SERATA “NI”. E ORA, A VERONA, SERVE IL CARATTERE

29 Ott 2015 by andrea.lazzara, 98 Commenti »

Cari amici di Samplace, il pareggio contro l’Empoli è figlio di una bella partita dell’avversario (complimenti a Giampaolo per organizzazione e piedi di molti dei suoi ragazzi) e di una serata “ni” della Sampdoria. Non è stata un disastro, intendiamoci, ma il primo tempo avvolto nella nebbia, il talento di Soriano che vaga per il campo, qualche imprecisione di troppo hanno fatto da contraltare a una buona ripresa dove lo schiaffo di Pucciarelli ha fornito lo spunto per una bella reazione caratteriale. Peccato per le occasioni di Muriel e Correa (l’argentino a me sembra che debba ancora capire molto del calcio italiano, bisogna aspettarlo, certamente, ma per ora è ancora troppo.. pieno di orpelli) perché una partita che, per 75 minuti era giusto finisse in pareggio poteva anche rimbalzare nel campo blucerchiato. Cassano: personalmente ritengo la sua prestazione insufficiente nonostante un paio di tocchi che potevano avvicinare al gol la Samp. Per me, nel contesto attuale, dinamico e tattico della squadra, è un lusso che non ci si può permettere, soprattutto dall’inizio. Pronto, ovviamente, ad essere tacciato di non capire nulla di calcio( probabile). Ma sono qui per dire la mia, e voi la vostra no? A Verona vorrei vedere allora il carattere del secondo tempo di stasera, una squadra che getta il cuore oltre l’ostacolo e che, anche se non ha la Sud che la spinge, lontano dal Ferraris dimostra le sue qualità tecniche grazie anche al temperamento( a proposito, che giocatore Barreto !). Il Chievo, credetemi, sarà un interessante banco di prova. Da superare, possibilmente, portando a casa punti importanti.

98 Commenti

  1. Paolo1966 ha detto:

    Partite che di solito si perdono, e in effetti ad un certo punto avremmo meritato di perderne due, non una. Fortunatamente la abbiamo raddrizzata subito e alla fine avremmo anche potuto vincerla, ma il gol all’ultimo secondo e’ cosa rara nel ns DNA… Concordo su Cassano, lo avrei visto meglio nell’ultimo quarto d’ora anziche’ dall’inizio, soprattutto contro una squadra giovane che corre e palleggia bene.
    Concordo anche su Correa, puo’ essere che a Gennaio valga la pena di valutare un prestito, magari in un’alta serie B, per farlo giocare e fargil prendere qualche stecca che lo aiuti a diventare meno lezioso.
    Stasera bene i due cagnacci Fernando e Barreto e solito grazie a Eder.
    Peccato perche’ vincendo avremmo scavato un piccolo solco tra noi e le seconde dieci.
    A Verona servira’ una squadra cazzuta.
    Chiudo con una curiosita’: qualcuno si ricorda quando e’ stata l’ultima volta che abbiamo segnato di testa da calcio d’angolo?

    • Fra Zena ha detto:

      ultima giornata dello scorso campionato, contro il Parma, o sbaglio?

    • ale ha detto:

      Fernando non mi sembra un cagnaccio ma un giocatore di grandissima classe. E’ vero che è molto attivo anche in interdizione ma -mi sembra- niente a che fare con un Barreto (avercene) o un Palombo dei tempi andati.
      Non sbaglia un’apertura, fa lanci precisissimi di decine metri, da stropicciarsi gli occhi!

      Lo adoro

      Saluti

      • ale ha detto:

        Scusate, non mi ricordo…….ma è tutto nostro? Già nostro senza riscatti e simili?

        Se sì…….che affare!

        Bravo Osti o Pecini o tutt’e due non lo so!

      • andrea.lazzara ha detto:

        Fernando(cartellini a parte, ieri sera a un certo punto ha rischiato ma almeno questa volta lo ha evitato) mi piace sempre più. E’ cagnaccio ma anche costruttore( e pure fine). Certo, a volte dovrebbe dimenticare di essere brasiliano perchè, ad esempio, nel secondo tempo ha liberato l’area girando attorno a due avversari tra l’area e la linea di fondo sparando poi verso centrocampo: tutto bene, ma sai gli infarti in tribuna…

        • Stefano_1970 ha detto:

          La parte che mi é piaciuta di più é che Fernando e Barreto hanno trascinato Soriano a “cacciare” il pallone quando in possesso degli avversari.

      • Paolo1966 ha detto:

        Il mio voleva essere un complimento al carattere

    • francesco ha detto:

      Caro Paolo hai scritto esattamente parola per parola quello che volevo postare ti quoto in pieno

    • Marco ha detto:

      Forse Costa a Milano col Milan, prima giornata campionato con Ferrara allenatore.

  2. petrino ha detto:

    cassano gioca da fermo. Nel calcio del 2015 non possiamo permetterlo. Bocciato. Lo stesso vale per correa. Non incide mai, non determina nulla, e’ indecifrabile. E’ una punta, una mezza punta???? E poi fisicamente sembra un virgulto. Con un fisico simile o sei un fuoriclasse o sarai sempre una figurina. Assomiglia a juan antonio!!!!! Deve andare in prestito in qualche squadra che lo faccia giocare sempre per capirne i numeri. Mille volte meglio soriano in serata storta che correa. Stasera abbiamo visto la differenza che passa tra un vero allenatore di calcio e un’ apprendista. Con lo stesso potenziale tecnico Giampaolo farebbe faville. Su Sky luca pellegrini, a precisa domanda su volpi, ha risposto che la tradizione doriana sulla presidenza non e’ al momento quella che lui predilige. Confermo in pieno. Le tv cominciano a diradare le riprese di ferrero. Che sia un preavviso????

    • Paolo1958 ha detto:

      probablilmente le prospettive dagli spalti sono diverse… pensa che a me sembra che Correa debba buttare già un chilo per chiappa….
      Comunque il fisichino è 1,88 m per 77 chili (secondo me ora di più…), non proprio segnaligno.
      Su Giampolo vorrei rivedermi i commenti di qualche tempo fa, comunque complimenti veri per l’Empoli che ha messo in campo ieri.
      Non mi sembra che la Samp non abbia espresso gioco questa volta, è stata sicuramente poco incisiva, ma probabilemente giocare contro una squadra che adesso corre a mille (triplicavano ogni marcatura) e che è ben messa in campo è difficile per chiunque. el resto sta nella parte sx della classifica, qualcosa vorrà pur dire, senza pensare per forza che Zenga sia un apprendista.

    • nello ha detto:

      Ma basta….!

  3. poncharello ha detto:

    Primo tempo buttato alle ortiche complice anche un turn over poco intelligente in attacco: dopotutto hanno avuto 3 giorni interi per riposare.
    Cassano un ex giocatore sovrappeso che non regge i ritmi della serie A, eravamo costantemente in 10, rallenta sistematicamente l’azione e le ripartenze, non abbiamo profondita: al limite lo fai entrare a 20/15 minuti dalla fine ma titolare mai…e abbiamo passato un’estate a litigare sul Cassano si/no, una delle poche cose su cui Zenga aveva ragione.
    2 punti buttati contro una squadra, un’altra, + organizzata di noi: se cominciamo a rallentare anche in casa son dolori quindi e’ d’obbligo fare 3 punti a Verona altrimenti non dico possa essere un campionato di sofferenza ma completamente opaco eppure abbiamo una qualita’ che da anni non avevamo, bastava un allenatore vero.
    Fernando sta crescendo di partita in partita, veramente un grande giocatore come l’infaticabile Barreto.
    Muriel il solito: a me non interessano i giochetti da foca o l’elastico ma che la butti dentro: anche ieri sera ha sbagliato un gol assurdo, un giocatore da 10 milioni non puo farlo diamine!
    Ancora un gol preso, incredibile.

  4. Stefano_1970 ha detto:

    Fernando-Barreto fanno capire bene cosa abbia significato “pompare” per anni il fenomeno Palombo.

    Cassano si sta asciugando, complimenti per l’abnegazione. Se poi ha qualche spazio libero per insegnare a Foggia come si gioca a pallone magari a Gennaio si avranno alternative interessanti.

    Ivan e Pereira sono già finiti? Lo scopo dei cambi é quello di far fare minuti a tutti?

    @ Andrea Lazzara

    L’Empoli non era messo meglio in appartamento della Sampdoria. Semplicemente maggiore tecnica collettiva si tramuta in maggior velocità nel giro palla. CarboneRo, Cassani, Soriano e tanti altri hanno bisogno di 2 tocchi solo Per controllare il pallone nel traffico.

    Una domanda per tutti… a Gennaio si dovesse scegliere tra un difensore di fascia e un centravanti….voi cosa sceglierete?

    • Paolo1966 ha detto:

      Uno che la butta dentro

      • Maraschi ha detto:

        Concordo. L’unico “killer” che, se ha la palla buona (ma neanche tanto…), la butta dentro è Eder. L’unica alternativa, prima dell’acquisto eventuale di gennaio, è far fare qualche minuto in più a Bonazzoli o a Rodriguez per vedere che cosa combinano.

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      Non sono d’accordo. non abbiamo mai avuto da anni una squadra tecnica come questa. barreto fernando, soriano, eder, muriel, cassano di cosa parliamo. soriano che non ha tecnica? scusa ma non mi sembra proprio. rispetto la tua opinione ma mi sembra una disamina molto da tifos arrabbiato per le prestazioni di squadra che oggettivamente non ci sono. viviamo di grandi individualità e ne abbiamo tante. dovrebbero essere usate meglio. l’empoli giocava alto in 30 metri mentre noi siamo più lunghi e meno agressivi, difesa bassa e esterni che non spingono. ieri a destra cassani bravo tatticamente ma senza gamba. perreira ne ha molta di più. la risposta alla tua domanda l’ho già data e prenderei un sinsitro,,,,,,ci fossero. tuttavia questa squadra secondo me è molto valida e completa. zenga deve trovare solo il modo di farli giocare bene assieme. la tecnica c’è tutta.

      • Stefano_1970 ha detto:

        Tecnica vuol dire tante cose.
        Calciare il pallone é tecnica, stoppare un pallone é tecnica, etc.
        Dal mio punto di vista Soriano ed altri non posseggono la tecnica necessaria per una circolazione di palla veloce. Tante le componenti: come ti posizioni con i piedi, leggere la situazione (posizione degli avversari e dei propri compagni), etc etc.
        Soriano é un buon giocatore con i suoi “colpi”. Quello della circolazione fluida del pallone non glilo’ho ancora visto

    • ale ha detto:

      Considerando che siamo una delle squadre che ha segnato di più e una di quelle che ha preso più gol, direi la seconda che hai detto! (Fascia sinistra xchè a ds con Cassani, Pereira e Lollo siamo coperti)

  5. Fra Zena ha detto:

    Per come si era messa, sicuramente un punto guadagnato: per I primi 20′ del secondo tempo non abbiamo toccata praticamente palla. E’anche vero che verso la fine ho avuto l’impressione che la potessimo portare a casa, ma evidentemente non siamo squadra da rubacchiare le partite sul finale (Roma a parte) e comunque sulle avanzate dell’ottimo Empoli si continuava a ballare un po’, quindi bene così. Purtroppo soffriamo tremendamente le squadre che fanno pressing alto, non consentendo ai centrocampisti di ragionare; attenzione, perchè anche il Chievo è della stessa pasta, quindi sarà molto dura. Riguardo ai singoli: difesa sufficiente, direi che ormai I titolari sono questi con possibile staffetta De Silvestri / Cassani (che a me è piaciuto comunque, soprattutto nel primo tempo). Centrocampo: maluccio Soriano, benino Carbonero, bene Fernando, benissimo Barreto. Attacco: monumentale Eder, ha fatto un gol da grande campione in un momento difficilissimo, non finirò mai di stupirmi per il continuo miglioramento di questo giocatore. Cassano non direi insufficiente, il suo l’ha fatto, ma condivido il resto del tuo ragionamento: non è un giocatore funzionale a questa squadra, troppo statico, non dà profondità. Forse non è più abituato a queste partite dove si corre a cento all’ora; in ogni caso, datemi pure del becero calciatore di periferia, ma secondo me non possiamo permetterci di barattare sostanza, profondità e fisicità in attacco con qualche colpo di classe. Io rimango dell’idea che non possa partire titolare, al massimo fare un tempo o ancora meno in situazioni particolari, tipo Foggia l’anno della B, che poi si rivelò decisivo. Muriel ha dato un po più di profondità ma ha avuto poche palle giocabili; Correa insufficiente, non per il gol sbagliato, ma per il ritmo troppo compassato. Ha ancora molti limiti, fisici e caratteriali. Dopo Chievo e Firenze si faranno i primi bilanci

  6. Daniele da Rapallo ha detto:

    Io credo che se sei una squadra ambiziosa in casa con l’Empoli devi vincere.
    La squadra è oggettivamente tecnicamente più forte di quella dell’anno scorso ed è giusto avere ambizioni di buone posizioni nella parte sinistra della classifica. L’andamento è invece altalenante.
    Per quanto mi riguarda, pur contro un ottimo Empoli, sono punti persi.

    • Stefano_1970 ha detto:

      É dal calciomercato di quel lontano Gennaio di serie B che scriviamo e riscriviamo che in ciascuna sessione di mercato la rosa migliora.
      Al netto che anche le altre compagini ogni anno lavorano per migliorarsi occorre oggettivamente prendere coscienza di tutto il buon lavoro fatto dalla società fin qui (tutti i rifiuti smaltiti) e che per la strada é ancora lunga.

  7. Luca ha detto:

    Non capisco Zenga, questa era una partita da vincere e cosa fa? Toglie Muriel e mette Cassano ( obiettiva mente giochiamo in 10 , tocchi splendidi ma supporto atletico pari a 0!) lui e’ ormai un giocatore da ultimi 15 minuti !!!!! Eder – Muriel soprattutto in casa sono devastanti infatti in 25 minuti 3 palle goal ed un goal , non si possono sprecare queste occasioni mister ! Adesso cosa vuol dire andiamo a vincere a Verona???? Visto che in molti andremo al Bentegodi non vorremmo essere ripagati con la solita prestazione da ” abbiamo sbagliato l’atteggiamento” , Correa ? Purtroppo e’ un fenomeno a mangiarsi i goal , perdona Andrea ma anche ieri sera era solo da colpire di testa e metterla dentro lo specchio della porta , ha avuto da solo il tempo di inginocchiarsi , mirate e colpire un cross favoloso del solito Eder , io lo paragono all’errore con l’Inter! Un disastro, una tua opinione? Grazie

    • andrea.lazzara ha detto:

      La scusante che posso trovare all’errore di Correa è che..beh diciamo non credo il colpo di testa sia il massimo nel suo repertorio. A me sembra sempre che cammini un pò sulle uova e sia un pò spaesato. Ripeto, probabilmente non ha ancora compreso appieno meccanismi e ritmi del calcio italiano.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        secondo me hai ragione e dovrebbe andare a giocare in una squadra di A che gli dia spazio come bologna Frosinone carpi ancora meglio e farsi le ossa. se gioca a strappi e spezzoni non troverà la fiducia. la tecnica c’è e il potenziale fisico con 2 o 3 kg anche. deve maturare e sono in disaccordo con chi lo boccia. ci vuole tempo e pazienza e aspettare a volte

    • Stefano_1970 ha detto:

      Io non sono pro-Cassano, ma ieri il primo tempo ha corso il triplo di Correa.

  8. Lollo ha detto:

    D’accordissimo con il tuo post Andrea. A mio modo di vedere non abbiamo un’organizzazione di gioco efficace, viviamo troppo sullo spunto dei singoli, e penso sarà così per tutta la stagione; detto questo, l’Empoli non è il Verona, e considerando che a volte partite come questa le perdi, alla fine il ” pareggino ” mi va anche bene, se poi fosse entrata la palla di Muriel, strozzata di un niente, eravamo a commentare una vittoria; resta un po’ di amaro perchè con dei giocatori così ( su tutti Fernando Barreto ed Eder ) potresti ambire a qualcosa di più.
    Un ultimo appunto: io avrei lasciato perdere il turn over e schierato la formazione di partenza di Domenica scorsa..

  9. Francesco ha detto:

    Ciao Andrea ed un saluto a tutti!
    Completamente d’accordo con quanto scritto, soprattutto su Cassano e Barreto, peccato per le due occasionissime di correa e muriel.
    Dopo aver visto la partita è sentito alcuni commenti mi sono venute in mente sue domande per le quali mi farebbe piacere ricevere un tuo parere:
    1) ripenso a quando in estate il presidente non volle prendere sarri perché preferiva il gioco fisico di zenga, adesso io mi auguro fortemente che la reale motivazione fosse che sarri era già promesso al Napoli anche se mi pare che De Laurentis avesse scelto mija.
    Avrei voluto vedere il potenziale di questa squadra guidato da un insegnante di pallone e non dal solito catenacciaro/contropiedista, se in più ci si mette che è un ex portiere…
    2) domanda tecnico/arbitrale per una situazione sul fuorigioco per cui non riesco ancora a capire e per altro penso non la capiscano nemmeno gli arbitri… Ora io giocando ovviamente in serie minori ed essendo capitano sono andato l’anno scorso col mio mister all’incontro con gli arbitri che ci hanno voluto spiegare la nuova regola del fuorigioco e ieri se questa regola fosse applicata il primo gol di eder annullato a mio avviso dimostra un errore enorme dell’arbitro e soci… La regola dice che se un passaggio viene effettuato ad un compagno in fuorigioco e un difensore interviene Volontariamente se il suo tocco poi porta il pallone nei piedi del giocatore che era fuori (eder) lo rimette automaticamente in gioco. Premetto che la ritengo una cavolata, per me in questa situazione è sempre fuorigioco, ma visto che hanno messo questa regola a mio avviso il primo gol annullato è regolatissimo (non quello di tacco invece)… Andrea visto che me lo sono sentito spiegare in faccia ma mi sorge qualche dubbio visto che non la vedo applicare sempre potresti darmi un tuo parere ed una tua conferma sulla regola in questione?
    Grazie mille è ancora un saluto a tutti!
    Forza Samp e andiamo a vincere a Verona

    • andrea.lazzara ha detto:

      Sul punto 2…mi devo informare perchè sui dettagli e gli aggiornamenti regolamentari(continui, peraltro) non sono pronto. Sul punto 1…beh….il povero Sarri per Ferrero voleva giocare a calcio, Berlusconi non lo avrebbe preso per un’intervista in cui esprimeva le sue idee politiche…va a finire che De Laurentiis ha fatto l’affarone nel modo con cui Bradbury, il pattinatore australiano, vinse l’oro alle Olimpiadi anni fa(eliminazione spontanea degli avversari, filmato da Mai dire gol…).

    • Stefano_1970 ha detto:

      Benitez aveva bisogno di giocatori per rifondare tecnicamente la squadra, ma il budget a disposizione non lo soddisfa va.
      Sarri aveva bisogno di giocatori per rifondare tecnicamente la squadra, ma il budget a disposizione non lo soddisfa va.

    • fioretta ha detto:

      Zenga catenacciaro? O per lo meno ,la Samp di quest’anno catenacciara? abbiamo fatto 18 gol , se non sbaglio ,siamo il terzo attacco della serie A e siamo catenacciari? Erano anni che non si vedevano tanti gol.. L’anno scorso gli attaccanti giocavano sempre nella trequarti difensiva allora si eravamo catenacciari,ma quest’anno…dai..se mai siamo mal messi in difesa ,quello sì ,abbiamo sempre preso gol ,escluso col bologna, bisogna registrare la difesa.

  10. alex57samp ha detto:

    Mi trovo d’accordo con Andrea in quasi tutti i punti del suo editoriale. Dal grigiore generale di ieri sera io salverei Barreto (prestazione da 10 e lode), Fernando ed il solito grande Eder che ci ha evitato la sconfitta. Io comunque ho visto una squadra inconcludente anche nel secondo tempo: ditemi quali grandi interventi ha dovuto fare il portiere dell’Empoli…..Per il resto il nulla. E’ bastata una squadra onesta e ben organizzata nel gioco per bloccarci completamente ogni varco.
    Io ribadisco che il problema, secondo me, sta nel “manico”. Questa squadra ha evidenziato ieri, se ce ne fosse ancora bisogno, di non avere un’organizzazione di gioco, cosa che, per esempio, una squadra discreta con giocatori modesti (tranne Saponara) come l’Empoli ha. D’accordissimo che Cassano in questa squadra senza gioco non c’entra nulla ed è un lusso che non ci possiamo permettere. Personalmente mi sono stufato di vedere Viviano rilanciare palla lunga che finisce 99 volte su cento nei piedi degli avversari. Quel tipo di gioco avrebbe un senso se avessimo una prima punta di fisico (tipo Okaka nel periodo che ci dava), ma purtroppo non abbiamo un giocatore con quelle caratteristiche.

    • stefano ha detto:

      Hai detto tutto .solo lanci x chi? Ragazzi il campionato è lungo…appunto voglio dire che in casa con l’Empoli devi vincere. A Milano Roma Firenze che fai? Non puoi sperare sempre sul monumentale Eder ….senza gioco va bene finché dura.chi vuol essere lieto sia.La Samp nel cuore..

  11. poncharello ha detto:

    Tra Frosinone, Verona ed Empoli raccolti 4 punti.
    Veramente deludente ruolino di marcia.
    La vittoria col Verona, squadra in crisi nera e abbiamo visto anche mercoledi in che condizioni sia, ha illuso troppi.
    Questa squadra vive sulle giocate dei o meglio del singolo (Eder).
    Continuo a non vedere organizzazione, l’Empoli eccome l’aveva, a vedere un reparto difensivo poco ordinato, continuo a vedere improvvisazione, confusione pause importanti e discontinuita’ nell’arco della stessa gara: poi emergono ovviamentemle giocate di Fernando, la corsa di Barreto ed il solito Eder ma tutto e’ lasciato al caso.
    Cassano falso 9 che porta ad allargare Eder e’ stata una genialata.

  12. Daniele da Rapallo ha detto:

    Mi spiego meglio : non sarò un intenditore di calcio ma penso che squadra che vince non si cambia. Per esempio Cassano lo avrei messo alla fine ad avversario più stanco, visto che ormai la maggior parte delle squadre (ed anche qua non capisco…) giocano bene solo un tempo sia fisicamente che come approccio mentale. Rodriguez a due minuti dalla fine ?
    Può anche darsi che col tempo la squadra si ammalgami meglio e trovi più continuità e gmiglior gioco però secondo me ha perso punti preziosi per strada. Muriel poi si mangia dei goal da gialappas band. E mi arrabbio proprio perchè credo che con l’innesto di un buon terzino sinistro questa squadra potrebbe benissimo piazzarsi a ridosso delle 4-5 cosiddette grandi. Tolte infatti Roma,Napoli, Fiorentina,Inter, juve…mettiamoci Lazio o Milan….Altre, tra cui noi potrebbero essere outsider per un posto europa league. Sarò troppo ambizioso od ottimista ? Chiedo vostri (ed un tuo Andrea..) pareri…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Io non riesco ancora a capire bene quali siano i reali valori di questo campionato. Credo che però alla Samp manchi non tanto o solo qualche uomo ma anche un pò di personalità: ecco perchè Verona penso sia una partita importante per vedere se, in qualche modo…se ne trova un po’ da qualche parte…. Cassano può essere utile nel finale, vero. Con avversari stanchi e che vanno al suo stesso passo.

      • Stefano_1970 ha detto:

        Ma é personalità o professionalità a mancare?
        Uno come Correa non dovrebbe almeno impegnarsi?
        Perlomeno Rodriguez due volte di testa ha provato a saltare…

        • andrea.lazzara ha detto:

          No, Stefano, non credo sia un problema di professionalità e impegno. Per quel poco che ne capisco vedo che i piedi del Tucu sono ottimi. Ma ci sono stati nella storia anche ottimi giocatori che ci hanno messo 1 anno, anche più a capire che il calcio europeo è diverso da quello sudamericano. Sperando di non aver attendere ancora troppo…

      • chicco 78 ha detto:

        Ma scusami Andrea se mi permetto ma se Cassano gioca sempre e cmq dieci minuti un quarto d’ora nei finali partita quando mai riprenderà appunto il ritmo partita!stiamo parlando cmq di un giocatore che neanche un anno fa aveva già segnato cinque goal mi pare e aveva fatto altrettanti assist e giocava praticamente con coda in attacco….io poi non so ma il giudizio su come gioca mi sembra un pochino affrettato e un pochino ingeneroso….poi non voglio dire che sia forte come una volta o che sia di obbligo farlo giocare da titolare ma alla fine lo stiamo andando a sostituire con un Muriel che ha fatto le sue migliori prestazioni solo con carpi e Verona e per ovvi motivi mi pare…o con Correa che voglio dire non mi pare che in sto momento renda più di Cassano…non è che mettiamo Cassano al posto di Eder quella si sarebbe una bestemmia…..quindi boh non lo so….poi sin convinto anche io che Muriel sia moooolto più forte di Antonio ma per il momento….boh non lo so sicuramente mi sbaglio però secondo a Cassano bisognerebbe dare un pochino più di continuità per rivederlo a certi livelli perché se no non si può dire (sempre umilmente secondo me)che non è adatto a questa serie a perché ci giocava con ottimi risultati non più tardi di dieci mesi fa….cmq Andrea io mi sbaglierò per carità però io col ci proverei con tutti e tre davanti….senza attirarmi le ire di nessuno ho provato solo a dire la mia….grazie per l’attenzione!!!!

        • andrea.lazzara ha detto:

          Per carità, nessun problema siamo qui per dire la…nostra tutti. Io ho solo la sensazione che non sia un problema di ritmo partita ma proprio di condizione difficile da recuperare in senso assoluto.

          • chicco 78 ha detto:

            Ah ok Andrea tu dici che non possa proprio più tornare a certi livelli anche se gioca sempre…ti dico può anche essere perché a questi livelli appunto giustamente, stare fermo sei mesi è quasi irrimediabile a 33 anni poi tra l’altro, e questo sicuramente è stato l’ennesimo sbaglio che ha fatto Antonio, è proprio vero che non ha fatto assolutamente niente per tenersi in forma. ..ecco questo si è sicuramente visto ,però allora Andrea ti faccio una domanda:in previsione di ciò ,come siamo messi se Eder va via perché André parliamoci chiaro se Martin continua così altro che solo l’Inter, qua si faranno avanti parecchie squadre…ergo?non so ti chiedo ecco perché io invece speravo che Antonio potesse ripigliarsi….

    • robin12 ha detto:

      non mi ricordo nella storia terzini sinistri che spostassero gli equilibri, neanche Roberto Carlos; vedi investimento della juve su alex sandro per più di 20 milioni senza risultati.
      Serve gioco e personalità, e il miglior investimento può solo essere un grande allenatore.
      volpi/briatore: iniziate a guardarvi intorno per l’anno prossimo che mister Z va in scadenza

      • Max Samp ha detto:

        Robin 12 personalmente penso che i terzini sia destri che sinistri ti possano spaccare le ligne .certo che si l’esempio classico é stato Perreira e gol di Muriel ..in cui concordo che i buoni stanno presi e arci Blindati. e quelli che restano sul mercato di livello stanno pochi .. x questo che un Evra ….un Digne…un Maxwel…un Vandervil un Nagatomo o un Florenzi adattato a questo registro stanno cosa rara ma che goduria sarebbe approffitare a dovuto delle fasce ! Forza Doria Sempre …!!!

    • Paolo1966 ha detto:

      In un campionato livellato la differenza la potrebbero fare la corsa (noi giochiamo un po’ lenti), la cattiveria agonistica (lasciamo perdere). l’organizzazione di gioco (ehm…) e la classe dei singoi (e qui ne avremmo pure)

  13. robmerl ha detto:

    io però mi sto divertendo. Urge innestare un incontrista alla Poli (al milano non lo vogliono più) e un centrale più mobile di zuka, E la squadra è sempre troppo lunga. Fernando super. Resto della mia opinione su Correa: può fare solo l’esterno nel 433 ma è un talento vero!

  14. robin12 ha detto:

    Non è facile essere contenti dopo un pareggio in casa con l’empoli, soprattutto per noi genovesi mugugnoni, eppure lo sono. Ho visto diverse azioni palla al piede, alcune belle giocate, molte ottime individualità. Probabilmente faremo un campionato di metà classifica ma il futuro è dalla nostra.
    Tornando ai singoli:
    concordo perfettamente con te Andrea su Cassano, che io adoro perché sa fare cose come nessun altro nella storia del calcio italiano (attendo critiche….) ma che in questo momento è un lusso che non possiamo permetterci. Lo vedo molto meglio subentrando negli ultimi 15 minuti a tentare di risolvere la gara.
    Concordo su Barreto, ieri impressionante, un cagnaccio pauroso che recupera milioni di palloni. Finalmente il vero Barreto.
    Fernando SONTUOSO. Signori speriamo rimanga a lungo, ha 23 anni ma è già fondamentale. Deve migliorare un po’ tatticamente e poi sarà un giocatore da 40 milioni.
    Silvestre ottimo come sempre, Zukanovic sulla retta via anche se ha responsabilità sul gol.
    Cassani non male, ma perché non Pereira?
    Mesbah discreto, sempre meglio di Regini.
    Carbonero ad alti e bassi, si inserisce molto bene, può essere molto utile.
    Soriano sottotono ma sta facendo un campionato oltre le più rose aspettative, quindi nulla da ridire.
    Solito eder, forse troppo largo per molti tratti della gara. Il gol non era per nulla facile, è stato bravissimo come sempre.
    Muriel più grintoso del solito, speriamo continui a migliorarsi in tal senso.
    Correa: non so. Questo è un talento ma in campo rende meno di Carbonero. Raddrizzatelo (zenga o chi per lui) per favore e farà grandi cose.
    Zenga: inizio a fidarmi un minimo di più di lui, vedremo.

    • ale ha detto:

      Quoto tutto. Tranne forse Regini/Mesbah secondo me si equivalgono. Il che non è che sia una bella cosa.
      I terzini sinistri buoni però sono merce rarissima

      Avanti Sampdoria!

    • Lollo ha detto:

      D’accordo su tutto ( per Barretto aggiungerei ” cagnaccio illuminato ” perchè ha anche piedi buoni e buona visione di gioco, alcune sue aperture di ieri mi sono piaciute molto ) tranne che su Zenga, continua a non piacermi…

    • Paolo1968 ha detto:

      100% il mio pensiero

  15. Sammy ha detto:

    Samp data a 2,37 in casa contro l’Empoli…………… c’è qualcosa di strano in questa quota che visti i precedenti della Samp in casa (5-1 al Carpi, 4-1 al Verona) dovrebbe aggirarsi su un 1,60 al massimo. Poi si dice che il calcio perda credibilità……

    • Martino Imperia ha detto:

      acuta osservazione

    • Stefano_1970 ha detto:

      Carpi e Verona giocano con i tappi di bottiglia sulla spiaggia. L’Empoli gioca a calcio. Gli analisti delle scommesse hanno certamente colto la ghiotta occasione di attirare scommettitori verso una partita che per i tifosi poteva essere scontata, ma che il campo ha dimostrato essere molto difficile

    • ale ha detto:

      Forse semplicemente chi fa le quote si affida anche a tecnici esperti. L’empoli secondo me non è paragonabile a Verona e Carpi né tecnicamente ne come società.

      saluti

      • Sammy ha detto:

        No scusate, non esiste che in casa con un empoli quasi in zona retrocessione ci sia un 2,37 per la squadra di casa, che si chiama Samp. Poi fate pure i vostri discorsi. Forse non vi è chiaro che le quote nelle scommesse si abbassano o si alzano in base al fatto se vengano giocate o meno. Quindi se la Samp si alzava vuol dire che veniva giocato il pareggio o la sconfitta. E non si giocava con la Roma o l’Inter. Riflettete prima di parlare. Il calcio è uno schifo.

  16. francesq ha detto:

    E fu così che anche all’Empoli cascò. Parlo sempre del morale… E proprio sul più bello, quando sembrava che la coraggiosa (e splendida) squadra toscana fosse nel pieno controllo della partita e la vittoria stesse maturando come una pesca al sole.

    Ma noi siamo fatti così. Arriviamo come un’iniezione, come un acquazzone estivo, come la febbre proprio la sera del ballo. Quando meno lo vuoi e meno te lo aspetti… ZAC! Il Doria giunge e ti purga.

    Altro gol su errore altrui, visto?

    Di nuovo, una costante. Non può essere un caso. Anzi, lo ha detto pure Zenga ieri sera. Non è per nulla un caso, ma un’idea.

    Idea forse eccentrica e un po’ rudimentale. Non ci importa nulla di giocare al calcio. Il nostro mantra è gozzovigliare nella penombra, fino al momento dell’aggressione del malcapitato avversario. Siamo speculativi e iper concreti. Lasciamo le filosofie ai pensatori e la bellezza agli esteti metrosexual. Siamo gente concreta, noialtri. Badiamo al sodo. Palla lunga, Eder che la rincorre. Se poi la prende e segna, tanto meglio. Vediamo che gli avversari, in regia, mettono un ragazzino. Noi lo pressiamo finché non sbaglia, finché non crollano le sue certezze, finché non rimpiange di essersi alzato da quella panchina… Poi ci prendiamo quel che ci spetta.

    E l’abbiamo fatto con tutti. Col Napoli che – all’epoca – cercava un’identità difensiva. Con la Roma sbarazzina che saliva e saliva, senza preoccuparsi di coprire. Col povero Hellas, i cui difensori soffrivano di labirintite.

    Siamo seguaci della dura legge del gol. Max Pezzali approverebbe. Giochiamo malissimo, ma tant’è siamo lì…

    Dico questo: almeno è una strategia voluta. Non mi piace, intendiamoci. Ma quest’anno va così e qualcosa di buono sta pure accadendo. Eder che segna come un ossesso, ad esempio. Muriel, salvo pause fisiologiche, che timbra con una certa regolarità. Oppure anche il gruppo coeso, felice di essere guidato da un allenatore comprensivo e tatticamente “minimal”, che non rompe l’anima con mille schemi e movimenti routinari, lasciando che la fantasia faccia il suo miracolo.

    Certo, ieri l’Empoli ci ha battuto nettamente sul piano del gioco. Ma proprio nettamente. E ti accorgi che se una squadra come quella avesse Eder e Muriel al posto di Maccarone e dell’ottimo Pucciarelli (che gol!), probabilmente lotterebbe con le prime cinque o sei della classe….

    P.S. Giampaolo è un altro di quei maestri di calcio che il calcio stesso facilmente ripudia. Un po’ come il panciuto e geniale signore che ha sostituito sulla panchina dell’Empoli. Troppe conoscenze e troppo poco sex appeal. In televisione non è telegenico e non fa notizia. Nessuno show in conferenza stampa. Nessuna spacconata. Viviamo tempi da veline…

    P.P.S. Anche io (come qualcuno sopra) noto l’assenza di Ferrero dalle scene… Che sia preludio di qualcosa???

  17. marx ha detto:

    ciao
    direi che siamo tutti piu o meno allineati sulla stessa opinione.

    1) ieri, visto come gioca alto l’Empoli, il Cassano 2015 era inutile. Muriel nel primo tempo avrebbe potuto creare molti piu grattacapi all’Empoli. In un paio di ripartenze di Eder ho proprio notato dal campo che Cassano non è scattato per seguire l’azione! è fermo, sarebbe andato bene entrato fresco ad un quarto d’ora dalla fine.O si rimette in forma oppure piu che questo non puo fare. peccato.
    2) Fernando e Barreto ieri monumentali, grandi! abbiamo un centrocampo di gran lunga superiore all’anno scorso (non paragonabili a Objang e Palombo, 2 mondi diversi). ci manca una incontrista in piu da dare il cambio a uno dei due ( perche non tenere acquah?) o anche da utilizzare insieme ai 2 fenomeni. Uno alla Poli potrebbe essere il profilo giusto, d’accordo!
    3) terzini: ieri non salivano. Mesbah e Cassani fanno il compitino discretamente bene ma non spingono piu di tanto. sulla destra torna de silvestri, a destra auspico l’arrivo di Zuniga.
    4) ieri abbiamo avuto ulteriore dimostrazione che Zenga non è un granchè tatticamente dato che si è fatto imbrigliare da Giampaolo che ha una rosa da alta serie B ( attacco atomico Maccarone Pucciarelli! Costa centrale!). Visto l’organico che abbiamo quest’anno, mi sarebbe piaciuto vederlo nelle mani di un vero tattico ( Sarri, per esempio).

    ciao

  18. Bulgaro ha detto:

    Oggettivamente un primo tempo sottotono e la squadra che si sveglia solo dopo il gol (o dopo o i cambi… ) con 3 palle gol che potevano ribaltare il risultato. Io credo che il potenziale sia buona, manca la convinzione e la continuità. In difesa abbiamo subito gol su una prodezza, per il resto ricordo un occasione pericolosa di zielinsky speecata e tante improbabili conclusioni da fuori che indicano una buona copertura nonostante i piedi buoni in campo invece che gli interdittori.
    Sarebbe bello andare a Verona a riprendesi i 2 punti persi

  19. Martino Imperia ha detto:

    La mia analisi della partita non è molto difforme da quella di andrea Lazzara, ma aggiungo alcuni punti:

    1) Questa squadra poggia su 4 pilastri insostituibili: Silvestre, Fernando, Barreto, Eder (ENORME). Se questa mia convinzione è vera anche la sconfitta sciagurata di Frosinone in qulache modo viene ridimensionata ( c’era solo Eder al 30%).
    Il rovescio della medaglia è che se viene a mancare anche solo uno di questi il rischio di perdere con chiunque c’è. (ieri il gol è stato Fernando-Eder).

    2) l’Empoli è una buona squadra, quindi un pareggio ci può stare. peraltro nel <secondo tempo la reazione c'è stata.

    3) Questa squadra per me ha un grosso problema, o meglio tre giocatori che hanno lo stesso problema: Correa, Muriel, Cassano. NON SONO GUERRIERI.

    Ovviamente io stravedo per tutti e tre, uno è il futuro, uno è il presente che sta per
    sbocciare, l'altro il passato che regala ancora perle, però…..
    Mi piacerebbe vederli giocare con gli occhie della tigre, incazzarsi, qualche volta usare, non dico la scimitarra, ma almeno la spada e non solo ed esclusivamente il fioretto.

    Almeno uno dei tre, a turno, sara' sempre in campo: bisogna che cambino un pò atteggiamento.

    4) riflessione finale: tutti ci ripetiamo che alla Samp manca continuità e che bisogna cominciar a far punti anche in trasferta. Vero.
    Però se col Chievo per es strappiamo un buon pareggio guadagneremo un solo altro punto ( e la continuità). Se avessimo battuto l'Empoli e sconfitta a Chievo 3 punti (senza continuità).
    Cos'è meglio? punti o continuità?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Bella riflessione, Martino. I punti contano perchè alla fine…sono quelli che decidono…lo scoglio Fiorentina, subito dopo, è bello alto e…scosceso. Non so, forse la continuità in questo momento, in ottica viola, potrebbe essere positiva per i riflessi psicologici che avrebbe sul gruppo.

  20. danilo ha detto:

    Per chi avesse ancora qualche dubbio su come impiegare PALOMBO direi che il centro panchina metodista sara’ fortunatamente il suo nuovo ruolo “in sampdoria” per il resto del campionato.

  21. Dolcevita ha detto:

    Faccio una valutazione puramente tattica: ero allo stadio e fino al gol dell’empoli, ho visto inequivocabilmente che la Samp era schierata con un 4-4-2 che lasciava a Saponara sulla trequarti, in mezzo alle linee, molti spazi. Solo dopo il gol subito, Zenga è passato al 4-2-3-1 e metti pure Muriel al posto di Cassano, la partita è completamente cambiata. Purtroppo i cambiamenti sono arrivati un po’ tardi per fare in tempo a vincerla. Peccato veramente…

  22. Kalamazoo ha detto:

    Zenga sul banco d’accusa.Con tutti gli spazi che lasciavano quelli dell’Empoli nel primo tempo uno come Muriel poteva fare insieme a Eder la differenza. Che cosa significa Cassano in questa situazione? Nulla…non riesce ad andare da metà campo in porta anche senza palla.
    Io forse penso male… ma se Zenga ha fatto questa scelta……..non mi convince affatto. Se non arriva a vedere queste cose non può essere neanche stato uno che ha giocato a calcio!!!!
    Non vorrei ci fossero stati altri motivi. Stesse considerazioni per Frosinone.Può un allenatore lasciare in campo Cassano per 90 minuti….??
    Immaginate se andassimo giocare a Napoli e l’allenatore non facesse giocare Higuain dall’inizio per far giocare una riserva…che cosa penserebbero i tifosi Napoletani?
    Ci siamo capiti?

    • ale ha detto:

      io non ho capito. Mi sembra che intendi che lo faccia apposta. In che senso scusa vuole perdere?

      • fioretta ha detto:

        Per Kalamazoo, intanto a frosinone mancavano Barreto e Fernando , dimmi niente…e poi se Muriel ,su passaggio al bacio di …Cassano …invece di prendere il palo segna ,ne facciamo cinque,perciò contano anche gli episodi …( ora qualcuno mi dirà che con i se e i ma…ecc .).

    • Sammy ha detto:

      Kalamazoo quota samp a 2,37..rifletti……

  23. Cobra blucerchiato ha detto:

    Ritengo che essendo a metà del girone di andata sia prematuro esprimere un commento lapidario sulla squadra: i conti si fanno sempre alla fine (la stagione scorsa insegna con il sorpasso subito dai cugini resuscitati dall’oltretomba del -11). Di buono c’è che i ragazzi han saputo reagire allo svantaggio contro avversari agguerriti ed organizzati che han interpretato un gioco sicuramente più convincente di altre squadre più accreditate ospitate finora a Marassi (su tutte l’Inter). Per quanto concerne il tormentone Cassano ritengo che per riaverlo al suo acme potenziale occorre dargli fiducia impiegandolo quando possibile anche dall’inizio (chi non risica non rosica come suol dirsi). Concludo richiamando l’attenzione sul fatto che il “messia serbo” l’anno scorso ha forato l’obiettivo, concretamente alla portata, del 6• posto con un affievolimento fisico progressivo di una squadra che non ha mai avuto un gioco così entusiasmante, dunque questo astio aprioristico nei confronti di Zenga per uno scivolone alla prima ufficiale contro un avversario già rodato francamente non lo comprendo.

  24. gianni ha detto:

    Immaginavo che contro l’Empoli sarebbe stata più dura che contro il Verona che è messo molto peggio dei toscani e per di più era venuto a Genova con fin troppa spavalderia; primo tempo regalato perché giocavamo in 10 (anzi, in nove con Soriano non pervenuto) dato che il 99 non capisce che deve giocare vicino alla porta e non pretendere il pallone sui piedi a metà campo, da fermo; quando l’Empoli ha segnato ho temuto che avremmo perso, invece c’è stata la rezione con il pareggio e due occasioni buttate via per troppa precipitazione; benissimo Barreto e Fernando, oltre a Eder, male Correa e anche Muriel (magari sbaglio ma in certe partite vorrei vedere prima Rodriguez, unico vero attaccante d’area).

  25. THE BEST ha detto:

    Evviva, sono tornati. Quelli incazzati per la vittoria sul verona, partita vinta perchè gli altri erano dei morti, sono a sfogarsi contro zenga e il non gioco della partita di ieri. Porta puttana, ma se correa avesse segnato e muriel anche, vicendo 3 a 1 (non mi sembra che l’empoli abbia avute grosse occasioni) che cosa avrebbero scritto? e quando vinceremo fuori casa, perchè la prossima la vinciamo, in questo blog scriveranno solo 10 fedelissimi perchè gli atri staranno piangendo perchè non sanno come sfogarsi. FORZA SAMP

    • andrea.lazzara ha detto:

      Non mi sembra che ci siano sampdoriani incazzati per la vittoria contro il Verona. Si chiama avere diversità di opinioni ed è normale averle, no?

      • Doria65 ha detto:

        Non è normale che siano sempre nella stessa direzione (contraria alla squadra che dici di tifare), a prescindere…. È così evidente in questo blog, ma capisco che da padrone di casa tu debba giustamente mediare…

    • francesq ha detto:

      Mah…

    • Kalamazoo ha detto:

      Non posso scriverlo ma forse si può dire che a volte ci sono interessi diversi.. …
      Io volevo solo dire quello che dici tu….ma non voleva vincere?

  26. Michele G. ha detto:

    Magari mi direte che io parli con il senno di poi, ma il turn-over attuato ieri lo avrei evitato. Muriel dall’inizio avrebbe, probabilmente, contribuito a scardinare l’ordinata e quadrata squadra toscana. L’intesa con Eder avrebbe fatto comodo, specie nel primo tempo. Purtroppo, abbiamo dovuto subire una sberla prima di reagire. La Samp si è ricordata di essere tale solo dopo aver subito il gol, favorito, peraltro, da un’eccessiva libertà concessa a Saponara in troppe occasioni. Noi siamo una squadra che deve generare tante occasioni prima di buttare la palla dentro. Abbiamo realizzato un gol su quattro tiri.
    Infine una considerazione su Cassano e Correa: ieri sera il barese mi ha fatto quasi pena. Io direi che sia da utilizzarlo solo nei finali di partita, sperando che recuperi almeno in parte una forma fisica decente. Potrebbe essere, nel finale di stagione, quell’elemento in più che ci potrebbe consentire di toglierci delle soddisfazioni. Correa ha bisogno di sgrossarsi e, forse, qualche mese in una squadra di bassa Serie A (non B, direi) potrebbe fargli bene. Sinceramente, quel colpo di testa a botta sicura buttato fuori mi ha fatto arrabbiare, al pari della loffia conclusione di Muriel a lato da due passi! Il sospiro di sollievo del portiere nel vedere la palla uscire è stato tanto forte che avrebbe sollevato un elefante!
    Sempre Forza Doria.
    Michele G.

  27. fabrizio perfumo ha detto:

    Mi discosto parzialmente dal parere espresso da Andrea Lazzara non per questo reputandomi a lui,o a chiunque altro, superiore nella conoscenza calcistica.
    Dico semplicemente la mia.
    Il pareggio di ieri non mi lascia un retrogusto amaro.
    L’Empoli gioca bene e lo avevo visto mettere in grave difficoltà la Roma a Roma.
    Solo una punizione di Pianic aveva cambiato l’inerzia della partita in cui la Roma aveva sofferto più della Samp ieri.
    Ieri l’inerzia poteva cambiare con il goal dell’empoli e, invece, c’è stata una buona reazione ( solo a Napoli, finora, avevamo rimontato). Dato importante saper stare in campo quando si è sotto.
    Pure il primo tempo, seppure sotto ritmo, non mi era dispiaciuto e l’ottimo Carbonero ha avuto sui piedi la palla del goal, sprecandola un pò, come pure poteva essere coronato dal goal il bellissimo scambio cassano eder culminato con l’ammonizione a Costa.
    Non mi è piaciuto il primo quarto d’ora della ripresa nel quale la squadra pareva troppo passiva e l’empoli più vicino al creare pericolo ( fase culminata col goal di Pucciarelli, peraltro inconsuetamente spettacolare).
    La condizione fisico atletica mi è parsa buona in contraddizione rispetto ai miei rilievi di Frosinone.
    Credo ancora che difendiamo troppo bassi, lasciando arrivare gli avversari con troppa facilità sulla trequarti campo.
    Sontuosi Fernando e Barreto e , proprio dalla loro eccellenza nasce il mio rammarico.
    Temo che la Samp sia vicina al progetto di una grande squadra mancandole però ancora qualcosa.
    Quel qualcosa io lo identifico nell’assenza di due terzini- o almeno uno – che spingano. Cassani e Mesbah non sovrappongono, non attaccano, non crossano. Per caratteristiche ( giudico sufficiente la loro prestazione di ieri). Quando si gioca in tre a centrocampo questo risulta fondamentale per evitare di avere come unico schema offensivo il lancio lungo.
    Un altro problema è quello di imparare a giocare con moduli diversi ma quello potrebbe venire col tempo ( ieri Cassano falso nueve era una novità) ma ci vuole un ottimo manico tecnico per non rischiare di confondere le idee ai calciatori.
    Indubbio che è legittima la ricerca di sfruttamento pieno di tutte le risorse davanti, che sono molte, e che questo passi per tentativi che non sempre riescono nello scopo..
    Altro tassello mancante ,finora, è la crescita al livello delle potenzialità di Muriel . Lui è uno che, entrando a partita in corso, con gli avversari stanchi, deve fare la differenza. Non l’ha fatta ieri, non l’ha fatta, in generale, finora, pur fornendo un contributo buono. Non quello che mi attendo – credo ci attendiamo da lui.
    Correa per me non è, attualmente, quel campione che molti dicono essere. Poco incisivo, poco cattivo ( l’errore sotto porta non è da anatema ma resta comunque un errore). Su Cassano: non giudico negativa la sua partita e credo che la lettura delle sue partite da parte nostra debba cambiare. Deve essere molto difficile per lui calarsi nel ruolo di comprimario e non di protagonista come è sempre stato. Ci vuole qualità mentale per dimenticarsi il passato e fare – dare qualcosa di diverso. Mi sembra che lui ci stia provando e occorre dargliene atto. Ieri ha fatto due tre giocate di gran classe e, in fondo, è quello a cui viene chiamato. Per vederlo coinvolto e più dentro la squadra bisognerebbe sconvolgere le gerarchie attuali. Non essendo questa l’intenzione del tecnico della Samp credo lui abbia risposto finora presente nell’ambito di quanto richiestogli. Spero che Zenga sappia motivarlo e re-inquadrarlo in questa nuova fase della sua carriera senza farlo disamorare, avvilire troppo. Anche questa è una capacità che un mister deve avere.
    Per finire ci sta una giornata no di Soriano, non nuovo a prestazioni opache figlie anche di un carattere un pò morbido che ne ha anche tardato l’esplosione rispetto a quanto prospettato da osservatori competenti.
    Buona Sampdoria a Tutti!

  28. Andrea ha detto:

    Ciao Andre, sai mica qualcosa di Volpi, mi è giunta voce che è saltato tutto in quanto Volpi avrebbe intenzioni di fare qualcosa nel porto compreso lo stadio alla fiera ma avendo ricevuto picche e forte opposizione dai politici sembra che si sia stufato e quindi mollato tutto, ti risulta?

  29. chicco 78 ha detto:

    Niente da fare fabrizio come sempre concordo con ogni singola parola! !!!,

  30. giuseppe ha detto:

    io oltre che al laterale sinistro prenderei anche un centrale di destra perché in questo momento l’unico che abbiamo e Silvestre gli altri sono tutti sinistri

  31. Daniele da Rapallo ha detto:

    Certo che per perdere col Frosinone ci vogliamo proprio noi…..

    • fioretta ha detto:

      E la juve ,che non ci ha perso ,ma ci ha pareggiato in casa propria …e il Frosinone ha preso anche un palo……Per la juve un pareggio col Frosinone sta alla nostra sconfitta

  32. chicco 78 ha detto:

    Cmq Andrea volevo ringraziarti per l’attenzione che dai al blog perché altrimenti gente come me che vive in quel di padova non avrebbe la possibilità di parlare della propria squadra del cuore con persone che condividono la stessa passione perché qua tifano tutti per Inter milan o juve quindi ancora grazie e sempre forza doria! A proposito hai parenti nella provincia di padova?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Grazie a te. Anzi, a voi. No parenti nel patavino no, anzi…se devo dire vista l’età che avrebbe mio padre e quella di mia madre, la stirpe si sta abbastanza estinguendo..

  33. petrino ha detto:

    pernat e monzani parlino del loro genoa. Non si intromettano nelle questioni della sampdoria. Ci ignorino. Sic.

POCA ROBA

La Sampdoria non va oltre lo 0-0 al “Ferraris” contro il Sassuolo nonostante settanta minuti di superiorità numerica, maturata al [&hellip

SAMPDORIA-BRESCIA AL CONTRARIO

Lazio-Sampdoria è durata una ventina di minuti, giusto il tempo per la retroguardia blucerchiata di regalare tre gol agli avversari [&hellip

I MERITI DELL’AGGIUSTATORE

Con la rotonda vittoria sul Brescia, la Sampdoria sotto la guida di Claudio Ranieri ha raccolto 16 punti in dodici [&hellip

ALLA FACCIA DI IBRA

La Sampdoria ha conquistato un meritatissimo punto a San Siro contro il Milan del (ri)debuttante Ibrahimovic e al termine di [&hellip