IN SALVO TRA LE SOFFERENZE, PREZIOSI ORA COSA FARA’?

27 Mag 2019 by Giovanni Porcella, 88 Commenti »

Per il Genoa una salvezza sul filo di lana tra indicibili sofferenze e con molta fortuna che si chiama Handanovic. Il portiere dell’Inter con i suoi miracoli manda i nerazzurri in Champions e l’Empoli in B. per i rossoblu’ il prossimo e’ il tredicesimo anno consecutivo in A. Enrico Preziosi, l’inaffondabile, resiste sull’ultima frontiera che gli è rimasta dopo una stagione fallimentare e ad alto rischio. Giusto per alcune ore incassare un po’ di soddisfazione per lo scampato pericolo, ma è bene riprendere il filo del discorso che riguarda la resa dei conti. Il presidente pare intenzionato a vendere, ma non basta nominare un advisor per andare per forza in quella direzione e dopo lo scampato pericolo Preziosi è sembrato intenzionato ad andare avanti da solo dicendo che nessun acquirente è alla sua port . Tifosi rossoblu’ attenti a ogni notizia proprio perche’ in maggioranza sono sul piede di guerra da mesi nei confronti di Preziosi che ha ammesso quindici giorni fa di aver perso il consenso. Il disastro sfiorato in effetti ha come responsabile proprio Preziosi che si è assunto tutte le responsabilità: l’esonero di Ballardini col tempo è apparso assurdo, piu’ dell’interregno di Juric. Poi la catastrofica cessione di Piatek che ha tolto nel girone di ritorno almeno una decina di gol alla squadra affidata a Prandelli colpevole piu’ che di questioni tecniche, di non aver battuto un colpo dopo questa vendita che come minima aveva fatto sentire puzza di bruciato. Persino Criscito e Pandev hanno contestato questa cessione. Sanabria è stato un lampo, come un’illusione. Poi il buio. E ora? Andare avanti così non è possibile, serve cambiare e ripartire con un po’ di entusiasmo ormai mortificato. I tifosi, costantemente nella parte sinistra della classifica degli spettatori allo stadio, si meritano molto di piu’. Almeno il rispetto. Preziosi faccia capire cosa vuol fare del Genoa.

88 Commenti

  1. elio ha detto:

    Ieri sera al Franchi partita inguardabile, non a caso avevo scelto di vedere quella dell’Inter contro l’Empoli perchè sapevo che la salvezza si giocava a Milano. Anche l’Inter, però, è una squadra inguardabile e mi domando come abbia potuto raggiungere la Champions. Quello che importa, comunque, è che noi tifosi abbiamo lottato ed abbiamo raggiunto il primo obbiettivo: la permanenza in serie A. Adesso non ci rimane che raggiungere il secondo obbiettivo allontanare il plusvalenziere da Genova una volta per tutte. Coraggio, uniti come ieri sera possiamo farcela. Elio

  2. Giuse ha detto:

    Dopo la salvezza ora viene il compito più difficile cambiare il modo di gestire la società e cercare o un socio o un consorzio di soci oppure vendere (se questo è possibile).
    Ora è il tempo di passare dalle parole ai fatti perché se si dovesse continuare sulla strada tracciata negli ultimi anni si andrà certamente verso un suicidio sportivo ed economico.
    Si deve costruire un progetto tecnico per il prossimo campionato e impostare un progetto di lungo periodo per dare una struttura concreta alla società al fine di poter avere delle fondamenta solide dalle quali si possa garantire una continuità del lavoro alla squadra.
    Questo significa semplicemente portare la società Genoa nel calcio moderno.
    Non pretendo che si buttino centinaia di milioni a fondo perduto ogni anno e neppure che il proprietario si rovini economicamente per il calcio. Vorrei stabilità con una squadra costruita completa con criterio per i prossimi 2/3 anni.
    Naturalmente per evitare tante spese basta anche una rosa più limitata con 3/4 giocatori di qualità e integrata da giovani di buone prospettive da valorizzare (per creare risorse in modo di far crescere la società e coprire la differenza tra costi e ricavi).
    Per me va bene una società da centro classifica con bilanci sani e iniziare, finalmente, a porre le basi per una struttura solida di società.

  3. PieroValleregia ha detto:

    salve
    l’attuale proprietario se ne deve andare; spero abbia capito che, qui, ha fatto abbondantemente il suo (cattivo) tempo.
    Mio figlio mi ha fatto leggere di un interessamento per il Genoa da parte del presidente del Leeds che, se non ricordo male, pur militando nella B inglese ha tal Marcelo Bielsa come allenatore e ha perso lo spareggio con il Derby County, dopo una partita a dir poco pirotecnica.
    La squadra è da rifondare totalmente, in ogni reparto … difesa, centrocampo, attacco.
    Non credo servano miliardi ma soldi spesi bene e acquisti mirati.
    Dal mio canto, finchè resterà Preziosi, non rinnoverò abbonamento, non andrò più allo stadio; abbonamenti a tv a pagamento non ne ho mai fatti e in Austria non sono mai andato
    FORZA GENOA
    un saluto
    Piero e famiglia

  4. luca 64 ha detto:

    Ciao a Tutti, finita finalmente questa ennesima stagione terribile regalataci dall’illuminato. L’unica cosa che contava fino a ieri sera era salvarsi in un modo o nell’altro, ci siamo riusciti e ora a parere mio bisogna fare in modo che quest’essere non abbia più niente da fare con noi. Sarà una cosa sicuramente lunga perché questo finchè ha da rosicchiare non mollerà niente, ma dovremo ostacolare i suoi piani nefasti in tutti i modi. Esistesse davvero il Karma sarebbe giusto che ora si facesse vivo. I minuti passati alla radio tra il terzo goal annullato all’Inter e la fine della partita di Milano non li dimenticherò mai, non li auguro neanche al peggiore dei doriani( per loro non servono tanti discorsi quando basta un semplice SUCA) ma per lui vorrei diventassero una cosa di tutti i giorni. FORZA GENOA SEMPREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

  5. FrancescoOregina rossoblu ha detto:

    Dici che Handanovic ha fatto miracoli?Scusa ma Dragowski contro la Fiorentina cosa ha fatto?Ieri sera è stata par tutti una sofferenza allucinante.Pensavamo che l’Inter vincesse ma senza patemi.A volte mi domando,ma l’irpino lo collega il cervello alla bocca o non ha un filtro?Quello che riesce a dire ha dell’incredibile.Dice tutto e il contrario di tutto.Ora,smaltita la tachicardia dobbiamo essere tutti,e dico tutti,contro l’essere.La contestazione deve continuare più dura di prima.Assolutamente 0 tessere e striscioni in tutta la città.Quelli della delegazione devono chiudersi dentro le bare che avevano preparato e fare il funerale a loro stessi.L’ultima frase che hai scritto ha una sola risposta:lui non cede la società perchè ha ancora da spremere il limone e finchè resterà i campionati saranno tutti uguali.Mi viene da ridere o piangere sentirlo dire:cercatemi voi un’acquirente.Io lo denuncerei per infermità mentale.

  6. Paolo ha detto:

    Cosa vuoi che faccia, Giovanni?
    Un po’ di piagnisteo, il solito mea culpa e poi si ritufferà nel mercato pirotecnico come piace a lui. Dei tifosi, della maglia, del buon nome del Genoa non gliene frega niente.
    A lui interessano solo i suoi sporchi affari con le cosiddette grandi.
    Non venderà. Almeno non lo farà finché non capirà che la tifoseria fa sul serio.
    Per questo bisogna continuare la protesta a tutti i livelli e boicottare il ritiro estivo, lo store, la campagna abbonamenti e tutto ciò che porta soldi in tasca a lui.
    Se, invece, finirà come gli scorsi anni, allora sarà inutile lamentarsi.
    Comunque la squadra va rifondata, a cominciare dall’allenatore. A parte il fatto che non credo Prandelli sia intenzionato a rimanere, ci vuole un tecnico con le idee chiare, uno schema di gioco preciso e capace di imporre alla società le proprie idee e le scelte sui giocatori da comprare e da vendere. Se riuscirà a trovarlo e ad accontentarlo, allora potremo sperare in un campionato più tranquillo e senza patemi d’animo come quelli che abbiamo passato quest’anno. In caso contrario, stavolta sarà serie B sicura.
    Buona estate a tutti e sempre Forza Vecchio Balordo.

  7. Davide Parodi ha detto:

    Buongiorno, finalmente va in soffitta una delle stagioni più tribolate e brutte della storia recente del Genoa. E fortunatamente con una salvezza che fino all’ultimo è rimasta appesa ad un filo. A proposito un grosso complimento alla simpaticissima coppia Corsi- Andreazzoli , rimasta in corsa fino all’ultimo e a cui tutti hanno fatto i complimenti. Vista la loro sportività saranno sicuramente i primi a cedere l’onore delle armi agli avversari che, come certifica la classifica, hanno fatto meglio e hanno meritato più di loro la salvezza ( anche in virtù degli scontri diretti, che sembrano essere stati cancellati dalla memoria collettiva dalle ultime 4 partite di campionato dell’ Empoli, senz’altro regolari come quella di ieri al Franchi ). Chi parla di spettacolo indegno o biscotto non sa di cosa parla. A Firenze ieri è stata partita vera tra due squadre impaurite e con i peggiori rendimenti nelle ultime dieci giornate di campionato . Cosa era più credibile, forse una partita all’arrembaggio ? Un pirotecnico 3-3 ? Magari su Marte. Ieri nel capoluogo toscano sarebbe stata una farsa. Passando alle parole del Presidentissimo beh sembra che di andarsene non se ne parli proprio. Inevitabile riprendere la contestazione a oltranza. Preziosi non ha giustamente più alcun credito a Genova. Cosa che eventualmente potrà, se mai succederà, ottenere solo con il lavoro e fatti concreti. E non con i soliti discorsi fumosi e sfuggenti come visto ieri sera nel post gare nella intervista rilasciata alla vostra Emittente. Forza Genoa
    Saluti

  8. stefano ha detto:

    Preziosi ha detto la stessa frase che dice almeno da 2 anni: “se arrivano compratori seri vendo”.
    Bisogna obbligarlo a vendere a tutti i costi, contestazione dura. E anche la stampa locale deve aiutare la tifoseria in questa campagna di liberazione

  9. Asa ha detto:

    Adesso contestazione sino alla cessione della società. Via tutti questi indegni giocatori, non se ne salva uno se non il povero Pandev che però ha un età che lo limita fortemente.
    Personalmente non rinnoverò e non entrerò piu allo stadio sino a che ci sarà lui. Adesso inizierà il valzer delle promesse e musse varie….film già visto troppe volte.

  10. albion ha detto:

    Così doveva andare e così è stato. Non parliamo di indicibili sofferenze, quelle le troviamo negli ospedali, nei campi profughi e nelle zone di guerra. Piuttosto parliamo di un’azienda che si occupa di entertainment che sta poco attenta al raggiungimento dell’oggetto sociale, vende la materia prima pregiata e compra merce a basso costo e di dubbia qualità. Le conseguenze sono assai pericolose considerando che il calcio è un fenomeno sociale importante che fornisce cibo e sogni ad una utenza molto vasta. A questo punto metto in dubbio le capacità imprenditoriali della proprietà oppure ne esalto l’accorta politica delle plusvalenze. In un modo o nell’altro poiché il calcio dovrebbe essere piacere nel guardarlo, mi auguro che il prossimo anno il Genoa possa offrire uno spettacolo migliore.
    Ma per favore rimaniamo in questo ambito, esistono problemi molto più seri nel nostro quotidiano, vero è che se la nostra squadra vince, almeno i problemi li vediamo con maggiore leggerezza.
    Un grazie a tutti.

  11. Belin1893 ha detto:

    Che dire Giovanni a suon di girarci intorno prima o poi succederà….. Dubito che quest’anno si preso da lezione dal Presidente….

  12. Massimo54 ha detto:

    Sofferenza e soddisfazione, innegabile. Una partita inguardabile, una tifoseria splendida. Comunque, a norma di regolamento, non si salva la squadra che ha giocato meglio le ultime 4 partite ma quella che a parità di punti è in vantaggio negli scontri diretti, quindi Empoli in B e Genoa salvo, senza vergognarci. Però adesso non è che la salvezza miracolosa deve cancellare tutto e vai così. Ora deve essere il momento delle responsabilità, che hanno un nome e un cognome.

  13. Sky Walker ha detto:

    Con il preziosi il genoa ha fatto questi piazzamenti:
    10-5-9-10-17-17-14-6-11-16-12-17
    Onestamente a parte 2 buoni il resto tanta mediocrita’ e 4 campionati a serio rischio Serie B.
    Non credo ci sia propio niente da festeggiare con questa salvezza perche’ se rimane lui prima o poi in B di sicuro si finisce !

  14. tabarez ha detto:

    io da genoano amante del calcio mi sono vergognato ieri sera e mi auguro come me tanti altri tifosi genoani

  15. Sky Walker ha detto:

    Il genoa retrocede in B la prima volta nel 34 , poi ancora nel:
    51 – 60 – 65 – 70 (serie C)- 74 – 78 – 84 – 95 – 2005 (serie C)

    Quindi penso che un altra retrocessione non sarebbe stata tutto questo dramma . Con la serie B attuale sarebbe stato facile tornare in serie A subito e forse sarebbe stato piu’ facile trovare un acquirente per Il fatto che preziosi avrebbe dovuto abbassare la domanda.

  16. Davide ha detto:

    Secondo me, si tiene il Genoa.

  17. Massimiliano ha detto:

    Cosa farà?……venderà il vendibile, farà un po’ di scommesse in entrata sperando di guadagnare qualcosa e di rimanere in serie A. Non venderà trovando la scusa di offerte non all’altezza

  18. RIKY Alimonda ha detto:

    Certamente salvarsi al’ultima giornata e solo per classifica avulsa..non e’ il massimo,il Grifo resta comunque la peggior quartultima con 38 punti.Preziosi non fara’ nulla,perche’ il grifo e’ pieno di debiti e non puo’ fare nulla..cerchera’ di trovare un’atro Piatek da rivendere a gennaio per un bel po’ di soldini ma..non sempre le ciambelle riescono con il buco….Preziosi per vendere il Genoa deve fare come Garrone con la Samp,ovvero cederlo a zero euro a una entita’ disposta ad accollarsi i debiti e gia’ cosi’ non sara’ facile.Ma Joker vuole vendere e guadagnare quindi…non se ne fara’ nulla e Preziosi restera’ presidente cercando di allestire una squadra da salvezza ma l’ambiente e’ ormai terreno mibnato per lui..si preannunciano tempi molto complicati….

  19. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    Inizio con l’unica nota positiva SIAMO SALVI.
    Non dobbiamo neanche scandalizzarci troppo per averlo fatto grazie ad una torta come si diceva ai miei tempi o biscotto come si è iniziato a dire da Svezia Danimarca in poi, altre volte ci siamo trovati dall’altra parte, la logica del calcio si discosta talvolta da quella dello sport. Onore all’Empoli che ha provato fino alla fine a raggiungere sul campo una salvezza che avrebbe meritato più di noi, scansamento del Doria a parte.
    Dopo la conferenza pre-gara Prandelli bene ha fatto a non presentarsi nel dopo partita, del resto come avrebbe potuto commentare quanto visto in campo soprattutto dopo essere stato colto dalle telecamere Sky al pareggio dell’Empoli a San Siro con il labiale occhio dobbiamo vincere inserendo Sanabria per poi togliere Pandev a vantaggio riacquisito dall’Inter. Penso che a ragione la vergogna abbia preso il sopravvento sul raggiungimento dell’obiettivo. Male ha fatto Preziosi a parlare, ammettendo le sue responsabilità in parte glissando su altre, ribadendo che resterà in sella a suo dire suo malgrado per poi chiudere scusandosi praticamente solo con la parte dei tifosi a lui solidali.
    Bene hanno fatto i tifosi scesi a Firenze dopo avere assistito a cotanto spettacolo a ritirare indietro le maglie in campo ai giocatori che se le erano tolte per omaggiarli. Apprezzabili le scuse di Criscito e Pandev che non hanno accampato attenuanti se non la pessima gestione del mercato di gennaio.
    La contestazione deve continuare sine die quei 2500 di Firenze che assieme a qualche migliaio che in trasferta non va ma che mai diserta marassi, non credo tuttavia possano permettersi di stare fuori dallo stadio o di non rinnovare l’abbonamento, si rischia che vengano sostituiti da chi sventolerà il vessillo dei 13 anni di A ed un millantato salvataggio di cui essere grati in eterno. Questo la tifoseria non può permetterselo pur capendo tutti i tifosi nauseati che decideranno di non partecipare oltre all’ennesima farsa del Joker.
    Infine qualche ringraziamento doveroso.
    In primis a Ballardini, grazie al fieno in cascina messo da lui (quello scarso del trio a sentire Preziosi) la salvezza è stata possibile, a seguire a Iachini che con la sua gestione ha fatto si che l’Empoli non fosse salvo matematicamente all’ultima giornata, restituendoci in parte quanto tolto a Ravenna. Poi un grazie a Lazovic determinante nella vittoria in trasferta ad Empoli che di fatto ci ha consegnato un altro anno in serie A. E adesso capelli dritti grazie a Miguel Veloso un vero esempio di professionalità non ha risparmiato una goccia di sudore si è speso in mille contrasti nelle partite in cui è stato impiegato e pure con i suoi limiti è stato inappuntabile, lui che più di ogni altro avrebbe avuto il diritto di sentirsi offeso da alcuni striscioni, supportati da cori parimenti sgradevoli. Un grazie a Pandev per avere fatto vedere un po’ di calcio qua e là regalandoci una boccata di ossigeno in partite in cui ci siamo dovuti costantemente turare il naso. Un grazie ed arrivederci a Romero che ha nascosto i veri limiti di questa squadra. Poi un augurio che il prossimo anche Criscito possa essere fra quelli a cui essere grati, è stata una annata opaca per lui sempre un po’ in ritardo nelle chiusure con due picchi di merito 2 gol in zona Cesarini con Lazio (tiro da incorniciare) e Cagliari prendendosi la non facile responsabilità di calciare il rigore. Troppo poco per chi vuole vestire i panni del capitano e leader di una squadra. Un grazie per il tentativo a Prandelli ma che deve essere seguito da un arrivederci e un buona fortuna e tante care cose, solo per il suo spessore umano, anche ieri ha schierato Radovanovic e Pereira questo per fortuna ha dimostrato di capire qualcosa autoescludendosi per il bene del grifone. Poi solo un auspicio che Preziosi e Perinetti possano prendere finalmente altre strade, sono stufo di sentire le cazzate che dicono e ancor più stufo di subire le conseguenze di quelle che fanno.

    Un grazie infine a Giovanni per la pazienza che avuto nell’ospitarci in questo spazio ed a tutti i blogger che lo hanno animato, indipendentemente da quale sia il loro pensiero saremo per lo meno accomunati nella gioia per lo scampato pericolo

    FORZA VECCHIO BALORDO

  20. alberto ha detto:

    “Preziosi faccia capire cosa vuol fare del Genoa.” Caro Giovanni non è già abbastanza chiaro?
    Il primo elenco di Sky Walker va depurato del fattore Gasperini. Senza Mister G: 17 – 17- 16- 12 -17. Alla faccia di chi lo reputa “Il migliore…”; con il campionato a 20 e metà dei costi pagati dalle TV persino Fossati avrebbe fatto meglio. Grande Gasp, grande risultato meritato!
    Se andasse via sarebbe una grande sorpresa ed è evidente che si può vendere basta dare il giusto valore alla propria presidenza ed alla propria società, vedi Doria o Fiorentina.
    Riorganizzazione societaria o meglio finalmente una società modernamente organizzata? Non ci credo proprio. Si andrà avanti come sempre. Sia che il campionato sia stato suff sia insuff, rivoluzione estiva. Poi, siccome in 6 mesi non si fa una squadra di calcio decente, rivoluzione a gennaio e poi di nuovo…e intanto valzer di allenatori.
    Questa volta, però, moralmente non ci siamo salvati. L’Empoli ha giocato bene ed era salvo a dieci minuti dalla fine campionato. L’Empoli 2018-19 meritava la serie A.
    Sarò impopolare ma una seconda possibilità a Prandelli la darei. Quale fenomenale nuovo Mister avrà in mente il fantasioso Presidente? Sarà sicuramente meglio di Prandelli?
    A proposito di fantasia presidenziale, ci toglierà almeno la vista dell’uomo che va a Milano al Calciomercato con un orrido berretto di lana?

  21. Grifo1893 ha detto:

    Sbeffeggiati anche dalla Spagna per la vergogna di quello che è successo.. Come gia detto mi sembra anche ridicolo festeggiare perche il prossino anno sarà uguale.. Clima devastante.. Presidente che odia i tifosi..clima surreale.. Gradinata divisa.. Allenatori esonerati..acquisti di giocatori rotti o vendita di qielli forti dopo 3 mesi da inizio campionato.. Vero è che siamo in A da 13 anni ma di essere sempre a questi punti e soprattutto umiliato da Sala.. MURRU e il Viperetta! É imi
    imbarazzante

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Gli spagnoli stiano zitti ho visto delle cose anche da loro che è meglio tacere. Per onestà, ma noi pure in Italia facciamo ridere ma ognuno si guardi in casa sua

    • PieroValleregia ha detto:

      … gli spagnoli e i catalani in particolare sono gli ULTIMI a poter parlare …
      che stiano zitti e pensino alle loro porcherie, non solo sportive
      si dividono i miei “gioielli” con i francesi …
      un saluto
      Piero e famiglia

  22. Paolo72 ha detto:

    DedicAto A tutti quelli “A Preziosi conviene AndAre in B così prende il pArAcAdute e ci guAdAgnA”
    DedicAto A quelli che “lo so per certo, hA già orchestrAto tutto per AndAre in B, prende i soldi e vende tutti e ci lAsciA come il Como”
    DedicAto A quelli che “preferisco AndAre in B che stAre in serie A in queste condizioni”
    DedicAto A quelli che “non ti lAsceremo mAi solo”, beh, non proprio mAi mAi, Anzi sAi che fAccio, per fAr vedere quAnto vAlgo diserto lo stAdio, entro AllA penultimA di cAmpionAto e ci si sAlvA solo grAzie A noi
    DedicAto A quelli che cAsuAlmente si fAnno sportivAmente bAttere in cAsA dAl’Empoli sperAndo in funerAli notturni (che silenzio rumoroso stAnotte per GenovA, bAmbini, Almeno per un Altro Anno, riponete tutto in soffittA e chiudetevi in cAmerettA)
    DedicAto A quelli che “Preziosi vAttene che c’è la filA prontA a comprAre, soprAttutto di GenovA
    DedicAto A quelli che “che cAmpionAti noiosi sAlvArsi A mArzo senzA Avere obiettivi”

    LA “A” mAiuscolA non è per un fAttore di giubilo, non c’è niente dA festeggiAre, AnnAtA sciAgurAtA pArtoritA in primis dAllA società e A seguire dAgli Altri, lA A è dedicAtA A tutti i soggetti di cui soprA, quAnto stAnno rosicAndo piccini…

    P.S. ultimo pensierino, dedicato a quello che non ottiene risultati se non al GenoA, al Piemontese che pensa solo ai soldi e deve seguire il simpatico consiglio del “taci e allena”, quello che si diverte facendo più nomi che punti, sempre grande GASP (lui sì, tutto MAIUSCOLO)!

  23. RIKY Alimonda ha detto:

    X Sky Walker,
    Si,sono d’accordo con te,probabilmente con la retrocessione ci si sarebbe disfatti di Preziosi e tornare su sarebbe stato,relativamente,semplice con una piazza cosi’,inoltre si sarebbero accesi nuovi entusiasmi per poter finalmente primeggiare in qualcosa.Ora Preziosi e’ alla frenetica rcerca di una copia di Piatek per poi vendere a gennaio facendo enorme plusvalenza,rendetevio conto..il business di Preziosi non e’ la azienda di giochi,il business di Preziosi e’ il Genoa

  24. Finnrico ha detto:

    Sinceramente mi auguro che almeno stavolta il Vecchio abbia ragione, e che cioè la notizia dell’interessamento di quel Radrizzani o come si chiama sia una bufala.

    Radrizzani non mi sembra proprio il presidente che tutti sognamo, altro che Mister Plusvalenza, questo non fa altro che arricchirsi movimentando cartellini, gestendo società e agenzie di calciatori, ecc. ecc.

    Vi consiglio di leggere questo articolo, anche se è un po’ datato:
    https://www.calciomercato.com/news/scusi-raddrizzani-lei-e-un-agente-o-un-presidente-football-capit-22398

    Il problema è che il calcio è popolato di avvoltoi di questo tipo.
    Perfino qui in Finlandia stiamo assistendo (con sospetto) all’acquisizione di una storica società di serie A di Helsinki (HIFK) da parte di un uomo d’affari cinese e un agente di calciatori moldavo.
    Questi due hanno iniziato un traffico incredibile di giocatori di nazionalità improponibili, un via vai che ha come scopo trovare talenti da paesi in via di sviluppo, portarli in Europa e rivenderli a peso d’oro in campionati più qualificati.

    In più dietro c’è l’ombra delle scommesse e delle partite truccate.
    Anni fa in Finlandia ci fu uno scandalo clamoroso che portò alla sparizione di un club che si chiamava Allianssi (c’è una breve voce anche sulla Wikipedia in italiano).

    Certo, in Italia truccare le partite è molto più complicato, se non altro perché bisogna battere la concorrenza di chi già lo fa; ma spero di cuore che il nostro futuro presidente non sia almeno un altro con il vizietto della compravendita di calciatori come forma di investimento…

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Bufala no e lo ha detto anche Preziosi se sentite l’intervista di Preziosi. Ma sicuramente non ci saranno sviluppi.

  25. Angelo ha detto:

    Ieri sera, intervistato a Sky, non sembrava assolutamente intenzionato a vendere, anzi. Parlava di bufale con un ghigno quasi sadico sul volto. Ecco, visto che gli insulti non mi piacciono, se devo identificare Preziosi, lo definisco UN SADICO.

  26. francesco ha detto:

    buongiorno Giovanni, devo ammettere che ero molto pessimista, ma l’abbiamo svangata anche stavolta.
    E adesso? La domanda che tutti si fanno. Ho sentito l’intervista di Preziosi di ieri sera: a parte che non riusciva nemmeno a spiccicare le parole per la tensione, comunque é il solito refrain degli ultimi anni. Ho fatto degli errori, chiedo scusa ai tifosi, cercherò di non ripeterli. NO, BASTA. Oramai non ti crede più nessuno, sono anni che ci riproponi le solite solfe, sono anni che giriamo intorno al buco, e per poco quest’anno non ci finiamo dentro per la tua scelleratezza.
    Vendi!! Se come dici non ci sono acquirenti, che lo dichiari pubblicamente l’advisor se ha avuto o meno manifestazioni d’interesse.
    Ormai il giocattolo s’é rotto, e sei stato tu a romperlo, promettendo a chiunque ed in ogni dove, cose che poi non hai mantenuto. Basta parole e se ce ne saranno, che siano solo d’addio.
    FORZA GENOA

  27. Asa ha detto:

    Prandelli nemmeno in conferenza stampa dopo la partita. Ha terminato nel peggiore dei modi, del resto è sempre stato impalpabile.

  28. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Sfangata l’ ignominia ora “guerra” senza quartiere , nei modi ovviamente concessi, al padrone del vapore. Via, via ……. via il piu’ presto possibile, consegni le chiavi della Societa’ in Comune e se ne torni da dove e’ venuto . Un mercante, questo e’ stato in questi anni, null’ altro ……

  29. Pier Paolo Bottero ha detto:

    Buon pomeriggio a tutti tifosi, redazione il tifosissimo Porcella.
    Premesso che il campionato appena concluso ricalca in peggio i tre precedenti laddove il gioco della squadra è sempre stato veramente di infima qualità frutto del depauperamento continuo della rosa, di cui il responsabile è solamente la presidenza e la dirigenza.
    Come si può umilmente e realisticamente invertire questo deleterio percorso:
    1) ingaggiare un allenatore valido ed abbastanza giovane
    2) di concerto con lo stesso impostare una squadra soprattutto fisica e non molle timida come abbiamo visto purtroppo in questi anni, pescando anche elementi in serie B e anche C per avviarli poi alla prima squadra ovviamente assistiti dai giocatori più esperti che verranno reputati utili alla causa.
    3) è chiaro che gran parte della rosa attuale non potrà essere riconfermata.
    4) occorre qualche giocatore che sappia tirare da fuori area, ed esterni che possano saltare il marcatore e creare superiorità.
    Sono consapevole che quanto da me affermato è più che scontato e che in pratica è V poi difficile la realizzazione di ciò.
    Ma se si procede col solito cliché l’epilogo sarà purtroppo infausto!
    Tante piccole squadre insegnano che, senza scomodare giocatori al tramonto (Goran a parte), si posso formare e plasmare dei collettivi interessanti che divertono e si prendono delle soddisfazioni.
    Certo che se si sforna un signor giocatore (Romero) e prima della fine campionato ha già cambiato casacca si va poco avanti!
    È poi ingiusto è lesivo dei conti economici che ci siano giocatori i quali guadagnano il triplo di altri pur essendo mediocri.
    Mi auguro quindi che la presidenza o quella che verrà operi in modo corretto e lineare per rasserenare la situazione.
    Pier Paolo Bottero

  30. robertogrifo ha detto:

    Ieri sera erano difronte due squadre impaurite e involute che non hanno fatto altro che offrire lo stesso penoso spettacolo, era impensabile aspettarsi qualcosa di diverso. Noi abbiamo difeso con le unghie lo zero a zero perché eravamo consci di non poter far altro, per fortuna questo è bastato per salvarci.
    E ora che succederà, personalmente credo che il proprietario, che ha perso ogni credibilità, venderà, anzi tutt’altro, proverà a ricucire lo strappo con la tifoseria prganizzata, in modo di poter ripartire, quondi solito proprietario solito modo di gestire la società magari con qualche contentino all’inizio, il solito preziosi insomma. Non crefo che Prandelli rimarrà, personalmente l’avrei esonerato dopo il doppio pareggio con Chievo e Frosinone senza neanche un tiro in porta.,incommentabile. Il nuovo allenatore potrebbe essere Liverani, antico pallino del proprietario….

  31. Tre considerazioni:

    1. Se dopo il precampionato avessimo lasciato Favilli alla Samp e preso Quaglia, faccio solo un esempio…, tutti, giornalisti e tifosi, avrebbero protestato violentemente; tutti avevano una paura folle che Favilli andasse da un’altra parte..rileggete i giornali di fine agosto, please…..
    2. Tutti pensavano che il centravanti, venduto Piatek, sarebbe stato Favilli..mi sembra logico, ma nessuno non ricorda piu’ niente…..
    3. Tutti con memoria corta e con il senno di poi tutto facile…..

    Statemi tutti bene.

    • Finnrico ha detto:

      Favilli era, ed è un ottimo prospetto, e speriamo che il prossimo anno esploda finalmente (magari in rossoblù e non con qualche altra maglia).

      Però veniva da una rottura dei crociati, l’anno scorso ad Ascoli ha giocato una decina di partite, e se la Juve lo ha mollato così facilmente vuol dire che sul suo recupero in tempi rapidi avevano qualche perplessità. Ricorda che avevano potuto valutarlo con calma nella tournée americana.

      In più appena arrivato ha cominciato ad avere problemi muscolari a ripetizione e ha messo su chili come… Skuhravy. Questo lo hanno visto tutti le poche volte che è sceso in campo: era chiaro fin da gennaio.

      Perfino il Vecchio, che sa fare bene i suoi affari ma che di calcio ne capisce, aveva detto “dopo Piatek punteremo su Favilli”. Ma non ha mica detto “subito”!

  32. Ponente74 ha detto:

    Caro Giovanni, avevo due alternative per domenica sera: vedere le due partite (anche tre, visto che tutto doveva cominciare dal vantaggio del Milan) da casa oppure prendere biglietto e sciarpa e andare a Firenze. Il cuore mi ha detto la seconda, sarei andato anche in auto da solo, poi i Figgi du Zena mi hanno accolto con loro, pur avendo preso uno degli ultimi biglietti del settore ospiti. Potrei scrivere un libro su questa trasferta: Franco che grondava di sudore già alle tre del pomeriggio, Ale che gridava agli altri pullman di genoani che ci superavano ” bast… serie b”, i cori “…eravamo in A, ora siamo in b, per andare in c” e giù risate. Mi ero portato pure da leggere visto il viaggio, ma niente da fare. Da Sestri Levante a Firenze ogni autogrill con tifosi genoani ovunque e ognitanto partiva un coro. Gente che si abbracciava che magari si era vista in chissà quali altre partite, ragazzini, bambini, ragazzi, ragazze, uomini e donne di mezza età, anziani con felpe, maglie e sciarpe del Genoa. Uno era in scooterone da solo, da Genova, tutti lo salutavano. Uscita di Firenze sud bloccata dalla marea rossoblu, scortata fin dentro il parcheggio dello stadio. I settori 1 e 2 al Franchi, tre quarti d’ora prima della partita già tutti in piedi. Volti tesi, preoccupati, qualche bandiera al vento. Finalmente si inizia, bandiere, cori a squarciagola, tutti insieme, compatti, un solo uomo. Vicino a me c’è un ragazzo di La Spezia, è venuto da solo, ha le cuffie e sente la partita di Milano, è il primo che ci dà il vantaggio dell’Inter, c’è un attimo di silenzio… poi c’é un’esplosione di urla e bandiere al vento. Rigore sbagliato e pareggio dell’Empoli, a 15 minuti dalla fine, é ancora serie b. Dieci alla fine, segna Naingolan, di nuovo esplosione, traversa dell’empoli, terzo gol annullato, paratone di Handanovic. È finita. Non ci credo. Amico mio di La Spezia, abbiamo sofferto vicini per 95 minuti, mi hai raccontato che ti hanno allagato il garage e scritto ingiurie perché giri per quella città con la maglia del Genoa e tutti “ti conoscono” per la tua fede, te ne sei andato dalla gradinata che tutti i tuoi vicini ti davano pacche sulle spalle, ti abbracciavano e ti dicevano che sei “un grande”. I giocatori sotto la curva, ah, ci siete anche voi, bravi ragazzi che almeno oggi non avete preso gol, vi voglio bene, al di là di tutto. Nonostante i cori contro di loro, molti tifosi viola, prima di uscire dalla loro gradinata, si fermavano a filmare lo spettacolo di cori e colori dei due settori rossoblu. Ma sì, grazie anche alla Fiorentina che non ha infierito più di tanto, abbiamo beccato quasi sempre un gol da chiunque… cori che rimbalzano tra quelli a destra e a sinistra (“un giorno all’improvviso”), tra quelli sopra e sotto, cori che non si sentivano neanche più al Ferraris, non ci si ferma mai, si ricordano anche i diffidati e i grandi che ci guardano dal terzo anello. La gradinata Nord è qui, é tornata, io ci sono in mezzo e sventolo la mia bandiera, tutto è rossoblu, tutto ha un senso, tutto è perfetto.

    • PieroValleregia ha detto:

      salve
      bellissimo racconto; avendo vissuto, per motivi che non sto ad elencare, circa 30anni in provincia di Spezia, capisco benissimo il tuo amico spezzino … essere genoani li è davvero un atto di coraggio però … però un Genoa club Spezia ( ero addetto allo striscione) lo avevamo fatto e, di club rossoblu, ve ne sono in tutte le Cinque Terre …
      Tranne rare eccezioni, che mi piace rimarcare per correttezza, gli spezzini son davvero grammi, meglio quelli dell’entroterra
      un saluto
      Piero e famiglia

  33. Andrea ha detto:

    Credo che i piedi per terra dovremmo riportarli un po’ tutti. Preso atto che almeno sulla carta il Genoa sia vendita, venderlo nei prossimi mesi sarebbe un casino per allestire una squadra in tempi utili al prossimo campionato.
    Poi ok Preziosi ne ha fatto tante (forse anche più di quel che possiamo saperle), ma è anche lo stesso presidente che ci ha regalato le maggiori gioie negli ultimi decenni. Non dimentichiamoci Gasperini, Milito, Motta & c.
    Piuttosto – specie dalla stampa – andrebbe compreso e spiegato ai tifosi perché quest’uomo di colpo non ne imbrocca più una..
    Perché non è solo una questione di soldi. Vendere e comprare stile fantacalcio lo ha sempre fatto. È che fa cavolate enormi ed anche controproducenti per chi sembra intenda lucrare sul Genoa.
    Tutti ieri hanno parlato di Piatek ma quale devianza lo ha portato a sostituire Balla e poi altri due allenatori? Come mai questo è diventato un trend alla Zamparini, quando un tempo Preziosi ne ribadiva l’inutilità?
    Come mai acquista male e vende peggio? Abbiamo sempre perso tanti campioni per cessioni dolorose ma da Boriello a Pavo passando per Laxalt e Izzo nuovi innesti avevano senso ed un peso almeno dignitoso. Forse l’unico ruolo senza adeguato rimpiazzo è stato Milanetto (oggi non rimpianto), che ha dettato i ritmi del centrocampo rossoblu per anni, mai più vista una vera alternativa.
    Credo che ricompattare debba avere tali premesse. Capire da un lato che il Genoa come anche gli strisciati, possono permettersi di conservare campioni a lungo, ma trovare un equilibrio, quindi anche un’ossatura di squadra che avevamo in Sculli, Rossi, Milanetto, Criscito & c. – 6/11 con il compito di mantenere e tramettere senso e valore del Genoa a chi inevitabilmente sarà di passaggio per una stagione (basta campioni semestrali..) e nulla più.
    Lo trovò un progetto concreto e realizzabile anche con l’attuale presidenza.

  34. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti…sono 100 anni che vediamo calcio, e sono 100 anni che nelle ultime 5/6 partite si vedono cose strane. Però chissà perchè ieri sera Genoa Fiorentina ha fatto così scalpore e scatenato tante chiacchere. L’Empoli che tutto il campionato è stato in fondo alla classifica, ed improvvisamente sembra l’Ajax battendo tra l’altro Samp e stracciando il Toro invece è tutto normale. Daltronde noi genoani per farci del male da soli siamo sempre stati imbattibili. Detto questo, effettivamente quelle 2 ore di ieri sera sono state un’agonia. da stare male. Ma per chi ha buona memoria il Genoa ne ha passato di momenti come quelli svariate volte. Nel corso degli anni di partite nelle quali ci si giocava il campionato ne abbiamo vissuto molte…. spareggi per non retrocedere, a volte in serie C, o per essere promossi, spesso andate anche male. Adesso però stranamente è tutto amplificato. Ieri sera ho sentito il signor Angeli fare diverse affermazioni sulle quali non mi trovo totalmente daccordo, Cosa significa continuare a dire che Preziosi se ne deve andare…o che deve fare o non fare certe cose?! Come si fa a mandare via una persona da una sua proprietà!? Come si può dire ad uno di andarsene da casa sua!? Caso mai sarebbe ora che delle delegazioni di tifosi individuassero chi all’interno della città ha le potenziali per intervenire, e cercassero di convincerli a fare qualcosa per il Genoa, solo così si potrebbe indurre Preziosi a cedere la società. A persone serie e soprattutto importanti e potenti. Ma questo avrebbe dovuto accadere già anni fa…quando Dalla Costa stava per far fallire la società…quando stava portando i libri contabili del Genoa in tribunale. Già all’epoca avrebbe dovuto partire da Genova qualcuno per impedire quel fatto. Ed invece non si è mosso nessuno. nessuna persona importante nè alcuna società o gruppo si è mossa. Il Genoa sarebbe stato lasciato inesorabilmente fallire. Per cui mi chiedo se nemmeno allora che si poteva comperare la società per un pezzo di pane si è mosso nessuno, come possiamo sperare che arrivi uno adesso!? Io non mi sento grato a Preziosi per aver salvato il Genoa all’epoca, perchè lo ha fatto di certo per i suoi interessi e perchè di soldi in tasca in questi anni se ne è messo. Ma resta il fatto che se non si fosse mosso uno da Avellino per la città che conta adesso saremmo a tifare per il New Genoa o per il Genova. E noi…..in cosa speriamo!?

  35. Luperto ha detto:

    Cosa deve fare preziosi? Mi pare di essere in un film di fantascienza…continuate a ributtare la palla nel suo campo…..come temevo, con la salvezza raggiunta (indecorosamente) si ritorna tutti nel guscio e vedrai che faremo e farete tanto che la m…..diventerà pandolce e finiremo per farci andare bene preziosi…Scommettiamo? Non dovreste nemmeno chiedere cosa farà preziosi….dovreste anche voi della stampa essere sulle barricate….e invece ..Bisogna IMPORRE piuttosto un interregno dove in attesa della vendita si affidi la società a terzi dando un budget…deve dimettersi…deve distaccarsi…deve fugare ogni dubbio (a sto punto legittimo) che lucri sul Genoa

  36. luca de rossi ha detto:

    Ciao Giovanni e genoani tutti,
    tornati in serie A, a mente fredda la domanda da porsi secondo me, in antitesi alla tua, non è cosa farà Preziosi, ma cosa faremo noi Genoani, perche allo stato attuale cosa può cambiare????
    Per vendere la maggioranza di un pacchetto azionario ci vuole chi venda (realmente non a parole) e chi compra (realmente non a parole).
    Non si può vendere un rudere a Portofino al valore di una villa e il Genoa oggi è incomprabile a meno che Preziosi non lo “regali” stile Garrone.
    Il campionato ricomincia a meta agosto, partenza ritiri primi luglio, quindi in 40/80 giorni da oggi, dovresti cambiare presidente, dirigenti, allenatore e 20 giocatori, forse Bill Gates…….
    Noi Genoani io per primo, siamo in grado di abbandonare il Genoa al suo destino Preziosiano??
    Esempio….. Seguiamo la linea di contestazione dell’ultima assemblea, ci abboniamo e non andiamo allo stadio, benissimo per quanto???? 6 mesi 1 anno 2 anni…..
    Ci siamo Vi siete visti, Giovanni tu per primo in trasmissione domenica sera….., si può abbandonare cosi su due piedi una passione tanto forte….?????
    Qui stà il ribaltamento della tua domanda iniziale caro Giovanni perchè Preziosi farà le solite rivoluzioni di calciomercato e Noi????
    Nel calcio attuale o Noi o Preziosi, vedrà perdenti Noi….. per cui le forme di contestazione non potranno essere quelle di 20/30/40 anni fà….perchè far sciopero allo stadio e stare a casa in divano a vedersi la partita su Sky non è scioperare e/o contestare, anzi è sovvenzionare ciò per cui Preziosi stà incollato alla proprietà, per cui bisogna studiare qualcosa di diverso e attuale……

  37. Luperto ha detto:

    deve vendere e basta….e voi della stampa dovreste continuamente chiedere conto delle nefandezze che fa…delle dichiarazioni che rilascia …..hai detto che a Giugno capiremo? ed io , giornalista, vengo il 1 Giugno a romperti il belino e a chiedere….sempre….Ha detto che ci voleva cultura sportiva (LUI ?????) ..ed io , giornalista, gli chiedo cosa c’è di sportivo nello smembrare squadre ogni 6 mesi…Ma possibile che qui a Genova sia così difficile trovare cronisti che fanno DOMANDE ? DOMANDE,,,,,,,,

  38. luca 64 ha detto:

    Buongiorno a Tutti, personalmente penso che ora sia il momento di fare partire la contestazione vera e propria verso questa proprietà. Troppe musse, discorsi ,scuse, raccontate da anni e ribadite ancora una volta alla fine della partita dell’altra sera. Chiaramente deve rimanere tutto nel lecito ci mancherebbe, ma quello deve capire che qui ha finito il suo tempo e non è perché abbiamo salvato la pelle che tutto passa e finisce nel dimenticatoio. Dimenticavo, vorrei mandare un caro saluto al giornalista spagnolo che giusto ieri ha pontificato sulla nostra partita(vergognosa) di domenica scorsa. Proprio vero che prima di guardare e fare morali agli altri è meglio guardare in casa propria. FORZA GENOA SEMPRE

  39. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Ecco, lo sapevo …… e’ bastata una salvezza raggiunta in tale maniera e’ gia’ c’ e’ chi trova motivi per cui il padrone del vapore per ora non dovrebbe vendere ….. scuse e motivi ridicoli, mi spiace …… se ne devono fare una ragione, l’ uomo di Cogliate qui ha finito ( anzi strafinito ) il suo tempo da mercante di suk, BASTA !!!

  40. PREVIATI STEFANO ha detto:

    “A me non interessa un avvicinamento ai tifosi …..” , testuali parole riportate da emittente genovese da parte del padrone del vapore ……. figuriamoci ai tifosi riavvicinarsi a lui.

  41. Asa ha detto:

    Basta! Basta! Basta!
    Devi vendere!

  42. Graziano ha detto:

    Spettabile Dott. Porcella…..credo che lei e i suoi colleghi della carta stampata e dei media zeneisi abbiate un ruolo non indifferente .
    Dovete con le dovute accortezze linguistiche (il Prez è permalosino….) soffiare sul fuoco della contestazione verso questo carrozzone anacronistico che è la società Genoa.
    Il feudatario irpino amministra oggi nel 2019 il Genoa come lo faceva il buon Rozzi ad Ascoli o Anconetani a Pisa…..roba da medioevo calcistico ahimè.
    Bisogna assolutamente svecchiarsi e snellire questa società…..con un vero e ambizioso Imprenditore, un buon DS (Marino il mio sogno) e un vero progetto tecnico in cui i giocatori di proprietà debbano essere il mantra e basta con le acrobazie contabili con plusvalenze fatte pure sul magazziniere.
    Quindi caro Porcella avete un compito molto importante…aiutare tutto il mondo Genoa ad accompagnare il “caro” Enrico alla porta…….

  43. Massimo ha detto:

    Ovviamente ho guardato Inter-empoli. Non ho mai sofferto tanto per una partita di calcio. Sia come sia siamo rimasti in A. Sto smaltendo adesso le tossine accumulate e vorrei staccare l’interruttore e chiudere per un po’ con il calcio. Naturalmente non riesco e sto cercando di capire quale sarà il prossimo allenatore, visto che sono convinto che Lui non venderà. È incredibile vedere che le fortune della squadra di Bergamo sono prodotte da un mister che è stato allontanato. E mi fermo qui.

  44. FrancescoOregina rossoblu ha detto:

    Voci dicono che ci sia un’indagine su Bologna-gabibbi e su gabibbi-empoli.Giova ne sai qualcosa?

  45. stefano ha detto:

    Riporto titolo emblematico di oggi da quotidiano sportivo:

    Roma, Gasperini è fuori dai giochi: solo l’Atalanta
    Percassi trova l’accordo fino al 2022: un anno in più di contratto, blindatura dei gioielli e promessa di un grande mercato

    leggete bene: BLINDATURA DEI GIOIELLI

    Lo stadio dell’atalanta tiene poco più di 20 mila posti, la città di Bergamo ha 122 mila abitanti, circa 1 quinto di Genova

    Passo e chiudo

  46. Valter Angeli ha detto:

    Si prepara un inciucio con l Inter……siamo alle solite

  47. paolo ha detto:

    Caro Stefano, il signor Percassi non é uno stupido e sopratutto non ha mire di protagonismo, come il nostro. quindi ha capito che con questo allenatore può fare le fortune dell’atalanta, sicuramente venderà qualche giocatore facendo ottime plusavalenze ma soprattutto quelli ceduti verranno sostituiti degnamente. Quì invece, il nostro condottiero, lo ha mandato via a calci consigliandolo a Percassi (cose da folli) perchè è stato l’unico allenatore degli ultimi 15 anni che aveva capito cosa può dare questa piazza come tifoseria. Questo è un esempio di come si possa fare calcio a buoni livelli con una società sana,e con gente competente che rispetta i tifosi. Quì finchè ci sara questa persona non dobbiamo aspettarci altro che una salvezza allo spasmo a causa della condizione economica che non si sanerà mai.

  48. Luperto ha detto:

    Chiedo a Giovanni Porcella : Giornalisticamente è possibile andare a chiedere a preziosi cosa ha voluto dire con “A Giugno capirete” ? Oppure andare a cercare Radrizzani e insistere per sapere cosa c’è di vero ? O ancora contattare i manager di Assietta e chiedere ? Insomma in buona sostanza , da parte della stampa locale e magari in particolare da voi di Primocanale che mi pare che vi siate accorti che è ora di cambiare….è possibile mettere un po’ di pressione..insistere sull’argomento….insomma creargli un clima intorno del tipo : “Quand’è che te ne vai?”……P.S. Perche’ nessuno di voi è mai andato a sviscerare la trattativa Gallazzi andando appunto a far domande a lui e/o Anselmi ? Grazie.

  49. enrico ha detto:

    Caro Giovanni eh già… noi siamo ancora in A. alla faccia dei gufi , dei soloni di Sky e della Rai e di tutti quelli che vogliono il male del Genoa…(a Genova e non solo ce ne sono tanti..)

    Ti propongo di mettere in onda in coda alla puntata di domani sera di Gradinata Nord, gli ultimi 10 minuti di Inter-Empoli vissuti da voi in studio, per permettere anche a chi non ha visto la puntata di domenica di “rivivere” quei momenti in maniera ben più serena ovviamente..

    Sei sempre il migliore
    Un abbraccio

    Enrico

    • Asa ha detto:

      L unico che vuole il male del genoa e fa il male del genoa è ben noto.
      Evitiamo di tirare fuori sky rai gufi complotti vari ecc. Ecc.

  50. Guido Levi ha detto:

    Ti seguo sempre con interesse ma è la prima volta che scrivo sul tuo blog.
    Faccio una breve premessa.
    Ho partecipato alla riunione T.O.-ACG del 3 maggio e ho aderito allo sciopero con convinzione tanto da aver coniato lo slogan “Fuori il Mercante dal Tempio!”

    Poi il 16 maggio c’è stato il social bombing dei tifosi genoani sul profilo Instagram dello Sceicco Al Macktoum (https://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/genoa/genoa-tifosi-scatenati-su-instagram-vogliono-lo-sceicco-presidente_1275908-201902a.shtml) .

    Insieme ad altri due tifosi del Muro dei Grifoni abbiamo preparato una lettera che ho spedito per raccomandata allo sceicco a Dubai e che dovrebbe ricevere alla fine del mese di maggio.

    Ovviamente abbiamo mandato copia della lettera anche ad un suo stretto collaboratore, Tim Clark, inglese, che è il Presidente dell’organizzazione Dubai World, ma purtroppo né lui né il quotidiano Gulf News (cui ho scritto) mi hanno risposto.

    Lo sceicco ha un patrimonio di 37 miliardi di euro; l’invio di questa lettera aveva lo scopo di segnalare a livello di cronaca l’evento ma anche come “arma di pressione” nei confronti del presidente migliore del dopo-guerra; ho infatti scritto di darci comunque una risposta, anche negativa, ovviamente.
    Non spero che mi risponda…

    Perché questo preambolo ?

    Perché penso che ACG, come “mente” del tifo Genoa, se ha a cuore il Genoa, dovrebbe essere più attivo nel monitorare il processo di vendita della società: ora è il momento di mettere Preziosi davanti alle sue responsabilità e verificare se ha davvero intenzione di vendere il Genoa.

    Ad esempio ACG potrebbe:
    – Effettuare uno scouting (“mirato” e non a caso come per lo sceicco) di imprenditori a livello internazionale che potrebbero essere interessati al Genoa
    – Eventualmente d’accordo con ASSIETTA (e ovviamente con Preziosi) segnalare i candidati alla stessa società advisor
    – Programmare incontri pubblici con Preziosi nei quali chiedere conto dell’avanzamento del p(b)rogetto di vendita
    – Collaborazione con le TV locali

    Cosa ne pensi ?

    Grazie per la Tua preziosa testimonianza di Genoanità
    Degravesells (Muro)

    • Giovanni Porcella ha detto:

      Grazie e benvenuto. Auspico quello che dici tu ma non è facile. A volte penso che Preziosi sia “ostaggio” di qualcuno che inconsapevolmente fa danni

      • Guido Levi ha detto:

        Ti ringrazio Giovanni della Tua risposta; se ho notizie da Dubai (temo negative…ma sarebbe già bello che lo sceicco rispondesse!) Te le posso far avere sulla Tua mail privata ? Ciao! Degravesells

      • Luperto ha detto:

        e se il Genoa avesse già dei “soci occulti” ? Ossia il controllo di alcune big di serie A cui preziosi si è “venduto” e quindi non può vendere il Genoa perchè serve ad aggiustare i bilanci delle varie Inter, Milan ecc. ?

      • Asa ha detto:

        Ma che ostaggio dai su, siamo noi suoi ostaggi da anni.

      • Fabrydt ha detto:

        Ciao Giovanni,
        scusami ma dissento, Preziosi è ostaggio solo della sua dipendenza da plusvalenze che deteriora non certo lui ma solo il Genoa, trovargli delle giustificazioni mi sembra una posizione immotivatamente bonaria.
        Complimenti a Guido per lo slogan FUORI IL MERCANTE DAL TEMPIO, a cui suggerisco il nome di un magnate inglese Jim Ratcliffe Tycoon dell’industria chimica che nel 2018 ha ricevuto un secco no da Abramovich che ha rifiutato una ricchissima offerta per rilevare il Chelsea, lo società di calcio più British d’Italia potrebbe essere una consolazione.
        FORZA VECCHIO BALORDO

        • Guido Levi ha detto:

          Ciao Fabrydt, Ti ringrazio! Farò delle ricerche su questo Jim Ratcliffe; vedo se riesco a spedrgli una lettera messa giuù bene per convincerlo!
          A presto e Forza Genoa

        • Guido Levi ha detto:

          Ciao Fabrydt, incuriosito dalla tua segnalazione su Jim Ratcliffe: è l’uomo più ricco d’Inghilterra (24 miliardi di euro di patrimonio) e potenzialmente sarebbe anche interessante, se ci appigliamo alle ns origini britanniche. Il problema è che recentemente sta cercando di portare nel Principato di Monaco ben 4 miliardi di sterline per evitare di pagare tasse! Ora non credo che gli convenga comprare il Genoa in un paese come il ns che è il più tartassato d’Europa!
          Vedi: https://www.theguardian.com/business/2019/feb/17/brexiter-jim-ratcliffe-uk-richest-man-plans-save-4bn-pounds-tax-monaco-move

          E’ già proprietario del Losanna nella serie B svizzera (dice che ha comprato il Losanna per cominciare ad assaggiare il mondo del calcio) E’ un appassionato di vela (di qui la sua spedizione a Monaco). Purtroppo credo che scrivergli sia un pò tempo perso…

          • Guido Levi ha detto:

            ciao Fabridt e Giovanni, oggi ho mandato via mail una lunga lettera in inglese a Ratcliffe pregandolo di comprare il Genoa, purtroppo oggi ho saputo che starebbe per comprare il Nizza..

  51. Massimo ha detto:

    Ho letto adesso sul sito di primo canale che Lotito vuole Biraschi. Non ci posso credere!!! Spero che non si arrivi a tanto… non possiamo subire pure questo!!!!!

  52. Luca ha detto:

    Ci vuole una campagna di stampa durissima contro Preziosi, basta promesse, basta assunzioni di responsabilità, basta cessioni, basta esoneri inspiegabili di allenatori! Dopo una stagione assurda ho sentito troppo poche voci contro il presidente e soprattutto con poca convinzione da parte della stampa!! Forza, qualcuno ha paura di dire chiaro al presidente che se ne deve andare!!

  53. Paolo ha detto:

    Adesso vediamo chi è questo fantomatico compratore che si sarebbe fatto avanti. Il migliore del dopoguerra s’è riservato di valutare l’offerta e verificare se si tratta di persona seria. Io, finché non viene ufficializzato che è tutto nero su bianco, non ci credo. Troppe volte abbiamo assistito a sceneggiate conclusesi con un nulla di fatto e con il joker che ha continuato a fare il bello e il cattivo tempo. Ora vediamo chi sceglierà come allenatore per il prossimo anno. I nomi che circolano mettono i brividi. Inoltre la squadra è totalmente da rifare e non credo ci siano giocatori validi disposti a venire in un club che ogni anno lotta solo per la salvezza. Il tempo è poco e a luglio si deve partire per il ritiro estivo.
    Una cosa e’ sicura. Se finalmente la società passerà di mano, chiunque subentrerà dovrà non solo avere tanti soldi, ma anche idee molto chiare sui giocatori da acquistare, se no saremo di nuovo punto e a capo.
    Adesso disintossichiamoci da tutto questo schifo che è capitato, ma senza mollare la contestazione, che deve continuare più dura che mai, per fargli capire che per lui non c’è più posto. E anche voi giornalisti dovete fare la vostra parte. Deve sentirsi accerchiato.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEE VIAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  54. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Tanto dira’ che e’ “persona non affidabile” per lasciargli la Societa’ chiunque esso sia …. tanto chi puo’ verificare visto che tutto , al solito, e’ avvolto da fitta nebbia ?
    Riguardo al Mister, girano nomi da incubo …..

  55. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti. Leggo e condivido ciò che ha scritto Guido Levi. Ottima idea. Però…ti chiedo…quali motivi hai per pensare e sperare che personaggi di quel calibro investano nel calcio? Soprattutto in quello Italiano? Ma ancora di più nel Genoa!?…Io sinceramente zero. Credo che oramai se a qualche magnate venisse in mente di investire nel calcio non lo farebbe di certo in Italia. Dove attualmente il calcio è a bassissimo livello. Noi guardiamo in casa nostra, ovviamente, ma a parte la Juve e forse anche li c’è ovunque contestazione. Noi chiamiamo ironicamente Preziosi “IL MIGLIORE DEL DOPOGUERRA…ma purtroppo che possa piacere o no, è la realtà. Quindi, pensiamo se lui è il migliore, o meglio colui che ha ottenuto, e su questo non ci piove, i risultati migliori, pensiamo a ciò che abbiamo avuto nei 60 anni prima di lui. Ho letto di fare un interregno, di dare la società in gestione con un badget …..ma queste cose chi le dovrebbe fare? Il budget chi lo deciderebbe?! E da dove dovrebbe uscire questo budget!? A me questa…sembra fantascienza.

    • Marco ha detto:

      Bruno, belin, ma se negli ultimi anni hanno cambiato proprietà Atalanta, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Fiorentina, Inter, Milan, Roma e tra poco lo farà pure la Samp, con stranieri pronti ad investire dagli States alla Cina, basta con ‘sta storia che nel calcio italiano non investe nessuno!!!
      Società come il Genoa e la Samp, che fatturano circa 50 milioni di euro l’anno, non sono neanche paragonabili a quelle di Berrino, Fossati, Nubechecorre etc che continui a tirare in causa.

    • Guido Levi ha detto:

      Ciao Bruno, se sei soddisfatto dell’operato di Preziosi diciamo anche solo negli ultimi tre anni allora è giusto che non cambiamo…personalmente non ne posso più del suo operato. Mi rendo conto che ben pochi abbiano voglia di investire nel calcio italiano ma se non proviamo a farci vivi noi tifosi con potenziali candidati stai sicuro che lui non farà nulla per vendere il Genoa, perchè a lui conviene troppo continuare a plusvalenziare (per non dire di peggio). Bisogna metterlo alle strette. Bisogna inondare Assietta di richieste di contatto da parte di candidati anche esteri. Hai letto l’articolo di Parodi su Repubblica di oggi in merito al fatto che un candidato avrebbe telefonato ad Assietta chiedendo informazioni e non ottenendo nulla ? Non ti senti preso per i fondelli ?

      Per me comunque non è il miglior presidente del dopoguerra; per me lo è Spinelli. Almeno fino ai quarti di finale di Europa League ci ha portato. Questo qui ha fatto di tutto per non farci nemmeno partcipare….

  56. Asa ha detto:

    Zero abbonamenti.
    Zero pubblico allo stadio.
    Zero supporter nel ritiro estivo.
    Queste sono le nostre armi, tutto sta a vedere se NOI abbiamo le palle per usarle.

  57. albion ha detto:

    Commenti a nastro e tutti nella stessa direzione. In questa maniera si perde il piacere e le aspettative di veder nascere o rinascere una squadra competitiva per la categoria. Io ho la sensazione che vendere la società non si affatto facile, temo che ci siano cose o situazioni mai emerse e di certo torbide che riguardano i conti aziendali. Hai voglia di parlare di trasparenza dei bilanci, certificati e depositati.
    Preoccupa e conferma la mia idea, il fatto che nessuno prenda la parola, ne dirigenti ne tecnico. Tante bocche cucite ad alimentare dubbi.
    un vero peccato.

  58. enrico ha detto:

    io ho scritto ad ali babà non si sa mai

  59. Luperto ha detto:

    perdonami Giovanni..ma il preziosismo è il MALE del Genoa…in trasmissione non si può dar voce a sti provocatori del Genoa Club preziosi…..è come andare al congresso in Israele e far parlare un nazista

    • Fabrydt ha detto:

      Ciao Luperto,
      condivido Il tuo disappunto, il moderatore tuttavia ha deontologicamente il dovere di garantire la pluralità di voci ed opinioni, qualora invitasse solo chi è in contestazione i sodali del presidente potrebbero dire la stessa cosa. L’utente ha per contro il diritto di manifestare il suo apprezzamento o critica usando il telecomando, personalmente le due puntate in cui era presente quel personaggio seppur a malincuore ho semplicemente evitato di guardarle, non ho più voglia di sentire le menzogne di Preziosi figuriamoci quelle argomentate da una pasionaria arrogante sua pari per cultura ed atteggiamenti che pensa di avere la verità in tasca in quanto unta dal signore.

      FORZA VECCHIO BALORDO

      • Luperto ha detto:

        si , ma ci deve essere un momento dove la stampa….anzi la STAMPA (maiuscolo) ha il dovere di fare una cernita ed eliminare di conseguenza le pagliacciate

  60. Paolo ha detto:

    Stanno venendo fuori indiscrezioni sempre più insistenti su un petroliere del sud legato ad un grosso fondo americano. Si parla di un capitale, non si capisce se personale o del fondo, di 13/14 miliardi di dollari. Si parla anche di un preliminare firmato a marzo che prevederebbe una somma a Preziosi ed un’altra alla società.
    Il joker tace. Si dice che è in vacanza per riprendersi dallo stress del campionato (poverino!). Magari fosse tutto vero! Finalmente ci libereremmo di quell’individuo e comincerebbe un nuovo ciclo, basato in primis sulla rifondazione della società.
    Io, finché non c’è tutto nero su bianco e non c’è l’ufficialità, non ci credo.
    Troppe volte abbiamo assistito a balletti di notizie sempre regolarmente smentite.
    Però nell’intervista a Sky dopo l’ultima partita era veramente stravolto. Si vedeva chiaramente la faccia di uno che era appena scampato ad un grave pericolo.
    Magari questo fantomatico preliminare prevede come conditio sine qua non la permanenza del Genoa in A, per cui si capirebbe la sua espressione, quella di uno che se l’è fatta addosso, perché stava per saltargli la cessione della società.
    Ma siamo ancora nel campo delle ipotesi. Non mi stupirei affatto se nei prossimi giorni l’essere immondo tornasse dalla vacanza e smentisse tutto. L’ha già fatto un sacco di volte.
    Quindi per noi non cambia niente. Contestazione durissima e boicottaggio delle entrate provenienti dai tifosi finché non sarà divenuta ufficiale la cessione. Poi vedremo con chi avremo a che fare.
    Fino a quel momento il proprietario e’ lui e non ci sono meriti che tengano. Il suo tempo al Genoa e’ finito e se ne deve andare.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEE VIAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  61. bruno ha detto:

    Buongiorno a tutti… Marco ciò che tiro fuori nn é che il recente passato prima di preziosi… Nn preistoria. Se c è chi parla ancora di scudetti e blasone! Quella si che è preistoria! Le squadre che menzioni che hanno cambiato proprietario nn mi sembra che a parte l Atalanta che da un paio di anni fa bene, abbiano fatto granché. Bologna ascensore fra A e B Brescia idem Cagliari più o meno come noi, fiorentina allo sbando Roma in mano ad un americano ogni anno sempre peggio… Milan nn ne parliamo. Quindi prima di cambiare sarebbe meglio trovare nn un avventuriero ma una persona seria. Ed è qua che inizia l impossibile…

  62. Graziano ha detto:

    credo che la situazione attuale del Genoa CFC sia paragonabile al Titanic con il Comandante Schettinosi (il Prez) che rassicura l’equipaggio (la T.O.) della tenuta dello scafo e della sua inaffondabilità..mentre intanti l’orchestrina diretta dall’ esimio Perinettovsky allieta le orecchie dell’equipaggio continuando a suonare…..
    e intanto lo scafo imbarca acqua in ogni dove…..
    e chi dovrebbe (i media zeneisi in toto…tv e giornali) forse cercare di far capire al Comandante che non c’è più tempo e che bisogna sbaraccare tutto continua invece in piccole romanzine che allo spregiudicato Schettinosi entrano da un orecchio e dall’altro escono….
    Per dirla tutta o si riesce a fare totale terra bruciata (ovvio legalmente) intorno al Pirata o ce lo teniamo fino a che non ci porta al totale affondamento……

  63. Finnrico ha detto:

    Sinceramente la prima cosa che spero Preziosi farà sarà cacciare il mister della Primavera.

    E mi auguro anche che Braglia, grande ex portiere, la smetta di dire stupidaggini sul “gioiello” del settore giovanile rossoblù, che quest’anno ha inanellato una cappella dietro l’altra e se va bene tra qualche anno lo ritroviamo a giocare al massimo nel Bogliasco o nel Ligorna, altro che esordire in prima squadra.

    Delle volte mi chiedo se certa gente ci è o ci fa, se ha degli interessi in gioco o se parla solo per incompetenza.

  64. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Il padrone del vapore e’ riuscito ” almeno” a far retrocedere la Primavera, visto che non ci e’ riuscito con la squadra maggiore ….. altra bella medaglia di cui puo’ vantarsi .

Lascia un commento

PENULTIMI E CON UNA SQUADRA SVALUTATA

Il Genoa con il Milan non meritava di perdere, ma è arrivata la quarta sconfitta su 7 partite con la [&hellip

IL GENOA NON C’E’ PIU’, SERVE UNA SVOLTA

Il Genoa non c’è piu’, per forza ci vuole una svolta e a pagare potrebbe essere Andreazzoli, ma alla fine [&hellip

A Cagliari altro patatrac

Così non va. Il Genoa con la sconfitta di Cagliari si è mangiato i bonus raccolti nelle prime due partite [&hellip

IL GENOA FRENA SUL PIU’ BELLO

Il Genoa frena sul piu’ bello, cioe’ perde in casa con l’Atalanta per 2-1 dopo aver pensato di aver raddrizzato [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio