L’ORA DELLA VERITA’

11 feb 2018 by andrea.lazzara, 87 Commenti »

La Sampdoria archivia la pratica Verona senza affanni particolari anche se è indubbio che, quando hai tante occasioni e non a butti mai dentro, il pensiero che la partita sia stregata ti viene. Ma i gialloblù sono stati davvero poca cosa (rivedevo poco fa gli highlights, nemmeno un’azione davvero degna di nota infatti, nelle mie pagelle, non ho dato voto a Viviano) e, dunque, una volta trovata la rete con Barreto la squadra di Giampaolo ha gestito bene la situazione e il vantaggio. Difesa poco impegnata (ma Murru cresce sempre più in fase di spinta mentre deve ancora migliorare in copertura. Tempo al tempo), centrocampo ordinato e propositivo, Caprari bravo svariare e Quagliarella combattivo come sempre, meno efficace in area ma glaciale dal dischetto (e anche sfortunato, il palo con deviazione di testa nel primo tempo è abbastanza incredibile). Due parole anche per Zapata: ho apprezzato molto il coro della Sud “Duvan Duvan” al momento della sostituzione e anche l’incitamento all’applauso di Giampaolo. Il colombiano è, gol di Roma a parte, in un momento dispari e si vede non solo dall’errore, solo davanti a Nicolas, nel secondo tempo. Ma ha le qualità tecniche e anche morali per risalire la corrente; non è Van Basten ma neppure un mediocre. Può essere molto utile nella corsa europea della Sampdoria, ben consci che dietro Kownacki piano piano sta imparando qualcosa del calcio italiano (facile, con un maestro come Quagliarella). Adesso scocca l’ora della verità: Milan fuori, Udinese in casa, Atalanta e Crotone fuori, Inter in casa. Cinque partite per mantenere (poi, si può sempre anche migliorare eh…non è mica peccato) una posizione detenuta, ad oggi, da 119 giorni. Bene che Barreto e Torreira non siano stati ammoniti e, dunque, ci saranno a San Siro (dove rientrerà Ramirez) anche se prima o poi il giallo fatale arriverà. Ma saranno settimane in cui sarà importante il ruolo di Marco Giampaolo: la lezione tattica  è stata appresa, lo dimostrano i 41 punti a metà febbraio. Ora il tecnico dovrà essere bravo a dosare energie fisiche e mentali dei diversi giocatori a disposizione. Intanto, già nel pre Verona è stato evidentemente convincente perché nella classica partita “buccia di banana” per la Sampdoria la squadra ha saputo agevolmente aggirare l’ostacolo. Gli avversari saranno quasi tutti tosti tecnicamente e qualcuno anche ben supportato esternamente (il Milan, in attesa della Samp, non era comunque sesto perché l’unico scontro diretto lo hanno vinto i blucerchiati. Ma vallo a spiegare a qualcuno a livello nazionale…). Testa fredda, dunque, come diceva Don Vujadin. E cuore, anzi, piedi caldi, caldissimi. Per una Sampdoria che l’Europa se la merita proprio.

87 Commenti

  1. SerAmsterdam23 scrive:

    Ciao Andrea,
    D’accordo con la tua analisi.
    Se proprio dobbiamo trovare delle cose da migliorare in una partita comunque finalmente matura della Samp con le piccole, e’ forse l’atteggiamento fin troppo sicuro avuto quando si era solo sull’1 a zero. Pero’ sinceramente questa volta si vedeva che c’era un totale controllo da parte nostra. Ma sappiamo anche quanto soffriamo gli ultimi minuti delle partite…
    A Milano non sara’ facile pero’ se riusciamo a giocare il nostro gioco credo che siamo migliori del Milan. Potrebbe venirne davvero fuori una bella partita!

  2. Fra Zena scrive:

    Vittoria relativamente semplice,secondo me senza neppure giocare col piede del tutto schiacciato sul gas. Mi spiace per il Verona, ma quella vista oggi a Marassi é una squadra per cui vedo la salvezza lontanissima. Pecca grave aver sprecato un container di occasioni da gol, dobbiamo essere più cinici. Questo difetto peraltro si era ben visto anche nel primo tempo di Roma. Urge ritrovare il migliore Zapata, quella di oggi era la controfigura. Sono invece contentissimo dei miglioramenti di murru, spero proprio continui su questa strada. Avanti Doria!

  3. maurosampbolzano scrive:

    salutoni Andrea ,trovo la tua pagina completamente in sintonia con la realtà Samp.
    dopo tutte le occasioni del primo tempo mi sono pure io domandato se serviva un “Barreto” per snocciolare il nodo che ci legava alla vittoria,poi il bravo Barre ci ha pensato,evviva, un plauso a Murru mi sta piacendo sempre più,studia ragazzo e applicati che stoffa ne hai, Lucas sempre un gigante e Caprari sarebbe stato ottimo, ma quel rigore in movimento sparato sul portiere (recidivo pure a roma ) mi ha inccazzeto efffettivamente, ad ogni modo bravissimo, il mistero è Duvan, ultimamente sbaglia pure lo stop dei lanci in ricezione, per non parlare dei goal praticamente fatti, dai Duvan siamo tutti con te,torna il panterone che sposta l’aria quando parti e preparati senza febbre per milano, voglia di Europa Sampdoria

    • Fulvio Vassalli scrive:

      Non era Linetty che ha calciato il rigore in movimento ?

    • fede scrive:

      Caprari ha fatto quattro assist: due a Quagliirella, uno a Lynetti e uno a Barreto. E’ Lynetti che ha tirato un rigore in movimento.

      • maurosampbolzano scrive:

        rispondo a tutti avete straragione e faccio ammenda, il fatto è che come c’è stata l’azione e visto il finale mi sono allontanato velocemente dallo schermo parlando a voce alta (censura) subito dopo ho sentito Caprari e ho collegato, allora Caprari straottimo ciao a tutti

  4. Sand66 scrive:

    Che dire… siamo salvi! Nonostante quel paracarro di Zapata, il sopravvalutato Caprari, lo spompato Ramirez, la fregatura Strinic e quello scarsissimo Murru.
    Vuoi vedere che qualcuno dovrà fare i complimenti alla Società.
    Ah mi ero dimenticato di Giampaolo che proprio non capisce un kaiser di calcio.
    Il Milan è composto da giocatori forti ma non so se è una squadra forte, la Samp come identità mi convince di più, sarà da giocarcela ma alla partenza siamo alla pari (qualcuno si scandalizzerà), tutto dovrà girare al massimo ma non vedo perché dovremmo fermarci.
    Unico dubbio è che giochiamo in trasferta.
    Forza Doria sempre e comunque.

  5. marco scrive:

    una partita dominata in lungo e in largo, ci sono stati errori tecnici macroscopici, ma si è giocato con la consapevolezza della nostra superiorità, con la mentalità da grande squadra. Ora a Milano senza remore, con fame, cuore e i colori più belli del mondo a rispedire il diavolo dove merita di stare… all’ inferno.

  6. Pier scrive:

    Partita magistrale della Samp.Dominio e padronanza della partita per 94 minuti.
    Il risultato corretto sarebbe stato 7-0. Forse stretto.
    Anche se il Verona non è il Real Madrid giusto dare grandi meriti al Doria.
    Domenica il Milan a S. Siro .Temo tutto di quella squadra dallo stadio all’arbitro….ma questa Samp va per vincerla e questo ci rende fieri.

    • andrea_samp scrive:

      aggiungerei anche il VAR …visto come palesemente stanno scandalosamente usando pro solite ..giusto nel girone di ritorno ..dove si decidono i giochi finali …nn è cambiato nulla o quasi ..all’italiana ..marmellavano prima con l arbitro o i giudici di aerea ora con il VAr …dopo i primi mesi che era usato meglio e non con le combine cui stiamo pian piano assistendo sempre più –che skifo! ci fosse un nuovo calcipoli sicuro che si scoprirebbe che ora telefonano e intortano arbitro del Var ..oltre a quello in campo ..ecco forse d si è cambiato qualcosa col Var ..se ne comprano 2 invece di uno di arbitri !! ..vergogna ..
      e poi i cosiddetti esperti di calcio su reti nazionali ..partigianeria ..ma direi incompetenza abissale ..ignoranza dei regolamenti …ma come fai a dire che il milan è sesto a pari punti .a fine campionato … che se nn vince domenica ..a pari punti sarebbe dietro x gli scontri diretti …! certa gente proprio ruba soldi alle tv c sparare cavolate e fare i tifosi davanti alle telecamere invece che in un bar ..

  7. petrino scrive:

    dopo l’ assist di roma murru sembra un’ altro.
    E’ impressionante l’ accelerazione di torreira quando rientra dall’ attacco alla difesa, in fase di attacco dell’ avversario. !!!!
    Abbastanza inspiegabile la sostituzione di caprari con Alvarez.
    Al Milan sono molto gasati e troppo sicuri.
    Per colpirli e’ il momento migliore.

  8. Edoardo scrive:

    Partita rognosa, 3 punti d’oro, ma se vogliamo battere il Milan bisognerà che i nostri attaccanti aggiustino un po’ la mira sottoporta, per fortuna rientrerà Ramirez e forse Kownacki potrebbe partire titolare al posto di Zapata, come dici tu Andre adesso è l’ora della verità, speremmu ben…

  9. NYC scrive:

    Sia il Milan che L Atalanta devono giocare in europa League, vediamo come reggono fisicamente…..

    • Francesq scrive:

      Non lo dice mai nessuno. Secondo me è un fattore, come dici tu.

      L’Atalanta si è messa a fare punti, guarda caso, proprio quando la EL è andata in pausa. Un girone fa, in piena bagarre europea, era nella seconda metà di classifica con evidenti problemi di rendimento.

      Il Milan invece è un’incognita.. ha una rosa più profonda e più forte, ma anche un allenatore di molto peggiore. Sicuramente ha più strumenti per il doppio impegno.

      • Fra Zena scrive:

        A me Gattuso non dispiace sai? Ovviamente spero che domenica sbagli tutto :)

        • Bulgaro scrive:

          Tecnicamente non è granché, ma a motivare ci da dentro..

          • Francesq scrive:

            A me non fa impazzire, secondo me il vero motivatore non è quello che urla ma chi sia tecnicamente credibile.

            Credo che il Milan stia andando meglio perché sono venute meno le enormi aspettative che si portava dietro dopo il mercato. Han toccato il fondo e sono risaliti, senza che nessuno si aspettasse più da loro lo scudetto.

            Resta una squadra dalla rosa forte, molto forte. Più forte della nostra.

            Ma possiamo farcela.

      • Bulgaro scrive:

        In generale concordo, ma sono ambienti euforici, soprattutto a Bergamo e sono in posizione da fiutare il sangue… e quindi capaci di tirare fuori energie supplementari…
        La vera scrollata al loro morale sarebbe non perderci cosi da tenere invariate distanza e scontri diretti

  10. Tommy scrive:

    Duvan Duvan, sono un suo fan, Giampaolo fallo giocare, è uno di quei giocatori che serve sempre, soprattutto in squadre come la nostra.
    Basta sostituzioni!
    Temo per il derby, perché il crapa pelata rossoblu è un dritto. Giocano male ma fanno punti. Giampaolo non conosce invece i mezzucci per strappare risultati con prestazioni volutamente grigie.
    TI AMO SAMP PORTA A CASA LA QUARTA!

  11. Daniele da Rapallo scrive:

    Caro Andrea, come al solito un’ ottima analisi che lascia poco spazio a considerazioni ulteriori se non reiterare certi concetti.
    Come al solito io, per ambizione ed attaccamento alla squadra, metterò anche in luce qualche aspetto migliorabile premettendo che, se fossimo migliori di così, non saremmo la Samp di questo momento storico bensì una squadra di fascia superiore.

    Della partita di ieri mi viene da salvare soprattutto il risultato, contro una squadra veramente modesta che si è avvalsa della presenza di Hermione Granger vicino alla porta….: a proposito, quanto è valutato Nicolas ? Per il resto la Samp ha dato vita, parallelamente alla netta vittoria e predominio, ad una sagra degli errori. Ho visto infatti parecchi errori sotto porta e soprattutto passaggi palesemente sbagliati che, per esempio contro un Milan, potrebbero essere fatali.
    Barreto, per esempio, è un ottimo combattente, un lottatore da centrocampo di esperienza che ha segnato un goal pesante ma ha sbagliato molti passaggi e non ha certo un piede educato come quello di Praet che si è guadagnato il posto da titolare.
    Zapata gioca col freno a mano tirato ed è ovvio che abbia problemi fisici : certamente sa tenere palla ed ha il piede educato anche nei passaggi, in questo momento però non aiuta molto in fase difensiva e corre poco; speriamo si riprenda, poichè uno come lui al 100% contribuisce ad un’ulteriore salto di qualità. Ottimo Caprari in crescita : direi complementare ad un Ramirez che è più lento ma ha i piedi più educati e magari più visione di gioco nel dare “palle con occhi”; tuttavia velece e dotato di buon cross e buon tiro.
    Difesa e portiere poco giudicabili per i pochi pericoli subiti. Torreira immenso, tanto che, leopardianamente, già mi struggo e mi domando come faremo quando inevitabilmente andrà via.
    Che dire : mi auguro che da qui alla fine, con i nostri limiti di panchina corta, la squadra possa reggere atleticamente e mentalmente per raggiungere quel sesto posto insperato ai nastri di partenza. Ma ti domando Andrea : e se arrivassimo sesti davvero, sarà la società in grado di affrontare il tutto ? Ce ne fossero di grattacapi simili….
    Ciao Daniele

  12. Edoardo scrive:

    x il nostro buon Stefano Rissetto

    Il calcio si nutre prima di tutto di sogni, passione, attaccamento alla maglia e sano campanilismo e quando questi elementi vengon meno la gente si disamora e perde interesse, non basta avere il bilancio in attivo e restare in serie A per far tornare i tifosi allo stadio, i campionati coi 3 punti a vittoria e l’avvento delle Pay-TV sono praticamente già assegnati a tavolino, il Napoli quest’anno rappresenta l’eccezione che conferma la regola, e poi i giocatori che vanno e vengono come in un porto di mare, il maxi-spezzatino televisivo e aggiungici pure gli impianti fatiscenti e la crisi del lavoro che qui a Genova mi pare particolarmente acuta, insomma gli elementi di riflessione certo non mancano e comunque io eviterei di fare paragoni con l’Inghilterra e la Germania perché lì c’è una cultura diversa e anche un ben differente tenore di vita, in merito invece al gioco di Giampaolo io non lo trovo così bello e divertente da vedere, anzi a me pare sinceramente molto monotono e prevedibile, non c’è gioco sulle fasce, a parte Ramirez non c’è uno che sappia dribblare o fare delle giocate di fantasia e poi la difesa senza il pressing degli attaccanti e il filtro del centrocampo è veramente debolissima, siamo tutti contenti del 6° posto e dei 17 gol del mitico Quagliarella ma bisogna anche ammettere sinceramente che il livello di questa Serie A è molto scarso rispetto a quello degli Anni 80/90 e ciò è confermato anche da persone molto più esperte di me che il calcio l’hanno vissuto direttamente ad altissimo livello come ad esempio Pietro Vierchowod, Ciccio Graziani e Paolo Maldini, aggiungo tra l’altro che un certo Marco Van Basten attualmente dirigente Fifa proporrà nei prossimi mesi l’abolizione del fuorigioco che ormai è diventato uno strumento evidente di ostruzionismo difensivo e detta da un campione perdippiù olandese come Van Basten la cosa dovrebbe far pensare un po’ tutti quanti, dunque direi che non si tratta del classico mugugno genovese ma semplicemente di osservare le cose con la giusta obiettività…

    Detto questo, sempre e comunque forza Doriaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!

    • Fra Zena scrive:

      Abolizione del fuorigioco?

    • Cicciosestri scrive:

      Belin mi hai fatto venire la depressione … FORZA RAGAZZI! Siamo settimi anche se prima o poi moriremo tutti …

    • Sand66 scrive:

      Beh sono sempre gli altri che sono scarsi e noi fortunati a fare 41 punti con il nostro gioco monotono e prevedibile. Proprio non ci accontentiamo mai!!
      Forza ragazzi andiamo a sbracare con il fondoschiena pure il diavolo.

    • Stefano Rissetto scrive:

      @Edoardo : grazie del “nostro” e soprattutto del “buon” :)

      • Edoardo scrive:

        Caro Stefano,io ti apprezzo molto come giornalista e ti seguo sempre volentieri in TV su Primocanale, ti ho visto anche qualche volta allo stadio ma non ho osato fermarti per chiacchierare perché avevo paura di darti fastidio, col mio post volevo solo approfondire alcune questioni secondo me molto importanti che stanno alla base di tutto e che tu avevi giustamente proposto in trasmissione, ma ahimè qui sul blog e sui social in generale è difficile trattare seriamente certi argomenti a meno che tu non dica sempre a prescindere “Doria Olé” allora va tutto bene, ma come dici qualcosa di diverso ahimè vieni subito tacciato di “bibinismo”, vabbè dai questo è il bello e anche il brutto di internet..

        Tanti saluti e sempre forza Doria, ciuuuuuuuu!!!!!!!!!!!

    • marco scrive:

      ah beh se lo dice Van Basten, Maradona vuole rendere regolari i gol di mano e così via, mettiamo anche che chi sbaglia gol a porta vuota venga folgorato da un raggio laser

      • Edoardo scrive:

        Io dico soltanto che sono d’accordo con l’idea di Van Basten di abolire il fuorigioco, è un’idea che ha una sua logica e non è assolutamente una belinata, poi ognuno è libero di pensarla come vuole…

        • Danilo71 scrive:

          anche a me non piace il fuorigioco ma credo che sarebbe troppo radicale eliminarlo. Piuttosto farei come nel “vecchioe caro ” SUBBUTEO: una linea sulla trequarti da dove dove farlo partire anzichè a metà campo. agevolerebbe molto l’occhio del guardalinee che docrebbe coprire meno campo.
          Un saluto e Forza Samp

    • Maurizio Arcini scrive:

      Non ci sono scuse siamo la squadra con i prezzi degli abbonamenti più bassi di tutti in gradinata, lo stadio è deserto nei distinti così poca gente solo in serie B ….ttttgta Milano ragazzi poche chiacchere

      • Maurizio Arcini scrive:

        “Tutti” scusate

        • Faso scrive:

          E’ vero i distinti domenica erano uno squallore, è forse il settore che negli ultimi anni ha perso il maggior numero di abbonati e questo anche grazie al rialzo del costo per gli abbonati over…
          Era la classica partita in cui la società deve coinvolgere scuole, scuole calcio e società sportive per portare il più possibile bambini allo stadio e coltivare i doriani di domani, perchè quelli che hanno abbandonato in questi anni difficilmente torneranno ad abbonarsi per tanti motivi (calcio spezzatino e pay-tv in primis).

      • Edoardo scrive:

        Scusa Arcini, ma tu sei per caso un parente di Ferrero o Romei?… Io rispetto la tua opinione, ma tu devi capire che esistono anche dei tifosi che non vanno allo stadio e tantomeno non seguono il calcio così “a prescindere” come fai tu, mi pare un concetto non poi così difficile da capire scusa eh…

    • Francesq scrive:

      Ancora con questa storia del gioco sulle fasce??

      La Samp è la seconda squadra in Italia per gol segnati su cross (10 con quello di Barreto, se non sbaglio).

      In campo ci si muove, I giocatori non sono plinti autostradali.

      Avrai notato che con Caprari, l’attacco è praticamente a 3, col 9 spesso in fascia. Cosa che di solito fa Praet, o Zapata, a seconda della partita. O che sul rinvio lungo del portiere avversario, con Barreto che affianca Beres, la difesa è a 5. Guardati le immagini, non invento nulla!!

      Senza offesa ovviamente, ma col campionato che stiamo facendo sarebbe quasi doveroso guarire da certi preconcetti.

      • Edoardo scrive:

        Ma tu consideri “cross” i lanci a brettio di Silvestre dalla linea di centrocampo o i lanci di Bereszinsky nel mucchio dalla 3/4????????????

        Scusa Francesq, ma a casa mia i cross sono un’altra cosa e si fanno tesi al centro dalla linea di fondo, comunque basta metterci d’accordo su cosa intendiamo dire…

        Poi è ovvio che siamo tutti stra-contenti del 6° posto per carità ma questo è un altro paio di maniche, cerchiamo di non confondere gli argomenti eh…

        • Francesq scrive:

          Ma perdonami, i lanci a brettio dove li vedi? Al massimo, se proprio vuoi trovare un difetto nel “giampaolismo”, possiamo parlare di una ricerca troppo ossessiva del palleggio. Ma lanci il Doria ne fa proprio pochini pochini…

          Riguardati i gol, non chiedo altro… rè abbastanza classico che la Samp si allarghi a destra e “entri” a sinistra. Cross Zapata – gol di Quaglia è un classico di quest’anno.

          Riguarda le azioni e conta quante volte ci appoggiamo sui lati scalando la punta o la mezz’ala. Ti chiedo di guardare, non di chiedere a me. Tra l’altro col Verona è accaduto più del solito.

          I numeri sono numeri, mica li invento io ;)

          P.S. Il numero di cross, quest’anno è nettamente incrementato rispetto al campionato scorso, dove a Muriel serviva il duetto nello stretto, spesso per vie centrali. Il merito dell’allenatore è stato quello di adattare il gioco agli uomini, fermi restando i principi. Quest’anno punte larghe e maggiore verticalità, con Duvan potente e un po’ ruvido tecnicamente a fare legna e Quaglia a far gol. L’anno scorso, coi fiorettisti, tutti vicini nel mezzo, con Quaglia a fare la seconda punta di fatica e Muriel o Schick a ricamare.

    • Paolo1968 scrive:

      Il calcio sarebbe l’unico sport al mondo che è regredito.
      I calciatori di oggi hanno in media una prestanza fisica doppia di tanti anni fa e anche piedi migliori (mi immagino il fraseggio della nostra squadra attuale fatta allora).
      Penso che i periodi non siano mai confrontabili, ma secondo me un calciatore di oggi innestato in una squadra di 30 anni fa farebbe faville.
      Con la fisicità di oggi certi giocolieri sublimi di allora avrebbero vita molto ma molto difficile.
      Ovviamente è un parere personale.
      Come quello di pensare che noi non siamo una squadra scarsa e che abbiamo un bel gioco. Se prevedibile, vuol dire che gli altri sono un po’ tardi a capirlo….

      • alan scrive:

        Mah per me è l’esatto opposto. I giocolieri di ieri faticherebbero a reggere sul piano fisico ma i giocatori più dotati di oggi in molti casi avrebbero fatto panchina venti/venticinque anni fa.

        • andrea_samp scrive:

          d accordo con alan …nn so e non capisco che tipo di calcio veda o voglia vedere paolo1968 ..boh ?? ..restando tema Samp ..ma vatti avedere come correvano Pari e co. 25/30 anni fa e poi piedi buoni adesso ?’ con stop del pallone che se va bene si ferma a 2-3 metri dal giocatore ?’ forse ti confondi paolo68 ..ma i piedi più buoni li avevano allora rispetto adesso …ora x vedere cose tecniche buone o ottime ci vogliono i cassano ma lui già è quasi passto o qualche pallone d’oro o li vicino ..x il resto lasciamo stare …Neymar visto ieri sera..bbello si fa i numeri da foca del circo ..poi in concreto ?? ai tempi uno così lo indicavano come innamorato del pallone ..oppure che deve dribblarsi 3 guiocatori poi la bandierina e il palo dellla prota prima di passare a un compagno o concludere..se vale uno così 200 milioni ..ora cosa varrebbe un Baggio ..Pirlo Mancini vialli ecc. 300 -400 milioni ?? x favore vediamo di vedere le cose col giusto peso ..adesso corrono di più ..anche quello in alcuni casi e da dimostrare x certi esempi del passat ..e cmq o si gioca a calcio che prevede la corsa si ma anche la tecnica soprattutto .. e lo stare in campo bene ..oppure guardiamo una gara di fondo /mezzofondo dove li corrono x davvero ok ? e nn volermene io rispetto la tua opinione Paolo1968…ma mi sembra un tantino esagerata e poco oggettiva anche un po’ superficiale ..ciao e Forza Doria !!
          PS vatti a rivedere i video della Sampd’oro .. e vedi come correvano e che piedi avevano quasi tuta la rosa rispetto ad ora ..senza scomodare stelle e squadre da Cahmpions ..fascia alta ..

          • Paolo1968 scrive:

            Credevo che dire due/tre volte che è un mio pensiero bastasse, ma evidentemente non è così.
            Ricordo che l’immenso (il mio giocatore preferito di sempre) Vierchowod rimaneva mezz’ora a fine allenamento a cercare di stoppare e fare i passaggi di prima con Mancini a Bogliasco.
            Non capisco perché….
            E poi…”senza scomodare stelle e squadre da champions”….
            forse non ricordi che quella squadra di fascia alta vinse lo scudetto arrivò in finale di champions e vinse una finale di coppa Uefa…

          • Paolo1968 scrive:

            E attenzione che non ho detto che oggi il calcio sia più bello o più difficile…
            Dico che il calcio, come tutti gli sport o quasi, ha portato molto più in alto l’asticella della prestazione fisica, senza togliere qualcosa di apprezzabile alla tecnica. Peraltro eseguire un certo movimento tecnico ad una velocità è ben diverso che farlo a velocità più elevata.
            Secondo me Neymar 30/40 anni fa sarebbe stato fermato col bazooka (cosa che certi difensori facevano, vedi ginocchio di Maradona).
            A proposito: meglio Maradona o Pelè?
            Ripeto: è una mia opinione e parlare di queste cose è come parlare del sesso degli angeli, nessuno è in grado di dimostrare la propria tesi.

  13. robmerl scrive:

    Servono umiltà, tenacia e autoconsapevolezza. Poi l’unico limite è il cielo.
    GRANDISSIMI!!!

  14. Stella scrive:

    Molto bene, risultato importante che ci tiene in zone più che nobili della classifica.
    41 punti a febbraio…ci metto la firma per mille anni.
    Non c’è molto altro da dire, se non massima concentrazione per l’importantissimo scontro diretto della prossima settimana.

    • Bulgaro scrive:

      concordo, 41 punti a febbraio sono da leccarsi le dita; oltretutto sia davanti che dietro singhiozzano quindi le possibilità per prendersi l’Europa ci sono tutte.
      Una partita alla volta… mandiamo il diavolo all’inferno ☺

  15. Fabrizio scrive:

    Ciao a tutti felicissimo x prestazione ed approccio.
    Chiedo a Andrea in quanto gestore del forum, e a chi vorrà rispondere la loro opinione in merito ad un mio pensiero relativo alla partita di domenica prossima.
    In pratica se fossi nei panni di Gianpaolo contro il Milan farei giocare Strinic al posto di Murru ( che sta crescendo a vista d’occhio e sarà certamente il ns futuro).
    In questo modo il croato avrebbe l’occasione di dimostrare la propria professionalità.
    Cosa ne pensate ?
    Un saluto

    • andrea.lazzara scrive:

      Per me squadra che vince non si cambia. E Murru si merita di giocare a San Siro per quello che ha fatto nelle ultime partite

    • marco scrive:

      invece,se è vero che chiede più di 2 milioni di euro di ingaggio ,gli farei vedere la partita dal terzo anello

      • Faso scrive:

        concordo, è venuto a “svernare” un annetto in riviera in attesa di liberarsi a parametro zeroal massimo può teenre compagnia ad Alvarez in panchina!!!

  16. luca scrive:

    analisi perfetta Andrea ho un solo dubbio e sospetto (ahimè) ! senza voler passare per vittime sacrificali (perchè se poi sei più forte ……non c’è nulla da fare vinci e basta) ma tutti , proprio tutti gli addetti ai lavori NON ci considerano per la volata Europa League!!!!! anzi Spalletti a precisa domanda sui posti Champions è riuscito a rispondere di preoccuparsi anche di Milan e Torino (che sarebbero in ascesa)! ecco al di là della grandissima gioia personale per un traguardo che sarebbe storico sarebbe un’enorme soddisfazione anche alla faccia di questi “soloni”!!!!!!! scusa se mi permetto ma Sconcerti è da due mesi che continua a ripetere su RAI 2 “Europa League vedo una volata Milan e Atalanta, non ho fiducia e non credo che la Samp regga !!!!!!!!” che soddisfazione sarebbe ………………. ciao

  17. vincenzo scrive:

    Note a margine: Nicolas è molto bravo però deve migliorare nei rinvii, fa degli errori che non si devono fare in serie A…, comunque un pensierino ce lo farei per il futuro.
    per il prossimo derby sinceramente non mi preoccupo molto: sono più preoccupato ed interessato ad arrivare in Europa League; quest’anno finalmente guardo avanti e non indietro…
    Ancora un grosso Forza Hellas malgrado la debolezza della squadra e la restrizione incomprensibile di domenica per i suoi tifosi.. .

    Forza Sampdoria e domenica a fargli avere “un diavolo per capello”!!., ringhio: a cuccia!!…

  18. P.SOLARI scrive:

    Altra partita scorbutica, con rischio di complicanze visti i 3/4 gol falliti nel primo tempo, ma portata a termine con giudizio, senza farsi prendere da ansie pericolose.
    Molto bene Barreto , e non solo per il gol ( ha fatto un paio di cambi di gioco notevoli come l ‘ assist a Zapata, che ha fallito il gol ), in crescita evidente Murru ( bene fa il Mister a metterlo titolare, visto che salvo cataclismi l’ anno prossimo la fascia sara’ sua ) , al solito bene Torreira, Linetty un po’ pasticcione ma puo’ starci, Zapata ancora cosi’ cosi’.
    Aspettiamo domenica, vediamo che si inventeranno per spingere i bauscia …. comunque toccando ferro in tutti i casi saremo sempre sesti noi ….. :0))
    Ma il “vantaggio” dopo un fallo ma con palla in possesso di chi ha subito il fallo e’ stato abolito ? Pairetto per ben tre volte lo ha ignorato ….. boh.

  19. Daniele da Rapallo scrive:

    ….Ma le interviste del pre-partita ? Sigh…..

  20. alan scrive:

    Occorreva vincere e si è vinto, anche se con qualche patema di troppo. Se si fossero sfruttate le occasioni nei primi minuti si sarebbero risparmiate più energie. Ma va bene così.

  21. marco scrive:

    Domenica prossima Giampaolo dovrà prendere le misure a Suso, noi patiamo da matti quel tipo di giocatore , che per come siamo schierati in campo, spesso trovano praterie

  22. Stefano 1970 scrive:

    Suicidio tattico del Verona che sembra aver già optato per il “piano B”.

    Tanti spazi e tanta libertà di gioco si sono tradotti in un insieme di ghiotte occasioni. Vuoi per un caso..vuoi per un altro sembrava come nella partita dell’andata a Verona.

    Zapata ha il grande limite (spalle alla porta) di sbagliare spesso e volentieri il primo controllo agevolando i difensori. Al mister il compito di orchestrare affinchè l’azione lo renda maggiormente partecipe già posizionato verso la porta piuttosto che il contrario. Certo che da un centravanti ci si aspetta anche un pò di lavoro sporco per far risalire/rifiatare la squadra.

  23. Luigi scrive:

    Vorrei ricordare “senza vittimismo” che se a tre domeniche dalla fine atalanta e Milan fossero li insieme a noi gli sforzi per accedere all’Europa sarebbero concentrati su queste due. A Bergamo risiede il capo degli arbitri a milano tutta la parte mediatica. Caro Andrea questo lo sai anche tu solo che in TV è un’argomento che non si può trattare se non in modo spicciolo e fugace. La tua analisi è comunque corretta a prescindere dalle mie considerazioni

    • andrea.lazzara scrive:

      La cosa divertente è che se ne parli non se ne accorge nessuno (noi lo stiamo dicendo da settimane, attenzione non solo per le qualità tecniche, al Milan). Se non ne parli ti fanno pelo e contropelo. Mah!

      • NYC scrive:

        L’Atalanta corre e gioca da 2 anni non e’ in caso che e’ ancora in Europa league, posso essere daccordo sul Milan ma l’Atalanta che sia favorite dagli arbitri non lo credo proprio.

        pensiamoa correre noi perche’ se la squadra sta bene fisicamente ha delle qualita’ importanti se passeggiano come a Benevento allora e’ tutto vano

    • marco scrive:

      Ritiriamo la SAMPDORIA da tutti i campionati.

  24. andrea_samp scrive:

    condivido ultimi post, in più dico che senza sciagurati punti buttai via col Benevento , regalo fatto a tutte le altre squadre di serie A , saremmo a 3 punti dalla Roma. va bè ok ottimo lo stesso..
    poi a Daniele di Rapallo .dico ok .bella domanda e dubbio legittimo ..se andiamo in EL la società che farà ..riuscirà ad avere un po’ di ambizione e fare una buona squadra magari rinunciando a una 2 plus valenze ..tanto con l anno scorso ne han ben fatte e messe in cassa no ? .
    per gli altri che dire si fa venire veramente l orticaria e la voglia di sottile vendetta e rivalsa sul fatto che parlando di EL volutamente si “dimentichino” della Samp da 4 mesi li in alto e parlino delle solite peraltro da 4 mesi ben dietro ..mah ?? Sconcerti sarebbe meglio andasse in pensione …anche con la Fornero credo che il limite dei 67 lo abbia ben superato e forse l’età avanzata gli fa perdere lucidità e memoria su squadre che sono al 6 posto da tutto il campionato finora svolto..
    Spalletti deve vergognarsi .visti i trascorsi qui ..e la retrocessione che ci è costata ( per volere del palazzo più che x demeriti suoi ) ma non si tralascia una squadra che è li da inizio campionato e che è qualche punto dietro di te.no?? e vedere quelle ancora più sotto ..
    poi gli aiuti e i campionati già assegnati grazie a pay-tv e mafiate prerogative tutte italiane , ahimè impareremo una volta ad essere un po’ onesti ? almeno nello sport e nella società civile …giusto altre culture sociali e civiche oltre che di sport nei paesi anglosassoni o altri in genere, invece di essere sempre collusi ladri e lobbisti ? comunque il Napoli non è l’eccezione mi spiace contraddire l’amico Edoardo ..anche quest’anno qualcosa mi dice che potrebbe essere assegnato mediaticamente al Napoli ..giusto per rompere la monotonia bianconera … e dare slncio all’audience ..leggi soldi degli inserzionisti spot pubblicitari ..
    poi dimentichiamo il perenne mercato ? con stuoli di pseudo esperti-giornalisti che erano dei nessuno e ora “rubano” letteralmente lo spazio al calcio giocato e lo stipendio per parlare di fuffe varie e gossip ..una vergogna .. a zappare li manderei altro che !!
    scusate lo sfogo ..ma siamo veramente al troppo che poi stroppia ..e la bolla prima o poi scoppierà ..lo spero ardentemente così torniamo tutti coi piedi x terra e a un calcio più vero .. basta vedere ormai cifre cartellini , ingaggi e contratti che valgono meno della carta igienica ..gonfiati e tutto x l’ingrasso dei procuratori ..la vera peste del calcio mondiale peggio di quella del Manzoni !
    aveva ragione il Grande Paolo che non li voleva vedere e li sbatteva fuori dalla sede !!! aveva come sempre capito tutto in anticipo !
    ciao e FORZA SAMPDORIA E NO AL CALCIO MODERNO DELLE TV !! calcio a tutti non a chi ha soldi da buttare x le pay TV ( salvo lamentarsi dell’esiguo…al confronto.. canone rai ) veramente dei meschini e pagliacci !!

    • maurosampbolzano scrive:

      scusa Andrea non ho capito bene la tua ultima frase quella dei pagliacci e delle tv,sai io vivo a Bolzano non sono più un giovanotto e per vedere la Samp uso anche la TV , anche se poi vado ancora in trasferta quando posso, non capisco quel “calcio a tutti” soldi da buttare nelle pay tv(le squadre vivono con quelli e io pago come 3 abbonamenti al Ferraris) e poi i meschini e pagliacci, mi illumini per favore grazie

      • andrea_samp scrive:

        intendevo i giornalisti …parola grossa in certi casi x alcuni di loro ..non i tifosi ..mi sono espresso male evidentemente e me ne scuso … ciao e grande porta il verbo blucerchiato nei monti del Sudtirolo !! ciao ad majora

  25. Fulvio Vassalli scrive:

    per andare in europa basterebbe anche il settimo posto a patto che una qualificata per la champions vinca la coppa. Quindi si spera che vinca la Juve.

  26. ale scrive:

    Caro Andrea,
    leggo per l’ennesima volta che le Società sono morose nei confronti del Comune per lo stadio. Ma è possibile sapere chi è moroso e per che cifra? Leggo che anche la Società in comune è morosa. E’ una società sola a non versare le proprie spettanze nella Società costituita per gestire congiuntamente lo stadio o entrambe? Non si sa. Ma considerati i pregressi con fornitori di ogni natura, la città non è così grande da non sapere certe cose….un’idea me la sono fatta.

    Ora mi chiedo se oltre ad aver impedito qualsiasi tentativo di costruirci il ns stadio (e lo credo, se noi ce ne andiamo poi chi le paga le bollette?) ci toccherà pure mantenerli in quello vecchio. Come un vecchio parente un po’ cialtrone che oltre a scroccare e a farti fare figuracce con tutti, fa pure il padrone di casa.

    Che facce!

  27. SANDOIA scrive:

    Vittoria bella e a posteriori senza sofferenze ,anche se personalmente fino alla trasformazione di Quagliarella non ero tranquillo :avevo visto il Verona contro la Fiorentina devo dire che mi aveva impressionato .
    Siamo partiti subito forte come speravo ,quando si parte con calma ..tanto cè tempo si rischia di perdere almeno un tempo e di tranquilizzare gli avversari; ci aspettavamo il vantaggio da un momento all’altro ,ma non arrivava e dopo un pò di occasioni importanti l’auto palo ecc…. cerchi di non pensare che gli amici di Verona non vincono dal 1972 qui a Marassi; il pallone in campo era gialloblù ? .
    Per fortuna nel 2 tempo si parte forte e bene con Caprari e l’inserimento di Barreto diciamo alla Linetty prima dell’infortunio peccato si sia fermato di segnare e rendersi pericoloso in avanti ,la pagnotta se la guadagna sempre forza Karol i goals dei centrocampisti sono fondamentali ,bene Barreto quando è calmo , concetrato e segue gli ordini del mister può trovare anche lo spazio per inserirsi in zona goal non è la prima volta.
    Con le piccole ancora una volta decisivo Quagliarella e qualche gregario,forse si parla troppo di Zapata :deve solo stare calmo e cercare di fare quello che gli chiede Giampaolo nell’azione pre sostituzione si è portato via 2o 3 difensori ed ha fatto un pallonetto oggettivamente difficile bastava allungare di qualche metro sulla destra su Quagliarella che si sarebbe trovato anche il portiere fuori porta in posizione favorevole forse sullo 0/0 lo avrebbe servito.?. ,il mister si è incazzato giustamente con Kownacki quando allo scadere ha ignorato Verre ,ma si tratta di un peccato veniale a confronto ,
    non sò cosa abbia pensato sulla panchina ,ma sò quello che ho sofferto io sino quasi alla fine.
    Duvan non ha mai fatto molti goals difficile diventi un cecchino e nessuno gli e lo chiede ma è indispensabile per creare spazi per i compagni ,disturbare e rallentare sul nascere le azioni avversarie ,fosse uno scarpone non avrebbe nemmeno pensato di servire un assist a Gaston come quello del Derby ed altri :certo il suo compito è dispendioso e difficile ma sembra che si accenda più spesso quando cè la grande platea ,non si può attualmente mettere in competizione con Kownacki se non per demerito suo il ragazzo che sta facendo un buon rodaggio per il prossimo anno ma non è certo Schick che entra e segna goals vincenti a ripetizione.
    Gli auguro di ritrovare le giuste motivazioni di inizio stagione ,avesse quelle di Torreira non lo ferma nessuno.

  28. Fra Zena scrive:

    Nota a margine: finalmente la Primavera sabato è tornata alla vittoria. La salvezza è lontana ma non impossibile. Dai ragazzi!

  29. P.SOLARI scrive:

    Un plauso, l’ ennesimo da parte mia, al nostro mister Giampaolo che ha sollevato il problema delle partite che si svolgeranno lo stesso giorno delle elezioni ( 04-03 ), non permettendo in molti casi, ad allenatori – giocatori – dirigenti – di poter far valere il diritto di voto sancito dalla Costituzione. Vediamo se le TV proprietarie dei diritti ( perche’ sono sempre loro causa di tutte le “malefatte” ) l’ avranno vinta anche questa volta ……. cosa ci vuole ad anticipare tutto al sabato ?
    Lazzara, che ne pensa ? Grazie.

    • andrea.lazzara scrive:

      Penso che è giusto garantire la possibilità a tutti di votare. Penso che il paradosso fornito da Giampaolo (Maccarone che all’estero va a votare) sia calzante e che se proprio non si volesse anticipare la giornata si debba trovare una soluzione per tutti coloro che hanno impegni di lavoro inderogabili fuori dalla propria città. Penso che anni addietro si era fatto (l’anticipo) e sarebbe da rifare.

  30. Chiara80 scrive:

    Ciao Andrea penso che sia il momento di crederci e provare a difendere la posizione potrebbe essere l’ anno buono……chissà
    Mi permetto di esprimere un pensiero da abbonata da quasi 30 anni , tanti anni di sud e ora abbonata di nord…..non abbiamo tutti fenomeni in campo ma penso che il nostro sostegno alla squadra sia fondamentale in questo momento……un po meno critiche e mugugni un po più sostegno.
    Domenica a fine partita sono scappati in tanti…troppi….restiamo qualche secondo in più e diamo.un segnale alla squadra di crederci prima di tutto noi….vogliamo l Europa diamo il.nostro supporto…..se poi a fine anno non saremo riusciti ci sarà sempre tempo per criticare tutti.

    Scusate lo sfogo
    Un saluto a tutti

    Chiara

  31. SANDOIA scrive:

    Bisogna constatare che Gattuso ha dato continuità ben 9 risultati utili consecutivi: molto meglio di Montella ,da quando hanno deciso di annullare la cena di Natale: forse in Cina non è molto sentito ,risultati in crescendo 4 pere alla Spal 3 in coppa ,imbattuti nel 2018 ;sarà molto più difficile rispetto ad un paio di mesi fà Difficile ma non Impossibile.

    FORZA SAMPDORIA

  32. luca scrive:

    se non riuscissimo a raggiungere l’Europa in ogni caso sarà una stagione positiva ,magari con un pizzico di delusione (ma vorrei averne se fossero queste le ns delusioni !) è però giusto provarci quest’anno !!!! mi piacerebbe poi avere la stessa mentalità dell’Atalanta , dove non si dà nulla per scontato, non si scarta nulla e si gioca sempre per vincere anche rischiando ,ho visto ieri sera la loro partita a Dortmund un piacere vedere con quale sfrontatezza giochino anche contro grandi squadre come il Borussia ! noi potremmo farlo non credi Andrea ?

DIFESA SOLIDA, ATTACCO BOOM: E LA SAMP VA

A Frosinone la Sampdoria si conferma. E confermarsi, nel calcio, è sempre più difficile che raggiungere un traguardo. Stadio nuovo

E ADESSO?

Premessa: come ha scritto un telespettatore stasera la Sampdoria non è un disastro (o meglio ,quella del primo tempo si,

PUNTI BUTTATI E FATTI EVIDENTI

Nella domenica calcistica più difficile per i tifosi genovesi, sospesi tra la passione per il pallone che alla fine prende

SI TORNA IN CAMPO, MA CON IL CUORE GONFIO DI DOLORE, RABBIA E ANCHE TANTO ORGOGLIO

Amici di Samplace, non avrei mai pensato, nessuno di noi avrebbe mai pensato di vivere giornate come queste. Avevo scritto