URLA NEL SILENZIO

3 Lug 2014 by andrea.lazzara, 348 Commenti »

Cari amici di Samplace, la stagione è ufficialmente cominciata con 27 giocatori con la maglia blucerchiata che corrono agli ordini di Mihajlovic e del suo staff ma siamo tutti(giustamente) concentrati su quello che accade nelle stanze di Corte Lambruschini. E altrove, perchè, in questi giorni il Presidente Ferrero sta girando, e molto. La rinuncia a Braida non può essere indolore: al di là dell’esperienza, dei contatti(preziosissimi nel calcio di oggi!) che l’ex dirigente del Milan ha costruito in 30 anni di calcio c’era anche un lavoro già avviato che finisce per essere stoppato, fermato, buttato via. Al di là di tutto la cessione societaria è avvenuta nel momento dell’anno..peggiore, quando cioè i discorsi di mercato, la costruzione della squadra(che è poi l’asset principale di una società di calcio) vanno non solo programmati ma già in parte finalizzati(anche se la campagna trasferimenti è ormai lunghissima, eterna, e con i pochi soldi che girano di affari, fino ad agosto, se ne fanno pochi). Ecco, questo mi preoccupa, al di là di valutazioni sullo stile della nuova Presidenza o altro. Il fatto, poi, che il Presidente, dopo la presentazione e una breve dichiarazione post incontro con Mihajlovic non abbia più parlato si presta a due interpretazioni: se da un lato è meglio agire che parlare, si può anche parlare senza fare promesse ma per “guidare” i tifosi verso l’inizio della nuova era. Il ritiro si avvicina( a proposito, Primocanale e Welcome#Liguria ci saranno, come sempre, con ore e ore di diretta giornaliera già da domenica 13)e magari quella potrebbe essere un’occasione per Ferrero per parlare ai tifosi e con i tifosi delle sue intenzioni. Si sottolinea poi, che senza Braida resta solo Osti come “uomo di calcio”: mi è balenata però, un’idea. E cioè che Mihajlovic possa essere non solo un allenatore ma una figura molto vicina al Presidente anche nei suggerimenti e negli approcci di mercato. Il solito paragone con Ferguson? Può essere. Ma credo che Sinisa, soddisfatto dall’incontro con il neo Presidente, possa avere anche quel bagaglio di competenze , conoscenze e, perchè no, contatti utili in questo frangente. E’ solo un’idea mia, ve la butto li. Intanto bene i 10000 e più che si sono già abbonati. Anche di questo la società deve tenere conto perchè l’apertura di credito( e non mi si parli di “zoccolo duro”, sampdoriani e basta), in questo momento, è di quelle davvero importanti e per nulla scontate.

348 Commenti

  1. sampdorianamente ha detto:

    Io non sono mai stato pro o contro Garrone, ma ho sempre cercato di giudicare in base ai fatti, per quanto difficile possa esserlo visto che il tifo è passione.
    In questo momento, però, caro (concedimelo 🙂 ) Andrea, non so perchè ma le sensazioni NON sono per niente buone. E non c’entra il fatto che il nuovo presidente abbia un’immagine esteriore o un comportamento diverso da quelli del passato.
    Spero di sbagliare.

    • davide63 ha detto:

      se il buongiorno si vede dal mattino…….diceva qualcuno. il nuovo presidente ha detto di voler competere sportivamente con adl del napoli,come battuta non e’ un granche’ perché’ altro non puo’ essere- anche adl e’ un produttore cinematografico ma di film che incassano 5 o 10 milioni di euro a botta.quando poi il prossimo anno dovra’ ripianare il buco di bilancio ci sara’ da ridere veramente!!!

  2. Stefano_1970 ha detto:

    Non ho idea se Sinisa ha qualitá, capacitá, introduzione e soprattutto il mandato della Societá ad agire in tal senso. Il buon senso peró, per non dire la logica, suggerisce di affidarsi a persone che quel ruolo intendano ricoprirlo, all’interno della stessa Societá, per piú anni. Un allenatore é soggetto ad esoneri (speriamo non sia questo il caso perché vorrebbe dire aver impostato male un’altra stagione) e comunque con ottica limitata nel tempo perlomeno qui in Italia e nel caso dello slavo che ambisce a palcoscenici più intriganti.

    A prescindere da chi condurrá il mercato….vediamo come verrá strutturata la squadra.

  3. YumaS2001 ha detto:

    braida serve se si ha un budget tipo “milan” e se l’obiettivo è “vincere”.
    ma se il budget è limitato e l’obiettivo è “divertire e dare spettacolo” allora è meglio, per tutti, anche braida, non iniziare nemmeno la collaborazione.
    .
    quindi mi sembra un’altra ottima mossa del presidente.
    .
    poi se si avvale di sinisa o di altri collaboratori non lo si sa ancora, ma basta che siano uomini di calcio.
    .
    diciamo che è un’altra faccia della spending rewiev (che di sicuro incide più che il taglio del 20% ai collaboratori di sede)
    .
    e per riprendere quanto altrove scritto, sicuramente in modo troppo sintetico, quando dico che i “tagli sono giusti” intendo dire che, in italia, dove vigono leggi che tutelano il lavoratore, se li ha applicati, allora aveva il diritto di applicarli, quindi ha errato chi prima elargiva troppo a scapito della disponibità di cassa della samp.
    meglio investire in core business (il calcio) che in non core (segretarie, impiegate, etc, etc).
    .
    ora vediamo come il presidente compone l’11 di base e le prime 8 riserve…….. tutto il resto è aria fritta..
    .
    daje viperetta !!!!
    mordi i bibini

  4. Bulgaro ha detto:

    Al momento sono piuttosto perplesso.
    Briada avrebbe fatto comodo a un presidente che demanda, a uno che si butta in prima persona ovviamente molto meno …. il problema e` che ora oltre a sperare che abbia la solidita` finanziaria bisogna sperare che abbia anche compenza tecnica e lungimiranza …
    Speriamo che dimostri di avere tutte le carte in regola …

  5. nick ha detto:

    A me non piace come si sta mettendo, ma tanto credo di poterci fare poco, nel mio piccolo, se non nulla.

    Una cosa che mi piacerebbe prima o poi e’ che il neo-Presidente dell’UC Sampdoria parlasse, senza magari ricorrere a quelle belle frasi a effetto che piacciono tanto ai fessi, di programmazione e obiettivi.
    Che Sampdoria sara’ quella dei prossimi anni, almeno nella testa del suo proprietario? Questo direi che Ferrero ai Sampdoriani lo deve, non ci “deve” Cassano, non ci “deve” Bergessio, ma ci “deve” chiarezza sui programmmi perche’ a Genova sponda Sampdoria non siamo scemi e non ci piacciono i venditori di fumo.

  6. ALE ha detto:

    ricapitolando :

    se Braida accettava il progetto era serio perchè Braida è una persona seria (più di un giornalista lo ha sostenuto)

    quindi oggi che Braida non c’è cosa dobbiamo pensare ? Che anche senza Braida il progetto è sempre serio ?

    Lo avete visto bene Ferrero lo avete analizzato bene ?
    Per me farà divertire e molto i genoani come a suo tempo un certo Dalla Costa fece divertire i Sampdoriani.
    Il re è nudo e chi non se ne accorge forse ha paura di guardare in faccia la realtà.
    Ho visto ripetutamente il video di Tirotta era commosso il magone gli stringeva la gola per me basta quello per capire dove si va a finire.
    Non è la B (magari) che spaventa è il futuro 🙁

    • YumaS2001 ha detto:

      ad oggi non ha ceduto nessuno ed ha fatto offerte importanti per giocatori “di nome”: samuel e quagliarella.
      cosa gli imputi, che dice “daje” invece di “maniman” o “vedremo”?

      • ALE ha detto:

        No non è l’ignoranza o la burinaggine il problema a me è sempre piaciuto Bombolo e anche er Monnezza figurati.
        No il problema è che per me e sottolineo per me non c’ha una palanca o peggio è qui per fare l’ennesimo botto e l’ennesimo patteggiamento per bancarotta fraudolenta……. felice di sbagliare ma le avvisaglie non mi paiono buone.
        Il brutto è che il convento non ha passato altro e la cosa ridicola che pare pure che sia stato il prescelto in mezzo ad altri meno meritevoli ti lascio dire come erano gli altri.A me sembra di essere su scherzi a parte …la cosa mi duole te lo giuro…me ne farò una ragione perché i problemi sono altri e ben più gravi ma vedere la tua amata Sampdoria maltrattata e abbandonata a se stessa mi fa salire la carogna e non poco !! Quella dell’inno a me già non è piaciuta per niente,poi non avrà venduto ma non ha ancora comprato,20% di riduzione stipendi ai dipendenti ,oggi ha detto che siamo pochi….mi sembra anche una provocazione gratuita sembra sia venuto ad agitare le acque …insomma a me non piace per niente.
        Spero per lui che faccia il suo dovere seriamente rispettando la Sampdoria e i suoi tifosi altrimenti ne vedrà delle belle qui a Genova.

  7. STEL ha detto:

    I segnali non sono confortanti,perdere un uomo come Braida, il suo curriculum parla da solo, mi crea parecchio sconforto. Dopo aver avuto gente come Sensibil ed Osti, Braida sarebbe stato un gran salto di qualità, dopo aver viaggiato con un’utilitaria scassata avevi la possibilità di salire su una maserati.
    Il calcio non è un cinema, ci vogliono uomini competenti e con specifiche conoscenze in ogni reparto, essersi liberati di Braida ed aver confermato Osti secondo me è un gravissimo errore, Ferrero di calcio credo non sappia nulla ed inoltre non si affida ad un uomo esperto, ecco questo è preoccupante, spero che non sia l’inizio della fine.
    Se poi è vero che vuol fare lui in prima persona pur non avendo conoscenze e competenze e soprattutto esperienza si parte col piede sbagliato.
    Il mercato si è aperto da pochissimo vediamo cosa accadrà, la squadra deve essere puntellata, ad oggi non abbiamo ancora un portiere titolare, sono ormai due stagioni che ci portiamo dietro questo problema non da poco.
    Emettere sentenze ora come ora non me la sento, anche se non riesco a capire perchè un Ferrero romano al 100% abbia scelto proprio la Samp, ipotizzo ma è una mia illazione o pensa di ricavarci qualcosa, ma se così non fosse il fallimento sarebbe assicurato.Ora bisogna aspettare se questo nuovo presidente è intenzionato a fare davvero qualcosa di serio, altrimenti sarà la prova del nove che Garrone ci ha sbolognati al primo venuto.Inoltre vedremo se con il calciomercato sarà il solito smantellamento oppure si punterà a costruire una squadra competitiva.
    Quale sarà il futuro della Samp nessuno di noi può saperlo con certezza può solo immaginarlo ed ipotizzarlo, ognuno a suo modo, chi con più pessimismo, chi con più ottimismo. Contro il destino non si può far nulla se andrà bene saremo tutti felici, se andrà male saremo disperati, comunque vada FORZA SAMP:

    • Lollo ha detto:

      Anch’io penso che Garrone ci abbia sbolognato al primo venuto…anche perchè che senso aveva mettere sotto contratto Braida già da mesi, se erano due anni che stava trattando con Ferrero ? se Braida fosse rimasto, niente da dire; ma avendo fin da subito rescisso il contratto ( e non credo che sia stata solo una questione economica.. ) ho molte perplessità anche sulle modalità del passaggio di proprietà ( e di consegne ). Naturalmente il giudizio spetta agli addetti ai lavori

  8. gianni ha detto:

    Quello che sta accadendo con Braida (se sarà confermato) non mi piace però non me la sento di buttare la croce sul neo presidente, il quale ha tutto il diritto di rinegoziare il rapporto con un collaboratore, che tra l’altro non ha ancora ufficialmente firmato nulla, e non di vedersi imporre accordi presi con altri.
    Su Mihajlovic manager sono d’accordo con il buon Andrea.

  9. Renato Lagomarsino ha detto:

    10.000 abbonamenti a due mesi dall’inizio del campionato e senza che la societa’ abbia comprato un solo giocatore…..non c’e’ bisogno di commento ulteriore per dare idea dell’attaccamento dei tifosi…sono senza parole e sono sicurp che passeremo quota 20.000.
    Il nuovo presidente (se rinuncia a Braida) dovrebbe affidarsi a qualche personaggio “scafato”,Ferrero e’ un neofita nel mondo del calcio,mondo notariamente popolato da squali ingordi ..io penso che un discorso con Gasparin S potrebbe fare..mi sembra una persona seria trattata male dai Garrone ma e’ un uomo competente e potrebbe collaborare con Osti.
    Comunque vada ,personalmente,non sono dispiaciuto della Uscita della Famiglia Garrone..una gestione troppo piatta..senza entusiasmo e calore..la SAMP e’ nel cuore sempre e in qualsiasi caso..BUON CAMPIONATO RAGAZZI!

    • andrea.lazzara ha detto:

      …è pure un bel messaggio. Peccato, signor Lagomarsino, per lo scivolone successivo.

  10. max ha detto:

    andrea
    tutto giusto ma io che ci sia brada o no non ne farei un dramma. credo sia più importante capire se il nuovo corso ha intenzione di investire o meno e quindi di rinforzare la squadra.
    su questo sara’ da valutare non sul fatto che possa essere più o meno simpatico o che abbia meno stile dei predecessori. mi fanno ridere quelli che si spaventano che sono nella maggior parte dei casi quelli che sparavano a prescindere su garrone e ne chiedevano le dimissioni immediate!!!! lasciamo perdere e vediamo da qui a fine luglio cosa e come si muoverà la società. poi ognuno tara le sue valutazioni.
    per intanto io la tessera l’ho rinnovata nonostante per impegni calcistici (alleno) di partite ne veda veramente poche ogni anno ma penso sia giusto mantenere l’appoggio alla squadra come faccio da circa 40 anni filati e non sono pochi.

  11. Cristian ha detto:

    Ciao Andrea! Da parecchio tempo non scrivo anche se ho leggo molto volentieri questo blog per sentire il parere dei miei fratelli Sampdoriani. Perché questo penso anche se con opinioni discordanti tutti vogliamo il bene di questa società. Ormai l’era Garrone e’ terminata le nostre vecchie abitudini sono cambiate. Ferrero a quanto pare vuole viaggiare in prima linea. Niente deleghe come faceva Edoardo prima. La stima in Braida penso non mancava anche da parte di Ferrero ma probabilmente oltre che le competenze anche il compenso sarebbe cambiato. Un conto e’ operare in un ramo dell’azienda un conto avere un ruolo a 360 gradi. Bisogna avere fiducia anche se per me a mio modesto parere e’ ora di partire in sede di mercato avendo le idee chiare e puntare gli obiettivi ( Portiere e attaccante in primis). La società e’ sana e la squadra ha bisogno di rinforzi e non va rifondata. A parte qualche squadra il mercato in generale e’ stagnante. Forse fossi stato in Ferrero essendo neofita del calcio mi sarei fatto affiancare da una persona come Braida che bazzica calcio da parecchio. Evidentemente non c’era accordo e meglio neanche cominciare se ci sono delle frizioni dall’inizio del rapporto. Ricordiamoci che Braida e’ stato scelto da Garrone e giustamente il proprietario che arriva vuole uomini di sua fiducia sperando che siano il più competenti possibile in ambito calcistico. In fondo avevamo fiducia in Garrone che di calcio ne ha sempre capito poco e abbiamo capito che anche l’entusiasmo in famiglia per la Samp latitava. E’ andata a finire così grazie di tutto alla famiglia Garrone ma è l’ora di ricominciare per scrivere un altra pagina della storia della Sampdoria.

    • Paolo1968 ha detto:

      Faccio mio il tuo pensiero.
      Può darsi che Ferrero ci trascini nel baratro, ma questa abitudine tutta genovese di guardare i foresti dall’alto in basso con sdegno, astio e superbia è veramente stucchevole (come tanti, troppi articoli dedicati a Ferrero sui giornali). A maggior ragione per dei “nobili” decaduti da secoli, ma che credono di essere ancora chissà cosa.
      PS: a me sarebbe piaciuto Braida. Negli ambienti milanesi lo danno per bollito da tempo. Comunque, da quando il Milan ha dovuto fare i conti con un budget limitato si son visti i risultati. E a nessuno, comprando una società, piace mantenere nel posto più importante chi aveva messo il precedente proprietario….
      Vediamo se Ferrero si affiderà a qualcun altro (Sartori? Leonardi?) o meno….

  12. NYC ha detto:

    Andrea, avete scoperto quando fatturano le aziende di Ferrero

  13. fabio ha detto:

    Non mi piace. Ho brutte sensazioni. Nessun genovese nel consiglio di amministrazione, neppure una carica onorifica che darebbe il senso di un collegamento territoriale. Un personaggio stimato come Braida che si defila. Le dichiarazioni di Lori Boni. Ed ancora; nessun contatto tra l’humus che costituisce il cuore della squadra, la tifoseria e la nuova dirigenza; l’indifferenza verso la tradizione, la storia di questa società. Nessun contatto con i mezzi di informazione locali e non. Una alienazione dal contesto preoccupante. Non entro nel merito della decurtazione del 20% sullo stipendio dei dipendenti anche se poi si dovrebbe giustificare eventualmente un colpo da milioni di euro che, temo, non ci sarà. Calma piatta. Mi ero ripromesso di lasciare il tempo alla nuova presidenza di capire come muoversi prima di giudicare ma trenta giorni sono ormai quasi passati e nulla di positivo è accaduto. La Società è sua, sig. Ferrero e ne disponga a suo piacimento. I tifosi della Samp però non hanno la sveglia al collo e da buoni liguri fiutano da lontano gli imbrogli. Hanno pazienza ma non infinita e raramente perdonano chi li prende in giro. Buon lavoro a Lei e al suo staff.

  14. Renato Lagomarsino ha detto:

    Grazie per la censura..il mio commento non era offensivo nei confronti di nessuno,lei continui pedissequamente a leccare i piedi dei potenti che la tengono li…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ahahah signor Lagomarsino….sa che mi fa piacere il suo messaggio? Perchè mi da, come un altro oggi, il metro dell’attenzione con cui seguite questo blog, blog dove non si può andare in ferie 4 giorni e lasciare i messaggi in “coda di approvazione” per essere tacciati di “lecchinaggio ai potenti che mi tengono qui”. Gentilmente( e come vede non minaccio azioni di altro tipo ma mi faccio una risata), chi sono i potenti che mi tengono qui? Il mio conto in banca non li conosce. Battute a parte, ora vado a leggere il suo messaggio e se non conterrà epiteti offensivi come questo suo ultimo sarà regolarmente pubblicato(il blog mi propone prima i messaggi più recenti). Ma la invito a contare fino a 100 prima di scrivere certe cose. Grazie

      • YumaS2001 ha detto:

        come disse dande “non ti curar di lor, ma guarda e passa”.
        .
        si può accettare o no una tua idea, si può anche criticare, si può anche dire che non si è assolutamente d’accordo e la si considera del tutto errata,……, ma non credi si possa dire che tu non scriva quello che tu veramente pensi!!!
        .
        P.S.: so che non hai bisogno di avvocati difensori!!!! ma quando è troppo è troppo!!!!

  15. Cristian ha detto:

    Qui si parla solo di Braida ma qualcuno ha notizie su Pecini? Sarà il capo degli osservatori o anche il suo contratto e’ congelato come quello di Braida? Hai notizie Andrea in merito?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Mi risulta che Pecini resti

      • Cristian ha detto:

        Penso che questa sia una cosa positiva. Io credo che con Ferrero siamo un un ottica completamente diversa di svolgere il mercato e non solo. Lui vuole agire in prima persona rispetto a Garrone che delegava tutto o quasi. A me spiace perdere Braida ma meglio ora tra un mese o 6 mesi allora si andava buttato via parecchio lavoro.

        • fabio ha detto:

          I Garrone delegavano, perchè riconoscevano di un capire molto di calcio, tantomeno dei suoi meccanismi ecc.
          Questo nuovo Presidente non delega, perfetto.
          Mi auguro pertanto che capisca molto di calcio, e dei suoi contorni, anche se il suo curriculum suggerisce che -se sa di calcio- ha frequentato le serali, anzi forse le notturne (inteso come quando la gente dorme).

          • nello ha detto:

            Abbiamo visto come Garrone ha fatto bene delegando ,quanti campioni sono arrivati, come ha cacciato..Ops scusate,speso bene i 330.000 euro per i quali si è tanto lamentato( giustamente sono soldi suoi ,ma li ha spesi male appunto delegando ) ! ! L’unica volta che non ha delegato ha preso Mihajlovic e ha fatto bene ,pur non intendendosi di calcio ( a suo dire ).perciò ben venga uno che ci mette la faccia e che ,trattando con gli agenti degli attori, probabilmente sa trattare meglio di altri con i procuratori, e questa è una cosa importante ,visto che ormai nel calcio comandano loro.

  16. LidiaPaola ha detto:

    Sacrifici per tutti e l’esperto prescelto in ottimizzazione delle risorse con un palmares che procura, a chi legge, le famose farfalline nello stomaco.

    Volevo respirare un po’ della salsedine del mio mare, e cogliere sfumature malinconiche nella cadenza genovese perche’ l’effige del marinario che ci rappresenta ci riconduce inequivocabilmente alla lanterna, al molo, ai caruggi, alle “creuze”… Noi non rinunceremo mai alla nostra identita’, si puo’ comprare tutto ma non le proprie origini.

    Ma l’U.C. Sampdoria e’ una Societa’, e’ stata venduta e chi e’ arrivato ha le idee ben chiare, coraggio da vendere forse a rasentare l’azzardo se si e’convinti che questo mondo sconosciuto si puo’ cavalcare come una nuova sfida senza tener conto delle insidie ed intrighi. Da subito si e’ delineata una nuova linea e la gestione passata di Edoardo comincia ad essere, per me, un aspetto oscuro.

    A Corte Lambruschini c’era eccedenza di personale?, accettabile il costo annuale di tutto il personale corrispondente a 2 milioni lordi annuali? Come ha gestito il cda precedente mentre la crisi coinvolgeva tutti i settori, calcio compreso?

    Il Braida ci serviva o meglio ci servirebbe… un esperto “pensionato d’oro” immortalato a cena con Marotta ed Agnelli legato alla Samp di Garrone con un biennale, ma la scure dell’austerity e’ calata pure su di lui e c’e’ un taglio anche sulle competenze. Che dire? Di fronte abbiamo solo l’incognita con Osti che regge e il Presidente “forse” che vuole decidere autonomamente come se avesse esperienza da vendere. Ma non puo’ essere cosi’, allora mi chiedo se davvero il recupero di Sinisa e comunque l’esperienza di quest’uomo possano davvero essere quel valore aggiunto, fidato, nell’individuazione di giocatori validi da inserire nella rosa attuale.

    Il mercato non e’ spumeggiante in nessuna societa’, e si da rilievo a notizie i cui nomi segnalati sono perfino degli emeriti sconosciuti, poi i soliti noti Quagliarella, Matri, Paulinho che girano in tondo…

    Mi metto il cuore in pace ed aspetto. Uso il si di Sinisa come una carta di credito. Uso l’ambizione di Ferrero come uno stimolo determinante sperando che l’amore e l’attaccamento arriveranno…

    Mentre scrivo mi viene il mente il fil Cast Away, la zattera ed il pallone con la scritta “Wilson” fatta col sangue ma e’ solo un attimo…

    P.S. Per madrina niente starlette, niente tette rifatte e passioni per finta od opportunismo. Se ci sara dovra’ avere un nome: Francesca Mantovani. … o, Presidente Ferrero, e’ chiederle troppo?

  17. luca ha detto:

    basta ci siamo anche un pò “rotti” , la Samp rispecchia esattamente il nostro paese , tanti bei discorsi, tanti bei propositi e niente altro , poi a pagare sempre noi tifosi con un numero grandioso di abbonamenti (complimenti a tutti ed anche a me stesso) ma entusiasmo pari a 0 e scusate se non credo a quelli che oggi dicono di essere contenti o super felici !!!!!!!

  18. giovi ha detto:

    Caro Andrea, dopo il mazzo che mi hai fatto per altro giustamente, per alcuni epiteti usati in occasione della presentazione del Presidente Ferrero, provo a seguire il tuo ragionamento a cui mi aggrappo con tutte le forze, perché se così non fosse , poveri noi.
    In effetti mi parebbe parecchio strana la decisione di Sinisa di contiunuare con la Samp , se non avesse ricevuto assicurazioni a 360 gradi.Resta il fatto che il P., dopo aver parlato di nuovo inno…di una madrina??? (Ma si cambiamo anche i colori sociali!) ecc,per ora è scomparso dalla circolazione(ah no gli stipendi li ha ridotti) e la baracca è sostenuta dal tanto criticato Osti .

  19. Roberto ha detto:

    Certo che da quando e’ andato via Michieli……questa rubrica e’ divenuta inguardabile!Basta aguardare il numero di commenti pari a ZERO…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Grazie Roberto…i 10000 e rotti messaggi da settembre a oggi ti ringraziano( e ti assicuro che non c’è nemmeno un briciolo d’invidia verso Maurizio che oltrechè a essere un collega che stimo e un amico anche fuori dal lavoro). Poi, se non ti va che faccia 4 giorni di ferie…mi prenderò le tue di ferie lavorative! 🙂

      • Lollo ha detto:

        grandissimo Andrea !!!!!! Il blog non è mai stato così frizzante e ben condotto come ora ( non me ne vogliano gli ottimi Michieli e Pellegrini ), vai avanti così…però basta ferie 🙂 ( spero di non essere tacciato di lecchinaggio )

      • YumaS2001 ha detto:

        fantastico blog oggi!
        .
        sopra ti prendi botte di leccapiedi
        ora di incapace
        mi stuzzica la fantasia pensare cosa posso trovare più sotto!!!!.
        .
        ti collegheranno alle inchieste di Bergamo, di Pavia, di Cogne?
        eri il terzo fratello di caino ed abele?
        .

        • andrea.lazzara ha detto:

          Senza citare drammatici e dolorosi fatti di cronaca come quelli che citi ma…hai mai notato la mia somiglianza con uno della Banda Bassotti? 🙂 Dai, ridiamo un pò..

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      trovo invece che da quando c’è andrea la rubrica sia molto democratica e aperta. non sempre la vedo come il moderatore ma dire che non è seguita direi che non corrisponde al vero. Vai avanti Andrea, in molti apprezziamo il tuo modo aperto e mai presuntuoso di approcciare tutti noi

    • nello ha detto:

      Io non so come vi vengono certe idee……ma l’hai visti i 300 e più messaggi in risposta al “pezzo”precedente a questo,per fare un esempio ,senza contare gli altri …senza nulla togliere all’ottimo Michieli ,mi sembra che le risposte in questo blog siano aumentate ,Andrea risponde a tutti ,o quasi, più di così ….poi se non si possono fare ferie allora !

  20. El Cabezon ha detto:

    ” Braida? E’ fermo da vent’anni!”
    Questa è la confidenza che mi ha fatto una persona che tutt’oggi lavora nel mondo del calcio…anzi, non la definirei neppure una confidenza ma una semplice opinione detta durante una normale chiacchierata…
    Per carità, un’opinione è per l’appunto…opinabile ma credo che stiamo drammatizzando in maniera eccessiva il mancato approdo da noi di una figura dirigenziale le cui capacità sono davvero difficili, almeno per me, da cogliere visto il contesto nel quale operava…
    Poi magari faceva tutto lui, questo non lo so, ma il Milan degli ultimi due decenni s’identifica in Berlusconi e Galliani, c’è poco da fare…
    Certo, come sottolinei tu Andrea è probabile che il buon Ariedo avesse già cominciato a lavorare e quindi la sua non permanenza potrebbe interrompere contatti già avviati, ma anche nel caso ci fosse stata già qualche trattativa molto ben avviata non credo che questa possa interrompersi definitvamente, in fin dei conti Osti c’è ancora…
    Ecco, magari la cosa che un pochino mi spaventa è che Ferrero, autoproclamatosi neofita del calcio voglia fare tutto lui mettendo becco anche nelle questioni tecniche, questo sarebbe sì da evitare ed è più che altro in questo senso che una figura come Braida veniva bene ma ho la netta impressione che il nuovo Presidente delegherà poco o nulla…

  21. eraldoca ha detto:

    Caro Andrea,
    io sono un assiduo frequentatore del tuo blog, e ti faccio i complimenti per come riesci a gestirlo, ma scrivo raramente in
    quanto spesso trovo le mie idee già riportate da altri ed anche meglio espresse di quanto potrei fare io.
    In occasione di questo tuo ultimo post vorrei esprimere il mio parere sulla nuova situazione che la nostra Samp stà vivendo in tewrmini di gestione tecnica della Società.
    Per quanto riguarda Braida, che oramai sembra perduto, credo che il nostro nuovo Presidente stia commettendo il primo grave errore della sua, spreriamo spendida, carriera alla guida della Sampdoria. Non vorrei che questo drastico ridimensionamento delle mansioni che doveva ricoprire Braida fosse connesso all’esigenza di garantirsi la presenza di Sinisa proponendogli mansioni ed incarichi che vanno ben oltre il ruolo di allenatore.
    Tu facevi l’esempio di Ferguson ma non dobbiamo dimenticare quale sia l’apparato tecnico di quella squadra in termini di osservatori, scuots e così via, mentre noi rimaniamo con il solo Osti, onesto esecutore di strategie che devono creare altri, e non certo all’altezza di navigare in quel mondo di DS e procuratori che troviamo nella nostra Serie A ( se no poi arrivano i “colpi” alla Barillà e alla Bjarnason).
    Braida invece ci garantiva il rispetto e la dettagliata conoscenza di quell’ambiente così difficile da gestire per ottenere risultati positivi.
    Per quanto riguarda il nuovo Consiglio Direttivo mi sembra che si siano sistemati figli e nipoti ed un paio di amici fidati a fungere da avvocato e commercialista.
    Mi sembra che manchi proprio il ruolo chiave di Direttore Generale o perlomeno di Direttore Sportivo che non può essere svolto nè dal nostro Presidente ( Lui conosce da dentro il mondo del cinema non quello del calcio ) e neppure da Sinisa o da Osti. Purtroppo questo vuoto lo abbiamo proprio nel momento cruciale della stagione dove si devono gettare le basi per costruire la Samp di oggi ma sopratutto quella di domani. Sempre forza Samp.

  22. Giorgio ha detto:

    Andrea, esame della situazione attuale perfetto: “Urla nel silenzio”. Voci, voci, voci, ma assolutamente niente di fatto! Non ci resta che attendere con fiducia, sperando in una fattiva intesa e collaborazione fra Mihajlovic e il Presidente Ferrero.

  23. Paolo1966 ha detto:

    Articolo interessante. Come giustamente dici siamo tutti con un punto interrogativo davanti, anzi piu’ d’uno. Chi e’ Ferrero? E’ coperto finanziariamente? Sa di calcio? Etc
    .
    Tutti noi attendevamo di capire se Sinisa fosse rimasto, ed e’ rimasto.

    Ci chiedevamo se Braida fosse rimasto, e si sta’ defilando.

    Mi sembra evidente che Ferrero voglia agire di testa sua.

    Per Garrone era essenziale di doversi occupare della Sampdoria il meno possibile e si e’ quindi appoggiato a Braida con l’intenzione di affidargli incarichi (e stipendio) da plenipotenziario.
    Sul piu’ bello (trovato il DG, trovato il Mister, con una squadra finalmente con degli asset) proprio quando si doveva cominciare ha mollato il colpo in quattro e quattr’otto dimostrando quanto comunque la squadra per lui e la famiglia fosse un peso (fossimo in un fumetto ci sarebbe la nuvoletta di fumo che esce dalle sue scarpe mentre se la da a gambe…)

    Ferrero e’ l’opposto di Garrone e in particolare sembra voler dirigere gli affari in prima persona quindi avere (e pagare) un Braida ai suoi occhi e’ superfluo.
    Presumo gli abbia fatto un’offerta palesemente inaccettabile non ritenendolo strategico.

    Puo’ essere che l’intesa e la sinergia col Mister abbiamo convinto Ferrero di poter andare avanti con Sinisa e Osti (e Pecini) o puo’ essere che sottotraccia stia aspettando un suo uomo di calcio (si parla di Leonardi e si parlava di Perinetti) da mettere a dirigere.

    Sicuramente sara’ una lunga estate e non so cosa ci riservera’ il futuro, in questo momento da un lato sono preoccupato e dall’altro diciamo indispettito dai Garrone che in questi anni hanno vissuto la squadra come un peso senza mai ragionare sul concetto di investimento

  24. ambarabaciccicoco ha detto:

    Caro Andrea, secondo me tu per come hai espresso il tuo sentire e i molti media che in questi giorni si stanno dedicando all’affaire Braida stai commentando e commettendo un errore di fondo, Braida ha tutte le ragioni del mondo a chiedere garanzie ad un nuovo Presidente ma allo stesso modo il Presidente deve valutare se la figura di un Direttore generale e forse amministratore delegato ( e quindi con funzioni anche amministrative e non solo tecniche) possa essere ricoperta con successo dallo stesso ex direttore sportivo del Milan dei successi ma anche degli ultimi anni poco luminosi, Tutto qui, Il settore tecnico dirigenziale della Samp al momento avrebbe a libro paga Braida Osti Pecini Invernizzi e sarebbe al comando di una squadra nutrita di osservatori Francamente una verifica delle capacità sul campo di Braida come nuovo Remondini mi sembra assolutamente naturale e responsabile.
    Sono infatti certo che non si potrebbe relegare Osti al ruolo di Pavone nelle ultime due campagne acquisti e quindi uno dei due sarebbe di troppo, Senza contare che Pecini ( d..s. del Monaco e non della Propistacci) avrà accettato il ruolo di dirigente del settore giovanile (magari anche per aver collaborato con Braida al Milan) con l’ambizione di veder riconosciute le sue capacità nel tempo, Quindi tutto sta a Ferrero e alla valutazione del dirigente Braida a 360 gradi. Che sia abilissimo nella valutazione dei giocatori è inoppugnabile che a 67 anni ci si voglia e si sappia anche andare a leggere bilanci o addirittura farli mi sembra meno sicuro. E una accoppiata tecnica Osti e Pecini mi pare davvero assolutamente confacente anche alle speranze di ricostruire nel tempo quadri tecnici adatti a rientrare al tavolo delle sette sorelle degli anni 90, Credo che si possano davvero valutare queste argomentazioni e mi auguro di conoscere il tuo parere leggendoti qui.
    Buon inizio di settimana.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ma per carità, hai ragione da vendere. Un cambio di proprietà per prima cosa deve verificare…il materiale umano a disposizione e in base a questo decidere. Su Braida la perplessità era ed è legata a due aspetti: la sua profonda rete di rapporti e i contatti già avviati in questi mesi. Tutto qui. Poi il Presidente mi sembra si sia buttato anima e corpo in questa avventura ed è una cosa che, comunque, va salutata, secondo me, favorevolmente.

  25. Paolo1968 ha detto:

    Permettemi un saluto all’amico Pino di Lavagna.
    Hai vissuto per la Samp, adesso proteggila dall’anello più alto…
    Buon viaggio

    • andrea.lazzara ha detto:

      Un ricordo anche da parte mia alla famiglia e agli amici del Club De Paoli

    • Crovo ha detto:

      Mi associo.

      E mi piace ricordarlo in uno degli ultimi momenti insieme, l’anno del quarto posto, mentre nel settore ospiti dell’Artemio Franchi urlavamo insieme ai tifosi viola che ci insultavano “Salutate la Capolista”!

      Grande Pino!

      • gianfra ha detto:

        L’avevo conosciuto da poco, e l’ho conosciuto per troppo poco tempo,
        voglio ricordarlo per l’entusiasmo che sapeva sempre trasmettere.

  26. alex75 ha detto:

    Buongiorno Andrea e un saluto a tutti i sampdoriani ,anche quest’anno come gia’ da diverse stagioni ci chiediamo se la samp sara’ in grado di allestire una squadra per fare uncampionato esaltante,una stagione senza patemi che ci possa fare vivere domeniche (e non solo)di buon calcio e ovviamente dei punti da alzare il livello di classifica,be’ personalmente penso che aldila’ del cambio societario la permanenza di Sinisa sia un tassello fondamentale sia per la capacita’ nel trasmettere la giusta concentrazione ma anche nella lettura delle partite…certo ovviamente ci vogliono i giocatori per seguire le giuste indicazion tecniche,ho sentito di Samuel alla samp,a mio avviso sarebbe un bel colpo,logicamente con una condizione fisica accettabile,be’ al momento e’un po’presto ma secondo me il nostro presidente Ferrero anche grazie a Sinisa allestira’ una bella samp,nelmentre auturo a te Andrea un buon lavoro e forza samp a tutti i tifosi!ALEX75

    • andrea.lazzara ha detto:

      Samuel potrebbe essere un ottimo rinforzo per classe, esperienza e “garra”. Discorsi sull’ingaggio ( e sulla condizione fisica) a parte dovrà capire però, che giocherà nella Sampdoria e che dunque certe “irruenze” di gioco dovrà limitarle: altrove non paghi, qui si…

  27. GinoRinoPino ha detto:

    Ma scusate, io non ce l’ho con nessuno in particolare ma nella Sampdoria è successo qualcosa che nessuno si aspettava, qualcosa di veramente sconvolgente dal punto di vista sportivo e societario e sui giornali mi tocca leggere le interviste al preparatore atletico, al cuoco….quando una troupe presso la portineria di Corte Lambruschini?
    Non voglio essere blasfemo ma è come se fosse scoppiata una bomba e i giornalisti locali andassero in giro a fare interviste sul meteo….
    Ma possibile che non ci sia un giornalista che sia in grado di raccogliere informazioni e darle ai tifosi? Che poi se non sbaglio è quello che dovrebbe fare un giornalista….o si va avanti a veline per non turbare i soliti noti?
    Nessuno che si fa le stesse domande che mi faccio io?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Lunedì scorso ci sono rimasto 5 ore davanti alla portineria di Corte Lambruschini…e ci stiamo lavorando compatibilmente con il fatto che noi non ci occupiamo solo e soltanto di calcio ma anche di cronaca, economia, politica.

  28. Stefano ha detto:

    Vorrei spendere poche parole a favore di Andrea Lazzara..
    Signori, qui, come per tutti i media, la scelta è libera.. se il blog non vi piace, basta andare altrove e non aprire la pagina. Non capisco le critiche gratuite e gli accaniti commenti ai suoi articoli.
    Basta non leggere.
    Internet offre milioni di opportunità.
    Qui si parla di Sampdoria e si possono esprimere liberamente opinioni opposte senza dover scendere nel personale e senza dover a tutti i costi mancare di rispetto.
    Dovremmo esser grati a chi ci mette a disposizione uno spazio per parlare (scrivere) qualcosa sui colori magici.
    AVANTI SAMPDORIA
    PS: Andre adesso diranno che sono a tuo libro paga..

    • andrea.lazzara ha detto:

      Grazie Stefano ma torniamo tutti a parlare di Sampdoria. Solo una cosa: lo spazio non è mio ma di Primocanale che ha deciso di affidarne a me la cura. Io ci metto quel poco o tanto che so o che posso sapere su questi colori. Se non piacciono le cose che scrivo, le si trovano banali, scontate, inutili è giusto andare da un’altra parte, ci manca ancora. Ma se non si vede pubblicato un messaggio, ad esempio, e si insulta chi cura il blog non va bene. Tutto qui.

      • NYC ha detto:

        Andrea, secondo me il vero dilemma di tutto e’ molto semplice :
        FERRERO PUO’ PERMETTESI LA SAMPDORIA ?

        Fino ad ora ci ha messo ZERO EURI , se e quando sara’ chiamato a farlo potra’ disimpegnarsi ? secondo me dei giornalisti dovrebbero verificare questa possibilita’ perche’ se va male questa volta siamo nella merda.

        Non mi interessa molto di Braida di Berghessio o Samuel qui va di scena l’esistenza dell’UC SAMPDORIA regalata dai Garrone in 3/4 d’ora ad un perfetto sconosciuto che nessuno (compresi voi) ne conosce le disponibilita’.

        Altro che Samuel

        • Paolo1968 ha detto:

          Ma una volta dimostrato che possa o non possa permetterselo (cosa vuol dire poi…), che facciamo? Lo idolatriamo in un caso e lo mettiamo in una gettata di cemento nell’altro?
          E nel primo caso abbiamo qualche certezza che corrisponda a lunga e gloriosa vita per la Samp?
          A volte credo che abbiano ragione i miei amici genoani che continuano a dirmi “un po’ di sofferenza per il presidente dovreste provarla anche voi…”

        • silly ha detto:

          caro NYC ma la domanda è perchè, come dici tu, Garrone ha regalato la UC SAMPDORIA in 3/4 d’ora? non può essere impazzito di colpo, ci deve essere una motivazione dietro a questa vendita lampo no?

  29. Fabiosamp ha detto:

    Dai Andrea non dire che non sei a libro paga…ti ho visto entrare al cinema gratis l’altra sera….:) 🙂 🙂

    • andrea.lazzara ha detto:

      Con me cascherebbe malissimo, ho visto un film al cinema negli ultimi due anni. Ed ho pure ceffato pellicola, una tragedia(era “Pompei”)

      • Fabiosamp ha detto:

        Spero si sia capito lo scherzo…no Pompei no…magari non ben hur ma una tranquilla e divertente commedia almeno…

  30. silly ha detto:

    Andrea, Ferrero secondo te è di passaggio, sta preparando il campo a qualcuno di grosso, o lo vedi invece pronto per guidare il doria x anni?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Chi può dirlo? Una cosa secondo me è importante. Si espone lui, va a fare le trattative, il gioco gli piace. Direte: servono i soldi. Vero. Ma il mercato, ricordiamolo, non è ancora iniziato quasi per nessuno. E le compartecipazioni sono andate come si sperava. Poi Osti gli sta dando una grossa mano ma sono convinto anche che, prima o poi(magari prima) si farà affiancare anche da uomo che conosca anche certi bizantinismi del nostro calcio. Ricordo il mai rimpianto Sensibile che, all’ennesima domanda sull’esigenza di un Direttore Generale alla Samp disse: “Ma voi qui a Genova avete la fissa del Direttore Generale”. Che ci volete fare…

      • Danilo ha detto:

        E noooo è…..ci manca anche che ricordiamo l’incapace per eccellenza..un po’ di sensibilita’

    • Danilo ha detto:

      Speriamo che di grosso non ci sia nulla…e vada avanti Lui bene, perche’ di grosso se va male sara’ un enorme inchiap…..

  31. peter ha detto:

    Intanto uno come Samuel Edoardo non l avrebbe mai portato.
    Braida va via ? Me ne faccio una ragione.
    A me Ferrero piace anche se vista la gestione precedente bastava poco.

  32. Dorianodoc ha detto:

    Per prima cosa vorrei dirti : belin Andrea non ti vergogni a fare 4 giorni di ferie?? E dove sei andato? Al mare o ai monti? Meglio metterla sul ridere perchè a leggere certi commenti cascano le p…bracccia! Si può essere più o meno d’accordo su quanto scrivi ma non apprezzare l’impegno e la dedizione che ci metti vuol dire o essre prevenuti o avere dei “problemi”. Dopo queste poche ma sentite parole sul lavoro di Andrea vorrei dire la mia su quanto sta avvenendo. Le “prefiche” garroniane si stanno scatenando sul siluro a Braida. Cavoli, ma avete presente quanto avrebbe guadagnato il sig. Braida? Quanto srebbe costato alle casse doriane? Non si vuole confermare Romero (anche giustamente), che è pur sempre il portiere titolare di una squadra in lotta per il mondiale, e la stessa cifra la si da ad un signore che nel Milan era abituato a certe cifre e nomi importanti (e anche lì sta cambiado rapidamente), nel Doria di Garrone al massimo trattava qualche prestito dall’Empoli o dal Cittadella. La nuova proprietà ha tutto il diritto di ridiscutere un contratto così oneroso a fronte di che cosa? Comunque care prefiche fatevene una ragione asticella non c’è più!!!!!!!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Grazie Dorianodoc, e grazie a chi ha scritto belle parole su di me che in realtà giro a tutti noi che, tra mille cose da fare anche extra pallone, cerchiamo di portare avanti il calcio( e in questo caso il contatto con i tifosi della Sampdoria)sulle nostre reti.

  33. luca ha detto:

    scusate una considerazione (attendo un commento di Andrea per questa) il Sig. Braida è stato contrattualizzato ancor prima di essere assunto !!! quanto è diverso e princpesco il mondo del pallone in un momento dove si suda lacrime e sangue al di fuori di questo arem , euro 1.500.000 per non aver mai iniziato ! due considerazioni (senza mancare di rispetto ovviamente): poco elegante da parte del vecchio Presidente non mantenere gli impegni assunti ma soprattutto aver preso degli impegni per poi farsela a gambe , secondo : ecco giustificati i 300 milioni di euro che il vecchio Presidente ha sempre rinfacciato a noi tifosi di aver speso per mantenerci ! il Sig Braida senza aver mai ufficialmente lavorato per i nostri colori è riuscito ad ottenere uno stipendio da super giocatore (si parla di euro 900.000 come buonuscita ), Andrea certo che facendo questi contratti si fà presto a raggiungere la cifra che noi tifosi avremmo sulla coscienza nei confronti del Dott. Garrone ! A voi le dovute considerazioni

    • andrea.lazzara ha detto:

      Eh si caro Luca, il mondo del calcio è distante(soprattutto in Italia) anni luce da quanto accade in altri comparti della vita. Questa bolla speculativa è anche, secondo me, la responsabile del tracollo del nostro pallone. Finchè il pallone non scoppierà.

  34. ambarabaciccicoco ha detto:

    Eppure ..voglio dire , leggendo qui i commenti e i post spesso molto spesso mi capita di pizzicarmi per vedere se sto vivendo un incubo. Leggo e mi domando se davvero siano sampdoriani autentici quelli che scrivono o non piuttosto qualcuno che stressato e annoiato dalla sua vita quotidiana non usi il pc per sfogarsi, Tanto per capirci io sono e per fortuna non il solo a credere che essere sampdoriani sia anche una filosofia di vita, Ero piccolo e uscivo per la prima volta dagli spogliatoi di Marassi vecchio ,ovviamente, dove avevo giocato una delle prime partite del nagc felice e soddisfatto più di aver indossato la maglia (isolabella,,,) con i più bei colori del mondo che per aver calcato il mitico prato…Un signore attempato e elegante stava parlando di noi e mi prese per un braccio per farmi gli auguri per la carriera e quando gli dissi che ero genovese mi disse di ricordarmi per sempre quel giorno e visto che ero sampdoriano di imparare a vivere da sampdoriano,,,Prima regola : mai andare al cinema se non di lunedì sera e mai quando ci fosse stato il pienone,, Subito non capii ma negli anni quando smisi di giocare e tornai in città mu riscoprii ad andare al cinema solo di Lunedì sera…poca gente e di solito piacere assoluto di immergersi in un sogno…Ecco questo per me significa essere sampdoriano e forse quando eravamo meno in numero ma la passione era pride nei confronti di quelli che si ammantavano di leggenda perchè la storia recente era assolutamente zero allora si respirava davvero l’essere consci di esere sampdoriani, Se ci pensate e siete arrivati a leggermi fin qui voi più giovani che non avete sofferto nulla per vedere la Samp vincere e molto pensate d’ora in poi a scrivere post volgari e insultanti nei confronti di chi comunque respira il nostro ambiente per lavoro o per passione….

  35. fabrizio perfumo ha detto:

    Caro Andrea, fratelli blucerchiati tutti.

    Inserendomi nel solco del forum di questi ultimi tempi – dal passaggio di proprietà – mi viene da dire che la bontà dell’operato della proprietà si potrà giudicare in un anno o due.
    Il pensiero non è mio ma di Sessarego e mi trovo d’accordo con lui.

    Comprendo anche che tutti noi vorremmo sapere qualcosa in più delle sue idee, del suo progetto, della sua idea di calcio e di Sampdoria.
    E mi aspetto qualche parola in più per giov. quando, a quanto leggo, il presidente Ferrero incontrerà i giocatori in partenza per Bardonecchia.
    Lo so che le parole non sono fatti ma l’estraneità al contesto genovese e blucerchiato, la repentinità del passaggio societario, la discontinuità assoluta in termini di composizione del cda credo che lo richiedano.

    Nel mio piccolo ho inviato un messaggio di posta al collega avvocato romano che è stato nominato nel cda della Samp.
    Dato che , in Tribunale, tutti mi conoscono come avvocato blucerchiato, gli ho fatto i miei complimenti e i migliori auguri di un buon lavoro per la “mia” Samp.

    Mi ha immediatamente risposto, con molta cortesia, manifestando entusiasmo e voglia di far bene.

    A livello di sensazioni le mie sono buone in questo senso: credo ci sia tanta voglia di far bene, di mettersi in mostra, di dimostrare la propria bravura.

    Per Ferrero la Samp è l’azienda più importante : non può non volerla far andare bene anche perchè, ora, la sua visibilità, la sua buona visibilità sarà legata alla buona visibilità della Samp.

    Il paragone con Dalla Costa non mi sembra proponibile pure perchè il Genoa che prese Dalla Costa non aveva la dimensione dell’attuale Samp.

    Poi ho i miei timori come tutti ma li avevo anche prima perchè non vedevo in Garrone la decisa volontà di condurre la macchina blucerchiata.
    Rispettandolo sempre anche quando lo criticavo, percepivo altresì che sentisse più il peso che l’entusiasmo per l’avventura calcio.

    Percezioni opposte mi suscita Ferrero anche se il suo esordio davanti alla stampa non mi è piaciuto per niente e mi ha lasciato perplesso.

    Parimenti sulla questione Braida non mi straccio le vesti : è giusto che ogni proprietario scelga i suoi collaboratori e una convivenza obtorto collo non avrebbe portato nulla di buono.

    Mi è anche piaciuto sentir dire da Osti – che risente del nuovo patron – che Mustafi, uno dei nostri pezzi pregiati, non sarà venduto facilmente.
    Sottile differenza linguistica – comunicativa che mi pare alludere però ad un concetto importante: la Samp capitalizzerà al massimo le sue cessioni eccellenti e questo è in controtendenza assoluta con i nostri ultimi anni garroniani ( da gennaio 2011 in poi – Cassano Pazzini) .
    Ed è anche un’esigenza assoluta perchè quando non si hanno ingenti patrimoni con i quali ripianare le perdite – peraltro contra le nuove regole del fairplay finanziario – vendere bene è fondamentale.

    Non avere un direttore generale importante può essere un neo ma fino ad un certo punto: l’importante è non pensare di stravolgere le regole non scritte di un mondo refrattario ai cambiamenti.
    Ferrero deve porsi il problema di farsi accettare dal mondo del calcio.
    Tutti devono pagare questo dazio.
    Il pranzo con Marotta, le trattative con l’Inter, la compartecipazione di Mihailovic alle trattative può essere intesa in questo senso ed ha un senso.

    A me, personalmente, piacerebbe Leonardi che avrebbe il profilo giusto per la posizione e un minimo di conoscenza e fiducia di base con Ferrero.
    Mi pare sia possibile nonostante le smentite.

    Una mossa del genere mi soddisferebbe molto .
    Devo dirlo : molto più di Braida.
    Un rapporto Ferrero Braida non lo vedo proprio, un rapporto Ferrero Leonardi molto di più.

    Se così non fosse osservo pure che la Lazio va avanti e bene – nonostante critiche dei tifosi e antipatia galoppante – con Lotito-Tare che potrebbero essere l’omologo di Ferrero- Osti.

    Non sto dicendo che a me piacciono, dico solo che funzionano.

    E a me basta che funzioni – ricordando un film di Woody Allen.

    Quindi non interpretate il mio come un peana ad un ferrero che non conosco e ad un Osti che conosco e non mi entusiasma: è solo un’osservazione sui dati di realtà.

    Avrei preferito un Garrone motivato o un Abramovich ( sui modi del quale penso non ci sia bisogno di spendere parole) .
    Ma c’è questo e su questo ragiono cercando di apportare elementi al nostro infinito e piacevolissimo discutere di Sampdoria e di calcio.

    Abbraccio a tutti.

  36. vincenzo ha detto:

    Un plauso alla nazionale tedesca composta da “veri” professionisti che indipendentemente dall’esito finale é la squadra più forte del mondiale (unico neo le divise inguardabili…); con le debite proporzioni, indipendentemente dalla rosa, mi piacerebbe vedere giocare la Samp così: palla sempre a terra e schemi semplici.
    Samuel, Cambiasso, Quagliarella, ecc. ottimi giocatori ma la politica dei giovani dichiarata dalla società?…

    Forza Sampdoria e tutti a Bogliasco e Bardonecchia.. .

  37. luca ha detto:

    scusate una divagazione extra calcistica (poi mica tanto extra) , centro commerciale COOP si e nuovo stadio no ! certo il centro commerciale farà rivivere e riqualificherà la zona della Foce (soprattutto gli esercizi commerciali) mentre il nuovo stadio ovviamente avrebbe fatto morire l’intera comunità ! come lo spiegate ? che città !

  38. FISH65 ha detto:

    Andrea,

    pare che Samuel si sia preso 2 giorni per decidere se accettare la più che congrua offerta di Ferrero. Se così fosse, io ritirerei immediatamente l’offerta.
    Alla (calcisticamente) veneranda età di 36 anni, del resto, ne troverà certamente di più allettanti..
    Daje viperetta!!!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Beh….è il gioco delle parti. Samuel prova a monetizzare, è la legge del mercato. Vediamo, magari MIhajlovic alza il telefono..:-))

      • Paolo1966 ha detto:

        Io saro’ scemo ma mi sarei preso Silvestre

      • Michele G. ha detto:

        beh! visto che Samuel fa il tagliando a Murano, io lascerei perdere. Se Sinisa dovesse veramente alzare il telefono, dovrebbe essere per dirgli che un’altra offerta così non la riceverebbe neanche da uno sceicco arabo. A parte gli scherzi, a me lascia perplesso questa offerta di Ferrero per un 36enne che è stato spesso ai box per acciacchi vari. Specie, poi, se Ferrero ha risparmiato spiccioli riducendo lo stipendio dei lavoratori della sede societaria, ai quali va la mia solidarietá. Se devo essere sincero, questa mossa del presidente non mi è piaciuta affatto, così come non mi era piaciuta la sua presentazione,, per non parlare poi del modo in cui Garrone Jr. si è voluto liberare della Samp. Che non venga a dire che è un tifoso, perchè non gli credo.

  39. FISH65 ha detto:

    Pare, fonte Pedullà, che Samuel abbia chiesto UN MILIONE NETTO all’anno.
    Per me, a queste cifre, non sarebbe un buon affare.
    Ma sono i due giorni che si è preso il calciatore argentino che mi fanno venire l’orticaria…

  40. Michele G. ha detto:

    Scusate, mi è rimasto nella tastiera un pezzo del commento. Volevo dire che, ammesso che la cifra offerta a Samuel sia vera, l’operazione verrebbe a costare alla Samp sui 4 milioni in due anni. Perchè non investire la stessa cifra per un difensore più giovane, a cui dare un ingaggio decisamente più contenuto? Visti i prblemi muscolari di Samuel e quelli che hanno afflitto capitan Gastaldello, qui faaciamo “Acciacco 1” e “Acciacco 2”. Un giocatore “anziano” lo vedrei più a centrocampo a dettare i ritmi del gioco (fatte le debite proporzioni, un po’ come il Pirlo della Juve), non in difesa a rincorrere dei ragazzini che ti danno un distacco di due metri su una distanza di cinque. Sono perplesso, molto perplesso, anche se spero, ovviamente di sbagliarmi e dover chiedere scusa.

  41. Massimo Pittaluga ha detto:

    in questo momento non voglio più entrare su ferrero bene o male e su quello che poteva essere con edoardo garrone e non è stato. noto solo con piacere per la sampdoria che abbiamo due giocatori in finale ai mondiali. 1 di 22 anni da spettatore per infortunio (ma ha giocato) e non doveva nemmeno andare nella Germania come Mustafi ed uno ieri sera come Romero che ha portato in finale l’Argentina. Diciamo allora che “Er Viperetta” è fortunato e porta fortuna perchè sono due giocatori che un mese fa valevano la metà di oggi. Romero purtroppo ha sempre visto la samp come un ripiego, anzi non sempre perchè all’inizio in B parava bene eccome, ma poi si è atapirato probabilmente per la sventolata mancanza di ambizioni che atapirava anche noi. w L’Argentina che lo ha rivalutato alla grande così magari raiola lo piazza bene. se non erro ha contratto in scadenza nel 2015 ma è ora possibile che 2 o 3 mln arrivino da premier o liga e che la samp liberi un ingaggio pesante. mustafi invece 1 anno da centrale ancora lo terrei. Affiancato da Gasta e Samuel soprattutto da Samuel farebbe un bel passo avanti. spezzo anche una lancia a favore di Pedro. La scorsa stagione ha giocato con evidenti problemi fisici come se non erro un ernia inguinale che non è il massimo per chi fa della corsa una delle sue armi. vorrei vederlo quest’anno in un 433 se sta bene come terzo di centrocampo. ha 22 anni e dare sentenze è sbagliato. pedro se sta bene sarà un nuovo ottimo acquisto, come è stato soriano la scorsa stagione. ecco soriano che è il più talentuoso se trova continuità avrà una chance in nazionale, soprattutto se arriverà Mancini. Soriano ha se non erro 23 anni e quindi è ora ormai che faccia il salto. con sinisa ha la sua occasione. per talento è assolutamente il migliore ex primavera della samp. ora deve associare al talento la continuità e il carattere. a questi aggiungiamo regini, fornasier, gabbiadini tutti giovani e non scordiamo okaka, che però deve dare continuità ai pochi mesi fatti bene. insomma la samp ha un telaio giovane di valore e dopo aver concluso le comproprietà con un poco di attivo basterebbe forse cedere bene il solo Romero per protare un buon giocatore magari come quaglia senza svenarsi. scordavo un mio pallino che non è molto apprezzato che si chiama Salamon. Per me ha classe e senso della posizione. però se deve a 22 anni stare in panca tutta la stagione tanto vale darlo in prestito per giocare. La samp deve proseguire sulla strada dei giovani solo a differenza di prima come stanno cercando di fare mettere a fianco uno o due anziani di carisma e classe che se stanno bene guidano e fanno salire di qualità la rosa ed il suo valore. ci sono tra due anni gli europei e a settembre iniziano nuovi cicli nazionali. la samp ha diversi ex under 21 e non solo anche mustafi e salamon nazionali A. La base c’è ora speriamo pecini ripeta ciò che ha fatto con icardi e se non erro mustafi. dai romero para tutto in finale……mica perchè siamo interessati. e per una volta forza Raiola facci vedere chi sei e lancia il tuo assistito verso grandi squadre.

  42. Maraschi ha detto:

    Visto Romero ieri sera? Speriamo si riesca a piazzarlo bene, visto che non ci si può permettere il suo ingaggio

    • Luca Pavia ha detto:

      Pensa come ci hanno ridotto, a sperare che un nostro giocatore faccia bene non per la mera soddisfazione di vederlo giocare con i colori più belli del mondo, ma per poterlo rivendere al miglior offerente..
      Anni di politica alla ragionier Filini lasciano il segno… È dubito che la nuova dirigenza possa spostare di molto il target…

  43. nello ha detto:

    Leggetevi l’intervista al presidente Ferrero….bellissima ,su Braida “lo stimo molto ,spero di incontrarlo di nuovo meno esoso e più fattivo …” bravo ! Perché cacciare soldi così caro Garrone ? E poi su Rossi ” questo signore che non ha voluto transitare….venga a lavorare con gli esofago ,non pagò chi non fa nulla, c’è gente che non ha lavoro e fa la fame….”alla faccia di Delio,ha ragione eccome il presidente, meno male.che non delega ,sarà pure un istrione ,ma.quello.che ha detto è sacrosanto, aggiungendo anche queste parole sulla società:” ha perso tanti soldini…” ripeto ” perso ” non speso….bravo , bravissimo.

    • nello ha detto:

      Scusate i mille errori , acc al correttore elettronico . Naturalmente transitare sta per transare ,esofago per esodati…..

  44. Emanuele ha detto:

    Sotto con gli abbonamenti! Daje viperè 🙂

  45. silly ha detto:

    Confermo da fonte diretta (dipendente) il taglio del 20% dello stipendio dei dipendenti (calciatori esclusi).
    Ma stiamo scherzando?
    Con tutto quello che guadagnano i calciatori vengono toccati gli stipendi delle persone che guadagnano meno? e poi viene proposto un contratto da un milione di euro a Samuel di 36 anni?
    VERGOGNA

    • Cristian ha detto:

      Non so quanto possa guadagnare un dipendente di U.C. Sampdoria ma da quanto ho potuto constatare dalla gestione dei dipendenti dell’era Garrone di soldi se ne sono buttati via parecchi. Allenatori, giocatori e dirigenti strapagati per giocare altrove o stare fermi. Io non sono un intenditore di diritto del lavoro ma come si può tagliare il 20% dello stipendio quando c’è un contratto che dice che io devo prendere tot? Non è che anche a Corte Lambruschini era tempo di vacche grasse col buon Garrone che da signore faceva felice tutti. Forse il periodo e’ finito! Penso che anche ora chi lavori a Corte Lambruschini non se la passi poi così male i problemi forse sono all’esterno dove aziende chiudono o gli stipendi sono veramente da fame. Dico questo pur non approvando il modus operandi in questione di Ferrero. Anche se con Delio Rossi Ferrero stia facendo una cosa che nessuno aveva mai fatto far lavorare chi prende stipendio senza fare nulla.

    • Danilo ha detto:

      Ti sei informato quanto è lo stipendio di un normale dipendente amministrativo di una qualunque societa’ in liguria e quello di un dipendente samp?
      Premesso che io sarei per un gesto nobile della squadra per ripianare proporzionlmente all’ingaggio di ciascun giocatore il 20% ai dipendenti.
      Questo si che sarebbe un bel messaggio STILE SAMP!

      • Cristian ha detto:

        Concordo con te per il gesto della squadra… Però non vorrei che si facesse passare la questione come un problema sociale. Io credo che i problemi siano altri disoccupazione latente, giovani che lavorano e prendono 500 euro al mese etc… Io penso che ci sia stato un accordo stringere la cinghia ora che il bilancio e’ in perdita e poi si vedrà. La cinghia la stanno stringendo tutti perché non anche loro. Anche i calciatori dovrebbero farlo ma figurati… Guarda il caso Delio Rossi! Appena tocchi i soldi subito la casta allenatori si muove per difenderlo. Da questo punto di vista anche il calcio come la politica toccami tutto fuorché lo stipendio.

        • andrea.lazzara ha detto:

          Confesso, forse l’ho già scritto, che l’idea su Delio Rossi, contratti a parte(ma ci vuole prima o poi l’azione dirompente di qualcuno per modificare le cose) mi pare corretta e al passo con i tempi. Tempi in cui si fanno ai giocatori contratti legati alle presenze, ad esempio. Tempi generali in cui tenere un “lavoratore” fermo e pagarlo 1,2 milioni l’anno è uno schiaffo alla miseria

          • Paolo1968 ha detto:

            Una domanda: perchè Iachini a parte, tutti gli allenatori passati dalla Samp negli ultimi 5 anni sono a spasso?
            E sono 6, mica 1….
            Forse già da questo si può pensare che siano stati buttati via un po’ di soldi…
            Di sicuro ci vuole una formula per far lavorare in qualche modo gli allenatori esonerati.
            In una società non calcistica, ti manderebbero a far l’osservatore in giro per il mondo. Se ti va bene, bene, altrimenti tratti per andartene.

          • andrea.lazzara ha detto:

            L’ho pensato anche io, sai Paolo?

  46. silly ha detto:

    la domanda che i giornalisti dovrebbero fare al sig. Garrone è soltanto Perchè ha venduto in un lampo la samp? di solito queste cose necessitano tempi lunghi.
    Spieghi il perchè ha dovuto togliere le tende in fretta e furia.

  47. Gipo Samp ha detto:

    @ luca @ ambarabaciccicocco @ Perfumo

    Vorrei esprimere la mia condivisione con i commenti pubblicati datati 8 luglio e anche per molti altri precedenti sull’argomento del passaggio di mano. Devo dire che gli interessanti concetti, la forma e chiarezza ineccepibile di tutti, e in particolare di Perfumo, anche se sono solamente ipotesi basate sulla logica, aiutano a fare un po’ di luce sulle molte perplessità in cui ci ha lasciati il trasferimento della proprietà.
    Anch’io come scrive ambarabaciccicocco ho calcato il prato di Marassi dal 1946 al 1949 sotto la guida di Gipo Poggi, quando si usava fare disputare le gare delle giovanili prima delle partite della Sampdoria, ma smisi di giocare al calcio a 19 anni chiamato dalla leva in Marina per seguire altre strade e sono rimasto un tifoso a vita.
    Concordo 101% con le considerazioni di luca 33 quando scrive che i Garrone ci rinfacciano i 300 e più milioni spesi. L’assunzione e il mega contratto di Braida che voleva anche portare alcuni suoi collaboratori è un’ulteriore prova che i Garrone avrebbero continuato a sprecare i loro soldi gonfiando a dismisura l’organigramma della Società già adesso spropositato e che si possono permettere solamente Società con obiettivi annuali stabili da zona Champions, e non una Sampdoria da zona lotta retrocessione. A che serviva un Braida abituato a gestire nel Milan budget multimilionari da investire per l’acquisto e concordare maxi stipendi dei top player, in una Sampdoria il cui tetto stipendi massimo era fissato in 500mila euro? Sarebbe continuata la campagna degli sprechi che hanno determinato le voragini dei buchi di bilancio imputabili principalmente ai mediocri dirigenti di vertice da loro scelti nel dopo Marotta, e che i Garrone hanno si coperto con il loro portafoglio, ma i tifosi hanno pagato con il loro sangue marcio (come si usa dire in genovese). La Lazio, sovente in zona EL, è gestita principalmente dal duo Lotito – Tare. Per non parlare del periodo di Paolo Mantovani che ci portò a Wembley, quando si sentiva solo parlare della sua famosa segretaria, del Rag. Traverso, di Borea e della consulenza esterna di Nassi. Magari ci saranno state anche altre persone, ma quelle di cui mi ricordi si leggeva sovente erano quelle poche. E’ innegabile che la botta del passaggio dal casato Garrone a quello del Ferrero è stata forte e ha portato molti sampdoriani a fare raffronti con Nube che corre. La Sampdoria ha sempre primeggiato sul Genoa in fatto di presidenti con personaggi di alto rango socio economico in prevalenza armatori, eccetto parentesi di pochi presidenti meno facoltosi, ma che amavano la Samp ben oltre le loro dimensioni economiche come Salatti e Colantuoni, ai quali segui poi l’avvento del più grande di tutti Paolo Mantovani. Tuttavia se ben riflettiamo, con i Garrone che non volevano, giustamente, più coprire annualmente paurosi buchi di bilancio, per la Sampdoria non c’era nessun futuro. Per questo dico che piuttosto l’immobilismo nella quale da tempo è abituata a navigare la nostra decadente Genova dei veti politici incrociati e del maniman(NO Gronda, No terzo valico, No traforo Fontanabuona, NO Stadio della Sampdoria, NO tutto), la cui conseguenza è la giornaliera chiusura, riduzione di organici e trasferimenti di aziende con una disoccupazione dilagante, ritengo sia preferibile l’avvenuto cambio di proprietà anche se non ha le credenziali di uno sceicco o di un potente armatore. Ritengo che superato lo choc dell’abbandono del casato di grande censo come i Garrone, si debba attendere per giudicare Ferrero dai fatti e non rifiutare a priori la sua presidenza con argomenti pretestuosi e senza sostanza quali: come parla, si presenta, si veste o ha i capelli lunghi, è chiamato er viperetta, e altro ancora. Sempre forza Sampdoria.

    • Blackdragon3 ha detto:

      Ma non dire fregnacce, il Cagliari è stato venduto per 40 milioni di euro , che ha 1/10 dell’appeal della SAMPDORIA,con la grana stadio e mi vieni a dire che se non la si regalava al primo che passava saremmo spariti?
      Garrone ha dimostrato che non saprebbe vendere nemmeno l’acqua nel deserto, come certi tifosi dimostrano di non capire un belino.

      • andrea.lazzara ha detto:

        Espressione genovese ma da evitare blog. Poi, ognuno la pensa come vuole e non necessariamente la propria idea è quella giusta.

      • Gipo Samp ha detto:

        Blackdragon3 forse la tua risposta a Gipo volevi indirizzarla a qualche altro blogger e hai cliccato il tasto di rispondi per errore. Infatti, rileggendo il mio commento non trovo in nessun punto di aver scritto che Garrone ha fatto bene a vendere al primo venuto. Ho semplicemente detto che posso capire che lui e la famiglia si erano stancati di coprire annualmente grosse perdite di bilancio, peraltro causate dalla loro incapacità di scegliere i dirigenti di vertice, incluso Braida per i motivi illustrati, per cui preferisco il cambio poiché con i Garrone al timone non vedevo alcun futuro. Ho anche scritto che la figura del nuovo timoniere ci ha lasciati tutti dubbiosi e perplessi, aggiungendo che prima di respingere a priori Ferrero occorre aspettare per vedere cosa farà. Ciao e sempre forza Sampdoria

    • Paolo1966 ha detto:

      Concordo con te.
      Noto nei commenti in giro, non solo qui, che’ c’e’ parecchia confusione.
      A parita’ di notizia c’e’ chi critica e chi osanna.
      L’evidenza e’ che da un giorno all’altro e’ cambiato tutto e quindi e’ ovvio che l’incertezza regni sovrana.
      Peraltro e’ pure una fase di mercato (andando sul concreto) dove, causa mancanza di liquidi in generale, si gioca di sponda senza affondare.
      A me sembra che comunque Ferrero e Sinisa si parlino e che Osti abbia dei target precisi.
      Rispetto all’anno scorso sono stati individuati dei giocatori, che poi si riescano a prendere o meno dipende da tanti fattori, posto che comunque non ci ha comprato Abramovich che prima compra e poi chiede quanto deve pagare.
      Il fatto che non si brancoli nel buio e prima si scelga un giocatore e poi si cerchi di trovare la quadra economica e non viceversa (si cercava chi costava/guadagnava poco e li in mezzo si sceglieva quello che costava meno di tutti) puo’ esssere, tra tanti punti interrogativi, un segnale positivo

      • andrea.lazzara ha detto:

        Ecco, Paolo ha detto una cosa giusta: sugli obiettivi. I giocatori che Osti e Ferrero cercano sono comunque individuati dal tecnico. Abbiamo capito, nostro malgrado, che Delio Rossi andava alla deriva e indicazioni ne aveva date pochine. A gennaio sono stati fatti interventi mirati. Ora confido e sono sicuro sarà nuovamente così.

  48. Lidia Paola ha detto:

    Ma e’ proprio vero che vince la spregiudicatezza?
    E che il destino premia chi osa?

    Perche’ osare, osa, il buon Ferrero, basta leggere le dichiarazioni a Bogliasco. Abituata come ero a frenare la fantasia, mi sento condotta per mano ad osare anche io, minuscola presenza, ed annuisco quando leggo palesi riferimenti alla gestione precedente, e prese di posizione intransigenti verso chi aveva studiato a tavolino come vivere da pascia’ alle spese della Societa’, in attesa della grande chiamata.

    Mi piacciono pure i riferimenti al passato, la partenza da zero ed il made by-self denunciato a piu’ riprese intercalato da note eroiche come il riferimento a don Matteo ed a Renzi perche’ anche lui, si, come l’astro nascente fiorentino, operera’ nella Samp delle imprescindibili riforme.

    Questo terremoto sta ancora scuotendo la nostra terra. E gli effetti prodotti sembrano avere piu’ valenza a titolo mediatico di quanto non lo sia la reale solidita’ economica.

    Ma si sono aperti squarci di realta’ imbarazzanti dove il fuggi- fuggi di Garrone di “ineleganza” ne ha da vendere e lascia perplessi il cospicuo ripianamento a sanare una malattia infettiva.

    Ma meglio il presente che la immobilita’ del passato e quella musica di sottofondo malinconica divenuta denominatore comune.

    Strabuzzo gli occhi di fronte alla sfacciataggine ma poi mi dico che e’ bello ostentare progetti prima ancora di averli concretizzati come si fa con la pubblicita’ di un nuovo film.

    Tutto e’ cambiato e seppelliamo il disagio sulle riduzioni di stipendio, perche’ quella gente rappresenta ognuno di noi ed alla fine del mese ci deve arrivare, ed una famiglia e dei figli li deve poter mantenere dignitosamente…

    Rimane quel raggio di luce, spuntato un po’ cosi’…

  49. vincenzo ha detto:

    Samuel si allontana?
    Presidente per cortesia: alla Sampdoria solo giocatori che hanno il piacere di venire e motivati e soprattutto che non fanno attendere perché… devono riflettere! (?)

    Forza Sampdoria UBER ALLES!! (per rimanere in tema)

  50. Giorgio ha detto:

    Ragionissima, Gipo Samp!

  51. luca ha detto:

    caro Andrea io penso che ne vedremo delle belle !!!!! (o brutte) intanto perchè si fanno circolare i soliti SUPER nomi quando si sà che non possiamo permetterceli , Cambiasso, Samuel,Quagliarella , portieri Marchetti, Frison etc , il nostro target è basso , anzi bassissimo , io trovo deprimente che anche questo Presidente (che ha pur detto cose giuste su contratti in essere con allenatori non più alle dipendenze) debba finirla di fare “CINEMA” e dire come stanno le cose e cioè nessun investimento (se non dopo aver venduto Romero e Mustafi e Obiang !!!! perchè saranno venduti !) e anzi politica dei tagli ai costi !!!!!! basta con le solite parole perchè i fatti li stiamo facendo solo noi tifosi (abbonamenti, presenze stadio) anche voi giornalisti dovreste farvi sentire con questi personaggi ed invece il vostro silenzio mi infastidisce (penso si possa dire ) mi preoccupa e NON poco !!!!!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Caro Luca, io penso che sia doveroso a una proprietà che subentra dare un minimo di tempo per delineare il quadro degli interventi. Purtroppo il momento della cessione societario è stato..sbagliato, nel senso che si stava programmando(con Braida) qualcosa che anche legittimamente Ferrero ha mandato a carte quarantotto. Io non sono così convinto che tutti e tre quelli che hai citato partano: mi sbaglierò ma Mustafi potrebbe restare. Io aspetto anche perchè non mi sembra che il mercato sia caratterizzato da acquisti frizzanti ed elettrizzanti. Purtroppo sui tempi del mercato i tifosi sono rimasti al “timing” di 20 anni fa. Anche per questo che la vilipesa categoria dei giornalisti invoca, tra le riforme per aiutare il calcio, un accorciamento del mercato: che fa felici esperti e siti specializzati. Ma rende difficile la costruzione delle squadre per gli allenatori e disorienta e disamora i tifosi.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        andrea questo fa capire che la trattativa non andava avanti da tempo e che anche gente molto vicina non ne sapeva molto e della chiusura nulla. Secondo me sul discorso braida ne esce peggio edoardo perchè è ovvio che se tu regali a ferrero una società ripulita da debiti con una rosa che vale 70 mln circa e un fatturato da 50 questo si piglia il pacchetto e poi fa fuori chi vuole dopo piano piano. Non voglio tornare troppo sulla vicenda ma alle condizione a cui ha ceduto ci sarebbe stata la fila. bene per ferrero che si trova una società sana con due giocatori finalisti ai mondiali inaspettati, uno per età e convocazione l’altro che è ora tra i 3 portieri migliori ai mondiali…..voleva proprio levarsela di torno altro che due diligence lunga…continuo a on trovare una società di ferrero con un fatturato rilevante, tutte sotto il fatturato di uc sampdoria…so che magari non piacerà ma credo che ferrero voglia fare della samp il suo core business e spero ci riesca per il bene della samp, ma a regalarla avrebbe trovato qualcuno di più solido forse anche appena fuori di casa.

  52. antonio ha detto:

    Che tristezza, ieri a Bogliasco è andata in onda ennesima pagliacciata, lui che ci gridava che siamo pochi e noi( davvero pochi) a metterci in posa per una foto……. Abbiamo raggiunto il fondo……..

    • Paolo1968 ha detto:

      Ma perché ci sei andato? Pensavi a qualcosa di diverso in un momento così?
      La tristezza è continuare ‘sta tiritera.

  53. alex75 ha detto:

    Buongiorno Andrea e tifosi sampdoriani…..semplicemente,….rosso come l’amore e la passione che ci lega a questa maglia,nero come il saper soffrire nei momenti piu’ bui,bianco come la lealta’e la purezza per la sampdoria,blu come il cielo immenso di orgoglio nell’essere sampdoriani….evidentemente nei colori di Samuel c’e’ rimasto solo il blu dei biglietti da 20 e il nero della tristezza di un giocatore che ha perso la voglia di mettersi in gioco anche a 36 anni…ci vuole ben altra personalita’ per indossare la nostra maglia caro nostro “AMICO”del triplete….INTERISTA…forza samp!!!!
    buon lavoro Andrea

  54. ambarabaciccicoco ha detto:

    Premessa : il fatto che sia stao un giocatore di calcio professionista non mi mette nelle condizioni di avere ragione sempre e comunque in ambito calcistico ma concederete che un po di esperienza uno che in qualche modo ha giocato in a b e allora c deve pur essersela fatta. Detto questo ricordo i miei tempi nelle giovanili da Lolli Ghetti a De Franceschini a Salatti e Colantuoni ( e per fortuna che c’era sempre il comm.Garufi,,,) e non è che in quel tempo ci fossero spiccati esempi del Sampdoria style,,, Ora io so anche che devo ringraziare la Famiglia Mantovani, tutta e la Famiglia Garrone tutta. per i successi e comunque la vita decisamente bella da tifoso che mi hanno fatto trascorrere,
    Ricordo a chi rammenta solo le due discese in B per una l’ultima Coppa Italia e qualche sfavore arbitrale pesante per la discesa in B per la prima e più qualificazioni alla Coppa Uefa e una non partecipazione alla Champions per uno strano risultato dell’Udinese e una finale di Coppa Italia non esattamente imparziale nell’arbitraggio e una partecipazione alla Champions. Quante altre squadre con lo stesso nostro bacino di utenza hanno fatto lo stesso? Non certo i vicini di ballatoio. Per quanto riguarda Garrone ricordo che comunque i 330 milioni di passivo se li sono caricati sulle loro spalle e non sulle nostre. Ora per tornare al quotidiano: invece di discutere della lunghezza delle braccia e dei braccini io credo che sia importante per tutto l’ambiente fare un passo indietro e ritrovare la coesione e soprattutto realizzare quali siano gli obiettivi possibili . A mio modestissimo parere se davvero la tifoseria ambisce a tornare tra le realtà più importanti e più in vista della nostra serie A prima ancora del piazzamento in classifica ( decisamente importante ma non esaustivo per la vita e non la sopravvivenza ) occorre dotare la Società di capitali propri ( quindi investimenti immobiliari come stadio centro sportivo per prima squadra e settore giovanile case anche come benefit per i giocatori ), il marketing con merchandising e
    altre forme di sostegno economico vengono dopo e devono essere integrati con gli altri proventi direttamente derivanti dall’attività sportiva (diritti televisivi plusvalenze tecniche ect), Solo così la nostra beneamata potrà recuperare spazi oggi siderali nei confrontii della Juve in Italia e delle altre soietà leaders. E per chi conosce il calcio da dentro non è difficile credere che il brend Sampdoria valga quanto Bayer o Borussia Moechenglandbak…(scusate se è poco…)

  55. fabio ha detto:

    Ho letto l’intervista fatta al presidente da una testata giornalistica locale. Ne esce la figura di una personalità indubbiamente carismatica, poliedrica, un vulcano di idee, furba il giusto per rispondere a domanda precisa sviando su altro argomento. Con tutti i difetti tipici di noi Genovesi, almeno un pregio rimane, ovvero quello di un sano pragmatismo. Non mi unirò ai peana che santificherebbero da subito il signor Ferrero e neppure a chi lo giudica negativamente a prescindere. Faccio parte però di quella schiera di tfosi che giudica i fatti e la rinuncia di Braida non è certo un bel biglietto di presentazione. Ricordo che il calciomercato è già iniziato da 12 giorni e i primi colpi in altri luoghi sono già andati a segno ; da noi nulla di nuovo da segnalare, nè in uscita e neppure in entrata, con la squadra in procinto di partire per il ritiro. Aspettiamo. Certo, si può chiedere ai tifosi di presentarsi in maggior numero agli eventi societari, ma ci deve anche essere una apertura di credito da parte della società.

  56. Paolo1966 ha detto:

    Ulivieri ha toppato. Mi sembra un intervento a difesa di una casta

  57. ilcesteimpero ha detto:

    Sinceramente non capisco perche’ ci si debba comportare in maniera masochistica cercando la malafede o il raggiro, e non si possa invece aspettare, prima di giudicare, i novanta giorni (trenta sono passati) richiesti da Ferrero che ha promesso di impegnarsi in prima persona trasferendosi a Genova con la famiglia per fare bene con la Sampdoria.

  58. Daniele dw Rapallo ha detto:

    Per il momento innegabilmente possiamo constatare che se nelle’era Garrone c’era attenzione sui costi, ora siamo passati dalla padella alla brace.Giudicheremo alla fine ma gli stessi nomi che si fanno ( alcuni pef giunta sembrano sfumare..) non sono niente ri che. Andrea, ma il figlio di Pecini senior ( Riccardo) lavora per la Samp o no ?

  59. ambarabaciccicoco ha detto:

    Ho appena appreso la notizia di avanzate trattative con il Cagliari per Mauricio Pinilla, e sono concorde con Mihajlovic nel ritenerlo (a prezzi abbordabili ) il giusto completamento della rosa delle punte centrali. Più di un Bergessio che verrebbe probabilmente malvolentieri a giocarsi la maglia da titolare e più di un Paulinho del Livorno anche lui da quel che si legge e si sente convinto di essere una star… Secondo il mio modestissimo parere alla rosa attuale mancano certamente un portiere titolare e almeno un esterno che vada a completare il reparto con Gabbiadini Eder Sansone e Fedato e io punterei su Siligardi o ad un prestito di Obinna lasciando in prestito in b Wszolek che ha grandissime qualità ma deve maturare esperienza, Va benissimo Duncan al posto di Bjarnasson ma potendo andrei a rendere Konè dal Bologna e con Rizzo e De Vitis in supporto a Soriano Krsticic Palombo e Renan soffrirei meno della possibile cessione di Obiang ( io me lo terrei ancora un anno però..) :Dietro ad oggi visto che si parla di partenze per Berardi e Costa oltre a un centrale di affidamento (anche se penso che Sinisa sappia far crescere Salamon almeno ai suoi livelli) vedrei bene due innesti a non alto costo ma certamente ottimo rendimento come Murru o Mazzotta e se partisse Mustafi e non arrivasse Samuel mi
    andei a prendere Terranova del Sassuolo (un Campagnaro con più tecnica e di piede sx), dato in prestito Beltrame che deve crescere perchè è davvero forte cercherei un ragazzo dalla lega pro da far crescere vicino a due “belve” tipo Okaka e Pinilla ( se fosse lui il prescelto). Se poi dalle cessioni dei vari Romero Piovaccari Maccarone Eramo Gentzoglu Volta rimanessero risorse mi porterei a casa Samaras . Lo avevo visto giocare nel Celtic e mi aveva impressionato per lo spirito agonistico , l’ho rivisto ai mondiali e semmai l’ho visto ancora più deciso…

  60. Paolo1966 ha detto:

    Sulla stampa locale veniva evidenziata l’assenza di facce nuove in concomitanza della partenza per il ritiro.
    Vero.
    Ma e’ altrettanto vero che erano anni che la squadra che partiva per il ritiro era coperta in tutti i ruoli.
    Sinisa puo’ cominciare a lavorare sul modulo base e sulal carta ha pure una formazione titolare con i rincalzi.
    Gli innesti saranno mirati e proposti da lui.
    Questo, a prescindere dai discorsi sulla solidita’ della proprieta’, mi rende fiducioso che non ci saranno scelte estemporanee tipo Bentivoglio o Bjarnason presi per dare fantasia, così come mi auguro di vedere il meno possibile quegli articoli, che spuntando col mercato che brancola del buio, iniziano con “Samp, per l’attacco idea…” che nello stomaco suonano come “Per una cenetta a lume di candela idea Mariangela Fantozzi…”

  61. moussa dembelè ha detto:

    Congratulazioni Skodran!

  62. dieng ha detto:

    Ciao Andrea!
    Una domanda secca:
    se Gabbiadini giocherà prima punta, essendoci già anche Okaka, perchè si sta cercando uno tra i vari Bergessio, Paulinho, ecc?
    Quagliarella o Samaras ad esempio potrebbero giocare anche come esterni…ma gli altri?
    Grazie 1000 anticipatamente x questa chiarificazione!!!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Io alla fine, e anche da quanto mi riferisce il collega Gerboni da Bardonecchia(potete vedere le immagini degli allenamenti nelle nostre trasmissioni Speciale Ritiri e in Anteprima Calcio) Gabbiadini gioca, si, più avanzato ma non fa la prima punta. Penso si stia cercando un giocatore con certe caratteristiche perchè, se ti arrivasse una bella offerta per Okaka potresti farci un gruzzoletto interessante

  63. vincenzo ha detto:

    Un quesito: in riferimento allo sponsor ufficiale per la stagione 2014/2015 la Sampdoria dopo l’uscita di Garrone ad oggi, a parte lo sponsor tecnico non ha più lo sponsor ufficiale (ERG) é vero?…

    Forza Sampdoria uber alles oggi più che mai…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Da tre anni lo sponsor era Gamenet ma il contratto è scaduto. Ci sono contatti con aziende estere

  64. NYC ha detto:

    Ma ragazzi volete gli acquisti da Ferrero ?
    ma con quali risorse finanziarie ?

    Vi / ci rendiamo conto in che mani siamo finite vero ?

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      Mi riaggancio a NYC per dire che anche se non usa il linguaggio soporifero di prima osti fa capire che il mercato è difficile. su samuel non me la sento di criticare perchè hanno fatto una proposta giusta. 1 mln circa all’anno per un giocatore di 36 anni mi sembra più che congrua. poi se ha desideri diversi è anche giusto non venga. però ripeto il mercato è difficile perchè sino a che non sistemano romero che costa un botto, piovaccari che costa un botto d’ingaggio, maccarone (consiglio tappatevi il naso perdete ma chiudete oppure rientri e si alleni) e qualche altro si fa dura. Non voglio essere polemico ma della solidità di Ferrero non si parla più, ma le sue aziende sono tutte in range dai 6 ai 30 mln di euro di fatturato e qualcuna pure meno, insomma piccole medie aziende come ce ne sono tante. anche i famosi caseifici della moglie sono piccole aziende famigliari. insomma i soldi messi per risanare le casse da edoardo garrone sono un miraggio che non si potrà ripetere. mi viene il nervoso a pensare che invece di investire tappavano ma è andata così erano così. con questa proprietà sono necessari piccoli passi e ben ponderati. non c’è una potenza economica (almeno ufficialmente, ma dubito ci sia) alle spalle. bisogna essere coscienti di questo e sperare che le cose partano bene, che la società sappia monetizzare bene dalle cessioni e investire meglio. si balla sul filo e speriamo che l’acrobata sia bravo. ha avuto fortuna coi mondiali per romero e mustafi che si sono messi in mostra. ora parte il nuovo ciclo delle nazionali e tra gabbiadini, soriano, regini, fornasier per l’under e qualche altro si può sperare di valorizzare la rosa. speriamo in un lavoro fatto bene ma credere che si possa andare a comprare senza vendere con questa proprietà la vedo dura.

    • Paolo1968 ha detto:

      Non nascondo di essere anche io preoccupato, ma di solito le società devono funzionare bene senza il contributo continuo del proprietario.
      Altrimenti sono società fallimentari.
      E credo che nemmeno più il calcio possa fare eccezione (perlomeno in Italia… altrove è ancor più ridicolo!).
      Noi invece siamo sempre a sperare allo sceicco scemo e spendaccione, anzi, appassionato ed esperto oltre che spendaccione a fondo perso….

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        Paolo sono d’accordo con te ma il calcio globale (perchè è globale come il resto dell’economia) stritola le realtà poco solide e poco patrimonializzate. in linea teorica se ben gestita una società deve produrre utili che è poi il fine dell’impresa ma nel calcio come in altre attività in questo momento è assai difficile fare sempre utili e la solidità di un imprenditore serve per attraversare i ciclici momenti difficili che si presentano. dopo gli anni ad ingaggi fuori portata per il calcio italiano c’è la dieta, ma in spagna dove vanno pure peggio, abbiamo banche che finanziano operazioni da 100 mln alle grandi della liga (banche salvate dall’UE e al terzo posto dall’Italia), ovvero noi finanziamo in parte questa politica ignobile. ci sono invece gli sceicchi del psg, del city i russi del monaco che fanno saltare il banco e che creano oligopoli dove gli agenti si tuffano a vendere il loro prodotto. di qui un es lampante come Balotelli fa al caso ns per spiegare la crisi del sistema. Il baldo giovane non ha mai combinato nulla ma creatosi il personaggio ha campato da milionario per anni ed è probabile che continui. In questo senso spero che ferrero sia abile a fare un lavoro alla campedelli con diritti tv e incassi doppi o magari alla pozzo. dobbiamo solo essere coscienti che mentre coi garrone si poteva anche sperare in un cambio di passo mai avvenuto anzi si in peggio con edoardo, con ferrero si debba solo sperare in una buona gestione. ci sono altre società con presidenti poco facoltosi ma per questo motivo a rischio. da oggi la samp lo è, poi magari farà molto meglio di prima cosa che mi auguro, ma credimi al 90% l’imprenditore di successo lo fa chi patrimonializza ed ha risorse per investire o tappare i buchi quando gli investimenti non fruttano. gli altri sono avventurieri ed infatti nel medio lungo periodo poi i nodi vengono al pettine. un cordiale saluto con stima.

        • Paolo1968 ha detto:

          Son d’accordo, ma Garrone, che io ho sostenuto per serietà, ecc. ecc. più che investire ha tappato i buchi di una gestione abbastanza sbagliata, soprattutto quella del figlio (e del papà ultimo anno, che per me è stato dolorosissimo, ma probabilmente più per lui).
          E quello che vorrei far capire dalle mie frasi è che Ferrero abbiamo e Ferrero ci teniamo fino a prova conrtaria e io ritengo sia più intelligente cercare di sostenerlo piuttosto che affossarlo a prescindere.

  65. petrino ha detto:

    espongo un particolare. Nel cda vi e’ dirigente della banca popolare del frusinate. Ebbene su internet tale banca ha 1 agenzia a roma, 3 a Frosinone, 1 a alatri, isola liri, cassino, e ferentino. Insomma non e la deutche bank. Se tanto mi da tanto.

  66. vincenzo ha detto:

    Sincere condoglianze a Davide Nicola per la tragica perdita del figlio.
    In un attimo tutto cambia…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ne approfitto anche io per fare a nome mio e di tutti noi di Primocanale le condoglianze più sincere a Daddi(questo è sempre stato il soprannome di Davide che era mio vicino di classe negli ultimi anni di superiori). Un abbraccio forte. Davvero

  67. luca ha detto:

    e il primo NO è già arrivato (ma forse meglio cosi!) concentriamoci su quanto abbiamo già in casa perchè i voli pindarici sbandierati anche da questo Signore rimarranno sogni e basta (Quagliarella, Samaras, etc)

    • ilcelesteimpero ha detto:

      Scusa Luca ma quando mai hai sentito Ferrero fare i nomi di Quagliarella, Samaras, etc. ???

    • svalvolino ha detto:

      li ha sbandierati lui o la stampa!!!????quindi mettiti l’anima in pace braccino nn c’e’ piu’ meno male!!!

  68. Dorianodoc ha detto:

    Vuoi mettere asticella che l’anno scorso aveva preso i “fenomeni” Eramo, Bjarnason,Barillà. Quelli sì che erano acquisti di prestigio………

  69. luca ha detto:

    scusate dimenticavo e di fronte a queste cose le nostre critiche , le nostre polemiche si azzerano totalmente ! volevo solo ricordare la tragedia che ha colpito l’ex allenatore del Livorno Nicola , ho un figlio e posso comprendere il dolore che stà provando , non servirà certamente a nulla ma FORZA Davide perchè avrai bisogno di tanta forza per superare questo moneto !

  70. Emanuele ha detto:

    PER NYC: Visto che sai tutto potresti illuminare anche noi sul patrimonio di Ferrero?
    E’ così diverso da quelli dei vari Lotito, Cairo, Ghirardi, Zamparini, Preziosi…tanto per citarne alcuni?
    Altra domanda: l’abbonamento l’hai fatto vero?

    • NYC ha detto:

      Goditi Ferrero fino a quando dura vedere un personaggio del genere rappresentare la Sampdoria e’ una cosa che ci dovrebbe rendere tutti tristi .

      Vai a vedere a quanto Zamparini ha venduto la sua catena di grande distribuzione ?

      Preziosi a parte che sa di calcio ha o meglio aveva un azienda che fatturava centinaia di milioni di euro.

      Per il resto hai ragione finalmente abbiamo uno della stessa stature dei vari Lotito, Zamparini , Preziosi ….. goditelo.

  71. Dorianodoc ha detto:

    Alle prefiche e vedovelle assortite garroniane, ricordo che il caro asticella non ha ceduto il Doria ad Abramovich o allo sceicco Al Thani, quindi cosa vi aspettate? Che arrivi Messi o Ronaldo? Ferrero farà quello che potrà, compatibilmente con le sue possibilità e/o capacità. Sicuramente metterà più entusiasmo e voglia del fu asticella. Poi se qualcuno mi spiegasse cosa voleva dire avere una proprietà con enormi possibilità economiche ed avere in rosa i Barillà o gli Eramo è sempre ben accetto!!!

    • Kreek ha detto:

      @Dorianodoc

      Ma cosa ti hanno fatto Eramo e Barillà 😉 ???

      Poi ti lamenti se ti chiamo “Disco rotto”…

      Per l’ennesima volta ti ricordo che:

      1) Barillà fu un prestito, tornato alla Reggina a Gennaio (totale 3 presenze in campionato).

      2) Eramo di proprietà della Sampdoria, prestato all’Empoli a Gennaio (totale 1 presenza in campionato, 2 in c.italia).

      3) la Juventus in rosa 2013-2014 aveva Rubinho, la Roma Lobont, la Fiorentina Olivera…e potrei continuare…le rose, ormai, sono composte da 30 giocatori!

      4) Eramo non è stato convocato per il ritiro di Bardonecchia pur essendo un giocatore di proprietà della Sampdoria.

      Menarlo un pò va bene…così è troppo…

      Un consiglio: concentrati su qualcosa di più interessante, volta pagina anche tu!

      In ultimo : DAJE Presidente Massimo Ferrero!!!

      E Avanti Sampdoria!!!

    • gianni ha detto:

      Tu che fai domande quando ancora stiamo aspettando le risposte sugli illeciti della precedente proprietà (alcune tue fughe sono diventate mitiche ormai) è una delle cose più comiche che abbia mai letto.
      ps: almeno potresti cambiare il nomignolo da un sito all’altro altrimenti quando neghi di essere chi sei aggiungi figuraccia a figuraccia.

    • dario ha detto:

      Con tutto il rispetto verso il tuo pensiero ed il rispetto che sempre si deve avere per le idee altrui… Ma basta con questa storia delle prefiche e delle vedovelle, qui c’è in ballo la SAMPDORIA e la nostra nave al momento si trova in un mare tempestoso. Giusto aspettare e lasciare a Ferrero il tempo di lavorare ma tutte queste notizie, addio di dirigenti, elementi storici della società in partenza, immobilismo sul mercato fanno obiettivamente paura anche più ottimista degli ottimisti. Condanne per bancarotta, riduzione degli stipendi in sede (forse la voce meno influente sul bilancio), impossibilità di elargire stipendi superiori a 800mila euro, la tirata di orecchie di Ulivieri (a prova della scarsa conoscenza del pianeta calcio, nonostante la presenza di un avvocato sportivo in società).
      Io spero nelle migliori fortune possibili per la nostra SAMPDORIA e per il signor Ferrero, a cui darei tutto il tempo necessario per mettere i suoi mattoni (e ci sta che gliene cada qualcuno prima di imparare a muoversi) inoltre abbiamo la fortuna di avere la squadra quasi completa o quantomeno adeguata alla salvezza, se il signor Ferrero riuscirà a vendere i tasselli giusti e a reinvestire bene il ricavato ci si potrà anche togliere qualche piccola soddisfazione.
      A mio avviso ci sono sia aspetti positivi che negativi (quali prevarranno lo dirà il tempo) ma il mare resta tempestoso e credo che nessuno si aspetti i Messi ed i Ronaldo inoltre credo che chi teme il passaggio proprietario e la nuova situazione societaria non sia una vedova (termine per me orribile se usato in questo contesto) dei Garrone ma un/a tifoso/a innamorato/a e preoccupato/a del bene dell’unico faro dei nostri occhi, la nostra semplicemente splendida SAMPDORIA:

  72. Massimo Pittaluga ha detto:

    ho letto poco fa la notizia del lutto di Nicola. non ci sono parole per certi dolori che da padre levano il respiro. sentite condoglianze.

  73. NYC ha detto:

    Sentite condoglianze a Davide Nicola.

  74. Luca ha detto:

    Caro Andrea la situazione mi sa stia peggiorando e non parlo di acquisti ( di questa ne avevo la certezza) parlo di uomini strategici per le dinamiche Societarie ! Marketing ( posso assicurare uno dei più dinamici d’Italia) e Comunicazione ! Anni e anni di lavoro con persone valide vengono fatti saltare con la scusa del risparmio ( mi viene da ridere) , scusa sarei curioso di sentire una tua opinione , qui non si tratta di attendere mosse o strategie di fine mercato , qui si tratta di cose ben più gravi , non vorrei che la sede venisse spostata a Roma !!!!! ( non mi stupirei) a te una considerazione sincera , anche il mister mi risulta inizi ad essere nervoso! Ne sai qualcosa?

    • Paolo1968 ha detto:

      Quante persone mantenne nei posti di direzione Riccardo Garrone al suo imgresso in società?

  75. gianni ha detto:

    vedo molta ipocrisia in giro; fino a ieri era tutto un “ma chi se ne frega del settore marketing, braccino compra i giocatori”, per non parlare di “marangon servo”; adesso invece tutti in lutto perché probabilmente marangon si dimette e il marketing verrà gestito da ferreo in persona o da una persona di sua fiducia; coerenza poca.

    • Dorianodoc ha detto:

      Meno male che il marketing sarà gestito direttamente da Ferrero, e meno male che Marangon è andato al Bari. Al Bari, non al Chelsea. Via, aria nuova!

  76. Marco ha detto:

    Le dimissioni di Marangon, i dubbi di Sinisa oltre all’immobiilismo sul mercato non lasciano assolutamente noi tifosi molto tranquilli. Possiamo realmente capire in che mani siamo finiti, e il Sig, Garrone dopo aver finalmente trovato il bandolo con Braida e Sinisa molla tutto , francamente non riesco a capirci nulla, e comincio a temere, perché se va via Sinisa allora si che è davvero finita.

  77. petrino ha detto:

    quando arrivo’ paolo mantovani, si tenne rebuffa, traverso,garufi. La professionalita’ non si improvvisa. Ferrero e’ la fotocopia del profumiere che porto’ il genoa in fallimento. Lo dissi dopo aver sentito ferrero esporre il suo pensiero il 12 giugno alle ore 13. E meno male che garrone diceva sempre che avrebbe lasciato la samp in buone mani!!!!!!!!! Il museo a Bogliasco e’ gia’ chiuso in partenza. Lo scopo del porto antico sta nell’ enorme quantita’ di persone, anche di fuori genova, che lo andavano a visitare.Si lamenta degli abbonati!!!!!! Per quanto ha fatto finora il ferrero, sono fin troppi. Per la samp si preannunciano tempi grami. E se Mihail andasse alla iuve???? NOn lo escludo

  78. francesco ha detto:

    Comincio a preoccuparmi , i primi topi cominciano a scappare , brutto segnale, se poi arrivano anche i mal di pancia di sinisa siamo a cavallo! Va a finire che torna in panchina 2 novembre!!!

    • Dorianodoc ha detto:

      Hai detto bene, i topi scappano……

      • andrea.lazzara ha detto:

        Credo che Francesco non l’abbia detto con il significato offensivo che tu gli attribuisci. Lo passo per rispondere e per dimostrare a tutti lo scadimento dell’espressione da te usata.

  79. bisciagoal ha detto:

    caro Dorianodoc….sono 3 anni che ci “massacri con “garrone vattene”..ora lo critichi pure per la scelta di cedere al primo arrivato…( che poi è l’unico che era interessato…visto che ti posso confermare con certezza che a Volpi la Samp è stata offerta 3 volte in 3 anni e la risposta è stata negativa 3 volte su 3)
    ….ora goditi “er viperetta”…e questo bel clima da resa dei conti…magari con la ciliegina finale delle dimissioni di Sinisa…
    il fatto che Sinisa volesse Lodi e Samuel..e per pochi spiccioli non ci siamo arrivati…ti dimostra che…oltre al fatto che questo energumeno è senza una lira…la Samp con lui al timone non ha nè appeal sui giocatori nè credibilità tra gli addetti ai lavori….

    • dario ha detto:

      Ma non si dice che Lodi voglia restare a Catania con la famiglia e Samuel in Argentina per la stessa ragione? Anche io ho tanta paura, lo ammetto, ma il mercato è ancora lungo! Per non parlare delle offerte last minute che potrebbero presentarsi! Almeno per giudicare il mercato aspettiamo un pochino!

    • Dorianodoc ha detto:

      Caro Biscia (mi dispiace che usi questo nick, visto che il buon Carletto lo avevo conosciuto di persona), scrivi che Volpi ha rifiutato di prendere il Doria per 3 volte (3 volte come qualcun’ altro più di 2000 anni fa), e non ti chiedi come mai Volpi non abbia voluto fare affari con la simpatica famigliola per tre quarti bibina? Chissà. Parli di appeal? E che appeal avevi con asticella e compagnia? Mi sono perso qualche fenomeno che negli ultimi anni ha fatto la fila per venire da noi? Semmai rendimi edotto, io non ne ricordo. Poi non mi devo godere er viperetta, ti ricordo semplicemente che asticella, di cui sei una vedova inconsolabile, gli ha ceduto il Doria. Sai chi ringraziare, e se non ti va bene vatti a vedere la Juve o l’Inter (non dicevate così di chi si lamentava prima??

      • Bulgaro ha detto:

        Se hai un minimo di coerenza evita di girare la frittata.
        TU hai sempre detto meglio chiunque che i Garrone, ora vediamo.
        Per il bene della Samp mi auguro che tu abbia ragione, anche se non concordero` mai coi modi distruttivi, pedati e perfino diffamatori che utilizzavi per dirlo.

        • Dorianodoc ha detto:

          PedaNti, se ma i pedaNti. Poi gaurda nessuna frittata girata. Asticella via!!!!!!!!!!!! Siete voi vedovelle affrante che non riuscite a capacitarvi di aver pesto il vostro idolo. A me va bene così. Per giudicare aspetto la fine della campagna acquisti. Sai, sono abituato a ragionare con la mia testa, se una cosa non mi va lo dico, senza problemi. Se poi vuoi sapere se preferisco Ferrero o Abramovich…fai un pò tu.

          • Bulgaro ha detto:

            Io non sono vedevella di nessuno, non ho mai idolatrato i Garrone, ne ho sempre analizzato pregi e difetti a mio giudizio e non solo i difetti.

            Comunque mi fa` piacere che oggi aspetti la fine del mercato quando fino a ieri iniziavi a criticare da fine marzo i mancati acquisti.

            Ad esempio sono certo che gli stessi acquisti che circolano ora li avresti criticati se ci fosse ancora Garrone … Yepes lo abbiamo rubato al Cesena mica al Barcellona … Viviano non gioca da 2 anni lo hanno mandato via dalla disperazione!! Ci prendiamo i centravanti delle squadre retrocesse …
            Sono sicurissimo che ragioni con la tua testa, purtroppo li dentro ci trovi tanta invidia, astio e veleno …

      • gianni ha detto:

        insinuazioni, sempre insinuazioni; comincio a pensare che sia patologico.

      • ambarabaciccicoco ha detto:

        Scusami doriano, ma da quando il signor Volpi, uomo d’affari piuttosto chiacchierato non Italia dove non ha nulla ma sulla Costa Occidentale dell’Africa tutta ( notoriamente li o sei uscito da Eton o da Harvard o proprio affari non ne fai…) e a quanto si dice intrallazzato con un ex presidente della Pro Recco anche lui con qualche nuvola giudiziaria (direi tempeste..) avrebbe avuto problemi a trattare con i Garrone ? Più facile che fossero i Garrone a non voler trattare con lui…

  80. Gipo Samp ha detto:

    @ Massimo Pittaluga e bloggers

    Aspetto di vedere che squadra ci presenteranno prima di criticare. Tuttavia quando Pittaluga ipotizza che Ferrero voglia fare della Sampdoria il suo core business, temo, purtroppo, sia la verità. Se le cifre della transazione ufficiali da te indicate sono reali e non nascondono altri accordi legalmente ammessi non divulgati, concordo pienamente quando scrivi che per regalarla avrebbero potuto trovare qualcuno appena fuori di casa, e ritengo di maggiore spessore economico di Ferrero. Con ricavi di 50 milioni, se una persona del nuovo cda Sampdoria come G. Stella, ex AD dell’emittente La 7 e Telecom Media, che gode fama di tagliatore di teste, in quanto per incidere pesantemente sui costi di gestione si deve agire attraverso una razionalizzazione, cancellazione e accorpamento di aree operative societarie, Ferrero può perfino riuscire a conseguire degli utili di gestione. Ovviamente scaricando sofferenza sulle spalle dei tifosi, come d’altra parte hanno fatto negli ultimi anni i Garrone continuando per di più a rimetterci soldi. La prima mossa di Stella con la riduzione del 20% degli stipendi è usuale da parte di un esperto finanziario/AD che ha il compito effettuare una ristrutturazione societaria. La riduzione salariale in sé non porta grandi risparmi, ma aveva il compito principale di far muovere le acque per indurre i dirigenti e le persone che hanno la possibilità di trovare altri posti di lavoro e percepiscono di poter essere interessati dalla ristrutturazione/spending review, di dare le dimissioni e cercare altrove maggiori possibilità di carriera e guadagno. E da quanto si legge da ieri e dalle prime dimissioni pare funzioni. L’organigramma della Sampdoria è oggi più adatto ad una grande squadra di vertice che ogni anno disputa la Champions che non a una Sampdoria da lotta retrocessione o salvezza tranquilla. I Garrone sono incorsi in enormi sprechi di denaro, sia dando vita a un organigramma da grande Società e spropositato per la dimensione di una Sampdoria, come pure attraverso la scelta di DS e DG che hanno causato ingenti danni economici nell’ordine di milioni di euro assumendo allenatori, poi velocemente esonerati, con faraonici e lunghi contratti inclusi premi salvezza. I DS e DG hanno acquistato a prezzi ben al di sopra del loro valore calcistico, giocatori mediocri risultati poi invendibili per le capacità dimostrate e per l’entità dei loro onerosi e lunghi contratti. La chicca è stata Juan Antonio e Berardi pagati 5 milioni e ancora sotto contratto, Renan 3,5 milioni, Romero costo cartellino e biennale da 1,7 netti. Piovaccari, Maccarone e molti altri ancora. Senza contare che ci hanno fatto disputare campionati con Da Costa in porta. Mi fermo perché l’elenco dei disastri e danni finanziari causati dai loro acquisti, peraltro avallati dai Garrone, sarebbe lunghissimo. Quando leggo le notizie di mercato che ci vedono in competizione col Cesena peri giocatori di squadre retrocesse e che anche gli anziani svincolati delle grandi ci rifiutano, e so che non ci potrà essere alcun investimento per giocatori di buon tasso tecnico che possono fare la differenza, sono assalito da uno profondo sconforto. Non vedo futuro per molto tempo a venire. Sempre forza Sampdoria.

  81. Daniele da Rapallo ha detto:

    La vedo veramente male, Andrea. Dicci cosa ne pensi tu.
    Che Marangon lasci Genova e la Samp (dove ha famiglia..) per andare a Bari….la dice lunga.

  82. silly ha detto:

    Marangon, Caroli… e poi il prossimo è Mihajlovic? se il buongiorno si vede dal mattino…
    Ferrero VATTENE.

  83. YumaS2001 ha detto:

    un saluto ad alberto per quanto fatto fino ad oggi!!!
    Un saluto anche agli altri dirigenti che non conoscevo personalmente ma che so essere validi professionisti
    in bocca al lupo per le rispettive carriere
    .
    normale che un nuovo proprietario voglia mettere nei ruoli chiave suoi uomini, non legati alla vecchia proprietà.
    inoltre sono ruoli “non core” quindi sostituibili con pari professionalità reperibili sul mercato (senza guardare al dispiacere che si ha per ll’uscita di chi fino oggi ha operato)

    bene che rimangano osti e sinisa per dare invece “continuità” all’area sportiva.
    .
    P.S.: aveva chiesto un -20% …. ha ottenuto -100% …… 5 volte il risultato!!!!
    la spending review è un successone!!!!!

  84. ambarabaciccicoco ha detto:

    buonasera,ho appena visto la partitella della samp e mi sembra di poter dire che non c’e’ niente ma niente male…ho poi sentito che Berardi ha accettato la proposta del Leeds e che Beltrame ( davvero niente male ) e Falcone sono in partenza in prestito e che anche Maccarone e’ destinato all’Empoli. Cio’a significare che mancano poche pedine per poter fare gli acquisti utili al rafforzamento della rosa. A mio parere ora mancano un portiere titolare e un terzo una punta centrale in concorrenza con Okaka e una punta giovane ( Trotta o Rosseti) e un altro centrocampista con Duncan. Secondo me Osti sa cosa fare, basta saper aspettare….

  85. robmerl ha detto:

    fatevi due conti sul budget di ferrero:
    USCITE
    14 mln a Garrone
    16 mln per ripianare le perdite
    ENTRATE
    40 mln di diritti TV
    10 mln per la vendita di due o tre pezzi pregiati (Mustafi, Obiang e qualcun altro)
    SALDO
    + 20 mln senza colpo ferire
    E se invece di acquistare prende i nuovi giocatori solo in prestito, non va a intaccare la ricca plusvalenza del 67%.
    Forse capisce poco di calcio, ma è un finanziere coi baffi. E se a furia di non investire andiamo in serie Z, a lui che je ne frega?

    • Luca Pavia ha detto:

      Non hai tenuto conto del monte ingaggi, che erode quasi tutto l’introito derivante dai diritti tv.. Questo per onestà intellettuale…

    • Giorgio ha detto:

      Si ma le uscite per il pagamento degli stipendi non ne tieni conto??? Sarebbe la voce di costo principale eh…..

    • fabio ha detto:

      Si ma tu dimentichi che i 40 milioni di entrate TV manco li vedi passare perchè finiscono tutti nel monte ingaggi.
      Puoi pure toglierli dal tuo calcolo…

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      pardon rombler ma ci sono gli ingaggi dei giocatori che non consideri che sono il maggior costo di gestione, oltre ai costi del personale tecnico e non, della sede, delle trasferte, affitto del campo di allenamento, del ferraris etc. nei ricavi ti dimentichi gli incassi da abbonamenti, da botteghino, quote trasferta, merchandising, sponsors. Inoltre la situazione debitoria limitata la copri con una fidejussione senza tirarli fuori cash, visto che è ben dentro i parametri permessi dal fair play finanziario. Insomma non è proprio una scampagnata gestire una società anche volendo fare i furbetti ci vorrebbe un po di tempo e non qualche mese, diciamo almeno un esercizio. poi che parli, prometta e per ora fatti pochi questo è vero ma per ora giudicandolo dai fatti ha confermato i migliori della scorsa stagione, portato duncan e qualche giovane. mancano almeno 2 o 3 giocatori validi e quelli del catania citati lo sarebbero eccome e completerebbero la squadra. vediamo cosa arriva comunque notato che la sorpresa ad ora non c’è stata, almeno non l’ha presentata.

  86. fabrizio perfumo ha detto:

    PROVANDO a RAGIONARE –
    Concordo con l’analisi generale di GIPO SAMP – sempre interessante leggerlo – e con quella, tecnica, di campo, di AMBARABACICCICOCCO’ – sempre, ugualmente, interessante per me.

    Aggiungo del mio, spero, dicendo questo.
    A me Ferrero non piace proprio nei modi e, per me, la forma è sostanza.
    Che dica Pizzarro è un nome bellissimo o citi gli acquisti sbagliando il nome di Cacciatore e Duncan o si rivolga a Ghirardi mentre viene intervistato, con l’appellativo di Numero Uno mi fa tristezza. Magari – sicuramente – non lo è ma così passa per lo scemo del villaggio. Mi auguro possa essere un Forrest Gump ( a lui andava tutto bene).
    Però. Però servono anche discorsi di sostanza.
    Il fair play finanziario e la crisi impongono cose nuove.
    Puntare davvero sui giovani prima di tutto. Se li coltivi o gli scegli bene e prima degli altri costano meno e rendono molto.
    In questo senso i Fedato, i Rizzo ma anche e ancora gli Obiang , i Kristicic, i Soriano and so on possono andare. Non conosco Fedato e Rizzo ma li accetto volentieri anche se si rivelassero flop.

    Ma bisogna investire in settore giovanile e in scouting – fatto da gente competente e non da amici degli amici.

    E bisogna dichiararlo prima di farlo.Per far sapere ai tifosi di cosa sono parte.
    Se ferrero non sa parlare in italiano – mi spiace ma è evidente – lo faccia fare a qualcuno per lui. Non serve pagarlo uno sproposito.

    La diaspora dei dirigenti non mi fa stracciare le vesti. La Samp era davvero sovradimensionata. Poche persone e competenti – certo non nipoti o sconosciuti avvocati o direttori affari generali banca del Frusinate- possono bastare.
    Poi ritengo che, comunque, un nuovo proprietario disegni come meglio creda la società che acquisisce.

    Ferrero è in grado di farlo? Non lo so. Me lo auguro. Purtroppo non si presenta bene.

    Ma, forse, con Garrone, eravamo messi meglio?
    Non credo. Da quando è comparso Garrone junior ( inizio 2011) è stato tutto un mezzo disastro. Una promozione da sesti classificati grazie ad un uomo speciale ( Beppe) ha dato una mano di bianco al disastro.
    E l’unico eroe di quella promozione è stato messo alla porta per far spazio ad un nulla vivente : ferrara. Costato pure carissimo e appena uscito da libro paga Samp.

    Che se ne vadano Marangon e Caroli non mi tange più di tanto. Non sono e non sono stati determinanti.
    Idem per Braida.
    Il fatto però è che questi passaggi vanno spiegati al tifoso e non spiegarli mi induce a pensare che un progetto non ci sia, che ferrero viaggi a braccio, odorando l’aria che tira.
    In questo avrà senz’altro più intuito di Garrone – uno sprovveduto vestito da signor imprenditore . Mi spiace, i fatti hanno detto questo.

    Di gente che segue il vento e la pancia ce n’è tanta tra i presidenti di A: Preziosi, Lotito, Zamparini, fino a un secondo fa Cellino Pulvirenti Spinelli…… non Vi annoio…….sono tantissimi.

    Volevo per la mia Samp un Pozzo, un Campedelli, un Percassi, un Della Valle.
    Anche un Ghirardi o un Cairo.

    Non è andata così.

    Ma non mi sento in modo tanto diverso rispetto a quando – poche settimane fa – il Presidente era il dott. edoardo.

    E di certo c’è questo: se Ferrero deluderà anche le attese minime, critiche e contestazioni non lo risparmieranno come hanno risparmiato Garrone junior ed Enrico mantovani. Presidenti che non passeranno alla storia della Samp come Paolo Mantovani, Ravano, Colantuoni, Ravano con le debite proporzioni tra gli stessi.

    • fabio ha detto:

      Bah Cairo ha imbroccato l’annata…, non mi risultano grandi citazioni per lui sino ad un anno-due fa, semmai ha un bravo DS in Petrachi, idem Campedelli che risica salvezze da anni, grazie a Sartori (ora dimissionario).
      Io penso che non siamo nella condizione di giudicare presidenti (sto parlando a livello tecnico), poichè ne veniamo da una famiglia che capiva di calcio come io capisco di ingegneria missilistica, e adesso c’è uno che -ancor prima di dimostrarsi competente- deve dimostrare di non essere un prodotto di Scherzi a parte.
      I Lotito & co hanno una competenza nel settore che, prima arriviamoci, e poi giudichiamoli, che da quando non c’è più Marotta pare che ci occupiamo di altri sport, tanto siamo out dai giochi che contano nel calcio italiano….

  87. FISH65 ha detto:

    A TUTTI I BLOGGERS PREOCCUPATI:

    vogliamo aspettare almeno un mesetto prima di emettere le prime sentenze sull’operato di Ferrero? Anche io, come molti di voi, sono perplesso. Ma:

    1) I cambi di proprietà provocano inevitabilmente dimissioni tra le “vecchie” figure dirigenziali di spicco. Il nuovo “padrone” pretende persone di sua fiducia. Piaccia o no, è sempre stato così e così sempre sarà.

    2) Con la vecchia proprietà sarebbe stato comunque impossibile ipotizzare un futuro decoroso. Perchè Garrone non aveva compreso quale fosse l’unico modo di sopravvivere nella giungla che è il calcio oggi: PRODURRE PLUSVALENZE.
    Ma, per produrre plusvalenze in maniera sufficentemente costante, BISOGNA INVESTIRE su giovani di probabile o quasi sicuro avvenire.
    Credo che converrete con me che il buon Edoardo non ne avesse alcuna intenzione. Investire sui calciatori era per lui, vero uomo d’industria, un’attività rischiosa perchè davvero troppo aleatoria.
    Saremmo quindi presto finiti, al primo anno storto, ancora una volta in serie B.
    E, questa volta, nessuno lo avrebbe perdonato.

    3) Perchè, amici preoccupati, tutta questa ansia?
    Garrone non ha forse detto, il giorno del passaggio di proprietà, di aver ceduto ad una persona di cui si fida, che ci garantirà un buon futuro, seria al punto che la trattativa era andata avanti per mesi nell’assoluto riserbo? Una persona di cui aveva verificato la effettiva solidità? Avendone inoltre ricevuto le puntuali fidejussioni bancarie?

    In definitiva, perchè UN PRESIDENTE TIFOSO ED INAMORATO DEI NOSTRI SPLENDIDI COLORI AVREBBE DOVUTO CEDERE LA SUA E LA NOSTRA AMATA SAMPDORIA AL PRIMO MENTECATTO E BURINO CHE SI FOSSE PROPOSTO??

    Non sarebbe un comportamento degno di Edoardo Garrone, no?

    P.s. Sono certo che oggi, ven 18, non ci sarà alcuna “sorpresa di mercato”;)…

  88. FISH65 ha detto:

    Andrea, ieri ho scritto un post.
    A me sembrava del tutto “innocuo”. ma non lo vedo pubblicato…

  89. FISH65 ha detto:

    Andrea,
    vedo che adesso è tornato “in moderazione”.
    Per ragioni a me ignote, 20 min fa non lo risultava…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ve lo ripeto per l’ennesima volta, a costo di risultare antipatico: non vivo sul blog. Se il meccanismo di gestione di messaggi prima mette in moderazione poi lo toglie, poi lo rimette…mi è tutto ignoto, sono tecnicismi che non conosco. Vero è che negli ultimi giorni con le dirette dei ritiri(più la cronaca) sul blog non transito spesso. Quindi, pazientate. Se potete…:-)

  90. fabio ha detto:

    Più guardo il signor Ferrero e più confermo la grandezza di quell’attore cinico ma maestro nel tratteggiare i tanti vizi e le poche virtù dell’italiano medio che fu Alberto Sordi; e il ricordo va ad un film ormai presente solo nei ricordi di chi come me è nato a cavallo fra gli anni cinquanta e sessanta intitolato ” Il presidente del Borgo Rosso Football Club”…. Cercatelo, riguardatelo bene…… E’ impressionante. Cambiamo le nostre divise e indossiamo la maglia a striscie bianco rosse.

  91. flex ha detto:

    Ciao a tutti
    col passare dei giorni mi sono fatto una sola idea sul nostro nuovo presidente: non c’è serenità di giudizio nei suoi confronti.
    Io non lo conosco e fino a quando non avrò una base minima di argomentazioni non potrò esprimere la mia opinione, per contro ho l’impressione che tanti di noi abbiano la verità in tasca, per cui ogni singolo avvenimento trova la sua spiegazione nel fatto che ferrero è: 1) un chiacchierone 2) uno scappato di casa 3) uno che non ha una lira in tasca 4) uno che ci farà fallire nel giro di un paio d’anni ….
    E su quali basi si formulano questi giudizi?
    1) ad oggi non abbiamo ancora comprato nessuno
    a parte il fatto che non è esattamente così, perchè comunque sono già state risolte le compartecipazioni, abbiamo preso duncan e stiamo visionando un paio di giovani, ma anche se fosse non ci vedrei nulla di particolarmente stano. Il nostro immobilismo nel mercato è proverbiale, non mi sembra che gli anni passati fosse tanto diverso (senza scomodare barillà & bjarnsson perchè ormai è diventato un mantra).
    2) braida, marangon, caroli e altri che andranno…
    Una società che chiude ogni anno in perdita è destinata a fallire, a meno che non si sottoponga la proprietà a regolari bagni di sangue.
    Quando garrone parlava di autofinanziamento era, francamente, poco credibile. ferrero non fa nulla di diverso da quello che fa ogni imprenditore che acquista una società: analisi di bilancio, revisione contabile, controllo di gestione.
    Se la nuova proprietà individua degli amministratori, per altro nominati dalla precedente, che ritiene inadeguati o troppo costosi per i budget fissati pone dei correttivi. Se ritiene che la società abbia una struttura troppo pesante per l’attività svolta o per gli obiettivi fissati, ancora una volta, pone dei correttivi.
    Non sottovaluto l’importanza del marketing, del merchandasing, della comunicazione, ma ricordiamoci di quello che siamo: una squadra di calcio. Se devo ridurre dei costi su quale settore è meglio intervenire: sul core business o sulle attività accessorie?
    Non entro nel merito della singola operazione, ma mi sembra che siano gli interventi usuali per ristrutturare una società in crisi. Cosa c’è di sbagliato?

    Chiudo con una provocazione: se le stesse cose viste dal giorno dell’insediamento ad oggi fossero successe non con il ferrero viperetta ma con il ferrero della nutella leggeremmo gli stessi commenti?

  92. Massimo Pittaluga ha detto:

    Oggi non doveva esserci la sorpresa di mercato annunciata ieri? per favore presidente ferrero non faccia come il suo es Matteo Renzi che annuncia e poi annuncia e poi parla inglese come Sordi a Bruxelles. Viene il dubbio di essere nati nel paese sbagliato? Meglio di Crozza le versioni reali.

  93. petrino ha detto:

    cassano sta bene a parma. Le minestre riscaldate sanno di rancido. Quello che ha fatto lo abbiamo visto ai mondiali. Ci vogliono giocatori che corrano, senza fare battute e che seguano le direttive dell’ allenatore, non il contrario. Per cui cassano continui a rimanere a parma.

    • STEL ha detto:

      Non credo nei cavalli di ritorno, per esempio Maxi (gratitudine immensa per averci fatto vincere il derby), ma poi un pò la sfortuna per l’infortunio,non ha fatto grandi cose.

  94. Luca ha detto:

    E la sorpresa????? Ma vi rendere conto che siamo anche peggio di prima! E quagliarella ? E Pizzarro? E Samuel ? E Cambiasso? Ma facciamola finita , adesso siamo stufi di essere presi per il sedere ! Ma cosa pensa di fare cinema con noi tifosi? Comunque ci saranno tifosi che ne prenderanno le difese , che insulteranno noi definendoci pro asticella e saranno ultra felici di sentire adesso il nome di Pato ( ridicolo cosa c’è me facciamo????) Andrea un tuo commento grazie

    • andrea.lazzara ha detto:

      E’ naturale, ovvio, avere un minimo di fiducia. Ed è giusto anche concedere il tempo di lavorare. Certo, le cose o si dicono e si fanno o è meglio tacere, nel calcio di oggi soprattutto. Ma ho già sentito qualcuno urlare “avete sentito giornalisti?”…Insomma, indovinate di chi sarà la colpa ?

  95. Lollo ha detto:

    scusa Andrea ma la sopresa……non doveva essere svelata ieri ?? 🙂

  96. claudio ha detto:

    Ciao Andrea che significato dai alla presenza in panchina di Braida sabato pomeriggio?Ciao grazie

    • andrea.lazzara ha detto:

      Penso una visita di cortesia, un segnale anche di stile di un dirigente di cui tutto si può dire tranne che non ne abbia

      • flex ha detto:

        a onore del vero sul secolo danno una spiegazione diversa

      • fabiosamp ha detto:

        Scusa andrea ma quanti gol fa lo stile?sono ironico perche di stile,o presunto tale, ne abbiamo avuto per 12 anni e io non lo rimpiango.
        Alcuni tuoi colleghi parlano di strategia degli avvocati non proprio stilosa ma non si sa se e cosi.
        Dopo le dichiarazioni di Boni e di Ferrero inmagibo che la visita di cortesia sia ben difficile.
        Detto questo divago un po su questo stile…vestirsi bene?avere una buona dialettica?essere seri? Benissimo…ma e stile anche imporre un contratto sottoscritto con x a y anche se per la stessa società?che poi sto contratto esiste??? È stile non recedere di un passo da un contratto folle per una realta come la Samp per un dirigente 70enne ormai in declino? Sarà…
        Ognuno ha la sua idea di stile e questa non è la mia.
        L’unico stile che non passera mai e quello della gradinata sud e che viene custodito e portato avanti da chi ama davvero la Sampdoria.
        Gli altri piu o meno stilosi sono comparse,attimi della nostra storia…non dedichiamogli troppa importanza e troppe parole…soprattutto a chi ancora non ha fatto un bel niente per noi.
        AVANTI SAMPDORIA!

  97. Crovo ha detto:

    Gli avvenimenti di questi giorni hanno destato pure in me una certa perplessità.

    E, in linea di massima, le mie sensazioni non sono affatto positive…

    Ma nonostante ciò, resto per ora dell’idea che si debbano dare alla nuova dirigenza almeno sei mesi di tempo prima di criticare in maniera poco costruttiva o, addirittura, contestare apertamente.

    Quindi, per quanto mi riguarda, confermo la mia fiducia incondizionata, e mi astengo da osservazioni critiche: ne riparleremo però ovviamente a fine anno.

  98. Paolo1966 ha detto:

    “Il pesce puzza dalla testa”… per questa frase Garrone si e’ offeso, ritenendola un insulto.
    Non aveva capito che chi l’aveva scritta era piu’ profondo: non puoi pretendere che vada tutto bene se tu te ne disinteressi, il minimo che puo’ capitare e’ un’anarchia gestionale con corrispondente lievitamento dei costi. Qualcuno aveva invece capito il senso, quel qualcuno che aveva gia’ consigliato Marotta in passato, e ora aveva portato Braida, che sarebbe stato un plenipotenziario di fiducia del Presidente. Ma sul piu’ bello Garrone ha mollato il colpo da un giorno all’altro. Quella dei mesi di trattative volte a trovare il profilo giusto non se la beve nemmeno uno che ha passato gli ultimi sei mesi nel Deserto dei Gobi senz’acqua…
    Il minimo che possa capitare e’ una fase di incertezza.

  99. Giorgio ha detto:

    Il Giorgio 18/7/2014, ore 1o,47 non sono io!

  100. GinoRinoPino ha detto:

    Lazzara scusa siccome sei un bravo cronista, sai bene che Braida ha da incassare, era solo questo il motivo della visita. Certo i soldi li ha chiesti con stile, ma sempre soldi sono.

    • Paolo1968 ha detto:

      Sarebbe sato proprio un genio andare a chiederli in panchina durante un’amichevole, invece che ad un tavolo di ristorante a Milano senza occhi indiscreti…

  101. STEL ha detto:

    La verità è che per ora non c’è stato nessun colpo a sorpresa(magari dopo aver scritto verrà fatto l’annuncio ufficiale di qualche fuoriclasse).Per ora unici acquisti è un prestito di un giocatore dell’inter; appena retrocesso che ha fatto un campionato con il Livorno non brillante ed un giocatore credo non ancora ufficiale proveniente da un campionato inglese, a me sconosciuto, ma non è questo il problema, poi magari farà bene, lo spero, ed avremo scoperto un talento.
    A me Ferrero non mi convince, sarei felice di sbagliarmi,poi da uomo di cinema quale è, che continui pure a far sognare parlando di colpi impossibili chi vuol sognare, ma non illudiamoci di vedere giocatori di un certo calibro. Se dai una certa notizia, sai perfettamente che puoi incendiare l’entusiasmo dei tifosi, ma a questo punto prima o poi devi concretizzarla, insomma non solo la forma, ma anche la sostanza.
    Spero che almeno al di là degli annunci scenografici, agisca in maniera sensata e ragionevole comprando un buon portiere ed un centravanti e soprattutto non venda giovani ottimi giocatori che sono già in squadra, ne cito uno su tutti campione del mondo “Mustafi.”

  102. Bulgaro ha detto:

    Al momento, a chiacchere, pensano in grande … Pato, Eto’o, Cambiasso, Samuel … addirittura su un sito ho letto di una valutazione di Adriano che pensavo avesse smesso di giocare da un bel po` ….

    Io preferirei gente piu terra-terra, ma funzionale al progetto di gioco; per capirci gente che dia quel qualcosa in piu alla Samp dei primi 4 mesi di Sinisa in termini di carattere e voglia … leggere i nomi stile mercato dell’allenatore nel pallone mi fa` sorridere da una parte e mi preoccupa dall’altra ….

    • Paolo1968 ha detto:

      Ferrero ha annunciato un grande colpo, ma non ha mantenuto la scadenza fissata.
      Domanda: di tutti i nomi che hai detto, a cui ne aggiungo qualcuno (Samaras, Cassano, Quagliarella, Drogbah) quanti son passati dalla società e quanti sono più realisticamente bufale giornalistiche (Andrea non ne avere a male), tirate fuori o per mettere in cattiva luce Ferrero o, a essere più buoni, per mancanza di notizie attendibili?
      Rispondo io: Samuel.

      PS: fra pochi giorni, in mancanza di notizie, cominceranno gli avvistamenti degli squali nel Tigullio…
      PS2: d’accordo sulla gente funzionale al progetto di gioco. Ma per avere più soldini è bene avere qualcuno che attragga i media, Cassano docet; allora tutti parlavano della Samp. Ultimamente ne hanno parlato solo per la vicenda Icardi-Lopez.

      • Bulgaro ha detto:

        Diciamo che con le twittate che, invece che smentire, alimentano le voci su questi giocatori del suo Ferrero ce lo ha messo …

        • Paolo1968 ha detto:

          Sì, certo. Twittate su Samuel e ora su Viviano… non ne ho visto su altri.
          Peraltro nemmeno io voglio il nome, anzi!
          Preferisco giocatori che non portino squilibri anche economici nello spogliatoio, a meno che, quando si parla di nome, sia uno di quelli che porta l’attenzione dei media a Genova.
          Quindi o un pazzo (tipo Cassano), no grazie, oppure uno di quelli da oltre 40 mln, no comment.

  103. fabrizio perfumo ha detto:

    Caro Andrea Lazzara.
    No quella di Braida non è cortesia.
    Ha un contratto valido, non riescono a rescindere consensualmente e lui adempie quella che ritiene la sua obbligazione perchè la società adempia la propria : pagarlo o rescindere e liquidarlo.
    Brutta situazione.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Probabilmente hai ragione tu. Sul momento abbiamo tutti pensato al gentleman. Che però vuole che i suoi diritti di contrattualizzato vengano rispettati. Colgo l’occasione di questo post per inviare un caloroso ricordo a Paolo Borea. E’ strano pensarli tutti e tre lassù, lui, Paolo e Vujadin a guardare sotto cosa combina la loro Sampdoria.

  104. Martino Imperia ha detto:

    Questione PORTIERE.

    Visto che alcuni tifosi e opinionisti stanno già storcendo il naso al possibile rientro di ROMERO, vorrei qui brevemente elencare quanto poco ne capiscono e ne han capito di tal ruolo nel corso degli anni. (da quando ero piccolo ad oggi)

    GARELLA: è scoordinato e brutto (scudetto con Napoli e Verona)
    BISTAZZONI: non è capace ad uscire e non da sicurezza (ottimo preparatore)
    BORDON: buono tra i pali ma incapace nelle uscite (vice Zoff e scudettato inter)
    PAGLIUCA: portiere dello scudetto, nulla da dire e ci mancherebbe (ma ha rotto coi tifosi)
    ZENGA: non è più lui, è frivolo. (campione e ottimo allenatore)
    PAGOTTO: è solo un tossico (campine europeo under 21)
    FERRON: buono, ma da bassa classifica.
    SERENI: non ha la testa. (dopo noi leader al Torino)
    TURCI: normale ma non fa i miracoli.
    CASTELLAZZI: tra lui e Mirante non ne fanno uno.
    MIRANTE: tra lui e Castellazzi non ne fanno uno (Nazionale)
    STORARI: Lui sì che era buono!!! con noi ha fatto solo 6 mesi e poi panca a vita
    CURCI: Storari le parava tutte!!
    DACOSTA: un buon secondo portiere buono per la B
    ROMERO: è grammo, distratto (Finale Coppa del Mondo)

    Probabilmente dimentico qualcun altro, ma la sostanza non cambia.

    • Paolo1966 ha detto:

      Dimentichi il Paolo Conti di Varese…

    • Bulgaro ha detto:

      Gaston Cordoba, meteora blucerchiata dell’anno della retrocessione noto solo per la lite ubriaco con la stradale, ha vinto la coppa Libertadores e ha giocato la finale di coppa intercontinentale …

      Dei portieri che hai indicato (e non) chi ha fatto alla grande il loro mestiere nella Samp sono stati:
      Pagliuca
      Ferron
      Antonioli
      Castellazzi

      Gli altri passati da noi si sono dimostrati tra il mediocre e il distruttivo.
      Romero da noi e` stato parecchio discontinuo, ha dimostrato molta superficialita` e poca concentrazione; nessuno gli nega le doti tecniche e se tra le orecchie avesse il cervello di Antonioli probabilmente se la giocherebbe con Neuer per il miglior portiere al mondo …ma ha il suo.
      Che poi altri ambienti riescano a tirare fuori doti a giocatori che da noi non rendono e` un dato di fatto tanto quanto il contrario dove gente come ad esempio Cassano e Pazzini sono rinati quando altri li consideravano gia` sul viale del tramonto.

    • Dorianodoc ha detto:

      Interessante quello che scrivi, però alcuni giudizi sono tirati per i capelli, e con la volpe sotto l’ascella, lo si capisce da quanto scrivi su Storari. Che da noi è stato uno degli artefici del 4° posto e che poi è andato a fare panca a Buffon ( anche giocando) mica dai bibini. Garella non è mai stato contestato, Bistazzoni è stato con noi per anni, e non è che è andato a giocarsi lo scudetto. Zenga è un ottimo allenatore ma da noi è venuto nella parabola discendete della sua carriera e ci è costato una finale di coppa Coppe. Pagotto sarà stato anche campione under 21, ma si è fermato lì (come altri under 21). Quanto a Romero se resta con noi sono contento, ma continuo a sostenere che il fatto che sia vicecampione del mondo non ne fa automaticamente un fenomeno. Il portiere del Costarica è molto ma molto più buono di Romero ed è stato eliminato nei quarti, ed è stato ingaggiato dal Real Madrid. Lui mica Romero che è arrivato secondo.

  105. luca ha detto:

    scusa Andrea al di là di ogni critica, di ogni polemica non vedo perchè il nostro ex abbia cancellato alla memoria del padre l’assegnazione del nostro Torneo Estivo (o meglio la prima partita di Agosto a Marassi), se posso permettermi mi sembra un’ulteriore caduta di stile !!!!! cosa c’entra il vecchio Presidente con le contestazioni ? noi saremmo andati ugualmente allo stadio ricordando la memoria del buon vecchio Presidente ! sembra quasi un’azione di cancellazione totale per la famiglia Garrone con il mondo Sampdoria ! A questo punto Andrea sarei curioso di sapere REALMENTE cosa è successo di cosi grave tra il nostro ex e la Sampdoria o noi tifosi !!!!!! attendo tua risposta grazie

    • andrea.lazzara ha detto:

      Confesso. La decisione di togliere il nome al trofeo non è piaciuta neppure a me. Comunque, migliaia di sampdoriani(che sono persone con una testa e un cuore come tutti) avrebbero potuto ricordare, onorare la memoria di una persona che, seppure con momenti difficili, ha fatto tanto per il loro amore, per la loro passione e cioè la Sampdoria. Ecco, proprio non l’ho capita.

      • Paolo1966 ha detto:

        Direi che il titolo del film di Edoardo sia stato, parafrasando, “C’eravamo tanto sopportati”

      • Paolo1968 ha detto:

        Forse avremmo ricordato con affetto il padre, ma son quasi sicuro che non avremmo riservato saluti affettuosi ai figli.
        Giusta decisione, per me.
        E son felice di ricordare Vujadin.
        Peraltro io non ho mai amato celebrare uno di famiglia.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        Mi trovi d’accordo. E se devo dirla fuori dai denti nell’anno della B confidavo in edoardo garrone e credo che la tifoseria dopo normali turbolenze post retrocessione avesse dato fiducia in bianco a lui con 18000 abbonati in B dopo un anno incredibile. Aggiungo che su una tifoseria ampia essere a volte contestati in modo ineducato è una conseguenza del fatto che nella tifoseria stessa si va da persone per bene la maggior parte a qualche testa calda sino a qualche delinquente. Credo che la tifoseria avrebbe onorato la memoria di Edoardo Garrone a prescindere dal trattamento riservatoci dal figlio con una cessione lampo e altro ripeto che due diligence. l’avessero fatta veramente la due diligence. detto ciò dispiace per l’ennesima ripicca di Junior ex presidente e a questo punto per fortuna. Vada come vada se questi erano i suoi sentimenti meglio che abbia ceduto al primo che passava e temo sia andata così

      • NYC ha detto:

        Te la spiego io, NON volgiono avere piu’nulla a che fare visto che sono riusciti a sbolognarla al primo che passava di li non vogliono essere associati (anche se lo saranno) con le conseguenze che cio’ comportera’ .
        Seconda cosa non avendo piu’ il nome non sono obbligati a venire allo stadio per vedere la presentazione di Pato / Eto / Osvaldo / Samuel / Cambiasso e tutte le musse che racconta Ferrero.

      • maverick ha detto:

        Ciao,
        provo a dire la mia… Lascereste il nome di vostro padre a Ferrero? In fondo ora la samp e’ sua e se vuol cambiare l’inno chissa che non avrebbe, lui, cambiato nome al quel trofeo e allora preferisco ritirarlo io, figlio del ex ex presidente, piuttosto che lasciarlo in balia di Ferrero…

        • andrea.lazzara ha detto:

          Verrebbe da chiedersi, però( e ripeto io, al momento, ho fiducia in Ferrero! E’ doveroso averla), chi ha venduto la società..

          • maverick ha detto:

            🙂 avevo messo anche quella domanda nel mio post ma poi l’ho tolta perche non volevo sollevare ancora una volta i dubbi su ferrero visto che ogni 2 post uno e’ su quel tema e perche anche io tutto sommato voglio avere fiducia in Ferrero….

    • Dorianodoc ha detto:

      I Garroni si che sono signori!!!!! Hai detto bene ulteriore caduta di stile. Ma ce n’era bisogno? Chi voleva se ne era già accorto prima! Vorrei che qualche vedovella mi spiegasse il perché di questa uscita. Comunque continuate così….

  106. Massimo Pittaluga ha detto:

    Che tristezza anche Borea se ne va. Dopo Boskov anche l’ultimo grande uomo della società di Paolo Mantovani. Certo a pensare che avevo 20 anni quando abbiamo vinto lo scudetto e tutto sembrava così immutabile dopo anni di vittorie e gioie sportive. Quei bambini e giovani che hanno vissuto quell’epopea negli anni 80 e 90 come me credo oggi siano tristi, ma anche coscienti di aver vissuto un ciclo di vittorie ma soprattutto di persone irripetibili. Grazie Dott Borea.

  107. P.SOLARI ha detto:

    Un doveroso, ultimo caro saluto al non dimenticato dott. Borea, che con Mantovani e Boskov fece grandissima la Samp. Uomini del genere, signori in tutto e per tutto, mal si adatterebbero al calcio di oggi.

  108. luca ha detto:

    Mantovani,Boskov e Borea : grazie, grazie infinite per quanto ci avete trasmesso e quanto avete dato ai nostri colori , adesso che vi siete ritrovati buon viaggio ! non vi dimenticheremo mai

  109. NYC ha detto:

    Sentite condoglianze alla famiglia Borea.

  110. Massimo ha detto:

    Ciao Andrea. La voce secondo la quale Ferrero avrebbe trasferito la sede a Roma è una baggianata, vero? Sarebbe molto grave, anche se sono solo aspetti formali.

  111. alex75 ha detto:

    Di nuovo insieme,su una nuvola blucerchiata,buon viaggio dott.Borea….condoglianze alla famiglia.

  112. STEL ha detto:

    Un Signore d’altri tempi Paolo Borea che insieme a Mantovani e Boskov fecero volare la Samp sul tetto del mondo e sognare noi tifosi.Uomini veri, persone capaci, professionisti seri e soprattutto dei gran Signori in classe e stile.Di persone così ce ne vorrebbero nel mondo del calcio e non solo.

  113. Luca Pavia ha detto:

    Buongiorno.
    Inizio con un commosso ricordo di quel grande Signore e dirigente che fu Paolo Borea.
    Uomini d’altro stampo come lui, Paolo e Vujadin non ne vedremo più.
    Ringraziamo di averli avuti per noi è con noi.
    Passando, invece, ad argomenti più terra terra, siamo sicuri che ci servano uomini (?) come Osvaldo o Pato?
    Ammesso e non concesso che ci sia la reale intenzione di portarli in blucerchiato, cosa di cui dubito sarebbero funzionali a qualche progetto?
    O non sarebbe invece più opportuno selezionare qualche giocatore meno ingombrante ma più redditizio e soprattutto meno coinvolto in faccende di gossip, senza pagare ingaggi spropositati che finirebbero, fatalmente, per innervosire lo spogliatoio?

    • Lollo ha detto:

      Bravo !!! Temo siano alla ricerca spasmodica del ” nome ” più per ragioni di immagine che di sostanza

  114. Dorianodoc ha detto:

    Un altro artefice del Grande Doria ci ha lasciato. Ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona quando ero presidente di un club, un vero signore, che legava benissimo col Grande Paolo, il braccio e la mente di anni indimenticabili e forse irripetibili. Che tristezza ricordare quegli anni fantastici e rapportarli agli ultimi……..

  115. fabrizio perfumo ha detto:

    Caro Andrea,
    naturalmente la mia idea sulla presenza di Braida non esclude l’altra: e cioè che sia un gentleman. Il problema ” diritto del lavoro” esiste però.

    Sul nome del Torneo Garrone, ora Boskov : ma chi lo ha cambiato? Ha deciso Ferrero, io credo ma non lo so.
    Se così fosse ha deciso il prescelto di Edoardo Garrone.

    Per Paolo Borea: era un altro quadro della splendida pinacoteca di Paolo Mantovani.
    Uno che trasformava in oro tutto quello che toccava. Siamo stati fortunati a vivere un periodo così entusiasmante. Non solo per i risultati sportivi – incredibili – ma anche per il clima di serietà e leggerezza che ha caratterizzato quella Samp.
    LAVORO SERIETA’ SERENITA : il motto di Paolo Mantovani , ricordato da Lombardo dall’altare della Chiesa il giorno del funerale del nostro amato Presidente.

    Che sia sempre il nostro motto!
    Che sia sempre la nostra richiesta a chi governa o indossa la maglia blucerchiata.

  116. Mauro ha detto:

    Massi’, basta con questi Garrone.Bene ha fatto la famiglia a ritirare il nome dal trofeo.Solo a sentir parlare di un Garrone mi viene l’orticaria, con tutto il rispetto per chi non c’è più.Intitolare il trofeo al grande Vujadin ha molto più senso.Quantomeno si tratta di un VERO sampdoriano.Per restare a chi non c’è più….. addio grande Paolo, con quel nome non potevi essere altro che quello che sei stato: un grande dirigente, un grande sampdoriano ma, soprattutto una grande uomo.
    Ciao, Dottore.

  117. Gipo Samp ha detto:

    Mi ero ripromesso che non mi sarei rovinato l’estate rincorrendo le notizie di calciomercato Samp, come feci lo scorso anno. Confesso il mio fallimento. L’immobilismo di mercato, anche se comprensibile non essendo arrivato lo sceicco o “altre buone mani” come promesso da Garrone, genera sconforto e mancanza d’entusiasmo, ma nonostante tutto si continua a sperare non si sa in cosa. Molti credono che Miahjlovic ripeterà il miracolo. Non nascondo che provo un po’ d’invidia quando incappo in qualche collegamento TV da Neustift che mostrano i filmati del summer camp con i numerosi bambini e ragazzi rossoblù festanti e vedo i giornalisti genoani che sprizzano entusiasmo e felicità quando intervistano Gasperini che, tronfio come suo solito, prevede per Matri la nazionale e si esprime come se il Genoa fosse in procinto di affrontare i preliminari di Champions. Per scacciare i pensieri deprimenti che mi assalgono, mi rifugio inconsciamente nell’epoca d’oro di Paolo Mantovani quando assunse la presidenza di una Sampdoria in B con 2.615 abbonati e riuscì a compiere il miracolo della crescita esponenziale dei suoi supporters facendo diventare la Sampdoria la prima squadra di Genova. Mio figlio per il Natale del 2002 mi regalò un libro: La grande Sampdoria 15 anni nella storia di cui vi riporto uno stralcio che tratta l’argomento: “ …….lo sparuto gruppo di tifosi sampdoriani che nella Sud sostenevano la squadra con un tifo d’inferno nei primi derby, intimiditi di fronte all’imponente armata dei tifosi genoani……”. Era proprio così in quei tempi, quando il tram lasciata Sampierdarena arrivava a Dinegro cominciava per il blucerchiato il deserto dei tartari, salvo modeste presenze a macchia di leopardo in altre parti della città. I sampdoriani erano soverchiati numericamente allo stadio e in città dai genoani, e soggetti nel quotidiano alla loro arrogante presunzione e sfottò.
    I giornalisti sampdoriani a Bardonecchia, a differenza dei loro colleghi di Neustift, forse percependo l’atmosfera di perplessità che aleggia, vedendo alberghi senza il tutto esaurito e la mancanza di un massiccio numero di nostri tifosi, si limitano a riportare in maniera pacata le magre notizie. Chi tenta di scuoterci, a volte, è il presidente con le sue gags e bombe di mercato. A pensare che migliaia di sampdoriani sono andati a Lugano – “C’ero, ci sono, ci sarò” o ci saranno i nostri figli e nipoti – in una giornata da lupi siberiani per salutare Paolo Mantovani che non ci aveva ancora regalato nulla, mentre adesso perfino i molti tifosi che hanno esaurito la Sud non se la sentono di percorrere i chilometri di Bardonecchia per vedere la stessa squadra da retrovie dello scorso anno più l’innesto di Campana che ha già fatto il giro d’Europa e qualche giovane promessa della B.
    A spegnere ogni speranza ci pensa poi Osti quando viene intervistato. Il DS attacca sempre col suo monotono mantra che prima di comprare la Società deve liberarsi dei costosi ingaggi di Romero e di altri invendibili e con la minaccia di Romero che potrebbe anche restare, aggiungendo così altro dolore al dolore di questa Samp che cerca di tenersi a galla e che mi porta a fare analogie con l’ultimo viaggio della Concordia. Sempre forza Samp

    • andrea.lazzara ha detto:

      Non facciamo paragoni con un viaggio che è figlio di una tragedia che ha spezzato tante vite, per favore. Beh, nel fine settimana Bardonecchia era piena di sampdoriani e mi sembravano anche tutti molto soddisfatti e “carichi”. Forse inquieta un pochino il silenzio di Mihajlovic che non sta “comunicando”. Ma credo che presto lo farà, magari già a Marassi dopo l’Eintracht, sabato prossimo.

    • Paolo1968 ha detto:

      Certo che se provi invidia per chi ha preso in prestito Matri dopo aver venduto Gilardino…. e che casualmente è arrivato dietro ad una squadra di grammi…

    • Kreek ha detto:

      @GipoSamp

      Leggendo il tuo post mi é venuta voglia di insultarti pesantemente…poi mi sono ravveduto é uno spazio pubblico, fra l’altro neanche nostro, quindi preferisco confutare un po’ di inesattezze.

      1) La Sampdoria, a differenza di un anno fa, ha un’intelaiatura di squadra ben definita e un allenatore con le idee chiare. Poi la rosa può essere migliorata, ma secondo me ha già valori sufficienti così.

      2) la Val Stubai é splendida, ti consiglio di visitarla, io l’ho fatto, ovviamente senza certe fastidiose presenze B colori…i Camp li fa anche il Doria da anni, e molto partecipati e ricchi d’entusiasmo..ldipende dove e come vuoi guardare…

      3) Quando Paolo Mantovani rilevó la Sampdoria la media spettatori era 15.802 in serie B. fonte http://www.stadiapostcards.com. La città non era come te la ricordi tu. Segnatamente la gradinata Sud era una bolgia e non era per niente intimidita! Ciò che scrivi e riporti sono delle semplici BOIATE e non scrivo altro per quanto ho detto all’inizio…

      4) L’U.C. Sampdoria é la prima squadra di Genova da quando é nata, 1946,cioé da 68 anni, come risultati. E come spettatori é prima dal 1982, cioé 32 anni (quasi metà della sua storia). Queste non sono fantasie, ma dati inconfutabili (prego consultare sito sopra citato). Tendenza ripetuta, come risultati e spettatori, anche nelle ultime 2 stagioni non fra le piú esaltanti della Storia Blucerchiata (+4 e +1 sul campo) e media spettatori a partita +3500 e +2000…
      5) i giornalisti, come i tifosi del resto, delle 2 squadre sono diversi, non é che siano meno tifosi…é che i Sampdoriani in questo, contrariamente a certi pregiudizi, sono molto piú “genovesi’: hanno piú pudore, si esaltano meno facilmente…tu lascia che gli altri si esaltino…poi in campo finisce a un’altra maniera. Anche con Gasperini che, ricordo, é finito dietro al Doria 3 volte su 4…(quando ha completato la stagione), tanto per smentire un altro falso mito…
      6) A Bardonecchia per l’amichevole del week-end scorso 2000 Sampdoriani, contro i 1000 Bcolori in Austria… (eh ma l’Austria é più distante e c’è un entusiasmo che levati…vero?)

      Che altro scriverti?

      Cerca di riflettere su quanto ti ho scritto e inizia a tirarti un po’ su!

      Non vivere di ricordi e di leggende, basati sulla realtà!

      E…Avanti Sampdoria!!!

      • Gipo Samp ha detto:

        @ kreek

        Di regola ignoro le persone che usano il tuo linguaggio offensivo. Faccio un’eccezione, e mi scuso con Lazzara e i bloggers per la lunghezza della mia risposta.

        1) Chi si accontenta gode
        2) Ho semplicemente descritto ciò che hanno mostrato le TV genovesi.
        3) Non scrivo BOIATE quelle le dici tu, mistificando le mie parole. Leggi bene ciò che ho scritto: ……quando Paolo Mantovani assunse la presidenza di una Sampdoria in B con 2.615 abbonati (ABBONATI E NON MEDIA SPETTATORI come tu scrivi rilevandoli da Stadiopostcard) La gradinata Sud com’è oggi è merito del Presidente Paolo Mantovani, che riuscì a compiere il miracolo della crescita esponenziale dei suoi supporters, platea molto più vasta di quella dei tifosi, facendo diventare la Sampdoria la prima squadra di Genova. Nel magnifico libro che t’invito a leggere: La Grande Samp – 15 anni nella storia dal 1979 al 1994, si legge: … nel Luigi Ferraris la “casa” sampdoriana diventa la gradinata Sud dove uno sparuto gruppo di appassionati tifosi blucerchiati nei primi derby fa un tifo d’inferno, ma è intimidito dall’imponente armata dei tifosi genoani. Io c’ero e altri lo potranno confermare.
        4) Tu scrivi che la Sampdoria è la prima squadra di Genova dal 1946, ma poi aggiungi che come numero di spettatori lo è solo dal 1982. Un’evidente contraddizione poiché la prima squadra s’intende nell’accezione comune quella che ha il maggior seguito numerico di persone. Quindi nei tre decenni abbondanti che precedono il 1982 la Sampdoria era proprio quella che descrive il libro, ovvero minoranza a Marassi e in città, come io ho scritto e vissuto. Per illuminarti sulla mia sampdorianità, ti dirò che nel 1946 feci un provino e fui preso nella squadra ragazzi della Sampdoria dove giocai dal 46’ al 49’, campo d’allenamento Cornigliano, allenatore Gipo Poggi al quale ho dedicato in ricordo il mio nick. Concordo sul diverso modo di essere tifosi tra noi e bibini ben conoscendoli. L’ho già scritto in precedenza ma te lo ripeto: andai a Lugano con famiglia per rendere omaggio a Paolo Mantovani in una giornata da lupi siberiani, quando non ci aveva ancora regalato le gioie che poi ci ha fatto vivere. Non ricordo se eravamo 2000 o più, ma senz’altro una moltitudine.
        5) Come tifosi conosco i bibini da più lungo tempo di te e concordo che siamo molto diversi.
        6) Una larga parte dei sampdoriani non vive in funzione del Genoa come dimostri di fare tu e altri veri tifosi, ma è interessata ai valori globali di eccellenza della società Sampdoria, e tolto l’anno in cui con i Garrone abbiamo raggiunto il 4° posto grazie a Storari, Pazzini e Cassano, l’entusiasmo del sampdoriano medio che non partecipa alle scooterate ma le fa solo quando si vincevano le Coppe e Scudetto, è andato sempre più affievolendosi. Il cambio di proprietà ha ulteriormente contribuito. Bardonecchia ha risentito di tutto questo e anche se tu scrivi che nel week end sono arrivate 2000 persone, in settimana c’era il deserto o quasi, come si poteva vedere dalle immagini nei collegamenti delle TV genovesi che riprendevano sempre in primo piano il giornalista evitando le panoramiche. Tutti i media hanno scritto che in merito all’affluenza il piatto piange nei confronti del 2012 e 2013, e Bardonecchia sta pensando di sostituire la Samp con altra squadra. Forse con il Napoli di De Laurentis. Il Sindaco e dirigenti Grandi Eventi Bardonecchia dicono di aver bisogno di squadre con top player per richiamare tifosi e turisti per riempire gli alberghi e fare girare l’economia turistica estiva di Bardonecchia. Altro che contributo di presenza richiesto da Ferrero. Non siamo più una squadra che fa richiamo.
        7) Ti ringrazio per la tua chiusura da saggio che con sufficienza m’inviti alla riflessione e a non vivere di ricordi ma, purtroppo, le gioie calcistiche che ho vissuto con i Garrone mi hanno indotto, sovente, ogni volta che si spegnevano le speranze di un rilancio della Sampdoria, a rifugiarmi con il pensiero nell’epoca di Paolo Mantovani e famiglia. Ma sono certo che questo non possono capirlo le persone come te e altri, che vi accontentate di vivere la Sampdoria solo in funzione anti genoa.

        Spero che Lazzara moderi eventuali altri tuoi scritti di pancia da forum pieni di bile. Sempre forza Samp

        • Pino ha detto:

          Concordo in tutto, fatta eccezione al punto 6) parte finale : Forse a Bardonecchia si son dimenticati che c’è crisi (loro non la sentono? Meglio così per loro) e le persone normali devono preoccuparsi seriamente a come portare a fine mese la famiglia con un piatto di minestra in tavola piuttosto che andare ad osannare dei milionari.

        • Kreek ha detto:

          @Gipo

          1) Io sono contento di essere Sampdoriano. Quindi godo SEMPRE.

          2) A volte bisogna andare oltre a come le situazioni, sportive e non, ci vengono presentate…dipende, spesso, da chi ce le presenta!

          3) Sul numero degli abbonamenti verificherò (non ho avuto modo in questi giorni…). Ma, in questo caso la mistificazione mi sembra più tua, visto che citi solo il numero degli abbonati (fra l’altro non reperibile in rete); io ho citato un dato che meglio facessere intendere la REALTA’ di quegli anni e di quelli prima.
          Basta rivedere un qiualsiasi filmato dagli anni ’60 e ’70 o qualche fotografia di “Calcio e ciclismo illustrato” per scoprire una Sud stracolma. Ma un libro lo scrive una persona che ha un’opinione e magari prova a orientare (lecitamente, per carità…) quanto scrive su quella opinione. (Vedi punto 2). Comunque verficherò il dato sugli abbonati e te le farò sapere
          .
          4) No la situazione non è quella descritta nel libro. Dopo il 1966 i Sampdoriani a Marasi e in tutta la città sono cresciuti in modo costante ed esponenziale. Dal 1982 in poi, col ritorno in serie A, la supremazia è stata netta (e qui parlano i numeri). Prima vi era una predominanza Bcolore, ma negli anni 70, specificatamente, non era sciacciante come la descrivi e ricordi tu. Sicuramente Paolo Mantovani ha dato un contributo importante e decisivo per consolidare il primato a livello di spettatori paganti, poichè quello di risultati era, ed è, evidente da 68 anni.

          5) Niente da aggiungere, anzi sì: meno male!

          6) Lo confesso sono prima Sampdoriano e, subito dopo, anti-“C”enoano…Beati gli equilibrati! Ma io non sopporto le loro pantomime e le loro false leggende, per questo ho citato Gasperini, i piazzamenti e i dati sugli spettatori: perchè tendono sempre a millantare e a me questo proprio non piace e preferisco confutare alcune palesi inesattezze. Su Bardonecchia: io conosco molte persone che sono andate a seguire la Sampdoria in val di Susa, se il numero è diminuito io lo imputo più generalmente alla crisi: chi magari stava più tempo, magari ha ripiegato per un week-end o una gita in giornata…Sicuramente i club di prima fascia hanno più appeal, hai ragione.
          A Lugano c’ero anch’io, finì 4a2 per noi ed eravamo in 4-5 mila!

          7) La pensiamo diversamente: vedi punto 1)

          In ultimo: non capisco il tuo invito alla “censura”. Ho scritto che avrei avuto voglia di insultarti, ma non penso di averlo fatto. Secondo me avevi scritto alcune cavolate e mi sono permesso di usare il termine “boiate”, mi spiace se ti ho in qualche modo offeso…

          Invece sul presunto “versamento di bile”, non posso immaginare, allora, cosa avrai passato mentre scrivevi il primo post di questo “nostro” scambio… 😉

          Saluti e onore alla tua antica miltanza Blucerchiata!

        • Maraschi ha detto:

          Confermo i rapporti di forza anni ’70. Mi ricordo un derby dell’autunno 73, con lo stadio stracolmo: stimati 36000 genoani contro nemmeno 20000 sampdoriani, per la cronaca finì 2 a 0 per noi con goal di Giangia Salvi sotto la Nord, su assist di tacco di Rossinelli e autogoal di non so chi.

  118. Luca ha detto:

    Scusa Andrea visto che le bugie hanno le gambe corte vorrei che andaste a dire al presidente che Samuel si e’ trasferito in Argentina ed esattamente a Basilea!!!! Ora ho ci sta riempendo di balle ! O i giocatori lo stanno prendendo per il naso ( per non dire altro), visto che anche lui a Bardinecchia sosteneva che Samuel non era venuto solamente per la scelta famigliare di tornare in patria!!!! Sono tutto orecchie ( se si concretizzasse il passaggio alla squadra Scizzera!!!!! Attendo grazie

    • andrea.lazzara ha detto:

      Beh…un anno di contratto ricco(al Basilea ne danno di soldi) a un passo da Milano(dove la famiglia tutto sommato ancora un anno può restare) e senza sfidare l’Inter. Ha fatto bingo.

      • Giorgio ha detto:

        Per me è solo questione di soldi, Genova è più vicina a Milano rispetto a Basilea e la storia di non sfidare l’Inter per me è una cavolata.
        Sono sicuro che se viperetta sganciava 1.5 milioni veniva.

      • Paolo1966 ha detto:

        E giochera’ in Champion’s

      • Maraschi ha detto:

        Tutto vero a parte la distanza da Milano: Genova è più vicina di Basilea a Milano.

      • fabio ha detto:

        E allora -perdonami Andrea- in questi casi si tace senza fare proclami, lavorando semmai sotto traccia, senza generare aspettative.
        Io sono per lasciare a chiunque il tempo per lavorare, ma in estrema lucidità e calma, non posso che constatare l’assoluta improvvisazione che al momento domina in società.
        Troppe parole sono sempre indicatrici di pochi fatti, a casa mia.

    • Dorianodoc ha detto:

      Caro Luca come mai le stesse cose non le scrivevi i campionati scorsi dopo le figuracce che ci faceva fare asticella? Povera vedovella…..

    • sampdorianamente ha detto:

      E aggiungo….. a farsi sei partite assicurate nella prossima Champions League dove il Basilea è già qualificato ai giorni……….

    • Kreek ha detto:

      @Luca

      …devi stare piú attento…Il Presidente Ferrero ha parlato di scelta di cuore da parte di Samuel e Cambiasso: nom rimanere in Italia per non essere costretti a sfidare l’Inter militando in un’altra squadra italiana…poi che tornassero o meno in Aegentina era solo una delle ipotesi.
      Insomma: il Doria ci ha provato. Poi 2 giocatori del genere non hanno problemi a trovare una sistemazione in Europa e nel mondo, soprattutto, come giustamente sottolineato da Andrea Lazzara, a fronte di un buon stipendio e di poter giocare in Europa, senza allontanarsi troppo da Milano…Bingo, appunto!

    • nello ha detto:

      In realtà aveva anche detto di non voler incontrare l’Inter è infatti non la incontrerà, non è andato al Sassuolo,tanto per fare un esempio.

      • andrea.lazzara ha detto:

        Approfitto di questo messaggio per rispondere ad ambarabacciccicoco: degli imbecilli non lo dai a nessuno. Soprattutto a chi scrive qui sopra? Ok? grazie

  119. Dado ha detto:

    Purtroppo, i miei brutti presentimenti emersi a caldo dopo aver visto la presentazione del nuovo presidente quel “indimenticabile” 12 giugno, si stanno riproponendo anche a freddo.

    Dopo quasi due mesi ha detto un sacco di parole ma fatti veramente pochi. Non dai giornalisti ma dalla sua bocca sono usciti i nomi di Cambiasso, Samuel, Pato, Osvaldo ecc… ma perfavore…. perfavore!!! Ma siamo realisti!!! Ma crede di prenderci tutti per il naso???? Io sono allibito dal comportamento di questo signore… io spero di sbagliarmi ma quello che vedo sono sole parole parole e parole e fatti che poco mi piacciono…. Braida che non viene confermato perchè Ferrero vuol gestire tutto da se e Braida costa troppo… Dirigenti storici della sampdoria che se ne vanno… Sinisa inquieto…. e uscite veramente allucinanti di questo signore…. Bah… io sono seriamente seriamente preoccupato…. e ripeto magari sbaglio e spero vivamente di sbagliarmi… ma secondo me questo non ci compra nessuno di rilevante, ci ricopriròà di altre parole e di giustificazioni e magari a fine mercato si vende pure o Mustafi o Obiang o qualcun’altro dei nostri che ha mercato… e ci ritroviamo sostanzialmente con la squadra dell’anno scorso che non dimentichiamo si è salvata perchè per dieci partite abbiamo reso al 120%!!

    Chiudo ripetendo ancora… SPERO PROPRIO DI SBAGLIARMI!!!!

  120. Luca ha detto:

    Si ma bingo la hanno fatto anche Cambiasso, Osvaldo, Pato etc ? Scusa Andrea ma perché quando il Presidente spara un nome a caso voi giornalisti non gli fate notare che sparare ” beli nate'” per non dire altro e’ sempre controproducente? Io scommetto che la sorpresa non ci sarà MAI!!!!!!

  121. bisciagoal ha detto:

    Nel frattempo, il furbetto del quartierino, ha già ha fatto a pezzi la Società trasformandola in un baraccone di piccole Srl dal miniscolo capitale sociale con sede a Roma, …c’è da immaginarsi che verranno utilizzate più a scopi cinematografici che calcistici…

  122. YumaS2001 ha detto:

    adesso sembra che i bibini vogliano campagnaro.
    io glielo lascerei e punterei su un giovane di belle speranza da rivendere dopo avrlo valorizzato

  123. luca ha detto:

    Buongiorno Andrea , perdona ma come interpreteresti le parole di De Laurentis sul nostro Presidente “un esercente” solo “un collega ed un proprietario di sale” e quelle in data odierna del grande rimpianto (cosi qualcuno potrà pensare cinque minuti di più) Cassano “la sorpresa ? di chi quello della Nutella ?”, io le reputo inquietanti ! scusa ma oltre alla mancanza di rispetto io non mi permetterei mai di deridere una persona senza averne una conoscenza a 360 ° ! e comunque anche in questo caso non farei e direi NULLA ! a te un giudizio ( e intanto la sorpresa rimane ancora tale !!!!)

    • ambarabaciccicoco ha detto:

      non sono andrea ma spero di poterti rispondere io… Tale Signo r De Laurentiis non brilla e lo ha dimostrato più volte in eleganza e stile tant’è che pare che da Marinella tempio dell’eleganza maschile in Napoli non lo conoscano…Magari al suddetto signore brucia ancora lo smacco subito ai tempi del fallimento Cecchi Gori quando anche una sua cordata tentò di rilevare la catena dei cinema… Per uanto riguarda Cassano spesso l’estro si accompagna all’ignoranza (Ligabue, il pittore insegna…)
      e lui ha tutto per confermare appieno la regola… Per il resto io mi fido ciecamente della sampdorianità di Edoardo e se la samp è stata affidata a Ferrero ci sarà stata
      una verifica capillare delle potenzialità del signor Ferrero. Peraltro vorrei ricordare che proprio Edoardo disse di essere sempre disponibile nel caso di un contributo di opere ed opera per lo stadio. Mi pare sia un’apertura di credito importante.
      Per quanto riguarda il patrocinio della prima gara ufficiale della Stagione credo che non sia una deisione della nuova società o che la stessa sia stata causata da un’interruzione di rapporti. Credo che si debbano ringraziare quegli esimi signori (si fa per dire..-cosi va bene Andrea?-) che non hanno perso un attimo della loro vita per inseguire con insulti volgarità ingiurie tutta la Famiglia. E ad Edoardo e tutta la Famiglia mi auguro la arte sana della nostra Tifoseria voglia chiedere scusa prima o poi…

  124. El Cabezon ha detto:

    Veramente Ferrero ha dichiarato che Samuel ha rifiutato perchè ” non se la sentiva di giocare contro l’Inter”, quindi non vedo chissà quale bugia detta dal Presidente che, diamogliene atto, ci ha comunque provato con un difensore di caratura internazionale ( anche se stagionato…) che ci avrebbe fatto comodissimo…
    Una tiratina d’orecchie però il nuovo patron se la merita per la questione “sorpresa”: avrei compreso un ritardo di 24/48 ore, ma ad otto giorni da quell’annuncio nulla è accaduto, non oso immaginare che putiferio si sarebbe scatenato se una dichiarazione simile l’avesse fatta Edo…
    Spero che Ferrero d’ora in avanti sia più cauto nelle sue esternazioni, una scivolata la si può accettare sperando che non diventi un vizio…
    Sulla questione del trofeo Garrone io non la vedo in maniera così cinica e spietata che ho letto e sentito in giro…
    Aleggia ancora troppo mistero su questa vendita – lampo e si respira tuttora nell’aria troppo astio, rancore, diffidenza e chi più ne ha più ne metta…
    La presenza di Edoardo sabato prossimo allo stadio avrebbe molto probabilmente creato imbarazzo e forse anche un pò di tensione quindi la scelta di defilarsi la trovo appropriata sperando che prima o poi i protagonisti di questa vicenda abbiano voglia di fare un pò di chiarezza visto che ad oggi personalmente non ho ancora capito se questa cessione societaria sia stata davvero pianificata per mesi nell’assoluto riserbo o esattamente il contrario…

  125. petrino ha detto:

    in effetti la sede legale della samp e’ stata trasferita a roma. La sede amministrativa invece e’ a genova. Comunque ferrero rischia di perdere la presidenza in quanto il codice della FIGC prevede che i presidenti siano incensurati e ferrero ha delle maccchie passate e presenti. Comunque, secondo me, non stara’ molto al doria.Da garrone volpi non avrebbe mai preso la sampdoria. AL momento veleggia con il suo yatch a capri , avendo come gradito ospite messi e signora. Vedremo e speruma.

  126. peter ha detto:

    quante storie…ma qualche tempo fa quando qualcuno criticava l ‘ex presidente durante il calciomercato si diceva “il mercato chiude i primi di settembre” oppure “vai a tifare genoa” ecco…adesso lo dico io ai mugugnoni e con grande soddisfazione.
    fiducia a Ferrero.

  127. pipino ha detto:

    se non lo aggiornate mai mi chiedo se non sarebbe opportuno chiudere il sito!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Scusi signor Pipino? Alle 13.01 il sito era aggiornato direi. Cosa voleva d’altro? I casi sono due: o qualcuno ci fa degli scherzi, o c’è qualcosa sotto. Perchè ultimamente compaiono messaggi, per così dire, sospetti. Siamo fallaci come tutti gli umani ma questo messaggio mi fa sorridere. E pensare. Grazie signor Pipino, comunque…

      • Paolo1968 ha detto:

        Forse Pipino era stremato dalla situazione dell’altro blog e ha scritto qui inconsciamente il suo pensiero; dev’essere un parente di quel fantomatico Roberto…

  128. Dorianodoc ha detto:

    Una, anzi due, belle notizie. Abbiamo un presidente che, nonostante quello che pensano e scrivono le prefiche garroniane, nella squallida “vicenda” Tavecchio ha dimostrato di avere le cosiddette palle e di ragionare con la sua sensibilità e non per ragioni di bottega. Bravo Ferrero, tanti soldi in meno delle varie asticelle ma tanta dignità in più. E poi Okaka. Cavoli. Un ragazzo così giovane con le sue dichiarazioni ha dato parecchi punti a tanti “soloni” del calcio. Bravo Stefano, potrai fare un gol o venti, non mi interessa una beata ceppa, ma sono orgoglioso che un un vero uomo giochi nella mia squadra.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Credo che il buon Okaka certe cose le senta…dentro e dunque la sua presa di posizione assume un significato particolare

  129. Emanuele ha detto:

    E bravi bibinazzi…dopo averci provato con Campagnaro ed essere rimasti con un pugno di mosche in mano hanno provato a fregarci Yepes!!! Volevano emulare Sabatini-Garcia nella vicenda Astori con Lotito e invece….ciccia!!!! 🙂
    Sabato tuti a Marassi! Daje Viper

  130. Bolza ha detto:

    Bergessio yepes e viviano. Non saranno fenomeni ma giocatori da serie a…a differenza dei vari Gavazzi bjernason barilla’ e compagnia che arrivarono con il petroliere piu’avaro del mondo…riflettere prima di giudicare a priori. Avanti Sampdoria 1946. Bolza

    • andrea.lazzara ha detto:

      Si…devo dire che il quadro che si prospetta in questi giorni è tecnicamente interessante. Ed anche economicamente perchè, insomma, l’esborso non è faraonico. Ps scusate il..ritardo, l’arrivo della Concordia ha fatto si che facessimo tutti molte ore di diretta per questo fatto di cronaca così importante

    • peter ha detto:

      la differenza e’ lampante, yepes bergessio e viviano contro barilla bjarnason da costa
      mamma mia e ancora c e’ chi lo rimpiange.
      finalmente qualcuno con meno soldi ma con passione
      vai Ferrero !!!

      • Kreek ha detto:

        @Peter e altri…

        A scanso di equivoci: in primis Forza Massimo Ferrero e Avanti Sampdoria.

        Tuttavia ricordo che lo scorso anno le 3 RISERVE: Eramo (già di proprietà 1 presenza), Barillà (prestito secco 3 presenze) e Bjarnasson (14 presenze, comproprietà). Fra l’altro i primi 2 sono stati ceduti a gennaio e Bjarnasson.

        La mia domanda è: ma che vi hanno fatto questi 3 giocatori, a parte il fatto di non essere giocatori di primissimo livello? 😉

        E comunque lo scorso anno arrivarono anche:

        De Silvestri (ri-preso) 1988
        Gabbiadini 1991
        Okaka 1989
        Fornasier 1993
        Regini 1990

        Tutti giovani e niente male: praticamente 3-4 titolari…

        Così per ricordarlo e cercare di avere la memoria un pò più lunga…

        Per gli ultimi arrivi di quest’anno (se confermati): molto bene!
        Senza dimenticare Rizzo, Cacciatore , e soprattutto, Campana e Duncan entrambi classe1993 e che dire di Baumgartner? Classe 1998 (!) (da ufficializzare)

        Se, come penso, avvallati dall’allenatore, Sinisa Mihajlovic, ancora meglio!

        [ A proposito dell’allenatore: anche lui è stato lasciato in “eredità” dalla precedente Proprietà…fra l’altro, come diceva qualcuno, “non si può stare 10 giorni senza allenatore” …quando si dice la lungimiranza 😉 ]

  131. Dorianodoc ha detto:

    Cosa dire, poi, dell’intervista fatta dalla Gazzetta al buon Gasparin? Avete letto chi aveva agganciato? James Rodriguez (!!!!!), Iturbe, Kucka. E avete letto perché non sono arrivati? E c’è ancora qualcuno che rimpiange quella simpatica famigliola che non voglio neanche nominare? Quella era gente che del calcio non fregava un bel niente ( per non dire altro), e le vedovelle ancora a rimpiangerli. Poveretti…….

    • andrea.lazzara ha detto:

      Uso questo messaggio per rispondere a Gianni: messaggio delle 7.05 del 29. No all’espressione demente. Grazie

      • gianni ha detto:

        era riferito a tavecchio; dargli del razzista va bene ma del demente no? non è la stessa cosa?

      • gianni ha detto:

        comunque….la frase “spero di non avere compagni gay” detta dall’amore del sedicente tifoso doriano (che in altro forum scrisse di essere simpatizzante per via del 99) sicuramente sarà stata da lui approvata; invece bisogna continuare ad insultare gli autori, tanto per dirne una, dell’iniziativa samp for peace; ma quando uno è in missione…

    • Bulgaro ha detto:

      Hai la stessa capacita` di dialogo di Sgarbi …

    • dario ha detto:

      Con tutto il rispetto per la tua opinione… Qui non credo che le “vedevolle” rimpiangano il passato ma abbiano dubbi e timori per il futuro. Aggiungerei anche che le parole di Gasparin mi sembrano ingiuste e fuori luogo, un professionista serio di questo settore secondo me non dovrebbe dire queste cose per pubblicizzarsi… Comunque sia forza Sampdoria, lo urlo con tutta la mia voce e meno male che finalmente da sabato si tornerà a respirare il profumo dell’erba pestata dello stadio.

      • andrea.lazzara ha detto:

        Caro Dario, conosco abbastanza Gasparin e ti posso dire che lo ritengo una persona corretta ed elegante. E che di certe operazioni abbozzate…e non concluse, ne avevamo parlato anche noi(me lo ricordo benissimo) in questi frangenti convulsi che precedettero la tragica retrocessione. Ps dopo l’Eintracht…nuovo articolo. Fatemela vedere la vivo ! 🙂 Che sennò poi dicono che non aggiorno…:-) ps numero 2 ve lo dico già, dal 13 al 30 sono in ferie(piano ferie pubblico..:-)) ) . Si torna in pista con la prima di campionato e vi posso anticipare che…ci saremo!!!!

        • dario ha detto:

          Grazie per il chiarimento Andrea 🙂
          Aspetto impaziente la partita sperando che possà dare risposte e aprire tanti discorsi interessanti.

        • Lollo ha detto:

          Allora ci aspettiamo un articolone dopo l’Eintracht e poi buone meritare ferie !! 🙂

    • Paolo1968 ha detto:

      Be’, il curriculum di Gasparin per cosa brilla? Per quelli che avrebbe proposto allora? E poi?
      Dai, su…

  132. Dorianodoc ha detto:

    P.s. qualcuno dirà che le mie sono insinuazioni!!!!!!!

  133. Massimo Pittaluga ha detto:

    bene se arrivano tutti e tre bravo viper. non fenomeni ma tutti giocatori da serie A buona.

  134. Buk71 ha detto:

    Viviano -Desilvestri ( cacciatore ) Mustafi ( fornasier ) Gastaldello ( Yepes ) Regini ( Mantovani / Costa )
    Palombo ( campana ) Kristicic ( Duncan ) Soriano ( obiang ) Gabbiadini ( Sansone ) Eder ( fedato ) Okaka ( bergessio )…..!!!! Sistemiamo e cerchiamo di realizzare qualcosa da Salamon, Renan e poco altro e direi che Asticella una squadra così ben attrezzata e “assortita” non ce l’ha mai fatta! P.S.: Niente di fenomenale e senza spendere capitali….solo “cum grano salis “…..!!! E se anche ci dovesse vendere un pezzo tra Mustafi e Obiang ( ovviamente rimpiazzato ) non sarebbe certo un dramma! E Sabato allo stadio…please!!!! P.S. 2: Anch’io sono uno di quelli che ha tanti dubbi su Ferrero ma preferisco rischiare l’avventura che restare piantato nel torpore che regnava con Asticella, si spezza la corda e compagnia cantante…!!!

    • dario ha detto:

      Avrei un’obiezione… Non che voglia difendere colui che tu chiami “asticella” ma l’80% della squadra che tu dici che non ce l’ha mai fatta, l’ha realizzata proprio lui… E’ stata una lenta opera di costruzione, sofferta, poco entusiasmante ma realizzata dalla precedente proprietà.

  135. Buk71 ha detto:

    …Vado un secondo fuori tema…se posso! Tavecchio ( pregiudicato pluricondannato over 70 ) appoggiato da Galliani, Lotito, ADL, Preziosi….Il vecchio Marcio Che Avanza…W L’Italia!!!!!

  136. Simone ha detto:

    Yepes 38 anni..Viviano non gioca titolare da 3 anni.. Bergessio punta di una squadra retrocessa, che segna sempre metà dei suoi gol ad aprile-maggio-giugno…
    Entusiasmo direi esagerato.. mah..misteri..

    • peter ha detto:

      si molto meglio barilla petagna bjarnason, sestu…..
      yepes nazionale colombiano che ha fatto un gran mondiale
      viviano arrivato in nazionale, poi fiorentina e arsenal, ok ha avuto qualche problema ma tecnicamente un portiere di serie a e non un citofono come avevamo
      bergessio son due anni che va in doppia cifra e l anno scorso ne ha segnati 10 giocando meta’ campionato ok ma diciamola tutta la verita’ e non quella che fa comodo per difendere l ex presidente che grazie a dio se ne e andato: bergessio ha subito per un fallo killer di chiellini un grave infortunio auindi ha giocato meta’ campionato per questo e ripeto segnare 10 reti in meta campionato e’ tanta roba.

    • Dorianodoc ha detto:

      Gli anni scorsi sì che c’era entusiamo!!! Dopo Barillà si erano visti caroselli e tuffi nella fontana di De Ferrari……..

    • Buk71 ha detto:

      Sicuramente mi danno più entusiasmo che i “colpi” Eramo, Barillà, Petagna, Bjarnasson….vado avanti????

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      Simone però considera che viviano per da costa sulla carta migliori, yepes come primo rincalzo è un ottima scelta. certo ha 38 anni e non può reggerti un campionato ma in certe partite verrà utile eccome (al mondiale ha fatto ancora la sua bella figura giocando 2 volte alla settimana…..bergessio non sarà un fenomeno ma con okaka gabbiadini eder e sansone va a completare un reparto d’attacco con tante alternative ed ognuna complementare all’altra. perdonami ma rispetto a barilla bjarnasson and C mi sembra una costruzione più coerente e senza dilapidare denari. Ho sentito poi che romero ha chiesto 2,2 mln al benfica? mi tocco se ci sono. Ragazzi un must per certe società come la samp dovrebbe essere mai giocatori di rajola. che giochino bene o male sono una tassa. bene l’esperienza messa in squadra con anche qualità e nel mentre bene la ricerca dei giovani in giro da parte di pecini.

    • Luca Pavia ha detto:

      Già, meglio Bjarnason, Barilla’ e Bentivoglio… Ma per favore!

    • fabiosamp ha detto:

      Ti mancano forse i lauti premi salvezza promessi da asticella a fdnomeni del calibro di eramo gavazzi barillà e bjarnason?siete sempre stati e resterete il male della Sampdoria…per.fortuna non siete soli…

    • fabio ha detto:

      Dei tre acquisti quello più centrato mi pare Bergessio, perchè Yepes (che veleggia spedito verso i 39) e Viviano (scaricato dalla viola in maniera direi emblematica) non è che li si possa mettere nel mazzo degli arrivi entusiasmanti.
      Poi per carità, rispetto ad un mese e passa di parole senza fatti, va già molto bene così, però -ripeto- di 3 uno mi pare all’altezza, gli altri un pochino incognita lo sono.
      Poi dipenderà tutto dalla vendita o meno di Mustafi; se rimarrà beh allora la rosa la si può valutare abbastanza competitiva, viceversa non esattamente……

    • ambarabaciccicoco ha detto:

      Perotti (rotto ?) Matri ex goleador Rosi e Greco difficilmente riconosciuti dai commentatori televisivi per le scarse apparizioni in serie A …Rincon giocatore Venezuelano (ma il Venezuola è campione assodato solo nel baseball) ..Si hai ragione: meglio molto meglio la campagna acquisti del tuo Presidente,,, A proposito ma Gilardino e Vrsaliko non li ho visti nella formazione delle amichevoli..Come mai?

    • Emanuele ha detto:

      Hai ragione Simone….vatti a vedere Bedda Matri, Rincon e Perotti…quelli si che son buoni! 🙂 Forza Sampdoria.

    • Kreek ha detto:

      @Simone

      (aspetto ufficialità)

      Ma cerco di interpretare l’entusiasmo che non comprendi…

      -Yepes è arrivato ai quarti ai mondiali con la Colombia (titolare) 102(!) presenze in nazionale, grande esperienza e, comunque, 24 presenze nell’Atalanta 2013-2014. Ottimo rincalzo o anche titolare all’occorrenza, “pronto subito” 😉

      -Viviano era titolare nella Fiorentina 2012-2013 (32 presnze e 4° posto finale) , Dunque la penultima stagione e non 3 anni fa…

      -Bergessio 35 gol in 109 partite in serie A col Catania, miglior marcatore di sempre in serie A sotto l’Etna,sempre buoni campionati, l’ultimo (chiuso con la retrocessione), ha visto Bergessio fuori per 2 mesi a causa della rottura della tibia (per fallaccio di Chiellini). Ciò nonostante è rientrato a tempo di record ed è riuscito a marcare 10 reti in 30 presenze.

      Mistero svelato? 😉

    • Buk71 ha detto:

      Sempre meglio ( molto meglio ) che i vari Eramo, Bjarnasson, Petagna….etc, etc, del Sig. Asticella……

      • gianfra ha detto:

        l’anno scorso questi giocatori ce li scordavamo, anche se un giudizio lo si potrà dare solo il 1 settembre alle 23.01

  137. peter ha detto:

    io sinceramente con duncan e campana, due ottimi acquisti uno under 21 spagnolo con piedi buoni e duncan un rinforzo di peso e corsa, venderei renan e obiang, monetizzerei anche mustafi che ci puoi fare 10 milioni prendi un altro difensore e un esterno buono alla giovinco e ambisci all europa.
    Grazie ferrero, ci hai salvato da un incubo !

  138. max ha detto:

    andrea sempre complimenti per come gestisci il sito.
    in passato qualche critica l’ho fatta ma fa parte del gioco credo.
    non capisco tutta questa sfiducia e perplessità certamente da chi poi contestava prima
    i garrone ad ogni passaggio. ora si è cambiato ed il risultato e che contestano ancora prima di iniziare. beh tutto strano. prima si vuole il cambiamento poi non lo si accetta perché il nuovo è di roma e gestisce la cosa come una azienda e non a livello famigliare. giudicheremo quando avra fatto e avremmo visto i risultati. perché chi ciritca tanto non trova lui il presidente magnate o ci si mette e poi critica??? troppo semplice fare i tifosi quando si vince facile!!!!.
    auguriamoci solo che sia un buon presidente e comunque simone i giocatori saranno anche vecchi, non giocano e segnano ad aprile ma sono buoni giocatori e meglio di quelli arrivati l’anno scorso e sono in linea con le possibilità della ns Samp.

  139. moussa dembelè ha detto:

    Non e’ per fare l’incontentabile o il criticone a prescindere. Bergessio va bene come “sorpresa” ma davanti pensavo fossimo anche a posto cosi’..

    A me piacerebbe un regista vero, non dico un Pirlo ma un Volpi si!

    E invece abbiamo 8 centrocampisti tutti piu’ o meno uguali (Campana non lo conosco) e neanche un vero regista.

    Ma sono il solo a pensarla in questo modo?

  140. Paolo1966 ha detto:

    Yepes e Bergessio li aveva voluti Sinisa. Viviano anche. Gli anni scorsi arrivavamo a fine mercato coi buchi in organico a prendere Bentivoglio o Bjarnason. Quest’anno, salvo cataclismi ad un mese dal campionato abbiamo una squadra pronta e completa. Nell’ultimo mese potremmo eventualmente monitorare occasioni last minute.
    Poi sara’ quel che sara’

  141. STEL ha detto:

    Il giorno dell’insediamento di Ferrero avevo il terrore e mi è durato a lungo, poi pian piano ci si abitua a tutto. Allo stato attuale mi sembra che il nostro Presidente voglia fare bene e del suo meglio per toglierci qualche soddisfazione, riguardo il mercato, almeno ad ora credo si stia muovende piuttosto bene con intelligenza, si è liberato di zavorre e non era semplice, gli innesti sono di buon livello ( non paragonabili ai vari Barillà, Petagna,Bjarnason etc. ) soprattutto ha saputo gestire e ponderare bene la qualità dei giocatori con le le finanze che aveva a disposizione che non credo fossero faraoniche.
    Per quanto mi riguarda partiamo con una buonissima formazione, per cui ad oggi direi che il bilancio è positivo, poi le situazioni possono migliorare o peggiorare, ma questo non posso prevederlo.Magari tra un mese, spero di no, venderanno Mustafi ed Eder, ma nel caso credo e spero di veder arrivare altri giocatori in grado di sostiturli degnamente.

  142. ambarabaciccicoco ha detto:

    Andrea prima di tutto le mie scuse : ho esagerato ma francamente non avevo trovato altre espressioni per marchiare a fuoco certi loschi personaggi che sotto l’anonimato di un alias credono di potersi permettere ingiurie ed insulti nei cofronti di Chi per anni ha fatto vivere alla Sampdoria situazioni anche superiori alle disponibilità create da bacino d’utenza e sponsor . E questo andazzo non è su questo blog ma dappertutto. E io credo che se si vuole esternare una propria insoddisfazione o peggio si vuole tacciare qualcuno di qualsiasi indegnità bisogna avere il coraggio di togliersi dall’anonimato e andare incontro alle proprie responsabilità, Detto questo sono lieto di poter parlare di situazioni tecniche relative alla squadra : buon lavoro quello di Osti e Pecini e se poi arrivassero due ciliegine sarebbe tutto ottimo e …luculliano (in senso di torta). Credo che sa stato ascoltato Mihajlovc e Beressio e il portiere sono già stati con lui se non sbaglio e Yepes non verrà certo per essere titolare ma per dare una svezzatina ai pulcini Mustafi Fornasier e Salamon…magari non dimenticandosi di due urli anche a Regini…A centrocampo spero non vada via nessuno pechè Obiang e Renan avranno modo di essere impiegati spesso con il modulo a tre perchè il rischio ammonizioni è sempre e di più dietro l’angolo… e Palombo e Krsticic più di Soriano potrebbero incorrere in squalifiche …Duncan Rizzo e Campana devono incominciare il loro cammino in serie A senza troppe preoccupazioni pronti a dare il massimo nei prossimi campionati. Buono l’attacco con quattro giocatori di pari livello ( Eder Gabbiadini Bergessio e Okaka hanno un minimo di dieci goals nello zaino) e Fedato Sansone e uno fra Trotta e Ivancic (pennelloni con discreta tecnica) a maturare all’ombra di una quercia e di un ulivo . Oltre ai cosidetti esodati quasi tutti a perdere definitivamente un anno in prestito per Wszoleck e De Vitis potrebbe solo maturarli e fari ritornare l’estate prossima con i vari Tozzo Piana Sampietro Beltrame Corazza e tanti altri pronti a giocarsi un rinnovo con la consapevolezza di poterci riuscire… Ultima cosa : lieto dell’arrivo in Primavera di Barry e Baumgartner mi auguro non si perdano Manaj e Ciccone :Sarebbe un brutto colpo e non solo di immagine.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Lo so, io ci provo a stemperare ma a volte mi devo arrendere e qualcosa mi scappa pure. L’anonimato del nick è una copertura indecente(come di quelli che minacciano sui social network, uno mi sta minacciando di darmi pattoni insultandomi ultimamente….)ma il frutto della tanta(troppa) libertà concessa in questi anni sulla rete. Insomma, più che dire “state buoni se potete” non so che fare…

  143. fabrizio perfumo ha detto:

    Per SIMONE e ALTRI, con il massimo rispetto della Vostra opinione.
    Per me Bergessio, Viviano e Yepes sono bei colpi.
    Senza follie ci arricchiscono.
    Bergessio è molto forte, cattivo, tignoso, collaudato.E completa un reparto d’attacco che ora ha diversificate doti: la potenza di Okaka, la classe di Gabbiadini, l’estro di Fedato, l’abnegazione e la buona qualità di Eder.
    Yepes ha esperienza ed è integro : lo dimostrano il Mondiale e l’ultimo campionato con l’Atalanta. Può sostuire Gasta o Mustafi – o chi a Mustafi subentrasse – oltre ad essere uomo spogliatoio.
    Viviano cerca riscatto, è vero ma Da Costa era stato promosso titolare in A senza averci mai giocato mentre Viviano giocando in A ha guadagnato anche la Nazionale.
    La Samp comincia ad avere due uomini per ogni ruolo oltre alla chiarezza di modulo – sistema di gioco che le ha dato Mihailovic.
    Tutto questo senza fare follie o pretendere la luna che mai abbiamo preteso noi sampdoriani.
    Ieri – oggi il Presidente Ferrero mi ha piacevolmente sorpreso.
    Ne sono felice.
    Speriamo continui così.

  144. Giovanni ha detto:

    Dorianodoc… club di lavagna

    sei mica di Chiavari? Ti chiami Max?

  145. Mauro ha detto:

    Certo Simone che eri ben abituato…..Bjarnson,Petagna,Barillà quelli si che erano colpi…ma per favore.Non facevamo una campagna acquisti così da tempo immemore.
    Manco fossimo abituati ai Pogba,Vidal e Higuain.Pazzesco.

  146. Adoria ha detto:

    Un caro saluto a tutti, pur non scrivendo mai sul blog sono però un assiduo lettore, di tutti i commenti e le opinioni che si dipanano in questo spazio multimediale ben gestito dal sig. Lazzara, al quale chiedo il permesso di dare del tu. Quindi Andrea ti espongo rapidamente le mie sensazioni su queste operazioni di mercato messe a segno dal nostro funanbolico presidente.
    Yepes: Mediocre difensore ormai sul viale del tramonto che può portare esperienza se utilizzato al momento giusto.
    Viviano: Portiere che sinceramente deve ancora tutto dimostrare, ma lo considero un miglioramento visto che va a sostituire un certo Da costa.
    Bergessio: Non certo una punta da 20 goal a stagione, ma un ottimo mestierante dell’area di rigore, vedendolo a Catania mi ha sempre dato l’impressione di essere molto disposto al sacrificio.
    A questo punto le mie curiosità:
    La sorpresa tanto millantata quale sarebbe? Il mercato è secondo te da considerarsi concluso? Bergessio è una prima punta che bisognerà far partire titolare……………. e le promesse fatte a Gabbiadini sulla posizione in campo?
    Incuriosito ed in attesa di risposte auguro buona Samp a tutti.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ciao Adoria e benvenuto! Sinceramente credo che il mercato non sia concluso ma che, almeno, quest’anno la Samp non abbia l’acqua alla gola. Risolvendo le compartecipazione di De Silvestri e Gabbiadini, prendendo un portiere una riserva per la difesa d’esperienza, due giovani in mezzo e una punta centrale ora c’è un mese di tempo per cercare il “plus”. Secondo me qualcuno andrà anche via(Pedro, vero…ma siamo sicuri che resti Okaka? io non lo sono così tanto se arrivasse un’offerta importante). Ma qualcosa penso verrà fatto. Se, ovviamente, il mercato lo consentirà perchè, oggi, il mercato è così: ti chiedo 10 per 2 mesi poi, a una settimana dalla fine delle trattative scendo a 7, l’ultimo giorno dico “ok dammi 5 e offrimi un caffè”

  147. dieng ha detto:

    Ciao Andea,
    ci sai dire qualcosa su caos con la cremonese per Manaj?
    Come la vedi?!

    Grazie1000!!!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Storie di qualche centinaio di migliaia di euro….poi alla fine sono i giocatori a finirci in mezzo(e Mananj vuole la Samp). A proposito, sentite la nostra intervista a Gozzi quando parla dell’unico momento di frizione con la Sampdoria per affari di mercato: chi era il ds?

  148. ambarabaciccicoco ha detto:

    scusami Andrea ma hai già fatto una ricerca su Facebook per samplace?… Non credi sarebbe opportuno provvedere in qualche modo? Ok magari con la tua ironia mi dirai che anche volendo non si sarebbe potuto scegliere titolo migliore al blog ma.. francamente mi sembra troppo… Che ne dici?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Il titolo del blog è uguale credo dal 2006/2007 o giù di li. Cercando su Fb ho trovato un…negozio di estetica e parrucchiere a Cascais, in Portogallo(non era dove andò in esilio Umberto II? )

  149. Mauro ha detto:

    Bravo Dorianodoc,sono d’accordo con te.Le tue non sono insinuazioni ma fatti (purtroppo).

  150. Fish65 ha detto:

    Simone,
    sul portiere anche io ho delle perplessità.
    Ma Yepes(contratto annuale!) e, soprattutto, Berghessio sono innesti ben mirati. E di qualità.
    Forse eri più contento 12 mesi fa con la campagna acquisti a budget sottozero della premiata ditta E. Garrone-R. Sagramola?

  151. setter 47 ha detto:

    carissimo Andrea gira la voce nel mio piccolo paese,che dietro a Viperetta ci sia
    qualcuno . Tu sai niente ciao e grazie .

  152. setter 47 ha detto:

    dimenticavo vai avanti cosi che sei bravissimo e FORZA SAMP

  153. Mauro ha detto:

    Non lo so Andrea:chi era il DS?

  154. ambarabaciccicoco ha detto:

    …Però come cambia il vento : passa un mese e dagli insulti da furbetto del quartierino a delinquente uno diventa IL Presidente. Ad un tizio che si presenta comunque con un bel po di denari e dichiara di voler fare qualcosa di importante i media locali immediatamente stampano il soprannome er viperetta e ancora grazie che si fermano li . solo pochi metri e sull’altra sponda del Bisagno negli anni scorsi sono arrivati la moglie di un presidente per la quale il ferro non è battuto ma picchiato..Lo stesso presidente che alla fine di una partita persa disse ai ragassi non posso e non devo amputare gniente .e nessuno ebbe niente a che ridire… un tizio con strane parentele omonime ma non esattamente le stesse con un centravanti del Padova e della Samp ma non se ne fece cenno… e per finire quanta sobrietà nel ricordare il soprannome dell’ultimo (last and least ) presidente del Bibin Club . E fossero solo i media… no qui purtroppo cìè chi scrive cose anche peggiori e nessuno a parte uno o due si mette di traverso mica per il gusto di riprenderli o reprimere il loro pensiero ,comunque ottuso, solo per amor di verità. Entro nel merito: attenzione perchè fino ad oggi gli acquisti della samp sono stati fatti con l’eredità tecnica lasciata dalla Gestione precedente e la bravura di Osti ( ma non era lui il ds precedente?) è stata quella di monetizzare al meglio comproprietà e cessioni o addirittura tagli per poter immettere cash sul mercato. Non vedo perchè non si sarebbe potuto farlo anche con la gestione passata ( ricordo en passant le prime campagne acquisti e solo cosi a memoria gli ingressi di Pazzini (acquisto e contratto pluriennale Cassano contratto pluriennale a duemilioni netti per tre anni).Ora leggo situazioni di entusiasmo ( entusiasmo da condividere sempre, sia chiaro, perchè il calcio è l’unica situazione irrazionale rimasta nella vita ..) non completamente motivato:
    al momento mancano :
    due elementi nel reparto portieri
    un difensore centrale in caso di partenza di Mustafi e un esterno sx di difesa se partisse o partirà Costa
    una punta centrale giovane ( la terza dopo Bergessio e Okaka in ordine alfabetico stretto).
    E qui invece si parla di sfoltire i ranghi del centrocampo: attenzione il centrocampo a tre mette i tre giocatori a rischio ammonizioni e squalifiche molto più del modulo a due centrali e tre trequartisti. E noi sappiamo bene che Palombo e Krsticic già l’anno scorso hanno avuto spesso il focus non gradito degli arbitri. Per cui non bastano i sei ma nel reparto meglio coprirsi con 8 e sempre e solo dal punto tecnico se partisse Renan rimarrebbe il solo Duncan con il tiro da fuori.. Sono certissimo : Osti non ha bisogno di consigli e ancor meno da me ma spero lo s lasci lavorare in tranquillità e con la certezza che saprà ricavare ancora qualcosa dai tanti e magari troppi esuberi in casa ma mi sento di poter affermare che c’è ancora tanto da fare… Per intanto siamo a giovedi e tra due giorni ci potremo gustare la presentazione e una prima ufficiale… Mi auguro cn tutto il cuore che tutti ringraziamo la signora Jelena e nel contempo si possano ricordare con immenso piacere e altrettanta fiera nostalgia quei grandi Sampdoriani Boskov e Borea e il nostro grande Presidente Riccardo Garrone.

  155. Simone ha detto:

    A parte che gli acquisti di Bergessio e co vanno confrontati con quelli di De Silvestri, Gabbiadini etc , non con gli acquisti del 30 agosto. Poi ad oggi Yepes svincolato,e Viviano a zero.
    Gli stessi nomi potevano arrivare con Garrone, ma la gente avrebbe storto il naso, soprattutto dopo i nomi come Osvaldo,Pato,Eto etc…
    Magari mi sbaglio.
    Meglio per chi se le gode e apprezza il nuovo corso…

  156. ilcelesteimpero ha detto:

    Continuo a leggere commenti che mettono in contrapposizione la passata con l’attuale presidenza.
    Ma scusate un attimino, preferireste avere una ferrari ma doverla tenere nel box perche’ consuma troppo, o avere una 500 abarth e usarla tutti i fine settimana per correre su e giu’ per creto ?
    Perche’ e’ questo che sono i due presidenti. Avevamo una ferrari ma era ferma nel box, adesso siamo sulle montagne russe in abarth, e pazienza se corriamo il rischio di schiantarci ad ogni curva, perlomeno sentiamo il sangue scorrere nelle vene.
    Un sauto a tutti e …..
    Avanti la Sampdoria !!!

  157. ilcelesteimpero ha detto:

    PS.: a scanso di equivoci, sia chiaro che io nutro rispetto per la precedente presidenza, quello che pero’ non posso perdonargli e’ stata la mancanza di passione verso i nostri colori vista la grande forza patrimoniale. D’altronde non si puo’ pensare che tutti i giorni nasca un Paolo Mantovani !

  158. Dado ha detto:

    X Cicciosestri

    Sono contento sia per essere stato parzialmente e prontamente smentito da Ferrero con due, forse 3 buoni acquisti (se arriva anche Viviano) e sono contento di averti fatto sfogare un pò di frustrazioni che la vita reale fuori dal blog evidentemente ti dà visto che ad un’opinione espressa in maniera educata e senza offendere nessuno rispondi con livore ed ironia spicciola ovviamente nascosto nell’anonimato. Bravo 🙂

  159. Ste64 ha detto:

    A tutti quei tifosi che sono preoccupati del nuovo presidente dico di stare tranquilli, mi pare che E G abbia detto che avrebbe ceduto la società solo a persone serie e affidabili. Se Ferrero non dovesse rivelarsi tutto questo di chi sarebbe la colpa?
    A tutti quei tifosi che dicono che E G se ne sarebbe andato per ripicca nei confronti di chi lo ha contestato dico se sanno cosa sia una contestazione ; a Roma Lotito sono più di 5 anni che gira con la scorta 24 ore su 24, qui per E G qualche insulto e uno striscione. Una bella differenza mi pare.

  160. andrea110375 ha detto:

    Ciao Andrea, ma secondo Te la sorpresa è una trovata mediatica oppure a fine mercato qualcosa può succedere davvero?

POCA ROBA

La Sampdoria non va oltre lo 0-0 al “Ferraris” contro il Sassuolo nonostante settanta minuti di superiorità numerica, maturata al [&hellip

SAMPDORIA-BRESCIA AL CONTRARIO

Lazio-Sampdoria è durata una ventina di minuti, giusto il tempo per la retroguardia blucerchiata di regalare tre gol agli avversari [&hellip

I MERITI DELL’AGGIUSTATORE

Con la rotonda vittoria sul Brescia, la Sampdoria sotto la guida di Claudio Ranieri ha raccolto 16 punti in dodici [&hellip

ALLA FACCIA DI IBRA

La Sampdoria ha conquistato un meritatissimo punto a San Siro contro il Milan del (ri)debuttante Ibrahimovic e al termine di [&hellip