi, scusa èh……
      Abbiamo preso 9 goal in 2 caporetto (anche in casa) nel momento cruciale della stagione, visto che si parla (inutilmente secondo me) di Europa Ligue….E’ logico ci si lamenti più di queste cose, rispetto ad inventarsi elogi dopo le vittorie. Il tutto anche per cercare le motivazioni possibili.

      • maurosampbolzano scrive:

        giusto Daniele,è proprio così, non credo che chi scriva qui sia Sampdoriano di prima o seconda fila,TUTTI vogliamo bene alla nostra squadra e appunto per questo si vorrebbe il meglio da lei.se come ho letto ,questo amore è enorme e quindi passionale e quindi non si può criticare, allora dico che questa e una non educazione, se ad esempio i figli sbagliano vanno educati e criticati,con amore, ma ad un figlio o amico o parente ec.. che fa sciocchezze non gli batto le mani e gli canto gli elogi, trovo il modo per rimproverarlo, e questo non vuol dire (come questi dicono) che devo cambiare parenti, dai non scherziamo,è bello fare quello che si vuole senza avere nessun problema intorno, puoi dedicarti al futuro, guardare avanti tanto nessuno ti rinfaccia nulla,anzi ti applaudono.la ragione di questa situazione sta sicuramente nel mezzo, non certo solo quella dei giocatori che dopo chiedono sempre scusa e tutto va bene, ma nel mister che deve farsi una analisi completa del perché, della società che in questo momento non la vedo e la sento solo per commenti soft, dei tifosi, si di loro ,perché non si può applaudire una cosa simile dopo un crotone simile,un piccolo segnale ci voleva, diciamo un rimbrotto dai ,ma ci voleva, ora chiedo scusa a chi sicuramente non mi riterrà degno di tifare Samp da oltre 60anni ma io sono e sarò sempre un Sampdoriano con libertà di critica costruttiva.in alto i cuori Doria

        • Daniele da Rapallo scrive:

          Giusto….e poi sentite un pò….: noi per questo sport/spettacolo paghiamo.
          Sarà anche una fede (io la fede la scomoderei per altri concetti) ma c’è gente che paga, va in trasferta, si abbona fa scarifici. Quindi, per favore, tu squadra almeno in campo ci entri…

        • Solosamp1946 scrive:

          Penso che nessuno dica che non si possa criticare…anzi ci mancherebbe altro…sono il primo ad essere profondamente deluso dalle ultime due partite (più Benevento…per il resto ritengo il campionato della Sampdoria fantastico) …però un conto sono le critiche costruttive un conto è sparare a zero…dire/scrivere che sono tutti delle …. che Giampaolo è un incapace che deve dimettersi ecc ecc ecc per me non è costruttivo non è da sampdoriano. Quando leggi i commenti post sconfitte sembra di leggere il muro dei grifoni . aggiungo che per come vedo io le cose si può anche criticare ma per prima cosa bisogna dare un vero contributo alla causa. Faccio un esempio , Alvarez…quanti di quelli che scrivono qui dentro ( ma non solo qui) si infastidisce al suo ingresso in campo? Rispondo io. Il 99% …e quanti invece cercano di sostenerlo?rispondo sempre io…l’1% …. Ecco questo non è costruttivo per quanto mi riguarda

    • Marco scrive:

      jetta ti sfugge che alla maggior parte dei SAMPDORIANI interessa ben altro che vincere un derby.
      Certe velleità le lasciamo ai pennuti.
      Se non hai ambizioni goditi il gol di tacco sotto la sud

    • Bulgaro scrive:

      Con tutto il rispetto è un interpretazione assolutamente errata.
      È normalissimo aver più da dibattito in caso di brutte sconfitte perché aumentano gli argomenti. Dopo una bella vittoria ti dai 2 pacche sulle spalle al massimo sogni un po’ e finisce lì.

    • piero scrive:

      Jetta…. Non è difficile da capire sai?
      Quando la samp vince si è tutti più sereni e rilassati e non si sente il bisogno di sfogarsi.
      Quando si perde viceversa si sfoga la propria amarezza urlando (metaforicamente) sui blog… Ora è tutto più chiaro? Se hai bisogno te lo rispiego non fare complimenti….

      • Jetta scrive:

        Pseudotifosi da tastiera o bibini, tertium non datur.
        p.s. è Latino…se hai bisogno della traduzione fammi un fischio.

        • piero scrive:

          Cur, quis, quid, quibus auxiliis, quomodo, quando? Purtroppo ho fatto il classico. Anche questo è latino, oltre ad essere una citazione particolarmente “ad hoc”. Chissà perchè se non ti allinei al pensiero comune sei subito un bibino. Cui prodest tutto questo?
          Cerca altra ciccia, ciccio.
          Saluti

          • Jetta scrive:

            Senti Piero questo non so a chi giovi ma vomitare fango su una squadra che sta facendo un supercampionato e solo per un calo di forma è demenziale.
            Certo per voi tifosi borghesi lo scudetto è d’obbligo e bisogna vincerle tutte ma per i tifosi veri il sostegno si profonde soprattutto nei momenti di crisi.
            Vive atque vale

        • Chicco 78 scrive:

          Complimenti per la modestia e la poca supponenza che dimostri nei confronti degli altri blogger….ovviamente era ironico….ma scusami tanto ma ti sembrano osservazioni da fare nei confronti di un’altra persona che per quanto ne sai potrebbe anche insegnarlo il latino?ma belin raga io non lo so cosa vi prende….ma se mi scappa un vaffa in gradinata nei confronti di giocatori che stan giocando d’anguscia e tu sei li vicino cosa fai mi pigli a testate?????

  77. Jetta scrive:

    Le vostre risposte confermano in modo prepotente quanto pensavo, non ve ne rendete neppure conto…siete disarmanti.
    Gente incapace di gioire per una vittoria sulla Juve diventa feroce e critica con la bava alla bocca per una sconfitta contro l’Inter.
    All’improvviso il derby non interessa più, si fa finta di ignorare una stagione strepitosa oltre ogni aspettativa perchè la Samp è da 8/10 posto e ripeto che scudetto o champions sono eccezioni.
    Di tifosi borghesi che ci sono quando si vince e spariscono quando le cose non girano o spalano fango con odio magari guardando le partite, se le guardano, in pantofole comodamente seduti sul divano, la Samp non ha bisogno.
    Non siete tifosi della Sampdoria, siete il contrario di quello che il grande Paolo voleva.

    • Mauro scrive:

      Vedo che non ti entra in testa.Dai,un piccolo sforzo non è poi così difficile da capire.Capisco che voi talebani del tifo andate a compartimenti stagni,ma così è troppo,basta con questi atteggiamenti arroganti fa sputasentenze.Quando le cose vanno bene uno non sente il bisogno di sfogarsi.Pensi che se gli operai dell’Ilva prendessero 3000€ di stipendio scenderebbero in piazza???Forse l’esempio ti apre la mente.

      • Jetta scrive:

        Quando vince uno non sente il bisogno di sfogarsi???
        Ma ci fai???
        Dovresti sentire il bisogno di festeggiare!!!!!

    • Bulgaro scrive:

      Non credo che il grande Paolo aspirante a una tifoseria di acritici.. Voleva che che il tifoso ma tenesse il suo ruolo con equilibrio e signorilità. Non apprezzata violenza, eccessi, ma non pretendeva che tutti fossero lobotomizzati.

      Se non riesci ad accettare le opinioni altrui, il problema è tuo e sbagli a frequentare luoghi di confronto. Fatti un bel altarino con le foto dei tempi che furono, fatti le domande e datti le risposte che vuoi.

      Ritengo che tu non abbia alcun titolo per catalogare chicchessia.

    • maurosampbolzano scrive:

      ciao Jetta lo sai anche te che ci “parliamo” a distanza da anni, e ogni tanto torno in modo “stramichevole” a dialogare con te, mi ha fatto male questa tua, parli di odio,bava alla bocca,ecc.. di gente che vede le partite in pantofole, dai in cuor tuo lo sai bene che siamo tutti Doriani,non prendertela non è giusto criticare dei veri tifosi che stanno a centinaia di km dal Ferraris e non sempre possono dire presente, non è giusto,come non è giusto non rispettare opinioni altrui senza erigersi censori del verbo,mi sembra che un tempo si diceva “inops potentum dum vult imitare perit”(ho sicuramente fatto errori )sai noi siamo cosi ci abbiamo, ci stiamo provando, però vedi non dobbiamo essere autolesionisti (perit) è quello che si critica alla squadra, nessuno almeno parlo per me, ha da dire qualcosa su questo ottimo campionato, ma dato che sembra ..per tanti motivi già scritti che il giocattolo si sta fermando, servono nuove batterie, magari una iniezione di fiducia magari qualche rimbrotto ai ragazzi. nulla più. ciao Jetta un sempre sportivo abbraccio da bolzano. forza Doria sempre

    • Faso scrive:

      Oh bene… eccone un altro che si autoproclama a giudice della sampdorianità.

    • Sammy scrive:

      Amico, sei tu che pensi solo al derby così da poter inondare le pagine del Secolo XIX dedicate al Genoa come fai ormai da anni con diversi nickname..sei ridicolo pure per i doriani sai?

    • Matte Genovese scrive:

      Non ho parole per descrivere quello che dici…….. Voi siete il male dalla samp, tu cara jetta e i pochi sfigati che continuano con la tua linea…. E ricorda, noi nn siamo spariti vogliamo solo il meglio per la nostra samp…. se tu ti accontenti di questo schifo e subire umiliazioni di questo tipo, sono fatti tuoi, quindi nn mi parlare ti tifo, io forse la samp la amo piu ti te, quindi abbassa i toni .

      • andrea.lazzara scrive:

        Una riflessione molto personale: ormai ovunque è tutta una gara. E’ la società di oggi che forse ci impone di esserlo. Proviamo, almeno qui, a non fare la gara di chi è più sampdoriano dell’altro ok? Ci proviamo almeno…fino al derby? Ci state tutti? Fate un regalo di Pasqua al povero moderatore…

        • Paolo!968 scrive:

          Perché fermare una gara che mi ricorda quelle dei “machi” che se lo misuravano col righello al liceo?
          Misurare la “sampdorianità” mi fa sorridere quasi altrettanto.
          Buona Pasqua a tutti

  78. luca scrive:

    scusate ma qui non si stà commentando una sconfitta !!!!!! perchè per chi critica chi critica (non è un rompicapo e spero di essermi fatto capire) sembra che i 300 e oltre messaggi arrivino solo per questo , la SCONFITTA ci stà eccome , NESSUNO pretende di vincerle tutte o andare in E.L (è chiaro ora ?) qui si discute sulla professionalità dei giocatori, sulla mancanza di rispetto per i colori, per la maglia, per i tifosi , ieri sera anche i vari Arnuzzo (che è sempre difensore dei giocatori) Nicolini etc hanno criticato (e non poco) l’atteggiamento di Domenica (soprattutto dopo Crotone)!!!!! pertanto 300 e passa commenti sono ancora pochi secondo me per quello che è successo ! poi per smentire che io o altri se la siano presa con Quagliarella mi stà bene quello che ho sentito oggi 1 che sia lui ad alzare la voce , ad appendere (se sarà il caso) qualcuno all’appendino a costo di perderle anche tutte MA CON DIGNITA’ , con VOLONTA e RISPETTO ! a costo anche di sacrifici dolorosi (come accantonare certi “giocatori indispensabili ma già con la mente altrove”!!!!!!! chiaro ora ?

  79. Matte Genovese scrive:

    Noi , che critichiamo prestazioni indegne, di giocatori che nn sanno cosa significa lottare e sudare per la maglia, … gente sentitemi , noi nn siamo veri doriani, noi ci eravamo solo illusi dopo anni in gradinata a cantare, di amare veramente la nostra samp………. noi nn siamo all altezza di andare allo stadio…… e di tifare Doria !!!! a quanto pare qualcuno la pensa cosi !!! nn aggiungo altro !!!…..

  80. Tommy scrive:

    Ho visto ieri sera la trasmissione ‘Gradinata sud’, che per l’occasione avrei chiamato ‘Grandinata Sud’.
    Ribadisco il mio pensiero: FUORI Giampaolo. Perché? Perché oltre i 9 goal subiti in 2 match, non hai mai dato l’impressione di saper migliorare la difesa. Mi direte voi, ma se sono scarsi! Intanto aspettiamo ancora che Strinic venga rimesso in rosa. Non ci possiamo permettere un braccio di ferro così perdente. Secondo, si può arretrare il centrocampo, facendogli fare più copertura e stare non attenti, ma attentissimi a non perdere palla a centrocampo perché poi sistematicamente prendiamo delle ripartenze micidiali. No a troppi passaggini a centrocampo e maggior prudenza e presenza nella fase difensiva.
    Quanto a trovare un sostituto…Datemi l’elenco degli allenatori che non allenano e sicuramente se ne troverà uno all’altezza. Ne sono sicuro.
    E poi più lanci e cross su Zapata. Ci penserebbe lui a spizzicare su Quagliarella o Caprari o verso i centrocampisti in inserimento. E magari a guadagnarsi qualche calcio di rigore…
    Ciao Andrea, sempre un piacere averti come ‘reggente’ di questo forum.

    • Jetta scrive:

      Si dai esoneriamo Giampaolo 7 in classifica con una in meno perchè non ha vinto contro l’Inter…ma un minimo di decenza no?

      • Paolo!968 scrive:

        Io sostengo Giampaolo, ma anche la possibilità di esprimere un’opinione non offensiva e pacata senza chiedere il permesso a nessuno.

  81. Luigi scrive:

    Jetta sei parente di arcini vero? Pensa un po’ che a me pagare e farmi prendere per il …. da 11 ragazzini non ci sto. Ma a me cosa frega aver vinto con le merde e battuto la Juve e fare figure di merda in tutta Italia sette gol subiti tra Benevento e Crotone? Se vuoi applaudire baciare abbracciare questi viziati fallo ma non te la tirare da tifoso/a chiaro? Ognuno la vede a modo suo pensa che secondo me la rovina della Samp sono i tifosi ruffiani e masochisti come te.

  82. Sand66 scrive:

    Senza andare a scomodare livello di qualità generale, gioco espresso e punti in classifica, sei sesto da mesi, hai la possibilità di giocarti fino alla fine un traguardo importante e non riesci a fare 6 punti con Benevento e Crotone (squadre accessibilissime).
    Forse qualcosa che non va ci sarà?
    Poi sulla storia della carta io ci credo poco, le partite vanno giocate e vinte, o vogliamo dire che l’Atalanta è costruita per arrivare quarta e il Verona per essere penultimo (masochismo puro).
    Detto questo, perdere ci sta ma bisogna giocarsela (con l’Inter all’andata lo abbiamo fatto) e no subire per tutta la partita senza un barlume di reazione.
    Piedi per terra e forza Doria sempre e comunque.

  83. Aldo Versilia Blucerchiata scrive:

    x Jetta,
    non e’ una sconfitta “normale” contro l’Inter e’ un 0-5 casalingo!io ho 42 anni e non mi ricordo di aver mai preso 4 gol in casa nel primo tempo..inoltre la confitta con l’Inter arriva dopo i 4 gol di Crotone,i 3 gol di Benevento,i 4 di Udine..devo continuare?La linea difensiva tanto conclamata del “maestro” e’ un autentico colabrodo!48 gol subiti,ma stiamo scherzando?

    • Jetta scrive:

      E quanti gol abbiamo segnato?
      Le cose che non fanno comodo si omettono ovviamente cone i 3 gol rifilati alla Juve.

    • giovanni scrive:

      ciao aldo; ci provo io ma non ti assicuro; come sai in casa 0-4 nel primo tempo non credo ci fossimo mai riusciti, forse in anni che ne tu ne io c’eravamo ancora ma dubito comunque, invece nel 2007 con il milan ne prendemmo 5 in un solo tempo ma era il secondo, anzi in circa soli 33 minuti per la precisione e perdemmo giusto giusto 0-5…non fu nemmeno quella una bella serata…un abbraccio

      • Paolo!968 scrive:

        Dopo un primo tepo equilibrato e un palo di Sala. Abbiamo sbragato “solo” nel secondo tempo.

    • Stefano 1970 scrive:

      …senza Curci in porta tra le altre cose….

    • silver scrive:

      1 marzo 1964 – Sampdoria-Inter 1-5 il tutto nei primi 27 minuti del primo tempo e poi non hanno infierito ma era la grande Inter.

    • Matte Genovese scrive:

      ma lasciala stare, nn sa nemmeno cosa sta scrivendo……

    • Solosamp1946 scrive:

      Arriva anche dopo il 3a2 alla juve il 5 a 0 al crotone il 4 a 1 al chievo il 2 a 0 al genoa il 2 a 0 al milan il 0 1 alla roma il 3 a 1 alla fiorentina…devo continuare?

  84. ROBYLEVANTE scrive:

    Leggo di buone notizie su Sala,rientro in gruppo.Giampaolo azzera le gerarchie,per cui dentro Regini,Sala e Alvarez.Adesso si che cambierà la musica fuori casa e riprenderà anche in casa.Auguri.

  85. Jetta scrive:

    Quindi ci sono soggetti che si proclamano tifosi i quali quando si vince o si danno alla macchia o non sentono il bisogno di “sfogarsi” perchè purtroppo non ne avrebbero motivo nè di festeggiare: se la Samp batte la Roma, la Juve, il cenoa, il Milan io festeggio e lo faccio ogni volta che ripenso a quelle imprese.
    Non mi deprimo, non sfogo recondite frustrazioni per 2 sconfitte, brutte che siano, ma sostengo con ancora più forza la mia squadra che sta facendo un campionato fantastico al di là di ogni aspettativa perchè la Samp storicamente non gioca per coppe campioni o scudetti.
    E Giampaolo è uno dei migliori allenatori che la Samp abbia mai avuto per il gioco stupendo che esprime e per la valorizzazione di giocatori che assicurano plusvalenze, conti in regola e sopravvivenza.

    Per questo chi si assenta in caso di vittoria o non sente il bisogno di festeggiare perchè è normale vincere 3 derby di fila o strapazzare la Juve o butta il bambino con l’acqua sporca dopo 2 fisiologiche sconfitte di cui una contro l’Inter, per la quale invito ad analizzare il monte ingaggi, non ritengo possa definirsi tifoso della Sampdoria nella accezione più pura idealizzata dal più grande Presidente che la Samp, e il calcio italiano, abbia mai avuto.

  86. Chicco 78 scrive:

    E cmq Andre volevo esprimerti la mia soddisfazione per il tuo ritorno ,perché senza nulla togliere alla grandissima Paola,credo che come te per questo blog sia difficile trovarne e ripeto senza nulla togliere a nessuno….mia opinione personale….grazie per il tuo lavoro!!!!

    • andrea.lazzara scrive:

      Grazie…non è facile gestire un blog, me ne sono reso conto negli anni e Paola lo ha fatto benissimo considerando le molteplici attività anche…da mamma. Quando tornerà mi risiederò in panchina :-)

  87. Romeo Garatto(Samp club Marseille) scrive:

    Il problema della Samp e’ l’ambiente troopo “soft” e tifosi come “jetta” che ritengono di avere subito due sconfitte normali…5 gol in casa e 4 gol a crotone uniti al fatto che siamo stati gli unici a fare il “bingo ” con Benevento e Crotone beccando 7 gol dalle ue squadre piu’ scarse di tutto il campionato,ma il tifoso che sopra scrive e’ contento cosi..allora perdiamole tutte fino alla fine,vero?Tanto siamo salvi..con la mentalita’ di queste persone non si va da nessuna parte,e’ solo spirito provinciale e nessuna volonta’ di primeggiare.Ma quando contesti il modus vivendi di alcuni(troppi) allora ti danno del Genoano e ti invitano a scrivere dall’altra parte.Io lascio bollire nel loro brodo queste persone e sono convinto siano dei perdenti nati,eterni Fantozzi in cerca della nuvoletta senza ambizione di vittoria alcuna..si accontentano di galleggiare.

  88. Giorgio Nervi scrive:

    Leggo dei commenti qui sopra incredibili,Abbiamo gia’ fatto molto,dobbiamo essere soddisfatti..allora cosa facciamo andiamo in ferie gia’ adesso?Prendono 5 reti in casa da una squadra che aveva fatto pochissimi punti nelle ultime 10 partite e va bene..applaudiamo lo stesso,hanno disonorato la maglia e gli danno due giorni di permesso..ma si..andiamo avanti cosi,tanto siamo salvi ..che mentalita’ pedissequa ragazzi,veramente incredibili certi “buonisti” a tutti i costi.Invidio presidenti all’antica con i quali non sarebbero mai andati a casa dopo una simile vergogna ma direttamente in ritiro..ma qui c’e’ il mare,il sole,la macaia volemose bene tanto..siamo salvi..BRAVI!Mentalita’ da maschio ALFA!

    • Jetta scrive:

      Rintengo che l’era Mantovani abbia fatto male a molti.
      La dimensione della Samp porta a considerare come obiettivo primario la salvezza e a festeggiare tutto quello che viene in più.
      Per scudetto e champions, ripeto, ci sono la Juve e il Napoli.
      Le sconfitte contro Inter e Crotone sono solo pretesti e non aspettavate altro.
      Siete una minoranza rumorosa fortunatamente.

      • Daniele da Rapallo scrive:

        Non so perchè t rispondo, mi ero ripromesso di non farlo, e alla mia età (compiuti i 50, non so te..) forse non ne vale la pena.
        Tuttavia queste tue considerazioni un po leopardiane alla Tafazzi (che per alcuni versi sono anche vere, per amor del cielo…) mi ricordano alcuni colleghi genoani.
        Posso essere d’accordo sul fatto che crescendo con l’era Mantovani, molti doriani si siano abituati bene (del resto anche Garrone ci portò ad affacciarci in Europa alcune volte e ad una finale di coppa Italia..), così come quest’anno ci è venuto un appetito mostruoso mangiando dopo essere stati sesti per due terzi del campionato.

        Resta il fatto che questa via della salvezza che si manifesta nel dolore, mi ricorda molti colleghi genoani che a volte rimpiangono le sofferte salvezze in seria A all’ultima giornata o le difficili promozioni dalla B. Magari le trasferte a Pizzighettone. Tifare a prescindere col paraocchi solo per amore di quei colori.
        Forse non ti sei accorto che la razza si evolve, che il doriano tifa ma ha spirito critico e pensa con la propria testa; il doriano tifa ma a volte giustamente pretende.
        E’ cambiato il calcio italiano, sono cambiate società e presidenti. Molte hanno i conti più in rosso della nostra. Lasciando perdere la Juve (unico vero club di dimensione europea) e a turno romane o milanesi, le possibilità di fare bene ci sono : non come in era Mantovani (altro mondo, altro calcio, altre epoche), ma magari come in era Garrone, lavorando bene la società.
        Non volercene ma lasciamo a te gli obiettivi di salvezza, per adesso, almeno….

        • Jetta scrive:

          Juventus, Napoli, Roma, Lazio, Inter, Milan, Fiorentina.

          Ora spiegami qual è la tua ambizione alla luce di bacino d’utenza, monte ingaggi e capacità finanziaria di questa attuale proprietà che se non si autofinanziasse con le plusvalenze sarebbe in grave perdita.

      • Paolo1968 scrive:

        Lungi da me far polemica, non ne ho proprio voglia e credo sia poco divertente e costruttivo.
        Una sola cosa vorrei dire: visto che la fede calcistica si prende seriamente quanto la fede religiosa (chi ce l’ha), so che nel Vangelo di Matteo si premia chi moltiplica i propri talenti e non chi li sotterra per paura e cerca solo di rimanere a quel livello.
        Che la nostra dimensione sia più più o meno una è pacifico, ambire a qualcosa di più quando questo è alla portata, ambire a migliorarsi non solo non è “peccaminoso”, è doveroso.
        Se non fosse così, vivremmo ancora nelle caverne coperti di pelli di animali.

      • Sand66 scrive:

        A me l’era Mantovani ha portato tante soddisfazioni e gioie, detto questo anche se una squadra ha come obbiettivo il mantenimento della categoria può capitare l’annata che ti gira tutto e puoi giocarti qualcosa di importante e, sinceramente, fare 6 punti con Crotone e Benevento non è fantascienza (anche considerando la qualità). Mi dico che a tre quarti di campionato se sei li te la devi giocare al massimo, invece l’impressione è che abbiano mollato quasi che improvvisamente si siano accorti che stavano volando troppo in alto.
        Spero in un colpo di coda ma resto comunque soddisfatto in linea generale della stagione, resta solo quel retrogusto amaro del “avrei potuto ma non ho voluto”.
        Forza Doria sempre e comunque.

        • Jetta scrive:

          Non ci capiamo: è ovvio si abbia sempre un minimo di ambizione ma necessariamente proporzionata alle reali possibilità della rosa e delle risorse della proprietà.

          Da inizio campionato sostengo che la nostra rosa sia da 8/10 posto quindi il 6 posto ma anche il 7 sarebbe un ottimo e insperato coronamento di un’annata molto positiva.

          Certo che dispiace dopo mesi al 6 posto essere scavalcati o raggiunti ma un conto è dispiacersi un altro è martellarsi i cosiddetti, denigrare un allenatore esaltato da tutti gli addetti ai lavori e criticare la società pretendendo perentoriamente che si arrivi sopra a realtà come il Milan ad esempio.

          Bisogna prendere atto che le sconfitte a Crotone e Benevento sono state grosse delusioni a fronte però di vittorie contro Juve, Roma, Milan, 2 con la Fiorentina che non sono la normalità ma splendide eccezioni che compensano in un certo senso le sconfitte contro le squadre che definiamo materasso.

          La Samp, che ha molti giovani in squadra, sino ad oggi ha fatto un cammino sopra le proprie reali potenzialità ed è normale accusi periodicamente vistosi cali senza dimenticare che è nel nostro dna perdere spesso e volentieri con squadre di bassa classifica e succedeva anche negli anni d’oro.

          Discorso salvezza: la Samp per bacino e dimensione economica della proprietà ha come primo obiettivo la quota 40 punti e questo anche alla luce di annate potenzialmente tragiche come quelle Zenga/Montella…non possiamo permetterci di darla per scontata e neppure ignorare il fatto che siamo tra le poche realtà in serie A ad avere i conti a posto a conferma dell’ottima scelta di Edoardo Garrone circa la cessione a Ferrero che per molti sarebbe scappato con la cassa dopo 1 anno…e non ho ancora letto le scuse.

          Per finire su una questione mantengo il punto: come si fa quando si è invaghiti di questi colori ad assentarsi e non sentire il bisogno di esternare la propria felicità dopo partite come derby e Juve mentre si è sempre presenti e in prima linea in caso di difficoltà quasi soddisfatti solo per dire che si aveva ragione ed avere 2 minuti di ‘celebrità’m

          • andrea.lazzara scrive:

            All’ultimo punto ti rispondo io Jetta. E riguarda i tifosi sampdoriani ma anche (credo, forse temo) di tutto il pianeta. In 25 anni di tv, in molti di trasmissioni prima solo con telefonate, poi con gli sms, ora con Facebook, blog e quant’altro…in caso di vittorie le telefonate, i contatti ( e gli ascolti) sono stati sempre inferiori. Dopo sconfitte o nei momenti neri…ecco lo sfogo, la voglia di dire la propria opinione. Credo succeda anche qui. E’ psicologia spiccia, lo sa, ma è la mia esperienza professionale.

          • piero scrive:

            Sai Jetta, io in realtà non ti comprendo appieno. Nessuno mette in dubbio quello che dici circa squadra e società. Hai ragione mille volte. E, visto che hai dimestichezza informatica, se avessi la voglia di andare a cercare i miei vecchi post sul blog, scopriresti che è dall’inizio del campionato che io sostengo che la samp è da decimo post e che Milan e Atalanta e Fiorentina avevano una rosa superiore e ci avrebbero superato in classifica nel tempo, come sta succedendo. Non occorreva essere genii pallonari per vederlo. Quello che mi urta, e penso urti un po’ tutti quelli che ti rispondono per le rime qui sul blog, è il fatto, anzi no.. la pretesa, di essere l’unico sampdoriano vero sul blog. E’ come dice Andrea qui di seguito. Quando si è felici si ha meno voglia di venire a sfogarsi e leccarsi le ferite sul blog. Quando invece le cose vanno male si sente il bisogno di sfogarsi qui. Per cercare risposte e conforto per le continue débacles della nostra amata. Questo vuol dire essere meno tifosi? Boh? Saluti e forza Samp sempre

          • Sand66 scrive:

            Adesso sei stato più chiaro e condivido.

          • Daniele da Rapallo scrive:

            Ora il ragionamento è più chiaro, pacato e condivisibile quasi in toto.
            Non sono pienamente d’accordo con chi dice che le rose di Fiorentina ed Atalanta siano superiori, casomai vedrei superiore il Torino (in senso assoluto) anche se con alcuni errori commessi ed una squadra non molto adatta al gioco di Mazzarri.
            Abbiamo detto che per conti a posto, maggiori introiti tv e monte ingaggi la Samp sarebbe all’incirca da ottavo posto, ergo : se fai il tuo arrivi ottavo, se ti va storto qualcosa arrivi decimo e se fai ttto bene puoi arrivare tipo sesto settimo come L’Atalanta. D’altro canto il ptenziale della rosa (anche se risicata) lo si vede dal mercato e dalle plus-valenze. Molti club vogliono i nostri giocatori.
            Proprio per questo non sono d’accordo che l’obiettivo sia una salvezza tranquilla, ma si possa “pretendere” di puntare a qualcosina di più.
            Juve (unico club di dimensione europea che stacca gli altri), Napoli, Roma, Lazio,Inter, Milan (se non fallisce) sono le uniche realmente e nettamente superiori. Se già una di loro deludesse, tu potresti prendere il suo posto come fece Atalanta l’anno passato.
            Certamente la Samp è molto giovane, certamente l’allenatore si sta consolidando ora (vista la storia), certamente ha sempre avuto cali atavici anche negli anni d’oro.
            Si criticano a volte immaturità o discontinuità, come fatti mentali…potremmo avere gli stessi punti ma con prestazioni più omogenee tra casa e fuori. Così come bisognerebbe tornare ad onorare la Coppa Italia. Si critica se non entri in campo.
            Credo che questa sia la fotografia del tutto…..

      • Marco scrive:

        L era Paolo Mantovani ha fatto male a gente come te , che sostiene i giocatori che umiliano i colori che in teoria sostieni di amare

  89. Klaus Lavagna scrive:

    Muoio dalla voglia di rispondere al grafomane nonche’ distributore automatico di patenti di sampdorianeita’ Yetta ma non so se questo tifoso e” un lui o una lei.Spero di ricevere a breve l’ennesima illuminazione.Grazie

  90. Jetta scrive:

    Ho dato una letta all’archivio di Samplace: post dopo il 3-2 alla Juve:Klaus, Giorgio Nervi, Disraeli, Romeo, Aldo Versilia, Luigi Sammy, Faso, Bulgaro, Mauro e Chicco…ASSENTI!!!!!

    • Faso scrive:

      Mi spiace ma devi fartene una ragione… mi fa però piacere sapere che hai tempo da perdere a tal punto da tenere pure la “contabilità” dei blogger, ma se vuoi menarlo a qualcuno vai sul sito del secolo e sfogati con i tuoi amici bibini.

    • piero scrive:

      Non hai proprio niente da fare eh? Meno male che la samp può contare su di te… Avercene di tifosi che perdono ore per andare a cercare post su un blog per andare a rinfacciare ad altri di essere bibini o diversamente tifosi…

      • andrea.lazzara scrive:

        Comunque, e lo dico in generale, queste disfide lo ripeto mi appassionano poco. Cosa portano alla causa sampdoriana? Nulla. Quindi da parte di tutti, a cominciare da chi li alimenta con i suoi post, chiedo…di smetterla.

        • Chicco 78 scrive:

          Si Andre hai perfettamente ragione ma è da quando frequentavo le elementari alla mazzini a molassana che combatto le intolleranze,ma sicuramente queste diatribe alla samp non servono a nulla ma forse qlcn potrbbe imparare a rispettare le opinioni altrui ma altrettanto sicuramente a questo ci pensi già tu e anche benissimo….ciao Andre e sempre forza doria!!!!!!

    • Bulgaro scrive:

      Quindi?
      Le tue superficiali analisi sono imbarazzanti.. Se guardi con attenzione noterai che ho smesso di postare con Paola e ripreso al ritorno di Andrea.. Motivazioni mie che non hanno a che vedere con la sampdorianità ma con la gestione del blog.

      • Jetta scrive:

        Avendo un minimo di dimestichezza informatica si impiegano 5 minuti.
        A parte questo non vedo risposte nel merito.

        • Bulgaro scrive:

          Se non vedi risposte nel merito non hai letto bene. Sempre che la risposta sia al mio post.

    • Aston scrive:

      E quindi?

  91. Chicco 78 scrive:

    Beh jetta se è per questo io non scrivo mai e visto che sei cosi attento puoi anche notare che non ho espresso alcun giudizio né sulla squadra né sul mr e tantomeno sulla sud ,mi sono solo permesso di farti notare che nel sociale si devono rispettare le opinioni altrui senza sentenziare che chi non la pensa come te sia un bibino,un tifoso da tastiera e tutte le cose simpatiche che scrivi nei tuoi post…e qua non centra la samp…è solo una questione di rispetto e civiltà!!!se no si fa a meno di scrivere su un blog!!!!tutto qui!!!e visto che conosci così bene il latino,un umanista come te non avrà problemi a darmi

  92. Chicco 78 scrive:

    Scusate finisco…a darmi ragione…almeno credo e se proprio vuoi che te la dica secondo me stiamo facendo esattamente il campionato che ci compete….quindi su questo non ho niente da dire però 4 pere da icardi…..no questo proprio no…….ma neanche volendo….questo proprio la carogna non solo te la fa salire ma te la fa entrare proprio nel profondo ecco!!!!!!!

  93. petrino scrive:

    cavasin e’ stato esonerato anche dal Santarcangelo.

  94. Livio Marassi scrive:

    X Jetta,
    Praticamente hai rabbia per quasi tutti quelli che postano qui..sei sicura di essere dalla parte giusta?Hai nominato almeno 9 persone del Blog..possibile che questi abbiano tutti torto?probabilmente i tuoi commenti hanno poca logica e sono irritanti,fai un esame interiore…

    • Jetta scrive:

      Premesso che sono un uomo ti ri-faccio notare che non ho rabbia ma sconforto per chi non riesce ad esultare per una vittoria contro la Juve mentre compare, lui si rabbiosamente, in un momento di calo che ci può stare.
      C’è gente che ha insultato Ramirez e Torreira per un selfie su un aereo…e vieni a parlare a me di logica?

  95. petrino scrive:

    definire demenziali le ultime dichiarazioni di ferrero..sul destino di torreira……………….
    Il primo a sperare di arrivare ottavi o noni e’ proprio lui. Cosi’ non corre nessun rischio.

  96. vincenzo scrive:

    Un pensiero a Emiliano Mondonico, giocatore e allenatore vecchia maniera che ci ha lasciato a 71 anni.

    Forza Sampdoria

  97. luca scrive:

    solo per augurare a te Andrea e a tutti i tifosi e i seguaci del blog BUONA PASQUA !!!!!! speriamo Sabato in una prova d’orgoglio della squadra

  98. Paolo!968 scrive:

    Auguri di buona Pasqua a tutti, senza voler esser blasfemi chissà che non si risorga anche noi….
    E stiamo sereni, dai…

CANTIERE GIAMPAOLO

A Ponte di Legno sta nascendo la nuova Sampdoria ma si tratta, come sempre accade in questi anni, di un

TRA PIAZZA E..MERCATO

Sfrutto il titolo che ho usato a Gradinata Sud per fare il punto (dopo un po’ di tempo, sorry )

E’ FINITA, PER FORTUNA…

C’è poco da dire su quest’ ultima giornata di campionato e sull’ennesima batosta esterna della Sampdoria. Rigore folle concesso da

UN BRUTTO FINALE

Avrei voluto dedicare il pezzo ad altro ma la cronaca mi impone di scrivere di quanto successo al Ferraris, dei