A TESTA ALTISSIMA CONTRO L’INGIUSTIZIA

31 Ott 2019 by Giovanni Porcella, 17 Commenti »

Thiago Motta si è preso il Genoa. Rispetto alla gestione Andreazzoli, quantomeno nell’ultimo mese e mezzo, non c’è paragone. Il tecnico contro la Juventus ha mostrato con i rossoblu’ un calcio lineare, pulito e ritmato. Alla pari con Sarri in tutto e per tutto, anche dopo la scellerata espulsione di Cassata per doppia ammonizione decisa dall’arbitro Giua alla faccia di ogni ragionevole dubbio. Il Grifone ha giocato quasi un tempo inferiorità numerica spendendo molte energie che sono state pagate nel recupero quando Cristiano Ronaldo si è procurato il generoso rigore causato da Sanabria. Resta la buona prestazione ma manca un punto. E se la classifica piange è anche a causa dei last minute crack. Si perché il Genoa fin qui ha lasciato per terra almeno 4 pareggi proprio sul piu’ bello, ovvero nel recupero o quasi. Contro l’Atalanta è arrivata una sconfitta al 93’ per il gran gol di Zapata. A Cagliari Koume’ paregia all’85’ ma un minuto dopo ecco l’autorete di Zapata che spiana il successo dei sardi. Contro il Milan la sconfitta poteva essere evitata se Schone non avesse sbagliato il rigore al 92’. E infine il fattaccio di Torino con Ronaldo che dal dischetto non sbaglia al 95’ condannando il Genoa ad una immeritata battuta d’arresto ancora figlia degli ultimi minuti fatali tra sfortuna ed errori. Domenica arriva l’Udinese ferita da due sconfitte pesanti. La concentrazione dovrà durare anche dopo il fischio finale.

17 Commenti

  1. PieroValleregia ha detto:

    salve
    ieri sera ho visto un Genoa davvero bello, come non succedeva da tanto tempo; squadra equilibrata, combattiva con quantità ma anche qualità e bei schemi.
    Il risultato finale, due a uno per la Juventus, è bugiardo e ingiusto, il pari era quello più logico per quanto visto in campo in tutti i 90′ più recupero.
    Citando i freddi numeri: undici tiri della Juventus e sette del Genoa, possesso palla (per quello che conta) 51% Genoa e 49% Juve;
    Il Genoa non ha fatto barricate nè ostruzionismo, ha giocato a viso aperto, ribattendo colpo su colpo.
    Dell’arbitro non parlo e neppure dei giornalisti che commentano inginocchiati, decisioni poco meno che vergognose, passandole per giuste.
    La prossima trasferta sarà in quel di Napoli, altro campo dove le ex giacchette nere vedono solo azzurro e sono ciechi verso altri colori, così come gli arbitri nell’olimpico giallorosso.
    Mi è capitato di vedere ( e rivedere) anche il presunto rigore richiesto dai partenopei contro l’Atalanta: solo un cieco non vede che è Llorente a commettere fallo dando una gomitata al difensore orobico che poi, cadendo, gli si aggrappa addosso e franano insieme.
    Ora se 2+2 fa sempre 4, il primo fallo è del napoletano e quindi l’azione finisce lì e le proteste non hanno ragione di esistere.
    Un saluto
    Piero e famiglia

  2. Giuse ha detto:

    Caro Giovanni
    Ormai è da qualche tempo che mi chiedo che senso ha giocare questo tipo di partite.
    Sarebbe meglio semplicemente assegnare i tre punti alla squadra di casa senza perdere tempo.
    La partita era ampiamente scontata dal divario del fatturato e quindi dalla qualità dei giocatori schierati poi completata dalla ciliegina della direzione arbitrale in stile Juve e conclusa al 95 dal tuffo di CR7 in stile Del Piero.

  3. Luca82 ha detto:

    Ciao Giovanni
    Che bel Genoa ieri sera.. Peccato perché un punto sarebbe stato importantissimo.
    Hai ragione iblack out nei minuti finali ci stanno costando tanto.
    Thiago ha fatto un gran lavoro in poco tempo, soprattutto finalmente stiamo vedendo il vero schone.
    Credo che se non ci fosse stata la panchina corta di centrocampisti a fine primo tempo avrebbe sostituito cassata già ammonito…in fondo l esordiente(e con tanta voglia di far carriera) arbitro non aspettava altro che tirar fuori il secondo giallo.
    Chiudo su Sanabria…tolto che il portoghese ha fatto un tuffo degno della Cagnotto ai tempi d oro a mio avviso è imperdonabile allungare la gamba al 95 con l avversario che sta tornando indietro…
    Ciao

  4. Seb Genoanissimo ha detto:

    Ciao Giovanni, guarda io faccio parte di quelli che quando si va a Torino contro la Juve o a Roma (contro entrambe) sono sempre pronto alle peggiori ingiustizie… La cosa positiva, per quanto mi riguarda, e che quest’anno a fine ottobre queste tre partite ce le siamo tolte dai piedi…
    Adesso avanti con l’Udinese, questa è una partita fondamentale anche per gli scontri diretti , nella zona retrocessione, in concomitanza. Vincere questa partita vorrebbe dire moltissimo… non si può sbagliare, chiunque vada in campo spero lo faccia con la bava alla bocca e la massima attenzione dall’inizio fino al triplice fischio! Lo stadio domenica dovrà essere una bolgia, tutti uniti a spingere i ragazzi alla vittoria….

  5. robertogrifo ha detto:

    Grande prestazione, ennesima beffa…

  6. Max 70 ha detto:

    La testa c’è il cuore anche e gli attributi non mancano…la strada sembra quella giusta. Tre punti Domenica sono vitali per potere lavorare senza troppe pressioni e soprattutto perché gli scontri diretti alla fine saranno molto probabilmente decisivi. Comunque dare una lezione di calcio allo Stadium contro la Rubentus non è da tutti. Complimenti a Thiago e alla squadra.

  7. Gian ha detto:

    Veramente un bel Genoa ieri sera allo Stadio di Torino. Per larghi tratti ho rivisto la squadra di gasperiniana memoria. Thiago Motta ha detto che il Gasp è un maestro di calcio e lui ha imparato molto bene la lezione. Complimenti a Thiago. Senza alcune “stranezze” arbitrali si sarebbe potuto tranquillamente portare a casa un punto più che meritato. Peccato. Ad ogni modo in alto le bandiere e sempre Forza Genoa!!

  8. Paolo ha detto:

    Film già visto. Quando la Juve non riesce a vincere col gioco, allora arriva l’aiutino sotto forma di rigore regalato dal solito arbitro venduto.
    Prima ha cercato di fiaccare il Genoa inventandosi un’ammonizione inesistente per espellere Cassata e poi, visto che i gobbi non riuscivano a prevalere lealmente sul campo, gli ha generosamente concesso un bel rigore a pochi secondi dalla fine.
    E’ vero Giovanni. Il Genoa ha perso troppe partite nei minuti di recupero, ma questa volta l’hanno fatta sporca e non meritavamo di perdere.
    Thiago ha fatto un vero miracolo. La squadra è cambiata. Ha un’altra mentalità e finalmente si vede un gioco ben definito. Chissà cosa è successo nello spogliatoio con Andreazzoli!? Ormai è chiaro che la squadra non lo seguiva più.
    Ora, però, archiviamo questo capitolo e testa all’Udinese. Gli scontri diretti vanno vinti e l’Udinese di questo periodo non è certo irresistibile. Se i nostri giocheranno con l’intensità di ieri sera hanno grosse probabilità di farcela.
    Facciamo gli scongiuri e speriamo che non ci mandino un arbitro scarso e venduto come quello di ieri.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENE.

  9. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti… Ieri sera abbiamo avuto l ennesima dimostrazione di cosa è diventato oramai il calcio. Prepotenza, arroganza e menefreghismo. A dire il vero più o meno questa sudditanza c è sempre stata… Ma come questi ultimi anni nonostante tutta la tecnologia è diventata veramente uno scandalo. Ieri sera il personaggio ha pilotato la partita a suo piacimento… Nn tanto per il rigore concesso quanto per l espulsione vergognosa di Cassata… e per aver permesso x una buona mezz’ora ai giocatori della Juve di fare ciò che volevano con un gioco falloso ed abbastanza violento senza mai fischiare loro nulla. Ed obbedendo ad ogni loro richiesta, vedi il gesto di Dybala quando dopo esser stato sfiorato fa il gesto all arbitro del cartellino ed il medesimo immediatamente lo mostra al nostro giocatore espellendolo senza esitazione. Nonostante ciò mi sembra doveroso rimarcare la metamorfosi della squadra, in particolare di giocatori come Schone, che finalmente sta facendo vedere chi è… Di Kouamè, Pinamonti, persino lo Zapata visto ieri sera e Torino sembra un altro. Probabilmente è un pò presto per pensare che Thiago abbia la bacchetta… Vedremo tra qualche partita. Ma così fosse, probabilmente la squadra nn è così scarsa come si pensava. Vedremo… Soprattutto se avremo la compiacenza di pazientare e di lasciarlo lavorare tranquillamente e serenamente. Ma sinceramente ho dei dubbi. Visto il comportamento di parte di tifoseria dalla quale mi sono dissociato completamente domenica scorsa… Esordio di Thiago motta nel quale nn si doveva assolutamente lasciare la squadra iniziare la partita senza tifo.

  10. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    Sconfitta esaltante. Arbitraggio discutibile ma Sanabria ingenuo. Il Genoa ha messo in campo la personalità del suo allenatore dimostrata con cambi per nulla conservativi che se non hanno difeso il punto che si sarebbe potuto prendere hanno indicato lamia via che si dovrà percorrere in questo campionato.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  11. Davide ha detto:

    Già detto tutto dai miei predecessori, mi stupisce il silenzio della società…. pessimo segnale.

  12. ALBERTO ha detto:

    QUESTO SANABRIA UNA LA FA E L’ALTRA LA PENSA NON SEGNA SBAGLIA I RIGORI E PROCURA RIGORI FORSE E MEGLIO LASCIARLO FUORI NO????

  13. Caterina ha detto:

    Sono d’accordo con gli altri commenti letti qui. La strada sembra quella giusta, ho visto un Genoa combattivo e non succedeva da un pò. Andreazzoli secondo me non era il vero problema ma la squadra aveva bisogno di una scossa. Motta è una scommessa ma Preziosi ci ha abituato a queste cose. Vedremo ragazzi…

  14. luca 64 ha detto:

    Ciao A tutti, come è andata lo abbiamo visto, certi arbitraggi sono ormai purtroppo ben noti, si cerca di pilotare la partita in una certa direzione e per mal che vada alla disperata ci si inventa un rigore all’ultimo secondo. Sanabria poteva evitare di allungare la gamba ma quello non è fallo ma simulazione. La cosa più triste poi sono i vari commentatori, giornalisti e lacchè vari che cercano in tutti i modi di negare l’evidenza. Fosse per me tutte le volte che quella squadra li viene a giocare a Marassi si che lascerei lo stadio vuoto in segno di protesta tanto cosa ci andiamo a fare? Forza Genoa Sempre

  15. Paolo ha detto:

    Nell’attesa del nuovo commento di Giovanni alla partita di oggi (a proposito, Giovanni, sono 3 giorni che non si vedono aggiornamenti del blog), dico solo che con l’Udinese siamo tornati indietro in maniera preoccupante. Hanno giocato per i primi 22 minuti e fatto il goal, molto bello, sono gradualmente spariti dal campo.
    Gli avversari arrivavano sempre per primi sulla palla, hanno giocato con schemi molto semplici, ma efficaci, mentre il Genoa s’è perso in una ragnatela di passaggi, passaggini e passaggetti, mai pericoloso, sempre prevedibile e sempre in inferiorità numerica a centrocampo.
    Stavolta Thiago ha sbagliato la lettura della partita, non azzeccando i cambi e sbilanciando pericolosamente la squadra in avanti. E poi diciamolo chiaro. I giocatori dell’Udinese si sono dimostrati superiori sia fisicamente che, soprattutto, tecnicamente.
    Adesso dobbiamo vedere come andrà a finire la partita di domani sera. In ogni caso saremo terzultimi e con prospettive tutt’altro che rosee. Sabato sera si va a Napoli contro una squadra che non solo e’ fortissima, ma deve per forza vincere se vuole restare in zona Champions. Come al solito quando devono giocare con noi tutti gli avversari si trovano in situazioni dalle quali devono uscire con urgenza e il Napoli non fa eccezione.
    E noi, come sempre, siamo pronti a regalare i 3 punti con prestazioni imbarazzanti come quella di oggi.
    Comunque il colpevole di tutto questo è uno solo, l’illuminato.
    Per colpa sua siamo condannati a vivere un altro anno di sofferenze e umiliazioni, con continui patemi d’animo.
    Finché non se ne andrà via sarà sempre così, uno strazio.
    Spero di sbagliarmi e che la squadra si riprenda, ma se il gioco che pratica e’ quello di oggi allora prepariamoci al peggio.
    Forza Vecchio Balordo.PREZIOSI VATTENEEEEEE!!!!

  16. Asa ha detto:

    Thiagocanà ha gia rotto…..

Lascia un commento

PUNTO DI FORZA

Quello di Napoli è stato un punto conquistato con la forza. Se si voleva infatti una risposta dalla squadra e [&hellip

Fare qualche punto e poi intervenire sul mercato

Serve equilibrio a questo Genoa senza troppe pretese se non quella di raggiungere al salvezza che invece ora pare un’impresa. [&hellip

A TESTA ALTISSIMA CONTRO L’INGIUSTIZIA

Thiago Motta si è preso il Genoa. Rispetto alla gestione Andreazzoli, quantomeno nell’ultimo mese e mezzo, non c’è paragone. Il [&hellip

LA RISCOSSA DALLA PANCHINA

Viste le esaltazioni precedenti per un poker di partite estive e due di campionato, stavolta meglio tenere le orecchie basse. [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio