26 mar
2017

Schick, ora tocca a te

Luis Muriel rischia di aver già chiuso una stagione che, pur con qualche black out, lo ha portato tra i top del campionato italiano. Una lesione muscolare lo ha messo ko con la nazionale colombiana stoppando la sua corsa al record di gol fatti, ma lasciandogli l'appellativo di eore del derby. Ora la Sampdoria punterà tutto su Schick, gia' rientrato a Genova per gentile concessione della Repubblica Ceca dopo la botta alla caviglia rimediata con la Juve.  Staffetta tra campioni, o almeno è quello che sinsugurano  i tifosi blucerchiati che ora sperano di vedere dal primo minuto il giocatore forse più decisivo, in termini di gol e minuti giocari, che la Sampdoria abbia mai avuto. in questo due mesi Schick dovrà dimostrare di essere quell'attaccante freddo, implacabile e di talento che tutti si aspettano. Una eredità pesante per un giovane. Non per un giovane campione....
19 mar
2017

Peccato

La Samp alza bandiera bianca, ma esce dalla sfida proibitiva con la Juventus ancora più forte. Si', perché la prima classe detta legge per buona parte del primo tempo e tutta la ripresa. Bello il gol (cross di Asamoah, testa di Cuadrado complice l'errore di Regini), clamorosa la «parata» di Higuain su Mandzukic, straordinari i riflessi di Puggioni sul Pipita (due volte). Per 25’ solo Juventus. Per la Samp, solo Quagliarella. All’uscita di Dybala si è spenta la luce e Giampaolo dimostra di non avere nulla da invidiare al tarantolato Allegri. I blucerchiati giocano a memoria e negli ultimi venti minuti della gara la Juve arretra nella propria metà campo come raramente gli accade. La Samp meriterebbe il pareggio, ma Quagliarella avrebbe avuto bisogno del miglior Muriel e non della sua ombra. Puggioni e compagni dimostrano di avere le carte in regole per concludere il campionato da protagonisti. Ora sotto con l'Inter dopo la sosta. Tirare il fiato può far bene soprattutto a Schi...
11 mar
2017

Giampaolo riscrive la storia

La Sampdoria di Marco Giampaolo ha scritto un pezzetto di storia. Era dal 59-60 che i blucerchiati non vinceremo due derby nella stessa stagione. C'è riuscito Muriel a mettere la firma su entrambi al termine di una stracittadina forse meno convincente, dal punto di vista del gioco, rispetto a quella di andata ma certamente altrettanto esaltante. Rispetto a un girone fa questa volta era la Samp ad essere favorita e gli avversari si sono chiusi a riccio. Ma la differenza, questa volta, era davvero troppa, soprattutto per le individualità in campo e per il gioco espresso durante il campionato. La vittoria nel derby, ora, non significa solo primato cittadino ma che la Samp sta costruendo qualcosa di importante perché sette risultati utili consecutivi non possono essere frutto del caso. Bravo Giampaolo, brava Samp e bravo Muriel, eterno bimbo prodigio che da anatroccolo sta diventando cigno....
4 mar
2017

Sotto a chi tocca

Sgambata pre derby, con tante note liete. La Samp c'è ma in fondo, siamo seri, non si è mai smarrita, nemmeno nel torpore di Palermo. La gara con il Pescara ha detto, una volta di più, che la squadra di Giampaolo sta bene. Anche quando si cambia (vedi Sala) anche quando il primo tempo fa sbadigliare. Ma questa Samp è sempre più convincente e più bella: Quagliarella non si ferma più, Muriel è tornato a incantare (a tratti), Fernandes si è ritrovato, Schick continua ad essere una sentenza. Il centrocampo poi macina gioco, mentre la difesa ogni tanto ha qualche sbavatura ma con i continui cambi ci sta. Non nascondiamoci: la Samp a questo derby arriva carica  a mille, con la certezza di stare bene, nella testa e nelle gambe. C'è solo una cosa che preoccupa i tifosi: il pronostico. Perché due volte l'anno è meglio partire sfavoriti......
26 feb
2017

Corsi e ricorsi

La Sampdoria ha probabilmente condannato il Palermo alla retrocessione. Corsi e ricorsi, se qualcuno ricorda quella maledetta domenica a Marassi datata 11 maggio 2011. I blucerchiati allora non ebbero la forza per uscire da una situazione ormai compromessa; oggi la stessa cosa ora accaduta ai rosanero, fermati sul pareggio da una squadra sperimentale che nulla più ha da chiedere al campionato. Eppure il Palermo non è riuscito a vincere nemmeno dopo aver usufruito di rigore (?) moooooolto dubbio. La Samp in compenso ha ONORATO il campionato, così che anche le malelingue sono state zittite. Giampaolo invece ha colto l'occasione per provare Praet nella sua posizione di trequartista con Djuricic a centrocampo e Schick dal primo minuto. Prove della Samp che verrà, perché in fondo concedersi il lusso di pensare al prossimo anno non è poi così male....
20 feb
2017

Giusto così

E' bastata una giocata di Muriel che valeva il prezzo del biglietto, una Schick nel finale che ha portato al palo di Torreira per permettere alla Sampdoria di pareggiare una partita comunque ostica. Va bene così perché la squadra di Giampaolo c'è, e' sul pezzo anche quando va, stranamente, in sofferenza a centrocampo. E il pareggio alla fine è il risultato più giusto. Il tecnico sta infatti gettando le basi per la prossima stagione. Ripartire con lo stesso allenatore per due stagioni consecutive sarebbe già una vittoria. Perché le squadre si costruiscono così, con programmazione, anche se qualche cessione in estate ci sarà. Ma la base c'è già, e lo si capisce dai giocatori subentrati con il Cagliari: Linetty è giocatore, come Djuricic, come Schick. Quarto risultato utile consecutivo, avanti così...il count down e' ufficialmente iniziato....
12 feb
2017

Ma quanto sei bella ?

Il rigore non c'era. Va bene. Ma la Sampdoria contro il Bologna non meritava certo di perdere. Troppo bella questa squadra, pur con l'inesperienza dei suoi giovani, pur con Muriel che ama sbagliare le cose più semplici di questo mondo, pur quando trovi un avversario in crisi nera che si arrocca in difesa con la speranza di portare a casa una vittoria. E bravo, ancora una volta, Marco Giampaolo, che ha osato tanto pur di parteggiare: dentro Djuricic, Schick, Dodo, per dare più spinta a sinistra. Poteva perdere di brutto e invece ha vinto in sette minuti. L'unico allenatore, tra  l'altro, coraggioso anche a parole visto che è stato l'unico degli ultimi due anni, vedi Mihajlovic e Montella, a dire a febbraio che vuole restare, vuol fare qualcosa di importante con la Samp. Le parole di circostanza dei suoi predecessori ("e' presto, vedremo") sono solo un lontano ricordo. Per fortuna .......
5 feb
2017

Samp, quanto sei bella

Che bella Samp! Giampaolo da' scacco matto a Montella. Lezione di tattica all'aeroplanino che come unico ricordo a Bogliasco ha lasciato un quintale di siepi alte trenta metri. E invece zitto zitto il bistrattato Giampoalo, che passa  dalle stelle alle stalle ancora una volta ha dimostrato che in fondo un po' se ne capisce ... e lo facciamo anche un plauso all'altrettanto bistrattato club che in sede di mercato ha si' lasciato andare Pereira ma si è aggiudicata Djuricic, che anche a San Siro ha dimostrato di essere un giocatore di grande prospettiva.E infine bentornato anche a Emiliano Viviano che nel finale ha salvato il match. La Sampdoria è in ottime mani. Un po' di ottimismo per il prossimo anno, perché questa squadra è sempre più bella....
29 gen
2017

Cara Samp, vai a capirti

La Sampdoria vince, convince, rifiata. Eccola la solita bella prestazione contro una big. Del resto il problema non è mai stato il bel gioco, o almeno non lo è mai stato quando di fronte i blucerchiati si sono trovati una grande. La Samp delude invece con le piccole, in quelle partite in cui si dovrebbe fare un salto di qualità. E invece con i giallorossi si è finalmente visto il vero Praet, il solito Schick che a gara in corso non perdona, il caro vecchio Muriel e anche il terzino destro Bereszynski che alla fine avrà bisogno di un po' meno di tre mesi per integrarsi. E  chiudiamo con una provocazione: ma allora la Roma si può battere! Non è vero che anche schierando i titolari la Samp avrebbe comunque perso in Coppa Italia... alzi la mano, ora, chi non vorrebbe invertire i due risultati... ...
22 gen
2017

Sgambetti e poco altro

Si può discutere sul rigore (?) all'Atalanta, possiamo discutere del fatto che gli attaccanti della Sampdoria non vedono la porta nemmeno se è vuota, ma intanto alla fine il risultato non cambia: la squadra di Giampaolo non sa più vincere. Per carità ancora una volta l'arbitro ci ha messo del suo ma se all'inizio della stagione tutti parlavano della difesa ballerina, adesso a preoccupare è l'attacco. Muriel sembra il suo fantasma, Fernandes e Schick implacabili a gara in corso, da quando partono dal primo minuto hanno smesso di essere incisivi almeno dal puro di vista del gol. Quagliarella segna col contagocce, Budimir e i rincalzi ancora meno. Questo è il momento del mercato e delle riflessioni, anche se, diciamolo, anche con l'Atalanta alla fine la Samp non meritava di perdere. Ma ora la Coppa Italia è miseramente smarrita e il campionato non ha più nulla da dire. E io ho sempre più il terrore che il campionato della Sampdoria possa diventare una lenta agonia di una stagione...

Schick, ora tocca a te

Luis Muriel rischia di aver già chiuso una stagione che, pur con qualche black out, lo ha portato tra i

Peccato

La Samp alza bandiera bianca, ma esce dalla sfida proibitiva con la Juventus ancora più forte. Si’, perché la prima

Giampaolo riscrive la storia

La Sampdoria di Marco Giampaolo ha scritto un pezzetto di storia. Era dal 59-60 che i blucerchiati non vinceremo due

Sotto a chi tocca

Sgambata pre derby, con tante note liete. La Samp c’è ma in fondo, siamo seri, non si è mai smarrita,