LA SETTIMANA DELLE VERITA’

11 Mag 2014 by andrea.lazzara, 141 Commenti »

Cari amici di Samplace, commentare Sampdoria-Napoli è pressochè inutile. O forse no. Il 2-5 contro una delle squadre migliori in uno dei campionati più orrendi della storia del calcio italiano, è fotografia esatta di dove stia, adesso la Sampdoria. In quella che è, poi, la sua classifica, una navigazione tra la 11ma e la 15ma posizione dove se, però, commetti qualche errore di valutazione, rischi di scivolare. Ecco, oggi si è avuta l’ennesima riprova che questa squadra, senza la miccia della determinazione accesa al 150% è molle, piatta, con la qualità di qualche elemento che si vede ma che non può essere messa al servizio del collettivo. Insomma, una squadra da lotta per la retrocessione, più o meno. E la domanda è: il rischio lo si vuol correre anche l’anno prossimo? Perchè, se quest’anno ti salvavi con 30 punti(30!!) non sarà sempre così, malgrado il sempre minor appeal del calcio italiano. Ariedo Braida, per la prima volta  in tribuna al Ferraris, ai colleghi che gli auguravano buon lavoro ha risposto con “Grazie, ne ho bisogno”. Che non è un mettere le mani avanti ma  il segnale dell’umiltà di un uomo che si è trovato paracadutato dal Milan stellare a una realtà completamente diversa. I contatti li ha, dovrà metterli al servizio di una società e di una squadra che ispirano da sempre simpatia, fiducia, ma che, insomma, meriterebbero anche qualcosina di più( soprattutto se lo meriterebbero i tifosi) di una salvezza più o meno sofferta. Con chi in campo? Fiorillo al Ferraris si scioglie: peccato, può crescere ancora e non va bruciato però, diamine Vincenzo, hai 24 anni non ne hai più 15, giocare davanti ai tuoi amici dovrebbe essere solo motivo d’orgoglio! E poi se Mustafi partirà bisognerà cercarsi un centrale nuovo e forse anche una riserva, un uomo davvero di “garra” a centrocampo, un esterno(Gabbiadini fischiato da qualcuno è un errore, ma il suo procuratore che ad Anteprima Calcio dice “si è adattato a fare l’esterno, non può mica rincorrere i terzini sempre” non gli ha fatto un gran servizio, secondo me. Vero sentirsi prima punta, vero è che per conquistarsi una carriera luminosa l’erba la devi mangiare. Ma sono certo che Manolo la veda in modo diverso dal suo agente) e un centravanti che garantisca 13/14 gol( e grazie ad Eder per gli 11 di quest’anno). E poi basta con i Barillà, i Sestu, i Rodriguez( sarebbe interessante calcolare il costo al minuto visto che quest’anno l’argentino ha giocato la bellezza di 6 minuti in serie A). Con chi in panchina? In settimana sapremo. La sensazione è che all’incontro Mihajlovic-Sampdoria ci sarà anche, già come parte attiva Braida, che ha tutta l’intenzione di voler trattenere il serbo. Vedremo. Una domenica dolce per il ricordo, quasi struggente, di Vujadin Boskov, affidato ai sorrisi e alle lacrime di Donna Jelena e della figlia Aleksandra, una domenica amara perchè a molti tifosi non è sfuggito( e neppure è andato giù)che a fine partita la squadra non abbia salutato il pubblico. E’ vero, c’era stata una sorta di “intesa” con i gruppi della Sud dopo il derby d’ andata e le altre disastrose prove d’avvio. Ma all’ultima in casa credo che uno strappo sarebbe stato doveroso e comprensibile. Ma ormai ci sono tante, troppe cose nel calcio moderno che fatico a comprendere. E a digerire.

141 Commenti

  1. dario ha detto:

    Ciao Andrea e ciao a tutti i blogger.
    Sono davvero amareggiato per gli ultimi due mesi di campionato, ho quasi la sensazione che ci saranno alcune partenze e che forse il gruppo si sia disunito. Come dice Andrea nella sua analisi, alcune qualità individuali si sono viste ma il gioco non mi è sembrato un gioco di squadra. Un appunto ai fischi per Gabbiadini, i proclami del procuratore sono stati orribili (spero che un giorno il calcio possa fare a meno dei procuratori, sono la rovina dei giovani) ma dopo l’infortunio alla spalla, a me sembra che Manolo sia calato moltissimo, non so se per ragioni di condizione fisica o se per altre ragioni e penso che chi lo ha fischiato non lo abbia visto sufficientemente concentrato, determinato e cattivo come invece in molte altre partite aveva dimostrato di poter e saper essere. Maxi Lopez non mi sembra decisivo mentre ho notato più motivati del resto del gruppo Soriano e i subentrati dalla panchina Renan, Sansone e Wzolek.
    Nettamente migliori le cose sugli spalti invece dove mi ha toccato molto il saluto a Vuja e le condolianze alla sua famiglia e ai quali hanno partecipato anche i tifosi napoletani della “gabbia” con grande sportività.
    A parte questi discorsi, però, sono profondamente amareggiato per la povertà di questa Sampdoria, costruita come promesso solo per salvarsi e soltanto per salvarsi. Ad obiettivo raggiunto nessun tentativo di alzare l’asticella, nessun tentativo da parte di molti panchinari di dire “ci sono anch’io”, nessuna parola da parte della società confortante per il futuro ma solo un “dovremo fare un paio di sacrifici”.
    Ma se lo scopo è migliorare il bilancio, l’inserimento di un “Cassano” (che fece segnare 14 gol alla coppia Mannini-Guberti tanto per fare un esempio) o comunque di qualche giocatore di spessore non porterebbe a una netta e maggiore supervalutazione dei giovani su cui si vuole puntare? Sinceramente non capisco questo astio verso gli “investimenti”, sottolineo investimenti e non soldi a fondo perso.
    Sperando nell’arrivo di tempi migliori,
    sempre e comunque forza Sampdoria!

  2. peter ha detto:

    Sottoscrivo tutto !

  3. Big Dave ha detto:

    Ciao a tutti, era da un po’ che non scrivevo, ma aspettavo la fine del campionato…pazienza che per noi fosse finito già a marzo 😀

    Allora.
    Premessa per accontentare tutti coloro che non vedono di buon occhio i mugugnoni.
    Sono stra-felice per la salvezza ottenuta a marzo, per la (finalmente!!!) assenza di patemi fino all’ultima giornata e perchè la nostra amata l’anno prossimo giocherà ancora in A. E non è poco.
    Bene, passiamo alle note dolenti.

    Oggi allo stadio avevo le lacrimucce durante l’intervallo, quando il megaschermo mostrava le interviste di Vuja e i momenti salienti della magica annata 90/91. Ero bambino, avevo 9 anni allora…ma mi ricordo la festa, i caroselli, l’atmosfera. Sono stati anni indimenticabili, quella Samp (giocatori, mister, presidente) per me rappresentano gli anni più belli della mia vita, gli anni della scuola, delle belinate, della spensieratezza. Quella Samp è stata un’emblema. Momenti magici per tutti noi, e un calcio che non esiste più. Era il calcio di Paolo e di Vuja, di Vialli e Mancini, di “Popeye”, di Toninho e di tutti gli altri.
    Oggi invece la gente va allo stadio solo per sfogare le frustrazioni della settimana; il calcio è diventato solo un business, uno spezzatino servito come un “prodotto” dalle televisioni. Violenza, razzismo, partite “ostaggio” di delinquenti, agguati e guerriglie che nemmeno in Vietnam.
    Eh già. Che bello però esserci nel 91.
    E a quel punto, oggi, ho pensato: “come sarebbe bello rivedere una grande Samp!”
    E’ impossibile, e lo sappiamo tutti.
    Oggi viviamo una salvezza come uno scudetto, e anche se c’è chi -a ragione- dice che non è poco e che dobbiamo essere euforici, io non ci riesco. Perchè la nostra dimensione non sarà quella della Juventus, ma nemmeno quella di un Sassuolo o di un Chievo. Ci vuole rispetto. Rispetto per una tifoseria sportiva, corretta, leale, che chiede solo impegno e che è sempre esempio di fair play. Prendere 5 pere da un Napoli in gita all’Acquario NON E’ rispetto. La Samp non può e non deve ambire solo a una salvezza risicata. Per la memoria di Paolo e di Vuja, non può e non deve essere così.
    Centro classifica sereno: chiedo troppo? Della serie, quando va male ci salviamo e quando va bene UEFA. E’ chiedere troppo? Se ci arrivano società come Torino, Parma e Verona, perchè noi no?

    Sinisa ha fatto un MI-RA-CO-LO. Impossibile chiedere di più, vista la pochezza tecnica disarmante della rosa.
    E dopo il 2-5 di oggi, sinceramente, dovrebbe mettersi a un tavolo coi Garrone e dire: “Signori, io qui a continuare a fare figure di melma non ci sto. O mi prendete Tizio, Caio e Sempronio, o arrivederci e grazie.”
    Non si tratta di un allenatore che deve restare a Genova a svernare perchè altrimenti non lo prende nessuno, un mister che si ingoia una rosa imbarazzante tappandosi la bocca con un contratto dorato (vero, Delio?). Sinisa è giustamente ambizioso, ed è comprensibile che restare a fare ridere i polli prendendo gol da oratorio non gli sconfinferi poi tanto. Se se ne andrà, non me la prenderò con lui ma solo ed esclusivamente con i Garrone.
    Al malcapitato Ariedo, in estate, toccherà una grama sorte: sbarazzarsi di contratti inutili e onerosi e smettere di pagare gli ingaggi a giocatori che giocano altrove. Cosa siamo, la Caritas dell’Empoli (Maccarone) e dello Steaua (Piovaccari)? Via Bjarnason, Sestu, Rodriguez, Costa, Da Costa.
    Questa squadra va rinforzata con un portiere da serie A (è dai tempi di Storari che non ce ne capita una buono), un difensore centrale affidabile, un buon centrocampista e una punta vera.
    La cosa più importante è non dare via i migliori, perchè non capiterà più un campionato dove ti salvi con 34 punti. Se già parti dando via Mustafi, allora questi non hanno capito niente. Se tutti gli anni parti con l’obiettivo di una salvezza risicata, e poi ti va male, finisci in B. Bisogna porsi obiettivi un minimo più alti, al limite ti salvi se ti va male. Al limite darei via Obiang, perchè a questo punto è quel che è, un ottimo interditore ma incapace di offendere e di tirare in porta.
    Inoltre, siamo ancora in attesa di cash per Icardi, Poli e Biabiany.
    Sono proprio curioso di vedere, perchè non rinforzare adeguatamente la rosa significherebbe sfidare la sorte per la terza volta. E non ci sarà sempre il messia di turno pronto a salvarci….

    • robmerl ha detto:

      vedrai che sinisa dirà proprio così; e quando gli risponderanno che non c’è trippa per i gatti, se ne andrà. Braida sa benissimo come muoversi anche con un budget limitato – ma i miracoli non li fa nessuno!

  4. gianni ha detto:

    Stavolta zero stimoli anche in casa nonostante le roboanti dichiarazioni prepartita dei due capitani (che ne facevano meno quando si vinceva spesso, sarà un caso?)
    Fiorillo adesso sarà crocifisso dagli stessi che lo esaltavano dopo Catania.
    ps: Pagliari (procuratore di Gabbiadini) è lo stesso che riteneva Marilungo un centravanti alla Montella e se la prendeva con Mazzarri che lo schierava seconda punta…spero giri al largo da Genova.

  5. FISH65 ha detto:

    Andrea,
    ennesima prestazione imbarazzante ed umiliante di una squadra messa male in campo da un allenatore sul quale comincio ad avere molti dubbi. Quantomeno sulle sue capacità di “lettura” della partita.
    Contro un Napoli più che balneare, la Samp ha mostrato una fragilità assoluta. Il Napoli,ogni volta che recuperava palla, riusciva ad arrivare nella nostra area con facilità irrisoria.
    Specialmente contro certe squadre, non si può difendere con 2 soli centrocampisti!! Questo modulo si è dimostrato troppe volte inadatto. Oggi sarebbe stato necessario fare più densità a centrocampo, fare più “filtro” e giocare di rimessa.
    Lo hanno fatto loro.
    Ovviamente ha inciso sul risultato la pessima giornata di Fiorillo. Il ragazzo ha delle qualità, ma Da Costa 2 gol così non li avrebbe mai presi. Gran partita di Soriano ed Eder e solita partitaccia, spiace dirlo, di Krsticic.
    Forse però non tutto il male viene per nuocere. Braida avrà certamente compreso come questa rosa sia carente in difesa e a centrocampo. Una rosa che per salvarsi ha dovuto dare il 120% per diversi mesi e che, non appena cala un pò di intensità, rischia brutte figure ed imbarcate ovunque. Spero che il buon Ariedo possa avere a disposizione un budget decente, ma sono scettico.
    A me se Sinisa rimane interessa relativamente. Colantuono, per esempio, sarebbe un’ottima scelta. E’ però preminente che rimanga alla Samp solo se davvero convinto di ripartire a settembre con una rosa più completa ed un pochino migliorata sotto l’aspetto qualitativo. Per evitare l’errore commesso un anno fa con Delio Rossi.
    E per scongiurare, magari a dicembre, l’ennesimo cambio di allenatore..

  6. max64 ha detto:

    Caspita Andrea mi hai tolto le parole di bocca hai espresso sinteticamente il mio pensiero e penso anche quello della gran parte di sampdoriani ed aggiungo che la situazione oramai è delineata.Se Sinisa accetterà vuol dire che la proprietà vuole iniziare (dico iniziare perchè ora con sta storia della retrocessione non è che dobbiamo sorbirci anni di campionati al limite del baratro in favore del bilancio)ad investire e ad alzare quella famosa asticella, altrimenti andremo avanti con castagne secche brodo e radici.

    • MadMick ha detto:

      Tutto vero…ma attenzione perchè erano le stesse cose che dicevamo un anno fa di Delio Rossi: se rimane vuol dire che ha avuto garanzie dalla società, ma purtroppo così non era.

  7. vincenzo ha detto:

    In prospettiva questa partita é stata utile perché ha chiarito la situazione reale della squadra a tutti compreso Braida.. .
    Molto bella l’accoglienza alla moglie e la figlia di Boskov, il momento più bello della giornata.
    Personalmente invece non mi é piaciuta assolutamente la forma di pubblicità per la campagna abbonamenti: esibizionisti ed incivili in giro e negli stadi ce ne sono tanti: questo é un marketing “diseducativo” soprattutto per i giovani e poi dopo i fatti di Roma.. .

    Sempre Forza Samp

  8. Valentina ha detto:

    Andrea che figura penosa ieri…Gabbiadini ha gia la testa alla juve e io francamente spero ci torni,di tutti gli attaccanti che la juve ha in giro per l Italia mi pare il meno forte,quando ti senti piuttosto tranquillo per il discorso portiere Fiorillo sembra quello di Spezia,Nenad dal derby dello scorso anno non é più lo stesso,Obiang per me può anche andarsene..Lopez mi fa tenerezza perché di tutti sti caproni é l unico ad afffermare di voler restare al doria ma tolto il goal nel derby non ha più fatto vedere nulla…io terrei solo lollo,Mustafi,Regini,Soriano,Edere,Sansone e Palombo Gastaldello per la panchina il resto vssshvssshhh ariaaaaa!!! E poi basta scartini bisogna comprare giocatori di qualità e con i contromaroni,ma ora quant é che i tifosi si stanno accontendando???? Basta cavolo!!!!

  9. Maraschi ha detto:

    Meno male che Boskov era anche un ex del Napoli…Che figuraccia!
    Ora spero che, in un sussulto di orgoglio, a Udine i giocatori riescano a non perdere così da lasciarsi dietro Udinese e Genoa. Almeno quello…
    Quanto a Sinisa, avevo scritto che, se la Samp non si rinforza, rischia di perdere quotazioni il prossimo anno, in realtà, dopo queste prestazioni, ne sta perdendo anche adesso. Per me se ne va.

  10. aldo ha detto:

    qualcuno disse che non bisogna finire come lo scorso anno………ed infatti siamo sulla strada buona……..comunque vada siamo salvi da mò…..

  11. Massimo Pittaluga ha detto:

    Andrea commento impeccabile e condivisibile in toto. Aggiungo solo alcune considerazioni personali. Il calcio italiano (come tanti altri settori in Italia) è in grossa crisi e potrebbe essere per società che sanno muoversi anche un opportunità di fare delle squadre come si deve e anche diciamo non rimetterci ma guadagnarci pure. in quest’ottica Braida può essere un valore e spero che faccia capire a questa società che per non perdere troppo anzi forse per andare in pari e avere una squadra come si deve qualche investimento lo si deve fare. in quest’ottica credo anche che icardi e baiabiany debbano portare cash e qualcosina anche cacciatore. la samp si libererà credo anche di maccarone e andrà in scadenza ferrara. se il milan tira troppo per poli lo si potrebbe anche riportare a casa. se la metà la valutano 2 2,5 mln che lo riprendano e torni qui ed ecco che ci ritroviamo il centrocampista tosto con carattere che qui manca. poli secondo me farebbe bene a giocare in una squadra come la samp e di dimenticarsi milan inter and co. per lui li si tratterebbe di fare tanta panca anche se a ingaggi più alti. altrimenti se lo vogliono lo pagano. vado controcorrente anche su okaka. se il galatasaray desse 7 8 mln lo venderei. terrei invece mustafi perchè li in uno o due anni il valore raddoppia. l’udinese lo ha fatto con tutti i suoi gioielli. li ha sempre tenuti sino a 23 24 anni e poi venduti a prezzi alti. qui non si capisce perchè si debba sempre appena escono venderli. Spero che Garrone abbia un minimo di coraggio e che svolti. con gli stessi soldi che hanno gettato alle ortiche farebbero una squadra di qualità, con giocatori con mercato e allora si che anno dopo anno potrebbero rientrare vendendo un pezzo pregiato per volta. se invece ogni volta che ne salta fuori uno buono corrono a venderlo rimarremo con una squadra ad alto rischio. il catnaia ne è un esempio. hanno venduto ogni anno credendo di avere sempre margine e quest’anno ciao ciao. spero in un inversione di tendenza e che i soldi vengano usati bene perchè la samp è una squadra da poco più che da zona retrocessione, ed oltre che a meritarcelo noi tifosi, un livello del genere lo giudico rischioso per una proprietà che con un minimo di programmazione ed investimenti si metterebbe al sicuro. spero che dopo anni lo capiscano altrimenti perseverare….unica nota lieta il pubblico e la signora Boskov che ha preso da noi sampdoriani il minimo giusto tributo e afftetto per un uomo ed un epoca indimenticabili. Altre persone altro spessore

    • robmerl ha detto:

      poli tornerebbe di corsa e per noi sarebbe una gran cosa!

      • Stefano_1970 ha detto:

        Le partite sono di 90 minuti.
        Purtroppo atleticamente il calcio non é lo sport di Poli.
        Ben vengano soldi dalla sua cessione…..

    • Lollo ha detto:

      sono d’accordo con quanto affermi in apertura di post: Parma, Atalanta e Torino hanno fatto un ottimo campionato con squadre non trascendentali valorizzando diversi giocatori…

  12. Emanuele ha detto:

    Caro Andrea disamina perfetta. Per la prossima stagione urge dare un pò di entusiasmo alla nostra gente che credo lo meriterebbe. Qualche idea? Se si sacrificasse Gabbiadini perchè non chiedere Quagliarella alla Juventus? Poi ci sarebbe sempre il 99 a Parma che non vedrebbe l’ora di tornare…

  13. Paolo1968 ha detto:

    Sinceramente sono un po’ deluso.
    Van bene le partite di fine stagione, ma mi son portato in saccoccia tanti di quei gol ultimamente che sinceramente mi è venuta un po’ di nausea.
    E di invidia: se fossi stato più dotato fisicamente, avrei volentieri fatto un lavoro dove prendi una caterva di soldi e ti puoi permettere di impegnarti solo 3-4 mesi. E se ti impegni un po’ di più, magari la caterva si raddoppia o triplica o decuplica…

    Ripeto che il compito estivo della società non è quantitativamente mostruoso, ma sicuramente è un lavoro che deve essere fatto da mani esperte (ovviamente non vuote, ma con qualche soldino sopra) per evitare stuoli di giocatori imbarazzanti e prenderne invece di utili.
    Confido nell’esperienze e nelle conoscenze di Braida, ma so bene che non bastano.

  14. STEL ha detto:

    L’ultima partita in casa, la partita del saluto a Vuja,che dire…….uno spettacolo indecoroso, insomma una figuraccia per non dire di peggio, brutto finale, non si sono nemmeno scomodati di venire sotto la sud a salutare i numerosi e calorosi tifosi che li hanno sempre sostenuti anche nelle trasferte .Pessimo congedarsi dal nostro pubblico.
    Dopo quello visto in queste ultime giornate bisognerebbe non pagare lo stipendio almeno quello di maggio a tutti i giocatori.
    Questa salvezza è stata costruita da Mihajlovic sull’orgoglio e la tensione nervosa, che hanno saputo nascondere i limiti tecnici e caratteriali di una squadra che nella realtà non ha personalità e capacità e che oggettivamente ha reso più di quello che vale realmente.
    Questa società deve costruire una squadra con una precisa logica e per fare ciò, quando venderanno perchè lo faranno, dovranno agire più che bene.
    La tifoseria blucerchiata non merita queste figure,il tifo oltre il risultato è anche voglia di sognare, non continue umiliazioni.
    Se in società non pondereranno bene il da farsi, l’anno prossimo si rischia e tanto, perchè non tutti gli anni ti può andare di c@@o.
    Spero che Braida possa essere veramente l’uomo capace di ridarci un’identità,ma ormai cerco di non illudermi più di tanto, sono troppe le facciate prese in questi ultimi anni.
    Capitolo portieri, visto che qualche problema per un verso o per altro lo abbiamo avuto di frequente ultimamente,Fiorillo o ci credi e lo fai giocare titolare sapendo benissimo che alterne buone prestazioni ad errori dilettantistici, e te lo tieni così altrimenti urge comprare un portiere con la P maiuscola.

  15. daddix ha detto:

    Ciao Andrea, sono d’accordo con te, è assolutamente necessario alzare l’asticella perchè la Sampdoria merita almeno di navigare nella parte sinistra della classifica. Spero che Sinisa rimanga ma il mio pensiero è sempre stato : tutti sono utili e nessuno è indispensabile. Se deciderà di andare via non ne farò un dramma, purchè la società svolga un lavoro intelligente e serio nella sessione di mercato estiva.
    Fiorillo è un portiere che ha delle doti tecniche ma non ha carattere e ahimè, non vedo una carriera luminosa davanti a lui. Un pò come Curci (a proposito, ora forse godrà un pò meno) che sente eccessivamente la partita e rende al 50% delle sue potenzialità. Spero che la società abbia il buon senso di non puntare su Vincenzo anche se lo ritengo un bravo ragazzo e un professionista serio.
    La sensazione che ho provato tutto l’anno è che manchi come il pane l’uomo dell’ultimo passaggio, anche perchè, non penso che Soriano possa ricoprire questo ruolo, seppure sia bravo e lo abbia dimostrato nel dopo Rossi. Obiettivamente il nostro centrocampo è veramente modesto e servirà cambiare parecchio. Non ho visto nè Kristicic nè Obiang all’altezza della situazione e Palombo fa quello che può.
    Infine è stato davvero emozionante e indimenticabile “il momento Boskov”. Al contrario trovo scandaloso che nessuno dei giocatori dello scudetto abbia partecipato al funerale del loro grande mister. La ritengo una figura deplorevole al pari di quella fatta dalla società, che almeno, ha recuperato invitando la Signora Boskov e la figlia di Vujadin alla partita.

  16. ale ha detto:

    Caro Andrea,
    concordo su tutto. Soprattutto sulla parte relativa ai saluti da parte della squadra. Non so esattamente quali sono le dinamiche che hanno portato a questa situazione. Anche a Parma è stato scandaloso 3mila (3000!) persone che hanno cantato per tutta la partita nonostante il risultato e alla fine il solo Cassano (!!!) si è avvicinato ai tifosi della Samp per applaudirli e ringraziarli.
    Non so se nel periodo nero qualche ultras sia andato a Bogliasco e cosa abbia detto, ma sono cose che sono sempre successe.
    Non entro mai nel merito delle scelte economiche della Società ma secondo me in questo dovrebbe farsi sentire. Paolo Mantovani non avrebbe mai permesso un atteggiamento simile da parte della squadra.
    Adesso è molto di moda criminalizzare gli Ultras (tutti anche quelli che a girare con lame e pistole non ci pensano proprio come i nostri). Beh, ieri abbiamo avuto un assaggio di come è il calcio senza di loro. A voi piace? a me no!
    Invito caldamente Palombo, Gastaldello, Braida, Garrone e Sinisa (se resta) ad adoperarsi perché questa situazione venga risolta al più presto, sono loro che devono fare l’eventuale primo passo non gli Ultras.
    Auspico che a Bardonecchia si siano già chiariti e che scene come quella di Parma e di ieri non si ripetano.
    Ho 50 anni e vedo la partita in tribuna ma pago il biglietto ANCHE per vedere la SUD che negli ultimi anni mi ha dato più soddisfazioni degli 11 in campo e credo di non essere l’unica.
    Caro Garrone la gradinata oltre a creare pochi problemi (perfino quando siamo retrocessi in quel modo scandaloso) è parte dello spettacolo e paga per produrlo. Altro che Rodríguez, Romero, etc. Merita più rispetto. Quello stesso rispetto che gli ha tributato la Sig.ra Boskova. Grazie ancora a lei e alla sua Famiglia

    Forza Doria a tutti

  17. Dorianodoc ha detto:

    Andrea, sei stato praticamente perfetto. Hai toccato i punti salienti, nonchè dolenti, della nostra squadra. D’accordo su tutto. Quello su cui divergiamo saranno le aspettative e le eventuali mosse di questa società. Tu, anche per il ruolo che ricopri, penserai che, senza “svenarsi”, la società interverrà per coprire le mancanze evidenziate quest’anno. Io la vedo nera. Il segnale evidente è il tira e molla con Sinisa, che ripercorre pari pari quello dello scorso anno con Delio Rossi. In più, Sinisa è stato molto chiaro sulle motivazioni di questo rimandare. Non è solo questione di soldi, ma di motivazioni. Rossi ad un certo punto si è accontentato e dopo aver visto che gli erano stati messi a disposizione quei fenomeni di Barillà, Bjarnason ecc. ecc., abbiamo visto come è andata a finire. Mihajlovic non vuole ripercorrere la stessa strada. E’ più giovane, ha più mercato, ha più ambizione e quindi prima di impegnarsi vuole chiarire e chiarirsi con chi di dovere. Dubito che si fermerà da noi. Anche ieri si è visto, in una partita che non contava un cavolo, l’abisso che c’è tra un’ottima squadra e la nostra. Accendiamo un cero alla Guardia (per chi ci crede) per aver vinto quelle partite chiave al momento giusto, e auguriamoci che il campionato resti a 20 squadre. Prepariamoci al solito mercato da “repessini”, al solito balletto di nomi per poi vedere i Barillà di turno, al solito minuetto sullo stadio ecc. ecc. Sono negativo? Solo realista.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Mi fa piacere che tu sia concorde con me su quasi tutto 🙂 Però c’è una cosa che mi da fastidio: quando qualcuno premette “per il ruolo che ricopri”. Perchè ho una mia testa( e anche un cuore, che sapete per chi batte..) e provo anche a ragionare, magari con l’istinto un pò meno del tifoso o magari anche con quello ricordando a cosa si va incontro se si fanno degli errori( e un anno, molto recente, ne sono stati fatti a bizzeffe). Quindi, per favore, smettiamola con la storia del “voi non lo potete dire” o “nella tua posizione”. Perchè è un elegante modo per essere preso per scemo. E io lo sono in molte cose ma con la Samp provo a essere più lucido possibile. Per il bene della Samp che, al di là di tutto, dovrebbe essere la cosa prioritaria.

      • gianni ha detto:

        La Samp a priorità per il primo tifoso di Cassano? Va beh…
        Solito messaggio pieno di insinuazioni (stavolta sui giornalisti) e profezie di sventura (il fatto che da anni non ne becchi una gli importa poco, lui è un uomo in missione per vendicare l’idolo)

      • Dorianodoc ha detto:

        Andrea, nessun intento offensivo, ci mancherebbe. Mi dispiace che tu l’abbia interpretata così. Non era certo mia intenzione. Con stima.

        • andrea.lazzara ha detto:

          Guardate che non sono permaloso, 🙂 . IN generale io ho un’opinione sulla visione, soprattutto che i tifosi, hanno dei giornalisti sportivi( e lo dico anche…essendo stato a lungo…dall’altra parte della barricata) che è sbagliata e che è peggiorata nell’era di internet. Odio le frasi “Eh, voi le cose non le potete dire”…”eh me l’ha detto il cugino del fratello del pizzaiolo”. Tutto è utile per arrivare alla notizia, per carità, ma siccome conosco l’onestà intellettuale mia e dei miei colleghi so che se abbiamo una notizia…la diamo. Tra l’altro, proprio per via di internet, è ormai una guerra a dare “il buco” all’altro…

      • Stefano_1970 ha detto:

        @ Andrea Lazzara

        Non sei un cattivo giornalista…per quello che in tanti ti seguono.
        Alla fine il tuo pezzo dimostra che hai compreso gran parte delle problematiche della squadra. Con l’esperienza ed affinando l’occhio riuscirai a leggere le situazioni prima. Senza analisi dei fatti, dei numeri, delle oggettivitá e confidando solo nel cuore é dura per chiunque.

        Buon lavoro.

    • Kreek ha detto:

      @ caro Doriano Doc,

      riconosco il tuo notevole sacrificio, in termini di tempo e denaro, poichè tu provieni da Chiavari e, se non ho capito male, lo fai da circa 40 anni, per sostenere la Sampdoria nelle partite casalinghe.

      Rispetto al tuo sacrificio, purtroppo sono niente gli “spiccioli” che Edoardo Garrone e la sua famiglia (si sa che sono ricchissimi…) stanziano da dodici anni per garantire soppravvivenza e futuro della Sampdoria 😉

      Ma se veramente segui la Sampdoria da 40 anni allora dovresti aver vissuto anche 3 retrocessioni in B e un paio di salvezze sofferte dalla C, oltra ai 10 anni abbondanti di trionfi (dal 1984-85 fino al 1993-94) di Paolo Mantovani.

      Quindi dovresti avere memoria anche di circa una decina d’anni di serie B.

      E quindi potresti aprezzarre il fatto che l’anno prossimo, per il 58° anno su 68, la Sampdoria parteciperà al campionato di serie A.

      Converrai che è un fatto non scontato!

      Finchè ci sono questi “repessini”, io rimango sereno…sarà perchè allo stadio vado “solo” da 30 anni e parto dal più comodo quartiere di San Fruttuoso? 😉

      • Dorianodoc ha detto:

        Io tanto sereno non lo sarei (ricordati di tre anni fa!!). Accidenti se ne stanziano, facciamo anche il conto di quelli che entrano? Repessini erano e repessini restano.

        • Kreek ha detto:

          Io sto proprio Sereno…Sereno…Eccome!

          Intanto ogni anno, da dodici ripianano i buchi di bilancio…A proposito di bilancio: è lì che sono scritti anche quelli “che entrano” sempore molti meno di quelli che escono…a meno che tu non abbia altri dati…

          Poi io non mi ricordo solo di 3 anni fa…stagione 2010-2011…unica veramente negativa, ma anche delle restanti 11…:

          2002-2003 promozione al primo anno, 1°in classifica (pari al Siena)
          2003-2004 8° in serie A (sfiorata UEFA)
          2004-2005 5°in serie A qual. UEFA, sfiorata Champion’s, ci andava la 4°)
          2005-2006 12° in serie A
          2006-2007 9° in serie A, qualificata INTERTOTO, (poi UEFA)
          2007-2008 6° in serie A , qualificata in UEFA
          2008-2009 finalista in coppa Italia
          2009-2010 4° in serie A, qualificata alla Champion’s
          2011-2012 promossa in serie A tramite play OFF, 6° in classica, 3° promossa).
          2012-2013 14° in serie A (salva praticamente a marzo, da neopromossa)
          2013-14 12° 13° o 14° (idem come sopra)

          4 volte in europa, 1 finale, 2 promozioni al primo colpo…in 11 stagioni…

          Questi i numeri…Giudica tu stesso…Tu ribadirai “Repessini” e io
          ribadisco: ce ne fossero di repessini così!!! 😉

          Saluti!!!

  18. francesq ha detto:

    Caspita, che pochezza.. Che tristezza… Che schifezza…

    E chissà quanti altri “ezza” si potrebbero trovare da scrivere.

    Sono d’accordissimo con Andrea quando sottolinea, senza remore, l’orripilanza del calcio italiano di quest’anno.

    Abbiamo un campionato a 20 squadre. Di queste 20, perlomeno 13 retrocederebbero con dieci punti in classifica in qualunque altro campionato europeo di livello. Di queste 20, ben 11 (o giù di lì) arrivano a marzo senza giocarsi assolutamente più nulla. 11 giocatori per 11 squadre, uguale 121 calciatori (o pseudo tali) a spasso per un campo di calcio con la stessa verve del raccoglitore di margherite o del collezionatore di francobolli, o ancora di un… (uh, ora sarò cattivo!) … pasticcere! (e chi vuol capire capisca).

    Doria sconcertante. Pressoché irrispettoso di chi – povero idiota – si prende un pomeriggio a settimana per andarlo a guardare allo stadio, perfino in primavera.

    Doria miracolato. Siamo salvi. Sospiriamo di sollievo, a pieni polmoni. Perché scarsi come quest’anno lo siamo stati poche altre volte, forse mai.

    Presentatemi il genio strategico che ha scelto di giocare un campionato di serie A senza un portiere degno e un centravanti vero. Serviva gente in forma, senza evidenti disordini alimentari o falle caratteriali, timidezze represse, irrequietudini violente, problemi familiari. Gente che sapesse parare un pallone e gente che, così per caso, ogni tanto, segnasse un gol. Non era difficile da capire.

    Speriamo che l’anno prossimo si possa aprire un ciclo. Ho delle serie perplessità su Braida, luminoso astro del calcio nostrano, signore vero, dirigente mirabile. Ma – ahime – pure uomo sulla settantina, abituato a ben altro e, cosa assai “grave”, satollo per i mille e più di mille successi di una carriera straordinaria. Non so, non mi convince. Spero davvero di sbagliarmi….

    Chiosa finale sui nostri portieri.

    Riprendiamoci Bistazzoni come preparatore.

    Costruì un grande Castellazzi (in pochi si ricordano di come parò nella prima parte della stagione del quarto posto) e un monumentale Storari. Tanto basterebbe a garantirgli il patentino da “fenomeno”.

    Da Costa è scarso di suo ma era pure mal allenato. Fiorillo forse sarebbe leggermente meglio come potenziale, eppure… Quei maledetti gol sul primo palo……….. Un vizio letale quanto il fumo……

    Buona settimana!

  19. matteo84 ha detto:

    io non chiedo scudetti o europa tutti gli anni ma un po di programmazione e l’opportunità di fare campionati come torino e parma sì però, non ci vedo tutto questo male anzi, la sampdoria e il suo tifo ha assolutamente bisogno di tornare a sognre un pochino, perchè cosi è deprimente……
    voglio pensare che fiorillo sia andato in vacanza prima o che si sia giocato qualche over alla snai, perchè non voglio pensare che sia peggio di da costa(e secodno me non lo è)……
    detto questo se Sinisa rimane forse c’è una speranza di cominciare a vedere un po di programmazione, confido molto in Braida, però bisogna comprare giocatori veri ci sarebbe poi un certo cassano che da noi ci verrebbe di corsa……,

    • Dorianodoc ha detto:

      Attento su Cassano che lo “scienziato” ti bacchetta!!!! (o ti dice che ti sei preso una cotta…)

  20. Paolo1966 ha detto:

    La situazione e’ tale e quale quella degli ultimi anni e da li penso che difficilmente ci schioderemo. Bilancio ripianato dagli azionisti, obbiettivo al pareggio di bilancio, lacune da colmare, esuberi da piazzare, squadra da costruire, piazza (giustamente e soprattutto) da accontentare.

    L’unica speranza e’ che si riesca ad operare con piu’ lungimiranza sul mercato e anziche’ vendere male e comprare peggio si riesca a valorizzare cio’ che si vende e a comprare quello che serve pagandolo il giusto in modo tale che in un paio d’anni si solfiscano gli esuberi ripulendo l’organico consentendo una gestione piu’ razionale.

    Ho un solo auspicio, ovvero di non cominciare il mercato sentendo nomi interessanti (es. Cambiasso) e poi trovarci nel marasma amletico di leggere titoli che iniziano con “Samp idea xxxxx” dove le x stanno ad indicare il Barilla’ di turno

    Come il compianto Massimino chiedeva dove giocasse e come si potesse comprare questo “amalgama” direi che oggi dovremmo capire dove gioca e quanto costa “personalita’”, giocatore che manca nella rosa…

  21. luca ha detto:

    ieri ero alla partita e continuo a sostenere (e in molti erano d’accordo) che Sinisa ha fatto un miracolo !!!!! perdonate ma la squadra è scarsa , la qualità è inesistente , noi 20 passaggi per arrivare al limite dell’aria e poi perdersi in un bicchiere d’acqua (per favore non confermate il buon Maxi !!!!) il Napoli seppur rimaneggiato e senza stimoli 5 passaggi ed erano in porta pronti a bombardare un ACERBO (nonostante l’età) Fiorillo (per favore compriamo un portiere !) , per favore Sinisa decidi , o dentro o fuori ! grazie in ogni caso !!!! per ogni tua decisione , ma per favore decidi , avremmo in ogni modo tempo per programmare un’ennesima stagione di passione e problematiche !!!! cosa ne pensi Andrea ?

  22. Lollo ha detto:

    Commento ineccepibile Andrea !! Per quanto mi riguarda, sono nell’ordine:
    – soddisfatto per la salvezza acquisita e acquisita con largo anticipo, anch’io penso che la Sampdoria meriti un po’ più di ambizione, ma al momento il convento passa questo
    – deluso dal nostro finale di campionato, spero che almeno sia servito per comprendere , se mai ce ne fosse ancora bisogno, alcuni punti critici di questa squadra: le lacune tecniche sono evidenti, servono giocatori di qualità, Maxi Lopez è improponibile ( e lo credo che vuole restare …. ) , al contrario di Da Costa Fiorillo è il classico portiere che alterna prestazioni strepitose a topiche colossali: ieri se ne è avuta conferma: prendere o lasciare, a me andrebbe anche bene a patto di affiancergli un buon preparatore, un dodicesimo di esperienza e di rinforzare il resto della squadra
    – disgustato ( molto disgustato ) dal livello della serie A ( quello che si sta concludendo penso sia stato uno dei peggiori tornei di sempre )

  23. davide ha detto:

    Caro Andrea,
    ho una domanda:
    tempo fa lessi che la società (forse Braida?), qualora con Sinisa non andasse in porto, avrebbe messo gli occhi su Murat Yakin, allenatore del Basilea, che con gli svizzeri ha vinto il campionato e giunto in semifinale di Europa League, eliminato poi dal Chelsea.
    Ora, la storia di Mihajlovic dice ottime cose sul primo anno in panchina ma molto meno ottime sul secondo. Se non trovassero l’intesa, pensi che Yakin possa essere una scelta azzeccata?

    Grazie e forza Doria!

    Davide

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ne ho parlato ieri sera ad Anteprima Calcio, è un’idea. Stuzzicante, magari un pò rischiosa, ma un’idea intrigante

      • ale ha detto:

        Mah! Non so a me sembra una sparata alla Benitez. Se la Società nn è in grado di rassicurare Mihajlovic figuriamoci uno che si sta giocando la Uefa! Se non si vuole alzare un po’ il livello tecnico e (di conseguenza) degli ingaggi meglio orientarsi su Mandorlini, Colantuono o Guidolin che sembra un po’ in rotta con l’Udinese. L’ideale sarebbe Iachini ma -giustamente- starà a Palermo.
        Che senso ha prendere uno chef stellato per fargli fare i panini in un bar? Non sarà mai contento!
        Certamente il nome che mi atterrisce è quello di Pioli, forse più triste di Rossi, che è una specie di record del mondo!
        Speriamo che Braida, Pecini e Osti sappiano quello che fanno. Da lì consegue tutto il resto, guida tecnica compresa.
        Saluti

    • fulvio ha detto:

      Da Iachini a Yakin ….

  24. Meistro ha detto:

    Ennesima retrocessione per Curci………….

  25. Stefano ha detto:

    Io chiedo solo una cosa.. via la fascia da Capitano a Gastaldello e Palombo.

    • sampdorianamente ha detto:

      Scusa, e giuro che non lo dico con polemica ma solo con curiosità, a chi la affideresti???? 😉

  26. Giorgio ha detto:

    Sono d’accordo su tutto, Andrea, e, novello Catone, come sempre, insisto: “Ceterum censeo Cassanum recipiendum esse”. (Tradotto liberamente: Fra l’altro (ritengo) dico che Cassano deve essere ripreso!)

    • andrea.lazzara ha detto:

      Posso dire una cosa? Con tutta la stima per il giocatore(straordinario) non si può far prescindere tutti i discorsi sul futuro da: deve tornare Cassano! Mi attirerò le ire tue, caro Giorgio, di Dorianodoc, ecc. So benissimo che Cassano è un giocatore che alla SAmpdoria potrebbe ancora fare la differenza ma, santo cielo, sembra che sia l’unico giocatore in grado di far progredire questa squadra. Personalmente non ci sto (e se tornasse, comunque, W Cassano, ovviamente)

      • Lollo ha detto:

        più che altro Andrea, è l’unico giocatore di livello che , forse, verrebbe di corsa, senza pretendere ingaggi stratosferici ( ripeto FORSE !! )

      • Fabiosamp ha detto:

        D’accordo con te Andrea, ci possono essere altri giocatori ma credo che per molti,me compreso,il ritorno di Antonio magari insieme al pazzo…rappresenterebbe la chiusura di una ferita ancora aperta…non credi?

      • MadMick ha detto:

        Ecco…appunto, bravo Andrea!

      • Paolo1968 ha detto:

        Se dobbiamo giocarci un ritorno, sarei decisamente indeciso tra un Cassano e uno Storari, ovvero non riuscirei a decidere se è meglio gioire per il gioco espresso dal barese o non riempirsi i pantaloni ogni volta che una squadra avversaria entra nelkla nostra area….

      • Dorianodoc ha detto:

        Andrea, semplicemente Cassano è l’unico giocatore di quella caratura che VOGLIA venire al Doria. E’ l’unico di quella caratura che possa rivoluzionare una rosa mediocre come è questa e come sarà quella del prossimo campionato.

      • matteo84 ha detto:

        Andrea è l’unico che verrebbe con un pochino di qualità…………………e soprattutto è l’unico che ci vuole veramente venire

  27. moussa dembelè ha detto:

    Sono un sostenitore di Mihajlovic e spero che rimanga perchè ha dato un grosso contributo per la salvezza della nostra squadra, perchè fa parte della famiglia blucerchiata e perchè mi è simpatico perchè non è mai banale.
    Se andrà via me ne farò una ragione: i protagonisti passano e la Samp resta comunque, a prescindere da allenatori e giocatori. E poi ricordo l’esperienza Rossi dell’anno scorso. Di questi tempi dicevamo le stesse cose e abbiamo visto com’è finita. In definitiva tutto dipende dalla squadra che la società saprà allestire, io spero solo non ci facciano patire fino a gennaio come l’anno scorso e sappiano mettere insieme l’organico giuso già questa estate.

    Se Mihajlovic fosse un amico però e gli potessi parlare, oltre a consigliargli di rimanere ancora con noi, perchè dove la trova una società più bella della Samp (lo so che sono scemo) gli chiederei se, nel caso si trovasse ad incontrare, che sò, il Barcellona, penserebbe di giocarsi la partita come si è giocata quella col Napoli. Con due soli centrocampisti di ruolo, il pressing alto alto, e due ali a fronteggiare uno-contro-uno gente come Callehon e Zapata (ma dunde u sciorte stu chi..?). Oppure non penserebbe a cambiare un pochino modulo e atteggiamento in modo da evitarci la raccolta delle pere (che ci gira un po’ il berettino)

  28. bisciagoal ha detto:

    Consideriamo l’esperienza di Sinisa finita..e voltiamo pagina.
    La Samp ha bisogno di un allenatore che veda l’approdo a Genova come un punto di arrivo e non di partenza..lasciamo stare i Pioli ( ha scritto sulla fronte “perdente” e e puntiamo ad un duro…Mandorlini o Colantuono…andrebbero benissimo.
    sulla campagna acquisti oltre che ad un discorso tecnico c’è bisogno di verificare l’aspetto caratteriale degli acquisti. Abbiamo bisogno di giocatori di personalità, grintosi e cattivi quanto basta..da noi troppe “signorine”….basta ricordare la vicenda Icardi..
    Bisogna costruire una squadra cattiva e determinata.di uomini veri…dei “molli” Obiang e Gabbiadini…dei capitani senza palle come Gastadello e Palombo…dei finti portieri come Fiorlllo de Da Costa…..liberiamoci..e come dice Andrea..basta comprare tanto per comprare..piuttosto che un Rodriguez di turno..facciamo esordire qualche Primavera..sicuramente non può fare peggio..

    • Fabiosamp ha detto:

      Scusa biscia ma dissento sulla prima parte io avrei paura di un allenatore che ha come punto di arrivo l’attuale Sampdoria…sarebbe di certo un mediocre(vedi di carlo,atzori e simili),quindi per me se non possiamo permetterci sinisa cerchiamo allenatori da lanciare che abbiano fame anche se poi ci molleranno per cronica mancanza di ambizioni…
      Su tutto il resto d’accordissimo,mandorlini e colantuono mi piacciono.
      Ultima annotazione sull’ambiente Sampdoria che come dico da anni è piu moscio ormai di quello del chievo…per carità la bava alla bocca non serve nessuno ma vedere una squadra per l’ennesimo anno sciogliersi a primavera in questo modo e non tenere l’ambiente in tensione è un errore pazzesco e l’ennesima riprova che il livello umano di questi calciatori(intendo tutti i giocatori) è scarsissimo.
      Certo se appena raggiunta la salvezza il tuo ds dichiara che la prossima annata sarà all’insegna di lacrime e sangue…bella iniezione di carica all’ambiente vero?
      A volte provo un po pena per certe persone che hanno avuto molto a livello materiale dalla vita ma conducono la loro esistenza in questo modo apatico,focomelico,pieni di paure,timidezze, di vorrei ma non posso insomma ricordano dei c…i interrotti.

      • bisciagoal ha detto:

        Grande Fabiosamp..si si..mi sono spiegato male..mi riferivo sicuramente a gente alla Novellino…e non alla Di Carlo.. 🙂

    • ROBY LEVANTE ha detto:

      Sono d’accordo al 100%

  29. Mauro ha detto:

    La partita col Napoli ci ha detto essenzialmente due cose.La prima che questa squadra,per chi ancora non lo avesse capito,ha limiti tecnici e caratteriali imbarazzanti.La seconda,ma questo riguarda un po’ tutte le squadre,che a fine campionato quando si e’gia’raggiunti i propri obbiettivi,emerge la vera differenza di valori.Quindi se non ti giochi nulla e,aggiungo,non hai un minimo di dignità confrontandoti con altre squadre che non si giocano nulla ma sono marcatamente più forti,perdi.A questi non perdonero’mai di aver sbracato proprio nel giorno in cui si doveva onorare la memoria di una persona che ha contribuito a far grande la Samp dimostrando un senso di appartenenza e di attaccamento alla maglia prossimi allo zero (ma questo avevamo già avuto modo di verificarlo in occasione della pagliacciata di Icardi).Pertanto,invito caldamente la dirigenza nel prossimo calciomercato,a tener conto oltre all’aspetto tecnico/tattico anche e soprattutto a quello caratteriale.Per chiudere capitolo Sinisa:se resta significa che si e’deciso di alzare la benedetta asticella,diversamente sarà un altro campionato alla Chievo e l’ asticella ce la possiamo infilare…….poiché faccio fatica a capire che cavolo abbiano più di noi a livello so ietario,squadre come Verona (neopromossa)Parma e Torino(venuta in A con noi).Misteri del calcio.

  30. Gipo Samp ha detto:

    Dear Lazzara complimenti per le verità che scrivi. Purtroppo queste si possono leggere solo su Samplace che non ha quella cassa di risonanza dei giornali e TV. Anche nelle rubriche TV la maggioranza degli opinionisti parla per compiacere la Società e accattivarsi la simpatia dei giocatori. Temo che la sconfitta quasi tennistica col Napoli non sarà servita a nulla perché sarebbe impossibile che la Società non sia a conoscenza della pochezza della squadra e rosa. La squadra di ieri, per di più se sarà privata di quei pochi elementi con qualche timida richiesta di mercato, avrebbe problemi perfino a restare in serie B. La rosa non è solo priva di qualità in tutti i reparti, ma ha addirittura molti giocatori ormai al tramonto e privi di quell’atletismo, progressione e corsa necessari che richiede la categoria, a cominciare dal centrale di difesa che in settimana ci vuole sempre regalare grandi soddisfazioni, per proseguire col vecchio capitano e capitan futuro. Un centrocampo senza arte e ne parte che per dare inizio all’azione necessita di ben tre passaggi laterali come se giocassero a rugby e non al calcio. Mai una verticalizzazione. Fa eccezione il solo Regini che ogni tanto parte alla Vierchowood. Le eccezioni valide per la A sono pochissime ma non fanno squadra. Parlando di Braida: perché sprecare un grosso stipendio per una campagna di lacrime e sangue? Osti per questo basta e avanza. Per Mihajlovic ritengo ci siano pochi tifosi che onestamente possano pensare che resti per giocarsi un altro campionato da lotta salvezza e rovinarsi la carriera. Miahjlovic non rimarrà se non rinforzeranno la squadra con l’innesto di QUALITA’ in tutti i reparti, a cominciare dal portiere che nelle ultime due partite molti di noi, me compreso, ci eravamo illusi di averlo trovato. Ieri è sembrato il Da Costa 2 e si è capito perché neppure il Livorno l’ha tenuto. Mi auguro che non sprechino soldi per riscattare il gattone Max, che si vendano al meglio Gabbiadini e Okaka e si liberino di tutti quei giocatori per i quali sarebbe già tanto trovare qualche squadra di B disposta a prenderli con stipendio a loro carico. Ho visto in TV le parate di Storari all’Olimpico, e mi sono chiesto com’è stato possibile perderlo per poche centinaia di migliaia di euro e sprecare 2,5 milioni più ingaggio per un Curci rivelatosi uno degli artefici principali della retrocessione, costata poi alla Società una perdita di 50 e più milioni. Nei prossimi mesi mi sono ripromesso, sperando di riuscirci, di non vivere più come l’anno precedente i mesi da film “Il deserto dei Tartari” nell’attesa dei colpi di mercato che alla fine partorirono i Barillà e altra minutaglia di contorno. Il morale è molto basso. Forza Samp

    • flex ha detto:

      Caro Gipo
      lo dico col massimo rispetto e senza ombra di ironia: le tue mail sono per me fonte d’ispirazione. Scrivi quello che scriverei io, prima di me e meglio di me.

    • francesq ha detto:

      Commento fantastico.

      Purtroppo anche io, come te, sono rimasto troppe volte e troppo tempo alla Fortezza Bastiani ad aspettare ed aspettare…

      Ma cosa? E chi?

      Ad ogni modo credo dovremmo, in generale, evitare di illuderci. La crisi picchia, il calcio rotola e se fanno fatica le grandi sarà dura per noi, formichine patetiche, riuscire a trovare denaro da spendere…

    • Dorianodoc ha detto:

      D’accordissimo su quanto scrivi. Aggiungo che all’epoca di Storari-Curci, in questo blog, all’epoca tenuto da Michieli, i soliti filo societari (per non chiamarli in altro modo) si sperticarono in massicce lodi sull’operazione. Abbiamo visto il fenomeno preso e quello che ci è costato. Bravi

    • ROBY LEVANTE ha detto:

      Caro Gipo, che dire di più e meglio ? Solo i sempre ottimisti e gli sventolatori non saranno d’accordo. Sempre Forza Sampdoria

  31. flex ha detto:

    Buongiorno a tutti
    ho letto commenti che condivido.

    La vicenda sulla riconferma di mihajlovich ci farà capire alcune cose sulle reali volontà della proprietà di investire, intanto una già ce l’ha fatta capire: quando ci dicevano che relativamente alla riconferma era tutto a posto e non ci sarebbero stati problemi ci stavano raccontando una mussa.
    La partita di ieri è stata indecente, ma è da quasi due mesi che stanno giocando col belin mollo: d’accordo aver raggiunto l’obiettivo, d’accordo l’assenza di motivazioni, ma io due domande sulla loro professionalità me la farei. E anche su certe conferenze stampa pre-partita.
    Concordo con chi sostiene che abbiamo bisogno di giocatori di personalità, a noi manca cattiveria, grinta ed esperienza: ce ne vorrebbero almeno uno in difesa e uno a centrocampo.

    Posso dire un’ultima cosa che non c’entra nulla?
    Lo so che i tempi cambiano, ma vedo troppe iniziative extracalcistiche, troppo marketing, troppa apparenza: mi sono rotto le palle dei samp village, samp point, samp tv, della mail prima della partita (che poi perdi 0-4 o 2-5)
    Solo chiacchiere e distintivo

    Perdonate il delirio, oggi ne ho per tutti 😀

    • Fabiosamp ha detto:

      Grande flex e mettici poi il Samp camp la crociera blucerchiata(con gabbiadini,obiang e fornasier) che dovrebbero pagarmi a me per metterci piede…e il Samp box per andare ad annusare le scarpe di sesti negli spogliatoi…non se ne può più!!!
      Comprate il materiale dai club…
      Eppoi che senso avrà sto marketing esasperato su un prodotto così svilito….
      Cioè c’è l’ha e chi vuol capire capisca….

  32. Bulgaro ha detto:

    Non ricordo di tiramolla che alla fine abbiano giovato alla Samp ….

  33. sampdorianamente ha detto:

    Concordo pienamente con la risposta di Andrea a Giorgio.
    Premetto che quest’anno con il discorso mondiale lo avrei visto bene ma ora basta con Cassano, Pazzini, Quagliarella, Storari…… un po’ di fantasia ragazzi…..
    Che ne so un Mancosu, Sau, Bergessio, Niang????? Anche perchè se rifiuto sett/otto milioni per Okaka e poi lo lascio in panchina non sono proprio furbo, quindi l’idea della società potrebbe essere quella di partire con lui titolare.
    Ecco mi piacerebbe che anche le chiacchiere da bar che si fanno in un forum scatenassero la ns. fantasia senza sempre pensare al passato per quanto bello sia stato.
    Poi sul livello del calcio italiano NON sono d’accordo: a parte Spagna, Germania e Inghilterra, secondo me tutti gli altri campionati sono inferiori nettamente al nostro. In Francia e in Portogallo, ad esempio, la Samp farebbe la sua figura sempre…..
    Capitolo Europa League, VADO CONTROCORRENTE, ma a queste condizioni mi sembra un suicidio economico e sportivo, infatti mi sembra che non impazziscano dalla voglia di andarci le squadre italiane, giocare al Giovedì e poi alla domenica è una bestialità e poi ti ritrovi a giocare a volte sei partite in venti giorni per NON AVERE RITORNI ECONOMICI!!!
    Un’ultima cosa vi prego Pioli NO……
    SCUSATE SE MI SONO DILUNGATO!!!!!

    • Paolo1968 ha detto:

      E perché si dovrebbe tenere in panca Okaka? A me non farebbe schifo vederlo in accoppiata con Cassano o Quagliarella, sicuramente un po’ meno con Pazzini.
      E Storari in porta a vita (anche se comincia ad essere vecchiotto).

  34. Emanuele ha detto:

    Andrea un commento per quel fallito di Curci che sul suo profilo twitter provoca e insulta la tifoseria?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Lasciamo stare( a me risultava su Facebook e da indagini…non era lui. State all’occhio sui social network)

  35. Mauro ha detto:

    News da radio sportiva:la Juventus per sostituire Conte avrebbe pensato a Mihajlovic…..bye bye Sinisa.

  36. max ha detto:

    andrea
    sono d’accordo con quanto scrivi e tuoi commenti. e bello leggere l’entusiasmo e la gioia dei veri tifosi. beh speriamo che le cassandre si sbaglino e che brida e co. possano darci
    qualche soddisfazione. leggo per alcuni che tutta la squadra a parte uno o due non è da serie a e forse nemmeno da b ma grazie a dio ci siamo salvati prima dell’anno scorso dove forse i commenti non erano così negativi. solo merito di sinisa? forse si ma non credo che l’allenatore valga più del 50%. ma certamente ci ha dato una grossa mano.
    cambiare 11 titolare come leggo forse è un po eccessivo ma qualche robusto correttivo andrebbe fatto. il ns campionato come scrive qualcuno e di basso livello ma non credo che le ns ultime 10 squadre in qualsiasi altro campionato retrocederebbero. forse non si vedono le partite degli altri campionati. dove a parte le prime 3 in alcuni e le prime 4 in altri il resto e peggio della ns serie b
    non mi dilungo troppo perché ho già più volte espresso cosa penso di tale situazione monche del rammarico per non avere un mecenate che ci compra ed investe come tutti noi vorremmo!!!

  37. El Cabezon ha detto:

    Premessa: non sono certo contento che Fiorillo abbia “cappellato” ma spero che i suoi errori abbiano fatto aprire gli occhi ai detrattori di Da Costa che in panchina non avevamo un fenomeno e che di conseguenza Mihajlovic non era un pazzo scatenato se gli preferiva il brasiliano…
    A proposito di Mihajlovic: so per certo che lui e il suo staff vogliono rimanere!
    Sinisa non chiede la luna, accetterebbe anche la partenza di 1/2 pezzi pregiati ( la cessione di Mustafi pare inevitabile…) a patto però che vengano rimpiazzati da elementi di uguale valore!
    Voglio augurarmi che il Presidente non commetta l’errore di lasciar partire il mister: grazie a lui l’ambiente si è un pò ricompattato, si è ritrovato un pizzico di entusiasmo e di sano orgoglio, un suo addio sarebbe un clamoroso autogol e ci farebbe ripiombare in un clima depressivo…

    • Michele G. ha detto:

      Pur ammettendo che Fiorillo abbia sbagliato la partita con il Napoli (o almeno, il goffo intervento sulla punizione di Callejon), le sue esibizioni nelle partite precedenti mi fanno pensare che, comunque, sia nettamente migliore di Da Costa. Penso che, nella media di un campionato, possa fare molto meglio del buon Angelo. Ci sono portieri celebratissimi, che ogni tanto risultano decisivi in negativo. Vedi, per esempio, Buffon, nella partita persa con noi a Torino lo scorso campionato, dove aveva preso due gol evitabilissimi da Icardi; o il passaggio di piede all’attaccante del Lecce a due minuti dalla fine, che pareggiava così la partita.
      Certo, se arrivasse un portiere di maggiore affidabilità, e credo che questa sia una delle priorità della campagna acquisti, Fiorillo lo vedrei molto bene come riserva del futuro titolare della nostra porta. E, a tal proposito, vedrei molto bene il buon Storari, che potrebbe venire a chiudere dignitosamente la sua carriera presso di noi. Tanto, i soldi li ha già fatti a Torino, scaldando la panchina bianconera, salvo rare eccezioni quando il Gigi nazionale era indisponibile, e lui si è fatto sempre trovare pronto.

    • Gipo Samp ha detto:

      Cabezon non sai quanto invidio il tuo entusiasmo ritrovato 😀

  38. Giorgio ha detto:

    Caro Andrea, Cassano non è l’unico giocatore che possa far progredire la nostra Sampdoria, ma è, purtroppo, l’unico fuoriclasse che si degnerebbe di venire, o di tornare, in questa squadra e in questa Società di taccagni e pellegrini! Speriamo solo che Braida sia venuto convinto e deciso e non per svernare in riviera! In ogni caso (purtroppo è una malattia inguaribile!) sempre Forza Doria!

  39. Luca Pavia ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    Ultimamente mi sono astenuto dallo scrivere sul blog, visto il carattere ormai interlocutorio delle ultime partite, mi sembrava giusto attendere la fine del torneo. Ho fatto giusto uno strappo per ricordare la figura del più grande allenatore che si sia mai seduto sulla nostra panchina, passato purtroppo a miglior vita.
    Il quadro della situazione e’ stato ampiamente delineato da Andrea e dagli altri bloggers, resta veramente poco da aggiungere.
    I dati di fatto sono:
    1) la società e’ restia ad investire in giocatori relativamente costosi che consentano di dare un minimo di spessore alla squadra. Per loro arrivare quarti o quartultimi fa poca differenza visto che non hanno ambizioni se non quella del mantenere lo status quo col minor dispendio possibile, mentre per il tifoso ne fa parecchia.
    2) l’allenatore ha spremuto fino all’ultima goccia la squadra e s che da questi uomini potrà ottenere, nella migliore delle ipotesi, un’altra sofferta salvezza. Senza un cambio di rotta in sede di mercato, il destino di Sinisa rischierebbe fortemente di ricalcare quello triste di Delio Rossi… Il fatto che Mihajlovic non abbia ancora deciso del suo futuro non è un buon segno, perché testimonia un tira e molla tra domanda e risposta, dunque un doversi venire incontro limando un po’ di qua è un po’ di la’.. Le ambizioni dell’allenatore a me interessano in quanto sottese ad un miglioramento delle prestazioni della squadra, altrimenti diventano fini a se stesse. Se non ci sono i presupposti, che Sinisa abbia il coraggio di andarsene e spiegare anche il perché senza peli sulla lingua.
    3) alcuni numeri ( Juventus prima con 99 punti, quota salvezza a 32 punti o giù di li) ci dicono che questo e’ stato il campionato a venti squadre più scadente di sempre. Il prossimo anno salirà il Palermo che, a mio giudizio, difficilmente allestirà una squadra più scarsa della nostra attuale. Vedremo le altre due promosse chi saranno, poi prepariamoci a duellare con corazzate tipo Chievo, Sassuolo, Cagliari, Empoli (?), Avellino (?), Latina (?)… Eppure basterebbe veramente poco per emergere da questa mediocrità, basterebbero tre o quattro acquisti validi e mirati.
    4) Portiere, difensore centrale, un centrocampista (meglio se due..) e centravanti da doppia cifra… Ovviamente ci saranno anche da rimpiazzare dei partenti, tipo, per esempio, Gabbiadini.. Ma li puoi reinvestire i soldi della comproprietà.
    La mia sensazione e’ che l’asticella non si muoverà dall’attuale posizione, ma sarò ben felice di essere smentito su tutti i fronti.
    Ah, dimenticavo… Avete notato che tra i convocati di Prandelli non ce n’è nemmeno uno dei nostri?
    Per me sarebbe un motivo in più per questi giocatori di tirare fuori le palle.. Ricordo che dopo il trattamento ricevuto ad Italia 90, nel campionato successivo Mancini Vialli e Vierchowod ci fecero vincere lo scudetto…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Approfitto del post di Luca per esprimere la soddisfazione mia, ma credo di tutti, per la conferma di Mihajlovic. Ora il tempo per lavorare c’è e il serbo ha chiesto la conferma della spina dorsale della squadra e investimenti mirati. Nel calcio tutto è relativo ma le premesse mi sembrano buone, e probabilmente anche senza mandare a bagno i conti della società.

      • francesq ha detto:

        Andrea, domanda secca?

        Cambiasso?

        Leggevo che sarebbe nella lista di Sinisa….

      • Maraschi ha detto:

        Sei sicuro? Su internet ho letto un lancio della Gazzetta dello Sport che parla di fumata grigia e firma slittata fra qualche giorno…

      • Luca Pavia ha detto:

        Mi spiace, Andrea, ma come temevo il tira molla società/allenatore va avanti, e quella unità di intenti auspicabile rimane sempre più una utopia… Poveri noi tifosi…

  40. Stefano_1970 ha detto:

    Nella personale commozione durante l’intervallo tra prino e secondo tempo non ho graditol’atteggiamento dei panchinari che hanno beatamente continuato a palleggiare incuranti della situazione.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Mattia Lombardo, guarda caso, ha applaudito tutto il tempo…

      • Stefano_1970 ha detto:

        @ Andrea Lazzara

        L’informazione corretta é che Mattia Lombardo é l’unico che ha applaudito.
        Non lo ha fatto x tutto il tempo. Nkn erano arrivati alla Sud che era giá a tirare calci al pallone anche lui. Affermare il contrario é fuori luogo

        • andrea.lazzara ha detto:

          Perdonami Stefano, hai contato i secondi? Ma su, di cosa stiamo parlando??? Io comunque l’ho visto interrompere l’applauso e poi riprenderlo. Ma renditi conto di cosa stiamo parlando(non del contesto, era doveroso che i giocatori della Samp omaggiassero la famiglia Boskov)ma di un ragazzo che è cresciuto con questo nome che circolava in casa e si è fatto conoscere già per la sua sampdorianità. Scommetto che se avesse applaudito tutto il tempo, magari si fosse commosso, unito al corteo…qualcuno lo avrebbe criticato perchè…si era distratto!

          • Stefano_1970 ha detto:

            Un po contorto il tuo ragionamento.

            É OVVIO che i giocatori dovessero omaggiare una figura di spessore come Boskov. É altrettanto OVVIO che nessuno si aspetta che un giovane come Lombardo sappia come muoversi. Io comunque non ho criticato lui, MA la Società che doveva preparare in maniera adeguata l’evento. Era programmato no? Mi é parso evidente che il cuore abbia spinto Lombardo a partecipare con trasporto come mi pare evidente che guardandosi intorno (colleghi) non abbia ricevuto adeguato ed assennato esempio.

            Posso non gradire la mancanza di tatto della Societá?

  41. Big Dave ha detto:

    Come sembra, Sinisa dovrebbe rinnovare. Manca solo l’ufficialità. E per fortuna doveva andare, nell’ordine, a: Lazio, Inter, Milan, Juventus, Tottenham.
    Alla faccia dei “giornalisti” nazionali.
    Bene, benissimo.
    Però Delio Rossi docet: che la società non commetta l’errore di pensare che basti la conferma di Sinisa per rendere la rosa più competitiva. Che non si pensi (noi tifosi) che la permanenza del serbo significhi che la squadra verrà rinforzata di sicuro.
    Perchè anche con Rossi pensavamo sarebbe stato così, la sua permanenza era stata letta come garanzia di un miglioramento tecnico che poi non c’è stato, che si è tradotto in un fiume di brocchi che adesso abbiamo sul groppone. Certo, Sinisa non è Rossi (insomma, non lo metti a tacere con un contratto) e ora c’è Braida (non avrà budget berlusconiani ma ha carisma ed esperienza). Ma permettetemi di andarci coi piedi di piombo.
    Caro Osti, i miei complimenti per il mercato di gennaio (colpo Okaka obiettivamente straordinario seppure -in parte- una bella botta di c–o), ma ricorda: la qualità è più importante della qualità.
    Meglio un buon giocatore che 10 scartine. E’ come dire…giocando a briscola, meglio avere un solo asso in mano che svariate mani di carte inutili.
    Una considerazione: abbiamo assistito al campionato di serie A più orribile che storia ricordi. Il Chievo si è salvato con 33 punti, e rimarco: 33! Vi rendete conto? SCONCERTANTE.
    La cosa mi fa girare le palle come le pale di un elicottero: nel 98/99 retrocedemmo con 39 punti, e tre anni fa con 36. Insomma, vabbè che si sa che nella vita ci vuole sempre c–o, ma se avessimo giocato campionati disastrosi come quelli (soprattutto quello di tre anni fa, con Maccarone e Macheda) quest’anno ci saremmo salvati a mani basse. Pensate anche che nel 99 non c’erano 20 squadre ma 18, quindi 4 partite in meno. E alla fine avevamo 39 punti. La squadra, inoltre, con Ortega e Montella era già di un altro pianeta rispetto alla Samp di oggi. E retrocedette. Oggi, invece, ci si salva con 33. Ogni quota salvezza stilata e prevista è andata in frantumi, penso che 33 punti come quota salvezza non se li immaginava nessuno.
    Inoltre, la Samp mediocrissima di oggi si è salvata a mani basse, mentre nella serie A di 10 anni fa saremmo arrivati a malapena a 30 punti.
    Tutto questo per dire cosa?
    Che nella serie A di oggi basta davvero pochissimo per emergere dalla mediocrità. Guardate Torino e Verona: buone squadre, certo, ma nella serie A di 10 anni fa si sarebbero salvate e basta.
    Conclusione: bastano pochi innesti mirati, direi 4 o forse anche 3, per creare un 11 titolare competitivo che possa agevolmente arrivare a 50 punti.
    Giochiamo:

    DA TENERE: Fiorillo, Gastaldello, Mustafi, De Silvestri, Palombo, Regini, Kristcic, Soriano, Renan, Eder, Okaka, Sansone, Gabbiadini, Fornasier.
    DA PENSARCI: Obiang, Maxi Lopez.
    DA MANDAR VIA SUBITO: Da Costa, Costa, Bjarnason, Salamon, Berardi, Rodriguez, Gentsoglou, Maccarone, Piovaccari, Eramo, Sestu.
    DA PRENDERE: Un portiere da serie A, un centrale di difesa da serie A, un centrocampista dai piedi educati, un centravanti da 10/12 gol.

    Non mi sembra un’impresa impossibile, monetizzando al massimo le cessioni di Poli, Icardi e Biabiany più magari cedendo Obiang (il più sacrificabile se pensiamo a gente come Mustafi).
    Ariedo, tocca a te!

    • Paolo1966 ha detto:

      Nel 99 c’era un arbitro che fischiava rigori “per spostamento d’aria” (cit. un telecronista). Un arbitro con una simpatica faccia da schiaffi (anzi, ceffoni)

  42. P.SOLARI ha detto:

    Bisogna attendere ancora il comunicato ufficiale ma sembra che il Mister resti; da quel che si leggeva qua sopra pareva il contrario …… vista anche la lista degli “intoccabili” quindi pare che anche Mustafi per il prossimo anno sia destinato a restare ….. speriamo bene visto che il “mercato” dura troppo e chissa’ ….. avra’ gia’ chiesto un portiere
    oltre a fissare quelli da non cedere ?
    Dell’ ultima domenica si salva solo lo splendido ricordo di Mister Vuja, non sono riuscito a trattenere qualche lacrima, un enorme grazie alla signora Boskov ed alla figlia per essere venute a salutarci.

  43. Michele G. ha detto:

    Mi unisco ad Andrea Lazzara nell’esprimere la mia soddisfazione per la conferma di Sinisa sulla nostra panchina. Concordo, tuttavia, sia con Luca di Pavia, sia con Big Dave, dei quali sottoscrivo in pieno i post, nel pensare che la conferma di Mihajlovic non rappresenti di per sè una garanzia che la società intenda effettivamente investire i quei 3 o 4 elementi che ci garantirebbero un salto di qualità nel medocre quadro dell’attuale Serie A. Delio Rossi docet, a tal proposito, anche se sono convinto che Sinisa non ci metterebbe che 5 minuti ad andarsene, qualora si sentisse raggirato con l’ingaggio di qualche scartina al posto dei rinforzi che lui andrà a chiedere. La presenza di Braida, inoltre, mi dà fiducia, perchè non credo che il buon Ariedo si vada a giocare la faccia e la reputazione così brillantemente conquistata nella ventennale esperienza milanista.
    Insomma, proviamo a crederci e speriamo di non dover assistere all’ennesima, inutile attesa fino al 31 Agosto di qualche arrivo significativo. A quella data si prenderebbero solo le scartine di cui sopra. Secondo me, è importante, se non fondamentale, partire per il ritiro pre-campionato, avendo già a disposizione tutti gli elementi, o quasi, su cui costruire la squadra.
    Forza DORIA sempre e comunque!
    Michele G.

  44. Massimo Pittaluga ha detto:

    Sono contento per la conferma di mihalovic. direi che è un buon segnale. questa squadra ha bisogno di pochi innesti ma mirati e di qualità, 3 o 4 a seconda che si voglia o meno rischiare su fiorillo. i soldi per fare un po di mercato ci dovrebbero essere con le cessioni delle metà di icardi poli e biabiany. tenete mustafi almeno ancora 1 anno. è giovane e prenderà valore perchè ha testa. cederlo oggi vuol dire rinunciare a monetizzare poi. udinese docet.

  45. max ha detto:

    saranno contenti i soliti entusiasti che erano già a criticare perche sinisa se ne andava di certo??? forse no perché le loro iatture sono state smentite. come mai dato che voi sapete sempre tutto prima degli altri????
    riflettete gente
    io dico Forza Samp e lo posso dire

  46. Paolo1968 ha detto:

    Non mi strapperei i capelli se Kristcic fosse tra i “DA PENSARCI” e Maxi Lopez tra i “DA MANDAR VIA SUBITO” (ingaggio elevato e gattone di marmo- grazie comunque per quel gol).
    Tra l’altro, tra i “DA MANDAR VIA SUBITO” ti sei dimenticato Romero….

  47. ROBY LEVANTE ha detto:

    Caro Braida, presto ti accorgerai che noi tifosi speriamo di prendere questo e quello ma che la Società ,tramite il solito Osti, dirà che sono irragiungibili,fuori parametro,bla,bla,bla,etc., come se la colpa dei debiti contratti fosse di noi tifosi e non della loro incapacità.Sempre Forza Sampdoria.

  48. matteo84 ha detto:

    giusto per fare qualche nome:
    Bardi, Andreolli, Cassano, Lodi, Barrientos, Paulinho, Monzon

  49. Nello ha detto:

    DA TENERE: Fiorillo, Gastaldello, Mustafi, De Silvestri, Palombo, Obiang, Regini, Kristcic, Soriano, Renan, Eder, Okaka, Sansone, Gabbiadini, Fornasier.
    DA SALUTARE: Maxi Lopez, Da Costa, Costa, Bjarnason, Salamon, Berardi, Rodriguez, Gentsoglou, Maccarone, Piovaccari, Eramo, Sestu.
    DA ACQUISIRE: Cassano, Una punta da 15 gol, Un centrocampista da 7-8 gol + 5-6 giovani bravi presi dalla primavera o dal mercato.

  50. sampdorianamente ha detto:

    che brutta parte Sinisa…. come si di ceva quando ero ragazzino… Hai toppato!!!!

  51. peter ha detto:

    Andrea, secondo te perche’ c’e’ stata questa improvvisa marcia indietro di Mihajlovic ? c’ e’ qualche club importante che lo attora o divergenza di vedute sui programmi e giocatori da prendere ?
    Ciao e grazie 😉

  52. sillyname ha detto:

    Non sono convinto che Mihajlovic voglia rimanere solo a fronte di garanzie tecniche. Cosi’ come non credo che sia un adeguamento del’ingaggio l’unica ragione per restare. Una parentesi: anche in questo frangente vedo agghiaccianti analogie rispetto all’anno scorso e spero che la storia la finisca qui di ripetersi.
    Partendo dall’ipotesi che Mihajlovic abbia dalla sua tutto lo spogliatoio (non ne so nulla ma ho letto cosi’, e forse starebbe qui una delle poche differenze rispetto all’allenatore precedente, il quale dava tutta l’impressione di essersi isolato), trovo che la cosa realmente positiva del rinnovo con Mihajlovic possa essere la continuita’, almeno la sensazione di un filo di solidita’ in piu’. Se si vuole iniziare a costruire un minimo di futuro, e quindi a nutrire qualche speranza di trattenere i migliori, penso che sarebbe molto piu’ difficile farlo nel momento in cui se ne andasse il leader della band. Rimanendo, non solo Mihajlovic dimostrerebbe di accettare il “progetto” (che non esiste, ma lui potrebbe almeno dare l’impressione alla squadra che un progetto esiste) ma sarebbe scongiurata l’ormai tradizionale sensazione di “8 settembre”. A proposito: spero proprio che durante il prossimo mercato la dirigenza e l’allenatore si parlino….
    Poi si potrebbe discutere su chi siano i migliori e su quanto di questa squadra vada mantenuto. Non dimentichiamo che per il secondo anno di fila non solo abbiamo iniziato malissimo ma abbiamo finito come Dorando Pietri e meno male che nessuno ci abbia squalificato per aver ricevuto l’aiuto di terzi (che in questo caso sono gli avversari).
    Considerato che abbiamo fatto punti solo con le squadre di medio/bassa classifica e considerato che queste giocavano a ciapano’, non e’ che i 44 punti di oggi rappresentino esattamente un punto di partenza, una garanzia in vista del prossimo campionato….
    Non ho certezze in proposito ma se fosse possibile fare un campionato con un minimo di continuita’, senza sentirsi con un piede nella fossa gia’ a novembre, senza dover cambiare allenatore in corsa e senza dover sperare nei miracoli, sarei grato.
    PS: se il livello della finale di EL e’ quello visto mercoledi’ sera, quasi quasi mi faccio prendere dall’ottimismo e dalle illusioni.

  53. Antonio ha detto:

    Questi “tira e molla” portano solo guai,grazie a Sinisa per cio’ che ha fatto ma,se non e’ convinto,e’ meglio che se ne vada..non possiamo ginufletterci e pregarlo di restare a forza.
    E’ altresi’ vetro che ci sta’ facendo perdere tempo..siamo praticamente salvi da marzoe non abbiamo potuto programmare niente perche’ non si sa’ chi sara’ l’allenatore…deve essere detta una parola chiara entro IERi!In caso contrario sul mercato resteranno solo Cavasin,Atzori e Maifredi….Sinisa il tuo comportamento temporeggiante non e’ corretto…..

    • andrea.lazzara ha detto:

      Antonio ha espresso, credo, l’opinione di molti tifosi. Sinceramente sono rimasto molto colpito dallo svolgimento dei fatti: ma come? Siamo tutti scemi che due giorni fa abbiamo dato la cosa per fatta? Tutti?? E’ successo qualcosa, e quel qualcosa, permettetemi, non credo che sia l’improvviso venire meno di garanzie tecniche(quelle economiche, Mihajlovic le ha avute). E allora? Ci spieghi, per favore mister. Anche perchè, comunque, la Sampdoria ha il coltello dalla parte del manico, ero contratto rinnovato in automatico a salvezza raggiunta: sta a Mihajlovic liberarsi, eventualmente. E speriamo tutti che non sia quello che vuole. Ma bisogna sapere. Ora. Subito.

      • Paolo C. ha detto:

        A sto punto se fossi Edoardo Garrone, all’attuale allenatore direi “Ok grazie per il grande lavoro svolto quest’anno, ma su queste basi non è possibile continuare il rapporto, buona fortuna per il proseguio della tua carriera …”.
        Per quanto mi riguarda, tutto il credito che si era guadagnato, se lo è già bello che mangiato.

      • Lollo ha detto:

        Secondo quanto si legge sui vari siti, dietro al temporeggiare di Sinisa ci sarebbe una grande ( Juve ) o pseudo-tale ( Inter, Lazio ) che gli avrebbe appunto chiesto di prendere tempo…non so se sia vero, ma di certo questi tira e molla che vanno avanti mesi sono sempre controproducenti….oltrechè irrispettosi verso le varie parti in gioco

      • francesq ha detto:

        Li chiamano “ambiziosi”, ma mi sembrano… “mercenari” (così parlò l’amarezza)

        Lo dico a malincuore, davvero… Ma ieri Mihailovic andava esonerato. Subito.

        Ci vuole rispetto per la Samp.

        La Samp è un punto d’arrivo.

        Il Doria non è una seconda scelta.

        Se la società non trasmette questi semplici messaggi, ciao cuore. Avremo sempre ragazzetti impertinenti che rinviano il rinnovo del contratto. Chi per finire a Sassuolo, chi invece per esultare sotto la nostra gradinata con l’orecchio proteso. Avremo sempre allenatori poco convinti e poco convincenti. Avremo sempre giornalisti (non voi, Andrea, ovviamente!) che trattano la nostra creatura, la nostra Samp, il nostro grande amore, come una bagascia da lungoporto: “vende tutto! tutto! E per due lire!”

        Chissà cosa diranno Paolo e Vuja, da lassù?

        Sono molto triste…

        • Dorianodoc ha detto:

          Ecco bravo, chiediti perché preferiscono il Sassuolo al Doria! Una volta la Samp era un punto di arrivo ora i tuoi amici Garroni l’hanno ridotta allo stesso rango di un Chievo o similari. Lo dicono loro, ti cosa ti stupisci o ti lamenti. Tieniteli.

      • flex ha detto:

        Perdonami Andrea, ma sono anni che la Sampdoria non ha più il coltello dalla parte del manico …

      • ale ha detto:

        E’ proprio vero. Una volta che ci siamo salvati, è arrivato Braida, il tecnico è OK. Per una volta che sembrava si dovesse quetare…. ci dobbiamo sorbire questa manfrina.
        Non fosse che l’alternativa sembra essere Pioli (dio ci scampi) sarebbe da dire: Beh! Ora siamo noi che ci dobbiamo pensare.. Sono veramente curiosa di sentire cosa dirà quando finalmente si degnerà di parlare del suo futuro e se giustificherà in qualche modo questa ennesima scarsa considerazione delle persone che tengono alla Samp. Per non parlare di quelli che lo pagano!
        Scusa caro Andrea ma se quello che vuole fosse liberarsi….perché nn comunicarlo alla società evitando figure di m….come comunicare alla squadra l’avvenuto rinnovo?

        Sono veramente delusa.Non so ancora da chi (perché vorrei vederci più chiaro prima di esprimere una valutazione) Naturalmente se alla fine resta sono più contenta ma con l’amaro in bocca.

        Tra il finale di campionato e questo balletto…..Speriamo che stasera almeno la prestazione sia decente.

        Forza Doria a tutti

    • gianfra ha detto:

      Basta con questo disfattismo, io non sono certo stato tenero con la società, però ti dico non ci sarà nessun Cavasin e spero a questo punto che il caro Sinisa e su questo punto hai detto bene. se ne vada perchè non si può tenere il piede in due scarpe come stà facendo lui.(cosa c’entra la programmazione???)
      La situzione è analoga a quella dell’anno scorso laddove Rossi sembrava il salvatore della patria e poi abbiamo visto tutti cos’ha concluso l’anno dopo, tra l’altro in questa fase del campionato stiamo giocando peggio dell’anno scorso, quando a maggio battemmo la Juve.
      p.s. hai citato Cavasin, Atzori e Maifredi e ti sei dimenticato l’uomo del vino:
      il grande Alberto Malesani anche lui è libero sulla piazza.

    • Dorianodoc ha detto:

      “Programmare” è un verbo sconosciuto a Corte Lambruschini. Cosa hai programmato fino a ieri? Barillà? Bjarnason? Sestu? Gentsoglu? Eramo? Ravatti similari a decine? Questo sarebbe “programmare”. Questi incapaci viaggiano a vista, basta nu spende!! Altro che programmi!!!

  54. Paolo1968 ha detto:

    Non è certo situazione che mi piaccia, ma a novembre è successo lo stesso…
    PS: scusa Andrea, perché non hai pubblicato nessuno dei miei commenti di ieri?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Paolo, sono passati tutti i tuoi messaggi. Tutti! Santo cielo, ma pensate che stia davvero attaccato al blog tutto il santo giorno? Accendete la tv, guardate le edizioni di tg di cronaca, di diretta che ci facciamo e poi domandatevi quando posso rispondere…

      • Paolo1968 ha detto:

        Andrea, non ti arrabbiare, ho visto che avevi pubblicato tutti quelli del 16 maggio, tranne i miei che risultavano in moderazione. Di lì il mio dubbio. Tra l’altro non insinuavo una tua antipatia verso i miei post, visto che i contenuti erano tranquillissimi, ma temevo potesse essersi ripetuta una situazione (a suo tempo con Maurizio Michieli) per cui con il mio indirizzo mail non si riusciva a far niente, per cui dovetti cambiarlo.
        Tutto lì.

        • andrea.lazzara ha detto:

          Tranquillo, Paolo. Per qualche giorno ho fatto fatica anche io ad entrare nel blog. Succede. Ma ogni post c’è sempre qualcuno che ti chiede…”il perchè”. E allora….:-) Un saluto

  55. bisciagoal ha detto:

    qualcosa di dice che Braida tirerà fuori dal cilindro i seguenti colpi:
    Allegri, Abbiati, Paloschi

  56. Dorianodoc ha detto:

    Sinisa lo ha già capito. Voglio vedere quanto ci metterà Braida (a meno di tanti soldini presi) a capire in quale banda di “pagiassi” è capitato. Poveri noi!!!!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Dorianodoc, però ti invito a moderare i termini…

      • gianni ha detto:

        Cerca di capirlo, è l’entusiasmo; temeva che Miha firmasse facendogli fare l’ennesima figuraccia; sta solo tirando un sospiro di sollievo.

        • gianni ha detto:

          Nota poi la contraddizione; i Garrone non spendono però Braida è venuto per i “tanti soldini”, ma ripeto c’è da capirlo; era ad un passo da una crisi di nervi come dopo il derby e la salvezza, qualcosa doveva fare.

      • Dorianodoc ha detto:

        Hai ragione Andrea, pensa che mi sono già moderato……

  57. flex ha detto:

    staremo a vedere…

    indipendentemente da come andrà a finire, mihajlovich non dà l’impressione di uno che muoia dalla voglia di rimanere qui, ma piuttosto di uno che si fermerà solo se non troverà di meglio (nota per il moderatore: non me lo ha detto lui, è solo una mia sensazione).
    Per il resto non voglio ripetermi in considerazioni già espresse in passato: a noi episodi come questo capitano abbastanza spesso e siccome le cose non succedono per caso un motivo ci sarà …

  58. Fabiosamp ha detto:

    Caro Andrea Sinisa non ha fatto proprio nulla…la società aveva dichiarato che giovedì si sarebbe saputo…giovedì neanche la società sapeva…e cosa ha fatto?una forzatura dando a voi giornalisti la notizia che si era chiuso…notizia ovviamente inventata buttata lì per vedere la reazione del serbo..per provare a metterlo spalle al muro…
    Lui è libero,previa penale,di rescindere se no sarebbe un sequestro.
    Detto questo il coltello dalla parte del manico c’è l’ha chi può arrivare alla rottura…e non siamo noi visto che nel caso il serbo rimanga a spasso avremmo 3 allenatori sulla schiena…lui lo Sto arrivando! E fa i suoi interessi…e come in ogni trattativa un po’ più complessa emergono i nostri imbarazzi…dopotutto se negli ultimi 4 anni hai fatto una retrocessione,un sesto posto in b,un 14 e un 12/13 posto in a diciamo che la tua forza contrattuale a certi livelli…come dire non esiste!!!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Fabio ti prenderemo in redazione a Primocanale 🙂 visto che sai le notizie e soprattutto da dove arrivano, meglio di noi…che le dobbiamo..prendere! Con simpatia eh…

    • gianni ha detto:

      La società niente sapeva? E l’annuncio alla squadra durante la cena sociale con Mihajlovic presente e compiaciuto dell’applauso dei giocatori? E la presenza giovedi dell’ uomo dei contratti della Erg? Si è mosso anche lui per forzare il tecnico? Si muove quando si sta ancora trattando? E lo stesso Sinisa che esce sorridendo dall’incontro e dichiara che si è ad un passo anche se non ha firmato?
      Queste cose nel tuo sogno non ci sono state?
      ps: Sinisa ha il diritto di aspettare che si liberino altre panchine ma ha il dovere di essere chiaro, non di ripetere quanto fece a Catania, aspettando la Fiorentina.

  59. El Cabezon ha detto:

    @ Gipo Samp
    nessun entusiasmo credimi!
    E’ solo che sono un tipo al quale danno fastidio le critiche a prescindere e le disparità di trattamento…
    Domenica Fiorillo ha fatto due cappelle e non è volata ( FORTUNATAMENTE!) una mosca, ma se le avesse commesse Da Costa?
    Sicuro che non avremmo risentito i fischi e soprattutto quegli odiosissimi applausi di scherno tipo Samp-Milan?
    Tutto qui, poi per me Da Costa può anche aver chiuso la sua avventura da noi e di certo non darò delle testate contro il muro dal dispiacere e W Fiorillo se sarà lui ( come sembra…) il portiere della nostra Samp stagione 2014/2015…

  60. Massimo Pittaluga ha detto:

    Andrea per liberarsi basta che dia le dimissioni. è possibile che sia intervenuto qualche grosso club a metterlo in stand by e che ovviamente lui prenda tempo essendo un ambizioso. su programmi ed ingaggio credo che si siano da tempo ben chiariti. ci sta tutto anche che di fronte ad un grosso club se ne vada e si rimagi gli accordi presi. credo che oggi questo non sia imputabile alla società ma a sole scelte di sinisa a cui va il grazie per averci salvato ma ora non ci sta facendo una bella figura anche se lo si capirebbe se dietro ci fosse un inter o una juve. fosse la lazio di lotito magari un po meno ma lui è forse più tifoso laziale che doriano con quello che li ha vinto. ad ogni modo se rimane bene altrimenti punterei su colantuono e in alternativa non vedrei male maran che ha sempre fatto buoni risultati varese e catania sino a che non gli hanno smontato la squadra.

  61. dario ha detto:

    Io rientro tra i tifosi un po’ indispettiti sul caso Mihajlovic, non che dimentichi le grandi cose che ha fatto, non che contraddica particolarmente la sua idea secondo la quale la Sampdoria debba investire e puntare più in alto ma non vorrei che ciò sia una forma di disprezzo o scarsa considerazione nei nostri confronti.
    Il mio lieve nervosismo nasce anche una decina di giorni fa alla festa del Samdporia Club Varazze-Cogoleto quando l’ospite d’onore, ossia lo stesso Mihajlovic, non sembrava aver mostrato il minimo senso di entusiasmo o appartenenza, a me è parso un professionista serio, non lo nego, ma non ho letto in lui l’entusiasmo e la passione che invece vorrei vedere nella mia squadra, soprattutto a partire dal mister.
    Se Sinisa dovesse restare non convinto, non soddisfatto, non sufficientemente carico, allora opterei per un cambio di panchina prima che sia troppo tardi, la paura è quella di ricadere nel vortice in cui cadde Delio Rossi. Se dovesse restare spero che lo faccia perchè convinto dalle garanzie date dalla società e dalla passione per i nostri colori, non per un solo senso della professione o perchè la grande di turno non ha squillato al suo telefono.
    Dopo la partita con l’Udinese credo che sia giusto e doveroso dire a tutto l’ambiente, dalla società ai giocatori ai tifosi come stanno le cose.
    Forse il mio tono è un po’ duro e critico ma dopo questi ultimi anni di delusioni, obbiettivi di basso livello, calcolatirce in mano, operazioni matematiche e bilanci in cura il calcio mi è sembrato essere diventato troppo meccanico e freddo e sognerei, non tanto obiettivi di chissà quale piazzamento in classifica, ma di ritornare a quell’entusiasmo che si è spezzato. Fino a pochi anni fa sembravano tutti contenti di venire alla Sampdoria. Lo stesso discorso penso che si possa fare per i giocatori, neanche una stagione a Genova (a volte proprio neppure una) e già questi sognano il Barcellona o la Juventus come se noi fossimo stati, almeno nell’anno disputato qui, l’unica mangiatoia disponibile.
    Sogno più passione da parte di tutti! (A parte che dai tifosi e da alcuni giornalisti locali, che già ne mettono ben più di quanto fanno il 90% delle altre tifoserie d’Italia).

    Scusate per lo sfogo ma non desidero tanto la Champions o chissà cosa quanto una stagione dignitosa condita da passione ed entusiasmo allo scopo di divertirsi e non fare i conti e pensare chissà se ci salviamo, chissà se questo o quest’altro rimangono, eccetera!

  62. Mauro ha detto:

    Ma a Maccarone che c…..o di contratto hanno fatto?????

  63. Mauro ha detto:

    Comunque non tutto il male vien per nuocere: se va via Sinisa arriva Fantantonio.

SE TRE INDIZI FANNO UNA PROVA…

Se tre indizi fanno una prova, dopo le vittorie con Fiorentina e Lazio, la Sampdoria ha confermato a Bergamo di [&hellip

PERFETTI

Paradossalmente c’è “poco” da dire sulla rotonda vittoria della Sampdoria contro la Lazio, perché la squadra di Ranieri è stata [&hellip

RINASCIMENTO

Avete ragione, state già pensando che ho esagerato nel titolo. Ed è vero. Ma l’ho fatto consapevolmente. Dopo tanto soffrire [&hellip

DI MALE IN PEGGIO

“Non mi è piaciuto quasi niente, sembravamo una squadra sparring partner, pavida, non ho visto voglia di lottare”. Parole di Claudio [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta