17 feb
2019

INTERDETTI

Terza sconfitta di fila, un punto in quattro partite. I numeri inchiodano la Sampdoria nel girone di ritorno, anche se la prestazione a Milano con l'Inter non è mancata e il k.o. punisce oltremodo i blucerchiati. Ma ciò che manca in questo periodo alla squadra di Giampaolo - ed è mancata anche a San Siro - è la cattiveria agonistica. Dopo un primo tempo equilibrato, con occasioni da rete da una parte e dell'altra, la gara si è incendiata nella ripresa. Meglio, molto meglio la Samp sul piano dell'organizzazione del gioco e della manovra, meglio l'Inter nelle individualità. Peraltro, a spezzare l'equilibrio è stato un difensore, D'Ambrosio, che ha sfruttato l'assist di Perisic, lasciato troppo libero di agire da uno svagato Bereszinsky. Ma la Sampdoria è stata brava e fortunata a trovare subito il pareggio con il subentrato Gabbiadini, tenace e freddo sotto porta con il suo sinistro chirurgico. A quel punto l'inerzia del match era, doveva essere favorevole alla Samp, che invece s...
10 feb
2019

GLI ANTI EUROPEISTI SENZA QUALITA’

La Sampdoria si è confermata antieuropeista, perdendo maldestramente in casa con il Frosinone e lasciando per strada punti pesanti nella lotta per un posto al sole, dove hanno invece riguadagnato campo l'Atalanta del rimpianto Zapata e il Torino di Mazzarri. A giustificare questo rovescio, non basta il fatto che i laziali abbiano raccolto undici punti su sedici in trasferta. La squadra di Giampaolo ci ha messo l'impegno - tant'è che alla fine i tifosi l'hanno comunque acclamata sotto la Sud - ma è mancata completamente sul piano della qualità, l'aspetto che doveva fare la differenza contro i modesti ancorché volenterosi avversari. A fallire l'appuntamento sono stati i giocatori più dotati sul piano tecnico: da Praet a Saponara, da Ramirez a Gabbiadini, nessuno di loro è mai riuscito ad accendere la luce, a creare la superiorità numerica, a produrre una giocata individuale. La Samp, supportata da gregari come Bereszkisnky ed Ekdal, è risultata molto asfittica in fase offensiva:...
2 feb
2019

DOPPIO STOP

Doppio stop per la Sampdoria a Napoli. La squadra di Giampaolo perde 3-0 e Fabio Quagliarella non riesce a battere il record di Batistuta. Pazienza, sia per l'una che per l'altra cosa, sebbene forse qualcosina di più al "San Paolo" si potesse fare. Ai blucerchiati sono risultati fatali quei due minuti di follia collettiva alla metà del primo tempo, quando l'organizzazione difensiva è andata in frantumi e gli avversari ne hanno approfittato per imporre la legge del più forte con un micidiale uno-due. I tentativi di recuperare ci sono stati, mai però troppo convinti e il risultato ci sta tutto. Probabilmente la Samp avrebbe almeno meritato di segnare un gol, poiché le occasioni non sono mancate, è mancata invece un po' di cattiveria sotto porta. A pesare complessivamente è stata ancora una volta, dovendo ovviare alla mancanza dello squalificato Praet, l'assenza di Barreto e lo spostamento forzato di Linetty a destra per fare posto all'impalpabile Jankto. Il centrocampo è parso i...
26 gen
2019

FQ 27

Ma che ci importa di CR7, noi abbiamo FQ 27. Lo ha scritto un tifoso della Sampdoria, dopo la sontuosa vittoria sull'Udinese firmata dalla squadra di Giampaolo tutta e da Fabio Quagliarella in particolare. Il capitano è entrato nella storia, eguagliando il record di Batistuta, a segno per undici partite di fila in campionato, con la possibilità addirittura di batterla proprio in quella Napoli, la sua Napoli, dove era cominciato anche il calvario giudiziario, fonte di preoccupazioni, poi fortunatamente risolte, che hanno privato il calcio italiano degli anni migliori di Fabio Quagliarella. In tribuna c'era il ct Mancini e credo che lo convocherà. Perché Fabio, oltre che utile in campo alla Nazionale, può risultarlo anche nello spogliatoio, come esempio, come punto di riferimento per i giovani. Sarebbe il giusto (e meritato) riconoscimento ad una carriera strepitosa, con qualche rimpianto. Ma contro l'Udinese è stata la Sampdoria nella sua globalità a funzionare come un orologio, ...
20 gen
2019

LA SAMPDORIA (NON) QUAGLIA

Poteva essere davvero la partita che metteva le ali ai piedi della Sampdoria, con il sorpasso alla Fiorentina e un'accelerazione potente in campionato e nella corsa ad un posto in Europa. Invece, ancora una volta, i blucerchiati hanno fallito l'obiettivo, arrendendosi sul traguardo. Se alla vigilia il pareggio al "Franchi" rappresentava un bottino più che accettabile, al 93° è risultato una beffa. Con la Fiorentina in inferiorità numerica da quasi un'ora e il successo in cassaforte grazie alle ennesime prodezze di Quagliarella, sarebbe bastata un po' più di attenzione per evitare che, sul calcio di punizione finale, Chiesa avesse tutto il tempo di girarsi, crossare a incocciare su Ekdal che avrebbe involontariamente servito a Pezzella l'assist del 3-3. In assoluto il pareggio ci può anche stare, la Samp ha inseguito gli avversari per larghi tratti dell'incontro ed era riuscita persino a soccombere in undici contro dieci. Le prodezze di Muriel hanno ricordato a tutti quale fosse i...
12 gen
2019

TROPPI GOL SBAGLIATI

La Sampdoria esce a testa alta dalla Coppa Italia. Con il Milan, costruito per arrivare in Champions, ha fatto la partita e creato molte occasioni da rete, ma non le ha concretizzate ed è stata punita dal cinismo di Cutrone. Il cambio di Gattuso ha funzionato mentre Kownacki, inserito da Giampaolo, si è divorato il gol davanti a Reina. Peccato, c'è molto rimpianto per le numerose palle gol sprecate, evidentemente doveva andare così. Il raddoppio è stato un mezzo regalo di Rafael. Dispiace, sarebbe stato bello e gratificante approdare ai quarti di finale, ma non ne farei una tragedia, tanto più avanti di così era difficile andare. Purtroppo il salto di qualità è rimandato, ma la prestazione è stata buona. Adesso bisogna cercare di recuperare la condizione mentale e le energie fisiche per affrontare la Fiorentina....
29 dic
2018

VAR… GOGNA

Var... gogna. Non volendo sottintendere vergogna ma inteso proprio in senso letterale: un uso spregiudicato del Var da mettere alla gogna. La Sampdoria ha disputato a Torino contro la Juventus - sette volte campione d'Italia e tra le squadre più forti, se non la più forte, d'Europa - una delle migliori partite degli ultimi anni e avrebbe strameritato il pareggio. Invece, il tandem Valeri-Maresca ha pilotato l'incontro verso il successo dei bianconeri, strozzando la gioia dell'ennesimo miracolo finale di Saponara e soprattutto regalando a Cristiano Ronaldo il rigore del secondo vantaggio con una decisione cervellotica in merito al movimento con il corpo in area di Alex Ferrari. Un delitto perfetto, che ha negato al calcio - più che alla Sampdoria in sé - di vivere la gioia di una bella pagina di sport, con l'eterna contesa tra Davide e Golia risolta a favore del più debole. Peccato, peccato davvero. Al punto che ogni considerazione tecnico-tattica diventa quasi inutile di fronte al...
26 dic
2018

FABIO SANTO SUBITO

Nel giorno di Santo Stefano, i tifosi della Sampdoria invocano Fabio Quagliarella al grido di Santo Subito. E' suo il gol - l'ottavo consecutivo, l'undicesimo in totale - che all'inizio della ripresa sblocca la viscosa partita con il Chievo. Il capitano festeggia il prolungamento del contratto sino al 2020 con un altro capolavoro dei suoi: assist del neo entrato Ramirez al posto di uno spento Saponara e girata volante di tacco che non dà scampo a Sorrentino. La Sud è in delirio. Trascorrono pochi minuti e Gaston Ramirez sigilla il risultato con un tocco felpato da pochi passi su pregevole cross di Murru. E' una partita fotocopia di quella con il Parma. Dopo un primo tempo in cui la squadra di Giampaolo viene ingabbiata dagli avversari, nel secondo tempo bastano un paio di accelerazioni e per i malcapitati di turno non c'è più scampo. Un'interpretazione quasi perfetta, se è vero come è vero che Audero non si sporca neanche i guanti e la sua porta rimane inviolata. A tremare semmai...
22 dic
2018

BISOGNA ESONERARE GIAMPAOLO

La rotonda e un po' pittoresca - a causa del disinvolto utilizzo del Var da parte di Calvarese - vittoria di Empoli proietta la Sampdoria al sesto posto in classifica, nell'attesa che il quadro della giornata pre natalizia si completi. E con la prospettiva di affrontare il Chievo al "Ferraris" nel giorno di Santo Stefano. Più o meno la stessa situazione dell'anno scorso di questi tempi. E' il momento giusto, dunque, per esonerare Giampaolo, il principale artefice di questa scalata, accompagnata dal solito gioco spumeggiante, ricco di gol. Da tre stagioni a questa parte la sua Samp fa punti e diverte per larghi tratti del campionato, valorizza giocatori, comincia una stagione da zero e la porta avanti con grande spessore di contenuti. E allora, prima che tutto ciò si ridimensioni, come fatalmente accadrà, dando quindi la stura alla perpetua litania degli antiGiampaolo (talebano, prevedibile, noioso, chi più ne ha, più ne metta) che attribuiranno a lui il calo della squadra e il suo...
16 dic
2018

UNA PARTITA PERFETTA

E’ andato tutto come aveva previsto Marco Giampaolo alla vigilia. Per battere il Parma è servita da parte della Sampdoria una prestazione improntata alla pazienza nel primo tempo – per logorare il fortino schierato da D’Aversa con un munitissimo 4-5-1 – e alle accelerazioni sulle fasce nella ripresa per scardinarlo e portare quindi a casa tre punti che consentono ai blucerchiati di scavalcare gli emiliani in classifica e di proseguire nella striscia positiva. La chiave per venire a campo di una gara complicata è stata la capacità della Samp di aggirare gli avversari sulle fasce laterali: mai, infatti, nel recente passato, si erano visti così tanti traversoni, circa una trentina. I due cross decisivi portano entrambi la firma di Denis Praet – finalmente decisivo – su suggerimento di Jacopo Sala, ribattezzato Joao Cancelo da Giampaolo, che ha avuto ragione anche sul terzino, alla sua miglior prova stagionale. Il primo gol è stato formidabile per la rapidità di esecuzion...

INTERDETTI

Terza sconfitta di fila, un punto in quattro partite. I numeri inchiodano la Sampdoria nel girone di ritorno, anche se

GLI ANTI EUROPEISTI SENZA QUALITA’

La Sampdoria si è confermata antieuropeista, perdendo maldestramente in casa con il Frosinone e lasciando per strada punti pesanti nella

DOPPIO STOP

Doppio stop per la Sampdoria a Napoli. La squadra di Giampaolo perde 3-0 e Fabio Quagliarella non riesce a battere

FQ 27

Ma che ci importa di CR7, noi abbiamo FQ 27. Lo ha scritto un tifoso della Sampdoria, dopo la sontuosa