ORA, PERO’, E’ GIUSTO SAPERE

5 Mag 2014 by andrea.lazzara, 90 Commenti »

Cari amici di Samplace, la partita di Parma, oltre alla solita nostalgia per Antonio Cassano, corroborata dal gol del vantaggio, ha regalato poco di buono ai colori blucerchiati. Ancora una volta un Vincenzo Fiorillo molto presente e sempre più candidato alla maglia da titolare nella prossima stagione, un Sansone che ci mette impegno e anche qualche qualità, e poco altro. Cifra tecnica e di gioco espressa modesta, spina staccata ad intermittenza(in casa contro il Chievo era stata un’altra cosa, a Parma nonostante migliaia di sampdoriani quasi non pervenuti)e consapevolezza sempre più forte che ha ragione Sinisa Mihajlovic. Questa squadra ha dato tutto, e forse anche di più, ripartire da questa ossatura senza corroborarla sarebbe un suicidio. Io credo che a Corte Lambruschini ne siano consapevoli ma la prima certezza devono darla proprio a lui, all’allenatore, che ha il diritto di conoscere i progetti per l’anno prossimo. Da quello che mi risulta le parti “si vogliono” ma penso anche che doverosamente Mihajlovic chieda certezze di non sofferenza e…di divertimento. Il paragone con Parma e Verona è corretto nella teoria, meno nella pratica nel senso che fare meglio di Parma e Verona di quest’anno vorrebbe dire avere la certezza dell’Europa League e mi sembra un salto in avanti al momento francamente improponibile. Ma che Mihajlovic spari 100 per ottenere almeno 50/6o non ci piove. Come l’anno scorso aspettammo la decisione di Delio Rossi, così’ ora aspettiamo quella del tecnico serbo e della società. L’unico appello è: fate in fretta, dite alla gente sampdoriana che il contratto c’è(anche se c’è già…) che Mihajlovic resta(o va) perchè lo stillicidio di voci, ipotesi, sensazioni è solo negativo. Poi comincerà la fiera dei sogni, alias il calciomercato: ma già sapere con certezza chi siederà in panchina sarà importante.

90 Commenti

  1. Emanuele ha detto:

    Tutti al mareeeeeeeeeeeeeeeee……Tutti al mareeeeeeeeeeeeeeeee……

  2. Paolo1966 ha detto:

    Il nostro campionato e’ finito col Sassuolo (nella sostanza a conti fatti addirittura con la vittoria col Livorno).
    Le ultime partite sono servite solamente a far girare le palle a chi le ha viste, salvo qualche sprazzo.

    Ora la societa’, avendo raggiunto l’obbiettivo in anticipo, deve decidere se convincere nei fatti un allenatore bravo ma giustamente ambizioso o tirare a campare scegliendo uno cui va bene tutto e prepararsi ad un altro anno di passione (per passione intendo nell’ordine la retrocessione direttamente dalla CL, la promozione all’ultimo respiro, una salvezza trovata con Delio in un campionato costellato da serie di sconfitte consecutive da record, una salvezza voluta da Sinisa dopo un “initius horribilis”.

    Giocoforza un segnale va dato.

    Sinisa non e’ uno scemo e ha gia’ capito che oggi e’ un eroe (agli occhi nostri ma anche del pianeta calcio in senso lato) ma appena dovesse accumulare qualche sconfitta (gia’ ora c’e’ qualcuno che dopo queste ultime giornate, e soprattutto trasferte, effettivamente penose comincia a storcere il naso) il suo prestigio comincerebbe ad incrinarsi nuovamente a discapito delle potenzialita’ di carriera che gli si sono riaperte.

    Una base come quella di quest’anno eventualmente privata di qualche pezzo pregiato renderebbe molto plausibile la seconda ipotesi.

    Rebus portiere (Fiorillo), una vecchia bagascia di temperamento in difesa (sull’esempio dello Yepes di Bergamo che non molla mai), un’altra ma piu’ giovane bagascia di temperamento a centrocampo e una punta da doppia cifra… mica pizza e fichi, prima si comincia meglio e’.

    Da tifoso tutto sommato accomodante e soprattutto affezionato almeno per una volta vorrei evitare le fatidiche ultime ore del mercato senza i Perticone o Barilla’ di turno…

  3. bisciagoal ha detto:

    Io credo che la Società non abbia alcuna intenzione di fare voli pindarici.
    io credo che l’allenatore adatto alla Samp fosse Giuseppe Iachini: grande uomo, ottimo tecnico ma troppo ruspante per poter essere esageratamente ambizioso…e quindi il profilo perfetto per una società che ha come unica ambizione il pari in bilancio e una salvezza tranquilla.
    Confermare Sinisa senza accontentare le sue legittime ambizioni sarebbe l’ennesimo grave errore….
    se il nostro destino deve essere “chi si accontenta gode”..ci proverei con Mandorlini…e secondo un certo Enrico Nicolini..

    una piccola nota di colore…ieri Mexes ci ha fatto vedere come si “cura” Icardi….

  4. FISH65 ha detto:

    Andrea,
    facciamo il punto della situazione.
    1) Salvezza ottenuta con largo anticipo. Ottimo risultato, non essendo affatto scontato.
    2) Finale di campionato molto grigio (4 sconfitte nelle ultime 5 partite).

    Sembra quindi di essere tornati indietro a 12 mesi fa. Squadra salva, e pochissimi punti ottenuti nel finale di campionato. Ed un allenatore(Delio Rossi) non del tutto convinto di continuare a lavorare per la nostra squadra.
    Sinisa, esattamente come Rossi, non è affatto sicuro di poter ripetere il miracolo anche il prossimo anno. Sinisa, esattamente come Rossi, ha avuto il tempo di soppesare l’effettivo valore della rosa. Al netto della enorme carica agonistica e motivazionale, credo che sia convinto che questo organico abbia valore tecnico molto limitato. Tranne nel reparto avanzato dove, è giusto rimarcarlo, abbiamo invece qualità ed alternative da squadra di metà classifica. Forse anche di più.
    Personalmente sono convinto che la società dovrà quindi investire davvero, almeno su un paio di elementi: UN CENTROCAMPISTA CENTRALE DI PERSONALITA’ E PIEDI BUONI ED UN DIFENSORE CENTRALE SOLIDO E CON GRANDE ESPERIENZA.
    Anche nella partita di ieri è emersa la pochezza dei nostri centrocampisti centrali in fase di palleggio. Il nostro possesso palla è terribilmente faticoso, e se la squadra non riesce a pressare molto “alta” non riesce mai a rendersi pericolosa partendo col “giropalla” dalla nostra metà campo.
    Insomma, pare che infatti Sinisa abbia chiesto alla società di sondare la pista Cambiasso(magari!!!), in scadenza di contratto.
    Sembra che la società invece si sia dimostrata molto più attiva nel voler fare cassa con Mustafi e Obiang oltre alle comproprietà di Poli, Icardi e Biabiany.
    Spero solo che, in ogni caso, Sinisa si dimostri un uomo vero, al contrario di Delio Rossi. Non accettando in alcun modo compromessi al ribasso con la società, attirato da un’unica prospettiva: L’INGAGGIO.
    Sono convinto che, anche sotto questo punto di vista, Sinisa non mi deluderà…

    • Paolo1968 ha detto:

      Andrò controcorrente, ma non sono così convinto sul nostro reparto avanzato:
      23 gol in 4, purtroppo per l’attacco contano quasi esclusivamente i numeri.
      Eder, che a me piace, non sembra poter far meglio dei suoi 10. Gabbiadini idem, nonostante gli riconosca un lavoro gigantesco. Lopez… bah, ringrazio che ha fatto un gol importantissimo, perché ci ha fatto vincere una partita, ci ha fatto vincere un derby e ci ha fatto probabilmente voltare pagina, ma sempre un gol è stato.
      Confido più in Okaka, se lima un po’ i suoi difetti.
      Condivido il tuo parere per centrocampo e difesa.
      In sostanza potrebbe non essere un compito impossibile quest’estate…

  5. Dorianodoc ha detto:

    Vedere Cassano che quasi da solo batte il Doria mi fa estremamente incavolare perchè penso cosa potremmo fare, anche con una squadra modesta, avendo tra di noi un fenomeno così. E che tra l’altro verrebbe da noi anche a piedi. Poi penso che anche tra chi scrive in questo blog ci sono dei “fenomeni” ( a proposito, i punti di distacco dal Parma sono10) che continuano a contestarlo e allora……La situazione Sinisa mi sembra ricalchi quella di Rossi dello scorso anno passo passo. La differenza, forse, la faranno le diverse motivazioni dei due. Miha è ambizioso e non mollerà facilmente sulle sue idee. E’ per questo che la vedo male su una eventuale riconferma. Questa è una società di repessini che, come al solito, vuole tirare a campare cedendo gli uomini che hanno qualche richiesta e prendendo i Barillà o i Sestu di turno. Films già visti e rivisti. Quando non becchi il Sinisa che ti fa il miracolo, ciao ciao. Complimenti all’Entella. Da chiavarese, nonchè da giocatore delle giovanili biancocelesti, vedere l’Enella in B mi riempie di gioia e orgoglio. Ecco cosa si può fare con un presidente appassionato!!! Certo, è benestante, ma i soldi non li butta dalla finestra. Unisce passione a competenza, e si circonda di persone qualificate e a loro volta competenti. Belin, sembra di vedere il Doria…..

    • gianni ha detto:

      A parte le solite invenzioni (aspetto ancora che mi trovi il messaggio dove avrei detto che saremmo arrivati davanti alla tua nuova squadra del cuore e non che eravamo a meno due) l’amore incondizionato per un singolo giocatore (perché a te della squadra interessa poco) non ti fa capire che nessuno ha mai discusso Cassano come calciatore; il punto è che da Roma, Madrid, Genova e Milano due volte lo hanno cacciato a pedate per i suoi comportamenti; capisco che per l’amore che provi fai finta che non sia grave insultare chi lo aveva tirato fuori dalla melma in cui si era cacciato a Madrid; sul fatto che voglia tornare non lo metto in dubbio ma è lo stesso amore tuo che disse “se avessi saputo di finire al Milan avrei insultato prima Garrone” o “sopra il Milan c’è solo il cielo” o “all’Inter sono a casa mia” o “Parma è perfetta per me”?

      • Dorianodoc ha detto:

        Ah ah ah ah la melme di Madrid!!!!! Sai quanti vorrebbero essere in quella melma???? Rileggi quello che scrivi o quando pensi al tuo “amico” anche le poche sinapsi vanno in tilt???

        • gianni ha detto:

          Quando ti toccano il sentimento amoroso perdi completamente la tramontana; Cassano stava cosi’ bene a Madrid che ha rifiutato di venire alla Samp e i madridisti lo hanno incatenato per non perderlo…
          e ovviamente silenzio sulle altre cacciate; ma almeno ti ha mai ringraziato dell’attaccamento viscerale o è un amore non corrisposto?

          • Dorianodoc ha detto:

            Non è corrisposto nel cuore ha un certo Gianni…..

          • gianni ha detto:

            Bravo, ad insinuare e fare il comico sei fortissimo; dovresti limitarti a quello invece di esporti regolarmente alle figuracce tentando di argomentare (e di far credere di tifare Doria e non un singolo giocatore)

    • Paolo1968 ha detto:

      Bè, Gozzi conta su un appoggio quasi totale della città…

      • Dorianodoc ha detto:

        Ma la passione e la voglia che ci mette sono ben diverse dal sig. G.. o no?

        • Paolo1968 ha detto:

          Assolutamente sì.
          Come diverso è il ritorno che ha e avrà a Chiavari Gozzi e quello che ha e avrà Garrone a Genova.
          Ad esempio a Chiavari Gozzi è libero di parlare di nuovo stadio senza che nessuno si scandalizzi….
          O no?

          • Dorianodoc ha detto:

            Perché tu pensi che Garrone voglia fare veramente lo stadio nuovo? E per farci giocare Bjarnason o Sestu o Macheda o Barilla’ o fenomeni simili? Non pensi che lo stadio sia un alibi x giustificare agli occhi dei tifosi la pochezza degli investimenti? Pensaci….

          • Crovo ha detto:

            Veramente, quando parlava di nuovo stadio alla Colmata mezza citta’ lo prendeva per un pazzo megalomane…

          • paolo1968 ha detto:

            Evidentemente abito nell’altra metà…

          • paolo1968 ha detto:

            Certo che lo stadio è una scusa. Talmente plausibile che la adottano tutti i presidenti, compresi quelli di (ex) lega pro.

          • Davide ha detto:

            Scusa Dorianodoc, secondo te Garrone farebbe lo stadio nuovo, investendo oltre a parecchi milioni anche molte energie, solo per dare un contentino ai tifosi? Scusami ma questa è più grossa di “volevano andare in B per abbattere i costi”.
            Ora mi darai dell’aziendalista ma Edoardo Garrone è una persona seria e soprattutto sampdoriana, e quando ha sbagliato ha mantenuto la promessa di rimediare. Ha sempre detto che ci vuole tempo per riportare la Samp ad alti livelli e infatti sta crescendo, innanzitutto come società. il valore del marchio e ciò che rappresenta (Fair Play, integrità, nonché la magia dei nostri colori) è in aumento costante, soprattutto grazie al mercato asiatico (non a caso le grandi società si mettono in mostra lì). Pare che siamo la squadra con più tifosi extra-cittadini AL MONDO, solo per la bellezza della nostra maglia. Addirittura Messi ha una passione per noi. Questo Garrone l’ha capito, e per me è la strada giusta per tornare grandi.
            Saluti e dagghe Doia!

    • Crovo ha detto:

      Caro Doc, nostro malgrado ci toccherà riconoscere che, dopo tante cadute di stile tipo auguri in ritardo a Cassano e assenze ai funerali di Boskov, almeno una cosa giusta quest’anno la società l’ha fatta.

      Pare che i primi complimenti all’Entella siano arrivati proprio dal sito ufficiale blucerchiato…

      🙂

    • Kreek ha detto:

      @Dorianodoc

      Repessino ci sarai tu!!!

      E visto che sei di Chiavari e sei così orgoglioso…beh..perché non segui l’ambizioso Entella e il suo grande presidente e non lasci stare il Doria?

      Ps ma ti sei, almeno per caso, reso conto che a gennaio é stato proprio Mihajlovic a stoppare il discorso Cassano?

      • Dorianodoc ha detto:

        Se devo lasciar stare o no il Doria, caro mio, non sei certo tu, visto che sono quarant’anni che vengo a Marassi (partendo da Chiavari non da piazza Martinez, ad esempio). Quindi al sig. G. continuerò a dare del repessino finché non dimostrerà di non esserlo. Cosa per altro impossibile.

        • gianni ha detto:

          A meno che non riporti Cassano, perché allora lo idolatreresti;dovresti scriverlo per correttezza.

  6. peter ha detto:

    Dal fatto che Sinisa rimane oppure no capiremo molte cose…….la squadra ha dato in un campionato modestissimo + di quello che e’ il suo reale valore e Mihailovich ha grande merito in questo.
    Spero non si ripeta lo stesso film dell’anno scorso cioe’ pensare di fare un mercato con colpi alla barilla, bjarnason, sestu, eramo, lopez che si e’ rivelato ancora una volta inadatto, derby a parte, sperando solo nella bravura dell allenatore….ma Sinisa e’ piu’ furbo di loro e vuole garanzie di miglioramento sopratutto di qualita’ che in questa squadra e’ bassa bassa.
    Vedremo ma quest’attesa e’ sospetta perche’ se il rinnovo era automatico in caso di salvezza e ci siamo salvati da due mesi non vedo quale e’ il problema a annunciare la permanenza di Sinisa.

  7. Paolo1968 ha detto:

    Io non mi stupisco di nessun risultato di quest’anno: tutto sommato abbiamo perso con chi è più forte e fatto meglio con chi è più scarso. Ovviamente non mi stupisco “a posteriori”.
    L’anno scorso avevamo fatto tanti punti con le “grandi”, quest’anno i risultati sono stati quasi sempre in linea con i valori della rosa.
    Quindi serenamente possiamo dire che il nostro valore è medio/basso.
    E meno male che Sinisa ha tirato fuori quel valore.
    Confermare Sinisa sarebbe già molto, ma non è che Rossi fosse restato a svernare: anche lui aveva sicuramente voglia di far bene, poi si è intristito e ha fatto meno di quanto era possibile. Bicchiere mezzo vuoto.
    D’altro canto il bilancio sta migliorando, devono entrare dei soldi, il valore della rosa è cresciuto e abbiamo materiale su cui lavorare. Bicchiere mezzo pieno.

    La voglia della società, come sempre, è tutto. Con la differenza che quest’anno non vedo picchi insormontabili per fare una squadra di livello superiore a quello di oggi.

    Il bicchiere è in mano a Garrone.

  8. STEL ha detto:

    Un altra partita deludente in un finale di stagione davvero avaro di soddisfazioni: oggi il Parma ha giocato davvero a ritmi molto bassi, ma nonostante ciò ha trovato dopo una manciata di minuti il vantaggio con Cassano a causa di un nostro errore nell’esecuzione del calcio d’angolo. Solo nel finale del primo tempo abbiamo cercato di fare qualcosa, ma a parte il palo di Gabbiadini pericoli veri non ne abbiamo creati. Pensavo che nel secondo tempo avremmo alzato il ritmo nel tentativo di trovare il pareggio, invece ci siamo completamente seduti e siamo riusciti persino a subire il secondo gol negli ultimi minuti. I ragazzi che sono andati in trasferta meritavano di assistere ad un altro spettacolo; salverei solo la buona prova di Fiorillo e la splendida atmosfera che ha contraddistinto l’intera giornata.
    La mia speranza è che la società senza doversi svenare ,dia una certa costruzione logica alla campagna acquisti senza , ripeto senza , svendere i pezzi migliori se non per sostituirli adeguatamente e magari regalare a Sinisa qualche rinforzo utile.
    Da un lato Sinisa lo comprendo benissimo, affrontare un campionato con questa rosa sarebbe un terno al lotto e lo spettro di fare la fine di Delio è dietro l’angolo e lui ne è consapevole. Ai piani alti della società non traspare entusiasmo e quando il ds viene interpellato le sue parole non sono certo incoraggianti.
    Non vedo miglioramenti dal 2010, cambio continuo di allenatori e ds, giocatori che farebbero fatica a stare anche in serie B, però la speranza è l’ultima a morire.

  9. Gipo Samp ha detto:

    Gentile Lazzara, cerco di postare un mio commento e mi appare la seguente frase:
    Identificato un commento duplicato; sembra che tu abbia già scritto questo commento
    Grazie per un tuo intervento.

    Gipo

    • andrea.lazzara ha detto:

      Deve esserci stato qualche problema, infatti ho scritto il pezzo in ritardo perchè non riuscivo a entrare neppure io. Ora è tutto a posto.

  10. Stefano_1970 ha detto:

    @ Andrea Lazzara

    Ossatura? Quale ossatura?
    Occorre muoversi sul mercato con coraggio ovvero realizzare il realizzabile dai bidoni “appetiti” da un campionato di Serie A poco significativo dal punto di vista tecnico ed investire per costruirire qualcosa nei prossimi due-tre anni. La rosa attuale è troppo “scarsa” per rappresentare un’ossatura di qualcosa di serio. Al momento a parte Mustafi giocatori veri non ce ne sono. Ci sono molti “oggi gioco, poi per tre settimane sono in ferie” e, cosa ancor più grave, tanti che non reggono la categoria dal punto di vista fisico.

    E’ l’ora di cambiare, di lasciare i Gastaldello e Palombo in panchina (non hanno mercato e possono avere un loro perchè solo da seconde linee) e ripartire con un progetto serio. Chi investe i soldi ha un futuro, chi porta avanti la strategia delle scommesse a fine esercizio deve ripianare. Non basta l’anno paventato dalla Società per uscire dal tunnel, i bidoni a libro paga e senza mercato sono troppi.

  11. Marco Bologna ha detto:

    Caro Andrea, complimenti per il blog, condivido in pieno la tua analisi , due cose vorrei sottolineare, la prima e ‘la mancanza di intervento sulla questione allenatore da parte del presidente, sarebbe bello che dicesse, signori Sinisa sta con noi perché abbiamo condiviso insieme un progetto, la seconda e torno su Boskov, la mancanza del presidente e della squadra dello scudetto l’ho trovata veramente una brutta caduta di stile. Ciao

  12. Fabiosamp ha detto:

    Che dire Andrea….programmazione,competenza e onestà comunicativa non hanno mai albergato a corte lambruschini….dunque io non mi aspetto nulla….

  13. vincenzo ha detto:

    Concordo pienamente: sapere chi siederà in panchina é fondamentale.
    Mi auguro resti Mihajlovic ma solo se é convinto al 100%.
    Complimenti a Iachini per il traguardo raggiunto e che ritroveremo in A.. .

    Forza samp

  14. Gipo Samp ha detto:

    Caro Lazzara i punti salienti li hai già ben focalizzati tutti. Vorrei solo aggiungere che, comprensibilmente, nella tua posizione per non essere tacciato di bibinismo dai veri tifosi non puoi dire che, questa squadra e le previsioni di lacrime e sangue già annunciate da Osti ci posizionano nel gruppo del simpatico Chievo e altre squadre di media provincia da sempre in lotta per il mantenimento della categoria. Temo o meglio sono certo in base alle esperienze del passato, che le previsioni di Osti saranno confermate, altrimenti sarebbe inspiegabile perché lo lasciano libero di cospargere valanghe di pessimismo con le sue anticipazioni. Non ritengo che Mihajlovic seguirà le orme di Delio Rossi e che voglia compromettere il suo futuro da allenatore restando a dirigere una squadra piena zeppa di mediocrità solo per un cospicuo biennale. Chi mastica un minimo di calcio giocato sa che per contare il numero di giocatori da serie A da parte sinistra della classifica di questa squadra, bastano e anzi avanzano le dita di una mano. Invece si parla già di cessione dei migliori, o sarebbe meglio dire di quelli che hanno qualche modesta richiesta poiché noi di giocatori con l’identikit di Cassano non ne abbiamo neppure mezzo. Adesso ci raccontano che vogliono battere il Napoli. Potrebbe anche succedere se viene a Genova in gita premio per la visita all’acquario, come fece la Juve l’ultima giornata quando aveva lo scudetto in tasca e noi eravamo già salvi. Per il calciomercato ci terranno sulla corda per tutta l’estate come accadde lo scorso campionato quando i media ci raccontavano che la Sampdoria non si faceva prendere per il collo e aspettava perché i migliori affari si fanno nell’ultima giornata del calciomercato. Infatti in chiusura arrivarono i Barillà e Sestu e fu confermato Da Costa. Se non sarà rinforzata la squadra il miracolo di quest’anno non si ripeterà certamente nel 2015, con o senza Miahjlovic. Ciò che mi ha impressionato positivamente nelle due ultime partite è stato Fiorillo. A Parma senza i suoi due miracoli iniziali saremmo stati sotto di tre goal dopo 11 minuti. Mi chiedo com’è stato possibile fare rodere il fegato ai tifosi per tutto il campionato con un Da Costa titolare. Ma mi chiedo anche com’è stato possibile cedere la metà di Fiorillo in gennaio alla Juve. Con la gestione della Sampdoria sembra di essere su scherzi a parte. Capisco che ci sono ragioni di bilancio, ma mi pare di rivivere gli anni pre Paolo Mantovani. E per questo non ho più l’età…….Sempre forza Samp.

    • andrea.lazzara ha detto:

      A onor del vero, Sestu è arrivato a gennaio….

    • gianni ha detto:

      Quindi se perdiamo a Parma siamo scarsi anche se per noi il campionato è già finito mentre se dovessimo battere il Napoli non conterà nulla…va beh.

    • Stefano_1970 ha detto:

      @ Gipo Samp

      Purtroppo come sarà l’andazzo del mercato è già storia scritta. Concordo pienamente con il tuo spunto, ma allo stesso tempo consumerei la tastiera a scrivere l’elenco dei giocatori senza mercato. Per quello che auspico che la Società riesca a monetizzare al massimo sfruttando i meccanismi di mercato (tutti fenomeni per gli abili procuratori). Se saranno bravi riusciranno a cavare 2 milioni per la metà di Poli e magari 3-4 per la metà di Obiang (che comunque parte per svariate ragioni). Se davvero Gabbiadini ha mercato sarebbe cosa seria pensare di liquidarlo per avere altri soldi da investire su giocatori di calcio. Poi il resto è davvero poco (a parte il tedesco che è la “perla” della squadra e che mi auguri faccia ancora una stagione qui a Genova… la discriminante sarà la convocazione ai mondiali e l’eventuale impiego nella competizione). C’è in verità ancora il miraggio di ricavare 2-3 milioni dalla cessione di Biabiany…così come la speranza che l’Argentina arrivi almeno ai quarti di finale e Romero acquisti visibilità ma per me resta una chimera. Con 10/12 milioni dal mercato + altrettanti investiti dalla Società nell’acquisto di 5-6 giocatori di movimento (Fiorillo = Da Costa = Romero… nulla cambia, mi spiace…) e tenendo sia Okaka che Maxi Lopez (meglio investire sugli esterni che devono saltare l’uomo…) ci sono speranze di vedere un campionato serio dal punto di vista dello spettacolo.

  15. gianni ha detto:

    Solita partita da trasferta post salvezza; solo a Marassi ormai troviamo un minimo indispensabile di stimoli; e il clima bellissimo di festa con gli amici di Parma non ha aiutato a “scaldarsi” sul campo.

  16. Massimo Pittaluga ha detto:

    Concordo Andrea con quello che scrivi, ma visti i continui rinvii di sinisa è assai probabile che stiano negoziando sugli investimenti da fare. diciamo che hanno avuto il tempo di capire cosa fare in società e che con l’arrivo di Braida un minimo di ottimismo e fiducia la si debba avere anche perchè da icardi biabiany poli e cacciatore qualcosa deve entrare. stiamo bassi 13 14 mln per tutti assieme. poi i vari sestu bjarnasson torneranno alla base perchè sono in prestito e ricorderei che va in scadenza anche ferrara. insomma la samp si trova ad avere un tesoretto da sfruttare sul mercato. capirei anche in caso di permanenza di mihalovic la cessione di pedro (anche se spero di no) perchè ha giocato spesso con problemi fisici. tuttavia se la società comprende che un minimo lo deve fare certi giovani e certi giocatori li deve confermare come dare garanzie di 2 o 3 innesti veri al mr. Non pretendo di vedere nei garrone la passione di Gozzi e direi anche la competenza (perchè l’entella in B è un risultato eccezionale) mai quanto però il chievo in A o il Parma in A a buoni livelli con Ghirardi, che ha un potere economico risibile vicino ai garrone. vorrei per una volta che i soldi li dessero in mano ad un uomo d’esperienza come braida che con criterio investisse in quei 2 o 3 elementi che dessero un impronta diversa alla sampdoria e al suo campionato. è fattibile basta dar retta ad un mister che consoce calciatori e spogliatoio e che può veramente dare il via ad un buon ciclo. ricordo che marotta con perdite tra i 14 15 mln portò la samp con cassano pazzini etc al quarto posto che valeva la champions e 30 mln se si accedeva. in questi anni con perdite ben peggiori s’è visto quasi di tutto. senza pretendere il cassano di turno provare a tenere i giovani bravi ed inserire due o tre elementi chiesti dal mr non la vedo una mission impossible. spero lo facciano perchè sarebbe anche loro interesse farlo. Per il resto ai garrone non si può chiedere che abbiano l’entusismo e l’ambizione di gozzi. non ce l’hanno punto e basta altrimenti saremmo in posizione ben diversa e vedremmo altri calciatori oltre ad evitarci alzate di creste dall’icardi di turno che verrebbe messo in tribuna per 1 anno a maturare….

  17. flex ha detto:

    staremo a vedere…

    rispetto a delio rossi mihajlovich è più giovane e più ambizioso. sa benissimo che nel mondo del calcio oggi sei un genio e domani un fesso. se non dovesse ottenere adeguate garanzie sarebbe più conveniente per lui lasciare da vincente, non compromettere la sua immagine e aspettare con calma l’offerta di qualche squadra con maggiori potenzialità. io, almeno, farei così.
    non vorrei essere accusato di disfattismo però lancio una provocazione: quale appeal ha oggi la sampdoria? per quale motivo un giocatore o un allenatore dovrebbero venire da noi? con quali argomenti li potremmo trattenere?
    Siamo reduci da anni costellati da gravi errori che ci hanno imposto pesantissimi vincoli di bilancio e hanno ridotto al minimo il budget per gli investimenti, non mi permetto di fare il presidente con i soldi degli altri, tuttavia è evidente che, fino a quando non si farà un ulteriore passo in avanti, la nostra dimensione è questa. e se io per primo fisso degli obiettivi poco ambiziosi (salvezza) non ho titoli poi per lamentarmi quando, una volta raggiunti, la squadra si siede. se vuoi avere gente motivata devi essere tu il primo a dare l’esempio, da noi invece è sempre una gara ad abbassare i toni, a smorzare l’entusiasmo.
    io sono un tifoso, questa è la mia squadra e non la cambierei con nessun’altra al mondo, ma se fossi un professionista ambirei a qualcosa di meglio.
    è triste, ma è la realtà.

    • Paolo1968 ha detto:

      Destino che ci accomuna a tutte le squadre di calcio, eccetto le prime 8-10 (a oggi).
      Credo che non tutti i giocatori/allenatori si considerino dei Messi/Mourinho, forse stare nella Samp a prendere fino a 1 mln di euro non è così disgustoso…
      Poi, che da tifoso ambisca a qualcosa di più che un obiettivo salvezza, non ci piove.

      • flex ha detto:

        e infatti il nostro target dovrebbe essere quello: stazionare stabilmente nel gruppo delle prime 8-10 squadre. obiettivo che, per altro, avevamo ormai raggiunto sotto la presidenza di garrone riccardo prima che decidesse di passare alla storia con la retrocessione più improbabile che ci sia mai stata.
        per contro, se nè delio rossi nè mihajlovich si considerano mourinho, perchè ci pensano così tanto prima di firmare il rinnovo del contratto?

        • paolo1968 ha detto:

          Perché come chiunque nel mondo del lavoro valutano se ci sono opportunità migliori. Il che non fa dell’opportunità Sampdoria una schifezza come molti sostengono.

  18. matteo84 ha detto:

    siamo punto e a capo come previsto……….la stessa stagione dell’anno scorso e non sarà differente il prossimo e il prossimo ancora, sempre se ci salviamo, questi non cambiano niente, io spero in Braida, ma non lo so se farà capire qualcosa a garrone, intanto perdiamo gli ultimi con un po di mercato mi raccomando sempre per due noccioline cosi poi non ci sono i soldi per comprare…………….

  19. Giorgio ha detto:

    Cassano! Alla faccia dei “Garroni”, taccagni e permalosi! Basterebbe SOLO lui per andare in Europa League!

    • matteo84 ha detto:

      eheheh vedrai cosa ti sei scatenato dietro con questo post………..

    • Paolo1968 ha detto:

      Quindi, togliendo Cassano, siamo decisamente più forti del Parma?
      A me piacerebbe Cassano (tutto sommato la questione era tra lui e Garrone, non tra lui e me…), ma non crediamo sia la panacea di tutti i mali e ricordiamoci che nel frattempo suonano i 32…

  20. Flavio ha detto:

    Certo che leggendo questi post,la cosa che viene spontanea è toccarsi,ho capito che non abbiamo Abramovic o qualche sceicco,ma un po’ di ottimismo…

  21. Marco ha detto:

    Ciao Andrea e ciao a tutti,

    mi auguro solo che qualsiasi scelta venga fatta dai soci (solo loro che ci mettono i soldi) per l’allenatore che per i giocatori, sia a favore del bel gioco.
    Il gioco ed il fraseggio che Mihajlovic ha dato alla squadra, mi ha entusiasmato e divertito anche nelle sconfitte.
    Chi gioca bene, è meno probabile che possa incombere in molte sconfitte.
    Spero che se non sarà per Mihajlovic, sia per Zeman.

  22. Cicciosestri ha detto:

    Ciao a tutti, è ormai da molto tempo che non scrivo più qui e vorrei fare alcune considerazioni che forse escono un po’ fuori dal coro.
    Io sono uno dei pochi che sostiene che l’ossatura ed i giovani della Samp vanno bene e che si deve lavorare sulla personalità e fare innesti certi e di esperienza. L’altro giorno guardavo la tabella degli ingaggi che la Samp da ai suoi giocatori e mi sono venute in mente alcune cose; quelli che guadagnano di più nella Samp sono Gastaldello, Palombo e Maxi Lopez; per età e ingaggio sono loro, che occupano un posto per ogni reparto, che dovrebbero essere i leader ed i trascinatori di una squadra a mio parere giovane e, attualmente, da 12° posto, invece questo puntualmente non avviene.
    Sono quindi arrivato alla conclusione che negli ultimi anni il nostro problema sia proprio quello, la mancanza di leader, e la conferma mi è stata data dal rendimento dopo l’arrivo di Sinisa, che è diventato il vero leader.
    Quindi, per non tediarvi troppo, le soluzioni uniche sono togliersi dalle palle questi 3 che, come dimostra la partita con l’Inter non hanno neanche un accenno di spina dorsale, a costgo di resindere e dargli dei soldi, e sostituirli con vecchi marpioni e un po’ figli di buona donna, che dovrebbero essere i veri leader e quindi che giustifichino il fatto di essere quelli che guadagnano di più. Io non chiedo fenomeni, ma immaginate cosa sarebbe questa squadra con, al posto dei tre smidollati di cui sopra, e dico i primi nomi che mi vengono in mente, Cambiasso, Samuel e Quagliarella; a mio parere poi non ci servirebbe altro … e non mi parlate di monte ingaggi perché se ci togliamo quelli dei suddetti e della rumenta che stiamo ancora pagando e che gioca altrove il monte ingaggi non salirebbe affatto. Credo che sia proprio questo che abbia chiesto Sinisa, che ne pensi Andrea?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Definirli smidollati mi sembra alquanto offensivo. Vorrei ricordati che due su tre di questi “smidollati” sono stati tra i protagonisti di alcune delle migliori stagioni dell’ultimo periodo Samp( o ce ne siamo dimenticati?) e che dopo tutto Maxi, pronti via, ha fatto vincere un derby alla SAmp. Chiarito questo perchè non tollero offese nei confronti di chicchesia ancor più dei giocatori della Sampdoria, sono anche in parte d’accordo con te. La Sampdoria ha bisogno di personalità e un paio di giocatori che abbiano come si dice in Argentina “la garra” servono. Accanto agli “smidollati”, che però hanno anche tante altre qualità( o ti ha fatto schifo, per esempio ,la stagione fatta con Mihajlovic da Palombo? )

      • claudio ha detto:

        Giocatori senza attributi rende più l’idea?

      • Cicciosestri ha detto:

        Confermo ciò che ho detto e mi spiace se a te da fastidio … pazienza …
        Divido allora l’analisi tra ognuno dei 3:
        Palombo: ottima stagione, mi ricordo perfettamente la stagione sua in cui siamo arrivati al quarto posto ma allo stesso modo mi ricordo anche quella sua successiva, lotta per non retrocedere con un solo giallo alla fine contro il Palermo, quindi confermo che, siccome vogliamo puntare sui giovani non possiamo, ad esempio, avere Palombo insieme a Cambiasso e scelgo un milione di volte uno “alla” Cambiasso;
        Gastaldello: ricordo anche nel suo caso la sua stagione più alta quando siamo arrivati al quarto posto, ma per lui il fondo è ancora più giù, perché, lui si al contrario di Palombo, era in campo quando galleggiavamo a metà classifica in serie B, la considerazione quindi è la stessa, se accanto a Mustafi devo mettere uno di esperienza, non metto sicuramente lui (un difensore e capitano come lui non ha il belino mollo come successo con Icardi! Basta vedere cosa ha fatto Samuel nel caso dell’espulsione di Eder!);
        Lopez: grazie tante per il goal al Derby, ho goduto come un riccio, se vuole gli pago anche la cena, però per un centravanti un goal in un girone mi pare un po’ pochino, e non gli perdono l’errore con l’Inter perché ha anteposto i suoi interessi a quelli della Samp, per me inammissibile! (Anche per Sinisa a giudcare dal suo successivo NON impiego).
        Spero di aver chiarito le mie idee anche se non concordano con le tue, con stima Ciccio

        • andrea.lazzara ha detto:

          Non ero contrario alle tue idee, che rispetto, ovviamente, ma alla definizione “smidollati”

        • Stefano_1970 ha detto:

          @ Cicciosestri

          Concordo al 100% sui due primi nomi.

          Maxi Lopez al prezzo ventilato (riscatto 1,5 mln) magari rivedendo l’ingaggio con la forza contrattuale di chi offre lavoro ad uno al momento senza grandi richieste…lo terrei. Le sponde é capace a farle ed ha della tecnica. Alternative sono costose e visto che la squadra é da stravolgere forse gli converrá investire su altri ruoli.

        • dario ha detto:

          Ciao Ciccio,
          non sono molto d’accordo con quanto affermi. Non saranno fenomeni ma i giocatori che hai citato secondo me sono stati indispensabili per il raggiungimento delle ultime due salvezze. Certo l’anno della retrocessione non hanno brillato, ma in campo ci sono 11 giocatori e forse il danno è stato fatto togliendo Cassano e Pazzini (due mostri allora) e mettendo al posto loro Macheda e Maccarone (due mostri in senso opposto…), idem in serie B quando abbiamo creduto di vincere la serie B soltanto prendendo due dei migliori attaccanti della B dell’anno prima. Se sostituissimo Gastaldello e Palombo con Samuel e Cambiasso forse ci guadagneremmo in termini di gioco o risultati (se non si rompessero) ma se li perdessimo senza sostiuirli con gente di maggiore o uguale livello molto probabilmente rischieremmo la serie B. Ovvio che spero in un innalzamento dell’asticella ma mi sembra che senza di loro le cose sarebbero andate molto peggio.

    • Marco ha detto:

      Ciao Cicciosestri,
      concordo con te, che tra i giocatori non ci sia un vero leader che trascini nei momenti di difficoltà la squadra, ma farne una colpa a loro tre non mi sembra corretto.
      E’ la tifoseria in generale, alcuni giornalisti, ex calciatori,opinionisti che hanno “incoronato” come leader questi giocatori, ma solo per una questione di età/esperienza.Credo che loro non l’abbiano voluto e non credo nenche che l’abbiano chiesto di esserlo.
      Il vero leader è colui che viene riconosciuto come tale dalla maggior parte dei giocatori, e non da me,da te o da altri, e non è facile trovarne uno.Trovare un Pietro Vierchowod, forte nel suo ruolo, ma soprattutto fortissimo psicologicamente, non è cosi semplice, e soprattutto avere un cospicuo numero di giocatori che lo riconosca come leader, lo è ancora di più.

  23. daddix ha detto:

    Ciao Andrea,
    Io mi accontenterei di fare il campionato del Verona quest’anno. Sarei già felicissimo e penso che sia la dimensione giusta della Sampdoria. La società è alla prova del 9. Ora deve dimostrare una volta per tutte di voler alzare l’asticella con un progetto serio e concreto. Il primo passo è sicuramente convincere Sinisa a restare.
    Nutro delle perplessità su Fiorillo titolare per l’anno prossimo ma è giusto provarci coi giovani anche accollandosi qualche rischio.

  24. max ha detto:

    andrea pezzo sempre corretto e ben fatto. non capisco come mai escono sempre ancor prima di sapere tutti i gufi e i “tifosi” veri che si lamentano ancor prima di sapere.
    per molti eravamo già in b a novembre, altri lo dicevano alla prima sconfitta di sinisa se ti ricordi” passato l’effetto sinisa siamo a rischio…” mi pare che brocchi o non brocchi ci siamo salvati.
    anche a me piacerebbe giocare per altri obbiettivi ma ci rendiamo conto dove siamo e la situazione che esiste nel paese ed in generale? ma capisco che il tifoso di questo se ne frega a ragione forse ma sarebbe meglio essere un po più obbiettivi e far ritornare il calcio ad essere un gioco ed uno sport e basta.
    se no poi non è sorprendente vedere cosa succede negli stadi
    mi auguro che sinisa resti almeno vediamo giocare a calcio anche se gli interpreti non sono dei campioni e che la società voglia fare qualche investimento. spero che l’arrivo di brada serva a questo
    forza Samp!

  25. ale ha detto:

    Caro Andrea,
    è un po’ che nn scrivo e vorrei ricordare il caro zio Vuja la cui dipartita mi ha colpito come quella di una persona vicina. Ringrazio la Società per aver invitato la moglie e la figlia dandoci la possibilità di testimoniare loro il ns. affetto e la ns. vicinanza. Anche se il campionato ha più poco da dire spero che saremo in tanti per ricordare Boskov come merita.

    Vorrei dire una parola sulla vicenda Mihajlovic. Bravo Mister! Speriamo che la Società non commetta gli stessi errori dell’anno scorso. quando Rossi diceva esattamente le stesse cose (sarà anche un po’ sbarellato di calcio ne capisce, eccome).
    Anche la squadra sta lanciando messaggi inequivocabili. Loro stessi sono consapevoli che i miracoli (ora si può dire, anche in termini di infortuni!) sono difficilmente ripetibili.
    Speriamo che un uomo con l’esperienza di Braida sia in grado di spiegare ad Alessandro Garrone i rischi economici di danzare un altro campionato sull’orlo del baratro.
    Purchè l’esito sia positivo sono perfino disposta ad aspettare ancora….anche se sta diventando una tortura micidiale! Oh! Non si queta mai, mi ero appena rilassata per l’avvenuta salvezza e già sto in ansia per la permanenza di Sinisa.

    Speremmu ben!

    Grazie zio Vuja!

  26. El Cabezon ha detto:

    In effetti…ancora deve iniziare il calciomercato, manco sappiamo se Sinisa resterà o meno e già si sentenzia sulla SAMPDORIA stagione 2014/2015…mah…
    Intendiamoci, come ho già scritto nelle settimane scorse non mi aspetto acquisti in grado di farci compiere chissà quale salto di qualità, anche se l’ultimo bilancio, chiuso con “solo” 13 milioni di passivo ( come hanno fatto non lo so, una sorta di miracolo economico ) spero che induca la dirigenza a fare qualche piccolo sforzo, mi andrebbe benissimo anche il solo mantenimento dei pezzi pregiati con l’inserimento intelligente di qualche tassello…

    P.S: le parate di Fiorillo…le avesse fatte Da Costa gli avrebbero semplicemente tirato addosso, le compie Fiorillo sono dei miracoli…che meraviglia…

  27. Cellino ha detto:

    Oggetto di riflessione : (Conti fatti senza l’oste! ) in 10 mosse
    1) Riportare la coppia Cassano/Pazzini nella Samp ( sempre che siano motivati a tornare ,come sembra )
    2) Come . Negoziare opportunamente la metà di Biabiany col Parma e quella di Poli col Milan con l’obiettivo di non fare esborsi di carattere patrimoniale ricavandone anche un modesto “surplus ”
    3) Spalmatura e riduzione degli ingaggi dei due giocatori parzialmente coperta dal “surplus” del punto sopra indicato
    4) Cedere uno tra Okaka oppure ( la metà di) Gabbiadini = circa 8Mil.€ ( sostituito da Pazzini)
    5) Cedere Mustafi ( troppo richiesto !) = circa 8Mil.€ e acquistare un difensore stagionato/esperto x circa 4 Mil.€
    6) Acquistare un centrocampista stagionato/esperto per circa 4 Mil.€ ( compito di Braida anche per il difensore del punto 5)
    7) Resta un avanzo di cassa di 8Mil.€ per riscattare Maxi , De Silvestri per cica 3Mil. totali e per destinare il saldo di 5 Mil.€ come contributo alle spese di gestione vedi per esempio le spese di ingaggio del punto 3)
    8) Tenere Piovaccari se nessuno lo chiede e gli altri titolari/riserve di questo campionato
    9) Inserire alcuni dei migliori giovani in prestito o nella primavera
    10) Portiere titolare Fiorillo

    Mi offro come consulente al Sig. Braida

  28. Gianluca ha detto:

    Tante parole, nomi e ipotesi, quando basterebbe riprendere Cassano per essere certi di salvarci e anche qualcosa di più.
    Poi mettete in panchina chi volete, un portiere (un portiere dico, quindi non Da Costa) in porta, qualche cagnaccio in mezzo e Okaka davanti. Stop.

    • moussa dembelè ha detto:

      Ok. Pero’ immagino tu sottointendessi “e tenete Mustafi, Eder, Gabbiadini, Soriano e Regini” che sono quelli che si sono messi in luce quest’anno e il cui cartellino si e’ maggiormente valorizzato ed e’ ora in grado di generare cash.
      Ma che tutti questi rimangano, mi pare, non sia cosi’ scontato, o no..?
      E se partono questi li devi sostituire altrimenti retrocedi e questo lo devi fare d’estate oppure, con gran patema nostro, tra l’estate e gennaio.
      Quest’anno ci siamo salvati con anticipo grazie all’arrivo di Sinisa, alla mossa Okaka e alla grammezza di un tot. di squadre che meritatamente ci stanno sotto.
      Che bello sarebbe potersi giocare qualcosa di piu’ l’anno prossimo

    • Dorianodoc ha detto:

      Leggendo questo post a qualche “scienziato” che scrive qui sarà venuto un colpo!!!

  29. bisciagoal ha detto:

    Andrea , hai notizie su Sinisa?

    dalle ultime in mio possesso..molto difficilmente firmerà per noi..l’Inter è molto più vicina a chiudere l’accordo..

    non mi ero mai illuso che restasse..ma non per un discorso di programmazione…ma per la sua ambizione di arrivare al top…

    Sostituto…Mandorlini/Nicolini tutta la vita!!!!

    • Lollo ha detto:

      Ciao Biscia…spero che le tue fonti si sbaglino … :- ), comunque anch’io temo sirene nerazzure/biancocelesti !

  30. Emanuele ha detto:

    Concordo in toto con Gianluca: Cassano, Okaka (Maxi) ed Eder…entusiasmo, tanti abbonati…e il prossimo anno ci giochiamo l’Europa League!

  31. Mauro ha detto:

    Concordo con Gianluca,Mazzarri con Cassano e poco (ma veramente poco) altro ci ha portato in Europa e poi in finale di coppa Italia (col Pazzo in più)Delneri addiritura in champions.Gli altri giocatori son quelli che,senza quei due,12 mesi dopo sono addirittura retrocessi.Ergo deduco che chi sostiene che Fantantonio da solo non basta di calcio capisce poco….mi volete forse far credere che questo Parma sia da Uefa????

    • peter ha detto:

      non hanno solo cassano
      mirante paletta molinaro parolo biabiany galloppa cassano acqua gargano gobbi…non siamo nenache paragonabili lontanamente

  32. Giorgio ha detto:

    Basta, lasciamo stare Da Costa! Non mi sembra poi così scarso, in fondo il suo dovere lo ha fatto per tutto il campionato! I miracoli li fa solo il Padreterno!

  33. gigi ha detto:

    Telenovela allenatore,
    ultimamente è diventata una consuetudine: va, resta, mah
    in questo ultimo caso Sinisa aveva lasciato la propria nazionale per venire ad allenare una squadra che era quasi retrocessa. Presumo che prima di decidere, qualche discorso sul progetto con Edoardo lo aveva fatto, a dimostrazione di ciò aveva firmato un accordo biennale in caso di salvezza.
    Cosa è accaduto da allora ad oggi ? Escludo che Edoardo, all’epoca, gli abbia raccontato di investimenti importanti ed oggi li abbia ritrattati. Di investimenti la Samp ne ha fatti in questi anni, magari soldi buttati dalla finestra per incompetenza, ma comunque spesi. Ed allora ? non è che avendo salvato l’insalvabile e con larghissimo anticipo, ora il buon Sinisa si senta come uno dei tanti personaggi storici ai quali prende in prestito frasi o aneddoti, e la Samp gli stia stretta?. Se le cose stessero così sinceramente sarei molto deluso.
    Faccio un solo riferimento ad un solo e vero personaggio a noi molto caro, un certo Vujadin che aveva allenato nazionali e club prestigiosi, vincendo campionati e coppe ed era andato in serie B ad allenare l’Ascoli. Lui non si sentiva un fenomeno, non cercava l’affermazione di se stesso attraverso l’importanza del club da allenare, non sceglieva il club con il budget più elevato, ma sapeva mettersi in gioco perché credeva nelle proprie capacità.

    Gigi

    • peter ha detto:

      se pero’ ti dicono che non rinforzeranno la squadra e che anzi venderanno per ripianare il bilancio beh penso che Sinisa a retrocedere non ci rimane

  34. luca ha detto:

    scusate ma partiamo dall’allenatore ! perdonate io penso che adesso però anche Sinisa debba decidere !!!!!! non si può ripetere il tira e molla degli ultimi anni ! o è convinto e rimane con nostra gioia o non è convinto (e questo sarebbe grave perchè significherebbe un’altra NON programmazione della Società) e lascia con comunque grandi ringraziamenti da parte della tifoseria per il miracolo effettuato in questa annata !!!!! ma facciamo in fretta o ci riduciamo al solito và non và , non pensi Andrea ?

  35. NYC ha detto:

    Fanta Mercato , mi piacerebbe un tridente con :

    EDER – Berghessio – Gabbiadini , in caso non riuscissimo a trattenere il Gabbia , Paulinho del Livorno.

  36. Maraschi ha detto:

    Un allenatore deve rimanere sulla cresta dell’onda. Quest’anno Sinisa ha preso molti punti, l’anno prossimo, se la Samp (come temo) non si rinforza, ne perderebbe altrettanti. Io penso che vada alla Lazio. Ciao ciao

  37. aldo ha detto:

    dovremmo fare come gli aborigeni del film di sordi e manfredi “riusciranno i nostri eroi….”
    che sulla spiaggia, mentre manfredi si allontanava sulla nave che lo riportava in patria , cantavano accoratamente ” ninì nun ce lassà” sostituendolo con un più realistico…..”Sinì nun ce lassa”

  38. ambarabaciccicoco ha detto:

    E basta…. mi pare che per la ricerca di un pochino di supporto e magari per una lotta di premiership tra i media si stia alimentando un fuoco sotto la cenere che non esiste..E come sempre e da sempre si cerca di ampliare i problemi della Samp per nascondere quelli assai più gravi e perniciosi dei vicini di ballatoio…(E poi non sono io a dire che spesso i media sono sguatteri…). Mi pare che faccia bene la Dirigenza a rimanere in silenzio esattamente come a me pare che Mihajlovic abbia detto tutto e anche di più. A salvezza raggiunta si è automaticamente rinnovato il contratto fino a giugno 2015. Argomento chiuso e non sospeso. Che poi i contratti si possano sciogliere è cosa certa ma che non sia la Sampdoria e/o lo stesso Mister a volerlo non è nemmeno da provare perchè non esiste . Dopodiche se i media vogliono alimentare interessi e curiosità senza creare polemiche inutili e assurde beh che facciano il loro lavoro. (anche se a me pare che debba sempre esserci un limite invalicabile di non commistione tra diritto di cronaca e diritto di critica /opinione nel senso che deve sempre essere chiaro dove finisce l’uno e inizia l’altro) possono sempre esercitarsi nel gioco di ricordare al pubblico giocatori a proprio parere interessanti per la squadra.
    Senza mai dimenticare che una Società come la Samp fintanto che non avrà a disposizione un proprio stadio potrà solo partecipare e ben difficilmente vincere.
    Tutto questo per ampr di verità
    P.S. Ho letto che esiste un progetto alla Fiera assolutamente e completamente a destinazione commerciale e mi domando : alla Samp no e a Privati ,si?

    • ale ha detto:

      He he! Caro Ambaraba,
      la Samp vorrebbe fare stadio, impianti sportivi vari (infatti il CONI era stra d’accordo) e un po’ di commerciale per rientrare dall’investimento. E non va bene (secondo me anche per noi perché ci avrebbero affibbiato anche tutte le opere infrastrutturali). Questi SOLO commerciale e di tutte le controindicazioni non si sente più niente a dimostrazione che le uniche ragioni di quelli contro sono l’invidia e il maniman!
      E’ dal ’46 che è così. Sono come quelli sfigati (con tutto il rispetto) che godono solo delle disgrazie di quelli che sfigati nn sono. Ci vuole pazienza, io ci spero ancora, magari non alla foce (l’aeroporto è meglio) ma prima o poi lo faremo.

      Baci a tutti e forza Samp!

  39. caimano ha detto:

    la permanenza o meno di sinisa dirà se la società vuole fare qualcosa di costruttivo oppure tornare nellla medriocrità se rimane vuol dire spiraglio per un futuro migliore , se malauguratamente andasse vorebbe dire che la società vuole abbassare la famosa asticella e fare un enorme passo indietro mettendo a repentaglio il prossimo campionato cioè volere peggiorare, andare male , indebolirsi e rischiare fortemente una nuova retrocessione vorrebbe dire essere senza ambizioni , navigare a vista e fare sempre l’equilibrista sulll’orlo della fossa e prima o poi la paghi , la retrocessione del 2011 dovrebbe aver insegnato di non azzardare e giocare con il fuoco altrimenti si finisce bruciati perché in caso di retrocessione questa squadra rischierebbe di finire in lega pro

SE TRE INDIZI FANNO UNA PROVA…

Se tre indizi fanno una prova, dopo le vittorie con Fiorentina e Lazio, la Sampdoria ha confermato a Bergamo di [&hellip

PERFETTI

Paradossalmente c’è “poco” da dire sulla rotonda vittoria della Sampdoria contro la Lazio, perché la squadra di Ranieri è stata [&hellip

RINASCIMENTO

Avete ragione, state già pensando che ho esagerato nel titolo. Ed è vero. Ma l’ho fatto consapevolmente. Dopo tanto soffrire [&hellip

DI MALE IN PEGGIO

“Non mi è piaciuto quasi niente, sembravamo una squadra sparring partner, pavida, non ho visto voglia di lottare”. Parole di Claudio [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta