PUNTO DI FORZA

10 Nov 2019 by Giovanni Porcella, 14 Commenti »

Quello di Napoli è stato un punto conquistato con la forza. Se si voleva infatti una risposta dalla squadra e da Thiago Motta dopo lo scivolone grave con l’Udinese, ecco la risposta convincete: il Genoa è vivo e lotta con il suo mister.  La strada è tracciata, quella del gioco. Il resto lo hanno fatto la determinazione e anche il coraggio dei giocatori. Stavolta Thiago non ha scelto cambi azzardati ma ha puntato sull’equilibrio. Certo, aver mandato nella mischia Cleonise ci ha fatto sobbalzare davanti alla tv o allo stadio per chi era al San Paolo, ma alla fine il risultato è arrivato e con merito. C’è il problema del gol, ma io mentre esalto Pandev e Agudelo non butto la croce addosso a Pinamonti che ha fatto una partita tutto cuore. Ha avuto la palla del break, forse non è stato cattivo, ma non è stato neppure fortunato. La sua prova resta positiva e di spessore. La salvezza e’ tutta da conquistare e bene che la squadra ne abbia preso atto. Dopo la sosta c’è la trasferta di Ferrara, non serve aggiungere altro ma con lo spirito di Napoli i problemi sono anche degli altri nell’affrontare il Grifone.

14 Commenti

  1. PieroValleregia ha detto:

    salve
    ho temuto molto più del Napoli e per tutta la partita, Calvarese … abboccava a tutti i tuffi di Di Biasi/Callejon e ha gestito i cartellini in modo palesemente casalingo; valga, per tutte, quella assurda a Schone che, in due secondi prende un scarpata prima sul petto e poi in faccia dall’altro tuffatore Mertens m,a l’arbitro fischia fallo a sfavore nostro e ammonisce il danese.
    Il presunto rigore di Lerager, braccio comunque attaccato alla faccia, quindi al corpo, nasce da una punizione inventata, nata da un carpiato di Callejon.
    Piedi in terra e cuore saldo … la strada è lunga ma, al momento, pare buona
    un saluto
    Piero e famiglia

  2. robertogrifo ha detto:

    Ottima prestazione, ora la sosta che mi auguro possa servire per recuperare Sturaro, affinare gli schemi e cementare il gruppo, perché alla ripresa non c’è più permesso sbagliare partita.

  3. Paolo ha detto:

    Scusa Giovanni, ma mi sembri un po’ troppo ottimista.
    Ieri sera il Napoli non era quello che conosciamo. Squadra confusa e provata dal conflitto in corso tra giocatori e società. Per carità! Nulla da togliere al Genoa che ha fatto la sua onesta partita e avrebbe anche potuto vincere se Koulibaly non avesse messo il piede sul tiro di Pinamonti, ma da qui a essere molto ottimisti sul futuro del campionato ne passa.
    Alla ripresa dovremo affrontare la Spal a Ferrara e non sarà una passeggiata. Oggi per poco non ha vinto a Udine. Meno male che Petagna ha sbagliato il rigore all’ultimo minuto, altrimenti saremmo penultimi insieme ai ciclisti, che sono riusciti a impattare con l’Atalanta, mica gli ultimi arrivati. Ci sarà da lottare e soffrire fino all’ultima giornata e sperare che qualcuno che sta sopra di noi vada in crisi.
    Per il resto non vedo cambiamenti tali da farci dormire sonni tranquilli. Preoccupiamoci piuttosto delle intenzioni del joker. Pare che sia in trattativa con l’Inter per dargli Kuame’ a gennaio in cambio di soldi e Politano. Bell’affare! E’ rotto e non vale la metà di Kuame’. Ma bisogna aiutare l’Inter, perché, poverina, non ha ricambi sufficienti.
    Non c’è niente da fare. Il disastro dell’anno scorso a seguito della cessione di Piatek non gli è bastato, per cui vuole replicare.
    E’ proprio vero. Il lupo perde il pelo, ma non il vizio.
    Quando finirà quest’agonia sarà sempre troppo tardi. Finché non ci libereremo di lui saremo condannati a campionati mediocri, sempre a lottare in fondo alla classifica e sempre col cuore in gola. La contestazione deve diventare sempre più dura e senza sconti.
    Se necessario si dovrà fare come a Napoli, disertare lo stadio.
    E se anche quest’anno dovessimo sfangarla, basta abbonamenti. Va colpito nel portafoglio. E’ l’unico modo per fargli capire che deve andarsene. E chi se ne frega di chi verrà al suo posto. Staremo tutti molto meglio.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!

  4. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    finalmente Thiago ha capito che al malato serve un brodino caldo per rimettersi, per caviale e champagne ci sarà tempo una volta guariti del tutto. Spero non si muti atteggiamento neanche a Ferrara dove gli scontri diretti hanno peso eccome, uscire imbattuti deve essere il mantra da ripetere fino a lunedì se poi le punte riusciranno a non colpire i difensori sulla linea di porta e si esca con i tre punti bene ma mai prestare il fianco ai loro attacchi per il tentativo scellerato di aggiudicarsi l’intera posta.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  5. Seb Genoanissimo ha detto:

    Buon lunedì a tutti! Abbiamo preso un bel punto, meritato, che fa morale! Sono molto contento per Radu, che si è fatto trovare prontissimo dall’inizio fino al triplice fischio, Secondo me è stato il migliore in campo ed ha riscattato qualche papaera di troppo in prime 12 giornate!
    Sono discpiaciuto per Pinamonti, che ha lottato contro una difesa molto forte ed è andato vicinissimo al goal, contro difensori diversi avrebbe segnato. Sono anche convinto che non esere sereno! Gli manca il goal da tanto tempo, è l’unico attaccante verio (forse troppo giovane per questa grande responsabilità) che può essere schierato e magari lui avrebbe bisogno, solo di un compagno più esperto che lo guidasse e magari, a volte, sostitusisse e gli facesse tirare il fiato. Un pò come si è fatto con Kuamè col Brescia, che quando è entrato ha spaccato la partita!
    Per la trasferta di Ferrara, io firmerei un’altro pari! Lo dico subito! E’ scontro diretto in trasferta e non bisogna perderlo, la Spal deve rimanere dietro di noi. Comunque la mia speranza è che TM non faccia più altre sostituzioni come quella di Cleonise… questo è azzardo puro… e non mi piace per niente! I ragazzi della primavera, secondo me, in situazioni così critiche, come la nostra di adesso, possono entrare solo se: non hai alternative o se sono mezzi fenomeni… El Shaarawy, Sturaro, Mandragora ect… Il resto sono rischi inutili che non giovano a nessuno, soprattutto al ragazzo che entra!

  6. Seb Genoanissimo ha detto:

    Scusa Giovanni, ma c’è qualche possibilità che a gennaio arrivi Piatek in prestito?

  7. Max 70 ha detto:

    Ciao a tutti secondo me bisogna rimanere li nel gruppo e aspettare tempi migliori…Criscito e Sturaro potrebbero dare una mano alla causa e intervenire nel mercato di gennaio con un attaccante per togliere tutta la responsabilità dell’attacco a Pinamonti e un centrocampista, facendo prima un po’ di pulizia. Ci sono alcuni giocatori che al momento per motivi diversi sono improponibili.

  8. Albion ha detto:

    Sarebbe opportuno dare continuità ai risultati altrimenti pareggiare a Napoli non serve a nulla se prima perdi in casa con l’Udinese. Perché la vera impresa non è pareggiare con il Napoli ma perdere in casa con i friulani. E’ la prossima partita il vero banco di prova.

  9. PieroValleregia ha detto:

    … il problema è che, tanto per cambiare, “il migliore del dopoguerra” a gennaio farà partire Agudelo e Kouamè … (Rincon e Pavoletti docet)
    bene, viva il “lider maximo”, tutti ad appaludirlo
    un saluto
    Piero e famiglia

  10. Asa ha detto:

    Aspetterei a cantare vittoria secondo me siamo molto scarsi e fino alla fine non ne usciremo, se ne usciremo….

  11. Finnrico ha detto:

    D’accordo con chi mi ha preceduto: ottimo punto a Napoli, ma conta infinitamente di più la trasferta di Ferrara. Speriamo bene.

    Per il resto, se Thiago continua con la difesa a 4 ci troveremo diversi esuberi a gennaio.
    A sinistra, posto che il titolare sarà Criscito, ha poco senso avere sia Pajac che Barreca, peraltro entrambi in prestito.
    A destra, Ghiglione giocherà poco, mi pare che Thiago gli preferisca Ankersen come terzino; ma può darsi che riesca a trovargli spazio più avanti, come ala.
    Biraschi, forse anche per altre ragioni, può già cominciare a preparare le valigie, nella difesa a 4 non ha mai convinto.

    In mezzo, per 3-4 maglie abbiamo almeno 8 giocatori; e a quanto pare paghiamo lo stipendio anche a Sandro (vi prego, smentitemi!).

    Davanti, infine, si parla di quelli che potrebbero arrivare, ma bisognerebbe prima piazzare Favilli (lo darei in prestito in serie C, così magari gioca titolare, fa qualche gol e riprende un po’ di fiducia) e soprattutto Sanabria, che a quanto pare non ha praticamente mercato.

    Insomma, il cambio di modulo constringerà la società ad operare sul mercato in maniera massiccia; e speriamo non solo in uscita.

  12. Asa ha detto:

    Possiamo fare tutti i discorsi che vogliamo ma già oggi escono voci di calciatori all’inter…..e dato che l’impostazione societaria è da trampolino invece che smentire qua ci godono a poter vendere qualche giocatore a gennaio prendendo qualche altra scommessa…..mi spiace ma questa società non ha futuro. Meglio andare in B toccare il fondo e finalmente liberarsi fa questa dirigenza x poi risalire piano piano ma con serietà.

  13. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti… Nn ho parole…. Si meglio andare in B toccare il fondo… Magari fallire… Tanto Dalla costa c era quasi riuscito… E poi finalmente avremo da scegliere… Ci sarà lo sceicco… Oppure il petroliere, o anche il magnate russo….. Nn ci sarà che l imbarazzo della scelta. Tutti aspettano che vada via Preziosi per prendere il Genoa e farci vincere la stella. Oppure farci tornare come prima, al nostro passato glorioso pieno di trofei…. Coppe e ottimi piazzamenti…. come prima che arrivasse questa società.

  14. Seb Genoanissimo ha detto:

    Sembra molto insistente la voce di Ibra al Milan… A quel punto, forse Piatek…..

Lascia un commento

PUNTO DI FORZA

Quello di Napoli è stato un punto conquistato con la forza. Se si voleva infatti una risposta dalla squadra e [&hellip

Fare qualche punto e poi intervenire sul mercato

Serve equilibrio a questo Genoa senza troppe pretese se non quella di raggiungere al salvezza che invece ora pare un’impresa. [&hellip

A TESTA ALTISSIMA CONTRO L’INGIUSTIZIA

Thiago Motta si è preso il Genoa. Rispetto alla gestione Andreazzoli, quantomeno nell’ultimo mese e mezzo, non c’è paragone. Il [&hellip

LA RISCOSSA DALLA PANCHINA

Viste le esaltazioni precedenti per un poker di partite estive e due di campionato, stavolta meglio tenere le orecchie basse. [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio