LA FACCIA BELLA DELLA SAMP

25 Ott 2015 by andrea.lazzara, 106 Commenti »

Cari amici di Samplace, a caldo questo successo contro il Verona regala la piacevole sensazione di una squadra che in casa non si perde mai. Ovviamente la tara va fatta con un avversario, il Verona, in grossa difficoltà credo soprattutto psicologica più che tecnica(secondo me, sulla carta è più forte del Frosinone) ma la squadra di Zenga ha saputo mettere subito un punto chiaro e fermo sulla partita e ha gestito con saggezza una gara che, comunque, come tutte quelle di serie A possono nascondere insidie anche inaspettate. Devo fare mea culpa su una riflessione di questi giorni di Zenga: è vero, questa Sampdoria ha alcuni elementi imprescindibili e due, Silvestre e Barreto, erano assenti a Frosinone. La loro presenza si sente, eccome, e, dunque, anche questa è una valutazione da fare. Bene Carbonero che, evidentemente, sta convincendo anche in settimana il mister blucerchiato, bene Soriano, bene(tranne qualche momento di indolenza che è caratteriale mi sa) Muriel. Ottima la gara di Fernando(che però si deve risparmiare quei maledetti cartellini gialli). Insomma un successo importante per classifica e morale che regala alla Sampdoria la consapevolezza ad esempio, di una coppia offensiva di quelle importanti(ma lo si sapeva): Eder 7 gol, Muriel 4, alla faccia di chi pensava che, tutto sommato cedere, ad esempio, un giocatore di quasi 30 anni potesse essere un’occasione. Va anche detto, per onestà intellettuale, che i 14 punti sono anche frutto di 3 vittorie casalinghe contro le squadre ora in fondo alla classifica(Carpi, Bologna e Verona). Però i punti che fanno male, spesso, si perdono contro queste squadre(vedi Cesena lo scorso campionato). Ora, con l’Empoli sarà importante dare continuità(vincere due partite di fila in casa non è mai semplice) ma il vero test di maturità sarà quello di Verona contro il Chievo: squadra rognosa, trasferta storicamente ostica e necessità di dimostrare che, anche lontano dal Ferraris la Sampdoria può dire la sua. E allora toccherà ai  “capi branco”, Silvestre, Barreto, Fernando, Cassani, Eder, guidare il gruppo e girare l’interruttore della mentalità. Perché questa è la faccia bella della Samp ma quella di Frosinone è la faccia non brutta, ma bruttissima. E deve essere un monito da non dimenticare.

106 Commenti

  1. petrino ha detto:

    teniamo conto che abbiamo giocato contro il verona,che e’ al momento ultimo in classifica. Comunque certi panchinari, come carbonero,debbono giocare sempre. Altri panchinari invece, come correa, non debbono giocare mai.

    • robin12 ha detto:

      correa può diventare un fenomeno, ci vuole pazienza e un allenatore che sappia farlo crescere come si deve.

    • Paolo1968 ha detto:

      Sì, e teniamo pure in conto di aver perso la scorsa domenica con il Frosinone e poco tempo fa aver vinto con la capolista. Ovvero: nessuna partita è facile prima di iniziarla.
      Su Correa aspetterei un attimo, soprattutto prima di bruciare 10 mln di patrimonio della società.

  2. robmerl ha detto:

    Contro squadre e squadroni che giocano aperti possiamo sempre dire la nostra perché abbiamo un tasso tecnico elevato Contro le squadre chiuse dobbiamo infoltire il centrocampo con un secondo incontrista – altrimenti son dolori

  3. gianni ha detto:

    Come volevasi dimostrare (a parte il fatto di giocare in casa) basta schierare una squadra razionale e non presuntuosa anche come atteggiamento per ritrovare equilibrio e giocate; il Verona non è scarso, è in crisi, cosa ben diversa e pericolosa, specie se scendi in campo convinto di averli già battuti, come non è successo oggi ed era successo a Frosinone; molto bene Carbonero,e importanti i recuperi di Barreto e Fernando; su quest’ultimo dissento in parte dall’analisi dell’ ottimo (al solito) Lazzara; più che lui, deve regolarsi meglio l’intera squadra perché questo non molla mai ma a furia di correre come un dannato per chiudere su chiunque e impostare è chiaro che ad un certo punto è stanco e ci scappa il fallo.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Hai ragione Gianni su Fernando, è un continuo “taglia e cuci” che poi paghi un po’. Ma avercene…

  4. ale ha detto:

    Ottima partita. Buona Samp. Molto bene Carbonero. Ai giocatori imprescindibili aggiungerei Fernando. Immenso. Veramente un giocatore fortissimo. Dai tempi di Mantovani che non avevamo un giocatore così forte -anche mentalmente- in mezzo al campo.

    Avanti Sampdoria!

  5. mauro sampbolzano ha detto:

    ciao a tutti,finalmente una squadra razionale,con un centrocampo vero.fatto di classe e di contrasto,cosi vinci le partite,aggredendo e contrastando l’avversario in ogni parte del campo.proprio come diceva qualcuno di nostra conoscenza “SQUADRA GIOCA COME CENTROCAMPO GIOCA”bene oggi è stato così .speriamo tanto di andare avanti con questa condizione ok dalla cintola in su,mentre per la difesa sicuramente si auspicano recuperi importanti.elementare Watson

  6. alex57samp ha detto:

    Concordo con i commenti precedenti. Ottimo l’attacco, un grande Fernando in mezzo al campo e non è stato da meno il settepolmoni Barreto.
    Oggi non mi è dispiaciuto nemmeno Regini ed io di solito sono molto critico su di lui.
    Chi mi ha precoccupato in due occasioni è Viviano quando ha cercato di dribblare l’avversario quasi sulla linea di porta rischiando molto. Questo per quanto riguarda i singoli. Per quanto riguarda il gioco, non ho visto grossi passi avanti. Comunque contro un avversario così scarso ed arrendevole la Samp attuale bastava ed avanzava.
    Giovedì con l’Empoli sicuramente sarà una partita molto più complicata.

    • ale ha detto:

      Sono d’accordo con te anche secondo me oggi Regini ha disputato una buona gara. Sono arrivata 5 minuti dopo a causa delle code ai tornelli e non ho sentito i fischi a Zenga e Regini. Mi dicono che ci sono stati durante la presentazione……..Che vergogna! Inqualificabili!

      saluti

      • fioretta ha detto:

        Hai ragione ,inqualificabili , Zenga è comunque il nostro allenatore e ce lo dobbiamo tenere ,inutili questi antipatici fischi. P.S. Tra l’altro era un bel po’ che non mi divertivo così allo stadio ,non ci sarà un gran gioco,però almeno non si vedono gli attaccanti fare i terzini…vero Sinisa!!! e finalmente vediamo segnare parecchi gol. P.P.S Sarà contento ( spero ) chi aveva detto che ora cominceremo a perdere punti in casa e che già col verona sarebbe stato difficile perchè squadra rognosa e perchè ,per il calcolo delle probabilità ,non avendo mai vinto sarebbe venuta qui a strapparci punti…..

    • Paolo1968 ha detto:

      Più che Viviano, è quel tipo di rimessa in gioco che fa venire i brividi. Non so perché si siano ostinati a farlo anche nel secondo tempo….

  7. BIGROBBY ha detto:

    Caro andrea le tue riflessione come sempre sembrano fatte più da un giornalista di cronaca che da un conoscitore di calcio. Evidenziare che le vittorie sono state con squadre di bassa classifica, mentre ti ricordo che una è stata fatta con la roma e con l’inter avessimo avuto il culo dei bibini avremmo anche vinto. Potevi evidenziare che abbiamo finito con tre pivelli, questo un merito di zenga che sarebbe giusto sottolineare. E a tutti quelli che vogliono la testa di zenga, guardatevi la classifica cannonieri: abbiamo fatto più gol finora che tutto l’anno scorso…..o quasi. Ma adesso sono curioso di veder cosa scrivete: senz’altro che non abbiamo gioco. ahahahahahah
    FORZA SAMP FOR EVER

    • andrea.lazzara ha detto:

      Io non commento. Se vuole farlo qualcun altro…ma io non lo faccio.

      • poncharello ha detto:

        Dopo aver letto queste amenita’, che vanno al di la’ del commento alla partita colpendo in modo scorretto la professionalita’ di una persona, al tuo posto mi chiederei se vale veramemte la pena dedicare la domenica all’aggiornamento del blog.

      • Ehol ha detto:

        I troll ci sono sempre. Come diceva un maestro della lingua italiana: “Non ragioniam di lor, ma guarda e passa” …

    • Paolo1968 ha detto:

      Confermo che non vedo tutto questo gioco: ci si basa tutto sulle fiammate di Eder, Muriel e Soriano (e che fiammate, ma non sempre), sperando che poi Barreto e Fernando arginino le folate avversarie.

  8. roby 66 ha detto:

    Buonasera andrea, analisi perfetta, la partita e stata interpretata come dicevo da tempo il centrocampo titolare, unico neo il buonn reggini e una pecca sulla sinistra nn ho capito xche nn dare continuita perreira, lui sa giocare anche a sinistra, un vero peccato x il resto i giocatori cardine sono viviano silvesre barreto veri leeder se ti mancano…… gli altri sono buoni ma nn hanno carisma, ribadisco andrea se l allenatore riesce a darci un minimo di organizzazione questa e la miglior rosa degli ultimi 20 anni!!!buona serata

  9. FORZA SAMP ha detto:

    E adesso zenga vi va bene? Oppure pensate che non abbiamo gioco o altro. Coraggio dite la vostra. Ma la mia impressione è che siete dei bibini mimetizzati e che ora non avete niente da dire.
    Cosa vuol dire indolenza? Ho capito che Muriel non ti è simpatico, caro andrea. Però ha già fatto quattro gol e li fa anche fare: ma non ti va niente bene?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Non mi è simpatico? Tecnicamente è straordinario e penso che se troverà continuità potrebbe diventare un giocatore di livello davvero internazionale. Poi, se ogni tanto ha delle pause ma si vince va benissimo. Non sono così mugugnone, dai…

      • poncharello ha detto:

        Solita tiritera: chi non la pensa come un altro e’ un bibino…ma crescete un po’ una buona volta e rispettate gli altri e soprattutto non cadete nel ridicolo perche’ giusto essere contenti per la bella vittoria di ieri ma da qui a pensare che la propria squadra giochi come il barcellona quello si e’ il modus operandi dei bibini.
        Per parte mia il vulnus del Voiodina non e’ ancora stato curato cosi’ come le brutte figure in trasferta: aspetto con impazienza un cambio di rotta fuori dalle mura amiche e saro’ felice di cambiare idea su Zenga: non ho condiviso i fischi a lui e Regini, poi e’ una brava persona ma dal punto di vista tecnico nonostante la partita di ieri confermo tutti i miei dubbi su di lui.

        Muriel e’ indolente…e’ oggettivo ed e’ il problema che lo ha caratterizzato anche a Udine dove era finito nel dimenticatoio oltre alla poca voglia di allenarsi ed alla tendenza ad ingrassare.
        Non capisco quale ratio abbia l’accusa dell’antipatia o meno…boh.
        Muriel ha mezzi tecnici e fisici enormi ma gioca a corrente alternata, lo si critica perche’ puo’ dare molto di piu’ : non mi sembra che col Frosinone abbia particolarmente brillato o no?

  10. El Cabezon ha detto:

    Quando si vince così in scioltezza e in maniera netta è difficile ( almeno per me ) capire se sono più i tuoi meriti o maggiori i demeriti degli avversari…
    Condivido i commenti che evidenziano di come con un assetto tattico meno sbilanciato la squadra sembri più logica e razionale, non credo che ci si possa permettere in serie A di giocare con una o addirittura due mezzeali, un trequartista e due punte…
    Sui singoli oggi bene tutti, finalmente mi hanno convinto al 100% Fernando e Barreto: il primo finora mi era sembrato molto scolastico nelle sue giocate, il secondo si era “limitato” solo a un lavoro di quantità, contro l’Hellas hanno messo in mostra anche le loro qualità tecniche, bene così!
    P.S: Andrea porta pazienza, tanta pazienza:-)

    • fioretta ha detto:

      I demeriti dell’avversario…l’anno scorso col Cesena la miseria di un punto in due partite ,col derelitto Parma qui a Marassi solo un pareggio, a volte non conta l’avversario ,ma la mentalità con cui l’affronti,sarà che non sopportavo il gioco di Mihajlovic……

      • El Cabezon ha detto:

        Col Cesena furono due partite dominate, specie quella di ritorno, che non si conclusero con le nostre vittorie solo per pura casualità, quella col Parma era l’ultima di campionato e fa poco testo, era poco più di un’amichevole e ormai noi non c’eravamo più nè di testa nè di gambe…

        • fioretta ha detto:

          No ,in realtà era da un bel po’ che non c’eravamo più….esattamente dalla partita con la fiorentina persa due a zero ,da lì abbiamo smesso di giocare , infatti i bibini ci hanno preso 11 punti e non eravamo ad aprile…… ultime 10 partite abbiamo ottenuto una sola vittoria, cinque pareggi e quattro sconfitte….altro che ultime di campionato, e infatti guarda un po’ il milan adesso come gioca bene e quanto segna….. poi sinceramente pura casualità non mi sembra, non si segnava e quei pochi gol erano su palla inattiva, d’altra parte lo credo gli attaccanti facevano i difensori ,Eto’o ,34 anni,doveva correre avanti e indietro ,invece di fare la punta Okaka ,per quanto grammo doveva giocare spalle alla porta….poi comunque pareggio e vittoria risicatissima col cagliari,pareggio in casa col bologna ….su …altro che pura casualità !

          • fioretta ha detto:

            Ancora una cosa sulla “pura casualità “, l’anno scorso Eder e Muriel partivano dalla tre quarti difensiva e arrivavano spompati ,quest’anno partono dalla tre quarti offensiva …e si vede dal numero dei gol fatti e da quanti altri se ne sarebbero potuti fare con un pizzico di concentrazione e fortuna (vedi palo a Frosinone ) in più,l’anno scorso neanche ci si arrivava in area !

          • El Cabezon ha detto:

            @fioretta
            il Bologna l’anno scorso era in serie B:-), mentre col Cagliari fu un rotondo 2-0, e all’andata in Sardegna non vincemmo per mera sfortuna…
            Alla pura casualità mI riferivo SOLO ED ESCLUSIVAMENTE alle partite col Cesena da te menzionate ( a proposito, furono due pareggi e quindi 2 punti e non uno come hai scritto…), poi sono d’accordissimo con te che dopo la gara con la Fiorentina c’è stato un crollo psicofisico che purtroppo ha rovinato quanto di buono fatto fin lì…
            Par di capire ( ma magari mi sbaglio ) che anche tu sei una detrattrice di Mihajlovic e quindi, di conseguenza, quel che fa Zenga è tutto oro, nessuno nega che il serbo negli ultimi due mesi sia andato in confusione totale e abbia commesso degli errori, ma star qui ora a trovare il minimo pretesto per criticarlo ( mi riferisco in generale, non a te in particolare ) lo trovo assurdo e ingeneroso…

        • Paolo1966 ha detto:

          E’ anche vero che l’anno scorso la se il Cesena non si fosse fatto gol da solo…

          • fioretta ha detto:

            Appunto..

          • fioretta ha detto:

            Per El Cabezon, scusa ,ma mi sembra un dato di fatto che con Mihajlovc si segnasse poco , come del resto fa il Milan quest’anno , quindi non è avercela con Sinisa ,è un dato di fatto ,come ho già scritto ,sono numeri,e i numeri non si contestano e inoltre ci mancherebbe che dicessi bene di Zenga solo perchè non mi piaceva Sinisa…..sarebbe un modo ben stupido di ragionare.. anche qui sono i numeri a parlare non è che sia tutto oro però è così , ci si diverte ( in casa ,almeno) se poi vuoi che ti dica che non è merito suo te lo dico ….certo è che erano anni che non si vedevano tanti gol. Con simpatia.

  11. Max Samp ha detto:

    bella Samp Andrea ha descritto bene ..come d’abbitudine grande Fernando e Barreto la bella sorpresa sta’ Carbonero che personalmente piace tanto..avessimo un vero terzino sinistro che si allunga sulla fascia potremo essere ancora piu’ pericolosi ! Forza Doria Sempre (vi salverete amici Veronesi!!!)

  12. poncharello ha detto:

    Sottoscrivo l’analisi di Andrea e non capisco le critiche puerili al suo commento dopo una vittoria, bella e importante ok ma comunque contro una squadra in palese difficolta’: gridare al miracolo per la vittoria contro questo Verona e rinfacciare come ripicca le critiche a Zenga mi sembra ridicolo.
    Non mi sembra che la Samp abbia iniziato bene neppure questa partita ma il gol un po’ fortunoso di Muriel, si indolente perche’ gioca quando ne ha voglia e con le potenzialita’ che ha potrebbe fare sfracelli e deve dare continuita’ alle sue prestazioni, ha facilitato il compito.
    Silvestre, Barreto e Fernando sono imprescindibili e Carbonero una bella sorpresa.
    Non mi e’ piaciuto per niente l’approccio di Correa mentre Bonazzoli si e’ mosso bene, mi e’ piaciuto.
    Bene benissimo la vittoria, spero che giovedi ci si ripeta ma occhio che l’Empoli e’ in un buon momento e le squadre di Giampaolo sono abbastanza catenacciare.
    Ma la prova del 9 sara’ lunedi’ a Verona e non parlo del risultato ma dell’approccio in trasferta: perche’ vincere in casa e perdere sempre fuori significa campionato anonimo.
    Spiace sottolineare l’ennesimo gol preso su palla inattiva, la fase difensiva della Samp, lo ripeto all’infinito e’ insufficiente.

  13. Fra Zena ha detto:

    bah…veramente difficile parlare di questa Samp, tra ieri e Frosinone sembravano passati due anni, altro che una settimana! E’ vero che i recuperi di Silvestre, Barreto e Fernando (che giocatore! Mi ricorda Dunga, qualità e quantità, non sbaglia un pallone) hanno aiutato, ma è proprio l’atteggiamento che è diverso. Esempio: Barreto perde palla verso il 15′ del primo tempo con squadra sbilanciata, il Verona allarga il gioco sulla destra e Soriano si fa 50 mt di corsa per andare a difendere sul loro esterno destro: scena mai vista a Frosinone e nelle altre trasferte. Comunque la differenza tra il rendimento casalingo e quello fuori mi pare sia un elemento comune a molte squadre circa del nostro livello, come l’osannatissimo Torino (che poi ha 14 pt come noi…), l’Atalanta, il Genoa e la stessa Lazio. Vittoria molto importante quella di ieri, visto che la classifica come prevedibile inizia a scremarsi ed è essenziale stare dalla parte “giusta”, per evitare malumori nell’ambiente e tensioni in campo. Sarebbe ancora più importante bissare questo successo giovedì con lo scatenato Empoli, che ha battuto il Napoli, fatto penare la Roma e annichilito il Genoa, massima attenzione quindi, sarà difficilissimo. Un’ultima cosa: qualcuno mi può spiegare il perchè dei fischi a Zenga ad inizio partita? Io mi sforzo ma non li capisco…avrà le sue idee, ma non mi sembra manchino nè l’impegno nè la coerenza…mah

  14. chicco 78 ha detto:

    Ciao Andrea è ciao a tutti intanto volevo accordarmi a El cabez nel dirti di portare pazienza perché sinceramente la tua analisi come quello che ha detto El cabez appunto sono cose dette in modo tale obbiettivo e per niente fazioso e cioè che è semplicemente vero che Muriel è discontinuo dimostrando di essere a volte anche fastidiosamente indolente(anche perché con i numeri che ha e con le sue qualità tecniche se così non fosse starebbe già giocando con messi o ronaldo)e soprattutto che ieri il Verona era aperto come una cozza bollita e molto arrendevole soprattutto a centrocampo quindi era ovvio che avevamo delle praterie davanti per poter andare in porta!sfido chiunque a dire che già dal primo goal non abbia pensato che gliene facevamo tre o quattro….o sbaglio?poi non sto dicendo che non sto ancora godendo come un riccio per come abbiamo giocato(a parte che mi dispiace per il Verona ovviamente )però sto solo dicendo che prima di esagerare nel godere vorrei aspettare almeno di vedere cosa combiniamo con Chievo ed Empoli e soprattutto vedere la continuità in certi giocatori….tutto qui senza per questo essere tacciato con modi veramente fastidiosi da persone che pensano di essere gli unici tifosi della samp nel mondo,che magari se ti presenti nella sud con la sciarpa alla rovescia ti sbattono fuori a calci (così per rendere l’idea,non che mi sia mai successo è chiaro )….quindi Andrea ti ripeto porta pazienza e come dico sempre che si vinca o che si perda forza doria e genoa….

  15. Stefano_1970 ha detto:

    Ottimo Soriano, ora comincia a valerli davvero 10 milioni…

    CarboneRo dinamico, ma coi piedi non mi sembra un fenomeno.
    Foggia e Bonazzoli dovevano dimostrare una sola cosa quando sono entrati: di averne voglia. Non si é visto…

    Sono curioso di vedere la formazione di giovedì. .

    • Maraschi ha detto:

      Foggia?

    • Paolo1966 ha detto:

      Se Soriano continua segnare puo’ valerne anche 20

      • Stefano_1970 ha detto:

        Buon per il Presidente…

        • Paolo1968 ha detto:

          Credo che sia innanzitutto buono per noi e per la squadra. Se poi sarà venduto e porterà dei bei soldoni per fare altri innesti, bene ugualmente. E non solo per il presidente.
          A volte fatico veramente a capire cos’è che veramente vogliano le persone…

          • Stefano_1970 ha detto:

            @ Paolo 1968

            A me piace vedere del bel calcio. Questo é quanto mi gratifica.
            Non riesco a immedesimarmi come te ed altri in un “abbiamo vinto” / “abbiamo perso” in quanto vince chi va in campo, non chi guarda da fuori. Se poi alla fine del campionato la squadra arriva prima o ultima i benefici o al contrario i problemi sono della Società e non miei.

          • Paolo1968 ha detto:

            Se Soriano gioca bene è buon calcio. Se arrivano nuovi innesti mirati, se ben allenati, è buon calcio. Io sono il primo a dire che per arrivare sesti e giocare male o 10° e divertirsi preferisco decimi.
            Ma non capisco la tua posizione o meglio credo di capire che tu non possa vedere Zenga e nemmeno Ferrero e che la nostra squadra sia infarcita di scarponi mal allenati…

          • Stefano_1970 ha detto:

            Per me che il presidente sia FerreRo o Pinco Pallo nulla cambia. Rischiosi impresa tutto nelle loro mani. Piena solidarietà per i mal di testa che si Devono sorbire. Zenga ci mette la faccia con il materiale umano che gli hanno messo a disposizione. Il tempo sarà galantuomo e dirá la sua.

          • Paolo1968 ha detto:

            Bene, almeno è chiaro in cosa divergono le nostre opinioni: per te la squadra è scarsa, per me, pur con qualche pedina da sistemare ad esempio in difesa, è una delle squadre con più tecnica degli ultimi dieci anni.

  16. danilo ha detto:

    Con il centrocampo titolare ed un carbonero che non si capisci perche’ fino ad oggi abbia fatto solo panchina si è rivista una samp equilibrata. Se poi si metteno in difesa i giocatori giusti nel proprio ruolo allora va ancora meglio. Muriel è cosi’ devastante in casa che non si capisce il perche’ fuori con lui si giochi quasi sempre in 10 .
    Se a Gennaio si riuscisse a trovare una pedina titolare a sx veramente capace , allora saremo in assoluto la samp piu’ forte dopo quella di Gullit, plat ecc.ecc.
    Zukanovic puo’ solo giocare centrale e grazie a Silvestre (cosi’ come fece con Romagnoli) lo fa rendere al 100% . Perfavore spiegate a Fernado che non puo’ prendere un giallo a partita. E’ l’unico giocatore senza sostituti nella rosa.

  17. Daniele da Rapallo ha detto:

    Giuste quasi tutte le considerazioni, meno quelle ingenerose verso Andrea che commenta in modo obiettivo ed esauriente.
    Certo che il vecchio 442 (se è così che hanno giocato) non tradisce mai….purchè a centrocampo giochino quelli buoni. Carbonero, per esempio, è un giocatore della Roma e la Roma lo ha dato in prestito, ciò vuol dire che ci si poteva aspettare fosse buono.
    Purtroppo il Verona qua a Marassi prende sempre delle goleade quindi aspetto di vedere il test contro L’Empoli.
    Secondo me, ripeto, la squadra è un po più forte di quella dell’anno scorso e, in un campionato mediocre e bizzarro come questo, potrebbe dire la sua meglio dello scorso anno. Se a Gennaio (giovane o di esperienza che sia…) venisse quel terzino sinistro che manca come qualità e magari quel Vilenha per il centrocampo del futuro (partisse un domani Soriano per molti soldi..) saremmo per questo campionato davvero a posto….Ovviamente poi è sempre il campo ad avere l’ultima parola.
    Sospendo il mio giudizio su Zenga che sicuramente deve riprendere a costruirsi l’esperienza italiana ma non lo vedo inferiore ad altri allenatori anche più blasonati.

  18. Kalamazoo ha detto:

    Non sono d’accordo dire che il Verona era troppo debole per valutare la SAMP.Se entrava la palla di Pazzini e facevano 1 a 1 la partita poteva cambiare.Come poteva cambiare a Frosinone se entrava il tiro di Muriel nei primi minuti.
    Il rilievo da fare è che ieri la formazione era equilibrata e con Barreto e Fernando in più.
    Con la formazione di ieri sarà bello vedere cosa facciamo a Verona con il Chievo e poi con la Viola.
    Anche con l’Empoli sarà molto dura. Statisticamente vincere due partite in casa di seguito è molto difficile.Però la Samp di ieri ci può riuscire.
    Sorpresa molto positiva Carbonero.
    Un rilievo banale: ma perchè Mandorlini sul 3 o 4 a zero ha inserito Matusalem? Pensava di recuperare la partita o di costringerlo a presentarsi al pubblico Sampdoriano? Scelta veramente da allenatore in tilt!

  19. robin12 ha detto:

    Importantissimo il ritorno di Fernando, sontuoso. Muriel indolente come sempre, riguardatevi il gol del 3-0 di Soriano, c’è muriel seduto (dico seduto!!!) per terra in mezza all’aria che segue l’azione con gli occhi e si rialza solo quando eder scucchiaia e per lui e troppo tardi per muoversi. E’ possibile che non si possa fare niente per far diventare questo ragazzo un serio professionista???
    La mia è solo una riflessione, ovvio che sono contento della vittoria di ieri, anche se il gioco, anche ieri, è stato assente ingiustificato.
    Aggiungo che soriano dall’anno scorso ad oggi è cresciuto moltissimo, pronto ad essere leader.
    Regini diamolo a qualche squadretta di promozione che può far comodo.
    Silvestre imprescindibile.
    Spero che Pereira giochi qualche minuto ogni tanto.
    Fine del flusso di coscienza, ciao.

  20. Fabio ha detto:

    Premesso che non voglio difendere Zenga (il quale non mi è stato mai simpatico) ma sento da alcuni commenti “Ah finalmente un centrocampo con interdizione….Ah finalmente una squadra più equilibrata e quindi senza i 4 attaccanti di Frosinone…”….non è che a Frosinone Zenga abbia lasciato in panchina Silvestre, Mesbah, Fernando, Barreto, Kristcic e il greco….non c’erano proprio….se in più aggiungiamo che Angelo lo ha convocato ma fino al giorno prima si allenava a parte, idem Correa…e Cassani ne veniva da più di un mese di inattività per infortunio io credo che la formazione scesa in campo a Frosinone fosse quasi obbligata (il giovane Rocca a Bergamo mi è parso ancora acerbo)…
    C’è da dire piuttosto che il Sig.Muriel deve correre anche in trasferta…è troppo comodo farlo solo in casa…questo cammina….e Moisander (suo l’errore sul primo gol dell’Atalanta e suo sul secondo a Frosinone) si sta dimostrando ancora non all’altezza della sua fama (ex capitano dell’Ajax) e comprato a parametro zero ad aprile scorso per cui non c’è lo zampino di Zenga….e finora quando ha giocato è perchè non c’erano alternative!!!
    Detto questo ribadisco che a me Zenga non è simpatico (non lo è mai stato) e probabilmente è un allenatore mediocre ma quello che avevamo l’anno scorso siete sicuri che fosse così tanto migliore? Ieri il Milan ha stentato contro un Sassuolo che ha giocato quasi tutta la partita in 10 e non ha una parvenza di gioco….e se l’anno scorso siamo andati in Uefa lo dobbiamo solo al Sig.Preziosi perchè il duro serbo si è fatto recuperare 13 punti dal Genoa e 11 dall’Inter….e poi dico una cosa: o a torto o a ragione (solo alla fine lo sapremo) la società ha deciso di continuare a puntare su di lui (le alternative quali erano? Montella inarrivabile….Del Neri che non allena da 20 anni???) ma fischiare ad ogni partita in casa il proprio allenatore credo sia autolesionismo puro…idem fischiare Regini (che anche a me non piace)….se un giocatore è mediocre non è colpa sua….ma l’alternativa attuale si chiama Mesbah che però è infortunato…e il ragazzino oltre ad essere di piede destro ha 17 anni e non va bruciato mettendolo in una zona non sua….

    C’era gente che fischiava Da Costa e anche qui fischiare il proprio portiere è come darsi la zappa sui piedi….una delle prerogative di un portiere è la serenità e tranquillità e alcuni di noi lo fischiavano….un conto è criticare, un conto è fischiare un proprio giocatore (a meno che non s’impegni) o il proprio allenatore alla nona giornata di campionato….

    Io credo che da qui alla fine del campionato dovremmo tutti remare dalla stessa parte (se siamo sampdoriani) e alla fine tireremo le somme…tanto Zenga ha il contratto di un anno se non sbaglio….se non avrà raggiunto gli obbiettivi che gli ha dato la società se ne andrà….in caso contrario resterà (qui c’è gente che spera che la Samp perda per dare addosso a Zenga…siamo alla follia pura!!!)….ripeto per l’ennesima volta a me non fa impazzire come allenatore e non mi è simpatico ma siccome tifo e tiferò sempre Samp almeno fino a fine maggio tiferò anche per Zenga!!!

  21. Marco - Verona ha detto:

    Tra la partita di Frosinone e quella di ieri c’è davvero tanta differenza. E probabilmente aveva ragione Zenga a lamentarsi delle assenze. Se è così però, questo significa che in assenza di Fernando e Barreto, non abbiamo valide alternative da mettere in campo. Cosa che dovrebbe preoccupare la dirigenza. Ora viene un test più probante rispetto a quello di ieri. Bisogna dare continuità ai risultati e alle buone prestazioni. Un plauso ai tifosi che al gol del Verona hanno applaudito. Forza Sampdoria sempre.

  22. francesq ha detto:

    In questi giorni di tempo variabile non sappiamo se prendere l’ombrello o mettere il costume…

    Affidiamoci dunque ai punti fermi, alle verità incrollabili, in cerca di po’ di stabilità.

    1) La squadra gioca di rimessa. Inutile lamentarsi della mancanza di gioco o della manovra gretta, fatta di patte alla spera-in-Dio, rinvii gialappiani, lancioni di punta o altre amenità… Il Doria gioca così, quest’anno. E credo che lo faccia scientificamente, per una ragione. Non abbiamo centravanti veri, ma attaccanti polivalenti, rapidissimi ed estremamente tecnici, che necessitano di repentini cambi di fronte per essere letali.

    2) I gol casuali o presunti tali. Avete notato che il Doria segna regolarmente su cappelle della difesa altrui? Per tre-quattro giornate pensavo io stesso che fosse una prosaica questione di natiche. Ma mi sbagliavo. Credo che il Doria viva dell’errore altrui. Anzi, lo induce. La spietatezza del nostro gioco sarà anche poco nobile, ma ha portato punti. E’ fuor di dubbio che questa squadra non dia alcuno spettacolo. Però è indubitabile che sappia colpire l’avversario nel suo momento migliore, facendoglielo cadere a terra (il morale! Ma cosa avete capito?). Mi viene in mente la partita di Napoli, o quella con la Roma. Ma anche ieri, nei primi minuti, il Verona era bello gagliardo e – sinceramente – ho temuto il peggio. Prima che al povero Hellas cadesse fragorosamente a terra. Sempre il morale.

    3) BASTA CRITICARE MURIEL. NON E’ SOLO FORTE. E’ UN FENOMENO ASSOLUTO. ANDANDO AVANTI COSì, ALLA FINE DELL’ANNO AVRA’ SEGNATO 16-17 GOL E FATTO ALTRETTANTI ASSIST. BEH? CHE VOLETE DI PIU’, UNA FETTA DELLA PROVERBIALE (e già menzionata) NATICA? E POI QUAL’E’ LA LOGICA PER CUI SI OSANNA UN CASSANO 33ENNE E SOVRAPPESO, QUALUNQUE COSA FACCIA O ABBIA FATTO, E SI DICE MALE DI UN TALENTO DI 24 ANNI, CHE PUO’ GARANTIRCI UN FUTURO DI GIUBILO ASSOLUTO?? E’ DISCONTINUO? EMBE’? LA SQUADRA DI QUEST’ANNO COS’E’? Tutto questo per dire che i nostri attaccanti sono un punto fermo, forse l’unico. Vanno difesi strenuamente. Sbagliassero tre gol a testa ogni partita per due mesi. Ingrassassero come bovi. S’inciampassero per strada. Noi abbiamo loro. E loro sono tanta roba per noi. Io li amo, sul serio. 😉

    4) A prescindere da quanto scritto sopra, secondo me la squadra può e deve giocare meglio di così. Capisco la tattica speculativa e l’intenzione di sfruttare le qualità dell’attacco. Tutto giusto. Ma talvolta servono manovre routinarie e rimedi studiati a tavolino per venire a capo di gare difficili. Penso a difese chiuse o molto attente. Penso a giornate “storte” di Eder, Muriel o Soriano, che sono fortissimi ma – ahinoi – pure umani.

    Vabbè, comunque oggi sono contento, non lo nego. Mi è piaciuto perfino Carbonero, oggetto dei miei dubbi più radicati al pari del suo compare Rodriguez. Forse è un po’ macchinoso per fare l’ala. Ma ha spirito da vendere e piedi educati. Andrea l’aveva detto!! Chapeau!! 🙂

    Chiudo facendo un’esplicita richiesta al Vaticano: Eder e Fernando SANTI SUBITO!! Senza indugio!!

    Buona settimana a tutti!!!

  23. Bobo Vero ha detto:

    Caro Andrea,
    Sono contento per la classifica.
    fai bene a riconoscere che molti punti sono stati fatti con le squadre ad oggi peggiori della A.
    A mio avviso la “mano dell’allenatore” si vede di piu’ in trasferta che in casa.
    A Marassi i giocatori sono responsabilizzati, caricati e concentrati per il contesto.
    Fuori casa e’ il Mister che deve dare loro gioco e determinazione.
    Fin ora questo manca.

    • fioretta ha detto:

      Complimenti ,quando vince non è merito suo,quando perde è colpa sua ,mah…..cosa vi ha fatto Zenga? Anche a me è antipatico e non lo,avrei voluto ,ma ora c’è ed è il nostro allenatore.E alla fin fine abbiamo più punti della Juve,lo so salirà di certo ,ma intanto …. del Milan del grande(sigh) Sinisa, siamo pari al tanto decantato Torino… così ,tanto per dire….. Lo so che il” Secolo”non è un giornale amato ,comunque oggi scrive “Samp gioco e gol”,si vede che chi ha scritto era ubriaco e ha visto cose diverse da quelle che avete visto voi!

      • giovi ha detto:

        sono pienamente d’accordo con te
        lasciamolo lavorare, per ora ha fatto la sua parte ed è il nostro presente.
        non è un campionato facile questo , vediamo le prossime due partite
        Aggiungo, basta vivere di ricordi !, Sinisa è passato remoto e poi alcune cavolate
        le ha fatte anche lui …. o ci siamo già dimenticati di tutto ?

      • ale ha detto:

        Forse sconta ancora il peccato originale della partita con il Vojvodina. Io poi non ho ancora capito perché è tanto antipatico a tutti. Tutte le sue dichiarazioni pubbliche sulla Samp sono inappuntabili. A meno che molta gente non lo conosca personalmente…
        Siamo a 6 punti dalla prima, a quattro dalle seconde (diamo un occhio alle rose di Roma, Napoli, Inter, Fiorentina)
        Le ultime due partite in casa (Inter e Verona) -secondo me- sono state buone anche sul piano del gioco. Soprattutto ieri (chiaramente il Verona ci ha messo del suo) ma la squadra è stata molto compatta, con i reparti più vicini e con un centrocampo ottimo (Fernando una spanna sopra)

        La squadra -anche a causa di infortuni- spesso è andata in campo con moltissimi giocatori che fino a quest’estate non si conoscevano.

        A me questa Samp piace moltissimo, anche se manca un po’ di carattere fuori casa. Spero che i risultati le diano maggior convinzione ma trovo l’atteggiamento di alcuni tifosi molto prevenuto.

        Mi chiedo come mai.

        E’ anche vero che anche nella vita di tutti i giorni a moltissime persone piace di più lamentarsi che mangiare i ravioli.

        Una volta noi non eravamo così.

        Vabbè io mangio i ravioli e mi godo questa rosa. Con un tasso tecnico che erano decenni che ci sognavamo.

        Avanti Sampdoria

        • fioretta ha detto:

          Bravissimo !!!!! Anche a me piace .

        • andrea_samp ha detto:

          cara ale …sulla affermazione finale del tasso tecnico che da decenni ci sognamo ..beh avrei da obiettare … sarei quasi d’accordo se parli di 1-2 decenni …ma acnhe li le samp di mazzarri e specie quella di del neri mi sembravano attrzzate così forse meglio …poi se i decenni li consideri oltre i 2 ovvero 25-30 anni e più allora devo dissentire perchè a meno che tu sia cosi giovane da nn aver visto e goduto la SAMPD’ORO di PAolo Mantovani …..scusa ma quelle rose conforntate con questa scusami ma sono 1 o 2 scalini speriori nn c’è confronto !! ruolo x ruolo di questa rosa forse 2-3 mazx 4 possono giocarsela …e nn so se proprio alla pari ma gli alri potrebbero fare i portaborse ai giocatori di quegli anni !! per nn parlare dell’allenatore e della presidenza!! …
          scusa l’intervento ma credo che nn dobbiamo esagerare e sopravvalutare questi giocattori tantomeno facendo paragoni sul passato …
          ciao a tutti

          • ale ha detto:

            Secondo me da un punto di vista “dei piedi buoni” questa Samp è superiore a quella di Del Neri. E nemmeno di poco. Quella era meglio mentalmente e dal punto di vista dell’organizzazione. Che nel calcio sono aspetti fondamentali.

            Eder, Muriel, Cassano, Correa, Fernando, Silvestre, Carbonero, Soriano solo per citare i più ovvi ma anche i rincalzi (Ivan, Pereira,Cassani, Moisander)

            Secondo me per mettere insieme così tanti giocatori di talento bisogna indietreggiare fino all’ultima Samp in serie A di E. Mantovani. Che è vero che retrocesse ma in una serie A molto diversa dall’attuale e per svariate ragioni che non voglio ricordare adesso.

            La Samp di P. Mantovani me la ricordo bene (sono coetanea del Mancio) e non oserei mai fare il confronto con quella che manco la Roma attuale si può paragonare.
            E mai mi sognerei di confrontare le presidenze. Io di quella attuale manco riesco a parlare.

            Forza Sampdoria!

  24. Paolo1966 ha detto:

    La novita’, ottima, e’ stato il modulo (direi 4-1-4-1) con un pressing piu’ alto (vedasi primo e quarto gol). Carbonero ha fisico e gamba per irrobustire il centrocampo,insieme ai due cagnacci dai piedi buoni.
    L’anno scorso le sgroppate di Eder e Muriel partivano dalla ns trequarti difensiva (e spesso finivano al limite dell’area avversaria).
    Quest’anno partono dalla trequarti offensiva, e infatti Eder 7 gol – Muriel 4 (+ 3 divorati, vedasi Bologna, Inter e Frosinone) Soriano 3.
    Se Zenga (che vergogna I fischi durante le formazioni, neanche a me e’ simpatico, ma non si merita questo trattamento) riesce a dare ancora un po’ di equilibrio non la vedo male.
    Trovato l’equilibrio bisognera’ poi prendere fosforo a tonnellate per evitare le distrazioni…

  25. Cesare64 ha detto:

    Un pensiero su Correa, credo che sia un talento purissimo, a mio modo di vedere uno dei migliori visti negli ultimi anni e non solo in Samp.
    Credo che il problema sia quello di non avergli trovato un ruolo, anche per l inusuale dovizia di campioni colaudati nei ruoli a lui congeniali( trequartista esterno alto). Sarebbe un peccato sprecarlo, come si stava facendo con Soriano.
    Non dimentichiamo che molti che ora esaltano Soriano lo fischiavano come oggetto misterioso. Io che ho sempre sostenuto che fosse un vero campione( peraltro lo sosteneva anche Cassano) penso che anche Correa meriti fiducia e credo che vista la personalità e la classe possa essere fonte di soddisfazioni sia per il gioco che per il bilancio

    • Paolo1966 ha detto:

      Che sia un talento lo si vede a occhio nudo. Di suo deve abituarsi a giocare anche facile e rapido, inoltre in questo momento le sue pause e quelle di Muriel sono troppo per la nostra squadra, che non puo’ rinunciare ad altri due giocatori offensivi come Soriano ed Eder. Quindi al momento temo dovra’ sfruttare gli spezzoni a lui concessi cercando di dimostrare l’adattamento ad un calico come il nostro dove l’errore non viene perdonato

  26. THE BEST ha detto:

    Caro Andrea, alcune considerazioni. Perdiamo a Frosinone e ci sono 159 commenti, vinciamo dando spettacolo come leggo sul giornale dei bibini e ce ne sono 37. Ma allora i MAX, GIORGIO 67, LUCA e altri 36 perchè non manifestano la loro gioia dopo una vittoria come invece si sfogano contro Zenga quando perdiamo. Il vero sampdoriano anche quando si perde è triste ma fiducioso che la prossima partita sia migliore, cosa che sta accadendo.
    Ma forse non sono veri sampdoriani!!!!!!!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ma no, guarda…questa cose dei commenti ovviamente la noto anche io “monitorando” da anni ormai gli andamenti di qualsiasi tifoseria. In caso di sconfitta o di periodo negativo, blog, forum, telefonate sono uno “sfogatoio”. Quindi niente di nuovo, credo sia una cosa…psicologica ma i sampdoriani non fanno eccezione

    • flex ha detto:

      una volta un giornalista chiese a riccardo cocciante per quale motivo le sue canzoni fossero tutte sempre così tristi.
      risposta:
      “perchè quando sono di buon’umore sono fuori a divertirmi…..”

    • Max Samp ha detto:

      Caro best ..come mi chiamo Max sto’ interpellato dal tuo messaggio scritto.scusami, se io non stavo il Max designato dalle tue scritte forse sara’ un’altro…altrimenti rileggiti,i commenti …io non critico la Samp la Amo e la seguo da tanti anni quando si perde non commento nemmeno sai.e tanto meno l’ho fatto con Zenga…..come criticare la Donna con cui si vive comunque se non stavo indirizzato al tuo commento me ne scuso .se stava il caso rifletti prima di parlare e rileggi attentivamente i miei messaggi (sempre se stavo concernato) un abraccio e Forza Doria Sempreeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! il mondo é bello xché sta’ vario……

      • ale ha detto:

        Caro Max,
        ma sei il Viperetta? L’eloquio è simile!

        Abbracci Sampdoriani

        • Max Samp ha detto:

          😉 …certo Ale l’eloquio é simile .. che vuoi a volte basta poco malgrado i 43 anni.. il lupo perde il pelo ma non il vizio..nato e vissuto a Sampe ..Forza Doria Sempreeeeeeeeeeeeeeee e comunque ..!!!

    • Paolo1968 ha detto:

      159 a fine settimana e 37 martedì… a volte si devono interpretare i numeri….

  27. P.SOLARI ha detto:

    Ieri bene tutto, da censurare i fischi al Mister e Regini alla lettura della formazione, incredibile …. Domenica scorsa mancava praticamente il nerbo del centrocampo e questa squadra – quella titolare intendo – ha bisogno del duo Fernando / Barreto per giocare al meglio altrimenti saranno dolori ….. non si vedra’ gran gioco ma i punti che abbiamo mi sembrano quelli meritati, fuori casa certo bisogna svegliarsi. Giovedi’ test-maturita’, prevedo ci sara’ un po’ di turn-over, ma spero non troppo.
    Lazzara, avanti cosi’ ….. non c’e’ da prendersela .

  28. giovi ha detto:

    Tre punti sono tre punti e vengono giusto bene dopo Frosinone per il morale e per la classifica , non mi pare il caso di dove fare gli schizzinosi.
    Vedremo quante squadre faranno punti in casa con il Verona.
    Barreto e Fernando sono inprescindibili, rispetto per chi li sostituisce ,ma senza di loro è notte fonda ,Zenga lo tenga presente sempre.(almeno si spera)
    Correa diventerà un grande giocatore ma per ora non corre e non difende, costringe la Samp a giocare in 10, ieri un buon Carbonero (niente di trascendendale) ha fatto capire che ci si può coprire e si può offendere meglio ,molto meglio se si è in 11.

  29. fabrizio perfumo ha detto:

    Aggiungo al commento di Lazzara che, tra i giocatori fondamentali, annovererei Fernando: quantità, qualità, presenza mentale. Non per niente ieri, in cronaca sky, Luca Pellegrini ( ottimo il suo commento, felice di vederlo tra i commentatori sky, è competente, equilibrato, bravo con le parole come pochi ex calciatori – ed è un caro amico anche di samplace oltre che indimenticato campione blucerchiato) lo ha eletto uomo partita.
    A mio modo di vedere Carbonero ora deve giocare in pianta stabile : da equilibrio alla squadra, sa fare e bene entrambe le fasi – ieri recupera palla a centrocampo sradicandola all’avversario poi lotta e serve da terra Muriel per il goal che spacca la partita ( fino a quel punto quasi meglio il Verona). Mette anche il cross dal cui controcross verrà l’inzuccata di Zukanovic. Ecco con un Carbonero così per me il centrocampo è fatto: fernando barreto soriano barreto.
    Vedo Correa come subentrante dalla panchina per ora.
    Barreto cresce a vista d’occhio, ieri alcuni suoi passaggi di prima hanno notevolmente accelerato il gioco.
    Ora va limita la faccia bruttissima della samp, nell’atteggiamento prima che nel risultato, di torino, bergamo, frosinone. Avere campioni in grado di azzeccare la giocata vincente la squadra si impigrisce in certe occasioni. E non deve accadere.
    Aggiungo che non valuto in tono minore le vittorie con carpi, bologna e verona.
    Il Carpi era alla prima in A e con nulla da perdere. E ha fatto soffrire fiorentina e inter oltre ad impattare a palermo e a battere il toro. Il Bologna è una buona squadra che paga il rinnovamento cospicuo ma vale più dell’attuale classifica. Lo stesso verona, pure in difficoltà, ha fermato la roma alla prima e pareggiato a bergamo oltre ad aver perso solo tre volte ( pur non vincendo) prima di ieri. E mai aveva subito un goal nel primo tempo ( ieri tre). La vittoria con la roma ( certo con un pizzico di sorte – ma come vinci con la roma senza sorte?) e il pareggio con l’inter ( senza sorte, che l’avessimo avuta avremmo vinto) completano un quadro casalingo ottimo. Da aggiustare non solo il rendimento esterno ma anche e di più l’atteggiamento della squadra quando va sotto.Nelle tre sconfitte citate non c’è stata reazione dopo lo svantaggio e questo non va.Ribadisco che in quelle tre partite ho visto anche una deficienza atletica risaltata anche dalla mancanza di un canovaccio di gioco idoneo alla situazione che si creava sul campo. Non mi sono piaciuti, ieri, i subentrati Correa e Bonazzoli. Non è una bocciatura solo un’analisi contingente. La mancanza di un sostituto di fernando, incline all’ammonizione, è un problema. Se fosse risolto mi sentirei più sereno per un bel campionato. Sesto settimo posto sono secondo me realizzabili in senso assoluto. Più in là potrebbe anche essere migliorata la previsione.

  30. fabrizio perfumo ha detto:

    Fernando barreto soriano carbonero…….ho scritto due volte barreto in luogo di carbonero, pardon

  31. sillyname ha detto:

    E’ vero, Frosinone è stata la faccia bruttissima della Samp mentre quella con l’Inter è forse stata quella migliore. Ieri a mio giudizio non è stata una grande partita ma abbiamo preso 3 punti e possiamo goderci un pò di tranquillità, anche se restano alcune perplessità.
    Ciò detto, forse bisogna prendere atto delle parole di Zenga. A me non è piaciuto il discorso sulle assenze fatto dopo Frosinone ma in genere apprezzo l’atteggiamento positivo del nostro allenatore. E mi piace il suo modo diretto di dire che questa squadra ha le caratteristiche per poter giocarsela sempre ma anche per rischiare l’imbarcata (testuale) nella giornata storta. Può non far piacere sentirlo dire ma in sostanza se continuassimo con una media di 1,5 punti a partita io sarei soddisfatto, imbarcate incluse.
    Quindi ci sto pensando su: in fondo abbiamo una squadra interessante. Giocatori scarsi non ce ne sono (si, anche quelli meno popolari, e non faccio nomi, per me non sono affatto scarsi). In avanti siamo messi bene, a centrocampo pure e al centro della difesa credo che con Silvestre, Zuka e Moisander in salute possiamo stare tranquilli. Fra poco torna anche De Silvestri. L’allenatore sta dando fiducia ai ragazzi più giovani e Correa, Ivan, Pereira trovano spazio con una certa continuità. Soriano sta convincendo tutti noi, anche più dello scorso anno con Mihajlovic, Eder continua a segnare e fare assist. Fernando e Barreto sono una bella linea di centrocampo. Ieri ha trovato spazio anche Carbonero ed è stato fra i migliori.
    Da un punto di vista tattico abbiamo dei punti deboli evidenti e sarà su questi che i nostri avversari insisteranno per tutto il campionato. A esempio quando gioca Pereira a sinistra siamo un po’ vulnerabili, l’allenatore lo sa bene, però corre il rischio. Per Zenga evidentemente vale la pena di correre dei rischi pur di valorizzare un nostro giovane. E gli dà l’opportunità di giocarsela accettando anche i suoi bravi errori. Forse lo stesso concetto trasposto al generale vale per tutta la squadra, Una squadra giovane e con grande qualità in attacco fatalmente può essere discontinua e rischiare qualcosa in difesa. Ci sta. Se questa è l’idea di Zenga io apprezzo il coraggio e lo appoggio in pieno, basta che si trovi una certa continuità anche in trasferta. L’alternativa di metter in campo una squadra più coperta e “navigata” per poi magari fare delle file di 0-0 non è che sia poi così eccitante.

  32. Massimo Pittaluga ha detto:

    Ciao a tutti. a me la samp per ora non dispiace nel complesso anche se siamo sempre un po lunghi e il pressing non è una prerogativa di questa squadra che tende ad abbassarsi a volte troppo. bene in casa di solito ma male in trasferta dove si pecca di personalità. i nuovi acquisti sono quasi tutti ottimi e giovani come correa vanno aspettati. ottimi i colpi barreto e fernando che hanno migliorato il tasso tecnico. cassano se saprà stare al suo posto servirà eccome a gioco lungo la sua classe in certi momenti sarà importante. ieri i fischi a zenga sono stati imbarazzanti. vado nella sud e una parte della gradinata lo fischia secondo me senza senso. presero di mira di carlo pure che stava facendo il suo e a zenga va dato tempo. poi se non farà bene sarà giusto che si cambi ma questi fischi a prescindere mi danno enorme fastidio come tifoso e sampdoriano

  33. flex ha detto:

    a parziale difesa del tanto vituperato zenga c’è da dire che non è così semplice giocare senza barreto, fernando e silvestre
    Posso dire che la presenza dei giocatori più forti dona sicurezza a quelli meno forti e ne fa aumentare il loro rendimento? ieri ad esempio anche regini ha fatto la sua onesta partita.
    per come la vedo io il prossimo step è a livello mentale: questa squadra deve migliorare in concentrazione e cattiveria agonistica. quando ci riusciremo saremo pronti per far meglio dell’anno scorso.

  34. Martino Imperia ha detto:

    Vittoria all 100% di Walter Zenga, per il dispiacere di una buona parte della tifoseria che si augurava che la Samp perdesse pur di vederlo saltare. (quelli dei fischi inqualificabili a inizio partita per intenderci).

    Davvero un’ottima Samp che ha cambiato volto recuperando I tre titolari che mancavano a Frosinone (Fernado, Barreto, Silvestre)

    Regini, quello che secondo alcuni fenomeni da tastiera, non doveva più giocare ha disputato una grande partita.

    Bonazzoli, quello che secondo alcuni fenomeni da tastiera, Zenga non guardava di buon occhio è entrato e ha ben figurato.

    Il Verona, quello che secondo alcuni fenomeni da tastiera, non avendo mai vinto ci avrebbe preso punti, è stato piallato.

    Cassano, quello che secondo alcuni fenomeni da tastiera, avrebbe turbato lo spogliatoio e creato chissà quali anise, diligentemente sta recuperando e si è messo a disposizione.

    Scusate lo sfogo, ma quando ci vuole ci vuole!!! Non è possibile sempre vedere tutto in negativo.

    Siamo una squadra tutt’altro che perfetta, a volte pecchiamo di ingenuità, certi singoli sbagliano o giocano a fasi alterne, ma siam lì, con 14 punti, il capocannoniere del campionato, 4 giovani che tutti ci invidiano (Correa, Ivan, Pereira, Carbonero), e soprattutto il coraggio di provar a vincere sempre e la propositività.

    Spesso andrà male e con le squadre compatte e solide e organizzate (tipo Atalanta e Torino) prenderemo delle sane facciate, ma altre volte metteremo sotto gli avversari segnado finalmente più di un golletto a partita.

    Ora l’Empoli. Che è ben più forte del Verona, ma che potrebbe esser appagato dalla vittoria col Genoa.

    Sosteniamoli sti ragazzi perchè se si vince, non facile ripeto, la calssifica da buona passa a ottima.

    p.s. in generale la penso come fioretta al 100%

  35. gb ha detto:

    E’ difficile non essere contenti dopo una prestazione ottimale contro un Verona peraltro ultimo….nonostante ciò trovo il sistema difensivo della Samp, visto già in tante occasioni, in attesa troppo vicino alla porta….con attaccanti di basso profilo ciò risulta non pericoloso ma con squadre piu attrezzate puo risultare letale.. Con Sinisa la difesa iniziava con un pressing molto alto e piu efficace

    • fioretta ha detto:

      Grazie !

    • fioretta ha detto:

      Infatti si difendeva bene e si attaccava male e non si segnava neanche con squadre deboli come il verona di ieri ,con Sinisa la difesa iniziava con un pressing molto alto edefficace , ma tutto finiva lì ,nel senso che gli attaccanti rimanevano nella trequarti difensiva ,oggi gli attaccanti giocano in attacco,come è giusto che sia ,almeno secondo me, poi ognuno la pensa come vuole ,a me non piace il catenaccio …l’avrete capito ….

      • Bulgaro ha detto:

        Al Verona mi pare che ne abbiamo fatto una caterva di gol ai tempi di sinisa, comunque condivido il tuo ragionamento.

  36. marx ha detto:

    ciao
    a me questa Samp piace!
    Abbiamo un organico di qualità. ci manca solo un buon terzino sinistro e un incontrista forte in più per subentrare a Fernando o Barreto. altra cosa su cui dovremmo ancora lavorare è la tattica, nel senso che con questo ottimo materiale umano si potrebbero fare cose interessanti.
    Bisogna dare però atto all’allenatore di saper cambiare: Domenica per la prima volta ho visto una Samp corta e compatta e con Muriel finalmente centrale, che credo sia l’unica posizione per lui; ricordate Miha che lo faceva giocare terzino destro per dare spazio al bomber Okaka?? le due partite con Cesena e Verona l’anno scorso hanno evidenziato tutti i limiti del fenomeno Serbo che infatti sta facendo grande fatica in una piazza come Milano.

    tornando alla nostra Samp attuale bisogna tifare uniti sostenendo tutti da Regini a Zenga!

    • andrea.lazzara ha detto:

      E’ giusto se a fine gara e in settimana non si è soddisfatti esprimere, anche con i fischi o con parole negative, il proprio pensiero. Ma prima e fino al 90′ sostegno. Almeno io l’ho sempre vista così anche…prima di fare il giornalista.

      • marx ha detto:

        completamente d’accordo. fischiare un nostro giocatore, tipo Regini, durante la partita non può altro che buttarlo ulteriormente giu di morale mettendolo nella condizione di aver paura di sbagliare. E anche Zenga, dai, non fischiamolo, dopo tutto, a parte il vojodina che cosa ha fatto di cosi disastroso? non è simpatico?? ma miha lo era??

      • Stefano_1970 ha detto:

        Concordo pienamente

  37. Paolo1968 ha detto:

    Senza pensare a Frosinone e senza argomentare sul gioco di Zenga o meno (che mi lascia sempre dubbioso)…, togliamo metà del centrocampo ultratitolare di qualunque squadra e il migliore difensore e vediamo che succede.

  38. Bulgaro ha detto:

    Frosinone è un problema di capoccia, in casa la nostra capoccia è un problema per gli altri.
    A me piace l’idea di giocare sempre la palla, meno mi piacciono i cali tensione in trasferta.
    In generale definirei positivo l’avvio e con ampi margini di miglioramento fuori casa… guardando il catania di Zenga l’andazzo era un po questo…

  39. Alup ha detto:

    Penso che ora spyderman si deciderà’ a non togliere Carbonero e mettere Soriano trequartista con Fernando e Barreto e davanti Muriel ed il mitico Eder
    Per quanto riguarda la difesa non sono d’accordo con l’accantonamento di Pereira e
    lo spostamento di Zukanovic a terzino quando da’ il meglio di se da centrale, Regini puo’ fare solo panchina è’ un giocatore da serie B perché’ non far giocare Pereira a sinistra
    Giusto puntare sui giovani con Palombo si fa poca strada e poi occorre migliorare il rendimento fuori casa e qui tirò in ballo il ns spiderman che non ha mai schierato la migliore formazione possibile
    Saluti

  40. robmerl ha detto:

    pereira a sinistra tutta la vita

  41. petrino ha detto:

    su TMW scrivono che zenga vuole far turnover, inserendo nemo moisander e piuma correa. Ma come possono stancarsi se hanno da giocare solo in campionato???? Squadra che vince non si cambia. Se moisander era cosi’ bravo l’ aiax non lo lasciava andare a parametro zero. Per capire se correa e’ un pacco o meno va dato in prestito a una squadra che lo faccia giocare in continuita’. Comunque il mio giudizio e’ negativo. E’ solo fumo.

    • Paolo1968 ha detto:

      Al momento neanche a me piace Moisander, ma il fatto che sia andato via a parametro zero non vuol dire nulla. C’è una lista lunga un chilometro di campioni e ottimi giocatori che sono andati via dalla loro squadra a parametro zero.

      • andrea.lazzara ha detto:

        Un amico sampdoriano ha visitato a marzo Amsterdam e il museo dell’Ajax. Vede una foto gigante di Moisander e dice “Ah, ma viene da noi. E’ bravo? “. Risposta dell’addetto del museo: “E’ bravo si, ma per l’Ajax è troppo vecchio”. Per l’Ajax, non credo per il calcio italiano…

    • Martino Imperia ha detto:

      Eh, in generale e in linea teorica anch’io son contrario al turn over: se le cose van bene meglio non toccare niente.

      Tuttavia bisogna vedere cosa dicono I calciatori: se qualcuno è affaticato e non è al massimo meglio farlo rifiatare un pò. Non si può far giocar gli stessi 3 volte in 7 giorni, rischian di farsi male

      Ipotizzo questi cambi:

      in attacco Cassano titolare e staffetta Muriel-Eder (un tempo ciascuno)

      a centrocampo Ivan per Barreto ci può stare.

      la difesa è quella che mi preoccupa di più: Silvestre sembra davvero insostituibile, ma se è stanco come si fa? non si può rischiare, perderlo sarebbe una sciagura. Il centrael che abbiamo è Moisander. Magari uno spezzoncino a DeSilvestri nel secondo tempo.

      Speriamo bene

  42. Sammy ha detto:

    Samp data a 2,37 in casa contro l’Empoli…………… c’è qualcosa di strano in questa quota che visti i precedenti della Samp in casa dovrebbe aggirarsi su un 1,60 al massimo

    • El Cabezon ha detto:

      Quota altissima, l’ho notata pure io, evidentemente per i bookmakers questa gara non è così scontata come potrebbe sembrare…

SAMPDORIA-BRESCIA AL CONTRARIO

Lazio-Sampdoria è durata una ventina di minuti, giusto il tempo per la retroguardia blucerchiata di regalare tre gol agli avversari [&hellip

I MERITI DELL’AGGIUSTATORE

Con la rotonda vittoria sul Brescia, la Sampdoria sotto la guida di Claudio Ranieri ha raccolto 16 punti in dodici [&hellip

ALLA FACCIA DI IBRA

La Sampdoria ha conquistato un meritatissimo punto a San Siro contro il Milan del (ri)debuttante Ibrahimovic e al termine di [&hellip

FINALE DOLCEAMARO

Dopo la dolce vittoria nel derby, per la Sampdoria è arrivata l’amara sconfitta con la Juventus. Amara perché la squadra [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta