UN PUNTO CHE VALE

4 feb 2018 by andrea.lazzara, 143 Commenti »

Il pareggio contro il Torino ( un risultato che, come ha sottolineato a fine gara Giampaolo, ci sta) è un’occasione persa o un punto importante? Per me la seconda. Contro i granata, per storia, tradizione non può mai essere una partita semplice e in questo caso la difficoltà era accentuata dalla presenza, sulla panchina opposta, di uno dei tecnici più rognosi della serie A, quel Mazzarri che a Genova conosciamo bene. Dunque il punto è un buon punto, la Sampdoria ha fatto, a mio giudizio, una partita più che dignitosa, non tra le migliori, ma tenace. Le ha date e le ha prese, insomma sono quei punti che alla fine, in classifica, li conti perché se non sei maturo queste gare puoi anche perderle (come ha dimostrato, in 10, l’occasione di Belotti nel finale). Qualche elemento è rimasto sottotono ma altri hanno confermato di poter diventare una risorsa in questo finale di stagione (uno su tutti, Murru che a parer mio ha confermato i progressi di Roma ma anche Verre, missile salvato da Sirigu a parte). Ora c’è il Verona e non sarà una partita facile perché i gialloblù sono una squadra tutt’altro che disprezzabile e soprattutto hanno fame di punti; sappiamo tutti quanta fatica faccia la Samp contro le squadre che si chiudono ( e mancherà Ramirez, geniale apriscatole in certe occasioni) quindi, occhi aperti anche perché la vittoria sarebbe fondamentale in vista della sfida all’Ok Corral con il Milan. Infine una speranza: che ora le polemiche, le divisioni su questo o quel giocatore finiscano. Remare tutti per una Sampdoria che vada più in alto possibile dovrebbe essere il sentimento di qualunque tifoso. E, da inguaribile “romantico” quale sono, spero possa essere ancora e sempre così.

143 Commenti

  1. Paolo1968 scrive:

    Punto senz’altro guadagnato con una squadra tosta, ben organizzata, energica e molto spigolosa, scientemente istruita a randellare appena riprendevamo palla e a simulare vergognosamente infortuni e tutti al viso (così l’arbitro deve fermare il gioco).
    Chiedo scusa a Lollo, pensavo simulasse anche lui, invece è stato l’unico sincero.
    La nostra prestazione non è stata sottotono per nostre mancanze, ma per l’avversario.

    Arbitro (che non ci ha sfavorito nè favorito) peggiore visto finora in casa, a dimostrazione che il VAR non risolve tutto (ma neanche molto, secondo me…).

    Io vorrei che qualcuno là in difesa capisse che buttarsi in un ginepraio non è cosa furba, soprattutto quando sei accerchiato dagli avversari e che Zapata si guardasse allo specchio e capisse che col suo fisico deve schiantare chiunque.
    Ma tutto sommato sono davvero contento della maturità dimostrata. questa era una partita che la nostra amata spesso perde e pure male.

    Col Verona non dobbiamo farci prendere dai “sentimentalismi” (che invece spesso ci rovinano….).

  2. ale scrive:

    Caro Andrea,
    d’accordo su tutto inoltre, se sei davanti in classifica, pareggiare con una diretta concorrente va benissimo li tieni a distanza e aggiungi un punto alla tua classifica. E’ per loro che non va bene.

    Dai Doria!

  3. Edoardo scrive:

    La tua analisi Andre è perfetta e non c’è molto altro da aggiungere, certo si poteva anche vincere ma purtroppo i nostri attaccanti non erano in una gran giornata di vena, pazienza, comunque Ramirez è sempre illuminante coi suoi tocchi di classe, Torreira come al solito superlativo e Murru io lo vedo sempre di più come l’erede di Bettarini speriamo bene…

    Avanti così e sempre forza Doriaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!

    P.S.
    Dispiace per la partenza di Puggioni che era l’unico genovese e vero sampdoriano della squadra, queste cose sono anche importanti secondo me…

  4. Luca scrive:

    Ciao Andrea sono d’accordo sul punti guadagnato anche se onestamente dopo il vantaggio di Torreira speravo nella vittoria , molti sono sottotono ( Zapata su tutti ) io resto però dell’idea che un Giaccherini potesse essere utile e poi potresti spiegarci perché Strinic , da tutti definito a inizio stagione una pedina fondamentale , non ha più giocato? Sta ancora male? Sono in parte d’accordo su Murru ma ieri Iago Falque nel primo tempo ha fatto il diavolo a 4 e con il croato dubito che avrebbe avuto la stessa facilità di azione! Per queste cose ho ancora un po di dubbi sul ns mister:-) buona Domenica a tutti

  5. petrino scrive:

    Tatticamente ha vinto Mazzarri che ha irretito Torreira con Baselli.
    Vanno trovate alternative,altrimenti ci saranno altri ingolfamenti.
    Viviano ha fatto alcune uscite e mi e’ sembrato piu’ determinato, specie dopo l’ incursione di Belotti, ha fulminato Rocchi con occhi di fuoco.
    Che soffrisse Puggioni ????
    Quel “signore ” di Burdisso giochera’ mica con la maglia dei bibini sotto quella del toro ??

  6. Fra Zena scrive:

    Punto ottimo in una partita tignosissima. Mi sembra che stiamo migliorando nella gestione dei momenti “difficili” delle partite e questo mi fa ben sperare. Ho visto male Zapata,che mi sembra nuovamente in calo netto di forma. Anche Verre, gran tiro a parte, non mi è piaciuto. Due parole sul toro: ha giocato da provinciale eterna quale è, cercando di innervosirci, picchiando come ferrai e perdendo tempo ad ogni occasione. E fin qua va bene. Ma il peggio è a fine partita! Pianto e lamentela contro l’arbitro, parlano di partita scippata,aiutati dai “giornalisti”di Tuttosport che gli danno pure ragione. Mi fanno veramente angoscia,per essere gentili.

  7. Daniele da Rapallo scrive:

    Caro Andrea (dispiaciuto intanto, una volta deciso a presentarmi, di non averti trovato nella solita postazione vicino a Domenico….sarà per un’ altra volta…) ancora una volta concordo in toto con la tua analisi.
    Ciò che mi ha rimesso un attimino con i piedi per terra è stato realizzare il fatto, tramite commenti sui social network, che veramente Zapata, Ramirez e Strinic non abbiano fatto la preparazione estiva con i loro club durante l’estate perché praticamente fuori rosa. Di questo ovviamente ti chiedo conferma in quanto mi rifiuto di credere che un calciatore appartenente ad un club non faccia comunque la preparazione estiva col suddetto anche se in disaccordo o fuori rosa. La preparazione atletica dovrebbe comunque costituire la base per tutti anche se sotto i dettami di un tecnico che magari lascerai durante il mercato. Si perché lo Zapata visto ieri era veramente fermo come un gatto di marmo, mentre Murru (tutte le azioni del Torino incombevano da quella parte…) si sta facendo ma, per ora, non è all’altezza di uno Strinic in forma. Buona la prova di Barreto, una volta che la società ha deciso di non ricorrere sul mercato in vista di quel sesto posto inaspettato ad Agosto, che comunque richiederebbe poi una rosa adeguata in caso di miracoloso raggiungimento.
    Mi insegni in realtà, Andrea, che i retroscena inenarrabili di mercato ci sono sempre e se hai la fortuna di conoscere addetti ai lavori importanti (un giorno ti dirò chi, magari di persona..) sai anche che qualche tentativo sfumato, per diverse ragioni, in realtà è stato fatto. Ma veniamo alla partita :
    ..ostico e fisico (ma anche tecnico) il Torino allenato secondo me da uno dei migliori tecnici e tattici italiani, che tuttavia io ricordo con piacere e rimpiango nel ricordo dei risultati ottenuti nonché responsabile della momentanea rigenerazione di Cassano.
    Partite che in altre annate potevi perdere; un punto d’oro con una ragnatela tolta dal 7 di Sirigu. Ed proprio a questo punto che mi chiedo cosa sarebbe successo con uno Zapata in forma (forse non era nemmeno da schierare..) ed uno Strinic schierati.
    Infantile dire che la nostra rosa è abbastanza contata (altrimenti giocheremmo su altri livelli); anche il giovane polacco ieri non ha inciso molto.
    Sono contento così, Andrea, come tutti del resto : vogliano, le mie, essere critiche costruttive senza essere tacciato di appartenenza all’altra sponda del Bisagno, come si usa dire.

    Daniele

    • maverick scrive:

      Se non ricordo male ma potrei sbagliarmi quando Zapata era arrivato alla Samp aveva dichiarato (lui o qualcuno a lui vicino) che Sarri non lo considerava proprio, come fa con tutti quelli su cui non punta, per cui era sempre messo a parte… In effetti mi sembra strano perche era cmq patrimonio del Napoli e non credo delaurentis paghi gli stipendi permettendo a Sarri di far marcire i giocatori a libro paga ma…

  8. SANDOIA scrive:

    Per essere tutti compatti e puntare un obiettivo ci vorrebbe un miracolo.
    IL Presidente di norma dopo ogni importante vittoria appende sul collo dei migliori giocatori il prezzo desiderato ,dimenticando che ha inserito la clausola classica dei 25 mioni per garantirsi il vitalizio suo e dei familiari.
    Se si svegliasse male ..o bene dicendo che raggiunto l’obiettivo non vende nessuno ne a gennaio ,ne a giugno ed investe 25 mioni per migliorare e completare la squadra ,allore tutto cambierebbe : certe dichiarazioni di Gianpaolo perfettamente comprensibili ,ma invise ad una parte della tifoseria non avrebbero più senso,magari andavi a Roma meno leggero e spegiudicato ma probabilmente oggi si era sopra i 40 punti comunque e con 5/6000 abbonati in più.
    Il Torino praticamente senza Bellotti e Ljaijc è li ,alla Sampdoria manca qualcosa nè poco nè molto se vogliamo per esempio avevre 3 giocatori validi al posto di Dodò Sala e Alvarez a Gennaio per motivare tutti ci voleva 1 aquisto di valore a centrocampo un giocatore completo in grado di difendere ed attaccare ,di incontristi a parte Torreira cè solo Barreto gli altri si adattano ,ma sono giocatori più propositivi compreso Verre ,avesse segnato sarebbe stato un segnale inequivocabile per la stagione perchè vincere specialmente dopo il pareggio sfortunato ,avrebbe significato molto ,il toro a -5 l’obiettivo minimo è stato raggiunto.

  9. Paolo scrive:

    Grande Andre.

  10. robmerl scrive:

    hai ragione su tutto tranne su una cosa: alvarez come sostituto di ramirez non lo voglio proprio vedere. Altri che apriscatole: ricki maravillia va bene nei tornei di calcio a 5

  11. Sand66 scrive:

    Partita brutta, giocata soprattutto a centrocampo dove Mazzarri ha disposto interpreti molto fisici e con marcature a uomo così da soffocare ogni qualsiasi possibilità di costruire gioco. Buon punto guadagnato considerando che il Toro è dietro ed è una diretta contendente però davanti si è combinato poco e dietro, considerando l’avversario, si è ballato troppo (Iago Falque sembrava Messi).
    Avanti così, un solo dubbio ma che è successo a Zapata? Ma che ce lo hanno sostituito con quello dell’Inter? Poco combattivo, poco dinamico e molto indolente (come dinamismo meglio il ragazzo polacco).
    Avanti Doria sempre e comunque.

  12. marco scrive:

    Mazzarri si conferma,come se ce ne fosse bisogno, mister piagnisteo, da far impallidire perfino Gasperini . Ovviamente tutto contro la sua povera squadra, poverino. Queste sceneggiate sono veramente insopportabili. Per il resto partita molto fisica, corsa lotta e tantissimi errori da entrambe le parti. Da rimarcare come non sappiamo sfruttare la superiorità numerica. Ora da non sprecare il match contro il Verona, sperando in qualche passo falso delle inseguitrici.

  13. Paolo scrive:

    Non una bella partita, ma concordo che il pari contro una squadra di picchiatori non è da buttare. Zapata brutto come con la Roma (ma li aveva segnato…) è davvero fuori forma, lento e impacciato. Gli altri bene. È presto ma un appello al presidente: anche se ieri non hanno fatto la loro miglior partita se può a giugno tenga Torreira Praet e Bere perchè in attacco e difesa si può migliorare, ma in questi ruoli di meglio (e accessibile) per me non si trova.

  14. Chicco 78 scrive:

    Grande Andrea contento ripeto ancora di ritrovarti disamina perfetta e poi col toro prendere un punto è veramente tanta roba…cmq secondo te un verre alla torreira potrebbe essere possibile?scusami l’ignoranza tecnico calcistica ma siccome il buon torre andrà sicuro magari trovare una soluzione casalinga non sarebbe male….certo che come torreira….cosi da ignorantissimo la butto là ecco…..

    • andrea.lazzara scrive:

      Mah, se Torreira andrà ( e mi sa…) secondo me bisogna cercare qualche altro profilo. Ma Verre può crescere, anche se un conto è entrare 20 minuti e un conto è giocare del primo minuto ( e non è che quando lo ha fatto, poco in verità, si sia coperto di gloria)

      • NYC scrive:

        Andrea, non sempre ci andra’ bene nel trovare sostituti devono investire anche sull ossatura della squadra per evitare in caso di errori di fare ( noi) una brutta fine perche’ il giochino si regge con soldi delle plusvalenze e TV se ci sara’ da ripianare una perdita anche minima tocchiamoci tutto il toccabile……

      • danilo scrive:

        Il prossimo anno venderanno Torreira questo è sicuro.
        …. sono certo che Giampaolo andra’ all’inter.
        Per assurdo….Con un altro allenatore Torreira non è piu’ indispensabile come lo è oggi nel gioco Samp. A questo punto prendi un allenatore che anziche’ verticalizzare gioca sulle fasce. Intanto le fasce sono da rifare e nel mezzo non hai piu’ bisogno del metronomo.

        • andrea.lazzara scrive:

          Il ragionamento tattico non fa una piega. Io resto convinto che se trovi un Torreira magari meno bravo ma aumenti la qualità in altri ruoli… Giampaolo dovrebbe completare il lavoro iniziato quasi due anni fa: ancora un anno e poi…

    • petrino scrive:

      Torreira non ha avuto bisogno di crescere, come si usa dire oggi.
      E’ stato messo in campo al posto di cigarini e dal primo minuto si e’ messo ad orchestrare e sta continuandoa farlo, perche’ e’ un campione.

  15. Fabio Gatti scrive:

    Non sono troppo d’accordo. La Samp ha sofferto e continua a soffrire di vertigini. Quando ha la possibilità di staccare quelli dietro ed avvicinarsi a quelli davanti, stecca sempre. Io insisto, i valori tecnici ci sono, mancano quelli mentali. È inutile per la classifica battere Roma, Juventus, Milan e poi perdere con Benevento, Bologna e non vincere a Verona, dove hanno fatto punti cani e porci o in casa con il Torino. Ci vorrebbe Giampaolo allenatore e Mihajlovic ‘motivatore’.

    • Fra Zena scrive:

      Fabio in campo ci sono anche gli avversari, non è che basti essere convinti per vincere le partite! Ieri non abbiamo sbagliato atteggiamento,è che in campo dall’altra parte c’era una buonissima squadra

    • maverick scrive:

      “È inutile per la classifica battere Roma, Juventus, Milan e poi perdere con Benevento, Bologna ”

      Beh se consideri dove saremmo se perdendo con Benevento e Bologna avessimo perso ANCHE con Rome, Juve e Milan… Forse tanto inutile non e’ … :)
      Certo fa rabbia ma in effetti dipende anche da come gioca l’avversario… A volte si gioca meglio con squadre che giocano piuttosto con quelle che si chiudono..oppure maari fatichi con chi ha meno tecnica ma morde le cavigile… Certo vincendo con le big l’amaro in bocca di non far punti con le piccole…

      • Paolo1968 scrive:

        Ragazzi, il Toro è big quanto noi, su….
        Riguardo Sinisa, tanto come per Montella, sono felicissimo che non siano a Genova. Allenatori iper valutati

  16. Stefano 1970 scrive:

    @ Andrea Lazzara

    Non esistono divisioni su questo e quel giocatore. Esistono i giocatori che in campo con i fatti dimostrano di onorare la maglia e nelle logiche di costo/rendimento e domanda/offerta sono indispensabili o sostituibili. L’obbiettivo societario deve essere quello di migliorare. In passato spesso sono stati “idolatrati” dai media giocatori che purtroppo hanno reso “a strappi”. Remare tutti dalla stessa parte significa non solo la maturità della tifoseria (che a parte qualche rara occasione ha sempre sostenuto la squadra) ma anche quella degli addetti a i lavori che dovrebbero entrare più sul tecnico che sull’”empatico”.

    • andrea.lazzara scrive:

      Quindi, in sostanza, la colpa di quello che è abbiamo vissuto, letto, percepito negli ultimi giorni sarebbe “degli addetti ai lavori” (alias stampa) ?

      • Stefano 1970 scrive:

        No.

        Più che colpe parlerei di responsabilità. Ognuno è responsabile delle proprie azioni ed in base alle capacità di gestire le situazioni sia concettualmente che praticamente da un valore al proprio tempo.
        Detto questo gli addetti ai lavori sono tutte quelle componenti (Società, stampa & media, procuratori, associazioni di categoria, commentatori delle Pay TV, etc) che ruotano intorno a business del calcio. Il tifoso vive i meccanismi in maniera passiva. Sarai certamente d’accordo che la tifoseria della Sampdoria (ma il ragionamento è valido per tutte le squadre) sia molto più numerosa del numero degli abbonati allo stadio + abbonaty Pay TV. Partendo da questo presupposto ti trovi di fronte al seguente scenario:
        - Tifosi che seguono visivamente la squadra (e qui puoi individuare due sottocategorie ovvero dal vivo allo stadio oppure in TV….che per qualcuno sarà un dettaglio mentre per altri una discriminante determinante per cogliere aspetti tecnico-tattici). A complemento ovviamente si tengono informati tramite i canali di comunicazione
        - Tifosi che seguono la squadra sulla stampa / social
        - Tifosi che seguono la squadra senza interagire con le dinamiche del gioco/business (parlo dei bambini)

        Ognuna delle parti attive si rivolge alla parte passiva con il proprio scopo (i.e. la Società cerca di attirare più tifosi allo stadio e/o aumentare le entrate del merchandising). Chiaramente acquisti ed iniziative sono enfatizzate e raramente si va in profondità rispetto ai contenuti. A volte lo posso comprendere (i.e. una Società acquisisce le prestazioni sportive di un giocatore “importante” col parere contrario del Mister) perché alcuni equilibri sono molto delicati. Altre volte non lo comprendo e vorrei, credo in molti vorrebbero, maggior chiarezza e dettaglio. Il calcio moderno ormai è funzionale non solo al risultato sportivo, ma anche al bilancio. La speranza è quella di vedere la propria squadra del cuore migliorarsi. In molti non comprendono perché i giocatori vengono presi-cresciuti-rivenduti in nome della sacra plusvalenza. Si potrebbe partire da un bell’articolo di stampa che analizzi i motivi per i quali in Serie A a parte 5 squadre le altre devono ricorrere all’autofinanziamento (derivante dal mercato) e di come mai non si riesce a invertire il processo (da Statuto sembra che un numero ridotto di squadre possa porre il veto ad una differente ripartizione dei diritti TV ad esempio) passando per lo Stadio di proprietà (…magari divertando i lettori su concetti che dicono tutto/non spiegano come “A Genova i poteri forti non volevano il nuovo stadio sognato dai Garrone” oppure se vogliamo nasconderci dietro concetti quali “non c’è spazio per un altro stadio” analizzare meglio il progetto o i progetti di riqualificazione dell’attuale. Ad esempio (tanto per farti ridere ancora di più della mia scarsa immaginazione) come possano essere riviste in maniera funzionale (sia in termini di fruibilità che di business) le volumetrie interne delle gradinate a me risulta essere un rompicapo.

        Questo “cappello” semplicemente è per evidenziare (…e qui entra in gioco la stampa…) come una comunicazione maggiormente analitica porterebbe beneficio/crescita all’interno della tifoseria (…e sarebbe anche un buon viatico affinchè con pari impegno venisse trasferita ad argomenti di maggior spessore…). Si tratta di un percorso forse cinico, forse a tratti anche spietato quando si metteranno a nudo le “singolarità” dei meccanismi più “odiosi”. Non mi aspetto e non mi auspico che porti ad una rivoluzione in senso stretto, ma perlomeno ad una presa di coscienza della parte passiva verso la parte attiva (…non la stampa…) che vive il business in maniera ancor più cinica e spietata orfana di una sana cultura imprenditoriale presente in (poche) altre realtà legate allo stesso sport (…per arrivare in alto è comunque meglio guardare ai migliori… ). La stampa può far molto in un paese dove logica e capacità hanno da tempo lasciato spazio all’informazione astratta. Tornando alla mia prima frase ognuno è poi responsabile delle proprie azioni. Ci saranno sempre dei tuoi colleghi che alla presentazione di nuovi giocatori porranno domande scontate (i.e. “Lo sai che ha genova c’è una partita speciale a cui i tifosi tengono in particolar modo), ma non li biasimo. Probabilmente devono far la loro esperienza e crescere professionalmente. Nessuno nasce “imparato”. L’importante però è aver la determinazione di imparare, affinare e maturare la logica e veicolarla in maniera costruttiva. Rimane comunque lecito percorrere la strada del parlare alla “pancia” del tifoso rimanendo in superficie e lasciando spazio alle interpretazioni più disparate.

        P.S.: Non prenderlo come “pistolotto” e/o suggerimento. L’iscritto all’Albo dei Giornalisti sei tu e tua deve essere l’impronta da dare alla tua professione nel quotidiano.

        • andrea.lazzara scrive:

          No no anzi, molto interessante. I concetti sono molto importanti e interessanti, magari troveremo modo di analizzarli più approfonditamente. Intanto per quanto mi concerne, credo di dare nelle mie due attività (quella di comunicatore per Arpal) e di conduttore-giornalista a Primocanale un contributo soprattutto di serietà e impegno. O almeno ci provo. In un mondo dove, credimi, sono cambiate tante ma tante di quelle cose ( e direi quasi tutte in peggio ) che stare in piedi è davvero difficile…

    • petrino scrive:

      L’ obbiettivo della societa’ e’ solo fare plusvalenze per sopravvivere e sperare sempre di pescare dal mazzo dei buoni sostituti per quelli che se ne vanno.

      • Paolo1968 scrive:

        Obiettivo del 90% delle squadre, tolta la juve e 2 a turno ogni anno tra Roma, Inter, Napoli e Milan

  17. Stefano 1970 scrive:

    Partita impostata da Mazzarri in maniera molto semplice: Pressing alto, marcatura ad uomo su Torreira per metterlo fuori dalla manovra, linee di gioco molto compatte ed appena recuperavano palla cambio di gioco da sinistra a destra per sfruttare la duperiorità a volte numerica (Niang + Iago) a volte di passo (o Niang o Iago) contro Murru che per i movimenti della difesa si trovava sempre accentrato. Tutto sommato ha retto ma al pari di Beres non ha potuto spingere più di tanto.

    Ad ogni tentativo di ripartenza abbiamo assistito al fallo sistematico…sulle palle in profondità centralmente verso la boa di turno abbiamo assistito al fallo sistematico…. non è stata uno spot per il calcio, ma concordo che sia un “punto che vale”. Vale perchè meglio 1 che 0…vale perchè ha messo nuovamente a nudo un problema atavico: sotto pressione non si riesce a creare profondita…senza profondità l’avversario ha vita più facile.

    Con il Verona però occorre la grinta e la determinazione…. se non arriveranno tre punti allora il punto di ieri vale molto meno.

    • Fra Zena scrive:

      Comunque vedo che ormai molti avversari a Marassi ci trattano come fossimo una “grande” squadra, ovvero vengono qua a difendersi e cercano di ripartire in velocità. A me non piace questo atteggiamento , ma non posso dare torto a Mazzarri (e prima di lui a Semplici della spal o a Iachini del sassuolo). I numeri dicono che – Lazio e Roma escluse – chi è venuto a Marassi a giocare a viso aperto ne è uscito con le ossa rotte

      • Stefano 1970 scrive:

        Analisi corretta. Unica contromossa è diversificare il gioco/rosa per avere altre freccie da scoccare. Alternativa… non essere padroni del proprio destino.

  18. Daniele da Rapallo scrive:

    Aggiungo un P.S. In tempi non sospetti.

    Roma-Verona : una partita penosa. La Roma perché sotto tono da tempo, fortissima ma costruita forse male. Il Verona è grammissimo ed ha pure venduto. Ci siamo voluti noi a lasciar loro un punto in casa. E’ la penultima in classifica. Anche se il calcio non è una scienza esatta, mi aspetto una vittoria senza se e senza ma.

  19. Aston scrive:

    Caro Lazzara mi permetta di dissentire quando afferma, in televisione, che il punto va bene perché a livello di rosa il toro è meglio di noi. Il punto può andare ma noi come rosa non siamo inferiori. Poi soliti pregi e limiti del mister che ha impiegato un tempo per dire a murru di allargarsi dieci metri in fase di non possesso.

    • petrino scrive:

      Purtroppo il difetto del nostro allenatore, e viene detto da mesi, e’ non sapere prendere le contromisure sul campo di gioco, quando si vede che certe aspettative nostre e dell” avversario si stanno rivelando diverse da come previsto a tavolino prima della partita.
      Il Torino ha incollato Baselli a Torreira’. a centrocampo e la squadra ne ha sofferto in primis gli attaccanti.
      Non e’ stato tentato nessun nulla per venirne fuori,

    • ROBYLEVANTE scrive:

      Era la stessa cosa che succedeva con Regini,sempre la massima libertà a chi agiva sulla fascia sinistra.

  20. alan scrive:

    Quattro partite contro tre squadre di alta classifica, dopo Benevento qualcuno che oggi fa lo schizzinoso per il punto pronosticava ZERO punti, invece ne sono arrivati otto. Dispiace non aver battuto mister piangina (seconfo solo a gasp e guidolin) secondo il quale la sua squadra giocava come alla Playstation, probabilmente però intendeva mortal kombact, non certo calcio…

  21. SANDOIA scrive:

    Partita bloccata decisa da una furbata ed una stupidaggine ,la moviola è pesante su Ferrari inutile infierire un pò di sfotuna ,ma speriamo ritorni al livello di qualche tempo fà.
    Rocchi ha arbitrato non bene per me vi erano subito 2 cartellini per Rincon e Burdisso ed un fuorigioco inesistente su Quagliarella ci avrebbe portato solo un corner ok in casi del genere il var non interviene? poi quando sono iniziati inevitabilmente i cartellini Barreto lo becca sempre questa volta per un fallo meno grave di quello subito poco prima senza essere sanzionato in egual misura .
    La penso come Gianpaolo avendo tenuto il risultato più a lungo qualche spazio in più si sarebbe aperto ,dopo il pari abbiamo sofferto non si può nasconderlo :Zapata quasi nullo ,Ramirez nervoso belin sei in diffida ed al 10 gia ammonito per proteste! nonostante le botte prese buoni spunti a corrente alternata e l’assis studendo che Duvan ha spedito in gradinata ,nel secondo tempo è migliorato come Linetty e Murru ma tuttosommato non lo ho visto bene ha lottato ma non certo al massimo è vero non gli hanno fischiato un fallo di ostruzione a favore però prima di rialzarsi ci voleva il paranco belin ho notato che dopo aver segnato un goal importante si prende un pò di ferie ci molla :quindi la sostituzione punitiva ci stà sopratutto per il futuro come quella di Ramirez ammonito stanco e nervoso però sono dell’idea che dopo l’uscita quasi conteporanea di Acquah e Rincon con loro 2 sarebbe stato più facile gestire la superiorità numerica a nostro favore peccato giusto mettere forze nuove e non rischiare di rimanere in 10 speriamo la prossima in Caprari forse partendo da dietro si spera possa essere decisivo assist o goals è lo stesso l’importante e non certo facile sarebbe vincere .

  22. Mr T scrive:

    Punto molto utile

    Ma la prestazione non è stata all’altezza della precedente

    Verre andava inserito prima

    Non riusciamo mai ad approfittare della superiorità numerica

  23. piero scrive:

    Complimenti a Mazzarri. Ha preparato proprio bene la partita. Tutti a randellare e a buttarsi per terra appena toccati. Come si fa a giocare così? Ogni due minuti c’era un fallo e una perdita di tempo. E hanno avuto pure la fortuna di pareggiare in quel modo… Non segnavano mai più se non così.
    Pace prendiamoci questo punto e testa al Verona.
    Forza Samp sempre

  24. Paolo60 scrive:

    Ciao a tutti. Al di la del buon punto conquistato fa specie come per la quarta volta ( PESCARA LO SCORSO ANNO , BOLOGNA ,NAPOLI E TORINO) non riusciamo mai e dico mai ad approfittare della superiorità numerica , anzi ogni volta rischiamo di prendere gol invece di farlo . Questa è una stranezza che però si ripete. Che sia meglio per noi giocare in undici contro undici per mantenere alta la concentrazione?
    mah …… ai posteri l’ardua sentenza

    • marco scrive:

      Concordo, l Udinese ad esempio ha messo parecchia difficoltà al Milan sfruttando la superiorità numerica, per noi stranamente ha un effetto contrario.

  25. Cicciosestri scrive:

    Benissimo! Prestazione non bella ma di sostanza, contro una squadra brutta e rognosa dietro ed in mezzo e molto brava e tecnica davanti. Punto “sporco” che di solito non prendevamo. Rimaniamo al sesto posto ancora un’altra settimana e questo è molto importante. Andiamo avanti e cerchiamo di fare gli stessi punti dell’andata.
    IO STO CON GIAMPAOLO! IO STO CON FERRERO!

  26. Tommy scrive:

    I granata non li ho mai potuti digerire. Detto in questa prospettiva la partita mi ha fatto rosicare vorrei sempre dargli una quaterna.
    In campo la Samp ha fatto un buon primo tempo con atletismo e tecnica, con applausi a scena aperta. Secondo tempo blando, usciti Ramirez e Zapata il tasso di pericolosità è crollato. Zapata c’è da dire che ha camminato tutta la partita, però in avanti si porta con sé un paio di elementi chee di testa in qualche mischia finale avrebbe detto la sua. Ramirez e’ la luce di questa squadra. Uscito lui rimaneva solo Torreira che è un fenomeno di agonismo e con buoni piedi.
    Mi dispiace per i fischi per Barreto, io lo farei giocare più in pace, posto che sbaglia molto e per i fischi vs Mazzari. Io nn riesco mai a sciguelare un nostro ex. MAI. Rimane il vuoto di striscioni nella sud: una pugnalata al cuore per un tifoso accanito come me.

  27. ale scrive:

    Caro Andrea,

    che sta succedendo al settore giovanile? I risultati sportivi sono imbarazzanti….

    Prima squadra per fortuna sugli scudi!

    Avanti Sampdoria!

  28. Marco - Verona scrive:

    Un punto a testa e alla via così. Peccato perché se non ci fosse stata la deviazione, il Toro molto probabilmente non avrebbe segnato e oggi staremo a parlare si un’altra partita. Mazzarri ha mosso bene le sue pedine e Giampaolo ha cercato di non farsi fregare. Non è andata bene al nostro, tuttavia un pari col Toro come ha detto lui ci può stare. A patto però che i punti persi in casa li recuperiamo fuori casa, come abbiamo fatto a Roma. Zapata va aspettato, vedrete che si riprenderà al meglio. Ora tocca al Verona in casa. Partita insidiosa perché ci mancano due giocatori fondamentali come Praet e Ramirez. In compenso a loro mancherà il Pazzo che è andato a segnare nel Levante contro il Real (a Pecchia non gli fischiano le orecchie?). Forza Sampdoria!!!

    • Maurizio Arcini scrive:

      Hai ragione, un disastro pensa che domenica mattina sono andato a Bogliasco per curiosità e ho assistito ad una partita a 9 della Samp contro una squadra di quartiere debolissima, sarà finita 20 a zero ma quello che ha stupito che il primo tempo la Samp giocava con un ragazzo in meno e il mister non se ne era neanche accorto, l’ho fatto notare ad un genitore presente che ha avvisato un dirigente, allucinante nel secondo tempo le squadre avevano lo stesso numero di giocatori finalmente. Pazzesco comunque il settore giovanile era già scadente con il responsabile invernizzi ,ora che c’è calcaterra è ancora peggio

      • Fra Zena scrive:

        Penso tu stessi rispondendo al post sul settore giovanile. Sono perfettamente d’accordo con te e sono allarmato soprattutto dalla situazione della primavera. Mi sembra incredibile che siamo ultimi in campionato.

      • ale scrive:

        Si. Forse sono in fase di ristrutturazione anche dello staff oltre che delle strutture.
        Però non ci si può stupire se le famiglie dei migliori li mandano altrove a crescere.

        Mi piacerebbe sentire che hanno da dire in proposito Romei e/o Pradè.

        Saluti

        • Michele G. scrive:

          E’ singolare che questo pessimo andamento delle giovanili avvenga proprio dopo l’inaugurazione a Bogliasco di Casa Samp, che dovrebbe far crescere, in tutti i sensi, i nostri giovani.

      • petrino scrive:

        da dove arriva questo calcaterra???

  29. Stella scrive:

    Punto da tenersi stretto, era fondamentale non perdere. Questa sarrebbe stata la classica partita, che avremmo perso non tanto tempo fa.
    Gara non bellissima,resa ancora più brutta dall’arbitraggio. Hanno randellato come fabbri ferrai e per di più erano sempre in terra.
    Bellissima la magia di Torreira.
    Ora testa al Verona, avverasrio da ffrontare con molta concentrazione e da non sottovalutare nella maniera più assoluta.

  30. maurosampbolzano scrive:

    dai va bene così, ora abbiamo visto che c’è anche una Samp da combattimento,partita non certo facile con un toro non certo propenso al gioco del calcio ma di tutto e di più,vero piangina..col Verona mi aspetto una Samp arrembante e vogliosa di riprendersi i punti “sperduti” quella di Caprari trequartista non mi dispiace affatto, dai Samp avanti con volontà,coraggio e consapevole della tua forza

  31. Sammy scrive:

    Torno al mercato. Perchè tutti si sono dispiaciuti per quello che viene definito un vero doriano come Puggioni che è andato al Benevento? Un vero tifoso, soprattutto a 36 anni, non va a chiedere un aumento dello stipendio (che giustamente gli è stato negato dalla società) che invece è riuscito ad accaparrarsi in quella polveriera senza senso di Benevento.
    Per favore non dite che è una bandiera e un vero tifoso, ed il video che ha fatto mi ha dato un certo fastidio. Un tifoso sta nella squadra anche gratis (o quasi) non chiede un aumento a fine carriera.

  32. Paolo1966 scrive:

    Risultato giusto. Partita che abbiamo patito parecchio. In questi casi meglio un punto che zero.
    Secondo me, globalmente il saldo e’ positive, potremmo avere pero’ 3//4 punti in piu’ da prendere tra quelli lasciati a Cagliari in modo folle, quello perso con la Lazio (dopo aver preso il pareggio avremmo dovuto addormentare la partita ed essere piu’ attenti) e Sassuolo (dopo lo scampatpo pericolo del rigore era anchein questo caso consigliabile tirare a campare fino al 95mo…).
    Volendo essere perfeizonisti l”unico elemento che mi lascia perplesso, sottolineato da altri, e’ l’incapacita’ di sfruttare la superiorita’ numerica. Credo che mai si sia riusciti a ribaltare una partita sfruttandole espulsioni altrui, ma questo e’ il rovescio della medaglia di uno stile di gioco che comunque ci ha portato dove siamo, e non e’ poco…

  33. P.SOLARI scrive:

    Partitaccia “sporca” come era facile prevedere; i granata praticamente in 9 entro la propria meta’ campo a menare e a simulare ( sempre in terra , ridicoli …. con tutti i calci che hanno dato loro ) con , nel primo tempo almeno, Falque a fare il diavolo a quattro sulla fascia ( Murru insufficiente, poi nella ripresa meglio ). Per quanto tentino di annullarlo, anche sabato Torreira ha giocato alla grande, oltre il gol …. chi se lo prende ( perche’ purtroppo non penso si riuscira’ a trattenerlo ) sta a posto per 10 anni con lui a centrocampo.
    Noi un po’ “spuntati” , Quaglia non molto assistito da Zapata ha fatto il massimo .
    Ramirez meglio assente con il Verona che a Milano ( non e’ che ha cercato apposta il giallo ? ) :0))
    Per quanto poco simpatico ( ma era cosi’ anche da noi ) Mazzarri e’ un mister che “sa” di calcio e tattiche ed e’ un nostro ex, quindi non l’ ho certo fischiato dopo l’ espulsione ( faccio cosi con tutti i nostri ex, meno Icardi …… ).

    • Aston scrive:

      Mirri insufficiente… scusa ma hai visto dove gli diceva di stare il mister nel primo tempo?

  34. Matte Genovese scrive:

    Secondo me partita inguardabile, apparte il gol nn abbiamo combinato nulla. e abbiamo pure rischiato di perdere. Ma gianpaolo riesce a capire qualcosa ???? io credo che senza i titolari siamo da retrocessione. attacco impalpabile e difesa da serie b.

  35. Maurizio Arcini scrive:

    Strinic al Milan,trattativa quasi conclusa, ma che succede? Come giocherà fino alla fine? Ma cosa combinano? Boh!

    • piero scrive:

      E’ in scadenza di contratto. Se il Milan gli offre due anni a cifre più alte cosa vuoi che faccia la società? Non c’è niente da fare quando il procuratore sente l’odore dei soldi.
      La società può proprio poco in questo caso

    • Faso scrive:

      Succede che avendo concordato solo un anno di contratto era chiaro che dietro ci fosse qualche avvoltoio…
      Visto che ci ha utilizzato come parcheggio annuale giusto a questo punto fargli perdere il posto e magari anche il mondiale, anche se l’idea di Murru titolare non mi fa impazzire.

    • marco scrive:

      Se il Milan punta a Strinic e agli svincolati può essere che Berlusca abbia finito i soldi da far rientrare dalla cina

  36. Edoardo scrive:

    Un plauso agli Ultras Tito Cucchiaroni che sono andati a manifestare a Milano davanti alla Lega Calcio, forse servirà a poco ma secondo me è sempre importante difendere le proprie idee soprattutto quando si sta dalla parte della ragione, il calcio deve tornare ad essere prima di tutto uno sport e non solo uno show-business…

    • Faso scrive:

      Mi associo al plauso anche se temo che il calcio professionistico non sarà mai solo uno sport…
      Troppi interessi, troppi soldi, troppa speculazione, troppa gente che ci mangia… la bolla che si sta creando con le cifre (virtuali) che sono riprese a circolare prima poi esploderà e allora forse un passo indietro saranno costretti a farlo

  37. Luca scrive:

    Strinic a un passo dal Mila, l’Inter su Torreira non e’ un caso che a questo punto arrivino le solite notizie -disturbo per la ns squadra in lotta (casualità vuole proprio con le milanesi) per l’Europa League? Però sul croato effettivamente qualche dubbio viene visto che come avevo già sottolineato e’ stato dimenticato in panchina nelle ultime settimane! Che ne pensate?

    • andrea.lazzara scrive:

      Non ho sinceramente mai creduto alle notizie “disturbo” fatte ad arte. Non c’è bisogno. Se un giocatore di una squadra “media” sta facendo bene è inevitabile ingolosire giocatore, procuratore e società con offerte che possano essere accattivanti. Anche perché in un calcio strutturato come il nostro, le big hanno uno strapotere sul mercato difficilmente contestabile. Strinic ha fatto benissimo all’inizio, poi si è fatto male, poi è andato a corrente alternata; sinceramente anche io ho pensato a qualcosa quando ho visto Giampaolo puntare su Murru. Che ti devo dire? Se andrà via sono sicuro che darà il suo contributo fino all’ultimo nonostante il Mondiale alle porte. Su Torreira alzi la mano quanti pensano possa non andar via! Io, la speranziella, ce l’ho sempre ma obiettivamente parla più il cuore della testa…

      • Fra Zena scrive:

        Andrea, questa fuga di notizie ha finalmente svelato il motivo per cui strinic si trascina per il campo da un mese e mezzo. Vada pure al Milan e vediamo quanto gioca.

      • piero scrive:

        Ciao Andre, io invece alle notizie di disturbo create ad arte ci credo eccome. Caso strano vengono fuori sempre quando stiamo per spiccare il volo e/o siamo in lotta con le strisciate per qualche traguardo. Ti ricordi gli anni dello scudetto? Ad ogni sessione di mercato sembrava dovesse andare via mezza squadra. E’ una strategia ben precisa e ben studiata. Facendo credere che loro sono potenti in campo e sul mercato (e in effetti lo sono), fanno perdere fiducia alla squadra e instillano il dubbio nei giocatori sul fatto di poter raggiungere l’obbiettivo e che si è lì per caso. Guarda cosa è successo con l’Atalanta l’anno scorso, con i vari Conti, Caldara, Spianzzola, Gagliardini ecc…
        Ora… Che Strinic vada via a giugno perchè in scadenza e il Milan gli offre due anni di contratto a cifre più alte ci sta tutto. Non ci sta che venga fuori adesso. Ad arte appunto.
        Un abbraccio e forza Samp sempre

        • andrea.lazzara scrive:

          E’ il momento in cui operazioni come quella di Strinic devono essere portate a termine (se vuoi comprare). Dai tempi degli anni d’oro sono cambiate due cose: una è che dopo la legge Bosman ecc. ecc. i calciatori hanno moltissimo potere decisionale in più. Il secondo, purtroppo, è che la Sampdoria non è una delle poche elette ma una buona, ottima squadra ma che davanti a certe cifre (figlie anche, ad esempio, della poco equa distribuzione delle risorse televisive) deve soccombere.

          • marco scrive:

            quindi soccombe anche col Benevento, caso Puggioni? Non riduciamo sempre tutto al solito discorso superficiale. La SAMP per prendere Zapata si è dovuta accollare anche Strinic, che forti o meno, per il Napoli erano 2 scarti,esuberi. Questo ha fatto lievitare a dismisura il monte ingaggi che gioco forza dovrà diminuire l anno prossimo. Ergo la SAMPDORIA se può se ne libera

          • piero scrive:

            Ma guarda, non contesto il fatto in sè. Ci sta. Non ci sta che venga fuori adesso. E non credo che sia venuto fuori da parte Samp… E’ stato messo in giro ad arte per disturbare, perchè non sia mai che togliamo il posto al Milan in Europa. Ormai seguo il calcio da 40 anni e queste cose sono viste e riviste. Non si possono dire, non c’è, nè ci sarà mai nessuna prova di ciò, ma è così e nessuno me lo leva dalla testa

          • piero scrive:

            E comunque ora inizia anche il tormentone Torreira. Indovinate da parte di chi? Strano… Una strisciata… E con ancora 4 mesi di campionato eh. Boh. Io continuo a pensare che sia scorretto. Quanto meno fate in modo che non venga fuori. Così invece si creeranno tensioni e malumori alla prima partita giocata sottotono e va tutto a… bagno.

          • andrea.lazzara scrive:

            Piero, e chi può impedire che escano? L’altro giorno citavi gli anni d’oro in cui ogni giorno alcuni giornali (attenzione, giornali), vendevano i gioielli Samp. Il famoso titolo di Tuttosport in cui Mantovani ne vendeva quattro alla Juve me lo ricordo bene. Ora ci sono trasmissioni tv nazionale, siti internet, siti fake che girano su Facebook (per chi è iscritto, quelle pagine che sono finti blog che rincicciano notizie magari di giorni con un titolo accattivante per fare click e guadagnare). Tutto questo è una strategia? Non credo. La Samp ha dei giocatori che fanno gola ai grandi club. Per la legge del mercato (attuale) Torreira probabilmente partirà e nessuno può impedire che a Roma, Torino, Milano, Napoli, Timbuctù scrivano che andrà qui piuttosto che li. Ma mi guarderei più da altre cose per difendere il posto in Europa che la Sampdoria avrebbe da quasi 4 mesi.

          • piero scrive:

            Andrea, “fate in modo che non venga fuori” era diretto alla società, non certo a voi. Se sono solo voci, pace. Se invece è già stato venduto davvero allora si mette una clausola che se esce fuori prima della fine del campionato salta tutto (sì lo so è un’utopia la mia, ma ragionando da tifoso, fa male vedere andare in vacca una stagione così perchè magari certi giocatori tirano indietro la gamba per motivi di mercato).

            PS: me lo ricordo anche io il titolone di Tuttosporto con Vialli, Mancini, Lombardo e Vierchowood con già la maglia della juve addosso…

      • Sand66 scrive:

        Ho scoperto ora che Strinic è in scadenza a giugno e che il Milan lo prenderebbe a parametro zero, ma che cippa di operazione hanno imbastito alla Samp? 30 milioni per Zapata? Mi sa che devo ritirare i tanti elogi che avevo fatto sull’operazione, considero Zapa forte ma 30 milioni sono tanti, anche perche poi devi rivenderlo ad un prezzo superiore. A questo punto meglio puntare con decisione su Murru visto che a giugno non avremo ne Strinic, ne Ferrari (lo controriscatteranno) e ne Beres (è già attensionato da importanti club con cifre importanti) e con Dodò, Alvarez e Sala sul groppone.
        Che dire… Godiamoci il momento.

    • marco scrive:

      L’Inter fa benissimo a cercare i nostri giocatori, visto i continui regali che gli vengono fatti, ha provato a prendere Torreira in prestito gratuito con diritto di riscatto. Ci riproveranno a giugno, tanto sono già passati Icardi, Eder(dove ti sei dovuto prendere a forza Dodò),Ranocchia,Skriniar etc.

      Quando invece si chiedono soldi per un giocatore , vedi Schick, allora l’Inter si defila.

    • marx scrive:

      Ragazzi, Strinic ha un contratto che scade a giugno 2018. Mi sembra abbastanza normale, chea 31 anni e mezzo rotto, non rifiuti una offerta di lavoro dal Milan che lo pagherebbe tra l’altro molto di piu. cosa dovrebbe fare? attendere un contratto dalla Samp, forse… e con uno stipendio sensibilmente piu basso.
      onestamente è un bel giocatore ma non ha i 90 minuti ed è mezzo rotto. sarà anche fuori condizione ma visto lo stipendio che chiede fossi la Samp lo lascerei andare…

  38. Daniele da Rapallo scrive:

    Andrea, una domanda….Ti sei per caso fatto un’ idea circa la scarsezza di quasi tutto il settore giovanile della Samp ?

    • Fra Zena scrive:

      Un altro che se ne è accorto! Finalmente non sono più solo!

    • marco scrive:

      Ma come,il dio Ferrero ha fatto l accademy, dategli tempo che ci porterà al livello del Manchester united

      • Fioretta scrive:

        Dato che il solito Marco deve parlare male di Ferrero sempre e comunque, vorrei ricordare a lui e a chi chiede lumi sulle giovanili, che ,a guardare bene, solo la primavera va malissimo, non gli altri ,gli under 16 e 17 sono tra i primi e si giocano i play off,domenica è stato un caso che abbiano perso entrambi,gli under 17 soprattutto ,erano un uomo in meno e hanno preso un palo e hanno giocato alla pari del Genoa,con un uomo in meno ripeto.L’anno scorso ,visto che qualcuno ha detto che vanno male da anni….La primavera si è giocata lo scudetto arrivando alla semifinale contro la Juve ,partita persa per colpa di un gol sfortunatissimo, gli under 15,sono arrivati alle finali di Cesena ,dopo aver battuto l’Atalanta ,squadra fortissima, e gli under 16 hanno perso la semifinale per lo scudetto, ai rigori ,dopo essere stati in vantaggio due a zero ed essere stati raggiunti da due sfortunatissimo autogol all’88°e al 90°!!!!!. Non mi sembra così male. La primavera quest’anno è partita male e non riesce a riprendersi, è stata falcidiata da infortuni,cosa che ,a quanto pare nessuno sa……In queste ultime partite ha giocato con le più forti del gruppo,arriveranno anche quelle meno forti e rientreranno gli infortunati…… Basta sparare subito su Ferrero,non vedi l’ora di poterlo fare caro Marco……Con simpatia

        • Fioretta scrive:

          Un consiglio ,fatti a vedere “casa Samp”…..Che schifo che fa……

          • Fra Zena scrive:

            Fioretta, grazie per aver dato qualche indicazione tecnica sui problemi della Primavera. Sei l’unica ad averlo fatto. Credo che però gli infortuni e la sfiga non bastino a spiegare l’ultimo posto in classifica, evidentemente figlio di errori gravi sulla valutazione dei giocatori. Speriamo di salvarci, rimanere nella serie A delle giovanili sarebbe importantissimo per noi

        • marco scrive:

          Intanto con la Juve abbiamo perso ai quarti e non in semifinale, gli under 15 sono terzultimi e da quest’anno hanno inserito le retrocessioni nella primavera e guarda caso sei ultimo. A certi Sampdoriani le lezioni del passato non sono servite a nulla, vedi Enrico Mantovani, che portò alla frattura della sud , perché c era chi lo difendeva nonostante ci portò all’ orlo del fallimento. L academy tanto osannata ad oggi sta fallendo miseramente, nasconderlo mi pare scorretto

  39. Martino Imperia scrive:

    Condivido l’auspicio a non dividersi su questo o quell’altro singolo giocatore.

    Certo che STRINIC già accordato col MILAN è davvero dura da digerire.

    Mi domado: come fai a mettere in campo uno che, inteoria, avrebbe interesse che una nostra diretta avversaria ci finisca dvanti?

    mi direte, ma I calciatori sono professionisti e bla bla bla…….

  40. petrino scrive:

    strinic tirera’ la gamba indietro quanto mai, dovendo giocare il mondiale.
    Anche se andra’ al mondiale per merito della samp che lo ha tirato fuori dalla naftalina del napoli,

  41. giovanni scrive:

    ciao andrea, per scriverti ho voluto rivedermela con calma e non con il pathos della diretta live…comunque, partita maschia, non c’è dubbio, sporca come definì giampaolo per un’altra gara, quella con il sassuolo, infatti persa…quindi al netto della possibilità che si puà sempre vincere…il punto bisogna tenerselo e marcarlo e pensare che tiene il toro la a -5 e le altre un punto più dietro, ma alla fine mi è piaciuto poi il mister. quando dice..”andiamo a prendere quelle che ci stanno davanti” ecco…magari non ci crede nemmeno lui, ma è già meglio che dire battuta la juve “difenderemo il sesto posto”…perchè a mio parere alla squadra il messaggio arriva fin troppo chiaro…ciò senza dare false illusioni, lo so che non faremo quarti e nemmeno quinti già oggi, ma creare un pò di entusiasmo…
    dicevo: l’ammonizione a gaston, lo dico a bassa voce, ma secondo me era cercata…salta verona ma c’è a milano…mi dirai ma dopo 10 minuti, con il rischio di prendere il secondo durante la partita; a parte che si e no gioca 60/70 minuti e poi esce… ma quale migliore occasione, su punizione, senza fallo diretto, permettendo di entrare nella barriera ai nostri determinanti due elementi, con la solita plateale protesta…ed infatti sulla chiusura ad acquah sul gol è anche un pò lì il loro gol..non si è propriamente lanciato…ma non diciamolo solo fra noi, visto che c’è il rischio di prenderne due se ciò fosse vero…
    avrai forse letto i miei post del tuo precedente articolo…ho provato a giocarla d’anticipo e..qualcosa ci ho preso no? problema 1 marcatura a torreira…baselli, meglio che rincon per le caviglie e le articolazioni, forse è andata bene così ed un pò in realtà lo ha fatto fesso soprattutto nel gioco corto, ma non ci voleva moto a capire come mazzarri avrebbe cercato di sopprimere gioco…e qui non posso credere che durante la settimana non si cerchi qualcosa a bogliasco. certo praet stava diventando la prima alternativa in campo a torreira marcato, si vedeva chiaro che si assumeva il compito quando torreira veniva schermato e sfiga vuole che si sia fatto male, pensaredi fare impostare barreto..no, linetty meglio ma neppure lui, si poteva cercare l’uscita su beres…spesso marcato alto da obi e ansaldi…(meno male che non ha schierato berenguer potevano essere caxxxi) meglio che su murru, già alle prese con ben altro, ma fare la cosa più facile no? zapata che si abbassa, a prendere palla a metà campo e una volta girato via dritto dritto verso la porta, senza tanti fronzoli, con gli altri vicini, per supporto e scambio, qualche volta magari provi il quaglia.. con altri presupposti di arrivo, ma davvero pensare che senza lucas non si possa giocare a calcio no…dai e poi non metti mai in difficoltà gli altri così li fai rifatare sempre e d è persino troppo facile…zapata poi ad onor del vero sabato mi sembrava affaticato oltremodo, il primo tempo addirittura missing, non abbiamo mai cercato l’1/1 su burdisso…che ci regalò gioie al derby…da prendere in velocità…se con lui vai al corpo a corpo è facile che te la prenda o che ti dia una botta che magari un rocchi qualunque non ti fischia nemmeno…
    e poi la mossa che ci ha fatto penare: jago contro murru anche questa facile da individuare per ovvi motivi: e qui c’entra la capacità di lettura personale, mi spiego: se giochi in linea (il che tutto sommato è facile in relazione a tante altre cose) e l’azione è a destra, da laterale basso sx ti sposti verso destra a coprire il secondo centrale seguendo in linea e scivolando verso centro con una distanza più o meno fissata in allenamento, ma gli altri per metterti in difficolta fanno veloce cambio campo destra sinistra per muoverti e farti rincorrere a vuoto e prenderti dove sei scoperto e li allora jago resta largo per ricevere e palla al piede ti mette in difficolta ulteriore…perchè non gliela prendi più, la incolla alla scarpa…ma questo lo sai ancora prima di scendere in campo. ed allora lo fanno una volta, due, tre..e basta!!! aspetta e lancia un’occhiata perimetrale falque, sai che lo cercano che lo faranno, gli riesce da un pò ed allora segui la linea ma tieniti un pò più largo, più vicino ad jago, quando vedi pronto il cambio campo allora ti stacchi subito, aggredisc subitoi, la palla in volo ci metterà 2-3 secondi per arrivargli no? (cronometrato il cambio campo di burdisso sul gol), in quel tempo tu circa 15 metri li fai e lo prendi prima ancora che la metta più che comodamente giù, magari gli parti in contropiede e vedrai cha a loro il giochino non gli riesce più bene e se lo fanno lo fanno con un pò più di timore, ed invece siamo dovuti andare negli spogliatoi per fartelo spiegare dal mister e difatti nel secondo tempo abbiamo un pò lavorato meglio in questo senso ma dobbiamo arrivarci prima e da soli anche a costo di sbagliare qualcosa.
    a proposito di terzini: se strinic è vero che va a milano, ho già letto commenti “entusiastici” dei tifosi del milan contenti da matti di avere un ’87 quale rinforzo: parlano di restaurazione del condor (galliani) e di relativi colpi. benvenuto alla scala!
    detto dello smarrito belotti, meno male che non abbiamo fatto la frittata, in altre occasioni l’avremmo persa e rimpianti su rimpianti.
    ultima cosa Kovnacky: non è shick, nel senso che magari a fine carriera avrà fatto più gol del ceco e magari anche di levandowsky, a cui lo assomigliano, ma se è vero che ti da qualcosa in più sotto porta (imperiosi due/tre stacchi di testa contro nkolou e burdisso che però non ha saputo..spingere e direzionare), ma farlo entrare in una situazione del genere…secondo me non non ti da quello che schick ti dava, cioè se serviva aggirare, palleggiare ed entrare dentro la difesa, cosa che schick fa da maestro dall’altro della tecnica che ha a disposizione, ed inoltre ha fisico e centimetri per entrare in area e farsi sentire…ecco, fai uscire zapata (che forse era cotto, ma è uscito incazxxxo dopo due scatti consecutivi) per fare entrare david che ancora questa capacità di lettura non la ha, magari in una partita che giochiamo ad una porta capiterà prima o poi di attaccare solo noi, no?) farà 10 reti, ha movimenti da attaccante vero, ha quello che non si impara alle scuole calcio, ha colpi e controllo del corpo che se non li hai nelle corde non li puoi trovare, ma credo che non sia stato il migliore momento, poi ripeto, magari duvan non ce la faceva più ma a cambiarlo ci penserei sempre mille volte.
    boh, pareggio giusto alla fine, si poteva anche, si è rischiato di perdere, ma se la vincevi con questa avresti fatto 3p. con la fiorentina, 1+3 con la roma, 3 con il torino, la partita con il verona da fare 3 prima di andare a milano… totale 13 su 15…dimmi quante volte la samp li ha fatti, statisticamente poche volte, ho paura.
    comunque sempre avanti sampdoria e davvero, pensare ai punti gettati via, pensare a quelli persi (siamo quella recuperata più volte no?) per poco fa incxxxxxe, potresti essere a ridosso della lazio che, come al solito con i pennuti riesce sempre a giocare partite…al contrario…
    un abbraccio. buon lavoro

    • andrea.lazzara scrive:

      10 minuti di lettura :-) Ma grazie, perchè contributi così articolati fanno piacere e..bene al blog. Sono d’accordo su molte cose non sull’ammonizione “cercata” di Ramirez. L’uruguaiano è il classico giocatore che può dare una mano, davvero, con una giocata per aprire difese chiuse come, immagino, quella del Verona domenica prossima. Non mi sembra una furbata…

      • petrino scrive:

        ha dato comunque quell’ impressione .
        Andare a misurare i metri della barriera e’ autolesionista e l’ ammonizione e’ obbligata.
        Cosa detta anche da Luca pellegrini in TV.

        • piero scrive:

          Lo faceva anche Mihajlovic. Vi ricordate quanti cartellini ha preso per questo? Niente di nuovo

      • giovanni scrive:

        scusami, non volevo farti perdere tempo prima della diretta di gradinata!!! vado lungo perchè fa piacere parlare di samp ed è un piacere dialogare con i ragazzi e con te…ripeto è stata una mia impressione; li per li mi è venuto da pensare che era uno…st…olto a prenderla, poi ho avuto il tempo di pensare a domenica prox, ho ricordato che abbiamo il verona, caprari che prenderà il suo posto (da trequarti ha fatto crotone e chievo in casa…) e quella dopo di milano quando andremo nella loro tana con loro in mezzo all’andata e ritorno di europa league…ma subito dopo ha segnato torreira quindi non ci ho più riflettuto…ho esultato e via!!! comunque nemmeno il giudice sportivo lo ha pensato quindi bene così!!!
        ciao andrea, complimenti per ieri sera, bene l’intervento di christian e comunque domenica un ex portiere sampdoria in gradinata c’era già (come tutte le altre domeniche…) fabrizio casazza!!!
        buon lavoro

    • P.SOLARI scrive:

      Bel post ; su Murru concordo, se dopo 2/3 volte Falque fa quel giochetto a quel punto sto piu’ vicino e non me lo porto arretrando fin dentro l’ area , non c’ e’ bisogno che me lo dica il Mister …… almeno nel secondo si e’ rimediato …..

      • giovanni scrive:

        anche perchè giustamente jago non è messi che fai quel che vuoi ma non è arginabile in alcuna situazione, e nelle altre partite non è che abbia mai fatto sfracelli…buon giocatore certo, in grado di metterti in imbarazzo, ma se gli lasciamo sempre 10/15 metri…va bene la linea, le distanze ecc. ma la loro forza era soprattutto li, rimediare era doveroso…
        ciao. grazie!

        • Edoardo scrive:

          Iago Falque mi pare che non abbia fatto poi queste grandi cose e comunque il sistema difensivo di Giampaolo si basa sul fuorigioco e non sulle marcature strette, i nostri difensori marcano largo a zona pure in area di rigore e sui calci piazzati, io non sono d’accordo con questo tipo di impostazione ma così vuole il Mister…

  42. giovanni scrive:

    ah scusa un’ultima cosa: ho visto il campo meglio…finalmente non si vedeva saltare la palla a coniglio…e filare a pelo d’erba, non è ancora perfetto ma almeno d’ora in poi si potrà giocare a calcio!

  43. petrino scrive:

    ho visto una tabella secondo cui dal campionato 2018 al 2021, i diritti TV per la samp ammontano a 65,5 milioni dai 41 di quello attuale.
    Sono cambiati alcuni parametri di riferimento per la suddivisione, indipendentemente dall’ aumento della cifra percepita dal nuovo soggetto.
    Anche se ci saranno della cause legali tra sky e il nuovo soggetto, le cifre non dovrebbero variare.

  44. vincenzo scrive:

    Le prossime 4 partite sono fondamentali per l’Europa League! e per vedere o meno la conferma dei vari ruoli dirigenziali (sembra che si sia riproposto anche Sensibile..), anche se adesso c’è già il calciomercato molto milanese…; a proposito: ma Giampaolo resta?, io ho dei forti dubbi.. .
    Un plauso agli Ultras Tito che sono andati a Milano a manifestare a prescindere dal risultato.. . Personalmente se tutti avessimo le “p…” almeno una volta dovremmo lasciare lo stadio completamente vuoto durante una partita di campionato ma siamo italiani e ci sono sempre le giustificazioni.. .

    Forza Sampdoria

    p.s. sempre e comunque forza Hellas! anche se quest’anno difficilmente si salverà visto il calciomercato di gennaio (forse Cassano aveva intuito….)

  45. luca scrive:

    se fosse vero che Strinic si è già accordato con il Milan MURRU tutta la vita (anche rimettendoci) questo lo abbiamo preso e salvato dal marcire in panchina al Napoli, grazie a noi ha riconquistato la Nazionale croata per i Mondiali, non ha più giocato una partita decente da un paio di mesi (sembra quasi risparmiarsi) e che fà……..firma per i rossoneri sicuramente per un pò di soldi in più ! non penso che da noi abbia un compenso tra i più bassi , adesso basta questa gente , questi giocatori devono imparare ad essere rispettosi e riconoscenti , io lo metterei fuori squadra cosi magari il Mondiale ….lo gioca da casa a Milano:-) che ne pensate ?

    • andrea.lazzara scrive:

      Non so come siano messi in Croazia a sinistra ma se, tra problemi fisici e prestazioni incolori continua così. Quindi credo che se verrà chiamato in causa Strinic potrà essere ancora utile. Almeno spero.

  46. Edoardo scrive:

    Bravo Andre, ieri sera bella intervista telefonica a “Gradinata Sud” con Puggioni che secondo me è davvero un grandissimo, le sue considerazioni erano genuine e molto interessanti, dispiace non vederlo più con la nostra maglia, certo come dicevate in trasmissione bisogna continuare a fare il tifo per la Samp a prescindere dai giocatori che vanno e vengono, ma non dimentichiamoci che il calcio vuole anche i suoi eroi e i suoi beniamini e in questo football moderno ormai completamente disumanizzato e basato quasi esclusivamente sulle plusvalenze certo non è facile tenere viva la fiamma della passione, si chiede a noi tifosi di essere sempre fedeli e presenti, ma mi pare che gli addetti ai lavori pensano a tutto fuorché ai tifosi e dunque vabbè dai non aggiungiamo altro…

    Sempre e comunque forza Doriaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!

  47. SANDOIA scrive:

    Per quanto riguarda Strinic ,sembra più un escamotage è molto strano che subito dopo la chiusura di Gennaio ci siano delle notizie cosi’ dettagliate ,infatti gia’ almeno in parte smentite : un triennale da 2.5 Milioni netti ,anche cinesi che dir si viglia si tratta di un investimento attorno ai 15 Mil per un 31 enne che può star fermo più di mezza stagione e quindi 2e mezzo nelle ultime 3.. IO non ci credo.
    Fondamentale ad inizio stagione è rientrato in Nazionale ma dopo una buona prima prova pochi giorni dopo ha fornito una prestazione deludente e svogliata sottolineata pesantemente dalla stampa locale anche perchè è recidivo , non ha molti estimatori in patria quindi se non dovesse dare prova che è fisicamente e mentalmente a posto non ha nessuna speranza di andare al mondiale.
    Per quanto riguarda Murru :apprende lentamente era abituato solo a rompere ,marcare a uomo la testa gli bloccava anche le gambe all’inizio ; è in miglioramento deve lavorare tanto ha dato segnali positivi è giusto puntare su di lui ,sembra che stia trovando un certo affiatamento con i compagni speriamo bene è giovane.
    Con il Torino si è mancata anche l’occasione per arrivare a 2 vittorie consecutive pazienza vorrei un grosso favore dalla squadra e dall’allenatore e cioè un bel pareggione alla Novellino per intederci col Verona e poi una bella Vittoria a San Siro magari con assist vincente di Nik Murru finalizzato da chiunque basta che entri.

    FORZA SAMPDORIA

    • maurosampbolzano scrive:

      sinceramente a me piacerebbe una bella vittoria sia con il Verona sia con li strisciati, o no FORZA SAMPDORIA

  48. Pier scrive:

    Senza Strinic in Europa non ci andiamo.Punto.

    • moussa dembele' scrive:

      Con lo Strinic visto nelle prime giornate dopo che è arrivato, ok.
      Con lo Strinic visto dopo vanno bene anche Murru e Regini

      • Pier scrive:

        Musse …

      • Edoardo scrive:

        Sono d’accordo che se Strinic gioca come negli ultimi 2 mesi tanto vale far giocare Murru che tra l’altro è in netta crescita, invece Regini io sulla fascia non ce lo vedo proprio…

      • ROBYLEVANTE scrive:

        Murru può darsi,se l’allenatore gli dice di marcare stretto l’uomo,Regini proprio NO.

        • Edoardo scrive:

          I nostri difensori cercano di annullare gli attaccanti avversari applicando la tattica del fuorigioco e non marcando stretto o giocando di anticipo, questi sono i codici difensivi di Giampaolo che piaccia o no…

  49. luca scrive:

    rivoluzionare il centrocampo con il Verona ? ma non scherziamo giochiamo con la squadra tipo (ma Andrea pensano sia facile con gli scaligeri?) Torreira e Barreto in diffida ? pazienza prima o poi dovranno fermarsi ma non facciamo cavolate , bisogna mantenere alta la concentrazione, bisogna mantenere il sesto posto (solo ora hanno scoperto quanti soldi pùò fruttare la posizione attuale con la nuova ripartizione dei diritti televisivi !) e allora nel mercato di Gennaio non sarebbe stato opportuno acquistare qualche giocatore di qualità (anche in prestito) che ne sò un Giaccherini…. ??????? a proposito qui (io per primo) ci si lamentava di Correa , non sembra sia poi cosi scarso come si diceva (capocannoniere della Coppa di Spagna ) effettivamente, quando è giusto è giusto, non avevano sbagliato nemmeno con questo giocatore i nostri “scopritori di talenti” !!!!!

  50. piero scrive:

    E’ di questi minuti la dichiarazione del Milan che per Strinic non c’è nulla di definito ma è solo uno dei nomi che stanno valutando per l’anno prossimo.
    Quindi colui che ha lanciato la notizia che era già tutto fatto voleva solo rimestare nel torbido. Agitando noi, disturbando, il giocatore che ora magari ingolosito spingerà per andare veramente ecc… E io mi ci incazzo tutte le volte…. Che idiota.
    Ufffffffffffffffffff

  51. eraldoca scrive:

    Su Strinic voglio dire anche la mia: a prescindere se è rotto o no si prende un giocatore l’ultimo giorno di mercato e gli si fa un contratto di 6 mesi? Chi è il grande stratega Osti o Ferrero? Sono i pasticci dello last minute! Così come per Zapata che adesso paga la mancata preparazione estiva. Ci è costato 20 milioni non noccioline. Ci vorrebbe un po più preparazione e programmazione nella gestione del calciomercato. A volte le furbate funzionano, a volte no.

  52. Daniele da Rapallo scrive:

    Ma Zapata riuscirà a rigiocare una partita seria prima che finisca il campionato ? Mah…

  53. Edoardo scrive:

    Finché ci sarà il maxi-spezzatino per le Pay-TV, i giocatori che vanno e vengono come in un porto di mare col codice a barre stampato sul collo e i campionati che se li giocano in 2 squadre e basta (quando va bene!) così sarà difficile che la gente torni allo stadio, abbassare i prezzi dei biglietti di 5 Euro a studenti, donne e pensionati servirà a ben poco caro Viperetta…

    • marco scrive:

      Guarda che è così in ogni sport, ogni tanto vi è la sorpresa, ma nello sport vincono sempre i soliti, che sia a squadre o individuale.

      • Edoardo scrive:

        Una volta te la giocavi molto di più, ma coi 3 punti a partita e l’avvento delle Pay-TV le big vincono praticamente già a tavolino… L’ultima provinciale che ha vinto lo scudetto in Italia è stata proprio la Samp nel 1991… In Bundesliga il Bayern ormai vince schierando le riserve e con distacchi a dir poco abissali… In Premier e in Liga è più o meno la stessa cosa… Almeno negli sport individuali vince chi ha più talento… Invece negli sport di squadra vince chi ha più soldi per comprare i talenti, c’è una bella differenza…

  54. Maurizio Arcini scrive:

    Hai ragione, se non facciamo lo stadio saremo sempre meno allo stadio, non ci sono obiettivi chiari della società, investono nell’ accademy ,ma i risultati sono insufficienti vado spesso a Bogliasco avendoci anche allenato per 6 anni. La cosa che mi fa più male come dice Francesca mantovani è vedere lo stadio deserto

E’ FINITA, PER FORTUNA…

C’è poco da dire su quest’ ultima giornata di campionato e sull’ennesima batosta esterna della Sampdoria. Rigore folle concesso da

UN BRUTTO FINALE

Avrei voluto dedicare il pezzo ad altro ma la cronaca mi impone di scrivere di quanto successo al Ferraris, dei

LA MUSICA E’ FINITA (GLI AMICI SE NE VANNO…)

Con zero dicesi zero tiri in porta in 90 minuti più recupero andare in Europa è un’utopia. Sampdoria non pervenuta

BELLA SAMP MA…QUANTI RIMPIANTI

La Sampdoria vince contro il Cagliari senza soffrire troppo e resta in corsa per un posto in Europa. Purtroppo anche