INCIDENTE DI PERCORSO

4 dic 2017 by Paola Balsomini, 126 Commenti »

Che la Sampdoria potesse vincere tutte le partite in casa era utopia. Ma dopo il gol di Zapata, inutile dirlo, ci abbiamo creduto un po’ tutti. Poi la Lazio ha messo la freccia, anche con un po’ (anzi molta) fortuna ma il risultato finale non sposta il giudizio su quella che è stata una partita davvero bella della squadra di Giampaolo. Questa volta il tecnico è stato messo nel mirino da qualche critica per le sostituzioni effettuate ma va detto che, comunque, la lettura della gara era stata, ancora una volta eccellente. E anche sparare su Viviano è ingeneroso, quasi come se si volesse cercare un capo espiatorio a tutti i costi. Per cosa poi? La Sampdoria resta al sesto posto, con un buon vantaggio sulle inseguitrici; gioca bene, diverte e ora dovrà anche trovare la strada maestra lontano dal Ferraris per scrollarsi di dosso quella patente di squadra “bipolare” come l’aveva definita a Gradinata Sud Lorenzo Licalzi. Va bene così, anche perché il mantra societario (“a gennaio non parte nessuno”), dovrebbe mettere tutti al riparo dai soliti attacchi di panico legati al mercato di metà stagione. Insomma, si riparte dopo un incidente di percorso avvenuto, peraltro, contro un’ottima e al solito ostica e rognosa per i colori blucerchiati.

126 Commenti

  1. Edoardo scrive:

    È da un paio di partite che gli episodi ci stanno girando contro, fa parte del gioco, pazienza, però certo prendere 2 gol in casa negli ultimi 15 minuti essendo pure in vantaggio non è un bel segnale, vediamo le prossime partite cosa succede…

  2. Disraeli scrive:

    2 sconfitta consecutiva: il professore sbaglia tutto quello che c’era da sbagliare e continua a schierare Viviano che evidentenente non ha recuperato ed è responsabile sui gol presi come anche a Bologna.
    Potevamo uscire con 2 punti dalle ultime 2 partite, il Bologna ha faticato in casa anche contro il Cagliari, invece torniamo con zero grazie ai dogmi integralisti di Giampaolo che palesa tutti i limiti che hanno caratterizzato la sua mediocre carriera e che quest’anno spesso la buona sorte aveva mascherato.
    Perchè togliere Quagliarella e Praet? Perchè ameba Alvarez?
    Perchè non mettere Regini per Murru (che sbaglia il fuorigioco sul 2 gol) dopo il pareggio e tenersi il punto? Perchè non mettere Caprari e fare un sano ed efficace contropiede quando sei in vantaggio e gli altri si aprono?
    La società ha lavorato alla grande e gli ha messo a disposizione un’ottima squadra, io non credo ai miracoli nè alla santificazione di un allenatore molto limitato e penso che con altro atteggiamento tattico avremmo anche dei punti in più: Verona, Udine, Bologna e ieri.

    • livio scrive:

      Applausi a scena aperta!!! Tutto giusto,
      Con una condotta più accorta da parte del Mister, oggi saremmo qui a commentare un bel e giusto pari!

      • Disraeli scrive:

        Infatti Livio.
        Pensa solo alla partita contro la Juventus: sei in vantaggio di 3 gol e invece di chiuderti continui a rischiare folli contropiedi che a momenti ci beffano.
        Pressi in modo forsennato sottoponendo le mezzali ad un lavoro incredibile ma se l’avversario riesce a uscire siamo tutti sbilanciati e la difesa si trova spessissimo uno contro uno e da qui le tante occasioni per gli avversari.
        Poi se uno vuole pensare che sia un genoano non mi arrabbio, il problema è suo.

        • Cicciosestri scrive:

          Io non penso che sei Genoano, solo che non te ne capisci di calcio … pazienza … capita anche tra i Doriani …

          • Disraeli scrive:

            Liberissimo di pensare ciò che vuoi, non mi interessa, non mi offendo e non sono così presuntuoso da affermare il contrario.
            In ogni caso 2 ex giocatori della Samp, Nicolini e Dordoni, sulle sostituzioni e soprattutto sull’atteggiamento da tenere quando si era in vantaggio hanno detto cose molto simili, probabilmente non ne capiranno anche loro

          • maverick scrive:

            :)

    • alan scrive:

      Hai dimenticato “se entrava la favolosa rovesciata di Lapadula. ..”

    • Maurizio Arcini scrive:

      Sei esagerato, ma non hai tutti i torti, spero che tu sia uno di quelli che viene allo stadio e ti prendi una bandiera da sventolare dietro la porta come faccio io, altrimenti non parlare ma canta. Murru ha sbagliato? Pazienza ci vuole un miracolo per avere 26 punti con gente che non giocherebbe neanche io serie B .Sampdoria portaci con te, dimmi tu dove devo andare…

    • aston scrive:

      Io penso che Giampaolo sia una persona seria ed abbia indubbi meriti.
      (d’altra parte credo che sia vero che la società abbia fatto una buona squadra.)
      Detto questo non sono d’accordo con il mister nell’interpretazione monocorde che ha del calcio e delle singole partite. Quasi che il calcio fosse una legge della natura inderogabile.
      La lettura delle partite è quindi è la stessa.

      Io la vedo diversamente ; credo che la capacità di adattamento il sapere cambiare rappresente un valore aggiunto nella conduzione tecnica. Quindi apprezzo Giampaolo ma non lo ritengo un grande allenatore. Buono ma non un grande.

      Detto questo alcune considerazioni sui singoli.
      - la prima su alvarez si lega a quanto esposto. Alvarez non è e non è mai stato un trequartista; è un attaccante, modesto, esterno. Se decidi di utlizzarlo devi farlo giocare largo cambiando sistema di gioco. Come trequartista è inconcepibile.

      - la seconda su Strinic. A tutti piace molto a me un pò meno. Un bellissimo piede sinistro capace di mettere benissimo la palla in mezzo ma in fase difensiva amnesie clamorose. Ricordo ad esempio il primo tempo su Ilicic in casa con l’Atalanta, l’aver perso in maniera clamorosa Cuadrado sul taglio nel primo tempo con la Juve, il rigore su Douglas Costa sempre con la Juve, la colossale dormita sulla ribattuta di Viviano sul primo goal a Bologna. Insomma un giocatore che, a mio avviso, raccoglie più consensi rispetto all’efficacia. L’esatto contrario di Murru, ( il quale ha molti limiti pure lui in fase difensiva ; ad esempio fa sempre saltare indisturbato l’uomo di sua competenza sulle palle dalle fasce ) ma riceve più critiche di quante ne meriterebbe.

      a.

  3. Renato scrive:

    Io non ce l’ ho con Viviano ma dopo l’ infortunio non mi sembra più quello di prima. Il portiere è l’ unico giocatore in campo che può e deve adoperare le mani per prendere la palla,noto invece che stà adoperando più i piedi facendo venire i brividi più di una volta a chi lo segue. Comunque sempre forza Samp!

  4. Vairo scrive:

    Credo che la Sampdoria debba seriamente pensare a un portiere se vuole mantenersi a buoni livelli. Credo che Viviano, peraltro portiere di mediocre caratura e spesso sopravalutato, possa diventare un buon secondo. Mi sembra che ieri sera e non solo, abbia dato dimostrazione di scadente affidabilità. Spiace dirlo ma il fatto è evidente. Per il resto tanta corsa e buone trame, peccato si giochi su un campo di patate che non rende giustizia al bel gioco e allo spettacolo. Vergogna a tutti quelli che si spacciano per agronomi, il campo di Marassi è davvero brutto a vedersi e a praticarlo.

    • petrino scrive:

      nell’ intervallo si vociferava di un cambio di viviano per il riacutizzarsi dei problemi al ginocchio. Non se ne e’ fatto nulla, ma il problema forse rimane.

  5. gilmar scrive:

    Buongiorno Paola
    Secondo me, purtroppo, l’unica realtà è che non si possono concedere 5 titolari 5 alla Lazio e nel momento decisivo della partita. Senza Linetty e Strinc, la squadra aveva comunque fatto il suo (e anche oltre direi!).
    Con i cambi hai progressivamente regalato campo e partita alla Lazio ed il finale, al di là degli episodi sfavorevoli, è stato quasi inveitabile………ma se per Gaston visto dal campo, pare sia stato il giocatore a chiederlo, per gli altri due, soprattutto quello di Quagliarella che mi è parso prematuro e azzardato, più di un dubbio rimane.

  6. Sammy scrive:

    Certo che difendere l’indifendibile…E’ stata una bella partita, giocata a viso aperto da entrambe le squadre. E si parla di Lazio che ha vinto con molta fortuna? quale sarebbe la fortuna? il palo colpito sullo 0-0? Il gol salvato sulla linea da Beres? Se il doria ha dormito palesemente su entrambi i gol non è fortuna per la Lazio. E poi la Samp ha giocato una buona partita, ma gli avversari nel secondo tempo hanno spinto di più (Milinkovic pazzesco) e meritato la vittoria finale, ci hanno creduto di più.

    Già detto mille volte faccia la giornalista, non la tifosa col paraocchi.

    • alan scrive:

      Giusto Paola, dire che gli avversari hanno fortuna è da tifosa con i paraocchi, dire che ne ha il Doria, squadra altrimenti mediocre, ogni volta che fa un risultato positivo è da vera giornalista, se ne faccia una ragione una volta per tutte

      • Piernotto scrive:

        Oh belandi kim jong alan in formissima nè?
        Belan vede cenuani ovunque….occhio che anche guardi allo specchio ho paura che ti scambi per un bibin ;-) )

        • alan scrive:

          E niente…dalle due pere nel derby fai fatica a riprenderti…prova a fare un casting per Colorado magari ti prendono, basta che dici quale squadra tifi (quella che tifi davvero, ovviamente, Non il doria)

    • Matte Genovese scrive:

      siamo mediocri… mettitolo in testa

      • alan scrive:

        E figurati che questi mediocri hanno 13 punti più della tua squadra del cuore e ti hanno fatto scoppiare il fegato nel derby.

  7. Daniele da Rapallo scrive:

    Analisi impeccabile. E’ stata una partita per la quale il risultato più giusto sarebbe stato il pari,ma senza nessuna ruberia se una delle due l’avesse vinta. Potevamo farlo noi, senza mangiarci due volte il due a zero, lo hanno fatto loro con due gollonzi su mischia in area e non sulle loro occasioni più nitide. Personalmento lo avevo previsto e speravo nel pari, anche a causa delle nostre due assenze che io considero nei nomi di Strinic ed un sette polmoni Linetty al posto di un Barreto che ultimamente mi pare più lui la riserva.

    Alcune considerazioni :

    Quello che mi lascia più sconcertato è vedere i partitoni e come sia forte la Samp in casa, dove (al completo) può battere davvero tutti, rispetto alle prestazioni in trasferta : non è nemmeno lontana parente. Abbiamo resuscitato squadre come Udinese e ci metto anche Bologna (visto ieri…). Ora abbiamo Cagliari e metto già tutti in guardia, dalla sfiga ma soprattutto dalla samp stessa come squadra che è più forte del Caglari, e di molto.

    Giampaolo giustamente parla del mentenimento del sesto posto. Per fare questo serve un cambio di mentalità in trasferta (occhio per altro al ritorno della Fiorentina…) e se si trovasse qualche occasione a Gennaio non guasterebbe. Ovviamente l’appetito vien mangiando : la squadra non era stata costruita per centrare un posto Uefa, quindi va bene così.

    Infine, senza voler trovare capri espiatori, qualche dubbio su Viviano un po mi viene anche se non dobbiamo certo avere un portiere da scudetto. Ora sosteniamo gli amici dell’ Hellas Stasera.

  8. Massimo Pittaluga scrive:

    sono d’accordo in parte. Sono d’accordo in toto che la samp ha giocato bene. oltre ai soliti ho visto bene berezinky che è cresciuto molto e il suo lo ha fatto anche murru. credo che con un linetty e strinic in più avremmo potuto fare ancora meglio ma anche le altre squadre hanno i loro infortuni. ciò su cui non sono d’accordo è sulla fortuna della lazio che ha avuto molte occasioni. ogni risultato sarebbe stato giusto perchè la samp ha affrontato la lazio a viso aperto e la lazio ha fatto lo stesso creando ancora più di noi che abbiamo creato comunque diverse palle gol. girano per il gol al 91 però diciamo anche che eravamo da 20 25 minuti in difficoltà. faccio presente che la lazio è stata costruita per provare a centrare la champion ma comuque minimo l’europa ligue, noi per far crescere dei giovani e giocare bene e se viene qualcosa in più. ieri mi sono divertito a vedere la samp giocarsela fino alla fine e più di cosi non si può chiedere. sui cambi sono d’accordo. non sono stati sbagliati ma sono anche gli altri davanti che hanno messo alle corde la ns difesa. potevamo pareggiarla senza rubare nulla ma la lazio ha giocato bene e non ha rubato nulla. è comunque confortante vedere anche che sulle fasce la samp stia crescendo a destra col polacco e che murru comunque proprio un pacco non lo è e gli va dato tempo. speravo di portare a casa un pari che sarebbe stato meritto per l’atteggiamento e il gioco, ma la lazio comuqnue è una gran bella squadra e ha provato sino alla fine a vincerla quando noi ne avevamo un po meno di loro. Poi su tutti Milinkovic Savick che ha fatto una partita pazzesca. se è quello visto ieri è un giocatore di altissimo livello che sposta gli equilibri. credo che dopo ieri si possa essere ottimisti perchè giocare a viso aperto con squadre di alta classifica e reggere botta vuol dire che la squadra c’è. poi si può anche perderle certe partite ma essere soddisfatti lo stesso. ora però cerchiamo di riprendere a fare dei punti perchè è fondamentale per non farsi risucchiare nel gruppone di centro classifica

  9. Luigi scrive:

    È sotto l’occhio di tutti la partita la persa principalmente il tecnico non puoi regalare tre pedine titolari contro tre uomini scarsi come Verre Álvarez e un ragazzino acerbo che deve ancora dimostrare il vero valore dopodiché gli episodi la sfortuna nel calcio contano eccome però come ha detto Ferrero la Lazio è squadra costruita per vincere la Samp no purtroppo sarà sempre una comprimaria che lotterà per un’onesto settimo ottavo posto quando andrà bene.

  10. luca scrive:

    non sono certo a criticare dopo la partita di ieri sera (cmq ce la siamo giocata alla pari con la Lazio) ma è ormai lampante il fatto che non abbiamo riserve all’altezza , non ho capito la sostituzione di Quagliarella !!!! Alvarez troppo molle sapendo già il suo destino !!!!! perchè non Caprari che poteva far male con la sua velocità? Insomma secondo me NON siamo da Europa League diciamo la verità ci siamo un pò tutti( lei compresa Paola) illusi ! queste partite non si devono perdere ! almeno pareggiare, purtroppo adesso trasferta insidiosissima e non fuori casa ………..

    • Paola Balsomini scrive:

      Non sarà da Europa League ma intanto, e siamo a dicembre, la squadra è sesta anche con un buon margine….Non buttiamo via il bambino con l’acqua sporca…:-)

      • petrino scrive:

        gentile Signora,
        a proposito di bambini, e’ maschio o femmina??????

      • Cicciosestri scrive:

        Paola lasciali dire … non aspettavano altro … siamo sesti a +5 dalla settima con una partita in meno … e questi pontificano ancora … MAMIFACCIAILPIACERE!

  11. Disraeli scrive:

    Diamine ma è così squalificante ogni tanto giocare per il punto?
    La Juve e non il Pizzighettone a Napoli si è chiusa per difendere il risultato affidandosi al contropiede…noi non possiamo perchè fa figo praticare il calcio totale.
    Ma un po’ più di pragmatismo cavolo, spero che qualcuno della società glielo faccia capire!

  12. Cicciosestri scrive:

    Hai ragione Paola. Incidente di percorso contro una squadra a noi superiore che aveva meritato il pareggio. Come qualche volta la sorte ci aveva aiutato ieri ci è stata avversa ma diciamo che ci sta, dopo 9 vittorie consecutive in casa.
    Mi consolo pensando un paio di cose: 1. Se prima della Juve mi avessero detto che avremmo fatto 3 pareggi sarei stato contento, quindi il risultato alla fine è lo stesso in termini di punti, non si può sempre vincere; 2. Dopo un mini ciclo negativo con 2 sconfitte siamo sempre a +5 sul settimo posto.
    Adesso ci vuole una bella partita in un’altra trasferta ed in un orario di gioco che non ci sono mai stati amici.
    IO STO CON FERRERO! IO STO CON GIAMPAOLO!

  13. petrino scrive:

    sconfitta immeritata e vittoria rubata, anche se i 2 goal sono stati presi da uccelloni.
    Specialmente il secondo e anche Giampaolo nell’ intervista a fine partita ha detto che murru e’ rimasto piantato in terra tenendo in gioco i laziali, anche se i rimpalli ci sono stati tutti contro, anche nel primo goal, mentre Giampaolo si sgolava dalla panchina.
    Anche i rimpalli fanno parte del gioco, ma negli ultimi 10 minuti non sono mai riusciti a ribaltare il gioco.
    Il cambio con Alvarez e’ giocare con un uomo in meno, e non da oggi.
    Chiunque meglio di lui, sia caprari, sia capezzi.
    La verve di linetty e’ mancata eccome.
    Ci rifaremo a cagliari, anche rientrando strinic e pur mancando ancora linetty.

  14. Fra Zena scrive:

    Inutile dire che il risultato lascia una grande amarezza. Vincere sarebbe stato troppo onestamente, ma il punto ci stava tutto e sarebbe stato importantissimo, per la classifica e il morale. Purtroppo la partita l’abbiamo persa perchè eravamo stanchi, perchè i nostri cambi non sono all’altezza e perchè non siamo una squadra che sa speculare sul risultato (qualche fallo tattico magari sarebbe stato utile). E poi c’è Viviano: la mancanza di reattività sul secondo gol è preoccupante, inutile girarci intorno. Con un’uscita “normale” quel gol non si prende. Sono comunque disposto ad archiviare questa sconfitta come incidente di percorso, a patto che a Cagliari facciamo una prestazione da vera squadra. Vedremo. Finora il bilancio resta positivo, da qui a fine anno l’importante è non disunirsi e tenere la barra dritta. Almeno 6 punti da qua al 30 dicembre dobbiamo farli

  15. Maraschi scrive:

    Bella partita, pareggio il risultato più giusto.
    Grande Bere!
    La Lazio è comunque di un altro livello.
    Ora bisogna difendere a tutti i costi il 6° posto che vuol dire E.L.

  16. Ferolandia scrive:

    Ciao Paola,

    i cambi sono stati sbagliati (come a Bologna) ed è utile rimarcarlo.
    Perchè la squadra del finale non può competere con la Lazio ed infatti ha preso 2 gol in 15/20 minuti.
    Murru, Verre, Alvarez e Kownacki non puoi regalare 4 uomini agli avversari, uno lo nascondi, con 2 limiti i danni con 4 perdi ed infatti abbiamo perso.
    Ad oggi questi giocatori non sono da serie A ad un certo livello, quello della partita di ieri sera.
    Poi si parlerà di tattica di fortuna ma resta, a mio parere, il concetto principale che alla lunga la differenza la fanno i giocatori.
    Non sono un fans di Quagliarella, ma ieri dopo un primo tempo buio stava entrando bene in partita ed il suo cambio non ha avuto senso. Dawid è troppo acerbo per queste vetrine, il talento c’è ma forse è meglio farlo giocare dall’inizio in partite meno complicate.
    Il fatto che non sia entrato Caprari è un delitto, poi decidi tu per chi (Zapata o Ramirez) ma con quegli spazi dopo l’1 a 0 poteva essere devastante.
    Un centrocampo con Verre e Barreto insieme è da bassa serie A, e già lo si era visto a Bologna.
    Ultima cosa su Murru, che si è impegnato, ha cercato di fare il suo, ma tutte le occasioni più pericolose della Lazio sono venute dalla sua parte. Fortunato ed inadeguato.
    Ora cerchiamo di ripartire sono convinto che con la rosa al completo siamo una bella realtà di questo campionato, ma dobbiamo fare punti anche in trasferta. Possa questa prima sconfitta interna darci lo slancio per vincere a Cagliari.

    • Marco scrive:

      Kownacki ha ottime potenzialità ed eviterei di definirlo regalato od inutile, il problema è che ha rilevato Quagliarella vera anima di questa SAMPDORIA.

  17. Paolo1966 scrive:

    Puniti anche dagli episodi. La Lazio, nostra bestia nera peraltro, ha comunque giocato un’ottima partita. Ieri abbiamo capito quanto tatticamente Quagliarella sia indispensabile

  18. Sand66 scrive:

    Voglio fare una premessa, senza essere frainteso come successo con l’ultimo post rimasto ad invecchiare in moderazione, perdere con la Lazio, squadra solida che da anni gravita nei quartieri alti, ci sta ed è nell’ordine delle cose, quello che non va bene è perdere miseramente con udinese e bologna.
    Detto ciò mi preme dire subito che se la Samp gioca a Marassi con tutti i titolari, ovvero Strinic al posto di Murru e Linetty al posto di Barreto, è formazione temibile per chiunque.
    Se però concedi anche il solo Murru da quella parte sono dolori, Praet si deve abbassare a dargli una mano e la spinta e il fraseggio si inceppano, per non parlare di Barreto che è buono a recuperar palloni ma poi non sa cosa farsene e spesso si avventura in lanci sbagliati.
    Alla Lazio abbiamo concesso queste opportunità e, nonostante ciò, la stavamo vincendo (abbiamo fallito due occasioni clamorose per il raddoppio) a complicarci la vita sono stati i cambi.
    Kownacki per me è fortissimo ma non si può pretendere che abbia l’esperienza di Quaglia per gestire l’arrembaggio finale, con Verre al posto di Praet perdi in copertura e Murru va in crisi e non parliamo di Alvarez che è come regalare il centrocampo all’avversario. Un plauso a Quagliarella che fino all’uscita ripiegava a dare una mano in difesa e a Ramirez che ha combattuto e vinto la sfida con il tanto osannato regista biancoceleste.
    Il migliore dei nostri in assoluto è stato Berezinsky, sta crescendo a vista d’occhio.
    La prossima sarà con il Cagliari ma più che l’avversario mi preoccupa che siamo in trasferta e la Samp fuori casa sembra la brutta copia di quella a Marassi.
    Riprendiamoci i tre punti persi senza se e senza ma… Forza Doria sempre e comunque.

  19. semolin scrive:

    lazio piu’ forte, partita decisa dai cambi. loro hanno messo dentro due giocatori che hanno cambiato la partita in meglio, noi in peggio. riky maraviglia basta cosi’, grazie

  20. Marco- Verona scrive:

    Tutto giusto. Nessun dramma. Tuttavia certe ingenuità in difesa sarebbe meglio evitarle. Specie quando queste sono commesse da gente esperta come Viviano che sul gol del pareggio ha lasciato a desiderare per non dire altro, che da Silvestre che sul gol della vittoria si è fatto sorprendere come un pivello della primavera. In area non si fanno complimenti. Per il resto direi che quando si va in vantaggio le partite vanno chiuse altrimenti si rischia. Specie con squadre come la Lazio che ci provano sino alla fine. Forza Sampdoria!!!

  21. Stella scrive:

    Fa un pò male perchè non meritavamo di perdere,ripartiamo dalle cose bune viste in questa gara,ad esempio la buona prova di Bereszynski,il piccolo grande Torreira,un ottimo Ramirez ed un eccellente Quagliarella che nel suo miglior momento, ma anche per esperienza, non avrei tolto dal campo. Non credo che il polacchino ed Alvarez fossero i cambi migliori per difendere l’1 a 0 o comunque per reagire al calo. Certo,è facile dirlo con il senno di poi ma forse contro questi furbetti serviva più esperienza.Al momento ci manca qualcosa a livello di sostituti e il rendimento esterno fino ad ora non è stato dei migliori,ritengo importante pensare partita per partita, i conti poi li faremo alla fine.
    Ora più che mai bisogna mantenere i nervi saldi ed avere la forza di rilanciarci a cagliari, anche con un pareggio,(recupereremo Strinic, credo però che Linetty non sarà ancora a posto)altrimenti si rischia di incappare in un miniciclo negativo che potrebbe riflettersi in maniera poco positiva sulla squadra,per cui prima ci mettiamo in carreggiata meglio sarà.
    Dai, speriamo che questa seconda sconfitta sia la spinta per riuscire a recuperare punti in trasferta,anche un pareggio in terra sarda sarebbe grasso che cola in virtù del fatto che in quel maledetto campo è impresa diffcile se non quasi impossibile prenderne tre.

  22. piero scrive:

    Diciamo che fa male perdere così. In casa. Dopo sei vittorie consecutive. Con un gollonzo di rimpallo al 91esimo, pure in sospetto fuorigioco. E ci sta l’amarezza da tifoso.
    Detto ciò, sembra che ci sia gente che non aspettasse altro per scagliarsi contro allenatore, società e giocatori.
    Che non fossimo attrezzati, salvo miracoli, per l’europa si sapeva da subito. Non con questa difesa. Sia nei titolari che nelle riserve. Forse qualcuno si è montato anzitempo la testa. Attualmente il nostro target è tra il sesto e il decimo posto. Il Milan prima o poi arriverà. La Fiorentina anche.
    Stiamo sereni e godiamoci il campionato che qualche soddisfazione ce la possiamo togliere ancora.
    Forza Samp sempre e comunque

  23. Stefano 1970 scrive:

    Io ho visto una.Lazio superiore nei novanta e passa.minuti di partita. Questo non toglie che la Samp sia una.buona squadra.e.che possa portare avanti un buon campionato.

    Alvarez è un lusso che non si possono permettere soprattutto con una squadra in ginocchio a livello atletico ( Bere e Barreto erano in agonia)… poi se è Maraviglia personalmente non me ne sono accorto. A proposito del polacco…ieri sulla fascia ha dominato.

  24. Giorgio68 scrive:

    Peccato. Ci avevamo creduto fino a 10 minuti dalla fine ma un po’ di sfortuna e un po’ di dabbenaggine ci hanno punito. La Lazio non ha rubato nulla ma le nostre due indecisioni difensive ci sono costate troppo care. Purtroppo Viviano non ha l’esplosività per rendere inoffensivi due palloni a un metro dalla linea di porta e, purtroppo, non abbiamo sostituti nella rosa che ci permettano di addormentare la partita a pochi istanti dalla fine quando i titolari sono in debito di ossigeno. Piccola annotazione : come tanti,non capisco l’inserimento di Alvarez ancora una volta dimostratosi l’uomo in…. meno. Si vede che dobbiamo metterlo in mostra per …. regalarlo a Gennaio. Speriamo di salutarlo e di non rivederlo più (insieme a Dodò).

    • petrino scrive:

      anche regalandolo Alvarez non lo vuole nessuno. Arrivera’ alla fine del contratto e poi se ne andra’.

  25. P.SOLARI scrive:

    Puntuali tornano quelli che ” si vince per c..o, si perde per colpa dell’ allenatore …..”, ridicoli. Con le splendide prestazioni vista in casa ci sta che prima o poi arrivi la “facciata”, anche non meritata perche’ avrebbe dovuto finire in pari, con una squadra che comunque e’ una spanna almeno sopra la Samp come rosa ; girano perche’ si era in vantaggio e il gol della sconfitta e’ arrivato al 91^ , girano perche’ bisognava essere piu’ reattivi in area piccole nelle due situazioni da cui sono scaturiti i gol ( non solo Viviano …… ), girano perche’ si poteva raddoppiare pochi minuti dopo il vantaggio ….. pero’ la Lazio ha avuto 3 occasioni nitidissime, con il palo sullo 0-0, quindi ci sta …… Tutti noi ci aspettiamo finalmente una bella prestazione in trasferta, spero sia la volta buona ( scherzi del calendario , ci ha messo in fila tre tra le piu’ note “bestie nere” , Bologna-Lazio-Cagliari ).

  26. alan scrive:

    Si perde all’ultimo secondo dopo una ottima partita contro un avversario forte e per un gol da polli (va detto) e ovviamente strameritavano gli altri, invece quando si vince è solo fortuna, si vedevano praterie per gli avversari e a ben guardare meritavano gli altri…niente di nuovo, le pere nel derby bruciano per anni anche per alcuni sedicenti doriani

  27. Francesq scrive:

    Non siamo il Real Madrid.

    Abbiamo determinate caratteristiche: tecnici, brevilinei (Duvan a parte, che infatti ci ha migliorato) e palleggiatori, tendiamo a soffrire le squadre molto fisiche, che giocano sulla densità e sulle seconde linee. È normale avere caratteristiche e nemesi. Altrimenti si vincerebbero scudetti a mani basse. Se presso tutta la partita, nel finale cali (nostro difetto). Ma quanti partite abbiamo portato a casa, giocando in questa maniera? Siete tutti colti da amnesia? Ah, è pure normale che le riserve non siano allo stesso livello dei titolari. Quindi murru sbaglia il fuorigioco su Caicedo, contro la Lazio. Quindi verre non è l’imprescindibile Linetty, quest’anno vero uomo insostituibile, e a Bologna, dove ti servivano piedi e non polmoni, non passi.

    Eppure, nonostante ciò, abbiamo fatto un primo tempo (e non solo) da paura, ieri. Da manuale del calcio. E mi chiedo che fine abbia fatto lo stile Doria, se i tifosi non sanno più apprezzare la qualità o capire la dimensione di un progetto, o vedere che abbiamo dei giovani campioni in seno, o apprezzare il gioco e il coraggio delle idee di una squadra encomiabile, perfino quando sbaglia la partita (non certo ieri, parlo di Bologna).

    Forza Doria, la strada è giusta. Forza Giampaolo, grande uomo di calcio.

    E quoto con veemenza il post di Balsomoni, per quanto mi riguarda correttissimo.

  28. luca scrive:

    Paola io sostengo che non siamo da Europa League non adesso ma a fine Campionato ! purtroppo non vedo in alcuni giocatori (soprattutto le riserve Alvarez per primo) quella rabbia agonistica che a volte è necessaria per ottenere o mantenere risultati, il mister secondo me a volte và in confusione (sarebbe in altre sedi se non avesse questo difetto) nelle sostituzioni avolte è troppo precipitoso (ieri sera Quagliarella) o troppo contorto (il polacco ieri e non Caprari ) in ogni caso NON ho fatto critiche furiose o come sostiene lei “buttato via il bambino con l’acqua sporca” ho solo fatto delle constatazioni pacate direi o no ?

  29. petrino scrive:

    mi ripeto , ma con Alvarez in campo giochiamo in dieci.
    barreto e’ forse il primo negli ingaggi, e si vocifera di un rinnovo fino al 2019. Mistero.
    Purtroppo ha i piedi come 2 ferri da stiro. e con gli anni e’ peggiorato.
    Corre corre ma linetty vale 10 volte.

  30. Alfio Borgoratti scrive:

    Sinceramente…non so se si puo’ archiviare come incidente di percorso,due sconfitte consecutive,5 gol subiti e solo uno fatto ed una sconfitta e’ stata rimedata
    contro il bologna che certamente non e’ uno squadrone e aveva rimediato solo sconfitte prima.Tuto questo unito alle 4 pere di Udine fa riflettere molto…sembra la classica partenza sprint dstinata a flettere di brutto.
    Credo che il mister ieri abbia ceffato alla grande i cambi..alvarez e’ impresentabile in una partita muscolare come quella di domenica sera,Caprari era piu’ adatto e piu’ combattente e quello scoppiato era Barreto e non Praet.
    ùPo,i diciamolo francamente,Viviano e’ imbarazzante e la Lazio prima dei due gol aveva preso un palo e vsto toglieri dalla riga un gol–lasciamo perdere i voli indarici..sara’ il solito decimo posto….e domenica attenzione al Cagliari!Tre sconfitte di fila nizierebbero a pesare…

  31. Fabio Gatti scrive:

    Va bene così, nessun dramma, anche se con un pò più di attenzione si sarebbe potuto vincere o quanto meno pareggiare. Il dramma (se così si può dire…) è aver buttato via 8 punti tra Verona Udinese e Bologna. Si può perdere con le grandi (anche se la Lazio non la reputo tale) ma non buttare via occasione con squadre più deboli di noi.

    • Paola Balsomini scrive:

      Beh, insomma…la Lazio se sta lassù, se ha vinto partite importanti, per valore della rosa…non sarà una grande ma una vice grande si…

    • marco scrive:

      Belin negare l’evidenza dei fatti a cosa giova????

      L’anno scorso ha regalato il quarto posto all’Atalanta per far salvare il Crotone , comunque è finita 5° e finalista in coppa italia, quest’anno ha vinto la supercoppa italiana e di sicuro non fa meno di 5°. E sono anni che sta lassu se gli va male finisce 8°.

  32. Edoardo scrive:

    Secondo me Giampaolo è un allenatore bravissimo, ma come dice qualcuno ogni tanto servirebbe un po’ più di pragmatismo, la difesa altissima in linea non paga sempre, in certi momenti bisogna incollarsi alle caviglie degli avversari e azzannarli uno contro uno come cani feroci, questo è un discorso generale di buon senso, con attaccanti molto forti tipo Icardi&C non basta l’arma del fuorigioco, poi sui singoli episodi abbiamo avuto anche parecchia sfiga e questo è verissimo, ma insomma su col morale che la squadra c’è e la classifica è ancora ottima…

  33. vincenzo scrive:

    Ero certo che con la Lazio sarebbe stata una partita difficile e ostica: avrei firmato il pari prima di giocare; sono uscito dallo stadio molto amareggiato: fermo restando che la Lazio ha dimostrato di essere un’ottima squadra, nell’arco dei 90′ minuti per gioco e occasioni il pari era giusto e poi vedere quella palla rotolare in rete in modo beffardo…. .
    Un plauso alla splendida gradinata sud!, peccato il pubblico poco numeroso: 18.000 compresi i 1000 laziali sono un po’ pochi per una partita tra la 5 e la 6 del campionato.
    Adesso calma e guardare avanti: sabato bisogna fare una grossa prestazione senza se e senza ma, senza pensare a cabale, squadra storicamente ostica, partita in trasferta ecc.

    Forza Sampdoria e …forza Hellas

  34. Matte Genovese scrive:

    Samp da rivedere, paola mi sembra che sei troppo buonista, le critiche ci stanno per costruire………….

  35. caste scrive:

    mi sembra che qui si stia perdendo il senso della misura: abbiamo giocato alla pari con una squadra piu’ forte che guarda caso in trasferta aveva sempre vinto (Stadium compreso). Eravamo in vantaggio e ci eravamo illusi ma loro non meritavano di perdere. Poteva finire 1-1 è vero ma la sostanza non cambia: abbiamo fatto una grande partita contro una squadra più forte. Avremmo potuto vincere? Certo, ma se va dentro il palo all’inizio del secondo andiamo sotto e rischiamo di prendere un’imbarcata.
    Siamo in una posizione che ci siamo meritati che ci consente di giocare al calcio senza – per il momento – stare li a fare calcoli e la realta’ e’ che giochiamo bene e ci divertiamo, tutto il resto è noia…

  36. Maurizio Arcini scrive:

    Per l’ennesima volta vengono a sfottere sotto la gradinata e nessuno dei nostri che ha battuto ciglio, per quanto riguarda la partita va bene così speriamo di fare risultato a Cagliari ma sono convinto che con perino in porta si vinceva 1 a 0

    • Paolo1968 scrive:

      Io avrei preferito dire con Puggioni. Non dovremmo aver niente a che spartire con Perin.
      A meno che non volessi dire con Pierino.

  37. Jetta scrive:

    Abbiamo incontrato una signira squadra privi di 2 pedine fondamentali eppure ce la siamo giocata e abbiamo perso per 2 rimpalli.
    Sono chiaramente deluso dal risultato ma molto contento per la bella prestazione.
    Siamo ancora sesti con un bel vantaggio sulle inseguitrici.
    Leggere critiche feroci al mister è pazzesco.
    Quaglia era stanco, Ramirez aveva i crampi e Praet era sfinito…ma i soloni son sempre in agguato.
    Prima metti Kownacky…poi quando lo mette perchè lo hai messo.

    • Sand66 scrive:

      Quagliarella quando è uscito faceva il difensore aggiunto ed era palesemente incazzato per la sostituzione, il ragazzo ancora non è capace al sacrificio che richiedeva quella partita, se togli Ramirez metti Caprari che almeno tiene palla e salta l’uomo e non metti Alvarez che non sa che farsene del pallone.
      Verre per Praet ci sta, però non è che se uno critica le scelte dell’allenatore, che non è l’inventore del calcio, debba sempre essere bollato come criticatore “feroce”.
      Apprezzo Giampaolo e non lo cambierei con nessun altro ma domenica, secondo me, ha sbagliato i cambi tutto qua, la bella prestazione resta e nessuno toglie i meriti del bel campionato al nostro allenatore.
      State sereni e forza Doria sempre e comunque.

    • caste scrive:

      bravo!

  38. Giorgio scrive:

    Anche il Cagliari è una nostra bestia nera, ma ora dobbiamo assolutamente riprendere a vincere anche in trasferta! In fondo ora il Cagliari non mi sembra così imbattibile in casa! Sempre FORZA DORIA, distruggiamoli!!!

  39. Maurizio Arcini scrive:

    Amare è un atto di fede, e chiunque abbia poca fede avrà anche poco amore.Samp amore incondizionato, d’altronde essere amati per i propri meriti lascia sempre dei dubbi. Samp vai per strade fra la gente

  40. NYC scrive:

    l’unica cosa negative e’ che concediamo sempre una marea di palle goals ….

  41. Tumy scrive:

    Boh, io tutte ste lamentele dopo due sconfitte non le riesco a capire. Ieri ho visto una partita di calcio Bella come in serie A se ne vedono poche. Giocata a viso aperto da entrambe le squadre, in cui entrambe avrebbero meritato la vittoria. La differenza l’hanno fatta gli episodi, due carambole e due goal per la Lazio, occasioni del 2 a 0 non realizzate per noi. A me questa sconfitta non fa piacere ma non mi fa manco strappare le vesti. Se si continua a giocare così per me, indipendentemente dal risultato, la Samp merita solo applausi.
    Trovo poi veramente assurde le critiche a Viviano, per me ottimo portiere che ha sempre fatto il suo tra i nostri pali.

    • Cicciosestri scrive:

      Come ti capisco … tifosi pallosissimi che non riescono a godersi un bel campionato …

    • marco scrive:

      Tumy

      la sconfitta all’ultimo istante in rimonta brucia sempre,quello che non ci sta è perdere col Bologna 3-0 in 11 contro 10.

      Purtroppo fuori casa ci sono incomprensibili black out.

      La stagione al momento è ottima ma il momento attuale è difficile, infortuni compresi.

  42. Tommy scrive:

    La Lazio è fortissima ( e si permette anche di non far giocare fior di giocatori), tuttavia dopo l’1-0 di quel bestione di Zapata speravo di portare a casa il risultato.
    Adesso ho le pelotas che girano a mille. Brucia la sconfitta come il sale sulla ferita.
    Ora speriamo di compensare la sconfitta casalinga con una vittoria in trasferta.
    Tirate fuori coraggio e grinta!!

  43. Marco scrive:

    Milinkovic savic è un fenomeno. Certo è che contro di noi c è sempre 1 giocatore che si esalta( de Paul a Udine x dirne 1) , ma la Lazio ci è sempre stata indigesta. Un appunto anzi disappunto sui cambi va fatta, soprattutto Alvarez appena entrato siamo crollati . A gennaio deve essere fatto un investimento importante sul portiere, a me Viviano non è mai piaciuto, ha sempre vissuto di alti e bassi in carriera soprattutto bassi. Il momento difficile è arrivato ,qualche infortunio ed episodi sfortunati,Bisogna trovare le risorse x essere incisivi anche lontani da Genova.

    • Paolo1968 scrive:

      Sono d’accordo su Alvarez e su Viviano (non sul fatto che sia sempre sato scarso, ma sul fatto che da un anno non mi dà alcuna sicurezza). Tra l’altro anche Puggioni non è un ragazzno, quindi dobbiamo in fretta cercare qualcuno.
      Aggiungo che domenica anche l’approccio di Verre è stato negativo, sembrava stanco. Ma per lui come per il polacco in attacco c’è l’attenuante che sono stati buttati dentro in un momento difficile.

      Sliding doors: se sull’1-0 Quagliarella completamente solo in area non cerca il gol del secolo (cacciando il pallone in fallo laterale!) ma stoppa di sinistro il cross e la butta facile facile in porta, che succede?
      Meglio non pensarci, avanti a testa alta. e come dice Cicciosestri, io sto con Giampaolo.

      • marco scrive:

        Quagliarella ha sempre trovato gol splendidi e siccome è da parecchio che non ne fa ogni tanto ci prova, bisogna dire che ha fatto un assist spettacolo a Zapata.
        Quagliarella è l’anima della SAMPDORIA .

        Ovvio che li poteva stopparla e pensare anche dove calciare.

        Quando ho visto Alvarez ho capito che avevamo perso.

    • Paolo1966 scrive:

      Peraltro Ramirez (sostituito per infortunio) era in palla.
      Sia lui che Quagliarella (anche lui sostituito ma per scelta) davano fastidio alla Lazio in fase di impostazione.
      Usciti loro non siamo piu’ esistiti davanti.
      Il polacco e’ troppo acerbo tatticamente (concordo con chi lo avrebbe buttato nella mischia in un contesto piu’ semplice) e Alvarez ha poca fisicita’ e ancor meno dinamicita’.
      In piu’ Zapata, gol a parte, secondo me ha avuto una serata storta non riuscendo a dare continuita’ alla sua presenza fisica che ci consente di tenere palla in avanti. Sono d’accordo anche con Paolo 1968 su Verre, un po’ fighetto ma ben lontano dalla classe di Praet (sta’ crescendo di partita in partita) o dalla “ruspantezza” di Linetty e sul fatto che Quaglia poteva provare a fare un gol meno spettacolare ma molto molto molto piu’ utile

      • marco scrive:

        Va detto che Milinkovic Savic sembrava Messi, o diventa un fenomeno oppure è la sindrome da SAMPDORIA che 1 degli 11 avversarsi diventa una divinità del calcio.

  44. Cicciosestri scrive:

    Dopo aver letto tutti i commenti noto come molta gente non aspettasse altro che arrivare ad una flessione per criticare INGIUSTAMENTE tutto e tutti … IO STO CON FERRERO! IO STO CON GIAMPAOLO! TUTTO IL RESTO E’ FUFFA!

    • livio scrive:

      Anch’io ho letto pazientemente tutti i commenti degli amici che frequentano il sito.
      Non credo però che si critichi solo per il gusto di farlo. E lo dico dopo aver visto la partita dei cuginastri a Verona.
      Sono stati presi a pallonate per 80 minuti; schierati 11 in 20 metri, secondo i dettami di Ballardini. E sono sicuro che così si salveranno.
      Da questo il nostro Mister dovrebbe ricavare un semplice insegnamento.
      Non si poteva – con la Lazio – utilizzare negli ultimi 20 minuti uno schema ( e relativi uomini) più difensivo e portare a casa un meritato pareggio?

      • Disraeli scrive:

        Livio sostengo proprio questo.

      • petrino scrive:

        negli ultimi 15 minuti si doveva passare al 4 4 2 e rinforzare il centrocampo con uomini di ruolo e accontentarsi di 1 punto. Meglio 2 feriti che 1 morto.
        Ci vuole piu’ pragmatismo e meno accademia.
        Che tragga virtu’ dall’ esperienza???????

        • Disraeli scrive:

          Ieri sera Nicolini e Dordoni, notoriamente 2 che di calcio capiscono poco avendolo anche giocato, parlavano proprio di questo: sull’1 a 0 già potevi avere un atteggiamento diverso, inserire anche Regini per avere più fisicità.
          Hanno fatto notare come anche Di Francesco, non uno sprovveduto, abbia dei dogmi ma recentemente per difendere il risultato è passato negli ultimi minuti ad una difesa a 5.
          Il 2 gol hanno fatto notare è stato preso in contropiede!
          Con la Juve sul 3 a 0 abbiamo preso 2 pere in 2 minuti su contropiede!
          È una roba folle.

      • Cicciosestri scrive:

        Assolutamente no! Fa benissimo a non snaturare un gioco che ci ha dato mille soddisfazioni, un gioco che non ci ha fatto fermare e ci ha fatto fare altri goal una volta in vantaggio con Atalanta, Milan, Chievo, Juve e Bibins Club.
        Avanti così Giampaolo! Non mi sono mai divertito tanto come quest’anno.

        • petrino scrive:

          seguo nicolini, dossena, michieli, arnuzzo, licalzi ed altri e tutti concordano nel dire che l’ allenatore deve leggere le fasi della partita ed adeguarsi.
          E la penso allo stesso modo. Non facendolo perderemo dei punti, come con la lazio.

        • MAX 52 scrive:

          Quoto al 1000 x 10000

  45. Disraeli scrive:

    No Mattegenovese non siamo mediocri, anzi siamo una buonissima squadra con ottimi elementi e una società che sta lavorando magnificamente a 360 gradi a dispetto delle tante ingiuste critiche: la mediocrità siede in panchina.

  46. Luigi scrive:

    Invece di mandare a vanc….o il giocatore della Lazio che ci prende x il cu.o dopo il gol ci mandiamo a quel paese tra noi se abbiamo idee diverse va bene che siamo unici come tifoseria ma cosi si esagera. PS io dalla gradinata ho visto un fallo a nostro favore che non è stato dato e che ha scaturito l’azione del secondo gol del nero

  47. robmerl scrive:

    premetto che per me giampaolo ha sempre ragione, perché vuole vincerle tutte e fa giocare bene la squadra, senza tatticismi e correndo dei rischi (ma è il bello del calcio).
    Sbaglia, a mio avviso, nell’inflessibilità con cui non passa mai al centrocampo a 4; dovendo togliere ramirez sull 1-0 avrebbe fatto bene a inserire capezzi, creando una densità che avrebbe impedito alla lazio di distendersi diventando letale (è la situazione ideale per il tasso tecnico-atletico dei suoi giocatori).
    Alvarez è un giocatore da calcio a 5; serve solo quando vuoi difendere il risultato tenendo palla a 10′ dalla fine.

    • Matte Genovese scrive:

      vai tu a fare l allenatore, fenomeno !!!!!! ma vai a lavorare che e meglio …….

      • robmerl scrive:

        lavoro già e tanto, mi sono limitato a esprimere un parere in tono civile<, prendi nota per favore.

        • Klaus Lavagna scrive:

          Caro robmeri non fare caso ai commenti di persone che per offendere si nascondono dietro ad uno pseudonimo.Anch’ io uso uno pseudonimo ma nei miei commenti non mi sono mai discostato dall’uso di un tono civile,

        • Marco scrive:

          rob attento a come esprimi le tue idee. Senza il pensiero unico si è tutti bibini.

          • robmerl scrive:

            la polemica va benissimo ,siamo in un blog e (presumibilmente) tutti della stessa squadra. Il menaggio e gli sfottò ci stanno, anzi… la maleducazione proprio no.
            Grazie amici e forza doria sempre!

  48. marco scrive:

    Il campionato dice che:

    4 squadre lottano per lo scudetto, con la Lazio mina vagante.

    Fiorentina,Atalanta sono indebolite

    il Torino ci pensa Mihailovic a fargli perdere punti

    il Milan con Gattuso dovrebbe spaventarci?

    Per il resto non c’è storia , la SAMPDORIA e superiore a tutte le restanti squadre.

    Abbiamo l’ottavo monte ingaggi del campionato.

    Abbiamo la peggiore difesa nelle prime 10, qualcosa che non funziona la dietro c’è o vogliamo far finta di no?

    Belin se dopo 12 partite siamo arrivati lassu significa che il potenziale per rimanerci c’è.

    • Disraeli scrive:

      Perfetto.

    • piero scrive:

      Fiorentina, Milan e ci metto pure l’Atalanta, ciascuna permotivi diversi, ci sono superiori. E lo dimostreranno.
      Siamo da ottavo-decimo posto. Come l’anno scorso.
      A meno che non si intervenga sulla difesa, che, a mio parere, resta il vero tallone d’achille di questa squadra.
      Ah… E secondo me bisognerebbe avere le palle di mettere Puggioni titolare. Mi spiace per Viviano ma ora come ora non è al top

      • marco scrive:

        La Fiorentina ha venduto mezza squadra, il Milan ha sostituito Montella con uno ancora peggio, come fanno ad esserci superiori lo sai solo tu.

        L’Atalanta ha Gasperini , ma gli impegni di coppa si fanno sentire.

        Sono sui nostri livelli superiori assolutamente no.

      • Sand66 scrive:

        Non sono d’accordo, per me siamo superiori a Fiorentina, Milan e ci metto pure l’Atalanta (tutte formazioni che abbiamo già incontrato) sia per rosa complessiva sia per tasso tecnico e qualità. Forse arriveremo dietro ma è lo scotto da pagare utilizzando un solo ed unico schema cosa che non fanno le formazioni che hai elencato (anche se il Milan non so che schema utilizza).
        Siamo sesti ma sembra che non ce lo meritiamo e questo non è da tifoso ma auguraci di arrivare dietro ad altre formazioni proprio non lo capisco.
        Stai sereno, forza Doria anche contro chi non ti merita.

        • piero scrive:

          Guarda lo vorrei tanto, ma ci potrei scommmettere che finiranno sopra di noi tutte e tre. Se poi a gennaio prendiamo Messi ovviamente tutto cambia
          HAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!
          Ce lo meritiamo eccome di essere sesti per quanto fatto vedere da noi e non fatto dalla altre. Ci mancherebbe. Si tratta solo di essere realisti.
          Nell’attesa me le godo e me la canto
          Saluti

        • Marco scrive:

          Sand66 il Milan è passato da Montella a Gattuso.Ti garantisco che nemmeno i giocatori sanno che schema utilizzare

  49. Gio' Sanremo scrive:

    La Juve?fai durare la partita ancora 10 minuti e vediamo come finisce,,

    • piero scrive:

      che razza di discorso…
      allora facciamola durare finchè la juve non segna! ma pensa te…

    • Fulvio Vassalli scrive:

      Peccato che le partite dirino 90 minuti. Lo stesso discorso potremmo farlo noi con l’ Inter

    • P.SOLARI scrive:

      Pure a S. Siro con l’ Inter pero’ …… e vedi come finisce ………
      Incontentabili …..

    • maverick scrive:

      fai entrare il due a zero e vediamo come finisce… ma che discorsi fate?!? Hanno fatto TRE pere alla juve (che vince lo scudetto da nmila anni ed e’ finalista di champions) e hai ilcoraggio di prendere a esempio quella partita?!?!?

    • marco scrive:

      Le partite durano 90 minuti piu recupero, non 100 minuti.

    • Sand66 scrive:

      Si anche con l’Inter altri dieci minuti e la pareggiavamo, non ci accontentiamo mai.

  50. Remo Marassi scrive:

    Gianpaolo e’ un allenatore mediocre e la sua carriera lo attesta senza ombra di dubbio!Se verra’m preso da una grande squadra fara’ la fine di Montella,non ha il carisma del grande come Ancellotti o Capello,con la Samp fa il suo ma nulla di piu’ perche’ la SAMP e’ una grande formazione e merita un tecnico di livello,quando arrivi a 50 anni e non hai combinato niente nella tua vita..un motivo ci sara’..o no?

    • P.SOLARI scrive:

      Bene, altro Commissario Tecnico ….. prova a chiedere in Federazione se ti prendono per la Nazionale.

    • maverick scrive:

      “Se verra’m preso da una grande squadra” … ti commenti da solo…

      La piccola squadra che allena adesso e’ proprio li con le grandi… E la grande che citi indicando Montella e’ CINQUE punti dietro avendo speso giusto qualche milioncino piu di noi…

  51. Michele G. scrive:

    Secondo me le critiche a Giampaolo sono un po’ ingenerose. Certo, Alvarez a me non è mai piaciuto, però la sconfitta è legata a due episodi decisamente sfortunati. A parte il fatto che io non ho ben chiaro il presunto fallo di mano che ha generato la punizione, che ha portato a sua volta al pareggio. Ecco, lì non ho capito perché non abbiano fatto praticamente barriera, lasciando liberi i laziali di mandare la palla verso l’area piccola, dove tutti l’hanno persa di vista, tranne il laziale, purtroppo. Da lì in poi c’è stata un po’ di confusione, che l’ingresso di Alvarez ha contribuito ad aumentare, ma il pareggio era ampiamente alla portata e sarebbe stato sacrosanto. Invece, ci siamo fatti infilare da un contropiede che sarebbe andato a spegnersi, se non fosse accaduto il pasticcio sotto porta, con Viviano che non riesce ad abbrancare quella palla, che sembrava cosparsa di sapone. Pazienza! La squadra mi è piaciuta lo stesso e sono fiducioso già per Cagliari, dove sono convinto che andremo a sfatare il tabù dei sardi, nostra bestia nera. Forza Samp, che c’è tanto tempo per rifarsi!

    • marco scrive:

      Alvarez è entrato sull’ 1-0

    • daniele scrive:

      certo che dopo un terzo di campionato trovare ancora gente pseudo tifosa che critica il comportamente del nostro allenatore, è paradossale.
      Forse stavate meglio con Zenga, Ferrara , Mihajlovic e compagnia cantante ? o forse vorreste essere tifosi di quelle 5 (cinque eh, non cinquanta) che ci sono davanti e che prendono 10 volte i nostri introiti da TV, sponsor e quant’altro ?

  52. Marco scrive:

    Zenga alCrotone. Ogni anno ai bibini va sempre di C…

  53. Pier scrive:

    Viviano vattene!

TRA PIAZZA E..MERCATO

Sfrutto il titolo che ho usato a Gradinata Sud per fare il punto (dopo un po’ di tempo, sorry )

E’ FINITA, PER FORTUNA…

C’è poco da dire su quest’ ultima giornata di campionato e sull’ennesima batosta esterna della Sampdoria. Rigore folle concesso da

UN BRUTTO FINALE

Avrei voluto dedicare il pezzo ad altro ma la cronaca mi impone di scrivere di quanto successo al Ferraris, dei

LA MUSICA E’ FINITA (GLI AMICI SE NE VANNO…)

Con zero dicesi zero tiri in porta in 90 minuti più recupero andare in Europa è un’utopia. Sampdoria non pervenuta