IL “MIRACOLO” DI SINISA. MA LA STRADA E’ ANCORA LUNGA..

2 Dic 2013 by andrea.lazzara, 129 Commenti »

Cari amici di Samplace, prima di scrivere questo post mi sono imbattuto in un messaggio di un amico che interviene spesso e che dice “Si parlerà di buona partita, ma stasera la serie B è servita”. Bene, la classifica in questo momento, è così. Ma se dopo aver strappato un meritato pareggio sul campo dell’Inter l’ambiente si fa prendere dalla rassegnazione, e anche un pò dal disfattismo a tutti i costi, il punto di partenza di qualsiasi discussione è sbagliato. Perchè la nuova Sampdoria di Sinisa Mihajlovic, almeno, ha avuto il pregio di restituire all’onore del mondo e ai tifosi una squadra che lotta, combatte, che pressa alta, che gioca per mettere in difficoltà l’avversario. Con Rossi ormai sembrava un “sunset boulevard”: ora, passatemi l’esperessione, chi va in campo sembra “miracolato” rispetto a tre settimane fa. Va da sè che le prossime tre partite saranno fondamentali: 7 punti tra Catania,Chievo e Parma sarebbero il massimo, 6(magari, se proprio si deve perdere, meglio contro il Parma che contro avversari diretti) rappresenterebbero un buon bottino. Sinisa ha conquistato tutti con la sua voglia di fare e la sua semplicità: ha ridato opportunità a chi non ne aveva più(il minuto di Maresca domenica scorsa, è un segnale, i 5 di Renan sono già valsi un punto), ha messo i giocatori al loro posto, ha lavorato sulla testa. I punti con avversari di tutto rispetto come Lazio e Inter sono stati 2 ma potevano essere 4 e questo è un altro elemento. Le carenze tecniche non vanno assolutamente dimenticate: manca l’inventiva, manca anche un vero bomber con tutto il rispetto per il sacrificio di Nicola Pozzi li davanti, in mezzo Pedro continua ad andare a corrente alternata, Da Costa non è un portiere che ti porta a casa dei punti. Detto questo, e visto che non si può fare altrimenti per ora, meglio stringere i denti e mettere più fieno in cascina possibile. Domenica prossima sarà fon-da-men-ta-le. Vincere con il Catania darebbe anche un segnale alle altre concorrenti per la salvezza, come a dire “La Samp c’è”.  La strada sarà impervia, lo sappiamo tutti, e servono innesti nel mercato di gennaio. Ma almeno una base caratteriale su cui lavorare si sta costruendo.

129 Commenti

  1. Paolo1966 ha detto:

    Che queste ultime tre giornate sarebbero state sfavorevoli era fuori di dubbio.
    Ma possiamo dire di aver ritrovato una squadra.
    Sia con la Lazio che soprattutto ieri si e’ rivista una squadra che lotta e gioca per 90 minuti.
    Ieri il dato piu’ saliente e’ stato proprio quello di un gioco di squadra costante per tutta la partita, e’ stata la squadra nel suo complesso a fare la prestazione.
    E’ ovvio che all’interno del blocco ci siano dei distinguo.
    Tra quelli positivi metto Palombo (erano quattro anni che non giocava così) e Soriano (finalmente volitivo), tra quelli negativi metto Pedro (sbagli aun’infinita’ di passaggi) e la mancanza di un finalizzatore, un centravanti pericoloso ce metta in apprensione la squadra avversaria.
    Del portiere se ne e’ gia parlato.
    Sono certo che Sinisa dove potra’ riuscira’ a sistemare, il resto dovra’ farlo la proprieta’.
    Se devo dare unapreferenza piu’ di tutto ci serve una punta vera, se poi riuscissimo a trovare un portiere ancora meglio.
    La cosa che mi preoccupa e’ che le candidate alla B al momento non sono tante e tutte continuano a camminare, quindi una striscia positiva e’ indispensabile

  2. alessandro ha detto:

    ciao andrea, ciao a tutti.
    la samp di ieri, come la samp vista contro la lazio a me non è dispiaciuta se pure si ha la netta sensazione manchi sempre qualcosa, di una squadra che si ci sta mettendo il carattere come sottolinei tu ma che tuttavia si sbriciola non appena l’onda d’urto si fa un pò più forte. MI sembra sempre una squadra troppo giovane e spaesta con una mentalità che forse sta cambiando ma che ancora non reputo sufficiente. Non so ma vedendo le altre solo bologna e catania mi sembrano alla portata, il modestissimo a mio parere chievo però si sta dimostrando molto più solido. Le partite decisive saranno le prossime tre ed oltre al carattere ci vorrà tutta la lucidità che fino ad oggi ci è mancata e ci è costata tanto a giudicare dal gol che continuo a pensare assurdo e non sfortunato presto domenica scorsa contro la lazio. Lo so che con i se e i ma non va da nessuna parte ma 4 punti sarebbero stati oro in questo momento. Su da costa mi dispiace perchè lo stimo come credo tutti i tifosi e non è forse colpa fino in fondo sua ma vittima delle circostanze, tuttavia pensiamo per un attimo come sarebbe la classifica a portieri invertiti con il genoa. NOn so se noi avremmo tanti punti in più, forse due ma credo che il genoa ne avrebbe parecchi di meno. Insomma io penso che sinisa stia facendo bene, che i rinforzi dovranno esserci e di qualità, che la samp potrebbe avere anche due punti in più ma che l’ossatura della squadra non è tuttavia da serie a e solo una serie di super prestazioni, la massima concentrazione ed anche un pò di sano c.. ci potrebbe far risalire la china. Saluti a tutti,
    ale

  3. Massimo Pittaluga ha detto:

    ciao andrea concordo in toto perché comunque un punto con l’inter a milano è tanta roba. questi sono punti pesanti per una squadra che si deve salvare. arriva il ccatania a cui mancheranno se non erro barientos bergessio tacticidis e questa parita vaper forza vinta e non sarà facile ma possibile. comunque serve quaità con un portiere un terzino o laterale sinistro e un attaccante che segni di qualità. ci serve qualche innesto di buona serie A perché sinisa ha dato energia ma questa non dura per sempre senza qualità. la prima partita di gennaio ci devono essere giocatori veri. questa squadra comunque vale almeno catania Livorno bologna sassuolo chievo e qualche altra ma se sei tra le sei sette più gramme per tre posti il rischio è grosso. devono investire in società soprattutto con questo allenatore che valorizza i giocatori.

  4. flex ha detto:

    Ieri praticamente nello stesso momento abbiamo pareggiato noi, il sassuolo, l’atalanta e ha perso l’udinese. Un pò come per gli uragani in un minuto la nostra classifica è passata da terrificante a molto preoccupante. Non perdiamoci d’animo perchè nulla è ancora scritto.
    Abbiamo mille opportunità per recuperare, se siamo pronti a coglierle.

  5. Dorianodoc ha detto:

    “Domandona” Andrea, come mai con Rossi era un sunset boulevard e ora scrivi di questo “miracolo” caratteriale? Ricordo xhe Delio Rossi era sato ingaggiato e sostenuto dalla quasi totalità del tifo doriano proprio per le sue doti caratteriali. Cosa è successo in pochi mesi? Se vuoi il mio piccolo parere ti dico che tutta questa grinta non è che l’ho proprio vista. Ieri, a differenza di altre partite, ti è entrato il tiro della disperazione, altre volte era uscito e perdevi la partita. Con le “bocche da fuoco” che schieri davanti le possibilità di segnare stanno nelle dita di una mano. Da un centrocampo che schiera interditori coi piedi neanche tanto buoni ti puoi aspettare qualche giocata degna di questo nome? Ed infatti zero assoluto. Nel frattempo se anche il Chievo si mette a vincere la situazione si fà ancora più dura. Cinque squadre per tre posti e ci siamo dentro fino al colo……….

    • andrea.lazzara ha detto:

      La grinta non l’hai vista? Scusami ma non ti capisco. Chiedi a Mazzarri se la Sampdoria ha avuto grinta. Oppure, palo a parte, ricordami le occasioni da gol dell’Inter nella ripresa… Ma al gol di Renan, perdonami, eri contento?

      • sampdorianamente ha detto:

        @andrea.lazzara: “Ma al gol di Renan, perdonami, eri contento?”. STANDING OVATION!!!!!

      • Dorianodoc ha detto:

        Pensi forse che non ero contento? Però aspetterei un attimo ad esaltarmi sulla prestazione tutta grinta, visto che non mi hai risposto sul fatto che con Rossi (allenatore di carattere almeno quanto Sinisa, o no?) parli di sunset boulevard. Prima di dire che è primavera, non voglio vedere una rondine, ma voglio vederne un bel pò!

        • andrea.lazzara ha detto:

          Ok, è ovvio qui nessuno ha l’anello al naso. La Sampdoria è penultima e di strada da fare ne ha tanta. Ma santo cielo, perdonami e te lo dico con grande simpatia nei tuoi confronti, ma tu hai visto un’altra partita! Ripeto, la cartina di tornasole è l’incaz… di Mazzarri che è arrivato quasi(non lo dirà mai esplicitamente, lo conosciamo) a dire che la Samp ha meritato.

      • Bulgaro ha detto:

        Ovviamente no, sai quanto veleno poteva sputare in piu se si perdeva …

        Tu ci sei da poco, ma noi lo conosciamo da anni …

        • Dorianodoc ha detto:

          Caro Bulgaro, qui non si tratta di sputare veleno. Si tratta di non voler più vedere il Doria a Gubbio o Castellammare o Nocera. Tu sei di quelli a cui và bene tutto, io no. Sei più doriano di me? Penso di no.

          • Bulgaro ha detto:

            Io non ho detto che tu sei piu o meno doriano, ho solo detto che hai un atteggiamento distruttivo che e` un po` differente.
            Credo che nessuno di quelli che scrivono nel blog abbiano piacere a vedere la Samp messa male e che a nessuno vada bene tutto come dici tu. Banalmente io mi ritengo molto piu realista di te che costruisci complotti e spari a zero su tutto e tutti senza la benche` minima critica o ipotesi costruttiva, e detto sinceramente pare che questo ti piaccia visto che quando le cose vanno bene non dimostri lo stesso entusiasmo.
            Io non ti conosco personalmente, ma quando vedo il tuo nickname io mi immagino Tafazzi.

      • doria65 ha detto:

        Secondo te? Per me ha tirato craniate contro il muro…

        Il tiro della disperazione…. Ogni gol che facciamo o è fortuna o è il tiro della disperazione…

        Non succede, ma se succede…

    • Bulgaro ha detto:

      Hai ragione, la Samp ha giocato le ultime 2 partite esattamente come le precedenti; ha subito e imbarazzato per tutti i 90 piu recuperi.

    • nello ha detto:

      Ora la Samp e’ squadra gioca bene( per quanto possano questi giocatori ) e ha grinta da vendere ,altro che, il Chievo che tu citi,non ha giocato con Lazio( con un uomo in meno) e con l’Inter a Milano,ma con Verona (noi ci abbiamo perso e’ vero,ma quella era appunto, un’altra samp ) e con un Livorno allo sbando,queste cose devi considerarle, a partite invertite magari noi pure avremmo fatto 6 punti , chissà’ .

    • gianni ha detto:

      L’hai patito più di Tohir quel gol…

  6. MadMick ha detto:

    Nonostante tutto e tutti sono fiducioso come non lo sono mai stato in questa stagione.

    Spero che sinisa faccia resuscitare i morti come per anni ha fatto l’allenatore dei bibini.
    Ieri si è visto un buon Regini (nella sua naturale posizione), un ottimo Renan (un tiro un gol: 100%!) e anche Soriano ha lottato per tutta la gara.
    C’è ancora da lanciare Maresca e magari da valorizzare Rodriguez., dopodichè mano al portafogli perchè mancano parecchie pedine,
    Prima di tutto un portiere!
    Nel dubbio ieri Da Costa sul gol è andato a parare già dentro la linea di porta, per poi superarsi con una grande parata all’inizio del secondo tempo: ah no, quello era il palo!

  7. Paolo1968 ha detto:

    Visto che l’ho sempre criticato, per una volta vorrei sottolineare la prestazione di Soriano, a mio parere buona.
    Per quanto riguarda l’attacco… d’accordo che nessuno sa segnare a ripetizione. E’ anche vero che, tenendo costantemente il pallino del gioco, abbiamo tirato 3 volte da 30 metri e una è andata bene.

  8. gianni ha detto:

    Caro Andrea, il messaggio che citi è stato scritto alla fine del primo tempo; a quel punto la partita era già persa, figuriamoci se si può aspettare la fine del match per sfogarsi…

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ahaha non ho guardato l’ora. Vabbè mettiamola così: monito! Non siamo disfattisti in questi giorni! :-)))

  9. MARCO ha detto:

    sono d’accordo con Te Andrea. Per quanto mi riguarda, nonostante l’ulteriore peggioramento di una classifica già pessima, per la prima volta ho qualche elemento per essere ottimista. Ammetto che fin’ora ho trovato le opinioni ottimiste di tanti doriani come un pò stupide o almeno ingenue, e resto convinto che le carenze della rosa siano gravissime, tuttavia debbo riconoscere che Sinisa ha lavorato pesantemente sulla testa dei giocatori. Se si rotreocederà almeno si venderà cara la pelle. Su questa falsariga spero di interpretare le prestazioni di un Soriano finalmente convinto e di un Renan decisivo con un tiro che gli avevamo visto fare solo su youtube. Spero che i ragazzi non mi smentiscano e spero anche che molti altri in ombra abbiano un sussulto d’orgoglio. Tutto ciò è la riprova che gli allenatori al giorno d’oggi hanno un ruolo fondamentale soprattutto sugli aspetti motivazionali e di gestione di un gruppo di uomini prima ancora che per gli aspetti puramente tecnici. Credo anche che sia fondamentale quanto un allenatore appartenga ad un certo ambiente, quanto ne condivida certi valori e sia abituato a respirare una certa aria. Sinisa è un professionista (roma,lazio samp, inter) e poi catania e fiorentina da allenatore, ma un pò sampdoriano lo è, e questo è un valore aggiunto.
    Anche la squadra che s’allena a Pegli ha ripreso un allenatore buono ma che non si è trovato bene in altre piazze; tornando ha fato bingo ritornando a respirare l’aria (per me malsana) che c’è sull’altra sponda.

  10. robmer ha detto:

    hai ragione Andrea, il disfattismo è un delitto, ma con la Lazio abbiamo buttato via due punti d’oro. Questa non è una squadra da retrocessione e Mihajlovic sta facendo benissimo sia sul piano tattico che sul piano psicologico.
    Ma se Rossi era boicottato dalla squadra, non parlava coni giocatori e ostracizzava alcuni elementi (appunto, Maresca e Reana) a “prescindere”, visto che era lì da un anno, la dirigenza non aveva il dovere di muovere il culetto un po’ prima?
    Come vedresti un 4231 con renan estero di sinistra e eder unica punta -almeno fuori casa?

  11. cri 71 ha detto:

    Buon giorno Andrea. Oggi si è vista oltre alla grinta anche la fortuna che mancava da tanto. Il gol, bellissimo, tra l’altro, arriva nel finire di partita. Qualche mese fa avremmo preso il secondo invece di pareggiare. Speriamo che sia un segnale di cambiamento anche questo. rimaniamo tutti fermamente convinti che però manchino alcuni elementi fondamentali nella rosa. I nomi che stanno circolando non mi confortano sono tutti perfetti sconosciuti. Hai qualche informazione su giocatori di sostanza e scafati che sono nel mirino per Gennaio ??
    grazie per la risposta.

  12. Lollo ha detto:

    Molto bene ! spero non si tratti di un fuoco di paglia, dovuto all’effetto ” allenatore nuovo “; necessario fare quei famosi 6/7 punti di qui alla sosta e soprattutto preparare e collaudare un assetto nel quale inserire, già da inizio Gennaio, due/tre elementi di valore ( se possibile già rodati ) ; solo così, a mio avviso, si potrà sperare in una salvezza che ad oggi rimane molto ma molto complicata. Quello che più mi ha stupito ( e anchi qui concordo con te, Andrea ) è che in queste due partite le castagne dal fuoco ce le abbiano tolte due giocatori sui quali nessuno ( nè Rossi nè noi tifosi nè forse voi addetti ai lavori ) scometteva più: Soriano e Renan ( quest’ultimo poi a me è sempre piaciuto: non è un fuoriclasse ma credo che se ben motivato e inserito in un certo contesto possa essere molto utile: come assist man lo ricordo tra i principal artefici della promozione in A ). E’ chiaro che con una rosa così ampia ( che andrà necessariamente sfoltita.. ) sia difficile considerare tutti sullo stesso piano, probabilmente prima o poi mister Sinisa battezzerà titolari, prime e seconde linee; tuttavia l’aver azzerato le gerarchie e il fatto di tenere tutti sulla corda ( entrare segnare vuol dire essere lucidi , concentrati e motivati ) è un suo gran merito. Resta quindi molto rammarico per l’essere ridotti a penultima della classe, ma adesso un po’ di ottimismo in più c’è. Forza Doria sempre

  13. Daniele da Rapallo ha detto:

    Caro Andrea, ottime considerazioni.
    Il portiere non è di quelli che ti portano punti, l’attacco segna poco o niente mentre il centrocampo è carente di uomini da ultimo passaggio.
    Così è stata costruita la spina dorsale della squadra quest’estate da un DS che non saprei definire se colpevole o con zero budget a disposizione o forzato ad ingaggi con tagli orrizzontali miopi alla Tremonti.
    Fatto sta che ora abbiamo un allenatore che sembrerebbe, per ora , aver trasformato la squadra se non altro come approccio e mentalità e forse riuscirà a recuperare qualche giocatore.
    Come tu sai Andrea noi che scriviamo qua nel blog e seguiamo le vicende della squadra, ci informiamo guardiamo anche altre emittenti e qualcuno di noi (i più fortunati) hanno magari anche qualche conoscenza nel mondo del calcio che conta o contatto dall’interno. Fatta questa premessa ne faccio un’altra : sappiamo che voi in trasmissione non potete certo dire tutti quelli che sono i fatti ed i risvolti a vostra conoscenza con relative fonti ma vi limitate (come forse impone il buon senso e la regola televisiva) a fornire qualche notizia “velata” in pasto al telespettatore senza potervi sbilanciare ed in mancanza di contradittorio.
    Proprio per questo vorrei chiederte a te lumi velati circa quanto esposto ieri sera da Simona nella vostra trasmissione la quale faceva capire che, a meno della solita occasione irrinunciabile (frase fatta), sembrerebbe che la società sia intenzionata a continuare con questi. Questo ovviamente monitorando le prossime tre partite e relative prestazioni.
    Sappiamo tutti che anche qualore seguissero buone prestazioni nelle tre gare antecedenti al mercato, la squadra ha lacune madornali e continuare così vorrebbe dire sfidare la sorte in una maniera così sfrontata che la serie B sarebbe una giusta punizione del destino più che una cosa meritata sul campo.
    Potresti dirci, Andrea, quelle che sono le tue sensazioni (nessuno ti chiede di sbilanciarti) circa il mercato ? Ovvero a tua sensazione compreranno qualcuno di buono, o saranno così arditi e fiduciosi (non mi stupirebbe) da sfidare la sorte con questi in organico ?
    Come al solito ti ringrazio anticipatamente per la tua eventuale risposta nella mole di lavoro del blog.
    Con simpatia..

    Daniele

    • andrea.lazzara ha detto:

      A parte che poi sta storia del “potete dire” “non potete dire” a me infastidisce sempre un pò. Perchè si associa a quello che poi la gente pensa di sapere “perchè gliel’ha detto l’amico del cugino del portinaio del palazzo della sede” (ma noi non lo possiamo dire, detto in simpatia eh!). Comunque è evidente che l’imperativo sia: non dilapidare. Ma dagli torto .In fin dei conti quest’estate la Samp ha pure speso ma si ritrova con 31 giocatori, un bilancio negativo e il penultimo posto. Come scrivevo qualche giorno fa, interventi mirati ma che facciano crescere il valore tecnico della squadra. Che ce ne sia bisogno penso che anche il Presidente lo sappia perfettamente.

  14. nello ha detto:

    E’ vero la B e’ servita,ma non dimentichiamo che noi abbiamo giocato contro Lazio e Inter ,il Chievo tanto per dire ha vinto all’ultimo secondo a Verona ( così come contro di noi la Lazio ha pareggiato alla’ultimo secondo)e ha vinto contro un Livorno derelitto ,quindi prima di essere disfattisti guardiamo le cose da tutte le angolature,io ,dopo aver visto la squadra di Sinisa ho molta fiducia, certo la società’ deve assolutamente fare qualcosa di buono sul mercato, però’ adesso ci credo davvero.

    • doria65 ha detto:

      Non solo… A me la vittoria del Chievo col Livorno no ndispiace proprio perché ritira dentro la lotta il Livorno (che non è esattamente il Real madrid, eh…)

  15. Lidia ha detto:

    Dobbiamo sudarcela proprio la risalita… Abbiamo tanto sofferto e soffriremo ancora perche’ nulla ci sara’ regalato, guarderemo la piramide da scalare e collocheremo pietra su pietra con l’umilta’ e la determinazione che oggi ci caratterizza.

    Seduto vicino a me un amico sconsolato ripeteva: finira’ 1 a 0, possiamo provarci sino a domani, vedrai…Io sentivo che il filo di speranza si faceva via via sempre piu’ sottile e pensavo fra me: ci fosse un po’ di giustizia!, non meritiamo di perdere . L’esplosione di gioia e’ stata quella delle grandi imprese.

    La squadra in campo ha dato tutto. A viso aperto si e’ battuta con coraggio ed audacia, a ritmi elevati contro una delle compagini piu’ forti del campionato opponendo i Regini, i Mustafi, Renan ai Juan Jesus, Campagnano, Guarin… senza sfigurare, anzi. La parola chiave per Sinisa e’ rigenerazione. Anche se siamo penultimi e possiamo rimpiangere solo il tempo perduto, io credo fortemente nella risalita e rifuggo dai pessimisti, negativi, necrofori che ci danno gia’ per spacciati.

    Il centrocampo e’ compatto e fa da diga dando equilibrio a tutta la squadra. La testa sta girando bene e lo si vede perche’ esprimono nell’atteggiamento le chiare direttive di Sinisa. Qua’ e la’ emergono difetti da correggere:
    individualita’ di Gabbiadini che si lancia in azioni personali a discapito del lavoro collettivo ed Obiang che fa cose eccelse ma poi ricade in errori infantili.

    Volevo invitare a distogliere un po’ la sguardo dal nostro portiere. E’ vero, specialmente da inizio campionato non e’ stato un valore aggiunto e qualche cappella gli si puo’ addebitare ma anche la difesa aveva le sue responsabilita’ e comunque sul tiro di Guarin (mi pare fosse sul palo) nulla poteva fare mentre si e’ distinto in un bell’intervento su tiro di Cambiasso. Non consideriamolo sempre come la pecore nera, parafulmine di tutte le disgrazie. Io credo che il buon rendimento sia contagioso e che la buona difesa renda piu’ sicuro anche l’operato del portiere, e poi ci sono i campioni, quelli che compiono miracoli ed hanno costruito la loro fama sui salvataggi estremi e se a gennaio arriva uno cosi’ gli spalanchiamo le braccia, nel frattempo…

    Ho gia’ l’adrenalina dentro per la partita di Coppia Italia con il Verona. Mi sveglio al mattino e non mi sembra vero di pensare positivo e trasmetto buoni auspici a quelli che mi guardano stupiti e mi ricordano, crudelmente, che siamo penultimi.

    • ale ha detto:

      Il palo, sul tiro di Cambiasso è stato il palo a impedire il gol. (sic!)

    • doria65 ha detto:

      Magari uscire sul cross, come qualunque portiere al mondo avrebbe fatto, anziché buttarsi per terra dentro la porta due minuti prima che Guarin tirasse?

  16. fabiosamp ha detto:

    Pienamente d’accordo Andrea,
    Finalmente carattere e grinta come la Sampdoria deve avere,certo ora che si respira un aria nuova qualcuno e sparito dal blog…quelli a cui PIACE vedere una Sampdoria dismessa,in balia delle onde a combattere con Chievo e Sassuolo…
    Con questo non voglio certo dire che ci salveremo facile anzi…ma se il buon giorno si vede dal mattino sono piu fiducioso di due settimane fa…
    L’entusiasmo e tanto e magari qualcuno si accorgerà che il calcio e questo e non gelidi numeri…ora al carattere e all’entusiasmo va aggiunta la tecnica e il cocktail salvezza e servito.
    Il mercato lo farà sinisa per fortuna( correggimi se sbaglio Andrea) e prego perche Garrone per una volta faccia qualcosa in prospettiva ossia INVESTIMENTI e non tapulli…
    Questa squadra si deve salvare e deve porre le basi per giocarsi l’Europa l’anno prossimo,il mister per farlo lo abbiamo…tre giocatori da Sampdoria a Gennaio e tre a Giugno per tornare ad essere la Sampdoria…chi si e appassionato alla lotta per non retrocedere o alla serie b puo sempre cambiare squadra e andare a tifare Sassuolo,Crotone,nocerina,Livorno,Chievo,Brescia,Catania,palermo,RUMENTE….c’è solo l’imbarazzo della scelta…
    AVANTI SAMPDORIA!!!

  17. Franco ha detto:

    Ciao Andrea….
    Ma non e’ l’unico leggendo fra i blog vedo tanto troppo pessimismo…
    Ieri era l’uno fisso in qualsiasi agenzia di scommesse, siamo riusciti a far dire a Mazzarri quello che non ha mai detto nella sua vita cioe’ che gli altri hanno giocato meglio e meritato..
    Speriamo solo che nn leggano questi commenti sia Sinisa sia il suo staff, anzi forse dovreste farglieli leggere voi della stampa, sarei curioso di sapere come la pensano….
    SEMPRE FORZA DORIA

  18. New York ha detto:

    Andrea non fare tabelle perche portano solo sfiga e basta.
    Le partite vanno giocate come a San Siro meritando I punti Che sono tutti importanti, nessuna partita e persa in partenza e nessuna e vinta vedi Sassuolo.

    Il campionato e lunghissimo e ci sono 6 squadre in 3 punti Che sono una partita.

  19. sampdorianamente ha detto:

    Complimenti x il post… colgo quindi l’occasione per chiederti un parere: secondo te come mai Delio Rossi, un allenatore che tutti noi, io per primo, ritenevamo il non plus ultra per una squadra come la Samp, ha invece ottenuto risultati scarsi? Perchè uno espserto come lui si intestardiva con una difesa a tre pur non avendone gli interpreti? Perchè uno come lui schierava giocatori palesemente fuori ruolo? Cosa non ha funzionato????? Grazie.

  20. Bulgaro ha detto:

    Io sono contento, ora almeno si guardano delle partite di calcio e non una banda di depressi che vagano per il campo.
    Ottimo Soriano, bravo Regini, un po` troppi tiri improbabili di Gabbiadini, Pozzi non e` un centravanti da sponda anche se ci prova, Palombo bene, ma deve smetterla coi lanci lunghi, Obiang impreciso, ma e` anche sempre al centro del gioco ed e` sempre li a proporsi, brutto Costa, brutto Da Costa che sul gol ha fatto una cosa insensata tuffandosi in ritardissimo sulla possibile deviazione a centroarea e facendosi trovare a terra quando la palla e` arrivata a Guarin che ha segnato sul suo palo da posizione defilata.

    Sono soddisfatto di vedere che con la squadra che pressa alta riusciamo a soffrire meno e ad essere un po` piu pericolosi, anche se si deve migliorare davanti.

    Adesso la vera cartina di tornasole, il Catania, squadra in crisi e che potremmo rischiare di prendere sotto gamba; non e` difficile tenere alta la tensione con Lazio e Inter, squadre che sulla carta ti possono polverizzare, ma col Catania si vedra` come proseguiremo il campionato.

    Sul fronte acquisti, visto che ora la palla la portiamo a ridosso dell’area, direi che sono necessari una prima punta pesante e un portiere che ci regali qualche punto, mentre non sarebbe male mettere in rosa anche un terzino sinistro alternativo a Costa.

  21. dorianoforever ha detto:

    La B è servita ? ma chi è questo amico ? sembra più un gufo più che un tifoso…. la B era servita con Rossi con una squadra che interpretava ogni partita consegnandosi agi avversari…. con Mihajlovic hai giocato contro due grandi della serie A, abbiamo ottenuto 2 punti che moralmente sarebbero 4…. con Rossi abbiamo perso col Sassuolo in casa…. questo è il confronto da fare….

    Andrea se lo senti di nuovo il tuo amico, digli che se domenica vinciamo andremo fuori dalla zona rossa !!!

    • Paolo1968 ha detto:

      Io son otttimista di natura, ma se tutto va bene in zona rossa ci restiamo fino alla penultima giornata.

  22. Fra Zena ha detto:

    La posizione di classifica attuale è figlia di tre mesi di campionato buttati via, non certo dei punti persi nelle ultime due partite…per quanto riguarda la partita di ieri, il rammarico più grande è avere subito per l’ennesima volta un gol veramente evitabile, altrimenti contro un’Inter fuori forma e senza idee si poteva anche provare a vincere. La colpa maggiore secondo me ricade su Costa, che si vede passare la palla a mezzo centimetro dal piede e la lascia sfilare…potenzialmente sarebbe anche un buon difensore, ma commette troppi errori, a volte lo vedo deconcentrato e poco reattivo. Per il resto, bene il punto, benino i risultati delle altre (speravo il Sassuolo e il Bologna non facessero punti), molto bene le scelte di Mihajlovic, che era stato criticato la settimana scorsa per Petagna e Maresca, ma ieri ha azzeccato sia Sansone che Renan. Ora, dopo l’intermezzo Riserve Sampdoria vs Riserve Verona, concentrazione massima su domenica. L’ambiente ci arriva carico, la classifica poteva essere peggio, l’apporto del pubblico ci sarà. Speriamo basti, contro un Catania disperato ma da non sottovalutare

  23. YumaS2001 ha detto:

    con sinisa la grinta c’è
    e con la grinta arrivano i punti

    la rosa, sicuramente non di campioni, se sufficientemente valorizzata può portara ed una salvezza, non facile, ma ottenibile.

    avanti così!!!!!!

  24. STEL ha detto:

    “Luci a San Siro” finalmente per noi.Non guardiamo la classifica ma pensiamo ai due punti d’oro che abbiamo conquistato queste due domeniche.Attenzione, la partita con il Catania sarà la gara spartiacque, vietato fallire.La squadra ha lottato dimostrando carattere.Bravi ragazzi, bravo Sinisa.La grinta e la voglia di non arrendersi hanno premiato tutti, fermo restando che i rinforzi a gennaio servono assolutamente.
    La strada verso la salvezza è ancora lunga e tortuosa ma ora questa squadra ha un’anima, un gioco e soprattutto getta il cuore oltre l’ostacolo cosa che prima non faceva.
    Giovedì sera darei una chance ai quei ragazzi che non abbiamo mai visto in campo.
    Ultima cosa, vedo Obiang stanco e scarico sarebbe meglio farlo rifiatare, proverei a far partire titolare Renan.

  25. FISH65 ha detto:

    Buona Samp che ha meritato il pari a Milano. Ora dobbiamo sperare che la scossa di Mihajlovic non si esaurisca perchè col Catania è la partita da vincere! In un modo o nell’altro..
    Perchè,purtroppo, non sono ancora sicuro che questa rosa, con Sinisa, possa fare molto di più di quanto abbia fatto in passato con Delio Rossi.
    E nelle partite con Lazio ed Inter, non ricordo particolari occasioni da gol create oltre ai 2 jolly pescati da Renan e da Soriano. Pur avendo la squadra giocato con buona intensità!
    Insomma, le pecche nella rosa rimangono. Anche con Mihajlovic, la squadra rimane prevedibile e senza forza d’urto là davanti.
    A gennaio la società dovrà fare ciò che non ha fatto la scorsa estate…
    Comunque, fino ad allora…avanti così!!

  26. ale ha detto:

    Analisi perfetta. Servono come il pane un portiere (anche ieri secondo me male sul gol, non solo lui ma anche lui) e un centravanti. Incredibile aver investito così tanto su Gabbiadini che diventerà anche un grande campione ma come centravanti……Forse l’errore più grande di Rossi e Osti è stato proprio quello.
    La butto lì. Diamo Pedro alla Juve e facciamoci dare Storari e Quagliarella.
    Saluti

  27. massi68 ha detto:

    Ciao, ieri sera in trasmissione ho sentito un vostro ospite ( in teoria competente ) asserire che a gennaio non servono rinforzi. Francamente non ho capito se scherzava o se diceva sul serio ……Detto questo sicuramente qualche passo avanti è stato fatto, ma mancano almeno 27/28 punti !!

    • andrea.lazzara ha detto:

      Massimo Blondett(che oltre a essere competente in quanto Presidente del Settore Giovanile Scolastico della Figc è pure parte in causa, suo figlio Edoardo è uno dei migliori “prospetti” di casa Samp e sta facendo benissimo a Cosenza in Seconda Divisione), voleva dire(perchè ne avevamo parlato anche prima della trasmissione…)che “non ne servono troppi”. Effettivamente il tourbillon di Delio Rossi non ha fatto capire di cosa abbia realmente bisogno: comprare per comprare( e buttare soldi) non serve. Meglio sapere, insomma, dove intervenire..

      • YumaS2001 ha detto:

        e sicuramente sinisa darà le sue indicazioni precise e puntuali.
        ha già il gruppo in mano, si vede da come giocano.
        saprà conquistare il presidente e farsi dare i rinforzi necessari!

  28. Francesco ha detto:

    D’accordissimo.

    Continuo a pensare che le due enormi carenze della squadra siano 1) il portiere, 2) un centravanti di ruolo che faccia reparto (Rolando Bianchi?). Ovviamente ho appena menzionato le urgenze assolute, ma qualche ritocco qui e là non farebbe certo male.

    Ad ogni modo si può essere ottimisti. Avete visto Soriano?? Il principale quotidiano genovese gli ha affibbiato 5,5 in pagella e mi chiedo che diamine di partita abbiano visto… Sembra un altro giocatore, più determinato, e con la grinta si vede anche qualche colpo di buona qualità.

    Angolo della tattica 🙂
    Ancora una volta il pareggio è arrivato grazie ad un’ottima intuizione dalla panchina. Esce Pozzi, entra Sansone; Eder va a fare il centravanti, Sansone il trequarti, Gabbia resta a destra e Soriano a sinistra. Eder, là davanti, ha tolto punti di riferimento, faceva uscire Rolando dalla linea dei difensori e creava spazio per gli inserimenti e tiri dalla tre quarti. Non a caso, dopo questa mossa la Samp è diventata pressante; non a caso (e scusate se mi ripeto), il gol è arrivato con un tiro da fuori, con Renan poco pressato (ma comunque bravissimo a beccare l’angolino).

    Bravo Sinisa… Per ora grossa sorpresa!

  29. Alessandro ha detto:

    Una partita come quella di ieri ,con l’atteggiamento che abbiamo visto fino all’arrivo di Sinisa,l’avremmo persa,invece nel secondo tempo abbiamo fatto la partita e con l’aggressività e un pressing fatto bene a tratti abbiamo messo sotto l’Inter.Con Lazio ed Inter non avevamo nulla da perdere ed abbiamo fatto 2 punti (alla vigilia insperati) con i prossimi avversari vedremo di che pasta siamo fatti (per me andrebbero bene anche 5 punti,chiaramente i 3 punti con il Catania sono d’obbligo ).Aggiungerei nella lista della spesa un vero terzino sinistro,Costa è già limitato nello spingere poi se si mette a sbagliare anche i difesa diventa un vantaggio per gli avversari….chissà che Sinisa non tolga dalla muffa anche Poulsen o Rodriguez..!Forza Samp

  30. Rivers ha detto:

    “…servono innesti nel mercato di Gennaio”.
    Posso “sostituirmi a voi” e chiedervi di fare esplicita domanda di mercato al Presidente (e solo al lui……)?
    C’è la volontà della proprietà di fare innesti mirati (per me ne bastano due, portiere e centravanti) a Gennaio?
    Oppure ci racconteranno la solita solfa che gennaio è un mercato difficile, che stiamo alla finestra e l’ultimo giorno ci presenteranno gli equivalenti di Barillà e Bjarnason?
    E chi lo farà il mercato, gestendo gli innumerevoli esuberi, ancora Osti?

    Ci fosse la volontà di intervenire, i due rinforzi (o le due mini-liste di rinforzi) dovrebbero essere chiari e definiti OGGI. E già OGGI si dovrebbe essere al lavoro per portare a casa i due elementi (fossero tre, con un terzino sinistro omaggio, andrebbe bene uguale 😉 !!!!)

    Blucerchiatamente
    Rivers

  31. luca ha detto:

    Ciao Andrea forse il msg in cui ti sei imbattuto era il mio , è vero al goal del 1-0 per l’Inter era tanto lo sconforto ma sono felice di smentirmi e sussurrare che a fine partita ero stra contento, non tanto per il pareggio ma soprattutto per l’atteggiamento , ecco cosi si può perdere , cosi si accettano le sconfitte come prima NO, e per questo bravo Sinisa ma non vorrei illudermi, non vorrei che adesso tutto sia diventato improvvisamente oro, basta acquisti, basta polemiche basta alzare la tensione ! non i problemi ci sono, restano e vanno assolutamente risolti , UNA punta, UN portier e UN sinistro servono come il pane e poi (penso tu sia d’accordo) DOMENICA è la partita chiave da VINCERE assolutamente ma soprattutto da non perdere assolutamente , Domenica per favore TUTTI ma proprio TUTTI a Marassi a fare casino , a far sembrare un inferno il nostro stadio ( rendiamo pan per focaccia agli amici Catanesi quando si và da loro !!!!!!!!) dai andiamo a ringraziare ed a trascinare SINISA , se lo merita ci ha ridato speranza ! Ciao a tutti

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ahaha Luca, si era il tuo…:-))) E concordo anche con l’appello: domenica bisogna spingere la Sampdoria fuori dalle secche(parzialmente, almeno..)

  32. fabrizio perfumo ha detto:

    D’accordo con Andrea Lazzara che essere disfattisti dopo una buona partita e un buon pareggio a Milano, con l’inter quarta in classifica e all’esordio davanti al suo nuovo e intraprendente presidente, è davvero troppo. Certo, siamo penultimi, ma in due giornate non si poteva essere fuori dalla bagarre. E qualora pure ci fossimo stati – magari centrando la meritata vittoria con la Lazio, l’opera salvezza sarebbe, comunque, solo cominciata.
    Vado ai fatti tecnici perchè qui mi sento di ampliare più che criticare il commento di Andrea. Non si è visto solo lo spirito giusto, la giusta determinazione, si è visto, a mio modo di vedere, un modo migliore e più redditizio di stare in campo.
    La squadra ha giocato molto più alta con il 4 3 2 1, interpretato con grande sacrificio specie dai tre davanti. Questo permette – lo ha detto Miha, non è farina del mio sacco – di puntare la porta con più facilità laddove si riesce a recuperare palla. Se la si recupera troppo distanti dalla porta avversaria – come quando ci si difende molto bassi – serve molta più qualità per imbastire azioni efficaci perchè più lungo è il tratto di campo da percorrere. Inoltre, anche quando non si riesca ad imbastire molte azioni efficaci si ha il pregevole risultato di giocare di più nella metà campo avversaria, mettendo un pò di pressione all’avversario di turno. Oggi ci sono pochissime squadre che possono superare agevolmente un pressing alto – solo la Iuve e la Roma, forse il Napoli. Le altre, pur superiori a noi, non ne hanno la qualità. Elevazione delle proprie qualità, riduzione delle qualità altrui : mi pare un ottimo risultato.
    In questo assetto generale ho poi visto un ottimo Soriano – mai visto così – un Gabbiadini timido ma certamente votato al sacrificio – un Regini bravo a sostituire gastaldello a freddo – E una predisposizione di tutti a giocare il pallone : quasi scomparsi i lanci senza speranza dalla propria trequarti. In caso di sconfitta avrei fatto lo stesso commento pur notando il limite evidente nel rendersi davvero pericolosi sotto porta – abbastanza irrisolvibile senza una punta cattiva e abile che però non c’è, attualmente, nella rosa – ma pure il fatto che abbiamo corso pochissimi rischi contro una squadra che ha della qualità tecnica lì davanti. Insomma questa Samp ha dimostrato e posto le basi, materiali e morali , per lottare per l’obiettivo fino al mercato di gennaio, con questi uomini. Poi le cose potrebbero – e lo spero con tutto il cuore – migliorare nettamente. Ma quello spetta alla società. Un grazie e un plauso a Renan : lo giudico un professionista serio, uno che merita di essere considerato quanto meno una prima riserva in questa Samp.

  33. giorgio ha detto:

    Ma perché ce l’avete tutti con l’ottimo Da Costa! Non avrà ancora fatto miracoli, ma “pani e pesci” alla squadra mi sembra li abbia sempre, finora, regalati! Per il resto, dopo l’ottimo pareggio di Milano, mi sembra di poter dire, senza paura di sbagliare di molto, che basterebbe solo un Cassano per arrivare a poter parlare nuovamente, almeno, di Europa League! (sono forse stato troppo ottimista?)

    • Nicola ha detto:

      “l’ottimo Da Costa”, non ho parole. Un portiere che farebbe fatica ad essere titolare in B. Siamo seri.
      Poi vedo che parlo di Europa League allora capisco che probabilmente sei un “infiltrato” ahahha

    • Paolo1968 ha detto:

      Da Costa vale un Curci o un Romero: meglio nella squadra che vai ad incontrare che nella tua… Con il solo Cassano possiamo parlare di Europa League discutendo dei risultati della Fiorentina e non so nemmeno se sarebbe la pedina ideale per salvarci…

    • MadMick ha detto:

      Ma no Giorgio, figurati: con Cassano Europa League, con Cassano e Pazzini Champions!!!
      …e sono bastati solo 2 pareggi per farti partorire queso geniale commento!

      Su, dai: piedi per terra! 😉

    • Lollo ha detto:

      caro Giorgio goditi Perin… !!!

  34. GipoSamp ha detto:

    Clap, Clap, Clap Lazzara, perché scrivi dei pezzi convinti che infondono speranza e non sono solo di convenienza come suggerirebbe la tua professione. Sono con te al 100%, non dico al 120% di valore aggiunto di recente memoria perché sono certo che porterebbe sfortuna com’è successo, ma Sinisa pur con il modesto materiale a disposizione, ha fatto il mezzo miracolo di rendere guardabili le partite della Samp. Sarà forse dovuto all’età, dove il raziocinio ha il sopravvento sulla parte emotiva, ma personalmente non mi sento molto lontano dal pensiero del tuo amico, anche se nel mio caso vale la sospensiva del suo finale circa la B, poiché a differenza di lui credo nel miracolo completo se a gennaio Garrone interverrà con l’arrivo di almeno un portiere, un centravanti da serie A (un Pazzini quel colpo di testa mancato ieri da Pozzi l’avrebbe messo dentro), un terzino sinistro per tappare i numerosi buchi di Costa che non marca mai e si perde sempre l’uomo o lo aspetta a molti metri di distanza per cui è solitamente saltato come un birillo e per fermare l’avversario deve commettere fallo da rigore oppure non interviene per paura di venire ammonito o espulso (cosa che avrebbe dovuto fare a 7 secondi dalla fine contro la Lazio). I due Costa compreso quello con il – Da – davanti, ci sono costati già molti punti. Questo è il minimo dei rinforzi richiesti, mentre per rendere le partite della Sampdoria non solo guardabili, ma anche piacevoli ed entusiasmanti ci vorrebbe la ciliegina sulla torta di un playmaker. Non dico Cassano perché capisco sia un sogno proibito per molti motivi, ma almeno una sua controfigura tipo Giovinco o similari. La salvezza dipenderà dalla qualità degli uomini che arriveranno col mercato di gennaio e nei riguardi del quale sono molto scettico considerati i precedenti. Spero che il mercato non sarà affidato al duo Osti – Sagramola che vedrei volentieri lontano dalla Sampdoria per i guai che hanno combinato. Per il momento il mio motto rimane: vedere per credere. Sempre forza Samp

  35. sergin ha detto:

    Bene, ottimo punto a San Siro. Squadra indubbiamente mediocre ma con molta grinta e coraggio e con giocatori che seguono il tecnico. Proprio quello che ci voleva, speriamo che bastera’ per salvarci.
    Adesso 3 partite di campionato che saranno una sentenza o quasi e poi comunque vada qualcosa bisognera’ inventarsi a Gennaio, una punta, forse un portiere e quasi quasi anche un terzino sinistro ci vorrebbero, speriamo che riescano a dar via magari in prestito qualcuno delle riserve se no il nuovo impianto di allenamento ci vorra’ solo x poter allenare tutta la rosa.
    Spero che giovedi’ giochino solo ed esclusivamente le riserve, sarei personalmente curioso di vedere Fiorillo, Regini centrale, Fornasier, Rodriguez, e Sansone dietro Petagna, e magari rivedere Eramo, giusto x farsi un’idea su chi puo’ essere utile o meno alla causa

  36. Luca Pavia ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    Sinisa sta mettendo in pratica quello che si chiedeva di fare a Rossi: infondere coraggio a questi giovani facendoli giocare per vincere.
    Ho sempre sostenuto con i tre punti sia meglio vincerne una e perderne un’ altra, piuttosto che pareggiarne due..
    Vediamo se è quanto riescono ad andare avanti così, poi con qualche acquisto di qualità e remando tutti dalla stessa parte, ce la possiamo fare!
    Dale Doria!!!

  37. caimano 60 ha detto:

    forse ci voleva uno scossone alla squadra anche se il tasso tecnico resta limitato almeno sinisa gli ha fatto dare il 120% e i risultati sono migliorati.
    la strada è ancora lunga ma questo atteggiamento voluto da sinisa fa ben sperare
    naturalmente si confida in rinforzi adeguati a gennaio.

  38. Giovi ha detto:

    Le palle, le palle….., Sinisa per ora è riuscito a far tirar fuori a giocatori di scarsa personalità gli attibuti, e visto che le squadre con grandi qualità tecniche sono poche, possiamo giocarcela con tutti, magari si perde, magari si vince e la speranza non possono negarcela.Se poi a Gennaio il Presidente si sbilancia un pochino vedi che riusciamo a restare dove questi colori meritano.

  39. matteo84 ha detto:

    caro Andrea sono d’accordo con te l’arrivo di Sinisa ha riaperto i giochi un po per tutti, ma attenzione a non pensare che vada bene cosi, a gennaio vanno comprati senza se e senza ma i giocatori che servono, non facciamo il solito errore di dire che va bene cosi grazie all’allenatore perchè sennò siamo punto e a capo……….
    domenica assolutamente i 3 punti con il catania, non ci sono scuse, la squadra ho la sensazione che ce la possa fare, prima però giusto per avere 2 spiccioli in più ,sarebbe buono passare il turno di coppa con il verona……..

    ps
    benvenuto tohir, ti saluta Renan 😀

    • andrea.lazzara ha detto:

      Vero. Non è stato ancora fatto nulla. Ma almeno, da una stanza completamente buia, la Samp ha messo la mano sulla maniglia della porta per rivedere un pò di luce…

  40. peter ha detto:

    Obiettivamente nelle ultime due partite si e’ vista una squadra diversa soprattutto per l’approccio e la mentalita’: le lacune restano, manca una punta sulla quale dovra’ essere fatto uno sforzo economico importante ( bianchi lo prendo come uno scherzo).
    Serve qualita’ anche a centrocampo: per me servirebbero almeno 4 giocatori ma gia’ due di un certo valore a centrocampo e in attacco potrebbero bastare, ma giocatori veri e costosi !
    Molto male Pedro direi irriconoscibile, molto male ancora una volta Costa, bene invece Soriano che sembra rigenerato anche nella grinta.
    Non vedo quali colpe abbia Da Costa se Gabbiadini, che spacciavano come un campione mentre mi sembra un giocatore bravo ma niente di trascendentale, e De Silvestri prendono una bambola da dilettanti su Alvarez e Costa pensava chissa’ a cosa invece di marcare Guarin, ma ormai dare al portiere la colpa dei nostri mali sta diventando una moda…la nostra difesa ogni partita compie una vaccata, che poi da costa non sia buffon e’ pacifico ma la difesa ha sul groppone la responsabilita’ dei gol presi anche piu’ di angelo.
    La classifica continua a fare paura ma e’ ancora molto corta verso il basso e la partita di domenica sara’ uno scontro diretto da non fallire, un pareggio varrebbe una sconfitta: o si vince domenica o saranno dolori.

  41. marco ha detto:

    Ciao Andrea e ciao a tutti,

    sono contento della prestazione,a prescindere dal risultato, perchè questa samp, sia con la Lazio che con l’Inter, ha iniziato a creare gioco e quindi ad essere pericolosa.
    Le altre squadre sono costrette ad esporsi meno, perchè finalmente subiscono anche il nostro gioco.
    Tr0ppe persone continuano a puntare solo al risultato, ma non al gioco della squadra.
    La cattiveria agonistica, l’attaccamento alla maglia, servono solo ad accontentare e/o rincuorare in caso di sconfitta. Per poter aumentare le probabilità di vittoria bisogna creare azioni da gol,, ma per fare questo ci sono gli schemi impostati dall’allenatore.
    A parte Delio Rossi che ritengo un buon allenatore, anche se con questa squadra non è riuscito a far vedere la sua impronta, gli altri che lo hanno preceduto non insegnavano a giocare al pallone, ma solo a metterci tanta foga e basta e con quali risultati. Forse in serie B potrebbero anche bastare certe caratteristiche ma in serie A, no.
    Non so se serviranno realmente dei rinforzi a gennaio, anche perchè se avessimo giocato cosi le altre partite molto probabilmente avremmo 5-6 punti in più.
    In queste prossime 4 partite, prima della fine dell’anno, bisogna capire se si riesce a far risorgere, Obiang ed altri giocatori panchinari che raramente hanno visto il campo di gioco. Salamon (infortunato),Poulsen,Rodriguez,Bjarnason,Maresca ed anche Renan che seppur ha fatto il gol, le altre due palle che ha toccato,le ha regalate all’inter.
    Se non riosorgeranno, allora prima bisognera venrderli, altrimenti dubito fortemente che la socièta si accollli altre spese, seppur necessarie.

  42. Crovo ha detto:

    Sono particolarmente contento per il gol di Renan.

    Da come ha esultato, soprattutto a fine partita, per lui deve essere stata proprio una liberazione: sembrava spaesato, confuso, incredulo.

    La fine di un incubo.

    Ha passato due anni di ostracismo assoluto.

    Nessuno che credesse in lui.

    Domenica ha fatto un gran gol davvero.

    Dobbiamo riconoscere che il piede lo ha sempre avuto.

    Ricordo ancora i calci d’angolo teleguidati per la testa di Gastaldello nella partita d’andata della finale playoff col Varese.
    Mezza serie A è passata da li.

    Comunque, pareggio strameritato e probabilmente anche stretto.

    Ma, sarò “de coccio”, cambierei senza indugi lo splendido gesto tecnico di Renan con una bella parata di Da Costa sul tiro di Cana al 94mo….

    • andrea.lazzara ha detto:

      Tra l’altro di Renan ricordo quando a Bardonecchia, nell’estate 2012, raccontò di aver giocato il secondo tempo della partita di Varese praticamente con un piede rotto. Non disse niente, strinse i denti e sappiamo tutti come finì.Poi (eravamo già quasi a metà giugno) tornò in Brasile e le vacanze le passò a curarsi. Serio professionista come ha dimostrato in questi due anni per lui tormentati.

    • Bulgaro ha detto:

      Credo che lo faremmo tutti visto che voleva dire un punto in piu.
      Il calcio e` cosi, l’importante e` combattere in campo, poi bisogna accettare il risultato sportivo, ma almeno non si hanno i rimpianti di non aver fatto tutto il possibile.

  43. max ha detto:

    non capisco dopo due buone prestazioni perché ci sia così poco entusiasmo e disfattismo
    facciamo le critiche ed i conti alla fine. il cambio di allenatore da me sperato da tempo ha portato entusiasmo e gioco e soprattutto grinta e cattiveria agonistica.
    sinisa ha messo i giocatori in condizione di giocare a calcio nei loro ruoli e secondo le loro caratteristiche. non sono certo risolti tutti i problemi ma almeno si vede un po di gioco e molta determinazione. adesso non siamo inferiori a quelle squadre che ci precedono e con le quali dovremmo giocarci la permanenza in seria A
    la cosa che mi chiedo è cosa si aspetta la tifoseria come ns obbiettivi e cioè purtroppo dobbiamo metterci in testa che il ns obbittivo è salvarci il meglio possibile ogni anno ma non credo potremmo sperare in qualcosa di più.

  44. nello ha detto:

    Bel
    lissima questa metafora…..complimenti

  45. Crovo ha detto:

    Presunta maxi frode da 900 milioni di euro…

    Mi sa che ci siamo giocati la campagna acquisti di gennaio…

  46. Giacomo65 ha detto:

    Ok dopo la mano sulla maniglia l’altra al portafoglio.
    Ci vuole sicuramente un centravanti ed un portiere. Ma non scommesse; certezze.
    Altrimenti siamo già condannati adesso.
    Sempre Forza Samp.

  47. NYC ha detto:

    Oggi si sente parlare di Lo Monaco, per la Sampdoria preferirei Braida vero gentleman

  48. Cristian ha detto:

    Ciao Andrea! La mia sensazione e’ che nonostante la classifica brutta ora ci siano delle speranze di risalita. io guardo oltre al risultato. mi sono piaciuti di piu’ questi due pareggi che le vittorie con Livorno e Atalanta. siccome sono convinto che i punti arrivano con le prestazioni sono moderatamente ottimista. La squadra si sa va rafforzata ma ora bisogna capire chi è utile alla causa e chi no. Palombo e Soriano finalmente positivi! Regini che non ha fatto rimpiangere Gasta. Da qui alla sosta natalizia siamo padroni del nostro destino col piglio e la grinta delle ultime due si possono portare a casa punti vitali per la salvezza e prima del mercato. Su quest’ultimo il mio pensiero e’ priorità esterno sinistro e punta. In seconda battuta un trequartista/esterno che salti l’uomo e un portiere. Se venissero anche solo i primi 3 penso che Da Costa non faccia guadagnare punti ma neanche perderli. Poi vediamo Fiorillo in coppa come se la cava. In ogni caso in meno di due settimane Sinisa ha fatto un ottimo lavoro ma ora viene il bello e dimostrare che tutto ciò non è un fuoco di paglia.

  49. danilo ha detto:

    Per assurdo La squadra con questo modulo tattico non ha piu’ bisogno di un esterno di sx. Serve assolutamente un centravanti alla Pazzini dei bei tempi e un po’ di tecnica e fantasia nel mezzo. Inoltre penso che ad ogni cambio di allenatore almeno una testa degli undici titolari prima o poi cade nel piatto. E’ stato per palombo a suo tempo ed ora mi sa che per tanti motivi sia giunta l’ora di Obiang. Il valore del ragazzo non si discute, ma per caratteristiche tecniche è quello che si adatta meno al gioco di Sinisa. Lui vuole max 2 tocchi di palla e via. Se costringi Pedro ai 2 tocchi ti sbaglia la meta’ di passaggi.
    Ha una buona valutazione di mercato, è corteggiato dalla juve….Utilizziamolo per arrivare ad una punta importante.

    • Bulgaro ha detto:

      Obiang e` in un momento no, piu che altro per quello che riguarda l’impostazione visto che a contenere recupera decisamente tanti palloni.
      Credo che sia il miglior prospetto che abbiamo in rosa e non me ne libererei cosi a cuor leggero anche perche` potrebbe valere molto di piu in futuro. Altri giocatori che possano fare quella mole di lavoro davanti alla difesa nella nostra rosa non li vedo e sono certo che con l’andare del tempo rimettera` apposto anche la mira nei passaggi.

      • matteo84 ha detto:

        totalmente d’accordo, Obiang quest’anno è stato preso di mira, e viene sottovalutato troppo, è un giocatore che può dare molto di più, e senza di lui la vedo molto più buia pure io…….
        è l’unico giocaotre al momento che può dare una plusvalenza notevole se tenuto e tutelato come si deve, di certo non da vendere alla prima offerta scema che arriva……

  50. El Cabezon ha detto:

    Come si fa a storcere il naso dopo una prestazione come quella di San Siro?
    Sotto al primo affondo degli avversari dopo un ottimo inizio di gara, la squadra di venti giorni fa si sarebbe sciolta come neve al sole prendendone come minimo un altro paio…
    Invece siamo stati sempre sul pezzo, bravissimi a non perdere la testa e a non dare all’Inter quelle ripartenze nelle quali sono letali e a macinare gioco magari con scarsa qualità ma finalmente con lucidità, determinazione e convinzione…
    Al miglior attacco del campionato abbiamo concesso tre occasioni tre!
    Leggo ancora critiche a Da Costa sul gol, capire come un portiere possa avere colpe su una sassata scagliata ai limiti dell’area piccola o giù di lì mi riesce proprio difficile…
    Squadra assolutamente ritrovata nello spirito e nel carattere, ora mi auguro solo che in società non pensino che Sinisa possa rivitalizzare chiunque e che l’organico tutto sommato può andar bene così… non si commetta a gennaio l’errore di rimanere come siamo, sarebbe imperdonabile!

  51. Bulgaro ha detto:

    D’accordo sul resto, ma su Da Costa riguarda l’azione bene, si butta su una deviazione possibile a centroarea in ritardo e quindi al tiro di Guarin (che tocca oltre tutto) arriva scompostissimo e in ritardo; non dico che un tiro da li non potesse anche entrare, ma se fosse stato ben posizionato sul suo palo, da quella posizione, lo specchio disponibile rimaneva proprio poco.
    Io rimango dell’idea che ha 3 problemi:
    1) reattivita`, arriva sempre un attimo dopo
    2) fisico, e` piccolo di statura
    3) sbaglia sulle respinte (probabilmente figlio del primo problema), i palloni o li devia in campo a rischio ribattute o gli piegano le mani e finiscono in porta.
    Sicuramente e` un bravo cristo, sicuramente non fa` topiche clamorose alla Antonioli, ma e` un portiere che non da` sicurezze e che non porta punti, anzi alla lunga te li fa` perdere.

    • Francesco ha detto:

      Concordo. Da Costa, purtroppo è un portiere molto molto mediocre. E’ simpatico perché s’impegna tantissimo, è una cosa che si capisce e che traspare. Ma non è assolutamente degno della serie A, ha limiti evidentissimi. E pur senza fare topiche incredibili, riguardando i gol presi dalla Samp ci si accorge, nove volte su dieci, che avrebbe potuto fare di più…

      Tanto per dire che l’impostazione data da Sinisa è assolutamente giusta e secondo me pagherà. Ma la squadra ha comunque bisogno di ritocchi e un portiere vero dovrebbe essere il primo di questi.

  52. Bulgaro ha detto:

    Io credo che il primo risultato che si vede e` che nonostante la squadra sia incompleta e con diversi giocatori che allo stato attuale non sono adeguati alla serie A, che col giusto atteggiamento questa squadra puo` giocare in serie A e di questo incolpo Rossi per aver depresso l’ambiente con un gioco troppo conservativo e probabilmente con un comportamento troppo rinunciatario e confuso per un allenatore della sua esperienza che ci e` costato un bel po` di punti.

    Ora sono curioso di rivedere il lavoro di Osti alla luce degli interventi di Mihajlovic (sperando che la linea sia tracciata e seguita) sui giocatori, quanti riuscira` a rivitalizzarne e quanti saranno bocciati da qui a fine gennaio.
    Sono certo che sia stati fatti errori madornali in fase di valutazione(prima punta, portiere e mancato sfoltimento in primis cose forse concordate col mister?), ma anche il contesto in cui si sono trovati i giocatori non li ha particolarmente aiutati ad esprimersi e vorrei vedere se i singoli hanno almeno delle qualita` proponibili in serie A.
    Ad oggi, “figli di Osti” che giocano o sembrano considerati sono solo Gabbiadini (titolare), Regini, Wzolek e Sansone … un po` pochini per ora.

  53. Pier Milano ha detto:

    Buon Giorno a tutti,
    Non bisogna meravigliarsi della metamorfosi della Samp, come ha detto lo stesso Sinisa non c’è niente di difficile , basta mettere i giocatori nel proprio ruolo e possibilmente mettere i grammi in panchina e i buoni in campo.
    E dare carica e allegria.Questo differenzia il bun allenatore dal mediocre.
    E prima avevamo uno dei paggiori tecnici della storia della Samp in panchina.
    Se non esplode Icardi allo Stadium andiamo in B l’anno scorso.
    Esempio : manca l’esteno sinistro , non è vero ci metto Eder che è il suo ruolo e non Regini che è un centrale.
    Derby dello scorso anno sull 1 a 0 per noi non metto Munari ma Maresca e Renan e mando il genoa in B, perchè segno ancora.
    Per non parlare del derby di quest’anno.
    Ci volevo un genio a capire che Renan con quel tiro potente che ha va fatto giocare visto che non segnamo mai coi centrocampisti.Mi sembra che con il mitico Iachini fosse tiolare e ha portato dei bei risultati.
    Come Maresca che può dare il cambio a Palombo in mezzo al campo non in difesa.
    Con Sinisa in panca non solo ci salviamo già cosi perchè i nostri non sono cosi grammi come li facciamo,ma se il buon Edoardo piglia un portiere e una punta che segna va a finire che andiamo ancora in uefa.

    • Francesco ha detto:

      Molto calmi su Renan. Ha segnato e diventa un eroe…. E’ uno che non sa passare la palla, purtroppo. Tenerlo da conto si, ma farlo diventare un fenomeno mi sembra troppo… Anche a vederlo giocare in B mi sembrava grammo onestamente..

      • Pier Milano ha detto:

        Completamente d’accordo non è un fenomeno.
        Ma uno che segna due gol come al Marsiglia e all’Inter non è perniente grammo. E uno così vuol dire punti.
        Chiaro se hai Pirlo o De Rossi non gioca , ma quando fai entrare gente come Gavazzi Barillà o Bjarnason al posto suo è meglio che cambi mestiere.
        O ti cacciano.Infatti.
        Non parliamo poi di chi li ha comprati.

      • doria65 ha detto:

        Ma come, non lo sai: i giocatori della Samp sono TUTTI grammi… Se anche ci prestassero Messi, diventerebbe grammo…

        Se ci salviamo….

  54. Lidia ha detto:

    Giorgio, se richiami le Sacre Scritture, tutto deve essere congruente e mi pare tu abbia fatto confusione con i regali…

    Non se se sei il nemico della porta accanto, se e’ cosi’ per te non c’e’ posto. Nel post c’e’ un velo sottile di ironia, definendo Da Costa additrittura ottimo ed auspicando il ritorno di Cassano per parlare nuovamente ALMENO di Europe Ligue. Ma in fondo ti capisco, orfano di Grif house, non ti rimane altro che infilarti , travestito, nei trecentro post che affollano questo blog .
    Siamo vivi, caro, ma non siamo esaltati soprattutto non siamo beota pertanto ti invito a rientrare nel cassonetto verde.

    Invece, ritornando alla Samp, ho sentito ieri l’intervista ad Arnuzzo sul cambio di dirigenza. Egli asseriva di non essere convinto che l’insediamento di nuove figure sia mossa determinante per uscire dall’emergenza visto che Osti e Sagramola hanno comunque al loro attivo parecchi anni di esperienza e che la storia insegna che i ds e dg nel loro escursus a volte riescono bene altre si rendono protagonisti di imprese fallimentari.

    Riconoscendo obietttiva l’asserzione, non potevo comunque sorvolare su quanto prodotto in negativo dai vari ds e dg avvicendati in questi ultimi anni, salvo Gasparin, che preferi’ ammutinarsi di fronte allo strapiombo. Se Ost e Sagramola rimarranno, confido che avvenga dopo una lunga riflessione da parte del Presidente Garrone. Soprattutto che i rinforzi OBBLIGATI di gennaio siano frutto di scelte piu’ che condivise, partorite dalla testa di Sinisa che non dovra’ “arrangiarsi” ma raggiungere la tassativa quota salvezza!

    Quando parlava Sinisa in TV bucando lo schermo , Cicì e Cocò gli stavano a fianco, muti e cupi come due capitati li’ per caso.
    Butto a vedersi. Se poi i Rodriguez, Fornasier, Petagna, Eramo … si riveleranno dei Samp’s got talent allora potremo dire: meglio tardi che mai.

  55. FISH65 ha detto:

    Amici,
    sull’onda dell’entusiasmo portato da Sinisa, la Samp ha disputato 2 buone partite. Buone, perchè giocate con grande intensità, ma che hanno prodotto poche occasioni da gol.
    La partita di domenica, oltre ad essere straimportante per la classifica, dovrà dimostrare che anche la Samp può giocare un calcio divertente anche in assenza di valori tecnici apprezzabili.
    Ma, come dicevo, domenica bisogna vincere. Perche sennò il contraccolpo potrebbe essere pesantissimo e ci riporterebbe pericolosamente indietro al pre esonero di Rossi.
    Con la classifica che piangerebbe sempre di più..

    • ale ha detto:

      E’ vero bisognerebbe vincere. Ma soprattutto non si deve perdere (gara con il Sassuolo docet).
      Spiace per Da Costa che è un bravo cristo ma in serie A o sei molto bravo tra i pali, o sei molto bravo nelle uscite e a dirigere la difesa, o sei molto bravo in entrambe le cose e quindi un fuoriclasse.
      Se non sai fare molto bene nessuna delle due cose la tua squadra rischia seriamente la retrocessione.
      Secondo voi a quale delle tre categorie appartiene il nostro?

  56. STEL ha detto:

    Non vorrei, complici le ultime due prestazioni buone della squadra, che in società si pensi che bastava solo cambiare allenatore, perchè se così fosse si aprono scenari inquietanti. L’allarme è che dg e ds sono ancora in carica, due persone incapaci, assolutamente non in grado di operare sul mercato. A parer mio le trattative dovrebbere essere già avviate perchè è impensabile arrivare all’ultimo giorno di mercato e pescare giocatori inadatti (ne abbiamo già una vasta gamma).Spero tanto che Sinisa si imponga altrimenti son dolori.Con il mondiale alle porte parecchi giocatori di buon livello che fanno panca nelle grandi potrebbere accettare di venire da noi per poter giocare e dimostrare le loro buone capacità.Non è necessario comprare esiste l’opzione prestiti, poi se riusciremo a salvarci ( e lo spero di cuore) allora con personale competente si guarderà al mercato per il futuro.Sinisa ha avuto il grande merito di far rinascere questa squadra ma credo che ancora per i miracoli non sia attrezzato.

    • Bulgaro ha detto:

      Oggi su tuttomercatoweb, un articolo scriveva con una certa scioltezza che Braida lascia il Milan a fine mese per accasarsi da noi …. te la lascio li e forse puoi dire qualcosa di piu Andrea …

  57. mario84 ha detto:

    ciao andrea ma di braida sai qualcosa?

  58. sampdorianamente ha detto:

    Alcune considerazioni: benissimo il turno over di coppa italia dove potremo finalmente capire se qualcuno è buono almeno come riserva o se son tutti “da brodo”.
    Visto in Coppa Italia e visto che Osti lo conosce, non potendo arrivare per diversi motivi al 99, un giocatore del Parma come Valdes no????
    Sempre visto in Coppa Italia… non parlatemi più di Belfodil per favore…….
    Un’ultima considerazione su Osti: a Lecce senza soldi ebbe l’intuzione di farsi prestare due giocatori del calibro di Cuadrado e Muriel, possibile che di colpo non ne azzecchi manco uno?

  59. Paolo1966 ha detto:

    Le mie fonti mi dicono che Braida verra’ da noi

  60. FISH65 ha detto:

    Alcune brevi annotazioni dopo la partita di stasera.
    Molti di quelli che hanno giocato stasera hanno inevitabilmente palesato poca tenuta atletica alla distanza. Dopo 30 min erano cotti! Ma quelli del Verona, che avrebbero dovuto avere lo stesso calo, per 60/70 minuti hanno avuto il costante possesso del gioco.
    Sarà forse perchè mediamente sono tecnicamente superiori nel palleggio?

    Al netto di un risultato chiaramente spropositato, ecco i miei promossi e bocciati.
    PROMOSSI: Poulsen, Maresca.
    BOCCIATI : Fornasier e Petagna che, secondo me, non sono davvero proponibili a questi livelli.
    Gli altri così e così. Complessivamente almeno una dozzina di elementi della rosa non sono adatti all’ancorchè modesto campionato di serie A.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Approfitto del messaggio di Fish65 per dare un mio giudizio. Partita che fa poco testo tecnicamente(gente che ha giocato 3 partite a dir tanto in un anno è invalutabile in una partita sola) ma bene lo spirito che, evidentemente Mihajlovic ha saputo rigenerare in tutto il gruppo. I più e i meno? Non te la prendere Fish65 🙂 ma secondo me è quasi..il tuo contrario! Bene Fornasier: alla prima partita ufficiale in Italia della sua vita ha dimostrato senso della posizione e “presenza” di spirito. E pazienza per le palle sparacchiate in tribuna, retaggio di una recente crescita in Inghilterra. E per salvarsi, servono pure quelle. Petagna così così ma è da sgrezzare, Rodriguez primo tempo orrendo, meglio nel secondo, Poulsen generoso(ma si vedono i limiti). Maresca: la tecnica e come stare in campo uno così non la dimentica, ma dal punto di vista del dinamismo( e per lui vale la giustificazione iniziale)…non ci siamo…Ps spero che la cavalcata e il gol restituiscano alla Sampdoria il vero Nenad Krsticic: sarebbe un acquisto im-por-tan-ti-ssi-mo!

      • Crovo ha detto:

        Se posso inserirmi nel discorso e dire la mia, ferme restando le premesse di Andrea di partita difficile da valutare e con poco valore assoluto:

        POULSEN: ha dimostrato di avere piede (bellissimo il cross sul primo gol) ma anche evidentissimi limiti difensivi, con una serie di errori di posizionamento che hanno messo spesso in difficoltà il reparto.
        Insomma: buono dalla cintola in su…

        MARESCA: a corto di fiato praticamente da subito (lui non giocava davvero da quasi un anno) ha però dimostrato che quando uno è forte come lui può giocare anche da fermo.

        BJARNASON: l’islandese mi è sembrato uno che gioca per i cavoli suoi, e infatti spesso ha litigato pure coi compagni. Un pesce fuor d’acqua.

        WSZOLEK: il migliore in campo. Veloce, caparbio, grintoso, anche cattivo quando serve. Secondo me assolutamente da valorizzare. Forse in prospettiva è il miglior acquisto della gestione Osti.

      • matteo84 ha detto:

        d’accordo su Fornasier secondo me ha fatto una buona partita, Petagna invece non mi piace, è un muccone ed è pure egoista, nell’occasione del secondo gol eravamo 4 contro 2 e lui ha tirato dal limite, menomale che il portiere ha respinto su Bjarnason…….
        per quanto riguarda gli altri:
        Regini con le chiavi della difesa ha saputo rendere meglio del solito
        Renan sto cominciando a pensare che è stato sottovalutato, ma è ancora da vedere bene
        Rodríguez non vale davvero 5 milioni, come abbiamo fatto a pagarlo cosi tanto?
        Bjarnason gol a parte è stato un gigante per tutta la partita, ottima prestazione
        Poulsen la penso come te Andrea, idem per Krsticic e Maresca
        Sansone bella prova
        e poi Wszolek, per me questo è l’unico su cui si può sperare davvero bene, veloce potente e gran tecnica e non è la prima volta che lo dico, per me ha le carte in regola per essere un titolare sulla sinistra, è un giocatore che mi piace davvero tanto……….

        nel complesso ottima prova tenendo conto di un paio di cosette, di cui la prima è che se sul 2 a 1 davano il rigore sul mani di Petagna(giocatore che proprio non mi piace) forse non sarebbe finita cosi, e menomale che le proteste prolungate hanno portato al contropiede del 3 a 1………
        la seconda è che tengo conto anche del fatto che giocavamo contro le riserve del verona, di sicuro però devo ammettere che Sinisa ha dato una vera scossa col suo arrivo,…….
        non sono ancora felice, ma sicuramente sono più fiducioso, anche se non bisogna perdere la concentrazione soprattutto ora……..e adesso 3 punti con il catania

      • Gipo Samp ha detto:

        Sono d’accordo con le motivazioni di Lazzara che la partita non fa testo. Per una Sampdoria che si deve salvare, a parte due o tre giocatori di quelli che hanno già disputato partite con la Samp quest’anno, la maggioranza scesa in campo ieri sera è da serie cadetta. Qualcuno, pochissimi, potrebbero fare le seconde linee. Concordo 100% col giudizio su Maresca, troppo lontano dagli standard di dinamismo richiesti da Mihajlovic. Il carattere saputo infondere da Mihajlovic che si è tradotto in dinamismo e giocare sempre per vincere anziché per non perdere come accadeva con Rossi, non basterà per salvarci se non s’interviene sul mercato a gennaio. Manca un portiere, un centravanti e, soprattutto, una grossa lampadina a centrocampo. Kristicic, va bene come laterale, perché per illuminare ha un wattaggio insufficiente. Sarebbe gradito anche un terzino sinistro, ma capisco che con i tempi che corrono si dovrà fare con quel che passa il convento.

      • Massimo Pittaluga ha detto:

        sono d’accordo con te fornasier buonissimo impatto. solo su rodriguez un po meno. secondo me ha i numeri ma non da terzino ma da esterno d’attacco. in difesa non ci sa fare ma a spingere secondo me si. il verona ha palleggio fenomeni ma dai fis alla fine de primo tempo potevamo essere 3-0. poi hanno rischiato di pareggiare ma sinceramente non li ho visti meglio di noi. poi ovvio che la smpdoria ha biosgno di sfoltire e rinforzare ma qualche giovane di prospettiva c’è a cominciare da wzoleck

      • Paolo1966 ha detto:

        Fornasier: non mi e’ dispiaciuto,il tempo e l’impatto da centrale mi sembra li abbia

        Rodriguez e Poulsen: non mi dicono veramente niente, ne da mi ne da ti, ma piu’ da ti che da mi…

        Maresca: in campo ci sa stare ma diciamo che e’ un po’ comprensibilmente arrigginito

        Petagna a me non piace, evidentemente e’ acerbo, ma si muove male ed e’ macchinoso, ben lieto di sbagliarmi

        Bene invece Renan e Nenad, che peraltro servono subito…

        Benissimo lo spirito globale.

        Evidentemente Delio Rossi non e’ riuscito ad essere il valore aggiunto (pur con tutte le attenuanti che ben conosciamo) e intristendosi si e’ trascinato dietro lo spirito delal squadra.
        Sinisa al contrario e’ riuscito a dare la sveglia, ovviamente la strada e’ ancora molto lunga e ripidissima.

        Fosse possibile chiederei l’ok alla Lega Calcio di barattare la qualificazione coi tre punti che ci ha preso il Verona in campionato…

    • MadMick ha detto:

      Caspita: ieri sera alla fine ho detto proprio il contrario!
      Poulsen ha regalato 4 o 5 palloni agli avversari, alcuni anche in area di rigore.
      Rodriguez non ha mai fatto un’azione all’attacco e si è fatto scartare da chiunque.
      Meglio Fornasier e Maresca a cui manca decisamente il ritmo partita e la velocità.
      Improponibile Petagna: è il Chico Macheda del 2013.

    • doria65 ha detto:

      Fornasier sul principale giornale cittadino risulta il migliore in campo..

      Che bello il calcio, dove vale tutto e il contrario di tutto…

    • Paolo1968 ha detto:

      Pur non foderandomi di prosciutto gli occhi, riesci a promuovere le seconde linee del Verona che hanno tenuto il gioco e il fisico, oltre che essere tecnicamente superiori e hanno preso 4 pappine (comunque siano venute fuori, sono Q-U-A-T-T-R-O) da 11 scarsi e con tenuta atletica precaria.
      Va bene la critica, ma credo che sarà più incazzato Mandorlini di Mihaijlovic…. e i tifosi del Verona rispetto a noi.

  61. peter ha detto:

    Per me comunque una buona prestazione, era normale che la condizione fisica di gente che non ha mai giocato 90 minuti fosse precaria.
    Buona occasione per vedere chi non aveva mai giocato, si e’ anche passato il turno, un po’ di morale ma la partita delle partite e’ domenica.
    Male Rodriguez e Poulsen, a me e’ piaciuto Fornasier e anche Wzolek.
    Petagna e’ acerbissimo, ha bisogno di giocare in una serie minore e fare gavetta.

  62. YumaS2001 ha detto:

    si vede che sinisa “inietta” massicce dosi di entusiamo e volontà di vittoria
    .
    ottimo doping psicologico.
    adesso ci si deve ripertere contro il catania ultimo ed incerottato.
    .
    memore di quanto successo, pur giudicando la gara fondamentale aggiungo “importante non predere”. Sarebbe un dramma, una batosta psicologica dalla quale difficilemente ti sollevi

  63. Pier Milano ha detto:

    Giusto quanto scritto da Andrea per quanto riguarda la partita di ieri sera.
    Bene Fornasier e Maresca (ma non può essere una sorpresa).
    Benino anche Bjarnason e Rodriguez.
    Poulsen non è da serie A. e Petagna non mi convince.
    Altra bomba di Renan in un modo o nell’altro per me deve giocare.
    Sempre più convinto che la nostra più grossa disgrazia era Rossi.

  64. ale ha detto:

    Scusa Fish, ma non sono per niente d’accordo su Fornasier! Anzi devo dire che Ciolek (scusate ma non mi ricordo come si scrive) e Fornasier ieri sera mi fanno – molto parzialmente – ricredere su Osti. Ha azzeccato anche qualcosa.
    Forza Samp

  65. robbby70 ha detto:

    Il migliore dei “nuovi”per me è stato Fornasier.Mi sembra strano che sto ragazzo, con la difesa inguardabile che abbiamo,non abbia giocato neanche un minuto.

  66. flex ha detto:

    La partita di ieri ha offerto alcune indicazioni interessanti:
    1) Petagna e Fornasier sono giovani molto interessanti che meriterebbero di giocare con continuità, ovviamente non in serie A.
    2) Fiorillo: il ragionamento non è identico a quello precedente ma molto simile. Fare il 12esimo equivale a perdere un anno. Io credo che alla samp avessero in mente un portiere titolare che non sono riusciti a prendere e da costa che è la riserva perfetta. Fiorillo e Tozzo dovevano essere titolari in qualche altra squadra.
    3) Poulsen: fra lui gavazzi e barillà se li metti assieme non ne fai uno buono.
    4) Rodriguez: nel primo tempo ai livelli di berardi, nel secondo ci ho visto qualcosa. Magari si dovrebbe rivedere, ma temo che non sia un fenomeno nemmeno lui…
    5) Regini, Renan, Bjarnson, Sansone e Wzolek: su di loro si può fare affidamento. Non è detto che siano peggio dei titolari, dipende molto dallo stato di forma e dall’avversario che devi affrontare. in particolare il polacco mi esalta (ma è una mia fissa).
    6) Maresca: è un buon giocatore, ma già lo si sapeva. peccato abbia un’autonomia di 30 minuti.

    Su queste basi il mio mercato ideale sarebbe:
    cessioni: fornasier, petagna, fiorillo, tozzo per farli giocare. poulsen, gavazzi, barillà, castellini, berardi per non vederli più.
    acquisti: un attaccante e uno sulla fascia sinistra. se poi vogliamo fare i fighi cambiare uno o più a scelta fra renan, bjiarnson, maresca e sansone con un centrocampista con i piedi buoni.

    • Bulgaro ha detto:

      petagna non può essere ceduto se non al Milan credo visto che ha esordito con loro e non può cambiare più di 2 squadre. Per il resto concordo per il centravanti e un terzino, ma cercherei anche un portiere

  67. sampdorianamente ha detto:

    Mi accodo al gioco

    Promossi: Fornasier, Fiorillo(a sto punto Da Costa in panca no??), MARESCA (non capirò mai l’ostracismo di Rossi) e WZOLEK (secondo me uno dei migliori in campo anche come qualità)

    Rimandati: Poulsen, Petagna (si è comunque impegnato)

    Bocciati: Rodriguez

    Certo tutti ma proprio lottano e tirano (anche da fuori) più di prima: delle due l’una o Rossi come allenatore è alla frutta o i giocatori gli remavano contro in maniera assurda

    • robmerl ha detto:

      Si era capito da tempo che i giocatori facevano la forca a rossi; se vogliono fanno andar via anche Mourinho!

  68. Max1964 ha detto:

    Sulla partita di ieri sera mi sento di dare una sufficienza a tutti di incoraggiamento e si sono viste luci ed ombre.Come giudizi sono abbastanza d’accordo con Andrea, bene Fornasier con piglio ed autorità,ovviamente deve crescere ma secondo me è piu’ bravo di Mustafi che ogni tanto fa la sua vaccata, bene Maresca ok che a livello agonistico è ancora distante, ma ha giocato poco, pero’ ragazzi è l’unico giocatore di classe che abbiamo ed è un delitto vederlo in panca, Bijarnason bene è un buon rincalzo da serie A, benino Rodriguez (a me personalmente piace)pero’ sotto certi aspetti Rossi aveva ragione..tra De Silvestri e Rodriguez è piu’ affidabile il primo pur non essendo un fulmine di guerra.Petagna acerbissimo, perchè anche sul gol doveva allargare la palla ed invece si è intestardito fortuna che la palla è arrivata nel posto giusto.Abbastanza bene Poulsen in fase di costruzione mi piace in fase di difesa è un disastro.Fiorillo s.v perchè sul gol non ci poteva fare nulla il resto ordinaria amministrazione.Comunque su una cosa sono contento che tutti remano dalla stessa parte, con piglio, grinta, voglia e abnegazione e con queste qualità si puo’ anche sopperire alla momentanea mancanza di talento e venirne fuori a patto che a Gennaio si agisca con senso!!!

  69. Maraschi ha detto:

    Premesso che spero che a gennaio arrivi una punta forte, per me Petagna è meglio di Pozzi, già adesso e ancor più in prospettiva.

  70. FISH65 ha detto:

    Mah, a me Fornasier è sembrato davvero poca cosa. Cacia e Longo hanno a lungo imperversato. L’ho visto spesso fuori posizione, specie sui lanci lunghi che partivano dai difensori del verona.
    Petagna è di una lentezza imbarazzante. E stava per combinare una frittata gigantesca!
    Maresca, sebbene inevitabilmente abbia 30 min nelle gambe, è l’unico giocatore della rosa che non “ratella” col pallone. Se e quando la sua forma migliorerà, magari ne riparleremo.
    Poulsen…la sua è stata una prova incoraggiante, buona spinta e fase difensiva sufficentemente efficace.
    Sulla fascia opposta, Rodriguez ha giocato peggio…

  71. Michele G. ha detto:

    Sulla partita non posso dire nulla, in quanto non ho avuto la possibilità di vederla, ma sto constatando come si tiri maggiormente, rispetto a prima, da lontano e, soprattutto, nello specchio della porta, vedi Renan a San Siro. Evidentemente, Sinisa è riuscito in qualche modo ad infondere nei giocatori questo tipo di fiducia e, soprattutto, ad aggiustare la mira, cosa decisamente più importante.
    Con il Catania, che ho visto all’opera Domenica contro il Milan, ed i cui difensori sono molto duri e, talvolta, anche sportivamente scorretti, ci potrebbe essere la possibilità di procurarsi calci di punizione dal limite ed avere tiratori da lontano potrebbe far comodo. A tale scopo, sarebbe saggio schierare un mancino come Renan ed un destro come Eder ad occuparsi di tirare le punizioni, ciascuno nella zona di propria competenza. Naturalmente, il compito dei due non sarebbe solo quello di calciare le punizioni, perchè entrambi hanno dimostrato, secondo me, di avere piedi buoni e di poter rifornire i compagni dell’attacco di palloni giocabili.
    SEMPRE FORZA SAMP!!!
    Michele G.

  72. sampdorianamente ha detto:

    Condivido totalmente quanto detto da doria65:
    è il bello del calcio.
    per qualcuno Poulsen è buono per qualcuno grammo… idem Rodriguez…
    …Petagna per alcuni potrebbe essere il nuovo Van Basten per altri è il nuovo Macheda…..
    Pensa che casino chi non ha visto la partita ma si “fida” dei ns. commenti 😉

  73. Massimo Pittaluga ha detto:

    scusate ma leggo di alcuni che scrivono che il problema era rossi, o il problema è tizio e caio. il problema lo si era scritto a inizio stagione è la mancanza di quei 2 o 3 elementi veri da serie A esperti che ti facciano crescere i giovani bravi che ci sono. ho sempre sosteuto che osti con i soldi a disposizione ovvero meno di zero (perché ha fatto + 5,6 mln di plusvalenze in campagna acquisti) ha anche pescato bene in prospettiva perché regini da centrale è bravo, fornasier in uno o due anni potrà essere un buon titolare al posto di gasta che piano piano scende, wzoleck è un esterno alto che nel modulo di sinisa può essere in prospettiva il migliore, gabbiadini è sicuramente un giocatore interessante. quindi osti non ha fatto disastri ma non ha neppure potuto portare gente che aveva portato per puntellare l squadra. 1 è al genoa titolare e si chiama antonini,, 1 si chiama nocerino, e 1 scalda la panca alla juvede ceglie.
    tutti fuori parametro per ingaggio. scordavo sorrentino in porta già in viaggio per genova. nessuno di questi un fenomeno, ma tutti puntelli che se inseriti avrebbero fatto dela campagna estiva della samp una buona campagna un mix tra giovani presi a zero (wzoleck e fornasier) e qualche prestito come sorrentino o parametri zero antonini tutti fuori portata per ingaggi da 7/800 mila euro (scordavo che davano 1,7 a romero per tacere di palombo e c) allora forse i tagli lineari hanno fatto si che fosse osti il pirla ed invece non è lui. chiedo a tutti quale giocator di serie A potesse portare a parametro zero con il limite ingaggi della samp. risposta se si è onesti: nessuno infatti tutti hanno scelto altro. è dimostrato che il taglio lineare non funziona ma questa è stata una scelta della proprietà e non di osti. marotta sicuramente di un altro livello però pagava ingaggi doppi o tripli a chi faceva la differenza altro che quelli di sorrentino antonini and co.
    questo solo per dire che meno male che è arrivato sinisa perché rossi aveva forse anzi probabilmente perso la fiducia ma credere che si faccciano 20 partite con adrelina a 100 è impensabile. servono innesti e servono per valoizzare giovani che come ho sempre scritto e pensato ono tutt’altro che scarsi. chi deride mustafi regini pedro wzoleck etc etc si ricrederà fra due o tre anni quando sarnno attorno ai 23 25 anni dipende dalle annate. a questi aggiungiamo anhe fiorillo che forse sta maturando kristicic che ricordiamoci viene da un infortunio grosso ed è scuramente un ottimo giocatore e poi prima di bocciare petagna che ha 18 anni apettiamo almeno 2 o 3 anni. osti ha il diritto di riscatto della metà. io lo darei 6 mesi in B in accordo col milan a farlo giocare perché con quel fisico n ha biosogno e proverei a portare a gennaio matri (sono pieni di attaccati ora che rientra pazzini che però deve carburare). interverrei anche con un centrocampista o trequarista che sappi illuminare l’attacco. ad ogni modo il scco è che il lavoro di osti è stato incompleto per motivi di badget. qualcuno inssteva dicendo non ha fatto il colpaccio, ma il colpaccio a zero pretende l’ingaggio e chi lo pagava. a me sta bene anche che garrone cambi osti sagramola e chi vuole ma che al ds he sceglie dia un giusto badget e un iusto equilibrio. concordo che ingaggi alla romero siano follie per la samp ma è anche evidente che certi limiti fanno si che anche il sorrentino sia un lusso. una buona via di mezzo

    • Crovo ha detto:

      Dubito che Petagna possa andare in prestito a gennaio.
      Ha già giocato la prima di campionato col Milan.
      O resta qui, o può tornare soli li.

  74. Giuseppe ha detto:

    Caro Andrea,

    quello che tu citi all’inizio è solo un esempio (la punta di un iceberg?) dei frustrati, repressi e “sfigati” variamente assortiti che normalmente popolano una tifoseria (ammesso e non concesso che non si trattasse del solito provocare genoano). Come si possa avere un atteggiamento così da vittima sacrificale e un tale pessimismo con più di mezzo campionato da giocare, con il 10° posto a soli 4 punti, è per me “beyond human comprehension”.

    • andrea.lazzara ha detto:

      Ogni espressione, caro Giuseppe, è rispettabile. Ma ancor più in questo momento è necessario avere quell'”ottimismo della ragione” per spingere la squadra fuori dalla secche. Anche se, tra una ventina di giorni, toccherà anche alla società fare qualcosa…

  75. luca ha detto:

    hai visto Andrea ? questa volta mi sono fidato e non ho scritto nulla alla fine del primo tempo ! non c’è che dire , questa è un’altra squadra rispetto a venti giorni fà ! con i suoi difetti (tanti) da correggere tra quindici giorni (portiere e punta necessari come il pane) ma con qualche pregio (la rabbia agonistica che ora c’è , un pò più di autostima e Eder un giocatore fastidioso per gli altri ) , ora tutti a Verona, dev’essere un’invasione blucerchiata per conquistare almeno 1 punto .

IL DERBY SU TUTTO

Schierando la formazione bis a Marassi contro l’Atalanta, Claudio Ranieri ha lanciato un messaggio chiaro alla Sampdoria: stavolta il derby [&hellip

PAPALE PAPALE

La Sampdoria, dopo la visita a Papa Francesco, perde di misura all’Olimpico contro la Lazio al termine di una partita [&hellip

BRUTTI MA BUONI

Una Sampdoria non bella sul piano estetico ma concreta ed efficace su quello realizzativo conquista tre punti con la Fiorentina [&hellip

RIN… VIGORITI DA DAMSGAARD

La Sampdoria torna dalla trasferta di Benevento con un punto, firmato da Keita a dieci minuti dal termine della partita [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta