QUEI BRAVI RAGAZZI AZZURROCERCHIATI

19 Nov 2014 by andrea.lazzara, 21 Commenti »

Cari amici di Samplace, gli impegni della Nazionale hanno regalato “in dote” al Ct Conte due giocatori blucerchiati . Perchè Roberto Soriano e Stefano Okaka hanno dimostrato che, si, anche loro ci possono stare nel giro azzurro. E che, anzi, la loro “fame”, la loro freschezza possono dare qualcosa a una selezione che, onestamente, ha valori piuttosto modesti. Conoscendo Sinisa Mihajlovic sarà proprio lui il primo a farli volare basso: niente testa per aria, domenica c’è il Cesena e, mi ripeto, non sarà una partita semplice. I 13 punti di differenza in classifica non vogliono dire nulla se poi non scendi in campo con la bava alla bocca e la voglia di stupire. La Sampdoria, in campionato, non ha mai tradito sotto questo profilo: aver portato a casa 5 punti nelle ultime partite non vuol dire nulla, anche perchè, dopo Cesena, ci sarà un’altra striscia di partite mica tanto facili. Dunque portare a casa un risultato positivo dal Manuzzi è, secondo me, fondamentale. Meglio se i punti saranno 3. Su Cassano: Osti, in trasmissione a Welcome#Liguria, aveva detto chiaramente un mese e mezzo fa: “finchè Cassano giocherà sarà sempre accostato alla Sampdoria”. E’ pacifico. Personalmente credo che Ferrero sarà consigliato nel non toccare, soprattutto a gennaio, il giocattolo. Poi, a giugno si vedrà: ma adesso, sinceramente, non è mettere il carro davanti ai buoi ma è lasciare i buoi nella stalla e mettere il carro….in autostrada! Infine, nota a margine: grazie a tutti per la vostra vicinanza per il lavoro di tutta la tv legata alle emergenze drammaticamente continue che hanno colpito la nostra regione. E speriamo, come qualcuno ha scritto, farne il meno possibile di queste maratone con il cuore in gola. Anche se temo che non sarà così.

21 Commenti

  1. Giovanni ha detto:

    AHAHAHAHAH BELIN GIANNI AVEVI RAGIONE.

    Il Dorianodoc quando non può risponderti con le sue parole preferite (prefica, vedevolle, ecc..) e gli si pone domanda precisa SCOMPARE!

    Starà preparando il dossier con tutti i reati…

    Dorianodoc scrive:
    9 novembre 2014 alle 23:45

    Bel commento, sul quale non si può non essere d’accordo. Quello che balza agli occhi, al di là di soluzioni tattiche o di rigori dubbi, è la personalità che Sinisa ha inculcato in questa squadra, l’impressione è che possano e, soprattutto, vogliano giocarcela con tutti. Se pensiamo alle formazioni impaurite o che subivano gli avversari degli ultimi campionati ( pre Sinisa), la metamorfosi è stupefacente. Sul mercato invernale, penso che molto dipenda da che posizione arriveremo alla sosta. Oltre, chiaramente, a che occasioni potranno capitare e cosa potrà investire la società. Facendo anche attenzione a non stravolgere troppo la squadra.

    gianni scrive:
    10 novembre 2014 alle 10:09

    Ti rispondo qui altrimenti fai finta di non vedere e per due settimane sparisci caro il mio felino dei carrugi; nel penultimo numero dell’Espresso che comicamente citi per provare a evitare la figuraccia (inutilmente) le cose più preoccupanti sono quelle – vere o no si vedrà – su Ferrero; dei garrone si dice che nella holdin S.Quirico la Samp portava benefici fiscali per la ERG, cosi’ come fanno gli Agnelli con la Juve o come faceva Moratti con la Saras, tutte cose perfettamente legali, per cui torna la domanda dalla quale fuggi sempre: DOVE SONO I REATI? Quelli che davi per sicuri quando gli altri volevano parlare di calcio giocato?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Calmi, calmi tutti. Intanto, Dorianodoc, massima solidarietà da parte mia e di tutto il blog(sono arci sicuro da parte di tutti, anche da coloro che non concordano con i tuoi post) per te, per i tuoi familiari, per la tua azienda e per la tua città la cui distruzione ho, purtroppo, avuto la sfortuna di raccontare in una lunga diretta notturna. E che ho visto, capace di risollevarsi passandoci la giornata di lunedi con l’allerta 2(ho peraltro anche io amici a Chiavari che hanno subito danni). Una cosa però, credo sia evidente: non tutti ricordano o sanno che sei di Chiavari. Men che meno( perchè giustamente tu non sei venuto qui a dirlo) nessuno sapeva di quanto l’alluvione ti avesse toccato personalmente: azzeriamo, quindi, tutto. E un grosso abbraccio da parte di tutti. Quando sarai fuori dal fango (purtroppo, non è una metafora) torneremo a battibeccare su questi temi. Ps posto il tuo messaggio così come lo hai scritto anche se, ovviamente, il passaggio sui “residuati” è comunque censurabilissimo, non pubblicabile su un blog pubblico. Ma lo faccio perchè altrimenti la mia risposta non si capirebbe.

    • gianni ha detto:

      La solidarietà umana a dorianodoc la do anch’io; del messaggio di giovanni risponde lui; da parte mia faccio solo notare che il mio era scritto ben prima dell’alluvione come altri centomila a cui non ha mai voluto o saputo rispondere.

      • Giovanni ha detto:

        1) Che ne so che sei di Chiavari

        2) che ne so dei tuoi problemi personali che di fronte alla tua esposizione non posso che solidarizzare e dispiacermi.

        3) che ne sai tu dei problemi personali degli altri che scrivono sul blog quando gli apostrofi con ironia e insulti velati cose di cui hai riempito i blog in questi mesi.

        4) aspetteremo la risposta a quando tornerai a scrivere sul blog sperando che tu riesca a risolvere i tuoi problemi post alluvione. Cosa che ti auguro di cuore.

        5) insultare come hai fatto con me una persona su un blog che parla di calcio all’insaputa dei problemi personali che ognuno ha nascondendosi dietro l’anonimato e dietro le proprie tragedie non conosciute agli altri è una cosa VIGLIACCA e meschina e ti va bene che al contario di quanto scrivi sono una persona come si deve e di intelletto ed evito di cercare di capire chi sei per incontrarti e chiederti di ripetere quello che hai scritto guardandomi negli occhi, oppure di chiedere ad Andrea Lazzara le specifiche del tuo post e denunciarti per calunnia.

        E qui chiudo io.

        • andrea.lazzara ha detto:

          Chiudiamo proprio questo post e torniamo a parlare di Sampdoria. In generale tante volte mi viene la voglia di chiedere di chiudere il blog. Per sempre.

  2. ale ha detto:

    Caro Andrea,
    complimenti a tutti i ns ragazzi – Soriano e Okaka su tutti -ma anche gli altri che si sono ben disimpegnati in azzurro. Ma soprattutto un GRAZIE di cuore a tutti i tifosi dell’Albania che ci hanno dato una bella dimostrazione di come lo sport possa ancora essere veicolo di buone azioni. Grazie per la vostra presenza, calore e correttezza.
    Saluti

    • ale ha detto:

      Ah! E complimenti a Bertolacci per l’ottima prestazione. Davvero. Meno male che Gasperini non lo fa giocare in quella posizione

      Saluti

      • piero ha detto:

        Vero! Concordo con te.
        Davvero un bel giocatore questo. Speriamo che non faccia il bis (come prestazione) al derby.

  3. robmerl ha detto:

    cassano lasciamolo dov’è. Leggo di un possibile scambio Pazzini-Okaka. e spero che sia fantamercato

  4. Stefano_1970 ha detto:

    Prima volta che assisto una partita a Genova dove gli ospiti superano numericamente i padroni di casa.

    Non ho idea se la Societá ha in mente un profetto ambizioso (intenzione di costruire una squadra competitiva partendo dagli elementi di spicco/prospettiva in rosa) oppure abbia l’intenzione di valutare anno per anno il da farsi (anche in funzione delle esigenze di bilancio e delle aspettative di carriera dei giocatori piú interessanti), ma é stato bello vedere qualche faccia nota con la maglia azzurra.

  5. Massimo Pittaluga ha detto:

    il fatto che ora cerchino okaka, soriano etc è un buon segno. è vero che a noi tifosi può dar fastidio ma è anche vero che in questo momento la società si trova diversi giocatori di valore. ovviamente poi se ad okaka arriva un offerta con ingaggio doppio di quello che prende o anche più da una grande italiana o straniera è dura trattenerlo anche perchè a differenza dei vari soriano, regini pedro etc non è cresciuto qui . resta il fatto che uno scambio a gennaio con pazzini non lo farei. un giocatore esploso ora di 25 anni con uno di 30 non credo sarebbe un grande scambio anche se a 30 anni non sei vecchio, ma sei un cavallo di ritorno. ad ogni modo spero a gennaio non cedano nessuno sarebbe un brutto segno e che a giugno si abbia la capacità di cederne uno solo monetizzare e reinvestire. La sampdoria di ferrero la vedremo da questo. speriamo

  6. Alberto ha detto:

    Come al solito testate giornalistiche senza scrupoli danno ormai per certo Okaka al Milan, Gabbiadini alla Juve, Soriano al Real Madrid, Mihajlovic partente in tempo zero, il tutto in cambio di Barillà, Mexes, dieci primavera di 15 anni e un album di figurine con i successi delle squadre milanesi.
    Ma basta essere la cantera delle grandi, proviamo ad aprire un ciclo virtuoso di qualche anno per vedere dove si arriva, cercando di trattenere senza spolpare la rosa, per un ciclo virtuoso. Altrimenti quest anno faremo di tutto per giocare oltre i confini nazionali il prossimo anno per poi affrontare la competizione con il “Cavasin” di turno in panchina e giocatori scoppiati in esubero dalle grandi che farebbero panchina al Varese.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Calma, calma e sangue freddo. Tutti! Chi ha la mia età( e anche qualche anno in più…) ricorderà che anche nell’era Mantovani lo smantellamento giornalistico di quello straordinario gruppo era prassi consolidata. E’ il destino di società e squadre che possono essere grandi sul campo ma a livello di impatto mediatico non lo possono, comunque, essere. Oggi, poi, ci sono elementi maggiormente penalizzanti in questo senso: 1) c’è internet; 2) ci sono i siti internet specializzati nel mercato; 3) su 12 mesi l’anno 4 sono a mercato aperto. Fate voi…

      • Paolo1966 ha detto:

        E, leggendo le notizie di oggi, aggiungo il punti 4) e 5) rispettivamente le droghe sintetiche e i pusher che non sono piu’ quelli di una volta… Ai vecchi tempi si viaggiava tra colori e ombre, oggi si vede Okaka scambiato per Pazzini…

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        sono d’accordo e mi preoccuperei di più se non ci cercassero nessuno, vorrebbe dire avere una squadra di brocchi. faccio notare però che i giocatori con più mercato okaka a parte sono quelli presi dal settore giovanile all’epoca di riccardo garrone ad avere mercato. soriano su tutti, objang, regini. aver lavorato bene sulla primavera ha dato i suoi frutti. spero si ritorni a fare così e magari a saper vendere meglio i giocatori senza troppa fretta. chi vuole deve pagare e speriamo che sinisa continui e magari si trasformi piano piano in un manager completo con osti come aiuto per il mercato. va capita la cessione annuale se rimpiazzata bene e magari a volte in prospettiva meglio. credo comunque che ci sia anche tanto dell’allenatore e che lui in questa squadra sia il valore aggiunto.

      • Paolo1968 ha detto:

        Ricordo i titoloni per cui la Samp era stata comprata dalla Juve per farne un proprio magazzino….

        • Bulgaro ha detto:

          Vero, ricordo un articolo in cui vendevamo alla Juventus 5 giocatori in un colpo, pagliuca, vierchowood, lombardo, vialli e mancini…

  7. piero ha detto:

    okaka al milan? per pazzini e magari un altro giocatore da scegliere tra bonaventura saponara o simili se ne può parlare…
    alla pari non esiste…
    ma non credo che ferrero sia tipo da farsi prendere per il naso così, seppure neofita…

    • moussa dembele' ha detto:

      Ma serve veramente un Pazzini, per di più senza un Cassano vicino? Cerchiamo di non toccare niente almeno fino a giugno, poi si vedrà. Una cessione alla Mustafi- maniera può essere tollerata anche se dolorosa ma la Samp deve diventare una bottega cara come il Cagliari, l’Udinese o l’Atalanta. Vuoi Okaka o Pedro o Soriano? E allora li paghi un sacco di soldi o mi cedi mezzo campione come è andata con Gabbiadini

SE TRE INDIZI FANNO UNA PROVA…

Se tre indizi fanno una prova, dopo le vittorie con Fiorentina e Lazio, la Sampdoria ha confermato a Bergamo di [&hellip

PERFETTI

Paradossalmente c’è “poco” da dire sulla rotonda vittoria della Sampdoria contro la Lazio, perché la squadra di Ranieri è stata [&hellip

RINASCIMENTO

Avete ragione, state già pensando che ho esagerato nel titolo. Ed è vero. Ma l’ho fatto consapevolmente. Dopo tanto soffrire [&hellip

DI MALE IN PEGGIO

“Non mi è piaciuto quasi niente, sembravamo una squadra sparring partner, pavida, non ho visto voglia di lottare”. Parole di Claudio [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta