TROPPI ERRORI SENZA MEA CULPA E LA PAURA DELLA SQUADRA

15 Apr 2019 by Giovanni Porcella, 109 Commenti »

Un altro derby perso. Un altro anno in apnea a caccia di punticini salvezza. Perche’ il Genoa è arrivato a questo punto? Il presidente Enrico Preziosi in estate ha confermato contro il suo volere Davide Ballardini salvo mandarlo via dopo 7 partite che comunque avevano fruttato la zona quasi europea. Lo “scarso” giocava magari male, prendeva tanti gol ma oggi la classifica vivacchi ancora grazie a quei risultati. Il colpo di mercato Piatek, poi, ha illuso che quella squadra potesse ambire a qualcosa di piu’ della salvezza. Primo errore. L’arrivo di Juric con il punto contro la Juventus aveva ulteriormente illuso in un cambio di passo. Tre pareggi in tutto in sei partite e situazione aggravata in classifica. Altra topica. Ecco il terzo allenatore, Cesare Prandelli. L’ex ct della nazionale fa quello che puo’ tra buone prestazioni come con l’Atalanta e scivoloni piu’ meno meritati con Roma e Cagliari. Il problema è che Piatek diventa un boomerang perche’ a suon di gol finisce nelle mire del Milan e Preziosi lo vende. Gli si dice in tutte le salse che è un affare pericoloso, ma niente. Purtroppo non si torna indietro. Arriva Sanabria, parte bene ma poi finisce in panchina, come Radovanovic e Lerager altri “rinforzi” di gennaio. E’ una sconfessione di cio’ che è stato fatto, oppure sono tutti fuori forma? Comunque altre scelte errate. Nessun mea culpa del presidente, ma un senso di rabbia per cio’ che lo circonda e questo divide l’ambiente che avrebbe invece bisogno non di buoni e cattivi ma di unità.. Arriva il successo sulla Juventus che poco alla volte, come si vede, sta tirando i remi in barca. Sono comunque tre punti importanti ma l’Empoli fa altrettanto col Napoli. Ora a sei giornate dalla fine il 15esimo posto non è drammatico, ma se si adotta la politica del “va tutto bene madama la marchesa” si fa un torto alla propria coscienza, ed è meglio per tutti se si accetta la gravità del momento frutto di sbagli in serie. Diciotto punti a disposizione, meglio pensare a farne qualcuno piuttosto che sperare negli scivoloni degli altri. E poi con umiltà ammettere che è stato tutto sbagliato e che è tutto da rifare, se ce ne sarà la possibilità. Altrimenti Preziosi per il suo stesso bene prenda in considerazione l’ipotesi di vendere il Genoa in serie A dove l’ha riportato e ha sempre garantito che ci sarebbe rimasto e fin qui ha avuto ragione, ma l’andazzo preoccupa e la sana paura invocata da Prandelli ora non è neppure piu’ tanto sana.

109 Commenti

  1. PieroValleregia ha detto:

    salve
    premessa: la Sampdoria ha ampiamente meritato di vincere la stracittadina di ieri, in quanto superiore tecnicamente, con l’ossatura della squadra che è tale da anni e perchè ha avuto più occasioni da rete in tutto l’incontro.
    Detto questo, altrettanto oggettivamente si può affermare che la loro prima rete era da annullare dato l’evidente fallo di Colley su Romero ma la VAR, vedi Napoli ( e altre occasioni) viene usata solo per danneggiarci e, inoltre bisogna aggiungere che il signor Calvarese ha fischiato a senso unico, inventadosi punizioni a favore dei doriani inesistenti, cadendo sempre nelle loro simulazioni, il solo Quagliarella nel primo tempo si sarà cacciato in terra mille volte al minimo contatto con Biraschi.
    In aggiunta a tutto questo, Calvarese ha pensato “bene”, escluso Radu, di ammonire tutto il Genoa e, a buon peso (non si sa mai) di espellere pure Biraschi
    Ma la Sampdoria ha comunque meritato di vincere … i problemi del Genoa, culminati con la non prestazione di ieri (e non solo ieri) hanno un solo colpevole: Preziosi che, ogni quattro mesi smembra la squadra, regalando ai suoi amici, buon ultimo Piatek ceduto per due spiccioli senza ricambio, i giocatori di maggior spessore in rosa.
    Finchè Preziosi avrà la proprietà del Genoa sarà sempre così e, forse, anche peggio …
    Unica nota lieta la stupenda, ennesima, coreografia della Nord e la vittoria, anche qui ennesima, del tifo … incessante per tutta la partita; i doriani li hai sentiti solo gli ultimi dieci minuti.
    Al termine della partita, a ulteriore ennesima conferma che i blucerchiati nulla incastrano con Genova, per festeggiare hanno messo una canzone di Rino Gaetano, simpatico finchè si vuole, ma più adatto a Rende-Catanzaro …
    un saluto
    Piero e famiglia

  2. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Risultato ottenuti grazie al “padrone del vapore” che al solito fa e disfa, e gli va sempre ( per ora …. ) di culo …. e si lamenta se lo contestano ? E’ ancora poco quel che gli urlano…. si tolga alla svelta dalle scatole se star qua gli da’ cosi’ fastidio e vada a Palermo.

  3. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    è dura commentare un derby in cui no si è scesi in campo, faccio mie alcune frasi di Veloso a fine gara, loro giocano da 3 anni con lo stesso allenatore e quasi gli stessi giocatori, magari lo facesse presente anche a suo suocero. Magari finiremo per salvarci bisogna però avere l’onestà intellettuale di ammettere che tolte Chievo già retrocesso e Frosinone indiziato di retrocessione le altre, Spal Bologna Empoli Parma Udinese al momento esprimono un calcio migliore del nostro, e se si dovesse davvero scendere in cadetteria non potremo dire di non essercelo meritato. Ripeto credo e spero non succeda ma i parallelismi tra quest’anno e quello in cui i ciclisti vendettero Pazzini e Cassano stanno diventando davvero troppi.
    Aspettiamo ancora che il tecnico ci illumini sul perché per lui la formazione sia Pereira ed altri dieci, visto che personalmente fatico a vederne l’utilità e non credo di essere il solo.

    FORZA VECCHIO BALORDO

    • PieroValleregia ha detto:

      ciao Fabry
      Pereira è stato, in effetti, il valore aggiunto dei ciclisti e di tutte le altre nostre avversarie …
      D’altronde se cedi Romulo, non un fenomeno ma confronto al nostro, un campione e non lo rimpiazzi e poi, tal Lakicevic … ?
      un saluto
      Piero e famiglia

  4. robertogrifo ha detto:

    Il derby ha confermato il gap tecnico che ad oggi divide le due squadre, quello che più preoccupa è che non si riesce a vedere come colmarlo. Ora però l’ unico obiettivo è raggiungere la salvezza, mi auguro che i ragazzi continuino a lottare e a crederci.

  5. alberto ha detto:

    Prima di qualunque altro commento, vorrei solo dire caro Giovanni (che stimo tantissimo come Genoano e professionista), che ieri in trasmissione hai detto che scendere di categoria sarebbe una vera tragedia (sportiva):
    onestamente, cosa c’è di NON TRAGICO nella situazione in cui ci troviamo in questi anni? Vada come deve andare , un PROPRIETARIO (Pernat docet) ARROGANTE, SPOCCHIOSO, PRESUNTUOSO e POCO INTERESSATO come questo non voglio più vederlo. E anche fortunato, perché una gradinata Nord di 25 anni fa non gli avrebbe permesso di muoversi tranquillamente senza correre pericoli fisici. PREZIOSI VATTENE, VATTENE, VATTENE, VATTENE, VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.
    Mi scuso davvero per lo sfogo, ma non ne posso veramente più.

  6. Carlo ha detto:

    bisogna fargli gettare la maschera : ste plusvalenze son solo per lucrare oppure ha fatto un buco incolmabile ? E perche’ non cede ? Perche’ scappano tutti di fronte ai debiti? Insomma le risultanze di questa politica le stiamo vedendo ma c’e’ un muro di omerta’ attorno ai MOTIVI di cui e’ responsabile TUTTA la stampa e gli addetti ai lavori. Adesso Basta.

  7. tabarez ha detto:

    C’è solo un modo per rendere ancora piu’ umiliante la sconfitta di ieri (erano anni che non vedevo un simile divario tra noi e quelli la) ed è stata l’intervista di prandelli, davvero agghiacciante. Una società seria gli avrebbe impedito di attaccarsi all’arbitraggio dopo uno scandalo di partita del genere. Grazie anche di questa umiliazione presidente

  8. Marco ha detto:

    Devi andartene. Il male del Genoa ha un cognome solo.

  9. Paolo ha detto:

    Se riusciremo a salvarci, dobbiamo tutti quanti tifosi e anche voi giornalisti esprimere la volontà che questo personaggio se ne vada e basta. Sempre in modo civile, ma con forza e unità perché non è più possibile pensare ad un altro anno in queste condizioni. Se rimarrà farà sempre gli stessi errori, non credo più alla buona fede, ormai ha chiuso un ciclo ma rimane per i suoi sporchi affari e del Genoa e soprattutto dei tifosi a lui non interessa niente. A livello sportivo abbiamo sopportato di tutto, tenendo sempre un basso profilo nella speranza che qualcosa cambiasse, ma visto che il cambiamento non c’è mai stato non possiamo più stare a guardare dobbiamo difendere il nome del Genoa. Sarei curioso di sapere cosa ne pensano di questa ennesima sberla in faccia, quelli che gli hanno dedicato un club..

  10. Franco ha detto:

    Ciao. Tutto giusto quello che dice Giovanni Porcella. Ora Cari Genoani e Sampdoriani dovremo cercare di fare pressione, in che modo purtroppo non lo so’, verso il Comune di Genova e i suoi rappresentanti, che dovrebbero essere anche i nostri, per non “regalare” lo Stadio di Marassi alle due Societa’, visto anche che i loro attuali presidenti hanno una certa” tendenza a vendere ” per capitalizzare; e in piu’ , in un modo o in un’altro, non dimostrano di tenere in grande considerazione il Pubblico Genovese tutto. Le Societa’ sono anche un Patrimonio Cittadino, e non sono solo un mezzo per fare “affari”, questi li andassero a fare da altre parti e in modi diversi. Mi sembra che negli ultimi anni I “Genovesi” siano stati presi duramente e tragicamente in giro. Forse sarebbe l’ora di svegliarsi un po’. Avendo anche la proprieta’ dello Stadio, potrebbero vendere le Squadre aggiungendo il valore dello Stadio stesso. Un Valore bene o male tenuto in piedi fino ad ora con le pubbliche tasse dei cittadini. O No ?. Che nelle varie presunte trattative di vendita di entrambe non ci sia anche questo “piccolo” problema ?. Comunque sia chiaro, io non ho nessuna speranza. Decideranno come sempre lor signori nel segreto delle loro stanze. Ma attenzione, andando avanti in questo modo, anche tutti noi umani saremo considerati quasi tutti “scarti”, costiamo di piu’ di quanto” rendiamo “. Gia’ ora e’ cosi’. Mi pare evidente. Cordiali Saluti.

  11. Paolo ha detto:

    Aggiungo inoltre che secondo me il mister non è abituato ad allenare una squadra che rischia la retrocessione, come per i giocatori anche gli allenatori devono essere “formati”a questa situazione. Prandelli ha sempre allenato squadre di prima fascia e ha sempre fatto un calcio di un certo tipo e con giocatori di un certo tipo, qui trova una realtà che forse non ha mai vissuto.

    • PieroValleregia ha detto:

      … in verità ha anche allenato Lecce e Verona, salvandole entrambe se non ricordo male
      un saluto
      Piero e famiglia

    • Franco ha detto:

      Caro Paolo, mi permetto di seguire il tuo post. Secondo me la domanda da fare a Prandelli e’ quella di chiedergli chi glielo ha fatto fare di venire in un Genoa cosi’ conciato. Hai visto il calendario ?, non dico altro. Tutti i giocatori presi a gennaio sono in panchina, e tutti i soldi spesi cosi’ in fretta e male ?. L’unico ,se sta’ bene, e’ Sturaro che puo’ essere un discreto giocatore, ma tutti gli altri sono mediocri, diciamo la verita’, e in piu’ venendo a gennaio non possono fare miracoli. Sono stati rispolverati Veloso e Pandev che hanno i limiti di una lunga carriera. Insomma fare punti sara’ una battaglia sportiva vera. Ciao.

      • Franco ha detto:

        Scusa aggiungo ancora questo; se potessi chiederei a Ballardini se aveva contribuito anche lui a fare la Squadra. Perche’ gia’ all’inizio secondo me il centrocampo era costruito molto male. Anche se, stimo Ballardini sia come persona e tecnico. Ciao.

  12. robertogrifo ha detto:

    L’attuale proprietà ha confermato con i fatti che non ha nessuna intenzione d”investire tempo, idee e soldi per dare stabilità e identità alla squadra, l’ unico obiettivo è mantenere la categoria per permettere al proprietario di concludere i propri affari, tutti leciti naturalmente, ma che nulla hanno da spartire con un progetto sportivo.
    Quest” anno poi si è esagerato andandosi a complicare con delle scelte inspiegabili quella che poteva essere un”annata tranquilla, scelte che tra l’altro hanno costituito l’ennesimo schiaffo a tutta la tifoseria, l:ennesima msncanza di rispetto.
    Nonostante ciò noi tifosi non abbiamo mai fatto mancare il nostro sostegno alla squadra, sostegno che non mancherà fino alla fine di questo tribolato campionato che mi auguro si concluda nei migliori dei modi. E il prossimo campionato?

    • paolo ha detto:

      Il prossimo campionato lo faremo in B se andiamo avanti di questo passo.
      Questa è la dura realtà che si prospetta con questa squadra di pellegrini che ha allestito il “re dei competenti”.
      Speriamo che stasera il Gasp ci faccia un altro favore passeggiando sull’Empoli.
      Ci darebbe un po’ di respiro.
      Sabato col Torino aspettiamoci l’ennesimo goal dell’ex. E’ veramente triste vedere i nostri ex giocatori figurare ottimamente nelle altre squadre e farci del male quando ci incontrano. E’ l’ennesima dimostrazione della politica sbagliata fatta in questi ultimi anni dalla società e, soprattutto, dal suo presidente.
      Che se ne vada e alla svelta! Non ne possiamo più delle sue alzate d’ingegno e dei suoi sporchi affari. E’ l’unico, autentico colpevole di tutte le disgrazie del Genoa.
      Se, per puro caso, dovessimo salvarci non facciamoci illusioni. Con la nuova sessione estiva di mercato rivoluzionerà ulteriormente la rosa e darà via i pochissimi buoni rimasti.
      Un’ultima considerazione. Chi ha scritto che Gasperini non ha mai vinto niente e che nessuna grande lo ha cercato, tranne l’Inter, si ricordi che è il miglior allenatore che abbiamo avuto in questi ultimi decenni. Il gioco che ha fatto praticare lui alla squadra non lo vedremo più, indipendentemente dai giocatori che ha avuto a disposizione lui e quelli dopo di lui. All’Inter non è andato bene, perché la società non lo ha supportato adeguatamente e assumendolo credeva che avrebbe fatto subito il miracolo di portare subito la squadra agli antichi fasti, senza capire che i giocatori hanno bisogno di un periodo di assestamento per poter assimilare i suoi schemi di gioco, per non parlare dell’ambiente con la puzza sotto il naso che caratterizza le squadre milanesi. L’Atalanta all’inizio ha avuto lo stesso problema, ma ha pazientato ed ora i risultati cantano.
      Non importa se non ha mai vinto niente. E’ comunque una garanzia di bel gioco e di campionati divertenti e di alto livello, con elevate probabilità di entrare in Europa.
      Prandelli è un brav’uomo, ma per arrivare a far giocare bene le sue squadre deve avere a disposizione giocatore di fascia alta e Preziosi non glieli metterà mai a disposizione, perché appena ne trova qualcuno se lo vende subito.
      Quindi, l’unica soluzione è che quell’individuo se ne vada via dalla Liguria per sempre e che arrivi qualcuno che tiene veramente a questi colori, mai così umiliati ed offesi come in questi ultimi anni.
      Vedere ieri quella banda di puzzoni festeggiare la vittoria sotto la fogna sud con tanto di selfie è l’ennesimo, indigeribile boccone amaro che il joker ha fatto ingoiare a tutti i Genoani.
      Se dovessimo salvarci e lui rimanesse, l’unico modo per fargli capire chiaramente quanto sia mal voluto e mal sopportato dall’intera tifoseria sarà quello di non rinnovare gli abbonamenti, disertare il ritiro in Austria, non andare più allo stadio e non rinnovare più gli abbonamenti alle pay tv.
      Quando vedrà venire meno quegli introiti e le pay tv capiranno che il Genoa non porta più soldi, con conseguenze nella distribuzione delle quote, allora capirà che è giunta veramente l’ora di andarsene e di lasciare il posto a qualcuno che abbia almeno rispetto per questi colori e per i Genoani.
      Se, invece, si continuerà a foraggiarlo con abbonamenti, biglietti, trasferte, ritiro estivo, gadgets, ecc., allora sarà inutile lamentarsi e protestare, perché vorrà dire che si preferisce essere presi per i fondelli, oltre ad essere considerati dei masochisti.
      PREZIOSIIII VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • PREVIATI STEFANO ha detto:

        Tranquillo …… ci sara’ chi sta studiando il periodo x prendere ferie ed andare in Austria o chissa’ dove ….. a farsi prendere ancora per i fondelli.

      • Asa ha detto:

        Hai assolutamente ragione quoto al 100%

      • mauro sampbolzano ha detto:

        scusa l’intrusione Paolo da sportivo ovviamente leggo cose “sportive” come questa pagina aperta a commenti sportivi, quindi non posso che farti i complimenti per la tua educazione e sportività riguardanti “fogne puzze e rumente varie” contento te contenti tutti cordialmente mauro

        • Paolo ha detto:

          Se la cosa ti infastidisce hai un modo semplicissimo per non turbarti: non entrare nel blog, che è di noi Genoani.
          E poi non prendo certo lezioni di educazione da te.

  13. Jack Quinto ha detto:

    caro Giovanni, una sola parola DILETTANTI. società, giocatori, spogliatoio, programmazione: niente. non esiste niente.
    ennesima partita incommentabile, con l’aggravante che era un derby e andava giocato con cuore e grinta. passi la pochezza tecnica, ma la voglia non deve mai mancare.
    ennesima stagione buttata, ennesima primavera a ripetere le stesse identiche cose.
    una persona sta uccidendo tutta la passione di una tifoseria splendida e passionale come poche altre al mondo. quest’anno, forse, ha veramente superato se stesso seppur ogni volta sembra che non ci sia fine al peggio.

  14. francesco ha detto:

    buongiorno Giovanni, anche se la nottata é passata, l’amarezza rimane.
    Udito che quelli la’ hanno meritato, accetto il risultato del campo.
    Tuttavia, credo sia la prima volta, che becchiamo l’espulsione per fallo di mano in area e quindi rigore!
    Capitò lo stesso episodio l’anno dello spareggio di Firenze, nella partita casalinga con la Juve, persa malamente se non ricordo male 0-4.
    ADESSO C’E’ BISOGNO DI UOMINI!
    Presidente, Società, Allenatore, Squadra.
    Chi non se la sente, resti a casa!! O meglio se ne vada!!
    un cordiale saluto

  15. alberto ha detto:

    Il commento di Ferrero a fine derby è inconfutabile. 6 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta, mi sembra. Se dico che Ferrero è il peggior presidente della storia blucerchiata credo che si possa offendere solo lui. Qualcuno sostiene ancora che Preziosi sia il migliore del Genoa dal 46. Pensa gli altri! Ma secondo me non è vero,da quando ha perso la coperta Gasperini, lui uno dei migliori allenatori dal 46, i risultati sono quelli sopra.
    Condivido il Commento di Giampieri sul Secolo di oggi tranne le ultime righe. Se ai risultati sportivi dei primi anni si sono accoppiati buchi di bilancio mostruosi e al rigore di bilancio degli ultimi anni si sono accoppiati risultati sportivi inguardabili, allora non è capace di costruire! Sia lodato il campionato a 20! Ieri il 2 a 0 è stato un affare. Se fossi dell’altra sponda sarei arrabbiato, con più voglia ci potevano umiliare.

  16. Marco ha detto:

    Analisi lucida e perfetta.Se il Sig.Preziosi vive il Genoa ormai come un supermercato..meglio lo venda ora prima di ritrovarsi in serie B. Sembra abbia fatto abbastanza plusvalenze per lasciare con dignità.

  17. giuse ha detto:

    Caro Giovanni concordo con tutto quello che hai scritto.
    Preziosi da qualche anno è disinteressato a qualsiasi risultato sportivo se non al mantenimento della categoria e si diverte solo nelle infinite campagne acquisti e vendite.
    Penso anche che da qualche anno abbia intenzione di cambiare aria ( prima ha cercato l’acquisto del Bari ora forse del Palermo) infatti non immette più denaro fresco e a dato il compito ai dirigenti di migliorare il bilancio rientrando gradualmente dai debiti per favorire un eventuale vendita.
    Ma secondo me è un compito arduo perché pochi sono gli eventuali veri acquirenti che vogliano spendere per una piccola/media società che ha ben poche possibilità di competere oltre la salvezza.
    Ormai per competere per i posti champions devi avere un fatturato di circa 200M e i posti sono quasi già assegnati prima di iniziare il campionato salvo sporadiche intromissioni di alcune squadre minori. La coppa Uefa non permette grandi entrate ed è ad appannaggio di squadre con un fatturato di circa 150M (tipo Lazio Fiorentina) e ha il grande problema delle squadre strutturate per la champions che poi rientrano nel torneo.
    Il centro classifica ha ormai costi di gestione attorno ai 100M.
    Indipendente dalla buona o cattiva gestione le entrate per buona parte delle società (diciamo 10 ) sono sotto la soglia dei 100M quindi sono tutte condannate alle plusvalenze o ad immissioni di continuo denaro fresco da parte dei proprietari e la riduzione delle squadre non migliorerà la situazione.
    Credo che arrivasse un nuovo Spinelli non si andrebbe oltre ad una serie B e a qualche partecipazione al torneo di A.

  18. giuse ha detto:

    P.S,
    Secondo il mio parere entro breve ridurranno le squadre di A a 18 ( ma diventeremmo l’unico campionato europeo importante con meno di 20 squadre ) e forse ridurranno le retrocessioni a 2 (come esistevano nei vecchi campionati a 18 nei primi anni dopo la 2GM)
    Tutto questo non credo che migliorerà la stabilità economica delle società e neppure la qualità delle squadre.

  19. francesco ha detto:

    aggiungo solo i sentiti ringraziamenti all’imprenditore di avellino per la gogna a cui ci ha esposto in questi ultimi anni, coi suoi preziosi giochini.
    VATTENE

  20. elio ha detto:

    Ho letto il tuo articolo Giovanni e finalmente un giornalista di questa città, interpretando correttamente il comune sentire del popolo genoano, ha scritto e chiesto al proprietario in termini critici e rispettosi di vendere la società. Spero che la tua voce Giovanni non rimanga isolata nel panorama giornalistico sportivo di questa città. Adesso tocca al grande pubblico genoano criticare in termini altrettanto rispettosi, ma duri questa dirigenza e fare in modo di non lasciargli alibi. Contestazione ferma e civile allo stadio dove comunque si deve sostenere la squadra o quello che ne rimane e se si andrà in B pazienza. Siamo retrocessi più volte e siamo sempre ritornati dove ci compete. Anche dopo Fossati, Spinelli ed altri sembrava che non ci fosse un domani ed invece siamo ancora qui più vivi che mai. Niente più abbonati, niente regali (vedi concessione dello stadio). Insomma facciamogli capire che non è più gradito, che i suoi affari plusvalentistici li vada a fare da un’altra parte.
    Elio

  21. walter ha detto:

    Il derby non lo abbiamo perso ieri….. lo abbiamo perso a gennaio.

  22. ALBERTO ha detto:

    Purtroppo di errori ne sta facendo anche Prandelli,non si può sempre giocare in 10,
    Pereira é un giovane simpatico ma NON sa giocare al pallone, basta guardare quando rinvia tira sempre sul giocatore avversario.Prandelli dice che ha bisogno di un fluidificatole ma non sa neppure fluidificare sbatte sempre sull’avversario.
    Smettiamo di continuare a passare la palla all’indietro e a favorire l’avversario con errori.
    Adesso credo che Preziosi abbia guadagnato plus-valenze abbastanza per cedere il
    Genoa a qualcuno che se ne voglia occupare seriamente e che abbia un minimo d’orgoglio
    Peccato perché Preziosi ha fiuto sa comperare ma NON SA VENDERE e lo ha dimostrato
    con Plateck svenduto a 40m, un giocatore di 22 anni che vale almeno il doppio.

  23. Finnrico ha detto:

    Complimenti alla Zamp, che ha meritato di vincere mostrando schemi offensivi semplici ed efficaci, e non le solite 37 palle imbelinate nel mezzo per nessuno.

    Dei cugini, però, mi è piaciuto soprattutto quello vestito di giallo (non sto parlando del portiere). Avremmo perso lo stesso, ma sancire con il rosso “per chiara occasione da gol” un fallo di mano forse involontario dopo uno stop a seguire verso il centrocampo è davvero una perla anche per questa generazione di arbitri videodiretti.

  24. Gabriel ha detto:

    Siamo l’unica squadra di serie A senza un progetto tecnico e sportivo!!! Ogni tanto ci va bene col settore giovanile, ma puntualmente i giovani bravi vengono ceduti e molte volte per niente!!! Non riesco a capire come dei dirigenti non abbiano un minimo di idea su come affrontare un campionato di serie A?!? Siamo il Genoa cazzo!!! La gente, la città meritano di essere rispettate, non si può sempre vedere il Genoa a ridosso della retrocessione e dire : “l’anno prossimo andrà meglio”!!! Sono cazzate perché qui non si programmano le stagioni, ma le cessioni fei gio

  25. Carlo ha detto:

    dovete spiegarmi perche’ andate a menarlo a Ferrero di vendere il doria..(ieri ha sbottato e secondo me con RAGIONE , seppur volgarmente)….che son anni che ci mangia in testa , senza debiti , si vince i derby e sta sopra….mentre preziosi lo lasciate piu’ o meno quetare…..Ma lo volete capire che siete responsabili anche voi? E non dite che non risponde o non vi riceve…perche’ se VOLETE POTETE fare trasmissioni CONTRO, domande scomode PUBBLICHE anche se lui non c’e’ o non risponde…….un bel paginone del sito di Primocanale con dieci domande a preziosi e un perche’ non vende …perche’ non lo fate ?ORA BASTA!!!

    • Giovanni Porcella ha detto:

      se hai letto ho appena chiesto a Preziosi di mettere seriamente in vendita il Genoa. Io posso fare questo.

      • Carlo ha detto:

        si Giovanni ma una CAMPAGNA per stargli addosso è un altra cosa…..con Ferrero avete fatto un paginone del sito di Primocanale……e ogni giorno OVUNQUE lo menano per farlo cedere……..la tua domanda si perde all’interno di un tuo articolo…perdonami ma non abbiamo l’anello al naso…cosa vi spaventa di quell’uomo?

        • paolo ha detto:

          Hai ragione.
          Giovanni, perché non fate con Preziosi la stessa cosa che avete fatto con Ferrero? Quell’individuo va combattuto e allontanato da Genova al più presto, per il bene del Genoa e dei suoi tifosi.
          Fate una campagna durissima, invitando la gente a non andare più allo stadio, a non rinnovare più gli abbonamenti, anche alle pay tv.
          BISOGNA TOCCARLO NEL PORTAFOGLIO! E’ L’UNICA ANTIFONA CHE CAPISCE! Possibile che si voglia capire che è l’unico modo per togliercelo dalle scatole?
          Dì ai tuoi colleghi dei giornali e delle altre tv che la smettano di essere così servili con il joker e di elencare per filo e per segno gli errori che ha commesso, di scrivere e dire che ha preso per i fondelli i tifosi, che fino ad oggi ha fatto esclusivamente i propri sporchi interessi, non quelli della squadra. E poi, che Radio RAI non mandi più a commentare le partite del Genoa Scaramuzzino, un porta sfiga peggio di Dotto. Che torni a commentare il ciclismo.
          Che s’incominci una seria campagna mediatica contro joker.
          BASTA! NON NE POSSIAMO PIU’!
          Buona giornata.

          • PREVIATI STEFANO ha detto:

            Avete letto la risposta a Scotto da parte del “padrone del vapore” ?
            La colpa e’ dei tifosi se non riesce a vendere …….. che faccia, come diceva Govi alla Rina ……

  26. Paolo ha detto:

    I giornalisti devono fare la loro parte, ma noi tifosi dobbiamo martellarlo in ogni modo… Studiamo modi e maniere per contestarlo da qui alla fine del campionato.

  27. Gallo ha detto:

    LE PAROLE NON HANNO VALORE

    Ciao Giovanni, le nostre parole non hanno alcun valore.
    Il proprietario del Genoa (intesa come società) è lui punto.
    Purtroppo è l’azionista di maggioranza con il 75%. (se non è cambiato),
    può fare e disfare, il negozio è SUO non nostro, noi possiamo solo non entrare a comprare in questo negozio.
    Ovviamente non sto parlando del negozio di giocattoli, ma dello stadio, l’unica vera forma di protesta che abbiamo visibile
    alla rete televisiva.
    Lo stadio con 2000 persone è molto diverso dallo stadio da 18000 abbonati+paganti…
    e ogni anno sempre tra la top 10 degli abbonati… c’è qualcosa che non quadra… andreste mai a mangiare continuamente
    in un ristorante che appena esci corri in bagno per i dolori di pancia?
    Ovviamente ora non possiamo farlo… senza la gradinata non ci sarebbe quella spinta in + per salvarci…

    Non ne esci con le parole, ma con i gesti MAI e dico MAI violenti.
    Il calcio lo abbiamo sempre parlato in modo errato:
    Abbiamo fatto, abbiamo vinto, abbiamo perso…
    No non esiste, la parola giusta è “hanno”, perché loro fanno e disfano punto.
    Quando un domani i tifosi avranno la possibilità di comprare le azioni del Genoa allora potranno dire la loro su come gestire la società in base alla quota posseduta.

    Io come tutti sono stanco di vedere questo scempio, questi imbrogli, questo essere figli di nessuno, ma purtroppo i soldi sono i suoi
    non appena glieli porgiamo con l’acquisto del biglietto, dell’abbonamento e di SKY, e di quei soldi ne può far ciò che vuole.

    E’ la cruda realtà noi discutiamo, noi ci accendiamo, noi pensiamo, ma l’unico che dovrebbe parlare non parla, che si dovrebbe vedere non si vede e sappiamo anche perché…

    Perdonatemi ma lui non viene allo stadio e ci andiamo noi??
    Se voi foste il presidente stareste a casa?
    Se avesse il Genoa nel cuore andrebbe allo stadio a tifare contro tutti e tutto.. striscioni e cori compresi.

    Mi fermo perché è inutile parlare 🙂

    Un Abbraccio a tutti voi!

    • PieroValleregia ha detto:

      … difatti: da giugno niente più abbonamento (rifatto quest’anno dopo un decennio), niente più biglietti e, per quanto riguarda le televisioni a pagamento, mai avuto un abbonamento in vita mia;
      un saluto
      Piero e famiglia

      • Gallo ha detto:

        peccato che tu sia uno dei pochi Piero… peccato davvero.

        • Asa ha detto:

          Io è da genos palermo con Kuric che non metto piede allo stadio. Ho fatto scadere quell’abbonamento e non ne farò piu sino a xhe ci sarà preziosi. Sky però me lo tengo stretto. Il calcio mi piace.

          • PieroValleregia ha detto:

            … quello attuale non è calcio …
            un saluto
            Piero e famiglia

          • Carlo ha detto:

            io ho disdetto anche sky e mi piacerebbe un ‘iniziativa di qualche migliaio di genoani : disdire sky e fare una lettera pubblica all’emittente chiedendo, per la prossima asta, di ridurre i diritti tv a Preziosi…..secondo me bisogna fare iniziative di questo tipo…legali, pacifiche ma che lo toccano nei soldi..che lo sputtanano nell’ambiente

  28. Davide ha detto:

    Semmo inta bratta!

  29. Andrea ha detto:

    Nessun commento alla partita si commenta da se! Ieri si è visto cosa vale la squadra il tecnico e la società.

    Solo una cosa che deve succedere e tutti dobbiamo lottare per quello mandare via quella persona sgradita, poco seria, poco trasparente.

    VATTENE VIA DA QUESTA CITTA’ E NON TORNARE MAI PIU’ NEMMENO DI PASSAGGIO! NON TI SOPPORTIAMO FAI SCHIFO!

  30. LAURA1962 ha detto:

    Concordo con tutto quanto hai scritto, Giovanni, e ti ringrazio perché parli sempre in modo chiaro e inequivocabile.
    Per quanto riguarda la partita di ieri l’amarezza per il risultato e’ tanta ma a mio parere la squadra ha fatto quello che e’ nelle sue possibilita’, nessuno ha tirato indietro la gamba (7 cartellini gialli e un rosso- assurdo – qualcosa vorranno dire, anche se e’ pur vero che l’arbitraggio e’ stato mediocre).
    Non sto dicendo che i cugini non abbiano meritato ma tutta questa superiorita’ io francamente non l’ho vista, giochiamo 11 contro 11 e poi vediamo come va a finire.
    A mio parere se crediamo che Preziosi vendera’ piu’ velocemente se lasciamo lo stadio vuoto siamo fuori strada. E comunque io non me la sento di lasciare solo il mio Grifone.
    Credo che Preziosi venderebbe ben volentieri ma penso che non ci sia proprio all’orizzonte un compratore seriamente interessato a investire nel Genoa e, piu’ genericamente, nel calcio.
    Nonostante tutto, sapete, non vedo l’ora di giocare sabato….
    Saluti rossoblù a tutti.

  31. Davide ha detto:

    a me sembra strano il silenzio assordante di questa società(se così possimo ancora chiamarla ), nessuno che ci metta la faccia anche per rispetto verso i tifosi… Giovanni cosa ne pensi ?

  32. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Eccone un’ altra che andra’ al ritiro estivo per farsi prendere in giro …… con gente cosi’ quando mai vendera’ la proprieta’ visto che nonostante si faccia beatamente i cavoli propri svendendo sempre i migliori c’ e’ sempre chi va avanti con i paraocchi ed i tappi nelle orecchie facendo finta che va tutto bene cosi’ ? Contenti voi …… basta abbonamenti , altro che musse ……

    • LAURA1962 ha detto:

      Mai andata a un ritiro estivo se si riferisce a me. E non ho ne paraocchi ne tappi per le orecchie, glielo assicuro.
      Non sono affatto contenta di come vanno le cose, non sopporto questa gestione societaria e soffro per il Genoa moltissimo, ben piu’ di quello che vorrei.
      Forza Genoa sempre.

  33. paolo ha detto:

    Mi spiace Laura, ma l’unica strada da percorrere per toglierci l’irpino di torno è quella di non spendere più un quattrino per questa società finché ci saranno lui e quei burattini di cui s’è circondato.
    Ma hai letto la risposta che ha dato a Scotto? Se non s’è presentato nessuno e continua a non presentarsi nessuno per rilevare il Genoa la colpa è dei tifosi.
    Questa è la goccia che fa traboccare il vaso. La faccia di tolla di quell’individuo non conosce confini.
    Se c’è un pubblico che è sempre stato vicino alla squadra e l’ha sostenuta, incitata e incoraggiata anche nei momenti più bui e difficili è proprio quello del Genoa.
    E lui ha il coraggio e la sfrontatezza di gettare la croce addosso ai tifosi se nessuno finora s’è fatto avanti per rilevare il Genoa?
    Qualcuno s’è presentato (a dimostrazione di quanto sia bugiardo), ma è scappato a gambe levate quando s’è reso conto della montagna di debiti che avrebbe dovuto rilevare e quando ha sentito le richieste del joker.
    E credete che questi signori non abbiano diffuso nell’ambiente le cose di cui sono venuti a conoscenza?
    Se nessuno vuole rilevare il Genoa, la colpa è sua e soltanto sua.
    Ha creato una situazione talmente ingarbugliata che nessuno che abbia un minimo d’intelligenza si prenderebbe la briga di lanciarsi in un’avventura così spericolata.
    Quindi, adesso non resta che la strada della contestazione senza quartiere, durissima, accompagnata dalla desertificazione dello stadio e dal boicottaggio della campagna abbonamenti e di tutte le iniziative volte a incassare soldi.
    Basta essere presi per i fondelli e, per di più, sentirsi dare la colpa del disastro di cui solo lui è responsabile!
    Sempre Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSIIIIIIIIIIIIIIIIIII VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Asa ha detto:

      Concordo. E aggiungo basta tifare x amore del genoa la maglia la fede il cuore ecc. ecc. Qui se sicama il genoa bisogna contestare sempre e ovunque. Disertare lo sradio per amore è da tifosi nin andarci per dimostrare di averlo piu lungo di un’altro cosi si fa solo il gioco della società

  34. alberto ha detto:

    LAURA 1962, ho visto sino al fallo da rigore poi ho staccato la spina al moribondo. Nel primo tempo 11 contro 11 c’è stato un salvataggio sulla linea e ogni volta che Quagliarella toccava la palla mi venivano i brividi. Tiri del Genoa 1 appena fuori. A proposito, Preziosi avrebbe già venduto Quagliarella perchè così vecchio o lo vendi ora o non ti danno più niente, l’ha fatto più di una volta. Gli unici che potrebbero giocare nel Genoa attuale sono Sala e Ramirez, gli altri sono troppo buoni. Compreso allenatore, che non mi fa comunque impazzire, tutta la dirigenza, Osti, Romei, ecc.

  35. bruno ha detto:

    Buonasera a tutti…ieri è stato un pomeriggio umiliante, direi come i vecchi tempi. E mi rivolgo a quelli che come me sono intorno ai 60, e che come me si sono vissuti gli ultimi 50 anni e più di Genoa. Si perchè la nostra storia soprattutto nei derby è sempre stata questa. Purtroppo io per primo mi ero illuso in base ai primi 5/6 anni di serie A, durante i quali abbiamo avuto anni meravigliosi, e grossi campioni che hanno vestito la nostra maglia. Non solo, ma per qualche anno anche la supremazia cittadina. L’anno che abbiamo mandato in serie B la sampdoria è stato calcisticamente parlando uno se non il più bell’anno della mia vita. Ma mi chiedevo…com’era possibile!? Mi chiedevo se era cambiata la sorte che ci aveva sempre visto in serie B e quei pochi anni di serie A affrontare derby come quello di ieri. Non mi sembrava vera una cosa simile! Si, perchè nella nostra storia i derby sono sempre stati come ieri se non peggio. Adesso per tornare a come siamo sempre stati manca la retrocessione…che probabilmente verrà. Perche adesso la vedo veramente dura, ed una volta retrocessi in un modo o nell’altro Preziosi visto che non potrà guadagnare più come questi anni, dovrà mollare. A quel punto vedremo cosa succederà. Io mi auguro per il bene del Grifo che abbiano ragione quelli che a questo punto lo dico anch’io hanno ragione di contestare…. Preziosi è indifendibile. Ma le persone come me, non hanno mai difeso l’uomo Preziosi, bensì il timore di tornare agli anni 60/70/80 e anche 90….anni nei quali non siamo mai esistiti. Spero con tutto il cuore di essere smentito, ma il timore è quello. Probabilmente ci libereremo di Preziosi ma se le cose andranno come per noi sono sempre andate il Genoa andrà incontro al fantasma del suo passato. Anni ed anni di serie B….anonimato e la fine di tantissime cose. Tutte le persone che hanno il mio vissuto in chiave Genoa non possono non capire il mio punto di vista. Anche chi non lo vorrà mai ammettere. Perchè questa è sempre stata la nostra realtà.

    • paolo ha detto:

      Caro Bruno, benvenuto nel club.
      Io è da mesi che scrivo che questa squadra è mediocre e che solo alcune individualità riuscivano a tenerla a galla, Piatek su tutti.
      Poi, con la svendita del polacco ai soliti suoi amici milanisti, anche le ultime speranze di salvezza sono miseramente naufragate, dato che non avevamo più l’unico che la sapeva mettere dentro, anche senza avere dietro una squadra.
      Naturalmente anch’io, come tutti quelli che scrivono su questo blog e come tutti i Genoani, mi auguro che i giocatori abbiano un sussulto d’orgoglio e si prendano sul campo quei pochi punti che mancano per avere la certezza di un altro campionato in A, ma mi chiedo se non sia meglio andare in B per mettere finalmente la parola fine a questa agonia dovuta ad una gestione societaria scellerata e suicida. Come si suol dire, non tutto il male vien per nuocere.
      Temo molto anch’io, come te, un ritorno ai decenni di anonimato della nostra gioventù, e questo mi fa masticare ancora più amaro se penso ai cugini della fogna sud, che trovano sempre qualcuno che li tiene a galla.
      Purtroppo è l’amaro calice che dobbiamo bere ogni anno e sarà sempre così finché rimarranno questo presidente e questa dirigenza. Preziosi ha finito – alquanto ingloriosamente – il proprio ciclo. E’ ora che passi la mano e se ne vada da Genova e dalla Liguria, anche se dovessimo, per puro caso, salvarci.
      Le altre almeno lottano, si dannano l’anima, combattono fino all’ultimo secondo, come ha fatto ieri l’Empoli a Bergamo. Il pareggio con l’Atalanta ci mette in una posizione ancora più precaria, anche perché allenatore e giocatori toccano con mano quello che noi, da fuori, diciamo da sempre: sono scarsi.
      Ora ogni partita sarà da ultima spiaggia e se il Genoa vorrà salvarsi dovrà contare esclusivamente sulle proprie forze. Sperare negli scontri diretti tra le concorrenti e nelle squadre di alta classifica non serve a niente, perché abbiamo visto come nessun risultato sia scontato, tranne, purtroppo, quello nostro.
      Ogni anno, se andiamo a vedere i campionati passati, c’è sempre una squadra che alla fine crolla e finisce nel baratro. Temo che quest’anno quella squadra saremo noi, dato che non si vede in campo la voglia di lottare strenuamente, oltre al fatto che il tasso tecnico dei giocatori è veramente deprimente.
      Col Torino Prandelli dovrà erigere una vera e propria diga, con 10 giocatori dietro la linea della palla, se vorrà almeno strappare un pareggio, e così dovrà essere nelle partite successive. Dovrà solo pensare a distruggere il gioco altrui e a non prendere goal. Pensare di segnare è pura utopia.
      Che tristezza scrivere queste cose! Mi vergogno per le figure che facciamo davanti a tutta Italia. E tutto per colpa di quell’essere inqualificabile che pensa soltanto a incassare soldi con le plusvalenze.
      Prepariamoci alle ultime strazianti sofferenze e poi, se andremo in B, speriamo che il tempo possa rimarginare le ferite, magari favorito dalla definitiva dipartita del joker dal Genoa e da Genova.
      Forza Vecchio Balordo.
      PREZIOSIIIIIIIIIIIIII VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • giuse ha detto:

      E’ esattamente quello che penso pure io.
      Non credo che la società sia molto appetibili infatti ha molti debiti, non ha strutture proprie ( Villa Lomellino Rostan di Pegli è solo in affitto e non può essere considerato un vero centro sportivo di una squadra di serie A ma prima era anche peggio quando eravamo al campo di Sella di Bavari) è una piccola/ media società da un grande passato e tante aspettative ed ha una tifoseria definita da tanti media come turbolenta (anche se poi in molte altre società si è visto di peggio).
      Diciamo che paghiamo ancora la grande copertura mediatica dell’episodio delle maglie di Genoa Siena e le maldicenze e minacce che sono piovute dopo il derby vinto con il goal di Boselli.
      Non per niente anche quest’anno abbiamo ricevuto un trattamento speciale da parte del ministro degli interni che ci ha fatto giocare una partita importante quasi a porte chiuse in un pomeriggio feriale.
      Il Genoa è così. Grande passione e grandi divisioni ( Gasperini è rimpianto da tanti ma quando è stato allontanato era stato pesantemente contestato e erano girate molte maldicenze).
      Tutto questo non ha mai portato a niente.
      Diciamo che è abbastanza facile far allontanare allenatori, giocatori e presidenti contestandoli ( e non solo a parole)ma è molto più difficile convincere una persona a sborsare soldi per l’acquisto della società, immettere altri soldi annualmente con la paura che se le cose non andassero bene poi si ritrova in un vero vespaio.

  36. Paolo ha detto:

    Dal momento in cui da la colpa ai tifosi perché non riesce a vendere la società, le cose sono due: o si diverte a prendere per i fondelli oppure ha dei problemi legati all’ età. Ma come si fa a sostenere ancora questa persona? Chi lo fa è in malafede perché un essere umano mediamente intelligente capirebbe he questo personaggio ci sta portando allo sfascio.

  37. albi ha detto:

    La differenza sostanziale è che quelli là hanno un identità..noi a 6 giornate dalla fine dobbiamo ancora capire se giocare a 3 o a 4 dietro..senza un identità è dura x tutti rendere al meglio, soprattutto x i piu giovani o quelli arrivati a gennaio.
    Son d’accordo poi con il Sig Fulle..questa contestazione è ridicola..qualche coro e striscioni di cattivo gusto servono solo a creargli degli alibi..film già visto in passato con chi lo ha preceduto.
    Una volta c erano assemblee partecipate e rumorose..ora la gente ha cose magari più serie a cui pensare..cmq altri tempi ed altre persone..a proposito ma esiste sempre l’acg? E quindi che fare? Scelte personali..io finchè sarà serie a timbro..se si va giù mollo..basta stadio,..trasmissioni..mugugni,,giornali e quant’altro. Nel frattempo tiro fuori la maglia rossoblu dall’armadio e mi preparo x firenze (e mi tocco…); comunque vada sarà un altra pagina di storia.

  38. luca 64 ha detto:

    Purtroppo la mia speranza di assistere a un salomonico e scialbo 0/0 dopo due minuti era già andata a farsi benedire. Il resto della partita lo abbiamo visto tutti come è stato, con la ciliegina dell’espulsione di Biraschi a mio modo di vedere esagerata (anche se non credo che sarebbe cambiato più di tanto), specialmente se rapportata alla partita d’andata quando sul nostro rigore Piatek (sigh) era stato buttato giù in posizione nettamente più pericolosa e il loro difensore si era preso solo un giallo. Il dialogo avvenuto tra Scotto e l’illuminato mi sembra non faccia altro che confermare per l’ennesima volta con chi abbiamo purtroppo a che fare. A parer mio tappandoci occhi, naso, orecchie dobbiamo sostenere fino alla fine questa squadra che è di una pochezza che è sotto gli occhi di tutti. E’ difficile ma non contestiamo né fischiamo anche se vedere certi spettacoli fa venire veramente “anguscia”. L’illuminato non aspetta altro per avere altri alibi e cercare di scaricare su di noi colpe solo sue. Forza Genoa Sempre

  39. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    Bene…cioè male.Stiamo lentamente toccando il fondo del barile.Questi scarsi mezzi giocatori è evidente che non hanno proprio più voglia di scendere in campo basti vedere la assurde espulsioni dovute a falli ingenui o liti con l’arbitro.La mia domanda è questa.Cosa possiamo fare noi umili tifosi per “obbligare” quella specie di giocattolaio ad andarsene?Non penso possiamo fare molto.Forse unendo tutte le forze (tifosi,giornalisti e politici genoani) una flebile speranza potremmo averla.Certo deve essere una rivolta popolare.Intanto inizierei a non andare più allo stadio.Ogni settore vuoto con uno striscione unico…..VATTENE!!!!Forse così le varie tv a pagamento metterebbero in risalto la cosa.Non vorrei che qualcuno dicesse che la squadra va sostenuta.Questi finti giocatori se ne battono altamente le balle sia dei fischi (molti) che degli applausi (pochissimi).Godono solamente quando pensano al conto in banca.

  40. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    Bravo Paolo

  41. vittorio ha detto:

    mi dispiace sono addolorato nel dirlo ma con una squadra cosi scarsa un allenatore non all’altezza dell’attuale situazione e un calendario peggiore di tutti credo che quest’anno non ci salva neppure maragliano secondo me siamo gia’ in B

  42. alberto ha detto:

    Ho letto del film sul “Kaiser”, non quello vero tedesco, un brasiliano che ha fatto una carriera da calciatore professionista senza esserlo. Storia vera. Unica cosa che si ricordi di lui, il giro di ragazze da accompagnare ai campioni veri. Siamo sicuri che Pereira non sia Kaiser 2? Non per le ragazze.
    Secondo me Prandelli ha l’obbligo contrattuale di farlo giocare. Preziosi è convinto di essere un infallibile volpe del mercato e ci tiene a vedere in campo i suoi Kaiser. Prende un Piantek e con i soldi ricavati 10 Kaiser.
    Se non ci arriva un colpo di fortuna (i genoani hanno mai avuto fortuna? Forse grazie al c..o di Spinelli) Preziosi ce lo teniamo ancora per tanto, l’unica campagna che può avere successo è quella di svelarne la pochezza manageriale, per me evidente. Forse allora si potrebbe stufare di essere trattato per quello che è.

  43. Carlo ha detto:

    faccio mio il pensiero di un amico di FB copio e incollo : bisogna che la tifoseria IMPONGA a preziosi di DIMOSTRARE di voler cedere. Non c’e’ nessuno? Ok allora stabilisci un budget annuale ed affidi ad un REGGENTE che capisca di calcio……..deve esser messo in un angolo e dire apertamente che lui non fa calcio ma trading…perche’ un reggente tiene la coppia Piatek-Kouame’ tutto l’anno…..in barba alle sue cazzate…quindi dica apertamente che non vuole cedere perche’ ha i suoi INTRALLAZZI

  44. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Ed anche l’ Empoli raccatta un punto a Bergamo …… se Mazzarri arriva da una settimana di piangino per la partita con il Cagliari chissa’ che non si studino qualche compensazione, tanto qui va bene tutto, no ?

  45. IpoGrifo ha detto:

    Giovanni, dopo il punto dell’Empoli dobbiamo stare calmi e non fare stupidate, la salvezza e’ nelle mani del Grifone .

    Tornando al derby , Prandelli ha parlato solo degli arbitri e la cosa mi ha dato molto fastidio, ok che l’espulsione non ci stava ma il rigore ‘e solare e sul 2-0 non avremmo mai e poi mai segnato si sono provate 2 carambola su corner e 2 tuffi di Pandev che facevano tenerezza, da spettatore non ho mai avuto la senzazione che si potesse fare goal il che e’ preoccupante .

    Al sig.preziosi ( in minuscolo) dico che non ci sono acquirenti per I debiti di bilancio non per I tifosi del Genoa che sono sempre da coppa campioni , l’altra sponda ha un personaggio dello stesso livello ma con conti a posto percio’ e’ ambita da acquirenti .

    le due diligences non le fanno I tifosi ma le banche o I consulenti ….

  46. ORIETTA ha detto:

    Ma lo sapete vero che se sabato l’Empoli vince ed il Genoa perde torna Ballardini?

    • Peter Tosh ha detto:

      cavolate. giocatevi la retrocessione del Genoa, ad oggi è pagata 7 volte la posta.
      Ringraziamo chi vuole la retrocessione pensando di fare un dispetto al vile preziosi.
      Collusi, tifoseria e presidente.

  47. Enzo ha detto:

    E’ arrivato il momento di cambiare, tutto quello che ha fatto (nel bene e nel male) lo sappiamo, quello che può’ fare anche. Una società senza futuro e senza stimoli non può’ andare avanti. Grazie Preziosi ma è arrivato il giorno che anche chi ti ha difeso finora non può più farlo.

  48. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    Ieri sera ho visto una trasmissione su un’altra emittente privata e un noto conduttore di fede rossoblu continua a dire che l’essere vuole cedere la società.Il giornalista in questione ha già subito un’aggressione e continua a fare il servo.Secondo me dovrebbe stare più attento o almeno essere imparziale.C’è qualche comunicato della tifoseria organizzata che dia delle direttive in merito alla contestazione?

  49. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    Dimenticavo.Già il suo padrone viaggia con la scorta.Dovrebbe farci anche lui un pensierino.

  50. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    vorrei parlare di calcio…… Quindi purtroppo non posso parlare di Genoa, Genoa ormai vuol dire purtroppo solo passione ma ieri ho visto Juventus Ajax mi spiace doverlo dire ma trattasi di uno sport diverso da quello che vediamo a Marassi. Mi sono tornati alla mente i fasti dell’arancia meccanica di Cruyff, Rep Surbier dove ogni singolo poteva interpretare qualsiasi ruolo tutti cantavano e tutti portavano la croce, peccato che l’Ajax l’hanno prossimo sarà smantellato (unica similitudine ahimè con il Grifone) sarebbe una squadra che potrebbe aprire un ciclo. Magari la Champions finirà per non vincerla al cospetto di qualche squadra d’Albione o della Catalogna forse più scafate di questa banda di ragazzini talentuosi che senza pressione alcuna, non essendo tenuti a vincere. hanno impartito vere e proprie lezioni di calcio prima al Bernabeu e ieri allo stadium. Squadre che praticano un calcio del genere ti riportano in sintonia con questo sport cosa che in Italia non si può più vedere. Chiudo con una battuta che circola sul web che mi ha fatto molto sorridere attribuita fantasiosamente a Boskov
    SE TU COMPRA RONALDO SOLO PER SCUDETTO
    E’ COME SE TU COMPRA BELEN SOLO PER BACETTO

    Perdonate questa digressione….. sempre e comunque

    FORZA VECCHIO BALORDO

    • Paolo ha detto:

      Concordo con quello che hai scritto e aggiungo il nome di un altro campione di quell’Ajax che dominava la scena europea e mondiale: Ruud Krool.
      Aveva un’eleganza e una classe cristalline. Non si vedranno per un pezzo giocatori del genere. E avete visto ieri sera che spettacolo tra City e Tottenham? Quelli viaggiano a velocità siderali e danno uno spettacolo che in Italia ci sogniamo.
      A Genova poi ci vorranno secoli prima di vedere un gioco di quella caratura.
      Se resta Preziosi saremo condannati a campionati sempre più anonimi e sul limite del baratro, sempre che non ci finiamo già quest’anno.
      Che tristezza infinita!
      Non ci resta che sperare in un miracolo l.
      Forza Vecchio Balordo.
      PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  51. Carlo ha detto:

    Pongo nuovamente la domanda a Giovanni Porcella, se potesse darmi una risposta non tanto da giornalista ma da osservatore “esterno” . E’ di oggi la notizia che Spinelli è nuovamente intervenuto in difesa di preziosi. Mi domando…ma secondo te, Giovanni, perche’ mentre con Ferrero la stampa anche locale spinge per la cessione…col Genoa si cerca in ogni modo di far passare il messaggio che “e’ meglio tenersi preziosi” ?

  52. Massimiliano ha detto:

    Buongiorno, a prescindere da tutto il vero problema secondo me è che sono anni che non si vede una squadra giocare cosi male! Il calcio è un atra cosa. È bastata una normale sampdoria, tra l’altro in un momento di appannamento, per fare la differenza. Se a questo punto non riesci ancora ad esprimere un idea di gioco la vedo molto complicata…..alla lunga se non giochi decentemente non vai da nessuna parte. Non che mi aspettassi molto da Prandelli ma almeno un po’ di piu che poche idee e anche confuse lo speravo. Questa volta mi sa che al giocattolaio si è rotto il giocattolo.

  53. enrico ha detto:

    io vado allo stadio ed entro non saranno certo dei delinquenti ad impedirmi di andare alla partita , preziosi a sicuramente colpe gravi , ma decido io se andare o no alla partita , nessuno mi impedirà di entrare sopratutto una banda di FASCISTI E DELINQUENTI BUONA GIORNATA

    • Asa ha detto:

      La gente come voi avvalla l’operato di preziosi. Ostentate la vistra genoanita nel peggiore dei modi. Siete voi che entrate a fare male al genoa.

  54. Bruno48 ha detto:

    Cosa ne pensi della decisione della tifoseria?
    A me sembra la classica evirazione per far dispetto alla moglie.

  55. stefano ha detto:

    Concordo con il comunicato della Nord, stadio vuoto e contestazione

  56. stefano ha detto:

    Concordo con il comunicato della Nord, stadio vuoto

    • Giovanni Porcella ha detto:

      DITE LA VOSTRA SULL’INIZIATIVA DEI TIFOSI. SIETE D’ACCORDO? STASERA NELLA PUNTATA DI GRADINATA NORD SIETE INVITATI AD INTERVENIRE AL NUMERO VERDE O CON MESSAGGIO WHATSAPP

      • Peter Tosh ha detto:

        C’è poco da dire. La squadra si sostiene fino alla fine. la verità è che la TO VUOLE RETROCEDERE, pensando di far andare via più facilmente Preziosi, illusi. Magari va via, ma lasciando buco e fallimento, questo si.

        E poi perchè nessuno mai parla dei VERI motivi della contestazione a Preziosi? Davvero credete che tutti guardino il bilancio? Le plusvalenze? Il rosso nonostante le vendite? dopo 13 anni di A, abituati a Spinelli e Fossati…

        • Gallo ha detto:

          Peter qui non è il discorso di mandare via preziosi più facilmente se la società va in B, il discorso è che tu (se sei Genoano) e tutti noi tifosi abbiamo un presidente che dice una cosa e ne fa un’altra.
          Io non sono solo stanco di un gioco pessimo di una gestione pessima, ma di essere preso in giro dal Presidente di questa società.
          Quando una persona della sua caratura parla ai tifosi deve stare attento a quello che dice e deve dire la verità non le menzogne, prendendo come ultimo esempio il caso Piatek.
          Parlare chiaro essere limpido nelle parole avrebbe giovato molto di più alla sua situazione a mio avviso.
          Invece che dire Piatek non lo cedo manco morto a Gennaio, semplicemente si poteva esporre dicendo:
          Questi sono i conti del Genoa (che non fa vedere manco a chi vuole comprare) e come società abbiamo bisogno di vendere, mi dispiace tantissimo ma purtroppo devo farlo altrimenti andiamo a bagno.

          Penso che molti di noi si sarebbero arrabbiati, ma mai come essere presi per i fondelli.

          E questo è solo l’ultimo caso… poi gli attriti per altre questioni fuori dal calcio tra la tifoseria e il presidente sono cose che a me personalmente non mi riguardano, ma come spettatore posso scegliere se andare a vedere o meno una partita e se questo spettacolo non mi piace non entro.

          Tutto li.

          • Giovanni Porcella ha detto:

            Lo ricordo a tutti, e sia cghiaro questo post e’ corretto, evitiamo eccessi e volgarità verso chiunque. Ho dovuto cancellare dei post in cuir erano contenuti termini improponibili. Si puo’ scrivere evitando offese grazie per la collaborazione

      • Paolo ha detto:

        Purtroppo io sono a Milano e qui non si vede Primocanale.
        Comunque sono pienamente d’accordo con la contestazione. Del resto è quello che invoco e scrivo da tanto tempo.
        Io, però, sugli spalti vuoti metterei un enorme striscione con scritto PREZIOSI VATTENE.
        Buona trasmissione a tutti dal maleducato che turba il sonno dei poveri sampdoriani che leggono il nostro blog.

        • mauro sampbolzano ha detto:

          C’è sempre da imparare leggendoti complimenti cordialmente

          • Paolo ha detto:

            Ti risponderò per l’ultima volta e poi ti ignorerò per sempre, dato che non ne vale la pena. Questo è il blog di chi ama i veri colori di Genova e tu non sei gradito.
            Qui non c’è posto per i sampdoriani.

      • Finnrico ha detto:

        Io ormai vivo all’estero da vent’anni e l’ultima partita che ho visto a Marassi deve essere stato uno scialbo Genoa-Reggiana 0-0, perciò sono l’ultimo a poter dire qualcosa.

        Ho grandissimo rispetto e un po’ d’invidia per tutte quelle persone che animano (civilmente) il tifo, allestiscono suggestive coreografie, ispirano i cori la domenica. Ci mettono il loro tempo e qualche volta anche i loro soldi.

        Però anch’io, come Peter Tosh, penso che la squadra bisogna sostenerla fino alla fine, non abbandonarla nelle difficoltà. Dov’è finito il motto “you’ll never be alone”?

        Meglio iniziare una (civile) contestazione dentro lo stadio dopo che l’arbitro ha fischiato la fine, qualunque sia il risultato, a telecamere ancora accese (se si vuole visibilità mediatica).

        Per quanto riguarda i motivi della contestazione, del resto, io mi allineo solo su di uno, quello secondo me principale: questa società ha un progetto finanziario, ma non un progetto sportivo.
        Invece che utilizzare le plusvalenze per alimentare un progetto tecnico, usa la rosa dei tesserati per alimentare delle plusvalenze. Questo è il punto.

        Non giudico Preziosi come imprenditore, né come persona, non sto a guardare agli errori suoi e dei suoi figli, non mi interessano le valigette né il Como o il Saronno, come nemmeno mi tange la retorica del “miglior presidente del Dopoguerra”.

        Vorrei solo un presidente che avesse un progetto sportivo, che – per carità – non deve per forza essere lo scudetto della stella, ma il desiderio di costruire a poco a poco una squadra con una sua identità di gioco, una rosa stabile, un allenatore che non duri come i governi della Prima Repubblica. È troppo?

        Saluti.

      • PieroValleregia ha detto:

        … molti miei amici abbonati di nord non concordano con l’niziativa ma, per evitare antipatiche discussioni, non entreranno; io ho l’abbonamento di sud e ho deciso di entrare.
        Mi tocco e toccatevi tutti ma, questo tipo di contestazione l’ho già vissuto con Tongiani, Berrino, Fossati e Spinelli e, il risultato è stato sempre lo stesso: retrocessione …
        Con questo la TO non c’entra nulla, sia chiaro ma ritengo che sareebbe meglio tifare e poi fischiare al termine mentre verso preziosi solo contestazione ferice.
        Non mi è mai piaciuto come allenatore (per me era un venditore di fumo) ma in questo momento servirebbe solo ed unicamente, il professore Scoglio; sarebbe in grado di cavare sangue, lacrime e risultato anche da questa banda di scappati di casa che preziosi ha “allestito” tra giugno e gennaio
        un saluto
        Piero e famiglia

        • Asa ha detto:

          Lo abbiamo fatto tante volte negli anni passati di attendere la fine e poi? Sempre tutto uguale. Contestiamo e succeda quel che succeda. Tutto meglio di preziosi presidente

  57. albion ha detto:

    Sono rientrato ieri dall’Argentina e quindi non ho seguito il derby. Mi sembra che non ci sia niente di nuovo ovvero Genoa sconfitto con merito e situazione di classifica che inizia a preoccupare. Insomma come ogni anno si ripete il motivetto che ormai noi genoani conosciamo a memoria. Forse sarebbe davvero il caso di cambiare proprietà altrimenti si rischia di perdere il gusto (non la fede) di tifare e seguire il nostro Grifo.
    Sono stato a visitare la Bombonera, stadio del Boca J. Mi sono commosso come un bimbo per l’attaccamento viscerale dei tifosi verso la propria squadra. Succede anche qui da noi riguardo il sostegno, quello che manca è una squadra degna di altri risultati e uno stadio meno fatiscente.

  58. Finnrico ha detto:

    Mi sa che ha ragione Orietta, anche se solo per metà.

    Quando le dirigenze incominciano a dire “Piena fiducia all’allenatore”, “Andiamo avanti con X”, significa che dietro c’è un ultimatum.
    Se perdiamo con il Torino, al 90% salta anche Prandelli.

    Del resto è una questione di calendario: ho l’impressione che 40 punti potrebbero non bastare, e non è neanche detto che riusciamo a farli.

    Solo che di sicuro il Prez non richiama Ballardini, né Juric.

    Ma ve lo immaginate il Sabatini che sta facendo retrocedere Bianchi, MIcovschi, Karic e compagnia in Primavera 2 al timone della prima squadra? Dio salvi la regina (e stavolta anche il Grifo)…

  59. Paolo ha detto:

    Scusa Giovanni ma tale Enrico ha dato dei fascisti e delinquenti a coloro che fanno la contestazione, ritengo che questo personaggio non abbia letto bene il comunicato dove non parlano assolutamente di impedire l ingresso allo stadio. In secondo luogo certe parole meglio lasciarle stare. Evidentemente sia lui che Peter Tosh sono felici e contenti di come vanno le cose….beati loro

  60. luca 64 ha detto:

    Ciao a Tutti. Quello che ha scritto Gallo rispecchia in pieno il mio pensiero, lo sbaglio,anzi la scorrettezza più grossa che imputo all’illuminato è quella di aver praticamente sempre raccontato delle grandi M…E alla gente. Bastava dire ” Guardate le mie possibilità sono queste più di questo non posso fare” e secondo me non si sarebbe arrivati a questi punti. Invece con dichiarazioni rilasciate al mattino e alla sera già ribaltate alla fine ci ritroviamo in questa situazione. L’ultima è la fiducia all’allenatore (se fossi in Prandelli inizierei a toccarmi). Cmq vada a finire quest’anno mi sembra chiaro che non è più possibile andare avanti così. Per la proposta di rimanere fuori dallo stadio con il Toro credo sia giusto che ognuno sia libero di fare ciò che vuole, i picchetti agli ingressi fanno passare automaticamente dalla parte del torto chi li fa. Forza Genoa Sempre

  61. Fabrydt ha detto:

    Buongiorno,
    io sarò assente a prescindere perché ho il volo sabato mattina per Amsterdam, sono fondamentalmente d’accordo con la tifoseria perché penso che l’unica vera forma civile di protesta possibile sia la diserzione, ritengo che comunque chi voglia entrare debba poterne esercitare il diritto, spero che la cosa non si trasformi in un parapiglia, sul quale il palazzo molto attento quando c’è da stangare il Genoa possa decidere di prendere provvedimenti malsani.

    Io non sono sicuro che riuscirei a star fuori dallo stadio e qualora avessi deciso di entrare non credo sia giusto che ciò mi conferisca una patente da Preziosiano cosa da cui ho una distanza siderale, ad esempio molti di quelli che si sono risolti ora a fare questa contestazione in passato Preziosiani lo sono stati, credo che il momento più basso della nostra tifoseria sia stato quello dei fumogeni a De Ferrari con l’intento di reggere il gioco a Preziosi quando a suo dire aveva consegnato a Dal Cin una bista A4 giallo con 250.000 Euro come anticipo per l’acquisto di Maldonado.
    Se uno di quelli che c’era mi impedisse di entrare dandomi del Preziosiano mi sentirei in pieno diritto di ridergli in faccia. MI sento un po’ a disagio perché mi sembra di essere uno di quelli che si mettono in mutua quando c’è sciopero, ma con la moglie insegnante o parto a Pasqua o rimane solo l’estate. Seguirò il tutto via WEB. Comunque la pensiate sempre e comunque….

    FORZA VECCHIO BALORDO

  62. Francesco OreginaRossoblu ha detto:

    Questa è la contestazione che ho consigliato nei miei primi messaggi.Stadio deserto e striscione VATTENE.

  63. Asa ha detto:

    Evviva la contestazione. Sacrosanta e fiustissima. Finalmente!

  64. PREVIATI STEFANO ha detto:

    Ma no ai picchetti …… ognuna faccia quel che crede senza imposizioni …..

  65. Elio ha detto:

    Purtroppo sabato non sarò a Genova e quindi solo a distanza seguirò le sorti della partita. Ho letto il comunicato della TO e i commenti dei tifosi al riguardo. Io non credo che chi non entrerà allo stadio sabato sia meno genoano di chi invece vorrà assistere all’incontro. È però vero che bisogna dare un segnale a questa dirigenza perché capisca che il suo tempo è ormai finito. E siccome a campionato finito, sperando ovviamente di esserci nuovamente salvati, tutto tornerebbe sicuramente come prima, magari solo il numero degli abbonati alla prossima stagione sarà inferiore, una protesta civile ma ferma in quel momento non avrebbe secondo me la stessa efficacia e la stessa visibilità della protesta auspicata oggi dalla TO. E vorrei anche dire che solo un pazzo vorrebbe retrocedere in serie B e giocare con squadre di livello inferiore. Ma vorrei che tutti coloro che fanno di questo spauracchio un simulacro per continuare a sopportare in serie A questo stillicidio di vessazioni sportive e finanziarie perché ci si dimentica del perdurante e pesante passivo di bilancio che nonostante le continue cessioni dei pezzi migliori attanaglia come un cancro la società, pensassero che se una eventuale e (ovviamente anche da me) deprecata retrocessione potrebbe significare anche la scomparsa del titolo e di oltre cento anni di storia calcistica questa sarebbe la naturale conseguenza di anni e anni di scellerata conduzione societaria imputabile esclusivamente al proprietario della società stessa. In altre parole siamo sempre tornati dove ci compete anche a distanza di anni, la caduta in serie B di per sé non deve spaventarci perché ci risolleveremo comunque. Chiedetevi piuttosto perché non si può retrocedere in serie B al di là dell’aspetto sportivo e datevi una risposta. E se sarà quella giusta, l’unica, tutti i tifosi saranno compatti nella protesta. Elio

  66. FrancescoOreginarossoblu ha detto:

    Siamo carichi ha detto prandelli.Ma di che cosa?Di m…

  67. FrancescoOreginarossoblu ha detto:

    E ora devono tutti avere la scorta.Vedrete che si alleneranno a 100 km di distanza ma poi dovranno ben ritornare

  68. Paolo ha detto:

    Come avevo scritto ancora il solito goal dell’ex, e di nuovo Ansaldi.
    Sirigu ha fatto il fenomeno e, come sempre, niente goal.
    Paradossalmente ci ha aiutati la Spal, ma è un pessimo segnale.
    Domenica prossima sarà un’altra pesante sconfitta e speriamo che il Bologna batta l’Empoli.
    A proposito del Bologna. Avete visto che goal ha fatto alla Samp?
    Roba da ufficio inchieste. Audero ha fatto il fenomeno per tutta la stagione e oggi, guarda caso, ha fatto degli errori che neanche il più scalcinato dei dilettanti avrebbe commesso.
    Inoltre hanno giocato da schifo, come una squadra che ha ormai la testa in vacanza.
    Una settimana fa con noi hanno fatto la partita della vita; oggi sembravano dei dilettanti allo sbaraglio.
    Secondo me il viperetta non vuole andare in Europa League, perché non riuscirebbe a sostenerla finanziariamente. E poi, se possono darci una spintarella per mandarci in B….
    Fanno proprio schifo!!
    Comunque non mi stupirei se domani Prandelli prendesse la porta. Da quell’essere spregevole c’è da attendersi questo e altro.
    Coraggio Fratelli Genoani. Prepariamoci a bere l’amaro calice.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

PENULTIMI E CON UNA SQUADRA SVALUTATA

Il Genoa con il Milan non meritava di perdere, ma è arrivata la quarta sconfitta su 7 partite con la [&hellip

IL GENOA NON C’E’ PIU’, SERVE UNA SVOLTA

Il Genoa non c’è piu’, per forza ci vuole una svolta e a pagare potrebbe essere Andreazzoli, ma alla fine [&hellip

A Cagliari altro patatrac

Così non va. Il Genoa con la sconfitta di Cagliari si è mangiato i bonus raccolti nelle prime due partite [&hellip

IL GENOA FRENA SUL PIU’ BELLO

Il Genoa frena sul piu’ bello, cioe’ perde in casa con l’Atalanta per 2-1 dopo aver pensato di aver raddrizzato [&hellip

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!

Search

Archivio