Romei su stadio, plusvalenze, bilancio…Siete d’accordo ?

9 set 2016 by Paola Balsomini, 26 Commenti »

Amici di Samplace, questa è l’intervista esclusiva all’avvocato Antonio Romei, in cui spiega che non è tesserato per la società ma è riconosciuto in Lega in veste di consulente della Sampdoria, per cui “abilitato” ad entrare negli spogliatoi del Ferraris…poi il nuovo look del Ferraris, il bilancio, il gioiellino Torreira… insomma, buona lettura, in attesa dei vostri commenti

“Uno stadio bello e funzionale e’ indispensabile  per far crescere i ricavi e conseguentemente la società. A Marassi abbiamo già provveduto a rifare il manto erboso in semi-sintetico e questa scelta si sta rivelando vincente. Non è mai stato rizzollato, mentre mediamente negli anni passati servivano tre semine a stagione. La Lega si sta impegnando moltissimo per migliorare la situazione e ora il terreno di Marassi e’ tra i migliori in Italia. Entro un anno, invece, speriamo di completare il look alle parti interne. Vorremmo eliminare le barriera, portare le panchine in tribuna, rifare gli spogliatoi, facendoli diventare almeno 4, e rimodernare sala stampa”. A Bogliasco intanto i lavori sono quasi ultimati: “A fine anno verrà consegnata casa Samp – ha continuato Romei -. Un luogo che ospiterà 50 ragazzi, due tutor, una psicologa, con il massimo degli standard qualitativi per i giocatori. A fine mese saranno completati gli spogliatoi del Mugnaini, poi stiamo attendendo l’omologazione per il campo della Primavera, che dalla terza giornata speriamo possa tornare a giocare a Bogliasco”. E le famose siepi volute da Montella per nascondere gli allenamenti ?: “Le siepi completeranno la recinzione per il campo comunale”.

Altro pareggio

Un altro obiettivo del nuovo club era quello di adeguarsi al fair play finanziario. “A gennaio eravamo andati un po’ oltre al tetto del monte ingaggi, in estate abbiamo provveduto a riallinearci al far play finanziario, con una cifra intorno ai 30 milioni di euro. Per farlo abbiamo puntato molto sui giovani, mi riferisco a Bonazzoli, Rocca, Palumbo, Capezzi, De Vitis e tanti altri che stanno giocando in giro per l’Italia. Poi abbiamo già in casa talento importanti, come ad esempio Torreira. Io e Osti lo scorso anno siamo andati a vedere Bologna-Pescara. Torreira ci è piaciuto e subito dopo la gara lo abbiamo subito bloccato “. La Sampdoria quest’anno ha comprato tanto ma anche venduto molto: “Ho letto molti commenti negativi intorno alla Sampdoria. Il Torino ha fatto un buon mercato ma ha anche venduto giocatori importanti come Bruno Peres, Maximovic, Glick eppure è stato applaudito per la campagna acquisti che ha fatto, intorno a noi invece c’è stato tanto scetticismo. Fare plusvalenze significa scegliere i giocatori giusti. Noi abbiamo un bravo direttore sportivo come Osti, un capo scouting altrettanto bravo come Pecini e questo ci permette di lavorare bene. Quest’anno il bilancio della Sampdoria sarà vicino allo zero”.  Perché Giampaolo e non Pioli? “A giugno volevamo ripartire da zero, con giovani bravi. Giampaolo ci sembrava l’allenatore più adatto senza nulla togliere nulla a Pioli che è bravissimo. Di errori l’anno scorso ne abbiamo fatti tanti, a cominciare proprio dalla gestione degli allenatori”. Per ora si è vista una bella Samp: “C’è un’identità di gioco importante, poi questa Samp ha grinta e ci aspettiamo che la squadra dia il massimo, il 110 per cento, in ogni gara, cosa che forse è un po’ mancata la scorsa stagione. Giampaolo ha bisogno di tempo, non dobbiamo creare false illusioni, e non dobbiamo mettere troppa pressione al tecnico e all’ambiente. Muriel, Praet sono giocatori di primo piano e siamo felice di aver portato a Genova nomi importanti”. Resta da risolvere la querelle con Antonio Cassano: “La situazione e’ chiara. Lui ha fatto la sua scelta assolutamente legittima. Il nervosismo post derby e il diverbio che abbiamo avuto non c’entra nulla con la scelta di metterlo fuori rosa, e’ stata una decisione tecnica da parte del club. Antonio e’ un grande campione, l’ultimo giorno di mercato ha rifiutato squadre importanti, ma i problemi della vita sono altri”. Romei infine ha fatto chiarezza sulla sua posizione all’interno del club: “Io in qualità di legale della Sampdoria sono riconosciuto in federazione. Su questa cosa è stata fatta un po’ di confusione. Ferrero ha deciso di avvalersi della mia figura in veste di consulente e questo mi permette di contante anche il mio lavoro di avvocato. Spero che si rispetti la mia decisione di rimanere un libero professionista”.

Tag:

26 Commenti

  1. Edoardo scrive:

    Quest’anno mi pare che abbiamo azzeccato tanti giovani bravi di sicuro talento, ma i nostri attuali dirigenti non hanno vera passione né ambizioni sportive e dunque nel medio-lungo termine credo che noi tifosi di soddisfazioni ce ne toglieremo pochine, probabilmente a gennaio/giugno alcuni giovani promettenti faranno già le valige…

    • Paolo1968 scrive:

      Se l’intento è generare cassa con una certa continuità, devono per forza lavorare bene e quindi qualche soddisfazione ce la si può togliere. Il problema non è la passione o l’ambizione sportiva (Moratti avrebbe dovuto vincere 64 scudetti consecutivi e 10 CL), quanto la competenza.
      Uno come Marotta è in primis un grande manager a 360°, poi vengono la sua passione per il calcio e l’ambizione sportiva. Questo è il segreto del suo successo, perlomeno secondo me.

      • Edoardo scrive:

        Se il tuo unico intento è quello di generar cassa allora è meglio che non fai il presidente di una squadra di calcio di serie A, scusa ma questa è la mia modesta opinione come semplice tifoso…

        • Paolo1968 scrive:

          Dici che tutti i presidenti siano tifosi che amano buttare soldi nella loro passione?
          Credi che non abbiano un ritorno diretto o indiretto o che perlomeno non se lo aspettino?
          Credi che Ferrero, i cinesi di Milan e Inter e via dcendo abbiano preso le squadre giusto per darsi delle badilate nelle p….?
          Io non metterei un euro nella Samp (a parte abbonamenti o biglietti per seguirla) se non avessi la convinzione di poterlo aumentare o perlomeno mantenere. Eppure, senza fare graduatorie ridicole, mi credo più sampdoriano di Ferrero.

  2. Stefano_1970 scrive:

    Tutto chiaro meno il passaggio dello stadio che nel 95% dei casi non parte ricavi di gestione. Quando lo stadio é invece di proprietà (quindi con un valore reale…) il discorso cambia. Soprattutto perché le banche guardano a quello è non al tesseramento di un messi che si rompe il ginocchio dopo una settimana e dimezza il valore istantaneamente

  3. Luca scrive:

    I propositi direi che sono ottimi ma non so perché non riesco ancora a fidarmi al 100% di queste persone , solo il tempo sarà vero profeta

  4. Kreek scrive:

    Io vedo una grande attenzione, una grande professionalità e meticolosità.

    I costi che dimuniscono, i ricavi che aumentano, il valore della rosa che aumenta anno dopo anno.

    -Bogliasco fino al 2072 con ristrutturazioni, riqualificazioni ecc.

    -Casa Samp

    -la gestione del Ferraris (che non porta ricavi quanto uno stadio di proprietà, ma può portare ricavi interessanti)

    -l’imminente pareggio di bilancio

    -il progetto Samp Generation che cresce di settimana in settimana

    - una rosa che ha dimuito l’età media, zeppa di giovani di buono e ottimo valore e di veterani forti esperti e motivati. E un bravo allenatore.

    Insomma non male per una Società allo sbando e, secondo taluni, prossima a portare i libri in tribunale :)

    Continuando ad operare così, se mai, il futuro prossimo (e anche “anteriore”) è garantito.

    • Paolo1968 scrive:

      Uno dei problemi più grossi è che per farti una credibilità ci metti un sacco di tempo, per distruggertela (se mai l’hai avuta) ci metti un secondo.
      Diciamo che Ferrero ha avuto troppo spesso comportamenti per cui tutti noi ci fidiamo di lui e del suo fido (lui sì) scudiero Romei come di una… viperetta.
      Ma apparentemente sembra che le cose si stiano organizzando nella maniera giusta.

  5. Klaus scrive:

    Lasciare lavorare e poi applaudire oppure e spero mai fischiare

  6. andrea_samp scrive:

    tutto Ok ..d’accordo …ma sui libri da portarein tribunale …forse si è esagerato …ma nn abbasserei la guardia e sarei sempre un pò preoccupato perchè l’”ombrello” dei Garrone se non sbaglio quest’anno ancora dura poi si chiude… e li vedremo .

    -agganciandomi a quanto sopra ci sta allora che stiano lavorando per creare una situazione economica in grado di reggersi da sola ( bilancio , plusvalenze , lavoro su giovani forti e promettenti , usufrutto intelligente dello stadio , ecc..) ..
    -
    Una cosa mi preme dire , anzi due …
    – la prima è che negli atteggiamenti e in quello che dice e spiega come programmi parla e si comporta come un presidente o un Direttore generale ( alla marotta) e allora mi sorge di nuovo la domanda ma perchè Garrone nn ha messo lui ?? mannaggia la miseria !!?? Ok forse perchè vuole rimanere libero professionista vedi ,il chiarimento sulla sua figura in seno alla società ( consulente) e in federazione e Lega ha chiarito ..che vuole restare libero professionista e mantenersi libero x l’avvocatura OK legittimo …ma possibile che un incarico/tesseramento o carica istityuzionale nello sport in una società impedisca lo svolgimento della professione ?? mah qualcuno lo sa? ..
    - seconda cosa : sullo stadio ..E MUSEO SAMPDORIA !
    se vogliono dei ricavi da uno stadio funzionale suggerivo ( lo so è un mio pallino) all’avv Romei ..perchè non sfruttare i locali sotto lo stadio e dare finalmente una casa degna e appropriata al MUSEO della SampDoria?? …dopo lo svanimento inspiegabile dei locali già presi dai garrone al porto antico ?? ..il Sampdoria Point esiste già sotto la Sud ..si mpotrebbe ampliarlo ancora e farlo diventare quello più importante ( magari lo si chiama Sampdoria Center) e abbinato al Museo ..ecco li che già si fa qualcosa di bello no??

    Paola , per favore ,e lancio un appello a tutti i sampdorian, tu e la redazione di Primocanale nei programmi non potreste lanciare l’idea ? farla pervenire in società e a Romei ?? ( Ferrero lasciatelo perdere ..si dimostra dopo questa intervista chi è la vera mente in società e il viperetta nn serve a nulla) oppure ancora meglio lanciare, come per la targa in Galleria mazzini , una petizione con firme??
    scusate ma perchè i bibini devono averlo il Museo e noi no ?? visto che c’è materiale per i beati ..raccolto a cura del buon Medulla ?? ..
    Paola potete fare qualcosa in tal senso ??
    per favore !! dai ragazzi facciamo un bel Museo sotto lo stadio …come i club seri e importanti hanno !!!

  7. andrea_samp scrive:

    PS .. scusate la lunghezza del messaggio ma ripeto ..x IL MUSEO SAMPDORIA visto che c’è lo stadio da sfruttare bene e far vivere nei giorni della settimana dai facciamo che Primocanale si faccia portavoce per una petizione in takl senso !! dai Sampdoriani forza !! PAola pensaci tu !! …ah mi ha fatto piacere rivedere Andrea ieri sea in trasmissione ..bene ..bentornato!!

  8. Martino imperia scrive:

    Regini Barreto e Muriel via da Genova!!!

    Facciamo la fine del Parma!!!

    Dirigenza insulsa!!!!

    Contestazione!!!

    ah no, scusate. Questo era 3 partite fa……..

  9. andrea_samp scrive:

    Grazie 1000 Paola …un abbraccio ..e buon lavoro !!

  10. petrino scrive:

    Quelli credono di essere arrivati da roma per raccontarci quella dell’ uva, o dell’ acqua calda, che dir si voglia. Se la ” panchina” e’ trasferita in tribuna, come negli stadi inglesi, le strutture dello stadio si rivalutano??? Ma mi faccia il piacere!!!!!!!!!!!
    Lo stadio della iuve alla continassa ha comportato oanche la costruzione di svariate infrastrutture, non ultimo alcuni appartamenti di notevole pregio. e infrastrutture varie, tipo impianti sportivi che sono gestiti da societa’ facenti capo alla iuve .
    I famosi ricavi di cui certa stampa si riempie la bocca derivano da cio’, non certo dal ristorante del campo o quant’ altro. Per cui gli stadi vanno costruiti su nuove aree, non certo in riva al bisagno, e difatti garrone padre, lo voleva fare o a trasta su un’ area di 300.000 mq. o alla colisa. I trinariciuti dissero che era scomodo!!!!!!!!!! Magari lo volevanoa de ferrari.
    Anche l’ udinese ha lo stadio di proprieta’, ma e’ un rifacimento del vecchio e non ha nessun valore aggiunto. A Roma stanno seguendo la stessa strada della iuventus., che e’ l’ unica fattibile.

  11. Massimo Pittaluga scrive:

    Certo se basta un intervista a mandare in brodo di giuggiole taluni si capisce tutto. insomma la tecnica delle slide sembra continuare a funzionare. Romei da giustamente la sua versione (più che legittima e per carità in taluni punti anche veritiera) ma le interviste sono appunto la versione di parte di chi è parte. che poi Romei sia fortunatamente un professionista questo è solo un bene, che sia legittimo che voglia avere un ruolo di un certo tipo pure, che sia invece cosa corretta un poco meno. lui esercita di fatto un lavoro da AD e facendolo di mestiere da 12 anni il lavoro di AD in un settore diverso posso anche con cognizione di causa dire che alle funzioni della carica corrispondono responsabilità. ecco Romei esercita certe funzioni senza avere un incarico da AD ma da consulente quindi senza in linea teorica averne le responsabilità. sino a che le cose vanno posizione sostenibile se non andassero poco sostenibile. Porto un es semplice. tanta gente prima del jobs act era inquadrata a progetto ma esercitava de facto un lavoro da dipendente. non è che certe aziende non inquadrassero questi lavoratori come cocopro, ma sino a che non veniva analizzata la posizione del lavoratore questi era un cocopro come inquadramento, ma de facto un dipendente che a seguito di controlli così veniva poi forzosamente inquadrato con le logiche conseguenze. Questo solo per dire che giustamente Romei sostiene la sua posizione ma che tra ciò che si sostiene e ciò che in realtà si fa nella posizione lavorativa ricoperta ci possono essere delle notevoli e sostanziali incongruenze. se fosse così semplice ogni AD di azienda potrebbe fare il consulente con delega e dichiararsi totalmente irresponsabile riguardo a certe decisioni. sinceramente proprio dall’intervista si comprende che la sua posizione non è proprio quella del consulente ma di un AD. detto questo fatti suoi e della società a me poco interessa saranno onori o oneri suoi semmai. sul resto i progetti sono interessanti e questo va riconosciuto. se ai propositi seguiranno nei fatti e lo si vedrà quando saranno operativi questo andrà serenamente riconosciuto ed apprezzato e sarà ottimo per la samp. sulle cessioni continue e acquisti si sa che in una girandola di giocatori ti può andare un anno male come lo scorso anno e un anno bene speriamo questo. che non ci sia un progetto sportivo ambizioso ma più un progetto economico mi sembra chiaro e sembra anche chiaro da quello che negli ultimi mesi dichiara ferrero. anche questo è legittimo e preferisco sapere che si farà quel che si potrà che le sparate del primo anno alla circo orfei.
    Romei sicuramente si presenta bene e sa dare spiegazioni plausibili e di questo gli va dato atto, ma essendo un avvocato è anche colui che dichiarò che non c’era stato nessuno insulto di ferrero all’agente di eto. mi sembra che anche i filo societari a prescindere la telefonata (un po a tranello del furbo agente) l’abbiano sentita. quindi secondo il mio punto di vista aspetto la prova dei fatti (che non sono tre vittorie per cantare vittoria o due sconfitte per dire che facciamo schifo perchè se si perde a roma ci può stare eccome anzi sarebbe nelle cose semmai) ma vedere appunto se alla bella intervista che diciamocelo è il minimo per un avvocato di qualità saper rilasciare su domande e argomenti ben conosciuti, corrisponderanno i fatti per almeno il 70/80% di quanto detto. se così sarà recupereranno credibilità, fermo restando che è ovvio che una figura come romei nel lungo periodo sa gestire meglio l’opinione pubblica e non essendo degli stupidi dopo due anni di show hanno capito che è il momento di mettere di fronte alla tifoseria una persona che si sa districare e anche un pò incantare con la dialettica chi ascolta (del resto in parte quello fa parte del suo vero mestiere). da parte mia spero che sia vero quello che dice almeno al 70/80% perchè vorrebbe dire comunque avere quantomeno un idea di struttura nel medio lungo periodo. intanto senza un presidente danaroso con voglia di spendere e spendere bene una discreta serie A a metà classifica con giovani talenti che si vedono sbocciare è in fondo un obbiettivo che si può condividere. condivido meno chi si esalta a prescindere per un intervista che come tale dovrà essere verificata nei fatti, perchè se per caso si pareggiava a empoli e con l’atalanta oggi magari certe dichiarazioni sarebbero vissute diversamente mentre il succo del discorso di romei prescinde da quello che abbiamo visto nelle prime due partite. su cassano mi astengo da commenti rilevo solo che il biennale lo ha fatto con la società sampdoria e non da solo e ritengo anche che la storia che la litigata non sia stata influente sia appunto una risposta da avvocato (ci sta per carità) ma appunto anche questa evidentemente di parte (anche se cassano la carriera l’ha riempita di episodi di questo tipo) quindi ad un certo punto anche lui non è certo una povera vittima ma ha avuto la sua parte.

  12. eraldoca scrive:

    Io credo che come Sampdoriani dobbiamo gioire per questo inizio di campionato positivo ma non dobbiamo abbassare la guardia per quanto riguarda il trio che guida la nostra Samp perchè purtroppo è lo stesso che non più tardi di sei mesi fa ci ha regalato un girone di ritorno da brividi con le sciagurate cessioni di Eder, Regini e Zucanovic senza adeguati rimpiazzi.
    Per quanto riguarda Romei, certo si presenta meglio del nostro presidente ( ci vuole poco ), ma è solamente l’avvocato privato di Ferrero promosso ad amministrare una media società di serie A senza nessuna esperienza professionistica nel settore calcistico, così come lo è il nostro amato presidente.
    Il tutto sapendo che le persone citate non hanno nessuna disponibilità finanziaria da investire nella Società.
    Pertanto tifiamo Sampdoria e speriamo di gioire il più possibile ma rimaniamo diffidenti e guardinghi per una dirigenza che non ci appartiene e che sopratutto non ama la Sampdoria ma cerca solamente di ricavarne dei vantaggi personali.
    P.S.: Posso chiedere quanti abbonati siamo quest’anno?

    • Edoardo scrive:

      Sono d’accordo con la tua linea di pensiero, invece per quanto riguarda gli abbonamenti così a occhio mi sa che quest’anno tanti non hanno rinnovato la tessera, ma non saprei dirti le cifre esatte, forse Paola può darci qualche informazione più precisa in merito…

  13. dario scrive:

    Sono molto perplesso, in teoria un avvocato non può lavorare per una società se non in veste di consulenze di tipo legale mentre le consulenze di Romei mi sembrano quelle di un amministratore.
    Detto questo, tutto giusto mantere bilancio in parti, far plusvalenze, far funzionare lo stadio (su quest’ultima cosa vedremo se ci riusciranno) ma in questo modo di far funzionare le cose non vedo dove stiano i sogni dei tifosi. Inoltre temo molto cosa possa succedere l’estate che si sbaglieranno gli acquisti e non si riusciranno a fare plusvalenze.

  14. Elio scrive:

    Penso che dopo lo scorso anno per forza di cose ci debba essere una persona che possa essere in grado, quando viene richiesto, di saper inanellare un discorso che abbia un senso per chi ascolta.
    Chi meglio di un avvocato per coprire questo ruolo?. Possiamo poi chiederci come mai non abbia ruoli in società (non mi pare che Berlusconi abbia abbandonato tutte le sue attività per dedicarsi esclusivamente alla presidenza del Milan, stesso discorso per Squinzi, De Laurentis ed altri) come possiamo continuamente chiederci perché Ferrero presidente (il tanto capace professionista decantato nell’intervista ha al suo attivo un patteggiamento a un anno e dieci mesi per bancarotta fraudolenta per il crac Livingston), ma queste sono domande alle quali difficilmente avremo risposte convincenti. Il caso Cassano dimostra la pochezza manageriale della Società dimostrata peraltro anche con Eto’o, la scelta degli allenatori la scorsa stagione etc. Ora si è primi in classifica e si può parlare di investimenti, stadio, bilanci, e cosi via. Ritengo comunque che il gioco del calcio si faccia ancora sul campo. Pertanto aspetto di vedere più avanti i risultati che se positivi si potrà dire che finalmente la dirigenza avrà messo la “testa a posto” altrimenti ritorneremo a pensare tutto quello che si è detto alla fine della stagione scorsa e a quel punto di stadio,impianti,bilanci ed altro interesserà veramente a pochi.

  15. Marco62 scrive:

    Io veramente non capisco più i tifosi, ma che problema è se Romei lavora o non lavora x la Samp, ci siamo lamentati di mancanza di persone capaci, vi ricordate Guastoni e Tosi, …certo Marotta non lo trovi sempre ma non vedo sinceramente il problema x il ruolo di Romei in società.

    • Maurizio scrive:

      Ci hanno preso con 22000 abbonati ora siamo 6000 di meno… C’è poco da capire che la situazione è preoccupante gli altri pensano a recuperare la tifoseria persa noi lo facciamo aumentando i prezzi dopo una stagione di merda..non andiamo più nelle scuole non ci sono più i camp e mi tocca vedere gli Ecuador a sampierdarena con la maglia dei piccioni.. Basta così?

  16. Master scrive:

    Tifare Juve è una certezza costata fior di milioni e competenza. Non faccio altri discorsi uggiosi che lasciano il tempo che trovano, Noi siamo come sempre quelli che a Roma si deve perdere perchè così è scritto e dovuto, un pò come un pugile che allena il campione
    designato.Mi sono rotto.

  17. Master scrive:

    Un particolare ringraziamento va all’arbitro di oggi da parte della tifoseria romanista notoriamente riconoscbile per la sua educazione inconfondibile negli stadi e fuori tanto da meritarsi il premio ad un minuto dalla fine.Viva Roma e w l’Italia. Pensare che il nostro presidente è romanista,lo ha detto lui, Noi che ci stiamo a fare se non le comparse..

  18. Gabriele scrive:

    Non capisco cosa c’entra la gestione economica con i risultati sportivi!
    I dirigenti stanno gestendo molto bene la società, con i principi giusti, poi ricordiamoci che la samp non ha i tifosi di juve milan ecc…., non ha lo stesso richiamo mediatico perciò non si può fare più di tanto. Nel nostro piccolo possiamo toglierci delle soddisfazioni con una gestione oculata, poi se indovini la stagione magari vai in uefa, se non la indovini rischi di retrocedere ma non c’entra niente la gestione….
    Qualcuno prendeva ad esempio l’udinese negli anni passati, credo che noi stiamo prendendo la stessa direzione, anche loro hanno stagioni brillanti e altre meno….
    Sia chiaro se qualcuno conosce qualche sceicco si faccia avanti….

Avanti un altro

A sto giro non si è scansato nessuno, a sto giro si sono scansati i tifosi che quest’estate hanno deciso

Tre su tre…

Tre su tre, non succedeva dal ’54. E’ la Samp dei record. È la Samp di Marco Giampaolo, che colleziona

Testa fredda, cuore caldo

La Samp di Giampaolo raccoglie un altro record, meritato, strameritato: cinque vittorie in casa nelle prime cinque di campionato sorpassando

E ora testa alle prossime due …

Testa alle prossime due gare di campionato, cercando di imparare dagli errori commessi contro l’Inter. Da una parte si può