UN OCCHIO AL CAMPIONATO E UNO AL FUTURO

10 Feb 2014 by andrea.lazzara, 163 Commenti »

Cari amici di Samplace, soffrendo, sbuffando e lottando la Sampdoria ha portato a casa i tre punti che le servivano contro il Cagliari e che, secondo me, pesavano tantissimo sul futuro del campionato blucerchiato. Ora, con 11 punti di vantaggio sulla zona retrocessione, guai a rilassarsi(anche perchè mancano 15 partite…)ma, insomma…la Samp si deve suicidare e quelle sotto diventare improvvisamente Real Madrid o Bayern Monaco. Detto che questo discorso, se lo sentisse fare Milhajlovic mi tirerebbe una pallonata in faccia( e sapete che il suo calcio fa ancora male), la sfida contro i sardi ha ribadito la straordinaria capacità psicologica di questo tecnico che è andato per la sua strada fregandosene dei dubbi, delle perplessità di tutti(sampdoriani compresi)gettando nella mischia un esordiente come Fornasier e un semi desaparecido come Okaka. Il difensore se l’è cavata, pur con tutte le diffcoltà di una prima non semplice, l’attaccante ci ha messo cuore e garretti anche se ogni tanto la buona tecnica a sua disposizione sembra dimenticarsela in giro per il campo. Ma si vede che può essere utile e dunque, facciamo guarire bene e tranquillo il buon Maxi. Tre punti, un pò di serenità, la consapevolezza che questa squadra andrà a Roma comunque a giocarsela e l’esigenza di guardare anche un pò più in là. Non tanto in termini di classifica quanto per il futuro: blindare Mihajlovic è un’esigenza anche perchè la sensazione(che è più di una sensazione) è che Sinisa sia riuscito soprattutto a creare un gruppo coeso dove tutti si aiutano e danno il 101%. Lavorare ancora con lui, dall’inizio della stagione, potrebbe essere fondamentale. E poi fare quell’auspicato “passo in avanti” che porti a non soffrire troppo: può essere che quest’anno la Sampdoria si salvi prima dell’anno scorso ma al risultato ci arriverebbe dopo tanti, troppi patimenti. Insomma, progettare il futuro è sicuramente importante. Ma, ripeto, non fate leggere queste parole a Mihajlovic: sennò si arrabbia e forse anche con ragione. Anche perchè ora ci sono tre partite non semplici, Roma e Torino fuori Milan in casa , ma nelle quali sono convinto che vedremo la Sampdoria aggressiva che è stata il tratto distintivo di questi due mesi. Un occhio al campionato e un occhio al futuro, insomma. Nel calcio le stagioni positive si costruiscono anche così.

163 Commenti

  1. adviser ha detto:

    E come al solito gia’qualcuno e’pronto con i suoi si pero’….Io invece sono strafelice e strasereno e francamente mi chiedo se per esempio il goal di wzolek anullato non fosse regolare tanto e quanto quello di ieri o non fosse piu’ grave e assai piu’visibile il rigore di armero piuttosto che l’atto di protezione di ieri. Per non parlare dell’immotivata e ingiustificabile atto di clemenza per conti. Insomma dopo undici giornatedi conduzione mihailovic ha fatto piu’del doppio dei ounti fatti in una giornata in piu’ da rossi con la stessa squadra (a detta di altri Lopez era un giocatore finito e Okaka un fantasma. Fornasier poi un oggetto non identificabile e Soriano un peso economico…Dacosta -per me uno che aveva messo tra le riserve Sirigu- un portiere da bassa serie b).Per finire vorrei solo ricordare a chi si sente sampdoriano solo quando tutto va bene che nella vita i risultati vengono solo e comunque dalle e con le prestazioni e non c’e’ solo fortuna oi sfortuna nel loro ottemimento e per questo sempre e solo grazie Sampdoria.

  2. danilo ha detto:

    Con 9 punti siamo salvi senza troppi discorsi….poi l’occhio basta che non ce lo metta Osti….

  3. Luca Pavia ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    Il post di Andrea dice tutto.
    Partita non bella, ma si poteva prevedere. L’importante era portare a casa i tre punti, bene o male. Si è centrato l’obiettivo, viva tutti.
    Io la settimana scorsa, dopo il derby, sintetizzai il concetto espresso da Andrea, dicendo di blindare allenatore e determinati giocatori… Fui tacciato di essere bibino…
    Così va il mondo…

  4. Fabiosamp ha detto:

    Va bene una bella vittoria sofferta,benissimo buttare dentro gli esordienti segno che come dici tu la squadra è coesa e non li ha lasciati annaspare ma li ha supportati al meglio.
    Prima cosa blindare sinisa che ė un tecnico internazionale con la mente aperta il curriculum dalla sua,non da allenatore,ma da uomo di calcio a grandi livelli…quando chiedo uno sforzo alla società di sostituire 3 gatti con un cane ė questo il senso dare una mentalità vincente,internazionale che possa portare la Samp a ridosso della zona europea e che un anno ogni tanto questa zona europea la si centri…o si punti ad una coppa Italia…perché come diceva qualcuno siamo coppetteri…senza pretenderlo sia chiaro ma chiedendolo ad una società che ha già dimostrato di poterlo fare affidandosi ai collaboratori giusti.
    Sono certo Andrea che sinisa stimolerà i ragazzi a guardare la classifica verso l’alto magari con qualche provocazione e scommessina perché non voglio pensare che dica bravi ragazzi siamo virtualmente salvi…rilassiamoci….
    Questi anni sono buoni da sfruttare perché le grandi in molti casi non lo sono più…il Milan e l’Inter viste quest’anno sono imbarazzanti,Lazio squadra normalissima,viola senza i punteri non certo Barcellona…ecco perché bisogna stare accovacciati a ridosso della uefa perché se tutto va come deve andare arrivi nono decimo undicesimo…ma se due o tre squadre non imbroccano l’annata chissà che non ci facciamo due giri fuori.
    AVANTI SAMPDORIA!!!

  5. sergin ha detto:

    Vittoria poco esaltante ma vittoria, 7 punti dovevano essere nel trittico rossoblu e sette punti sono stati adesso c’e’ un bel vantaggio ma anche un calendario decisamente piu’ impegnativo, vedremo come si mette ma sicuramente rispetto a qualche mese fa sembra di essere in paradiso, speriamo che duri, se x caso poi azzeccassimo una vittoria tra Milan e Torino sarebbe quasi fatta davvero
    In effetti il goal di Sau sembra buono, comunque si trata di un fuorigioco millimetrico in mischia o quasi, sono casi in cui e’ piu’ facile sbagliarsi e la terna (va beh ormai sono in sei) arbitrale mi e’ sembrata tutto tranne che infallibile, in un sacco di occasioni non solo in questa.
    Piccola dimenicanza : il goal buono annullato x fuorigioco che non c’era di Wszolek all’andata era col Cagliari ??
    Se cosi’ fosse hanno proprio poco da piangere.

  6. Daniele da Rapallo ha detto:

    Ottima analisi a 360 gradi, il momento è positivo.
    Ho assistito alla partita allo stadio e devo dire che il Cagliari è sempre squadra ostica….oggi ci siamo ripresi un pò di crediti con la sorte in quanto oltre al goal non da annullare a Cossu vi era anche un probabile rigore. Il tutto comunque in una partita dove quest’arbitro esordiente (e con lui i suoi collaboratori) ha perso il filo più volte, indispettendo la partita con errori da una parte e dall’altra soprattutto per i falli spesso invertiti.
    Ottima comunque la prova di tutta la squadra e di Okaka che oro curioso di vedere. In effetti ha fatto a sportellate la davanti, sfiorando anche il goal, e dimostrando di avere visione di gioco. magari non è che rientri molto in fase difensiva e comunque Maxy Lopez è più completo, ma i margini di crescita con Sinisa potrebbero esserci. Avevo meno dubbi su Fornasier in quanto nelle sporadiche apparizioni aveva già dato prova di essere uno di qualità che potrà magari in futuro (un domani) non far rimpiangere Gastaldello.
    Positivo l’SMS che avrebbe mandato il presidente ad una emittente televisiva : ora la nostra paura è volta alla permanenza del tecnico. Hai per caso qulche news sulla raffreddata vicenda stadio ?
    Grazie Daniele

  7. Bulgaro ha detto:

    Diciamo che di suicidi sportivi ne abbiamo una recente e maledetta memoria, per cui attenzione non alta, ma altissima.
    Per il resto, la pecca principale, e` non chiudere le partite e spesso soffrire schiacciandosi un po` troppo con un solo gol di scarto, vero e` che abbiamo una squadra giovane e che spende molto durante i 90 minuti per cui ci sta vincere soffrendo.
    Le prossime partite le puoi giocare con serenita` e questo e` un bene per un ambiente giovane che non dovrebbe far fatica a trovare stimoli contro avversari come Roma e Milan.
    Oltretutto Sinisa ha dimostrato una cosa importante, come la testa sia fondamentale sulla qualita delle prestazioni ed ha il merito di esserci riuscito in un momento di grande difficolta` dove perdersi nella malinconia era la strada piu semplice.
    La Juve vince cosi, abbinando a grandi qualita` tecniche una fame da squadra che lotta per non retrocedere.
    Sulla programmazione … anche lo scorso anno sembrava Rossi la risposta a tutti i mali; credo che sia fondamentale vedere come prosegue la stagione la squadra, con che intensita` giochera` partite tranquille e se non si adagera` come fece lo scorso anno. Sono ovviamente piu fiducioso, ma anche ancora abbastanza scottato per non avere un po` di ansia.

    • nello ha detto:

      Mi permetto , Rossi l’hanno scorso dopo la vittoria contro la Juve e le vittorie stiracchiate contro Chievo e Parma ha fatto pena e non sarebbe stato da confermare .

      • Bulgaro ha detto:

        Mi pare di aver scritto esattamente quello, vedere di non finire la stagione come lo scorso anno e verificare la tenuta del gruppo quando gli stimoli non dipenderanno piu dall’acqua alla gola, ma dal desiderio di migliorarsi.

  8. valentina ha detto:

    Ahahahahahahahahahahah 🙂 andrea non so perché ma mi sono vista la scena della pallonata in faccia e l ho trovata buffissima,non volermene tu sei simpaticissimo e da toscanaccia quale sono c ho riso bonariamente :-):-):-):-) detto questo non c é bisogno di aggiungere altro al tuo commento sempre lucido e ho l impressione incarni quello dei tifosi sampdoriani! La samp con il cagliari m ha fatta soffrire davvero tanto ma i ragazzi han buttato il cuore oltre l ostacolo,bravi ragazzi e bravo sinisa!!!! Comunquee dovunque sempre FORZA DORIAAAAAAA

    • andrea.lazzara ha detto:

      Grazie Valentina…sinceramente vorrei non viverla mai quella scena. Mi bastavano le pallonate che ogni tanto mi schiantavano in faccia quando giocavo a basket..

  9. Paolo1966 ha detto:

    Sinisa ha gia’ fatto un miracolo: ha creato un gruppo, una squadra, da un lato una formazione titolare ben definita e dall’altro la convinzione nei rincalzi di essere tutti importanti e tutti in grado di dare una mano, ha fatto vedere di non guardare in faccia nessuno (Pozzi prima, Obiang e Costa poi) e di far giocare ognuno nel ruolo piu’ congeniale.
    Eravamo sul baratro e ora ce ne siamo allontanati.
    Sono convinto che cali di tensione come quello dello scorso anno non ci saranno, quindi sono un po’ meno preoccupato (dopo gli incubi degli ultimi anni non ho mai un sonno tranquillo…)

    Due notazioni:

    una tecnica: Manolo e’ bravissimo ma dovrebbe cercare di esplorare il mondo del suo piede destro… ogni tanto una puntata di destro con gli occhi chiusi e’ meglio di un tocco felpato di sinistro…..

    una strategica: il Presidente, visto che lo ha scelto lui e con lui ha un rapporto empatico, dovrebe pensare per SInisa un ruolo da Manager a tutto tondo, oltre che da allenatore, da un lato lo legherebbe ancora di piu’ alla causa e dall’altra gli testimonierebbe la fiducia e la riconoscenza per l’enorme lavoro compiuto sulla testa dei giocatori e di noi tutti, visto che ha fatto ritrovare una fiducia apparentemente dissolta… Con un volpone come Braida, un uomo dei conti di fiducia ma Sampdoriano e un esecutore onesto come Osti forse avremmo finalmente ritrovato una quadratura

    Ovviamente non dimenticando che ci sono ancora 15 partite e non si deve mollare mai

    • simo ha detto:

      Giusto… secondo me però sinisa svolge già un compito del genere. Sappiamo già di lopez che è stato voluto proprio da sinisa, e ora sembra che anche okaka sia stato voluto da lui. E sia uno che l’altro han già dimostrato di essere utili…

  10. alessandro ha detto:

    ciao andrea e ciao a tutti.
    condivido al 101 %.. la cosa più soprendente è questo, l’unità di gruppo che ha creato, ognuno si sente utile e parte di una causa, di una squadra e okaka eccolo che diventa utilissimo, un giocatore che può fare il suo, ha un suo ruolo in questa squadra. Mi commuove quasi questo spirito di squadra perché è quello che vorrei ci fosse fra noi tifosi, fra noi genovesi, fra noi italiani, fra noi colleghi, fra noi europei quando serve. Pensiamo di vincere da soli ma da soli non vinciamo mai. Bravo sinisa..davvero. Io per questo ieri la palma del migliore in campo la darei proprio ad Okaka per questo. Tocchiamoci tutti..ma eder e de silvestri spero reggano fino alla fine, stanno facendo un campionato dai ritmi altissimi. Con la Roma sarà dura..anche con il toro..ma ce la faremo, cinicamente dico che mi basterebbe fare due o tre punti nelle prossime due gare. Ieri un grande gastaldello diciamolo, non solo per il gol e mi permetto di dire…un da costa che mi ha dato più sicurezza di altre volte, dopo tutto quello detto e confermato, anche lui mi sembra migliorato. Sul futuro hai ragione ma niente è mai come prima, speriamo che tutto vada come deve andare e che la società in primisi si ponga obiettivi sportivi. questa squadra, come tutte, ha bisogno di obiettivi sportivi. Scusate la digressione ma sabato sera mi sono visto il milan, lo so era meglio andare ad ubriacarsi ma era una serata fiacca, mamma mia che squadra … imbarazzante. Seedorf avrà anche bisogno di tempo ma il professore per me è anni luce, forse secoli dietro ad allegri. Certe scelte non le capisco. Si dice che abbia grande personalità..ma che vuole dire..incomprensibili certi luoghi comuni. Godiamoci questa vittoria, ah..ma l’avete visto regini come partiva in fascia? sembrava vargas dieci anni fa o conceicao !
    forza samp !
    alessandro

  11. nello ha detto:

    Il Cagliari si lamenta per il gol annullato,ma non ricorda il gol validissimo annullato a Wszolek all’andata ,eppure mi sembra che in quell’ occasione nessuno della Samp né allenatore ,né ds sia andato a lamentarsi davanti ai microfoni della Rai ,ci si ricorda sempre e solo quello che conviene…bene così dopo 17 anni abbiamo sfatato un tabù.

    • simo ha detto:

      Aggiungo che il fallo sanzionato con la punizione dalla quale è nato il goal annullato a Sau, era completamente inventato… è Sau che tiene la maglia a Fornasier con la mano sinistra.

    • Doria65 ha detto:

      Saranno quei colori…

  12. STEL ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    “Ciò che appare impossibile è possibile”
    Vittoria sofferta, ma abbiamo trionfato con il Cagliari.
    Miha chiama: Fornasier e Okaka rispondono ed anche bene a mio parere.
    Il primo con volontà ed intelligenza , è un ragazzo con ampi margini di miglioramento, se Sinisa lo ha trattenuto ha visto in lui doti indubbie;il secondo fa a sportellate, le prende anche senza lamentarsi più di tanto e soprattutto gioca senza paura.
    Vorrei spendere due parole per Regini, migliora di partita in partita,davvero bravo.
    Sette punti il bottino conquistato con le tre squadre rossoblu.
    Sinisa fa scacco matto sa muovere bene i suoi alfieri,i suoi cavalli, le sue torri.
    La squadra fà un balzo in avanti incrementando il vantaggio, è un passo decisivo che ci proietta a metà classifica.
    Ora serenamente si va a Roma consapevoli dei nostri mezzi, di potercela giocare e con la mente libera cosa non da poco.
    Con il gruppo coeso che Sinisa è riuscito a creare penso che vedremo delle bellissime prestazioni.
    Miha mi ricorda tanto Boskov ed è un dolce ricordo.

  13. ale ha detto:

    Bravi ragazzi. Partita difficilissima. Loro sono un’ottima squadra.
    Bene Okaka. Ma voglio rivederlo prima di un giudizio definitivo.
    Bene Fornasier, partita complicata x un esordiente.

    Conscia di tirarmi gli strali di tutti, vorrei spezzare una lancia in favore di Osti. Perchè va bene che Sinisa è un mago, ma Fornasier e Wszolek a parametro zero nn sono male.
    Forse aveva veramente ragione lui a dire che la squadra era in grado di salvarsi
    Forse veramente il ns. unico problema era la guida tecnica.

    Adesso si può andare a Roma senza ansie.

    Grazie a tutti i ragazzi perché come dice Lui ci mettono cuore e palle!

    Saluti

    • simo ha detto:

      Tra le operaazioni in entrata azzeccate: Fornasier e Wszolek a zero, regini riportato alla base quando l’empoli aiutato dalla juve voleva mettere i bastoni tra le ruote per aggiudicarselo e girarlo ai bianconeri, acquisto e riscatto di Sansone (il quale mi piace molto e spero di rivederlo prima o poi!), ritorno di de silvestri (facile, è lui che ha scelto la Samp come unica destinazione). Poi c’è stato il ritorno di Maxi che però è stato voluto da Sinisa, e lo scambio Pozzi Okaka secondo me un buon affare ma forse anche questo voluto da Sinisa. Mmmmh… poi Salamon… boh!!! Gli addetti ai lavori dicono sia valido, io non so giudicarlo.
      Operazioni in uscita positive… beh… questo inverno ha fatto un capolavoro liberandosi di quasi una formazione intera, e l’estate scorsa ha venduto icardi al massimo che si poteva (e l’inter secondo me si è presa un bel pacco a quel prezzo).
      Operazioni sbagliate in entrata e in uscita: petagna eramo e barillà, e a seconda di come si comporterà quando ne avrà l’occasione Salamon… poi boh… Poli poteva venderlo un po’ meglio, ma non saprei visto che tutti gli addetti lo han sempre valutato quella cifra lì (mi pare 6 o 7 milioni)… poi basta… a beh scordavo rodriguez a 3,5 milioni di euro… quella si che è stata un’operazione completamente ceffata, ma anche marotta ne ha fatte di questo genere (fornaroli pagato non so quanto… la metà di dessena pagata 4,5 milioni di euro!!!).
      Certo, poi c’è da vedere quali tra le operazioni riuscite bene erano richieste dell’allenatore e quali son state sue intuizioni, e stessa cosa per le operazioni riuscite male, ma secondo me nel complesso ha quasi sempre operato bene senza aver praticamente mai soldi da spendere… Chi mi da una mano? Dimentico qualche acquisto/cessione??? Ah Bjarnason… secondo me un buonissimo rincalzo…

  14. Michele G. ha detto:

    I tre punti di ieri mi consentono una maggiore tranquillità. Posso pensare alla trasferta difficilissima di Roma senza quell’ansia che avevo solo due o tre settimane fa. Ansia non già dovuta alla consapevolezza che con Sinisa in panchina la squadra si stesse esprimendo al meglio, ma alla precaria situazione in classifica, dove ogni passo falso voleva dire essere sempre più invischiati nella lotta per non retrocedere. Ora, invece, sono convinto che possiamo andarcela a giocare all’Olimpico, dove raccogliere un punto sarebbe molto importante. Ieri ho visto la partita della Roma (trasmettevano solo quella a Rai Internazionale e Supersport) e la Lazio, che non giudico neanche alla pari con noi, pur soffrendo per larghi tratti la supremazia giallorossa, non ha mai dato opportunità ai rivali di rendersi effettivamente pericolosi. Certo, bisognerà stare attenti alla velocità di Gervinho e all’inventiva di Pjanic, oltre che a Totti, il quale, quando vede maglie blucerchiate, si esalta. Ma la Roma avrà in settimana il difficile compito di contenere l’assalto del Napoli per conquistare la finale di coppa Italia. Non potrà certo fare un gran turn over, perchè il vantaggio di un gol è troppo esiguo e dovrà schierare la formazione migliore. Forse, Domenica sera saranno un po’ più stanchi, o dovranno farlo con noi il turn over. Vedremo. Sono fiducioso.
    Ora non intendo dilungarmi troppo, ma mi riservo di riflettere su quello che potrà essere il nostro futuro. Solo una brevissima domanda al moderatore. Andrea, nei giorni scorsi ho letto che sul sito de Il Secolo XIX veniva riportata la notizia che, nella trasmissione di Telenord Forever Samp, Edoardo Garrone avrebbe inviato un sms dicendo che Mihajlovic avrebbe un contratto fino al 2015. Non mi pare di averlo letto sul sito di Primocanale o, forse, mi è sfuggito. Cosa puoi dirci al proposito? Come avevano la certezza che fosse proprio EG e non qualcun’altro? Voglio dire, se lo avesse fatto a voce, beh! a meno che dall’altro capo del telefono non ci fosse Noschese, non ci sarebbero dubbi. Penso che possano conoscere il numero di cellulare di EG, però mi rimangono sinceramente dei dubbi. Grazie.
    SEMPRE FORZA DORIA!!!
    Michele G.

    • simo ha detto:

      Beh.. mi permetto di risponderti io. Non credo che a Telenord diano una notizia del genere senza essere sicuri che il messaggio fosse partito da Garrone!!! Poi nel messaggio scrisse anche “Nessuna clausola pro-big”, altra cosa molto importante, perché se anche il contratto scadesse nel 2020, potrebbe liberarsi in qualsiasi momento lo chiamasse una “Big”.

      • Michele G. ha detto:

        Grazie simo. Ciò mi tranquillizza ed ancor più è rassicurante che non ci siano clausole pro-big. Ma a te risulta che Primocanale ne abbia dato risalto a questa notizia?

        • andrea.lazzara ha detto:

          Michele, scusa. Quale problema ci sarebbe secondo te per me, per noi a dire che la Sampdoria ha blindato Mihajlovic? Lo stile impone che se in un’altra emittente locale si dà una notizia non la si riprenda pari pari ma, ovviamente, il discorso se capita su quell’argomento lasci intendere certe cose. E’ un problema per te?

          • Michele G. ha detto:

            Nessun problema Andrea, proprio nessun problema! Mi domandavo come, a fronte di una notizia così importante, su Primocanale non abbia avuto alcun riscontro (ammetterai che la conferma di Mihajlovic sotto contratto fino al 2015 non è propriamente una notizia di secondaria importanza). Non voglio certo insegnarvi il mestiere, ci mancherebbe altro! Ma una citazione, pur con tutte le dovute cautele, io l’avrei fatta. Per carità, voi fate il vostro mestiere al meglio, ma permettetemi di non condividere in questa occasione la vostra linea editoriale nel non citare per nulla la notizia. Se io avessi seguito solo il vostro sito e non avessi aperto quello del Secolo XIX, a quest’ora non saprei che Garrone abbia garantito alla SAMP la presenza in panchina di Mihajlovic fino all’anno prossimo. Ecco, appunto, il Secolo ha citato la fonte da cui ha appreso la notizia, vale a dire la trasmissione di Telenord. Non ha dato la notizia come appresa direttamente da loro.
            Spero, Andrea, che non vi siate offesi per questa mia opinione. Comunque, visto che, come mi hai confermato con una risposta al mio post numero 21, le TV locali hanno la possibilità di verificare l’identità di chi invia un sms e che quel messaggio fosse stato inviato proprio da Edoardo Garrone, devo dedurre che la notizia sia vera. Allora, perché non parlarne?
            Con questo vorrei chiudere quella che, con una parola forse un po’ esagerata in questa occasione, potrebbe essere una piccola polemica. Qua la mano e Forza DORIA!
            Michele G.

        • simo ha detto:

          No l’ho sentita solo su Telenord… anzi io non l’ho manco sentita io, me l’han raccontata!

  15. Dado ha detto:

    Tutto giusto Andrea, ma io finchè non arriviamo a 38 punti (credo sia quella la quota salvezza) terrei DUE occhi sul campionato…
    Lo scorso anno con Delio Rossi ci fu un periodo simile alla fine del quale ci sentimmo tutti già salvi e a cui seguì un calo di tensione clamoroso che ci ha fatto patire fino alla penultima in casa con il Catania…
    Non facciamo lo stesso errore!!! Abbiamo già sofferto tanto e questa Samp troppo bella per essere vera alla luce di quanto stava succedendo prima dell’avvento di Sinisa (QUANTO TI ADORO!!!) deve rimanere ben concentrata e soprattutto umile e fare altri 10 punti il prima possibile!!
    Dopo possiamo anche girare un occhio al futuro… sperando che Sinisa sia il perno di questo futuro e che per l’ennesima volta non si commettano i soliti errori…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ho la sensazione che il polso di Mihajlovic, della situazione e della squadra sia un pò diverso rispetto a quello che aveva nel finale della scorsa stagione Rossi..

    • nello ha detto:

      Vero quello che dici, ma tra Delio Rossi e Miha c’è la differenza che c’è tra il.giorno e la notte. Comunque attenzione certo…

  16. Dorianodoc ha detto:

    Andrea, hai giustamente sottolineato le capacità psicologiche di Sinisa. Fra poco incomnceranno a portargli i bambini da accarezzare e gli infermi su cui imporre le mani!! Scherziamo un pò, visto il momento estremamente favorevole ( mi tocco….)!!

  17. gianni ha detto:

    Ieri tipica partita post derby vinto, con evidente calo della tensione dopo una settimana difficile sia prima che dopo il derby (per i festeggiamenti); era successo anche l’anno scorso in casa contro il Bologna; ci può stare ma nemmeno tre mesi fa una partita del genere l’avremmo persa; complimenti alla Federazione che manda un arbitro esordiente (anche un po’ scarso) per uno scontro diretto ma i piagnistei del Cagliari avrei voluto sentirli anche dopo il gol annullato a Wscolek all’andata.
    Bene Okaka e Fornasier.
    Qualcuno voleva tirare le somme dopo queste due partite, direi che meglio non poteva andare.

    • Paolo1968 ha detto:

      Non sono tanto d’accordo sul calo di tensione, perché avremmo preso 2 pappine e a casa.
      Io credo che ieri il Cagliari fosse in giornata di furore agonistico e noi con un po’ meno idee.
      Proprio perché la grinta, il cuore e le energie sono state messe in campo anche da noi con grande profusione, ritengo che i punti di ieri abbiano un valore enorme.

      • gianni ha detto:

        Si, forse “tensione” non era il termine giusto; diciamo calo nervoso, non è facile ritrovare la concentrazione dopo un derby vinto e infatti il mister aveva messo tutti in guardia.

    • Paolo1968 ha detto:

      PS: sulle lamentele del Cagliari e sulla bravura dell’arbitro non mi fermo nemmeno un secondo.
      Già tutto dimenticato. I 3 punti no.
      😉

  18. Massimo Pittaluga ha detto:

    Andrea sono d’accordo con te sottolineando però nel buon momento che i favori e gli sfavori arbitrali magari non si compensano ma ne hai e ne subisci (vedi goal di wzoleck annullato a cagliari valido e gol ieri di sau annullato e valido). a volte in un camponato dove a parte 5 o 6 squadre nettamente superiori, regna equilibrio, spesso valgono gli episodi, come ieri. insomma se ieri si pareggiava si doveva essere contenti lo stesso perchè il cagliari è una buona squadra e anche rognosa e a volte cattiva (conti spesso fa queste cose e spesso è impunito).
    detto questo siamo tutti strafelici ma la guardia non va abbassata coi tre punti anche se oggettivamente alla samp basteranno 10 punti per salvarsi perchè dal chievo in giù non credo che più di una riuscirà a fare 20 21 punti da qui alla fine, magari una delle 4 ma non tutte. quindi ad oggi negli scontri diretti basterebbe anche pareggiare con chievo e livorno per essere quasi a posto, ma appunto bisogna giocarle.
    Sulla sampdoria rosa ridico e riconfermo la mia opinione. come rosa siamo da 15 esimo posto circa, a rischi retrocessione (eravamo) se si infortunavano quei pochi elementi essenziali oppure da 11 12esimo posto se va tutto bene. quindi nell’essere felice per la scelta di mihalovic spero che l’hanno prossimo non giochino nuovamente col fuoco perchè con la competenza di questo mr, basterebbero 2 o 3 innesti validi (1 portiere, 1 centrocampista di fosforo e un terzino sinistro) e con questo modulo sei a posto per fare un campionato tipo parma o verona (che è la sorpesa perchè la rosa non è da quelle posizioni). se faranno questo ritengo che da li in su sia tutto un regalo della proprietà verso i tifosi ma quello che abbiamo visto quest’estate e in parte anche a gennaio è oggettivamente sotto le minime aspettative legittime e questo a detta di tutti gli osservatori nazionali. credo che come nel male non ci si doveva dare per retrocessi dopo poche giornate e non capivo chi lo faceva, oggi non ci si debba scordare che questa squadra dipende da pochi perni essenziali che speriamo reggano sino alla salvezza acquisita, poi anche spazio agli esordienti eventualmente e a partit giocate a cuor leggero. dopo 3 anni di sofferenze sarebbe già un bel risultato. spero che la proprietà non giochi col fuoco in futuro perchè non credo che mihalovic per continuare non pretenda qualche innesto, cosa che probabilmente è stata la mancanza di rossi più grande ex post (ma tutti me compreso eravamo convinti che fosse rimasto a fronte di garanzie). va beh ora possiamo guardare avanti con più tranquillità ma non troppa perchè servono ancora punti importanti e speriamo di farli presto.

    • simo ha detto:

      Se l’allenatore rimarrà Sinisa, credo che il portiere sarà ancora Da Costa. Ci saranno di nuovo pochi soldi da spendere, e penso che preferirà rinforzare altri ruoli. E bisognerà anche vedere se riusciamo a sbolognare a qualcuno romero, che non ricordo quando gli scade il contratto. Alla fine, già con la squadra che abbiamo subiamo pochissimi goal (almeno in casa… napoli e juve fuori casa fan poco testo), e soprattutto subiamo pochissimi tiri in porta. Per dire che la nostra rosa in questa serie A sia da dodicesimo posto, aspetterei verso la fine del campionato, come per dire che il verona non è da settimo posto (oltre che contro di noi, gli hai mai visti giocare? Io non, e non posso giudicare…)

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        simo il verona l’ho visto giocare diverse volte e sono una buona squadra ma a mio avviso sono in una posizione sopra le proprie possibilità, ma spesso al primo anno di A c’è sempre la sorpresa. inoltre dopo anni di semi anonimato toni è tornato a segnare e a giocare a ben 37 anni e questo centravanti solo per la stazza e la forza se sta bene fa tanto. ad ogni modo su da costa spero tu abbia torto, non per motivi di simaptia, ma perchè è un portiere spesso incerto. quando citavi sirigu ad ancona ti ricordo che sirigu era molto giovane e che fu poi da costa a finire in panchina come giusto che fosse vista la qualità. non discuto la professionalità e comunque alcune prestazioni positive di da costa ma nel complesso lo giudico (e non solo io ma quasi tutti giornalisti allenatori (chi può dirlo) un anello debole). altro anello debole è il terzino sinistro ammenoche regini non ritorni a volersi esprimere li perchè i mezzi come terzino difensivo li ha meno quando deve spingere ma ha anche l’età dalla sua. manca anche un centrocampista che abbia geometrie e tiro.voglio dire non è che stiamo parlando di fare un mercato folle ma di mettere 2 o 3 tasselli ad una squadra che vede nei giovani il punto di forza. tanto di cappello al lavoro di mihalovic e a chi lo ha scelto ma tutti e dico tutti fuori genova vedono le enormi lacune di questa squadra. ovviamente se al parma al genoa si rompessero due o tre determinanti allora si potrebbe anche arrivare a metà classifica (ma ricordati che se a noi succedeva quello che è successo la davanti alla fiorentina eravamo del gatto. sul fatto poi che la serie A sia scarsa è un dato di fatto e questo mi fa credere che con una programmazione accorta ma andando avanti con mihalovic e la politica dei giovani in una o due stagioni questa squadra può arrivare dove ora è il verona che ripeto secondo me non ha la squadra da quella classifica.

        • Massimo Pittaluga ha detto:

          ovviamente quando parlavo di infortuni non era e non è mai un auspicio, neppure per i cugini. però se a una squadra come la ns si fossero rotti a ottobre novembre eder e gabbiadini sarremmo stati messi molto ma molto male, ovvio che ci vuole una bella fetta di sortuna ma a firenze gomez e rossi….e non solo

          • simo ha detto:

            Massi non sono io che avevo tirato fuori il discorso di sirigu… conosco solo i giocatori che passano per la Samp, ormai non seguo più il calcio come quando ero ragazzo… anzi, ormai si può dire che io non segua più il calcio, ma solo la Samp! Ad ogni modo hai ragione… pure io credo con 2 o 3 innesti come si deve saremmo a cavallo, ma bisogna vedere se ci saranno le condizioni. Il bilancio si è ripreso leggermente, ma è sempre in passivo. Riguardo agli infortuni, il discorso che fai per noi, vale per tutte le squadre, escluse forse le prime 4 o 5 della classifica. Pensa se il cagliari avesse perso Sau e pinilla, o se il cenua perdesse gila e chi altro cavolo hanno di titolare, o se l’udinese perdesse di natale e muriel… pensa se il torino perdesse cerci e immobile!!! Anzi… anche la juve non sarebbe messa così bene se perdesse tevez e llorente (si avrebbero Quagliarella e vucinic, ma vincere il titolo andando anche avanti nelle coppe sarebbe molto difficile anche per loro).

  19. peter ha detto:

    La squadra riflette il carattere dell allenatore che sta tirando fuori tutto anche da giocatori tecnicamente scarsi.
    Ieri anche un po di fortuna per il rigore negato al cagliari e il gol annullato, giocato molto male ma abbiamo vinto col carattere.
    La salvezza non è ancora realtà come dice dado quindi concentrazione sino a 40 punti ma sinisa penso trovera’ le giuste motivazioni.
    Il pericolo non solo è la partenza sinisa nel caso in cui non vi sarà un progetto serio come da tre anni a questa parte succede ma che credano che basti un allenatore per salvarsi colmi minimo sforzo come è successo con delio rossi.

    • Doria65 ha detto:

      Prima riga: siamo tecnicamente scarsi
      Seconda riga: abbiamo fortuna
      Terza riga: la salvezza non è la realtà
      Quarta riga: non abbiamo un progetto
      Fine
      Ma non c’è la fai proprio a vedere qualcosina di positivo ogni tanto? Mamma mia…

      • Doria65 ha detto:

        Ovviamente non “ce”, maledetto correttore automatico…

      • peter ha detto:

        Prima riga, confermo a parte pochi elementi.
        Seconda riga, ho scritto- ieri abbiamo avuto un po’ di fortuna- quindi questa partita non in assoluto, in altre proprio no.
        Terza riga, ho scritto la salvezza non e’ ANCORA realta’, non tralasciamo quello che non fa comodo come al solito cambiando il senso delle frasi come al punto due.
        Quarta riga, mi sembra la pura verita’ da tre anni a questa parte.
        Fine.

  20. Kreek ha detto:

    3 citazioni:

    Da Costa: altra buona prestazione, l’ennesima. Mihajlovic ha ribadito a fine gara di non avere mai avuto dubbi su di lui. Mihajlovic, non io…

    Fornasier: all’esordio in serie A ,classe 1993. gara discreta, solo qualche sbavatura, ma ok. Non ha caso Mihajlovic ne ha bloccato la cessione a gennaio!

    Okaka: gran primo tempo e buona gara. Ottiene angolo del gol, molti falli. Fa a sportellate e mostra buona tecnica (sombrero sotto la sud nel primo tempo e assist perfetto a Gabbiadini nel secondo tempo non sfruttato). Questo ragazzo può tornarci molto utile.
    Ulteriore conferma che con Maxi e Okaka al posto di Pozzi e Petagna ci siamo rinforzati…e non di poco! Ma taluni preferiscono ironizzare sul cognome del ragazzo…Un po’ come fec quel “simpaticone” di Moggi qunando arrivó in Italia Kakà…

    Chiudo con nota statistica: +3 in classifica rispetto all’anno scorso (+ 2 sul campo).

    Stiamo concentrati e tiriamo dritto fino a obiettivo raggiunto…

    Avanti Sampdoria!!!

  21. Michele G. ha detto:

    Scusa Andrea Lazzara, sai qualcosa di quanto ho scritto nella seconda parte del mio commento (post n. 14) circa il contratto di Mihajlovic?

    • andrea.lazzara ha detto:

      Conosco le strumentazioni di lettura per le tv degli sms…il messaggio era sicuramente firmato e il numero corrispondeva a quello del Presidente in possesso dei colleghi. Dunque, direi che il messaggio era suo.

  22. ale ha detto:

    Caro Andrea.
    vorrei fare una considerazione su Conti che non pago dell’entrata su Lollo, distribuiva calcetti da tergo a Gastaldello che parlava con l’arbitro. Infatti non ‘ho mai visto il capitano così ingorillito.
    Comportamento analogo a quello che aveva avuto con quegli altri, facendo addirirttura espellere per doppia Manfredini.
    Un comportamento indegno di un giocatore della sua esperienza e più in generale di un uomo.
    Si parla sempre molto dei pessimi comportamenti di Cassano (che considero imperdonabile) e di Balotelli (che offende il suo talento con i comportamenti), ma parliamo di due uomini che hanno avuto un’infanzia terribile (uno mai riconosciuto dal padre e l’altro abbandonato perché malato).
    Conti è figlio di uno dei giocatori più osannati del ns. Paese ma si comporta peggio di chi è cresciuto in una favela.
    Gli arbitri non lo vedono mai. E nemmeno le tivù nazionali.
    Indecente
    Saluti

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      Ale sono d’accordo con te anche se sarebbe l’ora per balotelli di scrollarsi di dosso i fantasmi. su conti il libro è lungo. falli, fallacci e provocazioni, spesso impunito, però a onor del vero quando ho visto 90 esimo minuto l’ex arbitro ha stigmatizzato la mancata espulsione. credo l’arbitro non l’abbia visto e meno male che de silvestri è un 4×4 all road altrimenti a uno normale…..entrata da rosso e almeno 2 giornate se non 3.

    • fulvio ha detto:

      almeno cassano non ha mai fatto fallacci a nessuno, ha sempre avuto comportamenti pessimi ma mai cattivi, solo per ignoranza.

  23. flex ha detto:

    vittoria importantissima ottenuta contro un’ottima squadra: io temevo che i ragazzi fossero un pò scarichi dopo il derby, invece sono stati tostissimi. bravi loro e bravissimo sinisa che riesce a mantenerli sempre concentrati.
    Lo ammetto: non ero per nulla contento della scelta di prendere sinisa: avrei preferito ballardini oppure reja … che dire? se i risultati sono questi sono ben lieto di fare la figura del fesso 🙂
    Non vorrei fare il solone ( fabiosamp: non mi devo vergognare di nulla, ma se ho esagerato accetta le mie scuse 😉 ) però dopo aver visto giocare ieri okaka credo che bisognerebbe rivalutare un attimo anche osti. è stato letteralmente massacrato, a volte andando anche sul personale, e invece ha dimostrato di non essere proprio lo scemo del villaggio.

  24. Lollo ha detto:

    Bene avanti così: grinta, cuore oltre l’ostacolo e mente lucida fino al 95′, dove non arrivano le punte arriva un difensore, quel pizzico di fortuna ( o meglio compensazione… ) che non guasta mai, un gruppo finalmente gruppo , un Okaka centravanti boa utilissimo alla causa, una difesa quasi blindata ( 1 gol subito in 3 gare … roba da anno di grazia 2010 ) ce n’è d’avanzo per essere soddisfatti, unico neo : fatichiamo a chiudere le gare, ma per chiuderle serva quel guizzo, quella qualità che a noi , per ora, manca e comunque per com’è la classifica, anche i famosi ” punticini “( tanto bistrattati con la vittoria da tre punti ) possono essere pesantissimi. Spero che la squadra continui a fare la squadra concentrandosi sul campionato e la dirigenza faccia la dirigenza, blindando anzitempo l’artefice di questa ” reconquista ” e i giovani di valore e lavorando sottotraccia per gli innesti di domani

  25. max ha detto:

    andrea ottimo commento. il cambio di guida tecnica da me invocato in tempi non sospetti ha dato vigore e forza alla rosa che non è di fenomeni ma nemmeno di scarsi giocatori come qualche sapientone scriveva nei tempi che furono. a riprova che le motivazioni contano e non poco e sinisa in tale campo sta dimostrando di essere un maestro.
    non parlo di ieri perché è già stato detto tutto ma comunque alcuni giocatori presi stanno dimostrando che le scelte non erano poi così male e che molti prima di scrivere cose poco carine e simpatiche dovrebbero riflettere su cosa scrivono e come le scrivono.
    Sempre e solo forza Samp!!!. grande il video che hanno girato e trasmesso ieri allo stadio

  26. P.Solari ha detto:

    “Partitaccia” come si prevedeva, ma vinta lottando su ogni palla, con sofferenza ma
    alla fine 3 punti MOLTO importanti; che dire, ancora applausi al Mister che ha lanciato in prima squadra due ragazzi che ieri hanno fatto il loro ( ma quanti falli hanno fatto su Okaka, fischiati appena la meta’ credo … ), tutti continuano a dare il 100% e piu’ ( non so come faccia Eder a correre cosi’ tanto, De Silvestri idem, Nenad quanti ne ha rincorsi a centrocampo …., il Capitano anche goleador… ), davvero due mesi da stropicciarsi gli occhi. Comunque mancano 15 partite, penso 10/12 punti per l’ obiettivo, non ci saranno cali di tensione con Sinisa in panca .
    Lamentele del Cagliari ? E all’ andata ? Ed il fallaccio indegno di Conti su De Silvestri quasi alla fine, da espulsione diretta ? Certo con certi arbitri ….. questo se ne torni pure nella serie cadetta .

  27. Big Dave ha detto:

    Direi che posso, almeno per un po’, abbandonare il mugugno e lasciarmi andare a parole un po’ più serene. Davvero, penso che anche il più ottimista di noi non avrebbe potuto immaginare un tale ruolino di marcia: 28 punti dopo la quarta di ritorno erano roba che se me l’avessero detto due mesi fa mi sarei rotolato per terra dalle risate.
    Delle recriminazioni del Cagliari mi ci pulisco anfratti corporei che è meglio non enunciare, stranamente non li ho sentiti lamentarsi dopo il gol annullato a Wszolek all’andata, che era molto più regolare di quello di Sau ieri. Evidentemente, il dio del calcio dà…e il dio del calcio toglie. Se ci sono rimasti male, godo ancora di più.
    Sette punti nelle ultime tre partite, che potevano essere nove senza quello sciagurato intervento da rigore di Costa contro l’odioso Bologna. E potremmo avere anche i due punti in più persi contro la Lazio per la leggerezza di Petagna. Dopo quanto successo l’anno scorso, quel relax generale da marzo a maggio che ci ha fatto patire fino alla penultima contro il Catania, non bisogna assolutamente abbassare la guardia. Inoltre, dopo quanto successo gli ultimi quattro anni in generale alla Samp, io ormai ho l’ansia cronica e sono portato sempre al pessimismo (in ambito calcistico, s’intende).
    Obiettivamente, però, 11 punti di vantaggio sulla terzultima sono un margine più che rassicurante. Se non tifassi la Samp, e fossi quindi obiettivo, darei la Samp come quasi già salva.
    Bravi tutti. Mihajlovic è un maestro. Ancor prima che stratega, psicologo: questo è il vantaggio di allenare dopo 15 anni di carriera come calciatore ad alti livelli. Sarà interessante vedere come gestirà la squadra da qui in avanti: penso che potremmo salvarci con buon anticipo, e a quel punto vedremo se i ragazzi si rilasseranno o continueranno ad avere queste motivazioni. Di sicuro il rapporto di Sinisa con lo spogliatoio è un’altra cosa rispetto a quello di Delio Rossi. Giusto blindare lui e cominciare a blindare i ragazzi più promettenti: al di là di Soriano, Kristcic e Obiang (già a posto con un contratto lungo), pensare alle situazioni di Mustafi, Fornasier, Regini, Wszolek.
    Non cambio idea più di tanto su Osti, non è certo un fenomeno e quando penso a lui penso anche a Bjarnason, Barillà, Petagna e a tutte quelle scartine da serie B prese pensando che la quantità coprisse la mancanza di qualità. Però, se da un lato è obiettivamente difficile fare mercato coi paletti dei Garrone, qualche merito Osti ce l’ha: Wszolek e Fornasier, secondo me, potrebbero venire molto utili in futuro. Certo, fino a due mesi fa su Osti gettavo solo fango, ma solo gli sciocchi non cambiano mai idea. Maxi e Okaka? Ero il primo a disperarmi. Però sta succedendo qualcosa di strano. Con questo mister la squadra si comporta da “squadra” e i giocatori ritrovano grinta. Se Maxi, quando tornerà, comincerà a giocare come ha giocato il derby…avremo un gran bel centravanti su cui fare affidamento per i prossimi 2/3 anni. La sua carriera, prima di tre anni fa, parlava chiaro: i mezzi li ha, deve ritrovarsi ed esprimersi al meglio. Uno non comincia dal Barcellona per caso. Okaka? Sono rimasto impressionato ieri. Grande impegno e gran fisico. Verrà utile. Anche lui veniva considerato un enfant prodige, poi si è perso. Ma ha ancora 24 anni, può essere recuperato. E se andrà bene anche con lui, è già nostro. Ora come ora, l’operazione Pozzi-Okaka la vedo più che positiva. Con buona pace di Nicola, che tutti noi amiamo, Stefano è più giovane e ha un fisico ben più roccioso. Ma è ancora presto per parlare, godiamoci questa Samp: possiamo affrontare il resto del campionato a cuor leggero, divertendoci un po’ (e ne abbiamo bisogno).
    Spendo due parole anche per Obiang: sento ultimamente dire che ora come ora è il più “cedibile e rimpiazzabile”. Io non la penso affatto così. Pedro ha grandi mezzi, io penso solo che debba svegliarsi un po’. Darlo via sarebbe un errore grande così. Se si mette in testa di imparare a tirare in porta e di velocizzarsi un po’ (è ottimo a sradicare palloni dai piedi degli avversari, ma a volte sembra che dorma quando ha la palla fra i piedi), può fare il salto di qualità.
    In ultima analisi, c’è un dubbio che mi tormenta. Come mai questa squadra, la stessa identica che aveva in mano Delio Rossi, sta facendo sfracelli da quando è arrivato Miha? La carriera di Delio parlava chiaro, lo considero ancora adesso un buon mister. Eppure, se lui fosse rimasto, sono sicuro che ora saremmo a far compagnia a Catania e Livorno. Non ha trovato il bandolo della matassa? Sfortuna? Non ha imbroccato la stagione giusta e gli è girato tutto storto? C’è qualcosa che noi non sappiamo? La squadra lo voleva far mandare via?
    Forse Delio aveva un modo di lavorare più “tradizionale e conservatore”, o non rideva mai….Mihajlovic, invece, pare avere un modo di fare più diretto e giovanile. Ma è davvero strano. Alla luce degli ultimi due mesi, tutta la rosa si sta rivalutando e si sta incredibilmente rivalutando, almeno in parte, anche il lavoro di Osti. I giocatori evidentemente non erano così grammi. Forse ora stanno rendendo al 90-100%, cosa che non accadrà sempre, ma a questo punto, viste le figuracce rimediate con Rossi, sembrava che con lui rendessero al 10%.
    Chiudo dicendo che la mia goduria post derby continua: durante tutta la settimana opinionisti genoani, addetti ai lavori genoani ed ex-giocatori genoani non hanno fatto altro che dire che il derby il Genoa l’ha stradominato, ma che “possono capitare partite dove domini e poi perdi”…
    Io mi chiedo: MA CHE PARTITA HANNO VISTO??? Le uniche occasioni del Genoa sono state un paio di mischie, anzi…abbiamo rischiato più noi di fare il 2-0. Il Genoa nel secondo tempo ha fatto pressing, ma noi non abbiamo rischiato quasi nulla. E queste loro dichiarazioni fanno capire ancora di più che sono come bambini, che gli brucia ancora, che vorrebbero vincere sempre. Perchè ho amici genoani onesti che mi hanno detto “eh beh, nel primo tempo noi non siamo scesi in campo”…purtroppo, come sappiamo, gli “sportivi” sono una sparuta minoranza dall’altra parte del Bisagno. Non mi resta che ribadire che GODO TANTO e che spero consumino più pasta di Fissan possibile.

    • simo ha detto:

      Risponderti è impegnativo ma ci provo: bjarnason non è male, e come rincalzo ci sta tutto secondo me, o sbaglio? Con Osti secondo me dovresti essere meno duro. Ho fatto una lista delle operazioni da lui condotte, e non mi sembra che tranne barillà, eramo e petagna si sia comportato male… anzi, ora come ora, credo che abbia fatto più buone operazioni che “cappelle”, considerato che praticamente non ha mai avuto un euro da spendere tranne quelli che ha tirato fuori da Icardi. Riguardo a Delio secondo me non han voluto farlo fuori, perché tranne che nel derby d’andata, i giocatori han sempre corso e ci han sempre messo impegno. Altrimenti se vuoi far fuori l’allenatore, quando perdi in casa col sassuolo 1-3, e sei in inferiorità numerica, non ti sbatti come un dannato per cercare di recuperare la partita, e a momenti ce la facevano! Credo semplicemente che Delio fosse senza stimoli, e visto che ha iniziato a dire a maggio che i giocatori erano “così e così”, questi non si sentivano sicuri. Poi è andato in confusione totale cambiando modulo e interpreti ogni partita, e i giocatori, quasi tutti giovani e inesperti tra l’altro, ne han risentito. Domenica con la roma, provate a mettere la difesa a tre con palombo centrale, regini esterno di centrocampo e wzsolek seconda punta, poi vediamo se torniamo punto e a capo! Riguardo ai genoani considera che negli ultimi decenni, han dovuto per forza di cose crearsi un mondo tutt… vabbè… che te lo dico a fare… lo sappiamo come sono!

    • Daniele da Rapallo ha detto:

      Come al solito mi permetto di condividere ogni tua singola sillaba.
      L’unica cosa io, non capendo nulla di calcio, non vedo così scarso Bjarnason. Ha fisico e grinta, forse non gli anno trovato il suo ruolo giusto….bo non lo so però mi da l’impressione di avere margini di miglioramento. Lo stesso non direi di wzolek : mi sembra più un fuoco di paglia, non è certo quel Wolsky della Fiorentina. Il fatto però che Sinisa gli abbia confermati tutti e due significa forse che qualcosa ci vede (almeno come riserve)….

      • Big Dave ha detto:

        Osti l’ho sotterrato io per primo, perchè -diciamocelo- fino all’avvento di Sinisa sembrava davvero che avesse fatto un macello e che non ne avesse azzeccata una. Delio era in bambola, sarà che non aveva motivazioni o che aveva definito più o meno pubblicamente (o almeno l’aveva fatto capire) la rosa come “scarsa”…e ovviamente, questo tipo di commenti dal tuo mister di certo non è uno stimolo per rendere al meglio. Inoltre, anzichè adattare lo schema ai giocatori, Delio faceva il contrario: Wszolek seconda punta, Gabbiadini centravanti, gente come Barillà, Gentsoglou e Gavazzi buttati nella mischia e altri bocciati senza motivi.
        Ad ogni modo, prima di Sinisa consideravo il solo Gabbiadini un acquisto degno.
        Ora, come ho già detto, una situazione più tranquilla e serena ci permette di andare allo stadio per divertirci un attimino di più e non solo per farci il sangue marcio. E quando la testa è un po’ più libera e le cose girano un po’ meglio, è più facile capire obiettivamente quale sia il reale valore della rosa. Penso che nessuno qui dentro creda che siamo diventati dei fenomeni, ma visto che la squadra è rimasta più o meno la stessa (e non credo che prima giocassero dei sosia) evidentemente non eravamo totalmente da buttare nemmeno prima: l’autunno non ha rispecchiato tanto bene il valore assoluto della squadra. Sinisa ha capito come farli rendere al meglio, e ora possiamo dire che, in termini tecnici e qualitativi, la Sampdoria è una squadra da 9°/15° posto. E dico nono perchè sarei curioso di vedere la classifica della A dall’arrivo di Sinisa. Io alla dirigenza chiedo solo un poco di più, qualche tassello estivo per stare davvero tranquilli: magari ci salveremo con anticipo, ma anche quest’anno abbiamo comunque già penato più del dovuto contravvenendo alle dichiarazioni di Garrone e Sagramola la scorsa estate: “ci salveremo in carrozza”.
        Ad ogni modo, dopo la sofferenza…ora è giusto dare a Osti quel che è di Osti. Come ho già detto, ne ho dette di tutti i colori su di lui, ma evidentemente con Delio Rossi non è stato mai possibile vedere i frutti del suo lavoro obiettivamente. Eravamo tutti accecati dalla depressione cronica che ci veniva a guardare questa squadra, che fino a due mesi fa era un martirio.
        Voglio scusarmi e cercare di essere schematico e obiettivo, valutando l’operato di Osti da quando è venuto alla Samp:

        Premessa: fare mercato con i paletti di Garrone e Sagramola (soprattutto quelli relativi agli ingaggi) è obiettivamente improbo.
        OPERAZIONI POSITIVE: Aver sfoltito la rosa a gennaio in modo massiccio, riuscendo a sbolognare nove giocatori inutili o acerbi, frutti in buona parte della gestione precedente; per ora i colpi estivi a zero Fornasier e Wszolek promettono bene; Maxi Lopez e Okaka per ora sembrano mosse azzeccate, anche se qui c’è lo zampino dello sciamano Sinisa, che li ha voluti e motivati; essersi -per ora- sbarazzato dell’ingaggio assurdo di Romero e definitivamente di quello sciagurato di Pozzi; l’operazione Gabbiadini; l’aver riportato Regini a Genova; Fedato.
        OPERAZIONI NEGATIVE: Il misterioso caso Rodriguez; il non essere riuscito a trovare un portiere affidabile e valido, da serie A, costringendoci a tenerci Da Costa per altri sei mesi (minimo) come titolare; Barillà e Petagna; l’aver pensato, in estate, che prendere cinque scartine fosse meglio che prenderne uno davvero buono; l’aver pensato che Gabbiadini potesse fare il centravanti (ma sarà vero?).
        OPERAZIONI INCOGNITE: Dobbiamo capire se lo scambio Poli-Salamon è stata una mossa furba o sciocca, quando il polacco tornerà in forma lo capiremo. Metà Beltrame per metà Fiorillo per ora è un’incognita e a me lascia un po’ perplesso; Bjarnason per me non è nè carne nè pesce, è un centrocampista diligente ma non lo vedo determinante…certo è che nella Samp può fare benissimo la riserva.

        Sicuramente potremo fare un bilancio ancora più definitivo in estate. La cosa bella è che il lavoro di Sinisa sta rivalutando quello di Osti e sta rivalutando i nostri calciatori. A guadagnarci è la proprietà e noi tifosi. Quando le cose funzionano, sembra anche esserci una sorta di armonia fra le parti. Speriamo che duri.

    • Lollo ha detto:

      Non ti curar di lor ma guarda e passa….Da quando ( anni fa ai tempi della Sampdoro ) ho sentito due genoani che, parlando tra loro, sostenevano con convinzione che Nappi e Attilio Gregori valessero tre volte Vialli e Pagliuca non mi stupisco più di niente..ma niente niente (

  28. carlo 66 ha detto:

    se le voci che la samp compra il portiere ternano sarebbe ottimo per il futuro su di lui scommetto con chiunque,comunque ottima analisi del momento felice che stiamo vivendo.
    un abbraccio da Ponte x

    • Michele G. ha detto:

      Carlo,siamo quasi vicini di casa, visto che io ho casa a Campomorone. Detto questo, chi sarebbe questo portiere ternano? E’ così bravo?
      Ciao e Forza DORIA!!!

  29. Mauro ha detto:

    Beh,se Sinisa potesse contare sui giocatori di Boskov…..

  30. gianfra ha detto:

    Una volta tanto un episodio a nostro favore , mi riferisco al goal annullato a Sau, trovo eccessive le recriminazioni dei sardi, a livello statistico ricordo un pareggio loro 4 anni fà con rete di Nenè in fuorigioco convalidata .
    Al di là di questo Sampdoria pratica , bravo Sinisa e non abbassiamo la guardia
    Avanti SAMP

    • nello ha detto:

      Senza
      andare tanto in là , il gol.di Wszolek all’andata regolarissimo ,ma annullato…i cagliaritani hanno la memoria corta…

    • simo ha detto:

      Non dobbiamo neanche trascurare il fatto che la punizione dalla quel è scaturito il goal di Sau non c’era… Sau tiene Fornasier per la maglia con la mano sinistra… fallo invertito, come molti altri su Okaka.

      • Michele G. ha detto:

        Hai ragione simo. Se ti andassi a rivedere la fotogallery della partita, potresti notare come, sistematicamente, quelli del Cagliari tiravano i nostri per la maglia, indipendentemente dalla zona del campo.

        • simo ha detto:

          Loro sono giustificabili… se vuoi condurre una partita all’insegna del fallo sistematico ok… fatti tuoi… ma l’arbitro esordiente o quasi, è stato scandaloso.

  31. FISH65 ha detto:

    Tre punti: eccellente bottino al termine di una prestazione che, onestamente, non si può che definire bruttina. Ci può stare, la squadra comunque ha lottato.
    Colpisce però il fatto che la Samp non sia riuscita negli ultimi 30 min, quando il cagliari era oltremodo proteso all’attacco, ad imbastire un contropiede decente.
    Penso che dipenda dalla qualità dei nostri centrocampisti.

    Su Sinisa non c’è niente altro da aggiungere, ha reso leoni una squadra di pecorelle.
    Spero però che la dirigenza non ripeta gli errori del recente passato.
    Spero che si convinca che investire SOLO sull’allenatore non porti a risultati degni delle ambizioni che una società come la nostra deve avere.
    Insomma, ci vorrà qualche innesto di buon livello, evitando di ingaggiare altri 5/6 giocatori dalla serie B che,Regini a parte, hanno dovuto spedire lontano da Bogliasco…

    • Lollo ha detto:

      d’accordissimo su tutto: manca un po’ di qualità ma va bene così; tenere il tecnico, i giovani migliori ( per quanto possibile ) e almeno due / tre innesti di categoria sarebbe il massimo..

    • sergin ha detto:

      Ho l’impressione che abbiano fatto pochi contropiedi nel secondo tempo perche’ Eder giocva troppo indietro. Okaka, che si e’ battuto bene, e’ un giocatore che riesce a difendere la palla, ma non certo un contropiedista. Eder ha giocato molto troppo in appoggio a Regini ed ok ci sta si e’ vinto e va bene pero’ insomma e’ il nostro giocatore piu’ di classe o comunque quello che di solito spacca le partite, e personalmente lo vorrei piu’ … offensivo.

      • ale ha detto:

        Sono d’accordo con te ma credo che dipenda da quanto è brutto il cliente che c’è sulla fascia degli avversari. Se è uno forte che merita il raddoppio Eder sta più indietro sennò sgroppa più avanti. Con il Cagliari ha fatto quasi il terzino aggiunto a supporto di Regini e pure bene.
        Certo così ci viene un po’ a mancare davanti, ma insomma è il famoso equilibrio…
        Stessa cosa vale per Gabbia dall’altra parte.

        Saluti

        • sergin ha detto:

          Mi sa che Sinisa la pensa un po’ come me visto che mette Wszolek esterno ed Eder dietro Okaka a Roma. Cosi’ e’ molto piu’ nel vivo dell’attacco e libero di svariare. Non dimentichiamoci che molto del merito del goal del Derby e’ suo x un assist perfetto x Maxi.
          Piuttosto nel trittico rossoblu ho visto la squadra calare un po’ nel secondo tempo, speriamo che non sia il sintomo che i giocatori siano un po’ scoppiati x aver fatto un ciclo di partite ad un ritmo superiore alle loro possibilita’.
          Comunque sia San Sinisa, ci ha paraticamente (a meno di grosse sorprese, e tocchiamoci quel che vogliamo) salvati in tre mesi. Speriamo solo che resti qualche anno e cchi di dovere lo assecondi nelle sue richieste di giocatori

  32. sillyname ha detto:

    La situazione e’ diventata finalmente piu’ rosea e ora si puo’ guardare con un filo di ottimismo al futuro. Non dimentico i 26 punti alla fine del girone di andata 2010, quindi se permettete mantengo un profilo basso, pero’ vorrei dire la mia su questa fase di campionato e di vita della societa’.
    In passato sono stato abbastanza sarcastico sulla conduzione “aziendale”. Ho sempre detto che a me la squadra sembrava decente e che i risultati scadenti andavano imputati soprattutto a 1) una gestione “a vista” della societa’, senza una strategia e con scarsa cooperazione fra le varie aree (tecnica, gestionale, amministrativa) e 2) la gestione della squadra con evidenti difetti nella definizione dei ruoli e nella motivazione, quiindi non nella parte squisitamente “tecnica”.
    Mi ricordo quanto mi imbufalivo nel pensare che il mercato estivo fosse stato apparentemente affrontato senza consultare l’allenatore, tanto e’ vero che tutti i nuovi finivano regolarmente in panca o in tribuna e che giocavamo praticamente con i giocatori che avevano fatto la serie B. Un’idiozia che non solo alla lunga tendeva a rovinare lo spogliatoio, ma che comunque era contraria proprio ai principi piu’ cari alla proprieta’: pagavano lo stipendio a giocatori che stavano in tribuna. Prendevano i giocatori ma l’allenatore non li faceva giocare perche’ “prima hanno bisogno di ambientarsi” (ricordate la ricetta delle trofie al pesto? J)
    Mi sembra evidente che Mihajlovic abbia lavorato proprio su questi aspetti. A parte il fatto che si e’ subito chiarito le idee su un possibile modulo di gioco e ha perseguito quell’obbiettivo (a differenza di Rossi che cambiava a ogni giro di vento), poi mi sembra evidente che il tema della motivazione sia stato al centro del suo approccio con la squadra. Non soltanto iniziando a dare la carica, citando Kennedy o l’orgoglio di appartenenza (che comunque fanno bene), ma soprattutto chiarendo i compiti, i ruoli e dando a tutti l’impressione di essere parte di un disegno.
    Sono questi i punti sui quali erano basate le mie piu’ grosse perplessita’ relative all’operato di Delio Rossi. Non mi sembrava possibile che un allenatore esperto come lui potesse fare errori cosi’ evidenti.
    Fateci caso: oggi in squadra non c’e’ piu’ nessuno che sembri ai margini. Con Mihajlovic questa sensazione non c’e’ mai stata da subito, nemmeno quando la rosa era di 31 giocatori. A maggior ragione adesso. Tutti sembrano parte del gruppo, anche quelli che giocano poco o mai. E a tutti viene data fiducia. Il portiere? “Mai avuto dubbi”. Maxi? “Lo conosco bene, piu’ io di voi e so quanto puo’ dare”. Manca Mustafi? Dentro Fornasier, all’esordio in serie A, in una partita che sappiamo tutti essere tradizionalmente difficile. E Costa ha sicuramente perso qualche punto ma non c’e’ l’impressione che sia finito a pulire i gabinetti. Lo rivedremo.
    Davanti manca Maxi, dentro Okaka. Arrivati entrambi una settimana prima, alla faccia dell’ambientamento e delle trofie al pesto. Non, a esempio, un esterno messo a giocare come prima punta (esempio stupido ma che assomiglia molto alle mosse di Ferrara e Rossi che sembravano sempre inserire qualcuno fuori ruolo, con la conseguenza che quello ovviamente giocava male e in piu’ che la vera riserva del titolare ne usciva umiliato e bruciato). Guarda caso, oggi sia Maxi che Okaka sono stati gia’ “accolti” dalla tifoseria mentre Da Costa e Fornasier stanno piano piano superando le diffidenze delle quali erano bersaglio fino a ieri. Per tutti gli altri vale lo stesso. Ecco, se c’e’ una cosa mirabile che ha fatto Mihajlovic, lui si, ha infuso autostima e fiducia. Ha creato le condizioni perche’ tutti rispettino tutti (il piu’ forte ed esperto nei confronti del ragazzino esordiente e viceversa) e tutti abbiano fiducia nel compagno. Insomma, ha ricreato la squadra e lo spogliatoio. E tutto questo si e’ propagato anche all’ambiente, alla societa’ e alla tifoseria.
    Tanto per essere chiari, ecco perche’ io non volevo che venisse Mihajlovic. Perche’ non credevo che fosse in grado di gestire gli aspetti che mi sembravano carenti e trascurati dalla societa’ e da Delio Rossi: motivazione, fiducia, spirito di squadra. Da giocatore e’ sempre stato un “testa di”, per cui avevo seri dubbi. Ma forse, proprio per questo motivo, essendo un uomo di grande carisma, con la maturita’ ha imparato piu’ di altri quanto certe cose siano importanti. E proprio su quelle ha lavorato di piu’.
    La fotografia a oggi e’ quindi positiva e se c’e’ una cosa buona e’ che forse in societa’ hanno finalmente aperto gli occhi. Sarebbe la migliore premessa per un futuro positivo. Per il momento, se ho sempre pensato che la squadra fosse decente, ora non voglio dimenticare che puo’ rendere come faceva all’inizio del campionato. Quindi stiamo allegri, l’ottimismo e’ doveroso ma la cautela resta d’obbligo.

    • Michele G. ha detto:

      Caro “silly”, come ho già detto in un post dell’argomento precedente, a dispetto del nickname che ti sei scelto, sei molto saggio. Detto questo, condivido tutto, o quasi, ciò che dici, ma, perdonami, sul portiere avevo perplessità prima dell’arrivo di Mihajlovic, e perplessità continuo ad averne dopo l’arrivo del serbo in panchina. Non riesco proprio ad essere tranquillo con Da Costa in porta. Analizzando le partite disputate sotto la gestione di Mihajlovic, specie quelle in cui non abbiamo preso gol, secondo me gran parte del merito occorre ascriverlo alla buona prestazione della difesa, che non ha consentito agli avversari di avere libero accesso al tiro, rendendogli difficile la possibilità di rendersi pericolosi. Ovviamente, spero vivamente di essere smentito e che Angelo Da Costa si riveli un ottimo portiere e che con lui Sinisa abbia visto giusto, come ha fatto con Maxi e, sembra, con Okaka.

    • Paolo1966 ha detto:

      Però devi cambiare nickname… Non c’è niente di Silly in quello che dici, anzi… Smart o Wise name e’ meglio

  33. STEL ha detto:

    Siamo tutti felici ed ottimisti e questo è piacevole, anche perchè abbiamo passato dei momenti non troppo euforici.
    Ad ogni modo finchè non vedo almeno 38 punti sto con i piedi ben saldi per terra.
    Dobbiamo anche fare i conti con le varie squalifiche, ad esempio DeSilvestri e Palombo sono in diffida, Maxi è monitorato costantemente però non si sa ancora quando potrà giocare. Siamo tutti concordi con il fatto che Sinisa è un grande e che saprà optare le scelte migliori per le sostituzioni, ma proprio perchè si deve tenere in considerazione gli infortuni e le squalifiche è necessario programmare per il futuro qualche acquisto necessario e fondamentale senza nulla togliere a questi ragazzi che si stanno impegnando con abnegazione.
    Spero davvero che con Miha si posa aprire un nuovo ciclo, intanto lo ringrazio per questo capolavoro.

  34. Gipo Samp ha detto:

    Il grido è unanime: blindare Miahjlovic. Per impedirgli di cedere alla tentazione delle sirene non serve mettergli la cera nelle orecchie e legarlo ai pali della porta, ma potrebbe aiutare se la Società gli metterà a disposizione una squadra che possa ben figurare. Quello che manca alla Samp di oggi è qualche giocatore di buon livello che si può solo raggiungere facendo delle eccezioni alla politica del tetto d’ingaggio lineare eguale per tutti dei 500mila euro. Concordo con le valutazioni di Pittaluga sulla modesta consistenza tecnica della nostra rosa, e la sofferta vittoria ottenuta “con il cuore e con le palle” come ha detto Miahjlovic n’è la prova. Ieri, a differenza delle partite con Lazio e Bologna è andata bene perché è bastato un goal, ma abbiamo penato sino alla fine. Leggo tentativi di revanscismo da banchi di scuola con la rivalutazione del nostro portiere da parte di Miahjlovic, il quale alla domanda su Da Costa ha risposto di non aver mai avuto dubbi su di lui. Cos’altro avrebbe potuto rispondere? Che è scarso ma se lo fa andare bene poiché la Società non ne ha comprato un altro? Con Miahjlovic la squadra subisce pochi goal, ma questo è merito dell’allenatore che pretende che i giocatori cerchino d’impedire o tentino di ribattere i tiri degli avversari, mentre in passato anziché contrastarli li stavano a guardare. Senza contare che Da Costa nelle ultime quattro partite: Udinese, Bologna, Derby e Cagliari è stato solo impegnato con tiri deboli o centrali che non hanno richiesto neppure mezzo miracolo. Come se Da Costa non bastasse leggo anche della rivalutazione di Osti, dimenticando che tutti i media ci dicevano che lui e Sagramola volevano Corini o altri allenatori e Garrone era criticato per aver voluto aspettare Miahjlovic. E che dire degli acquisti dei giocatori presi da Osti in estate e rispediti in squadre di B perché nessuna di A li ha voluti, e magari con una buona fetta del loro stipendio a carico della Sampdoria? Dopo ieri e grazie a Miahjlovic, credo ancor più nella salvezza con i nostri mezzi senza dover sperare di trovare tre squadre peggiori di noi. Forza Samp

  35. Giovi ha detto:

    Godiamoci il momento , mai stato così tranquillo, il Presidente affidando a Sinisa la Samp, l’ha messa praticamente in cassaforte.
    La salvezza non è raggiunta ma ora almeno si vede il traguardo!
    Poiché qualcuno in B deve pur andarci ed ora come ora squadre rassegnate e condannate non ce ne sono mi auguro che Sinisa , poiché non è tipo da addormentarsi facilmente, riesca a tenere tutti sul pezzo.

  36. totò vullo ha detto:

    Classifica alla 23 giornata di quell’anno maledetto……..
    Fortunatamente la situazione sembra differente.

    Milan 48
    Napoli 43
    Lazio 41
    Inter 41 *
    Roma 39 *
    Udinese 37
    Palermo 37
    Juventus 35
    Cagliari 32
    Chievo 30
    Fiorentina 28 *
    Sampdoria 27
    Genoa 27
    Bologna 26 (-3) *
    Parma 25
    Lecce 24
    Catania 23
    Cesena 20
    Brescia 19
    Bari 14
    * 1 partita in meno

  37. max ha detto:

    solo una cosa per rispondere a sillyname
    rossi sapeva i giocatori che prendevano quest’estate e lui era d’accordo. te lo di co per certo.
    e questo è ancora più grave per il danno che ha fatto alla ns squadra. purtroppo lui non aveva altre motivazioni se non il ricco stipendio che aveva negoziato.
    grande plauso a chi ha voluto fortement sinisa anche contro tutti e tutto e ricordo i post di certa gente qui che criticava pesantemente tale scelta e faceva sarcasmo
    forza Samp

  38. NYC ha detto:

    Una partita che qualche mese fa non avremmo neppure pareggiato, la fortuna aiuta gli audaci non certo chi si piange addosso .

    Avanti Marinai, l’okkio al futuro ? temo Obiang sia il sacrificato quest’estate e spero fortissimamente che Gabbiadini possa rimanere in blucerchiato per molto e’ un giocatore versatile e molto forte appena imparera’ a capitalizzare le occasioni diventera’ un campione.

    • peter ha detto:

      Obiang sta dimostrando di essere un giocatore sopravvalutato, va venduto al piu’ presto per fare cassa e reinvestire in un giocatore valido.

      • Paolo1968 ha detto:

        Non ne sarei così sicuro.
        I giudizi di (quasi) tutti sul 90% della rosa era ben diversi 2 mesi fa. Così pure il valore di mercato.
        Prima di disfarmene ci penserei un po’, soprattutto ai valori che potrebbe avere oggi…

        • peter ha detto:

          Sta dimostrando poca personalita’ poca determinazione.
          Con la sua cessione entrerebbero risorse da reinvestire.
          Penso che Kristicic sia piu’ forte di lui tecnicamente, sicuramente non e’ il piu’ forte in rosa che abbiamo come ci facevano credere.

      • STEL ha detto:

        Obiang sicuramente non sta avendo un rendimento tale da poter ambire ad un grande club, già tornasse solo sui livelli della passata stagione potrebbe ricevere degli interessamenti, ma il ragazzo ed il suo procuratore sono intelligenti, sanno bene che qui a Genova se toppa qualche gara non rischia nulla, in una big invece finisce dritto in panca o in tribuna; per cui se si riesce a vendere e soprattutto se lui accetterà è un’operazione da risolvere in tempi rapidi senza indugiare troppo, ma credo che lo vedremo in blucerchiato ancora per un pò.

    • STEL ha detto:

      Sono completamente concorde su Gabbiadini è un ottimo giocatore ha potenzialità per diventare un grande campione, però deve allenare anche il suo piede destro!!!

      • Michele G. ha detto:

        Con tutte le dovute cautele che si impongono facendo paragoni, e la differenza di grandezza fra i due giocatori, ma anche il grandissimo Gigi Riva poteva contare solo ed esclusivamente sul suo piede sinistro. Credo che abbia realizzato un solo gol di destro al volo, perché, per sua stessa ammissione, lo aveva sbagliato!

    • simo ha detto:

      NYC spero proprio che Obiang non venga sacrificato… negli ultimi due anni e mezzo ha sbagliato solo gli ultimi due mesi, infatti in panchina ci è finito solo ora… è ancora il nostro giocatore con più valore economico (secondo gli operatori di mercato… non lo dico io), non a caso si legge che sia nel mirino di club come il city, l’arsenal o il borussia… se avesse fatto quest’anno al livello degli altri due, quest’estate sarebbe sicuramente partito per una di quelle destinazioni (o qualcuna simile), ma visto che quest’ultimo campionato non si è riconfermato, spero che resti con noi almeno un altro anno. Senza dubbio è il più forte che abbiamo in rosa…

  39. Crovo ha detto:

    A questo punto però una domanda mi sorge spontanea..

    La colpa di tutto ciò che non andava prima era di Delio Rossi?

    • adviser ha detto:

      Temo proprio di si.E non certo per carenze tecniche ma psicologiche..e si era visto nella gestione immediatamente successiva alla striscia positiva dei primi tre mesi al suo arrivo. Ma a chi osava metterlo in discussione venivano innalzati subito cappi e preparate sedie elettriche…. Ma ora basta con il passato e pensiamo ad un roseo futiro e ad un ciclo vincente,,,Pensiamo a quest0’anno come al peimo vero di Edoardo Presidente,,,E mafari permettiamoci di sognare con la nostra cantera Krsticic Mustafi Obiang Soriano Fornasier Salamon Wzoleck
      Rizzo Regini e qualche nostro tifoso come De Silvestri Gastaldello Da Costa Palombo e qualche futuro….(Eder M.Lopez ) : qualche conferma nei rincalzi e qualcje innesto esattamente come con Souness Cerezo Francis e Dossena e due tipetti svefli …E la Samp torna regina in Europa…Mica manca molto……

    • Bulgaro ha detto:

      Ovviamente non si potra` sapere fino in fondo, ma certamente le sue grosse responsabilita` per non essere riuscito a valorizzare sufficientemente un gruppo che evidentemente delle qualita` le aveva ce l’ha.
      Poi va` capito che cosa voleva lui e che cosa gli hanno comperato, certo che se ha avvallato gli acquisti le responsabilita` sono tutte sue, se non era d’accordo probabilmente anche la societa` imponendo dei giocatori ad un tecnico che non li vedeva ha delle responsabilita`.
      Personalmente ritengo che ci sia un concorso, la squadra attrezzata non era insufficiente, diciamo appena sufficiente con un problema di abbondanza nel numero cosa che non permetteva di allenarsi al meglio; l’allenatore ha perso la tramontana, non e` stato in grado di motivare adeguatamente i ragazzi, non ha provato a sfruttarli nei loro ruoli e soprattutto a tenere la squadra piu alta.
      In ultimo la differenza piu grande l’ha fatta il lavoro sulle teste di Sinisa, che ha ulteriormente migliorato le prestazioni dei singoli facendogli abbinare una buona dose di muso duro e spensieratezza.

    • Paolo1968 ha detto:

      L’evidenza dei fatti dice così, anche se io ero uno dei suoi primi estimatori.
      Ma è una pagina voltata.
      A proposito: non devo insegnare niente a nessuno, ma coinvolgere Sinisa in compiti manageriali sarebbe una bella trovata.

      Testa bassa e concentrazione sulla sfida dell’Olimpico!

    • Lollo ha detto:

      penso proprio di no,, ma sicuramente lui ci ha messo molto del suo…

    • Dado ha detto:

      In parte si ma secondo me è più un merito di Sinisa che una colpa di Delio…

    • Doria65 ha detto:

      Secondo me di tutto ovviamente no, ma di molto si…

    • STEL ha detto:

      Credo che lui stesso non ci credesse più e magari senza volere aveva dato segnali negativi che la squadra aveva metabolizzato, inevitabile conseguenza, i ragazzi non ci credevano più, con Miha invece è avvenuto l’esatto contrario.

  40. max ha detto:

    crovo gran parte si… non tutto ma la dimostrazione è evidente dato che la rosa è sempre la stessa ed io continuo a credere anche se vedo perplessità che poi non siano così modesti come qualcuno crede. non certo fenomeni ma da posizione che occupano. certo è che l’allenatore è un valore aggiunto per questo tipo di rosa e di giocatori

  41. sillyname ha detto:

    @max
    fra “certa gente” c’ero anche io…. E avevo i miei motivi, che infatti ho spiegato sopra. Felice di aver avuto torto su di lui. Ma anche di aver avuto la conferma proprio da Mihajlovic che i problemi della Samp fossero quelli.
    @Michele G, Gipo Samp
    Da Costa non e’ un fenomeno, lo sappiamo tutti. Ma finche’ lo abbiamo, e’ importante che il suo allenatore gli dimostri con i fatti che ha fiducia in lui e lo induca a dare il massimo. Il modo per spremere il meglio da lui (anche se non e’ Buffon) e’ di fargli sentire addosso la fiducia e il rispetto di tutti. Che poi e’ un modo virtuoso affinche’ tutti abbiano fiducia di tutti. Mihajlovic ha usato questo principio con ogni giocatore della sua rosa, almeno cosi’ sembra. Certo, se un giocatore vale 5, non puoi farlo rendere da 8. Ma se hai un giocatore da 6, e’ dannatamente stupido lasciarlo rendere da 3. Ed e’ stupido farlo con tutti i giocatori che hai, anche perche’ poi e’ la squadra che rende da 3. E fili dritto sparato in serie B.
    Senza contare che se un giocatore lo fai sempre rendere al massimo, rischi pure che migliori. Al contrario, non migliorera’ mai.
    Cio detto, quale e’ il valore di Da Costa? Vale Buffon? No sicuro. Vale uno dei portieri della seconda meta’ della classifica, che poi e’ (purtroppo) il nostro ambiente? Dite voi..
    Butto li’ un ulteriore spunto di riflessione e a questo scopo prendo un esempio: Perin. Secondo me e’ davvero bravo anche se, al momento, per diventare un fenomeno e’ forse un filo troppo “evidente”. Sembra sempre che faccia il miracolo (e in effetti ne fa). Il contrario di quei portieri che rendono le cose semplicissime. Pero’ e’ davvero bravo. Forse una delle ragioni per le quali e’ in evidenza (soprattutto l’anno scorso) e’ proprio perche’ e’ costretto sempre a volare da un palo all’altro. Per lui puo’ essere un modo efficace per mettersi in mostra. Ma dal punto di vista della squadra preferisco vedere un portiere che para una volta a partita, ancora meglio se il tiro e’ mollo e centrale. Poi se quel portiere e’ Buffon, tanto meglio.
    Qualche giorno fa qualcuno ricordava quanto potesse rendere bene una difesa con in porta uno forte e di carisma come Storari. Il discorso ha un suo valore e un suo senso. Oggi abbiamo una difesa abbastanza ben registrata ma in porta c’e’… Da Costa. Il discorso vale o non vale per lui ?
    Un saluto a tutti e uno particolare a Paolo1966

    • Lollo ha detto:

      ciao il commento su Da costa era un mio intervento( grazie della citazione 🙂 a margine di un tuo post molto molto logico ma che apparentemente non teneva conto del valore aggiunto rappresentato dal portiere, nonostante a me Dacosta continui a non dare una gran sicurezza ( ma è un parere personale e opinabilissimo ), domenica ha salvato il risultato su un diagonale, credo, di Nenè, e comunque concordo con te: con una difesa ben registrata da una parte deve essere molto più concentrato , e mi sembra che lo sia, perchè chiamato meno spesso in causa , dall’altra può giocare piu tranquillo e la tranquillità per un portiere è tutto o quasi..detto questo spero che faccia una seconda parte di campionato in crescendo, è il nostro portiere, sosteniamolo…concordo anche sul fatto che il livello dei portieri, in genere, non è altissimo, specie per la parte destra della classifica………

    • moussa dembelè ha detto:

      Una considerazione sul portiere.
      Mi chiedo se sia sempre necessario fare il miracolo per essere considerati dei bravi portieri o non sia piuttosto meglio esaltare la regolarita’ e la bassa percentuale di errore.
      La differenza non e’ marginale: un fenomeno lo abbiamo avuto, e si chiamava Gianluca Pagliuca. Ma dopo di lui, a perte qualche incidente di percorso, ricordo una riga di bravi portieri, che subivano i gol “giusti” si concedevano qualche papera ogni tanto ma la loro prestazione era sempre sopra la sufficienza. Vado a caso, Ferron, Turci (promozione in serie A), Antognoli (dato per finito fece alcuni grandi campionati con noi), Castellazzi e Storari (arrivarono fra lo scetticismo generale e si imposero). Ieri sera guardavo su Samp TV le parate di Fiorillo in coppa Italia con la Roma: eccezionali, una in particolare da fenomeno su un tiro ravvicinato. Come andrebbe questo ragazzo domenica per domenica, saprebbe meritarsi costantemente la sufficienza facendoci guadagnare qualche punto in piu’? Ho una proposta: salviamoci al piu’ presto possibile e mettiamolo dentro per il finale di campionato!

      • andrea.lazzara ha detto:

        Antonioli, a parte un paio di macroscopici errori(quello famoso con il Parma a Marassi sotto il diluvio ad esempio)..è stato per me, dopo Pagliuca il portiere con il più alto rendimento che ha avuto la Sampdoria..

        • Bulgaro ha detto:

          Anche Castellazzi e Ferron non scherzavano.

          • andrea.lazzara ha detto:

            Però, bello questo dibattito sui portieri! Allora vi faccio la mia graduatoria: Antonioli, Ferron e Storari a pari merito(per diversi motivi), Castellazzi, Romero(su, qualche dote ce l’ha pure lui…)

        • gianni ha detto:

          C’è stato anche Ferron, a mio parere.

        • danilo ha detto:

          …..Antonioli?
          e gente come Zenga , Storari , Ferron dove li mettiamo?
          Ora… ci sarebbe da leccarsi le dita ad avere Antonioli, ma da qui a classificarlo dopo Pagliuca e come preferire la Letizzetto alla Belen.
          Poi …ogniuno ha le sue opinioni…..

        • Gipo Samp ha detto:

          Concordo 100%. Ha guadagnato la promozione in A col Cesena a 40 anni ed ha giocato sino a 42. Il portiere attuale è paragonabile al Curci della retrocessione. Romero nonostante le grandi cappelle non mi procurava l’ansia di Da Costa.

        • piero ha detto:

          secondo me dopo pagliuca c’è Ferron…
          molto sottovalutato…

          • andrea.lazzara ha detto:

            Sulla sottovalutazione di Ferron sono d’accordo…Però secondo me Antonioli era una spanna sopra. Oh, Storari ha fatto cose straordinarie: ma ripeto, sei mesi…io parlavo di continuità..

        • Paolo1968 ha detto:

          A me piaceva molto Ferron
          Comunque credo che invece la Sampdoria sia una squadra dalla grande tradizione nei portieri (io parto da Cacciatori, escludendo Paolo Conti, che comuqnue era il n12 della nazionale poco prima…), interrotta da Curci e da quelli che l’hanno seguito.

        • Michele G. ha detto:

          Scusa Andrea, forse hai dimenticato Storari! Se non ci fosse stato lui in porta, non saremmo arrivati al quarto posto! Ci ha risolto ben più di una partita con interventi talvolta miracolosi.

          • andrea.lazzara ha detto:

            Ribadisco: massimo rispetto per Storari e per tutto quello che ha fatto in quei sei mesi. Ma Antonioli è stato un grande portiere anche per continuità di rendimento per diverse stagioni. Ricordate, ad esempio, la partita di Torino vinta contro la Juventus con un gol di Diana? Prese anche le mosche!

        • Crovo ha detto:

          Scusa Andrea, devo correggerti..

          Dopo Pagliuca, c’è solo Storari…

          Gli altri?

          Anni luce indietro…

          • andrea.lazzara ha detto:

            Sei mesi alla grande. Antonioli continuità per anni. E in età anche più avanzata di Storari…Per me Antonioli viene comunque sempre prima di Storari 🙂

      • doria65 ha detto:

        Sempre, no. Magari qualche volta, però…

  42. FISH65 ha detto:

    X Crovo,
    ovviamente no.
    Rossi non riteneva questa rosa all’altezza di un campionato relativamente tranquillo.
    Ed il suo pessimismo si ripercuoteva sulla squadra e sulla convinzione con cui la squadra approcciava le partite.
    Rossi aveva chiesto un paio di giocatori che migliorassero il livello tecnico della rosa. Giocatori mai arrivati.
    Sinisa sta facendo un lavoro eccezionale, è veramente un grande!! Ma con i giocatori ha lavorato su quell’unico aspetto che poteva essere megliorato, e molto: LA CONVINZIONE DEI PROPRI MEZZI.
    Sotto l’aspetto tecnico, purtroppo, c’è poco da lavorare. Il materiale è quello che è.
    Contro squadre che giocano ben chiuse, come Bologna e Cagliari, abbiamo prodotto 5 palle gol(gol compresi). Un po’ poco.
    Perchè, per sperare in qualche giocata di qualità, dobbiamo sperare che la palla arrivi a “quei tre là davanti”.
    Sennò è tanto tanto dura…

    • simo ha detto:

      FISH65… scusa un piccolo appunto… ho una memoria un po’ “allegra”, quindi le palle goal create nella partita col bologna le ho già dimenticate (ma ricordo che l’unico momento in cui Da Costa è stato impegnato è quando ha dovuto raccogliere la palla in rete dopo il rigore di Diamanti), ma quella col cagliari la ricordo benissimo. E 5 palle goal, le abbiam create solo che nella partita coi sardi! Ma la cosa più importante, è che oltre a creare almeno 5 palle goal, Da Costa non ha dovuto fare nulla se non una parata su un tiro quasi dalla linea di fondo che sarebbe comunque finito fuori, e un’altra che gli è finita dritta dritta nelle braccia. Infine, dire “è tanto tanto dura” in un momento come questo in cui le occasioni da goal non mancano per niente, manco in partite come quelle in casa della Juve e del Napoli, è pessimismo ingiustificato e distorsione della realtà. In porta ci arriviamo abbastanza facilmente, e i risultati lo confermano. Certo… è logico che le squadre che vengono qui per salvarsi si chiudano e che ci rendano difficile arrivare in porta, ma in questi casi, è difficile per tutti… vedi partita di andata con la juve… noi ci siam chiusi, e loro tranne il goal, non han creato nulla! E parliamo della juve… non vedo perché quindi, in questi casi, non debba esser dura anche per noi!!!

  43. ale ha detto:

    Caro Andrea e cari bloggers,
    Lorenzo De Silvestri è in diffida. Prima o poi ci scappa un giallo e dovrà star fermo un turno. Secondo voi con chi lo sostituirà il Mister?
    Io credo che sia il più difficile da sostituire sia per lo strabiliante momento di forma sia perché per il suo ruolo….non saprei chi pescare (domenica quando si rotolava in terra già mi immaginavo Berardi e l’uomo del mistero…..).
    Sono curiosa di conoscere le vs opinioni
    Saluti

    • andrea.lazzara ha detto:

      Potrebbe esserci lo spostamento di Mustafi a destra con Fornasier centrale come domenica. Oppure chissà, Mati Rodriguez: Mihajlovic non esclude(quasi) nessuno. A Verona nei minuti finali quando Lollo si fece male entrò proprio l’argentino.

      • moussa dembelè ha detto:

        A proposito di De Silvestri, mi sembra stia facendo un ottimo campionato e sia anche un importante uomo-spogliatoio.
        Andrea, puoi ricordarci la situazione contratuale di questo giocatore: e’ in prestito o in comproprieta’ e comunque abbiamo un diritto di riscatto gia’ fiisato? Grazie. Ciao.

  44. Wanted ha detto:

    Bisogna essere sempre coerenti, costi quel che costi.

    Ora tutti a dire bene, anche quelli che inveivano. E per mettersi la coscienza in pace dicono: “Si, vabbé, ma stiamo attenti che qui e là, sennò andiamo in B etc etc”.

    Io credo che in B non ci saremmo ai andati, anche con Rossi, per una serie di ragioni che in moti post ho argomentato, ma per carità non vi chiedo conto per non averli letti.

    Il tifoso deve tifare e usare il cervello, certo anche quello. La dirigenza attuale ha impiegato in questi anni oltre 100 mil di Euro per mantenere il nostro giocattolino. Quindi, si ringrazia e si porta a casa quello che ci danno, va bene?

    Ora, usare ancora lo spauracchio della B, mi dispiace dirlo, è demente, ma forse peggio: è coscientemente un atto per sobillare gli animi degli ingenui e destabilizzare l’ambiente.

    In B la Samp non ci va, non solo per l’organico che ha a disposizione – che come Sinisa ha mostrato, e parzialmente anche Rossi l’anno scorso, è da tranquilla metà classifica (lo è adesso, LO ERA ANCHE PRIMA, qui non c’è miracolo: c’è dato oggettivo), ma anche perché le terzultime (17 punti) viaggiano a 0,74 punti a partita, che fa una proiezione di 30 punti a fine campionato. La quota salvezza quest’anno è a 31-32 punti.

    Non mi credete? Vi ricordo che l’anno scorso il Palermo è retrocesso con 32 punti, quest’anno le ultime tre ne faranno meno. Quindi la Samp è già salva.

    Smettiamola con il disfattismo e la critica falsa, sotto la quale si cela masochismo e antisampdorianità.

    • Bulgaro ha detto:

      Caro Wanted, vale pure il contrario …
      Siamo retrocessi con una squadra probabilmente piu forte di questa solo per via del cervello cha ha grippato un po` a tutto l’ambiente. Tenere alta la tensione e` fondamentale nel calcio, ricordo un Verona di Malesani quarto al giro di boa retrocesso mestamente a fine campionato perche` si sentiva arrivato.
      Nel calcio conta la determinazione in primis, caratteristica che fa` diventare buono anche chi non lo e`; vediamo di non perderla ….

    • nello ha detto:

      Con Delio Rossi ci saremmo finiti in B eccome …..niente stimoli, nessuna certezza ,moduli che cambiavano ogni domenica, giocatori demotivati ( dal tecnico stesso), due vittorie risicate…..peggio di così !sarebbe stata B sparata.

    • Paolo1968 ha detto:

      Scusa, ma non ti seguo tanto.
      Tu sapevi che la Samp non andrà giù o che è da meta classifica (mi tocco, così… male non fa) perché OGGi la quota salvezza sui suppone a 32 punti e la metà classifica a qualche punto in più? Quindi il mercato estivo è stato fatto su questi presupposti?
      E comunque Sinisa ci ha preso da ultimi o quasi, anche quello era un dato obiettivo.
      Tra l’altro siamo andati in B con una squadra forse migliore… bè… allenata da Cavasin…
      L’ultima frase poi è una chicca: disfattista non lo sono mai stato, ma adesso mi sento falso, masochista e antisampdoriano. Meno male che ci sei tu.

    • Massimo Pittaluga ha detto:

      Wanted ognuno credo abbia il diritto di esprimere il proprio parere senza essere tacciato di masochismo o malafede. la maggior parte di noi me compreso stava con rossi ma soprattutto con la samp e ovviamente poi nel dispiacere di veder finire l’esperienza rossi così sperava in mihalovic perchè quasi tutti eravamo preoccupati di poter rischiare la retrocessione. ti ricordo che siamo retrocessi con una dicreta squadra e una dote di punti enorme 3 anni fa. il fattore ambientale fa tanto e oltre a non avere una squadra di alta qualità (ancora perchè giovane) si aveva timore della partita. ora dire che la retrocessione non era un rischio mi sa di previsione ex post, come anche era ex ante la previsione rovinosa del siamo già retrocessi. insomma magari un pelo più di flessibilità nel non voler sempre aver ragione a prescindere sarebbe opportuna. del resto a volte le cose cambiano per piccole decioni o coincidenze favorevoli o viceversa. ti porto un esempio vicino. se lo scorso anno romero non si addormentava sul cross di matuzalem probabilmente il genoa avrebbe rischiato grossissimo. forse racconteremmo una retrocessione. e mi chiedo quante volte un portiere di A prende goal così in un derby? senza polemica alcuna

  45. bisciagoal ha detto:

    idee per migliorare il prossimo anno

    1) conferma di Sinisa

    2) arrivo di Braida

    3) dimissioni/dismissione di Osti e Sagramola

    4) al posto di Osti, Fausto Pari

    5) un portiere affidabile, il che può voler dire anche uno come Puggioni del Chievo…. attenzione, con Braida al Milan e se le pretese non fossero eccessive, c’è anche Abbiati in scadenza contratto….anche se la grana Romero si ripresenterà puntualmente a luglio.

    6) terzino sinistro forte ( anche fisicamente )…in Nord Europa ci sono molti giocatori con questo profilo..non serve un virtuoso…basta un altro de silvestri.

    7) Cessione di Obiang per far cassa e puntare ad un centrocampista con più “fosforo” che sappia verticalizzare il gioco ( mercato estero o tra i giovani italiani emergenti)

    8) all’attacco: riconferma comproprietà di Gabbiadini, conferma di Eder e Lopez e acquisto di un giocatore con caratteristiche di trequartista: un brevilineo che sappia saltare l’uomo, per poter alternare al modulo 4-3-3- anche il 4.3.1 2, dando un tocco di imprevidibilità alla manovra ( uno alla Sau tanto per intendersi ). punta centrale alternativa a Lopez, attenzione c’è Klose in scadenza…un “usato” più che sicuro.

    • Bulgaro ha detto:

      Klose? Non credo che verrebbe a fare l’alternativa a Maxi, non credo che guadagni cosi poco e non credo che rientri in un programma di valorizzazione dei giovani 🙂

    • Kreek ha detto:

      @bisciagol. Un commento su quanto hai scritto:

      1)ok
      2) tocca alla proprietà decidere
      3) vedi punto 2
      4) credo che Fausto abbia iniziato da poco la carriera di procuratore. con tutto l’affetto non so che DS potrebbe essere….sarebbe comunque bello riaverlo in Blucerchiato con un altro ruolo.
      5) per prendere Puggioni, allora mi terrei Da Costa! Se si può migliorare, e l’allenatore é d’accordo, ben venga un nuovo portiere…ma ora forza Da Costa!
      6) hai detto niente! De Silvestri é da nazionale secondo me tra i 2-3 migliori d’Italia nel suo ruolo. Sul nord Europa…non vorrei un altro Poulsen 😉
      7) su questo potrei essere d’accordo; ma non saprei quanto ancora possa crescere Obiang, la valutazione spetta ai tecnici. Se potesse ancora crescere, aspetterei per “monetizzare” meglio in futuro e nell’immediato usufrirei ancora della sua tecnica.
      8) ok le conferme, ok un centrocampista-attaccante di fantasia, il classico 10, sempre che Sinisa lo ritenga utile…Sul resto mi sembra ancora presto…Klose lo lascerei perdere. Secondo me fatti i mondiali (se segnasse un gol sarebbe recordman di sempre per reti realizzate nella fase finale del mondiale), a 36 anni, credo sia adatto per esperienze “esotiche” (Canada, Usa, Dubai, Qatar ecc.) o per tornare in Germania.

      In ultimo una riflessione: prima di fare certi discorsi aspettiamo di raggiungere l’obiettivo 😉

    • Dorianodoc ha detto:

      9) Cessione della società a persone competenti e motivate. Puro sogno, come d’altronde alcuni punti scritti da te.

    • Michele G. ha detto:

      1) D’accordo con te
      2) D’accordo con te (ma pare che i punti 1 e 2 siano già sicuri)
      3) Pienamente d’accordo con te e direi che, con l’arrivo di Braida, la cosa potrebbe essere automatica.
      4) Pienamente d’accordo con te.
      5) Romero, ingaggio a parte, rappresenterebbe, secondo me, un’alternativa più tranquillizzante rispetto a Da Costa. Se dovessimo cercare in Italia, allora mi andrebbe bene Pegolo, o quell’Alberto Brignoli di cui ignoravo l’esistenza (grazie Carlo 66 ed Andrea Lazzara per avermi dato l’opportunità di informarmi).
      6) D’accordo con te.
      7) D’accordo con te.
      8) D’accordo con te, tranne che su Klose, perché è più il tempo che passa in infermeria che quello in cui si rende utile sul campo.

      Con simpatia.
      Michele G.

    • Lollo ha detto:

      Quoto tutto solo due dubbi:
      punto 4 – qualche perplessità su Pari ma sarebbe una ulteriore ” sampdorianizzazione ” della Sampdoria
      punto 8 – Maxi deve ancore dimostrare di avere buona tenuta e affidabilità fisica

  46. Paolo1966 ha detto:

    Il calcio si basa essenzialmente su due presupposti: si gioca con un pallone e le tabelle/statistiche portano sfiga.
    Quando comincio a vederne tante riferite al nostro andamento me le strizzo così forte che prima o poi me le ritrovo in gola…

    • Bulgaro ha detto:

      hahahahaha verissimo! 😛

    • Michele G. ha detto:

      D’ACCORDISSIMO!!!
      Io, a dire il vero, con un commento al topic precedente, ho fatto dei calcoli matematici, più che tabelle o previsioni. Infatti, ho detto che, se a noi mancavano 15 punti (era prima della vittoria sul Cagliari), alle squadre che erano, e sono rimaste, a 18 e 17 punti in classifica, ne mancavano, rispettivamente, 22 e 23 per raggiungere quota 40, il che, francamente, non mi pare proprio possibile per tutte contemporaneamente. Oltretutto, negli scontri diretti si tolgono punti a vicenda ed in caso di pareggio ci perdono punti entrambe.

  47. STEL ha detto:

    E’ vera la notizia dell’abolizione delle comproprietà che riguarda i cartellini dei giocatori? Se si, per le attuali comproprietà come ci si comporterà?

    • gianni ha detto:

      Se non ho capito male ci sarà il divieto di stipularne di nuove ma per le vecchie varranno le regole attuali fino alla scadenza.

  48. adviser ha detto:

    So bene che il blog dovrebbe essere fonte di pensieri parole opere ed omissioni gneriche e culturally correct non dovrebbe mai scendere alla polemica personale ma davvero leggendo bisciagoal e altri trovo impossibile trattenermi… Prima dal ridere delle loro teorie pensando ch aldilà dei nickname questi di calcio vissuto e praticato non sanno nulla eneppure la lunga militanza tifoidea li aiuta a capire di calcio…
    Passare da scetticismo assoluto da negatività assolute a bieco e falso entusiasmio solo per poter nascondere all’interno quella frase che potrebbe aiutarli in un qualsiasi momento di difficoltà a riprendere il loro ruolo nmaturake di cassandre. Ora che non possono prendersela ne con la società intesa come proprietà ocon i tecnici o con i giocatori eccoli pronti a gettare la croce su chi ha ereditatio situazioni difficili e non costruite da loro medesimi,,, Volessimo fare chiarezza dovremmo valutare le cose come si fa in qualsiasi azienda. Un management probabilmente troppo giovane ha fatto cse discrete magari con la presunzione naturale e connaturata allo stato di gioventù, Ora dal gennaio scorso c’è in società un altro management ben delineato con chi si è preso in carico le funzioni amministrative ( Sagramola, specificatamente dedicato alla realizzazione dello stadio e comunque della realizzazione dei nuovi impianti sportivi con il nuovo ingresso di Remondini come responsabile economioco finanziario) e uno staff tecnico da rimpolpare con l’esperioenza di Braida al fianco di Osti e di uno staff di osservatori da guidare vista la loro giovane età. Punto. O meglio questo come struttura aziendale dove non bisogna dimenticare Vittorio Garrone Anna Pettene il consiglio d’amministrazione e i dirigenti delle varie aree specifiche Marangon Caroli e chi scusandomi certamente dimentico. Quindi grazie a Edoardo Garrone la Samp ha una struttura societaria ben delineata e definita.
    Inutile soffermarsi poi sulla parte tecnica dove il solo ingresso di Mihajlovic ,lui si tecnico che ha il calcio nel sangue e ha giocato ai livelli più alti ha dato la stessa scossa che a suo tempo Boskov diede ad una banda di ragazzotti peni di talento colo raccontando anche lui di sfide mondiali riservate a pochi da capitano di una Jugoslavia stellare e di selezioni mondiali… Questo è il calcio di oggi..esattamente come quello di ieri e sarà per sempre cosi. Il vorticoso giro di soldi non cambia l’essenza ma solo il conto in banca dei Rajola di turno…ma credete questo è solo un dettaglio….

  49. Fabiosamp ha detto:

    Andrea come vedi ho smesso di fare polemica con certe persone perché è evidente che non ne valga la pena…detto questo come puoi ben vedere il blog sta prendendo la sua direzione…come quella di altri blog in giro…la disinformazione regna e le ricostruzioni fantasiose sulla gestione societaria imperano….
    Chiunque conosca minimamente dall’interno questa società sà come stanno le cose e come sono andate negli ultimi anni….
    La cosa che mi dispiace maggiormente ė che qualcuno dei protagonisti di questi ultimi scempi possa leggere su un blog molto seguito considerazioni di cui gongolarsi,molti post ormai assomigliano a comunicati stampa….
    A me poco importa,sinceramente,di continuare a dialogare con certe persone perché ho la fortuna per diversi motivi di conoscere abbastanza bene i meccanismi che regolano ed hanno regolato la Sampdoria negli ultimi anni…questo mi consente di avere un idea chiara di quello che succede alla mia squadra…per fortuna risultati,giocatori,numero di allenatori,numero di dirigenti e bilanci fallimentari sono sotto gli occhi di tutti quindi se qualcuno pensa che 3 vittorie ribaltino 4 anni di fallimenti non ha capito nulla…non ha capito che il giochino non ė che a seconda di tre risultati esistono i giusti e i reietti o viceversa…come ho scritto diverse volte mi auguro che questa dirigenza torni a meritarsi gli applausi,che non sono mai mancati se è quando meritati,ma nulla cancella il passato.
    Mi rendo conto che a volte si parla su piani totalmente diversi e la comunicazione ė difficile perché sono differenti le emozioni,le sensazioni,il coinvolgiment o che proviamo per la Sampdoria.
    Spero sul serio di sbagliarmi e non vedere diventare questo spazio dove scrivo da anni come altri sul web..
    In ultimo vorrei lanciare un messaggio a chi popola ultimamente il blog in modo ossessionante…cari amici potete ricostruire di fantasia tutto quello che volete su Sagramola,Osti,Garrone,da Costa,ecc.però qualcuno si ė permesso di tirare in ballo specifici gruppi della sud millantando amicizie e di conoscere la loro linea di pensiero…ecco su questo vi invito a lasciare perdere…perché intanto questi gruppi hanno i loro canali di informazione,che non sono questo blog,dove ė ben espressa in diversi comunicati la loro posizione…quindi andate a leggere e non permettetevi di millantare almeno sulla tifoseria,quella vera,unica parte rimasta sana di questo giocattolo malato.
    Continuerò a leggere con piacere i vecchi del blog.
    Ai nuovi ossessivi lascio le repliche che non mancheranno a cui non risponderò.
    Saluti blucerchiati a chi Ama la Sampdoria!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Fabio, rispetto la tua opinione e decisione. Però mi permetto di osservare è che, al di là di tutto, ti allontani perchè non ritrovi espresse le idee che tu vorresti venissero propugnate. Questo è un blog che è diverso da un forum: c’è un tizio che lancia un commento e gli altri esprimono le proprie opinioni. Io spero che traspaia in me e credo nella maggior parte dei bloggers lo spirito costruttivo di chi vuole davvero bene alla Sampdoria. Mi arrabbio(lo avrai notato anche tu) quando percepisco che qualcuno, come dico io, sembra goda delle sconfitte. Così come, in momento positivo è sempre meglio…essere attenti. Ripeto: ho le mie idee, le esprimo, mi sembra che non collimino con le tue e ti rispetto. Ma dire che qui c’è il pensiero unico, mi spiace ma non mi trovi d’accordo. A presto

      • Kreek ha detto:

        Ottima risposta, fra l’altro quanto hai scritto é la semplice verità.

        Non comprendo alcuni frequentatori di questo spazio, e non parlo specificatamente di Fabiosamp, che, quando si imbattono in qualche pensiero diverso dal loro, lo bollano subito come “pensiero unico”…Ma che vuol dire? Chi la pensa diversamente da me, la pensa DIVERSAMENTE. Chi la pensa come me, la pensa UGUALE. E devo dire che in questo blog mi sembrano ben rappresentate TUTTE le sfumature del solo Pensiero Unico che concepisco: quello BLUCERCHIATO 😉

        Ciao e grazie per l’attenzione!

    • Dorianodoc ha detto:

      Fabio, condivido anche i puntini! Continua a scrivere io ti leggerò sempre volentieri e soprattutto non lasciamo il blog ai talebani garroniani, con questi bisogna avere gli occhi apertissimi……

  50. aldo 48 ha detto:

    l’oggetto misterioso ,acquistato all’ultimo respiro questa estate e ritornato alla reggina……ha già segnato due gol…..vuoi vedere che osti è un…fenomeno?

  51. Fabiosamp ha detto:

    Andrea continuerò a rapportarmi con chi merita…non ho detto che il pensiero unico regna ma che qualcuna si sta adoperando per….io non vorrei solo leggere chi la pensa come me anzi proprio l’opposto…ma quando certe situazioni sono oggettive sono oggettive…detto questo vedrai che continuerò a scrivere in modo diverso e probabilmente su certe cose la pensiamo allo stesso modo…viva il confronto anche acceso ma supportato da fatti non p…..e comunque il mio era solo un modo per dichiarare come vivrò il blog in futuro non mi allontano e spero non lo facciano altri amici proprio per evitare che diventi un blog di auto promozione…..FORZA SAMPDORIA

DI MALE IN PEGGIO

“Non mi è piaciuto quasi niente, sembravamo una squadra sparring partner, pavida, non ho visto voglia di lottare”. Parole di Claudio [&hellip

LOCKDOWN

La Sampdoria ha ricominciato la nuova stagione dall’esatto punto in cui l’aveva interrotta per il lockdown lo scorso 8 marzo: [&hellip

POCO O NIENTE DI NUOVO SOTTO LE… NUVOLE

Per prima cosa, un festoso saluto a TUTTI, per dirla come il comico di Zelig. E’ un piacere ritrovarvi e [&hellip

QUALE FUTURO

Sto per andare in ferie, l’appuntamento è verso la fine di agosto per una nuova stagione insieme. Speriamo non di [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta