Passo indietro da un lato, lezione utile dall’altro

11 Dic 2012 by Luca Pellegrini, 53 Commenti »

Ritorniamo sulla terra, ogni tanto fa bene. Il 2-0 dell’Udinese alla Sampdoria rappresenta un passo indietro pesante e ricorda ai blucerchiati che fino alla fine ci sarà da soffrire.

La gara del Ferraris risottolinea i soliti problemi: coperta corta e scompensi in rosa da un reparto all’altro, uniti ieri alla mancanza di cattiveria agonistica di un gruppo che è pure apparso stanco. Logico se fin qui a tirare avanti il carro sono stati i soliti elementi, quasi tutti appartenenti al gruppo del miracolo promozione.

Con l’Udinese ho visto un mix di poca lucidità, incapacità della Samp di fare la gara (come sempre, la squadra sa far male solo giocando di rimessa) e di poche alternative a disposizione di Ciro Ferrara. Il tutto andrà tenuto a mente nel mercato di riparazione. Perché servirà operare in modo coscienzioso e corposo.

Cosa salvare da ieri? Purtroppo poco, eccezion fatta per Romero e il ritorno di Pozzi (rigore sbagliato a parte). La squalifica di Gastaldello appesantisce il boccone amaro.

Ora a Catania servirà una gara maiuscola fatta di attenzione, sacrificio e corsa. E occhio ai calci paizzati che nelle ultime due gare hanno portato tre gol al passivo. Sono comunque fiducioso perché questa squadra può far meglio in gare come quella del Massimino e lo ha già dimostrato. Un punto varrebbe oro ed eviterebbe il rischio di innescare spirali negative già vissute, complice anche il calendario molto complicato da qui a gennaio.

Per il resto ho poco da dire e non posso far altro che ripetermi: vedo Ferrara comunque sul pezzo anche se ieri pure lui è andato in confusione (Estigarribia a destra? ancora?); vedo un gruppo limitato ma che ha spirito e voglia di lottare; vedo appunto dei limiti e degli sprechi: giocatori praticamente non utilizzati (e appoggio Ferrara, sia chiaro) come lo stesso Estigarribia, Poulsen, De Silvestri; tre che avrebbero dovuto garantire il salto di qualità a cui aggiungo Renan, Juan Antonio e Castellini. Troppi inutilizzati e poco utili per il progetto Sampdoria. Che quest’anno deve tradursi, lo ripetiamo ancora come ha fatto giustamente Ferrara, con la sola parola “SALVEZZA”.

Un saluto a tutti!

53 Commenti

  1. anto ha detto:

    Sarò ripetitivo ma come avevo già affermato nei post precedenti questa squadra deve giocare solo di rimessa e accontentarsi in casa, quando non si riesce a vincere, anche dei pareggi.
    Bisogna giocare sempre coperti a danno dello spettacolo ma ad oggi si deve pensare esclusivamente alla salvezza.
    Con il mercato di gennaio bisogna mettre mano alla squadra con innesti di qualità un buon difensore due esterni alti e una seconda punta/esterna.
    Sfoltire la rosa degli elmenti che non rientrano nei piani dell’allenatore (vedi a centrocampo) per fare un pò cassa.
    Non sarà facile perchè chi ha i giocatori validi se li tiene ma qualche colpo o scambio si può tentare.
    Io fossi il Ds un’occhiata in Serie B la darei perchè i vari Saponara come esterno, Sansovini Punta, etc non sono mica male. cose ne pensi Luca?

  2. Daniele da Rapallo ha detto:

    Caro Luca ottima analisi e continuo a dire che la Macchina Sampdoria e’ una catena valida con un solo anello debole avallato dalla proprieta’ ovvero colui che fa il mercato e le scelte tecniche. Spero vivamente che non ci sia lui da Giugno in poi.
    Ma ora , sempre sperando che tu risponda, una domanda tecnica su queste mie 2 affermazioni :
    1) Io non vedo cosi’ grammo Estigarribia e sono convinto che impiegato dalla sua parte naturale con continuita’ potrebbe cambiare marcia, rendimento nonche’ pericolosita’.
    2) Io non vedo cosi forte Soriano. Non me ne intendo e’ vero, ma non mi da l’impressione di quella promessa. Lo vedo mediocre….e qua vorrei davvero un tuo parere per descrivermi le catratteristiche di questo giocatore, sempre che anche lui sia impiegato nel proprio ruolo, ammesso che a quell’eta’ uno debba avere un ruolo fisso per la vita a venire.

    Ti ringrazio anticipatamente
    Daniele

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao daniele. credo che entrambi siano stati impegati spesso fuori ruolo e questo potrebbe averne inificiato le prestazioni, anche se le colpe sono anche loro.

      su estigarribia mi auguro tu abbia ragione, anche se fino ad oggi anche alla Juve non ha fatto vedere grandi cose.

      soriano è un giocatore che deve ancora, a mio avviso, trovare la sua dimensione in campo. deve migliorare in concentrazione, applicazione e capacità di aggredire gli spazi. potenzialmente ha grandi doti come incursore, ma ora deve crescere.

  3. Dorianodoc ha detto:

    Hai detto bene Luca, quella di ieri era praticamente la squadra del “miracolo” promozione, e, al cospetto di una buona squadra di A, lo si è visto in pieno. Io continuo a sostenerlo, Gastaldello a parte ( e voglio vedere senza di lui a Catania), abbiamo una difesa “ricca” di elementi per cui la B sarebbe già un lusso. Basta qualche pallone messo in mezzo anche su calcio piazzato ed è subito allarme rosso. Tre gol tra Fiorentina e Udinese la dicono lunga sulla nostra retroguardia. Ora Catania, Lazio, Juventus e Milan. Speriamo nei miracoli……….

  4. bisciagoal ha detto:

    Ciao Luca
    pillole di saggezza le tue.
    Due domande per te

    1) il fatto che Gastaldello prenda un giallo a partita ( media allucinante ) dipende a tuo avviso da sue caratteristiche specifiche o dal fatto che si trovi troppo spesso a fronteggiare gli avversari in campo aperto?

    2) E’ una pura coincidenza il fatto che questa squadra faccia punti solo quando gioca Kristic? o forse c’è del vero, tenuto conto che è l’unico giocatore rapido a centrocampo e capace di incunearsi tra le linee avversarie?

    ti ringrazio per la risposta

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao, rispondo

      1 – giusta la tua seconda valutazione, troppo spesso va nell’uno contro uno e non per colpa sua

      2 – in questo modulo nenad è preziosissimo, vero. non so quanto le sconfitte siano direttamente proporzionali alla sua assenza, di certo è un elemento importante

  5. Ale ha detto:

    Ciao Capitano,
    Io sono cistico nei confronti di Ferrara.. Non riesco a capire perché non metta Estigarribia e quando lo mette a partita in corso lo mette a destra.. Ieri mancavano Eder e Krsticic e gli ha preferito Soriano, non riesco a capire.. Il paraguaiano a sinistra può rendere , a destra secondo me no: a proprio dei limiti tecnico tattici e soprattutto di convinzione.
    Luca.., secondo se Maggio giocasse punta esterna sinistra in un tridente .. Riuscirebbe a rendere ? Riuscirebbe ad esprimere le sue qualità ?..
    Ciro poi secondo me non ha esperienza, ieri era fondamentale non perdere.. Pareggiare non è un dramma deve riuscire a trasmettere questo alla squadra.. Se avessimo pareggiato almeno tre partite tra : Chievo, Atalanta, Cagliari, Palermo, Udinese…. Avremmo una classifica decisamente migliore.
    A me Ferrara non piace.., ieri Guidolin lo ha surclassato tatticamente.. A dimostrazione che in serie A gli allenatori d’esperienza sono fondamentali. Ed ahimè in panchina abbiamo una scommessa……

    • MadMick ha detto:

      Totalmente d’accordo su tutto!!!

      Il paragone Maggio Estigarribia ci sta tutto ma a fascie invertite: tutti lo dicono e tutti l’hanno capito…tranne Ferrara!

      Guidolin è un veterano e non una scommessa: ha visto 15 minuti di partita e ha cambiato modulo.
      Ferrara è una scommessa: ha visto l’udinese cambiare modulo ed è rimasto fermo in panchina con la solita faccia basita!

      • Nello Caccavale ha detto:

        Vero che Guidolin è più esperto di Ferrara,però avrei voluto vedere se gli fosse mancato praticamente l’intero reparto offensivo come sta succedendo a noi da un po’ di tempo, quando ha giocato contro il Genoa senza Di Natale (tra l’altro per scelta sua perchè il giocatore aveva criticato il suo modulo e per punizione l’ha tenuto fuori squadra-bella fortuna per i cugini-) l’udinese ha fatto una partita orrenda …..e gliene mancava solo uno non tre! Questo senza voler difendere Ferrara ad ogni costo ,ma dare a Cesare quel che è di Cesare.

  6. fabiosamp ha detto:

    ragazzi si soffre,e questo lo si era capito ma io un allenatore cosi non lo posso piu vedere…tu dici che è sul pezzo?io dico che ce ne saremmo dovuti liberare da un pezzo…e ti spiego anche il perchè,quando uno dopo 7 sconfitte di fila ha la fortuna di vincere un derby con quegli scappati di casa,di giocare tutta una partita con un bologna in dieci e vincere per grazia ricevuta,salvare la pelle a firenze schierando una formazione insensata per il gioco del calcio,deve capire quando fermarsi e il momento era ieri,lui non l’ha capito è apparso in piena confusione ed ha schierato per l’ennesima volta 4 difensori puri e 5 mediani e lo sfigato di turno là davanti da solo in mezzo a 4 a prendere sportellate,ma ora chiedo questo è calcio?
    Il dramma è che adesso arriviamo al mercato con un ds dimissionario ed un allenatore senza futuro che devono concordare i piani sui giocatori da prendere…con la quasi certezza che loro non ci saranno piu tra sei mesi…questo è il risultato di trascinare le situazioni da parte della società…mi spiace ma anche dopo aver sentito il vpv anche ieri sera parlare di scambi sul mercato e non investimenti mi è tornata la depressione.
    Occhio perchè abbiamo catania fuori lazio juve e milan quindi non facciamo come due anni fa ovvero speriamo che il catenaccio di ferrara almeno porti un paio di pareggi.

  7. fabrizio perfumo ha detto:

    Caro Capitano, mi piacerebbe sentire la Tua sulle mie osservazioni che mi sforzo sempre di argomentare, aggiungendo la ragione al sentimento, profondissimo, che mi lega alla Samp. In primo luogo sono rammaricato dell’atteggiamento mentale che la squadra ha avuto in casa in almeno in tre partite : cagliari, atalanta , udinese. Consci di avere difficoltà a fare la partita dovremmo usare grande attenzione e calma, aspettare gli avversari e vedere come si mette. Tre pareggi in queste partite erano possibili e avremmo una classifica molto diversa ( la nostra unita a quella degli altri).L’attenzione difensiva, in particolare, risulterebbe determinante. E per questo io punterei a rinforzi difensivi: almeno un esterno basso e un centrale. Perchè la sensazione è che questa Samp necessiti sempre della partita perfetta per fare risultato e fare la partita perfetta non può essere una costante. I piccoli punticini in gare brutte fanno la differenza. E la difesa diviene determinante. Troppe distrazioni caratterizzano le partite dei nostri difensori. In mezzo al campo , poi, manca un giocatore dal cambio di passo , capace di creare superiorità e di fornire giocate possibili agli attaccanti : nel complesso direi che il centrocampo è troppo lento. Certo l’assenza davanti di Eder, dotato lui si di velocità in grado di creare superiorità, è molto pesante ma le partite vanno preparate studiando alternative possibili alle assenze previste. Non chiedo alla Samp la luna , accetto di avere come obiettivo la salvezza ( ma tranquilla però, che credo che come piazza, tifoseria, blasone, forza della proprietà sia un obiettivo realistico). Attualmente abbiamo tre punti più del Pescara ( quattro mettendo il punto di penalizzazione) squadra da tutti gli osservatori indicata come quasi inadeguata al campionato : sinceramente mi sembra un dato molto negativo. Vorrei il Tuo parere perchè non credo di muovere critiche tanto per muoverle ma partendo da dati reali che credo debbano essere ribaditi anche dagli osservatori professionali e deputati a questo perchè ritengo che siano l’unico sprone a fare qualcosa di più da parte della società. Che mi pare un pò troppo acquietata in un’aurea mediocritas. Con grande affetto e stima nei Tuoi confronti.

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao fabrizio, bel post il tuo.

      direi che sulla difesa hai ragione, anche a livello di innesti. conta che il livello dei disponibili non è molto alto, e a mio avviso meglio di così nn si può fare.

      il centrocampo, lento o veloce che sia, va comunque salvato. certo a questa squadra, dalla cintola in su, serve più qualità (necessari uno o due elementi)

      ciao!

  8. New York ha detto:

    Capitano, come ripeto SERVE GENTE DA SERIE A, devono comprare 3 giocatori di categoria (A) senza tante musse , 2 difensori di cui un esterno BUONO , un esterno di spessore (ergo tirare fuori il grano) e una punta.

    Altrimenti riskiamo di andere giu’ insieme al Cenoa , Sensibile in estate era in ferie ?

    Come dici tu gruppo limitato con allenatore limitato, siamo una squadra di bassa classifica e neppure troppo umile perche’ contro l’udinese te ne devi stare dietro e sperare nello 0-0 inquanto questa squadra quando deve fare gioco NON e’ in grado di farlo partite oscene con squadre normalissime, come Cagliari / Atalanta e Udinese ne sono l’esempio.

    Intervenire a Gennaio e pesantemente, cortesemente cercate di spingere anche voi dei media in questo senso magari in maniera piu’ diplomatica ma spingete per interventi a gennaio perche’ se facciamo 3 punti questi non comprano nessuno e poi diventa difficile.

  9. Gipo Samp ha detto:

    Caro capitano i difetti sono senz’altro la coperta corta e la campagna acquisti clamorosamente ceffata alla quale vanno aggiunti i molti attaccanti acquistati o ereditati dalle passate gestioni, scarsi per la categoria o cagionevoli di salute. Eder è arrivato rotto è gioca a intermittenza, Pozzi è sempre ai box, Juan Antonio sembra il Semioli 2, Lopez è anche lui segue gli altri, Estegarribia sembra un UFO. Ciò che più meraviglia ed è causa delle mie arrabbiature da tifoso, è come sia possibile che persone con la preparazione imprenditoriale dei Garrone, prima Sr e adesso Jr, possono commettere ripetuti errori nella scelta dei loro dirigenti del settore tecnico. Come ha potuto Edoardo seguire i consigli di Sensibile di esonerare Jachini per prendere un allenatore dell’under senza alcuna esperienza di serie A solo perché il progetto Sampdoria si basava sui giovani. Da un allenatore ex terzino di ruolo e che si avvale di un vice ex portiere, puoi solo aspettarti che prediligano la fase difensiva. Abbiamo una difesa di mediocri, per di più lenti, che non marcano e tengono perennemente in ansia i tifosi, il centrocampo è privo d’inventiva e incapace di costruire palle goal mentre l’attacco è composto da molti calciatori di porcellana. La conseguenza è che si tira raramente in porta. Vedere giocare la Samp non è un divertimento ma una pena che dura 95’. Concordo con il commento di un tifoso che ho letto sul Secolo XIX: La nostra più grande sfortuna è stata di aver vinto il derby. Edoardo con un sol colpo di doppietta ne avrebbe fatto fuori due: Ferrara e Sensibile. Altro che calcio divertente e salvezza tranquilla chiesta da Edoardo. Ci aspetta un campionato di tribolazione per raccattare i punti salvezza.

    • gianni ha detto:

      Ah beh è normale che concordi con il commento di un genoano a cui rodeva che la Samp avesse vinto il derby…Vantatene, mi raccomando.

    • Nello Caccavale ha detto:

      E sì…. sarebbe stato meglio perderlo il derby! Così avremmo tre punti in meno e il genoa tre punti in più….molti qui scrivono che si sarebbero potuti avere due o tre punti in più con qualche pareggio e tu ci vorresti togliere i tre del derby…però!! Siamo in lotta per la salvezza col genoa e regalare a loro tre punti per mandare via Ferrara mi sembra un’assurdità ,scusami ,ma non ti posso proprio dare ragione.

  10. flex ha detto:

    Caro Capitano e Cari tutti

    la sconfitta di ieri potrebbe rivelarsi più utile di una vittoria se avrà la funzione di far chiarezza sull’organico che abbiamo a disposizione
    Mi permetto di fare delle valutazioni suddividendo la rosa in gruppi:
    1) giocatori adeguati:
    romero e da costa, gastaldello, obiang, poli, kristic, maresca (anche se è lentissimo), icardi (anche se è da verificare sul lungo periodo), eder
    2) giocatori che sono comunque utili:
    berardi, rossini, costa, munari, tissone, soriano
    3) giocatori che non sono adeguati:
    castellini, de silvestri, poulsen, renan, juan antonio, estigarribbia
    4) casi clinici (o societari)
    pozzi, maxi lopez e palombo
    Si può non essere d’accordo sulla singola valutazione, ma nel complesso credo che la rosa non sia adeguata per una tranquilla salvezza.
    Con i giocatori che ha a disposizione ferrara si è inventato (o si è trovato) uno schema con quattro difensori, cinque centrocampisti e una punta: ovvio che riesci a difenderti bene e magari fai anche qualche pareggio, ma quando sei tu che devi fare la partita? forse qualcuno dopo il derby si era esaltato un pò troppo, la realtà è che abbiamo vinto contro dei disperati e con il bologna siamo stati inguardabili, ma sul lungo periodo giocando con questa impostazione di partite ne vinci poche, e se non vinci in casa gli scontri diretti diventa molto difficile salvarsi.

    Sono troppo pessimista?

  11. Marco ha detto:

    Ciao Capitano,
    io ieri ero incavolato nero perchè non è possibile che una squadra come la sampdoria ha un atteggiamento diverso a seconda dell’avversario (vedi l’atteggiamento contro squadre come milan,fiorentina,napoli e quello con cagliari, atalanta, bologna e udinese).
    Secondo me ieri era una partita importante perchè vincendo avevi la metà dei punti (20) prefissati staccandoti dalle squadre che lottano per la salvezza.
    Le prossime partite sono difficilissime (quasi proibitive) perche andiamo contro catania e juventus fuori casa, lazio e milan in casa.
    Un’osservazione soggettiva sulla partita di ieri, Pozzi (lo ringrazierò fino alla fine per quello che ha fatto l’anno scorso in b) non è un giocatore,ahime, da serie a: combatte però è lento,non ha la qualità che serve per giocare in categoria ed infine un giocatore di a non può camminare mentre tira un calcio di rigore (l’ha battuto così anche col torino, rischiando).

    Niente drammi ma bisogna fare di più.

    Saluti

  12. MadMick ha detto:

    Ciao Luca,
    come sempre un ottimo commento, ma permettimi una piccola riflessione su Romero: davvero salviamo la sua prestazione?!
    Lo trovo sempre poco sicuro, gioca troppo vicino ai pali e ogni volta che gli avversari battono un corner o un calcio di punizione, lui finta di uscire mettendo in difficoltà la nostra difesa.

    Detto questo…non è certo lui che ci ha fatto perdere.

  13. giorgio ha detto:

    Perché, Luca, difendi Ferrara? Se continuiamo a beccare gol su punizioni e corner non dipende forse dall’allenatore? Non è forse lui che deve insegnare i piazzamenti in difesa? Nelle interviste ridacchia tranquillo, continuando a parlare di salvezza e a dire anche che sarà dura! Se ha a disposizione qualche mezzo attaccante (Estigarribia, Juan Antonio), lo tiene in panchina e lo fa entrare solo quando la squadra sta perdendo senza più speranza di riagguantare il risultato! (Eccezione: Eder, con il Bologna, per romperlo di nuovo!).
    Scusa, ma questo Ferrara che puzza tanto di Juventus e che sembra cosiderare la nostra squadra solo come una “rumenta” per fare pratica proprio non lo digerisco! Come non digerisco quella specie di direttore sportivo che, palando della campagna acquisti di Gennaio, dice che interverrà “se sarà necessario” e “se capiterà l’occasione”! Ma ti sembra che non sia necessario provvedere a qualche acquisto finalmente (!) indovinato e sperare (solo!) nelle occasioni? E’ con questi due che l’Edoardo vuole portare a termine il suo “progetto”? Povera Samp! Speriamo che il buon Edoardo ci ripensi!

    • Luca Pellegrini ha detto:

      caro giorgio, nessuno qui ha mai difeso ferrara. anzi quando c’è stato da criticare io l’ho fatto sempre con onestà.

      ho solo osservato che questa squadra a livello di singoli mi sembra modesta, quindi è chiaro che per qualsiasi allenatore, anche per il più bravo in assoluto, sarebbe difficile lavorare.

      a ferrara ho mosso molte critiche, ma credo che a lui vada dato il grande merito di aver invertito la rotta, in mezzo a mille esigenze ed emergenze, nel momento più critico e delicato della stagione. con poco, in tre partite delicatissime come quelle passate, ciro ha prodotto quasi il massimo.

      poi ieri pure lui ha sbagliato, per esempio nell’impiego di estigarribia (lo abbiamo detto) e in altre cose. se sbaglierà lo risottolineerò al pari dei suoi meriti.

      solo non mi piace che si pensi che il sottoscritto difende o attacca qualcuno a prescindere. non è nel mio modo di lavorare, perché cerco sempre di essere obiettivo.

      un saluto

      • claudio ha detto:

        Carissimo Capitano sono pienamente d’accordo con te sulla tua onestà nel criticare o lodare l’operato della società nel suo insieme però come diretto interessato ex,tifoso ed opinionista non puoi continuare a sostenere la tesi del progetto con i Ferrara e sensibile non si va da nessuna parte.Allenatori come Ferrara dovrebbero partire da categorie inferiori e non catapultati con mille raccomandazioni in serie a;sul direttore sportivo viene sinceramente imbarazzante fare un commento sia sul operato professionale che su quello personale(caso Palombo su tutti vero?).Poi per carità tutti liberi di vederla come si vuole tanto allo stadio ci si và sempre e comunque perchè questi splendidi colori fanno parte del nostro dna. un saluto.

    • MadMick ha detto:

      Non mi piace Ferrara, l’ho sempre detto, ma non credo che i suoi schemi difensivi prevedano il “…corriamo tutti verso la porta e lasciamo libero un avversario in area!!!”

  14. Attilio Rengano ha detto:

    Dedicato aPasquale Sensibile,
    Ma va’….Abbiamo qualche scompenso?Sei l’unico che se n’e’ accorto adesso!Le campagne estive che fai tu..SONO DISASTROSE!Ci stiamo pagando TRE allenatori con relativi staff per un totale di 16 persone!Ci volevi far salire con Atzori,Piovaccari e Bertani..abbiamo dovuto venire su con Beppe Iachini e co Eder che ha fatto venire lui.
    Quest’anno stiamo giocando con la squadra della B percjhe’ hai comprato tutta gente sbagliata,estigaribbia,Poulsens,De Silvestri..non ne gioca MANCO UNO!Dove sono i rinforzi?Spero con tutto il cuore che non ti venga rinnovato il contratto perche’ sei devastante!Forse troverai un ingaggio nel “roccacannucia”.

  15. peter ha detto:

    Allenatore, direttore sportivo, difesa e attacco da serie b anzi da sesta in serie b.
    Le vittorie contro dei “morti” che non vincono neppure col pescara, quella risicata col Bologna che reclama un rigore sacrosanto, il punto rosicchiato a firenze con molta fortuna dalla nostra avevano fatto perdere il contatto con la realta’.
    La Samp vera e’ quella di ieri sera, quella di Palermo.
    O a gennaio prendono un centrale (rossini da lega pro), 2 terzini da serie A (berardi ridicolo, de silvestri ectoplasma, castellini un ex, poulsen un ufo, costa non e’ un terzino), e rifanno l’attacco tenendo eder e icardi (via pozzi che tira rigori da fermo e lopez un vero pacco) o la strada per la b con questo allenatore, ieri sera ridicolizzato da guidolin, e’ certa.

  16. New York ha detto:

    Un ultima cosa, una squadra che deve salvarsi e sa di essere molto modesta specialmente quando deve impostare la manovra deve avere l’UMILTA’ di cercare di portare a casa un punto in casa anche giocando da vomito, non siuamo il Man U, che se non fanno goals modello playstation si sentono i fischi qui c’e’ da salvare la ghirba , questo il Sig.Ferrara lo deve capire , Cagliari / Atalanta / Udinese devi avere le palle per fare lo 0-0 almeno in 2 casi su 3 altrimenti faremo fatica a salvarci.

  17. paolo1966 ha detto:

    Giocando da fermi si vince solo a Calcio Balilla, la sintesi della partita di ieri e’ questa.

    Il corner del primo gol (tutte belle statuine) e’ nato da una palla persa da Rossini che si e’ messo a palleggiare di testa a centrocampo e il secondo ha visto nascere una ripartenza da una palla persa in un contrasto con il nostro fermo ad aspettare la palla, peraltro mi e’ sembrato un bis del contropiede fatale della partita col Napoli con Rossini che anziche’ uscire a fare un fallo tattico si e’ messo a retrocedere (qualche minuto dopo su un’azione meno pericolosa Gastaldello si e’ andato a prendere il giallo pur di non far passare l’avversario)

    Spero che prima o poi la nostra squadra impari ad apprezzare il dolce sapore di uno squallido e noioso zero a zero casalingo, che muove la classifica e due ani fa ci avrebbe salvati

  18. nello ha detto:

    Carissimo Luca , personalmente non ho mai crocefisso Ferrara perchè ritengo debba essere valutato solo a bocce ferme , alla luce di quella che sembra ormai assodato, sia stata una campagna acquisti totalmente sbagliata. Un dubbio però ieri mi è venuto e mi piacerebbe avere da te una risposta , sia perchè ti considero molto competente , sia perchè hai la possibilità di vedere i calciatori anche durante la settimana. Ma Poulsen è così grammo da preferirgli addirittura castellini sulla corsia di sinistra , in vista di un serrate finale ??? Se lo è …. un’ altra perla di Sensibile. In caso contrario non vorrei che Ciro andasse troppo a simpatie personali ( neanche una chance a DiSilvestre ??)
    Che mi dici???

  19. Dorianodoc ha detto:

    Certo che quando leggo Sensibile che dice che interverrano se “capiterà” l’occasione, mi cascano le braccia (e non solo quelle)! Forse questa piccola serie di risultati positivi (prima di ieri) ha illuso chi non aspetta altro per non spendere. Ma la realtà è ben diversa! Una squadra che ha fatto pochi punti in più del Pescara (primo candidato alla retrocessione, secondo gli “esperti”), non deve essere ritoccata “se capiterà l’occasione”. Si deve intervenire PROFONDAMENTE. E qui la vedo non dura ma durissima. La poca voglia di spendere dei garroni (eufemismo), unita all’incapacità ormai provata di Sensibile può essere un mix molto ma molto pericoloso.

  20. giacomo ha detto:

    ciao, Luca, condivido la tua analisi; speriamo che la sconfitta di ieri abbia fatto capire alla proprietà gli evidenti limiti dell’organico.
    Una domanda: non pensi che dopo quello che noi tifosi abbiamo dovuto patire negli ultimi due anni, avremmo meritato uno sforzo della famiglia Garrone per allestire una squadra che garantisse un campionato senza patemi? non ci sarebbe voluto poi molto …
    Ed ancora, mi ripeto, è giusto riaffidare la direzione della campagna acquisti a Sensibile che ad agosto ha sbagliato tutto o quasi?
    infine: non pensi che ieri sera come in altre occasioni la samp sia stata poco grintosa?non è possibile fare giostrare Di Natale a suo piacimento, mentre Pinzi (un espertosempre al limite dell’ammonizione) ricorreva al fallo sistematico per interrompere le nostre giocate; ci sono squadre medio piccole (ad es. Atalanta e Catania) che in casa loro si fanno rispettare.
    Grazie

  21. pipino42 ha detto:

    Avendo a disposizione il parco attaccanti attuale e la squadra che arranca pericolosamente, trovo “agghiacciande” che la Società possa prendere in considerazione di concedere al bravo Icardi di andare per un lungo periodo a giocare in un torneo giovanile in Sud America.
    Si rendono conto che la sua scoperta ci ha letteralmente salvato nelle ultime partite?
    Si rendono conto che Lopez sarà fuori per chissà quanto e Pozzi ed Eder sono giocatori sulla cui integrità fisica non si può assolutamente fare conto?
    Vogliono ripetere il giochetto al limite dell’incoscienza che ci ha portato a vendere Pazzini con Pozzi (toh!) appena infortunato, con i risultati che conosciamo?
    Ed infine come può un giovanissimo che ha la straordinaria fortuna di giocare in una squadra di prestigio del massimo campionato italiano rimpiangere un torneo a livello di primavera?
    Caro Luca cosa ne pensi? Cerca di far pesare il tuo carisma per sconsigliare una simile leggerezza!

  22. Francesco 83 ha detto:

    Caro luca

    Nuova titolare di gennaio che ne pensi?

    Romero, Agostini, Gastaldello, Manfredini, Costa, Poli, Maresca, Obiang, Eder, Maxi Lopez, Taddei

  23. Stefano_1970 ha detto:

    Prima della gara con la Fiorentina avevo scritto che 6 punti nelle successive 6 partite (Fiorentina-UDINESE-Catania-LAZIO-Juventus-MILAN) sarebbero stati un buon trampolino di lancio per sorridere al futuro. Mai dire mai, ma sarà davvero dura conquistare punti nelle prossime partite.

    Chiedo a Luca un commento tecnico. Ieri mi è sembrato che i giocatori della Samp spesso e volentieri quando ricevevano la palla “perdessero un tempo” nel controllo della palla a causa di errati posizionamenti rispetto allo sviluppo dell’azione. FAccio un esempio, ma ce ne sarebbero dozzine…. Costa quando saliva per sovrapporsi restava sempre troppo indietro e procedeva troppo lentamente quindi sullo scarico del compagno rincorreva la palla verso la linea laterale (dove l’avversario ha più chance di temporeggiare e chiudere) anzichè ricevere (più avanzato) già posizionato per tagliare verso il centro e mettere in difficoltà il difensore. Il posizionarsi in campo nel modo giusto è questione di abitudine, di metodo di allenamento oppure si lascia fare al giocatore?

    Concordo che a Gennaio servano giocatori. Il problema che si rimaterializza è il dover cedere giocatori senza mercato: Palombo, Castellini, De Silvestri, Poulsen, Tissone (in scadenza), Juan Antonio, etc.
    Tu giustamente dal tuo punto di vista tra gli altri inserisci anche Renan… io come lo scorso anno ho visto l’inutilità di Juan Antonio ho visto anche che il brasiliano, nella sua pochezza, le “palle” le ha sempre messe in campo. Berardi l’anno scorso era ridicolo. Questa stagione, nella pochezza di questo campionato, dimostra che che con la grinta il campo lo si può tenere. Giocatori che non mollano ne vorrei sempre in campo. Che poi il centrocampo della Samp dia già pieno zeppo di giocatori compassati…beh questo è sotto gli occhi di tutti e credo che in Società dovrebbero cominciare a guardarsi intorno perchè tenere in rosa Obiang-Maresca-Tissone-Renan-Nenad-Munari-Soriano che fanno i 100 metri in 18 secondi…beh…è un pò fuori dal mondo reale. E’ brutto dirlo, ma delle scelte vanno fatte e qualcuno deve essere utilizzato come pedina di scambio per ottenere giocatori più dinamici.

  24. trevor1965 ha detto:

    Ciao capitano,torniamo,ahimè,al solito punto di partenza il mister.Come in altri post precedenti non posso che non essere d’accordo con chi sottolineava la differenza tra Guidolin e Ferrara,che in pochi minuti ha letto la partita in maniera perfetta al contrario del nostro che addirittura se non erro in una dichiarazione post partita dichiarava che non ha tempo di provare soluzioni di schemi diversi da cambiare in corsa.Ma io mi domando:ma cosa fanno durante la settimana negli allenamenti a porte chiuse nel campo superiore?nel primo gol c’erano tre uomini soli nella nostra area.Con la Fiorentina?non ne parliamo,ma si sa Montella prepara molto bene le palle inattive……..parole di Ferrara nel post partita,ma visti tutti i nostri limiti perchè non ci organizziamo in questo senso anche noi?Il mister non è mica subentrato in corsa credo che abbia avuto e abbia il tempo per provare soluzioni tecnico tattiche utilizzando gli uomini a disposizione che non son certo fenomeni ma vanno utilizzati al meglio per le loro caratteristiche per non parlare delle palle inattive non solo quelle subite,ma siamo capaci ad organizzare uno straccio di schema su palla inattiva?o dobbiamo continuare a sorbirci i sermoni supponenti di quando ero alla Juve…oppure cose già viste…….ma se sono già viste ripetere è diabolico.Ora ci aspetta Catania ambiente da sempre ostile e senza il Gasta spero di sbagliare ma ho l’impressione che ricominci una nuova serie e non è quella minipositiva di tre partite. Sperare in rinforzi a gennaio?visto lo staff tecnico…….chissà cosa ci aspetta?sicuramente grandi sofferenze.
    Sempre forza Doria nonostante tutto

  25. trevor1965 ha detto:

    P.S.ma i grandi allenatori sono anche maestri di calcio,riescono a fare migliorare tecnicamente e tatticamente i propri giocatori ,insegnano a superare e sopperire le lacune dei giocatori se vogliono realmente valorizzarli,ma il lavoro è sicurammente lungo,certo che se il modello è la Juve di Lippi…..Con questo commento spero di non dover tornare più sul mister.
    Grazie Capitano per lo spazio

  26. Pippo ha detto:

    Ciao Capitano.
    Dico solo tre cose:
    – in difesa Rossini non mi convince per niente
    – a centrocampo per giocare a tre occorrono tre attaccanti che si sfiatino anche a difendere ed Estigarribia non dà alcuna sicurezza anzi…
    – con l’udinese siamo stati dei polli belli e buoni…

  27. Cristian ha detto:

    Ciao Luca! Mi complimento con te per questa rubrica. La leggo con piacere confrontando le mie critiche positive o negative che siano con le tue. È lampante che la costruzione di questa Samp abbia più di una lacuna. Vedi i molti giocatori inutilizzati (Renan, De Silevestri, Poulsen e Juan Antonio) e alcuni pagati caro. Ora alle porte di gennaio con un mercato in arrivo e parecchi milioni di passivo dubito che Edoardo riapra il portafoglio anche perché non mi pare che quest’ultimo si sia tirato indietro nei momenti critici della passata stagione. Forse è arrivata l’ora che Sensibile si inventi qualche scambio che porti qualche giocatore utile alla causa in cambio di qualche esubero. Che ne pensi? Non ho disquisito su questioni tecnico tattiche perché la tua analisi mi è sembrata corretta ed esaustiva. Un saluto!
    Cristian

  28. Marco - Verona ha detto:

    Bravo Capitano. risposte sempre precise. Magari avessimo uno come te in squadra adesso. La difesa è davvero scarsa, e dobbiamo fare qualcosa a gennaio.
    Ferrara ha avuto il demerito di pensare ad una partita diversa da quella che avrebbe dovuto preparare. L’Udinese è una squadra tosta e si sapeva. Di Natale poi è da solo il 50% della forza della sua squadra, e per giunta è pure in un buon momento di forma, fermato lui il gioco era quasi fatto. Ma come ho detto dietro siamo messi male.
    La Samp poi è una squadra che quando va sotto fa molta fatica a riprendersi mentre se segna per prima riesce quasi sempre a fare bene. Certo che se Pozzi l’avesse messa dentro forse qualcosa di più sarebbe venuto fuori. Ad ogni modo adesso c’è da affrontare il Catania, che è un’altra compagine tosta. Noi saremo in emergenza in difesa. Bisognerà indossare elmetto, giubbotto antiproiettile, e sperare che anche agli avversari capiti di sbagliare partita.

  29. Pier58 ha detto:

    Analisi perfetta caro capitano.
    Hai ragione questa sconfitta ci deve servire come lezione per non farci dimenticare chi siamo e cioè una squadra in lotta per la salvezza e che dovrà sudare su ognbi pallone fino alla fine per raggiungerla.
    Volevo farti due domande: la prima è che a me pare che la Samp faccia meno fatica fuori casa o contro le cosidette grandi in quanto può giocare di rimessa mentre quando deve costruire trovi difficoltà anche perchè colui che dovrebbe fare gioco e cioè Maresca attualmente sia un pò in difficoltà;
    la seconda è sul d.s. Sensibile che mi pare che a parte Romero, Berardi chè è una piacevole sorpresa, Costa che si adatta a terzino sinistro, Mustafi, Maresca di cui ho già detto sopra ed Eder per il resto abbia fallito tutii gli acquisti e non sono pochi ed inoltre i giovani che attualmente stanno facendo bene li abbia trovati già in casa.
    Io spero proprio che la campagna acquisti di gennaio non la faccia lui.
    Un cordiale saluto.

  30. Maraschi ha detto:

    Premesso che se regali due goal e sbagli un rigore, non puoi pretendere di non perdere, tre considerazioni:
    con Maresca in campo giochiamo in 10
    Estigarribia sulla fascia, pur sbagliando molto, ci sa stare meglio di ogni altro
    speriamo che tenga botta Icardi (il migliore: non ha sprecato un pallone, si è procurato il rigore e ha sfiorato il goal) e che rientri Eder, perché Pozzi è insopportabile e inutile, se non dannoso (rischia di farsi buttare fuori e comunque innervosisce e si mette contro gli arbitri)

  31. bisciagoal ha detto:

    Francamente resta sempre più difficile giudicare il Ferrara allenatore.
    Come probabilmente sostiene Giorgio, ha nel dna la mentalità del difensore..ma a volte non è detto che il ruolo giocato in carriera sia determinante nella scelta della tattica: Mancini e Novellino, erano due giocatori fantasiosi ed anarchici…da allenatori hanno sempre praticato un calcio tattico, poco divertente, speculativo e difensivo, nonostante spesso abbiano potuto contare, specie Roberto, su grandi giocatori e rose ampissime.
    Credo che potremo esprimere un giudizio definitivo solo in Primavera quando, sperando in acquisti giusti e mirati, avrà la possibilità di giocare secondo la sua idea di calcio….fosse anche squadra corta che gioca di rimessa ma con terzini che sanno fare sovrapposizioni e cross ed attaccanti rapidi ed imprevedibili…non sarebbe così male!

  32. vincenzo ha detto:

    Per tirare un po’ su il morale: le prossime quattro partite sono indubbiamente difficili però: il Catania é forte ma abbordabile anche se gioca in casa, la Lazio fuori casa é discontinua e segna poco, con la Juve si gioca il 6 gennaio dopo la lunga sosta e di solito dopo le feste ci sono delle sorprese…, con il Milan la considero la più problematica di tutte… .
    Personalmente come vorrei i 3 punti con la “vecchia”.. .
    Sempre forza Samp e buone feste a tutti i tifosi sampdoriani!! .

  33. Pino ha detto:

    Ciao Luca!
    Per favore vorrei una tua opinione sul non utilizzo di Angelo Palombo. Vediamo che la Squadra tutto sommato non è da buttar via, solo che ha degli improvvisi cali di tensione che costano cari. Vuoi per l’inesperienza di alcuni, vuoi per la non possibile utilizzazione di altri (partiti come titolari e mai utilizzati contemporaneamente a causa di vari incidenti) questa equipe non si è mai potuta esprimere al suo massimo valore. E questo depone a favore dell’allenatore. Che però, a mio avviso, dovrebbe poter dare una chance a Palombo, proprio in virtù della mancanza di esperti. C’è al riguardo Gastaldello e Maresca. Il primo non ci sarà a Catania, il secondo presenta un calo di forma. Ed allora qual è il motivo del non utilizzo di Angelo? Possibile che un giocatore che è stato il simbolo del fenomeno Samp duranre l’era Mazzarri – Del Neri ora non abbia la possibilità di avere un ritaglio di partita per dimostrare il suo eventuale se pur residuo valore? Mi piacerebbe sentire l’opinione tua e del blog. Grazie.

  34. paolo ha detto:

    caro capitano, non pensi che estigarribia sia in un ruolo non suo? perche ferrara lo mette sempre fuori ruolo secondo me puo essere un buon giocatore.
    per il mercato secondo te ci vorrebbe un regista alla cassano per rifornire le punte
    un cursore di fascia alla lombardo e un buon terzino per supportare gastaldello per coprrirsi di piu?
    tanti saluti io ti vedo sempre su primocanale sei sempre il numero 1

  35. Camillo ha detto:

    Pellegrini Mannini Wierchovod dopo di voi non abbiamo piu’ avuto un difensore del vs livello, Luca per cortesia dai due consigli per gli acquisti

    ciao

  36. Gipo Samp ha detto:

    Il VPV Edoardo alla domanda su chi farà il mercato a gennaio risponde : il mercato di gennaio lo farà Sensibile con il consenso di Ferrara. (Sic!)
    E da interpretare come una doppia minaccia?

  37. Martino Imperia ha detto:

    Lo sfogo di GIORGIO è condivisibile. Ci è stato raccontato che Ferrara era l’allenatore giovane bravo nell’utilizzare i giovani. Invece non fa altro che ripetere che i giocatori son troppo giovani e quindi non si può pretendere più di tanto.

    E poi che Juan Antonio e Renan non sia proprio più capaci a giocare a pallone non ci credo. Un pò va bene, ma zero zero no.

    Il 4 5 1 è il modulo migliore per affrontar squadre che fanno la partita, ( modulo non so fino a che punto scelto con cognizione di causa visto che deriva dall’emergenza derby), ma per le altre?
    Occorre FANTASIA!!!

    E non mi illudo che a gennaio la Samp venga ridisegnata: Sansone va bene, ma permaniamo nel grigiume.

    Per quest’anno giusto che si vada in fondo con Ciruzzo nostro, ma il prossimo anno permettetemi di pretendere un Mister di prima fascia e che mi possa rimbambire incantandomi di sogni magari incredibili come il pifferaio magico. Zico, Zenga, l’Imperatore Terim, Simeone, Eriksson…..ho un pò voglia di sognare.

  38. carlo 66 ha detto:

    ciao capitano, io penso che con ferrara non si può fare un progetto a lunga scadenza come vuole fare la società perchè non vedremo mai giocare a calcio in maniera propositiva ,personalmente ciro mi è pure simpatico ma come tecnico non lo vedo tanto bene,sarà che io non ho mai visto un terzino o uno stopper diventare un grande tecnico,vedono il calcio da difensori e sono molto limitati ,lo so che lippi è diventato un grande ma lui era un libero come te e non è la stessa cosa.la samp doveva prendere montella o il prossimo anno sannino sempre che il mancio non faccia una pazzia per amore dei nostri colori.ferrara se potesse farebbe giocare tutti i giocatori difensivi che si ritrova in rosa ma forse lo stà già facendo altro che 4 3 3 ,poi estigaribbia a destra non si può propio vedere,all inizio diceva che col piede contrario poteva andare al tiro ,però se dopo 15 partite ti accorgi che di tiri non ne fa mai cambia.tu cosa ne pensi?saluti da pontex

  39. Michele71 ha detto:

    Io credo che il nostro campionato sarà questo, medio bassa classifica. Speriamo nella salvezza ad un paio di giornate dalla fine.
    Senza esterni di difesa che piacciano a Ferrara (l’unico è Berardi…) e senza esterni funzionali da un 4-3-3 o 4-5-1 che dir si voglia di strada ne faremo poca e con fatica.
    Abbiamo in compenso abbondanza di centrocapisti centrali e mezze ali, possibile che nessuno se ne sia accorto quest’estate ?
    E’ ovvio che la mia è una domanda retorica, ce ne siamo accorti tutti tranne uno, quello che operava sul mercato…

  40. supereder ha detto:

    ciao luca,
    la partita di lunedi è stata negativa,un passo indietro rispetto alla gara di firenze,anche se secondo me non va a scalfire i segni di ripresa della squadra.personalmente credo che ferrara abbia sbagliato a schierare soriano e poli esterni,sopratutto il primo che secondo me è un centrocampista di quantità e sostanza,estigaribbia, è l’unico esterno insieme a kristicic al momento della sampdoria e quando manca il serbo,dovrebbe essere utilizzato,a gennaio andranno acquistati 3 giocatori almeno, 1 centrale,un terzino destro e un esterno offensivo,mi piace molto sansone,credo che possa rappresentare un alternativa sia come esterno sinistro,sia come seconda punta ad eder, sperando che i 20 gol dello scorso anno non siano un caso….
    un saluto e forza samp

  41. Marco ha detto:

    Manca l’ufficialità sul sito della Samp, pare esonerato Ferrara. con probabile arrivo di Delio Rossi..

  42. claudio ha detto:

    sensibile e ferrara uno sul carro l’altro lo tira via senza rancore ma nemmeno con un briciolo di stima.

SE TRE INDIZI FANNO UNA PROVA…

Se tre indizi fanno una prova, dopo le vittorie con Fiorentina e Lazio, la Sampdoria ha confermato a Bergamo di [&hellip

PERFETTI

Paradossalmente c’è “poco” da dire sulla rotonda vittoria della Sampdoria contro la Lazio, perché la squadra di Ranieri è stata [&hellip

RINASCIMENTO

Avete ragione, state già pensando che ho esagerato nel titolo. Ed è vero. Ma l’ho fatto consapevolmente. Dopo tanto soffrire [&hellip

DI MALE IN PEGGIO

“Non mi è piaciuto quasi niente, sembravamo una squadra sparring partner, pavida, non ho visto voglia di lottare”. Parole di Claudio [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta