Fare qualche punto e poi intervenire sul mercato

4 Nov 2019 by Giovanni Porcella, 32 Commenti »

Serve equilibrio a questo Genoa senza troppe pretese se non quella di raggiungere al salvezza che invece ora pare un’impresa. L’equilibrio per esempio che si era visto con la Juventus. Invece con l’Udinese è andato in onda l’orrore tattico che ovviamente ha portato alla disfatta con l’Udinese. Thiago Motta stavolta ha fatto scelte errate. Sanabria in campo negli ultimi venti minuti al posto di Romero è una sciagura solo a pensarla con lo spostamento di Radovanovic al centro della difesa. L’Udinese ha osservato e poi ha fatto quello che ha voluto e il gol del sorpasso in fondo è arrivato persino tardi considerato che ogni volta che i friulani scendevano nella metà campo rossoblu’ diventavano pericolosi. Thiago alla fine ha detto: abbiamo provato a vincerla e l’abbiamo persa, tutto qui. Beh, caro mio un po’ semplicistica l’interpretazione. Il mister rossoblu’ non ha esperienza ma è stato un campione e con la testa è ancora giocatore. Puo’ essere una scelta giusta, ci sono i presupposti ma dopo un match regalato così agli avversari è logico che una tifoseria gia’ sballottata sia sconfortata vista pure la classifica. Urge un segnale forte da parte della squadra e di Preziosi che a gennaio dovrà per forza intervenire su mercato, si spera non con prestiti ma con investimenti pesanti. Gli spazi di recupero ci sono ma bisogna tenere botta fino a gennaio per poi cambiare tutto o quasi. servono un difensore centrale un centrocampista e una prima punta. Non c’è altro da aggiungere. Insomma sarà sempre colpa degli allenatori di turno. ma forse anche il presidente, che non é certo uno che è da due giorni nel calcio, ha  capito che serve guardare con meno buonismo ad un gruppo di calciatori che non sa vincere quasi mai. Almeno finora il campionato purtroppo ha detto questo.  Infine volevo ringraziare tutti per il seguito del blog Grifhouse in questi anni. 500 articoli pubblicati con 40.000 commenti approvati malgrado alcuni momenti di “riflessione” in cui abbiamo rallentato il blog. Grazie ancora a tutti e continuate a dire la vostra sul Grifo

32 Commenti

  1. Giuse ha detto:

    Caro Giovanni
    Sono perfettamente d’accordo con te!
    Sarebbe stato meglio se avessimo cercato di difendere il pareggio.
    Voglio però andare contro corrente nel senso che Genoa di ieri non è stato un completo disastro, ma ha cercato di fare gioco sia nel primo sia nel secondo tempo.
    Il Genoa ha cercato giustamente di gestire la palla anche se lentamente, ma per creare qualcosa di concreto in attacco poi devi avere delle accelerazioni e, infatti, l’unico scambio veloce tra Pandev e Kouamè ha portato al gol.
    Nelle fasce i due esterni non incidono anche perché Giglione non riesce a saltare l’uomo da fermo e l’altra fascia non crea quasi nulla.
    Come punta centrale Pinamonti si batte con caparbietà, ma non vince quasi mai un duello, non tiene alta la squadra non sembra essere in grado di partecipare efficacemente alle azioni d’attacco e non è quasi mai pericoloso.
    Il Genoa non vincendo un duello individuale o con tecnica e velocità o con il fisico poi appena cerca di vincere la partita sbilanciandosi è infilato e crolla miseramente.
    Sanabria è un pesce fuori d’acqua che non riesce a incidere in avanti e non è in grado di coprire.
    Mister Motta probabilmente ha sbagliato pensando di aver dei giocatori più tecnici capaci di portare a dei risultati pieni.
    I problemi sono ben noti, il Genoa ha ben poche scelte in attacco e manca un semplice Pavoletti, nelle fasce non c’è un Palacio che salta l’uomo da fermo e in centrocampo ci sono pochi giocatori che siano in grado di contrastare e la difesa non coperta non eccelle nei duelli uno contro uno.
    Il gioco frenetico di Andreazzoli era impraticabile fisicamente e non portava punti.
    Ora il Genoa tenta di giocare ma in ogni caso Mister Motta dovrà trovare la quadratura del cerchio e presentarsi sul mercato di dicembre in una posizione non disperata.

  2. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Il marcio e’ in Societa’, poco da aggiungere …… squadra “fatta” con i piedi anziche’ con il cervello, sperando nella Dea bendata per non finire tra le ultime 3 …… e siamo a Novembre.

  3. Asa ha detto:

    Ciao Giovanni, gli errori sono stati tantissimi in questa partita e moltissimi dall’allenatore che forse non ha capito che è al genoa con dei brocchi e che ci si deve solo salvare….lui è una scommessa e non è in grado di salvarci questo è chiaro, ha avuto tanta fortuna col brescia con cui stavamo perdendo ndr. Credere o sperare che a dicembre il presidente investa milioni nel genoa non so se sia illusione o ingenuità. A dicembre serviranno 10/20 per il bilancio e nin credo che ce li metterà di tasca sua, piu facile che invece che rinforzare si venda i vendibili…kouamè e ghiglione…. del resto 28000 abbonati hanno dato ragione al presidente nel suo operato….lo stadio sempre pieno idem…. ne vedremo delle belle….purtroppo.

  4. albe966 ha detto:

    “Servono un difensore centrale un centrocampista e una prima punta”.
    Scusa se ti ho citato Giovanni, saranno circa 3 anni che chiediamo questi rinforzi, ma purtroppo arrivano solo avanzi . . . ultima punta decente Pavoletti (Piatek non lo considero, non ricordo di averlo visto abbastanza a lungo…), ultimo centrocampista Rincon o Kucka, ultimo difensore centrale decente…boh… sarò io smemorato …

  5. Paolo ha detto:

    Ma chi vuoi che venga al Genoa, caro Giovanni.
    Preziosi a gennaio semmai venderà qualche pezzo pregiato per fare plusvalenze e, se andrà bene, prenderà qualche scarto altrui o qualche giovane di belle speranze in prestito per farlo crescere e poi restituirlo maturato al mittente di turno.
    E poi, diciamocelo chiaro. Sembra che a Genova, sponda rossoblù, l’aria faccia male ai calciatori, che improvvisamente diventano dei brocchi mai visti. Quando poi vanno in altre squadre diventano dei fenomeni (vedi i vari ex in forza al Verona, compreso l’allenatore).
    Come ho già scritto, io sono più che altro rassegnato. Non mi aspetto niente di buono da una squadra che ieri ho visto ancora una volta sconclusionata, lenta e mal messa in campo.
    Preoccupante è poi il fatto che Thiago non ammetta di aver fatto errori, dicendo che la strada è quella giusta. Se per lui va bene così, allora devo dargli ragione, perché la strada che abbiamo visto ieri è quella giusta, ma per la B.
    Adesso andiamo tranquillamente a perdere a Napoli (nessuno s’illuda. Il Napoli deve per forza vincere per non perdere il treno Champions. Se non ci riuscirà col gioco ci penserà l’arbitro venduto di turno). Poi lecchiamoci le ferite durante la sosta (da penultimi o ultimi) e speriamo che alla ripresa l’infermeria si svuoti e tornino i vari Sturaro, Criscito, Favilli e compagnia cantando. Forse alla ripresa Thiago avrà a disposizione un centrocampo che riesca finalmente a fare filtro.
    Quello visto ieri era un colabrodo, per di più scassato.
    E per favore mandi in tribuna Sanabria. Oltre che scarso è anche sfigato.
    Che squallore! E che tristezza dover sopportare ancora un anno di agonia che si prospetta persino peggiore dello scorso.
    Comunque chissà!? Forse non tutto il male viene per nuocere.
    Se si va in B il joker si prenderà il premio di consolazione e finalmente mollerà la presa e cederà il Genoa a qualcun altro.
    Poi c’è sempre chi mi dirà che all’orizzonte non s’intravvede nessuno che voglia venire a Genova a prendersi questa rogna. Vero, ma se Preziosi capisce che non ha più per le mani la gallina dalle uova d’oro, vedrete che un compratore lo trova in quattro e quattr’otto, il che dimostrerà ciò che ho sempre sostenuto, cioè che è lui che non vuole vendere.
    Sempre Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. PieroValleregia ha detto:

    salve
    per motivi personali non ero allo stadio e non ho visto nulla anche in tv, ho ascoltato la partita per radio; da come si evolveva, anche sull’1-0, speravo in un pari …
    un saluto
    Piero e famiglia

  7. Franco ha detto:

    Naturalmente non è in discussione la simpatia per Motta. Grande ex giocatore. Ma una spericolata tattica come contro l’Udinese non se la sarebbero permessa forse neanche i grandi Zeman e Menotti. Per non dire di Orrico e Maifredi, teorici del Calcio avvolgente. I punti non si perdono così. Visto che la classifica del Grifone non è affatto sicura. Sinceramente, se e’ vero che Thiago ha detto che confermerebbe le sue scelte, c’è da fare attenzione. Le gare sono tutte difficili e non ci sono Squadre “materasso”. Vedasi Lecce e Verona. È buona l’idea di proporre un Calcio offensivo, ma sguarnire la difesa no. Non sempre la miglior difesa e’ l’attacco. Comunque il Genoa deve essere rinforzato. Cordiali Saluti

  8. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti….e la storia si ripete…in 2 partite Thiago un fenomeno! l’inventore del calcio! squadra trasformata…giocatori rinati, finalmente messi in campo come si deve! sembrava quasi impossibile, non da Genoa. Ed infatti dopo ieri….un disastro, un incapace, squadra da buttare, ed errori dalla panchina a non finire! Sicuramente è vero….. ieri non ne ha indovinata una….ma forse in nemmeno 2 settimane avrà bisogno ancora di un pò di tempo per capire, per rendersi conto, per conoscere i giocatori…sicuramente non sarà un fenomeno, ma magari un pochino di pazienza gli si dovrebbe concedere….cosa che purtroppo qua non esiste. Quello che l’allenatore precedente non è riuscito a fare in diversi mesi, noi lo pretendiamo in 10 giorni. Eppure ci sarà un motivo, per cui moltissimi giocatori, ed anche qualche allenatore, non appena vanno via da Genova si trasformano in meglio! Io mi ripeto….ma ciò che hanno detto i 2 migliori allenatori che abbiamo avuto negli ultimi 50 anni ed oltre, cioè Bagnoli e Gasperini avrà ben un significato!!!….

    • Seb Genoanissimo ha detto:

      Ciao Bruno, mi permetto di commentare il tuo post. Quello che dici è sicuramente condivisibile e io concorderei al 100% se fossimo a inizio stagione!
      Ora purtroppo non c’è tempo per TM di fare esperimenti, di conoscere i giorcatori, di fare troppe valutazioni e nemmeno di inculcare un gioco nella testa dei giocatori! Abbiamo fatto 8 punti in 11 giornate, le prossime 4 partite non sono facili per niente e rischiamo di arrivare al derby in una situazione tragica! TM non ha tempo è in una brutta posizione a prescindere dai mugugni della gente è un fatto oggetivo. Come è altrettanto oggettivo che il responsabile di tutto questo è il proprietario! Se lui era così convinto delle enormi potenzialità di questo allenatore, lo faceva venire dopo il Milan e gli concedeva le due settimane di sosta per conoscere meglio i giocatori… Invece le cose sono andate diversamente e adesso si salvi… chi può!

  9. luca 64 ha detto:

    Ciao a Tutti, partendo sempre dal presupposto che sono un profano, un semplice tifoso, spero proprio che Thiago ieri si sia giocato il bonus e abbia deciso di fare in una sola volta tutte le belinate a sua disposizione. Partendo dalla formazione iniziale, passando per le sostituzioni, per finire alla conferenza post partita è stato secondo me un vero festival degli orrori. Reputo Thiago una persona intelligente, spero e penso sia per Lui e soprattutto per Noi di non vedere più certe cose. Certe partite non si possono regalare in quel modo, specialmente gli scontri diretti perché possono costare molto caro. Vorrei anticipare i tempi e spedire a Babbo Natale la letterina con la speranza di vedere arrivare in regalo almeno un Centravanti “SICURO” non il solito scappato di casa propinatoci dall’illuminato. Negli ultimi quattro campionati a parte i sei mesi a testa del Pavo e di Piatek mi vengono i brividi a pensare cosa mi è toccato vedere. Forza Genoa Sempre

  10. alberto ha detto:

    Il recupero di Criscito e Sturaro coprirebbero due dei tre buchi. L’investimento, pesante va fatto su un attaccante potenzialmente certo da dieci gol in mezzo campionato. E’ evidente dall’inizio, manca chi la butta dentro. Poi, per buon peso, proverei a farmi ridare in prestito per sei mesi Perin. Ma ci sarà il panettone Motta a Natale? Deve fare esperienza come Juric e Liverani, poi magari prenderà il posto di Guardiola al City. Oggi la serie A gli sta parecchio larga.

    • Asa ha detto:

      Si Sturaro che non gioca praticamente da 3 anni vedrai che fenomeno sarà e mimmo alla sua età prima che torni in forma….. di favilli non parlo perche sarebbe come sparare sulla croce rossa.

  11. Finnrico ha detto:

    La partita di ieri è stata un colpo durissimo: davvero non ci voleva, con una vittoria sarebbe iniziato un nuovo campionato.
    Ora tra quindici giorni ci troviamo ultimi, e immagino già che paranoia. Sento già ricominciare i soliti mantra: tutta colpa dell’Irpino, allenatore giovane e inesperto, giocatori inadeguati, governo ladro ecc..

    Personalmente non vorrei dilungarmi sulle responsabilità del nuovo Mister, adesso è troppo facile accodarsi allo stuolo di chi gli dà addosso.
    Faccio invece uno sforzo per capire il senso delle sue scelte: tenere l’Udinese nella sua metà campo, mettergli paura, moltiplicare le possibilità di qualche giocata individuale degli atleti che dovrebbero essere più tecnici. Però se poi ti trovi tre attaccanti che guardano il portatore di palla spalle alla porta e girandosi i pollici, c’è poco da fare. La verità è che ieri Pinamonti e Sanabria sono stati inguardabili, mentre dall’altra parte la differenza l’ha fatta, col suo lavoro sporco e le sue “runsate”, Okaka.

    In più dopo un po’ quelli hanno capito che era tutto un bluff, che persa la palla per uno dei tanti passaggi sbagliati non eravamo in grado di recuperarla, ed è finita.

    Anche col Cagliari era andata così: sbragatura finale. Eppure in campo, almeno sulla carta, c’era più equilibrio, non c’erano, se ricordo male, quattro punte e un trequartista. Forse, come si dice in questi casi, il problema è più di testa che di gambe o di ruoli. Bisognerebbe capire quando è il momento di accontentarsi, di tener palla, di far correre gli avversari.

    Schone, che ha sicuramente la capacità di leggere le partite, non riesce a essere leader probabilmente anche per un fatto linguistico. Mi sembra che parli solo con Ankersen e Lerager.

    E poi ho sentito ieri criticare di nuovo Radovanovic, al quale sembra che si debba trovare un posto per forza. Nel progetto due-giocatori-per-ruolo Radovanovic dovrebbe essere la riserva di Schone. Punto. Il fatto è che gli altri sono talmente giù che anche Radovanovic torna utile. Magari non come stopper, e soprattutto non vicino a quell’altro cammello di Zapata.

    A me, e chiudo, è però rimasto in mente quel pallone col contagiri che ha messo sulla corsa di Kouamé: che, se fosse stato un po’ più sveglio, sarebbe andato in porta.

    Forza Genoa, sempre!

  12. Massimo54 ha detto:

    Abbiamo finito il secondo tempo con una squadra con:
    un difensore di ruolo (Zapata)
    un centrocampista adattato in difesa (Radovanovic)
    due esterni (Ghiglione e Barreca)
    un centrale (Schone)
    un trequartista (Agudelo)
    4 attaccanti (Pandev, Sanabria, Pinamonti, Kouamé)
    Nemmeno Zeman nelle sue fantasie più sfrenate poteva immaginare qualcosa di simile.
    3 a 1 va stretto all’Udinese (che giocava con un punta e mezza).
    Qualcuno potrebbe gentilmente ricordare al signor Motta che l’anno scorso ci siamo salvati all’ultima giornata grazie al fatto di essere in vantaggio in uno scontro diretto?

  13. robertogrifo ha detto:

    Buonasera,

    Quello che proprio non riesco a capire è perché non è stata riproposta la formazione che aveva ben figurato con la Juve.
    Non mi sembra il momento giusto per fare esperimenti, la formazione iniziale era già sbilanciata, il cambio Romero Sanabria un suicidio calcistico.
    Quello che poi mi sconcerta poi, sono le dichiarazioni di Motta post partita, quasi deliranti se accostate a una formazione in piena lotta per non retrocedere.
    Il proprietario ha pensato che il solo innesto di Pinamonti sarebbe bastato ad alzare il livello dell’ attacco, purtroppo ad oggi ha perso la scommessa per cui quello dell’attaccante sarà un acquisto obbligato per poter sperare ancora nella salvezza.

  14. Andre72 ha detto:

    Sono d’accordo, al Genoa serve equilibrio; ma l’equilibrio prima che all’allenatore o ai giocatori servirebbe in societa’ dove da anni il presidente fa piu’ danni della grandine.
    Con Thiago siamo a 5 allenatori in 13 mesi, considerando che per 2 mesi non si gioca, vuol dire un cambio di allenatore ogni 70 giorni come si puo’ pensare di avere una squadra equilibrata in questo caos?
    Da quando e’ stato mandato via il Gasp c’e’la ricerca spasmodica di un allenatore che pratichi un calcio offensivo, spettacolare, ma per quanto un allenatore possa avere buoni propositi, perche’ il calcio d’attacco sia redditizio servono calciatori forti in attacco, capaci a segnare, tenere palla e dribblare gli avversari ….26 goal subiti in 11 partite allo stato attuale con Pinamonti, Sanabria e Favilli in attacco credo che anche Guardiola opterebbe per il pullman davanti alla porta di Ballardiniana memoria.

    Prezioni Vattene!

  15. Grifopersempre ha detto:

    Caro Giovanni sono d’accordo con te sul fatto che gran parte della responsabilità riguardo la situazione in cui ci troviamo è da imputare alla presidenza….se si continua a scherzare col fuoco prima o poi ci si brucia. Ed il fuoco nel nostro caso e la serie B. Tuttavia io resto convinto che gli uomini per schierare una squadra decente e per salvarsi ci siano. Solo che avremmo bisogno di un allenatore normale. Che li sappia schierare con criterio. Prima Andreazzoli con la fissa e l’enorme equivoco di Radovanovic con Schone. Schone ha bisogno di essere affiancato da Cassata (o Lerager, ieri ad esempio) e Agudelo. Saponara in questo momento è l’alternativa di questo ragazzo

  16. Grifopersempre ha detto:

    Eppoi gli altri tre davanti. Non il suicidio di ieri di Motta. Ma possibile che al Genoa non si riescano a fare le cose normali??!!?? Un Ballardini l’avrebbe vinta a mani basse. E sono convinto che con questi uomini arriverebbe tranquillamente a metà classifica. Il difetto sta nel manico purtroppo. Perché preziosi dopo aver allestito una squadra meno peggio degli anni scorsi passa da un allenatore sbagliato ad un altro peggio?

  17. Albion ha detto:

    Secondo me può venire anche Mourinho ma quest’anno mi pare segnato. Vorrei solo capire se è successo qualcosa tra la società e Biraschi visto che non vede mai il campo con nessuno dei due allenatori. Dico di un imbarazzante Sanabria. e di uno spento Romero che sembra capitato lì per caso. Per il resto molte figurelle minori e 2/3 giocatori veri. Direi pochini per salvarsi.
    Intervenire sul mercato? Quale quello Orientale o quello di Piazza Scio?
    Meglio frustare questi brocchi sino alla fine, tanto ripeto quest’anno ci può salvare solo la riforma dei campionati con il blocco delle retrocessioni.

  18. luca de rossi ha detto:

    Ciao Giovanni,
    il tuo intervento si poteva anche intitolare “Aspettando Godot”…..
    Sono anni che ormai siamo in continua aspettativa di gennaio, o per salvare il campionato o per salvare il bilancio.
    Sono anni che ormai siamo in continua aspettativa di un allenatore che non sia miracolato sulla strada di Cogliate, che prima pensi a fare i punti e poi ci dimostri di “inventare” calcio.
    Sono anni che ormai siamo in continua aspettativa di un centrocampista vero.
    Sono anni che ormai siamo in continua aspettativa di un esterno e/o del famoso esterno migliore di Perotti e Falque…..!!!!!
    Sono anni che ormai siamo in continua aspettativa di una punta che nel momento che fa i gol cominci e finisca il campionato nel Genoa.
    Sono anni che ormai siamo in continua aspettativa che tutti questi giovani e/o vecchi presunti “fenomeni” lo dimostrino e/o lo diventino nel Genoa o ci facciano vedere in giro che lo fossero, nelle prime sei squadre di A, escluso Immobile nella Lazio e Simeone nel Cagliari (non certo fenomeni) non vi è nessun titolare passato da Genova, li ritroviamo tutti tra Torino Verona Parma Lecce……. forse che Preziosi e C. non siano questi intenditori che solerti commentatori ci vogliono far credere…….
    Nell’attesa di attendere…… comincerei ad inviare qualche “ambasciatore di pace” verso Ravenna……. non sia mai che dopo Ferrara sulla freccia rossoblu di ritorno dalla Via Emilia non debba salire un nuovo allenatore…..
    Resto in attesa……. salutando tutti gli altri Genoani in attesa……

  19. Seb Genoanissimo ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    Lasciamo perdere la partita che è stata una delusione tremenda. Si doveva vincere e basta. Invece, anche stavolta il nostro genoa a tradito la fiducia e le speranze del sesto pubblico Italiano, più di 18000 abbonati! Di chi è la colpa me ne frego, non doveva succedere punto!
    Caro Giovanni apprezzo molto il tuo sforzo, e te lo dico sinceramente, di provare a tenere acceso il lume della speranza, ma non concordo assolutamente con le tue conclusioni! Gli spazi di recupero sono molto risicati, abbiamo già perso tante occasioni di riscatto, l’ultima di domenica scorsa veramente clamorosa (siamo addirittura passati in vantaggio!!!) e vorrei sottolineare che se il Bologna non avesse sbagliato il rigore alla fine, ci potremmo definire la squadra materasso del campionato (Brescia a parte). Inoltre, scusami, ma non capisco proprio come si possa dedurre che il proprietario abbia capito qualcosa! Sono almeno tre anni consecutivi che rischiamo grosso, ogni anno va peggio e Preziosi cosa fa? Un anno Investe per Lapadula una cifra esorbitante (mai speso dal Genoa per un giocatore una cifra simile) e aiuta il bilancio del Milan, l’anno dopo aiuta il bilancio della Juve prendendo Favilli e Sturaro infortunati (e la cessione scellerata di Piantek a Gennaio). Per finire con l’estate scorsa con i giri di giocatori con l’Inter dove a noi rimane Pinamonti con il bilancio spesa/resa evidente a tutti coloro che vogliono vedere.
    Onestamenete basta, io sono stufo di salvarmi e poi continuare a vedere di questi spettacoli che, come mi dice mia moglie, sarò scemo io, ma a me da Genoano fanno veramente male. Credo che a questo punto l’ipotesi retrocessione non sia assolutamnete il male minore visto che in serie A si fanno ste figure e intanto lui non vende! Magari in serie B con margini minori (o inesistenti) magari si convince….

  20. Asa ha detto:

    Dai Giovanni facci interagire sino due giorni che è finita la partita e ancora nessun commento pubblicato…

    • Giovanni Porcella ha detto:

      ciao a tutto: Grifhouse festeggia i 500 articoli pubblicati e i 40.000 commenti approvati. Grazie a tutti. A volte mi sono un dimenticato del blog altre volte ho atteso ma il seguito c’è sempre stato. Grazie a tutti, sono passati piu’ di 10 anni.

      • Mirko Montaldo ha detto:

        Ciao Giovanni,
        grazie per questo bellissimo spazio che gestisci in maniera molto democratica lasciando che ciascuno possa esprimere la sua opinione nella massima libertà. Onestamente mi piacerebbe che ci fosse maggiore presidio dello spazio perchè essendo un luogo di dibattito in rete la sua prerogativa dovrebbe essere la velocità e la reattività. Certo non può avere i tempi di un social network. Capisco che essendo tu l’owner del blog tu preferisca non delegare troppo, ma forse sarebbe sufficiente mettere un mod.
        Grazie e forza Genoa sempre, tu sei un grande.

  21. Riccardo ha detto:

    Giovanni, perdonami ma credo che se si insiste ipotizzando soluzioni CON preziosi, si continua a girare a vuoto. L’unica via è fare di tutto come emittente, come giornalisti locali , per forzare una cessione del Genoa…per andare a ricordare che c’è un advisor e che stiamo attendendo sviluppi. Purtroppo è inutile far finta che possa restare questa società di incapaci “dolosi” e che possa cambiar qualcosa per grazia ricevuta. La politica preziosiana ormai è chiara : avere un rapporto con le big, aggiustargli i bilanci..caricare quello del Genoa di debiti e vivacchiare sperando che gli “amici” ti tengano in A ….Vedo che col doria i tuoi colleghi, nonostante la mancata cessione da parte di Ferrero, continuano la campagna per cacciarlo…una campagna per cacciare una presidenza non considera le mosse che potrebbe fare quella presidenza…..dice chiaramente che deve andarsene e basta.

  22. Paolo ha detto:

    Allora! Diciamolo chiaro.
    Con la terza peggior difesa d’Europa (la peggiore dei 3 campionati professionistici italiani) dove vogliamo andare?
    Da che mondo è mondo, le squadre che vincono i campionati e che si piazzano ai primi posti sono sempre quelle che subiscono meno reti. Il Genoa attuale è il candidato principe alla retrocessione.
    Thiago Motta dovrebbe metterselo in testa a chiare lettere. O smette di far giocare la squadra come se allenasse il Barcellona o il City o molto presto prenderà la porta anche lui, perché il joker alla prima imbarcata che prenderà lo caccerà via di sicuro.
    L’allenatore giusto per risollevare la squadra e riportarla gradualmente in una posizione di classifica più tranquilla c’era e ce lo siamo fatto soffiare dai cugini, i quali adesso ci hanno raggiunti e vedrete che ci supereranno già alla prossima giornata (togliamoci dalla testa di fare punti a Napoli).
    Avete visto come ha subito blindato la difesa della Samp rendendola molto più solida e affidabile? E i risultati si stanno vedendo.
    Il famoso detto “primo non prenderle” è sempre attuale e fa vincere le partite, se non addirittura i campionati.
    Da noi, invece, si va sempre a cercare il profeta di turno del calcio spettacolo, che vinca le partite segnando sempre un goal in più degli avversari, senza pensare che per farlo devi avere a disposizione dei calciatori tecnicamente e fisicamente di livello molto elevato.
    Vogliamo metterci in testa o no che il periodo di Gasperini non tornerà più per parecchio tempo e che siamo una squadra di basso livello che deve solo lottare con le unghie e coi denti per salvarsi?
    Questa è la triste e dura realtà, ma quell’essere immondo che comanda a Villa Rostan continua a non volerlo capire o fa finta di non capirlo.
    Se vuole continuare a divertirsi a fare il presidente di una squadra di serie A e partecipare alle riunioni della lega, deve andare a Canossa, infilare la testa sotto una montagna di cenere e supplicare Ballardini di tornare per rimettere a posto le cose.
    Ma non lo farà, perché glielo impedisce il suo stupido orgoglio.
    Poi non va dimenticato che anche il Balla non tornerà dopo le offese pesanti che s’è sentito rivolgere dopo aver salvato per l’ennesima volta il Genoa dalla B e aver fatto i punti che ci hanno consentito di salvarci anche lo scorso campionato.
    Quindi, caro Giovanni, è inutile continuare a sperare che a gennaio Preziosi faccia degli acquisti azzeccati per poter risollevare il Genoa.
    Quello, semmai, venderà il poco vendibile e poi ci farà andare in B per prendersi il premio di consolazione per la retrocessione, mollandoci in mezzo al guado dopo averci venduti al primo che passa.
    E poi, chi vuoi che voglia venire al Genoa? A parte il fatto che non vedo giocatori buoni sul mercato, quelli validi chi ce li ha se li tiene stretti e se dovesse essercene qualcuno in gamba libero non verrebbe certamente al Genoa, ma si cercherebbe una squadra messa meglio in classifica.
    Ditele chiaramente queste cose in trasmissione e cominciate a fare la guerra a quel coso su tutti i fronti e senza quartiere. L’unico grande problema del Genoa è lui e solo lui.
    SE NE DEVE ANDARE E BASTA! Non ci sono altre soluzioni.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  23. PieroValleregia ha detto:

    salve
    ier sera son stato al bar della SOC di Valleregia per una decina di minuti e la tv accesa vagava da Dortmund a Napoli; stessa competizione, la ex coppa campioni, ma vedute diverse: Dortmund stadio stracolmo, Napoli quasi vuoto del tutto;
    Riusciremo, una volta su un milione, ad approffitare dei malumori altrui e non, come al solito, resuscitare morituri ?
    un saluto
    Piero e famiglia

  24. Finnrico ha detto:

    Leggo stamane dell’ammutinamento del Napoli.
    Altra pessima notizia per noi. Già la trasferta era in sé proibitiva, figuriamoci ora cosa non si inventeranno per risollevare il Ciuccio. Come minimo designeranno Pairetto o Giacomelli. Che Dio ce la mandi buona.

  25. Gian Mario ha detto:

    Ciao Giovanni,

    Sul Genoa poco da dire, il suicidio tattico pesa perche’ il calcio e’ fatto di episodi e particolari.

    Basta solo guardare quanti punti abbiamo lasciato per strada negli ultimi minuti di gioco per pensare che, anche con tutta l’instabilita’ che purtroppo ci portiamo dietro da anni, potremmo benissimo essere a 11 o 12 punti.

    Piuttosto, ho seguito in streaming la vostra (tua e del resto della redazione) diretta on gli aggiornamenti sull’allerta maltempo.

    Primocanale e tutte le persone che ci lavorano meritano grandissimi elogi per il servizio pubblico che svolgono.

    Ti vorrei anche chiedere: esiste il modo di mandare a Primocanale un piccolo contributo attraverso forme di crowdfunding o similari per il servizio che svolgete?

    Sarebbe un modo di dimostrarvi l’apprezzamento per come mi permettete di avere notizie in tempo reale dal territorio, pur essendo io lontano dalla Liguria.

  26. Asa ha detto:

    Dai iniziamo con kouamè all’inter a gennaio…..nulla si più facile…specialmente se la contropartita è Politano con i legamenti rotti. A noi i rotti, molto rotti piacciono tantissimo….

  27. PieroValleregia ha detto:

    salve
    domani sera il Genoa affronta il Napoli al San Paolo e ci arriva dopo tre partite con il nuovo tecnico che hanno fruttato tre punti con prestazioni, buone con il Brescia (3p), ottime con la Juventus (0p) e deludenti, escluso la prima mezzora, con l’Udinese (0p).
    Si affronta una squadra che, nelle ultime quattro partite di campionato ha ottenuto solo due punti e che, se non erro, dopo la sconfitta con la Roma e la vittoria del Cagliari a Bergamo, è addirittura fuori dalla zona Coppe.
    Il Genoa, come da tradizione consolidata (vedasi Milan, Juventus e Udinese) è l’avversario ideale quando incontra squadre in crisi, squadre che fa sempre risorgere … quindi mi aspetto una sconfitta che, solo guardando le due rose, sarebbe scontata anche in condizioni normali e con posizione di classifica diversa per entrambe.
    Come la Juventus che, dopo la partita contro il Lecce (rigore negato ai bianconeri per fallo su Emre Chan) si era lamentata di arbitro e var, anche il Napoli lamenta torti arbitrali.
    La Juventus, contro il Genoa fu accontentata, dato che il signor Giua ha pilotato la partita in una sola direzione, ammonendo solo le maglie rossoblu, concedendo un gioco falloso a Rugani e Quadrado e diverse simulazioni a Dybala, inventandosi una espulsione (Cassata), concedendo un rigore, assurdo, oltre il recupero e ignorando una gomitata volontaria, sempre di Quadrado, in piena area bianconera …
    Visti i precedenti (poco incoraggianti), non solo con Juve ma anche con Roma, Milan e appunto Napoli, mi aspetto (ma spero di essere smentito) un arbitraggio (quasi) a senso unico, pronto a fischiare esattamente come Giua a Torino.
    Si legge sui giornali (affidabili come il tg3) di ammutinamenti di giocatori azzurri, di liti dopo la partita con il Salisburgo, di pretese dei giocatori che, se rispondessero a verità, sarebbero a dir poco, assurde.
    Assisterò alla partita in un vecchio cinema parrochiale sito in una frazione del nostro comune … speremmu ben
    un saluto
    Piero e famiglia

Lascia un commento

PUNTO DI FORZA

Quello di Napoli è stato un punto conquistato con la forza. Se si voleva infatti una risposta dalla squadra e [&hellip

Fare qualche punto e poi intervenire sul mercato

Serve equilibrio a questo Genoa senza troppe pretese se non quella di raggiungere al salvezza che invece ora pare un’impresa. [&hellip

A TESTA ALTISSIMA CONTRO L’INGIUSTIZIA

Thiago Motta si è preso il Genoa. Rispetto alla gestione Andreazzoli, quantomeno nell’ultimo mese e mezzo, non c’è paragone. Il [&hellip

LA RISCOSSA DALLA PANCHINA

Viste le esaltazioni precedenti per un poker di partite estive e due di campionato, stavolta meglio tenere le orecchie basse. [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio