RITROVARE SUBITO “GLI OCCHI DELLA TIGRE”

17 Feb 2014 by andrea.lazzara, 144 Commenti »

Cari amici di Samplace, la sconfitta di Roma ci sta, è meritata e porta con sè qualche considerazione doverosa. La prima è che nessuno ha mai pensato( o almeno spero) che questa squadra potesse essere improvvisamente costituita da fenomeni: Mihajlovic ne ha tirato fuori doti insospettabili ma competere contro le prime tre della classe(guarda caso quelle con cui ha perso e per giunta in trasferta) è praticamente impossibile per tutti. Stavolta la resistenza è durata meno, un tempo, con poche occasioni per far male(ma quel mani di Benatia grida vendetta nonostante il tentativo di un regista tv di “oscurarlo” riproponendo immediatamente un episodio ritenuto analogo ma a parti invertite nel primo tempo) ma, ripeto, ci sta. La salvezza non è lontana e resto dell’idea che si debba anche guardare oltre, non tanto in termini di classifica quanto di programmazione: però questi punti che servono, pochi o tanti che siano, vanno fatti e rapidamente. Lo sguardo torvo e alcune dichiarazioni di Sinisa post gara (“Niente drammi ma non possiamo far finta che non sia successo nulla”) la dicono lunga sull’approccio che il tecnico avrà con la sua squadra in questi giorni. Ci sono poi aspetti tecnici inequivocabili: l’ennesima incertezza di Da Costa, un Regini stavolta insufficiente, Wszolek che ribadisce la sua immaturità per i grandi palcoscenici, almeno per ora. E aggiungiamo che Gastaldello, con la sua esperienza, poteva evitarsi sul 3-0 quell’intervento a pochi minuti dalla fine e a centrocampo: ora domenica contro il Milan la difesa sarà quasi tutta da ridisegnare ma soprattutto Mihajlovic dovrà far ritrovare, come diceva Julio Velasco, gli occhi della tigre per provare a sbranare un Diavolo che, tutto sommato è quest’anno una squadra “normale”(4 punti più della Samp e in qualche occasione gli è anche andata bene). I conti si fanno sempre guardando indietro, ma credo che sarà una settimana in cui dovrà uscire la maturità di tutto l’ambiente: perchè accanirsi con critiche distruttive sarà solo deleterio così come( e giustamente i “pessimisti” o i “prudenti” lo hanno spesso ricordato anche qui nel blog)esaltare la squadra oltre il dovuto non era opportuno fino a pochi giorni fa.

144 Commenti

  1. gianni ha detto:

    Stavolta il calo di tensione c’è stato, anche se si era iniziato bene; il mancato rigore magari avrebbe cambiato poco però ci vuole fantasia per vedere l’involontarietà di Benatia (involontarietà invece netta nell’episodio dentro la nostra area); al di là delle dichiarazioni ufficiali e al netto della forza della Roma (indiscutibile) credo che il primo a non essere soddisfatto della prestazione (non del risultato, che ci può stare) sia il mister che, secondo me, teme un rilassamento da buona posizione in classifica; la sconfitta non pregiudica granchè, per un Livorno e un Catania che crescono ci sono un Sassuolo e un Chievo (e Cagliari) in crisi e il margine di sicurezza è rimasto invariato ma staccare la spina adesso sarebbe pericoloso; per domenica speriamo di riavere Lopez.
    Sull’ultima frase dell’articolo, non mi farei troppe illusioni; ho già letto editoriali in cui si scrive che con Cassano non avremmo perso…

  2. alessandro ha detto:

    ciao andrea, ciao a tutti.

    ieri come tanti ho visto la partita, bè difficile trovare note positive se non che nonostante tutto la difesa ha retto molto bene quasi tutto il primo tempo, soffrendo da matti ma ha retto. IO direi bene mustafi, de silvestri e gastaldello fino al fallo, scellerato davvero..ok puo capitare ma perché un giocatore esperto come lui deve uscire dalla difesa e fare un fallo da ammonizione a centrocampo sul 3 -0 per loro sapendo di essere già ammonito? misteri. Regini…sicuramente insufficiente in copertura (per lo meno su destro..) ma al contrario mi è piaciuto in fase di proposizione. Non mi sento di bocciarlo. Male ieri palombo ma succede, eder e soriano. Gabbiadini..giudizio sospeso, su sky hanno criticato sinisa per il sacrificio richiesto a gabbiadini, io penso che invece in quella posizione renda. La roma sicuramente molto più forte, ovviamente mi ha impressionato pjianic ma anche benatia e castan..destro. Da costa..poteva fare di più sulla punizione, siamo tutti d’accordo credo..la barriera si è aperta ma il tiro non era irresistibile, siamo alle solite, nessuna colpa evidente ma mai una parata un po’ sopra le righe. Al contrario della prova di domenica scorsa okaka quei pochi minuti è stato terrificante..speriamo bene. La samp tuttavia se dimostra la giusta maturità puo metter in difficoltà il milan che davvero non è irresistibile. Il milan tira molto da fuori il che non è un vantaggio per noi e se gioca il pazzo bè ha caratteristiche simili a destro che ieri ci ha fatto due gol (ma poteva farne 4..). Senza gastaldello vediamo che propone sinisa, potrebbe arretrare palombo e metter obiang a centrocampo (ieri nonostante la solita “flemma”) non mi è dispiaciuto quando è entrato e vediamo se fosse pronto maxi. Non rinvanghiamo polemiche a questo punto inutili ma un bel centrale serviva eccome..
    ciao ale. ps sul sassuolo come detto nei post precedenti, il miglior acquisto per retrocedere è lui, malesani..se non lo esonerano potrebbe andare in b.

  3. Marco ha detto:

    I punti per la salvezza non si fanno a Roma, certo! Così come i primi trenta minuti ce la siamo giocata! C’era poi un rigore per noi! Ecco terminate le banalità del caso, resta l’ennesima prova di una squadra con qualità da media serie B, nessuna possibilità di saltare un uomo, nessuno che sappa fare un tiro in porta degno di questo nome, un portiere che……….. lasciamo perdere. In sostanza la solita pochezza disarmante che ben si abbina con la pochezza di presidente e dirigenza. Probabilmente ci salveremo, certo, talmente mediocri sono le squadre che stanno più in basso. Ma quali prospettive e quale futuro ci aspetta, noi che pochi anni fa su certi campi giocavamo alla pari, e a volte si usciva da vincitori. Colgo l’occasione per l’ennesimo ringraziamento al presidente (!) Garrone!

    • Bulgaro ha detto:

      Un commento veramente disarmante … giocavi con la Roma non con il Livorno; ovvio che saltare Castan o Benatia sia piu complicato che saltare Rinaudo o Emerson ,altrimenti alla Roma ci giocavano loro…
      Questa squadra ha il tasso tecnico piu o meno adatto alla sua posizione in classifica, solo che per esprimerlo deve giocare sempre al massimo.
      Va bene criticare, ci mancherebbe, ma un po` di lucidita` bisognerebbe usarla sempre.

      • Marco ha detto:

        Visto che sono io poco lucido, allora rammenta le partite vinte contro Genoa, e Cagliari, quelle pareggiate contro Parma e Bologna, ad esempio e trovami il bel gioco, trovami l’uomo saltato o il tiro in porta! Certo con Sinisa c’è grinta e organizzazione, ma il livello di quialità è scadentissimo, da serie B sparata. Siamo seri perfavore. Ieri sera ho visto Cerci e Immobile e mi piangono gli occhi a pensare ai nostri “fenomeni” Eder e Gabbiadini.

        • Bulgaro ha detto:

          Dove sta il Torino in classifica?

          Nelle squadre sotto di noi ci sono giocatori “tecnicamente” piu bravi? e non parliamo solo di nomi, ma anche di resa …

          Il Torino dei tuoi “fenomeni” giocava contro il Verona e non contro la Roma che in casa ha preso 2 gol in tutto il campionato …

          Io serio lo sono, cerca di essere equilibrato tu nelle analisi …

        • gianni ha detto:

          “Da serie B sparata”…
          Poi quando qualcuno scrive che per certi tifosi è proprio il fatto di non essere in B sparati a Febbraio a non andare giù, ti danno addosso.
          Ps: contro il Genoa immagino ti sia piaciuto di più il “dominio” rossoblù.

    • doria65 ha detto:

      L’n-esima prova? La solita pochezza? Da quando c’è Sinisa e prima della partita di ieri avevamo gli stessi punti della Roma, e a detta di TUTTI giocavamo un buon calcio, molto migliore della nostra posizione…

      Ieri abbiamo fatto pena, è evidente, ma non solo la squadra fa pena…

    • Stefano ha detto:

      Ma come si fa dopo 19 punti in 11 gare convincenti a scrivere cose del genere? un altro tifoso di quelli che hanno rosicato con la vittoria nel derby per non aver potuto criticare Garrone.. e basta.. trovate un acquirente.. trovate un finanziatore.. e se non vi va bene cambiate sponda..

  4. Maraschi ha detto:

    Tutto giusto, però le partite dipendono anche dagli episodi, a Torino, la Juve ci aveva preso a pallonate i primi 25 min. e sembrava dovesse dilagare, invece, sicuramente grazie anche alla nostra determinazione, un autogol ci ha rimessi in partita e abbiamo fatto un figurone, pur perdendo.
    Stavolta la Roma, nella prima mezz’ora non ha fatto praticamente niente, si è ringalluzzita sul finire del primo tempo, grazie a nostri errori e ha fatto goal su corner, con un piazzamento assurdo della nostra difesa.
    Nel secondo tempo siamo partiti bene, c’era un rigore netto per noi, poi per un fallo tutto sommato poco evidente, l’apertura della barriera e la cappella di Da Costa hanno chiuso i giochi, con la ciliegina del goal in contropiede due minuti dopo. Amen

  5. Massimo Pittaluga ha detto:

    Andrea d’accordo con te su tutto e soprattutto sulla differenza tecnica tra le due squadre. la sampdoria non può giocare tutte le partite al 100% e ieri giocando un poco sotto il massimo e con una squadra nettamente superiore ha retto un tempo. ieri da costa ha mostrato i soliti limiti che non sono papere ma limiti tecnici. è un portiere attento e che da il 100% ma il suo 100% non è da titolare. ieri sulla punizione di pianic è andato lento, ma non per una cappella o disattenzione perchè semplicemente li non ci arriva mai. chiedergli di più di quello che da sarebbe sbagliato. per me è un ottimo dodicesimo. palombo ieri ne ha fatte una dietro l’altra ma c’è anche da dire che il centrocampo della roma non te la fa vedere la palla. anche davanti abbiamo latitato. credo che forse con maxi davanti avremmo potuto essere pericolosi ma non c’era e forse meglio fuori a roma che dopo. peccato per gastaldello ammonizione ingenua ma in campo a volte non si pensa. ad ogni modo sconfitta che ci sta per la troppa differenza di valori, ma già col milan bisogna muovere la classifica anche con un pareggio. ieri non ci voleva la sconfitta del cagliari che rilancia il livorno. il catania secondo me alla fine ce la farà e quindi va preso il livorno come ultima concorrente e siamo quindi ancora a +8 ma dobbiamo fare punti anche a pareggi perchè rietngo ancora che la salvezza sia tra i 36 e 37 punti e anche un pareggio serve eccome e servirà anche con le squadre in basso in classifica per tenere le distanze. ragiono in piccolo lo so ma questa squadra ha fatto finora benissimo per il suo potenziale e bisogna essere realisti e fare quei punti necessari al più presto. abbiamo partite importanti in casa come chievo, livorno ma anche fuori sassuolo e catania che sono in piena lotta. avremo fuori anche udinese, atalanta e torino e in casa il verona. insomma l’importante è nelle prossime gare muovere la classifica e tenersi a distanza con la tensione alta. questa squadra va sostenuta al meglio e una volta raggiunta la salvezza sperare che la proprietà capisca che va fatto qualche innesto. faccio poi una considerazione su una squadra normale come il parma con discreti giocatori che ha messo cassano nel motore e che come al solito trascina una squadra media in zona europa. non dico che si debba riportare a casa cassano perchè posso capire garrone su questo ma un giocatore di qualità un fantasista che faccia la differenza ci vuole perchè non appena si gioca al 90% questa squadra rischia e non si può pretendere che lo facia sempre. ora speriamo di ripartire facendo punti che sono importnati nelle prossime partite viste soprattutto le vittorie di catania e livorno.

  6. Giovi ha detto:

    La tua analisi come al solito è impeccabile, ti sottopongo alcune considerazioni:
    In considerazione che alla fine giocano sempre gli stessi e’ possibile che la squadra incominci ad essere stanca .
    I tre gol subiti, le ammonizioni importanti, mi fanno pensare ad una deconcentrazione generale già vista ai tempi di Delio, meno male che ora c’è Sinisa.
    È presuntuoso pensare di fare risultato contro la Roma con un portiere come Da Costa(chiaramente non sono solo sue le colpe ) che invece di trarre nuova linfa dalla conferma continua con il suo show-rallenty

    • andrea.lazzara ha detto:

      Lo dicevo prima, spero e credo di no. Mihajlovic deve essere bravo a tenere tutti sul pezzo: e la difficoltà delle prossime partite, paradossalmente, può essere un’arma in questo senso

  7. Crovo ha detto:

    Caro Andrea, sono d’accordo con te quasi su tutto.

    Di Da Costa direi che ormai è inutile parlare…

    Anche Regini l’ho trovato involuto e impacciato.

    La squadra ha creato poche occasioni e ha fatto solo un tiro in porta in tutta la partita.

    Ma c’è un ma….

    Non per fare il talebano della gradinata, ruolo che lascio volentieri ad altri frequentatori di questo blog..

    Io non ho visto una partita poi così disastrosa.

    Il loro primo gol è stato casuale, devastante in quanto a fine primo tempo, e con molta complicità di portiere e difesa.

    Sull’1-0 c’era per noi un rigore sacrosanto.

    Subito dopo è arrivato il 2-0 regalato, come era successo a Napoli dopo possibile pari-palo di Gabbiadini.

    Solo il loro 3-0 è stato un’azione limpida dove gli avversari hanno dimostrato la loro superiorità.

    La partita poi è finita sull’espulsione di Gastaldello, che non c’era, in quanto il fallo era di Okaka.

    Insomma, è stata una partita sfortunata, che poteva finire solo 1-0, ma che con un po’ di buona sorte nel momento determinante poteva anche finire 1-1.

    In Coppa Italia un mese fa abbiamo perso tra gli elogi solo 1-0, ma secondo me, in confronto a ieri ci avevano asfaltati.

    • Michele G. ha detto:

      Bravo Crovo, concordo con te. In particolare, rivedendo le immagini del secondo giallo di Gastaldello, il cronista di RAI Internazionale (la RAI per gli Italiani all’estero) aveva notato anche lui come fosse stato Okaka a colpire il romanista, mentre il Gasta aveva preso la palla. Il cronista, inoltre, stranamente obiettivo per uno della RAI, aveva fatto notare come sul mani di Mustafi l’involontarietà ci fosse tutta, in quanto il pallone gli colpisce il braccio quando lui è completamente girato dall’altra parte e non può vedere la palla. Nel caso di Benatia, invece, si vede come il romanista, non solo guardi la palla, ma quando è a terra, la allontana dai piedi del nostro attaccante con il gomito. Sono stati quei pochi centimetri che non gli hanno consentito di calciare a rete. Nelle insufficienze ci aggiungerei anche quella dell’arbitro, specie nell’episodio dell’espulsione: ci ha messo due minuti prima di ammonire il giocatore sbagliato!

    • ya ya touré ha detto:

      Crovo, non esageriamo con il fatto che siamo stati sfortunati.

      Perdere 1 o 3 a zero non cambia il numero di punti in “saccoccia”!. La Roma, in fin dei conti, è troppo superiore alla Samp.

      Cmq Da Costa è grammo ma anche le altre “pretendenti” alla salvezza non hanno portieri affidabilissimi. Io a salvezza raggiunta farei giocare Fiorillo.

      Regini secondo me gioca meglio al centro.

      Cmq FORZA SAMPDORIA

  8. moussa dembelè ha detto:

    Ci eravamo abituati bene. Dopo le prestazioni a Torino con la Juve e a Napoli, speravamo di vedere una squadra diversa. Peccato ma ci sta.
    Dobbiamo cercare di fare un punto col Milan ed uno fuori col Toro e non sbagliare gli scontri diretti (es Livorno e CHievo in casa). Tutto qui.
    Poi la squadra e’ quella che e’, o meglio, quello che era durante il girone di andata. Speriamo con un Maxi Lopez in piu’ quando sara’ in grado di rientrare.
    Ci sono 11 titolari che compongono una squadra che merita la classifica che ha, cioe’, per dirla piu’ chiaramente, la squadra titolare si puo’ salvare tranquillamente.
    Dietro non c’e’ molto e, se i titolari hanno qualche passaggio a vuoto, son dolori. Lo sono stati ieri a Roma ed era comprensibile ma anche la prestazione col Cagliari e’ stato un campanello di allarme.
    Domenica mancheranno Gastaldello (di centrali ne abbiamo) e soprattutto De Silvestri (chi puo’ sostiturlo???)
    Regini con Pjanic ha ballato alla grande, Soriano si e’ visto poco, Kristicic pure, ma chi puo’ sostituire questi titolari se hanno una giornata storta?
    Mi sento abbastanza sereno perche’ con la gestione di Sinisa credo e spero si possa prevalere negli scontri diretti ma questa squadra non ha ricambi all’altezza

  9. marco ha detto:

    Ciao Andrea e ciao a tutti,

    concordo la tua analisi, anche se non capisco l’accusa su Da Costa.
    Purtroppo il grave errore di Mustafi che si è dimenticato Destro nel calcio d’angolo,e il doppio errore di Gabbiadini che ha provocato, con 2 suoi errori, il secondo gol, facendo un ingenuo ed inutile fallo e spostandosi dalla barriera e permettere alla palla di passare in mezzo, hanno determinato la sconfitta.
    Quali responsabilità ha Da Costa nei tre gol? Si potrebbe pensare una sua colpa nel secondo, ma la palla è passata in mezzo alla barriera, lasciando spiazzato ed impreparato Da Costa, il quale si sarebbe aspettato una traiettoria ben diversa per poter superare la barriera.
    Ero rimasto sorpreso nel vedere Okaka in panchina, ma con l’intervista del mister ho capito il perchè di questa scelta.
    Gastaldello e De Silvestri continuano ad essere recidivi per falli e/o proteste, quindi converrebbe che il mister e la società iniziassero a prendere dei provvedimenti.
    Per come la vedo io, multe e/o rimproveri incidono poco, mentre svariate partite in panchina o tribuna, potrebbero aiutarli a maturare, ed attualmente non sono cosi indispensabili, perchè fino adesso le poche volte che sono stati assenti non se ne è sentita la mancanza.

    • Bulgaro ha detto:

      Marco, non discuto gli altri gol, ma sul secondo Pjanic tirava da quasi 40 metri, anche senza barriera quel pallone doveva prenderlo.

      • marco ha detto:

        Ciao Bulgaro non posso darti torto se in porta ci fosse un portiere forte che si fa sorprendere, ma la samp, che lotta per la salvezza e non per lo scudetto, ne ha uno mediocre dovuta a certi suoi limiti. Purtroppo la barriera, e soprattutto Gabbiadini hanno penalizzato ulteriormente la mediocrità del nostro portiere.
        La palla di pjanic almeno era nell’angolino basso, guardati Buffon.
        http://www.youtube.com/watch?v=8DmLmEi76RI

    • doria65 ha detto:

      Sul secondo per me, come dici tu, la responsabilità è solo parziale perché la barriera si è aperta. Però ha la reattività di un bradipo, questo è altrettanto evidente…

      • marco ha detto:

        Ciao doria65 purtroppo dobbiamo prendere atto che Da Costa ha dei suoi limiti che lo fanno rientrare nella categoria dei mediocri. Se Gabbiadini evitava di fare un fallo cosi ingenuo e fosse rimasto fermo in barriera, non avrebbe cato ulteriori problemi al nostro portiere che come dici giustamente tu è poco reattivo, ma è per questo che è un mediocre portiere. Anche i migliori prendono gol da quella distanza, però Da Costa è un mediocre e puoi aspettartelo, da Buffon un pò meno. Almeno pjianic l’ha messa nell’angolino basso, quello che ha preso buffon era più centrale.
        http://www.youtube.com/watch?v=8DmLmEi76RI

    • Lollo ha detto:

      Ciao Marco, barriera o non barriera è inammissibile per un portiere di serie A prendere un gol da quella distanza ( come disse Buffon: ” se mi fanno gol da 30 metri vuol dire che sono ubriaco ” ); poi ovviamente non abbiamo perso certo solo per colpa di Dacosta….magari !!

      • marco ha detto:

        Ciao Lollo non saprei se è inammissibile prendere un gol da quella distanza, ma anche i più bravi, come Buffon, si sono fatti beccare impreparati da quella distanza.
        Da Costa io lo considero un portiere mediocre, perchè ha varie carenze come la reattvità, e quindi puoi aspettarti prima o poi errori in più, rispetto a quelli più forti. I portieri più forti rispetto a quelli meno bravi, oltre avere caratteristiche psicofisiche diverse, fanno anche loro delle cavolate, ma con menofrequenza.
        Gabbiadini per me è stato l’unico responsabile.
        La barriera viene messa per fare in modo che il tiratore debba tentare una traiettoria particolare per poter segnare che spesso non riesce, e quindi il portiere a maggiori possibilità di respingere il tiro, ma se la barriera lascia passare in mezzo il pallone, e tenendo conto che abbiamo questo portiere che ci piaccia o no, credo che non sia corretto addossargli anche questa colpa.
        http://www.youtube.com/watch?v=8DmLmEi76RI

    • flachigoal ha detto:

      Si infatti la Sampdoria può permettersi il lusso di lasciar De Silvestri (sempre tra i migliori della nostra squadra e nel giro nazionale) e Gastaldello addirittura fuori rosa, dato che nella rosa ha Maicon e Thiago Silva come sostituti!!!!!
      Dai non scherziamo…spero la loro assenza di non sentirla già domenica!!!

      • marco ha detto:

        Ciao flachigoal, alcuni giocatori hanno bisogno di essere rieducati, perchè si ritengono insostituibili e quindi pensano di poter fare un pò quello che vogliono.
        Io De Silvestri non lo ritengo cosi fondamentale, e non lo vedo giocare cosi bene, pechè troppo spesso ripassa la palla indietro e raramente prova a scendere sul fondo. Regini lo fa molto più spesso e tenta anche di scartare, ma purtroppo i piedi sono quelli che sono. Regini fa molto meglio il ruolo di fascia rispetto a De Silvestri, ma quest’ultimo come prestanza fisica, ma anche come piedi, da l’impressione di essere migliore.
        Gastaldello nel suo ruolo è il migliore nella samp, ma questo non può essere una scusa per permettergli di fare ciò che vuole.
        Quest’anno ne ha già fatte parecchie di cavolate come questa, e dato che con le buone non si riesce ad ottenere niente, bisogna trovare soluzioni che riescano ad incidere meglio nella sua testa. Alla fine senza dover usare i miei mezzi, entrambi i giocatori ci lasciano nella cacca, nuovamente, per delle cavolate assurde, soprattutto in vista di un match molto delicato visto il potenziale dell’avversario.
        Preferisco tenerli 2-3 giornate in panchina e qualcosa di più, come fece Del neri con Cassano quando vincemmo comunque 3 partite di fila ed un pareggio fuori casa, e ritrovarli con del sale in zucca per tutto il resto del campionato.

        • andrea.lazzara ha detto:

          Marco, rispetto la tua opinione, ma che De Silvestri non sia una valore per una Sampdoria come quella attuale mi sembra opinabile. Però, come detto, posso sbagliarmi io, eh!

          • gianni ha detto:

            Anche che Regini vada sul fondo più spesso di De Silvestri è opinabile ma che ne capiamo noi che non pensiamo che le persone vadano rieducate?

          • marco ha detto:

            Ciao Andrea. Per me i compiti di un giocatore di fascia, che probabilmente tu ed altri ritenete diversi o che certi fattori sono più o meno importanti di altri, De Silvestri, pur essendo più bravo e probabilmente più professionale rispetto ad altri nel suo ruolo, non li svolge tutti come dovrebbe. Il compito di un giocatore di fascia, per me, è quello di coprire faticosamente i tre ruoli, quindi: fare il terzino destro in fase difensiva; fare il centrocampista in entrambi le fasi, coprendo e cercarndo la volata o l’uno due; fare momentaneamente “l’attaccante esterno” per andare a fare i cross.
            De Silvestri è un professionista, perchè non nego che ci metta impegno, ma in fase di costruzione di gioco, molto spesso quando riceve palla, sia quando è marcato, ma soprattutto quando non lo è, restituisce troppo spesso la palla indietro, evitando la discesa sulla fascia o lo scambio con i centrocampisti. Regini ha dimostrato sia con la Roma ed altre volte, di avere più coraggio di proporsi in avanti, sia tentando di scartare che chiamando l’uno due, mostrando maggiore completezza in quel ruolo, ovvimanete per come la vedo io.
            Dalla destra arrivano sempre pochissimi cross, proprio perchè lui non si propone come dovrebbe.
            La fase difensiva è buona, ma in fase offensiva, a mio avviso, non tanto.
            Rodriguez non copre come De Silvestri,ma in fase offensiva lo ritengo migliore.
            Dato che i ruoli possono essere interpretati “un pò come si vuole”, e tenedo conto che non si sa cosa pretende e richiede l’allenatore, tutti le opinioni sono discutibili, ed è difficle dimostrare chi sbaglia e chi no.

          • andrea.lazzara ha detto:

            Secondo me ci siamo un pò abituati al De Silvestri che va, corre, magari non è detto che faccia il cross da fondocampo( a volte detta anche l’uno due con l’attaccante che scende a triangolare verso trequarti-limite dell’area) e su Regini siamo un pelo più benevenoli perchè…è una novità. De Silvestri secondo me sta facendo di nuovo un ottimo campionato: non si tratta di professionalità(indubbia)ma anche di qualità. Poi che non sia Maldini o Djalma Santos lo sappiamo tutti ma se Prandelli lo tiene nel giro azzurro un motivo ci sarà

        • flachigoal ha detto:

          Non concordo per nulla su De Silvestri in quanto rendimenti alla mano è tra i migliori della Samp, non a caso in giro nazionale; poi che non sia il miglior terzino del mondo e abbia i suoi limiti ci sta altrimenti probabilmente non giocherebbe nella Samp…ma è uno che in campo da tutto.
          Su Gastaldello è vero certe “leggerezze” non deve commetterle, ma è umano anche lui non è che a 30 anni diventi un robot.
          Ma quello che mi preme sottolineare è che la Samp attuale non ha riserve all’altezza da poter tenere in panchina gente come Gastaldello e De Silvestri…penso che sia l’allenatore a dovergli far notare questi comportamenti, ma punizioni per errori di campo non esistono a mio modo di vedere soprattutto in considerazione che siamo la Sampdoria non la Juve che se tieni in panchina un nazionale entra un nazionale!
          Non a caso De Silvestri squalificato Sinisa sta facendo esperimenti dato che i 2 teorici sostituti non sono all’altezza (Berardi e Rodriguez) e sappiamo bene che giocatori fuori ruolo alla lunga non rendono anzi creano confusione (e Sinisa appena arrivato alla Samp ha soprattutto messo i giocatori nel loro ruolo naturale!).

          • marco ha detto:

            De silvestri, come giustamente mi fai notare, e che io non ho negato e ne ho detto il contrario, ha mostrato d’essere più costante nel suo rendimento, ma non tanto per la qualità, ma per il grande impegno che ha sempre messo rispetto ai suoi compagni di squadra, aggiudicandosi spesso quel mezzo voto in più, per la volontà dimostrata nell’arco dei 90′. (vedi commenti delle pagelle nei vari siti,dalla prima alla 25° giornata.
            Non ho detto che debbono stare sempre in panchina, ma per riportarli con i piedi per terra, a mio avviso, dovrebbero farsela, per fargli capire che non èì insostuibile.
            Io non ho parlato di punizione,ma di rieducazione, e sono due cose completamente diverse.
            Il non farli giocare qualche partita, accompagnata da una corretta predica, che gli sicuramente è stata fatta già altre volte, ma non sembra aver fatto effetto, potrebbe far maturare di più i giocatori e fargli capire che nessuno è insostuibile, ma solo importanti e che se non VUOI, e no che non puoi, controllarti, la panchina è pronta.
            Loro sono umani e quindi è possibile sbagliare(ti ricordo che con questa affermazione generica, giustificheresti ogni azione, tanto siamo umani) , Loro sono recidivi, ed è questo che è grave e deve essere corretto.
            Dire che dei giocatori sono indispensabili, significa che senza di loro, perdi inevitabilemente sempre, e non è cosi, possono dare però un maggiore contributo.

    • marco ha detto:

      volevo scrivere Regini e non Mustafi.

  10. flex ha detto:

    La sconfitta era da mettere in preventivo: troppo alto il divario fra noi e loro.
    La classifica per il momento continua a essere confortante anche se ogni settimana ci sono risultati inaspettati, e non graditi, come la vittoria del bologna a torino o la vittoria del livorno a cagliari.
    Sarebbe un peccato non fare punti domenica con il milan: quest’anno non mi sembrano dei fenomeni e abbiamo anche la fortuna del loro impegno di CL. Sono moderatamente ottimista e lo sarei stato anche di più se Gasta si fosse risparmiato quell’intervento inutile, sul 3-0 e a centrocampo, ma ormai è andata e Miha dovrà studiarsi qualcosa di geniale. sono curioso di vedere cosa.
    L’unica cosa che mi preoccupa è il calo che abbiamo avuto nel secondo tempo: ieri dopo il 2-0 ci può anche stare, ma sommato a quello con il cagliari e al derby potrebbe costituire un segnale da non sottovalutare. In tre mesi abbiamo fatto un recupero eccezionale, può essere che ora lo si stia un pò pagando?

    • sillyname ha detto:

      Ciao Flex. E’ possibile che stiamo pagando lo sforzo degli ultimi tre mesi. Oppure e’ semplicemente una flessione temporanea, come capita a tutte le squadre. Il punto e’ che per la Juve si limita a uno o due pareggi di fila, per gli altri non si sa. Io aggiungo che quando un allenatore subentra in corsa e la squadra reagisce bene poi a un certo punto, come se le altre squadre iniziassero a prenderti le misure, cominci a faticare. Succede sempre e per quanto ci riguarda basta andare all’anno scorso per rinfrescarsi la memoria. Qualunque sia la ragione, bisogna vedere come sara’ gestito il momento e quali saranno le conseguenze. Abbiamo 28 punti e ci saranno partite molto piu’ alla nostra portata di quella di Roma. Fra queste non so davvero se ci sia la prossima col Milan, che io invece vedo piuttosto critica e non solo perche’ ci manchera’ mezza difesa titolare. Ovviamente spero che si vinca, ma non sarebbe una tragedia se andasse male. Mi preoccupa di piu’ un eventuale contraccolpo, la perdita di quella fiducia e autostima che Mihajlovic e’ riuscito a infondere al suo arrivo. Secondo me sara’ proprio la gestione di un eventuale momento di flessione che ci dara’ l’idea della reale misura di questa squadra. Per chi deve lottare per la salvezza forse questa e’ la sfida piu’ grande. Ho molta fiducia nel carisma dell’allenatore e in una situazione generale che al momento mi sembra abbastanza stabile. Anzi, mi sembra che ci siano segni che permettano un certo ottimismo per il futuro. Ma appunto, questo semmai sara’ il futuro. Per il momento non possiamo dimenticare che 19 punti in 11 partite non erano esattamente quello che ci si poteva aspettare da questa squadra, nemmeno da parte del piu’ ottimista della brigata. Quindi un rientro verso medie piu’… sostenibili mi sembra inevitabile. Basta saperlo gestire. Per questa ragione credo che Mihajlovic faccia bene a insistere sul concetto che a Roma si puo’ perdere ma che “quel” modo non sia accettabile. Ha perfettamente ragione ed e’ bene tenere tutti concentrati e sulla corda. Anche perche’ a differenza dell’anno scorso, sarebbe davvero il caso di evitare quello stillicidio e chiudere la pratica al piu’ presto.

  11. danilo ha detto:

    PROBLEMA DA COSTA:
    Tutti ora torneranno a parlare del problema portiere. E’ vero esiste, ma DaCosta èfatto cosi’, ha evidenti limiti tecnici e queste sono e saranno sempre le sue partite ed i suoi errori. Mi spiego meglio, sul primo gol IMPARABILE , Buffon la palla forse l’avrebbe sfiorata, un’altro portiere valido gli sarebbe passata a 10 cm dallla mano, a Da Costa è passata a 40 cm. Praticamente noi regaliamo agli avversari almeno 20 cm di porta sia a dx cha a sx, perche’ oltre ai suoi limiti tecnici ci sono pure quelli fisici di una statura non adeguata e di una reattivita’ da giocatore di Curling.
    Questo è agli occhi di tutti………tranne del ns.amabile dr. OSTI che ultimamente ha ribadito come il problema portiere alla samp NON ESISTE.

    • Bulgaro ha detto:

      Concordo con te, ma anche Sinisa ha detto piu volte che gli andava bene Da Costa …

      • Stefano ha detto:

        Sinisa ha detto che gli andava bene Da Costa per motivarlo.. perchè sapeva già che non gli avrebbero preso un portiere. Con questo.. Da Costa abbiamo e Da Costa dobbiamo sostenere perchè indossa la maglia più bella del mondo..

      • Fabiosamp ha detto:

        Si bulgaro però sinisa mica può dire pubblicamente che ė grammo…sarebbe bello sapere quello che dice al riparo da occhi indiscreti…credo si renda conto pure lui delle difficoltà poi gli allenatori,in generale,difficilmente si accaniscono sui portieri probabilmente per il fatto che ė un ruolo delicato e in cui il 99% degli allenatori non ha giocato.
        Si fa per parlare tanto questo abbiamo e ci. Facciamo andare bene.

        • Bulgaro ha detto:

          Potrebbe far giocare il secondo portiere che peggio non pare essere …
          Se non lo fa`, uno come Sinisa che mi pare badi poco alla diplomazia e molto al sodo, evidentemente ci crede anche.

          • Fabiosamp ha detto:

            Beh ora non ė che se sinisa credesse nell’autoflagellazione dovremmo crederci anche noi 🙂

  12. Paolo1966 ha detto:

    Una brutta sconfitta. Dico brutta perche’ perdere 3-0 non puo’ essere bello, perche’ si porta lo strascico di due squalifiche tanto pesanti quanto evitabili e perche’ la vittoria delle ultime ha compresso la classifica.

    Peccato perche’ nel primo tempo eravamo riusciti a controllare la partita anche e in alcune occasioni abbiamo sbagliato la rifinitura nel contropiede finale.

    Peccato perche’ mi sarebbe piaciuto vedere cosa sarebbe successo se ci avessero assegnato il rigore (stesso dicasi a Napoli) del possibile pari. L’avversario era nettamente piu’ forte ma gli episodi a volte possono aiutare.

    Posto che ci sono ancora dei punti da fare e si devono mantenere concentrazione e cattiveria senza se e senza ma, queste sconfitte possono evidenziare quello che in prospettiva puo’ mancare alla squadra.
    Ad esempio un rifinitore “pesante” che sappia districarsi nel traffico per l’ultimo passaggio: Soriano si e’ trovato con alcune palle per mettere l’uomo in porta ma e’ rimasto risucchiato dalla mediana avversaria.

    Chiudo con una invito a riconoscere la dovuta importanza alla scaramanzia… Ieri il telecronista ha pensato bene di fare una sottolineatura tecnica sul fatto che la Roma segna poco su corner, questo mentre era appena partito il corner del gol di Destro… 25 anni fa Ennio Vitanza era il telecronista da Bucarest quando giocavamo con la DInamo, partita in grande sofferenza, fuori Carboni subito e loro gol verso il ventesimo del primo tempo. Partita in trincea. Sul finale disse “la Sampdoria ha fatto una grande partita di contenimento, a questo punto ci starebbe bene il golletto”. Per la cronaca segno’ Vialli al 90’…

    Morale: in certi momenti se fatta senza troppa pressione una strizzatina non fa male e magari…

    • andrea.lazzara ha detto:

      E pensa che anche io ho detto che, comunque, la Samp di testa nelle ultime partite era stata gagliarda. Infatti…il calcio è così…

    • Lollo ha detto:

      Ricordo l’episodio di Bucarest ( grandissima citazione !! ), così come il suo ” vai Dossena ..vai !!! ” quando Beppe partì in contropiede per segnare il ( credo ) secondo gol al Mechelen in quella storica e indimenticata semifinale di ritorno che poi vincemmo 3-0 conquistando la finale di Berna

  13. MadMick ha detto:

    Prima della partita ero molto fiducioso e speravo in una buona prestazione.
    Così non è stato, ma poco importa: teniamo i piedi per terra consci dei nostri limiti.
    I limiti di Regini, terzino adattato, quelli di Wszolek, giocatore non adatto al nostro se pur scarso campionato, di Da Costa, portiere da Bristol, e di un po’ troppi giocatori sopravvalutati come Soriano, Kristicic e permettetemi anche Gabbiadini che il destro lo usa solo per camminare!

    Ora testa al Milan: giochiamo in casa e non è imbattibile.

  14. Lollo ha detto:

    Condivido anche le virgole del tuo post, Andrea. Aggiungo che la Roma è decisamente più forte e avrebbe vinto comunque, ma mi sarebbe piaciuto vedere una partita con un arbitro ed un portiere ” normali “, infatti fino al clamoroso fallo di mano di Benatia e alla topica del buon DaCosta, il Doria mi è sembrato abbastanza in palla e in partita. Non voglio rinfocolare la polemica su Dacosta ( è il nostro portiere quindi W Dacosta ) ma se io quando giocavo ( a livelli infimi ) avessi preso un gol del genere su punzione da distanza siderale, non avrei visto il campo per mesi…spero che tutto questo venga considerato in sede di mercato estivo, visto che lo si è ignorato a Gennaio

    • Paolo1968 ha detto:

      E in estate Osti o chi per esso dovrà fare il miracolo per piazzare Romero.

      • Crovo ha detto:

        Non dimenticare che Romero a luglio potrebbe anche rientrare da campione del mondo….

        E allora non dovrebbe essere poi così impossibile piazzarlo…

        • Paolo1968 ha detto:

          a. dubito che un portiere che non ha fatto un minuto che uno nel Monaco (potendo per lui premerebbero il tasto “iperspazio”) possa ambire alla convocazione in nazionale e soprattutto come portiere titolare
          b. se sarà titolare, dubito che l’Argentina vincerà il mondiale
          c. nella vita tutto può capitare…. anche che Da Costa venga convocato e vinca lui il mondiale

          • Crovo ha detto:

            Se l’Argentina, come è per altro più che possibile (anche grazie alla bontà del sorteggio ma soprattutto alla logistica, che li farà giocare al fresco mentre gli altri si scornano al caldo), vincerà il mondiale, non lo vincerà di certo per merito del suo portiere, qualsiasi esso sia..

            Romero è amico dei giocatori chiave.

            Ha fatto da titolare le qualificazioni.

            Non è ben visto dalla stampa nazionale, ma il ct Sabella se ne frega e ha sempre detto che il titolare è Romero.

      • Lollo ha detto:

        altro bel portiere ….

  15. daddix ha detto:

    Ciao Andrea, non vorrei che si fosse smarrita un pò di umiltà dopo le recenti vittorie nel derby e col Cagliari. Qui bisogna lottare tutte le partite perchè la salvezza non è affatto raggiunta.
    Proprio perchè siamo una squadra piena di limiti tecnici, dobbiamo tirare fuori tutto quello che abbiamo ogni partita.
    Sulla partita di ieri sera ho un pò di dubbi sulla partenza da titolare di Wszolek. Personalmente avrei dato una chance a Sestu dall’inizio magari facendo una staffetta col polacco. tu che ne pensi?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Dalle parole di Sinisa dopo la gara direi che ci penserà lui, se qualcuno ha smarrito la strada maestra, a farcelo tornare. Ma non credo, sinceramente.

  16. robbby70 ha detto:

    La cosa che mi ha fatto più inca…are non è stata la sconfitta ( meritata e a Roma ci sta) ma le 2 ammonizioni di De Silvestri e Gastaldello,soprattutto quella del capitano.Ma come si fa???Il cervello c’è l’hanno?Ora contro il Milan che ha nella difesa il suo punto debole ma nell’attacco il suo punto forte ci presentiamo con Berardi e Fornasier.Auguri….

    • doria65 ha detto:

      Il fallo era di Okaka, non suo. Purtroppo a Roma vige la legge che le ammonizioni sono decise dalla asquadra locale (ha tirato fuori il cartellino dopo 10 minuti…)

    • Gipo Samp ha detto:

      L’intelligenza calcistica è una componente del tasso tecnico del giocatore. Se i nostri avessero anche il cervello, e non mi riferisco solo ai due in questione che li considero ben al di sopra della media della nostra rosa, giocherebbero in qualche grande squadra con ambizioni e non da lotta retrocessione.

      • piero ha detto:

        mi pare inutilmente offensivo questo post…
        quante partite ci hanno fatto vincere i due in questione?
        allora il cervello ce lo avevano?
        dai su…

        senza dimenticare che il fallo per cui è stato ammonito Gastaldello non era suo…

  17. Bulgaro ha detto:

    Sinceramente non mi aspettavo molto di piu; la Roma doveva lavare l’onta della coppa Italia e ovviamente se si mettono le 2 rose su una bilancia quella della Roma pesa 7-8 volte di piu della nostra.
    Ci hanno strapazzati con la nostra arma migliore, l’aggressivita` aggiunta a un tasso tecnico indiscutibile.
    Giusto quello che ha detto Sinisa, gli errori non vanno dimenticati soprattutto per non ripeterli.
    Domenica mi sa` che vedremo in campo Salamon e Berardi … stupidissima la protesta di De Silvestri (ma vista la gioventu laziale e` facile che a lui bruciasse di piu questa sconfitta) … mano pesante dell’arbitro su Gastaldello che a parer mio non tocca l’avversario che subisce invece una spinta da Okaka, poteva anche non andare a recuperare palla in quella zona del campo, ma se professi agressivita` in campo non puoi lamentarti troppo quando i giocatori la applicano e sono sfortunati.

    La prossima sono confidente che sara` una bella partita e anche che potremmo fare una bella figura; se Sinisa continua sulla sua strada in campo vedremo Salamon e uno tra Berardi e Rodriguez (secondo me il primo); loro verranno dal match di Champions che gli costera` energie, speriamo molte energie, e spero che noi ci ritroveremo.

  18. STEL ha detto:

    Buongiorno a Voi tutti.
    Troppa differenza tra le due rose, la Roma una qualità nettamente superiore alla nostra.
    Giocano con classe e precisione, noi ci proviamo con cuore e corsa, per un tempo resistiamo poi ci viene a mancare il solito piglio, succede tutto tra la fine del primo e l’inizio del secondo tempo, ovvero quando la Roma alza il ritmo facendo valere una considerevole differenza tecnica rispetto a noi.
    Non è una tragedia, la sconfitta con la seconda in classifica l’avevo messa in conto, la nostra salvezza non passa certo per campi così proibitivi, nulla è perduto, occorre migliorare tanto sulla velocità e la precisione nel far circolare la palla.
    Quando la Roma ha intuito che il nostro centrocampo era lento si sono catapultati in massa nella nostra metà campo ed è stata la fine.
    Poi possiamo parlare di un rigore per fallo di mano di Benatia, ma complessivamente rimane il fatto che non siamo nenanche vicini al livello dei nostri avversari.
    Ora testa al Milan, anche perchè mancheranno due difensori titolari Gastaldello e DeSilvestri e quindi Sinisa dovrà ridisegnare la difesa.
    Speriamo recuperi Maxi perchè la partita di domenica è importante, in virtù del fatto che la quota salvezza tranquilla come ho già detto e ridetto è 38 punti.
    Spesso ho scritto che oltre ad organizzare una squadra con titolari nei vari ruoli ed avere in rosa almeno due o tre giocatori di qualità ed esperienza che facciano la differenza, era necessario anche allestire una panchina decente perchè il campionato è lungo e purtroppo bisogna fare i conti con squalifiche ed infortuni.

  19. Dorianodoc ha detto:

    Ieri per alcuni tratti sembrava di vedere la partitella del giovedì, tanto era il divario tra le due squadre. Un doveroso grazie a questa “splendida” società che ci fa presentare a Roma, e in tutta Italia visto il posticipo serale, con un portiere da serie B e alcuni giocatori francamente imbarazzanti, non per sperare di fare risultato, ma per giocare in A. Se al posto di De Sanctis giocavo io, ma non quando ero giovane, ma ora alla mia non più verde età, finiva allo stesso modo. Neanche un tiro in porta!!!! E il terzo gol con Regini che sembrava un giocatore di terza categoria??Ma l’avete visto Okaka? Belin ma per questo la Lega Pro sarebbe già un lusso, qui ce l’hanno preso per fare la prima riserva in attacco, e qualcuno ne parlava pure bene!!!!! Se in questa squadra quelli che hanno un minimo tasso tecnico giocano al di sotto delle proprie possibilità o giocano al piccolo trotto, siamo del gatto.

    • Paolo1968 ha detto:

      Bah, 8 squadre dietro di noi forse non sono migliori.
      Senza voler aprire una polemica, ma sembra proprio che tu aspetti una sconfitta per scatenarti…

      • Dorianodoc ha detto:

        Rispondo a te volentieri perchè al contrario di qualcun’altro sei una persona con cui si può ragionare. Nessuna voglia di scatenarmi dopo una sconfitta. Ce ne saranno altre, spero poche. Quello che volevo rimarcare era l’assoluta inadeguatezza di alcuni componenti della nostra rosa, non dico per fare risultato, ma per sostenere un confronto con certe squadre. Ci vogliamo nascondere dietro a un dito o abbiamo gente al massimo, e sottolineo al massimo, da serie B. Si può dire o commettiamo sacrilegio? E chi li ha presi certi elementi? Quando vedo squadre con bacini d’utenza (si dice così oggi), o numero di spettatori, di molto inferiori a noicon quasi 10 punti in più, mi girano gli zebedei, e tanto. Non si tratta di “pretendere” chissacosa o chissachi, si tratta di poter andare a testa alta coscienti che la società ha fatto il massimo che poteva fare. Nel nostro caso lo puoi dire???

        • Paolo1968 ha detto:

          Nì. Tutti possono fare di più, soprattutto col dinero di altri.
          Semmai io lamento l’incoerenza tra quanto viene detto e quanto viene fatto.
          Dicevo la stessa cosa ai tempi di Marotta: meglio parlare di meno e non parlare di ballerine o mercati frizzanti, almeno per me.

          Se tu avessi ragione, vorrebbe dire che ci sono 8 squadre con un allenatore demente, visto che son dietro di noi con rose da serie A, mentre noi siamo al massimo da serie B.

          Oppure che Sinisa è meglio di Mourinho, Houdini e Silvan messi insieme, con spiccate doti taumaturgiche.

          Come già detto tutti, e dico tutti i tifosi rimproverano le rispettive società, dicendo che non fanno il massimo che possono fare.
          Anche io vorrei di più, ma in questo momento son troppo distratto dall’obiettivo per pensare alla società.
          E non mi va di riprendere la tiritera in un momento delicato come questo e dopo una sconfitta venuta dopo svariate prestazioni di grinta e orgoglio.

          E chissà che a uno come Sinisa non venga voglia di andarsene se fossero in tanti quelli che brontolano tutti i giorni, gli stessi che direbbero poi che la società non è stata capace di tenersi l’allenatore…

          Anche io vedo la situazione bacini d’utenza, ma capisco che non contano assolutamente nulla (tra l’altro il bacino d’utenza di Samp e Genoa non è così elevato, magari il numero di spettatori; ma comunque è all’ottavo posto…)
          Esempi: Palermo, Bari, Lecce da una parte e Chievo e Sassuolo dall’altra. Secondo il tuo teorema, il Chievo non dovrebbe nemmeno esistere.

          In ultimo: tanti si straccerebbero le vesti per il magnate russo o arabo di turno che venisse a rilevare la Samp a Garrone. Ovviamente, e scusa la domanda un po’ subdola, dovrebbero venire a Genova senza nessun interesse personale e senza oscuri fini, solo per amore della Samp e solo per portarla là, nell’Olimpo del calcio dove noi riteniamo debba stare in pianta stabile, no?

          • Dorianodoc ha detto:

            Ragionamento in molte parti condivisibile, tranne che per l’ultima. L’eventuale magnate ( io personalmente mi accontenterei anche di meno, ma visto che ci siamo…) non deve “solo” innamorarsi dei colori più belli del mondo. Il calcio attuale è businness. Dobbiamo uscire dal solito schemino: i presidenti sono lì per passione e buttano i loro milioni solo per passione o per far contenti i tifosi. Col calcio ci GUADAGNANO. Nessuno butta milioni di euro dalla finestra. Tanto meno determinati personaggi. Per fare un esempio vicino a noi, secondo te il bresidende bibino col calcio ci rimette o ci guadagna? Proviamo a pensare che non esistano più quelli che, mi sembra Brera, definiva ricchi-scemi e faremo dei grossi passi in avanti.

          • Paolo1968 ha detto:

            Rispondo al post sotto di Dorianodoc: certo che è così, un interesse deve esserci “quasi” per forza per tutti (anche se molte volte, dopo un po’ le squadre diventano un peso…. insegnano Moratti, Cellino, lo stesso Preziosi che più volte ha detto che la società è lì per chi se la vuol comprare…). Ma perché solo per noi ti giochi la carta dell’insinuazione, tipo che esistono offerte certissime e serie (che conosci SOLO tu) ma rifiutate, che esistono oscuri progetti (chiarissimi SOLO per te, come hai scritto, ma che non hai mai spiegato), che la tifoseria più calda è sicuramente coinvolta (come sai SOLO tu) e quindi non contesta…

            Rispondo poi alla tua domanda: SOLO col calcio i presidenti NON ci guadagnano.
            Quindi ti faccio io una domanda: chi può venire a Genova, sperando che col calcio possa entrare in un ambiente che gli permetta di guadagnare? In una città immobile, immobilizzata, senza nessuna attrattiva economica e votata al “no” a prescindere, se non per quelli che già sono in quel giro, che spazi avrebbe un “foresto”?

        • gianni ha detto:

          Cavoli, a Roma contro i giallorossi vincono tutti e noi siamo inadeguati…
          Peccato siano gli stessi inadeguati che battono il Genoa e ti costringono a scrivere un commento anestetizzato.
          Ah Chissà quale sarà la squadra con dieci punti in più? Il Toro? O quella con l’unico giocatore che ti abbia portato a simpatizzare Doria invece che tifare per la solita strisciata? Quello che ti sei ripromesso di vendicare con le insinuazioni sulla commissione di reati tributari per le quali io e chi gestisce questo blog attendiamo ancora risposta?

          • Dorianodoc ha detto:

            A proposito quella squadra in cui gioca quel calciatore che ti sta tanto sulle palline ( sai ci ha praticamente portato al quarto posto, ma tu sei di quelli che preferisce giocare con la Nocerina), mi pare che sia parecchio più avanti. O no?

          • gianni ha detto:

            Non lo so, io tifo Sampdoria, non Cassano, non ero sotto casa sua con i lumini per convincerlo che c’era un complotto contro di lui e che gli insulti a Garrone non li aveva mai pronunciati (peccato che lui non si convinca e che continui a pentirsi di quegli insulti e a voler tornare con chi, secondo te, aveva ordito il complotto, invece di parlarne male)
            Ps: nel messaggio delle 17:10 solite insinuazioni senza prove; ma, come diceva Don Abbondio, se uno il coraggio non ce l’ha non può darselo.

          • Dorianodoc ha detto:

            Psss psss psss, pensi che vengo a spifferare a uno come te determinate cose???

          • gianni ha detto:

            Sei un grandissimo lasciatelo dire: a me no, a Lazzara no, chissà a chi dovresti dirlo? Al Papa? Sei senza prove, senza vergogna e senza attributi, punto.

    • gianni ha detto:

      Al solito, dopo una sconfitta ti lasci andare alla tua vera natura; mica come quando si vince (magari un derby) quando diventi equilibrato e obiettivo in maniera innaturale.

    • Marco q. ha detto:

      Una mezza partita sbagliata (contro un avversario nettamente superiore e dopo una serie di prestazioni da stropicciarsi gli occhi) e siamo di nuovo a ringraziare la società.
      Per me è malafede schietta.
      Saluti.

      • Dorianodoc ha detto:

        Se malafede è non vedere i Da Costa o i Regini o i Berardi o i Costa o i ecc. ecc. con la maglia del Doria sono in malafade!

        • nello ha detto:

          Per ora questi abbiamo e questi ci dobbiamo tenere, è inutile ogni volta , dopo una sconfitta,rimarcarlo , piuttosto godiamo delle vittorie che valgono doppio appunto perché non abbiamo sti gran campioni.

    • Kreek ha detto:

      Sono stati commessi molti errori, il divario tecnico era evidente, e ci sta che lo sia quando giocano seconda contro dodicesima…

      Ma il tono del tuo post non lo condivido per nulla.Inutilmente denigratorio, come se a Roma avessero tutti vita facile.

      Parafrasando le tue parole, secondo me, un post da “terza categoria” 😉

  20. Emanuele ha detto:

    Ciao Andrea! La gallina come sta? Riusciremo a rivederla in campo con il Milan? Maxi là davanti per questa squadra è tanta roba..

  21. peter ha detto:

    La Samp ha limiti tecnici enormi e ha alcuni giocatori da serie b (da costa regini ad esempio).
    Queste mancanze le puoi coprire quando la tenuta atletica è al top e tutti corrono al massimo ma appena hai un calo fisico emergono le magagne note che nel mercato non hanno voluto colmare.
    In porta abbiamo un ragazzo serio e simpatico ma che ha poco a che fare con la serie A, non abbiamo un terzino sinistro ma due centrali adattati lenti e dediti a prestazioni imbarazzanti.
    Ok la roma con noi ha poco da spartire e questo va tenuto in considerazione ma la prestazione di ieri mi preoccupa visto che anche col cagliari non abbiamo brillato.

  22. max ha detto:

    immaginavo che i soliti disfattisti (anche se pochi) si sarebbero ripresentati…..
    il livello generale tolte le prime 5/7 squadre è basso e tra i bassi come dice qualcuno noi siamo nella posizione che ci meritiamo perché dopo 3 giornate va bene ma dopo un girone di andata e alcune partite del ritorno la classifica è quella che parla chiaro.
    sul portiere c’è poco da dire ma solo sostenerlo per sperare che faccia il suo e non ci penalizzi ma sparargli addosso adesso non serve a nulla anzi solo a levargli anche quelle poche certezze che magari ha.
    la roma è troppo più forte di noi. unica cosa che può preoccupare è capire se il calo fisico e mentale è dovuto alla serata e alla forza della roma oppure ad un calo fisiologico che può starci dopo tante partite giocate a ritmi alti e con sforzo notevole sia mentale che fisico anche perché giocano più o meno sempre gli stessi (come è giusto che sia)
    vediamo con il milan e con il torino poi come reagirà la squadra

  23. francescp ha detto:

    Giusto. Fare quella benefica manciata di punti che manca alla salvezza, con un occhio al futuro.

    E se questo futuro si chiamasse Vincenzo Fiorillo fin da subito? Che abbiamo da perdere?

    Serve un portiere, serviva a gennaio. Non ce ne sono di troppo degni quest’anno in serie A. Ma noi abbiamo il peggiore, per me è peggio di Curci. Ha il volto e le movenze della titubanza, anche quando è in forma. Non domina l’area. Ha l’uscita lenta. Ha il primo palo “lasco”. Ha una pessima lettura del gioco. E chi pensa che il cattivo portiere sia solo quello che “cappella” sbaglia di grosso. Il “portieraccio” è quello che non porta punti alla classifica: Da Costa non ne ha mai portati. Il “portieraccio” è quello che ti lascia spesso quella sensazione d’incompiutezza dopo che prendi gol. E io, da tifoso del Doria, saprei ormai descrivere l’incompiutezza in ogni sua sfumatura.

    Ha rotto le scatole, basta. Non lo sopporto più. Non mi interessa essere politically correct. Non mi interessa chi dice che ne viene da “un paio di buone partite”, perché se gioca “un paio di buone partite” (ammesso e non concesso che lo faccia), alla terza torna puntualmente a fare il mediocre. Ecco: mediocre è la parola giusta per descrivere le prestazioni di questo portiere. Mediocrità. Quel male subdolo che si manifesta alla lunga perché non è eclatante, ma che c’è – eccome – e ti consuma.

    Basta. Basta. Basta. Non lo posso più vedere.

    E ora smentiscimi, Da Costa. Mettiti a fare il portiere di Serie A. Sarei il primo a essere felice. E ti scriverei un post celebrativo in rima. Cinque partite di fila, però. E qualche punto in saccoccia grazie alle tue parate.

    Ti prego, smentiscimi.

    Per il resto: quelli sono la Roma e noi siamo il Doria più miscio degli ultimi decenni. La grinta e l’effetto allenatore non bastano. O perlomeno non fanno miracoli. Restiamo ottimisti, il vantaggio sulla “brutta zona” è consistente. Aspettiamo una porzione di calendario a noi più favorevole.

    Nel frattempo,

    forza Doria

  24. fabrizio perfumo ha detto:

    Dico la mia: perdere con la Roma ci sta, eccome. Ma mi aspettavo di più, incoraggiato dalle prestazioni con Napoli e Juve che non avevano prodotto punti ma discreta qualità e tanta determinazione. Ieri, sul due a zero, la squadra si è dissolta. La prima mezzora mi è piaciuta ,per piglio agonostico e identità di gioco. Purtroppo anche in questa buona fase abbiamo sbagliato molti passaggi in alcune azioni che, al loro inizio, promettevano sviluppi interessanti. L’ultimo quarto d’ora è di sofferenza e rischiamo la capitolazione in almeno tre circostanze: Strootman ci grazia, Gastaldello e Mustafi compiono due ottimi salvataggi.Poi arriva il goal di Destro. L’inizio ripresa non è male: Regini si beve maicon ed è davanti alla porta dove non se la sente di sparare una puntata che, da quella distanza, potrebbe anche tradursi in goal: preferisce uno scolastico passaggio all’indietro laddove non c’è però un nostro giocatore. La seguente azione, sull’altro lato, porta allo sovrapposizione di Wsolek che, forse, potrebbe tirare subito e invece opta per il dribbling: fatto bene in verità, tanto che Benatia fa rigore non dato dall’arbitro. Un pareggio in apertura avrebbe forse riportato alle condizioni del primo tempo quando la Roma girava un pò a vuoto e si innervosiva non trovando varchi. Arriva invece il raddoppio , su punizione: Da Costa non è esente da colpe anche se non commette una papera. E’ da qui in poi che la Samp si scolla e questo non mi piace. Il terzo goal vede un Regini inguardabile nella marcatura di Destro. In fondo anche a Torino e a Napoli ci eravamo trovati sotto di due goal – a Torino due volte – ma si era vista una Samp reattiva e vogliosa di andare a fare qualcosa di buono davanti nonostante le speranze di pareggio fossero, anche lì, modeste. Con la Roma ho avuto la sensazione che la squadra, perduta la possibilità di risultato, non si sia adoperata con la giusta cattiveria quanto meno per uscire con onore dal campo. E’, a mio modo di vedere, un piccolo peccato di presunzione, come se ora ci interessasero solo i risultati e non le prestazioni. Che restano invece fondamentali anche per costruire una mentalità; quella , appunto, della squadra che se la gioca sempre. Perchè non ci si può troppo avvilire se si va sotto con certi squadroni ed evitare imbarcate e brutte figure è la strada giusta per diventare migliori. Così come è segno di presenza a se stessi non prendere cartellini inutili e cioè pensare al prossimo turno e al prosieguo del nostro campionato e al perseguimento del nostro obiettivo. Direi quindi che la trasferta di Roma ha fatto registrare un piccolo passo indietro rispetto alle precedenti trasferte eccellenti seppure con la compresenza di alcune conferme positive che non hanno avuto il pregio della continuità e di un pizzico di sorte, quanto meno nell’episodio del rigore negato. Devo, per ultimo, osservare che la Samp, un pò come tutte le squadre che danno il meglio di sè – fisico e mentale – per operare una rimonta importante ( dal penultimo posto disperato ad un margine importante sulla zona retrocessione) potrebbe aver accusato un calo di tensione fisiologico in una partita nella quale, per fare risultato positivo, anche un semplice pareggio, sarebbe servita la partita perfetta.

  25. Kreek ha detto:

    Altra sconfitta con una delle prime 3 della classe. Uniche sconfitte subite nell’era Sinisa. A Torino (Juve) prima in classifica, a napoli (terza) e, oltre a ieri, sempre a Roma (c.italia).

    Quella di ieri la sconfitta peggiore delle 4… Ma ci sta. Basti ricordare un dato: De Sanctis in casa ha subito solo 2 reti: da Vargas della Fiorentina e da Berardi del Sassuolo!
    Questo é un record a livello europeo, forse anche mondiale…

    Comunque…Citazioni negative per:

    1) Celi: il rigore non avrebbe FORSE portato punti, ma avrebbe SICURAMENTE riaperto la partita.

    2) Regini, Da Costa e la barriera…senza queste errori su secondo e terzo gol saremmo rimasti in partita piú a lungo…peccato perché terzino e portiere venivano da buone prestazioni.

    3) De Silvestri e Gastaldello: cartellini evitabili, serve piú concentrazione. Almeno li avremo a Torino!

    Sotto con il Milan, altra partita tosta. Spero in una partita col coltello fra i denti, loro hanno Champion’s e forse saranno un po’ piú cauti e meno irruenti…ma noi abbiamo 2 assenze pesanti…un pareggio non mi dispiacerebbe!

  26. Renato ha detto:

    Direi che questa sembrava in toto la Samp di Delio Rossi..spero che non sia’ gia’ terminata la cura “sinisa” perche’ 10 punti bisogna ancora farli e,sinceramente,ieri la prova e’ stata imbarazzante e il nostro prtire e’ indubbiamente inadeguato per una serie A di medio livello,,inutile ciulare nel manico,e’ un portiere veramente mediocre.
    Inoltre dopo tutte lepontificazioni che bisogna essere offensivi,ieroi abbiamo assistito ad un catenaccio di antiche memorie che no ha prodotto nulla se non tre pere nel sacco.
    Con le grandi Sinisa perde sempre,vedi Napoli,Juve e Roma..i punti si fanno solo con le piccole ma ..sperasmo sia sufficiente!

  27. ROBY LEVANTE ha detto:

    Un portiere,si fà per dire, che non aiuta mai la difesa; non esce mai dalla porta,anzi retrocede dentro la porta e si tuffa goffamente quando la palla è già in rete ; ogni punizione o calcio d’angolo è sempre un quasi goal ma, udite udite il ns. incredibile Osti dichiara che non c’è un problema portiere !!!!!
    Questa volta Sinisa ha sbagliato.Non si può andare a giocare contro una squadra molto + forte della nostra pretendendo di imporre il nostro gioco; gli attaccanti avversari vanno marcati ad uomo(come fanno con noi),raddoppiate le marcature, fargli sentire il fiato sul collo,anticipati e non lasciarli girare (Destro) o fare quello che vogliono (Pianjc). Bisogna essere UMILI e determinati come con il Cagliari.
    Sempre Forza Sampdoria.

  28. ROBY LEVANTE ha detto:

    Non so chi farà giocare Sinisa in difesa per la partita di Domenica con il Milan; l’importante è che non faccia giocare nè BERARDI nè COSTA, perchè, altrimenti , la sconfitta è certa. Per il ruolo di portiere si potrebbe provare FIORILLO, tanto peggio di DA COSTA è impossibile possa fare.
    Sempre Forza Sampdoria.

  29. Fabiosamp ha detto:

    Partita giocata col cuore soprattutto nei primi 30 minuti dove,come ormai ė arcinoto,abbiamo fatto fatica a concretizzare il possesso palla per colpa della poca tecnica presente a centrocampo e la davanti.
    Inizio ad avere qualche dubbio sull’impiego di gabbiadini,lui c’è la mette tutta ma se il ragazzo deve fare anche il terzino ė chiaro che perde molto in lucidità quando deve concludere,ed ė un peccato perché forse ė l’unico a poter segnare da fuori.
    Il polacco non ė all’altezza di certi palcoscenici così come regini,in netta difficoltà.
    Per quanto riguarda il povero da costa che dire basta guardare il suo curriculum per capire quanto sia inadatto a ricoprire il ruolo di titolare in serie a.
    E voglio ben precisare che nessuno ha niente contro di lui a livello personale…anzi ė uno dei ragazzi più simpatici in rosa…ma continuare ad esporlo a certe figuracce non lo aiuta di certo,dopotutto però le alternative non ci sono e quindi si farà fino a giugno di necessità virtù.
    Diciamo che questa partita racchiude quello che sanno anche le pietre ovvero mancano terzino sinistro,portiere,e tecnica e fantasia tra centrocampo e attacco…
    Senza dubbio la cura sinisa sta facendo rendere al meglio questi ragazzi,si vede la loro sicurezza in certi fraseggi danger al limite dell’aria…sul piano della personalità ha certamente fatto un buon lavoro sul piano tattico pure,su quello tecnico c’ė poco da fare.
    Ovviamente non mi attacco all’arbitraggio(rigore sacrosanto) perché ė una ruota che gira(vedi Cagliari in casa) e penso che una squadra come la Samp a fine campionato più o meno abbia quello che merita.
    La situazione di classifica rimane tranquilla anche se ci aspettano due partite non facili…2 punti tra Milan e toro me li prenderei…come il passato ci ha insegnato sempre muovere la classifica e i pareggi non si buttano.
    Vorrei fare i punti al più presto perché in questo campionato ci sono troppe squadre che non si giocano nulla e quindi andando avanti e delineandosi le posizioni dietro cominceranno a fare qualche punto in più quindi mettiamoci al riparo.
    In ultimo una annotazione sull’olimpico desolatamente vuoto…una tristezza infinita il calcio senza il calore del pubblico della gente non ha senso di esistere e vedere uno stadio così ė la peggior pubblicità per il nostro calcio i cui dirigenti continuano ad inanellare brutte figure una dietro l’altra.
    AVANTI SAMPDORIA

    • Bulgaro ha detto:

      Regini e Wzolek sono al primo anno in serie A e ovviamente ci sta che si debbano formare e soffrano soprattutto contro squadre importanti.

      Volevo solo fare una chiosa sul tifo; hai ragione sulla peggior pubblicita` di uno stadio vuoto, ma le tifoserie di Roma, assieme ad altre blasonate in Italia, non e` che in questi anni siano state una pubblicita` migliore.
      Non so se la chiusura delle curve sia una risposta, credo di no, ma certi atteggiamenti che col calcio non hanno nulla a che fare devono essere combattuti.

      • Fabiosamp ha detto:

        Figurati le tifoserie romane non le sopporto…però se parliamo di episodi violenti sono certo da condannare arrivare a questi punti per cori che campeggiano da sempre nelle curve di Italia e del mondo mi sembra esagerato…poi che siano Beretta(unicredit/Roma….) e altri a fare la morale al calcio lo trovo insopportabile…

      • flex ha detto:

        E’ paradossale che proprio a roma ad ogni partita ti prendono a coltellate (anche se le chiamano pungicate ti tagliano nello stesso modo) e nessuno dice niente.
        Fanno un coro e chiudono lo stadio.

        Ne uccide più la lingua che la spada ….

  30. Gipo Samp ha detto:

    Il portiere non è una nostra priorità……………così parlò Osti.
    Forse molti o pochi pensavano che la squadra potesse essere improvvisamente costituita da fenomeni e Mihajlovic avesse compiuto anche il miracolo di trasformare il nostro portiere da Locanda 1 Stella in uno da Hotel 5 Stelle o almeno da serie A. Molti si erano illusi perché nelle precedenti quattro partite Da Costa aveva parato i pochi tiri centrali o qualche volta respinto quelli che gli avevano sparato addosso a sua insaputa. INSPIEGABILMENTE, il Mercantile gli dedicava sabato un ampio servizio laudativo e molti giornalisti e opinionisti sono sostenitori di Da Costa, come si fosse ancora ai tempi di Nicolò Carosio del suo quasi goal via radio non esistendo le riprese TV. Questo in evidente contrapposizione al giudizio della maggioranza dei tifosi che hanno giocato al calcio o perché gli è stato spiegato, che lo bocciano attraverso gli sms, web e interventi telefonici nelle rubriche sportive TV. Mihajlovic è riuscito a dare un po’ di autostima ai giocatori e infondergli uno spirito battagliero, ma tale spirito per i livelli calcistici limitati dei nostri giocatori li porta, sovente, a strafare e commettere stupidi e inutili falli oppure ad insistere con sterili proteste verso l’arbitro che producono solo ammonizioni e gialli. I giocatori sono gli stessi di Ferrara, Rossi e magari qualcuno ancora di Atzori, per cui il solo miracolo di Sinisa è stato quello di chiedere di entrare in campo per giocarsi la partita e non come in precedenza con la mentalità del primo non prenderle. E questo contro squadre del nostro livello è stato sufficiente per fare punti. Quindi è impossibile pretendere di trasformare dei modesti giocatori da bassa classifica di A e molti da serie cadetta in talenti del calcio. Regini, è migliore di Costa e Berardi, ma resta un giocatore da palla in tribuna quando c’è da salvarsi, Soriano, sempre magnificato dai giornalisti fa un partitone ogni 4 e nelle restanti 3 è inutile e dannoso, ma soprattutto mi piace ricordare la massima di un grande allenatore che ha vinto tutto con la Samp: squadra gioca come gioca centrocampo e il nostro è veramente, veramente mediocre e privo di luce…………, poiché solo i talenti sono capaci di illuminare e l’unico che aveva chiesto di venire in una squadra di bassa classifica come la Samp è rimasto a Parma (provocazione). Che dire di Gabbiadini che calcia con un solo piede, non scarta un paracarro e per prepararsi al tiro gli occorre tanto di quel tempo che gli avversari non gli lasciano per cui finisce per calciare alla sperandio. Okaka si è capito ieri perché l’Entella non l’ha voluto. Ce ne sarebbe per tutti, ma mi fermo qui. Altra domenica di …..

    • andrea.lazzara ha detto:

      Però, dai Gipo..negli ultimi due mesi e mezzo di domeniche di m… non ce ne sono state tante…

      • Gipo Samp ha detto:

        Approfitto del tuo gradito riscontro per rubarti un po’ di tempo di lettura e allargare il discorso. E’ sì vero che le nostre ultime domeniche sportive le abbiamo vissute senza molti danni per la nostra salute, ma solo limitatamente ai punti classifica. Il resto, e mi riferisco al piacere di entusiasmarsi per il bel gioco, è stata solo sofferenza iniziata a Bardonecchia, proseguita con Buk in Ungheria che mi ha ricordato tanto la delocalizzazione delle nostre industrie manifatturiere verso i mercati con mano d’opera a buon prezzo e senza sindacati, e protrattasi in campionato fino al 31 gennaio nell’attesa dei rinforzi da tutti auspicati e mai arrivati. Adesso arriverà qualcuno che mi suggerirà che se voglio vedere il bel gioco devo tifare per qualche strisciata. Mihajlovic ci ha tirati fuori dalle secche ma per i miracoli gli mancano i giocatori di qualità in special modo a centrocampo dove tra i nostri tanto decantati giovani non riesco a vedere nessun futuro Gerrard o Lampard. Abbiamo una squadra che non crea, non costruisce, tira raramente in porta, TRE RETI e pochissimi tiri nelle ultime quattro partite, per cui per 95 minuti difendi lo striminzito golletto. I Garrone hanno sprecato montagne di soldi per la loro incapacità di dare alla Sampdoria un assetto manageriale, cosa che pare si siano decisi di fare con gli ultimi innesti dirigenziali. Quindi, grazie Garrone, ma di questo passo saremo sempre costretti a tifare solo per la sopravvivenza in serie A come abbiamo fatto con Salatti e Colantuoni, presidenze che ho apprezzato per il loro grande amore per i nostri colori e per i sacrifici economici che hanno fatto per tenerci a galla. Si racconta che Salatti si sia rovinato finanziariamente. Non siamo ancora salvi, ma le nostre desiderate sono già rivolte al prossimo campionato nella speranza che la squadra sia rinforzata, anche se sappiamo che questo richiede forti investimenti che i Garrone non sono più disponibili a fare. Il guaio è che li capisco. Personalmente ho già ridotto le mie richieste fino a sperare nell’arrivo di almeno un PORTIERE di categoria. Da Costa in porta mi fa venire l’orticaria e mi tiene in ansia per 95′. Penso che una chance a Fiorillo quest’anno gliela daranno solo a salvezza acquisita. Ci saranno tifosi che hanno vissuto l’era della Sampdoro che continueranno a cullare, senza confidarlo neppure in famiglia, l’inconfessabile speranza della materializzazione dell’Emiro, mentre i nutella boy e i veri tifosi inveiranno contro la poca fede di quei sampdoriani che non s’accontentano di rimanere in serie A con un ruolo da cenerentola. Non mancherà chi in sub ordine, invocherà il modello Udinese. Le illusioni che i media cittadini cercano di venderci per rincuorarci, poiché questo fa parte del loro lavoro per vendere i giornali e fare audience, si chiamano: vivai, cittadella dello sport con foresteria e sette campi da calcio, stadio di proprietà, merchandising. A proposito di quest’ultima fonte di grossi ricavi si legge che nel primo anno dell’arrivo di CR7 a Madrid sono state vendute 100 milioni di euro di magliette la maggior parte col suo numero 9, mi chiedo se di Laczkó o di molti altri nostri ignoti hanno fatto la maglietta non avendone mai viste in giro. Lo so, lo so che i tempi di Paolo Mantovani non torneranno più …, ma lasciatemi almeno il piacere del ricordo. Sempre forza Samp

    • flex ha detto:

      Ciao Gipo

      Intervento condivisibile fino a un certo punto, diciamo fino a 3/4, ma alla fine hai esagerato. secondo me, ovvio.
      Come hai scritto giustamente tu con le squadre del nostro livello abbiamo fatto punti e il nostro livello non è quello della roma. Il giudizio su gabbiadini mi sembra assolutamente fuori luogo, okaka l’ho visto solo contro il cagliari e mi era piaciuto molto, una partita non è abbastanza per farsi un’idea, nemmeno due. Soriano va fatto crescere con pazienza, ma ha qualità, è l’unico che ha realmente una classe superiore alla media.
      Da quando è arrivato sinisa non è un’altra domenica di m…. , al limite potrebbe essere la prima.

  31. Michele G. ha detto:

    Per quanto riguarda gli episodi che vedono coinvolto l’arbitro ho già detto la mia nel commento al post di Crovo numero 7. Volevo far notare come, pur nella negatività della nostra prestazione dal trentesimo del primo tempo in poi, abbiamo preso i primi due gol su palla inattiva; su corner il primo, su punizione il secondo. Il terzo è arrivato a partita virtualmente finita e con i nostri ormai in bambola. Bene ha fatto l’arbitro (almeno una buona l’ha fatta) a non far giocare i tre minuti di recupero. Nonostante la netta supremazia, tiri in porta la Roma non ne ha fatti, anche perché temo che sarebbero stati altrettanti gol. Ha ragione chi ha detto che Da Costa non fa errori, è semplicemente inadatto a fare il portiere in Serie A, punto e basta! E siccome piove sul bagnato, oltre alla pesantissima sconfitta, arriveranno le squalifiche di De Silvestri e Gastaldello, vale a dire l’80% del peso della nostra difesa. Un bel risultato, non c’è che dire!
    P.S.: spero che al buon Angelo Palombo non arrivi neanche l’1% degli improperi che gli ho lanciato quando ha fatto quel micidiale passaggio all’indietro, che per poco non dava l’1 a 0 alla Roma. Ecco, da quel momento i giallorossi hanno capito come bisognasse pressare i nostri in difesa, cosa che fino a quel momento avevamo fatto noi ed anche bene.

  32. paolo ha detto:

    ma non doveva essere squalificato solo de silvestri ? io ieri sera in televisione avevo sentito cosi

  33. paolo ha detto:

    ieri sera in televisione su telenord avevo sentito dire che era squalificato solo de silvestri potete confermare?

  34. Francesco ha detto:

    Un saluto a tutti!!
    Sta volta ci sta la sconfitta anche se siamo riusciti a metterci del nostro ma a mio avviso la Roma a centrocampo ha una qualità e un palleggio che nessuno ha in Italia e abbiamo sofferto questo più di altre cose… Da costa non è un portiere da serie a!!!! Ennesimo gol su punizione anche questo passato sotto le mani come quello a Napoli!! Se si resta 1-0 si può pareggiare esattamente come a Napoli… A mio avviso qualcuno con un bel martellone gli ha inchiodato i piedi sulla linea di porta no neve manco morto:-)
    Se penso che domenica calcia balotelli ho già i brividi:-) grande sinisa e forza Samp

  35. sergin ha detto:

    Si sapeva che sarebbe stata dura e forse lo è stata ancora più di quanto si temeva. Certo la solita punizione di Da Costa il rigore … si sarebbe perso lo stesso temo troppo divario tra noi e la Roma attuale. Secondo me in certe partite proibitive bisognerebbe coprirsi di più mettere che so Obiang x Soriano sempre che serva.
    Comunque bisogna tener duro e cercare di muovere la classifica col Milan. Con Berardi e Fornasier sarebbe già buono … e speriamo che quelle dietro non azzecchino dei filotti

  36. bisciagoal ha detto:

    Questa squadra sta ottenendo risultati oltre i propri limiti…lo si era già intravisto dalla partita con il Cagliari..risultato strappato con le unghie e con i denti.

    Con la Roma il divario era troppo grande e l’unico modo per resisterlo sarebbe stato quello di correre per 90 minuti come si è fatto nella prima mezz’ora…lì’emblema è Gabbiadini, che raddoppiava ed inseguiva gli uomini dentro la nostra area…impossibile reggere quel ritmo…e soprattutto impossibile pungere in attacco, se un minuto prima ti sei sfiancato ad inseguire gli attaccanti avversari.

    Del portiere è inutile parlare…para solo quello che gli sbatte addosso…

    la squadra è modesta soprattutto in mezzo al campo…e alla fine ( come sosteneva Cassano, che magari è pazzo ma di calcio ne capisce ) l’unico vero giocatore di calcio è Soriano…gli altri sono onesti e grintosi incontristi, incluso il sopravvalutato Obiang, che cederei alla prima offerta decente.

    l’unico giocatore che a mio avviso ha potenzialità per diventare un top player nel suo ruolo è Mustafi…che di settimana in settimana non finisce di stupire.

    • alle ha detto:

      Mustaf: anche io lo stimo, ma un futuro top player non si perde Destro in quel modo (gol del 1-0)….

    • nello ha detto:

      Beh anche Soriano….mi sembra sempre mollo,inconcludente, è come quello studente al quale il prof dice che potrebbe fare di più se solo ci mettesse un po’ di buona volontà….

      • sergin ha detto:

        Soriano, comunque molto migliorato da qualche mese a questa parte, e’ secondo me penalizzato un po’ dal fisico, gli manca a mio parere un po’ di forza muscolare e questo si vede nel tiro e nella velocita’, ampiamente migliorabili.
        Certo ha molta classe, si scarifica di piu’ rispetto a pochi mesi fa e soprattutto e’ molto piu’ inserito nel gioco offensivo della squadra, pero’ …. gli manca ancora qualcosa x sfondare almeno ad alti livelli.
        Mi sembra un po’ di vedere Juan Antonio in B : grande tecnica bei dribbling ma alla fine incideva poco sui risultati. Soriano mi sembra qualcosa di simlie per la A (e comunque sarebbe gia’ megllio), con forse un po’ piu’ di propensione all’assist.

  37. STEL ha detto:

    Dopo Milan e Torino incontreremo: Livorno,Atalanta,Verona e Sassuolo; senza tanti giri di parole è in queste 4 partite che si decide la nostra salvezza.
    Quindi bisogna arrivare a giocare queste gare con tutti i titolari in gran forma psicologica e fisica.
    Domenica considerato il fatto che mancheranno i due difensori titolari, andrebbe bene anche un pareggio, poi se il Milan arriva scarico tanto meglio, giochiamo in casa e questo ci agevola non è un dettaglio da poco.
    Visto che abbiamo un allenatore con i cosiddetti spero che con la campagna acquisti estiva arrivino quei 2/3 rinforzi di qualità e si ci liberi di quelle 2/3 eccedenze che con la serie A non hanno niente a che fare.
    Archiviamo la partita con la Roma, poi in fondo abbiamo perso una battaglia non la guerra.

  38. alle ha detto:

    Dopo il derby tutto bene, mercato incluso.
    Adesso tutto male.
    Cerchiamo la verità, che sta nel mezzo.
    Un difensore da panchina (non un Burdisso titolare) serviva eccome, specie nel momento in cui si era persa la fiducia in Costa.
    Da qui a fine stagione qualche volta (speriamo QUALCHE) si dovrà fare a meno di Mustafi e Gasta per squalifica e Fornasier mi pare un po’ poco.

    Atteggiamento squadra: la sfrontatezza e la “presunzione” sono state e sono la carta vincente di Mihajlovic.
    Forse però, contro certi top club, un 4-3-3 più solido nel mezzo (dentro Obiang o Renan con Krsticic e Palombo, fuori Soriano, che comunque a me piace molto) potrebbe funzionare di più.

    Bevo e canto per il Doria….

    • nello ha detto:

      Comunque con Burdisso ,che a sentire molti in questo blog è un campione( Non dico un Burdisso…ma uno in panchina ….neanche Burdisso fosse Bekembauer)il Genoa ha preso in 3 partite la bellezza di 7 gol ed alcuni proprio per colpa sua ,vedi derby e Udinese……

  39. Alan ha detto:

    Ciao Andrea,
    leggo nel vostro servizio di un ballottaggio Mustafi-Rodriguez per rilevare lo squalificato De Silvestri.
    Dimmi che non è vero, ti prego!!!
    Perso Gasta, togliamo anche Mustafi dal centro?
    Ed affidiamo SuperMario a Fornasier – Salamon o Fornasier – Costa?
    No, dai, dimmi che è uno scherzo!!!!!!

  40. flex ha detto:

    Se Da Costa fosse una macchina sarebbe una yaris: non le manca niente, affidabile, sai che non ti lascerà mai fermo per strada però quando sei in autostrada e vedi le altre macchine che ti sorpassano in tutta comodità ci rimani un pò male …
    Non dobbiamo scoprire nulla di Da Costa, ne conosciamo i limiti e sappiamo che non potrà mai fare meglio di così, possiamo accontentarci o non è abbastanza?
    Se Fiorillo fosse una macchina sarebbe un acquisto d’occasione: è un affare o un pacco? Rispetto a Da Costa ha potenzialità superiori, nettamente superiori secondo me, ma è ancora da valutare. in passato non è stato impeccabile, ma non lo si può considerare bruciato. In ogni caso bisogna decidere cosa farne, o gli si da fiducia oppure lo si cede, tenerlo in panca è uno spreco.
    Io non avrei dubbi sulla scelta: fiorillo.
    Non siamo ancora salvi ma la classifica non fa così paura, a costo di perdere qualche punto per qualche sua cappella io lo proverei da qui fino alla fine del campionato per almeno due motivi:
    1) perchè una volta per tutte mi tolgo i dubbi che ho su di lui e mi chiarisco le idee per l’anno prossimo
    2) perchè la mission della sampdoria è la valorizzazione dei giovani

    • Bulgaro ha detto:

      Sono pienamente d’accordo su tutto, anche gli esempi automobilistici.
      Quello che mi fa` un po` incacchiare e` che, se oggi dai spazio a Fiorillo, fai un regalo alla Juve perche` se si dimostra anche solo decente lo rivaluti.
      Detto cio`, lo farei giocare sempre esattamente per i motivi che hai citato tu.

  41. Daniele da Rapallo ha detto:

    La tua analisi a 360 gradi è condivisibile al 100%, del resto tu sei un bravo giornalista….noi no (mi permetto di affermare..). Esaustivo e veritiero anche il tuo parere su Da Costa che oggettivamente non fa parte di quella serie di portieri che costituiscono valore aggiunto per una squadra : chissà perché quando vedo i goal che prende spesso penso che un altro portiere ci sarebbe arrivato…mah !
    A fagiolo anche la rivelazione di quel Wolsky della Fiorentina che oggi ha affermato di essere stato ad un passo dalla samp ma poi la Viola ha bloccato tutto. Si sarebbe portato a casa un bel giocatore (a proposito del calo di Soriano…).
    Speriamo di affrontare al meglio l’emergenza col Milan e di uscire da questo numer 28 in classifica che non mi piace er nulla….

  42. piero ha detto:

    Calma e sangue freddo… Perdere a Roma ci sta.
    L’importante è non perdere la calma. Non facciamoci prendere dal panico.
    Dietro cominciano i soliti giochetti. Le solite vittorie “quasi imprevedibili” contro squadre già salve. Niente che non si sia già visto.
    Ma concentrandoci partita per partita arriviamo ai 40 punti agognati (e forse ne basteranno anche meno)…
    Spero in Sinisa. Fiorillo varrebbe la pena provarlo anche se c’è il rischio enorme di bruciarlo definitivamente.

  43. Paolo1966 ha detto:

    Leggendo qua e la vedo un ritorno in pompa magna di chi e’ disfattista all’estremo.

    La settimana scorsa quasi quasi un occhio all’europa qualcuno cominciava a buttarlo.

    Come si dice “in medio stat virtus”…

    Vero e’ che questa rosa fino a tre mesi fa era sul fondo della classifica con l’encefalogramma piatto.
    E’ altrettanto vero pero’ che col nuovo allenatore abbiamo tenuto un ruolino di marcia da prime cinque. Prima o poi un passaggio a vuoto doveva capitare e forse e’ meglio sia capitato contro una squadra che magari ci avrebbe battuto anche avessimo fatto un partitone.

    Secondo me i rischi che possiamo avere sono legati a:

    – tenuta fisica (Sinisa per rendere competitiva la squadra ha dovuto scegliere un
    modulo e un ritmo di gioco che chiedono tanto ai giocatori, tanto e’ vero che appena
    tiriamo il fiato l’avversario ci mette in difficolta’),
    – squalifiche (gioco aggressivo e cartellini consequenziali)
    – punti deboli dei singoli (ovvero amnesie dei giovani che ci stanno e portiere che non
    fa guadagnare quei tre o quattro punti che aiutano enormemente,
    cito,parafrasandolo, Fabrizio Perfumo “non fa mai la papera ma spesso non e’
    esente da colpe”)

    Al momento pero’, purche’ si riescano a tenere alti ritmo e concentrazione, c’e’ chi sta’ peggio e quindi eviterei mugugni eccessivi, ma guai ai passaggi a vuoto, quest’anno si pagano salati

  44. vincenzo ha detto:

    Se qualcuno ha timore “legittimamente” di Balotelli può sempre cantare: “se saltelli piange Balotelli” semprechè qualcuno non parli di razzismo…nel Paese meno razzista d’Europa.
    Forza Sampdoria

    p.s. dal profeta Sinisa anno 2014 d.c. “un derby non si gioca si vince”

    • Paolo1968 ha detto:

      Io lo lascerei tranquillo… del resto io allo stadio invece che fare “buuuu” agli avversari che tirano fuori grido “bravo, continua così…”
      😉

  45. Fish65 ha detto:

    Amici,
    perdere a Roma era prevedibile. Molto meno era farlo senza costruire una vera occasione da gol.
    Del resto, la Samp ha segnato 3 gol nelle ultime 4 partite nelle quali non ricordo molte altre clamorose occasioni. Al massimo 6/7 in tutto.
    Rimane e rimarrà la difficoltà a costruire gioco. A Roma abbiamo visto un Palombo a tratti imbarazzante ed un Krsticic impresentabile. Penso che in quella zona del campo la Samp sia tra le più carenti della serie A.
    Lì la proprietà dovrebbe investire pesantemente, ingaggiando un giocatore di buon livello. Magari potrebbe essere l’unico investimento, ma coprirebbe un ruolo davvero scoperto.
    Temo però che la mia rimarrà un’illusione.
    Infine, e scusate se insisto, ricordo che lo scorso anno, dopo la 24a giornata, avevamo gli stessi punti. Il morale era alto ed il mister era considerato da tutti un semi dio!
    E ci siamo salvati a 2 giornate dalla fine…

    • PaoloC78 ha detto:

      Qui l’unico imbarazzante sei te …

    • robmerl ha detto:

      Ogni volta che vedo Poli con la maglia del Milan – e tante volta sta in panchina – mi vengono le lacrime agli occhi. Riscattare la metà sarebbe fantascienza?

  46. El Cabezon ha detto:

    Quasi fisiologica e inevitabile doveva prima poi arrivare la prima partita “storta” della gestione Mihajlovic e così purtroppo è stato, anche se nella prima mezz’ora abbiamo tenuto non bene ma benissimo e i primi due gol. come già fatto notare da qualcuno sono arrivati da calcio da fermo…
    Capitolo Da Costa: sono forse qui dentro uno dei suoi più strenui difensori ma questo non significa che io non riconosca i suoi limiti e le sue incertezze, ma sul secondo gol sono decisamente più evidenti le colpe della barriera che si apre, poi che lui potesse e dovesse fare di più e meglio è abbastanza palese.
    Per dire: tutti e tre i quotidiani sportivi gli affibiano 6 in pagella, segno che evidentemente gli si riconosce di essere più vittima che colpevole…
    Abbastanza ridicolo colpevolizzarlo poi per il primo gol: avrebbe dovuto essere un veggente mentre la palla era in aria e prevedere che la palla sarebbe stata indirizzata alla sua sinistra così da fare due passi in quella direzione, solo così ci sarebbe potuto arrivare, da mettere nell’occasione sul banco degli imputati Regini che “molla” Destro permettendo all’attaccante giallorosso un comodo colpo di testa senza neppure saltare!
    Nessun dramma e nessun allarmismo, la classifica resta discretamente tranquilla, peccato giocare contro questo pessimo Milan senza metà della difesa titolare perchè sarebbe stata una partita decisamente alla portata dei nostri ragazzi…

    • matteo84 ha detto:

      ma sei innamorato di da costa????come fai a giustificarlo in questa maniera è un portiere preso dalla lega pro ed è da lega pro, è improponibile in serie A……..è vero che si è aperta la barriera ma cavolo quelle si parano anche senza barriera come fai a dare la colpa alla difesa???
      è un portiere che non para se non gliela tirano addosso e continua a farci prendere dei gol da polli e poi devo anche leggere di gente come te che lo difende a spada tratta, qui siamo fuori di cervello…….

  47. ya ya touré ha detto:

    Come mai Wszołek non è stato squalificato? Non era in diffida?

  48. MarcoRossi ha detto:

    Ciao Andrea. Io sono Genoano, volevo solo chiederti, visto che Porcella non risponde, se puoi darci informazioni in merito al blog del Genoa che ormai è abbandonato a se stesso… C’è qualcuno che se ne prende carico oppure rimarrà così per sempre?

    • Bulgaro ha detto:

      Scusa, senza polemica, ma perche` non mettete un po` di iniziativa e non vi aprite un surrogato su forumfree o un blog in attesa che Porcella trovi il tempo per riaprire il vostro blog?

      Sono 6 mesi che lui non scrive e a giro qualcuno di voi chiede…

      Non sara` la stessa cosa senza un giornalista sportivo che moderi, ma e` comunque piacevole scambiare opinioni con coloro che condividono la stessa fede …

  49. Massimo Pittaluga ha detto:

    Direi che come non si doveva osannare la società dopo il filotto di mihalovic nel dire che la rosa era persino buona ora non abbattiamoci per una sconfitta con una squadra nettamente più forte. starei ai fatti e questi dicono che la samp oggi è più che in linea con i programmi salvezza e che le prossime 5 o 6 partite saranno importanti e alcune determinanti. iniziamo a muovere la classifica con milan e torino e poi in partite importantissime se manterremo un vantaggio buono potremmo e dovremmo giocare in primis per non perdere a sassuolo col chievo e col livorno e tra queste magari vincerne una o due per mettere la parola fine alla stagione. questo secondo me è quello che deve e può fare questa squadra. tornando poi al valore della squadra bisogna essere sinceri e vedere che ci sono dei giovani di prospettiva, due o tre esperti di categoria e tanti giocatori da bassa serie A o alta serie B. quindi chiedere di più o pretendere di più sarebbe sbagliato. ora l’importante è rimanere concentrati sul prossimo mese perchè si deve fare di tutto per portare a casa quei 10 punti che vogliono dire salvezza. fare discorsi diversi ed attribuire un valore superiore alla rosa per alcuni buoni risultati sarebbe sbagalito. fortunatamente la serie A dalla dodicesima squadra in giù vede squadre che sono come o peggio (di poco eccetto qualcuna) della sampdoria. ripeto la mia opinione. secondo me il catania è attrezzata per uscirne e la samp non deve sbagliare le partite con livorno chievo e sassuolo, arrivandoci con qualche punto in più di ora e giocarle con due risultati sui tre a diusposizione. dobbiamo archiviare la pratica salvezza al più presto perchè sebbene sia scarso questo campionato livellato permette anche qualche possibile filotto a quelle sotto e bisogna rimanere concentrati per non farsi invischiare.

  50. Fish65 ha detto:

    Andrea,
    For Any Jobs, società che gestisce il lavoro degli steward allo stadio, ha dichiarato di non avere i soldi per pagare gli stipendi relativi agli ultimi 3 mesi.
    Inoltre ha affermato di vantare importanti crediti con una committente. I committenti sono ovviamente solo 2: genoa e Samp.
    Tu sai quale sia la committente in questione?
    Per la verità, ma potrei sbagliarmi, io un euro saprei su chi scommetterlo…

    • nello ha detto:

      Sempre che sia vero , il Genoa non ha pagato l’affitto del campo per anni ,tant’è che ho letto che dovrà pagare 165000 euro al mese per non so quanto ( ripeto sempre che sia vero )ora quest’altra chicca ,ma possibile che non la paghi mai? Ma se io sto anni senza pagare l’affitto di casa mi cacciano ,come mai il Genoa non paga mai dazio ?

  51. paolo ha detto:

    sarebbe stato meglio fosse stato squalificato wszolek e avere gastaldello ora sinisa come fara a mettere la difesa? caro andrea lazzara come potrebbe arrangiarsi sinisa?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Le ultime da Bogliasco parlano di una rivoluzione: personalmente mi piace l’idea di Regini centrale, invito tutti se Costa giocasse a sinistra a non fischiarlo al primo errore. E se scegliesse anche Fornasier, evidentemente, Sinisa ci vuole lavorare..

      • Gipo Samp ha detto:

        Costa fa più o meno gli errori di altri nostri difensori, la differenza è che lui e Berardi sono specialisti nel commettere falli sanzionabili con la massima punizione.

  52. Pippo ha detto:

    Sansone ogni tanto no?

  53. max ha detto:

    volevo ricordare a alle che destro sul corner lo marcava regini e non mustafi. purtroppo la partita storta ci sta e meno male che è capitata contro la roma che è decisamente più forte di noi. sinisa si è pero arrabbiato e sta strigliando tutti per riportarli con i piedi per terra.
    il centrocampo non credo sia così male ma è chiaro che giocando a 2 è quello che se non protetto va in sofferenza per primo e quindi più soggetto a figure pessime. non dimentichiamoci comunque che dobbiamo salvarci ed il prima possibile e questa squadra rivitalizzata da sinisa ha le possibilità di farlo. poi con qualche innesto giusto magari si può migliorare qualità e gioco ma come ha detto qualcuno non eravamo dei brocchi prima e non siamo diventati fenomeni adesso. con umiltà e lavoro ci possiamo salvare. dispiace vedere gente che critica e basta e pensa sempre negativo.

  54. P.Solari ha detto:

    Credo che il Mister stia facendo fare una settimana “dura” alla squadra, incarognito dalla prestazione ( almeno in parte ) poco soddisfacente di domenica ed ancor piu’ per i due squalificati da rimpiazzare; il maggior problema per domenica e’ trovare la quadra per la difesa, giusto come dice A. Lazzara non fischiare i sostituti agli eventuali primi errori, non facciamoci del male …..
    Come non si era cosi “grammi” fino a 2 mesi e mezzo fa, ora non siamo diventati certo da preliminari di Coppa Campioni ( a me piace ancora chiamarla cosi’ … ) per cui perdere a Roma ci poteva ( eccome ) stare, per quanto scocci perdere cosi’; i punti con le squadre a nostro livello li abbiamo fatti, dobbiamo ancora farne circa 10 e avremo modo di farli, l’ importante e’ non disunirsi per l’ ultima sconfitta in casa della seconda in classifica.

  55. STEL ha detto:

    Fornasier Mustafi Regini Costa credo che sia la difesa più affidabile, con Berardi c’è il forte rischio di rimanere in dieci e beccare calcio di rigore contro (anche se è successa la stessa cosa con Costa).
    Rodriguez, boh! Non saprei.
    Le alternative sono queste, a rigor di logica il quartetto sopracitato potrebbe essere la scelta giusta da schierare sin dall’inizio, comunque speriamo che almeno recuperi Maxi, che se gioca come nel derby è una freccia in più al nostro arco.

    • Massimo ha detto:

      Io vedrei bene Salamon sostituire gasta. Ha le caratteristiche giuste per contrastare il gioco aereo di pazzini. Se Salamon non gioca nenche oggi….cosa lo abbiamo preso a fare??

  56. Fish65 ha detto:

    Andrea,
    perchè non mi hai pubblicato l’ultimo post? Non mi sembrava di essere andato troppo sopra le righe..
    P.s. Come vedi, sulla vicenda dello stadio di Marassi, la verità è venuta a galla.
    E, sulla vicenda steward, è solo una questione di tempo…

  57. giorgio ha detto:

    La Samp vince e tutti ce l’hanno con Da Costa, la Samp perde e tutti ce l’hanno con Da Costa! Se fa un miracolo, il tiro era centrale o l’ha presa per caso! Se non prende gol, il ” merito” è solo degli avversari! La colpa è sempre sua! Basta!!! Abbiamo forse la difesa più forte del campionato? e il centro campo anche? E l’attacco, che se segna un gol, rimane uno, e poi soffriamo le pene dell’inferno per mantenerlo (sempre che ci si riesca!) per tutto il resto della partita? Da Costa deve avere “quattro palle” per non essere ancora “crollato” dopo tante “malvage”, continue, ingiuste ed esagerate critiche! Lasciamolo tranquillo fino alla fine del campionato! Le critiche fatele dopo! E sempre FORZA DORIA!!!

  58. Fish65 ha detto:

    Andrea,
    la mia era solo una sintetica risposta x PaoloC78. Tu hai pubblicato il suo post, avresti potuto usare lo stesso “metro”, no?
    E sei stato evasivo anche sulla questione genoa/stadio. Credo che se ne possa parlare, magari nel modo giusto.
    Servirebbe anche a giustificare, in parte, un certo immobilismo della nostra società durante le sessioni di mercato.
    Pensa un pò, proprio io che giustifico la nostra dirigenza…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Usare la parola “deficiente” è usare lo stesso metro di chi ha scritto “imbarazzante”? Non conosco l’italiano allora….Evasivo: fino a che non c’erano o non ho avuto elementi utili non ho potuto( e voluto) esprimere giudizi. Mi sembra corretto no?

SAMPDORIA-BRESCIA AL CONTRARIO

Lazio-Sampdoria è durata una ventina di minuti, giusto il tempo per la retroguardia blucerchiata di regalare tre gol agli avversari [&hellip

I MERITI DELL’AGGIUSTATORE

Con la rotonda vittoria sul Brescia, la Sampdoria sotto la guida di Claudio Ranieri ha raccolto 16 punti in dodici [&hellip

ALLA FACCIA DI IBRA

La Sampdoria ha conquistato un meritatissimo punto a San Siro contro il Milan del (ri)debuttante Ibrahimovic e al termine di [&hellip

FINALE DOLCEAMARO

Dopo la dolce vittoria nel derby, per la Sampdoria è arrivata l’amara sconfitta con la Juventus. Amara perché la squadra [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta