Ultimo sforzo. Poi il futuro

26 feb 2013 by Luca Pellegrini, 30 Commenti »

Altra vittoria per la Sampdoria contro il Chievo, altro mattone pesantissimo messo su dal gruppo di Delio Rossi nella corsa salvezza.

Non spingiamoci ancora troppo in avanti, come dice il tecnico, anzi ragioniamo di gara in gara. Ora Parma in casa e Cagliari fuori, sei punti in palio e otto lunghezze di distanza da quota 40, la cifra che  fa rima con salvezza.

I match point per i blucerchiati a questo punto sono davvero tanti, meglio comunque restare concentratissimi per mettere a segno i punti decisivi il prima possibile. Il tutto volto a garantire (anche qui il prima possibile) la tranquillità giusta per programmare già un futuro le cui basi, su tanti fronti, appaiono davvero rosee.

Le elenco prima di parlare del campo.

Punto primo. A differenza degli ultimi anni la Samp ha un tecnico da Samp. Un allenatore, Delio Rossi, che ritroverebbe dagli entusiasmi della stagione passata e che potrebbe coinvolgere attivamente nella costruzione del gruppo in estate, sul campo e sul mercato (fattore che manca dai tempi di Del Neri, a pensarci bene; non fu così infatti per Di Carlo, Atzori e Ferrara).

Punto secondo. La Samp ha una società solida con ruoli ben definiti e in perfetta sintonia e sinergia tra loro.  Sagramola è il vero rimpianto di Zamparini a Palermo, Osti ha mostrato serietà, stile e polso, Edoardo Garrone ha l’entusiasmo e le competenze giuste per ricoprire al meglio la carica di presidente portando avanti le linee direttive tracciate dal padre Riccardo. Dal tema stadio al lavoro legato al settore giovanile e altro.

Punto terzo. La Samp ha una squadra. Nel collettivo e nei singoli. Trattenere quasi tutti (tutti sarà obiettivamente molto difficile) e aggiungere altri tasselli significherebbe alzare l’asticella degli obiettivi nella prossima stagione.

Lavoro duro e complesso insomma, ma le basi ci sono e passi avanti sono già stati compiuti in diverse direzioni. Mancano i sì definitivi, ottenibili solo a salvezza raggiunta.

Per questo ora è necessario prepararsi per l’ultimo sprint, una sorta di ultimo sforzo. Della gara col Chievo mi piace sottolineare due aspetti: intanto la continuità, ma soprattutto la capacità della Samp di vincere soffrendo. I blucerchiati hanno attaversato momenti difficili durante la gara ma alla fine il cinismo, l’organizzazione e la solidità hanno confezionato la vittoria.

Le difficoltà col Parma saranno esattamente le stesse, senza contare il punto interrogativo che pende su Icardi per l’infortunio dell’argentino.

In caso di forfait toccherà a Maxi, forse l’unico ormai a non aver ancora convinto nel processo di rinascita della Samp portato avanti da Rossi. Magari coi ducali potrebbe essere davvero la chance giusta per dire “ci sono anch’io” e rispondere presente all’appello blucerchiato che guarda al futuro. Ce lo auguriamo davvero tutti.

Un abbraccio!

 

 

30 Commenti

  1. Daniele.s (L'originale) scrive:

    Caro capitano, un’analisi la tua a tutto tondo che non lascia quasi nulla da aggiungere a tutti noi.
    Ovviamente la condivido in pieno e l’unica cosa che vorrei chiederti riguarda Poli.
    Nell’ambiente dell’addetti ai lavori, fino ad un anno fa, godeva di una certa stima e considerazione tuttavia con delle riserve dovute al fatto che segnasse poco o meglio nulla (d’altra parte, dico io, anche Gattuso non ha fatto caterve di goal ma una signora carriera..). Come gia’ tu hai affermato in altre occasioni forse quest’anno sta disputando la sua annata migliore (per altro coronata da goal decisivi), forse migliore di quella del quarto posto dove faceva staffetta con Tissone. Proprio per questo, ovviamente contera’ la volonta’ del calciatore, mi sembrerebbe pericoloso cederlo. D’altro canto, pur facendo tutte le considerazioni sulle dimensioni della Samp, io credo che un certo lievitare del monte ingaggi sia comunque fisiologico (pur con certi limiti) per migliorare un attimino.
    Tutti sognamo di vedere, entro breve tempo, un “Riccardo Garrone-Sampdoria Stadium” dove i nostri beniamini possano tornare a livelli un pochino piu’ alti degli attuali, senza pretendere troppo.
    Ottima la prova con il Chievo, ma adesso sarei anche contento di vedere Maxi Lopez in azione, non dimenticando la caratura del giocatore poiche’, d’accordo far giocare Icardi che deve essere valorizzato, si ha anche la curiosita’ di vedere se Maxi magari insieme a Zaza sara’ con noi l’anno prossimo.
    Parlando poi irrazionalmente con il Cagliari la vedo dura poiche’ e’ la nostra bestia nera mentre con il Parma, non so perche’, vedo un pareggio. Naturalmente spero di sbagliare per raggiungere al piu’ presto quella cascina piena di fieno che ci consentira’ di sperimentare e porre le basi per il futuro.
    Sempre felice per una tua risposta, ti ringrazio e ti saluto….

    Daniele

    • Luca Pellegrini scrive:

      ciao daniele,

      tutto condivisibile, su poli la penso come te. certo tenerlo sarebbe ottimo, il ragazzo è cresciuto tantissimo nell’ultimo anno. ma il mercato non sempre è semplice e sia lui che icardi sono pedine difficili da trattenere. spero che la samp tenga duro.

      un abbraccio

      • robmerl scrive:

        Ma se l’hanno già venduto in comproprietà alla Juve per tre milioni di euro ! Che oltretutto lo lascerebbe a lungo in panchine avendo già due fenomeni come Pogba e Vidal. E l’estate scorsa ha rifiutato il Napoli.
        Proprio ieri Rossi l’ha elogiato pubblicamente in un’intervista. Se poi teniamo conto che ha un ingaggio ragionevole, mi pare sui 600.000 euro, cederlo appare un’operazione insensata. A meno che non voglia andarsene lui.
        Se volesse restare, bisognerebbe blindarlo. Anche perché ho l’impressione che la sua dimensione ideale sia questa.
        Andrea ancora con noi!!!

        • Scusa eh senza polemiche ma solo per curiosita’ mia : potresti dirci la fonte di questo tuo scoop secondo il quale Poli e’ “sicuramente” gia’ promesso e lui stesso vuole andare via ?

          • robmerl scrive:

            Non è mio scoop: Edoardo Garrone ha detto testualmente qualche tempo fa che “è promesso alla Juventus”. Non ho mai detto che vuole andare via, ho detto “se vuole andare via”. Spero naturalmente che la brutta esperienza all’Inter lo induca a rimanere!!!

  2. Maurinho scrive:

    Caro Capitano,
    hai sintetizzato al meglio la situazione attuale e futura.

    Il Mister ha consolidato finalmente il gruppo ed ha dato una grinta sportiva eccezionale. I risultati aiutano, come sempre…
    Se a giugno si riuscisse a sacrificare il solo Icardi penso che si rimarrebbe con un ottimo gruppo di partenza; personalmente cercherei di mantenere l’ottimo centrocampo, Kristicic e Poli su tutti, e se riuscissimo a portare un “fuoriclasse” da aggiungere….

    Forse con Mister Delio Rossi dall’inizio avremmo qualche punticino in più e già tranquilli, ma speriamo con domenica di tranquilizzarci definitivamente.

    Se diponibile domenica riporterei Palombo in campo…
    Dietro sono cresciuti molto Costa e DeSilvestri e finalmente un Romero decisivo!!!!

    Complimenti e alla prossima.

    Saluti.
    Mauro

  3. fabrizio scrive:

    Mi piace sottolineare il punto in cui ti soffermi sull’organizzazione societaria perchè io credo sia davvero quella la base fondamentale su cui costruire le fortune della Samp attuale e soprattutto di quella futura.
    Personalmente mai come in questo momento vedo gli uomini giusti al posto giusto.
    Edoardo Garrone è il Presidente perfetto per la Samp, senza nulla togliere al grandissimo Riccardo, lui ha il grande vantaggio di aver gli stessi valori morali del padre ma un’età ben inferiore che gli permette di ” mettere un campo ” risorse fisiche superiori.
    L’AD Sagramola ed il DS Osti sono due dirigenti in perfetto stile Sampdoria, persone perbene, competenti, mai sopra le righe che lavorano tanto e bene nell’ombra.
    Delio Rossi, è semplicemente il nuovo Boskov.

  4. trevor1965 scrive:

    Ciao Capitano,disamina ottima,prima di tutto mettiamoci con il c…a paratia,poi ragioniamo sul futuro.Cmq non credo possano subentrare lunghi momenti di amnesie,visto chi guida la baracca.D’altra parte è ora di vedere Maxi all’opera,dato che da quando è arrivato,forse troppo tranquillo del posto da titolare,l’ho visto abbastanza appesantito,la classe non si discute,ora è appena guarito dall’infortunio,ma io personalmente l’ho visto in uno stato atletico a dir poco imbarazzante nelle poche partite giocate.Speriamo per noi e per lui che abbia superato bene il periodo nero.

  5. Rob from Ren Sen scrive:

    Ciao Luca, sono d’accordo su tutto.

    Tuttavia, non credi che la quota salvezza sia molto più bassa di 40 punti? Spero di farne 40 il prima possibile, per carità, ma se le 3 dietro continuano così secondo me la quota salvezza sarà 35..
    Che ne pensi?

  6. Dorianodoc scrive:

    Ottimo post Luca, come d’altronde ci hai abituato. Concordo con quasi tutto quello che hai scritto. Permettimi di non essere completamente in sintonia con quello che scrivi al punto secondo. Non voglio sollevare polemiche ma non sarei così entusiasta. Mi sembra che nel settore giovanile si faccia molto poco. Non mi pare che la Primavera si ricopra di gloria. I tempi di Paratici sono molto ma molto lontani, di conseguenza i ricambi dei giovani non mi sembrano all’altezza. Detto questo, dopo l’avvento di Delio Rossi, è palpabile che il Doria ora è una squadra. Potremo anche perdere qualche partita, ma vedi che i giocatori, oltre a essere messi al posto giusto, sanno cosa fare. Ho sempre criticato Costa, devo riconoscere che domenica mi è piaciuto moltissimo. Speriamo continui. Se poi Delio Rossi trasforma anche Rossini proporrei di farlo santo!!!

  7. P. Solari scrive:

    Come sempre, Capitano, tutto condivisibile. Domenica e’ stata partita ostica, come ci aspettavamo, ma proprio per questo i ragazzi hanno dimostrato ancora crescita, grazie ai dettami di Mister Rossi ( ed un pochino anche Mister Limoni, no ? ), da confermare al piu’ presto ! Domenica prossima sarebbe grandissimo portare altri 3 punti a casa ma occhio al Parma che spesso e volentieri qui ci ha “grattato” ( gemellaggio a parte ) parecchi punti….. abbiamo anche un mucchio di diffidati, ci sara’ da stare attenti a non prendere “gialli” inutili.

  8. Cristian scrive:

    Ciao Luca sembra banale ma hai toccato tutti i punti a cuore noi tifosi. Presente e futuro della Samp a cui teniamo a cuore tutti. Ti faccio due domande. Una tattica e riguarda la duttilità che ha la squadra dal passare dal 3 5 2 al 4 4 2. Secondo te cosa cambia tra questi due schieramenti che Delio mischia spesso a partita in corso?
    La seconda riguarda la programmazione per il prossimo anno. Purtroppo troppi contratti sono non stati rinnovati dalla precedente gestione e complica non poco quella attuale. Un Poli e un Zaza a scadenza 2014, Icardi che non vuole rinnovare nel 2015. Se non rinnovano partono ma non solo, non ci puoi più di tanto lavorare sul prezzo perché l’anno dopo vanno in scadenza. Chi pensi sia più sacrificabile tra gli attuali giovani nel occhio del mercato? Un abbraccio Luca!
    Cristian

    • Luca Pellegrini scrive:

      ciao cristian,

      risposta 1: cambia soprattutto la fase difensiva. col 4-4-2 poli si allarga a destra e da una mano a de silvestri più basso, dall’altra parte c’è la coppia costa-estigarribia. così hai maggior copertura in caso l’altra squadra opponesse un esterno alto

      risposta 2: se zaza tornasse alla base dico icardi. ma a malincuore

  9. Dave scrive:

    Luca, questa Samp promette davvero bene. Finalmente una squadra che sa soffrire e colpire al momento giusto. Cinica come non la vedevo da anni.
    Ogni giocatore sta venendo valorizzato.
    Spezzerei una lancia soprattutto per Romero, che dopo un periodo di appannamento -ma ricordiamo che sua figlia é stata molto male- sta dimostrando a tutti perché gioca titolare nella nazionale Argentina. Ma bene anche Costa, davvero migliorato, e bene anche Rossini. Manca solo Poulsen!
    Per quanto riguarda De Silvestri, sta arando la fascia come un trattore. Mi chiedo sempre piú come Ferrara potesse preferirgli Berardi, che avrá pur fatto qualche buona partita a settembre ma che l’anno scorso -non dimentichiamolo- faceva la riserva a Rispoli.
    Misteri.
    Ora, teniamo alta la concentrazione. Vincere col Parma, secondo me, significherebbe mettere davvero il mattone definitivo alla salvezza. Le ultime tre stanno davvero arrancando, a meno di miracoli la B sará loro appannaggio (peccato per il Palermo, bella cittá e bella tifoseria, e peccato per Iachini a cui auguro comunque di riuscire nell’impresa). Penso che la quota salvezza sará a 35/36 punti, facendo 3 punti col Parma (occhio a non sottovalutarlo, peró, perché ci hanno sempre rifilato una bella fetta di parmigiano negli ultimi anni) potremmo affrontare il finale di campionato sereni e con calma, e secondo me i punti mancanti arriverebbero divertendoci.

    Un occhio al futuro.
    Vedo davvero bene la societá, ma cosí solida come in questo periodo. Uomini giusti al posto giusto. Sagramola serio professionista come Osti, e i due sembrano operare in sintonia. Edo puó essere un gran presidente, forse addirittura meglio di Riccado perché, pur con gli stessi principi, é piú giovane, dinamico e coraggioso.
    Per Delio ormai non ho piú parole, ha rianimato una squadra di cadaveri portandola a essere una delle migliori del girone di ritorno. Le dichiarazioni di oggi (martedí) mi sono piaciute da matti, sembra avere intenzione di restare qui a lungo, aprire un ciclo e magari convincere Icardi a restare un altro po’. Sembra considerare la Samp un punto di arrivo, spero possa fare grandi cose qui.
    Per quanto riguarda Icardi, ormai mi sono arreso all’idea di vederlo andare via. Secondo me é ancora acerbo per giocare titolare in una big, qui potrebbe maturare con calma e senza pressioni, serenamente, altrove alle prime partite che sbagli finisci in panca perché tifosi e societá non hanno la nostra pazienza e vogliono vincere tutto. Affari suoi, se si brucerá avrá di che mangiarsi le mani…a questo punto l’importante é monetizzare.
    I grandi espertoni di calciomercato parlano come se la Samp non esistesse piú, come se il prezzo dovessero farlo gli altri. Insomma, come se a Icardi il contratto scadesse il prossimo giugno e non nel 2015. E’ ora di alzare la voce, Tosi non c’é piú e la vicenda Pazzini insegna. Vuoi Icardi? Bene, 16 milioni cash sull’unghia. Questo é ció che risponderei a Mr. Moratti. Dopotutto, se Udinese e Catania sparano cifre stellari per i loro giocatori, perché noi dobbiamo sempre fare la figura dei fessi e dei buoni samaritani?
    Capitolo Poli: se partisse Icardi mi piacerebbe tanto che stesse qui un altro anno, é migliorato enormemente (ora segna pure!) e gioca molto meglio che nell’anno della Champions! Purtroppo la vedo dura, ma spero che anche qui, nel caso, Osti sappia monetizzare. Sei milioni per Poli secondo me sono una miseria, ne vale almeno 10.
    Ricordo a tutti che l’Udinese valuta Muriel (non certo il nostro Icardi, nemmeno l’ombra di Sanchez) quasi 30 milioni, fate voi le debite proporzioni.
    Comunque, a salvezza ottenuta blinderei Obiang (se potesse restare da noi per un altro paio di anni sarebbe il massimo), Kristcic e Zaza. Terrei anche Rossini.
    Delio Rossi, inoltre, sta valorizzando giocatori che sembravano morti aumentando il loro valore di mercato.
    Coi soldi guadagnati dall’eventuale cessione di Icardi, blinderei i giocatori sopracitati e prenderei due giovani bravi.

    Secondo me, se Osti in estate gioca bene le sue carte, l’anno prossimo avremo una bella Samp e, pur senza pretendere nulla, ci divertiremo. Puntando magari alla coppa Italia.
    Tu che ne pensi, Luca?

  10. Livio scrive:

    Luca interpreti sempre alla grande e con competenza i nostri pensieri che dire di più!

  11. Nicola scrive:

    Ciao Luca,
    Zaza e Icardi non rinnovano e con ogni probabilita’ la trattativa per il rinnovo sara’ molto difficile. Detto che questi 2 mancati rinnovi (Zaza e’ stato dato in prestito senza aver rinnovato il contratto, suicidio puro! Icardi dopo esser stato offerto alla Juve Stabia a Luglio e dopo esser stato meso in campo solo per obbligo in quanto non avevamo altri attaccanti disponibili, e permesso accordato per andare in Argentina a Gennaio…vabbe’ meglio lasciar perderre..) sono una delle tante “macchie” della non gestione di Sensibile – mi chiedo ma Osti e Sagramola stanno veramente facendo di tutto per prolungare i 2 contratti ? Non sono cosi sicuro….
    Ciao
    Nicola

    • Stefano_1970 scrive:

      @ nicola

      Secondo me se parte Icardi Zaza ed entourage ci penseranno bene sul da farsi….
      A Genova gioca….a Milano o Torino no.

    • Paolo1968 scrive:

      Credi che per rinnovare i contratti basti la volontà di una parte sola? O forse conta di più qualche contatto differente che prende il procuratore?
      Personalmente poi credo che una società non debba farsi incastrare da due ragazzini per quanto bravi: a Icardi è stato offerto uno stipendio 10 volte tanto quello attuale, credo che anche a Zaza si offra qualcosa di buono.
      A meno che non ci si illuda che giocare nella Samp sia il massimo della vita di un calciatore oppure si creda che uno stipendio giusto per Icardi e Zaza sia di 2 mln di euro (con tutte le conseguenze sul resto del gruppo…..)

  12. Pippo scrive:

    GRAZIE DELIO!!!!!
    MI BASTA CHE RIMANI TU!!

  13. paolo scrive:

    ciao grande capitano delio rossi ha cambiato il volto di questa samp rendendola solida compatta e convinta piu che mai dei propri mezzi ,del resto parlano i risultati e l’approccio e la mentalità che hanno i ragazzi che delio gli ha inculcato.
    pensi che il grande delio rinnoverà ? per la samp sarebbe un gran colpo.
    ioi spero bene. ciao capitano

  14. Saverio scrive:

    Ciao Luca, condivido il tuo pensiero al 100%, Delio ha rivitalizzato la squadra e oggi è ragionevole sperare in una salvezza anticipata e tranquilla. Però non dobbiamo mollare, la strada non è lunghissima, ma va fatta, quindi… A tutti gli amici blucerchiati dico di non pensare troppo al mercato, lasciamolo fare a quelli che cambiano tutta la squadra ogni sei mesi e poi si ritrovano sempre in fondo alla classifica. Il nostro futuro si chiama Parma, poi Cagliari. Un passo alla volta.

  15. sillyname scrive:

    Luca, proprio per poter programmare il futuro ha un senso insitere perche’ alcuni giovani restino “ancora un anno” come sento consigliare loro da qualcuno? Capisco che a nessuno faccia piacere che vada via a esempio Icardi, ma tenerlo ti obbliga a farlo giocare titolare (altrimenti come lo valorizzi?) e tu investiresti su uno che sai gia’ che va via? Non sarebbe meglio puntare su uno piu’ “blindato”? Altra cosa sono Obiang e Krsticic che almeno nei comportamenti sembrano voler prolungare il contratto (poi tutti sappiamo che un giorno potrebbe arrivare il Real e portarli via). Icardi sembra che voglia andare via adesso. Tanto vale darlo via subito e se poi lui fa la fine di Zarate (che qualche anno fa era considerato il nuovo fenomeno) alla fine sono problemi suoi….

  16. flex scrive:

    Ciao Capitano e ciao a tutti

    il fatto che, come ai bei tempi dell’era Mantovani, i nostri giocatori abbiano forti richieste di mercato è un segnale oggettivamente positivo e ne dovremmo essere felici: non possiamo auspicare il modello udinese e poi andare in paranoia quando dobbiamo vendere i nostri giocatori.D’altro canto se il milan cede ibraimovich anche noi possiamo vendere icardi e perfino berardi. Da semplice tifoso accetto senza problemi che mi si venda un giocatore, ma c’è un modo per fare le cose, anche per vendere. Vorrei il tuo/vostro parere sulle vendite dei seguenti giocatori: maggio e campagnaro – cassano, pazzini, poli e biabiany – ziegler e masi – e vorrei che qualcuno mi citasse qualche esempio di vendite che si sono rilevate vantaggiose.

    La domanda che pongo a te e a tutti i blogger è: noi siamo bravi a vendere?

  17. francesco scrive:

    Scusate la mia ignoranza ma lanzoni appena riammesso nel consiglio di amministrazione del doria è mica quel commercialista che ha ,diciamo così,”venduto pazzini all’inter?” Poi una considerazione su questi “presunti campioni” vedi zaza e icardi che ancora devono dimostrare molto,ma vadano pure a fare panchina da qualche parte chi non ci ama non ci merita quindi come dicono a milano fora di ball

    • Luca Pavia scrive:

      Sei disinformato e, forse, in malafede.. Lanzoni fu quello che convinse Garrone senior a lasciar perdere l’accoppiata Sgarlata-Tosi e ad orientarsi su Marotta come dg prima e come ad, dopo…
      Direi un valore aggiunto in seno al Cda..
      Quello che intendi tu, si chiama Guastoni, di nome e di fatto…

      • Paolo1966 scrive:

        Ha ragione Luca, Lanzoni e’ tanta roba

      • francesco scrive:

        malafede una cippa come ti permetti di dare giudizi,io ho semplicemente sbagliato cognome che finiva con oni ora lanzoni o guastoni infatti se sai leggere ho detto scusate la mia ignoranza….da qui a dire che sono in malafede poi,camomillati ragazzo…..

IL COLPO DIFRA NON RIABILITA FERRERO

Che l’arrivo di Eusebio Di Francesco alla Sampdoria sia da considerarsi un colpo importante è per me fuori discussione. Se

UN UOMO SOLO (NON) AL COMANDO

La Sampdoria ha concluso la stagione con una bella vittoria sulla Juventus – frutto di un secondo tempo virtuoso che

CHE BARBA… CHE NOIA

Non è bastato alla Sampdoria giocare per quasi un’ora in superiorità numerica al “Bentegodi” contro il malcapitato Chievo per tornare

LA RESA

La Sampdoria ha scritto con l’Empoli un’altra bruttissima pagina di questo suo pessimo finale di campionato, l’ennesimo degli ultimi anni.

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta