DRAMMATICO FINALE, MA SERVE LA CONTEMPORANEITA’

12 Mag 2019 by Giovanni Porcella, 101 Commenti »

Contro le scelte sbagliate della società, contro gli imbarazzanti show di altre squadre contro una guerra interna che è stata sottovalutata. Per questo ilo Genoa deve trovare le motivazioni per salvarsi. Poi qualcuno dovrà spiegarci perché ci siamo ridotti a questo punto. Insomma contro tutto e tutti servono tre punti col Cagliari. Non sarà facile perché la squadra non riesce a vincere da tempo e soprattutto per fare un gol occorre rivolgersi ai Santi e forse non basta neppure. Il disastro non è ancora compiuto ma siamo lì. Ma serve la contemporaneita’: alla penultima giornata e’ assurdo che il Genoa giochi il giorno prima dell’Empoli. Tra l’altro lo stesso Andreazzoli tecnico dei toscani è d’accordo di far giocare tutti allo stesso giorno e alla stessa ora. E il discorso da quanto si legge vale anche per la corsa all’Europa. Forza, ora ci vuole cattiveria e qualcosa in piu’ da parte di tutti. Inutile parlare di tattiche di giocatori di dirigenti. Per questa settimana visto l’andazzo occorre un briciolo di unità poi i processi si dovranno fare per un campionato allucinante. Se il Genoa andrà in serie B la colpa sarà solo sua se dovesse salvarsi almeno qualcuno ci rimarrà male. Ma sarebbe sempre una magrissima consolazione.

101 Commenti

  1. Paolo ha detto:

    Giovanni, se noi nn fossimo in questa condizione pietosa, degli show delle altre squadre nn ce ne fregherebbe nulla. Quel qualcuno ha un nome, tu forse nn lo puoi fare ma sappiamo tutti come si chiama. Preziosi perinetti donatelli dovrebbero,se fossero uomini,chiedere scusa per lo scempio che stanno facendo, hanno distrutto un ambiente una tifoseria il club più antico d Italia, e purtroppo non è ancora finita.

  2. Paolo ha detto:

    Visto che quest’anno abbiamo preso goal a gogo dagli ex, l’ultimo regalo ce lo farà Pavoletti. Così il migliore del dopoguerra si renderà conto dei danni che ha fatto al Genoa a forza di svendere i giocatori più bravi.
    Io ormai non ci spero più.
    Che schifo!
    PREZIOSI VATTENE VIAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • luca cambiassi ha detto:

      Pavoletti, dici? E Simeone? Stai sicuro che se per caso arrivassimo a Firenze con ancora qualche speranza, ci penserà il Cholito 🙁

  3. PieroValleregia ha detto:

    salve
    lasciamo stare, per favore, gli altri e pensiamo a noi stessi.
    Se andremo in B la colpa sarà solo di una persona, una persona che, nel corso di questi anni ci ha usato come mucca da mungere per interessi che tutto avevano meno che di progetto e interesse sportivo.
    Una persona che ci ha fatto diventare la barzelletta, calcistica, d’Italia, riuscendo nell’impresa che nessuno, neppure “Nuve che corre”, era riuscito ad ottenere: farci perdere totalmente amore e attaccamento alla squadra, rendendoci asettici e alieni alla passione.
    Lui ci ha trattato come la UE tratta gli stati nazionali, mungendoli e impoverendoli …
    Ci ha ridotti, sportivamente parlando, come la UE ha devastato socialmente la Grecia
    Non voglio fare paragoni, li odio fin dai tempi della scuola, ma bastava che gestisse il Genoa come Percassi gestisce l’Atalanta; avrebbe fatto più soldi e sarebbe ricordato in eterno …
    un saluto
    Piero e famiglia
    ps: spero di non essere censurato

  4. alberto ha detto:

    Spero di no ma Preziosi si meriterebbe la B perchè:
    – è la quarta volta che ci arriva molto vicino in 14 anni;
    – è talmente scarso come presidente che azzecca un giocatore su dieci;
    – non è in grado di delegare ad una struttura di professionisti;
    – si crede bravissimo;
    – le sue parole sono sempre le stesse;
    – dice di aver fatto errori ma non cambia praticamente mai niente;
    – dice di voler vendere ma è solo una presa in giro;
    – non gliene frega niente del Genoa, è solo un affare economico.

    Una provocazione: ma non si potrebbe avviare una trattativa tale da portare il tifo vero domenica in cambio della nomina di un traghettatore con obbligo di cessione entro un anno? La B dicono che costi 70 milioni di euro!

    Quel signorSI del nostro direttore sportivo ha dichiarato che Preziosi è talmente fantasioso come presidente…. ma non è la fantasia che porta buoni risultati è l’organizzazione societaria! Se ci fosse lui sarebbe a non meritare il lauto stipendio da un’altra parte.

    • LUCA ha detto:

      con il paracadute preziosi prende 25 milioni in più vende i più cari e libera i contratti onerosi. riparte da zero e fa le cavalcate…

  5. fabio83 ha detto:

    Show? Giovanni e colpa nostra se siamo in questa situazione , 8 anni fa ci siamo incazzati con milanetto &company che stavano regalando un punto ai doriani… se avessimo messo dentro qualche punto in più i loro show non sarebbero serviti a niente ………
    rendiamoci conto che abbiamo un proprietario che oltre a non essere un bravo imprenditore sportivo e discutibile anche sul piano umano è morale ……….per non dire di peggio……..
    E purtroppo fino ad adesso l’ufficio inchieste se mosso solo per noi nel 2005 ……
    Quindi gli altri saranno anche disonesti e faranno gli show ma purtroppo noi abbiamo un proprietario che in quanto a onestà non è proprio un professore……

    • Giovanni Porcella ha detto:

      E io cosa ho scritto, ma parlo di processo e di cazzate societarie. Poi il finale come sempre è uno show

      • fabio83 ha detto:

        scusa Giovanni ho capito come show strisciati-empoli…
        se per show intendi la nostra situazione d’accordo con te ….
        la cosa che mi preoccupa di più sai quale è Giovanni?
        Che ad oggi non abbiamo un incapace o uno che ha perso l’entusiasmo
        abbiamo come proprietario e lo ripeto un uomo dalle dubbie qualità morali e di onesta , e questo purtroppo non so dove ci porterà ……

  6. Davide Parodi ha detto:

    Gentile Giovanni,

    la sconfitta di sabato certifica, quantunque non ve ne fosse bisogno, la pochezza tecnica della rosa allestita dalla società nel mercato estivo e ancora di più nello scellerato mercato invernale ( di riparazione ? ). Principale colpevole il Presidente Enrico Preziosi. Ma, vista la sua assenza dalla scena genovese, le colpe pendono inevitabilmente sulla testa del Direttore Sportivo Giorgio Perinetti (longa manus del padre padrone dal buen retiro di Desenzano). In qualsiasi altra società, alla luce delle pessime prestazioni sportive fornite dalla squadra, tale dipendente sarebbe già stato prontamente allontanato. Una simile decisione potrebbe rappresentare un segnale di rispetto e distensione nei confronti di una tifoseria già duramente provata.

    Distinti saluti
    Davide Parodi

  7. vittorio bono ha detto:

    ciao giovanni purtroppo penso che il finale sia gia’ scritto non credo che batteremo il cagliari che non e’ ancora matematicamente salvo e firenze be’ quando mai abbiamo fatto punti a firenze mi ricorda solo la retrocessione con spareggio il rigore sbagliato con la roma mi ricorda tanto il rigore sbagliato da pruzzo genoa inter noi siamo scarsi ma non ne gira bene una un risultato favorevole mai mi sembra gia’ un destino scritto cosa ne pensi

    • Giovanni Porcella ha detto:

      No, penso che il Genoa abbia ancora possibilità di salvarsi. In casa bisognerà dare il massimo col Cagliari, poi potrebbe bastare persino un pareggio. Senza illudersi, visto il valore della squadra, ma il destino è ancora nelle mani dei rossoblu’. Se si retrocede le colpe sono della società ma soprattutto se ci sarà contemporaneità nelle partite il Genoa puo’ farcela.

      • Paolo ha detto:

        Ci salveremo solo se Torino e Inter vinceranno contro l’Empoli o se i toscani faranno soltanto un punto.
        Pensare che il Genoa possa vincere col Cagliari e fare punti a Firenze e’ una pia illusione.
        Anche se ci fosse la contemporaneità non cambierebbe niente.
        Questa e’ solo un’accozzaglia di giocatori mediocri indegna di essere chiamata squadra, degna di cotanto proprietario.
        Guardare o non guardare gli altri non cambia l’ordine delle cose. Se andremo in B sarà esclusivamente colpa nostra, meglio, del migliore del dopoguerra che alla fine ha raggiunto il suo scopo: farci retrocedere in B umiliando un intero ambiente.
        Si prenderà il premio retrocessione e ci mollerà al primo che passa.
        Che vergogna e che schifo di uomo!
        PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEE VIAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. Pier Paolo Bottero ha detto:

    La regolarità deI campionato è sicuramente inficiata da queste scelte commerciali. che nulla hanno a che fare con lo sport. Diciamo però un assioma il Genoa è una delle peggiori squadre di questa mediocre serie A poiché tutte le pericolanti hanno un barlume di gioco incisivo e produttivo di reti. Da noi buio pesto e le responsabilità sono ben note. Comunque bando a ciò occorre mettere tutte le energie per vincere la prossima partita senza sperare in altrui aiuti che non arriveranno!
    Saluti a tutti

  9. vittorio bono ha detto:

    volevo anche dire e credo che tu sia d’accordo la contemporaneita’a questo punto e’ un diritto da chiedere a quei furbacchioni della lega che a parole vogliono giustizia e trasparenza ma secondo me sono in malafede perche’ come si fa a far giocare il genoa al sabato empoli a risultato acquisito e partite come chievo-rumente partita inutile alla domenica e poi vorrei anche dire ai tifosi rossoblu’che nel momento del bisogno ci si stringe attorno alla squadra e non la si abbandona per fare sciopero cosa vuoi che alla societa’ freghi l’abbonamento lo avete gia’ pagato fate solo del male al genoa lo capite o no

    • Asa ha detto:

      Le squadre prendono più soldi dalle tv e accettano di non avere la contemporaneità delle partite eccetto l’ultima. Quindi nin lamentiamoci. Tutte le società hanno accettato e sottoscritto questo per avere maggiori introiti.

  10. Roberto Bergamino ha detto:

    Bravo Giovanni, almeno noi dobbiamo crederci con forza fino alla fine e trasferire questa nostra convinzione anche ai giocatori. Io ieri ero a Reggio (sic!), abbiamo cercato di incitarli ma è stata una grossa bastonata: li ho visti uscire a fine partita demoralizzati. Certo che se Prandelli, invece di dire che crede in loro, dice di tifare la samp fa capire che le nostre risorse sono davvero limitate (Ballardini dove sei?????)

    • Pino ha detto:

      Ciao Roberto

      anche io ero a Reggio…

      Giocatori demoralizzati? hai ragione!

      Di chi è la colpa?
      Dei loro “titolari” che, in ogni impresa , organizzazione, gruppo, squadra che si rispetti, dovrebbero motivare i loro dipendenti (ricchi o meno che siano).

      Invece al Genoa hai tre possibilità:
      1- sei un calciatore che fa plusvalenza, per cui motivato (vedi Romero)
      2- sei un calciatore attaccato alla Maglia (Criscito)
      3- sei un calciatore (ed è detto in continuazione dai vari Preziosi, Perinetti, ecc.) che non vuole nessuna altra squadra (tutti gli altri). Anche se salverei Biraschi, non per le lacrime ma per l’impegno che ci mette ad ogni partita.

      La mente delle persone è delicata, lo sappiamo… anche nelle persone che guadagnano tanti soldi (non sono macchine).

      cit. “tutti i calciatori sono liberi di andare, se li chiede un altro club”; “se rimane al Genoa gioca demotivato”; “Ha un contratto? e vabbè ma mica possiamo trattenerlo controvoglia”… ecc. ecc. ecc. ecc.

  11. Luca ha detto:

    Non serve a niente la contemporaneità. Noi dobbiamo fare 6 punti, e siamo salvi. Se non li facciamo giusta la B. Ma Torino ed Inter non possono che vincere… che l’Empoli faccia 6 punti?

  12. Paolo ha detto:

    Partiamo dal presupposto che lungi da me farti incazzare, poi tra persone civili ci puo stare ma finisce tutto come è giusto che sia. Nel momento che scrivi” che qualcuno dovra spiegarci perche ci siamo ridotti a questo punto” per me quel qualcuno è il proprietario ma nn menzionandolo mo è venuto il dubbio che non lo volessi dire o forse è persona diversa da quello che penso io. Detto questo, spero che una volta finita questa agonia, comunque vada, non si faccia finta di niente.

  13. ALBERTO ha detto:

    NON SI PUO GIOCARE IL SERIA a con giocatori come:Zukanocj,LAPADULA,PEREIRA E LERAFLER??? ZUKANOVIC CI HA FATTO PERDERE LA PARTITA CON L’ATALANTA COME
    NON SI POSSONO SBAGLIARE I GOL CHE HA SBAGLIATO LAPADULA CONTRO L’ATALANTA,BRAVO PREZIOSI

  14. Franco ha detto:

    Preziosi voleva mandare via Ballardini a tutti i costi e ci è riuscito !. Nonostante i punti fatti, rischiando anche la B. Come sta’ avvenendo. Non si capisce proprio chi glielo ha fatto fare. Se non la pura antipatia contro il Balla !. Esempio di come le passioni siano molto pericolose. Almeno da quello che si intuisce, avendo letto i media. Mah !. Nel calcio, come nella vita, mai dire mai, ma sembra molto difficile per l’Empoli. Certo che ,anche dopo quest’anno , il Presidente Preziosi dovrà prendere una decisione. O cedere la Societa’, o decidersi a costruire un Genoa all’altezza del suo blasone storico e popolare. In una Citta’ in difficolta per mille motivi, ma che nelle pieghe dei contingenti avvenimenti temporali, non ha mai tradito il suo Superbo retaggio storico. Cordiali Saluti.

  15. Patrizia ha detto:

    Cosa vuoi che a loro interessi la contemporaneità se fanno finta di non vedere partite come quelle delle m…e con Bologna,Parma ed Empoli?

  16. Finnrico ha detto:

    Scusate, ma c’è qualcuno tra i frequentatori di questo blog che pensava veramente che i cugini ci avrebbero dato una mano? Ma se non aspettavano altro!

    Io piuttosto vorrei sapere dove sono quelli che ripetevano “pratica chiusa” quando scrivevo che non avremmo fatto più di 38-39 punti.

    È inutile strapparsi le vesti e prendersela con i giocatori perché abbiamo perso con l’Atalanta: squadra più forte di noi sotto tutti i punti di vista.

    I ragazzi ce l’hanno messa tutta, la colpa è di chi ha pensato che si potesse fare mezzo campionato con una coppia centrale così, senza esterni d’attacco, senza un terzino destro convincente, con molti doppioni e giocatori ai quali bisognava dare il tempo di ambientarsi (Lerager, Sanabria e c.).

    Ora sinceramente la vedo brutta: finirà che chi voleva la botte piena e la moglie ubriaca si troverà la botte vuota e la moglie ben sobria. Chi ha orecchi intenda.

  17. luca 64 ha detto:

    Ciao a Tutti, per me l’unica notizia buona è che vada come vada fra due settimane questa ennesima stagione regalataci dal più grande di sempre sarà finita. Come si è arrivati a questi punti lo sappiamo tutti purtroppo e quindi questa levata di scudi verso i cosiddetti cugini (non li considero tali)per la partita di oggi,anche se comprensibile mi sembra fuori luogo. Siamo dove siamo perché fino a ora nel girone di ritorno abbiamo fatto 16 punti e fatto 14 gol. Partite come quella di oggi a Marassi altre volte le abbiamo avute a nostro favore (col Palermo con Brichetto in porta, con il Toro due anni fa, con il Cagliari sul neutro di Brescia) La contemporaneità delle partite sarebbe la cosa più giusta però sappiamo tutti che le cose giuste non sono viste di buon occhio. Speriamo L’Empoli perda entrambe le partite mancanti. Forza Genoa Sempre

  18. robertogrifo ha detto:

    L’ unico responsabile della situazione creatasi è il proprietario del Genoa con le sue scelte scellerate, irresponsabili e irrispettose. Comunque anch’io credo ancora nella salvezza, certo occorrerà battere il cagliari, impresa non impossibile ma quando è obbligatorio vincere, tutto si complica. Con il successo si andrebbe a quatto punti sull’Empoli che quindi sarebbe obbligato a farne cinque, con due giornate a disposizione significherebbe vincerle entrambe e gli avversari sono Torino e Inter entrambi ancora in corsa per un piazzamento in Europa. Per quanto riguarda la partita odierna dell’Empoli credo che il problema sia la mancanza di cultura calcistica. Quando in Italia una squadra priva di motivazioni incontra una squadra motivata, quest ‘ultima generalmente vince, questo in Italia è la prassi, all’ estero generalmente si gioca sempre per vincere per onorare la maglia e quindi i propri tifosi. Nonostante tutto siamo ancora padroni del nostro destino, poi quando tutto sarà finito qualcuno ci dovrà delle spiegazioni per lo scempio di quest ‘anno, anno partito in maniera positiva con un allenatore ben visto dalla piazza e un bomber vero, e poi…….

  19. Davide Parodi ha detto:

    Mi sia concessa una piccola chiosa sullo show di oggi a Marassi. Nessuno può imputare alla squadra Sampdoria di non essersi impegnata a pieno nella partita contro l’ Empoli. Anzi fino a prova contraria è stata una partita vera e combattuta e chi sostiene il contrario rischia una denuncia. È invece certa e documentata la pessima figura e caduta di stile dei tifosi Doriani che hanno esultato ai gol della squadra avversaria. Uno spettacolo triste e penoso mai visto su un campo di calcio. Questo certifica la bassezza di una tifoseria mascherata solo dalla grandezza dei presidenti che si sono alternati al timone della Sampdoria.

    Davide

    • Fabius ha detto:

      Scusa se mi intrometto.
      Premetto sono sampdoriano.
      Quando definisci”Uno spettacolo triste e penoso mai visto su un campo di calcio.” il fatto che qualcuno(tanti?pochi?la maggior parte dello stadio? non so,non ero allo stadio)abbia esultato ai gol dell Empoli io lo paragono, alla pari, agli “spettacoli” dei funerali (e le ciucche) che ci avete dedicato per le strade dopo le nostre retrocessioni.
      Se il Vs è un gesto goliardico lo è tanto quanto al Ns, secondo me!
      Detto questo negli ultimi turni di campionato le squadre che hanno delle motivazioni stanno facendo risultati, le altre sparring partner. Ti invito a farci caso!
      Con rispetto ed educazione ti saluto.
      Grazie Giovanni per lo spazio che, spero, mi vorrai concedere.
      Saluti
      Fabius

      • PieroValleregia ha detto:

        salve
        sono, in gran parte, d’accordo con lei però tengo a far notare che l’anno che retrocedeste il Genoa (come voi adesso) non lottava per nulla: nè per le coppe e neppure per la retrocessione però battè tutte le vostre dirette concorrenti (Brescia, Lecce, Bari, Cesena, ecc) a suon di reti e di prestazioni se non esaltanti, quanto meno divertenti e, come scordarlo, nel famoso derby, tutti tirarono il freno a mano dopo il pareggio (con il ginocchio) di Pozzi; probabilmente nè Ballardini e nè Boselli lo sapevano …
        Comunque ribadisco che la colpa di questa situazione è solo di preziosi e di nessun altro …
        un saluto
        Piero e famiglia

        • Fabius ha detto:

          Buongiorno Piero
          assolutamente tutto vero quello che dice:in quella retrocessione il Genoa fece ampliamente il suo dovere regolando tutte le ns concorrenti di allora.Innegabile!
          Quello che mi sento di dire è che sicuramente avevate una squadra che ci teneva comunque a fare bene a prescindere dalla classifica propria e di riflesso la nostra. Una sorta di amor proprio che, ahimè, in questo momento la Samp non ha. Gente appagata, che ha fatto il compitino(una salvezza anticipata-bilancio docet!) e aggiungo che il casino legato al vendo/non vendo di Ferrero, il Mister che sembra non aver più piacere a stare a Genova faccia si che le prestazioni siano impresentabili.
          Saluti
          Fabius

      • Davide Parodi ha detto:

        Gentile Fabius,

        Mi sono permesso di definire uno spettacolo triste e penoso l’atto dell’ esultanza sugli spalti ai gol della squadra avversaria. È un ‘ ossimoro ‘ che nulla concilia né con il senso di sportività che dovrebbe essere alla base della passione di ogni tifoso né con il senso di lealtà verso la propria maglia. Per quanto riguarda manifestazioni quali funerali per le strade della città, io personalmente le ritengo, sempre entro i confini delle buone maniere e del contegno e pertanto bandendo gesti di maleducazione ed insulti, atti di goliardia. A Firenze le chiamerebbe bischerate e sarebbero anche apprezzate. Forse a Genova il carattere serioso e operaio della nostra popolazione mal si concilia con queste sciocchezze che come tali devono essere considerate. I problemi veri della vita sono certamente altri e sicuramente non ci sarà mai nessun calciatore ( maglia rossoblú o blucerchiata che sia) pronto ad aiutarci per risolverli.
        Infine per quanto concerne la questione campionato, per me hai assolutamente ragione. Tutte e 20 le squadre si stanno impegnando a condurre in porto questa stagione sportiva con eguale serietà. Se poi le motivazioni sono diverse non se ne può fare certo un processo, per fortuna. Quelli lasciamoli ai tribunali che lavorano in presenza di prove certe ( e forse qualcuno a Desenzano o Cogliate che sia, sembra essersene CLAMOROSAMENTE dimenticato ).
        Con la massima stima, cari saluti e buon finale di campionato.

        Davide

    • Asa ha detto:

      Secondo me è naturale e ovvio che i doriani godano a mandarci in B. Lo avremmo fatto anche noi. Mi stupisce chi si stupisce. Detto ciò la colpa di questa situazione e dell’eventuale serie B è solo della società dei calciatori grammi e dellcallenatore senza grinta che ci riyroviamo.

      • Sergio ha detto:

        Non so, personalmente se i doriani andassero in B io non sarei così contento. A me piace vincere contro di loro, piace(rebbe) arrivare davanti in classifica, piace(rebbe) avere una società solida e concreta alle spalle. Perdere però un qualcosa che comunque per Genova è un valore aggiunto (anche se di altri) non è che mi faccia esultare. Per me ben venga il comportamento Dignitoso che abbiamo tenuto l’anno in cui sono retrocessi, battendo tutte le loro rivali. Questo mi fa sentire anche meglio, mi fa sentire più Sportivo.
        Detto questo ora siamo nei guai noi e devo aggiungere che, altrettanto sportivamente, del loro risultato con l’Empoli non me ne importava più di tanto perché l’Empoli è giusto che faccia i propri interessi. Siamo noi che, dovendo fare i nostri, dovremmo essere più concentrati, più determinati, più forti.
        E non siamo così scarsi, anche se ci manca un attaccante uno.
        Possiamo farcela, dipende solo da noi.

  20. Asa ha detto:

    Facciamo schifo anzi più schifo. Non abbiamo nulla ne gioco ne palle ne calciatori da A eccetto romero lo juventino e Pandev il nonno che è meglio di tutti gli altri. Non abbiamo società dirigenti presidente nulla di nulla. Siamo allo sbando e non sappiamo dove finiremo se sarà B ce la meritiamo tutta a livello sportivo e la merita questa società fantasma. Credo che con il Cagliari perderemo come perderemo a Firenze. Possiamo solo sperare che l’Empoli faccia solo un punto in 2 partite.
    E qualcuno ancora é contro la contestazione….

  21. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti…nn ho niente da eccepire contro la tifoseria blucerchiata… È giusto che siano felici per la situazione è giusto che godano alla faccia nostra. D’altronde il bello delle 2 squadre è questo. Menaggio è sfottò. Trovo scandaloso invece l atteggiamento di squadra e società. Scandaloso l atteggiamento durante la partita con l Empoli da parte di professionisti pagati profumatamente. E poi parlano di stile Samp… L anno che loro sono retrocessi il Genoa ha avuto, rispetto a loro un comportamento molto più serio ed onesto, battendo tutte le squadre che come loro lottavano x la retrocessione. Per quanto riguarda noi, squadra e società purtroppo mi devo associare alla maggioranza. Oramai ci vuole un cambiamento… Impossibile andare avanti così. L unica cosa che voglio dire a Paolo, con tutto il rispetto reciproco in questi anni di chiacchierate di Genoa …. Nn hanno distrutto un ambiente, una tifoseria o il club più antico di Italia… Bensì ci sta riportando dove ha raccolto le nostre macerie. Preziosi quando ci ha comprato nn ha acquistato un club in salute… Ma un club fallito.

    • Paolo ha detto:

      Meglio tardi che mai. Sono felice che anche tu, caro Bruno, ti sia finalmente convinto della necessità di cambiare. Ma va cambiato tutto, dal proprietario all’allenatore, ai giocatori. I tifosi restano e resteranno sempre. Su di noi il joker non ha potere.
      Quanto alle macerie concordo con Te. Siamo tornati ai tempi di nube che corre.
      Scusa, ma non ho la forza di scrivere altro. Provo solo tanta tristezza ed una vergogna enorme per come siamo stati ridotti ad essere gli zimbelli di tutta Italia.
      Un caro saluto a te e a tutti i Fratelli Genoani.

    • Sergio ha detto:

      Vero!
      Eravamo falliti.
      Ma tornare al punto di partenza che differenza fa?

      Quello che mi chiedo è perché mai in centotrent’anni quasi, nessuno serio e affidabile si sia mai degnato di interessarsi al Genoa.

      Neanche quando la Città era certamente più dinamica e interessante.

  22. Carletto ha detto:

    Il losco figuro non mi è andato a genio fin dal suo arrivo 15 anni e passa fa; d’accordo, non amo i superricchi, ma lui in particolare.

    Ok che ci ha salvato dal fallimento, ma ci ha pensato l’anno dopo a gettarci nella vergogna con la vicenda della valigetta. Una macchia che resterà nella storia del Genoa.
    Poi la serie A, con mosse alquanto discutibili, di continuo, fino a cacciare Gasperini per ben due volte, la seconda in modo proprio indegno. Ed è lì che io ho detto Basta.
    Perché uno nella vita può anche sbagliare, può anche commettere errori molto grandi. Ma quando agisce in modo non coerente lo si capisce e non ci si può illudere che un soggetto simile possa cambiare. Se ne deve andare. Perché non avrebbe mai e poi mai dovuto venire qui.
    Preferisco Nube che corre e ho detto tutto.😔

  23. alberto ha detto:

    scusate ma se la matematica non è un’opinione se domenica si vince e l’empoli pareggia i giochi non sono fatti ? il torino si gioca l’europa

  24. Grifone Ovunque ha detto:

    A forza di pensare a quanti punti non può fare l’empoli si retrocede.
    Comunque a me più che sapere se faremo la B o la A l’anno prossimo mi interessa sapere se c’è un acquirente all’orizzonte che ci faccia riconquistare la nostra dignità sportiva.
    Finché saremo in mano a quel diversamente alfabetizzato per quanto mi riguarda fare la A la B o l’eccellenza è uguale.

  25. Emanuele Cipriani ha detto:

    Buonasera Giovanni,

    D’accordo su tutto, siamo solo noi i responsabili della situazione di classifica nella quale ci troviamo. Quindi premetto, senza cercare scuse, ma lo stesso non posso non indignarmi dello spettacolo offerto oggi a Marassi. Gol empolesi ridicoli, una vera farsa. Sul primo il difensore multicolor “sviene” ed inciampa da solo, lasciando l’attaccante libero di crossare indisturbato verso gli altrettanto liberi colleghi in area, con difensori versione belle statuine. Il fallo che ha assegnato il rigore se possibile ancora più grottesco. Un goffo intervento versione foca dell’acquario totalmente inspiegabile se non per voler provocare il rigore stesso. Una farsa totale è la mia opinione, curioso di leggere opinioni altrui.

    Come dice lei speriamo di salvarci contro tutto e tutti e poi si faranno i conti alla fine.

    Forza vecchio cuore rossoblu sempre

  26. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Quell’ essere che e’ padrone della Societa’ ha voluto commentare a suo modo il risultato dell’ Empoli con un aggettivo che invece e’ l’ emblema di tutta la sua storia ( quella che si conosce ….. ) a Genova : una buffonata .
    Ridicolo .

  27. francesco ha detto:

    buongiorno a tutti, ennesimo week-end infernale.
    Ma ormai ci siamo: il prossimo sarà l’ultimo perché i giochi si compiranno.
    Domanda: questa squadra di derelitti debosciati sarà in grado di battere il Cagliari? Perché il nodo secondo me sta tutto qua. E non é scritto da nessuna parte che il Cagliari si scanserà come fatto da altri. Se da un lato la matematica ci concede ancora una chance, per quello che abbiamo visto dall’esonero dello Zio in avanti, é un qualcosa che non merita altro che la retrocessione. Proprietario, Direttore Generale, Direttore Sportivo, Allenatore e Giocatori, tutti meritate di retrocedere. Siete riusciti a spaccare qualunque cosa, anche i tifosi. Viviamo un senso di nausea a vedere dove avete fatto precipitare la nostra squadra amata oltre ogni affetto personale. Vergognatevi tutti. E poi vorreste avere lo stadio che vi sostenga? La fiducia va guadagnata e voi i primi ad aver tradito la nostra.
    Se per veder cambiare le cose si dovrà pagare il prezzo della retrocessione, che retrocessione sia.
    un cordiale saluto

  28. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    al di là della partita in infradito giocata dalla Samp, bisogna riconoscere che l’Empoli gioca meglio di noi se retrocederemo cosa ahimè molto probabile a questo punto, sarà solo colpa della dirigenza in primis della rosa mediocre e del tecnico assolutamente inadatto alla pugna. Il Cagliari che esprime anch’esso un gioco migliore del nostro verrà qui e centrerà sicuramente uno dei due risultati utili, potendo contare sull’assenza di Romero l’unico che attualmente prova a cantare e portare la croce, e di Pandev perché il nostro luminare della scienza lo tiene in panca fino a che la situazione non è compromessa. In più ci sarà uno stadio avvizzito come la squadra che non spingerà come è capace di fare.
    La gestione scellerata di un presidente che esonera un tecnico che viaggiava con una media da decimo posto, che vende (come la Samp cedette Cassano e Pazzini) Piatek, che pensa che Radovanovic possa essere la panacea per sistemare il centrocampo un allenatore disorientato e disorientante che lo ha schierato al pari di Pereira giocando di fatto 6/7 partite in inferiorità numerica, il non scendere in campo con Chievo e Frosinone perché tanto la salvezza era praticamente acquisita, il riproporre un giocatore privo di cervello e con scarsi mezzi come Lapadula, non vedo quale epilogo possa avere se non quello di scendere di categoria, su di noi stessi non possiamo purtroppo fare affidamento, se ci salveremo sarà solo per la voglia di Europa del Torino che non potrà lasciare punti ad Empoli se vorrà centrare l’obiettivo, e dell’Inter qualora il suo terzo posto fosse ancora sotto la minaccia del Gasp all’ultima giornata. Credo che l’unico modo per salvarsi sia che l’Empoli non faccia più di un punto, perché il Genoa è in avvitamento su se stesso. Se andare in B servirà almeno a convincere il faccendiere ad incassare il paracadute e darsi alla macchia, potremo dare un senso alla nostra sofferenza in caso contrario sia che si sia in A o si sia scesi in B la contestazione dovrà necessariamente salire di tono (rimanendo civile naturalmente) ma liberare gli spalti in favore di altri tifosi che ancora inneggiano pro Joker (perché inspiegabilmente ancora ci sono) non può essere sufficiente. In ogni caso a dispetto di ogni cosa sempre e comunque…..

    FORZA VECCHIO BALORDO

  29. albion ha detto:

    i risultati degli ultimi turni sono sempre piuttosto strani o perlomeno non sempre frutto della classifica. Mi sembra che il risultato conseguito ieri dall’Empoli sia la conferma di questo. Non sono adirato per quanto avvenuto in campo in qualità di tifoso del genoa, ma per la mancata professionalità dimostrata dalla squadra avversaria. Non aggiungo altro. Purtroppo però per salvarsi il grifone dovrà dipendere dagli altri perché ho come l’impressione che faremo in 2 gare pochi punti. Il Genoa mentalmente non ne può più. Mi spiace dirlo ma è così. Grazie a tutti, tifosi fuori lo stadio compresi.

  30. Guido Tonna ha detto:

    Colpa di Preziosi e della sua nota disonestà. Colpa anche
    dei tifosi,e del loro pessimismo e disfattismo assurdo. Colpaccio dei giornalisti e degli opinionisti (???) che. danno valutazioni dei giocatori assolutamente senza senso. colpa anche della Samp, che , quando il Genoa e’in difficoltà, stranamente perde sempre coi rivali dei
    rossoblù ( ricordate come fecero segnare Ilicic quando giocava nel Palermo? Gli aprirono un’autostrada)

  31. Pino ha detto:

    Buongiorno

    basta guardare:
    La Liga spagnola… la scorsa giornata hanno giocato tutti contemporaneamente.
    La prossima, tutte le squadre che hanno lo stesso obiettivo giocano contemporaneamente.

    La Bundesliga:
    Tutti contemporaneamente

    Premier League:
    Hanno giocato tutti contemporaneamente

    Ligue1:
    Le ultime due partite contemporaneamente

    Per cui non capisco come mai dovrebbe essere una richiesta dei tifosi e non una seria organizzazione della Lega

  32. PREVIATI STEFANO ha detto:

    La contemporaneita’ va chiesta ad inizio campionato, non alla fine quando ci si trova impelagati nella melma …… o no ? Ci fossero persone serie a capo della societa’ …invece.

  33. Angelo Poggio ha detto:

    Sostenere che Giovanni Porcella “non” può fare certi nomi, è colpirlo nella sua indiscussa professionalità. E’ semmai l’unico che si è sempre esposto in prima persona prendendosi anche degli insulti da preziosi. Forse chi Giovanni viene scambiato con qualche suo collega di altra emittente (TN) che, di tanto in tanto, sale in macchina e va a intervistare il presidente in quel di Cogliate e, peggio, ci ripropone l’intervista che altro non è che una miscellanea di cazzate, menzogne, false promesse e grandi prese per il culo. Detto ciò a puro sfogo personale in quanto Porcella non ha certo bisogno di essere difeso perché lo sa fare benissimo da solo, parliamo del Genoa. Non mi frega nulla del doria che passeggia con l’Empoli, perché sulla anti-sportività di quella squadra non ho mai avuto dubbi. Dirò di più, non mi interessa neppure giocare in contemporanea perché il Genoa non merita niente. Se si retrocede non è certo perché giochiamo di sabato col Cagliari. Sappiamo anche che, molto probabilmente, il buon Pavoletti ci farà il gol dell’ex. Preziosi ha portato il Genoa allo sfascio, ha diviso la tifoseria, ha fatto disamorare anche i più accaniti sostenitori. Ho sempre sostenuto che un’ “era” preziosi non è MAI esistita. E’ esistita l’ERA GASPERINI e senza di lui è sempre stata notte fonda. Non sono un grande estimatore di Ballardini, ma preziosi, sapendo che aveva il tifo dalla sua parte, lo ha ripetutamente cacciato offendendolo (scarso). Durante un allenamento della settimana scorsa si è presentato al Signorini Pippo Inzaghi. Ma a che gioco giochiamo? Perinetti, Zarbano e tutta la società Genoa pensa che migliaia di persone siano idiote? Se sarà serie B, sarà una catastrofe, ma se volesse dire che preziosi cede la squadra, ben vengano le catastrofi!

  34. enrico ha detto:

    Come già detto settimana scorsa al Genoa mancano 3 punti per salvarsi … dubito fortemente che l’Empoli riesca nell’impresa tra Torino ed Inter di farne più di 4. Tutto però dipenderà anche dalla finale di coppa di mercoledi (follia pura organizzarla a campionato ancora in essere , unica nazione in Europa…forza Atalanta altrimenti il Toro non finirà mai sesto in classifica e domenica andrà ad Empoli in gita) e di Napoli-Inter di domenica sera che non deve vedere i nerazzurri vincere per costringerli ad almeno un punto all’ultima.

    Aspetto comunque che la società , arrivati a questo punto di non ritorno , si desti dal torpore e prima di tutto chieda contemporaneità delle partite di Udine/Empoli/Genova e Parma.. e che per sabato faccia prezzi stracciati per lo stadio ( 5 euro gradinate , 10 distinti , 20 tribuna)…

  35. Michele76 ha detto:

    Scusa GIovanni ma quali sarebbero gli “imbarazzanti show di altre squadre” ?
    Ti riferisci ai ciclisti?
    Quelli sono scarsi…meno di noi, ma comunque scarsi.
    Questo mettere la pulce nell’orecchio non ti fa onore.

  36. Francy ha detto:

    Io sinceramente non pensavo la facessero così sporca: Empoli 2 gol e però 1 gol di Quagliarella….c’è da dire che loro ci ricorderanno per tutta la vita 2 cose: il gol di Boselli e le scritte “grazie rumente” quando effettivamente il loro risultato ci avvantaggiò. Prepariamoci al peggio sul campo (B) e su strada (menaggio all’ennesima potenza:(

    • Michele76 ha detto:

      Oh mamma mia cosa devo leggere.
      Guardiamo in casa nostra non in casa di altri.
      Ahimè loro ricorderanno anche uno scudetto e tante volte davanti a noi oltre che a quel che è successo a Empoli o Boselli.
      Guardiamo in casa nostra…dobbiamo fare punti!!

  37. elio ha detto:

    E’ vero nonostante tutto siamo ancora padroni del nostro destino. Purtroppo, però, alla pochezza tecnica sin qui dimostrata dalla squadra si aggiunge, ed è la cosa più preoccupante, una assoluta mancanza di attributi e di cattiveria agonistica che il prossimo sabato, sin dalla passerella degli spogliatoi dovrebbe far percepire agli avversari di turno (il Cagliari) ed a prescindere dal loro destino, che non ci saranno prigionieri in quella partita. Il secondo tempo di Reggio Emilia giocato senza spina dorsale e nonostante il doppio svantaggio che doveva autorizzare, perso per perso, almeno altro spirito è lì a dimostrarlo impietosamente. Così come un capitano, veterano di numerose partite internazionali a livello di nazionale e di Champions, che primo rigorista in quel momento non si assume il compito di battere (sicuramente meglio dello straccio bagnato partorito dal piede di Sanabria) un rigore decisivo al posto di un giocatore appena entrato in campo e quindi ancora “freddo” dal punto di vista atletico e mentale non lascia molto spazio ad un inversione di tendenza al riguardo. Non so se a questo punto sia necessario interrompere lo sciopero del tifo, ognuno farà come vuole e come gli suggerisce la propria coscienza sportiva ed emotiva. Per parte mia io condivido in pieno la contestazione in essere, perchè non si può sempre rinviare a campionato finito una protesta più che sacrosanta e che dovrebbe essere estesa anche ad altri aspetti – come quello della concessione dello stadio – nei confronti di un Presidente che qui ha ormai finito il suo tempo. Un Presidente che oggi definisce una “buffonata” la partita di ieri dei cugini, dimenticando però di essersi messo da solo nella condizione di dover dipendere dal risultato sportivo di altri. Un Presidente che dovrebbe riferire tale aggettivo a sè stesso, per il modo in cui da anni conduce l’impresa sportiva Genoa – lui che si vanta di essere alla guida della quinta azienda in Europa – che lo squalifica certamente colme dirigente sportivo di una squadra che all’inizio di ogni stagione compete con altre imprese per un risultato sportivo (al pari di come si confronta con le altre aziende commerciali che operano nel settore dei giocattoli per il migliore risultato economico) al quale però volontariamente rinuncia in nome del dio Plusvalenza. Io, però, giovane di 18 anni, ero in gradinata quando Pruzzo sbagliò il rigore contro l’Inter, quando Bordon, di fronte al gesto più che eloquente che gli indirizzò Damiani dopo la parata, fece capire che glielo aveva tirato in bocca e che non poteva quindi scansarsi. C’ero (solo con lo spirito purtroppo) incollato alla radiolina ad esultare al pareggio di Faccenda nella partita con il Napoli che decretava di fatto la retrocessione del Milan. Così come, nel diluvio di quel giorno, ero a Firenze il giorno del tragico spareggio contro il Padova. Così come ero sugli spalti gremiti di pubblico contro il Siena quando la C sembrava ad un passo e la notizia di Preziosi prossimo presidente aveva ormai fatto il giro della tifoseria. Era l’anno dei numerosi ricorsi al TAR inaugurati dal Presidente del Catania Massimino che ci riconsegnarono la serie B. Così come ero allo stadio anche per la partita con il Venezia e come pure, anticipando il rientro dalle mie vacanze di un giorno, all’esordio nel campionato di serie C a Ravenna con tutto quello che successe dopo la fine dell’incontro e che circolava tra i tifosi già sulla strada del ritorno verso Genova. C’ero perchè sono un Genoano malato di Genoa e perchè ritenevo giusto esserci per ricevere insieme alla squadra quello che il destino sportivo ci aveva riservato, dopo però aver anche io compiuto il mio dovere sugli spalti per scongiurarlo. So di fare un’affermazione impopolare ma penso che, nel caso di una malaugurata retrocessione, anche io sarò retrocesso insieme alla squadra, diventerò un tifoso di serie B. Ed allora per parte mia devo fare tutto quanto è in mio potere per evitare questo destino e devo esserci sabato ripeto per bere, se sarà così, anche io sino in fondo questo calice amaro. Così invito tutti quelli che hanno a cuore la maglia, l’appartenenza a questa grande tifoseria (quando unita) ad esserci, a fare la loro parte a scongiurare il rischio di diventare tifosi di serie B. Una città che non riesce ad esprimere un imprenditore facoltoso e tifoso che possa garantire risultati sportivi migliori e diversi da quelli che stiamo vedendo da anni merita la serie B e merita tifosi di serie B, se serie B sarà. Ma anche lui, l’imprenditore Genovese e Genoano ignavo, come me sarà un tifoso di serie B, magari però un pò più colpevole di me che non dispongo di risorse finanziare per acquistare il Genoa. Sabato prossimo facciamo sentire uniti la nostra voce anche per non dare alibi a nessuno. Scusate la prolissità.
    Elio

  38. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    Radovanovic dice che con il cagliari non è l’ultima spiaggia?Certo,la sua ultima spiaggia sarà ai caraibi.La verità è che il falso non ne ha più voglia e ci fa andare in b così se ne va lasciandoci nella m…Ho sentito che i tesserati vogliono fare la tessera per il prossimo anno per non perdere la prelazione.Grande pagliacciata.Nessuno deve fare più l’abbonamento.

  39. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    e ora criscito cosa dirà?Per quel rigore andremo in b e non dobbiamo incazzarci?Deve stare solo zitto.

  40. francesco ha detto:

    buongiorno Giovanni, leggo adesso l’appello di Sidio Corradi.
    Da queste cose si vede se uno é campione dentro oppure una pippa!!!
    Lo leggessero anche i calciatori per rendersi conto di cosa é il GENOA!
    Ho idea che qualcuno abbia la mente offuscata.
    grazie
    un cordiale saluto

  41. Guido ha detto:

    Ho letto il commento del presidente preziosi circa la partita dei ciclisti…..
    Ma ha ancora il coraggio di parlare? Ma non prova un minimo di vergogna? Mi fa ribrezzo….. ma da che parte è girato? Noi ci dobbiamo salvare, non fare casino le prossime due partite, e poi disertare campagna abbonamenti e vacanze in ritiro in Austria o dove cavolo andranno….

  42. Maino ha detto:

    Il campionato è uno show pietoso non solo le ultime giornate.Prima che la contemporaneità ci vorrebbero l’onestà ed una Procura della Repubblica. Al giorno d’oggi rimangono la fede calcistica ed i ricordi propri o tramandati da padri e nonni di tempi che furono.
    Il range di errore dei calciatori professionisti che bazzicano la Serie A è tale per cui toroppe volte è difficile inquadrarvi certe topiche da terza categoria.Sbagli che si vedono già in autunno.Si fa un pò troppo presto a dimenticarsi della banda dei bosniaci o di figuri come tale Wilson Raj Perumal.Per chi non conoscesse quest’ultimo affidarsi ad una buona ricerca su Google.
    Termino sottolineando tutta la ia compassione per chi si è avuto il coraggio più volte di mettere nella stessa frase con Omar Gabriel Batistuta.Do ut des???
    Cmq sono serenissimo.Ci salveremo perchè già da tempo a mio avviso l’Empoli è la terza retrocessa.Non mi aspetto però un Genoa vincente in carrozza con il Cagliari.

  43. LAURA1962 ha detto:

    Buon pomeriggio a tutti.
    Situazione sportivamente drammatica, non voglio nemmeno pensare di finire in serie B, finche’ ci sara’ l’ultimo barlume di speranza io ci credero’.
    Purtroppo temo che non ci creda piu’ la squadra che, nonostante alcune prestazioni discrete, al momento di concretizzare non si e’ mai fatta trovare pronta, non direi per mancanza di impegno quanto piuttosto per mancanza di carattere, di gioco e per indubbi limiti tecnici.
    Certo il balletto in panchina ha contribuito al disastro unitamente alla pessima gestione societaria. Si credevano gia’ salvi a gennaio, dopo la svendita di Piatek hanno detto “qualcosa ci inventeremo”. Che tristezza…..
    Per quanto riguarda la partita giocata ieri a Genova, non mi interessa se si siano scansati o meno, in un calcio sano non si dovrebbe nemmeno dubitare ma questo calcio sano non e’.
    Personalmente penso che abbiano giocato solo un tempo come successo in quasi tutte le loro ultime prestazioni. Ci sta che godano della nostra situazione, questo non mi meraviglia perche’ al contrario sarebbe la stessa cosa.
    E trovo che questo sia assolutamente normale, la rivalita’ ci sta finche’ rimane come di solito a Genova, nei giusti limiti.
    Se ci salveremo nessuno, come al solito, ci avra’ regalato nulla. E io sono contenta cosi, ci mancava anche di dover ringraziare …….
    SEMPRE FORZA GENOA e saluti rossoblù a tutti.

    • PREVIATI STEFANO ha detto:

      Evitiamo ipocrisie, a parti invertite sarebbe stata la stessa cosa ….. se si vuole essere onesti.
      Piuttosto chi se lo marca il solito ex pronto a timbrare, in questo caso Pavoletti, visto che l’ unico difensore buono se ne va in squalifica ?

      • Asa ha detto:

        Qua hai perfettamente ragione. Io dico che perdiamo con cagliari e fiorentina. Possiamo solo sperare che l Empoli faccia piu schifo come noi.

      • bruno m ha detto:

        Non è proprio cosi’. Quando la Sampdoria è retrocessa In B noi abbiamo battuto tutte le concorrenti che aveva. Si vada a rivedere i risultati

  44. Carlo ha detto:

    la parabola discendente è tutta “preziosiana”…se lo merita e bisogna che se ne vada…ma son parole al vento perchè ci vuole l’aiuto anche degli organi di informazione…Campagna CONTRO subito!!!!

  45. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    Non diamo alibi a nessuno.Stadio stracolmo all’inverosimile.Tifo indiavolato.Quei brocchi devono sentirsi sulla coscenza la retrocessione (speriamo di no).Piuttosto Giovanni,chi dovrebbe chiedere la simultaneità ?

  46. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti… Scusa Fabrydt ma che l Empoli sia più forte di noi o sarebbe meglio dire meno scarso nn sono d’accordo… Il Genoa visto col Napoli la Roma l Atalanta nn mi è dispiaciuto affatto… Anzi io sono convinto che questa squadra così come è ma con un pavoletti o un cutrone sarebbe tranquillamente a metà classifica. L Empoli le ultime partite le ha giocate contro squadre già in vacanza e perché no anche in malafede…

    • Fabrizio Di Tore ha detto:

      Ciao Bruno,
      il calcio è bello perché ognuno ci vede quello che vuole, io quando guardo Empoli vedo una squadra che ha un gioco ed una propria identità, con una rosa mediocre certo altrimenti no sarebbe lì, quando vedo il Genoa vedo una squadra raffazzonata che se va in svantaggio si scioglie per la maggior parte delle volte, senza uno schema di gioco talvolta con Pereira e Lapadula in campo, che all’Empoli sarebbero in tribuna.
      Abbiamo avuto qualche momento sporadico di efficacia con Lazio Atalanta e Juve, una discreta tenuta con Roma e Napoli…. e poi? Chievo, Frosinone, Bologna avversari alla ns. portata hanno giocato contro nessuno…. ecco l’Empoli anche quando perde se la gioca noi a volte rimaniamo negli spogliatoi, per questo pur augurandomi il contrario credo che per quanto espresso l’Empoli meriterebbe più di noi, possiamo solo ringraziare Corsi che ha pensato di inframmezzare con Iachini Andreazzoli altrimenti ci guarderebbero già dall’alto in basso.

      Un caro saluto

  47. Paolo ha detto:

    Andatevi a leggere la nota sul sito del Genoa “grido fuori gli artigli diritti alla meta” secondo me un ennesima presa per i fondelli nei confronti di tutti i tifosi. Parlano di bene comune, di patrimonio di storia, di passione, di ideali. Adesso che siamo nella merda, pero quando il faccendiere faceva e disfava a suo piacimento allora gli ideali non esistevano….dovrebbero vergognarsi. Un tifoso con intelligenza media dovrebbe capire le porcate che stanno facendo e cosa bisogna fare per il bene del Genoa.

  48. Asa ha detto:

    Tutto dipenderà da empoli torino. Se l’empoli vince siamo in B perché noi le perdiamo entrambe. Altrimenti ci si salva x un pelo. Ritengo però che per coerenza e dare un senso alla contestazione essa debba continuare ad oltranza e ancor più aspra. Non diamo certo noi sugli spalti a cambiare qualcosa altrimenti avremmo già la stella.

  49. LAURA1962 ha detto:

    Per domenica spero in un Ferraris strapieno, con una Gradinata Nord stratosferica avvolta da un unico grande striscione “SOLO PER LA MAGLIA!”
    Poi, comunque vada, civile contestazione a oltranza.
    FORZA VECCHIO CUORE ROSSOBLU.

  50. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    Almeno per la prossima sospendiamo la contestazione.Scusa Asa ma ripeto non diamo alibi a nessuno.Tifo alle stelle per 95′ e se poi quei brocchi non reagiscono nemmeno così allora gli conviene fuggire dalle fogne.Non mi interessa come si vincerà,col culo,di pancia o altre parti ma dobbiamo asssssolutamente vincere.Dopodichè riprendiamo la contestazione verso quel personaggio che non può essere considerato un’umano.Gli animali difendono con i denti la loro tana contro gli aggressori e lui gli apre le porte.Abbiamo considerato Ferrero un clown ma questo qui è molto ma molto peggio.Quando lo vedo o lo sento mi viene il voltastomaco.Sono un tipo abbastanza bonario ma l’odio che provo per lui è smisurato.Non deve sparire da Genova,dall’Italia,ma dall’universo.

  51. Ponente74 ha detto:

    Ma cosa si può fare per il nostro Genoa?! Andare allo stadio sabato? Non pensavo abbassassero i prezzi e di così tanto. Stare fuori e magari soffrire e tifare da lì coi ragazzi della nord?Spero comunque con tutto il cuore che non si arrivi al fallimento come il Como e che non ci siano anni infiniti di serie B come con Spinelli e successivamente. Non sembra ci siano segni di inversione di questa tendenza sempre più negativa. Speriamo che dal terzo anello qualcuno lassù ci dia una mano
    Io intanto un sostegno alla Fondazione Genoa l’ho dato. In alto i cuori!

  52. LUCA ha detto:

    dubito che l’empoli riesca a fare più di un punto…
    per com’è il calcio di oggi genoa cagliari è un pareggio anche funambolico (2-2?)

    chi vivrà, vedrà e spero di non sbagliare

  53. Luca72 ha detto:

    Ci vuole anche un po’ di ottimismo..3punti anche su autogol di Maran…il problema grosso e’ il futuro..

  54. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti… Il Genoa nn è preziosi…. Il Genoa è il Genoa e basta. Io domenica sarò presente..
    Eccome! Sarò a fare il mio dovere/piacere da tifoso. E nessuno dovrà permettersi di provare a fermarmi. La mia squadra in B per me sarebbe un dramma (calcistico) chiaramente. Una partita come la prossima con la gradinata vuota sarà a parer mio una vergogna difficile da cancellare. E che il primo a vergognarsi deve essere preziosi nn me ne frega niente. Preziosi 20 anni fa nn c era… E magari tra un po’ nn ci sarà più. Noi si. E speriamo il Genoa anche. Perché se un giorno dovesse lasciare la società dove l ha presa… E cioè in tribunale… sarà un fallimento per tutti ritardato di 15 anni. Visto che come era successo allora nessuno si muoverà da Genova per il salvataggio del Genoa. Perché del Genoa in questa città nn importa a nessuno.

  55. fabio83 ha detto:

    Giovanni batti un colpo se ci sei? Cosa pensi di questa mossa di nominarlo 4 giorni prima di una partita vitale per noi ……mossa per riempire lo stadio?

  56. Paolo ha detto:

    Un primo passo è stato fatto. C’è l’advisor incaricato di cercare un compratore.
    Ora si tratterà di vedere chi si presenta, se si presenterà qualcuno.
    E vedremo anche se ha realmente intenzione di vendere.
    Io continuo a non fidarmi.
    Buona giornata a tutti.

  57. Davide ha detto:

    In bocca al lupo vecchio balordo!

  58. Asa ha detto:

    Ora ha messo l’advisor. Sarà ma io non ho più fiducia… Spero non sia una mossa x riempire lo stadio domenica e poi prenderci nuovamente in giro.

  59. Carlo ha detto:

    Caro Giovanni, adesso l’advisor c’è….ti chiederei la cortesia di tenere monitorata la faccenda…la stampa deve darci una mano a vederci chiaro…questi soggetti esistono..hanno un amministratore, un presidente, dei dirigenti…..vanno costantemente contattati…Non ti insegno certo io il tuo mestiere…ma mi raccomando …non lasciate che la cosa cada nel vuoto…MARTELLATE….

  60. FrancescoOregina rossoblu ha detto:

    Giova mi hai cancellato?

  61. Paolo ha detto:

    Domani ci sarà lo stadio pieno e la Nord al completo, anche se senza striscioni.
    Adesso non hanno più alibi, soprattutto Prandelli che si rammarica sempre per la contestazione dei tifosi, più che sacrosanta.
    Lo stadio sarà una bolgia e i tifosi spingeranno la squadra in maniera forsennata, ne sono certo.
    Ora tocca a loro mettere in campo l’anima, tirare fuori le palle e combattere come non mai per portare a casa il risultato pieno.
    Ma se daranno vita ad uno spettacolo penoso come quelli contro Chievo e Frosinone, che non si vengano a lamentare se la gente li fischierà e se la contestazione salirà alle stelle.
    Se andrà male, sarà la certificazione finale della B e sarà colpa loro, ma soprattutto di chi li ha messi lì credendo che fossero dei giocatori validi.
    Quando quell’individuo se ne andrà sarà sempre troppo tardi.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEE VIAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  62. alberto ha detto:

    Cosa è successo ai tifosi del Genoa, cosa è successo alla gradinata Nord ? In altri tempi non ci sarebbe nemmeno stato il dubbio, DOBBIAMO aiutare il Genoa a salvarsi, ci DOBBIAMO almeno provare. Il Grifone entra in campo, cazzo, fortissimo batte il mio cuore !!!!!! Anche io detesto questa dirigenza, questi giocatori senza spina dorsale, mercenari e pure scarsi, ma non posso fermarmi per colpa loro. Vesto la maglia rossoblù, la più antica e fiera d’Italia, ANDIAMO allo stadio. Forza vecchio cuore rossoblù !!!!!!

  63. Marco ha detto:

    Scusate, proprio l’altro giorno stavano spiegando del perchè la contemporaneità non cè nella Penultima giornata, ma solo all’ultima di campionato. L’ estate scorsa c/o l’assemblea tenutasi in FIGC tutti i Presidenti hanno firmato in accordo con la Lega calcio di serieA un documento che accettava proprio questo. Ovviamente questo per quanto riguarda i diritti TV e i palinsesti da tenere. Quindi ora le società non possono lamentarsi , perchè hanno preso i soldi e accettato le condizioni.
    Questo è quanto, quindi anche la Società Genoa e altre invischiate in altre cose non possono fare questa richiesta.
    Saluti

  64. FrancescoOregina rossoblu ha detto:

    Se battaglia deve essere,battaglia sarà.Però la guerra è solo contro uno.Non capisco però non esporre striscioni ne bandiere.Lo stadio deve essere interamente colorato di rossoblu tipo aimè Genoa-Venezia.

Lascia un commento

IL GENOA FRENA SUL PIU’ BELLO

Il Genoa frena sul piu’ bello, cioe’ perde in casa con l’Atalanta per 2-1 dopo aver pensato di aver raddrizzato [&hellip

I MERITI DI ANDREAZZOLI

Un caro saluto a tutti. Rieccoci con gli aggiornamenti sul blog e chiedo scusa per il ritardo. Il Genoa mi [&hellip

LA RIVOLUZIONE DIFFICILE

Il mercato del Genoa è entrato nel vivo ma, sospendendo qualsiasi giudizio pur avvertendo vitalità, serve ancora molto per dare [&hellip

ASPETTANDO GODOT, LE SCELTE DIFFICILI DI PREZIOSI

Al Genoa si respira un’aria di attesa e non solo per quanto riguarda il futuro della guida tecnica. A parte [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio