IL GENOA FRENA SUL PIU’ BELLO

15 Set 2019 by Giovanni Porcella, 27 Commenti »

Il Genoa frena sul piu’ bello, cioe’ perde in casa con l’Atalanta per 2-1 dopo aver pensato di aver raddrizzato il match con il pari di Criscito su rigore . Invece Duvan Zapata s’inventa da fuori area un gran gol che mortifica oltremisura i rossoblu’. Il veleno per la squadra di Andreazzoli è tutto nella coda, ma Criscito e compagni escono comunque tra gli applausi. Bene Radovanovic come Mimmo, a tratti Lerager, mentre Pinamonti è apparso stanco mentre Kouamè è andato a corrente alternata. Ghiglione piu’ frenato del solito e quindi sbiadito, ma nel complesso la prestazione generale è stata piu’ che sufficiente. Il Genoa insomma scivola ma l’entusiasmo che lo circonda non si è sciolto neppure al fischio finale. Andreazzoli aveva detto che l’Atalanta avrebbe misurato il valore del Grifone e il campo ha detto, a parte il risultato, che la strada è quella giusta. Ma il tecnico dovrà prendere in considerazione anche altri giocatori che finora si sono visti pochissimo. Saponara à recuperato, Favilli una mezzora la tiene, Ankersen appare arruolabile e altri si vogliono mettere in mostra. Per carità non servono rivoluzioni su un telaio che funziona, che ha imparato lo spartito. Ora la trasferta di Cagliari, altro test contro una formazione meno tecnica dell’Atalanta ma tosta, che potrà dare altro materiale al mister. L’importante è migliorare la fase difensiva e che l’ottimismo non venga meno per questo che sembra essere solo stato uno scivolone.

27 Commenti

  1. Strepellu ha detto:

    Buonasera Giovanni. Ti stimo e so quanto tieni al Genoa. Mi permetto di chiederti una cortesia: quando avrai occasione di sentire il Sig.Giampiero Gasperini esprimi il più profondo disappunto di moltissimi genoani nell’assistere al suo atteggiamento in campo e, peggio, davanti alle telecamere. Il tutto aggravato dall’avere vinto al 95esimo.
    Non lo meritiamo…
    Allenatori si diventa, signori si nasce. Almeno eviti dichiarazioni puerili.
    Dal mio modesto punto di vista non andrebbe più proposto nelle trasmissioni in previsione delle nostre partite.
    Sportivamente parlando (ci mancherebbe…) gli auguro il peggio.
    Cortesemente saluto e ringrazio anticipatamente per un eventuale risposta.

  2. Enzo ha detto:

    Bella partita, purtroppo tutti i bonus fortuna ce li siamo giocati l’ultima di campionato scorso, Radu tocca il pallone e lo devia sulla traversa e un centimetro più in su, partita finita.
    Peccato!

  3. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti… Vista la partita di ieri ritengo la nostra prestazione ottima. L Atalanta oltre che giocare a memoria è fortissima… Ci hanno tenuto nella nostra metà campo x 80 minuti su 90. Pertanto forse con la vittoria nn mi sento di dire che hanno rubato nulla. C è veramente tanta differenza tra noi e loro. Poi se qualcuno si vuole già strappare i capelli perché abbiamo perso al 94′ contro una squadra che fa la Champions faccia pure… Nel massacrarci siamo i numeri 1. Come al solito la settimana scorsa abbiamo battuto la fiorentina ed erano tutti fenomeni da tirare all Europa. Ieri abbiamo perso all ultimo secondo con l Atalanta è sono tutti brocchi. Per quanto riguarda il post della settimana scorsa… Io ho visto la trasmissione che vedo tutti i giovedì… E la mia impressione è stata quella che ho scritto. Certo… Principalmente dalle telefonate… Ma anche qualche opinionista dallo studio è stato a parer mio visto da casa in alcune valutazioni un pò troppo pessimista. Se mi sono sbagliato chiedo scusa… Questo è ciò che ho recepito.

  4. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    una premessa far giocare due squadre di gamba alle 12.30 con un caldo infernale lascia più di una perplessità ma si sa è la pirateria che uccide il calcio “vox populi vox nullus”.
    Ne esce comunque una partita godibile, il Genoa sbaglia solo a farsi schiacciare dall’Atalanta non riuscendo ad uscire mai palla al piede nei 15 minuti che hanno preceduto il rigore trasformato da Muriel, in termini di occasioni da gol il Genoa forse ne ha costruite di più nonostante il predominio dei bergamaschi. Un rigore generoso avrebbe potuto mettere le cose a posto, ma Ankersen ottimo in fase offensiva lascia un metro a Zapata bravo ed anche un pelino fortunato a mettere il sigillo alla prestazione.
    Credo che a livello psicologico il buon Ghiglione abbia risentito dell’arrivo di Ankersen un brutto cliente con cui essere in concorrenza per una maglia. Per capire la vera forza del Grifone ci vorranno ancora un po’ di partite e sincerarsi se il lungodegente Sturaro possa essere recuperato al 100% in modo da capire quali saranno gli equilibri da perfezionare strada facendo.
    Penso che il Genoa di quest’anno sarà più o meno così, potrà vincere perdere e pareggiare con chiunque, ora massima attenzione a Cagliari che per la campagna acquisti che ha fatto penso sia da considerare una semi-grande, lasciare troppi spazi dietro potrebbe rivelarsi deleterio.
    Purtroppo per 10 giorni sarò all’estero per lavoro ma troverò il modo di vedere le partite con Cagliari e Bologna entrambe rinforzate e pericolose, dopo sapremo con quale spirito andare a Roma casa Lazio trasferta che ha saputo lasciare anche bei ricordi in passato.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  5. PieroValleregia ha detto:

    salve
    … dopo il rigore concesso all’Atalanta, il “signor” Fabbri ha, platealmente, bloccato ogni tentativo del Genoa di giocare a pallone: punizioni inventate, ha regalato due calci d’angolo ai nerazzurri, ha cercato di provocare più giocatori del Genoa ( sopratutto Romero già ammonito) per poter ammonire o espellere. Ha sorvolato su diversi falli bergamaschi, ecc e poi si scusa ? ma che “uomo” è?
    Venendo alla partita: il Genoa meno bene sulle fasce di altre volte ma tiene botta agli orobici, sulla carta più forti (io tutta questa differenza non l’ho notata)e più tecnici; l’Atalanta mi ha un po deluso, troppo possesso palla stile Guardiola tirando in porta, rigore escluso, solo due volte.
    Le squadre di Gasperini collezionano occasioni da rete a chili a partita … si vede che ieri pensavano alla champions.
    Il pari avrebbe rispecchiato quello visto sul campo al Ferraris.
    un saluto
    Piero e famiglia
    ps; domanda: è stata annullata a Romero una rete per fuorigioco (c’era) ma il passaggio non è stato fatto da un giocatore dell’Atalanta che, quindi, lo avrebbe rimesso in gioco ?

  6. Mauro Boeto ha detto:

    Ciao Giovanni,

    Bella partita ieri e stadio da brividi. Peccato il risultato. Detto che l’idea del Mister di non cambiare era ragionevolissima, e che Radovanovic ha giocato bene, non era prevedibile che con quello schema Radovanovic finiva x marcare Gomez e questo ci ha creato molti problemi? La scarsa vena delle nostre punte ha fatto il testo, ma pazienza, non abbattiamoci.Forza Genoa Mauro

    A

  7. Giuse ha detto:

    Caro Giovanni la tua analisi della partita è perfetta.

    Capisco l’esultanza di Gasperini a fine partita perché ora allena l’Atalanta e ottiene soddisfazioni che il Genoa non è stato in grado di dargli, ma non capisco le polemiche in sala stampa che non fanno molto bene.
    Io associo il nome di Gasperini a personaggi come il professor Scoglio, Simoni, Onofri, Milito, Branco, Aguilera, ect che credo non si sarebbero mai infilati in una polemica tanto sterile.
    La partita è stata condizionata oltre dal caldo da una direzione di gara tutt’altro che casalinga e secondo il mio avviso da un rigore non così limpido come si vuole credere.
    Dai distinti si vede in un’azione statica (senza un vero sgambetto) una gamba ingenua che si allunga e un’atleta che casca come se fosse una vecchietta di 80anni…
    Andiamo oltre
    A mio avviso l’attacco non sembra molto convincente e temo che non sarà così facile nelle prossime partite segnare.
    Pinamonti si batte (gli fischiano pochi i falli sulle sistematiche spinte da dietro nei colpi di testa) ma non sembra ancora un giocatore che possa segnare con continuità in serie A, lo stesso Kouamè non credo che sarà molto prolifero di goal.
    Anche la difesa ha qualche amnesia.
    Certo il Genoa non è partito per occupare l’alta classifica e quindi saranno le prossime due partite con Cagliari e Brescia e definire l’esatta forza di questa squadra.
    Ultimo appunto
    Sembra assurdo destinare tanto spazio alla stampa (si perdono 30000 posti di tribuna superiore ) in uno stadio ormai così piccolo.
    Poi credo che gli attuali posti della tribuna inferiore in caso di pioggia saranno di fatto scoperti se non viene allungato in qualche modo il tetto.

  8. Giuse ha detto:

    Naturalmente sono 3000 posti di tribuna persi non 30000.

  9. Gabriel ha detto:

    Vorrei sapere perché uno come masiello è ancora sui campi di calcio?!?!?!?

  10. Albion ha detto:

    Buongiorno, peccato per la sconfitta maturata proprio sul filo di lana, ma voglio considerarla una sconfitta confortante visto il valore dell’avversario che gioca con personalità e crede molto nel propri mezzi. Credo che il nostro allenatore debba, ma sono convinto che lo faccia, lavorare anche sull’autostima, in fondo i nostri calciatori sono di buon livello e non demeritano affatto al cospetto di formazioni più blasonate.
    Mi piacerebbe vedere in campo anche gli altri componenti la rosa.

  11. M. ha detto:

    Mister Andreazzoli ha detto che dopo il pareggio è mancato l’equilibrio. E’ per questo che l’allenatore va in panchina! Se vedi che nei minuti di recupero sei riuscito a riacciuffare il pareggio e un tuo difensore, leggesi Romero, va all’attacco quando già ci sono 4 (quattro!) attaccanti in campo l’unica cosa da fare è tirargli un grido perché se ne torni indietro e non lasci un debuttante in serie A a fare il marcatore. Infine aggiungo che ieri Radovanovic sembrava allergico al passaggio palla verso Ghiglione, il crossatore delle prime due partite che pure ha patito Gosens, e che il presunto gioco consiste nel calcio lungo per le punte che sminuisce le capacità di fraseggiatore di Schone a cui manca un Bertolacci vicino. E’ stato un peccato cedere Hiljemark che sapeva inserirsi senza palla. Un cordiale saluto.

  12. Mirko ha detto:

    Buongiorno Dottor Giovanni Porcella,

    Mi associo totalmente ad alcune opinioni che ho sentito riguardanti l’atteggiamento irrispettoso dell’allenatore dell’Atalanta Giampiero Gasperini. Certamente la vittoria al 95º è sempre motivo di soddisfazione e quindi non condanno l’esultanza dell’allenatore della squadra ospite, il quale ricordo a tutti è un tifoso della Juventus e non del Genoa. Ciò che non accetto È che il signor Gasperini in sala stampa abbia dichiarato con faziosità assoluta che il Genoa sia stato favorito Dall’arbitro. Questo è inaccettabile soprattutto quando ha detto che nei suoi anni precedenti al Genoa mai aveva avuto un rigore a suo favore così regalato. Spesso ascoltando le vostre trasmissioni, vi chiedete come mai Gasperini non abbia mai allenato una grande squadra. Per allenare una grande squadra bisogna prima di tutto essere dei grandi comunicatori e lui non lo è mai stato. Caro Giovanni mi auguro che nelle prossime trasmissioni di gradinata nord non intervistate più Gasperini come se fosse un amico o come se fosse un Genoano,Perché lui non è né un amico dei tifosi del Genoa e soprattutto non è un genoano. Dovrebbe essere grato alla piazza genovese perché dopo che è stato cacciato dall’Inter ed a Palermo non lo voleva nessuno. Grazie

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Io lo conosco e le posso dire con certezza che è sinceramente legato al mondo rossoblù e grato di quello che ha rappresentato per la sua carriera e il Genoa. E l’ha detto anche ieri in conferenza stampa parlando di una vittoria difficile contro un’ottima squadra che ha ritrovato entusiasmo. A fine partita ce l’aveva con l’arbitro per il rigore non certo con i tifosi. Lui ora allena l’Atalanta e difende ovviamente gli interessi di quel club senza dimenticare da dove è arrivato. Potrei raccontarle mille cose e resta un a persona di cui ho grande stima personale, se poi la sua esultanza è stata eccessiva da genoano da pure un po’ di fastidio anche a me onestamente, ma alla fine finisce lì. E spero che anche lei sia d’accordo. Se poi dovesse risentire una sua intervista, magari cambi canale lo comprendo. Pero’ non ne facciamo un caso, allora scriva anche al Secolo che il giorno prima di me gli ha fatto una paginata. Il nostro mestiere è fatto anche di personaggi e lui è stato qui molti anni e sa di calcio, almeno su questo sarà d’accordo con me. Un caro saluto e grazie per i consigli. Poi gli diro’ che ha sbagliato penso che accetterà questo mio “rimprovero”

      • Mirko ha detto:

        Buon pomeriggio Dottor Porcella la ringrazio per la risposta e mi preme dirle che comprendo benissimo che il suo mestiere è particolare e comprende anche le interviste a personaggi legati al mondo di Genova. Certamente il mio commento stizzito sul comportamento dell’allenatore dell’Atalanta è nato dal fatto che in un mondo dove la comunicazione è importante mandare un messaggio e dire che l’arbitro Abbia favorito il Genoa può e dico può essere un problema per la prossima trasferta a Cagliari. Detto questo io auguro a Gasperini le migliori fortune e anche di vincere la coppa campioni che con la fortuna che si sta ritrovando negli ultimi tre anni può magari vincerla.

        Approfitto per complimentarmi dello stile della mister Andreazzoli che pur non nascondendo la delusione ha mantenuto un atteggiamento da vero professionista. E quindi prendo esempio da lui e chiudo questo spiacevole episodio. Grazie mille e alla prossima gradinata nord. Forza Genoa

        • PieroValleregia ha detto:

          salve
          il signor Fabbri avrebbe favorito il Genoa ? dove, quando e, sopratutto, come ?
          il signor Fabbri, come la stragrande maggioranze degli attuali arbitri (Orsato è il meno peggio e non il migliore) risente della inarrestabile involuzione di tutta la società, una volta detta, civile …
          E’, palesemente un mediocre e, come tutti i mediocri, malato di protagonismo.
          Su Gasperini, preferisco sorvolare … che vinca lo scudetto con gli orobici e provi a non dire più belinate …
          un saluto
          Piero e famiglia

      • Roby ha detto:

        Buongiorno
        Riesce difficile comprendere le ragioni che vi portano,media e giornalisti,ad essere costantemente di ostacolo al Genoa in tutte le sue espressioni,sia agonistiche che tecnico sportive fino a quelle strettemente economiche
        Con grande sforzo posso pensare di riconoscervi la buona fede,ma,forse neanche ve ne rendete conto,state minando ormai da tempo la serenità dell’ambiente,laddove ci fosse
        La trasmissione pre Atalanta dove si è parlato solo di Gasperini,con lui presente al telefono,solo di lui,dei suoi trascorsi,tra mille sorrisetti battute e cotillons,offende l’attuale allenatore del Genoa ed i genoani tutti.
        Gasperini è l’allenatore dell’Atalanta
        Punto
        Ed ha dimostrato ancora una volta di covare rancore ed astio nei nostri confronti,esultando al grido di…merde…e rendendo dichiarazioni in sala stampa vergognose
        Ma lasciamo perdere Gasperini
        Passiamo ad esempio alle tue dichiarazioni su Schone
        Uno dei piu grandi centrocampisti europei e tra i più forti mai visti con la nostra maglia
        Hai avuto l’idea meravigliosa di dire…mi sembra che Schone quando batte i corner abbia la velosite…ridacchiando
        Ma ti pare un commento da fare?
        Pensi di alzare l’audience?
        Ecco caro Giovanni cosa vi rende invisi alla maggiornaza dei genoani
        Essere genoani e non smettere mai di ironizzare sul Genoa
        Fatela finita per favore
        Vogliamo fare una trasmissione anche su Maran prima di venerdì?
        Punti di vista Giovanni,ci mancherebbe

      • Strepellu ha detto:

        Buonasera. Anche altri mi dicono di conoscerlo sostenendo trattasi di persona legata al Genoa ed ai genoani. Purtroppo non perde l’occasione di tradire in pubblico quanto espresso in privato. Non solo domenica, a caldo e a freddo, ma in passato più volte. Peccato per lui.
        Un saluto.

  13. luca 64 ha detto:

    Ciao a Tutti, peccato davvero per quel goal preso quando ormai la partita sembrava finita e eravamo riusciti a riprenderla al 90. Ciò non toglie la buona prestazione della squadra che ha tenuto “botta” contro una delle migliori formazioni del campionato. Forse Andreazzoli ha tardato un po’ a controbattere ai cambi fatti da Gasperini , nel secondo goal c’è stata una serie di errori (troppo spazio all’olandese per venire giù e la marcatura su Zapata) che abbiamo pagato salato e speriamo di non rivedere più. Per quanto riguarda Gasperini ha vinto una partita al 95 , mi sembra normale abbia esultato, ognuno tira acqua al suo mulino e quindi ora fa i suoi interessi (Anche in sala stampa) e quelli della sua squadra ne più ne meno di come faceva quando era da noi. Anche se stravedo per lui come allenatore, come persona non mi è mai stato simpaticissimo,ma era così anche prima. Assurdo l’orario della partita in questa stagione,magari il ritorno a Bergamo in inverno la faranno giocare in notturna… Speriamo bene per venerdì. Forza Genoa Sempre

  14. albi ha detto:

    A mio parere indifendibile..la sua bravura è paragonabile al suo livore. Prima si manifestava nella sconfitta..ora anche nella vittoria. Parole a fine gara assurde. Per me, e non da oggi, un avversario e basta. Forza Andreazzoli.

  15. Maino ha detto:

    Per quanto riguarda Gasperini credo occorra ricordarsi i suoi comportamenti ai tempi della panchina rossoblù.Da avversario non avrei gradito alcune sue esternazioni ed alcuni suoi atteggiamenti.Fa parte del suo essere e va preso per quello che è.
    Allenatori e giocatori sono prima di tutto professionisti che perorano la causa di chi li paga e difendono i propri risultati,indispensabili per ottenere credibilità e continuità in un mondo difficile,pronto ad esaltare un giorno ed a dimenticare l’altro.Gli interessi sono molti,i sentimenti stanno a zero o giù di lì.
    Per quanto riguarda il Genoa l’ho visto piuttosto limitato nelle soluzioni offensive,occorre lavorare oltre che sugli uomini anche sulle idee,pochine.
    Saponara personalmente lo trovo un giocatore limitato nella testa,nel fisico con una tecnica eccelsa che può inventare una giocata superlativa,nel mezzo di tanto nulla,troppo.Al giorno d’oggi difficile meritarsi così un posto in Serie A.Non mi piaceva ai tempi della Sampdoria,non ho gradito il suo arrivo al Genoa.
    Da ragazzo ero un fenomeno,questo sì.
    Romero a mio parere da il meglio in mezzo ai tre difensori.Lo trovo cmq di grandissima prospettiva ed una fortuna per la Juve più dell’olandese pagato a peso d’oro. Spero abbia la testa di dare il massimo per la causa rossoblù nonostante l’avvenuta cessione ai bianconeri.A vent’anni sarebbe un miracolo!

    PREZIOSI VATTENE

    …anche se prima di distruggere è meglio sempre sapere chi ricostruisce e come (grana ce n’è???)

    P.S. Un accenno alla questione Sampdoria.
    Il più grande colpevole è Garrone.Non ha rispettato la città ancor prima che i tifosi blucerchiati.Da un esponente di una famiglia del genere non ci si aspettano certi torti.Lasciando in mano al Viperetta la Società è sceso ai livelli di chi disgustosamente gli sputava addosso e lo insultava in tribuna durante l’ultima fase della sua presidenza.

  16. bruno ha detto:

    Buongiorno a tutti… Concordo in pieno con Mirko… Anch io la penso così su Gasperini…. Sicuramente abbiamo visto dell ottimo calcio con lui e di questo dobbiamo essergli grati… Come del resto dev essere grato lui al Genoa che in quegli anni gli metteva a disposizione fior di campioni! La societa di allora faceva ben altre campagne acquisti rispetto a questi ultimi anni. Nn credo che Gasperini con gente come Lapadula Galabinov ecc al posto dei vari Milito Thiago motta Borriello o Gilardino avrebbe ottenuto i risultati che ha ottenuto. Nn dimenticando che quando Preziosi l ha richiamato era a spasso e stava x diventare un commentatore TV. Certamente ora è stipendiato dall Atalanta e giustamente si comporta di conseguenza. Io nn gli dedicherei di certo pagine intere sui quotidiani genovesi tantomeno ovazioni al suo ingresso in campo. Semplicemente un normale applauso di saluto.

  17. Paolo ha detto:

    Penso che sia meglio lasciar perdere gli atteggiamenti e le dichiarazioni di Gasperini, tanto le polemiche lasciano il tempo che trovano.
    Ormai il Gasp allena, e con grandi risultati, l’Atalanta, che stasera debutta in Champions.
    Ha fatto il suo tempo a Genova e al Genoa e noi tifosi non lo dimenticheremo mai per le soddisfazioni che ci ha regalato ed il bel gioco che ci ha fatto vedere.
    Certo, dispiacciono le parole che ha pronunciato, ma ci sta. E’ il gioco delle parti nel teatrino del calcio, fatto ad uso e consumo degli addetti ai lavori del mondo dei media.
    Pensiamo piuttosto al fatto che finora abbiamo visto un Genoa ben diverso da quello spaesato e privo di gioco dello scorso anno.
    Pareggiare a Roma, battere la Fiorentina e perdere all’ultimo minuto con l’Atalanta per il classico tiro della domenica, favorito da un’amnesia difensiva che deve far riflettere l’allenatore ed il tattico, non ce lo saremmo aspettati prima dell’inizio del campionato.
    Andreazzoli sta lavorando bene e ha dato un volto a questa squadra.
    Ora si tratta di correggere gli errori commessi.
    Soprattutto va rivista la fase difensiva. Non bisogna far arrivare gli avversari al tiro concedendo spazi a centrocampo e al limite dell’area. Ci vogliono ordine, calma e disciplina tattica. Idem in attacco, dove la squadra crea tanto, ma non finalizza nella stessa misura.
    Siamo ancora all’inizio, per cui certi meccanismi devono ancora oliarsi bene.
    Secondo me, se Sturaro recupererà bene dall’infortunio ed acquisirà presto una condizione accettabile tornerà molto utile nello scacchiere di centrocampo, consentendo a Schone di avere più spazi a disposizione per poter esprimere tutto il suo potenziale in fase d’impostazione della manovra.
    Anche Rivera non era uno che correva, ma aveva intorno chi correva per lui, così poteva giocare con tranquillità e mettersi in cabina di regia a fare il direttore d’orchestra.
    Venerdì sera incontreremo un brutto cliente, che negli ultimi anni ci ha dato dei dispiaceri. Il Cagliari s’è rafforzato notevolmente e ha giocatori temibilissimi. Meno male che non c’è Pavoletti, abbonato al goal contro di noi.
    Il Genoa, però, quest’anno ha personalità ed uno schema di gioco ben preciso. I giocatori sono motivati e non temono nessuno. Questo è molto importante, perché fa crescere l’autostima e rende il Grifone una squadra ostica da incontrare per chiunque.
    Quindi speriamo che ne esca un’altra bella partita e che il risultato stavolta ci sorrida.
    Io, comunque, sorrido già per i cari cugini che stanno navigando in solitaria sul fondo classifica. Spero che duri così fino a fine campionato.
    Sai che godimento!
    Sempre Forza Vecchio Balordo.
    Preziosi vattene.

  18. robertogrifo ha detto:

    Buonasera.. Domenica la squadra ha retto il confronto con l’Atalanta senza sfigurare, anzi. E ‘ evidente il cambio di mentalità che si traduce in primis nel cercare sempre di vincere attraverso un gioco corale e propositivo. Se penso alla squadra impaurita e senza idee del campionato scorso il cambiamento è notevole ed esalta il lavoro del mister. Certo siamo solo all’inizio ma la strada intrapresa mi sembra quella giusta.
    Per quanto riguarda Gasperini tornerà nei miei pensieri se e quando allenerà nuovamente il Genoa.

  19. Strepellu ha detto:

    Semplicemente…senza grandi discorsi…
    GODO!!!

    • Paolo ha detto:

      Caro Giovanni,
      dopo i meriti di Andreazzoli ti toccherà scrivere dei problemi di Andreazzoli.
      E dopo la disfatta di Cagliari sono veramente tanti, soprattutto in difesa, come avevo detto.
      E adesso il joker chiedera

    • Paolo ha detto:

      Caro Giovanni,
      dopo i meriti di Andreazzoli ti toccherà scrivere dei problemi di Andreazzoli.
      E dopo la disfatta di Cagliari sono veramente tanti, soprattutto in difesa, come avevo detto.
      E adesso il joker chiederà spiegazioni e sappiamo bene cosa succede se i risultati non arrivano. Fossi in lui comincerei a preoccuparmi seriamente. O mette a posto la difesa e la finisce di incassare goal o si finisce in fondo alla classifica e lui inevitabilmente finirà per prendere la porta. Del resto è stato accontentato.
      Speriamo che col Bologna cambino le cose, perché se no sono guai seri e la tifoseria perderà la pazienza e ricomincerà a contestare di brutto.
      Forza Vecchio Balordo.
      Preziosi vattene.

  20. Gian ha detto:

    Gasperini, vendicativo e rancoroso, come allenatore chapeau, ma sull’ uomo ho molte riserve.

Lascia un commento

PUNTO DI FORZA

Quello di Napoli è stato un punto conquistato con la forza. Se si voleva infatti una risposta dalla squadra e [&hellip

Fare qualche punto e poi intervenire sul mercato

Serve equilibrio a questo Genoa senza troppe pretese se non quella di raggiungere al salvezza che invece ora pare un’impresa. [&hellip

A TESTA ALTISSIMA CONTRO L’INGIUSTIZIA

Thiago Motta si è preso il Genoa. Rispetto alla gestione Andreazzoli, quantomeno nell’ultimo mese e mezzo, non c’è paragone. Il [&hellip

LA RISCOSSA DALLA PANCHINA

Viste le esaltazioni precedenti per un poker di partite estive e due di campionato, stavolta meglio tenere le orecchie basse. [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio