Servono umiltà e unità. Svegliati Sampdoria!

29 Apr 2013 by Luca Pellegrini, 156 Commenti »

Allerta 1. Nel linguaggio meteo indica una situazione di gravità che non è massima, ma che comunque necessita di un alto grado di attenzione. Ecco, appunto. Allerta 1 Sampdoria, si potrebbe dire.

La sonora e meritata sconfitta contro la Fiorentina ripresenta (e rafforza) un quadro solo interrotto dal pari positivo di Bologna: i blucerchiati hanno le pile scariche e la testa confusa con la pratica salvezza ancora da archiviare.

Ecco che tutti oggi devono recitare il mea culpa e ripartire subito, anche perché tempo non ce n’è. Servono tre punti, e dico tre perché non ho più voglia (e credo nessuno ne abbia in casa Samp) di dover guardare le altre squadre nella corsa salvezza.

Dopo il match contro i viola bisogna stare molto attenti: in primis perché l’immediato dice Udinese al Friuli senza Gastaldello e Palombo e con un attacco che non sa più creare e realizzare; in seconda battuta perché il famoso “arrivederci a domani” con i tre punti è un trend malefico che in molti ci ricordiamo ancora troppo bene (e mi riferisco a due stagioni fa).

Per prima cosa mi permetto di suggerire la strada, anche perhé l’elenco dei problemi è lungo e morirci sopra ora non risolverebbe nulla, anzi porterebbe l’ambiente tutto ad avvitarcisi sopra. In molti devono ritrovare l’umiltà: a prescindere dalla fatica accumulata di un’annata fatta di picchi e cadute non è possibile lottare per la salvezza con elementi scarichi, prima che nelle gambe, nella testa. All’umiltà si affianca l’unità: i giovani (tutti! Chi non se la sente si faccia da parte) devono sudare e sacrificarsi, i “vecchi” devono compattare il gruppo, strigliare se stessi e gli altri. Poi viene il ruolo di Delio Rossi, primario e delicato: il tecnico fece un’impresa a gennaio anche scontentando qualcuno per il bene collettivo, beh oggi deve esattamente ripetere quanto fatto 4 mesi fa. Non è compito facile, perché a tutto quanto detto sarà necessario affiancare il mantenimento della giusta serenità, fattore importante in un momento del genere.

Missione possibile, mancano tre punti e a disposizione ce ne sono 12. Ci sono per la Samp come per le altre, per questo i punti andranno fatti e sudati quasi ripartendo da zero. Lo ha detto spesso anche il tecnico: nel calcio ci si ricorda sempre l’ultimo tiro, l’ultimo gol, l’ultima partita. Eh già. Per questo la trasferta di Udine (gara difficilissima per avversario e assenze) e il match casalingo contro il Catania sono da dentro-fuori, senza guardare indietro e senza guardare avanti. Punto.

Come vincere e con chi in campo? Domanda giusta, sia chiaro, ma la risposta ve la do così: dopo Natale, allo Juventus Stadium, la Sampdoria da incubo vista contro la Lazio vinse in 10, in rimonta, nella ripresa, con un giocatore in mezzo alla difesa che non giocava da una vita (Palombo) e un ragazzino (lo era ancora e ancora lo è, se ne ricordi) a reggere da solo il peso dell’attacco. C’era più benzina in corpo, questo sì; c’era l’entusiasmo del cambio in panchina, passi pure questa. Ma la verità più forte è che nel calcio a vincere, sempre, sono gli attributi.

P.s. Io ci credo. Svegliati Sampdoria!

Un abbraccio a tutti!

 

156 Commenti

  1. Daniele da Rapallo ha detto:

    Ogni Domenica stiamo li, caro Luca, a sospirare quei tre punti che non arrivano mai.
    Ogni squadra ci fa psicologicamente paura come dovessimo affrontare il Real Madrid : siano esse Udinese, Catania, Bologna o Fiorentina che di tutte e’ quella nettamente piu’ forte. Spettri del passato riaffiorano e la medicina puo’ essere solo quella che tu cosi’ bene hai spiegato nel tuo articolo. E’ pur vero pero’ che nei periodi positivi, quando tutto gira bene, si arriva ad illudersi che questa squadra sia piu’ forte di quello che in realta’ e’ veramente.
    Questo mi porta a dire che se analizziamo i nomi di questa squadra uno ad uno ci accorgiamo che molto dovra’ essere cambiato l’anno prossimo, ma proprio molto !
    Fermi i tre gioiellini di centrocampo di cui Kristicic (ma la vinciamo una senza di lui ?) risulta essere il piu utile seguito da Obiang (futuro Sissoko….?) e da Poli (ottimo incontrista ma dal tiro assolutamente ciabattato, vedi il gol divorato ieri..); fermi questi tre punti manca qualita’ assoluta.
    Abbiamo un attaccante importante sfortunato che dopo l’infortunio e’ rimasto imbolsito. Eder e Sansone buoni ma al massimo da media serie A.
    Difesa da reintegrare al massimo piu’ una serie di gregari in rosa ed in giro per l’Italia da smaltire. Cosa ne pensi di questa mia analisi ?

    Con i dovuti sgrat sgrat…

    un abbraccio

    Daniele

    • peter ha detto:

      Hai ragione.
      Devono tirare fuori i soldi, prima di parlare di stadio costruiscano una squadra capace di veleggiare tranquillamente a metà classifica, avere come obiettivo una salvezza tranquilla, che adesso tranquilla non è, è pericoloso e porta a questi risultati.
      Bene i giovani ma quelli buoni, cavolo ma lo vedete Mustafi quanto è scarso tecnicamente, uno da lega pro come Berardi, ectoplasmi come Estigarribbia e gigioni come Romero.
      Penso di certo che Sensibile e Ferrara siano responsabili di questo sfacelo ma anche la società ha grandi colpe: o si spende bene o questa è la fine che fai e ti va ancora bene che questo è un campionato mediocrissimo.
      A parte Nenad e Pedro vedo poca qualità.
      Ora parlano di Zaza e di Paulinho e vediamo come fatichino in A i fenomeni della B, vedi Sansone, vedi Immobile…ci vogliono certezze, giocatori di serie A da mescolare a giovani buoni…ma bisogna spendere e il problema è questo.
      Se continua questa politica l’anno prossimo è B sicura.

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao daniele!

      sottoscrivo tutto, sono d’accordo.

      contraccambio abbraccio!

  2. peter ha detto:

    Qualche tempo fa di fronte alle mie crude critiche qualcuno mi dava, ahime’ , del bibino, onta inaccettabile.
    Oggi i nodi vengono al pettine.
    La Samp ha un organico da serieb ed e’ in gran parte quello che e’ arrivato sesto in b.
    La Samp penso si salvera’ innanzitutto grazie ad un campionato veramente scarso e mediocre e grazie ai punti “estemporanei” con Juve, Milan e Roma: avessimo dovuto lottare con le nostre “pari” sarebbero stati dolori.
    L’anno prossimo le cose cambieranno perche’ arrivano piazze importanti e i giovani presunti fenomeni non basteranno.
    Intanto prendo atto che per l’ennesima volta la promessa e’ stata disattesa: promettevano una salvezza tranquilla, invece dovremo sudare sino all’ultimo.
    Romero da mettere subito in panchina, con quell’ingaggio sono errori non perdonabili, Mustafi, Berardi, Sansone, Rossini, Palombo, Renan, Estigarribbia, Poulsen, Maresca tra gli altri sono giocatori da b o ex giocatori.
    Serve qualita’ in difesa, un centrale e un terzino sx, serve un centrocampista di qualita’ rinunciando a Poli che un fenomeno non e’ in quanto ha segatura nelle gambe, non sa tirare e non regge 90 minuti, servono 3 attaccanti se giocheremo col 4 3 3, Lopez mai stato un goleador e ora ha problemi fisici oltre ad essere sovrappeso da quando e’ arrivato, eder ottima alternativa a un titolare, sansone da serie b e qui di da restituire, Icardi da monetizzare al meglio, ma giocatore sopravvalutato.
    Pedro in debito d’ossigeno e Nenad sono i soli giovani di valore, Mustafi fa ridere i polli.
    Se quest’anno rimaniamo come penso in A non dobbiamo ringraziare una programmazione consapevole ma semplicemente la sorte.

  3. Dave ha detto:

    Ciao Luca.
    Che dire? Dopo la partita di ieri sono a dir poco sconfortato. Perdere con questa Fiorentina (una squadra quasi perfetta) ci sta, ma è il modo che mi ha dato da pensare.
    Molli, senza idee, senza palle (passami il termine), arrendevoli, già in vacanza.
    E questa figuraccia va a sommarsi alle altre fatte negli ultimi mesi, più a quelle fatte 2 anni fa. Rotonde sconfitte in trasferta e in casa, vere e proprie umiliazioni che noi tifosi non meritiamo e che ci mettono alla berlina di fronte all’Italia calcistica tutta.
    Come dice qualcuno, siamo davvero diventati una squadretta. Il blasone non conta più nulla, siamo come un Chievo o un Siena qualunque, in serie A senza un progetto, quasi per caso, soggetti a figuracce in serie che ormai sono una consuetudine. La permanenza nella categoria, che per la Sampdoria dovrebbe essere il minimo sindacale, è ormai diventata un lusso evanescente.
    La società, evidentemente non soddisfatta degli errori fatti 2 anni fa e l’anno scorso (dove fummo promossi solo per intercessione del grande motivatore Iachini e per una botta di culo clamorosa), continua a sbagliare.
    Questa rosa è scarsa, incompleta, mal assortita, povera sia da un punto di vista tecnico che di attributi. Si sapeva, di una difesa traballante e di un attacco asfittico, e a gennaio si è intervenuti con un oggetto non identificato conosciuto come un fenomeno in patria ma che qui da 4 mesi non gioca (Rodriguez) e con un attaccante da serie B (Sansone). Insomma, si poteva rimediare e non lo si è fatto.
    Sempre la stessa storia. Per paura di spendere un paio di milioni, si rischia concretamente di perderne 40.
    Eppure si sapeva che Maxi, dopo la rottura del menisco, non avrebbe potuto dare un grande contributo quest’anno. Si sapeva che Eder in serie A fatica parecchio. La società ha scelto di affidarsi in toto a un 19enne, presuntuoso e sbruffone, che una volta appurato di essere stato virtualmente ceduto all’Inter ha smesso di giocare e in campo si muove con la sufficienza irritante di un campione affermato quando invece non è nessuno…e speriamo che l’Inter ci molli quei 12 milioni, perchè per come sta giocando adesso non ne vale nemmeno uno. Icardi non mancherà proprio a NESSUNO, e per me se ne può andare anche domani.
    Eder…grande volontà, ma poi? Il tipico attaccante che ti fa la differenza in B ma che in A arranca, un po’ come Sansone d’altronde, grande innesto di gennaio trattato per 4 settimane manco fosse un fenomeno. Maxi…la volontà ce la mette, ma si sapeva che era fuori forma. La società SAPEVA, lo sapevano anche i bambini… come sempre, il mercato di gennaio ci ha visti IMMOBILI.
    In mezzo a tutto questo, alcuni interrogativi mi girano per la testa da settimane:
    – Siamo sicuri che un Poulsen motivato non sia peggio di questo Estigarribia, grande colpo di mago Sensibile, giocatore insulso nè carne nè pesce?
    – Siamo sicuri che, in assenza di Kristcic, Maresca (l’unico centrocampista dai piedi buoni che abbiamo) possa non essere utile?
    – Cosa abbiamo preso a fare Rodriguez? Ecco a voi un altro caso Fornaroli, ritenuto fenomeno dai media sudamericani, preso e mai fatto giocare.
    – Come può un portiere come Romero prendere 1,7 milioni netti di ingaggio annui? Altro colpo di genio Sensibile.
    – Icardi. Sbruffone, presupponente, arrogante. Un ragazzino che pensa di essere Messi ma che in campo ormai è più inutile di uno spaventapasseri. Da mandare in tribuna da qui a fine campionato.
    – Delio Rossi. Siamo sicuri che sia un fenomeno? Con questa rosa è difficile fare di più…ma lui ci mette del suo schierando formazioni senza senso. Qualcuno mi spieghi il 4-4-2 iniziale di ieri perchè io non l’ho capito. Eppure un regista (Maresca) ce l’avremmo, uno che magari ti risolve una partita su punizione. Eppure non gioca.

    Retrocedere di nuovo in B è un rischio concreto, io (come tutti voi) non lo sopporterei. Basta. BASTA. Tutti continuano a dire che non c’è rischio, che sono sereni…ma L’HANNO VISTA LA CLASSIFICA? Anche 2 anni fa tutti dicevano che non c’era rischio, che erano tranquilli…poi ci siamo ritrovati in B per magia?
    Ma perchè nessuno si sveglia?
    Retrocessione 2 anni fa, promozione acchiappata con le unghie (e col culo) ai play-off, rischio retrocessione anche quest’anno…ma riusciamo a fare un campionato tranquillo senza rischiare di far saltare le coronarie ai tifosi???

    Luca, io proprio non vedo come questa squadretta scarsa e molla possa fare anche UN SOLO PUNTO da qui alla fine. A Udine senza difesa ne prendiamo 5, il Catania (pur non avendo più nulla da chiedere al campionato) non regalerà nulla, e se gioca come sa (vedasi ieri a Milano) ce ne fa altri 4. La Lazio è forte, e giochiamo a Roma. La Juve, infine, vorrà “vendicarsi” dell’andata.
    Ora, qualcuno mi spieghi come fare 2/3 punti. Per questa Samp è impossibile. La salvezza è lì, a un passo, ma da 2 mesi non si riesce a vincerne una e a chiudere la pratica. E’ una situazione assurda. ALLUCINANTE. Eppure basterebbe così poco.
    Se soltanto non avessimo regalato la partita al Palermo, prima del derby, ora saremmo salvi. E pensare che c’era chi era contento (io no di certo)…
    Secondo me da qui alla fine faremo ZERO punti. Dobbiamo solo sperare che il Palermo ne faccia meno di 6.
    Passano gli anni, ma alla fine dobbiamo sempre metterci a guardare gli altri…

    • Maraschi ha detto:

      Senza Icardi saremmo già in B. Io, invece che in tribuna, lo manderei in campo a calci nel sedere, dicendogli che DEVE salvarci e poi andarsene pure all’Inter.

      P.S. Se nel primo tempo c’era Icardi, quando giocavamo un po’ più in velocità, un goal lo faceva, mi ripeto, Maxi Lopez sembra l’ultimo Bazzani o Di Chio, fai tu…

      • Dave ha detto:

        E’ da 2 mesi che Icardi gioca titolare, e francamente -oltre che non segnare- fa venire i nervi…

  4. New York ha detto:

    Luca, senza Kristicic deve giocare Maresca, Rossi non si deve inve tare cose strane solo mettere quelli giusti nel modulo 352 Che comunque fino ad oggi ha prodotto risultati decenti.

    Icardi purtroppo deve giocare visto la forma di Maxi Lopez (pare un ex giocatore) , Eder Che e il migliore Che abbiamo deve decidersi Che 4/5 goal in A non sono nulla per una punta.

    Rodriguez ? Ma e possibile Che non possa Mai entrare ……Delio lascia stare le antipatie per favore.

  5. MadMick ha detto:

    Ciao Luca, tu cosa sai di Rodriguez? Non piace a Rossi, hanno litigato o cosa!?

    Ragazzi tranquilli, ve lo dico io come finisce: 3 punti a Catania in cambio del riscatto di Maxi Lopez o 3 con la Juve per Poli!

  6. gianni ha detto:

    Eì dall’inizio del campionato che alcuni tifosi ripetono che speravano di salvarsi all’ultima giornata; adesso con 39 punti sul campo e quattro partite ancora da giocare sembra che siamo in serie B; i primi a non avere continuità siamo noi tifosi; pensare che prima della partita contro il Cagliari giravano tabelle per provare ad agganciare la zona Europa League.
    Leggo poi di invidie verso la Fiorentina che è esattamente dove eravamo noi tre anni fa e che l’anno scorso era dove siamo noi ora; ma si sa: l’erba del vicino è sempre più verde…

    • peter ha detto:

      Ti sbagli.
      Erano loro a parlare di salvezza tranquilla.
      Per l’ennesima volta ci han presi per il naso.

      • gianni ha detto:

        Vero; avrebbero dovuto prendere Cavasin invece di Delio Rossi; cosi’ si che sarebbe stato chiaro che si voleva una salvezza tranquilla.

        • peter ha detto:

          infatti delio rossi ancora non firma, forze chiede garanzie che non gli daranno mai

          • gianni ha detto:

            O magari ha detto che firmerà a salvezza matematica e solo i campioni di dietrologia e mugugno ci vedono dietro dell’altro.

    • Cristian ha detto:

      La mia unica invidia verso la Fiorentina e’ che ha speso qualche milione in più sul mercato ma ha portato fior di giocatori in rosa. Il loro centrocampo che è il reparto fondamentale e’ stato rifatto in toto. Questo per dire che questa squadra non va ritoccata e neppure rivoluzionata ma vanno inseriti 4 o 5 tasselli di spessore. Dalle cessioni di Icardi e Zaza si ricaveranno 20 milioni circa. Non buttiamoli per giocatori seppur bravi (Paulinho ) non fanno fare il salto di qualità. Altrimenti ogni anno ci sarà da penare.

  7. Fabrizio ha detto:

    Io prima di parlare del prox anno mi concentrerei molto sull’obiettivo salvezza che non vedo affatto scontato.
    quest’anno, da buon abbonato ho visto perdere in casa la samp 10 ( dieci volte ), credo che la cosa si commenti da sè e ne mancano ancora 2.
    personalmente sono molto preoccupato ed altrettanto deluso e stanco di dover affrontare l’ennesimo campionato di sofferenza, soprattutto perchè quest’anno c’erano tutti i presupposti per un finale di stagione tranquillo propedeutico alla costruzione della squadra futura.
    Speriamo bene

  8. luca ha detto:

    “mancavano motivazioni e voglia che dobbiamo ritrovare subito !” !!!!!!!!!!!! parole dette da un capitano Gastardello e non fraintese o inventate da giornali o TV , MA SCHERZIAMO ?????????????? scusa Luca puoi spiegarmi come possa accadere questo ? soprattutto dopo l’esperienza di due anni fà !!!! attendo un tuo cortese riscontro, grazie

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao luca. non ci vedo nulla di particolarmente scandaloso nelle parole di gasta, te lo dico sinceramente.

      concordo invece con te e comprendo la tua rabbia nel vedere una squadra smarrita e senza palle, questo sì. però il capitano in zona mista cosa doveva dire se non questo?

      😉

  9. robmerl ha detto:

    Non mi era mai successo: dopo l’inguardabile primo tempo di eri ho girato sul derby di Torino e oltre a divertirmi ho visto:
    a) una juve molto tonica nonostante le quasi 50 partite giocate finora
    b) un toro ben organizzato e molto motivato che se gli davano il rigore poteva anche vincere, un toro con le oo!
    Noi siamo tecnicamente modesti, mosci e senza idee: sembra quasi una squadra in disarmo: non è che le voci di mercato hanno tolto le residue energie ai giocatori e la voglia di impegnarsi al mister?
    Due punti nelle ultime sette partite fanno una media campionato di 12 punti! Forse possiamo salvarci ma abbiamo perso di sicuro la faccia.
    Riesci a spiegarmi come si possa alternare il bel gioco messo in mostra contro juve, napoli roma e milan a queste prestazioni vergognose?
    Maxi Lopez torni a catania, non lo rimpiangerà nessuno

  10. Lollo ha detto:

    Incomincio ad avere paura, la squadra è spenta, o almeno così sembra, e quelle dietro sono ancora pienamente in corsa: il Palermo sembra in forma, il Genoa..è il Genoa, Siena e Pescara già in B ma non basta ancora…. Credo che la squadra avesse il dovere di affrontare il finale di campionato in maniera diversa con più umiltà, motivazione e carattere, in una parola con professionalità sia per evitare le secche della zona rossa della classifica sia per evitare figuracce barbine ( la Fiorentina è una buona squadra ma prendere 2 gol in 40′ , in casa è inaccettabile…) sia per lavorare in chiave futura..Niente di tutto questo: piaccia o no siamo grammi ( l’anno prossimo ci sarebbe da rifare la squadra in toto o quasi, invece, a Dio piacendo, arriverà Paulinho..), con elementi scarichi fisicamente e psicologicamente, rilassati dopo il trend positivo che ci aveva fatto risalire la classifica, alcuni poi con la testa altrove….questi i problemi, le soluzione le ha suggerite il Capitano con la consueta maestria..salviamoci e poi vediamo cosa succederà

  11. Dave ha detto:

    Fra l’altro, più leggo le dichiarazioni dei giocatori e dell’allenatore e più sono preoccupato. Sembrano non rendersi conto della situazione.
    Sembra di rivedere 2 anni fa, quando dopo le scoppole prese IN CASA da Lecce e Cesena si continuava a dire “siamo sereni”, “dalla prossima ricominceremo a vincere”, “la classifica non ci preoccupa”…e poi sappiamo com’è finita.
    Se ieri Palermo e Genoa non avessero vinto entrambe era quasi fatta, ma tant’è che gli altri lottano e si battono…noi no. Sarebbero rimaste a -8 o -9, invece ora c’è davvero da gufare. Sperando che anche il Torino continui a non fare punti (per quanto il Toro, a differenza nostra, corre e lotta). Se si continua a perdere non puoi pretendere che le altre restino ferme dietro.
    Al momento penso che non vinceremmo nemmeno contro il Pescara.

  12. Marco ha detto:

    Caro capitano, passi per gli attributi, essenziali in una fase come l’attuale, tuttavia mi chiedo, abbiamo lapidato il povero Ferrara per manifesta (o presunta) incapacità e ci ritroviamo, dopo averne esaltato le qualità, con un allenatore che, in pratica, ha raggranellato i medesimi punti?
    Passi per la carenza qualitativa della rosa (ma a Gennaio Osti riteneva di intervenire esclusivamente integrando una seconda punta ed uno straniero mai, dicasi mai, sceso in campo), ma Rossi non può portare avanti ripicche personali con giocatori che potrebbero essere utili (Maresca, checché se ne dica e’ stato letteralmente esautorato) e schierare due centrali come terzini e un terzino come laterale. Così non si vince. Responsabilità da imputare ancora una volta ai vertici societari e tecnici. Di certo non alla nostra splendida tifoseria.
    Cosa e pensi Luca?

    • Luca Pellegrini ha detto:

      non farei parallelismi tra rossi e ferrara. non me ne voglia ciro ma se in quest’annata buttiamo via pure delio rossi alla samp non rimarrebbe nulla. io voglio vedere l’attuale allenatore con una rosa da lui costruita e dall’inizio. credo che oggi la samp non sarebbe lì ma un poco più su.

      😉

  13. Dorianodoc ha detto:

    Luca, io parlerei di Allerta 2, e se domenica ( tocchiamo….ferro) perdiamo a Udine, sirene a tutto volume!!! D’accordo che fare l’elenco, ora, dei problemi non risolve nulla, ma, perlomeno, spiega perchè ci troviamo di nuovo a farcela sotto. E’ riduttivo, per me, parlare di pile scariche e “scarse motivazioni” (!!!!!!). La “semplice” verità è che siamo SCARSI! Abbiamo in rosa gente per cui la B sarebbe già un lusso e a noi li spacciano per mezzi fenomeni. Cavoli, ho io gli occhi strabici o in difesa abbiamo la banda del buco? Vogliamo parlare di Eder? In B un giocatore che fa la differenza, in A tanto fumo ma pochissima sostanza e, soprattutto, gol col contagocce. A gennaio, in una squadra SCARSA, sono arrivati un misterioso sudamericano e Sansone per il quale vale in buona parte il discorso fatto per Eder. E meno male che Icardi ha azzeccato qualcosa di buono se no sai dove saremmo? Comunque continuo a sostenere che la squadra è lo specchio di una società senza ambizioni ( non parlo mica di scudetti o coppe, per carità!) in cui si parla molto e si vaneggia tanto, ma quando è il momento di fare i fatti, il braccino diventa sempre più corto. Comunque speriamo di salvarci, ma il prossimo anno, con questa mentaltà, la vedo dura ASSAI.

  14. Dado ha detto:

    Lo scrissi qualche settimana fa e purtroppo devo confermarlo… Rischiamo seriamente la B…

    1) GENOA: Il Genoa farà 8-9 punti con il calendario che ha e quindi chiude a 40-41

    2) PALERMO: Il Palermo dovrebbe perdere con la Juve e vincere l’ultima in casa con il Parma come risultati più che probabili. A questi 3 punti si devono sommare i punti che farà in casa con l’Udinese e fuori casa con la Fiorentina.
    Il Palermo gioca a calcio, ci mette l’anima e ha giocatori importanti in grado di risolverti una partita (Miccoli e Ilicic). Quindi ipotizzare 4 punti è verosimile. Totale 7 chiude a 39 punti.

    3) TORINO: Il Torino anche ipotizzando sconfitte con milan e genoa vincerà le ultime due fuori casa con un Chievo salvo e inguardabile e in casa col Catania all’ultima. Quindi chiude a 42.

    4) arriviamo a noi…. Nelle condizioni in cui siamo punti nelle trasferte di Udine e con la Lazio che si giocano l’Europa non li facciamo neanche con l’arbitro a favore… Restano le due in casa con Catania e Juventus all’ultima di campionato. Secondo quanto sopra dobbiamo fare almeno 2 punti in queste partite.

    Adesso ditemi: NELLE CONDIZIONI IN CUI SIAMO E CON I TEMPI STRETTI CHE CI SONO COME CAVOLO PENSIAMO DI POTER FARE PUNTI CON UN CATANIA SORPRESA DEL CAMPIONATO CHE (VEDI MILANO IERI) GIOCA ANCORA ALLA GRANDE E UNA JUVENTUS SE NON PERCHE’ QUESTE DUE SQUADRE DECIDONO DI REGALARCELI?????

    Ecco perchè STO TREMANDO!!!! Da noi ormai non può dipendere più niente viste le NULLE risorse che abbiamo… POSSIAMO SOLO PREGARE CHE CI FACCIANO DELLA BENEFICIENZA….

    Io non voglio pensarci…. ma se succede, sportivamente parlando, dobbiamo cambiare città…

    • Michele G. ha detto:

      Ciao Dado. Sono d’accordo con te su quasi tutto, tranne sul probabile risultato del Toro con il Genoa. I granata visti a Firenze la Domenica precedente, dove hanno beccato un gol negli ultimi secondi di recupero, dopo essere stati capaci di rimontare da 0-3 a 3-3 ed aver rischiato di fare anche il quarto, e ieri con la Juve, dove non meritava assolutamente di perdere e, anzi, si è visto negare un rigore solare (Bonucci aveva deciso di non aspettare la fine della partita per prendersi la maglia di Jonatas) due minuti prima che segnasse Vidal. I granata sono una squadra tonica e sicuramente meglio di quei molluschi del Chievo visto ieri contro quelli là. Sinceramente, la vedo dura per i cuginastri fare bottino pieno a Torino, specie se, come penso, i granata saranno la vittima sacrificale del Milan Domenica prossima, con i rossoneri impegnati nella sfida infernale con la Fiorentina per acciuffare l’ultimo posto Champions disponibile. Un abbraccio fraterno.
      Michele G.

    • Marco ha detto:

      No, scusa se succede sono “altri” che devono cambiare città!!!

  15. Davide ha detto:

    Ti potrei dire che vinciamo col Catania e chiudiamo il discorso ma la grande capacità dei nostri giocatori a complicarsi la vita mi fa pensare che non sarà così. Arriveremo all’ultima in casa con la Juve

  16. MarcoM ha detto:

    Ciao Luca,
    come hai detto tu per la salvarci dipende da noi ma io ho provato a fare una tabella:

    SAMPDORIA 38 (+3=41)
    Udinese fc 0 p.ti
    Catania c 1 p.to
    Lazio fc 1 p.to
    Juventus c 1 p.to

    GENOA 32 (+5=37)
    Pescara c 3 p.ti
    Torino fc 0 p.ti
    Inter c 1 p.to
    Bologna fc 1 p.to

    PALERMO 32 (+6=38)
    Juventus fc 0 p.ti
    Udinese c 3 p.ti
    Fiorentina fc 0 p.ti
    Parma c 3 p.ti

    SIENA 30 (+2=34)
    Catania fc 1 p.to
    Fiorentina c 0 p.ti
    Napoli fc 1 p.to
    Milan c 0 p.ti

    Cosa ne pensi?

    un abbraccio

    • Paolo1966 ha detto:

      Intanto grazie, volevo mettermi li io a fare lo schema ma ci hai pensato tu. Secondo me, razionalmente e pensando al peggio: i dirimpettai sono quelli messi meglio come calendario(li ho visti male ma hanno gente che la butta dentro) possono arrivare al max 40/41 (o strappano un pari col Toro in caduta libera o vincono con l’Inter che mi sembra in disarmo o possono anche vincere a Bologna visto che gli altri sono gia’ salvi); il Palermo (la piu’ in forma e la piu’ forte come valori assoluti) penso che possa arrivare a 39 (se domenica pareggia con la Juventus visto che basta un punto); il Siena (in calo) forse puo’ vincere a Catania ma poi, stando larghi difficile che faccia piu’ di tre punti nelle altre partite, quindi puo’ arrivare a 38/39. Noi… non saprei e non ci voglio pensare, ho il culo troppo stretto…

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao marco! come ben sai non amo le tabelle. troppo, anzi quasi tutto, è in ballo in questi 7-10 giorni. a mio avviso è necessario concentrarsi solo su Udine e soprattutto sul match casalingo infrasettimanale col Catania. più in là non guarderei, e non guarderei neppure le altre squadre in lotta. con tre punti in queste due gare cambierebbero molte cose.

  17. gasta28 ha detto:

    caro Presidente G., non si è stancato di prendere schiaffi da squadre a cui nulla dobbiamo invidiare sia per quanto riguarda il bacino d’utenza sia per la tifoseria?
    se poi la nostra dimensione è e sarà quella di squadre come siena pescara sassuolo verona livorno chievo…allora lo dica! tanto io la samp la amo e la amerò sempre in qualsiasi categoria si trovi.

    scusa capitano se ho usato il tuo blog x questo sfogo…ma non mi posso permettere di comprare pagine di giornali 😉

    forza samp sempre e comunque

    • Dorianodoc ha detto:

      Bravo. Il guaio e’ che molti non si sono resi conto che con questa società’ la nostra dimensione e’ quella dei nomi che hai scritto tu. Tanti bla bla bla, oh come siamo Doriani ! Poi giochiamo con Berardi o Mustafi, o un Maxi Lopez che non sta’ neanche in piedi! Non dico di imitare il modello Udinese o cosa hanno fatto i Della Valle dopo un anno disgraziato, quelli sono modelli per noi inavvicinabili, visti i “bacini di utenza” o le ” potenzialità’ economiche” (!!!!!!!). Ma almeno il Catania………

    • Michele G. ha detto:

      Caro Gasta28, faccio mio il tuo sfogo.
      Un abbraccio.
      Michele G.

    • moussa dembelè ha detto:

      Interpreto lo sfogo di Gasta28 come la frustrazione di un tifoso come me, che non ne può più di vedere bassa serie A o serie B. Do atto al presidente di essere una persona di parola che ha cercato di porre rimedio allo sfascio del 2011, quando, per non voler prendere un terzino, uscimmo dalla Champions e infilammo tutta una serie di errori che ci portarono alla B. La famiglia Garrone ripiana un debito di 38 milioni, altri non pagano l’Irpef, l’affitto dello stadio e vivono (?) in serie A.
      Per il futuro mi auguro che il presidente sappia scegliere i manager della Samp così come sceglie quelli della Erg, così come suo padre seppe scegliere Marotta, forse Sagramola e Osti sono già le persone giuste, speriamo che l’anno prossimo possano operare ancora in serie A.

      Anche per me forza samp sempre e comunque

  18. Paolo1966 ha detto:

    Sono preoccupato. Il dato inequivocabile e’ che dalla partita di Cagliari, dove siamo andato pensando di essere salvi e siamo stati presi a pallonate, la squadra e’ sparita. Il bilancio e’ impietoso, 3 punti in sette partite, quattro gol di cui uno su rigore. Salvo qualche sprazzo contro l’Inter (che in questo periodo e’ tutto meno che uno squadrone) non abbiamo mai piu’ giocato a calcio. 6 punti sono tanti e sono pochi: tanti perche’ basta un colpetto e sei salvo, pochi perche’ quel colpetto non arriva mai.
    Francamente non ho capito il 4 4 2 di ieri. Ora come ora bisogna sperare che qualcuna di quelle dietro svenga e non faccia piu’ punti. Tant’e’ avevamo undici match point per chiudere la pratica e pianificare per l’anno prossimo e ne abbiamo gia’ sprecati sette

  19. marco'59 ha detto:

    Per la prima volta da 40 anni sono uscito da Marassi prima del fischio finale…
    Tornando a casa rimuginavo che da molto tempo, con l’esclusione, per la verità non breve e molto appagante, del periodo-Cassano, assisto a spettacoli calcistici indecorosi, al conseguimento di record negativi in serie, a collezioni di brutte figure, derby spesso persi senza attenuanti, passerelle di calciatori che difficilmente avrebbero calcato il palcoscenico della serie A se non nel nostro contesto.
    Ho provato a calcolare da quanto l’andazzo si protrae: sono 8 stagioni, dalle ultime inguardabili due di Novellino a quella in corso, con l’esclusione delle due di Mazzarri e di quella di Del Neri, nelle quali la squadra aveva un gioco, impreziosito per di più dal fenomeno-Cassano. Il resto è stato avvilente, da far rimpiangere gli anni delle salvezze rosicate, ma delle maglie sudate da giocatori magari modesti, ma con gli attributi.
    Certe prestazioni sono imbarazzanti, certi giocatori non capisco con che metro siano stati valutati prima di essere ingaggiati.
    Per il futuro (speriamo in serie A) chiedo che prima di tutto si scelgano interpreti di personalità che abbiano nel proprio DNA l’istinto del lottatore, di chi non ci stà a perdere e non molla mai; facciamo piazza pulita di questi pusillanimi buoni solo a farsi intervistare dopo l’ennesima brutta figura, come se metterci al faccia fosse davvero parte del bagaglio di un buon calciatore da serie A.
    Mi auguro che Osti sia più competente e soprattutto onesto dei predecessori, e che la proprietà vigili su come vengono spesi i soldi, perchè secondo me non è questione di quantità, ma di capacità.
    Scusate lo sfogo.

    • peter ha detto:

      Bravo.
      Quello a cui assistiamo da tempo non è calcio, facciamo pietà.
      Ci sono diversi giocatori nella Samp di oggi che sfigurerebbero anche in lega pro da quanto sono grammi.
      Altri che hanno la testa nella prossima squadra in cui giocheranno.
      Ringraziamo il cielo di avere ancora un margine di sicurezza grazie alle vittorie estemporanee e fortunate con juve, milan e roma ma l’organico è superiore solo a quello del Pescara e del Siena.
      Anche Rossi non sa + che pesci pigliare.
      E volevano Benitez…

      • gianni ha detto:

        Boh io quando leggo che le nostre vittorie sono “estemporanee e fortunate” rimango di sasso. Magari siete gli stessi che dicevano che il quarto posto era stata fortuna, che lo scudetto lo vincemmo solo grazie ai rigori etcetera; che poi siano gli stesi discorsi dei genoani sarà un caso.

        • doria65 ha detto:

          Sottoscrivo in toto

          Noi abbiamo sempre e solo fortuna, gli altri sono sempre e solo dei fenomeni…

          Allucinante!

        • Marco ha detto:

          Ma tu le hai viste le vittorie “estemporanee e fortunate”? Se le giochiamo altre 1000 volte ne perdiamo 999 e la 1000 pure. Ma capisci di calcio o parli per sentito dire?

          • gianni ha detto:

            Io capisco che il tuo ragionamento è veramente si una superficialità incredibile; sembra quasi che ti dia fastidio quando vinciamo e forse è proprio cosi’.

        • peter ha detto:

          Probabilmente godrai come un riccio a veder giocare in questo modo la Samp, io no e se non facevi, ribadisco, punti non diciamo fortunati ma quasi con laJuve e le papere di buffon e peluso, con il milan alla 1 giornata e con la Roma da noi, questa c’ e’ andata di culo sul serio se guardiamo gli episodi, ti trovavi nella melma.
          Abbiam perso 2 su 2 col Palermo, a Siena orribili, 2 su 2 col Cagliari, una col Chievo, pari col Toro, abbiam vinto col Pescara 2 su 2, avessimo dovuto giocarci la salvezza con le nostre pari oggi saremmo messi molto male.
          E poi basta con sta storia che chi critica e’un ravatto rossoblu mentre i lecchini aziendalisti sono veri doriani, avete rotto le palle sul serio.
          Probabilmente a te viene l’orgasmo a vedere mustafi, berardi estig, sansone e palombo, a me viene viene l’angoscia, ci hanno ridotto a una provinciale a livello del siena con l’unico interesse di abbassare il tetto ingaggi e se non fanno lo stadio i petrolieri ci consentono solo di giocarci la salvezza con giocatori inguardabili.

          • gianni ha detto:

            Infatti il Siena è arrivato quinto, sesto e quarto negli ultimi dieci anni; comunque è inutile discutere con gente come te, non sei bibino, hai semplicemente la mentalità balorda del tifoso medio delle strisciate: o si vince ogni anno o fa tutto schifo, anche quello che si era conquistato in precedenza.

          • gianni ha detto:

            Bellissimo poi il tuo ragionamento: ti lamenti che ti si dia del bibino (dove? quando?) ma a chi osa farti qualche osservazione dai dell’aziendalista senza che abbia mai nominato la società. Coda di paglia?

          • Doria65 ha detto:

            Quindi se vinciamo con la Juve per una papera di Buffon abbiamo culo, se periamo a Chievo per una papera i Romero siamo grammi… Non è c’è hai sbagliato blog? Noooooooo

          • Doria65 ha detto:

            Chiedo scusa per gli errori di grammatica della risposta precedente…

        • peter ha detto:

          e il 4 posto non e’ stato fortunato tanto per chiarire.
          Allora avevamo Pazzini e Cassano, gente con qualita’ e che sapeva segnare ma si sono affrettati subito a rimediare smantellando la squadra.

          • gianni ha detto:

            Quindi quando vinciamo è solo fortuna tranne quando giocano i giocatori che ti piacciono. Complimenti.

    • Dado ha detto:

      Condivido al 100%!

  20. Saverio ha detto:

    Caro Luca, è tornata la paura. A tutti. Del resto, da Cagliari in poi è stata una via crucis, appena appena alleviata dai pareggi di Bergamo, del derby e di Bologna. Se pensiamo che il Palermo nelle ultime cinque partite ha totalizzato undici punti ed è animato da una convinzione mostruosa – oltre che da una buona condizione fisica – mi vengono i brividi. Se poi aggiungiamo che per i cuginastri il vento sembra cambiato (sconfitte del Siena nelle ultime due, vittoria a Verona e prossimo impegno facile), be’, è peggio ancora… Io la partita con la Fiorentina non l’ho vista perchè ero all’estero, ma mi pare di capire che di partita vera ce ne è stata ben poca. almeno da parte nostra. Mi chiedo, caro Luca, come questa squadra possa fare, calendario alla mano, i punti (3 o anche 4) che le servono. Diciamoci la verità, senza indugi: questa è una squadra scarica, molle, che ha già dilapidato un patrimonio di punti (sulle altre) e di tranquillità. In più, è una squadra scarsa, composta, salva qualche eccezione, da giocatori mediocri. Dovessimo salvarci andrebbe quasi completamente rifondata.

    • doria65 ha detto:

      Una buona condizione fisica? Il Palermo? Vatti a rivedere l’ultima mezzora di Palermo Inter poi ne riparliamo

      Ma perché parlate senza sapere di cosa parlate, senza avere visto?

  21. flex ha detto:

    Per quel che riguarda il discorso salvezza credo che quasi tutto (per noi) si deciderà nel turno infrasettimanale quando si avranno alcune risposte fondamentali: battiamo il catania? il palermo batte l’udinese? fra genoa e toro qualcuno deve rimanere indietro per forza.
    Il gatto che si è scottato con l’acqua bollente ha paura anche dell’acqua fredda, ma i continui riferimenti all’anno della retrocessione li trovo poco pertinenti per almeno un paio di motivi: quell’anno lì c’era una società allo sbando e non avevamo un allenatore, quest’anno abbiamo dirigenti che faranno sentire la loro presenza e un allenatore che sa quel che fa.
    Abbiamo fatto un filotto di vittorie che ha illuso un pò tutti, senza considerare che alcune di quelle vittorie sono state un pò fortunate, ma passare dall’esaltazione alla depressione è tipico dei nostri cugini. Manteniamo la calma, facciamo ancora uno sforzo e restiamo uniti, se l’anno prossimo non ci sarà il derby non sarà per colpa nostra.

    • Dorianodoc ha detto:

      Società’ allo sbando? Cosa c’è’ di diverso da ora? E in campo ci vanno forse i dirigenti? O questo gruppo di fenomeni?

      • flex ha detto:

        Toglimi una curiosità, sei il paoloforever degli anni passati?
        L’anno della retrocessione il dirigente con il più alto carico di responsabilità era quel pensionato che avevamo preso da modena e l’allenatore era cavasin, se tu non vedi nulla di diverso rispetto a oggi il problema è tuo.

      • Marco ha detto:

        Gli uni (i fenomeni) sono “figli” degli altri (dirigenti allo sbando!).

    • MadMick ha detto:

      Perfettamente d’accordo!

  22. sergio w. ha detto:

    questo è il momento di lasciare perdere le critiche e stare tutti uniti……………..ci sarà, poi, tanto tempo per poter valutare cosa non funziona da anni, sperando che la Società voglia porvi i dovuti rimedi……………soltanto non capisco perchè il Presidente se ne sia andato anzi tempo: se aveva un impegno improrogabile già stabilito niente da dire ma in caso contrario doveva restare sino alla fine………..un marinaio non abbandona la barca nel momento del pericolo…………e questo vale per ogni vero Sampdoriano, chiunque sia…..

    • Dado ha detto:

      È da dopoml’anno di Del Neri che sento dire di lasciar perdere le critiche… Nel frattempo abbiamo vissuto una retrocessione umiliante, una promozione ai play off dopo 3/4 di campionato imbarazzante e un campionato di quest’anno PIETOSO!!
      Mi sono rotto le scatole voglio vedere giocare a pallone e gente che si suda la maglia!!
      Abbiamo una società solida si ma incompetente calcisticamente che ha speso millioni di euro per mezzi o ex calciatori che farebbero panchina nelle migliori squadre di serie B!!
      E anche quest’anno siamo qui a cagarci sotto con uno spauracchio di una retrocessione che avrebbe ancor più del clamoroso di due anni fa…
      A sedere stretto fino alla fine, naso tappato e occhi chiusi, e che la buona sorte ci assista perchè solo quella può salvarci!!

      • flex ha detto:

        Ciao Dado
        tu sai che io non ho mai risparmiato critiche, ma per una volta invertiamo i ruoli e ti chiedo maggiore equilibrio. Tutto quello che scrivi è condivisibile, ma io voglio vederlo come le ultime conseguenze degli errori compiuti dai dirigenti passati (e sostituiti). Se passiamo indenni questo finale di campionato mi aspetto grandi cambiamenti per il prossimo.

        Un abbraccio

        • Dorianodoc ha detto:

          Mi spieghi in base a quale ragionamento, se esiste, ci dovrebbero essere grandi cambiamenti?????

          • flex ha detto:

            Il ragionamento si basa sul fatto che mi fido di garrone: gli va riconosciuto che dopo il suicidio della retrocessione ha speso una barca di soldi. è vero che per la maggior parte li ha spesi male. li ha spesi male perchè si è affidato a collaboratori inadeguati (sensibile) che hanno scelto allenatori inadeguati (atzori e ferrara) che hanno concordato sessioni di mercato fallimentari. siccome non è fesso ha sostituito il collaboratore inadeguato con altri migliori, il primo risultato di questi cambiamenti è stato l’ingaggio di delio rossi. se ci salviamo immagino che dalla sinergia fra un allenatore e una dirigenza migliore rispetto a quella precedente si possano acquistare giocatori migliori e adatti per lo schema di gioco che l’allenatore dediderà di adottare. questi sono i grandi cambiamenti.

            Ti sembra che abbia scritto delle belinate?

    • Marco ha detto:

      Soprattutto se la barca l’ha costruita lui con il legno più marcio e la colla più scadente!!!!

  23. Gaetano ha detto:

    Basta pessimismo…battiamo l’Udinese e chiudiamo i conti!

  24. Cristian ha detto:

    Ciao Luca! Ora faccio un parallelo fra due ipotesi di pensiero mie personali:
    La prima: questa squadra tecnicamente e’ una delle meno dotate della serie A. In quanto a corsa e intensità annoveriamo in rosa ottimi elementi. Quindi finita la benzina e la voglia di metterci l’anima in campo sono terminati i risultati. Quindi l’eventuale salvezza anche all’ultima giornata deve essere valutata come annata positiva.
    La seconda: a mio parere a fine stagione non va fatta una rivoluzione ma neanche piccoli aggiustamenti possono bastare. Vanno comprati 4 o 5 elementi che aumentino lo spessore tecnico della squadra. Va bene i giovani ma ci vuole un giusto mix a mio parere.
    Io personalmente e qui concludo da tifoso e basta valuto negativamente l’annata. La Sampdoria non ha espresso un bel gioco a parte in qualche singola occasione. I risultati sono stati altalenanti e Marassi e’ stato quasi sempre terra di conquista. Spero che il presidente porrà rimedio almeno per conquistare una salvezza tranquilla e non penare fino alle ultime giornate. Cosa ne pensi Luca? La Fiorentina ci ha messo un anno per diventare la terza o quarta del campionato. Noi ci accontenteremo anche di meno…
    Ma basterà un anno?

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao cristian, concordo con la tua seconda ipotesi. e non dimenticherei che negli ultimi due anni sono stati fatti errori enormi dalla guida tecnica, in particolare dall’ex ds, che purtroppo oggi continuano a pesare. un po’ ci vorrà, spero nn troppo.

      😉

  25. sardegna blucerchiata ha detto:

    Momento difficile, squadra che più che fisicamente è scarica mentalmente. Siamo una squadra che per parecchio tempo è andata avanti grazie a una certa solidità difensiva che dava una bella mano a un attacco che ha sempre faticato. Tanto è vero che se riusciremo a centrare la salvezza molto probabilmente lo faremo senza avere un giocatore capace di realizzare dieci goal, un dato penso significativo.

    Su queste cose la società dovrà riflettere l’anno prossimo, io personalemte son convinto che ci salveremo, anche se soffrendo fino alla fine. Certo è un mistero su cui mi piacerebbe tanto sentire l’opinione di Luca su come da ormai tre anni a questa parte nella Sampdoria i giocatori hanno dei periodi di completa assenza mentale dal campo, tra l’altro stesse situazioni con tantissimi giocatori diversi che si sono alternati tra serie A e serie B.

    Oggettivamente non riesco a darmi una spiegazione logica, se non che nell’ambiente Samp il lavorare con tranquillità si trasformi in un arma a doppio taglio.

  26. Michele G. ha detto:

    Ciao Luca. Non avrei molto da aggiungere a ciò che tu hai già sapientemente espresso, se non che provo un certo imbarazzo nel vedere Romero, che nelle ultime partite ha preso gol ridicoli (vedi il primo con il Palermo), o assurdi (gol con tiro alla viva il parroco del killer rossoblu dal nome biblico) e quello geometrico di Cuadrado (scusa il gioco di parole). Ieri si è tuffato un’eternità dopo ed il tiro non mi sembrava così potente da risultare imprendibile. Fatto quello, per la Fiorentina è stato tutto infinitamente più facile, mentre noi non siamo assolutamente stati in grado di reagire.
    Io dico che, sinceramente, visto il Romero degli ultimi tempi (forse con la testa a Buenos Aires, dove c’è la bellissima moglie con i due bambini), Da Costa lo vedrei più motivato. Se, come penso, disputeremo la Serie A anche l’anno prossimo, mi libererei di tutta la colonia di argentini e sudamericani in genere, Icardi in primis (tanto ha già test e cuore a Milano nerazzurra) e Romero in secundis, così ci liberiamo anche di un ingaggio oneroso.
    Che ne pensi?
    Un abbraccio.
    Michele G.

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao michele, trovo giuste le tue osservazioni. criticare romero ora è giusto, non sta dando il contributo che ci si aspetta da lui. quando nel post dico che delio rossi da qui alla fine non dovrà guardare in faccia nessuno mi rifaccio proprio al tuo ragionamento.

      da costa fu già utile lo scorso anno, proprio nel momento di flessione di romero. potrebbe esserlo anche in questo momento.

  27. Fra Zena ha detto:

    E’ stato già detto tutto, mi limito a fare una postilla. Dedicata a quei signori che durante l’1-3 con il Palermo issavano lo striscione “Oh Noooo” in mezzo alla Sud (che schifo) e a quelli che domenica hanno esultato al gol di Ilicic più che se avessimo segnato noi. A questi vorrei chiedere: chi, chi ca**o vi ha detto che siamo già salvi????? Voi tutti forse non c’eravate nel 1999 o nel 2011 o forse, più semplicemente, di calcio capite poco o nulla. La squadra e il mister hanno ovviamente il 90% delle colpe, ma se anche la tifoseria lancia messaggi sbagliati (“chissenefrega della ns salvezza, pensiamo al Genoa”) poi non ci si può lamentare se arrivano certe prestazioni. Critichiamo tanto i Bibini e poi facciamo come loro…mi fermo qua se no rischio di diventare troppo polemico, ma certi atteggiamenti proprio non mi vanno giù

  28. raffaele ha detto:

    il problemi sono questi:
    1- i procuratori che spacciano i loro assistiti come fenomeni o presunti tali dopo qualche prestazione decorosa (vedi soriano,icardi e in b regini e zaza)
    2- l’organico alla fine è quello che è perchè la difesa a parte Gastaldello e un riciclato Palombo è priva di elementi di qualità . Inoltre anche l’attacco è composto da un giocatore reduce da un brutto infortunio, un ragazzino montato e due seconde punte da alta serie b. Inoltre il portiere a questo punto lascia molto perplessi.
    A questo punto caro Delio inventati qualcosa lascia da parte le antipatie e cerca di rimotivare gente come Maresca, Poulsen e magari Rodriguez e Renan che forse in questo momento possono dare qualcosa in più di altri ormai veramente scarichi…

  29. Gipo Samp ha detto:

    Questa Sampdoria da tempo mi procura sempre 7 giorni di arrabbiature. Rossi ha avuto dei colpi di fortuna iniziali e può contare sulla simpatia di molti tifosi che ragionano più col cuore che sulla base dei fatti, ma si è poi dimostrato un allenatore timoroso e attendista che gioca solo per non perdere e non per vincere. Perchè quando ha visto che questa squadra non riesce ad andare a rete non ha adottato un 4-5-1 alla Ferrara per raccogliere quei due tre punti che mancano alla salvezza. Gastaldello dichiara che abbiamo un po’ mollato a livello mentale e di voglia……. Tutti vogliono restare alla Sampdoria perché li abbiamo abituati troppo bene. Altro che scampagnate con fave e salame il 25 aprile a Bogliasco. A fine gara dovremmo esternare tutta la nostra disapprovazione in maniera inequivocabile, onde evitare che Rossi confonda gli applausi a Montella come indirizzati a lui e a quella banda da serie B di mediocri e statici fantasmi in campo con le maglie blucerchiate.
    Chi sostiene che per 25 minuti abbiamo tenuto botta contro la Fiore, dimentica che sino al loro primo goal al 36’ la Fiore aveva battuto 6 calci d’angolo contro zero della Samp e mancato 2 palle goal. Continua lo show negativo di questo portiere d’albergo a 1 Stella da 1,7 milioni (grazie Sensibile), che prende goal da metà campo. Siamo una squadra incapace di costruire una palla goal su azione manovrata. Ieri in tutta la partita abbiamo avuto solo due palle goal fortuite che sono scaturite da mischie in area e che sono state sbagliate da Sansone e De Silvestri. Avremo pure degli attaccanti scarsi, ma il centrocampo è nullo in fase di costruzione di gioco e la difesa è da banda del buco. Che i nostri giocatori siano qualitativamente dei mediocri passi, ma sono anche gente moscia e senza nerbo che non corre e non marca lasciando gli avversari sempre liberi di battere a rete. E qui il grande Delio di colpe ne ha molte perché è l’allenatore che deve pretendere che ognuno marchi l’uomo di sua competenza. La realtà è che la Fiorentina stava per finire in B e lui ha fatto in modo di farsi cacciare. Se ci salviamo, l’anno prossimo per una salvezza tranquilla come usa dire il Presidente, questa squadra è da ritoccare in tutti i reparti compresa la difesa e in particolare il centrocampo dove possiamo contare solo su Krsticic. Obiang sa trattare la palla ma è estremamente lento in fase di esecuzione e visione di gioco e questa caratteristica è poco modificabile perché dipende dal DNA. Poli, sempre in affanno ed essendo sempre in ritardo é costretto al fallo perché l’uomo gli scappa sempre come per il terzo goal. Per il primo è colpevole in comproprietà con Romero essendo rimasto a guardare anziché impedire che Cuadrado tirasse. Purtroppo Poli a Genova gode inspiegabilmente di buona stampa e del benevolo giudizio degli opinionisti, ma è da vendere se troviamo qualche squadra che lo compra. L’Inter lo ha rispedito al mittente. Altro che 5 milioni. Estegarribia mi chiedo come si fa ad averlo preso e metterlo in campo. Non è solo inutile ma dannoso. Eder è bravo per le PR e per la visita ai Clubs, ma per essere un attaccante è allergico alla rete. Mi auguro che non abbiano il coraggio di pagare 6 milioni per il riscatto di Lopez. La rosa è qualitativamente molto scarsa, e di questo dobbiamo ringraziare i vari DS che si sono succeduti a partire dal tanto osannato Marotta che pagò 6 milioni Semioli e 5 Sammarco con contratti quinquennali e altri giocatori da serie inferiori rimasti invendibili come Laczko, Padalino e Semioli in prestito con stipendio a nostro carico che stanno facendo retrocedere il Vicenza. Sono perfettamente d’accordo con Dave quando dice che se a Delio non gli arride un po’ della sua fortuna iniziale i 2-3 punti questa squadra non è in condizione di farli. Possiamo solo sperare che qualche squadra faccia il harakiri e si condanni da sola.
    Purtroppo i Garrone sono dei gran signori e Edoardo e facile agli innamoramenti. Ricordate il suo motto usato per Sensibile, DS che avrebbe dovuto essere non esonerato ma cacciato a fine campionato scorso, e adesso per Rossi: il rinnovo è una pura formalità. Una società che non sa valutare le sue scelte dirigenziali e incutere del sano timore agli allenatori, DS e giocatori e sa solo pagare gli esoneri, ottiene i risultati di questa Sampdoria. Forza Samp.

    • marco'59 ha detto:

      Sono d’accordo.
      La proprietà deve saper valutare freddamente i collaboratori che sceglie. Ho l’impressione, scusate se mi ripeto, che nel calcio contino molto le palanche, ma ancor più competenza e onestà (sottolineo onestà).
      I Garrone sanno sceglire nelle proprie aziende e lo hanno dimostrato…nel calcio l’indovinarono con Marotta (qualche errore lo fece, ma il limite di budget può essere cattivo consigliere) dopodichè le hanno sbagliate tutte.
      Osti sembra perlomeno onesto, ma andrà valutato nel prossimo mercato, a mio parere di importanza capitale, perchè dovrà riuscire a compatibilizzare esigenze di bilancio, bidoni da sistemare, necessità di rinforzare la squadra (assoluta priorità), investimenti sui giovani.
      Non sarà facile…

  30. giacomo ha detto:

    Pensiamo a salvarci, sapevamo che sarebbe stato un anno difficile ed all’inizio del campionato molti avrebbero firmato per una classifica così.
    Ciò non toglie che ci si debba preoccupare per il momento difficile della Samp sotto il profilo fisico e tecnico, con squalifiche ed infortuni.
    Amareggia inoltre il fatto che squadre come Samp e Toro abbiano fatto i loro punti con grande fatica quando tutte le partite contavano, mentre adesso cenoa e Palermo rimontino approfittando della benevolenza (per non dire altro) degli avversari.
    Amareggia, altresì, vedere che alcune squadre hanno subito processi sportivi e sono state penalizzate, mentre per altre, nonostante prove evidenti (intercettazioni e fotografie) i processi non sono nemmeno iniziati.
    Quanto alla società, se come spero e credo ci salveremo, le scelte che verranno fatte subito dopo, prima tra tutte quella dell’allenatore, ci faranno capire il futuro che ci aspetta.
    Io concordo con tutti coloro che sostengono che per fare il prossimo anno un campionato tranquillo questa squadra debba essere notevolmente rinforzata con l’acquisto di almeno un giocatore di categoria per reparto.
    Giacomo

  31. Renzo ha detto:

    La parola è una sola: SVEGLIA!

  32. matteo84 ha detto:

    alèèè ed ecco i nuovi nomi con cui prendersela, ma bravviiiiiiiii………come al solito parte la ricerca dei colpevoli ed ecco i primi nomi Delio Rossi, Romero, gli strascichi di Sensibile, etc etc etc………..
    ma non vi rendete proprio conto che è sempre la solita politica????????
    cambiano i colpevoli da anni e sbagliano sempre nello stesso modo, possibile?????
    abbiamo sempre preso gente con buoni curriculum ,e nonostante tutto, arrivati alla sampdoria hanno sempre fatto gli stessi errori di quelli accusati precedentemente, possibile che nessuno si chieda perchè e da dove realmente arrivino certi comandi???
    un albero malato cambia sempre i frutti nel tempo, ma faranno sempre schifo………
    provate a dare a Rossi dei giocatori validi per la serie A, provate a mettere difensori davanti a Romero che non girano come trottole con gli attaccanti degli altri, provate a chiedere alla squadra l’europa invece di una salvezza tranquilla dove poi alla fine ognuno va dove vuole(inter per esempio), provate a non cantare dopo le figure penose che fanno in campo……..già perchè la sampdoria è la squadra di quelli che cantano sempre e comunque che vada bene male o peggio è uguale basta cantare, E NO BELLI MIEI!!!!!! NON è COSI CHE FUNZIONA………
    si canta alla fine dei 120 minuti con il brema, si canta dopo aver perso ai rigori con la lazio, si canta quando punti all’europa e arrivi decimo più per meriti altrui che demeriti tuoi, ma non c’è un belino da cantare quando ti mancano 3 punti da un mese per la salvezza e fai 2 punti con genoa palermo bologna cagliari e atalanta, e crei solo schifo…..MA CHE AVETE DA CANTARE????
    c’è da fare un mercato assurdo e il presidente dice che in estate si farà un mercato al risparmio????
    non riescono a tenere i giocatori perchè non c’è ambizione in questa squadra, nella società e nemmeno tra i tifosi (tanto cantano sempre)……..
    sapete che vi dico??? la squadra che dopo il pescara merita di andare in B più di tutte è la sampdoria, sia per la presunzione del presidente nel pensare e nel dire che la sampdoria non ha bisogno di gente come cassano e che può andare avanti tranquillamente, sia per i tiofsi che hanno cantato le partite anti-calcio della sampdoria………VERGOGNA

    • peter ha detto:

      Matteo 84 ha detto tutto.
      La politica societaria oramai e’ questa e se qualcuno si osa criticare e’ un bibino.
      Ma la vedete la Samp da tre anni a questa parte ????!!!! Giocatori con piedi a ferro da stiro, non riescono a fare 3 passaggi di fila, non sanno tirare da fuori area, ci spacciano dei giovani come fenomeni, a parte Nenad e Pedro che sono giovani di qualita’ ma non fenomeni.
      Ma la vedete la qualita’ di berardi, mustafi, soriano, lo vedete poli che dopo un tempo arranca e lo vedete come calcia in porta ?, vedete i gol che prendiamo con palombo centrale, vedi gilardino, lo vedete munari come calcia, vedete un giocatore della samp che sappia stoppare un pallone alto o fare un cross decente ?
      Una qualita’ media bassissima in un contesto di campionato veramente mediocre.
      Una rosa scarsa che mai ha avuto continuita’ quest’anno, che ha fatto piu’ punti con le grandi, perche’ ti chiudi a riccio e riparti, che con le piccole contro le quali devi impostare facendo valere la superiorita’ tecnica che infatti non hai, ma le ricordate le partite con cagliari, palermo, siena ?
      Inutile chiedere ai giocatori di tirare fuori le palle, questa e’ la qualita’ attuale della Samp che fino a poco tempo fa riuscivamo a mascherare con una condizione fisica ottimale, ma nel momento in cui la condizione e’ fisiologicamente scesa sono emerse tutte le lacune dell’organico.
      Abbiamo poi una panchina patetica, mancano giocatori che possano cambiare ritmo alla partita, squadra lunga e di una lentezza angosciante nelle ripartenze perche’ ? perche’ manca gente che verticalizzi da centrocampo, che salti l’uomo creando superiorita’, manca QUALITA’ !!!!!!!!!
      Io penso che ci si salvi per il rotto della cuffia vincendo col Catania ma l’anno prossi o arrivano piazze importanti che investiranno.
      Portiere, centrale difensivo, terzino sx se De Silvestri rimane, un centrocampista di qualita’ e 3 attaccanti, ma anche una panchina decente.
      Via rossini, palombo, romero che e’ meglio da costa, renan, soriano, mustafi, berardi, poli,rodriguez che tanto buono non penso che sia, sansone, lopez, estigarribbia.
      Uno come Rossi firma solo con garanzie, ecco perche’ non arriva la firma, io non bevo la storia dei 40 punti.
      E forza Samp alla faccia di quelli che tutto va bene madama la marchesa !

    • Stefano_1970 ha detto:

      @ Matteo84

      Durante trasferte di lavoro ho avuto la possibilità e la fortuna di assistere a partite dei campionati di mezza europa. Il concetto di tifo è un po come il concetto di bene o male. Ha tante sfaccettature…

      Partecipare al gioco “di chi è la colpa” non è molto produttivo. Se Delio Rossi ha a disposizione una rosa di mediocri è colpa di chi ha fatto il mercato, non del CDA che a cui spetta solo di stanziare le risorse economiche da devolvere per ciascuna operazione e/o l’intero mercato. Al CDA non si può chiedere di avere competenze in merito alle qualità tecniche attuali o in prospettiva di un giocatatore. Sono cose che devono essere sbrigate tra D.S. e allenatore. Mi sembra che sebbene in ritardo il Presidente abbia compreso che il D.S. non era una persona affidabile… dopo aver preso Romero, Bertani. Piovaccari, Costa, Estigarribia, Maxi Lopez, Munari, Renan, Berardi, etc credo che anche la persona più inesperta, visti i giocatori in campo durante una partita di campionato, avrebbe compreso che la situazione non era sostenibile sia sportivamente che economicamente (cartellini e stipendi giocatori fuori mercato se comparati all’effettivo valore).

      Leggo tanti bla, bla, bla su Romero…. ma poi quando si va al sodo si tirano tutti indietro. L’anno passato sempre su questo blog, gestione Michieli, avevo espressamente e più volte scritto che se qualcuno dimostrava che Romero non aveva la media di 1 goal incassato ogni 2 tiri (effettivi) in porta gli avrei pagato la cena. La verità + che la scorsa stagione ha preso un goal ogni 1,68 tiri effettivi in porta (per tiri effettivi ho considerato quelli che ragionevolmente possono definirsi tali…). La verità è che il giocatore è stato pagato 2,5 o 3,5 milioni di Euro e NESSUNO, italiano o straniero, si è presentato a Corte Lambruschini o in sede di calciomercato ad aprire una trattativa per udite udite il portiere della nazionale Argentina. Il ragionamento non può essere “Portiere nazionale argentia = buon portiere” e in effetti il mercato, non io, la pensa così e lo lascia comodamente a Genova. Questa stagione Romero è nettamente migliorato rispetto allo scorso anno, questo lo si deve ammettere, ma non è un portiere che da garanzia ne ora ne per il futuro ed ha un ingaggio che pernetterebbe di pagare lo stipendio a tre giovani di prospettiva. Meglio dei Pedro, Nenad, Soriano, Mustafi, etc in campo che Palombo, Romero, Munari e compagnia cantanti.

    • moussa dembelè ha detto:

      I giocatori li devi saper comprare e soprattutto vendere.
      Marotta ne era capace (forse con un budget superiore o sforando il budget che gli veniva imposto, non lo sapremo mai…). Gasparin diede le dimissioni dopo qualche mese (perchè?), Tosi vendette Pazzini all’Inter molto male.
      Ci vuole gente che se ne capisca e possa iniziare un progetto da luglio che possa dare concretezza e solidità in A alla Sampdoria. A me Sagramola, Osti piacciono speriamo che si possa reimpostare un discorso da zero con loro nella massima categoria.
      Rossi è stato preso per salvare la Sampdoria. Il suo lavoro (come onestamente ha sempre detto lui, rifiutando il rinnovo nel momento in cui le cose andavano bene) andrà giudicato alla fine.
      Mi auguro che adesso sappia metterci del suo, dando quel valore aggiunto che ci aspettiamo. Utilizzando qualche elemento della rosa rimasto ai margini nell’ultimo periodo (Obiang è stanco, Romero non ne prende più una, Estigarribia non è mai decisivo) o cambiando qualche cosa negli schemi. E’ compito suo portare a casa il risultato e meritarsi la riconferma!

    • Daniele da Rapallo ha detto:

      Beh…in effetti, concordo abbastanza…è più forte di me.

    • gianni ha detto:

      Ma tu hai mai sentito parlare di Paolo Mantovani? Chiedi a Luca Pellegrini quello che questo sconosciuto (per te) diceva dei tifosi della Samp.

      • matteo84 ha detto:

        I tifosi della Sampdoria hanno perso a Wembley e hanno cantato, hanno visto andare via Vialli e hanno cantato. Finché i tifosi della Sampdoria canteranno non ci saranno problemi per il futuro. PAOLO MANTOVANI

        quello che osava parlarmi del Presidente lo aspettavo proprio……………io Mantovani so chi è, forse sei tu che non ti ricordi cosa diceva REALMENTE…….chiedeva sì di cantare e partecipare, ma solo successivamente alla prestazione della squadra e non di cantare per essere diventati il lecce, ripassa la storia che ti vanti tanto di aver vissuto, e cerca di capire la differenza tra dignità sportiva e il cantare a caso che è meglio………….AVERE UNO STILE è UNA COSA ESSERE DEI POLLI è UN ALTRO………
        e comunque ci credo che con Mantovani si poteva cantare sempre, lui diceva cose tipo questa:
        “Ho sofferto come una bestia, facciamo una grande squadra”

        • gianni ha detto:

          Bravo; hai cercato su Google la frase di Mantovani; adesso cerca anche quella in cui diceva che la Samp non si tifa (come si fa con le strisciate) ma si ama e l’altra in cui diceva che l’unica cosa di cui non si era mai pentito era di essere diventato Presidente della Samp; chissà cosa avrebbe pensato di pseudotifosi che scrivono VERGOGNA o insultavano il suo miglior collaboratore per aver allontanato un bambino viziato.

          • matteo84 ha detto:

            intanto Mantovani non mi avrebbe mai fatto scrivere vergogna, e comunque proprio perchè la amo, mi arrabbio nel vederla diventare una squadra senza significato……..

        • Dorianodoc ha detto:

          Bravo Matteo! Comunque, dalle risposte che leggo c’è poca speranza. Qui c’è gente che se vede mia zia novantenne con la maglia del Doria pensa ancora che sia un ottimo acquisto……….

    • gianni ha detto:

      Oltretutto gira e rigira si torna sempre a parlare di Cassano, ovviamente senza specificare PERCHE’ è stato mandato via (come da qualunque altra squadra); quello non bisogna ricordarlo; Cassano si può perdonare, altri no.

      • peter ha detto:

        Cassano non sarebbe rimasto comunque: col raggiungimento del 4 posto inizio’ Garrone Junior, e sempre nello stesso momento nacque caso strano, il comitato strategico, a menarla col fatto che non ci saremmo potuti permettere il suo ingaggio.
        Cassano poi ha sbroccato come sappiamo e facendo ingenuamente il gioco di taluno.
        Poi tocco’ a Pazzini infatti che non aveva sbroccato purtroppo per loro e quindi dovettero (s)venderlo e poi siamo caduti nella mediocrita’ che abbiamo vissuto, stiamo vivendo e molto probabilmente continueremo sportivamente a vivere.
        Ma ai masochisti piace cosi’.

      • matteo84 ha detto:

        cassano mi ha portato in champions e ha mandato a quel paese il presidente……….
        il presidente ha gestito male il caso cassano, per un bruciore di stomaco ha Svenduto tutti, ci ha fatto andare in B nel modo più umiliante della storia calcistica, e ci hanno fatto diventare un lecce o un chievo…………..

        e poi osi parlare di Mantovani, ti ricordo che certe cose il Presidente non le avrebbe mai permesse, e sopratutto non avrebbe mai distrutto un sogno e una squadra per un VAFFA, al massimo ce lo rimandava,lo multava e lo vendeva a 40 miliardi, davvero non avrebbe pagato 5 miliardi per perdere il miglior giocatore della samp…………….ma dai su

        • gianni ha detto:

          E qui la tua ipocrisia si svela tutta; se lo avesse venduto a 40 miliardi ti sarebbe stato bene? Ma chi vuoi prendere in giro? Sei arrivato con Cassano; purtroppo non te ne sei andato con lui; prova a chiedere a Pellegrini (l’altra volta hai fatto finta di ignorarlo) cosa avrebbe fatto Mantovani se qualcuno lo avesse insultato pubblicamente (perché questo successe altro che mal di stomaco del presidente come ipocritamente, al tuo solito, scrivi); gli avrebbe regalato il cartellino e lo avrebbe invitato a non mettere mai più piede a Bogliasco.

          • gianni ha detto:

            Tralascio il fatto che Cassano sia stato CACCIATO da OGNI SINGOLA SQUADRA in cui abbia giocato; per te i cattivoni sono solo a Genova.

          • Dorianodoc ha detto:

            AH Gianni, vatti a vedere i bibini che è meglio va’…..

          • matteo84 ha detto:

            no bello, vedi, l’ipocrita sei tu e anche tanto egoista(e pure un po ignorante),, pensi di avere il vangelo del perfetto sampdoriano ma parli cosi solo perchè la tua pancia è bella piena, ti sei goduto le tue belle coppette, la tua finale di champions, il tuo scudettino, ti sei goduto la samp d’oro, e chi non l’ha vista e non se l’è goduta per te si può anche attaccare al tram……..FACILE PARLARE COME TE EH?????
            e poi guarda non sono arrivato con Cassano e davvero non me ne vado perchè me lo dice uno schifo di tifoso con la pancia piena come te…….
            comunque te la spiego per l’ultima volta cosi sei contento……….
            Cassano ha sbagliato nel comportarsi come ha fatto, ma l’errore più grande, più clamoroso e più umiliante per i tifosi lo ha fatto la società che tu tanto difendi……..mi chiedi cosa avrebbe fatto Mantovani, beh con certezza non lo so davvero, forse non ci sarebbe mai arrivato a farsi mandare a quel paese visto che gli avrebbe rinnovato il contratto nel modo migliore o forse avrebbe fatto come dici tu, ma avrebbe poi preso uno uguale o migliore di Cassano di questo ne sono certo, non avrebbe svenduto tutti i migliori,e non avrebbe mai permesso una retrocessione umiliante come hanno fatto invece i cari Garrone….. ti ricordo inoltre che nella storia calcistica non si era mai visto un presidente PAGARE per dare via il miglior giocatore della squadra MAI, in più la cosa che fa davvero incazzare è che in nome del bilancio quell’anno non comprò nessuno per non spendere, e poi pagò 2 milioni per dare via cassano…..guarda caso quei 2 milioni sarebbero serviti più per un portiere che per mandare via il migliore, e questo già ti dovrebbe far capire che la nostra retrocessione sia stata frutto solo di un mal di pancia del presidente, visto che quando ha voluto i soldi li ha tirati fuori……peccato che una pazzia cosi non l’abbia mai fatta per migliorare la sampdoria, ma solo per distruggerla……..dimmi apostolo sampdoriano, lo trovi giusto??? in questi modi vedi l’ amore incondizionato verso la sampdoria da parte di chi la gestisce o sei troppo perso nel cantare per il nulla???????
            ma no a te e a quelli come te Garrone va bene, basta che alla fine di ogni partita umiliante venga ricordato quanto siano speciali i tifosi della sampdoria che hanno cantato nonostante tutto…..

            perchè diciamolo è questa la cosa veramente importante per i tifosi narcisisti della sampdoria,che non è la sampdoria ma l’ essere sempre nominati alla fine della partita, sentire quanto sono sportivi, belli e importanti i tifosi della sampdoria, e questo garrone ve lo da alla fine di tutte le partite, perchè è meglio avere una tifoseria ignorante narcisista che canta sempre a cui basta essere nominata davanti alle telecamere, piuttosto che una tifoseria sveglia e che vuole il bene della squadra e che rischia di arrabbiarsi con chi non fa niente per risollevarla……..

  33. trevor1965 ha detto:

    Ok tutto,ma non è che dato che si sono perse alcune partite si debba tornare alle critiche a prescindere……si sono sbagliati alcuni approcci a delle partite,il grosso della colpa è dei giocatori,buona parte del mister e della dirigenza,ma è inutile piangere mancano tre punti……..io sono anche convinto che domenica a Udine sarà dura……spero di essere smentito,tra l’altro storicamente non è un ampo amico.Ma comunque altre squadre stanno peggio di noi,e con tutto quello che è successo in quest’anno……cerchiamo di rimanere lucidi e fare sti tre punti del c……e ripartiamo per un nuovo anno.Ricordiamoci il Bayern,ripartiamo da società sana giovani validi e mister affidabile!!!!!!Ancora un piccolo,sforzo di testa e gambe.Pensando poi a chi lavora per davvero sarebbe il minimo……Forza Doria

  34. fabrizio perfumo ha detto:

    Caro Luca, cari fratelli blucerchiati.
    Ero allo stadio domenica – abito a Roma – e sono stato colpito dalla mollezza, fisica e morale, della squadra. Si può anche perdere ma non così: fa molto più male e aumenta la tensione. La squadra ha retto fino al goal di Cuadrado, si è disfatta subito dopo. Andare al riposo sotto di un solo goal avrebbe reso possibile un secondo tempo diverso con i viola meno sicuri e padroni nonostante la superiorità evidente. L’espulsione inutile di Gasta è un altro segno che non mi piace: costringerà ad una difesa da inventare a Udine. Maxi, e mi di dispiace dirlo, mi è parso del tutto fuori forma con 4, 5 Kg in più del dovuto. Sbagliato da parte di delio schierarlo. Al limite potevano giocare sansone ed eder. le fasce , con Mustafi e berardi davvero troppo remissive. Ecco, devo dire che Delio, che stimo oltremodo, ci ha messo del suo. Tocca ritrovare subito lo spirito, la cattiveria di chi deve fare punti anche in modo brutto, sporco e cattivo. A partire da Udine. Ma la sgradevole sensazione è di un insieme scollato che ha perduto concentrazione e senso della realtà – oltre a forma fisica. probabilmente delio ha spremuto la squadra nella sosta natalizia , ottenendone ottimi risultati, con uno svuotamento e un calo dovuto a ragioni fisiche e psicologiche – rinnovi, cessioni, sirene di mercato. Mi permetto di dire che noi tifosi blucerchiati non meritiamo questo supplemento di sofferenza che poteva essere evitato facendo un punticino con il palermo e con il cagliari, imprese che non mi parevano impossibili visto lo stato psicologico positivo con il quale ci siamo presentati a quelle partite. Va costruita una mentalità e constato che l’occasione di farlo è stata sprecata.

  35. tytty ha detto:

    ciao luca è vero nn siamo in forma xò mi sembra che tante persone siano proprio esagerate.. anke tu un pò!!!
    invece di cercare di tirare su il morale e di stare un pò uniti in questo ultimo tempo sento solo parlare di serie B!!!
    addirittura sento dire che i bibini si salvano e noi andiamo giù… ma x favore nn ti sembra che sia un pò esagerato ora??
    e poi trovo ridicolo chi dice che Delio Rossi è da mandare a casa….
    Sveglia!!!!!
    e cmq x me magari tornasse cassano
    saluti tytty

    • blackdragon3 ha detto:

      Le cose sono 2 , o non capisci nulla di calcio oppure vivi nel mondo delle fiabe. Chi si deve svegliare sei te, ma le segui le partite ??????? Sono quasi 3 anni che subiamo umiliazioni terrificanti , una retrocessione allucinante consumata appena 2 anni fa , con giocatori supponenti , svogliati e chissa cos’altro . Una promozione per il rotto della cuffia in un campionato di B mediocre che era da stravincere ed ora prendiamo schiaffi da chiunque senza reagire e te dici di tirare su il morale??? A sti cialtroni???? Sarà un caso ma da quando Palombo e’ in pianta stabile siamo di nuovo piombati nel baratro. Questa spazzatura non voglio più vederla con la maglia della SAMPDORIA.Delio Rossi compreso. Solo un bollito può prendere a pugni un suo giocatore.Mandandolo via la fiorentina si sta giocando la Champions se non sbaglio.

    • Lollo ha detto:

      se guardi la classifica e il calendario vedrai che non siamo in bellissime acque e la squadra sembra ( dico sembra … ) in balia della corrente, poi magari domenica vinciamo a Udine e tutto finisce lì….e comunque è ora di finirla di cantare e applaudire sempre e comunque !!! ha ragione Blackdragon sono anni che rimediamo figuracce in ogni dove ( Europa, Italia, serie B … ) ero a congelarmi nello squallido stadio di Gubbio ( Gennaio 2012 ) e non voglio tornarci

  36. Dave ha detto:

    Concordo con tutti voi. Inutile però ricercare le colpe, a questo punto stringiamo ben bene le chiappe e tratteniamo il fiato per le prossime 4 partite.
    Che si può fare?
    Innanzitutto, a Romero un po’ di panca non farebbe male: quest’anno ci ha fatto perdere almeno 4/5 punti, a questo punto penso che Da Costa sia molto più motivato.
    La difesa è quella che è. Sperando che Costa recuperi per Udine.
    A centrocampo, è proprio così necessario continuare a far giocare Estigarribia? Non ricordo giocatori così insulsi alla Samp da anni, non sa difendere e non sa attaccare: che ci sta a fare??? Cosa abbiamo preso a fare Rodriguez? E’ stata un’iniziativa di Osti non avvallata da Delio? Tanto varrebbe provarlo!
    Poi…con Nenad rotto (grazie ai macellai) Maresca è proprio così inutile? Lento quanto volete, ma ha i piedi buoni e potrebbe sempre segnare su punizione.
    In attacco, secondo me Icardi deve sparire dal campo e tornare a giocare nella Primavera, se non altro per il rispetto NULLO e il menefreghismo che sta dimostrando per questa maglia…e per fortuna che, a detta di quel vampiro del procuratore, dovrebbe essere un “serio professionista”. Che all’Inter sappiano che rischiano di prendere un granchio. Questo potrebbe diventare un buon giocatore, ma un campione mai.
    Vista la ciccia di Maxi, opterei per un duo Eder-Sansone. Attaccanti da alta B, ma questo è quel che passa il convento. Almeno possiamo provare a giocare in velocità.
    Un’eventuale retrocessione sarebbe davvero troppo, penso che nella storia del calcio nessuno abbia mai subito cosa stiamo subendo noi tifosi della Samp da due anni e mezzo a questa parte. Non lo meritiamo.

    Val la pena dire che, comunque, anche in caso di salvezza sono molto preoccupato.
    La società è volenterosa (nessuno mette in dubbio la buona fede di Edo), ma è da anni che spende malissimo. Ci sono società che spendono meno della metà di noi ma se la passano molto meglio (Catania?). Garrone ha speso molto, il problema è che si spende male…e questo fa rabbia. Pensate a tutti i milioni spesi (fra cartellino e ingaggio) per Bertani, Piovaccari, Bentivoglio, Maccarone, Rodriguez, Maxi Lopez…solo per restare nel recente.

  37. Ste 64 ha detto:

    X Matteo 84

    Analisi perfetta. Tutti a cercare colpevoli , quando le colpe principali vengono dall ‘ alto.

  38. peter ha detto:

    Gianni, sai solo mistificare le parole altrui forse perche’ la coda di paglia ce l’hai tu.
    E rileggi bene il post in cui scrivi che le mie osservazioni sono parallele a quelle di un genoano.
    Io poi parlo di vittorie estemporanee con le grandi perche” sono vittorie eccezionali quelle, che se le rigiochi 10 volte le perdi 10 su 10, e dico questo perche’ se dovevamo basare la salvezza sugli scontri diretti, e per fortuna non e’ avvenuto, saremmo nei bassifondi.
    Io non chiedo di vincere ogni anno, infatti da tre anni a questa parte siamo retrocessi, arrivati sesti in b, e ci giochiamo la salvezza quest’anno, anno in cui ne abbiamo perso sette dico sette di fila e adesso siamo di nuovo a commentare una serie negativa.
    Chiedo solo che una squadra di Genova con la Storia che ha, con una proprieta’ di ultra miliardari, possa ambire a qualcosa di piu’ che ad una salvezza non tranquilla e che possa offrire alla domenica spettacoli piu’ decenti di quelli a cui assistiamo e che poco hanno a che fare col gioco del calcio.
    La Samp del 4 posto era la base per costruire qualcosa di bello, noi lo volevamo…putroppo bisognava volerlo tutti…

    • gianni ha detto:

      Se dovessimo basarci sugli scontri diretti saremmo sotto solo con il Palermo; con il Pescara due su due; con il genoa vittoria e pareggio; con il Siena siamo davanti per la differenza reti; con il Chievo vittoria e sconfitta; con il Torino due pareggi.
      Di cosa stiamo parlando? Ripeto: probabilmente hai meno di trent’anni e pensi che con Mantovani si vincesse ogni anno come le strisciate; probabilmente l’anno scorso hai seguito quelle.

      • gianni ha detto:

        Ah, naturalmente il fatto che dopo tre anni hai ancora il nickname del cacciato da ogni squadra non c’entra nulla con le tue critiche.

        • peter ha detto:

          questa sul nick non la capisco.
          per inteso mi chiamo pietro, per gli amici peter, continua pure a chiamarmi pietro grazie

      • peter ha detto:

        senza le vittorie estemporanee con juve, milan e roma saremmo a 29, rifletti bene se la materia grigia te lo permette

        • gianni ha detto:

          Proporremo una modifica al regolamento nel senso che le vittorie contro le grandi (ovviamente solo quelle della Samp) non contano perché sono solo fortuna; cosi’ magari non rosichi troppo.

  39. moussa dembelè ha detto:

    Credo che tutti i pareri espressi abbiano un fondo di verità e soprattutto vengano persone che hanno a cuore la Samp. Per le critiche ci sarà tempo a fine campionato nella speranza che abbiano un intento costruttivo atto a guidare la società a creare una Samp solida in serie A.

    Ora è importante compattarci tutti, squadra in primis, società e tifosi perchè le porssime due partite sono decisive. Un punto a Udine sarebbe oro e poi una bolgia col Catania. Che le ultime due partite siano solo una formalità per finire il campionato.

    Noi con la voce voi con le gambe. Forza ragazzi!!!

  40. blackdragon3 ha detto:

    CAGLIARI: Una società da anni in serie A nonostante molteplici problemi con risvolti penali,quest’anno hanno raggiunto l’apice , senza stadio x metà campionato e col presidente in galera, chiunque direbbe “candidati alla serie B” invece si salvano a 6 giornate dal termine.
    CHIEVO VERONA: Tifosi al seguito 200/300 in tv seguito da circa 1000 persone eppure da anni vive in serie A e si salva regolarmente con anticipo.
    UDINESE: Sono anni che predico di seguirne il modello, di sicuro non sarà facile (forse e ripeto forse il Catania ci si sta avvicinando) ma santo cielo, hanno 1 bacino di tifosi ridicolo se comparato al nostro, Udine e’ 1/10 di Genova eppure da circa 20 anni ci sovrastano.

    Ecco caro GARRONE cosa chiede il popolo BLUCERCHIATO dignità, impegno , professionalità e soprattutto finire davanti a squadre come CHIEVO VERONA e CAGLIARI e lottare alla pari di CATANIA ed UDINESE non mi pare di chiedere la Luna.
    Anche Gastaldello che si fa espellere come 1 principiante sullo 0-3 nella situazione complicata che questi fior fior di professionisti ci hanno portato deve essere punito in maniera esemplare, la SAMPDORIA va tutelata, siamo stanchi delle vostre umiliazioni.

    • gianni ha detto:

      Ribadisco; infatti Cagliari e Chievo sono arrivate terze, quarte e seste negli ultimi dieci anni…L’Udinese poi “ci sovrasta”…va beh.
      Se non siete troll genoani fatevi delle serie domande.

      • peter ha detto:

        hai ragione, siamo genoanissimi, tu invece sei il doriano migliore che esista, ti daranno la scarpa d’oro, proprio quella che, avrai sicuramente esultato tantissimo, ha causato la partenza di cassano, bravo continua pure a cantare e goditi lo spettacolo fantastico !

        • peter ha detto:

          che poi era la rete d’argento ma il succo non cambia

        • gianni ha detto:

          Ma perché non scrivi direttamente che sei un tifoso di Cassano e lasci perdere la finta di tifare Doria? Tra l’altro non ti riesce nemmeno bene.

          • peter ha detto:

            Sei ridicolo e anche poco tollerante con chi la pensa diversamente, metti in bocca ad altri cose non dette e mistifichi tutto.
            A me sembra che tifosi come te non facciano del bene alla Samp.
            Comunque ognuno per la propria strada, io continuero’ a esprimere il mio pensiero e a sperare che qualcuno possa rilevare la Samp e festirla per come si merita.
            A me piace partecipare e vincere.
            A te partecipare e…basta.

          • Dorianodoc ha detto:

            Belin Gianni, va bene essere aziendalista, va bene adorare Garrone e vivere nel terrore che ci lasci, ma non vedere i danni fatti dalla proprietà a questa squadra è incredibile! Oppure sei in malafede. Puoi fare le battute che vuoi, ma che Udinese, Chievo e Catania arrivino costantemente prima di noi negli ultimi anni è un dato di fatto, non un’opinione. Siamo arrivati prima l’anno in cui Cassano, con Pazzini e pochi altri, ci ha portato al quarto posto. Guarda caso proprio quelli cacciati dai Garrone. Se poi credi alla favoletta che Cassano è stato cacciato per un vaffa, puoi ancora credere a Babbo Natale o alla Befana! Oltretutto, con le squadre sopra citate, non potete neanche tirare fuori la favoletta del bacino di utenza o degli abbonamenti alle pay tv. Le discriminanti (se sai cosa vuol dire) sono la competenza, la programmazione, la rete di osservatori e la voglia di crescere. Merce che nel Doria non solo è rara, non c’è proprio!!!!

      • blackdragon3 ha detto:

        Ti stai arrampicando sugli specchi caro Gianni, quelli come te mi fanno pena, non avendo argomentazioni sanno solo dare del bibino al tifoso che ha un pensiero differente dal tuo. Innanzitutto impara a leggere i commenti degli altri, quando parlo di Cagliari e Chievo Verona non lo faccio assolutamente con invidia, anzi, però i fatti dicono che si salvano con anticipo da anni pur avendo miliardi di problemi e che come minimo pretendo che la SAMPDORIA finisca regolarmente sopra a queste 2 squadre(regolarmente non significa sempre ma neppure quasi mai). Per quanto riguarda l’Udinese il discorso è ben diverso, siccome non si puo aspirare a competere con Roma,Lazio,Fiorentina credo che il modello Udinese sia da seguire al 90% in quanto sanno comprare e sanno vendere(Vediamo Sanchez quanto ha fruttato che secondo me vale mezzo Pazzini) ed ora l’asta per Muriel. Ovviamente avendo 5volte il bacino dell’Udinese credo sia legittimo aspirare ad avere in squadra 1 o 2 elementi forti in più.Ti invito a guardare i piazzamenti tra SAMPDORIA ed Udinese negli ultimi 20 cosi ti fai un idea.

    • peter ha detto:

      Sacrosanto

  41. New York ha detto:

    Premetto Rossi a me piace , pero non capisco come si possano accantonare giocatori come Maresca , Renan e Rodriguez in questa maniera.

    Ma quando passa sto treno per Rodriguez ?

    Per l anno prossimo ci vuole un attaccante serio e decente Che vada in doppia cifra, leggo Paulihno del Livorno ? Ok per la panca !

    Okkio perche’ senza UNO Che la butta dentro si retrocede.

  42. Dave ha detto:

    Ad ogni modo, non posso davvero credere che qualcuno ce l’abbia ancora con Marotta per quello che sta succedendo adesso.
    Signori, Marotta era un essere umano e come tale anche lui ha sbagliato…però è stato uno dei migliori dirigenti della storia della Samp. Ogni estate aveva un budget utile al massimo a comprarsi una pizza margherita, eppure ha tenuto la Samp in A, in posizioni tranquillissime (con 3 partecipazioni all’Uefa e un preliminare di Champions) e senza mai farci patire quel che stiamo patendo adesso.
    Faceva le nozze coi fichi secchi, allestendo squadre più che dignitose anno dopo anno anche vendendo qualche pezzo pregiato (Maggio, Campagnaro).
    MAGARI Marotta avesse avuto i budget che ha avuto Sensibile.
    Secondo me, dalla retrocessione di 2 anni fa il budget messo a disposizione del DS di turno è stato di molto superiore a quelli di Marotta, eppure i risultati sono stati uno sfacelo sportivo.
    Questo perchè si sono succeduti alcuni incompetenti (Tosi, Sensibile). Colpa anche della società che li ha scelti, ok, ma i soldi i Garrone li hanno sempre messi, ora più che mai. Allenatori improponibili per una società dal blasone della Samp (Di Carlo, Cavasin, Atzori, Ferrara), decine di milioni sperperati per mediocri pedalatori da bassa B (Bertani, Piovaccari, Bentivoglio, Maccarone, etc etc).
    Come ho già detto, ci sono società che spendono molto meno ma che in classifica stanno stabilmente meglio di noi (Catania), altre che sono maestre nella valorizzazione e nella vendita dei pezzi pregiati pur con un bacino di utenza e un blasone nemmeno lontanamente paragonabile al nostro (Udinese). E questo fa rabbia.
    Avessimo avuto dirigenti preparati e seri dal dopo Marotta, con i soldi spesi ora chissà dove saremmo. Marotta coi budget degli ultimi due anni ci allestiva una squadra da quinto/sesto posto stabili.
    Qui è da anni che anzichè mettere il grosso del budget in uno o due giocatori validi di categoria (cosa preferibile per alzare il livello qualitativo della squadra), si preferisce puntare al numero: tanti giocatori, magari meno costosi ma più mediocri che poi finiscono per fare panchina o per diventare fardelli…ma che di certo non faranno mai la differnza e pesano anche a livello di ingaggio.
    Ad ogni modo mi chiedo che ragionamenti abbia fatto Osti lo scorso gennaio, che anzichè puntellare seriamente una squadra mediocre con pedine pronte per la A che ci salvassero il culo ha preferito lasciare la squadra così com’è, liberandosi magari di un paio di esuberi e prendendo un sudamericano che non gioca mai e una punta da serie B. Insomma, si poteva rimediare e non lo si è fatto. E ora siamo nella bratta…come due anni fa, quando a gennaio non si è fatto nulla ma proprio nulla oltre che rimpiazzare Pazzini con Maccarone.
    Eppure si sapeva che la squadra era gramma, lo sapevano anche i bambini.
    Rischiare così è davvero da incoscienti.
    In caso di salvezza Osti sarà alla prova del fuoco: liberarsi di fardelli (Piovaccari, Maccarone, Renan, Castellini, il costosissimo Romero, e -con la morte nel cuore- il fragilissimo Pozzi) e rinforzare SERIAMENTE la squadra. Questo significa tenere i giovani (magari anche Poli), mandare via a pedate i ragazzini sbruffoni (Icardi e anche il fenomeno Zaza) e prendere almeno 4/5 titolari da serie A. Questo non significa prendere Messi e Ibrahimovic, ma quanto basta per non dover patire più così…perchè a me fra poco mi ricoverano.

  43. massimo pittaluga ha detto:

    Buon giorno capitano come ebbi a scrivere 2 post fa non mi sentivo tranquillo guardando la squadra e il calendario. a mio avviso sono state affrontate male partite importanti come col palermo in cui era essenziale fare 1 punto e chiudere il conto. invece sono scesi in campo come con la fiorentina ovvero molli senza idee senza grinta. credo che questa squadra sia mediocre e mal costruita con alcuni buoni giocatori come gasta e qualche giovane di valore come kristic pedro e icardi (già venduto). detto che preferisco avere 6 punti in più di genoa e palermo ed essere scoppiati che averne 6 di meno (perchè li devi anche fare 7 punti in più) rimane il fatto che questa squadra sembra svuotata e che a prestazoni decorose come a bologna alterna cose inguardabili. luca una domanda. secondo me rossi per la prima volta ha sbagliato disposizione tattica. portare a 4 la difesa dopo tante partite con gente come palombo centrale e mustafi a destra per me è stato un errore che spero non ripeta. detto che la fiorentina di oggi ci batte con qualsiasi disposzione, spero a udine torni a 3 dietro e dando una chance sulla fascia a rodriguez, intanto peggio di altri ora è difficile. spero si porti a casa 1 punto da udine anche se la vedo dura, ma soprattutto che il catania venga qui in vacanza (mica solo noi dobbiamo fare le partite molli) non fosse altro perchè non si giocano niente e col palermo proprio non si amano. insomma se non vengono assatanati sarebbe bene anche perchè giocarsi la salvezza con lazio e juve metterebbe i brividi. detto ciò speriamo di cavarcela in qualche modo e che questo serva da lezione (viste anche le perdite enormi di bilancio tra retrocessione e sinsibili vari vedi acquisti di piovaccari bertani etc….). nel frattempo incrocio le dita e spero nella juve che non sia in vacanza perchè poi il palermo ha udinese che si gioca l’europa e la fiorentina insomma non proprio passeggiate di salute. però noi siamo preocuupanti e diciamocela anche tutta non abbiamo 1 giocatore 1 che faccia la differenza. non l’avesse fatta icardi ora saremmo al posto del siena perchè non so se sei d’accordo con me ma l’allentaore con questi più di tanto non può fare. la samp di cassano e pazzini era mediocre ma aveva questi due che facevano la differenza qui non ne abbiamo neppure uno. meno male che è piovuto per sbaglio icardi.

  44. Nicola ha detto:

    Io penso che il problema vero sia uno : manca un DS. Osti non conta nulla, Sagramola ottimo DG (Stadio, Amministrazione) vuole fare anche il DS (per questo ha scelto Osti) ma non e’ un DS e non lo e’ mai stato; comprano Rodriguez per 4M USD (oltre ad una bella commissione pagata pare ad un agente..) e questo non gioca nemmeno un minuto. Avevamo i 2 migliori DS del momento (Paratici e Pecini) e li abbiamo mandati via o cmq non abbiamo fatto nulla per trattenerli….
    Senza contare che, a mio avviso, bisognerebbe “svecchiare” alcune figure ormai storiche (Team Manager, Dottore)…..meditate gente…meditate….
    Ciao a tutti
    Nicola

  45. Adoria ha detto:

    Ciao capitano e ciao a tutti volevo se possibile analizzare assieme a voi la formazione titolare della beneamata per capirci qualcosa di più.

    Romero: Lacunoso in alcune (troppe) partite l’anno prossimo riceverà 1.7ml euro!!!!!!!

    Gastaldello: Unico faro nella notte buia della difesa ma siamo senza a Udine
    Palombo: Bella stella……….. buttato li in mezzo fa quel che può fuori ruolo, squalificato
    Costa: Dinamismo e grinta non ha mai sfigurato ma infortunato
    De Silvestri: Corre si sbatte ma qualità davvero poca mai un cross mai un inserimento con i tempi giusti che spacchi la difesa avversaria
    Estigarribia: No comment se non sbaglio le parolacce sono bandite dal blog

    Poli: Non ne ha più …………. comprensibile alla sua età?
    Pedro: Non ne ha più………..comprensibile alla sua età?
    Nenad: Quanto si sente che non è più li in mezzo
    Icardi: No comment se non sbaglio le parolacce sono bandite dal blog
    Lopez: No comment se non sbaglio le parolacce sono bandite dal blog (dimagrisci)
    Eder: Mi piace da sempre ma la porta sto ragazzo non la vede

    Scusa capitano il mio sfogo trasformato in autentica provocazione, ma dopo una retrocessione amara a dir poco, una risalita in A acciuffata per i capelli e un campionato che a quattro giornate dalla fine non mi regala neanche una salvezza tranquilla mi viene proprio da dire (e qui la parolaccia la dico) che mi sto rompendo le palle!!!!!!!!!!!!!!!!

  46. PAOLO60 ha detto:

    Un caro saluto al capitano. Hu letto qua’ e la nei vari pareri espressi nel blog uniti a varie tabelle piu’ o meno positive di come si sviluppera’ il campionato nelle prossime partite e di come arriveranno al confronto con la SAMP le varie squadre. Credo che cil problema non siano le squadre da affrontare in quanto “questa” SAMP giocando ( o non giocando ) e’ destinata a non fare un solo punto e sperare nei risultati delle altre.
    Ti chedo gentilmente un parere .

  47. dorianoforever ha detto:

    Luca secondo te rischiamo la retrocessione ?

  48. sampdorianamente ha detto:

    che tristezza…. le cose sono più o meno tranquille e leggi 50 commenti…. le cose vanno meno bene e tutti si scatenano….

  49. luca ha detto:

    ho l’impressione che sia squadra che Società siano in totale confusione, perdona Luca ma non mi sembra di vedere anche a livello Societario una strategia precisa, un progetto valido, si parla di cessioni, di acquisti incomprensibili (d’accordo le parole oggi lasciano il tempo che trovano) ma non c’è mai nessuna dichiarazione precisa, nessuna rassicurazione finalmente sensata e non di facciata ! giocatori che prima non sapevano quello che volevano e adesso (dopo la benedizione di Garrone ) si ! giocatori definiti fenomeni del futuro o cmq di belle promesse (Rodriguez) abbandonati , giocatori vuoti, spenti e senza mordente , insomma vedo una Società in chiara e palese difficoltà, mi spieghi secondo te com’è possibile che dopo un’esperienza totalmente negativa e con gravi ripercussioni economiche (serie B) che avrebbe dovuto insegnare come comportarsi in seguito per evitare (senza ovviamente avere la certezza di riuscirci) di cadere negli stessi errori e cosa grave dopo le tante rassicurazioni della Società , ci si trovi in questa situazione ? senza che a Gennaio nonostante vi fossero tutt i presupposti e nonostante tutte le indicazioni (anche di voi giornalisti) siano state apportate le dovute correzioni (un difensore esperto, un attaccante esperto ed un centrocampista esterno) ! attendo tue

  50. peter ha detto:

    Quindi tutti zitti a far finta che la Samp sia un’armata invincibile e cantiamo giulivi a squarciagola dopo partite come cagliari, palermo e fiorentina.

    • gianni ha detto:

      A parte la frase ipocrita da coda di paglia sull’armata invincibile ( mi trovo chi e dove lo ha scritto?) meglio scrivere che quando si vince è fortuna e quando si perde facciamo schifo; stessa cosa che dicono quegli altri; non vuoi essere paragonato a loro ma usi il loro stesso linguaggio; sarà una coincidenza, che vuoi che ti dica.

    • gianni ha detto:

      Tra l’altro figuracce anche peggiori di quelle da te elencate le abbiamo fatte pure con Del Neri e i tuo idolo (qualche derby, ad esempio) ma questo è meglio non ricordarlo.

  51. giacomo ha detto:

    Io la retrocessione di due anni fa la addebito ai Garrone e non la digerirò mai.
    Così come addebito loro l’improvvida scelta di Sensibile con tutto ciò che ne è conseguito.
    Tuttavia vi prego di seguire il mio ragionamento e dirmi se lo condividete: nel 2015 finisce la pacchia dei diritti TV ed il calcio italiano, già moribondo, andrà in decozione; delle società non “grandi” chi avrà alle spalle famiglie o gruppi industriali in grado di tappare i buchi di bilancio e pagare stipendi accettabili a giocatori comunque di basso livello (non di fare investimenti, badate bene) potrà sopravvivere; chi invece non ha questi supporti, le società cioè che basano la loro gestione proprio sui diritti TV (penso ai bibini, al cagliari, al palermo, al bologna) andrà a bagno.
    In questa prospettiva vanno rimeditate molte delle critiche alla famiglia Garrone(fondate, per carità, e legittime proprio perché non siamo come i bibini che, dopo lo scherzo della valigetta, hanno difeso per anni quell’impresentabile).

  52. Martino Imperia ha detto:

    La mia paura è una e una sola: è da almeno un mese che sento dire che i punti arriveranno col Catania.

    Si parla solo di quella partita come la possibile per garantirsi la salvezza.

    Spero abbian fatto bene i loro conti.

    A nostro favore ci sarebbe la questione rinnovo Maxi Lopez……….. ma contro abbiamo il fatto che quando arriva la partita da vincere….puntualmente….

    Per questo chiedo, prego, mi auguro, e in fondo un pò ci credo, che la partita a Udine possa essere la partita che chiuda i discorsi.

    P.s. Nessuna analogia con l’annata Cavasin: andammo in B, ma c’era chi si comprava le partite, non avremmo potuto slvarci manco volendo.
    Questa volta non ci sono scuse, sarebbe ben ben ben ben più grave.

    • Dave ha detto:

      Martino, ti quoto appieno.
      Lasciamo per un attimo fuori noi tifosi.
      Parliamo della società solo in quanto società.
      Allora: una società, per una serie di errori catastrofici e pacchiani, sperimenta una situazione di forte disagio, imbarazzo e ingentissime perdite economiche. E questo è successo con la retrocessione di due anni fa: un’umiliazione a livello internazionale per come è maturata, un’enorme perdità di credibilità e di milioni.
      Ora, questa società riesce per miracolo a risollevarsi, pur portando con sè le cicatrici e le conseguenze di quella scelleratezza.
      A quel punto, sarebbe logico attendersi che la suddetta società ponga PARTICOLARE attenzione a non ripetere mai più quegli errori…se non per i tifosi, per non perdere altri 50 milioni.
      Ebbene…rullo di tamburi…………….SIAMO DI NUOVO QUI!
      Ma non imparano mai?
      Errare è umano, perseverare è diabolico.
      Come due anni fa, a gennaio si poteva rimediare e non si è fatto NULLA. Insomma, pur col senno e l’esperienza di due anni fa, si persevera sempre con gli stessi errori. Come si può fare per insegnare la lezione alla società? Ci vuole un’altra retrocessione?
      Questa sarebbe ancora più clamorosa, se possibile, perchè a inizio marzo la situazione era a dir poco tranquilla e serena…poi l’inspiegabile morte cerebrale di questi ectoplasmi. E’ da 2 mesi che mancano 4/5 punti e non si riesce a farli, la domenica vedere la Samp è come vedere un novantenne che cerca di salire due scalini da 10 cm ma che non ce la fa. Che pena, che sofferenza, che fastidio.

      Inoltre, vorrei spendere due paroline per Rodriguez. Possibile che sia peggio di Estigarribia? Provarlo a questo punto farebbe così schifo? Magari, perlomeno è motivato. Preso a 3,5 milioni e non ha giocato nemmeno un minuto…è a dir poco assurdo e dimostra appieno il disorientamento e la confusione della società, che anzichè spendere bene i soldi ingaggia sudamericani misteriosi per poi farli a malapena allenare a Bogliasco.

      Come te, Martino, anch’io sento da settimane dire che la partita della vita sarà quella contro il Catania. Da vincere.
      Il fatto è che questa squadra, ogni volta che ha un match point, lo spreca clamorosamente. Vedasi Palermo, che se avessimo vinto contro i rosanero (che sono davevro ma davvero scarsi) ora staremmo qui a fare altri dicsorsi.
      I nostri pseudogiocatori hanno un capacità fuori dal comune a complicarsi la vita e a fallire le occasioni più ghiotte. Io mi auguro vivamente di fare punti a Udine (impresa quasi impossibile), perchè sono sicuro (ma proprio SICURO) che col Catania, se va bene, di punti ne facciamo uno.
      Insomma, per riassumere: tutti a gufare Toro e Palermo.

  53. Cristian ha detto:

    Ciao tutti leggo con un po’ di sconforto i post di tutti voi. Anche perché molte delle cose che leggo fanno parte anche del mio pensiero. Purtroppo veniamo da una situazione disastrosa. La retrocessione ha pesato e non poco. Senza contare la scelta poco azzeccata del ds sensibile. Io imputo a Garrone la colpa di aver sbagliato ds e purtroppo anche Osti non mi sembra a livello di Marotta. Spero di sbagliarmi. guardate la Fiorentina. Prade in un anno ha fatto la squadra non spendendo cifre esagerate anche se onestamente aveva una discreta base. Detto questo ennesime rivoluzioni non servono. Qui sento parlare anche di cambiare Team manager e Dottore. Suvvia!!! Bisogna tenere quei pochi giovani che abbiamo in rosa e far di tutto per mantenere quelli buoni in giro. Regini su tutti. Dalle cessioni di Icardi e Zaza si possono ricavare 20 mln circa. Non bruciamoli per mediocri. Comprarne 3 o 4 ma di livello. Basta scommesse. Si può dire tutto ai Garrone ma i soldi li mettono ma sono stati spesi malissimo. Soprattutto negli ultimi 2/3 anni. Osti e’ alla prova di appello. Questo mercato non deve essere sbagliato dopo gli ultimi 5 o 6 mercati fallimentari. Chiudo dicendo che la cosa che mi fa tristezza e’ che questa Samp ha perso appeal lo dico con l’amaro in bocca perché non è possibile che giovani di 20 anni di nostra proprietà vogliano scappare via subito. Bisogna alzare l’asticella degli obiettivi altrimenti anche i giovani scelgono altri lidi soprattutto ora che anche le grandi con la situazione finanziaria puntìno sui giovani che non hanno ingaggi elevati. Un saluto a tutti i fratelli doriani!

    • Dave ha detto:

      Cristian, secondo me non è che la Samp ha perso appeal. Semplicemente, i ragazzini sbruffoni Icardi e Zaza sono carne da macello nelle mani dei loro procuratori, che accecati dal guadagno immediato che possono avere (loro avranno sempre una percentuale di ciò che prendono i loro assistiti) se ne sbattono beatamente gli zebedei della crescita professionale e serena che i loro ragazzi potrebbero avere qui da noi. Fiutato l’affare, vogliono vendere in giro i loro ragazzi manco fossero campioni affermati e approfittarsene del momento d’oro ben sapendo che magari i loro assistiti campioni non sono.
      Vogliamo analizzare Icardi e Zaza?

      Icardi – Dite quel che volete, ma l’affare non lo fa l’Inter. Lo facciamo noi. Due mesi fa mi strappavo le vesti sapendo che Icardi fosse in partenza, e invece…
      Questo ha fatto 9 gol, di cui 4 in una sola partita (contro la difesa del Pescara, che quel giorno era al livello delle partite scapoli contro ammogliati di fantozziana memoria). Ha ceffato tonnellate di occasioni limpide (derby di andata, Milan al ritorno, Catania all’andata, Atalanta il mese scorso), se in generale avesse concretizzato la metà delle sue occasioni, ora di gol ne avrebbe fatti 20. Per carità, per fortuna quei pochi gol li ha fatti, ma guardatelo adesso: svogliato, scazzato, sbruffone, arrogante. Nemmeno corre. Ora come ora di milioni non ne vale uno, se l’Inter ce ne dà 13 lo porto in spalla alla Pinetina. Un professionista di 20 anni che ha ancora tutto da dimostrare dovrebbe sbattersi per la maglia, fare il più possibile per chi gli sta pagando l’ingaggio. Se ne vada, questo gran fenomeno. Ma quando tornerà a Marassi, devono piovere fischi.

      Zaza – L’altro fenomeno. Ha fatto una bella stagione in B e pretende un ingaggio IMPROPONIBILE. La Samp, di “fenomeni da B”, se ha già due al momento: Eder e Sansone. Grandi punte in B, meno che mediocri in A. Vaglielo a spiegare a Zaza e al suo procuratore che giocare nell’Ascoli non è come giocare nella Samp. Vaglielo a speiegare che la B non è la A. Vaglielo a spiegare che chi fa caterve di gol in B magari in A poi arranca. Vaglielo a spiegare che si sta parlando di un ventenne che anzichè pretendere deve solo stare zitto e pedalare. Addirittura, ci sono attaccanti che azzeccano un bell’anno di B ma che non riescono a riconfermarsi nemmeno nella stessa categoria. Pensate a Bertani e Piovaccari.

      Quindi, scusate, ma sia per Icardi che per Zaza io sono dalla parte della società al 100%. Non si tratta di appeal, tanto che altri giocatori giovani e forti hanno messo da parte i procuratori e hanno firmato senza storie consapevoli del loro valore e di doer fare/dare ancora tanto (Obiang e Kristcic).
      Si tratta di non farsi prendere per il culo da due ragazzini.
      Ma ora pensiamo solo a salvarci, per questi discorsi ci sarà tanto tempo…

      • Paolo1966 ha detto:

        Sono d’accordo con te. Visto per tutto il Campionato Icardi se lo vendiamo veramente per 13/15 cash e’ un colpaccio (spero siano gia’ d’accordo e che soprattutto si parli di cash e non soldi + il Biabiany di turno…). Valutate oggettivamente tutte le sue partite non vale quei soldi. Magari se l’Inter fara’ uno squadrone il fatto di giocare con dei campioni lo fara’ migliorare, ma al momento i soldi che ci danno sono tanta roba.
        Per Zaza ha toppato Sensibile visto che quest’estate poteva allungargli il contratto a cifre modeste. Oggi c’e’ poco da fare, o si monetizza il piu’ possibile o, in assenza di cash, premiamo il suo attaccamento alla maglia tenendocelo come quinta punta a 5mila euro al mese e poi che si arrangi. La vera sfida sara’ comporre un attacco di gente che la butta dentro, questo ovviamente dopo essere riusciti a salvarci

  54. matteo 76 ha detto:

    Io cercherei una mediazione tra ottimisti nonostante tutto e disfattisti cosmici.
    Sapevamo che questo era l’anno zero, si cancella tutto il passato e si riparte: siamo una neopromossa con diversi giovani, con un organico che risente ancora della terribile precedente gestione tra giocatori inadatti e giovani che perderemo per incapacita’ di capire che si doveva loro allungare il contratto molto prima.
    Un anno tra alti e bassi, non privo di soddisfazioni, derby e vittorie non estemporanee con milan juve e roma a altre belle prestazioni.
    Certo anche a me piacerebbe vedere un calcio diciamo diverso, noto anche io le tante lacune tecniche, penso anche io senza dubbio che la Samp debba avere una posizione di classifica superiore a Chievo, Cagliari e magari giocarsi anche un posto in uefa ma il tutto non puo’ che avvenire gradualmente e con pazienza senza dimenticare la difficolta’ economica che il mondo del calciosta vivendo e senza dimenticare i 35 milioni messi di propria tasca dalla proprieta’ che di soldi, ed e’ un dato oggettivo, ne sta mettendo parecchi.
    Se va in porto poi la questione stadio penso che ci divertiremo sul serio, una garanzia per il nostro futuro, speriamo tutti che si riesca a farlo.
    Ora la situazione e’ difficile, abbiamo ancora un buon margine e noncredo che il palermoe i cugini riescano in poche partire a fare quello che non sono riuscite a fare in un campionato intero, penso che almeno 2 punti li si riesca a fare.
    Questione di tempo, osti e sagramola avranno un lavoro difficile: la rosa va liberata da diversi elementi veramente non adatti alla serie a e pensare all’anno prossimo con rossi, signor allenatore, e giocatori che conoscano bene la serie A in difesa e attacco perche’ giovani che hanno fatto bene in b e poi si perdono o giocatori che esplodono in b e poi spariscono…beh abbiam gia’ dato.
    Io rimango fiducioso.
    Forza Samp

  55. flex ha detto:

    io non mi nasconderei dietro la scusa di chi si comprava le partite. quell’anno dobbiamo prendercela solo ed esclusivamente con noi stessi. era quasi impossibile retrocedere ma con grandissimo impegno ce l’abbiamo fatta.
    a me quest’anno sembra diverso: abbiamo fatto una grande rincorsa e ora la stiamo pagando, ma non siamo allo sbando.

    • gianni ha detto:

      Sacrosanto; però una cosa da dire c’è; noi per quella stagione abbiamo pagato anche il sovrappiù della penalizzazione per la vicenda Guberti; altri finora si sono salvati perché di toccare le romane non se ne parla proprio.

  56. Paolo1966 ha detto:

    Lasciando da parte le questioni macro e concentrandoci sulla partita: Luca, tu come giocheresti? Parlando con amici e colleghi emergono diverse scuole di pensiero. Ad esempio: Difesa a tre o a quattro? Se difesa a tre come vedresti Pedro al posto di Palombo con Maresca in mezzo a Munari e Poli? Viceversa come vedresti Sansone ed Eder con Munari falso centravanti alla Delvecchio?
    Personalmente giocherei sicuramente col 3 5 2 che e’ il modulo base e sfrutterei i giocatori piu’ in forma o che meglio possono infastidire l’Udinese. Maresca lo farei giocare perche’ sa tenere palla e addormentare il gioco, posto che in avanti non abbiamo chi riesca a tenere palla e far girare la squadra. Per il resto il culo stringe…

  57. Mark ha detto:

    Il problema è che da Febbraio in poi la Samp è diventata un Supermarket; tanti giocatori, vedi Poli e Icardi, ormai si sono tolti la casacca blucerchiata e giocano d’inerzia già con la testa alla stagione 2013-14 rispettivamente con Juve e Inter.
    Per “Papera” Romero vale lo stesso discorso, oramai smanioso di ritornare in Argentina.
    Perché la società non è in grado di difendersi a spada tratta dalle voci di mercato?Udinese e Catania, e non parlatemi di bacini d’utenza, per carità, pretendono barcate di milioni se qualche big vuole i propri talenti Muriel su tutti.
    Sono morbidi e molli…

  58. gianni ha detto:

    @peter(pan): E certo; l’intollerante sono io; tu e quell’altro scienziato scrivete che i tifosi sono polli perché fanno i tifosi ma sotto attacco siete voi; finiti gli argomenti passi al vittimismo; fai pure, la realtà come hai scritto tu stesso e come scrissi fin dal primo messaggio è che sei un tifoso da strisciate che ha tifato Doria solo per Cassano; licenziato lui chi lo ha mandato via deve pagarla.

  59. Dado ha detto:

    A me la cosa che fa girare le scatole è che al contrario di quello che dice Delio Rossi, la Sampdoria non ha in mano il suo destino semplicemente per il fatto che non abbiamo “la mano”, tradotto, non abbiamo i mezzi propri per fare punti nelle prossime 4 partite.

    Il nostro destino è semplicemente in mano del Catania: se viene a Marassi per giocarsela siamo spacciati. Udinese e Lazio giocano per l’europa e sono il doppio più forti di noi. La Juventus dopo che Conte si è preso 5 mesi di squalifica non regala niente a nessuno senza considerare che vorrà battere il record di Capello.

    Non è questione di essere pessimisti. E’ questione di osservare e leggere la realtà. Abbiamo fatto quel filone da Juventus a Parma dove abbiamo messo cuore, testa e attributi e la buona sorte ci ha assistito. Ma l’anormalità per le potenzialità della nostra squadra era quel periodo non le 7 sconfitte consecutive di Ferrara o le ultime 7 con Delio Rossi….

    Leggete la nostra formazione tipo e contate quanti gol in serie A hanno fatto i nostri giocatori…. scoprirete che chi ha collezionato più gol è Palombo in 11 anni di Sampdoria…. tutto detto…. e Icardi, giocatore già venduto e con la testa a Milano.

    Scusate…. forse sarò troppo pessimista….. ma io non saprei proprio a cosa attaccarmi….. anzi… spero che alla fine non mi debba attaccare a quello che sicuramente state pensando… 😉

    • blackdragon3 ha detto:

      Caro Dado non eri forse tu che 2 anni fa tacciavi chiunque di bibinaggine appena si parlava male dei Garrone o della squadra? C’e’ gente qui che ha visto il problema molto prima e come detto veniva schernito dai seguaci aziendalisti. Bisogna mettersi in testa che cantare e chinare il capo sempre non va bene. Questi individui guadagnano soldi a palate(me ne frego di essere demagogo)quando fanno 2 e ripeto 2 partite bene son subito li a batter cassa , se ne fanno 30 di fila male continuano a percepire il loro lauto compenso, esiste solo nel calcio, se i presidenti non sanno farsi rispettare allora i tifosi devono entrare in gioco , fischi ad ogni allenamento nessun autografo fischi ad ogni partita costringerli a sparire o a comportarsi da professionisti. Caso Icardi? Inutile piagniucolare nel blog, si va a Bogliasco o alla partita e glielo si fa percepire.

  60. gianni ha detto:

    @matteo84: Ho veramente toccato un nervo scoperto visto che sei passato direttamente agli insulti; bene; dal tuo delirante mega post si capisce solo che :
    1) E’ vero, io ho visto vincere ma ho anche visto perdere PRIMA di Mantovani ma mai mi sarei sognato di scrivere cattiverie gratuite come quelle che tu vomiti ad ogni post.
    2) Gira e rigira PARLI SOLO DI CASSANO; solo lui può essere giustificato; solo lui, poverino, è stato vittima di un imbroglio; che poi lui stesso si sia strapentito di quello che ha fatto (e si sia pentito perché solo qui ha trovato una tifoseria come quella che a te fa schifo) e vorrebbe tornare indietro a te non importa; avesse insultato tuo padre saresti disposto a mandare a quel paese lui piuttosto che il tuo idolo.
    3) Non vuoi che ti si dia del bibino ma ,come gli altri tuoi compari, dai dell’aziendalista a chi difende il Doria dai post pieni di bile come i tuoi (vedi quell’altro scienziato che scrive che il Chievo arriva regolarmente prima di noi).
    4) La tua tifoseria preferita è palesemente quella genoana, che quando la squadra vince una partita parla di stella e alla prima sconfitta contesta; infatti questo atteggiamento li ha portati molto lontano…
    5) Ribadisco: ti fa schifo essere tifosi come Mantovani raccomandava che fossero quelli della Samp.Sarà mica perché Cassano sbroccò dopo una mancata partecipazione ad un premio della tifoseria? (ps: poverino volevano che vendesse tutti i suoi beni e regalasse il ricavato ai poveri vivendo poi di elemosina…)
    E con questa ti saluto; sono sicuro che ritroverò i tuoi commenti ad ogni sconfitta mentre sparirai dopo ogni vittoria.

    • gianni ha detto:

      Ah no, dimenticavo; guai a ricordare che Garrone era malato e Cassano lo insultò proprio sulla sua malattia; Guai ricordare che è stato cacciato da OGNI SINGOLA SQUADRA dove abbia giocato; Guai a ricordare che disse che se avesse saputo di andare al Milan lo avrebbe insultato prima; E tralascio il fatto che definisci “scudettino” e “coppettine” i risultati della squadra che DICI di tifare.

  61. chiara 80 ha detto:

    PER DELIO ROSSI:

    FUORI ROMERO E ICARDI FINO ALLA FINE DEL CAMPIONATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RISCHIAMO LA SERIE B!!!!!!!!!!!!!!!

    SVEGLIA FORSE QUALCHE GIOCATORE NON CONOSCE LA CLASSIFICA.

    PORTATE LA SQUADRA IN RITIRO, RISCHIAMO LA SERIE B DI NUOVO!!!!!!!!!!!!!!!!

  62. robmerl ha detto:

    Rossi non può dire che la squadra è viva dopo l’ennesima batosta di udine: romero e castellini penosi, lopez ex giocatore, renan volenteroso e poli, benché già venduto (spero di sbagliarmi), tra i pochi decisi a lottare fino al 90′. La società deve far capire a questa gente e anche al tifosi che la samp non è la cantera dell’inter o della rubentus. Mi aspetto prima la salvezza e poi un segnale in questo senso. Se no, pur continuando ad amare i colori più belli del mondo, non ci resta che la disaffezione verso una squadra mediocre e presuntuosa, indegna della massima serie.

  63. Massimo Pittaluga ha detto:

    ai miei compagni di tifo più o meno aziendalisti dico questo. abbiamo la partita in casa col catania (che è una buonissima squadra) che ci può dare la salvezza matematica o quasi oppure a seconda dei risultati metterci in seri guai.se quando arrivò rossi ci avessero detto che a 3 giornate dalla fine si avevano 6 punti dalla B ci avremmo messo tutti la firma, vista la rosa oggettivamente mal costruita e la posizione in classifica. vista però la situazione a marzo e il comportamento di certi giocatori credo che essere arrivati alla partita col catania in questa situazione dia fastidio a tutti noi per certi atteggiamenti, a cominciare da icardi (che li aveva anche in primavera) e romero che sembra proprio avere la testa altrove. fortunatamente rientrano gastaldello palombo e costa anche se a me mustafi non dispiace affatto e credo che in futuro possa fare tranquillamente il titolare su centro destra. detto che anche io sono deluso dalla squadra e non poco perchè bastava un atteggimento diverso di qualcuno e tra questi includo anche estigarribia, ora abbiamo questa partita che speriamo sia decisiva per la salvezza. i 6 punti sul palremo sono un buon bottino se però si fanno 3 punti da qui alla fine e viste lazio e juve spero di vederli domenica anche se so che anche il catania ci è superiore. il palermo ha udinese (che non mi ha impressionato e senza romero e rossini non vinceva anzi magari le prendeva pure) fiorentina e parma. anche il genoa tra torino inter e bologna non ha passeggiate di salute e lo stesso vale per il toro e anche atalanta. credo che lo psartiacque sarà mercoledì ma una cosa a garrone spero sia ormai chiara. in serie A qualche elemento che fa la differenza ci vuole e noi non lo abbiamo. inoltre comprenderei anche il sacrificio di poli e la ovvia partenza di icardi che qui non vuole stare ed anche la cessione di zaza che già si crede vialli o van basten senza nemmeno potergli allacciare le stringhe ma poi da qui si deve anche investire e pescare (se ci si salverà) spendendo anche dei giocatori di valore. senza giocatori di vera qualità tecniche ma anche morali che siano qui con la testa non all’albiceleste finiamo per fare queste figure. credo che osti sia una persona capace e spero anche che rossi rimanga perchè tutta questa sicurezza non ce l’ho. non vorrei che ci fosse un progetto minimalista e la sua permanenza o meno alla fine ce lo dirà. ora penisamo al catania perchè da li passa il nostro futuro. non vorrei ci ritrovissimo a dover far punti con lazio e juve perchè li allora si deve andare alla guardia.

UOVO MEZZO… PIENO

Poteva essere una Pasqua sontuosa, con una vittoria alla scala del calcio. Ma alla fine la Sampdoria ha dovuto accontentarsi [&hellip

MISSIONE COMPIUTA (CON FATICA)

Alla faccia dei catastrofisti e dei detrattori di Ranieri, anche quest’anno la Sampdoria archivia con largo anticipo la pratica della [&hellip

GALLERIA DEGLI ERRORI

La Sampdoria torna per l’ennesima volta dallo stadio “Dall’Ara” di Bologna senza la miseria di un punto, al termine di [&hellip

NON BASTA SUPER MANOLO

Dopo il pareggio nel derby, la Sampdoria raccoglie un altro punto a Marassi con il Cagliari ma stavolta viene rimontata [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta