ALLACCIATE LE CINTURE DI SICUREZZA

20 Gen 2020 by Giovanni Porcella, 58 Commenti »

Quella con la Roma e’ una sconfitta che fa male per la classifica e per l’autostima del Genoa. Un altro stop terribile perché intanto la zona salvezza si allontana ancora di piu’. Il Ferraris terra di conquista e mai in serie A a parte il Bologna l’anno scorso, qualcuno si è salvato con 14 punti in 20 partite. Come dire, un miracolo c’è gia’ stato. Insomma allacciate le cinture di sicurezza, turbolenze forti in arrivo. Salvezza ancora possibile ma terribilmente difficile. Con la Roma troppi errori e regali. Purtroppo non è bastato il cuore nella ripresa e anche qualche buona trama. Lo ripetiamo, c’è bisogno di rinforzi pronti e subito non gente da rimontare raccogliendo i pezzi sparsi. Assurdo che nessuno a parte noi lo dica chiaramente. E’ partita la contestazione alla società col corteo di sabato fino in via Palestro e poi i cori e gli striscioni apparsi domenica allo stadio. Resta pero’ ancora una volta il forte incitamento alla squadra a cui sono stati rivolti alla fine anche gli applausi. Nicola è ottimista e fa bene a sostenere questa linea coraggiosa anche perché non puo’ certi dire che è finita.  Ora due trasferte: la prima a Firenze e poi con l’Atalanta. Non occorre aggiungere altro, la permanenza  in A passa ormai dalle disgrazie delle altre concorrenti

58 Commenti

  1. Asa ha detto:

    Sarebbe ora di fischiarli 90 minuti visto che con l’incitamento non giocano. Vedi mai che iniziano a giocare….non compra nessuno inutile illudersi tanto che hanno preso Destro che fa pena quando è in forma figurarsi adesso. Perin seconda papera….se c’era Radu lo linciavano…..siamo in B poche musse.

  2. Albion ha detto:

    Inutile fare commenti sulle partite, cambiano gli allenatori ma il risultato (sul campo) è sempre più o meno lo stesso cioè la sconfitta. Si può essere iper ottimisti, vedere miglioramenti, pensare alle disgrazie altrui, ma occorre pure guardare in faccia la realtà.
    La realtà dice che l’unica certezza è il tifo che comunque non viene mai meno e che comunque non scende in campo.
    Un vero peccato vedere questo agonizzante campionato del Genoa, la proprietà deve esserne fiera di come ha non gestito questa situazione. Dirigenti che vanno e vengono, allenatori di basso profilo, calciatori spesso in prestito, scommesse e/o a fine carriera.
    Insomma un vero e proprio delirio.
    Vorrei fosse già maggio.

  3. Peter Tosh ha detto:

    10 minuti nel secondo tempo di tifo caldo con la squadra tambureggiante e fine, il 12esimo uomo è sparito da tempo immemore.

    L’ill.mo presidentissimo non sfuce un euro e prende solo rotti e vecchi per 6 mesi. Fine della cuccagna. E Nicola vittima predestinata. Fa tenerezza vederlo sotto la Nord a fine partita a raccogliere consensi per la squadra. Forse è l’unico a tenerci davvero, nonostante il lauto stipendio.

    PREZIOSI VATTENE

  4. robertogrifo ha detto:

    Con la Roma si è visto qualcosa di buono, alcune trame di gioco e l’impegno di tutti. Certo la squadra è incompleta, senza due tre rinforzi di qualità la salvezza è una chimera, però ora si vede un tentativo di dare una fisionomia ben precisa alla squadra cercando, formando un gruppo, di sfruttare al meglio le caratteristiche dei singoli che non sono cosi scarsi come sembrerebbe dire la classifica.
    Ora fiorentina e atalanta con la consapevolezza che abbiamo l’obbligo di cercare di fare punti anche con loro.

  5. Paolo ha detto:

    Applausi per cosa? Per aver perso l’ennesima partita in casa?
    Stamattina al giornale radio nazionale hanno detto che la Roma ha vinto a Genova in maniera agevole. Io non ho visto la partita, ma ho sentito il primo tempo alla radio ed il cronista (Bisantis di Radio Rai) ha detto chiaramente che nel primo tempo la Roma poteva farne ben più di 2. Sarebbe bastato che spingessero con maggior convinzione.
    Mio figlio l’ha vista tutta e mi ha detto che si vede nettamente la differenza tra il Genoa e le altre squadre coinvolte nella lotta salvezza. Non scendono in campo col sangue agli occhi, non aggrediscono gli avversari su ogni pallone. Il Lecce contro l’Inter e il Brescia in 10 contro il Cagliari hanno dato l’anima e fatto vedere i sorci verdi agli avversari. Noi no.
    Nicola è ottimista? Beato lui! Vedremo quanto lo sarà dopo le prossime 5 partite (Fiorentina e Atalanta fuori, Cagliari in casa, Bologna fuori e Lazio in casa). I punti fatti saranno zero spaccato e saremo straultimi in classifica. Sempre che resti in panchina per tutte le prossime 5 gare.
    E togliamoci dalla testa qualsiasi illusione di acquisti di giocatori pronti ed in grado di far cambiare marcia a quest’accozzaglia di derelitti.
    Il migliore del dopoguerra non spenderà un centesimo. Ormai sa benissimo che retrocederemo e si sta preparando ad incassare il premio di consolazione per la retrocessione; poi venderà i pochissimi ancora sani e appetibili da altre squadre ed infine cercherà di vendere al migliore offerente.
    Se lo farà saremo tutti felici della sua dipartita dal Genoa, ma chi dovesse arrivare si troverà una patata incandescente tra le mani. Tra debiti da sanare, squadra da costruire per tornare in A, ambiente da risollevare e compagnia cantando ci vorrà uno con i nervi d’acciaio ed il portafoglio bello gonfio. E chi è così folle da gettarsi in un’avventura simile? Se resterà il joker ci riporterà dove ci ha presi, cioè sulla soglia della sezione fallimentare del tribunale.
    A questo punto, basta farsi illusioni. Bisogna cominciare a far capire chiaro a società e giocatori che stanno umiliando il vero patrimonio di questa squadra: i tifosi.
    Quindi che si inizi un serio sciopero del tifo. Che nessuno li segua più in trasferta e che il Ferraris resti vuoto quando giocano in casa. Che nessuno vada più agli allenamenti a porte aperte.
    Questi pellegrini strapagati devono capire che si devono vergognare. Devono vedere gli spalti vuoti con al posto dei tifosi degli striscioni enormi con scritto su che sono la vergogna ed il disonore del Genoa, che non sono degni di indossare quelle maglie e che devono togliere il disturbo. Lasciamo stare cosa dovrebbe essere scritto nei confronti della società e del suo presidente.
    Questi non meritano di avere un pubblico che li sostiene. Che cambino mestiere, se ne sono capaci.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. Harlock ha detto:

    Non vorrei essere pessimista,ma anche con cr7 e messi non ci salviamo. In estate è stato elogiato il mercato della società. Dopo circa 6 mesi i valori reali dei giocatori sono oramai chiari. La maggior parte non dovrebbe neanche sedere in tribuna,figurarsi giocare in serie A. Ed il silenzio assordante dei vari dirigenti,in primis il padrone che tornerebbe allo stadio solo se gli assicurano di non insultare lui e famiglia. Cosa vorrebbe,un tappeto rosso e tutti prostrati ai suoi piedi? Ma dai su non dica niente. Continui il suo silenzio,non mi manca,e nemmeno allo stadio. Attendiamo la fine di tutto. Serie B o fallimento non ha più importanza. L’unica cosa davvero importante è non vederla mai più.

  7. Filippo ha detto:

    Nicola sta facendo il suo lavoro, che è quello di raccogliere i cocci e cercare di motivare una squadra incapace di reagire alla situazione contingente.
    Il mercato invece è carente non da oggi purtroppo, ma da anni.
    Sono 3 anni che non abbiamo un centrocampista dinamico che sappia fare l’incontrista (l’ultimo degno è stato Rincon); sono 3 anni che non abbiamo una punta che faccia almeno 10 gol a stagione, se escludiamo i 4 mesi di Piantek (Pavoletti è stato l’ultimo degno).
    E allora di cosa stiamo parlando se non di una retrocessione quasi sicura?
    Perchè al momento ricordo sono arrivati un 34enne che giocava in Svizzera a calcetto perchè senza squadra ed un 30enne che non è titolare in serie A da due stagioni e mezzo.

  8. Bottero Pier Paolo ha detto:

    Buongiorno a Tutti anche se da genoani il risveglio è pessimo, per non dire catastrofico.
    Ancora un volta l’organico ha dimostrato la sua pochezza di fronte al quale quasi tutte le altre squadre maramaldeggiamo soprattutto a centrocampo ed in difesa: mai visto da nessun’altra squadra offrire su invitanti piatti d’argento palloni altrettanto allettanti per segnare.
    La società è allo sbando ed al verde lo dimostra la campagna di “rafforzamento” sin qui imbarazzante.
    Neanche il mitico chirurgo Maragliano ci potrebbe salvare qualora risorgesse.
    Purtroppo i giochi sembrano fatti sempre più ed a danno del Grifone.
    Ricordiamo l’anno scorso Prandelli che giocava con lanci lunghi dal portiere alla zona di attacco? E perché operava così: aveva capito che nel Genoa c’era ben poco e quindi non si poteva permettere il lusso di giocare a calcio come si deve!
    Da allora nonostante i proclami del presidente nulla è cambiato, là qualità è ulteriormente scesa ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
    Penso inoltre che oramai è tardi per rimediare salvo miracoli.
    Con questa presidenza il destino potrebbe addirittura ancor più nefasto.
    Mi auguro vivamente di no ma le premesse sono veramente scure!

  9. PREVIATI STEFANO ha detto:

    La Roma mancava di 7/8 titolarissimi ma sono bastati i sostituti per dare rumbe nel primo tempo; nella ripresa hanno mostrato un po’ di intensita’ agonistica che poteva anche portare ad un pareggio ma tutto reso vano dalle cappelle del duo Romero/Perin ……
    Ora 2 trasferte dove raccattare 2 ( ?!?!?! ) punti, impresa davvero ardua ma se non arrivano son cavoli davvero ….. grazie al padrone del vapore, grazie …… caccia i soldi e poi sparisci !!!

  10. francesco ha detto:

    Caro Giovanni, grazie ancora per lo spazio e l’appello a questa propietà che spero non vada nel vuoto. Leggo ora di Eriksson! Ma chi Sven Goran il primo che mi viene in mente. Pagato 50mila euro? Ma quanto potrà essere un fenomeno se lo paghi 50mila euro? Questi non hanno capito un ca@@o! O meglio hanno capito ma se ne fregano del Genoa e della Città. In B ci vogliono andare davvero, altro che bagno di sangue. Questo ha deciso quando ha ingaggiato T.Motta. Tra 10 giorni il mercato chiude, ci saranno altre due partite, e non abbiamo ancora comprato un giocatore che sia degno s’essere definito tale.
    Preziosi VATTENE X SEMPRE

  11. Finnrico ha detto:

    Indipendentemente da tutto, è un fatto che la Roma abbia segnato due gol con altrettanti cross sbagliati.

    E quanto alla terza pera, non crocifiggerei Perin: l’errore c’è stato (peraltro Mattia è scivolato), ma c’era anche il modo di rimediare.
    Il suo è stato il più vistoso di una catena di errori. A mio modo di vedere è molto più colpevole Romero, perché ha sbagliato quattro volte:
    1. passaggio incomprensibile a Biraschi (ma la cappella di Ghiglione nel derby non ha insegnato niente?);
    2. stop approssimativo sull’affannoso recupero del compagno;
    3. si è fermato a dormire invece che salire e lasciare Dzeko in fuorigioco;
    4. ha sbagliato il tempo della chiusura sul bosniaco.

    Però, ragazzi, Romero è un ’98, è un giocatore fenomenale. Avrebbe bisogno dell’appoggio e del sostegno di un compagno di esperienza. Il gesto più bello è stato proprio di Perin, che si è preso la responsabilità di tutto.

    Per il resto, la tattica è importante, ma l’impressione è che se arriviamo sempre a un pelino dal gol è per colpa dell’errore tecnico, individuale: il cross leggermente troppo corto (Cassata), il filtrante appena fuori misura (Favilli), il tiro strozzato (Sturaro), l’entrata in ritardo (Sanabria).

    • Asa ha detto:

      Perin è imbarazzante. Due partite due papere. Se le faceva Radu……apriti cielo. Perin perdonato. Perché? Se è diventato quarto portiere alla juve e lo hanno mandato qua x valorìzzarlo e poi venderlo a chiunque un motivo ci sarà….. il portiere era l’ultimo dei nostri problemi e perin vale radu. Anzi radu è giovane….

      • Finnrico ha detto:

        Asa, quando era il momento lo abbiamo detto e scritto tutti che l’operazione Perin non aveva senso.

        In pratica paghiamo uno stipendio a un giocatore che abbiamo venduto sottocosto alle zebre per permettergli di recuperare l’idoneità agonistica e trasferirsi il prossimo anno in Portogallo o non so dove. E in più lo mettiamo in competizione con uno che il suo lo ha sempre fatto, ma che è pur sempre un altro prestito secco che valorizziamo per fare un favore a un’altra squadra.

        Ormai la frittata è fatta. Ma, ripeto, dire che Perin è imbarazzante è ingeneroso e secondo me è un giudizio di pancia e non di testa.

        • Asa ha detto:

          Imbarazzante è volutamente forzato per far capire che due partite due papere sono da portiere molto modesto e rispetto a quando è partito è imbarazzante. In quel senso lo intendevo. Poi hai ragione in entrambi i casi facciamo gli interessi di altre squadre anziché del Genoa ed è assurdo.

          • Matteo ha detto:

            Perin ha sicuramente sbagliato pero paragonarlo a Radu mi sembra un pochino fuori luogo, Perin sa comandare una difesa sa uscire e ha visione fuori porta, mentre Radu in tutte queste cose deficita un po’.
            Poi è logico che se im una partita ti passano davanti 500 palloni prima o poi o ti fanno gol o una papera la fai matematico. comunque il problema del Genoa olyre che i calciatori mediocri è il presidente che non ne ha piu voglia speriamo trovi un acquirente e che si levi dai piedi.
            Forza Genoa

  12. riccardo ha detto:

    Caro Giovanni , appare ormai chiaro che preziosi non abbia intenzione di mettere più un euro nel Genoa….appare altresì chiaro che è una VOLONTA’…non un impossibilità..vista la floridità delle sue aziende e delle sue reali risorse…..A questo punto la stampa TUTTA dovrebbe organizzare un fuoco di fila per difendere un bene DELLA CITTA’…..Perchè non puo’ essere accettabile che si tenga una squadra di calcio SOLO per fare i propri affari e traffici economici..magari perfettamente legali perchè sul filo della liceità…però ETICAMENTE schifosi..Perchè un conto è perseguire i propri interessi parallelamente al lato sportivo di un club che fa calcio. Un altro conto è USARE il Genoa solo per questioni finanziarie e di mercato. Questa è una cosa che dovreste denunciare IN QUESTI TERMINI….Il Genoa ha ricevuto qualche anno fa lo status di patrimonio dello sport italiano in virtù del fatto che ha portato il calcio (sport nazionale) in Italia. Eticamente è INACCETTABILE che la sua funzione sia diventata sistemare bilanci di amici , affari di amichetti e aziende con sede a Lugano. ORA BASTA!

  13. gallo ha detto:

    Ciao Giovanni!
    Dai su non possiamo pensare di fare risultato con certe squadre, non sono alla nostra portata con la squadra e la testa che hanno ora i giocatori.
    Queste sono partite in cui dovremmo far giocare la primavera :)…ovvio se prendi un punto o anche 3 hai fatto il miracolo però non devi ammazzarti contro certi avversari.
    Quando incontri parma sassuolo lecce verona sampdoria spal bologna fiorentina… ecco queste squadre devi surclassare in cattiveria, grinta e voglia di vincere…inter lazio juve atalanta roma e un po anche Napoli anche se non in forma hanno una categoria superiore.

    Cmq almeno è stato piacevole vedere la voglia di fare…la voglia di provarci….rovinato come al solito da vari errori…e sfortune…

    A presto! 🙂

  14. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    La salvezza passa dai punti presi con squadre con cui il pronostico è sfavorevole Lecce Juve e Lecce Inter docet. La Roma era la nostra occasione perché rimaneggiata ed in versione Rometta se poi i 3 gol glieli facciamo cross ci do io ci dai tu… no va in porta, autorete di Biraschi e svarione Romero con annessa scivolata di Perin dove vogliamo andare? Certo positivo Pandev con Ghiglione e Barreca, Goldaniga più pugnace di Criscito ma un po’ più limitato tecnicamente Schone 20 minuti da Ajax e 70di buio pesto. Sanabria sporca una prestazione che poteva essere sufficiente con un gol che ogni blogger bendato avrebbe segnato. Certo Pau Lopez prende palle difficili frustrando ogni tentativo di rimonta certo la squadra è sembrata viva per un buon tratto del secondo tempo, certo Nicola sta lavorando con impegno ma come dice Giovanni senza innesti pronti e capaci tutto questo è solo fuffa. Non parliamo di sturano che sarebbe stato scartato anche al casting di The Walking Dead perché anche come zombie sarebbe stato troppo lento. Non c’è luce in fondo al tunnel anziché uscirne lo stiamo arredando con un rimpianto a giornata. La speranza è l’ultima a morire ma qui si rischia la matematica retrocessione già a marzo….. che intendesse questo Preziosi quando ha promesso che non si sarebbe sofferto fino all’ultima giornata. E’ iniziata la contestazione? Sempre troppo blanda e troppo tardi.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  15. PieroValleregia ha detto:

    salve
    se riusciamo a perdere, regalandole di fatto le tre reti, contro la squadra più scarsa vista a Genova, dopo il Milan, allora è giusto che andiamo giù … nonostante poi, 25 minuti di un secondo tempo dove meritavi almeno il pari.
    Di quelli visti ieri iun campo, salvo solo Goldaniga (spero che tolga definitivamente
    il posto a capitan qualcosa), Sanabria che, pur non essendo un fenomeno, è un giocatore di pallone, Pandev (immenso, inutile starlo a rimarcare) e Schoene; Favilli quando è entrato, ha fatto il suo ma … gli altri ?
    ps. una sola domanda: perchè l’arbitro ha aspettato ben 85′ prima di ammonire il loro portiere ? c’è una regola che dice che i portieri delle (presunte) grandi possono rinviare anche dopo un quarto d’ora ?
    saluti
    Piero e famiglia

  16. Andre72 ha detto:

    La salvezza si allontana sempre di piu’, ai miracoli ci si crede poco, non so l’ottimismo di Nicola da cosa nasca ma anche lui, oltre che dire tante belle parole, deve darsi una svegliata, se pensa di salvarsi con Sanabria in campo per 90 minuti puo’ anche tornare a leggere qualche bel libro di psicologia: Favilli, se non e’ rotto, in questa squadra almeno un tempo lo deve giocare sempre.
    Detto questo, ci ricordiamo che 3 anni fa Pandev veniva impiegato nell’ultima mezz’ora? Ora deve giocare sempre 90 minuti e nel reparto offensivo risulta quasi sempre il migliore che dire ….

    PREZIOSI VATTENE

  17. luca 64 ha detto:

    Ciao a Tutti, altra partita ennesima sconfitta , i numeri parlano chiaro e sono impietosi nei nostri confronti. Meno male che pure il migliore di sempre si è accorto cosa stiamo rischiando, decidendo di porre rimedio a questa inaspettata situazione, investendo in questa sessione di mercato fior di quattrini per uscirne indenni. L’acquisto di Eriksson ( 50000 euro) è una risposta forte rivolta ai suoi detrattori che pensano solo a contestare a prescindere. Situazione sportivamente drammatica anche perché personalmente non riesco a capire dove quel personaggio voglia andare a parare. L’equazione andiamo in b e lui molla per me non esiste, non ne ha la minima intenzione. Come già detto altre volte quando ci mollerà lo farà solo quando non avrà più convenienza,la categoria non c’entra niente. Ora più che mai Forza Genoa Sempre

  18. Paolo ha detto:

    E adesso siamo ultimi e non ci schioderemo più da li.
    La Spal ha dimostrato come si lotta quando si è con l’acqua alla gola, cosa che manca al Genoa.
    E Preziosi che fa? Prende un altro giocatore vecchio e che è una totale incognita.
    Di attaccanti veri ed in grado di metterla dentro neanche l’ombra.
    Ormai la sua strategia e’ chiara. Non vuole tirare fuori soldi, forse anche perché non ne ha.
    Se e’ così allora mettiamoci l’animo in pace.
    Quello che, però, non è accettabile e’ il modo umiliante in cui stiamo retrocedendo. Siamo il materasso della serie A. Contro di noi i 3 punti sono sicuri. Per forza che non si fa più vedere allo stadio. Adesso rischia la pelle.
    Contestazione senza quartiere e disertare stadio e trasferte.
    E se restasse anche in B, niente abbonamenti.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  19. Gufy ha detto:

    Ma voi pensate che la dirigenza pensi davvero che sia importante salvarsi o no?
    Io comunque, fossi Preziosi, farei una di quelle dichiarazioni senza senso, tipo: “voglio morire con la maglia del Genoa” almeno servirebbe a calmare un po’ l’ambiente.
    C’è proprio più poco da dire.

  20. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Ale’, ci si mette pure Gasperini a dare contro ….. come fai a perdere in casa con la Spal ….. ora ultimi …….

  21. alberto ha detto:

    La stranezza è che Prez non sta facendo quasi niente sul mercato mentre la barca è già sott’acqua.
    Anche ieri è stato ingaggiato un giocatore che neppure Onofri si ricordava avesse giocato nel Cagliari due anni. Claudio Onofri!
    Vedo tre casi possibili:
    – sono finiti i soldi, personali non sociali
    – Prez dà per spacciato il Genoa e quindi non vale la pena, vedi comunicato ufficiale che diceva, dopo tanti anni è normale finire in serie B
    – c’è qualcuno che sta per subentrare.
    L’ultima è quasi impossibile perchè dovrebbe tirare fuori i libri sociali che esistono solo nel mito giornalistico. Nessuno li ha mai visti.

  22. Robi ha detto:

    Lascio da parte la configurazione della squadra in estate.Da anni la difesa è sempre stata debole,con assenza di fisicità (Spolli dove sei),gioco aereo,un centrocampista che salti l’uomo.Comunque,dopo la gara con la Fiorentina le prospettive sembravano migliori.Dopo crollo mentale e fisico,perché il Genoa gioca sempre e solo un tempo.La squadra,evidentemente,non può dare di più: nessuno si propone eccetto il solito Pandev .Gli infortuni dovevano obbligare la Società a riparare ma in senso reale.Se ciò non è accaduto e non accadrà ,non si può più sperare.Mi chiedo anche quali vantaggi porterà la serie B se non un deprezzamento totale

  23. Seb Genoanissimo ha detto:

    Ciao Giovanni e amici genoani, eccoci di nuovo all’ultimo posto!
    Questo è il GIUSTO verdetto del campo dopo 20 giornate e le giustificazioni stanno a zero!
    Ma non solo, il mercato di Gennaio sta per finire, il proprietario non ha combinato nulla e addirittura non riesce a competere neanche con la Spal, Verona e Brescia che puntualmente ti soffiano giocatori, per noi, importanti!
    La cosa più triste è vedere il nostro amato Club ridotto come un animale morente nella savana spolpato dalle iene… non c’è più niente… conti in rosso, valore tecnico scomparso, prospettive future inesistenti. Solo i tifosi resistono e ci saranno sempre, VERO E UNICO VALORE DEL GENOA CFC 1893!
    Onestamente Giovanni fammi un regalo, ritira l’invito nei tuoi studi per dare una spiegazione, se mai qualcuno volesse venire ai tuoi microfoni per provare ad accampare qualche scusa, per favore non farlo venire, non gli dare l’ennesima possibilità di prenderci per il culo dopo averci umiliato in questo modo. Vadano dal loro amico all’altra emittente!
    Per favore se ne vadano tutti, se mai volessero fare qualcosa per il Genoa e i Genoani che trovino un acquirente e se ne vadano senza fare rumore e senza neanche salutare, anche il suono della voce del Proprietario a questo punto sarebbe veramente fastidiosa

  24. FrancescoOregina rossoblu ha detto:

    Più si va avanti e più sono convinto che voglia andare in B.L’anno scorso ci sperava ma gli è andata male.Quest’anno ha fatto le cose serie.Direttamentein B senza soffrire.Più indizi fanno una prova.Le prime partite con Andreazzoli giocavamo anche bene e abbiamo fatto dei punti,allora lui che ha fatto?HA ORDINATO alla squadra e allenatore di smettere di giocare.Detto fatto.Da Cagliari in poi non è esistita più una squadra.Poi che ha fatto?ViaAndreazzoli e chi ha preso?Non uno che rischiava di salvarci ma uno che tutto era fuorchè un allanatore di calcio e i risultati si sono visti.Dopo via Motta e avanti con Nicola che avrà anche voglia di salvarci ma gli ORDINI SONO ORDINI.Infine rinforza la squadra con inutili personaggi scarsi e rotti.Questo è il suo progetto.Prende qualcosa dal paracadute,vende tutti i vendibili e poi si aprono le porte del tribunale.E la storia del Como e del Saronno si ripete.Ma perchè quello lassù non ci fa la grazia?

  25. Matteo ha detto:

    C’è solo una via. Lasciare lo stadio completamente vuoto.
    Non per una partita o per due ma per tutto il restante campionato.
    A questo punto sarebbero anche lega e tv a intervenire a spingere fuori dalle palle preziosi.
    Si potrebbe fare il tifo da fuori come qualche anno fa in occasione della squalifica del campo.
    Cosa ne pensate?

    • Paolo ha detto:

      E’ quello che dico e scrivo da almeno un anno, ma ogni domenica ci sono almeno 4/500 tifosi in trasferta o 18/20.000 al Ferraris.
      Per me bisognerebbe disertare anche gli allenamenti a porte aperte, il ritiro estivo, lo store e il museo.
      In pratica tutto ciò che genera entrate per la società e, quindi, per il losco figuro.
      Personalmente manderei la disdetta anche a Sky, ma l’abbonamento è intestato a mia moglie e guai togliere a lei e a mio figlio i programmi Sky.
      Purtroppo, però, la grandissima parte degli abbonati non disdice o decide di rinnovare comunque per non perdere la prelazione, continuando così a foraggiare l’irpino, il quale se ne continua a fregare se non può venire allo stadio, tanto non è mai stato tifoso del Genoa, e se la ride sotto i baffi pensando a come riesce ogni anno a fregare i tifosi facendo leva sul loro infinito amore per questa squadra.
      In pratica cornuti e mazziati.
      Speriamo che la T.O. si svegli e cominci a pilotare la protesta in maniera durissima, senza esclusione di colpi.
      Personalmente gliela porterei anche davanti ai cancelli dell’azienda e di casa, così capisce che sta scherzando col fuoco e che non è al sicuro da nessuna parte.
      PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  26. Seb Genoanissimo ha detto:

    Caro Giovanni,
    Ho seguito oggi con molto interesse quanto detto dal Stefano Rissetto. Anche io sono fermamente convinto che le istituzioni si debbano muovere ORA, piuttosto che a danni fatti e per danni intendo il fallimento delle due società. Più o meno come avevano fatto il sindaco di Firenze quando si è esposto ed opposto all’acuisto della Fiorentina da parte di Preziosi e il sindaco di Palermo quando ha rimandato al mittente l’offerta di Ferrero.
    Le nostre due società oltre che a smuovere i cuori e la passione di tante persone fanno muovere anche molti soldi, basti pensare a quanti esercizi commerciali sopravvivono grazie al publlico che ogni partita si muove nella zona di Marassi e dintorni. Per non parlare dello stadio, patrimonio della città e disintegrato da questi 2 figuri!
    Quindi, perchè non fare una trasmissione con: Maurizio Rossi, Rapprensanti delle istituzioni locali e se non si vergognano troppo rapprensetanti delle società?

  27. riccardo ha detto:

    Giovanni vi suggerisco di indagare su questi strani rapporti col Verona..che ricordano molto quando un presidente sta per traslocare armi e bagagli da una piazza all’altra..trasferendo calciatori..magari vicino a Desenzano dove ha la casa……attenzione che : “Presto scoprirete chi è il vero preziosi” ..sapeva molto di minaccia prima di una vendetta…potrebbe ridurci ai minimi termini e tenerci nelle serie minori a fare da satelliti del…VERONA…….

  28. Seb Genoanissimo ha detto:

    Speiamo non sia solo campagna elettorale…
    https://www.tuttomercatoweb.com/genoa/?action=read&idtmw=1339875

    Dream Team di Primocanale battete il ferro che forse si scalda…

  29. Asa ha detto:

    Imbarazzante è volutamente forzato per far capire che due partite due papere sono da portiere molto modesto e rispetto a quando è partito è imbarazzante. In quel senso lo intendevo. Poi hai ragione in entrambi i casi facciamo gli interessi di altre squadre anziché del Genoa ed è assurdo.

  30. Paolo1893 ha detto:

    Ciao Giovanni e grazie dello spazio che ci concedi.
    Le mie considerazioni in merito sono che anche se arrivassero i giocatori che servono e ci salvassimo non cambierebbe assolutamente niente perché il prossimo anno saremmo punto a capo.
    La cosa che ci può salvare è un cambio di proprietà.
    Sarebbe bello che anche voi della stampa facciate, come fa la tifoseria una campagna in quel senso.
    Gli articoli che leggo sul sito non mi sembrano indirizzati in quel senso. Secondo me la cosa principale è scrivere che la proprietà ha fatto il duo tempo.
    Mio personale parere.
    Un abbraccio,
    Paolo

  31. Fabrydt ha detto:

    Aggiungo a quanto, letto per lo più condivisibile, che nonostante tutta la sequela di insuccessi le sicumere disfattiste e chi più ne ha più ne metta, per demeriti altrui la salvezza dista solo 3 punti (il che ha dell’incredibile) quindi non si capisce perché la società abbia creato questo sistema di devolution ed accettazione supina della retrocessione.
    Volendolo fare i margini per mettere una toppa ci sono. C’è solo un problema bisogna tirare fuori i soldi, ma stiamo parlando di una società che dopo che il Bordeaux ha sollecitato il pagamento di Lerager il giocatore è uscito dai radar patendo una serie di infortuni imprecisati. A mio avviso non viene enfatizzando a sufficienza quello che sta avvenendo, il Sig. Preziosi sta raccogliendo gli stracci per lasciare un società in B che con minori introiti dovendo far fronte ai debiti finanziari verso l’erario quelli verso società terze non potrà che andare fallita. Saronno e Como docet, dopodiché vorrei che invitaste di nuovo in studio gli esponenti del Genoa club Preziosi per raccoglierne i pareri.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  32. Finnrico ha detto:

    Caro Giovanni, hai proprio ragione: non resta che allacciare le cinture e farsi il segno della croce. Tutti predicano che abbiamo bisogno di rinforzi e arrivano giocatori improbabili come questo ERIKSSON. E le voci che girano lasciano allibiti.

    Due milioni di euro per riportare MASIELLO, 34 anni, a Genova? Ma, con tutto il rispetto, lasciamolo fare ai cugini! E che contratto gli fanno? Vi ricordate il caso Portanova? Non mi direte mica che Masiello giocherà fino a 37 anni come Pandev?

    E che dire di PARIGINI? Non c’è accordo sui due primavera da dare al Torino. Ma l’avete vista la Primavera del Genoa? Niente a che vedere con l’armata Brancaleone di Sabatini, questa è una squadra vera, con individualità di notevole potenziale. Prendiamo Parigini e gli diamo Cleonise, Rovella, Bianchi (che in granata c’è già stato e il Toro non ha voluto riscattare), Eyango, Zennaro, Masini o Kallon? Ma siamo fuori? Sono senza parole.

    Quello che ha scritto Riccardo all’inizio mi sembrava una barzelletta, ma poi ho letto di Agudelo e mi è corso un brivido per la schiena…

  33. gallo ha detto:

    Mia personalissima idea,
    A Dicembre ha trovato l’acquirente per il Genoa, che ha iniziato a dare le direttive per il nuovo Genoa.
    Via Capozucca prima mossa, poi ovviamente iniziare ad inserire giocatori per la serie B tra i prestiti che servono da fumo negli occhi.
    Una volta sceso in serie B con 25 Milioni di paracadute, vende Kouamé a 22 milioni? Poi chi rimane da vendere ? Romero? altri 20? quindi siamo a 65 Milioni senza contare il parco giocatori tipo Favilli, Pinamonti ecc ecc.
    Quindi sceso in B con 65 milioni minimo vende la società per quel che resta…50 altri 60? non sono certo i 100 e passa che chiedeva mi pare…

    Per me è così… perché mi devi spiegare a cosa serve Eriksson di 30 anni da 800mila euro (da transfertmark) con 29 presente in serie A in 3 stagioni.

    E ora Masiello…ti prepari i giocatori da B…solo e per forza questo…

    Buona serata 🙁

    • Paolo ha detto:

      Non è un’idea peregrina. Potrebbe essere proprio così. Preciso solo che Romero l’ha già venduto per 26 milioni alla rubentus la scorsa estate.
      Aggiungo soltanto che se dovesse vendere la società dopo la caduta in B, quanto scritto più sopra da Fabrydt, cioè il fallimento per debiti talmente elevati che non si potranno onorare e, aggiungo io, probabilmente venuti fuori a sorpresa, rischierebbe seriamente di avverarsi.
      Aspettiamo l’ormai certa retrocessione e poi vedremo se sarà veramente così.

  34. Max 70 ha detto:

    Buongiorno, signori si chiude! Non ci salva più nessuno! A Firenze faremo un’altra figuraccia. D’altronde la Fiorentina è decisamente superiore in tutti i reparti e anche in panca di la c’è un mastino purtroppo! Non è pessimismo ma bisogna essere realisti. Gli acquisti di gennaio improponibili o inutili, quelli già arrivati, Eriksson non ha ancora i documenti e Masiello verrà a svernare. Il Joker ci sta prendendo tutti per il culo compreso Nicola.

    • Giovanni Porcella ha detto:

      AVVISO A TUTTI: GIOVEDI’ PROX 6 FEBBRAIO (SE NON SSUCCEDONO COSE IMPORTANTI IN LIGURIA) FAREMO UNA GRADINATA NORD APERTA AI TIFOSI, UN PO’ COME ABBIAMO FATTO L’ANNO SCORSO. FAREMO DUE PUNTATE STRAORDINARIE. LA PRIMA APPUNTO GIOVEDI’ 6 FEBBRAIO. UNO SPAZIO LO LASCIO VOLENTIERI AI BLOGGER SE SIETE INTERESSATI. PENSO A 4 POSTI. CHI VUOLE PARTECIPARE PUO MANDARE RICHIESTA ALLA MIA EMALI giovanni.porcella@primocanale.it indicate ANCHE IL numero di telefono per potervi contattare.

      GRAZIE

  35. Mario ha detto:

    Giovanni fai pressione sulle istituzioni genovesi !!!!!! È uno schifo permettere di ridurre così un bene della città che ricordo essere anche patrimonio storico sportivo dell ‘umanità!!!!!

  36. riccardo ha detto:

    Giovanni, perdonami, ma ci risiamo. Oggi e ieri pesante attacco di Michieli a Ferrero sulla pagina di Primocanale…come prima notizia e a tutta pagina. Possibile sapere perchè non si fa la stessa cosa con preziosi? Le società hanno più o meno lo stesso bacino d’utenza..se se ne deve andare Ferrero allora a maggior ragione anche preziosi. Dovreste FAR EMERGERE con un inchiesta i motivi del perchè non vende. Debiti alti? Inchiodatelo per favore…..Non capisco perchè per il doria viene fatto e per noi no…..

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Mas Cristo, Ferrero ha problemi certificati con le sue aziende. Vai dire tu che Preziosi fallisce, poi vieni a mangiare da me. Ma ci sono situazione follemente diverse. Ma come si fa a non vedere l’acqua in mare. Ci sono documenti ufficiali di concordati. Ma secondo te noi cosa dobbiamo fare su Preziosi. Sta sbagliando tutto a livello squadra e siamo gli unici a dirlo da anni,. siamo preoccupati per i conti, ma poi?. Se, e non me lo auguro, dovesse esserci qualche problema per cui si dovesse esserci l’intefvento della magistratura certo non staremo zitti perché facciamo questo mestiere.

      • Seb Genoanissimo ha detto:

        Caro Giovanni hai ragione, i problemi di Ferrero sono un’altra cosa aggravate dal fatto che qualche mese fa l’acquirente lo aveva! Ed è vero che sei l’unico a dirlo da anni e per questo ci hai rimesso in prima persona!
        Però è vero che la situazione del Genoa oltre che ad essere da retrocessione sparata è anche quasi fallimentare…. Ed è’ evidente che Preziosi SE NE FREGA tanto dei giornalisti quanto dei tifosi.
        Quindi io credo che bisognerebbe solo cambiare gli interlocutori. Bisogna coinvolgere le Istituzioni cittadine e se possibile regionali. Come ha ricordato Rissetto, a Firenze e Palermo è stato fatto, i sindaci si erano esposti contro Preziosi e Ferrero. Qui cosa fanno? Gli hanno dato in gestione lo stadio patrimonio economico e culturale della città, BRAVI, bella mossa! Vorrei sapere perchè? Se le due società falliscono, che impatto economico e sociale si rischia in città? E che figura sarebbe per Genova che si appresta a diventare capitale dello Sport? Possibile che questi due figuri possono spolpare le uniche due società che possono dare a Genova un po di ribalta nazionale (e potrebbero anche internazionale) e i governanti stanno zitti? COS’E’ UNA SPECIE DI SILENZIO ASSENSO??? Non sarà mica che se Genoa e Samp spariscono lo stadio può diventare un rudere come il mercato di C.so Sardegna tanto non serve più e la questione è risolta? Insomma Genoa e Samp per il comune sono una risorsa o un problema????

      • riccardo ha detto:

        Perdonami Giovanni ma qualche domanda su che fine han fatto le plusvalenze visto i dati del Cies…oppure il perchè i bilanci a fronte di queste entrate siano sempre in rosso…o perchè una società che piange miseria per trattenere giocatori e poi spende 18, 11 e ancora 10 MILIONI!! per Pinamonti Favilli e Sturaro (rotto)…seondo me andrebbe fatta..Domande PUBBLICHE sulla home page dell’emittente….Se non vuol rispondere cavoli suoi..ma le domande sono domande..non insinuano nulla…Se si vuole una guerra per scalzarlo bisogna battere su ste cose….Domandare è lecito..che risponda…

        • Giovanni Porcella ha detto:

          Bravo e chi risponde?

          • riccardo ha detto:

            E comunque anche sul Muro, ti sarà capitato di leggerlo ultimamente..sempre più persone si domandano il perchè di questa cautela eccessiva che i media locali hanno nell’attaccare una proprietà che si sta dimostrando distaccata, disinteressata, incapace ma SOPRATTUTTO che solleva sospetti sull’utilità di certe operazioni ..sull’accollarsi ingaggi di ruderi provenienti dalle big…sul sistemargli i bilanci per il Fair Play Finanziario..Insomma il Genoa cosa ne ricava da ste cose? Essendo ultimo in classifica viene da chiedersi chi sia il destinatario della restituzione di certi favori….e poi parliamo di Assietta : Nessuno …dico NESSUN giornalista è più andato a pungolare..a chiedere a che punto siamo…a provare a rintracciare qualche dirigente di questa FANTOMATICA Asietta (con sede sul Pianerottolo del commercialista di preziosi…!?!) per chiedere a che punto siamo…Insomma dai Giovanni, non raccontiamoci “quella dell’uva” almeno tra noi genoani….se si vuole si scandaglia di più…non dovevano farci sapere novità sulla due diligence ? Embe’?

          • Guido Levi ha detto:

            Ciao Giovanni, sei l’unico giornalista, insieme con quello di Pianeta Genoa Santini, che ha avuto il coraggio di dirgliele quattro a quella testina del Mercante.
            Come dice più sopra un tifoso fare le domande è lecito; se anche quello lì non risponde almeno c’è qualcuno con un certo carisma in campo rossoblu (Tu) che fa domande “scomode”, la Storia poi dimostrerà chi avrà avuto ragione.

            Un altro argomento: in questo momento un Genoano inerte è connivente con Preziosi: chi non è venuto alla manifestazione del 18 gennaio avrà avuto le sue buone ragioni per carità, ma vedere solo 500 genoani a manifestare con me mi è un pò dispiaciuto.
            In questi anni preziosi ci ha abituato bene, anche se sempre con il freno a mano tirato per i suoi maledetti e noti motivi; ora ci sveglieremo tutti da questo incubo, questa specie di serie A nella tenda ad ossigeno e scopriremo che il fallimento è meglio così si svelano i suoi altarini (e quelli del calcio italiano) e finalmente anche se miscio il nuovo presidente potrà cercare di farci risorgere, purchè abbia un minimo di orgoglio e passione per i ns colori.
            Personalmente continuerò a scrivere lettere a duchi , sceicchi ed imprenditori per far capire quanto è bello il Genoa cfc 1893.
            Con stima rossoblu, degravesells

  37. Mario ha detto:

    Credo che se le domande le facesse il sindaco o l’assessore allo sport avrebbero un altro peso e qualcuno dovrebbe rispondere ….
    Ma niente tutto tace tranne qualche frase di circostanza di Toti…… tra poco ci sono le regionali…… voteremo tenendo conto di tutto ….

  38. Mario ha detto:

    Quindi Giovanni , stimoliamo le istituzioni perché stanno facendo troppo troppo poco ! Quando il danno sarà fatto poi che non vengano a piangere sul latte versato perché non siamo stupidi !!!!

  39. riccardo ha detto:

    Giovanni , ma non deve necessariamente rispondere…è come quando il Tuttosport negli anni 90 mise le dieci domande a Borsano in prima pagina…è un modo per inchiodarlo a delle domande scomode..far vedere che la città si sta muovendo per scacciarlo….solleva questioni…no?

  40. paolo ha detto:

    Ciao, sono new entry, vi leggo spesso. @Giovanni: facciamo rispondere al suo amico Brenz 🙂

Lascia un commento

NESSUNA ILLUSIONE, E’ ANCORA LUNGA LA PASSIONE

Detto che Soumaoro se continuerà di questo passo è un colpo notevole di Preziosi, detto che Masiello ha aggiunto esperienza [&hellip

E’ UN ALTRO GENOA, CORAGGIO

Il Genoa in questa stagione ha gia’ tradito troppe volte per fidarsi, ma i numeri sono con Nicola il cui [&hellip

Segnali positivi

Cinque punti in cinque partite. Davide Nicola sta facendo meglio di chi lo ha preceduto, ma non basta ancora. La [&hellip

Aiutiamo il soldato Nicola

Abbiamo gia’ detto molto sulla partita di Firenze: aggiungiamo che il punto visti gli altri risultati consentono al Genoa di [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio