2 lug
2017

#IostoconGiampaolo

Sneijder sì, Sneijder no. E così la scelta del trequartista per rimpiazzare Fernandes è diventato un'occasione per contestare ferocemente Marco Giampaolo che al talentuoso ex interista preferirebbe Ilicic. Non Cicciopasticcio, tra le altre cose. Una scelta opinabile e contestabile per carità, ma non vedo nulla di clamoroso nel preferire un giocatore di 29 anni, dal grande talento a corrente alternata, come Muriel per capirci, a uno di 33, con un carattere un po' troppo esuberante per uno spogliatoio di gente tranquilla come quello della Samp. E gli argentini ai tempi dell'Inter ne sanno qualcosa. Ora, Giampaolo ha fatto incassare alla Samp 30 milioni per Skriniar, 30 milioni per Schick, 9 per Fernandes, ritrovato uno smarrito Muriel, rivitalizzato Barreto, scoperto Torreira. E' proprio necessario già metterlo in croce per un "no" ad un giocatore che guadagna 5 milioni e che è stato offerto a mezza Europa, tanto a essere disposto a ridursi l'ingaggio del 70 per cento ? Suvvia, acc...
12 giu
2017

Adios, caro Schick

Schick alla Juventus. Nulla di nuovo sotto il sole. Del resto, pur avendone intuito la grandissima classe, il caro patrik resta uno di quei giocatori cui diventa difficile affezionarsi, complice anche una freddezza nordica che non appartiene al pur austero stile genovese. E forse è meglio così dopo le dichiarazioni fatte dal bomber subito dopo il suo impegno con la nazionale ceca. Però, suvvia, non parlatemi di giocatori mercenari, perché vorrei trovare un Lavoratore qualunque pronto a rifiutare uno stipendio di dieci volte superiore visto che alla Samp era arrivato come baby promessa e non aveva certo uno stipendio da capogiro, cosa che invece la Juve gli ha dato. Ma anche allo stesso ingaggio Schick avrebbe scelto la Juve, perché è una big, perché giocherà la Champions, come lui stesso ha con grande solerzia ricordato . Adios, Schick. Intento nelle casse della Sampdoria sono arrivati venticinque milioni che ora, almeno in parte, dovranno essere reinvestiti con giovani di bell...
28 mag
2017

Una stagione da applausi

Che poi, diciamolo, alla fine il risultato contava poco. Sugli spalti si tifava soprattutto il secondo posto della Roma ai danni del Napoli. E così quest'ultima sconfitta in campionato della Sampdoria e' scivolata via senza grandi sussulti, lasciando invece una stagione di soddisfazioni. Lo ha scritto un tifoso illustre e io condivido in pieno il suo pensiero: "12 mesi fa eravamo una squadra in grande difficoltà, una società senza credito, un allenatore che aveva appena deluso, insomma un ambiente depresso. E non è che al debutto fossimo poi tutti così convinti della strategia societaria, e per tranquillizzarci abbiamo dovuto passare ancora qualche turbolenza autunnale. Un mister nuovo, tanti giocatori nuovi e stranieri, un gioco nuovo... le ricordate le foto di muriel che giravano l'estate scorsa? Ecco le condizioni mentali in cui abbiamo iniziato la stagione. Poi un gruppo che ha iniziato a lavorare bene e produrre gioco e pure qualche risultato. Poi qualche infortunio, qualche ...
21 mag
2017

Breve storia triste: Muriel salta il Napoli

Ma ve lo ricordate Icardi dopo Samp Inter, oppure Palladino dopo un derby sotto la Gradinata Sud? Non amo parlare degli arbitri, lo sapete. In una stagione a volte viene dato a volte viene tolto, ma l'espulsione di Muriel è qualcosa che c'entra poco con il regolamento e che francamente trovo inspiegabile. L'attaccante non ha offeso nessuno e la stessa reazione del bianconero Danilo è stata spropositata. Già un giallo era tirato per i capelli, figuriamoci un cartellino rosso. Però almeno le tante espulsioni compresa quella di Del Neri hanno movimentiamo un po' gli spartiti di una partita brutta e noiosa, che si va ad aggiungere al finale di stagione monotono della Sampdoria. Ecco, ora i tifosi chiedono l'ultimo guizzo  domenica contro il Napoli, perché, non so voi, ma io la gara dell'andata me la ricordo bene... E la Samp domenica avrà un Muriel in meno ......
15 mag
2017

Riscatto a metà

"So e conosco la forza e la potenziale della mia squadra, non mi sono illuso quando giocavano bene e non mi sono depresso quando non giocavano come sapevamo fare, conosco i pregi e i limiti dei miei giocatori. Ora blindiamo il decimo posto". Giampaolo prova a dare nuovi stimoli dopo il pareggio con il Chievo. Operazione difficile, quasi impossibile e invece il tecnico tenta di tenere tesa una corsa che più molla di così non si può. È un po' come un alunno che a febbraio  sa già di essere promosso con tanti 6 e qualche 8 in pagella (vedi tutte le vittorie contro le big) e ad aprile, dopo aver stupito tutti (e ammettiamolo, per una volta) mentalmente va in vacanza. Non ditemi, please, che sono professionisti, che sono pagati ecc. . Anche quelli che sono già retrocessi o non stanno disputando un buon campionato sono pagati e magari pure di più. E poi della sfida con il Chievo  non butto via tutto,anzi. Poteva essere vittoria, è arrivato un brodino che alla fine va bene uguale pe...
7 mag
2017

Sette brutto

Troppo brutta per essere vera. E infatti la partita con la Lazio è vera a metà perché condizionata dallo scivolone (soprattutto mentale) di Skriniar che ha atterrato uno scatenato Keita. Ma qualcosa di più si poteva fare: lo dicono anche i numeri visto che a Roma la Samp ha subito i due gol più veloci della stagione. Qualcosa quindi daL punto di vista della concentrazione non ha funzionato. Un'ultima statistica negativa riguarda la fragilità difensiva sui calci piazzati. Anche con la Lazio dopo i gol di Rodriguez e Acerbi, la Samp ha subito gol su un nuovo corner (con aiutino su colpo di mano di Hoedt) . Poi con la squadra ridotta in dieci uomini poco si poteva fare e difendono anche Giampoalo che ha tolto Schickm alle prese con una spalla lussata. Meglio perdere una partita che perdere Schick per le ultime tre. Di positivo c'è invece da segnalare la doppietta di Quagliarella, salito a quota 10 gol. Un bottino pesantissimo per un giocatore che a Torino consideravano già finito....
30 apr
2017

Schick ko, ma la Samp è tornata

E la risposta, dopo le sconfitte contro Sassuolo e Crotone, è arrivata. La Sampdoria contro il Torino poteva vincere, forse anche perdere, come ha detto Sinisa Mihajlovic in virtù delle tante occasioni del Toro. Però, per rispondere al tecnico granata che non ha evidentemente digerito il pareggio, io avrei anche voluto conoscere il risultato con Schick in campo per tutta la gara. Per la cronaca l'attaccante è alle prese con una lussazione alla spalla ed è in dubbio per la gara contro Lazio. E comunque, pur con il baby campione messo ko, la squadra ha tenuto botta fino alla fine e se non fosse stato per l'errore di Regini i blucerchiati avrebbero anche potuto vincere a testa alta. Questo per dire che probabilmente Mihajlovic questa volta è andato un po' sopra le righe perché la Samp c'è anche se arriverà spuntata alla sfida di domenica con la Lazio visto che anche Budimir ha una spalla lussata. Ma chi voleva una gara da Samp questa volta è stato accontentato....
24 apr
2017

L’ultimo giorno di scuola

La Sampdoria non  ce l'ha fatta. Non a battere il Crotone ma a tenere alta la concentrazione quando ormai gli obiettivi sono sfumati. E' andata bene contro le big, quando  gli stimoli arrivano da soli, ma con chi ha la necessità di vincere, la squadra di Giampaolo sprofonda. Ci sta, suvvia. Ricordiamoci di Sinisa Mihajlovic che invece di obiettivi da raggiungere due anni fa ne aveva eccome, con un'Europa League arrivata invece alla fine soltanto per vie traverse. Eppure la sua Samp precipitò senza un perché mentre quella di Giampaolo ha tenuto fino alla fine, onorando la stagione a testa alta. E sabato ci sarà proprio la sfida con il Toro, con una consapevolezza in più, sempre ci fossero ancora dubbi: Patrik Schick è destinato a diventare un campione. ...
16 apr
2017

Cioccolato amaro

Prima certezza: Patrik Schick è fortissimo visto che segna anche quando non vuole.... battute a parte, una partita storta e una sconfitta che non arrivava da molto tempo ci possono anche stare. Come ha detto Giampaolo se la Sampdoria non ci fosse stata dal punto di vista mentale contro il Sassuolo avrebbe perso diversamente. Invece è sempre rimasta sul pezzo, pur con un primo tempo non dei migliori di alcuni elementi della difesa, con Skriniar che invece si conferma il migliore gara dopo gara, con un Schick che, gol fortunoso a parte, avrebbe potuto fare qualcosa di più. Ma forse il problema sta proprio lì, forse ci si aspetta troppo dal ragazzo prodigio che sta incantando tutti mentre gli avversari gli triplicano la marcatura per tentare di fermarlo. Il problema infatti non è davanti e probabilmente il problema non esiste nemmeno. Ci sono solo da limare situazioni e ruoli in vista della prossima stagione. Buona Pasqua comunque a tutti voi, anche se come ha detto Giampaolo perder...
10 apr
2017

Avanti mister

Il pareggio, che probabilmente è il risultato più giusto, alla fine ha scontentato tutti: la Fiorentina che ha detto addio ai sogni europei, la Samp che avrebbe voluto festeggiare con una vittoria il rinnovo del contratto di Giampaolo. Pazienza se alla fine Babacar ha spento i sogni di gloria dei blucerchiati che avrebbero voluto bissare il successo di lunedì con i nerazzurri. Pazienza se la Samp non è ancora riuscita a fare quel passettino in avanti per tentare di raggiungere la formazione di Sousa. A Schick e  compagni manca ancora qualcosa per raggiungere il livello dei viola, ma i blucerchiati hanno saputo giocarsela comunque alla pari. Inevitabile, quindi, pensare alla prossima stagione. Basterebbe poco per ripetere questa bella annata, magari blindando qualche giovane promettente pur con il sacrificio di  Muriel, magari trovando la quadra con le piccole, ciò che da settembre  è mancato a questa Samp. Che resta bella, avvincente, divertente. Come il gioco che ha saputo da...

#IostoconGiampaolo

Sneijder sì, Sneijder no. E così la scelta del trequartista per rimpiazzare Fernandes è diventato un’occasione per contestare ferocemente Marco

Adios, caro Schick

Schick alla Juventus. Nulla di nuovo sotto il sole. Del resto, pur avendone intuito la grandissima classe, il caro patrik

Una stagione da applausi

Che poi, diciamolo, alla fine il risultato contava poco. Sugli spalti si tifava soprattutto il secondo posto della Roma ai

Breve storia triste: Muriel salta il Napoli

Ma ve lo ricordate Icardi dopo Samp Inter, oppure Palladino dopo un derby sotto la Gradinata Sud? Non amo parlare