DIAMO FIDUCIA A SINISA

25 nov 2013 by andrea.lazzara, 171 Commenti »

Cari amici di Samplace, la prima in blucerchiato di Sinisa Mihajlovic regala qualche certezza in più e antichi dubbi. Pareggiare al 93′ e 51″ contro una squadra sulla carta forte ma altrettanto sicuramente in difficoltà come la Lazio offre la sensazione di una grande occasione persa, una di quelle che, in un campionato che sarà sofferto fino all’ultimo non vanno perdute(ad esempio, se alla Samp manca un punto, finora è, per me, quello di San Siro contro il Milan). Ma così è. Si può recriminare su mille cose, dall’ingenuità di Petagna all’innaturale movimento di Mustafi per conquistare la palla, alla difesa messa male, alla poca reattività di Da Costa sul tiro di Cana. A volte bastano effettivamente pochi secondi per distruggere quanto di buono fatto in tutta la partita. E di buono qualcosa c’è stato : la squadra ha giocato con un altro piglio, un altro passo, corsa e pressing alto. Non so se in tre giorni Sinisa abbia distribuito urlacci e metaforici scappellotti al gruppo ma forse anche la voglia di mettersi in mostra con il nuovo tecnico ha giocato un ruolo importante. E poi Sinisa ha disegnato la Sampdoria con una sua logicità.  Esemplare è la partita di Gabbiadini che ha giocato bene, attivo, determinato..e non da punta centrale! E’ altrettanto evidente, però, che partite come questa, dove dando il 110% puoi vincere soffrendo o a volte, purtroppo come ieri, non lo fai, evidenziano i limiti della squadra: che ne dicano gli stessi giocatori( ma non potrebbe essere altrimenti), la Sampdoria ha poca qualità soprattutto in fase offensiva(e soprattutto senza Eder), dietro avrebbe bisogno di un puntello e anche in porta, mi perdonerà il buon Angelo, ma Da Costa non garantisce le sicurezze che servono a una squadra da coltello tra i denti come la Samp. Insomma, giova sempre ricordarlo, ma a gennaio non si potrà stare a guardare: puntare sui giovani poi, in una situazione ad alto rischio come questa, può bruciarli, vedi cosa è capitato con Petagna ieri. Peccato, fare tre punti sarebbe stato un toccasana per la classifica ma ora la Sampdoria dovrà dimostrare la stessa grinta lontano da Marassi, contro un’Inter fermata a Bologna da una diretta concorrente per la salvezza dei blucerchiati. Poi arriverà il punto di snodo: con il Catania bisogna vincere e secondo me i tre punti sono fondamentali anche a Verona contro il Chievo. Fare punti e toglierli alle altre, questo il “giochino” essenziale nella lotta per la sopravvivenza. Il lavoro di Mihajlovic è appena all’inizio e l’approccio non è stato male. Dare fiducia al tecnico è essenziale al di là di tutte le considerazioni sul mercato(ripeto, fon-da-men-ta-le!) e anche sui futuri assetti societari. La scelta del tecnico serbo è fortemente “Garroniana”: e potrebbe essere un segnale di quello che potrà accadere nei prossimi mesi.

 

171 Commenti

  1. Daniele da Rapallo scrive:

    Hai detto tutto tu Andrea.
    La prestazione e la grinta ci sono state, l’inesperienza, la mancanza di qualità e la sfiga pure.
    Come mi diceva il capo degli osservatori di un importante club europeo (amico di Mancini) ed uomo di grande esperienza in varie squadre importanti che ho la fortuna di conoscere da quando sono nato….ebbene come mi diceva lui dopo la qualificazione al quarto posto, nel dopo marotta “non puoi dare via un portiere che le partite te le fa vincere (Storari di allora) per prenderne uno che casomai te le fa perdere (Curci) !”.
    E questa è la considerazione che voglio fare : basta vedere dall’altra parte del bisagno (come si dice) per trovare un portiere che le partite le fa vincere. Noi ne abbiamo uno che di certo non fa quei miracoli da salvarti il di dietro, vedi appunto ieri.
    Tutti hanno sbagliato nell’azione del goal assurdo subito, ma sicuramente Da Costa non ci ha messo una pezza.
    Partiamo quindi da questa grinta e dalla buona prestazione ma stiamo attenti perchè le dirette concorrenti sembrano a tratti cominciare ad ingranare.

    • Nicola scrive:

      Aldo pecini?

    • Lollo scrive:

      concordo, il tiro era parabilissimo, a Gennaio aggiungiamo alla lista un portiere

      • marco scrive:

        Ciao Lollo, tiro parabile?
        Si da per scontato che Costa sapesse dove Cana avrebbe tirato, e che lo stesso Cana avrebbe tirato solo sul primo palo e non sull’altro.
        Se guardi attentamente, al momento del tiro, Costa si stava spostando verso il centro porta per coprire meglio anche il lato opposto, ed è stato preso in controtempo.Si è allungato al massimo e quindi fisicamente non poteva farci niente, perchè non poteva sapere dove avrebbe tirato.
        Anche se Costa è molto mediocre, in questo caso ha fatto bene il suo lavoro, andando a coprire gli spazi aperti alla sua sinistra.
        Cana avrebbe potuto tirare anche nel palo più lontano e se Costa sarebbe rimasto fermo li dov’era, prima del tiro, avrebbe lasciato il suo lato sinistro completamente libero.
        Chi ha commesso l’errore più grave secondo me, è stato Da Costa che invece di travolgere Cana e buttarlo giù, solitamente lui è molto bravo a farlo e gli viene abbastanza istintivamente a causa della sua mediocrità (vedi rigore scorsa volta), ha provato a rubargli la palla. Poteva anche solo contenerlo, invece ha preferito andare per funghi. Penso che sia la base per i difensori, che in caso di fuga dell’avversario, e ci sono poche alternative, e soprattutto sei allo scadere, lo abbatti.

        • Lollo scrive:

          ciao Marco, hai invertito Costa e DaCosta ma ha poca importanza :-) , forse ho esagerato definendo il tiro parabilissimo, resta il fatto, e ne sono arci-convinto, che un portiere di serie A su di un tiro del genere debba arrivarci, noto che DaCosta sui tiri angolati anzichè darsi la spinta laterale sembra quasi scivolare/saltare sul posto e quindi sui tiri angolati non ci arriva mai…detto questo lungi da me cercare un capro espiatorio, la squadra è molto modesta ( portiere compreso ), fa quello che può e le colpe sono a monte

  2. Francesco scrive:

    Ciao Andrea,

    condivido il tuo commento.

    Il piglio è stato diverso e il modulo assolutamente logico. A ben pensarci, a organico pieno, il 4231 offre parecchie alternative, c’è la possibilità di ruotare i giocatori in più ruoli (penso al trio Gabbia – Sansone – Eder). Buono l’esperimento dei due mediani Palombo (toh, bentornato Angelo!) e Obaing, che hanno filtrato benissimo il gioco laziale e buona anche la tenuta dei 4 dietro, fatta eccezione dell’episodio del pareggio (ma se siamo in fondo alla classifica qualche motivo deve esserci). In sunto, credo che Sinisa debba puntare su questo assetto e lavorarci sopra fino a imprimerlo nel DNA dei giocatori.

    Sottolineo un aspetto molto positivo della gara di ieri: Roberto Soriano. Positiva, anzi brillante, la mossa del tecnico (credo suggerita da questo De Leo, con cui Sinisa confabulava spesso) che ha portato al gol, per nulla casuale (il 4-3-2 ha spiazzato una bruttissima Lazio) checché se ne dica. E poi ottima la risposta di questo giocatore, che è entrato benissimo, come una furia, facendo molto bene entrambe le fasi. Speriamo che riesca a dimostrare ciò che vale. Se Miha ci punta, Rossi ne parlava bene e così Ferrara e Iachini, evidentemente un brocco non lo sarà.

    Quanto ai limiti, beh, quelli restano. Da Costa è un portiere che, secondo me, avrebbe difficoltà perfino in serie B. Ha questo difetto strutturale del gol sul primo palo che fa davvero incazzare (ma quanti ne ha presi?) e peccato perché ieri, in uscita si era fatto valere. In più, secondo me, è urgentissimo l’acquisto di una prima punta, di una boa che faccia salire la squadra. Io non sono un tattico, ma so che se il centrocampo non è eccelso in palleggio, è vitale avere un uomo, lì davanti, che fermi la palla e faccia salire la squadra. Altrimenti la perdi sempre e vai in apnea.
    Gabbia non è quel tipo di giocatore (a proposito, grande partita la sua da rifinitore) e nemmeno Pozzi lo è, essendo più adatto a dialogare con una seconda punta piuttosto che star da solo a fare sponda (non a caso l’anno scorso Ferrara, che voleva fare il 433,lo bocciò).

    Ad ogni modo, credo che la strada sia quella giusta. Ci vuole pazienza. Smaltita la rabbia del gol all’ultimo respiro, mi resta oggi un retrogusto positivo, come se avessi intuito che la mia Samp si sta – piano piano – rialzando. Peccato avere l’Inter alla prossima…. Porca miseria!

    Buona settimana!
    Francesco

  3. MARCO scrive:

    concordo con Te caro Andrea. Oggi abbiamo qualche motivo di ottimismo in più. Tuttavia per un pessimista cronico come me alcuni segnali non sono per nulla incoraggianti: non mi metterò a parlare delle carenze della rosa troppo a lungo ma francamente la pubblicità positiva (di incoraggiamento?) che ha avuto DaCosta a inizio campionato è stata quanto di più scriteriato si potesse fare. E’ un portiere da B punto e basta e se in generale si dice che un portiere di livello porta dei punti quella di ieri forse sarebbe stata un’occasione giusta per dimostrarlo (a prescindere dall’episodio in se). Abbiamo ancora una volta avuto dimostrazione della sopravvalutazione di Kristicic che s’è fatto cacciare senza nemmeno avere l’alibi del nervosisimo(dop 20 secondi bel 2° tempo…) ( e mi chiedo cosa sarebbe successo se una belinata del genere l’avesse fatta Palombo!)e anche di Obiang (che ha fatto una buona partita ma è il giocatore di A che tira più lontano dai pali di chiunque).
    Insomma non vorrei affliggervi col mio pessimismo, ma perdere 2 punti a 1 secondo dalla fine a me sembra un bruttissimo segnale di come girano le cose.
    In ogni caso la squadra mi sembra sia scesa in campo con un piglio diverso, con maggiore fiducia e mi pare addirittura con le idee un pò più chiare sul da farsi.
    Mi auguro che l’autorevolezza di Sinisa si senta anche in fase di campagna acquisti

  4. MadMick scrive:

    Fino a sabato avevo sperato di vedere Fiorillo tra i pali: col senno di poi forse non sarebbe stata una scelta sbagliata.
    Abbiamo fatto una grande gara con i limiti tecnici e qualitativi che abbiamo e nessuno potrà toglierci.
    Abbiamo attaccato nel primo tempo, attaccato meglio nel secondo, ci siamo ben difesi se pur in 10 e poi abbiamo pagato un terribile errore.
    Abbiamo saltato 99 ostacoli e siamo caduti sul centesimo!

    Poco male: avanti così e ricordiamo al presidente che a gennaio deve mettere mano al portafogli.

  5. Pietro scrive:

    Ciao caro Andrea,

    aver cambiato allenatore era necessario, il piglio diverso era evidente, Delio è un grande allenatore, probabilmente sulla carta migliore di Sinisa ma i giocatori avevano bisogno di una scossa.
    Fatto questo, ora sono appunto necessari 3/4 rinforzi di qualità e un piccolo ‘miracolo’ sportivo…e cioè arrivare a circa16 punti al giro di boa.
    Uniti fino alla fine e poi eventualmente i soliti processi di fine anno che ahinoi ci caratterizzano da tempo oramai.
    C’è poco da aggiungere se non: Forza Doria!

    Ciao e a presto!

  6. robmerl scrive:

    Altro piglio, altra voglia, altro impegno, ma anche un assetto più logico, coi reparti più vicini e soprattutto i giocatori nel loro ruolo! Ho visto bene Soriano, impiegato una volta tanto da mezza punta.
    Possiamo farcela, con gli interventi che suggerisci tu ma anche con un po’ di culo in più (ma bisogna meritarselo con il gioco). A questo proposito, sarebbe davvero necessario chiedere a Sky di togliere al menagramo Nava il commento delle nostre partite!

  7. Massimo Pittaluga scrive:

    Andrea concordo con te su quasi tutto eccetto sui punti da fare perché se è vero che sarebbe fondamentale fare un colpaccio esterno con il chievo altrettanto importante sarà non perdere a verona e arrrivare comunque sia al 2 di gennaio con una classifica non peggiore di questa ma possibilmente un pelo migliore magari li li con Livorno e sassuolo per aluni motivi e primo di tutti perché il 2 di gennaio questa squadra dovrà almeno avere un portiere titolare che ci faccia qualche parata perché anche ieri da costa senza errori veri non ha prato un pallone difficile ma forse parabile e dico forse da un portiere più reattivo. deve poi arrivare con questo modulo l’esterno sinistro e il trequartista/seconda punta di fantaiaa almeno. se arrivano almeno questi che sono il minimo sindacale nel girone di ritorno poi si avranno le armi per salvarsi. servirebbe anche il bomber ma già credo sinisa con questi innesti ci salverebbe. faccio qualche nome sorrentino o portiere almeno di quel livello, giovinco se la juve esce dalla Champions o magari se la juve si prende biabiany, e a sinsitra de ceglie.

    una squadra come segue la vedrei bene per fare i punti necessari per salvarsi

    sorrentino
    desilvestri mustafi gastaldello de ceglie
    palombo (maresca) objang
    gabbiadini kristics giovinco
    pozzi (eder)

    questa sarebbe una buona squadra con anche ricambi possibili e anche un sansone per gabbiadini per cambiare le punte. presidente chieda aiuto a marotta perché senza innesti veri e di qualità si rischia e tanto.

    • andrea.lazzara scrive:

      Con l’affetto che ho per Nicola e per Eder ma un rinforzo in attacco ci vuole, secondo me

      • Massimo Pittaluga scrive:

        sono d’accorodissimo andrea ma visto che 1 portiere 1 esterno sono necessari allora niente trequartista di classe e dentro un Quagliarella. solo che ci vorrebbe anche un po di qualità dietro alla punta per fare arrivare assist e palloni di qualità per quello servirebbe un fantasista. ma non credo arrivi tanta roba cosi. visto che l’obbiettivo è la salvezza come dici tu punta esterno portiere e ci si salva. comunque con qualche ritocco chi oggi sembra poca cosa messo nel suo ruolo renderà diversamente. la mia preocupazione è arrivare a gennaio con una lassifica come almeno quella attuale ovvero agganiati e poi che al 2 arrivino giocatori veri e subito. li vedremo se garrone ha capito e se sinisa ha spiegato bene come credo. speriamo che questa volta oltre a capire agiscano sul mercato.

    • MARCO scrive:

      Giovinco????????? tanto vale mettici CR7. con questa dirigenza già de ceglie pare un sogno…..

      • Massimo Pittaluga scrive:

        caro marco o cambiano trend o il rischio è enorme. qualche giocatoe che faccia la differenza ci vuole altrimenti possono prendere ad allenarci chi vogliono.

  8. luca scrive:

    direi che si è vista un’altra squadra (e qui sorge il dubbio legato alla professionalità dei giocatori , perchè ieri rabbia e determinazione e da inizio campionato no ?????) cmq purtroppo i segnali non sono incoraggianti, il Chievo segna al 94° noi siamo raggiunti al 94° l’Inter con il Bologna prende una clamorosa traversa al 92° etc ma la grinta di ieri lascia almeno un pò di speranza , ci aspettiamo la conferma Domenica (non certo i punti) ma a pattoche a Gennaio si prenda , un portiere (Osti e Sagramola hanno sulla coscienza questo ruolo ) un difensore di esperienza (ieri è mancato questo negli ultimi minuti) un sinistro naturale (è da Giugno che manca) ed una punta di peso e di carisma e poi il reintegro di Maresca , ecco fatto ciò e mantenuta la grinta di ieri direi che possiamo giocarcela con le stesse percentuali di salvarsi delle altre 5 o 6 che saranno coinvolte , al contrario avremmo poche speranze !!!! cosa ne pensi Andrea ? e poi fuori il duo Osti- Sagramola , mi spiace se sembro ripetitivo ma questi due non convincono , preferisco un tutto Garrone nel bene e nel male !

  9. giovi scrive:

    OK Mihajlovic, OK le palle che finalmente si son viste, OK sopratutto la presenza e le decisioni del Presidente che mi auguro in futuro sempre presente e soprattutto decisionista e la faccia di Osti e Sagramola durante la presentazione di Sinisa sembrano dimostrarlo. Un OK vorrei darlo anche alla REVISIONE acquisti di gennaio ma su questo sinceramente non mi faccio illusioni e ho parecchie perplessità anche perchè nel mercato di riparazione è davvero difficile trovare gli elementi che possonoservire alla Samp.

  10. enrico scrive:

    volevo farti una domanda andrea, la domenica pomeriggio come mai non fate più la diretta della serie a ?

    • andrea.lazzara scrive:

      E’ stata fatta una scelta editoriale che alla domenica pomeriggio prevede un format su Primocanale Sport basato su una trasmissione che segue tutto il calcio ligure, con aggiornamenti sulle partite di Genoa e Sampdoria( e dopo il prossimo turno, per due domeniche giocheranno insieme) mentre Primocanale è da giugno ha una programmazione Live News ben definita e uguale per tutti i 7 giorni della settimana.

      • LAURA scrive:

        Ciao Andrea.
        Premesso che siete comunque fortissimi, la domenica la trasmissione come era impostata prima manca molto secondo me. Era bella la diretta, erano belli i commenti dei tifosi dopo partita e i collegamenti dal Ferraris con le interviste ai giocatori. E anche le “vecchie” Gradinata Nord e Sud sarebbe bello ritrovarle, senza nulla togliere alle trasmissioni che vanno in onda in questo periodo, sia in settimana che alla domenica sera. Comunque complimenti a tutti voi, sperando che qualcosa della precedente programmazione possa tornare.
        Ciao.
        Laura

  11. Davide C scrive:

    Caro Andrea, personalmente ritengo che la prima dopo un cambio in panchina non faccia testo, tuttavia ho visto una Samp grintosa e un accenno di gioco. Bene Gabbiadini, Pozzi e a mio avviso Wszolek. Mustafi superficiale nell’amaro finale ma ha fatto una buona partita, come Gastaldello e Obiang. Bene anche Soriano(!), che se mantiene concentrazione e grinta, ha nei piedi quelle giocate che Krsticic, per esempio, non ha. Su Petagna non mi sento di infierire perché da un bisonte della sua stazza – e della sua età – non si può pretendere la rapidità di un Eder o un Sansone, né l’esperienza; anche perché, da inizio campionato, ha giocato sì e no dieci minuti. No, semplicemente è stato un cambio sbagliato (in buona fede, perché ancora non li conosce) da Mihailovic. Resta il fatto che secondo me, lavorando sodo, Petagna potrà tornarci molto utile in area di rigore.
    Che ne pensi?
    Ciao e Forza Sampdoria!

    • andrea.lazzara scrive:

      Ha 18 anni…se si mette in testa che qui non è nella bambagia del Milan, coccolato e vezzeggiato ma la pagnotta se la deve sudare per una “misera”(non per la Sampdoria, si intende..) salvezza…allora potrà essere utile

      • MadMick scrive:

        Sante parole!
        Domenica sembrava Skuravy…si, ma quello di oggi! :(

      • MARCO scrive:

        Con tutto il rispetto per te e il banmbino Petagna credo che la salvezza sia necessario giocarsela con gente di esperienza. un calaio che marcisce in panca dall’altra parte di genova non avrebbe combinato la leggerezza di petagna.
        i diciottenni sarebbe megli che andassero a farsi le ossa in altre categore più che venire da noi a svezzarsi a nostro danno. ci vuole gente pronta.petagna vada a giocare a Crotone

  12. Paolo1968 scrive:

    Mettendo il cuore e la grinta si evidenziano i buchi noti a settembre: un uomo che faccia gol, uno che li propizi da sx, uno che li eviti. E speriamo bene.

  13. alessandro scrive:

    ciao andrea ciao a tutti,
    mai come in questa occasione sottoscrivo in pieno. Ho poco da aggiungere se non che, come tutti, ho veramente l’amaro in bocca per quel pareggio veramente strappato all’ultimo secondo da un giocatore che credo non abbia mai segnato e che con la grinta e la determinazione ci ha sciolto come neve al sole. Davvero inconcepibile il petagna di ieri. Sarà che a me questo petagna gradasso con tutto da dimostrare non lo posso vedere, dipendesse da me lo irradierei in questo momento. Un ragazzo di 18 anni che entra a 10 minuti (credo) dalla fine, con la samp in inferiorità aggrappata a 3 punti pesantissimi, dopo le brutte esperienze passate, che fa..gigioneggia in campo e riesce a fare fallo in attacco al 95°. Non so, fosse andata diversamente magari non saremmo qui a sfogarci ma davvero l’atteggiamento e l’impostazione di petagna di ieri era inconcepibile. Magari non voleva strafare, sinisa gli avrà chiesto, data la superiorità della lazio di non avanzare troppo, non lo so ma ieri veramente, non me ne voglia, ma l’ho subissato di imprecazioni tutto il tempo che ha trascorso in campo fino ed oltre l’epilogo. Su Mustafi idem..ieri già aveva fatto trapelare diverse incertezze mascherate da una lazio veramente spenta (hernanes maschera di stesso quando è entrato, un giocatore peraltro fortissimo debilitato dalla cura lotito) ma il tentativo di recupero con il tacco non è ammissibile in quelle circostanze nemmeno nel campetto con gli amici. Va bene magari era stanco, la posizione ormai non gli permetteva interventi diversi, tutto quello che si vuole ma cavolo, un fallo, una espulsione vale cmomunqe il salvataggio dei 3 punti. Su costa..bè nell’uno contro uno lo saltano sempre ma questa non è una novità, il difensore della lazio (una versione difensiva di sculli, è uguale) era troppo lanciato per fermarlo in area. Su Da costa niente da aggiungere, bravo ma non dà sicurezza. Magari era imparabile però una volta, dico una volta, un salvataggio che sia uno non lo fa. Visto curci ieri? non sarà un fenomeno ma dopo una partita pessima guardate come ha parato ieri. Da costa mai…sempre da 5, mai un 4 ma mai un 8. E sinceramente sono tra quelli che non rimpiange romero..vabbè ormai è andata cosi. L’amaro è davvero tanto perchè sul morale di questa squadra già sul filo del rasoio, piena di giovani, non so davvero la botta di ieri come possa essere superata ma diciamo che la samp può farcela, ieri in campo era semplice ma aggressiva, mi è piaciuta molto e voglio esser fiducioso. Avanti cosi..con qualche punto di qui a gennaio per poi rinforzarci purtroppo in tutti i reparti. UN saluto, alessandro

  14. Dorianodoc scrive:

    Post ben fatto e ricco di contenuti, caro Andrea. Hai toccato i punti salienti. Chi si aspettava la famosa “scossa” dal cambio dell’allenatore ha visto qualcosa in più, gli altri hanno visto la solita squadra che non è riuscita neanche questa volta a fare risultato pieno con una formazione in crisi di gioco e di risultati. E intanto le occasioni se ne vanno, il tempo passa e le altre squadre da bassifondi incominciano ad ottenere risultati importanti da tre punti ( Chievo e Sassuolo), mentre noi pensiamo a guardare la pagliuzza ( gli errori di Petagna o Mustafi) andando a sbattere contro la trave dell’assoluta ineguatezza di questa “rosa” ad affontare un campionato di A. Giustamente citi Da Costa. A qualsiasi livello, ma soprattutto per una squadra che si dovrebbe salvare, il portiere può essere quel valore aggiunto che a fine anno di porta quei punti in più fatti di parate decisive nei momenti di difficoltà. Da Costa, spiace dirlo perchè mi sembra una brava persona, è al massimo un portiere da B, paracadutato a fare il titolare in A dalle scelte risibili di questa pseudo società. Non ci volevano dei geni per capire che promuovere titolare la riserva degli ultimi tre anni esponeva la squadra ad ulteriori rischi. Ma qui va tutto bene…..Continui a sottolineare, poi, il fatto del mercato di gennaio. Beato te che sei così ottimista!! Oh Andrea ma chi pensi possa arrivare? Chi pensi che possa venire a metterci la faccia in questa formazione fatta apposta per la B? E poi non corri il rischio che a gennaio sia troppo tardi?

  15. Bulgaro scrive:

    Finalmente una partita piacevole da vedere, intensa con una squadra aggressiva che non lasciava ragionare l’avversario. Ora i problemi non sono certo risolti, certamente l’organico si puo` e si deve migliorare, pero` e` anche vero che con questo cipiglio in campo avremmo avuto sicuramente dei punti in piu.
    Sono anche felice di aver visto la squadra che giocava alta e Gabbiadini che portato tra le linee e` sembrato decisamente piu a suo agio; ora vorrei vedere con Eder e Sansone, tecnicamente piu dotati di Wzolek e Pozzi, disponibili come puo` migliorare la squadra in avanti.
    La preoccupazione che ho e` che quel gol preso al 94esimo lasci degli strascichi dal punto di vista psicologico; il morale e` fondamentale se devi tenere la tensione a manetta per piu di 90 minuti e per ogni partita da qui alla fine del campionato e farsi prendere dallo sconforto puo` fare piu male che non avere i piedi buoni in campo.
    Spezzo una lancia a favore di Palombo, mi e` piaciuto nel ruolo, meno fronzoli del solito e tanta sostanza davanti alla difesa; anche Soriano va` lodato, e` entrato in campo come un leone e non come un mozzarella come ci aveva abituato, speriamo che si ripeta nelle prossime occasioni in cui probabilmente verra` chiamato a sostituire Krsticic.
    Ora da qua a dicembre devono essere tutte partite cosi, poi si parlera` di mercato.

  16. daddix scrive:

    Ciao Andrea, quello che è successo ieri è surreale. Sono due punti persi che, ancora oggi, mi lasciano l’amaro in bocca.
    Facile parlare ora ma l’ingresso di Petagna è stato inutile e contro producente, a causa della sua macchinosità non ha praticamente svolto la fase difensiva che in quel momento della partita era fondamentale. Inoltre è stato molto ingenuo nell’azione che ha poi portato al goal laziale. Inutile dire che a Gennaio dobbiamo migliorare la squadra ma penso che il reparto che abbia più problemi sia senza dubbio la difesa perchè Gastaldello ormai è inaffidabile e Costa (che non aveva demeritato nella prima parte di stagione) sta faticando parecchio. per non parlare di Da Costa che ha dei limiti evidentissimi.

  17. ale scrive:

    Bravo Sinisa, ottimo lavoro.
    Naturalmente non basta. Almeno un portiere e una prima punta ci vogliono. (Da Costa prende sempre gol sul suo palo. Dritto per dritto da un difensore centrale!).
    Caro Andrea, ieri sera ho guardato la vs. trasmissione per sentire il commento tecnico del grande Arnuzzo e ho sentito quella signora (non ho capito bene da dove prende e a che titolo diffonde le informazioni) che è spesso vs. ospite dire che non ci saranno investimenti a gennaio. E’ vero? Risulta anche a te? Se si a gennaio metto l’abbonamento in una busta e lo rispedisco a Corte L.! Ti ringrazio anticipatamente nel caso tu voglia rispondermi; Grazie 1000

    • andrea.lazzara scrive:

      Simona Chiavaccini che è nostra amica e collabora da anni con noi, raccoglie ovviamente, come tutti noi, umori, sensazioni e “spifferi”( si lavora così, o meglio anche così). Non si tratta qui di risultare o meno: credo che a gennaio gli investimenti verranno fatti anche se sarà un mercato dove, credo, anche grandi club e giocatori di medio alto livello dovranno abbassare le pretese. E’ verissimo quello che dice Simona, la crisi la sentono tutti e soldi ne gireranno pochi. Gli affari si potranno fare anche a costi relativamente contenuti. Apro una parentesi e spezzo una lancia a favore del nostro vecchio amico Beppe Marotta: Llorente, tutti a spernacchiarlo, parametro zero ecc ecc…Ecco, appunto: Llorente..

      • NYC scrive:

        LLORENTE 4 milioni di ingaggio !!!

        • andrea.lazzara scrive:

          Era solo per fare l’esempio di un giocatore, comunque, che si prende quattro milioni di ingaggio ma la Juve lo ha pagato 0

          • Dorianodoc scrive:

            Capisco l’esempio, ma questi a parametro zero non sono neanche in grado di prendere Sciaccaluga dal Ponte Carrega!!!! Anche perchè Sciaccaluga neanche ci verrebbe………..

  18. STEL scrive:

    Al di là di tutti i limiti tattici e tenici la squadra si è battuta in 10 come una leonessa contro una lazio solo molto molto molto…..fortunata. Tralasciamo l’ennesimo arbitraggio indecoroso e andiamo oltre considerando ciò che è:

    Positivo
    1)giocato bene senza l’apporto di Eder e Sansone
    2)squadra col sangue agli occhi(vorrei vederli sempre così)
    3)modulo che ha funzionato

    Negativo
    1)Sfortuna nera il fattore c conta e come se conta
    2)10 punti sono pochi veramente pochi
    3)solito gol concesso in maniera assurda(non riusciamo quasi mai a tenere il risultato)

    La delusione per non aver vinto è tanta, ma allo stesso tempo sono felice di aver visto una squadra che si è impegnata con sacrificio e dedizione.
    Quando si naviga in cattive acque ci vuole un portiere che dia sicurezza alla difesa e poi un ragazzo giovane(Petagna) in un momento così delicato sarebbe meglio non farlo giocare.
    Mihajlovic, se in tre giorni è riuscito a dare una scossa a questi ragazzi, ( con la speranza che mantengano questo ritmo) fà ben sperare; mi ripeterò ma 4 giocatori di qualità ed esperienza sono necessari già dal 2 gennaio.

  19. Crovo scrive:

    Ciao a tutti.

    Premetto che ieri ho visto solo gli ultimi 25 minuti.

    Sofferenza pura.

    Al gol dell’albanese sono rimasto ko, sprofondato nel divano, e per trovare la forza di rialzarmi ci ho messo almeno 20 minuti…

    Mille sensazioni negative mi si affollavano nella mente.

    Sensazioni che poi sono diventate 2000 quando l’Inter ha colpito un’incredibile traversa a Bologna al 94mo…

    Aggiungiamoci pure il gol di Lazarevic nell’unico tiro in porta del Chievo..

    Se i segnali “divini” sono questi, sarà davvero dura…

  20. Paolo1966 scrive:

    Son rimasto talmente avvilito dal gol preso che non riuscivo nemmeno a parlare.
    Purtroppo i punti persi pesano.
    Cercando di essere propositivo devo dire che il 4 2 3 1 e’ effettivamente uno schema che mette un po’ tutti i giocatori in condizione di espimesri al loro meglio e forse consente di concentrare il mercato solo sul centravanti e in subordine sul portiere. Ovvio che manca anche il laterale sinistro e piu’ in generale qualita’ un po’ ovunque, ma andando per priorita’ quei due ruoli sono essenziali perche’ a parita’ di tutto sono quelli che ti portano a casa dei punti.
    Dopo la partita con l’Inter, sulla carta proibitiva (ieri peraltro si sono messi anche in credito con la sorte…), abbiamo la posssibilita’ e la necessita’ di fare punti, sperando che quello visto ieri in campo possa essere l’inizio di un gioco e di una struttura stabile di squadra.
    La quota salvezza non sara’ tanto bassa e non bisogna lasciare niente per strada

  21. YumaS2001 scrive:

    bruciare i giovani, dici?
    prendi perin: al 1° minuto gli scappa un tiro innocuo che finisce a 20 cm dal palo.
    Palla fuori ed episodio nel dimenticatoio

    prendi petagna: all’ultimo secondo cerca di tenere palla, la lazio la butta in avanti alla spera in Dio e gol. petagna crocifisso.

    Uno eroe l’altro belina?

    e se la palla di perin fosse entrata e la palla di petagna fosse stata malamante sciupata dalla lazio?
    perin incapace e ptagna s.v. (senza voto, per quel poco che ha giocato).

    Le carriere di petagna e perin si vedranno tra 5/7 anni

    • andrea.lazzara scrive:

      Ovviamente non giudico Petagna dopo 15 minuti(più mezz’ora a Milano). Però questo equilibrio di giudizio serve con tutti e da tutti. Anche se, ti devo dire, episodio del gol a parte, non mi è proprio piaciuto il modo con cui è entrato in campo. Ma finiamola li, e guardiamo avanti.

      • Giovi scrive:

        ..e non credo che Sinisa gli abbia dato una pacca sulla spalla dicendogli bravo…..quando un ragazzo entra in campo .lo deve arare , non giochicchiare in punta di piedi.

    • Bulgaro scrive:

      Il portiere di quelli di la` ha fatto un inizio disastroso sommando cappelle su cappelle nelle prime giornate a parte con noi che non abbiamo fatto manco un tiro, la societa` ha preso Bizzarri per sostituirlo …. pero` i suoi allenatori (sia quello prima che quello dopo) hanno insistito su di lui ed evidentemente stanno facendo bene visto che il suo rendimento e` molto cresciuto.
      Noi avevamo Fiorillo che ha fatto piu o meno le stesse belinate all’esordio e non ci abbiamo creduto bruciandolo probabilmente (visto che dove ci hanno creduto e lo hanno aspettato la sua stagione l’ha fatta e a doti tecniche non credo che sia cosi distante da quello di quelli di la`).
      Se si vuole puntare sui giovani e` importante crederci e aspettarli anche se ti fanno venire i vermi. Sono d’accordo con te che le loro carriere le vedrai tra anni, ma il loro potenziale lo lo possono gia` esprimere adesso se l’ambiente glielo permette.

  22. Fra Zena scrive:

    Beffa atroce, di quelle che lasciano il segno. Un gol subito così lascia la forte sensazione di una stagione “maledetta”..all’allenatore il compito di allontanare questo spettro dal gruppo, visto che i prossimi impegni saranno importantissimi.

    Alcune note sui singoli. Petagna: non si pretende da lui che ci salvi la stagione, ma almeno che si impegni,..a parte l’errore sul gol, che ci puo’ anche stare, un quarto d’ora da fantasma. Se questi sono i giovani dell’Italia, andiamo bene. Gabbiadini: un altro giocatore rispetto alle giornate scorse. Ha toccato più palle ieri che nell’ultimo mese. Bene, speriamo si confermi. Krsticic: mi stupisce che non lo citi nell’articolo, Andrea. Un gesto, il suo, completamente scriteriato e inutile. La prima cosa, quando non si è forti tecnicamente, è non perdere la testa…un’entrata del genere al 1° minuto del II tempo è qualcosa di assurdo. Speriamo che la pausa forzata gli raffreddi i nervi

    • andrea.lazzara scrive:

      E pensa che nel primo tempo Krsticic mi era pure piaciuto. Giusta osservazione: era da giallo(facciamo arancione…) e quindi andava fuori. L’assurdo è un fallo così al ventesimo secondo di un secondo tempo quando, tra l’altro, nel primo tempo era successo zero a livello disciplinare e nervoso. Però, purtroppo, capita anche quest’anno nelle annate di sofferenza..

  23. NYC scrive:

    Speriamo in Sinisa, a gennaio servono 3 giocatori di serie A .

  24. Franco scrive:

    Ciao Andrea….
    analisi perfetta, sono d’accordo su tutto, soprattutto sul portiere, sara’ anche un bravo ragazzo, ma non fa mai la parata salva partita….
    E mi pare che la difesa patisca questa situazione, ogni tiro e’ un quasi gol, insomma Bernardini diceva “dammi uno che para e uno che fa gol, poi nel mezzo mettici quelli che vuoi”…magari non sara’ proprio cosi, ma noi non abbiamo ne uno ne l’atro…..
    SEMPRE FORZA DORIA

  25. P. Solari scrive:

    Peccato, ieri ( in dieci per 50 min. ) la squadra ha dato qualche segnale di cambiamento in positivo; piu’ determinati, piu’ concentrati, meno slegati i reparti tra di loro. Uno scossone, almeno per quanto si e’ visto ieri, Sinisa e’ riuscito a darlo. Forse adesso con una intera settimana davanti, il Mister riuscira’ ad avere una visione piu’ completa riguardo ai giocatori che dovra’ gestire e mettere in campo fino agli sperabili ( “spero” soprattutto non sia un pochino troppo tardi …. ) rinforzi di inizio 2014. Spiace per l’ espulsione di Nenad, ma credo che il fallo ci fosse ( non da cartellino rosso immediato, ma cambiava poco al momento visto che gia’ aveva una ammonizione, e’ da vedere la sanzione del giudice sportivo ma temo 2 giornate ).
    Con l’ Inter che vorra’ dare il benvenuto al nuovo proprietario la vedo grigia, ma le 3 successive volenti o nolenti dovrebbero portare almeno 7 punti.

  26. danilo scrive:

    Concordo quasi tutto Andrea…. tranne sul discorso Gabbiadini. Vedo la sua prestazione ancora insufficiente sicuramente per quanto riguarda il primo tempo. Nel secondo un po’ meglio ma fra tutti è quello che ha tratto meno benefici dal cambio di allenatore.
    Per il portiere che dire….. sembra quella compagna di classe che a distanza di anni quando rivedi le foto ti chiedi: ma chi era quella? Insignificante, non te la ricordi ne per quanto fosse bella, ne per quanto fosse brutta, ma intelligente. A questo punto spererei quasi in un mega paperone ininfluente sul risultato per decidersi di cambiare guantoni a Gennaio.
    Comunque sempre e per sempre VIA OSTI E SAGRAMOLLA.

  27. marcello scrive:

    Galeotto fu il cambio di Pozzi per Petagna…….si è visto subito che era spaesato ed un gatto di marmo! Per giunta è stato anche l’artefice dell’errore al 94′….peccato, sembrava già di avere 3 punti in tasca invece ha vinto la sfiga!
    Sinisa non ha colpe sia chiaro, in tre giorni ha già fatto miracoli, Delio ormai con le sue orecchie da coker era lontano dalla squadra anni luce.
    “In culo alla balena” Sinisa e ti raccomando insegna a qualcuno a battere le punizioni come sapevi fare tu! Aspettiamo che passi la nottata e sono certo che per la Samp nascerà un nuovo giorno, finalmente con il sole!
    FORZA SAMP Marcello35

  28. Gipo Samp scrive:

    Analisi perfetta alla quale aggiungerei la menzione della sfortuna, anche se il goal è addebitabile alla mediocrità della difesa e all’inesperienza di Petagna che doveva tenere palla e perdere tempo. Ricordo ancora una partita con la Fiorentina con la Samp in vantaggio a poco dal termine, quando Cassano l’uomo odiato dai nutella (visto il goal di Napoli?), magari oggi entusiasti dei Gavazzi, Barillà, Eramo, Bjarnson & dei molti altri da serie cadetta in rosa, proprio in quella porzione di campo dove ieri Petagna impedì l’uscita del pallone dal fondocampo, tenne palla lottando contro un nugolo di avversari permettendoci di guadagnare tempo prezioso e uscire con i tre punti. Da Costa, Mustafi e Costa in una squadra solamente con ambizioni di piazzamento EL non andrebbero neppure bene per la panchina. Da Costa non fa mai un mezzo miracolo e manca di reattività. Aveva minacciato di andarsene se non faceva il titolare e i nostri super tecnici hanno rassicurato Garrone che Da Costa non era un problema e la società avrebbe risparmiato qualche milione. Bastava un ragioniere e non occorreva un AD/DG per ridurre le spese con criteri d’indebolimento della squadra come ha fatto Sagramola. Con Sinisa si è vista finalmente, pur nella mediocrità degli attori, corsa, grinta e anticipo, caratteristiche che sono sempre mancate con Mister 120%, benvisto solo da quelli che a Roma si sono sentiti lusingati dal suo saluto nella sconfitta e che qualcuno sostiene che non si doveva ancora esonerare: 23 partite con sole 3 vittorie.
    Diamo a Sinisa il tempo di conoscere gli uomini ma ieri ha commesso un errore tattico nelle sostituzioni poiché con la squadra in dieci era da inserire un centrocampista per tenere il risultato anziché Petagna, spostando Gabbiadini al centro. Per quanto riguarda l’attacco quando scrivi “la Sampdoria ha poca qualità in fase offensiva (e soprattutto senza Eder) ”, Fantozzi direbbe troppo buono lei….., perché Eder e Pozzi sono attaccanti solo di nome poichè di fatto vedono poco la porta, come confermano le statistiche di goal realizzati. Senza contare le loro molte assenze per infortuni. La partita di ieri ci fa ben sperare che Sinisa possa metterci la classica pezza, ma a condizione che a gennaio Garrone immetta un po’ di qualità in difesa a cominciare dal cambio del portiere, rinforzi il centrocampo con un fantasista che crei gioco e arrivi un vero centravanti doppia cifra. Sempre forza Samp

  29. fabrizio perfumo scrive:

    Dura scrivere un commento, troppo l’amaro in bocca, anche oggi. Ieri, dopo il fischio finale, ho passato due ore in trance, non trovando alcun modo per scaricare la rabbia di quel maledetto goal al 93 e 51 secondi. L’unico modo che mi da qualche picoolo conforto è il ragionare. Ho visto una buona Samp, capace di giocare alla pari contro una squadra che sarà certamente in crisi ma che è piena di qualità tecniche. Quando Kristicic è stato espulso ho pensato: è finita, perdiamo anche questa. Invece no: non abbiamo solo retto sul piano della corsa e della determinazione ma anche tatticamente. Mai smarrito il filo conduttore di un canovaccio che ha funzionato. Abbiamo rischiato pochissimo e non era semplice: pur sempre ultimi in classifica avevamo in corpo un’ansia giustificata che abbiamo saputo tenere a bada. Vado però a quel minuto fatale per osservare che: abbiamo una rimessa a favore, De Silvestri aspetta un pò per decidere il da farsi e non capisco perchè non decida di servire sui piedi, per es. Maresca, entrato per quello. Poteva tenere il pallone , farsi fare fallo con la protezione della palla e perdere tempo ulteriore. Lanciare Petagna è una contraddizione in termini: non ha la velocità per inseguire il pallone e commette l’errore di salvare la rimessa dal fondo che avrebbe consentito di subire il rinvio del portiere a difesa nostra schierata e non in un’azione – l’unica – di contropiede. Su questa azione comunque avvengono altri errori, di posizionamento in primo luogo : di Mustafi che tenta infatti un intervento goffo con il tacco e di Gastaldello che non so davvero dove sia. Completa l’opera Costa che è il meno colpevole perchè scala dall’estrema sinistra a destra e arriva quindi trafelato ma sceglie anche lui l’opzione sbagliata : deve temporeggiare , non arrivare sparato apposta per farsi saltare con un semplice spostamento di palla. Infine Da Costa, credo si possa dire, non compie il miracolo ( che non vuol dire faccia una papera).Purtroppo di errori – individuali – ne commettiamo sempre e veniamo puniti. Ieri Sorensen buca su palacio nel primo tempo e su Juan Jesus all’ultimo secondo della partita. Per sua fortuna palacio si mangia un goal che di solito fa, jesus prende la traversa.Il calcio va così. Ma non dobbiamo rassegnarci a questo e dobbiamo cercare di restare sul pezzo fino oltre l’ultimo secondo.Aggiungo che il primo errore grave e determinante è di Kristicic: già ammonito non può rischiare un intervento del genere a metà campo. Questo è il padre di tutti gli errori perchè certamente , almeno ieri, in parità numerica, potevamo aspirare ad arrivare alla fine della partita meno in apnea. Errori di apnea sono stati anche il rigore causato da De Silvestri – uno dei migliori sempre – nella partita con il sassuolo, ripresa per i capelli in dieci e che rimpiango ancora tanto. Un punto lì, due ieri e saremmo a 13. A pari del Cagliari , con cinque squadre sotto, due distanziate di quattro punti, una di due, un’altra di un punto. Sarebbe tanta roba. Questo esercizio non è sterilmente votato a ricomporre la storia con i se e con i ma , solo a farci capire che può servire anche poco per salvarsi ed è un poco che possiamo raggiungere. Certo il rinforzamento della squadra è essenziale e vitale ma certi episodi sono lì a dire che la fortuna va cercata con i nostri mezzi, la concentrazione in primis. Che ieri c’è stata per 93.30, smarrendola quando avrebbe fatto la differenza. Sono fiducioso dello spirito e anche del gioco visto – sterilità offensiva a parte che resta e può essere arginata fino a gennaio solo con la concentrazione somma che ho citato.Poi si spera in altro, leggasi qualità maggiore. Concludo dicendo che non siamo sfortunati: con Cagliari, Toro e Livorno abbiamo ripreso quattro punti in zona cesarini. ieri ne abbiamo due e potrei aggiungere anche quello con il sassuolo. Il bilancio è quasi in pareggio. Cerchiamo strade non scuse.

    • Luca Pavia scrive:

      Chapeau!!

    • alessandro scrive:

      fabrizio complimenti, analisi perfetta, anche nel rappresentare lo stato d’animo dopo la partita. Io mi sono dimenticato di citare de silvestri, ieri non ho capito quando in contropiede tre contro tre in vantaggio lui ha ripetutamente provato a sfondare a testa bassa per andare sul fondo e la rimessa è stata davvero incomprensibile, al 94° io avrei giocato dietro la palla. Non si capisce come dei professionisti non riescano ad essere un pò lucidi. Ok ok ..facile da qui, lo fossero tutti sarebbero tutti campioni però non so, io gioco a calcio e certe cose si conoscono anche a livelli molto più bassi, in serie a, vinci in 10 una partita importantissimal 94 ° e commetti tutta quella serie di errori come, permettimi, magistralmente hai evidenziato tu..mah.
      Io mi ero sbagliato prima, l’azione del fallo in attacco era quella precedente al gol.
      un saluto a tutti e ad andrea,
      alessandro

  30. Stefano_1970 scrive:

    Non ne faccio un discorso di vedere il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno anche perchè la mia filosofia non è guardare quanto c’è dentro al bicchiere bensì cosa.

    Ieri di è vista una partenza a spron battuto con pressing alto…ma l’avevo già vista nelle precedenti due partite dunque non è stata una novità, ma solamente il proseguio di un atteggiamento di lotta al momento necessario per cercare di racimolare qualche punticino.

    Alcune considerazioni sulla parita di ieri.
    GABBIADINI: inutile anche sulla fascia. Non ha i mezzi ne atletici ne tecnici per andare via all’uomo. Riceve il pallone e poi sapendo di non avere chances di scappare al marcatore frena e gioca la palla indietro. Qualche volta è riuscito a mettere in mezzo il pallone, ma il suo gioco è prevedibile ed il marcatore di turno mai in seria difficoltà. Avere solo un piede non gli è di aiuto.
    PALOMBO: molto più attivo di altre partite, ma quando calcia il pallone ha la stessa efficacia di una capra. In fase di costruzione non è un opzione valida. Personalmente ho apprezzato maggiormente il greco.
    Il volpone non ha fatto nemmeno un fallo…fa parte del gioco di squadra anche lo schema Bonucci-Barzagli-Chiellini (una “stecca” a testa a rotazione) lasciando prendere a Pedro e Nenad un cartellino a testa nel primo tempo. Come al solito
    OBIANG: l’attaccante avversio che lo va a pressa (e non parlo solo di Floccari…è sueccesso anche nelle precedenti partite) ha capito che costringendolo alla veronica ed attaccandolo di lateralmente perlomeno gli tocca il pallone. Dovrebbe variare maggiormente il gioco.

    In generale la Lazio non si può considerare un banco di prova valido perchè per caratteristiche dei giocatori non cercava la profondità (e quando l’ha cercata ha fatto goal) ne il cambio di gioco con palla dietro all’ultimo difensore che sono le due lacune più evidenti dall’inizio dell’anno ad oggi. Inoltre la Lazio non ha esterni in grado di puntare l’uomo quindi il gioco dei difensori è stato più facile del solito. Con l’Inter ne capiremo di più, ma non è impensabile uscirne con 0 punti. Poi il Catania… se vinci le speranze si riaccendono…

    • andrea.lazzara scrive:

      Perdonami ma non sono con te su Gabbiadini, che è stato per me molto più incisivo ed efficace, sia nell’impostazione della manovra offensiva che anche non lontano dalla porta(il gol di Soriano nasce, non dimenticarlo, da una sua iniziativa) che su Palombo. Criticabile altre volte ma questa volta l’ho trovato anche più preciso nei passaggi. Vero è, invece, che Obiang deve necessariamente essere più svelto, veloce nel proporsi e nel proporre il passaggio.

      • Stefano_1970 scrive:

        @Andrea Lazzara

        Non ti devo perdonare…dopotutto ognuno vede le cose a modo suo.

        GABBIADINI
        A me sembra che sulla fascia non riesca a sviluppare un gioco più efficace di quello di Foggia. Pasquale aveva il limite fisico (con le sue leve corte e comunque non una grande velocità era “recuperato” facilmente dai difensori) mentre Gabbiadini non ha ne il dribbling ne la velocità per puntare l’uomo. Ne è la prova il suo ostinarsi a tirare da distanze siderali. Il tiro c’è,ma non è Diamanti per intenderci. Vediamo l’evolversi, ma i limiti ci sono.

        PALOMBO
        I passaggi laterali non li conto. Riguarda la partita e vedrai che nel primo tempo ha vanificato un’imbucata di Wzolek verticalizzando con troppa forza. Sia nel primo che nel secondo tempo ha lanciato a nessuno (cosa che è capitata spesso negli ultimi anni). L’unica giocata di rilievo l’ha fatta in contropiede partendo dal vertice sinistro dell’area e dopo essersi accentrato ha fornito una palla (in orizzontale) a Gabbiadini. Nulla di più…e circa la grinta…almeno quella per lo stipendio che prende.

    • Massimo Pittaluga scrive:

      stefano scusa la lazio è vero che è in crisi ma candreva semmai non è un esterno ch salta l’uomo. riconosciamo alla samp con tutti i suoi limiti che domenica ha fatto una buona partita con un tempo in 10. sinceramente anche io preferisco il greco a palombo oggi per prestanza fisica etecnica ma sinisa appena arrivato si è affidato a chi conosceva meglio. vedremo le prossime partite. intanto a milano potrebbe esserci spazio per il greco con palombo. lui con maresca per età e passo non li vedo assieme ma alternativi.

      • Stefano_1970 scrive:

        @ Massimo Pittaluga

        Domenica a Milano si capirà qualcosa di più.
        Poi, a prescindere, testa bassa con il Catania…

  31. Ivan scrive:

    Visto che Da Costa e imbarazzante ,provare Fiorello? Più danni di questo non li può fare,ieri ennesimo gol evitabile…

  32. Aston scrive:

    Se non partirà nessuno non arriverà nessuno! Purtroppo!

  33. Mauro scrive:

    Spero solo che Osti e Sagramola,ovvero i principali artefici di questo fallimento,abbiano la dignità e la correttezza che non ha avuto Delio Rossi e si dimettano.E Osti ha pure avuto il coraggio di incavolarsi quando un tifoso gli ha fatto notare che Osti e’l'anagramma di Tosi….fuori dalle balleeee,basta incompetenti a corte lambruschini!!!!!

    • Dorianodoc scrive:

      Ma cosa vuoi che si dimettano!!!! Questi due fanno quello che dice il padrone (o i padroni). E’ molto semplice.

  34. Daniele da Rapallo scrive:

    Tenteranno di prendere qualche serbo. Si parla di un’attaccante della nazionale serba. Niente di trascendentale.
    Petagna mi sembra un po grassoccio e fuori forma, forse è una mia impressione. Ormai non vedo che portiere potrebbe arrivare. La frittata l’hanno fatta quando, avendo in mano Sorrentino, hanno dato retta ai capricci di Da Costa : ora per ogni errore che fa non oso pensare come si sentirà dentro. Questa ricorda veramente la questione Storari/Curci. Dicono che il mercato lo faranno Sinisa ed il presidente…mah ! Cosa ti risulta Andrea ?

    • andrea.lazzara scrive:

      Credo il mister vorrà avere un’importante voce in capitolo.

      • Gipo Samp scrive:

        “Credo il mister vorrà avere un’importante voce in capitolo”. Lanzara spero sia vero in specialmodo dopo aver assistito alla magistrale interpretazione da parte di Rossi delle tre scimmiette: non vedo, non sento, non parlo. Spero che Garrone si sia reso conto della disastrosa campagna acquisti – rafforzamento e dello sperpero dei suoi soldi da parte del duo Osti – Sagramola.

        • andrea.lazzara scrive:

          Ehm..Lazzara..ahah tranquillo Gipo….mi hanno storpiato il cognome in tutti i modi.mi ricordo da bambino una tessera del bus Lazaro..alla portoghese…:-)). Ridiamo un pò, va, che qui…

          • Gipo Samp scrive:

            Sono certo che come persona di spirito hai capito che si è trattato di un lapsus, avendo sempre scritto giusto il tuo cognome ed essendomi anche complimentato per il tuo coraggio nell’esporti. Cosa questa di grande pregio e professionalità in una piazza come Genova. Forza Samp

          • andrea.lazzara scrive:

            Ahaha ovviamente si…..

  35. Crovo scrive:

    Tornando a parlare del problema portiere, Da Costa, come ho già scritto più volte, non fa le cosiddette ed evidenti “cappelle”.

    Lui fa le “non parate”.

    E ciò è ancora più sconfortante!

    Ti chiedo pertanto Andrea, in base alle tue informazioni e/o sensazioni, cosa ne pensi di Fiorillo?

    Perchè lo considerano tutti già finito prima di cominciare?

    Ritieni che, perso per perso, provarlo a Milano sarebbe una cosa davvero senza senso?

    • Lollo scrive:

      si può sempre provare a giocare con i ” portieri volanti ” come in piazzetta, non credo sarebbe peggio ..:-)

    • flex scrive:

      In un giocatore o ci credi o non ci credi.
      Non lo provi in una partita “perso per perso”.

      • Crovo scrive:

        Che non ci credono è evidente, sennò come hanno provato tutti gli altri giocatori in rosa, avrebbero provato pure lui…

        Ma non ritieni che abbia senso testarlo proprio in una partita in cui il risultato conta relativamente?

        Se fosse Samp-Inter, farei giocare da Costa.

        Ma è Inter-Samp.

        La prima davanti a Tohir.

        Sulla carta siamo vittime sacrificali…

        Fiorillo può giocare tranquillo perchè senza pressioni.

        Se va male, pazienza, non era quella la partita in cui cercare i punti salvezza.

        Se invece gioca alla grande e para tutto e magari per merito suo usciamo di li con qualche punto tanto di guadagnato, no?

    • sampdorianamente scrive:

      Se vuoi un parere mio…. da non professionista…. la GROSSISSSIMA occasione Vincenzo l’avrà giovedi prossimo 5/12 in Coppa Italia contro il Verona. Se si saprà far valere, secondo me, forse ma dico forse poi in campionato potrebbe giocare!!!!
      Tra l’altro non lo dice nessuno ma quella è una partita che ci rompe i cosiddetti in maniera orrenda visto che dopo pochi giorni abbiamo il Catania in casa!!!!! Quindi spero, ma non ho dubbi, che Sinisa butti in campo una formazione ampiamente rimaneggiata con i vari Fiorillo, Berardi, Petagna, Gavazzi, Eramo, Fornasier, Poulsen, Renan, Rodriguez in campo!!!!!
      Cosi avremo anche la famosa controprova se almeno uno o due possono venire bene per il resto della stagione….. ma non sono molto ottimista, ma ripeto non sono un professionista faccio solo il tifoso!

    • Michele G. scrive:

      Mi sembra che tu abbia fatto una precisazione azzeccata.
      Le cappelle sono quelle quando si fanno passare il pallone fra le gambe o fra le mani protese (esempio, Romero a Verona con il Chievo il campionato scorso). Le “non parate” come le hai giustamente definite tu, sono appunto quelle di Angelo Da Costa, che si butta quasi rattrappito, invece che proteso. Riguardando n-volte l’azione, lo vedi al centro della porta, anzichè chiudere l’angolo dalla parte da cui è provenuto il tiro. Oltretutto, Cana per poter incrociare, avrebbe dovuto tirare di sinistro, mentre la palla ce l’aveva sul destro. La scarsa reattività dimostrata da Da Costa, rivela, secondo me, una carenza di fondo di questo portiere.
      Ciao e Sempre Forza Doria!
      Michele G.

      • Lollo scrive:

        ciao Michele, una domanda ( non retorica ) per te e per Andrea ( e per chi vuole rispondere ): ma la prima squadra ha un allenatore dei portieri ? e se si , è all’altezza ? lavora sulla tecnica e sulla preparazione atletica ? perchè, fermo restando che certe qualità sono innate, mi sembra che tutti dico tutti i portieri venuti da noi dopo Storari ( Curci Romero, Da Costa, lo stesso Fiorillo )avessero e abbiano delle lacune tecnico/atletiche notevoli ma colmabili con un allenamento mirato, in particolare Da Costa non ha ” l’esplosività ” che un portiere deve avere, se notate non si butta lateralmente ma sembra quasi scivolare o saltare sul posto e quindi i tiri un po’ angolati , rasoterra e no, non li prenderà mai; un allenatore dei portieri dovrebbe intervenire…

        • andrea.lazzara scrive:

          Il preparatore dei portiere è Andrea Sardini: arrivato alla Samp con Atzori, è stato richiamato con Rossi e confermato con Mihajlovic

  36. peter scrive:

    Tutti a dare addosso a Da Costa, ok e’ un portiere mediocre come molti in serie A attualmente ma se ti trovi un attaccante a pochi metri dalla porta che si spalanca davanti a lui e quest’anno succede spesso, o sei buffon e da noi buffon non viene, o prendi gol…parliamo della difesa colabrodo invece che spesso lascia indisturbati gli attaccanti davanti al portiere, parliamo del Mustafi che fa un intervento ridicolo e imbarazzante per un giocatorie di serie A, ed evidentemente non lo e’, parliamo di costa che interviene in scivolata un quarto d’ora prima della finta ed e’ la seconda boiata che combina, e a pochi secondi dalla fine gastaldello dove diamine era ??!!??!! E petagna ? e’ giovane, molto giovane, non voglio addossargli la colpa ma la colpa e’ di chi ha preso un giovane in evidente sovrappeso che neppure ha fatto gavetta nelle serie minori ma e’ partito dalla primavera e la colpa e’ dell’allenatore che non doveva metterlo in campo ma fare una scelta diversa rinfoltendo il centrocampo, lasciando palombo, inserendo maresca e lasciando soriano davanti che ha fisico per far salire la squadra…e critico anche il cambio di palombo per maresca a un minuto dalla fine che ha fatto solo perdere tempo
    E il campione kristicic che ci lascia in 10 dopo un minuto perche’ nonostante fosse ammonito fa un fallo scriteriato ? e obiang che ciabatta sempre il tiro da posizione favorevole ? facile trovare il capro espiatorio in da costa come si e’ fatto con rossi per coprire le allucinati lacune della rosa.
    La realta’ e’ che abbiamo a fine novembre solo 10 punti, che il sassuolo comincia a vincere e che noi non riusciamo a fare tre punti nenache giocando al massimo con una modestissima lazio che sta lasciando punti a molte squadre.
    Mancano difensori, centrocampisti e attaccanti da serie a per colpa di una gestione ridicola: mancano 4 partite per finire il girone di andata compresa l’inter e abbiamo 10 punti…qualcuno spera veramente che in 4 partite si riesca a fare tanti punti quanti ne abbiamo fatti in 3 mesi ?
    E a gennaio quanto avranno intenzione di investire perche’ io tra i frizzi e i lazzi per l’arrivo , rimanendo due settimane senza allenatore e perdendo di fatto il vantaggio della sosta, di sinisa non ho sentito parlare nessuno di mercato…che strano eh ?
    Altro che sinisa…ci vorrebbe Tom Cruise perche’ questa e’ una missione impossibile.

    • Michele G. scrive:

      Hai perfettamente ragione Peter, ma credo che tutti, ad iniziare dal moderatore Andrea Lazzara, abbiano premesso che il gol sia nato da una grossa leggerezza della difesa nella persona di Mustafi e dell’altro difensore, che si è fatto scartare come un novellino al campo parocchiale. Certo, poi il piazzamento sbagliato, a mio avviso, e la scarsa reattività di Da Costa, hanno fatto il resto. Semplicemente con un pizzico di attenzione in più, quel tiro lo avrebbe parato, non dico agevolmente, ma con una certa sicurezza.
      Ciao e Sempre Forza Doria.
      Michele G.

  37. max scrive:

    sono contento di notare che adesso tutti più o meno concordano sul fatto che era indispensabile cambiare allenatore. non era così la settimana scorsa. meno male
    almeno con sinisa corrono e lottano. poi le qualità tecniche sono quelle che sono in alcuni elementi e certamente il portiere è una ns debolezza. speriamo venga risolto tale problema che è fondamentale. è stato positivo l’atteggiamento della squadra e la voglia di fare anche se con errori ma almeno si è visto una squadra che riesce a stare in campo e non un accozzaglia di giocatori che passeggiavano. diamo tempo a sinisa di prendere possesso della situazione e di far giocare la squadra con un minimo di logica.
    mi piacerebbe che durante i vs commenti indiretta foste un po meno critici e pessimisti
    anche se la situazione lo impone ma vedo metro di giudizio diverso tra le 2 squadre e non lo trovo logico.
    la sig.ra chiavaccini mi è simpatica ed e bella donna ma sarebbe bene che prima di dire certe cose magari riflettesse un po di più

    • andrea.lazzara scrive:

      Ribadisco quello che ho scritto prima sulle parole di Simona. Stop. Il problema ora, è uscire dalle secche.

    • YumaS2001 scrive:

      senza polemica alcuna, la sig.ra chiavaccini non mi è simpatica, non la trovo per niente bella, anzi, appena la intravedo, indipendentemente da chi siano gli altri ospiti della trasmissione, giro canale.
      .
      la trovo assolutamente inutile in programma che parla di calcio.
      .
      come il sedano nel tiramisù
      .

  38. STEL scrive:

    Se guardo la classifica mi viene l’angoscia anche perchè rifletto sui possibili giocatori di qualità che sono disposti a venire a giocarsi la salvezza in una squadra che avrà mille difficoltà a salvarsi. Insisto nel dire che in un campionato difficile come la serie A non si può prendere giocatori giovani che vengono da noi per fare esperienza, perchè paghiamo queste scelte scellerate perdendo partite e punti. Mi inquieta vedere ancora ds e dg ancora nella Samp, dopo che hanno indebolito in maniera sciagurata questa squadra. Se è vero che il mercato (e spero col cuore che si faccia; esiste anche l’opzione prestiti) lo faranno il Presidente e Mihajlovic forse abbiamo qualche speranza di non vedere in campo improponibili dilettanti.Prendo in considerazione, ma è un mio pensiero, il fatto che il Presidente del Sassuolo a gennaio non si tirerà indietro per rinforzare la squadra e quindi si fà sempre più difficoltoso salvarsi,attualmente 3 da lasciarci indietro non le vedo prorprio.

  39. alberto scrive:

    Sono d’accordo con Lazzara per quanto riguarda il mercato di Gennaio (punta- cantrocampista etc.), ma dopo Domenica ritengo necessario un PORTIERE con la P maiuscola! Da Costa non e’ mai completamente colpevole, ma non salva mai una partita vedi il pareggio del Bologna, la punizione di Conti a Cagliari, l’uscita ritardata su Berardi con il Sassuolo, il primo e il terzo gol del derby e forse dimentico ancora qualcosa.
    Viviano e’ all’estero e non gioca. Se non e’ infortunato si potrebbe chiedere un prestito. Non saprei chi altri suggerire visto che Sorrentino non convince appieno e comunque il Palermo ora non lo molla cosi’ come la Juve non molla Storari.

    • andrea.lazzara scrive:

      Viviano è un’idea che mi frulla in testa da un pò…

      • Dorianodoc scrive:

        SE volevano spendere due soldi Viviano lo potevano benissimo prendere la scorsa estate. Figurati che è andato a fare il terzo (o quarto) portiere in Inghilterra!

      • Bulgaro scrive:

        spero che rimanga all estero sinceramente. è stato un problema ovunque è andato e noi problemi ne abbiamo a sufficienza con la nostra rosa.

        • andrea.lazzara scrive:

          Mah…il problema per lui a Firenze è stato che essendo uno cresciuto nella Fiesole non gli hanno perdonato nulla…nemo propheta in patria…

          • Bulgaro scrive:

            Dopo Bologna, per sfortuna o altro non e` mai riuscito a mantenere le promesse fatte da giovane; a Palermo non fanno che spedirlo in giro e a Firenze non si e` comportato proprio da professionista.
            Ora e` andato a fare panca all’Arsenal (in un campionato dove i portieri non sono famosissimi per le loro abilita`).
            Io lo ritengo un portiere gia` in fase calante anche se ha meno di 30 anni; poi se dovesse arrivare ovviamente mi auguro che ripeta le gesta di Pagliuca.

  40. flex scrive:

    Buongiorno a tutti.

    Non ho difficoltà ad ammettere che ero tra quei pochi che avrebbero tenuto Delio Rossi, tuttavia i ragazzi mi sono piaciuti moltissimo. Le note più positive sono arrivate da un paio di giocatori sui quali avevo quasi perso le speranze: Palombo e Soriano. Gabbiadini e Obiang mi sono sembrati in crescita, ma ancora lontani dal livello che ci si aspetta da loro, la difesa mi è piaciuta in blocco e mi è piaciuto anche il giovane polacco. Nel complesso i ragazzi sono entrati con uno spirito ben diverso dalle ultime prestazioni, c’è solo da capire se è stato un episodio dovuto al cambio allenatore o se continueranno con la medesima grinta e determinazione.
    Io focalizzerei l’attenzione su due giocatori: Da Costa e Pozzi.
    Da Costa: non è il nostro problema più grande e visto che a gennaio dovremo spendere tanti soldi non li sprecherei per un portiere. capisco che sia un pò deprimente nella sua mediocrità, ma se proprio vogliamo cercare un’alternativa io proverei con fiorillo, però poi non puoi toglierlo alla prima cappella che fa. Capisco che la classifica non autorizza salti nel vuoto, però io correrei il rischio.
    Pozzi: è attaccato alla maglia, è generoso, ma non è all’altezza per essere titolare in una squadra di serie A. Poche musse.
    Non so quale sia il budget stanziato per il mercato di gennaio, ma prima di ogni altra cosa dobbiamo prendere uno davanti. uno forte. voglio esagerare: possiamo fare a meno anche dell’esterno a sinistra, possiamo tenerci una pippa in porta, ma dobbiamo prendere un giocatore che segni o faccia segnare.

  41. Daniele da Rapallo scrive:

    Ma anche il Cagliari quel portiere li dove l’ha trovato ?

    • Paolo1966 scrive:

      Belin ci pensavo anche io.
      Fa la panca da anni.
      Ieri sera ha preso anche le mosche…
      Magari e’ stato un caso e la prossima partita fa la saponetta, ma e’ evidente come un portiere che faccia qualche paratona alla fine ti porta a casa dei punti.
      Riguardando tutte le pere prese da Da Costa vedo dei gol evitabili, al contrario non mi viene in mente nessun miracolo che abbia salvato qualche partita

      Ieri sera ascoltavo Salvatore Mango (peraltro complimenti per i suoi interventi pieni di conoscenza tecnica, pacatezza e ottimo stile espositivo) e anche lui sosteneva che a conti fatti un portiere bravo vale 10 punti in un campionato

    • Bulgaro scrive:

      è un portiere con una carriera alla Da Costa, B e secondo qua e là.

  42. MARCO scrive:

    ragazzi ma scherziamo? delle mezzore a scrivere di petagna e fiorillo????ci vuole gente esperta e pronta subito! altro che quella decina di mezze calzette che vagano tra panca e tribuna (compreso il goleador Soriano!). abbiamo dato via Estigarribia esponendolo al pubblico ludibrio (era un pippa?) e non ci saimo dati la pena di sostituirlo con qualcuno che almeno usi il sinistro di preferenza. dai!

  43. Gipo Samp scrive:

    Leggo che qualcuno invoca Fiorillo. Non so se sia campanilismo del quartiere di Oregina o perché la disperazione induce a tentarle tutte, ma non posso fare a meno di chiedermi: se Fiorillo è così bravo per cui i giornali genovesi avevano coniato per lui perfino il titolo di vice Buffon, perché la Società non è riuscita a piazzarlo in estate pur avendolo offerto a destra e a manca e quel volpone di Spinelli l’ha rispedito al mittente pur avendo fatto così bene a Livorno? Almeno come qualcuno scrive.
    Continuerò a ringraziare Rossi per aver accettato tutto quello che passava il convento, ricordandomi che c’era chi diceva: se Delio accetta di continuare con la Sampdoria è perché pretenderà dei rinforzi. Li abbiamo visti. Osti, è un beneficiato di Sagramola preso dalla disoccupazione, al quale in riconoscimento della splendida campagna acquisti estiva da lui condotta è stato anche premiato con il prolungamento del contratto fino al 2015. Il maggiore responsabile lo ritengo per la sua posizione Sagramola, per aver conseguito dei risparmi sulla pelle dei tifosi non rinforzando la squadra e confermando perfino Da Costa.

  44. sergin scrive:

    Un attaccante sara’ da prendere per forza visto che Pozzi e’ fragile e puo’ farsi male da un momento all’altro e star fuori un mese o due e visto il sostituto …
    Per il portiere idem, se si trova di meglio bisognerebbe tentare, non so se sono possibili i prestiti di Pazzini e Storari, ma ci vorrebbero giocatori di quel livello, con due cosi’ in squadra le probabilita’ di salvezza aumenterebbero di brutto (e si allontanerebbe il rischio di tracollo economico insanabile proprio adesso in cui si parla finalmente della legge x fare gli stadi, cosa graditissima a chi ci mette il grano).
    Ma la cosa che mi fa pensare e’ come al 94′ con un uomo in meno tutta la difesa fosse sbilanciata. Sbaglio o De Silvestri (un terzino) e’ andato a battere la rimessa laterale in attacco ?? Con la sponda a centrocampo mi sembra di Floccari e’ stato anticipato Gastaldello e saltato Mustafi, praticamente tutta la difesa, cosicche’ come ultimo tentativo c’era Costa il terzino destro tutto spostato dall’altra parte. Ma come si fa ad essere cosi’ fuori posizione tutta la difesa ?? Sapersi organizzare e soprattutto restare compatti nelle proprie posizioni sono operazioni a costo zero e sono fondamentali x risucire a salvarsi, come avere un buon portiere ed uno che la butta dentro.
    Speriamo che Sinisa riesca a correggere queste situazioni, neanche troppo inconsuete quest’anno, se no puoi prendere anche Messi ma resta durissima

  45. max scrive:

    il portiere credo che ci voglia a prescindere e proverei anche fiorillo in attesa di uno come si deve a gennaio. magari viviamo che certamente è un buon portiere
    per la punta sono parzialmente d’accordo ma se arrivasse un vero numero 9 perché no
    sicuramente sarebbe gradito
    credo che manchi anche un vero difensore di qualita che potrebbe dare sicurezza al reparto. in mezzo invece credo che siamo coperti soprattutto se si riuscisse a recuperare
    maresca che è un signor giocatore e certamente può dare l’esperienza che manca.
    ribadisco comunque che ci vorrebbe anche un po più di ottimismo e non sempre e solo critiche distruttive che sono anche giuste da parte dei commentatori anche per ridare morale all’ambiente. invece sembra che ci si diverta a fare il tiro al bersaglio sul malato sofferente.

    • peter scrive:

      non manca un centrocampista ? si certo ne abbiamo 40 ma tutti scarsi, se giochi col 4 2 3 1 devono prendere un trequartista come dio comanda, oltre la punta da gol e anche un difensore: parlo di giocatori di e da serie A non gente del calibro di barilla, gavazzi e wszolek (anche lui molto scarso),
      Se arrivano questi tre potrebbe anche rimanere Da Costa ma dai rumors penso che rimarremo, come sempre, delusi.

      Sul pessimismo: 10 punti in tre mesi pieni, non riesci a vincerne una in casa…a me voglia di ridere non viene…anzi.

  46. ale scrive:

    Un portiere che pari e un attaccante che segni. Senza è B sicura. Certo si inizia a sentir dire (secondo me non casualmente) che non si vogliono far investimenti. Va bene, magari ci prestano qualcuno. Naturalmente se poi si inizia a “spifferare” anche di tetto di ingaggi a 500.000 allora vuol dire che si va in B perché si vuole andare in B. Nel frattempo si scopre che ne abbiamo almeno una decina che se non si vendono a gennaio non si alleneranno con la prima squadra, si suppone perché inutili.
    Tutta gente pagata secondo i parametri (da media serie B). Sommando i loro ingaggi vorrei sapere quanti fuori parametro degni della serie A si potrebbero pagare.
    Per non parlare dei tanti allenatori.
    Sembra che si sia disposti a spendere solo per buttarli.
    Ma un portiere che PARI e un attaccante che SEGNI no?
    Io rinuncio a capire

    • Daniele da Rapallo scrive:

      Ed un centrocampista dai piedi buoni che rifinisca ? O magari un esterno sinistro che sia buono a crossare o a saltare l’uomo anche da quella parte ?

  47. Fabrizio scrive:

    Ciao Andrea, secondo te non sarebbe possibile un ritorno in blucerchiato di Storari ?
    Sei mesi con rinnovo automatico per un altro in caso di salvezza e poi fra un paio d’anni lanciare Tozzo.
    Cosa ne pensi ?

    • andrea.lazzara scrive:

      Potrebbe essere una soluzione. Sperando che a stare in panchina non si sia…arrugginito(il portiere è un ruolo particolare..)

      • Crovo scrive:

        Tra il lusco e il brusco, Storari ha 4 anni in più di quando lo abbiamo visto fare mirabilie qua da noi…

        Il tempo passa per tutti…

        • andrea.lazzara scrive:

          …e ha fatto tanta tanta panchina. Che per un portiere…Però, se arrivasse…W Storari( e W Da Costa, in questo momento, ovviamente, nonostante quelli che per me sono errori).

  48. NYC scrive:

    Andrea nomi per gennaio ?
    a me piace un casino Bonaventura dell’Atalanta !
    pero costa

    • andrea.lazzara scrive:

      Costa un botto Bonaventura…

      • Michele G. scrive:

        L’Atalanta sì che riesce a valorizzare i suoi giocatori migliori, sia che provengano dal proprio vivaio, sia che vengano rivalutati a Bergamo. E non li rivendono per pochi soldi (come ha fatto e fa qualcuno di nostra conoscenza). Un po’ come fa l’Udinese. Ma qui, secondo me, il discorso punta anche sui talent scouts. L’Udinese, appunto, riesce a scoprire veri talenti, da noi magari sconosciuti, li valorizza e li rivende a cifre stratosferiche. Perché, Andrea, da noi questo non è possibile? Secondo te, è incapacità o volontà di non farlo, per non dover pagare anche qualcuno in giro per il mondo?
        Michele g.

        • matteo84 scrive:

          bella domanda Michele G……………..inoltre Bonaventura costerà un botto per aver fatto una stagione bene(l’anno scorso) mentre i nostyri se steccano una partita sono da regalare……….Pedro Obiang che sarebbe da vendere e valorizzare almeno per 15 milioni verrà regalato a 8 -9 all’inter come al solito, anche queste cose danno parecchio fastidio….

        • Paolo1968 scrive:

          Vero e condivisibile quanto dici sull’Udinese. Ma vorrei vedere l’Udinese senza un tale che gli fa più di 20 goal da un bel po’ di anni… merito loro di averlo preso e tenuto, ma un po’ di fortuna a trovare uno con una così mostruosa vena realizzativa e che non ha mai voluto andarsene ci vuole….
          Comunque la Samp, prima dell’anno della retrocessione non mi sembrava così tremenda nelle cessioni/acquisti. Non certo peggio dell’Atalanta.

  49. Enrico scrive:

    Un gol nel calcio puo’ anche essere determinato da un’azione di pochi secondi: succede e, purtroppo e’ successo Domenica. Peccato perche’ la vittoria sarebbe stata fondamentale. In questi casi si analizzano gli errori individuali e la casualita’. L’errore evidente e’ di chi, Petagna, si affanna per tenere la palla in campo e quindi regalare l’ultima chance alla Lazio.

    Ma da censurare e’ l’atteggiamento di chi entra in campo e vaga con atteggiamento svogliato, quando invece si doveva dare tutto, ma proprio tutto. Spero che non pagheremo cara questa cosa, ma per favore chi non e’ capace o non e’ in grado di dare tutto via, via subito!

  50. FISH65 scrive:

    Amici, solo 3 brevi considerazioni.

    1) Da Costa non ha colpe. Per evitare quel gol ci sarebbe voluta una parata miracolo. Da Costa miracoli non ne farà mai, ma dire che abbia responsabilità mi sembra davvero assurdo.

    2) Bene la grinta messa in campo contro la Lazio. Ma, derby a parte, la Samp ha sempre lottato. Forse domenica scorsa c’è stato un surplus di intensità dovuta, credo, alla scossa conseguente al cambio dell’allenatore.
    Durerà?

    3) Leggo commenti entusiastici(o quasi) sulla partita contro la Lazio. Faccio però notare che la Samp ha tirato in porta 1 volta in 95 minuti…

    • peter scrive:

      Sintetico, efficace, condivisibile.

      • Paolo1968 scrive:

        1. Da Costa ha la colpa di buttarsi da una parte o dall’altra riuscendo a mantenere la sua verticale. In sostanza riesce a buttarsi a dx, allungando i piedi a sx e viceversa. Basta tirare a un metro e mezzo dalla sua verticale che non ne para una. Quindi non solo non fa i miracoli: non para niente oltre il raggio di un metro e mezzo.
        2. Derby e Lazio escluse, la Samp ha sempre combattuto… non più di un quarto d’ora e quando era alla canna del gas.
        3. L’entusiasmo può essere per l’intensità. In tre giorni non compaiono per miracolo degli schemi e Gabbiadini o Pozzi non diventano di colpo goleador da 20 gol a stagione.

    • Michele G. scrive:

      Ti faccio notare che abbiamo giocato 45 minuti in 10 contro 11, e, nonostante questo, abbiamo segnato e non corso eccessivi pericoli, fatta eccezione, ovviamente, per lo scigurato gol preso all’ultimo secondo.

    • fabio scrive:

      Verissimo, in 95 minuti c’è stato un tiro in porta, e il gol che….vabbè dai lasciamo perdere.
      Verissimo secondo me anche ciò che hai detto sulla grinta e l’intensità, non è vero che prima mancassero, forse c’era minore lucidità, ma non si può certo dire che questo gruppo abbia mai tirato indietro la gamba.
      Sono mediamente grammi, punto.

  51. El Cabezon scrive:

    Che Da Costa non è un fenomeno lo sapevamo tutti, in società per primi…
    Ma leggere che sarebbe colpevole su praticamente tutti i gol che abbiamo incassato è francamente inaccettabile, oltrechè non corretto!
    Colpa di Da Costa sul gol di Bologna? Ma se Kone s’inventa una girata da centro area assolutamente indisturbato che colpa ne ha Da Costa?
    La punizione di Conti? Ma se la barriera si apre che colpe ne ha Da Costa?
    L’uscita ritardata su Berardi? Ma se Costa salta a vuoto da meno di 10 metri dalla porta cosa ne può Da Costa?
    L’unico suo evidente errore è stata la punizione di Lodi, peraltro ininfluente, e forse avrebbe potuto fare di più sul primo gol di Antonini, per il resto non mi sento di buttargli la croce addosso, neanche domenica…
    Leggo di gol su primo palo, ma quale primo palo? Mica era un calcio di punizione, Cana poteva tirare in qualsiasi angolo della porta!
    Leggo di elogi da Curci, ma per favore! A Bologna lo impiccherebbero, ma che gol ha preso contro l’Atalanta e anche contro di noi? Suvvia!
    E Bardi del Livorno?
    Che potenzialmente è fortissimo, ma che autogol si è fatto contro l’Inter?
    E andate a rivedervi quello che gli ha fatto Tevez domenica…
    Purtroppo portieri fenomenali che ti possono davvero salvare le partite ahimè non ce ne sono o quei pochi certamente non vengono da noi, e lasciamo stare pure a Palermo Sorrentino che me lo ricordo ancora il suo scivolone l’anno scorso contro il Bologna che in pratica diede una mazzata alla rincorsa dei rosanero…
    Da Costa è semplicemente…Da Costa, un portiere dal quale ci potremo solo aspettare l’ordinaria amministrazione e che pari il parabile, non è per colpa sua se abbiamo 10 punti in classifica…

    • Crovo scrive:

      Credo di interpretare il rammarico di tutti.

      Quello che imputiamo a Da Costa per domenica è che in una partita in cui tutti (escluso Kristicic e Petagna) hanno dato un pochino di più, lui invece come al solito non lo ha dato.

      Quella al 94mo era l’azione in cui il portiere poteva/doveva salvare il risultato.

      Dovrebbe essere li apposta.

      E sarebbe stata cosa buona e giusta!

    • peter scrive:

      Purtroppo e’ una cattiva abitudine quella di cercare il capro espiatorio, capirei avesse fatto una papera alla romero ma non ha preso un tiro a porta spalancata da pochi metri.
      Le falle sono altre a partire dai piani alti.
      Osti e’ ancora al suo posto o sbaglio ? altro che Da Costa.

    • fabio scrive:

      Concordo in pieno con te.
      Sarebbe ora di finirla di cercare sempre dei capri espiatori qua e la, mentre è chiaro persino ai ciechi che -piaccia o meno- è l’andazzo generale che non va, e non certamente da ieri…
      Ora speriamo bene con questo cambio di allenatore, ma se -come ho sentito in qualche trasmissione- l’investimento sarebbe il cambio di allenatore (in aggiunta agli altri 2 a libro paga, e quindi un salasso) attraverso il quale far rendere l’attuale rosa…..stiamo belli freschi.
      Stiamo a vedere.

    • daddix scrive:

      Sono d’accordo. Troppa severità nei confronti di Da Costa. Purtroppo il portiere è un ruolo ingrato perchè la gente si ricorda solo gli errori e mai le belle parate

      • sampdorianamente scrive:

        Io non sono d’accordo….. l’uscita di Storari a Roma su Vucinic me la ricordo ancora ;-) …….
        Il discorso secondo me, però, andrebbe ampliato. Si deve andare al di là di SAMP – LAZIO…..
        Un buon portiere con le sue parate mediamente in un anno ti può far guadagnare dei punti ( più o meno punti a seconda se sia più o meno bravo).
        Ecco Da Costa (a mio avviso) NON è un buon portiere!

      • Bulgaro scrive:

        Arduo ricordarsi le belle parate se non si fanno :P

        La verita` e` che non e` un portiere che porta punti, alla lunga te li fa` perdere.
        Non e` reattivo, non e` alto … probabilmente e` preparato tecnicamente, ma senza doti atletiche in serie A fatichi.

    • matteo84 scrive:

      oddio non sarà colpa sua, però dai 2 ai 4\5 punti in più con uno meno gramo li avremmo….col torino per esempio ha avuto grave colpa di non chiamarla e di non provare l’uscita sul gol dell’1-1…sulla punizione di Conti era posizionato male, quella punizione la segnava chiunque da quanto era sul palo opposto……….
      Da Costa, un portiere dal quale ci potremo solo aspettare l’ordinaria amministrazione ???????
      no Da Costa è un portiere saponetta, si posiziona male, non chiama il pallone ed esce male, e finora ci è andata bene che il 60% delle cavolate che ha fatto non si sono tramutate in gol perchè per ora e solo per ora è stato pure fortunato……..
      io non ti parlo di altri portieri non m’importa degli altri guardo in casa mia e lui per ora ci sta procurando un danno, cosi come lo hanno fatto gli arbitri e cosi come lo ha fatto la società, e a suon di piccoli danni siamo in zona retrocessione, direi che è un danno a cui si DEVE porre rimedio visto che è il più fattibile……….

      • Bulgaro scrive:

        Solo per puntualizzare che la punizione di Conti ce l’ha sul groppo Krsticic che si e` aperto in barriera … vero che Da Costa non e` un fulmine di guerra, ma quel gol non e` colpa sua sicuramente.

        • nello scrive:

          A Livorno ha salvato la partita ,almeno così mi sembra di ricordare , certo una su tante,ma almeno una….

  52. marco scrive:

    Da Costa è colpevole o no?
    Francamente si, perchè poteva tirarlo giù, e sarebbe finito tutto. Lui espulso e la vittoria in tasca.
    La scorsa volta si è scusato per l’ingenuo intervento che ha portato al rigore, adesso che poteva fare un intervento decisivo per la squadra, ha cercato di levargli la palla. Altra alternativa poteva stargli a fianco e continuare a disturbarlo, ma ha preferito fare un intervento un pò insensato. Doveva tirarlo giù e sono quasi certo che il mister ed i compagni glielo avranno fatto notare.
    Purtroppo Da Costa, ma ritengo colpevoli anche gli allenatori, continua ad avere il bruttissimo difetto di fare lanci lunghi. Non si è ancora reso conto di aver regalato agli avversari il 90% dei suoi lanci in tutte le partite, e sembra che il rivedere le partite il giorno successivo non lo aiuti per nulla.
    Il 4,5 dato a Mustafi (incolpevole perchè scavalcato dal passaggio), a mio avviso, se lo meritava Da Costa.

    • Bulgaro scrive:

      Abbi pazienza, ma come poteva tirare giu` Cana?
      Se mi dici che non e` reattivo sono d’accordo, che poteva fare un passo o 2 avanti e chiudere un po` lo specchio si puo` discutere .. ma buttare giu uno a 10 metri da te non e` molto semplice.

      Sinceramente e` il meno colpevole del patatrac, e` solo un portiere nato per essere un secondo, uno per le emergenze, ma senza un valore aggiunto.
      La colpa e` di Mustafi, non puoi intervenire cosi su un lancio di oltre 40 metri che ti da il tempo di coordinarti e posizionarti e in parte anche di Gastaldello che ha reagito al lancio come un ottuagenario.

      • marco scrive:

        Ciao Bulgaro,

        era riferito a Costa, ho sbagliato a scrivere.
        Era Costa che doveva mettere giù Cana, almeno a provare a trattenerlo per la maglia.

  53. Lidia scrive:

    Se ascoltassi l’istinto non avrei schermature e sfiderei l’imponderabile come e’ nella mia natura.
    Darei voce ad una idea, delinerei una nuova tendenza che si adatta bene alla relata’ sociale.
    Sembrano lontani i tempi delle veline e subrettine da avanspettacolo.

    Lo striscione sulla Sardegna ferita e’ entrato dentro le case, ci ha reso partecipi, ci ha commosso. Le inziative degli ultras sono un’abbraccio della tifoseria a quella gente che ha perso tutto. Il vento di Sinisa ci ha portato parole di fuoco, onore e coraggio poggiate sulle punte di spada; non c’e’ posto per il perssapochismo, lo scalpore che soddisfa anime rozze.

    Sara’ che Natale e’ vicino, la crisi incombe ma il volontariato c’e’, sara’ che vogliamo essere dei semplcii tifosi ma nell’esserlo non rinunciare ai nostri valori, e quando la tv mostra Tevez con tutta la famiglia dal Papa penso che anche le scorribande del Balo ormai sono desuete.

    Allora mi piacerebbe che l’informazione si adeguasse e che non sottovalutasse il cervello delle persone credendo che il triangolo Lopez-Nara-Icardi possa soddisfare le attese. E che quando si fa salotto non necessariamente debbe avere dei connotati frivoli.

    So che qualcuno non capira’, qualcun’altro invece si. Confido che non venga censurata. Grazie, Lidia

    • ale scrive:

      Cara, grazie di esistere.
      Vorrei tra l’altro ricordare che oltre al citato triangolo sono coinvolti due bambini e che seguiamo certe trasmissioni per il Doria non per queste miserie.
      GRAZIE GRAZIE GRAZIE da parte di tutte le donne

      • andrea.lazzara scrive:

        Giusto per sottolineare(ma Lidia lo sa..!) che noi NON abbiamo mai parlato della vicenda Icardi-Maxi Lopez-Wanda Nara. Anche perchè rigurda giocatori ormai non più della Sampdoria: che invece ha il problema, passatemi la battuta, di fare qualche…triangolo vincente per andare in porta e far gol!

  54. luca scrive:

    scusate ma chi è SANTINI ????????????????? non iniziamo con nomi strani o semisconosciuti ! basta scommesse , qui ci vogliono CERTEZZE ! i Cassano, i Quagliarella, i Kozac, i Floccari etc (per fare un pò di nomi)

    • Luca Pavia scrive:

      Ho visto un filmato dei sui goals su you tube. Tira bene i rigori, per il resto ingiudicabile perchè certe marcature lasche in Italia le fa solo la nostra difesa.. Fisico potente, discreta velocità, sembrerebbe anche dotato di buona tecnica ma, ripeto, in troppe occasioni gli hanno dato tre metri per stoppare palla e girarsi ed in altre ho visto portieri che farebbero diventare il nostro vituperato Da Costa il Buffon del Belgio…

    • YumaS2001 scrive:

      non conosco santini e mi aggiungo al coro: certezze per gennaio per evitare rischi maggiori.
      .
      oppure carte sul tavolo e dire. andamo in B per rifondare e sgravarci dagli stipendi più alti per non fallire!

    • Bulgaro scrive:

      i Kozak e i Floccari sono proprio delle certezze …

  55. gianni scrive:

    Come ha scritto qualcuno sul web, meglio questo pareggio della vittoria sul Livorno; ora servono conferme, a cominciare da un modulo definito.

  56. Paolo1968 scrive:

    Non sono solito parlare di arbitri.
    ovunque ho trovato elogi per Orsato.
    Solo in RAI Carlo Longhi ha detto che sul palo della Lazio Perea era in chiaro fuorigioco e sul gol della Samp c’era un chiaro rigore su Pozzi (e l’arbitro non può aver dato il vantaggio visto che il gol è avvenuto diversi secondi dopo). Peraltro ha detto che va tutto bene perché gli episodi sono stati del tutto ininfluenti.
    Per me restano due errori gravissimi. Poi che lo dica lui alle mie coronarie che il fuorigioco di Perea era ininfluente.
    Infine chiedo a tutti: a livello di regolamento, se è rigore su Pozzi, ma poi segna Soriano, il difensore è punibile o no?

    Ciao

    • Bulgaro scrive:

      No se dai il vantaggio (a meno che non sia un fallo violento o un comportamento non regolamentare tipo una manata) il difensore non puo` essere sanzionato.
      Sull’ininfluenza, beh sul palo hai detto tu … se fischiava il rigore doveva anche espellere il difensore e avremmo giocato 10-10 (anche se magari il rigore lo potevi anche sbagliare ….).

    • Crovo scrive:

      No.

      Il gol neutralizza l’azione precedente.

    • YumaS2001 scrive:

      se è rigore su pozzi, ma da il vantaggio, ed il fallo non è da ammonizione, allora finisce li.

      se il fallo è da ammonizione, finita l’azione, si opera con la sanzione disciplinare.

  57. Massimo Pittaluga scrive:

    ciao andrea leggo per il mercato di nomi all’estero come un certo santini mi sembra croato che gioca in belgio. non lo conosco magari è bravissimo speriamo in caso arrivi ma non ritieni che a gennaio gli innesti debbano essere giocatori esperti del campionto italiano. la juve ha esuberi che a noi farebbero comodo e non solo. nei ruoli chiave andrei su giocatori collaudati almeno a gennaio. tu che dici. altra domanda. io avevo visto salamon, ora infortunato, in serie B col brescia e sebbene sia una categoria ben diversa mi sembrava un giocatore tecnicamente molto dotato, con buoni piedi e centimetri, forse ancora un poco leggero allora. ance lui credo in una squadra con qualche elemento di qualità a tamponare le falle potrebbe dire la sua. a mio modesto parare che vale poco questi venetenni come wzoleck salamon mustafi etc hanno prospettive ma c vogliono quei due o tre elementi di qualità che li valorizzino per farli diventare in uno o ue stagioni ancora gioatori validi. secondo me nei giovani hanno pescato anche bene (e il tempo per me lo dirà) ma hanno ceffato (perché senza 1 euro) a non prendere quei due o tre elementi veri di categoria. spero lo facciano a gennaio senza altri rischi o esperimenti perché temo che a gennaio dovremo recuperare punti o quantomeno se gira tutto bene saremo poco sopra a dove siamo ora.

  58. robmerl scrive:

    Ma non è che petagna, entusiasta dell’autunno rivierasco, sta esagerando con la focaccia, la farinata e il vermentino?

    • andrea.lazzara scrive:

      Ma va, dai…la battuta ci sta, però…..insomma, 18 anni, 35 minuti in serie A. Non sarà Ibrahimovic, domenica secondo me ha grosse colpe sul gol ma ora non va visto come il male assoluto..

  59. STEL scrive:

    Voglio sperare che come si vocifera non arrivi questo Santini, stiamo lottando per non retrocedere e per l’ennesima volta si fanno scommesse, basta per favore. Non prendere giocatori di serie A è come rassegnarsi ad andare in B. La classifica è preoccupante; per non perdere terreno sulle squadre che lottano, Mihajlovich deve cercare di fare più punti possibile, sto Santini avrà fatto anche dieci gol ma gioca nel campionato belga. Non si può più scherzare con il fuoco. Domenica, molto probabilmente saremo ultimi in classifica ( non aggiungo altro)per risollevarsi serve gente esperta, le ingenuità di certe scommesse ci stanno costando care molto care.

    • Bulgaro scrive:

      giusto per dire (non conosco sto Santini), il campionato Belga, cosi come le sue nazionali, sta vivendo un periodo di crescita importante.
      Poi un carneade e` un carneade, ma non si possono giudicare i giocatori dal nome e da dove giocano … ti ricordo come arrivo` da noi Quagliarella (anno flop in serie B ad Ascoli).
      Certo spero sia abbinato a qualcosa di piu affidabile, ma un investimento su un giocatore interessante credo si possa fare sempre (ad esempio vedi il Siena con Emeghara lo scorso anno, per poco non si va` a salvare).

      • STEL scrive:

        Hai ragione, però in questo momento delicato servono quei giocatori di esperienza che fanno la diffrenza, poi per carità l’investimento va anche bene.

  60. flex scrive:

    Credo che la sfortuna di Da Costa dipenda dal suo ruolo.
    Se invece di essere il portiere fosse un centrocampista o difensore risulterebbe un anonimo giocatore, senza infamia senza lode, che il 6 stiracchiato lo porta sempre a casa.

    • sampdorianamente scrive:

      Giusto bel paragone…. fosse un centrocampista sarebbe un Gavazzi :-)

      Il problema è che il portiere è un ruolo fondamentale. Una squdadra che vuole e si deve salvare un Gavazzi lo può anche camallare… ma il portiere no…. per due motivi, secondo me, uno perchè come ho detto sopra un buon portiere ti può portare dei punti. Due perchè con un buon portiere i difensori giocano più tranquilli e rendono meglio….. sarà anche per questo che Gastaldello è così involuto???

    • Bulgaro scrive:

      diciamo da 5,5 … :P

      concordo con te e` il ruolo che rende evidenti le sue lacune.

  61. flex scrive:

    E’ proprio vero che quando si parla di Sampdoria perdo i sensi…
    Da un paio di giorni si sta parlando di un attaccante sconosciuto che gioca non so dove e io sono già convinto che sia un fenomeno
    :-)

  62. Crovo scrive:

    Amici, consentitemi una divagazione di ordine “sociologico”…

    Mi piace il tono che ha preso questo blog.

    Nonostante le difficoltà del momento, se avete notato, negli ultimi due o tre post le conversazioni sono tutte caratterizzate da una maggior educazione generale e da un maggior rispetto reciproci.

    Voglio fare i complimenti ad Andrea per l’impostazione di base che è riuscito a dare in così poco tempo.

    Su ogni argomento si può ovviamente pensarla in maniera differente, ma si può scriverlo liberamente, dicendo “non sono d’accordo”, senza ritenere necessario dover dare botte di bibini, di interisti o di simpatizzanti a chi non la pensa come te.

    Per cui, bravo Andrea, bravi noi, bravi tutti.

    Continuiamo così.

    Perchè, è importante capirlo, qui dentro siamo tutti dalla stessa parte!

    E l’amore e la dedizione non si misurano..

  63. ale scrive:

    Su sito spec. leggo Antonelli (Siena) e Corvino in arrivo al posto dei ns prodi. Sapete niente?
    Grazie

  64. FISH65 scrive:

    Michele G,
    hai ragione, il secondo tempo è stato giocato con l’uomo in meno.
    Ma è pur vero che nei 47 minuti del primo tempo, la Samp non ha MAI tirato in porta. E’ proprio vero che, ormai, ci basta davvero poco per essere (relativamente) soddisfatti.

    Capitolo Da Costa:

    Torino, 15 punti
    Cagliari 14 punti
    Livorno 12 punti
    Bologna11 punti
    Tutte squadre con portieri che hanno fatto peggio o molto peggio di Da Costa.
    Ma che hanno piu’ punti di noi…

    • Bulgaro scrive:

      Bardi ha sbagliato solo con Napoli e Inter dove il Livorno avrebbe probabilmente perso comunque, per il resto e` un signor portiere e ha fatto molto meglio di Da Costa.
      Prendi anche Padelli ed Agazzi (ora Avramov) sono portieri che commettono errori anche pacchiani, ma ogni tanto estraggono dal cilindro la parata galvanizzatrice (vedi le 2 super parate di Avramov a Roma ad esempio) che ti tirano fuori punti anche dove non te li aspetteresti mai.
      A Da Costa non si imputano errori madornali, e` nella media con gli altri, purtroppo non ha guizzi, anche la parata scenica tipicamente e` a mezzo metro da lui.
      Con quelli di la`, col Bologna, con la Lazio si e` vista una reattivita` scadente su tiri non imprendibili.
      Inoltre respinge spesso in zone pericolose, invece che in rimessa da fondo.

      Se nel tuo post intendi dire che non e` l’unico colpevole e che la squadra e` gramma, lo posso capire; ma lui e` oggettivamente un problema per il ruolo delicato che oltre a dover tenere in piedi la baracca deve anche dare sicurezza.
      Ti faccio un esempio:
      quando avevamo Pagliuca negli anni di Eriksson e giocavamo con la difesa alta capitava spesso che si trovasse a tu per tu con gli attaccanti avversari, io non ero preoccupato fino a che la palla non finiva dentro la rete e non accadeva spesso.
      Coi vari Ferron, Antonioli e poi Storari avevo sempre la stessa sensazione … con Da Costa, appena l’attaccante entra in area ho la sensazione che sia gia` gol .. appena Cana ha sterzato in area io stavo gia` bestemmiando perche` sapevo che se non tirava fuori era quasi certamente gol.
      Se la penso cosi io, puoi immaginarti come si sentano i compagni di reparto che hanno un’idea ben precisa delle sue prestazioni e qualita`.

  65. fabiosamp scrive:

    Contentissimo di sinisa!
    Finalmente si vede una squadra che offende o almeno ci prova…incredulo per il pareggio al 94 ma capita anche queste,ricordiamoci che ne abbiamo raddrizzate anche noi allo scadere.
    Vorrei pero fare una riflessione tecnica con te Andrea…da inizio campionato si parla di carenze in porta in attacco sugli esterni( e ci sono ) ma a me sta sorgendo qualche dubbio sulla difesa dove l’asse diciamo di destra…de silvestri-mustafi funziona mentre la coppia gastaldello-costa la vedo in forte difficoltà…ieri nella particella a sinistra c’era regini..che dire non certo un gran giocatore ma forse ha meno amnesie di costa…mentre a preoccuparmi moltissimo e gastaldello.lo vedo davvero in difficoltà sia mentale che tecnica.
    In partitella lui che e il capitano e il centrale di difesa non apre bocca,a guidare la difesa urlando ininterrottamente frasi con poco senso e udite udite da costa,per carità e giusto che il portiere parli ma i movimenti deve guidarli gastaldello invece silenzio di tomba.
    Oltre a questo dispiace dirlo ma si e preso n imbarazzante tunnel da un ragazzino degli allievi….ecco lo vedo un po’ in difficolta…
    Mi lancio allora sui ruoli da coprire a gennaio( sempre se ci si vuole salvare eh..) PORTIERE magari in eta

  66. fabiosamp scrive:

    Ops continuo…avanzata che non costi troppo ma dia qualche garanzia…un esterno sinistro in modo da poter provare regini centrale…un trequartista e uno che la butti dentro…penso che con 7-8 milioni beccando magari un paio di prestiti si possa e si debba fare…

    • andrea.lazzara scrive:

      Che la difesa abbia qualche problema( e non solo per demeriti di Da Costa) è indubbio. Ai più esperti sia dell’ambiente che di calcio, viene chiesto di suonare la carica: dovranno farlo, Gastaldello compreso. Anche a me Costa è sembrato in difficoltà rispetto allo scorso anno e mi dispiace perchè lo ritengo un buon giocatore: ma che un tassello, magari anche solo di “ricambio” si debba prendere…beh posso essere anche in linea con te

      • NYC scrive:

        Andrea secondo me in difesa non servono altri tapullanti, I giocatori ci sono bisogna aver il fegato di mettere fuori quelli fuori forma tipo Gastaldello e Costa.

        Se serve prendere qualcuno e in attacco e in porta dove un portiere alla fine dell’anno ti fa fare quei 5 / 6 punti in piu’ che ti fanno salvare.

  67. matteo84 scrive:

    scusate tanto per ridere, si è liberato Galliani………..

  68. ste scrive:

    ti saluto con stima Andrea perchè ti ricordo dai tempi del Sestri 2003 e mi sei sempre sembrato una persona a modo, cordiale e mai sopra le righe (anche se doriano :) )

    Ciao
    Stefano

  69. luca scrive:

    la serie B è servita ! stasera magari si dirà buona prestazione soliti alibi, compriamo e pesante al contrario non ci salva nessuno !

  70. gianni scrive:

    Tra Firenze, Lazio e Inter DOVEVAMO fare zero punti e perdere male, per far partire le contestazioni violente (vero sogno di qualcuno); invece sono arrivati due punti (ancora pochi) e soprattutto buone prestazioni; non sia mai che il vento stia girando, bisogna parlare di Cassano che non torna e basta.

PERO’ COSI’ NO….

La sconfitta contro la Lazio a Roma non rappresenta, purtroppo, niente di nuovo. Mezz’oretta abbastanza sul pezzo, poi l’1-2 di

L’UOMO DELLA SPERANZA

Nelle ultime tre vittorie della Sampdoria, contro Udinese, Atalanta, Bologna, c’è sempre la firma di Duvan Zapata. I blucerchiati si

UN FILM PREVEDIBILE

La Sampdoria esce, come previsto, dallo Juventus Stadium con zero punti. Buona gestione della gara nella prima frazione di gioco,

MURI, ERRORI E RIMPIANTI

Un derby brutto, una Sampdoria bruttarella, un Genoa che ha fatto quello che ci si poteva attendere, per le sue