GENOA VIRTUALE, ORA IL DERBY

28 Feb 2021 by Giovanni Porcella, 4 Commenti »

Tutto da copione. Il Genoa va a Milano con la super Inter lanciata verso lo scudetto e perde 3-0. Poteva andare persino peggio per la versione virtuale dei rossoblu’ tra mega turnover e forza degli avversari davvero straripanti. Ballardini ha fatto giocare tutti quelli che fin qui avevano iscritto il loro nome nei tabellini poche volte per dare a tutti una soddisfazione e soprattutto preservare diffidati e malconci, in vista del derby di mercoledi sera, sicuramente dall’esito piu’ incerto di questo. Spazio a Ghiglione (lui diffidato ma non titolare), dentro Scamacca da due mesi non piu’ impegnato dall’inizio, spazio a Pjaca, a Melegoni, a Rovella e al redivivo Zapata. Nella ripresa con l’Inter gia in vantaggio, nella mischia ci finiscono anche Pandev, Shomurodov e Onguene. Non c’è stata partita, nemmeno quando l’Inter nella ripresa per un quarto d’ora ha accettato il tran tran del Grifone che ha provato ad anestetizzare una partita che a ritmi elevati preferiti da Lukaku, Lautaro e Barella poteva finire in goleada. Se non è+ successo è perchè Perin ha fatto almeno tre miracoli. Parentesi chiusa e ora la stracittadina che vedrà il Genoa in casa. Per il tipo di match e soprattutto per la classifica pur sempre tranquilla ma ora bisognosa di essere implementata un po’, Ballardini e i suoi non possono sbagliare. Sarà importante l’approccio e la tenuta fisica contro una Samp che arriva all’incrocio con un ko sulla schiena ad opera dell’Atalanta. Il Genoa ha fatto riposare quelli che hanno tirato la carretta, vedi Criscito, Strootman (per lui solo 45′ come per Radovanovic e Shomurodov), Zajc, Masiello e Zappacosta. Questo turno era il piu’ difficile per il Grifo visto che affrontava la squadra piu’ in forma e piu’ forte in fondo il pareggio del Parma è un buon risultato mentre la vittoria del Cagliari accende un po’ i riflettori su tutto il gruppone va proprio dal Bologna al Toro e quindi interessa anche i rossoblu. Dopo 7 partite con risultati utili consecutivi Ballardini si ferma. Uno stop indolore e da mettere in preventivo. Ora bisogna riaccendere i motori per dare subito una risposta prima tutti a se stessi. Col Verona, col Torino, per non parlare delle partite precedenti si è visto un Genoa organizzato e arcigno, basta ritrovare quella formula per chiudere a cominciare dal derby questa stagione iniziata malissimo ma gia’ abbastanza aggiustata. Serve ancora qualcosa, da trocare il prima possibile.

4 Commenti

  1. Andre72 ha detto:

    Ciao Giovanni,
    oggi brutta prestazione, nettamente la peggiore dall’arrivo di Ballardini, contro l’Inter ci stava la sconfitta e pure il turnover, ma si e’ visto una squadra poco concentrata e poco cattiva, incredibile come Onguene sul risultato di 1 – 0 non abbia speso un fallo per fermare Lukaku nell’occasione del secondo goal.
    E poi una nota su Pjaca, come seconda punta e’ improbonibile o lo si fa giocare nel suo ruolo di esterno alto o e’ meglio provare qualche altra soluzione perche’ altrimenti si gioca in 10.
    Speriamo di vedere un altro spirito nel derby di mercoledi’.

  2. PieroValleregia ha detto:

    salve
    non avremo mai la controprova ma (forse) con i titolari non finiva così … però magari portavi a casa il pari ma con diversi ammoniti e indisponibili per il derby …
    Ho visto anche il Doria e Ranieri ha fatto lo stesso … per’altro nel primo tempo meritavano ampiamente il vantaggio
    Mercoledì vedremo …
    un saluto
    Piero e famiglia

  3. Albion ha detto:

    Difendo a spada tratta Porcella, i suoi commenti e l’eventuale sua trascuratezza nel gestire il blog. Detto questo a Milano si poteva fare meglio sicuramente ma credo che le scelte del mister siano state comunque funzionali a gestire forze e cartellini in vista di impegni ravvicinati non ultimo il derby di mercoledì.
    Quello che volevo dire e che avevo sottolineato in un mio recente intervento, le seconde linee del genoa non sono granchè, onesti operai del pallone. Vero di fronte avevi una squadra in salute e comunque forte però alcuni elementi anziché esaltarsi si sono dimostrati teneri e con poca personalità. Lunga salute ai 13 titolari.

  4. Finnrico ha detto:

    No, no, no, Pairetto no!!!

Lascia un commento

SCAMACCA, L’ASSO CALATO DALL’ALTO NEL MOMENTO PIU’ BUIO

Il volto di Preziosi in tribuna al Tardini alla fine del primo tempo era lo spot della delusione. Un Genoa [&hellip

BRACCINO CORTO

Il Ko di Roma e il pareggio con qualche rimpianto nel finale con l’Udinese sono figli del calcolo. Il Genoa [&hellip

AVANTI PIANO ANCHE NEL DERBY, MA L’ATTACCO NON INCIDE PIU’

In un derby giocato a tratti di qui e di la, ma senza incidere il pareggio è parso facesse comodo [&hellip

GENOA VIRTUALE, ORA IL DERBY

Tutto da copione. Il Genoa va a Milano con la super Inter lanciata verso lo scudetto e perde 3-0. Poteva [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio