SCAMACCA, L’ASSO CALATO DALL’ALTO NEL MOMENTO PIU’ BUIO

20 Mar 2021 by Giovanni Porcella, 10 Commenti »

Il volto di Preziosi in tribuna al Tardini alla fine del primo tempo era lo spot della delusione. Un Genoa inguardabile come lo stesso Ballardini ha riconosciuti, ma qui nel momento piu’ buio, piu’ difficile, forse dall’alto è calato l’asso pigliatutto: Scamacca. Sto ragazzone di 1,95 e dai piedi buoni è stato tolto dalla naftalina appena in tempo perchè un’eventuale ko a Parma avrebbe avuto conseguenze molto negative sul futuro della stagione. Ma ansie e paure sono state spazzate via dal bomber romano finalmente assistito da Pjaca e da una squadra che dopo il pareggio si è ritrovata e alla fine ha vinto con merito uno scontro diretto vitale. La salvezza è piu’ vicina con un’epilogo al Tardini che ad un certo punto era inimmaginabile nemmeno dai piu’ accaniti ottimisti. Scamacca anche con Maran nel derby aveva, prima salvato la baracca in campionato, e portato portato al successo in Coppa Italia. Poi dopo il nulla complice un mercato che aveva scatenato molti pretendenti sulle sue tracce, forse distraendolo troppo. Il centravanti della nazionale under 21 e forse a breve anche quella di Mancini, è del Sassuolo che ha messo una tassa ai rossoblu ogni volta che gioca. Cosi, complice anche l’exploit di Destro è finito in panchina. Eppure anche quando entrava nell’ultimo quarto d’ora, vedi Roma e Udinese qualcosa è sempre successo con sto corazziere in mezzi all’area. Perchè uno così sarà pèuire un po’ anarchico ma non è facile marcarlo visto che è spigoloso ed ossuto e poi tecnicamente si fa valere: il secondo gol è di classe. Io sono sempre stato un suo sponsor anche se ha ragione il Balla a dire che deve giocare anche per la squadra e a Parma lo ha fatto, ma forse ora anche il mio amico Andrea Possa che nei giorni scorsi in una nostra trasmissione mi ha simpaticamente accusato di avere la “scamacchite” , la penserà come me. Uno così per me deve sempre giocare. Come Biraschi che lotta come u leone, come Zappacosta che è di un livello superiore. E poi’ c’è Pjaca che si accende e si spegna come un’insegna al neon di un bar. Ora mettiamoci comodi, vediamo le altre che pregustavano gia’ la caduta del Genoa, cosa faranno in questo weekend, ma in fondo a Criscito e compagni dopo sto colpo non interessa neppure tanto. Grazie a Scamacca calato dall’alto e la faccia di Preziosi piu’ distesa.

10 Commenti

  1. PieroValleregia ha detto:

    salve
    Il Parma visto ieri sera (con tutti i suoi limiti), non meritava certo di perdere e se fossi tifoso dei ducali sarei molto amareggiato, però se le occasioni che hai (1, 5, 10) non sei capace di sfruttarle e il tuo avversario su tre, ne capitalizza due, allora è giusto che perdi.
    Ritengo che oltre a Scamacca, ieri sera, bisogna ringraziare Pjaca; quando ne ha voglia è davvero un signor giocatore …
    La squadra è un po “stanca” e la sosta, una volta tanto, capita a puntino …
    un saluto e buon fine settimana a tutti
    Piero e famiglia

  2. Franco T. ha detto:

    A me piace Ballardini. È un allenatore serio, non vende fumo. In un mondo come questo, mi sembra una gran cosa. Anche le parole, le usa a proposito, è moderato nel senso buono del termine. Nel Genoa ha avuto la storia che sappiamo, ma ha dimostrato di avere un grande carattere. Quello che cerca di pretendere dai suoi giocatori. Tecnicamente, vede il calcio nel modo giusto, ci vuole equilibrio, a partire dalla fase difensiva, ma, con i giocatori che ha a disposizione, cerca anche di proporre gioco offensivo perché sa che se non si segna si rischia grosso. Specialmente nel calcio odierno. Poi ovviamente è pragmatico, conosce il valore dei dettagli delle intese tra i giocatori, che formano una Squadra. Per quello che propone una formazione base che tende a non modificare troppo. Le scelte dei giocatori per formare il telaio base sono fondamentali. L’acquisto di Strootman e sopratutto la scelta di proporre il trio difensivo Criscito, Radovanovic, Masiello, credo che non sarebbe stata fatta da nessun altro allenatore. Per me è stata una “genialata” calcistica ma non solo. Perché è stata una scommessa rischiosissima da tutti i punti di vista. Quindi.. Complimenti vivissimi e in bocca al lupo.. Bravo Ballardini. Cordiali Saluti

  3. bruno ha detto:

    Buongiorno a tutti….Caro Giovanni, è vero ciò che dici sull’attaccante e sul centrocampista da 7/8 gol all’ anno…purtroppo penso che quei tempi tipo Perotti Thiago Rossi ecc
    siano passati da un bel pò. Piuttosto,… mi fà un pò pensare l’atmosfera, nonchè la situazione che si è creata attorno alla nostra squadra. Sentendo commenti, sia in tv che sul Web…. e guardando trasmissioni sportive, sembra quasi che il Genoa se va bene debba sentirsi in colpa!…Si va sempre a cercare il pelo nell’uovo quasi a voler dimostrare la casualità della partita vinta. Col Napoli, processi a non finire perchè la vittoria non era meritata con Samp e Udinese che si doveva osare di più…ieri tutti a guardare quanti tiri noi e quanti il Parma….ma chissene frega!!!…Certo, capisco che il Grifo se va bene non fa notizia! se va male, abbiamo di che polemizzare, abbiamo la possibilità di criticare ed attaccare….sia la società, che i giocatori. Il tutto, mentre quegli altri hanno la possibilità di fare sempre i primi della classe, fare i FINTI moderati, cercando…..male!….di nascondere i sorrisini ironici nei nostri confronti. Nemmeno loro fossero tutti gli anni a lottare per le coppe. Altra ed ultima cosa. Spesso accade a sentire commenti che il Genoa entri in campo da solo, e non con altre società di serie A. Si critica l’atteggiamento, si dice cosa si doveva e cosa non si doveva fare durante la partita, Si critica il GRANDE Ballardini, per certe mosse. Dimenticando una cosa importante…dall’altra parte del campo…ci son altri 11 calciatori, a volte (spesso) più forti che non ti permettono di fare ciò che si vorrebbe. Ed invece siamo qua a dire che con l’Udinese bisognava attaccare di più…..della Samp farne un boccone, a Torino idem…come se loro fossero li alla nostra portata ad aspettare i nostri comodi. Io nel mio piccolo faccio sport….tennis…quasi quotidianamente da una vita. e ho capito a mie spese negli anni, che spesso si capisce….si sa cosa fare per vincere e prendere il sopravvento sull’avversario…peccato che però dall’altra parte l’avversario non te lo permetta, e se è più forte sarai tu, fare ciò che lui ti permetterà di fare. Buona serata a tutti….

  4. luca64 ha detto:

    Buongiorno e ben ritrovati a Tutti. Quella di Parma a mio parere è stata una di quelle vittorie che ti indirizzano il campionato nella strada giusta, Certamente con il Genoa non si sa mai e non bisogna dare niente per scontato, ma sicuramente ora siamo un pochino più sereni. Dopo un brutto primo tempo, per nostra fortuna il Parma ha sbagliato il colpo del ko all’inizio della ripresa ,e subito dopo è arrivata puntuale la legge del taglione. Scamacca ha realizzato una doppietta fondamentale(secondo gol da grande attaccante),sistemando le cose e regalandoci tanta serenità, penso che se fosse stato un giocatore di nostra proprietà sarebbe già altrove. Massima disistima verso la proprietà. Forza Genoa Sempre

  5. Finnrico ha detto:

    Mah, Scamacca è bravo, ma io ci andrei piano con certi pronostici. La verità è che pur essendo alto, mi pare, 1.97, ha perso praticamente tutti i duelli aerei prima con Bani e poi con Gagliolo, salvo per una bella incornata (avrebbe detto Brera) che per poco non ci regala il terzo gol.

    Secondo me deve ancora imparare veramente a giocare col corpo, a uno così la palla tra i piedi dovresti sradicargliela con la ruspa, e invece spesso i difensori gli girano intorno senza che neanche se ne accorga. E poi troppe volte è impreciso e frettoloso negli appoggi.

    Diventerà sicuramente un buon attaccante di serie A, ma da quello che ho visto fin qui forse non più di un Pacione o di un Maniero. Però è vero che è molto giovane, e le possibilità di fare un salto di qualità ce le ha ancora tutte. Dipenderà da molti fattori: dalle scelte di vita che farà, da come gli insegneranno, dai club dove giocherà (o non giocherà). Se va alla Juve a fare panchina per lui prevedo un futuro alla Amoruso.

    Lasciatemi anche dire che abbiamo sofferto le pene dell’inferno sulle palle alte. Forse, vista la flessione di Czyborra, e con il senno di poi, sarebbe stato meglio dirottare Criscito sulla fascia e mettere in mezzo un colpitore di testa tipo Zapata o Goldaniga.

    Comunque è un piacere poter tornare a fare accademia disquisendo di queste cose. Vuol dire che la classifica finalmente sorride… 🙂

  6. Albion ha detto:

    Non mi farei troppe domande a questo punto della stagione, il Genoa deve salvarsi e basta. Parma per me era ed è stato uno spartiacque importante, mi importa il giusto delle occasioni avute dai ducali, in fondo devi anche farli i gol oltre ad avere un portiere avversario, quindi poche parole e vittoria da segnare.
    Poi disquisiamo pure su Scamacca e compagni, sulla proprietà, sui prestiti eccetera eccetera, quello che conta è la salvezza. Tanti discorsi non portano a nulla, non portavano a nulla quando il Genoa era drammaticamente in fondo alla classifica, non portano a nulla adesso che quello che conta è la partita successiva.
    Quindi va bene così.

  7. Francesco Oreginarossoblu ha detto:

    Ma quanti giocatori sono in prestito?O meglio quanti sono di proprietà?Non penso ce ne siano molti.Il giocattolaio a Parma era preoccupato?Lacrime di coccodrillo.

  8. Francesco Oreginarossoblu ha detto:

    Albion dice che…va bene così.Contento lui.Francamente vedere tutti gli anni spettacoli osceni mi ha stancato.Avete sentito l’intervista a Maroccu?Era il copia incolla di tutti gli anni.Allenatore certo che rimane,giocatori attaccati alla maglia,ecc.Ma la presa per i fondelli non ha mai fine.Dove sono finite le contestazioni?Certamente non serviranno ma almeno dimostriamo di essere vivi.

  9. Finnrico ha detto:

    Caro Giovanni,

    nel tuo articolo su Iachini (https://www.primocanale.it/notizie/da-ravenna-a-piacenza-riecco-iachini-sulla-strada-del-genoa-ma-ballardini-lo-mando-in-b-229683.html) hai scritto Masini invece di Masolini.

    Patrizio Masini è un giovane e simpatico centrocampista in prestito al Lecco, che un giorno mi piacerebbe rivedere con la nostra maglia.
    Filippo Masolini era un estroso, ma mai veramente esploso, trequartista, che prendemmo non mi ricordo se dal Monza o dalla Fidelis Andria.

    Ma lo sai meglio di me; è che le dita sulla tastiera a volta vanno per conto proprio.

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Hai ragione, un refuso e le diottrie ormai sono poche. Tra l’altro Masolini lo conoscevo bene, gli ho parlato un sacco di volte.

Lascia un commento

SCAMACCA, L’ASSO CALATO DALL’ALTO NEL MOMENTO PIU’ BUIO

Il volto di Preziosi in tribuna al Tardini alla fine del primo tempo era lo spot della delusione. Un Genoa [&hellip

BRACCINO CORTO

Il Ko di Roma e il pareggio con qualche rimpianto nel finale con l’Udinese sono figli del calcolo. Il Genoa [&hellip

AVANTI PIANO ANCHE NEL DERBY, MA L’ATTACCO NON INCIDE PIU’

In un derby giocato a tratti di qui e di la, ma senza incidere il pareggio è parso facesse comodo [&hellip

GENOA VIRTUALE, ORA IL DERBY

Tutto da copione. Il Genoa va a Milano con la super Inter lanciata verso lo scudetto e perde 3-0. Poteva [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio