Non erano fenomeni, non sono brocchi

21 set 2016 by Paola Balsomini, 167 Commenti »

Terza sconfitta consecutiva, questa volta meritata. La Sampdoria a Bologna scivola sulla classica buccia di banana tra i soliti errori individuali e di reparto e i gol che sembrano essere diventati un miraggio. Anche nei minuti iniziali del match quanto la Samp è parsa di nuovo bella e arrembante. Poi la rete, e che rete dei rossoblù che alla fine del primo tempo avrebbe spezzato le gambe a un toro. I finali di gara, evidentemente, non sono il pezzo forte della formazione blucerchiata e questo ormai lo abbiamo capito. Ora usciranno quelli che “Barreto doveva starsene a Palermo, Giampaolo ha collezionato solo esoneri e Quagliarella e’ un fantasma”. Un classico. Calma, i giocatori della Sampdoria non erano dei fenomeni prima e non sono brocchi adesso. Certo, ora bisogna ripartire, già da Cagliari per far respirare la classifica e ritrovare entusiasmo. Non tutto è da buttare. Da aggiustare però c’è ancora da tanto.

167 Commenti

  1. trevor scrive:

    c’è poco da dire, sto guardando cagliari,empoli,crotone derise dall’avversario e pescara in difficolta in casa con un uomo in più, in b non ci andiamo. la differenza tra noi ed il bologna e che loro hanno un terzino sinistro fortissimo ed un centrale d’esperienza (grande gasta), oltre a ben due punte veloci che la buttano dentro, tutto quello che manca a noi. e pensare che il direttore sportivo del bologna è bigon, uno che ha fatto danni ovunque è stato, non ci vuole molto ad allestire una squadra ‘equilibrata’. OSTI VATTENE!!!!!

  2. petrino scrive:

    siamo tornati ai tempi di montella. Giampaolo ha sbagliato la formazione, inserendo il moribondo Quagliarella, e ha sbagliato i cambi. Ormai e’ una costante.
    I limiti di Giampaolo stanno emergendo.
    nelle dichiarazioni del post partita si e’ detto soddisfatto. Montella rideva come un’ ebete. Giampaolo non ride ma i risultati sono molto simili, e le dichiarazioni collimano.
    Abbiamo vinto contro 2 squadre mediocri e la classifica di queste squadre lo sta a testimoniare.
    Una squadra senz’ anima, di conigli tremebondi. E meno male che abbiamo torreira!!!! Visto cigarini e fernades stiamo sott’acqua. Ci vuole un centrale di spessore e invece hanno preso 5 trequartisti!!!!! A Giampaolo castan non serviva, e fa giocare skriniar. A tale bestialiata’ non vi sono giustificazioni razionali.
    Questa e’ gente che se la fa sotto.Tutti i cartellini gialli del 2^ tempo dimostrano che la tenuta nervosa e’ scarsa.
    Stiamo in campana, perché questi non reggono le pressioni di 3 sconfitte di fila
    Quelli del pensiero unico se ne facciano una ragione.

    • Aston scrive:

      A me il problema non è parso siringar che anzi mi è piaciuto. Oltretutto è un destro che sta giocando sul centro sinistra. Io ho visto:
      - un asse destro disastroso; perreira e Barreto hanno giocato tecnicamente e tatticamente malissimo.
      - una cronica incapacità di porre rimedio al semplice sistema di gioco del Bologna. Un primo cambio di gioco da destra a sinistra è un secondo cambio da sinistra a destra che ha liberato costantemente un giocatore per la conclusione. Questo è l’ aspetto che mi preoccupa di più perché attiene alla sicurezza in chiave difensiva del nostro sistema di gioco anche in chiave prospettica.
      - quagliarella del tutto impalpabile ed è ormai una costante e Muriel poco disponibile a mettersi al servizio della squadra . Quando non ci sono le condizioni per provare le grandi giocate occorre avere l’ umiltà e la maturità per cercarli spazi aprirli ai compagni giocare di sponda in sicurezza.

      Siringar ,ieri, l’ultimo dei problemi.

      • doria65 scrive:

        Chapeau

        La differenza tra un’analisi tecnica ed un’esposizione di meri preconcetti…

        Speriamo se ne accorga anche il mister…

    • Paolo1968 scrive:

      Con tutto il rispetto, mi sembra che tu non regga la pressione di 3 sconfitte di fila. Questo non vuol dire che io sia l’uomo più tramquillo della terra….

    • MarcoV scrive:

      E rieccolo. Puntuale come una cambiale (e altrettanto gradito) dopo una sconfita arriva il nostro Petrino nella Top 3. Lui non e’ del pensiero unico. Lui e’ del pensiero negativo. Sempre. Comunque. Sei Sampdoriano? Spiace. Probabilmente eri del partito “Seedorf ha il culo basso”.

  3. Maraschi scrive:

    E dai Ferrero! Stizzica Cassano, sperando che sbrocchi| Tieniti Quagliarella! Complimenti, attacco, a parte Muriel, INESISTENTE

    • MarcoV scrive:

      E riecco anche Maraschi (belin, ma con quel nick, spero che ti ricordi cha Sampdoria era….), dopo le sconfitte anche lui sempre in Top 3. Piu’ si perde piu’ gode. Si dice che sia grande amico di Petrino.. ;-) )

      • Maraschi scrive:

        Ti rispondo: mi ricordo benissimo di quella Samp (ovviamente mi ricordo anche quella dalla Coppa Italia 1985 in poi…), ma questo non m’impedisce di dire quello che mi pare adesso.
        Non godo per niente quando perdiamo (leggi il mio post dopo Samp-Milan).
        Infine ti faccio una domanda secca: al netto degli sbrocchi, delle spaccature di spogliatoi ecc. (peraltro mi sembra che l’anno scorso la situazione si stata tranquilla) secondo te servirebbe più Cassano o questo Quagliarella?
        Lo so che non si può fare niente e quindi è una polemica stucchevole, ma lasciami sfogare un po’!
        Venendo a cose un po’ più propositive, possibile che Budimir sia peggio di questo, ripeto questo, Quagliarella?
        Se è così siamo nei guai.

      • Aston scrive:

        No marco. Maraschi e’ un gran sampdoriano che come noi patisce moltissimo quando perdiamo. Lui è un fan di Cassano…. Io un po’ meno….. Ma spero che i nostri attaccanti in rosa mi aiutino a continuare a sostenere la tesi che è meglio che stia fuori.

  4. claudio scrive:

    Cassano con la pancia e 2 allenamenti più decisivo di Quagliarella…………..

  5. Paolo1966 scrive:

    Stasera sterili quando attaccavamo e debolissimi quando difendevamo. Quandi siamo questi mi sale l’angoscia

  6. Joe Kidd scrive:

    Alt, Alt e ancora alt…ok mettere le mani avanti sulle possibili e giuste critiche, e questo fa abbastanza sorridere, ma la Samp ha mollato ben prima del gol e del finale di gara, la Samp è durata 25/30 minuti poi è uscito alla grande il Bologna e anche quando la Samp ha dominato nei minuti iniziali è stata poco concreta a conferma di qualche nodo che viene al pettine: la difesa non proprio imperforabile, un attacco che dipende solo da Muriel, di fatto con Quagliarella giochiamo in 10, e un centrocampo fatto di giovani si forti ma che non hanno propensione al gol (Fernandes e Soriano la stagione scorsa hanno segnato più di 10 gol ed è un aspetto su cui devono lavorare tanto più che davanti non pungiamo) e che stanno accusando un calo fisico già a fine settembre complice un gioco molto dispendioso (insegnamo loro a gestire le energie?); e aggiungo che Donadoni ha surclassato il professore di calcio piuttosto impietosamente.
    Non significa buttare via il bambino con l’acqua sporca ma di evidenziare fin da subito le possibili magagne che in diversi, (i quali spesso subiscono solo per esprimere la propria opinione i rimbrotti spesso ridicoli della pasionaria di Ferrero che interviene solo per riprendere gli altri più che per eprimere il suo punto di vista, non rispondere che tanto non ti leggo :-) ) ravvisavano già in estate;
    Ora lunedì sera altra trasferta tosta: sarebbe importante anche prendere un punto e magari un po’ di riposo a Qaugliarella farebbe bene come qualche contromisura in corso di partita perchè mi sembra che il mister pecchi un po’ nella lettura della gara in corso d’opera.

  7. Mousse Dembele' scrive:

    Per sdrammatizzare, un pezzo di colore in “vece” di Licalzi che adesso apprezza “il playertrading” della società e si è allineato.
    Buone notizie: 3 più scarse ci sono anche quest’anno e in B non ci andiamo, non insistete.
    In più facciamo belle plusvalenze: Praet promette bene, forse già a Gennaio il Vipera e l’avvocato se lo vendono.
    Osti mi sembra tranquillo no? E chi lo smuove di lì… Oddio lo vorrebbe il Milan, come costruisce le squadre lui… L’anno prossimo prende sei portieri.
    Gianpaolo è un professore di calcio, anzi no, un operaio.
    Donadoni invece è triste (lo scrittore dixit da Feltrinelli) un “crisantemo” (disse il genio quando ancora lo facevano cambiare in uno spogliatoio).
    Gesù Cristo pare sia morto di freddo.
    Noi tutti non capiamo niente, critichiamo perché siamo dei criticoni. Con l’abbonamento in tasca (aumentato), fatto la prima di agosto ma dei criticoni.
    Paola dice: non avevamo Brocchi prima e non ce l’abbiamo adesso. Magari il prossimo campionato se il Brescia lo molla… È un impiegato del calcio.
    Lunedì c’è il Cagliari e noi non vediamo l’ora. Mancherà Barreto ma entrera’ un altro trequartista, Alvarez. Se no Palombo.
    Confermato Skriniar, se no Palombo.
    Anche no Pereira, al limite Palombo.
    Regini non mi chiude Verdi, lo dirotto a sinistra. Dodo lo dirotto su Cuba.
    Speriamo che su Sky commenti di nuovo Onofri, in subordine Marco Rossi e, se proprio non può, almeno uno Shuravy, per meno di così guardo Masterchef.
    Borriello c’è l’ha ancora la Belen? Semmai la prendo io.
    Tiremm’innanz….

  8. FOREVERSAMP scrive:

    Purtroppo questa sera a tratti ho rivisto i fantasmi dello scorso campionato,speriamo di riuscire a scacciarli in fretta altrimenti saranno guai.
    Il vero problema non è l’emergenza difesa o gli errori e l’inesperienza dei singoli ne tantomeno Gianpaolo.
    Il problema è che la situazione societaria non si è nè schiarita e neanche tantomeno chiarita,mi spiego meglio non è solo un gioco di parole :tralasciando pure quello che scrivono i media ed i social :partecipando alle varie assemblee promosse dal tifo organizzato ,ma aperte a tutti ho parlato con diverse persone considerate affidabili ed importanti nell’ambito della tifoseria blucerchiata che ritengono l’attuale presidente come un dipendente stipendiato della sampdoria, naturalmente è solo un’ipotesi ,ma comunque questa circostanza non aiuta certo a superare i momenti difficili che prima o poi dovevano arrivare o ad avere il rispetto degli arbitri;se persino l’avvocato consulente che parla e si comporta come Direttore Generale ha ritenuto doveroso smentire …qualcosa dovrà pur significare.
    Ci sono dei fatti che fanno riflettere : la vendita a Gennaio di Eder con pagamento tasso zero posticipato a 18 o 24 mesi :mi chiedo quanti presidenti in Italia se lo possono permettere saranno 5 o 6 più il nostro.
    Affaire Dodò :dopo un finale di campionato disastroso ,la bocciatura definitiva dell’Inter non avendo trovato nessun aquirente beh se proprio vuoi lo prendi in saldo e con diritto non obbligo di riscatto .
    Sarebbe bastato un difensore esperto pronto subito e con 5 milioni lo prendi eccome per fare un campionato tranquillo e toglieci qualche soddisfazione.

  9. Maurizio scrive:

    Squadra molle si picchiano solo io due o tre ritmi bassissimi non tiriamo mai in porta se puntiamo sui giovani allora Quagliarella cosa ci fa li ho mezzo a passeggio? Praet sembra rabitto qualche spunto ma… Non siamo in Belgio abbiamo la difesa più scarsa dopo il Crotone e poi ci si mette anche il portiere sul 2 goal goffo da paura destro era in stampelle e ci ha anche segnato cambi sempre sbagliati c’era pereira che non stava in piedi e non lo ha cambiato prima del 3 cambio questo modulo non convince ci devastano sempre sulle fasce ma quando lo capirà?

    • doria65 scrive:

      Capisco tutto, ma Pereira con chi lo sostituivi? Palombo?

      • solodoria scrive:

        appunto. Quindi il mercato non è stato così eccelso ? te che dici ? Sarebbe stato meglio un De Silvestri a mezzo servizio piuttosto che un Sala che è sempre rotto. Già non eravamo fenomeni con lui ma adesso col ragazzino e Pavlovic fuori siamo da paura

  10. NYC scrive:

    Quando giochi e domini e non segni e un casino, infatti poi I goals li subisci e vai a casa con ZERO punti.

    In B non dovremo andarci importanti le prime 2 partite con squadre Che non a caso sono in fondo alla classifica.

  11. pier scrive:

    Senza grinta senza palle senza fisico. Appena ci attaccano andiamo sotto.Quaglia improponibile come baretto e regini.

  12. YumaS2001 scrive:

    condivido appieno quanto dice Paola
    non sono campioni, non sono brocchi, sono una squadra di media classifica, che con un po’ di fortuna arriva 8/10 ed unpo’ di sfiga arriva 11/13
    non compete per la uefa, non rischia la B.
    deve solo far mature dei giovani.
    .
    domanda 1: ma piangerini è allergico al neroazzurro?
    .
    domanda 2: cassano si, cassano no, ma cassano, prospetticamente, a cosa serve?

    • Max Samp scrive:

      Cassano sta’ fuori rosa ….punto !!!! non credo che questa squadra con il lavoro che fa’ Giampaolo abbia bisogno di Antonio …vedi Muriel che rientra e corre come un matto.. soldati fermi non ne vuole anche se hanno piedi buoni..credo sia chiaro e visibile ..il Mister vuole soldati che si dannano a torto o a ragione .
      Oppinione personale certo.

      • YumaS2001 scrive:

        sono d’accordo con te.
        cassano è fuori e li deve stare perché farlo giocare per avere 3 / 6 punti in più a fine anno ed attivare ottavi invece che decimi non vale la plusvalenza che ottieni nel far giocare, maturare e plusvalenziare un giovane.
        .
        Altro discorso sarebbe: cassano gioca perchè mi devo salvare OPPURE cassano gioca perché devo andare europa League (iuroplig).
        ma siccome nessuno dei due casi è contemplato, basta con cassano
        .
        mia personabilissima e contestatbilissima opinione

  13. Marco scrive:

    Se avete visto genoa napoli
    e giochiamo come a bologna
    vi garantisco che quelli ci fanno
    neri.

    • Sammy scrive:

      calma, calma…il Genoa gioca bene..ma il derby è tutta un’altra cosa..gli stimoli e la grinta vengono da sè

      • NYC scrive:

        Si ma ieri troppo leziosi e inconcludenti davanti lo spot Della sconfitta annunciata

        I derby si devono giocare con grinta e determinazione , mi preoccupano I secondi tempi dove si e sempre sofferto anche con empoli e Atalanta Che sono tra le squadre piu gramme Della serie A

    • doria65 scrive:

      Può darsi, ma io ho anche visto la (settima in 5 partite) traversa contro, uno/due rigori (il primo solare) negati al Napoli, tre gol divorati dai Napoletani soli davanti a Perin.

      Insomma, giocano meglio, innegabile, ma hanno una dose di …. fortuna… da premio Nobel

      • Fra Zena scrive:

        lascia perdere il Genoa, Marco. Quest’anno li vediamo col binocolo. E non lo dico per pessimismo, ma per pura obiettività. Poi il derby non so, può finire in qualunque modo, è una partita strana…ma sulle 38 partite non c’è match, purtroppo

  14. Alfredo scrive:

    Siamo onesti.
    La difesa e’ raffazzonata e si balla parecchio, contro qualsiasi avversario.
    Giampaolo schiera la stessa formazione scontata e prevedibile: ben meglio di quanto non abbia fatto il Milan, il Bologna ci ha lasciato sfogare, contenendo serenamente i nostri attacchi per infilarci con una facilita’ disarmante.
    Pur rinunciando al turn-over, il Mister, a fine partita, denota come alcuni giocatori siano stati poco brillanti…
    Manca gioco sulle fasce, le sortite centrali non sono efficaci, l’attacco e’ incompleto ed inconcludente, a parte Muriel.
    L’impegno non manca, ma non basta, anche perche’ la squadra non regge MAI i 90 minuti, gioca a sprazzi.
    Cosi’ facendo rischiamo di trovarci sul filo del rasoio fino alla fine del Campionato a causa di una rosa incompleta, giovane ed inesperta, nella quale e’ praticamente impossibile che i nuovi acquisti rendano sempre al 100% (sarebbe un terno al lotto!).
    Comunque c’e’ la possibilita’ per migliorare, MA REAGENDO SUBITO, caro Giampaolo, non con il tuo “ci vuole tempo”, perche’ la strada e’ ancora lunga ma se perdessimo 4 partire di fila sarebbe gia’ troppo complicata.
    Ci vuole piu’ programmazione e meno plusvalenza!

    Cordiali saluti a tutti.

    • francesq scrive:

      Rafazzonata non direi.

      Giochiamo una zona sacchiana, allenatissima, ricercata e ardimentosa. La stessa che fece Delneri l’anno del 4 posto, praticamente gli schemi difensivi sono gli stessi.

      E’ chiaro, oggi come oggi, che se a Sala viene il raffreddore e a Pavlovic il mal di pancia ti trovi Pereira e Dodò come alternative. Ossia due “anarchici”, che fanno una fatica bestiale a entrare nei meccanismi della difesa in linea.

      Ciò detto, la ripetizione dei movimenti, partita dopo partita, non può che portare miglioramenti.

  15. Luca scrive:

    Diciamo la verità Paola ci e eravamo illusi tutti quanti ( lei compresa) onestamente ieri sera speravo in un’altra partita e purtroppo quella avvenuta ha risvegliato un po tutti ! Se dopo le sconfitte con Roma e Milan ero cmq fiducioso dopo questa inizio ad avere paura ( non e’ allarmismo o disfattismo il mio) anche nella prima mezz’ora bello vederci ma nessuna iniziativa , nessun guizzo e nessun tiro ! Se Muriel non va ( spero non sia esaurito il suo momento magico) e’ notte fonda, Quagliarella purtroppo non si ritrova più e il giovane Praet e’ ancora poco incisivo , saltiamo il centrocampo la difesa e’ molto preoccupante !!!Pereira non può giocare , sembra impaurito e Regini sulla fascia rende meno ! Il giovane centrale poi anche se non commette errori grossolani ha sempre qualche defezione ( non può farsi anticipare così da Destro !!!!) insomma in difesa la Società ha ceffata completamente il mercato ( troppa presunzione !) e Lunedi a Cagliari ……lasciamo perdere ! Ultima cosa ho sentito le dichiarazioni del mister ( inizio a dubitare che sappia rileggere le partite in corsa) e sembra un Montella 2 ” tutto bene” “continuiamo così ” nooooooo, nooooooo per favore !!!!! Paola cosa ne pensa?

    • Paola Balsomini scrive:

      Non credo di essermi illusa. A me quest’anno a samp piace con tutti gli evidenti limiti che chiaramente ci sono

    • doria65 scrive:

      Skriniar ieri secondo me ha colpe sul primo gol, dove non ha coperto Destro ed ha indotto Regini (altro genio) a non coprire il suo uomo (Verdi). Sul secondo, secondo me sbagliano prima Pereira che si fa saltare come un bambino, poi Silvestre che non chiude e poi Viviano che stava fumando una sigaretta…

  16. Doria65 scrive:

    Ci hai azzeccato, Paola, ti sei solo dimenticata delle vedove di Cassano…

    Ma “quelli de pensiero unico” ci credono ancora, perfino dopo la prima partita persa con merito e giocando male…

  17. Fra Zena scrive:

    Pedro Pereira, 18 anni, non gioca una partita per un anno. Poi ne gioca due in 5 giorni. Risultato? Secondo tempo in cui ha giocato quasi da fermo, in balia degli avversari e dei crampi, con enorme rischio di farsi male. Ecco secondo me l’emblema della Samp attuale. Paola, non è questione di fenomeni o brocchi: il punto è che abbiamo una rosa troppo leggera, troppo giovane, enormemente incompleta in molti reparti. Anche nelle partite iniziali lo si era visto, poi si sperava in innesti di mercato che non sono arrivati, ed ecco il risultato. Ieri il Bologna, solido e mediamente talentuoso, ci ha dato una lezione di come si gioca a calcio. Gli episodi te li devi cercare; il gol di Verdi è venuto dopo un quarto d’ora in cui eravamo chiusi nella nostra area, con rischi enormi, ma quando mai noi riusciamo a creare 3/4 occasioni in un quarto d’ora? Ormai è chiaro che ci sarà da soffrire anche quest’anno; la serie A, seppure in declino, non è una barzelletta o un campionato “primavera” E la cosa che mi rode di più, detto con sincerità, è che nel giro di 2/3 anni siamo diventati una squadretta. Le nostre rivali storiche (Genoa in primis, ma anche Bologna e probabilmente Torino) ci arriveranno nuovamente davanti e noi saremo lì a soffrire con Empoli, Pescara e compagnia. Non una gran prospettiva, ma almeno a settembre è già tutto chiaro, senza equivoci e fraintendimenti. L’obiettivo è la salvezza, punto. Noi tifosi facciamo il possibile, questa squadra ha bisogno di molto sostegno o rischia di squagliarsi

    • Stella scrive:

      Tutto giusto. Pensavo al chievo, che in silenzio,non sborsando cifre enormi, (società di persone serie), le cessioni e gli acquisti sono fatti in modo intelligente e funzionale.

      • Mousse Dembele' scrive:

        Complimenti Stella, non potrei essere più d’accordo

      • Paolo1966 scrive:

        Il Chievo ha la capacità di comprare bene e rilanciare gente già abbastanza esperta. Vedasi il nostro Cacciatore o Birsa. Quando ha da vendere vende benissimo. Vedasi Paloschi. Fanno la nozze coi fichi secchi avanzati da un altro matrimonio…

  18. Lollo scrive:

    Ieri , allo stadio, ho visto tutto quello che non vorrei vedere: predominio sterile per 30′ ( se vuoi e puoi giocare solo 30 – 40 minuti almeno in quei minuti buttala dentro !!! ) poi il nulla, difesa da panico, squadra incapace di una qualunque reazione ( negli anni 80 sull’1-0 la partita era finita o quasi adesso le partite incominciano dall’1-0 ), disarmanti..il simbolo del match sono da una parte il gran gol di Verdi a chiudere in rete un’ottimo taglio di campo ( cosa che noi non facciamo mai .. ), dall’altra la ciabattata di Barreto , ironia della sorte nella stessa porta, su ottimo spunto di Praet.
    Inutile accanirsi sui singoli, la gara di ieri è da dimenticare, spero che sia stata veramente la classica buccia di banana…

  19. piero scrive:

    Io sono sempre stato contrario al trequartista perchè o è uno che fa la differenza o è un uomo in meno.
    E ieri di uomini in meno ne avevamo già uno. Il Quaglia mi sa che sia alla frutta. Che voi sappiate è infortunato?
    Comunque era prevedibile una debacle del genere dopo due furti consecutivi. Squadra giovane, si è un po’ depressa. Ci riprenderemo!
    Forza Samp sempre e ovunque

  20. Lapo scrive:

    Tutti lì, adesso, a gettare fango sulla squadra, sull’allenatore e la società… Che ci fossero problemi lo sapevamo anche prima, no? Che la società abbia operato sul mercato secondo logiche difficilmente comprensibili, anche; e allora? Ognuno ha le sue colpe; l’allenatore che si ostina a far giocare i soliti 11 come se non ne avesse altri (probabile…) o non concepisse il significato di turn-over (ieri alcuni erano decisamente spompi, incapaci di correre dopo 10 minuti…); la società che ha comprato 5 giocatori per un ruolo (quello ricoperto all’inizio da Alvarez e adesso da Praet) ma troppo pochi difensori (speriamo che regga Silvestre, altrimenti siamo spacciati contro ogni avversario), tre soli attaccanti (forse tenersi Bonazzoli non era poi un’idea malvagia).
    Questi sono i giocatori, questo il presidente e il DS; volere o volare… L’obiettivo è la salvezza (anche se Osti non si pone obiettivi… Mi sembra che si ponga anche poche domande su se stesso…), non dimentichiamolo mai, sia quando giochiamo bene che quando giochiamo male, quando vinciamo e quando perdiamo. MAI!

  21. giacomo scrive:

    ciao Paola,

    lo sapevamo, dietro siamo contati e neanche di livello: due titolari rotti (sala e pavlovic, che sono giocatori di ruolo ma non fenomeni), le riserve sono discutibili.. skriniar, dodo, perreira.
    il portoghese e lo sloveno sono molto acerbi, hanno potenzialità ma non sono certo da considerarsi in grado di reggere la partita (oggi).
    dodo è l’unica pecca del mercato: troppo soldi per uno che dovrebbe giocare terzini ma è un esterno d’attacco. potevamo fare un investimento diverso (un centrale con regini terzino o un terzino con regini centrale).
    gli avversari ci attaccano larghi sugli esterni ed andiamo in musse..

    per il resto della squadra, sono convinto che bisogna trovare un equilibrio e alcuni titolari stanno ancora in panchina; il mister nelle prossime settimane prenderà delle decisioni ed imposterà la via..ha ragione a dire che il campionato è lungo.
    teniamo duro!

  22. bob55 scrive:

    Ieri,vedendo Gasta all’opera ci si e’ resi conto di quanto sia importante,per una squadra di giovani,una difesa esperta.Con lui e Lollo 3 punti sicuri nelle ultime the partite.Detto questo la societa’ ha scelto cosi’ e soffriremo ancora parecchio.Una nota sul mister che ha dato si un gioco alla squadra,ma sembra fossilizato su alcuni giocatori che hanno bisogno di essere alternati ogni tanto.

  23. marco Risso scrive:

    Ragazzi…siamo ritornati nell’incubo!Sembra la Samp inconcludente dello scorso anno.
    Non capisco a cosa serve mantenere il predominio per 25 minuti se poi non effettui un tiro in porta degno di questo nome,nulla di nulla..predominio sterile ed improduttivo.
    Il bologna in 8 minuti ha fatto gol,fatto fare un paratone a Viviano e collezionato altre due limpide palle gol.
    Ormai gli avversari sanno che la Samp gioca 25/30 minuti e poi scoppia,ci fanno sfogare e poi colpiscono in tranquillita’(milan a Marassi docet)
    Non sono neanche d’accordo sulla scusa del mister che ha dichiarato che eravamo in 10,a quel punto perdevamo gia’ 2-0 e questa squadra non avrebbe mai raddrizzato la partita nemmeno in 11.
    Cosa manca in questa squadra?Non lo so…c’e’ una accozzaglia di trequartisti e mezze punte incredibile e sicuramente non c’e’ un bomber vero..uno che la butta dentro senza fronzoli,per intenderci uno alla Borriello,alla Girardino,alla Luca toni.
    Guardando le statistiche generali balza subito all’occhio che solo due squadre non hanno mai segnato nel secondo tempo,una siamo noi e l’altra e’ il Crotone..ci sara’ una ragione,no?Gianpaolo deve capire che e’ inutile far correre come dannati i suoi per 30 minuti..le partite durano 94/95…deve dimostrare di essere “un maestro di calcio”per adesso non ho visto nulla e corriamo il serio rischio di beccarci la quarta sconfitta a Cagliari che e’ un campo davvero complicato.
    Due parole su Quagliarella,mi sono accorto che era in campo solo perche’ c’era il suon nome nelle statistiche di fine partita,ma dov’e’ il giocatore che tirava da tutte le posizioni? Che lo scorso campionato(prima parte) ci massacro’ quando giocava con il Toro?A noi uno cosi’ non serve.Sara’ un’altro campionato di sofferenza.
    P.S. Una domanda per Paola,sai nulla del possibile ingaggio di uno svincolato come Maicon o Mexes?

  24. Alessio scrive:

    Cerchiamo di non deprimerci.
    certo ieri era una di quelle partite che rappresentano i nodi di svolta del campionato. Abbiamo fatto male. Ora servono 4 punti con Cagliari e Palermo. Se non vengono sarà un altro anno di sofferenze.
    Il quagliarella ed il pereira di oggi sono impresentabili mi spiace dirlo. Se sala non rientra subito dopo la sosta urge inserimento di uno svincolato.
    Purtroppo Castan e Cassano, viste le scelte di allenatore (il primo) e della società (il secondo) dovevano essere rimpiazzati meglio con gente di maggior spessore. Avessimo fatto quello mi sentirei tranquillo. Così un pò meno.
    Speriamo in bene e sempre forza Samp!

  25. gioia scrive:

    Cara Paola, non si può commentare negativamente?
    E perché mai?
    Giampaolo non riesce mai a dare una svolta tattica alla partita, e, dati alla mano, non azzecca i cambi.
    E’ un suo limite.
    Sarà anche un professore……………………………..l

    • Paola Balsomini scrive:

      Perché non si può commentare negativamente ? È’
      Un blog e ognuno può dire la sua

      • Joe Kidd scrive:

        Ma insomma…qui dentro mi sembra che qualcuno partecipi solo per perseguitare coloro che osano non allinearsi al pensiero unico.
        Una sorta di stalking da parte di chi attribuisce patenti o meno da sampdorianità e che interviene solo per chiosare in modo molto fastidioso e con atteggiamento di superiorità, che chiude ogni forma di possibile confronto, post altrui senza mai esprimere una propria posizione.

        • Paola Balsomini scrive:

          Scusi ma non ho capito. Si riferisce a qualcuno in particolare? Io lascio che parliate tra voi, e’ un blog a servizio dei sampdoriani. Se qualcuno mi chiama in causa intervengo volentieri

          • Joe Kidd scrive:

            Ovviamente non mi riferivo a Lei…un nome a caso? Fioretta, quella che chiosa, attacca e fugge.

            A dire il vero, e penso che il post di gioia si riferisse a quello, non ho trovato felice nel Suo post introduttivo il riferimento a coloro che sicuramente si sarebbero lamentati della sconfitta escluse le vedove di Cassano che…non se ne può più…;-)

          • Joe Kidd scrive:

            1 punto a Cagliari e 3 col Palermo.
            Questo deve essere l’obiettivo.
            Magari partire più prudenti lunedì sera dosando le energie anche con un po’ di turnover.

  26. danilo scrive:

    Abbiamo due terzini di fascia completamente inutili. dodo’ e pereira.
    Se non gira torreira si torna alla samp dell’anno scorso.
    Cigarini non avra’ ancora il ritmo partita ma sembra un giocatore della nintendo.
    Quagliarella stanco,sembrerebbe meglio schik che budimir.
    Praet meglio, ma oggi rende di piu’ Alvarez.
    Se gli ultimi 5 minuti di ogni tempo li giochiamo senza superare la meta’ campo è meglio
    Per ora non mi preoccupo

  27. Daniele da Rapallo scrive:

    Cara Paola, grazie per lo spazio, innanzitutto.
    Con glia anni, invecchiando, e con l’esperienza mi sono reso conto che spessissimo la prima impressione si rivela poi quella più giusta anche se si passa attraverso fasi che inizialmente sembrano smentirla….ma alla lunga è così (ovviamente non sempre).
    Alla fine della campagna acquisti penso che mediamente tutti fossero tiepidamente soddisfatti con forti dubbi circa il reparto difensivo dove si è investito poco e su un attacco tutto da scoprire (budimir e Shik, con quest’ultimo che l’allenatore vede come trequartista…mah : non sono un tecnico..). Via Castan, vendi De Silvestri, incassi i piccioli ma poi ti rimane Sala che è forte ma si rompe spesso ed un giovane Pereira.
    A sinistra ti ritrovi con un ex Frosinone, che magari potrà crescere ma intanto è rotto e con la scommessa di Giampaolo, Dodò, che vi assicuro (parole sue), Mancini ha definito come una pippa.
    Anche il nostro principale talent scout (quello che di fatto fa tutto il lavoro, mentre Osti sta vicino alla squadra), Riccardo Pecini, è un giovane talentuoso e figlio d’arte ma non può certo indovinarle tutte.
    A questo punto direi che resta la speranza dell’esplosioni di queste giovani promesse che in realtà consiste più che altro nell’affermazione di Praet che già affermato in realtà dovrebbe essere, vista valutazione, corteggiamento delle squadre, ingaggio ed esperienza in champions.
    Muriel continuerà così ?
    Quagliarella qualche turno di riposo alle terme di Fiuggi, anche se ha peso come esperienza, no ?
    Potremo sostituire il Barreto di quaest’anno con un Cigarini o Fernandes in quel ruolo?
    Quest’estate pensai che Giampaolo non avrebbe mangiato il panettone, poi però mi sono ricreduto e tuttora sono contento per il gioco conferito, ma come saprà gestire i momenti di difficolta? Già tre sconfitte di fila (anche se le ultime 2 immeritate) si inquadrano come momento di difficoltà.
    Speriamo ora nella partita di Cagliari, altra storica bestia nera, dove rientrerà l’ennesimo trequartista Alvarez, che fino ad ora ha giocato bene e voluto da Montella.

    Faccio un po l’avvocato del Diavolo, che ne pensi Paola ?

    • Paola Balsomini scrive:

      Hai ragione però penso che Muriel prima o poi avrà un calo fisico ma che comunque sarà l’anno della consacrazione. Il problema di barreto dove sta? In panchina ci sono Fernandes e Cigarini che sarebbero titolari ovunque… Quagliarella può dare un contributo. Non in tre partire in una settimana

      • Giorgio68 scrive:

        Paola, con tutto rispetto, credo che dovresti essere un po’ piu’ obiettiva ed avere meno certezze (leggi anno di consacrazione di Muriel). Al momento siamo una squadra molto impalpabile che si regge su Linetty, Torreira e Barreto per un tempo e che poi sparisce dal campo. Una squadra lenta e presuntuosa che adotta un tiki-taca senza concludere nulla e che al primo affondo degli avversari sulle fasce o alla prima palla lunga a scavalcare il centrocampo va letteralmente in crisi. Certo, siamo una squadra giovane di buone prospettive future se per lo meno 3-4 elementi cresceranno a dovere ma, per ora, dobbiamo sperare di non perdere a Cagliari (neo promossa) e vincere con quel Palermo “violentato” negli ultimi due anni da quel simpaticone di Zamparini. Auguri.

        • Paola Balsomini scrive:

          Certezze nemmeno una. Nel calcio poi, figurarsi, ancora meno. Ma resto fiduciosa, quello sì

      • tano scrive:

        cigarini non era titolare neppure nell’atalanta l’anno scorso, un motive ci sarà

        • francesq scrive:

          Nemmeno Fernandes era titolare a dire il vero… Era anzi contestato spesso dalla curva dell’Udinese.

  28. Marco scrive:

    Avevo fortissimi dubbi a inizio stagione , sulla rosa della samp e sull ‘allenatore.
    Le prime partite mi hanno fatto ricredere in parte.
    Bel gioco e un Muriel a tratti devastante ci hanno consentito di vincere le prime due e giocarcela alla pari con Roma e Milan.

    I grossi limiti del reparto arretrato però si palesano ogni qualvolta la samp viene attaccata dagli avversari.

    La mia domanda resta sempre una …..

    Che senso ha comparare sette centrocampisti e non prendere invece un paio di difensori quantomeno decenti?

    Che senso ha pagare cassano e tenerlo in tribuna visto che quest’ anno si era allenato per bene in ritiro?

    Spero di ricredermi nuovamente e spero di veder di nuovo giocare la Samp come il primo tempo contro il Milan

  29. daddix scrive:

    Non so per quale motivo Giampaolo si ostini a far giocare Skriniar

  30. Pino scrive:

    A me la Squadra mi è sembrata che è scivolata non sulla banana, ma sull’inesperienza. Il Bologna, Squadra di marpioni, ha fatto ben bene sfogare i nostri, lasciandoli a fare uno sterile gioco di possesso palla a centrocampo. Aspettando ben bene che si stancassero. Al 35′ circa, s’è visto il crollo : improvvisamente sono retrocessi tutti in difesa, ed il Bologna ha cominciato ad attaccare. Preso il gol, nel secondo tempo come a Roma, la Squadra non ha avuto forza di reagire.
    Quindi si è passati al non gioco dell’anno scorso a questo gioco bello e sterila che purtroppo porta pochi tiratori a cercare lo “shut”.
    Ora penso anche io che con un Cassano anche se seduto, ma in condizioni di mettere la palla sui piedi (e non a 10 metri) dai tiratori, sembrerebbe un’opportunità da non lasciar perdere. La Squadra è debole in attacco, altro che in difesa (a parte che ieri Pereira e Regini son sembrati degli onesti giocatori di lega PRO). Insomma la situazione non è per niente rosea, e nemmeno grigia. Piuttosto nera, invece. Vista la non concomitanza, mi son visto anche la partita dei “Cugini”. Onestamente, devo dire sportivamente parlando, quelli continuano ad avere un cuore (oltre che al portiere) grande così. Noi continuiamo ad avere signorine delicate. A Cagliari, oltre ad avere tradizione di campo e squadra nettamente bestie nere, sarà bene tornare ad un gioco meno appariscente, ma scommettere tutto sul contropiede e la velocità di Muriel, unica boccia, visto che ormai Quagliarella è solo una comparsa.

    • Heisenberg scrive:

      Vi ricordo che Giampaolo ha detto ieri che il turnover era inutile poiche la condizione fisica era “eccellente”….non aggiungo altro salvo che vedrei bene un 4-1-4-1 con quaglia fuori e un centrocampista in piu a proteggere la difesa….fasce a b fernandes e alvarez.

  31. robmerl scrive:

    Perdere giocando bene fa incxxxare due volte, però c’è un limite evidente: se non concretizziamo nel primo tempo, quando creiamo una mole enorme di gioco, basta che il centrocampo molli un attimo, lasciando scoperta una difesa non certo imperforabile, e andiamo sotto. Muriel, con la sua tecnica e il suo movimento, dovrebbe fare la seconda punta con Budimir centravanti.
    Praet è un ottimo elemento: dovrebbe solo sveltire e le giocate e tentare anche il tiro quando è vicino alla porta.

  32. Paolo1968 scrive:

    Paola, evidentemente i commenti confermano esattamente quello che hai scritto.

  33. Max Samp scrive:

    Trovo che si sfrutta poco il gioco sulle fasce,il nostro gioco é troppo concentrato in mezzo al terreno e alla lunga diventa previdibile ,con il passare dei minuti di gioco si perde lucidita’ e i passaggi in mezzo diventano meno puliti e intercettati piu’ facilmente.
    Speriamo di recuperare in fretta almeno Sala
    Avrei messo dall’Inizio Budimir al posto di Quaglia che mi pare scoppiato che dire d’altro ….siamo una squadra giovane rifatta interamente ci vuole tempo e paziena testa al Cagliari adesso e al lavoro .

    • Lollo scrive:

      Concordo ! In certi momenti della gara, cambi di gioco, aperture e fasce , sono aspetti decisivi..ieri lo si è visto !

  34. eraldoca scrive:

    Tu Paola parli di finali di gara ma tutti i secondi tempi ed a Bologna anche gli ultimi 15 minuti del primo, ti sembrano i finali di gara?
    A Bologna anche nella prima mezz’ora che abbiamo tenuto palla non ho visto assolutamente cattiveria agonistica e determinazione; facevano il compitino quasi un po’ svogliati. Così non andiamo da nessuna parte.
    P.S. Visto l’agonismo di quelli cha hanno giocato ieri a Marassi fino al 95′ e contro il Napoli non il Bologna ?

  35. francesq scrive:

    Io non sono preoccupato.

    Se persegui un progetto tattico, se hai molti giovani in squadra, le battute a vuoto sono il prezzo che ti tocca pagare.

    Anche ieri c’è stato molto di positivo: nella prima mezz’ora il Bologna non ha letteralmente toccato palla e pure nel secondo tempo, con buona pace di tutti, il Doria ha avuto tre palle gol colossali, fallite per poca lucidità.

    Il liet motiv della partita è cambiato quando Torreira ha fallito un passaggio banale in orizzontale, lasciando il campo al contropiede del Bologna. Lì gli avversari si sono scrollati dall’impasse e hanno capito che potevano evitare di rimanere in nostra balìa per tutta la partita.

    Poi, ovvio che la squadra non sia perfetta, così come non lo è la rosa.

    Ad esempio Pereira è agghiacciante, lontano anni luce dall’essere un giocatore di Serie A, apertamente e incontastabilmente colpevole su entrambe le segnature del Bologna (ha la tendenza ad andare per farfalle e a non tenere la posizione). Non può essere lui l’alternativa a Sala, sulla destra. Si è creato questo (falso) mito che Pereira sia un fenomeno, ma io di fenomenale vedo molto poco. E un ragazzo che deve crescere senza pressione, farsi qualche campionato di B, tornare in A tra 4 o 5 anni e dire la sua. Fargli fare certe figuracce serve solo a bruciarlo e sarebbe un peccato… Morale? Non andava ceduto De Silvestri, fesseria atomica. Oppure andava preso un terzino più funzionale di Dodò, vera incognita del nostro mercato.

    Altra cosa. Il Bologna ha recuperato terreno piazzando l’ungherese a uomo su Torreira e giocando a “patte” lunghe e pedalare, come i pionieri del calcio che fu. Non può bastare così poco a disfare una squadra raffinata e “giocoliera” come la nostra. Ma sono sicuro che Giampaolo saprà trovare le contromisure, magari facendo partire l’azione “abbassando” una delle mezzeali (come fa la Roma) e dando respiro al nostro regista.

    Quagliarella, nel giampaolismo, non mi convince. Ma a sentire il mister è un giocatore fondamentale, quindi mi metto volentieri ad aspettarlo.

    Praet non mi sembra un fenomeno. Soprattutto mi sembra un interno e non un 3/4. Comunque non è affatto un cattivo giocatore e merita altre occasioni..

    Ragazzi, difetti a parte, qualche sconfitta a inizio anno non vuol dire assolutamente nulla. Siamo in fase di costruzione, la squadra è nuovissima e il progetto è ambizioso.

    Ci vuole solo un po’ di pazienza.

  36. Stella scrive:

    Inutile girarci intorno, la squadra è incompleta, ci sono dei giovani che promettono bene ma che faranno fatica a crescere senza un’ossatura, poichè la rosa non è stata costruita con criterio ma si sono inseguite tutte le possibili plusvalenze.
    Mi spiace dirlo, ma questa è la realtà.In campo ci manca un “leader” e questa assenza pesa tantissimo negli equilibri di una squadra.Si spegne Muriel e gioco forza pure la Samp.In difesa lo sappiamo la coperta è cortissima.Questa col bologna poteva essere la partita per iniziare a capire chi siamo anche se penso sia più giusto dare un giudizio complessivo tra almeno dieci partite.Contro una difesa discreta come quella di ieri del bologna con in porta un modesto portiere non siamo riusciti ad impegnarlo,ergo bisogna essere più concreti e cinici.
    Purtroppo e lo dico a malincuore stiamo diventando prevedibili, e questo non è un bene.
    La sconfitta di ieri può aiutare ,se Giampaolo riesce a cogliere gli aspetti negativi,i cambi a centrocampo per esempio più tempestivi, affiancare a Muriel un attacante che crei qualcosa,in difesa possiamo fare poco se non sperare che i due titolari sulle fasce recuperino in fretta.
    Sono tre sconfitte consecutive e spero che non abbiano un impatto troppo negativo sul morale dei ragazzi.Detto ciò,non eravamo da EL prima, non siamo da B sparata ora. Non basta solo il bel gioco se dopo trenta minuti sparisci dal campo e non tiri
    in porta.Ora testa al Cagliari e dopo la trasferta sarda vedremo se saremo riusciti ad invertire la rotta.

  37. alup scrive:

    Certo sconfitta meritata ma la colpa va suddivisa fra Giampaolo ed Osti.
    La difesa oltre a Sylveste e Regini ha solol dei mediocri giocatrori che non sanno marcare,
    il centrocampo deve essere Cigarini, Torreira e Linetty con Praet trequartista, per quanto riguarda gli attaccanti inserire Budimir al posto dello spento Quagliarella.
    Osti ha comprato 4 trequartisti con in rosa Alvarez e Cassano lasciando la difesa con pochi cambi mediocri , manca un vero leader , va bene puntare sui giovani ma bisogna avere dei punti fermi di esperienza , ora la classica piange e se perdiamo a Cagliari la partita con il Palermo diventerà uno spareggio.
    Osti deve muoversi e comprare a Gennaio un forte difendere centrale ed alleggerire la pattuglia dei trequartisti (Dujric) e chiarire la situazione di Cassano.
    Saluti

  38. giovanni scrive:

    paola buongiorno; la prima cosa che mi viene in mente dopo avere visto la partita ed i risultati è: abbiamo vinto contro due squadre che come noi si giocheranno la salvezzo o poco più su ed abbiamo perso con le altre, poi che sia venuto tutto in fila secondo me poco importa o cambia ma se quella pioggia di roma non avesse fatto chissà quale danno….e avessimo portato a casa i punti boh forse sarebbe cambiato tutto? non lo sapremo mai
    è chiaro che ci stiamo posizionando dove ci meritiamo, avremo a che fare con un’annata che non sarà particolarmente felice da questo punto di vista; bando fin d’ora ai voli pindarici e sotto con la concretezza, lasciamone dietro sempre il più possibile, cerchiamo di giocare a pallone, tiriamo fuori qualche ragazzo e cerchiamo di penare non più di tanto…o magari anche nulla via…
    non tutto è male, la prima mezzora abbiamo giocato solo noi, qualche occasione (a proposito ma la spizzata del difensore del bologna con rinvio dal fondo??? senza protestare???) ma è bastato che donadoni capisse quello che era l’uovo di colombo ed è stata notte…nargy che stringe torreira che viene poi spesso raddoppiato ed è stato…il buio…ma siamo davvero tutto li??? quindi o nessuno aveva capito che era così facile giocare contro la samp o davvero se torreira non “gira” possiamo d’ora in poi fare a meno di andare e darla vinta? ma una soluzione alternativa? ma c’è un qualcosa che nel caso che gli avversari ti ostacolano puoi mettere in pratica per…incxxxxxxxteli lo stesso? ho capito che cigarini con un pò più di malizia, mestiere ecc rispetto all’uruguaiano lo può fare, magari alternando gioco corto a gioco lungo che torreira non ha ancora nelle corde e può essere un’alternativa, ma in campo DEVI trovare una soluzione…fai scendere praet ad impostare, fai arrivare la palla ai terzini che spingono nascndila sotto la maglietta e fallo ricomparire nella loro area..ma caxxxo…no, quarto d’ora finale consegnati inermi (anzi con qualche palla data da noi a loro per farci male) al bologna che aveva già rischiato di segnare in almeno due/tre circostanze e gol che arriva poi nella maniera più inevitabile con una rete anzi che rete! che difficilmente scorderà anche verdi; lì si potrebbe dire che c’è un pò di sfiga: se tieni lo 0-0 fino al secondo tempo…no, a vedere come siamo rientrati dagli spogliatoi direi che ne prendevi due nei primi cinque minuti, ma la sveglia???
    la partita è stata semplice, sapendo come giochiamo ci hanno studiato bene ormai lo fa chiunque: è chiaro che la quattro dietro sullo sviluppo dell’azione degli altri a destra chiama il tuo terzino sinistro alla diagonale, ma allora il centrocampista di sx deve essere li e se invece linetty un attimo prima si fa scippare la palla a 70 metri da viviano…per questo che la quattro dietro si gioca spesso con i quattro in mezzo, con le coppie (novellino lo ricordiamo?) per coprire meno campo (se guardi il post dopo il barcellona lo avevo detto, ti spostano ti attirano dall’altra parte e…ti fregano, solo che per messi è più facile) ed i nostri tre in mezzo ripeto secondo me hanno troppo campo da coprire, il fiato ed i muscoli sono quelli, se vai in fatica sonodolori; poi se ci metti pereira che va a chiudere nella tre quarti degli altri un uomo non suo senza alcuna speranza di anticiparlo e lascia 20 mt a krejci che nel primo tempo ti ha già fatto imbestialire ed ha fatto già un assist….pereira….l’unico che ha avuto i crampi…l’unico che ha 18 anni….ah già è un pò che non gioca, ha giocato venerdi…è stanco….acc avevo appena detto che mi sembrava maturato e più ometto rispetto all’anno scorso…subito contraddetto proprio vero che di calcio non capisco nulla.
    una volta che avevamo il vantaggio di avere avuto un giorno in più di riposo e che abbiamo un giorno in più di recupero perchè giochiamo lunedi…ma sfruttarlo no???
    non siamo brocchi, anzi direi che se ci svegliamo un pò si intravedono le qualità praet deve un pò cambiare… passo (l’anticipo preso da gasta….uso del corpo caxxxo, piuttosto prendo rigore, ma l’esperienza italiana… conta) shick si muove bene ma ciò non basta, abbiamo avuto anche tre occasioni per segnare….ma nemmeno con le mani… a sei metri dalla porta abbiamo mandato la palla sei metri fuori, con l’aggravante che c’era da costa in porta…. mahhh, a questo punto le prossime scelte di gianpaolo che probabilmente pensava di avere già risolto molto, sarà da rivedere qualcosa, quagliarella così fa male per primo a se stesso, forse cominciare a rimpolpare il centrocampo magari in trasferta con una mezzala in più anche solo per cercare di non arrivare sempre a carte scoperte con gli avversari che ti hanno studiato non gusterebbe, e magari strappare anche un punto…capisco che vedere correre la palla è bello, ma a volte anche soffrendo il punto fuori casa….in soldoni niente di grave fino ad ora le cose peggiori sono la scarsa quantità di cambi che puoi dare a sala e pavlovic dietro senza rischiare qualcosa (pereira e dodò…non mi sembrano cafù e r.carlos), ma qualcosa c’è o ci dicano che siamo rimasti annegati negli spogliatoi a roma, ma si DEVE cambiare passo, ora comincia un ciclo di partite con cagliari, palermo pescara e derby, poi cia facciamo il trittico della facile gita infrasettimanale a torino bianconera, l’inter e la fiorentina, poi sassuolo a pranzo…
    quindi punti con quelle al nostro livello, derby senza fiatare nemmeno perchè…è il derby e qualche punto da strappare anche alle grandi, perchè no? ma regolare il motore e l’assetto mi pare che sia già necessario.
    ultima annotazione: ma possibile che chi gioca con noi arrivi sempre da una sconfitta? atalanta, roma (che in verità aveva pareggiato, ma dallo 0-2 di vantaggio), poi il milan, il bologna, ora il cagliari…
    grazie paola dello spazio, un saluto a tutti i ragazzi e perdonatemi ma l’incxxxxa cresce di partita in partita.

  39. bigrobby scrive:

    e finalmente escono tutti dalle tane. e se no cosa cosa possono fare se giocassimo bene e vincessimo. ora siamo scarsi, i giovani brocchi, cassano di nuovo in campo, il viperetta vattene. Che popolo di m……alla quinta siamo già a distruggere tutto.
    Giampaolo vattene voglio Cavasin.

  40. Bulgaro scrive:

    coperta corta sulle fasce e testa troppo giovane.. io la sintetizzo cosi.

    per la prima ormai si può fare poco, per la seconda, se la tramutano in esperienza, può diventare un farrore positivo per il futuro.

    ora bisogna far punti in fretta, non per la classifica, ma per il morale.. a perdere ci si abitua.

    • francesq scrive:

      Certamente. Anche perché i fantasmi dello scorso anno sono ancora troppo freschi. E’ legittimo che la gente si lamenti e si spaventi, vista la stagione che abbiamo appena vissuto.

      Io però resto convinto che ci sia un abisso tra il marasma dello scorso anno e la squadra di oggi.

      Speriamo di non essere smentito.

      • Bulgaro scrive:

        Anche a me pare così, ma di inizi incoraggianti con proseguimento disastrosi ne ho visti un po troppi negli ultimi anni per stare tranquillo. ☺

    • Stefano_1970 scrive:

      In reatlà centrocampisti esterni d’attacco ne conto zero e di attacanti altrettanto.
      Più che coperta corta direi senza coperta. Devono lavorare su altre strategie di attacco.

      • Bulgaro scrive:

        Perché non servono, nel modulo 4312 servono centrocampisti duttili, ma soprattutto terzini coi fiocchi che sappiano difendere e far la fascia.
        In rosa abbiamo Sala che a me piace, ma è fragile ed un ragazzino che patisce quando lo attaccano a destra; a sinistra Pavlovic che è un po un enigma, Dodo che non è capace a difendere e amunzie che pare anche lui essere uno che spinge comunque oggetto misterioso.

        Bologna, il secondo tempo a Roma o col milan probabilmente avremmo sofferto molto meno con le fasce presidiate adeguatamente

        • Stefano_1970 scrive:

          Sei hai 3 centrocampisti di puro filtro (faranno 10 goal in tre questa stagione? ) ed un tridente che vuole la palla sui piedi credo che parliamo di difensori laterali da Juventus. Forse un po’ troppo per questa società

          • Bulgaro scrive:

            No gente che interpreti il ruolo con diligenza, gente tipo Cacciatore, quadrato (anche nei piedi) che spinge, ma difende anche senza essere un colabrodo.

  41. luigi scrive:

    Ma o ci siamo o lo facciamo perché non è possibile:: sbaglio o è da quest’estate che il 50% dei tifosi come il sottoscritto andiamo dicendo difesa da paura e Muriel senza alternative perché quaglia ormai datato? Una miriade di centrocampisti e 2 difensori scappati da casa però se usi questa terminologia sei pessimista e disfatista ed ora i risultati sono visibili a quelli che hanno occhi per vedere. Ps per la cronaca l’altro 50% dei tifosi sono quelli che fanno i selfie con Ferrero e che non vogliono bene ai nostri colori. Cara Paola può darsi che non sia stato tenero nella disamina però giornalistica mente siete “mio parere” troppo teneri a volte un po’ di verve non guasta!!!

  42. Ermanno san Martino scrive:

    Se Giampaolo e’ un maestro di calcio io sono Claudia Schiffer….

  43. Luca scrive:

    Perdona Paola ; Preat 9mln di euro + vendita di Pereira o non acquisto di Djuric ( non sappiamo nemmeno come sia ) per un totale di euro 13/14 mln ! Non aveva un senso e pertanto non era più logico acquistare Saponara e Barba che per giunta dove giocavano lo scorso anno e chi erano come allenatore ????? Non mi sembra di affermare un’eresia o no ?

  44. petrino scrive:

    x paolo 1968:

    Le mammole giunte dall’ est non reggono la pressione di 3 sconfitte di fila, se non 4 con il cagliari.
    Io le reggo benissimo, anche perché ho visto giocare pinella baldini e adriano bassetto , sergio brighenti, tito cucchiaroni e di questi milionari al caviale di oggi me ne faccio un baffo

    E dovrei preoccuparmi per questi “modelli”?
    Giampaolo con il suo tiki taka e’ un montella spurio. Lo scrive anche primocanale, ritenendo che l’ articolo sia della nostra moderatrice.
    Giampaolo ha cacciato il roccioso castan per il fighetta skriniar. Un vero genio della pelota il nostro abruzzese.
    Quagliarella va per i 34, sulle spalle ha almeno 17 anni di carriera, ormai non ha piu’ nessuna motivazione. va messo in panchina, anche se gli aziendalisti lo vogliono in campo, come pure quelli del pensiero unico, a prescindere da ogni risultato e scarsa prestazione.

    • Gipo Samp scrive:

      Caro Petrino noi molto over anta concepiamo un calcio di altri tempi, mentre i tifosi moderni si abbeverano ai giornali locali e rubriche sportive TV genovesi dove giornalisti e opinionisti sono sempre benevoli nei loro giudizi verso squadra, allenatore e società (Controcalcio escluso). Circa Giampaolo, prima accolto con molto scetticismo e poi idolatrato dopo le due vittorie iniziali contro un Empoli e Atalanta dimenticando che le due vittorie sono state opera della bravura e dei jolly pescati da Muriel, sono andato a vedermi il suo curriculum ed ho scoperto che ha un record di esoneri e brevissime permanenze ovunque è stato, per cui una ragione ci dovrà pur essere. Se pensi poi che chi costruisce la squadra è Osti, quello che qualche media ci racconta lo volesse il Milan( tutto è possibile da quando sono cinesi) e che come scrive simpaticamente Mousse Dambelè (7) gli avrebbe preso sei portieri, come da noi ha preso sette lenti e/o acerbi centrocampisti lasciandoci senza difensori, il quadro è completo. Ho visto Genoa – Napoli (gufando) con la speranza di veder mitigato da una sua sconfitta il senso di disastro che mi aveva lasciato la Sampdoria di ieri più incontri precedenti e di cui mi sono lamentato nei miei commenti, e ne sono uscito ancora più malconcio nel morale dopo aver visto il loro tipo di gioco fatto di verticalizzazioni, tiri a rete, velocità, pressing, gestione dei cambi e corsa a ritmo altissimo sino al 93’ quando il portiere ha salvato il Napoli. Dopo l’euforia delle prime tre partite dove perfino la sconfitta della Roma è stata salutata come una vittoria e quella col Milan con applausi, Samplace pare diventato per molti tifosi (conduttrice esclusa) un blog da tifo del pensiero unico dove deve per forza sempre prevalere il positivismo altrimenti rischi botte da bibino. Se continuiamo con questo gioco sterile e ossessionante del giro palla di centrocampo senza mai arrivare al tiro in specialmodo nel st. spero solamente che ci siano tre squadre peggiori di noi.

      • Paolo1968 scrive:

        Grazie per il tifoso giovane. Non è demerito se ho “solo” 48 anni.
        Personalmente non mi abbevero nè dai giornali nè dalle rubriche sportive.
        Sono un forte seguace dell’insegnamento di Mantovani e non mi parte l’embolo de perdiamo 3 partite di fila. Cerco di non esaltarmi o demoralizzarmi per poco, tutto qui.Non butto tutto nel cesso dopo UNA partita persa e giocata male. Non taccio gli altri di bibinismo e sto alla lontana dal “pensiero unico”, che peraltro è speculare sul fronte ottimisti / pessimisti.

        E non guardo le partite del Genoa

      • moussa dembele' scrive:

        Caro Gipo, la tua bella considerazione sull’età dei tifosi mi da lo spunto per un commento. Quando da ragazzo frequentavo il cuore della sud mettendo la testa nei buchi dei bandieroni che mi passavano sopra, pensavo che la Samp fosse una fede e si dovesse tifare a prescindere dalle categorie e dei giocatori purché sudassero la maglia. Col passare del tempo, la fede non è venuta meno, categorie ne ho viste due (il Pizzighettone non mi è toccato grazie a Dio) e per la Samp tifo sempre a prescindere. Forse non ho più tanta voglia di cantare, escludo di respirare fumogeni ma difendo la mia fede in qualunque posto, fisico o virtuale e con le armi mia disposizione, l’ironia in primis. In questo thread ho scritto un post demenziale che tu cortesemente citi, riassumendo un po’ di belinate che la dirigenza ci propina. L’ho scritto di notte dopo l’amarezza della sconfitta di Bologna. Non mi lamento di alcun “pensiero unico” in questo blog, anzi penso che Samplace sia uno dei pochi dov’è consentita libertà di confronto. Molti blogger che la pensano come noi qui si possono esprimere, altri blog sono autoreferenziali e si deve per forza seguire la linea dei moderatori. A quelli che la pensano diversamente, i fiduciosi, che vedono il bicchiere mezzo pieno, che si sono divertiti nei due primi tempi di Roma e Milan e quindi “sperano”, dico “spero anch’io” che abbiate ragione. Anche io voglio che il Doria vinca ma, se perde, il mio amore non cede di un millimetro. Solo state attenti: se qualcuno ha pagato perché un personaggio di dubbia provenienza prendesse la nostra squadra e ne facesse la sua unica fonte di guadagno e speculazione, dobbiamo rassegnarci a sentire quella dell’uva a giorni alterni? Io non gli lascio passare niente. Faccio il poco che posso e auspico che persone che la pensano come me facciano altrettanto

  45. petrino scrive:

    in realta’ cigarini e bruno fernandes sono stati cacciati rispettivamente da dea e udinese. Li abbiamo visti in campo entrambi. Ectoplasmi.
    Gli occhi li abbiamo, non siamo piu’ ai tempi delle cronache cartacee e basta

  46. Tommy scrive:

    Purtroppo la mia analisi era giusta.
    Squadra preparata bene, dal punto di vista del gioco, degli schemi, atleticamente direi anche (anche sei nei secondi tempi caliamo…ma questo potrebbe essere per le ragioni che andrò ad esporre…), PERO’ preparazione mentale e furbizia/cinismo a livello scarso/scarsissimo.
    Giampaolo non conosce questi aspetti IMPORTANTISSIMI. E’ un grande Teoreta ed Insegnante, ma non sa leggere i match dal punto di vista emotivo (che si fa quando…come si reagisce quando…)
    Maran, che era quello che preferivo, invece SI’.
    Perdere 2-0 secco contro una squadra come il Bologna, che ci aspettava, che aveva fame, che aveva colto i nostri punti deboli, fa male. Sapendo tra l’altro che ci vorrebbe una tensione particolare contro certe squadre contro le quali c’è un ‘contezioso’ in corso da anni…

  47. petrino scrive:

    correggo. Il tiki taka alla catalana lo ha scritto Genova 24, non Primocanale.

  48. SerAmsterdam23 scrive:

    Ciao a tutti,

    Leggendo i vari commenti mi trovo in generale d’accordo con le analisi critiche fatte sul gioco e su alcuni singoli. Non mi piacciono troppo alcuni attacchi ma e’ questione di forma piu che di sostanza.
    La squadra: si puo’ parlare di torti arbitrali, di errori, di atteggiamento, di tenuta e si potrebbero fare tanti ‘se e tanti ma’; pero’ a me la cosa che in un certo modo sconforta di piu’ e’ che oramai questa e’ la nostra dimensione.
    Da quando siamo tornati in A la Samp e’ scesa dal livello medio/medio alto (ricordiamoci che anche prima di Del Neri andavamo in Europa con Novellino e Mazzarri) ad uno medio basso.
    Molti dei commenti sopra dicono “quest’anno non ci andiamo in B…”. Io purtroppo non riesco ancora ad accettare questo tipo di visione legata al Doria..
    Non parlo di rivivere i fasti della Sampd’oro ma andando a guardare a ritroso gli ultimi campionati abbiamo sempre sofferto. Delle fiammate temporanee ci sono state quasi con tutti gli allenatori (Rossi, Miha, anche Zenga in campionato, no, con Montella no) ma poi ci si guardava sempre dietro, non davanti.
    Ribadisco, lo sconforto viene dal vedere il club “combattere” per obiettivi che in passato erano impliciti e non per quell’europa che era la nostra normalita’.

    Riguardo a quest’anno credo che sia giusto il titolo di Paola, ne brocchi ne fenomeni. Magari la squadra non e’ costruita in modo bilanciato ma mi sembra migliore dell’anno scorso sia tatticamente che mentalmente. Io ieri ho visto una squadra bruttina, molto disunita e fallosa nel secondo tempo, confusa in alcuni individui ma NON cosi molle come l’anno scorso.
    Unica cosa e’ che piu’ giochiamo e andiamo avanti e piu’ peggioriamo. Le prime 2 vittorie convincenti, piuttosto bene a Roma, meno col Milan e malino ieri. Pensavo dovesse succedere l’opposto con Giampaolo.
    Riguardo al tecnico a me non dispiace affatto anzi. Molto anche come atteggiamenti. Pero’ continuare a chiamarlo professore del calcio, incensarlo etc. mi sa che fa piu male che bene. Sia a lui che alle aspettative dei tifosi.
    Capisce di calcio, ci mette passione ed e’ un lavoratore molto strutturato.
    I professori lasciamoli ad altri ambiti. Qui serve fare l’allenatore.
    Come servirebbe fare il presidente….

    • Fra Zena scrive:

      condivido la prima parte del tuo commento (che infatti ricalca quello che ho scritto sopra nel mio). Siamo diventati in poco tempo una squadra da parte destra della classifica, è una dimensione a cui facciamo fatica ad adattarci. Sul resto non sono d’accordo. La rosa non è migliore dell’anno scorso. Banalmente, Eder 12 gol, Soriano 8, Fernando 5: chi rimpiazza questi gol quest’anno? Speriamo solo di fare più “gruppo”, ma ieri ho già visto dei segnali di nervosismo e sfaldamento che non mi sono piaciuti

      • SerAmsterdam23 scrive:

        Ciao,

        Guarda che anche nella seconda parte del mio commento esprimo concetti simili ai tuoi.
        Ma riguardo ai 3 che hai citato tu ed ai goal fatti dagli stessi, non ti so rispondere su chi potra’ fare quel bottino. Pero’ vedo Eder (di cui rimpiango molto la partenza) stentare a ripetersi e ricordare che la maggior parte delle reti le ha fatte con Zenga, cioe’ in contropiede. Quindi spero che Muriel possa finalmente sostituirlo e superarlo nei numeri. Per Soriano io non ho mai stravisto e penso che uno tra i nuovi arrivati possa fare 8 reti e magari anche Barreto (che cmq ha dei ferri da stiro!). Le 5 di Fernando stesso discorso.
        L’allenatore credo che se trova l’ambiente giusto possa fare bene.
        Ma l’ambiente giusto con questa societa’…

  49. MadMick scrive:

    Brutti…molto brutti: speriamo in una sorprendente prestazione lunedi contro il Cagliari.
    Onestamente non mi sento di criticare i giocatori quanto piuttosto di fare una riflessione sul lavoro della società: i titolari sono contati se non insufficienti come in attacco, i sostituti non sembrano all’altezza e in difesa ogni domenica dobbiamo tirare a sorte per capire chi può giocare.

    Notizie su Sala e Pavlovic ?

  50. danilo scrive:

    Scusa Paola, ma non si puo’ nominare invano il Prof. Sciortino che continui a non pubblicare il mio post? Mi pare nn ci sia nulla di offensivo….o sbaglio?

  51. petrino scrive:

    per marco V,

    perché dopo tale nefanda partita, bisogna gioire????
    Quando si perde come a bologna, la critica e’ sacrosanta. In caso contrario siamo una pravda. Abbiamo vinto 2 partite con squadre piu’ scarse di noi. La loro classifica lo sta a dimostrare. I numeri non sono un’ opinione. Il conducator, al posto di pereira poteva provare eramo, che perlomeno ha grande esperienza in serie B e non e’ un pivello.Giampaolo mi sembra quell’ allenatore che diceva” in campo li metto bene, ma poi si spostano”. Castan lo ha cacciato lui, perché non funzionale al suo gioco.!!!!!!!!!!!
    Le illusioni sul nuovo Leicester, dopo 2 partite, le lascio agli altri.

  52. bubu64 scrive:

    Premesso che ho ancora l’amaro in bocca per la partita di Roma, non sono ancora riuscito a somatizzare le altre due contro due formazioni che penso siano all’apice della loro pochezza.Analizzando queste poche partite emerge un dato, ossia che la Samp pratica un buonissimo calcio, con verticalizzazioni, passaggi precisi(persino Barreto è migliorato sotto questo aspetto)ed altro, ma non conclude.Se non si inventa dei gollassi il buon Muriel(che avrà sicuramente un calo, anche perchè poi lo marcano in due)non si puo’ pensare di affrontare un campionato con Quagliarella di punta e dei giovani di belle speranze come rincalzi.E qui viene la mia critica nei confronti della società, perchè visto il campionato scorso dove abbiamo preso una marea di gol, il reparto che andava piu’ rafforzato era questo (no prendere all’ultimo la riserva del Cagliari!!) e poi un mestierante da area di rigore;sono convinto che con queste pedine e con i giovani di talento faremmo sicuramente un buon campionato.Avete visto il Bologna con un signor allenatore in panchina, ci ha fatto sfogare il primo tempo e poi verso il finire ha agito dove siamo piu’ deboli ovvero adottando sciabolate trasversali sulle fasce entrando come il burro.Altre due considerazioni personali, questa volta Giampaolo non ha cannato i cambi, Pereira me lo terrei stretto perchè è un ’98(non so se mi spiego 18 anni), Skriniar vedrete che diventerà un’altro Mustafi (ed è solo un 95), e se posso fare il tecnico ankio proverei nelle prossime partite a giocare(visto che ne abbiamo un secchio)con due trequartisti, la punta(Muriel)e due dietro (Praet e Fernandes o Alvarez).In ultimo non vorrei piu’ vedere in campo con la maglia della mia Samp quell’ectoplasma di Vasco Regini che non serve a na mazza e dove lo metti fa danni..ma questa è una mia personalissima opinione e se a qualcuno non sta bene o mi etichetta come bibino ecc ecc. non me ne puo’ fregare na cippa.

  53. Klaus Lavagna scrive:

    Ma come è stato possibile non capire che la nostra difesa(lo scorso anno una delle più pericolose per le coronarie dei propri tifosi) andava rinforzata con giocatori di categoria e non con finti difensori(Dodò) o con riserve di squadre retrocesse o neopromosse?Il povero Giampaolo ,conscio dei nostri spaventosi limiti difensivi, cerca di tenere le squadre avversarie il più lontano possibile dalla nostra area purtroppo però con un gioco troppo dispendioso,monotono e alla fin fine asfittico.I nostri uomini spesso sembrano gli ometti del calcio balilla che non sono interscambiabili!Un’ultima considerazione:Muriel fino ad ora ,a parte ieri, il migliore dei nostri non potrebbe ogni volta che riceve palla cercare talora di giocarla con un compagno evitando di tentare semprea il colpo di genio che, se riesce, sono dolori per l’avversario ma se,come succede spesso,perde palla ricominciamo a soffrire in difesa specie se l’avversario lancia lungo saltando il centrocampo.

  54. petrino scrive:

    per gipo samp
    i giornalisti della carta stampata e delle tv locali sono sempre benevoli verso la samp, escluso rare eccezioni, in quanto temono, in caso contrario, che sia i dirigenti che i giocatori non gli diano piu’ interviste. Non sanno invece che a noi delle interviste di romei, come avvocato, o di osti non ce ne frega un tubo.Dicono solo ovvieta’ infarcite di luoghi comuni o mistificano la realta’ o la distorcono.
    Lo stesso vale per i giocatori e le loro risposte.
    Il curriculum di Giampaolo e’ scritto sui libri del calcio: in 9 anni ha avuto 7 esoneri. Qualcosa vuol dire .
    Teniamo conto che venendo dal non gioco di zenga e montella, un minimo di organizzazione di gioco sembra fantascienza.
    Osti e’ stato DS l’ anno in cui l’ atalanta ando’ in B e il Lecce in C. E anche questa e’ la storia dei libri del calcio.
    Come si fa a mettere in rosa 5 trequartisti e non rinforzare con giocatori di esperienza provata la difesa, che lo scorso anno ha beccato 61 goal, record negativo di sempre.
    Come si fa a riprendere con obbligo di riscatto Dodo’. E poi dicono che pensiamo male.
    LO sloveno non giocava nemmeno in B nel cagliari. Inorridisco a pensare come difende.Nella storia del calcio gli scudetti si vincono con le difese forti.E questo vale anche per chi non vuole retrocedere.
    Ne ho sentito un’ altra che ” fa chiaro”. Giampaolo intende trasformare in via definitiva oalombo come centrale di difesa. Voivodina non ha insegnato nulla. A questo punto e’ come pestare l’ acqua nel mortaio.

  55. flex scrive:

    Perdere non fa piacere a nessuno però mi sembra che in tanti di noi manchi un pò di equilibrio. Sappiamo tutti quali sono i difetti strutturali della rosa e in effetti alcune scelte di mercato hanno lasciato perplessi, tuttavia io rimango ottimista.
    Abbiamo limiti evidenti ma anche belle potenzialità. E’ una squadra giovane, con tutti i pregi e i difetti che questo comporta, ma il tempo gioca a nostro favore: gli automatismi funzioneranno meglio e i giocatori impareranno dai loro errori. Sono le prime partite e mi sembra normale che non tutto giri ancora alla perfezione, così come mi sembra normale che lo skriniar di turno faccia qualche cazzata, ma rispetto all’anno scorso non c’è paragone. Contro l’atalanta, ma ancora di più con il milan, io mi sono divertito come poche volte mi era successo nelle ultime stagioni. Ho visto intensità, voglia, i ragazzi che andavano a raddoppiare e si aiutavano fra di loro, organizzazione di gioco: tutto perfettibile, ma c’era.
    Sarò fesso, ma io per il momento sono contento così.

  56. trevor scrive:

    Una considerazione generale su questo calcio che inevitabilmente coinvolge anche l’attuale allucinante gestione Ferrero-Romei-Osti.
    C’era una volta la ‘programmazione’, oggi non c’è più (per nessuno). Un meravilglioso esempio di casa nostra fu la squadra che vinse lo scudetto nel 90-91. Quella squadra affondava le sue radici in serie b, 10 anni prima, quando un ancora poco convincente Paolo Mantovani (appena preso a sputi dalla sud dopo un samp-matera 0-1) decise che era il momento di vincere lo scudetto. Coooosa? Il Como e la Cremonese sono una fucina di campioni, là si crea un legame indissolubile. A Varese Paolo pesca Luca Pellegrini e lo mette li ad imparare da Romei (guarda come si picchia! poi buttati a terra anche tu,ok?) e da un certo Marcello Lippi (si però devi avere anche classe! Ok?)il resto lo impara dalla coppia Guerrini-Galdiolo e si va in A. Però per vincere lo scudetto ci vuole anche l’altro centrale, allora Paolo allunga di qualche km, va dai suoi amici a Como e prende il più grande difensore centrale di tutta la storia del calcio mondiale, l’uomo verde terrore di Diego Maradona, lo zar di tutte le russie Pietro Vierchowod,ma siccome lui e già pronto per qualsiasi palcoscenico lo presta alla Fiorentina (noi stiamo ancora studiando scudetto ma non siamo ancora pronti) e poi alla Roma (scudetto). Se fosse oggi la Roma avrebbe tirato fuori l’assegnone e preso lo zar dalla piccola sampdoria, ma qua parliamo di seria programmazione, non di plusvalenze, qua si programma lo scudetto. per farla breve Paolo inserisce ogni anno uno,due elementi sul quale punta senza mezzi termini al quale affianca giocatori d’esperienza che li aiutino a crescere. ed ecco sempre dal Como Mannini (83)Mancini(82)Vialli (83)Pari(84)Pagliuca(84),infine Lombardo (89), contestualmente arrivano anche altri giovani che però hanno un altra funzione. Ogni anno paolo vende un quadro (parole sue) per potersi permettere ingaggi di calciatori meravigliosi, che devono farti diverture subito il pubblico, ma che non sono destinati al progetto finale. Ed ecco che i vari Galia,Renica,Carboni per citarne alcuni vengono ‘strapagati’ da altre società alla samp per potersi permettere i vari Brady,Francis (il Dio del calcio),Souness e via discorrendo. Ma il gruppo di pivelli non si tocca (i suoi figli adottivi,come li definiva). Poi ovviamente scudetto e poi si ricomincia d’accapo (chi vuole andare vada,anche chi non vuole), vende Lanna alla Roma per un fracco di miliardi per pagare l’ingaggio ad un certo Ruud Gullit e ci divertiamo come pazzi segnando 70,80 gol, non ricordo il numero preciso. Nel frattempo però Paolo ci ha lasciati e con lui se ne va quel calcio frutto di programmazione, che non ritornerà più, ne qui ne altrove. Oggi i calciatori arrivano al mattino e se ne vanno alla sera (castan docet), non fai in tempo a goderteli, non riesci nemmeno ad innamorartene, non riesci più a piangere se il tuo idolo ti saluta in miande sotto la sud, dopo aver già perso una finale di coppa campioni, o restare 10 minuti in piedi ad applaudire un calciatore che amavi da bambino e che tornato a giocare a marassi con la maglia della cremonese a 35 anni dice a Mannini (mica ad uno scemo qualunque): ” ragazzo, questo è il pallone, te lo faccio rivedere a fine partita” e gli rifila 4 tunnel di fila. quel fenomeno si chiamava Alviero Chiorri. Inutile prendersela con questi qui….domani potrebbero essere già da un altra parte

    • Max Samp scrive:

      Pura verita’…..mi hai messo il magone …!!!!!
      C’era una volta …il Calcio e un Presidente …..

    • Stefano_1970 scrive:

      @ trevor

      Nel tuo ragionamento manca la parte “perché le squadre storiche e strutturate non riescono a farlo!?”

    • Lollo scrive:

      Applausi…. !! Aggiungo: accanto a Paolo Mantovani c’era un certo Borea…

    • Meistro scrive:

      Grande Trevor, quello che dice è la pura verità. Certo il calcio è cambiato ( in peggio ) basta vedere adesso, giocano sempre, tutti i giorni, tutte le ore………ora hanno veramente stufato.

    • Stella scrive:

      Più passa il tempo, più mi sento una privilegiata ad aver vissuto la Sampdoria del grande Paolo Mantovani e non dimentico Uomini (la U maiuscola perchè erano grandi uomini e professionisti )ed hanno fatto grande la Samp:Borea e Boskov)
      E come diceva zio Vuja, in quel tempo “Sampdoria è come bella ragazza a cui tutti vogliono dare baci”.
      Nessun insegnamento vale quanto l’esempio e lui fu in questo un immenso maestro.

    • Doria65 scrive:

      Io l’ho vissuto. Malgrado fossi militare non me ne sono persa una.

      Ma quei tempi sono fi-in-ti. Irripetibili. Per tutti.

      Prima ce lo mettiamo in testa, meglio è…

      • Fra Zena scrive:

        Hai ragione, Doria65, non sai quanto. Io ho 30 anni, quindi i tempi della grande Samp li ho visti di sfuggita. Ricordo vagamente lo scudetto, anche se mi portavano già allo stadio; ricordo bene Gullit, Mancini, le grandi squadre del 93/94 e del 96/97. Più recentemente, ho amato la Samp combattiva e organizzata di Novellino e quella di Mazzarri, fino al canto del cigno del quarto posto 09/10. Da lì qualcosa è cambiato, inutile negarlo. Come ho sottolineato nel mio post, uno dei nostri maggiori problemi attualmente è proprio la difficoltà di adattarci alla nostra nuova realtà. Appena facciam due vittorie, tiriamo su la testa e crediamo siano tornati i tempi belli; invece la nostra dimensione in questi anni è solo quella di soffrire, soffrire, soffrire. E’ capitato a tutti, ora tocca a noi. E ringraziamo la serie A a 20 squadre, sennò saremmo in B adesso…

    • giovanni scrive:

      ciao trevor, accidenti hai aperto il cassetto dei ricordi e ti devo andare dietro; bello e sincero il tuo amore per la samp; qui e là qualcosa ti potrei aggiungere (francis, brady mantovani li pagò con soldi suoi, arrivarono il primo anno di A ’82/83, non avevavmo ancora venduto e vinto nulla (se non la B) e nessuno, souness non era certo programmazione per il futur,o arrivò da noi a 31 anni, ma era un Campione che servì a fare capire ai pivelli cosa significa giocare a Calcio, difendere il proprio compagno, la maglia, la tua gente, portare la tua squadra avanti alle altre anche nella difficoltà estreme ecc.ecc, un esempio che servirebbe ancora oggi; ma sei stato bravo,davvero poca roba da rivedere, sei stato chiaro e…fortemente sampdoriano.
      mi permetto di annotarti che la sampdoria, mantovani, borea, mancini, vialli, chi vuoi nel 1990 fece uno sforzo economico enorme per l’epoca per acquistare un giocatore con il presupposto di fare davvero…il progetto finale, l’apice, la differenza per i successivi tre/quattro anni e che da tutti era indicato come l’uomo giusto, colui che avrebbe dovuto farci definitivamente fare la STORIA, nel senso che fe avesse reso per le aspettative che tutti avevano posto in lui….oggi parleremmo serenamente di un nostro palmares con tre/quattro scudetti, due/tre coppe campioni, supercoppe europee e mondiali ecc., acquistato in perfetta e piena volontà di fare… la citata programmazione: Oleksij Mychajlyčenko, probabilmente in quel momento il centrocampista più forte del mondo se non il giocatore, ma che era uno che, per dire, a che a chi gli chiedeva quanto guadagnasse rispondeva – Settecento rubli al mese. (una miseria), ma sono il doppio di un chirurgo….volete che mi lamenti? E poi quando gioco l’ultimo mio pensiero sono i soldi.-
      come finì lo ricordi anche tu, il problema al ginocchio, l’ambientazione, il clima, il cibo, la vita troppo diversa da kiev…come andò quella volta è storia, rimane lì, oggi i giovanotti che corrono a bogliasco non hanno nemmeno idea di dove saranno domani, figurati tra sei mesi, io riconosco solo la maglia quella che ancora ieri è stata definita la seconda al mondo, la più bella d’europa, quindi voglio bene a chi la indossa, anche se fosse ai giardini quà fuori, a chi l’ha indossata e chi la indosserà, senza pensare che ho già salutato Campioni che non vedremo mai più e sperando di vederne ancora uno domani, sapendo comunque che con la samp ho già visto moltissimo e di essere stato felice più di quanto avrei mai potito immaginare.

    • ale scrive:

      Che bel post! Bravo. Manca un sottofondo di Ennio Morricone!

      Avanti Sampdoria!

  57. Piva scrive:

    Ho letto tutto e dico che ottimisti
    e pessimisti avete in un modo o
    nell’altro ragione.
    Il problema è la società gente incompetente
    Pensano di essre furbi ma prima o poi i tofosi
    Perderanno la pazienza , e tutti gli insegnamenti
    fatti dal grande. Presidente Paolo MANTOVANI
    v

  58. Piva scrive:

    Verrano meno

  59. Paolo1966 scrive:

    Una precisazione, quando arrivo’ Luca Pellegrini (80-81) Lippi se ne era gia’ andato. Infatti nella stagione 1979/80 l’allenatore di allora (Giorgis) non vedeva piu’ Lippi come libero ma Ciro Pezzella.
    Mantovani ando’ da Lippi dicendogli: “Guarda, l’allenatore non ti vede e io non voglio interferire sulle sue decisioni. Ma siccome sei un uomo e una bandiera ti do la mia parola che a fine carriera per te avro’ un ruolo in societa’”.
    Lippi ando’ alla Pistoiese (che peraltro a fine stagione venne in A in una squadra che vedeva anche Nello Saltutti). Finita la carriera di calcatore inizio’ quella di allenatore allenando la Primavera della Sampdoria.

    Capitolo Zar: dalla Fiorentina in cambio del prestito arrivarono Sella, Manzo (e mi sembra Calonaci) dalla Roma, l’anno dopo Maggiora e Bonetti

  60. marco Risso scrive:

    Qui e’ dai tempi di Del Neri che non si combina piu’ nulla..lo stesso Sinisa faceva gironi di andata strepitosi e girono di ritorno da retrocessione(vedi qualificazione europa league regalata ai cufgini che ci rosicchiarono 8 punti di vantaggio)Montella una esperienza terrificante,Giampaolo?se due anni fa’ allenava il lecce in lega pro alla sua eta’..una spiegazione ci sara’!!
    Ferrero ha gia’ battezzato maestro di calcio Giampaolo cosi’ come fece con Montella e prima con Sinisa.
    Maestro di calcio e’ Capello,Ancelotti,Sacchi,Ranieri,Trapattoni..gente che vinto tutto..Gianpaolo a 50 anni cosa ha vinto?
    Il problema e’ solo uno ed e’ il nostro presidente..o ci liberano alla svelta di lui o faremop la fine del Parma prima o poi…

  61. Ermanno san martino scrive:

    Sono d’accordo con Marco Risso,il problema e’ nella troika Ferrero-Osti-Romei.
    Precedentemente c’era un’altra squadra cittadina che finiva sempre sui giornali per giocatori non pagati,contratti non onorati,fidejiussioni farlocche,adesso ci siamo noi quasi settimanalmente.
    se c’era’ volonta’ di affondarci..un genoano non avrebbe potuto fare meglio!
    Non parlo solo dei risultati sportivi,parlo del caso eto’o',della incosistenza della societa’ che deiene la maggioranza delle azioni Samp,di tutte le cause penali del patron e dei 12 milioni garanti da una societa’ straniera praticamente formata da scatole cinesi rigorosamente vuote.
    aggiungiamo il caso Cassano ed il default e’ vicino,sara’ grande gioia per i nostri dirimpettai che bramano la nostra distruzione da decenni.Non mi stupirei se dietro Ferrero ci fosse un giocattolaio matto di mia conoscenza che ha in testa la fusione……

    • eraldoca scrive:

      Anch’io sono d’accordo con Marco, con una dirigenza incompetente ed in malafede non si va da nessuna parte se non nel baratro prima o poi. Tutto è basato sulle plusvalenze, non importa se poi abbiamo 7 centrocampisti, 4 terzini di bassa serie B e all’attacco abbiamo soltanto Muriel con tutti i suoi pregi ed i suoi tantissimi e gravi difetti. Senza un vero progetto sportivo, senza amore per il club che si rappresenta, senza una bandiera in campo che abbia carisma e determinazione saremo sempre una squadretta anonima in balia di personaggi che con il calcio non c’entrano nulla.
      Spero che i fatti mi smentiscano e si possa fare un campionato decoroso ma purtroppo ho tantissimi dubbi.

  62. Luca scrive:

    Forse mi sfugge qualcosa? Ma oggi fanno riposo perché ragazzi di 20/22/24 anni e’ da ben 17 giorni che si allenano senza pause ( non e’ vero perché uno o due Lunedi si sono fermati) e pertanto sono stanchi e bisognosi di riposo ?????? Ma mi auguro che non sia vero o qui e’ veramente concesso tutto e di più e poi ne conseguono i risultati sul campo!!!! Nel caso Domenica voglio proprio vederli …..mi spiace ma non approvo. !!!!!!!

  63. giovanni scrive:

    Come dargli torto….

    Secondo So Foot, la maglia più bella della storia del calcio è quella del Boca Juniors di Diego Armando Maradona del 1981. Il magazine francese, che ha coinvolto anche siti specializzati in divise da calcio vintage e da collezione, ha stilato una classifica seguendo tre criteri: estetico, storico e nostalgico. Al secondo posto c’è quella della Sampdoria scudettata del 1990 di Gianluca Vialli e Roberto Mancini: quella blucerchiata è la più affascinante tra quelle europee. Completa il podio il Brasile del 1970. Quinto posto l’Italia campione del mondo nel 1982. Da segnalare anche la Juventus del 1985 dove spiccava Michel Platini.
    Ecco la graduatoria completa:
    Boca Juniors 1981
    Sampdoria 1990
    Brasile 1970
    Olanda 1974
    Italia 1982
    Real Madrid 1960
    Juventus 1985
    Usa 1994
    Urss 1982

    però…ne ho sentito parlare poco… chissà perchè…

    • Maurizio scrive:

      Ci è rimasta la maglia a tenerci su in qualche classifica che conta ma i media in città si sono guardati bene nel non diffondere troppo la notizia, sai, magari i bicolori con la maglia di aceto del palio di Siena si offendono e continuano a protestare dicendo che c’era una giuria di ciclisti, per poi proporre in trasferta una maglia molto simile alla nostra…. Le strisce orizzontali colorate hanno contagiato anche i loro gusti come quelli di mezzo mondo che propongono le loro bandiere scopiazzando abusivamente le nostre forza DORIA a prescindere Ferrero ci ha preso con 22000 abbonati ed ora siamo quasi 6000 di meno.. Questo si mi preoccupa la tifoseria che si sta allontanando dalla squadra.. La società invece di premiarci ,aumenta i prezzi nei distinti 60 euro è uno schiaffo alla tifoseria Samp Milan 19000 presenze Chievo Inter 21000 ..facciamo qualcosa i bibini stanno arruolando anche gli Ecuador.. Siamo a posto vederli a Sampierdarena con le maglie del Genoa è il colmo.. Facciamo sentire questa voce alla società la squadra è l’ultimo problema in classe dei miei nipoti ci sono solo 2 doriani su 30 effettivi questo è il risultato di chi non vuole bene alla Samp e alla sua storia difficile

      • giovanni scrive:

        ciao maurizio: guarda che al palio di siena ci siamo anche noi. sotto le mentite spoglie della contrada dell’istrice (senesi non prendetevela) :-) )))))
        un abbraccio

  64. Master scrive:

    Non mi stupisco, anzi è una conferma di quali siano per i media le squadre che contano perchè portano il vil denaro e si incazzano quando perdono. Noi piccoli serbatoi di provincia (Genova?) chi se ne fotte servono solo per sfoltire gli scartini in cambio dei migliori proponibilii quando è il caso. Altro che coppe o altre cose inominabili, dobbiamo pensare a salvarci quanto prima, perchè questo è il ruolo che ci compete e lo dobbiamo fare da soli perchè gli arbitri sono molto attenti a non calpestare questo ormai perverso andazzo.

  65. Chicco 78 scrive:

    Scusate ma quelli del pensiero unico chi sarebbero?le vedove di cassano oppure quelli che va bene chiunque basta che non giochi cassano….perche’le vedove di cassano sono quelli che non fanno altro che parlare del 99 mentre quelli che non sono vedove di cassano sono quelli fissati con la nutella giusto?quindi sia cassano che la nutella sono fissazioni senza senso giusto?quindi gli uni non dovrebbero menarla agli altri e viceversa e tutti sono liberi di dire quello che vogliono senza menarla tanto con sta storia del pensiero unico credo….ma probabilmente non mi son spiegato…va beh c’ho provato cmq sempre forza doria tanto per restare sul pezzo ecco…

  66. Daniele da Rapallo scrive:

    Lo dico adesso in tempi non sospetti. Prepariamoci a finire un altro anno sotto quelli la.
    Per noi che non siamo abituati a tale condizione sarà dura. Diffido di chi mi risponderà che a lui della classifica non interessa nulla. A Genova non è così.
    Purtroppo non siamo ancora riusciti a sostituire Marotta, il problema sta tutto li.

  67. Chicco 78 scrive:

    Bhe per fortuna che la paola non ha piu’ pubblicato cosi non lo fara’ neanche con questo mio post che e’ carico di bratta….andate tutti a fare in c…..scusate ma mi son sparato una trasferta allucinante da padova a cagliari e sono decisamente fuori di me….altro che siamo forti,giampaolo e’ bravo…..una beneamata ciolla…facciamo pieta’altroche’….se dovessimo ribaltarla e’ solo perche’cadra’una b……..in mare manon perche’ meritiamo…..ma vaff……..

Due punti persi

Due punti persi e non uno guadagnato. La Sampdoria torna da Verona con il rammarico di non essere riuscita a

Avanti così

Come ha detto Marco Giampaolo quella di Torino è stata una gara dai grandi contenuti.  Già, perché la Sampdoria ancora

Finalmente si gioca

E finalmente si torna in campo. Perché, non so per voi, ma per me queste settimane senza Samp sono state

MERCATO CHIUSO, TEMPO DI BILANCI

Una cosa è certa: i tifosi della Sampdoria quest’estate non si sono annoiati. Prima le cessioni di Fernandes e Muriel,