26 Nov
2020

DI MALE IN PEGGIO

Sto leggendo e sentendo molti commenti contro Ranieri dopo il derby di Coppa Italia perso dalla Sampdoria per 3-1. L'allenatore ha di certo le sue responsabilità nelle ultime tre sconfitte. Tuttavia, non penso che sia così tonto da far giocare Leris e La Gumina per quasi tutta la partita e Candreva e Gabbiadini solo per pochi minuti. Evidentemente ci sono dei problemi di natura fisica che impediscono di schierare la formazione migliore. Non a caso all'appello mancavano anche Quagliarella, Keita e Colley e lo stesso Silva ha palesato difficoltà di condizione alla distanza. Dunque, per quanto mi riguarda è giusto criticare (anche) il tecnico ma non gettare la croce addosso a lui come se fosse l'unico, vero responsabile delle ultime tre sconfitte della Samp. Disintegrare Ranieri, significherebbe automaticamente pensare di avere giocatori forti e una società sana. Personalmente, poiché le "disgrazie" non vengono mai da sole, sono più preoccupato da questa notizia, che peraltro vi v...
22 Nov
2020

STAVOLTA SINISA RINGRAZIA (ANCHE) REGINI

Ricordate le mani al collo di Regini da parte di Mihajlovic dopo un derby che la Sampdoria aveva rischiato di perdere per un errore del difensore? Stavolta Sinisa non avrà avuto nulla da ridire al "povero" Vasco, che con il suo autogol ha spianato la strada al pareggio del Bologna e poi con la mancata chiusura su Orsolini ha pure messo lo zampino nella rete vittoria dei felsinei. Se, dunque, questo k.o. ha un nome ed un cognome ben precisi negli episodi - e sono inequivocabilmente Vasco e Regini - credo che sarebbe ingeneroso e soprattutto riduttivo gettare la croce addosso a lui e dimenticare tutto il resto di brutto che ha messo in mostra la formazione di Ranieri. L'allenatore, in assenza di attaccanti oltre a Quagliarella, ha avuto l'idea - sulla carta valida - di abbozzare un tridente con Candreva e Damsgaard a ridosso di Quagliarella e di allestire un centrocampo di convivenza a tre fra Thorsby, Silva ed Ekdal. L'esperimento, però, ha funzionato ben poco se è vero come è vero...
7 Nov
2020

IMBAMBOLATI

Una partita contenuta in meno di dieci minuti, il resto è noia o quasi. E’ il 37’ del primo tempo quando la premiata ditta Tonelli-Augello confeziona la frittata su Nandez: dopo un consulto al Var, il balbettante arbitro Ayroldi estrae il cartellino rosso per il mancino e la Sampdoria resta in dieci. Alla ripresa delle ostilità, il Cagliari passa subito in vantaggio: Tonelli alza il braccio anziché seguire Joao Pedro, perde il momento dell’intervento e quando l’attaccante lo scavalca con un pallonetto mette il braccio a squadra ostacolando l’avversario sul collo. Rigore forse un po’ generoso che lo stesso Joao Pedro trasforma comunque nel gol dell’1-0 in superiorità numerica. Troppo complicato per una Sampdoria imbambolata dall’inizio sperare nella rimonta. Difatti è il Cagliari che raddoppia al 24’ con Nandez, lanciato in contropiede. Il tentativo di opposizione di Candreva è poco più che simbolico. Ai blucerchiati potrebbe anche andare peggio, ma il Var annu...
2 Nov
2020

PUNTO E A CAPO

Non è stato un brutto derby, anche se è finito in parità. Primo tempo ai punti meglio il Genoa, nella ripresa la Sampdoria. Che, forse, ha un pizzico di rimpianto in più per non avere saputo approfittare del calo fisico alla distanza palesato dai rossoblù, indeboliti dal covid. Peraltro, su qualche ripartenza innescata da palloni malamente persi dai blucerchiati, anche il Genoa ha avuto la possibilità di vincere, dunque il risultato è sostanzialmente giusto, sebbene il palo di Keita e l'errore successivo di Daamsgard abbiano rappresentato opportunità davvero ghiotte. La partita è cominciata col fuori programma del fumogeno atterrato sul prato del "Ferraris" con il paracadute, poi Pandev ha aperto le danze con una conclusione imprecisa. Le ammonizioni di Quagliarella e Goldaniga hanno riportato all'atmosfera della stracittadina, vista l'invalidante mancanza di pubblico. La Samp ci ha provato con Ramirez al volo ma a trovare la rete è stato Jankto con una giocata personale imp...
24 Ott
2020

SE TRE INDIZI FANNO UNA PROVA…

Se tre indizi fanno una prova, dopo le vittorie con Fiorentina e Lazio, la Sampdoria ha confermato a Bergamo di poter disputare un campionato davvero importante. Ranieri, autentica bestia nera di Gasperini, ha preparato ancora una volta benissimo la partita sul piano tattico, condendola con l’intuizione di schierare Jankto a destra e Daamsgard a sinistra. Mossa che ha disorientato e spiazzato il bravo collega avversario. E dire che l’avvio dei blucerchiati era stato difficile, nei primi dieci minuti l’Atalanta aveva fatto il bello e il cattivo tempo, senza peraltro rendersi mai veramente pericolosa dalle parti di un attento Audero. Thorsby ed Augello erano però in affanno, la squadra non riusciva ad accorciare con efficacia. Ma al 13’ arrivava la svolta con un contropiede da manuale: Daamsgard innescava Quagliarella, che irrideva Palomino e scaricava sotto la traversa un sinistro micidiale. Gol bellissimo: peccato che per il commentatore di Sky fosse stata tutta colpa di Spor...
17 Ott
2020

PERFETTI

Paradossalmente c'è "poco" da dire sulla rotonda vittoria della Sampdoria contro la Lazio, perché la squadra di Ranieri è stata quasi perfetta, sia nel collettivo che nelle individualità. Il tecnico ha preparato benissimo la gara, con Ramirez a disturbare la fonte di gioco avversaria Leiva e Thorsby a uomo su Milinkovic. Tre punti meritatissimi e frutto di un'eccellente prestazione, nel finale c'è stata persino un po' di accademia, altrimenti Keita e Thorsby avrebbero potuto persino arrotondare il punteggio. E non si dica che la Lazio era a terra, mancavano Lazzari e Immobile, non è poco, specie il centravanti, ma gli altri c'erano tutti e l'unico un po' fuori ruolo era Parolo. Ma la Sampdoria è stata davvero una spanna sopra. Credo anche che, se Quagliarella dovesse continuare così, Mancini non potrà ignorarlo a maggio, se e quando si disputeranno gli Europei. Ma ora godiamoci questo bel risultato, una classifica più che buona e la prospettiva di affrontare l'Atalanta con q...
4 Ott
2020

RINASCIMENTO

Avete ragione, state già pensando che ho esagerato nel titolo. Ed è vero. Ma l'ho fatto consapevolmente. Dopo tanto soffrire ed un brutto guardare, una bella serata per la Sampdoria che è tornata alla vittoria proprio a Firenze, la patria del Rinascimento (quello con la R maiuscola). Un successo che mancava da Parma. Da lì la squadra di Ranieri aveva staccato la spina e non era più riuscita a riaccenderla. Ha "scelto" un campo difficile per farlo e lo ha fatto con merito. Non inganni il palo finale di Chiesa: vero è che con un Enrico Mantovani o un Garrone qualunque quel tiro entrava due volte e la Samp perdeva 3-2 ( ho sempre sostenuto che Ferrero sia un uomo fortunato e meno male, fosse anche sfigato saremmo già ai remi, concedetemi la battuta) ma i tre punti ci stanno tutti, sono stati guadagnati. La Sampdoria ha giocato la partita, dopo un avvio stentato, ha colpito due legni, si è difesa in maniera un po' disordinata ma ha ribattuto colpo su colpo. Sino alla vittoria fina...
27 Set
2020

DI MALE IN PEGGIO

"Non mi è piaciuto quasi niente, sembravamo una squadra sparring partner, pavida, non ho visto voglia di lottare". Parole di Claudio Ranieri dopo la sconfitta per 3-0 della Sampdoria a Torino con la Juventus. "Impossibile non gestire la partita sul 2-0, siamo frenetici. Sconfitta meritata". Così l'allenatore blucerchiato dopo il k.o. per 3-2 al "Ferraris" contro il Benevento. Insomma, cambia l'avversario (dai campioni d'Italia ai neopromossi dalla serie B) ma non il risultato per la Samp, che dopo le prime due giornate di campionato si trova a zero punti in classifica e, soprattutto, "vanta" già sei reti al passivo. Con un calendario piuttosto complicato alle porte: trasferta a Firenze, Lazio a Marassi, Atalanta a Bergamo e derby con il Genoa. Lungi da noi l'intenzione di mettere sotto accusa Ranieri, a cui il giorno del suo arrivo avevamo idealmente affid...
21 Set
2020

LOCKDOWN

La Sampdoria ha ricominciato la nuova stagione dall’esatto punto in cui l’aveva interrotta per il lockdown lo scorso 8 marzo: ovvero in quarantena. La bella squadra combattiva che si era salvata senza affanni dopo la ripresa delle ostilità a giugno, si è inspiegabilmente rintanata di nuovo in casa senza che nessun dpcm glielo abbia imposto. Anzi, Ranieri si è molto arrabbiato al termine della partita di Torino: d’accordo che di fronte c’era la Juventus, ma vedere una Samp così molle, disarticolata e impotente ha sorpreso persino lui, che pure non è immune da responsabilità. La formazione del primo tempo, con Bonazzoli unica punta e il tandem Ramirez-Quagliarella in panchina, ha lasciato intendere che l’allenatore volesse fare le barricate. Ma la tattica non ha funzionato e, oltre a non riuscire a ripartire, la Sampdoria ha prestito il fianco alle ripetute occasioni degli avversari del neo tecnico Pirlo: una grande parata di Audero aveva subito lasciato intendere che la...
6 Set
2020

POCO O NIENTE DI NUOVO SOTTO LE… NUVOLE

Per prima cosa, un festoso saluto a TUTTI, per dirla come il comico di Zelig. E' un piacere ritrovarvi e ritrovarci tra sampdoriani, ciascuno con il proprio bagaglio di idee ed opinioni. Purtroppo, come ho condensato nel titolo, sotto il sole, anzi, le nuvole che da un po' di tempo (troppo) offuscano la Sampdoria, c'è poco o nulla di nuovo. La società è sempre la stessa e con gli stessi dirigenti nei ruolo chiave (a parte il team manager Alberto Marangon, bentornato), l'allenatore è lo stesso, la squadra anche, i tifosi sono sempre lontani dagli stadi e malgrado qualche piccola apertura intendono rimanerci (o tutti o nessuno, hanno scritto). Al momento la formazione è un po' più debole dell'anno scorso dopo la partenza di Linetty, rimpiazzato (per ora) con un giovane di interessanti prospettive (Verre mi dicono sia in uscita, così come Ramirez e Colley). Identiche sono anche le situazioni "esterne", che poi tanto esterne non sono: si continua a parlare di processi e sentenze (l...

DI MALE IN PEGGIO

Sto leggendo e sentendo molti commenti contro Ranieri dopo il derby di Coppa Italia perso dalla Sampdoria per 3-1. L’allenatore [&hellip

STAVOLTA SINISA RINGRAZIA (ANCHE) REGINI

Ricordate le mani al collo di Regini da parte di Mihajlovic dopo un derby che la Sampdoria aveva rischiato di [&hellip

IMBAMBOLATI

Una partita contenuta in meno di dieci minuti, il resto è noia o quasi. E’ il 37’ del primo tempo [&hellip

PUNTO E A CAPO

Non è stato un brutto derby, anche se è finito in parità. Primo tempo ai punti meglio il Genoa, nella [&hellip

Search

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta