PENULTIMI E CON UNA SQUADRA SVALUTATA

6 Ott 2019 by Giovanni Porcella, 46 Commenti »

Il Genoa con il Milan non meritava di perdere, ma è arrivata la quarta sconfitta su 7 partite con la squadra di Andreazzoli che finisce penultima in classifica. Il calcio è fatto di numeri e lo 0,7 di media conquistato fin qui dall’allenatore è impietoso. Va detto che contro i rossoneri i giocatori hanno dato tutto tra l’illusione del gol di Schone nel primo tempo con responsabilità del portiere Reina, gli errori dei sei minuti nella ripresa in cui il Milan ha trovato prima il pareggio di Theo con difesa di sale e poi il pareggio su rigore di Kessie per un contestato fallo di mano di Biraschi pure espulso. Nel finale dopo il rosso a Calabria ecco il rigore per il Grifone che Pandev innesca con un assist al bacio per Kouame che cade in area toccato da Reina. La palla del 2-2 pero’ viene sprecata da Schone che si fa ipnotizzare dal portiere spagnolo. Il ko potrebbe costare la panca ad Andreazzoli che dal punto di vista tattico non ha sbagliato contro il suo collega Giampaolo. Preziosi travolto dalla crisi inattesa perché convinto di aver allestito un Genoa brillante, sta riflettendo sul da farsi. Gattuso pare irraggiungibile e restano disponibili Nicola, Guidolin, Ranieri e la scommessa Thiago Motta. Il problema è che la rosa si sta svalorizzando e se a gennaio serviranno decine di milioni di euro chi li metterà, visto che un Piatek da vendere non si vede? E come se non bastasse dopo la sosta che si spera porti un giusto consiglio, i rossoblu’ andranno a Parma con una difesa da inventare visto che Biraschi e Romero verranno squalificati e con Criscito infortunato e a rischio di rientrare dopo un lungo stop per un problema muscolare.

46 Commenti

  1. PieroValleregia ha detto:

    cominciamo dalla fine: non si sbaglia un rigore al 43esimo in un partita dove, a chi batteva il rigore, stava stretto il pari, facendo pure fare una figura da “eroe” a uno che con il gioco del calcio ( ed il ruolo del portiere in particolare) nulla ha, e aveva, a che spartire
    Partita a senso unico dove il Genoa, con i suoi limiti, corre, gioca, produce occasioni da rete ma stenta a segnare per vari motivi.
    Il Milan ? chi lo ha visto ?
    Dopo tanto produrre, arriva la rete genoana, complice una papera colossale di colui che si parlava sopra, su un tiro di punizione di Lasse Schone.
    Il Genoa insiste e avrebbe meritato, ampiamente meritato, di chiudere il primo tempo in vantaggio di almeno due reti.
    Inizia la ripresa e, il “signor Mariani” (arbitro della tenzone) indisponente per tutto il primo tempo verso i giocatori rossoblu, decide (come Abisso l’anno passato in Genoa-Napoli) che il Milan non può perdere: al terzo inverte una punizione, la lascia battere con palla in movimento (qui però fessi pure in nostri che non si piazzano davanti alla palla) e il Milan pareggia.
    Palla al centro, passano pochi minuti e il “nostro” torna protagonista: azione concitata in area genoana con una ripetuta serie di batti e ribatti quando, infine, la palla termina in angolo; ma il nostro viene chiamato, tra la sorpresa generale, al VAR … dopo circa mezzora e, ripeto mezzora, tra un nuovo stupore generale, decreta un rigore pro Milan e, a buon peso (non si sa mai) espelle Biraschi … 1-2
    Come Abisso, da quel momento anche lui arbitra a senso unico e elargisce, gratuitamente, cartellini gialli solo ai genoani, spezzetta la partita fischiando falli inesistenti e si dimostra arrogante con i genoani e molto di manica larga con i milanisti …
    Poi, succede quanto scritto all’inizio …
    Il Genoa si ritrova penultimo, in parte per merito suo e in parte per “meriti” di altri (Preziosi in testa) …
    Alla ripresa si andrà a Parma senza difesa: Criscito rotto, Biraschi e Romero squalificati
    per correttezza, devo scrivere che, il rigore concesso al Genoa pare una compensazione del precedente (c’è contatto con Reina ma Kouame pare non fare nulla per restare in piedi);
    ma questo dimostra, se non malafede, una totale incapacità di questo signore ad arbitrare …

    un saluto e buona domenica
    Piero e famiglia

  2. Luciano Catenacci ha detto:

    Ci hai ragione sor Porcella, ma che abbiamo da fa’? Noi poracci tifosi annamo a magna’ dallo Aiu’ in via Tortosa tutte e vorte che gioca in casa il Genuino e famo i scongiuri, ma alla fine pigghiamo dalle 2 alle 4 pappine per volta…. E ora che famo? Almeno sor Ferruccio dall’artra parte fa diverti’ voiartri giornalisti, lu Preziosi pare invece Pulcinella e cambia a segunda se tiene male alla panza.

  3. Paolo ha detto:

    Ormai è crisi nera. È inutile nasconderlo.
    Avevo detto fin dall’inizio che avevamo una difesa colabrodo, ma adesso è certificato che non abbiamo neppure un attacco degno di questo nome. È vero Giovanni. A Parma si dovrà inventare la difesa e di ruolo abbiamo solo Pajac, Zapata e Goldaniga. Contro quel satanasso di Gervinho saranno dolori di pancia inenarrabili.
    In più il morale sarà sotto i tacchi. Non invidio il successore del povero Andreazzoli, ammesso che qualcuno accetti di prenderne il posto. Bel casino che ha combinato il joker! Adesso siamo penultimi, con una squadra demoralizzata e una difesa da inventare di sana pianta.
    Le grandi promesse del futuro che abbiamo là davanti si sono dimostrate un autentico flop e non ci sono sostituti.
    Io non parlerei di svalutazione della rosa, bensì di rosa che non vale niente. L’unico che potrebbe portarci fuori dalle secche del fondo classifica sarebbe il buon zio Balla, ma dopo che l’illuminato l’anno scorso lo ha definito scarso le possibilità di un suo ritorno sono meno di zero. Scarso è Nicola che ha fallito ovunque sia andato. Ranieri resterà un sogno e Pioli se lo accaparreranno i ciclisti ( tanti auguri, vista anche lì la scarsezza della rosa ). Guidolin è un rebus, visto da quanto tempo non allena.
    Vediamo cosa deciderà il grand’uomo. Una cosa è sicura. Che resti Andreazzoli o che venga un altro per risollevare il Genoa ci vorrà un vero miracolo.
    E i giocatori non sono immuni da colpe, anzi! Io li considero i principali responsabili di quanto accaduto finora. Se è bastato un goal al 95′ contro l’Atalanta per perdere la bussola vuol dire che sono mentalmente fragili, immaturi. E con giocatori così non vai da nessuna parte. L’ho già scritto e lo ribadisco. Sono strapagati e dovrebbero vergognarsi di fronte a tanta gente che prende stipendi da fame, magari spaccandosi la schiena per 10 ore al giorno. Se avessero un minimo di cervello, oltre che di amor proprio, dovrebbero chinare la testa e allenarsi il doppio per evitare di fare figure da polli come hanno fatto finora. Non esiste che dopo poche giornate nel secondo tempo scompaiano dal campo perché scoppiati. Con i soldi che prendono dovrebbero correre come dei leprotti per 180 minuti senza farsi fregare dagli avversari come accaduto in occasione del primo goal del Milan, veramente da bambini dell’asilo.
    Stiano zitti e lavorino il quadruplo di quanto hanno fatto finora.
    Fossi nel nuovo allenatore userei la frusta, li farei stare sempre in ritiro con appeso alle pareti delle stanze un cartello con la scritta “lavorare e tacere”, con l’aggiunta di un’altra frase: “non dimenticare mai quanto sei fortunato ad essere strapagato per tirare dei calci ad un pallone”. Non m’interessa se qualcuno mi darà del fascista. È questione di dignità e quando penso che milioni di persone ogni giorno s’ammazzano di fatica per portare a casa il necessario per vivere e sfamare la famiglia, beh, se permettete m’incazzo come una bestia. Tutti noi tifosi dovremmo esserlo e dovremmo ricordarglielo ogni volta che scendono in campo esponendo uno striscione ad hoc.
    Speriamo che si facciano un bell’eseme di coscienza e che dalla prossima partita cambi qualcosa in positivo, altrimenti dovremo rassegnarci a vedere nuovamente il Genoa in B, chissà per quanto tempo.
    E questo sempre grazie al migliore del dopoguerra, non dimentichiamocelo mai.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENE!!!

  4. Paolo ha detto:

    Buonasera Giovanni, in merito all’ articolo su P.G. dove dici che Pinamonti è stato un investimento pesante, ritengo non sia corretta la tua affermazione nel senso che è un prestito con riscatto a 18 ml. Quindi il nostro amico non ha tirato fuori un centesimo. È se andiamo a vedere tutti i giocatori presi in campagna acquisti, l unico pagato è stato Agudelo.

  5. robertogrifo ha detto:

    Una partita difficile da commentare. Giocatori che provano a giocare ma la palla pesa, nonostante tutto il primo tempo si chiude meritatamente in vantaggio. Secondo tempo condizionato da cinque minuti di follia che alla fine provocano la nostra sconfitta. Purtroppo si paga la scommessa del proprietario di ripartire con lo stesso attacco dello scorso campionato, scelta che al momento non paga. Non capisco neanche la scelta del mistet d’insistere con il doppio play, due giocatori molto lenti e prevedibili. Il danese poi sembra l'”ombra del giocatore ammirato in Olanda. Incomprensibile poi far entrare Pandev al 42 esimo. Andreazzoli ha delle colpe ma non so se il suo esonero porterebbe un qualche beneficio. Personalmente mi auguro un atto di coraggio da parte del mister, con la rinuncia di uno dei due play e l’inserimento di Pandev al posto di uno tra Pinamonti o Kouame, sconfessando quindi la scelta del proprietario.

  6. Andre72 ha detto:

    Tante sconfitte un unico responsabile, il presidente.
    Quasi 50 milioni per Sturaro, Favilli e Pinamonti che da gennaio ad oggi hanno portato in dote 2 goal e una manciata di presenze, da gennaio in 26 giornate la miseria di 4 vittorie.
    Possiamo cambiare tutti gli allenatori che vogliamo ma nel calcio ci vogliono giocatori che sappiano fare goal, segnamo con il contagocce, nelle ultime 5 partite 1 solo goal su azione a fronte di molte occasioni create.

    Preziosi Vattene!

  7. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti…Se il Milan ha come obbiettivo le coppe europee, ed il Genoa la salvezza, dopo la partita di ieri sera, tutto sommato mi sento che forse sia più facile raggiungere il nostro traguardo che non il loro. Se c è una squadra che ha lottato per la maglia, per il pubblico e per il suo allenatore questa è il Genoa. Ho visto i giocatori uniti, sputare sangue, soprattutto dopo l’espulsione a mio parere esagerata di Biraschi….ho visto giocatori dare tutto per provare a raggiungere il pareggio. Ho visto giocatori nonostante l’inferiorità numerica schiacciare il Milan per buona parte del match, dando tutto ciò che avevano in corpo. Ho visto un arbitraggio scandalosamente di parte, non tanto per le diverse situazioni contestategli, tipo cartellini rossi e rigori…bensì per la conduzione della gara totalmente a sfavore nostro, fischiando a senso unico e distribuendo cartellini prevalentemente ai nostri giocatori. Se giocatori come Sanabria, Pinamonti e Favilli sbagliano gol praticamente fatti, se un giocatore del valore e dell esperienza di Schone sbaglia penso l’unico rigore della sua vita quando indossa la nostra maglia, chiedo…ma che colpa ne ha Andreazzoli!? La squadra dopo Cagliari, partita sbagliata totalmente e Roma giocata con una squadra infinitamente più forte, ha ripreso a giocare, correre e lottare…perchè cambiare allenatore!? Per poi far posto a chi!? Gattuso? Nicola?! Ma per favore!!! Se ieri sera Schone avesse buttato dentro il rigore saremmo qua a parlare di miracolo in 10!!! Avendolo sbagliato invece tutti brocchi e tutto da buttare. Se stanno pazientando e temporeggiando squadre come Samp, Milan ed altre che stanno un punto sopra noi per quale motivo non possiamo farlo noi!? Per quale motivo noi dobbiamo buttare tutto all’aria dopo 6 partite!? Sicuramente non è una gruppo di fenomeni come si voleva credere dopo precampionato e 3 partite…ma forse lasciando lavorare tranquillamente l’allenatore la squadra potrebbe anche riprendersi. Vorrei ricordare
    che quando Gasperini è arrivato a Bergamo fra precampionato e prime 4 o 5 giornate era stato un disastro….. fosse stato a Genova sicuramente sarebbe scoppiato il finimondo e sarebbe stato cacciato. Eppure non è che qua siamo abituati a lottare per chissà quali traguardi….

  8. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    non mi ero esaltato più di tanto dopo le prime uscite allo stesso modo non mi deprimo oggi. Credo che il tecnico abbia le capacità necessarie per portare questa rosa da 12°/14°
    posto al conseguimento dell’obiettivo. Certo cambiare allenatore potrebbe dare la scossa ma se lo si sbaglia come fatto in altre circostanze, il rimedio potrebbe rivelarsi deleterio.
    Il Milan di sabato era poca cosa è vero ma la squadra eccettuato l’endemico quarto d’ora di passività totale non credo abbia sfigurato. La vera scossa di cui ha bisogno il Genoa rimane il cambio di proprietà ma senza acquirenti all’orizzonte è inutile contarci.
    L’unica cosa che è sempre mancata e mancherà sempre a tutto l’ambiente rossoblù è la misura, troppo passionali e sanguigni tifosi e addetti ai lavori per valutare con serenità conosciamo solo tragedia o trionfo, eppure è da cinque anni che vediamo solo mediocrità, anche quest’anno sarà con ogni probabilità mediocre con qualche margine per arrivare alla sufficienza, la domanda è cosa vi aspettavate di diverso? la proprietà è la stessa e con questa proprietà ogni aspirazione è delusa in partenza. Credo tuttavia che quest’anno la rosa sia bilanciata e completa in ogni reparto, fenomeni non ce ne sono ma non ci sono neanche i Pereira. Che Pandev debba cominciare le partite e giocare finché ne ha è cosa che predico da tempo ma nessuno della miriade di tecnici che si sono succeduti sulla panchina non sembra capirlo….. Non me lo spiego…. altre squadre come Spal con Floccari e Samp con Quagliarella sembrano averlo capito.
    comunque staremo a vedere ma a mio avviso ora come ora fare scelte azzardate potrebbe essere controproducente
    FORZA VECCHIO BALORDO

  9. albion ha detto:

    Sul fatto che la rosa sia svalutata mi importa il giusto nel senso che non credo ci siano tanti elementi che potrebbero generare plusvalenza a gennaio. Vorrei guardare all’oggi e a quello che si potrà tirare fuori dagli elementi a disposizione. Peraltro ci sono in rosa alcuni giocatori mai visti in campo, mi chiedo per quale motivo siano stati contrattualizzati se poi non vedono neppure il campo. Se si continua ad insistere sugli stessi 13/14 questi sono i risultati…..e non possiamo sperare altro che giri un po’ il fumo della sorte altrimenti i conti sono fatti. Cambiare allenatore? ma per favore no.

  10. alberto ha detto:

    Premesso che Andreazzoli era e resta una scommessa, che affidare a tre ragazzi l’attacco del Genoa era ed è una scommessa, che di scommesse Preziosi ne azzecca qualcuna nei calciatori e quasi nessuna sugli allenatori (anche perchè non gli lascia il tempo), va lasciato il tempo di formare la squadra. L’Atalanta è più forte, la Lazio è molto più forte, il Milan ha vinto quando sono entrati Leao e Paqueta che solo quella testa di marmo di Giampaolo può far sedere in panchina (per me Giampaolo è un ottimo allenatore e se non fosse talebano sarebbe andato alla Juve). In particolare Leao mi è sembrato talmente superiore all’attuale Piatek e a tutti i giocatori della rosa del Genoa da poter trovare ampie scusanti alla sconfitta, tra l’altro per un rigore fallito.
    Chi continua a sostenere che Preziosi è il miglior presidente degli ultimi sessanta anni non è da denunciare solo perchè tutti gli altri sono stati inguardabili. Se a gennaio serviranno di nuovo decine di milioni che se ne vada! Almeno il tanto criticato Ferrero ha il coraggio di dire che di calcio non capisce niente.

    • PieroValleregia ha detto:

      salve Alberto
      se Leao, come sostieni tu, è superiore a Piatek, io allora in gioventù avrei dovuto vincere almeno due ori olimpici sui 10.000 piani e uno sui 3000 siepi.
      Mi è parso un giocatore di una scarsezza infinita, ha solo un gran fisico e potrebbe ambire al ruolo di mister universo culturista.
      Poi, magari, hai ragione tu e diventa più forte di Weah o, addirittura di Van Basten
      saluti
      Piero e famiglia

      • Paolo ha detto:

        Pioli da noi e Iachini dai ciclisti. Auguri a entrambi. Ne hanno bisogno vista la pochezza delle due squadre. Non li invidio affatto.
        Spero di sbagliarmi, ma non credo che cambiare allenatore migliorerà le cose.
        Il problema vero e’ che sono grammi ed è scandaloso pagarli così tanto. Bisognerebbe multarli di brutto ogni volta che perdono. Lo vedi allora come corrono.
        Forza Vecchio Balordo.
        Preziosi vattene.

  11. Filippo ha detto:

    Quindi Preziosi vorrebbe cambiare allenatore altrimenti la rosa si deprezza troppo prima di Gennaio? Va bene tutto, ma non ci posso credere sia questo il motivo.
    Andreazzoli non sta facendo punti, ma la squadra contro il Milan ha giocato bene a parte 10 minuti scellerati. E’ una squadra giovane, se giocano così anche fuori casa i punti possono arrivare. Ma qui a Genova pochi hanno pazienza…

  12. Bruno48 ha detto:

    Buongiorno. Purtroppo l’assenza di un incontrista a centrocampo è la causa della sofferenza esagerata della nostra difesa. Sperare in un recupero veloce di Sturaro potrebbe essere un ulteriore errore. Rincon da anni non è stato sostituito.
    Mi domando,inoltre, Pioli non poteva essere preso a Giugno?
    Sempre FG

  13. Giuse ha detto:

    Caro Giovanni
    Quello che scrivi è tutto giusto.
    Abbiamo perso immeritatamente contro uno dei peggiori Milan visti al Ferraris.
    Gli episodi sono girati contro
    L’errore contemporaneo dei difensori presi alla sprovvista dalla battuta veloce della punizione e l’errore di Radu poi un rigore molto dubbio dato al Milan (nel primo tempo si era sorvolato su una mano in area del Milan).
    Nel rigore la palla scappa a destra e suggerisce che sia la mano del milanista a toccare la palla.
    In ogni caso il Genoa dimostra ancora una volta di essere una squadra volenterosa, vivace ma molto imprecisa e inconcludente.
    Ricorda le squadre allestite dall’epoca di Fossati. Tanto cuore tanta corsa partite epiche ma poi a dicembre eravamo sempre tra le ultime squadre di A e poi ci giocavamo il tutto per tutto nel girone di ritorno ma generalmente si retrocedeva con tanti rimpianti.
    Vorrei sbagliarmi ma questa è una squadra troppo giovane e inesperta non pronta per la serie A, e a suon di sconfitte poi verrà meno anche l’entusiasmo.
    Capisco il tentativo del Genoa di giocare la palla tra difensori e portiere per allargare la squadra avversaria e giocare di rimessa con palla lunga.
    Il problema principale di un gioco simile e che non possiedi uno Skuhavy che prende quasi tutte le palle di testa che riesce o ad alzare la squadra o a mandare in porta un Aguilera ma hai semplicemente Pinamonti o Favilli che sono sovrastati da difensori più esperti e più forti fisicamente e un Kouamè tanto veloce quanto poco preciso e Sanabria non ha ruolo.
    Nelle prossime partite è necessario utilizzare molto di più Pandev (sempre che il fisico regga) e ricuperare in qualche modo l’oggetto misterioso, Gumus che non sarà Messi, ma almeno dovrebbe essere più esperto.
    In attesa di nuovi rinforzi sempre che la società sarà in grado di spendere a dicembre devi fare punti nel girone di andata.
    Il mio suggerimento da tifoso (non certo di allenatore) è di cercare di avanzare a centrocampo Romero che attualmente sembra essere il giocatore con visione di gioco, inventiva, dotato di tecnica e più incisivo.
    La difesa già tranquillamente subisce tanti goal con o senza Romero.

  14. Franco ha detto:

    Le squadre bisogna costruirle con sagacia senza lasciare niente al caso. In serie “A” chi sbaglia paga. Il Genoa aveva bisogno ancora di un centrale difensivo e di un centravanti “sicuro”. C’è poco da fare. Se punti su giocatori giovani come titolari in certi ruoli decisivi devi aver pazienza e aspettare. Il Genoa per ragioni storiche e ora contingenti con la Presidenza Preziosi, non e’ un club che aspetta. Ha l’ambiente da grande Squadra. Ci sono sempre delle aspettative di buon livello. Ed e’ giusto che sia così. Però non la vedo così male. L’Allenatore non mi dispiace, una trama di gioco esiste, e non e’ brutta. Ci vuole un po’ di calma. Anche cambiando manico ,secondo me, resterebbero gli stessi problemi. La Squadra’ non e’ allo Sbando. Contro il Milan meritava ampiamente di vincere. E’ stata ingenua e sfortunata. Ma si può rimediare alla grande. Non licenzierei Andreazzoli. Certo a gennaio ci vuole almeno un bomber. Cordiali Saluti

  15. bruno ha detto:

    Buongiorno a tutti… Complimenti a Fabrydt hai fotografato come meglio non potevi la situazione. Sono pienamente d’accordo con ciò che hai scritto… Che poi è molto simile a ciò che avevo scritto io. L unica precisazione che mi sento di fare è che sono si 5 anni che vediamo mediocrità… Ma io se tolgo I primi 5 anni di A con Preziosi e i 4 di Spinelli è tutta la vita ahimè da genoano che vedo mediocrità….le proprietà che hanno avuto in mano il grifone sappiamo tutti cosa ci hanno dato ma soprattutto cosa hanno preso. Quelli della altra sponda saranno sicuramente in crisi… Ma quando hai alle spalle nomi come i Mantovani o i Garrone che si preoccupano delle sorti della squadra e della società in un modo o nell’altro ti tiri fuori. Nomi che noi purtroppo nn abbiamo mai avuto ne mai avremo.

  16. corrado ceserani ha detto:

    Quello che mi fa rabbia è tutta questa farsa su Preziosi che starebbe meditando se mandare via o meno Andreazzoli la verità è che sta aspettando i desideri del Milan se cioè arriva Spalletti o meno in caso negativo allora andrebbero su Pioli se come sembra invece ll’ex allenatore dell’Inter sbarcasse a San Siro allora il Prez sarebbe libero di chiamare alla sua corte Pioli
    Insomma sempre schiavi delle grandi che si tratti di calciaotori e ora pure di allenatori
    Per me quello che serve è sicuramente un attaccante che abbia maggior esperienza dei due pivelli nostri lì davanti anche perchè da tifoso mi sono rotto gli zebedei di dover fare maturare giocatori di altre squadre
    Pinamonti e Kouame diventeranno sicuramente dei bravi giocatori ma intanto…..
    E poi la squadra gioca sì bene ma manca completamente una idea di equilibrio di gioco perchè va bene vincere ma magari un pareggino ogni tanto non sarebbe male e poi un pò di furbizia e cattiveria in più perchè non si può prendere un goal così come il primo che abbiamo preso contro il Milan è veramente da polli non degni di tifosi come quelli del Genoa

  17. Finnrico ha detto:

    Caro Giovanni, l’argomento della svalutazione della rosa sinceramente da te non me lo sarei aspettato. Lasciamo queste considerazioni alla società e in particolare al presidente. Io preferisco pensare che non siamo il supermercato di nessuno, e che questo dovrebbe essere l’ultimo pensiero di noi tifosi.

    Capisco poco anche questa ripresa del “Dàgli a Preziosi!”. Se quest’estate ha fatto degli errori, diversamente dal passato li ha fatti in buona fede. E c’è tempo per rimediare.
    Secondo me l’errore più grave in questo momento sarebbe cacciare il tecnico. Anche l’anno passato Andreazzoli aveva avuto un inizio difficile: Corsi, testuale, alla fine disse di essersi pentito di averlo allontanato. Non siamo condannati a ripetere la storia.

    Pioli, poi, non mi piace, mi sta antipatico come persona e come tecnico non mi ha mai convinto: lo vedo meglio sulla panchina dei ciclisti, ha lo stile giusto, l’erre moscia e la piangina del caso. Dici che arriva? In bocca al lupo. Ma non cambierò idea.

    La partita di sabato l’hanno decisa gli errori: di Reina, di Radu, di Schöne.
    Non di Andreazzoli.
    Ma soprattutto l’hanno decisa gli errori dell’arbitro. Quando ha dato il rosso a Biraschi mi sembrava un film già visto: il derby dell’anno passato.
    La regola è assurda, lo s’era detto anche l’anno scorso, eppure siamo di nuovo qui.
    Possibile che si debba considerare scientemente doloso un tocco di mano quando la palla cambia traettoria improvvisamente a mezzo metro, come per lo stop a seguire di Defrel o il palleggio di Leao? È inaccettabile. Dobbiamo solo sperare che un caso simile capiti a Bonucci, e allora chissà che forse gli Sconcerti e gli Adani nazionali incominceranno a rimettere in discussione la norma…

    Scusate lo sfogo: attendo gli sviluppi di questa situazione con delusione e scetticismo, non condivido questa fretta di cambiare tanto per cambiare.

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Scusa ma il mio discorso sulla svalutazione della rosa non ha importanza se a gennaio il presidente ci mette 25 milioni di euro senno’ da dove escono?

      • riccardo ha detto:

        Ma io sinceramente spero che queste siano quelle problematiche che portino preziosi a mollare…magari se non c’è più carne intorno all’osso e diventa difficile armeggiare…molla. Io resto convinto che non venda finchè c’è da mangiarci qualcosa..grazie ad affari e a rigiri di giocatori. Spero sempre che intervenga UN QUALCOSA che lo porti ad andarsene…magari è proprio il fallimento del suo progetto ..e il dover per forza spendere quando aveva deciso di non spendere più..a farlo mollare.

  18. Oreo ha detto:

    Il solito penoso genoa. Creato senza una logica di progetto ma solo con le solite logiche di future plusvalenze e acquisti assurdi per fare favori alle grandi feegandosene di bilancio tifosi gioco e dignità. Contento di non essermi abbonato.

  19. Mirko ha detto:

    Oggi pare che resti Andreazzoli, sebbene in bilico. Sono in bilico io che ho un contratto a tempo indeterminato, vorrei vedere che non fosse in bilico uno che di mestiere fa l’allenatore e prende 50K al mese. Essere in bilico fa parte del loro lavoro.
    Detto questo, per me la colpa è della società che ha scelto ancora una volta una politica di piccolissimo cabotaggio, prendendo un “mezzo allenatore” che in 40 anni di calcio non ha mai vinto nulla e l’unico anno che ha fatto in serie A è stato prima esonerato e poi è retrocesso.
    Per me dovrebbe essere cacciato via subito assieme alla metà dei giocatori, incluso il fantoccio Lasse Schone che è venuto a sveranre in liguria.

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Vedete come è difficile capire? Oggi ci sarà invece un faccia a faccia tra Preziosi e Andreazzoli. Pioli intanto è al Milan. Viviamo alla giornata e questo mi preoccupa anche se caopisco che prendere uan decisione è difficile

  20. Finnrico ha detto:

    Non è che mi diverta a massacrare tutti i potenziali nuovi tecnici del Grifone, per carità, ma ora sento parlare di Di Biagio. Mamma mia!

    Uno che si è fatto buttare fuori in girone dalla Polonia con una under 21 fatta da gente come Kean, Zaniolo, Barella, Mandragora, Pellegrini, Chiesa, Mancini, Orsolini, Cutrone, Bastoni, Cutrone e compagnia.

    Senza contare i precedenti allori, l’eliminazione del 2015 con la under 21 e le magre con l’under 20.

    Vorrei tanto sapere da chi è raccomandato.

  21. bruno ha detto:

    Onestamente stento a capire alcuni commenti. Dopo la campagna acquisti tutti gli adetti ai lavori bollavano la campagna acquisti di Preziosi con un voto tra il 6,5 e il 7 ed indicavano Il Genoa , come il Cagliari la possibile squadra rivelazione del campionato. Sono tutti sprovveduti? Per quanti riguarda l’allenatore, finalmente dopo Gasperini si è visto il Genoa giocare al calcio( tranne il secondo tempo di Cagliari, col Bologna e con la Lazio. Il problema fondamentale è che il rapporto occasioni create e gol fatti è decisamente basso, manca infatti il centravanti da doppia cifra.Pinamonti è ancora molto acerbo e Favilli è un’incognita e questo problema rimarrebbe tale anche con l’eventuale cambio di allenatore. Io eviterei il cambio di allenatore sentendo i nomi dei possibili sostituti (Nicola? Guidolin?) e darei fiducia ad Andreazzoli almeno per altre 3- 4 partite.

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Il problema è che dopo la sosta c’era gia’ la sensazione che Preziosi non fosse contento

    • albe ha detto:

      Scusa vorrei puntualizzare alcuni commenti, senza cattiveria ci tengo a dirlo.
      io non so chi ha indicato il Genoa come possibile rivelazione del campionato, ma io e molte persone che conosco dicevamo che la campagna acquisti di questa nuova stagione era scadente, a cominciare dall’allenatore. Se non lo hanno capito gli addetti ai lavori, forse dovrebbero farsi un esame di coscienza.
      il rapporto occasioni create e gol fatti è decisamente basso,
      manca infatti il centravanti da doppia cifra,
      il centrocampo è scarso (aspettiamo un degno sostituto di Kucka e Rincon da anni), questo posso aggiungerlo io.
      Pinamonti è ancora molto acerbo .
      Favilli non è un incognita, ma un “non giocatore” di calcio, ormai appurato.
      Boh, non so se dobbiamo andare avanti con i soliti discorsi tutte le settimane, da mesi. Bisogna levarsi le fette di mortadella dagli occhi, punto. Basta farsi prendere in giro da Preziosi, basta !

  22. bruno ha detto:

    Buongiorno a tutti…. Siamo 2 bruni!!!… Io sono quello credo più anziano over 60!!!… Che dialogo spesso con Paolo… Che ho appena fatto i complimenti a Fabrydt… E dico… I 25 milioni a gennaio dove si prendono? Beh nn è certo un problema nostro… Si prenderanno dove si sono sempre presi… È cioè dalla società… Nn credo che questi siano problemi che riguardano i tifosi. Idem valgono i problemi inerenti al bilancio… Almeno io la penso così…

  23. alberto ha detto:

    ………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..senza parole.
    A fondo classifica i due presidenti meno sopportabili d’Italia. Manca Cellino ma arriverà.
    Ci vorrebbe una rivoluzione per il calcio in mano a persone meno “incredibili”. Hasta la victoria siempre!
    Proprio un brutto spettacolo, a Genova.

  24. Finnrico ha detto:

    Tanti auguri a Bertolacci per la sua nuova avventura.
    Che possa continuare a mietere i successi di questi ultimi due anni.

  25. Massimo ha detto:

    Ho letto adesso sul vostro sito che Preziosi ha confermato Andreazzoli. Per me è una scelta sensata, perlomeno sino all’esito della trasferta di Parma. Devo dire che Guidolin non mi sarebbe dispiaciuto. Comunque spero di tutto cuore che alla prossima trasferta emiliana non si perda e che si riveda il Genoa delle prime due partite.

  26. Paolo ha detto:

    Eccomi Bruno.
    Io temo che i 25 milioni li farà vendendo qualcuno che fa ancora gola (tipo Kuame). Poi comprerà qualche giovane di belle speranze e finiremo allegramente in B.
    Intanto si tiene Andreazzoli. Meglio così, perché le alternative erano peggiori.
    Lasciamolo lavorare e speriamo che non faccia più cappellate come a Cagliari e a Roma.
    Comunque ribadisco che l’allenatore c’entra fino a un certo punto. Chi va in campo sono i giocatori e sono loro che devono correre dal primo al novantesimo e oltre.
    Chi guadagna quelle cifre non dovrebbe sbagliare niente. Forse sarebbe il caso che gli allenatori cominciassero a ricordarlo a questi giovanotti montati.
    Se poi arriverà la ciliegina sulla torta, cioè la cessione della società ad una persona molto più seria, allora noi tifosi saremo tutti più felici.
    Ma con il joker questo è fantacalcio.
    Forza Vecchio Balordo. Rialzati.
    Preziosi vattene.

    • riccardo ha detto:

      “Chi guadagna quelle cifre non dovrebbe sbagliare niente”……………..e allora chi ci va in B…nessuno? In serie A tutti guadagnano quelle cifre….

  27. luca 64 ha detto:

    Buongiorno a Tutti, dopo il momento iniziale in cui sembrava potessimo affrontare finalmente un campionato in maniera normale, mi sembra di poter purtroppo dire che siamo alle solite. La questione Andreazzoli gestita nel solito modo nevrotico e senza nessuna logica da parte dell’illuminato, ha delegittimato un allenatore che pur commettendo degli errori stava tutto sommato facendo il suo. A parer mio a questi punti, il suo esonero è solo rimandato a meno che non riesca a fare parecchi punti nelle prossime partite. D’altronde si sa quando all’illuminato viene la bua alla pancina è un problema fargliela passare. Forza Genoa Sempre

  28. Davide ha detto:

    Gentile Giovanni,

    Finalmente si è conclusa la ennesima tarantella targata Enrico Preziosi circa la decisione sull’allenatore. Personalmente sono contento che mister Andreazzoli sia stato confermato alla guida della squadra. La continuità è un elemento essenziale se si vuole fare un progetto a lungo termine. Inoltre la squadra ha dimostrato di essere con lui e un po’ di gioco si è finalmente visto, dopo tanto tempo. Certi errori individuali poi non possono essere di certo colpa del mister: vedasi la papera di Radu al pareggio del Milan, nonché l’ennesima distrazione di Biraschi, recidivo da un precedente derby, che, se effettivamente è stato espulso in modo troppo leggero, ha dimostrato per l’ennesima volta di non saper comportarsi all’interno dell’area di rigore dove le braccia devono essere tenute aderenti al tronco, oltre al decisivo errore di Schone dal dischetto. Insomma la fortuna non è a tinte rossoblu.
    Pur essendo dell’idea che sia necessario dare ancora tempo ad Andreazzoli riconosco che, se non ci sarà un cambio di rotta nei risultati nel prossimo blocco di partite che ci porterà ad oltre metà del girone di andata, sarà necessario il cambio di guida tecnica e l’unica scelta ragionata non può che essere richiamare Ballardini. Tecnico che già conosce la piazza , con la quale ha un ottimo rapporto, la strutture di allenamento, molti giocatori e ha già dimostrato di saper tirare fuori il Grifone da questa difficile condizione di classifica.
    Altre scelte da Gattuso a Nicola, da Guidolin a Thiago Motta sono deleterie e hanno solo lo scopo di far ” saltare le coronarie ” ai tifosi.

    Cordiali saluti

    • PREVIATI STEFANO ha detto:

      Ballardini ha detto che non verrebbe mai con questa “presidenza” dopo la deligittimazione dell’ ultima volta, la si vuole capire o no ? Andreazzoli non e’ male, lo si lasci lavorare.

  29. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti… Buona sera Giovanni. Sono oltre 10 anni che ti seguo e come giornalista e come conduttore dei vari tuoi programmi. Mi aveva avvicinato ulteriormente a te il famoso urlo al gol di Dante Lopez…. Era stato fantastico. Proprio per come ti ho conosciuto negli anni mi viene spontanea una domanda. Mi sembra… probabilmente è un impressione mia… che tu ti sia preso molto a cuore l esonero di Andreazzoli. Piú di altre volte e di altri mister avuti in precedenza. Questa impressione mi viene in base a ciò che scrivi sia sul blog che sugli articoli di primocanale. Sinceramente nn comprendo il motivo… La squadra mi sembra che ora lo segua… Si impegna e lotta. Oltretutto nn mi sembra ci siano alternative valide da mettere al suo posto. Quantomeno Nicola ed a me personalmente Gattuso. Per cui sinceramente nn mi sembra così clamoroso il fatto che la società lo abbia riconfermato.

  30. Massimiliano ha detto:

    Buona sera, spero di sbagliarmi ma mi sa che perderemo 15 giorni…dopo Parma facilmente arriverà l’esonero di Andreazzoli. La conferma a scadenza scredita l’allenatore che per altro non so cosa possa cambiare per modificare la situazione. Speriamo bene. Giovanni che ne pensi di un 4-3-1-2?

    • Franco ha detto:

      Come “buonista” , da sportivo, ho scritto che Andreazzoli non mi dispiace e la rosa non è malaccio. Però in effetti con una difesa non ineccepibile e senza un bomber sicuro non e’ che si arriva a metà classifica tranquilli. A Parma senza 3 titolari in difesa contro Gervihno e Inglese ci vuole una super prestazione. Dipendere da una gara e’ a forte rischio. Speriamo bene per il Grifo e il Mister. In bocca al lupo. Cordialmente

  31. Seb Genoanissimo ha detto:

    Ciao a tutti! Secondo me Preziosi ha fatto bene a confermare Andreazzoli, delle alternative proposte non me ne piaceva nemmeno una.
    Comunque credo che sia sempre una fiducia a scadenza, se tra Parma e Brescia non ci scappa almeno una vittoria convincente Andreazzoli può fare i bagagli! A quel punto l’unica opzione sensata secondo me sarà Ballardini. Soprattutto visto le dichiarazioni di, ampia, apertura al genoa che ha rilasciato 2 giorni fa.

  32. Paolo ha detto:

    Ieri sera sono riuscito a vedere solo una parte di Gradinata Nord.
    Mi soffermo un attimo sull’ipotesi ventilata da Cesari, cioè che Preziosi, visto che la piazza ed i giocatori sono con Andreazzoli, ha confermato l’allenatore per poi mettersi da parte e guardare cosa succede, magari mangiandosi 2 pop corn, come ha fatto qualcun altro che conosciamo bene.
    In pratica il joker, se le cose andranno bene ed il Genoa tornerà in carreggiata, si godrà il successo, mentre, se le cose andranno male, dirà a tifosi e giocatori che Andreazzoli lo hanno voluto loro e che lui non ha responsabilità.
    A parte il fatto che il primo responsabile di tutto ciò che succede al Genoa è sempre il presidente, che ogni anno fa e disfa la squadra a suo piacimento, il ragionamento non tiene.
    Andreazzoli non è stato cacciato soltanto perché nessuno di quelli interpellati ha voluto venire al Genoa, salvo, forse, qualche disperato come Nicola, che non è più cercato da nessuno.
    Ormai di allenatori validi in giro non ce n’è e quei pochi che ci sono o costano un botto, ed il Genoa non può permetterseli, o non vogliono avere a che fare con un presidente che alla prima difficoltà li caccia via, oppure non gli consente di realizzare un progetto serio e di lunga durata, perché appena c’è un giocatore che emerge se lo vende subito per fare plusvalenze.
    Andreazzoli lo ha scelto lui e sempre lui ha fatto la campagna acquisti seguendo le indicazioni del mister, quindi adesso non può rimangiarsi tutto e stare alla finestra solo per il gusto di dire a tifosi e giocatori che alla fine aveva ragione lui a voler cacciare l’allenatore.
    Quindi il principale responsabile di tutto quanto è accaduto è lui e queste cose, cari Fratelli Genoani, finché ci sarà lui dobbiamo rassegnarci a vederle sempre.
    Vedremo come andrà a finire con Parma e Brescia, ma, come ha detto ieri sera uno degli ospiti in studio, se non arrivano almeno 4 punti, Andreazzoli prenderà la porta e non sappiamo chi potrà arrivare. Intanto, come ho letto stamattina sul Secolo XIX, Ranieri sarebbe molto vicino alla chiusura con i ciclisti. Se andasse in porto, mi dispiacerebbe, perché ho sempre stimato Ranieri, sia come allenatore che come uomo.
    Andare ad allenare la Samp sarebbe una macchia indelebile nel suo curriculum.
    Spero che non accetti e che lasci i cugini nella m… Si riprendano Iachini.
    Forza Vecchio Balordo.
    Preziosi Vattene.

    • riccardo ha detto:

      il fatto che lui stia alla finestra e faccia i giochini e i dispettucci, dimostra che a lui non frega nulla di come va in campionato il Genoa…..evidentemente è convinto che qualcuno lo salverà …che i padroni del calcio correranno in soccorso a restituire i favori fatti per aggiustare i bilanci degli “amichetti”…….lui sta lì a guardare disinteressato perchè l’unica cosa che gli interessa è mantenere la piattaforma serie A per continuare ad intrallazzare

  33. Finnrico ha detto:

    Giovanni, attenzione, che sul sito avete titolato Barreto invece che Barreca… 😉

    https://www.primocanale.it/notizie/genoa-barreto-ok-arrivati-schone-lerager-e-ankersen-212263.html

  34. Paolo ha detto:

    Sto guardando la partita. Primo tempo vergognoso. Goal presi a seguito di ripartenze per palloni persi malamente in attacco e con gli avversari lasciati liberi di tirare indisturbati.
    Ora secondo tempo. Qualcosina meglio, ma il Parma è sempre in anticipo sui palloni alti e i nostri non riescono ad impensierirli più di tanto. E il Parma non è una squadra di fenomeni. Il fatto è che contro il Genoa anche i più scarsi lo diventano.
    Ho sentito che c’è Di Biagio in tribuna. Se sarà lui a sostituire Andreazzoli non cambierà la musica. Questi sono scarsi. Può venire anche Gesù Cristo. Finiremo dritti in B.
    Comunque il colpevole lo conosciamo tutti.
    Forza Disperato Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENE.

Lascia un commento

PUNTO DI FORZA

Quello di Napoli è stato un punto conquistato con la forza. Se si voleva infatti una risposta dalla squadra e [&hellip

Fare qualche punto e poi intervenire sul mercato

Serve equilibrio a questo Genoa senza troppe pretese se non quella di raggiungere al salvezza che invece ora pare un’impresa. [&hellip

A TESTA ALTISSIMA CONTRO L’INGIUSTIZIA

Thiago Motta si è preso il Genoa. Rispetto alla gestione Andreazzoli, quantomeno nell’ultimo mese e mezzo, non c’è paragone. Il [&hellip

LA RISCOSSA DALLA PANCHINA

Viste le esaltazioni precedenti per un poker di partite estive e due di campionato, stavolta meglio tenere le orecchie basse. [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio