Preziosi e le sue colpe: ora il Balla è l’ultima speranza

15 Dic 2019 by Giovanni Porcella, 90 Commenti »

L’ennesima sconfitta nel derby getta nel baratro il Genoa che ormai si dibatte in una crisi terribile senza che ci sia un piano per uscirne. Il presidente Enrico Preziosi assente al Ferraris al contrario del suo collega Ferrero, è il principale artefice di questo disastro aggravato dalla scelta di Thiago Motta che pero’ fa quello che puo’ pagando pure la sua inesperienza e questo era da mettere in conto. Alibi? Stanno a zero come i tiri in porta dei rossoblu’. La Sampdoria è vero ha fatto pochissimo, ma il regalo di Ghiglione ha saputo prenderlo al volo, mentre Sanabria non ha fatto altrettanto con il cadeaux di Ferrari. E non si tirino in ballo le assenze di Favilli e Sturaro che si sa da un anno che sono lungodegenti cronici. E nemmeno Agudelo e Pandev fuori per squalifica, autori di un suicidio a Lecce. D’accordo al Genoa non riesce di rubacchiare mai una partita, ma bisogna pure chiedersi il perché. In attacco è il deserto con Pinamonti persino svogliato. Non c’è un bomber dopo l’infortunio maldetto a Kouame’ l’unica gemma peraltro gia’ prenotata e venduta. A centrocampo c’è il caso Schone che sempre sostituito aggiunge malinconia ulteriore al suo disagio non nascosto attraverso interviste a giornali olandesi e in difesa se sbaglia uno, non c’è nessuno in grado di interrompere la catena di Sant’Antonio ed ecco il gol subito. E succede da inizio stagione. A Thiago Motta resta la partita con l’Inter, poi c’è aria di esonero. Il nuovo direttor e sportivo Marroccu pare aver scelto qualche pista del suo Cagliari. Così ci sono stati contatti con Ficcadenti e soprattutto con Diego Lopez oggi al Penarol. Sullo sfondo il nome di Guidolin già sondato e quello di Ballardini che pero’ è piu’ una suggestione dei tifosi che una volontà di Preziosi anche se le quotazioni del romagnolo sono in salita, in fondo è l’ultima speranza del presidente. Gia’, Preziosi darà via alla rivoluzione, l’ennesima, per cercare una salvezza che pare davvero lontana, ma senza spendere un euro (c’è ancora da pagare Lerager al Bordeaux visto che nessuno ha risposto ai francesi) diventa un’impresa pressochè impossibile. Intorno alla squadra e alla società c’è aria forte di contestazione. La tregua è durata nemmeno un’estate e ora è buio fitto come in inverno, come all’inferno.

90 Commenti

  1. Franco ha detto:

    Io simpatizzo per la Samp. Ma il Genoa, e quindi i Genoani ,per me sono fratelli sportivi. Le Squadre Genovesi sono nella stessa barca. Diciamo che hanno due presidenti che non riscuotono il massimo del consenso. Forse neanche il minimo. Ecco, quello che non riesco proprio a capire è come sia stato possibile allontanare o lasciare andare via Gasperini. Il Genoa sarebbe piu’ o meno come l’Atalanta, e la Società avrebbe tranquillamente i suoi ritorni economici. Con tutto quello di bello che ci sarebbe stato per il Pubblico Genoano, e anche per la Città tutta. Veramente, mi permetto di dire, una visione miope. Poi , per me, era stata messa una pezza con Ballardini, ma anche lui alla fine ha pagato non si capisce bene cosa. Devo dire sinceramente, che sentivo molti tifosi e anche commentatori sportivi , che mugugnavano sul gioco del Balla, dimenticandosi che aveva comunque a che fare con delle rose di giocatori dai quali riusciva sempre a tirare fuori il massimo di prestazioni. Può darsi che mi sbagli , ma anche il Balla avrebbe potuto fare molto bene, certamente anche lui con una rosa più stabile e scelta da lui. Almeno parzialmente. Quindi ora, anche Motta, con i problemi della rosa, non e’ che può fare miracoli. I giocatori hanno dei limiti e si vede. Comunque, scusatemi, ma per me, anche il Genoa aveva bisogno di un allenatore tipo Ranieri. Motta vuol fare giocare la palla, e per fare quel gioco ci vogliono altri giocatori. Già Juric, secondo me, aveva provato a fare gioco, ma era nelle stesse condizioni di Motta. Vediamo. Certo che se la sua permanenza dipende dal match con l’Inter, non ci sono molte possibilità. Anche se nel calcio mai dire mai. In bocca al lupo.

    • Paolo1893 ha detto:

      Ferrero è contestato ma almeno la faccia ce la mette presentandosi allo stadio sia in casa che in trasferta.
      Il fatto che le società di calcio genovesi siano in mano a questi due personaggi non è altro che lo specchio imprenditoriale di una città in decadimento economico.
      Paolo

  2. PieroValleregia ha detto:

    salve
    Ficcadenti ? lo stesso Ficcadenti che allena, udite udite, in Giappone e che, in nove partite, ha ottenuto sei punti ? se fosse lui, siamo in una botte di ferro (con i chiodi acuminati all’interrno però).
    Non ho colpe specifiche da dare ai giocatori, a parte Radu dato che ha subito goal su di un tiro che para uno senza mani e neppure al tecnico che fa, commettendo pure qualche errore ovviamente, il suo, ma su chi ha fatto in modo che si trovassero in questo Genoa …
    Certo che se Sanabria tirava in porta …
    un saluto
    Piero e famiglia

  3. Gabriel ha detto:

    Buona sera! Certo che il nuovo ds ha delle belle proposte come cambio sulla panchina…..!!!!! Non riesco a capire perché il presidente continui con questo vortice di cambi di direttori sportivi oltre che di quello dei giocatori?!?!?

  4. Finnrico ha detto:

    L’unico commento che mi viene in mente in questo momento in cui fisso la parete e mi dico: – Ci do o non ci do? è una vecchia dichiarazione di Felice Centofanti (chi se lo ricorda? Il terzino lungochiomato che voleva fare il regista):

    – Se oggi ci casca il pis#llo come minimo ci rimbalza nel didietro….

  5. Davide ha detto:

    Buonasera Giovanni,

    complimenti per il consueto aplomb dimostrato dopo l’ennesimo derby perso.
    La scelta Thiago Motta si è infine rivelata fallimentare. Lo documentano senza alcuna possibilità di smentita le statistiche. A nulla serve un possesso palla prolungato, quando non riesci a costruire occasioni da gol vuoi per la mancanza di giocatori all’altezza vuoi per la mancanza di trame di gioco. EP ha per la ennesima giocato di azzardo affidando la panchina a un giovane come Thiago Motta che, pur proponendosi di mettere in atto calcio basato sul tiki taka ( stile in realtà non così tanto moderno poi, visto che è stato introdotto quasi una decina di anni fa da Guardiola al Barcellona ), si è rivelato essere un corpo estraneo rispetto alla situazione contingente.
    La ragione ha trionfato sull’amore. Pur volendo bene a Thiago Motta per i suoi trascorsi da calciatore, adesso serve immediatamente un allenatore funzionale al raggiungimento dell’ obiettivo salvezza e l’unica persona idonea ha un nome e un cognome : Davide Ballardini. Guai a pensare di salvarsi con un nuovo azzardo ( leggasi i vari Ficcadenti, Diego Lopez , etc ).
    E infine basta basta basta Enrico Preziosi. Ha fatto il suo tempo ed è ormai indifendibile. Sarebbe l’ora che qualche industriale genovese si facesse avanti per iniziare un nuovo ciclo all’insegna del rispetto e dell’amore per questi colori. Non si chiede nulla di più. E’ l’ora di finirla con il mortificare i tifosi del Genoa additandoli come grande male. Arrivata a sopportare con compostezza e sobrietà tale scempio, la tifoseria del Genoa si sta palesando per quello che realmente è : l’unica luce di speranza in questo momento buio.

    Cordiali saluti

  6. Davide ha detto:

    Ciao Giovanni. Non so se hai la risposta alla mia domanda . Preziosi? Cosa fa?dove è? Cosa sta facendo per risolvere sta situazione ? Da proprietario di una azienda dovrebbe esporsi e quantomeno fare qualche dichiarazione . Mi sembra una cosa stucchevole che un direttore di una azienda vede la stessa affondare e non muove un dito per risollevarsi, disinteressandosi della stessa in un modo cosi ridicolo …. Un tuo pensiero /opinione ciao

  7. AsaA ha detto:

    Basta. Andremo in B è certo. Rassegnamoci. Almeno covo la speranza di cambiare proprietari. Non servono sceicchi o multimiliardari vari. Basta un presidente che voglia il bene del Genoa e si adoperi con tutte le sue forze per il bene del Grifone. A me basterebbe un presidente così, un presidente che tifi Genoa io sarò con lui, sempre.
    P.s. lo stadio ASSOLUTAMENTE vuoto sarebbe il minimo da qua alla fine…

  8. riccardo ha detto:

    A quando una campagna mediatica decisa e dura per cacciare questa penosa e “dolosa” dirigenza? Grazie.

    • Marco ha detto:

      Chiedi al giornale cittadino e a un’altra emittente, non a Porcella!

      • riccardo ha detto:

        Chiedo a TUTTI..perchè è tardi svegliarsi ora….anche su Primocanale, che seguo sempre e a cui faccio i miei complimenti per il servizio pubblico che fanno, NON VEDO sta gran battaglia contro preziosi. Michieli contro Ferrero si è esposto molto di più….

        • Giovanni Porcella ha detto:

          Il problema è che intorno alla Sampdoria c’era un acquirente e poi inchieste della magistratura. Querele le abbiamo prese, se io posso evitare è meglio. Non è così facile, non si è su una tastiera. Mi creda io sto facendo molte critiche che sono evidenti.

          • riccardo ha detto:

            Giovanni, e fare inchieste giornalistiche in stile “report”? Sulle plusvalenze, sulle aziende a Lugano del figlio, sui favori ai bilanci delle big…insomma giornalismo d’inchiesta per fargli sentire che da Genova è meglio sloggiare ? E’ proprio impossibile? E’ giornalismo…..chiedo lumi…non voglio far polemica , sto solo cercando di capire se esiste un modo mediatico per accelerarne la cacciata

        • Marco ha detto:

          Intanto Porcella non si è svegliato ora, è da tempo che da cronista sportivo mette in evidenza le lacune della società Genoa.

  9. Bottero Pier Paolo ha detto:

    Buonasera a Tutti il sempre più povero Grifone non ne azzecca manco mezza tra partite regalate per errori banali ma sanguinosi, infortuni a catena e squalifiche subite ingenuamente. Di fondo comunque sta un organico mal assortito e povero di tecnica.
    Le responsabilità societarie sono pesantissime tanto per i giocatori quanto per la conduzione tecnica.
    Purtroppo tutte queste concause stanno portando il Genoa verso il non ritorno e non so neppure se il Balla riuscirà a metterci ancora una volta la toppa: pochissimi punti in classifica e pochissime reti e azioni goal risicate.
    Facciamo gli scongiuri ma il gioco attuale pone parecchi dubbi.
    Auguriamoci che queste considerazioni vengano smentite sin da domenica prossima!

  10. robertogrifo ha detto:

    Buonasera,
    L’ unica cosa che mi sento d’aggiungere è che le interviste post partita di Motta, a mio parere deliranti, assomigliano sempre più a quelle di Juric.

  11. Gallo ha detto:

    Una partita veramente brutta, forse neanche una partita… l’unica cosa da dire come hai detto tu Giovanni è che il primo “tifoso” era assente allo stadio, come è assente da parecchi anni in tutto.
    La Sampdoria che aspetta, il Genoa che palleggia verso i lati del campo, e quando può tirare la passa..
    La Sampdoria in queste ultime partite ha avuto sempre fortuna, vedi i gol al 46° al 93° ecc ecc e quella di ieri non è stata differente, un tiro la palla rimbalza su zolle e salta la mano del nostro portiere che ha il torto di essere “lento”,ma forse era coperto al momento del tiro.
    A questo punto mi chiedo se il proprietario ora è convinto di vendere il Genoa, ma in non in serie in serie B.
    Magari ha trovato chi lo compra, ma non in serie A per un prezzo più basso.
    Lui con il paracadute prenderebbe 25 milioni….
    https://www.calcionews24.com/paracadute-serie-a-retrocesse-serie-b-come-funziona-quanto-vale/
    Poi ha già venduto kuamé se non sbaglio a 22 quindi siamo a 47, poi altri giovani qui e là senza contare tutti quelli che non “conosco”…
    Quindi in serie B la società la vende a 50 ed è a posto…

    Se invece vuole tenere ancora la squadra in serie A per fare i suoi affari non vedo proprio quale sia il progetto, e parlo del suo non quello del Genoa.
    L’anno scorso a fine partita Firenze – Genoa ha detto l’ennesima bufala
    <>

    Infatti ha voluto fare di peggio (per ora).

    Saluti.

    • Marco ha detto:

      Troppo morbido? Ma se è l’unico che critica!!!

      • gallo ha detto:

        Marco ti riferivi al post sotto di Paolo? 🙂

          • paolo ha detto:

            Ribadisco. Troppo morbido. Visto che finora è l’unico a dire le cose in faccia a Preziosi, che si faccia promotore presso i suoi colleghi giornalisti delle altre testate e glieli metta tutti contro. nessuno di noi penso abbia conoscenza personale dei cronisti locali di Stampa, Secolo, Repubblica, ecc. Giovanni credo di si.
            Sarebbe il nostro condottiero ed io il suo primo sostenitore, senza se e senza ma.

    • maurosampbolzano ha detto:

      carissimo sig, Gallo posso capire anzi, la capisco la vostra amarezza per un altro derby perso,però se mi dice che la Samp in queste ultime partite ha avuto favori dalla dea bendata,allora le rispondo che la realtà non è questa.a cagliari scusi dico a cagliari vincevamo 3 a 1 a poco dalla fine e abbiamo perso al 4 di recupero. con il parma traversa rigore sbagliato con il loro portiere già fuori dalla riga e poi rete annullata alla Samp,loro un tiro in porta e una rete, poi se vuole vado avanti con altre partite ed altri episodi vede il calcio è cosi ma non rinfacci la fortuna alla Samp grazie cordialmente e scusate l’intrusione

      • Gallo ha detto:

        Gentile maurosampbolzano purtroppo le sconfitte da 3 a 1 a 4 a 3 mi perdoni ma avvengono per incapacità della squadra e sfortuna… il rigore a cagliari che vi è stato dato è perché un uomo del cagliari è scivolato mica per azione di gioco..(fortunoso) e da li avete preso coraggio, poi vi siete persi.
        A Ferrara al 93° avete fatto goal con caprari che ha deviato un colpo di testa errato di Ramirez (fortuna e merito di caprari di essere li), con l’udinese avete pareggiato al 50° del primo tempo (fortuna per il tempo prolungato e grande goal di Gabbiadini) …merito poi di aver preso la vittoria.
        Quindi siamo già a 6 punti presi (per qualche episodio fortunoso è capacità) se vincevate a cagliari erano altri 3…se poi inseriamo il derby allora avete fatto un tiro in porta e un goal, per di più all’ 83°, anzichè chessò al 10° con tutto il tempo per recuperare o perdere maggiormente.. e quindi restavano 10 minuti di catenaccio anzichè 80. (quindi fortuna di averlo fatto in un minutaggio a vostro favore, merito di Linetty e Gabbiadini di concludere l’azione in modo positivo)

        La fortuna è un fattore che va “calcolato” e non nascosto per vergogna. Noi esempio siamo stati fortunati a Torino contro la Juve che kuamè si è tirato la palla sui piedi e ha fatto goal, poi stupidi a fare fallo di rigore … e altre partite le abbiamo anche magari pareggiate o vinte esempio a Roma…bella partita pareggiata ma con qualche colpo di fortuna.

        Quindi quello che voglio dire è che il derby lo avete vinto perché la fortuna nel tiro vi ha assistito (non si può dire che è stato meritato dal punto di vista calcistico), ovvio la fortuna te la devi anche creare…non puoi vincere al super enalotto se non giochi, così come non potrà mai andare la palla in porta se non tiri.

        La sua non è un’intrusione, è il suo punto di vista correttamente ed educatamente esposto.

  12. paolo ha detto:

    Giovanni, sei ancora troppo morbido nei confronti del migliore del dopoguerra. Ormai non ci sono più giustificazioni. E’ lui l’unico, vero colpevole di questa situazione a dir poco penosa.
    I media ed i giornalisti devono attaccarlo senza pietà, dicendo e scrivendo chiaramente che deve andarsene via dal Genoa e da Genova. Adesso ha messo un direttore sportivo che è un’altra scommessa, a quanto pare già persa, viste le grandi idee che ha sul sostituto del predestinato.
    Farebbe migliore figura se dicesse apertamente che quest’anno si va in B, perché vuole prendersi i soldi per la retrocessione.
    Ieri sera ennesima umiliazione. Che ci frega di avere un possesso palla del 62% se poi basta un errore a centrocampo per perdere la partita. La squadra fa pena. Non c’è un attacco degno di questo nome. Pinamonti e Favilli li rispedirei subito al mittente, tanto non servono a niente. Anche la Samp ha fatto schifo, ma almeno ha un minimo di speranza, dato che ha un allenatore che sa fare il proprio mestiere e la prima cosa che ha fatto quando è arrivato e’ stata blindare la difesa.
    Il predestinato, invece, insiste con questo gioco palla a terra sterile, inutile e noioso.
    Ballardini e’ l’unico che potrebbe tentare di portarci fuori dal baratro, ma bisognerebbe che quella sottospecie di presidente che ci ritroviamo si cospargesse il capo di cenere, ma questo non accadrà mai.
    Quindi andiamo avanti con questo allenatore o con Ficcafenti o con Lopez. Tanto il risultato sarà sempre e solo B.. E non illudiamoci sul mercato di gennaio. Chi volete che possa venire in una squadra che sta colando a picco?
    Le prossime 3 partite saranno 3 sconfitte sicure. Con l’Inter si rischia l’imbarcata. Finiremo il girone d’andata ultimi e vorrò vedere quanti saranno ancora convinti che ci salveremo.
    E mi raccomando: l’anno prossimo 30.000 abbonati, anche in B per assistere al fallimento della società.
    Povero Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!

  13. Gian ha detto:

    Forse perché ha deciso di lasciare andare alla deriva questa squadra e disimpegnarsi dal calcio a Genova. Forse qualcuno ricorderà, come un po’ di tempo fa, il proprietario disse che lui nel Genoa non ci avrebbe più messo neanche 5 euro di tasca sua. Quindi non farà niente per salvare la squadra e una volta retrocesso in serie b la mollerà al primo che passa per poche palanche.

  14. Francesco ha detto:

    Per me il campionato è finito domenica scorsa.
    A buttare via una partita vinta potevamo riuscirci solo noi. Ripeto, dopo averci provato senza successo gli ultimi 3 anni, finalmente quest’anno il proprietario riuscirà a farci retrocedere.
    Anche dovesse chiamare Ballardini e a questo punto mi domando perché non subito invece di T.Motta e perdere un altro mese e mezzo? Non ci sarà il miracolo e se lo sarà meritato.
    Lui e i suoi brogetti fallimentari senza programmazione e meno male che è uno stimato industriale, stimato da chi?
    Spero quantomeno che ci rimetta un casino di milioni, se non altro per tutte le incazzature e le gogne a cui ha esposto i tifosi in questi ultimi anni.
    VATTENE X SEMPRE!!!

  15. Marcello ha detto:

    Per non soffrire più sarebbe meglio che Genova avesse un’unica squadra Superba Genova, così si potrebbero unire le forze !

    • Finnrico ha detto:

      Marcello, ti racconto una vecchia barzelletta americana.

      – Al mio paese prima c’erano la Chiesa cattolica e la Chiesa protestante. Poi ha cominciato a spirare il vento dell’Ecumenismo.
      – Ah, quindi ora avete una sola Chiesa.
      – Macché, ne abbiamo tre: la cattolica, la protestante e l’ecumenica.

    • Seb Genoanissimo ha detto:

      Da due genitori poveri non ho mai visto nascere un figlio ricco…. E per me, senza il Genoa il calcio non ha più motivo di esistere…

    • PieroValleregia ha detto:

      salve
      e butterebbe via 126 anni di storia della città ? così, senza pensarci … ? poi a Genova esiste già una sola squadra, il Genoa CFC 1893 …
      https://www.pianetagenoa1893.net/primo-piano/massimo-prati-si-possono-perdere-anche-i-derby-ma-se-scegli-la-storia-vinci-nella-vita/
      questa è storia, vera, non opinioni da delegazionisti
      un saluto
      Piero e famiglia

      • Fra Zena ha detto:

        Piero Valleregia, vincere i derby mi fa piacere perché esiste gente come Lei e come il signor Massimo Prati
        Continuate pure a negarci legittimità. Continuate pure a darci dei terroni Gabibbi Cacirri ospiti topi, quello che volete. Continuate pure a idolatrare il Dio Ballardini che ci mancò gravemente di rispetto non sedendosi sulla nostra sedia. Non ci fate male, ne fate solo a voi.
        Un piccolo consiglio: prima di bearvi (giustamente) della vostra storia (che personalmente ho studiato e considero grandiosa anche se sono Sampdoriano da 3 generazioni) , datevi la pena di rispettare gli altri. Un po’di umiltà non guasta, a volte
        Ah peraltro non sapevo che Valleregia fosse in centro a Genova. Saluti dalla delegazione di Castelletto, dove non tutti aderiscono al pensiero unico, lo sa?

        • PieroValleregia ha detto:

          salve
          nessuna vi nega legittimità ma, semplicemente sono stati scritti dei fatti oggettivi, nulla più.
          Se lei si è alterato mi spiace e lo scrivo sinceramente anche se mi rendo conto che la verità può dare fastidio.
          Scrivo e, risiedo a Valleregia da diversi anni ma, sono nato nel quartiere di San Fruttuoso nell’ormai lontano 1961.
          In città non mi trovo più a mio agio e, se posso, evito di andarci …
          un saluto e buona giornata
          Piero e famiglia

      • PREVIATI STEFANO ha detto:

        Quindi andare in B e festeggiare tanto c’ e’ la Storia alle spalle ? Ma per piacere ….. proprio discorsi da frustrati ormai arresisi all’ evidenza …. contenti voi.

      • alèzena ha detto:

        perdonatemi,
        sono giovane e mi ricordo giusto i derby di milito..
        sinceramente letture come quella di prati oggi mi fanno rimbalzare l’uccello dietro.
        basta, basta basta e basta.
        la conosciamo la storia: 1893 nasce il genoa cricket&football club, la squadra più antica in italia: farsi delle pseudo paranoie sull’unica squadra di genova..è come nascondere la testa sotto la sabbia e continuare a dirsi di essere gli unici. intanto i nostri vicini di casa, compagni di scuola, colleghi etc..ci ascoltano e ridono.
        io conosco bene la nostra storia! mio nonno, mio padre ed i compagni di gradinata me l’hanno raccontata fin da piccolo. so chi sono, so chi siamo e so che è giusto tramandarlo.
        ma basta ca@@@@te come quella di prati, come quelli che hanno vinto a wembley il torneo di cirulla..
        basta
        i tifosi sono stanchi di vivere a chi ce l’aveva più lungo 100anni fa.
        bisogna pensare anche all’oggi ed al domani, bisogna evolvere il pensiero del tifoso genoano: a leggere un articolo del genere mi chiedo quanta bile possa avere il sig. prati e chi lo divulga.
        bisogna salvare la squadra e la società, bisogna pensare oltre tenendo due piedi per terra ben radicati alla ns terra.

    • PieroValleregia ha detto:

      … tra l’altro …
      siamo entrati allo stadio, io e i miei figli, intorno alle 19.00 (gabbia nord) mentre a centrocampo vi era una esibizione o minitorneo di calcio delle parrocchie dove giocavano dei bambini; al termine la voce dello stadio ricorda che la seconda fase sarà a maggio e invita ad applaudire … come con il padre di Simoncelli, lo “stile zamb” arriva puntuale sotto forma di fischi dalla cradinata zut … ed erano bambini …
      un saluto
      Piero e famiglia

      • francesco ha detto:

        idiota,il vostro stile invece e’ quello di prendere a cinghiate famiglie che passano vicino a piazza alimonda con le sciarpe del Doria.

      • Maraschi ha detto:

        Caro Piero, non conosco la tua età. il mio nick deriva ovviamente dal famoso goal nel derby del marzo 1974, quando avevo 18 anni.
        Quanto a stile “storico”, quindi non parlo di cinghiate ma del romantico passato rossoblu, ti posso raccontare un episodio.
        Ero bambino, un pollivendolo del centro storico nel consegnare la merce a mia madre, le chiede se vuole un sacchetto (per farla breve) del Genoa o della Sampdoria, mia madre risponde: del Doria. Il pollivendolo: ma signora! è la squadra degli IMPORTATI (hai letto bene, non immigrati, importati, come la merce), mia madre, che avrebbe dovuto mandarlo a quel paese e tirargli il suo pollaccio in faccia, gli ha educatamente detto che effettivamente non eravamo originari di Genova (lei, novantacinquenne, è reggiana, mio padre buonanima era romano).
        Che stile! Che politically correctness (non siete inglesi?…)!

  16. Alessandro ha detto:

    Quest’anno non riuscirebbe a salvarci neppure Conte.. Thiago Motta non ha particolari responsabilità a mio parere. Preziosi, che fino ad oggi ho sempre difeso, ha allestito una squadra con con tre attaccanti che messi insieme non arrivano al valore di una punta mediocre, un centrocampista come Schöne con problemi evidenti di ambientamento e un frangiflutti come Sturaro che non gode di buona salute. Noi siamo la squadra materasso della stagione in corso.

  17. luca.64 ha detto:

    Ciao a Tutti, il giorno dopo aver ricevuto l’ennesima palata di c..ca non da parte di quelli la, ma dal più grande intenditore mai passato su questa terra, non resta altro che una grande amarezza. In qualsiasi sport quando il risultato sportivo diventa l’ultima cosa in ordine d’importanza e non si ha nessuna voglia di fare il meglio possibile non può finire che in questo modo e non c’è alcun futuro. Le avvisaglie erano iniziate a parer mio l’estate seguente al quarto posto, infatti tralasciando la famosa valigetta fino a quel punto la proprietà sembrava voler fare le cose come si deve, seguendo le indicazioni del Gasp e cercando di migliorare sempre la squadra. Da quel momento è iniziato lo smantellamento , mascherato dalla bravura del mister. Dopo il primo esonero campionati diciamo alterni con cambi di panchina e giocatori che hanno iniziato a essere continui e sempre più compulsivi , i risultati sono stati conseguenziali . La seconda era del Gasp sembrava riprendere un certo discorso ma niente da fare. Nel frattempo ci siamo fatti conoscere per fatti tipo Lerager incommentabili veramente. Spero veramente anche se so che non è così , che il tempo per questa persona alla guida del Genoa sia alla fine. Sicuramente finchè avrà interesse non mollerà l’osso qualsiasi sia la categoria. Solo una cosa reputo peggio di lui, vale a dire i suoi paladini e lacchè vari. Forza Genoa Sempre

  18. alberto ha detto:

    Non è il Balla l’ultima speranza, il vero miracolo sarebbe trovare un attaccante de 10 goal in sei mesi senza spendere un euro. Perchè Preziosi non spende un euro da anni. A meno di non dare fondamento ai 40 milioni complessivi dichiarati per Favilli, Pinamonti e Lapadula. Persino Basaglia dall’aldilà si pentirebbe di aver chiuso i manicomi se fossero veri.
    Nessuno si è mai salvato dalla condizione attuale del Genoa. La B è più che un incubo.
    Ma a quelli che dicono che ci ha sempre tenuto in A dico: nell’anno solare 2019 il Genoa ha vinto sei partite. Ma vi siete così divertiti? Vale così tanto mantenere la categoria in queste condizioni? Parlo sul piano sportivo e del divertimento, non economico, di cui spero sempre non freghi niente a nessun tifoso.

  19. Matteo ha detto:

    Buongiorno! Questo è quello che succede quando si giocano delle partite senza attaccanti.
    Ranieri ha messo in campo gabbiadini che è riuscito a sfruttare un nostro errore facendo gol, poco prima sanabria buttava via il possibile gol vittoria mettendo la palla a centro area invece che tirare, credo non ci sia altro da dire

    • Finnrico ha detto:

      Più che di Sanabria in quel caso la colpa è stata piuttosto di Pinamonti, che ha clamorosamente sbagliato il movimento andando a nascondersi dietro un difensore invece che venire avanti a calciare in anticipo. Da lì Sanabria poteva fare poco altro.

      Purtroppo quando sono entrati due veloci come Gabbiadini e Caprari ho capito che sarebbe finita male. Noi cominciavamo a prendere campo e a lasciare dietro le solite praterie. Lì si è vista la differenza di “manico” tra Ranieri e Thiago.

      Però, cavolo, anche stavolta la Zamp ha vinto con un mezzo tiro in porta di quella pippa, proprio come nel 2014. Hanno più culo che anima.

      • Simone ha detto:

        Buonasera a tutti, mi “introduco” in questa chat da cugino non per rompere la minchia come qualche tifoso scemo ma per dire solo una cosa, è un errore contestare Radu sul gol nel derby, com’é una cappella clamorosa contestare audero dall’altra parte, e vi spiego perché(modesto parere da uno che gioca in porta da 25 anni). Quando Gabbiadini va a colpire il pallone tira da 17 metri(lunetta area), dal lato destro della stessa, quindi visto che il pallone gli viene scaricato da quel lato ogni portiere del mondo si aspetta il tiro sul palo lontano.Per questo radu é stato “lento”, perché impostando il movimento sul palo lungo si è trovato a doversi muovere sul palo corto, fermo restando che il tiro di Gabbiadini non era una vera e propria merda, perché 5 cm più verso radu e quella bomba esplosiva di portiere che avete l’avrebbe parata…questo era un derby da 0-0, fortunati noi a sfruttare un errore dell’ottimo ghiglione(ce l’ho anche al fantacalcio), e con un tiro di gabbiadini é tutto fuorché banale…detto ciò chiedo scusa per l’intrusione e ribadisco non voleva essere menaggio

  20. Fabio tognocchi ha detto:

    Dopo Firenze non pensavo di ritrovarmi in questa situazione…..certamente che analizzando gli acquisti della nuova stagione ci sarebbe da chiedersi cm è possibile scambiare per giocatori alcuni atleti…..non so chi potrà venire a gennaio con una società allo sbaraglio totale…. che tristezza

  21. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Seeeee, Balla ….. ma i giocatori ? Ci sono da levare come minimo una dozzina di emeriti scarsi che nemmeno in B vorranno , grazie ai maneggi del padrone del vapore …… poi una mezza dozzina di infortunati cronici ….. quindi ? Nemmeno la “Guardia” bastera? ….. applausi a quelli che qui dentro ancora scrivono “il migliore dal dopoguerra” ,,,,,,

  22. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno,
    come al solito la cura sembra essere più nociva del male. Anche perché è il male vero del Genoa, Preziosi, che decide la cura. Stiamo parlando del nulla. Il nulla che calca il prato di Marassi ed il nulla dietro le scrivanie di Villa Rostan. L’unico qualcosa che esiste sono le bandiere le urla accorate e la disperazione di chi ancora ama questi colori a dispetto di tutto e tutti. Quanto potranno durare ancora, prima che il nulla si impossessi anche del loro cuore?
    FORZA VECCHIO BALORDO

    • Seb Genoanissimo ha detto:

      Per quanto mi riguarda la mia voce e la mia sciarpa in gradinata ci saranno sempre, comunque e in qualunque categoria….
      Il nulla si è impossesato 2 anni fa del mio decoder…che ho restituito e come motivazione c’è stato il mio disaccordo con la politica di Preziosi… naturalmente spiegato in modo molto più crudo….

      • Asa ha detto:

        Quelli che ancora riempono lo stadio……altro male del genoa…..

        • PREVIATI STEFANO ha detto:

          Esatto ……. quelli che se le cose si rimettono in carreggiata e si sfanga l’ onta poi a Luglio sono a spingersi per l’ abbonamento, sapendo benissimo che danno soldi all’ innominabile trafficone……e poi a struggersi due mesi dopo, al solito ….. bravi.

          • Seb Genoanissimo ha detto:

            Definire i tifosi il male del Genoa mi sembra un po’ forte… e forse ingiusto.
            Ma io sono abituato a rispettare le idee di tutti… anche quando non le condivido e non credo proprio di essere io il male del Genoa che vado allo stadio da una vita in A – B o C … Caro Stefano io non aspetto di vedere se la sfanghi o no tranquillo! Io ho deciso di spegnere la televisione… e di non fare arrivare più soldi tramite questo carrozzone che rende 10 volte tanto rispetto alle entrate dello stadio… Se lasci lo stadio vuoto al Pluvalenzaro non gliene frega assolutamente niete… Ma se mai diminuissero le entrato della TV sarebbe la fine dei giochi!

        • Seb Genoanissimo ha detto:

          Io non mi permetto di giudicare nessuno e rispetto le opinioni di tutti a differenza di te che spari sempre a zero su chi la pensa in modo diverso e soprattutto non ti permettere di accolarmi che giudizi che non ho mai dato!
          A me piace un dialogo civile e visto che siamo TUTTI GENOANI con la stessa fede non credo sia il caso di usare certe parole! Ma se proprio non ti puoi trattenere sentiti pure libero non commentare i miei post

      • Fabrydt ha detto:

        Ciao Seb,
        Frequento la nord da 48 anni e ne ho 52 non mi ha spaventato la B non lo ha fatto neanche la C, e meno che mai tutta la serie di presidenti discutibili chi più chi meno che il Grifone ha avuto, per contro ogni anno il gruppo compatto e massiccio che avevo intorno perde qualche unità, io non ho mai pensato di non rinnovare l’abbonamento e non credo che lo farò mai, pensare che tu o io non lo faremo non vuol dire che altri non l’abbiano fatto o che non lo faranno nel perdurare questa situazione, quando non sei più un ragazzino e l’argento vivo che ti motivava a soffrire a fare viaggi assurdi in trasferta lascia il posto all’argento nei capelli per qualcuno diventa difficile continuare e credimi chi lo ha fatto non è meno genoano di te o di me. Il fenomeno non va ignorato va urlato per far capire a quanti anche in questo blog non hanno rinnovato l’abbonamento per colpa della gestione infame di Preziosi che tra noi e lui, sia lui a doversene andare, altri non meno genoani hanno semplicemente deciso a malincuore di smettere di sopportare.
        FORZA VECCHIO BALORDO

        • Seb Genoanissimo ha detto:

          Ciao Fabry,
          Concordo in pieno! La mia non voleva essere una critica al tua condivisibile ragionamento ma solo un’aggiunta. E’ vero che andando avanti, con l’aumento delle responsabilità e il minor tempo a disposizione diventa sempre più difficile seguire il Genoa ma gente come noi ci sarà sempre! Il difficile è far appassionare “le nuove leve” e li ricambio va a mancare!
          Comunque il messaggio principale che volevo far passare e che la mia forma di protesta è stata la restituzione del decoder e quando mi è stato chiesto da una solerte segretaria di motivare la mia scelta, ho chiaramente espresso il mio disappunto sulla gestione del “miglior plusvalenzaro del dopoguerra”. Credere che in tanti facciano come me è pura illusione o forse semplicemente sbagliato… però chissà come sarebbe vista in termini pubblicitari se 10 – 20 – 30000 decoder tornassero al mittetente sempre con la stessa motivazione…

          • Asa ha detto:

            Ma grazie a Dio esiste Sky e posso vedermi del calcio vero….a me piace il gioco del calcio e la Premier è anni luce davanti a noi poi mi guardo tutto il campionato italiano perche ripeto mi piace il calcio. Prima andavo a vedere il mio Genoa dal vivo ora lo guardo da lontano sul divano grazie a Sky e sino a che ci sara preziosi non metterò piu piede allo stadio. Secondo te la guerra a preziosi la dovrebbe fare Sky? Ma come stai? Falla tu se ci tieni invece di andare allo stadio e avvalorare il suo operato. I 18000 abbonati hanno fatto malissimo ad abbonarsi a mio avviso perché hanno detto bravo presidente crediamo ancora in te. Che ti piaccia o no questa è la verità poi raccontati pure che sei un vero genoano e caxxate simili se ti aiutano ma non dare del poco genoano a chi soffre e ne sta lontano per disappunto.

          • paolo ha detto:

            Lo farei anch’io, ma mia moglie e mio figlio mi caccerebbero di casa, visto che la prima si guarda i film e le serie tv ed il secondo, oltre a film e serie tv, si guarda tutto il calcio possibile.
            Comunque, anche se tutti i Genoani che hanno sky dovessero restituire il decoder, Murdock non sentirebbe neanche il solletico e troverebbe subito i sostituti.
            Se può consolarti, basta avere pazienza ancora per 5 mesi, il tempo di retrocedere in B. Dopo il joker non potrà più contare sui diritti tv e allora, visto che non potrà più spremere nulla dal limone, finalmente troverà quel compratore che fino ad oggi non ha voluto nemmeno cercare.

  23. Seb Genoanissimo ha detto:

    Buon Lunedì a te Giovanni e a tutti voi!
    Mi ci sono volute circa trentasei ore per ricominciare a ragionare, mi sembrava impossibile essere riusciti a perdere contro la squadra più gramma che ho visto quest’anno contro il genoa. Poi ragionandoci mi sono dato una spiegazione… Ha segnato l’unico giocatore, di tutti quelli in campo da ambo le parti, che si avvicina ad essere un giocatore di serie A (di modesto livello per altro), e visto che questo giocatore non indossa la nostra maglia abbiamo perso.
    Io seguo il Genoa, con memoria consapole, dal Settembre 83 (Genoa Udinese 0 – 5….) e non credo di aver mai visto una tale miseria tecnica in una stracittadina, veramente non la ricordo, manco in serie B!
    Ciò detto, io, a questo punto credo sia stato meglio perdere e vedere il baratro in cui siamo finiti… Un punticino e una vittoria ci avrebbero solo illuso come la vittoria dell’anno scorso sulla Juve. A questo punto, dobbiamo tutti (anche che rifiuta la realtà) vedere e annusare la merda in cui Preziosi ci sta facendo affogare! Ora, credo sia oggettivo che Preziosi sia l’unico, vero e assoluto responsabile di questa drammatica situazione sportiva. Adesso sta solo a lui, o riesce a costruire una squadra in grado di fare 28-32 punti in 21 giornate (per me l’Inter è gia persa) oppure si retrocede… e sarà solo ed esclusivamente colpa sua..
    L’unico vero spettacolo lo hanno offerto i tifosi e Preziosi non lo merita non è degno!

    PREZIOSI – SONO QUATTRO ANNI CHE UN BURINO PRENDE A SCHIAFFI TE E NOI GENOANI… VERGOGNATI!!!

  24. massimiliano ha detto:

    Buongiorno Giovanni
    purtroppo finche ci sarà il signor Preziosi gli spettacoli saranno questi anche con una squadra molto debole come poteva essere la Sampdoria.
    Bisogna iniziare a fare una contestazione molto forte sempre civile ma bisogna farsi sentire parlo per i tifosi organizzati. A gennaio non aspettatevi nessun rinforzo anzi quel poco che c’è da vendere lo venderà . Preziosi ha finito e deve andarsene. Il suo totale disinteresse è sotto gli occhi di tutti. La squadra è fragile psicologicamente e l’allenatore è poco esperto e sbaglia quasi sempre i cambi. Ma la colpa principale è del signor Preziosi . E’ ora di far sentire la voce e bella forte!!!!! La pazienza è finita!!

  25. Giuse ha detto:

    Caro Giovanni
    Per questo campionato non credo che ci sia molto da fare.
    Il derby ha avuto contenuti modesti ma la differenza è stata fatta dagli errori della difesa doriana non fruttati dai nostri spuntati attaccanti mentre il doria ha sfruttato il grossolano errore di Ghiglione (che fa il pari per il secondo goal di Lecce.)
    Gabbiadini è un vero attaccante forse appannato in questi tempi ma pur sempre uno che vede la porta.
    Ribadisco nessun allenatore pur bravo sarà in grado di cambiare l’andamento di questo campionato per il Genoa semplicemente perché hai bisogno d’innesti importanti per gennaio per rendere la squadra competitiva ma i nomi che circolano non sembrano dei fuoriclasse e sembra che le casse del Genoa siano vuote.
    Se il Genoa girerà nel girone di andata con meno di 15punti poi o collassa qualche squadra avversaria o per salvarti dovrai marciare nel girone di ritorno ad una media punti troppo elevata (dai 25/27punti che sono utopia per la nostra formazione).
    Poi in B vedremo se la società sarà solida finanziariamente o terminerà come il Palermo.
    Cari saluti a tutti.

  26. Albion ha detto:

    Il Gran Visir Preziosi qualche giorno fa ha affermato che il Thiago tra due anni sarà in un Top Club…..per ora è solo in un Flop Club. E pare trovarsi molto bene nello sperimentare il proprio gioco senza preoccuparsi della classifica. Anche perché mi pare che preoccuparsi della classifica a questo punto conti poco, con un piede in seconda divisione. Eventuali ulteriori sostituti mi mettono i brividi solo a nominarli, compreso il sempreverde Ballardini che dovrebbe trasformarsi in Aladino e sfregare la lampada per esprimere il desiderio di salvezza. Un po’ triste tutto ciò.

  27. simone87 ha detto:

    Porcella ieri sera sei stato fin troppo bravo, non mi è piaciuto il conduttore quando praticamente ti ha dato del tifoso!! Loro invece cosa sono allora??? Tu sei un serio professionista!!!

  28. layos ha detto:

    E’ inutile continuare a parlare di allenatori, moduli, calciatori. Giochiamo a coppe ma briscola è denari.

    Il Genoa negli ultimi 10 anni ha il record europe (e probabilmente mondiale) di calciatori impiegati 205 e di nazionalità diverse dei calciatori 38 oltre che essere il terzo in Europa per plusvalenze a quasi +200 milioni.

    Due anni fa (non 30) esordivamo in campionato contro il Sassuolo a Reggio Emilia con questa formazione:

    Mattia Perin
    Davide Biraschi
    Santiago Gentiletti
    Luca Rossettini
    Darko Lazovic
    Miguel Veloso
    Andrea Bertolacci
    Diego Laxalt
    Goran Pandev
    Andrey Galabinov
    Adel Taarabt

    All. Juric

    Di questi 11 solo 2 sono ancora in rosa. Sono passati altri 4 allenatori dopo Juric: Ballardini, Prandelli, Andreazzoli, Motta. Sembra passata un’era geologica, invece si parla di due stagioni fa.

    Nel derby abbiamo giocato con 14 giocatori dei quali solo 2 hanno più di un anno di militanza nel Genoa, vale a dire Biraschi e Criscito. Solo altri due, per altro già venduti e in prestito, con noi da almeno un anno: Radu e Romero. Due arrivati a gennaio: Radovanovic e Sanabria, tutti gli altri sono qui da tre mesi. E tutti quanti hanno le valigie in mano, perché il turnover di calciatori è ossessivo.
    Così come quello di allenatori e dirigenti. (infatti avevamo allenatore nuovo e DS nuovo).
    L’unico allenatore dell’epoca preziosiana ad aver iniziato e concluso una stagione è Gasperini. Che infatti è l’unico ad aver ottenuto un qualche minimo risultato. L’unica luce in 20 anni di buio spettrale.

    Il Genoa non è una squadra di calcio, è una vetrina per mettere in mostra calciatori per le compravendite, l’unico scopo è il trading ossessivo e continuato di calciatori, un ininiterrotto mercimonio in cui la nostra maglia e il nostro blasone sono solo usati come stage per la fiera delle vacche.

    Thiago Motta fa le sue scelte, a volte comprensibili a volte meno, ma lo fa in un contesto che definire grottesco è gentile, in una gestione che definire opaca eufemistico.

    Nonostanti le continue compravendite e le colossali plusavelnze il Genoa ha debiti con tutti, dal fisco al Comune per lo Stadio al Bordeaux per Lerager.
    Al derby c’erano 30 milioni di euro di Sturaro e Favilli, due dei più cari acquisti del Genoa di sempre, fuori. Dopo aver giocato a dir tanto 10 partite in due anni. A 3 milioni a partita si potrebbe ingaggiare Ibraimovich, altro che Sturaro. E il tutto per i soliti scambi di favori con Juventus e compagnia, per imbellettare i bilanci e non far scattare il Financial Fair Play, in cambio di favori l’anno dopo o l’anno in corso. Idem dicasi per Pinamonti, ufficialmente ceduto a titoio definitivo, ma sostanzialmente in prestito dall’Inter, venuto a farsi le cossa, in cambio di un milioncino che frutterà il diritto di ricompra.

    Siamo arrivati al paradosso di vedere giocatori come Constant cambiato di ruolo (da mezz’ala a terzino) per far vedere al Milan come se la cavasse nel ruolo a cui serviva a loro. Oppure Papastatopulos che è stato rispedito al mittente con la formula “soddisfatti o rimborsati”.

    Abbiamo sentito dire a Fassone, quando abbiamo comprato Lapadula dal Milan per milioni 14 (QUATTORDICI) che il Genoa “aveva necessità di spendere quella cifra”. Ha usato proprio la parola necessità.

    I cinque giocatori più pagati da Preziosi sono stati: Sturaro, Lapadula, Milito, Acquafresca e Favilli. L’unico di questi acquisti con una minima fondatezza tecnica è infatti l’unico che poi ha reso qualcosa in termini di goal e risultati. Tutti gli altri sono state penose marchette alle squadre ricche e potenti perché continuassero a comprare alla nostra bottega.

    Penso che non esista società in serie A che meriti la retrocessione più del Genoa. E’ riuscito a schivarla per 3 anni con miracoli e magheggi vari, con squadre incontrate in un momento in cui non avevano più niente da chiedere e da dare oppure con miracoli tipo la traversa dell’Empoli a S.Siro. Ma a furia di camminare sul ciglio del burrone, poi ci si cade dentro.

    Noi tifosi non lo meritiamo, ma la società meriterebbe la radiazione e la serie D.

    Mi piacerebbe poi che qualcuno indagasse se il fatto che il figlio di Preziosi e il suo ex braccio destro ai tempi del Como, che hanno fondato una società di intermediazione calcistica a Lugano, abbiano un qualche conflitto di interessi rispetto al Genoa e alle attività del padre. Sarei curioso di sapere quante, delle centinaia e centinaia di inutili ed inspiegabili compravendite che fa il Genoa, passano da li.

    • riccardo ha detto:

      Si chiama giornalismo di inchiesta…lo invoco da anni, adesso ho perso la speranza nei cronisti locali e sto inviando mail chiedendo che lo faccia qualche cronista di fuori…Qui per conto mio son stati tutti..ehm…”normalizzati”…come faceva con le partite quando ci han mandato in C……

    • MaxMax ha detto:

      Scusate ma qualcuno mi sa dire che fine ha fatto Goldaniga ?

      Perché non lo fanno giocare ?

      Grazie

  29. alberto ha detto:

    Finnrico se rimbalza va in buca ma la sorte te la devi cercare. All’Atalanta il Siviglia, difficile pensare di meglio. Forza Gasp e grandi i Percassi.

    • Paolo ha detto:

      Il Valencia, non il Siviglia. Non sarà facile per l’Atalanta, ma credo che anche gli spagnoli non dormiranno sonni tanto tranquilli, visto quello che è riuscita a combinare la brigata del Gasp.
      Che soddisfazioni che si sta prendendo, e meritatissime. Alla faccia dell’irpino.
      PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  30. mike ha detto:

    Caro Giovanni,
    Che dire…? mi rivolgo a te in quanto ormai sei l’unico giornalista locale che non ha ancora subito il fascino del migliore presidente (rigorosamente in minuscolo) del dopoguerra e che non rientra nella fitta schiera di giornalisti compiacenti. Sulla partita c’è poco da dire; un derby giocato in maniera indecorosa da entrambe le squadre, ma tant’è ne usciamo con l’ennesima sconfitta con un unico tiro in porta da parte loro.
    Direi che a questo punto commentare il calcio giocato sia diventata cosa superflua (5 vittorie nell’anno solare 2019!!!!!), pertanto ritengo opportuno concentrarmi esclusivamente sulla gestione del nostro amato Grifone che definire scellerata e scandalosa è a dir poco generoso. Parliamo di un presidente ormai latitante che non solo non ha neanche il coraggio di presentarsi allo stadio, ma ormai manco più al campo di allenamento per fare sentire l’appoggio ai propri giocatori ed allo staff in vista di partite così delicate. Parliamo di un presidente che a fronte di circa 200mil/euro di plusvalenze non è ancora in grado di presentare un bilancio in attivo e che risulta inadempiente dal punto di vista fiscale (pagare l’IVA credo sia un optional). A tal proposito apro una piccola parentesi; ci siamo mai chiesti perché il Genoa acquista a titolo definitivo quasi tutti i giocatori all’estero, mentre li vende quasi tutti in Italia??!!
    Infine il capitolo allenatore…poco o nulla da imputare a Thiago Motta, d’altronde fa quel che può con i giocatori che ha; certo magari potrebbe portarne alcuni in panchina anziché bollarli come fuori rosa (forse anche qui la mano lungimirante della società??) senza dare alcuna spiegazione relativa alla loro esclusione. Detto ciò, s’intravedono anche delle buone potenzialità, ma ad oggi risulta ancora un allenatore acerbo che non dispone sicuramente della necessaria esperienza per far fronte a situazioni complicate come questa. Nessuno mette in dubbio che possa diventare un grande allenatore, ma come insegnano le precedenti esperienze (Liverani e Juric) ha bisogno di tempo per crescere e per commettere degli errori che ahimè noi, al momento non ci possiamo permettere. Non è obbligatorio far fare il tirocinio agli allenatori che sono appena usciti dal corso di Coverciano!!!!! Unico rimedio possibile per la finestra di gennaio è mettere mano al portafogli ma per davvero stavolta e prendere 4-5 giocatori pronti e richiamare lo “SCARSO” che è l’unico forse in grado di salvarci. Infine il Sig. Preziosi faccia un bel regalo di Natale a tutti i Genoani, tolga il disturbo e la smetta di prenderci in giro perché gente seria in giro interessata al Genoa ce n’e eccome!!!!
    Spero di non aver offeso nessuno, nel caso sei libero di non farlo passare, importante che lo legga tu e chissà magari tu possa trovare spunto per qualche domanda interessante da porgli caso mai ne avessi la possibilità.
    FORZA GENOA SEMPRE!!!!

  31. francesco ha detto:

    buongiorno a tutti, dico ancora una cosa, e poi taccio x sempre. Lo giuro.
    Io sono convinto che il proprietario ci voglia portare in serie B.
    Come qualcuno ha scitto qui e/o altrove, basta aspettare la partita con l’Inter.
    Giacché ritengo al 99% improbabile che si faccia punti a Milano, anche alla luce del pareggio della Fiorentina ieri sera in pieno recupero, occorrerà attendere poi l’annuncio dell’eventuale svolta in panchina.
    Con l’arrivo del nuovo ds Marroccu, mi viene quasi immediato pensare che possa essere Diego Lopez, il destinato a succedere a T.Motta. E sarebbe l’ennesimo schiaffo ai tifosi ed un messaggio chiaro di chi cammina ma non sa dove andare.
    L’unico che forse potrebbe ancora salvare il baraccone con alcuni acquisti scelti da lui, sarebbe BALLARDINI e lo sanno tutti, ma lui non lo vuole.
    Quindi al peggio non c’é fine e avanti con LOPEZ o quel gran figo di FICCADENTI…
    VATTENE, VATTENE, VATTENE, VATTENE, VATTENE, VATTENE, VATTENE
    Giovanni, capisco il dovere del cronista di dare informazione, ma si potrebbe non cagarlo più questo personaggio e non dargli il minimo risalto? Non si merita manco quello!

  32. Massimo ha detto:

    Come al solito caro Giovanni la tua analisi non fa una grinza. Ho letto tutto di tutti e tutti in qualche modo hanno ragione ( a parte l’idea improponibile dell’unica squadra a Genova che nessun vero sportivo di calcio vuole ). Non avrei quindi nulla da aggiungere e in realtà mi ero ripromesso di non scrivere più da tempo e cioè da quando fu allontanato, pur sotto contratto, Gianpiero Gasperini, l’unico mister che mi abbia reso orgoglioso di essere genoano e che mai mi ha fatto sentire come da un po’ di tempo a questa parte, uno schifo, una continua pena. Ho avuto una breve illusione le prime giornate in cui Piatek timbrava puntualmente. Da lì in poi solo grande amarezza e delusione. Non so cosa augurare a questo Genoa, se una risicata salvezza con poi ritrovarsi la successiva stagione nella medesima situazione o una retrocessione già scritta da tempo. Anche se il mio sangue è e sarà sempre mezzo rosso e mezzo blu, questa conduzione scellerata della società mi ha veramente sfinito. Se poi penso che l’Atalanta è lì grazie al presidente Preziosi, la delusione e l’amarezza è immensa.

  33. Asa ha detto:

    VIVA GASPERINI !!!

  34. Paolo ha detto:

    Le prossime partite: Inter fuori; Sassuolo in casa; Verona fuori; Roma in casa; Fiorentina e Atalanta fuori; Cagliari in casa.
    Si aprono le scommesse su quanti punti farà il Genoa con questa banda di derelitti che si ritrova. Io dico 0 spaccato. C’è qualcuno che crede che potremmo tirare su 6 o 7 punti?
    Grazie Preziosi!! Grazie di cuore per averci portato al punto più basso della nostra storia calcistica. Non mi sono mai vergognato così tanto in vita mia.
    Le auguro tutto il male possibile. Se lo merita tutto.
    Forza vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Seb Genoanissimo ha detto:

      Caro Paolo ho fatto un cosa simile alla tua… Ma la vedo molto più buoia di te onestamente!
      Il Genoa per Salvarsi deve fare 28-32 punti in 21 giornate (Escludendo l’Inter a Milano che do già per persa). Sappiamo che la maggior parte di questi punti si dovrebbero fare al Ferraris, però nel girone di ritorno in casa affronteremo: Roma, Lazio, Juve, Napoli e Inter di prima fascia (se fai tre pareggi è grasso che cola). Parma, Cagliari di seconda. Sassuolo (nel girnone di andata), Verona, Lecce e Spal che sono scontri diretti e derby in trasferta… Quanti punti si fanno in totale?

    • Franco ha detto:

      Coraggio Paolo, le partite bisogna giocarle, mancano due punte al Genoa, a Gennaio ci saranno, vedrai. Se arriva Lopez magari se li porta dal Penarol. O da qualche Squadra Sudamericana. La Società è al lavoro di sicuro. Le Squadre basse in classifica sono alla portata del Genoa. Gli allenatori Sudamericani non fanno il tic-toc fine a se stesso. Cercano di finalizzarno in profondità. Vediamo, a ciocco, più Lopez che Balla. Se va via Motta ovviamente, ma potrebbe riprendersi con un paio di Vittorie. Non sono proibitive, ci vuole solo un po’ di fortuna. Cordiali Saluti

      • Paolo ha detto:

        Di quali vittorie parliamo? Stasera l’Inter ha passeggiato.
        Io ho sentito il commento di Repice alla radio: e’ stato un monologo dell’Inter.
        Del Genoa non ha parlato, anche perché non c’era niente da dire. Ha solo elogiato i nostri commoventi tifosi presenti allo stadio.
        Questa e’ la squadra materasso della serie A. La Spal ha vinto e ora siamo ultimi.
        Thiago prenderà la porta e arriverà un altro, che non sarà Ballardini.
        Può venire chi vuole e a gennaio l’illuminato può prendere chi crede. Ormai è troppo tardi. Che enorme vergogna!!
        Grazie joker per il bel Natale che hai regalato ai tifosi migliori del mondo.
        Che il panettone ti vada di traverso e resti lì.
        VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  35. luca de rossi ha detto:

    Ciao Giovanni,
    non scrivo per derby, classifica o allenatori/calciatori, in quanto qui e altrove c è già il pensiero bene o male condiviso e/o condivisibile.
    Mi soffermo invece, io critico preziosiano dal 2005, su questo grido Preziosi VATTENE, tornando in primis su quello che scrissi, circa 2 anni fa su questo blog, che diceva “Genoani rassegnamoci e mettiamo il cuore in pace Preziosi non venderà sicuramente fino al 2021 poi vedremo…” e argomentavo ciò spiegando che non esisteva società (in generale non solo di calcio) in Italia e forse nel mondo, che dal 2018 al 2021 pronti via, aveva 150 milioni di euro assicurati da gestire nel tempo o da scontarsi nelle banche, quindi Preziosi trovava un pazzo che subentrava garantendogli una cifra molto vicina a questa o non avrebbe mai venduto. Ipse dixit, ormai nel 2020 EP è ancora ben saldo e guarda caso è il più battagliero in lega, ha fatto dimettere Miccichè denunciando un difetto giuridico sulla votazione, ed oggi è con Lotito a capo della cordata per far insediare un manager esperto in telecomunicazioni, tal Paolo Dal Pino fautore del progetto Mediapro per i diritti 2021/2024, progetto che fra TV, piattaforme, pubblicità, potrebbe generare un giro di denaro oltre i 4 miliardi di euro…..!!!!!
    Perchè trequarti dello stadio fanno schifo, mentre la tribuna stampa, gli skybox e le zone ospitality, viaggiano a pieno ritmo….???? Datevi una risposta……
    Per cui a fronte di un “pazzo” che non esiste, EP si terrà ben stretto il Genoa, si “inventerà” qualcosa per rimanere in serie A, e non ci sarà sciopero del tifo, mancanza di abbonamenti, cori e striscioni che gli faranno cambiare linea e questo l’ha capito anche la gradinata Nord nella parte più “Ultrà”, i dieci minuti di contestazione di Genoa- Brescia sono passati sotto silenzio delle TV, il vuoto della Nord mai inquadrato e stessa cosa sui giornali sportivi e non, e sui relativi siti online, nessuno fuori Genova se ne è accorto e ne ha avuto notizia…..
    Facciamocene (purtroppo) una ragione il calcio oggi è questo prendere (accettando queste “regole”) o lasciare (abbandonando il calcio).
    PS i campionati mondiali 2022 si svolgeranno dal 21 novembre al 18 dicembre, con blocco dei campionati 4 mesi circa, tutti gli stadi sono dotati di aria condizionata……
    Questo è il calcio del futuro……!!!!!!!

  36. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Mah …. forse 4 ?

  37. alberto ha detto:

    Luca De Rossi sono d’accordo con te, in linea generale. Penso avrai motivi per essere preciso sul 2021 e sui 150 milioni (obiettivamente una follia).

    La mia battaglia è per far finire i cori viscidi e pelosi di chi ha bisogno di notizie per sopravvivere anche e soprattutto a SKY. Basta “Il migliore dal dopoguerra”, Basta “Si capisce di calcio”.
    Far rilevare in ogni servizio che il Genoa di Gasperini era una cosa, quello di Preziosi è questo. E poi c’è sempre la natura anche se i suoi figli sembrano pure peggio.

  38. paolo ha detto:

    Che meraviglia! Ho letto da poco che il migliore del dopoguerra starebbe lavorando al ritorno di Perin a gennaio. Come se non bastasse, è da giorni che si legge sui giornali online e non solo che sarebbe alle viste uno scambio col Bologna Destro – Sanabria o Favilli.
    Già che ci siamo perché non facciamo tornare Milito dall’Argentina e Aguilera dall’Uruguay?
    Abbiamo bisogno di un centravanti vero e capace di garantirci dai 10 goal in su nel girone di ritorno e questo pensa a far tornare giocatori ormai sbursi o rotti che le loro squadre attuali non vogliono più.
    Oppure pensa alle solite scommesse su emeriti sconosciuti dell’est europeo che hanno il solo pregio di costare poco.
    Cari Fratelli, se le cose stanno realmente così, è di tutta evidenza che l’essere immondo non ha intenzione di spendere un centesimo, perché ha le casse vuote (l’infortunio di Kuamè gli ha rovinato i piani e ben gli sta). Quindi rassegniamoci alla retrocessione, nella speranza che la discesa in B porti con se anche la dipartita dell’irpino dal Genoa e da Genova.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  39. Finnrico ha detto:

    La prospettiva di un ritorno di Perin mi lascia basito. Il portiere mi pare che onestamente sia l’ultimo dei nostri problemi. Radu ha dei difetti, ma il suo lo fa ed è integro fisicamente. Magari ci vorrebbe un secondo più affidabile di Jandrei, sul quale ho avuto forti perplessità fin dal suo arrivo.

    Perin, con tutta la simpatia che provo nei suoi confronti, ha bisogno di andare a testare la propria idoneità sportiva giocando come titolare: ma non può farlo sulla pelle del Genoa. Sarebbe davvero immorale se dovessimo pure pagargli metà ingaggio: semmai è la Rubentus che dovrebbe pagare un premio di valorizzazione al Genoa.

  40. Luca ha detto:

    Purtroppo mi duole dirlo,ma,se si è già deciso che il Genoa andrà in serie B,visto che eravamo già prenotati l’anno scorso,potrebbe arrivare anche Conte,che il risultato non cambierà. Spero di sbagliarmi.Buona giornata.

  41. Seb Genoanissimo ha detto:

    Questo comunicato a metà dicembre è vergognoso, vi prego ditemi che è un fake: https://genoacfc.it/ultimo-decennio-il-genoa-e-otto-sorelle/

  42. Finnrico ha detto:

    Ci mancava pure Pairetto: l’uomo giusto al posto giusto.

  43. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Ma ora la prima cosa da fare e’ prendere un portiere ? Ma cioccano o lo fanno apposta per indispettire il tifo ? Mancano punte, centrocampisti ….. e parlano di portiere che bene o male c’ e’ ….. e’ il resto che manca , SVEGLIA !!!!!!!!!!!!

  44. Franco ha detto:

    Si dicono un po’ le cose che non sembrano “logiche”, anche se nel calcio come nella vita, cose logiche non c’è ne sono molte. Domanda: ma Preziosi, che aveva già silurato Balla e Prandelli, diciamo due allenatori “classici” della “matura guardia”; perché ha preso Andreazzoli addirittura più “maturo” di loro , per poi licenziarlo alla svelta ?. Risposte che non ci saranno mai; ma almeno prendere un allenatore emergente fin dall’inizio. Motta credo che sarebbe venuto subito, non risulta che avesse chissà quali impegni. Mah !, ora Motta non può fare più di tanto con i giocatori che ha. In più rischia l’esonero !, per cui Preziosi si trova nella scomoda posizione di “dover” esonerare un giovane allenatore nel quale evidentemente crede. Logica vorrebbe che continuasse fino al termine del campionato con Thiago , comunque vada. Cordiali Saluti

  45. Asa ha detto:

    Beh! CANÀ ha detto che andiamo a Milano a imporre il nostro gioco e provare a vincerla. Domanda: ma quale gioco abbiamo? Lo vede solo lui…

Lascia un commento

Applausi e rimpianti

Restano non i punti al Genoa dopo il match perso con la Lazio, ma tanti applausi sì. i tifosi rossoblu’ [&hellip

NESSUNA ILLUSIONE, E’ ANCORA LUNGA LA PASSIONE

Detto che Soumaoro se continuerà di questo passo è un colpo notevole di Preziosi, detto che Masiello ha aggiunto esperienza [&hellip

E’ UN ALTRO GENOA, CORAGGIO

Il Genoa in questa stagione ha gia’ tradito troppe volte per fidarsi, ma i numeri sono con Nicola il cui [&hellip

Segnali positivi

Cinque punti in cinque partite. Davide Nicola sta facendo meglio di chi lo ha preceduto, ma non basta ancora. La [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio