Continuità positiva…e l’importante fattore “G”

26 Nov 2012 by Luca Pellegrini, 92 Commenti »

Mi perdonerete il titolo poco immediato, ma avrò modo di spiegarmi. Intanto sorrido per la seconda vittoria consecutiva della Sampdoria dopo il derby: il successo col Bologna, in una gara complicatissima, è senza dubbio oro per i blucerchiati.

Un match difficile, a prescindere dalla superiorità numerica, per le criticità tecniche che presentava ma soprattutto per quelle psicologiche. Esame di maturità dunque superato quasi per intero (si poteva in effetti soffrire meno) dalla giovane, anzi giovanissima Samp di Ferrara.

Ed ecco qui la spiegazione del titolo, perché questo successo e la situazione blucerchiata si può proprio inquadrare utilizzando il “fattore G”.

G come GIOVANI. Tanti e importanti, sempre di più, per la corsa salvezza. Meno male che ci sono loro, verrebbe da dire. Dalla difesa all’attacco: Mustafi in crescita, Poli goleador e lottatore nel nuovo ruolo, Obiang sontuoso, Krsticic sempre utile, Icardi saggio tatticamente e generoso nel ruolo di unica punta. Solo Rossini presenta ancora lacune che non mi piacciono.

G come GRADUATORIA. Non splendida, è vero, ma ottima rispetto a due settimane fa. Sedici punti con 7 squadre alle spalle e +5 sulla terz’ultima rappresentano un bottino positivo in vista della trasferta di Firenze e di un calendario ostico.

G come GRUPPO. Compatto e unito, grintoso (altra “G” positiva) e pronto a lottare contro le emergenze e la coperta corta, anzi cortissima.

E allora arrivo alle “G” negative. Perché per G inizia anche il termine GARANZIE. Ferrara purtroppo non ne ha molte e il solito tema della coperta corta dovrà far rima, nel mercato di riparazione, con robusti interventi in entrata. Le due vittorie della rinascita sono arrivate bocciando praticamente in toto la campagna acquisti estiva: in questo senso Sensibile è giustamente messo in discussione e probabilmente pure ridimensionato in sede decisionale nella prossima finestra di mercato. A mio avviso mancano 2 difensori, un esterno di centrocampo e un attaccante “alla Eder” per stare tranquilli, meno tasselli andrebbero comunque bene ma almeno due innesti dovranno arrivare.

Il tutto per ottenere l’altra G, quella di GIOCO. Nel derby giustamente non in primo piano (servivano gli attributi per vincere e così è stato) e ieri pure nonostante l’uomo in più. L’attenuante per Ferrara c’è ed è tutta nelle assenze (con Eder 20 minuti in campo si è vista eccome la differenza) e nella panchina corta e di poca qualità. Ora come ho detto più volte arriviamo a gennaio con le ossa meno rotte possibile, poi però sarà necessario intervenire.

E intanto, dopo 2 successi in 2 gare così delicate godiamoci pure la “G” più bella, quella di GIOIA.

Un abbraccio a tutti!

 

92 Commenti

  1. bonomork ha detto:

    ottimo articolo Capitano!
    P.S. speriamo arrivino tanti punti (G). 🙂

  2. MadMick ha detto:

    E’ andata! 🙂
    Non era facile fare punti con una squadra che giocando in 10 decide di difendere per tutti gli 85 minuti, ma ce l’abbiamo fatta!
    Bella l’azione del gol.
    Mustafi come dici tu sicuramente in crescita e dovrà imparare a giocare più velocemente e a proporsi ancora di più: ieri era spesso liberissimo ma temporeggiava un po’ troppo.
    Obiang e Krsticic veramente ottimi!
    Rossini non mi è piaciuto e diciamola tutta: abbiamo rischiato di pareggiare per colpa sua, perchè il rigore ci stava tutto.
    Certo è che non esiste alcun sostituto in quella posizione!!!

    • doria65 ha detto:

      Una volta rientrato Berardi a destra, si potrebbe provare con Mustafi…
      Che ne pensi?

      • MadMick ha detto:

        Mustafi…perchè no: dovrebbe essere il suo ruolo!
        Certo che così facendo Rossini perderà fiducia…e ce lo saremmo definitavamente giocato, ma salvare capra e cavoli non si può!

        Palombo centrale non lo vedo fattibile: per me potrebbe e dovrebbe rientrare in squadra ma non certo in quel ruolo!

    • Martino Imperia ha detto:

      Io ci metterei PALOMBO in quella posizione

  3. PAOLO_65 ha detto:

    Concordo con te Luca,
    secondo me bisogna puntare sui giocatori “scontenti”, come fece Marotta quando prese Pazzini, in questo senso punterei su due che penso siano davvero inc…..ti e che verrebbero con la sicurezza di giocare ovvero Liechsteiner e Matri, mentre per l’esterno di centrocampo lo avevamo già preso ma si è rotto il legamento crociato (Gavazzi) e bisognerà trovarne un altro. Per il centrale sincermante non ti so dire, però potremmo pensare anche ad uno di esperienza come Natali, l’importante è che gli acquisti siano già disponibili il giorno dell’Epifania a Torino e non ai primi di febbraio e che non siano acquisti tipo Marchesetti, Juliano e via dicendo, se Sensibile vuole riscattarsi ha una buona occasione per farlo.

    • MadMick ha detto:

      Tutto vero Paolo…anzi verissimo, ma Matri e Liechsteiner sono in squadre top e vorranno sicuramente andare in altre squadre in ben altra classifica.
      Il Pazzo invece ne veniva dalla FIorentina per giocare in una squadra che era da parte sinistra della classifica.
      Natali non mi farebbe impazire…ma onestamente non vedo alternative.
      Totalmente d’accordo sul fatto che si dovrebbero acquistare subito e con ilo benestare dell’allenatore!!!

      • francesco ha detto:

        Ragazzi ma Lichtsteiner è titolare inammovibile della Juve, nonché idolo dei tifosi… Per quale assurdo motivo dovrebbe venire da noi???

  4. anto ha detto:

    Caro Luca ho provato a buttare giù qualche nome per gli acquisti di gennaio – Muriel vice Eder – Cassetti – terzino dx – Dossena sx – Saponara esterno sx/dx. Mi sembra che con questi 4 le cose potrebbero migliorare anche se nel calcio nulla è scontato. Quando abbiamo preso De Silvestri, Poulsen, Estig. ero ben felice, poi alla resa dei conti hanno reso meno di quanto si poteva pensare. Magari si riprendono tutti ed allora aavremmo anche un gran panchina, cose ne pensi?

  5. Daniele da Rapallo ha detto:

    Come al solito ottima analisi Luca.
    Io, che da profano ieri ho visto la partita dal vero, avrei anche usato un titolo tipo “Vince ma non Convince”.
    Vince ma non convince per alcuni dei motivi che tu hai elencato anche sei io ho visto un Obiang decisamente inferiore ad latre partite : ha commesso molti errori e molti falli.
    Vince ma non convince perche’ se non fosse entrato Eder (e speriamo che il suo infortunio non si allunghi) col cavolo che vincevamo.
    Ottimo Icardi che probabilmente ha la stoffa per diventare un attaccante vero; buono Mustafi fuori ruolo anche se quando crossa dal fondo….mamma mia.
    Certamente la squadra e’ giovane ma i veri campioni li vedi subito (Roberto Mancini ai nostri tempi, El Sharawy adesso) e spero che questa coperta corta venga prontamente allungata a Gennaio da quel DS nel quale ripongo veramnte una fiducia risicata, non a caso Icardi l’ha portato un “ragazzo” che ora fa il DS del Monaco e figlio del capo osservatori Zenit San Pietroburgo.
    Non darei colpe particolari a Ferrara, probabilmente per un progetto basato sui giovani non e’ uno sprovveduto. Certo avrei preferito Montella col senno di poi, ma cosa avrebbe fatto con questi uomini ? Sono infatto arciconvinto che l’unico giocatore fortemente voluto da Ferrara sia Maresca, pergli altri il suo avvallo lo definirei relativo.
    Una domanda (sperando che tu trovi il tempo come una volta per risponderci) :
    Cosa ne pensi di Estigarribia ? A me non sembra poi cosi’ malaccio, magari non sara’ stato da Juve ma mi sembra veloce ed in grado di saltare l’uomo, crossare e tirare se viene inpiegato dal lato del suo piede. Sono convinto che se ieri Poli non avesse avuto i crampi sarebbe entrato con l’intento propiziare il goal della tranquillita’.
    Fiducioso in una tua risposta ti saluto con simpatia…
    Daniele

  6. Dorianodoc ha detto:

    Grande Luca, hai scritto un “pezzo” veramente centratissimo, su cui è impossibile non essere d’accordo. Con Obiang e Maresca il centrocampo ha indubbiamente un altro spessore, e Icardi (che non bisogna caricare di troppe responsabilità) si sta rivelando un ottimo elemento. I problemi sono incentrati soprattutto in avanti e in difesa. In attacco creiamo poco e quel poca spesse volte lo sprechiamo. Non siamo riusciti a “chiudere” una partita contro una squadra in dieci e abbiamo pure rischiato di pareggiarla. Se ti vuoi salvare non te lo puoi permettere! In difesa la qualità è veramente bassa. Rossini, possiamo pure raccontarcele, ma è un elemento al massimo da B, e gli altri, Gastaldello a parte, sono sulla stessa linea. Se non si interviene pesantemente a gennaio i rischi sono tanti.

  7. matteo 76 ha detto:

    Era importante vincere questa partita e soprattutto dare continuita’: il gioco latita ma le assenze sono pesanti e anche le carenze.
    Rossini si conferma inadatto per la categoria, fa specie la sua paura e la mancanza di tempismo sulle palle molto alte (meno male che le sue mani su gilardino non sono state viste) manca un centrale difensivo ( anche natali si sta facendo il crociato…) manca un terzino sinistro anche se Costa il suo lo fa, Il centrocampo mi piace: Poli forse sta avendo quel miglioramento che tutti si aspettavano e che in molti, io compreso, diffidavamo potesse arrivare.
    Ecco ieri mi ha un po’ impressionato negativamente Maresca per il ritmo veramente spaventosamente geriatrico con cui ha giocato, bene tissone che quando entra ha sempre un impatto positivo e forse meriterebbe maggiore minutaggio nel senso che quando vedi kristicic e poli arrancare si aspetta troppo per sostituirli, bene anche soriano.
    Io mi aspettavo non solo eder ma dopo la sua uscita un ingresso di juan, che fenomeno non e’ per carita’ pero’ era l’unico che poteva provare a velocizzare l’azione saltando l’uomo o estigaribia dato che sulla destra avevamo una prateria che mustafi non poteva sfruttare.
    Icardi si muove da grande attaccante, se tiene la testa sulle spalle questo diventa un grande.
    A firenze sara’ dura e rientra jovetic ma paradossalmente queste sono le partite in cui l’atteggiamento tattico di ferrara rende di piu’ rispetto alle partite in casa con le dirette concorrenti.
    Forza Samp.
    Bisogna arrivare a 20 !

  8. gasta28 ha detto:

    capitano concordo in pieno con il tuo post!
    una sola domanda… sbaglio o i tanti (troppi) errori x usare un eufemismo di sensibile, si sono riflettuti anche sulla primavera della samp???
    sono quasi 2 anni (arrivo di sensibile) che viaggia tra le ultime 4/5 posizioni in classifica!!!
    sinceramente nn ricordo annate così povere di risultati.
    questo secondo te non è un grosso problema visto la politica di rilancio e crescita dei giovani che ha adottato la società??
    il nostro ds nn azzecca gli acquisti per la prima squadra figuriamoci quello che può fare con il settore giovanile visto che è molto più difficile da rimpolpare!!
    che ne pensi?
    grazie e sempre forza samp!!!!

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao, non credo di poter giudicare fin dove l’operato di Sensibile incida anche sul settore giovanile.

      le squadre Primavera di solito vivono picchi e cadute, conta che si tratta di cambi generazionali che avvengono quasi ogni due anni. lasciamo lavorare il settore giovanile blucerchiato ancora un po’, poi giudicheremo

      😉

  9. Davide ha detto:

    Verissimo Luca, qui innesti ne servono eccome. Eccetto Maresca e il riscatto di Eder (voluto da Iachini, Sensibile aveva portato Bertani e Piovaccari) tutto il mercato è da bocciare. Persino Maxi Lopez che ora è fuori causa e che ha fatto vedere qualcosa all’inizio.

    Si spera di recuperare Pozzi già da Firenze. Un 4-4-2 con Icardi prima punta e Pozzi in appoggio (come faceva con Pazzini) con Krsticic ed Estigarribia o Munari sugli esterni.

    Come lo vedresti?

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao davide, a giocatori pienamente recuperati può starci, anche se meglio sarebbe la coppia Pozzi-Eder o Eder-Icardi. Maurito e Nicola hanno caratteristiche troppo simili, è vero che Pozzi lo faceva con Pazzini ma lì era un’emergenza nel momento in cui stava fuori Cassano

      saluti

  10. alex57samp ha detto:

    Andrò controcorrente, ma Io ieri allo stadio ho visto per l’intero primo tempo una squadra che non ha saputo approfittare della superiorità numerica perchè priva di idee e soprattutto priva di un giocatore in grado di cambiare la partita.
    Nella ripresa il pur convalescente Eder ha illuminato il gioco della Samp, ma quando è uscito lui, la Samp si è di nuovo spenta e buon per noi che l’arbitro non ha visto il rigore a favore del Bologna e che il Bologna si è mangiato tutte le occasioni d’oro che gli abbiamo gentilmente concesso.
    Non riesco quindi a vedere la prova di ieri positiva. Di positivo c’è solamente il risultato finale.
    Mustafi non l’ho visto in crescita perchè, pur godendo di molta libertà, non è in grado di mettere in mezzo un pallone decente. Obiang quando si tratta di recuperare palloni è un grande, ma quando deve tirare in porta meglio non fare commenti.
    Mi conforta Icardi, che merita di giocare con continuità dopo le ultime ottime prove offerte.
    Poi suggerirei di togliere dalla formazione titolare Rossini (ieri ne ha fatta un’altra delle sue) e inserire al suo posto Costa. So però purtroppo che così si aprirebbe un vuoto a sinistra.
    Con questa squadra non vedo un futuro molto roseo, spero di sbaglarmi.
    Forza Samp

  11. flex ha detto:

    Caro Capitano
    chi farà il mercato di gennaio?

  12. fabrizio perfumo ha detto:

    Vince ma non convince, come già indicato in post precedente, mi sarebbe sembrato il giusto titolo per il commento al match di ieri. Detto che va benissimo così e che , per salvarsi, servono partite brutte, sporche e cattive come quella di ieri. Inoltre, pure ieri, eravamo in grande emergenza con il solo Icardi a disposizione ed Eder in campo una ventina di minuti ( nei quali è stato decisivo, a riprova che la sua assenza è molto pesante). Bruttissimo però il primo tempo e lacunosa la Samp quando deve fare gioco : un difetto emerso con chiarezza nelle sette sconfitte consecutive ma pure, parzialmente, prima. Abbiamo recuperato un pò di corsa e grinta e non è poco per il nostro obiettivo. Mentre attendiamo buoni rinforzi per gennaio mi sembra però urgente porre rimedio al fattore Rossini: ogni domenica ne combina di grosse. Deve accomodarsi in panca. Può giocare Costa centrale – il suo vero ruolo tra l’altro- adattando qualcuno a sinistra, quasi non mi importa chi. Può giocare anche Mustafi al centro – anche lui è un centrale e non un terzino – e a quel punto non sarebbe necessario togliere Costa dalla sinistra. A me pare una mossa urgentissima già da qualche settimana. Rossini era limitato in B, in A è disastroso : lento, sempre mal posizionato, a volte supponente con la palla al piede, distratto ( il peggior difetto per un difensore), scoordinato ( il mani di ieri una riprova). Ecco che in questo ferrara si attardi mi suscita molti dubbi essendo stato lui un grande difensore e propugnando, da allenatore, un calcio molto molto molto difensivo.

  13. sampdorianamente ha detto:

    Complimenti capitano mai articolo fu più azzeccato.
    Un’osservazione e una domanda:
    Ho letto che tutti vorrebbero un centrale per “far riposare” Rossini. Ma Mustafi non è un centrale???? Sta giocando bene in un ruolo non suo, quando rientra Berardi io lo proverei centrale. L’urgenza è a sinistra dove Costa fa quello che può e Castellini e Poulsen sono stati bocciati.
    Domanda: hai detto di un attaccante alla Eder…. ma giusto per dicembre, secondo te, Icardi e Pozzi possono convivere, visto che quest’ultimo dovrebbe rientrare…..

  14. robmerl ha detto:

    Sprazzi di buon gioco, ma troppe pause e troppe incertezze in difesa. In questo momento Tissone – impiegato come trequartista – sta facendo bene, anche meglio di Maresca, troppo prevedibile e geometrico. Indispensabile un esterno destro (faccio un nome che è una garanzia: Saponara) per riportare Estigarribia sulla sinistra. Op ,o accontenterei,guardando al futuro, dell’incedibilità di Poli e Obiang
    Cosa ne dici di un 442 in casa che diventa 4141 fuori?

  15. Paolo1966 ha detto:

    Dopo essere stati sull’orlo dell’abisso sono arrivati 3 + 3 punti che ci hanno dato respiro.
    Dovevano arrivare e non importava come.
    Ora bisogna immediatamente riflettere in due direzioni: come arrivare a Gennaio e come agire a Gennaio, visto che l’unica certezza e’ che la squadra deve essere risistemata.
    Il vantaggio di avere giovani e’ che sono duttili e quindi qualche lacuna riescono a mascherarla (es. Mustafi a destra o Andrea che fa l’esterno a sinistra), ma alla lunga si deve intervenire.
    Le novita’ positive di queste ultime giornate (fatta la premessa che la rosa e’ squilibrata, i nuovi stanno globalmente deludendo e il gioco, per queste e altre motivazioni latita) sono Mustafi (affidabile), Poli (grinta, corsa e finalmente gol, avesse piu’ forza nei tiri…) e Maurito (senza paura, spina nel fianco delle difese e tanta corsa).
    In attesa di Maxi magro e Pozzi sano, se riuscissimo a schierare Icardi ed Eder davanti supportati da un centrocampo solido (Maresca, Tissone, Munari, Pedro), un Poli che cuce facendo anche il guastatore e un Krstcic che da una mano, a Gennaio potremmo arrivarci bene.
    Io vedrei quattro dietro (dogma del mister) Berardi Gastaldello Rossini Costa, con Mustafi da verificare anche al centro per far tenere alta la concentrazione e la cattiveria a Rossini, a centrocampo un Krstcic/Munari Maresca/Tissone Pedro e Poli con davanti i due rapidi.
    Estigarribia, l’unico delle delusioni estive, su cui mi sentirei di fare qualche altro tentativo potrebbe dare il cambio a Poli nel caso in cui serva spinta sulla fascia.
    Per De Silvestri e Poulsen miracoli a parte mi sembra che gli spazi si siano ridotti.
    Da qui alla fine del girone d’andata dobbiam prendere tutto quello che possiamo, venga come venga

  16. New York ha detto:

    Luca , Pennsi Che si far a qualcosa a gennaio ?
    La squadra e fortemente incompleta e manca di qualita, bene I giovani ma serve classe
    Il bologna e una squadra mediocre, se non gatti queste squadre come appunto felsinei e cugini con chi limfai I punti ?

    SERVE GENTE A GENNAIO

  17. Ale ha detto:

    Ciao Capitano,
    Nonostante gli ultimi 2 successi io rimango pessimista: Ciro Ferrara non mi convince, ieri anche uno poco esperto avrebbe capito che Estigarribbia ci avrebbe fatto comodo in campo in superiorità numerica..e quando Eder è uscito dal campo per l’ennesimo infortunio davo per scontato l’ingresso in campo del paraguyano per dare un po’ di profondità alla manovra.. Invece l’allenatore della Samp ha messo l’ennesimo centrocampista ed ha permesso al Bologna di alzare il proprio baricentro cosicché i Felsinei hanno creato diverse palle gol.
    Luca, Ciro non mi sembra all’altezza anche perché non sa leggere bene la partita dalla panchina ( anche nel derby il cambio Maresca-Tissone andava fatto molto prima).
    Domenica parita proibitiva, ma mi auguro che Sensibile si renda conto che differenza c’è tra un d.s. competente ( Pradè) ed un non-competente: nel bilancio 2012/13 De Silvestri costa alla Samp ( tra ingaggio e costo per il prestito) quanto Cuadrado alla fiorentina; mercato intelligente con acquisti low cost di Rodriguez, Borja Valero, Pizzarro, Savic, M.Fernandez.
    Abbiamo una squadra che se non rinforzata faticherà davvero tanto a mantenere la categoria.
    Mi auguro che le operazioni di mercato di Gennaio verranno avallate da un nuovo D.S. , altrimenti saranno buttati via altri 10/15 milioni di €.. e non possiamo proprio permettercelo!!!

  18. Dado ha detto:

    Io mi auguro di fare almeno 3 punti nelle prossime 5 gare e girare a19 e ovviamente a Gennaio intervenire SONTUOSAMENTE con l’acquisto di un centrale, un terzino e una esterno d’attacco. Tutti di qualità! Altrimenti la vedo durissima…. C’è poco da dire… Siamo grammi! Ieri una squadra di serie A ne avrebbe fatti 3 almeno contro un modesto bologna… Ed è andata bene che Eder è entrato… Non a caso il gol è arrivato con una bella triangolazione Poli Eder Poli… Gli unici due con qualità importanti dal centrocampo in su.

    Soeremmu ben!

  19. Saverio ha detto:

    Caro Luca, la classifica è migliorata, ma non illudiamoci, sia perchè il calendario si fa tosto, sia perchè anche la partita di ieri ha confermato che questa rosa ha limiti strutturali molto evidenti. Ripetiamolo ancora una volta, a gennaio la proprietà e l’area tecnica devono intervenire pesantemente, come tu stesso hai scritto con chiarezza: gli innesti, purchè di qualità, dovranno essere tre o quattro e sicuramente bisognerà spendere molto. Ma l’esperienza ci dimostra che è meglio spendere quando si è ancora in tempo piuttosto che rischiare, con una retrocessione, un altro bagno di sangue (tecnico, economico, di credibilità) che potrebbe, questa volta, compromettere addirittura il futuro della Sampdoria. Già circolano i primi nomi, ho letto di una pista Sansone (del Toro, ex Sassuolo), ma a me piacerebbe molto Siligardi, che a Livorno considerano il nuovo Diamanti. Cosa ne pensi?

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao saverio,

      due elementi interessanti, non c’è dubbio. io però credo che sia meglio andare sul sicuro e aggiungere anche un paio di giocatori di maggior spessore

      saluti!

      • francesco ha detto:

        Vero! Poi Sansone l’anno scorso, quando il gioco s’è fatto duro, è scomparso… Ai play off lo temevo tantissimo ed è stato tra i peggiori di un ottimo Sassuolo.. Meglio piazzare qualcuno più scafato.

  20. Lollo ha detto:

    Grande Capitano !!!, concordo in pieno su tutti i ” fattori G “: ieri ho visto una Samp super-operaia ma al momento va benissimo così: se da una parte ci si aspettavano più occasioni contro una squadra in 10 dall’altra è anche vero che il Bologna ha impostato un gara all’ ” antica ” : difesa granitica ( buon portiere e ottimi centrali nordici ) , ripartenze vivaci ( Gabbiadini, Diamanti ) e attacco velenoso ( Gilardino ) per cui il rischio di pareggiarla era concreto. Sui singoli: Rossini e Costa ( in quella posizione ) continuano a lasciarmi perplesso, Mustafi ha stoffa ma si deve fare specie in fase offensiva, bene ma non benissimo il centrocampo, Icardi, se non bruciato, può diventare un crack…. Ho due domande per te e chi vorrà rispondermi: 1- notizie di Pozzi ? 2- per la crescita di Icardi pensi sia meglio una stagione in B da titolare oppure , visto il gap tra A e B , graduali apparizioni in A in una squadra di medio cabotaggio ?

  21. ambarabaciccicoco ha detto:

    Leggo qualche commento qui e mi viene da sorridere pensando a trent’anni fa quando tu fosti presentato a Genova al Palasport in una serata dedicata al calcio in notturna e probabilmente quella sera per te fu strano vedere più gente li che al Maroso di Varese.. Io caro Luca conosco e amo questi i colori da sempre ( sono nato tre anni dopo la costituzione dell’Unione calcio e mi porterò dietro per sempre l’orgoglio di aver rinunciato da bambino ad un provino al Pio su richiesta di un mitico Sarosi, campione e capitano della Nazionale Ungherese del prima e dell’immediato dopoguerra per tentare senza appoggi di entrare nei Nagc della Samp con un provino al Campo di Cornigliano. Questo scritto nn per boria ma per dimostrarti quanto si possa e si potesse allora avere l’orgoglio di essere sampdoriano dentro.. Ebbene quell’essere samèpdoriano dentro l’ho visto qualche volta nei giocatori prof della Samp e mi sto accorgendo che sta rispuntando in questa rosa aldilà dei contratti plurimilionari ..Tu sei stato uno dei componenti della squadra più bella che abbia calcato i campi di seruie A tra l’84 e il 92 e nn credo di essere lontano dal vero a pensare che grazie a Boskov soprattutto avete imparato a giocare per la maglia.. ( magari di cashmere come quella usata da Vialli in una partita di Coppa Italia):Ecco dopo ieri sono convinto che qualcosa stia rinascendo nel gruppo o perlomeno che nel gruppo dei più giovani (Mustafi Rossini Obiang Krsticic Poli e magari Icardi) si stia valutando se nn sia il caso di costruirsi un obiettivo di medio termine..E la partita di ieri nn so perchè ma a me ha ricordato quel Sampdoria Torino dell’anno dello scudet
    to ovvero la matematica certezza che gli obiettivi si possono raggiungere anche con difficoltà esterne…Sbaglio?

    • Luca Pellegrini ha detto:

      ciao, discorso e paragoni complessi i tuoi. anche se direi condivisibili.

      io approvo la tua frase: “la matematica certezza che gli obiettivi si possono raggiungere anche con difficoltà esterne”, anche se la matematica la ho solo a fine stagione!

      perciò guardia alta e avanti così

  22. Lidia Paola ha detto:

    Ciao Capitano, ora mi e’ tutto chiaro ma oggi che mi sento un po’ birircchina al primo impatto il fattore “G”

    cIAO cAPITANO, OGGI CHE MI SENTO UN PO’ BIRICCHINA AL PRIMO IMPATTO IL FATTORE g MI HA RICOR4DATO QUALCOSA… MA CAPISCO CHE LA SCELTA SULLA LETTERA ERA LA PIU’ APPROPRIATA. anche per coniarwe quello che abbiamo provato noi tifose durante il derby.

  23. Lidia Paola ha detto:

    Ciao Capitano, ora mi e’ tutto chiaro!, ma oggi che mi sento un po’ birircchina al primo impatto il fattore “G” mi ha ricordato qualcosa, ma capisco che la scelta sulla lettera e’ la piu’ appropriata, anche per coniare quello che abbiamo provato noi tifose durante il Derby

  24. donsotero ha detto:

    Bravo Luca, hai colto il punto G!!!!

  25. Marco ha detto:

    Ciao Capitano, non è stata una samp entusiasmante però quello che conta di più sono i tre punti che ci siam portati via.
    Non è stata una partita facile, merito al bologna che,diversamente dal Genoa(e quindi illusi che con questo sistema di gioco credevamo di colpire molto meglio), ha un’ ottima organizzazione (bravo Pioli).
    Vorrei fare un’osservazione: ieri Gastaldello ha fatto una partita pazzesca pur avendo vicino un compagno mediocre come Rossini.
    Anch’io avrei messo subito Eder nella ripresa ed infatti è stato importantissimo.
    La prossima partita sarà contro la squadra che sta facendo vedere il miglior calcio d’ Europa (Fiorentina) davanti a tantissimi suoi tifosi: credo (,però,) ,che come abbiamo fatto male a Milan,Inter e Napoli possiamo anche far male a loro.Perchè mi sembra che contro le grandi la samp, fino adesso, non ha fatto brutte figure.
    Saluti

  26. Martino Imperia ha detto:

    Il gioco dei nomi per gennaio è interessante.

    Certamente però non è il caso di illudersi con nomi altisonanti dall’ingaggio inaccessibile per la ben nota scelta societaria di attenzione al bilancio (se c’è da esser contenti o meno non lo so, ma è così).

    Faccio presente quindi che sarebbe il caso di andare a scoprire o a riporre fiducia su calciatori che hanno voglia di emergere, piuttosto che su vecchie cariatidi. Per capirci un Jaquinta per me sarebbe un cattivo acquisto.

    Ricordiamoci che in serie B fino a un anno e mezzo fa c’erano El Sharawy, Insigne, Immobile, Verratti, Sau, Sansone: tutti nomi che adesso fanno gola ma che ai più erano del tutto sconosciuti.

    In quest’ottica mi permetto di segnalare Longhi (laterale Sassuolo), Terranova (centrale Sassuolo), Renzetti (laterale Padova), DeMaio (centrale Brescia), Zaza (attaccante Ascoli), Ebagua (attaccante Varese).

    Possono sembrare nomi sconosciuti, ma per me varrebbero l’investimento.

    • Paolo1966 ha detto:

      Sono d’accordo con il tuo concetto, anche se questa strategia probabilmente e’ da impostare in estate, di solito a Gennaio si cerca un usato sicuro per le contingenze di classifica. Peraltro credo che Zaza, non mi ricordo se in tutto o in parte, sia ancora nostro

      • MadMick ha detto:

        Totalmente d’accordo!
        Prima di tutto basta scommesse a campionato iniziato, poi costruiamo un gruppo con QUALCHE (non tutte!) scommmessa, ma in estate!

    • francesco ha detto:

      Tutti forti tranne Sansone che secondo me è un po’ pompato…

      Zaza è nostro tra l’altro e lo richiamerei, anche se forse l’anno prossimo, in modo da non minare l’equilibrio che si sta creando..

  27. alessandro ha detto:

    ciao a tutti, ovviamente sono ben felice delle due vittorie e sottoscrivo tutto. Ho però un dubbio atroce e credo che siamo in tanti ad averlo..giovani..bene..rinforzi ..necessari…punta ed esterno certo..rossini male..però io vedo sempre una squadra che fatica ad avere un’identità, ci vorrà anche pazienza però..giocare in superiorità numerica con il bologna tutti chiusi in difesa con 3 centrocampisti in più eppure palla lunga per icardi..solo eder-poli hanno fatto un paio di azioni..non so..mi sembra calcio a 7, il calcio moderno (scusate..non voglio fare l’esperto o il qualunquista ma non trovo altre parole) mi sembra molto cambiato, una squadra giovane appunto organizzata come sembrerebbe volere ferrara e cioè blindata in difesa dovrebbe avere ben altri meccanismi secondo me, io vedo giocare la samp e mi sembra una squadra degli anni 60 senza sivori. Io non credo che gli innesti possano migliorare di cosi tanto il gioco..secondo me il problema resta ferrara anche se lo stimo un sacco come persona. Ok chiudo qui, è il mio pensiero.

    Un saluto a tutti

  28. Fabrizio ha detto:

    D’accordo con il Capitano, semplicemente ritengo che il modulo riproposto dal mister con l’unica punta e 5 a centrocampo non vada bene quando si affrontano squadre alla portata. Nel secondo tempo di ieri infatti, per riuscire a dare un pò di brio è stato sacrificato Munari a favore di Eder. Benissimo invece quando si deve contenere l’avversario e ripartire, già domenica sera a Firenze spero che Ferrara ripresenti questa squadra.
    Caro Capitano, vorrei un tuo giudizio su Icardi.
    A me piace tantissimo ha un modo di giocare diverso da tutti gli altri attaccanti che abbiamo a disposizione, non vorrei sembrare un pazzo, ma con tutti i se e ma del caso a me ricorda un pò un attaccante che giocava con te e che qualche goal l’ha fatto..se non ricordo male un certo Gianluca.

  29. marcello ha detto:

    Bravo Luca, ci hai “azzeccato” anche questa volta, una analisi lucida e condivisibile, improntata alla positività, necessaria a superare i momenti difficili……. come quelli delle ultime settimane che mi auguro non si ripetano.
    Aggiungerei anche G come “generosità” che in qualche gara forse è mancata in qualche singolo, che al contrario oggi vedo come principale valore positivo su cui costruire la SAMP del futuro.
    La Samp di oggi manca di quella qualità che può derivare dall’eperienza: non tutti i calciatori nascono campioni, al più hanno predisposizione e doti fisiche su cui costruirsi una carriera di buon livello.
    Questo è certamente un buon gruppo, con la fortuna di essere capitato in una società seria e di grande tradizione, dove potranno crescere a condizione che abbiano anche ineccepibili doti morali.
    I 6 punti delle ultime due partite sono utili alla classifica oltre che dare un pò di tranquillità (non oso pensare se ciò non fosse successo!) però non ci illudiamo troppo ….. non si vede un gioco fluido, non si vedono movimenti corali dei reparti e rapidi spostamenti senza palla dei singoli tesi a guadagnarsi spazio, manca spesso l’intesa fra i giocatori e la precisione nei passaggi è troppo episodica: la squadra ha ampi possibilità di miglioramento, speriamo succeda presto!
    Un grosso in bocca al lupo alla SAMP per Firenze ed un saluto affettuoso a Luca ed a tutti gli amici sampdoriani.
    Marcello1935

  30. fra ha detto:

    grande capitano.

  31. reppo ha detto:

    Anche oggi con grande gioia mi prendo altri tre punti, rimane il fatto che il nostro DS e ancora in carica anche se non se capisce la ragione incompetente era è resta tale

  32. sergio w. ha detto:

    Capitano, la tua relazione è perfetta………..
    per ora, teniamoci questi 6 punti importantissimi………………
    certo gli acquisti(salvo maresca e ci metto anche maxi) sono disperanti……
    ogni volta che manca un titolare non si sa con chi sostituirlo………
    e poi soltanto 4 attaccanti, tutti ne hanno almeno 6……………..
    questo Sensibile per ora è da bocciare!!!!!!!
    comunque, Forza Doria e speriamo di far risultato anche a Firenze……..

  33. massimo ha detto:

    Caro Luca
    come già in altro post avevo consigliato Cassani e Pepe oltre che un difensore come Fernandez che a Napoli non gioca ma è titolare nella Argentina. ovviamente li prenderei tutti in prestito!

  34. Bruno ha detto:

    Piccola polemica verso l’allenatore. Mi infastidisce molto Ferrara quando continuamente sottolinea il fatto che la squadra è costituita da giovani e che la classifica è in linea con le aspettative della società. Se la prenda con il DS se gli “anziani” acquistati in estate fanno panca e vorrei comunque ricordare a Ciro che salvezza tranquilla non vuole dire fare morire di crepacuore i tifosi (che hanno già messo a dura prova le coronarie due anni fa).

    Ultima nota sul nostro DS e sul suo fiuto nel scegliere gli allenatori. Atzori esonerato. Iachini scelto perchè Donadoni era in ferie a New York e quindi non disponibile immediatamente. Pochettino sulla via dell’esonero. Benitez allenatore tappabuchi. Ferrara virtualmente esonerato (solo qui non si viene esonerati dopo 10000 sconfitte). Eh eh!

    Forza Doria

  35. Daniele da Rapallo ha detto:

    Luca, una domanda provocatoria.
    Ma quando decidono di comprare un giocatore, non potrebbero oltre alle visite di controllo ECG far loro un ecografia total body ed un prelievo di tessuto muscolare da analizzare con moderne tecniche ?
    No ,perche’, un po siamo sfigati, ma anche questo caso Eder e’ veramente una spada di Damocle sempre ben puntata sulle nostre teste…..che frustrazione mamma mia !

    • MadMick ha detto:

      Lasciami dire che Eder come Maxi Lopez si sapeva che non erano giocatori fisicamente a posto e molto propensi agli infortuni.
      Oltre a loro ci metto Poli.

      Tutti e 3 sono giocatori che se fossero a posto fisicamente non giocherebbero qui da noi!

  36. carlo 66 ha detto:

    bravo luca positività sono d accordo con te ma eder comincia a diventare un problema perchè non ha cambi ,possibile che tutti i giocatori che arrivino alla samp si rompono mentre prima mai un guaio in carriera,o siamo sfigati o qualche cosa non va,poi il campo ci mette del suo,a firenze speriamo in una lieta sorpresa,un saluto da pontex

  37. danilo ha detto:

    Tutto perfetto grande capitano. Ora per Gennaio ci vuole il fattore della Tripla G
    GENEROSITA’
    GRANO
    GARRONE

    Soldi in mano a persone competenti di calcio e non a quel bocconiano di Sensibile
    capace solo di pavoneggiarsi la domenica davanti ai microfoni di sky.
    Se continuiamo a giocare con il 4-4-2 possiamo evitare di comprare esterni di centrocampo, ma un centrale, una punta alla eder, e un esterno destro di difesa sono essenziali. Via a gennaio RENAN, POULSEN, PALOMBO,DE SILVESTRI

  38. Daniele da Rapallo ha detto:

    Ma l’avete visto Biabiany ieri ? E’ un giocatore da 4 3 3.
    Secondo me poi centrali ne abbiamo Gasta-Costa-Rossini-Mustafi ma serve un terzino sinistro. E sopprattutto servono esterni offensivi o un sostituto di Eder che dir si voglia.
    Rimarco i miei sospetti sugli infortuni muscolari.

  39. Daniele da Rapallo ha detto:

    Luca, dubbi su preparazione atletica cannata ?

  40. Marco ha detto:

    G anche come Grazie Garrone, per averci regalato l’ennesima formazione povera di qualità, scarsa numericamente, inadatta allo schema proposto dall’allenatore.
    E a proposito di allenatore ancora Grazie Garrone per averci regalato il quarto allenatore su cinque inadatto per il ruolo e l’obiettivo (Di Carlo per la Champions, Cavasin per la salvezza, Atzori per la promozione e Ferrara per…………… non saprei cosa!) e non in grado di dare un gioco accettabile (nulla più) alla squadra.
    E infine Grazie Garrone per averci propinato dopo Marotta i vari Gasparin, Tosi, Sensibile e Sagramola, tutti più o meno competenti di calcio come me…………… no forse meno di me!
    Da ultimo vorrei segnalare la reiteratezza del proporre in campo, obtorto collo, giocatori ancora infortunati. La dice lunga sulla scarsa programmazione, incompetenza e ancor più scarsa volontà di investire della dirigenza. L’episodio di Eder, replica quelli di Bellucci, Bazzani, Bonazzoli, tutti mandati in campo ancora zoppi, per mancanza di alternative, e tutti persi poi per altre, numerose, partite.
    Sostengo da sempre che il miglior acquisto della Samp sarebbe una “cessione”………….. importante…………………..di qualcuno il cui cognome inizia ancora con la G!!! E non mi si venga a dire “chi al posto suo” perche se è vero che non c’è limite al peggio……………………. vero anche è che disastri in questi ultimi anni ne sono stati fatti troppi!!!

    • bisciagoal ha detto:

      Marco, suggerirei Preziosi…te lo meriteresti tutto!!!

    • Dorianodoc ha detto:

      Bravo. Finalmente qualcuno che incominciaa a capire dove è il vero problema del Doria. Totalmente d’accordo con te. Salverei solo Gasparin, che, appena capito dove era capitato, ha rassegnato le dimissioni. In Italia, e nel calcio, non è poco!

  41. Gipo Samp ha detto:

    Caro Capitano il fattore G è un qualcosa che fa piacere al conto economico della Società ed è senz’altro l’unica strada da percorrere in mancanza di sceicchi. Spero di sbagliarmi, ma mi riesce difficile vedere in questi G i futuri top player che possano ripetere le gesta di quelli che conquistarono coppe e scudetto. Abbiamo un allenatore votato a difendere che dopo due vittorie del cuore e non del gioco, dalla cacciata a furor di popolo è passato per qualche opinionista delle TV genovesi a essere quasi un Mou. Con un Bologna in dieci ha giocato un intero tempo con 4 difensori e 5 centrocampisti pur avendo a disposizione Eder, Esti e Juan. Nonostante ciò un giornalista del Secolo XIX l’ha premiato interpretando la sua inerzia come la mossa di un grande stratega, mentre per me resta un fatto da primo non prenderle. Mi spiace di non poter condividere i giudizi entusiasti su Ferrara di qualche opinionista/giornalista, perché quando vedo giocare (si fa per dire) la Samp le mie datate coronarie sono sempre a rischio infarto: prima penando nell’attesa che cessino di fare circolare la palla in orizzontale e qualcuno si decida a tirare in porta e metterla dentro, poi, quando in vantaggio, ci asserragliamo nella nostra metà campo. E questo accade fino dalla prima partita vinta a Milano con un solo colpo di testa su corner. Domenica senza Eder non ne saremmo mai venuti fuori. Purtroppo anche lui appartiene al gruppo degli infortunati storici e lungodegenti che la Samp è maestra nel reperire (Pozzi, Semioli, Lopez, molti altri in precedenza). Concordo con Pellegrini che le due vittorie della rinascita hanno bocciato in toto la campagna acquisti estiva e probabilmente ridimensionato Sensibile. Spero solamente che per gli acquisti di gennaio interpelleranno qualche esperto. Anche domenica, come nel derby, Sensibile si è ripetuto non esultando dopo il nostro faticato goal. Ai genoani che ci gufano contro dobbiamo proprio aggiungere in tribuna anche il nostro DS? Perché non sfruttare la sua tsnamica dialettica dirottandolo con compiti di ricevimento al Fair Play Village? Rossini stava per farci perdere altri due punti. Guardando il calendario e il gioco della Sampdoria c’è da farsi venire la pelle d’oca. Spero solo nel detto “il pallone è rotondo”

    • claudio ha detto:

      sensibile al fair play village?cosi anche questo simpatico ed intelligente modo di fare aggregazione diventerebbe una noiosa e disorganizzata cozzaglia!! Il suo ruolo adeguato è a bogliasco a raccogliere le foglie morte!!!

  42. Paolo1968 ha detto:

    3 + 3 punti che valgono come lo zafferano, altro che oro…
    A mio parere ci sono diversi giovani ottimi; mi rimane il dubbio, nonostante il precedente mestiere, che Ferrara sia il più indicato per farli emergere davvero o meno.
    E’ vero che il suo compito è quello di salvarci, tuttavia mi ricordo Garrone indicare il divertimento come uno degli obiettivi. Sinceramente non vedo grandi possibilità in questo senso, perchè ritengo Ferrara più difensivista di Novellino. Per essere “offensivi” chiamerebbe Er Monnezza….
    Diamo troppo spesso l’idea di non riuscire e non volere far gioco là davanti, aldilà degli interpreti. Così chiunque troviamo davanti si può liberamente organizzare per farci male.
    Altra cosa che non capisco è la facilità con cui ci esponiamo a contropiedi paurosi, anche se in condizioni di vantaggio (di risultato e di uomini).
    In ultimo, il mercato di gennaio: tutti d’accordo che si dovrà intervenire e in ruoli chiave. Ma è più facile cambiare fisionomia in serie B che in A.
    Nonostante questi dubbi, sono fiducioso perché sento l’impegno sincero di tutti e non il “calarsi le braghe” delle scorse stagioni, fino al febbraio scorso.

  43. Paolo1968 ha detto:

    Dimenticavo: chi di dovere dovrebbe fare un’attenta analisi sulla preparazione fisica. Passano gli anni, le persone e i calciatori, ma i risultati son sempre simili: gente scoppiata a novembre e un mare di infortuni. E comunque raramente diamo l’idea di essere superiori fisicamente alle avversarie, anche negli altri periodi dell’anno.

  44. bisciagoal ha detto:

    Ciao Luca e tutti gli amici
    chi mi ha fino ad oggi letto, sa quanto abbia sempre difeso l’operato di Ferrara nei momenti difficili..oggi che è tornato un po’ di sereno in classifica, e non per essere bastian contrario, mi sento assolutamente contrariato per la gestione assolutamente rinunciataria della squadra!
    Edoardo Garrone aveva correttamente indicato gli obiettivi per questo campionato: salvarci con un gioco divertente…il primo obiettivo è sicuramente raggiungibile, ma il secondo, con un Mister come Ferrara, è sicuramente un miraggio!!! Con il Bologna in dieci siamo riusciti a non fare un tiro in porta nel primo tempo, schierando 5 centrocampisti centrali ( tutti lenti ) incapaci nell’uno contro uno. Siamo riusciti a prendere contropiedi senza pungere.
    Nel secondo tempo siamo riusciti nell’impresa di ( sempre imbottiti di centrocampisti) perdere il possesso palla, di tirare in porta solo due volte, negandoci la possibilità, una volta passati in vantaggio, di tentare un solo contropiede lasciando in panchina Juan Antonio ed Estigarribia..gli unici che avrebbero potuto pungere!!
    ORA DICO, MA SE SI GIOCA CON IL 4-5-1 CON IL BOLOGNA IN CASA ED IN SUPERIORITA’ NUMERICA…CHE COSA POTREBBE INVENTARSI FERRARA DOMENICA?? SORIANO UNICA PUNTA? MARESCA TERZINO SINISTRO???
    per chiudere, della partita di domenica salvo solo i 3 punti e la grinta espressa dai giocatori..

    • Dorianodoc ha detto:

      “Salvezza con gioco divertente”??? Lo sai cos’è un ossimoro?!!??

      • bisciagoal ha detto:

        Caro Dorianodoc ( che tanto Doc non mi sembri )..gioco divertente e salvezza sono assolutamente concetti coniugabili tra loro….
        si possono fare 40 punti facendo catenaccio e collezionando 25 pareggi tra gli sbadigli..oppure fare altrettanti punti con qualche sonante vittoria e qualche pesante sconfitta..ma almeno con una squadra che prova a giocare e a divertire…..sarei disponibile ad accettare un gioco noioso e rinunciatario solo per una uefa, una coppa italia o uno scudetto……ma visto che non questa non è la nostra attuale aspirazione…almeno godiamoci un po’ di bel calcio!!

  45. Max1964 ha detto:

    Una domanda per il capitano che reputo un ottimo intenditore di calcio e soprattutto del ruolo.Io faccio fatica ogni domenica a non criticare il rendimento di Rossini che reputo un mediocre ed oltre tutto mancante di quella dose di cattiveria che serve in questa categoria. Lo vedo sempre troppo farfallino, non mette mai la gamba ma sempre il piedino, spesso fuori tempo si dimentica sovente del proprio avversario. Nel contesto sta avendo un’involuzione negativa anche il nostro grande capitano che si trova troppo spesso a tappare le falle e troppo spesso va in affanno.Ora dico abbiamo avuto delle palesi difficoltà l’anno scorso in B con questa difesa, ma era cosi’ difficile da capire di prendere un centrale con i marroni? Io ero tra quelli che lo scorso anno criticava Rispoli e poi umilmente mi sono scusato per l’altissimo rendimento offerto nel finale di stagione, siccome Rossini mi è simpatico e reputo un bravo ragazzo spero che si verifichi la stessa cosa con lui in questo campionato.

  46. Paolo1966 ha detto:

    Belin, mi sa che sara’ meglio far giocare i nostri attaccanti fasciati nel pluriball…

  47. Stefano_1970 ha detto:

    @ Luca

    Diciamo che si è vinto in casa con l’ultima in classifica del penultimo turno e con l’ultima in classifca dell’ultimo turno. Punti certamente pesanti, ma gioco poco davvero. Ora arrivano i banchi di prova importanti nel senso che se non pensano di mettere in casa almeno 6 punti nelle prossime 6 partite (fiorentina / UDINESE / catania / LAZIO / Juventus / MILAN) sarà poi molto difficile mettersi in carreggiata. Gli arrivi di Gennaio ci metteranno un pò ad ambientarsi e mettersi in forma. Nel frattempo si perderà ulteriore tempo provando e riprovando il rientrante Maxi Lopez fino a quando non capiranno che senza un attaccante veloce il gioco di Ferrara non esiste proprio.

    Spero che questa finestra di calciomercato sia finalmente positiva per Sensibile e per la Samp. C’è bisogno di intervenire, ma senza sbagliare. La scorsa volta si era fatto tanto, male e subito (pacchi Gentsoglou, Berardi e Juan Antonio….salvo solo Mustafi che dal primo giorno ha dimostrato impegno e capacità) per poi mettere le ciliegine sulla torta con Renan e Pellè. Per carità…tutti in un modo o nell’altro si sono resi utili. Qualcuno questa stagione non ha saputo sfruttare il minimo spazio concesso, ma di fatto fenomeni non se ne sono visti.

    Volevo un commento da difensore su Costa. Lo scorso anno ogni partita un cartellino, questa stagione non mi sembra che abbia una media molto migliore. E’ un discorso di reparto (il giocatore non si sente sicuro dei centrali e preferisce rischiare interventi da cartellino piuttosto che lasciare andare via l’uomo) o un discorso di caratteristiche del filtro di centrocampo (Poli / Obianc / Nenad / Maresca / Munari non sono fulmini di guerra e come fanno fatica a sostenere l’azione in attacco fanno fatica a sostenere quella difensiva) oppure è un difensore da altre categoria (a questo punto escluderei da Serie A o B)?

    • Luca Pellegrini ha detto:

      caro stefano,

      su Costa io non sono così critico, e sai che dico sempre quello che penso.

      certo non è di prima fascia, ma ha buon piede e comunque sta facendo un campionato onesto giocando da adattato a sinistra

  48. SILVERIO ha detto:

    Tuto bene dopo queste vittorie tonificanti. Resto peraltro attonito di fronte al totale fallimento della campagna acquisti della scorsa estate. Fortunatamente i giovani di casa con alcuni elementi della serie B riescono a tenere la rotta sacrificandosi anche fuori ruolo. Questa situazione comporta un consumo di energie fisiche notevoli. Per evitare rischi di “cotture”, a gennaio è doveroso inserire qualche giocatore di categoria.

  49. giacomo ha detto:

    caro Luca, secondo te il biabany che ho visto ieri sera coprire tutta la fascia con qualità e corsa sarebbe servito a questa squadra?
    cosa ne pensi di saponara dell’empoli e di bellomo del bari? a me sembrano bravi
    grazie

  50. Davide C. ha detto:

    Buongiorno Luca,

    visto il progetto – a parer mio largamente condivisibile – che prevede di coltivare i giovani usando come modello la Cantera blaugrana, per una crescita della società e di conseguenza della squadra, non credi sia opportuno a tal proposito mettere le persone giuste nei ruoli chiave? E in tal senso, credi che Sensibile, il cui unico vero colpo di mercato è l’ultratrentenne Maresca, sia quel cacciatore di talenti in erba di cui abbiamo bisogno?

    Grazie e complimenti per le tue analisi, sempre lucide e attente.
    Davide

  51. marcello ha detto:

    E’ ancora ragionevole che sia Sensibile ad occuparsi del “mercato” della Samp? In questo momento bisognerebbe già essere al lavoro sia per Gennaio che per il prossimo Giugno…….abbiamo anche tanta “zavorra” da smaltire per merito di Sensibile!
    L’ho già detto e lo ripeto: questa situazione non mi piace.

  52. Davide ha detto:

    X LUCA: a me il progetto giovani non dispiace ma inquieta al contempo. Si rischia di andare a pescare giovincelli che poi in serie A non sanno che pesci pigliare.

    Serve gente d’esperienza in A per non sfigurare e tu lo sai. Non a caso solo Maresca sa comportarsi in certe situazioni.

    A gennaio servono innesti o la B è un rischio molto concreto.

  53. Lorenzo ha detto:

    Ma come fá Gavazzi a giocare bene se, i primi di Novembre, si é infortunato pesantemente credo al ginocchio e ne avrà per mesi??

  54. Lidia Paola ha detto:

    Finiti i tempi dopo tutti si procedeva sul binario unico dal tema modulo e cambio d’allenatore, leggendo i post si evince che la pallina rimbalza su fronti diversi.

    Il mercato di Gennaio, i nomi piu’ gettonati, la preparazione atletica ecc., solo Sensibile pare resistere come una roccia sferzata dalla intemperie… eppure resiste. Contro ogni logica, a dispetto di tutto e tutti. Un essere (apparentemente?) “non mutante”.

    Non sono specialista in materia calcio, nell’unico sport praticato per anni la preparazione atletica era assolutamente determinante per il quadrupede che cavalcavo, solo, riflettendo sulle parole di Arnuzzo che asserisce che a questo punto della stagione non esiste il problema della condizione atletica, sia per i ridotti impegni calcistici sia per il non “stress fisico” accumulato, mi chiedo se questa stanchezza si possa imputare ad un problema mentale.

    Il dispendio di energie psicofisiche dopo sette sconfitte, dopo la prova Derby, e’ palpabile. Il richiamo a maggior attenzione, concentrazione, unita’ intesa come coesione mentale assorbe energie non solo fisiche e, come dice Arnuzzo, e’ la testa che fa muovere i piedi.

    Onestamente a me pare che la squadra non possa dare di piu’. Domenica e’ apparsa spremuta come un limone e Ferrara lo sa. La classifica e’ corta, dobbiamo fare punti e sopratutto non prendere goal.

    Da tifosa mi piacerebbe vedere una Samp aggressiva, spregiudicata, senza paura e mi sento a disagio quando reiteratamente si ricorda il “piano salvezza”., perche’ so bene che a me, nel profondo , questo triste piano salvezza non mi basta e vorrei scalare la classifica e lasciare le dirette concorrenti (sic!) dibattersi nel pantano della zona retrocessione.

    Eder… Mio padre che ha quasi novant’anni prima del fischio d’inizio mi chiede sempre “gioca il 23?”
    Questo ragazzo ha grinta, cuore ed anima. Se tutti avessero lo stesso suo spirito di sacrificio… Non sara’ perfetto muscolarmente ma certo e’ che i guai muscolari necessitano di una guarigione completa ma lui oggi e’ troppo fondamentale per il gioco della Samp. Corre come un pazzo, accentra su di se gli avversavi che lo falciano a dismisura, pende botte ma la visione di gioco che ha gli permette di servire palloni fondamentali come domenica quando e’ entrato e la partita ha preso la svolta che sappiamo.

    Se penso al probabile 4-5-1 di domenica prox provo tenerezza per “ el nino” Maurito.
    Con l’umilta’, la consapevolezza che di fronte ci sara’ la squadra che gioca il miglior calcio d’Italia, scendera’ in campo una squadra falciata dalle assenze, con un’idendita’ ancora indefinita, inesperta, oggetto di futuri cambiamenti. Di fronte la pasciuta Fiorentina. Ma come dice Ferrara il calcio lo ha inventato il diavolo e la fame fa brutti scherzi.

  55. fabrizio perfumo ha detto:

    Vorrei fare una riflessione sulla storiella dei “giovani” che è divenuta un luogo comune meglio, un alibi, per allenatore e società. Dico storiella perchè non corrisponde al vero. In difesa i giovani sono Rossini – titolare, scarso, 1989 – ha 23/24 anni, in questo momento anche Mustafi – che però è una riserva ed è molto giovane davvero avendo 19 anni. A centrocampo sono giovani Kristicic ed Obiang – 22 anni, ma solo il secondo è un titolare, il primo altrena campo e panchina. Non è calcisticamente un giovane Poli ,perchè, pur avendo 23 anni, è al terzo campionato di A e non manca certo di esperienza. In attacco l’unico giovane è Icardi, un ’94, che gioca però per un’ecatombe a livello di infortuni che ha colpito la Samp. Stiamo parlando, pertanto, di 5 elementi, 2 soli dei quali ( Rossini – Obiang) veri titolari – se volete aggiungete per abundantiam Kristicic ma sappiamo che non è così. Quella dei giovani è quindi una balla, una coperta per le magagne e a me non piace sia offesa la mia intelligenza. La Samp fa i conti con il bilancio, con la ( legittima) parsimonia dei Garrone, con la crisi che colpisce un pò tutti i settori. Non perchè fa una politica dei giovani che, tra l’altro, significa scoprire nuovi talenti e non far esordire pedissequamente in prima squadra chi ha giocato in Primavera. E tra questi ce ne sono stati di buoni ( i sopra nominati sottratto Rossini che se gli va bene fa la fine di Volta) ma la loro selezione è stata fatta da una prcedente gestione societaria accusata, a posteriori, di aver speso troppo ( Marotta – Paratici). Mi auguro che la Samp punti davvero sui giovani, selezionando con cura chi li deve selezionare, selezionando con cura i giovani stessi e non scegliendo , anche tra questi, i meno costosi, scegliendo allenatori capaci di lavorare con i giovani, sfruttandone le capacità di adattamento e la maggiore propensione al sacrificio, e non chi utilizza la parola giovane per nascondere chissà quale male. preferisco che Ferrara o la società mi dicano che fare le nozze con i fichi secchi è molto difficile ( è vero) piuttosto che ricordarmi ad ogni piè sospinto che la politica dei giovani è rischiosa. Ultima cosa: una politica dei giovani comporta che gli stessi siano scoperti, lanciati, utilizzati fino almeno ai 24 – 25 anni e , solo allora, venduti. E non, come si profila, da quanto sento, dopo un solo anno di serie A. BUONA SAMP a TUTTI ma sempre con il cervello acceso.

  56. gaia ha detto:

    Pienamente d’accordo Luca!!! POLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII ANCORA IN GOL!!! Grande ragazzo

  57. Lidia Paola ha detto:

    Caro Fabrizio, in tempi come questi e lo ammetti tu stesso, si apre il guardaroba e si valuta se quello che hai dentro e’ proprio da buttare, poi prendi in considerazione di rivalutarlo, lo rindossi e capisci che ti sta discretaemtne bene e che per questa stagione ti accontenterai.
    Gli abiti nuovi degli altri non sono necessariamente migliori dei tuoi.
    E’ su quelli stagionati che bisogna fare delle riflessioni.

  58. Daniele da Rapallo ha detto:

    Concordo in toto con Fabrizio Perfumo !

  59. marcello ha detto:

    Brava Lidia Paola e bravo un pò meno (per cavalleria) Fabrizio Perfumo, analisi entrambe perfettamente centrate e condivisibili.
    A questo punto vorrei che traeste le Vs. conclusioni, alle quali invito anche il capitano Luca a partecipare, sulla presenza di Sensibile nello staff della Società.
    Vi prego di leggere in proposito il mio post 51, il DS oggi mi appare un corpo estraneo se non addirittura nocivo per l’ambiente tecnico-sportivo Samp.
    Grazie e cordiali saluti.
    Marcello1935

  60. trevor1965 ha detto:

    Ciao Capitano,concordo pienamente con le tue analisi,la coperta corta ecc.,ma è possibile che terminiamo le partite,anzi non riusciamo a terminare le partite in condizioni fisiche accettabili,linea giovane……….ma i ragazzi dovrebbero “sgommare”sino al 95mo,invece la maggior parte ha i crampi,deve essere sostituito perchè non ce la fa più.Il tasso tecnico è quello che è,ma tu mi insegni che dovremmo poter sopperire con l’organizzazione,il pressing e la corsa.Forse che la preparazione è stata un po’ cannata………e tutti sti infortuni?l’inverno deve ancora iniziare.Purtroppo la vedo grigia.Grazie

  61. Michele71 ha detto:

    Possiamo criticare tutto della gestione Garrone/Sensibile .
    Però la politica di ringiovanimento no, vi prego.
    Ora se puntare sui giovani significa giocare con la Primavera non c’è partita, però credo che i nostri attuali ragazzi possano avere buone prospettive: non saranno dei fenomeni ma stanno dimostrando, con alti e bassi, di essere dei buoni investimenti.
    Aggiungo alla lista Berardi (è un ’88), uno che ci sta (ma i sacchetti e balleri li ricordo solo io ?) e se consideriamo i ragazzi che in serie B sono “titolari fissi” come Zaza (91) Fiorillo (90) e Savvas (90) non mi sembra che ci si debba lamentare.
    Alcuni di questi li abbiamo cresciuti, altri li aspettiamo da tempo, tutti sono accumunati dalla gestione Garrone (con Marotta prima e Sensiblie adesso).
    Poi se son rose fioriranno ma il solco tracciato non mi sembra da buttare alle ortiche.

POCA ROBA

La Sampdoria non va oltre lo 0-0 al “Ferraris” contro il Sassuolo nonostante settanta minuti di superiorità numerica, maturata al [&hellip

SAMPDORIA-BRESCIA AL CONTRARIO

Lazio-Sampdoria è durata una ventina di minuti, giusto il tempo per la retroguardia blucerchiata di regalare tre gol agli avversari [&hellip

I MERITI DELL’AGGIUSTATORE

Con la rotonda vittoria sul Brescia, la Sampdoria sotto la guida di Claudio Ranieri ha raccolto 16 punti in dodici [&hellip

ALLA FACCIA DI IBRA

La Sampdoria ha conquistato un meritatissimo punto a San Siro contro il Milan del (ri)debuttante Ibrahimovic e al termine di [&hellip