Aiutiamo il soldato Nicola

26 Gen 2020 by Giovanni Porcella, 36 Commenti »

Abbiamo gia’ detto molto sulla partita di Firenze: aggiungiamo che il punto visti gli altri risultati consentono al Genoa di rimanere nel gruppetto di chi se la passa male ma che puo’ ancora salvarsi. Non mi faccio illusioni, ma lo spirito di squadra palesato nel secondo tempo e quello ancora piu’ evidente, con la Fiorentina mi pare sia un buon viatico per Nicola che comunque in 4 partite ha fatto altrettanti punti con in piu’ un’eliminazione ai rigosi dalla Coppa Italia col Toro. Barlume di gioco con Schone piu’ mobile e coraggioso, Favilli in crescita e Sturaro che mette minutaggio in stiva (bello il suo lancio per Pinamonti poi sciupato dall’attaccante). Non mi interessa poi se Criscito ha sbagliato il rigore, succede, e idem per chi si è mangiato un gol. Processi e sfoghi inutili. Il Genoa è malaticcio ma Nicola si merita tutto il nostro aiuto perché l’abbraccio quasi nevrotico tra lui e Perin a fine partita mi è rimasto impresso. C’è sofferenza in Didi come tra di noi. Diamo una mano al soldato Nicola. Attacchiamoci a questo morbosamente, aiutiamo sto gruppo di giocatori spaventato e male assortito non solo per colpe loro. ora l’Atalanta contro cui si puo’ perdere, sia chiaro. Quella col Cagliari dopo sarà durissima e importantissima. Intanto aspettiamo, senza farsi illusioni, gli ultimi acquisti, si fa per dire, speriamo almeno siano veramente rinforzi. Il resto come sempre lo farà la passione dei tifosi e di chi vuol bene ai colori rossoblu, quella che in società, anche in momenti così tremendi, sembrano non volere.

36 Commenti

  1. Paolo ha detto:

    Se il Toro ne ha presi 7 in casa propria, quanti ne beccheremo noi in casa dell’Atalanta? Difesa peggiore del campionato contro attacco migliore.
    E dopo il Cagliari, che si sta riprendendo (oggi ha fatto una gran partita a S. Siro contro l’Inter). Il destino mi pare segnato.
    Per carità. Nicola è commovente e sta cercando di tirare fuori il meglio da questa banda di derelitti. Però, se i rinforzi sono quelli che leggiamo sui giornali, e’ di tutta evidenza che il joker non ha.intenzione di spendere e che si sta preparando al peggio.
    E poi la fortuna si tiene ben lontana dal Genoa, e questo è un pessimo segnale.
    Io continuerò a tifare per il vecchio Grifone, ma ormai mi sono messo l’anima in pace.
    Questi sono i risultati di una politica aziendale scellerata messa in atto dal grande timoniere e dalla sua incapace e supina dirigenza.
    Che il diavolo se li porti tutti nel più profondo dell’inferno.
    Sempre Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. luca 64 ha detto:

    Ciao a Tutti, a mio parere ieri un punto importante guadagnato ma nello stesso tempo due gettati via in malo modo, pazienza. Inizia l’ultima settimana di mercato ma non credo ci aspettino chissà quali novità al riguardo anche se la speranza è l’ultima a morire. Fino a ora non mi sembra che l’illuminato abbia lanciato segnali incoraggianti al riguardo, ma magari sono un ingrato perché non mi basta l’acquisto del Bredesdinado Destro. Domenica ci aspetta una partita terribile ma sperare non costa niente, non si sa mai. Forza Genoa Sempre

  3. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti….leggo lamentele ed esortazioni da parte di alcuni tifosi affinchè si facciano pressioni nei confronti di Preziosi, come pare faccia la redazione di parte sampdoriana nei confronti del presidente Ferrero. Sinceramente a parer mio non credo servano a molto queste cose. Il signor Porcella credo faccia il giusto…quanto nelle sue possibilità, se non raccontare le cose come stanno e gli interventi giusti nei confronti della società. Ferrero non credo si faccia condizionare…. ne dalla stampa cittadina, tantomeno dai media. Il giorno che deciderà di vendere la società lo farà sicuramente per il suo tornaconto e non certo per le contestazioni…. che siano da parte dei tifosi, ne della stampa. Ho letto di lamentele perchè alla protesta nei confronti della società del 18 gennaio ci siano state solo 500 persone….e questo dovrebbe far porre alcune domande. Mentre dalla loro parte il giorno che dovesse mollare il viperetta, per loro ci sono pronti nomi del calibro di Volpi, Gozzi, oltre ai soliti Garrone, nonchè la famiglia Mantovani….dalla nostra parte, il solito nulla! Come è sempre stato. Le persone che si sono presentate i vari Calabrò, o il gruppo se non sbaglio di Gavazzi, si commentano da soli. E ricordiamo, tutto ciò che dice chi lo contesta, è verissimo, chiunque lo può appurare, ed è incontestabile,ma i numeri parlano chiaro. i risultati…… non migliori, ma chiamiamoli meno peggio da decenni a questa parte li ha ottenuti lui. Io spero di sbagliarmi, e di essere il solito genoano pessimista, ma quando mollerà Preziosi, noi torneremo ad essereciò che siamo stati per oltre 50 anni. Una società di serie B da metà classifica. Chiaramente esclusi 4 anni di Spinelli. Ci sarà chi preferirà così pur di non vedere più Preziosi.

    • riccardo ha detto:

      esatto..Io ad esempio preferisco la B piuttosto che avere una presidenza MARCIA che pensa solo a fare affari con le big cui sistema i bilanci e cui si inchina quando c’è da mandare là un giocatore..Preferisco anonimato e B piuttosto di un condannato per bancarotta fraudolenta sempre sui giornali per pastette e porcate. Perchè io, caro Bruno, sono GENOANO senza condizioni…Non mi interessa la A..la B o la C….mi interessa l’identità e basta. Ed io di ad avere una presidenza sporca , corrotta e affaristico-clientelare mi vergogno. E preferisco non essere in A piuttosto che esserci con quell’individuo. Questione di dignità. Morale..non sportiva.

    • Paolo ha detto:

      Bruno, per favore, non ricordare più che l’innominabile ha ottenuto risultati migliori rispetto a chi l’ha preceduto. Ti attiri solo gli strali di tutti e la cosa mi dispiace molto, perché so quanto soffri anche tu essendo, come me, un “tifoso d’epoca”.
      Ormai lo sanno anche le pietre che a Genova i pochi con i soldi che hanno voglia di investire nel calcio sono tutti dell’altra sponda calcistica e la cosa è aggravata dal fatto che se qualcuno avesse solo il pensiero di rilevare il Genoa, se lo farebbe passare subito, sapendo con quale filibustiere si troverebbe ad avere a che fare.
      Quindi, per liberarci della sua presenza spero solo in un intervento divino che ce lo tolga per sempre dai piedi, spedendolo nel più profondo dell’inferno. Purtroppo, però, so già che non avverrà, perché le pelli gramme sono le più dure a morire. Muoiono sempre le persone oneste e per bene, mai i farabutti e i disonesti. Politica docet.
      Adesso assistiamo a quest’agonia e prepariamoci alla serie B. Poi non so cosa succederà. Se, però, dopo la retrocessione dovesse trovare subito un compratore, avremmo la prova che non voleva vendere finché era in A. E con lui in B faremmo la fine di Como e Saronno, città in cui, se lo vedono, lo linciano all’istante.
      Consoliamoci pensando che, comunque, si tratta soltanto di calcio, cioè di un gioco, un passatempo. Ci sono cose ben più serie da affrontare nella vita.
      Forza Vecchio Balordo.
      PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • riccardo ha detto:

        P.S. Oltretutto si dimentica una cosa FONDAMENTALE : il calcio è cambiato , un tempo per fare calcio i soldi li mettevi..adesso le TV con i diritti ti mantengono buona parte del giochetto. Nessun presidente , ripeto NESSUN PRESIDENTE del passato del Genoa ha mai goduto di 50 milioni l’anno di diritti tv…

  4. PieroValleregia ha detto:

    salve
    se si tolgono i primi quindici minuti dove abbiamo solo patito, ritengo che questa sia stata la miglior partita giocata dal Genoa finora e, alla fine, se avessimo vinto non si sarebbe rubato nulla.
    I rigori li hanno sbagliati gente come Puskas, Maradona, Eusebio, Cruyff, ecc ma Criscito viene sistematicamente saltato come un birillo da chiunque; che resti Goldaniga e che giochi al suo posto.
    Come appena scritto, un rigore lo puoi anche sbagliare ma invece NON devi sbagliare, al 91esimo, una rete già fatta …
    Sabato pomeriggio Orsato ha elargito due gialli, uno a Schoene e l’altro a Favilli per due falli che, se tutti gli arbitri usassero lo stesso metro, tutte la partite finirebbero sei contro sei.
    E questo sarebbe il miglior arbitro italiano ? più realisticamente direi il meno peggio
    un saluto
    Piero e famiglia

  5. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    si sarebbe firmato per un pareggio ma per l’andamento della gara si può avere motivati rimpianti. La pochezza degli altri fa da ciambella di salvataggio, a Bergamo si potrà perdere ma evitare un’imbarcata potrebbe essere comunque un segnale positivo. Nicola al di là del gioco sembra fortemente motivato e si spera riesca a trasmettere un po’ di carattere alla truppa, Behrami credo possa essere d’aiuto per instillare la stessa mentalità sul campo, Sturaro in leggera ripresa ma ancora distante da standard accettabili bene Biraschi Criscito un po’ meglio delle ultime prestazioni anche se la prestazione è macchiata da un rigore più sbagliato da lui che parato da Dragowski bene Schone Barreca, Romero non ha fatto frittate e quando non lo fa la prestazione è sempre positiva, mentre Ghiglione seppur positivo un po’ più timido del solito, Pandev da clonare Favilli buon piglio. Sanabria e Pinamonti tecnici e leggere, lo stop con il quale si presenta solo davanti al portiere è un gran bel gesto tecnico vanificato dal tipo di conclusione scelto nel mazzo di opzioni che aveva disposizione…. verrebbe da dire aridatece Francioso!!! comunque un brodino è meglio del digiuno ma da qui alla fine se non si cambia registro in fase realizzativa le speranze rimarranno tali.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  6. Robi ha detto:

    Concordando con la disamina attuale,rimane lo sconcerto per i tardivi cambi di conduzione tecnica,considerando quella attuale,la più equilibrata,meno sperimentale e quindi più adatta all’ipotesi della miracolosa salvezza!!Il tifo dello stadio potrebbe fare il resto lasciando da parte adesso ,le contestazioni

  7. Albion ha detto:

    Che sia un gironcino a 4 o 5 per la salvezza pare ovvio stante i risultati e i punti conseguiti sinora dalle ultime derelitte squadre. Credo che non ci sia bisogno di salvare il soldato Nicola, nessuno mi pare gli stia sparando addosso ne tantomeno sta venendo meno il tifo. Se si contesta il bersaglio è sempre lo stesso…..
    Le riflessioni sono ormai trite e ritrite ovvero scarsa concretezza sotto porta e una batteria di attaccanti bravini ma poco prolifici. In questo senso San Nicola e i precedenti titolari della panca del Genoa, possono fare poco. L’unico giocatore che sarebbe servito nel mercato di riparazione era e sarebbe un bomber vero.
    Ma le palanche non ci sono e quindi continuiamo questa agonia, ogni tanto un antidolorifico sotto forma di punticino ma la malattia pare non dare scampo.

  8. Gabriel ha detto:

    Buongiorno a tutti!!! Finalmente è finita una partita senza aver preso gol!!! Peccato non aver capitalizzato le due occasioni avute!!! A parer mio, tolto il rigore sbagliato, è stata la partita migliore di Criscito, saltato solo in un occasione da Chiesa; nelle restanti gare do ragione a chi ha scritto prima di me: che viene saltato come un birillo!!! Non mi piace come giocatore, come persona non lo conosco, ma sembra il lacchè del presidente perché su sei allenatori avuti in due stagioni non ha mai messo la faccia dopo un esonero o un cambio tecnico e un capitano vero la faccia la deve mettere con delle dichiarazioni, non con delle foto su instagram….. vi ricordo il messaggio vocale che girava dopo l’esonero di Ballardini o i sorrisi nel post 4-0 con l’inter che hanno sancito la fine del rapporto con Thiago Motta!!!

  9. alberto ha detto:

    Basta con sta storia del migliore dal dopoguerra. Con quali numeri? I miei numeri sono diversi dai tuoi! E’ stato migliore Angelo Moratti o Massimo Moratti. Angelo 3 scudetti e 2 Champion, Massimo 5 scudetti (compreso quello di Facchetti) e una Champion. Per me non ci sono dubbi, Angelo, doveva anche scucire i soldi di tasca sua!
    Parlando di calcio. Ho visto la Samp ieri. Per chi ama il calcio inglese quello non era neanche fallo, per il resto del mondo fallo per danno procurato (incrocio linee involontario), per il calcio italiano anche ammonizione. Rosso solo per un arbitro di serie B. Siccome è un’intrepretazione il VAR non interviene. Poi a compensazione non ha dato un rigore che era molto più vero dell’espulsione. Ma non sarebbe l’ora di cambiare questa regola dell’espulsione? Il calcio ad un certo livello è anche spettacolo. Non si può rovinare una partita dopo un quarto del tempo. Espulsioni solo in caso di violenza volontaria. Per tutto il resto che trovino un’altra sanzione. Ad es. cambio giocatore obbligatorio nel conto dei cambi totali.

  10. Seb Genoanissimo ha detto:

    Buon Lunedì a te Giovanni e tutti i genoani!
    Devo dire che la prestazione di Firenze mi ha un po’ rincuorato! Oltre a tutto quello che si è già detto, la cosa che mi ha fatto più piacere è il vedere una squadra attenta in fase difensiva che una volta tanto non ha fatto regali (falli da rigore idioti, gente che scivola, cartellini presi per belinate, passaggi in orizzontale tipo derby…), siamo rimasti in partita sino all’ultimo e tra un pò portiamo a casa anche l’intera posta!
    Ora per noi domenica prossima la partita sembra proibitiva, ma vediamo che succede! Onestamente del nostro gruppetto di 5 il Lecce domenica ha un bel jolly incontrando in casa questo Torino a cui mancheranno i due espulsi domenica, con la partita di coppa Italia infrasettimanale e le 7 scoppole che ancora bruciano sulla pelle…. Speriamo non lo fruttino….almeno per intero….

  11. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti…Caro Paolo…hai detto parole sante! Effettivamente il calcio è solo un gioco! una passione, e chiaccherare qua è un ottimo passatempo. Come giustamente dici tu problemi della vita sono ben altri. Effettivamente siamo in pochi, se non nessuno su questo blog a pensarla come me. …ma vorrei farti notare una cosa importante… io non ho scritto che Preziosi ha ottenuto i risultati migliori…bensì “I MENO PEGGIO….che è ben diverso. Anche se purtroppo per noi è la semplice realtà…I numeri parlano chiaro. E ti posso garantire, dato che io vivo a Genova, molto vicino a Piazza Alimonda…frequento un ambiente sportivo molto grande, ed anche nella mia zona, nel circolo che frequento, siamo in moltissimi a pensarla come me. Il che non vuol dire Ok a Preziosi!!! tutt’altro! A Riccardo invece vorrei dire….Caro Riccardo, per fortuna viviamo in democrazia ed ognuno è più o meno libero di esternare il suo pensiero. La tua opinione la rispetto, ci mancherebbe, ma se a te piace più la B e l’anonimato, che stare in serie A con questa presidenza, io ti rispondo con tutto rispetto che per quanto mi riguarda, e stai tranquillo che non sono l’unico che non ci penso nemmeno!!! Io a tua differenza preferisco assolutamente la serie A. Di situazioni come hai descritto tu ne abbiamo vissute per decenni, e sinceramente non mi mancano. Ma per carità….de gustibus……

    • Paolo ha detto:

      Guarda che sei stato proprio tu a definirlo il miglior presidente del dopoguerra per il solo fatto di essere riuscito a tenere il Genoa in A per 13 anni consecutivi. Vai a rileggere i tuoi post degli ultimi 2 anni e lo vedrai di persona.
      Comunque è inutile continuare a discutere di questo. Non porta punti alla classifica del povero Grifo e non favorisce certamente la dipartita dell’illuminato dalle nostre città e regione. Pensiamo piuttosto a quello che ci aspetta.
      Domenica avremo una trasferta da incubo, contro una squadra che non credo proprio che farà gli stessi errori fatti contro la Spal (magari li facesse).
      Sarà un calvario e sarà penoso vedere i nostri giocatori che non sanno più che pesci prendere, perché si vedono arrivare gli avversari da tutte le parti. Mi aspetto un sacco di ammonizioni e qualche espulsione.
      Spero proprio di sbagliarmi, perché sono stufo di prestazioni umilianti.
      Ormai non ci resta che attendere la fine del campionato e sperare che ce ne siano 3 che faranno peggio di noi.
      Un caro saluto e sempre Forza Vecchio Balordo.

  12. robertogrifo ha detto:

    Buonasera,

    Ieri a Firenze si è dimostrato che per la salvezza siamo in corsa, la squadra si sta ritrovando seguendo il mister che secondo me ha il grande merito d’ aver capito di dover puntare su quiei giocatori più dotati di qualità e carisma senza metterli in ballottaggio con altri ogni partita. Mi riferisco a Schone, Criscito, Biraschi, Barreca, Ghiglione, Sturaro, Romero e Pandev. Il resto della truppa ruota a seconda delle necessità. In attacco per il momento continua a ruotare gli interpreti visto la non perfetta forma fisica di Favilli, Pinamonti e Destro, ma appena avrà finito le sue valutazioni, sicuramente punterà decisamente su uno di loro. Solo creando un gruppo solido si può giocare da squadra, condizione necessaria per raggiungere la salvezza.

  13. alberto ha detto:

    Che palle con sti numeri.

    Il Genoa con Gasperini ha fatto 272 punti in tutti gli anni esclusi i due non completamente suoi con una media a partita di 1,43. Senza Gasp ha fatto 211 punti con una media praticamente di 1 punto a partita.

    L’Atalanta senza Gasperini ha fatto 212 punti media 1,12 con Gasp 239 punti e media 1,77.

    Ho cominciato dal 2008 quando tutte e due avevano fatto 48 punti, quindi partenza alla pari.

    Sono una vedova di Gasperini ma in questo caso è per dire che esiste un Genoa di Gasperini ed un Genoa di Preziosi, 1,43 a 1,00, schiacciante.
    Esiste un’Atalanta di Gasperini e una senza, 1,77 a 1,12, mostruoso.

    Quindi il Genoa senza Gasperini non riesce a non avere grossi guai, Gasperini si è trasferito all’Atalanta e ha migliorato un score già altissimo.

    I numeri migliori del dopoguerra nel Genoa li ha fatti Gasperini, credo anche all’Atalanta.

    In aggiunta, nel campionato a venti squadre il Genoa non può avere problemi di classifica. se no chi è responsabile è scarso.

    Negli ultimi tre anni il Genoa è la squadra che ha fatto meno punti in assoluto.

    Ha fatto il record negativo di punti, 12, in 20 partite.

    Nel 2019 ha vinto 5 partite di campionato credo record negativo.

    Credo abbia il record di partite perse in casa.

    In 14 anni sono girati nel Genoa più di 200 giocatori record europeo, a quale scopo?.

    In 14 anni ha cambiato, per ora 18 allenatori, una follia.

    Ha il record di Derby non vinti di cui molti persi.

    Ma come C si fa a dire che i numeri lo eleggono certamente il miglior presidente del dopoguerra. E’ uguale agli altri due Spinelli e Fossati e rispetto al competitor principale, la Samp, tutti e tre pessimi.

  14. Asa ha detto:

    So o Genoano. Spero nella B per togliermi preziosi dal Genoa.

  15. Asa ha detto:

    Vi rendete conti che abbiamo un presidente che si è pure venduto kouamè ROTTO alla Fiorentina! Non abbiamo futuro.

  16. Capitan Harlock ha detto:

    Buonasera. Ultima notizia. Kuame venduto alla Fiorentina rotto. Siamo allo sbaraglio. Sta vendendo tutto quello che può. Ci sta portando al fallimento. Non credo abbia più senso parlare di salvezza o di aiutare il buon Nicola. Sta finendo tutto. Non ne posso più .

  17. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Bella questa manovra su Criscito, il padrone del vapore si sbarazzerebbe del Capitano dopo averlo riportato facendogli un contratto di 5 anni ……. altra perla da trafficone quale e’ , complimenti . Non avra’ fatto sempre prestazioni da 8 pero’ liberarsene cosi’ e’ proprio una “porcata” ….. davvero bravo.

  18. Finnrico ha detto:

    Mancano ancora 24 ore alla fine del mercato, ma la sensazione è molto negativa.

    Intanto mi fa imbufalire il fatto che il Vecchio si sia (s)venduto KOUAMÉ per pagare il riscatto di PINAMONTI. Solita filosofia da minchia, svendersi uno buono per fare un favore al fair play finanziario di una cosiddetta grande. Fino all’ultimo ha tentato di farsi pagare il riscatto di Pinamonti da qualche altra squadra, e non è escluso che ci provi ancora domani.

    Poi mi chiedo, come tanti, a che cosa servono IAGO e ITURBE se giochi con una punta e mezza e senza esterni (ma Schone e Sturaro/Behrami/Eriksson potranno supportare un 3-4-3?).

    A MASIELLO sono sinceramente l’ultimo che getterà le braccia al collo. Per me poteva restarsene a Bergamo. Ma chissà, magari ci aiuterà a comprare… pardon, a vincere, qualche partita. Le conoscenze non gli mancano.

    Ora la notizia della possibile cessione di CRISCITO mi sembra assurda. Non ha alcun significato tecnico. Sento in TV qualcuno che dice che al suo posto giocherà Masiello; ma Masiello è un destro e gioca sul centro-destra, Criscito è mancino e gioca sul centro-sinistra. Mimmo sarà in calo, anche per l’età, ma è l’unico che fa partire decentemente l’azione da dietro (a buttare mele al porco sono capaci tutti, basta un ragazzino della Primavera). L’unica spiegazione che mi viene in mente è che il Vecchio voglia monetizzare tutto, fino alla fine. Siamo la squadra di serie A che ha più prestiti in rosa, e allora siamo ridotti a venderci fin i trentaquattrenni…

    Che vergogna!

  19. Paolo ha detto:

    E’ veramente una situazione tragicomica, per usare un eufemismo.
    Io spero che queste ultime 24 ore di mercato volino, perché non si sa cosa è capace d’inventarsi quell’essere inqualificabile.
    Con Criscito ha fatto una vera è propria azione da coltello. Adesso il risultato sarà che, se resterà, avremo il capitano incazzato nero, perché consapevole del fatto che pur di fare soldi quello lì è disposto a vendersi anche i vecchietti delle case di riposo.
    Francamente non so come dargli torto, perché si tratta di una vera e propria pugnalata alla schiena. Kuamé pare se lo sia venduto per 10 – 11 milioni più bonus ed un 30% sull’eventuale rivendita.
    E chi arriva? Iago Falque, che non si sa se è o meno guarito dagli infortuni che l’hanno perseguitato finora, e Iturbe, che era ormai scomparso dai radar di tutte le squadre italiane (tranne il Genoa evidentemente).
    Non ho parole!
    Se pensa di raggiungere la salvezza con questo tipo di operazioni di mercato, o è completamente impazzito o è talmente in malafede che non ha più alcuno scrupolo nel prendere per i fondelli la tifoseria.
    Domenica a Bergamo infileremo la resta. Gasperini non avrà alcuna pietà.
    Ribadisco quindi che, di fronte a quest’ennesimo insulto a tutti i Genoani, vanno disertati stadio e trasferte e a luglio, quando inizierà il ritiro per la prossima stagione in B – perché B sarà – Neustift deserta e niente abbonamenti. Tutto ciò finché resteranno questo presidente e questa dirigenza.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  20. Seb Genoanissimo ha detto:

    Onestamente l’operazione Kouamé non la trovo così sbagliata. L’infortunio è molto pesante e non sarà utile per tutto il campionato. Inoltre, capisco anche che se si riesce a capitallizare ora non si volgia rischiare di rimanere col cerino in mano come con Iancovic e con (per chi ha memoria) Paro che non si sono mai più ripresi.
    Però, se Favilli è nel mirino del Torino, a questo punto il MERCENARIO si deve meterei le mani nel portafoglio e portare a Pegli Zaza (o simili)….. Non posso neanche pensare di rimanere con Pinamonti prima punta titolare…
    Per quanto riguarda Criscito e Pandev non ne volglio neanche sentir parlare… Ammenoché Preziosi non intenda gonfiare il petto, far vedere che il propritario è lui e strappare ulteriormente con i tifosi….

  21. enrico ha detto:

    La solita giostra preziosiana… Una vera e propria rivoluzione che spero porti i suoi frutti e che spero sia stata in accordo con Nicola.
    Il gruppo da quando è arrivato Didi mi sembra unito ma non vorrei che l’eventuale partenza (assai imprevista) di Criscito ma anche quella di Pandev (due senatori rossoblu che non hanno mai tirato la gamba indietro in questi mesi) , creasse nuovamente problemi di amalgama nello spogliatoio.

    Ai posteri l’ardua sentenza..
    E c’è ancora un giorno di mercato…

  22. Marco ha detto:

    Buonasera, sono un tifoso del Genoa…da qualche anno…il mio idolo do gioventù era il grande Duccio Mascheroni,ma ricordo con nostalgia tutti quei calciatori dalle qualità tecniche non eccelse compensate da grinta,abnegazione,attaccamento alla maglia.Il mondo è cambiato, il calcio anche.Ci può stare, ma chi ha masticato altri valori ha difficoltà a comprendere le attuali dinamiche, che altro non sono che relazionate al denaro, in barba alla poesia dei valori sportivi in senso lato.Il Genoa da quando Preziosi è diventato presidente ne ha vissuto di ogni.Momenti belli,nefandezze morali,momenti molto brutti.Da almeno quattro anni andare a vedere il Genoa ed assistere ad uno spettacolo sportivo decente è una chimera.Ma questo, se sei genoano lo puoi sopportare anche se non condividere.Chi è indifendibile è il presidente del Genoa, il proprietario “dell’azienda Genoa”…al di là del “club più antico d’Italia ” che altro non è se uno slogan privo di contenuti.Chi ha “mercanteggiato” questo slogan…non ha assolutamente a cuore i valori che sottendono queste parole.Che tristezza il percorso del Genoa quest’anno….che Tristezza la vendita di Kouame’ infortunato e la proposta di cedere un calciatore come Mimmo Criscito…cuore genoano e capitano. Che tristezza….questa è la politica ottusa che porterà i valori e gli obiettivi sportivi legati al Genoa “a ramengo”. Purtroppo il proprietario del Genoa, dopo un inizio promettente ha imboccato una strada senza uscita fatta di contrapposizioni con la tifoseria ed una gestione improntata con il trading compulsivo di calciatori ma disgiunta dall’obiettivo sportivo.Il Genoa serve al signor Preziosi per giocare “al mercato delle vacche” con i calciatori….Non credo che ci rimetta…..i fraticelli stanno nei conventi….ed il signor Enrico Preziosi tutto è meno che un ingenuo filantropo….se continua a permanere al comando dell’azienda Genoa….vuol dire che non ci rimette economicamente…..quando sarà così…lui troverà una scappatoia…noi andremo al campetto del Ligorna a tifare il nostro Genoa…che non lasceremo mai solo…..

  23. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno,
    come ho scritto settimana scorsa il Joker sta raccogliendo gli stracci in fretta e furia, sta cercando di vendere tutti i giocatori di proprietà del Genoa si chiamino Gumus Criscito Agudelo Pandev non ha la minima importanza, cerca di lasciare in rosa solo prestiti da riscattare con obbligo o meno, intasca il paracadute e lascia la squadra al successore, per altro inesistente, con un debito verso l’erario di quasi 100 milioni riscatti da fare per circa 40 milioni ed un monte ingaggi assurdo….. Risultato nessuno si farà avanti fino a che i libri non saranno in tribunale ed un curatore fallimentare tenga il marchio in ostaggio per cercare di appianare la situazione in qualche modo. Ricominceremo dai dilettanti. Tutto questo grazie al miglior presidente del dopoguerra mai rimpianto abbastanza a Saronno e Como.
    Memoria : Criscito disse no all’Inter perché nel Genoa oltra a giocare fino a fine carriera aveva già un posto nei quadri societari. Qualcuno raccolga tutte le bugie del pregiudicato e pubblichi il bestiario preziosiano che il suo club omonimo possa utilizzare come manifesto:
    Solidarietà per Nicola che appena aveva trovato il bandolo della matassa si trova una squadra nuova da assemblare con l’obbligo di far punti tanti e subito.
    Il BROGEDDO di Preziosi sta per essere realizzato.
    SOLO PER LA MAGLIA
    FORZA VECCHIO BALORDO

  24. Franco ha detto:

    In ultima analisi il Calcio deve essere sempre un divertimento, in caso contrario ci arrabbiamo per niente. Il Genoa ,non a caso aveva attratto le simpatie del grande Gianni Brera, non si fa mancare niente. Non sarei così pessimista come tanti, compreso gli ospiti della trasmissione di Giovanni Porcella, i giocatori vanno e vengono da tutte le parti, il Calcio di oggi è questo, prendere o lasciare. Sono arrivati al Genoa degli ottimi giocatori, possono divertire e fare bene, senza ansie però. L’unica cosa, secondo me, è quella che manca un centravanti sicuro, e questa non è una cosa da poco. Ci sono 5 punte di ruolo attualmente, e sinceramente hanno deluso tutte, a parte un po’ Pandev, al quale però non si può chiedere di più. Questa cosa è un po’ esagerata, e se non si risolve oggi, francamente lo vedo un problema. Anche se con l’arrivo di Falque e Iturbe, il gioco potrebbe essere più favorevole alla prima punta. Il Genoa ha i giocatori per salvarsi tranquillamente. Quello che bisogna chiedere con forza è che lo Stadio di Marassi venga reso agibile e igienico alla svelta. Questo si che è prioritario. Cordialmente

  25. ALBE966 ha detto:

    Come sta riducendo il nostro Genoaaaaaa, si vende tutto, anche le mutande usate, giocatori rotti, mezze bandiere, tutto purchè gli diano qualche euro, BASTAAAAAAAAAAAA VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEE, MI VA BENE QUALUNQUE CATEGORIA MA SENZA QUELLOOOOOOOOOO.
    Scusate, a volte non ci si può trattenere.

  26. riccardo ha detto:

    Stanotte e stamattina striscioni contro preziosi in varie zone della città. Potete dargli risalto mediatico per favore ? Le foto sono reperibili su Facebook. Grazie.

  27. Paolo ha detto:

    BuonD,
    ora a mercato finito, possiamo dire che il giocattolaio ha venduto il vendibile…forse CI rimane il solo Biraschi. Comunque la cosa peggiore che ha fatto è l’acquisto di Masiello. Pagare 2.5 milioni uno di 34 anni?????! con ingaggio 1 milione all’anno!!!!
    Scandaloso. Saluti. Grz MIMMO

  28. Finnrico ha detto:

    Mercato da 4 in pagella. Non ne usciamo affatto rafforzati, né tecnicamente, né economicamente.

    Qualche soldo arriverà per il solo Kouamé, gli altri sono tutti prestiti che a giugno torneranno a casa. Anche l’assurda operazione Agudelo verrà contabilizzata solo a fine 2021 (se poi andrà in porto).

    In compenso ci siamo portati in casa altri ingaggi pesanti per atleti a fine carriera, e abbiamo depauperato il capitale giocatori imbottendo la rosa di prestiti secchi (almeno 7-8, se non ho contato male).

    Ora abbiamo una rosa sovraffollata, con ben 27-28 giocatori (sempre se ho contato bene). Per quanto riguarda la difesa, ci sono in ballo 7 giocatori per 3 maglie; a centrocampo, se parliamo dei 3 interni, ci ritroviamo con ben 8 possibili interpreti. Davanti 6 per 2 maglie.

    In più, non in tutti i ruoli ci sono gerarchie chiare, e questo alla lunga crea insicurezza in giocatori già psicologicamente provati, che si sentono ogni giorno sotto esame. E quelli che restano fuori non faranno i salti di gioia.

    Infine, abbiamo una buona primavera, con giocatori di valore come Rizzo, Masini, Tiago, Eyango, Zennaro, Cleonise, Bianchi e Kallon (e mettiamoci anche Rovella, anche se forse se ne parla anche troppo). Ora ’sti poveri ragazzi il Ferraris lo vedranno solo in televisione. Sarebbe molto meglio avere 22, massimo 24 giocatori della prima squadra e far respirare a turno a questi giovani un po’ dell’atmosfera delle gare vere.

    Delle altre, comunque, solo la Spal mi sembra che sia uscita bene dal mercato.

Lascia un commento

Ora al Genoa riflettano per questo altro orrore

Il Genoa ha visto le streghe, come l’anno scorso. Due stagioni soffertissime, paradossalmente piu’ brutta questa anche se la salvezza [&hellip

Il Genoa che non t’aspetti: vinto il derby che conta

Diciamoci la verità’, la Sampdoria voleva vendicare Boselli il retrocessori nell’immaginario collettivo, almeno per quello rossoblu. Sul patibolo stavolta è [&hellip

All’ultimo affanno

All’ultimo affanno il Genoa trova un punto a Udine che vale piu’ per il morale che per la classifica. Il [&hellip

La ripartenza piu’ triste, senza emozioni

Un caro saluto a tutti. Eravamo rimasti alla vittoria sul Milan, poi si è spenta la luce e non solo [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio