La mano di Delio. E ora la continuità

14 Gen 2013 by Luca Pellegrini, 74 Commenti »

Gerarchie azzerate. Palombo dentro. Modulo nuovo, il 3-5-2, adattato alle esigenze della rosa. Modulo duttile, peraltro, trasformato in 4-4-2 col Milan per azzerare El Shaarawy e pressare alto. Corsa, grinta e spirito di gruppo. Impresa a Torino e ottimo punto contro i rossoneri. Niente cali di tensione. Tutti valorizzati: De Silvestri, Estigarribia, Krsticic (che bravo il serbo, permettetemi!) e così via.

La mano di Delio Rossi su questa Sampdoria si vede tutta. Complimenti al mister, ora sotto col lavoro perché domenica parte il triplo impegno salvezza. Una sorta di step successivo e nuova verifica per la squadra: con le grandi si è confermata, ora dovrà mostrare coraggio e spirito combattivo anche nelle gare da battaglia. Siena, Pescara e Torino, tre test salvezza per confermare la definitiva maturazione del gruppo.

Guardia alta, sempre. Su questo mi fido ampiamente del tecnico blucerchiato che contro il Milan merita la copertina. Un po’ perché stavolta non gliela ruba Icardi (peccato per quel gol fallito nella ripresa!), un po’ (anzi soprattutto) perché se l’è ampiamente guadagnata.

Delio Rossi ha messo la firma sul contratto con i blucerchiati il 17 dicembre scorso. In un mese ha rigenerato almeno tre elementi (Palombo, De Silvestri, Estigarribia) senza emarginarne altri, ha dato un gioco ai suoi creando un’identità alla squadra. Detto in termini spiccioli il tecnico ex Fiorentina ha ridato un’anima alla Sampdoria. Roba mica da poco. Oggi chi gioca contro i blucerchiati avverte nell’aria lo spirito di una squadra che può farti male: sensazione che avvolge anche i tifosi e i giocatori stessi e fa assolutamente ben sperare. La Samp è viva. Lo è perché ha riscoperto di avere qualità per poter stare nella massima categoria. Lo è perché Rossi, in un certo senso, è come se l’avesse messa davanti a uno specchio: ecco che in meno di un mese quel gruppo un po’ smarrito ha saputo ritrovare fiducia e prestazioni.

Ora l’imperativo è rappresentato dalla parola continuità. Tre gare decisive in questo senso e un mercato importante per aggiungere due innesti capaci di far rifiatare gruppo e tecnico. Due pedine che Osti dovrà cercare di individuare con attenzione. Serve qualcosa in attacco e un elemento duttile in difesa, obiettivi probabilmente raggiungibili anche senza grossi esborsi e magari sfruttando le opportunità di scambi offerti dal mercato. La gara col Milan, oltre a tante note positive, ha infatti sottolineato anche e di nuovo il famoso problema della coperta corta: due cambi diversi e di spessore probabilmente non avrebbero fatto arretrare il baricentro blucerchiato mantenendo alta la pressione per 90 minuti.

Insomma c’è da lavorare, ma finalmente lo si può fare col sorriso e la soddisfazione di vedere una squadra che oggi, di nuovo, è capace di appassionare e trascinare chi le vuole bene. Roba mica da poco nel calcio. E di questo va dato merito al gruppo, certamente, ma anche a quel signore in panchina che tutti conoscevamo come burbero e rivelatosi invece genuino, spontaneo e comunicativo oltre che esperto. Quel che ci voleva, verrebbe da dire. Un Delio Rossi che in fondo, oggi, si merita ampiamente due innesti che gli permettano, come dicevamo, di stare più tranquillo.

Bravo mister. Bravi ragazzi. E ora testa al Siena.

La strada è quella giusta.

74 Commenti

  1. SimoSamp ha detto:

    Ciao Luca, secondo me abbiamo ottenuto un pareggio importante che da seguito all’impresa con la juve, 4 punti ottenuti tra juve e milan sono tanta roba…
    Sono contento della prestazione, non abbiamo concesso quasi nulla al milan tranne la paratona di romero nel 2 tempo, poi per il resto ho visto una difesa attenta e un palombo che ha giocato d’esperienza, in pratica abbiamo recuperato un giocatore in casa, qui è stato bravissimo delio rossi, la mano del tecnico si vede già anche se nel mercato di gennaio abbiamo bisogno di 2/3 giocatori di livello che possano integrare questa rosa. Davanti abbiamo creato abbastanza, soprattutto nel 1 tempo anche se la palla migliore ce l’ha avuta maurito nella ripresa, peccato perchè quell’occasione poteva sfruttarla meglio ma nel complesso va bene così, è un punto guadagnato. Ora ci aspetta un trittico di gare importantissime contro avversari diretti per la salvezza, pensiamo a una gara per volta cercando di ottenere il massimo per metterci in una situazione di classifica più tranquilla. Ripartiamo dal grande spirito e dall’organizzazione mostrate con juve e milan, secondo me la strada intrapresa è quella giusta, con un delio rossi in panchina sono molto più fiducioso. Avanti così!

  2. Crovo ha detto:

    Credetemi che pagherei di mio per sapere che cosa c’è stato dietro all’ “affaire Palombo”.

    Perchè gli hanno rinnovato il contratto, spalmando l’ingaggio e poi hanno emarginato l’uomo e il giocatore.

    Cosa c’era dietro a tutta la manovra?

    Chi è stato il regista che l’ha orchestrata?

    Quando finalmente anche noi poveri illusi e profani potremo sapere tutta la verità?

    • Stefano_1970 ha detto:

      Se allunghi il contratto spalmando l’ingaggio hai vantaggi fiscali (minor costo nell’esercizio).

      A me Palombo non è mai piaciuto come giocatore. L’anno scorso per far giocare quelli capaci (Nenad-Obiang-Soriano) Iachini e la Società hanno dovuto “fumarlo” perchè….come dice Luca c’è un discorso di gererchie. Ma le gerarchie hanno senso di esistere solo se chi sta sopra è meglio di chi sta sotto…non viceversa. Palombo ha sempre vouto tirare calci di punizione, calci d’angolo, etc. e statisticamente i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Tenere in mezzo al campo Palombo per far andare in panca il suddetto trio è un pò un controsenso… poi nei sei mesi all’Inter non veniva convocato nemmeno per la tribuna…restava semlpicemente alla Pinetina… forse non è quel fenomeno che si dipinge…

    • MadMick ha detto:

      Anche io sono curioso.
      Quello che ho capito o che forse quello che oggi vogliono farci credere, è che l’esclusione sia stata voluta da Sensibile perchè Palombo non voleva essere ceduto.
      Ferrara da buon scagnozzo ha accettato e l’ha messo fuori squadra.

      Se così fosse onore alla società che ha saputo rivedere le proprie posizioni e onore al coraggio del mister.

      Se poi Luca sapessa qualcosa di più…. 🙂

    • Martino Imperia ha detto:

      Non ti nascondo che, come te , anch’io le ho pensate tutte sul caso Palombo. Ma proprio tutte. (quand’era circolato il suo nome a proposito di qualche partita sospetta ho fatto 1 più 1… ma era una gran ca….ta).

      Fondamentalmente, conoscendo l’ambiente, sono arrivato alla conclusione che si è trattato di una mera QUESTIONE DI SOLDI.

      Volevan venderlo perchè costava troppo, si era trovato il compratore giusto, lui ha rifiutato e allora ti emarginiamo un pò. I Garrone in genenere delegano molto ed ecco spiegato l’atteggiamento di Sensibile (contava di aver soldi freschi da poter gestire) e di Ferrara (che non aveva la forza di contraddire chi sopra di lui).

      Con Delio tutto è cambiato: anche a lui è stata data delega in bianco, e poi non è certo una che si lascia comandare.

      Dal punto di vista tecnico tattico è un pò che dico che Palombo doveva esser spostato in difesa.
      Il peccato originale della sua involuzione secondo me risale addirittura al periodo Mazzarri: gli ha fatto credere di esser un regista che imposta, mentre per me è uno dei migliori d’italia per senso della posizione. Il buon Novellino aveva capito bene: lo faceva giocare al fianco di Volpi (Volpi regista, Palombo in posizione).

      Per il futuro? per me non si muoverà più da quella posizione. In fondo l’antico ruolo di libero sta tornando di moda (ogni tanto lo fà pure Cambiasso).

      Azzardo una previsione: gol su punizione nel giro di 4 partite

    • Dorianodoc ha detto:

      Per il mio modestissimo parere, Palombo rifiutando il trasferimento ha privato la società di un introito sicuro. E questa non gliela hanno perdonata. Adesso davanti al proposito di Rossi di puntare su un uomo di esperienza ( visto che di acquisti….) hanno fatto buon viso a cattiva sorte.

    • solosamp ha detto:

      Palombo aveva un contratto da 1,5 milioni netti all’anno…hanno cercato di venderlo ma lui ha rifiutato le destinazioni che gli hanno proposto. A quel punto visto che l’ingaggio era troppo oneroso gli hanno chiesto di spalmare la cifra complessiva su un maggior numero di anni, in modo da diminuire l’incidenza del suo ingaggio sul bilancio annuale. In sostanza prende la stessa cifra in 5 anni anzichè in tre. Quindi non si tratta di un rinnovo ma di un allungamento….
      Semmai sarebbe bello capire perchè, prima non era nemmeno convocato e ora gioca titolare….questo si che è un mistero !!!!!!!

      • Stefano_1970 ha detto:

        Su perchè giochi titolare ti tolgo il mistero:
        – Costa, Berardi e Rossini non sono marcatori da Serie A.
        – Poulsen e De Silvestri non sono difensori
        ergo gioca Palombo.

        Forse, ma è solo una mia supposizione, qualcuno ha sbagliato campagna acquisti negli ultimi anni. Ora tocca a Osti….vediamo di che pasta è fatto.

  3. gasta28 ha detto:

    scusate, qualcuno di voi è esperto do calcioscommesse?
    vorrei sapere se rischiamo qualcosa dal filone di bari visto che guberti è stato rinviato a giudizio per bari-samp 0-1 di 2 anni fa quando giocava con noi?
    grazie e forza samp!!

    • sampdorianamente ha detto:

      Dovremmo aver patteggiato e il punto di penalizzazione che abbiamo è per questo motivo…

    • danilo ha detto:

      Nell’ambito giudiziario quando un patteggio viena accolto da un giudice non ci puo’ mai essere un ulteriore processo per il reato patteggiato. La societa’ Sampdoria quindi patteggiando 1 punto per responsabilita’ oggettiva non puo piu’ essere coinvolta per responsabilita’ oggettiva per questa partita anche se un giorno si dimostrasse che tutta la squadra era presente per comprare la partita .

  4. marco ha detto:

    ciao capitano, volevo la tua opinione sul cambio di mentalita’della squadra, non e’ che a forza di sentire quel presuntuoso di ferrara dire continuamente che eravamo cmq arrivati sesti in b i ragazzi abbiano perso autostima, autostima ridata da quel grande allenatore che e’ Delio rossi, insomma abbiamo perso un girone , quando quest’uomo si poteva prendere a giugno…ma purtroppo c’era sensibile…….ciao e non so se ti ricordi ma ci siamo conosciuti anni fa ,diciamo nei tempi d’oro, ad una cena in un club ad Alassio,,ma giusto una stretta di mano….

  5. trevor1965 ha detto:

    Ciao Capitano,devo farti una piccola critica,ma sicuramente nella tua posizione non potevi scagliarti contro la direzione tecnica precedente,capisco,ma fa piacere che ora anche tu dia atto del valore del mister,per me è paragonabile al mitico Vuja,ma ne sai sicuramente di più di me in questo caso e al grande Zeman.Ancora non si capisce come dice Crovo e approvo,le mosse della gestione tecnica precedente Sensibile,Ferrara,Palombo,Poli dapprima esodato poi dopo alcune partite a tutta e a menare tutti,anche Ferrara si era dovuto ricredere…Spero che la proprietà che in buona fede si era messa in tali mano abbia tratto le debite conclusioni e si eviti il ripetersi di certi errori in futuro.Tra l’altro con l’arrivo del maestro Delio anche la campagna di rafforzamento di Gennaio viene ridimensionata,dato che da vero allenatore e maestro di calcio in poco tempo ha valorizzato le risorse di cui disponeva.Spero che questo sia il preludio un lungo binomio per un nuovo lungo e duraturo ciclo.Grande Delio.Doria forever!!!

  6. giorgio ha detto:

    Sono pienamente d’accordo con te, Luca, sull’ottima partita giocata dalla Samp contro il Milan e sulla mano magica dell’allenatore. Però, al momento, esistono ancora, a mio giudizio, due grosse lacune. Infatti non c’è ancora qualcuno che sappia fare un tiro da lontano (un tiro, non un passaggio al portiere!) nello specchio della porta avversaria e poi “Mister 600.000 euro”: Icardi ha fatto tre gol (importantissimi, d’accordo!) ma ne ha sbagliati, e continua a sbagliarne, una miriade, solo davanti al portiere, con ciò dimostrando di avere ancora molto da imparare prima di pretendere certi contratti. Ma, a vent’anni e nelle mani dei procuratori, mi ricorda tanto Pinocchio fra il Gatto e la Volpe! Comunque ci vorrebbe ancora, soprattutto, un giocatore (ma che la buttasse dentro!) all’attacco, perché le occasioni vengono create, ma viene sempre sbagliato o l’ultimo passaggio o il tiro in porta. Il problema, però, è trovarlo, perché o costa troppo o non esiste. A… Osti l’ardua sentenza, “qui si parrà la sua nobilitate!” Sempre in attesa di Maxi Lopez e di Pozzi, sempre decisivo, quando gioca. (Mi auguro tanto che non lo cedano!)

    • sera1981 ha detto:

      Maxi i primi di febbraio dovrebbe rientrare e a mio parere, con questa nuova sampdoria lui potrebbe tornare il Maxi Lopez che abbiamo ammirato il primo anno a Catania

  7. MAURI ha detto:

    Ciao Capitano, ieri allo stadio ho visto una samp con personalità e carattere, messa in campo benissimo. Delio Rossi, sta confermando tutto ciò che di buono si pensava di lui. Sul capitolo Palombo vorrei aggiungere che Angelo si è comportato benissimo, sia dal punto di vista tattico che fisico, sul quale nutrivo un pò di dubbi, ciò dimostra che in tutto questo periodo si è allenato con serietà.
    Ora si aspetta il mercato per sistemare la squadra e permetterci di assistere ad un campionato tranquillo, infatti gli 11 titolari vanno bene , ma se ci mancano una o due pedine andiamo in crisi. A tutt’oggi non riesco a capire chi potranno essere i rinforzi.

  8. Cristian ha detto:

    Disamina come sempre impeccabile Luca… essendo nelle mani di Delio Rossi mi sento francamente tranquillo di come viene messa in campo la squadra ogni settimana. Dissento in parte sul recupero di Estigarribia a mio parere con le sue potenzialità potrebbe darci ancora di più sia sul piano della corsa sia sul fatto di saltare l’uomo. Poi ti faccio una domanda tattica… Quando Rossi ha dovuto fare i primi cambi cioè Soriano per Esti e Tissone per Kristicic( cresce in modo esponenziale il ragazzo) il centrocampo era privo di ali pure. non pensi che data la carenza in rosa in questo ruolo sia meglio un centrocampo a 4 a rombo ( per il 442) o a 3 ( per il 352). Quale pensi dei due moduli sia più congeniale per la rosa che ha a disposizione Mister Delio?
    Grazie! Ciao

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao cristian, credo che il 3-5-2 sia una buona soluzione e rossi l’ha capito.

      bene anche il 4-4-2 con estigarribia pronto a tenere basso constant e a mettere pressione ad el shaarawy scelto dal tecnico.

      bravo mister, viene da dire

      😉

  9. Renzo ha detto:

    Condivisibile commento del Capitano. Per assurdo le ottime prestazioni con due grandi (Juve e Milan) potrebbero valere poco agli affetti della classifica se nei prossimi tre confronti diretti non faremo almeno 4 punti (volo basso). Poi se ne vengono 6 o 7 tanto meglio! Questa Samp a dire il vero aveva fatto bene anche con Ferrara contro le “grandi” però è innegabile che Rossi ha dato un’organizzazione e senso di squadra che non avevamo ancora visto. Se fosse arrivato a luglio e avesse collaborato al calcio mercato estivo forse a quest’ora ce la staremmo giocando con Parma e Catania per un onesto 9/10 posto. Ma non avremo mai la controprova. Spero che la società non si faccia “ingannare” dalle due ultime prestazioni. Un altro attaccante e un difensore servono eccome, visto che il fragile Pozzi sembra ormai destinato ad altri lidi e Icardi (magari farà 15 goal) però non è ancora smaliziatissimo sotto porta e Maxi Lopez è un punto interrogativo. Rivedere Palombo in campo, per chi vuole bene alla Sampdoria, non può che fare enorme piacere. E’ un pezzo di storia della Samp e ha dimostrato che può dire e dare ancora tantissimo!
    Forza Sampdoria, sempre!

  10. Federico 10 ha detto:

    Crovo piacerebbe molto anche a me sapere perchè Angelo è stato trattato in questo modo. Parlando di calcio giocato domenica ho visto un’ottima samp finchè la tenuta fisica ha retto,peccato solo non essere riusciti a concretizzare almeno una delle tante occassioni avute. Ora la samp non deve commettere l’errore nell’affrontare le prox 3 partite ma deve avere la stessa cattiveria e foga anche contro siena,pescara e torino per fare più punti possibili e togliersi in fretta dalla zona calda. Un complimento perticolare al Capitano e padrone di cosa per l’ottimo commento.

  11. Daniele da Rapallo ha detto:

    Caro Luca, come al solito la tua analisi e’ inattaccabile, vista anche la tua competenza ad alti livelli.
    Nella fortuna di poter interloquire con te (che non ho la fortuna di conoscere personalmente) aggiungerei qualche elemento da ignorante in materia legato al mercato. Si perche’ non vorrei (da solito avvocato demoniaco quale interpreto) che l’attenzione, dopo questi risultati positivi, fosse distolta in qualche modo da quello che e’ il misero obiettivo di stagione e che io non riesco a digerire per la Sampdoria : la salvezza.
    Non so perche’ ma io ho la senzasone, come gia’ ti ho espresso, che alla fine arrivera’ sicuramente Cassani poiche’ credo che comunque le fasce (che si usi 3-5-2 o 4-4-2) vadano rimpinguate come titolari o riserve a destra o a sinistra.
    Non so alla fine se troveranno un centrale di esperienza, non vorrei si affidassero agli attuali maganri rispolverando Mustafi, e se arrivera’ una seconda punta.
    A volte sono portato a pensare che i giornalisti sportivi e voi opinionisti legati alla squadra forse sappiate (grazie ai vostri naturali contatti con l’interno ed il mondo del calcio) piu’ di quanto possiate dire in trasmissione ed a volte spero che sveliate qualcosa quando ancora i giochi non siano fatti , ma forse questa e’ solo una leggenda metropolitana; se anche poi cosi’ fosse, comprendiamo il gioco delle parti ma nessuno ha mai risposto alle mie domande in questo senso.
    Cosi’ come questo tecnico che aspettavamo da tempo sta plasmando e rigenerando la squadra, spero che altrettanto riesca a fare nel spronare la societa’ sui bisogni in entrata con la speranza che , oltre a liberarsi da allenatori (gia’ 2) a libro paga, possa anche liberarsi di giocatori tagliati fuori con relativo ingaggio (e li si vedra’ se Osti vale una percentuale di Marotta).
    Sempre fiducioso in una tua risposta,

    ti saluto

    Daniele

    • Luca Pellegrini ha detto:

      disamina condivisibile come sempre caro daniele.

      se posso però ti dico che non concordo sull’osservazione relativa all’obiettivo: giusto a mio avviso, in questo primo anno, pensare solo e con determinazione alla quota salvezza.

      un abbraccio

  12. magolino ha detto:

    Penso che cmq al Doria manchi sempre il leader: ne convieni?
    Già da tempo vado dicendo che ritengo MASCARA l’uomo giusto per noi. Un Pellisier o DiNatale tanto per intenderci. Quando giocavi tu era Cerezo no? Non certo Vialli o Mancio L’uomo che sà dettare i tempi con funzioni da 3/4 tista che non disdegna il tiro. Oggi gioca negli Emirati. Perchè non contattarlo?
    Grz e sempre viva il Doria.
    Ke Linse

    • Bulgaro ha detto:

      Mascara quello che dopo un paio di stagioni da ex-calciatore in serie A ora sta svernando in arabia? Se e` quello era da prendere 5 anni fa` non oggi sicuramente 🙂
      Non lo riterrei nemmeno un leader, sicuramente un giocatore che si impegna sempre al massimo di quello che ha (ormai poco) tipo Bellucci per fare un esempio, ma i leader devono avere ben altre caratteristiche.

    • Luca Pellegrini ha detto:

      mascara non credo proprio sia la soluzione giusta.

      un saluto

      • Renzo ha detto:

        Concordo.

      • magolino ha detto:

        Leggo oggi la Tua risposta. ..Certo se si potesse avere un Pellisier,DiNatale e Quagliarella…sarebbe diverso . Condividi che il Doria cambierebbe “faccia” con questi 3/4tisti? Ed allora perchè no un Mascara, che ha le stesse “doti” ed il Doria ha bisogno di un giocatore che assolva questo compito?
        Cordialmente

  13. Marco ha detto:

    Ciao Capitano,
    un’altra gran partita dei blucerchiati; complimenti a tutti.
    Due osservazioni su due giocatori: De Silvestri e Gastaldello.
    L’ex viola non l’ho mai visto così tonico e così brillante cavandosela benissimo prima con El Sharaawi e poi con Robinho (complimenti), mentre Gas domenica non ha sbagliato niente (tranne quell’occasione su corner del primo tempo) comportandosi da vero capitano.
    Adesso arrivano tre partite contro squadre abordabili (siena e torino fuori casa,pescara in casa) dove la cosa più importante è il risultato ma sono sicuro che giocando così le vinceremo tutte.
    Ti chiedo questo: se questa samp giocava tutto il girone di andata così a questo punto dev’era?
    un abraccio

    • Luca Pellegrini ha detto:

      eh marco, domanda da un milione di dollari. se la samp avesse giocato così rossi non sarebbe neppure seduto sulla panchina perché non ci sarebbe stato bisogno di un cambio 😉

      comunque come si dice meglio tardi che mai

      contraccambio abbraccio

  14. Dorianodoc ha detto:

    Luca, d’accordissimo con te sul fatto che la mano dell’allenatore si vede, eccome. Molti giocatori sembrano molto più motivati. L’aver rilanciato Palombo è importantissimo. Una persona della sua esperienza, oltretutto doriano sino al midollo, è fondamentale in una squadra come la nostra. Eravamo al punto che “per fare dispetto alla moglie ci si tagliavano i cosiddetti”!!!Incredibile. Vorrei, se possibile, farti una domanda. Stanno passando i giorni ma di acquisti ( o di trattative) Nemmeno l’ombra. Anche all’asilo sanno cosa serve al Doria. Qui tutto tace. Non convieni che con una punta di valore e di esperienza, molto probabilmente la partita di domenica la vincevi?

  15. alberto ha detto:

    Per Crovo. I soliti bene informati mi dicevano che c’era il veto della Societa’ molto arrabbiata con Angelo per via della famosa partita di Bari e della sua frase detta ai tifosi:”tranquilli per Bari e’ tutto a posto”. Ora pero’ gioca quindi non era la Societa’, ma quel genio di Sensibile che aveva acredine verso Palombo.
    Comunque la verita’ fino in fondo noi tifosi non la sapremo mai.

  16. anto ha detto:

    Non vorrei che questi due risultati traessero in inganno la società. Servono assolutamente rinforzi sia in difesa che in attacco. Non penso a dei fuoriclasse ma gente scafata e di esperienza per far crescere ulteriormente i giovani della rosa. Oltretutto credo si potrebbe far cassa con la vendita di alcuni elementi(Juan Antonio, Renan, Tissone etc.) poco utilizzati dal mister. Poi con molta calma e lucidità il duo Sagramola/Osti con la supervisione del Mister(sul quale la società deve mettere sul piatto un bel contratto a lunga scadenza) deve pensare al prossimo campionato con acquisti di giovani di valore anche stranieri. Programmando per tempo e con lucidità si evitano o almeno si riducono i margini di errore, spendendo molto meno anche in termini di investimento, quando sei costretto per esigenze a comprare in fretta i prezzi lievitano. Ora avanti così pensando partita dopo partita a far più punti possibili per tirarci definitivamente fuori dalla lotta salvezza, che prevedo sarà molto dura.

  17. Crovo ha detto:

    Vedo che la mia domanda su Palombo ha colto nel segno…

    Ringrazio tutti quelli che mi hanno risposto.

    Anche se temo anch’io che la “vera verità” noi tifosi non la sapremo mai.

    O forse la sapremo tra vent’anni, quando tutto sarà caduto in prescrizione e quando probabilmente non ce ne fregherà più niente a nessuno….

    Mah…

    Chi vivrà, vedrà…

  18. John ha detto:

    Continuo a pensare che il Sig. Pellegrini è troppo politically correct verso le mosse di questa società. Non si addentra mai in discorsi che non siano di campo, e non va bene con questo NON mercato della società. Ottimi gli ultimi 4 punti, ma la zona calda è lontana solo 4 punti.

  19. New York ha detto:

    Finalmente siamo muniti di un allenatore vero , Luca parlando di mercato siamo fermi c’e’ qualche novita’ ?

  20. ROBBYNHO - RIO DE J. ha detto:

    domenica palombo si è fatto saltare con un tunnel e per poco prendevamo gol. non voglio pensare a quando prenderemo gol di testa per colpa sua. non deve giocare, ne dietro tantomeno a centrocampo. per colpa sua i pivelli stavano in panchina e non giocavano mai. datelo alla sestrese e basta parlare di palombo, non è nessuno e ricordate che ci ha portato in B

    • Dorianodoc ha detto:

      Ti intendi di calcio come io di uncinetto!!!!!!!!

    • moussa dembelè ha detto:

      E’ arrivato a Genova a vent’anni è entrato in squadra e non è più uscito. Con lui hanno dovuto fare panchina tutti i “talenti” che ci prestava il Milan: Donadel, Donati, Dalla Bona. Venivano qui per fare i titolari e guardavano Angelo e Volpi giocare. E’ stato chiamato in nazionale e convocato per i mondiali.
      Ah, è doriano lui (e tu?)
      Ma certo, non è nessuno e ci ha portato in B. Tu e Cavsin invece siete due fenomeni…..

  21. Gabri 72 ha detto:

    A me è giunta voce di un diverbio ( anche qualcosa di più ) tra i due , in effetti dopo la partenza di Sensibile le cose sono tornate al posto giusto , comunque la mia personalissima opinione è che il centrocampo gira meglio senza un vero play tipo palombo o maresca , e quando tutti partecipano attivamente alla marcatura ed al pressing mi sembra ci sia una maggiore copertura e quindi meno buchi ,
    Spero anche che non si lasci partire pozzi : 1 per quello che rappresenta e la grinta che mette sempre 2 per non rinforzare una diretta concorrente
    saluti

  22. marketradio ha detto:

    E’ ai margini della rosa.
    Nessuna, pare, trattativa vera per lui.
    Arriviamo all’ultimo giorno di mercato.
    E poi zac, prestito secco.
    Del resto con Delio Rossi mister ha vissuto le sue migliori stagioni.
    MAURO ZARATE, questo sì sarebbe un colpo alla Cassano.
    Che i Fabbrini, Pabon, Sansone, Dianda, Cassani & C restino dove sono, che non sposterebbero di una virgola il valore della SAMPDORIA.

    dale doria
    marketradio

    • sampdorianamente ha detto:

      Se si avvera ti offro una colazione…….. magari alla genovese: Vino binaco e focaccia 😉

  23. edmònd dantès ha detto:

    ora dico la mia su Palombo.
    La Proprietà non si sarebbe strappata i capelli per la partenza perchè l’ingaggio era di quelli pesanti. però non vuole entrare nel merito tecnico della squadra.
    Quindi entra in campo il “caro” Sensibile,il DS più scarso della storia blucerchiata che sa solo regalare gli esuberi ma Angelino fresco ex nazionale non si può regalare anche perchè necessitano soldi per rinforzare la squadra.Palombo rifiuta qualsiasi trasferimento e viene emarginato da Ferrara (cocco di Sensibile).
    La nostra fortuna è stata che con i soldi di Palombo,il CARO DS ci avrebbe comprato un altro Renan/Piovaccari/Bertani e soldi finiti!!!!!!
    Quindi saremmo Senza Palombo,senza soldi e con un paio di Ravatti in più

    • Spartaco ha detto:

      Caro Edmond, il tuo ragionamento non fa una grinza, speriamo che le prestazioni di Palombo siano, almeno, una media tra quelle eccelse di qualche anno fa e quelle scandalose della stagione in B….

  24. mister bubu ha detto:

    Credo che i rinforzi ideali debbano essere giocatori giovani con la voglia di imparare e mettere in pratica gli insegnamenti di un tecnico vero che ora abbiamo.Ottime le prestazioni , si può migliorare cercando di mantenere l’intensità, giocando verticale sull’asse Eder – Icardi e non cercando , al momento attuale il cross dal fondo, ma al limite sfruttando gli esterni per tagliare dietro. Per fare tutto questo ci vuole testa e ….cuore. Forza Samp

  25. danilo ha detto:

    Inizia il mercato di gennaio e caso strano inizia anche il nervosismo di cassano All’inter…. Ragazzi …che sia un messaggio? Orecchie ben aperte in Societa’, perche’
    quello a Gennaio se gli offri il vecchio contratto che aveva qui alla samp….VIENE DI CORSA

  26. sergio w. ha detto:

    se si vincessero le due partite con siena e pescara, per la salvezza sarebbe quasi fatta….in caso contrario, ci sarà da lottare fino all’ultimo e siamo la sola squadra che ha soltanto due attaccanti integri(ricordiamoci che nelle ultime tre partite in casa la Sampdoria ha segnato 0 reti)…..manca anche un centrale di difesa affidabile, nel caso uno dei tre non possa essere schierato…..sarebbe opportuno che la società intervenisse per tempo……comunque, anche contro il milan una ottima Sampdoria e, certamente, bisogna dare il giusto merito di questo a Delio Rossi……….

  27. Saverio ha detto:

    Caro Luca, Osti, qualche giorno fa, ha dichiarato che i risultati di questo periodo non condizioneranno le strategie del mercato blucerchiato e quindi confidiamo in almeno due rinforzi: il minimo che ci possa consentire un cammino un pò più tranquillo fino alla fine. Leggo di Quagliarella, ma temo sia una notizia fasulla; da qualche giorno sui siti specializzati circola il nome di Fabbrini dell’Udinese, che è sicuramente un attaccante di talento, anche se non è mai esploso, neppure in una splendida realtà, favorevole ai giovani, qual è quella friulana. Cosa ne pensi? Potrebbe essere l’uomo giusto?

  28. Pier ha detto:

    Certo che vedere come la squadra copre il campo ora e come lo faceva con Ferrara….beh si che ora abbiamo un allenatore! Ferrara era un dilettante allo sbaraglio
    Obiang e Kristicic riportati nei loro ruoli al centro dell’azione,Palombo che non sara’ Beckembauer in quanto a piedi ma che perlomeno ha esperienza, senso della posizione e “vede” il gioco da dietro, De Slivestri recuperato…., condizione fisica in progresso……….insomma mi sembra che ci siano tutti i presupposti per essere ottimisti
    Ci vorrebbe un esterno sinistro forte e soprattutto uno che la sbatte dentro (Eder si sbatte, ma in quanto a gol….due su rigore) per toglierci davvero delle soddisfazioni
    Saluti al capitano e a tutti i sampdoriani

  29. giacomo ha detto:

    Caro Luca, una domanda facile: ti convince estigarribia a destra?
    ed una difficile: pensi che sia giusto fare iniziare il campionato ad alcune squadre (torino, atalanta, samp, siena) con punti di penalizzazione e giocatori squalificati ed altre senza (genoa, lazio)?
    grazie, Giacomo.

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao giacomo.

      su estigarribia: mi piace molto di più a sinistra anche se col milan è stato utile. lui comunque è esterno mancino, non ci piove.

      su penalizzazioni: sono risultato di quanto deciso in ambito di giustizia sportiva. a quello bisogna attenersi.

  30. Daniele da Rapallo ha detto:

    Luca, una domanda sulle ultimr news di mercato uscite qua su Primocanale…..
    Si parla di Maresca Torino. E’ pur vero pero’ che e’ l’unico a saper battere le punizioni anche se lento. Io per ora non mi pribverei neanche del jolly Tissone fino a Giugno…
    che ne pensi ?

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao daniele. maresca per regolamento fifa non può partire, i nostri giornalisti lo hanno spiegato oggi durante le trasmissioni.

      lui e tissone sono due giocatori che io apprezzo molto, certo ora rubare la scena ai giovani che stanno facendo così bene è molto dura

  31. bisciagoal ha detto:

    Su Palombo posso fornire una ricostruzione, dove cito fatti concreti e faccio qualche piccola ipotesi…ma le fonti sono molto affidabili e vicine all’ambiente….quindi potrei dire che un 70% di quello che dico corrisponde a verità…magari Luca può aggiungere o smentire..ma a me risulta quanto segue:

    1)dopo la retrocessione, Palombo viene ceduto ai viola per 7 milioni ma rifiuta
    2) la società allora è costretta a cedere Poli da cui invece voleva ripartire per la ricostruzione
    3) a Palombo viene allora richiesto uno sforzo per ridursi l’ingaggio ma rifiuta
    4) nascono i primi attriti tra lui e la società
    5) anche la squadra non lo vede di buon occhio soprattutto i vecchi : le ragioni sono ovviamente il fatto di essersi preso la standing ovation dopo la partita con il Palermo, mentre il resto della squadra solo sputi ed insulti (e le performace di Palombo non sono state certo migliori di quelle dei compagni )
    6) Gastaldello si riduce l’ingaggio in silenzio mentre Palombo continua a professare la sua sampdorianità, non riducendonselo di un solo euro e continuando anche in B a giocare partite penose….la frattura con lo spogliatoio aumenta.
    7) Sensibile interviene pesantemente e lo costringe ad accettare il prestito con l’inter
    8) dopo i 6 mesi disastrosi a Milano, torna ma l’idea è di convincerlo ad accettare altre soluzioni…è muro contro muro…ma più che altro diventa una questione privata tra Sensibile e Palombo..e la società per non sfiduciare Sensibile, non interviene nella disputa
    9) Sensibile se ne va, la società lascia a delio Rossi totale libertà di movimento incluso il recupero di Palombo

    • Paolo1966 ha detto:

      Piu’ che una ricostruzione il tuo e’ un lucida esposizione di fatti oggettivi. Aggiungo che probabilmente un “so tutto io” come Sensibile e un “sergente di ferro” come Atzori erano poco adatti a gestire l’ambiente e le sue sfumature.
      Il calcio e’ un ambiente dove nei momenti belli ci si dimentica di uno screzio di mezz’ora prima e nei momenti amari tornano in mente episodi molto vecchi…
      Un vecchio volpone come Delio penso possa riuscire a ricreare l’ambiente giusto

  32. Lollo ha detto:

    Molto molto bene….avanti così cercando 2/3 innesti di qualità per rinforzare attacco e difesa; mi dispiace molto se andrà via Pozzi ( al quale va un applauso ideale ), ma da qui a fine torneo sarà durissima e ci vogliono giocatori in grado di dare garanzie anche fisiche!!

  33. blackdragon3 ha detto:

    Ma siamo cosi sicuri che alla SAMPDORIA non servano rinforzi, dei quali un paio di qualita’ in fretta? Mi pare che la classifica non sia cosi tranquilla come si voglia far credere,15° posizione su 20 squadre ed alle porte 2 scontri vitali per la permanenza in serie A,come al solito l’immobilismo sul mercato della SAMP ad ogni sessione di mercato si ripete.Sicuramente Osti ha avuto poco tempo per preparare la campagna acquisti,ma essere a meta’ gennaio senza neppure 1 volto nuovo e’ assurdo.Altra mossa alquanto discutibile e’ dare Pozzi al Siena,aiutare una diretta concorrente non solo rinforzandola ma addirittura contribuendo a pagare parte dell’ingaggio al giocatore.Boh!

  34. Lidia Paola ha detto:

    Pensare che c’e’ gente che ogni sera guarda un “Posto al sole”.

    Basta venire su questo blog e ti leggi la cronistoria della fiction “Angelo di Rivaombrosa”.

    Non sono servite neppure la sintetiche dichiarazioni di Delio perche’ qualcuno la sa piu’ lunga di tutti eppoi e’ cosi’ bello gossippare!

    A Rio de Janeiro fa caldo (beati loro) ed il sole puo’ dare alla testa e poi il Flamengo ed il Botafogo solo li’ ad un passo rispetto alla nostra amata Samp.
    E’ tempo anche di grigliate li’, e se la statura di Angelo non permettera’ di svettare su tutti (e si’ perche’ lui non e’ Cannavaro) qualcuno sara’ contento di averlo atteso al varco.

    Ma se faccio spazio attraverso queste …” cazzate” rimane una Samp nuova, creatura rinata dalla mani di Delio nella quale sto riponendo massima fiducia.
    Un allenatore valido sia tecnicamente che umanamente, che mi era sempre parso burbero e troppo serioso invece capace di gioire e commuoversi come un bambino.

    Anche io sto attendendo i rinforzi e scalpito perche’ rimbalzano i colpi di mercato (ma e’ tanto fumo e poco arrosto) e la notizia di stamani su Ziegler al Genoa mi ha un po’ disturbato perche’ questo giocatore mi piaceva e mi ero dispiaciuta sulla sua cessione alla Juve.

    Ieri sera ho ascoltato l’intervento di Iachini a Gradinata sud. All’uomo con il cappellino gli vorro’ sempre bene perche’ la finale di Varese e’ stata un’impresa memorabile ed incancellabile.

    Parole sincere e chiare, le sue, ed ancora una volta si conferma a chi dover attribuire la responsabilita’ di tutte le scelte scellerate, compresa quella di Palombo.

    “Sono stato liquidato dal DS perche’ non avevo un profilo internazionale, io non so cosa vuole dire, so solo che sono un allenatore, so solo lavorare ed impegnarmi in quello che faccio….
    “Pensavo ad una riconferma ma non avevo il “profilo” , ma cosa vuole dire? Ho ricompattato la squadra, la tifoseria, ho ridato fiducia all’ambiente e mi ero guadagnato sul campo la promozione… sono grato ai ragazzi, alla tifoseria, alla Societa’” .

    Il male e’ come un boomerang, prima o poi torna indietro a chi lo ha lanciato.

    Adesso ci aspetta la gara contro il Siena, virtualmente stacco l’interruttore dei buoni propositi e spingo in avanti, con il cuore, la scialuppa della salvezza.

    • bisciagoal ha detto:

      Buongiorno Lidia,

      puoi ironizzare quanto vuoi su quello che tu hai definito la cronistoria di Angelo o il gossip intorno a Lui o le “cazzate”…sapessi quanto potrei ironizzare sui tuoi articoletti saccenti e fumosi dove dici tutto e niente….

      Personalmentre non ho mai demonizzato Palombo ma neppure mai creduto un santo da beatificare….non ho mai creduto a chi giura fedeltà ed amore ad una maglia per tutta la vita, o almeno ho smesso di farlo da quel giorno che qualcuno, dopo 15 anni di amore incondizionato da parte di tutti, mentre la barca affondava, pensò bene di andare a caccia di lauti ingaggi e gloria altrove…sbattendo la porta ed inventando balle per giustificare questo abbandono.

      Palombo non è un brocco, non è un campione, non è un deliquente e non è un santo: personalmente sono molto infastidito dal fatto che molti credono ancora alla storiella del suo attaccamento alla maglia..ripeto ancora una volta il concetto :

      c’è chi prese sputi all’uscita di Samp-Palermo, rifiutò il trasferimento alla Juve, si ridusse l’ingaggio senza andarlo a pubblicizzare sui giornali e non sbagliò neppure una partira in serie B…per me questo è un vero CAPITANO!

      C’è chi prese applausi dalla curva benchè retrocesso ( e sicuramente anche lui non meno responsabile della retrocessione di chi fu sputazzato e minacciato ) rifiutò il trasferimento a Firenze ma non si ridusse l’ingaggio di un centesimo, continuò a rilasciare interviste strappalacrime sulla famosa “seconda pelle blucerchiata”..e sbagliò tutte le partite di un intero girone di andata di serie B, passeggiando in campo, ridicolizzato da avversari che talvolta provenivano dalla C1 e che guadagnavano un decimo del suo lauto ingaggio.
      questo non è gossip..è verita.

      Ben lieto che Delio Rossi abbia recuperato il giocatore..a me interessa unicamente questo aspetto…

  35. Daniele da Rapallo ha detto:

    Caro Luca,se ti dovessi dire (anche se sarebbe un cavallo di ritorno) a me il fatto che Ziegler possa andare a rinforzare l’altra sponda mi secca un tantino.
    Ho infatti sempre ritenuto che trattasi di esterno dai piedi buoni, anche se non eccelso in fase difensiva, adatto anche a squadre italiane di prima fascia.
    Cosa ne pensi ?
    Magari potrebbe essere proprio lui a contribuire a salvarli.
    Ogni tanto qualche discorsetto malignetto e meno serio da tifoso con DNA totalmente opposto non guasta…….

    P.s. Grazie per la risposta tecnica che mi hai dato a gradinata sud (alla mia telefonata) nella quale mi hai chiarito che Cassani gioca a destra mentre io ero convinto potesse giocare anche, o solo, a sinistra.

    Daniele

    • Crovo ha detto:

      Concordo su Ziegler.

      E siccome sono all’antica e poco sportivo, il fatto che vada proprio ai bibini a me fa veramente inc……

  36. GipoSamp ha detto:

    Il gioco della squadra con Delio Rossi, nonostante la modesta rosa da lotta salvezza di cui dispone, è decisamente migliorato nei confronti di quello ultradifensivo, timoroso e attendista di Ferrara. Grazie Sensibile. Ieri sera ho visto Gradinata Sud e vorrei complimentarmi con Pellegrini e Rovere per l’abilità dimostrata nel condurre una trasmissione, che per quanto riguarda l’argomento del mercato Samp la definirei da mission impossibile. Si chiedono rinforzi di qualità per una squadra che ne ha molto poca e nella quale allo stato attuale ci sono solo tre giocatori sicure promesse di grande avvenire: Obiang, Kristicic e Icardi. Lo so che per molti tifosi ci sono anche i Poli, Soriano e altri ancora, ma il tempo è galantuomo e dirà se mi sono sbagliato. A fronte di rinforzi di qualità da tutti richiesti a gran voce, i nomi dei probabili o possibili che si leggevano sul prospetto presentato in Gradinata Sud facevano venir voglia di sintonizzarsi su qualche Fox Crime. La totalità dei nomi ricordava i molti giocatori mediocri, ciofeke e mutuati storici di porcellana acquistati dai nostri DS e pagati a prezzi di collezionisti d’arte con ingaggi faraonici della lunghezza da BTP decennali. Il procuratore di Sansone contattato telefonicamente ha dichiarato che non gioca nel Toro perché non sente la fiducia di Ventura (Sic!) Altro refuso in arrivo? Spero ancora che alla fine, anche se difficile, arrivi un trequartista/centrocampista alla Cerezo o Cassano o almeno un fac simile, volano indispensabile per fare girare tutta la squadra in chiave offensiva e offrire quello spettacolo calcistico che insieme ai colori della maglia fa innamorare la gente del gioco del calcio. Non chiedo di rinnovare i sogni oggi impossibili della Sampdoro, ma solo qualche giocatore di buon livello di cui nell’elenco di Gradinata Sud non c’era neppure l’ombra. Forza Samp

  37. robmerl ha detto:

    Sarò un bastian contrario, ma credo che in questa fase il mercato della samp debba essere “risparmioso”: fuori quei cinque o sei che non servono più (spiace per Pozzi ma adesso rischia di non giocare quasi mai, neanche quando sta bene) e dentro un paio di pedine indispensabili (x me un terzino sinistro e un esterno destro di centrocampo). Poi, raggiunta la salvezza (ovviamente mi tocco! ), si dovrà programmare una campagna estiva che preveda la blindatura dei “gioielli” e il rientro alla base di Zaza (l’ho seguito nell’ascoli e vi dico che è buono davvero). Basta con i cavalli di ritorno (anche Pazzini, scartato dal Milan e proposto in cambio di Poli!) . Non chiediamo a Garrone spese folli che non può e non vuole sostenere (secondo me a ragione); chiediamogli di non cedere Obiang, Icardi Poli e Kristic. Abbiamo un buon impianto di gioco e dei buoni giocatori: teniamoceli!

  38. Max1964 ha detto:

    Ciao grande capitano, volevo farti una domandina scontata in questo periodo, ma ahimè noi tifosi siamo molto attenti alle mosse societarie.Scontato che il mercato di gennaio offre poco sia dal punto di vista delle occasioni, sia dal punto di vista della mancanza di tempo.Pero’ ti chiedo, dal momento che la Sampdoria non puo’ dirsi fuori dalla zona calda e spero ne venga fuori al piu’ presto, non ti sembra strano per non dire “noioso” questo immobilismo sul mercato?Perchè è vero che servono solo un paio di pedine, pero’ i discorsi dalla società del tipo “si decide tutto negli ultimi due giorni di mercato”, potrebbero essere un tantino pericolosi.Cosa prendi alla fine?Sarebbe il caso, a mio modesto parere, optare per “mi serve una punta?la individuo e cerco di prenderla…mi serve un centrale lo cerco e quando individuato lo acquisto. Non si puo’ sempre aspettare i saldi o gli scarti dell’ultima ora, alla fine rimane ben poco.

  39. Daniele da Rapallo ha detto:

    Certo che questo “silenzio di mercato” e’ veramente snervante !
    Va bene che puo’ essere sinonimo di operare bene, segretamente ed in silenzio ma pure noi tifosi abbiamo la necessita’, come disse una volta il VPV, di fare i nostri discorsi da bar.
    Vedere quegli altri che che comprano e ingaggiano mentre noi faremo qualcosa gli ultimi giorni, come se non avessimo anche noi quel brutto obiettivo che e’ la salvezza mi snerva alquanto……

  40. Rivers ha detto:

    Vice-vicario, dg e ds, dirigenza al completo adesso.
    Eppure le scelte strategiche spesso non mi convincono.

    Vogliamo Sansone? Tocca pagare. Fabbrini (mica Zarate)? Pure…..
    E noi staremmo per cedere Pozzi e Juan Antonio non solo in prestito gratuito, ma pure contribuendo al pagamento dello stipendio.
    Non ci siamo. La società deve ritrovare credibilità (e forza) sul mercato.
    No soldi? No Pozzi……e per provare a salvarti (ceduti Larrondo e Calaiò, andrebbero “presi per le balls”) guarda se trovi delle alternative.

    Se dai sempre e comunque l’idea di “debolezza”, poi se ne approfittano.
    Offrendo 2 spiccioli per Poli, pensando di arrivare a Icardi con qualche milioni e la metà di qualche giovane Primavera, che Obiang valga 1/3 di Verratti….

    Forza Sampdoria!
    R.

  41. fabridoria ha detto:

    Grande blackdragon…

    Critica sempre e non commenta mai i risultati positivi.
    Luca cestina questi messaggi…

    Grazie e Saluti

  42. New York ha detto:

    Partito Pozzi chi arriva ?

  43. magolino ha detto:

    Come Tu ben sai se il centrocampo è”molle” la difesa è “bucabile” facilmente. Ed allora non diamo troppo colpe alla difesa. Rivediamo piuttosto il centrocampo portandolo a 5 inserendo l’uomo “che salta” l’uomo, il 3/4tista (il Siena ha preso Rosina…e si è visto no?) che noi non abbiamo. Loro hanno un Vergassola(niente di trascendentale) che detta i tempi e che noi non abbiamo(Maresca brava persona ma poi???) Ecco vedi proponendo Mascara, propongo l’uomo 3/4tista/tuttofare che non abbiamo e che ogni squadra dispone e che serve all’economia del gioco. Ho portato ad esempio i Pellisier i DiNtale etc.L’Inter lo ha trovato nel giovane Guarin che andrà a sostituire il 40/enne Zanetti. Certo pure una punta di peso tipo Borriello od altri similari che “vedono” la porta, non sarebbe male…Cmq arrangiamoci con chi abbiamo perchè fare in modo che tutto cambi perchè nulla cambi ….abbiamo già dato!
    Sempre Doria
    Ke Linse

DI MALE IN PEGGIO

“Non mi è piaciuto quasi niente, sembravamo una squadra sparring partner, pavida, non ho visto voglia di lottare”. Parole di Claudio [&hellip

LOCKDOWN

La Sampdoria ha ricominciato la nuova stagione dall’esatto punto in cui l’aveva interrotta per il lockdown lo scorso 8 marzo: [&hellip

POCO O NIENTE DI NUOVO SOTTO LE… NUVOLE

Per prima cosa, un festoso saluto a TUTTI, per dirla come il comico di Zelig. E’ un piacere ritrovarvi e [&hellip

QUALE FUTURO

Sto per andare in ferie, l’appuntamento è verso la fine di agosto per una nuova stagione insieme. Speriamo non di [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta